Sei sulla pagina 1di 9

Ugo Rossi

Societ

Le motivazioni
della sentenza
della Cassazione

Stasera appuntamento
allhospice
per il cibo

A pagina quattro

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sette

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 25 luglio 2015 Anno XXVIIi N. 173 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Cronaca. Un avviso di conclusione indagine per sedici persone

Pronunciamento del Cga

Truffa e falso: nuova bufera Caso Open Land


Tutti in attesa
per la Fondazione Inda
della sentenza
Tutto ruota attorno a contributi Ue per 2 milioni di euro
La Guardia di Finanza di

osservatorio

Completato
lostello della
Giovent

di Salvatore Maiorca

Quando si dice una notizia

buona e unaltra cattiva. La


buona che sono state completate due opere pubbliche
della provincia: lostello
della giovent, che sorge fra
il castello Eurialo e Belvedere, e il cavalcaferrovia di
Rosolini. La notizia cattiva
invece che lostello, pur
completato ormai, almeno
per la principale parte strutturale, non ha un gestore. E
non c nemmeno un bando
per la gestione. N qualcuno pensa a emanare questo
bando.

Si stava arrampicando
alla parete di uno stabile
forse con lintento di penetrare allinterno.

A pagina dodici

A pagina cinque

cronaca

Si ferisce
cadendo
dal muro

politica

Approvati
tre atti
dindirizzo

Il Consiglio comunale, su

proposta del consigliere


Salvo Sorbello, ha ricordato con un minuto.
A pagina cinque

roberto fai

Siracusa ha completato da
poche ore la notifica del
provvedimento di conclusione delle indagini preliminari e informazione
di garanzia nei confronti
di 16 soggetti: funzionari
dellInda, Regione Sicilia
- Assessorato al turismo
e un revisore contabile.
Lattivit investigativa,
coordinata dal Procuratore Capo della Repubblica
di Siracusa.

Se il quadro investigativo

che sta emergendo in queste settimane attorno alla


gestione dellInda dovesse
essere confermato anche
nelle aule giudiziarie, siamo
di fronte a un caso grave.

Sono tre i punti della perizia del Consulente tecnico dufficio (CTU), sui quali il relatore del collegio del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana
(CGA) ha espresso dubbi sostanziali di fondo.

A pagina tre

A pagina tre

A pagina due

Occorre
maggiore
rigore

Lannegamento? Un errore
di valutazione dei migranti
Acquisendo a verbale le testimonianze
degli ottantotto superstiti del naufragio
avvenuto mercoled
scorso nelle acque
antistanti le coste.
A pagina quattro

Cronaca di Siracusa 2
rosolini

Cavalca
ferrovia
Luned
si apre

Sicilia 25 luglio 2015, sabato

Luned

prossimo alle 9,30 sar


inaugurato dal Commissario straordinario della Provincia regionale
di Siracusa, oggi Libero Consorzio
Comunale, dott. Giovanni Corso il
cavalcaferrovia a servizio della strada provinciale Rosolini-Pachino.
Si tratta di unopera attesa da tempo
al cui completamento lEnte di via

25 luglio 2015, sabato

Roma ha lavorato con grande impegno per riqualificare una zona attraversata quotidianamente da tantissima gente. Uscendo dalla autostrada
Siracusa-Gela, attraverso lultimo
svincolo possibile, quello di Rosolini, permette di immettersi rapidamente sulla SS 115 che conduce in
provincia di Ragusa, scavalcando la

ferrovia ed evitando lingorgo che


si crea del passaggio a livello.
Il Cavalcaferrovia (sar consegnato
al territorio prima della data prevista. Il completamento dei lavori
era infatti previsto per il 29 agosto.
Lopera costata complessivi cinque milioni e mezzo di euro. Cinque milioni spesi.

Nota congiunta del settore pensionati

nella sede dellorgano di giustizia amministrativa durante


la quale il consulente
tecnico unico, dottore commercialista
Salvatore Pace, stato chiamato a spiegare i tanti aspetti della
consulenza tecnica
dufficio al centro di
pesanti e circostanziate obiezioni dei
difensori dei consulenti tecnici del Co-

mune di Siracusa e
del Comitato regionale siciliano di Legambiente. Il CGA
ha anticipato che
nei prossimi giorni
emetter
unordinanza dove saranno
esplicitati i nuovi
criteri per la stima
dei costi per la quantificazione del risarcimento danni da
riconoscere allOpen
Land per il ritardato

La Guardia di Finanza di

Il centro commerciale Open Land.

rilascio della concessione edilizia per


la realizzazione del
centro commerciale
in viale Epipoli.
I punti sui quali il
CGA ha chiamato il
consulente tecnico
unico a precisare le
fonti ed i documenti
che dimostrerebbero i danni realmente
subiti da Open Land
riguardano in particolare - afferma

lavvocato Corrado
Giulano, consulente
del comitato regionale di Legambiente
- il presunto e non
ancora provato pagamento di una penale
contrattuale di 4 milioni di euro; la presunta perdita di un
leasing che avrebbe
obbligato la societ
a contrarre un mutuo
(danno stimato in 6
milioni e 800 mila

Il sindaco Garozzo
I detrattori e tifosi
dellOpen Land delusi

di gioved scorso a Palermo presso il Consiglio


di giustizia amministrativa, registriamo la dichiarazione del
sindaco Giancarlo Garozzo: I
detrattori
dell'amministrazione
ed i tifosi della Open Land sono
rimasti delusi per la seconda volta in meno di 40 giorni. Era stato preannunciato un esito nefasto
per il Comune gi per l'udienza
del mese di giugno e non solo non
stato nominato nessun commissario, non stata statuita alcuna
condanna, anzi l'udienza stata rinviata per sentire le parti e
chiedere chiarimenti al consulente tecnico unico. Per l'udienza di

alla gestione dellInda dovesse essere confermato anche nelle aule giudiziarie,
siamo certamente di fronte a un caso di una gravit inaudita. A parlare il
professore Roberto Fai, membro del collegio siciliano di Filosofia, tra gli
uomini di cultura pi influenti della provincia, il quale non fa sconto alcuno
e sulle vicende giudiziarie della Fondazione Inda chiede il massimo del

rigore. Ovviamente siamo in una prima fase delle indagini per tutti i filoni
dinchiesta aperti attorno allInda dice Fai e bisogna davvero camminare
in punta di piedi e con il massimo rispetto per loperato della magistratura
e per la presunzione dinnocenza delle persone coinvolte. Per, se queste
accuse, per certi versi anche pesanti perch si parla di truffa, di corruzione,
addirittura di una gestione familistica dellistituto nazionale del dramma
antico, dovessero trovare riscontro, io credo che la presidenza della Fondazione debba assumere una posizione di massimo rigore, che la gravit della
situazione impone. Non fossaltro per il fatto che nelle inchieste giudiziarie
figurano persone che ricoprono un ruolo importante allinterno dellInda.

Truffa e falso ideologico


Nuova tegola sullInda

A proposito delludienza al cga

Sulludienza

Se il quadro investigativo che sta emergendo in queste settimane attorno

Cronaca di Siracusa

la procura ha chiuso un altro filone dindagine sulla fondazione

Open Land
Una vicenda
tutta ancora
da decifrare

Sono tre i punti della perizia del Consulente tecnico dufficio (CTU), sui quali
il relatore del collegio del Consiglio di
Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (CGA)
ha espresso dubbi
sostanziali di fondo.
Dubbi che non sono
stati chiariti nel corso
delludienza che si
svolta ieri a Palermo

Roberto Fai: Se accuse


confermate, serve rigore

Sicilia 3

ieri erano stati manifestati gli stessi


auspici ed invece un fatto certo,
ovvero che la relazione del C.T.U.
deve essere rivista. Evidentemente i
rilievi del difensore del Comune circa la bont della relazione e relativa
quantificazione dei danni non sono
infondati come sostenuto dagli avversari dell'amministrazione. Questi
sono fatti e non ricostruzioni fantasiose alle quali stiamo assistendo da
ieri. Lamministrazione continuer a
difendere con ogni strumento di legge le proprie ragioni e gli interessi
della collettivit. Se ne facciano una
ragione.
Non condivido il linguaggio sportivo in una vicenda molto seria per la

quale occorre maggiore rigore e che


avr riflessi molto pi importanti,
replica lavvocato Mario Fiaccavento, che sostiene la difesa dellOpen
Land in questa vicenda. Per la difesa
dellOpen Land, invece il consulente stato esaustivo e chiaro nel
motivare la perizia. La causa in riserva di decisione e ogni lettura al
momento del tutto soggettiva. Noi
ci aspettiamo la nomina di un commissario anche perch i giudici non
hanno disposto alcun supplemento
di perizia, quanto solo il completamento della perizia con lacquisizione delloriginale di alcuni documenti.
R.L.

euro); il presunto aumento dei costi per la


realizzazione dellintervento (danno stimato in 5 milioni e
700 mila euro).
Gli avvocati Nicola
DAlessandro,
legale del Comune di
Siracusa,
Corrado
V. Giuliano e Nicola Giudice, legali di
Legambiente, hanno
insistito sul fatto che
non risultano adeguatamente motivati
e documentati nemmeno i costi sostenuti dalla societ per
incarichi professionali di riprogettazione o adeguamento
del progetto iniziale
divenuti necessari a
seguito del tardivo
rilascio della concessione e i danni
subiti per la presunta
perdita dei canoni di
locazione che Open
Land avrebbe potuto
percepire dagli operatori commerciali.
Alludienza del CGA
hanno partecipato oltre ai legali di parte
anche i consulenti
tecnici Ernesto DAgata per il Comune di
Siracusa, Francesco
Licini e Giuseppe
Ansaldi per Legambiente, e Giuseppe
Cirasa per la societ
Open Land.
R.L.

