Sei sulla pagina 1di 9

LETTERA INDIRIZZATA AI CRISTIANI NEL MONDO Chi sono i Cristiani nel mondo?

Tutti gli uomini che credono nellAmore uale unica !or"a che dona la #ita$ la mantiene e la %rolunga nellEternit& della 'usione con la Totalit&$ che ( lo S%irito di Dio %resente nel mondo )er uesto il Cristianesimo non ( e non de#e essere considerato una Religione$ ma uno stile di #ita che tutti gli esseri umani %ossono assumere e do#re**ero %raticare %er essere in armonia con Dio e con le sa%ienti Leggi di Natura che Egli ha inserito nella Crea"ione+ Considerare il Cristianesimo una Religione ( estremamente ridutti#o e in un certo senso anche 'uor#iante$ uanto %u, esserlo il rinchiudere una -erit& che ( anche una Realt& .ni#ersale$ entro gli angusti limiti di riti$ %ratiche esteriori e concetti teologici %articolari+ Li*erare il Cristianesimo che ( lIrradia"ione stessa della )ersonalit& di Cristo$ dalle strutture materialistiche con cui ( stato identi'icato e in cui ( rimasto segregato %er uasi duemila anni$ %u, sem*rare un sogno uto%istico in un mondo dominato dalle illusioni della se%ara"ione$ della di''eren"ia"ione$ della transitoriet&$ dellegoismo$ ma %u, di#entare anche un Ideale di #ita cos/ %otente da tras'ormare lintera umanit& e con essa il mondo$ se si crede 'ermamente in esso al %unto di essere dis%osti ad a''rontare anche la morte %ur di riuscire a reali""arlo+ Ogni uomo su uesta terra #i#e rinchiuso nella ga**ia della %ro%ria mentalit&$ le cui s*arre sono costituite dalle %erce"ioni sensoriali che o''rono di continuo alla coscien"a umana lillusione che la Realt& sia costituita solo dallas%etto sensi*ile e uindi materiale delle cose che sono nellam*iente+ 0uindi tutto nelluomo ( dominato da uesta erronea unilateralit&$ che im%edisce di %rendere coscien"a della Ritmica 1ilateralit& della Crea"ione$ che ( essen"ialmente com%osta di S%irito che a%%are a##olto nelle di#erse !orme Materiali$ come da un #elo illusorio che nasconde la -erit&+ 2es3 ( #enuto sulla terra %er ri#elare agli uomini la -erit& e cio( che nello S%irito non #i sono se%ara"ioni$ ma solo .nit& nellIdentit& con Dio da Cui tutto %rende origine e in Cui tutto ritorna+ Tutta la #ita di 2es3 ( un continuo insegnamento della -erit& e cio( che la Realt& ( com%osta di S%irito che si materiali""a e di Materia che si s%irituali""a di continuo con un Ritmo )ulsante ra%idissimo e che il )eccato 'ondamentale delluomo ( uello di %orre la Materia al %rimo %osto 4idolatria5$ %ur sa%endo %er es%erien"a che essa ( soggetta ad un continuo deterioramento che conduce ine#ita*ilmente alla disgrega"ione e alla morte+ Ora al contrario della Materia$ lo S%irito non si #ede 4nessuno ha mai #isto Dio5$ ma la !ede nellesisten"a di Ci, che non si #ede e che %recede come ritmico stato ci, che a%%are sensi*ilmente$ %u, modi'icare le cause s%irituali che %oi %roducono cam*iamenti nei susseguenti stati materiali+ In %oche %arole$ la !ede rende %erce%i*ile la )resen"a in#isi*ile dello S%irito e %u, anche renderla mani'esta in 'orme eteriche che sono intermedie 'ra lo S%irito e la Materia stessa+ Il -angelo della Messa di uesta mattina$ racconta#a le%isodio della guarigione del %aralitico che #iene calato dal tetto sco%erchiato %er essere %osto di 'ronte a 2es3+ -ista la loro 'ede$ 2es3 %ronuncia ueste straordinarie %arole6 7 !igliolo$ ti sono %erdonati i tuoi %eccati 8$ suscitando cos/ lindigna"ione degli scri*i e dei 'arisei %resenti+ In'atti$ chi %u, rimettere i %eccarti$ se non Dio solo? Ma 2es3 che #i#endo nello S%irito che ( .no$ 7legge8 o meglio 7sente8 le rea"ioni s%irituali nel Suo Cuore che ( collegato al cuore di tutti$ chiede6 7 Cos( %i3 'acile? Rimettere i %eccati o dire a costui 7 )rendi il tuo lettuccio e cammina 7? Ora %erch9 sa%%iate che il !iglio

