Sei sulla pagina 1di 174

i Corsi

dell’upter

Anno 2010-11
Acquerello
Maurizio Bedini conoscenza del disegno e a coloro che han-
no frequentato il primo anno. Per “vero ac-
rature ecc. Verrà anche dimostrata l’importan-
te possibilità di cancellare e di modificare il di-
Acquerello e disegno querello” si intende quella tecnica di largo re- segno. Inoltre, si prevede di far sperimentare
Il corso è consigliato sia a coloro che hanno spiro e di grande dimensione che si contrap- agli allievi i passaggi intermedi e diversificati,
già frequentato un primo anno di base di ac- pone al “facile acquerello” di balbettare esecu- quali il passaggio dallo schizzo dal vero alla tec-
querello e disegno sia a coloro che, in maniera zione e cartolinesca misura. Mentre il primo nica della penna. Al termine del corso gli allie-
autodidatta, hanno tentato di cimentarsi nella discende da Turner e dai decoratori settecen- vi avranno acquisito una certa padronanza nel-
tecnica dell’acquerello. Dal punto di vista di- teschi, il secondo si addice a bambini irre- le principali tecniche di pittura ad acquerello.
dattico le lezioni prevedono, nella prima parte sponsabili o a dilettanti svagati. Il corso preve-
dell’anno scolastico, lo studio e la realizzazione de la copia di composizioni complesse me-
di opere comuni eseguite passo-passo con diante esecuzione a velatura, riproduzioni al- Ernani Joaquim Rosa Neto
la prima secondo le abilità conseguite nel pri-
l’aiuto e l’esempio del maestro. Nella seconda
parte del corso l’allievo sarà più libero nel pro- mo corso. Il tutto eseguito con una corretta
Acquerello
postura al cavalletto, su grandi fogli stirati e Il corso è consigliato a chi possiede una cono-
porre soggetti e tematiche di proprio interes-
con materiale specifico della disciplina. scenza basilare del disegno. A partire da po-
se.Il corso è finalizzato a far acquisire all’allievo
chi e semplici esercizi, si affronteranno le varie
maggiore sicurezza nella tecnica.
tecniche di base, per mezzo delle quali cia-
Acquerello avanzato Marinella Letico scun allievo potrà realizzare un dipinto. Il tutto
Il corso è riservato a coloro che già possiedo- si svolge come in un laboratorio in cui gli al-
no una buona abilità pittorica. Alcune lezioni
Acquerello avanzato lievi lavorano, seguiti passo passo dal docen-
all’aperto completeranno il programma. Lo Il corso è riservato a coloro che possiedono te. L’obiettivo è quello di favorire lo sviluppo
scopo delle lezioni è quello di fare acquisire già una buona abilità pittorica di base e vo- di un’autonomia ed espressione creativa.
agli allievi una sicura e autonoma capacità gliono approfondire e sviluppare le proprie
espressiva partendo da tematiche e soggetti capacità espressive. Tema centrale delle lezio-
comuni suggerite dal maestro. ni sarà il raccontare per immagini e il ritratto. Roberta Sarchioni
Gli studenti potranno anche proporre even-
Acquerello e disegno tuali temi di studio. Le competenze acquisite
Acquerello 1
Perfezionamento consentiranno di impegnarsi in un percorso Dedicato anche ai principianti, questo corso pre-
vede un’ampia parte dedicata al disegno, dap-
Il corso è consigliato sia a coloro che hanno fre- che sarà d’interpretazione rispetto alla tradu-
zione dal vero ma anche di invenzione quan- prima da modelli pittorici o fotografici, poi dal
quentato un primo anno di base di disegno o vero, con la realizzazione di semplici composi-
pittura sia a coloro che, in maniera autodidatta, do la luce modifica la forma.
zioni con oggetti, frutta, conchiglie, panneggi. Sa-
hanno già sperimentato la tecnica dell’acque- ranno molto curati tutti gli aspetti della raffigu-
rello e vogliono approfondire la conoscenza
pittorica. Le lezioni si svolgeranno con l’ausilio Giorgia Marzi razione, proponendo metodi intuitivi di valuta-
zione di misure, forme, proporzioni e linee pro-
di tavole didattiche e di modelli dal vero. Nel- Acquerello spettiche; si spiegherà come leggere corretta-
l’ultima parte del corso sono previste lezioni “en Il corso presuppone una buona competenza mente i valori tonali e renderli attraverso il lavoro
plein air” nelle vicinanze della scuola. Il corso è del disegno. Un percorso nella delicatezza/forza di ombreggiatura. Grafite e grafite acquerellabi-
finalizzato al perfezionamento della tecnica. dell’imprevedibile mescolanza di toni di colore, le saranno le tecniche proposte. Su queste basi
che poi è la vera suggestione di questa tecnica. sarà possibile affrontare il tema del colore e la
Apprendimento delle tecniche: a velature, ste- tecnica dell’acquerello, a partire dalla conoscen-
Ugo Bevilacqua sura del colore piatta o degradante, bagnato su za dei materiali e delle nozioni teoriche di base,
Acquerello bagnato, preservare il bianco del foglio, ma- per poi passare a semplici realizzazioni di still life
Il corso presuppone che l’allievo disponga di scherature ecc. Importante la possibilità di can- e paesaggi. Sono previste lezioni di paesaggio
capacità disegnative di impostazione. Si affron- cellare e modificare il disegno. Sperimentazio- all’aperto nel periodo primaverile.
ne dei passaggi intermedi e diversificati, per ac-
teranno le tecniche della velatura, del bagnato
quisire maggiore padronanza: per esempio dal-
Acquerello 2
su bagnato e alla prima. Dal punto di vista del La pittura ad acquerello sarà oggetto di un at-
percorso di apprendimento il corso prevede lo schizzo dal vero alla tecnica della penna.
tento lavoro di approfondimento, relativo sia
l’analisi della struttura compositiva, passaggi in- alla conoscenza dei materiali, sia alle possibili-
termedi di realizzazione, disegni acquerellati e
varie esperienze espressive per meglio espri- Maria Maddalena Orelli tà espressive che la tecnica offre. Sarà, comun-
que, sempre curato il disegno, essenziale per
mere le proprie potenzialità artistiche. Compa- Acquerello approfondimento un dipinto riuscito. Still life e paesaggio saran-
tibilmente con le condizioni metereologiche Il corso è rivolto a chi possiede una buona co- no i soggetti proposti; verranno fornite nozio-
sono previste lezioni all’aria aperta. L’allievo al noscenza del disegno. Un’affascinante percor- ni di prospettiva. Stesure uniformi, digradanti
termine del corso sarà in grado di dipingere so nella delicatezza e nella forza dell’impreve- o variegate; umido su umido o umido su
correttamente con l’acquerello. dibile mescolanza di toni di colore, un aspetto asciutto; mescolanze e velature; uso della ma-
che rappresenta la vera suggestione di questa scheratura; effetti particolari per la realizzazio-
tecnica. Il programma sarà volto a far appren- ne di cieli, acqua, vegetazione: questi alcuni dei
Luigi De Cinque dere le principali tecniche: a velature, stesura temi affrontati, illustrati sempre da ampie di-
Il Vero Acquerello 2 del colore piatta o degradante, bagnato su ba- mostrazioni pratiche. Alcune lezioni di paesag-
Il corso è consigliato a chi possiede già una gnato, preservare il bianco del foglio, masche- gio all’aperto completeranno il programma.

12 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Acquerello
A
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7555 Acquerello Rosa Neto E. Martedì 17-19 3° Piazza BolognaFalcone e Borsellino230 25 26/10/10
6502 Acquerello avanzato Bedini M. Giovedì 14-16.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
6570 Acquerello Bevilacqua U. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 07/10/10
8134 Acquerello Marzi G. Giovedì 15-17 19° Trionfale Fermi 230 25 28/10/10
7182 Acquerello approfondimento Orelli M. Giovedì 17-19 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 270 25 28/10/10
6503 Acquerello e disegno Bedini M. Giovedì 16.30-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
6509 Acquerello 1 Sarchioni R. Venerdì 15-17 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 230 25 29/10/10
6510 Acquerello 2 Sarchioni R. Venerdì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 230 25 29/10/10
6105 Acquerello: il Vero Acquerello 2 De Cinque L. Venerdì 15-18 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 08/10/10
6506 Acquerello avanzato Letico M. Sabato 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 09/10/10

Affresco
Grazyna Solowiej disegno ed il suo trasporto; le tecniche miste
e le finiture a secco; l’applicazione delle tinte
piccole opere a soggetto personale o copie
dei grandi maestri affrescatori. I lavori verran-
Pittura eterna e la loro asciugatura; le caratteristiche dei ma- no eseguiti su tavelle in laterizio, comincian-
Il programma del corso prevede la trattazio- teriali in uso come sabbia, calce, pigmenti; la do dalle prove di colore. Materiali di consumo
ne dei seguenti argomenti: il supporto, l’into- differenza tra stacco e strappo. La seconda da acquistare collettivamente, attrezzatura
naco e le sue pontate e giornate; la sinopia, il parte del corso sarà dedicata all’esecuzione di personale.

Affresco
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7200 Affresco: pittura eterna 1 Solowiej G. Lunedì 10-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 320 25 04/10/10

Alimentazione ovvero mangiar bene


Stefano Asaro maggior quantità, alla loro funzione preva-
lente e l’uso della tabella dei 7 gruppi e del-
Verranno affrontati concetti quali le intolleran-
ze e allergie alimentari, la malnutrizione per
I Salumi la piramide alimentare modificata. Verrà ese- eccesso o per difetto, i rischi di sistemi alimen-
Il mondo dei salumi e degli insaccati è al tem- guito uno studio approfondito degli aspetti tari squilibrati, l’uso delle tabelle dei sette grup-
po stesso familiare e poco conosciuto, soprat- nutritivi, igienici, merceologici, economici, pi fondamentali di alimenti e della piramide
tutto sotto il profilo sensoriale: come si distin- dei metodi di cottura, delle regole di con- alimentare modificata, concetto di porzione e
gue un buon salame da un prodotto scaden- servazione, abbinamento, sostituzione e in- quantità benessere. Verranno indicate le linee
te? O la giusta stagionatura del prosciutto? tegrazione dei singoli alimenti. Verranno da- guida per una sana alimentazione italiana (IN-
Questo corso si propone di fornire una base te informazioni su: contaminazioni micro- RAN) e la ripartizione equilibrata delle calorie
di nozioni teoriche e pratiche per discernere biologiche, fisiche e chimiche, uso degli ad- e dei nutrienti nei pasti giornalieri. Verranno
le diverse tipologie di salumi presenti nel ditivi, alimenti transgenici (OGM), biologici, studiati gli stili alimentari più diffusi: alimenta-
mercato, valutandone la qualità. Offre anche frodi alimentari, ecc. Verrà fatta anche una zione mediterranea, dieta vegetariana, ecc.
gli strumenti elementari per conoscere i pro- lettura guidata delle etichette come mezzo L’obiettivo del corso è quello di educare le
cessi di produzione: dall’allevamento delle di consapevolezza e di difesa. Il programma persone, in modo scientifico, a godere di una
razze ai tagli e alle stagionature fino alle tec- prevede inoltre visite a strutture, ambienti e buona e sana alimentazione al fine di preveni-
niche di conservazione. Ogni incontro preve- luoghi inerenti la materia studiata. Libro di re malattie. Libro di testo consigliato: Rodato-
de la degustazione di numerosi salumi di di- testo consigliato: Rodato-Gola “Cibo & Salu- Gola “Cibo & Salute” Clitt Editrice.
versa provenienza e procedura produttiva. te” Clitt Editrice.
Alimentazione 2 Ivo Mazzucchelli
Anna Maria Dell’Olio Il corso è diretto a chi voglia approfondire l’ar-
gomento dell’alimentazione come fattore di Alimentazione
Alimentazione 1 benessere psico-fisico. Le lezioni verteranno su Il corso ha per finalità l’educazione alimenta-
Al corso possono partecipare tutti coloro argomenti quali: la composizione chimica del re come salvaguardia della salute attraverso la
che non si “accontentano” solo di nutrirsi ma corpo umano, lo studio dei principi nutritivi or- conoscenza degli alimenti più rappresentati-
desiderano avere consapevolezza di cosa e ganici e inorganici e delle loro funzioni, della vi del modello alimentare mediterraneo. Alla
come mangiare. Il corso si prefigge di far co- digestione, del metabolismo, dei fabbisogni fine del corso i partecipanti saranno in grado
noscere i criteri per applicare nella vita quo- nelle diverse condizioni fisiologiche. Verrà ef- di: elaborare una dieta adeguata alle varie esi-
tidiana i fondamenti della scienza della nu- fettuata la valutazione del peso desiderabile di genze individuali; calcolare il valore del “peso
trizione, scegliendo e alternando gli alimen- ciascuna persona e l’uso corretto del normo- ideale”; prevenire e combattere il sovrappeso;
ti in base ai nutrienti in essi contenuti in gramma dell’indice di massa corporea (IMC). saper usare le tabelle di composizione degli

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 13


alimenti e dei LARN; interpretare le indicazio- cotta e yogurt. Sui suddetti alimenti e su quel- litativi. L’origine e la diffusione dell’olio e dei
ni delle etichette alimentari; saper classificare li di più largo consumo verranno effettuate suoi frutti. Gli oli ottenuti dalle olive: classifica-
gli alimenti secondo il metodo della “pirami- delle valutazione organolettiche guidate. zione merceologica e legislazione. I fattori di
de alimentare”; valutare la qualità degli ali- qualità: clima, terreno, impianto, scelta varie-
menti-base del modello alimentare mediter- tale, cure colturali, epoca di raccolta, modali-
raneo mediante l’analisi organolettica. I mec- Francesca Rocchi tà di raccolta, conservazione delle olive. Ele-
canismi di apprendimento saranno invertiti ri- menti biologici e nutrizionali dell’olio d’oliva
spetto ai percorsi didattici tradizionali. Si par- Olio extravergine a tavola e fattori qualitativi. L’olio di oliva come so-
tirà quindi dalla composizione chimica, dal va- L’olio di oliva, uno dei più stanza grassa: generalità sui gliceridi, compo-
lore nutrizionale, dalle tecnologie di produzio- tipici prodotti mediterra- sizione acidica dell’olio in relazione con altri
ne e dalle caratteristiche organolettiche dei nei, può essere giusta- grassi. Il plus dell’olio extravergine: la frazione
più significativi alimenti della cosiddetta “Die- mente considerato il insaponificabile. Qualità nutrizionali dell’olio
ta Mediterranea” i quali non saranno un fine principe dei condimenti fin dagli antichi extravergine. I sistemi e le fasi critiche della
ma un mezzo per arrivare ad una conoscen- splendori della cucina romana. Questo corso frangitura, trattamento conservazione e con-
za più ampia dei meccanismi di una corretta si articola in tre lezioni e si propone di forni- fezionamento dell’olio, il mercato degli oli
alimentazione. Ogni lezione, avrà la durata di re le informazioni e l’addestramento pratico d’oliva: tipologie presenti sul mercato; legge-
due ore, la prima sarà di natura teorica, la se- necessari a riconoscere le qualità degli oli re le etichette. Avvertenze per l’acquisto. La
conda invece sarà dedicata prevalentemente d’oliva reperibili sul mercato. Dalla coltivazio- produzione regionale italiana e l’utilizzo del-
a delle esercitazioni pratiche legate alla cono- ne delle olive alle tecniche di produzione l’olio d’oliva in cucina. La produzione regio-
scenza degli alimenti e l’elaborazione di die- dell’olio, dalla classificazione merceologica fi- nale italiana: le principali zone olivicole e re-
te. Lo studio e le esercitazioni con e sugli ali- no alle proprietà nutrizionali e agli utilizzi del- lativo panorama varietale. La tipicità DOP e
menti avranno una scansione stagionale. In l’olio in cucina, questi incontri aiuteranno an- IGP. Utilizzazione degli oli d’oliva: in cucina e
autunno si eseguiranno in aula le fasi pratiche che a sviluppare una tecnica di degustazio- in tavola. Consigli per la scelta e l’utilizzo otti-
della preparazione del vino; in inverno quelle ne adeguata per distinguere il buon olio di male. Degustazione di oli di numerose varie-
dell’olio e in primavera si prepareranno i deri- oliva da quelli di qualità scadente. La storia tà regionali.
vati del latte, cioè panna, burro, formaggio, ri- dell’olio di oliva, classificazione e fattori qua-

Alimentazione
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8208 Alimentazione: Salumi Asaro S. Martedì 19-21.30 1° Centro Storico Englefield 120 3 09/11/10
6475 Alimentazione 2 Dell’Olio A. Martedì 11-13 1° Centro Storico Englefield 230 25 05/10/10
7833 Alimentazione 1 Dell’Olio A. Lunedì 15-17 1° Centro Storico Colombo 230 25 25/10/10
7987 Alimentazione 1 Dell’Olio A. Martedì 15-17 18° Aurelio Bramante 230 25 26/10/10
8073 Alimentazione Mazzucchelli I. Martedì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 26/10/10
8207 Olio: extravergine a tavola Rocchi F. Martedì 19-21.30 1° Centro Storico Englefield 90 3 05/10/10

Antiquariato
Antonio Galli sentazione dell’artista più rappresentativo del-
le varie epoche. Sono previste anche visite
dei falsi, falsi parziali e rifacimenti. Conoscen-
za approfondita del Mercato Antiquariale at-
Antiquariato 1 esterne a Musei, Case d’Asta e Gallerie Antiqua- traverso lezioni esercitate direttamente nelle
Il corso è aperto a tutti gli appassionati di anti- rie per conoscere la realtà attuale del mercato sedi delle varie Case d’Asta romane dove è
quariato. Saranno presi in esame i vari stili del- antiquario. Il corso consentirà agli allievi di rico- prevista anche la partecipazione ad una tor-
le arti decorative, con particolare attenzione ai noscere i vari stili delle arti decorative, distin- nata d’Asta nel corso dello svolgimento della
mobili, dal Medioevo al XX secolo. Sullo sfondo, guendo anche le varie produzioni realizzate stessa. Anche in questo corso si proseguirà
cenni contestuali riguardanti l’aspetto storico, nei diversi paesi. nell’evidenziare l’approfondimento della pit-
culturale, sociale, scientifico e filosofico dei vari tura con la presentazione dell’artista più rap-
periodi al fine di esprimere, in maniera più
Antiquariato 2 presentativo delle varie epoche. Nel corso del-
esaustiva, le motivazioni in base a cui sono sta- Il corso è rivolto a coloro che hanno già delle le lezioni sarà dato particolare spazio alle visi-
te adottate determinate linee decorative. Si as- conoscenze nel campo dell’antiquariato e a te esterne nei musei romani, dove sono con-
sisterà alla proiezione di immagini di mobili e coloro che hanno frequentato la prima an- servate le opere più qualificate delle Arti De-
dipinti ritenuti maggiormente rappresentativi nualità. Il programma prevede una particolare corative. È prevista, dunque, l’alternanza di le-
dei vari periodi stilistici. Le regioni di produzio- attenzione ai seguenti temi: conservazione zioni in aula e visite esterne per tutta la dura-
ne dei mobili che saranno prese in esame ri- del mobile antico: regole da rispettare per ta del corso. Il corso mira a dotare gli allievi di
guardano principalmente l’Italia, la Francia, l’In- una buona conservazione, restauro conserva- conoscenze esaustive nell’ambito del merca-
ghilterra ed i paesi dell’Europa del Nord. Parti- tivo e restauro integrativo, disinfestazione; tec- to antiquariale e dei pezzi più rappresentativi
colare risalto sarà dato alla pittura con la pre- niche e metodologia per il riconoscimento dei vari periodi stilistici.

Antiquariato
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6477 Antiquariato 1 Galli A. Lunedì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 04/10/10
8069 Antiquariato 1 Galli A. Venerdì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 29/10/10
6480 Antiquariato 2 Galli A. Martedì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 05/10/10

14 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


A
Antropologia
Antonella Martini monolitico, caratterizzato da arretratezza e fa-
natismo, che non rispecchia la realtà com-
che e di ideologie che si avvalgono della defi-
nizione di “democrazia”. Il corso propone
Antropologia culturale: plessa e plurale che contraddistingue il Mon- un’esplorazione, in una prospettiva storico-
un’analisi della società do Islamico. Il corso propone, pertanto,
un’esplorazione dell’Islam contemporaneo,
antropologica, dell’evoluzione della pratica e
della teorizzazione della democrazia, confron-
italiana contemporanea attraversato dalla modernità e investito dalla tando le esperienze di “democrazia” rintraccia-
La società italiana è attraversata da profondi e globalizzazione, avvalendosi dei contributi bili nelle società prestatuali e in quelle classi-
accelerati mutamenti che provocano diso- dell’antropologia e della sociologia delle reli- che, nelle società orientali e islamiche (l’Iran,
rientamenti e inquietudini, generano conflitti gioni. Attraverso la prospettiva socio-antropo- l’India, l’Afghanistan, ecc.) e in quelle europee
intergenerazionali e sociali. Il corso propone, logica è infatti possibile evitare il rischio di rei- moderne e contemporanee. Tale comparazio-
avvalendosi dei saperi e delle pratiche di in- ficazione e destoricizzazione della religione - ne consentirà di evidenziare gli elementi fon-
dagine dell’antropologia culturale e dell’etno- che induce alle generalizzazioni - e osservare dativi della democrazia, e di cogliere le diffe-
grafia sociale, un’esplorazione delle moltepli- credenze e pratiche dei fedeli nel loro mani- renze tra democrazia diretta e democrazia
ci e contraddittorie forme che assume la con- festarsi e nel loro legame con il contesto so- rappresentativa, nonché tra i vari modelli di
temporaneità in Italia. In particolare saranno cio-economico e culturale. Confrontando la democrazia presenti nell’Europa contempo-
approfonditi i temi dei mutamenti intervenu- realtà dei Paesi Islamici (Maghreb, Medio ranea (parlamentarismo, premierato, presi-
ti nello spazio privato (coppia, famiglia, ecc.) e Oriente, Asia, Africa) e dell’Islam nei Paesi Oc- denzialismo, parlamentarismo con presiden-
in quello pubblico (vicinato, istituzioni, ecc.), cidentali (Italia, Francia, Inghilterra, Olanda, te, semiparlamentarismo, semipresidenziali-
nella sfera degli affetti e in quella del lavoro, USA), sarà declinata la pluralità di forme con smo, direttorio). Sarà infine approfondito il te-
nella dimensione della partecipazione e del- cui l’Islam si rapporta alla dimensione politica, ma della democrazia partecipata e di tutte
la rappresentazione politica (volontariato, mi- all’economia, alla sessualità, alle differenze di quelle esperienze che valorizzando l’aspira-
litanza, elezioni, ecc.), nella percezione dello genere, ai diritti umani, ecc. Il corso si svolge- zione all’uguaglianza e al dialogo insita nella
spazio e del tempo. Il corso si svolgerà attra- rà attraverso una didattica attiva e partecipan- democrazia, danno forma al pluralismo e al
verso una didattica attiva e partecipante e si te e si avvarrà di sussidi didattici quali: film, do- relativismo, arginando i rischi di trasformare la
avvarrà di sussidi didattici quali: film, docu- cumentari, interventi di testimoni privilegiati. democrazia in ideologia, in fondamentalismo
mentari, interventi di testimoni privilegiati. Te- Testi: Annamaria Rivera (a cura di), L’inquietu- democratico. Il corso si svolgerà attraverso
sti: Marc Augé, Jean-Paul Colleyn, L’antropolo- dine dell’islam. Tradizione, modernità e globa- una didattica attiva e partecipante e si avvar-
gia del mondo contemporaneo, Eleuthera, lizzazione, Dedalo, bari, 2002 e Dispense del rà di sussidi didattici quali: film, documentari,
2006, e dispense del docente. docente. interventi di testimoni privilegiati. Testi: Amar-
Antropologia delle religioni: Antropologia politica: tya Sen, La democrazia degli altri - perché la li-
risvegli e inquietudini l’esperienza della democrazia
bertà non è un’invenzione dell’occidente, Mi-
lano, 2004 e Dispense del docente.
nell’Islam contemporaneo Intorno alla democrazia si è acceso da qual-
Si è ormai consolidata in Occidente un’imma- che tempo un vivo e allarmato dibattito, che
gine della religione islamica come blocco evidenzia una molteplicità di pratiche politi-

Antropologia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6488 Società italiana contemporanea Martini A. Venerdì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 170 25 29/10/10
7277 Risvegli e inquietudini nell’Islam contemp. Martini A. Venerdì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 170 25 29/10/10
6484 L’esperienza della democrazia Martini A. Giovedì 17-19 1° Centro Storico Englefield 170 25 07/10/10

Arazzo
Annalia Ferreri laio a tensione in uso, ancora oggi, in tante
parti del mondo. Il programma si articola in
con la ricerca personale, oltre ai materiali clas-
sici quali lana, seta, lino e cotone. Alcune lezio-
Arazzo due fasi: nella prima parte del corso si appren- ni saranno dedicate al macramè. Chi pensa di
Il corso si rivolge a tutti coloro che desidera- dono le tecniche della tessitura classica. Nella non avere manualità o particolare creatività,
no imparare a tessere in modo facile e piace- seconda parte, verranno presentate le solu- resterà meravigliato di come sia possibile, se-
vole arazzi, tappeti, sciarpe, cuscini e altro su di zioni della moderna Fiber Art con l’impiego di guendo un percorso individuale, arrivare a
un semplice telaio a cornice oppure con il te- materiali come corda, rafia, plastica e legno; e esprimere la propria personalità.

Arazzo
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6629 Arazzo Ferreri A. Venerdì 17-19 4° Nomentano Insieme per fare 220 25 08/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 15


Archeologia
Direttore Dipartimento ROBERTO SIMONETTI

Archeologia IN AULA
seo delle Terme di Diocleziano e la mostra “Il mosaici) e letteraria, ma soprattutto epigrafica
volto dei potenti. Il ritratto romano tra Repub- – approfondirà i seguenti temi sulla gladiatu-
blica e Impero”. ra nel mondo romano nelle diverse regioni
d’Italia: anfiteatri e strutture annesse, organiz-
zazione e amministrazione degli spettacoli
Giovanna Di Giacomo dall’età repubblicana a quella imperiale; il ruo-
lo dell’imperatore come editor per eccellenza
Archeologia ed Epigrafia A. dei giochi. E ancora i gladiatori: condizione giu-
La vita quotidiana ridica, gradi di professionalità, divisione in clas-
Corso base riservato ai quanti sono del tutto si di armature (sanniti, galli, traci, reziari, murmil-
digiuni di Epigrafia latina. Nella prima parte del lones, secutores, ecc.), l’addestramento e i gio-
corso si offrirà un supporto didattico per forni- chi, la vita privata. Sono previste visite al Museo
re tutti gli strumenti indispensabili a rendere Nazionale Romano (sezione epigrafica) e ai
ciascuno in grado di comprendere autono- principali monumenti esaminati durante il
mamente le iscrizioni che, grazie alla loro ripe- corso. Dispense cartacee elaborate e/o fornite
titività, non richiedono una conoscenza del la- dal docente.
tino. Nella seconda parte, attraverso la loro let- Archeologia ed Epigrafia D.
tura, si approfondiranno alcuni aspetti relativi
Alessandro Calì alla sfera privata (matrimonio, vita coniugale e
Le iscrizioni come strumento
Roma sparita ruolo della donna, liberti e schiavi, organizza- dell’autorappresentazione
Il corso è rivolto a tutte le persone curiose di
zione del lavoro domestico all’interno delle
domus, usi e costumi sepolcrali, ecc.) e alla vi-
imperiale
conoscere i luoghi meno noti di Roma antica. ta quotidiana del mondo romano (arti e me- Se le iscrizioni incise sui monumenti hanno
Il programma propone una serie di itinerari stieri, spettacoli e giochi, ecc.). Sono previste vi- per noi un valore soprattutto documentario
volti alla scoperta di luoghi archeologici na- site ai principali monumenti esaminati duran- perché spesso costituiscono l’unica fonte di
scosti. Studiare l’archeologia di Roma è fare un te il corso ed esercitazioni pratiche con calchi informazione su molteplici aspetti della vita
viaggio indietro nel tempo, che ci porta alle o schedature delle iscrizioni. Dispense carta- privata e pubblica romana, non dobbiamo di-
origini della nostra città. Il corso cercherà di cee elaborate e/o fornite dal docente. menticare che per gli antichi esse erano es-
analizzare con sussidi fotografici, multimediali senzialmente un mezzo di comunicazione,
e artistici le trasformazioni e le demolizioni sof- Archeologia ed Epigrafia B. nonché un fondamentale strumento di pre-
ferte da Roma tra la fine dell’Ottocento e i pri- Protagonisti e luoghi della sentazione e promozione in pubblico, inserito
in uno spazio visivo selezionato per la sua alta
mi decenni del Novecento. Saranno come car-
toline dal passato che ci porteranno indietro vita economica di Roma frequentazione. Il corso si propone di appro-
nel tempo. Dai negozianti di preziosi (orafi, argentieri, gio- fondire questo aspetto attraverso l’esame dei
iellieri) concentrati nel Foro Romano, lungo la principali monumenti epigrafici, pubblici e pri-
via Sacra, al mercato della carne e di altri gene- vati (sepolcri), funzionali all’autorappresenta-
Flavia Calisti ri alimentari. Un percorso dedicato allo studio zione e alla propaganda imperiale, con parti-
del commercio al minuto attraverso le iscrizio- colare attenzione alla dinastia Giulio-Claudia e
I Romani spiegati ai Romani ni sacre e sepolcrali in cui dedicanti e dedica- Antonina. Dispense cartacee elaborate e/o for-
Conoscete davvero gli antichi Romani? Siete tari indicano il luogo urbano in cui esercitava- nite dal docente.
sicuri di sapere il vero motivo per cui andava- no la loro attività, utile non solo per delineare
no al Colosseo o al Circo Massimo? Si può ve- la vocazione commerciale di singoli quartieri
ramente parlare di una mitologia greco-roma- o strade di Roma o per individuare gli interes- Giuseppe Fort
na? Il tempio di Vesta era veramente un tem-
pio? I re di Roma sono esistiti realmente? Co-
si economici areali di alcune famiglie di rango
che garantivano l’andamento delle piccole
L’Ordine dei Templari, storia
me morì Romolo? Perché furono perseguitati imprese gestite dai loro liberti, ma anche per e archeologia
i Cristiani? Sapete quali erano le conoscenze rilevare il contributo della fonte epigrafica alla Il corso è aperto a tutti coloro che si appassio-
tecniche nella Roma antica? Se volete cono- topografia di Roma antica. Dispense cartacee nano alla storia di questo ordine cavalleresco
scere le risposte a queste ed a tante altre do- elaborate e/o fornite dal docente. che è avvolta ancora in parte nella leggenda.
mande, questo corso fa al caso vostro. Le lezio- Si cercherà di approfondire la conoscenza dei
ni saranno infatti volte a sfatare tanti luoghi Archeologia ed Epigrafia C. Templari ancora oggi profondamente intrisa
comuni ancora molto diffusi sui nostri illustri Anfiteatri, strutture annesse e di magia e mistero. La nascita: S. Bernardo di
progenitori ed a far conoscere i progressi de-
gli studi sulla cultura romana. Alle lezioni teo- giochi gladiatori a Roma Chiaravalle e i Templari. La Regola templare. I
Templari in Terrasanta.
riche seguiranno delle visite in siti di particola- Il corso – attraverso l’analisi della documenta-
re interesse quali Ostia antica (4h), il Museo zione archeologica (luoghi di addestramento Roma: il mare, il fiume
della Civiltà Romana, Palazzo Massimo, il Mu- dei gladiatori e anfiteatri), iconografica (rilievi e Il corso è rivolto a tutti le persone interessate

16 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


ad approfondire l’archeologia romana. Il pro-
gramma è articolato in due parti, una teorica
Paolo Lorizzo siano; Zoroastro; Mitra, Roma e i suoi culti mi-
sterici. Il Neopitagorismo, Sabazio, Dolicheno,
A
e una caratterizzata da uscite e visite. La parte Roma antica oracoli e responsi, Esculapio e la medicina, i
teorica tratterà i seguenti argomenti: la nasci- Corso introduttivo all’archeologia e alla storia culti solari. Il corso prevede uscite in esterno e
ta di Roma; il Tevere in epoca arcaica; la gran- dell’arte romana. Un affascinante viaggio alla visite guidate.
de Roma dei Tarquini; la nascita di Ostia; il
grande commercio internazionale del Medi-
scoperta dei monumenti e dei reperti archeo- Miti e leggende di Roma
logici che hanno caratterizzato la civiltà che ha
terraneo arcaico. il Tevere degli altri: Etruschi e dominato il mondo allora conosciuto. Attra- antica
Sabini. Roma e Cartagine; la conquista maritti- verso libri, pubblicazioni, immagini multime- Il corso è rivolto a tutte le persone interessate
ma del Mediterraneo; la conquista delle coste diali e brevi filmati di specifica tematica, si rico- ad approfondire le antiche leggende ed i prin-
del Lazio; i Romani in Egitto; i porti del Tevere struirà l’evoluzione storico-artistica ed archeo- cipali miti romani. In particolare, il programma
a Roma; il commercio internazionale di epoca logica del periodo regio, delle epoche repub- tratterà i seguenti argomenti: la guerra di Tro-
imperiale; i Romani in India; la decadenza e la blicana ed imperiale e del tardo-antico. ia attraverso Omero; il mito di Enea in Occi-
fine dell’Impero Romano. Navi e navigazione dente; storia degli scavi di Pratica di Mare; La-
fluviale romana; navi e rotte commerciali nel vinio e Laurento; i padri fondatori (Romolo e
Mediterraneo romano. La seconda parte del Paola Manetto Remo); l’eroe e lo Stato; Romolo e Remo – ge-
programma sarà dedicata alle seguenti visite melli primordiali; donne leggendarie – Acca
e viaggi: Museo della Civiltà Romana, Musei
Archeomisteri Larentia ed il mito della lupa; antichi e nuovi
Capitolini, Musei Vaticani (sezione egizia), Mu- Il corso è rivolto a tutte le persone interessate Dei; il mito di Angerona; religione e società ro-
seo delle Navi Romane a Nemi, Museo del Ma- ad approfondire alcune tra le più significative mana; i culti del Palatino; i miti di fondazione;
re e della Navigazione antica a Santa Severa, scoperte archeologiche che sono circondate le nuove scoperte archeologiche sul Palatino;
Museo e Porto di Civitavecchia, Museo ar- da un alone di mistero. In particolare, il pro- Dei e Re; feste e calendari. La docente prevede
cheologico di Napoli e Museo di Baia, Villa gramma è volto ad illustrare quelle scoperte di svolgere delle uscite esterne da dedicare al-
Adriana a Tivoli. archeologiche, le quali presentano diversi la visita di alcuni significativi luoghi romani
Eventuali biglietti e/o trasferimenti sono a aspetti misteriosi ed inspiegabili, fatto in parte leggendari.
dovuto sia alle modalità di ritrovamento e, in al-
carico dei partecipanti.
cuni casi, alle storie che ancora si raccontano
Roma e l’era cristiana
sul loro conto. Di seguito gli argomenti trattati: Il corso è rivolto a tutte le persone interessate
ad approfondire lo studio dell’archeologia del-
Raffaella La Marra Gerusalemme la città delle tre religioni; Gerico
la città più antica del mondo; Qumram ed il l’epoca cristiana. Il programma tratterà i se-
Abitare nell’antichità: Mar Morto; Cnosso e il labirinto; le tombe di UR guenti argomenti: epigoni dell’Impero Roma-
no; la Tetrarchia; Costantino e S. Elena; Pietro e
insulae, domus e ville a la regina di Saba; Palmira e Zenobia; Atlantide.
Paolo a Roma; Roma e Costantinopoli. Le Eresie;
Gli allievi potranno proporre altri argomenti.
Roma Tituli (l’organizzazione del Titulus), diaconiae e
Il corso prenderà in esame le varie tipologie
Archeomisteri 2 basiliche. L’arte cristiana; le catacombe; simbo-
abitative diffuse nell’antica Roma dall’età re- Il corso è rivolto a tutte le persone interessate logia pagana e cristiana; i calendari; i luoghi di
pubblicana al tardo antico, analizzandone ad approfondire alcune tra le più significative culto a Roma dal I al VII sec.; Acta e Passiones; le
l’evoluzione nella disposizione degli ambien- scoperte archeologiche, circondate da un alo- Domus ecclesiae. Concili e sinodi; letteratura cri-
ti, l’arredo, le suppellettili, la decorazione parie- ne di mistero. In particolare, il programma è stiana; le fonti principali; i Battisteri. Nel program-
tale e le opere scultoree. Ciascun argomento volto ad illustrare quelle scoperte archeologi- ma sono anche incluse delle visite esterne ai si-
prevederà approfondimenti sulla vita quoti- che, le quali presentano diversi aspetti miste- ti archeologici della Roma cristiana.
diana al tempo dei Romani, con uno sguardo riosi ed inspiegabili, fatto in parte dovuto an-
che alle modalità di ritrovamento e, in alcuni
Roma e l’età delle conquiste
al cambiamento dei gusti e delle mode so- Il corso è rivolto a tutte le persone interessate
praggiunto in seguito alla conquista della Gre- casi, alle storie che ancora si raccontano sul lo-
ro conto. Di seguito gli argomenti trattati: Cnos- ad approfondire la storia delle conquiste e dei
cia e delle province orientali. Sono previste le domini della Roma imperiale. Le lezioni sono fi-
seguenti visite guidate: Ostia antica, Villa dei so il labirinto del Minotauro; le città di Alessan-
dro – Pella, Vergina, Persepoli, Babilonia; Ales- nalizzate ad esaminare le personalità storiche
Quintili, Insula presso le Case romane del Ce- del passato che determinarono l’ascesa e la po-
lio, Musei Capitolini. sandria e il mistero della tomba di Alessandro;
Romolo e il Palatino; le tombe reali di UR; Baal- tenza dell’Impero romano grazie alle loro gesta
e alle loro grandiose conquiste. I temi trattati sa-
bek paradiso degli Dei. La docente prevede di
ranno: Roma e la Grecia, la conquista di una
Silvana Liberati svolgere delle uscite e visite esterne.
nuova arte e cultura, Scipione e Cartagine, Ce-
La vita quotidiana a Roma Il rito segreto: i culti sare e le Gallie, l’Egitto dei Tolomei, la Maestà de-
Si affronteranno tematiche connesse all’evo- misterici in Grecia e a Roma gli Dei come apparizione, Augusto e il suo tem-
po, gli Imperatori “Deus ac Dominus”, monu-
luzione del vivere domestico dall’età arcaica Il corso è rivolto a tutte le persone interessate menti onorari, vivere alla greca. Il corso prevede
all’età imperiale per ricostruire la cultura e le ad approfondire l’argomento della religione a uscite in esterno e visite guidate.
usanze dell’antica Roma. Analizzeremo i riti le- Roma e nel mondo classico. Le lezioni saranno
gati alle tappe della vita: il matrimonio, la nasci- incentrate sull’analisi di quei culti salvifici che, Roma e l’Impero
ta, l’entrata nell’età adulta, la morte e le usan- arrivati dalla Grecia a Roma, ebbero un largo Il corso è rivolto a tutte le persone interessate
ze funebri. Si parlerà della famiglia, dell’infanzia seguito tra il popolo romano fino all’arrivo del ad approfondire lo studio dell’archeologia ro-
e dei suoi giochi, della scuola, dell’abitazione, cristianesimo. Il programma tratterà i seguen- mana dell’epoca imperiale. Il corso è finalizza-
dell’alimentazione, della cura personale e del ti argomenti: i misteri di Eleusi, Dionisiaci, Orfici, to a ricostruire la storia di Roma Imperiale at-
vestiario dei cittadini romani. Il corso com- i Cabirii, Demetra e Kore, le Pinakes di Locri, la traverso lo studio dell’arte. Il programma che,
prende anche delle uscite didattiche da con- Magna Mater e Attis, Iside. Architettura miste- accanto alle lezioni, prevede una serie di visite
cordare in aula. rica, superstizione e magia; il Mazdeismo per- guidate, tratterà i seguenti argomenti: Augu-

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 17


a.C.) all’Ellenismo (323-31 a.C.). Due lezioni sa-
sto e il suo tempo; Roma e le conquiste dei
Regni ellenistici; Tevere e Nilo; l’arte in età Giu- ranno dedicate all’Archeologia della Magna
Daniele Pantano
lio-Claudia; i Flavi e il Colosseo. L’arte nelle Pro- Grecia ed è anche previsto un incontro sulla Roma sotterranea
vince romane; gli Imperatori adottati; Traiano, vita quotidiana nel mondo greco. Al corso possono iscriversi tutti coloro che so-
Adriano, Marco Aurelio e gli Antonini; i Severi;
le ultime conquiste.
La Gastronomia nell’antica no interessati a scoprire una Roma meno visi-
bile e ad approfondirne la conoscenza, oltre a
Grecia e nella Roma antica tessere nuove relazioni amicali. Il corso ci per-
Il corso si propone di ricostruire, attraverso le mette di fare un viaggio virtuale a ritroso nel
Emilia Mastrodonato fonti letterarie e i dati archeologici, luoghi e tempo, alla scoperta dei monumenti nascosti
Gli Etruschi e i Popoli Italici modalità del simposio nel mondo classico, sia
in ambito greco, sia in ambito romano. Verran-
nel sottosuolo di Roma. Si prefigge anche di
spiegare - attraverso geomorfologia, archeolo-
Secondo antiche testimonianze prima dell’ar-
no passati in rassegna gli alimenti principal- gia e urbanistica - perché alcuni di questi mo-
rivo dei Greci, nell’estremo meridione visse il
mente consumati da Greci e Romani e, con numenti, in origine costruiti in superficie, siano
popolo degli Itali guidati dal mitico eroe Italo.
l’aiuto della letteratura, si analizzeranno delle oggi sepolti sotto strade e palazzi; e di analiz-
Il corso consisterà in una panoramica sulla sto-
ricette antiche, riutilizzandole e proponendo- zare la lenta evoluzione che ha portato nei se-
ria, religione, lingua, ubicazione e scrittura dei
ne moderne modalità di preparazione. Alcu- coli alla definizione della città attuale. Nel corso
popoli italici, diversi dai greci e dai romani. Si ri-
ni temi trattati saranno: la modalità e il signifi- in esame verranno analizzate le zone dal rione
vivrà la vita delle diverse popolazioni attraver-
cato del simposio in Grecia e a Roma; l’ali- Monti al rione Campitelli. Sono previste visite
so le loro divinità dimenticate, i loro dialetti, i
mentazione nella Grecia antica; gli alimenti a monumenti ipogei pertinenti al corso.
centri abitati, l’organizzazione del sacro, l’arte.
principalmente consumati e apprezzati; alcu-
Dai Sanniti, fieri nemici di Roma, ai forti guer-
ne ricette particolarmente amate nell’antica
Roma, la nascita di un
rieri del popolo Piceno, dai vigorosi pastori La-
tini ai misteriosi “stranieri” Etruschi la cui evolu-
Grecia. L’alimentazione nell’Antica Roma at- Impero: dalle Guerre
zione storico artistica occuperà una parte del
traverso la lettura delle fonti, la scoperta dei ci-
bi più apprezzati e le ricette preferite con con-
Puniche a Cesare
corso. Economia e società. Sono previste visite Nel corso verrà fatta un’analisi storico-archeo-
sigli su come attualizzarle. In vino veritas: il vi-
a monumenti ipogei pertinenti al corso. logica ed urbanistica della città di Roma dal III
no nel mondo antico e l’importanza fonda-
La Grecia classica mentale di questa bevanda nell’antichità. Nel- sec. a.C. all’ascesa al potere di Cesare. La con-
quista dell’Italia, le guerre contro Cartagine.
Introduzione alla civiltà greca: quadro storico l’ultima lezione i partecipanti saranno coinvol-
ti nella ricostruzione di un banchetto romano: Dall’impero italico all’impero mediterraneo. La
e geografico. Età protogeometrica e geome- nascita e l’organizzazione delle province im-
trica: i più antichi edifici e i materiali edilizi; il ogni iscritto porterà un ricetta antica, concor-
data con il docente, da degustare insieme se- periali. Lo sviluppo della villa e il trionfo del-
rendimento plastico di figure umane e anima- l’economia romana. La guerra sociale e la
li. La ceramica. L’età orientalizzante: i progressi condo l’ordine seguito nei convivi romani: an-
tipasti, prime mense e seconde mense. Nel guerra civile. La nascita dell’arte romana. Lo svi-
nell’architettura; la scultura dedalica. Età arcai- luppo e l’evoluzione della società romana in
ca: architettura e scultura; i primi ordini archi- corso di questo incontro si entrerà in manie-
ra viva e diretta nell’atmosfera simposiale an- epoca tardo-repubblicana. Saranno effettuate
tettonici e le regole di armonia; scultura a tut- anche alcune visite guidate pertinenti agli ar-
to tondo; kouroi e korai; polis e forma urbana. Il tica.
gomenti trattati in classe.
tempio greco. Pellegrini e itinerari Roma, l’epoca delle dinastie:
medievali i Giulio-Claudi e i Flavi
Emilia Panicali Il corso si propone di analizzare uno dei feno-
Il corso procederà ad un’analisi storico-archeo-
meni religiosi più affascinanti e dibattuti tra gli
La civiltà e la storia antica archeologi cristiani e non: il pellegrinaggio li- logica della città di Roma e del suo impero nel
della Grecia turgico nel Mediterraneo. L’arco cronologico I sec. d.C., attraverso i fasti delle dinastie dei Giu-
lio-Claudi e dei Flavi. L’eredità di Augusto, apo-
L’Archeologia è la disciplina che studia il pas- preso in esame va dal IV al VII secolo, ma ver-
ranno fatti molti riferimenti a modalità e itine- geo e disfacimento della sua dinastia, l’eroica
sato attraverso le testimonianze della cultura salita al trono di Vespasiano e il principato dei
materiale e, per arrivare a conclusioni il più rari attuali. Attraverso le fonti letterarie e i dati
archeologici si cercherà di fornire un quadro due figli. La maturazione dell’arte imperiale, la
possibile attendibili, si serve del supporto di nascita della città imperiale dalle ceneri dell’in-
moltissime discipline umanistiche e scientifi- completo della situazione in epoca bizantina
e di spiegare il concetto di pellegrinaggio in cendio neroniano; l’evoluzione della società e
che. Studiare l’Archeologia significa fare un della cultura romana in epoca imperiale. Lo svi-
viaggio indietro nel tempo, che ci porta all’ori- ogni suo aspetto: archeologico, storico, storico-
religioso, psicologico. I contenuti del corso ver- luppo dell’Impero; la nascita di Cristo. L’appara-
gine della nostra civiltà; tuttavia per avere un to ludico di Roma. Si effettuerà l’analisi delle
quadro completo e realistico del passato oc- teranno sui seguenti argomenti: Studio e ana-
lisi di luoghi sacri in Egitto, Palestina e Siria, principali opere architettoniche costruite in
corre seguire delle regole ed utilizzare metodi questo periodo a Roma. Sono previste visite
e tecniche precise. Questo corso base si artico- concentrando l’attenzione soprattutto su
quelli di difficile identificazione, attraverso le guidate a siti e mostre oggetto del corso.
la in due parti: i primi 10 incontri, saranno de-
dicati al lavoro dell’archeologo e gli altri 15 al- scoperte archeologiche, i testi letterari e le
iscrizioni; Analisi del concetto di peregrinatio
l’Archeologia dell’Antica Grecia. Dopo aver
parlato della storia dell’archeologia e dell’orga- in tutti i suoi aspetti; le icone e il culto dell’im- Alessandra Sagnotti
nizzazione di un cantiere di scavo; nella secon- magine; il concetto di Santità. Moderni itinera- La Roma arcaica e
ri e luoghi di pellegrinaggio: confronto con il
da parte del corso, dedicata all’Archeologia
pellegrinaggio di epoca bizantina. Ogni incon-
repubblicana
Greca, verranno analizzate tipologie monu-
tro del corso sarà supportato da una presen- Il corso è indicato a chiunque sia interessato
mentali e abitative, tecniche costruttive e for-
tazione in Power Point e alla fine di ogni lezio- a conoscere la storia di Roma e i suoi monu-
me artistiche pertinenti ad un arco cronologi-
ne verrà fornita una bibliografia di approfon- menti dalle origini al periodo repubblicano e
co ampio, dall’età protogeometrica (1050-900
dimento. intenda ripercorrere lo sviluppo di Roma at-

18 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


traverso l’analisi storica e monumentale dalle
origini al periodo repubblicano. Sono previste
Roberto Simonetti di culto dopo la pace della Chiesa: tituli, diaco-
niae, domus cultae. Le basiliche paleocristiane;
A
alcune lezioni introduttive sul significato di ar- L’età tardoantica e la fine c) la divisione dell’Impero: Arcadio e Onorio; i
cheologia, la tecnica e l’organizzazione di uno
scavo, compresa la documentazione, leggi
dell’Impero Romano Vandali e il sacco di Roma; Valentiniano III.
Odoacre e gli Eruli; Romolo Augustolo e la fine
fondamentali sulla conservazione dei beni, d’Occidente dell’Impero d’Occidente. Durante il corso sono
l’archeologia subacquea, le fonti, primissime Il corso è rivolto a tutti gli appassionati di ar- previste visite guidate presso alcuni siti ar-
indicazioni sull’epigrafia. Si affronterà poi l’ori- cheologia. Il programma sarà finalizzato ad ap- cheologici, quali il Circo di Massenzio, il Mau-
gine e l’organizzazione della città di Roma. So- profondire i seguenti argomenti: a) l’anarchia soleo di Costanza, la Catacomba di Priscilla, la
no previste una serie di visite a siti attinenti al- militare nell’Impero; Aureliano e le mura di Ro- Basilica di San Clemente. Al termine del corso
le lezioni svolte in classe: Foro Romano, Palati- ma; Zenobia ed il “regno” di Palmira; Dioclezia- gli allievi avranno acquisito conoscenze ap-
no e Casa di Augusto, Foro Boario ed Olitorio, no e la Tetrarchia; il fenomeno degli usurpato- profondite sull’archeologia del periodo tardo
Campidoglio e Tempio di Giove, Ardea e Prati- ri – imperatori. Massenzio e Costantino; una antica e del momento di decadenza dell’’Im-
ca di Mare. L’obiettivo del corso è trasmettere nuova capitale – Costantinopoli; da Costanzo pero Romano d’Occidente.
la conoscenza delle origini e dell’organizza- a Teodosio – dall’impero romano all’impero
zione della città di Roma fino al periodo re- cristiano; b) archeologia cristiana – le “cata-
pubblicano. Alcune visite possono subire del- combe” e le domus ecclesiae nel periodo del-
le variazioni da definire di giorno e orario da le persecuzioni; nozioni di epigrafia cristiana;
concordare durante il corso con il docente. culto dei martiri, guide, pellegrinaggi; gli edifici

Archeologia in aula
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6422 Archeologia ed Epigrafia C. Di Giacomo G. Lunedì 15-17 1° Centro Storico Visconti 170 25 25/10/10
6423 Archeologia ed Epigrafia D. Di Giacomo G. Lunedì 17-19 1° Centro Storico Visconti 170 25 25/10/10
6166 Roma: il mare, il fiume Fort G. Lunedì 18-20 9° Re di Roma Margherita di Savoia 170 25 25/10/10
7957 Roma antica Lorizzo P. Lunedì 17-19 18° Aurelio Seneca 170 25 25/10/10
6442 Roma e l'Impero Manetto P. Lunedì 10-12 15° Portuense C.A. Ciricillo 170 25 25/10/10
6444 Roma e l'era cristiana Manetto P. Lunedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 170 25 25/10/10
7549 La Grecia classica Mastrodonato E. Lunedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 170 25 25/10/10
6446 Miti e leggende di Roma antica Manetto P. Martedì 15-17 1° Centro Storico Visconti 170 25 26/10/10
6447 Archeomisteri 2 Manetto P. Martedì 17-19 1° Centro Storico Visconti 170 25 26/10/10
7990 La Gastronomia nell'antica Grecia e Roma Panicali E. Martedì 15-17 1° Centro Storico Colombo 40 5 26/10/10
6522 L'età tardoantica e la fine dell'Impero Romano Simonetti R. Martedì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 170 25 26/10/10
7819 Archeologia ed Epigrafia A. corso base Di Giacomo G. Mercoledì 17-19 1° Centro Storico Colombo 170 25 27/10/10
6427 Archeologia ed Epigrafia B. Di Giacomo G. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Colombo 170 25 27/10/10
8031 L'Ordine dei Templari, storia e archeologia Fort G. Mercoledì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 170 25 27/10/10
8039 Abitare nell’antichità: insulae, domus e ville La Marra R. Mercoledì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 170 25 27/10/10
8191 Roma antica Lorizzo P. Mercoledì 18.30-20.30 20° Cesano S. Sebastiano 170 25 26/10/10
8209 La civiltà e la storia antica della Grecia Panicali E. Mercoledì 10-12 3° Piazza Bologna Accademia Scacchistica170 25 27/10/10
6496 Roma sotterranea Pantano D. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Visconti 170 25 27/10/10
6497 Roma, l'epoca delle dinastie Pantano D. Mercoledì 17-19 1° Centro Storico Visconti 170 25 27/10/10
8222 I Romani spiegati ai Romani Calisti F. Giovedì 15-17 10° Cinecittà Piaget 170 25 28/10/10
7782 Archeologia. La Civiltà Egizia Fort G. Giovedì 17-19 10° Cinecittà Piaget 170 25 28/10/10
8153 Archeologia. La vita quotidiana a Roma Liberati S. Giovedì 15-17 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 170 25 28/10/10
6452 Roma e l'età delle conquiste Manetto P. Giovedì 15-17 15° Portuense C.A. Ciricillo 170 25 28/10/10
6478 Gli Etruschi e i Popoli Italici Mastrodonato E. Giovedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 170 25 28/10/10
7989 Pellegrini e Itinerari medievali Panicali E. Giovedì 17-19 1° Esquilino Newton 100 14 28/10/10
6517 Roma, la nascita di un Impero Pantano D. Giovedì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 170 25 28/10/10
6519 Archeologia. La Roma arcaica e repubblicana Sagnotti A. Giovedì 17-19 4° Nomentano La Maggiolina 170 25 07/10/10
8230 Roma sparita Calì A. Venerdì 15-17 16° Monteverde Planetarietà 170 25 08/10/10
6454 Il rito segreto: culti misterici in Grecia e a Roma Manetto P. Venerdì 9-11 1° Centro Storico Englefield 170 25 08/10/10
6456 Archeomisteri Manetto P. Venerdì 11-13 1° Centro Storico Englefield 170 25 08/10/10
6518 Roma, la nascita di un Impero Pantano D. Venerdì 17-19 1° Centro Storico Visconti 170 25 29/10/10

Archeologia ITINERANTI
Federico Alvino necropoli del Caiolo con la Cuccumella. Civita
Castellana: il Museo falisco, Falerii Veteres e Falerii
tà ernica dalle mura ciclopiche poligonali. Cana-
le Monterano: centro etrusco risorto in età rina-
Etrusco-Italici fuori Roma Novi. Lucus Feroniae: la Villa dei Volusii o dell’Au- scimentale. Orvieto: La città etrusca, le Tombe
Il corso intende offrire uno spaccato della vita e tostrada.Trebula Mutuesca: il centro romano-sa- Golini e la necropoli del Crocifisso del Tufo. È
bino e la chiesa romanica di Santa Vittoria. Otri- possibile tuttavia, qualora gli iscritti lo richieda-
della società etrusco-italica attraverso la visita ad
coli: la città umbra preromana e la città romana. no, concordare visite guidate per due o più sa-
aree archeologiche e località frequentate da po- Norba: le rovine della possente e scenografica bati di fila, anche in alternativa a quelle indicate.
poli che hanno lasciato notevoli testimonianze città latina. Cori: città latina, caratterizzata dalle Il corso è composto da dieci visite da effet-
della loro splendida cultura sulla penisola italia- imponenti mura poligonali, dal Tempio di Erco- tuare due sabati al mese a decorrere dal
na. Elenco visite: San Giuliano, la tomba Cima, la le e dalla chiesa doppia di Santa Oliva. Segni: cit- mese di gennaio 2011.

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 19


della Basilica di San Clemente, sotterranei del-
Per il raggiungimento delle aree archeolo-
giche è necessario l’uso di mezzi propri. la chiesa dei SS Cosma e Damiano, Vicus Ca-
Flavia Calisti
Primo appuntamento: 29 Gennaio 2011 prarius (area archeologica sotto l’ex cinema I Romani e il sacro
ore 9.45 a Barbarano Romano, davanti alla Trevi), sotterranei di San Martino ai Monti, Por- Questo corso è volto a far conoscere la religio-
porta medievale d’ingresso al paese (par- to di Traiano, Mitrei di Ostia, Mosaici della Do- ne romana sfatando tanti pregiudizi che la de-
cheggio e bar sulla destra). mus dell’Opus Sectile, Catacombe ebraiche di finiscono ancora, immotivatamente, una reli-
Vigna Rondanini, Villa di Livia a Prima Porta, la
Roma sparita A Meridiana di Augusto, sotterranei di Trasteve-
gione di tipo primitivo, che avrebbe precoce-
mente recepito, in maniera totalmente passi-
Il corso è dedicato a tutti coloro che desidera- re sotto S. Pasquale Baylon, Santa Maria del va, gli dèi e la ricca mitologia greca. Recenti
no visitare monumenti e aree archeologiche Priorato e i giardini dei Cavalieri di Malta, sot- studi stanno in realtà scoprendo una religione
generalmente chiusi al pubblico e soggetti a terranei di Santa Maria Maggiore, Circo di Mas- all’origine molto diversa da quella greca, una
limitazioni di accesso. Templi repubblicani sot- senzio e Tomba di Romolo, Casa di Livia, Cripta religione estremamente originale e per certi
to San Nicola in Carcere, Carcere Mamertino, Balbi, Mausoleo del Monte del Grano, Palazzo versi straordinariamente moderna. Conoscer-
Stadio di Domiziano, Excubitorium della VII co- Sessoriano e S. Croce in Gerusalemme, Mitreo la vorrà dire comprendere meglio le basi stes-
orte, Mitreo del Circo Massimo, Case sotto San di Santa Prisca, sotterranei di Santa Maria in via se su cui poggia l’intera cultura occidentale. Vi-
Paolo alla Regola, Ninfeo di via degli Annibal- Lata, Cisterna e Domus del Colle Oppio, Tem- sitando i più importanti luoghi sacri della cit-
di, Mausoleo di Cecilio Peto, Colombario di pio di via delle Botteghe Oscure, Teatro di tà, il corso illustrerà l’evolversi del rapporto dei
Pomponio Hylas, Ludus Magnus, Sepolcri re- Pompeo, Colombari di Vigna Codini, Colomba-
pubblicani di via Statilia, Auditorium di Mece- Romani con il sacro e gli dèi, dai miti e dalle
ri di Villa Doria Pamphili. Si fa presente che al- leggende più arcaiche fino all’influsso delle
nate, Case sotto la chiesa dei SS. Giovanni e cuni dei siti archeologici sono accessibili esclu-
Paolo, Sepolcreto della via Ostiense, Piramide credenze ellenistico-orientali, alla nascita della
sivamente nelle giornate sotto indicate: Casa religione imperiale e al sorgere dei primi con-
di Caio Cestio, Ipogeo di Via Livenza, Cisterna di Livia il giovedì mattina, Sotterranei di San
di via C. Colombo, Monte Testaccio, Tombe di trasti con il Cristianesimo. Le visite riguarderan-
Pasquale Baylon il sabato pomeriggio, Palazzo no: le catacombe di via Dino Compagni, il mi-
via Latina, Sotterranei di San Crisogono, Insula Sessoriano il sabato mattina, Mitreo di Santa
sotto San Lorenzo in Lucina, Horti Sallustiani, treo di santa Prisca, il mitreo di Marino, la ne-
Prisca domenica pomeriggio, Colombari di Vi- cropoli ostiense, il santuario siriaco del Grani-
Casa di Augusto al Palatino, Porta Asinaria, Edi- gna Codini il mercoledì e il giovedì. Il corso è
fici sotto Santa Cecilia. Il corso è un appassio- colo, il monumento sepolcrale di via Statilia, il
un appassionante itinerario per scoprire tanti mausoleo di Lucilio Peto e l’ipogeo di via Li-
nante itinerario per scoprire tanti siti della Ro- siti della Roma archeologica, anche i meno
ma archeologica, anche i meno noti, e acqui- venza, il sepolcro degli Scipioni, il colombario
noti, e acquisire gli strumenti e le informazioni
sire gli strumenti e le informazioni per visitarli di Pomponio Hylas, il colombario di Vigna Co-
per visitarli con occhi nuovi, più esperti e con-
con occhi nuovi, più esperti e consapevoli. dini, Tusculum, Lanuvio, San Sebastiano e le
sapevoli.
Primo appuntamento: mercoledì 6 Otto- sue catacombe, Lavinium il Museo di Enea e il
Primo appuntamento: martedì 5 Ottobre
bre 2010 ore 9.45 all’ingresso del Teatro di santuario delle XIII are (4h), la mostra “Il volto
2010, ore 10.00 ingresso Basilica di San
Marcello. dei potenti. Il ritratto romano tra Repubblica e
Clemente, piazza di San Clemente.
Impero”,la Crypta Balbi, Palazzo Altemps, il Mu-
Roma sparita B seo Barracco, il Colosseo, il Palatino, i musei Va-
Il corso è dedicato a tutti coloro che desidera- ticani (4h). Sono inoltre previste 2 lezioni di ap-
no visitare monumenti e aree archeologiche
Alessandro Calì profondimento in aula. Il programma è sog-
generalmente chiusi al pubblico e soggetti a Roma antica: storia, getto a possibili variazioni dovute al necessa-
limitazioni di accesso. L’Ara Maxima di Ercole e
Santa Maria in Cosmedin, Fonte di Anna Pe-
archeologia e topografia rio rilascio dei permessi da parte della Soprin-
tendenza.
renna, Mitreo di Santo Stefano Rotondo, le Nel corso sarà trattato lo sviluppo storico ed Primo appuntamento: mercoledì 6 ottobre
Tombe della via Latina, il Tempio Rotondo al urbano di Roma dalle origini. La leggenda di 2010 ore 10 Arco di Costantino.
Foro Boario, la Tomba di Romolo e di Cecilia Enea e del mitico fondatore Romolo verran-
Metella, i sotterranei della Basilica di San Gio- no integrate dalle testimonianze archeologi- In viaggio con le Muse
vanni, i sepolcri dell’Appia antica, la Chiesa or- che che rivelano la presenza di villaggi prei- Il corso è aperto a tutti e si propone di analiz-
todossa di San Teodoro, Sant’Urbano alla Caf- storici sulle colline prospicienti il Teve- zare attraverso percorsi tematici che vedran-
farella, Area sacra di Largo Argentina, la Domus re.Durante il VII sec. a.C. la valle del Foro viene no ogni volta come teatro d iinteresse l’ar-
severiana, la villa dei Settebassi, le case “a giar- a definirsi come centro politico ed economi- cheologia, la storia, l’urbanistica e le leggende
dino” dipinte di Ostia antica, Basilica dei SS. co della città ed è lì che sorgono le prime della città e di tanti uomini e donne che han-
Quattro Coronati, la Villa dei Quintili, tomba di opere pubbliche. Nella tarda e media età re- no legato il loro nome indissolubilmente a Ro-
via Ravizza, Terme di Traiano, villa dei Gordiani, pubblicana le grandi famiglie romane si ci- ma.Tra le visite la mostra “Il volto dei potenti. Il
Necropoli di Porto, area archeologica e arco di mentarono nel realizzare opere pubblcihe al ritratto romano tra Repubblica e Impero”, il
Malborghetto, San Saba chiesa e sotterranei, fine di rendere eterno il nome della propria museo delle Terme di Diocleziano, i Fori Impe-
sotterranei di Santa Sabina, il cimitero dei Sac- gens. Per finire si seguiranno le vicene dell’Im- riali, i Mercati di Traiano, l’excubitorium della VII
coni Rossi all’Isola Tiberina, la villa di Capo di pero ai suoi albori: Ottaviano Augusto e il suo coorte dei vigili, la necropoli di Isola Sacra, Vil-
Bove. segno indelebile su Roma. Tra le visite: Foro la Adriana (4h), la Crypta Balbi, Ostia antica (4h),
Primo appuntamento: giovedì 7 Ottobre Romano, Palatino, Foro Boario e Olitorio, Mau- l’Ara Pacis, il santuario siriaco del Gianicolo.
2010 ore 9.45 all’ingresso di Santa Maria in soleo di Augusto. Alla fine del corso il docente Primo appuntamento: martedì 5 ottobre
Cosmedin. deciderà insieme ai partecipanti se effettuare ore 10 a Largo Corrado Ricci, Fori Imperiali.
una gita fuori porta alla Villa di Livia “ad galli-
Roma sparita C nas albas” (Prima Porta). Per il raggiungimen- Mirabilia Urbis Romae
Il corso è dedicato a tutti coloro che desidera- to dell’area archeologica è necessario l’uso di Con tale nome venivano chiamate le opere
no visitare monumenti e aree archeologiche mezzi propri. che accompagnavano i pellegrini nella loro vi-
generalmente chiusi al pubblico e soggetti a Primo appuntamento: mercoledì 9 ottobre sita della Città Eterna. Consultandoli come del-
limitazioni di accesso. Elenco visite: sotterranei 2010 ore 9,30 in Palazzo Englefield, aula 4. le moderne guide turistiche, tali libretti illustra-

