Sei sulla pagina 1di 5

Scrittura

rebbe sorta per ragioni di amministrazione, contabilit e


commercio. Oggi questo fatto pensato come il frutto di
un processo meno puntuale, meno fatale. Si sa ormai
con certezza che gi nel Paleolitico esistevano diversi sistemi per dare consistenza e far perdurare le conoscenze. Si tratta di scrittura per immagini, senza parole[1] .
La stessa scrittura cuneiforme ha un fortissimo collegamento con le prime registrazioni su sigilli e cretule. Tali sistemi di registrazione rappresentano il coronamento del processo di specializzazione lavorativa e di spersonalizzazione dei rapporti lavorativi e redistributivi[2] ,
processo preceduto e provocato dal forte incremento
dell'agricoltura, dalla rivoluzione urbana e dal coagularsi
di un coordinamento statale per la messa in opera delle
canalizzazioni che, con l'impiego di un enorme numero
di giornate lavorative, permisero di sfruttare sempre pi
ecacemente i terreni dell'alluvio mesopotamico.
Non solo si cercato di rintracciare nel contesto del
Vicino Oriente antico le premesse forti della scrittura cuneiforme, ma si anche indagato su altri centri dove la
scrittura si sia potuta sviluppare indipendentemente. Sul
fatto che l'America centrale, culla delle civilt mesoamericane a partire dal 600 a.C., possa essere annoverato
tra questi centri c' un ampio consenso nella comunit
scientica, molto pi dubbia invece la natura delle incisioni Rongorongo rinvenute sull'Isola di Pasqua. Particolarmente fruttuose sono state le intuizioni di Marija
Gimbutas e le sue indagini sui sistemi di registrazione
su terrecotte in uso nei Balcani gi tra il 6000 e il 5000
a.C. (cultura di Vina), dove per, a dierenza che nel
Vicino Oriente, la scrittura si sarebbe sviluppata a scopi cultuali, in particolare per i riti legati alla Dea Madre.
Tali scritture, precedenti il primo apparire delle cosiddette popolazioni indoeuropee, sono datate tra il 5400
e il 4000 a.C. Sono state avanzate ipotesi secondo cui
le forme di registrazione di Vina avrebbero inuenzato la scrittura cuneiforme, mentre pi probabile sembra
un'inuenza diretta sulla Lineare A cretese (II millennio
a.C.) e la scrittura sillabica di Cipro.[3][4]

Tondo con aresco romano, del 50 circa, di donna con libro e


stilo (cosiddetta "Sao") proveniente da Pompei (Napoli, Museo
archeologico nazionale)

La scrittura la ssazione di un signicato in una forma


esterna durevole, che nelle scritture alfabetiche diventa
rappresentazione graca della lingua parlata, per mezzo
di un insieme di segni detti grafemi che compongono un
sistema di scrittura e di lettura. I grafemi denotano sovente suoni o gruppi di suoni. Come il linguaggio parlato, la
scrittura un modo fondamentale di comunicazione umana, ed il mezzo nora pi ecace per la conservazione
e la trasmissione della memoria.
In un senso pi ampio, si denisce dunque scrittura ogni mezzo che permette la trasmissione durevole
di informazioni, che sia o no rappresentazione graca
del parlato, come accade nelle scritture della musica,
dell'algebra, della chimica e altri.

Storia

Ricostruzione tradizionale e interpretazioni recenti

2.1 Impatto sulla societ

La scrittura sembra dunque aver avuto diverse origini,


tanto in senso geograco quanto in senso funzionale. Il
signicato antropologico di questa fondamentale invenzione quantomeno ambivalente: da un lato essa rapTradizionalmente l'inizio della registrazione in forma presenta la radice dei concetti moderni di universalit",
scritta dei linguaggi verbali stata collocata dagli storici razionalit" e scienza in quanto rende possibile un conintorno al 3200 a.C. nella Bassa Mesopotamia dove sa- fronto (articolato come mai prima) tra conoscenze di di1

