Sei sulla pagina 1di 1

www.ilroma.net

SABATO 31 OTTOBRE 2009 ANNO CXLVI N.300 1,00

www.ilroma.net • SABATO 31 OTTOBRE 2009 • ANNO CXLVI N.300 • € 1,00 QUOTIDIANO D’INFORMAZIONE FONDATO

QUOTIDIANO D’INFORMAZIONE FONDATO NEL 1862

91031 9 771827 347005
91031
9 771827 347005

A NAPOLI E PROVINCIA (ESCLUSO ISCHIA) ABBINAMENTO OBBLIGATORIO “ROMA” + “IL GIORNALE”

MUGNANO

MUGNANO SALVATORE CAIANIELLO, 65 ANNI, EX FEDELISSIMO DI RAFFAELE CUTOLO, UCCISO DA DUE KILLER IN AUTO

SALVATORE CAIANIELLO, 65 ANNI, EX FEDELISSIMO DI RAFFAELE CUTOLO, UCCISO DA DUE KILLER IN AUTO

MUGNANO SALVATORE CAIANIELLO, 65 ANNI, EX FEDELISSIMO DI RAFFAELE CUTOLO, UCCISO DA DUE KILLER IN AUTO

Boss giustiziato tra la folla

Vendetta degli scissionisti: volto sfigurato da un colpo di pistola

A TORINO QUAGLIARELLA IN PANCHINA, TORNANO CANNAVARO E CONTINI Il corpo senza vita di Salvatore Caianiello,
A TORINO QUAGLIARELLA IN PANCHINA, TORNANO CANNAVARO E CONTINI
Il corpo senza vita di Salvatore Caianiello, 65 anni (nel riquadro)
NAPOLI. Salvatore Caianiello, 65 an-
ni, detto “Manomozza”, è stato am-
mazzato ieri pomeriggio, poco dopo
le 17, nel centro storico di Mugnano.
I sicari, che conoscevano le abitudi-
ni del pregiudicato, lo hanno atteso
in auto: poi uno di loro è sceso, lo ha
raggiunto ed ha fatto fuoco colpen-
dolo due volte. Infine gli ha esploso
un colpo al volto da distanza ravvi-
cinata, sfigurandolo. Il pregiudicato,
ex referente di Raffaele Cutolo a Giu-
gliano, ha passato metà della sua vi-
ta in carcere per aver ucciso un ni-
pote 16enne e un assicuratore in-
censurato. Quest’ultimo fu ammaz-
zato con un colpo di pistola nell’oc-
chio. Ieri Caianiello è stato ucciso
con la stessa modalità. Ma per gli in-
quirenti il movente sarebbe da ri-
cercare in un contrasto con il grup-
po egemone degli scissionisti. Gli as-
sassini hanno agito tra la folla di via
Roma, nei pressi dell’abitazione del-
la vittima. IN CRONACA
Denis per colpire anche la Juve
LA PRESENTAZIONE
E Mazzarri sfida
lo scugnizzo Ciro
di Italo Cucci
P enso che Mazzarri non
abbia alcuna intenzione di
esser l’erede di Mourinho, visto
che quando gli è toccato
affrontarlo lo ha anche battuto
eppoi Walter non ha proprio
bisogno di certe eredità. L’altro
Walter, Zenga, ha possibilità del
tutto teoriche, tutte nelle parole
di Mou (pensa te) che lo ha
German Denis. Titolare contro la Juve
designato
SEGUE A PAG.17
NAPOLI. Dopo il clamoroso pa-
reggio in extremis contro il Milan
al San Paolo, il Napoli è atteso og-
gi alle 18 a Torino, nel primo anti-
cipo contro la Juventus dei napo-
letani Ciro Ferrara e Fabio Canna-
varo. Per gli azzurri un altro impe-
gno “proibitivo”, ma Mazzarri spro-
na la squadra e lascia fuori lo stan-
co Quagliarella per Denis, decisi-
vo nel finale di gara sia a Firenze
che contro il Milan. Buone notizie
in difesa, dove oltre a Contini, che
ha scontato la squalifica, torna an-
che Paolo Cannavaro. Con loro
confermato Campagnaro. A cen-
trocampo Cigarini, dopo la pro-
dezza di mercoledì sera, cerca un
posto da titolare. NELLO SPORT
INFLUENZA A
IL COTUGNO DISTRIBUSCE 40MILA VACCINI. L’ASL: SCUOLE OK
Monaldi, grave una ventenne
NUOVI PARTICOLARI DAL VIDEO CHOC
L’OPINIONE
La grande sfida
il futuro del Sud
NAPOLI. Influenza A, è emergenza
anche al Monaldi: una ventenne è fi-
nita in terapia intensiva. Al Cotugno,
dove continua un viavai di persone,
sono state distribuite altre 40mila do-
si di vaccino, che resta l’arma più ef-
ficace contro il virus. Migliora la don-
na 32enne di Castellammare di Sta-
bia, una delle tre ricoverate. Solo a
una bambina è stato effettuato il
