Sei sulla pagina 1di 584

Christoph Schiller

IL MONTE DEL MOTO


l avventura della fisica vol.i
gravit, fluidi e calore

www.motionmountain.net

Christoph Schiller
Traduzione di Salvatore Spampinato

Motion Mountain
Lavventura della Fisica
Volume I

Gravit, Fluidi e Calore

Edizione 27.10, disponibile come pdf gratuito


con filmati su www.motionmountain.net

Editio vicesima septima.


Proprietas scriptoris Chrestophori Schiller
quarto anno Olympiadis trigesimae.
Omnia proprietatis iura reservantur et vindicantur.
Imitatio prohibita sine auctoris permissione.
Non licet pecuniam expetere pro aliqua, quae
partem horum verborum continet; liber
pro omnibus semper gratuitus erat et manet.

Ventisettesima edizione.
Copyright 19902015 by Christoph Schiller,
quarto anno dalla 30ma Olimpiade.

Questo file pdf autorizzato sotto Licenza Creative Commons


Attribuzione-Non commerciale-No Opere Derivate 3.0 Germany
il cui testo completo pu essere trovato sul sito web
creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/3.0/de,
con addizionali restrizioni tali che la riproduzione, distribuzione ed utilizzo,
interamente o in parte, in qualsiasi prodotto o servizio, sia esso
commerciale o no, non permessa senza consenso scritto del
proprietario del copyright. Il file pdf era e rimane libero da leggere per tutti
conservare e stampare per uso personale, e da distribuire
elettronicamente, ma solo in forma non modificata ed a titolo gratuito.

A Britta, Esther e Justus Aaron

Die Menschen strken, die Sachen klren.

PR E FA Z ION E

Primum movere, deinde docere.*


Antichit

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

* Prima muovere, quindi insegnare. Nelle lingue moderne, il tipo citato di muovere (il cuore) chiamato
motivazione; entrambi i termini derivano dalla stessa origine Latina.

Il Monte del Moto

Questo libro scritto per tutti coloro che sono curiosi della natura e del moto. La curiosit circa come le persone, gli animali, le cose, le immagini e lo spazio vuoto si muovono
porta a molte avventure. Questo volume presenta il meglio di essi nel dominio del moto
di ogni giorno.
Osservare attentamente il moto di ogni giorno ci permette di dedurre sei affermazioni
essenziali: il moto di tutti i giorni continuo, conservato, relativo, reversibile, invariante
per riflessione e pigro. Si, la natura veramente pigra: in ogni moto, essa minimizza il
cambiamento. Questo testo esplora come sono dedotti questi sei risultati e come essi si
adattano a tutte le osservazioni che sembrano contraddirle.
Nella struttura della fisica moderna, mostrata in figura 1, i risultati sul moto di ogni
giorno formano la maggior parte del punto di avvio in fondo. Il presente volume il
primo del quadro generale di sei volumi di fisica. E sorto da un triplice obiettivo perseguito sin dal 1990: presentare il moto in un modo che fosse semplice, aggiornato ed accattivante.
Per essere semplice, il testo si concentra sui concetti, mantenendo la matematica al
minimo indispensabile. Alla comprensione dei concetti della fisica data precedenza
sulluso delle formule nei calcoli. Lintero testo alla portata di uno studente.
Per essere aggiornato, il testo arricchito con molte gemme sia teoriche che empiriche sparse nella letteratura scientifica.
Per motivare, il testo cerca di sorprendere il lettore quanto pi possibile. Leggere
un libro di fisica generale dovrebbe essere come andare ad uno spettacolo di magia.
Guardiamo, siamo stupiti, non crediamo ai nostri occhi, pensiamo, ed alla fine comprendiamo il trucco. Quando guardiamo alla natura, spesso abbiamo la stessa sensazione.
Infatti, ogni pagina presenta almeno una sorpresa o provocazione su cui riflettere. Numerose ed interessanti sfide vengono proposte.
Il motto del testo, die Menschen strken, die Sachen klren, una famosa affermazione di
Hartmut von Hentig in pedagogia, si traduce come: Per fortificare le persone, chiarire
le cose. Chiarire le cose ed essere fedele solamente alla verit richiede coraggio,
poich il cambiamento delle abitudini di pensiero produce paura, spesso nascosta dal
rancore. Ma il superamento delle nostre paure ci rende pi forti. E sperimentiamo intense e meravigliore emozioni. Tutte le grandi avventure nella vita permettono questo, e

PHYSICS:
Describing motion
with the least action principle.

