Sei sulla pagina 1di 4

222

Giovedì
2 luglio 2009
aborto
Obama per nuove
sovvenzioni pubbliche
2 Quell’incontenibile voglia
di aggirare la volontà popolare
Una sottrazione al popolo e ai suoi rappresentanti del-
la prerogativa di legiferare. Un ribaltamento delle fon-
ti del diritto e dei poteri dello Stato. Scritto così, il fe-
fine vita nomeno allerterebbe qualsiasi persona anche solo va-
gamente sensibile alla tenuta democratica delle istitu-

Tra medico e paziente 3 zioni. E provocherebbe un terremoto mediatico. Nel ca-


so dell’ormai continuo tentativo di frantumare la Leg-
ge 40 a colpi di sentenze e ordinanze varie della Ma-
c’è di mezzo Ippocrate gistratura, tutto ciò sembra pacifico. Anzi, un dovero-
so sopperire alla «mancanza di buon senso dei politici»
(e di coloro che li hanno eletti, s’intende), come di-
dibattiti chiarava ieri un riverito rappresentante dell’intelli-
ghentsia laica e progressista. «Amo l’umanità, è il po-

Bioetica alla francese 4 polino che disprezzo» si narra dicesse un illuminista.

ora tocca al Parlamento

www.avvenireonline.it\vita

Legge 40, la strategia è di riscriverla in tribunale di Andrea Galli

box
«D
eve... ritenersi ammissibile patologie genetiche» ha dichiarato, tra i
la diagnosi preimpianto, tanti, Silvana Mura dell’Idv).
nonché il diritto di Cellule embrionali: il ricorso

P
abbandonare l’embrione er Maurizio Lupi, Pdl, siamo invece di lo firma l’avvocato degli Englaro
risultato malato e di fronte «a un uso distorto delle

N
ottenere il solo sentenze... in ragione di posizioni on solo la diagnosi preimpianto e l’accesso alla
trasferimento di quello sano». Dopo la meramente ideologiche». Secondo Laura provetta a chi sterile non è. La nuova offensiva per
sentenza del 2006 del Tar del Lazio e le Bianconi, Pdl, «nessuno, men che meno via giudiziaria contro la legge 40 punta a colpire la
due ordinanze del Tribunale civile di dei magistrati, può arrogarsi la facoltà di norma là dove tutela l’embrione – sin dall’articolo 1 –
Firenze, anche il magistrato Cinzia permettere che si distrugga o si manipoli anche rispetto ai tentativi di farne oggetto di
Gamberini di Bologna, con un’ordinanza indiscriminatamente la vita dell’essere sperimentazione. Tre ricercatrici hanno infatti
depositata lunedì scorso, ha autorizzato la umano». L’associazione Scienza & Vita presentato il 24 giugno un ricorso al Tar del Lazio
diagnosi genetica sugli embrioni presso un parla di «una volontà di ratificare, per via contro il bando del Ministero del Welfare che destina
centro di procreazione assistita della stessa giudiziaria, una cultura eugenetica», fondi a progetti di ricerca sulle staminali, sostenendo
città, Tecnobios. Il caso riguarda una mentre per Adriano Pessina, direttore del che verrebbe discriminato chi fa ricerca sulle cellule
coppia sposatasi nel 1996, in cui la donna Centro di Bioetica dell’Università Cattolica, embrionali. A ricorrere al Tar sono state Elisabetta
è portatrice sana di distrofia muscolare di «la malattia torna a essere considerata una Cerbai, farmacologa dell’Università di Firenze, Elena
Duchenne, patologia trasmessa al primo condanna che esclude il malato dalla sfera Cattaneo, direttore del Centro di ricerca sulle cellule
figlio avuto nel 1999. Il parere del giudice dei diritti fondamentali». staminali dell’Università statale di Milano (da sempre
felsineo cerca di appoggiarsi sulla sentenza Per Eugenia Roccella, sottosegretario al fieramente avversa alla legge 40), e Silvia Garagna,
della Corte Costituzionale dello scorso 1° ministero del Lavoro e della Salute, «il biologa all’Università di Pavia. La firma sotto il ricorso
aprile, dove la Consulta dichiarava tra tribunale di Bologna ha cercato di è di un nome assai noto alle cronache: l’avvocato
l’altro l’illegittimità costituzionale espandere la sentenza della Corte Vittorio Angiolini, legale della famiglia Englaro lungo
dell’articolo 14, comma 3, della legge 40, Costituzionale fino a utilizzarla come l’intera vicenda di Eluana. «La legge 40 vieta la
nella parte in cui questo non prevedeva copertura per ammettere "il diritto di manipolazione dell’embrione, cosa che nessuno di noi
che il trasferimento degli embrioni, da abbandonare l’embrione risultato malato", si sogna di fare», spiega la Cerbai. Ma la realtà, e il
realizzarsi non appena possibile, dovesse selezionando e impiantando solo quello buon senso, dicono altro. La ricerca usa linee cellulari
essere effettuato «senza pregiudizio della sano». ricavate da embrioni. Che – ci risulta, a buon senso –
salute della donna». Il magistrato aggiunge sono già stati manipolati e distrutti. In tempi di

U
poi di aderire pienamente a «un n’operazione complicata, spiega sentenze creative, però, tutto ormai sembra possibile.
orientamento giurisprudenziale» che Roccella, «perché la sentenza della
riconosce una netta distinzione tra la Corte si limitava a lasciare la
nozione di «ricerca clinica e sperimentale» responsabilità di decidere il numero degli
sugli embrioni, vietata dalla legge 40, e L’ordinanza di ma che ha già figli procreati naturalmente, embrioni da produrre e impiantare al termini della questione sono differenti.
quella di «diagnosi preimpianto». In il diritto di ricorrere alla procreazione medico, rispettando naturalmente i criteri Anche il concetto di salute psichica della
sostanza, secondo Cinzia Gamberini, nel un magistrato medicalmente assistita». stabiliti dalla legge, tra cui il divieto di donna, contemplato dalla 194, non è
conflitto di interessi tra la società e di Bologna "creare un numero di embrioni superiore a preso in considerazione né dalla legge 40

I
l’embrione – il caso di «ricerca ha autorizzato n realtà, l’ordinanza su questo punto quello strettamente necessario" e il divieto né dall’ultima sentenza della Consulta, che
sperimentale» – vincerebbe il diritto di non dice nulla di nuovo. Afferma che i di "ogni forma di selezione a scopo cerca di evitare solamente il rischio fisico
quest’ultimo, ma nel conflitto di interessi la diagnosi coniugi si erano rivolti al centro eugenetico degli embrioni". Ma il derivante dal ripetersi delle stimolazioni
tra l’embrione e la madre – il caso di una genetica sugli Tecnobios dopo i tentativi di concepire un tribunale di Bologna ignora la questione, ovariche. Nell’ordinanza invece, riguardo
diagnosi prempianto per una sospetta embrioni presso altro figlio «protrattisi da oltre due anni» giudicando il divieto di diagnosi all’impianto di un embrione malato, si fa
malattia del nascituro – deve prevalere il ed «essendo infine stato medicalmente preimpianto a scopo eugenetico riferimento alla salute psichica della
diritto alla salute psico-fisica della madre. un centro accertato uno stato di infertilità della "irragionevole"». INSINTESI donna».
Con il diritto, appunto, a impiantare di procreazione coppia sine causa». Il che rientra fra i Anche Alberto Gambino, ordinario di «Con questa ordinanza – specifica il
l’embrione «sano» e a scartare il «malato».

