Sei sulla pagina 1di 44

EDIZIONE SPECIALE - dedicata a Dominique Lapierre

INDIA

Scegliendo questi viaggi contribuisci a sostenere la fondazione umanitaria, creata da Dominique Lapierre, City of Joy AID, e a non permettere che tutte le sue strutture chiudano.

Tutto ci che non viene donato va perduto.


(proverbio indiano)

OLTRE IL VIAGGIO
Il viaggio come scoperta, tramite limmersione empatica in nuovi orizzonti culturali, il viaggio come crescita spirituale, attraverso un profondo tracciato dincontri con inedite realt, il viaggio come mezzo per entrare in contatto con la storia di un paese; le sue leggende, la sua civilt, le sue tradizioni, dalla religione al folclore. La ricerca delleccezionalit unita alla curiosit costante per la quotidianit. Lo spirito prima della materia, il cuore prima del corpo. Questa sempre stata la prospettiva attraverso la quale abbiamo trovato il nostro significato e la nostra interpretazione al termine viaggiare. Cos, lincontro con lo straripante e commovente esempio di umanit, disegnato dalle parole ed i racconti di Dominique Lapierre, non poteva lasciarci indifferenti. Dominique Lapierre la sublimazione, lesaltazione di cosa significhi davvero viaggiare. Perch attraverso il viaggio e la conoscenza di un paese straordinario come lIndia, si spinto oltre, come solo chi illuminato da una forza speciale pu fare. Ogni giorno, infatti, lotta e simpegna per sovvertire la storia della parte pi sfortunata di quella terra che sa essere tanto meravigliosa quanto efferata. E se noi, come persone, avremmo il piacere di fare qualcosa per Dominique, come viaggiatori, ne abbiamo lobbligo. Per questo Kel 12 ha deciso di creare questo catalogo speciale che, se lo vorrete, vi dar la possibilit di scoprire e toccare con mano lopera di Dominique a Calcutta, e soprattutto che contribuir ad aiutare la sua opera donando una parte del ricavato di ogni viaggio presente in queste pagine.

DOMINIQUE LAPIERRE
Dominique Lapierre nasce in Francia nel 1931. Il primo assaggio di fama segu lestate dei suoi 17 anni quando lasci Parigi con soli 30 $, lavor a bordo di una nave, sbarc negli Stati Uniti e viaggi per 30.000 miglia lungo il continente americano. Questavventura consegn a Lapierre il suo primo best seller, Un dollaro mille chilometri. Da allora ha continuamente cercato nuove storie. Mentre terminava il servizio militare nel 1954 incontr un soldato americano di nome Larry Collins; da questincontro nacque una duratura amicizia ed un proficuo sodalizio. Anni dopo avrebbero, infatti, collaborato in alcuni dei libri pi memorabili del 900, come Parigi brucia?, Alle Cinque della sera, Gerusalemme! Gerusalemme!, Stanotte la libert, Il Quinto cavaliere. Ha poi scritto da solo lavori altrettanto celebri. Cera una volta lUrss, Chessman Told Me. Nel 1981 ha fondato unassociazione umanitaria che opera a favore dei bambini sofferenti di lebbra dei sobborghi di Calcutta, lassociazione sostenuta anche dai diritti dautore dei suoi successi letterari. Lapierre torn a Calcutta, dove rimase oltre due anni, per visitare i suoi figli e narr questesperienza in La citt della gioia; questo libro, che diventato anche un film, ha venduto oltre otto milioni di copie e racconta la storia dellepica sopravvivenza della popolazione di uno dei sobborghi pi poveri dellIndia. A Calcutta Lapierre divent anche un intimo collaboratore di Madre Teresa che gli concesse lesclusiva per un film sulla sua vita e sul lavoro delle sue sorelle, le Missionarie della Carit. Il film, Madre Teresa - Nel nome dei poveri di Dio, con Geraldine Chaplin nel ruolo di Madre Teresa, stato trasmesso in prima serata su molti canali europei e su Family Channel negli Stati Uniti. Nel 1991 ha pubblicato Pi grandi dellamore e nel 1997 Mille soli, una cronaca dei personaggi e degli eventi che hanno plasmato la vita dellautore filantropo. Il suo romanzo, Mezzanotte e cinque a Bhopal, il vero e proprio reportage di una tragedia annunciata. I suoi scritti sono stati premiati dal prestigioso premio Humanitas Prize per gli alti valori morali comunicati. Con i diritti dautore dei suoi tre ultimi libri, Un arcobaleno nella notte, India mon amour e Gli ultimi saranno i primi, Lapierre lotta per continuare a finanziare la sua azione umanitaria.

CITY OF JOY AID


City of Joy Aid unorganizzazione umanitaria senza scopo di lucro dedicata ad aiutare alcune delle persone pi svantaggiate del mondo. Ha sede a Calcutta, in India, dove, dal 1981, attraverso una rete di cliniche, scuole, centri di riabilitazione e barcheospedale, porta sollievo ai pi poveri. stata fondata e finanziata da Dominique Lapierre e da sua moglie. Lorganizzazione non ha n appartenenza religiosa, n politica. Attraverso le royalties generate dai best-seller internazionali di Lapierre, gli introiti delle lezioni e le donazioni da parte dei lettori, lorganizzazione ha salvato 50.000 bambini affetti da lebbra, malnutrizione, tubercolosi; ha creato 645 pozzi per lacqua potabile; ha fornito assistenza medica a oltre 5 milioni di pazienti negli ultimi 30 anni; ha insegnato alle donne di un migliaio di villaggi a leggere e scrivere. Lapierre segue personalmente lassociazione, assicurandosi che ogni euro devoluto giunga a destinazione. A livello locale si avvale della collaborazione di organizzazioni indipendenti per lo sviluppo sociale: - Asha Bhavan Centre (The House of Hope) - centro riabilitativo per bambini affetti da gravi disabilit motorie o cerebrali - Udayan (Risurrezione) - centro riabilitativo per bambini affetti da lebbra - Howrah South Point, per bambini disabili - ICOD (Interreligious Centre of Development), per i pi bisognosi - SHIS - un centro contro la tubercolosi - UBA (Associazione dei Fratelli uniti) - sviluppo sociale e educazione - Belari Poli Bikash Samity - centro medico e scuola - Barche-ospedale sul Gange per portare aiuto medico agli abitanti di 54 isole - Paras Padma - organizzazione per bambini con disabilit motorie o cerebrali - Organizzazione di Padre Ceyrac, in Madras - educazione di migliaia di bambini - Clinica Ginecologica in Bhopal - Organizzazioni in Sudafrica, in Guinea equatoriale e in Guatemala. (www.cityofjoyaid.org/ www.indiamonamour.it/)

par Dominique Lapierre

Mon Inde bien-aime

di Dominique Lapierre

La mia amata India

LInde ! Un continent, une immense mosaque de peuples, de races, de castes, de religions, de cultures. Un pays dun million et demi de villages, dun milliard deux cents millions dhabitants, o lon parle plus de sept cent cinquante langues. O lon adore vingt millions de divinits. Un tonnement perptuel. Un merveillement de tous les instants. Un foisonnement de spectacles o latroce se mle parfois au sublime, mais o la beaut simpose partout et toujours. Depuis soixante ans que je la parcours, lInde na jamais cess de mensorceler, de me bouleverser, de me rvler de nouveaux trsors, de me combler de nouvelles joies. Il faudrait dix vies pour percer tous ses mystres. Je suggre toujours au voyageur occidental de commencer sa dcouverte par une plonge dans une fabuleuse province. Plus quune province, le Rajasthan est un monde en soi. Un autre monde. Quelques exemples entre mille : trente kilomtres de la forteresse dAjmer, le village de Pushkar abrite un petit temple au bord dun lac. Une fois lan, loccasion de la pleine lune de novembre, ce site devient une foire de cent mille chameaux et chevaux, la kermesse dlirante dun demi-million de plerins, une fte comme seule lEurope du Moyen Age a d en connatre. A peine arriv, vous tes englouti dans un flot de fidles et de saints hommes au corps stri de rouge et de cendres. Cest l que jai vu un jeune ascte qui se tenait sur un seul pied, les bras sappuyant sur une corde fixe une branche darbre pour lempcher de basculer en avant. Il avait fait le vu de rester dans cette position sa vie entire. Plus loin vous attend tout un monde grouillant de bateleurs, de montreurs danimaux savants, de marchands ambulants, de lutteurs, de manges, de courses de chameaux, dartisans de tous genres. Des milliers de fa-

LIndia! Un continente, un immenso mosaico di popoli, di razze, di caste, di religioni, di culture. Un paese di un milione e mezzo di villaggi, di un miliardo e duecento milioni di abitanti, in cui si parlano pi di settecentocinquanta lingue. In cui si adorano venti milioni di divinit. Un perpetuo stupore. Un incanto ad ogni istante. Un pullulare di spettacoli in cui latroce si mescola talvolta al sublime, ma in cui la bellezza simpone sempre e dovunque. Da quando la percorro, e sono ormai pi di sessantanni, lIndia non ha mai cessato di stregarmi, di sconvolgermi, di rivelarmi nuovi tesori, di colmarmi di nuove gioie. Ci vorrebbero dieci vite per penetrare tutti i suoi misteri. Suggerisco sempre al viaggiatore occidentale di cominciare la scoperta dellIndia da un tuffo in una favolosa provincia. Pi che una provincia, il Rajasthan un mondo a s. Un altro mondo. Qualche esempio tra mille: a trenta chilometri dalla fortezza di Ajmer, il villaggio di Pushkar ospita un piccolo tempio sulla riva di un lago. Una volta allanno, in occasione del plenilunio di novembre, questo sito diventa una fiera di centomila cammelli e cavalli, la kermesse delirante di mezzo milione di pellegrini, una festa come solo lEuropa del Medio Evo ha dovuto conoscerne. Appena arrivati, si inghiottiti in un fiume di fedeli e di santoni dal corpo striato di rosso e di cenere. l che ho visto un giovane asceta che si reggeva su un solo piede, con le braccia appoggiate ad una corda fissata al ramo di un albero per impedirgli di cadere in avanti. Aveva fatto il voto di restare in quella posizione tutta la vita. Pi in l vi aspetta tutto un mondo brulicante di saltimbanchi, di addestratori di animali sapienti, di venditori ambulanti, di lottatori, di giostre, di corse di cammelli, di artigiani di ogni sorta. Migliaia di famiglie stanno accampate

milles campent sous leurs chars bancs dlicieusement dcors, au milieu des btes quelles sont venues vendre ou acheter, tandis que, dans un vaste corral, des cavaliers enturbanns de rouge et de jaune caracolent jour et nuit sur de superbes talons. On est ivre de couleurs, de bruits, dodeurs. Ici, lInde vous saisit par tous les pores, vous submerge par tous les sens. A Mysore, lex-capitale de lun des Etats princiers les plus riches, le festival de Dussehra est une rjouissance la fois royale et populaire. Mysore nous a lgu ses jardins, ses avenues monumentales et le palais le plus extravagant sans doute jamais construit par un souverain. Pendant six jours et six nuits, vous tes pris dans un cortge dlphants caparaonns dor et dargent, de dromadaires, de chevaux richement harnachs. Quelques kilomtres plus loin, votre voiture risque dtre engloutie dans une mer de plerins qui marchent vers une statue colossale dresse au sommet dune colline. Dans cette foule disparate et surprenante se mlent riches marchands, femmes couvertes de bijoux, pnitents au crne ras, nonnes masques drapes de blanc, asctes si nus quon les dit vtus despace , enfants de tous ges Le responsable de cette immense procession est Bahubali, le plus jeune fils du premier des vingt-quatre prophtes de la religion des jans dont la statue, tous les douze ans, reoit lonction de milliers de litres deau provenant des rivires sacres de lInde et dun dluge de lait, de jus de canne, de grains de riz, de poudre de safran et de santal. Les fidles se bousculent pour recevoir leur part de cette divine mousson, pour y tremper leurs vtements, quils essorent ensuite afin den faire couler le prcieux liquide dans des flacons quils rapporterons chez eux. Vous aurez encore dans les yeux ces images de folle ferveur quand les phares de votre voiture claireront un panneau de signalisation lentre de la ville de Bangalore : Indias Satellite and Space Center. Le Centre spatial des satellites de lInde nest qu cinq kilomtres. Un autre chemin du ciel. Ce pays bni ne connat pas la pesanteur ! Ni lindiffrence toutes les expressions du sacr. De tous les hauts lieux de foi et desprance que peut trouver en Inde le visiteur, aucun ne constitue mes yeux une tape plus poignante que la sainte cit de BnarsVaranasi. Comme Jrusalem pour les chrtiens et les juifs, comme La Mecque pour les musulmans, Bnars est un phare qui attire les multitudes hindoues assoiffes dternit. De ses mille sanctuaires, le plus vnr est la rive occidentale du fleuve qui la baigne, le Gange, ce grand canal funbre et purificateur, rivire des dieux pour les huit cents millions dadeptes du brahmanisme. Quel choc daller ds laube se mler