2
versa natura e origine. Dall'altro contiene elementi angusti di specializzazione e di separazione funzionale[3] ,
in quanto (cos certamente almeno nel Vicino Oriente antico) essa prende piede come strumento di aermazione
e realizzazione dei progetti di una specica classe umana,
espressione del polo palatino-templare, che si compone di
un clero specializzato (mentre prima il culto era domestico e gestito in casa) e di un potere regale, impegnato a gestire lo sforzo della ridenizione infrastrutturale della piana alluvionale mesopotamica nel segno di una sempre pi
forte diseguaglianza sociale. La scrittura, nei tempi della
sua piena aermazione, si manifesta dunque come tecnica specializzata di altissimo prestigio, al pari (e anche
pi) di altre forme di specializzazione (l'artigianato) e in
contrapposizione con quel sapere diuso e senza potere
contrattuale che quello dei coltivatori diretti[5] .

3 IMPORTANZA DELLA SCRITTURA


maggioritario negli anni sessanta e di cui responsabile
soprattutto Ignace Jay Gelb (che non considerava i
geroglici maya come una scrittura vera e propria),
stato per lo pi abbandonato:
i geroglici maya sono ormai unanimemente considerati una scrittura a tutti gli eetti
conoscendo via via meglio la preistoria cinese si
tende ad escludere un collegamento con il Vicino
Oriente
in Egitto certi esempi di scrittura sembrano precedere quella mesopotamica[8]

insomma possibile che le scritture sumerica, egizia,


cinese e maya siano state tutte create in risposta a esigen2.2 Sistemi logograci, sillabici e alfabetici ze locali e senza che ci sia stata un'inuenza da parte di
sistemi di scrittura stranieri[9] .
Un'altra linea di sviluppo tradizionalmente articolata dagli storici quella che ordina in serie cronologica i sistemi
logograci (ad un segno corrisponde una parola), quelli sillabici (ad un segno corrisponde una sillaba) e quel- 3 Importanza della scrittura
li alfabetici (ad un segno corrisponde un suono).[6] Questa linea evolutiva va considerata con qualche distinzione: L'avvento della scrittura, secondo Jack Goody, ha permolti segni del sistema logograco egizio dei geroglici messo un addomesticamento del pensiero" tale da conpossedevano valenza fonetica[6] ; a tutt'oggi, forme di re- sentire processi quali l'astrazione, la formalizzazione, la
gistrazione logograca (come il sistema numerico) non logica, l'analisi, la classicazione, la sintesi e l'ipotesi (e
hanno certo perso importanza, mentre cinesi e giappone- quindi la formazione di nuove teorie).
si moderni resistono con forza ad adottare sistemi alfabetici, il che, piuttosto che far pensare al timore di rompere Rispetto a culture in cui l'oralit pi diusa della
con una antichissima tradizione, rinvia ad una costante scrittura, grazie a essa quindi possibile l'innovazione,
per tutte le civilt dotate di scrittura, e cio la forte inter- l'oggettivit e il distacco.
dipendenza fra scrittura, immaginario e forme della vita La scrittura ha portato anche a una perdita
materiale[6] .
dell'importanza della memoria, lo dimostra ad esempio
L'invenzione dell'alfabeto, in questa lettura, non risulta il fatto che per i cittadini dei Paesi Occidentali assai
pi una conseguenza scontata a partire dalle premesse lo- dicile ricordare i nomi degli avi, mentre nelle societ a
gograche e sillabiche, ma un'"emergenza, imprevedibile oralit diusa questa una forte necessit per dimostrare
e feconda, non a caso portata avanti da due popoli, Fenici il possesso di una propriet.
e Greci, concentrati sul protagonismo commerciale, sul- La lettura, rispetto alla trasmissione orale, un processo
la non territorialit, sul ruolo di interfaccia fra l'Oriente soggettivo che prevede una metabolizzazione privata, riasiatico e l'Occidente mediterraneo.[7]
essiva e libera delle conoscenze (libro come mediatore della conoscenza). Inoltre la scrittura pu permettere
di legare il pensiero concreto (legato all'esperienza), al
2.3 Primati
pensiero astratto.
Come accennato, la ricostruzione tradizionale
dell'origine della scrittura individuava la Mesopotamia
come fulcro iniziale[8] : l'invenzione della scrittura in quei
luoghi, a partire dai sistemi di identicazione (prima il
sigillo come strumento di convalida e garanzia, poi la
cretula, un blocco di argilla la cui rottura evidenziava
l'erazione della serratura di un magazzino o l'apertura
di un vaso[2] ) avrebbe poi sollecitato un simile sviluppo
nell'antico Egitto e, 1500 anni dopo, in modi meno
deniti, in Cina[8] , dove la scrittura era utilizzata come
strumento divinatorio[4] . Tale impianto interpretativo,