Final, unified description of


motion
Adventures: understanding
motion, intense joy with
thinking, calculating
couplings and
masses, catching
a glimpse
of bliss
(vol. VI).
Quantum
theory with gravity
Adventures: bouncing
neutrons, understanding tree
growth (vol. V).

General relativity
Adventures: the
night sky, measuring curved space,
exploring black
holes and the
universe, space
and time (vol. II).
How do
everyday,
fast and large
things move?

How do small
things move?
What are things?
Special relativity
Adventures: light,
magnetism, length
contraction, time
dilation and
E0 = mc2 (vol. II).
h, e, k

Quantum theory
Adventures: death,
reproduction, biology,
chemistry, evolution,
enjoying colours and
art, all high-tech
business, medicine
(vol. IV and V).

Galilean physics, heat and electricity


Adventures: sport, music, sailing, cooking,
describing beauty and understanding its origin
(vol. I), using electricity, light and computers,
understanding the brain and people (vol. III).
F I G U R A 1 Un mappa completa della fisica, la scienza del moto, che comincia al fondo del moto di ogni
giorno, e che mostra le connessioni ai campi della fisica moderna: le connessioni sono definite dalla
velocit della luce c, la costante gravitazionale G, la costante di Plank h, la costante di Boltzmann k e la
carica elementare e.

lesplorazione del moto una di esse. Divertitevi.


Monaco di Baviera, 18 ottobre 2015.

Av viso per i discenti


Lapprendimento amplia la conoscenza, migliora lintelligenza e ci permette di scoprire
che tipo di persona siamo. Un libro per apprendere, specialmente uno sulla natura,

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Quantum field theory


Adventures: building
accelerators, understanding quarks, stars,
bombs and the basis of
life, matter, radiation
(vol. V).

Il Monte del Moto

Classical gravity
Adventures:
climbing, skiing,
space travel,
the wonders of
astronomy and
geology (vol. I).

Why does motion


occur? Where do
colours come from?
What are
space, time and
quantum particles?

prefazione

dobrebbe essere efficiente e piacevole. Il metodo pi inefficiente e tedioso per apprendere utilizzare un marcatore per sottolineare il testo: una perdita di tempo, fornisce
un falso comfort e rende il testo illegibile. Nessuno che marchi il testo sta apprendendo
efficientemente o si sta divertendo.
Nella mia esperienza di studente ed insegnante, un metodo di apprendimento che
non ha mai fallito nel trasformare alunni senza successo in alunni di successo: se leggete
un testo per studiare, riassumete ogni sezione che leggete, con parole ed immagini vostre,
a voce alta. Se non riuscite a farlo, leggete la sezione di nuovo. Ripetetelo finch potete
chiaramente riassumere ci che leggete con parole ed immagini vostre, a voce alta. Potete
farlo da soli o con i vostri amici, in camera o mentre passeggiate. Se lo fate con ogni
cosa che leggete, ridurrete significativamente il tempo di apprendimento e di lettura, vi
divertirete molto di pi ad apprendere dai buoni testi ed odierete molto meno i cattivi
testi. Quanti padroneggiano il metodo possono usarlo anche ascoltando una lezione, a
bassa voce, evitando cos anche di prendere appunti.
Av viso per insegnanti