sotto i loro carri deliziosamente decorati, in mezzo alle bestie che sono venuti a vendere o a comprare, mentre, in un vasto recinto, cavalieri dai turbanti rossi e gialli caracollano giorno e notte su splendidi stalloni. Si ebbri di colori, di rumori, di odori. Qui, lIndia vi afferra da tutti i pori, vi sommerge da tutti i sensi. A Mysore, lex-capitale di uno dei principati pi ricchi, il festival di Dussehra una festa al contempo regale e popolare. Mysore ci ha lasciato in eredit i suoi giardini, le sue vie monumentali e il palazzo pi stravagante probabilmente mai costruito da un sovrano. Per sei giorni e sei notti si trascinati in un corteo di elefanti ricoperti doro e dargento, di dromedari, di cavalli riccamente bardati. Qualche chilometro pi in l, la vostra macchina rischia di essere inghiottita in un mare di pellegrini che camminano verso una statua colossale costruita sulla cima di una collina. A questa folla disparata e sorprendente si mescolano ricchi mercanti, donne ricoperte di gioielli, penitenti dal cranio rasato, monache mascherate vestite di bianco, asceti cos nudi che vengono chiamati vestiti di spazio, bambini di ogni et Il responsabile di questa immensa processione Bahubali, il figlio pi giovane del primo dei ventiquattro profeti della religione degli jainisti, la cui statua, ogni dodici anni, riceve lunzione di migliaia di litri dacqua proveniente dai fiumi sacri dellIndia e di un diluvio di latte, succo di canna, grani di riso, polvere di zafferano e di sandalo. I fedeli si spintonano per ricevere la loro parte di questo divino monsone, per imbeverne i loro abiti che poi strizzano al fine di farne colare il prezioso liquido in boccette che porteranno a casa. Avrete ancora negli occhi queste immagini di folle fervore quando i fari della vostra macchina illumineranno un cartello stradale allentrata della citt di Bangalore: Indias Satellite and Space Center. Il Centro spaziale dei satelliti dellIndia solo a cinque chilometri. Un altro viaggio verso il cielo. Questo paese benedetto non conosce la forza di gravit! N lindifferenza a tutte le espressioni del sacro. Tra tutti i luoghi di fede e di speranza che il visitatore pu trovare in India, nessuno costituisce ai miei occhi una tappa pi scioccante della citt santa di Benares-Varanasi. Come Gerusalemme per i cristiani e gli ebrei, come La Mecca per i musulmani, Benares un faro che attira le moltitudini ind assetate di eternit. Dei suoi mille luoghi sacri, il pi venerato la riva occidentale del fiume che la bagna, il Gange, questo grande canale funebre e purificatore, fiume degli dei per gli ottocento milioni di adepti del bramanesimo. Quale shock si prova ad andare fin dallalba a mescolarsi

aux plerins pour descendre avec eux les ghats, ces escaliers de pierre monumentaux qui scellent lunion de Bnars avec son fleuve ! Tous ont apport en offrande une coupelle de feuilles dans laquelle brle une petite flamme dans un peu de camphre ou de beurre liqufi. Enfoncs jusqu la taille dans le fleuve, leurs lucioles poses sur leau, les fidles sabsorbent dans leur mditation. Ils attendent le renouvellement du miracle que les foules indiennes saluent chaque jour avec tant de ferveur, lapparition de Surya, le dieu Soleil, origine de toutes les formes de la vie. Le soir, lheure o il disparat lhorizon, je me hte de revenir au bord du Gange pour couter pieusement le mugissement des conques. Cest l lun des mille rites de la sainte cit, la puja vesprale, le culte du crpuscule. A cet appel, sur chaque escalier, sur chaque plateforme, des officiants au corps enduit de cendres agitent des clochettes, symbole de la vibration cosmique primordiale, avant de faire aux dieux loffrande des cinq lments que sont leau, la terre, le feu, lair et ce morceau dtoffe qui, daprs la tradition hindoue, enveloppe toutes les choses de lUnivers . Rythme par les tambours, les gongs, les clochettes, la crmonie se prolonge tandis que tombe la nuit. Cinq heures trente du matin sur Lower Circular Road (renomme aujourdhui AJC Bose Road), une large avenue de Calcutta, lancienne capitale de lempire de la reine Victoria dont les monuments et les palais attestent toujours la splendeur passe. Les trottoirs dfoncs sont encombrs de dormeurs emmitoufls dans leur dhoti comme dans un linceul. Au numro 54/A se trouve une grande btisse grise, la maison mre de la congrgation des Missionnaires de la Charit fonde par Mre Teresa. Agenouilles dans la chapelle, elles sont une bonne centaine de jeunes Indiennes la peau sombre, venues de toutes les rgions du pays apporter un peu damour et de soulagement aux hommes les plus abandonns de notre plante. Aprs la messe, elles quittent le couvent deux par deux pour se rendre, en autobus, en tram ou pied, dans les centres daccueil pour mourants, clops et malades mentaux ; les orphelinats, les dispensaires, les lproseries. Quand ces frles silhouettes se dispersent dans les rues de la ville dsastre, une onde de gnrosit et damour se rpand sur leur passage, telle une vibration porteuse despoir qui annonce aux malheureux : Nous sommes l, nous vous aimons, nayez plus peur. Savourez avec gourmandise ce catalogue de Kel 12 Viaggi. A chaque page vous y trouverez de nouvelles raisons daller et de retourner la dcouverte de ce pays magique. LInde nous offre lun des plus riches patrimoines de monuments historiques, de palais, de temples sacrs qui soient au monde. Mais lInde, ce sont aussi les cathdrales nuclaires de la baie de Bombay, les satellites dducation qui tournent

ai pellegrini per scendere con loro i ghats, queste scale di pietra monumentali che suggellano lunione di Benares con il suo fiume! Tutti hanno portato in offerta una piccola coppa di foglie in cui brucia una fiammella in un po di canfora o di burro liquefatto. Immersi fino alla cintola nel fiume, con le loro lucciole posate sullacqua, i fedeli sono tutti assorbiti nella meditazione. Aspettano il rinnovarsi del miracolo che le folle indiane salutano ogni giorno con tanto fervore, lapparizione di Surya, il dio Sole, origine di tutte le forme di vita. La sera, allora in cui esso scompare allorizzonte, mi affretto a ritornare sulla riva del Gange per ascoltare devotamente il muggito delle conchiglie usate come strumenti a fiato. Questo uno dei mille riti della citt santa, la puja vespertina, il culto del crepuscolo. A questo appello, su ogni scala, su ogni piattaforma, degli officianti dal corpo cosparso di cenere agitano dei campanelli, simbolo della vibrazione cosmica primordiale, prima di fare agli dei lofferta dei cinque elementi che sono lacqua, la terra, il fuoco, laria e quel pezzetto di stoffa che, secondo la tradizione ind, avvolge tutte le cose dellUniverso. Al ritmo dei tamburi, dei gong, dei campanelli, la cerimonia si prolunga mentre cade la notte. Cinque e trenta del mattino sulla Lower Circular Road (rinominata oggi AJC Bose Road), un largo viale di Calcutta, lantica capitale dellimpero della regina Vittoria, i cui monumenti e palazzi testimoniano sempre lo splendore passato. I marciapiedi sconnessi sono ingombri di dormienti avvolti nel loro dhoti come in un sudario. Al numero 54/A si trova un grande edificio grigio, la casa madre della congregazione delle Missionarie della Carit fondata da Madre Teresa. Inginocchiate nella cappella, ci sono un buon centinaio di giovani Indiane dalla pelle bruna, venute da tutte le regioni del paese a portare un po damore e di sollievo agli uomini pi abbandonati del nostro pianeta. Dopo la messa, lasciano il convento due a due per recarsi, in autobus, in tram o a piedi, nei centri di accoglienza per moribondi, storpi e malati di mente: orfanotrofi, dispensari, lebbrosari. Quando queste fragili figure si disperdono nelle strade della citt dsastre, unondata di generosit e di amore si diffonde al loro passaggio, come una vibrazione portatrice di speranza che annuncia agli infelici: Noi siamo qui, vi amiamo, non abbiate paura. Gustatevi questo catalogo di Kel 12. Ad ogni pagina troverete delle nuove ragioni per andare e per ritornare alla scoperta di questo paese magico. LIndia ci offre uno dei pi ricchi patrimoni di monumenti storici, palazzi, templi sacri che esistano al mondo. Ma lIndia, sono anche le cattedrali nucleari della baia di Bombey, i satelliti educativi che girano nello spazio per colmare lappetito di sapere di folle immense,

10

dans lespace pour combler lapptit de savoir de foules immenses, les miracles de cette rvolution verte du Panjab qui a contribu supprimer les famines. Ce sont aussi les sublimes paysages des plantations de th escaladant les contreforts de lHimalaya ; les immensits lunaires du Ladakh ; les feries multicolores du Cachemire ; les jungles pleines de tigres et dlphants sauvages du Krala ou de lAssam ; les ruissellements baroques des glises de Goa ; les impressionnants temples brahmaniques de lOrissa et du Tamil Nadu. Cest toujours une fourmilire en folie, un dferlement perptuel dimages fortes et de sensations. Pour moi, cette terre - qui a donn au monde Bouddha, Mahavira, Gandhi, Ramakrishna et tant dautres grandes mes et matres spirituels - est avant tout et restera toujours une source inpuisable dhumanit ; un trsor dhommes, de femmes et denfants dont la dignit, le courage et la gnrosit balayent tant dides fausses, tant da priori ancrs dans nos consciences dOccidentaux. Aprs de si nombreux voyages, toujours aussi riches de dcouvertes et dmerveillements, si je devais garder en mmoire une seule image de ce pays fascinant, ce serait le visage de cette fillette rencontre un soir sur la diguette dune rizire du Bengale. Camminava a fatica sulla piccola diga che separava due campi di riso. Tornava da scuola, ed ero sicuro che dallalba non aveva mangiato pi niente. Mi rivolse un bel sorriso e mi salut namaste . Mi frugai in tasca sperando di trovarvi qualcosa da offrirle. Ne estrassi soltanto un biscotto e glielo diedi. Mi ringrazi come se le avessi messo in mano la luna, poi riprese il cammino. La seguii con lo sguardo. Qualche minuto dopo incroci un cane scheletrico. Vidi che la bambina spezzava in due il biscotto e ne dava la met allanimale. Jai compris ce jour-l ce que voulaient dire mes amis de Calcutta quand ils affirment que Tutto ci che non donato perduto. Jai compris aussi la grandeur du message de ce pome lu, un jour, sur le mur dune gare du Krala : Si tu as deux morceaux de pain, Donnes-en un aux pauvres Et vends lautre Pour tacheter des jacinthes Et nourrir ton me. D. L.

