Sei sulla pagina 1di 10

1

Motto

Come esistono oratori balbuzienti, umoristi tristi,


parrucchieri calvi, potrebbero esistere benissimo
anche dei politici onesti.
(Dario Fo)
2

Premessa

Il presente lavoro si propone di analizzare il discorso politico elettorale italiano attuale da una
prospettiva retorica e lessicale. Abbiamo scelto come caso di studio un discorso di Matteo Renzi, lattuale
presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana.

Img.11

Ogni discorso politico costruito utilizzando strategie mirate a convincere luditorio.


Sottolineiamo nella presente tesi, limportanza delle strategie comunicative e delle tecniche
retorico-argomentative messe in atto da parte delloratore al fine di raggiungere il proprio scopo
comunicativo: persuadere.

Per motivare questa scelta, opportuno dire che consideriamo la politica una fonte
inesauribile di materiali da analizzare. Il discorso politico pu essere approcciato da vari punti di
vista. Le prospettive interdisciplinari della politica permettono un ampio ventaglio di analisi:
pragmatiche, retoriche, psicologiche, lessicali, sociologiche, ecc.

1
Limmagine stata tratta dal sito http://www.youthunitedpress.com/matteo-renzi-e-adesso-che-si-comincia/
3

Il personaggio politico che oggetto della nostra analisi stato sviscerato fino adesso
da numerosi giornalisti italiani e stranieri, da analisti politici e diversi scrittori. La novit della
presente tesi risiede da una parte nellapproccio retorico e lessicale del discorso elettorale
renziano basato su un corpus, e dallaltra parte nellanalisi comparativa tra gli slogan utilizzati da
Renzi durante la sua campagna elettorale e alcuni slogan elettorali della politica italiana del
passato.

Per quanto riguarda la struttura, il lavoro stato diviso in quattro capitoli:

Il primo capitolo sar dedicato ad una breve biografia di Matteo Renzi e del suo partito,
PD.
Il secondo capitolo analizzer le figure retoriche presenti nel discorso di Renzi e leffetto
persuasivo di esse.
Il terzo capitolo rappresenta un approccio comparativo degli slogan elettorali di Renzi e
alcuni slogan elettorali del passato.
Abbiamo dedicato il quarto capitolo allanalisi lessicale. A tal proposito, abbiamo
esaminato gli stereotipi i cosidetti clich della politica - e le parole chiave del discorso
renziano che costituisce il nostro corpus.

Dobbiamo precisare che il nostro corpus composto dal discorso di Renzi al Senato ( 24
febbraio 2014), discorso dotato di forti caratteristiche elettorali. Il testo del discorso tratto dal
resoconto stenografico del Senato. Per questa ragione sono inclusi nel discorso, e sono stati
lasciati dove sono necessari per capirlo, alcuni scambi di battute con i senatori (quelli del M5S
hanno interrotto pi volte il discorso di Renzi) e le reazioni dellaula (applausi e commenti).
Il discorso contiene 20 pagini di trascrizione.
4

Capitolo I

Matteo Renzi e il Partito Democratico

I.1 Brevi ceni biografici del rottamatore e il suo partito politico.

Innovativo, determinato, spontaneo, ottimista, estroverso, coraggioso, guascone, libero,


moderno, decisionista, concreto2. Cos stato nominato il pi giovane Presidente del Consiglio
della storia della Repubblica e il segretario del Partito Democratico. Lideologia del PD, partito
politico italiano di centro-sinistra, fondato il 14 ottobre 2007 viene presentata nel Manifesto dei
Valori, approvato il 16 febbraio 2008 il Partito Democratico intende contribuire a costruire e
consolidare, in Europa e nel mondo, un ampio campo riformista, europeista e di centro-sinistra,
operando in un rapporto organico con le principali forze socialiste, democratiche, progressiste e
promuovendone l'azione comune.3

img.24
Altre ragioni del PD sono :
Una nuova guida per il paese
Ridare voce ai giovani
Costruire un bipolarismo nuovo
La liberta delle donne

2
Alessandro, Menabue, Matteo Renzi, Il Grande Impostore, 2015, libro elettronico, location 12
3
https://s3.amazonaws.com/PDS3/allegati/Manifestodeivalori44883_1.pdf
4
Il logo stato tratto dal sito http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/File:Logo_del_PD.jpg
5

Un partito aperto al mondo globalizzato


La democrazia della conoscenza
Etica pubblica e laicit
Sviluppo sostenibile, diriti umani, lunit dellEuropa
Identit nella diversit
UnItalia pi libera, pi giusta e pi prospera
La dignita del lavoro
Il pluralismo sociale, per una comunit forte e solidale
Leducazione, la formazione, la ricerca scientifica5
Ma chi Matteo Renzi? Presenteremo pi gi una breve biografia di questo personaggio
politico che ha rottamato la politica italiana. La biografia stata tratta dal sito ufficiale di
Matteo Renzi6:
Matteo Renzi nasce a Firenze nel gennaio 1975 e cresce a Rignano sullArno.
Fin da giovanissimo vive lesperienza scout, di cui si porter dietro la voglia di giocare e
di lasciare il mondo un po migliore di come lo abbiamo trovato (Baden Powell).

