Sei sulla pagina 1di 80

LE PANNOCCHIE DEL MAIS ERANO COSI GRANDI

Preparati base per lagricoltura organica

LE PANNOCCHIE DEL MAIS ERANO COSI GRANDI Preparati base per lagricoltura organica
Primo lavoro di redazione e raccolta delle informazioni: Janis Corda e Eric Vides Borrel Adattamento e revisione: Cecilia Erna Gutierrez Gonzlez e Susanna Debenedetti Disegno graco: Jess Cruz Caba Illustrazioni: Ana Laura Toledo Vsquez Revisione editoriale: Hector Veyna Rodrguez Traduzione e revisione del testo in italiano: Susanna Debenedetti, Nuria Poveda, Paola Galdi, Matteo Mancini, Enrica Lia. Supervisione: Jairo Restrepo Rivera
Questo materiale si pu riprodure liberamente attraverso qualsiasi mezzo elettronico o meccanico, purch con nalit non lucrative e previo avviso agli autori scrivendo a info@agriculturafamiliar.org..

INDICE
INTRODUZIONE COSA CI D OGNI INGREDIENTE? I CONCIMI ORGANICI FERMENTATI Bocashi Sottoprodotto del Bocashi I BIOFERTILIZZANTI Biofertilizzante supermagro semplice Accumulatore di microrganismi Biofertilizzante elaborato con accumulatore di microrganismi Sciroppo biofertilizzante SOLUZIONI MINERALI PER IL TRATTAMENTO DI INSETTI E MALATTIE SOLUZIONI FREDDE Poltiglia Bordolese all1% Poltiglia Bordolese all1% arricchito con permanganato di potassio Poltiglia Bordolese all1% arricchita con soluzione zolfo-calcio Soluzione visosa Brodo arricchito con bicarbonato di sodio SOLUZIONI CALDE Soluzione Zolfo-calce o soluzione zolfata Soluzione zolfo-calce o pasta zolfocalcica arricchita con solfato di zinco Soluzione silicio-zolfo-calce Soluzione di cenere Emulsione di cenere 5 7 13 14 23 25 26 34 40 42 47 48 54 56 58 60 62 69 71 75 78

INTRODUZIONE
Questi preparati, fondamentali per il lavoro di recupero del suolo e il miglioramento delle coltivazioni, offrono la possibilit di sfruttare nel miglior modo possibile le risorse disponibili. Considerando che luoghi distinti hanno condizioni e risorse diverse per preparare i concimi, importante capire la funzione di ogni ingrediente per sostituirlo con un altro simile nel caso in cui fosse necessario. Proprio come fanno le buone cuoche quando non hanno a disposizione un ingrediente per preparare un piatto succulento. In generale, raccomandiamo che si rispettino le proporzioni degli ingredienti principali; daltra parte, per praticare lagricoltura organica bisogna osservare e sperimentare costantemente, utilizzando ci che il luogo offre. Per queste ragioni opportuno provare i preparati in una piccola zona del campo per poi applicarli a tutta larea di produzione. Inoltre, molto utile condividere dubbi e risultati con altre persone in modo da poter trovare insieme la soluzione migliore. Sar lesperienza a definire le quantit e gli ingredienti pi idonei allelaborazione e alluso di questi preparati.

COSA CI DA OGNI INGREDIENTE? Acqua


Nei concimi, permette di mescolare gli ingredienti e aiuta a distribuire uniformemente il tasso di umidit tra tutte le parti del preparato. In questo modo si creano le condizioni per uno sviluppo armonioso dellattivit e della riproduzione dei microrganismi necessari alla trasformazione e preparazione del concime. Nei biofertilizzanti, amalgama tutti gli elementi del composto, il mezzo liquido in cui si realizza tutto il processo di trasformazione. Molti microrganismi presenti nella fermentazione vivono pi uniformemente nel liquido, dove i nutrienti (vitamine, enzimi, peptidi, ecc) si trasferiscono o si trasformano con pi facilit.

Calce
Contribuisce allequilibrio dellacidit tanto nella fermentazione dei concimi come nella preparazione delle soluzioni minerali. Inoltre reagisce con lo zolfo, rendendolo solubile (nel caso della soluzione zolfo-calce). Per i preparati si deve usare calce viva, calce per la costruzione della migliore qualit o idrossido di calcio, mentre non deve assolutamente essere utilizzata la calce agricola o il cemento bianco, soprattutto nella preparazione delle soluzioni minerali.

Carbone
Migliora le caratteristiche fisiche del suolo permettendo una miglior distribuzione delle radici, una migliore aerazione e un maggior assorbimento dellumidit e del calore (energia). Grazie al suo alto grado di porosit, aumenta lossigenazione dei concimi, facilita lattivit dei microrganismi, conserva, filtra e libera nutrienti e agisce come un regolatore di temperatura del suolo, aumentando la resistenza delle radici alle basse temperature notturne. Si raccomanda di triturare bene il carbone prima di mescolarlo agli altri ingredienti.

Cenere
E unimportante fonte di sali minerali che, oltre ad attivare e arricchire la fermentazione, nutrono e fertilizzano il suolo e le piante. Il concime Bocashi pu essere migliorato utilizzando farina di roccia al posto della cenere.

Letame
E la principale fonte di azoto. Migliora la qualit e la fertilit del suolo con alcuni nutrienti come fosforo, potassio, calcio, magnesio, zinco, rame e boro. In generale, il letame migliora le condizioni biologiche, chimiche e fisiche del suolo. Il letame di vacca fresco apporta microrganismi viventi che sono essenziali per iniziare il processo di fermentazione del biofertilizzante. Fornisce i semi (o inoculi) del lievito,

dei funghi e batteri che hanno la funzione di digerire e trasformare quei nutrienti presenti nel composto in alimenti facilmente assimilabili per le piante.

Lettiera
Quando si decompone, crea gli alimenti necessari per nutrire e consentire la riproduzione dei microrganismi responsabili della trasformazione della sostanza organica nel cibo disponibile per le piante. E necessario che la lettiera sia molto diversificata e di buona qualit, perch unalta diversificazione di specie di foglie corrisponde a una maggiore variet di microrganismi. Inoltre raccomandabile utilizzare lettiera raccolta in prossimit della zona dove poi si utilizzer il preparato: esiste in natura una memoria biologica, anche detta distanza genetica.