20 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


vano ai visitatori di Roma le “cose meravigliose”
che essi vi potevano ammirare. Allo stesso mo-
doglio (statua di Marco Aurelio). visita in base alla disponibilità degli enti gesto-
ri; alcune volte possono servire permessi a luo-
A
do tale corso vuole guidare i moderni pellegri-
Il mito nelle sculture antiche ghi non aperti al pubblico. Si consiglia abbi-
ni alla scoperta non solo dei monumenti, ma delle principali collezioni gliamento comodo, adatto a lunghe passeg-
anche della storia e delle leggende che rendo-
no mirabile la città in cui viviamo. Le visite com-
romane giate. Il corso si concluderà con l’escursione di
una giornata in una città dell’Italia romana.
prenderanno: la mostra “Il volto dei potenti. Il ri- Corso itinerante sull’archeologia di Roma per
Primo appuntamento: sabato 9 ottobre
tratto romano tra Repubblica e Impero”, il Foro ripercorrere alcune tappe della storia e dello
2010 Palazzo Englefield, Via Quattro No-
Romano, l’Area Sacra di S. Omobono e il Foro sviluppo di Roma. Si andrà alla scoperta delle
vembre dalle 15 alle 17.
Boario, la Centrale Montemartini, il Museo della sculture antiche nelle principali collezioni ro-
Civiltà Romana, Palazzo Massimo, il museo di mane. La centrale Montemartini: Le macchine Passeggiando sui Colli:
Villa Giulia, il Mitreo di San Clemente, il Museo e gli dei; Palazzo Altemps; Il Museo Barracco.
Primo appuntamento: domenica 21 no-
archeologia e storia di Roma
delle Terme di Diocleziano, la necropoli di Isola Il corso itinerante è dedicato a tutti coloro che
Sacra, l’Ara Pacis, Ostia antica (4h), il Pantheon, il vembre 2010 alle ore 10 ingresso Centrale
Montemartini - via Ostiense, 106 (di fronte sono interessati esclusivamente a seguire visi-
mitreo del Circo Massimo, l’Isola Tiberina, il san- te guidate. Possono iscriversi al corso sia colo-
tuario siriaco del Gianicolo, la Villa di Massenzio, ex Mercati generali).
ro che hanno già seguito i corsi A e/o B, sia co-
Porta Maggiore, l’Excubitorium della VII coorte La grandezza di Roma dalla loro che si iscrivono per la prima volta. Il saba-
dei vigili e Palestrina (4h). Alle visite seguiranno
tre lezioni in aula per approfondire alcuni degli
Repubblica all’Impero to, ogni tre settimane circa, impiegheremo l’in-
tera mattinata a passeggio sui colli di Roma tra
argomenti trattati nel corso mediante la proie- Corso itinerante sull’archeologia di Roma che
archeologia e arte, architettura e urbanistica,
zione di filmati ed immagini. servirà a ripercorrere alcune tappe dell’evolu-
tra storia, mito e leggenda, dalle origini fino ai
Primo appuntamento: giovedì 7 ottobre zione dell’Urbe dalla Repubblica all’Impero. I
nostri giorni. Si visiteranno aree archeologiche
ore 10 all’ingresso dell’area archeologica programmi edilizi nel II secolo a.C.: Il Foro Boa-
e monumenti per l’accesso ai quali potrà esse-
del Foro Romano - Largo Salara Nuova, ex rio ed il Foro Olitorio. I programmi edilizi nel II
re richiesto un biglietto di ingresso. Si consiglia
largo Romolo e Remo. secolo a.C.: l’area sacra di Largo Argentina. Il
abbigliamento comodo, adatto a lunghe pas-
Museo della Civiltà Romana.
seggiate.
Primo appuntamento: domenica 16 gen-
Primo appuntamento: sabato 9 ottobre
Giuseppe Fort naio 2011 ore 10 davanti all’ingresso della
2010, ore 9 a Piazza Albania - angolo via di
chiesa di Santa Maria in Cosmedin (Bocca
Roma medievale della Verità).
S. Prisca.
Il corso è rivolto a tutti coloro che sono inte-
ressati a svolgere visite approfondite dei prin-
Roma fuori Roma: il
cipali siti archeologici ed artistici della Roma paesaggio nell’antico Silvana Liberati
Medievale. Il programma prevede la visita dei
suburbium Conoscere Roma nelle
seguenti siti: Museo dell’Alto medioevo, tour di
Roma medievale; tour delle Torri di Roma; le Corso itinerante sull’archeologia di Roma, uti- regiones, nei rioni e nei
chiese dell’Aventino; la Basilica di San Pietro; le le per ripercorrere alcune tappe della storia e
dello sviluppo della città. Passeggiate archeo-
quartieri
Basiliche di San Giovanni in Laterano e Santa Proseguendo la serie di incontri svolti nel pre-
Croce in Gerusalemme; San Clemente e Santi logiche nell’antico ‘suburbium’. La valle della
Caffarella e il Ninfeo di Egeria, la villa e il Circo cedente anno accademico sceglieremo nuo-
Quattro Coronati; il Museo della Cripta Balbi; ve mete per affrontare storia, tradizioni, aspet-
Santa Maria Maggiore; l’Isola Tiberina e Traste- di Massenzio sull’Appia Antica, la villa dei
Quintili. ti dell’arte, dell’architettura e della vita quoti-
vere Medievale; la Basilica di San Paolo fuori le diana dell’Urbe nel corso dei secoli. Ci incon-
mura; Santa Maria in Aventino e il complesso Primo appuntamento: sabato 9 ottobre
ore 10 Valle della Caffarella - ingresso par- treremo a via Giulia, nella casa di Goethe, a
dei Cavalieri di Malta; il Castrum Caetani sul- S.Maria in Domnica, a S.Onofrio, al Circo Massi-
l’Appia Antica; Castel Sant’Angelo; le chiese co archeologico dell’Appia Antica, presso
“Domine quo vadis”. mo, nella piazza dei Cavalieri di Malta, al Cimi-
medievali del Foro Romano; le chiese del rio- tero Acattolico, al monte Testaccio, a piazza
ne Monti. Il borgo medievale di Ostia antica; della Quercia, presso la fontana delle tartaru-
Galeria, una città morta alle porte di Roma.
Primo appuntamento: lunedì 25 ottobre
Mark Liberali ghe, nella chiesa del Gesù, a piazza Colonna, a
villa Pamphilj, a S. Maria della Pace, a via dei Co-
2010 ore 10.30 alla biglietteria del museo I servizi pubblici nella vita ronari, a Porta Maggiore, alle catacombe di S.
dell’alto Medioevo.
quotidiana dei romani Callisto e al mausoleo di Monte del grano. Pri-
Tale corso è dedicato a tutti coloro che sono mo appuntamento per il corso del venerdì: ve-
nerdì 8 ottobre 2010 ore 15.30 all’uscita della
Gloria Galante interessati alla visita di aree archeologiche e
monumenti antichi. Il corso intende approfon- metro FAO per la visita del Circo Massimo.
Gli Etruschi dire aspetti della vita quotidiana che oggi sia- Primo appuntamento per il corso del sa-
Corso itinerante sull’archeologia di Roma arti- mo portati a pensare come “normali” ma che bato: sabato 9 ottobre 2010 alle ore 10 al-
colato in modo da ripercorrere alcune tappe nel mondo antico erano tutt’altro che sconta- l’uscita metro FAO per la visita del Circo
della sua storia e dei suoi sviluppi. La storia de- ti che devono considerarsi piuttosto delle Massimo.
gli Etruschi attraverso il rapporto con Roma. Gli grandi conquiste dell’antichità romana. I servi- Archeologia. Roma dalla
Etruschi nel Lazio: il tempio di Giove Capitolino zi di pubblica utilità, infatti, mostrano spesso il
e l’area sacra di S. Omobono nei Musei Capito- genio e l’inventiva dei romani in soluzioni tec- Repubblica all’Impero
lini Piazza Campidglio. Il Museo Nazionale Etru- niche avanzate ma anche un’attenta organiz- Seguendo il filo degli eventi storici analizzere-
sco di Villa Giulia. Il Parco Archeologico di Veio. zazione amministrativa. Per l’accesso potrà es- mo lo sviluppo urbanistico della città, visitere-
Primo appuntamento: domenica 27 feb- sere richiesto il biglietto di ingresso. Potrebbe- mo aree archeologiche connesse ai vari perio-
braio 2011 alle ore 10 a Piazza del Campi- ro verificarsi variazioni degli appuntamenti di di ed osserveremo i cambiamenti nella socie-

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 21


grafia di Roma e prevede visite a Porta Cape-
tà prendendo in esame luoghi del potere, del
culto, della vita pubblica e privata. Visiteremo: na, l’area del Circo Massimo, Palatino, Celio,
Emilia Mastrodonato
il foro di Cesare e di Augusto, l’Ara Pacis, Ostia Esquilino, Aventino, Campidoglio, i Fori, Traste- La storia di Roma attraverso
Antica, il Teatro di Marcello, la necropoli di Iso-
la Sacra, il mausoleo di Adriano, il monte Te-
vere. Gli allievi avranno la possibilità di propor-
re altri itinerari.
i Rioni
staccio, i mercati traianei, le case romane del Primo appuntamento: martedì 5 ottobre Tra archeologia e storia dell’arte, tra storia e
Celio, S. Clemente, l’Auditorium di Mecenate, il 2010 alle ore 10 davanti alla FAO. leggenda, il nostro percorso passerà attraver-
so i secoli tra strade, vicoli e piazze della città di
Colosseo, il foro della Pace e S.S. Cosma e Da-
miano, i Trofei di Mario, il museo delle mura a
Passeggiate romane Roma, di rione in rione alla scoperta di ruderi,
porta S. Sebastiano, Trastevere, l’Aventino, la vil- Il corso è rivolto a tutte le persone interessate chiese e palazzi, accompagnati da personag-
la dei Quintili. a svolgere delle passeggiate istruttive per Ro- gi famosi e dal popolo romano alla ricerca del-
Primo appuntamento: 2 ottobre 2010 ore ma antica. Il programma, finalizzato a far cono- la vera anima della città eterna. Il corso si pro-
10 ingresso area archeologica del Foro Ro- scere la topografia antica di Roma, prevede 25 pone di analizzare attraverso percorsi temati-
mano - largo Romolo e Remo. passeggiate per le strade, le piazze, le aree ar- ci che vedranno ogni volta come teatro uno
cheologiche della città: Villa dei Gordiani, la via dei 22 rioni, l’archeologia, la storia, l’urbanistica
Appia Antica, l’area del Circo Massimo, SS. Co- e le leggende della città e di tanti uomini e
Paolo Lorizzo sma e Damiano, S. Clemente, le Terme di Traia-
no, l’Aventino, il Celio, il Gianicolo, il Tevere e le
donne che hanno legato il loro nome indisso-
lubilmente a Roma. Nel corso di quest’anno si
Passeggiando tra i sue rive, i Mitrei, gli Horti Sallustiani, l’Esquilino. analizzeranno i primi dieci rioni da Monti a
monumenti della Roma Gli allievi avranno la possibilità di proporre al- Campitelli.
Primo appuntamento: mercoledì 6 ottobre
tre visite.
antica Primo appuntamento: mercoledì 6 ottobre ore 16 presso la Torre dei Conti, tra via Ca-
Le grandi ricchezze archeologiche che Roma ore 15 davanti alla chiesa dei SS. Cosma e vour e Fori imperiali.
possiede ci permettono ogni anno di effettua-
re un viaggio sempre più affascinante nei mo-
Damiano. Roma: archeologia e arte
numenti che hanno contribuito a rendere la
Roma e il Grand Tour attraverso i Rioni
capitale celebre in tutto il mondo. Viaggeremo Il corso è rivolto a tutte le persone interessate Archeologia e storia dell’arte accostate, nell’al-
tra necropoli, sontuose ville residenziali, monu- a percorrere i principali e più famosi itinerari ternarsi delle due docenti, in un percorso at-
menti pubblici, templi, grandi complessi ar- della Roma antica alla maniera degli illustri traverso i secoli tra le strade, i vicoli e le piazze
cheologici, catacombe e strutture ipogee. Ri- viaggiatori del 700’. Infatti, un tempo il Grand della città di Roma, di rione in rione alla sco-
spetto agli anni passati saranno inseriti nel Tour di Roma era considerato fondamentale perta di ruderi, chiese e palazzi, accompagna-
programma nuovi itinerari ed inedite destina- per la formazione di scrittori, poeti, artisti, intel- ti da personaggi famosi e dal popolo romano
zioni che arricchiranno lo studio e l’analisi del- lettuali e musicisti, i quali affrontavano viaggi alla ricerca della vera anima della città eterna.
la civiltà romana attraverso la sua architettura, faticosi per visitare i luoghi antichi di Roma.“Si, Il corso si propone di analizzare attraverso per-
senza trascurare quei piccoli angoli nascosti, sono finalmente arrivato in questa capitale del corsi tematici che vedranno ogni volta come
spesso sconosciuti al grande pubblico. mondo!”, così esclamava il 29 ottobre 1786 W. teatro uno dei 22 rioni, l’archeologia, la storia,
Primo appuntamento: martedì 5 ottobre Goethe, entusiasta e commosso, in occasione l’urbanistica e le leggende della città e di tanti
2010 ore 10 ingresso Museo Etrusco di Vil- del suo arrivo a Roma. In particolare, il pro- uomini e donne che hanno legato il loro no-
la Giulia (Piazzale di Villa Giulia, 9) gramma prevede 25 passeggiate e visite nei
me indissolubilmente a Roma. Nel corso di
luoghi percorsi da personaggi celebri del pas-
quest’anno si analizzeranno i primi dieci rioni
sato ed immortalati da famosi scrittori e musi-
da Monti a Campitelli.
Paola Manetto cisti: Tosca e Castel S. Angelo, la Via Sacra; Teve-
Primo appuntamento: martedì 5 ottobre
re “Mare di Roma”, Porta Pia, Mura Aureliane,
Curiosità di Roma Porta Salaria, la villa dei Quintili, il Gianicolo e
2010 ore 15.30 presso la Torre dei Conti,
tra via Cavour e Fori imperiali.
Il corso è rivolto a tutte le persone curiose di l’accademia di Spagna, Villa Medici. Gli allievi
scoprire i luoghi meno noti di Roma antica. Il avranno la possibilità di proporre altre visite.
programma prevede una serie di itinerari alla ri- Primo appuntamento: mercoledì 6 ottobre Giuseppina Micheli
cerca di luoghi poco conosciuti e al tempo
stesso più curiosi di Roma, una città che non fi-
ore 10 Castello di Alberico II presso Santa
Sabina.
Dalla Repubblica all’Impero
nisce mai di stupire, poiché, accanto a monu- Il corso è aperto a tutti coloro che vogliano av-
menti o chiese celebri, tanti altri luoghi e siti ar-
Roma nascosta venturarsi nella conoscenza di Roma riuscen-
cheologici sono ancora nascosti e inusitati. Le Il corso è rivolto a tutte le persone curiose di do a guardarla con occhi diversi. Narra Plutar-
visite proposte: la Necropoli di via Statilia, il Mau- scoprire i luoghi meno noti di Roma antica. Il co che Marcello, presa e saccheggiata Siracu-
soleo di Cecilio Peto, la Rotunda Diocletiani, le programma propone una serie di itinerari vol- sa, “portò via la massima parte e le più belle
terme di Costantino sotto la Consulta, la Villa dei ti alla scoperta di luoghi archeologici nascosti, opere d’arte… per l’ornamento della città”. Ha
Gordiani, la villa dei Quintili. Medioevo a Roma. quali: le Domus del Celio, il Titulus di S. Crisogo- origine in questo modo a Roma l’amore per
Gli allievi potranno proporre altri itinerari. no, il Macellum Liviae, le Sette Sale, le Case di l’opera d’arte e in generale, per tutta la cultu-
Primo appuntamento: venerdì 8 ottobre San Paolo alla regola, la Caserma dei Vigili a ra. Il corso ripercorre le tappe della nascita del-
2010 alle ore 15 a Piazza Sonnino, di fronte Trastevere, lo stadio di Domiziano, la Vigna Bar- l’arte romana, attraverso un itinerario che con-
al cinema Reale. berini e il Tempio di Elagabalo, Porta Asinaria, sente di scoprirne l’evoluzione e la bellezza
le Insulae dell’Aracoeli, il Sepolcro di Aulo Irzio, che l’hanno resa unica tra le culture mediter-
Le Regioni Augustee il Mitreo del Circo Massimo, il Claudiano. Gli al- ranee. Si prevedono visite ai seguenti siti: Tem-
Il corso è rivolto a tutte le persone interessate lievi potranno proporre altre visite. pli Repubblicani di San Nicola in Carcere; Pira-
a percorrere itinerari archeologici del periodo Primo appuntamento: giovedì 7 ottobre mide Cestia; Stadio di Domiziano; Insulae di
della Roma Augustea. Il programma degli iti- 2010 ore 10 davanti all’ingresso di Santa San Paolo alla Regola; Ninfeo di via degli Anni-
nerari è finalizzato alla ricerca dell’antica topo- Maria Maggiore. baldi; Vicus Caprarius e Acquedotto dell’Acqua

22 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Vergine; Foro Romano; Musei Capitolini; Colos-
seo; Palatino e casa di Augusto; Ludus Magnus
Nazionale di Palazzo Altemps, Mausoleo di Lu-
cillio Peto, Ipogeo di via Livenza, Museo della
rileggere la città con le prospettive antiche,
tentando di togliere lo sguardo dalle novità
A
e Terme di Traiano; Villa di Livia a Prima Porta; Centrale Montemartini. moderne, ponendo di volta in volta l’attenzio-
Museo Nazionale Romano di Palazzo Massi- Primo appuntamento: venerdì 8 ottobre ne ad un rione, o ad una parte di esso, per co-
mo; Mercati di Traiano e Cisterna delle Sette 2010 ore 15 all’ingresso del Museo della glierne appieno la più intima essenza. Un per-
Sale epoca traianea; Museo della Civiltà Roma- Centrale Montemartini. corso che si dipana tra storia e antiquaria, tra
na; Mausoleo di Cecilia Metella; Lucus Feroniae storia dell’arte e folklore. Un viaggio tra torri
a Capena; Ostia. medievali, chiese minori, Madonnelle e statue
Primo appuntamento: sabato 9 ottobre Daniele Pantano parlanti.
ore 10 presso la chiesa di San Nicola in car-
cere per la visita dei Templi Repubblicani
Roma Imago Urbis Primo appuntamento: venerdì 14 gennaio
2011 ore 11.30 a via Quattro Novembre,
sotterranei. Si consiglia abbigliamento co- Al corso possono partecipare tutti coloro che 157 (sotto sede Upter).
modo. sono interessati a conoscere la città nei suoi
molteplici aspetti. Si tratta di un indimentica- Le XIV Regiones augustee
bile percorso attraverso i secoli, tra le strade, i Il corso si rivolge a quanti desiderino conosce-
Fabio Pagano vicoli e le piazze della città di Roma, di rione in re i più importanti siti della Roma antica. Il pro-
rione alla scoperta di ruderi, chiese e palazzi, gramma del corso è finalizzato ad approfondi-
Da Costantino a Carlo accompagnati da personaggi famosi e dal po- re, attraverso visite guidate a monumenti, aree
Magno: Roma tra classicità e polo romano, alla ricerca della vera anima del- archeologiche, luoghi storici e Musei di Roma,
la città eterna. Il corso si propone di analizzare lo sviluppo topografico-urbanistico e gli
Medioevo attraverso percorsi tematici che vedranno di aspetti della civiltà di Roma antica. Si visiteran-
Il corso itinerante è aperto a chiunque voglia volta in volta come teatro uno dei 22 rioni che no, tenendo presente la divisione amministra-
scoprire o approfondire le proprie conoscen- caratterizzano Roma, l’archeologia, la storia, tiva augustea della città in XIV regiones: il Ce-
ze in merito al periodo considerato. Dall’Editto l’urbanistica e le leggende della città e di tanti lio, la valle del Colosseo, i Fori imperiali, l’Esqui-
di Milano del 313 all’incoronazione di Carlo uomini e donne che hanno legato indissolu- lino, il Quirinale, il Campo Marzio, il Foro Roma-
Magno dell’ 800, corrono circa cinque secoli, bilmente il loro nome alla città. Nel corso di no, il Palatino, il Foro Boario e il Velabro, la Valle
che trasformano la metropoli degli imperato- quest’anno si analizzeranno i primi dieci rioni Murcia, l’Aventino, Trastevere, l’Isola Tiberina e
ri, rimasta pressoché intatta fino al tempo di da Monti a Campitelli. Scopo del corso è quel- il Vaticano.
Costantino, nella nuova città dei Papi. Non so- lo di approfondire le conoscenze dei corsisti Primo appuntamento: mercoledì 6 ottobre
lo guerre, assedi e pestilenze, ma anche grandi soddisfacendone gli interessi e agevolando le 2010 ore 15 alla biglietteria delle Terme di
impulsi, nuove istanze sacrali e materiali dise- capacità relazionali. Caracalla.
gnano una nuova città. Il corso itinerante per- Primo appuntamento: lunedì 4 ottobre
correrà i cinque secoli attraverso i monumen- 2010 alle ore 16.45 a Piazza San Pietro in
Roma cristiana: dalla Roma
ti rimasti a testimonianza di quel periodo sto- Vincoli (davanti la chiesa). dei Cesari a quella dei Papi
rico e artistico. Tra le visite previste si segnala- Mentre lentamente si spegneva lo splendore
no: Basilica di San Giovanni, Museo della Cryp-
della città pagana degli imperatori, si accende-
ta Balbi, Santa Prassede, Catacombe di Callisto, Maria Cristina Romano va un nuovo focolare che in poco tempo
San Sebastiano, Complesso di Massenzio, Ca-
stel Sant’Angelo, Santa Pudenziana, Santa Ma- A spasso nell’antica Roma avrebbe regalato a Roma nuovi illustri monu-
menti e nuove storie da raccontare. Quando e
ria Antiqua, SS. Quattro Coronati, S. Paolo fuori Un percorso alla scoperta delle quotidianità
come nascono le prime chiese? Quali sono le
le Mura, Complesso di S. Agnese e catacombe, antiche. Venticinque visite per riscoprire i tem-
fonti idi ispirazione? Come si forma l’iconogra-
S. Passera, area archeologica di Porto, Museo pi e i modi della vita di tutti i giorni di un anti-
fia dei primi cristiani? Tra le visite si segnalano:
dell’Alto Medioevo. S i consiglia un abbiglia- co romano. Dalla spesa alla scuola, dalla politi-
San Paolo fuori le Mura, San Lorenzo fuori le
mento comodo. cia al commercio; le storie di patrizi e plebei, di
Mura, Mausoleo di Costanza e Sant’Agnese,
Primo appuntamento: martedì 5 ottobre schiavi e di liberti rievocate grazie all’archeolo-
Santa Maria Maggiore, Santa Pudenziana, San
2010 ore 16 presso l’Arco di Costantino. gia e alla letteratura antica. Tra le varie visite si
Crisogono, San Clemente, Santi Giovanni e
segnalano: Terme di Caracalla, Necropoli
Riti e miti di Roma antica Ostiense, Stadio di Domiziano, Museo della
Paolo, Santi Cosma e Damiano, San Teodoro,
Il corso è aperto a chiunque sia interessato e Santa Maria in Cosmedin, Santa Maria in Dom-
Centrale Montemartini, Ninfeo degli Annibal-
curioso di scoprire una Roma antica e diversa nica, Santa Maria e Santa Cecilia in Trastevere.
di, Auditorium di Mecenate, Ipogeo di via Li-
dai suoi monumenti. Il corso si svilupperà lun- Primo appuntamento: venerdì 8 ottobre
venza, Colombari di Vigna Codini, Testaccio,
go un itinerario che porterà alla scoperta dei 2010 ore 15.30 all’ingresso di Santa Maria
Horti Sallustiani, domus sotto il cinema Trevi,
vari aspetti del sacro nella Roma repubblicana Maggiore.
Mitreo del Circo Massimo.
ed imperiale. Attraverso un articolato percor- Primo appuntamento: giovedì 7 ottobre
so di visite guidate, spesso in luoghi accessibi- 2010 ore 15 davanti alla chiesa di S. Maria
li solo attraverso permessi speciali, si parlerà in Cosmedin.
Alessandra Sagnotti
della complessità dei rituali del culto in Roma
I Rioni di Roma Archeologia a misura di
antica, della stratificazione delle devozioni e
della trasformazione della sfera religiosa in rap- Il corso si rivolge a quanti desiderino conosce- bambino
porto all’evoluzione della società romana. Tra re i luoghi più caratteristici e affascinanti della Continua l’avventura con l’archeologia pre-
le varie visite si segnalano: Mitreo del Circo capitale. Passeggiando per la città si andrà alla sentata ai bambini. Si vuole con questo corso
Massimo, Necropoli Ostiense, Santuario di Gio- scoperta delle vie, delle piazze, dei palazzi e condurre i più piccoli, insieme a mamma e pa-
ve Dolicheno sul Gianicolo, il Germalus, i culti delle chiese sorte sulle ceneri della gloria anti- pà, tra i misteri, i luoghi storici e i monumenti
stranieri sull’Aventino, i mitrei di Ostia, Ara Pa- ca. Passando di rione in rione si scoprirà come che testimoniano la grandezza dei nostri illu-
cis, Obelischi di Roma, Mausoleo di Monte del a Roma ogni nome di strada o piazza nascon- stri antenati. Lo scopo del corso è quello di far
Grano, Area sacra di Largo Argentina, Museo da storie remote e affascinanti. Si cercherà di conoscere la Roma antica e di fare avvicinare i

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 23


bambini al mondo dell’archeologia. Le lezioni porium, Museo delle Terme di Diocleziano, di via Ravizza, Mausoleo di Elena presso SS.
di un’ora e mezzo prevedono visite anche a Area Sacra di Largo Argentina e tempio di Mi- Marcellino e Pietro, Villa Gregoriana a Tivoli, i
monumenti immersi nella natura ove bene si nerva, Colombario di Villa Pamphili, sepolcri di sepolcri di via Statilia, Palazzo Altemps, Museo
integrano interessi naturalistici e storici. Si visi- via Statilia, portico di Ottavia e Teatro di Mar- Barracco, Excubitorium a Trastevere, sotterra-
teranno: l’Excubitorium, il Parco degli Acque- cello, Campo Marzio (2 lezioni), Acquedotto nei di San Giovanni, Pratica di Mare (museo e
dotti, il Mausoleo di Augusto e l’Ara Pacis, il Pa- dell’Acqua Vergine, Parco degli Acquedotti, Ci- area archeologica delle Tredici are), Sinagoga
latino, i sotterranei di San Clemente; Villa Gre- sterna di via C. Colombo, Ardea, Cerveteri, Nor- del vicolo dell’Atleta, San Paolo fuori le mura,
goriana a Tivoli; il Museo della Civiltà Romana chia, Pratica di Mare e area delle Tredici are. sotterranei di San Martino ai Monti, Catacom-
nel percorso tematico sulla vita quotidiana; e L’obiettivo è la conoscenza e la fruizione intel- be ebraiche di Vigna Rondinini, Villa dei Volusii
la villa dei Quintilii. ligente dei monumenti e delle aree archeolo- e Lucus Feroniae, Mausoleo di Monte del Gra-
Primo appuntamento: domenica 10 otto- giche romane. Alcune visite potrebbero subire no, Ipogeo degli Ottavi, area di San Teodoro-
bre 2010 ore 9.45 a via Lemonia davanti al- un cambiamento di orario – rispetto a quello Santa Anastasia e Circo Massimo, SS. Cosma e
la chiesa (zona Appio Claudio). stabilito del corso – a causa di diversi orari di Damiano e suoi sotterranei, Foro romano.
apertura di alcuni monumenti. L’obiettivo del corso è quello di consentire la
Roma antica A Primo appuntamento: sabato 9 ottobre conoscenza e la fruizione intelligente di mo-
Il corso è rivolto a coloro che sono interessati 2010 ore 10 al Foro Romano - Largo Remo numenti e aree archeologiche romane. Alcu-
a visitare esclusivamente monumenti e aree e Romolo. ne visite potrebbero subire un cambiamento
archeologiche, iniziando dalla fondazione di di orario – rispetto a quello stabilito del corso
Roma. L’itinerario del percorso prevede le se- Roma antica B – a causa di diversi orari di aperture dei monu-
guenti: Foro Romano, Palatino e casa di Augu- Il corso è rivolto a coloro che sono interessati menti.
sto, Foro Boario, Foro Olitorio e San Nicola in a visitare esclusivamente monumenti e aree Primo appuntamento: martedì 5 ottobre
Carcere, Campidoglio e Tempio di Veiove, Mu- archeologiche e propone i seguenti luoghi: 2010 ore 15.45 di fronte alla biglietteria
seo Pigorini, Villa Giulia, Colosseo, Ludus Ma- Chiesa di Santa Passera, i Ponti di Roma, le Ter- delle Terme di Caracalla per la visita dei
gnus, Fonte di Anna Perenna, Testaccio ed Em- me di Caracalla, la villa di Massenzio, l’ipogeo Sotterranei delle Terme.

Archeologia Corsi itineranti


Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7785 Roma medievale Fort G. Lunedì 10.30-12.30 1° Centro Storico Itinerante 150 25 25/10/10
6483 Roma Imago Urbis Pantano D. Lunedì 17-19 1° Centro Storico Itinerante 170 25 04/10/10
7727 Roma sparita C Alvino F. Martedì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 170 25 05/10/10
7523 In viaggio con le Muse Calisti F. Martedì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 05/10/10
6474 Passeggiando tra i monumenti della Roma antica Lorizzo P. Martedì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 05/10/10
6445 Le Regioni Augustee Manetto P. Martedì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 05/10/10
6460 Roma: archeologia e arte attraverso i Rioni Mastrodonato E. Martedì 15.30-17.30 1° Centro Storico Itinerante 150 25 05/10/10
6482 Da Costantino a Carlo Magno Pagano F. Martedì 16-18 1° Centro Storico Itinerante 150 25 05/10/10
6487 Roma Imago Urbis Pantano D. Martedì 16-18 1° Centro Storico Itinerante 150 25 05/10/10
7172 Roma antica B Sagnotti A. Martedì 16-18 1° Centro Storico Itinerante 150 25 05/10/10
7975 Il mito nelle sculture antiche Galante G. Domenica 10-12 1° Centro Storico Itinerante 30 3 21/11/10
7980 Gli Etruschi Galante G. Domenica 10-12 1° Centro Storico Itinerante 30 3 27/02/11
7977 La grandezza di Roma dalla Repubblica all'Impero Galante G. Domenica 10-12 1° Centro Storico Itinerante 30 3 16/01/11
7534 A misura di bambino Sagnotti A. Domenica 10-11.30 1° Centro Storico Itinerante 50 8 10/10/10
6330 Roma sparita B Alvino F. Giovedì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 07/10/10
8017 Mirabilia Urbis Romae Calisti F. Giovedì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 07/10/10
6351 Roma nascosta Manetto P. Giovedì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 07/10/10
7535 A spasso nell'antica Roma Romano M. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Itinerante 150 25 07/10/10
7605 Roma sparita A Alvino F. Mercoledì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 06/10/10
7509 I Romani e il sacro Calisti F. Mercoledì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 06/10/10
6448 Roma e il Grand Tour Manetto P. Mercoledì 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 06/10/10
7383 Passeggiate romane Manetto P. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Itinerante 150 25 06/10/10
6476 La storia di Roma attraverso i Rioni Mastrodonato E. Mercoledì 16-18 1° Centro Storico Itinerante 150 25 06/10/10
6252 Le XIV Regiones augustee Romano M. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Itinerante 150 25 06/10/10
6103 Etrusco-Italici fuori Roma Alvino F. Sabato 10-12 1° Centro Storico Itinerante 90 10 29/01/11
8178 Roma antica: storia, archeologia e topografia Calì A. Sabato 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 09/10/10
7972 Roma fuori Roma: il paesaggio Galante G. Sabato 10-13 1° Centro Storico Itinerante 30 3 09/10/10
8220 I servizi pubblici nella vita quotidiana dei romani Liberali M. Sabato 15-17 1° Centro Storico Itinerante 25 09/10/10
6329 Passeggiando sui Colli Liberali M. Sabato 9-13 1° Centro Storico Itinerante 120 10 09/10/10
6437 Roma dalla Repubblica all'Impero Liberati S. Sabato 10-12 1° Centro Storico Itinerante 110 18 02/10/10
6441 Archeologia. La Roma delle regiones Liberati S. Sabato 10-12 1° Centro Storico Itinerante 110 18 09/10/10
6272 Dalla Repubblica all'Impero Micheli G. Sabato 10-12 1° Centro Storico Itinerante 140 20 09/10/10
6490 Roma Imago Urbis Pantano D. Sabato 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 09/10/10
7891 I servizi pubblici nella vita quotidiana dei romani Liberali M. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Itinerante 150 21 09/10/10
7836 Conoscere Roma nelle regiones Liberati S. Venerdì 15.30-17.30 1° Centro Storico Itinerante 110 18 08/10/10
6457 Curiosità di Roma Manetto P. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Itinerante 150 25 08/10/10
6397 Riti e miti di Roma antica Pagano F. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Itinerante 150 25 08/10/10
7349 I Rioni di Roma Romano M. Venerdì 11.30-13.30 1° Centro Storico Itinerante 140 15 14/01/11
7776 Roma cristiana: dalla Roma dei Cesari a quella dei Papi Romano M. Venerdì 16-18 1° Centro Storico Itinerante 140 15 08/10/10
6493 Archeologia. Roma antica A Sagnotti A. Sabato 10-12 1° Centro Storico Itinerante 150 25 09/10/10

24 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


A
Arredamento
del vivere odierno. Il corso si propone di far
Maria Cecilia Farias acquisire agli allievi le competenze negli ac-
assonometria e prospettiva, per l’elaborazio-
ne di soluzioni progettuali. Verranno eseguite
Arredamento e architettura costamenti di stile e d’epoca, di leggere cor- praticamente tecniche decorative, come pit-
d’interni rettamente l’elemento d’arredo e in base alla
sue caratteristiche imparare a collocarlo nello
tura a cera, alla veneziana, spatolato, spugna-
to, mosaico e stucchi. L’analisi dei prodotti
Il corso è aperto a tutti. Le lezioni affronteran-
spazio architettonico. ecocompatibili, delle normative edilizie, dei
no i seguenti temi: Tecniche di disegno e rilie-
problemi gestionali, consentiranno di elabo-
vo: saranno illustrate le regole per la lettura e Principi di Fen Shui applicati rare risposte progettuali adeguate ai quesiti
la realizzazione degli elaborati grafici necessa-
ri per rappresentare un progetto (piante , se-
all’architettura d’interni posti dagli allievi nel dover ristrutturare la pro-
Gli interni domestici oggi assumono sempre pria casa, controllandone i costi. Il corso è
zioni, prospetti, assonometrie, e prospettive).
più il ruolo di spazio vitale e della nostra rige- aperto a chiunque voglia partecipare e pre-
Analisi degli spazi: si esaminerà la fruibilità de-
nerazione. I diversi ambienti della casa do- vede un numero massimo di 8 partecipanti a
gli ambienti e il corretto inserimento degli
vrebbero essere luoghi sicuri e confortevoli laboratorio.
elementi di arredo. Tecnologia degli impianti:
verranno studiate le problematiche relative all’interno dei quali intrattenere i rapporti ami- Arredamento e design
agli impianti termici, idraulici, elettrici. Tecno- cali e familiari più intimi, nei quali nutrire il cor-
Laboratorio creativo, aperto a tutti, dove, tra
logia dei materiali: verranno illustrati per cate- po e lo spirito, nei quali purificarsi ed infine ri-
una tecnica e l’altra, in serenità e spensieratez-
gorie (rivestimenti, pavimenti, finiture ecc.) i caricarsi dell’energia vitale necessaria ad af- za, si svilupperà la propria creatività, nell’ottica
materiali tradizionali e innovativi usati nell’edi- frontare una nuova giornata. La casa è l’esten- del riciclo e del riuso, per trasformare una se-
lizia. Sistema strutturale: verranno descritti gli sione del nostro io, un secondo corpo che co- dia, un tavolino fuori moda, una scatola scolo-
elementi portanti, i solai e le coperture di un me tale ha bisogno del giusto nutrimento e rita. Creazione di oggetti di design con un
edificio. Particolare attenzione verrà rivolta al- delle giuste cure affinché l’equilibrio regni tocco di colore, con l’apprendimento dell’uso
l’analisi di alcuni essenziali elemen- nell’ambiente che più di tutti ci rappresenta e dell’acrilico, delle tecniche del decapato, del
ti/componenti delle abitazioni quali bagno, ci condiziona. Questo corso di non si propo- mosaico dello stencil, del craquelé. Anche
cucina, armadiature, camini, scale e giardini. ne di esaurire gli argomenti di una materia quelli che “non ho mai saputo disegnare”, si
Verrà affrontato anche il tema del rapporto complessa ed antica come quella del Feng stupiranno del piacere e gratificazione di esi-
committenza/maestranze e della normativa Shui (dal cinese Vento e Acqua) bensì di forni- bire l’oggetto realizzato ai propri amici.
edilizia necessaria per un intervento di ristrut- re quegli elementi cardine attraverso i quali
turazione. Alcune lezioni si occuperanno poi interpretare le leggi che governano la natura
della valutazione qualitativa e commerciale
degli immobili e delle loro componenti. Even-
e l’ambiente che ci circonda per poter appor- Nicoletta Salvatori
tare quelle modifiche all’interno delle nostre
tuali appunti riassuntivi saranno forniti all’oc- abitazioni che ci consentano di vivere una vi- Arredamento e decorazione
correnza. La comprensione e la valutazione ta più comoda, ricca e appagante. Con l’ausi- d’interni 1
del patrimonio edilizio costituiranno il filo lio del Feng Shui applicato all’arredamento di Perché alcuni ambienti della casa suscitano
conduttore del corso che si propone di dare interni, e più propriamente del Chue Style, sa- sensazioni emozionali di benessere, favorisco-
gli elementi base per la gestione e il controllo rà possibile stabilire quali siano gli orienta- no momenti di relax, di socializzazione o di
di un intervento di ristrutturazione edilizia. menti, i materiali, le forme e i colori più conso- concentrazione? La qualità della vita quotidia-
ni ai diversi ambienti della nostra casa, il cor- na dipende dallo spazio naturale o artificiale
retto posizionamento degli arredi, le case e i che ci circonda e da ciò che esso contiene.
Gabriele Mazzei luoghi più opportuni per trascorrere la parte Il corso si propone di far acquisire la consa-
Arredamento d’interni 1 più intima e privata del nostra vita. pevolezza dell’importanza del progetto nel-
Il corso si rivolge a tutti. Il programma del cor- la realizzazione armoniosa e funzionale di un
so si concentra sullo studio dei mutamenti ambiente. Saranno analizzate mode, tipolo-
stilistici nel mobile italiano e francese, dal me-
Marcello Mele gie strutturali, costruttive e decorative dei sin-
dioevo al Novecento, nell’intento di cogliere il Arredamento e decorazione goli stili, mediante lezioni teorico-pratiche e
permanere di caratteri fondamentali tutt’ora visite in palazzi storici, presso rivenditori e
presenti nella produzione attuale. Questo lo
d’interni 1 mostre specialistiche del settore ca-
spunto per affrontare il tema più ampio e af- Perché alcuni ambienti della casa, suscitano sa.Saranno fornite nozioni di disegno archi-
fascinante dell’evoluzione degli spazi dome- sensazioni emozionali di benessere, favorisco- tettonico per l’elaborazione di soluzioni pro-
stici ovvero dell’arredamento e dell’architet- no momenti di riposo, di socializzazione o di gettuali.Verranno eseguite praticamente rea-
tura d’interni. Durante gli incontri, si elaborerà concentrazione? La qualità della vita quotidia- lizzazioni murarie ecologiche, come pittura a
una metodologia organica di analisi riguardo na dipende dallo spazio che ci circonda e da cera, alla veneziana, spatolato, spugnato, stuc-
l’uso dei materiali in base alle funzioni, allo “sti- ciò che esso contiene. Il corso si propone di chi, dipinti, maioliche, trompe-l’oeil. Un capi-
le” e alla disposizione degli elementi d’arredo, far acquisire la consapevolezza dell’importan- tolo a parte sarà dedicato al verde con lo stu-
con particolare riferimento a sedie, poltrone e za del progetto nella realizzazione armoniosa dio di soluzioni e arredi per balconi, terrazzi e
ai mobili contenitori. Attraverso immagini ed e funzionale di un ambiente. Saranno analiz- giardini. L’analisi delle tecniche e dei materia-
esempi, dal castello medievale agli spazi mi- zate mode, tipologie strutturali, costruttive e li bioedili, delle normative edilizie, dei proble-
nimalisti del Razionalismo, passando per le decorative dei singoli stili, mediante lezioni mi gestionali, consentiranno di elaborare ri-
ricche e sontuose dimore rinascimentali e ba- teorico-pratiche e visite in palazzi storici e sposte progettuali adeguate ai quesiti posti
rocche, si cercherà di sviluppare una sensibili- mostre specialistiche nel settore casa. Saran- dagli allievi che devono ristrutturare la pro-
tà estetica attenta ai caratteri di funzionalità no fornite nozioni di disegno architettonico, pria casa controllandone i costi.

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 25


Arredamento
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7538 Arredamento e architettura d’interni Farias M. Giovedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 07/10/10
6492 Arredamento d’interni 1 Mazzei G. Mercoledì 19-21 1° Centro Storico Colombo 95 10 27/10/10
7174 Arredamento d’interni 1 Mazzei G. Lunedì 19-21 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 95 10 25/10/10
8085 Arredamento d’interni 1 Mazzei G. Lunedì 15-17 4° Nomentano La Maggiolina 95 10 04/10/10
6491 Arredamento d’interni 2 Mazzei G. Mercoledì 17-19 1° Centro Storico Colombo 95 10 27/10/10
7910 Principi di Fen Shui applicati all’architettura Mazzei G. Giovedì 19-21 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 28/10/10
6206 Arredamento d’interni 2 Mazzei G. Lunedì 19-21 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 95 10 14/02/11
7545 Arredamento e design Mele M. Martedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 230 25 26/10/10
6684 Arredamento e decorazione 1 Mele M. Mercoledì 18.30-20.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 06/10/10
6699 Arredamento e decorazione d’interni 1 Mele M. Venerdì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 08/10/10
6498 Arredamento e decorazione d’interni 1 Mele M. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 08/10/10
6186 Arredamento e decorazione d’interni 1 Salvatori N. Giovedì 13-15 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 07/10/10
6292 Arredamento e decorazione interni 1 Salvatori N. Venerdì 13-15 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 08/10/10

Arti Marziali
Per la frequenza ai corsi è obbligatorio il
certificato medico di buona salute da con-
Federica Caglio tocontrollo nel rispetto dei diritti altrui. Il cor-
so è aperto a tutti e non richiede una partico-
segnare al docente a corso avviato. Difesa personale lare preparazione fisica.
Obiettivo del corso è quello di dotare gli allie-

Claudio Bergamo
vi di strumenti utili per affrontare fisicamente
e psicologicamente la realtà che ci circonda
Francesco D’Appio
Kung Fu in eventuali situazioni di pericolo. Saranno uti- Aikido
lizzate semplici tecniche di base tratte dalle Aikido significa “Via dell’energia e dell’armonia”;
Quello del villaggio cinese di Chenjiagou, è Arti Marziali del Sud-Est asiatico (contenuti e è una pratica (Do= pratica,via) in cui l’armonia
uno stile caratterizzato da movimenti morbidi programmi previsti dal Magda Institute di Los (Ai= unione, armonia) tra la mente e il corpo, li-
che, seguendo il flusso dell’energia interna, Angeles) che correttamente eseguite, con bera energia vitale e permette a chi la segue di
consentono l’emissione della forza, in alcuni una metodologia di allenamento efficace, connettersi all’energia universale (Ki= energia).
momenti esplosiva. Lo studio della tecnica possono salvaguardare l’incolumità di chi le Caratteristica di questa arte sono i movimenti
prevede: preparazione atletica, lavoro in cop- applica. Esercizi di sensibilità e reattività, po- che si sviluppano in modo circolare, spontanei
pia (applicazione delle 8 energie). Sequenze stura del corpo, sistemi di attacchi e di difesa e fluidi, che scaturiscono dalla consapevolezza
di movimenti (forme a mani nude). Uso delle a mani nude e con oggetti occasionali (borse, del proprio centro e della propria energia, basi
armi tradizionali cinesi (forme con armi). magliette, ombrelli), difese tramite leve artico- fondamentali per l’acquisizione delle dinami-
lari. Verranno altresì proposti i valori educativi che tecniche. Questo metodo di autodifesa de-
tipici delle Arti marziali quali, evitare lo scon- riva soprattutto dall’attenta ricerca dell’equili-
tro se possibile, cercare di ridurre al minimo la brio, delle leve, dell’utilizzo a proprio vantaggio
violenza, sviluppare la propria capacità di au- dell’energia avversaria.

Arti Marziali
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7697 Kung Fu Bergamo C. Mercoledì 15.30-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 160 20 06/10/10
7720 Difesa personale Caglio F. Giovedì 19.30-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 160 20 07/10/10
6788 Difesa personale Caglio F. Mar/Ven 19.30-20.30 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 160 30 05/10/10
6785 Aikido D’Appio F. Mar/Gio 20.30-22 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 85 16 05/10/10

Astrologia
stematico di Segni, Elementi, Case, Pianeti e
Gerry Wega e semplice attraverso l’applicazione del qua-
le risulta sempre chiaro come cominciare, Aspetti, Dinamica delle Configurazioni) all’ac-
Astrologia: Il metodo proseguire e concludere l’interpretazione di quisizione di competenze necessarie per in-
interpretativo di Dobereiner un tema natale, a prescindere dal “colpo d’oc-
chio”, indispensabile, invece, in altre scuole. Dö-
terpretare un tema natale. Gli oroscopi che i
partecipanti porteranno all’attenzione del do-
L’astrologia, in più di 2000 anni della sua sto- bereiner spiega in quale ambito di vita ci col- cente e della classe, saranno analizzati sia a li-
ria, ha elaborato centinaia di prospettive e piscono i Transiti e le Progressioni e “a cosa vello caratteriale-psicologico che previsiona-
tecniche diverse, arrivando ad essere una di- servono”, rendendo possibile, così, un vero “in- le, dal punto di vista medico (corrispondenze
sciplina estremamente complicata. A questo tervento sul destino”. Il corso si prefigge, in un con l’omeopatia) e relazionale (coppia, geni-
disordine è riuscita a porre rimedio la presti- solo anno, di accompagnare gli studenti dai tori e figli). Il corso è adatto a tutti. Saranno
giosa scuola tedesca di Wolfgang Döbereiner. primi passi (calcolo e disegno dell’oroscopo messe a disposizione degli allievi dispense
Döbereiner mette a punto un metodo logico individuale, con o senza computer, studio si- esaurienti.

26 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Astrologia - corso avanzato relazioni basato su Temi compositi. Una par-
te del tempo sarà dedicato alle Armoniche,
blin, Harding, Harvey e Walter perché si av-
vicina di più alla moderna fisica quantistica
A
Approfondimenti. Tecniche, metodi, espe- una tecnica che si trova già nell’astrologia che non a quella aristolelica-newtoniana.
rienze… qualche comprensione in più! Ver- indiana, e che fu rivalutata da Addey, Ham-
rà creato un sistema di interpretazione delle

Astrologia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7446 Astrologia: Il metodo interpretativo di Dobereiner Wega G. Lunedì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 230 25 25/10/10
7447 Astrologia - corso avanzato Wega G. Lunedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 230 25 25/10/10

Astronomia
un osservatorio astronomico. Il corso si pro-
Riccardo Ballerini sulla situazione attuale dell’astronomia ama-
toriale e professionale. Al termine delle lezio- pone di guidare gli allievi alla scoperta del cie-
Astrofotografia ni lo studente sarà in grado di usare in modo lo e dei suoi astri e di far acquisire loro cono-
E’ appena finito l’anno internazionale del- corretto i principali strumenti ottici e informa- scenze utili ad orientarsi con il Sole di giorno,
l’astronomia e un modo per vedere qualcosa tici. Il corso è rivolto a chi parte da zero. Le te- e con le stelle di notte. Inoltre, la costante at-
di più è, oltre ad andarsene in montagna, pa- matiche affrontate saranno: storia dell’astro- tenzione all’utilizzo delle strumentazioni, ha lo
droneggiare le tecniche di acquisizione foto- nomia, geografia astronomica, il sistema sola- scopo di far acquisire quelle competenze ne-
grafica e, conseguentemente, quelle di elabo- re, elementi di fisica, elementi di informatica cessarie per potersi autonomamente orienta-
razione. L’avvento della fotografia digitale, per l’uso di software per la simulazione del re nell’osservazione astronomica.
cielo diurno e notturno, elementi di ottica, gli
consente il raggiungimento di risultati im-
pensabili fino a qualche anno fa! Semplici strumenti, le stelle e la loro evoluzione. Sono
Alla scoperta del cielo e dei
strumenti come una webcam per computer programmate anche delle uscite per osserva- suoi astri - livello avanzato
unita ad un piccolo telescopio, una fotocame- zioni dirette. Lo studio del molto lontano por- Il corso è rivolto a chi ha già delle buone co-
ra digitale ed un semplice cavalletto, una re- ta l’uomo a capire il mondo che lo circonda. noscenze di base di astronomia, quali l’orien-
flex digitale applicata a un telescopio amato- tamento e la simulazione del cielo, nonché a
riale di fascia media , permettono di ottenere coloro che hanno frequentato il primo corso.
immagini che possono rivaleggiare con quel- Lucia Corbo Gli argomenti che verranno affrontati, utiliz-
le professionali dell’epoca della fotografia chi-
mica! Il post-processing delle immagini ha or-
Astronomia: alla scoperta zando sia strumenti tradizionali (libri, mappe
e cartine), sia nuove tecnologie multimediali
mai un peso specifico pari, se non addirittura del cielo e dei suoi astri - sono: Evoluzione stellare: nascita, vita e morte
superiore, a quello dell’acquisizione ma richie- livello base di una stella. Spettri stellari e colori delle stel-
de la conoscenza dei principali principi che le. Diagramma H-R. Costellazioni e oggetti di
Il corso è rivolto a tutti. Gli argomenti che ver-
governano l’ottica e la padronanza di alcuni profondo cielo facilmente individuabili. Indi-
ranno affrontati con l’ausilio di strumenti tra-
software. Vengono quindi trattati numerosi viduazione del meridiano del luogo col Sole
dizionali come libri, mappe, cartine, e delle
argomenti tra cui: inquinamento luminoso, e con la Stella Polare. Effemeridi del Sole e dei
nuove tecnologie multimediali, sono: Orizzon-
turbolenza atmosferica, elementi di ottica pianeti. Moto dei pianeti sull’eclittica. Uso de-
te e orientamento: punti cardinali di giorno e
geometrica, scelta delle apparecchiature, scel- gli almanacchi astronomici. Simulazioni al
di notte. Coordinate terrestri: latitudine e lon-
ta delle ottiche in funzione degli oggetti da ri- computer con software astronomici. Telesco-
gitudine. Fusi orari. Il sistema solare, la Terra e i
prendere, l’uso di software di elaborazione pi e loro uso. Utilizzo di webcam per foto
pianeti ed elementi di meccanica celeste. Il
dell’immagine (anche gratuiti), l’uso dei filtri, astronomiche. Le meridiane e le tecniche di
giorno, la notte e le stagioni. La vita e l’evolu-
come valutare gli esiti dei nostri lavori, come costruzione pratica di una meridiana verticale.
zione delle stelle. Il cielo notturno: riconosci-
preparare l’immagine alla pubblicazione sul La Luna e il suo percorso nel cielo; sposta-
mento di stelle, costellazioni e pianeti. Lo zo-
web piuttosto che per la stampa. Al termine mento della linea dei nodi e individuazione
diaco e le 13 costellazioni che il Sole “attraver-
del corso si è in grado di creare, ad esempio, del suo percorso sull’eclittica con le effemeri-
sa” in un anno. Miti legati alle costellazioni. Uso
da un atlante stellare basato sulle proprie fo- di. Principali caratteristiche della Luna osser-
di mappe stellari e astrolabi. La Luna e le sue
to ad un’animazione delle immagini delle fasi vata a occhio nudo e con strumenti. Miti lega-
fasi. Uso di software per la simulazione del cie-
lunari, dalla ripresa di un’occultazione di una ti alle costellazioni. Inquinamento luminoso.
lo diurno e notturno. Inquinamento lumino-
astro da parte della luna alla foto di un’eclissi Uscite: Studio di meridiane e luoghi astrono-
so. Costruzione di semplici strumenti per l’os-
solare. Si spiegano ovviamente anche rudi- mici nella città di Roma. Costruzione pratica di
servazione degli astri. Differenze tra astrono-
menti (... ma non troppo!) di astronomia degli una meridiana in un luogo da individuare
mia-scienza e astrologia-pseudoscienza. Oro-
oggetti fotografati. con i corsisti: un terrazzo di casa o una casa in
logi solari, equazione del tempo e tecniche di
campagna. Serate di osservazione del cielo
costruzione di una analemmatica. Uscite:
notturno. Visita a un osservatorio astronomi-
Orientamento con il Sole e l’Orizzonte. Serate
Sirio Cardinale di osservazione diretta del cielo notturno. Vi-
co. Il corso si propone di far acquisire agli al-
lievi una conoscenza più approfondita delle
Astronomia sita di luoghi astronomici dentro la città di Ro-
tematiche astronomiche e dell’uso delle stru-
Il corso introduce i concetti chiave dell’astro- ma: Pantheon, Meridiana di Augusto a piazza
mentazioni, come il telescopio.
nomia e fornisce una panoramica moderna Montecitorio, Meridiana di S. Pietro, Vista ad

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 27


Astronomia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7964 Astrofotografia Ballerini R. Martedì 15-17 10° Cinecittà Piaget 230 25 26/10/10
8104 Astronomia Cardinale S. Giovedì 20.30-22 7° Centocelle Il Geranio 240 25 14/10/10
6718 Alla scoperta del cielo e dei suoi astri - livello avanzato Corbo L. Martedì 15-17 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 230 25 26/10/10
7563 Alla scoperta del cielo e dei suoi astri - livello base Corbo L. Mercoledì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 230 25 27/10/10
7840 Alla scoperta del cielo e dei suoi astri - livello base Corbo L. Lunedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 230 25 25/10/10

Atletica e ginnastica
Per la frequenza ai corsi è obbligatorio il
certificato medico di buona salute da
Anna Maria Pedace, Isabella Toccafondi
consegnare al docente a corso avviato. Francesco Savastano Atletica e ginnastica
Per questi corsi è prevista la tessera Ginnastica posturale e Il corso condotto all’aria aperta è un’occasio-
personale della FIDAL (Federazione ne per vivere la piacevolezza dell’attività spor-
Italiana di Atletica Leggera) inclusa nei atletica leggera tiva in ambiente ecologico. In modo gradua-
costi, per la quale occorre una foto Questa attività è proposta a tutti coloro che le verranno praticati esercizi elementari di co-
tessera, certificato medico e dati hanno frequentato corsi di postura e voglio- ordinazione motoria, di respirazione e stret-
personali da dare al docente a corso no sperimentare elementi base di atletica leg- ching dolce, per arrivare ad esercizi di ginna-
avviato. Per le nuove disposizioni del gera, e a chiunque senta l’esigenza di muo- stica generale supportati da camminate. Po-
Comitato Regionale FIDAL nella versi in modo corretto abbinando la ricerca di tranno essere utilizzati semplici attrezzi per il
gestione dei campi di Atletica, ove una postura funzionale all’apprendimento dei potenziamento muscolare e organizzati per-
richiesto, è previsto il pagamento per fondamenti della corsa. Il movimento, le sem- corsi con inserimento di tecniche base deri-
l’ingresso giornaliero di 1 euro a persona plici dinamiche di pre-atletica leggera, sono vate dall’atletica leggera. Tutta l’attività è volta
o l’abbonamento annuale di 50 euro. importanti quanto una corretta postura dun- al recupero di un buon rapporto col proprio
que questa è l’ occasione di muoversi all’aria corpo e al mantenimento della salute.
aperta, nel suggestivo scenario delle terme di
Caracalla, imparando a correre, perfezionando
le coordinazioni motorie, abbinando all’alle-
namento delle nostre capacità funzionali uno
stretching totale e una respirazione corretta.

Atletica e Ginnastica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6881 Ginnastica posturale e Atletica leggera Pedace/Savastano Giovedì 9.30-11.30 1° Centro Storico Stadio Terme di Caracalla 220 20 07/10/10
6719 Atletica e ginnastica Toccafondi I. Lun/Gio 11.30-12.30 20° Acqua Acetosa Stadio Paolo Rosi 200 50 04/10/10

Autobiografia
I partecipanti ai corsi di questo ambito
potranno inserirsi nelle attività di alcu-
Andrea Ciantar, Flavia Adami, una collettività. Il corso è legato ai progetti
Storie di Mondi Possibili (www.powos.org) e
ni progetti realizzati dall’Upter e dal- Roberta De Thomasis European Memories (www.europeanmemo-
l’UNIEDA, Unione Italiana di Educazio- Autobiografia: Un mondo di ries.org). Obiettivi del corso: conoscenza delle
ne degli adulti: European Memories metodologie autobiografiche come strumen-
(www.europeanmemories.eu) - Stories storie to di crescita personale e di creazione di una
of a Possible Europe (www.possible-eu- Raccontare la propria storia e le storie di altri; sensibilità atta alla comprensione, alla valoriz-
rope.eu) – Stories of a Possible Worlds tra scrittura e narrazioni digitali. La narrazione zazione, alla diffusione delle memorie di vita;
(www.powos.org). di sé ha assunto oggi la validità di una meto- acquisizioni di tecniche e strumenti finalizzati
La partecipazione prevede la possibilità dologia con basi scientifiche. La storia di cia- alla raccolta di storie di vita. Nel corso saranno
di pubblicare storie prodotte in forma di scuno è narrazione e si interseca con le narra- sperimentate diverse metodologie di raccol-
testo, video, audio, foto, nell’archivio digi- zioni di altre storie, di altre vite. Nell’ambito ta delle storie: dalla scrittura alle forme digita-
tale di European Memories; di far parte educativo, sociale e di cura, la narrazione di sé li video-audio. Il corso si articola in due parti.
di laboratori nelle pratiche di narrazione; è oggi strumento fondamentale che pone La prima parte consiste nella sperimentazio-
la possibilità di partecipare al concorso l’individuo come soggetto attivo della propria ne di percorsi autobiografici e di raccolta di
europeo Narrating Europe. esistenza. Rivalutare e conservare l’esperienza storie (7 lezioni di 4 ore). Nella seconda parte
INFORMAZIONI di vita di ciascuno, ci consente di creare un (che avrà inizio alla conclusione della prima e
info@europeanmemories.eu; patrimonio di memorie di insostituibile im- che durerà 20 ore), con l’accompagnamento
info@possible-europe.eu; portanza, che va diffuso e tramandato per lo dei docenti, ogni partecipante sarà guidato
powos@poows.org sviluppo della coscienza umana e civile di alla raccolta di una storia di vita, o di più inter-

28 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


viste legate da una tematica comune, o potrà
proseguire il lavoro autobiografico.
Mauro Mancini, sione di apprendere i segreti per leggere i
componimenti ad alta voce, esprimendo tut-
A
CALENDARIO LEZIONI Andrea Ciantar ta la pienezza del loro significato.
6 e 20 novembre 2010, Fotografia e narrazione
4 e 18 dicembre 2010,
Prerequisiti: buona conoscenza del computer,
15 e 29 gennaio 2011,
disponibilità di macchina fotografica digitale.
Flavia Adami, Claudia Liberato
12 e 26 febbraio 2011,
12 e 26 marzo 2011,
Il corso si propone di mettere insieme il lin- Laboratorio di scrittura
guaggio della fotografia con la narrazione au-
16 e 30 aprile 2011,
tobiografica e biografica. Immagini e parole
Autobiografica
14 maggio 2011, Un percorso di autoformazione e ricerca che
per raccontarsi o per raccontare storie di altri.
4 giugno 2011. permette di ricostruire e “risiginificare” la me-
Gli argomenti del corso saranno: la fotografia
digitale, dall’uso della macchina alla foto; cata- moria della propria storia ripercorrendo gli
logare le immagini, ritoccarle e creare un al- eventi salienti e secondari, i passaggi e le diver-
Angela Cannizzaro, bum; il racconto di sé tra scrittura e fotografia; se fasi. Sulla traccia di ricordi, emozioni, sensa-
Andrea Ciantar la costruzione di narrazioni digitali con Picasa zioni, immagini e incontri, attraverso la narrazio-
ne, la scrittura, le foto, le metafore e gli oggetti,
Video intervista e storie di e PowerPoint; pubblicare gli album su Picasa
web album per condividerli con gli altri. Il cor- saranno esplorati gli ambiti privati e professio-
vita so è finalizzato alla realizzazione di un raccon- nali della nostra storia che avrà un ascoltatore
Le storie personali, la memoria rappresentano to fotografico con sottofondo musicale. d’eccellenza: il gruppo che si trasformerà in un
il grande patrimonio immateriale di una so- sensibile e attento interlocutore che darà mag-
cietà. L’Upter opera da anni in questo ambito, gior senso alla nostra narrazione. Uno sguardo
attraverso la creazione di attività di narrazio- Roberta De Thomasis attento sarà rivolto ai primissimi ricordi, alla
ne di sé e di raccolta di storie di vita, e vari scrittura automatica, al flusso di coscienza, agli
progetti tra cui “European Memories”
Scrivere e leggere di sé in anni dell’infanzia, dell’adolescenza e della vita
(www.europeanmemories.eu), archivio digi- poesia adulta. Mentre una vita frenetica ci costringe a
tale delle memorie di abitanti dell’Europa. ritmi sempre più accelerati, il laboratorio potrà
Il corso è rivolto a tutti perché, in fondo, siamo
Nell’ambito di questo progetto l’Upter, in col- diventare uno spazio e un tempo per fermarsi
tutti un po’ poeti, sensibili alla bellezza. Ma la
laborazione con la “Banca della Memoria” e riflettere su cosa è accaduto e cosa continua
poesia, che nasce dall’emozione, ha i suoi
(www.memoro.it), e con “La Scatola Chiara” ad accadere nella nostra vita, facendo tesoro
strumenti, come il ritmo, la metafora. Ha la sua
(www.lascatolachiara.it), propone una attività delle nostre esperienze e soprattutto, attraver-
tradizione, che è viva negli stili dei poeti. Nel
di formazione per la realizzazione e la raccolta so la narrazione, imparando da esse. L’attività la-
corso si useranno stimoli sensoriali per attiva-
di video-interviste. Il seminario di formazione boratoriale si propone, attraverso la ricostruzio-
re le emozioni, letture di poesie per incontra-
fornisce elementi di linguaggio cinematogra- ne della trama vitale, di potenziare identità e
re un canto che ci addestri l’orecchio e la
fico, uso corretto della telecamera, scelta delle autostima, alla ricerca delle connessioni tra pas-
mente a scrivere di noi in poesia. Ritroveremo
luci, tecniche di intervista, elementi di mon- sato, presente e futuro possibile, il senso della
momenti e temi privilegiati della nostra auto-
taggio, scelta dei formati video, modalità di propria unicità esistenziale ampliando la pro-
biografia per trasformali in ricordi scritti in ma-
upload in internet. gettualità verso il futuro. Brevi cenni teorici sul-
niera armoniosa, in modo tale che rimangano
le metodologie autobiografiche completeran-
incancellabili. La partecipazione al corso di
no la formazione.
un’attrice, Maria Grazia Comunale, sarà l’occa-

Autobiografia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7908 Video intervista e storie di vita Ciantar A. Sabato 9.30-11.30 1° Centro Storico Englefield 40 4 16/10/10
7908 Video intervista e storie di vita Ciantar A. Sabato 9.30-11.30 1° Centro Storico Englefield 40 4 16/10/10
7912 Fotografia e narrazione Ciantar A. Mercoledì 17-19 1° Piramide Abaco 185 20 13/10/10
6722 Un mondo di storie Ciantar A. Sabato 9.30-13.30 1° Centro Storico Englefield 230 14 09/10/10
6722 Un mondo di storie Ciantar A. Sabato 9.30-13.30 1° Centro Storico Englefield 230 14 09/10/10
7912 Fotografia e narrazione Ciantar A. Mercoledì 17-19 1° Piramide Abaco 185 20 13/10/10
6722 Un mondo di storie Ciantar A. Sabato 9.30-13.30 1° Centro Storico Englefield 230 14 09/10/10
6184 Scrivere e leggere di sé in poesia De Thomasis R. Martedì 17-19 1° Centro Storico Colombo 100 8 26/10/10
7907 Lab. di scrittura Autobiografica Liberato C. Lunedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 150 16 25/10/10
7907 Lab. di scrittura Autobiografica Liberato C. Lunedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 150 16 25/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 29


Ballo e Danza
Dai Balli di gruppo al flamenco, dal tango argentino alla danza del ven-
tre e perché no una danza indiana. L’offerta di balli e danze dell’Upter
si è arricchita di una partecipazione senza eguali, centinaia di perso-
ne che accompagnano con l’armonia del corpo quella della mente.
Stare bene insieme è il motto dei nostri corsi, nulla di competitivo ma
tutto alla portata di tutti.
Per la frequenza ai corsi è obbligatorio il certificato medico di buona salute da consegnare al docen-
te a corso avviato.

Ballo
Mena Paola Ciarmela rea e di sensibilizzazione al movimento ritmico.
Raggiunta una base di conoscenza adeguata,
Americane Caraibiche; Standard, Liscio, oltre ai
classici balli appartenenti alla famiglia dell'Hul-
Balli di gruppo di sala sarà possibile muoversi con disinvoltura e ap- ly Gully. Si studieranno anche coreografie sui
I balli tipici da balera, mambo, rumba, slow- prendere qualsiasi ballo. I corsi, rivolti a chiun- motivi più noti del momento.
foz, quick step, cha cha cha, baciata, meneito, que voglia esprimersi col corpo in armonia con
kumbia, ti-buron, samba, saranno appresi con la musica, comprenderanno creazioni collettive
una modalità attiva, permettendo così ai par- spontanee e passi base dei balli latino-america- Teresa Sandre
ni (samba, salsa, merengue, mambo).
tecipanti di inserirsi facilmente nelle occasioni
“danzanti” e di sviluppare il piacere di ballare
Balli di gruppo latino
già dai primi incontri. americani e caraibici
Maria Saba I corsi propongono l’apprendimento di passi

Elena Gonzalez Correa


,
Balli di gruppo base dei balli di gruppo di repertorio: Tropical
dance, Hully gully, Tiburon, Garota, Manbo,
La finalità del corso è di avviare le persone al-
Balli di gruppo latino la conoscenza dei movimenti base e dei pas-
Cha cha cha, Merengue, Bachata.

americani si tipici dei diversi balli, attraverso la coordina- Ballo liscio di coppia
zione motoria,la conoscenza di ritmi e melo- Tango, Polka, Mazurca,Valzer, Latino america-
I balli, qualunque sia la loro origine, traducono die, in un ambito che valorizza lo scambio, la ni: Mambo, Rumba, Samba, Cha cha cha. Per il
attraverso il movimento un ritmo caratteristico. socializzazione e il rispetto per gli altri. I conte- regolare svolgimento delle lezioni è consiglia-
È dunque indispensabile un’educazione al rit- nuti verteranno sullo studio di semplici coreo- ta l’iscrizione in coppia.
mo attraverso un lavoro di preparazione corpo- grafie sincronizzate su basi musicali Latino -

Ballo
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7209 Balli di gruppo di sala Ciarmela M. Mercoledì 18-19.30 1° Esquilino Confalonieri 210 25 27/10/10
7119 Balli di gruppo di sala Ciarmela M. Mercoledì 19.30-21 1° Esquilino Confalonieri 210 25 27/10/10
7710 Balli di gruppo di sala Ciarmela M. Lunedì 18-19.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 210 25 04/10/10
7711 Balli di gruppo di sala Ciarmela M. Lunedì 19.30-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 210 25 04/10/10
7346 Balli di gruppo latino americani Gonzalez Correa E. Mar/Ven 11.30-12.30 1° Centro Storico Englefield 250 50 05/10/10
7742 Balli di gruppo latino americani Gonzalez Correa E. Lun/Gio 13.30-14.30 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 160 30 04/10/10
8259 Balli di gruppo Saba M. Lunedì 17.15-18.45 20 Ponte Milvio Bernini 210 25 25/10/10
6467 Balli di gruppo latino americani e caraibici Sandre T. Mercoledì 13.30-15 1° Centro Storico Englefield 210 25 06/10/10
6469 Ballo liscio di coppia Sandre T. Mercoledì 19.30-21 1° Centro Storico Englefield 210 25 06/10/10
6435 Balli di gruppo latino americani e caraibici Sandre T. Venerdì 18-19.30 1° Centro Storico Englefield 210 25 08/10/10
6470 Balli di gruppo latino americani e caraibici Sandre T. Venerdì 13-14.30 1° Centro Storico Englefield 210 25 08/10/10
7712 Balli di gruppo latino americani e caraibici Sandre T. Lunedì 13-14.30 1° Centro Storico Englefield 210 25 04/10/10
6471 Balli di gruppo latino americani e caraibici Sandre T. Venerdì 19.30-21 1° Centro Storico Englefield 210 25 08/10/10
6472 Ballo di gruppo latino americani e caraibici Sandre T. Mercoledì 18-19.30 1° Centro Storico Englefield 210 25 06/10/10

30 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


B
Flamenco
ticola il ballo e la tecnica di vueltas, braceo, za-
Reina La Blanca Lopez lo zapateado. Lezioni accompagnate da cante
e guitarra dal vivo. pateado. Lezioni accompagnate da canto e
Flamenco 4 Flamenco 5 chitarra dal vivo.
Il Corso di baile flamenco consente al parte-
Il Corso di baile flamenco consente al parte-
cipante di conoscere la tecnica per poter bal-
lare dialogando con il cante, le palmas e la cipante di conoscere la tecnica per poter bal- Francesca Stocchi
guitarra partendo dalle sue origini e da fonti lare dialogando con il cante, le palmas e la Flamenco
storiche. Dall’unione di tutti questi elementi si guitarra partendo dalle sue origini e da fonti Il corso è dedicato a tutti coloro che vogliono
sviluppa il discorso coreografico. L’insegnan- storiche. Dall’unione di tutti questi elementi si avvicinarsi o approfondire la conoscenza di
te organizza, durante l’anno, esibizioni in mo- sviluppa il discorso coreografico. L’insegnan- quest’arte antica e affascinante. Verrà dato
do da consentire, a chi è interessato, di poter te organizza, durante l’anno, esibizioni in mo- ampio spazio allo studio del baile con la tec-
praticare ciò che ha appreso, completando la do da consentire, a chi è interessato, di poter nica del braceo e dello zapateado e a quello
propria formazione: così avviene anche in praticare ciò che ha appreso, completando la del ritmo (compàs) e dei vari stili, applicando
Spagna tramite i famosi Tablaos Flamen- propria formazione: così avviene anche in tutto ciò al montaggio di una coreografia che
chi.Flamenco 4: Coreografia: Tientos y Tangos. Spagna tramite i famosi Tablaos Flamenchi. periodicamente verrà accompagnata in clas-
Studio della tecnica di palmas, postura del Flamenco 5: Coreografia: Tarantos y Tangos. se dal cante e dalla chitarra (il cui costo sarà
corpo e braceo con particolare attenzione al- Studio del particolare tipo di cante su cui si ar- suddiviso tra tutti gli allievi).