Questo impegno segna fortemente anche gli anni del liceo, il Dante di Firenze, dove
Matteo diventa rappresentante di istituto. Da studente universitario della Facolt di
Giurisprudenza contribuisce alla nascita dei Comitati per Prodi: il suo primo
impegno in politica.

Lavora come dirigente nellazienda di famiglia che si occupa di servizi di marketing,


mentre prosegue limpegno scout, come capo della branca R/S e come caporedattore
della rivista Camminiamo insieme.

Nel settembre del 1999 sposa Agnese, studentessa di lettere, oggi insegnante nei licei
fiorentini, e si laurea in giurisprudenza con la tesi Firenze 1951-1956: la prima
esperienza di Giorgio La Pira Sindaco di Firenze. E autore con altri del libro Mode

5
https://s3.amazonaws.com/PDS3/allegati/Manifestodeivalori44883_1.pdf
6
http://www.matteorenzi.it/chi-sono/
6

Guide agli stili di strada e in movimento e di Ma le giubbe rosse non uccisero Aldo
Moro, insieme a Lapo Pistelli.

Nel frattempo segretario provinciale del Ppi e coordinatore de La Margherita


fiorentina.

Nel 2004 viene eletto Presidente della Provincia di Firenze: durante il suo mandato
riduce le tasse in Provincia, taglia i costi dellEnte e aumenta gli investimenti in cultura
e ambiente.

Nel 2008 decide di mettersi di nuovo in gioco: rifiuta la proposta del centrosinistra di
candidarsi per un secondo mandato da Presidente della Provincia e il 29 settembre
annuncia la sua candidatura alle primarie del Partito Democratico per la corsa a
Sindaco di Firenze, con lo slogan O cambio Firenze o cambio mestiere e torno a
lavorare. Sfidando limmobilismo dellestablishment politico vince, nello stupore
generale, le primarie raccogliendo il 40,52% dei voti.

Nel giugno 2009 diventa sindaco: Firenze respira aria nuova, di nuova vitalit politica.

Con una giunta dimezzata rispetto al passato e formata da met donne e met uomini,
Firenze la prima citt italiana ad approvare un Piano strutturale a volumi zero e a
dire stop al cemento e al consumo di suolo. Parte la pedonalizzazione del centro storico,
limpegno per una citt pi verde e una campagna contro le morti sulla strada. Negli
anni seguenti ha proseguito il lavoro aumentando gli investimenti su scuola, sociale e
cultura.
Ogni anno per la festa del patrono, San Giovanni, sono stati restituiti o aperti luoghi
simbolo della citt: nel 2010 sono stati eliminati i metal detector dallingresso di Palazzo
Vecchio e aperte tutte le porte dingresso. Nel 2011 stata riaperta la Torre San
Niccol. Nel 2012 stata aperta per la prima volta ai cittadini la Torre dArnolfo di
Palazzo Vecchio. Nel 2013 stato inaugurato il bookshop di Palazzo Vecchio
7

Il 2010 lanno della convention Prossima Fermata: Italia, da dove parte lidea di
una possibile, dovuta, rottamazione di una classe politica ormai da decenni incollata
alle poltrone.

Lanno dopo la volta di Big Bang: politici, scrittori, imprenditori e centinaia di


persone salgono sul palco per esprimere la propria idea sul cambiamento dellItalia. E
ancora Italia Obiettivo Comune, dove tra un migliaio di amministratori locali si
progetta un nuovo modello per lItalia e un nuovo modello di Pd.

Il 13 settembre 2012 Matteo Renzi annuncia la sua candidatura alle primarie del
centrosinistra. Nel frattempo continua limpegno con la citt. La campagna elettorale
dura tre mesi: in un viaggio in camper Matteo tocca tutte le province italiane. Il 2
dicembre perde le primarie al ballottaggio contro Pier Luigi Bersani.

Nel 2013 corre nuovamente per le primarie, stavolta del Partito Democratico, e l8
dicembre vince la competizione con il 67,5% dei voti, diventando segretario del Partito e
battendo Gianni Cuperlo, Giuseppe Civati e Gianni Pittella.

Dal 22 febbraio 2014, a seguito delle dimissioni rassegnate da Enrico Letta dopo la
votazione a larghissima maggioranza da parte della Direzione del PD, Presidente del
Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, il pi giovane dallunit dItalia.

Con Rizzoli ha pubblicato Fuori! (2011) e Stilnovo (2012). Nel 2013 uscito il suo
ultimo libro Oltre la rottamazione edito da Mondadori.