Siracusa ha completato da
poche ore la notifica del
provvedimento di conclusione delle indagini
preliminari e informazione
di garanzia nei confronti
di 16 soggetti: funzionari
dellInda, Regione Sicilia
Assessorato al turismo e
un revisore contabile.
Lattivit investigativa,
coordinata dal Procuratore
Capo della Repubblica di
Siracusa Dott. Francesco
Paolo Giordano e diretta dal
Sostituto Procuratore Dott.
ssa Magda Guarnaccia,
stata eseguita dai militari
del Nucleo di Polizia Tributaria di Siracusa.
Si tratta di una complessa
ed articolata attivit dindagine a tutela del bilancio
dellUnione Europa, scaturita da una segnalazione
da parte dellAssessorato
Regionale al Turismo,
in relazione a contributi comunitari relativi al
Programma Operativo del
Fondo Europeo di Sviluppo
Regionale concessi per gli
anni 2009 e 2010.
Le indagini hanno permesso di rilevare una serie di
intrecci tra funzionari della
fondazione dellIstituto
Nazionale del Dramma Antico e dirigenti e funzionari
della Regione siciliana i
quali, non facendo osservare tutte le prescrizioni
richieste dal bando di
partecipazione al finanziamento, consentivano alla
Fondazione di percepire
indebitamente contributi
comunitari per un totale
di oltre 2 milioni di euro,
concessi per le rappresentazioni classiche messe in
scena nel Teatro Greco di
Siracusa negli anni 2009
e 2010.
Lattivit investigativa
ha consentito di scoprire

Fernando Balestra e Roberto Visentin.

unarticolata e complessa
truffa aggravata, perpetrata, anche per mezzo di
falsit in atti, in concorso
tra i vertici pro- tempore
della fondazione e due
funzionari tuttora in carica
presso lInda, un revisore
contabile e dieci dirigenti
e funzionari della Regione

Siciliana, allepoca dei


fatti in servizio presso
lAssessorato Regionale al
Turismo. Al termine delle
indagini, il Nucleo PT ha
trasmesso allA.G. comunicazioni di notizie di reato,
con le quali sono state complessivamente denunciate
sedici persone tra dirigenti

e funzionari dellInda e
funzionari e dirigenti della
Regione Siciliana, per i
reati di truffa aggravata e
falso ideologico.
Reparti delle Fiamme Gialle di Siracusa, Palermo e
Roma hanno provveduto
alla notifica del provvedimento di conclusione

Altre due sono state portate a conclusione

Terzo filone dindagine


nel mirino dei magistrati
Quello approdato alla conclusione delle

indagini, con lemissione di un avviso di


conclusione indagini a carico di sedici persone, a vario titolo accusate di truffa e falso ideologico, il terzo troncone dinchiesta giudiziaria che coinvolge direttamente
dirigenti e funzionari passati e presenti
dellistituto nazionale del dramma antico
di Siracusa. Una vicenda che, purtroppo, non isolata visto che di il 17 luglio
scorso altri sette avvisi di conclusione indagine erano stati notificati dalle fiamme
gialle sul filone legato alle somme spese
per servizi di pubblicit e anche allaffidamento degli stessi servizi. Dallinchiesta
della magistratura siracusana emerso,
tra le altre cose, che i contratti sarebbero

stati conclusi attraverso licitazioni private


a favore di societ riconducibili a parenti
quando non coniugi di funzionari dellIstituto nazionale del dramma antico.
Andando a ritroso nel tempo, alla fine
del mese di aprile scorso, la Procura di
Siracusa ha indagato otto persone, alle
quali vengono attribuite numerose ipotesi di delitti fiscali che sarebbero il frutto
di una indagine svolta dagli uomini della
Guardia di Finanza di Siracusa. Poi c
quella relativa allipotesi di reato di dichiarazione fraudolenta mediante uso di
fatture o altri documenti per operazioni
inesistenti, che coinvolge ancora ex e attuali funzionari dellistituto del dramma
antico.

indagine e informazione di
garanzia nei confronti dei
dirigenti e funzionari.
I soggetti coinvolti nellinchiesta Inda sono: Roberto
Visentin (presidente protempore della Fondazione,
nonch ex sindaco della
citt di Siracusa), Enza
Signorelli (consigliere delegato pro-tempore della
Fondazione), Fernando
Balestra (Sovrintendente
pro- tempore della Fondazione), Vanessa Mascitelli
(responsabile organizzativo
della Fondazione), Corradina Riccioli (responsabile
amministrativo della Fondazione); Silvia Lombardo
(revisore contabile). Per
la Regione Sicilia sono:
Dorotea Maria Piazza, Elio
Carreca, Giacomo Curr,
Sonia Navarra, Tiziana
Caccamo, Sergio Scaffidi,
Marco Salerno, Margherita
Modica, Carmen Cusm,
Maria Concetta Glorioso.
Loperazione attesta l'attenzione delle Fiamme Gialle
non solo volta a tutelare le
Entrate dello Stato, ma anche a prevenire e reprimere
le truffe nellambito dei
finanziamenti erogati dalla
Comunit Europea.
Con questultima, salgono
a tre le inchieste giudiziarie
recenti attorno alla gestione
dellistituto nazionale del
dramma antico di Siracusa,
giunte al capolinea delle
indagini.
I riflettori della magistratura
sono puntati gi da diverso
tempo sulla Fondazione
di corso Matteotti, non
fossaltro per le denunce,
gli esposti di persone note
o di anonimi ma anche per
atti parlamentari che hanno
insinuato ipotesi di illeciti
penali che sarebbero stati
consumati fino allanno
2012.
G.B.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 25 luglio 2015, sabato

depositate le motivazioni della vicenda del procuratore rossi

Ecco perch
la Cassazione
ha respinto
il ricorso
La

Corte di Cassazione ha
depositato ieri le motivazioni
della sentenza con la quale il
10 marzo scorso, ha rigettato il
ricorso presentato dallex procuratore capo della Repubblica
di Siracusa, Ugo Rossi avverso
la decisione dellallora ministro
della Giustizia, di disporre il trasferimento di Rossi alla Procura
di Enna con la carica di sostituto
procuratore.
Rossi, come si ricorder, era
stato rinviato al giudizio della
sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura
per rispondere di diversi illeciti
disciplinari. In particolare, per
avere mancato ai propri doveri di correttezza e imparzialit

I giudici hanno ritenuto non accoglibile


limpugnativa dellex procuratore di Siracusa
omettendo di astenersi in due
procedimenti penali, nonostante
tali procedimenti coinvolgessero anche Salvatore Torrisi, suo
affine di primo grado. Laltro
illecito contestato era riferito al
fatto che in violazione dei doveri di imparzialit, diligenza e
correttezza (...) avesse imposto
il vincolo di congruit sul decreto di liquidazione della somma
di 11 mila 650 euro in favore del
figlio della sua attuale moglie,
Salvatore Torrisi, quale compenso per lattivit di consulente tecnico; nel procedimento

penale per unindagine a carico


della moglie dellavvocato Piero Amara, e nel procedimento
penale in cui aveva apposto il
suo visto sulla richiesta di misura cautelare nei confronti di
Nicola Bono e altri per reati
commessi ai danni della societ
Sai 8, sebbene fosse informato
dai sostituti assegnatari del fascicolo del fatto che dal contenuto delle conversazioni degli
indagati sottoposte a intercettazione era emerso che lingegnere Torrisi, figlio dellattuale
sua moglie, era stato nominato

direttore generale gestioni e che


tale nomina era stata oggetto di
commenti preoccupati. Questi
e altri illeciti sono stati contestati al procuratore Rossi. Questi
ha impugnato il provvedimento
sulla base di cinque motivi: il
primo, relativo al mancato rinvio delludienza per legittimo
impedimento, atteso che Rossi
invio di un certificato medico
che ebbe parere contrario del
relatore, stato rigettato dalla
Cassazione perch il motivo era
infondato; il secondo stato rigettato perch lautonomia di
valutazione traspaia dal contesto della motivazione della sentenza impugnata; il terzo motivo con il quale Rossi ha criticato
la sentenza per avere aderito
allorientamento; con il quarto
motivo, la violazione allobbligo di astensione; la quinta attiene alla rimozione e al demansionamento. Anche questo punto
del ricorso stato rigettato dalla
Corte Suprema perch sono state poste in essere dal ricorrrente
nellesercizio della sua qualit
di Procuratore della Repubblica
e hanno riguardato procedimenti che coinvolgevano, come gi
evidenziato, interessi personali
o familiari, rispetto ai quali ilo
mutamento di sede e di funzioni non irragionevolmente stato
ritenuto necessario.
R.L.

Il

Consiglio comunale,
su proposta del consigliere Salvo Sorbello, ha
ricordato con un minuto
di raccoglimento Roberto
Mazza, gi presidente di
Confcommercio. Mazza - ha detto Sorbello - ha
sempre creduto nella necessit di dialogare con le
Istituzioni per fare valere
le giuste ragioni dei commercianti,
consapevole
che un corretto ed armonico sviluppo economico
non pu che essere basato
anche sul terziario. Sotto
la sua presidenza abbiamo
realizzato iniziative importanti come i primi bus
navetta gratuiti in Ortigia
ed i traghettamenti per
contrada Isola.
Il Consiglio ha approvato e
resa immediatamente esecutiva la delibera che conferma, anche per il 2015,
gli obiettivi ed i contenuti
del Piano di miglioramento dellefficienza dei
servizi di Polizia municipale, presentata allaula
dallassessore
Antonio
Grasso. Previsto dalla
Legge Regionale 17/90, il
Piano promuove la crescita professionale degli
addetti al servizio della
Polizia Municipale, stante
le funzioni, la poliedricit
e la peculiarit dei compiti

Approvati
tre atti
dindirizzo

In foto, seduta del Consiglio comunale.

affidati loro dalle leggi vigenti, nella qualit di Pubblici ufficiali, di Ufficiali
ed Agenti di Polizia giudiziaria, nonch di Agenti di
Pubblica sicurezza. Nella
delibera si fa riferimento,

In foto, Il procuratore Giordano.

attendibile di quanto successo due giorni fa nelle acque


libiche, realizzata anche con
il contributo.
Le persone sarebbero finite
in mare durante le operazio-

ni di soccorso, quando il gommone aveva gi cominciato a


imbarcare acqua afferma il
procuratore capo Francesco
Paolo Giordano - probabilmente non stata calcolata

bene la distanza con la nave


mercantile che li ha recuperati. Il procuratore ha confermato l'apertura di un'inchiesta
ma al momento si escludono
responsabilit da parte di terzi;
stiamo comunque approfondendo.
Il Gruppo interforze di contrasto all'immigrazione clandestina presso la Procura di
Siracusa ha posto in stato di
fermo tre presunti scafisti
nell'ambito dello sbarco di 283
profughi dalla nave militare
tedesca
Schleswig-Holstein
avvenuto ad Augusta. Dagli
interrogatori dei superstiti spiega Giordano - abbiamo potuto ricostruire la vicenda per
capire se ci sono altri profili e
poi agiremo di conseguenza".
Il lavoro degli investigatori
continua per accertare la dinamica e gi sono stati individuati gli scafisti degli altri due
gommoni.
R.L.

tra le altre attivit svolte


dalla Polizia municipale,
alla Partecipazione nella realizzazione del Piano
Comunale di Protezione Civile, allaccresciuta
vigilanza sul territorio e

allo svolgimento di attivit derivanti dalle nuove e


maggiori competenze demandate ai Comuni; sono
stati approvati i tre atti di
indirizzo allordine del
giorno. Il primo, avente ad
oggetto i Criteri di esecuzione dei lavori su strade e
spazi comunali, illustrato in aula dal consigliere
Palestro, nasce come Ristoro per il deterioramente
della propriet ed il disagio causato alla gestione
della rete viaria. Per il
consigliere Cetty Vinci
si tratta di un Ulteriore
costo che si ribalta sulla
collettivit, mentre Salvatore Castagnino ne ha
chiesto il rinvio nella varie Commissioni per Esaminarne tutti gli aspetti
soprattutto da un punto di
vista economico per evita-

re di inserire somme sbagliate in bilancio. Latto


di indirizzo, rispetto alla
sua formulazione iniziale,
stato poi sostituito da un
altro, illustrato dal consigliere Francesco Pappalardo che stato approvato dallaula. Latto invita
lAmministrazione a modificare lart. 3 del vigente
Regolamento in materia,
nella parte relativa allautorizzazione Inserendo la
previsione di una tabella
di calcolo del contributo
previsto per lo scavo che
contempli il principio della differenziazione contributiva, in relazione alla
tipologia stradale.
La discussione sullatto
di indirizzo ha dato spunto al consigliere Gaetano
Firenze per denunciare le
modalit di esecuzione di
lavori di scavo e ripristino
del sedime stradale in via
Puglia, Strada non ancora oggetto di collaudo amministrativo del Comune
con tutte le conseguenze
che possono derivarne.
Il Consiglio ha poi discusso latto di indirizzo,
a firma Fabio Rodante e
Massimo Milazzo, che
impegna lAmministrazione a dotare Siracusa di
segnali turistici in legno.
R.L.

denunciato un siracusano per tentato furto

Tenta di arrampicarsi al muro


del palazzo: cade e si ferisce

Un errore di valutazione alla base


dellannegamento di 30 immigrati
a verbale le
testimonianze degli ottantotto superstiti del naufragio
avvenuto mercoled scorso
nelle acque antistanti le coste libiche, si apprendono
ulteriori dettagli rispetto alle
drammatiche fasi dellaffondamento del gommone e
dellannegamento di almeno
una trentina di migranti, che
vi si trovavano a bordo, molti
dei quali avevano cercato la
salvezza gettandosi in mare.
Secondo quanto accertato
dagli investigatori, e le testimonianze raccolte dagli
operatori delle associazioni
umanitarie non avrebbero
calcolato bene la distanza fra
il gommone e la nave mercantile e si sarebbero gettati
in acqua, annegando mentre
cercavano di raggiungere il
mercantile che si stava avvicinando per trarre in salvo
i naufraghi. Sembra essere
questa la ricostruzione pi

Cronaca di Siracusa

politica. approvati dal consiglio comunale

decisiva la testimonianza dei numerosi superstiti del naufragio

Acquisendo

Sicilia 5

25 luglio 2015, sabato

Un mezzo della Polizia.