Flamenco
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8170 Flamenco Stocchi F. Giovedì 19-20.30 20° Labaro Baccano 230 23 28/10/10
6840 Flamenco 5 Lopez R. Venerdì 13-14.30 16° Porta Portese Sede Upter 230 25 08/10/10
6838 Flamenco 4 Lopez R. Venerdì 11.30-13 16° Porta Portese Sede Upter 230 25 08/10/10

Tango
corpo in movimento nello spazio, con la mu-
Sergio Basile, Carmela Lopez la memoria) resa possibile dall’esistenza di un
codice comunicativo corporeo, mediante il sica e con l’altro. Sarà interessante approfittare
Tango argentino quale questo ballo diventa un intenso e raffi- delle diverse possibilità espressive e creative
Il tango argentino è uno dei balli più accatti- nato dialogo tra i ballerini componenti la cop- che il tango offre, ‘giocando’ con l’altra perso-
vanti in cui il ritmo diventa musica, la musica pia. Il corso si pone l’obiettivo di fornire ele- na e riuscendo a percepire il piacere del mo-
si trasforma in dialogo e il dialogo in danza. menti necessari a sviluppare una buona tec- vimento che si nasconde dietro la tecnica del
Affascinante soprattutto perché ha come ca- nica corporea individuale, raggiungendo un ballo. Per il regolare svolgimento delle lezioni
ratteristica peculiare l’improvvisazione (e non sufficiente livello di confidenza con il proprio è consigliata l’iscrizione in coppia.

Tango argentino
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6824 Tango argentino Basile/Lopez Martedì 21-22.30 1° Centro Storico Englefield 110 10 26/10/10

Danze
vono tradizioni legate al ballo e al canto, in mol-
Nando Citarella & Compagnia te feste popolari . Canti e forme ritmiche che
Federica De Maio
“La Paranza” verranno trattati sono: la Tarantella, la Pizzica Ta- Danza Hip Hop
Danze e Canti del Centro-Sud rantata (nella sua forma rituale), la Pizzica Pizzi- La danza hip hop è una disciplina che aderisce
Italia ca, la Tamurriata, il Saltarello, la Moresca. Questi ai principi culturali ed estetici del movimento
In questi corsi vengono insegnati alcuni ritmi ritmi vengono associati e interfacciati con ritmi Hip Hop. B-boying (Breakdance), Locking, Pop-
fondamentali di Canti e Danze che ancora og- dell’area mediterranea ove vi sono affinità piut- ping e Uprock sono le danze originali di strada
gi hanno un grosso valore terapeutico in un tosto che differenze.Tutte queste danze hanno (street dance). Il filo comune di questi stili è che
contesto Magico-Rituale legato alle feste popo- come referente principale uno strumento im- gli “street dancers”(i ballerini di strada) li usava-
lari italiane. Lo scopo principale è quello di avvi- portantissimo “IL TAMBURO” grosso o piccolo no come un sostitutivo delle risse e dei com-
cinare le persone alla ritmica e alle sue forme che sia ha una funzione fondamentale all’inter- battimenti. Al posto di far male alle persone e
espressive, sia col corpo che con la voce, per no della danza tenendo presente che insieme di ottenere il rispetto attraverso la violenza,
sperimentare la percussione e la vocalità popo- alla voce costituisce uno degli strumenti più an- questi ballerini si affermavano con la danza. Co-
lare italiana del centro-sud dove ancora oggi vi- tichi che l’uomo ha. sì la particolarità dell’ hip hop è il modo di espri-

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 31


mersi secondo le proprie capacità psico-fisiche adulti, non richiede particolati competenze nati a sequenze di improvvisazione e pratiche
e motivazionali. pregresse, ma una discreta disponibilità al mo- di relax. Gradualmente l’espressione, attraverso
vimento. il movimento, diviene facile, spontanea e cre-
Danza Jazz sce la consapevolezza corporea. Il lavoro sulla
Nata nel XX secolo, possiamo definirla la risposta mobilità del bacino, l’espressività delle mani, la
libertaria al rigore della danza accademica, pur
se i pionieri di questo poliedrico genere erano
Annalisa Migliorini fluidità dei movimenti tipici delle danze orien-
tali, saranno la base per creare la giusta atmo-
tutti in possesso di una solida formazione classi- Danza indiana sfera nel gruppo, facilitando la disponibilità a
ca. Il Modern Jazz è una tecnica che sviluppa Il Bharata Natyam è una tra le più antiche danze esprimersi liberandosi da blocchi e rigidità.
movimenti ritmati e armonici che ne rendono tradizionali del sud dell’India, nata come danza
lo studio appassionante e divertente. Attraverso votiva all’interno dei templi e considerata uno
il corpo che gioca, si muove, si esprime, racconta,
si esalta la creatività delle persone, si può cam-
dei doni più raffinati da offrire alle divinità. È una
danza caratterizzata da linee geometriche crea-
Concetta Gallo
biare l’atmosfera e far risuonare corde profonde, te dal corpo e da una serie codificata di gesti Biodanza
si può vibrare. Il piacere e il divertimento facilita- delle mani che creano un linguaggio sostenuto Biodanza®, letteralmente “danza della vita”, è
no lo studio della tecnica, strumento indispen- da una elegante espressività del volto e degli un sistema di integrazione umana, di rinnova-
sabile per rendere visibile la forma espressiva. occhi. Sono proprio le mani il mezzo privilegia- mento organico, di rieducazione affettiva e di
to per dare forma agli oggetti, sentimenti, idee e riapprendimento delle funzioni originarie, é
per interpretare storie e concetti. un invito a risvegliare il piacere e la gioia di vi-
Giusi Del Vecchio, vere. La biodanza è un’attività di gruppo rilas-
Eleonora Diamante sante e profonda, che stimola in forma dolce
Perla Nemer Elias, Marianna e creativa gesti e movimenti vissuti con emo-
Danza Moderna Puledda, Valentina Pulice zione che consentono al corpo di far emerge-
Il corso permetterà di sperimentare le persona- re l’espressione più sincera ed autentica di se
li capacità espressive e di “giocare” col movi- Danza del ventre stessi. Attraverso una serie di esercizi con la
mento, sviluppando e incrementando creativi- La danza del ventre, diffusa soprattutto in Me- musica, si va a riscoprire la spontaneità del
tà, il senso ritmico e il piacere di danzare. Le le- dio Oriente, è l’arte che rivela uno stato menta- movimento naturale sciogliendo così tensio-
zioni propongono una gamma di esercizi di le, un moto dell’anima, una spontanea e natu- ni muscolari per migliorare la capacità di co-
stretching muscolare per sviluppare elasticità, rale inclinazione che, attraverso i movimenti si- municazione, sviluppare l’autostima, stimola-
coordinazione e flessibilità articolare; lo studio nuosi del corpo, esprime la spiritualità, la sen- re la vitalità e l’apertura verso gli altri, il tutto
di passi e legazioni tratte dal repertorio di vi- sualità, la passione tipica delle donne di quelle per ritrovare un’armonia personale e un be-
deo-dance moderni; elaborazione di coreogra- “terre incantate”. I corsi proposti hanno lo sco- nessere fisico. La biodanza è rivolta a tutti, sen-
fie per migliorare le potenzialità individuali e po di guidare i partecipanti ad avere un con- za limiti di età, non occorre saper danzare ba-
condividere col gruppo dinamiche corporee e tatto più profondo con il proprio corpo, attra- sta avere il desiderio di divertirsi e esprimersi
di comunicazione. Il corso è rivolto a giovani e verso movimenti lenti e stretching dolce alter- nella danza.

Danza
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8254 Danze e Canti del Centro Sud Italia Citarella N. Mercoledì 20.30-22 2° Flaminio Luisa di Savoia 180 20 06/10/10
8255 Danze e Canti del Centro Sud Italia Citarella N. Lunedì 19.30-21 16° Porta Portese Sede Upter 180 20 04/10/10
8216 Danza Hip Hop De Maio F. Mercoledì 18.30-20 16° Porta Portese Sede Upter 220 25 06/10/10
8215 Danza Jazz De Maio F. Mercoledì 17-18.30 16° Porta Portese Sede Upter 220 25 06/10/10
7841 Danza Moderna Del Vecchio G. Mar/Gio 16-17 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 160 30 05/10/10
7892 Danza Moderna Diamante E. Mar/Ven 18.30-19.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
7179 Danza indiana Migliorini A. Martedì 19-20.30 1° Esquilino Confalonieri 180 20 26/10/10
7362 Danza del ventre Nemer Elias P. Lunedì 16.30-18 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 220 25 04/10/10
7180 Danza del ventre Nemer Elias P. Giovedì 18-20 1° Centro Storico Englefield 250 25 07/10/10
7719 Danza del ventre intermedio Nemer Elias P. Lunedì 18-19.30 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 220 25 04/10/10
6815 Danza del ventre Puledda M. Giovedì 20-21.30 1° Centro Storico Englefield 220 25 07/10/10
7717 Danza del ventre Pulice V. Lunedì 13.30-15 2° Flaminio Luisa di Savoia 220 25 04/10/10
7713 Biodanza Gallo C. Mercoledì 19.30-21.30 2 Flaminio Luisa di Savoia 220 20 06/10/10

Bed & Breakfast


A cura di Vincenzo Ponterio
Il corso di Bed & Breakfast si rivolge a tutti (in di casa e senza investire nulla, se non nella cu- teristiche e requisiti delle offerte abitative. Il
particolare a donne con un’età compresa tra i ra dell’ospite. Breve introduzione sul fenome- controllo e gli standards di qualità. L’affiliazio-
20 e i 65 anni) che, disponendo di almeno no Bed & Breakfast Italia nel mondo. L’introdu- ne ad un circuito nazionale. La definizione dei
una camera in più nella casa in cui abitano, zione e lo sviluppo del Bed & Breakfast Italia prezzi. Scelta della clientela e dei canali di di-
vogliano accogliere ospiti da tutto il mondo in Italia, come formula alternativa alle struttu- stribuzione. Informatica e internet. Cenni sul-
per un soggiorno nella città in cui vivono. re ricettive tradizionali. Trasformare la propria le forme di pubblicità e promozione.
Un’opportunità per incrementare i propri casa in un Bed & Breakfast. Problematiche e
guadagni e trovare nuovi amici, senza uscire opportunità. Aspetti legislativi e fiscali. Carat-

32 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Bed & Breakfast
B
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6728 Bed & Breakfast Bed and Breakfast I. Martedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 100 3 26/10/10
6744 Bed & Breakfast Bed and Breakfast I. Martedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 100 3 23/11/10
6117 Bed & Breakfast Bed and Breakfast I. Martedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 100 3 11/01/11
6118 Bed & Breakfast Bed and Breakfast I. Martedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 100 3 22/02/11
6294 Bed & Breakfast Bed and Breakfast I. Martedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 100 3 22/03/11

Bioenergetica
Flavia Luisa Ricci Strumento di psicologia della salute, derivato
dall’Analisi Bioenergetica di Lowen, la classe di
emozioni. L’allenamento a un respiro più pro-
fondo, a un movimento consapevole, a una
esercizi bioenergetici, aumenta il nostro livel- piena espressione vocale, ci permette di fare
Per la frequenza ai corsi è obbligatorio il
lo di energia e scarica lo stress utilizzando una esperienza della nostra unità mente corpo
certificato medico di buona salute da con-
sequenza di movimenti attraverso i quali vie- nella condivisione all’interno del gruppo. Il
segnare al docente a corso avviato.
ne facilitato lo scioglimento delle tensioni corso non affronta aspetti di terapia indivi-
muscolari e dei blocchi corporei che limitano duale o di gruppo, né tematiche analitiche.
la nostra capacità di sentire e esprimere le

Bionergetica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6764 Bioenergetica Ricci F. Martedì 19.30-21 1° Centro Storico Englefield 220 25 05/10/10
7623 Bioenergetica Ricci F. Mercoledì 14-15.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 160 15 06/10/10
7714 Bioenergetica Ricci F. Giovedì 18-19.30 1° Esquilino Confalonieri 220 25 28/10/10
7716 Bioenergetica Ricci F. Venerdì 16-17.30 16° Porta Portese Sede Upter 160 15 08/10/10

Borsa e Finanza
lizzare le informazioni al fine di investire sag- pria asset al location, nonché il loro portafo-
Anna Paola Rosati giamente, senza aumentare i costi informa- glio virtuale per controllare le varie perfor-
Risparmi al sicuro tivi e diminuire quelli monetari. mances. Infine, gli allievi sapranno come,
quando e quanto comprare e vendere.
Il corso è rivolto le persone interessate ad Borsa & finanza: livello
approfondire il campo della borsa e della fi-
avanzato Borsa e Finanza: guida
nanza. Il programma, finalizzato ad offrire
un’educazione finanziaria di base, affronterà Il corso è rivolto ha chi ha già acquisito nozio-
rapida e suggerimenti su
i seguenti argomenti: come comprendere ni base nel campo della borsa e della finanza come investire
cosa c'è dietro ad un prodotto o servizio fi- e a coloro che hanno frequentato il corso di Il corso è rivolto a coloro che, in possesso di
nanziario e scegliere il giusto intermediario Borsa & Finanza – Livello Base. Il corso preve- nozioni base nel campo della borsa e della
(banche, posta, promotori, assicurazioni e de il possesso di conoscenze informatiche. Il finanza, hanno interesse e necessità di rice-
conti on line); conoscere i concetti base di programma prevede approfondimenti sulle vere suggerimenti su come investire il pro-
finanza ed economia (Pil,variazione dei tassi, seguenti tematiche: le lezioni della grande prio denaro in modo consapevole e co-
bilanci aziendali, fiducia dei consumatori, in- CRISI. Funzionamento e modalità di investi- struttivo. Il programma prevede di appro-
dice di occupazione e inflazione); conosce- mento a Piazza Affari e nei mercati internazio- fondire i seguenti argomenti: come in Borsa
re i mercati, le relazioni fra rischio e tempo- nali. Crescita dei paesi BRIC: Brasile, Russia,India e con quali strumenti. Mercato valutario, ob-
rendimenti-entità delle risorse disponibili, e Cina. Uso del computer e navigazione in In- bligazionario, azionario, derivati, materie pri-
diversificazione e liquidità; conoscere le ternet per selezionare ed utilizzare le informa- me, fondi, metalli preziosi, immobili e rispar-
mosse giuste riguardo all'attuale crisi. Gli al- zioni fornite, nonché per investire in obbliga- mio gestito. Scelta dell'intermediario. Nego-
lievi riceveranno linee guida sugli investi- zioni, azioni, derivati, fondi, oicr, sicav Etc, Etf, ziazione sui titoli esteri e nei paesi BRIC (Bra-
menti finanziari (titoli di Stato, postali, assi- hedge funds, inde, unit linked ed immobili. In- sile, Russia, India e Cina). Analisi fondamen-
curativi, obbligazioni, azioni, fondi, gestione certezze e incognite dei prossimi anni dopo tale, tecnica, grafica e short-long. Investi-
patrimoniale, investimenti in metalli prezio- la grande recessione. Analisi fondamentale, menti alternativi. Pic o Pac? Gestione attiva
si, materie prime e nel mattone), nonché tecnica e grafica, tecniche di short e long. Il contro gestione passiva. Guida al trading on
sulla Borsa Italiana (indici e i vari segmenti). corso sarà basato sulla lettura dei giornali fi- line. Il corso prevede la lettura di giornali fi-
Il corso prevede la lettura di giornali finan- nanziari ed affronterà il tema del trading on li- nanziari.Al termine del corso gli allievi saran-
ziari. Al termine del corso gli allievi avranno ne. Al termine del corso gli allievi avranno ap- no in grado di investire i propri risparmi in
acquisito le conoscenze necessarie per in- profondito ulteriormente le loro conoscenze modo consapevole, conosceranno il feno-
vestire sui mercati in modo adeguato alle pregresse, sapranno analizzare gli articoli fi- meno del trading on line e sapranno analiz-
proprie caratteristiche, per selezionare e uti- nanziari e saranno in grado di costruire la pro- zare gli articoli finanziari.

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 33


Valerio Rossetti le, consumi, risparmio e investimenti. Pil,
contabilità nazionale uso delle tavole Istat.
ni,swap, future. 4° modulo. Analisi e valuta-
zione degli strumenti finanziari. Valutazione
Borsa, informatica & La moneta, offerta e domanda di moneta, e rating delle obbligazioni. Cenni di bilancio
psicologia interesse. 2° modulo. Strumenti di investi-
mento. Strumenti di mercato monetario e
e di analisi fondamentale. Valutazione dei
fondi tramite Morning star e alcuni indici. 5°
Il corso è rivolto a tutti coloro i quali abbia- obbligazionario, titoli di stato. Strumenti di modulo. Uso di piattaforme di trading e
no interesse e necessità di acquisire una co- partecipazione al capitale aziendale: azioni. consigli pratici per l’operatività sia dal pun-
noscenza chiara e completa dei mercati e Strumenti di investimento a partecipazione to di vista tecnico-economico che psicolo-
dei principali strumenti finanziari. Il pro- collettiva: fondi comuni di investimento, si- gico. 6° modulo. Introduzione all’analisi tec-
gramma si articola in moduli didattici, la cui cav, etf. 3° modulo. Strumenti di valutazione nica. Al termine del corso gli allievi saranno
durata varia a seconda dell’argomento. 1° del rischio e di copertura. Deviazione stan- in grado di gestire con consapevolezza il
modulo: Macroeconomia. Domanda globa- dard, volatilità, duration finanziaria. Opzio- proprio patrimonio.

Borsa e Finanza
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6776 Borsa & finanza: Risparmi al sicuro - livello base Rosati A. Lunedì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 25/10/10
6768 Borsa e finanza: borsa, informatica & psicologia Rossetti V. Martedì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 05/10/10
6782 Borsa & finanza: livello avanzato Rosati A. Mercoledì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 230 25 27/10/10
7773 Borsa e Finanza: guida rapida Rosati A. Giovedì 17-19 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 28/10/10

Botanica
Riccardo Virgili mondo vegetale). Le cellule ed i tessuti vege-
tali (le piante viste al microscopio). Anatomia
importanti specie vegetali dei nostri ambien-
ti). Elementi d’ecologia vegetale, di fitosocio-
Durante il corso si acquisiranno le conoscen-
ze base del mondo vegetale, soprattutto gli del fusto, della foglia e della radice (le piante logia e fitogeografia (perché una pianta si tro-
aspetti di ecologia vegetale e lettura del pae- ai raggi x). Elementi di fisiologia vegetale (co- va in un posto piuttosto che in un altro? Co-
saggio fornendo gli strumenti necessari per me funzionano i processi vegetali). La fotosin- me interagiscono e comunicano tra loro le
riconoscere le più importanti specie presenti tesi e la respirazione (come fanno a vivere e a piante. Le piante ci ascoltano?) Sono previste
nei nostri prati e boschi. Origine degli organi- respirare le piante? Nozioni e curiosità). Cenni uscite all’Orto Botanico e in un Parco di Roma.
smi vegetali (storia leggende e curiosità del di sistematica (impariamo a riconoscere le più

Botanica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6783 Botanica Virgili R. Lunedì 17-19 1° Centro Storico Visconti 110 10 25/10/10

Bridge
In collaborazione con l’Associazione Italiana Gioco Bridge
L’UpterSport organizza, in collaborazione con persone che già giocano e vogliono migliora- nella prima parte una conoscenza e un ap-
la Federazione Italiana Gioco Bridge, corsi te- re la tecnica licitativa e soprattutto il gioco profondimento teorico, nella seconda parte la
nuti da un maestro FIGB, suddivisi in tre livelli della carta; il livello avanzato è riservato a chi sperimentazione del gioco vero e proprio.
di apprendimento. Il livello principianti è aper- ha superato il secondo corso e a quelle per- Una vera palestra della mente, per mantene-
to a tutti; i livelli intermedio 1 e 2 sono riserva- sone che già giocano e vogliono perfeziona- re il nostro cervello giovane, divertendosi.
ti a chi ha superato il primo corso e a quelle re la tecnica. Tutte le lezioni svilupperanno

Bridge
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6593 Bridge principianti Cioppettini V. Giovedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 220 25 28/10/10
7219 Bridge principianti Di Martino L. Martedì 15-17 1° Centro Storico Visconti 220 25 26/10/10
7869 Bridge principianti Di Martino L. Mercoledì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 220 25 27/10/10
7364 Bridge principianti Mengarelli F. Mercoledì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 220 25 27/10/10
7874 Bridge principianti Mengarelli F. Martedì 15-17 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 220 25 26/10/10
7872 Bridge intermedio Cioppettini V. Martedì 16-18 18° Aurelio Bramante 220 25 26/10/10
7728 Bridge intermedio Cioppettini V. Giovedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 220 25 28/10/10
7218 Bridge intermedio Di Martino L. Martedì 17-19 1° Centro Storico Visconti 220 25 26/10/10
7372 Bridge intermedio Mengarelli F. Mercoledì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 220 25 27/10/10
6790 Bridge avanzato Cioppettini V. Giovedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 220 25 28/10/10
8023 Bridge avanzato Mengarelli F. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 220 25 25/10/10

34 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


C
Cantare in coro
e individualmente
Cantare è libertà. Lo si può fare da soli e in gruppo
ma è sempre uno straordinario momento libera-
torio. L’evoluzione dei nostri corsi è dovuta al-
le straordinarie doti dei nostri docenti, tutti
maestri diplomati, i quali coinvolgono e di-
rigono con grande professionalità. La parte-
cipazione ai corsi di canto e ai cori dà una
grande soddisfazione e, osservando le esibi-
zioni, un affiatamento tra persone che così
rafforzano e incontrano amicizie.

Canto
Gianluca Buratti le la voce umana è un mondo veramente
tutto da scoprire… e che non basta una vi-
densa di implicazioni psicologiche e fisiche.
Questo corso propone la conoscenza e l’ap-
Laboratorio Coro Gospel 1 ta per scoprilo…, il programma di studio sa- profondimento delle potenzialità della vo-
Il laboratorio, che negli anni precedenti ha rà finalizzato a percorrere una sorta di viag- ce, l’apprendimento delle tecniche per svi-
avuto l’obiettivo della costituzione di un Co- gio interiore sia in senso fisico che spirituale, lupparla e usarla appieno, con particolare ri-
ro Gospel permanente dell’Upter, riparte in virtù dello stretto legame fra voce e ani- ferimento all’ambito dell’ensemble vocale.
questa volta con l’obiettivo di divenire vero ma (non a caso il detto “canta che ti passa”). Dagli esercizi di respirazione e rilassamento
e proprio vivaio del Coro stesso. È rivolto a Difatti, l’amore, il rispetto e la consapevolez- all’attivazione energetica, dal madrigale ri-
chi è in possesso delle basi della tecnica vo- za dello straordinario effetto che questo nascimentale al blues, dalla lirica al pop e al
cale e, preferibilmente, della lettura della strumento ha avuto nella vita stessa della jazz. Il corso avrà un percorso personalizza-
musica (non indispensabile) e vuole avvici- docente sono il motore che l’ha spinta ad to indirizzato a tutti coloro che vogliono mi-
narsi alla conoscenza di questo genere mu- insegnarne l’uso attraverso una costante ed surarsi con le proprie doti canore, siano essi
sicale così coinvolgente. Sono previsti cenni attenta ricerca.Il corso si articola prevalente- esperti e meno esperti.
di natura teorica e storica volti alla cono- mente in due parti, una riguardante la tec-
scenza della nascita e dell’evoluzione del nica classica, l’altra il repertorio jazz, brasilia-
Gospel anche attraverso l’ausilio di materia- no, pop americano ed italiano. Dato il carat- Giovanni Gava
tere individuale delle lezioni, l’insegnamen-
le audio/video di celebri Cori Gospel ameri-
cani. Il repertorio prevede brani di varia to della disciplina è personalizzato, tenendo
Canto lirico individuale
complessità vocale ed espressiva, dai più ovviamente conto delle peculiarità di cia- Il corso è rivolto sia a principianti che abbia-
noti spirituals ai moderni gospel. È di sup- scun allievo.Al termine del corso gli allievi no una naturale predisposizione al canto sia
porto un sito web per il download di parti- avranno appreso la tecnica vocale necessa- a cantanti già esperti che vogliono miglio-
ture e altro materiale didattico. Numero ria per poter cantare brani appartenenti a rare ed ampliare il loro repertorio. Alziamo il
massimo 25 elementi di cui non meno del diversi repertori canori. sipario, è tempo di canto lirico. Lirica come
30% riservato a voci maschili. espressione del sentimento, come cono-
scenza del mezzo vocale, lirica come storia
Margherita Galasso del teatro in musica e della sua evoluzione.
Marina De Sanctis Officina Vocale
Liberare la propria voce senza affaticare le
corde vocali in questo corso si può, svilup-
Canto individuale La voce, forza archetipica, prima manifesta- pandone estensione, intensità, timbro ed
Il corso è rivolti a tutti gli appassionati di zione dell’io, è uno strumento fondamenta- agilità per arrivare infine al piacere di ese-
canto che hanno desiderio di apprendere la le di comunicazione e di espressione. Voce guire una bella romanza, un’aria d’opera o
tecnica vocale appropriata. Partendo dal parlata, voce cantata, voce corale: l’identità una canzone d’autore. Canto lirico: che bella
presupposto fondamentale, secondo il qua- vocale di un individuo è incredibilmente filosofia di vita!

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 35


alcuni allievi a ben figurare in spettacoli, ma-
Canto moderno gruppo nifestazioni e festival canori. Il corso ha co-
ti coloro che abbiano sempre desiderato far
parte di un coro, pur non conoscendo il lin-
vocale me sua prima finalità l’apprendimento del- guaggio musicale. La parte iniziale del cor-
Indispensabile, per l’ammissione al corso, la tecnica vocale, strumento indispensabile so sarà per questo dedicata all’apprendi-
una discreta preparazione sia vocale sia rit- non solo per potersi esprimere nel canto, mento delle principali figure musicali per
mica, eventualmente da perfezionare nello ma anche, più semplicemente, per comuni- una migliore comprensione del repertorio
svolgimento delle lezioni. Nel panorama care. che verrà affrontato durante il corso dell’an-
musicale, sia italiano sia estero, grande im- no. Una parte della lezione sarà dedicata al
portanza ha da sempre assunto la formazio- riscaldamento della voce mediante la respi-
ne e la crescita dei piccoli gruppi vocali. La razione diaframmatica, all’apprendimento di
voglia di riunirsi e creare con le singole voci Laura Maccagni tecniche di fonazione, emissione del suono
sul fiato, passaggio di copertura della voce.
un intreccio armonico è la tentazione di
molti fra coloro che amano il canto moder-
Canto per bambini Si procederà poi alla lettura e alla concerta-
no o jazz. Utile, infine, l’ascolto e la discussio- Il corso è aperto ai bambini/ragazzi di età zione di brani di repertorio corale in ordine
ne su celebri interpretazioni di famosi en- compresa tra i 6 e i 14 anni. La voce è uno crescente di difficoltà: canoni a due e a tre
sembles vocali. Conoscenza ed utilizzo del strumento indispensabile non solo per po- voci, madrigali, brani d’opera, canti popola-
microfono, del mixer e di quant’altro occor- tersi esprimere nel canto ma è anche una ri, ninne nanne regionali, e le bellissime can-
ra per un’esecuzione dal vivo. L’intenzione precisa modalità di comunicazione. Duran- zoni napoletane riadattate per tre e quattro
del corso è di educare la voce del singolo te il corso verranno eseguiti esercizi di riscal- voci.
damento (muscolare e vocale), rilassamen-
nel rispetto delle altre amalgamandone le
sonorità, sviluppando coralmente brani edi- to (metodo del Vocal-tract), respirazione, po-
Canto Corale 2
ti ed inediti arrangiati e trascritti per il grup- stura, articolazione, fonazione. Per verificar le Questo corso è rivolto a tutti coloro i quali
po da un maestro concertatore. potenzialità di apprendimento di ogni allie- in passato abbiano già avuto esperienze co-
vo e per mettere poi in pratica la tecnica rali, vocali ma anche strumentali, oltre che
Canto moderno individuale spiegata durante le lezioni, si imposteranno una naturale prosecuzione del corso di can-
Il corso si rivolge a tutti. L’arte del canto vi- inizialmente brani semplici, per poi passare to corale di primo livello. Una parte della le-
sta come filosofia di vita, liberare la voce nel- successivamente a brani più complessi. Lo zione sarà dedicata a brevi cenni anatomici
l’ascolto della propria energia. Lo studio che studio che verrà attuato sulla voce di ciascu- dell’apparato respiratorio, ad una corretta
verrà fatto sulla voce di ciascuno allievo, sa- no allievo tenterà a migliorarne intonazione, impostazione del respiro e alla realizzazione
rà mirato a svilupparne: intonazione, espres- espressività, colore, potenza. dell’appoggio nel canto, mentre nell’altra
sività, colore, duttilità e potenza. La scelta del parte della lezione si procederà allo studio
repertorio verrà fatta con gli allievi a secon- di un repertorio articolato in brani di vario
da delle singole capacità, nessuno stile vo- Cristina Maiuri genere: dai madrigali di Palestrina agli
cale è escluso. Il lavoro sin qui svolto, ha por- scherzosi brani di Banchieri (Festino), dall’in-
tato alcuni di essi a ben figurare in spettaco- Canto Corale 1 timo misticismo dell’Ave verum di Mozart
li, manifestazioni e concorsi nazionali. Cono- Il coro è un’esperienza gioiosa e costruttiva alla maestosità dei coro verdiano e ancora
scenza ed utilizzo del microfono, del mixer allo stesso tempo. Una grande opportunità gospel e canzoni più vicine ai nostri tempi.
e di quant’altro occorra per un’esecuzione di crescere e confrontarsi insieme agli altri Il percorso sarà fatto ovviamente rispettan-
dal vivo; anni di esperienza hanno portato attraverso la musica. Il corso si rivolge a tut- do i tempi del gruppo.

Canto
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7018 Laboratorio Coro Gospel 1 Buratti G. Lunedì 18-20 2° Flaminio Luisa di Savoia 210 25 04/10/10
7102 Canto individuale De Sanctis M. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
7103 Canto individuale De Sanctis M. Mercoledì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
6217 Officina Vocale Galasso M. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 400 15 04/10/10
7390 Officina Vocale Galasso M. Lunedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 400 15 04/10/10
7093 Canto lirico individuale Gava G. Venerdì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 08/10/10
7025 Canto moderno gruppo vocale Gava G. Lunedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 280 30 04/10/10
7083 Canto moderno individuale Gava G. Venerdì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 08/10/10
6976 Canto moderno individuale Gava G. Mercoledì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
7099 Canto moderno individuale Gava G. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
7100 Canto moderno individuale Gava G. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 08/10/10
7095 Canto moderno individuale Gava G. Lunedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 04/10/10
6971 Canto moderno individuale Gava G. Giovedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 07/10/10
7094 Canto moderno individuale Gava G. Mercoledì 13-15 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
7096 Canto moderno individuale Gava G. Martedì 14-16 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 05/10/10
7611 Canto moderno individuale Gava G. Giovedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 07/10/10
8079 Canto moderno individuale Gava G. Giovedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 07/10/10
7607 Canto Moderno Individuale Gava G. Venerdì 21-23 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 08/10/10
7086 Canto moderno individuale Gava G. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 04/10/10
7097 Canto moderno individuale Gava G. Martedì 16-18 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 05/10/10
6534 Canto moderno individuale Gava G. Mercoledì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
8057 Canto per bambini Maccagni L. Lunedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 250 25 25/10/10
8125 Canto Corale 1 Maiuri C. Lunedì 16-18 16° Porta Portese Sede Upter 230 30 04/10/10
7413 Canto Corale 2 Maiuri C. Lunedì 18-20 16° Porta Portese Sede Upter 230 30 04/10/10

36 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


C
I cori dell’Upter
Ben 3 cori, con vocazioni differenti, per dare a chi vuole parteciparvi una forma-
zione specifica e una possibilità di esprimersi secondo la propria vocazione. La
Schola Cantorum diretta da Giovanni Gava è un coro storico, che ha raggiunto
un numero di partecipanti sufficiente ad un repertorio lirico impegnativo e di ap-
profondimento. Canto e disCanto diretto da Milli Taddei è un coro che riunisce i
partecipanti del coro della Parrocchia di Sant’Andrea (Cassia) e di Fiano roma-
no. E’ un coro che sta crescendo e che spazia da canzoni di grande successo mon-
diale ad un repertorio classico. Il coro Gospel di Gianluca Buratti esprime l’ammi-
razione per la partecipazione e la carica dei canti religiosi dei neri d’America.

Per le audizioni prenotarsi con e-mail info@upter.it


musicisti professionisti, potrà mettere a frutto
Schola Cantorum Canto e disCanto il lavoro svolto durante l’anno. Le lezioni han-
Direttore Giovanni Gava Direttore Milli Taddei no luogo il martedì (ore 21) a Fiano romano,
La Schola Cantorum dell’UPTER, diretta sin “Canto e disCanto” è un modo diverso di fare nel Castello ducale e il giovedì (sempre ore
dalla sua fondazione dal M° Giovanni Gava, è coro, un’esperienza di gruppo che, partendo 21) presso i locali della parrocchia di S. Andrea
nata nel 2007 per offrire uno spazio di cresci- dal respiro e dal movimento, fondamenti del apostolo alla Tomba di Nerone, via Cassia 731.
ta e di espressione artistica a tutti gli allievi “gesto” musicale, esplora il percorso che va L’iscrizione al corso prevede la frequenza ad
delle classi di canto e musica che, dopo una dalla primordiale espressione musicale fino una delle due lezioni per settimana (Fiano o
pluriennale formazione all’Upter, hanno ma- alle più complesse architetture sonore, senza Roma, a seconda della comodità), ma ai cori-
turato un’ottima preparazione sia vocale, che alcuna preclusione di stile o genere. L’idea al- sti più “zelanti” è comunque consentito parte-
ritmica. Alla Schola Cantorum, essendo un la base del progetto, è quella di crescere vo- cipare ad entrambe.
corso di livello superiore, si può accedere so- calmente e musicalmente cimentandosi con Audizioni presso Palazzo Englefield a set-
lo su invito del direttore del coro e previa au- i più svariati stili musicali, sperimentando sia tembre.
dizione. Sono particolarmente gradite richie- l’istintività della musica etnica che il sublime
ste di adesione per voce di Tenore e Basso. Il equilibrio del repertorio classico, la coinvol-
Coro si riunisce il martedì dalle 20 alle 22 pres-
so la sala della Chiesa di Santa Maria in Mon-
gente “fisicità” dei generi gospel e afro-cuba-
no o l’elaborata sintassi del jazz. I Maestri Milli
Coro Gospel
tesanto meglio nota come Chiesa degli Arti- Taddei (direzione) e Alessandro Albenga (ac- Direttore Gianluca Buratti
sti, e si esibisce in molteplici occasioni che compagnamento ed arrangiamento) metto- Il coro, riservato agli iscritti di almeno due dei
verranno, di volta in volta, segnalate sul sito: no a disposizione con entusiasmo la lunga laboratori gospel, ha l’obiettivo di consolida-
www.upter.it. esperienza maturata in vari ambiti musicali, re il proprio repertorio, la competenza e la
Audizioni presso Palazzo Englefield a set- mirando a una sintesi che sempre di più si tecnica vocale, il miglioramento della propria
tembre. spinge verso l’intrigante ricerca di contamina- presenza scenica attraverso l’introduzione di
zioni stilistiche o la rielaborazione in forma piccole coreografie. Farà da supporto una
“erudita” di brani tratti dal repertorio popular. band per le esibizioni dal vivo.
A coronamento del percorso formativo, sono Audizioni presso Palazzo Englefield a set-
previste numerose esibizioni pubbliche, nelle tembre.
quali il gruppo corale, affiancato da valenti

I cori dell’Upter
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7334 Coro Schola Cantorum Gava G. Martedì 20-22 2° Flaminio Luisa di Savoia 35 25 05/10/10
8077 Coro Gospel Buratti G. Giovedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 70 30 07/10/10
6309 Canto Canto e disCanto Taddei M. Giovedì 21-23 20° Cassia S. Andrea 150 35 07/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 37


Ceramica
Formazione degli smalti. Tecniche di smalta-
Maura Garbarino tura. Applicazioni decorative (bassorilievo,
smalti. Sperimentazioni e procedimenti per
ottenere “effetti” vari. Naked. Forni per il raku e
Ceramica Raku 1 ingobbio, graffito) Cotture: I e II fuoco. Ridu- cotture. Testo consigliato: Nino Caruso, Cera-
La ceramica Raku non è solo una tecnica zione e affumicatura. Si realizzeranno ogget- mica Raku, Edizioni Hoepli. Il corso è finalizza-
per ottenere effetti diversi sugli oggetti rea- ti di piccole dimensioni atti a permettere to a un approfondimento delle tecniche di la-
lizzati, ma è soprattutto un modo di inten- una molteplice varietà di sperimentazioni. vorazione precedentemente apprese. Gli allie-
vi, inoltre, sarà stimolato a un migliore utilizzo
dere l’arte della ceramica secondo un più
intimo significato legato al mondo orientale
Ceramica Raku 2 dei materiali che gli consentirà di affrontare
Il corso è rivolto a tutti coloro che hanno avu- con naturalezza il “momento creativo”, passan-
e all’estetica della filosofia Zen. La semplicità
to già una prima esperienza nella lavorazione do dal progetto al modellato, dalla smaltatu-
dei procedimenti di lavorazione permette di
della ceramica raku, nonché a coloro che vo- ra alle particolari cotture, con risultati sorpren-
affrontare il “momento creativo” con natura-
gliono proseguire il percorso iniziato con l’in- denti. Si realizzeranno oggetti di maggiori di-
lezza, ma non con superficialità. Tipologia e
segnante nel corso precedente. Il programma mensioni relativamente ai tempi ed agli spazi
nomenclatura dei manufatti ceramici. Cen-
comprende: Progettazione grafica. Scultura: disponibili.
ni sulla storia della ceramica Raku. Le attrez-
bassorilievo e tuttotondo. Formazione degli
zature e i materiali. Tecniche di modellato.

Ceramica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8133 Ceramica Raku 1 Garbarino M. Mercoledì 10.30-13 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 270 20 27/10/10
6631 Ceramica Raku 2 Garbarino M. Giovedì 9.30-12 1° Testaccio C.A. Testaccio 270 20 28/10/10
6632 Ceramica Raku 1 Garbarino M. Mercoledì 16-18.30 1° Testaccio C.A. Testaccio 270 20 27/10/10

Chitarra Classica e Moderna


Pasquale Branco Chitarra individuale metodo deduttivo in cui i partecipanti utiliz-
zeranno la chitarra come veicolo per entrare
Chitarra propedeutico Le lezioni saranno caratterizzate da un percor- in contatto con i diversi aspetti della compo-
so didattico che terrá conto del livello (princi- sizione (ritmo, melodia, struttura armonica e
Il corso è rivolto ai principianti. A partire dallo
pianti, medio, avanzato), dell’indirizzo richiesto formale, tonalità) fino ad arrivare all’improvvi-
studio dell’impostazione e della tecnica di ba-
dal partecipante (classico, moderno), nonché sazione, alla quale verrà data l’importanza ri-
se, verranno acquisiti gli elementi basilari del
delle attitudini e capacità di ogni singolo par- levante. I brani da eseguire saranno scelti ade-
linguaggio musicale (altezza, durata dei suoni,
tecipante che potrà in questo modo raggiun- guatamente dal docente e degli stessi allievi.
ritmica, accordi) e saranno portati all’attenzio-
gere l’obiettivo di “fare musica” attraverso una Apprendere suonando: queste due parole
ne dell’allievo le tematiche della coesione tra
didattica personalizzata. racchiudono la finalità di questo tipo di corso
tecnica strumentale e teoria musicale. Il tutto
permetterà l’esecuzione di brani adeguata- Chitarra avanzato che si propone di approfondire attraverso l’at-
mente scelti in base alle effettive abilità rag- tività pratica della musica d’insieme le abilità
Il corso è rivolto a tutti coloro che ritengono
giunte dal gruppo. Il corso, dunque, si propo- tecniche e le conoscenze teoriche assimilate
di aver acquisito un minimo di abilità tecnica
ne di fornire un primo ma significativo ap- dagli allievi in precedenti esperienze anche
(conoscenza dei principali accordi e delle no-
proccio con lo strumento. Il primo obiettivo autodidattiche.
te in prima posizione, nonchè senso del rit-
sarà quello di fornire una corretta impostazio- mo). In base al livello medio del gruppo, si da-
ne e una conseguente tecnica di base, requi- rà via a un percorso didattico incentrato sul
siti fondamentali per ogni successivo sviluppo.

Chitarra Classica e Moderna


Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7107 Chitarra avanzato Branco P. Giovedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
6940 Chitarra individuale Branco P. Mercoledì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
7105 Chitarra individuale Branco P. Mercoledì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
7326 Chitarra individuale Branco P. Martedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 05/10/10
7176 Chitarra individuale Branco P. Venerdì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 08/10/10
7044 Chitarra individuale Branco P. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 670 25 06/10/10
7106 Chitarra propedeutico Branco P. Giovedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10

38 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


C
Cinema e Cineforum
Lamberto Caiani Viaggio in Italia L’angelo ubriaco (Yoidore tenshi) (1948). Cane
randagio (Nora Inu) (1949). Vivere (Ikiru) (1952).
Dall’idea allo schermo Roberto Rossellini girò “Paisà” – pensando ai dif- Anatomia di un rapimento (Tengoku to jigo-
ferenti modi in cui l’Italia visse la guerra e la li-
(come si gira un film) berazione – un film in cinque episodi ambien-
ku) (1963). Dodes’ka-den (1970). Dersu Uzala -
Il piccolo uomo delle grandi pianure (Dersu
Il corso si rivolge a appassionati cinefili e a tutti tati in cinque luoghi diversi del paese esclu- Uzala) (1975). Sogni (Yume) (1990). Rapsodia in
coloro che sono interessati a scoprire i segreti dendo Roma. E così facendo fece conoscere agosto (Hachi-gatsu no ky shikyoku) (1991). E
del “fenomeno cinema”: dalla ripresa al montag- un po’ meglio l’Italia agli italiani. Citando Sten- per finire il remake: I magnifici sette (The Ma-
gio, dalla colonna sonora agli effetti speciali. No- dhal, il corso intende toccare attraverso la visio- gnificent Seven, 1960) di John Sturges.
tizie da “addetti ai lavori”che non vengono qua- ne e l’analisi di film – dalla Chieti di “Sciopen” di
si mai riportate quando si parla di cinema. Nor- Luciano Odorisio alla Basilicata de “I basilischi”
malmente, infatti, si privilegia l’aspetto critico o di Lina Wertmüller, e molto altro ancora – le no- Elio Girlanda
sociologico di un’opera filmica e si accenna al- stre 22 regioni, includendo il Lazio ma esclu-
la parte tecnica solo quando questa è partico- dendo Roma per la quale sarebbe difficile indi-
Cinema Italia: identità storica
larmente evidente. Rimane invece all’oscuro viduare una sola opera rappresentativa, consa- e nuovi scenari
tutto il lavoro delle centinaia di persone che pevoli che luoghi come la Lombardia o Napo- Esiste ancora un cinema italiano? Perché il pub-
prestano la loro opera perché un film possa li per non parlare della Sicilia, meriterebbero blico italiano fatica a riconoscersi nei nostri film?
uscire nelle sale. Il corso si prefigge di illustrare, percorsi specifici e più approfonditi. Esiste un cinema d’autore nazionale? Possiamo
in modo teorico e pratico, tutto l’iter che segue ancora identificarci nelle storie dei nostri registi?
il film durante la sua realizzazione. Sono inoltre
previste visite a centri di produzione e società Mauro Castagno Davvero il cinema italiano rappresenta un Pae-
se complesso e in continua trasformazione?
che operano nel campo dell’ intrattenimento Storia del cinema Nell’anno del 150° dell’Unità d’Italia, il corso ri-
virtuale. A completamento del corso gli allievi sponde a queste domande, ripercorrendo la
Da Lumière al Cameron di Avatar. Dal film mu-
gireranno e monteranno un corto. “storia avventurosa del nostro cinema” alla ricer-
to al sonoro, al digitale e al 3D. Una storia del
cinema mondiale (e di quello italiano) che ca dei legami tra Immaginario filmico e costru-
Angela Cannizzaro punta ad analizzare non solo i grandi capola-
vori ma -soprattutto- i generi e le correnti che
zione della Nazione. Ovvero la lezione senza
tempo che ha influenzato altre cinematografie
Location Roma hanno contribuito a costruire, in oltre cento di ieri e di oggi (Stati Uniti, Giappone, Russia, Iran,
Roma, città del cinema, è stata inevitabilmente anni, l’immaginario collettivo cinematografico Filippine ecc.). La parte finale del corso sarà de-
location per decine e decine di film. Anche vo- di masse immense di spettatori. Una storia che dicata al presente con quei film d’autore, da Lu-
lendo considerare il cosiddetto “cinema di qua- vede il cinema come forma d’arte ma che chetti a Muccino, da Garrone a Sorrentino, che
lità”, la quantità di film è tale che il tentativo di smascheri anche il suo ruolo, la sua funzione nei festival internazionali ricevono premi e con-
proporre un percorso esaustivo sarebbe un’im- sociale di veicolo di costruzione del consenso, sensi. Lo scopo del corso è tracciare un identikit
presa impossibile. Si è cercato, allora, di struttu- di macchina creatrice di sogni e di evasione. del cinema italiano in rapporto al pubblico at-
rare un percorso formativo che fosse anche un Ma anche una storia del cinema visto come traverso la proiezione commentata di brani di
percorso nella storia del cinema che si fa storia mezzo capace di suscitare intense emozioni e film, la lettura di testi critici e l’analisi di sequen-
della città dagli anni del neorealismo ai giorni -con esse- stimolare un pensiero e una visio- ze significative di molti “film della nostra vita”,se-
nostri. Tanto per nominare qualche passaggio ne critica nei confronti del mondo circostante guite da un dibattito durante le lezioni. Libri di
del corso, si partirà da “Campo de’ Fiori” con Al- testo: Gian Piero Brunetta,“Guida alla storia del
do Fabrizi e Anna Magnani prima ancora che cinema italiano (1905-2003)”, Einaudi, Torino
fosse neorealismo, per transitare attraverso gli Francesco Florenzano 2003; Franca Faldini, Goffredo Fofi,“L’avventuro-
intramontabili “Bellissima” e “Accattone” e “Ro- sa storia del cinema italiano”.
ma”,per arrivare agli guardi inconsueti di “Come
Dai sette samurai ai
te nessuno mai” o “Cuore sacro”. magnifici sette Catello Masullo
Percorsi nel cinema: il giro Cineforum sul grande regista Akira
Kurosawa. 15 film+un remake. Questo cor- Cinema mon amour
del mondo in 25 film so, che prevede la visione e a seguire il dibatti- Il corso si terrà in 7 incontri quindicinali. Saran-
Tra storia (film in costume) e cronaca, il cor- to sul tema prevalente del film, ci farà conosce- no articolati in una illustrazione orale introdut-
so si propone come un viaggio che segua le re un mondo vissuto lontano dall’occidente ma tiva , mediante power point, della durata di circa
tappe del “Giro del mondo in 80 giorni” di che, invece, vi si sovrappone più volte. Il ciclo è 30 minuti, nella proiezione di un filmato origi-
Giulio Verne da Londra a Londra. È l’occasio- diviso in due fasi, una storica e l’altra di attualità. nale, antologico, composto da spezzoni tratti da
ne per un assaggio di cinematografie molto Il periodo feudale dell’impero del Giappo- film della storia del cinema attinenti il tema del
diverse fra di loro sia per provenienza e per ne (circa XIII secolo - XVII secolo). I sette singolo lavoro, della durata di circa 50/60 minu-
genere, sia per periodo storico. Le tappe di samurai (Shichinin no samurai) (1954). Il trono ti, ed in una discussione finale di coinvolgimen-
Verne erano otto: Londra, Suez, Bombay, Cal- di sangue (Kumonosu-j) (1957). Barbarossa to della platea, della durata di circa 30 minuti. I
cutta, Hong Kong, Yokohama, San Francisco, (Akahige) (1965). Rashmon (1950). Kagemusha temi iniziali sono : 1) “Un pensiero Triste che si
New York, e di nuovo Londra. Quindi il corso, - L’ombra del guerriero (Kagemusha) (1980). balla”(storia del Tango nel cinema), 2) “I Mostri di
per ogni tappa del viaggio prevede la visio- Il Giappone prima e dopo la II guerra mon- Celluloide”,3) “Natale in celluloide”,4) “Gourman-
ne e l’analisi di tre film attraverso i quali ope- diale. Non rimpiango la mia giovinezza (Wa- dises in celluloide”, 5) “Spaghetti in celluloide”.6)
rare digressioni e scantonamenti in paesi li- ga seishun ni kuinashi) (1946). Una meraviglio- “Antologia del buon umore”, e 7) “Antologia su
mitrofi. sa domenica (Subarashiki nichiyobi) (1947). Alberto Sordi”.

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 39


Cinema
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7556 Dall’idea allo schermo (come si gira un film) Caiani L. Mercoledì 17-18.45 2° Nomentana Cinecircolo Romano 185 20 10/11/10
6769 Viaggio in Italia Cannizzaro A. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
7755 Location Roma Cannizzaro A. Lunedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
7756 Percorsi nel cinema: giro del mondo in 25 film Cannizzaro A. Martedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
8040 Storia del cinema Castagno M. Venerdì 15.15-17 2° Nomentana Cinecircolo Romano 185 20 12/11/10
8249 Cineforum: Dai 7 samurai ai magnifici 7 Florenzano F. Martedì 9-12 1° Centro Storico Englefield 100 16 05/10/10
6779 Cinema Italia: identità storica e nuovi scenari Girlanda E. Lunedì 19-21 1° Centro Storico Englefield 280 30 04/10/10
6439 Cinema Italia: identità storica e nuovi scenari Girlanda E. Lunedì 17-19 1° Centro Storico Englefield 280 30 04/10/10
7971 Cinema mon amour Masullo C. Giovedì 17-18.45 2° Nomentana Cinecircolo Romano 70 7 11/11/10

Criminologia
universo molto rappresentativo di crimini del
Katia Gervasi mento di Emanuela Orlandi. Inoltre si parlerà
dello IOR, delle ecomafie, del terrorismo bio- tipo Killer Seriali. Le lezioni prevedono l’utiliz-
Criminologia applicata logico, della massoneria, dei reati informatici. zo di presentazioni in Power Point e video
Il corso, di volta in volta, partirà da casi di crona- Le lezioni saranno presentate in Power Point. specifici che assicureranno l’apprendimento
ca recenti e non, per cercare di dare una giusta Si prevede una visita guidata che verrà con- dell’argomento trattato, grazie al coinvolgi-
collocazione alla ricostruzione degli eventi e al- cordata in aula. mento attivo dei partecipanti. Una maggiore
la analisi delle interpretazioni mass-mediatiche. consapevolezza delle dinamiche che caratte-
In aula si leggeranno le notizie giornalistiche rizzano eventi criminali seriali costituisce il ri-
per approfondirle anche alla luce delle cono- Katia Gervasi, Piergiuseppe sultato atteso da questo percorso formativo.
scenze teoriche dei corsi di criminologia clini- Mecocci, Sandro Nugnes Criminologia Criminalistica:
ca seguiti negli anni precedenti
Criminologia: Scienze la scena del crimine e le
Criminologia clinica 1 investigative investigazioni scientifiche
Il corso propone un viaggio nella psiche dei
Il corso andrà ad analizzare tutti gli elementi Il corso è destinato a persone con una cono-
Serial killer per capirne le logiche perverse e le
che costituiscono il campo delle scienze inve- scenza di base della criminologia investigati-
patologie mentali. Si tratteranno i seguenti ar-
stigative: l’attività di investigazione; origini ed va acquisite anche o mediante la partecipa-
gomenti: il profilo di personalità dei figli che
evoluzione; il sopralluogo: tecniche di osser- zione al corso basico di criminologia investi-
uccidono i genitori; l’uxoricidio; l’infanticidio; la
vazione e di descrizione; la ricostruzione della gativa e security management. L’intervento
pedofilia; l’omicidio rituale (sette sataniche); il
scena del crimine; l’esame del cadavere: i fe- formativo mira a fornire conoscenze e infor-
cannibalismo; lo stalking; la violenza domesti-
nomeni tanatologici; l’entomologia forense; mazioni quali-quantitative relativamente alle
ca; sadismo e misticismo; l’Analisi della scena
l’antropologia forense; la zoologia forense; la tecniche ed alle scienze cui fanno ricorso le
del crimine: il sopralluogo; l’entomologia fo-
botanica forense; il processo penale e la con- Forze di Polizia ogni qualvolta si porta a com-
rense. e lezioni verranno presentate in Power
sulenza tecnica; la perizia psichiatrica; la capa- pimento un reato che ne richiede l’ausilio. Il
Point. Si prevede la visita guidata al museo cri-
cità di intendere e volere; l’esaltazione, l’acqui- corso sarà strutturato sotto il profilo in-
minologico e al Raggruppamento Investiga-
sizione e l’analisi delle impronte digitali; psico- fo/investigativo ed operativo. In forza di ciò si
zioni Scientifiche dei Carabinieri di Roma. patologia e comportamento criminale; la psi- procederà secondo i seguenti passaggi: ana-
Criminologia clinica 2 cologia investigativa. lisi della scena del crimine; illustrazione delle
Il corso propone un viaggio nella psiche dei diverse tipologie di tecniche (dattiloscopia; ci-
Serial killer per capirne le logiche perverse e le ne-foto-segnalazione; indagine biologica, gra-
patologie mentali. Si tratteranno i seguenti ar- Maurizio Pagliarella fica, merceologica, fonica, balistica, e l’intelli-
gomenti: il profilo di personalità dei figli che Il Criminal profiling e il gence); ottimizzazione del mix di tecniche
mediante il quale è possibile riuscire a porta-
uccidono i genitori; l’uxoricidio; l’infanticidio; la
pedofilia; l’omicidio rituale (sette sataniche); il
Serial Killer re a compimento indagini anche a distanza di
cannibalismo; lo stalking; la violenza domesti- Il corso è destinato a persone con una cono- anni. La didattica sarà di tipo attivo: sono pre-
ca; sadismo e misticismo; l’Analisi della scena scenza di base della criminologia investigati- viste lezioni e testimonianze che saranno sup-
del crimine: il sopralluogo; l’entomologia fo- va acquisite anche o mediante la partecipa- portate dall’utilizzo di presentazioni in Power
rense. Le lezioni verranno presentate in Power zione al corso basico di criminologia investi- Point e video specifici, questi assicureranno
Point. Si prevede la visita guidata al museo cri- gativa e security management. L’attività for- l’apprendimento atteso dell’argomento trat-
minologico e al Raggruppamento Investiga- mativa sarà strutturata sotto il profilo info-in- tato, grazie al coinvolgimento attivo dei par-
zioni Scientifiche dei Carabinieri di Roma. vestigativo ed operativo e tratterà tutte le tec- tecipanti. A conclusione del percorso forma-
niche scientifico/investigative che vengono tivo i partecipanti sapranno distinguere le di-
Criminologia sociale poste in essere quando si dovrà affrontare verse tecniche con le quali si saranno con-
Il corso intende esaminare i casi storici che un’indagine che tratta reati seriali. Il corso sa- frontati.
presentano degli elementi di ambiguità nella
ricostruzione criminogenetica come: il caso
rà svolto da operatori della Polizia di Stato che
adotteranno un approccio metodologico
Criminologia Investigativa e
Alpi-Hrovatin, il caso Ustica, il caso Sindona, il eminentemente attivo e partecipato con il Security Menagement
crack dell’Ambrosiano e la morte di Roberto quale saranno analizzati i grandi casi che han- Il corso è destinato a persone interessate ad
Calvi, il caso Gardini e la morte di Castellari, la no segnato il nostro paese ed altri Stati; tra acquisire le conoscenze di base della crimino-
morte di Enrico Mattei, il caso Moro, il rapi- questi gli Stati Uniti d’America considerati un logia e sarà svolto da Investigatori della Poli-

40 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


zia di Stato. L’attività formativa sarà strutturata
sotto il profilo info-investigativo ed operativo,
Criminologia saranno trattati argomenti ri-
conducibili alla Macro-Area: Devianza e Crimi-
fatto la storia criminale, i grandi casi risolti; i fal-
si; i reati informatici; il satanismo; i serial killer;
C
sia preventivo che repressivo. La didattica sarà nalità: la criminalità comune e la microcrimi- la massoneria; la tratta di persone ed il traffico
eminentemente attiva e farà ampio ricorso a nalità; la criminalità organizzata, la mafia e le di organi. A conclusione del corso i parteci-
filmati, presentazioni in Power Point e simula- altre organizzazioni criminali in Italia e all’este- panti avranno sviluppato una capacità di
zioni. Riguardo ai contenuti, dopo aver forni- ro; il pentitismo, i sequestri di persona, la presa orientarsi nell’universo della criminologia in-
to brevi cenni sulla legislazione vigente ci si in ostaggio, la mediazione; il terrorismo nazio- vestigativa anche per addentrarsi in ulteriori
addentrerà nelle varie scienze costituenti la nale ed internazionale; le bande che hanno approfondimenti.

Criminologia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7416 Criminologia applicata Gervasi K. Mercoledì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 160 15 06/10/10
8245 Criminologia clinica 1 Gervasi K. Mercoledì 19-21 20° Ponte Milvio Bernini 270 25 27/10/10
7282 Criminologia clinica 1 Gervasi K. Venerdì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 270 25 29/10/10
8087 Criminologia clinica 1 Gervasi K. Lunedì 15-17 4° Nomentano La Maggiolina 270 25 04/10/10
7954 Criminologia clinica 1 Gervasi K. Martedì 9-11 1° Centro Storico Englefield 270 25 05/10/10
6794 Criminologia clinica 2 Gervasi K. Martedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 05/10/10
6780 Criminologia clinica 2 Gervasi K. Venerdì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 270 25 29/10/10
7953 Criminologia sociale Gervasi K. Mercoledì 17-19 1° Centro Storico Englefield 230 25 06/10/10
6287 Criminologia: Scienze investigative Gervasi/Mecocci Giovedì 15-17 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 160 15 10/03/11
6146 Criminologia: Scienze investigative Gervasi/Nugnes Giovedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 160 15 28/10/10
6797 Criminologia: Scienze investigative Gervasi/Nugnes Giovedì 15-17 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 160 15 28/10/10
7810 Criminologia: Scienze investigative Gervasi/Nugnes Giovedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 160 15 10/03/11
7792 Il Criminal profiling ed il Serial Killer Pagliarella M. Mercoledì 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia 110 10 27/10/10
7787 Il Criminal profiling ed il Serial Killer Pagliarella M. Martedì 17-19 15° Magliana Quartararo 110 10 26/10/10
7791 La scena del crimine e le investigazioni scientifiche Pagliarella M. Mercoledì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 110 10 26/01/11
7786 La scena del crimine e le investigazioni scientifiche Pagliarella M. Martedì 15-17 15° Magliana Quartararo 110 10 25/01/11
7463 Criminologia Investigativa e Security Menagement Pagliarella M. Mercoledì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 110 10 27/10/10
6798 Criminologia investigativa e Security Menagement Pagliarella M. Martedì 15-17 15° Magliana Quartararo 110 10 26/10/10

Cucina
Non ti accontentare, vai a vedere anche i corsi Slow food
I corsi di cucina che si svolgono in collaborazione di una nota Scuola di cucina di Roma, di tipo amatoriale, intendono offrire un’occasione
per apprendere direttamente da Chef professionisti i segreti per una cucina di qualità e allo stesso tempo alla portata di tutti. Sono, quin-
di rivolti a quanti, principianti e non, amano cucinare e desiderano imparare ricette e lavorazioni che consentano di organizzare e realizza-
re in casa gustosi menù. La particolarità dei corsi proposti è quella di essere strutturati in maniera tale da garantire un serio momento for-
mativo, fatto non solo di ricette ma soprattutto di tecniche. Questo grazie al fatto che i partecipanti, nelle aule-cucina, potranno sperimen-
tare in prima persona le diverse preparazioni, disponendo ognuno di una mise en place. In ogni lezione i partecipanti realizzeranno diret-
tamente i piatti e le lavorazioni specifiche sotto la guida e la supervisione di Chef pronti a dispensare consigli, a mostrare tecniche e a sve-
lare i piccoli trucchi del mestiere.