i miracoli della rivoluzione verde del Panjab che ha contribuito ad eliminare le carestie. Sono anche i sublimi paesaggi delle piantagioni di t che scalano i contrafforti dellHimalaya; le immensit lunari del Ladakh; il mondo incantato e multicolore del Cachemire; le giungle piene di tigri e di elefanti selvaggi del Kerala o dellAssam; lo sfavillare barocco delle chiese di Goa; gli impressionanti templi brahmanici dellOrissa e del Tamil Nadu. sempre un formicaio impazzito, unirruzione continua di immagini forti e di sensazioni. Per me, questa terra - che ha dato al mondo Budda, Mahavira, Gandhi, Ramakrishna e tante altre grandi anime e maestri dello spirito - prima di tutto e rester sempre una fonte inesauribile di umanit; un tesoro di uomini, donne e bambini la cui dignit, il coraggio e la generosit spazzano via tante idee false, tanti a priori ancorati nelle nostre coscienze di Occidentali. Dopo cos numerosi viaggi, sempre ricchi di scoperte e di meraviglie, se dovessi mantenere nella memoria una sola immagine di questo paese affascinante, sarebbe il volto di quella bambina incontrata una sera sulla piccola diga di una risaia del Bengala. Camminava a fatica sulla piccola diga che separava due campi di riso. Tornava da scuola, ed ero sicuro che dallalba non aveva mangiato pi niente. Mi rivolse un bel sorriso e mi salut: namast. Mi frugai in tasca sperando di trovarvi qualcosa da offrirle. Ne estrassi soltanto un biscotto e glielo diedi. Mi ringrazi come se le avessi messo in mano la luna, poi riprese il cammino. La seguii con lo sguardo. Qualche minuto dopo incroci un cane scheletrico. Vidi che la bambina spezzava in due il biscotto e ne dava la met allanimale. Ho capito quel giorno ci che volevano dire i miei amici di Calcutta quando affermano che Tutto ci che non donato perduto. Ho capito anche la grandezza del messaggio contenuto in quella poesia letta, un giorno, sul muro di una stazione del Kerala: Se hai due pezzi di pane Danne uno ai poveri E vendi laltro Per comprarti dei giacinti Per nutrire la tua anima D. L.

11

12

Maha Kumbh Mela


Dal 27 gennaio al 25 febbraio 2013 quando il sole entra in Ariete e simultaneamente Giove nellAcquario, secondo gli astrologi vedantici si creano le condizioni ideali per una perfetta meditazione e concentrazione e si ritiene che le acque del Gange si trasformino nel mitico nettare dellimmortalit che preserva la vita e, caricandosi di positive radiazioni del sole, della luna e di Giove, purifichi dal cattivo karma accumulato assicurando a chi vi si immerge la rinascita in una forma pi elevata. Milioni di fedeli si riversano a Prayag (lattuale Allahabad) per immergersi nel luogo di confluenza delle acque dei fiumi Gange, Yamuna e il mitico Saraswati. Mela equivale a festa, ma non una semplice cerimonia religiosa, un coinvolgente grandioso pellegrinaggio che si svolge in corrispondenza di fiumi associati alle saghe della letteratura sacra hindu. Le origini di questo evento senza eguali si perdono nella mitologia. Dei e demoni (deva e asura) si contendevano lurna sacra (khumbh) che racchiudeva lamritha, il nettare dellimmortalit. Il dio Jayantha si tramut in corvo e riusc a sottrarre lurna fuggendo inseguito dai demoni. Durante la fuga si ferm quattro volte ed ogni volta alcune gocce di nettare uscirono dal vaso bagnando il suolo. Da queste gocce nacquero le quattro citt sacre: Haridwar, Allahabad, Ujjain e Nasik. La fuga dur dodici giorni, ma poich un giorno degli dei corrisponde ad un anno degli uomini, il grande pellegrinaggio, il Maha Kumbh Mela, si celebra ogni dodici anni e sempre ad Allahabad. Milioni di hindu, dimenticando la casta a cui appartengono, la regione di provenienza e lo status sociale si riversano nel Fiume Sacro per un bagno purificatore. Processioni di sadhu dal corpo ricoperto di cenere, di asceti dipinti di tutti i simboli delle loro divinit dappartenenza, di rinuncianti che danzano al ritmo di mantra ipnotici irrompono maestose, si incrociano, si confondono, attraverso il fitto reticolato delle lingue di terra che dalle rive affondano lentamente nellacqua olivastra del Gange. Per pi di un mese decine di milioni di pellegrini pernotteranno nella pi gigantesca tendopoli mai allestita nella storia delluomo. Questo il Maha Kumbh Mela, il giubileo hindu, il mese in cui il Cielo feconda la Terra e lo fa in India, sotto gli occhi dei partecipanti al pi grande raduno umano di tutti i tempi. il primo e ultimo sguardo che chi attratto dallIndia pu lanciare sulla Terra degli Dei.

16 giorni / 14 notti PARTENZA: 2 febbraio 2013 in compagnia di Paolo Ghirelli

Nepal e Maha Kumbh Mela: intreccio di spiritualit e natura


Il Nepal, paese magico sospeso tra cielo e terra, e la straordinaria esperienza del Maha Kumbh Mela.

Quota di partecipazione a partire da 4.900 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi - Kathmandu 2 giorno: Kathmandu 3 giorno: Valle di Kathmandu 4 giorno: Valle di Kathmandu 5 giorno: Kathmandu - Chitwan Park 6 giorno: Chitwan Park 7 giorno: Chitwan Park - Kathmandu 8 giorno: Kathmandu - Calcutta (in aereo) 9 giorno: Calcutta 10 giorno: Calcutta 11 giorno: Calcutta - Varanasi (in aereo) 12 giorno: Varanasi - Allahabad 13 e 14 giorno: Allahabad e il Maha Kumbh Mela 15 giorno: Allahabad - Varanasi - volo per Delhi 16 giorno: Delhi - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio

Kathmandu, dove antico e moderno si mescolano, ci appare come una citt con pi anime: casette con tetti e facciate di legno intarsiato, meravigliosi stupa, stradine non asfaltate, traffico impazzito. Eppure, in mezzo a tutta questa confusione, nellaria pregna di polvere e smog, si respira unatmosfera di pace, un misto tra storia e spiritualit, dove facile sentirsi immersi in unepoca diversa. Altre antiche cittadine, sparse nella valle, a pochi chilometri di distanza, ci permettono di constatare la proverbiale tolleranza religiosa del Nepal. Templi e statue buddhiste si ergono vicine a quelle hindu, testimonianza di come religione e credenze di diversi culti possano convivere e mescolarsi. Sulle sponde del sacro fiume Bhagmati, i sadhu recitano ininterrottamente il mantra e la bellezza del paesaggio si fonde con gli insegnamenti spirituali, inondandoci di bellezza e pace. Nella mistica valle di Kathmandu siamo trasportati in un tempo passato, quando i mercanti tibetani si fermavano qui per ringraziare le divinit di averli protetti durante limpervia traversata dellHimalaya. Dalle meraviglie dei templi, alle meraviglie della natura: il Royal Chitwan National Park rappresenta uno dei pi importanti santuari della fauna selvatica di tutto il mondo. In questo paradiso sono previsti due pernottamenti al fine di avvistare rinoceronti, tigri del Bengala, coccodrilli e molte variet di uccelli. Infine, si lascia il Nepal per raggiungere lIndia e la coinvolgente Calcutta e per assistere, a Allahabad, al Maha Kumbh Mela. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 150

www.kel12.com

14

17 giorni / 15 notti PARTENZA: 2 febbraio 2013 in compagnia di Raffaella Musso

nel cuore dellindia in occasione del Maha Kumbh Mela


Un viaggio straordinario: visitare il Madhya Pradesh ed assistere al Maha Kumbh Mela, la pi importante incredibile indescrivibile festa religiosa indiana.
Il Madhya Pradesh una meta interessante e di approfondimento per conoscere unIndia genuina e non ancora turistica. In questa terra di mezzo, cos chiamata per la sua posizione intermedia tra le pianure del Gange a nord e i rilievi montuosi del Deccan a sud, custodito un patrimonio artistico di grande importanza, non ancora pienamente valorizzato: infatti, oltre alla straordinaria e famosissima architettura tantrica di Khajuraho, restano ancora molte pietre miliari storiche e artistiche poco conosciute e visitate. I sorprendenti affreschi di Orchha, la romantica cittadella di Mandu, il magnifico complesso templare di Maheshwar, le fortezze medievali di Amla e Rewa sono le mete insolite e preziose che questo itinerario raccoglie. Abbiamo incluso nellitinerario Jaipur e Agra, due icone imperdibili per chi con questo viaggio si avvicina allIndia per la prima volta e possono essere un gradito approfondimento per chi ha gi avuto modo di ammirare la bellezza della citt rosa e la raffinatezza del Taj Mahal. Dal Forte di Rewa, ultima tappa del percorso in Madhya Pradesh, si raggiunge Allahabad, palcoscenico del Maha Kumbh Mela, a cui vale la pena di assistere almeno una volta nella vita. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

Quota di partecipazione a partire da 4.350 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - volo per Indore - Omkareshwar Maheshwar 4 giorno: Maheshwar: escursione a Mandu 5 giorno: Maheshwar - Amla 6 giorno: Amla - Ujjain - Indore 7 giorno: Indore - Jaipur (in aereo) 8 giorno: Jaipur - Fatehpur Sikri - Agra 9 giorno: Agra 10 giorno: Agra - Jhansi (in treno) - Orchha - Khajuraho 11giorno: Khajuraho - Rewa 12giorno: Rewa - Allahabad 13 e 14giorno: Allahabad e il Maha Kumbh Mela 15giorno: Allahabad - Sarnath - Varanasi 16 giorno: Varanasi - Delhi (in aereo) 17 giorno: Delhi - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com
15

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 4 febbraio 2013 in compagnia di Beatrice Lucianer

Le atmosfere fiabesche del Rajasthan E il MAHA KUMBH MELA


Dalle atmosfere lussuose dei regali palazzi del Rajasthan, alla variopinta umanit del Maha Kumbh Mela, un viaggio alla scoperta di unIndia da fiaba.
Non solo Maha Kumbh Mela, ma anche un occasione per visitare il Rajasthan, capace di regalare, tra medioevo e modernit, atmosfere fiabesche e mete sorprendenti. Lo garantiscono i luoghi, la raffinatezza artistica, la religiosit, la preziosit dei palazzi fastosi e il fascino delle antiche haveli. Lo garantisce lanimazione dei colorati bazar e la gente nei villaggi che mantiene inalterati abbigliamento e tradizioni antiche. Un viaggio intenso, denso di visite e coinvolgimenti emotivi, ma non difficile. Soggiorneremo quasi sempre in dimore storiche ristrutturate (pi o meno spettacolari, secondo la localit), e questa nostra scelta non una concessione al lusso fine a s stessa, invece una scelta quasi obbligata, in armonia con il percorso che affronteremo nel corso delle due settimane di viaggio. Scopriremo il fascino di fortezze e palazzi cesellati, una delle ricchezze del Rajasthan, terra che vanta uninnumerevole variet di edifici regali costruiti fin dallepoca medievale. Una terra che fu dei Rajput, i figli di re, che divisi in tanti clan, hanno fatto s che ogni citt divenisse un piccolo regno a s. Infine, termineremo il viaggio raggiungendo Allahabad, variopinto palcoscenico del Maha Kumbh Mela, unesperienza che vale lintero viaggio. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

Quota di partecipazione a partire da 3.800 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Udaipur (in aereo) 4 giorno: Udaipur - Bijaynagar 5 giorno: Bijaynagar - Pushkar - Jaipur 6 giorno: Jaipur 7 giorno: Jaipur - Fatehpur Sikri - Agra 8 giorno: Agra - Jhansi (in treno) Orchha - Khajuraho 9 giorno: Khajuraho - Varanasi (in aereo) 10 giorno: Varanasi - Sarnath - Allahabad 11 e 12 giorno: Allahabad e il Maha Kumbh Mela 13 giorno: Allahabad - Varanasi - volo per Delhi 14 giorno: Delhi - Italia

il viaggio:

