Sei sulla pagina 1di 3

Logica matematica - lezione 1

Introduzione alla logica e relazioni dordine

Introduzione alla logica

La parola logica viene dal greco logos, che pu`o significare discorso. La logica nasce con la filosofia greca
aristotelica, e Aristotele diceva che la logica parte con il discorso di qualcosa di razionale, e come un tentativo
di classificare tutti i tipi corretti di ragionamento. Per questo motivo, la logica ha dei simboli molto formali,
che devono essere comprensibili a tutti.

Relazione su un insieme

Su un insieme A non vuoto, si definisce relazione su A, denotata con R, ogni sottoinsieme di AxA (prodotto
cartesiano). Se due elementi a e b appartengono allinsieme A, diciamo che a R b se e solo se la coppia (a,
b) appartiene a R.

Relazione dordine

Sia A un insieme non vuoto e sia R una relazione su A: R `e detta relazione dordine (o ordinamento) se
valgono queste tre propriet`
a:
1) propriet`
a riflessiva: ogni elemento `e in relazione con se stesso.
2) propriet`
a antisimmetrica: se a R b e b R a, allora a = b.
3) propriet`
a transitiva: se a R b e b R c, allora a R c.
Solitamente, la relazione dordine si indica col simbolo .

3.1

Esempio 1 (ordinamento secondo grandezza)

Sullinsieme dei numeri naturali, definiamo la seguente relazione:


x a y se e solo se esiste un numero naturale n tale che y = x + n.
Verifichiamo che si tratta di una relazione dordine:
1) propriet`
a riflessiva: x x? Si, perche x = x + n con n = 0.
2) propriet`
a antisimmetrica: se x y e y x, allora x = y?
Esprimiamo le due proposizioni:
xyy=x+n
yxx=y+h

Messe assieme si ottiene che y = x + n = y + n (?), pertanto h = n e x = y.


3) propriet`
a transitiva: se x y e y z, x z?
Esprimiamo le due proposizioni:
xyy=x+n
yzz=y+h
Messe assieme si ottiene che z = y + h = x + n + h

3.2

Esempio 2 (relazione di divisibilit`


a)

Sullinsieme dei numeri naturali, definiamo la seguente relazione:


x y se e solo se x / y (= se y `e multiplo di x).
Verifichiamo che si tratta di una relazione dordine:
1) propriet`
a riflessiva: x x? Si, perche ogni numero `e divisore di se stesso.
2) propriet`
a antisimmetrica: se x y e y x, allora x = y?
Esprimiamo le due proposizioni:
x y y = xh
y x x = yn
Messe assieme si ottiene che y = xh = ynh. Se e solo se n = h = 1, abbiamo dimostrato la propriet`
a
antisimmetrica.
3) propriet`
a transitiva: se x y e y z, x z?
Esprimiamo le due proposizioni:
x y y = xh
y z z = yn
Messe assieme si ottiene che z = yn = xhn. Il prodotto hn sta nellinsieme dei numeri naturali perche `e il
prodotto di due numeri naturali, pertanto `e dimostrato che x z.
Insieme delle parti Linsieme delle parti P(A) `e linsieme di tutti i sottoinsiemi di A, propri e impropri.
Dato un insieme A = {1, 2, 3}, P(A) = {, A, {1}, {2}, {3}, {1, 2}, {1, 3}, {2, 3}}.

3.3

Esempio 3 (relazione di inclusione)

Su un insieme delle parti P(A), definiamo questa relazione:


x y se e solo se x `e un sottoinsieme di y.
Verifichiamo che anche questa `e una relazione dordine:
1) propriet`
a riflessiva: x x? Si, perche ogni insieme `e sottoinsieme di se stesso.
2) propriet`
a antisimmetrica: se x y e y x, allora x = y? Esprimiamo le due proposizioni:
x y x `e sottoinsieme di y
y x y `e sottoinsieme di x
Messe assieme si ottiene che x = y. 3) propriet`
a transitiva: se x y e y z, x z?
Esercizio: verificare se la seguente relazione `e una relazione dordine. Sia T linsieme delle rette del piano.
Su T definiamo la seguente relazione: r R r se e solo se r // r oppure se r coincide con r
1) propriet`
a riflessiva: r R r r coincide con se stessa 2) propriet`
a antisimmetrica: r R r r R r
r = r ? No.
Poiche non `e dimostrata la propriet`
a antisimmetrica, la relazione non `e relazione dordine.
2

Insieme ordinato

Si definisce insieme ordinato ogni insieme non vuoto A su cui `e definita una relazione dordine. Un insieme
ordinato A sar`
a denotato con (A, ).

Elementi confrontabili

Sia (A, ) e siano x e y elementi di A. Diciamo che x e y sono confrontabili se si pu`o fare un confronto
mediante questa relazione dordine, ovvero se x y oppure y x.

Catena

Sia (A, ): A `e detto catena o insieme totalmente ordinato se qualunque elemento prendiamo di questo
insieme essi sono confrontabili.

6.1

Esempio 1

Dato (N, ) dove `e lordinamento secondo grandezza. Si dice che x y se e solo se y = x + n. (N, ) `e
una catena poiche dati due numeri naturali possiamo sempre stabilire quale dei due `e maggiore dellaltro.

6.2

Esempio 2

Nel caso della divisibilit`


a, possiamo dire che (N, ) `e un insieme ordinato ma non una catena, in quanto ci
sono coppie di elementi non confrontabili.

6.3

Esempio 3

Nel caso della relazione di inclusione, possiamo dire che nemmeno questo `e un caso di catena, perche dato
un insieme delle parti {, A, {1}, {2}, {3}, {1, 2},
{1, 3}, {2, 3}}, linsieme {1} e linsieme {1, 2} sono confrontabili, ma linsieme {3} e linsieme {1, 2} no.