Si ritiene che l'avvento della scrittura abbia condotto


l'umanit non solo alla letteratura, alla poesia, al progresso ma anche a sentimenti come l'individualismo e
il nazionalismo. Una gura come l'artista individuale, il
poeta, impensabile in una societ a oralit diusa; mentre in una societ in cui presente la scrittura il plagio diviene un reato e ci che si scrive pu portare alla censura
e alla persecuzione.
Inne senza la scrittura le grandi religioni non avrebbero
avuto modo di esistere perch sarebbe stata impossibile
la presenza degli intoccabili testi sacri.

Sistemi di scrittura

Alcuni sistemi di scrittura

La scrittura avviene tramite l'uso di un codice, un sistema


di scrittura, che consiste di grafemi (segni graci che rappresentano delle unit linguistiche) e regole per combinarli. Tra le classicazioni dei sistemi di scrittura pi largamente condivise c' quella basata sull'unit linguistica
che viene rappresentata dai grafemi del sistema; si possono quindi individuare in linea di massima cinque tipi di
sistema:

In tutti questi casi si tratta dunque solo di supporti per


l'annotazione di certe informazioni, e non di espressioni
grache del linguaggio. Nell'accezione di scrittura quale
mezzo di registrazione storica, cio per la conservazione
di dati, questi sistemi non sono neanche accettabili tra le
scritture.

6 Tecniche moderne di annotazione

Come detto sopra, l'uso della scrittura fu il primo modo di comunicazione e, pi tardi, il mezzo principale per
la registrazione e la conservazione di dati. Oggi sono a
disposizione altre possibilit sia di comunicazione sia di
testimonianza storica: stenograa, dattilograa, registrazione su nastro magnetico o su supporto digitale certamente non costituiscono una vera e propria scrittura, ma
sistemi logograci: dove sono rappresentati la sostituiscono egregiamente.
morfemi e parole
Sebbene probabilmente anche i libri verranno sostituiti
da archivi elettronici, presumibilmente conterranno delle
sistemi sillabici e abugida: in cui sono rappresen- parti di testo. La notazione elettronica del testo si basa su
tate le sillabe
una codica dei caratteri, dove ogni carattere o segno di
interpunzione viene rappresentato da un codice numerico
abjad e alfabeti: nei quali i grafemi rappresentano univoco.
singoli foni o fonemi.
Le codiche storicamente pi usate sono ASCII e
EBCDIC, che sono per limitate nel numero dei caratteri rappresentabili. Per questo motivo stata sviluppata
5 Scritture non lineari
la codica Unicode, oggi usata dalla maggior parte dei
sistemi informativi, in grado di rappresentare decine di
Per denizione, sono non lineari le scritture per la cui an- migliaia di caratteri dierenti, potenzialmente tutti quelli
notazione non vengono usate delle linee scritte, ma oggi si esistenti in tutti gli alfabeti vivi o morti che siano.
tende a contestare questo concetto. Sono infatti inclusi in
questo gruppo anche vari codici e crittograe, dove solitamente i segni sono comunque normali lettere o numeri, 7 Filograa
ma con senso alterato.
Anche la scrittura Braille per non vedenti potrebbe venir inclusa tra i normali alfabeti, in quanto a ogni suono
corrisponde un apposito segno. Viene invece inclusa nelle scritture non lineari solo in quanto il sostrato (la carta)
non viene scritto ma perforato, per cui delle linee
non sono possibili.