A tavola veloce con il pesce bi freschi e appetitosi da condividere con gli


amici e gli ospiti. La cena fredda consente di
cioccolatini e praline; dolci internazionali, tor-
te, montaggio e decorazioni.
Non è vero che un buon piatto di pesce ri-
chiede una cucina lunga e laboriosa; è vero il
aprire la porta alla fantasia e alla freschezza,
senza stancarsi troppo, offrendo l’indiscutibi-
Cucina Italiana e
contrario. Alcune idee per portare in tavola le possibilità di preparare i piatti in anticipo. Mediterranea I livello e II
velocemente un antipasto, due primi e due
secondi piatti. Tecniche e metodi per cucinare Cenone di Capodanno livello
Una tradizione da rinnovare ogni fine anno. Come imparare in modo semplice e naturale
il pesce in modo semplice e veloce sotto la
Piccole innovazioni dei classici piatti, per ren- a cucinare i piatti che tutto il mondo ci invidia.
guida dell’Oste Alberto Ciarla.
derli più invitanti. Suggerimenti per abbrevia- Il corso si articola nei seguenti punti. Igiene in
Il buffet re i tempi di esecuzione. Si darà particolare ri- cucina. Accessori ausiliari. I coltelli e le tecni-
Una serata con tanti amici e poche… sedie: il levanza alla presentazione delle portate e al- che di taglio. I fondi di cucina: le salse madri,
buffet. Quando gli ospiti sono tanti, ma voglia- la degustazione dell’allestimento della tavola. brodo vegetale, brodo di pesce, brodo di car-
mo ugualmente stupirli con un menù adatto ne, i roux. I primi piatti. Le farine. Paste fresche
ad ogni situazione e di facile realizzazione: in-
Il cioccolato e farcite. Il pesce: carni bianche, carni azzurre,
salate, la pasta, il pesce, le carni, le verdure,.la Impariamo i segreti, sempre con il dovuto ri- molluschi e crostacei. La carne: carni bianche
frutta, il dessert. Si darà un particolare rilievo spetto, di Sua Maestà il cioccolato. Il corso si e carni rosse. I metodi di cottura: bollitura, in
alla disposizione del buffet e alla presentazio- articola come segue: nozioni storiche e gene- umido, al salto, arrosto, frittura. Le verdure: ti-
ne delle portate. rali; gli strumenti per la lavorazione del cioc- pologia, periodicità, igiene e preparazione. I
colato; gli ingredienti; il temperaggio; le tecni- metodi di cottura. Le uova: nozioni generali.
La cena fredda che di lavorazione: stampaggio cioccolatini; Cotture: alla cocque, bazzotte, sode, in cami-
Il caldo intenso dell’estate ci fà desiderare ci- cioccolato plastico; la realizzazione pratica di cia, fritte, frittate. I cereali: semolino, mais, farro,

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 41


orzo. I legumi: fagioli, ceci, fave, cicerchie, len- più complessi di sicuro successo della cucina gramma: lieviti, farine, farcie e cotture. Caden-
ticchie e piselli. Il riso: nozioni generali. Il riso russa. Massima cura verrà data alla presenta- za: venerdì, sabato e domenica
bollito ed i risotti. Il secondo livello del corso
prevede la realizzazione di menù completi e
zione dei piatti. Accostamento dei vini alle va-
rie pietanze. Al termine di ogni lezione i piatti
La pasta fresca
Perché non prepararla in casa? Tecniche e ri-
ricercati dall’antipasto al dessert per ogni le- preparati verranno degustati. Di seguito alcu- cette per la realizzazione di pasta fresca all’uo-
zione. Si darà particolare rilevanza alla presen- ne delle ricette oggetto dei corsi. Secondi vo, acqua e farina e pasta farcita: tagliatelle, pa-
tazione dei piatti. In ambedue i corsi i conve- Piatti: tsarskoye (carne stufata. Vitello, maiale, sta alla chitarra, pappardelle, strozzapreti,
nuti parteciperanno attivamente alla realizza- potate, cipolla,carotta, funghi, yogurt, burro, agnolotti, ravioli, cannelloni e lasagne. Ogni le-
zione dei menù. spezie); golubzi (involtini di, cavolo verde, ca- zione terminerà con la degustazione dei piat-
rota, cipolla, mix di funghi, riso); forscmak (piat-
La cucina russa I livello to di pesce con aringa, cipolla, pane grattugia-
ti realizzati
Percorso enogastronomico delle cucine to, pane bianco, olio vegetale, pepe, noce mo-
Pranzo di Natale
delle varie regioni della Russia. Conoscenza Volete stupire i vostri commensali con un per-
scata); zraza (involtini di filetto di pollo, burro,
dei piatti, dei prodotti e degli ingredienti na- fetto e raffinato pranzo il giorno di Natale? La
fegato di pollo, funghi champinion, pane
turali e leggeri. Tecniche base della cucina nostra docente vi metterà in condizione di
bianco, vino tipo madera). Dolci: vatruscka (fa-
russa. Al termine di ogni lezione i piatti pre- realizzare un banchetto impeccabile. Si darà
moso dolce ripieno di ricotta, uvetta ecc).
parati verranno degustati. Di seguito alcune una particolare rilevanza alla presentazione
delle ricette oggetto dei corsi. Antipasti: in-
La pasticceria delle portate e alla disposizione dell’allesti-
Tutti i segreti per preparare in modo sempli- mento della tavola
salata russa (varie versioni di questo famoso
ce e alla portata di tutti dolci classici e moder-
piatto che può essere preparato con all’in-
ni: dalle creme ai bigne, dalle mousse ai dolci
Tutto sul pesce
terno solo verdure o pesce e verdure o car- Il pesce viene scelto perché leggero, digeribi-
al cucchiaio, dal pan di spagna alle crostate.
ne e verdure); cerie (pomodorini ripieni con le e contiene sostanze importanti per l’orga-
formaggio, aglio, maionese); blinj (involtini La pasticceria salata nismo, non può dunque mancare in un’ali-
vegetali con i funghi porcini e altre verdure). Non avrete più la necessità di acquistare in mentazione equilibrata. Con la supervisione
Primi piatti: bortsch (la famosa zuppa russa pasticceria pizzette, tartine, pan brioche etc. dell’Oste Alberto Ciarla, vi insegneremo tutti i
con panna acida. Ma pochi sanno che ci so- Dopo il corso sarete capaci di realizzarle in segreti del pesce con le migliori tecniche di
no tre varianti di questo squisito piatto rus- casa. cottura: come riconoscere quindi un pesce
so); solanka (zuppa russa ancora più ricca di
ingredienti); ucha. (zuppa di pesce).
Pane e pizza fresco e quali sono i segreti dei migliori Chef.
Fatti in casa sono più buoni! Vi sveleremo i
La cucina russa II livello trucchi per rendere semplici le ricette che
Tecniche di lavorazione per realizzare piatti avete sempre considerato… complesse! Pro-

Cucina
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6189 Cucina: cioccolato Tu Chef Venerdì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 200 3 03/12/10
7870 Cucina: la pasticceria salata Tu Chef Venerdì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 150 2 19/11/10
7873 Cucina: la pasticceria Tu Chef Venerdì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 250 4 07/01/11
7875 Cucina: pranzo di Natale Tu Chef Domenica 15-20 9° Porta Metronia Tu Chef 60 1 12/12/10
7593 Cucina: Italiana e Mediterranea I livello Tu Chef Martedì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 360 6 09/11/10
7871 Cucina: la pasticceria Tu Chef Sabato 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 250 4 27/11/10
7879 Cucina: cenone di Capodanno Tu Chef Domenica 15-20 9° Porta Metronia Tu Chef 60 1 19/12/10
6308 Cucina: tutto sul pesce Tu Chef Mercoledì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 210 3 27/10/10
7876 Cucina: buffet Tu Chef Mercoledì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 150 2 06/10/10
8149 Cucina: la cucina russa I livello Tu Chef Lunedì 16-19 9° Porta Metronia Tu Chef 360 6 27/09/10
8150 Cucina: la cucina russa 2 livello Tu Chef Martedì 16-19 9° Porta Metronia Tu Chef 360 6 11/01/11
7587 Cucina: pasta fresca Tu Chef Martedì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 150 2 12/10/10
7588 Cucina: cioccolato Tu Chef Sabato 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 200 3 30/10/10
7590 Cucina: tutto sul pesce Tu Chef Lunedì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 210 3 06/12/10
7591 Cucina: pane e pizza Tu Chef Venerdì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 180 3 08/10/10
7589 Cucina: Italiana e Mediterranea I livello Tu Chef Giovedì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 360 6 07/10/10
6190 Cucina: Italiana e Mediterranea II livello Tu Chef Lunedì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 360 6 10/01/11
7878 Cucina: a tavola veloce con il pesce Tu Chef Venerdì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 70 1 15/10/10
7880 Cucina: a tavola veloce con il pesce Tu Chef Sabato 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 70 1 20/11/10
7877 Cucina: cena fredda Tu Chef Venerdì 15-18 9° Porta Metronia Tu Chef 70 1 08/10/10

42 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


D
Decorazione e bijoux
Cinzia Corrado di legno, motivi da ritagliare con soggetti
presi da carta da découpage, carta da rega-
Decoupage tridimensionale
Bigiotteria creativa lo, riviste ecc., colla per decoupage, pennel- Una tecnica che consente di decorare ogget-
Idee e proposte per gioielli e accessori origi- lo piatto medio e pennello piatto grande, ti dando alle immagini una profondità e un ri-
nali. Materiali alternativi come fettucce, fili di un piatto piccolo, forbicine, carta vetrata salto che in alcuni casi risulta addirittura rea-
seta, perle di legno, fili di rame o argentati, 200-220, matita, vernice finale all’acqua per le. Modellando semplicemente con l’utilizzo
bottoni, conchiglie e tanto altro, oltre alle clas- decoupage, bicchiere e piatto di plastica, di paste, carta da découpage, carta di riso, to-
siche perle, pietre e minuterie varie per crea- carta scottex. vagliolino le parti che vogliamo mettere in ri-
re originali collane, spille, orecchini, fermaca- Corso con max 8 partecipanti. salto. La tecnica del decoupage tridimensio-
nale permette di creare e sviluppare compo-
pelli, cinte etc. Creatività, risparmio e fantasia,
unite alla tecnica e a un pochino di pazienza
Decoupage avanzato sizioni usando materiali alternativi quali: fogli
ci permetteranno di realizzare oggetti perso- Il corso è rivolto a persone che conoscono le di lamina di rame, fogli termoformabili (sospe-
nali e del tutto unici. basi del découpage. Vengono approfondite so trasparente), fiori secchi, rafia, spezie etc.
Per la prima lezione gli allievi dovranno di- tecniche di imitazione finte pietre (lapislazzu- dando vita a decorazioni per oggetti di arre-
sporre del seguente materiale: pellicola di li, finto marmo, finto alabastro), découpage damento come: lampade, specchi, cornici,
plastica adesiva trasparente, carta da de- con fiori secchi, con i pizzi, approfondimento portaritratti, quadri a tema, scatole, idee rega-
coupage (no tovagliolo o carta riso) con sull’uso dei tovaglioli, il craquelè. lo per qualsiasi ricorrenza.
motivi di rose o farfalle ben definiti, lamina Per la prima lezione gli allievi dovranno por- Per la prima lezione gli allievi dovranno di-
metallica dorata o argentata, pennello piat- tare il seguente materiale: oggetto in legno, sporre del seguente materiale: 2 copie di
to, colla vinilica, forbicine, catena color bron- scatola vassoio piatto etc, tovaglioli per il carta da découpage con soggetti stampati
zo e anellini color bronzo oppure catena ar- decoupage, colori e tutta l’attrezzatura cas- con contorni ben netti, pasta per modella-
gento e anellini argento o ancora, in alter- sica per il découpage: colla, vernice etc. re, colla per découpage, piccolo matterello
nativa, filo cerato in tinta con le immagini di Corso con max 8 partecipanti. di legno o di materiale plastico, pennello
per la colla, forbici piccole, oggetti in legno
carta e anellini argentati. Telo di plastica per Decoupage foglia d’oro (cornice, scatola, tagliere), una tavoletta di
coprire il tavolo, piatto e bicchiere di plasti- Per ottenere effetti importanti uniamo al de-
ca, carta Scottex. legno, pellicola trasparente, a piacere qual-
coupage la doratura con oro falso a foglia. Uti- che colore acrilico chiaro e scuro. Telo di pla-
Corso con max 8 partecipanti. lizzando le immagini di quadri e affreschi, ripre- stica per coprire il tavolo, piatto e bicchiere
Cucito creativo si da carte o fotocopiate da varie pubblicazioni, di plastica, pennelli vari,carta scottex.
Dedichiamo un po’ di tempo alla nostra vena potremmo realizzare classiche icone su tavola, Corso con max 8 partecipanti.
creativa, realizziamo insieme simpatici oggetti finti affreschi e rilievi su tela, scatole, piatti vetri, e
per la casa, idee regalo tagliate, cucite e deco- accessori da arredamento. Progetti decorativi a È già Natale
rate con gusto. Tenere bambolotte, portasac- tema, Natale, Pasqua, ricorrenze speciali. Diamo un tocco personale al nostro Natale.
chetti, pannelli per contenere svariati oggetti, Per la prima lezione gli allievi dovranno por- Unendo varie tecniche come il découpage, lo
creazioni per il Natale e la Pasqua, tutte idee da tare il seguente materiale: tavoletta in le- stencil, la resina, la pittura sul vetro, la cartape-
regalare o conservare per poter dire con orgo- gno, gesso acrilico, carta vetrata fina, missio- sta e vari tipi di decori a rilievo il corso ci per-
glio “questo l’ho fatto io”. Tutto eseguito con ne per doratura ad acqua, foglia d’oro falso, metterà di realizzare oggetti per la decorazio-
l’aiuto di semplici cartamodelli, una piccola co- pennello piatto morbido di misura media, ne della casa, della tavola, l’albero, il presepe, i
noscenza dei punti base del cucito, e le nostre motivi floreali già ritagliati, colla da decou- regali, oggetti unici che non mancheranno di
saranno creazioni uniche e originali. page, pennelli di varie misure, colori, piatto, stupire. Infatti andremo a realizzare ghirlande,
Per la prima lezione gli allievi dovranno por- bicchiere di carta, telo di plastica per pro- angeli e pupazzi in vari materiali, sfere natali-
tare il seguente materiale: carta per model- teggere il piano di lavoro e tutto il classico zie, portacandele, decorazioni con perline,
li, matita, forbici, gesso, spille, ago e fili, me- per il decoupage. candele, chiudipacco, segnaposto, centrota-
tro da sarta,1 metro di tessuto leggero di Corso con max 8 partecipanti. vola, decorazioni d’appendere, etc.
Per la prima lezione gli allievi dovranno por-
cotone ecru, 70 cm. di tessuto di cotone fan- Decoupage Pittorico tare il seguente materiale: sfere e gocce di
tasia, nastri in tinta.
Una tecnica che prevede l’uso di pennelli e plexiglas trasparente, ritagli di carta o di to-
Corso con max 8 partecipanti.
colori per creare sfumature, piccoli ritocchi, in- vagliolini con soggetti natalizi, colla per de-
Decoupage di base terventi studiati in modo che il risultato fina- coupage, colore acrilico oro e bianco perla-
Con la fantasia e la tecnica del decoupage, le sia ancora più simile ad una decorazione to, spugnetta, pennelli, passamaneria dora-
trasformeremo qualsiasi oggetto in un picco- realmente dipinta. Il corso presuppone una ta, nastri dorati, pistola per colla a caldo, for-
lo capolavoro. La tecnica, molto semplice, buona conoscenza della tecnica di base e bicine, bicchiere, piatto di plastica e carta
consiste nell’incollare su oggetti di legno, ce- dell’uso dei colori in generale. scottex.
ramica, metallo ecc. motivi di carta ritagliati da Per la prima lezione gli allievi dovranno por- Corso con max 8 partecipanti.
riviste, carta da regalo, fotocopie ecc. fissati da tare il seguente materiale. Vassoio o piatto
strati di vernice. Un fascino particolare a lavo- in legno, acrilico bianco, acrilico terra di Sie- Feltro e Pannolenci
ro ultimato, si può ottenere con il craquelé, na, acrilici di varie tonalità per sfumare (gial- Accessori moda quali borse, cinture, spille
adoperando altre vernici, che provocando lo verde rosso etc.), pennelli tondi e piatti di etc… applicazioni su maglie, camice, abiti. Pic-
delle crepe, danno all’oggetto trattato un ef- vari misure, spugne naturali, carte con sog- coli pannelli portaoggetti, decorazioni a tema
fetto invecchiato. getti floreali già ritagliate, colla per décou- per il Natale, Pasqua, e tutto ciò che la fantasia
Per la prima lezione gli allievi dovranno por- page e tutta l’attrezzatura classica. può suggerirci. Un bel corso per conoscere il
tare il seguente materiale: scatola o vassoio Corso max 8 partecipanti. feltro, il pannolenci, la lana cotta e stoffe varie.

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 43


Servono solo: la conoscenza di alcuni punti zo su rame consiste nella lavorazione delle la- te, sinonimo anche di una tecnica di decora-
base del cucito e la pazienza di provare. Un mine usando la tecnica del ricalco o dello zione molto diffusa. Immagini stampate, accu-
passatempo che ci permetterà di realizzare stencil, per ottenere delle raffigurazioni a bas- ratamente ritagliate, vengono incollate su
oggetti unici e originali. sorilievo facilmente eseguibili. La decorazione qualsiasi tipo di superficie poi protette con
Per la prima lezione gli allievi dovranno por- aggiunge un tocco di rifinitura che consente successive mani di vernice trasparente fino a
tare il seguente materiale: 1 asciugapiatti in di realizzare oggetti di grande effetto. che l’immagine ritagliata appare come dipin-
tinta unita di cotone piuttosto pesante, rita- Per la prima lezione gli allievi dovranno por- ta o fusa nella superficie di supporto. Gli og-
gli di tessuti di vari colori e fantasie (scozze- tare il seguente materiale: lamina di allumi- getti di uso comune vengono rinnovati con
si, a pois, a righe etc.), forbici, filo da imbasti- nio anodizzato (argenteo da una parte, ra- la decorazione del dècoupage, infatti duran-
re, fili da ricamo (marrone, verde scuro, gial- mata dall’altra, in vendita nei negozi di bel- te le lezioni saranno realizzati vassoi, portafo-
lo scuro, ecc.), aghi di varie misure, carta ve- le arti), tappetino per mouse, penna a sfera, to, posacenere, scatole, mini acquario, piatti,
lina, matita, quaderno per appunti. carta carbone, nastro adesivo di carta, qua- agende e tutto questo con vari fondi: effetto
Corso con max 8 partecipanti. derno per appunti. legno, spugnatura, insieme all’uso di fiori sec-
Corso con max 8 partecipanti. chi, della carta riso, della foglia oro e del tocco
Paste modellabili di antichità che il craquelè potrà dare con le
Veder nascere dalle proprie mani oggetti e screpolature effetto invecchiato.
piccole sculture modellando semplicemente
con le mani è un’emozione molto gratificante.
Liliana D’Agnelli Gli allievi devono portare: vassoio di legno,
carta da regalo, forbicine, pennello piatto,
Realizzare raffinati oggetti per la casa, decora- Creare gioielli colla vinilica, vernice finale ad acqua, bic-
zioni natalizie o per qualsiasi altra ricorrenza Creare ornamenti per la persona è un’arte chieri di plastica, carta scottex, gomma e
come bamboline, bijoux, piccoli quadri diven- che l’uomo ha coltivato dagli albori della civil- matita.
terà quasi un gioco, serve solo un poco di pa- tà, sviluppandola nel corso dei secoli e questa
zienza. Le paste modellabili sono materiali che passione non ha mai cessato di esistere. Am- Decoupage sospeso
asciugano all’aria, non necessitano quindi di mirare e soprattutto indossare un gioiello rea- trasparente
alcuna cottura, una volta asciutte hanno un lizzato con le proprie mani procura soddisfa- Questa tecnica utilizza esclusivamente tova-
aspetto simile alla porcellana . Si vendono in zione e gioia, avendo anche la possibilità di gliolini stampati che una volta applicati ad un
qualsiasi negozio di belle arti, si colorano con seguire esclusivamente il proprio gusto per- foglio termoplastico, vengono modellati con
normali colori acrilici, sono atossiche. sonale. Il crescendo dell’attenzione nei con- il calore di una candelina prendendo la forma
Per la prima lezione gli allievi dovranno di- fronti di questi gioielli ha provocato un au- scelta. Rispetto al dècoupage 3D esso com-
sporre del seguente materiale: un panetto di mento della proposta di materiali apposita- porta meno passaggi, le decorazioni che si ot-
pasta modellabile, colori acrilici (giallo me- mente studiati per fare splendidi ed insoliti tengono sono trasparenti, ultraresistenti e ri-
dio, verde, rosso rubino, blu), colla vinilica, monili con poca spesa ed in poco tempo, saltano maggiormente se posti a decorare
pennelli di misura medio piccola, taglierina, preziosi nella ricercatezza e nella minuziosa oggetti trasparenti di vetro, cristallo, ecc.A dif-
piccolo rullo di plastica, scatolina di cartone manodopera. Useremo: le resine, la plastica ferenza del dècoupage tradizionale, possiamo
o di legno da decorare, telo di plastica per termoformabile, la foglia oro, le paste model- non soltanto decorare ma realizzare oggetti
coprire il piano di lavoro, piatto e bicchiere labili, il legno, il metallo, gli Swarovski ed altro con una loro struttura e dare “vita” alle imma-
di plastica, carta scottex, penna e quaderno per realizzare pendenti, medaglioni, collane, gini stampate quindi fiori, foglie, farfalle, con-
per appunti, un piccolo asciugacapelli, una fermacapelli, anelli ecc. chiglie, ed altri oggetti.
scatola di cartone o di metallo o di plastica Gli allievi devono portare: colla vinilica, pen- Gli allievi devono disporre del seguente
per riporre l’oggetto e portarlo a casa. nello medio piatto, fiori secchi pressati per materiale: colla per tovagliolini, pennello
Corso con max 8 partecipanti. decorare un medaglione di madreperla for- piatto, forbicine, candele scaldavivande,
nito dall’insegnate.
Pirkka fiammiferi, bulino da sbalzo per embossing
Un filato di carta, a base di cellulosa di abete, Decorazioni natalizie ed un tappetino morbido per appoggio.
dalle mille sfumature di colore, consente di ri- Tante idee originalissime per festeggiare il Decorazione: Decoupage
produrre tutte le varietà di fiori esistenti in na- Natale, tutte da realizzare con facilità. Mette-
tura (oltre a frutta e verdura) come: gigli, rose, remo insieme varie tecniche, quali il dècou-
tridimensionale
girasoli, papaveri ecc. Tante idee per confezio- page anche in rilievo, lo stencil, la pittura su Questo corso é un proseguimento della tec-
nare composizioni floreali di grande effetto, vetro e su stoffa, la cartapesta, il quilling, le nica del découpage ma su altre superfici e
bomboniere, portacandele, decorazioni nata- paste modellabili, il patchwork ed altro.Il con altri metodi: découpage con i tovaglioli di
lizie e pasquali, portatovaglioli ecc. corso prevede, ad ogni lezione a tema, la carta su materiale duro e su stoffa, pittorico,
Per la prima lezione gli allievi dovranno por- proposta di vari campioni decorati, tra cui effetto mosaico. L’effetto tridimensionale ha
tare il seguente materiale: 1 matassina di fi- scegliere secondo i propri gusti. Il fine è lo scopo di dare alle immagini una profondità
lo twuistart per pirkka ritorto rosso, 1 ma- quello di realizzare decori per la casa, l’albe- che vuole risultare il più possibile reale. Que-
tassina di filo twuistart per pirkka ritorto ro, la tavola, regali ed altro, sicuramente uni- sto effetto si può ottenere con tecniche diver-
verde, metro da sarta, colla vinavil (formato ci e personalizzati quali: palline di polistiro- se quali: il tridimensionale piatto, bombato,
da 125g), forbicine, pennellino per incollare, lo, di plastica, di corda, biglietti augurali, se- rialzato su lamina, cera ed altro ma il risultato
qualche stuzzicadenti, quaderno per ap- gnapacchi, segnaposto, menù, portacande- finale sarà sempre l’effetto “rilievo”. In più sa-
punti, bicchiere e piatto di plastica - n.b. il le, centrotavola, angeli di feltro, presepi in ranno trattati anche altri effetti dei fondi tra
materiale è reperibile nelle mercerie e nei miniatura con collocazioni originali, scatole, cui quello della screpolatura bicolore e lo
colorifici ben riforniti. piatti, tegole, tovagliette da colazione dipin- shabby. Tutto questo per un approfondimen-
Corso con max 8 partecipanti. te ed altro. to e saperne di più sul découpage.
Gli allievi devono portare: colla per décou-
Sbalzo su rame Decoupage e Craquelé page su stoffa, sacca di stoffa, tovaglioli di
Nessuna abilità particolare per riuscire a crea- “Découpage” è un termine francese che signi- carta per dècoupage, forbicine, pennello
re scatole, portaoggetti, cornici, piatti. Lo sbal- fica ritagliare ed è diventato, nell’uso corren- piatto piccolo.

44 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Incisione del legno e vetro Gli allievi devono portare: filo twistart per
pirkka alto cm. 2 con i seguenti colori: blu,
ta dagli antichi Egizi e poi molto praticata nei
Paesi Anglosassoni e negli Stati Uniti, dove è
D
L’incisione del legno, della pelle e del cuoio, verde, marrone; forbici; colla vinilica; pennel- appunto denominata “quilling”. Questa tecni-
avviene tramite l’impiego del pirografo che lo; righello e stecchini. ca semplice e creativa consiste nell’arrotolare
con la sua punta infuocata incide il disegno ri-
calcato sulla superficie da decorare per realiz- Pittura su stoffa e modellare, strisce di carta alte pochi mm
che andranno a formare le composizioni più
zare scatole con paesaggi, taglieri con fiori, Il corso si basa sulla decorazione di tutti i tipi diverse: dalla semplice struttura di fiori, di ani-
cornici con angeli, ecc. Potrà essere inciso an- di tessuti sia chiari che scuri (cotone, lino, seta, mali, di angeli, ecc, per realizzare bigliettini se-
che il vetro con l’applicazione di una pasta ecc.) attraverso l’uso del pennello e di altri at- gnaposto, quadri, decori Natalizi e Pasquali, bi-
acida su una mascherina tipo stencil, in modo trezzi necessari per imparare nel modo più giotteria, ecc., ottenendo decorazioni creative
da ottenere delle decorazioni opacizzate che completo a dipingere su stoffa con la sfuma- e pezzi unici.
risaltano sul vetro, come le iniziali del proprio tura ed anche con effetti speciali ed imitazio- Gli allievi devono disporre del seguente
nome su un bicchiere, ecc. ni di ricamo. I motivi che possono portare alla materiale: cartoncino bristol (rosso, verde,
Gli allievi devono portare il seguente ma- scelta di dipingere su tessuto sono senz’altro blu, giallo, bianco, ecc.), stecchini, righello
teriale: pirografo; prolunga di filo elettrico; diversi per ognuno di noi ma il piacere di lungo, taglierino, colla stick.
tagliere di legno; carta carbone ed una creare una “cosa insolita” è forse un desiderio
penna. comune a tutti. Indossare capi di abbiglia- Realizzare fiori in vari modi
mento unici, coordinati per l’arredamento e la Da sempre artisti e artigiani hanno cercato di
Paste modellabili biancheria alla moda è sempre un orgoglio. catturare l’effimera bellezza dei fiori e perpe-
Il fimo e cernit definite paste sintetiche mo- Questa attività artigianale non richiede attitu- tuarla nel tempo.In questo corso realizzeremo
dellabili, oltre ad avere le caratteristiche di es- dini particolari: anche chi non sa disegnare o con varie tecniche quali il dècoupage sospe-
sere colorate, pronte all’uso, modellabili ed chi non ha mai dipinto può ottenere grandi so trasparente, il pirkka, l’origami, le paste mo-
elastiche per realizzare qualsiasi oggetto, pos- risultati e senza sostenere grandi spese. dellabili, il quilling, ecc, e diversi materiali qua-
sono anche essere cotte nel forno o bollite in Gli allievi devono portare il seguente mate- li il vetroresina, la carta crespa, la stoffa, lo spa-
acqua tali da diventare resistenti all’umidità e riale: colori ad acqua coprenti per tessuti: go, le lamine di alluminio, i fogli di legno, ed
simili alla porcellana. Le caratteristiche di que- rosso, giallo, blu, bianco e nero; pennello ecc., alcuni modelli di fiori che più si avvicina-
ste paste consentono di dar magicamente piatto medio; pennello tondo piccolo; strofi- no nelle forme e nei colori alla realtà, ed altri
forma alle vostre idee in quanto, si possono naccio da cucina lavato; scottex; carta cera- che sono frutto di elaborazioni fantasiose
realizzare decorazioni innovative con fiori per ta da ricalco gialla; spilli e penna. suggerite dalla natura dei materiali. Un fiore
segnaposti, portacandele, portatovaglioli, mi-
niature di frutta e verdura per arricchire barat-
Pittura su stoffa avanzato finto non viene realizzato per sostituire quello
vero, ma deve essere interpretato e realizzato
toli, tappi di bottiglie, orsetti ed altri piccoli Dopo aver appreso le prime nozioni di pittura in modo fantasioso e creativo per trasforma-
animali con calamite, soggetti natalizi, botto- su stoffa con il corso base, ed aver scoperto la re con la sua presenza, l’aspetto di un am-
ni, bigiotteria e decori di ogni genere con ef- propria vena artistica, con quello avanzato sa- biente o di un oggetto.
fetto murrina. rete in grado di realizzare le vostre interpreta- Gli allievi devono portare il seguente mate-
Gli allievi devono portare il seguente mate- zioni esprimendo i vostri gusti. Il corso vi con- riale: forbici, matita, spiedini di legno, colla a
riale: panetti di cernit o fimo rosso, bianco, sentirà di conoscere nuove tecniche speciali caldo o attaccatutto per realizzare una rosa
giallo e verde, taglierino, stecchini ed un fo- che vi sveleranno i segreti della pittura, capa- e un papavero con un foglio di legno pro-
glio di carta forno. ci di ridare vita a ogni tessuto anche a quelli curato dall’insegnante.
ritenuti inutilizzabili.
Piegare i tovaglioli a festa Gli allievi devono portare il seguente mate- Scatole decorate
Con un tocco di cura in più i tovaglioli che so- riale: colori ad acqua coprenti per tessuti, Il corso si basa sulla confezione delle scatole
no un elemento essenziale della tavola, posso- pennello piatto medio, pennello tondo pic- da regalo con fogli di carta, piegati in modo
no diventare una festa per gli occhi. Il corso si colo, tessuto di cotone bianco lavato, carta originale e decorativo ed in seguito sulla rea-
basa sull’apprendimento delle tecniche per Scottex, carta cerata da ricalco gialla, spilli e lizzazione di scatole di cartone dalle forme
piegare i tovaglioli a fior di loto, a farfalla, a gi- penna. più svariate come a cuore, a piramide, a mati-
glio, ecc. personalizzando così la propria tavola.
Gli allievi devono portare: 15 tovaglioli di
Pittura su vetro effetto ta, a fiore, pupazzo di neve, babbo natale, ecc.,
con cui confezionare i regali anche quelli più
carta; 4 tovaglioli di stoffa di cm 40x40 in cattedrale anonimi e complicati per arricchirli in modo
tinta unita leggermente inamidati. Si possono realizzare belle creazioni, imitando creativo, con risultati fantasiosi e divertenti.
Pirka la tecnica delle vetrate tiffany, con l’impiego del
similpiombo che consente a tutti di avvicinarsi
Gli allievi devono portare: un foglio carta da
regalo tinta unita, uno decorato, uno lucido,
Il filo di carta, noto anche come twistart o con semplicità a questa tecnica. Durante le le- uno da imballaggio, 4 scatole medie di
pirkka, è un materiale estremamente versa- zioni si decora non solo il vetro, ma la cerami- qualsiasi genere per dimostrazione di con-
tile ricavato dalla cellulosa di abete e tinto in ca, il legno, lo specchio e il rame con sfumature, fezione da regalo, colla stick, taglierino, for-
vari colori ricchi di venature. Sagomato e effetti tridimensionali ottenuti da imitazioni di bici, matita, gomma per cancellare, fermagli,
modellato permette innumerevoli lavora- pietre dure, vetro soffiato e microsfere. righello, spillatrice, nastro adesivo, due pi-
zioni, con risultati sorprendenti dando vita a Gli allievi devono portare: quadro a giorno gne piccole.
gigli, girasoli, rose, fresie, ecc. o a frutta e ver-
dura sotto forma di centrotavola, portacan-
20x30; similpiombo nero; colori ad acqua
verde e giallo per vetro; bicchieri di plastica;
Stencil
dele, portatovaglioli, bomboniere, decora- pennello tondo morbido medio e carta as- La tecnica dello stencil o stampinatura con-
zioni natalizie e pasquali ed altro ancora. sorbente. sente di decorare senza grosse difficoltà pro-
Può essere intrecciato, lavorato a maglia o prio per chi non sa disegnare varie superfici
ad uncinetto come un vero filato oppure Quilling con l’aiuto di disegni decorativi intagliati su
utilizzato come una carta per rivestire su- Il quilling ha una lunga storia alle sue spalle: la mascherine di acetato o cartone pronte o da
perfici nella tecnica del dècoutwist. lavorazione in filigrana di carta era conosciu- realizzare su cui poi applicare il colore con il

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 45


pennello. Lo stencil é ideale per chi desidera piante; Individuazione e raccolta di spighe di mo tempo gli allievi saranno impegnati nella
rinnovare l’aspetto di qualsiasi oggetto, deco- piante infestanti da far essiccare; Creazione del produzione di semplici manufatti: piccoli og-
rando in modo originale la propria casa, l’ab- colore; Creazione della luce da utilizzare nelle getti come contenitori o semplici giocattoli.
bigliamento e realizzare da soli regali e bom- composizioni; Creazione del supporto nel Successivamente si farà esperienza di alcune
boniere per ogni occasione ecc. Infatti il pro- quale inserire la composizione; Vivere l’evento; tecniche di finiture superficiali come levigatu-
gramma comprende la decorazione su stof- Vivere il contesto. Nel corso sono previste del- ra, trattamenti protettivi, lucidatura e coloritu-
fa, legno, cotto, cartoncino, velluto ed a spruz- le escursioni. Il corso prevede un primo modu- ra. Quando ormai si sarà acquisita una suffi-
zo in negativo, effetto pizzo e tridimensiona- lo di approccio iniziale nei mesi di novembre- ciente manualità, l’intero gruppo degli allievi
le con vari materiali in rilievo. dicembre ed un secondo modulo di appro- discuterà come progettare e realizzare un’uni-
Gli allievi devono portare il seguente mate- fondimento nei mesi di marzo-aprile. Questa ca grande scultura. In seguito si passerà dal di-
riale: colori per stoffa (rosso, giallo, blu, ver- distribuzione degli incontri permetterà di co- segno alla scultura sperimentando i vantaggi
de, bianco e nero), mascherina di acetato noscere le piante da usare in preferenza nel e il piacere del lavoro in collaborazione. Il ma-
con motivo di frutta, colla spray riposiziona- periodo natalizio e nel periodo pasquale: teriale e gli utensili sono a carico dei parteci-
bile, pennello per stencil piccolo e medio, panti al corso.
grembiule o stoffa di cotone bianco lavata
e stirata, piatti e bicchieri di plastica, carta Marco Pallottino
assorbente e spilli.
Lavorare il legno Grazyna Solowiej
Il legno è un materiale che può essere impie- Finti marmi
Rosa Graziuso gato per gli usi più diversi: dalle strutture edi-
li ai delicati strumenti musicali, dalle traversi-
Il corso è aperto a tutti e il suo obiettivo è la
conoscenza delle tecniche di esecuzione. Il
Comporre con le erbe ne della ferrovia ai mobili cesellati. Si tratta di corso prevede la preparazione di tavolette-
Il corso è aperto a tutti, il suo obiettivo è quel- un materiale leggero, elastico, resistente, natu- base per l’esecuzione di vari tipi di finti mar-
lo di far emergere talenti nascosti, attraverso il rale da fonte rinnovabile. Il corso inizierà dal ri- mi. Verranno proposti i seguenti marmi: carra-
contatto con la natura. Il corso tratterà i se- conoscimento delle diverse essenze attraver- ra, lapislazzuli, breccia verde, verde alpi, porfi-
guenti argomenti: Scelta delle piante a foglia so la raccolta e la catalogazione di campioni do, nero d’africa, travertino. Successivamente
verde; Individuazione delle piante grasse uti- per la costituzione di una xiloteca. Sarà speri- si affronterà la decorazione di un oggetto a
lizzabili per una composizione; Selezione di al- mentato l’uso dei primi utensili, seghe, trapa- scelta degli studenti, con l’accostamento di al-
cune piante da coltivare per un loro utilizzo ni, sgorbie e raspe, per prendere confidenza cuni dei marmi precedentemente studiati. I
nelle composizioni; Uso di parti secche delle con alcune lavorazioni del materiale. In un pri- materiali sono a carico degli studenti.

Decorazione
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6301 Bigiotteria creativa Corrado C. Giovedì 17-19 10° Cinecittà Piaget 130 8 14/04/11
6161 Bigiotteria creativa Corrado C. Martedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 15/03/11
6304 Bigiotteria creativa Corrado C. Mercoledì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 06/10/10
6657 Cucito creativo Corrado C. Martedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 11/01/11
6295 Cucito creativo Corrado C. Lunedì 15-17 10° Cinecittà Piaget 130 8 25/10/10
6158 Decoupage avanzato Corrado C. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 16/03/11
6659 Decoupage di base Corrado C. Giovedì 15-17 10° Cinecittà Piaget 100 6 28/10/10
6642 Decoupage di base Corrado C. Martedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 100 6 05/10/10
6160 Decoupage foglia d’oro Corrado C. Martedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 11/01/11
6296 Decoupage foglia d’oro Corrado C. Lunedì 15-17 10° Cinecittà Piaget 130 8 18/04/11
6302 Decoupage Pittorico Corrado C. Giovedì 15-17 10° Cinecittà Piaget 130 8 14/04/11
6299 Decoupage tridimensionale Corrado C. Mercoledì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 16/03/11
7406 È già Natale Corrado C. Giovedì 17-19 10° Cinecittà Piaget 100 6 04/11/10
6159 Feltro e Pannolenci Corrado C. Martedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 15/03/11
6300 Feltro e pannolenci Corrado C. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 06/10/10
6303 Paste modellabili Corrado C. Mercoledì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 12/01/11
6297 Pirkka Corrado C. Martedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 100 6 05/10/10
6298 Sbalzo su rame Corrado C. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 100 6 12/01/11
7899 Creare gioielli D’Agnelli L. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 65 4 29/04/11
7904 Creare gioielli D’Agnelli L. Mercoledì 17-19 19° Balduina Chiodi 100 6 27/04/11
6314 Creare gioielli D’Agnelli L. Giovedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 100 6 07/04/11
7418 Decorazioni natalizie D’Agnelli L. Venerdì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 08/10/10
7900 Decorazioni natalizie D’Agnelli L. Mercoledì 17-19 19° Balduina Chiodi 130 8 27/10/10
6306 Decoupage e Craquelè D’Agnelli L. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 08/10/10
6307 Decoupage sospeso trasparente D’Agnelli L. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 65 4 18/03/11
7902 Decoupage sospeso trasparente D’Agnelli L. Mercoledì 17-19 19° Balduina Chiodi 65 4 26/01/11
7898 Decoupage tridimensionale D’Agnelli L. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 14/01/11
7854 Incisione del legno e vetro D’Agnelli L. Giovedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 65 4 02/12/10
7850 Paste modellabili D’Agnelli L. Giovedì 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia 65 4 28/10/10
7417 Piegare i tovaglioli a festa D’Agnelli L. Venerdì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 20 1 10/12/10
7901 Piegare i tovaglioli a festa D’Agnelli L. Mercoledì 17-19 19° Balduina Chiodi 20 1 12/01/11
7855 Pirka D’Agnelli L. Giovedì 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia 65 4 03/03/11
7903 Pittura su stoffa D’Agnelli L. Mercoledì 17-19 19° Balduina Chiodi 130 8 02/03/11
6168 Pittura su stoffa D’Agnelli L. Venerdì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 14/01/11
6169 Pittura su stoffa avanzato D’Agnelli L. Venerdì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 130 8 18/03/11

46 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Decorazione
D
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7852 Pittura su vetro effetto cattedrale D’Agnelli L. Giovedì 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia 100 6 07/04/11
7848 Quilling D’Agnelli L. Giovedì 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia 65 4 02/12/10
7856 Realizzare fiori in vari modi D’Agnelli L. Giovedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 100 6 03/03/11
7851 Scatole decorate D’Agnelli L. Giovedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 65 4 28/10/10
7853 Stencil D’Agnelli L. Giovedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 100 6 13/01/11
8244 Creare gioielli D’Agnelli L. Martedì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 100 26/10/10
8224 Comporre con le erbe Graziuso R. Martedì 17-18.30 20° Labaro Baccano 100 8 26/10/10
7583 Lavorare il legno Pallottino M. Venerdì 17-19 20° Labaro Baccano 230 25 29/10/10
7808 Finti marmi Solowiej G. Martedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 280 25 05/10/10

Decorazione mobili
lizzeremo materiali per decorare e per anti-
Nicoletta Salvatori chizzare l’interventi: oro argento, rame, ottone,
rali e reversibili. Esperienze pratiche in labora-
torio, consentiranno di riparare e conservare
Decorazione e restauro terre naturali, acrili all’acqua, cere. La finalità di vecchi mobili in legno riposti in soffitta.
piccoli oggetti questo corso è quella di far acquisire le tecni-
che e la manualità ai partecipanti per poter
Decorazione e restyling del
Il corso si sviluppa con lezioni suddivise in
una parte teorica ed in una pratica. Nella par-
agire in autonomia anche su oggetti di nuo- mobile 2
va fattura (grezzi) o di modernariato, di gran- Il corso prevede l’approfondimento delle tec-
te teorica si analizzano le tecniche artigianali di dimensioni e rivisitare con creatività gli og- niche decorative più complesse per chi è già
(craquelé, decapato, shabby, stencil, pittorico, getti di uso quotidiano. in possesso delle capacità e delle conoscen-
dorami, intarsio e intaglio del legno). Nella
parte pratica si lavora sui manufatti: si analiz- Decorazione e restyling del ze di base. Verranno analizzate le modalità
esecutive in uso nel passato ed eseguite lavo-
za un progetto di decorazione personalizzato
utilizzando una scheda dove con foto delle
mobile 1 razioni decorative su piccoli manufatti mo-
L’avanzare di una crepa sul piano di un tavo- derni o in stile, proposti dagli allievi. Intaglio e
varie fasi descriveremo il lavoro. I complemen-
lo, lo scricchiolio di una sedia, alcuni forellini intarsio, calchi in stucco, doratura, encausto.
ti d’arredo di proprietà dei partecipanti pos-
circolari con polverina bianca sul montante creativo per trasformare con la sua presenza,
sono essere in legno, ceramica, stoffa, metallo,
della credenza, colpiscono drammaticamen- l’aspetto di un ambiente o di un oggetto.
plastica. Si consigliano quindi statuette, corni-
te la nostra attenzione. Proprio da questa pul- Gli allievi devono portare il seguente materia-
ci, porta lampade, scatole, barattoli, radio,
ce nell’orecchio, o meglio “tarlo”, può nascere le: forbici, matita, spiedini di legno, colla a cal-
bambole; di nuova fattura o di modernariato.
la passione per il restauro e la conservazione do o attaccatutto per realizzare una rosa e un
Su ogni lavorazione verrà compilata una
di manufatti lignei. Obiettivo del corso sarà papavero con un foglio di legno procurato
scheda di decorazione corredata da foto. Uti-
svelare i segreti del restauro attraverso l’ap- dall’insegnante.
lizzeremo materiali per pulire e per decorare i
prendimento degli stili, delle tecniche costrut-
manufatti. Costruiremo decorazioni con cal-
tive e decorative, dei legni, dei prodotti natu-
chi e modelleremo resine, stucchi e colle. Uti-

Decorazione Mobili
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6415 Decorazione e restyling del mobile 1 Salvatori N. Giovedì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 280 25 07/10/10
6115 Decorazione e restyling del mobile 2 Salvatori N. Martedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 280 25 05/10/10
6707 Decorazione e restauro piccoli oggetti Salvatori N. Giovedì 9-11 2° Flaminio Luisa di Savoia 280 25 07/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 47


Disegno e Pittura
Direttore Dipartimento UGO BEVILACQUA
Loredana Anelli scere artisti ritrattisti e le loro opere nel conte-
sto storico culturale. Si apprenderà a disegna-
Maurizio Bedini
Disegno e pittura: biennio re con vari tipi di matite, sanguigna, e infine a Disegnare e dipingere la
avanzato e Master colorare con i pastelli cretosi e matite acque-
rellabili e tempera. Si approfondirà lo studio e il
figura umana
Questo corso è rivolto a coloro che già possie- Il corso è aperto sia a coloro che per la prima
disegno della struttura ossea e muscolare, la
dono conoscenze di base e che vogliono ap- volta si cimentano nel disegno della figura
struttura della testa, il panneggio, si lavorerà sul
profondire e sviluppare le proprie capacità umana sia a coloro che hanno già affrontato
ritratto e l’autoritratto. L’allievo verrà accompa-
espressive con l’approfondimento delle varie in maniera autodidatta il problema della raffi-
gnato attraverso varie fasi di competenza, a
tecniche di disegno e pittura quali: disegno a gurazione del corpo umano. Il corso sarà dedi-
realizzare ritratti e autoritratti con una maggio-
matita, sanguigna, penna, colori a tempera e cato allo studio e alla esecuzione del ritratto e
re capacità di osservazione e studio critico e
guache, pastelli cretosi e a olio, marca e pittura a della figura umana intera vestita e nuda. Le le-
analitico del soggetto, indispensabili per dare
olio.Tale studio sarà affiancato da accenni di sto- zioni saranno supportate sia da tavole didatti-
carattere e somiglianza al ritratto.
ria dell’arte, per meglio apprendere sia le tecni- che di anatomia pittorica, sia da modella e
che, sia l’artista e la sua epoca. Si approfondiran- Disegno e Pittura: il ritratto modello dal vivo. A secondo del livello di pre-
no le tecniche studiate in precedenza e si ap-
prenderà a utilizzare le tecniche miste. Sono pre-
psicologico - Biennio base parazione e di abilità di ciascun allievo, verran-
no utilizzati vari materiali pittorici: dalle matite,
viste lezioni di prospettiva centrale e accidenta- E’ un corso di base di disegno e pittura, pen- alla fusaggine, dai gessetti all’acquerello.
sato sia per coloro che hanno qualche espe-
le, nature morte, paesaggio e panneggio; infine,
approfondimento del ritratto, anatomia, struttu- rienza grafica e pittorica, ma anche per colo- Disegno e pittura avanzato
ra della testa, struttura ossea e muscolare, per ro che si ritengono non portati, ma desidera- Il corso è riservato a coloro che hanno già fre-
meglio rappresentare i volti e la figura umana. no provarci. Il programma comprende il dise- quentato altri corsi di disegno e pittura o co-
gno dal vero e di copie d’autore. Finalità di munque abbiano già una buona abilità tecni-
Disegno e pittura: biennio questo corso è dare degli strumenti tecnici co-pittorica. Le lezioni quindi tenderanno ad
base per meglio rappresentare il volto, studiando-
ne l’anatomia e la struttura ossea e muscola-
un approfondimento delle varie tecniche pit-
toriche, dall’uso dei gessetti all’acquerello, dal-
Questo corso propone un percorso formativo
re, la struttura della testa. Il corso prevede an- la pittura ad acrilico alla pittura ad olio ed alle
di base, di un primo biennio, offrendo agli stu-
che cenni di prospettiva per meglio colloca- tecniche miste. Lo scopo delle lezioni, dun-
denti gli strumenti per poter conoscere e utiliz-
re il ritratto nello spazio e nell’ambiente. Si ap- que, è quello di stimolare gli allievi e le proprie
zare autonomamente materiali e tecniche.Ver-
prenderà il disegno del panneggio, il ritratto e predisposizioni creative, al fine di far sviluppa-
ranno studiate le seguenti tecniche: disegno a
l’autoritratto. Si approfondiranno varie tecni- re loro uno “stile” personale.
matita, disegno grafico, carboncino, sanguigna,
pastelli cretosi e a olio, colori a tempera e colori
che di disegno, quali: disegno a matita, san-
guigna, pastelli cretosi e infine pittura ad olio.
Pittura: grisaille, grottesche,
a olio. Con adeguati esercizi si potrà meglio
comprendere e rappresentare la realtà. Si ap-
Durante questo percorso formativo si acqui- trompe l’oeil
sirà, una maggiore capacità di osservazione e Il corso si rivolge a coloro che vogliono realiz-
profondirà il disegno a tratti, ombreggiature e
studio critico, analitico ed emozionale del zare opere di grande effetto estetico-decora-
sfumati, come rendere i volumi, il chiaroscuro, la
soggetto da ritrarre, indispensabili per dare tivo disponendo anche di poca esperienza
teoria delle ombre, e le diverse tecniche di dise-
carattere psicologico e somiglianza al ritratto. pittorica. Nelle prime lezioni verrà realizzata da
gno e pittoriche. Verranno forniti cenni di pro-
spettiva, si potranno disegnare e dipingere na- Disegno e pittura: tutti gli allievi una grisaille eseguita prima con
le matite, poi ad acquerello ed infine ad acrili-
ture morte e soggetti naturistici, il paesaggio e
le marine. Si passerà infine alla teoria del colore:
Laboratorio permanente di co. Nella seconda parte del corso ogni allievo,
colori primari, secondari e terziari con esercizi di tecniche pittoriche sotto la guida e i consigli del maestro, potrà
verifica e approfondimento. Si utilizzeranno scegliere di eseguire ad acrilico una o più
Questo corso, attraverso spiegazioni semplici
grottesche o un piccolo trompe-l’oeil in base
inoltre audiovisivi per meglio conoscere i mo- ed esercizi pratici porterà l’allievo neofita, ma
alle proprie capacità e alle proprie preferenze
vimenti culturali e artistici, e i gli autori delle va- anche chi ha già frequenta corsi di vari livelli,
estetiche.
rie epoche, nonché le loro opere. I corsisti fin dal a conoscere e approfondire varie tecniche
primo anno, saranno in grado di esprimersi uti- grafiche e pittoriche. Ogni argomento (lo stu-
lizzando le competenze acquisite. dio della luce, la composizione, la rappresen- Ugo Bevilacqua
Disegno e pittura: il ritratto - tazione, il punto di vista, etc.) sarà trattato sia
teoricamente con la visione di opere di artisti Disegno
biennio base che hanno usato tali tecniche sia praticamen- Il corso si rivolge a principianti ed a coloro
E’ un corso di base di disegno e pittura e quin- te con la produzione di un proprio lavoro che che vogliono approfondire tale disciplina
di si potranno disegnare e dipingere nature sarà iniziato e terminato a ogni incontro. Ogni espressiva ed affronta le basi della rappresen-
morte dal vero e copie d’autore, ma l’argo- due incontri circa si approfondirà una tecnica tazione dal vero.Si farà uso di tecniche intuiti-
mento principale sarà il ritratto. Finalità di que- di disegno e di pittura e un soggetto diverso ve e proporzionali con introduzione e cenni
sto corso è dare degli strumenti tecnici per ogni volta. Le tecniche utilizzate saranno: la al metodo di Betty Edwards. I materiali a cari-
meglio rappresentare il volto, studiandone matita, il carboncino, la sanguigna, i pastelli, il co dell’allievo, saranno la matita, fusaggine,
l’anatomia e la struttura ossea e muscolare, il guache, la tempera e l’acrilico e l’olio. Si potrà gessetti, sanguigna e pastelli. Il corso propone
programma sarà coadiuvato dalla visione di inoltre dipingere anche all’aperto. Le lezioni vari temi: i solidi, la natura morta, paesaggio,
DVD di critica e storia d’arte per meglio cono- avranno una cadenza mensile. parti del corpo umano e nella fase finale una

48 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


esperienza all’aria aperta. Particolare cura sarà
rivolta alle tecniche realizzative: tratteggio,
dire un percorso creativo rigoroso che, par-
tendo dalle esperienze degli anni preceden-
Pittura: liberare l’espressività
D
teoria delle ombre e impostazione compositi- ti, individui temi, tecniche pittoriche e spinte - livello intermedio
va. Al termine del corso l’allievo sarà in grado creative che esprimono tutte le potenzialità Questo livello prevede che l’allievo possieda
di approcciarsi alle tecniche di disegno. ancora non esplorate. Questo livello permet- una conoscenza consapevole delle proprie
te altresì, proprio perché si presuppone una
Disegno e pittura del buona conoscenza del proprio fare pittorico,
capacità espressive. Il corso si caratterizza nel
lasciare spazio alla creatività pittorica degli al-
paesaggio la sperimentazione anche di altri linguaggi e lievi in modo che si possano esprimere se-
Il corso è rivolto a coloro che vogliono impa- temi, con una ricerca a tutto campo: dalla rap- condo un percorso individuale con l’uso del-
rare a disegnare ed a dipingere.Il corso ha co- presentazione della figura (libera interpreta- le varie tecniche: olio, acrilico e tecniche miste.
me oggetto l’analisi della pittura del paesag- zione del nudo maschile e femminile) fino al- Gli allievi saranno seguiti e consigliati nella
gio con una particolare angolatura che è l’informale e all’astratto.Al termine del corso scelta dei soggetti, sulle migliori inquadratu-
quella della sua idealizzazione. Molti grandi ar- l’allievo sarà in grado di esprimersi pittorica- re, sulle tecniche esecutive di base e sulle ca-
tisti, infatti, hanno reinterpretato la natura ac- mente, sulla base delle proprie inclinazioni ar- ratteristiche stilistiche del linguaggio pittori-
centuandone gli aspetti cromatici, le atmosfe- tistiche, in maniera compiuta. co. Liberare l’espressività significa anche poter
re, i diversi piani di rappresentazione, l’estra- Pittura ad olio - livello rappresentare il mondo che ci circonda se-
neazione romantica. L’hanno saputa rappre- condo una propria visione sia realistica e figu-
sentare come mito e sogno, alludendo ad
iniziale rativa che astratta e di fantasia. Le opere pitto-
una sua perfezione del tutto “astratta” rispetto Il corso presuppone la conoscenza delle basi riche così pensate e realizzate saranno vera-
alla realtà, anche se tale era il riferimento di disegnative da parte dell’allievo. Si seguirà un mente espressione di un esclusivo modo di
partenza.Il corso si avvale di una documenta- percorso di base sulla conoscenza specifica comunicare e rappresentare il nostro pensie-
zione iconografica di riferimento in modo da della pittura ad olio: colori, supporti, materiali, ro. Al termine del corso l’allievo sarà in grado
permettere ad ogni allievo di “entrare” nel te- tecniche di rappresentazione. Partendo dal di- di esprimersi pittoricamente sulla base delle
ma con più elementi e sviluppare un proprio segno si passerà alle fasi di realizzazione di va- proprie inclinazioni artistiche.
percorso creativo.Al termine del corso l’allie- ri temi seguendo un percorso di sperimenta-
vo sarà in grado di utilizzare le diverse tecni- zione delle tecniche pittoriche di base. Si po-
che pittoriche e di disegno. tranno realizzare nature morte, paesaggi, figu-
re. L’obiettivo è, a questo primo livello, di ren-
Stefania Casagrande
Disegno, acquerello e dere consapevoli gli allievi delle proprie incli- Disegno e pittura: Corso di
pittura - Full Time nazioni espressive e permettere loro di indivi- pittura informale
Il corso si rivolge a tutti coloro che desiderano duare un proprio percorso creativo.
Libertà, improvvisazione, gesto automatico,
fare una esperienza pittorica intensa.Il corso si Pittura: il ritratto saranno alla base del nostro lavoro all’interno
articola attraverso l’uso delle tecniche e del lin- Il corso si rivolge a principianti o intermedi di in un percorso che vuole essere ricerca di
guaggio pittorico che sono alla base del fare che desiderino cimentarsi nella realizzazione un proprio modo di sentire e di esprimere la
artistico. Si affronteranno tutti i temi relativi ai di ritratti.Il corso prevede la libera interpreta- creatività. Il corso avrà l’obiettivo di approfon-
materiali, al disegno dal vero, agli atti prepara- zione e realizzazione, con le varie tecniche pit- dire e di scoprire le proprie attitudini attraver-
tori e realizzativi di un’opera pittorica per cui toriche, di un autoritratto o di un ritratto in ge- so un laboratorio didattico che prevede lezio-
l’allievo avrà modo di esprimersi secondo un nere.Si potrà realizzare una pittura in cui si evi- ni teorico-pratiche sulla teoria dei colori, i ma-
suo proprio modo di rappresentare la realtà denzino maggiormente le caratteristiche del- teriali, gli strumenti e le tecniche del fare pit-
sia in senso figurativo che astratto. La partico- la rassomiglianza, il contesto sociale del sog- torico; inoltre ci sarà spazio per il confronto e
larità del corso consiste nel concentrare l’espe- getto, la sua psicologia. Si potrà sperimentare l’analisi delle opere più significative dei prin-
rienza formativa o di approfondimento attra- un sistema pittorico misto con l’uso di vari cipali artisti informali del Novecento. Per di-
verso un intenso percorso che si articola in materiali e collage.Al termine del corso l’allie- pingere sarà privilegiato l’uso di materiale ri-
quattro domeniche con un orario 10-13 / 14- vo sarà in grado di riprodurre un’immagine di ciclato (carta da pacco, giornali, buste di pla-
16.La sosta dalle 13 alle 14 sarà dedicata al ri- grande vigore espressivo. stica, spago, stoffa, ecc.). Il corso è rivolto in
poso e alla condivisione di un pasto collettivo particolare a tutti coloro che presumono di
in cui tutti contribuiscono con un proprio ap- Pittura: Laboratorio non saper dipingere e naturalmente a tutti
porto creativo.Il significato del corso è quello Il laboratorio è rivolto a tutti coloro che han- coloro che invece già lo fanno e che vogliono
di svolgere un’attività pittorica ad alto conte- no già un’esperienza pittorica di base (min. 3 sperimentare ‘altro’. Unico requisito: è richiesta
nuto informativo ed esperenziale in cui pro- anni) e desiderano approfondire, prendendo una spiccata curiosità.
prio la concentrazione, di 5 ore per ogni sedu- spunto anche dai grandi maestri, un percorso
ta pittorica e nel complesso delle 4, assume la di ricerca creativa.Questo corso propone un
particolarità di facilitare un salto qualitativo percorso di sperimentazione delle varie tec- Guglielmina Clarici
dove il fare, la relativa verifica e critica si confi- niche pittoriche ad olio, gouache e miste, per
gurano come strumenti teorici e didattici per chi ha già acquisito una forte caratterizzazio- Disegno e Pittura
esprimersi artisticamente.Al termine del corso ne del proprio linguaggio pittorico. Ogni par- Il corso è rivolto ai principianti o a coloro che
l’allievo sarà in grado di sperimentare la pro- tecipante stabilisce, d’accordo con il docente, abbiano qualche nozione di disegno. Il pro-
pria capacità di disegnare e dipingere con un un programma di attività che si basa su tre gramma è finalizzato a guidare l’allievo all’os-
altro grado di creatività personale. momenti: 1. Le tematiche che si vogliono svi- servazione dell’immagine ed alla maniera di
Pittura ad olio - livello luppare; 2. Le tecniche pittoriche da adottare
e sperimentare; 3. L’impostazione e lo studio
raffigurarla attraverso l’uso della grafite, la san-
guigna ed il carboncino. Innanzitutto, del sog-
avanzato di un proprio linguaggio artistico. Al termine getto proposto verranno considerate le pro-
Questo livello prevede che l’allievo possieda del corso l’allievo sarà in grado di essere auto- porzioni, i volumi e le figure geometriche nel-
una conoscenza consapevole delle proprie nomo sia nell’uso delle tecniche che della le quali è costruito, nonché la prospettiva. La
capacità espressive. Da qui si potrà approfon- espressività pittorica. tecnica del chiaro-scuro sarà, poi, elemento

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 49


fondamentale per arrivare alla rappresenta- acrilica, dell’acquerello e delle tecniche miste, dall’entrata dei ritardatari. Al termine del cor-
zione dei volumi. Al fine di predisporre un’ar- attraverso la riproduzione di paesaggi, figure so gli allievi saranno in grado di utilizzare le
moniosa composizione degli oggetti nello e nature morte. La scelta della tecnica da ap- principali tecniche del disegno.
spazio e di riprodurla, sarà prima necessario profondire sarà stabilita in base alla predispo-
considerare l’equilibrio delle masse con i vuo- sizione dell’allievo. Pur mantenendo i principi
Disegno: Disegnare con la
ti e i pieni, le luci e le ombre. Sarà prestata at- fondamentali di tutte le tecniche, si darà la parte destra del cervello 2
tenzione anche al “segno”, cioè alla eleganza e possibilità di individuare un personale percor-
alla morbidezza con le quali si tracciano le li- so creativo per sviluppare uno stile proprio. Metodo Betty Edwards
nee e i segni che compongono la figura. È an- Questo corso è rivolto a chi ha frequentato il
che previsto di introdurre gli allievi all’uso del
Disegno e pittura corso di primo livello dello scorso anno. Il cor-
colore, sperimentando la tecnica del pastello Il corso è aperto a tutti, principianti ed esper- so è finalizzato ad affrontare in modo più ap-
e dell’acquarello, studiandone anche i rappor- ti. Dopo aver studiato le varie tecniche del di- profondito le tecniche acquisite nel corso di
ti cromatici. Al termine del corso gli allievi sa- segno, l’uso del colore, lo studio di luci ed om- disegno di I livello attraverso lo studio più
ranno in grado di utilizzare le principali tecni- bre e la prospettiva, si passerà all’approfondi- completo dei vari soggetti, quali il ritratto, il
che del disegno in bianco e nero, di colorare mento della pittura ad olio, della tempera paesaggio, la natura morta sia da immagine
con la tecnica del pastello e di dipingere ad acrilica, dell’acquerello e delle tecniche miste, che dal vero. Inoltre, verranno presentate le
acquarello. attraverso la riproduzione di paesaggi, figure varie tecniche del tratteggio, del chiaroscuro
e nature morte. La scelta della tecnica da ap- e della china, le quali permetteranno di com-
Disegno e pittura 2 profondire sarà stabilita in base alla predispo- pletare l’esperienza creativa nella rappresen-
Il corso è rivolto a tutti coloro che possiedo- sizione dell’allievo. Pur mantenendo i principi tazione di un soggetto. Il programma preve-
no conoscenze base di disegno e agli allievi fondamentali di tutte le tecniche, si darà la de di organizzare anche alcune lezioni al-
del corso di Disegno e Pittura 1. Il programma possibilità di individuare un personale percor- l’aperto. Questo corso non richiede particola-
sarà articolato in due parti: nella prima parte so creativo per sviluppare uno stile proprio. ri attitudini al disegno, ma soprattutto una co-
gli allievi avranno modo di approfondire lo stante partecipazione, in quanto ogni lezione
studio dell’acquarello nelle sue varie possibi- è propedeutica a quella successiva; si richiede
lità espressive, prendendo a modello compo- Monica D’Antoni anche la massima puntualità, poiché in ogni
sizioni dal vero scelte dall’allievo: nature mor-
te o paesaggi, prima da fotografie poi “en
Disegno: Disegnare con la lezione si cerca di raggiungere un alto grado
di concentrazione che può essere interrotta
plein air”; nella seconda parte del corso ver- parte destra del cervello 1 dall’entrata dei ritardatari. I materiali saranno
ranno sperimentate le tecniche ad olio o ad
acrilico anche con l’uso della spatola. La scelta
Metodo Betty Edwards forniti dal docente. Al termine del corso gli al-
lievi saranno in grado di utilizzare con padro-
dei soggetti sarà sempre fatta dagli allievi Questo corso è rivolto a chi non sa disegnare
nanza le principali tecniche del disegno.
stessi sulla base delle loro possibilità. Al termi- o pensa di avere poco talento o di non aver-
ne del corso gli allievi saranno in grado di pa- ne affatto e dubita di poter mai imparare, ma
che, tutto sommato, avrebbe voglia di prova-
droneggiare la tecnica dell’acquarello e di
re. Il corso parte dal presupposto che il dise-
Luigi De Cinque
eseguire semplici dipinti ad olio e ad acrilico.
gno per “spazi negativi” rappresenta un modo Disegno e pittura 1
Pittura: sperimentazione e di percepire la realtà che coinvolge l’emisfero Le basi del disegno dal vero attraverso l’uso di
ricerca destro del cervello (la nostra parte creativa) a rigorose tecniche intuitive e proporzionali: la
discapito della parte sinistra (la parte raziona- postura, il segno, la costruzione, l’abbozzo, il
Questo corso è consigliato a chi ha già rag-
le). Pertanto, si tratta di disegnare non l’ogget- tratteggio, il chiaroscuro, l’ombreggiatura. I
giunto un buon livello di conoscenza delle
to che vediamo, ma lo spazio “senza forma ra- soggetti saranno composizioni di solidi, ges-
tecniche pittoriche e desidera esplorare altre
zionale” che lo circonda. In questo modo, di- si, panneggi. I materiali saranno la grafite e la
vie di espressione anche attraverso l’uso di
segnando, l’allievo imparerà a conoscere pro- sanguigna su carta.
materiali alternativi, esprimendosi liberamen-
fondamente una parte nella propria mente
te e individualmente e, quando necessario,
troppo spesso soffocata e al tempo stesso, at- Disegno e pittura: il ritratto 2
con l’ausilio dell’insegnante e delle sue cono-
scenze tecniche. Si lavorerà preferibilmente in
traverso questa esperienza, riuscirà a sviluppa- umano ma...non oltre
re la capacità di percepire le cose in modo Il corso è rivolto a chi ha già una competenza
gruppo, ottenendo così dal confronto una
nuovo, vedendole nella loro globalità, co- disegnativa.Errori grossolani o imprecisioni
maggiore crescita, un maggiore stimolo all’in-
gliendone l’intima struttura e scoprendone casuali non possono essere ammessi nella
venzione e un maggiore entusiasmo per il la-
nuove possibili associazioni. Il programma del massima espressione dell’arte verista, che tan-
voro. In questo tipo di lavoro, l’ascolto della
corso tratterà i seguenti argomenti: imparia- to meno può essere libero sfogo agli incubi
musica potrà essere elemento di ausilio per la
mo a conoscere le due metà del nostro cer- personali o terreno di incapacità didattiche.
creatività. Obbiettivo del corso è quello di aiu-
vello; il passaggio dalle funzioni S (sinistre) al- Copia da grandi artisti del passato, copia di te-
tare l’allievo a spaziare facilmente, oltre un
le funzioni D (destre); percezione della forma sta in gesso, riproduzione da modella/o vi-
semplice tecnicismo, in una “sfera poetica”
degli spazi – gli aspetti positivi dello spazio vente (anche parenti e amici) con tecniche
esprimendo anche il sentire ed il pensare.
negativo; un nuovo modo di vedere la pro- via via più complesse. Il docente fornirà indi-
spettiva; come vedere la luce e disegnare le cazioni per la migliore resa del soggetto e
Elisabetta Cordovana ombre; il ritratto; il paesaggio. I materiali saran-
no forniti dal docente. Questo corso non ri-
consigli specifici circa le tecniche adoperate.
Disegno e pittura chiede particolari attitudini al disegno ma so-
Gli allievi opereranno ciascuno con i propri
mezzi conoscitivi e materiali.
Il corso è aperto a tutti, principianti ed esper- prattutto una costante partecipazione, ogni Materiali e modelli a spese degli allievi. Il corso
ti. Dopo aver studiato le varie tecniche del di- lezione, infatti, è propedeutica a quella suc- intende fornire ad artisti professionisti o dilet-
segno, l’uso del colore, lo studio di luci ed om- cessiva e richiede puntualità, poiché in ogni tanti la possibilità di impratichirsi nella rappre-
bre e la prospettiva, si passerà all’approfondi- lezione si cerca di raggiungere un alto grado sentazione conforme della testa umana.
mento della pittura ad olio, della tempera di concentrazione che può essere interrotta

50 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Disegno e Pittura il ritratto classico con l’abbozzo su carta e la ri-
produzione su tela e l’esecuzione pittorica
ed è per questo che particolare attenzione sa-
rà data durante il corso alla percezione visiva
D
la Tecnica - dal disegno con il metodo indiretto e diretto. Inoltre si rea- e alla comprensione del rapporto tra linee di
pittorico alla pittura lizzeranno lavori con l’ausilio di tecniche mi-
ste. Alla fine del corso l’allievo avrà acquisito
contorno e gli spazi che racchiudono le for-
me. Grafite, sanguigna, matite colorate e pa-
Il corso si rivolge a quanti hanno frequentato tutte le competenze pittoriche necessarie per stelli a olio su carta saranno alcuni dei mate-
il primo livello o dimostrino di possedere muoversi in maniera autonoma e consapevo- riali più usati. L’apprendimento del chiaroscu-
competenze per iniziare con una ripresa dei le. I materiali sono a carico dell’allievo/a. ro affiancherà lo studio delle proporzioni del-
temi propedeutici a matita, carboncino e in- la testa e del volto, in particolare del ritratto
chiostro. Il corso affronta le basi della rappre- Pittura olio 1 frontale, di tre quarti e di profilo. Gli organi di
sentazione verista mediante l’uso di rigorose Non si richiedono competenze specifiche per senso; occhi, orecchie e bocca saranno analiz-
norme proporzionali e intuitive: postura, pro- accedere al corso. Le prime lezioni saranno zati in quelle caratteristiche che rendono uni-
spettiva, segno, costruzione, abbozzo, chiaro- dedicate al disegno dal vero: il segno, la co- co e irripetibile ogni individuo. Momenti teo-
scuro, ombreggiatura. I soggetti saranno gra- struzione della composizione, l’abbozzo, il trat- rici che affrontano la storia del ritratto attra-
fite e sanguigna su carta. Dopo alcuni cenni teggio, il chiaroscuro, le ombre. Seguirà poi verso il corso dei secoli affiancheranno il lavo-
sulla teoria del colore, si affronterà l’argomen- l’uso della tecnica ad olio e la teoria del colore ro pratico che, oltre a trarre spunto dalle ope-
to centrale della riproduzione dal vero con le e delle ombre, le mescolanze, l’impasto dei re dei maestri del passato, vedrà come fonda-
crete colorate, l’acquerello o la tempera, l’olio. colori, i diluenti, la preparazione della tela, il mentali i momenti dedicati al disegno dal ve-
I soggetti saranno gessi, nature morte, pan- metodo diretto e indiretto. L’ultima parte del ro tramite ritratti reciproci tra corsisti, aurori-
neggi, figure.Clima permettendo, sarà possibi- corso verrà dedicata allo studio del paesaggio tratti allo specchio, nonché alcune sedute di
le concordare lezioni in esterno. nella sua complessità di luci e atmosfere spe- posa con la modella/o. Il lavoro dal vero infat-
Pittura: corso libero rimentandosi nella pittura dal vero. Alla fine
del corso l’allievo sarà in grado di gestire au-
ti, oltre a divenire nella ricerca della verosimi-
Il corso si rivolge a coloro che hanno già una glianza, un importante mezzo per affrontare
tonomamente il proprio lavoro nella esecu- l’arte del guardare, apre le porte alla scoperta
consolidata esperienza pittorica e intendono zione dell’opera che intende realizzare. I ma-
colmarne le lacune o confrontare i personali del ritratto come testimonianza di un incon-
teriali sono a carico dell’allievo/a. tro dalle infinite possibilità espressive.
percorsi professionali. Lo svolgimento delle le-
zioni permetterà la libera espressione indivi-
duale utilizzando tutti i materiali disciplinari e
adottando le conoscenze dell’insegnante cir-
Marinella Letico Elisa Moricca
ca le più svariate tecniche artistiche. Disegno e pittura 3 Pittura
Il corso è riservato a coloro che possiedono Il corso di pittura si rivolge a principianti e
già una buona competenza compositiva. Il non. Per i primi il corso prevede lo studio del-
Rosella Lenci segno e il colore hanno un linguaggio carico la composizione, della prospettiva e dell’ana-
Laboratorio di pittura di magia ma tessuto di regole precise che esi-
gono un esercizio costante. Il percorso forma-
tomia attraverso l’analisi e la riproduzione di
quadri famosi. Per le persone che già dipingo-
avanzato tivo prevede lo studio della prospettiva linea- no, il corso cercherà di aiutare l’allievo ad ap-
Prosegue il percorso sperimentale del labora- re e aerea, dei rapporti luce-colore, della teo- profondire alcune tecniche pittoriche ed a
torio di pittura per gli allievi che già frequen- ria delle ombre. Gli alberi e i miti con alcune metterlo in condizione di creare un quadro di
tano da almeno due anni i corsi di tecnica pit- lezioni interdisciplinari che saranno concorda- propria ispirazione. Le tecniche usate saranno
torica e per chi abbia già una buona prepara- te. Dopo aver sperimentato l’acquerello, la le tempere acriliche per i principianti e l’olio
zione o desideri sperimentare nuovi linguag- tempera, le mestiche con i pigmenti, gli allievi per i più esperti.
gi pittorici. Gli allievi, attraverso uno scambio saranno impegnati in alcune esperienze di
sempre vivo e stimolante, potranno decidere stampa calcografica.
insieme al docente i temi e i lavori da svilup- Disegno e pittura: Techiche Maria Maddalena Orelli
pare e realizzare ed avranno piena libertà
espressiva soprattutto nell’ausilio di tecniche pittoriche Disegno e Pittura
quali: l’acrilico, la spatola, il gesso, gli smalti e Le tecniche sono strettamente connesse ai Il percorso formativo, articolato in tre bienni, è
l’olio. Inoltre si darà ampio spazio all’interazio- materiali e al luogo, come è dimostrato dalla rivolto a tutti coloro che desiderano imparare
ne fra le varie tecniche da usare come: Olio- carta. Le lezioni fanno comunque riferimento le tecniche del disegno e della pittura. La pe-
smalto, Acrilico-olio, Assemblaggi di vari ma- allo studio dal vero con progetti e argomenti culiarità di questi corsi consiste in un appren-
teriali. L’allievo alla fine del corso dimostrerà concordati. Le tecniche utilizzate: l’acquerello, dimento basato sulla percezione visiva: gli
un’ampia padronanza nell’utilizzo delle tecni- i pigmenti e le colle, gli acrilici e qualche espe- studenti imparano a disegnare/dipingere svi-
che studiate. I materiali sono a carico del- rienza di stampa calcografica. Rappresenta- luppando una particolare attenzione emozio-
l’allievo/a. zione, interpretazione e sperimentazione so- nale interiore, indispensabile per percepire
nella sua essenza l’oggetto da rappresentare.
Pittura ad olio 2 no gli strumenti per acquisire una propria ca-
pacità espressiva. L’obiettivo dell’interno percorso è, quindi,
Si richiede la conoscenza delle basi del dise- quello di fornire sia specifiche tecniche pitto-
gno e della pittura e si approfondiranno i te- riche (matita, matite grasse, sanguigna, ges-
mi trattati al corso di Pittura 1 soffermandosi
in modo particolare sulla figura. L’esecuzione
Giorgia Marzi setti, acquerello, china tempera, olio,ecc), sia
tecniche mirate a sviluppare quel particolare
del lavoro si arricchirà di nuovi studi compo- Disegno e pittura: Il ritratto modo di vedere, e di entrare in comunicazio-
sitivi e del colore attraverso procedimenti più Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono ne con se stessi al fine di raggiungere il racco-
complessi quali le sovrapposizioni di velature, apprendere o approfondire le conoscenze glimento mentale necessario per dipingere.
le sfumature, le preparazioni dei diversi sup- del volto umano e sull’arte del ritratto. Saper In questa prospettiva, particolari esercizi han-
porti da dipingere. Si comincerà ad analizzare ritrarre vuol dire innanzitutto saper “guardare”, no lo scopo di sottolineare le differenti funzio-