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com

16

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 9 febbraio 2013 in compagnia di Giancarlo DAnna

In barca sul Gange per il Maha Kumbh Mela: viaggio dei sensi, della mente, dello spirito
Dalla coinvolgente visita di Calcutta alla sorprendente navigazione sul fiume Gange e la scoperta del Maha Kumbh Mela: un viaggio indimenticabile fra terre e acque.
Un itinerario pensato per chi ama lIndia, la conosce e non esita ad accettare qualche disagio a favore di unesperienza straordinaria: assistere al Maha Kumbh Mela, la pi importante festa religiosa indiana, navigando sulle acque del Gange tra Allahabad e Varanasi, le due citt sacre dal grande potere mistico. Litinerario prende avvio dalla straordinaria Calcutta, materializzazione di quellidea che ognuno di noi possiede dellIndia. Si proseguir in aereo verso la citt di Allahabad, palcoscenico del Maha Kumbh Mela. Le emozioni continueranno per quattro giorni con la navigazione nel Gange, facendo tappa in luoghi non toccati dal flusso turistico, per cogliere gli aspetti pi suggestivi dellIndia meno nota e pi autentica: villaggi rurali, santuari sconosciuti, ritualit lontane da strade e rumori; tutto questo a bordo della tradizionale imbarcazione locale, utilizzata dalle genti di quei luoghi lontani. Per tre sere, nella quiete della riva del fiume, verr posato il campo tendato. Con larrivo a Varanasi, segnalato dai fuochi delle pire accese lungo le rive, latmosfera magica e lincanto della navigazione, lasciano il posto ad un mosaico fantasmagorico brulicante di vita, in una geografia mistica che non ha paragoni. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 130

Quota di partecipazione a partire da 4.100 minimo 10 partecipanti massimo 12 partecipanti


il viaggio:
1 giorno: Italia- Dubai 2 giorno: Dubai - Calcutta 3 giorno: Calcutta 4 giorno: Calcutta 5 giorno: Calcutta - Allahabad (in aereo) 6 e 7 giorno: Allahabad e il Maha Kumbh Mela 8 giorno: Allahabad - Sitamarhi inizio navigazione sul Gange - Virojpur 9 e 10 giorno: Virojpur - navigazione sul Gange - Chunar 11 giorno: Chunar - navigazione sul Gange - Varanasi 12 giorno: Varanasi 13 giorno: Varanasi - Delhi (in aereo) 14 giorno: Delhi - Dubai - Italia

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com
17

8 giorni / 6 notti PARTENZA: 10 febbraio 2013 in compagnia di Paolo Brovelli

Maha Kumbh Mela: gli Illuminati si concentrano qui!


LIndia pi mistica e il fascino secolare del festival religioso pi famoso del mondo: la cerimonia del bagno nel sacro fiume Gange.
Il viaggio, volutamente molto breve, studiato per il viaggiatore che in pochi giorni vuole regalarsi unemozione unica e indimenticabile, unesperienza coinvolgente, anche dal punto di vista emotivo. Litinerario, inizialmente prevede la visita di Delhi e Varanasi e proseguir alla volta di Allahabad, la citt sita alla confluenza dei tre fiumi sacri pi famosi dellIndia: Gange, Yamuna e Sarasvati, lo straordinario scenario dove si celebra il festival religioso pi partecipato al mondo, il Maha Kumbh Mela. Quaranta giorni di rappresentazioni sacre, musica devozionale, incontri, dibattiti filosofici; un happening mistico che si svolge ogni dodici anni, da tempo immemore, il pellegrinaggio hindu di massa che pi caratterizza lIndia e concentra lattenzione di milioni di persone. Qui i pellegrini si immergono insieme, in un tripudio di colori, odori, musiche, linguaggi e danze nelle acque del Gange per celebrare luniversalit della vita spirituale. Per chi desidera prolungare il soggiorno, proponiamo unestensione a Calcutta, citt che coinvolge il visitatore straniero pi di qualsiasi altra megalopoli indiana per il forte impatto che indubbiamente provoca. In questo luogo senza tempo e fuori dal tempo, visiteremo un luogo che lascia il segno: il Centro Udayan, assistito da City of Joy Aid, lorganizzazione umanitaria fondata e finanziata dallo scrittore e saggista Dominique Lapierre. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 100

Quota di partecipazione a partire da 2.500 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


il viaggio:
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Varanasi (in aereo) 4 giorno: Varanasi - Allahabad 5 e 6 giorno: Allahabad e il Maha Kumbh Mela 7 giorno: Allahabad - Varanasi - volo per Delhi 8 giorno: Delhi - Italia

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

18

www.kel12.com

SIKKIM E BHUTAN, ORIZZONTI HIMALAYANI IN OCCASIONE DEL FESTIVAL DI PARO


Il Tibet che non c pi e che rivive nello stupefacente scenario del Sikkim, il polmone verde dellIndia e il mistico Bhutan, da visitare in occasione delle feste religiose.
Il Sikkim, piccolissimo stato indiano, culturalmente quanto di pi simile al vecchio Tibet, ma con la specificit tutta propria di una natura selvaggia, severa e gentile. Le valli meridionali, caratterizzate da un clima subtropicale che rapidamente muta salendo verso il nord, sono un giardino delle meraviglie che si estende ai piedi del Kanchenjunga, la terza montagna pi alta del mondo e di altre otto cime spettacolari della catena orientale himalayana. Risparmiato dalla deforestazione selvaggia, oggi il Sikkim resta uno dei polmoni verdi di questo angolo dAsia. una terra pervasa di spiritualit e pace, impreziosita da numerosi e piccoli monasteri, perle di architettura e arte, risalenti al XVII e XVIII secolo. I mantra cantati dai lama vestiti di rosso, il frusciare delle ruote da preghiera ed il vento che agita gli stendardi votivi, sono tra i pochi suoni udibili, gli unici, oltre a quelli della natura circostante. Il Bhutan, che da poco pi di ventanni ha scelto di aprirsi esclusivamente ad un turismo rispettoso della sua cultura e delle sue tradizioni, offre un paesaggio di commovente e intatta bellezza: villaggi sperduti, meravigliosi templi e monasteri buddhisti aggrappati a vertiginosi strapiombi. Un paese da visitare soprattutto in occasione delle grandi feste religiose quando si riempiono di pellegrini e si animano di danze. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 150

17 giorni / 15 notti PARTENZA: 12 marzo 2013 in compagnia di Anna Canuto Quota di partecipazione a partire da 4.800 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti
1 giorno: Italia - Calcutta 2 giorno: Calcutta 3 giorno: Calcutta 4 giorno: Calcutta- New Jalpaiguri in treno notturno 5 giorno: New Jalpaiguri- Darjeeling 6 giorno: Darjeeling- Gangtok 7 giorno: Gangtok 8 giorno: Gangtok - Kalimpong 9 giorno: Kalimpong- Phuntsholing 10 giorno: Phuntsholing -Thimpu 11 giorno: Thimphu: escursione ai villaggi di Tango e Cheri 12 giorno: Thimpu - Punakha 13 giorno: Punakha - Wangdiphodrang- Punakha 14 giorno: Punakha - Paro 15 giorno: Paro ed il festival 16 giorno: Paro - Delhi -Italia 17 giorno: Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com
19

16 giorni / 14 notti PARTENZA: 17 marzo 2013 in compagnia di Raffaella Musso Quota di partecipazione a partire da 3.550 minimo 10 partecipanti massimo 15 partecipanti
1 giorno: Italia - Calcutta (notte a bordo) 2 giorno: Calcutta 3 giorno: Calcutta - Jorhat (in aereo) - Kaziranga 4 giorno: Kaziranga- Tezpur - North Lakhimipur 5 giorno: North Lakhimipur - Zero 6 giorno: Zero e Festival di Myoko 7 giorno: Zero - North Lakhimipur 8 giorno: Lakhmipur- Silapathar- Basar - Along 9 giorno: Along 10 giorno: Along- Basar- Dibrugarh 11 giorno: Dibrugarh - Sibsagar - Mon 12 giorno: Mon 13 giorno: Mon - Dibrugarh 14 giorno: Dibrugarh - Calcutta (in aereo) 15 giorno: Calcutta 16 giorno: Calcutta - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

LINDIA PI SEGRETA: ARUNACHAL E NAGALAND IN OCCASIONE DEL FESTIVAL DI MYOKO


Alla scoperta della frontiera nordorientale, la regione delle mille etnie, fra pianure, giungle, montagne e il parco Kaziranga, meraviglioso patrimonio dellumanit Unesco.
Il nord-ovest dellIndia offre una diversificazione del territorio, sotto il profilo geografico, etnico e culturale, caratteristiche che lo rendono unico. La mescolanza etnica degli abitanti di questo territorio forse una delle pi peculiari del pianeta per la capacit di molte comunit di preservare una propria identit culturale e linguistica. Lavventura inizia dalla fertile pianura del Bramaputra per avvistare il rinoceronte unicorno nel Parco di Kaziranga, patrimonio UNESCO e continua nella valle degli Apatani in Arunachal. Molto legati alle loro tradizioni ancestrali, gli Apatani, tra le varie trib della zona, occupano un posto speciale. I loro sciamani sono i pochi rimasti nel mondo tribale che ancora invocano gli spiriti in ogni occasione e durante il festival Myoko sar possibile assistere a questa ancestrale prassi magico-religiosa. Poi ecco sopraggiungere le giungle e le montagne del Nagaland, terra dei Konyak, tagliatori di teste fino a pochi decenni, fa di cui visiteremo i principali villaggi. Calcutta, ultima tappa del viaggio la materializzazione di quellidea che ognuno di noi ha dellIndia. Questo viaggio richiede un notevole spirito di adattamento. Le sistemazioni in albergo o guesthouse sono di basso livello; spesso la pulizia e il cibo lasciano a desiderare; si percorrono lunghi trasferimenti su strade dissestate. necessario un permesso speciale da richiedere molto tempo in anticipo, quindi indispensabile prenotare al pi presto. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

il viaggio:

www.kel12.com

20

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 5 luglio 2013 in compagnia di Elena Dacome

LADAKH: I FESTIVAL DI KORZOK E TAK THOK


Nel piccolo ex regno buddhista, lembo pi settentrionale dellIndia, protetto dai monsoni grazie alle altissime cime himalayane.
Sbaglia chi pensa, trovandosi sulla sommit del mondo, a paesaggi brulli o solo di alta montagna; qui, accanto alle alte vette innevate, si aprono scenari verdi di ampio respiro, la nuda roccia lambita da fiumi ora impetuosi ora dallo scorrere lento, dai passi di montagna si dominano muraglie di abeti e ridenti pianure, sulla sabbia dei fondovalle si aggirano i cammelli. Questa piccola terra dalla storia antica non offre solo paesaggi superbi e mozzafiato, ma anche lincontro con una coraggiosa popolazione di monaci, di pastori e di contadini che, pervasa da profonda spiritualit, tiene testa alle mire espansionistiche dei pakistani e dei cinesi. il luogo in cui il buddhismo tibetano ha meglio conservato le tradizioni: grandi e piccoli monasteri in cui assistere a suggestive cerimonie; castelli e antichi palazzi reali, pregevoli esempi di arte indiana e nepalese sono solo alcuni dei molti motivi dinteresse di un paese tutto in verticale. Nella stagione estiva in Ladakh la popolazione si riunisce nei grandi monasteri per celebrare feste sontuose. In questo viaggio si assister a due Festival che hanno luogo nel monastero di Korzok presso il lago Tso Moriri ed in quello di Tak Thok a 55 km da Leh. Nella corte dei due monasteri, simulando il combattimento fra spiriti benigni e forze del male, i monaci si abbandonano a convulse danze rituali maneggiando spade e strumenti simbolici. Al suono di cimbali, trombe, tamburi e gong, saltano, piroettano, ondeggiano, muovendo vorticosamente nellaria le gonne coloratissime e disegnando simbologie con le mani. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 110