dell.omo ha il %otere di rimettere i %eccati$ dico a te6 7 )rendi il tuo lettuccio e #attene a casa tua: 7 Chi #i#e nello S%irito domina la Materia e la modi'ica agendo sullas%etto s%irituale alternati#o della Materia stessa+ In uesto racconto risaltano alcuni as%etti che mi sem*ra necessario sottolineare+ An"itutto 2es3 de'inisce Se Stesso come 7 il !iglio dell.omo 7; non si de'inisce mai direttamente ed in modo es%licito come !iglio di Dio$ %ur dicendo ai 2iudei che loro ritene#ano Dio il )adre Suo+ Al contrario$ Egli molte #olte de'inisce Se Stesso come !iglio dell.omo+ Se ne %ossono trarre alcune conclusioni incon'uta*ili6 o Dio ( un .omo o l.omo ( Dio+ In Se Stesso 2es3 riuni'ica uesti due as%etti a%%arentemente contradditori dell.manit& e della Deit& e in tal modo cerca di 'ar ca%ire agli uomini che la loro se%ara"ione da Dio ( solo uno stato illusorio conseguente al %eccato di a#er considerato reale solo ci, che ( a%%arente e uindi materiale$ transitorio$ di''eren"iato e destinato a morire$ sen"a com%rendere che al di l& o meglio allinterno di esso$ #i ( lo S%irito omogeneo di Dio che in S9 tutto riuni'ica+ Nel discorso daddio ai disce%oli contenuto nel -angelo di 2io#anni$ 2es3 s%iega con chiare""a che la Realt& ( uesta6 che siamo tutti .no+ Ma leggiamo insieme$ commentandola$ la )reghiera Sacerdotale di 2es3+ 7 )adre$ lora ( #enuta; glori'ica Tuo !iglio a''inch9 il !iglio glori'ichi Te$ giacch( 2li hai dato autorit& su ogni carne 4il %otere dello S%irito sulla Materia$ su ogni 'orma creata mani'esta5$ %erch9 Egli dia -ita Eterna 4cio( la consa%e#ole""a di essere .no nellIdentit& dello S%irito5$ a tutti uelli che Tu 2li hai dati+ 0uesta ( la -ita Eterna6 che conoscano Te$ il Solo e -ero Dio e Colui che Tu hai mandato$ 2es3 Cristo$ 4cio( conoscano che i due as%etti contra%%osti ma corris%ondenti della Realt&$ Dio S%irito in#isi*ile e 2es3 .omo cor%oreo sensi*ile$ sono 'usi nella .nit& dAmore di un.nica -ita Di#ina che come tale ( Eterna5+ Io Ti ho glori'icato sulla terra$ a#endo com%iuto lo%era che Tu Mi hai data da 'are 4'ar conoscere la -erit& che ( solo %erce%i*ile nello S%irito$ !onte di -ita$ di ogni #ita e solo di ri'lesso %er ogni 'orma creata nel mondo eterico e in uello materiale5+ Ora$ o )adre$ glori'icaMi Tu %resso di Te della 2loria 4la luminosa Consa%e#ole""a che si irradia dalla Coscien"a di essere nella Realt& dell.nit& S%irituale5$ che a#e#o %resso di Te %rima che il mondo 4il Creato emanato dallo S%irito5 'osse+ Io ho mani'estato il Tuo Nome 4Dio ( S%irito$ Dio ( Amore5 agli uomini che Tu Mi hai dati; erano Tuoi e Tu li hai dati a Me 4'acendo in modo che Ti riconoscessero in Me5 ed essi hanno osser#ato la Tua )arola 4che ( la Mia5+ Ora hanno conosciuto che tutte le cose che Mi hai date #engono da Te$ %oich9 le )arole che Tu Mi hai date 4)arole dAmore che sono S%irito e -ita5$ le ho date a loro; ed essi le hanno rice#ute ed hanno #eramente conosciuto che Io sono %roceduto da Te 4sono una )arte Essen"iale di Te5 ed hanno creduto che Tu Mi hai mandato+ Io %rego %er loro 4%erch9 attra#erso di Me anchessi si sentano %arte di Te5; non %rego %er il mondo$ ma %er uelli che Tu Mi hai dati %erch9 sono Tuoi 4%redestinati ad essere reinseriti in Te attra#erso di Me5; e tutte le cose Mie sono Tue e le cose Tue sono Mie; e Io sono glori'icato in loro 4%erch9 anche da loro de#e ri'ulgere la luminosa consa%e#ole""a della loro Identit& con Me e uindi anche con Te5+ Io non sono %i3 nel mondo 4%erch9 ormai il Mio S%irito si ( %ienamente identi'icato in Te5$ ma essi sono nel mondo 4%erch9 non hanno ancora reali""ato lo stesso ra%%orto di Totale .nit& che esiste 'ra Noi5 e Io #engo a Te 4con la Mia morte 'isica d, com%imento a ci, che si ( gi& reali""ato nello S%irito5+