Q
uesto è il nocciolo dell’ordinanza resa
nota ieri. Qualcuno ha voluto forzarla
facendo credere che riguardasse anche
la possibilità di ricorrere alla
assistita della
stessa città,
Tecnobios.
L’ennesimo
parametri previsti chiaramente dalla legge
40, laddove si legge che «il ricorso alla
procreazione medicalmente assistita è
consentito qualora non vi siano altri
metodi terapeutici efficaci per rimuovere le
cause di sterilità o infertilità».
Diritto privato all’Università Europea di
Roma, stimgatizza l’accostamento,
presente nell’ordinanza bolognese tra
amniocentesi e diagnosi preimpianto, in
quanto entrambe invasive e pericolose per
l’integrità del nascituro: «Nel caso della
1 Con questa
ordinanza un essere
umano avrebbe
sottosegretario Roccella – un essere umano
avrebbe diritto a nascere solo se sano, e se
corrispondente ai desideri della madre e
del padre; un’ipotesi del genere è una ferita
profonda al concetto di eguaglianza tra gli
uomini e alla solidarietà, ma soprattutto
fecondazione assistita per le coppie fertili, tentativo di Da questo fraintendimento è seguita per legge 194 non è riconosciuto l’assoluto diritto a nascere stravolge il senso delle relazioni tra
cosa vietata invece dalla negge 40 e niente tutta la giornata di ieri una serie di diritto del feto alla sua integrità fisica, solo se sano e genitori e figli, sottoponendo l’amore
affatto smentita dalla Consulta.
scardinare un dichiarazioni entusiastiche, che rivelano come invece è stabilito dalla legge 40 per corrispondente ai materno e paterno, per sua natura gratuito
«Fecondazione assistita anche per coppie testo legislativo una volta di più l’ostilità per una legge l’embrione. Il motivo è essenzialmente che desideri dei e incondizionato, a valutazioni
non sterili» titolava il Corriere della Sera di votato dal votata dal Parlamento e la speranza che sia nella fecondazione assistita siamo di fronte genitori. È la discriminatorie. "Tu sì, tu no", tu puoi
ieri. Secondo l’avvocato Gianni Baldini, il la magistratura a scardinarla («L’ordinanza a una creazione meditata e voluta di una vecchia eugenetica venire al mondo, tu no, perché sei
legale della coppia in questione, Parlamento e del tribunale di Bologna ha fatto venire vita umana, la 194 riguarda la decisione su che riaffiora in imperfetto e inadeguato: è la vecchia
l’ordinanza riconosceva finalmente «anche confermato da meno l’ennesima ingiustizia in danno una vita che una donna si ritrova in forme aggiornate eugenetica che riaffiora in forme
alla coppia non sterile in modo assoluto un referendum delle coppie non sterili ma portatrici di grembo e spesso in modo indesiderato. I aggiornate dalle opzioni tecnologiche».

stamy di Graz matita blu di Tommaso Gomez

E perché non abolire le gravidanze?


C
i leggono! E ci replicano a tono! Non tribuirli a loro, ma nell’incrociar di ferri ci lia è un Paese democratico, ma di continuo
è una novità, ma una consuetudine sta. La Ru486 pericolosina lo è, ma l’obie- la destra accusa la sinistra e la sinistra la de-
che si consolida, dopo gli anni pas- zione – attenzione all’audace analogia di stra di promulgare leggi ingiuste, perché "ad
sati e remoti in cui la stampa dagli Bartolommei – «trascura che il rischio di personam" o tese a tutelare i privilegi di po-
orientamenti culturali diversi ci i- morte in caso di aborto chimico, se è supe- chi contro i diritti di tutti. «Diritto giusto» è
gnorava con sufficienza, fingeva che riore al rischio di aborto chirurgico, è iden- un rafforzativo tutt’altro che banale e scon-
non esistessimo per sottolineare l’irrilevan- tico a quello per aborto spontaneo e inferiore tato.
za cattolica. Come quando i compagni di a quello per morte in gravidanza (e nessu-

A
classe organizzano la festina e invitano tut- no si batte per abrogare le gravidanze)». Nes- proposito di toni forti, nella sua lettera
ti tranne te... rischi di cadere nella malinco- sun rifuso, ha scritto proprio così. Possiamo a Europa la lettrice Alma Locatelli di Mi-
nia e nel vittimismo. Oggi possiamo escla- quindi stare tranquilli e dire alle donne: cor- lano, più che la biro, usa la scure bipen-
mare: noi sapevamo di esistere, ma adesso ri rischi maggiori a far nascere tuo figlio che ne. Riferendosi a Ru486 e testamento bio-
devono ammetterlo pure loro! a "interromperlo". logico, a Roccella e Sacconi, scrive: «Non
sarà che il ritorno dei sepolcri imbiancati sia

C S
on entusiasmo, e con matita blu alle- empre sull’Unità, Luigi Manconi e An- un’uscita offerta a Berlusconi dopo il pub-
gramente puntuta, riferiamo di due in- drea Boraschi replicano a Francesco D’A- blico scandalo, che avrebbe dovuto offen-
terventi sull’Unità. Sergio Bartolommei, gostino e al suo editoriale su Avvenire. dere il Paese e la Chiesa che s’erano sbrac-
della Consulta di bioetica, annuncia con to- Non c’intromettiamo nel confronto fra i tre. ciati ad osannarlo?». Federico Orlando nel-
no militare: «Continua e si intensifica la cam- Ci limitiamo a segnalare un inciso. Occhio la risposta non dice nulla della Chiesa che
pagna di lotta (Avvenire) e di governo (sot- alla parentesi: «Viene da chiedersi cosa in- nella parodia raffinata stile Gay Pride della
tosegretario Roccella) contro la registrazio- tenda D’Agostino per "diritto giusto": se stia Locatelli si sbraccia a osannare Berlusconi,
ne in Italia della pillola Ru486». Siamo dei cioè parlando di "acqua bagnata" (quale le- limitandosi, da capoclasse rancoroso, a scri-
lottatori! Sentirselo dire è inebriante. Ma gislatore di un sistema democratico tende vere sulla lavagna i nomi dei cattolici buo-
non possiamo distrarci, perché subito Bar- intenzionalmente a promuovere una nor- ni di qua (quelli che danno ragione a lui) e
tollomei ci attribuisce «furori ideologici». mativa ingiusta?); o se faccia appello a un dei cattolici cattivi di là. Lo chiameremo Ca-
Veramente siamo stati noi per primi ad at- governo "etico del diritto"», eccetera. L’Ita- pitan Gessetto.
2 Avvenire Giovedì, 2 luglio 2009

www.avvenireonline.it\vita

Fondi pubblici per abortire, l’America si divide


Washington

R
isale al maggio scorso la Proprio ai membri dell’intero
Il Camerun cade nella trappola
fragilità
raccomandazione fatta Appropriations Committe è
dall’amministrazione Obama della «salute riproduttiva» indirizzata la lettera datata 30
affinché Camera e Senato, giugno e firmata dall’arcivescovo

S
nell’esaminare la previsione di ì alla protezione della donna africana di Filadelfia, il cardinale Justin
bilancio proposta dalla Casa dalle violenze e dalle discriminazione di Rigali, presidente del Comitato

Abrogare la legge
Bianca, si adoperino per abrogare il
cosiddetto «Dornan Amendment», una
ogni genere; no alla legalizzazione
dell’aborto. È quanto affermano i vescovi del
per le attività pro vita della
Conferenza episcopale degli Stati Rapporto choc:
del distretto della legge riguardante il District of Columbia
(quello della capitale Washington) e che
Camerun in una dichiarazione, inviata
all’agenzia Fides, sull’approvazione da parte
Uniti. Nella lettera, il cardinale
lamenta l’effettiva abrogazione «Bimbi disabili
capitale americana
che impedisce
attualmente impedisce l’accesso a fondi
pubblici derivanti dalla tassazione dei
del Parlamento camerunese della legge che
autorizza il presidente, Paul Biya, a ratificare
del Dornan Amendment e
spiega che «invece di continuare
curati male»
l’accesso a soldi tratti cittadini per tutti i servizi legati all’aborto. il Protocollo di Maputo, adottato dall’Unione a impedire l’uso di tutti i fondi
Questo intervento, caldeggiato dal nuovo africana nel 2003. La Chiesa cattolica ha per gli aborti, il Sottocomitato

I
l cerchio si
dalle tasse dei corso obamiano, si inserisce nella più espresso la sua opposizione al paragrafo c restringe la proibizione ai soli chiude: con
cittadini per ampia e articolata riforma del servizio dell’articolo 14, che stabilisce di proteggere i fondi federali cosicché quelli la pubblica-
sanitario degli Stati Uniti, uno dei cardini diritti riproduttivi delle donne autorizzando locali possono essere usati per zione in In-
finanziare tutti
di Lorenzo Schoepflin

delle politiche del successore di George l’aborto medico nei casi di stupro, incesto, e gli aborti senza limiti e ghilterra il
i servizi legati W. Bush. quando la continuazione della gravidanza restrizioni». Un vero e proprio 22 giugno
all’interruzione mette in pericolo la salute della madre. «esercizio di contabilità», come del reportage "Bambini disabili e