Latte o siero di latte


Essendo ricchi di aminoacidi, vitamine, grassi e proteine, forniscono le condizioni ideali che permettono la moltiplicazione dei microrganismi. Si consiglia di utilizzare il siero di latte principalmente nella preparazione di biofertilizzanti e per i preparati da spruzzo.

Lievito
Essendo ricchi di aminoacidi, vitamine, grassi e proteine, forniscono le condizioni ideali che permettono la moltiplicazione dei microrganismi. Si consiglia di utilizzare il siero di latte principalmente nella preparazione di biofertilizzanti e per i preparati da spruzzo.

Zuccheri
Forniscono lenergia necessaria ai microrganismi per poter realizzare il lavoro di decomposizione della materia. Gli zuccheri sciolti in acqua facilitano il processo di fermentazione della materia organica in sostanze nutritive digeribili per le piante (sono il carburante della fermentazione, come il fuoco che consente la cottura dei cibi per facilitare la digestione). Sono ricchi di potassio, calcio, fosforo, magnesio e micronutrienti, come il boro, lo zinco, il manganese e il ferro. Nei paesi tropicali si usa la melassa della canna da zucchero. In Europa si pu usare lo zucchero, il miele o della frutta non pi commestibile perch in avanzato stato di maturazione.

10

Crusca (intera o farina) di riso, grano o mais


un ingrediente ricco di vitamine complesse che stimolano lattivazione di ormoni della crescita, aumentando la fermentazione nei concimi. Inoltre ricco di carboidrati, proteine, minerali (azoto, fosforo, potassio e magnesio). Questi componenti sono molto importanti perch costituiscono un alimento di base per i microrganismi responsabili della decomposizione della sostanza organica (un processo indispensabile perch questa possa essere assimilata dalle piante). La crusca migliore quella di riso.

Stoppie di grano o mais


Si integrano ai concimi triturandole finemente: facilitano la aerazione, lassorbimento di umidit e la ritenzione di nutrienti, aumentano lattivit dei microrganismi del suolo. Forniscono la struttura al concime e al suolo, oltre a consentire una migliore penetrazione delle radici.

Minerali (zolfo, rame, borace, magnesio, zinco, etc.)


Attivano e arricchiscono la fermentazione, nutrono e fertilizzano il suolo e rafforzano le piante. Questo riduce gli attacchi di parassiti, malattie e funghi: gli insetti arrivano alle piante quando c uno squilibrio minerale, quindi le piante ben nutrite sono pi forti.

11

Quando si utilizza cenere o farina di rocce si incrementa la presenza di minerali, tanto nelle soluzioni minerali quanto nei concimi e nei biofertilizzanti.

Zolfo
Aiuta ad ottenere un equilibrio nutrizionale nelle piante. Si possono aggiungere fino a 40 kg di zolfo per ettaro direttamente nel fertilizzante (ad esempio nel Bocashi). Lo zolfo da solo non solubile in acqua (nelle sluzioni tipo zolfocalcio deve essere accompagnato con la calce e lausilio del calore in modo che possa dissolversi).

Terra
Consente lintegrazione di tutti i componenti del concime e distribuisce lumidit, lambiente favorevole per lo sviluppo di attivit microbiologica (indispensabile per una buona fermentazione). Ha la capacit di trattenere e filtrare i nutrienti e rilasciarli in modo che possano essere assimilati dalle piante. Per la preparazione del Bocashi la terra migliore quella argillosa perch ricca di minerali essenziali per lo sviluppo delle piante. In alcuni casi necessario setacciarla in modo da togliere pietre, zolle e legno.

12

I CONCIMI ORGANICI FERMENTATI

Bocashi (in giapponese, fermentazione precotta)


Il Bocashi un concime organico fermentato i cui ingredienti si ottengono dal calore generato durante la sua preparazione. Questo tipo di concime usato con successo da contadini in molte localit. Gli ingredienti possono cambiare a seconda delle condizioni di ogni luogo, per questo importante conoscere il processo generale della sua preparazione e a cosa serve ogni ingrediente. I migliori ingredienti sono quelli che si hanno a portata di mano.

Usi
Il Bocashi rigenera la terra, alimenta il suolo, aumenta la profondit delle radici e fertilizza le piante perch contiene diversi tipi di sostanze nutrienti solubili (macro e micronutrienti) immediatamente disponibili.

14

Utensili
Pale. Forconi. Secchi.

Ingredienti
Per preparare 60 sacchi di concime (quantit necessaria per un ettaro di terreno a ortaggi o cereali) 20 sacchi di letame. 20 sacchi di terra. 4 kg di zucchero. 1 kg di lievito granulato per pane 20 sacchi di residuo (stoppie e foglie) macinato di mais. 1 sacco di crusca di riso, grano o farina di mais 1 o 2 sacchi di carbone vegetale in pezzi piccoli, si pu usare anche cenere o polvere di roccia (25 kg per tonnellata di concime ottenuto). Acqua.

15

Preparazione
Preparazione del luogo in cui realizzare il concime: Per proteggere il concime da sole, vento e pioggia (fattori che alterano la fermentazione e la qualit nale del fertilizzante), necessario prepararlo in uno spazio coperto. Questa copertura, che pu essere realizzata con un telone plastico, una stoffa impermeabile o qualunque altro materiale, deve rimanere separata dalla supercie del concime per evitare un eccesso di umidit e una fermentazione in assenza di ossigeno (anaerobica). Il pavimento pu essere di mattoni, cemento o terreno ben compattato con canalette laterali per impedire laccumulo di umidit.

16

Mescoliamo gli ingredienti!

a) Sciogliere lo zucchero in 20 litri dacqua, quindi aggiungere il lievito e mescolare. Conservare la miscela ottenuta in un recipiente. b) Disporre sul pavimento il contenuto dei sacchi, no a nirli, per strati nel seguente ordine: Primo strato: 10 centimetri (un sacco) di residuo di mais. Secondo strato: 10 centimetri (un sacco) di terra.

17

Terzo strato: 10 centimetri (un sacco) di letame. Quarto strato: 3 pale di crusca o farina di mais. Quinto strato: 4 pale di carbone in pezzi molto piccoli Tra uno strato e laltro inumidire, poco a poco, con la miscela di zucchero e lievito sciolti in acqua.

18

c) Girare tre volte con la pala questo mucchio nch la miscela sar uniforme. Mentre si sta girando e mescolando il composto, inumidire con acqua (solo in questo momento si pu aggiungere lacqua) no ad ottenere la giusta umidit; eccessiva o scarsa umidit rovinano il composto.