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 51


re l’insieme della visione, ma anche il partico-
ni percettive del cervello; in particolare, il suo-
no funziona da stimolo e da supporto per
Pittura ad olio avanzato lare più minuto insieme a tutti gli argomenti
l’immaginazione, suggerendo forme e colori Il corso è rivolto a chi possiede una cono- visti: il chiaroscuro, la prospettiva, la composi-
del tutto personali. Al termine dell’intero per- scenza di base della pittura ad olio e a chi ha zione, il colore. Il valore di un disegno sta nel-
corso gli allievi saranno in grado di disegnare frequentato il corso di Pittura Olio. Livello Me- la sua qualità di scelta libera e personale, che
e di dipingere utilizzando le principali tecni- dio. Il programma sarà basato sullo studio ap- raffigura ciò che vede, ricorda o immagina,
che pittoriche (acquarelli, acrilico, olio, miste) profondito della tecnica pittorica tramite la utilizzando le tecniche rappresentative se-
ed avranno la possibilità di frequentare i se- corretta impostazione copia dal vero, con una condo il proprio temperamento, il proprio gu-
guenti corsi di approfondimento: Pittura Olio, nello spazio del quadro. Un altro obiettivo sa- sto, il proprio stato d’animo.
Acquarello e Ritratto. rà quello di far comprendere ed usare la mi-
scelazione dei colori tenendo presente i con-
Primo Biennio: l’insegnamento è volto ad ac-
quisire le tecniche di base: grafite, matite co-
trasti cromatici. In questa prospettiva, sarà im-
portante insegnare l’intensità o i gradi di opa-
Luciano Santoro
lorate, acquerello, sanguigna, fusaggine, ges-
setti, china. E’ previsto l’apprendimento della
cità del colore con l’aggiunta del bianco o del Acquerello e disegno 2
nero, al fine di giungere ad una scelta consa- Il corso di acquarello è rivolto a tutti gli appas-
geometria piana, della prospettiva e della ba-
pevole e personale di una propria tavolozza sionati di pittura e disegno, anche principian-
se della teoria del colore (il cerchio cromatico,
pittorica. Il percorso prevede anche di far spe- ti. Il requisito richiesto è la curiosità e la perso-
i colori fondamentali, differenza tra valore tim-
rimentazione delle particolari tecniche: gras- nale creatività. L’acquarello è una particolare
brico e tonale), nonché lo studio della copia
so su magro, bagnato su bagnato, graffito, il tecnica pittorica che permette di rappresenta-
dal vero e della composizione dell’immagine
variare l’uso delle pennellate, spatola ecc. Al re gli oggetti, le persone, gli scenari creando
sulla superficie cartacea con luce e ombra.
termine del corso gli allievi avranno acquisito atmosfere particolari grazie alle infinite sfuma-
Secondo Biennio: Il percorso formativo pre-
una competenza approfondita nelle moltepli- ture. L’obiettivo di questo corso è di fornire
vede una competenza compositiva e plasti-
ci tecniche di pittura ad olio. una conoscenza di base che partendo dal di-
ca con la teoria strutturale dei colori, cioè lo
studio dei contrasti vicino-lontano, piccolo- Pittura ad olio medio segno – con le varie tonalità “luci-ombre” – ar-
grande, freddo-caldo, così come avviene rivi fino all’uso della tempera. Una volta acqui-
Il corso è rivolto a chi possiede una buona co-
partendo dal dato reale. Pertanto, lo studio noscenza del disegno. Il programma, finalizza- sita la competenza nel disegno, gli studenti
sarà incentrato sull’anatomia con modelli in to allo studio della pittura ad olio, della diffe- potranno iniziare lo studio del colore su carte
gesso dal vero per la preparazione alla ritrat- renza tra imprimitura e mestica, nonché ai speciali per ottenere la delicatezza e i toni tipi-
tistica e per una corretta interpretazione del modi di utilizzo di diluenti e all’impasto cro- ci dell’acquerello. In ultimo saranno approfon-
corpo umano. Le tecniche indicate sono matico, utilizzerà supporti idonei, quali la tela il diti i temi del paesaggio e della natura morta.
tempera acquerello, gessetti, acrilico oltre al- lino, il cotone, la iuta, e la tavola di legno ecc. Disegno e pittura 1
le preferenze personali. Si prevede anche di sperimentare il sistema Non ci sono prerequisiti di ingresso al corso di
Terzo Biennio: il corso sarà finalizzato all’ela- pittorico ‘alla prima’, o mediante successive ve- primo livello se non l’interesse e la passione
borazione di tecniche pittoriche e grafiche su lature, con soggetto ripreso dal vero. In parti- per il disegno stesso. L’idea è quella di propor-
superfici idonee per un’interpretazione della colare, lo studio della composizione e delle re una visione approfondita del disegno e
realtà. Tenendo presente la natura morta o il tecniche pittoriche scelte dagli allievi verran- della pittura. Propedeutica alle tecniche della
dato reale, si eseguiranno esperimenti sugli no applicate anche alla conoscenza dei qua-
pittura è la conoscenza fondamentale degli
accordi cromatici mediante confronti di for- dri di grandi maestri. Al termine del corso gli
elementi del disegno quali: la prospettiva, lo
me e colori. Verrà anche data attenzione alla allievi saranno in grado di dipingere ad olio
spazio, la luce, come anche i rapporti delle
composizione dello spazio costruito median- utilizzando diverse tecniche pittoriche.
masse e dei vuoti e dei pieni, la misura tra ba-
te piani, al fine di ottenere una consapevole se e altezza, l’andamento degli assi (orizzonta-
interpretazione immaginativa che possa rap-
presentare un proprio linguaggio figurativo o
Ernani Joaquim Rosa Neto li, verticali, obliqui) che determinano il ritmo
della composizione e i rapporti di colore, di lu-
astratto. Le tecniche indicate sono: pittura ad Disegno 1 ce e di ombra. Il corso si propone di condurre
olio, acrilico, o miste. Questo corso si rivolge ai principianti con po- gli studenti a conoscere e padroneggiare le
Disegno: il ritratto ca o nessuna esperienza. Procedendo gradual- tecniche del disegno al fine di averne dime-
mente, il corso avrà inizio con la realizzazione stichezza nella rappresentazione.
Il corso è rivolto ha chi ha già competenze di-
di esercizi di misurazione e proporzione delle
segnative. Il programma sarà incentrato sullo
forme dei soggetti da rappresentare. Si passe- Disegno e pittura 2
studio della fisiognomica, al fine di interpreta- E’ il naturale proseguo del programma del 1°
rà, successivamente, alla tecnica del chiaroscu-
re i caratteri di un individuo dall’aspetto este- livello.
ro a matita e carboncino, ottenendo in questo
riore. Inoltre, sarà fondamentale far compren-
dere la particolare armonia degli organi di
modo un’immagine tridimensionale del dise-
gno di paesaggi e di nature morte. A seguire,
Disegno e pittura 3
senso: occhi, naso, bocca, orecchio e le princi- L’accesso ai due livelli avanzati è consigliato
gli allievi si cimenteranno con l’acquerello, sof-
pali espressioni significative che evidenziano fermandosi su alcune tecniche, al fine di indi- a quanti abbiano già una certa dimestichez-
il carattere del volto rappresentato. Le eserci- viduare quella che maggiormente si confà al- za e pratica con la pittura. Dopo aver studia-
tazioni dal vero saranno svolte con calchi in le abilità e sensibilità di ciascun allievo. to le varie tecniche del disegno, questi livel-
gesso di copie romane come Apollo, Ermes, li renderanno più facili l’interpretazione e la
Higea. Le tecniche di esecuzione utilizzate sa- Disegno 2 comprensione della tecnica della pittura.
ranno quelle classiche come la matita grassa, Il corso si rivolge a coloro che hanno già una Elementi che andranno a costituire il pro-
la grafite, la fusaggine, il carboncino, la sangui- conoscenza base delle tecniche del disegno gramma dei due livelli sono: le tecniche pit-
gna. A fine corso è previsto l’esecuzione di ri- e a coloro che hanno già frequentato un pri- toriche e i pigmenti del colore; l’impasto del
tratti dal vivo tra gli stessi studenti. Al termine mo corso e vogliono migliorare la propria tec- colore ad olio e acrilico; come preparare una
del corso gli allievi saranno in grado di realiz- nica. Per disegnare la realtà, è indispensabile tela; la tecnica della spatola. Sono previsti al-
zare ritratti dal vivo e da copia. saperla osservare, e osservare significa coglie- cuni approfondimenti tematici su come im-

52 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


postare un paesaggio, una figura e una na-
tura morta. Le lezioni comprendono anche
Alessia Severi personali attitudini di ogni allievo. In seguito
gli allievi passeranno gradualmente all’uso del
D
alcune nozioni sull’arte “moderna”, la forma Pittura 1 colore per mezzo di pastelli gessosi, degli ac-
astratta, la forma figurativa e l’arte informa- Il corso è rivolto a coloro che intendono intra- quarelli e dei pastelli ad olio.
le e figurativa. prendere un’esperienza formativa nel campo Disegno e pittura avanzato
Disegno e pittura 4 della pittura grazie all’apprendimento delle
Vista la relazione diretta docente-discente,
varie tecniche e dell’uso di vari mezzi tecnici.
Questo livello è aperto alle persone che han- possono iscriversi al corso anche persone alle
Gli studenti verranno guidati, attraverso eser-
no frequentato il terzo livello o che abbiamo prime esperienze artistiche. Nel corso si appro-
cizi graduati, allo studio del soggetto, sco-
acquisito delle competenze analoghe. Il pro- fondiranno le tecniche già affrontate nell’an-
prendone gli elementi costitutivi: materici,
gramma è predisposto per delle realizzazioni no precedente aiutando gli allievi a sviluppa-
compositivi, tonali e prospettici. In particolare
“professionali” e artistiche, tipiche di chi si è re caratteristiche espressive presenti in ognu-
il corso tratterà i seguenti aspetti: analisi dello
esercitato negli anni precedenti. no di loro, si suggeriranno diverse modalità di
spazio in relazione al soggetto da riprodurre,
approccio alla pittura a seconda dello stile e
Pittura ad olio spazio reale e foglio bianco, l’illusione bidi-
sensibilità dell’allievo. Nell’evolvere del corso,
Il corso presuppone una conoscenza delle mensionale, prendere conoscenza della for-
verranno illustrate possibili tecniche miste e
basi del disegno. Nel corso delle lezioni verrà ma del soggetto, il disegno come strumento
suggerimenti di natura sperimentale per dare
affrontato il tema della teoria del colore e del- di conoscenza, il campo, l’inquadratura, gli as-
l’input ad una personale apertura espressiva,
le ombre e dell’impostazione compositiva. Gli si, le proporzioni, cenni di prospettiva, costru-
non trascurando di esporre le regole tradizio-
studenti saranno chiamati all’esecuzione di zione dell’immagine per punti, pieni e vuoti,
nali della realizzazione pittorica dei temi clas-
vari temi dal vero con l’ausilio di diverse tec- simmetrie e curve, il segno, prime nozioni di
sici che sono alla base della pittura.
niche pittoriche. chiaroscuro, teoria delle ombre, ombreggiatu-
ra. il tratteggio e le sfumature, i materiali da di- Disegno e pittura:
segno, le carte, i fissativi. Durante il corso è Laboratorio d’arte
Roberta Sarchioni possibile dedicarsi alla pittura ad olio, all’ac-
Il corso è per tutti coloro che nutrono interes-
querello, alla tempera e all’acrilico.
Disegno e Pittura 2 se e passione per le tecniche artistiche, a pre-
Il lavoro sul disegno costituirà sempre il nu- scindere dal livello di partenza. Il laboratorio,
inteso come luogo di lavoro comune e di
cleo essenziale del programma: tutte le Giulia Zingali scambio reciproco di esperienze personali, si
competenze acquisite durante il primo an-
no saranno oggetto di approfondimento, in Disegno e pittura propone di favorire lo sviluppo tecnico-ese-
modo che gli allievi possano conquistare Alla base di ogni tecnica pittorica è importan- cutivo di persone che abbiano conoscenza
una maggiore autonomia e disinvoltura nel te il disegno. Questo corso ha l’obiettivo di specifica nell’ambito grafico o pittorico, ma
tratto, nella rappresentazione corretta di for- sviluppare abilità di riproduzione di diversi anche di stimolare coloro che partono da un
me e proporzioni, nell’ombreggiatura. Sa- soggetti dal vero (o tratti da immagini)a livel- livello di base elementare; ciò non solo attra-
ranno fornite le nozioni di base della pro- lo grafico attraverso l’osservazione delle pro- verso la guida attenta dell’insegnante per il
spettiva. Verranno eseguite composizioni porzioni, della struttura geometrica e della raggiungimento degli obiettivi individuali, ma
dal vero e paesaggi, su modelli fotografici sua collocazione nello spazio. Si forniranno anche tramite il confronto diretto e lo scam-
prima e successivamente dal vero, in occa- nozioni sulla composizione e sul suo equili- bio interpersonale tra gli allievi stessi. Il labo-
sione delle lezioni primaverili all’aperto. Sa- brio armonico. Si useranno matite dalla B alla ratorio accoglie anche coloro che intendono
rà introdotto il tema del ritratto. Il lavoro sul 6B, sanguigna e carboncino, a seconda delle approfondire altre tecniche artistico-artigia-
colore proseguirà con la tecnica pittorica loro proprietà e caratteristiche. Saranno illu- nali quali la scultura, la ceramica e l’incisione,
della gouache; nella seconda parte del cor- strate varie tecniche di chiaroscuro e le diver- nello spirito di una libertà espressiva alla ricer-
so verrà proposta anche la tecnica dell’ac- se possibilità di applicazione, tenendo in con- ca e conoscenza di nuovi terreni dell’arte. L’in-
querello. siderazione le personali attitudini di ogni allie- tento è quello di creare un punto d’incontro
vo. In seguito gli allievi passeranno gradual- tra persone accomunate dalla passione per
Disegno e pittura 3 mente all’uso del colore per mezzo di pastel- l’arte le quali possano crescere insieme, solle-
Rivolto a chi ha già un’esperienza di base li gessosi,degli acquarelli e dei pastelli ad olio. citandosi l’un l’altra, e sviluppando nuove po-
nel disegno e nell’uso del colore, questo tenzialità espressive. Durante il corso si illustre-
corso introdurrà i temi del ritratto e della fi- Disegno e pittura 1 ranno opere di grandi artisti della storia del-
gura umana, accanto a still life e paesaggio Il corso è aperto a chiunque, anche princi- l’arte allo scopo di favorire l’acquisizione di ca-
già affrontati negli anni precedenti. Verran- piante, che è interessato ad apprendere le pacità interpretative e critiche anche attraver-
no studiate le proporzioni del volto e fornite tecniche del disegno e della pittura. Alla base so un dibattito comune.
nozioni di anatomia artistica. Sarà ripreso ed
approfondito lo studio della prospettiva,
di ogni tecnica pittorica è importante il dise-
gno. Questo corso ha l’obiettivo di sviluppare
Disegno e tecniche
della composizione e degli accostamenti abilità di riproduzione di diversi soggetti dal pittoriche: laboratorio aperto
cromatici, incoraggiando la creatività e le vero (o tratti da immagini) a livello grafico at- Il corso è per tutti coloro che nutrono interes-
scelte stilistiche individuali. Gli allievi lavore- traverso l’osservazione delle proporzioni, del- se e passione per il disegno e la pittura, a pre-
ranno dal vero, realizzando composizioni, la struttura geometrica e della sua collocazio- scindere dal livello di partenza. Il laboratorio,
autoritratti e ritratti dei compagni di corso; ne nello spazio. Si forniranno nozioni sulla inteso come luogo di lavoro comune e di
saranno utilizzati anche modelli pittorici e composizione e sul suo equilibrio armonico. scambio reciproco di esperienze personali, si
fotografici per la figura umana ed il paesag- Si useranno matite dalla B alla 6B, sanguigna propone di favorire lo sviluppo tecnico-ese-
gio. Alcune lezioni di paesaggio dal vero si e carboncino, a seconda delle loro proprietà cutivo di persone che abbiano conoscenza
svolgeranno a conclusione del programma. e caratteristiche. Saranno illustrate varie tecni- specifica nell’ambito grafico o pittorico, ma
Oltre alla tecnica dell’acquerello, saranno che di chiaroscuro e le diverse possibilità di anche di stimolare coloro che partono da un
proposti i pastelli morbidi ed i colori acrilici. applicazione, tenendo in considerazione le livello di base; questo non solo attraverso la

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 53


guida attenta al raggiungimento degli obiet- to d’incontro tra persone accomunate dalla corso si illustreranno opere di grandi artisti
tivi individuali ma anche tramite il confronto passione per l’arte le quali possano crescere della storia dell’arte allo scopo di favorire l’ac-
diretto e lo scambio interpersonale tra gli al- insieme, sollecitandosi l’un l’altra, e sviluppan- quisizione di capacità interpretative e critiche
lievi stessi. L’intento è quello di creare un pun- do nuove potenzialità espressive. Durante il anche attraverso un dibattito comune.

Disegno e Pittura
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7748 Disegno, acquerello e pittura - Full Time Bevilacqua U. Domenica 10-16 1° Centro Storico Englefield 100 4 08/05/11
7734 Disegno e Pittura: il ritratto psicologico Anelli L. Lunedì 9.30-11.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
6514 Disegno e pittura Cordovana E. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
6513 Disegno e pittura Cordovana E. Lunedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
6394 Disegno e pittura Cordovana E. Lunedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
6549 Disegno e Pittura: la Tecnica De Cinque L. Lunedì 18.30-20.30 11° Eur Spizzichino 230 25 25/10/10
8106 Disegno e Pittura 1 Orelli M. Lunedì 11-13 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 230 25 25/10/10
6563 Pittura ad olio avanzato Orelli M. Lunedì 15-17 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 270 25 25/10/10
7169 Pittura ad olio medio Orelli M. Lunedì 17-19 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 270 25 25/10/10
6542 Disegno e pittura 2 Santoro L. Lunedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
6533 Disegno e pittura 4 Santoro L. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
7378 Pittura 1 Severi A. Lunedì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 25/10/10
6528 Pittura 1 Severi A. Lunedì 11.30-14 1° Centro Storico Englefield 270 25 04/10/10
6555 Disegno e tecniche pittoriche: laboratorio Zingali G. Lunedì 16-19 18° Aurelio Seneca 230 25 25/10/10
6553 Disegno e pittura: biennio avanzato e MasterAnelli L. Martedì 17-19 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 26/10/10
6554 Disegno e pittura: il ritratto - biennio base Anelli L. Martedì 19-20.30 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 26/10/10
6504 Disegno Bevilacqua U. Martedì 14.30-16.30 1° Centro Storico Englefield 230 25 05/10/10
7270 Disegno e pittura del paesaggio Bevilacqua U. Martedì 9-11 1° Centro Storico Englefield 230 25 05/10/10
6569 Pittura: il ritratto Bevilacqua U. Martedì 18.30-20.30 1° Centro Storico Englefield 230 25 05/10/10
7619 Disegno e Pittura Clarici G. Martedì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 26/10/10
7612 Disegno e Pittura: la Tecnica De Cinque L. Martedì 18-20 9° Re di Roma Margherita di Savoia 230 25 26/10/10
6560 Disegno e Pittura: la Tecnica De Cinque L. Martedì 16-18 9° Re di Roma Margherita di Savoia 230 25 26/10/10
7634 Pittura ad olio 2 Lenci R. Martedì 19-21 8° Torrespaccata De Sanctis 230 25 26/10/10
7772 Pittura olio 1 Lenci R. Martedì 17-19 8° Torrespaccata De Sanctis 230 25 26/10/10
6106 Disegno e pittura: Techiche pittoriche Letico M. Martedì 18-20 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
7422 Disegno e Pittura 2 Orelli M. Martedì 15-17 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 230 25 26/10/10
7351 Disegno e pittura 3 Orelli M. Martedì 11.30-13.30 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 270 25 26/10/10
7425 Disegno: il ritratto Orelli M. Martedì 17-19 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 230 25 26/10/10
6511 Disegno 2 Rosa Neto E. Martedì 19-21 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 26/10/10
6543 Disegno e pittura 1 Santoro L. Martedì 16-18.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
6413 Disegno e pittura 3 Santoro L. Martedì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
6565 Pittura ad olio Santoro L. Martedì 18.30-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 05/10/10
7273 Disegno e pittura 3 Sarchioni R. Martedì 17.30-20 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 05/10/10
8074 Disegno e pittura Zingali G. Martedì 10-12 3° Piazza Bologna Accademia Scacchistica230 25 05/10/10
7816 Disegno e pittura 1 Zingali G. Martedì 9-11 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
7817 Disegno e pittura: Laboratorio d'arte Zingali G. Martedì 16-18.30 20° Labaro Baccano 270 25 26/10/10
6500 Acquerello e disegno - perfezionamento Bedini M. Mercoledì 14-16.30 1° Centro Storico Englefield 270 25 06/10/10
6562 Disegnare e dipingere la figura umana Bedini M. Mercoledì 16.30-19 1° Centro Storico Englefield 270 25 06/10/10
6548 Disegno e pittura avanzato Bedini M. Mercoledì 11-13.30 1° Centro Storico Englefield 270 25 06/10/10
7911 Disegno e pittura: Corso di pittura informale Casagrande S. Mercoledì 9-11 2° Flaminio Luisa di Savoia 170 25 06/10/10
7183 Disegno e pittura 2 Clarici G. Mercoledì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 27/10/10
6515 Disegno e pittura 3 Letico M. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 06/10/10
6547 Disegno e pittura 2 Santoro L. Mercoledì 9.30-11.30 15° Portuense C.A. Ciricillo 230 25 27/10/10
6546 Disegno e pittura 3 Santoro L. Mercoledì 17-19 4° Nomentano Insieme per fare 230 25 06/10/10
6545 Disegno e pittura 3 Santoro L. Mercoledì 15-17 4° Nomentano Insieme per fare 230 25 06/10/10
7320 Disegno e Pittura 2 Sarchioni R. Mercoledì 9-11 1° Centro Storico Englefield 230 25 06/10/10
7260 Pittura 1 Severi A. Mercoledì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 06/10/10
6552 Disegno e pittura: biennio base Anelli L. Giovedì 17-19 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 28/10/10
6561 Pittura: grisaille, grottesche, trompe l'oeil Bedini M. Giovedì 11-13.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
7994 Pittura: sperimentazione e ricerca Clarici G. Giovedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 07/10/10
6512 Disegno e pittura Cordovana E. Giovedì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 28/10/10
8033 Disegno e pittura 1 De Cinque L. Giovedì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 230 23 28/10/10
8032 Pittura: corso libero De Cinque L. Giovedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 230 25 28/10/10
6567 Laboratorio di pittura avanzato Lenci R. Giovedì 19-21 8° Torrespaccata De Sanctis 230 25 28/10/10
7259 Pittura ad olio 2 Lenci R. Giovedì 17-19 8° Torrespaccata De Sanctis 230 25 28/10/10
8118 Disegno e pittura: il ritratto Marzi G. Giovedì 17-19 19° Trionfale Fermi 230 25 28/10/10
6520 Disegno e pittura 4 Orelli M. Giovedì 15-17 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 270 25 28/10/10
6530 Disegno e pittura 6 Orelli M. Giovedì 11-13 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 270 25 28/10/10
7928 Disegno 1 Rosa Neto E. Giovedì 19-21 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 28/10/10
6529 Disegno e pittura avanzato Zingali G. Giovedì 16.15-18.15 20° Cassia S. Giuliano 230 25 28/10/10
6473 Pittura ad olio - livello avanzato Bevilacqua U. Venerdì 11.30-14 1° Centro Storico Englefield 270 25 08/10/10
6566 Pittura ad olio - livello iniziale Bevilacqua U. Venerdì 9-11.30 1° Centro Storico Englefield 270 25 08/10/10
6348 Pittura: Laboratorio Bevilacqua U. Venerdì 17.30-20.30 1° Centro Storico Englefield 320 25 08/10/10

54 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Disegno e Pittura
D
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6109 Pittura: liberare l'espressività - intermedio Bevilacqua U. Venerdì 15-17.30 1° Centro Storico Englefield 270 25 08/10/10
7893 Disegnare con la parte ds del cervello D'Antoni M. Venerdì 17-19 10° Cinecittà Piaget 230 25 29/10/10
6122 Disegnare con la parte destra del cervello D'Antoni M. Venerdì 15-17 10° Cinecittà Piaget 230 25 29/10/10
6108 Disegno e pittura: il ritratto 2 De Cinque L. Venerdì 18-20 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 08/10/10
7820 Disegno e pittura: Il ritratto Marzi G. Venerdì 13-15 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 08/10/10
8100 Pittura Moricca E. Venerdì 18.30-20.30 7° Centocelle Il Geranio 230 25 08/10/10
6526 Disegno e pittura 1 Orelli M. Venerdì 11-13 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 08/10/10
6531 Disegno e pittura 2 Orelli M. Venerdì 15-17 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 08/10/10
6541 Disegno e pittura 3 Orelli M. Venerdì 17-19 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 08/10/10
6521 Disegno e pittura 4 Orelli M. Venerdì 9-11 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 08/10/10
6508 Acquerello e disegno 2 Santoro L. Venerdì 9-11 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 08/10/10
7733 Disegno e pittura: Laboratorio Anelli L. Sabato 10-15 2° Flaminio Luisa di Savoia 185 8 09/10/10
7558 Disegno e pittura: Laboratorio Anelli L. Sabato 10-15 3° Piazza Bologna Sala Cittadina 3° Mun. 185 8 30/10/10

Dizione
Laura Cardillo lettura di testi (poetici, letterari, teatrali).
I partecipanti al corso saranno segnalati
Laboratorio lettura scenica
Dizione come attori-lettori per tutte le iniziative corso avanzato
Il corso è riservato a tutti. Il lavoro che si pro- culturali e per le diverse presentazioni di I partecipanti a questo corso sperimente-
pone nel corso riguarda: l’educazione della libri all’Upter, alla casa editrice Edup e al ranno l’esperienza creativa del lavoro dell’at-
voce e della respirazione: spiegazione e ap- sistema bibliotecario. tore. Verrà assegnato loro un personaggio di
plicazione della respirazione con il diafram- un testo teatrale, al quale dovranno attribui-
ma; lo studio delle regole per una corretta re un identikit: fisionomia caratteriale, condi-
pronuncia, ricerca e correzione dei difetti in- Alessandra Iandolo zione sociale, conflitti psicologici. Dovranno
dividuali, esercizi di rilassamento e di fona-
zione; il potenziamento delle capacità inter-
Dizione inoltre analizzare il rapporto che il loro per-
sonaggio ha con gli altri personaggi e indi-
Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono
pretative attraverso la lettura di testi di pro- viduare il sottotesto di ogni battuta. Il corso
migliorare le proprie capacità comunicative.
sa e di poesia. Imparare a conoscere la pro- terminerà con una esibizione scenica che
Infatti comunicare in maniera efficace risul-
nuncia corretta della lingua italiana e svilup- presenterà al pubblico il risultato artistico
ta importante sia per proporsi nel mondo
pare le potenzialità della voce come mezzo raggiunto dal lavoro svolto durante il corso.
del lavoro sia per creare comunicazioni au-
espressivo e di comunicazione sono gli I partecipanti del corso saranno segnalati
tentiche con l’altro. Si terranno 25 lezioni
obiettivi del corso. Saranno fornite dispense per le iniziative culturali e per le presenta-
dedicate alla riscoperta dell’Italiano, per “re-
in formato cartaceo e/o digitale, a seconda zioni di libri all’Upter, alla casa editrice
imparare” a pronunciare e leggere corretta-
delle esigenze degli allievi. Testi consigliati: Edup e al sistema bibliotecario.
mente la nostra lingua soffermandosi sul-
Dop. Dizionario d’ortografia e di pronunzia.
A cura di Bruno Migliorini, Carlo Tagliavini e
l’importanza di usare e gestire la propria vo- Laboratorio lettura scenica
Piero Fiorelli – Edizioni RAI-ERI.
ce in modo appropriato. corso base
L'obiettivo del corso è sviluppare nei parte-

Aldo Colindri Rodolfo Traversa cipanti l'espressività e l'affabulazione, inse-


gnando ai corsisti a leggere ad alta voce e a
Laboratorio lettura scenica Dizione parlare in pubblico, diventando attori-letto-
Questo corso è rivolto a coloro che sono in- ri in grado di partecipare a letture sceniche
- corso base teressati al teatro e al lavoro interpretativo di testi letterari o teatrali. La lettura ad alta
L’obiettivo del corso è quello di preparare i dell’attore. Identikit del personaggio, analisi voce è uno dei mezzi più efficaci per miglio-
partecipanti a conoscere le tecniche di ba- del sottotesto delle battute, esame dei rap- rare la capacità di comunicazione in ambito
se per acquisire e migliorare l’espressività, porti che intercorrono tra i personaggi. Que- personale e professionale. I partecipanti del
l’intonazione, la dizione, l’uso della voce e la sta fase preliminare delle messinscena di un corso saranno segnalati per le iniziative
respirazione, inoltre affineranno le modalità testo è esercitata esclusivamente con la vo- culturali e per le presentazioni di libri al-
per leggere, rappresentare e parlare in pub- ce. l'Upter, alla casa editrice Edup e al sistema
blico (Public Speaking). Il corso prevede la bibliotecario.

Dizione
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7920 Dizione Cardillo L. Martedì 15-17 11° Garbatella C.A. Pullino 230 25 05/10/10
8122 Dizione Cardillo L. Giovedì 15-17 19° Trionfale Fermi 240 25 28/10/10
7375 Dizione Traversa R. Martedì 19-21 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 150 15 26/10/10
7464 Dizione Traversa R. Lunedì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 150 15 25/10/10
6207 Dizione Traversa R. Martedì 17-19 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 150 15 26/10/10
7168 Laboratorio lettura scenica - corso base Traversa R. Mercoledì 17-19 1° Centro Storico Visconti 200 20 27/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 55


Dizione
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7476 Laboratorio lettura scenica - corso avanzato Traversa R. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Visconti 200 20 27/10/10
8131 Laboratorio lettura scenica - corso base Colindri A. Mercoledì 16-18 11° Garbatella Rinascita 200 20 27/10/10
7139 Dizione Iandolo A. Martedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 240 25 05/10/10

Ecologia e ambiente
ne, il percorso seguito dovrebbe contribuire a
Viviana Di Giovanni tempo, la sensibilità e l’impegno sociale di
tutti nei confronti dell’ambiente. Utilizzo del- una educazione consapevole e finalizzata a
Ecologia e ambiente: le fonti energetiche rinnovabili. Piano d’azio- un sostanziale cambiamento di mentalità e
Rispetto e tutela del ne per le tecnologie con l’ ambiente. Respon-
sabilità sociale dell’ impresa. Strategia per l’ uso
comportamento dei corsisti, in relazione al
drastico aumento dei consumi di risorse na-
territorio sostenibile delle risorse naturali. La responsa- turali e di energie fossili in atto sul pianeta, te-
Il corso, aperto a tutti, si propone di produrre bilità del turismo sfrenato come causa dei nendo in considerazione che lo sviluppo so-
insieme nuovi percorsi sulle diverse proble- problemi ambientali: inquinamento, distruzio- stenibile non è uno sviluppo qualsiasi ma una
matiche relative allo sviluppo sostenibile del- ne dell’ ambiente, problema dell’ acqua, ecc. visione unitaria e integrata di una nuova qua-
l’intero pianeta, di diffondere la consapevolez- L’educazione ambientale in funzione di una lità ecologica, sociale, economica e politica.
za che la società è un sistema e non un insie- nuova convivenza tra prospettive turistiche e
me di parti slegate e di stimolare, nello stesso conservazione delle risorse naturali. Alla termi-

Ecologia e ambiente
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8045 Ecologia e ambiente: Rispetto e tutela del territorio Di Giovanni V. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10

Economia e marketing
ni di controllo di marketing. Il corso preve-
Rita Callegari Simone De Paulis de una significativa parte pratica con analisi
Informazione e sostegno al Marketing e comunicazione di casi aziendali ed esercitazioni in aula.
nuovo imprenditore Il corso si rivolge a tutti coloro che parlano
di marketing e desiderano approfondirne
Viviamo in un’epoca in cui il lavoro è poco e
sempre più persone, specie i giovani, si
gli aspetti principali. Il corso offre spunti uti- Valerio Rossetti
orientano verso un lavoro autonomo. Ma
li all’attività lavorativa quotidiana, pur non
essendo unicamente finalizzato alla spendi-
Economia: il Business Plan
quanti di loro sanno veramente a cosa van- Il corso è rivolto a quanti abbiano interesse
bilità nel mercato del lavoro. Il corso si pone
no incontro? Nel contesto delle varie classi e necessità di comprendere la struttura e le
l’obiettivo di guidare i partecipanti alla sco-
lavorative, la SELEZIONE più dura avviene strategie del business plan di un’azienda. Il
perta dei mercati moderni, sempre più in
proprio in quella imprenditoriale, per due programma si articola in moduli didattici, la
evoluzione e alla conoscenza delle tecniche
motivi molto semplici: l’errore che si com- cui durata varia a seconda dell’argomento.
di marketing strategico. Si acquisiranno gli
mette lo si paga di persona, la non cono- 1° modulo. Macroeconomia. Domanda glo-
strumenti essenziali per la gestione della
scenza nel settore produce costi anziché ri- bale, consumi, risparmio e investimenti. Pil,
domanda e dell’offerta di beni e servizi e gli
cavi. Il programma del corso affronterà: il contabilità nazionale uso delle tavole Istat.
approcci di marketing necessari per realiz-
consolidamento delle proprie decisioni, la La moneta, offerta e domanda di moneta,
zare, comunicare e distribuire un prodotto.
razionalizzazione del budget a disposizione, interesse. 2° modulo. Il bilancio. Stato patri-
Il programma del corso tratterà i seguenti
la scelta tra aprire da zero, acquistare qual- moniale, conto economico, analisi e eserci-
argomenti: concetti fondamentali di marke-
cosa, legarsi ad un franchising, il confronto tazioni sul bilancio. 3° modulo. Business
ting; l’ambiente di marketing; il comporta-
delle proprie aspettative con il mercato rea- plan. Struttura del business plan; punti di
mento d’acquisto del consumatore; la mar-
le, la scelta del locale-affitto-acquisto, la ri- forza del business plan e criticità; il business
ca; le tecniche pubblicitarie e le grandi
chiesta di autorizzazioni, gli impianti a nor- plan come strumento di controllo di gestio-
scuole pubblicitarie; il direct marketing e
ma, l’inserimento merci, la presa di contatto ne, il break even; esempi di business plan, di-
tecniche di persuasione; marketing mix; la
con il mondo fiscale al quale ci si approccia. scussione sui business plan realizzati dagli
concorrenza; i mercati obiettivo; lo sviluppo
allievi. L’obiettivo finale del corso è quello di
dei nuovi prodotti; il packaging; il ciclo di vi-
mettere gli allievi in grado di redigere un
ta del prodotto; il mercato globale; la pianifi-
business plan aziendale.
cazione strategica; i canali di marketing; cen-

56 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Economia e marketing
E
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7969 Informazione e sostegno al nuovo imprenditore Callegari R. Mercoledì 17-19 10° Cinecittà Piaget 230 25 27/10/10
7943 Marketing e comunicazione De Paulis S. Sabato 11.30-13.30 1° Centro Storico Englefield 230 25 09/10/10
7206 Economia: il Business Plan Rossetti V. Venerdì 11-13 1° Centro Storico Englefield 110 12 09/10/10

Egittologia
Liliana Di Landri no; l’Egitto cristiano. Architettura egiziana; i
personaggi dell’Egitto; i luoghi d’Egitto;
Paolo Lorizzo
Egittologia. Antico e Medio l’Egittologia oggi. Al termine delle lezioni è Egittologia 1
Regno previsto un dibattito con gli allievi sull’anda-
mento generale del corso. L’altra parte del
Corso introduttivo alla storia dell’Egitto farao-
nico: verranno analizzati i vari periodi storici a
Antico e Medio Regno. Gli argomenti tratta- programma sarà dedicata alle seguenti visi- partire dal periodo Predinastico, passando per
ti: aspetto storico e politico dal periodo te ed eventuali viaggi: Museo Egizio, Musei le trenta dinastie manetoniane fino ad arriva-
Neolitico alla XVII Dinastia; il segreto degli Vaticani Roma, Museo Barracco Roma, viag- re all’epoca greco-romana. Verranno analizza-
egizi svelato attraverso i miti, i riti, il culto dei gio a Torino per Museo Egizio. ti i momenti storici più importanti, come
morti, la magia;“l’anatra che morde”: il gero-
glifico, scrittura sacra; rito magico e segreto: La Civiltà Egizia e le scoperte l’espansione territoriale nel vicino Oriente, la
conquista della Nubia, la crisi dei tre Periodi
tutto sulla mummificazione dai testi di Ero-
dono; piramidi, sfingi, obelischi; usi e costu-
archeologiche Intermedi e i sovrani “stranieri” greci e romani.
Il corso è rivolto a tutti le persone interessa- Si compirà un viaggio attraverso immagini
mi dalle pitture parietali; la donna tra lettu-
te ad approfondire l’archeologia egizia. Il multimediali e brevi filmati che forniranno un
ra degli astri e cura della bellezza; archeolo-
programma è articolato in due parti, una valido approccio al mondo faraonico nato più
gia tra storia e mistero.
teorica ed una caratterizzata da uscite e vi- di 5000 anni fa.
site. La parte teorica tratterà i seguenti argo-
Egittologia 2
Giuseppe Fort menti: la riscoperta dell’Egitto; i geroglifici; la
religione; il culto dei morti; la letteratura; l’ar- Corso di approfondimento di Egittologia 1.
Egittologia te; le scienze; il paese e la civiltà; l’Antico Re- Verranno approfondite tutte quelle tematiche
gno; il Medio Regno; il Nuovo Regno; il Tar- storiche che rappresentano il cardine della ci-
Il corso è rivolto a tutti le persone interessa-
do Regno. E ancora l’Egitto tolemaico; l’Egit- viltà egiziana. Maggiore attenzione verrà de-
te ad approfondire l’archeologia egizia. Il
to romano; l’Egitto cristiano; architettura egi- dicata ai periodi di formazione (Preistorico,
programma è articolato in due parti, una
ziana; i personaggi dell’Egitto; i luoghi d’Egit- Predinastico e Protodinastico), di consolida-
teorica ed una caratterizzata da uscite e vi-
to; l’Egittologia oggi. La seconda parte del mento (Medio e Nuovo Regno) e di conqui-
site. La parte teorica tratterà i seguenti argo-
programma sarà dedicata alle seguenti visi- sta straniera (Libici, Persiani, Greci e Romani).
menti: la riscoperta dell’Egitto; i geroglifici; la
te: Musei Vaticani e Museo Barracco a Roma. Si compirà un viaggio attraverso immagini
religione; il culto dei morti; la letteratura; l’ar-
multimediali e brevi filmati di specifica tema-
te; le scienze; il paese e la civiltà. L’Antico Re-
tica che forniranno un valido supporto al-
gno; il Medio Regno; il Nuovo Regno; il Tar-
l’analisi oggetto del corso.
do Regno; l’Egitto tolemaico; l’Egitto roma-

Egittologia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6826 Egittologia. Antico e Medio Regno Di Landri L. Martedì 15-17 19° Trionfale Fermi 170 25 26/10/10
7784 Egittologia. Fort G. Martedì 16-18 20° Cassia S. Giuliano 170 25 26/10/10
8246 Egittologia 1 Lorizzo P. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Visconti 170 25 29/10/10
7510 Egittologia 2 Lorizzo P. Venerdì 17-19 1° Centro Storico Visconti 170 25 29/10/10

Elettronica
Corrado Adriani a comprendere e ad utilizzare le tecniche per
costruire un alimentatore universale, un rego-
me di vari colori, 4 diodi led, 10 condensatori di
vario tipo, 6 diodi, un trasformatore ac/ac, 2
Elettronica per hobby latore di luminosità, un amplificatore ed altri cir- transistor, 1 relè e dovrà poi dotarsi di 1 salda-
Il corso e rivolto a quanti, in possesso di cono- cuiti di uso quotidiano. Durante il corso verran- tore stilo 220v da 40/60 watt, matassina di sta-
scenze di base del computer ed dei principali no realizzate una piccola radio FM, un alimen- gno da 1mm 40/60, Multimetro digitale, tron-
programmi informatici, desiderano conoscere tatore universale, un variatore di luminosità ed chesine, pinza a becco lungo piccola, giraviti.Al
da vicino i segreti che regolano il mondo del- un amplificatore.Ogni corsista deve acquistare termine del corso gli allievi saranno in grado di
l’elettronica, nonché scoprire come funziona per proprio conto o presso un negozio con- comprendere il funzionamento dei principali
un televisore e capire i meccanismi elettronici venzionato, il seguente kit (costo del kit circa 70 apparati elettronici e di realizzare piccoli stru-
dietro il funzionamento di una radio.Il pro- euro): manuale, una basetta per esperimenti, 15 menti elettronici, quali radio, alimentatori, am-
gramma prevede di partire da zero per arrivare resistenze di vario tipo, matassine di filo in ra- plificatori, variatori di luminosità.

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 57


vorranno, gli allievi avranno anche la possibili-
Elettronica: robotica per tà assemblare dei propri microrobot soste-
tecniche per messa in sicurezza, certificati di
sicurezza sui dispositivi; normative – normati-
hobby nendo una spesa da 80 euro in su, a seconda ve sugli impianti, certificazioni, normativa sul-
Il corso è rivolto a chi ha partecipato al corso della complessità delle funzioni disponibili le modifiche, normative sui materiali; impianti
base di elettronica e a quanti sono interessati sull’automa acquistato. In questa prospettiva, – schema di un impianto elettrico, quadro
a questa materia (per coloro che non hanno la realizzazione di più microrobot potrà rap- elettrico, alta tensione e bassa tensione, im-
partecipato al corso di elettronica è previsto presentare una vera e propria sfida. Al termi- pianto per elettrodomestici, impianto per illu-
un colloquio con l’insegnante). Il programma ne del corso gli allievi saranno in grado di col- minazione; in pratica – prolunghe, scatole di
intende percorrere un breve viaggio nel laborare alla realizzazione di un microrobot derivazione, messa a terra, lampadari, prese
mondo della robotica per scoprire cosa è di ed eventualmente anche di creare in autono- elettriche, interruttori, deviatori, rele, automa-
uso quotidiano e cosa è ancora fantascienza, mia dei propri micro robot. tismi vari; elettrodomestici – phon, robot cu-
per scoprire i fondamenti dell’elettronica, dei cina, ferro da stiro; strumenti - multimetro, tipi
motori che li muovono, dei sensori che li rela- di giravite, pinze, spella fili, nastro isolante, ri-
zionano con il mondo esterno, dei micropro- cerca guasti – continuità elettrica, corto circui-
cessori che li rendono intelligenti. Difatti,
Paolo Serci, Corrado Adriani ti, fusibili, eccAl termine del corso gli allievi sa-
l’obiettivo principale del corso è quello di cu- Elettronica: piccole ranno in grado, ad esempio, di: sostituire un
riosare fra i robot e microrobot per capire co- presa elettrica danneggiata, realizzare una
me sono stati costruiti, quali sono le loro ap-
riparazioni elettriche prolunga elettrica, riparare un lampada da co-
plicazioni, come comunicano e come si pro- Il corso, accessibile a tutti, è rivolto a quanti modino e piccoli elettrodomestici, sostituire
grammano, nonché per comprendere la loro desiderano imparare a riparare guasti elettri- magneto termici e/o differenziali, seguendo
grande utilità nell’automatizzare le industrie, ci ed e piccoli elettrodomestici. Le lezioni trat- le regole di sicurezza ed utilizzando gli attrez-
ad esempio, spostando pesi ed aiutando i di- teranno i seguenti argomenti: elettricità – co- zi giusti. Gli allievi avranno anche acquisito le
sabili e facendo giocare i bambini. Durante il s’è, volt ampere watt e dintorni; apparati - ca- conoscenze necessarie per verificare la quali-
corso verrà costruito un microrobot le cui vi, interruttori, differenziali, magneto termici, tà di un lavoro svolto da altri sul vostro im-
funzioni verranno controllate attraverso pro- contatori di energia, prese ed affini; sicurezza pianto elettrico, di casa od ufficio, è stato fat-
grammazione informatica in Pbasic. Se poi – pericoli per la salute ed incendi, normative, to a regola d’arte.

Elettronica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7801 Elettronica: piccole riparazioni elettriche Adriani C. Giovedì 15-17 1° Piramide Abaco 240 20 07/10/10
7802 Elettronica per hobby Adriani C. Lunedì 15-17 1° Piramide Abaco 240 20 04/10/10
7803 Elettronica: robotica per hobby Adriani C. Sabato 12-14 1° Piramide Abaco 180 15 09/10/10
7801 Elettronica: piccole riparazioni elettriche Adriani C. Giovedì 15-17 1° Piramide Abaco 240 20 07/10/10

Erboristeria
ve, calmanti, energetiche per difendersi dal
Carla Mattei per gli usi richiesti e quali le ricette da memo-
Associazione Dama d’erbe rizzare. Vale la pena ricordare che tutto intorno
a noi - ambiente, corpi e anime - si armonizza
freddo dell’inverno o proteggere la pelle dai
raggi solari estivi. Dall’Aloe, lo Zenzero, dalle
Viridaria e ritrova la sua ragione di essere, il suo “sapore” tecniche di raccolta alle preparazioni galeni-
Una volta le terre intorno al Mar Mediterraneo dietro la guida ordinatrice di un’arte vera. che estrattive, la sottile energia dei Fiori di
accoglievano il prosperare della tradizione er- Bach. L’arte antica del Profumo con le delicate
boristica che costituiva un campo operativo fragranze che migliorano il nostro umore. La
essenziale all’arte sanitaria. Tutte le “materie Luisa Romandini Mandragora e i suoi riti magici. Il dolce miele
mediche” dei popoli antichi avevano la stessa che le api producono dal nettare dei fiori e…
radice comune. Oggi che “coltiviamo” sempre
Erboristeria tante ricette: liquori, oli per il corpo, bagni aro-
meno la pratica erboristica, non riusciamo a Il corso è rivolto a tutti coloro che sono inte- matici, pomate, unguenti, infusi, decotti e tut-
mantenere la salute pubblica senza costi spa- ressati a conoscere da vicino le principali vir- te le medicine che la natura ci offre. Al termi-
ventosi in termini economici. Eppure, anche le tù e pratiche erboristiche. Il programma è fi- ne del corso, gli allievi saranno in grado di ri-
briciole ancora reperibili di quest’arte antica nalizzato ad offrire una panoramica generale conoscere e sfruttare al meglio i principi attivi
possono migliorare la vita di ognuno. Vale la dell’Erboristeria tradizionale con i suoi misteri delle piante officinali.
pena ricordare come, quando e perché si rac- e le sue virtù. In questa prospettiva, verrà pre-
colgono le “erbe”. In quali modi si preparano sentata una vasta gamma di piante depurati-

Erboristeria
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6830 Erboristeria Romandini L. Lunedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 170 25 04/10/10
6832 Erboristeria Romandini L. Martedì 17-19 18° Aurelio Bramante 170 25 26/10/10
8070 Erboristeria Romandini L. Venerdì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 170 25 29/10/10
8217 Viridaria Mattei C. Sabato 16-18 20° Labaro Baccano 230 25 30/10/10

58 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


E
Esoterismo
Gerry Wega astrologia, esseni e terapeuti, ermetismo e
gnosticismo; alchimia; catari, il segreto dei tem-
zo divinatorio, raramente invece per ciò che
erano originariamente: uno strumento straor-
Alchimia plari, i fedeli d’amore, Paracelso, Jakob Böhme, dinario per conoscere se stessi e il mondo. Ar-
Cos’è l’alchimia? Non è chimica, ma una disci- misticismo, i maghi del ‘500, le scienze orienta- cano per arcano (minori inclusi), intraprende-
plina squisitamente psichica, una sorta di “la- li della felicità; cabala, tarocchi; sufismo, rosacro- remo un viaggio nelle profondità dell’anima
voro” che si compie su noi stessi, liberando le ce, massoneria, teosofia, l’antropologia di Stei- umana e dello spirito mundi, come se legges-
proprie energie usate inadeguatamente, per ner; Alice Bailey, le vie “diaboliche” di Gurdjieff e simo un libro che ci svela simboli eterni. Ve-
far rinascere l’anima. La ricerca della pietra fi- Crowley. Dopo l’esame di questo “esoterismo dremo come l’insieme di tutte le carte, arcani
losofale è per solitari, ma lavorando insieme classico” ci immergeremo nel crogiolo del- maggiori e arcani minori, costituisca un ordi-
troveremo quel “filo d’Arianna” che ci manca l’esoterismo odierno, la New Age. Esaminere- ne ideale, e qualcuno potrebbe trovare quel
per realizzarci. Discuteremo di miti, ermetismo mo argomenti che spazieranno tra archeolo- “filo d’Arianna” che gli manca per realizzarsi.
e sufismo, dei capolavori alchimici di Flamel, gia misteriosa, reperti archeologici che si sup-
Altus, Fulcanelli, della Porta Magica, delle tec- pone non siano potuti esistere nell’epoca a
I tarocchi: approfondimento
niche di accelerare o rallentare i tempi, della cui afferiscono le datazioni, gli ultimi sviluppi e pratica
medicina di Paracelso, dell’insegnamento ini- della medicina psicosomatica, teorie della co- La pratica della cartomanzia spazia da metodi
ziatico contenuto nei Tarocchi e nelle Favole, spirazione e del governo mondiale occulto tradizionali legati a misteriose corrisponden-
della psicologia di Jung, Hillman, Wilber, delle (con o senza extraterrestri), cerchi nel grano, ze a tecniche più psicologiche: da dialoghi
tecniche dell’auto-conoscenza di maestri “dia- psicologia transpersonale, terapia della rein- esplorativi per chiarirsi le idee, fino a tecniche
bolici” come Gurdjieff... cercando di “trasforma- carnazione e regressioni nelle vite passate. Ap- dove il “postulante” si fornisce le risposte da sé.
re i metalli vili in oro”. Sono disponibili delle di- profondiremo teorie di personaggi del XX se- Inoltre, verrà proposta una facile tecnica per
spense, complete di bibliografia esauriente. colo che hanno interpretato la realtà in modo “farsi le carte” e indirizzarsi, ad esempio, per vi-
diverso dalle convinzioni del loro tempo:
Esoterismo: dalle origini alla Schwaller De Lubicz, Reich, Sitchin, Hamer,
vere una giornata felice e produttiva.
New Age Duesberg, Icke, Braden, Sermonti, Emoto, Cay- I tarocchi: teoria e pratica
L’aspetto spirituale del mondo, dalla mitica ce, Rol… Qualcosa sta cambiando nella men- Il programma di questo corso fonde insieme
Atlantide ai giorni nostri. Una storia “parallela” te della gente, ma il tempo stringe, visto che la tra loro, in un unico percorso di apprendi-
a quella ufficiale, piena di leggende e meravi- fine del mondo è prevista per il 2012! mento, i contenuti degli altri due corsi “I Taroc-
glie, fatti e misfatti, un cammino millenario del-
l’uomo verso la conoscenza. Dal programma:
Esoterismo: i Tarocchi come chi come strumento iniziatico e di individua-
zione” e “Approfondimento e pratica”.
stati di coscienza, origine della coscienza se- strumento iniziatico
condo Jaynes, Gilgamesh; misteri egizi e greci, Da più di sei secoli i Tarocchi sono conosciuti
orfismo, pitagorismo, reincarnazione e karma; soprattutto come gioco di carte o come mez-

Esoterismo
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7449 Alchimia Wega G. Giovedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 230 25 28/10/10
7831 I tarocchi: Approfondimento e pratica Wega G. Lunedì 19-21 1° Esquilino Confalonieri 110 12 21/02/11
7997 Esoterismo: Dalle origini alla New Age Wega G. Giovedì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 230 25 28/10/10
6836 I tarocchi: Teoria e pratica Wega G. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 06/10/10
6835 I Tarocchi come strumento iniziatico Wega G. Lunedì 19-21 1° Esquilino Confalonieri 110 12 25/10/10

Espressione creativa
te più autentica di se stessi, imparando a rico-
Maria Laura Baronti Marchiò re e percorrere particolari esperienze di dialo-
go con se stessi e gli altri. Un percorso di cre- noscerla ed accoglierla. L’obiettivo è il rag-
Consapevolezza di sé ed scita personale, quindi, aperto a tutti coloro giungimento di una maggiore consapevolez-
emozioni: Ri-trovarsi in che abbiano voglia di andare alla ri-scoperta
di se stessi attraverso l’espressione artistica li-
za di sè imparando ad autocontenere le pro-
prie emozioni per un maggiore benessere
modo creativo bera utilizzata come mezzo di comunicazio- emotivo specie se si sta attraversando un pe-
“L’arte non riproduce ciò che è visibile ma ne tra il dentro ed il fuori di sé, nell’ambito di riodo difficile o si sente il bisogno di dedicare
rende visibile ciò che non lo è...” (P.Klee) Il lin- un viaggio introspettivo e creativo che con- del tempo a se stessi.
guaggio artistico dà forma e voce a ciò che è sentirà di contattare le proprie emozioni, dar
altrimenti inesprimibile e consente di costrui- loro voce e spazio, facendo emergere la par-

Espressione creativa
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7973 Consapevolezza di sé ed emozioni Baronti Marchiò M. Giovedì 15-17 10° Cinecittà Piaget 150 15 28/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 59


Filosofia
Direttore Dipartimento MARCO MAJONE
Fabrizio Bigotti zione mediante la quale Aristotele tenta di tra-
durre l’irriducibile complessità e molteplicità
dioevo, dell’era moderna e contemporanea.
Gli argomenti delle conversazioni vengono
Introduzione alla Filosofia del reale. Intorno a questo problema ruotano, raggruppanti in cinque grandi aree, ciascuna
La navigazione è forse la metafora più effica- infatti, come intorno ad un ideale fulcro, tutte delle quali comprende 5 incontri della durata
ce per rappresentare la ricerca filosofica, un le questioni lasciate aperte dal pensiero di Pla- di due ore. Le aree tematiche riguarderanno:la
sapere che ha alle spalle la terraferma delle tone. Con Aristotele, le nuove esigenze del sa- ricerca della verità, la ricerca del bene, la ricer-
certezze e, dinnanzi, l’orizzonte sconfinato del- pere, inteso come sapere scientifico, trovano la ca del bello, la ricerca di dio, la ricerca della fe-
le ipotesi. Per orientarsi in questo mare, a volte loro prima e più compiuta fondazione nella licità. Ai partecipanti saranno consegnate
un po’ tempestoso, il corso propone un in- storia del pensiero occidentale: logica, fisica, schede tematiche e una bibliografia dei filo-
quadramento basilare della storia, dei concet- metafisica e biologia. Si fa strada, così, la possi- sofi più significati.
ti e dei termini della filosofia intesa come sa- bilità di una sintesi grandiosa ed organica tra
pere dialogante. In particolare, verrà conside- tutte le conoscenze acquisite nel corso dei se-
rato il periodo di storia del pensiero antico coli precedenti, conoscenze che trovano in Ari- Giampiero Foglino
che va da Talete ai Sofisti, saranno inquadrati i stotele uno dei massimi, se non il massimo,
momento di sistematizzazione. Il corso preve-
Storia della prima filosofia.
problemi relativi allo studio della natura (Ilo-
zoisti), della materia e della teoria degli ele- de l’uso di slides e dispense cartacee che sa- Da Talete a Socrate
menti (Eraclito, Empedocle, Anassagora), del- ranno messe a disposizione durante le lezioni. L’antica sapienza dei filosofi raccontata e in-
terpretata – dal settimo al quinto secolo – a
l’immortalità dell’anima e dell’essere (Pitago-
ra, Parmenide) dal VI al IV secolo a.C., mentre
Storia della Filosofia III partire da Talete e dal riso della serva tracia al-
con i sofisti emergerà invece in tutta la sua È consigliata la conoscenza anche manualisti- la sua caduta nel pozzo mentre, distratto,
portata la dimensione culturale e politica del- ca della storia del pensiero precedente. Con guardava le stelle. Il trapasso dal mito (raccon-
l’uomo. Oltre alle lezioni frontali, il corso pre- un occhio volto ancora alla filosofia aristoteli- to) alla ricerca del principio (unico o moltepli-
vede l’utilizzo di slides, video e dispense. Il cor- ca, il corso affronterà i principali problemi po- ce) di Tutte le Cose. La prima parte del corso
so si propone di far acquisire agli allievi le no- sti delle «filosofie ellenistiche». Lo sfondo eti- è dedicata alla storia dei frammenti pervenu-
zioni base per orientarsi e navigare nel mare co è il comune denominatore della concezio- ti dei “fisici” o cosmologi, passando attraverso
filosofico. ne ellenistica dell’uomo, “cittadino del mon- le figure del Logos (ragione, discorso, parola,
do” come lo definirà lo schiavo greco Epitetto. ragionamento) greco, cioè della spiegazione
Storia della Filosofia 1 Ma l’uomo può anche sentirsi sperduto in razionale di ciò che appare del mondo e del
Per la partecipazione al corso, è gradita una questo mondo, unificato dal dominio univer- cosmo. Quindi: il “principio” o i prìncipi; poi, con
conoscenza generale del pensiero della filo- sale della pax romana; ecco affacciarsi allora la Eraclito e Parmenide, il vigoroso sviluppo teo-
sofia presocratica. Il corso si propone di af- possibilità di tornare in se stessi, guardare al rico della contrapposizione tra il divenire del
frontare nel suo complesso le principali arti- proprio interno – stoicismo – interrogarsi sul- Tutto e l’assoluta permanenza dell’Essere – e
colazioni del pensiero di Platone inteso come la possibilità di risolvere definitivamente i pro- la dialettica, in entrambi, tra le opinioni degli
dialogo, ovvero come forma di sapere in cui blemi relativi alla conoscenza, alla logica e alla uomini e le ragioni fondanti dei filosofi. Per ar-
ogni soluzione è solo il risultato di un proces- stessa morale – scetticismo – rifugiarsi, infine, rivare fino a Socrate e al suo “dono del dio alla
so di critica e formazione culturale che può, in una piccola comunità di eletti, dediti alla città”, colla disarmata arte ironica e dialettica di
eventualmente, essere rimesso in discussione. poesia e ai semplici piaceri, nell’intento di cu- mettere in dubbio le opinioni consolidate di
Il pensiero di Platone più che un sistema di rare la propria anima e liberarla dall’ignoran- chi lo condannerà a morte. Il corso monogra-
idee in sé concluso si presenta come un po- za in cui la tengono il timore irrazionale della fico è dedicato quest’anno allo studio appro-
tente stimolo alla ricerca. Si tratta di una rifles- propria morte e degli dei – epicureismo. Sul- fondito e commentato di Eraclito, il cui pen-
sione che, maturata a contatto diretto con il lo sfondo delle inquietudini che comunque siero aforistico e “oscuro” sarà vagliato avendo
maestro, Socrate, ed avviata da una persona- caratterizzano le filosofie ellenistiche, resta come testi base i suoi frammenti nelle due
le aspirazione alla giustizia nella società, trova l’eco dei grandi problemi che si impongono versioni di Mondolfo e Marcovich (riedita da
in opere come Il Fedone (seconda navigazio- all’attenzione anche dell’uomo moderno, il Giovanni Reale), e di Colli (e fu l’ultima sua fa-
ne, teoria della reminescenza, mortali- senso della storia, quello della propria vita e, in tica condotta a termine per Adelphi). Infine al-
tà/immortalità dell’anima), il Sofista (dialettica particolare, l’idea che essere cittadini del cune ore seminariali saranno dedicate alle pa-
e teoria delle idee) e la Repubblica («incanta- mondo, soprattutto oggi, significa in un certo gine dei primi “storici” che conosciamo del-
tio animi», educazione etico-politica) momen- senso tornare a pensare l’individuo nella tota- l’antica filosofia: cioè Platone e Aristotele.
ti di grandissima ispirazione, sorretti dalla for- lità della sua dimensione umana.
ma platonica per eccellenza, il dialogo, e dal
suo immancabile protagonista, Socrate. Marco Majone
Il corso prevede l’utilizzo di slides, proiezioni Elio D’orazio Filosofia del Diritto
di filmati e dispense che verranno messe a di-
sposizione durante le lezioni.
Conversazioni tematiche con Le categorie del pensare giuridico medievale.

Storia della Filosofia II i principali filosofi della La parte monografica del corso ricalca quella
dell’insegnamento di Storia della Storiografia
È gradita una conoscenza anche generale del storia medievale, per cui ad esso si rimanda. Si dà
pensiero precedente, in particolare di quello di I grandi problemi della filosofia verranno af- naturalmente per scontata una valutazione fi-
Platone. Il corso affronterà il problema aristote- frontati dialogando con i grandi filosofi del losofica dei contenuti declinati all’interno di
lico del “dire l’essere in molti modi”, la formula- pensiero occidentale, dell’antichità e del me- quella programmazione. In questo specifico

60 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


caso, invece, è il caso di richiamare la necessi-
tà di cogliere le peculiarità distintive della di-
della sua speculazione: l’identità di reale e ra-
zionale, la dialettica, la fenomenologia, la filo-
e razionalismo, casa editrice Bompiani.
F
sciplina attraverso l’ausilio di apparati critici e sofia della religione etc. Verrà anche analizzato
Viaggio alla scoperta della
storiografici di rilievo dottrinale e di sicuro va- il periodo Risorgimentale che segna il trionfo filosofia moderna
lore propedeutico: a) O. Hoffe, Giustizia politi- del pensiero romantico e tradizionalista, Il corso intende essere un ideale viaggio alla
ca: Fondamenti di una filosofia critica del dirit- un’ideologia fatta propria da molti italiani: Ro- scoperta della filosofia moderna. Attraverso la
to e dello Stato, Il Mulino, Bologna, 1995, b) J. smini, Gioberti e Mazzini; Infine, verrà analizza- lettura di Francesco Bacone, il filosofo della li-
Rawls, Lezioni di storia della filosofia morale, ta la figura di Marx e l’Internazionalismo, il so- berazione dagli idoli e il sapere è potere. Lo
Feltrinelli, Milano 2000. cialismo, il positivismo sociale etc. Il program- scopo della scienza. Come Bacone vede la co-
Filosofia della Religione ma prevede di approfondire in modo detta-
gliato Schopenhauer, Freud e Nietzsche.
noscenza, come proposta di un nuovo pro-
gramma culturale per la filosofia che serve a
La religione entro i limiti liberare le menti dai pregiudizi e dalle impo-
della sola ragione pratica. Erminio Rendine
sture del passato. La filosofia del passato ap-
pare a Bacone sterile ed incapace di produr-
Il programma consta di tre diversi momenti di
analisi: 1) Sezione storica: riforme e rivoluzioni Empirismo e razionalismo re risultati. Seguirà con l’approccio a Cartesio,
la ricerca di un nuovo fondamento del sape-
del XVIII secolo. 2) Sezione filosofica: dal razio- Razionalismo ed empirismo, la fondazione di
re, il discorso sul metodo della conoscenza e
nalismo al criticismo, dalla metafisica del sog- un nuovo sapere scientifico agli albori della
l’utilità del dubbio sistematico per il sapere
getto all’ente morale della ragione pura prati- Rivoluzione Industriale, una nuova idea di ra-
dell’uomo libero. Cartesio e la sua metafisica.
ca. 3) Sezione religiosa: studio della riflessione gione, la libertà dai pregiudizi e dalle autori-
La ricerca della verità necessita di un metodo
deistica da Toland a Lessing.Testi di riferimento tà.La verità è conquista dell’individuo. La na-
sicuro. Essere dominati dal passato può ren-
(non vi è alcun obbligo d’acquisto): F. Venturi, scita dell’individuo moderno senza le tutele
dere ignoranti del presente, la logica tradizio-
Settecento riformatore. Da Muratori a Becca- delle Autorità. Le filosofie di Bacone e Carte-
nale non è capace di conquistare la verità. La
ria, Einaudi, Torino 1969. M. Majone, Illuminismi sio. Due filosofie che si contrappongono alla
necessità della ricerca di un nuovo fonda-
e Risorgimenti. Metodi e storiografia del pen- credulità con la ricerca di una pedagogia del-
mento del sapere. Le regole del metodo, un
siero, Roma 2005. M. Majone, Razionalismo, la mente. L’individuo e la sua ragione, a chi
nuovo discorso sul metodo, ricercante idee
empirismo, criticismo (dispense del docente). spetta educare la propria mente. Il ruolo della
chiare, distinte ed evidenti.
G.E. Lessing, La religione dell’Umanità, Laterza, filosofia come ricerca di un sapere libero, oltre
Bari 1991. I. Kant, La religione entro i limiti della la sublime ricapitolazione, verso la conquista
sola ragione, Laterza, Bari 1993. I. Kant, Critica di nuovo sapere. Il dubbio metodi con la for-
della ragione pratica, Laterza, Bari, 1989. za del dubbio nella ricerca della certezza. Co-
Giovanna Rotigliano
gito ergo sum. La filosofia passa dalla scienza La ricerca della felicità
dell’essere alla dottrina della conoscenza. Questo corso è rivolto a quanti sono interes-
Primavera Moretti Filosofia: Il valore sati ad approfondire un ideale da sempre al
Filosofia: Dio nel pensiero dell’errore
centro della vita dell’uomo. La conquista della
felicità è stata considerata, di volta in volta,
filosofico da Kant a Il valore dell’errore, la mente umana e la neces- un’esigenza, un obiettivo, un diritto, un mirag-
Nietzsche sità dell’errore, la liberazione della mente dal- gio, un’illusione. Molteplici e variegate le defi-
Il corso è rivolto a tutti gli appassionati di filo- l’errore il dubbio di Cartesio le idee libere dalle nizioni, spesso contrastanti, a seconda delle
sofia. La filosofia è una disciplina umanistica costrizioni delle autorità. Bacone e le nozioni epoche e del contesto culturale. Affermazio-
importante; difatti, con l’analisi del pensiero di false, un sapere senza conoscenza, un sapere ne della propria personalità o annientamen-
questo periodo (1800-1900) si può compren- senza verità, la fondazione del sapere libero. Il to dell’io? (filosofie orientali); espressione e
dere la storia e l’avanzare di molte ideologie: metodo geometrico, il grande albero della co- soddisfazione delle pulsioni istintive in nome
il Romanticismo Risorgimentale, il nazionali- noscenza, viene proposto un nuovo rapporto di un’integrale accettazione della vita o indif-
smo, le varie forme di Totalitarismo, il Comuni- fra l’autorità e la comunità. La scienza e l’indi- ferenza come superamento del desiderio?
smo e l’anarchia etc. Il corso si apre con l’ana- viduo, nuovo paradigma della civiltà occiden- (Nietzsche-stoici); priorità del corpo nella ri-
lisi del pensiero criticistico di Kant: l’analisi Tra- tale. Reinterrogarsi di Cartesio sull’esistenza di cerca del piacere o dello spirito nell’ascesi e
scendentale, la critica della Ragion Pura, l’Ana- Dio e del suo ruolo nel mondo. Le idee innate, nella vita contemplativa? (edonismo-mistici-
litica dei Principi, il Noumeno, la Morale. Tra gli le idee avventizie, l’idea di Dio, le idee fittizie, la smo). A complicare la situazione concorrono
altri argomenti trattati: la polemica sul kanti- prova ontologica dell’esistenza di Dio. Le cause visioni frammentarie che ne assolutizzano al-
smo la filosofia della fede; il 1800 ed il Roman- dell’errore, se Dio è veritiero e non ingannato- cuni aspetti incapaci di coglierne globalmen-
ticismo (Schlegel, Novalis, Schleiermacher e la re perché l’uomo erra? Che cosa offusca la ra- te l’essenza come: gioia, letizia, serenità, beati-
dottrina della Religione); Fichte e la sua dottri- gione dell’uomo? La distinzione fra pensare e tudine, ecc. Il corso si propone l’obiettivo di di-
na morale, Schelling e la filosofia religioso-teo- giudicare perche i due termini vanno distinti? stricarsi in questo groviglio di suggestioni e
sofica. Un ampio spazio verrà dedicato al pen- Testo indicato:“Storia della filosofia” di Giovan- soluzioni parziali relative ad una profonda
siero di Hegel e alle conseguenze storiche ni Reale, Dario Antiseri, volume 5, Empirismo aspirazione comune a tutti gli uomini.