Si stava arrampicando alla parete di uno


stabile forse con lintento di penetrare
allinterno di unabitazione. E per mancata la presa ed precipitato al suolo, ferendosi.
Questo lepilogo dellazione di un siracusano A.V. di 34 anni, il quale stato denunciato a piede libero per il reato
di tentato furto dai poliziotti delle unit
Volanti della Questura del capoluogo, intervenuti sul posto a seguito della segna-

accaduto a priolo

continui maltrattamenti ai quali il marito


avrebbe costretto la moglie, sono costati
alluomo una denuncia a piede libero. La
denuncia stata sporta dalla vittima e notificata dai poliziotti del commissariato di
Priolo Gargallo nei confronti di un uomo
di 50 anni.
Lindagato accusato di maltrattamenti in
famiglia e minacce aggravate nei confronti
della moglie. Tali atteggiamenti violenti
delluomo avevano causato, inoltre, la
separazione dei due coniugi.
Nellambito dei controlli, intanto, i poliziotti insieme con gli agenti del Reparto
Prevenzione Crimine di Catania hanno
setacciato diverse zone di Priolo. Con-

Maltrattava
lex moglie
Denunciato
trollate 54 persone prevalentemente con
precedenti di polizia, 3 persone sottoposte
agli arresti domiciliari e sono state elevate 2
sanzioni al Codice della Strada. Infine sono
state effettuate, altres, due perquisizioni in

lazione di alcuni inquilini. Secondo quanto


ricostruito dagli investigatori, luomo, gi
noto agli ambienti giudiziari per precedenti di poco conto, si sarebbe arrampicato al
muro esterno per raggiungere un appartamento sito al primo piano, precipitato nel
terrazzino di unaltra propriet fratturandosi alcune vertebre. Ci non gli ha evitato
la denuncia a piede libero e dovr adesso
difendersi dallaccusa di tentato furto non
prima di essere guarito.
abitazione. Controlli a tappeto da parte
dei poliziotti nel territorio di Avola con
particolare riferimento ai luoghi maggiormente frequentati da giovani ma anche da
persone sottoposte a misure alternative.
Nella serata di ieri, gli agenti del locale
Commissariato di pubblica sicurezza di
Avola, insieme ai colleghi del Reparto
Prevenzione Crimine di Catania, hanno
controllato complessivamente 94 persone,
un esercizio pubblico.
I poliziotti Hanno anche eseguito due
perquisizioni domiciliarri e controllato
dieci persone sottoposte ad obblighi e a
misure restrittive di vario genere.
R.L.

cronaca di siracusa 6

Sicilia 25 luglio 2015, sabato

25 luglio 2015, sabato

inaugurata la Mostra-Museo "Cassibile Memorie ed Immagini

sario dellArmistizio di
Cassibile: 3 Settembre
1943, il generale Giuseppe Castellano (per
conto del maresciallo
Pietro Badoglio), il colonnello Bedell Smith
(in rappresentanza del
generale Dwight D. Eisenhower), sotto lattenta
sorveglianza dellallora
funzionario del Ministero degli Esteri, Franco
Montanari, firmarono
laccordo che segn le
sorti del Secondo Conflitto Mondiale.
Cassibile, 72 anni dopo,
ricorda, riapre la mostramuseo "Cassibile Memorie ed Immagini.

Linaugurazione si
svolta ieri sera, presso
lIstituto comprensivo
Falcone e Borsellino di
via Nazionale a Cassibile.
Levento curato dall'Associazione storico-culturale "Kakiparis" di
Cassibile presieduta da
Franco Imprescia, coadiuvata dallassociazione Lamba Doria di
Alberto Moscuzza e la
direzione scientifica del
Prof. Nunzio Lauretta
della Societ Ipparina di
Storia Patria di Comiso.
Il taglio del nastro
questanno sar effettuato dalla storica e docente
di fama internazionale
ELENA AGA ROSSI,

che ci onorer della autorevolissima presenza.


La mostra dedicata a Massimo Palmieri, presidente
onorario e socio fondatore della Kakiparis, per
il 72 potr essere visitata
tutti i giorni dalle 20 alle
23 . Rester chiusa solo
il luned tutto il giorno e
il 15 agosto. Lingresso
come sempre gratuito.
Presente anche questanno La simpaticissima
Mascotte , disegnata
da Giancarlo Bello. La
stessa riprodotta a misura duomo sar esposta
allingresso della mostra
e permetter a tutti i visitatori di avere una foto
ricordo dellevento.

Residuati bellici, divise


militari depoca, riproduzioni in cartapesta del
momento della firma
dellArmistizio, foto,
documenti inediti, prime
pagine dei giornali di allora, video, gadget, libri, degustazioni culinarie come
i biscotti dellArmistizio
e marmellate saranno
messe a disposizione
nelle aule della scuola di
Cassibile per tutti colori
che la visiteranno.
All'inaugurazione della mostra hanno preso
parte autorit cittadine
tra queste il presidente
della Circoscrizione Cassibile, Paolo Romano,
lassessore alla cultura

Francesco Italia, il presidente dellassociazione


Lamba Doria, Alberto
Moscuzza, il presidente
della Kakiparis, Franco
Imprescia, ed una rappresentanza della famiglia Sinatra proprietari
di Villa Fortezza luogo
dove fu firmato larmistizio; inoltre con i vari
soci dellassociazione
Kakiparis e Lamba Doria, nonche varie autorit
civili e militari. Presenti
le associazioni combattentistiche civili, militari
e religiosi. Il parroco di
Cassibile, don Salvatore
Arnone, ha reso la benedizione allapertura della
mostra.

raccontando anche il dietro le quinte dello spettacolo, i momenti delle prove

In onda questa sera Medea di Seneca al Colosseo


In prima serata su Rai5 questa sera

propone uno speciale sulla Medea di


Seneca, lo spettacolo teatrale diretto da Paolo Magelli, rappresentato
sull'arena del Colosseo la scorsa settimana, in tre esclusive repliche.
Promosso dalla Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e lArea archeologica di Roma, in collaborazione con
Rai5 per le riprese video, lo spettacolo stato organizzato da Electa con la produzione artistica della
Fondazione Inda.
Il mezzo televisivo consente adesso di condividere con un pi largo pubblico lo straordinario effetto
scenografico dellAnfiteatro Flavio,

In foto, lallestimento al Colosseo.

Si rinnova la manifestazione nella vicina cittadina

Al via a Cassibile
la Notte bianca
e una podistica

Fervono i preparativi per la notte bianca


che si terr a Cassibile alle ore 20,30 del
25 Luglio 2015 fino alle due del mattino
successivo. Il presidente ha firmato l'ordinanza di divieto di sosta con rimozione coatta ambo i lati, in Via Nazionale, nel tratto

interposto tra Via Re Martino DAragona e


Via delle Margherite. I veicoli provenienti
da Avola, che percorreranno Via Nazionale,
nel periodo suddetto avranno lobbligo di
effettuare il seguente percorso: svolta a destra in Via Re Martino DAragona, alla quarta intersezione a sinistra svolta in Via delle
Petunie, alla Settima intersezione a sinistra
svolta in Via Bottaro alla quarta intersezione
a destra svolta in Via Fiume Cacipari, alla
prima intersezione a sinistra svolta in Via
delle Margherite e svolta a destra in Via Nazionale.
I veicoli provenienti da Siracusa, che percor-

palcoscenico che potr ospitare rappresentazioni teatrali e concerti di


elevata qualit culturale, recuperando l'antica vocazione allo spettacolo
e permettendo al pubblico di goderne
appieno la bellezza, come ha spiegato
il ministro Dario Franceschini in occasione della prima.
Lo speciale con la regia di Sandro Vanadia ripercorre le vicende di Medea
di Seneca, raccontando anche il dietro
le quinte dello spettacolo, i momenti
delle prove e proporr anche delle interviste a Magelli e agli interpreti: Valentina Banci nel ruolo del titolo, Filippo Dini (Giasone), Daniele Griggio
(Creonte), Francesca Benedetti (nutrice) e Diego Florio (messaggero).
reranno Via Nazionale, nel periodo suddetto
avranno lobbligo di effettuare il seguente
percorso: svolta a destra in Via delle Orchidee, alla prima intersezione svolta a sinistra
in Via delle Calle, alla seconda intersezione
a destra svolta in Via delle Fresie, giunti in
Via degli Ulivi svolta a sinistra, alla quarta
intersezione a destra svolta in Via delle Robinie, a sinistra in Via G. Palmieri, a destra
in Via dei Castagni e nuovamente a sinistra
in Via Filippo Neri Di Stefano, in fondo
svolta a sinistra in Via degli Aceri, in fondo
a destra ricollegamento con Via Nazionale.
(vedesi allegata mappa percorso) . Inoltre ai
mezzi pesanti Tir e consigliabile imboccare
l'autostrada Via Siracusa.

Cronaca di Siracusa

Questo il nuovo appuntamento che si


terr questa
sera, a partire
dalle ore 19,
nel giardino
dellOspedale
Rizza, dove
ha sede lHospice Kairs.

Si celebra a Cassibile
il 72 anniversario
dellArmistizio
Ricorre il 72 anniver-

Sicilia 7

In foto, lospedale
Rizza di Siracusa.