U
n primo passo verso la cancellazione lo chiama lo stesso Rigali, se si salute", promosso dall’associazio-
di gravidanza del Dornan Amendment è stato fatto considera che il Congresso ha il ne "Every Disabled Child Matters",
È l’obiettivo della grazie all’House Appropriations controllo di tutti i fondi pubblici viene puntato il dito sull’inefficien-
amministrazione Committee, l’ente che si occupa degli rapporto in cui si enunciano i del District of Columbia. Dunque za del sistema sanitario inglese ver-
stanziamenti e degli impegni di spesa per provvedimenti che per il 2010 eliminano «l’impatto in termini di vite umane sarà so i piccoli con handicap. Talora,
Usa. Contro il quale molti settori dell’amministrazione, dalla «la speciale proibizione sull’uso di fondi esattamente lo stesso che sarebbe stato se quando i malati sono piccoli disa-
si schiera la Chiesa difesa all’educazione. Il Sottocomitato per i locali per l’aborto» per il District of l’emendamento fosse stato abrogato bili con caratteristiche particolari, il
Servizi finanziari ha infatti prodotto un Columbia. interamente». Ciò che appare strano è che, reportage mostra tale inefficienza è
come puntualizza ancora la lettera, «altri dovuta a cattiva organizzazione o a
divieti circa l’uso di fondi pubblici sono una scarsa preparazione dei sanita-
stati lasciati intatti», configurando una vera ri verso comuni malattie (problemi

il caso
e propria azione politica volta a dentari o agli orecchi). Il cerchio si
«promuovere l’aborto pubblicamente chiude, perché proprio in questi me-
finanziato». si nel Paese sono usciti altri repor-
tage sul cattivo trattamento medico

L
a missiva del cardinale Rigali precisa poi delle persone con ritardo mentale e
che ci sono almeno tre buoni motivi degli anziani. Cos’hanno in comu-

La coscienza dei «democrats» per ritenere la decisione del


Sottocomitato un grave errore. Innanzitutto
«gli americani rifiutano il finanziamento
pubblico dell’aborto» con una forte
opposizione dimostrata anche in occasione
ne queste tre categorie? Semplice-
mente il fatto che non sono perso-
ne autonome, cioè le uniche che
hanno pieno diritto di cittadinan-
za nelle società consumistiche ed e-
C’è maretta nel partito di

«N
oi credia- lancon dichiarò che «c’è bisogno di dare delle decine di milioni di cartoline spedite volute. In particolare, il rapporto che
mo in una Obama per le scelte bioetiche alle donne che affrontano una gravidan- ai rappresentanti al Congresso per bloccare riguarda i bambini denuncia scarsa
cultura za indesiderata un aiuto in modo che pos- l’approvazione del Freedom of Choice Act, preparazione dei medici di base a ri-
che sup- del presidente. E alcuni deputati sano realizzare che l’aborto non è l’unica una legge ultrapermissiva proprio in tema conoscere i segni di autismo, o le
porta e ri- prendono le distanze dal leader opzione», dando le informazioni e i sus- di aborto. In secondo luogo «nessun conseguenze di un danno cerebra-
spetta il sidi di cui necessitano per «scegliere la vi- legislatore e nessuna amministrazione può le, e certe specificità anatomiche dei
diritto alla vita e che è dedicata alla tute- corso all’aborto. In particolare, i firmata- ta». sostenere tale cambiamento di politica e bambini Down che rendono spe-
la e alla conservazione delle famiglie». È ri della missiva si dicono contrari a qual- contemporaneamente dichiarare il ciale anche una normale visita alle

I
così che si sono rivolti 19 membri del Con- siasi tipo di finanziamento dell’aborto ot- l nome di Melancon compare tra i sot- supporto alla riduzione degli aborti», viste orecchie.
gresso Usa, tutti appartenenti al Partito de- tenuto con stanziamenti derivanti dalla toscrittori di un’altra lettera del febbraio le molteplici evidenze statistiche che

C
mocratico, nella lettera indirizzata nei gior- riforma sanitaria in discussione: «Senza u- scorso, cui altri dei 19 hanno aderito e dimostrano come la disponibilità di soldi erto, non tutto è così nel siste-
ni scorsi a Nancy Pelosi, la presidente del- na esplicita esclusione, l’aborto potrebbe promossa da uno di essi, Heath Shuler, pubblici per l’aborto ne causi un aumento. ma sanitario inglese, e il sem-
la Camera. Una lettera che agita ulterior- essere incluso nel piano sanitario con sus- rappresentante della North Carolina. Nel- Il terzo aspetto che avrebbe dovuto plice fatto che se ne parli fa o-
mente le acque dell’amministrazione O- sidi governativi come generica cura», si di- la lettera, firmata da 180 membri del Con- consigliare maggiore prudenza è la nore ai britannici. Ma inquieta leg-
bama in tema di bioetica, questa volta a ce nella lettera, che prosegue: «Assicuran- gresso (157 repubblicani e 23 democrati- considerazione che una simile decisione va gere nel report la storia narrata dal-
proposito della riforma del sistema sani- do che l’aborto non sia finanziato attra- ci), si chiedeva di conservare le misure che a incrinare il clima di collaborazione che è la mamma di Daisy: «Quando la
tario. verso alcun pacchetto della riforma [...] il impediscono che il denaro proveniente necessario per l’approvazione della riforma mia bimba di nove anni con ritar-
Congresso può concentrarsi sulla creazio- dalla tassazione dei cittadini sia utilizza- della sanità. Nella lettera Rigali appoggia la do mentale è morta, un dottore mi

A
preoccupare i 19 deputati democra- ne di una riforma largamente sostenuta». to per promuovere e praticare l’aborto, te- protesta già esposta dall’Arcidiocesi di ha detto: è quasi come perdere un
tici è il finanziamento dell’aborto: nendo conto delle «preoccupazioni mo- Washington, e conclude raccomandando la bambino. Cosa pensava che fosse

N
«Mentre il dibattito sulla riforma del- ella lettera viene inoltre citato una stu- rali di molti americani che non desidera- revoca del provvedimento per ristabilire la la mia bellissima bimba? Un gior-
la sanità continua e si produce la legisla- dio del Guttmacher Policy Review, u- no vedere i loro soldi usati per le orga- politica contro il finanziamento pubblico no Daisy entrò in ospedale per
zione, è indispensabile che la questione na organizzazione di orientamento nizzazioni che forniscono servizi legati al- dell’aborto. un’infezione dentaria. Tre settima-
dell’aborto non sia trascurata», si dichia- pro-aborto, secondo il quale almeno un l’aborto». Non sono ovviamente mancate le critiche ne dopo era morta. Nessuna piani-
ra nella lettera, a testimonianza di quan- terzo delle interruzioni di gravidanza po- Shaun Kenney, direttore esecutivo della provenienti dal mondo pro-life americano: ficazione attiva fu fatta per salvarla.
to il tema non sia ancora metabolizzato trebbe essere evitato se i finanziamenti American Life League, si è dice ottimista: il National Right to Life Committee ha Fu solo documentato il suo declino.
dalle coscienze degli americani. Non ci si non fossero disponibili. Alcuni dei firma- «È un segnale che il Partito democratico parlato di «imbroglio politico». Sull’utilità (…) Dopo che Daisy morì, ci ac-
deve dimenticare infatti che un recente tari della lettera non sono nuovi ad ini- non è completamente venduto alla lobby del provvedimento molti sono i dubbi, se è corgemmo che lo staff era coscien-
sondaggio Gallup dà le posizioni pro-life ziative pro-life. Charlie Melancon, depu- abortista», ha dichiarato alla Cns News, vero che a oggi oltre il 40% delle te che la vita di Daisy era in perico-
maggioritarie nel Paese e che all’interno del tato della Louisiana, nel 2006 supportò il aggiungendo che la lettera è una gravidanze nel District of Columbia lo. Ci dissero che avevano mal giu-
Partito democratico Usa sono stati com- Pregnant Women Support Act, una legge «scintilla» che incoraggerà il dibattito. terminano con un aborto, come riportato dicato la sua qualità di vita. Se non
piuti alcuni passi avanti per ridurre il ri- di sostegno per le donne in attesa. Me- (L.Sch.) proprio nel documento dell’Arcidiocesi di avesse avuto un ritardo mentale non
Washington. sarebbe stata trattata così». Questo
caso ripropone lo spettro dell’han-
difobia, l’autocensura che tutti ri-
New York