Filosofia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7272 Filosofia: Conversazioni tematiche D’orazio E. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 170 25 04/10/10
7774 Filosofia: Il valore dell’errore Rendine E. Lunedì 17-19 4° Nomentano La Maggiolina 170 25 04/10/10
6829 Filosofia: Dio nel pensiero filosofico Moretti P. Martedì 11-13 1° Centro Storico Englefield 170 25 05/10/10
6647 Filosofia: la ricerca della felicità Rotigliano G. Martedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 170 25 05/10/10
8034 Filosofia: Storia della prima filosofia Foglino G. Martedì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 170 25 26/10/10
7436 Filosofia della Religione Majone M. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Englefield 170 25 06/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 61


Filosofia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7426 Filosofia: Conversazioni tematiche D’orazio E. Mercoledì 10.30-12.30 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 170 25 27/10/10
7208 Filosofia: Dio nel pensiero filosofico Moretti P. Mercoledì 17-19 19° Trionfale Fermi 170 25 27/10/10
6833 Alla scoperta della filosofia moderna Rendine E. Mercoledì 9.15-11.15 16° Monteverde Planetarietà 170 25 06/10/10
6834 Filosofia: Empirismo e razionalismo Rendine E. Giovedì 17-19 10° Cinecittà Piaget 170 25 28/10/10
7842 Filosofia: Introduzione alla Filosofia Bigotti F. Giovedì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 170 25 28/10/10
6827 Filosofia: storia della Filosofia III Bigotti F. Giovedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 170 25 28/10/10
7438 Filosofia del Diritto Majone M. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Englefield 170 25 08/10/10
7843 Filosofia: Storia della Filosofia I Bigotti F. Venerdì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 170 23 29/10/10
7285 Filosofia: storia della Filosofia II Bigotti F. Venerdì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 170 25 29/10/10

Finti marmi
menti base del trompe-l’oeil. Il corso permet-
Ornella Flauto cieli, le montagne o i mari realizzati in Lapi-
slazzuli, colonne e architetture di Onice, albe- terà all’allievo di affinare la conoscenza dei
Finti marmi per progrediti ri e foglie di Alabastro e Malachite, colline di marmi veri e finti, la tecnica di marmorizzazio-
Il corso è aperto a coloro che hanno già espe- Diaspro di Sicilia, delicati petali o conchiglie ne del paesaggio pittorico, nonché l’uso del-
rienza di marmorizzazione. Il terzo livello ci con Agate della Sabina. Queste opere esposte l’intarsio attraverso la valutazione delle tavole
porta nel periodo barocco dove la tarsia mar- in musei sono il nostro obiettivo di studio. di fine corso.
morea diventa altamente naturalistica, abbia- L’imitazione pittorica di questi paesaggi, rea-
mo di fronte la così detta pittura marmorea, i lizzati con la marmorizzazione, si avvale di ele-

Finti marmi
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6516 Finti marmi Flauto O. Lunedì 15-17 1° Esquilino Confalonieri 180 20 25/10/10

Fisarmonica
Fabio Raspa prevede di iniziare subito con la pratica, ma
senza tralasciare nozioni di teoria e solfeggio,
le potrà essere, a seconda delle preferenze dei
partecipanti, folk, pop, da ballo (liscio), Piazzol-
Fisarmonica 1 il minimo indispensabile per poter leggere la, classica, swing, canzoni popolari e non, ed
Il corso è rivolto a chi inizia da zero e, quindi, uno spartito per fisarmonica. Dopo le prime altro ancora. Al termine del corso gli allievi sa-
non ha nessuna conoscenza della fisarmoni- lezioni faremo “le scale” fino a quattro “altera- ranno in grado di leggere uno spartito di fi-
ca, uno strumento dalle origini antichissime zioni” solo con la mano destra ed altri esercizi sarmonica e sapranno svolgere esercizi base
ma ancora tutto da scoprire… Il programma della tecnica fisarmonicistica. Lo stile musica- di tecnica fisarmonicistica.

Fisarmonica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7254 Fisarmonica 1 Raspa F. Martedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 670 25 26/10/10

Formazione politica
Andrea Colelli gli usi e abusi del principio maggioritario nel
sistema parlamentare italiano, rivoluzionato
zionalista, ex Presidente della Corte Costitu-
zionale, ha chiamato dispotismo democrati-
Cittadinanza e Costituzione dalla riforma elettorale post-referendaria. Si co. Per farlo, si adopererà un metodo storico e
Il corso è rivolto a tutti coloro che ritengono tratteranno anche temi come la dignità della comparativo, adatto a scorgere i mutamenti
necessaria la formazione di una consapevole persona, a salvaguardia della quale la Costitu- nella genesi e nel loro sviluppo. Necessario sa-
cultura costituzionale e democratica quanto zione pone la centralità del principio di egua- rà anche il riferimento alle rinnovate istituzio-
più diffusa e condivisa possibile. Nei tempi in glianza e dell’inviolabilità della persona e dei ni europee, destinate ad assurgere un ruolo
cui viviamo appare ancor più necessario riflet- suoi diritti, ma anche del lavoro e dei nuovi di- sempre più invasivo della sovranità degli Sta-
tere su questioni come l’indipendenza della ritti sociali. Si indagherà sul livello di effettiva ti Nazionali. Il programma prevede: nozioni
magistratura, irrinunciabile garanzia di libertà, tutela dei diritti umani e su una nuova forma generali (cosa è la Costituzione; sovranità; de-
il ruolo dei media nel sistema democratico o di gestione del potere, che un insigne costitu- mocrazia; Repubblica; principi fondamentali,

62 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


diritti e doveri dei cittadini; libertà; autonomia;
federalismo e regionalismo); cenni storici: co-
sonale sia per incarichi professionali legati a
progetti e a relazioni internazionali.
sulla dittatura nazifascista. Dietro la storia di
ogni articolo della Costituzione si cela un lun-
F
me nasce la Costituzione, dalla caduta del fa- go dibattito, il confronto serrato ma costrutti-
scismo alla prima legislatura repubblicana; vo tra persone, divise dalle rispettive ideolo-
l’evoluzione della Costituzione e la sua inizia- Carlo Leoni gie, ma unite dalla volontà di costruire l’Italia
le disapplicazione; forma dello Stato e forma repubblicana. L’obiettivo di questo corso è di
di governo a partire dalla Costituzione del
Come funziona il Parlamento leggere la Costituzione attraverso la biografia
1948; federalismo: cenni storici; federalismo: italiano e il contributo di 12 padri costituenti: Cala-
caratteristiche e comparazione; sistema del Il corso, unitamente ad una parte generale e mandrei, La Pira, Basso, Dossetti, Di Vittorio, Ter-
governo italiano e tentativi di modifiche co- sintetica sul diritto costituzionale, sulla storia racini, De Gasperi, Fanfani, Ruini, Nenni. Il per-
stituzionali: come si incide anche sulla I Parte del Parlamento e su informazioni di massima corso si concentrerà sul dibattito sviluppato-
della Costituzione e sui principi fondamenta- relative alla organizzazione dei Parlamenti in si in seno all’Assemblea Costituente, sulle bio-
li; le garanzie e i contrappesi: organi e proce- altri Paesi democratici, si concentrerà soprat- grafie e sugli scritti dei 12 Costituenti.
dure; Presidente della Repubblica, Corte Co- tutto sul concreto e quotidiano funzionamen-
stituzionale e magistratura; i diritti costituzio- to della Camera e del Senato. Definiamo que-
nali e la loro tutela; le libertà costituzionali e la sto corso “multimediale” perché nelle lezioni Antonella Martini
loro tutela; brevi note sul sistema “costituzio-
nale” europeo; diritto e letteratura.
verrà esplorato il sito web sia della Camera che Sociologia politica: la
del Senato, assisteremo in diretta televisiva e
commenteremo il “question time” e altre riu- domanda di giustizia
nioni della Camera e del Senato, visioneremo Il tema della giustizia è oggi in Italia di strin-
Piervirgilio Dastoli immagini di repertorio di sedute “storiche” o gente attualità: sempre più spesso a livello
Come funziona il Parlamento comunque significative delle due assemblee, collettivo e individuale viene richiesta “giusti-
zia”, mentre contemporaneamente altri sog-
ascolteremo le “dirette” di Radio Radicale e di
Europeo GR Parlamento. Agli studenti verrà fornito ma- getti, prevalentemente politici, richiedono
Il corso, tenuto da uno dei protagonisti dell’in- teriale didattico e informativo prodotto dalla una “riforma della giustizia”. Il corso propone
tegrazione europea, federalista convinto e già Camera e dal Senato. Saranno invitati ad alcu- un’esplorazione della “domanda di giustizia”,
direttore dell’Ufficio di Roma del Parlamento ne lezioni funzionari della Camera e giornalisti intesa sia come riferimento ideale, insieme di
e della Commissione Europea, è un viaggio parlamentari per approfondire questioni di valori su cui si basa la distribuzione di diritti e
partecipato e documentato dell’idea europea maggiore interesse. Saranno organizzate tre doveri, opportunità e obblighi, sia come am-
fino ai nostri giorni. La storia dell’integrazione visite esterne: una visita guidata alla Camera, ministrazione quotidiana attraverso le istitu-
europea: preistoria, le correnti di pensiero del una al Senato e alla Biblioteca del Parlamento, zioni (Tribunali, Carceri, ecc.). A tal fine, parten-
ventesimo secolo, l’organizzazione dell’Euro- la terza di nuovo alla Camera per assistere ad do dall’esperienza dell’ingiustizia, dall’idea e
pa dopo la seconda guerra mondiale. L’inte- una seduta dei lavori parlamentari. dall’esigenza morale di giustizia nell’esperien-
grazione comunitaria: dalla CECA ai trattati di za umana il corso analizza le grandi concezio-
Roma, lo sviluppo del Mercato Comune dai ni della giustizia emerse nel pensiero e nella
trattati di Roma all’elezione del Parlamento
europeo. La cittadella della democrazia euro-
Mattia Stella pratica europea (giustizia retributiva, educati-
va, riparativa, giustizia distributiva) e la situa-
pea: ruolo e attività del Parlamento europeo, La costituzione attraverso le zione della “giustizia” in Italia (confrontando il
la prima legislatura, il progetto Spinelli, il siste- biografie dei Padri punto di vista di legislatori, magistrati e citta-
ma politico europeo. Il cantiere europeo dal- dini). Una particolare attenzione sarà riservata
l’atto unico al trattato di Nizza. La costituzione costituenti al tema dell’attenuarsi della domanda di giu-
europea e la carta dei diritti fondamentali. Il La Costituzione è il documento giuridico e stizia sociale sostituita dalla domanda di sicu-
Trattato di Lisbona. L’Europa alla prova della politico più importante di una Nazione. Tutte rezza. Il corso si svolgerà attraverso una didat-
crisi: l’agenda dell’Unione fino al 2019 (il tem- le Costituzioni se lette in controluce spiegano tica attiva e partecipante e si avvarrà di sussidi
po di una legislatura). I confini dell’Europa: le vicende storiche, le tensioni ideali che ani- didattici quali: film, documentari, interventi di
l’unificazione del continente, la politica di vici- mavano il periodo nel quale sono state elabo- testimoni privilegiati. Testi: Carlo Maria Marti-
nato e la politica euromeditterranea. Il corso rate. La Carta costituzionale italiana, entrata in ni, Gustavo Zagrebelsky, La domanda di Giu-
si propone di documentare e di formare per- vigore il 1° gennaio 1948, costituisce il punto stizia, Einaudi, Torino, 2003 e Dispense del do-
sone interessate all’Europa sia per cultura per- d’approdo della vittoria del popolo italiano cente.

Formazione politica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7960 Cittadinanza e costituzione Colelli A. Lunedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 90 12 25/10/10
8243 Come funziona il Parlamento Europeo Dastoli P. Giovedì 17-19 1° Centro Storico Colombo 230 25 28/10/10
8212 Come funziona il Parlamento italiano Leoni C. Lunedì 17-19 1° Centro Storico Englefield 110 15 04/10/10
7439 Sociologia politica: la domanda di giustizia Martini A. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Englefield 170 25 07/10/10
7936 La costituzione attraverso le biografie Stella M. Lunedì 17-19 1° Centro Storico Englefield 170 25 04/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 63


Fotografia
L’avvento della tecnologia digitale ha prodotto
un rifiorire della fotografia. Non più rullini e
soprattutto i costi e le attese dello sviluppo e in
più la possibilità di vedere subito lo scatto e di
poterlo modificare al PC ha determinato un suc-
cesso straordinario. Gli album fotografici digitali
fanno parte della nostra vita quotidiana, le mostre, i
fotolibri, ecc. sono ormai il nostro pane quotidiano. L’offer-
ta di quest’anno è notevolmente rinforzata con nuovi corsi e soprattutto nuovi docen-
ti, professionisti affermati e storici formatori. In questo modo la vostra macchina foto-
grafica farà cose che i manuali e il vostro istinto da soli non riescono a farle fare!

Marco Barozzi Adolfo Bartoli delle foto;scelta di argomenti di particolare in-


teresse sociale. E’ prevista la partecipazione
Fotografia 1 Fotografia di alcuni ospiti con esperienze diverse in
L’obiettivo principale del corso, della durata di Il corso si propone di illustrare le caratteristi- campo fotografico per avere la possibilità di
un biennio, sarà quello di apprendere a “rac- che principali della creazione di un’immagine ascoltare diversi punti di vista sugli argo-
contare” attraverso le immagini sensazioni, fotografica sia fissa che in movimento. Creare menti che tratteremo.
luoghi e persone, e a costruire l’immagine co- con la luce, scegliere l’inquadratura giusta, im-
me in un discorso dove tutti gli elementi sin- maginare con il colore, illuminare un set, orga-
tattici hanno una loro collocazione. Gli altri nizzare una ripresa. Attraverso un excursus Paola Bordoni
elementi tecnici saranno: le fotocamere e i lo-
ro formati, le tecniche di ripresa, la composi-
tecnico-artistico dalle sue origini fino ai gior- Fotografia avanzata
ni nostri, dall’analogico al digitale, dal mecca-
zione delle inquadrature, il linguaggio foto- Il corso, rivolto a chi già possiede la conoscen-
nico all’elettronico, la fotografia sarà messa in
grafico e come applicare le conoscenze tec- za delle competenze tecniche, è il naturale
primo piano esplorando tutte le sue poten-
niche alla fotografia “di tutti i giorni”. proseguimento del corso di base. Dopo una
zialità culturali ed estetiche di rappresentare
breve rilettura dei processi di ripresa fotogra-
Fotografia 2 la realtà e ricrearla su pellicola, su carta e sul
grande schermo.
fica, il programma, finalizzato ad approfondi-
L’obiettivo principale del corso, della durata di re tutti i linguaggi della comunicazione visiva,
un biennio, sarà quello di apprendere a “rac- è suddiviso in macro-sezioni (bianco/nero,
paesaggi, reportage, street photography, ma-
contare” attraverso le immagini sensazioni,
luoghi e persone, e a costruire l’immagine co-
Francesco Maria Benvenuti crofotografia, ritratto, still-life) e, all’interno di
me in un discorso dove tutti gli elementi sin- Fotografia Street Style - ciascun modulo saranno trattati gli elementi
tattici hanno una loro collocazione. Gli altri
elementi tecnici saranno: le fotocamere e i lo-
corso avanzato di progettazione specifici, dallo studio dell’in-
quadratura all’uso di determinati obiettivi, con
Lo street style è la fotografia più istintiva, non particolare riferimento alla percezione ed alla
ro formati, le tecniche di ripresa, la composi-
abbiamo bisogno di mille immagini per rac- composizione visiva e, quindi, all’organizzazio-
zione delle inquadrature, il linguaggio foto-
grafico e come applicare le conoscenze tec- contare delle storie o per illustrare degli avve- ne delle linee, dei colori, delle forme, delle om-
niche alla fotografia “di tutti i giorni”. nimenti, semplicemente fotografiamo quello bre e delle luci, al fine di ottenere immagini
che ci colpisce e cerchiamo di farlo nel mi- che attirino l’attenzione in modo semplice ed
Fotografia corso avanzato glior modo possibile. Il corso è indirizzato ad efficiente. Si prevede anche di analizzare le
Il corso avrà gli stessi intenti del corso di foto- appassionati di fotografia con conoscenze nuove tendenze fotografiche con la presen-
grafia base ma è da intendersi come un ap- tecniche di livello medio alto dotati di attrez- tazione dei lavori dei fotografi contempora-
profondimento più specifico del linguaggio zatura fotografica. Affronteremo alcuni dei te- nei. Agli incontri in aula si affiancheranno ses-
fotografico. Dal momento che il corso è tenu- mi più comuni della fotografia tra cui il repor- sioni pratiche in esterno strutturate come rea-
to da un professionista della fotografia, esso tage e la fotografia giornalistica. Lo scopo del li situazioni lavorative con la successiva lettura
va inteso come un laboratorio dei linguaggi e corso è quello di indirizzare ognuno verso un degli scatti effettuati. Al termine del corso gli
delle tecniche che servono a parlare attraver- proprio stile ed una propria sensibilità con il allievi avranno approfondito ulteriormente le
so l’immagine e a comprenderne i significati. mezzo fotografico. Durante il corso effettue- conoscenze teoriche e le competenze tecni-
Si affronterà anche l’utilizzo della fotografia remo delle uscite in gruppo per servizi mirati, che e saranno in grado di utilizzare con mag-
nei vari campi: il ritratto, il reportage, in studio, e settimanalmente, discuteremo del lavoro giore professionalità ed espressività la mac-
l’utilizzo delle luci, del flash, le tecniche di svolto. Alcuni dei punti su cui ci soffermeremo china fotografica.
composizione, le differenze tra colore e bian- saranno:scelta dell’attrezzatura e delle ottiche
co e nero. Durante il corso sono previste alcu- adatte; composizione, luce, elementi geome- Fotografia base
ne uscite il sabato mattina. Le date saranno tricila selezione fotografica per la creazione di Il corso è rivolto non solo a chi si avvicina per
concordate con gli studenti. un portfolio; capacità di sintesi nella scelta la prima volta alla fotografia, ma anche a chi

64 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


vuole organizzare in modo più sistematico la
propria preparazione. Il corso, finalizzato ad il-
mette a tutti di potere disporre di un cospi-
cuo patrimonio di fotografie.La digitalizzazio-
della fotografia digitale, e alla conoscenza dei
moderni software per l’elaborazione digitale
F
lustrare le conoscenze di base della tecnica e ne delle immagini però non sostituisce la ca- dell’immagine. Accanto a lezioni teoriche ver-
della teoria fotografica, tratterà tutti gli ele- pacità di scelta delle inquadrature, dei croma- rà trattato in classe il tema specifico del ritrat-
menti tecnici e strutturali per ottenere scatti tismi, della qualità e della definizione della to, con lezioni pratiche anche in esterno, du-
fotografici corretti utilizzando sia la pellicola rappresentazione fotografica. Come imposta- rante le quali si ha la possibilità di imparare
che il digitale. Il programma partirà dalla de- re efficacemente le fasi di stampa? È possibi- l’uso dei pannelli, dei flash e delle lampade
scrizione del funzionamento della fotocame- le ritoccare e migliorare le nostre fotografie? Il nella fotografia di posa.
ra, con prove pratiche del suo utilizzo (diafram- corso proposto intende rispondere a questi e Il corso si conclude con un progetto colletti-
ma, otturatore, focali degli obiettivi e loro defi- ad altri quesiti aiutando tutti quelli che inten- vo, che si esprimerà con una mostra foto-
nizione, Iso e sensibilità), collegando ogni spie- dono impiegare la fotocamera digitale per la grafica o la stampa di un fotolibro.
gazione tecnica ad un riferimento alla compo-
sizione visiva. Raggiunto, poi, il controllo della
rappresentazione del paesaggio e della natu-
ra, in particolare dei vegetali, nel corso delle
Laboratorio fotografico
propria macchina fotografica verrà illustrata la loro passeggiate. Il corso è adatto agli studenti che hanno fre-
tecnica e la lettura della luce e dell’esposizio- quentato quello avanzato e ai fotoamatori
ne, per servirsene in modo efficace e sfruttar- esperti che hanno l’esigenza di approfondire
ne le potenzialità.Alle lezioni teoriche si affian- Sirio Cardinale ulteriormente le loro conoscenze in tema di
fotografia, ma è consigliato solo a chi è dotato
cheranno uscite fotografiche e la successiva
lettura ed analisi degli scatti effettuati, con lo Fotografia: Introduzione alla di pc e macchina fotografica digitale. Il pro-
scopo di realizzare uno stile espressivo indivi- fotografia gramma ruoterà attorno ai temi del paesag-
gio e del reportage, e sarà strutturato come
duale, anche utilizzando e riscontrando le im-
Il corso si propone di introdurre i concetti
magini dei fotografi più noti. Al termine del un laboratorio in cui ogni studente sarà libe-
chiave della fotografia e di fornire una panora-
corso gli allievi avranno acquisito conoscenze ro di proporre alla classe progetti da realizzare
mica moderna sulla situazione attuale della fo-
di base della teoria e della tecnica fotografica collettivamente e individualmente, in accor-
tografia amatoriale e professionale. Alla fine
e saranno in grado di utilizzare la macchina fo- do con le proposte del docente e con il tem-
del corso lo studente sarà in grado di utilizzare
tografica in modo più sistematico. po a disposizione. Inoltre verrà trattato in ma-
in modo corretto i principali strumenti foto-
niera approfondita il tema del bianconero
Fotoclub grafici. Verranno trattati i seguenti argomenti:
nella fotografia digitale, della stampa fine-art. Il
Il corso – rivolto a chi già possiede la cono- cenni di storia della fotografia, principi di otti-
corso prevede la realizzazione di una serie di
scenza delle competenze tecniche e a chi ha ca e fotografica, funzionamento di una mac-
progetti collettivi che saranno alla fine espo-
già frequentato un corso di fotografia base – china fotografica, formati, fotografia in pellico-
sti in una mostra organizzata dalla classe.
è inteso come un club fotografico, un punto la, fotografia digitale, l’esposizione, elementi di
d’incontro e di confronto tra fotoamatori. Pro- informatica e la fotografia digitale, il ritocco fo-
seguendo l’approfondimento dei temi tratta-
ti nei corsi precedenti, gli incontri, che avran-
tografico, la composizione fotografica. Mauro Mancini
no cadenza mensile, saranno destinati soprat- Fotografia digitale e album
tutto alla visione e lettura degli scatti dei par- Alessandro Italia delle immagini
tecipanti, con particolare riferimento alla co-
stituzione di un proprio stile personale di co-
Fotografia 1 Il corso è pensato per coloro i quali, in posses-
Il corso è rivolto a tutti coloro che desiderano so di conoscenze di base del computer e dei
municazione fotografica e con la realizzazio-
apprendere i principi fondamentali della foto- più diffusi programmi, hanno una fotocame-
ne di un portfolio individuale. Inoltre, saranno
grafia, è strutturato in maniera dinamica e ra digitale compatta (non reflex).Il program-
seguiti i maggiori concorsi fotografici nazio-
coinvolgente, affianca alle lezioni teoriche e ma affronterà i seguenti argomenti: dalla co-
nali ed internazionali con un esame delle
pratiche svolte in classe, una serie di uscite e municazione orale a quella digitale, la luce ed
opere eventualmente da presentare. Alle ses-
progetti formativi da svolgere all’esterno. La i colori, la sintesi additiva e la sintesi sottratti-
sioni in interno si affiancheranno visite a mo-
prima parte del programma è dedicata alla va, i modelli colore, i principi di ottica, gli obiet-
stre ed uscite fotografiche. Al termine del cor-
verifica dell’attrezzatura personale, alla cono- tivi, la macchina fotografica, il diaframma, la
so gli allievi avranno approfondito ulterior-
scenza delle apparecchiature fotografiche, profondità di campo, il tempo di posa, la sen-
mente le conoscenze teoriche e le compe-
con attenzione alle differenze tra fotografia di- sibilità alla luce, il processo fotografico digita-
tenze tecniche ed avranno arricchito ulterior-
gitale e analogica, conoscenza utile per l’ac- le, dal binario all’immagine, la risoluzione foto-
mente le loro competenze grazie allo scam-
quisto della prima fotocamera. Più avanti si grafica, il sensore fotometrico, il microproces-
bio di esperienze tra fotoamatori.
trattano i temi dell’esposizione, della scelta del sore, le memorie di registrazione, i menu della
soggetto, dell’inquadratura e ogni studente fotocamera digitale, il bilanciamento del bian-
Fabio Canneta ha la possibilità di lavorare su progetti perso- co, i preset di ripresa. Altri argomenti trattati
saranno: l’occhio fotografico, linguaggio di ri-
nali che di volta in volta vengono presentati
Fotografia digitale e discussi insieme alla classe. Concluderanno presa fotografica, ovvero l’inquadratura, la re-
Sempre più frequentemente l’esigenza di sta- il corso un progetto collettivo o una mostra gola dei quarti, la regola dei terzi, punto di vi-
re in contatto con gli ambienti naturali, attra- fotografica. sta, l’angolo di ripresa, il primo piano, la pro-
verso escursioni oppure passeggiate in riser- spettiva, profondità di campo, la composizio-
ve naturali come in parchi e giardini, ci indu- Fotografia 2 ne orizzontale, la composizione verticale, la
ce a ricordare questi momenti di contatto Il corso è adatto a studenti che hanno fre- composizione obliqua, la composizione circo-
con la natura attraverso gli scatti delle nostre quentato il corso base, e a quelli che hanno lare, la composizione mista, dal campo lungo
macchine fotografiche. Il proliferare delle fo- una buona conoscenza della tecnica fotogra- al dettaglio, macro, il panorama, spazio visivo,
tocamere digitali, che consentono di archivia- fica, ma è consigliato solo a chi è dotato di PC spazio di movimento, il movimento, il contro-
re e visionare le immagini per mezzo del pc, e macchina fotografica digitale. La prima par- luce, luce ambiente, luce artificiale, le ombre, il
velocemente e in maniera economica, per- te del corso è dedicata all’approfondimento corpo umano ed i suo movimenti, il ritratto, gli

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 65


animali, le piante, ombre e riflessi, effetti spe-
ciali, il racconto fotografico. Verranno anche il-
musica, registrarle su un DVD, pubblicare gli
album su una Galleria web, condividere le fo-
Fotografia base
lustrate le nuove frontiere della ripresa digita- to, geolocalizzare una foto, pubblicarla su Il corso è aperto a tutti. Si studieranno i prin-
le, la libertà di ripresa e la postproduzione, Google Hearth.Si precisa che l’utilizzo delle le- cipali argomenti della fotografia, quindi le par-
nonché le techniche di creazione dell’album zioni videoregistrate e Repetita iuvant non so- ti essenziali delle macchine fotografiche e le
fotografico digitale: catalogare le foto con i no comprese nel prezzo del corso. Il corso principali analogie-differenze tra fotografia
tag, gli standard fotografici della zona meta- prevede di svolgere delle uscite, le cui ore so- analogica e digitale. Gli argomenti saranno i
dati dell’immagine, raddrizzare una foto, ta- no da calcolare come didattica.Al termine del seguenti: storia della fotografia, il corpo mac-
gliare una immagine, le correzioni di base, ag- corso gli allievi avranno approfondito le tec- china, l’otturatore, i dpi, il sensore, gli obiettivi,
giungere effetti, creare album, realizzare una niche relative alla fotografia ed alla ripresa di- la profondità di campo, l’ISO, il mosso creativo,
panoramica, un collage e presentazioni con gitale e sapranno creare, pubblicare e condi- il flash, la luce miscelata, l’inquadratura, la sca-
musica, registrarle su un DVD, pubblicare gli videre album fotografici digitali. la Kelvin, il bilanciamento del bianco, i colori
album su una Galleria web, condividere le fo- della luce, i filtri, le composizioni astratte, le fo-
to, geolocalizzare una foto, pubblicarla su to al crepuscolo, il reportage, le luci di base nel
Google Hearth.Si precisa che l’utilizzo delle le- Silvio Mencarelli ritratto in studio, i diritti e doveri del fotografo,
accenni al fotoritocco digitale. Si effettueran-
zioni videoregistrate e Repetita iuvant non so-
no comprese nel prezzo del corso. Il corso
Fotoclub no lezioni pratiche di ripresa sul reportage, sul
prevede di svolgere delle uscite, le cui ore so- Il corso si promette di essere un punto di ri- ritratto e visite a mostre fotografiche di pro-
no da calcolare come didattica. Al termine del ferimento per tutti gli ex-studenti e appas- fessionisti; dopo ogni esercitazione seguirà
corso gli allievi avranno approfondito le tec- sionati di fotografia, ed è aperto esclusiva- l’analisi critica delle immagini insieme al do-
niche relative alla fotografia ed alla ripresa di- mente a chi abbia frequentato almeno un cente, quindi i migliori lavori saranno pubbli-
gitale e sapranno creare, pubblicare e condi- anno di corso di fotografia con l’Upter. Gli cati sul sito www.foto-web.it.
videre album fotografici digitali. incontri, a settimane alterne, inizieranno con Il corso punta a rendere autonomi i parteci-
la proiezione delle immagini dei singoli par- panti nell’utilizzo della fotografia sia digitale
Fotografia digitale e l’album tecipanti e quindi la conseguente analisi cri- che analogica.
delle immagini tica con la presentazione delle immagini del
tutor. Con Fotoclub si potrà riflettere sulle
Testo:“Manuale di Fotografia” di Silvio Men-
carelli, Edup.
Il corso è pensato per coloro i quali, in posses-
proprie esperienze, confrontarle con quelle
so di conoscenze di base del computer e dei
degli altri, aggiornare e maturare le proprie
Fotografia digitale 1 e 2
più diffusi programmi, hanno una fotocame- Questo percorso di studio riguarda la tecnica
conoscenze. Sono previste varie uscite di re-
ra digitale compatta (non reflex).Il program- di ripresa con fotocamere digitali ed il fotori-
portage e poi, a seconda delle esigenze in-
ma affronterà i seguenti argomenti: dalla co- tocco in fase di post produzione. Si alterne-
dividualia si affronteranno argomenti quali:
municazione orale a quella digitale, la luce ed ranno quindi lezioni di tecnica fotografica a
il fotoritocco digitale, la postproduzione, i di-
i colori, la sintesi additiva e la sintesi sottratti- lezioni sul fotoritocco digitale, è quindi obbli-
ritti e doveri del fotografo, l’ottimizzazione
va, i modelli colore, i principi di ottica, gli obiet- gatorio avere un proprio PC portatile dotato
del file. Tra i vari incontri sono previste visite
tivi, la macchina fotografica, il diaframma, la del proprio software di Photoshop. Gli argo-
a mostre fotografiche di professionisti.
profondità di campo, il tempo di posa, la sen- Per gli studenti che hanno frequentato già menti fotografici sono: storia della fotografia,
sibilità alla luce, il processo fotografico digita- corsi di fotografia con l’Upter ma non con il il corpo macchina, gli obiettivi, i DPI, la sensi-
le, dal binario all’immagine, la risoluzione foto- docente è previsto un incontro preliminare bilità, il CCD, la profondità di campo, il bilancia-
grafica, il sensore fotometrico, il microproces- previo appuntamento, nei giorni di marte- mento del bianco, i filtri, il flash, l’inquadratura.
sore, le memorie di registrazione, i menu della dì 14 o 21 settembre dalle ore 15 alle 16 Gli argomenti di fotoritocco sono: le dimen-
fotocamera digitale, il bilanciamento del bian- nella sede di Palazzo Englefield. sioni delle immagini digitali e le loro caratte-
co, i preset di ripresa. Altri argomenti trattati Testo:“Manuale di Fotografia” di Silvio Men- ristiche d’utilizzo, i formati digitali, ritagliare e
saranno: l’occhio fotografico, linguaggio di ri- carelli, Edup. ridimensionare foto, ritoccare e restaurare fo-
presa fotografica, ovvero l’inquadratura, la re- tografie, correggere dominanti di colore, rea-
gola dei quarti, la regola dei terzi, punto di vi- Fotografia avanzato lizzare cornici, inserire i testi.
sta, l’angolo di ripresa, il primo piano, la pro- Dopo una verifica approfondita sulla cono- Si effettueranno lezioni pratiche di ripresa e
spettiva, profondità di campo, la composizio- scenza dei principali fondamenti della foto- visite a mostre fotografiche di professionisti;
ne orizzontale, la composizione verticale, la grafia, saranno ampliati con l’esercitazione dopo ogni esercitazione seguirà l’analisi criti-
composizione obliqua, la composizione circo- pratica i seguenti argomenti: la storia del ri- ca delle immagini ed i migliori lavori saranno
lare, la composizione mista, dal campo lungo tratto, ritratto sociale e ritratto glamour, il be- pubblicati nel web.
al dettaglio, macro, il panorama, spazio visivo, auty digitale, le tecniche d’illuminazione di Testo:“Manuale di Fotografia” di Silvio Men-
spazio di movimento, il movimento, il contro- base, premisurazione del bianco, l’open flash, carelli, Edup.
luce, luce ambiente, luce artificiale, le ombre, il la stroboscopia, lo still-life e la luce painting, il
corpo umano ed i suo movimenti, il ritratto, gli reportage e l’elaborazione digitale, la colora- Fotografia: formarsi uno stile
animali, le piante, ombre e riflessi, effetti spe- zione manuale del b/nero, i diritti e doveri del Il corso è consigliato a chi ha già conoscenze
ciali, il racconto fotografico. Verranno anche il- fotografo; il tutto sarà finalizzato alla creazio- tecniche di base e vuole mantenersi attivo
lustrate le nuove frontiere della ripresa digita- ne di un portfolio d’immagini per ogni alun- nella ricerca di uno stile fotografico persona-
le, la libertà di ripresa e la postproduzione, no. Si effettueranno lezioni pratiche in interni le. Gli studenti saranno accompagnati tecni-
nonché le techniche di creazione dell’album ed esterni, oltre a visite a mostre fotografiche camente e creativamente nella realizzazione
fotografico digitale: catalogare le foto con i di professionisti; dopo ogni esercitazione se- di veri servizi fotografici a tema che il docente
tag, gli standard fotografici della zona meta- guirà l’analisi critica delle immagini ed i mi- proporrà all’inizio del corso. Spaziando tra il
dati dell’immagine, raddrizzare una foto, ta- gliori lavori saranno pubblicati nel web sul si- campo dell’abstract concept, abstract people,
gliare una immagine, le correzioni di base, ag- to www.foto-web.it. la figura e il reportage, si cercherà quindi di af-
giungere effetti, creare album, realizzare una Testo:“Manuale di Fotografia” di Silvio Men- finare uno stile personale per ogni singolo
panoramica, un collage e presentazioni con carelli, Edup. alunno sviluppando il confronto tra i vari au-

66 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


tori. Si effettueranno sessioni di ripresa in
esterno, analisi critica delle immagini, lavori di
scere le caratteristiche dell’immagine digitale
e il funzionamento di una reflex digitale. Que-
digitale delle immagini. Il corso si prefigge di
spiegare i criteri per l’organizzazione della li-
F
fotoritocco e visite a mostre fotografiche di sto secondo livello è preferibilmente rivolto brary fotografica, il lessico della post-produ-
professionisti. I migliori lavori saranno pubbli- agli allievi che hanno seguito il primo ciclo zione digitale con il software per Mac e PC, e
cati nel web sul sito www.foto-web.it , non è del corso, e che sono in grado di frequentare alcune tecniche di composizione e foto-ritoc-
elusa la possibilità di una mostra fotografia gli incontri con una propria fotocamera digi- co artistico. Fare della fotografia uno strumen-
collettiva. Il corso avrà una cadenza quindi- tale. Acquisita la conoscenza base della com- to di conoscenza, migliorare l’aspetto delle
cennale. posizione fotografica, lo scopo di queste 12 proprie foto e, alla fine, migliorare se stessi.
Testi: “Manuale di Fotografia” di Silvio Men- settimane successive è quello di studiare gli Il primo ciclo (livello base) di 12 incontri di
carelli, Edup.”Come fotografare ad un livel- strumenti della fotocamera reflex necessari a questo corso è aperto a tutti quegli appassio-
lo superiore” di George Barr, Edup. raggiungere i risultati d’immagine desiderati. nati di fotografia che desiderano approfondi-
Si esaminano le caratteristiche dell’esposizio- re i principi fondamentali dell’immagine digi-
ne fotografica e i componenti di una reflex di- tale: giovani fotografi che hanno creato la pro-
Gabriel Rifilato gitale: obiettivo, diaframma, otturatore, messa pria library con cellulare, iPhone o una fotoca-
Fotografia naturalistica A a fuoco, scheda di memoria, flash, accessori.
Negli scatti che faremo durante le escursioni
mera compatta, e fotografi che hanno acqui-
sito esperienza nella camera oscura ‘chimica’,
Le “Settimane di fotografia naturalistica” sono alla ricerca di una guida per comprendere la
mireremo ad una fotografia “illuminata”‘ di noi
rivolte ad appassionati di fotografia, anche nuova tecnologia digitale. Il laboratorio di fo-
stessi: ogni scena che fotograferemo rappre-
principianti, che desiderano portare la propria tografia digitale dell’Upter mette a disposizio-
senterà una nostra interpretazione della real-
conoscenza ad un livello superiore. Il corso si ne degli allievi computer e software per l’ela-
tà che si avvicini il più possibile a un autori-
prefigge di spiegare la ripresa fotografica, la borazione delle immagini, uno scanner e una
tratto. Cercando inoltre di ‘vedere’ quello che
composizione dell’inquadratura, la dignità ar- stampante di risoluzione fotografica Epson. Lo
altri guardano. Autori studiati: Tony Sweet,
tistica del mezzo, attraverso alcune tecniche scopo principale di questo primo livello è
John Swannell, Ansel Adams, Steve Brimm.
caratteristiche della fotografia paesaggistica, quello di comprendere la composizione foto-
Escursione fotografica: Oasi LIPU di Castel di
del viaggio e della macrofotografia. Fotogra- grafica, analizzando i lavori personali fatti da-
Guido. Il dodicesimo incontro prevede la pro-
fare la natura, migliorare l’aspetto delle pro- gli allievi nel tentativo di migliorarli, portando
iezione dello slideshow sonoro realizzato con
prie foto e, alla fine, migliorare se stessi. Le pri- gli autori ad un livello successivo di cono-
le migliori immagini prodotte dagli allievi.
me 12 settimane del corso sono aperte a tut- scenza. Apprendere inoltre come presentare
ti quei fotografi, giovani e meno giovani, che Fotografia naturalistica C le proprie foto con uno slideshow e condivi-
desiderano approfondire i principi base della Il terzo e ultimo ciclo di 12 settimane è studia- derle su internet. Durante queste prime setti-
fotografia digitale: appassionati che hanno to per quei fotografi che hanno acquisito la mane si svilupperà la ‘semplicità’, ricordando
iniziato a fotografare con cellulari, iPhone o fo- conoscenza della composizione e dell’imma- di essere artigiani dell’immagine che si ap-
tocamere compatte, e fotografi esperti della gine digitale e sanno quali sono le caratteri- prende a “dipingere” con la luce e con il colo-
fotografia tradizionale, alla ricerca di una gui- stiche di base di una fotocamera reflex. Que- re. Si cercherà di comprendere come un com-
da per comprendere la nuova tecnologia. Il sto terzo livello è preferibilmente rivolto agli puter, la “camera oscura digitale”, sia un luogo
“laboratorio di fotografia digitale” dell’Upter allievi che hanno seguito il primo e il secon- creativo che dà accesso a nuove stanze della
mette a disposizione degli allievi fotocamere do ciclo del corso. Per sviluppare in modo na- nostra personalità, dalle quali dovrà uscire
compatte e reflex della Pentax, uno scanner e turale la propria creatività e il proprio stile è un’immagine verosimile di noi stessi: il nostro
una stampante di risoluzione fotografica Ep- necessario capire cosa si vuole fotografare. modo di dipingere il mondo. Autori studiati.
son. Lo scopo principale del primo ciclo di in- Questa terza e ultima fase del corso è basata, Jim Di Vitale, Scott Kelby, Ben Willmore, Dave
contri è quello di comprendere la composi- inizialmente, sulla comprensione del proprio Montizambert. Il dodicesimo incontro preve-
zione fotografica dell’inquadratura, analizzan- livello tecnico ed estetico (determinato attra- de la proiezione dello slideshow sonoro rea-
do i lavori personali fatti dagli allievi nel tenta- verso i test ideati da George Barr). Successiva- lizzato con le migliori immagini prodotte da-
tivo di migliorarli, portando gli autori ad un li- mente la messa a fuoco si sposta sulla scelta gli allievi.
vello successivo di conoscenza. Durante que- del soggetto preferito ad ogni allievo: quello
ste prime settimane sarà sviluppata la ‘sempli- che, come direbbe Tony Sweet,“ti fa uscire dal
La camera oscura digitale
cità’, ricordando di essere artigiani dell’imma-
gine e non cacciatori di foto. Impariamo a “di-
letto al mattino”. Studieremo quindi le diverse creativa B
caratteristiche del fotografare boschi o casca- Questo livello intermedio del corso è rivolto a
pingere” con la luce e con il colore, a fare una
te, fiori o animali, nuvole o fulmini, sott’acqua quei fotografi che posseggono sufficiente co-
foto e non a “rubarla” (in inglese si direbbe “to
o in alta montagna, al tramonto o in piena noscenza nel trattamento dell’immagine di-
take a photo”, prendere una foto). La fotoca-
notte, in viaggio o durante lo svolgimento di gitale, e desiderano comprendere il digital
mera viene interpretata come un mezzo per
un evento, imparando come inserire il corpo imaging apprendendo l’uso di un software
rappresentare i nostri stati d’animo. Come
umano in un paesaggio e valorizzando l’uso (Mac e PC) per organizzare ed elaborare l’ar-
strumento per stabilire un legame con la ter-
del bianco e nero. Autori studiati: Stephen chivio fotografico. Questo secondo livello è
ra e raccontarne la storia, alla ricerca del no-
Johnson, Steve McCurry, John Sexton, Sean preferibilmente rivolto agli allievi che hanno
stro volto nelle mille facce della natura. Auto-
Bagshaw. Escursione fotografica: Oasi WWF di seguito il primo ciclo del corso, e che sono in
ri studiati: Alain Briot, George Barr, Bill Atkinson,
Macchiagrande. Il dodicesimo incontro pre- grado di frequentare gli incontri con un pro-
Gregory Colbert. Escursione fotografica: Orto
vede la proiezione dello slideshow sonoro prio computer portatile. Acquisita la cono-
Botanico di Roma. Il dodicesimo incontro pre-
realizzato con le migliori immagini prodotte scenza di base nella composizione dell’inqua-
vede la proiezione dello slideshow sonoro
dagli allievi. dratura, lo scopo di questo livello del corso è
realizzato con le migliori immagini prodotte
dagli allievi. La camera oscura digitale quello di studiare gli strumenti del computer,
e del software, necessari a raggiungere i risul-
Fotografia naturalistica B creativa A tati d’immagine desiderati. Si affronta quindi
Il secondo ciclo di 12 settimane del corso è ri- “La camera oscura digitale creativa” è rivolta la gestione del colore, la creazione del bianco
volto a quei fotografi che desiderano cono- ad appassionati ed esperti della elaborazione e nero dal colore, l’elaborazione e il foto-ritoc-

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 67


co dell’immagine, la messa a punto del moni- che e in gruppo. Pertanto, grazie al lavoro stimolo tra i partecipanti. A fine corso, previa
tor, le caratteristiche della stampante, dello svolto sia su temi scelti e portati avanti da cia- verifica della fattibilità, gli allievi potranno par-
scanner e delle altre periferiche. I procedi- scun allievo, sia su temi scelti in comune, i cor- tecipare ad una mostra fotografica con una
menti di digital imaging affrontati mirano a sisti proveranno a lavorare dapprima separa- selezione delle migliori fotografie che avran-
realizzare una fotografia “illuminata” di noi tamente, poi in gruppo come un unico sog- no prodotto.
stessi: ogni immagine rappresenterà una no- getto, arrivando, infine, a segmentare il tema
stra interpretazione della realtà che si avvicini suddividendosi i compiti in un lavoro di equi-
il più possibile a un autoritratto. Autori studia- pe. Durante gli incontri verrà, quindi, dato am- Damiano Rosa
pissimo spazio alla visione delle immagini
ti: Jerry Uelsman, Tim Grey, Julieanne Kost, Da-
vid Pogue. Il dodicesimo incontro prevede la prodotte commentandole insieme, in modo
Fotografia base
proiezione dello slideshow sonoro realizzato da perseguire, con il contributo di tutti, gli Il corso è aperto a tutti i principianti. Gli argo-
con le migliori immagini prodotte dagli allievi. obiettivi prefissati. Infatti, il momento della let- menti trattati saranno: la fotocamera, i tempi,
tura delle immagini è da vedersi non solo co- i diaframmi, gli obiettivi, la profondità di cam-
Fotografia: La camera me passaggio meramente di verifica, bensì po, la sensibilità ISO e quella cromatica, il flash,
oscura digitale creativa C come fase integrante e determinante del pro- l’inquadratura e, infine, i diritti e i doveri del fo-
cesso di sviluppo dei temi stabiliti e, quindi, di tografo. Sono previste quattro lezioni teoriche
Il terzo e ultimo livello del corso è studiato per
crescita degli stessi corsisti lungo il percorso e quattro lezioni pratiche di reportage su Ro-
quei fotografi che, una volta acquisita la cono-
che porta ad “esprimersi per immagini”. A fine ma, alcune delle quali potranno subire una
scenza della composizione e del percorso
corso, previa verifica della fattibilità, gli allievi variazione d’orario in funzione di una luce mi-
dell’immagine digitale attraverso il digital
potranno partecipare ad una mostra fotogra- gliore.
imaging, vogliono dedicarsi all’elaborazione
pittorica delle foto. Questo terzo livello è pre- fica con una selezione delle migliori fotogra- Fotografare in viaggio
feribilmente rivolto agli allievi che hanno se- fie che avranno prodotto.
Il corso mira a rendere autonomi i partecipan-
guito il primo e il secondo ciclo del corso. Fotografia base: sensibilità ti nell’utilizzo della macchina fotografica co-
Questa terza e ultima fase del corso è basata, me se fosse un taccuino di viaggio. Si studie-
inizialmente, sulla comprensione del proprio fotografica ranno le principali analogie e differenze tra la
livello tecnico ed estetico (determinato attra- Il corso è rivolto a quanti si affacciano per la fotografia analogica e la digitale, i pixel, gli
verso i test ideati da Alain Briot). Successiva- prima volta al seducente mondo della foto- obiettivi, la profondità di campo, la sensibilità
mente la messa a fuoco si sposta sulla scelta grafia ed a quanti vogliano riorganizzare in ISO, il bilanciamento del bianco, i filtri, il flash,
della tecnica di foto-ritocco artistico con la modo più organico le nozioni già apprese per l’inquadratura ed infine i diritti e doveri del fo-
quale ogni allievo vorrà personalizzare le pro- altro percorso, magari da autodidatti. Il pro- tografo. Tutto questo cercando di rappresen-
prie foto. Si affrontano quindi le diverse carat- gramma è volto ad analizzare, nella fase inizia- tare al meglio le nostre sensazioni attraverso
teristiche di Photoshop e in particolare alcuni le, i vari dispositivi presenti nelle fotocamere le immagini. Sono previste sei lezioni teoriche
procedimenti quali il light painting, l’high dy- (il diaframma, l’otturatore, l’esposimetro) esa- e sei lezioni pratiche di reportage su Roma, al-
namic range, la fotografia panoramica, lo stit- minando anche le varie differenze ed analo- cune delle quali potranno subire una variazio-
ching, il foto-montaggio, gli effetti speciali con gie tra fotografia a pellicola e fotografia digi- ne sull’orario in funzione di una luce migliore.
i filtri, la creazione delle due tonalità, l’uso nar- tale. Si prevede, poi, di studiare la tecnica di Dopo ogni esercitazione seguirà l’analisi criti-
rativo del bianco e nero. Verranno fatte inoltre base affrontando tutti gli aspetti fondamen- ca delle immagini e i migliori lavori saranno
stampe in grande formato, anche su tela, stu- tali che permettono di diventare “autori” dei pubblicati nel web sul sito www.foto-web.it. Il
diando i supporti sui quali montare le foto propri scatti: la profondità di campo, il mosso primo appuntamento è in aula.
per un’esposizione. Autori studiati: Alain Briot, creativo, gli obiettivi e l’inquadratura, l’esposi-
George Barr, Jean-Paul Caponigro, Diane Fen- metro ed il controllo dell’esposizione, il flash e
ster. Il dodicesimo incontro prevede la proie- la luce artificiale, la luce e la temperatura di Cristian Trappolini
zione dello slideshow sonoro realizzato con le colore, i materiali sensibili, i filtri e gli accessori
migliori immagini prodotte dagli allievi. principali. Gli allievi avranno anche la possibi- Fotografia 1
lità di affacciarsi nell’affascinante tema del Lo scatto fotografico non è un atto semplice-
bianco e nero e, oltre a cenni sulle principali mente tecnico, ma è sempre un ponte, un col-
Gianclaudio Romano tecniche di sviluppo fotografico in casa, rice- legamento tra la nostra realtà interna e quella
veranno informazioni preliminari sulle tecno- esterna. La tecnica è solo una piacevole o spia-
Fotografia avanzata: il Tema logie digitali di trattamento ed elaborazione cevole conseguenza, un campo necessario af-
Il percorso proposto, più che un corso pro- elettronica delle immagini. Lo studio della tec- finché si possa realizzare tale incontro; uno
priamente detto, vuole essere un “gruppo di nica sarà costantemente affiancato dall’anali- strumento che permette di dare corpo a un
lavoro” rivolto a quanti, avendo già delle cono- si dei principi di base della composizione fo- magico momento. Verranno trasmesse le co-
scenze di base e/o avanzate di fotografia, sia- tografica: sarà, infatti, determinante la proie- noscenze tecniche di base per realizzare delle
no alla ricerca dello stimolo giusto per anda- zione delle fotografie realizzate dagli stessi al- buone immagini in digitale. Esposizione, in-
re oltre la semplice bella immagine. lievi, cosicché, attraverso la loro lettura e com- quadratura, composizione, mosso fotografico,
In questa prospettiva, si prevede di imposta- mento, sarà possibile avvicinarsi alla psicolo- profondità di campo. Conoscenze di base sul-
re il lavoro più sull’attività pratica che sulla gia dell’immagine per arrivare a promuovere la macchina fotografica e sulle sue funzioni.
teoria che ci si limiterà ad impartire in base al- negli allievi il nascere di una “sensibilità foto- Inoltre una parte del corso sarà dedicata alla
le specifiche esigenze ed argomenti di volta grafica”. In questa prospettiva, superata la pri- post-produzione mediante l’utilizzo di pro-
in volta affrontati. In particolare, si sceglieran- ma fase costituita dagli argomenti propedeu- grammi quali Photoshop CS3 e soprattutto Li-
no argomenti sui quali poter sviluppare dei tici, gli incontri verteranno principalmente sul- ghtroom. Particolare importanza verrà data al-
servizi fotografici, dei temi, per l’appunto, sul la visione e sul commento delle immagini l’analisi dell’immagine da un punto di vista re-
breve e medio periodo da portare avanti a li- prodotte, una tappa fondamentale per il pro- lazionale. Durante il corso verranno trasmesse
vello individuale e collettivo, sviluppando di- cesso di crescita degli allievi finalizzata a favo- le conoscenze tecniche e dinamiche per rea-
verse formule operative sia singolarmente rire e ad incentivare il confronto e il reciproco lizzare delle belle foto alle persone in strada.

68 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Sono previste uscite di gruppo e la realizzazio-
ne di una mostra fotografica di fine anno.
cessario affinché si possa realizzare tale incon-
tro; uno strumento che permette di dare cor-
necessario l’utilizzo del flash, e particolare at-
tenzione verrà riservata all’inquadratura e alla
F
po a un magico momento. Anche quest’an- composizione. Ci saranno lavori di gruppo sul
Fotografia 2 no, quindi ci saranno argomenti tecnici ed ar- ritratto contestualizzato, su associazioni foto-
Lo scatto fotografico non è un atto semplice- gomenti di natura psicologica e relazionale. grafiche e sulla gestione di un account flickr.
mente tecnico, ma è sempre un ponte, un Verranno dunque consolidate le conoscenze Sono previste uscite di gruppo e la realizza-
collegamento tra la nostra realtà interna e tecniche dell’anno precedente, approfonden- zione di una mostra fotografica di fine anno.
quella esterna. La tecnica è solo una piacevo- do argomenti di post-produzione, mediante
le o spiacevole conseguenza, un campo ne- l’utilizzo di programmi quali Lightroom; sarà

Fotografia 1, 2 e base
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6859 Fotografia 1 Barozzi M. Mercoledì 19-21 1° Esquilino Confalonieri 230 25 27/10/10
6870 Fotografia 1 Italia A. Giovedì 19-21 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 230 25 28/10/10
7626 Fotografia 1 Trappolini C. Giovedì 17-19 1° Esquilino Confalonieri 230 25 28/10/10
7536 Fotografia 2 Italia A. Lunedì 18.30-20.30 11° Eur Spizzichino 230 25 25/10/10
6871 Fotografia 2 Barozzi M. Martedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
7533 Fotografia 2 Italia A. Giovedì 17-19 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 230 25 28/10/10
7420 Fotografia 2 Trappolini C. Giovedì 19-21 1° Esquilino Confalonieri 230 25 28/10/10
6864 Fotografia base Mencarelli S. Lunedì 15-17 19° Trionfale Fermi 230 25 25/10/10
6858 Fotografia base Bordoni P. Martedì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 26/10/10
6249 Fotografia base Bordoni P. Martedì 19-21 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 28/10/10
7280 Fotografia base: sensibilità fotografica Romano G. Mercoledì 17-19 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 27/10/10
6902 Fotografia base Mencarelli S. Giovedì 9-11.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
6899 Fotografia base Mencarelli S. Giovedì 15-17.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
7544 Fotografia base Bordoni P. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 08/10/10
8107 Fotografia base Rosa D. Sabato 11-13 7° Centocelle Il Geranio 100 8 27/10/10
8172 Fotografia Bartoli A. Venerdì 17-19 20° Labaro Baccano 230 25 29/10/10

Fotografia avanzata
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7166 Fotografia avanzata Bordoni P. Martedì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 230 25 26/10/10
6876 Fotografia Barozzi M. Martedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
6901 Fotografia avanzato Mencarelli S. Giovedì 17.30-20 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
7441 Fotografia avanzato Mencarelli S. Giovedì 11.30-14 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 25 07/10/10
7170 Fotografia avanzata Bordoni P. Venerdì 17-19 1° Centro Storico Englefield 230 25 08/10/10

Fotografia digitale
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7307 Fotografia digitale Canneta F. Mercoledì 14-16 12° Ardeatino S. Placido 100 10 27/10/10
6892 Fotografia digitale 1 Mencarelli S. Lunedì 17-19 19° Trionfale Fermi 230 25 25/10/10
6841 Fotografia digitale 1 Mencarelli S. Martedì 18.30-20.30 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 05/10/10
6863 Fotografia digitale 1 Mencarelli S. Martedì 16.30-18.30 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 05/10/10
6865 Fotografia digitale 1 Mencarelli S. Lunedì 19-21 19° Trionfale Fermi 230 25 25/10/10
6891 Fotografia digitale 2 Mencarelli S. Martedì 14.30-16.30 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 05/10/10
6253 Fotografia digitale e album delle immagini Mancini M. Giovedì 15-17 1° Piramide Abaco 190 15 14/10/10
6866 Fotografia digitale e l’album delle immagini Mancini M. Sabato 12-14 1° Piramide Abaco 190 15 02/10/10
6895 Fotografia Street Style - corso avanzato Benvenuti F. Giovedì 19-21 1° Centro Storico Colombo 230 25 28/10/10
6145 Formarsi uno stile Mencarelli S. Mercoledì 15-18 18° Aurelio Seneca 250 18 27/10/10
8109 Fotografare in viaggio Rosa D. Sabato 11-13 7° Centocelle Il Geranio 100 8 15/01/11
8142 Fotografia naturalistica A Rifilato G. Venerdì 19-21 1° Centro Storico Englefield 150 12 08/10/10
8143 Fotografia naturalistica B Rifilato G. Venerdì 19-21 1° Centro Storico Englefield 150 12 04/02/11
8144 Fotografia naturalistica C Rifilato G. Venerdì 19-21 1° Centro Storico Englefield 150 12 13/05/11
8111 Introduzione alla fotografia Cardinale S. Lunedì 20.30-22 7° Centocelle Il Geranio 230 25 11/10/10
8137 La camera oscura digitale creativa A Rifilato G. Mercoledì 19-21 1° Centro Storico Englefield 150 12 06/10/10
8138 La camera oscura digitale creativa B Rifilato G. Mercoledì 19-21 1° Centro Storico Englefield 150 12 02/02/11
8141 La camera oscura digitale creativa C Rifilato G. Mercoledì 19-21 1° Centro Storico Englefield 150 12 11/05/11
8127 Laboratorio fotografico Italia A. Martedì 19-21 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 230 25 26/10/10
7909 Fotoclub Bordoni P. Sabato 10-13.30 1° Centro Storico Englefield 190 12 09/10/10
7264 Fotoclub Mencarelli S. Sabato 10.30-13.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 200 18 02/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 69


Fumetto
Elisa Moricca cioè gli insiemi di vignette che lo costituiranno,
finalizzato alla realizzazione di fumetto vero e
Dario Tommasi
Fumetto e Illustrazione proprio. Il programma punterà sull’insegna- Fumetto
Il corso è rivolto a tutti quelli che desiderano mento delle nozioni fondamentali di costruzio- Non si richiedono competenze specifiche per
disegnare la propria storia o illustrare una fia- ne anatomica dei personaggi e della sceneg- accedere al corso. Gli argomenti oggetto del-
ba o un racconto. Questo corso prevede giatura. Durante il corso, i ragazzi realizzeranno le lezioni saranno: elementi di base del dise-
un’introduzione al fumetto e ai suoi vari ge- sia lavori individuali sia lavori in gruppo a parti- gno a matita e a inchiostro (pennarello, pen-
neri. Si passerà quindi allo studio del perso- re da temi scelti e concordati con il docente nino e pennello), la prospettiva e l’ambiente,
naggio e dell’ambiente per giungere infine, sperimentandosi con tecniche specifiche. la figura umana nel fumetto, impostazione
alla creazione di una breve storia disegnando- dell’inquadratura, stesura del soggetto della
la in sequenza, inchiostrandola e la realizzan- sceneggiatura e dello story board. Inoltre ver-
done la copertina. Sandro Rosi rà dato ampio spazio alle inclinazioni di ogni
Fumetto 1 allievo nello studio e sintesi dei personaggi
(realistici, comici e grotteschi) nonché nella
Fabrizio Rampotti Il corso è aperto a tutti. Verranno affrontati gli
elementi di base del disegno a matita e a in-
scelta dello stile più congeniale a ogni allievo
(Manga, europeo, americano).
Fumetto 1 chiostro (pennarello, pennino e pennello): la
Elementi di base del disegno a matita e a in- prospettiva e l’ambiente, la figura umana nel Fumetto per bambini
chiostro. La prospettiva e l’ambiente, la figura fumetto, impostazione dell’inquadratura, ste- La finalità del corso, indirizzato ai bambini delle
umana nel fumetto, impostazione dell’inqua- sura del soggetto della sceneggiatura e dello elementari, è di sensibilizzare i piccoli allievi al-
dratura, stesura del soggetto della sceneggia- story board. Inoltre lo studio e la sintesi dei l’arte e al fumetto, aiutandoli a sviluppare la pro-
tura e dello story board. Studio e sintesi dei personaggi (realistici, comici e grotteschi) nel- pria manualità e a esprimere la propria fantasia.
personaggi (realistici, comici e grotteschi) nel- lo stile più congeniale a ogni allievo (Manga, Il percorso didattico comprende le conoscen-
lo stile più congeniale a ogni allievo (Manga, europeo, americano). ze teoriche e pratiche necessarie alla progetta-
europeo, americano, etc.). Fumetto 2 zione e realizzazione di un fumetto fornendo
nozioni sulla costruzione delle “tavole”, cioè gli
Fumetto per bambini Il secondo livello sarà mirato alla realizzazione
insiemi di vignette che lo costituiranno, finaliz-
La finalità del corso, indirizzato afli studenti del- di storie a fumetti complete. Inoltre si affron-
zato alla realizzazione di fumetto vero e proprio.
le scuole medie, è di sensibilizzare i ragazzi al- terà la coloritura con acquerelli sintetici (eco-
Il programma punterà sull’insegnamento delle
l’arte e al fumetto, aiutandoli a sviluppare la line), tecnica tipica delle pubblicazioni a fu-
nozioni fondamentali di costruzione anatomi-
propria manualità e a esprimere la propria fan- metti. Saranno trattate tutte le fasi della realiz-
ca dei personaggi e della sceneggiatura. Duran-
tasia. Il percorso didattico comprende le cono- zazione dell’opera: scelta dei temi, stesura del-
te il corso, i bambini realizzeranno sia lavori in-
scenze teoriche e pratiche necessarie alla pro- lo story board, impaginazione, trattamento
dividuali che lavori in gruppo a partire da temi
gettazione e realizzazione di un fumetto for- dei testi e pubblicazione.
scelti e concordati con il docente sperimentan-
nendo nozioni sulla costruzione delle “tavole”, dosi con tecniche specifiche.

Fumetto
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8098 Fumetto e Illustrazione Moricca E. Venerdì 16.30-18.30 7° Centocelle Il Geranio 250 25 08/10/10
7984 Fumetto 1 Rampotti F. Lunedì 15-17 18° Aurelio Bramante 230 25 25/10/10
8234 Fumetto 1 Rampotti F. Mercoledì 15-17 5° Colli Aniene Santi 230 25 27/10/10
8218 Fumetto per bambini Rampotti F. Giovedì 17-18.30 5° Colli Aniene Santi 100 15 27/10/10
7359 Fumetto 1 Rosi S. Mercoledì 19-21 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 06/10/10
6907 Fumetto 2 Rosi S. Martedì 19-21 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 05/10/10
7291 Fumetto Tommasi D. Lunedì 17-19 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 25/10/10
6148 Fumetto per bambini Tommasi D. Giovedì 16.30-18 18° Aurelio Alfieri-Manetti succ.le 100 15 28/10/10

Genealogia
Claudio Barbati sto è il corso che può aiutarvi, fornendo gli stru-
menti utili al successo della vostra ricerca. La fi-
to; gli atti dell’archivio parrocchiale; gli atti del-
l’archivio di stato; il fondo catastale; la grafica dei
Questo corso teorico-pratico si rivolge a quanti
nalità è di insegnare i metodi della ricerca stori- manoscritti; abbreviazioni e termini storici; de-
siano curiosi di ricercare le proprie origini. Se vo-
co-anagrafica e rendere autonomi nella propria calogo per una ricerca. Come rappresentare
lete provare a ricostruire le storie dei vostri an-
ricerca personale. Che cosa è il “lignaggio”; co- graficamente i risultati della ricerca; la tavola ge-
tenati attraverso la documentazione da loro
me si misura la parentela; documenti dello sta- nealogica; l’albero genealogico. La ricerca pres-
prodotta, legata agli eventi della loro vita, que-
to civile; l’anagrafe comunale, storia e significa- so la parrocchia; la ricerca presso l’archivio.

Genealogia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8252 Genealogia Barbati C. Lunedì 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 90 25 25/10/10

70 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


G
Giardinaggio
Alberto Ansini tre,diminuendo il numero e il peso degli inter-
venti manutentivi, saremo nella condizione
zione, rilievo cromatico e architettonico degli
ambienti; analisi del terreno; studio del soleg-
Progettazione di giardini e migliore per vivere i nostri spazi verdi in ma- giamento e del microclima; rilievo delle specie
terrazzi niera più serena e riposante.Il corso si svilup-
perà integrando gli approfondimenti teorici
eventualmente già presenti nello spazio dove
intendiamo realizzare il giardino; individuazio-
Il corso si propone di consentire ai partecipan-
con esercitazioni pratiche e visite guidate di ne delle fonti di approvvigionamento idrico.
ti di acquisire gli strumenti tecnici e culturali
parchi e giardini romani. In particolare si esa- Analisi critica dei dati raccolti. Elaborazione
necessari per la progettazione e la realizzazio-
mineranno i seguenti temi: la vita delle piante dell’ipotesi progettuale: criteri di scelta delle
ne di terrazzi e di giardini pubblici e privati. Il
nel loro ambiente; la coltivazione delle piante specie vegetali. Scelta degli elementi di arre-
processo formativo riguarda, per il primo an-
in vaso; le tecniche necessarie alla coltivazione do. Valutazione economica delle opere neces-
no, lo studio della storia dei giardini più signi-
delle piante in piena terra; la realizzazione del sarie alla realizzazione del nuovo impianto ver-
ficativi, lo sviluppo di una fase pre-progettua-
giardino a bassa manutenzione; la manuten- de. Programmazione delle fasi di lavoro. Pro-
le finalizzata all’acquisizione pratica degli stru-
zione delle piante, degli impianti e degli arre- gramma di manutenzione delle piante, degli
menti del disegno necessario per elaborare
di del giardino. impianti e degli arredi del giardino.
un progetto del verde, la conoscenza di tutti
gli elementi strutturali, funzionali e di arredo
del giardino e del terrazzo moderno e la cono-
scenza delle essenze vegetali più significative
Sara Nigri Federico Savi
e la loro rappresentazione grafica. Giardinaggio: decorazione Giardinaggio: il giardino in
floreale vaso
Vanda Del Valli Spesso s’intende offrire un regalo differente o
rallegrare la propria casa con un po’ di fiori. Ma
Oggi, che viviamo in appartamenti lontani
da boschi e da campi, la coltivazione in va-
La coltivazione delle piante come? Se un giardino fiorito è poesia, con i fio- so delle specie ornamentali permette di
grasse ri recisi potremo portare nella nostra casa co- praticare il giardinaggio, regalandoci la pos-
lori, forme, luci e quindi festa e armonia. Per far sibilità di rallegrare, con profumi e colori,
Il corso tratta delle caratteristiche botaniche e
ciò bisogna prestare attenzione ad applicare l’uniformità e il grigiore degli edifici delle
delle modalità di coltivazione delle piante
alcune semplici regole teoriche e pratiche, nostre città. Argomenti del corso. La coltiva-
grasse, con particolare riguardo al loro utilizzo
norme che si potranno acquisire negli incontri zione delle piante in contenitore: principi
in serra, nei giardini e nei terrazzi. Il percorso
previsti dal programma del corso. L’importan- generali. Gli utensili e le attrezzature neces-
formativo sarà articolato in due fasi: la prima
za delle caratteristiche funzionali ed estetiche sarie alle attività colturali. Organizzazione di
teorica si svolgerà in aula, mentre la seconda
dei materiali, quali, ad esempio, spugne e con- un piccolo spazio attrezzato per lo svolgi-
di tipo tecnico-applicativo si svilupperà con
tenitori e ovviamente della scelta dei fiori, del mento delle attività colturali. Substrati di
esercitazioni pratiche sul campo o in laborato-
fogliame; come mantenerli freschi con la giu- coltura. I terricci. Gli ammendanti. I concimi.
rio. Nell’ambito del corso si prevedono escur-
sta quantità d’acqua e il giusto taglio, il com- Il compostaggio domestico. Il drenaggio. La
sioni didattiche presso giardini famosi, orti bo-
porli in armonia osservando sia la loro natura pacciamatura. Protezione delle colture dalle
tanici e vivai specializzati.
che le regole fondamentali dell’arte floreale. Il condizioni atmosferiche avverse. Riprodu-
programma prevede un certo numero di le- zione agamica dei vegetali: talea, margotta,
Fabio Maialetti zioni teoriche e pratiche integrate da visite propaggine, innesto. Semina. Picchettatura
guidate nel mercato del settore. e ripicchettatura dei vegetali in contenitore.
Giardinaggio Il materiale floreale e la minima dotazione Rinvaso. Lotta alle avversità delle piante in
Il giardino è un sistema ambientale fragile e in strumentale (forbici, coltellini ecc.) per realizza- vaso. Scelta delle piante adatte alla coltiva-
continua trasformazione. Per mantenere il suo re le composizioni individuali saranno a carico zione in vaso.
equilibrio ecologico ed estetico necessita di dei singoli corsisti. Il corso prevede visite guidate presso un vi-
cure in grado di salvaguardare il buono stato vaio specializzato o presso il semenzaio co-
di salute delle piante ospitate e di conservare munale di San Sisto.
le caratteristiche formali desiderate. Per essere Francesco Rinalduzzi, Potatura piante ornamentali
realmente sostenibile dal punto di vista ecolo-
gico ed economico, un giardino deve essere
Giuseppe Di Millo Potare e sagomare le piante è certamente
realizzato tenendo conto delle caratteristiche Progettazione di giardini, alla portata di tutti quelli che hanno una
ambientali del territorio in cui è inserito. Inol- terrazzi e piccoli spazi verdi qualche dimestichezza con il lavoro di giar-
dinaggio: purtroppo la mancanza delle ele-
tre bisogna conoscere adeguatamente le esi-
genze biologiche delle piante che intendiamo privati mentari conoscenze botaniche e agronomi-
utilizzare,valutando l’effettiva consistenza dei Obiettivo del corso è quello di consentire ai che fa sì che molto spesso ci capiti di vede-
mezzi economici e delle capacità professiona- partecipanti di affrontare direttamente il tema re piante che, potate in modo errato, vengo-
li di cui si dispone per il loro mantenimento. della valorizzazione e della progettazione del no gravemente danneggiate dal punto di
Tutto ciò non significa mortificare le nostre proprio spazio verde, sia nel caso di un piccolo vista estetico, precludendo lo sviluppo del-
aspettative: le moderne metodologie natura- giardino, un cortile condominiale, un terrazzo, la fioritura e della fruttificazione, ed esposte
listiche ci permettono di ottenere un giardino un balcone o di un ambiente interno della all’attacco di parassiti e malattie. Con la gui-
di grande qualità formale in grado al contem- propria abitazione. La raccolta dei dati e delle da attenta di un esperto, durante il corso si
po di esercitare sull’ambiente un minore im- osservazioni necessarie alla progettazione: mi- sceglieranno le attrezzature più opportune
patto paesaggistico ed ecologico. Inol- sura e restituzione grafica degli spazi, esposi- da impiegare in sicurezza e le elementari

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 71


metodologie di intervento in grado di valo-
rizzare le nostre piante, donandoci forme
Aurelio Valentini scopi ornamentali. Nell’erogare i trattamenti
antiparassitari dobbiamo però avere coscien-
equilibrate, accompagnate da fioriture e La cura delle piante za del valore della tutela della salute nostra e
fruttificazioni sane e copiose. Il corso si svi-
lupperà integrando gli approfondimenti
ornamentali degli ambienti in cui sono inseriti i nostri spa-
zi verdi. Durante il corso saranno indicati i mo-
teorici con esercitazioni pratiche sul campo Tutti coloro che praticano il giardinaggio spes- di e le tecniche necessarie alla difesa delle no-
svolte nel Parco di San Placido. so sono chiamati ad affrontare le numerose stre piante che però non costituiscono un pe-
avversità che colpiscono le piante coltivate a ricolo per noi e per l’equilibrio ambientale.

