Sei sulla pagina 1di 11

Dispensa 1

Protocolli del livello Applicativo

Standard TCP-IP/DoD Model 1/2


La pila iso-osi rappresenta il
primo modello architetturale
per le reti, tuttavia in seguito
si affermato lo stack
protocollare TCP/IP ideato dal
Department of Defence (DoD):

Application

Presentation

Session

Transport

Host-To-Host

Network

Internet

Data Link

Network Access

Physical

4 Process/Application

Standard TCP-IP/DoD Model 2/2


Process/Application Layer: Definisce i protocolli per la comunicazione a livello
applicativo da nodo a nodo e controlla le specifiche user-interface
Host-To-host Layer: Trasferisce i messaggi del livello di applicazione tra il
modulo client e server di un applicazione/Protocolli per settare il servizio di
trasmissione per le applicazioni (stesse funzionalit del Transport Layer della
pila OSI)
Internet Layer: Trasferisce datagrammi da un host ad un altro e determina il
percorso che il datagramma deve seguire (stesse funzionalit del Network Layer
della pila OSI)
Network Access Layer: Monitora i dati scambiati tra host e rete
3

TCP/IP Protocol Suite


Process/Application

Host-To-Host

Internet

TELNET

FTP

LPD

SNMP

TFCP

SMTP

NFS

X WS

TCP

UDP

ICMP

ARP

RARP

IP

Network Access

Ethernet

Fast
Tocken
Ethernet Ring

FDDI

Protocolli del livello Applicativo 1/7


Gli standard internet vengono sviluppati dallIETF (Internet
Engineering Task Force) e la documentazione relativa viene detta
RFC (Request for Comment), poich la comunit internet
potrebbe contribuire a sviluppare tali standard. Nelle RFC sono
riportate le specifiche dettagliate dei protocolli.
TELNET RFC 854:
Con telnet possibile eseguire applicazioni/lavorare dal proprio
terminale locale (che implementa il servizio di telnet client) su un
altro terminale remoto (che implementa il servizio di telnet
server) attraverso un remote login (utente e password) sulla porta
23 del server. Usa TCP a livello di trasporto.

Protocolli del livello Applicativo 2/7


FTP (File Transfer Protocol) RFC 959:
Protocollo utilizzato per trasferire file di testo o binari tra uno o pi pc
client (FTP client) collegati ad un sistema remoto (FTP server).
Stabilita la connessione mediante un login (a meno che non si usi FTP
in combinazione con Telnet, sul quale ci si gi autenticati), si pu
visualizzare gli archivi di file del server, eseguire lupload di file dallFTP
client allFTP server e viceversa eseguire il download. FTP usa una
porta di segnalazione per i comandi (PORTA 21) e una porta per la
connessione dati (porta 20). Usa TCP a livello di trasporto.

TFTP (Trivial FTP) RFC 1350:


Protocollo di trasferimento dei files come FTP ma fornisce servizi non
costosi e poco sofisticati (non consente la lettura delle directory), usato
generalmente per connessioni locali. TFTP usa il protocollo UDP a
livello di trasporto e non fornisce autenticazione. Porta 69.
6

Protocolli del livello Applicativo 3/7


SNMP(Simple Network Management Protocol) RFC 1157:
permette di effettuare statistiche sullo stato dei sistemi (throughput, il
carico, dati sulle interfacce di rete, prestazioni) ed la modifica delle
impostazioni di dispositivi di rete quali Server, Router, Switch, Hub ecc.
Le NMS (Network Management Station) su cui vengono eseguiti i
manager (lato client) interrogano ad intervalli fissi o randomici gli agent
SNMP (lato server), che si occupano di monitorare lo stato degli
apparati di rete.
E' possibile configurare gli agent in modo che siano essi stessi ad
inviare dei messaggi alle Management Station, al verificarsi di
determinati eventi /trap.
SNMP utilizza UDP per il trasporto dei pacchetti: l'agent rimane in
ascolto sulla porta 161 per le interrogazioni e le risposte, mentre le
NMS usano anche la porta 162 per ricevere i messaggi trap degli agent.