10 mila dollari l’uno. Ovuli sul mercato


schiamo di fare per non vedere il
malato e la malattia e che arriva fi-
no all’emarginazione del malato. E
talvolta anche degli anziani.
Scrive Terence Blacker sull’Indepen-
Lo Stato

D
onare o, meglio, clonazione, nuove linee di cellule staminali dent del 26 giugno: «Due autorevo-
vendere i propri della Grande embrionali sulle quali condurre esperimenti li reportage confermano come un
ovuli alle cliniche scientifici. In questo modo New York ha scavalcato settore del popolo inglese è routi-
della fertilità è una Mela finanzia le indicazioni del governo federale che, nelle linee nariamente e sistematicamente di-
prassi comune negli le cliniche guida emesse (ma non ancora definitivamente scriminato con il risultato di mi-
Usa. Cederli, al perché paghino adottate) dall’Istituto nazionale per la salute gliaia di morti premature. Sono i
prezzo di 10 mila dollari americano, proibisce l’uso di denaro pubblico per vecchi. Individualmente possono
l’uno, agli istituti di ricerca le donne che creare embrioni a scopo scientifico o terapeutico. essere simpatici, ma non contano
come materia prima per la cedono i gameti La decisione è anche in contrasto con le niente. Dal governo al sistema sa-
clonazione terapeutica finora non era possibile indicazioni bioetiche delle US National Academies, nitario passa un giudizio: che da
nemmeno negli Stati Uniti. Ma anche questo sta Lo scopo: che nel 2005 hanno scoraggiato la pratica del un’età in poi il dovere del cittadino
per cambiare. soddisfare pagamento. è di sedere paziente nell’anticame-
Offrire i propri ovociti a scopi riproduttivi permette la domanda ra della morte». Sono parole duris-

M
di guadagnare dai 7 mila a un massimo di 25 mila a la Empire State Stem Cell Board, la sime, che vengono altresì da un Pae-
dollari per donazione, a seconda del numero di della ricerca, Commissione etica per la ricerca scientifica se civilissimo e all’avanguardia.
ovuli prodotti e della qualità della donatrice. sulla pelle delle del Dipartimento alla salute di New York, ha

M
Questa per legge non viene compensata per il più povere già stanziato un fondo da 600 milioni di dollari a è un Paese in cui un ulterio-
commercio dei suoi gameti quanto rimborsata per per la ricerca sulle staminali nello Stato, e intende re reportage sui disabili men-
il tempo perso e per il disagio subito durante le tre- disponibilità di donatrici ha permesso alle famiglie mettere a disposizione dei propri scienziati il tali dal titolo "Morte per in-
quattro settimane di procedura (senza contare il che ricevono l’ovulo di essere più selettive. Le numero più alto possibile di embrioni, differenza" mostra che anche nelle
tempo necessario a riprendersi dall’intervento). donatrici vengono reclutate tramite annunci affissi indipendentemente dalla loro provenienza. La terapie contro il dolore questi pa-
La donazione negli Usa è legale dagli anni ’80 e nelle metropolitane delle grandi città o pubblicati Commissione permetterà dunque ai ricercatori zienti sono trattati peggio degli al-
l’associazione di categoria delle cliniche della su siti di compravendita online come Craig’s list e dello Stato di pagare fino a 10 mila dollari per ogni tri. La rivista Lancet giunse a scrive-
fertilità statunitensi, la American Society for sui giornali universitari. La ricerca è rivolta a donne singolo ovulo, usando fondi statali. re che per il sistema sanitario ingle-
Reproductive Medicine, calcola che ogni anno nel non solo giovani (dai 21 ai 30 anni) e sane, ma Annunciando la decisione, il Board ha precisato se i disabili mentali sono «invisibi-
Paese più di 10 mila bambini nascano grazie sempre più spesso anche “attraenti”, e, come recita che tale pagamento viene visto come una somma li». Ma è un problema solo inglese?
all’uso di ovuli non appartenenti alla madre un’inserzione apparsa sul Daily Californian, il equa per riconoscere «il considerevole fardello Noi come ci poniamo su questo
"legale”. Due fattori stanno espandendo quotidiano studentesco di Berkeley, alte e con un fisico associato al processo di donazione». fronte: ci riconosciamo o chiudia-
ulteriormente quello che è ormai diventato un elevato punteggio all’esame di ammissione «Non abbiamo trovato nessuna ragione etica per la mo gli occhi? Coloro che non sono
business da 3 miliardi di dollari l’anno: la crisi all’università. quale una donazione a scopo riproduttivo autonomi ci ricordano con forza
di Elena Molinari

economica e la possibilità di donare ovuli alla dovrebbe essere pagata, mentre una a scopo che non ci è più lecito accettare che

M
ricerca scientifica. a se finora gli enti pubblici si erano tenuti scientifico no», ha spiegato David Hohn del essi (bambini, anziani e disabili) e
La recessione, stando sempre alle osservazioni delle fuori dal commercio di ovociti, alcuni Stati Roswell Park Cancer Institute a Buffalo, New York, i loro problemi vengano messi ai
cliniche della fertilità, data l’assenza di un’agenzia stanno pensando di approfittare del crescente membro del Comitato etico. «Questa decisione margini della società, invisibili nei
nazionale che monitori il commercio di ovociti, ha numero di donne in difficoltà economiche. Il potrebbe essere controproducente – ha programmi televisivi, censurati nei
fatto impennare del 40 per cento il numero di primo a muoversi è lo Stato di New York, che nei commentato invece Jonathan Moreno programmi scolastici, fino ad esse-
donne che si sottopongono volontariamente alla giorni scorsi ha autorizzato ospedali, università e dell’Università della Pennsylvania, a Philadelphia – re discriminati anche nelle cure.
massiccia dose di ormoni che stimolano la fertilità altri centri di ricerca a retribuire le donatrici che . Molti americani sono perplessi sulla ricerca sulla Carlo Bellieni
e alla raccolta degli ovuli stessi. Una tale offrano i propri ovociti allo scopo di creare, per clonazione».
Giovedì, 2 luglio 2009 Avvenire 3
www.avvenireonline.it\vita

Tra medico e paziente c’è di mezzo Ippocrate di Francesca Lozito


fine vita
Alla vigilia dell’«esordio»

U
n dialogo tra il medico e deve essere sempre messo al
il malato. Necessario, a Montecitorio, dopo il varo servizio di chi ha bisogno di Mercoledì 8 il disegno di legge Calabrò
fondamentale per poter
del Senato, c’è chi ipotizza
essere curato: è questo uno degli inizia l’iter alla Camera. Di Virgilio il relatore
costruire una buona obiettivi più alti della medicina,
addirittura un azzeramento
I
relazione che sfoci nella che si concretizza sia nel nizierà mercoledì 8 luglio la uscire dalla Commissione prima
cosiddetta "alleanza del testo. Ma il lavoro momento in cui è possibile una discussione in Commissione della pausa estiva, per approdare
terapeutica". Alla vigilia ormai prospettiva di guarigione sia affari sociali alla Camera del in Aula subito dopo l’estate.
dell’inizio della discussione alla di Palazzo Madama ha quando è immaginabile solo un ddl Calabrò sulle direttive Secondo Paola Binetti (deputato
Camera – prevista per mercoledì prodotto un consenso ampio percorso di cura e anticipate di trattamento. Dopo del Pd) sulla volontà del
prossimo in commissione Affari accompagnamento. il via libera del Senato, in marzo, paziente «occorre che la
sociali – del disegno di legge attorno ad alcuni punti ora si riprenderà il testo articolo medicina resitituisca al consenso
fermi, sui quali non si può
S
Calabrò sulle direttive anticipate econdo Nunzia D’Abbiero, per articolo. Relatore sarà informato il valore di medical
di trattamento nella formulazione recedere: l’alimentazione che lavora a Reggio Emilia Domenico Di Virgilio (Pdl): «Mi education: il paziente deve
licenziata dal Senato, i medici all’Arcispedale Santa Maria adopererò per ascoltare esprimere la sua volontà con
fanno il punto su alcuni articoli assistita come sostegno Nuova e ha l’incarico di alta maggioranza e opposizione, ricchezza e partecipazione
della legge che riguardano più da vitale non sospendibile, specialità per le cure palliative in senza alcun preconcetto – ha emotiva, ma la sua decisione
vicino l’aspetto della relazione e un rapporto equilibrato radioterapia, «l’esercizio della dichiarato ieri –. Spero che su un non può essere vincolante per il