Quota di partecipazione da definire minimo 8 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Leh (volo) 4 giorno: Leh - Hemis - Thiksey - Shey - Leh 5 giorno: Leh - Chumatang - Tso Moriri _Korzok 6 giorno: Festival di Korzok 7 giorno: Korzok - Chumathang - Leh 8 giorno: Leh - Kardung La - Nubra Valley 9 giorno: Nubra Valley - Leh 10 giorno: Leh - Uleytokpo 11 giorno: Uleytokpo - Lamayuru - Leh 12 giorno: Leh - Tak Thok Festival 13 giorno: Leh - Delhi (volo) 14 giorno: Delhi - Italia I pernottamenti e le visite potranno subire modifiche sulla base delle date definitive dei festival
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com

21

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 9 giugno 2013 in compagnia di Nicola Pagano

LADAKh IN OCCASIONE DEL FESTIVAL DI HEMIS


Nel lembo pi settentrionale dellIndia, il piccolo ex-regno buddhista dai verdi panorami e dalle pareti rocciose percorse da impetuosi torrenti.
Siamo sulla sommit del mondo e davanti ai nostri occhi non si estende il classico panorama brullo, roccioso e talvolta innevato. Nel Ladakh sorprendono gli scenari verdi ampi e smisurati, dove la nuda roccia lambita da fiumi impetuosi e dove possibile percorrere passi di montagna che incontrano ridenti pianure e muraglie di abeti, dove sulla sabbia dei fondovalle si aggirano i cammelli. questo il luogo in cui il buddhismo tibetano ha meglio conservato le tradizioni: grandi e piccoli monasteri in cui assistere a suggestive cerimonie; castelli e antichi palazzi reali, pregevoli esempi di arte indiana e nepalese sono solo alcuni dei molti motivi dinteresse di un paese tutto in verticale. In estate la popolazione si riunisce nei grandi monasteri per celebrare sontuose feste, alcune delle quali dalle radici religiose e altre legate alla vita sociale. In questo viaggio si assister al Festival di Hemis che ha luogo presso il monastero pi grande del paese e celebra la nascita del Guru Padmasambhava. Nella corte del monastero, simulando il combattimento fra spiriti benigni e forze del male, i monaci si abbandonano a convulse danze rituali maneggiando spade e strumenti simbolici. Al suono di cimbali, trombe, tamburi e gong, saltano, piroettano, ondeggiano, muovendo vorticosamente nellaria le gonne coloratissime e disegnando simbologie con le mani. I ladakhi, che a migliaia partecipano allevento, interpretano con emozione i messaggi dei danzatori che narrano gli eventi che diedero luce alla nascita del Buddhismo tibetano. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 110

Quota di partecipazione da definire minimo 8 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Leh (volo) 4 giorno: Leh 5 giorno: Leh - Kardung La - Nubra Valley 6 giorno: Nubra Valley (Deskit - Hundar) 7 giorno: Nubra Valley - Leh 8 giorno: Leh - Festival di Hemis - Uleytokpo 9 giorno: Uletokpo - Lamayuru - Alchi - Leh 10 giorno: Leh - Thiksey - Tso Kar (Rupso Valley) 11 giorno: Tos Kar - Tso Moriri - Korzok 12 giorno: Korzok - Chumathang - Leh 13 giorno: Leh - Delhi (volo) 14 giorno: Delhi - Italia I pernottamenti e le visite potranno subire modifiche sulla base delle date definitive dei festival
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

22

www.kel12.com

LADAKH, LASS IN FONDO AL MARe


Lesplorazione del deserto dalta quota, il luogo del mondo pi vicino al cielo. Un viaggio affascinante fra preziosi monasteri e incantevoli panorami.
Circa 43 milioni di anni fa il continente India, figlio del Gondwana, entr in collisione con lAsia meridionale, continuando poi ad infilarsi al di sotto di questultima, cosa che fa ancora oggi. Lantico oceano che una volta separava queste terre, e che gli scienziati hanno chiamato Tethys, si chiuso per sempre, e dallunione di questi continenti sono nati laltopiano tibetano e laltissima ed imponente catena dellHimalaya. Il Ladakh una di quelle regioni in cui ancora possibile vedere i resti dei fondali di quelloceano scomparso, insieme alle testimonianze di un antico regno buddhista dove la cultura tibetana ancora intatta, sopravvissuta anche allinvasione pi infida e recente, quella della modernit e delle lusinghe del progresso. un affascinante, remoto deserto ad alta quota, che beneficia solo in parte dei monsoni che bagnano il resto dellIndia, e in cui ogni albero, e persino ogni filo derba ci parlano delluomo e della sua fatica, della sua ostinazione, del suo orgoglio di vivere da sempre, con poveri e arcaici mezzi materiali, ma con profonda e ostinata fede, lass, nel luogo del mondo pi vicino al cielo. Un viaggio sulla strada dei suggestivi monasteri tibetani, dove larte secolare indiana e nepalese affiora fra vette e vallate, sul percorso di passi montuosi che regalano panorami sterminati, oasi dal verde abbagliante e la maestosa visione del fiume Indo. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 110

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 3 agosto 2013 in compagnia di Elena Dacome 10 agosto 2013 in compagnia di Fabrizio Dembech 17 agosto 2013 in compagnia di Elena Dacome Quota di partecipazione da definire minimo 8 partecipanti massimo 16 partecipanti
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Leh (volo) 4 giorno: Leh - Hemis - Stok - Leh 5 giorno: Leh - Uletokpo 6 giorno: Uletokpo - Lamayuru - Leh 7 giorno: Leh - Kardung La - Nubra Valley 8 giorno: Nubra Valley (Deskit e Hundar) 9 giorno: Nubra Valley - Leh 10 giorno: Leh - Thiksey - Tso Kar (Rupso Valley) 11 giorno: Tos Kar - Tso Moriri - Korzok 12 giorno: Korzok - Chumathang - Leh 13 giorno: Leh - Delhi (volo) 14 giorno: Delhi - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com
23

15 giorni / 13 notti PARTENZA: 29 giugno 2013 in compagnia di Paolo Ghirelli Quota di partecipazione a partire da 3.900 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi - Srinagar (in aereo) 3 giorno: Srinagar - Gulmarg - Srinagar 4 giorno: Srinagar - Kargil 5 giorno: Kargil - Rangdum 6 giorno: Rangdum - Pensi La - Sani 7 giorno: Sani - Tongde - Tsazar - Zangla - Sani 8 giorno: Sani - Festival di Karsha - Sani 9 giorno: Sani - Parkachik 10 giorno: Parkachik - Mulbekh - Lamayuru 11 giorno: Lamayuru - Dha - Uleytokpo 12 giorno: Uleytokpo - Alchi - Likir - Phyang - Leh 13 giorno: Leh - Delhi (in aereo) 14 giorno: Delhi 15 giorno: Delhi - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

IL KASHMIR, LA VALLE DELLO ZANSKAR E il festival al monastero di Karsha


Lesplorazione di un territorio lontano, abitato da due culture agli antipodi che convivono dalle verdi vallate del Kashmir fino alle vette scabre del Ladakh.
Lo Zanskar, cuore segreto del Ladakh, entusiasma ogni viaggiatore dotato di spirito davventura e desiderio di scoperta: paesaggi dincomparabile bellezza con picchi alti oltre seimila metri, una cultura millenaria, figlia della filosofia buddhista ed una notevole produzione artistica legata ai luoghi di ritiro dei mistici che giunsero dalla valle del Kashmir e dal resto dellIndia. La mancanza di strutture alberghiere e laltitudine superiore a quella del Ladakh fanno s che solo pochi turisti visitino lincantevole valle dello Zanskar e grazie alla difficile accessibilit del territorio, tutto rimasto inalterato: le popolazioni dal sorriso aperto e lo sguardo sereno, le costruzioni dei villaggi e larte dei monasteri; uno spaccato originale e incontaminato che descrive il modo di vivere di una terra lontana da tutto. Il festival che si tiene a Karsha, nel pi grande monastero Gelugpa dello Zanskar, un evento da non perdere, loccasione per osservare costumi, usi ed abitudini di uno dei popoli pi isolati e interessanti della regione himalayana. Un itinerario avventuroso, che prevede 8 campi-tenda ma esclude lunghi tragitti a piedi. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 130

il viaggio:

www.kel12.com

24

15 giorni / 13 notti PARTENZA: 14 luglio 2013 in compagnia di Paolo Ghirelli

iL KASHMIR, LA VALLE DELLO ZANSKAR E IL FESTIVAL AL MONASTERO DI SANI


Dalle verdi vallate del Kashmir fino alle vette scabre del Ladakh, un itinerario straordinario alla scoperta di due culture opposte, quella musulmana e quella buddhista.
Lo Zanskar, cuore segreto del Ladakh, entusiasma ogni viaggiatore dotato di spirito davventura, che vuole scoprire paesaggi dincomparabile bellezza, con picchi alti oltre seimila metri, testimoni di una cultura millenaria. Queste terre sono impregnate di quella filosofia buddhista che ha generato la preziosa e variopinta produzione artistica che caratterizza i luoghi di preghiera dei mistici, che giunsero dalla valle del Kashmir e dal resto dellIndia. La mancanza di strutture alberghiere e laltitudine superiore a quella del Ladakh fanno s che solo pochi turisti visitino lincantevole valle dello Zanskar, lasciando intatta la sua bellezza, mantenendo fedele nei secoli tradizioni, usi e costumi delle popolazioni locali, gentili e dal sorriso aperto. Uno spaccato incontaminato di tradizioni millearie, visibili nellarchitettura delle cotruzioni dei villaggi e dei monasteri. Il festival di Naro Nasjal, che si tiene al monastero di Sani, il pi antico della regione, unimportante celebrazione religiosa in cui viene evocata la presenza di Naropa con le danze dei lama e lesposizione della veneratissima statua del maestro. Un itinerario avventuroso, che prevede 8 campi-tenda ma esclude lunghi tragitti a piedi. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 130

Quota di partecipazione a partire da 3.900 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


il viaggio:
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi - Srinagar (in aereo) 3 giorno: Srinagar - Gulmarg - Srinagar 4 giorno: Srinagar - Kargil 5 giorno: Kargil - Rangdum 6 giorno: Rangdum - Pensi La - Sani 7 giorno: Sani - Tongde - Tsazar - Zangla - Sani 8 giorno: Sani - Festival di Naro Nasjal - Karsha - Sani 9 giorno: Sani: Festival di Naro Nasjal 10 giorno: Sani - Parkachik 11 giorno: Parkachik - Mulbekh - Lamayuru 12 giorno: Lamayuru - Dha - Uleytokpo 13 giorno: Uleytokpo - Alchi - Likir - Phyang - Leh 14 giorno: Leh - Delhi (in aereo) 15 giorno: Delhi - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com
25

9 giorni / 7 notti PARTENZA: 24 marzo 2013 in compagnia di Pierfranco Viano

IN PUNJAB, TESTIMONI DELLA FESTA SIKH DI HOLLA MOHALLA


Nella piccola citt di Anandpur, che durante la festa di Holla Mohalla diventa meta del variopinto raduno sikh. Un viaggio interessante anche sotto il profilo architettonico.
Ogni anno in primavera, quando in tutta lIndia terminano le celebrazioni della variopinta festa di Holi, in una delle citt sante del Punjab si svolge la grande festa sikh di Holla Mohalla, che raduna migliaia di fedeli impegnati nella preghiera ed in combattimenti e gare fra combattenti in ogni angolo, nelle piazze, nel mercato, intorno al tempio. Ad Anandpur Sahib, piccola citt sulle basse pendici dellHimalaya, tutto magico e sorprendente. La festa, ricca di suggestioni e rituali sacri, riporta il viaggiatore indietro nel tempo, quando i guerrieri Nihang, difendevano la fede sikh combattendo il Gatka, unarte marziale praticata da secoli e che viene riproposta da uomini adorni di turbanti dargento, lunghe barbe e vistosi baffi. Il grande palcoscenico della festa di Holla Mohalla prevede rievocazioni di antiche battaglie, corse a cavallo, cerimonie religiose, riti, letture religiose e suggestive processioni.Il pellegrinaggio verso il tempio di Keshgarh Sahib, luogo sacro dei Sikh unesperienza unica e coinvolgente. Litinerario prevede anche interessanti escursioni al magnifico tempio doro di Amritsar e la visita al complesso architettonico di Chandigarh, progettato da Le Corbusier. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 100

