Sei sulla pagina 1di 32

ISPESL

Il r i s c h i o da
amianto
a
a

a
a

Informazione
e
formazione
dei lavoratori
1
DIPARTIMENTO DOCUMENTAZIONE INFORMAZIONE E FORMAZIONE

LISPESL favorisce la riproduzione di questa dispensa per la distribuzione a lavoratori e soggetti interessati, purch in forma
gratuita e nel rispetto delle seguenti modalit:
1) vietato ogni uso commerciale,
2) la riproduzione deve essere integrale, senza alcuna modifica,
3) chi intende riprodurre e distribuire gratuitamente questa dispensa, inserendo il proprio logo, deve stamparlo ai piedi dellultima pagina insieme alla seguente avvertenza
Questa dispensa distribuita gratuitamente su concessione
dellISPESL, proprietaria del copyright

Copyright 2000

ISPESL
Roma
vietata, sotto qualsiasi forma, la riproduzione della presente dispensa senza la preventiva autorizzazione scritta.
2

ISPESL
Dipartimento Documentazione, Informazione e Formazione

PREVENZIONE DEL RISCHIO


DA AMIANTO
Informazione e formazione dei lavoratori
nellapplicazione del D.Lgs. n 277/91
in collaborazione con
Universit degli Studi di Roma La Sapienza
Cattedra di Medicina del Lavoro
SPRESAL ASL RMA - Roma

ISTRUZIONI PER LUSO DEL PACCHETTO


INFORMATIVO - FORMATIVO

Il pacchetto pu essere somministrato a singoli lavoratori oppure a pi lavoratori contemporaneamente e prevede


una somministrazione in quattro tempi:
1) somministrazione del questionario preformazione per
individuare le carenze formative del singolo lavoratore;
2) distribuzione e breve illustrazione della dispensa da
parte del formatore;
3) lettura della dispensa da parte del lavoratore e risposte singole o di gruppo ad eventuali domande sul contenuto;
4) somministrazione del questionario postformazione per
verificare lefficacia del momento formativo del singolo
lavoratore ed eventuale ripetizione della formazione relativa agli argomenti rispetto ai quali si siano riscontrate delle
carenze.

AMIANTO

Lamianto (o asbesto) una sostanza chimica di natura


minerale.
In particolare per amianto si intende una serie di silicati fibrosi che oltre alla silice possono contenere elementi quali
magnesio, sodio, calcio, ferro.
La diversa presenza di questi elementi e la differente percentuale degli stessi nei vari tipi di amianto giustifica la loro
diversificabilit di alcune caratteristiche, tra cui:
il colore, che va dal bianco al grigio, dal verde al marrone, dal giallo al blu;
la resistenza, agli acidi, agli alcali, alla trazione;
la temperatura di decomposizione e di fusione;
la densit.
Le variet pi comuni di amianto sono sei e fanno parte
di due gruppi, come indicato nella Tab. I.
Tutte le variet di amianto sono costituite da fibre, cio
da particelle solide per le quali individuabile una larghezza (o diametro) e una lunghezza il cui valore almeno tre
volte quello del diametro.
Le fibre di amianto durante le varie lavorazioni, e
comunque nei procedimenti meccanici, presentano un comportamento particolare, che le differenzia sostanzialmente
da quello di altre fibre, quali le fibre di vetro.
Infatti le fibre di amianto si sfaldano longitudinalmente (cio
lungo l'asse maggiore), al contrario delle fibre di vetro.

Tab. I - Gruppi e tipi pi comuni di amianto

SERPENTINO

ANFIBOLO

Crisotilo

Antofillite
Actinolite
Amosite
Crocidolite
Tremolite

Dove si trova lamianto?


In prodotti di vario genere, ma realizzati solo prima
del 1992

Perch?
6

Perch dal 1992 la legge 257 del 27 marzo

...vieta
l'estrazione, l'importazione, l'esportazione, la produzione e
e la commercializzazione di amianto, di prodotti di amianto
o contenenti amianto

Mentre prima con lamianto


sono state costruite

tute protettive, corde, filati, ecc.