Londra
con la persona malata. E rifiutano medicina è tutto racchiuso nel tema così delicato ci sia un filo medico, che deve impiegare la
l’idea unilaterale di volontà del tra chi cura e chi è curato rapporto tra due persone, e la conduttore comune che dia sua formazione per stabilire ciò
paziente che vorrebbe il medico Come ci ricordano norma deve garantirlo. Occorre spazio a un ampio dibattito». che è bene per il paziente».
mero esecutore di quello che tutelare la volontà del malato, ma L’auspicio è che il testo possa (F.Loz.)
diventerebbe un vero diktat. gli stessi professionisti anche salvare la libertà del
Suicidi medico – aggiunge – perché non

I
l ddl parla all’articolo 2 di fosse solo quella della persona è una persona qualunque ma un talora capita di vedere in azione. essere forzatura e nemmeno
assistiti: consenso informato e afferma al malata – un modo di ragionare professionista». Che, se propone coercizione, ma se i malati

D
comma 1 che «salvo i casi «non ancorato alla realtà» – parla un determinato intervento di ietro questa metafora si continuano a fidarsi vuol dire che
c’è la "lista" previsti dalla legge, ogni Stefano Ojetti, medico chirurgo cura, lo fa con cognizione di nasconde la problematica di c’è in campo una competenza.
trattamento sanitario è attivato ad Ascoli Piceno. L’alleanza causa. Ma anche quando si tratta chi continua a proporre ai Anche perché come medico sono
previo consenso informato terapeutica – spiega – ci apre alla di cessare dall’azione limitandosi malati terminali chemioterapie e sempre tenuta a dare conto delle

È
braccio di ferro in esplicito e attuale del paziente, possibilità di percorsi condivisi ad accompagnare verso la fine interventi anche quando non scelte che faccio». All’orizzonte il
Gran Bretagna tra la prestato in modo libero e che possano superare sia il della vita la D’Abbiero è convinta servono più e causano solo effetti pericolo è dunque quello di una
lobby pro eutanasia consapevole». Al comma 3 poi fa paternalismo che che «è giusto conoscere le direttive collaterali. La dottoressa emiliana «medicina cautelativa» che non
e coloro che la av- proprio riferimento all’«alleanza l’autodeterminazione. Questa anticipate di un paziente perché parla dunque di «rispetto rappresenterebbe secondo la
versano. Il dibattito terapeutica costituitasi all’interno alleanza deve essere permeata non si manifesti la violenza di reciproco tra la libertà del medico D’Abbiero «un reale progresso,
si è infiammato do- della relazione fra medico e dall’esperienza del medico perché una medicina "guerriera"» che e quella del paziente: non ci può ma una sconfitta per tutti».
po l’appello dei tre leader paziente che si esplicita in un il paziente non può
religiosi più influenti della documento di consenso sapere tutto sulla
Gran Bretagna, il cattolico informato, firmato dal paziente, e malattia e le terapie
Vincent Nichols, l’anglica- diventa parte integrante della possibili, e può anche
diritto & salute
no Rowan Williams e il rab-
bino Johnatan Sacks, perché
sia respinta una proposta di
legge a favore del suicidio
assistito. Un esponente del-
cartella clinica». E poi, ancora,
all’articolo 7 comma 2 si dice
chiaramente che «il medico non
può prendere in considerazione
indicazioni orientate a cagionare
sbagliare nel dire che
non vuole essere
sottoposto a una
determinata cura che
potrebbe dargli
La vera libertà? Di curare
la Camera dei Lord, Falco- la morte del paziente o sollievo». Per questo

I
n merito alle Dichiarazioni chiesto di morire. Di questi, tre hanno cambiato idea
ner, sta spingendo in Parla- comunque in contrasto con le occorre che il paziente anticipate di trattamento dopo le opportune cure.
mento un emendamento al- norme giuridiche o la possa «beneficiare della (Dat), un’obiezione che si

I
la legge "Justice and Coro- deontologia medica. Le conoscenza del sente spesso è la seguente. Il n opposizione a questi argomenti si potrebbe
ner Bill", che solleverebbe indicazioni sono valutate dal medico». Un sapere, medico, di fronte al rifiuto obiettare: allora ammettiamo la vincolatività della
da ogni incriminazione chi medico, sentito il fiduciario, in quello del curante, che di cure espresso da un Dat perlomeno nei casi di malattia a esito infausto
accompagna familiari o a- scienza e coscienza, in paziente cosciente e capace di già conclamata. Si può rispondere affermando che se
mici malati a togliersi la vi- applicazione del principio intendere e volere, deve attenersi decidi quando sei malato (tumore, Aids...) la tua
ta in cliniche estere dove il dell’inviolabilità della vita umana INSINTESI alle volontà di questi; perché invece di fronte al rifiuto libertà è condizionata dal dolore e dalla paura della
suicidio assistito è legale, co- e della tutela della salute, secondo di cure contenuto nelle Dat il medico non ha il morte e non puoi decidere sul tuo miglior bene. In
me la Dignitas in Svizzera.
Un tentativo di cambiare la
legge a favore del suicidio
assistito era già stato avan-
zato in passato da Lord Jof-
i princìpi di precauzione,
proporzionalità e prudenza».

Q
uella di costruire una buona
relazione tra medico e
1 «Il medico non può
prendere in
medesimo obbligo? Proviamo a rispondere. Lo
strumento delle Dat è viziato per sua

sì che il medico non debba essere


vincolato a esse. L’inattualità delle
non possono
merito poi alla inevitabile lacunosità delle Dat, è

essere imposti a terzi


impossibile prevedere nel concreto la
stessa natura da due difetti i quali fanno I desideri del paziente patologia letale da cui sarò affetto e le
relative cure che vorrò rifiutare.

P
fe ma era stato bocciato. O- paziente è per Giorgio considerazione volontà del dichiarante e la lacunosità aradossalmente allora le Dat
ra la lobby pro-eutanasia, ha Fossale, presidente dell’Ordine dei indicazioni orientate a insuperabile delle dichiarazioni scritte. né per forza eseguiti bloccano la mia libertà proprio
spiegato ieri Peter Saunders medici di Vercelli e medico di cagionare la morte del Soprattutto perché non la attualizzano nel

L’
di Care not Killing, «sta ten- famiglia, una «vera e propria paziente o comunque in inattualità della volontà: il decidere presente. Cristallizzano e congelano la
tando nuove vie, come per sfida» che ha come finalità contrasto con le norme "ora per allora" espone il se essi sono "datati" mia libertà nel passato a danno proprio
esempio l’emendamento al principale quella di «uscire dalla giuridiche o la dichiarante a rischi che vanno della tanto invocata autodeterminazione
Justice and Coroner Bill. La burocratizzazione». Perché la deontologia medica». contro il suo stesso bene. Una cosa è del paziente. L’articolo 9 della
legge attuale protegge i vul- volontà del paziente non è altro Ragionevole, no? Lo dice decidere della propria sorte quando sei sano, un’altra Convezione di Oviedo in merito alle Dat parla di
nerabili, punisce chi aiuta al che un «continuum» che «emerge il ddl Calabrò sul fine quando sei malato. Quando siamo in salute ci desideri scritti, e il desiderio non può essere cosa
di Tommaso Scandroglio