Per controllare lumidit si usa la prova del pugno: si prende un pugno del composto e lo si stringe. Si ha la giusta umidit quando aprendo la mano il composto si sfalda naturalmente e lascia la mano umida. Se quando apriamo la mano il composto si sgretola immediatamente signica che manca dacqua; se stringendo il pugno scorre acqua tra le dita, il composto ha troppa acqua. Per correggere leccesso di acqua si aggiunge il residuo di mais o terra asciutta.

19

Fermentazione
Una volta nito di mescolare tutti gli ingredienti, si forma un cumulo che raggiunge al massimo, nei primi giorni, 1,40 m di altezza. Allinizio si raggiungono temperature anche di 70C che possono danneggiare il concime. Per evitare che ci accada, nei primi tre giorni bisogna raffreddare il concime rimescolandolo due volte al giorno com stato spiegato sopra. Al secondo giorno di fermentazione, la prima cosa da fare controllare che non si senta odore di marcio e che non vi siano molte mosche. Dal quarto giorno si rimescola una sola volta. La temperatura del concime deve essere controllata giornalmente introducendovi la mano o con un termometro: non deve superare i 60C. In caso di temperatura troppo alta si consiglia di rimescolare due volte al giorno. La fermentazione dura dai 12 ai 15 giorni. In questo intervallo di tempo il concime organico fermentato ha gi raggiunto la maturit e la sua temperatura si livella con quella dellambiente circostante; il colore grigio chiaro con un aspetto sabbioso secco e di consistenza sciolta. Bisogna ricordare che durante la fermentazione la miscela deve rimanere allombra ed fondamentale non aggiungere altra acqua, in modo che il concime perda poco a poco lumidit e il calore.

20

Applicazione
Coltura
Mais

Questo concime deve essere sempre interrato, ricoperto da uno strato di terra.

Dose per serre

Applicazione nel terreno


Da 3 a 5 tonnellate per ettaro (metterne un pugno nel solco in cui sono piantati i semi e poi ricoprirlo con della terra).

Colture in serra.

1 parte di composto per 4 di terra (20% di concime, 80% di terra). Per la semina in semensaio si pu applicare il Bocashi puro 50-80 grammi in ogni buco di ortaggio (la stessa dose 8 o 12 giorni pi tardi). Spargere intorno alla piantina e ricoprire con terra. Metterne 250-500 grammi intorno alla piantina e ricoprire con terra. Preparazione delle piantine in tocella: 2 parti di Bocashi per 3 parti de terra (40% di concime, 60% di terra). Trapiantata la pianta in un a buca di 50 x 50 x 50 cm, mettere il fertilizzante puro, utilizzandone no a 5 kg per buca.

Ortaggi

Pomodoro Fruttifere in vivaio

Per rimineralizzare i suoli si possono anche applicare 2-3 tonnellate di polvere di roccia per ettaro ogni 3 - 4 anni.

21

Raccomandazioni
Come accumulare e mantenere il letame per fare il concime organico? Per la preparazione del Bocashi meglio utilizzare letame con bassa umidit (semisecco). Per conservare il letame che si user per la preparazione del fertilizzante si raccomanda di mescolarlo con stoppia e metterlo in sacchi proteggendoli dal sole e dalla pioggia. Che fare se la temperatura del preparato supera i 60C? Rigirare la miscela no ad abbassare la temperatura, non aggiungere acqua in nessun caso. Perch meglio tenere allombra il composto? Perch la luce ed il calore riducono lattivit microbiologica, cio uccidono i microrganismi necessari al processo di fermentazione. Che cosa succede se gli ingredienti non sono ben secchi? Non essenziale che tutti gli ingredienti siano completamente asciutti. Quando sono umidi, sufciente aggiungere meno acqua alla miscela. La cosa importante che, una volta nito di mescolarli, si misuri lumidit con la prova del pugno.
NOTA. A esta receta se puede aadir un costal de cal agrcola o cal de construccin para bajar la acidez del abono o equilibrarla.

22

Sottoprodotto del bocashi


Questo preparato si pu realizzare quando, nella fase di fermentazione del Bocashi, si crea un arco biologico (strato di colore bianco cenere che si forma nella parte superiore del cumulo) composto da microrganismi prodotti dal concime stesso.

Usi
Questo preparato si usa per rafforzare le difese naturali delle piante contro malattie e infezioni.

Utensili
Secchio di 10 litri. Bidone o vasca di 100 litri. Pala. Pompa manuale ad aspersione.

Ingredientes
2 kg di arco biologico. 110 litri di acqua. 2 kg di zucchero

23

Preparazione
Raccogliere 2 kg di arco biologico e scioglierli in un secchio con 10 litri dacqua e 0,5 kg di zucchero. Lasciare riposare questa miscela allombra per alcune ore. Filtrare il liquido e scioglierlo in 100 litri dacqua insieme a 2 kg di zucchero

Applicazioni
Preparare la mattina e applicare la sera dopo il tramonto. Spruzzare sulle foglie, preferibilmente nella pagina inferiore delle stesse, dal basso allalto per favorirne lassorbimento.

24

I BIOFERTILIZZANTI

Biofertilizzante supermagro semplice


A scue`nu (ci che fa crescere in lingua mixteco)

Uso
Serve per alimentare le piante per via fogliare. Grazie ai suoi nutrienti essenziali (minerali, vitamine, lievito, ormoni vegetali, etc.) stimola la crescita delle piante oltre a proteggerle dallattacco di insetti e malattie.

26

Utensili
Bidone di 200 litri di capacit con coperchio sigillante. valvola da mezzo pollice. Bastone di legno di dimensioni adeguate per mescolare gli ingredienti nel bidone. Tubo di plastica trasparente da mezzoo pollice di diametro e 50 cm di lunghezza. Anello metallico di mezzo pollice.

Bottiglia trasparente.

Ingredienti
40-50 kg di letame di mucca fresco ( preferibile che sia di mucche che si alimentano al pascolo). 2-4 kg di zucchero. 3 kg di cenere o polvere o farina di roccia di diverse pietre. 100 -200 gr di lievito (un po di pi se il letame non freschissimo). 180 litri di acqua. 2-4 litri di latte o siero di latte.