Le note marginali si riferiscono ai riferimenti bibliografici, ad altre pagine o per le


soluzioni delle sfide. Nelledizione colore, tali note ed anche i puntatori alle note in calce
e ad altri siti web vengono stampati in verde. Nel pdf in edizione gratuita, tutti i collegamenti verdi sono cliccabili. Ledizione in pdf contiene anche tutti i film; che possono
essere visti in Adobe Reader.
Le soluzioni ed i suggerimenti per le sfide sono date in appendice. Le sfide sono classificate come facili (e), livello studente standard (s), difficili (d) e livello ricercatore (r).
Le sfide per cui non stata inclusa alcuna soluzione sono segnate (ny).
I link su internet tendono a scomparire col tempo. la maggior parte dei link possono
essere recuperati via www.archive.org, che tiene una copia delle vecchie pagine di internet.
Feedback e supporto
Questo testo e rimarr sempre gratuito da scaricare da internet. Sarei contentissimo di
ricevere una email da voi a fb@motionmountain.net, specialmente sulle seguenti ques-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Utilizzo del libro

Il Monte del Moto

Un insegnante ama gli studenti ed ama condurli nellesplorazione del campo che hanno
scelto. La sua passione per il lavoro la chiave per la soddisfazione nel lavoro. Se sei
un insegnante, prima di cominciare una lezione, immagina, senti e di a te stesso come
trarre diletto dallargomento della lezione; quindi immagina, senti e di a te stesso come
porterai ciascuno dei tuoi alunni a trarre diletto da quellargomento tanto quanto farai
tu. Fai questo esercizio consapevolmente, ogni volta. Potrai minimizzare i problemi nella
classe e massimizzare il successo dellinsegnamento.
Questo libro non scritto con esami in mente; scritto per far comprendere ad insegnanti e studenti e per far godere ai fisici, la scienza del moto.

10

prefazione

tioni:
Sfida 1 s

Cosa non chiaro e dovrebbe essere migliorato?


Che storia, argomento, enigma, immagine o film ho dimenticato?

Il Monte del Moto

Per semplificare le annotazioni, il file pdf permette di aggiungere note gialle adesive in
Adobe Reader. Aiuti su punti specifici elencati nella pagina web www.motionmountain.
net/help.html sono particolarmente graditi. Tutti i feedback saranno utilizzati per migliorare la successiva versione. A nome di tutti i lettori, grazie in anticipo per il vostro intervento. Per contributi particolarmente utili sarete menzionati se volete nei ringraziamenti, riceverete una ricompensa, o entrambi.
La vostra donazione per beneficenza, allorganizzazione non-profit esentasse che produce, traduce e pubblica la serie di libri benvenuta! Per i dettagli, vedere la pagina
web www.motionmountain.net/donation.html. LUfficio tasse della Germania controlla
il corretto utilizzo della vostra donazione. Se volete, il vostro nome sar incluso nella
lista degli sponsor. Grazie in anticipo per il vostro aiuto, a nome di tutti i lettori in tutto
il mondo.
La versione pdf di questo libro, con i film incorporati, disponibile gratuitamente
a www.motionmountain.net. E anche disponibile la versione cartacea del libro. Viene
inviato per posta ad ogni indirizzo di vostra scelta e pu essere ordinato a www.amazon.
com, www.createspace.com o www.lulu.com. Ed ora, godetevi la lettura.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Tavola delle materie


15

Perch dovremmo preoccuparci del moto?


Come dovremmo parlare di moto? 19
Cosa sono i tipi
Il moto esiste? 16
di moto? 20
Percezione, permanenza e cambiamento 25 Il mondo ha
La Fisica Galileiana in sei interessanti dichiarazioni 30
bisogno degli stati? 27
Curiosit e divertenti sfide sul moto 31 Sintesi sul moto 34

35

Dalla misura del moto alla continuit


Che cos la velocit? 36
Cos il tempo? 41
Orologi 45 Perch gli
orologi vanno in senso orario? 49 Il tempo scorre? 49
Che cos lo
spazio? 50
Lo spazio e il tempo sono assoluti o relativi? 53 Dimensione
perch esiste larea, ma non il volume 53 Cosa dritto? 60 Una Terra cava? 60
Curiosit e divertenti sfide su spazio e tempo di tutti i giorni 61 Sintesi su
spazio e tempo di tutti i giorni 74

