Sei sulla pagina 1di 8

Graal: chi ha iniziato il ciclo medievale?

Chrtien de Troyes (Champagne, Francia)

Le Roman de Perceval,
ou le conte du Graal
1175-1190

Altri testi originali molto importanti sono:


Wolfram von Eschenbach, Parzival (1210 circa)
Ed. Italiana a cura di Laura Mancinelli, traduzione e note di Cristina
Gamba, Einaudi, collana "I millenni", 1993, pp. 632. ISBN

Perlesvaus, chiamato anche Li Hauz Livres du


Graal (L'Eccelso Libro del Graal) (1212 1225)

Chrtien de Troyes - Le Roman de Perceval ou le conte du Graal


- RIASSUNTO DEL ROMANZO Perceval, un giovane coraggioso cresce allevato dalla madre nella
foresta Galatea, in totale solitudine e lontano dal quel mondo
cavalleresco che aveva causato la morte in combattimento dei fratelli e
del padre. Per questo, Perceval spesso nominato il figlio della
vedova.
Ma un giorno Perceval incontra dei cavalieri e nonostante l'opposizione
della madre, che morir di dolore, li segue e giunge alla corte di re Art
(King Arthur).
Qui viene ordinato cavaliere: educato all'amore e ai doveri della
cavalleria, decide un giorno di tornare dalla madre di cui ignora la morte.
Durante il viaggio, giunge al castello del Re Pescatore, un vecchio dai
capelli bianchi seduto su un letto e malato, che lo accoglie
benevolmente e gli dona una preziosa spada. Pi tardi, scoprir che il
Re Pescatore in realt suo zio.
Nel castello, Perceval assiste a una straordinaria processione, durante
la quale appare il graal.
Secondo una leggenda medievale il graal era andato perduto e avrebbe
potuto essere ritrovato solo da un cavaliere puro.
Questa visione segna la predestinazione di Perceval a trovare il graal;
ma Egli non osa chiedere il significato della visione e il giorno seguente,
trovando il castello disabitato, riprende un cammino che durer per
l'intera sua esistenza.
Verso la fine, gli verr rivelato, da una fanciulla in un bosco e da una
dama alla corte di re Art, che il suo silenzio stato una colpa che
procura grandi sofferenze.
Perceval riprende allora le sue peregrinazioni deciso a conquistare la
purezza. Trascorrono cinque anni durante i quali Perceval si perde tanto
da non ricordarsi pi di Dio.
Alla fine incontra un eremita che lo confessa e lo assolve, iniziandolo
ad una vita di preghiera e svelandogli il mistero del graal: esso contiene
un cibo spirituale, unico nutrimento del Re Pescatore.
La narrazione di Chrtien si interrompe a questo punto, essendo questo
un romanzo incompiuto.

Il corteo del graal


Tratto da: Chrtien de Troyes - Le Roman de Perceval,

ou le conte du Graal

... da una camera entr un valletto, e pass tra gli ospiti:


portava una lancia bianca impugnata nel mezzo dellasta.
Tutti quelli che erano l vedevano la lancia bianca e il ferro bianco;
e usciva una goccia di sangue dalla punta della lancia
e quella goccia vermiglia colava sulla mano del valletto.
[...] E allora giunsero altri due valletti, che tenevano in mano
dei candelabri di oro fino, decorati con smalti neri.
I valletti, quelli che portavano i candelabri, erano molto belli;
su ogni candelabro ardevano almeno dieci candele;
Una damigella teneva tra le due mani un graal
e veniva avanti con i valletti,
bella, elegante e vestita lussuosamente.
Quando fu entrata l dentro con il graal che portava,
ne venne una cos grande luce,
che le candele persero il loro chiarore
come le stelle e la luna quando si leva il sole.
Dopo di lei ne venne ancora una
che portava un tagliere dargento.
Il graal che veniva portato avanti era di puro oro fino;
cerano pietre preziose di molti tipi
incastonate nel graal, tra le pi ricche
e le pi preziose che ci siano in mare o in terra:
le pietre del graal superavano in valore
senza alcun dubbio ogni altra pietra.
E Perceval vide passare i valletti
e non os domandare chi sarebbe stato servito con il graal.

