Sei sulla pagina 1di 2

Introduzione

Un vulcano una struttura geologica complessa, che si genera all'interno della crosta terrestre per
la risalita di massa fusa (chiamata magma) formatasi al di sotto o all'interno della crosta terrestre.
Un vulcano formato da una struttura non visibile, interna alla crosta (comprendente camera
magmatica, condotti magmatici,...) e una struttura visibile formata dal rilievo vulcanico
(chiamato "edificio vulcanico" ).
Pi comunemente con il termine vulcano ci si riferisce solo alla parte esterna e visibile dell'apparato
vulcanico ossia proprio al rilievo, pi o meno conico, formato dall'accumulo di tutti quei materiali
liquidi, solidi o gassosi, che sono stati emessi dai crateri durante le varie fasi eruttive del vulcano
stesso.
Le masse di rocce che formano un vulcano vengono chiamate rocce ignee, poich derivano dal
raffreddamento di un magma risalito dall'interno della Terra. La forma e l'altezza di un vulcano
dipendono da vari fattori tra cui l'et del vulcano, il tipo di attivit eruttiva, la tipologia di magma
emesso e le caratteristiche della struttura vulcanica sottostante al rilievo vulcanico. In generale sono
vulcani tutte le discontinuit nella crosta terrestre attraverso le quali, con manifestazioni varie, si
fanno strada i prodotti dell'attivit magmatica endogena: polveri, gas, vapori e materiali fusi solidi
(vulcanismo). La fuoriuscita di materiale detta eruzione e i materiali eruttati
sono lava, cenere, lapilli, gas, scorie varie e vapore acqueo. Sulla superficie terrestre il 90% dei
vulcani sono sottomarini (in gran parte situati lungo le dorsali medio oceaniche) mentre circa 1500
sono quelli oggi attivi sulle terre emerse.

Domande

Come nasce un vulcano? E perch?


Si chiama vulcano una spaccatura sulla superficie terrestre dalla quale fuoriescono materiali
specifici, quali lava, cenere e lapilli. Il materiale emesso si accumula poi presso la
spaccatura stessa dando luogo a quella che poi la montagna vulcanica.
Per cause varie, ma soprattutto per le tensioni che esistono all'interno della crosta terrestre, si
creano zone in cui il materiale da cui la crosta costituita si trova ad una temperatura
superiore a quella di fusione, ma esso non si presenta propriamente allo stato fuso a causa
delle enormi pressioni a cui sottoposto.
Quando una frattura mette queste zone in comunicazione con l'esterno, si ha una repentina e
drammatica caduta di pressione per cui il materiale passa allo stato fuso e i gas e i vapori che
si liberano trascinano lungo la frattura il magma ormai diventato lava e inizia il periodo
eruttivo.
Con il procedere della effusione la pressione dei gas diminuisce fino a che non riuscir pi a
trascinare la massa fusa e l'eruzione si arresta.
Questo fino a quando la pressione risalir provocando una successiva eruzione.

Cosa sono i laghi vulcanici? Come si formano?


I laghi vulcanici si originano quando forme vulcaniche negative come crateri di vulcani sia
spenti che quiescenti o caldere generate in vario modo dall'attivit vulcanica vengono
parzialmente o completamente riempite dalle acque meteoriche o sorgive. La presenza di un
lago all'interno del cratere di un vulcano non estinto ne aumenta notevolmente il rischio
vulcanico associato, inteso come potenziale distruttivo del vulcano. La ripresa della attivit
vulcanica pu innescare infatti sia colate di fango calde, che scendono ad alta velocit lungo
i fianchi del vulcano con effetti catastrofici, che iniziali fenomenologie esplosive di tipo
idromagmatico, anche molto intense, per interazione violenta acqua - magma e conseguente
brusca frammentazione del magma anche quando questo povero di componenti volatili
primari.

Da cos' composto il manga?


Il magma una miscela costituita da roccia fusa, in quantit variabile, ossidi
di silicio, alluminio, ferro, calcio, magnesio, potassio, sodio e titanio; minerali, e da gas
disciolti, soprattutto acqua, ma anche anidride carbonica, acido fluoridrico, acido
cloridrico, idrogeno solforato, che sono molto pericolosi. La sua temperatura molto
elevata, compresa tra gli 800 e i 1200 C. Quando il magma ha perso la maggior parte del
suo contenuto originario in gas, non pu pi eruttare in modo esplosivo, viene detto lava.