75

Come descrivere il moto cinematica

97

Da oggetti e immagini alla conservazione

134

Dalla rotazione della terra alla relativit del moto


Come ruota la Terra? 143 La Terra si muove? 148 La velocit assoluta? La
teoria della relativit di tutti i giorni 154 La rotazione relativa? 155 Curiosit
e divertenti sfide sulla relativit 156 Gambe o ruote? Di nuovo 164 Sintesi
sulla relativit Galileiana 167

168

Il moto dovuto alla gravitazione


Propriet della gravitazione 173 Il potenziale gravitazionale 178 La forma della
Terra 179 Dinamica come si muovono le cose in varie dimensioni? 180 La
gravitazione nel cielo 181 La Luna 184 Orbite sezioni coniche e altro 186
Maree 191 Pu cadere la luce? 195
Massa: inerziale e gravitazionale 196
Curiosit e divertenti sfide sulla gravitazione 197
Sintesi sulla gravitazione 215

217

Meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto


Si pu usare la forza? Potenza? 218 Forze, superfici e conservazione 221
Attrito e moto 223 Attrito, sport, macchine e prevedibilit 225 Stati completi
condizioni iniziali 228
Esistono le sorprese? Il futuro determinato? 229
Il libero arbitrio 232 Sintesi sulla prevedibilit 233 Dalla prevedibilit alle
descrizioni globali del moto 233

239

Misura del cambiamento con l azione

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Che cos la massa? 99


Quantit di moto e
Moto e contatto 98
massa 101 Il moto eterno? Conservazione della quantit di moto 106
Ancora conservazione energia 109 Il prodotto trasversale, o prodotto vettoriale 112 Rotazione e momento angolare 115 Ruote che girano 120 Come
Curiosit e divertenti sfide circa la conservazione e la
camminiamo? 121
rotazione 122 Sintesi sulla conservazione 132

Il Monte del Moto

Lancio, salto e tiro 78 Gustare i vettori 80 Cos la quiete? Cos la velocit? 82


Accelerazione 84 Oggetti e particelle puntiformi 85
Gambe e ruote 89
Curiosit e divertenti sfide sulla cinematica 92 Sintesi della cinematica 96

12

contenuto
Il principio di minima azione 244 Lagrangiane e moto 247 Perch il moto
cos spesso delimitato? 248 Curiosit e divertenti sfide sulle Lagrangiane 253
Sintesi sullazione 256

257

278

10 Semplici moti di corpi estesi oscillazioni ed onde


Oscillazioni 278 Risonanza 281 Onde: generali ed armoniche 283 Onde
dacqua 285 Le onde e il loro moto 289 Perch possiamo parlare agli altri?
Principio di Huygens 293 Equazioni donda 294 Perch la musica e il canto
vocale sono cos belli? 296 Misura del suono 300 Lecografia sicura per i
bambini? 302 Segnali 303 Onde solitarie e solitoni 305 Curiosit e divertenti
sfide su onde e corpi estesi 308 Sintesi sulle onde e le oscillazioni 321

322

11 Esistono i corpi estesi? - I limiti della continuit


Montagne e frattali 322 Pu una tavoletta di cioccolato durare per sempre? 322
Il caso di Galileo Galilei 324 Quanto possono saltare alto gli animali? 327
Abbattimento di alberi 327 Piccole palle dure 328 Il suono del silenzio 329
Come contare quello che non pu essere visto 330 Sperimentare gli atomi 331
Vedere gli atomi 333 Curiosit e divertenti sfide sui solidi 335 Sintesi sugli
atomi 340

343

12 I fluidi e il loro moto


Lo stato di un fluido 343 Flusso laminare e turbolento 343 Latmosfera 349
La fisica del sangue e della respirazione 351 Curiosit e divertenti sfide sui
fluidi 355 Cosa pu muoversi in natura? - Flussi 366 Sintesi sui fluidi 368

369

13 Dal calore all invarianza temporale


Temperatura 369 Energia termica 372 Perch i palloni occupano spazio?
La fine della continuit 375 Moto Browniano 377 Perch le pietre non possono essere n liscie n frattali, n fatte di palline dure 380 Entropia 381
Entropia dalle particelle 382 Il minimo di entropia della natura il quanto di
informazione 384 E tutto fatto di particelle? 386
Il secondo principio
della termodinamica 387 Perch non possiamo ricordare il futuro? 389 Flusso di entropia 390 Esistono i sistemi isolati? 391 Curiosit e divertenti sfide su
calore e reversibilit 391 Sintesi sul calore e linvarianza temporale 399