Quota di partecipazione a partire da 2.800 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


il viaggio:

1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno : Delhi - Amristar 3 giorno: Amristar 4 giorno: Amristar - Anandpur Sahib 5 e 6 giorno: Anandpur Sahib: festa Holla Mohalla 7 giorno: Anandpur Sahib - Chandigarh 8 giorno: Chandigarh - Delhi 9 giorno: Italia

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com

26

15 giorni / 13 notti PARTENZA: 25 novembre 2012 accompagnatore dallItalia

LIndia del nord, la valle di Kathmandu ed il Parco di Chitwan


Dal Rajasthan alla piana del Gange, fino al Nepal. Una splendida sintesi di arte, religione e natura; un ottimo primo approccio alla complessa e vasta cultura dellIndia.
Litinerario ideale per chi vuole avvicinarsi per la prima volta al subcontinente indiano, alla scoperta di arte, misticismo e bellezze naturali incontaminate; un viaggio da Delhi a Kathmandu alla scoperta dellIndia che tutti sognano e che pochi vivono veramente. Un viaggio fra le atmosfere fiabesche, i colori vivaci e i marmi cesellati, espressione della pittoresca e romantica tradizione rajasthana. Ad Agra, il viaggiatore scoprir il Taj Mahal, celeberrima icona dellarte mughal e poi via in treno, alla scoperta di altre terre, misteriose ed affascinanti. Le emozioni continuano fra le cupole della magica Orchha, davanti alle sculture raffinate di Khajuraho e sulle rive del Gange, nella citt santa di Varanasi, dove linduismo intero cerca la strada della salvezza. Laereo condurr il viaggiatore a Kathmandu, la citt che domina una vallata che offre un concentrato di templi hindu e buddhisti, testimonianza di come religione e credenze di diversi culti possano convivere e mescolarsi. Uno splendido ed incredibile mix culturale e mistico che solo una terra come lIndia pu offrire. Il viaggio si concluder nel Royal Chitwan National Park, uno dei patrimoni dellUmanit UNESCO; qui litinerario dalle meraviglie architettoniche lascia il posto a quelle della natura. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 130

Quota di partecipazione a partire da 4.100 minimo 8 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Jaipur 4 giorno: Jaipur 5 giorno: Jaipur - Fatehpur Sikri - Agra 6 giorno: Agra - Treno Per Jhansi - Orchha - Khajuraho 7 giorno: Khajuraho - Varanasi (In aereo) 8 giorno: Varanasi 9 giorno: Varanasi - Kathmandu (In aereo) 10 giorno: Valle di Kathmandu 11 giorno: Valle di Kathmandu 12 giorno: Kathmandu - Chitwan Park 13 giorno: Chitwan Park 14 giorno: Chitwan Park - Kathmandu 15 giorno: Kathmandu - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com
27

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 20 gennaio 2013 accompagnatore dallItalia

VIAGGIO NELLINDIA DEL NORD: TEMPLI E IMPRONTE


Il fascino delle grandi citt, ricche di storia e di cultura e il safari nella jungla misteriosa, popolata dalla tigre, lanimale nazionale, uno dei simboli dellIndia.
Un viaggio alla scoperta della grandi citt dellIndia, Delhi, Agra e Khajurao, ricche di testimonianze del passato, tradizioni millenarie e di una cultura fra le pi affascinanti e sorprendenti del mondo. Luoghi vivi, dove la tradizione parla, la bellezza incanta e la diversit affascina. Litinerario prevede la visita alla citt di Varanasi, sulle rive del fiume sacro per eccellenza, il Gange, dove pi che altrove si avverte la spiritualit della religione indiana. Il fiume, nelle cui acque torbide e limacciose gli ind trovano purificazione interiore, cura i peccati e le malattie del corpo. Lelemento che caratterizza maggiormente questo viaggio e lo rende straordinario la misteriosa jungla indiana, la cui esplorazione avviene a bordo di jeep. Litinerario prevede la visita nei due parchi dove facile poter avvistare il felino pi grande al mondo, la tigre, lanimale nazionale che rappresenta uno dei simboli dellIndia. Il parco di Bandhavgarh e il parco di Ranthambhore, sono veri paradisi per i fotografi, qui vive numerosa la fauna selvatica e prede e predatori mettono in scena il loro dramma quotidiano. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

Quota di partecipazione a partire da 3.550 minimo 12 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Jaipur 4 giorno: Jaipur 5 giorno: Jaipur - Ranthambore 6 giorno: Ranthambore 7 giorno: Ranthambore - Agra 8 giorno: Agra 9 giorno: Agra - Jhansi (in treno) - Jhansi - Khajuraho 10 giorno: Khajuraho - Bandhavgarh 11 giorno: Bandhavgarh 12 giorno: Bandhavgarh/Khajuraho - Khajuraho/ Varanasi (in aereo) 13 giorno: Varanasi - Delhi (in aereo) 14 giorno: Delhi: Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com

28

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 15 febbraio 2013 in compagnia di Pierfranco Viano

LINCREDIBILE RAJASTHAN CON I FESTIVAL DI NAGAUR E BANESHWAR


Un viaggio in Rajasthan rappresenta lincontro con lIndia dellimmaginario collettivo: i favolosi palazzi dei Marajah, lo sfarzo, laspetto marziale e severo degli uomini, il portamento altero delle donne, le fortezze imprendibili, i tesori darte.
Ecco, chi va in Rajasthan alla fine scopre che lIndia raccontata dai viaggiatori dei secoli andati e quella dei romanzieri esiste davvero. Oggi infatti troviamo testimonianze di inestimabile valore artistico, immerse in un bellambiente naturale dove il costume locale rimasto legato alle tradizioni, sia nel vestire che nelle rappresentazioni di musica e danza. Partecipare a festival e fiere sicuramente il valore aggiunto ad un percorso nella cultura rajasthana e quello di Pushkar diventato il pi famoso; ma ve ne sono altri di pari importanza anche se meno noti. In questa nostra proposta offriamo lopportunit di assistere a due eventi di grande interesse culturale e folcloristico: la fiera di Nagaur e il festival di Baneshwar, che si tengono a pochi giorni di distanza nel mese di febbraio. Il poderoso forte di Nagaur fa da cornice ad uno dei principali mercati di bestiame del Rajasthan dove si riuniscono le comunit tribali di tutta la zona. Donne bellissime adorne di pesanti gioielli volteggiano in un turbinio di gonne e veli, uomini con turbanti variopinti fanno sfoggio della forza e della velocit dei loro animali, il tutto in unatmosfera di grande partecipazione. Intorno al Tempio di Baneshwar si radunano centinaia di Bhil, il gruppo etnico dominante della zona, per immergersi in un bagno rituale e consegnare le ceneri dei propri defunti alla confluenza dei due fiumi sacri Som e Mahi Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

Quota di partecipazione a partire da 3.850 minimo 12 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi - Mandawa 3 giorno: Mandawa - Nagaur 4 giorno: Nagaur e la Fiera del bestiame 5 giorno: Nagaur - Jodhpur 6 giorno: Jodhpur - treno per Jaipur - Samode 7 giorno: Samode - Jaipur - Samode 8 giorno: Samode - Bundi 9 giorno: Bundi - Dungarpur 10 giorno: Dungarpur ed il Festival di Baneshwar 11 giorno: Dungarpur - Udaipur 12 giorno: Udaipur - kumbalgarh - Ranakpur - Udaipur 13 giorno: Udaipur - Delhi (in aereo) 14 giorno: Delhi - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com
29

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 23 marzo 2013 in compagnia di Annamaria Fumagalli

RAJASTHAN IN OCCASIONE DELLA FESTA DEI COLORI


Palazzi lussuosi e atmosfere da sogno, la terra dei figli del Re nei giorni dellHoli Festival.
Un viaggio classico nellatmosfera fiabesca del Rajasthan, terra sospesa tra il medioevo e la modernit. Il viaggiatore si trover a contatto con un mondo sorprendente, tra cittadelle fortificate e fastosi palazzi, in un tripudio di raffinata arte e depositari di tradizioni millenarie. Il Rajasthan la regione che fu dei Rajput, i figli di re, che divisi in tanti clan hanno trasformato ogni citt in un piccolo regno. Il viaggio prevede la partecipazione al variopinto Holi Festival, una delle pi antiche celebrazioni hindu della stagione primaverile, una festa trascinante, che coinvolge migliaia di persone. In tutto il paese, adulti e bambini attendono questa ricorrenza che rompe le regole degli status e autorizza i partecipanti a lanciarsi reciprocamente secchi colmi di vernice o di polvere colorata. Latmosfera della festa, che celebra larrivo della primavera e il trionfo del bene sul male, simile a quella delle feste carnasciali di antica tradizione occidentale. In Europa si gettano frammenti di carta colorata, in India si lanciano direttamente i colori!

Quota di partecipazione a partire da 3.100 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


il viaggio:
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Mandawa 4 giorno: Mandawa - Bikaner 5 giorno: Bikaner - Jaisalmer 6 giorno: Jaisalmer 7 giorno: Jaisalmer - Jodhpur 8 giorno: Jodhpur - Ranakpur - Udaipur 9 giorno: Udaipur 10 giorno: Udaipur - Pushkar - Jaipur 11 giorno: Jaipur 12 giorno: Jaipur - Agra 13 giorno: Agra - Delhi 14 giorno: Delhi - Italia

Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 110

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com

30

22 giorni / 20 notti PARTENZA: 3 agosto 2013 in compagnia di Pierfranco Viano Quota di partecipazione da definire minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Mandawa 4 giorno: Mandawa - Churu- Gajner 5 giorno: Gajner - Bikaner Gajner 6 giorno: Gajner - Nagaur - Khimsar 7 giorno: Khimsar - Jaisalmer 8 giorno: Jaisalmer - Pokharan - Jodhpur 9 giorno: Jodhpur - Mount Abu 10 giorno: Mount Abu - Jharole - Dungarpur 11 giorno: Dungarpur 12 giorno: Dungarpur - Udaipur 13 giorno: Udaipur - Devigarh 14 giorno: Devigarh - Kumbalgarh 15 giorno: Kumbalgarh - Ranakpur - Deogarh 16 giorno: Deogarh - Minal - Bundi 17 giorno: Bundi - Bardoli - Bundi 18 giorno: Bundi - Samode 19 giorno: Samode - Jaipur - Samode 20 giorno: Samode - Bharatpur 21 giorno: Bharatpur - Agra - Delhi 22 giorno: Delhi - Italia Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

RAJASTHAN, VIAGGIO IN UNA FIABA ANTICA


Cera una volta il Rajasthan, un viaggio che tocca le mete classiche e si addentra nellIndia inalterata, dove facile emozionarsi di fronte ad un presente che sembra passato.
Un viaggio intenso perch denso di coinvolgimenti emotivi e visite. Lo garantiscono i luoghi, larte, la religiosit, la preziosit dei palazzi fastosi e il fascino delle antiche haveli, le dimore nobiliari. Lo garantisce la gente nei villaggi e lanimazione dei bazar non soffocati o imbarbariti da un turismo di massa. Un viaggio non difficile ma che ha nel tempo necessario forse la sua maggiore difficolt: occorrono tre settimane per allontanarsi dai circuiti del turismo tradizionale e vivere cos un Rajasthan diverso. Ideale per chi ha gi visitato lIndia e per chi vuole approfondire fin da subito il suo rapporto con questa meravigliosa terra. Sono cinque le mete classiche dobbligo (Bikaner, Jaisalmer, Jodhpur, Udaipur, Jaipur) e moltissimi i luoghi periferici, dove addentrarsi e scoprire il romanticismo quasi irreale dellIndia. In queste regioni meno conosciute, la popolazione mantiene inalterati abbigliamento e tradizioni antiche: gioielli, tessuti, turbanti, fogge e colori indimenticabili. Ed qui che si possono ammirare antichi complessi templari ind di grande pregio. Litinerario prevede lalloggiamento in antiche regge e palazzi nobiliari, una scelta quasi obbligata e in armonia con il percorso. Due notti, invece, saranno trascorse in eleganti bungalow in muratura con il soffitto rivestito di robusta tela. Un viaggio indimenticabile, fra monumenti antichi e villaggi dove il tempo si fermato, a bordo di jeep, calessi, dromedari e pullman. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 150

il viaggio:

www.kel12.com
31

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 25 gennaio 2013 in compagnia di Annamaria Fumagalli