7

prodotti in cemento-amianto quali


tubi, grondaie , coperture per tetti,
ecc.

e inoltre lamianto stato impiegato come

isolante

acustico

IN

sale cinematografiche
9

scuole

uffici

sale per conferenze


10

palestre

navi
11

isolante

antincendio

IN

centrali elettriche e termiche


12

carrozze ferroviarie

navi
13

isolante

termico

IN

soffitti di capannoni industriali


14

rivestimenti per tubazioni


di centrali termoelettriche

navi
15

isolante

anticondensa

IN

soffitti di piscine
16

soffitti di tintorie

LA SEMPLICE PRESENZA DI AMIANTO IN UN


EDIFICIO COMPORTA RISCHI PER LA SALUTE?

ASSOLUTAMENTE NO!
LAMIANTO INFATTI PERICOLOSO
SOLO IN CASO DI:

deterioramento

insufficiente manutenzione

danneggiamento volontario
17

Quali sono gli organi colpiti

e gli effetti prodotti


dallesposizione ad amianto?

organi-bersaglio principali sono:


il polmone
la pleura
18

... a carico del polmone lamianto pu provocare:


una malattia cronica detta
ASBESTOSI
(che compare dopo molti anni di esposizione)

il CANCRO DEL POLMONE


grandemente influenzato

dalla dose di amianto inalata

dal fumo di sigaretta

.... a carico della pleura lamianto pu provocare:


il cancro detto MESOTELIOMA

che compare molti anni dopo lesposizione

che dipende dalla dose di amianto inalata

che di per s molto raro e quindi depone praticamente


sempre per esposizione ad amianto
19

... se lamianto non si lavora pi, in quali


attivit allora necessario prevenire questi
rischi?
... esattamente nelle lavorazioni in cui si
deve intervenire sullamianto gi lavorato e
cio nelle operazioni di
BONIFICA
che sono di 3 tipi
1) rimozione dei materiali di amianto
(e sostituzione con altri)
20

2) incapsulamento dei materiali di amianto


(con prodotti protettivi di vario tipo)
3) confinamento dei materiali di amianto
(con installazione di una barriera che separa lamianto dalle altre aree normalmente occupate)

Altre attivit in cui c' il rischio di esposizione all'amianto sono:


gestione dei rifiuti contenenti amianto, operazioni di
manutenzione su manufatti che lo contengono, ecc.

E possibile proteggere i lavoratori durante queste


operazioni ?

SI!
applicando gli obblighi previsti dal Decreto Legislativo n.277 del

15/08/1991 e osservando quanto indicato nei seguenti Decreti

tivo n 277D.M.06/09/94;
del 15 agostoD.M.
199126/10/95; D.M. 25/10/96; D.M.
Ministeriali:
20/08/99
21

Il Decreto Legislativo n. 277 del 1991


COSA DICE?

1. IMPORTANTE RICORDARE CHE


La concentrazione di amianto nellaria si misura in n. di
fibre per centimetro cubo (f/cm 3 )
La concentrazione massima di amianto nellaria (valore
limite di esposizione) differente per i diversi tipi di amianto ed esattamente:

pi bassa (0,2 f/cm3) per anfiboli e miscele


pi alta (0,6 f/cm3) per il crisotilo

2. IMPORTANTE SAPERE CHE


Prima dellinizio dei lavori di demolizione o di rimozione dell'amianto

il datore di lavoro deve predisporre il

PIANO DI LAVORO contenente:


luogo, natura e durata presumibile dei lavori
tecniche lavorative attuate
misure di protezione dei lavoratori
misure per la decontaminazione con caratteristiche degli
impianti utilizzati
misure per la protezione di terzi (isolamento dellarea di
22

lavoro, affissione di segnaletica di avvertimento, installazione di adeguati sistemi di ricambio dellaria)


misure per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti
Copia di esso va trasmessa allorgano di vigilanza e, se
entro 90 giorni questo non comunica prescrizioni, lintervento pu essere eseguito.
Durante i lavori

il datore di lavoro deve:

effettuare una valutazione del rischio eseguendo


la misura della concentrazione di amianto nellambiente al fine di stabilire le misure preventive e protettive da
attuare
informare e formare i lavoratori su
i rischi per la salute dovuti allesposizione ad amianto
le norme igieniche e le misure di precauzione
le modalit di pulitura e di uso degli indumenti protettivi
e dei mezzi individuali di protezione

attuare le seguenti misure di prevenzione


fornire adeguati indumenti di lavoro e mezzi individuali
di protezione
assicurare che i materiali damianto siano conservati e
trasportati in adeguati imballaggi chiusi e non deteriorabili
con etichetta indicante il contenuto (amianto)
delimitare e contrassegnare con apposita segnaletica di
sicurezza i luoghi dove si svolgono attivit che superino i
valori limite di esposizione e rendere tali luoghi accessibili
esclusivamente ai lavoratori autorizzati
predisporre aree speciali nelle quali i lavoratori possano
mangiare, bere e sostare (anche fumare) senza il rischio di
contaminazione da polvere di amianto