400

14 Auto-organizzazione e caos la semplicit della complessit


Aspetto dellordine 403 Lauto-organizzazione nella sabbia 405 Autoorganizzazione delle sfere 407 Aspetto dellordine 407 La matematica
dellaspetto di ordine 408 Caos 409 Emergenza 411
Curiosit e
divertenti sfide sullautorganizzazione 412 Sintesi su auto-organizzazione e
caos 418

419

15 Dalle limitazioni della fisica ai limiti del moto


Temi di ricerca in dinamica classica 419 Che cosa il contatto? 420 Precisione
e accuratezza 420 La natura pu essere descritta tutta in un libro? 422

Moto e simmetria

Perch possiamo pensare e parlare del mondo? 258 Punti di vista 261
Simmetrie e gruppi 263 Rappresentazioni 264 Simmetrie, moto e fisica galileiana 266 Riproducibilit, conservazione e il teorema di Noether 270
Curiosit e sfide divertenti di simmetria 274 Parit e tempo invarianza 275
Simmetrie di interazione 276 Sintesi sulla simmetria 276

Il Monte del Moto


copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Qualcosa sbagliato sulla nostra descrizione del moto 422


eseguire una misura? 423 Il moto illimitato? 424

Perch possibile

425

a Notazione e convenzioni
Lalfabeto Latino 425
Lalfabeto Greco 427 Lalfabeto Ebraico e altri
script 429 I numeri e le cifre Indiane 429 I simboli utilizzati nel testo 430
Calendari 433 Nomi di persone 434 Abbreviazioni ed eponimi o concetti? 435

436

b Unit, misure e costanti


Unit del SI 436 Il senso della misura 439 Curiosit e divertenti sfide
sulle unit 439 Precisione e accuratezza delle misurazioni 442 Limiti alla
precisione 443 Costanti fisiche 444 Numeri utili 451

452

c Fonti di informazioni sul moto

458

Suggerimenti sfide e soluzioni

506

Bibliografia

539

Crediti
Ringraziamenti 539 Crediti dei film 540 Crediti di immagine 540

546

Name index

558

Subject index

Gravit, Flussi e Calore

Nella nostra ricerca per scoprire come si muovono le cose,


lesperienza dellescursionismo e altro moto
ci porta a introdurre i concetti di
velocit, tempo, lunghezza, massa e temperatura.
Impariamo a usarli per misurare il cambiamento
e scoprire che la natura lo riduce al minimo.
Scopriamo come galleggiare nello spazio libero,
perch abbiamo gambe invece di ruote,
perch il disordine non pu mai essere eliminato,
e perch una delle pi difficili questioni aperte
nella scienza sia il flusso dellacqua attraverso un tubo.

Capitolo 1

PE RC H D OV R E M MO
PR E O C C U PA RC I DE L MOTO ?