)adre Santo$ conser#ali nel Tuo Nome uelli che Tu Mi hai dati$ a''inch9 siano .no come Noi+ Mentre Io ero con loro$ Io li conser#a#o nel Tuo Nome; uelli che Tu Mi hai dati$ li ho anche custoditi e nessuno di loro ( %erito$ tranne il 'iglio di %erdi"ione$ a''inch9 la Scrittura 'osse adem%iuta+ Ma ora Io #engo a Te e dico ueste cose nel mondo a''inch9 a**iano com%iuta in s9 stessi la Mia 2ioia 4che ( la Mia )resen"a in Te$ )adre$ che sei lEssere e che di#enta anche la Mia )resen"a in loro5+ Io ho dato loro la Tua )arola e il mondo li ha odiati %erch( non sono del mondo come Io non sono del mondo+ Non %rego che Tu li tolga dal mondo$ ma che Tu li %reser#i dal Maligno 4che ( il %adre di ogni illusione di origine materiale5+ Essi non sono del mondo$ come Io non sono del mondo 4%erch9 ormai noi tutti siamo enucleati nellAmore reci%roco che ( -erit&$ dallillusoriet& della se%ara"ione esistente nel mondo5+ Santi'icali nella -erit&6 la Tua )arola ( -erit& 4 %erch9 lAmore che congiunge nell.nit& ( l.nica Realt&5+ Come Tu hai mandato Me nel mondo 4come -erit& Reale nelle illusorie a%%aren"e5$ anchIo ho mandato loro nel mondo$ 4%erch9 essi mantengano sensi*ile e continua anche nel tem%o la Mia )resen"a in loro5+ )er loro 4a loro 'a#ore5 Io santi'ico Me Stesso 4cio( Mi %uri'ico da ogni attaccamento alle a%%aren"e5$ a''inch9 anchessi siano santi'icati nella -erit& 4che ( les%erien"a dell.nit& nello S%irito5+ Non %rego soltanto %er uesti$ ma anche %er uelli che credono in Me %er me""o della loro %arola; che siano tutti .no+ Io in loro e Tu in Me a''inch9 siano %er'etti nell.nit& e a''inch9 il mondo creda che Tu Mi hai mandato+ Io ho dato loro la 2loria che Tu hai data a Me$ a''inch9 siano .no come Noi siamo .no+ Io in loro e Tu in Me a''inch9 siano %er'etti nell.nit& e a''inch9 il mondo conosca che Tu Mi hai mandato 4cio( che Io sono la Mani'esta"ione$ la Materiali""a"ione -i#ente del Tuo S%irito5 e che li ami come hai amato Me+ )adre$ Io #oglio C<E DO-E SONO IO$ SIANO CON ME ANC<E 0.ELLI C<E T. MI <AI DATI$ a''inch9 #edano la Mia 2loria che Tu Mi hai data$ %oich9 Mi hai amato 4cio( Noi era#amo nel reci%roco Amore$ una Cosa Sola5 %rima della 'onda"ione del mondo+ )adre 2iusto$ il mondo non Ti ha conosciuto 4%erch9 immerso nelle tene*re dellignoran"a e della illusione5$ ma Io Ti ho conosciuto e uesti hanno conosciuto che Tu Mi hai mandato; e Io ho 'atto loro conoscere il Tuo Nome 4cio( Chi sei #eramente6 LA TOTALITA NELLA .NITA DELLAMORE RECI)ROCO !RA T.TTI NOI 5 e Lo 'ar, conoscere$ a''inch9 lAmore col uale Tu Mi hai amato sia in loro ed Io in loro 4 uindi lAmore di Dio %er 2es3 .omo$ ( lo Stesso 2es3 %resente come Dio negli uomini5+8 Che mera#iglioso discorso: Sen"altro dei commenti inseriti in un testo che ri#ela in modo di#ino lEssen"a stessa del Cristianesimo$ ne a%%esantiscono la lettura e ne sminuiscono lim%atto emo"ionale$ ma 'orse uesto era lunico modo %er cercare di 'a#orirne la com%rensione+ Anche in altri %unti 2es3 a#e#a %arlato della Di#init& non solo Sua$ ma degli uomini in generale$ uando ad esem%io dice ai 2iudei che erano inten"ionati a la%idarLo6 7 -i ho mostrato molte *uone o%ere da %arte del )adre Mio; %er uale di ueste o%ere Mi la%idate? 7