tampone. L’Asl Na1 rassicura le
mamme: a scuola nessun rischio. Ie-
OMICIDIO BACIOTERRACINO,
ADESSO È CACCIA AL “PALO”
di Giulio di Donato
O ggi a Capri sarà
interessante capire se
Tremonti si è convinto ad
avviare il taglio dell’Irap.
Marcecaglia lo incalzerà su
questo. Ed anche Fini, che ha
chiuso la Camera perché col
veto del Bilancio alla copertura
finanziaria dei ddl è impossibile
legiferare, non rinuncerà alle
sue critiche al titolare di via XX
Settembre. Giorni fa il
superministro dell’Economia
prima ha detto no poi, pressato,
ha aggiunto che dipenderà dagli
introiti dello scudo fiscale.
ri si sono svolti i funerali del profes-
sor Eugenio Campanile, deceduto
La bara del professor Eugenio Campanile mentre sta per entrare nella Chiesa dei Fiorentini
giovedì.
PRIMO PIANO A PAG.3
CAPRI
LA CONVENTION
Passa e lancia uno sguardo a Ma-
riano Bacioterracino, subito dopo
il killer spara uccidendo la vittima
di turno. C’è già un sospetto, dun-
que, per il presunto palo (nella fo-
to) dell’omicidio avvenuto nel rio-
ne Sanità e diffuso in tutta la na-
zione attraverso un video choc. In
città, però, regna ancora l’omertà
ed al momento non è arrivata al-
cuna segnalazione alla Procura che
possa aiutare a riconoscere il kil-
ler. La moglie di Bacioterracino, in-
tanto, difende il marito: «Era solo
un rapinatore»
Fiore: «La nostra “aquila”
diventi simbolo di legalità»
DOMANI
COVO SUPERATTREZZATO A SCAMPIA
Ma la questione è politica. I dati
parziali dell’operazione rientro
dei capitali all’estero sono già
disponibili e se effettivamente i
nodi entro la maggioranza sono
stati sciolti, il divo Giulio non
perderà l’occasione dei riflettori
capresi dei giovani di
Confindustria per fare il suo
annuncio. Se si parte con la
riduzione dell’Irap, allora vuol
dire che il Governo ha deciso di
passare dalle parole ai fatti e
che anche per il Mezzogiorno si
può sperare in una fase nuova.
Viceversa se il ministro parlerà
d’altro, enfatizzando la Banca
del Sud, cosa ottima ma
insufficiente, vorrà dire che
CAPRI. Il Mediterraneo, che rappre-
sentava una “terra promessa” per i traf-
fici e lo sviluppo del Mezzogiorno, re-
sta ancora una speranza. Dalla Con-
vention dei Giovani di Confindustria,
il presidente nazionale degli junior, Fe-
derica Guidi, esprime l’auspicio che
«il Mediterraneo fra 20 anni sia un’uni-
ca, grande zona franca: un grande suk
mediterraneo». Ma gli imprenditori
adulti si interrogano su come affron-
tare l’emergenza criminalità e il presi-
dente di Confindustria Campania,
Giorgio Fiore, lancia la sfida alla ca-
morra rivolgendo un appello alla Pre-
fettura: «Segnalateci le aziende collu-
se, noi non le assoceremo». E rivolto
alla platea: «Aiutateci a fare dell’aqui-
INSERTO A COLORI
SCOPERTO RIFUGIO A “5 STELLE”
NEL CUNICOLO 3 CHILI DI DROGA
I CLAN
DELLA
CAMORRA
OGNI
DOMENICA
E GIOVEDÌ
la di Confindustria un simbolo di le-
Un’operazione antidroga nel popo-
loso quartiere di Scampia ha per-
messo ai carabinieri di scoprire un
cunicolo (nella foto) che conduceva
ad un appartamento extralusso de-
stinato ad ospitare, con molta pro-
babilità, il boss Giuseppe Bastone
(arrestato lo scorso 24 agosto) du-
rante la sua latitanza. In una boto-
la, nascosta dietro ad una parete
del vano scale, i militari hanno re-
cuperato e sequestrato anche tre
chili di droga suddivisi in circa 500
dosi. Da lì si accedeva al loft di lus-
so sistemato due piani più in alto.
Giorgio Fiore (Foto Agn/De Luca)
siamo
SEGUE A PAG.6
galità».
PRIMO PIANO A PAG.5
www.ilroma.net • SABATO 31 OTTOBRE 2009 • ANNO CXLVI N.300 • € 1,00 QUOTIDIANO D’INFORMAZIONE FONDATO

Interessi correlati