ham! Il fulmine colpendo lalbero vicino disturba violentemente la nostra


tranquilla foresta, cammina e improvvisamente fa battere pi velocemente il
nostro cuore. Sulla cima dellalbero vediamo il fuoco che inizia e si dissolve di
nuovo. Il dolce vento muovendo le foglie intorno a noi ci aiuta a ripristinare la calma del
posto. Nelle vicinanze, lacqua in un piccolo fiume segue la sua via complicata gi per la
valle, riflettendo sulla sua mutevole superficie le forme delle nuvole.
Il moto ovunque: cordiale e minaccioso, terribile e bello. E fondamentale per la nostra esistenza umana. Abbiamo bisogno del moto per crescere, per imparare, per pensare
e per goderci la vita. Usiamo il moto per passeggiare attraverso una foresta, per ascoltare
i suoi rumori e per parlare di tutto questo. Come tutti gli animali, ci affidiamo al moto
per ottenere il cibo e per sopravvivere ai pericoli. Come tutti gli esseri viventi, abbiamo
bisogno del moto per riprodurci, per respirare e per digerire. Come tutti gli oggetti, il
moto ci tiene caldi.
Il moto la pi fondamentale osservazione sulla natura in generale. Si scopre che
tutto ci che accade nel mondo un certo tipo di moto. Non vi sono eccezioni. Il moto
una parte cos fondamentale delle nostre osservazioni che anche lorigine della parola
si perde nel buio della storia linguistica Indo-Europea. Il fascino del moto lo ha sempre
reso un oggetto preferito di curiosit. Dal quinto secolo b ce nella Grecia antica, al suo
studio fu dato un nome: fisica.
Il moto anche importante per la condizione umana. Che cosa possiamo sapere? Da
dove viene il mondo? Chi siamo? Da dove veniamo? Cosa faremo? Che cosa dovremmo
fare? Cosa ci porter il futuro? Che cos la morte? Dove ci porta la vita? Tutte queste
domande sono riguardo al moto. Lo studio del moto fornisce risposte che sono entrambe
profonde e sorprendenti.
Il moto misterioso. Sebbene trovato ovunque nelle stelle, nelle maree, nelle nostre
palpebre n gli antichi pensatori n miriadi di altri nei 25 secoli da allora sono stati in
grado di far luce sul mistero centrale: cos il moto? Scopriremo che la risposta standard,
il moto il cambiamento di luogo nel tempo, corretto, ma inadeguato. Proprio di
recente una risposta completa stata finalmente trovata. Questa la storia del modo di
trovarla.
* Zenone di Elea (c. 450 bce), uno dei principali esponenti della Scuola Eleatica di filosofia.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 2

Zenone di Elea *

Il Monte del Moto

Ref. 1

Tutto il moto unillusione.

16

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

Astronomy

Theory
of motion

Chemistry
Medicine
Biology

Materials science

Quantum
field theory
Quantum
theory

Electromagnetism

Geosciences

Motion
Mountain

Relativity
Thermodynamics
Physics

Engineering

Mechanics
Emotion Bay
Mathematics
The humanities
Social Sea
Il Monte del Moto

F I G U R A 2 LIsola dellEsperienza, col Monte del Moto e il sentiero da seguire.

Il moto esiste?

Ref. 3

Ref. 4
Sfida 2 s

Das Rtsel gibt es nicht. Wenn sich eine Frage


berhaupt stellen lt, so kann sie beantwortet
werden.*
Ludwig Wittgenstein, Trattato, 6.5

Per affinare la mente per la questione dellesistenza del moto, diamo unocchiata alla
figura 3 o figura 4 e seguire le istruzioni. In tutti i casi le figure sembrano ruotare.
possibile sperimentare effetti simili se si cammina su una pavimentazione in ciottoli che
organizzata in modelli ad arco o se si guardano le numerose illusioni di moto raccolte
da Kitaoka Akiyoshi a www.ritsumei.ac.jp/~akitaoka. Come possiamo fare in modo che
il moto reale sia diverso da queste o altre simili illusioni?
* Lenigma non esiste. Se una domanda pu essere posta a tutti, pu anche avere una risposta.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 8

Il moto una parte dellesperienza umana. Se immaginiamo lesperienza umana


come unisola, allora il destino, simboleggiato dalle onde del mare, ci port alla sua riva.
Vicino al centro dellisola si distingue una montagna particolarmente alta. Dalla sua
cima possiamo vedere su tutto il paesaggio ed avere unidea dei rapporti tra tutte le esperienze umane, e in particolare tra i vari esempi di moto. Si tratta di una guida alla parte
superiore di quello che ho chiamato Monte del Moto (vedi figura 2; una versione meno
simbolica e pi esatta data in figura 1). Lescursione una delle pi belle avventure della
mente umana. La prima domanda da porsi :

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

17

F I G U R A 3 illusioni di moto: guarda la figura a sinistra e sposta leggermente la pagina, o guarda il


punto bianco al centro della figura a destra e sposta la testa avanti e indietro.