27

Preparazione
Preparare un bidone con il sistema acchiappagas: perforare il coperchio per installare una valvola a pressione sigillandola bene allo stesso (non deve esserci la possibilit di passaggio daria) e collocare su di essa un tubo di plastica (anchesso deve combaciare perfettamente con la valvola). Allestremit del tubo si assicura con un lo una bottiglia piena dacqua. In questo modo i gas che si creano nel bidone possono uscire senza far entrare aria. Una volta preparato il bidone, eseguire le seguenti operazioni:

1. Mescolare energicamente, allinterno del bidone, lo sterco e la cenere o farina o polvere di roccia in 100 litri di acqua, no ad ottenere una miscela omogenea. 2. Sciogliere lo zucchero in mezzo secchio di acqua calda, aggiungere il lievito e poi il latte; mescolare e aggiungere il tutto al composto nel bidone. Mescolare energicamente in modo che gli ingredienti si amalgamino bene.

28

3. Aggiungere acqua pulita per arrivare a 180 litri circa, e mescolare nuovamente il tutto. Fare attenzione a non riempire completamente il bidone, lasciare lo spazio necessario per la formazione di gas.

4. Chiudere ermeticamente il bidone con il coperchio, in modo da non far uscire n entrare aria e collocare il sistema acchiappagas .

29

Fermentazione
Una volta chiuso il bidone e collocato il sistema acchiappagas , comincia un processo di fermentazione di tipo anaerobico, cio senza la presenza n di aria n di ossigeno; per questa ragione molto importante controllare che sia chiuso ermeticamente. Lasciar riposare il bidone allombra, protetto dai raggi solari e dalla pioggia, sotto un tetto o un albero, per almeno 30 giorni senza mai togliere il tubo dalla bottiglia con acqua (attenzione: controllare che lacqua non evapori e che lestremit del tubo sia sempre inserita nellacqua). Se tutto funziona bene si pu lasciare fermentare per pi tempo, ottenendo un biofertilizzante migliore. Il processo di fermentazione si sviluppa correttamente quando, una volta chiuso il bidone, iniziano a uscire bolle dal tubo o il livello di acqua nel tubo pi basso di quello nella bottiglia. Bisogna fare questa osservazione il giorno stesso o quello successivo. Il processo potrebbe rallentare nel caso in cui la temperatura ambiente sia bassa.

30

Dopo un mese possibile aprire il bidone per vericare lodore e il colore della miscela. Non deve esserci odore di marcio e il colore deve essere marrone chiaro tendente al beige e non tendente al blue, nero o viola. Il cattivo funzionamento del preparato pu essere dovuto allentrata daria provocata dallaver tolto il tubo dalla bottiglia, o dal non aver chiuso ermeticamente il coperchio, o anche a causa di piccole fessure nel raccordo tra la valvola, il coperchio e il tubo. Altro fattore che pu inuire la qualit degli ingredienti (come lo sterco di vacche non sane o in cura di antibiotici, nutrite con alimenti industriali o che stiano pascolando in prati trattati con prodotti chimici). La cattiva riuscita del preparato pu essere anche determinata da un ritardo nella fermentazione. Se il biofertilizzante non fermenta correttamente, conviene tapparlo nuovamente e aspettare alcuni mesi no a che lodore e il colore siano migliorati e poi applicarlo diluito in acqua direttamente nel terreno e sul fogliame. Non si ottiene lo stesso risultato, ma nutre ugualmente il suolo.

31

Applicazione
Una volta pronto, diluire il biofertilizzante in acqua nelle seguenti proporzioni: 1 litro di biofertilizzante in 15 litri dacqua da 1 a 2 litri di biofertilizzante in 20 litri dacqua, cio una diluizione dal 5 al 10% da 5 a 10 litri di biofertilizzante in 100 litri di acqua, cio una diluizione dal 5 al 10% Applicare a spruzzo sulle foglie la mattina presto o la sera dopo il tramonto. Inoltre pu essere utilizzato per fertilizzare il terreno, applicandolo sul terreno prima della semina. Per fertilizzare le piante, inizialmente si raccomanda di applicarlo ogni 15 giorni alla pagina inferiore delle foglie. necessario controllare che la pompa utilizzata non sia contaminata da veleni chimici. Il biofertilizzante pu essere applicato in qualsiasi stadio di sviluppo delle piante e in qualsiasi tipo di colture: ortaggi, ori, agrumi, cereali, pomodoro, ecc. Aiuta a nutrire le piante, le protegge dagli attacchi di insetti e malattie e allo stesso tempo nutre il terreno.

32

Raccomandazioni
Cosa fare se non si ottengono 50 chilogrammi di sterco fresco in un solo giorno? Accumulare ogni giorno il letame fresco in un bidone, coprirlo, senza mescolarlo, con un sottile strato di zucchero e tappare. Il giorno dopo effettuare la stessa operazione no ad ottenere il letame necessario. Qual il miglior letame per la preparazione del biofertilizzante? Il miglior letame quello freschissimo, appena espulso dalla vacca Cosa ci permette ottenere un buon fertilizzante? Una buona qualit degli ingredienti. Una buona fermentazione. Un buon uso degli elementi, cio, seguire i passi indicati per una buona elaborazione.

33

Accumulatore di microrganismi teku cana (vita in movimento, in mixteco)

Usi
Questo preparato usato per attrarre e riprodurre i microrganismi necessari a decomporre il suolo, che lavorano come cuochi nella trasformazione della sostanza organica in nutrienti facilmente assimilabili dalle piante. Questo prodotto, che si applica ai biofertilizzanti, velocizza il processo di decomposizione della sostanza organica (questa diventa cibo per le piante solo se decomposta). Inoltre, applicato direttamente sulle foglie le rinforza e le protegge dai parassiti. Si pu anche usare come integratore alimentare del bestiame: favorisce la digestione, migliora il processo di fermentazione della ruminazione e aumenta lefcienza dellimpiego dellalimento.

34

Utensili
Bidone pulito di 200 l di capacit con coperchio sigillante. importante non riutilizzare contenitori che abbiano contenuto sostanze chimiche o veleni perch impossibile rimuovere i residui tossici. Pala per mescolare gli ingredienti. Bastone di legno per compattare il composto.

Ingredienti
2 sacchi di lettiera ( lo strato superficiale del suolo forestale, costituito da piccoli pezzi di foglie, cortecce, rami, ori, frutta e altri elementi vegetali, decomposti o semi-decomposti) che non contenga foglie verdi. 1 sacco di crusca di riso, o di frumento o farina di mais. kg di zucchero sciolto in circa 5 litri dacqua.

35

Preparazioni
1. Mescolare, al di fuori del bidone, la lettiera e la crusca di riso o grano(o la farina di mais).

