Sei sulla pagina 1di 4

Corte di giustizia Ue: chi ha inquinato ad Augusta-Priolo, paghi | Ecquo http://magazine.quotidianonet.ilsole24ore.com/ecquo/ecquo/2010/03/0...

Sostenibilità sociale, economica e ambientale

Home
Agricoltura
Azioni
Clima
energia
Industria
Politiche
Link

Home » Redazione Ecquo » Industria, Inquinamento »

Corte di giustizia Ue: chi ha inquinato ad Augusta-Priolo, paghi


9 marzo 2010 0 commenti

La Corte europea di Giustizia, in una sentenza interpretativa emessa oggi a Lussemburgo, chiarisce che gli operatori del polo petrolchimico di
Augusta-Priolo-Melilli, in Sicilia, possono essere considerati responsabili dell’inquinamento dei suoli e della Rada di Augusta anche se non
hanno commesso illeciti; secondo la normativa Ue, affinché la responsabilità civile sia stabilita, è sufficiente che le autorità competenti dispongano di
“indizi plausibili” che consentono di presumere un nesso di casualità fra le attività degli operatori e l’inquinamento. “Indizi plausibili” secondo la Corte
sono, ad esempio, la vicinanza degli impianti alla zona inquinata e la corrispondenza tra le sostanze inquinanti ritrovate e i componenti impiegati dagli
operatori nelle loro attività. La Corte, inoltre, afferma che le autorità nazionali possono subordinare il diritto degli operatori ad utilizzare i terreni di loro
proprietà alla condizione che essi realizzino i lavori di riparazione ambientale imposti.

La decisione finale sulla vicenda spetta al Tribunale amministrativo regionale (Tar) della Sicilia, che dovrà seguire le indicazioni della Corte Ue. Il Tar
deve pronunciarsi su una serie di cause degli operatori del polo petrolchimico – Raffinerie Mediterranee (Erg) SpA, Polimeri Europa SpA, Syndial SpA
ed Eni SpA – contro le misure di risanamento imposte loro dalle autorità competenti, sia locali che nazionali, nel territorio di Priolo, che è stato
dichiarato “sito di interesse nazionale a fini di bonifica”. Gli operatori hanno impugnato, in particolare le decisioni amministrative che li obbligavano a
procedere alla riparazione del danno ambientale (soprattutto le misure di bonifica dei fondali della Rada di Augusta), e vietavano di usare i terreni di
loro proprietà prima dell’attuazione delle misure di risanamento. Il Tar aveva rinviato alla Corte di giustizia numerose questioni vertenti
sull’applicazione del principio “chi inquina paga”, iscritto nel Trattato Ue, e della direttiva comunitaria sul danno all’ambiente.

Il Tar dovrà verificare che le decisioni amministrative rispettino il contraddittorio con gli operatori e l’obbligo di motivazione da parte delle
amministrazioni. La Rada di Augusta, situata nel territorio di Priolo Gargallo è interessata da fenomeni ricorrenti di inquinamento ambientale, la cui
origine risale già agli anni `60, quando è stato realizzato il polo petrolchimico Augusta-Priolo-Melilli. Da allora, numerose imprese operanti nel settore
degli idrocarburi e della petrolchimica si sono installate e succedute in questo territorio.

Articoli simili pubblicati su Ecquo:


Navi dei veleni, forse un nuovo caso a Lamezia Terme
Il coordinamento dei sindaci antismog chiede un piano da 3 miliardi di euro
Legambiente: boom di inquinamento dagli impianti industriali
Conferenza ambiente e salute di Parma: scuole più inquinate delle strade

Articoli simili provenienti dalla rete:


Macerie all'Aquila, la Commissione Ue all'Italia: "Attenzione all'amianto"
Vada per 'The Cove', ma quando 'The Restaurant'?
Saranno verdi le Olimpiadi del 2020 a Roma o Venezia?
Toscana: sei delfini spiaggiati in sette giorni

1 of 4 13/03/2010 20.17
Corte di giustizia Ue: chi ha inquinato ad Augusta-Priolo, paghi | Ecquo http://magazine.quotidianonet.ilsole24ore.com/ecquo/ecquo/2010/03/0...