La lograa (termine composto da philos e graphia: Propr. amore per la scrittura) lo studio e collezionismo
di tutte le tracce relative alla scrittura, dai caratteri sumeri alle lettere inviate nello spazio, dalle pergamene
medievali alla dematerializzazione della parola scritta nei
messaggi di posta elettronica e nel linguaggio degli SMS.

Analogamente nella scrittura Morse che pure potrebbe


rientrare nelle scritture alfabetiche, manca l'azione dello scrivere in quanto i segni vengono originati da una
pressione sul tasto apposito.

8 Note

Rientra nella categoria anche la comunicazione a mezzo


di bandiere usata perlopi in marina, la pi moderna tra
le scritture ideograche. Ma anche in questo caso viene a
mancare l'accezione di scrivere.
Quella che pi si avvicina alla denizione la scrittura
della musica. I segni delle note non si possono denire un
alfabeto o dei logogra, ma costituiscono un validissimo
mezzo di scrittura. Solo che sono usabili unicamente in
musica, non servono cio per annotare delle parole.

[1] Origini della scrittura, 2002, cit., p. VIII.


[2] Liverani, 2009, p. 128.
[3] Origini della scrittura, 2002, cit., p. IX.
[4] Harald Haarmann, Modelli di civilt a confronto nel
mondo antico: la diversit funzionale degli antichi sistemi di scrittura, , in Origini della scrittura, 2002, cit., p.
28-55.
[5] Liverani, 2009, p. 110.

12

[6] Origini della scrittura, 2002, cit., p. X.


[7] Origini della scrittura, 2002, cit., p. XI.
[8] Jerrold S. Cooper, Scrivere in cuneiforme: l'origine burocratica della scrittura in Babilonia, in Origini della
scrittura, 2002, cit., p. 69.
[9] Jerrold S. Cooper, Scrivere in cuneiforme: l'origine burocratica della scrittura in Babilonia, in Origini della
scrittura, 2002, cit., p. 70.

Bibliograa
AA.VV., Origini della scrittura: genealogie di
un'invenzione, a cura di Gianluca Bocchi e Mauro Ceruti, ed. Bruno Mondadori, 2002, ISBN
88-424-9381-3
Mario Liverani, Antico Oriente: storia, societ, economia, Roma-Bari, Laterza, 2009, ISBN
978-88-420-9041-0.
Jack Goody, L'addomesticamento del pensiero selvaggio, Milano, Franco Angeli, 1981 (ed. or.
1977)
Giulio Angioni, La scrittura, una fabrilit semiotica, in Fare, dire, sentire. L'identico e il diverso
nelle culture, il Maestrale, 2011, 149-169. ISBN
978-88-6429-020-1
Walter J. Ong, Oralit e scrittura. Le tecnologie della
parola, Bologna, il Mulino, 1986 (ed. or. 1982)
Giorgio Raimondo Cardona, Antropologia della
scrittura, Torino, Loescher, 1981
Marcel Cohen, L'criture, Parigi, Editions sociales,
1953

10

Voci correlate

Sistema di scrittura
Tavoletta cerata

11

Altri progetti

Wikiquote contiene citazioni di o su scrittura

Wikizionario contiene il lemma di dizionario


scrittura

Wikimedia Commons contiene immagini o


altri le su scrittura

COLLEGAMENTI ESTERNI

12 Collegamenti esterni
Scrittura, in Tesauro del Nuovo soggettario, BNCF,
marzo 2013.
I cinesi: i primi inventori al mondo della scrittura?,
versoriente.net.
MNAMON - Origini, materiali e tecniche delle
antiche scritture del Mediterraneo, lila.sns.it.
Forme mnemotecniche, elementi di proto-scrittura
e pittograe, da Shahr-i Sokhta online
Scheda sulle scritture mesopotamica ed egiziana su
pianetascuola.it