suicidio con la reclusione fi- dal rapporto tra lui e il medico» e vita approvato al Senato. ripugna l’idea di essere in futuro attaccati a macchine imposta a terzi. Il Rapporto esplicativo sull’articolo 9 è
no a 14 anni, ma nessuno che può essere «allargato anche E dire che c’è chi lo per la respirazione e sondini di vario genere, perlopiù poi chiarissimo: «Tenere in considerazione i desideri
ancora è stato incriminato all’ambiente familiare». Sta infatti vorrebbe smontare... in stato di incoscienza. Ma allorché ci diagnosticano precedentemente espressi non significa che essi
per aver accompagnato i fa- al medico, sempre secondo una malattia grave siamo disposti a sopportare di debbano necessariamente essere eseguiti. Per
miliari a morire all’estero.
La giustizia riesce a dare u-
no sguardo di compassione
ai casi che la richiedono.
Quale sarebbe dunque la
necessità di modificare la
Fossale, fare un adeguato
«discernimento della situazione
che ci si trova di fronte, caso per
caso. Sta dunque a noi essere fino
in fondo veri e propri medici
ippocratici».
2 «La volontà del
paziente – dicono i
medici – è un
tutto a patto di poter vivere. Questo per dire che con
buona probabilità molti di coloro che nelle Dat
scriverebbero nero su bianco di voler staccare la spina,
se fossero coscienti potrebbero cambiare idea. Infatti
sono i sani a voler l’eutanasia, non i malati.
Riportiamo, tra i moltissimi riscontri scientifici a
esempio, se i desideri sono stati espressi molto tempo
prima dell’intervento e la scienza ha da allora fatto
progressi, potrebbero esserci le basi per non tener in
conto l’opinione del paziente». Detto in altri termini:
cure che oggi sono inefficaci e che potrebbero
configurare accanimento terapeutico, perciò
legge? Mi pare piuttosto che discernimento sulla riguardo, un’indagine del 2007 dell’Unità di cure rifiutabili, domani ti potrebbero salvare la vita. Sì

D
questo emendamento ren- i autentico squilibrio da parte propria situazione fatto palliative dell’Istituto dei Tumori di Milano. In 25 quindi alle Dat con valore consultivo e orientativo per
derà ancora più dure le sof- di chi vorrebbe che la volontà insieme al medico e ai anni di attività su 40 mila pazienti solo quattro hanno il medico, no alle Dat a carattere vincolante.
ferenze dei malati termina- da tenere in considerazione familiari».
li che già si sentono un pe-
so per i familiari e le strut-
letture

ture che li hanno in cura».

Q
ualche giorno fa un’in-
chiesta ha rivelato che
non tutti i britannici
«Fragili» discriminati: la legge può evitarlo
«La vita è uguale per tutti»:
«O
che si sono recati in

I
n prospettiva del vita umana e come tale merita di essere ri- ltre il diritto all’autodeterminazione
Svizzera da Dignitas a mo- prossimo avvio in un principio che finirebbe disatteso spettata e accudita sempre». Più cresce la re- c’è anche il diritto alla vita», ha osser-
rire – finora sono stati 115 commisione Affari sponsabilità sociale, più si affina la capacità vato Paola Bilancia nel corso di un pre-
ma in lista d’attesa ce ne so- sociali della Camera se si desse retta a chi vuole aprire di prendersi cura del «disabile». «La società ciso esame del dettato costituzionale. La do-
no più di 800 – erano ma- del disegno di legge il varco all’eutanasia riducendo le insomma – ha concluso monsignor Fisichella cente di diritto pubblico all’Università di Mi-
lati terminali. Trentasei ave- sul fine vita approva- garanzie della norma sul fine vita – deve sentire forte su di sé il richiamo per- lano ha invitato il legislatore ad «un sapien-
vano un tumore, 27 soffri- to al Senato, il tema del ché nessuno subisca un trattamento discri- te bilanciamento», perché i fatti recenti mo-
vano di "motor neurone di- libro di Paola Binetti, La Attorno al libro-denuncia minatorio e ingiusto per il solo fatto di es- strano come la norma può essere interpreta-
sease" e 17 di sclerosi mul- vita è uguale per tutti, pre- di Paola Binetti dibattito a Roma sere inabile». Al contrario essa dovrà «rendere ta dalla magistratura.
tipla, ma altri avevano con- sentato ieri a Roma, ri- ognuno realmente in grado di vivere la pro- A questo proposito, la Binetti ha fatto l’esempio
dizioni come il "Crohn’s di- porta al centro dell’attenzione il rispetto di con monsignor Rino Fisichella pria esistenza conforme alla natura che lo ha della legge 40 sulla procreazione assistita, osser-
sease", la tetraplegia, l’artri- ogni esistenza umana e il diritto-dovere di so- tuite agli indigenti». Una formulazione che generato». vando che «proprio la sentenza prima della Cor-
te reumatoide o malattie al lidarietà anche nella cura di ogni età o con- evidenzia una concezione relazionale della te Costituzionale e ora quella del tribunale di

L
fegato che possono essere dizione di salute. Erano presenti parlamen- persona inserita nella sua comunità. In que- a Binetti ha ricordato il parere del Comi- Bologna ci rende tutti particolarmente attenti a
curate con la dialisi o un tra- tari di diversi schieramenti, e anche il mini- sto senso la dignità della persona non può tato nazionale per la Bioetica del 2005 che legiferare per essere certi che il valore della vita
pianto. stro del Welfare, Maurizio Sacconi, i sotto- essere separata «dalla relazione, dalla soli- ha considerato alimentazione ed idrata- sia sempre difeso in se stesso». «Non è positiva»,
Steve Field, presidente del segretari Gianni Letta ed Eugenia Roccella. darietà» degli altri. zione sostegni vitali. Questo il cuore della ha detto a commento del pronunciamento del
Royal College of General legge per cui si preannuncia «una battaglia» tribunale del capoluogo emiliano, che consente

«L I
Practitioners, un ente che a vita è uguale per tutti», è un fatto ov- n questo quadro il presule ha invitato i le- non facile a Montecitorio. Per questo ha ri- la diagnosi preimpianto. Secondo la deputata
raccoglie i medici di fami- vio, ha osservato monsignor Rino Fi- gislatori a tener conto di un fattore «deter- chiamato il bisogno di un sostegno cultura- del Pd «la scienza ci dovrebbe dare tutti gli stru-
glia del Regno Unito, ha det- sichella, rettore della Università Late- minante»: una norma di tale valenza che le, per diffondere una antropologia relazio- menti per curare e non per selezionare e in qual-
di Pier Luigi Fornari

to di essere scioccato dalla li- ranense e presidente della Pontificia accade- tocca temi etici come il fine vita «crea una cul- nale e una solidarietà generazionale. che modo cancellare alcune persone». «La dia-
sta. «Sono preoccupato per- mia per la vita, tuttavia oggi è necessario e- tura consequenziale». La responsabilità for- Anche Elvio Covino, preside della facoltà di gnosi preimpinato porta inevitabilmente ad u-
ché vedo che alcuni pazien- videnziarlo. «Dinanzi alla vita umana non è mativa non può essere chiusa in comparti- medicina del Campus Biomedico, ha evi- na soluzione eugenetica», ha aggiunto monsi-
ti nella lista di Dignitas sof- possibile nessuna forma di discriminazio- menti stagni, chiama in causa anche le isti- denziato la necessità dell’aspetto formativo gnor Fisichella, mettendo in evidenza che «mol-
frono di malattie curabili e, ne», ha spiegato l’arcivescovo, che citando tuzioni. nel curriculum universitario dei medici. Nel te malattie sono state curate o vengono ora cu-
se opportunamente assisti- per intero l’articolo 32 della Costituzione ha «Prendersi cura di tutta la persona implica che ricordare il contenuto del giuramento di Ip- rate intervenendo sulla cellula e non sull’em-
ti, sono in grado di condur- sottolineato il primo comma spesso dimen- essa non è mai solo identificabile con il suo pocrate, ha citato la sua esperienza trenta- brione». Quindi «bisogna avere pazienza perché
re una vita produttiva e pie- ticato: «La Repubblica tutela la salute come solo corpo – ha precisato l’arcivescovo – né cinquennale di cardiochirurgo: «Non mi è la scienza faccia i suoi progressi», d’altronde so-
na di significato». diritto fondamentale dell’individuo e inte- con la sua sola attività di pensiero, ma con mai accaduto che una persona si sia rivolta no cose che non si possono «risolvere con inter-
Elisabetta Del Soldato resse della collettività, e garantisce cure gra- la sua esistenza segnata fin dall’inizio come a me, se non per chiedermi di guarire». venti continui della magistratura».
4 Avvenire Giovedì, 2 luglio 2009