RAJASTHAN E GUJARAT: Sontuosi palazzi e templi sublimi


I sontuosi palazzi dello stato del Rajasthan, in bilico fra medioevo e contemporaneit e la scoperta del Gujarat, terra di confine, fra templi maestosi e sconosciute etnie.
Il viaggio prende le mosse da Agra, celeberrima icona dellarte mughal, ed attraversa in diagonale il Rajasthan, lo Stato indiano considerato il pi turistico, ma ancora capace di regalare, grazie ai contrasti tra medioevo e modernit, atmosfere fiabesche nella profusione di cittadelle fortificate e fastosi palazzi cesellati. Il Rajasthan, luogo di edifici di grande raffinatezza artistica, religiosit e preziosit, offre esperienze suggestive nelle citt, nei colorati bazar e fra la gente dei villaggi, che mantiene inalterati abbigliamento e tradizioni antiche. Dalla Terra dei Re si entra nel cuore del Gujarat, unIndia certamente meno nota, custode di un patrimonio artistico e culturale di grande valore, primo fra tutti, Palitana meta di pellegrinaggio ai sublimi templi jain in marmo bianco. Il Gujarat, terra di confine, si affaccia sul mare arabico e oltre a celare i grandiosi monumenti religiosi custode delle tradizioni delle numerose etnie che la popolano, gruppi che hanno conservato nel tempo modi di vivere e una cultura intatta. La visita ai villaggi offre un mosaico di esperienze e tradizioni millenarie da scoprire. Il fascino di questi luoghi rappresentato anche dagli elementi decorativi e dalle lavorazioni tipiche locali che si tramandano nel corso del tempo, come la produzione di tessuti di cotone tinti con i colori delle varie etnie. Un itinerario pensato per viaggiatori esperti ed infaticabili che non temono lunghi trasferimenti in pullman. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

Quota di partecipazione a partire da 3.550 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi - Agra 3 giorno: Agra - Fatehpur Sikri - Jaipur 4 giorno: Jaipur 5 giorno: Jaipur - Bundi 6 giorno: Bundi - Chittorgarh - Udaipur 7 giorno: Udaipur 8 giorno: Udaipur - Ranakpur - Mount Abu 9 giorno: Mount Abu - Modhera - Patan - Ahmedabadh 10 giorno: Ahmedabadh 11 giorno: Ahmedabadh - Lothal - Bhavnagar 12 giorno: Bhavnagar: escursione a Palitana 13 giorno: Bhavnagar - Mumbai 14 giorno: Italia

il viaggio:

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com

32

14 giorni /12 notti PARTENZA: 26 dicembre 2012 in compagnia di Raffaella Musso 15 febbraio 2013 in compagnia di Annamaria Fumagalli

IL GUJARAT: TERRA DI DEI E PASTORI


Una meta per pochi e curiosi viaggiatori, un luogo lontano dal tempo e meraviglioso, alla scoperta di antichi templi e villaggi, trasportati dalle tipiche portantine di bamb.
una terra meno nota, il Gujarat, al confine con il Pakistan e con il famosissimo Rajasthan. Eppure la regione custodisce un patrimonio artistico, culturale, sociale e naturale di inestimabile valore. Litinerario proposto ne svela le affascinanti sfaccettature: stili di vita arcaici nel deserto del Grande e Piccolo Rann di Kutch abitato da isolate e fiere trib nomadi; caratteristiche architetture di villaggi intorno a Bhuj; straordinari capolavori di artigianato tribale; avvistamenti (se si fortunati) del leone asiatico nella Riserva di Sasan Gir. Il viaggiatore si potr facilmente imbattere in pellegrini, fra i sublimi templi jain di Palitana e nel suggestivo tempio di Somnath. Un percorso costellato di tesori, fra severe fortezze e sontuoasi palazzi principeschi. Da non perdere le atmosfere perdute della tranquilla isoletta di Diu, gli splendidi esempi di architettura hindu a Modhera e Patan; le meraviglie indo-islamiche di Ahmedabad, quartier generale di Gandhi durante la lunga lotta per lindipendenza dellIndia. Un viaggio che tutti possono affrontare, anche chi teme la salita alla rocca di Palitana che pu essere raggiunta in dholi, la tipica portantina di bamb. previsto un campo tendato a Sasan Gir, in tende con veranda, bagno privato e aria condizionata. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

Quota di partecipazione a partire da 3.580 minimo 6 partecipanti massimo 10 partecipanti


1 giorno: Italia - Mumbai 2 giorno: Mumbai - volo per Bhuj 3 giorno: Bhuj: escursione ai villaggi del Grande Rann di Kutch 4 giorno: Bhuj - Gondal 5 giorno: Gondal - Junagadh - Riserva di Sasan Gir 6 giorno: Riserva di Sasan Gir - Somnath - Diu 7 giorno: Diu - Bhavnagar 8 giorno: Bhavnagar: escursione a Palitana 9 giorno: Bhavnagar - Lothal - Dasada 10 giorno: Dasada: escursione nel Piccolo Rann di Kutch 11 giorno : Dasada - Modera - Patan - Ahmedabad 12 giorno: Ahmedabad 13 giorno: Ahmedabad - volo per Mumbai 14 giorno: Mumbai - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com
33

8 giorni / 6 notti PARTENZA: 17 novembre 2012 accompagnatore dallItalia

LA CITT DI Calcutta e IL PARCO DI Sunderbans, perle del Bengala


Dalla citt di Madre Teresa, alle mangrovie del parco nazionale di Sunderbans: un viaggio breve, ma pieno di fascino e suggestioni.
Siamo nellIndia del nord, a Calcutta, citt leggendaria, dove si materializza quellidea che ognuno di noi ha del subcontinente indiano. La miseria e lo splendore si fondono in una citt che unica al mondo. Lincredibile sovrapposizione tra aree di aspetto e morfologia completamente diverse crea una straordinaria e sorprendente alchimia che ha qualcosa di antico, quasi poetico. In questa citt senza tempo e fuori dal tempo, il viaggiatore potr visiterare un luogo che pi d ogni altro lascia il segno: il Centro Udayan, assistito da City of Joy Aid, lorganizzazione umanitaria fondata e finanziata dallo scrittore Dominique Lapierre. Dalla citt della dea Khali irrinunciabile una visita al Parco Nazionale delle Sunderbans nel delta del Gange, la pi grande foresta di mangrovie del mondo, inserita nel Patrimonio dellumanit dellUNESCO dal 1997. Lenorme foresta, che si estende anche fuori confine, nel Bangladesh, noto per la sua enorme variet di fauna; fra cui le tigri Bengala e numerose specie di uccelli, coccodrilli e serpenti. Un viaggio di breve durata ma intenso per chi desideri lasciarsi emozionare da una coinvolgente atmosfera. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 110

Quota di partecipazione a partire da 2.650 minimo 8 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Dubai - Calcutta 2 giorno: Calcutta 3 giorno: Calcutta 4 giorno: Calcutta 5 giorno: Calcutta - Gothkhali - Parco nazionale delle Sunderbans 6 giorno: Parco nazionale delle Sunderbans 7 giorno: Parco nazionale delle Sunderbans - Gothkhali Calcutta 8 giorno: Calcutta - Dubai - Italia

il viaggio:

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com

34

16 giorni / 14 notti PARTENZA: 20 febbraio 2013, ideato da Mario Romualdi e accompagnato da Elena Dacome Quota di partecipazione a partire da 4.750 minimo 15 partecipanti massimo 18 partecipanti
1 giorno: Italia - Calcutta 2 giorno: Calcutta 3 giorno: Calcutta - Krishnanagar - Murshidabad - Farakka, imbarco sulla Sukapha 4 giorno: navigazione sul Gange: Rajmahal e Manihari Ghat 5 giorno: : navigazione sul Gange: Bateshwar, Vikramshila, Colganj 6 giorno: navigazione sul Gange: Bhagalpur, Riserva Gangetic Dolphim e Sultanganj 7 giorno: navigazione sul Gange: Monghyr, Pirpahar Hill e Sita Kund 8 giorno: navigazione sul Gange: Mokameh e Barh 9 giorno: navigazione sul Gange: Nalanda, Rajgir e Barh 10 giorno: navigazione sul Gange: Patna11 giorno: sbarco a Patna - Bodhgaya 12 giorno Bodhgaya - Varanasi 13 giorno: Varanasi - Sarnath - Varanasi 14 giorno Varanasi - Calcutta (in aereo) 15 giorno: Calcutta 16 giorno: Calcutta - Italia Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

Vie dAcqua nellIndia del Gange


Lo scorrere della vita osservata da unimbarcazione sul fiume sacro dellIndia. Unesperienza di viaggio unica, alla scoperta degli angoli meno noti del subcontinente.
Lacqua del Gange nerastra, a tratti limacciosa, vi galleggiano impurit, ma trasporta la purezza delle passioni e delle speranze, la spiritualit e le illusioni. Seguiremo le fiammelle che le mani degli uomini e delle donne lasciano in balia delle acque per portare lofferta il pi lontano possibile. Un viaggio che include luoghi come Calcutta, Varanasi, Sarnath, Bodhgaya, dove ammireremo edifici storici e religiosi noti per le preziosit artistiche e per la loro grandiosit. Ma anche un viaggio sulle acque del fiume sacro: per una settimana navigheremo su unimbarcazione che useremo come albergo e ristorante, con servizi privati, aria condizionata e area massaggi, sostando in luoghi che spesso non vengono indicati neppure sulle guide turistiche. Ci inoltreremo in luoghi dove non troveremo siti archeologici rinomati e architetture maestose; ci accompagner la dolce noia di un affascinante viaggio sulle acque di un fiume mistico che per giorni e giorni sar la nostra culla. Saremo in India, ma lontani da quellidea di India creata dal mondo occidentale. La capacit di osservazione del viaggiatore dar valore a questa esperienza di viaggio, nel pieno rispetto dello scorrere della vita quotidiana della gente che incontreremo. In questa normalit fatta di semplici gesti, abitudini, rapporti tra uomini e divinit, ritualit che si ripetono da secoli presente la straordinariet di un mondo ancora sconosciuto e decisamente affascinante. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 150

il viaggio:

www.kel12.com

35

13 giorni / 11 notti PARTENZA: 30 marzo 2013 accompagnatore dallItalia Quota di partecipazione a partire da 3.400 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Varanasi 4 giorno: Varanasi 5 giorno: Varanasi - Bodhgaya 6 giorno: Bodhgaya 7 giorno: Bodhgaya - Rajgir - Nalanda - Patna 8 giorno: Patna - Vaishali - Kushinagar 9 giorno: Kushinagar - Lumbini 10 giorno: Lumbini - Kapilavastu - Sravasti 11 giorno: Sravasti - Lucknow 12 giorno: Lucknow - Delhi 13 giorno: Delhi - Italia