Giardinaggio
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8196 Progettazione di giardini e terrazzi Ansini A. Venerdì 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia230 25 29/10/10
7815 La coltivazione delle piante grasse Del Valli V. Giovedì 15-17 12° Ardeatino S. Placido 160 15 28/10/10
6843 Giardinaggio Maialetti/Altieri Martedì 15-17 12° Ardeatino S. Placido 230 25 26/10/10
6845 Giardinaggio Maialetti/Altieri Giovedì 15-17 12° Ardeatino S. Placido 230 25 28/10/10
8235 Giardinaggio Maialetti/Altieri Mercoledì 15.30-17.30 18° Aurelio Alfieri-Manetti 120 12 27/10/10
7814 Decorazione floreale Nigri S. Giovedì 17-19 12° Ardeatino S. Placido 230 25 28/10/10
7813 Decorazione floreale Nigri S. Martedì 17-19 12° Ardeatino S. Placido 230 25 26/10/10
7306 Progettazione di giardini Rinalduzzi F. Martedì 15-17 12° Ardeatino S. Placido 210 20 26/10/10
6844 Potatura piante ornamentali Savi F. Mercoledì 15-17 12° Ardeatino S. Placido 160 15 27/10/10
7806 Giardinaggio: il giardino in vaso Savi F. Giovedì 17-19 12° Ardeatino S. Placido 140 12 28/10/10
7807 La cura delle piante ornamentali Valentini A. Venerdì 16-18 12° Ardeatino S. Placido 120 10 29/10/10

Ginnastica
Per la frequenza ai corsi è obbligatorio il duale si passerà dalla presa di coscienza del cità muscolare, alla corretta gestione della re-
certificato medico di buona salute da con- corpo, delle capacità muscolari (forza, resisten- spirazione. Inoltre si dedicherà ampio spazio
segnare al docente a corso avviato. za, elasticità) e motorie (coordinazione, equili- al lavoro sulla colonna vertebrale sia per toni-
brio, riflessi) al loro progressivo miglioramen- ficare i muscoli profondi (la cui debolezza
to. In particolare ci si dedicherà alla mobilizza- spesso dà origine a patologie anche gravi), sia
Carola Baldini, Eleonora zione della colonna vertebrale, al rafforzamen- per allungare i muscoli superficiali (l’ipertono
Diamante, Giosi Del Vecchio, to dei muscoli dorsali, al riequilibrio dell’asset-
to del bacino attraverso il potenziamento dei
di questa muscolatura causa dolori e contrat-
ture). La pratica, adeguata di volta in volta alle
Gioia Cherchi, muscoli addominali e dei glutei, in generale al esigenze del singolo e del gruppo, sarà resa
Alessia Pellegrini miglioramento della postura. Pari importanza piacevole, stimolante e rilassante.
Pilates matwork verrà data alla respirazione, per ristabilire
l’equilibrio energetico del corpo.
Il metodo originale realizzato da J. Pilates, fon-
de metodologie orientali e occidentali, privi-
Federica De Maio, Eleonora
Silvia Costantini, Federica De Diamante,
legiando il rilassamento mentale proprio del- Patrizia Leonet
Maio, Elena Gonzalez Correa, Ginnastica e stretching
lo yoga e ottimizzando la capacità di resisten-
za per ottenere un allenamento fisico ideale.
Il corso si propone di sviluppare il piacere di
Questo programma consta di un gran nume- Vittoria La Costa, Maria Pia muoversi acquisendo maggiore consapevo-
ro di esercizi diversificati per ottenere: forti ad-
dominali, totale controllo del corpo, coordina-
Rosati, Paola Vizioli, lezza del proprio corpo e capacità di fare mo-
zione dei movimenti della colonna e degli ar-
Manuela Volpes vimenti più armoniosi aumentando la propria
flessibilità. Lo stretching non è un’attività stres-
ti, grande flessibilità e concentrazione. La va- Ginnastica dolce sante ma rilassante, include esercizi per una
rietà dei movimenti ripetuti poche volte, con- La ginnastica dolce è un’attività motoria glo- perfetta forma fisica e per la pratica di tutti gli
sente di ottenere muscoli forti, allungati e to- bale che permette di ritrovare un rapporto sport. Gli obiettivi dell’attività sono: ridurre la
nificati, senza aumento di volume. Inoltre la positivo col proprio corpo coltivando la con- tensione muscolare, favorire la coordinazione
concentrazione mentale durante l’esecuzio- sapevolezza nel mantenere una corretta po- permettendo maggiore libertà e facilità nel-
ne degli esercizi favorisce e migliora la coor- stura e una benefica scioltezza nella gestuali- l’esecuzione dei movimenti, prevenire gli in-
dinazione con la respirazione. tà quotidiana. Il metodo di lavoro parte dalla fortuni di strappi muscolari, favorire la circola-
percezione delle sensazioni derivanti dal mo- zione, mantenere l’elasticità muscolare e au-
vimento, per riconoscere quali parti e quali mentare la mobilità articolare.
Luigina Colasante, strutture vengono attivate durante le diverse
Sergio De Camillis proposte motorie, per meglio gestire e dosa-
Ginnastica re la forza e l’elasticità e trovare il giusto equi- Francesco Savastano
librio tra contrazione e rilassamento muscola-
L’obiettivo generale dei corsi di ginnastica è il re, evitando fatica e stress. Elementi di danza, Ginnastica in acqua
mantenimento della salute psico-fisica della espressione corporea, ginnastica posturale e L’acqua presenta delle caratteristiche fisiche
persona attraverso un lavoro che si rivolge a tecniche di rilassamento si avvicenderanno a che consentono movimenti dolci e non trau-
tutti gli ambiti della motricità. In maniera gra- esercizi mirati alla mobilità articolare, alla toni- matici, grazie alla resistenza che essa oppone

72 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


al movimento. Praticando la ginnastica in ac-
qua si può migliorare la capacità di essere in
la possibilità di muoversi senza vincoli dati dal
peso corporeo sulle articolazioni. Verranno
rà più regolare. Particolare attenzione sarà da-
ta anche all’equilibrio e alla coordinazione, mi-
G
contatto col proprio corpo, favorendo così il praticati esercizi e movimenti in completa im- gliorando così l’acquaticità che è la capacità
benessere psico-fisico, imparare a percepirne mersione del corpo in acqua, coordinati alla di stare in acqua con agio e in completa au-
anche i più piccoli spostamenti, godendo del- respirazione, che seguendo ritmi precisi, diver- tonomia.

Ginnastica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6847 Ginnastica De Camillis S. Lun/Gio 9.45-10.45 20° Cassia S. Giuliano 230 50 04/10/10
6848 Ginnastica De Camillis S. Lun/Gio 10.45-11.45 20° Cassia S. Giuliano 230 50 04/10/10
7163 Ginnastica De Camillis S. Lun/Gio 11.45-12.45 20° Cassia S. Giuliano 230 50 04/10/10
7574 Ginnastica Colasante L. Mer/Ven 9.30-10.30 10° Cinecittà Centro Sport Beness. 160 30 06/10/10

Ginnastica dolce
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6857 Ginnastica dolce Vizioli P. Lun/Gio 11.30-12.30 4° Nomentano Insieme per fare 250 60 04/10/10
6850 Ginnastica dolce Volpes M. Lun/Mer 9-10 12° Spinaceto Spinaceto Cultura 250 60 04/10/10
6851 Ginnastica dolce Volpes M. Lun/Mer 10-11 12° Spinaceto Spinaceto Cultura 250 60 04/10/10
6852 Ginnastica dolce Volpes M. Lun/Mer 11-12 12° Spinaceto Spinaceto Cultura 250 60 04/10/10
6855 Ginnastica dolce Vizioli P. Lun/Gio 9.30-10.30 4° Nomentano Insieme per fare 250 60 04/10/10
6856 Ginnastica dolce Vizioli P. Lun/Gio 10.30-11.30 4° Nomentano Insieme per fare 250 60 04/10/10
6846 Ginnastica dolce Gonzalez Correa E. Lun/Gio 12.30-13.30 10° Cinecittà Centro Sport Beness. 160 30 04/10/10
6761 Ginnastica dolce La Costa V. Lun/Gio 11.30-12.30 1° Centro Storico Englefield 270 60 04/10/10
6860 Ginnastica dolce La Costa V. Lun/Gio 10.30-11.30 1° Centro Storico Englefield 270 60 04/10/10
6822 Ginnastica dolce La Costa V. Lun/Gio 9.30-10.30 1° Centro Storico Englefield 270 60 04/10/10
8213 Ginnastica dolce De Maio F. Lun/Gio 11.30-12.30 16° Porta Portese Sede Upter 250 50 04/10/10
7982 Ginnastica dolce Gonzalez Correa E. Lun/Gio 9.30-10.30 13° Ostia Virtus Club 250 60 04/10/10
7983 Ginnastica dolce Gonzalez Correa E. Lun/Gio 10.30-11.30 13° Ostia Virtus Club 250 60 04/10/10
6379 Ginnastica dolce Gonzalez Correa E. Mar/Ven 10.30-11.30 1° Centro Storico Englefield 270 60 05/10/10
6494 Ginnastica dolce Gonzalez Correa E. Mar/Ven 9.30-10.30 1° Centro Storico Englefield 270 60 05/10/10
7721 Ginnastica dolce Costantini S. Mar/Ven 15.30-16.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
6849 Ginnastica dolce Costantini S. Mar/Ven 9.30-10.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
8193 Ginnastica dolce Rosati M. Martedì 17-18.30 20° Labaro Baccano 210 25 26/10/10
6853 Ginnastica dolce Vizioli P. Mar/Ven 10.30-11.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
6854 Ginnastica dolce Vizioli P. Mar/Ven 11.30-12.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10

Ginnastica e stretching
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8214 Ginnastica e stretching De Maio F. Lun/Gio 12.30-13.30 16° Porta Portese Sede Upter 250 50 04/10/10
7896 Ginnastica e stretching Diamante E. Mar/Ven 16.30-17.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
7897 Ginnastica e stretching Diamante E. Lun/Gio 17-18 16° Porta Portese Sede Upter 250 50 04/10/10
6861 Ginnastica e stretching Leonet P. Mar/Gio 12.30-13.30 1° Centro Storico Englefield 270 60 05/10/10
7578 Ginnastica in acqua Savastano F. Mar/Ven 11-12 9° Appio-Tuscolano B. F. Sporting Club 65 16 05/10/10

Pilates matwork
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7895 Pilates matwork Diamante E. Lun/Gio 18-19 16° Porta Portese Sede Upter 250 50 04/10/10
7732 Pilates matwork Pellegrini A. Lun/Gio 17-18 1° Centro Storico Englefield 270 60 04/10/10
7694 Pilates matwork Baldini C. Lun/Gio 11.30-12.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 04/10/10
6468 Pilates matwork Cherchi G. Lun/Gio 16-17 1° Centro Storico Englefield 270 60 04/10/10
6867 Pilates matwork Cherchi G. Lun/Gio 15-16 1° Centro Storico Englefield 270 60 04/10/10
7837 Pilates matwork Del Vecchio G. Mar/Gio 15-16 10° Cinecittà Centro Sport Beness. 160 30 05/10/10
7695 Pilates matwork Baldini C. Mar/Ven 13.30-14.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
7696 Pilates matwork Baldini C. Mar/Ven 14.30-15.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
7894 Pilates matwork Diamante E. Mar/Ven 17.30-18.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 05/10/10
7193 Pilates matwork Del Vecchio G. Mer/Ven 17-18 1° Esquilino Confalonieri 230 50 27/10/10
7729 Pilates matwork Del Vecchio G. Mer/Ven 16-17 1° Esquilino Confalonieri 230 50 27/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 73


Ginnastica Posturale
Per la frequenza ai corsi è obbligatorio il
certificato medico di buona salute da
Gioia Cherchi ristabilire una buona forma e riarmonizzare i
vari elementi funzionali.
consegnare al docente a corso avviato. Postural Pilates
Lo scopo e l’obiettivo primario del metodo
Pilates è quello di creare una serie di eserci- Emiliano Gennaro
Carola Baldini
zi volti a rinforzare la muscolatura, a aumen-
tare la flessibilità e a migliorare lo stato di sa-
Ginnastica posturale:
Ginnastica posturale MED lute generale; la ginnastica posturale nasce Educazione al movimento
con l’intento di correggere le abitudini mo- Il corso ha l’obiettivo di fare acquisire agli
MED (Movimento Evolutivo Dinamico®) è
torie scorrette. Il posturalpilates fonde que- studenti quelle nozioni teorico-pratiche in-
un metodo di movimento, una “ginnastica
sti principi complementari:i metodi tradizio- dispensabili per eseguire correttamente
della mente”, che si realizza attraverso eser-
nali del pilates delle scuole americane e eu- esercizi di flessibilità articolare, potenzia-
cizi che consentono di raggiungere un cor-
ropee, uniti alle influenze di altre discipline mento muscolare e coordinazione motoria,
retto equilibrio posturale, libertà espressiva
quali lo yoga, la danza e la posturologia, cre- come preparazione per qualsiasi disciplina
e capacità di rilassamento. Il corso si rivolge
ando un metodo di insegnamento comple- corporea o anche semplicemente per tene-
a chiunque desideri risvegliare e coltivare
to, un modo di condurre le classi adatto a re in salute il proprio corpo in modo effica-
pensiero, emozione e corpo secondo una
tutti, dai bambini agli adulti. È per questo ce, funzionale e innocuo.
modalità integrata, per conoscersi meglio
che il metodo pilates è stato anche definito
armonizzando e accrescendo le risorse fisi-
la moderna ginnastica posturale. Il program-
che e mentali del proprio organismo. Le
pratiche MED accompagnano ciascun par-
ma di esercizi proposto unisce la fluidità, Anna Maria Pedace
tecipante, di ogni età, nell’apprendimento di
l’armonia propri del pilates alla disciplina
posturale, creando una lezione che risulta
Ginnastica posturale
una tecnica di movimento al confine tra la
gradevole e migliora non solo la forma fisi- Souchard
danza e il teatro, in altre parole un’esperien-
ca ma porta anche a un buon rapporto tra Il metodo Souchard ha come scopo quello
za di “gioco sapiente” che, attraverso il grup-
mente e corpo diminuendo lo stress. di riprogrammare e riequilibrare la postura
po, consente di ritrovare un profondo senso
tramite esercizi e posizioni studiate per ot-
di unità e benessere.
tenere l’allungamento dei muscoli e il rila-
Luigina Colasante, sciamento di quelle tensioni e retrazioni
Daniela Bianchi, Patrizia Anna Rita Paolucci muscolari che causano squilibrio del corpo
e conseguenti dolori. Il lavoro di stretching
Leonet, Maria Grazia Sguera, Ginnastica posturale globale è sempre accompagnato da una
Andrea Vianello La ginnastica posturale ci offre una possibili- cura particolare della respirazione affinché
tà di migliorare la qualità della nostra vita, di divenga sempre più corretta, profonda e
Ginnastica posturale riconquistare un corpo efficiente, in grado di consapevole. È una tecnica particolarmente
Feldenkrais assumere senza dolore diverse posizioni, e adatta a quanti sono costretti a una vita se-
Il metodo Feldenkrais ci permette di correg- avviare una rieducazione del corpo in sinto- dentaria, a lavori pesanti o ripetitivi, ma an-
gere schemi posturali e di movimento mec- nia con l’evoluzione della mente. Gli eventi che a quegli sportivi che vogliono migliora-
canici e ripetitivi divenuti dannosi per noi. A stressanti del quotidiano infatti, costringono re le proprie prestazioni o praticano discipli-
differenza degli animali, l’essere umano na- spesso il nostro corpo in posizioni e movi- ne poco equilibrate
sce con un sistema nervoso incompleto, so- menti non naturali che ci procurano una
lo con lo sviluppo acquisirà funzioni specifi- condizione di malessere. Il programma del
che quali stare seduto, camminare, parlare, corso prevede esercizi rivolti al ripristino di Paola Vizioli
una corretta postura e di una respirazione
che gli consentono una vita autonoma. An-
consapevole e efficace per ritrovare e mante-
Ginnastica posturale Core
che la postura viene acquisita col tempo,
nella relazione del corpo che cresce, con la nere una buona condizione di salute. Integration
forza di gravità, e dunque modificata in di- Attraverso la pratica degli esercizi del Meto-
venire. Il metodo Feldenkrais usa movimen- do Core Integration, possiamo scoprire le sei
ti specifici per stimolare il sistema nervoso Agnese D’Addario, principali vie del movimento chiamate “sen-
dell’allievo all’apprendimento di nuovi e più Silvia Marmiroli tieri funzionali”, tracciando la loro mappa at-
efficaci schemi posturali. Così verrà ridistri- traverso il nostro corpo. Questo permette di
buito il tono muscolare, le articolazioni sa-
Ginnastica posturale muoversi con facilità e efficienza, evitando
ranno più libere di muoversi, la persona ac- Mézières che tensioni, dolori cronici e una ridotta
quisirà nuove modalità di azione. Questo ri- Il metodo Mézières utilizza esercizi semplici e mobilità articolare compromettano vitalità
sultato si affianca ad una notevole riduzio- mirati, utili a rimuovere tensioni, ridurre accor- e benessere. Il movimento che si sviluppa a
ne del dolore articolare e muscolare, a una ciamenti e dolori muscolari, recuperando ar- partire da un centro “Core”, permette un la-
consapevolezza corporea che equivale alla monia e funzionalità nel movimento. Lo sco- voro qualitativo di allungamento muscola-
piena espressione delle personali risorse po è risalire dal sintomo alle cause dello squi- re e dei tratti vertebrali, di rafforzamento, rit-
psico-fisiche. librio nel tono muscolare, ritrovare l’allinea- mo, intenzione, favorisce la consapevolezza
mento dei segmenti corporei attraverso il po- del respiro e del rilassamento, con conse-
tenziamento della capacità propriocettiva, per guente riallineamento della postura.

74 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Ginnastica posturale Feldenkrais
G
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6507 Ginnastica posturale Feldenkrais Leonet P. Lunedì 18-19.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 30 04/10/10
7369 Ginnastica posturale Feldenkrais Leonet P. Lunedì 16.30-18 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 30 04/10/10
6887 Ginnastica posturale Feldenkrais Sguera M. Lunedì 15-16.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 30 04/10/10
7419 Ginnastica posturale Feldenkrais Vianello A. Lunedì 10-11.30 16° Porta Portese Sede Upter 250 30 04/10/10
6888 Ginnastica posturale Feldenkrais Leonet P. Mar/Gio 13.30-14.30 1° Centro Storico Englefield 270 45 05/10/10
6898 Ginnastica posturale Feldenkrais Bianchi D. Martedì 16-17.30 12° Spinaceto Spinaceto Cultura 220 25 05/10/10
6897 Ginnastica posturale Feldenkrais Leonet P. Martedì 16.30-18 1° Centro Storico Englefield 270 30 05/10/10
6896 Ginnastica posturale Feldenkrais Leonet P. Martedì 18-19.30 1° Centro Storico Englefield 270 30 05/10/10
7707 Ginnastica posturale Feldenkrais Sguera M. Mercoledì 9.30-11 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 30 06/10/10
6893 Ginnastica posturale Feldenkrais Vianello A. Mercoledì 12-13.30 1° Centro Storico Englefield 270 30 06/10/10
6667 Ginnastica posturale Feldenkrais Vianello A. Mercoledì 10.30-12 1° Centro Storico Englefield 270 30 06/10/10
7708 Ginnastica posturale Feldenkrais Sguera M. Giovedì 16.30-18 1° Esquilino Confalonieri 220 25 28/10/10

Ginnastica posturale MED


Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7723 Ginnastica posturale MED Baldini C. Lun/Gio 9.30-10.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 04/10/10
7724 Ginnastica posturale MED Baldini C. Lun/Gio 10.30-11.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 60 04/10/10

Ginnastica posturale Mézières


Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7624 Ginnastica posturale Mézières D'Addario A. Lunedì 15.30-17 16° Porta Portese Sede Upter 250 30 04/10/10
6890 Ginnastica posturale Mézières Marmiroli S. Giovedì 16-17.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 30 07/10/10

Ginnastica posturale Souchard


Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6900 Ginnastica posturale Souchard Pedace A. Martedì 11-12.30 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 270 30 05/10/10
6486 Ginnastica posturale Souchard Pedace A. Martedì 9.30-11 10° Cinecittà Centro Sport Benessere 270 30 05/10/10
6889 Ginn. post.: Educazione al movimento Gennaro E. Venerdì 18-19.30 1° Esquilino Confalonieri 220 25 29/10/10
7726 Postural Pilates Cherchi G. Mercoledì 11-12.30 2° Flaminio Luisa di Savoia 270 30 06/10/10

Giornalismo
Catherine Cornet Daniela Quaresima Gianluca Scagnetti
Citizen journalism Giornalismo Giornalismo: introduzione
Teoria e tecnica del giornalismo con un’at- Il corso è rivolto a tutti coloro che intendo- alla lettura di un articolo
tenzione particolare al “citizen journalism” no acquisire competenze base nelle princi-
(giornalismo partecipativo) ed ai new me- pali tecniche di informazione e comunica- sugli organi di stampa e sui
dia. Il corso vuole offrire l’opportunità per zione giornalistica. Il programma, partendo nuovi media
aprire una riflessione sul giornalismo al tem- dall’analisi dei meccanismi della comunica- Informazione è potere, questo è l’assunto
po dei new media: apertura democratica o zione e dell’informazione, si avvarrà delle te- nell’attuale società della comunicazione. Ma
fine dell’informazione? Libertà di stampa e stimonianze dirette di giornalisti di varie te- se informazione è potere è anche vero che
privacy ai tempi di facebook, twitter e altri state e sarà incentrato su una serie di eser- oggi le possibilità comunicare informazioni
social network. La deontologia dei nuovi citazioni pratiche da parte dei partecipanti, i sono aumentate, divenendo alla portata di
giornalisti. Come si comincia a fare giornali- quali impareranno a leggere e a scrivere un tutti i soggetti che si trovino nelle condizioni
smo partecipativo? Perchè e come si fa ad quotidiano e/o un periodico analizzando sia di saper utilizzare un computer. Possedere la
aprire un blog o un videolog? Come ci si la veste grafica (titolazione, sottotitoli, dida- proprietà dei rudimenti di base che consen-
crea il proprio pubblico? L’uso delle imma- scalie, foto, vignette), sia i contenuti, titolan- tano di comprendere il funzionamento non-
gini, dei video e il pozionamento strategico do e simulando il processo di impaginazio- ché le potenzialità del medium attraverso il
sui grandi motori di ricerca. Il nuovo giorna- ne.In particolare, il corso è finalizzato alla quale si ricevono le informazioni , risulta un
lismo ha cambiato il tipo di competenze creazione di una vera e propria redazione aspetto di importanza fondamentale. Questo
giornalistiche: come creare contenuto digi- divisa in settori (politica, interni, esteri, cultu- sia nel caso che lo strumento di comunica-
tale, scrivere per internet, scrittura creativa, ra, spettacoli, sport, ecc.), all’interno dei qua- zione di massa sia di tipo tradizionale (orga-
uso e abuso dei social network per pubbli- li i partecipanti saranno coinvolti di volta in no di stampa cartaceo, radio, televisione) che
cizzare l’informazione. volta in un argomento diverso. A fine corso nel caso si tratti dei “nuovi media”. Il desiderio
ci sarà la possibilità di entrare nelle redazio- di diffondere i frutti della propria espressività
ni di alcuni dei grandi quotidiani con sede a può trovare soddisfazione nello scritto, nel
Roma. sonoro e nell’immagine. Tutti possono ad

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 75


esempio comunicare nel web attraverso un perché di un determinato avvenimento rap- del diagramma di flusso. Obiettivo del corso
proprio blog personale, ma pochi riescono a presentato) al picco di attenzione strappato è quello di porre i suoi frequentatori nelle
captare l’attenzione dei naviganti nella rete. e auspicabilmente mantenuto mediante una condizioni di scrivere un breve saggio rap-
L’approccio alle informazioni segue dunque titolazione o una immagine efficace. Il pro- presentativo della realtà che si vorrebbe co-
alla comprensione, alla capacità di lettura e di gramma del corso si articola su una serie di municare attraverso i media.
analisi di una notizia. Dagli elementi indefetti- argomenti in aula, il piano didattico prevede
bili di un pezzo (per esempio gli intterrogati- inoltre l’impiego di dispense corredate da
vi relativi al cosa, al chi, al dove, al quando e al brevi sintesi riassuntive realizzate nella forma

Giornalismo
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7959 Citizen journalism Cornet C. Mercoledì 19-21 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 27/10/10
7072 Giornalismo Quaresima D. Martedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10
8223 Lettura di un articolo Scagnetti G. Venerdì 17-19 1° Centro Storico Visconti 230 25 29/10/10

Grafologia
professionale e della consulenza aziendale
Piergiuseppe Mecocci Grafologia 2 per la gestione delle risorse umane.
Grafologia 1 Le finalità del corso sono: acquisizione di au-
Grafologia 3
tomatismi nella combinazione dei segni per
L’intento è fornire agli studenti una prima co-
la stesura dell’analisi di personalità; padronan- Il corso intende procedere alla verifica delle
noscenza generale e una introduzione alla
za nella definizione di alcuni tratti di persona- conoscenze della grafologia nel suo insieme,
grafologia morettiana. Verranno fornite le pri-
lità riguardanti le caratteristiche intellettive e delle ragioni scientifiche del segno. Approfon-
me nozioni di come attraverso la scrittura ci
comportamentali del soggetto. Agli studenti dimento delle combinazioni complesse dei
sia la possibilità di conoscere meglio la perso-
vengono offerti gli elementi specifici della segni relativi ai vari tratti di personalità. Meto-
nalità dello scrivente. Si evidenzieranno gli
grafologia applicata all’età evolutiva, appro- dologia della comunicazione dei risultati al-
aspetti temperamentali e intellettivi riscontra-
fondimento di alcuni aspetti inerenti all’età l’utente. Conoscenza dei meccanismi e circui-
bili attraverso la scrittura, si tratterà della gra-
dello sviluppo psico-affettivo dell’adolescen- ti neurali dell’emozionalità che spiegano la di-
fologia dell’età evolutiva, del giudiziale e del-
te imparando a leggerli in chiave grafologica. namica della scrittura. Metodologia avanzata
la grafologia nell’ambito lavorativo. I segni
L’intento è di fornire agli allievi i principi di rife- d’individuazione e costruzione dei profili. Ap-
tracciati su un foglio dicono molto, evidenzia-
rimento e i criteri operativi su cui si basano profondimento di alcuni problemi inerenti lo
no il tipo d’intelligenza dello scrivente, gli at-
l’analisi e la comparazione delle scritture ai fi- sviluppo psico-affettivo del bambino leggen-
teggiamenti di difesa, le predisposizioni affet-
ni identificativi nel settore peritale-giudiziale. doli in chiave grafologica. Grafologia e neuro-
tive, la propensione verso certi tipi di studio e
Si approfondirà la metodologia e le cono- biologia comportamentale.
di lavoro. La scrittura rivela l’emotività, l’adat-
scenze necessarie all’applicazione della disci-
tamento e i rapporti con gli altri e principal-
plina grafologica ai settori dell’orientamento
mente indica il carattere dello scrivente.

Grafologia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7546 Grafologia 1 Mecocci P. Giovedì 19-21 1° Centro Storico Englefield 230 25 07/10/10
7889 Grafologia 3 Mecocci P. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 07/10/10
7287 Grafologia 2 Mecocci P. Giovedì 17-19 1° Centro Storico Englefield 230 25 07/10/10

76 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


G
Greco antico e Latino
Greco
bitativo, l’ottativo desiderativo e potenziale,
Carla Capobianco la proposizione infinitiva, finale. I principale
ne finale, consecutiva, temporale, causale, il
periodo ipotetico.
Greco 1 fenomeni fonetici: la contrazione, la crasi e
Greco: letteratura e classici
Le diverse annualità attraverso cui si snoda l’apofonia, l’allungamento di compenso e il
prolungamento organico. Il corso è indirizzato a coloro che hanno ter-
l’insegnamento del greco antico sono fina-
minato il programma di morfosintassi, oltre
lizzate a consentire l’apprendimento (lettu-
ra, comprensione e traduzione) di questa
Greco 2 che a chi già conosce il greco antico e pos-
La terza declinazione: i temi in consonante, siede le competenze necessarie per iniziare
antica lingua e un progressivo avvicinamen-
i temi in vocale ed in dittongo. Verbi in - mi, a leggere dei brani di letteratura greca e co-
to degli studenti ai testi. Accanto alla tratta-
(presente indicativo, congiuntivo, ottativo, minciare parallelamente un percorso relati-
zione della grammatica e sintassi della lin-
imperativo, infinito, participio, imperfetto in- vo alla cultura greca antica. Quest’anno il
gua greca sono previsti esercizi relativi e un
dicativo attivo e medio-passivo). Gli agget- programma verterà sulla lettura di brani in-
progressivo approccio ai brani classici. Si
tivi della seconda classe (a una uscita, a due teressanti più o meno famosi tratti dall’Ilia-
prevedono degli approfondimenti relativi
uscite, a tre uscite, irregolari), la prima e la se- de e dall’Odissea e sarà un modo per avvici-
alla cultura e alla civiltà greca attraverso la
conda forma di comparativi e superlativi, i narsi non solo alla lingua di Omero, ma an-
lettura in italiano di qualche brano significa-
pronomi più frequenti (personali, dimostra- che alla complessità della cultura greca ar-
tivo della letteratura greca; una grande im-
tivi, riflessivi, relativo, interrogativi, indefiniti). caica da un punto di vista storico ed antro-
portanza sarà data al legame tra la lingua
Numerali. I verbi contratti. Introduzione alle pologico. La seconda parte dell’anno preve-
greca e la lingua italiana dal punto di vista
classi verbali. Il genitivo assoluto, il participio de la lettura dei lirici greci dall’VIII al VI-V se-
delle etimologie. Nella descrizione dei vari li-
predicativo, la sintassi del pronome relativo, colo a.C., si affronterà la lirica monodica (Saf-
velli sono riportati di seguito gli elementi di
la proposizione consecutiva, relativa, interro- fo ed Alceo) ma anche la lirica corale (Pinda-
apprendimento specifici per ogni annualità.
gativa, la costruzione dei verba timendi, sa- ro o Alcmane), la poesia giambica (Archilo-
Alfabeto e caratteri greci, accenti e spiriti, la
rà completato lo studio dei complementi. co ed Ipponatte) e la poesia elegiaca (Solo-
prima declinazione, la seconda declinazio-
ne e Mimnermo). Anche in questo caso la
ne, gli aggettivi della prima classe, la terza Greco 3 lettura dei testi sarà un’occasione per capi-
declinazione (temi in consonante). Il presen- Si riprenderà dai verbi contratti, le classi ver- re la complessa realtà della Grecia arcaica da
te indicativo, congiuntivo, ottativo, imperati- bali, il futuro semplice e contratto, attico e un punto di vista culturale, antropologico e
vo, infinito, l’imperfetto indicativo dei verbi dorico, l’aoristo primo sigmatico ed asigma- anche linguistico, dato che si verrà a contat-
in - omega attivi e medio-passivi, il partici- tico, l’aoristo secondo, l’aoristo terzo, l’aoristo to con i diversi dialetti caratteristici di tale
pio presente attivo e medio-passivo. I prin- primo passivo debole e forte, il futuro passi- realtà. Contemporaneamente si proseguirà
cipali complementi, il dativo di possesso, il vo debole e forte, il raddoppiamento, il per- con la traduzione di brani in prosa tratti da
valore del participio (sostantivato, attributi- fetto primo ed il perfetto secondo, il piuc- vari autori per non dimenticare la morfolo-
vo, congiunto), il congiuntivo esortativo, du- cheperfetto primo e secondo, a proposizio- gia e la sintassi apprese in precedenza.

Greco
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7725 Greco 1 Capobianco C. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 06/10/10
7408 Greco 2 Capobianco C. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Englefield 230 25 08/10/10
7217 Greco 3 Capobianco C. Mercoledì 17-19 1° Centro Storico Visconti 230 25 27/10/10
6787 Greco: letteratura e classici Capobianco C. Venerdì 17-19 1° Centro Storico Englefield 230 25 08/10/10

Latino
Fernanda Antonioni gua latina. La riflessione linguistica e la lettura
dei testi saranno un’occasione di incontro
Latino 2
Valentina Sereni con la civiltà romana nei suoi molteplici L’itinerario didattico è finalizzato al consolida-
mento e all’ampliamento delle competenze
Latino 1 aspetti (società, vita quotidiana, politica, reli-
linguistico-sintattiche dei partecipanti. Lo stu-
gione). Si curerà l’analisi del lessico (etimolo-
I destinatari di questo corso sono tutte quel- dio della lingua sarà accompagnato dalla let-
gia, evoluzione semantica) come elemento ri-
le persone desiderose di avvicinarsi alla lingua tura di semplici brani di autori latini. Program-
velatore del contesto antropologico-cultura-
latina o curiose di conoscere la civiltà romana. ma: le principali proposizioni subordinate; i
le che lo ha prodotto. Programma: origini del-
Il corso illustrerà i principi generali dei feno- gradi dell’aggettivo; gli aggettivi e i pronomi
la lingua latina; fonetica; morfologia del verbo,
meni grammaticali del latino. dimostrativi; il pronome relativo; la forma pas-
del nome, dell’aggettivo; le principali funzioni
Il corso fornirà le conoscenze di base della lin- siva dei verbi.
logiche dei casi latini; elementi di sintassi.

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 77


Latino
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7687 Latino 1 Sereni V. Venerdì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 210 25 08/10/10
6821 Latino 2 Antonioni F. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 210 25 08/10/10

Etimologia
Antonio Archina conto composto di sole parole di origine gre-
ca. Che succede se un ippopotamo incontra
lari possono essere ripresi da diversi ambiti. Le
istituzioni: democrazia, aristocrazia, tirannia. Il
Etimologia: costruzione del un paradigma accompagnato da un gonio- corpo umano: cefalo, chiro, dattilo, podos,
metro durante un’eclisse? odontos. Termini di uso comune: enote-
vocabolario ca,emeroteca, televisione, telepatia, mega, mi-
Dopo le prime quattro lezioni il programma
Etimologia: introduzione cro, dromo,poli. Termini medici: angiografia,
continua con un laboratorio per la scoperta, all’etimologia cardiopatia, chirurgia, epatite. Termini scienti-
la cattura e il riassemblaggio delle parole ita- Quattro lezioni sull’origine di molte parole: un fici: astronomia, gastronomia, trigonometria,
liane di origine greca. Si costruirà assieme alla viaggio alla ricerca delle parole greche che ci barometro, goniometro. Nomi propri: Filome-
classe il vocabolario delle parole italiane di ori- circondano e che compongono l’ossatura na, Filadelfio, Antonio.
gine greca. Per facilitare l’apprendimento gli della nostra lingua e di molte altre. Ricono-
alunni saranno chiamati a utilizzare la propria scerle per assimilarle, per riassemblarle e riuti-
creatività, attraverso la costruzione di un rac- lizzarle. Alcuni esempi di questo ricco vocabo-

Etimologia
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7686 Etimologia: costruzione del vocabolario Archina A. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Visconti 230 25 27/10/10
7540 Etimologia: introduzione all’etimologia Archina A. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Visconti 50 4 09/12/10
7684 Etimologia: introduzione all’etimologia Archina A. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Visconti 50 4 27/01/11
7539 Etimologia: introduzione all’etimologia Archina A. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Visconti 50 4 28/10/10
7685 Etimologia: introduzione all’etimologia Archina A. Giovedì 15-17 1° Centro Storico Visconti 50 4 03/03/11

Letteratura Greca e Latina


Angela D’Agostini testi latini scelti dalle opere di Cicerone, Ora-
zio, Virgilio, Seneca e di altri tra i più grandi au-
sizione e del periodo. Prima di iscriversi, co-
munque, si consiglia di verificare le proprie
Deliciae Latinae tori della tradizione classica, sarà un’occasio- competenze con un test d’ingresso (rivolger-
Il corso si rivolge a chi già possiede una di- ne per recuperare, in maniera semplice e pia- si in segreteria per la prenotazione). Eventua-
screta conoscenza della lingua latina e desi- cevole, le proprie abilità linguistiche e per ap- li indicazioni bibliografiche saranno fornite al-
dera svilupparla. Leggere, tradurre e analizzare profondire lo studio della sintassi della propo- l’inizio del corso.

Letteratura Greca e Latina


Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6965 Deliciae Latinae D’Agostini A. Lunedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 210 25 04/10/10

78 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


I
Illustrazione
dell’allievo; 3. una copertina per un dvd; 4. un
Ugo Bevilacqua depliant per un’occasione particolare, sempre
tazione e realizzazione del prototipo di un li-
bro illustrato e del prototipo della pubblicità
Illustrazione a scelta dell’allievo.Si prevede l’uso ai fini rea- di un prodotto. Il programma punterà sull’in-
Il corso è rivolto a coloro che desiderano im- lizzativi delle tecniche disegnative tradiziona- segnamento delle nozioni fondamentali della
parare le tecniche di illustrazione.Il program- li (disegno, acquerello, acrilico, collage) e delle costruzione di una pagina e della stesura di
ma prevede la realizzazione di opere grafiche tecnologie al computer.L’allievo potrà, dun- una sceneggiatura. In un primo tempo, i par-
che abbiano la caratteristica di llustrazioni in que, apprendere gli strumenti espressivi, le tecipanti impareranno a usare le diverse mati-
riferimento a testi e finalità specifiche e parti- nuove tecniche e tecnologie di progettazio- te, acquerelli, acrilici e ad individuare le ombre
colari quali racconti, poesie, manifesti pubbli- ne, la comunicazione e la elaborazione delle e le luci, sviluppando il senso dell’osservazio-
citari, locandine, copertine dvd ecc. Anche immagini con qualsiasi tecnica, tradizionale o ne e acquisendo una certa conoscenza tecni-
nella loro autonomia di interpretazione e di digitale, dall’acquarello al computer. ca. Una volta acquisite le basi del disegno e
tecnica realizzativa le opere di illustrazione della pittura, sperimenteranno la creazione di
dovranno sempre risultare strettamente con- uno stile proprio.
seguenti ai contesti cui si riferiscono, in modo Dario Tommasi
da costituire un “unicum” comunicativo. Le il-
lustrazioni saranno riferite a quattro ambiti
Illustrazione
Il percorso didattico comprende le conoscen-
specifici. 1. un testo scritto di poesia o raccon-
ze tecniche e pratiche necessarie alla proget-
to; 2. un manifesto per un evento a piacere

Illustrazione
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6107 Illustrazione Bevilacqua U. Mercoledì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 250 25 06/10/10
7459 Illustrazione Tommasi D. Lunedì 19-21 3° Piazza BolognaFalcone e Borsellino250 25 25/10/10
8121 Illustrazione Tommasi D. Martedì 19-21 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 250 25 26/10/10

Incisione
li (solvent-printing, monotipo, gypsografia), at-
Loredana Anelli Giulia Zingali traverso l’illustrazione delle loro caratteristiche
Incisione e stampa su carta Incisione e potenzialità espressive, e permettendo agli
e stoffa - I biennio Il corso si rivolge a tutti coloro che desidera- allievi di sviluppare la loro personale creativi-
tà, con libertà e divertimento, coniugando i
no conoscere da vicino l’affascinante mondo
Questo corso base è un corso speciale che ol- differenti gusti e approcci tecnici in uno
dell’incisione: tecnica di stampa dalle origini
tre a insegnare il disegno e la pittura a tempe- scambio reciproco mirato sempre alla cresci-
antiche e strumento di divulgazione espres-
ra, vuole soprattutto approfondire la speciale ta ed alla ricerca. In laboratorio illustreremo
siva per molti grandi artisti della storia dell’ar-
tecnica dell’incisione e stampa. Si inizierà con tutte le fasi di esecuzione per ogni tecnica
te passata e presente (basti pensare ai classi-
il disegno e la pittura a tempera per poi pas- scelta: dalla progettazione e lavorazione della
ci Durer, Goya, Piranesi, Rembrandt o al mo-
sare alla pittura specifica per stoffa utilizzando “matrice” (in metallo, linoleum, plexiglass o le-
derno Pablo Picasso, per arrivare ai contem-
i colori adeguati. Saranno preferiti soggetti flo- gno) alla resa su carta, indicandone anche le
poranei Morandi, Bruscaglia, Burri, Pomodoro,
reali e botanici. Si proseguirà con la tecnica possibili varianti durante la fase di inchiostra-
Pace, Santoro, solo per citarne alcuni), l’incisio-
dell’incisione e stampa che è stata utilizzata zione e stampa. A fine anno, insieme agli allie-
ne è attualmente riscoperta da numerosi ar-
anche da grandi artisti. Per fare ciò, si utilizze- vi si realizzerà un’edizione di n.10 esemplari di
tisti di tutte le età e provenienze per le molte-
ranno strumenti per incisione e un materiale libro d’artista manufatto con una selezione tra
plici possibilità innovative ed espressive che
adatto di supporto, infine il rullo e la stampa. tutte le incisioni prodotte durante l’anno, che
possiede. Il nostro laboratorio propone di svi-
Con tale tecnica si potranno realizzare dei serviranno ad Illustrare altrettante poesie di
luppare la conoscenza di tecniche sia tradi-
quadri con tecniche miste e tanti stampi per giovani autori italiani. È prevista l’iscrizione di
zionali (bulino, puntasecca, acquaforte, acqua-
decorare tessuti della casa e tante nuove idee 4 persone a laboratorio.
tinta, ceramolle, rilievografia) che sperimenta-
artistiche e artigianali.

Incisione
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7731 Incisione e stampa su carta e stoffa - I biennio Anelli L. Giovedì 19-20.30 3° Piazza Bologna Falcone e Borsellino 230 25 28/10/10
7829 Incisione Zingali G. Mercoledì 10-13 1° Trastevere Stamperia Tevere 200 6 06/10/10
7834 Incisione Zingali G. Mercoledì 10-13 1° Trastevere Stamperia Tevere 200 6 12/01/11
7835 Incisione Zingali G. Mercoledì 18-21 1° Trastevere Stamperia Tevere 200 6 12/01/11
7830 Incisione Zingali G. Mercoledì 18-21 1° Trastevere Stamperia Tevere 200 6 06/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 79


Informatica e grafica L’informatica ha rivoluzionato la nostra vita. Ormai assimila-
ta dal nostro mondo, non potremmo vivere senza programmi
automatici, applicazioni. Microsoft, Apple, Windows, Office,
Browser, ecc. marchi e parole che fanno parte del nostro les-
sico quotidiano. Ormai non possiamo fare a meno di Exel,
Word, della posta elettronica. Ora che con la tavoletta ma-
gica iPad cosa succederà? Ovviamente c’è una professione
informatica che non dipende dallo strumento ma ormai il
confine tra professionisti dell’informatica e consumatori è mol-
to debole. I nostri corsi rispondono a tutte le esigenze.

Informatica
Direttore dipartimento CLAUDIO SPADONI
mento della Funzione Pubblica della Presiden-
Antonello Albano, Giacomo matiche di base. Tra gli argomenti che verran-
no trattati inizialmente ci sarà l’uso e le diffe- za del Consiglio dei Ministri; d) vale come qua-
Bruno, Federico Cuciuc, renze tra i tipi di Modem, di provider e di lifica professionale in occasione dell’inseri-
Riccardo Leonardo, Browser. Successivamente si parlerà dei proto- mento nelle liste di collocamento gestite dai
Emiro Medda, Marco Mele, colli di trasmissione e delle reti (LAN, WAN, Centri dell’Impiego. L’articolazione del pro-
ecc.). Inoltre, si cercheranno e si scambieranno gramma rappresenta, inoltre, un’ottima propo-
Vincenzo Pugliese, informazioni utilizzando motori di ricerca, po- sta formativa per chi vuole imparare ad usare il
Claudio Spadoni sta elettronica (e-mail), chat, forum, imparando computer partendo da zero. Per sostenere gli
Alfabetizzazione informatica a fare il download dei software necessari. Il esami il candidato deve acquistare presso un
corso si propone di fornire tutte quelle infor- qualsiasi Centro Accreditato (Test Center) una
Un corso per apprendere in modo semplice e
mazioni che sono strumenti indispensabili per tessera (Skill Card valida 3 anni) su cui verran-
rapido l’uso del personal computer, acquisire
navigare in internet. no registrati gli esiti positivi dei 7 esami soste-
termini entrati ormai nel linguaggio comune,
nuti attraverso Atlas. Per ulteriori informazioni
iniziare a scrivere e catalogare propri docu-
www.aicanet.it o www.abacoop.it per cono-
menti, impostare e personalizzare il proprio
computer, effettuare disegni e altro ancora. Ar-
Corrado Adriani, Paolo Serci, scere le date delle sessioni di esami. Si precisa
gomenti del corso. Introduzione al computer: Mauro Mancini, Mirko Mauri che nel costo del corso non sono compresi i 7
manuali (oltre mille pagine), né la Skill Card e il
tra hardware e software. Sistemi operativi e Informatica: Patente europea costo di ciascun esame.
software applicativi. Velocità e capacità di me-
morizzazione. Utilizzo di Mouse e Tastiera. Ca- del Computer (ECDL) l termine del corso gli allievi sapranno utiliz-
zare il computer, Internet e la posta elettro-
ratteristiche del Desktop. Impostazione e per- Il corso, accessibile a tutti, è costituito dai 7
nica in modo compiuto.
sonalizzazione del proprio personal computer. moduli (Concetti teorici di base, Sistema ope-
Esplora risorse: struttura dell’archivio delle in- rativo, Elaborazioni testi, Foglio elettronico, Ba-
formazioni e suo utilizzo. Aprire, creare o mo- se di Dati, Strumenti di Presentazione, Reti In-
dificare cartelle e documenti. Disegnare e mo- formatiche ed Internet) finalizzati al consegui-
Corrado Adriani
dificare immagini con Paint. Elaborare testi con mento dell’ECDL (European Computer Dri- Da Windows Xp a Windows 7
Microsoft Word: la finestra di lavoro, operare ving Licence). Tale certificazione, accreditata a Il corso è accessibile a quanti possiedono co-
con il copia-taglia-incolla, impostare paragrafi livello internazionale in oltre 120 Paesi, nel no- noscenze base del computer e dei più diffusi
e caratteri, operare con l’anteprima di stampa stro Paese: a) rappresenta un elemento positi- programmi. Il corso, dopo una illustrazione
ed effettuare la stampa dei documenti. Salvare vo di valutazione ai concorsi pubblici dove, dal delle funzioni di base di un sistema operativo,
il proprio lavoro su Hard Disk e supporti rimo- 1° gennaio 2000, occorre dimostrare di saper guiderà gli allievi alla scoperta delle caratteri-
vibili (Floppy e Pendrive). Spostare e copiare utilizzare il computer e di conoscere almeno stiche degli ultimi 3 sistemi operativi di casa
documenti su supporti diversi. una lingua straniera (legge Bassanini n. 387 del Microsoft, mettendo a confronto Windows Xp
27.10.98 art.13); b) è riconosciuta valida nelle con Windows Vista e 7. Difatti, tale confronto
scuole medie superiori nella definizione del evidenzia le novità tecnologiche implementa-
Antonello Albano, credito formativo ai fini dell’esame di maturi- te in ciascun sistema, illustrandone le nuove
Antonino Ferrara, tà; c) in gran parte delle Facoltà Universitarie
vale come credito formativo valido per l’eso-
funzionalità grafiche che hanno modificato si-
Mirko Mauri, Federico Saluz, nero da determinati esami (solitamente Infor-
gnificativamente l’interfaccia utente ed i nuo-
vi applicativi introdotti. Particolare attenzione
Domenico Tedesco matica 1); c) è riconosciuta valida per gli inse- verrà dedicata alla politica della sicurezza e al-
Informatica Internet base gnanti in sede di riconoscimento della profes-
sionalità come confermato il 2 maggio del
l’innovativa gestione della memoria, nonché
La partecipazione al corso è consigliata agli al- alla procedura di installazione e di manuten-
2001 (Prot. U.P.P.A. 1930/NIG/47) dal Diparti- zione. Il programma prevede anche di affron-
lievi che abbiano sufficienti conoscenze infor-

80 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


tare la questione delle diversità esistenti fra le
varie versioni in commercio ed i requisiti har-
Corrado Adriani, Paolo Serci buona conoscenza dell’ambiente Windows,
della navigazione e della posta elettronica. Gli
I
dware necessari per installare o passare a Win- Dal cellulare ad Android argomenti che verranno trattati: HTML come
dows 7.Si precisa che l’utilizzo delle lezioni vi- Il corso è accessibile a tutti.In un’epoca in cui i uno dei principali linguaggi di progettazione
deoregistrate e repetita iuvant non sono com- cellulari diventano sempre più multifunzione delle pagine web; impostazione della testa e
prese nel prezzo del corso. Al termine del cor- (telefono, media player, posta elettronica, mac- del corpo di una pagina web; i tag di struttu-
so gli allievi avranno acquisito una conoscen- china fotografica, navigazione internet, naviga- razione di testi e paragrafi; testi e immagini di-
za approfondita dei tre sistemi operativi Win- tore satellitare e, se il sistema lo permette, in- namiche come soluzione accattivante per la
dows Xp con Windows Vista e 7. stallazione di veri e propri programmi), non re- visualizzazione di una pagina web; i links inter-
ni e soprattutto esterni per collegare le pagi-
Introduzione alle reti e a sta che imparare a configurare la posta e la na-
ne web tra loro; il form come elemento che
vigazione in internet, gestire le cartelle e le
Internet memorie aggiuntive, sincronizzare e fare i bac- permette all’utente di esprimere opinioni sul-
Il corso è accessibile a quanti possiedono co- kup sul pc, installare applicazioni, utilizzare i la tematica del sito esplorato; le tabelle come
noscenze base del computer e dei più diffusi programmi installati (media player, browser impianto prioritario per la progettazione di un
programmi. Il programma prevede di trattare ecc), utilizzare ed aggiornare la parte di navi- sito. Flash: interfaccia grafica di un programma
i seguenti argomenti ad un livello elementare: gazione satellitare ed altre a seconda del tele- che permette di sviluppare clip da inserire in
cenni sulla pila ISO OSI, reti LAN, MAN e WAN, fono. I cellulari evoluti fanno tutto questo, ma un sito; la barra della strumentazione, i pannel-
componenti base di una rete (schede di rete, ognuno a modo suo, con un proprio sistema li per l’impostazione grafica e vettoriale di te-
repeater, hub, switch, modem, router, gateway, sti, oggetti e immagini; la libreria come racco-
operativo: Android si segnala per essere un si-
firewall, i mezzi trasmissivi, la trasmissione del- glitrice di tutti gli elementi che compongono
stema operativo aperto promosso e sostenu-
le informazioni, attenuazione, distorsione, ru- una clip. Dreamweaver: interfaccia grafica di
to da Google, sempre più spesso scelto dai
more, diafonia); Mb/s e MHz (tecniche di codi- un programma che fa da compilatore dei
produttori di telefonia cellulare e smartphone
fica per la trasmissione digitale); protocolli di principali tag del codice html e di oggetti gra-
indipendenti. Partendo da questi presupposti,
rete (protocolli di trasporto IP, ICMP, UDP, TCP, fici flash; impostazione delle proprietà di pagi-
il corso è finalizzato ad illustrare le funzionalità
PPP), protocolli applicativi (FTP, HTTP, SMTP, na e di una combinazione di colori per testi e
dei cellulari a partire da quello in possesso del
POP, IMAP), protocolli per sessioni remote links; impostazione di testi e paragrafi; gli elen-
corsista per approdare ad Android. Si specifica
(TELNET, SSH); topologie di rete (stella, anello, chi ordinati e non ordinati; creazione di stili css
che, all’atto dell’iscrizione, è necessario fornire
bus, topologie ibride); progettazione delle re- e html personalizzati; le forme di collegamen-
marca e modello del cellulare posseduto in
ti, reti client/server e peer to peer, cenni sugli to ipertestuale dreamweaver. L’obiettivo del
modo da formare classi omogenee. Al termi-
strumenti e funzioni di diagnostica delle reti; corso è quello di far acquisire agli allievi com-
ne del corso gli allievi sapranno utilizzare in petenze sufficienti per la creazione di un sito
connettività (cross-link, WAN, connessioni in- modo compiuto tutte le funzioni del cellulare.
ternet, ADSL, velocità delle connessioni), reti web, utilizzando i diversi linguaggi (HTML, Dre-
LAN nella pratica oggi (cablaggio, implemen- Musica liquida utilizzare il amweaver e Flash).
tazione e configurazione di una rete LAN, computer nell’hi-fi-home Office avanzato
crimpaggio dei cavi, cenni sulla sicurezza, ca-
blaggio strutturato); reti Wireless (protocolli IE- theater Gli applicativi più utilizzati negli ambienti di la-
voro verranno adoperati in maniera professio-
EE 802.11a, IEEE 802.11b e IEEE 802.11g; access Il corso è accessibile a quanti possiedono cono-
nale e in forme integrate per redigere docu-
point, progettazione, implementazione e con- scenze base del computer e dei più diffusi pro- menti in forma impeccabile, tenere contabili-
figurazione. Si precisa che l’’utilizzo delle lezio- grammi. Il corso parte dal presupposto fonda- tà di un’attività, realizzare presentazioni multi-
ni videoregistrate non sono comprese nel mentale che oggigiorno sempre di più la mu- mediali di un dossier, creare documenti per il
prezzo del corso. sica viene veicolata attraverso Internet ed il Per- web. La partecipazione al corso è è consiglia-
Riparatore di personal sonal Computer; con un personal computer si
può essere in grado di gestire l’intera collezio-
ta solo a quanti sono provvisti di una buona
computer ne di musica, da tutti i formati ed i supporti esi-
conoscenza di base di Word, Excel e Power
point.
Il corso è accessibile a quanti possiedono co- stenti, per poter riprodurre musica al più alto li-
noscenze base del computer e dei più diffusi vello qualitativo, risparmiando spazio ed aven- Il PC divertente
programmi. Il programma affronterà i seguen- do tutto a portata di mouse e di telecomando. Il corso è rivolto a tutti coloro che vogliono al-
ti argomenti: a) hardware del personal compu- Il programma affronterà i seguenti argomenti: fabetizzarsi in modo pratico e divertente,
ter e periferiche interne, descrizione dei bloc- composizione Hw e Sw del PC (caratteristiche fruendo di programmi che possano ottimizza-
chi funzionali scheda madre, Cpu e memoria, del contenitore, scheda audio, ecc.), come si re alcune piacevoli consuetudini. Dopo una
bus isa, pci e pci express, interfacce ide, sata, memorizza la musica sul computer: formati propedeutica fase introduttiva di carattere no-
lpt, com, usb, ps2, firewire e fdu, scheda audio compressi “lossy” e “lossless”; utilizzo del media zionistico, si passa alla disamina dei principali
e video, alimentatore, hdu, cdrom, dvd, cdr e player Microsoft, Foobar 2000 e Apple itunes; aspetti del sistema operativo Windows, quali
dvdr, bios, ricerca guasti e strumenti diagnosti- sincronizzazione dell’IPOD; acquisizione della la creazione di archivi tematici o l’utilizzo di
ci. B) Hardware del server, differenze tra pc e collezione di CD sul Computer; acquisizione da funzioni di routine come il copia e incolla di
server, sistemi multiprocessore, ridondanza di vinile (dischi), musicassette od altri formati ana- materiale da computer a chiavetta e vicever-
alimentatori, hdu e ventole, hot plug (alimen- logici; collegamento del PC sull’impianto hi-fi o sa. A seguire, entrando nel vivo, si affronta la
tatori e hdu), interfaccia scsi, array controller e home theater; modalità di acquisto e reperi- modalità di trasferimento di una cospicua
descrizione dei sistemi raid hw, ups , cluster. mento musica on-line attraverso Internet. Al ter- quantità di fotografie dalla fotocamera digita-
Grazie alle (poche) lezioni teoriche ed alle (tan- mine del corso gli allievi saranno in grado di uti- le al pc, con relativa selezione e archiviazione
te) esercitazioni pratiche gli allievi saranno in lizzare il computer per poter memorizzare, ge- delle stesse in cartelle precedentemente orga-
grado di operare interventi di riparazione e ri- stire e riprodurre la propria musica. nizzate e la possibilità, successivamente, di ri-
pristino su un personal computer ed un server toccarle, modificarle e stamparle tramite Pica-
(per quest’ultimo ad un livello base di assisten- Corso per web master sa, un programma semplice da installare e uti-
za). Il corso è rivolto a coloro che hanno già una lizzare; concludendo, con l’ausilio di Windows

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 81


gramma sarà articolato nel seguente modo:
Movie Maker, la realizzazione di un bel mon-
taggio fotografico con effetti, sottofondi musi-
Antonino Ferrara collegarsi ad Internet usando Chrome, perso-
cali e titoli di testa da trasferire in seguito su un Computer e Multimedialità nalizzare il browser, gestire i siti preferiti, effet-
DVD. Un corso rapido, “inter-operativo” tra diversi tuare il download di file; trovare informazioni,
Alternativamente, tramite Microsoft Power ambiti: hardware, software operativo (Win- immagini, video, notizie, libri (e scaricarli) usan-
Point, si vede, invece, come creare simpatiche dows) e applicativi - internet - multimedialità. do Google, impostare una ricerca avanzata,
presentazioni multimediale con l’inserimento Argomenti del corso: elementi base del com- utilizzare i servizi di conversione delle misure, i
di appositi effetti dinamici e musicali e accor- puter tra hardware e software, impostazioni e principali operatori, le utilità di traduzione lin-
gimenti particolari. La parte restante del corso personalizzazioni; trasformazione file testo in guistica; aprire una casella con Gmail, persona-
è invece rivolta ad accenni interessanti e fun- formato PDF; foto digitali da telefonino o mac- lizzarla, registrare i contatti, creare una lista di
zionali di internet, che diano la possibilità di sa- china fotografica su computer e viceversa; ele- distribuzione, scoprire la catalogazione ed il
per cercare e scaricare musica, e non solo, e menti di fotoritocco (Photoshop); utilizzo di ru- concetto di conversazione, impostare i filtri,
masterizzarla facilmente su appositi CD. La fi- brica e agenda elettronica per gestire i propri usare la chat e la video chat, impostare il calen-
nalità del corso è quindi quella di consentire a impegni; impiego del masterizzatore per scri- dario; scrivere, far di conto e realizzare presen-
coloro che hanno delle remore, di avere un vere su CD e DVD e viceversa riversare filmati tazioni con gli strumenti del cloud computing,
approccio amichevole e disinvolto con il com- e musica da CD e DVD su computer; utilizzo di condividere informazioni, foto e documenti;
puter realizzando alcune delle cose più attua- Emule per cercare e scambiare informazioni impostare e creare il proprio blog (sito perso-
li, riempiendo simpaticamente alcune ore del- su internet; lettori MP3 e loro connessione e nale), usare maps per trovare indirizzi e defini-
la giornata. impiego con il computer; contenuto delle re itinerari, andare alla scoperta della terra (del
Internet Avanzato vecchie audiocassette magnetiche (a nastro) cielo, dei mari e di Roma antica) in 3 dimensio-
ni; catalogare e correggere foto con Picasa,
da riportare su computer; elaborazione di fil-
La partecipazione al corso è consigliata a tutti
mati AVI (taglia e unisci scene); costruzione smagrirle per spedirle attraverso la posta, pub-
gli allievi che hanno già una conoscenza di
semplice di proprie pagine WEB. E altre curiosi- blicarle attraverso Picasa Web album, geoloca-
base del computer e di internet. Il corso, oltre
tà ancora. Si consiglia l’iscrizione al corso ad al- lizzarle e pubblicarle con Panoramio, pubblica-
a offrire una panoramica dei principali servizi
lievi che hanno già seguito corsi di Informati- re video su You Tube; creare disegni in 3D in
offerti in rete e l’uso integrato di internet e dei
ca base modo semplice e rapido. Ottimizzare il funzio-
software residenti sul computer, approfondirà
namento del computer utilizzando i program-
l’uso della messaggistica istantanea, della voi- Programmazione in Visual mi gratuiti essenziali suggeriti da Google co-
ce over IP e dell’e-shopping, oltre all’utilizzo dei
software per lo scambio peer-to-peer, la crea-
Basic. Net me installare un antivirus gratuito e difender-
Il linguaggio di programmazione Visual Ba- si dal malware.
zione di blog e la realizzazione di filmati su
sic.Net rappresenta la punta di diamante del- Si precisa che il manuale, l’utilizzo delle le-
“you tube”.L’obiettivo del corso è quello di for-
la piattaforma .Net Framework, innovativa tec- zioni videoregistrate non sono comprese
nire conoscenze e competenze per la risolu-
nologia Microsoft per la creazione di applica- nel prezzo. Al termine del corso gli allievi sa-
zione dei problemi pratici che si possono pre-
zioni in un ambiente di sviluppo integrato. pranno operare e navigare compiutamente
sentare durante l’utilizzo del computer in rete.
Obiettivo del corso è quello di mettere in gra- in Internet da qualsiasi computer ed utilizza-
Office do gli studenti di creare programmi gestiona- re le molteplici potenzialità di Google.
L’obiettivo del corso è quello di far conoscere li utilizzando il linguaggio Visual Basic .Net. Ver-
ranno illustrati i concetti fondamentali della
L’Abc del computer
negli aspetti fondamentali attraverso esercita-
Il corso è accessibile a tutti.Il programma è fi-
zioni mirate Word ed Excel, ovvero i software programmazione orientata agli oggetti, le di-
nalizzato a fornire agli allievi le informazioni es-
più diffusi della Microsoft per la videoscrittura namiche necessarie a interfacciare le applica-
zioni con le informazioni memorizzate sui da- senziali per iniziare ad usare il computer: come
e per il calcolo, consentendo, al termine del
tabase e si mostrerà come creare interfacce funziona, le sue componenti interne ed ester-
corso, di saper utilizzare bene questi program-
utente professionali in ambiente Windows. ne, il sistema operativo, il programma per scri-
mi. Attraverso creazioni guidate, verranno af-
Prerequisiti: conoscenza di base del computer, vere, masterizzare Cd e Dvd con le opzioni del
frontati nei loro principali aspetti Power Point
del Sistema Operativo Windows e dei pro- sistema operativo, Internet, il browser Chrome,
ed Access avvicinando così il frequentatore al-
grammi più diffusi. Il livello del corso è profes- usare Google, la posta di Gmail, la chat, a zonzo
la multimedialità e nel caso di Access alla crea-
zione e all’archiviazione delle informazioni. La sionalizzante. sul Web scoprendo i siti per organizzare un
partecipazione al corso è consigliata agli allie- viaggio, recuperare informazioni dell’ultima
vi che abbiano già sufficienti conoscenze di ora, ascoltare la radio, vedere i filmati, consulta-
base informatica. Mauro Mancini, Mirko Mauri re la più grande enciclopedia esistente, sorvo-
lare la terra, dare una occhiata alle stelle, muo-
Il mondo di Google versi fra i palazzi di Roma antica, comprare on-
Luai Jamal Redwan El Moussa Il corso è accessibile a tutte le persone interes-
sate alla materia. Il corso parte dal presuppo-
line, scaricare le foto dalla macchina fotografi-
ca, catalogarle con Picasa, ritoccarle e smagrir-
Informatica Office Avanzato sto che - con l’avvento di Internet, della posta le per spedirle attraverso la posta o pubblicar-
Gli applicativi più utilizzati negli ambienti di la- elettronica e del Web 2.0 - il nostro modo di la- le su una galleria online, installare un antivirus
voro verranno adoperati in maniera professio- vorare è cambiato, in quanto non più solo il gratuito e difendersi dal malware. In altri termi-
nale e in forme integrate per redigere docu- mio computer, i miei dati, i miei programmi, ni, il minimo indispensabile che occorre sape-
menti in forma impeccabile, tenere contabili- ma una molteplicità di programmi e dati pos- re per iniziare a usare il computer e comunica-
tà di un’attività, realizzare presentazioni multi- sono essere in rete insieme alla nostra posta; re con Internet. Il sistema operativo utilizzato è
mediali di un dossier, creare documenti per il ecco allora che è possibile da qualsiasi com- il nuovo Windows 7 (molto simile a Vista), tut-
web. La partecipazione al corso è è consiglia- puter connesso ad Internet. Difatti, da tempo ti i programmi adoperati sono o accessori del
ta solo a quanti sono provvisti di una buona Google non è solo un motore di ricerca, ma sistema operativo o software gratuiti.
conoscenza di base di Word, Excel e Power un insieme di programmi, tutti gratuiti, attra- Si precisa che il manuale, l’utilizzo delle le-
point. verso cui è possibile lavorare in Internet. Il pro- zioni videoregistrate non sono comprese