Il mistero svelato
La grafa della parola graal non sembra frutto di un
errore ma in tutto il romanzo stata scritta volutamente
con iniziale in minuscolo.
E questo pu significare che Chrstien intendesse
indicare una coppa nel senso comune del termine.
Nella parte finale del poema, invece, proprio nel punto
in cui si interrompe la parte realmente scritta
dall'Autore, si specifica:

Il sacro Graal conteneva ci di cui si nutriva


il vecchissimo padre del Re Pescatore,
il quale stava in una camera contigua
e che non si nutriva come voi di cibo terreno.
Ma ogni volta che veniva offerta un'altra portata,
il sacro Graal passava nuovamente per la sala e
veniva portato a lui, all'anziano Re
che si nutriva solo del contenuto del Graal.
Eri stato accompagnato l da Gurnemant,
che ti aveva detto di non far troppe domande.
Perci non avevi chiesto perch la lancia sanguinasse,
n che cosa significasse la coppa del Graal,
di cui neanche sapevi il nome

AFORISMI DI FALCO:

NUOVE STRADE PER IL GRAAL


Nel momento in cui il Graal non viene
utilizzato pienamente, decide di spostarsi.
I tentativi fatti per trattenere questa forza,
attraverso i secoli, sono stati, come
abbiamo gi detto, veramente grandi...
Quando in Damanhur abbiamo avuto i primi
collegamenti stabili con il Graal, abbiamo
sviluppato un metodo per mantenerne costante
la presenza, pi a lungo possibile.
Dapprima si parlava di secondi, poi di minuti,
poi di anni:
da quando questa Forza si trasformata in
altro, il Graal ha assunto ovviamente altre
strade.
Mi stai chiedendo se un essere umano
pu diventare in qualche modo
contenitore del Graal?
Se si ha un rapporto con la stessa Cerca,
si pu avere a che fare con il Graal...

KOAN:
Il centro di una margherita
( quesito del giorno, 24 aprile 1983, Ribera )
Zen la possibilit di illuminazione durante questa vita.
Perch corrono le formiche sulla sabbia?
Perch due spirali si intrecciano al centro di ogni
margherita?
Quale filo unisce, e perch Ermete, Horus,
Cristo, Buddha, Krishna, Maui, Onuris,
Sabazio, Prometeo, Dioniso?
______________________________________________________
______________
Falco, aforismi sul Graal
Del Graal, molto pi facile dire ci che non ,
piuttosto che quello che
Il Graal una misura fissa; chi conosce la
misura del Graal pu, in maniera quasi
matematica, conoscere le leggi fondamentali
della magia. Di conseguenza, pu misurare le
possibilit determinate dalla magia.
I Graal sono tre e ognuno di essi ha una
funzione specifica. Essi sono identici come
forma ma diversissimi come sostanza.
Il momento magico e finale del pianeta quello
in cui i tre Graal saranno uniti. Quello sar il
momento in cui il pianeta sar salvo, poich la
comprensione del Graal far in modo che, in
uno stesso spazio, siano presenti i tre calici.

Il Re Pescatore
di Eugenio Montale
Tratto da: (Diari del '1971-72)

Si ritiene
che il Re dei pescatori non cerchi altro
che anime.
Io ne ho visto pi d'uno
portare sulla melma delle gore
lampi di lapislazzulo.
Il suo regno a misura di millimetro,
la sua freccia imprendibile
dai flash.
Solo il Re pescatore
ha una giusta misura,
gli altri hanno appena un'anima
e la paura
di perderla.

L' Idea oltre la morte


(Gruppo di UR)
Nei dintorni di Evola e del Duce,
a quindici anni abbiamo scoperto il Graal.
In quella coppa dell'Assoluto,
in mezzo a boschi, fulgori, spade, e tavole rotonde,
come il tempo che ritorna,
il Mito ci ha salutato con affetto.
Eravamo bambini
e non guerrieri
eravamo figlioli di borghesi
che si erano inventati un'Italia immensa
come il sogno dell'Impero.
Ci stava bene il Graal in quel sogno
perch bambini innalzavamo il cuore
ad altari che correvano al Cielo.
Lo varcavamo esitanti e intrepidi,
ci inabissavamo nel Mistero,
chiedevamo agli Eroi di superare il presente
con una provvista di simboli
e di riempirlo della smagliante tenerezza
di chi sa
che l'Idea oltre la Morte
e gioca tutto come un ingenuo
nell'attesa di nuotare nella Luce,
come un Pesce che finalmente
ha scoperto il suo Mare.