I 2iudei 2li ris%osero6 7 Non Ti la%idiamo %er una *uona o%era$ ma %er *estemmia e %erch9 Tu che sei .omo$ Ti 'ai Dio+8 2es3 ris%ose loro6 7 Non sta scritto nella #ostra Legge6 7Io ho detto6 -oi siete Dei?8 Se chiama Dei coloro ai uali la )arola di Dio ( stata ri#olta 4e la Scrittura non %u, essere annullata5$ come mai a Colui che il )adre ha santi'icato e mandato nel mondo$ #oi dite che *estemmia %erch9 ha detto 7Sono !iglio di Dio?8 Se non 'accio le o%ere del )adre Mio$ non Mi credete; ma se le 'accio$ anche se non credete a Me$ credete alle o%ere$ a''inch9 sa%%iate e riconosciate che il )adre ( in Me e che Io sono nel )adre68 Inoltre$ in %receden"a a#e#a detto6 7 In -erit& #i dico che il !iglio non %u, da Se Stesso 'are alcuna cosa$ se non la #ede 'are dal )adre$ %erch9 le cose che il )adre 'a $ anche il !iglio le 'a ugualmente+ )erch9 il )adre ama il !iglio e 2li mostra tutto uello che Egli 'a; e 2li mostrer& o%ere anche maggiori di ueste$ a''inch9 ne restiate mera#igliati+ IN!ATTI COME IL )ADRE RES.SCITA I MORTI E LI -I-I!ICA$ COSI ANC<E IL !I2LIO -I-I!ICA C<I -.OLE+8 In'atti di continuo Dio #i#i'ica i morti$ %erch9 tutto ci, che esiste muore e rinasce ad ogni %al%ito di #ita+ 0uando %oi inter#iene uella che si ( soliti chiamare morte$ cio( linca%acit& di un organismo 'isico di rinascere %erch9 lo S%irito si ritira e cio( non si mani'esta %i3 ritmicamente nelle sue cellule$ allora noi sa%%iamo che la -ita che era %resente in esso$ ( %assata in una dimensione %i3 interna$ uella eterica$ nella uale si su*isce il 2iudi"io$ cio( si ( allontanati o ria##icinati ulteriormente a seconda delle o%ere com%iute e delle con#in"ioni maturate mentre si era nella carne+ Ma %er chi onora il !iglio e ne ascolta le )arole credendo in Lui$ 2es3 dice che non #iene in 2iudi"io$ ma ( %assato direttamente dalla morte nella Materia$ alla -ita nello S%irito+ Ma come 'accio a con#incere coloro che mi leggono$ che ci, che scri#o a commento delle )arole di 2es3$ non ( una inter%reta"ione %i3 o meno discuti*ile$ ma la -erit&? Anche molti disce%oli di 2es3 si erano allontanati da Lui$ uando Egli a#e#a a''ermato6 7 In -erit&$ in -erit& #i dico$ che se non mangiate la Carne del !iglio dell.omo e non *e#ete il Suo Sangue$ non a#ete -ita in #oi+ Chi mangia la Mia Carne e *e#e il Mio Sangue ha la -ita Eterna ed Io lo resusciter, nellultimo giorno+ )erch9 la Mia Carne ( #ero ci*o e il Mio Sangue ( #era *e#anda 4%erch9 Io sono S%irito anche nel Cor%o5+ Chi mangia la Mia Carne e *e#e il Mio Sangue dimora in Me ed Io in lui+8 Come %ote#ano essere com%rese ueste %arole$ da chi ignora#a com%letamente il continuo e ritmico riassor*imento della Carne nello S%irito e la susseguente riemana"ione dello S%irito nella Carne? E in'atti o*iettano6 7 0uesto %arlare ( duro; chi %u, com%renderlo? 7 Allora 2es3 s%iega6 7 0uesto #i scandali""a? E che sare**e se #edeste il !iglio dell.omo ascendere do#e era %rima? 4Cio( ritornare nella dimensione s%irituale?5 E LO S)IRITO C<E -I-I!ICA; LA CARNE NON 2IO-A A N.LLA+ LE )AROLE C<E -I DICO SONO S)IRITO E -ITA+8 E cos/6 non si %ossono com%rendere le )arole di 2es3 se non se ne li*era lEssen"a S%irituale interna dalla scor"a 'ormale e materiale che la nasconde+ Si dir& che non c( *isogno di com%rendere %er credere e an"i che la #era !ede ( cieca; tutta#ia Essa %orta ad es%erimentare lesisten"a dello S%irito$ come ( dimostrato dalla #ita di molti Santi+ Daccordo$ ma non sono certamente molti coloro che %ossiedono %er 2ra"ia una simile !ede+

Lo dice lo steso 2es3 che si chiede6 7 0uando il !iglio dell.omo ritorner&$ tro#er& ancora la !ede sulla terra? 7 Ora %enso che sare**e di enorme im%ortan"a tras'ormare il Mistero dei ra%%orti 'ra S%irito e Materia$ in una conoscen"a com%rensi*ile che ne 'accia un e#ento culturale dis%oni*ile a tutti+ C( da dire che gi& da ualche tem%o nella !isica 0uantistica si d& ormai %er scontato il continuo %assaggio delle %articelle materiali allo stato energetico di onda e #ice#ersa$ ma non si riesce ad estendere uesto concetto ancora 'rammentario e incom%leto$ in una #isione #eramente olistica del creato e della #ita+ )ersonalmente seguo gli insegnamenti di )ier Luigi Ighina$ che gi& => anni 'a a''erma#a con una #isione incom%ara*ile di insieme e con