2. Sciogliere lo zucchero in circa 6 litri dacqua ed aggiungerla alla miscela descritta sopra.

3. Mettere quanto ottenuto nel bidone.

4. Compattare il composto con un bastone dando colpi verticali, dallalto verso il basso. 5. Chiudere il bidone ermeticamente. importante non utilizzare bidoni che abbiano contenuto sostanze chimiche.

36

Fermentazione
Una volta chiuso il bidone, lasciare fermentare il preparato per 30-45 giorni allombra. Si tratta di una fermentazione anaerobica, ovvero in assenza di ossigeno, per questa ragione necessario che il bidone non abbia alcun buco e che si sigilli per bene il coperchio. probabile che il coperchio del bidone si gon: questo indica che sta avvenendo la fermentazione. Il bidone deve rimanere chiuso no al termine della fermentazione (non aprire mai il bidone prima dei 30-45 giorni necessari alla nalizzazione del processo).

37

Applicazione
Dopo il tempo di fermentazione, laccumulatore di microrganismi pu essere utilizzato in diversi modi: 1. Come fertilizzante (applicazione fogliare). Preparare un altro bidone con il sistema acchiappagas: perforare il coperchio per installare una valvola a pressione sigillandola bene allo stesso (non vi deve essere la possibilit di passaggio daria) e collocando su di essa un tubo di plastica (anchesso deve combaciare perfettamente con la valvola). Allestremit del tubo assicurare con un lo una bottiglia piena dacqua. In questo modo i gas che si creano nel bidone possono uscire senza far entrare aria. Sciogliere 10 kg dellaccumulatore di microrganismi in 100 litri d acqua. Lasciare fermentare per 8-10 giorni, trascorsi i quali, diluire 8-10 litri del fermentato ottenuto in 100 litri di acqua, aggiungendo 2,5 l di zucchero sciolto in acqua. Aspergere questa soluzione con una pompa manuale preferibilmente nella pagina inferiore delle foglie delle piante, al mattino o nel tardo pomeriggio.

38

2. Per migliorare la qualit del Bocashi . Per ogni tonnellata di Bocashi, utilizzare 20 kg di questo accumulatore di microrganismi miscelandolo col concime stesso. importante aggiungerlo al Bocashi quando questultimo completamente pronto: mettendolo quando il concime raggiunge alte temperature si uccidono i microrganismi contenuti nellaccumulatore. 3. Come integratore per lalimentazione del bestiame (migliora la digestione dei ruminanti, ricostruisce la ora ruminale e stimola lattivit dei batteri). Si raccomanda di aggiungere alla dieta giornaliera degli animali le seguenti quantit di accumulatore: 200-300 grammi per le vacche adulte di circa 500 kg; 50 grammi per i maiali; 30 grammi per capre e pecore; 20 grammi per i conigli; 10 grammi per i polli. 4. Nella preparazione di compost con riuti organici. Aggiungere uno strato di accumulatore su ognuno degli ingredienti del compost. Questa applicazione aiuta ad eliminare lodore e favorire la decomposizione della frazione organica. 5. Per rimuovere il puzzo di porcili e pollai. Applicare un sottile strato del preparato nel suolo.

39

Biofertilizzante elaborato Con accumulatore di microrganismi


Questo preparato un eccellente biofertilizzante simile al supermagro semplice, nel quale lo sterco di mucca viene sostituito dallaccumulatore di microrganismi. Lelaborazione e lapplicazione sono le stesse.

Utensili
Bidone di 200 litri di capacit con coperchio sigillante Valvola per tubo di plastica da un pollice e mezzo di diametro da adattare al coperchio. Tubo di plastica da un pollice e mezzo di diametro e 50 cm di lunghezza. Il tubo deve aderire alla valvola, e va stretto a questultima con un anello metallico Anello metallico da mezzo pollice. Bottiglia trasparente. Bastone per mescolare gli ingredienti nel bidone.

40

Ingredienti
20 kg di accumulatore di microrganismi. Acqua necessaria per completare 180 litri del preparato. 6 litri di siero di latte. 2 litri di acqua e zucchero. 3 chilogrammi di farina o polvere di roccia (ingrediente aggiuntivo, non indispensabile per lelaborazione del biofertilizzante)

Preparazione
Mescolare energicamente gli ingredienti nel bidone. Preparare il coperchio con il sistema acchiappagas Chiudere ermeticamente il bidone e inserire il tubo di plastica nella bottiglia (il bidone non deve essere riempito no allorlo, lasciare uno spazio di 15 centimetri circa per la formazione dei gas). Questo biofertilizzante si usa, si lascia fermentare e si applica come il supermagro semplice..

41

Sciroppo biofertilizante
Uso
Si usa principalmente per alberi da frutto e si elabora con i riuti di polpa di frutta che possono essere ottenuti nei mercati, durante feste e riunioni.

Utensili
Bidone con coperchio. Rubinetto di plastica o rame. Base circolare (il cui diametro deve essere poco pi piccolo di quello interno del bidone) di legno, metallo o plastica con perforazioni. Una pietra con un peso sufficiente per schiacciare la polpa.

Ingredienti
Zucchero. Rifiuti di polpa di frutta. Polvere di roccia o cenere.

42

Preparazione del bidone


IInstallare il rubinetto di plastica in un lato del bidone ad unaltezza che permetta di estrarre lo sciroppo quando sar pronto. Montare il sistema acchiappagas nel coperchio del bidone.. (ver pginas 36-37).

Preparazione della base circolare


Preparare una base circolare che possa essere inserita nel bidone. Fare diversi buchi che permettano di far passare il liquido che si ottiene dalla fermentazione della polpa.

Preparazione del composto


Mettere nel bidone strati di polpa di frutta di circa 15 centimetri e coprire ogni strato con zucchero no a riempire il bidone. Se se ne ha lopportunit aggiungere 50 grammi di polvere di roccia o cenere in ogni strato.

43

Collocare la base perforata con sopra una pietra pesante, in modo da permettere che questa scenda mentre avanza il processo di decomposizione. Chiudere ermeticamente il bidone e installare il tubo e la bottiglia del sistema acchiappagas .

Fermentazione
Dopo 30-40 giorni possibile utilizzare lo sciroppo biofertilizzante.

Applicazione
Sciogliere 7-10 litri di sciroppo biofertilizzante in 100 litri dacqua e applicare direttamente nella pagina inferiore delle foglie in modo da facilitarne lassorbimento. Le applicazioni possono essere fatte con una pompa a mano al mattino molto presto o la sera dopo il tramonto, preferibilmente quando la luna tra il quarto crescente e piena.