Protocolli del livello Applicativo 4/7


DHCP(Dinamic Host Configuration protocol):
Assegna dinamicamente lindirizzo IP + Subnet Mask ed i parametri di configurazione
(l'indirizzo di broadcast, il Domain Name, Default Gateway, ecc. ) agli host.
Il DHCP Server, distribuisce gli indirizzi ai client attraverso 4 step:
1. Il client invia sulla rete un messaggio DHCP DISCOVER in broadcast di livello 2 e 3 (in
quanto non conosce l'indirizzo del server).
2. Il server DHCP risponde con un messaggio DHCP OFFER contenente un indirizzo
selezionato dallo scope/range di indirizzi disponibili.
3. Il client invia un DHCP REQUEST in unicast indicando che ha accettato l'indirizzo IP
offerto.
4. Infine il server DHCP invia un DHCPACK (ACKnowledgment) di conferma dell'indirizzo
con il tempo di lease ed i vari parametri opzionali.
NB: Se il server non pu assegnare la configurazione richiesta dal client invia un DHCP
NACK (Negative ACKnowledgment) per far ripetere tutti i passaggi al client.
NB: Ogni configurazione valida solo per un determinato periodo di tempo
di lease/affitto, scaduto il quale il client deve richiedere una nuova configurazione.
8

Protocolli del livello Applicativo 5/7


DNS(Domain Name Service):
Traduce nomi di dominio (es. www.example.com) nei loro corrispettivi indirizzi IP numerici
(es. 10.11.12.13) e viceversa.
Il DNS utilizza principalmente il protocollo UDP tranne nei casi in cui i dati superano il limite
di 512 bytes in cui usa TCP, in ogni caso la porta utilizzata dal servizio la 53.
La strutturazione del sistema DNS si basa su una struttura ad albero:
Ogni nodo dell'albero un dominio a cui assegnato un nome
Ogni nodo una label di 63 caratteri al max
Ogni nodo separato dal successivo da un punto .
Radice = dominio principale punto alla fine del nome che di solito viene omesso:
www.host.example.com
L'insieme delle etichette dei nodi, separate da punti, e terminate dal un punto radice,
detto indirizzo FQDN (Fully Qualified Domain Name). www.example.com
L'estremit di un ramo detta host, e corrisponde ad un terminale o un'entit di rete.
Il TLD, Top Level Domain, dominio di livello superiore il dominio prima della radice (com)
Il sottodominio example.
Il nome di un host/terminale il primo dominio dopo www. e deve essere unico nel
dominio considerato, o se esiste nel sotto-dominio (host)
9

Protocolli del livello Applicativo 6/7


NFS(Network File System):
Un file system l'insieme dei tipi di dati astratti necessari per la
memorizzazione (scrittura), l'organizzazione gerarchica, la manipolazione, la
navigazione, l'accesso e la lettura dei dati memorizzati in dischi rigidi, floppy,
nastri, dischi ottici.
Il server NFS consente ai computer client di utilizzare la rete, per accedere ai
dischi rigidi remoti (directory o interi filesystem) come fossero dischi locali
senza dover interagire direttamente con i dispositivi di archiviazione.
SMTP (Simple Mail Transfer Protocol):
Per trasferire messaggi dal server di posta del mittente (lato client) al server di
posta del destinatario (lato server) , utilizzando il protocollo di trasporto TCP
sulla porta 25. RFC 2821. Tratta il corpo di tutti i messaggi come ASCII a 7 bit
per cui per messaggi dal contenuto multimediale e testi non ascii occorre fare
ricorso allestensione MIME, ovvero a delle intestazioni aggiuntive che indicano
lato ricezione come riconvertire il messaggio codificato ascii nella sua forma
originaria (ex jpeg).
10

Protocolli del livello Applicativo 7/7


X WINDOW:
Su un sistema operativo Linux /Unix possibile uninterfaccia
grafica GUI, come per Microsoft Windows con la differenza che
mentre per questultimo l'interfaccia a finestre parte
integrante del kernel, in Unix un normale processo gestito dal
protocollo X WINDOW. I client X sono tutti i
programmi/applicazioni con cui l'utente interagisce, il server X si
occupa di far interagire l'utente con lo schermo

LPD(Line Printer Daemon):


LPD fornisce servizi di stampa sulle macchine Unix, GNU/Linux. Si
tratta di piattaforma costituita da un server (demone) e da un
insieme di programmi che consentono di gestire lo spool di
stampa (stampe in coda).
11