a**ondan"a di %articolari$ ci, che #iene solo da %oco %reso in considera"ione e in minima %arte+ Ma torniamo a 2es3$ nel cui insegnamento si riassumono tutti i Misteri del Cielo e della Terra+ Accenna#amo in %receden"a$ al miracolo com%iuto sul %aralitico$ al uale %rima della guarigione 'isica #iene concesso il %erdono dei %eccati+ An"itutto ( indu**io che i due 'atti sono 'ra loro correlati e col %ermesso di 2es3$ #ediamo di metterne in luce i ra%%orti+ Il %eccato ( unom*ra che si materiali""a nel cor%o luminoso dellanima$ oscurandone in maniera %i3 o meno estesa la naturale luminosit&$ che com%enetra anche il cor%o eterico e uello 'isico #i#i'icandoli+ 4 -edremo in seguito come le macchie che si 'ormano sulla su%er'ice del Sole$ siano in un certo senso las%etto corris%ondente dei %eccati che oscurano lanima dellintera umanit& %resente sulla Terra+5 Lom*ra %eccaminosa ( sem%re il risultato di una illusione dei sensi esterni o dei desideri interni delluomo$ che #orre**e a#ere sen"a dare$ cio( una men"ogna %erch9 in contrasto con larmonia del Ritmo$ detta o accettata %i3 o meno coscientemente$ che s%accia %er cosa *uona e #era ci, che ( catti#o$ )ERC<E NON RIN.NCIA AD ESSERE CIO C<E E NELLA MATERIA MENTRE TRA)ASSA NEI -ARI LI-ELLI INTERIORI$ )ER )OI DISSOL-ERSI E TRAS!ORMARSI NELLA DIMENSIONE S)IRIT.ALE CORRIS)ONDENTE+ -ediamo di s%iegarci meglio+ Tutto ci, che esiste di materiale %i3 o meno %erce%i*ile$ #iene continuamente assor*ito e riemanato nei Centri Neutri che si tro#ano o#un ue in numero incalcola*ile+ Tali Centri sono anche )unti di E uili*rio che si tro#ano allinterno delle Cellule eteriche$ le uali costituiscono il Tessuto s%a"io?tem%orale di uellenorme Organismo -i#ente che noi chiamiamo .ni#erso+ Da tali )unti che hanno la ca%acit& di dare una !orma al )al%ito emanati#o o creati#o$ esce lo S%irito %er materiali""arsi ed entra la Materia %er s%irituali""arsi+ Nell.ni#erso coesistono numerose dimensioni che sono ad un tem%o adiacenti ed interne una allaltra$ che #anno o meglio oscillano 'ra due estremi6 la Materialit& esteriore %i3 e#idente ai sensi e la S%iritualit& interiore del tutto in#isi*ile+ Tutto ci, che a%%are materialmente ( 'ormale e di''eren"iato$ mentre ci, che ( s%irituale ( in'orme ed omogeneo+ !ra uesti stati estremi #i sono di#ersi Stadi o Li#elli intermedi di mani'esta"ione che sono continuamente collegati e correlati 'ra loro$ ed ( im%ortante sottolineare come sia lo S%irito in 'ase es%ansi#a di %rogressi#a materiali""a"ione$ che la Materia in 'ase contraente di S%irituali""a"ione$ in#ertono la loro %olarit& o stato di 'un"ionalit& nel %assare da un Li#ello a uello successi#o+

A uesto %unto si %u, a''ermare sen"a tema di smentite$ che nella Materia coesistono come so#ra%%osti in uno stato teoricamente %erce%i*ile$ tutti gli stadi che ne %recedono la mani'esta"ione$ cos/ come nello S%irito sono riassunti in uno stato %oten"iale im%erce%i*ile$ tutti gli stadi che susseguono alla mani'esta"ione materiale+ Il 'un"ionamento occulto che %resiede alla crea"ione di tutto ci, che esiste$ risiede nel RITMO$ che alterna in modo e con moto ra%idissimo$ lemana"ione dilatante e il riassor*imento contraente di tutto ci, che esiste+ .n moto ra%idissimo di un cor%o che si riassor*e in se stesso$ nei suoi centri$ %er %oi riemanarsi$ si %u, %aragonare ad un moto con#etti#o che ritorna sui suoi %assi$ in uanto entram*i determinano nei sensi umani inca%aci di seguirne gli s#ilu%%i$ lillusione dellimmo*ilit&+ )arimenti ci, che #iene considerato immo*ile %er se stesso$ come stato a%%arente medio esterno dei suoi ritmici stati interni contra%%osti$ %u, a%%arire in mo#imento nella sua glo*alit& alle 'acolt& %ercetti#e umane$ %erch9 in realt& ci, che %ulsa interiormente ha %ure un moto con#etti#o a%%arente esteriore$ che illustra come a##iene il %assaggio da uno stato di mani'esta"ione a uelli adiacenti$ cio( dello S%irito alla Materia e #ice#ersa )ertanto si %u, dire che un moto %ulsante o #i*rante$ ( anche un moto con#etti#o s%irali'orme che si allarga e %oi si restringe ritornando in se stesso+ Mi rendo conto che non essendo 'acile s%iegare$ sar& anche oltremodo di''icile com%rendere ci, che intendo comunicare+ Cercher, di s%iegarmi meglio con alcuni esem%i+ )rendiamo un sasso ed osser#iamolo6 esso a%%are %er'ettamente immo*ile ai nostri sensi$ che %er, sa%%iamo che a#endo un tem%o di rea"ione %iuttosto lento$ %ossono essere 'acilmente ingannati+ In'atti $ come %er e''etto del 'enomeno di %ersisten"a sulla retina di uno stimolo luminoso$ ( im%ossi*ile %er la nostra #ista distinguere una sorgente luminosa continua da una che %ulsa accendendosi e s%egnendosi ad altissima 're uen"a$ cos/ anche il tatto %u, essere similmente ingannato$ non %otendo distinguere la di''eren"a 'ra un %eso costante ed uno che oscilla con grande 're uen"a 'ra #alori contra%%osti+ Sen"a om*ra di du**io %ossiamo a''ermare che tutto ci, che a%%are costante alla nostra comune sensi*ilit&$ in realt& %ossiede un #alore medio che risulta da un moto oscillante 'ra due estremi di natura contra%%osta+ Ci, %remesso$ %ossiamo tran uillamente continuare ad a''ermare che uel sasso ( immo*ile ed ha un %eso ed una 'orma determinata$ sen"a %er, %retendere di a#erne con ci, descritto esattamente lintima natura 'un"ionale+ Ora %rendiamo in esame un cor%o che sem*ra muo#ersi nel cielo6 il Sole+ .n tem%o si crede#a che esso si muo#esse attorno alla Terra$ %erch9 uesta idea era in accordo con les%erien"a dei sensi+ In seguito si ( %ensato che mantenendo immo*ile il Sole e 'acendo ruotare la Terra su se stessa e attorno ad esso$ si %ote#a s%iegare altrettanto *ene anche se in maniera al uanto macchinosa$ il suo a%%arente mo#imento nel cielo+ Sotto un certo %unto di #ista si ( trattato di un im%ortante %asso a#anti nella ricerca della -erit&$ dal momento che si ( messa in luce la 'acilit& con cui i sensi umani %ossono essere ingannati+ 0.INDI .NA CON-INZIONE MENTALE <A SOSTIT.ITO .NA ES)ERIENZA SENSORIALE+

Naturalmente il Sole continua a sorgere e a tramontare sulle nostre teste e la Terra a rimanere immo*ile sotto i nostri %iedi$ %er, a li#ello mentale noi a**iamo in#ertito uesta es%erien"a conosciti#a+ 0uando => anni 'a cono**i )ier Luigi Ighina$ rimasi del tutto incredulo uando lo sentii a''ermare che sia il Sole che la Terra erano sostan"ialmente immo*ili$ ma tutta#ia %ulsanti e cio( che sia nel Centro della Terra che in uello del Sole #i era come un Cuore che %ulsa#a emanando luce ed assor*endo tene*roso calore$ ciascuno con un moto ritmico e con#etti#o ad un tem%o$ ed erano tali moti che inter'erendo 'ra loro illude#ano lumana sensi*ilit&+ Mi dice#a6 7 Se in uesto momento tu 'ossi sulla su%er'ice del Sole$ #edresti nel %re#alere della media dei momenti emanati#i che scaturiscono dal suo interno$ la Terra e tutti gli altri )ianeti muo#ersi attorno a te illuminati$ %erch9 la luce %ulsante solare si s#olge nello s%a"io con un moto dilatante a s%irale+ )oi$ %ian %iano$ #edresti tramontare i )ianeti illuminati dalla decrescente luce del giorno$ che come ho detto non ( altro che il %re#alere della luminosit& dei momenti emanati#i su uelli che assor*ono le tene*re e il calore; do%o il cre%uscolo #edresti arri#are la notte+ Tu sorridi incredulo$ %erch9 %ensi dentro di te6 Come ( %ossi*ile che sul Sole a%%aia la notte? Ma ( cos/$ te lo assicuro; anche sul Sole c( lalternarsi del giorno con la notte$ anche se durano assai %i3 a lungo del giorno e della notte terrestri$ %erch9 la luce che da