44

Raccomandazioni
Non usare noccioli o semi di frutta (pesca, albicocca, susina, ecc). Nel caso in cui non fosse possibile ottenere la quantit di polpa di frutta necessaria per riempire il bidone in una sola volta, si possono accumulare gradualmente gli strati (nel corso di una settimana) coprendoli con dello zucchero. anche possibile utilizzare un bidone pi piccolo per riempirlo rapidamente.

45

SOLUZIONI MINERALI PER IL TRATTAMENTO DI INSETTI E MALATTIE

SOLUZIONI FREDDE Poltiglia bordolese all1%

Uso
Questa soluzione fredda, la cui base di solfato di rame, eccellente nel trattamento di malattie causate da funghi. ottima per controllare molti funghi come per esempio la ruggine degli agrumi, la ruggine gialla del grano, la ruggine del fagiolo, lalternariosi e loidio, e altri tipi di funghi come lantracnosi. molto efcace in colture di pomodoro, melanzana, pomodoro verde ed altre solanacee.

48

Utensili
1 contenitore di plastica con capacit di 100 litri. 1 secchio di plastica con capacit di 20 litri. 1 bastone di legno per mescolare il composto.

Ingredienti
1 kg di solfato di rame. kg di calce viva o idratata (calce da costruzione) o idrossido di calcio. 100 litri dacqua.

49

Preparazione
1. Sciogliere 1 kg di solfato di rame in 10 litri dacqua nel secchio di plastica piccolo. 2. Sciogliere 1 chilogrammo di calce in 90 litri dacqua pulita nel contenitore di plastica grande. 3. Dopo aver sciolto i due ingredienti separatamente, mescolare, aggiungendo il preparato di solfato di rame al preparato di calce (si deve sempre versare il preparato del solfato di rame in quello della calce e mai la calce disciolta in acqua sul preparato di solfato di rame). Girare con la pala no a far amalgamare bene gli ingredienti.

50

Aplicazione
Applicare direttamente sulle foglie delle piante. Nel caso in cui si presenti una malattia grave, pu essere utilizzato senza essere diluito, altrimenti si consiglia di diluire con acqua per evitare di bruciare le colture pi sensibili, secondo i seguenti suggerimenti.

Coltivazione
Cipolla, aglio, pomodoro, barbabietola ed altri. Fagiolo, fagiolino, cetriolo, cavolo. Pomodoro e patate.

Uso

Dose
Diluizione 3:1 (tre parti di poltiglia e una parte di acqua). Diluizione 1:1 (una parte di poltiglia e una parte di acqua).

Dopo che le piante hanno raggiunto 30 cm di altezza, applicare ad intervalli di 7 -10 giorni. Contro lantracnosi e loidio

Diluizione 2:1 (due parti di poltiglia e una parte di acqua). RAspergere le piante dopo ogni oritura. Se il danno

Agrumi

51

abbastanza grande si pu applicare due volte: una prima della oritura e unaltra quando i due terzi dei petali sono caduti. Ciliegio, melo, pesco, pero e susino. Controlla malattie causate da funghi, principalmente entomosporiosi Spruzzare con poltiglia bordolese o soluzione zolfocalcio soprattutto dopo la potatura, no alla comparsa dei primi frutti.

Fico.

Controlla principalmente la ruggine

Applicare dalla comparsa delle gemme alla maturazione dei frutti. Nel periodo di potatura e postraccolta gli alberi sono trattati con pasta e soluzione zolfo-calce

52

Raccomandazioni
opportuno preparare la poltiglia e usarla immediatamente. Utilizzare la poltiglia non oltre i tre giorni dalla preparazione. Non usare contenitori metallici per la preparazione. Non mescolare la poltiglia con le mani, si devono usare pale di legno. Non applicare a piante molto piccole, recentemente germinate e in fioritura. Non utilizzare attrezzature con le quali si siano aspersi prodotti chimici.

53

Poltiglia bordolese 1% Arricchito con permanganato di potassio Uso


Si raccomanda in caso di forti attacchi simultanei di funghi come la peronospera, loidio e la ruggine. Inoltre utilizzato in caso di gravi attacchi di alternariosi che compromettono gli ortaggi e in particolare pomodoro, patata e peperoncino.

54

Utensilios
2 contenitori di plastica (uno con capacit di 100 l, laltro pu essere pi piccolo). Bastone di legno.

Ingredienti
100 litri di poltiglia bordolese. Permanganato di potassio (la quantit dipende dallavanzamento della malattia: 25 grammi nel caso di poche piante colpite, 50 grammi quando la malattia sta crescendo, 125 grammi quando la malattia in uno stadio pi avanzato).

Preparazione
Diluire il permanganato di potassio in acqua ed aggiungerlo alla poltiglia bordolese appena pronta.

Aplicazione
Si applica in una concentrazione di 1:1 (una parte di soluzione e una di acqua) e si spruzza direttamente sulle foglie.

55

Poltiglia bordolese all 1% Arricchita con soluzione zolfo-calcio Uso


Si raccomanda in caso di gravi attacchi di ruggine e alternaria, in caso di attacchi di alternariosi e marciume radicale, che riguardano soprattutto gli ortaggi, ed in particolar modo le colture di pomodoro, patata e peperoncino.

Utensilios
Contenitore di plastica con capacit di 100 litri. Bastone di legno.

Ingredienti
100 litri di poltiglia bordolese all1%. 4 litri di soluzione zolfo-calcio.

56

Preparazioni
Aggiungere 4 litri di soluzione zolfo-calcio a 100 litri di poltiglia bordolese e mescolare con un bastone o pala di legno.

Aplicazione
Questa soluzione si deve usare immediatamente dopo essere stata preparata e va applicata sulle foglie. Quando la malattia molto avanzata pu essere utilizzata direttamente senza essere diluita, se il problema meno grave si applica con una concentrazione di 1:1 (una parte di brodo e una parte di acqua).
Nota. Questa soluzione rappresenta unalternativa alla poltiglia bordolese all1% arricchita con permanganato di potassio, visto che risulta pi semplice reperire gli ingredienti per questo preparato.

57

Soluzione visosa
Uso
Questa soluzione raccomandata per le colture carenti di sali minerali e per combattere le malattie provocate da funghi, soprattutto nel mais, nelle fruttifere e negli ortaggi.