Il cibo sar il filo conduttore


per un momento di riflessione
Sar

il cibo a fare
da filo conduttore al
Kpos che si terr
questa sera a partire dalle ore 19, nel
giardino dellOspedale Rizza, dove ha
sede lHospice Kairs.
Un momento di riflessione e di intrattenimento,
aperto
alla citt e organizzato dalle Associazioni
Amici dellHospice
Siracusa,
Sapere Aude! Psicologi
in Cure Palliative,
C.I.A.O. - Centro
Interdisciplinare
Ascolto Oncologico che, legandosi al
tema guida di Expo
2015 (Nutrire il pianeta. Energia per la
vita), esplorer il
rapporto tra luomo
e il cibo nelle sue
diverse sfaccettature. Il cibo , infatti,
motore di vita e misura del benessere.
Al contrario, il suo
rifiuto spia di un
malessere fisico e
psicologico. un
elemento di condivisione e aggregazione, pilastro delle
relazioni
sociali,
simbolo di tradizioni
culturali e dellidentit dei popoli.
Della corretta nutrizione e del valore
terapeutico del cibo
e della convivialit
disserteranno Giovanni Moruzzi responsabile dellHospice Kairs, Fulvio
Giardina presidente

dellOrdine nazionale e regionale degli


Psicologi e Luca La
Fauci biologo nutrizionista. A seguire,
lo spettacolo teatrale
"Solstizio di mezza
estate. Rito per nutrire l'anima" a cura di
Massimo Tuccitto:
Il nostro corpo necessita di nutrimento
come la nostra anima. L'arte nutre l'anima, il cibo sostiene
il corpo e spesso si
traduce in arte.
Amici dellHospice
Siracusa come lo
in Hospice. Intorno al cibo i volontari dellAssociazione

Amici dellHospice
Siracusa, hanno costruito alcuni intensi
momenti di condivisione con i pazienti e
i loro familiari. Momenti in cui si nutre
il corpo ma anche
lanima perch, grazie al cibo, si uniscono le persone, si alimentano le relazioni
e si gusta la pienezza
dello stare insieme e
del prendersi cura reciproco.
Sar anche loccasione per lassociazione Sapere Aude!
Psicologi in Cure
Palliative", per rendere noti gli obiettivi

e i risultati raggiunti
in quest'anno di attivit. Nata dallomonimo Tavolo tecnico,
costituitosi
nell'agosto 2014 presso
l'Hospice Kairs, riconosciuto dallOrdine degli Psicologi Sicilia e, come
gruppo di lavoro,
dalla SICP (Societ
Italiana Cure Palliative), coinvolge
gli psicologi degli
Hospice di tutta la
Sicilia e di Reggio
Calabria. L'obiettivo
dell'associazione
condividere e uniformare le best practice definendo una

metodologia unica
nellapproccio con la
persona malata e la
famiglia allinterno
delle strutture preposte alla gestione del
fine vita.
L'incontro si arricchir di piacevoli
note culinarie orchestrate, come da tradizione, dai volontari
dellAssociazione
"Amici dellHospice di Siracusa e
C.I.A.O." e colorate
dalle pietanze tipiche di ogni singola
provincia curate e
presentate dagli psicologi del "Sapere
Aude!.

approvati due emendamenti per le ex province

10 milioni e possibili di utilizzare


lavanzo damministrazione
La

Commissione Bilancio, allunanimit, ha


approvato 2 emendamenti per rendere meno
drammatica la vita delle Province e per consentire alle stesse di utilizzare risorse a favore
innanzitutto dei lavoratori, degli studenti diversamente abili, nonch per pagare i mutui.
Lo dichiara lOn. Vincenzo Vinciullo.
In particolare, la Commissione ha approvato 2
emendamenti: il primo stabilisce che una quota
pari a 10 milioni di euro dei 30 milioni stanziati per il programma straordinario di interventi
sulle infrastrutture stradali di viabilit secondaria dellIsola dallarticolo 10 della legge regionale n. 9/2015 sia attribuita ai liberi consorzi
quale contributo in conto capitale, da destinare
al pagamento delle rate di ammortamento dei
mutui assunti dagli stessi per il finanziamento
di spese di investimento

La norma che precede, che dovr adesso essere approvata dallAula, si rende necessaria per
consentire la predisposizione dei bilanci dei
liberi consorzi comunali per lesercizio finanziario 2015, dal momento che attualmente nessuna risorsa stata agli stessi attribuita dalla
Regione in conto capitale; il secondo dispone
che i liberi consorzi possano utilizzare lavanzo di amministrazione, in sede di approvazione
del bilancio di previsione 2015, per garantire
il pareggio finanziario. Questultima norma,
che in effetti deroga le ordinarie previsioni di
contabilit, si rende tuttavia necessaria per colmare lo squilibrio nei conti delle ex Province,
determinato dalla decisione del Governo nazionale di inserire, a partire dallanno in corso, tali
enti tra quelli ai quali spetta di contribuire al
risanamento delle finanze pubbliche nazionali.

Palazzolo:
dipendente
comunale
denunciato
per peculato

Si era recato a bor-

do di un mezzo di
propriet del Comune di Palazzolo
in una villetta alla
periferia del centro
montano per svolgere attivit non
attinente il servizio. Ad accorgersi
della presenza del
furgone, sono stati i carabinieri di
una pattuglia della locale stazione,
che, insospettiti del
movimento allinterno della villetta, si sono fermati,
scoprendo per che
non si trattava di ladri quanto di un dipendente comunale,
P.F. di 38 anni, per
il quale scattata
la denuncia a piede
libero per il reato di
peculato duso.
Loperazione scattata quando una pattuglia dei militari
dellArma si spinta per le contrade
limitrofe al centro
abitato di Palazzolo
per prevenire il fenomeno dei furti.
I Carabinieri, avendo notato un furgone con le insegne del
comune allinterno
di una villetta privata in una contrada
periferica, si sono
appostati per capire
se si stesse commettendo un reato. Gli
investigatori hanno
riconosciuto il dipendente comunale;
accertando che non
si stessero commettendo reati, sono intervenuti per comprendere il motivo
per cui il dipendente comunale non si
trovasse al Comune
in orario di lavoro
ma altrove e con
un veicolo di propriet dellamministrazione pubblica.
Luomo, dapprima
ha lasciato intendere di essere stato
autorizzato, ma gli
immediati accertamenti hanno smentito questa tesi, e
per tale ragione
stato deferito in stato di libert per aver
utilizzato un veicolo
comunale.

SOCIET 8
Sono docente di
Scienze naturali e
svolgo la funzione di responsabile
nella mansione di
bibliotecaia-documentalista presso le
prestigiose biblioteche del Liceo O.M.
Corbino e del Liceo T. Gargallo di
Siracusa, entrambi
gli istituti con la
reggenza della dirigente scolastica
Prof.ssa Lilli Fronte
e dirigente amministrativo Rosaria
Speranza.
Quando sono entrata nella biblioteca
del Liceo Corbino
(Liceo Scientifico,
Scienze Umane ed
economico sociale)
ho osservato una libreria stracolma con
libri disposti dentro
scaffalature a grate,
sono entrata come si
entra nellantro di
un luogo culturale,
attendendomi libri
di ogni genere, non
cercavo libri particolari, solo buone
idee per fare rivivere la biblioteca.
Ho aperto gli scaffali polverosi e stracolmi di antichi
libri, altri nuovi,
disposti in un apparente caos, o forse
in un ordine noto, e
circondati alcuni da
un affastellamento
di riviste e fascicoli.
Nella biblioteca del
Liceo Gargallo
(Liceo Classico,
Linguistico-Musicale) i libri sono disposti dentro robusti
armadi in legno con
spesse vetrine da cui
si osservano i numerosi libri ordinati in
file che sembrano
parlare del passato,
dei tantissimi che
hanno frequentato
il rinomato liceo
tra cui uomini illustri Ricordiamo
che sia il Liceo
Corbino che il Liceo
Gargallo sono stati
un grande evento per la storia di
Siracusa; la nascita
del Corbino avvenuta nel 1923, la sua
prima sede fu lex
convento di S. Francesco di Paola intitolato a Orso Maria
Corbino, ministro
delleconomia e
scienziato illustre.

Sicilia 25 LUGLIO 2015, SABATO

25 luglio 2015, sabato

Le prestigiose biblioteche
di due grandi istituzioni
scolastiche di Siracusa

Il Liceo Classico
Gargallo fu istituzione scolastica pi
antica di Siracusa. Il
ginnasio fu istituito
subito dopo lUnit
dItalia nel 1861.
Nel 1865 ottenne la
sede lo storico edificio in Via Gargallo
n. 15 e fu intitolato a
Tommaso Gargallo
letterario e uomo
politico siracusano. Attualmente il
Liceo Gargallo a
Siracusa sorge in
via Luigi Monti.
Sono orgogliosa di
occuparmi di queste due Biblioteche
storiche.
Ho al mio attivo
una esperienza di
diversi anni come
responsabile della
biblioteca di unaltra rinomata istituzione scolastica di
Siracusa: la scuola
Media Paolo Orsi
sita in Piazza della Repubblica nel
centro di Siracusa.
L ho adibito una
stanzetta, prima
inutilizzata, in una
piccola biblioteca
per ragazzi, soltanto
libri di narrativa,
diventato poi luo-

go esclusivamente
dincontro solo per
gli alunni allo scopo
di far loro conoscere
e soprattutto leggere
i libri.
Ho collaborato
come volontaria
presso la Biblioteca
di Storia della Medicina dellUniversit
La Sapienza di

Roma, documentandomi con ricerche per scrivere


Tesine di Medicina
antica per essere
poi consultate nella
suddetta Biblioteca
dagli studenti della
Facolt di Medicina.
Il mio obiettivo
principale far ri-

vivere le biblioteche scolastiche,


promuovere tutte le
attivit attraverso le
quali gli alunni possono sperimentare il
piacere di leggere,
e di conseguenza
anche di scrivere. Le biblioteche
scolastiche devono
essere uno spazio

di produzione culturale.
Bisogna fare dello
studente un utente
abituale del sistema bibliotecario,
per apprezzare le
risorse librarie a
disposizione.
Un libro, per occasionalmente che
possa sembrare,
ha sempre una sua
struttura, cio contiene sempre in s,
ed pronto a rivelare, una serie di
moventi, di reciproci rapporti, di
concatenazioni che
se appaiono, talvolta, estrinseche
o anche gratuite, si
dimostrano poi, alla
lunga di prezioso e
insostituibile aiuto
a chi voglia sapere qualcosa di pi
di quanto sapesse
prima, a chi voglia
vedere qualcosa di
pi chiaro di quanto
prima non vedesse.
In questa epoca
digitale computerizzata bisogna
anche che i docenti coinvolgono gli
studenti a leggere i
libri con argomenti
di interesse comune, non trascurando
mai i grandi classici,
anche questo un
modo di rispettare
le tradizioni che in
questo caso si tratta
di una sola verit:
cultura!
Luigina Armieri

Sicilia 9

Permetter di fare
un salto di
qualit in
termini di
trasparenza e di pari
opportunit
all'intera
comunit
cittadina
In foto, lassessore
alla Trasparenza,
Alfredo Foti.