esso #iene emanata$ de#e %oi essere riassor*ita come tene*ra$ o calore$ o luce ri'lessa non solo dai )ianeti$ ma so%rattutto dallintero !irmamento circostante che lo contiene+ La notte non ( altro che il %re#alere della media dei momenti assor*iti#i su uelli emanati#i+ Le tene*re assor*ite si tras'ormano %oi in luce allinterno del Sole$ che 'ar& sorgere un nuo#o giorno dalla sua interiorit&$ dal suo Cuore in cui le %olarit& si in#ertono+8 E stato di''icile %er me con#incermi che Ighina a#e#a ragione$ nonostante gli #olessi molto *ene ed a**ia goduto della sua a''ettuosa amici"ia %er tanti anni+ )er uesto mi rendo conto di uanto rimarrete increduli #oi nel #enire a conoscen"a %er la %rima #olta di ueste ri#olu"ionarie teorie$ che hanno lincommensura*ile %regio di s%iegare tutto ci, che a##iene sia allesterno che allinterno delluomo e delluni#erso+ Ora dal Cuore del Sole che *rilla nel Cielo$ %assiamo al Cuore di 2es3 che ha *rillato e *rilla tuttora sulla Terra+ In %receden"a$ leggendo le%isodio e#angelico della guarigione del %aralitico$ a**iamo #isto che i !arisei si chiede#ano6 7 Come %u, Costui rimettere i %eccati? 7 Sem*ra al uanto strano uesto loro atteggiamento$ %erch9 ( e#idente che se erano l/ %resenti ci, era do#uto al 'atto che gi& a#e#ano assistito a molti altri miracoli di 2es3+ Essi uindi ammette#ano che Egli a#e#a un %otere sui cor%i$ sullesteriorit& materiale$ ma non riusci#ano ad accettare che a#esse altrettanto %otere nellinteriorit&$ nelle anime degli uomini+ Ora il %otere di 2es3 si %u, %aragonare a uello del Sole nei con'ronti della Terra e degli altri )ianeti+ In'atti come la luce solare %rima#erile$ sia %ur nel %rogredire dei giorni$ ris#eglia dalla morte in#ernale la Natura$ la 'a germogliare$ crescere e 'rutti'icare$ altrettanto e in tem%i %i3 ra%idi 'a lo sguardo amoroso e misericordioso di 2es3$ che rid& salute e #ita ai cor%i e alle anime in'erme+ E come nel Cuore del Sole le om*re o tene*re di origine stellare o %lanetaria #engono assor*ite e ritras'ormate in luce$ cos/ nel Cuore di 2es3 le om*re e le tene*re dei %eccati e delle malattie #engono accolte e tras'ormate$ con laccetta"ione e il %erdono$ in Amore$ che ( una Luce che d& sal#e""a alle anime e salute ai cor%i+ )rima di concludere uesta lettera che ha lo sco%o di 'ar #edere in una nuo#a luce e %ros%etti#a il Cristianesimo$ desidero chiarire meglio i ra%%orti che esistono 'ra Religione e Scien"a+

<o cominciato col dire che sare**e estremamente ridutti#o de'inire il Cristianesimo una Religione$ intendendo con tale termine un cor%o dottrinale e rituale %articolare$ magari da %aragonare o contra%%orre a altre uali lIslamismo$ il 1uddismo$ lInduismo$ecc+$ che non si ri'anno minimamente agli insegnamenti di 2es3 Cristo$ %ur contenendo in s9 numerose corris%onden"e di ordine morale con essi+ 0uesto %erch9 tutte le Religioni com%resa uella Cattolica$ che come tale si autode'inisce uni#ersale$ non hanno in s9 una Dottrina ca%ace di uni'icare in una #isione generale di insieme$ sia gli as%etti materiali che s%irituali della crea"ione e della #ita+ In'atti uasi tutte le Religioni$ ad ecce"ione 'orse dellInduismo$ non hanno un #ero ra%%orto integrati#o con la Scien"a$ %erch9 non riescono a tro#are alcuna analogia o corris%onden"a 'ra le sue teorie e le ri#ela"ioni della %ro%ria !ede+ Daltra %arte esistono numerosissime %ersone che dedicandosi alla Scien"a$ ne hanno 'atto una Antireligione che #uol s%iegare la Natura e tutti i suoi 'enomeni interni ed esterni$ con la sola orgogliosa conoscen"a mentale$ che non #uol ne%%ure sentire %arlare di Dio+ Cristo era .omo e Dio$ Creatore e Creatura$ S%irito e Materia e in Lui erano 'use in armoniosa unit& tutte le !or"e contra%%oste che generano la Crea"ione+ In