Sei sulla pagina 1di 5

Geometria analitica in sintesi

geometria analitica

punti
distanza tra due punti
punto medio
baricentro

tra due punti

di un triangolo di vertici
C

area di un triangolo di vertici

B
A

retta
forma implicita

equazione della retta

forma esplicita

forma segmentaria

m = coefficiente angolare

q = intersezione con lasse delle y

p = intersezione con lasse delle x

coefficiente angolare della retta passante per due punti


equazione della retta passante per due punti
equazione della retta passante per un punto
di coefficiente angolare m

//

condizioni di parallelismo tra due rette r ed s

condizioni di perpendicolarit tra due rette r ed s

oppure

punto
di intersezione
tra due rette r ed s
retta in forma
implicita

retta in forma
esplicita

P(x0,y0)

P(x0,y0)
d

distanza di un punto
da una retta r

equazione delle bisettrici degli


angoli formati da due rette r, s

b2

s
b1

tangente dellangolo formato da due rette r ed s


di coefficiente angolare mr ed ms
rette particolari

n
x

v 2.3

asse x

asse y

parallela asse x

x
n

parallela asse y

2012 - www.matematika.it

bisettrice I e III q.

bisettrice II e IV q.

1 di 5

Geometria analitica in sintesi

geometria analitica

parabola
F

La parabola il luogo geometrico dei punti del piano equidistanti da


un punto fisso detto fuoco e da una retta data detta direttrice:

parabola con asse di simmetria parallelo allasse y

parabola con asse di simmetria parallelo allasse x

equazione completa

coordinate del vertice


coordinate del fuoco
equazione dellasse

equazione della direttrice

equazione della retta tangente alla


parabola in un suo punto
:
formula di sdoppiamento
area del segmento parabolico
parabole particolari

b=0

c=0

b=0 c=0

b=0

b=0 c=0

c=0

significato grafico del coefficiente a e del coefficiente c

a<0

a>0

se a = 0 la parabola degenera in una retta

a>0

a<0

circonferenza

La circonferenza il luogo geometrico dei punti del piano equidistanti da un punto fisso C detto centro:

equazione completa

coordinate del centro C

C(,)

relazione del raggio r

equazione della circonferenza di centro

e raggio r

equazione della retta tangente alla circonferenza in un suo


punto
: formula di sdoppiamento
v 2.3

equazione dellasse radicale di due circonferenze

2012 - www.matematika.it

2 di 5

Geometria analitica in sintesi

geometria analitica

circonferenze particolari

se

la circonferenza si riduce al punto

esterne

origine degli assi cartesiani

posizioni reciproche di due circonferenze

C2

C1

secanti

tangenti esterne

tangenti interne

interne

ellisse

concentriche

F1

F2

Lellisse il luogo geometrico dei punti del piano tali che la somma
delle distanze da due punti fissi F1 e F2 detti fuochi costante:

ellisse con i fuochi sullasse x

F1

ellisse con i fuochi sullasse y

equazione in forma canonica

2a

2b

lunghezza asse maggiore

2b

distanza focale

2c

lunghezza asse minore

2c

F2

relazione tra i parametri a, b, c

2a

coordinate dei fuochi


eccentricit

equazione della retta tangente alla


ellisse nel suo punto
:
formula di sdoppiamento
ellisse traslata

lellisse si dice traslata se gli assi X e Y del suo sistema di riferimento sono paralleli agli assi cartesiani x e y
y

O(,)

v 2.3

coordinate del centro


dellellisse

2012 - www.matematika.it

equazione dellellisse
riferita al sistema XOY
3 di 5

Geometria analitica in sintesi

geometria analitica

iperbole
P

Liperbole il luogo geometrico dei punti del piano tali che la


differenza in valore assoluto delle distanze da due punti fissi F1
e F2 detti fuochi costante:

F1

F2

iperbole con i fuochi sullasse x

2b

lunghezza asse trasverso

2b

distanza focale

2c

lunghezza asse non trasverso

2c

F1

iperbole con i fuochi sullasse y

equazione in forma canonica

2a

F2

relazione tra i parametri a, b, c

2a

coordinate dei fuochi

equazione degli asintoti


eccentricit

equazione della retta tangente alla


iperbole nel suo punto
:
formula di sdoppiamento
iperbole equilatera: a = b
equazione

relazione tra a, c

coordinate dei fuochi

equazione degli asintoti

iperbole equilatera ruotata di

F2

F1

F1

k>0

equazione
coordinate dei fuochi

F
2

k<0

iperbole equilatera ruotata e traslata o funzione omografica


equazione

coordinate di O

v 2.3

equazione degli asintoti

2012 - www.matematika.it

4 di 5

Geometria analitica in sintesi

geometria analitica

iperbole traslata

liperbole si dice traslata se gli assi del suo sistema di riferimento sono paralleli agli assi cartesiani
y

coordinate del centro delliperbole

O(,)

equazione delliperbole con i fuochi


sullasse X riferita al sistema XOY

propriet comuni a tutte le coniche

condizione di appartenenza di un punto


per stabilire se un dato punto
retta r oppure ad una conica :

appartiene ad una

ad una retta r o ad una conica

si sostituiscono le coordinate di ,
in r o in
si sviluppano i calcoli. Se si ottiene unidentit, il punto
appartiene alla retta o alla conica

posizione di una retta rispetto ad una conica

retta secante

retta tangente

retta esterna

per stabilire se una retta secante, tangente o esterna ad una conica bisogna:

ricavare la y dellequazione della retta e sostituirla nellequazione della conica


sviluppare i calcoli ed ordinare lequazione rispetto alla
oppure, se

dellequazione di II grado cos ottenuta calcolare il

pari, il

verificare il segno del


la retta secante alla conica. Si hanno 2 intersezioni reali e distinte cio 2 punti in comune
se
se
la retta tangente alla conica. Si hanno 2 intersezioni reali e coincidenti cio 1 punto in comune
se
la retta esterna alla conica. Non si ha nessuna intersezione reale cio nessun punto in comune

ricerca delle equazioni delle rette tangenti ad una conica

tangenti parallele ad una retta di coefficiente angolare m

tangenti da un punto esterno

v 2.3

si scrive lequazione del fascio di rette proprio di centro


:
si ricava la y dallequazione del fascio di rette

si sostituisce la y trovata nellequazione della conica

si ricava il e lo si impone uguale a 0:


ottenendo una equazione di II grado nellincognita

si sostituiscono uno alla volta i valori


ed
nellequazione iniziale del fascio ottenendo le equazioni
delle due rette tangenti

si sviluppano i calcoli e si ordina rispetto alla


ottenendo unequazione di II grado in x
si risolve lequazione in

ottenendo

ed

si scrive lequazione del fascio di rette improprio con


assegnato:
si sostituisce la y trovata nellequazione della conica

si sviluppano i calcoli e si ordina rispetto alla


ottenendo unequazione di II grado in x
si ricava il e lo si impone uguale a 0:
ottenendo una equazione nellincognita
si risolve lequazione in

ottenendo

si sostituiscono uno alla volta i valori


e
nellequazione iniziale del fascio ottenendo le equazioni
delle due rette tangenti

2012 - www.matematika.it

5 di 5