Si avvia lo sportello unico per


ledilizia del comune di Siracusa
E ormai imminente l'avvio dello Sportello Unico dell'Edilizia,
che costituir un
fiore all'occhiello dell'Amministrazione comunale.
Lo sportello per
l'edilizia, previsto dal decreto
sviluppo, cui tutte le pubbliche
amministrazioni
dovranno ottemperare, permetter di fare un

Previsto dal decreto sviluppo, cui tutte le pubbliche


amministrazioni dovranno ottemperare
salto di qualit in termini di
trasparenza e di
pari opportunit
all'intera comunit cittadina.
Continua il percorso formativo
del
personale
comunale, impegnato a testare le
procedure informatiche - ha detto l'assessore alla

Trasparenza Alfredo Foti - che


a breve garantir
a tutti i cittadini, che vorranno
fare un qualsivoglia intervento
edilizio, ad interfacciarsi con
l'Amministrazione attraverso un
apposito portale
web di facile utilizzo. Un'ulterio-

re possibilit per
chi ne richiede
l'utilizzo, di essere
informato
in tempo reale
sullo stato della
propria pratica,
sulla
procedura in corso, sulla
conoscenza
del responsabile
del procedimento, sulle attivit
istruttorie svolte

in tempo reale, e
sulla certezza dei
tempi di ottenimento di diniego/approvazione
di autorizzazioni
e concessioni a
vario titolo.
Nell'auspicare
che a breve si
possa
ufficialmente
presentare il primo
atto ufficiale di
utilizzo di tale
applicazione, e
quindi di dematerializzazione

educazione alla bellezza realizzata dallAssessorato alle Politiche Culturali

Unestate da favola
dedicata a bambini
e ragazzi

Unestate

da favola dedicata a bambini e ragazzi


sul tema della educazione alla bellezza stata
realizzata dallAssessorato alle Politiche Culturali
del Comune di Siracusa
- Biblioteca Comunale e
al Circolo dei viaggiatori nel tempo su proposta
dellAssociazione Biblios,
con la collaborazione del
Consorzio Plemmirio Area
Marina Protetta e dellAssociazione Blocco 734.

La manifestazione culturale
avviata lo scorso marted,
volta alla promozione della lettura, avvalendosi della
suggestione di siti di particolare fascino, riesce, attraverso letture, animazioni,
laboratori, attivit ludiche,
a decantare la bellezza in
tutte le sue forme artistiche.
Tre gli eventi della manifestazione:
Le mirabolanti avventure
degli dei dellOlimpo, realizzato il 21 luglio presso

lIpogeo di P. zza Duomo;


Cera una volta un re un
po pittore, un po attore, un
po musicista, venerd 24
luglio dalle ore 19,00, presso il quartiere Graziella dedicato a bambini dai 5 ai 7
anni accompagnati dai genitori;
Cera un mare da favola, marted 28 luglio alle
ore 19,30, presso la spiaggetta adiacente il Castello
Maniace, rivolto ai bambini
dai 7 agli 11 anni.
Per la partecipazione agli
eventi gratuiti, obbligatoria la prenotazione al numero 0931.445689 dal luned al venerd dalle 9,00 alle
13,00 e il marted dalle ore
15,00 alle 17,00.

societ

dei
documenti
cartacei che verranno quasi interamente sostituiti da supporto
informatici ha
infine detto l'assessore alla Trasparenza Alfredo
Foti sar compito degli uffici
coinvolgere tutti
gli ordini professionali a mettersi
in contatto con
gli uffici competenti e fornire gli
indirizzi di posta
elettronica certificata che andranno a costituire
l'archivio informatico del data
base dell'Amministrazione Comunale. Con lo
sportello unico
dell'edilizia sar
garantita, Certezza, Trasparenza e Conoscenza.
Lo
Sportello
Unico per lEdilizia ha iniziato
il suo percorso
con l'assessore
alla Informatizzazione e modernizzazione Valeria Troia, con un
incontro nel Salone Paolo Borsellino, al quale
avevano partecipato, gli ordini professionali
degli ingegneri,
architetti, dottori
commercialisti,
avvocati, geometri e agronomi.

SOCIET 10

di Giovanna Marino

Piacevoli e ricchi di

significato sono stati


ancora quest'anno gli
spettacoli realizzati
dal Gruppo Teatrale
"Siparietto" nella sala
"Vittorini" del Museo
del cinema di Siracusa.
Gli spettacoli hanno
spaziato tra la commedia in vernacolo
che riporta spaccati di
una tradizione sempre
presente nei rapporti
sociali di oggi e quelli di danza e parola
riferiti a miti greci
e leggende orientali
che hanno creato atmosfere avvincenti e
sognanti.
Proprio in questi ultimi giorni di luglio
per la regia di Remo
Romeo, ben noto come
bravo attore e per la
sua fervida attivit di
scrittore di testi teatrali
di successo il Gruppo
Teatrale "Siparietto"
ha messo in scena per
i turisti quindi anche
per i siracusani due
racconti ispirati alle
favole della regina
Sharazad contenute
nella raccolta "Le mille e una notte". Precisamente "Ali Bab e i 40
ladroni" e "La lampada
di Aladino".
I racconti sono stati
realizzati sulla base di
un armonioso connubio tra parola e danza
sul ritmo di musiche
orientali, del mondo
al quale essi appartengono.
Cristina Mirto stata
la voce narrante, tempo per la danzatrice
Gianna Parisi e le sue
apparizioni che hanno
catturato l'attenzione
del pubblico con la
magia del movimento,
espressione di pensieri
e sentimenti.
Cristina Mirto ha frequentato il teatro dell'Istituto nazionale del
dramma antico e ha
partecipato nel coro
di tante tragedie rappresentate a Siracusa
e a Segesta e continua
a essere invitata da
gruppi teatrali privati
e pubblici per le sue
qualit vocali.
Gianna Parisi, fin dal
suo apparire sulla scena sia nelle vesti della
schiava Margiana, personaggio della storia di
"Al Bab e i 40 ladroni", che in quelle della
principessa Raggio di

Sicilia 25 luglio 2015, sabato

25 luglio 2015, sabato

M
arianna Baldo
una attivista di Sea

Al Bab e i 40 ladroni e La lampada


di Aladino tra le fiabe di Sharazad
Sono state rappresentate dal Gruppo Teatrale Siparietto
nella sala Vittorini del Museo del cinema di Siracusa
raccontando con la
danza il contenuto e
il significato delle due
favole.
Remo Romeo, per il
calendario della stagione invernale sta
ultimando una serie di
spettacoli tra il serio
e l'ronia, cio una
commedia in siciliano "'U miraculu" in
due puntate, anche se
ognuna si conclude
nella serata, "Le bugie hanno le gambe
corte", "I due apostoli
e il delitto d'onore",
storia poliziesca, "Un
siracusano fra i pirati
dei Caraibi", "Viva

societ

Presa di posizione dellAmp


sullarresto di Marianna Baldo

Gli spettacoli hanno


spaziato tra
la commedia
in vernacolo
che riporta
spaccati di
una tradizione
sempre presente nei rapporti sociali
di oggi e quelli di danza

luna del racconto "La


lampada di Aladino"
ha espresso in una
sintesi tra passione,
gioia, libert, tutto il
suo amore per la danza. Da bambina e da
adolescente ha studiato danza classica, che
ha abbandonato per
dedicarsi alla danza
orientale perfezionandosi frequentando le
scuole pi importanti della Turchia, del
Marocco, dell'Egitto.
Si laureata al Dams
di Enna frequentando
il corso di teatro e di
recitazione: Preparazione che ha palesato

Sicilia 11

la panza, abbasso la
dieta". Nello stesso
tempo, anche se ancora
non ben definiti. ha in
programma di ripetere
il successo ottenuto
con le due favole portate in scena per la similitudine o metafora
che esiste tra il mondo
della fantasia e quello
reale, per quel dono
che concedono nel permettere di ritornare a
sognare entrando nella
sfera di maghi e fate, di
tesori e di incontri con
la fortuna.
La raccolta "Le mille
e una notte" per la
sua peculiarit stata

tradotta in moltissime
lingue. Molte sue favole sono state adattate
per realizzare musical
o balletti, film.
Nel 1992 la Disney
produsse il film "Aladdin" mentre "Al' Bab"
divenne una commedia
musicale.
La danza e la parola
sono la prima espressione di comunicazione del genere umano e
hanno avuto un ruolo
rilevante nella vita religiosa e sociale. Davide
danz per Dio davanti
all'arca, lod col canto
delle belle parole dei
salmi la grandezza, la

misericordia, l'onniscienza e l'onnipotenza


di Dio.
La danza ebbe rilevanza nell'antica Grecia perch esprime la
parola come avvenne
nell'alto medioevo
quando veniva praticata all'interno degli
edifici ecclesiastici.
Poi fu abolita perch ritenuta lasciva
nell'ostentazione del
movimento del corpo.
Oggi, un tempo nel
quale ci riteniamo di
avere raggiunto un certo equilibrio, una certa
saggezza, eleganza e
buon gusto in tema di
teatro, danza, parola,
ecco che il Gruppo
Teatrale "Siparietto"
e il suo regista Remo
Romeo hanno saputo
dare alla citt e ai turisti
nella stagione della
calura l'intrattenimento adatto scegliendo
gli interpreti giusti
ovvero Gianna Parisi
(anche coreografa per
l'occasione) e Cristina
Mirto, nonch Rosa
Amodeo per la scenografia eterea e raffinata e Orazio Pistorio
per gli effetti tecnici
con le caratteristiche
immagini dell'epoca
dei racconti, Cettina
Savone per le foto su
questo quotidiano

Shepherd che stata


arrestata in questi giorni perch ha cercato
di impedire, di lottare
strenuamente, contro
la silenziosa strage di
una pacifica specie di
pacifiche balene, tanto
simili a delfini, nelle isole Faroe, nella "civilissima" Danimarca.
Marianna ha partecipato insieme ad altri
volontari dell'organizzazione
internazionale alla Operazione Siracusa di Sea
Shepherd
contro
i
bracconieri del mare
dellArea Marina Protetta del Plemmirio, per
giorni e notti a fianco, a
supporto, delle autorit
competenti.
Ebbene noi stiamo con
lei contro questa barbarie che ogni anno si ripete a spese dei globicefali nelle Isole Feroe
(che in lingua danese
scritto Fr er Islands) non in una societ
tribale, ma nel cuore di
un arcipelago formato da 18 isole a met
strada tra lIslanda e la
Norvegia. Isole che non
fanno parte dellUnione
europea con la quale
hanno solo degli accordi commerciali bilaterali. E qui sta linghippo.
Ebbene, Marianna si
ritrovata davanti allennesima cruenta, inutile,
strage di queste miti
creature marine e questa volta non era a fianco delle autorit locali.
Ma contro. Per questo
lhanno arrestata.
Si probabilmente catapultata addosso ai
carnefici, forse ha cercato di impedire come
poteva questo scempio.
Siamo certi che fosse a
mani nude, e che abbia
utilizzato solo la rabbia
e la disperazione di chi
assiste impotente a
una barbarie.
Ed ecco la scena terribile che probabilmente
le si parata dinnanzi:
E necessario premettere che le vittime sono
i calderones, animali
pacifici, simili alle balene, molto curiosi, si
muovono in branchi e
durante le loro migrazioni, passano nelle
vicinanze delle isole
Faroe, soprattutto nel
periodo estivo. Come
vengono avvistate viene dato lallarme e tutta
la popolazione si mette
in moto per iniziare la
caccia.
Le balene vengono circondate a semicerchio
dalle barche e convogliate verso piccole
baie prestabilite che si

Fermata attivista italiana alle isole Faroe


per aver fotografato la mattanza dei delfini
trovano a ridosso delle citt, verso lacqua
bassa, dove le attendono i loro massacratori.
Secondo le fonti ufficiali, verrebbe fatto un taglio netto nel collo per
recidere il midollo spi-

scinate a riva e quindi


uccise barbaramente
a coltellate mentre si
dibattono e gridano di
dolore ed il mare diventa rosso del loro
sangue.
Gli stranieri non posso-

delfini balena allanno,


cifra come loro sostengono,
sostenibile,
mentre le stime ufficiose parlano invece di
1500-3000 allanno.
Se consideriamo che
queste pacifiche crea-