82 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


nel prezzo. Al termine del corso gli allievi sa-
ranno in grado di utilizzare il computer ed i
re un CD o un DVD, a comprimere e decom-
primere un file, a gestire un antivirus o un pro-
fessionalizzante. Prerequisiti: conoscenza di ba-
se del computer e dei più diffusi programmi.
I
suoi principali programmi, nonché di navi- gramma anti malaware, a configurare il brow-
gare in Internet. ser per collegarsi ad Internet, aprire una casel-
Joomla. Installare e
Usare il computer dalla A la di posta, a utilizzare un programma di chat, a amministrare un CSM
scaricare ed installare un driver, ad usare i mo- Universale tendenza nel mondo web è sepa-
alla Z tori di ricerca, etc. Si prevede anche di affron- rare i contenuti dall’ interfaccia destinata a pre-
Il corso, accessibile a tutti, è particolarmente in- tare le tematiche legate al tempo libero: il sentarli: in seno a tale filosofia ampio margine
dicato per chi, non avendo nessuna cono- computer per vedere la televisione e registra- di utilizzo trovano i CMS (content managment
scenza del computer, voglia imparare ad usar- re le trasmissioni video, per ascoltare la radio, system). I punti di forza di questi software,
lo cimentandosi con i programmi più utilizza- vedere i film, sentire musica, fare telefonate spesso gratuiti, sono la facilità con cui allestire
ti, con Internet e con la posta elettronica. La usando la tecnologia Voip, vedere le fotogra- il DATA_BASE per archiviare i contenuti del no-
proposta formativa è suddivisa in tre parti: a) la fie, preparare delle presentazioni fotografiche. stro sito e la rapidità con cui l’interfaccia di am-
teoria del computer: 25 ore dedicate ai princi- Si precisa che l’utilizzo delle lezioni videore- ministrazione ne consente la manutenzione.
pi generali di funzionamento, alle periferiche gistrate non sono comprese nel prezzo del Inoltre, i CMS permettono di gestire gli utenti,
del computer ed al sistema operativo (Win- corso. di attivare servizi utili e accattivanti per il no-
dows), imparando come si installa un softwa- stro sito e dispongono di numerosi TEMPLA-
re, come si masterizza un CD, come si compri- TE (modelli) per modificarne l’aspetto grafico. Il
me o decomprime un file, come si gestisce un Mirko Mauri più celebre e sicuramente il più documentato
antivirus. b) I principali programmi applicativi:
40 ore per familiarizzare con i programmi di vi-
Informatica base per la in italiano è Joomla, ormai giunto alla versione
1.5. Il corso esaminerà prevalentemente come
deoscrittura (Word), calcolo (Excel), presenta- grafica istallare e amministrare un CMS senza però
zione (Power Point), archiviazione fotografica Il corso intende fornire le competenze infor- escludere la valutazione di valide alternative. Si
(Picasa). C) La posta elettronica ed Internet: 25 matiche di base che costituiscono il sostrato vedrà quali sono le fonti di documentazione e
ore per imparare come si configura il browser essenziale per un proficuo utlizzo delle tecno- i siti ufficiali dove procurarsi la versione di Jo-
(Explorer) per collegarci ad Internet, come logie digitali nei diversi settori delle arti visive omla più aggiornata e i moduli aggiuntivi (gal-
aprire ed usare la propria casella di posta dell’informatica. Per quanto riguarda i concet- lerie immagine, forum, supporto multilingua,
(Gmail), come usare i motori di ricerca (Goo- ti teorici di base (Basic Concepts), l’uso del etc.). Si provvederà a istallare e configurare un
gle), chattare (Google talk), lavorare online computer e gestione dei file (File Manage- sito web e si studierà la logica con cui Joomla
(Cloud computing), effettuare acquisti on line ment) e gli strumenti di presentazione (Pre- organizza i contenuti e si apprenderà a utiliz-
(Ebay), consultare la più grande biblioteca sentation), il corso prevede di aderire al Sylla- zare l’interfaccia di back-end per effettuarne
mondiale (Vikipedia), saper consultare l’orario bus 4.0 per l’ECDL (patente europea del com- l’aggiornamento in tutte le sue parti. Particola-
dei treni (Trenitalia), risolvere percorsi relativi a puter) core, il più autorevole standard di accre- re attenzione verrà data a quest’ultimo aspet-
mobilità urbana (Atac) ed extraurbana (ViaMi- ditamento delle conoscenze metodologiche to in quanto sempre più, negli ultimi anni, sta
chelin), prenotare un Ostello o un volo low- e applicative dell’informatica. Principalmente diventando un importante requisito professio-
cost, consultare e gestire il proprio conto cor- verranno studiati, con un approccio pratico, i nale. Competenze di ingresso: uso autonomo
rente, usare il sito delle Entrate e dell’Inps, co- principali formati di file audio e video tipici del computer.
noscere i siti delle istituzioni locali e nazionali,
etc. Quest’ultima parte dedicata alla scoperta
della comunicazione multimediale e attraver-
so l’uso di semplicisimi software si vedrà come
Operatore SEO. Posizionarsi
ed alla conoscenza dei siti verrà sviluppata in operare con essi. Durante il corso si darà risalto primi nei motori di ricerca
modalità collaborativa, ovvero ciascun parte- alla sua natura interdisciplinare e si evidenzie- Con il termine Seo (Search Engine Optimiza-
cipante al corso, attraverso una scheda strut- rà quale possa essere l’utilizzo pragmati- tion in inglese) si intendono tutte quelle atti-
turata, dovrà rilevare i contenuti e l’uso di un co/funzionale dell’ informatica alle necessità di vità finalizzate a migliorare l’indicizzazione e la
sito ed illustralo agli altri partecipanti.Si preci- una produzione crativa. Durante il corso i cor- visibilità sui motori di ricerca. Ciò presuppone
sa che la manualistica, l’utilizzo delle lezioni vi- sisti dovranno preparare un elaborato finale. oltre a specifiche competenze tecniche anche
deoregistrate e repetita iuvant non sono com- Non sono richieste specifiche competenze di e soprattutto una mentalià strategica e capa-
prese nel prezzo del corso. Al termine del cor- ingresso. cità di pianificazione. Durante il corso si voglio-
so gli allievi sapranno utilizzare i principali pro-
grammi del computer, internet e la posta elet- Animazione e non solo no esaminare i parametri che influiscono sul-
l’indicizzazione delle pagine, quali accorgi-
tronica. Macromedia Flash, nato come software di ani- menti adottare per ottimizzare il codice, come
mazione, oggi dispone di un potente ed entu- segnalare al meglio il nostro sito nella rete,
siasmante linguaggio di programmazione quali strumenti web e quali software ci aiuta-
Mauro Mancini, (ACTIONSCRIPT) per creare siti Web comples- no a fare un’analisi del nostro sito e rendere
Corrado Adriani si. Flash comprende funzioni di sviluppo video,
multimediali e applicative senza precedenti
più efficace la nostra strategia di ottimizzazio-
ne. Competenze di ingresso: uso autonomo
Il fai da te del computer per creare divertenti grafiche animate per il del computer.
Il corso è accessibile a quanti possiedono co- web, intefacce utente per database ed appli-
noscenze base del computer e dei più diffusi cazioni aziendali di grande impatto. Il corso è Progettare e costruire un sito
programmi. Il programma comprende argo- finalizzato al conseguimento della certificazio- Dreamweaver è un editor di produzione
menti di natura molto pratica, quali: i compo- ne ACA (Adobe Certified Associate), pertanto HTML (linguaggio di programmazione per lo
nenti del computer, come si montano, come gli argomenti trattati saranno: impostazione sviluppo di siti web); è il più utilizzato in ambi-
si amplia la memoria Ram, come si fa ad instal- dei requisisti di un progetto; identificare gli ele- to professionale e rappresenta la soluzione mi-
lare o a ripristinare un sistema operativo, instal- menti di progetto di contenuti sofisticati; co- gliore per creare siti Web; ora è anche il modo
lare un software o un nuovo hardware, allesti- noscere Adobe Flash CS3; costruire e valutare più semplice per creare applicazioni Internet
re e configurare una piccola rete, a masterizza- elementi con contenuti sofisticati. Corso pro- potenti, lavorando in un ambiente unico per

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 83


creare, costruire e gestire con rapidità siti Web Emule per cercare e scambiare informazioni che da eventuali malaugurate dimenticanze.
ed applicazioni Internet. Il programma mette su internet; lettori MP3 e loro connessione e VLC Media Player: per ascoltare musica e vede-
a disposizione strumenti di layout visivo per lo impiego con il computer; contenuto delle re video. PDF Creator: per vedere, creare, modi-
sviluppo rapido di applicazioni Web, un ampio vecchie audiocassette magnetiche (a nastro) ficare e stampare documenti PDF, il più effi-
supporto della modifica del codice, tutto in da riportare su computer; elaborazione di fil- ciente modo di scambiare informazioni. CDex:
una soluzione completa ed integrata. Il corso, mati AVI (taglia e unisci scene); costruzione trasforma i tuoi Compact Disc in tanti MP3 da
pur partendo da zero, porterà ad un uso me- semplice di proprie pagine WEB. E altre curiosi- conservare sull’hard disk o da portare con te
dio/avanzato del programma. Prerequisiti: co- tà ancora. Si consiglia l’iscrizione al corso ad al- sull’iPod con grande velocità e in modo mol-
noscenza di Ms Windows. Competenze di in- lievi che hanno già seguito corsi di Informati- to semplice. Koyote Free Video Converter: con-
gresso: uso autonomo del computer. ca base verte video da un formato all’altro, compatibi-
Computer e vita quotidiana: Informatica Internet le con una miriade di formati in entrata e usci-
ta e di semplice utilizzo.I programmi elencati
come utilizzarlo per vivere L’obiettivo del corso è quello di far conoscere sono indicativi e possono essere modificati in
negli aspetti fondamentali attraverso esercita-
meglio zioni mirate Word ed Excel, ovvero i software
funzione di quanto di meglio si può trovare
nel mondo del “freeware” al momento del cor-
Il corso è aperto a tutti i principianti ed è im- più diffusi della Microsoft per la videoscrittura so.Note: l’ammissione al corso prevede un bre-
postato per apprendere in modo semplice e e per il calcolo, consentendo, al termine del ve colloquio informale con il docen-
rapido l’uso del personal computer. Gli argo- corso, di saper utilizzare bene questi program- te.Prerequisiti: conoscenza di base del compu-
menti trattati sono: scrivere e catalogare i pro- mi. Attraverso creazioni guidate, verranno af- ter e dei più diffusi programmi.
pri documenti; struttura dell’archivio e suo uti- frontati nei loro principali aspetti Power Point
lizzo; aprire, creare o modificare cartelle e do- ed Access avvicinando così il frequentatore al- L’audio digitale con Audacity
cumenti; disegnare e modificare immagini la multimedialità e nel caso di Access alla crea- Audacity è un efficace editor di file audio che,
con Paint; elaborare testi con Microsoft Word; zione e all’archiviazione delle informazioni. La in modo molto intuitivo, introduce al fantasti-
operare con il copia-taglia-incolla; impostare partecipazione al corso è consigliata agli allie- co mondo dell’editing incrementando signifi-
paragrafi e caratteri; operare con l’anteprima di vi che abbiano già sufficienti conoscenze di cativamente le abilità nel campo. A volte si ha
stampa ed effettuare la stampa dei documen- base informatica.Per frequentare il corso è ne- la necessità di elaborare file audio per i più di-
ti; salvare il proprio lavoro su Hard Disk e sup- cessario essere muniti di propria pennetta di sparati motivi quali creare una colonna sonora
porti rimovibili (USB Pendrive); spostare e co- connessione internet.Chi porta il proprio por- per una proiezione, tagliare parti inutili o poco
piare documenti su supporti diversi; navigare tatile ha uno sconto sulla quota del corso di € interessanti dalla registrazione di una confe-
su Internet mediante i diversi tipi di provider e 35,00. renza, creare effetti di dissolvenza tra vari bra-
di Browser. Inoltre, si cercheranno e si scambie-
ranno informazioni utilizzando motori di ricer-
Informatica Office ni, modificare la tonalità e/o il tempo di un
brano musicale, eliminare rumori di fondo; al-
ca, posta elettronica (e-mail), chat, forum, im- L’obiettivo del corso è quello di far conoscere
tre volte si ha la necessità di trasformare in file
parando a fare il download dei software ne- negli aspetti fondamentali attraverso esercita-
digitali le registrazioni su nastro o i dischi in vi-
cessari. zioni mirate Word ed Excel, ovvero i software
nile per poterli poi ascoltare con i più moderni
più diffusi della Microsoft per la videoscrittura
Informatica Office e per il calcolo, consentendo, al termine del
lettori CD e/o MP3. Nel corso, con Audacity,
software gratuito e open source, ci si esercite-
L’obiettivo del corso è quello di far conoscere corso, di saper utilizzare bene questi program-
rà su file audio in formato WAV, AU, AIFF e an-
negli aspetti fondamentali attraverso esercita- mi. Attraverso creazioni guidate, verranno af-
che MP3 e per modificare musica e suoni a
zioni mirate Word ed Excel, ovvero i software frontati nei loro principali aspetti Power Point
piacimento, registrando, importando ed
più diffusi della Microsoft per la videoscrittura ed Access avvicinando così il frequentatore al-
esportando e arricchendo il risultato con una
e per il calcolo, consentendo, al termine del la multimedialità e nel caso di Access alla crea-
grande scelta di filtri ed effetti speciali.
corso, di saper utilizzare bene questi program- zione e all’archiviazione delle informazioni. La
Note: l’ammissione al corso prevede un
mi. Attraverso creazioni guidate, verranno af- partecipazione al corso è consigliata agli allie-
breve colloquio informale con il docente.
frontati nei loro principali aspetti Power Point vi che abbiano già sufficienti conoscenze di
Prerequisiti: conoscenza di base del com-
ed Access avvicinando così il frequentatore al- base informatica.
puter e dei più diffusi programmi.
la multimedialità e nel caso di Access alla crea-
zione e all’archiviazione delle informazioni. La
partecipazione al corso è consigliata agli allie- Emanuele Salerno Federico Saluz
vi che abbiano già sufficienti conoscenze di
base informatica.
Dieci programmi per te... Linguaggi di internet: PhP
Un corso particolare che presenta in modo
Computer e Multimedialità esclusivamente pratico una serie di program- Java Script AJAX e MySQL
Un corso rapido, “inter-operativo” tra diversi mi gratuiti utilissimi per usare il computer. Pi- PHP è un potente linguaggio di scripting lato
ambiti: hardware, software operativo (Win- casa: visualizza, organizza, modifica e permet- server che consente di generare dinamica-
dows) e applicativi - internet - multimedialità. te di condividere le foto digitali. Google Earth: mente codice HTML e offre agli sviluppatori il
Argomenti del corso: elementi base del com- porta sulla tua scrivania con immagini satelli- più potente strumento per realizzare pagine
puter tra hardware e software, impostazioni e tari le informazioni geografiche 3D di tutto il dinamiche. Il collegamento a database relazio-
personalizzazioni; trasformazione file testo in mondo. Ad-Aware 2007: combatte trojan, dia- nali come MySQL permette di gestire i dati in
formato PDF; foto digitali da telefonino o mac- ler, malware, hijackers. Avast: un antivirus in gra- maniera strutturata e unitamente al linguag-
china fotografica su computer e viceversa; ele- do di rilevare e rimuovere un gran numero di gio PHP consente allo sviluppatore di fare ela-
menti di fotoritocco (Photoshop); utilizzo di ru- virus. Skype: trasforma il tuo computer in un borazioni anche complesse e interattive. Java-
brica e agenda elettronica per gestire i propri telefono che attraverso Internet chiama gra- Script permette inoltre di migliorare l’espe-
impegni; impiego del masterizzatore per scri- tuitamente un altro utente skipe. KeePass Pas- rienza e l’uso dell’applicazione WEB messa in
vere su CD e DVD e viceversa riversare filmati sword Safe: permette di archiviare tutte le va- opera dando al proprio lavoro una finitura
e musica da CD e DVD su computer; utilizzo di rie password utilizzate tenendole al sicuro an- professionale. Il corso è finalizzato all’appren-

84 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


dimento delle tecniche per la creazione di siti
web le cui pagine sono costruite dinamica-
gine web (ad es. FrontPage, Dreamweaver, Go-
Live, etc etc). Il livello del corso è professiona-
software residenti sul computer, approfondirà
l’uso della messaggistica istantanea, della voi-
I
mente con i linguaggi di scripting JavaScript lizzante. ce over IP e dell’e-shopping, oltre all’utilizzo dei
e PHP, oltre che l’interazione con database re- software per lo scambio peer-to-peer, la crea-
lazionali MySQL. L’utilizzo combinato di questi
Informatica Internet avanzato zione di blog e la realizzazione di filmati su
strumenti consentirà di realizzare applicazioni La partecipazione al corso è consigliata a tutti “you tube”.L’obiettivo del corso è quello di for-
web altamente professionali. Prerequisiti: co- gli allievi che hanno già una conoscenza di nire conoscenze e competenze per la risolu-
noscenza di base del computer, del Sistema base del computer e di internet. Il corso, oltre zione dei problemi pratici che si possono pre-
Operativo Windows, del linguaggio HTML e/o a offrire una panoramica dei principali servizi sentare durante l’utilizzo del computer in rete.
dei relativi programmi per la creazione di pa- offerti in rete e l’uso integrato di internet e dei

Alfabetizzazione Informatica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6842 Alfabetizzazione informatica Mele M. Lunedì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 265 25 25/10/10
6162 Alfabetizzazione informatica Albano A. Lunedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 04/10/10
6934 Alfabetizzazione informatica Spadoni C. Martedì 13-15 1° Centro Storico Englefield 345 25 05/10/10
6191 Alfabetizzazione informatica Leonardo R. Martedì 11.30-13.30 16° Monteverde Planetarietà 160 15 25/01/11
7165 Alfabetizzazione informatica Pugliese V. Martedì 17-19 19° Trionfale Fermi 265 25 26/10/10
7448 Usare il computer dalla A alla Z Mancini M. Mar/Gio 19-21 1° Piramide Abaco 540 45 12/10/10
6964 Usare il computer dalla A alla Z Mancini M. Mer/Ven 11-13 1° Piramide Abaco 540 45 06/10/10
6935 Alfabetizzazione informatica Mele M. Mercoledì 9-11 4° Nomentano La Maggiolina 265 25 06/10/10
6933 Alfabetizzazione informatica Mele M. Mercoledì 15-17 20° Ponte Milvio Bernini 265 25 27/10/10
8095 Alfabetizzazione informatica Medda E. Mercoledì 14-16 7° Centocelle Il Geranio 310 25 20/10/10
6573 Alfabetizzazione informatica Cuciuc F. Mercoledì 9-11 1° Centro Storico Englefield 345 25 06/10/10
6282 Alfabetizzazione informatica Albano A. Mercoledì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 06/10/10
8092 Computer e vita quotidiana Medda E. Mercoledì 11-13 7° Centocelle Il Geranio 260 20 13/10/10
7564 Alfabetizzazione informatica Spadoni C. Giovedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 07/10/10
6951 Alfabetizzazione informatica Mele M. Giovedì 17-19 5° Talenti Liceo Orazio 265 25 28/10/10
7255 Alfabetizzazione informatica Mele M. Giovedì 11-13 11° Ostiense C.A. Vasca Navale 265 25 07/10/10
6936 Alfabetizzazione informatica Bruno G. Giovedì 15-17 18° Aurelio Bramante 265 25 28/10/10
6943 Alfabetizzazione informatica Pugliese V. Giovedì 15-17 9° Re di Roma Margherita di Savoia 265 25 28/10/10
6953 Alfabetizzazione informatica Spadoni C. Venerdì 15-17 1° Centro Storico Englefield 345 25 08/10/10
8152 Alfabetizzazione informatica Spadoni C. Venerdì 13-15 1° Centro Storico Englefield 345 25 08/10/10
8055 Alfabetizzazione informatica Mele M. Venerdì 15-17 11° Eur Spizzichino 265 25 29/10/10
8005 Alfabetizzazione informatica Pugliese V. Venerdì 9.45-11.45 10° Cinecittà C.A. Cinecittà 265 25 29/10/10
6946 Alfabetizzazione informatica Albano A. Venerdì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 08/10/10
7240 Alfabetizzazione informatica Pugliese V. Venerdì 15-17 10° Cinecittà Piaget 265 25 29/10/10
6222 Alfabetizzazione informatica Pugliese V. Venerdì 11.15-13.15 16° Monteverde Planetarietà 265 25 08/10/10
7826 L'Abc del computer Mancini M. Venerdì 15-17 1° Piramide Abaco 180 15 15/10/10
7824 Informatica: riparatore di personal computer Adriani C. Sabato 9-12 1° Piramide Abaco 260 14 02/10/10

Internet
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
6947 Informatica Corso per web master Albano A. Lunedì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 04/10/10
7189 Informatica Internet base Mele M. Lunedì 11-13 4° Nomentano La Maggiolina 265 25 04/10/10
6904 Informatica Internet base Cuciuc F. Lunedì 9-11 1° Centro Storico Englefield 345 25 04/10/10
7407 Informatica Internet base Albano A. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 04/10/10
7296 Introduzione alle reti e a Internet Adriani C. Lunedì 17-19 1° Piramide Abaco 250 20 04/10/10
6932 Informatica Internet Pugliese V. Martedì 15-17 19° Trionfale Fermi 265 25 26/10/10
8161 Informatica Internet Pugliese V. Martedì 19-21 19° Trionfale Fermi 265 25 26/10/10
6501 Informatica Internet avanzato Spadoni C. Martedì 9-11 1° Centro Storico Englefield 345 25 05/10/10
6908 Informatica Internet base Spadoni C. Martedì 11-13 1° Centro Storico Englefield 345 25 05/10/10
7322 Informatica Internet base Leonardo R. Martedì 15-17 16° Monteverde Planetarietà 265 25 05/10/10
6221 Informatica Internet base Leonardo R. Martedì 17-18.30 16° Monteverde Planetarietà 160 20 25/01/11
6942 Informatica Internet base Spadoni C. Giovedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 07/10/10
6962 Inf.: programmazione in Visual Basic. Net Leonardo R. Giovedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 07/10/10
6954 Informatica Internet Avanzato Cuciuc F. Mercoledì 15-17 1° Centro Storico Englefield 345 25 06/10/10
6862 Informatica Internet Avanzato Cuciuc F. Mercoledì 13-15 1° Centro Storico Englefield 345 25 06/10/10
6938 Informatica Internet base Cuciuc F. Mercoledì 11-13 1° Centro Storico Englefield 345 25 06/10/10
6955 Informatica Internet base Albano A. Mercoledì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 06/10/10
8225 Internet e pc alfabetizzazione Tedesco D. Mercoledì 17-19 20° Labaro Baccano 265 25 27/10/10
8236 Internet e pc alfabetizzazione Tedesco D. Mercoledì 19-21 20° Labaro Baccano 265 25 27/10/10
6138 Informatica Internet base Spadoni C. Venerdì 17-19 1° Centro Storico Englefield 345 25 08/10/10
6952 Informatica Internet base Mele M. Venerdì 9-11 4° Nomentano La Maggiolina 265 25 08/10/10
6261 Informatica Internet base Albano A. Venerdì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 08/10/10
7596 Linguaggi di interne Saluz F. Venerdì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 08/10/10
6961 Progettare e costruire un sito Mauri M. Venerdì 19-21 1° Piramide Abaco 250 25 08/10/10

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 85


Office
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7188 Informatica Office Mele M. Lunedì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 265 25 25/10/10
6274 Informatica Office Mele M. Lunedì 9-11 4° Nomentano La Maggiolina 265 25 04/10/10
6937 Informatica Office Avanzato El Moussa L. Martedì 18-20 8° Torrespaccata De Sanctis 265 25 26/10/10
6949 Alfabetizzazione informatica e strumenti Office Da incaricare D. Martedì 11-13 12° Spinaceto Villaggio Azzurro 265 25 26/10/10
6950 Informatica Office avanzato Albano A. Mercoledì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 06/10/10
7584 Informatica Office Mele M. Giovedì 15-17 5° Talenti Liceo Orazio 265 25 28/10/10
6837 Informatica Office Cuciuc F. Lunedì 11-13 1° Centro Storico Englefield 345 25 04/10/10
7238 Informatica Office Pugliese V. Giovedì 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia 265 25 28/10/10
6144 Informatica Office Pugliese V. Venerdì 17-19 10° Cinecittà Piaget 265 25 29/10/10

Software
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7411 Operatore SEO Mauri M. Lun/Mer 15-17 1° Centro Storico Englefield 170 12 13/12/10
6149 Joomla. Installare e amministrare un CSM Mauri M. Lun/Mer 15-17 1° Centro Storico Englefield 170 12 04/10/10
7451 Da Windows Xp a Windows 7 Adriani C. Lunedì 19-21 1° Piramide Abaco 120 10 11/10/10
7614 Informatica base per la grafica Mauri M. Mar/Gio 15-17 1° Centro Storico Englefield 350 25 07/03/11
7565 Computer e Multimedialità Ferrara A. Martedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 05/10/10
7827 Dal cellulare ad Android Adriani C. Martedì 17-19 1° Piramide Abaco 60 5 12/10/10
7827 Dal cellulare ad Android Adriani C. Martedì 17-19 1° Piramide Abaco 60 5 12/10/10
7298 Dieci programmi per te... Salerno E. Martedì 11-13 1° Piramide Abaco 240 20 12/10/10
7304 Il fai da te del computer Mancini M. Mercoledì 19-21 1° Piramide Abaco 240 20 13/10/10
7304 Informatica: il fai da te del computer Mancini M. Mercoledì 19-21 1° Piramide Abaco 240 20 13/10/10
6202 Computer e Multimedialità Mele M. Mercoledì 17-19 20° Ponte Milvio Bernini 265 25 27/10/10
7358 Computer e Multimedialità Mele M. Mercoledì 11-13 4° Nomentano La Maggiolina 265 25 06/10/10
7256 Il mondo di Google Mancini M. Giovedì 11-13 1° Piramide Abaco 180 15 14/10/10
7825 Il mondo di Google Mancini M. Giovedì 17-19 1° Piramide Abaco 180 15 14/10/10
8231 Informatica: Il PC divertente Albano A. Giovedì 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 345 25 07/10/10
7811 L'audio digitale con Audacity Salerno E. Martedì 9-11 1° Piramide Abaco 250 20 12/10/10
7822 Musica liquida utilizzare il computer nell'hi-fi Adriani C. Giovedì 17-19 1° Piramide Abaco 120 10 14/10/10
7822 musica liquida utilizzare il computer nell'hi-fi Adriani C. Giovedì 17-19 1° Piramide Abaco 120 10 14/10/10
7828 Animazione e non solo Mauri M. Venerdì 17-19 1° Piramide Abaco 250 25 15/10/10

Patente Europea del Computer (ECDL)


Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8148 Patente Europea del Computer (ECDL) Albano A. Mar/Gio 17-19 16° Monteverde Planetarietà 540 45 05/10/10
7905 Patente Europea del Computer (ECDL) Bruno G. Mar/Gio 17-19 18° Aurelio Bramante 540 45 26/10/10
8136 Patente Europea del Computer (ECDL) Medda E. Mer/Gio/Ven9-11 7° Centocelle Il Geranio 540 45 20/10/10
6958 Patente Europea del Computer (ECDL) Mancini M. Sabato 9-12 1° Piramide Abaco 540 30 16/10/10

Grafica
Monica Calicchia vari pacchetti applicativi; i vari ambiti del lin-
guaggio grafico e le sue applicazioni. Sono
te linguaggio di programmazione (ACTION-
SCRIPT) per creare siti Web complessi. Com-
Progettazione grafica dalla inoltre previste piccole esercitazioni pratiche prende strumenti sviluppo video, multimedia-
Cow al Mac e visite a realtà professionali. li e applicative per creare divertenti grafiche
animate per il web, interfacce utente per data-
Un viaggio culturale nel complesso mondo base e applicazioni aziendali di grande impat-
del linguaggio grafico. Il corso si propone di Mirko Mauri to. Si studieranno approfonditamente i co-
fornire a tutti i partecipanti gli elementi ne-
cessari per poter attivare o affinare il proces- Adobe Flash: Animazione, mandi di fondamentali, di disegno e di pubbli-
cazione e si realizzeranno esempi, progressiva-
so cognitivo della progettazione grafica, fino interfacce e gaming mente più complessi, per far comprendere le
a ottenere una gestione autonoma della pro- Il corso intende approfondire il concetto di In- potenzialità creative di Macromedia Flash e gli
duzione del messaggio. Gli argomenti trattati terfaccia Grafica e di Interattività per aprire il standard qualitativi richiesti dal mercato. Ver-
nel corso sono: la storia della grafica; i prota- campo delle GUI (Interfacce Grafiche Utente) ranno introdotti e sviluppati i concetti di Time-
gonisti di ieri e di oggi; il carattere e la stampa; e dei comportamenti interattivi orientati al po- Line, Fotogramma e Fotogramma chiave, Sim-
il logo; l’immagine coordinata; gli elementi di tenziamento della user experience. Si valuterà bolo e Istanza, le basi della programmazione
base costituenti il linguaggio della progetta- il sottile confine tra gioco e interfaccia. Tra procedurale e la logica a oggetti. Concetti
zione; l’introduzione al concetto del colore; gli estetica e tecnica verranno esaminati alcuni chiave: istruzioni di if, for, switch, while, opera-
elementi di comunicazione; le immagini; l’im- celebri siti web dedicati alla net-art. Macrome- tore ternario, variabile, proprietà metodo.
paginazione; la stampa tipografica e la stam- dia Flash, nato come software di animazione, Competenze di ingresso: uso autonomo
pa digitale; cenni sul personal computer e i oggi dispone di un potente ed entusiasman- del computer.

86 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Autocad 2D e 3D Un sito web dalla A alla Z - menti per il conseguimento della certificazio-
ne Adobe Certified Associate (ACA).
I
Autocad rappresenta indubbiamente lo stan- base Note: per chi non ha partecipato al corso
dard per la progettazione e per il disegno sia base è previsto un breve colloquio con il
Per realizzare comunicazione in Internet è ne-
industriale sia architettonico e quindi risulta docente.
cessario saper esprimere contenuti, formula-
essere una competenza fondamentale per
re un messaggio efficace e saperlo esprime-
chiunque operi (o intenda operare) in modo
professionale in questi settori. Inoltre Autocad,
re, integrando grafica e informatica. Questo
presuppone contemporaneamente l’acquisi-
Mauro Seria
grazie a innumerevoli tools, rappresenta un zione di più competenze e la padronanza dei Photoshop CS4 Avanzato
modo semplice e intuitivo per avvicinarsi al vari software necessari alle varie fasi della pro- Il corso è rivolto a chi ha già acquisito cono-
disegno tecnico semplicemente come disci- gettazione e realizzazione per il web. Il corso scenze di base di versioni precedenti di Pho-
plina accademica. Il corso è prevalentemente per principianti si propone di fornire un qua- toshop e vuole perfezionarsi con l’utilizzo del
orientato alla rappresentazione architettoni- dro chiaro del processo produttivo della pub- Photoshop CS4. Attraverso lo svolgimento di
ca, scenografica, e alla modellazione tridimen- blicazione su internet e delle tecnologie su esercizi esplicativi e di progetti pratici il corso
sionale. Il corso intende sviluppare la consa- cui si basa. Il corso è finalizzato alla realizzazio- permetterà allo studente di apprendere pas-
pevolezza del modo in cui il metodo proget- ne e la pubblicazione di un sito web.In parti- so dopo passo molte delle numerose e nuo-
tuale si avvale del disegno come estensione colare si studieranno i principi delle reti e dei ve caratteristiche di Photoshop CS4. Al termi-
del pensiero, instaurando un feedback interat- protocolli internet. Le basi dell’HTML e di CSS ne del corso lo studente sarà in grado di
tivo tra queste due fasi del processo ideativo. (fogli di stile) e come sviluppare il codice con muoversi in modo professionale nell’articola-
Introduzione, personalizzare l’interfaccia. Linea Dreamweaver. Si studieranno i formati multi- to mondo delle immagini realizzando proget-
di comando, sistemi di coordinate. Comandi mediali e di immagine e come realizzare un ti anche di grande complessità. Per accedere
di disegno 2D. Comandi di modifica 2D. I layer layout grafico per un sito web con Photo- al corso è richiesta una conoscenza di base di
e filtri di livello. Proprietà del Segno. Il Testo. I shop, di cui si approfondiranno le funzionali- Photoshop.
Blocchi. Le Serie. Le Quotature. Coordinate tà utili a tale scopo. Verranno introdotti altri
Utente. Campiture. Layout e Stampa. Collega- software come, Flash, Firework, Swish, Filezilla.
Photoshop CS4 base
menti ipertestuali. Riferimenti Esterni. Atri filtri. Competenze di ingresso: uso autonomo Il corso è rivolto all’utente principiante, con
Skizzo, Multilinea, Xlinea. Strumenti di model- del computer. poca o nessuna competenza nell’uso di Ado-
lazione. Stili di Visualizzazione. Materiali e Map- be Photoshop, ma con una conoscenza di ba-
pature. Luci. Atmosfera. Apparecchi fotografi- se nell’uso del computer. Nel corso si affron-
ci. Percorsi. Rendering. Emanuele Salerno teranno tutti gli aspetti fondamentali del soft-
Competenze di ingresso: uso autonomo ware, dalla base fino alle funzioni più avanza-
del computer.
Il fotoritocco con Photoshop te, consentendo di acquisire una buona pa-
Photoshop. Creazione di CS4 base dronanza degli strumenti e delle tecniche di
Livello: Corso di base Prerequisiti: conoscenza utilizzo del programma. Al termine del corso
immagini, ritocco e restauro di base del computer e dei più diffusi pro- lo studente sarà in grado di correggere foto e
La grafica raster comprende un ampio pa- grammi. Il corso è rivolto all’utente principian- fare fotomontaggi liberando la propria creati-
norama di campi di applicazione (fotoritoc- te che, pur avendo poca o nessuna compe- vità per realizzare progetti personali.
co, fotomontaggio, restauro, digital pinting) tenza nell’uso di Adobe Photoshop, possieda Web Designer avanzato
e presenta una notevole eterogeneità nelle una conoscenza di base nell’uso del compu-
Il corso si rivolge a chi conosce Ms Windows e
forme espressive. Questa disciplina, assai ter.Il programma affronterà tutti gli aspetti
per accedervi è necessario fare un colloquio
versatile, interviene come elemento chiave fondamentali del software partendo dalla ba-
con l’insegnante. Obiettivo del corso è quello
nei processi produttivi e creativi della stam- se e spingendosi fino alle funzioni più avan-
di portare gli allievi ad una capacità di utilizzo
pa, del web e del modeling, al punto di ap- zate, in modo tale da permettere di acquisire
medio/avanzato del programma Dreamwea-
propriarsi talvolta delle funzioni apparte- una buona padronanza degli strumenti e del-
ver, il più utilizzato in ambito professionale per
nenti ad altri ambiti. Photoshop CS, il pro- le tecniche di utilizzo del programma.Il corso
creare siti Web. Editor di produzione HTML
gramma maggiormente utilizzato nel mon- svilupperà argomenti per il conseguimento
((linguaggio di programmazione per lo svilup-
do della grafica computerizzata, sarà ogget- della certificazione Adobe Certified Associate
po di siti web), Dreamweaver è anche il modo
to di sperimentazione e studio per formare (ACA). Al termine del corso lo studente sarà in
più semplice per creare applicazioni Internet
un operatore grafico di alto livello professio- grado di correggere foto e fare fotomontag-
potenti, lavorando in un ambiente unico per
nale, in grado lavorare nel campo della gra- gi liberando la propria creatività per la realiz-
creare, costruire e gestire con rapidità siti Web
fica pubblicitaria e dell’elaborazione delle zazione di progetti personali
ed applicazioni Internet. Il programma mette
immagini. Durante il corso si studieranno i
principali interventi cromatici, come spunto
Il fotoritocco con Photoshop a disposizione in una soluzione completa e in-
tegrata: strumenti di layout visivo per lo svilup-
per affrontare in modo organico una tonali- CS4 avanzato po rapido di applicazioni Web e un ampio
tà del colore, la sua natura, il modo in cui Il corso è rivolto a chi ha già frequentato il cor- supporto della modifica del codice.
viene riprodotto nel digitale. Sarà illustrato il so base di Photoshop CS4. Attraverso lo svol-
modo di operare con i livelli e con le ma- gimento di esercizi esplicativi e di progetti pra- Web Designer base
schere e in genere verranno utilizzati tutti tici, il corso permetterà di apprendere le ulte- Il corso, finalizzato alla realizzazione e alla pub-
gli strumenti messi a disposizione dal pro- riori caratteristiche di Photoshop CS4 anche ri- blicazione di un sito Web, si rivolge a princi-
gramma. Divertenti tutorial (esercitazioni te- prendendo e approfondendo argomenti già pianti e intende fornire un quadro chiaro del
matiche) serviranno a rafforzare i concetti trattati nel corso precedente. Al termine i par- processo produttivo della pubblicazione su In-
divulgati e raffinare le capacità grafiche dei tecipanti saranno in grado di muoversi in mo- ternet e delle tecnologie su cui si basa la rete.
partecipanti. do professionale nel complesso mondo delle Per comunicare sul Web è necessario non so-
Competenze di ingresso: uso autonomo immagini realizzando quindi progetti anche di lo saper esprimere contenuti attraverso la for-
del computer. grande complessità. Il corso sviluppa argo- mulazione di un messaggio efficace, ma an-

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 87


che saperlo veicolare attraverso tutte le carat- mico. Formattare il testo usando la tastiera o programma e del suo funzionamento; studio
teristiche proprie del mezzo. In altri termini, è l’apposita finestra di dialogo. Crenatura, spazia- e utilizzo degli strumenti di modellazione,
necessario possedere e saper integrare cono- tura e rotazione dei caratteri. Testo sul traccia- render e animazione; realizzazione di scene
scenze di comunicazione, informatica e di gra- to. I vari tipi di riempimento: colori, gradienti e fisse (stills) e animazioni applicando gli stru-
fica. Si affronteranno i seguenti argomenti: i patterns. I vari stili del contorno: larghezza del menti presi in esame. Obiettivi paralleli del
principi delle reti e dei protocolli Internet; le contorno, modifica degli spigoli, gestione de- corso: fornire ai partecipanti i mezzi per poter
basi dell’HTML e di CSS (fogli di stile); come svi- gli estremi dei contorni, tipi di tratteggio, ge- approfondire lo studio del software indipen-
luppare il codice con Dreamweaver; i formati stione dei delimitatori iniziali, medi e finali. Tra- dentemente dal corso stesso; indicazioni sulle
multimediali e di immagine; come realizzare cing di immagini bitmap. principali fonti di autoapprendimento e sulle
un layout grafico per un sito web con Photo- Prerequisiti: conoscenza di base del com- principali risorse web punto di riferimento in-
shop, di cui si realizzeranno le funzionalità a ta- puter e dei più diffusi programmi. dispensabile per chi opera in questo settore.
Prerequisiti: conoscenza di base del com-
le scopo. Verranno introdotti altri software co-
me, Flash, Firework, e tool di sviluppo.
Modellazione Nurbs con puter e dei più diffusi programmi.
Rhino Scultura virtuale con Zbrush
Rhinoceros, comunemente chiamato Rhino,
Gli strumenti di ZBrush per la scultu-
Renato Zocchi è uno dei più diffusi programmi per la model-
ra/modellazione organica virtuale sono tanto
La grafica vettoriale con lazione di superfici sculturate (free form) fina-
lizzato alla produzione di design del gioiello,
facili e intuitivi quanto potenti. Permette di
illustrator progettazione nautica, calzature, meccanica,
scolpire e colorare direttamente la “materia”
con risultati tanto sorprendenti quanto imme-
La grafica vettoriale: vantaggi e svantaggi ri- etc. Rhino viene normalmente utilizzato per il diati. Con l’ausilio di una tavoletta grafica –
spetto alla grafica bitmap. Apprendere gli stru- design industriale, il Reverse engineering e pennello e scalpello dell’artista virtuale – è
menti di disegno vettoriale con Illustrator CS4. per la modellazione di prototipi. Scelto da possibile creare in poco tempo, dopo lo studio
La finestra di Illustrator. Importare ed esportare molte ditte per la sua versatilità nell’interfac- dei concetti base del software, sculture e illu-
file in formato bitmap PNG, JPG, GIF. Lavorare ciarsi con altri CAD e soprattutto con i CAM strazioni di grande effetto e dettaglio difficil-
con il canvas. Miscellanea dei comandi utili per per andare direttamente in produzione. mente realizzabili con altri programmi di gra-
la vista: rispetto alla pagina, al disegno, alla sele- Prerequisiti: conoscenza di base del com- fica 3d. Fondamentale per tutti gli artisti virtua-
zione. Annullare e ripristinare le operazioni. Se- puter e dei più diffusi programmi. li che vogliano allargare le proprie possibilità e
lezionare gli oggetti con il mouse, con la ta-
stiera. Copiare, incollare e cancellare, clonare gli
Modellazione, animazione e nuova frontiera per gli artisti tradizionali, sia
pittori che scultori. ZBrush richiede una cono-
oggetti. Ordinarli secondo l’ordine Z. Raggrup- rendering con 3D Max scenza di base del disegno e della scultura tra-
pare e separare. Lavorare con i livelli. Trasforma- Le applicazioni di 3ds Max nell’ambito della dizionali per poter tirare fuori il meglio dallo
zioni con il mouse, con la tastiera, con la barra grafica/animazione 3d sono illimitate. Chi sa strumento stesso. Interfacce naturali di ZBrush
degli strumenti, con le varie finestre di dialogo gestire in maniera professionale questo pro- sono programmi di grafica raster 2d, come
e mediante l’editor XML interno. Griglia e gui- gramma – combinando la modellazione, il Photoshop e 3d, come 3ds Max, di cui saranno
de. Allineamento e distribuzione degli ogget- render e l’animazione – ha in mano uno stru- studiati i concetti e gli strumenti essenziali per
ti. Rettangoli e quadrati. Ellissi, cerchi e archi. mento di lavoro completo e molto richiesto poter amplificare e ottimizzare i risultati otte-
Stelle e poligoni regolari. Spirali. Le curve Be- dai professionisti della grafica informatica. L’ar- nuti.Particolarmente indicato per studenti di
ziér. Creare tracciati. Lo strumento “Disegna li- chitettura, l’ingegneria, il design, l’animazione, belle arti, grafici 2d e 3d, animatori, modellato-
nee a mano libera”. Lo strumento “Beziér”. Lo l’illustrazione, la grafica web sono i settori di ri e artisti che vogliano cimentarsi con le nuo-
strumento “Disegna linee calligrafiche”.Traccia- maggior impiego del 3d. Essendo molto piú ve frontiere della tecnologia.
ti da altri oggetti. Editare i tracciati. Utilizzo del- impegnativo di un programma di grafica 2d, Prerequisiti: conoscenza di base del com-
lo strumento per editare i nodi. Miscellanea il corso è rivolto soprattutto a chi intende far- puter e dei più diffusi programmi. L’am-
dei comandi per gestire i tracciati. Combinare ne un uso professionale ad alto livello. Obietti- missione al corso è subordinata a un col-
i tracciati. Inserimento di testo regolare o dina- vi principali del corso: studio della logica del loquio con l’insegnante.

Grafica
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
8112 Grafica: Progettazione grafica dalla Cow al Mac Calicchia M. Mercoledì 17-19 7° Centocelle Il Geranio 280 12 13/10/10
7308 Adobe Flash: Animazione, interfacce e gaming Mauri M. Lun/Mer 19-21 1° Centro Storico Englefield 350 25 04/10/10
7613 Autocad 2D e 3D Mauri M. Mar/Gio 19-21 1° Centro Storico Englefield 350 25 05/10/10
7412 Autocad 2D e 3D Mauri M. Mar/Gio 19-21 1° Centro Storico Englefield 280 25 01/02/11
6142 Photoshop. Creazione di immagini, ritocco e restauro Mauri M. Mar/Gio 17-19 1° Centro Storico Englefield 350 25 05/10/10
6957 Un sito web dalla A alla Z - base Mauri M. Lun/Mer 17-19 1° Centro Storico Englefield 280 25 04/10/10
7443 Il fotoritocco con Photoshop CS4 base Salerno E. Martedì 17-19 1° Piramide Abaco 250 20 12/10/10
6960 Il fotoritocco con Photoshop CS4 avanzato Salerno E. Martedì 15-17 1° Piramide Abaco 250 20 12/10/10
8114 Photoshop Cs 4 Avanzato Seria M. Giovedì 14-16 7° Centocelle Il Geranio 280 20 14/10/10
8113 Photoshop CS4 base Seria M. Mar/Gio 9-11/11-13 7° Centocelle Il Geranio 280 20 12/10/10
8090 Web designer avanzato Seria M. Giovedì 14-16 7° Centocelle Il Geranio 260 20 14/10/10
8089 Web Designer base Seria M. Venerdì 14-16 7° Centocelle Il Geranio 260 20 08/10/10
7444 Grafica vettoriale con illustrator Zocchi R. Venerdì 19-21 1° Piramide Abaco 190 15 15/10/10
7300 Modellazione Nurbs con Rhino Zocchi R. Venerdì 17-19 1° Piramide Abaco 300 20 15/10/10
7445 Modellazione, animazione e rendering con 3D Max Zocchi R. Martedì 19-21 1° Piramide Abaco 360 25 12/10/10
7818 Scultura virtuale con Zbrush Zocchi R. Giovedì 19-21 1° Piramide Abaco 360 25 14/10/10

88 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Italiano
per Stranieri
Direttore dipartimento
CARLA BAROZZI

“Arrivato in Italia è tanto


tempo, quasi 7 anni, e
lavoro in ristorante, facio
pizze! Sono egiziano, capisco
bene ma parlo poco, molto arabo con amici. Ora deciso: fac-
cio il corso di italiano per parlare e scrivere migliore.Ho letto
che a Upter ci è i corsi per italiano, mia amica andata il anno
scorso e molto felice! Ora parla, parla, parla...”
Mohamed.

Corsi di lingua
e cultura italiana per stranieri
leggere, scrivere ed interagire. I corsi, a secon-
Imparare l’italiano all’Upter da dei livelli, permettono di comunicare sia in
attestato di frequenza. Tutti coloro che fre-
quentano i corsi organizzati dall’Università
Come Mohamed, tanti stranieri a Roma desi- situazioni tipiche della vita quotidiana, sia in Popolare, avranno una riduzione sulla tassa
derano imparare o migliorare la conoscenza rapporti formali di tipo pubblico o di lavoro, individuale d’esame C.I.L.S. (Certificazione
della lingua italiana, sia che siano appena arri- facendo acquisire familiarità con i vari aspet- ufficiale della lingua italiana rilasciata
vati, sia che da tempo risiedano nella ti della cultura italiana. dall’Università per Stranieri di Siena).
Capitale.
Per l’anno accademico 2010-2011 Upter pro-
pone una varietà di corsi di vari livelli, tutti How to proceed Test di accesso ai corsi di lingua italiana: è
possibile sostenere il test scritto e un collo-
impostati in modo che il corsista si senta al Our Italian language courses are offered at
quio orale con il docente il venerdì dalle
centro dell’attenzione, ascoltato nei suoi several levels designed for those just starting to
bisogni e difficoltà ed accompagnato attra- 15,30 alle 17,30 presso la sede centrale di Via
learn to speak Italian, to those who are almost
verso varie attività, anche ludiche, nel suo Quattro Novembre, 157. Si consiglia di chia-
fluent. When registering for the course, each stu-
percorso formativo. mare la segreteria centrale (06-6920431)
dent must submit to an oral and written test to
L’insegnamento è articolato in unità didatti- per avere conferma del giorno e degli orari
determine his/her knowledge of the Italian lan-
che attraverso le quali si forniscono gli ele- dei test che potrebbero cambiare nel corso
guage in order to be placed in the appropriate
menti grammaticali, lessicali e le strutture lin- dell’Anno accademico.
level.
guistiche al fine di sviluppare le competenze
comunicative dei corsisti, sia in situazioni Attenzione: i corsi di lingua e cultura italia-
informali che in quelle formali. Attraverso Come procedere na che prevedono la frequenza per due o
l’uso del manuale e di materiali forniti dal All’atto dell’iscrizione lo studente dovrà tre giorni a settimana e che terminano
docente, l’uso dei mezzi audiovisivi e la lettu- sostenere un test d’accesso per valutare il dopo 2 o 3 mesi, proseguiranno (con lo
ra di giornali e riviste, saranno sviluppate le livello adeguato alle sue competenze lingui- stesso orario e giorno) da gennaio a giu-
abilità linguistiche di base: parlare, ascoltare, stiche. Al termine del corso sarà rilasciato un gno 2011.
accedere al sistema Universitario italiano, frui-
Italiano per stranieri re di borse di studio concesse dallo Stato
nei vari contesti comunicativi informali e for-
mali, sviluppa la capacità di usare la lingua in
intensivo I livello Italiano), per motivi personali o per qualsiasi modo flessibile ed efficace per scopi sociali,
(Basic user) altra ragione per la quale sia richiesta una
dichiarazione di competenza linguistica, uffi-
accademici e professionali. Attiva le compe-
tenze per comprendere e produrre testi ben
Designed for those who have no knowledge of strutturati su argomenti complessi. Prevede il
ciale e garantita.
the Italian language. It furnishes students with controllo delle strutture discorsive, dei con-
Si accede ai corsi CILS dopo aver superato un
basic communication skills and enables them nettivi e dei meccanismi della coesione.
test di accesso; chi ha già superato un livello
to use Italian actively in daily situations. During CILS 4°: è il livello C2 (Mastery), corrisponde
CILS può accedere al successivo automatica-
the course, the following elements will be provi- ad una competenza linguistico-comunicati-
mente. Il docente incaricato dei test di acces-
ded: articles, nouns, adjectives, regular and irre- va molto vicina a quella di un madrelingua
so è a disposizione per fornire informazioni
gular verbs, pronouns, prepositions and italiano. Consente di controllare tutte le situa-
dettagliate in merito ai corsi CILS.
adverbs.
zioni comunicative formali ed informali nei
CILS 1°: è il livello B1 (Threshold level) del vari domini (educativo, professionale, pubbli-
Destinato a coloro che si avvicinano per la
Quadro Comune Europeo di Riferimento per co e personale), sviluppando la capacità di
prima volta alla lingua italiana. Il corso vuole
le Lingue, corrisponde ad una competenza esprimersi spontaneamente, in modo molto
offrire allo straniero gli elementi di base del
linguistico-comunicativa intermedia ed è il scorrevole e preciso, rendendo distintamen-
sistema linguistico dell’italiano. Esso fornisce
livello dell’autonomia. Sono sviluppate le te sottili sfumature di significato anche in
un livello di competenze e conoscenze che
capacità comunicative necessarie per usare situazioni piuttosto complesse. Si consiglia la
consentano all’alunno la possibilità di comu-
la lingua nelle situazioni più frequenti della frequenza del livello CILS 4 solo a chi possie-
nicare nelle situazioni più ricorrenti e di quo-
vita quotidiana e per comprendere i punti de un’elevata padronanza comunicativa ed
tidiana utilità e di soddisfare bisogni di tipo
essenziali di messaggi chiari in italiano stan- ha già una buona conoscenza delle strutture
concreto.
dard su argomenti familiari del lavoro, della del sistema linguistico italiano.
scuola e del tempo libero.
Corsi di preparazione Corso di conversazione
alla certificazione CILS 2°: è il livello B2 (Vantage level), corri-
sponde ad una competenza linguistico- (livello intermedio)
CILS 1°, 2°, 3°, 4° livello comunicativa intermedio-alta, prevede una Non basta studiare una lingua, bisogna prati-
I corsi sono rivolti a coloro che desiderano maggiore capacità di uso di elementi della carla! Questo corso offre l’opportunità di
ottenere la Certificazione C.I.L.S., cioè il titolo lingua permettendo di gestire una maggiore conversare su argomenti interessanti che gli
ufficiale riconosciuto dal Ministero degli varietà di situazioni, sempre tipiche della vita studenti stessi scelgono con la guida dell’in-
Affari Esteri, che fa parte del Quadro di quotidiana. Sviluppa la capacità di produrre e segnante. Lo spunto delle conversazioni sarà
Riferimento redatto dal Consiglio d’Europa. comprendere testi chiari e articolati su preso da giornali, riviste, notizie di cronaca
La Certificazione C.I.L.S. dichiara il grado di un’ampia gamma di argomenti, di esprimere per dare luogo a giochi didattici, drammatiz-
competenza comunicativa in italiano come le proprie opinioni argomentandole ed inte- zazioni di situazioni quotidiane, discussioni.
lingua straniera ed è rilasciata dall’Università ragire con relativa scioltezza e spontaneità. Sarà l’occasione per chiarire i dubbi che
per Stranieri di Siena dopo un esame, costi- emergono quando si parla una lingua stra-
tuito da test, da sostenere presso l’Università CILS 3°: è il livello C1 (Effective proficiency), niera, per acquisire maggiore padronanza
Popolare di Roma. Può essere utilizzata in corrisponde ad una competenza linguistico- dell’uso dell’italiano e per ampliare il vocabo-
Italia o in altri Paesi per motivi di lavoro, per comunicativa superiore-avanzata. Prevede lario. È necessario sostenere un colloquio di
motivi si studio (ad es. con il 2° livello si può un ulteriore ampliamento degli usi linguistici accesso.

Corsi di formazione ditals


per docenti di italiano L2/LS
L’Upter è Ente accreditato dal Ministero con varie tipologie di apprendenti. È destinato a tutti coloro che aspirano a
dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca I formatori: Carla Barozzi, Maria diventare insegnanti di L2/Ls e ad ottenere la
per l’aggiornamento e la formazione del per- Antonietta Diana, Katia Franzese, Certificazione Ditals o ai docenti di italiano
sonale della scuola. È sede autorizzata d’esa- Luciana Menna, Giuseppe Nuccetelli, delle scuole di lingua, della scuola media e
me Ditals ed è monitorato nell’attività di for- Andrea Villarini. superiore, dei Centri territoriali permanenti
mazione dal centro DITALS dell’Università Si prevedono tre diverse tipologie di corsi, ai che vogliono sistematizzare le conoscenze
per Stranieri di Siena. quali si può accedere se si è in possesso di un ed approfondire la preparazione nel campo.
Tutti i docenti che insegnano nei corsi di for- diploma di scuola superiore o di laurea: Il corso mira ad offrire agli insegnanti di italia-
mazione per docenti di italiano per stranieri no le competenze necessarie per poter svol-
finalizzati alla Certificazione Ditals hanno una “Tanti modi per insegnare gere con maggiore efficacia l’attività didatti-
lunga esperienza di insegnamento di italiano ca e saperla adeguare alle diverse tipologie
L2/Ls e sono autori di articoli e saggi di glot-
l’italiano” corso di di utenza. Il corso prevede un’alternanza di
todidattica. Questo fa sì che la parte teorica formazione per docenti lezioni frontali teoriche con momenti opera-
presentata nei corsi sia arricchita da tecniche,
pratiche didattiche e procedure collaudate
di italiano L2/LS di primo tivi, caratterizzati da esercitazioni pratiche
come simulazione di attività didattiche, uso e
con classi di diverso livello di competenza e livello costruzione di materiali, analisi di testi.

90 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


Alla fine del corso sono previste 4 ore di tiro- Argomenti trattati: la nozione di testo all’in- ciascuno. Il corso si attiva con un minimo di 5
I
cinio da effettuare nei corsi della stessa terno del CEFR: prospettive didattiche; il testo iscritti.
Università. e la sua didattizzazione; guida all’ascolto ed al
Argomenti trattati: modelli di progettazione parlato, analisi dell’interlingua; una didattica
di intervento didattico; un curricolo basato interattiva della grammatica; strumenti per la Tirocinio
sulla centralità dell’apprendente; approcci e
metodi dell’insegnamento dell’italiano L2/Ls;
valutazione della conoscenza della lingua da
parte degli stranieri; uso del video nell’inse-
per la formazione ditals
le varietà linguistiche dell’italiano; modelli gnamento dell’italiano L2/Ls; l’esame DITALS: Oltre ai corsi di formazione di primo livello, di
operativi di analisi e produzione di materiale inquadramento generale e guida alle singo- secondo livello e corsi brevi finalizzati alla
didattico; la certificazione delle competenze; le prove; esempi e simulazione delle prove preparazione per l’esame Ditals, l’Upter realiz-
strategie e tecniche per lo sviluppo delle abi- d’esame A, B, C, D. za attività di tirocinio per tutti i docenti che
lità linguistiche. Durata: 24 ore divise in sei incontri di quattro vogliono vedere realizzati nella pratica le tec-
Durata:20 ore divise in cinque incontri di quat- ore ciascuno. Il corso, che si attiva con un niche ed i principi metodologici conosciuti
tro ore ciascuno più quattro ore di tirocinio. minimo di 5 iscritti, è corredato da dispense
nei corsi di formazione. È fondamentale per
Il corso che si attiva con un minimo di 5 iscrit- fornite durante la prima lezione (12
chi non ha esperienza di insegnamento e
ti, è corredato da dispense fornite durante la euro/copia per le spese di copisteria).
per chi vuole acquisire il prerequisito per
prima lezione (12 euro/copia per le spese di
accedere agli esami Ditals 1 e Ditals 2.
copisteria). “Tanti modi per insegnare Sono previsti“pacchetti” di 30 ore di tirocinio
l’italiano” corso breve di (costo: 100 euro per ogni pacchetto) da svol-
“Tanti modi per insegnare formazione per docenti di gere nei corsi di Italiano per stranieri del
l’italiano”, corso di italiano L2/LS Dipartimento, moltiplicabili fino a raggiunge-
formazione per docenti di È destinato a coloro che hanno frequentato
re il monte-ore necessario per l’ammissione
all’esame.
italiano L2/LS di secondo presso l’Upter solamente il secondo livello (in
Ogni “pacchetto” di 30 ore prevede: ore di
quanto hanno già esperienza d’insegna-
livello mento agli stranieri) e che devono aggiun- osservazione in classe, ore di partecipazio-
È un corso per docenti che hanno già espe- gere 6 ore di formazione per ottenere il ne attiva alle lezioni, produzione di materia-
rienza nell’insegnamento della L2/Ls o che monte ore di 30 (requisito per poter essere le didattico. L’attività di tirocinio è concor-
hanno già frequentato il corso di formazione ammessi all’esame Ditals 2). Possono però data con il mentor e supervisionata dal
di primo livello. partecipare al corso anche coloro che desi- responsabile della formazione. Sono previ-
Mira ad offrire agli insegnanti le competenze derano approfondire la preparazione all’esa- sti due o tre tirocinanti a volta. Si può inizia-
teoriche e pratiche necessarie per poter svol- me. Infatti, il corso è dedicato completamen- re l’attività in ogni mese dell’anno accade-
gere con maggiore efficacia l’attività didatti- te alla preparazione dell’esame stesso: ver-
mico. Al termine del tirocinio si rilascia un
ca,ad approfondire conoscenze già acquisite ranno analizzate, simulate tutte le sezioni
ed a dare gli strumenti per poter affrontare attestato di frequenza.
previste, partendo dalle prove delle sessioni
l’esame di certificazione DITALS 2 precedenti. Il corso breve si realizza circa un
(Certificazione di Competenza in Didattica mese prima delle sessioni d’esame Ditals 1 e Per ulteriori informazioni sui corsi di forma-
dell’Italiano a Stranieri), titolo rilasciato Ditals 2. zione e sul tirocinio contattare la prof.ssa
dall’Università per Stranieri di Siena. Durata: 6 ore divise in due incontri di tre ore Carla Barozzi: carla.barozzi@upter.it

Scuola di Specializzazione in didattica


dell’italiano come lingua straniera
Direttore Andrea Villarini
La Scuola di Specializzazione dell’Università per Stranieri di Siena, grazie a un accordo con l’Upter, consente ai suoi iscritti
di poter seguire in video conferenza i corsi.

Requisiti per l'ammissione scenza della lingua italiana pari al livello C2. La durata del corso è di due anni. La Scuola
Alla Scuola si accede per concorso. Per il Saranno attivate le videoconferenze presso prevede moduli formativi, seminari di appro-
bando consultare: www.unistrasi.it la sede romana dell’Upter con un minimo fondimento, attività di tirocinio.
Possono essere ammessi alla Scuola tutti gli di 5 iscritti (sia per il 1° anno che per il 2° I anno: 120 ore ripartite in 8 moduli formativi
studenti in possesso di diploma di laurea anno). + 90 ore di tirocinio
triennale, quadriennale e magistrale. Possono Importante: dal 2010 tutti coloro che sono II anno: 84 ore ripartite in 7 moduli formativi
essere ammessi anche cittadini stranieri o ita- in possesso della Certificazione Ditals 2 comuni + 36 ore seminari approfondimento
liani che abbiano un titolo di studio conse- saranno ammessi al secondo anno della (scelti tra 3 percorsi professionalizzanti: inse-
guito all’estero e riconosciuto idoneo. Per i cit- Scuola di Specializzazione gnante di italiano come lingua seconda e stra-
tadini stranieri è richiesto un livello di cono- Ordinamento degli studi niera, insegnante di italiano a immigrati stra-

Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11 91


nieri, Valutazione e certificazione delle compe- Stranieri di Siena conferisce il titolo di didattica dell’italiano come L2 in Italia e
tenze) + 90 ore di tirocinio Specialista in Didattica dell'Italiano come all’estero, nel campo della valutazione e cer-
Lingua Straniera. Attualmente è questo il tificazione delle competenze degli stranieri e
Esami e riconoscimenti titolo riconosciuto più elevato per i docen- nel campo dell’editoria per stranieri.
Al termine di ciascun anno è previsto un ti di italiano come lingua straniera.
esame che consiste in una prova orale su Tale titolo dà la possibilità di vedersi rico- Domanda di ammissione e info
tutte le materie insegnate. Con il superamen- nosciuti fino a 6 punti per le graduatorie www.unistrasi.it (per il bando)
to dell’esame si ottengono 60 CFU. Il totale della Scuola statale, ai sensi della Legge Management didattico:
dei CFU rilasciati dalla Scuola è 120. 143/04, e per tutte le altre graduatorie per +39 0577 240266-149
Titolo di studio l’insegnamento dell’italiano a stranieri. management@unistrasi.it
A quanti abbiano superato la prova finale, Università per Stranieri di Siena,
che consiste in un elaborato scritto da discu- Sbocchi lavorativi P.zza C. Rosselli 27/28 – 53100 Siena
tere davanti ad una commissione composta Il titolo di studi e le relative competenze si villarini@unistrasi.it
da docenti della Scuola, l'Università per prestano ad essere spese nel campo della carla.barozzi@upter.it

I nostri docenti Barbara De Luca, Francesca Ferrari, Katia Franzese, Simonetta Fredda,
Paola Galesi, Claudia Masia, Vanessa Mastropasqua, Luciana Menna, Rosalba Spagnoletti,
Valentina Vivarelli
Italiano per stranieri
Cod. Titolo Docente Giorno Ora Mun. Zona Sede Euro Lezioni Inizio
7737 Italiano per stranieri 1 Ferrari F. Lun/Gio 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 230 25 28/10/10
7381 Italiano per stranieri 1 Mastropasqua V. Lun/Mer 19-21 1° Esquilino Confalonieri 230 25 25/10/10
7380 Italiano per stranieri 1 Franzese K. Lun/Mer/Ven11-13 1° Centro Storico Englefield 230 25 04/10/10
8227 Italiano per stranieri 1 Spagnoletti R. Martedì 14-16 20° Labaro Baccano 230 25 26/10/10
7740 Italiano per stranieri 1 Vivarelli V. Venerdì 17-19 4° Nomentano La Maggiolina 230 25 08/10/10

Italiano per stranieri CILS


7741 Italiano per stranieri CILS 1 Franzese K. Lun/Ven 13-15 1° Centro Storico Englefield 230 25 04/10/10
7743 Italiano per stranieri CILS 1 Ferrari F. Mar/Ven 18-20 9° Re di Roma Margherita di Savoia 230 25 26/10/10
6154 Italiano per stranieri CILS 1 Mastropasqua V. Giovedì 19-21 1° Esquilino Confalonieri 230 25 28/10/10
7552 Italiano per stranieri CILS 1 Galesi P. Sabato 9.30-12.30 1° Centro Storico Englefield 230 16 09/10/10
6147 Italiano per stranieri CILS 2 Galesi P. Lun/Mer 15-17 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 230 25 25/10/10
7746 Italiano per stranieri CILS 2 De Luca B. Lun/Mer 9-11 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
7469 Italiano per stranieri CILS 2 Masia C. Lunedì 17-19 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
7745 Italiano per stranieri CILS 2 Mar/Gio 16-18 9° Re di Roma Margherita di Savoia 230 25 26/10/10
7324 Italiano per stranieri CILS 2 Menna L. Mer/Ven 17-19 9° Re di Roma Margherita di Savoia 230 25 27/10/10
7749 Italiano per stranieri CILS 3 Galesi P. Lun/Mer 17-19 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 230 25 25/10/10
6986 Italiano per stranieri CILS 3 Masia C. Lunedì 15-17 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
7750 Italiano per stranieri CILS 3 Ferrari F. Lun/Gio 15-17 17° Piazza Cavour Dante Alighieri 230 25 28/10/10
6182 Italiano per stranieri CILS 3 Fredda S. Martedì 9-11 1° Centro Storico Englefield 230 25 05/10/10
7289 Italiano per stranieri CILS 3 De Luca B. Sabato 9.30-12.30 1° Centro Storico Englefield 230 16 09/10/10
6983 Italiano per stranieri CILS 4 Masia C. Lunedì 19-21 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 04/10/10
6989 Italiano per stranieri CILS 4 Franzese K. Mercoledì 9-11 1° Centro Storico Englefield 230 25 06/10/10
7580 Italiano per stranieri CILS 4 De Luca B. Venerdì 9-11 1° Centro Storico Englefield 230 25 08/10/10
7758 Italiano per stranieri conversaz. interm. Galesi P. Mar/Gio 11-13 2° Flaminio Luisa di Savoia 230 25 05/10/10

Formazione italiano L2
6197 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 22/01/11
6266 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 12/03/11
6331 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 23/10/10
6124 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 15/01/11
6999 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 20/11/10
6225 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 07/05/11
6135 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 26/03/11
6125 Formazione italiano L2 - primo livello Barozzi C. Sabato 9-13 1° Centro Storico Englefield 250 5 19/02/11
6868 Formazione italiano L2 - secondo livello Barozzi C. Sabato 15.30-19.30 1° Centro Storico Englefield 300 6 26/03/11
6126 Formazione italiano L2 - secondo livello Barozzi C. Sabato 15.30-19.30 1° Centro Storico Englefield 300 6 23/10/10
6128 Formazione italiano L2 - secondo livello Barozzi C. Sabato 15.30-19.30 1° Centro Storico Englefield 300 6 06/11/10
6136 Formazione italiano L2 - secondo livello Barozzi C. Sabato 15.30-19.30 1° Centro Storico Englefield 300 6 15/01/11
6226 Formazione italiano L2 - secondo livello Barozzi C. Sabato 15.30-19.30 1° Centro Storico Englefield 300 6 26/02/11
7688 Formazione italiano L2 - secondo livello Barozzi C. Sabato 15.30-19.30 1° Centro Storico Englefield 300 6 30/04/11

Prove esame Ditals


6195 Simulazione prove esame Ditals 1 Barozzi C. Sabato 16-19 1° Centro Storico Englefield 80 2 15/01/11
6194 Simulaz. prove esame Ditals 2-corso breve Barozzi C. Sabato 9-12 1° Centro Storico Englefield 80 2 27/11/10

92 Upter Roma LA GRANDE GUIDA 2010-11


L
Letteratura
Enrico Carini Flaminia Coldagelli crediamo in una storia inventata che sembra ri-
velarci tante verità anche sulla nostra vita? Di chi
Leopardi e Pirandello, il Dal romanzo al film è la voce che sentiamo quando leggiamo un
coraggio di conoscere Il corso è rivolto a tutti. Da sempre la letteratura romanzo o un racconto? Attraverso quali occhi
vediamo il dipanarsi della vicenda narrata e la
ha nutrito il cinema, fornendogli storie e sug-
Il corso propone un itinerario attraverso la pro- trasformazione dei personaggi? Come rispon-
gerimenti di linguaggio: grandi romanzi sono
duzione più significativa di due dei maggiori diamo, in quanto lettori, alle intenzioni del nar-
diventati grandi film; film mediocri sono stati
autori della nostra letteratura, che si collocano ratore? All’inizio del corso si procederà insieme
tratti da importanti opere letterarie; libri sca-
in due momenti nodali della storia non solo alla scelta delle letture: si consiglia di arrivare
denti hanno prodotto film memorabili. Il corso
italiana ma, più ampiamente, europea: Leopar- con una lista di libri dalla quale partire.
si presenta come un percorso articolato tra
di all’inizio dell’ottocento, Pirandello all’inizio del
Novecento, ci si presentano come scrittori “filo-
due linguaggi artistici, in cui si parlerà di scrit- La Divina Commedia A
tori e romanzi appartenenti a Paesi ed epoche
sofi” che hanno meditato e sofferto la condizio- Il corso è rivolto a tutti.“La Commedia è un libro
differenti; un input per arricchire la propria li-
ne umana di fronte al desiderio, alle illusioni, al- che tutti dobbiamo leggere. Non farlo significa
breria, per saperne di più su film già visti o che
la storia, alla società, al vero, spesso assumendo privarci del dono più grande che la letteratura
ci siamo persi al cinema; uno spunto per parla-
atteggiamenti in contrasto coi loro tempi e le può offrirci, significa condannarci a uno strano
re e confrontarci su temi che riguardano anche
cui opere avvertiamo ancora oggi per tanti ascetismo”.(Borges) Il successo delle varie lettu-
la nostra vita.Chi volesse anticipare la lettura
aspetti vive e attuali. Il corso è aperto a tutti ed re pubbliche della Commedia testimonia una
dei romanzi oggetto del corso, può orientarsi