23

assicurare ai lavoratori esposti servizi igienici adeguati,


provvisti di docce con percorsi separati per lingresso e luscita dellarea di lavoro
far sottoporre i lavoratori a controlli sanitari preventivi e
periodici effettuati da un medico competente

... e inoltre ... TENERE

il registro dei lavoratori esposti, di cui copia deve


essere inviata allISPESL e alla ASL competente
... mentre ...

gli organi del Servizio Sanitario Nazionale, nonch


gli istituti previdenziali e assicurativi, pubblici e privati, devono trasmettere allISPESL, dove istituito un
apposito registro (registro dei tumori), copia della
documentazione clinica-anatomopatologica, riguardante ciascun caso di asbestosi e di mesotelioma asbestocorrelato

RICORDARE CHE
I mezzi personali di protezione da usare in queste lavorazioni sono essenzialmente di 2 tipi

A) Mezzi di protezione delle vie respiratorie (respiratori)

a filtro, se purificano laria ambiente

24

con ventilazione non assistita oppure

con ventilazione assistita, tali cio che laria filtrata


viene fornita indipendentemente dallazione dei polmoni, di
solito mediante un elettroventilatore trasportato da chi
indossa lapparecchio

isolanti, se forniscono aria od ossigeno da una sorgente non inquinata


autonomi (autorespiratori) ad aria compressa in circuito aperto o ad ossigeno compresso in circuito chiuso
non autonomi a cui viene fornita aria da una sorgente
esterna, con lausilio o meno di un dispositivo manuale o a
motore, oppure lutilizzatore viene alimentato con aria proveniente da una sorgente di aria compressa respirabile

B) Indumenti protettivi

tute intere, di tessuto atto a non trattenere le fibre,


con cappuccio, prive di tasche esterne, chiuse ai polsi e
alle caviglie con elastici
a perdere, in tyvek
riutilizzabili, in genere in cotone trattato o in goretex
gorotex
(devono essere portate fuori del cantiere e lavate con le
dovute cautele, preferibilmente alluscita dellarea di lavoro ogni tuta va chiusa in un sacchetto idrosolubile, che potr
essere introdotto, senza pi aprirlo, in lavatrice) o impermeabili e saldate alla maschera (in questo caso il lavoratore
effettua la doccia continuando ad indossare sia la tuta, sia la
maschera)

calzature lavabili, con gambale abbastanza alto da essere coperto dai pantaloni della tuta
stivali in gomma
copriscarpe a perdere
25

... Quando si lavora vicino allamianto,


RICORDARE ...

26

di non cominciare a lavorare senza mezzi di protezione


individuali
di non usare normali mascherine per le polveri perch
non proteggono
di indossare una maschera specifica per lavori con
amianto
di assicurarsi che larea di lavoro sia libera da altre persone
di non lasciare polvere o detriti a lavoro terminato
di inserire tutti i rifiuti di amianto in un sacco di plastica
resistente, sigillandolo con nastro adesivo
di mettere una etichetta su ogni sacco con la scritta:
ATTENZIONE, RIFIUTI DI AMIANTO
che i sacchi sigillati ed etichettati devono essere smaltiti
in una discarica autorizzata e non lasciati nella zona di
lavoro
che i materiali di amianto devono essere portati in discarica secondo le norme statali e locali

QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLINFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI SULLA PREVENZIONE RISCHIO DA


AMIANTO in adempimento al D.Lgs. 277/91
ISTRUZIONI LEGGERE ATTENTAMENTE PRIMA DI
INIZIARE A RISPONDERE AL QUESTIONARIO
Sono qui di seguito riportate 15 domande a risposta multipla sul
rischio da esposizione ad amianto.
Legga ciascuna domanda e contrassegni con una crocetta la
risposta che secondo lei giusta.
Dia la risposta che le sembra descrivere meglio ci che lei
conosce sullargomento.
ammessa una sola risposta per ciascuna domanda.