Lattivista italiana dellorganizzazione


no profit Sea
Shepherd che
si batte per la
conservazione marina,
stata arrestata
gioved alle
Isole Faroe
(Danimarca)

Marianna Baldo una attivista di Sea Shepherd


nale e le arterie per cui
lanimale
rimarrebbe
paralizzato e perderebbe coscienza in 5-10.
Ma secondo le testimonianze delle persone
che hanno assistito a
questa mattanza, tra
cui figura sicuramente Marianna, ma anche secondo quanto
si vede negli ormai
numerosi video e foto
che si trovano in rete,
le cose non si svolgono
esattamente in questa
maniera:
Le balene, per essere
portate verso l'acqua
bassa verrebbero uncinate per la coda, tra-

no assistere a questa
caccia, come mai?
E Marianna una straniera, perdipi fa parte
di una organizzazione
che in tutto il mondo
lotta contro linutile eccidio delle creature marine alcune delle quali
a rischio estinzione.
Nel mare del Plemmirio
una delle motivazioni
a spingere lorganizzazione a Siracusa stata la protezione delle
cernia bruna.
Aggiungiamo che la
stima ufficiale delle catture delle balene che
sarebbe dichiarata dai
faeroesi di circa mille

ture vivono mediamente 50 anni e le femmine


raggiungono la maturit sessuale intorno ai 7
anni con periodi di gestazione molto lunghi
(15 mesi), una uccisione cos massiccia, se
sommata alle altre che
avvengono nel resto
del mondo, soprattutto
in Giappone, deve destare seria preoccupazione per la conservazione di questa specie.
Le motivazioni ufficiali
che spingono questo
popolo a compiere
queste mattanze le
possiamo leggere dal
sito delle Isole Faroe:

luccisione di questi cetacei una tradizione


molto antica che risale
a 1200 anni fa ed legata alla sussistenza:
per ottenere cibo, pelle
per realizzare corde,
grasso per ricavare olio
come
combustibile,
stomaci come galleggianti e cos via.
Ragioni risalenti a secoli fa che non reggono
pi.
I faeroesi godono oggi
di elevati standard di
vita e, come aggiungono gli attivisti occorre molta fantasia per
immaginare che per
illuminare le loro case
usino le lampade alimentate con olio di balena. Tra laltro non si
spiega come mai, pur
essendo
scientificamente appurato che la
carne dei globicephala melas contenga
alti livelli di mercurio,
estremamente dannosi
per la salute umana, si
continui questa caccia.
Riportiamo una testimonianza
<<L'orribile macellazione annuale di migliaia
di balene pilota indifese ogni anno nelle isole
Feroe, in lingua danese
Isole Fr er, altrettanto crudele come la
macellazione del delfino effettuata dai giapponesi nelle Taiji. Ho
visto le baie delle isole
Frer tinte di rosso
dal sangue e ho sentito le urla delle balene
pilota ferite mortalmente che urlavano per la
propria vita mentre bagnavano i volti avinazzati dei loro massacratori con il loro sangue
caldo, ridendo mentre
le stupravano con le
loro lame. E' uno spettacolo mostruoso ed
una oscenit abbracciata completamente
dal governo danese e
da molta gente danese
(...).
E come mai la civilissima Europa nulla pu
per fermare questa
strage?
L'Unione Europea vieta la caccia di tutte le
specie di cetacei (balene, delfini e focene)
in base alla direttiva
92/43/CEE del Consiglio, del 21 maggio
1992, sulla conservazione degli habitat
naturali e seminaturali
e della fauna e della
flora selvatiche nota
come la Convenzione
di Berna in base alla
quale anche vietato

vendere o scambiare
cetacei e l'introduzione
a fini prevalentemente
commerciali ai sensi
del regolamento (CE)
n. 338/97 del Consiglio
relativo alla protezione
di specie della flora e
della fauna selvatiche
mediante il controllo
del loro commercio.
Questa
legislazione
per non si applica alle
balene pilota che vengono cacciate nelle isole Faroe in quanto non
fanno parte dell'Unione Europea. E' altres
vero che la Danimarca ha firmato la convenzione di Berna ma
dichiarando che tale
accordo non si applica
alla Groenlandia ed
alle isole Faroe. Pertanto l'Unione Europea
non pu intervenire legalmente nei confronti
di questi paesi. Stesso
discorso per la IWC
(International Whaling
Commission) infatti pur
tutelando le balene a livello internazionale, le
balene pilota, facendo
parte della categoria
"piccoli cetacei" non
sono di loro pertinenza.
Nella riunione del 5
giugno 2008 la Commissione Europa rafforza quanto detto
sopra: "La caccia alla
balena non autorizzata nelle acque
dellUnione europea.
Nel quadro del diritto
ambientale comunitario, tutte le specie di
balena sono protette
nelle acque dellUE.
Tuttavia, lUE non si
oppone alla caccia alla
balena praticata dalle
popolazioni autoctone
a fini di sussistenza
secondo quanto previsto dalla Convenzione
IWC - a condizione che
tale attivit rispetti limiti
di cattura stabiliti sulla
base di pareri scientifici. () La Commissione condanna invece
la caccia alla balena
dissimulata sotto forma
di ricerca scientifica,
quale viene praticata in
Giappone."
Ma allora se n a livello comunitario, n a
livello internazionale
possibile alcun controllo sulluccisione delle
balene pilota nelle isole Feroe, che cosa si
pu fare per porre fine
a queste stragi?
Intanto porla allattenzione di tutti.
La natura, il mare, gli
oceani, ogni creatura
vivente appartiene a
ciascuno di noi e dobbiamo
prendercene
cura. Per questo stiamo con Marianna Baldo.

attualit 12

25 luglio 2015, sabato

Sicilia 25 luglio 2015, sabato

LOSSERVATORIO

Lappello lanciato dal nostro giornale trova le prime risposte

Per la carenza delle infrastrutture


Italia Nostra rilancia liniziativa

E intanto la stazione di Fontane Banche ha luce e pensilina

di Salvatore Maiorca

Per la carenza delle infrastrutture Italia nostra


raccoglie e rilancia liniziativa lanciata dal
nostro giornale, che ha
gi riscosso ladesione
della Cisl espressa dal
segretario generale Paolo
Sanzaro. Intanto qualcosa
si muove: la stazione
di Fontane Bianche
finalmente illuminata;
ed ha una pensilina.
Ogni tanto un minimo di
civilt anche qui. E Liliana Gissara, consigliere
nazionale di Italia nostra,
cos scrive a Sanzaro:
Apprendo con compiacimento da LIBERTA'
del 22 scorso che per le
problematiche della mobilit, specie ferroviaria,
qualcosa si muove. Dopo
le numerose segnalazioni
a sindacati e politici, nella
convinzione che gutta
cavat lapidem (la goccia

Liliana Gissara: La goccia dell'insistenza ha bucato


la pietra dell'indifferenza. Una lettera al segretario
della Cisl. Particolare attenzione al settore della mobilit
scava la roccia, ndr.), la
goccia dell'insistenza ha
bucato la pietra dell'indifferenza. Grazie
alle nostre segnalazioni e alla Stampa che,

ospintandole, le ha rese
di pubblico dominio
afferma con legittimo
orgoglio Liliana Gissara,
consigliere nazionale di
Italia Nostra. E aggiunge:

E una piccola vittoria,


ma anche un importante
precedente. Non posso
che esprimere il compiacimento di Italia Nostra
per Fontane Bianche.

Grazie alle nostre sollecitazioni, E anche grazie


alla Stampa cittadina
che ci ha sostenuto. La
sicurezza un diritto di
quanti utilizzano un pubblico servizio, non una
concessione del gestore.
Italia Nostra continuer
ad occuparsi di trasporto
ferroviario in quanto
forma storica ed "eletta"
di mobilit sostenibile.
Giova ricordare conclude la professoressa
Liliana Gissara - che la
stazione di Siracusa risale
al 1871. A 10 anni dall'unit d'Italia la ferrovia
arriv a Siracusa, mentre
dopo 40 anni l'autostrada
Siracusa-Gela finisce
ancora a Rosolini. Trenitalia, coerentemente
con la scritta riportata sui
biglietti (Scegliendo il
treno contribuisci a proteggere il clima), potenzi
i collegamenti utilizzando al meglio tutte le tratte

ex provincia Arrivano insieme una notizia buona e unaltra cattiva


Quando si dice una no-

tizia buona e unaltra


cattiva. La buona che
sono state completate
due opere pubbliche
della provincia: lostello della giovent, che
sorge fra il castello Eurialo e Belvedere, e il
cavalcaferrovia di Rosolini. La notizia cattiva
invece che lostello,
pur completato ormai,
almeno per la principale parte strutturale, non
ha un gestore. E non c
nemmeno un bando per
la gestione. N qualcuno pensa a emanare
questo bando. Rischia
quindi di rimanere preda di vandali, ladri,
tossicomani. Com gi
accaduto per lalbergo
scuola (nei pressi della
stazione ferroviaria) e
per lex carcere borbonico.
I tecnici, informa la
Provincia starebbero
provvedendo a realiz-

Completati lostello della giovent


e il cavalcaferrovia di Rosolini

Ma per lostello manca ancora il bando di gestione. E si rischia labbandono

zare un progetto per


utilizzare le economie
residue per ristrutturare anche la piscina, che
potrebbe essere utilizzata non solo per fini
turistici ma anche per
la comunit di Belvedere. Singolare luso del
condizionale in un comunicato ufficiale (testuale): segno che non
v certezza?
Lostello avr 32 camere, distribuite in due
piani, sala ristorazione, mensa, bar, aree a
verde per i parcheggi,
88 posti letto. Questo
immobile
dovrebbe
essere un centro di aggregazione o luogo in
cui realizzare attivit

L'ostello, Belvedere e la riunione alla Provincia

culturali e sociali. Ma le
32 camere ci sono gi.
Il resto di l da venire.
Aspettando il bando di
gestione.
Intanto,
nellottobre
2014, il commissario
Mario Ortello aveva
ricevuto il presidente
dellAssociazione Italiana Alberghi della
Giovent, Anita Baldi
, ed altri rappresentanti
dellassociazione. LAiag aveva manifestato
lintenzione di gestire
lostello. Non si tratta solo di una struttura
ricettiva - aveva sottolineato il presidente
Anita Baldi ma anche
di un centro di aggregazione per i giovani:

Sicilia 13

ritiene di poter fornire un


qualificato contributo al
comitato che sar costituito a Siracusa; chiede
pertanto di entrare a fare
parte di tale comitato in
quanto le associazioni
culturali rappresentano,
al pari di altre, la societ
civile essendo portatrici
di sensibilit e di istanze
di interesse diffuso.
Le infrastrutture, come
abbiamo rilevato il 22
scorso, sono indispensabili per lo sviluppo del
nostro territorio. Ma le
nostre infrastrutture sono
ferme a tanti anni fa. Se
non a decenni fa. Basti
guardare quel che succede per la ferrovia. Che
ormai si ferma a Catania.
Il nostro sviluppo quindi

frenato. Se non bloccato.