Utensilios
Contenitore di plastica con capacit di 20 litri. Vasca di plastica con capacit di 100 litri. Bastone di legno..

Ingredientes
600 g di solfato di zinco. 400 g di solfato di magnesio. 400 g di borace. 500 g di solfato di rame. 500 g di calce da costruzione o idrossido di calcio. 100 litri di acqua.

58

Preparazione
1. Sciogliere in un secchio di plastica con 20 litri dacqua il solfato di rame, lo zinco, il magnesio e il borace. 2. Diluire la calce in un bidone con 80 litri dacqua e mescolare con un bastone.. 3. Versare i solfati nel bidone dove si sciolta la calce con lacqua (mai il contrario) girando costantemente il preparato con il bastone. 4. Applicare immediatamente.

Aplicazione
Applicare direttamente sulle foglie subito dopo la preparazione. Pu essere utilizzato ogni 30 giorni, ma importante non applicarlo nel momento della oritura. Si pu usare zucchero diluito o sapone nella soluzione per migliorare laderenza alle foglie della soluzione.

Dose
Nella maggior parte delle colture si applica senza diluire, nel caso di patate e ortaggi, si utilizza una diluizione 1:1 (per una preparazione di 100 litri di preparato da applicare si utilizzano 50 litri di soluzione visosa e 50 litri dacqua)..

59

Brodo arricchito Con bicarbonato di sodio


Uso
Si usa contro vari tipi di funghi, come loidio, che colpiscono principalmente le colture di zucca, cetriolo, vite, melone, anguria, fragola, fagiolo, fagiolino, fava, pomodoro, peperone e cipolla. La sua preparazione molto semplice e poco costosa.

Materiali
Vasca. Bastone di legno.

Ingredienti
100 litri dacqua. 1 kg di bicarbonato.

60

Preparazione
Mescolare il bicarbonato in acqua e agitare no a ottenere un composto omogeneo e trasparente.

Applicazione
Si applica sulle foglie (immediatamente dopo la sua preparazione) senza diluirlo.

61

SOLUZIONI CALDE Soluzione zolfo-calce o soluzione zolfata

Uso
Le soluzioni preparate con lo zolfo aiutano a risolvere alcune carenze nutrizionali e malattie nelle colture. Questa soluzione controlla pi di 40 malattie con buoni risultati, ad esempio diversi acari che danneggiano le piante come il ragno rosso, altri insetti come adi, tripidi, cocciniglie, defoliatori. Ottimo anche nel controllo delle malattie fungine. Particolarmente indicato per le piante da frutto. Inoltre, possibile utilizzarla per il trattamento contro le zecche e rogna dei bovini .

62

Limitazioni
Non si applica quando le colture sono in oritura e neanche nelle cucurbitacee, quali melone, anguria, cetriolo, zucca ecc, perch sono molto sensibili a questo composto e si possono bruciare. Non pu neanche essere usato su germogli di qualunque coltura.

Utensili
Vasca o pentola metallica con una capacit di 100 litri. Contenitore di plastica (per mescolare calce e zolfo). Legna a sufficienza per fare un buon fuoco per 30/40 minuti.

Ingredienti

(per preparare 100 l di soluzione zolfo-calce): 100 litri dacqua bollente. 20 kg di zolfo. 10 kg di calce da costruzioni, calce viva o idrossido di calcio (non usare gesso, cemento bianco o calce agricola).

63

Preparazione
1. Far bollire 100 litri di acqua, mantenendo un fuoco forte per tutto il tempo di preparazione. Si dovr tenere a parte altra acqua calda per poter aggiungerla a mano a mano che evapora.

2. Nel contenitore di plastica, mescolare 20 kg di zolfo con 10 kg di calce. 3. Una volta che lacqua bolle, versare con cura il composto di zolfo e calce. 4. Mescolare costantemente con un bastone per 25-35 minuti no a quando il composto raggiunge un colore vinaccia o mattone scuro e lo zolfo e la calce si sono sciolti completamente. Se ci non avviene, continuare a mescolare con fuoco intenso, perch la soluzione migliore se preparata a temperature elevate.

64

5. Per mantenere sempre i 100 litri dacqua, considerando levaporazione, importante averne sempre di bollente da aggiungere. 6. Dopo aver completato la preparazione, lasciar raffreddare, ltrare e conservare in contenitori scuri (color ambrato o di plastica opaca) in modo da proteggere il composto dalla luce diretta. Per evitare il contatto con lossigeno che rimane nella bottiglia, aggiungere alla ne un po di olio da cucina per formare un sigillo di protezione e tappare con cura. 7. Sul fondo della vasca che stata usata per la preparazione rimane la pasta zolfo calcica, che un sedimento sabbioso colore verde-giallo composto dalla calce e dallo zolfo che non si sono mescolati. Tale pasta pu essere usata per cicatrizzare le ferite da potature. Anche questo preparato deve essere conservato in contenitori ben chiusi e con laggiunta di un po di olio da cucina per impedirne il deterioramento.

Conservazione
possibile conservarlo da sei mesi a un anno in luoghi ombreggiati e in contenitori scuri.

65

Applicazione
Si consiglia di diluire 5-7 litri di soluzione zolfo-calce in 100 litri dacqua: in una pompa da 20 litri necessario mezzo litro di soluzione. Applicare sulle foglie, preferibilmente sulla pagina inferiore delle stesse. Il momento migliore per lapplicazione la mattina, prima che il sole sia forte, o dopo il tramonto. Le dosi possono variare secondo il tipo di coltura, pertanto importante sperimentare prima di estenderne lutilizzo. Ecco alcuni suggerimenti:

66

Dose
0,5 litri in 20 litri dacqua. 2 litri in 20 litri dacqua. 0,75 litri in 20 litri dacqua. 1 litro in 20 litri dacqua.

Coltivazione
Cipolla, fagiolo Alberi da frutto specialmente agrumi con problemi di acari, come il ragnetto rosso. Cipolla e aglio con pidocchi e tripidi. Fagiolo e pomodoro con pidocchi e tripidi.

Raccomandazioni per luso della pasta zolfocalcica


La pasta zolfocalcica si usa per il trattamento di tronchi e rami di alberi che sono stati attaccati principalmente dalle cocciniglie o soffrono una qualche forma di cancro, soprattutto negli agrumeti. Aiuta la cicatrizzazione di alberi appena potati e innestati.