ALLA SCOPERTA DELLINDIA ANTICA E BUDDHISTA SULLE ORME DEL MAESTRO


Un viaggio a ritroso nel tempo, quando lIndia era buddhista. Monumenti e testimonianze sui luoghi santi della vita del maestro.
Il Buddha - disse Nehru - il pi grande figlio dellIndia. Da Delhi in poi, un lungo viaggio sulle orme della religione che garant allIndia pace e prosperit per lungo tempo. Da dieci secoli i monaci buddisti con le loro vesti arancione non percorrono pi le trafficate strade delle citt del subcontinente, ma del loro passaggio ne sono testimoni centinaia di costruzioni e templi. Il viaggio, dopo la citt di Delhi, far tappa a Varanasi, Bodhgaya, Rajgir e via via racconter la storia dellimperatore Ashoka che govern lIndia tutta nel periodo di maggior diffusione del buddhismo. Un periodo doro di concordia e ricchezza che precedette lattuale periodo induista, nel quale la venerazione aperta alla moltitudine di divinit che popolano quellolimpo cos facile da pregare. La parola dellantico Maestro sembra definitivamente dimenticata, ma rimangono i monumenti, la loro architettura e il loro valore artistico. Questo viaggio attraversa il luoghi santi legati alla sua vita: l dove egli nacque e dove mor, dove ebbe lIlluminazione e dove predic la sua dottrina. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

il viaggio:

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

36

www.kel12.com

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 19 novembre 2012 in compagnia di Anna Canuto

IN BARCA SUL GANGE IN OCCASIONE DELLA FIERA DI SONEPUR


Un viaggio in barca sulla via dacqua per eccellenza: il Gange, toccando con mano lIndia pi autentica, scoprendo nelle piccole cose, le tradizioni pi antiche.
LIndia diversa, quella meno nota, lontana dai percorsi del turismo di massa, affascinante perch svelata agli occhi nel corso di quattro giorni di navigazione sul grande fiume sacro, tra Allahabad e la citt santa di Varanasi. Un viaggio che lambisce luoghi di una bellezza semplice e sorprendente, rendendo il viaggiatore testimone di episodi di vita rurale quotidiana, osservatore meravigliato di santuari sconosciuti e di ritualit lontane da strade e rumori. Litinerario prende avvio nei pressi di Allahabad dove una tradizionale imbarcazione guider il gruppo fino a Varanasi, fra abbaglianti banchi di sabbia e nugoli di uccelli che attraversano il cielo. La navigazione prevede sbarchi che permetteranno di visitare sia villaggi agricoli sia templi e santuari. Per tre sere, nella quiete della riva del fiume, verr posato il campo tendato. Il percorso prosegue con sosta a Varanasi, citt santa resa frenetica dal brulicare senza sosta di pellegrini, santoni, venditori e mendicanti. Le emozioni continuano a Sonepur per lappuntamento annuale con la pi grande fiera del bestiame di tutta lIndia. Ultima tappa Calcutta, citt di contraddizioni, di odori intensi e rumori assordanti; metropoli che travolge per la sua energia quasi ipnotica. Un viaggio pensato per chi ama lIndia e, non esita ad accettare qualche piccolo disagio a favore di unesperienza straordinaria. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 120

Quota di partecipazione a partire da 3.900 minimo 8 partecipanti massimo 12 partecipanti


1 giorno: Italia- Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Allahabad (in aereo) 4 giorno: Allahabad - Sitamarhi - inizio della navigazione sul Gange - Virojpur 5 e 6 giorno: Virojpur - navigazione sul Gange Chunar 7 giorno: Chunar - navigazione sul Gange - Varanasi 8 giorno: Varanasi 9 giorno: Varanasi - Patna 10 giorno: Patna - Sonepur - Patna 11 giorno: Patna - Calcutta (in aereo) 12 giorno: Calcutta 13 giorno: Calcutta 14 giorno: Calcutta - Delhi - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com
37

14 giorni / 12 notti PARTENZA: 12 gennaio 2013 accompagnatore dallItalia

MERAVIGLIE E TESORI DELLINDIA CENTRALE


Uneccellente proposta per scoprire lintreccio delle molteplici culture presenti nel subcontinente e coglierne i tesori pi preziosi.
Lindia, per sua natura, non ha una precisa definizione, non soltanto hindu, buddhista, jain o musulmana. lindia linsieme di tutto questo, un meraviglioso sovrapporsi di culture e religioni. Questo grande viaggio porta a conoscerne lo straordinario sincretismo, toccando non solo i tracciati tradizionali, ma anche i luoghi insoliti del Madya Pradesh e del Maharashtra. Il viaggiatore potr scoprire gli elegantissimi palazzi di Gwalior, i sorprendenti affreschi di Orchha, il sito archeologico buddhista di Sanchi e la citt santa di Ujjain. Litinerario prevede una visita alla cittadella di Mandu, dal fascino incomparabile e al magnifico complesso templare di Maheshwar. Fra le mete di questo viaggio anche le grotte di Ajanta ed Ellora, grandiose e straordinarie. Il viaggio percorre regioni poco frequentate dal turismo ma non presenta difficolt n richiede particolare spirito di adattamento. Gli eventuali minimi disagi dovuti ad un paio di lunghi spostamenti saranno ampiamente compensati dallo charme della dimora principesca in cui si soggiorner a Maheshwar. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 150

Quota di partecipazione a partire da 4.900 minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti


il viaggio:
1 giorno: Italia - Delhi 2 giorno: Delhi 3 giorno: Delhi - Khajuraho (in aereo) 4 giorno: Khajuraho - Orchha 5 giorno: Orchha - Gwalior 6 giorno: Gwalior - Bhopal (in treno) 7 giorno: Bhopal 8 giorno: Bhopal - Ujjain - Maheshwar 9 giorno: Maheshwar 10 giorno: Maheshwar - Mandu - Maheshwar 11 giorno: Maheshwar - Indore - volo per Aurangabad via Mumbai 12 giorno: Aurangabad: escursione alle grotte di Ajanta 13 giorno: Aurangabad- escursione alle grotte di Ellora - volo per Mumbai 14 giorno: Mumbai - Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com

38

13 giorni / 11 notti PARTENZA: 28 ottobre 2012 in compagnia di Maria Grazia Modesti

KARNATAKA: GIOIELLI DI PIETRA E PROFUMI DI SPEZIE


Alla scoperta di uno fra i luoghi pi belli e meno noti dellIndia, terra dalle affascinanti radici indovediche, ricca di cultura e di unarchitettura templare dalle linee purissime.
C una terra dove sono presenti grandi templi e complessi rupestri che rappresentano un eccezionale patrimonio dellumanit; luoghi preziosi, non solo per il loro interesse archeologico, ma soprattutto per le atmosfere che donano allambiente circostante. Visitare il Karnataka un viaggio molto appagante, che consente di immergersi in una cultura vigorosa e millenaria, senza tuttavia tralasciare il profilo paesaggistico estremamente suggestivo: grandi distese coltivate a spezie e caff, colline dai profili frastagliati, gole scavate da fiumi. Unampia area, prevalentemente rurale, dove lincontro con la popolazione non presenta contraddizioni esasperate, tipiche delle grandi citt meta del turismo di massa. Da Bangalore, modernissima capitale delle nuove tecnologie, litinerario un susseguirsi di gioielli: i sontuosi palazzi di Mysore, citt della seta e del sandalo, le sculture esuberanti dei templi di Belur e Halebid, il sito archeologico di Vijayanagar, uno dei pi imponenti al mondo, gli splendidi santuari di Pattadakal e Aihole e gli spettacolari templi rupestri di Badami. Litineriario termina su una delle celebri spiagge di Goa, ultima meta prima della partenza per Mumbai e il rientro in Italia. Un viaggio facile, per chi ama lasciarsi conquistare dallarte fantasiosa e maestosa di templi e palazzi antichi e per chi predilige lIndia della quiete, quella meno nota, ma ugualmente affascinante. Gli unici piccoli disagi potrebbero essere un paio di lunghi trasferimenti e due alberghi modesti, ma dignitosi. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 110

Quota di partecipazione a partire da 3.280 minimo 8 partecipanti massimo 16 partecipanti


1 giorno: Italia - Bangalore 2 giorno: Bangalore - Srirangapatnam - Mysore 3 giorno: Mysore: escursione a Somnathpur 4 giorno: Mysore - Sravanbelagola - Chikmagalur 5 giorno: Chikmagalur: escursione a Belur e Halebid 6 giorno: Chikmagalur - Chitradurga - Hospet 7 giorno: Hospet - Hampi - Hospet 8 giorno: Hospet - Aihole - Pattadakal - Badami 9 giorno: Badami - Hubli 10 giorno: Hubli - Goa 11 giorno: Goa 12 giorno: Goa - volo per Mumbai 13 giorno: Italia

il viaggio:

Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

www.kel12.com
39

Tamil Nadu e Kerala: lIndia PI indiana


Il viaggio nellIndia pi tipica, navigando sul filo dellacqua, alla scoperta dei tesori della cultura dravidica.
LIndia terra di straordinarie contaminazioni, dove convivono culture diverse, in un gioco di contrasti e sovrapposizioni. La parte meridionale del subcontinente il luogo dove si svela agli occhi del viaggiatore lIndia pi indiana, dove la cultura dravidica non ha ceduto alle lusinghe della cultura occidentale e straniera, dove gli invasori si sono arresi alla secolare tradizione locale. Percorrendo il Tamil Nadu e il Kerala, il viaggio regala un mosaico di suggestioni ed esperienze: immense citt-tempio dai raffinati intagli di pietra affollate di pellegrini, santuari monolitici costruiti sulla spiaggia, sontuose dimore di geniali mercanti di spezie, antiche tradizioni religiose e teatrali. Un itinerario di quindici giorni che non manca di offrire piacevoli momenti di contemplazione e relax, in un tripudio di palme e risaie strette tra i monti e il mare. Nella lenta navigazione su confortevoli imbarcazioni houseboat, fra canali ritagliati nella vegetazione tropicale, scorre un mondo pacifico e silenzioso, fatto di villaggi di pescatori, isolotti coltivati, lagune e giardini di profumate spezie. Tutto ci che non viene donato, va perduto. Per ogni partecipante a questo viaggio, il contributo per CITY OF JOY AID sar di & 130

15 giorni / 13 notti PARTENZA: 27 dicembre 2012 in compagnia di Maria Grazia Modesti Quota di partecipazione a partire da 4.050 minimo 12 partecipanti massimo 16 partecipanti
1 giorno: Italia - Chennai 2 giorno: Chennai - Kanchipuram - Mahabalipuram 3 giorno: Mahabalipuram - Tiruvannamalai 4 giorno: Tiruvannamalai - Pondicherry 5 giorno: Pondicherry - Chidambaram - Kumbakonam Darasuram - Tanjore 6 giorno: Tanjore - Trichy - Tanjore 7 giorno: Tanjore - Karaikudi 8 giorno: Karaikudi - Madurai 9 giorno: Madurai: Periyar 10 giorno: Periyar - Kumarakom 11 giorno: Kumarakom - Allepey - Crociera nelle Backwaters 12 giorno: Allepey - Cochin 13 giorno: Cochin 14 giorno: Cochin - volo per Bangalore 15 giorno: Italia
Per informazioni e condizioni generali di contratto vedere il sito.

il viaggio:

www.kel12.com

40

Una parte dei viaggi proposti si possono effettuare da soli o con un gruppo di amici; mentre in alcuni casi indispensabile la presenza di un accompagnatore Kel12. Chiedete ai nostri esperti, vi sapranno consigliare il viaggio pi adatto alle vostre esigenze, fornendo la soluzione migliore, tenendo conto delle particolarit di ogni singolo itinerario, in conformit con la vostra idea di viaggio.

Un ringraziamento particolare a M.me Dominique e M. Dominique Lapierre che hanno ispirato la creazione di questo catalogo e ad Angela Prati, le cui immagini ci regalano il volto pi bello e sorprendente dellincredibile India.

Questa pubblicazione stata realizzata con la collaborazione di Indiatourism Milan.

41

S.C.I.A presentata alla Provincia di Milano in data 21.06.2012

www.kel12.com

Interessi correlati