Ben venga dunque un
comitato di monitoraggio. Come gi stato
fatto a Ragusa. E si avvii
unopera di stimolo e di
vigilanza costanti.
Per le infrastrutture della
nostra provincia va infatti
ricordato sempre quel
comando che impartiva
un vecchio comandante
marittimo siracusano:
Avanti adagio. Quasi
indietro. Ecco, qui possiamo cancellare avanti
indietro. E possiamo
cancellare anche il quasi. Ci rimane soltanto
indietro. Qua infatti si
va indietro su tutti i fronti:
delle infrastrutture e dei
servizi, della ferrovia
e della viabilit, della

portualit e dei trasporti


in generale.
Uno strumento di monitoraggio delle infrastrutture
(sia esso un comitato o
qualunque altro mezzo)
sarebbe proprio il benvenuto. E benvenuta
sarebbe la partecipazione
attiva di Italia nostra:
elemento di equilibrio e di
stimolo e, al tempo stesso,
di argine alla invadenza
della politica. Di questa
politica.
Tutto infatti finisce in politica. E non pu che esser
cos. Le scelte di fondo
che governano la societ
sono scelte politiche.
Alla politica competono.
Ma questa di oggi non
pi politica: antipolitica. La politica infatti

il governo della Polis:


della Citt, dello Stato.
Lantica Grecia insegna.
E quindi indispensabile
per una sana convivenza
sociale, per progettare e
governare lo sviluppo.
Ma la politica di oggi
corrosa dalla corruzione
e dallautoreferenzialit.
E quindi cosa buona
e giusta, come diceva
Ges Cristo, che nascano
organismi come questo di
Ragusa per il monitoraggio delle infrastrutture.
Ancor pi se in questi
organismi sinseriscono
rappresentanze di interessi diffusi, contraddistinte
dalla apoliticit e dalla
rettitudine. Come nel caso
di Italia nostra Cera una
volta a Siracusa il Comitatone. Era proprio un
comitato del tipo di cui
parliamo oggi: composto
da rappresentanti di istituzioni, partiti e sindacati.
E qualcosa si fece per
limpulso di questo Comitatone. Poi i partiti
finirono per prevaricare
le altre rappresentanze.
Glinteressi particolari
finirono per prevalere
su quelli generali. I veti
contrapposti generarono
la paralisi. E il Comitatone cess la sua attivit.
Mor dinedia. E da l
cominci il nostro lungo
inarrestabile declino. Ora
provare a rinascere si pu.
Quindi si deve.

Ma ancora oggi il bando


per la gestione non c.
Si dovette attendere il
15 gennaio 2013 per la
consegna dei lavori di
demolizione e ricostruzione dellostello della
giovent
allimpresa
appaltatrice. E i lavori
ebbero inizio il 29 marzo 2013.
Ora, a lavori strutturali
completati, si aspetta il
recupero della piscina,
si aspetta limpianto del
verde, si aspetta il bando
di gestione, che dovrebbe comprendere sia lostello che la piscina. Si
aspetta. Nel frattempo si
rischia la tela di Penelope, rituale per le opere
pubbliche siracusane:
manca sempre qualcosa
per la piena fruizione di
unopera. E mentre si
aspetta questo qualcosa quel che stato fatto
viene disfatto.
E andata meglio per il
cavalcaferrovia ferrovia
di Rosolini: sar inaugurato luned prossimo.
Uscendo dallautostrada

Siracusa-Gela, allultimo svincolo possibile,


quello di Rosolini, ci
si potr cos immettere
rapidamente sulla statale 115, che conduce
in provincia di Ragusa, e sulla provinciale
Rosolini-Pachino scavalcando la ferrovia ed
evitando lingorgo del
passaggio a livello.
Il cavalcaferrovia (responsabile unico del
procedimento lingegner Domenico Morel-

lo, progettista e direttore dei lavori lingegner


Concetto Silluzio), precisa la Provincia, sar
consegnato al territorio
prima della data prevista. Il completamento
dei lavori era infatti
previsto per il 29 agosto. Lopera costata
complessivamente cinque milioni e mezzo di
euro. Cinque milioni
con i fondi della legge
Bersani, cinquecentomila euro fondi provin-

ciali. Lultimo collaudo


statico stato effettuato
il 15 giugno scorso.
Per lOstello della
giovent il Rup (Responsabile unico del
procedimento) stato
lingegner Concetto Silluzio. Il quale per appena andato in pensione.
E questo pensionamento
non potr non provocare
un vuoto. Con conseguenti rischi di ritardi.
Se non di abbandono.
s.m.

Le nostre infrastrutture sono vecchie


di tanti anni. Se non decenni. Basti guardare
quel che succede per la ferrovia. Che ormai
si ferma a Catania. Il problema questa politica

della rete, piuttosto che


fare tagli con l'accetta
sul trasporto ordinario e
investimenti stratosferici
sull'alta velocit (ultimi:
un miliardo e mezzo per
50 Frecciarossa).
Le carenze e le criticit
del Sud in ordine alle
infrastrutture per la mobilit scrive la professoressa Gissara a Sanzaro
- sono note da tempo a

tutti. I siciliani sono particolarmente "afflitti" da


queste carenze senza che
chi di dovere si sia, fino ad
oggi, fatto carico del loro
superamento. Finalmente
leggo di un Comitato per
le infrastrutture, seppure, al momento, solo a
Ragusa.
Italia Nostra, associazione nazionale che rappresenta a pieno titolo da

60 anni (1955-2015) una


parte della societ civile,
da tempo impegnata
nella denuncia delle gravi
carenze della pi storica e
sostenibile delle forme di
mobilit per eccellenza:
il treno.
In virt della rappresentativit e dell'impegno, a
livello nazionale e sul territorio, - conclude Liliana
Gissara - l'Associazione

Sotto il titlo la stazioncina di Fontane Banche. Sopra la stazione centrale. A destra l'autostrada Siracusa-Rosolini

un importante punto di
riferimento sociale che
la nostra associazione
gestisce senza fini di
lucro.
Il Commissario Ortello
a sua volta aveva manifestato linteresse della
Provincia per questa
particolare attivit trattandosi di una offerta
turistica low cost, rivolta ai giovani di tutta Europa, incentrata
sullambiente, sulla conoscenza di siti paesaggistici e storici, abbinata alla socialit.
Poi il commissario
cambiato. I lavori sono
andati avanti. Ma della
gestione non si pi
parlato. E ora si rischia
un altro abbandono e
un altro scempio. Proprio come per lalbergo
scuola.
E una storia travagliata quella dellOstello.
Dopo un abbandono
che durava dal 1996,
il 29 ottobre 2011 la
giunta provinciale presieduta da Nicola Bono

approv il progetto definitivo ed esecutivo


per labbattimento e
la ricostruzione. Risorger una struttura
ricettiva che potr apportare alla comunit
di Belvedere e di tutta
Siracusa un qualche
beneficio economico e
dimmagine dichiar
Bono. - LOstello aumenter la disponibilit
di posti letto a Siracusa
garantendo costi ridotti specifici per tali
strutture,agevolando di

fatto i giovani turisti e


possibilmente gli studenti pendolari.
Da qui a breve aggiunse Bono sar redatto il bando per lespletamento della gara
dappalto e subito dopo
si dar il via ai lavori
previsti per la durata
di 18 mesi. Solo allora
gli abitanti di Belvedere potranno cancellare
dalla loro memoria il
rudere attualmente abbandonato, in balia di
vandali e senza tetto.

attualit

Cultura 14

Sicilia 25 LUGLIO 2015, SABATO

Il Teatro Greco
Teatro Ateniese

Cos ha esordito la
studiosa Giuseppina Basta Donzelli
parlando delle tragedie greche proposte dallINDA
per questanno, ai
soci della Dante
convenuti numerosi ad ascoltarla.
Il teatro greco
teatro ateniese per
un pubblico ateniese e i protagonisti sono gli eroi
e gli dei del mito
che logos.
LIfigenia in Aulide di Euripide
sembra che sia
stata rappresentata
la prima volta nel
405 a.C. e parla
che Agamennone
durante una caccia
abbia colpito una
cerva sacra e Artemide lo punisce.
Pertanto in Aulide
blocca la flotta e
per lasciarla partire la dea esige un
sacrificio.
Questa interpretazione
viene
rappresentata diversamente
da
Eschilo nel 458
a. C. perch nel
suo
Agamennone tutto gi
avvenuto,mentre
in Euripide il sacrificio di Ifigenia
ancora deve avvenire. Il sacrificio,
come topos, determina linizio e la
fine della guerra di
Troia. Allinizio il
sacrificio di Ifigenia, alla fine il sacrificio di Polissena perch i potenti
possano raggiungere la vittoria.
Agamennone allinizio acconsente
al sacrificio, ma
poi il rimorso lo
invade e vuole
bloccare larrivo
della figlia. Euripide se nella prima
parte pone la commedia degli equivoci, nella seconda parte del testo
analizza le miserie
delluomo: Menelao succube della
moglie che lo ha

Attraverso lesempio delle terribili sciagure, la tragedia


si proponeva di educare e di purificare lo spettatore

tradito, Agamennone
testimonia
la difficolt del
vivere fra volere e
disvolere, Achille
vuole salvaguardare il suo nome,

mandino vincendo sugli uomini


liberi, i Greci.
Euripide aggiunge lammirazione
alle consuete categorie di Aristo-

pervenuti. Eschilo
non parla del mito
e lo relega nellantefatto, parla delle
Supplici, le Danaidi che non vogliono
sposarsi

dapprima indeciso, poi preferisce


riceverle e il canto
finale esalta Afrodite ed Era, cio
lamore e lunione
matrimoniale. La

Il teatro
greco
teatro
ateniese per
un pubblico
ateniese e i
protagonisti
sono gli eroi
e gli dei del
mito che
logos

tutti vogliono la
guerra e Ifigenia
diventa
vittima
consenziente
e
parla a differenza dellIfigenia di
Eschilo, perch i
Barbari non co-

tele. Le Supplici
di Eschilo fanno
parte di una trilogia comprendente
le tragedie Gli egizi e i Danaidi, pi
un dramma satiresco Amimone, non

per non cadere nel


dominio del maschio. Rifugiate ad
Argo pregono il re
del posto, Pelasgo,
affinch le accolga.
Questultimo,

Medea di Euripide
del 431a. C. pone
la
protagonista
che da Colchide
fra il Mar Nero e il
Mar Caspio, oggi
Caucaso, giunge
a Corinto dove

Giasone labbandona per sposare


la figlia del re del
luogo. In Medea
non vi soltanto la
gelosia, ma anche
la perdita di status
di padrona di casa
e alla fine verr
accolta dal re di
Atene. Medea rappresenta il disagio
della donna nella
societ di Atene,
fuori dal contesto
ateniese il dramma
perde il suo vigore, pertanto nella
Medea di Seneca,
in piena et neroniana, essa solamente un caso
clinico. La Medea
di Euripide fortemente emotiva
e soffre, nel testo
di Seneca dal verso 25 la vendetta
pronta, una figura furiosa, cruenta,
sanguinaria e il testo artificioso.
Per capire i testi
bisogna ricordare
le strutture sociali
del tempo ed ad
Atene che nato il
teatro come rito,
come purificazione delle passioni.
Da Atene nato
anche il teatro europeo e oggi, che
siamo
diventati
un popolo di consumatori
senza
identit, dobbiamo
ricordare che quel
teatro esprimeva
i grandi problemi
che
tormentano
lumanit : il problema della giustizia, linquietudine,
langoscia, la solitudine.
Attraverso lesempio delle terribili
sciagure, la tragedia si proponeva di
educare e di purificare lo spettatore.
Questa funzione
Aristotele la chiama catarsi ed era
quella che educava i cittadini al rispetto delle leggi
e della giustizia
umana : mai come
oggi necessaria
questa lezione.