.......................................................................................................................................................

Cognome e nome
.......................................................................................................................................................

Data e luogo di nascita


.......................................................................................................................................................

Residenza
.......................................................................................................................................................

Scolarit
.......................................................................................................................................................

Attivit lavorativa
.......................................................................................................................................................

Mansione

27

1) Lamianto una sostanza:


A) liquida
B) minerale
C) plastica
2) Lamianto stato largamente utilizzato in passato:
A) in virt delle sue caratteristiche di elevata resistenza termica,
chimica e meccanica
B) in quanto facilmente biodegradabile
C) perch resistente allesplosione atomica
3) In Italia vietata la produzione e la commercializzazione:
A) dellamianto liquido
B) di tutti i prodotti contenenti amianto
C) della vernice color amianto
4) I prodotti e i materiali contenenti amianto sono un rischio per
la salute umana quando:
A) sono deteriorati e/o danneggiati
B) sono illuminati dalla luce artificiale
C) sono conservati a temperatura ambiente
5) Lesposizione a dosi elevate di amianto responsabile della
comparsa di:
A) demenza
B) infarto miocardico
C) asbestosi
6) Il D.Lgs 277/91 stabilisce:
A) che lamianto pu essere commercializzato solo se liquido
B) le regole per la vendita dellamianto ai cittadini stranieri
C) le norme dirette alla protezione dei lavoratori contro i rischi
connessi allesposizione ad amianto durante il lavoro
28

7) Chi deve effettuare la valutazione del rischio alla polvere proveniente dallamianto e dai materiali contenenti amianto al fine
di stabilire le misure preventive e protettive da attuare?
A) lASL competente
B) il datore di lavoro
C) la Questura
8) I lavoratori devono essere informati dal datore di lavoro dei
risultati della valutazione del rischio alla polvere proveniente
dallamianto e dai materiali contenenti amianto?
A) no
B) s, sempre
C) s, solo quando maggiorenni e di sesso femminile
9) Chi deve fornire i mezzi individuali di protezione allesposizione ad amianto?
A) il datore di lavoro
B) il Ministero del Lavoro
C) il lavoratore deve acquistarlo personalmente nei negozi autorizzati
10) I luoghi dove si svolgono attivit che superano i valori limite di esposizione ad amianto devono essere:
A) segnalate con allarme acustico in funzione ogni 30 minuti
B) delimitate e contrassegnate con apposita segnaletica di sicurezza
C) delimitate da pareti esterne di color amianto
11) Gli scarti ed i residui delle lavorazioni di materiali contenenti amianto devono essere raccolti in:
A) appositi imballaggi chiusi e non deteriorabili forniti di etichetta indicante amianto
B) normali cassonetti per i rifiuti soldi urbani
C) contenitori di argento
29

12) Nei luoghi dove si svolgono attivit lavorative a rischio di


contaminazione da polvere di amianto si pu fumare?
A) no, mai
B) s, ma non pi di 5 sigarette al giorno
C) s, ma solo in presenza di appositi portacenere
13) Nei luoghi dove si svolgono attivit lavorative a rischio di
contaminazione da polvere di amianto possono esser consumati
pasti?
A) s, ma a giorni alterni
B) no, mai
C) s, ma solo se la temperatura al di sotto dei 10C
14) obbligo che i lavoratori esposti ad amianto siano sottoposti, da parte di un medico competente, a controlli sanitari preventivi e periodici?
A) s
B) s, ma solo in caso di svenimenti frequenti
C) no
15) I lavoratori possono recarsi nelle zone di lavoro dove si
superano i valori limite di esposizione ad amianto senza mezzi di
protezione individuali?
A) s, sempre
B) no
C) s, ma solo la prima volta

30

RISPOSTE ESATTE

1)

2)

3)

4)

5)

6)

7)

8)

9)

10)

11)

12)

13)

14)

15)

31

ISPESL
Dipartimento Documentazione Informazione Formazione
via Alessandria, 220/e - 00198 Roma
Tel. 0644250648 - 0644251017 Fax 0644250972
www.ispesl.it

Editing
edizioni multimediali

Stampa: Xpress - Roma