Lui Mente e Cuore$ !ede e Conoscen"a$ Scien"a e Religione erano in %er'etta armonia+ )ertanto$ credere #eramente in 2es3$ nella -erit& del Suo insegnamento$ nella Realt& della Sua #ita$ signi'ica 'ondersi con Lui nell.nit& di una !ede Luminosa in cui ( im%licita una Sa%ien"a nascosta$ che sgorgando dal cuore si ri'lette nella mente di#entando e#idente Conoscen"a$ cio( una serie di scintille che si accendono come stelle nel 'irmamento mentale e che do%o a#er *rillato %er un attimo$ ritornano umilmente come %articelle dom*ra che rinunciano allillusione dellautosu''icien"a$ nel !uoco dAmore del Cuore %er tras'ormarsi nuo#amente in luce+ )er alimentare un 'uoco ( necessario 'ornirgli del car*one$ della legna$ ed ( una mera#iglia #edere la loro tras'orma"ione da materie o%ache ed oscure$ in #i#ida !iamma che %roduce luce e calore+ Credere #eramente in Cristo$ signi'ica di#entare 2es3$ 'ondersi con Lui e come Lui in Dio )adre$ coi !ratelli .omini e con lintero .ni#erso$ che non ( altro che il Cor%o #i#ente di Dio+ 0uindi il Mussulmano$ il 1uddista$ il Cattolico$ lE#angelico$ chiun ue non im%orta la Religione che %ratica o in cui crede$ se sanno amare$ se sanno riconoscere se stessi nel %rossimo e %er estensione anche nella Natura$ ALLORA ESSI SONO CRISTIANI+ !ratelli miei$ smettiamola una *uona #olta di sentirci di#ersi e se%arati gli uni dagli altri$ e tro#iamo il coraggio di andare al di l& delle contraddi"ioni a%%arenti che ci a##olgono nel #elo dellignoran"a della nostra intima e s%irituale natura$ C<E E .NA SOLA E CONDI-ISA DA T.TTI+ CRISTO -I-E IN T.TTO E IN T.TTI ED ATTENDE DI ESSERE RITRO-ATO E MESSO IN E-IDENZA NELLAMORE E CON LAMORE RECI)ROCO+ CRISTO E LA -ITA$ )ERCIO DO-.N0.E CE -ITA$ LA E2LI E )RESENTE+ IL RITORNO DI CRISTO S.LLA TERRA NON E ALTRO C<E LA S.A RES.RREZIONE DALLA TOM1A DEI C.ORI$ IN C.I NOI LO SE))ELLIAMO DO)O A-ERLO CROCI!ISSO NELLA MENTE COI NOSTRI E2OISTICI E ILL.SORI )ENSIERI C<E NON -O2LIONO RIN.NCIARE A SE STESSI$ MA DA C.I E2LI RINASCE DI CONTIN.O )ER MANTENERCI IN -ITA NELLE NOSTRE ILL.SIONI DI A.TONOMIA+ SE CRISTO CESSASSE DI O!!RIRE IL S.O S)IRITO IN SACRI!ICIO$ N.LLA DI 0.ANTO ESISTE )OTRE11E S.SSISTERE+

NOI -I-IAMO )ERC<E CRISTO M.ORE AD O2NI ISTANTE NEL NOSTRO C.ORE+ E ui termino uesta lettera con una %oesia che riassume in s9 tutto ci, che mi sono s'or"ato 'inora di comunicare+ Ad ogni istante 2es3 muore nel mio cuore Muore in Croce %er me$ %er darmi #ita$ Ma %oi Risorge ritornando in Dio Mentre sento di morire nel mio Io+ Ma Lui ritorna %er morir di nuo#o Cos/ ritorno nuo#amente in #ita+ Continua in me la storia del Creato Do#e muore e rinasce il Creatore Ri'lettendo nel tem%o e nello s%a"io La ritmica Luce del Suo Amore+ Dio?.omo muore in me ad ogni istante )er tras'ormare me in .omo?Dio$ Ma io temo la morte del mio Io Cos/ ri'iuto di mutarmi in Dio+ Allora in#ecchio %erch9 non so morire Ad ogni %al%ito come 'a il mio Dio Che mi dona la #ita %er Amore Morendo sulla Croce del mio cuore$ Do#e si incrocia la Morte con la -ita Che rinasce sem%re dalla morte )i3 s%lendente del Sole dalla notte+ -ita e Morte son solo unillusione Creata dal Ritmo Creati#o$ )erch9 in realt& nessuno muore Dal momento che tutto #i#e in Dio+ Se im%arer, ad amare ci, che temo$ Se sco%rir, la gioia nel dolore$ Allora non sar, %i3 a**andonato )erch9 sar, unito al Creatore In Cui tutto rinasce rinno#ato In -ita Eterna e in *eato stato+ Mi sieder, al 'ianco del mio Dio E guster, la gioia nel mio cuore Anche se so''rir, ancora nel Creato In unit& con Cristo Redentore Che #i#e a un tem%o in Cielo e sulla Terra )er tras'ormarla tutta col Suo Amore+ LAmore tras'orma lillusione In Realt& se #ien riconosciuto Che nulla di ci, ch( amato #a %erduto )erch9 tutto ( creato dallAmore+