I.2 La rottamazione
Il vocabolario Treccani.it offre la seguente definizione7: rottamazine s. f. [der.
di rottamare]. 1. Attivit consistente nel selezionare, ricavandolo da qualsiasi struttura
metallica ma spec. da autoveicoli fuori uso, il materiale metallico ancora riutilizzabile, e

7
Vedi http://www.treccani.it/vocabolario/rottamazione/ link consultato il 25 giugno 2016
8

nellinviarlo come rottame in fonderia. 2. Sostituzione di vecchi oggetti con altri pi moderni,
favorita da incentivi economici e sgravi fiscali: incentivi per chi effettuer la r. delle auto non
catalizzate. 3. Nel linguaggio politico e giornalistico, liquidazione del gruppo dirigente di partiti,
enti, aziende e sim.; per estensione, anche con riferimento a singole personalit, emarginazione
dalla scena pubblica conseguente a perdita di prestigio e di posizioni di potere.

Il termine rottamazione stato utilizzato da Renzi per la prima volta durante unintervista
per il cotidiano La Repubblica (29 agosto 2010) :
[ ...] dobbiamo liberarci di unintera generazione di dirigenti del mio partito [] E il
momento della rottamazione. Senza incentivi.
La parola rivolta principalmente al caimano o al nonno Silvio, cio il politico
Silvio Berlusconi, uno degli avversari di Renzi.
Il verbo rottamare rinchiude in se una metafora mirata a sedurre gli italiani stuffi della
politica berlusconiana. Rottamare significa cambiare non solo un governo, ma unintera
paradigma radicata nellimmaginario colletivo del popolo italiano. Il verbo stato preso in
prestito dal mercato automobilistico: dare indietro la vecchia auto, rottamarla, per uscire dalla
concessionaria con un modello di ultima generazione. Il concetto stato traslato in politica,
chiaro e con un impatto decine di volte superiore al pi tranquillo rinnovamento 8. Nel suo
libro, Spietatamente giovane9, Marino Biondi afferma che Renzi ha inventato una parola da
lessico epocale realizzando una sorta di sostituzione di ceto politico10.
Nel suo articolo, Christian Raimo parla di un populismo renziano che sempre
identificativo sfruttando lideologia del mondo contemporaneo: la cultura feticistica
dellimmedesimazione11. La politica renziana viene fondamentata su una forma di illusione
molto efficace12: i problemi degli altri sono i problemi di Renzi.

8
Vedi http://www.firenzetoday.it/politica/crusca-rottamazione-no-renzi.html link consultato il 25 giugno 2016
9
Marino, Biondi, Spietatamente giovane, Edimedia, Firenze, 2015, libro elettronico.
10
Ibidem, location 162
11
Vedi http://www.minimaetmoralia.it/wp/la-benedetta-questione-della-comunicazione-di-matteo-renzi/ link
consultato il 25 giugno 2016
12
Idem
9

Img.313

13
Limmagine stata tratta dal sito http://vitadadonna.com/12932/matteo-renzi-e-le-primarie-una-rivoluzione-
giovane-della-politica.html
10

Capitolo II
Lanalisi delle figure retoriche del discorso politico elettorale.
La Retorica.

Possiamo affermare senza esagerare che il ruolo fondamentale del discorso politico la
persuasione. Lattivit politica, come arte e scienza del governo, finalizzata ad acquisire,
mantenere e gestire il consenso e, di conseguenza, il potere.14 Reboul definisce la retorica
come larte di persuadere attraverso il discorso15. Se nel suo famoso libro La retorica,
Aristotele concepisce questa disciplina, come abilit di scoprire il possibile mezzo di
persuasione riguardo a ogni soggetto, Quintiliano la definisce come larte del parlare bene -
ars bene dicendi.16

Secondo Kamila Milkovska-Samul , le due direzioni in cui la retorica viene di solito


percepita comportano certi rischi che si sono gi manifestati nel corso della storia della
retorica. La retorica di Aristotele vista come arte di persuasione, il cui oggetto non la verit,
ma il verosimile ha avuto come conseguenze lo sviluppo della sofistica e laccettazione
dellefficacia persuasiva senza riguardo per le norme morali . Lapproccio di Quintiliano,
invece, ha condotto alla svalutazione della retorica in quanto interessata solamente alla bella
forma dellenunciato e alla meccanica applicazione dei tropi e figure retorici che celano il vuoto
di contenuto.17

Larte del dire o la retorica insegna a parlare bene e a scrivere bene, cio insegna a
manipolare la lingua attraverso certe espressioni dette figure, allo scopo di rendere pi efficace,
perch pi chiaro,pi ricco, pi elegante e pi suggestivo il discorso.18

14
Kamila, Milkovska-Samul La retorica come strumento dellanalisi critica del discorso, articolo Kwartlnik
Neofilologiczny LVIII, 1/2011, pag. 6 link
https://www.academia.edu/4590258/La_retorica_come_strumento_dell_analisi_critica_del_discorso._Il_caso_del
_discorso_politico?auto=download data di accesso 01.06.2016
15
Olivier, Reboul, Introduzione alla retorica, Bologna, Il Mulino,2002, apud Kamila, Milkovska-Samul op.cit, pag.6
16
Kamila, Milkovska-Samul op.cit. pag. 7
17
Ibidem, pag. 7
18
, Marcello, Sensini, La grammatica della lingua italiana, Mondadori, Milano, 1994, pag. 375