www.avvenireonline.it\vita

Bioetica alla francese: dopo la gente, il Parlamento


box Liberi per vivere
«Q
uella parte di Francia eluso la questione delle piste di
desiderosa di informarsi e La provetta funzionerà? ricerca alternative?
di riflettere non è rimasta Ecco il test «rivelatore» Da una parte resta per molti ancora
delusa dagli Stati generali difficile comprendere cosa siano le
della bioetica». A pensarlo cellule staminali indotte. L’informazione
Promemoria
U
è Patrick Verspieren, n semplice test del sangue sull’aspirante non è stata sufficiente. Ma soprattutto
gesuita, direttore del mamma per predire se la tecnica di permane una forte pressione esercitata
Dipartimento di etica biomedica del
Centro Sèvres di Parigi, autore di decine
procreazione assistita avrà successo e
decidere se proseguire o no il trattamento. È
da certi scienziati e certi giornali. Ogni
volta che si tocca il tema delle piste
per incontri
Al termine
di studi e pubblicazioni, ma anche noto
commentatore dell’attualità bioetica
quello che ha messo a punto un team di
ricercatori del Rotunda Hospital di
alternative, c’è un fronte sempre pronto
a ripetere la vulgata dominante come
«di successo»
della vasta francese. Ogni ottimismo, tempera però Dublino, che ha presentato il proprio una sorta di ritornello: ovvero che la
padre Verspieren, è mitigato dalle studio al congresso della Società europea ricerca sugli embrioni resta
consultazione incognite sull’uso politico che verrà fatto per la riproduzione umana e l’embriologia indispensabile.
popolare, ora delle conclusioni della vasta (Eshre), in corso ad Amsterdam. I
gli sguardi sono consultazione popolare voluta ricercatori hanno individuato marcatori nel Le conclusioni dei dibattiti
dall’Eliseo. sangue della donna in grado di predire il serviranno davvero da base per
puntati sulla successo o il fallimento della tecnica, l’imminente revisione legislativa?
politica. Il Le grandi attese della vigilia sono partendo dall’analisi di quali geni vengono Una sintesi degli Stati generali deve
L’incontro di Roma
state dunque rispettate? attivati o disattivati in alcuni punti prima, essere sottoposta ai parlamentari, e si
commentatore È stato un incontro popolare molto durante e dopo la gravidanza. Le analisi dei può già dire che sarà estremamente
Patrick fruttuoso, anche per quei cittadini che campioni di sangue hanno mostrato che difficile da realizzare. Al contempo, non
attendevano di conoscere la posizione molti geni che controllano la crescita di sappiamo ancora fino a che punto tale

«L
Verspieren: iberi per vivere» continua a
della Chiesa. Il numero di colloqui, nuovi vasi sanguigni, l’infiammazione e la sintesi verrà presa in considerazione. far parlare di sé e molti sono
incertezza sulla giornate di formazione, dibattiti, tavole fornitura di energia a tutte le cellule fanno Restano dunque delle incertezze sui gli appuntamenti e gli even-
futura revisione rotonde sull’argomento non era mai cose diverse nelle donne sotto trattamento frutti degli Stati generali e sulla futura ti messi in cantiere per pro-
della legge stato tanto rilevante, con un’affluenza di procreazione assistita. Questi processi revisione della legge. muovere l’azione di coscien-
sempre alta. Occorre rallegrarsi di questa sarebbero coinvolti nel creare il giusto tizzazione popolare sulla fi-
sensibilizzazione sulle nuove tecniche contesto per l’impianto di un embrione nel Il rapporto finale potrebbe restare ne della vita. Ma come si organizza un in-
biomediche. grembo materno e il sostegno alla crescita in fondo a un cassetto? contro di successo? Come si fa a far par-
del feto. Tra le cinque donne in gravidanza Finora il dibattito è stato aperto. Il tecipare 300 persone a una tavola roton-

obiezione
La questione della maternità e tre che non lo erano è stata riscontrata mondo cattolico, ad esempio, ha giocato da il cui titolo fa pensare a una serata di
surrogata ha dominato il dibattito, una marcata differenza tra le attività di 200 a carte scoperte pubblicando un libro filosofia: "La forza del limite"? Scienza &
soprattutto sui giornali. La di questi geni, all’inizio del trattamento di completo di proposte e alimentando il Vita Roma 1 sembra aver trovato la com-
sorprende? fertilità. Si tratta della "firma genetica" in dibattito attraverso un sito internet binazione che porta al massimo risultato,
Se ne è parlato molto e probabilmente grado di predire l’esito della tecnica. E ieri molto consultato. Ci sono ragioni per un cioè alla soddisfazione sia di chi organiz-
un po’ a scapito di altri temi. Su ciò ha ad Amsterdam, nel corso del congresso, relativo ottimismo. Ma resta anche il za sia di chi partecipa. Giovedì 25 giugno
I condom, certamente influito l’enfasi di molti
media. Ma è vero che su questo tema i
l’italiano Luca Gianaroli è stato nominato
presidente dell’Eshre.
rischio dell’azione sotterranea da parte
di gruppi di pressione.
la chiesa di Santa Francesca Romana al-
l’Ardeatino era gremita da un folto pub-
proposta punti di vista erano molto diversi. È
parso chiaro che le posizioni di Secondo alcuni osservatori l’ipotesi
blico che ha ascoltato con attenzione gli
interventi dei relatori. Ha introdotto la se-
superficiale coscienza prevalgono sulle logiche di
schieramento politico. In ciò ha Da una parte emerge in effetti uno
di un ribaltamento dell’attuale legge
pare scongiurata. Che ne pensa?
rata Gianluigi De Palo, presidente di Scien-
za & Vita Roma 1 e delle Acli di Roma, e
certamente influito il libro "Il corpo sguardo critico verso certe tecniche. Sono d’accordo. Si tende a dimenticare poi hanno preso la parola il docente Ste-

L
a mozione della sbriciolato" di Sylviane Agacinski, Dall’altra, si prova compassione verso che la legge risale al 2004 e che parla di fano Colucci, Guido Saraceni, ordinario di
Provincia di Roma personalità di sinistra scagliatasi contro coloro che si trovano in uno stato di cambiamenti solo eventuali, senza che si Filosofia del diritto all’Università di Tera-
che prevede l’in- la maternità surrogata. sofferenza psicologica, in particolare le possa prefigurare un autentico mo, e il poeta Davide Rondoni.
stallazione di di- coppie sterili. Molti francesi vivono un sconvolgimento su una cadenza Ne parliamo con Stefano Colucci, mem-
stributori automa- Durante molti dibattiti è emersa una autentico dilemma. quinquennale. Certi gruppi di pressione bro dell’associazione locale, che durante
tici di preservativi certa paura della mercificazione del vorrebbero cambiamenti radicali su la serata ha presentato il Manifesto "Libe-
nelle scuole superiori di corpo dovuta alle tecnoscienze. Gli Stati generali hanno emesso un punti specifici. Ma l’assetto di fondo ri per Vivere": «In primo luogo abbiamo
Roma solleva interrogati- Qualcosa sta mutando nello sguardo verdetto possibilista sulla ricerca difficilmente verrà messo in discussione. "sfruttato" la felice situazione di questa
vi di varia natura. È noto dei francesi verso la scienza? sugli embrioni. Perché il dibattito ha Daniele Zappalà parrocchia che, grazie anche al dinami-
come nei Paesi che hanno smo del parroco, don Fabio Rosini, radu-
lanciato campagne di pre- na un bel gruppo di persone. Poi abbia-
venzione tra i giovani cen- mo messo in atto un efficace sistema di vo-

frasi sfatte
trate esclusivamente sul- lantinaggio e abbiamo mandato sms di
l’uso di profilattici e pil- All’estero per procreare? invito a tutta la nostra rete di contatti».
lole contraccettive non si Colpa della disinformazione

I
sia ridotta sensibilmente nsomma, pensa in grande e agisci sul

L
né la diffusione di malat- a campagna denigratoria contro la singolo. E, soprattutto, gioca d’anticipo:
tie sessualmente trasmes-
se né le gravidanze non ri-
legge 40 sulla procreazione assisti-
ta «ha avuto l’effetto di produrre
Nella pancia di mamma il bimbo «non c’è» «Circa una settimana prima dell’appun-
tamento – continua Colucci – abbiamo