Login Your name here...

Share This Page

What's on your mind...

Add images Follow

Echo 0 Items Admin

Social Networking by

Sfoglia in anteprima un'anticipazione di State of the World 2010

Per gentile concessione di


Edizioni Ambiente

Editoriale
10 marzo 2010
La scuola insegna a essere inquinati

Si è molto dibattuto negli ultimi tempi sul peso specifico che deve avere l’educazione civica nei programmi scolastici. E in questo dibattito sono state
trascinate dentro anche altre materie (l’educazione …

Le idee di ecquo
12 marzo 2010

Le prime risposte alle vostre domande sull’energia

di Earth Hour

11 marzo 2010 1 commenti

Le uova non sono tutte uguali

di Maria Falvo

11 marzo 2010

Auto e moto ecocompatibili in mostra

di Franco Vivona

11 marzo 2010

2 of 4 13/03/2010 20.17
Corte di giustizia Ue: chi ha inquinato ad Augusta-Priolo, paghi | Ecquo http://magazine.quotidianonet.ilsole24ore.com/ecquo/ecquo/2010/03/0...

Sabato 27 marzo ore 20:30, “Ora della Terra” da record

di Earth Hour

Finanza etica
9 marzo 2010

Il “sistema” Banca Etica e Zoes a Fà la cosa giusta (12-14 marzo 2010)

di Fondazione Culturale Responsabilità Etica

I blogger di ecquo+ mostra tutti

RSS
Agricoltura a km 0

di Stefano Masini

Stefano Masini, ricercatore di Diritto Agrario, è responsabile dell'Area Ambiente e Territorio presso la Confederazione Nazionale Coldiretti.

RSS
L'utopia necessaria

di Andrea Masullo

Andrea Masullo è responsabile scientifico dell'Associazione Greenaccord e docente di Fondamenti di Sostenibilità Ambientale presso l'Università di
Camerino

RSS
Energia Mon Amour

di Earth Hour

Earth Hour – L'ora della Terra è l'evento globale promosso dal WWF per il 27 marzo 2010 alle ore 20.30

I widget di ecquo
Usa il nostro newsreader per avere le notizie di ecquo sul tuo sito

Ecquo su Facebook
ECQUO on Facebook
Become a Fan

ECQUO has 740 Fans

Luciano Riccardo Pietro Giulia WW F

Marco Ssusyy Silvia Arci Barbara

Tag
acqua Agricoltura Alimentazione ambiente animali aria armi artico aspo auto bio cambiamenti climatici casa centrali clima co2 consumi copenaghen crisi edf efficienza efficienza
energetica emissioni energia energie rinnovabili eolico europa fondi gas gas serra inquinamento Italia legambiente mare nucleare obama onu partiti petrolio picco processo ricerca rifiuti

rinnovabili risparmio risparmio-energetico solare sole sostenibile sostenibilità tav tempo terra territorio torio trasporti usa vento verde wwf
Le fonti di ecquo

3 of 4 13/03/2010 20.17
Corte di giustizia Ue: chi ha inquinato ad Augusta-Priolo, paghi | Ecquo http://magazine.quotidianonet.ilsole24ore.com/ecquo/ecquo/2010/03/0...

Acquisti Verdi
Agenzia Europea Ambiente
Altreconomia
Ambientenergia
Amici della Terra
ARPA notizie
ARPA Toscana
ASPO Italia
Blogeko
CNR Consiglio Nazionale delle Ricerche
Eco Alfabeta
Contattaci: redazione@ecquo.it
Pubblicità su EcquoFeed RssDiventa Fan di Ecquo su Ecquo sul tuo sito
Copyright © 2009 MONRIF NET S.r.l. P.Iva 12741650159, a company of MONRIF Group: Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il
Giorno

4 of 4 13/03/2010 20.17