25 luglio 2014, sabato

A proposito di lavori al De Simone

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Quella storica gradinata


bella s, ma sfortunata

Da quando ne fu sospesa lanno scorso lagibilit nessuno


ne parla e leventuale restauro pare che non sia compreso
nei lavori in corso. Vogliamo restituirla ai tifosi?

Ricordo

che allora
si andava per gradi.
Al di sotto del metro
e venti di altezza si
cercava allingresso
la mano delladulto
per entrare a sbafo.
Cresciuti di qualche
centimetro, ma perennemente squattrinati, non ci restava
che stringere ancora
la cinghia per acquistare la domenica il
biglietto dingresso
al prato, al quale
si accedeva attraverso unangusta porticina da via Torino.
Se facevamo per i
bravi e portavamo
buoni voti in pagella, si poteva passare lanno successivo
alla gradinata che
rappresentava allora
il cuore del tifo. Accedere alla gradinata
era il sogno pi gran-

de degli allora giovani simpatizzanti dei


colori azzurri perch
ci permetteva di entrare in contatto con i
vecchi tifosi che nei
vibranti pre-partita e
nellintervallo avevano tanti episodi da
raccontare. Approssimandosi
linizio
della partita era poi
il momento dei presagi, della cabala e
degli scongiuri.
Se Golino, lo storico
custode del campo,
ad esempio, uscendo dagli spogliatoi
si dirigeva alla sua
destra, la vittoria era
assicurata.
Stessa
cosa se Chico Cacciavillani
entrava
con i calzettoni abbassati alle caviglie.
Previsioni pessimistiche se invece della
classica maglia az-

zurra, per dovere di


ospitalit, il Siracusa
indossava una maglia di altro colore,
se larbitro nel tirare
in alto la monetina
per la scelta di campo la lasciava cadere
per terra o se, infine,
zu Tanu, un habitu della gradinata,
aveva dimenticato
di portare il sale da
gettare ai bordi del
campo per esorcizzare la scalogna. E
siccome la gradinata a quei tempi era
sempre stracolma,
noi giovincelli avevamo escogitato un
sistema per trovare il
posto anche quando
non cera.
A turno uno della nostra comitiva allarrivo sui gradoni,
cominciava a confessare ad alta voce

In Foto, laffollatissima gradinata del De Simone


che quel pomeriggio
la vedeva brutta.
E tanto bastava per
creare lo scompiglio
attorno a noi.
Cos dopo un rapido
incrocio di occhiatacce e qualche rito
propiziatorio a base
di insistenti
toccamenti di attributi, passando per un
liberatorio fora i
cucchi, si arrivava
allabbandono
dei posti attorno a
noi che poi era il
momento pi atteso
perch ci consenti-

Tennis, Sofia Bruno e Alessandro Ingarao


nuovi campioni U16 regionali

Si sono disputati

presso il Tc Match
Ball di Siracusa
i Campionati Siciliani Under 16
Maschili e Femminili. Il torneo,
ospitato in maniera eccellente dal
circolo organizzatore, ha visto darsi
battaglia i migliori giovani talenti
della
categoria
della nostra regione, con un livello
di gioco assolutamente di prim'ordine.
In campo femminile ha vinto
Sofia Bruno (3.2)
che ha avuto la
meglio sulla palermitana Serena

Buonaccorso (3.1)
con il punteggio di
6-4 7-5. Il tabellone
maschile, ha visto
la finale tra il siracusano Alessandro
Ingarao (2.5) ed il
modicano Andrea
Ragusa (3.3). Vittoria di Ingarao per
6-1 6-3, cha ha cos
aggiunto un altro titolo prestigioso ad
una stagione di ottima qualit. Il Consigliere Regionale
Salvatore Cavallaro,
portando i saluti ed
i complimenti del
Presidente, Gabriele
Palpacelli e del Comitato Regionale, ha
ringraziato i padroni
di casa, la Presidente Paola Cortese ed

il Maestro Nico De
Simone per il lavoro svolto. Ha inoltre fatto un plauso
al Giudice Arbitro,
Toni Troia ed ai due
arbitri,
Giancarlo
Cillari e Paolo Cu-

trona per come


hanno diretto la
manifestazione ed,
infine, ha ringraziato il Delegato
Provinciale, Adriano Sammatrice, per
l'ospitalit.

va di goderci seduti e beati la partita.


Passati in tribuna per
una migliore visibilit del terreno di
gioco, e per altre piccole necessit, ci capit spesso di guardare con nostalgia
la gradinata, sempre
meno stracolma, ma
sempre viva, effervescente, colorata.
Lanno scorso per
la Commissione di
Vigilanza sui pubblici spettacoli sentenzi, senza troppe
spiegazioni, che la

gradinata
andava
chiusa perch bisognosa di adeguamenti strutturali. Recuperato per il portale
pericolante dellingresso centrale e alla
vigilia del restyling
degli spogliatoi, della rizollatura del terreno di gioco, e forse
della copertura della
tribuna, ci sia consentito di domandarci sconsolati: ma che
fine ha fatto la nostra
vecchia, cara, accogliente gradinata?
Armando Galea

Calcio, Gaspare Cacciola


il nuovo allenatore del Noto
Fumata

bianca
per lUsd Noto
calcio che ha comunicato il nome
del nuovo allenatore: Gaspare Cacciola. Il tecnico
41enne originario
di Messina ha raggiunto laccordo
con la societ granata e guider la
squadra nella stagione 2015/2016
nel
campionato
di Serie D. Gaspare
Cacciola
ha abbracciato il
progetto del Presidente Graziano e
si legato ai colori granata.
Gaspare Cacciola, seppur giovane
det, ha gi allenato il settore giovanile del Catania

calcio e, in Serie
D, il Palazzolo e
la Nissa. Ricco
anche il curriculum da calciatore
per Cacciola che
ha militato nel
Napoli in Serie
A, nella Fidelis
Andria in Serie B,
nel Catania, Spal
e Patern in Serie
C1 e nel Catanzaro, Teramo e Matera in Serie C2.
Ufficializzati
la
dirigenza, lo staff
ed il tecnico, continua cos a comporsi il mosaico
granata.
Nelle
prossime ore saranno annunciati
i primi colpi di
mercato, ufficializzati i nuovi acquisti e i calciatori
riconfermati.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 25 luglio 2014, sabato

Zimei:
Unaltra
bellissima
iniziativa che
coinvolger
la nostra
squadra
under 15
dopo
l'esperienza
di Napoli

Pallanuoto, Under 15 della 7 Scogli


in Common Training a Malta
T

utto pronto in
casa 7 Scogli in
vista della partenza, con destinazione Malta, per
la squadra under
15 del sodalizio
aretuseo. I giovani
biancoblu
sono partiti ieri
per sostenere dei
common training
con le principali
squadre di pallanuoto
maltesi
(Sliema, Neptunes, Exiles, San
Gilyan,
Sirens)
ma
soprattutto
svolgeranno delle
partite amichevoli
contro la squadra
internazionale del
HWPSC
(Hungarian Waterpolo
Summer Camp)
diretto dal pluridecorato campione ungherese
Rajmund Fodor,
che da giocatore
faceva parte del
dream team ungherese
capace
di vincere, sotto
la guida di Denes
Kemeny, tre olimpiadi consecutive.
La squadra under
15 della 7 Scogli,

Partiti ieri , con destinazione Malta gli under del presidente Capillo per
sostenere dei common training con le principali squadre di pallanuoto maltesi

reduce da una stagione importante,


coronata col raggiungimento, per
la prima volta nella sua giovanissima storia, delle
finali di categoria,
ha
organizzato
questa iniziativa
con lo scopo di
visitare l'isola, ma
soprattutto
con

lintento di confrontarsi con i pari


et maltesi che
rappresentano una
realt pallanuotistica in crescente
ascesa.
La dirigenza 7
Scogli fortemente convinta che
tali iniziative siano molto importanti non solo dal

punto di vista tecnico ma soprattutto a livello umano. La comitiva


biancoblu partir
ieri rientrer il 27
Luglio. Durante il
soggiorno a Malta
i ragazzi under 15
svolgeranno doppie sedute di allenamento. Dopo
la
meravigliosa

Basket, primo colpo di mercato


per la Polisportiva Aretusa
Primo colpo di mercato del-

la A.D. Polisportiva Aretusa


si chiama Andrea Sorrentino.
Ragusano classe 90, la prossima stagione sportiva di
serie C silver di Basket maschile vestir la maglia bianco verde. Sorrentino una
guardia di 190 cm con eccellenti qualit atletiche,
dotato di un ottimo tiro dalla
media e lunga distanza e di
un eccellente 1c1. Nelle passate stagioni ha giocato con
il Basket Ragusa, risultando
uno dei migliori giocatori.
"Sar una pedina molto im-

portante del nostro quintetto - ha dichiarato il


presidente Padua - un
giocatore che da avversario ci ha sempre fatto soffrire, sono molto contento
di averlo con noi."
Altra novit in casa Aretusa, Angelo Valerio ricoprir la funzione di vice
allenatore
affiancando
Paolo Marletta nel prossimo campionato di serie
C Silver. Valerio avr anche il compito di allenare
la squadra Under 18 (nati
98/99).

esperienza del I
Yellow Ball Waterpolo Event di
Napoli, al quale
la 7 Scogli ha partecipato con due
squadre under 12,
ecco unaltra bellissima iniziativa
che coinvolger
la nostra squadra
under 15 dichiara soddisfatto il
responsabile del
settore giovanile
Gianni Zimei che
aggiunge -. Ho il
piacere anche di
annunciare che il
2 agosto il C.C. 7
Scogli organizzer, in un solarium
di Fontane Bianche, un torneo
giovanile a mare
riservato alle categorie under 12 e
under 15 intervallato da una partita
master alla quale
parteciperanno ex
atleti ed atleti ancora in attivit con
lo scopo di festeggiare nel migliore
dei modi, insieme
alla famiglia 7
Scogli, la bellissima stagione appena conclusa.

Calcio,
Vittorio
Strianese
lascia il
Noto dopo
due anni
e mezzo
bellissimi
"Si sono chiusi
due anni e mezzo bellissimi e
intensi, conditi
da gioie e vittorie, personali
e della squadra.
Quel Noto che
ho sempre difeso, e salvato alla
fine di tre campionati diversi
tra di loro, ma
esaltanti. Unesperienza
che
reputo la pi importante di quelle vissute nella mia carriera
professionistica.
Ricordo quando
arrivai a Noto
nel dicembre del
2012: la squadra
era messa male,
in
condizioni
pietose, ultima
in classifica con
solo sei punti.
Lallora presidente Giovanni
Musso
decise
di scegliere me
e Antonio Ciccarone, e siamo
riusciti nellimpresa
titanica
della salvezza
diretta. Ricordo
il primo giorno al Palatucci:
mi presentai al
magazziniere
Corrado Bianca e gli diedi
una pacca sulla
spalla per rasserenarlo, promettendogli che ci
saremmo salvati. Lui si allontan,
dicendo
questo pazzo!. Da quel
giorno,
dopo
ogni partita, il
primo abbraccio
sempre stato
con lui.