I
cercate, né gli aborti con- disinformazione tra le coppie interes- «Se lei avesse l direttore di Repubblica-Salute obiettori e non si scompone di organizzato un pre-incontro con i referenti
seguentemente procurati. sate: in molte sono convinte che la leg- una figlia di 19 sembra nutrire un sacro fronte alla domanda di Carratù: delle parrocchie limitrofe e abbiamo spie-
C’è da chiedersi, perciò, se ge proibisca tutto o che la qualità dei anni che restasse rispetto per gli obiettori di «Perché nessuno parla mai di gato loro la posta in gioco e gli obiettivi
non sia ormai opportuno nostri centri sia più bassa rispetto al- incinta e che coscienza. Rispondendo alla "rispetto" per il bambino, anche che volevamo conseguire». Convincendo
cambiare un orientamen- l’estero». È il parere del sottosegreta- decidesse lettera del neonatologo Alberto se da poco concepito, che non ha gli "opinion leader" delle realtà locali, è
to che, avallato dalle isti- rio al Welfare Roccella, che commen- di abortire, dopo Carratù, premette: «Nessuno deve nessuna garanzia giuridica (...) meno arduo raggiungere un buon nume-
tuzioni, promuove una vi- ta i dati diffusi dall’European Society aver tentato e può obbligare gli obiettori a pur essendo umano a tutti gli ro di altre persone.
sione riduttiva della ses- of Human Reproduction and Em- di convincerla rinunciare ai loro princìpi etici». effetti?», e replica gelido: Tanti sono stati i dubbi sul fine vita e mol-
sualità e una proposta bryology (Eshre) e che vede l’Italia ag- a rinunciare senza Salvo poi uscirsene con la frase «Sarebbe più importante sua te le domande dal pubblico, sia in diret-
scientificamente non cor- giudicarsi il primato del "turismo del- riuscirci, farebbe sfatta qui a fianco, rivolta al figlia o una creatura che non ta, sia via mail il giorno successivo; la do-
retta di prevenzione. L’at- la provetta", con 10 mila coppie l’an- ancora obiezione povero Carratù, e concludere: «A c’è?». Non c’è, il bimbo che manda più gettonata pare sia stata: «Per-
tuale emergenza educativa no che lasciano il Paese. Il sottosegre- di coscienza?». volte penso che l’obiezione di cresce nella pancia della mamma ché sui media non si parla mai di queste
esige di non oscurare i si- tario punta il dito su quel 40% di cop- Guglielmo Pepe, coscienza sia anche un modo per «non c’è». Di che cosa cose in questo modo?». L’incontro di gio-
gnificati inscritti nella ses- pie che si reca in altri Paesi per sotto- «Repubblica non avere problemi di vaneggiamo? «Le donne che vedì non rimane evento singolo, ma si in-
sualità umana, creata per porsi a trattamenti che in Italia sono Salute», coscienza». Pepe, inquisitore chiedono di abortire – scrive serisce in un progetto più ampio di for-
un dono disinteressato di leciti. «Ciò comprova che la campa- 25 giugno. sommo delle sporche coscienze Pepe – hanno il diritto di farlo». mazione e di divulgazione. In programma
sé. L’educazione integrale gna portata avanti contro la legge ha altrui, in nome della laicità e L’aborto è un diritto e gli c’è già un appuntamento a settembre. Ti-
della persona, anche con prodotto effetti, a danno dei cittadini». della libertà (anche), dà degli obiettori sono opportunisti: il tolo, manco a dirlo, "Il dono della vita".
il supporto di educatori al- infingardi alla gran parte degli resto è aria fritta. (T.G.) Emanuela Vinai
la procreazione responsa-
bile, può aiutare adole-

sotto osservazione
scenti e giovani a risalire,
con la conoscenza della
fertilità, dai segni ai signi- di Antonella Mariani
ficati dell’amore, della vi-
ta e del procreare umano
: non una tecnica ma la
proposta di uno stile di vi-
ta controcorrente, uma-
nizzante e liberante.
Giovani e sesso, basta il manuale?
La Società di ginecologia annuncia
D
iffondere nelle scuole

D
opo la guida risposte sbagliate a problemi veri – commenta
i distributori di profi- multilingue al lezioni «nelle palestre e nelle piscine». dal canto suo Davide Guarneri, presidente
lattici rappresenta un sesso sicuro per dell’Associazione genitori e padre di quattro
incentivo diseducativo al- giovani turisti Guarneri (Associazione genitori): figli –. Alle domande degli adolescenti vanno
l’esercizio della sessualità, ("Travelsex", per la risposta sbagliata date risposte adulte, non consumistiche. Da
un preoccupante prece- cronaca), in a problemi veri, così si propone genitori, dobbiamo ammetterlo, constatiamo
dente che ignora non so- autunno arriveranno le la difficoltà di confrontarci con i nostri figli su L’appuntamento
lo i risvolti pedagogici ma lezioni sullo stesso argomento nelle piscine e un modello di sessualità consumistico temi molto delicati quali quello della gestione con le pagine
anche la crisi finanziaria nella palestre, per «contagiare con della propria sessualità. E se una corretta
che ha tagliato fondi a tan- un’epidemia di corrette informazioni i milioni sessualmente trasmesse, di aborti tra le informazione è fondamentale, per noi di Avvenire
te prestazioni sanitarie. di atleti e i tanti giovanissimi sportivi italiani». giovanissimi – sarebbero la distribuzione dei l’accento va sulla parola "educazione" sui temi
Probabilmente ragioni e- È una vera e propria offensiva quella lanciata preservativi negli istituti e i corsi a scuola? piuttosto che sull’aggettivo "sessuale". Vuol della bioetica
conomiche (legate alle dalla Sigo, la Società di ginecologia e «L’educazione sessuale è come quella fisica: dire che non ci sta bene che i corsi nelle scuole
ditte produttrici) e ideo- ostetricia, che tra un convegno e l’altro sembra una materia da insegnare ai ragazzi per restare siano monopolio di infermieri e medici. I è per giovedì
logiche sono alla base di dare per scontato che se oggi c’è da colmare in salute. Per un corretto stile di vita non percorsi vanno concordati con i genitori ed 9 luglio
tale scelta. È opportuno una lacuna culturale tra i teenagers, è devono bere, fumare e drogarsi, devono fare essere multidisciplinari».
perciò un invito per scuo- senz’altro sul sesso. Niente di male a voler movimento, mangiare bene e usare sempre

I
la, famiglia, agenzie edu- proporre nozioni corrette laddove – dicono – pillola e preservativo», hanno spiegato gli ragazzi – è il pensiero di Guarneri –, del
cative, istituzioni e mass prevale la disinformazione e il silenzio dei esperti martedì durante il convegno della Sigo resto, sanno benissimo cosa sono i Per inviare notizie,
media a non lasciare soli genitori. Resta da vedere però di quali a Roma. Tutto qui? Il sottosegretario al Welfare preservativi e dove procurarseli. Quello che segnalazioni, proposte,
i ragazzi davanti a propo- informazioni i nostri ragazzi hanno bisogno. Eugenia Roccella ha bocciato l’idea di trattare nessuno dice, invece, è che il modello di lettere e interventi alla
ste superficiali, perché è in Davvero il problema è solo come usare il l’educazione sessuale «come se fosse una sessualità che viene loro proposto dai mass redazione di “è vita”:
gioco la loro salute e la lo- condom, dove reperire la pillola del giorno semplice materia, mentre è una cosa media è quello consumistico, usa e getta, mai
ro felicità, presente e fu- dopo e come evitare infezioni? E davvero la complessa che fa parte dell’educazione alla «come scelta di vita responsabile». Le fughe in
tura. panacea di tutti i mali – in termini di responsabilità e all’affettività» e che deve avanti della Sigo dimostrano quale delle due email: vita@avvenire.it
Angela Maria Cosentino gravidanze precoci, di diffusione di malattie coinvolgere in prima battuta le famiglie. «Sono strade i medici hanno deciso di imboccare. fax: 02.6780483