67

Dose
1 kg in 2 litri dacqua

Coltivazione
In alberi potati di recente per stimolarne la cicatrizzazione, applicare con un pennello direttamente sulla ferita. In qualsiasi specie di albero che abbia problemi di cocciniglie e altri insetti, applicare con pennello direttamente sul tronco e sui rami. In alberi da frutto coperti da muschio e licheni, raschiare prima con una spazzola metallica per pulire i tronchi e dopo applicare con pennello la pasta diluita.

1 kg in 3 litri dacqua

1 kg in 3 litri dacqua

68

Soluzione zolfo-calce o pasta zolfocalcica


Arricchiti con solfato di zinco

Uso
Questa pasta molto efcace contro i tumori che colpiscono soprattutto le colture di agrumi e pesche.

Utensili
Vasca. Bastone di legno.

Ingredienti
1 parte di solfato di zinco. 5 parte di pasta zolfocalcica.

69

Preparazione
Mescolare il solfato di zinco in un recipiente con lacqua e alla ne unire la pasta zolfocalcica o la soluzione zolfo-calcio. ATTENZIONE: si deve prestare molta attenzione a preparare questo composto, molto caustico, quindi conviene proteggere gli occhi e usare sempre un bastone per miscelare.

Applicazioni
Pulire il tronco malato con una spazzola metallica e quindi applicare la preparazione con un pennello. Nel caso in cui la miscela sia troppo densa si pu diluire con acqua per diffondere pi facilmente con il pennello.

70

Soluzione silicio-zolfo-calce
Uso
Rafforza le foglie delle piante, rendendole pi spesse e proteggendole da attacchi di insetti, soprattutto succhiatori. Questa soluzione, si differenzia dalla zolfo-calce perch protegge ulteriormente le foglie, rendendole pi resistenti grazie allalto contenuto di silicio e potassio che apporta la cenere.

Restrizioni
Allo stesso modo della soluzione zolfo-calce, non deve essere utilizzata su colture della famiglia delle cucurbitacee (melone, cetriolo, anguria, zucca e zucchine, ecc.) e neanche in periodo di oritura o di gemme e germogli di qualsiasi tipo di coltura

71

Utensili
Vasca con capacit di 100 litri. Contenitore di plastica. Legna.

Ingredienti
100 litri dacqua bollente. 20 kg di zolfo. 5 kg di cenere. 5 kg di calce da costruzioni o idrossido di calcio.

Preparazione
1. Bollire 100 litri dacqua mantenendo un fuoco forte per tutto il tempo di preparazione. Tenere sempre a portata di mano acqua calda per poterla aggiungere a mano a mano che quella nella vasca evapora.

72

2. Mescolare nel contenitore di plastica 20 kg di zolfo, 5 kg di calce e 5 kg di cenere.

3. Una volta che lacqua bolle, versare accuratamente la miscela di zolfo, calce e cenere. 4. Mescolare costantemente con un bastone per un periodo di circa 30- 45 minuti e poi togliere dal fuoco. 5. Per mantenere sempre i 100 litri dacqua, importante avere sempre acqua bollente per aggiungerla quando necessario. 6. Quando si toglie dal fuoco, la soluzione assume un tono pi scuro. Lasciar riposare. Una volta fredda, possibile applicarla immediatamente. Pu anche essere riposta in contenitori scuri. Ricordare che prima di tappare si deve mettere un po dolio per evitare che si ossidi..

73

Applicazione
Applicare sulla pagina inferiore delle foglie, la mattina presto o la sera dopo il tramonto, utilizzando una pompa non contaminata da veleni chimici.

Dose
Sciogliere 1 litro del preparato in 15 litri dacqua o da 7 a 10 litri in 100 litri dacqua, se necessario, si possono aggiungere 2 kg di zucchero sciolto (questa quantit corrisponde ai 100 litri dacqua) come aderente.

74

Soluzione di cenere
Usos
La cenere contiene potassio e silicio, che sono molto efcaci nel controllo della mosca bianca, delle cocciniglie, degli adi e degli insetti succhiatori e defoliatori. La soluzione di cenere pu essere combinata alle applicazioni di biofertilizzanti e alle soluzioni minerali fredde. Questa soluzione aderisce bene alle foglie rafforzandone la protezione.

Materiali
Vasca o pentola metallica con capacit di 100 litri. Legna per fare un fuoco che duri dai 30 ai 40 minuti.

Ingredienti
2 kg di sapone (pu essere sapone di Marsiglia o sapone neutro) in piccoli pezzi o in squame. 20 kg di cenere. 100 litri di acqua bollente.

75

Preparazione

1. Mettere lacqua a bollire nella vasca o pentola.

2. Aggiungere le cenere e il sapone (a pezzettini) in acqua bollente per 15 minuti no a che si sciolga il sapone

3. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare

76

Applicazione
Una volta fredda, la soluzione pronta per luso. Ci che rimane pu essere usato in unaltra occasione. Questa soluzione funziona per tutte le coltivazioni e viene applicata nella pagina inferiore delle foglie, la mattina presto o nel pomeriggio dopo il tramonto con una pompa non contaminata da veleni chimici.

Dose
Diluire 1 litro di soluzione in 20 litri dacqua o utilizzare da 5 a 10 litri di soluzione di cenere in 100 litri dacqua. Aggiungere 2 kg di zucchero sciolto in acqua o di melassa come aderente (per 100 litri di miscela).

77

Emulsione di cenere
Uso
usata per controllare gli insetti di corpo squamosi e per il controllo delle cocciniglie. Si usa anche per disinfettare i tagli di potatura.

Restrizioni
Non applicare mai questa emulsione in alberi da frutto quando sono in oritura o in crescita vegetativa.

Materiales
Vasca o pentola metallica con capacit di 100 l. Legna per fare un buon fuoco per 15 minuti.

Ingredientes
100 litri dacqua. 20 kg di cenere. 2 kg di sapone. 2 litri di petrolio o cherosene o olio vegetale.

78

Preparazione
1. Mettere lacqua a bollire nella vasca o pentola.

2. Aggiungere la cenere e il sapone (in pezzettini o squame) allacqua bollente e girare per 15 minuti no a sciogliere il sapone.

3. Togliere dal fuoco e lasciare riposare un momento per poi aggiungere il petrolio o cherosene o olio vegetale.

79

Applicazione
Diluire 1-2 litri di emulsione cenere in 100 litri dacqua per applicare direttamente nelle ferite delle potature. preferibile applicare questa emulsione in inverno, durante il riposo vegetativo.