13
13.1

Fonti per testo e immagini; autori; licenze


Testo

Scrittura Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Scrittura?oldid=78346470 Contributori: Snowdog, Valhalla, Gac, Ary29, Madaki, Marcok,
M7, Hill, Ares, ZeroBot, Luisa, IvaTrieste, Square87, Dani4P, SunBot, CruccoBot, Senpai, Pegasovagante, Giorces, Dajo, Domenico De
Felice, Pequod76, Merlitti, PersOnLine, Microsoikos, Yuma, Ignisdelavega, Gwenaeth, Gacio, Escarbot, Ulisse0, .anaconda, Sirabder87,
Olando, JAnDbot, CommonsDelinker, MelancholieBot, Suturn, Cotton, LukeWiller, Avesan, Fog76, Permaurizio, Nikbot, Waglione, Titian1962, Phantomas, Pracchia-78, Mirko Tavosanis, Glauco92, Azrael555, Regainfo, Dr Zimbu, Bottuzzu, No2, Alqasar, Amilco, Skymen,
Turgon, MaEr, FixBot, SilvonenBot, Discanto, LinkFA-Bot, Luckas-bot, FrescoBot, Ptbotgourou, Lele giannoni, AttoBot, Xqbot, Euphydryas, Filos77, RibotBOT, Violatrento, RCantoroBot, SynConlanger, Treisijs, RedBot, Archiegoodwinit, Pullus In Fabula, Ripchip Bot,
Ostilio, Lucus, GrouchoBot, Nubifer, EmausBot, HRoestBot, Francescorussig, Eydor, Leveking, Aleksander Sestak, Taueres, Averaver,
Shivanarayana, ZimbuBot, Theridel, CocuBot, Movses-bot, MerlIwBot, AvocatoBot, Atarubot, Pil56-bot, Botcrux, AlessioBot, Addbot,
Folto82, Napoli1245 e Anonimo: 60

13.2

Immagini

File:AlphabetsScriptsWorld.png Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/d/de/AlphabetsScriptsWorld.png Licenza:


CC-BY-SA-3.0 Contributori: ? Artista originale: ?
File:Commons-logo.svg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/4/4a/Commons-logo.svg Licenza: Public domain Contributori: This version created by Pumbaa, using a proper partial circle and SVG geometry features. (Former versions used to be slightly
warped.) Artista originale: SVG version was created by User:Grunt and cleaned up by 3247, based on the earlier PNG version, created by
Reidab.
File:Exquisite-kfind.png Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f1/Exquisite-kfind.png Licenza: GPL Contributori:
www.kde-look.org Artista originale: Guppetto
File:Herkulaneischer_Meister_002b.jpg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/4/4f/Herkulaneischer_Meister_
002b.jpg Licenza: Public domain Contributori: Image:Puh213r1.jpg Artista originale: Herkulaneischer Meister
File:Nota_disambigua.svg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/b/bc/Nota_disambigua.svg Licenza: Public domain
Contributori: Trasferito da it.wikipedia su Commons. Artista originale: Krdan Ielalir di Wikipedia in italiano
File:Nuvola_apps_kmessedwords.png Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/9/9a/Nuvola_apps_kmessedwords.png
Licenza: LGPL Contributori: http://icon-king.com Artista originale: David Vignoni / ICON KING
File:Wikiquote-logo.svg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/fa/Wikiquote-logo.svg Licenza: Public domain
Contributori: Opera propria Artista originale: Rei-artur
File:Wiktionary_small.svg Fonte: https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/f/f9/Wiktionary_small.svg Licenza: CC BY-SA 3.0
Contributori: ? Artista originale: ?

13.3

Licenza dell'opera

Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0