Ref. 5

Ref. 6

* appendice A spiega come leggere il testo Greco.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 7

Il Monte del Moto

Sfida 3 s

Molti studiosi semplicemente sostennero che il moto non esiste affatto. Le loro argomentazioni influenzarono profondamente le indagini del moto nel corso di molti
secoli. Ad esempio, il filosofo Greco Parmenide (nato c. 515 b ce in Elea, una piccola
citt vicino Napoli)sostenne che, poich nulla viene dal nulla, il cambiamento non pu
esistere. Egli sottoline la permanenza della natura e quindi costantemente sostenne che
tutti i cambiamenti, e quindi ogni moto fosse una illusione.
Eraclito (c. 540 to c. 480 b ce) adott il punto di vista opposto. Egli espresse nella sua
famosa dichiarazione panta rhei o tutto scorre.* Egli vedeva il cambiamento
come lessenza della natura, in contrasto con Parmenide. Questi due pareri altrettanto
famosi indussero molti studiosi ad indagare in dettaglio se in natura ci fossero quantit
conservate o se la creazione fosse possibile. Scopriremo la risposta pi tardi; fino ad allora,
potrete considerare lopzione che preferite.
Il collaboratore di Parmenide Zenone di Elea (nato c. 500 b ce) discusse cos intensamente contro il moto che alcune persone ancora oggi si preoccupano. In uno dei
suoi argomenti sostiene in un linguaggio semplice che impossibile schiaffeggiare
qualcuno, dal momento che la mano deve prima viaggiare a met strada verso il viso,
poi viaggiare attraverso met della distanza che rimane, poi di nuovo cos, e cos via; la
mano quindi non dovrebbe mai raggiungere il viso. Largomento di Zenone si concentra
sulla relazione tra linfinito e il suo opposto, la finitezza, nella descrizione del moto. Nella
moderna teoria quantistica, un problema correlato oggetto di ricerca fino ad oggi.
Zenone afferm anche che, guardando un oggetto in moto in un singolo istante di
tempo, non si pu sostenere che esso si muova. Sostenne che ad un singolo istante di
tempo, non c differenza tra un corpo mobile ed uno a riposo. Quindi dedusse che se
non c differenza per una sola volta, non ci pu essere una differenza per tempi pi
lunghi. Zenone quindi si chiese se il moto pu essere chiaramente distinto dal suo opposto, la quiete. Infatti, nella storia della fisica, i pensatori passarono avanti e indietro tra
una risposta positiva ed una negativa. E stata proprio questa domanda che port Albert
Einstein allo sviluppo della relativit generale, uno dei punti pi alti del nostro viaggio.
Nella nostra avventura, esploreremo tutte le differenze tra il moto e la quiete. Alla fine,
avremo il coraggio di chiedere se i singoli istanti di tempo esistono affatto. Rispondere a
questa domanda essenziale per raggiungere la cima del Monte del Moto.

18

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

F I G U R A 4 Ingrandire questa
immagine a grandi dimensioni o
accostarsi vicino al fine di godere
del suo moto apparente ( Michael
Bach dopo la scoperta diKitaoka
Akiyoshi).
Il Monte del Moto
copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Quando esploreremo la teoria quantistica, scopriremo che il moto davvero - in una


certa misura unillusione, come afferm Parmenide. Pi precisamente, mostreremo
che il moto si osserva solo a causa dei limiti della condizione umana. Troveremo che
sperimentiamo il moto solo a causa di
abbiamo una dimensione finita,
siamo fatti di un grande ma finito numero di atomi,
abbiamo una temperatura finita e moderata,
ci muoviamo molto pi lentamente rispetto alla velocit della luce,
viviamo in tre dimensioni,
siamo grandi rispetto a un buco nero della nostra stessa massa,
siamo grandi rispetto alla nostra lunghezza donda della meccanica quantistica,
siamo piccoli rispetto alluniverso,
abbiamo una memoria funzionante ma limitata,
siamo costretti dal nostro cervello ad approssimare spazio e tempo ad entit continue,
e
siamo costretti dal nostro cervello ad approssimare la natura come fatta di parti diverse.
Se nessuna di tali condizioni fosse stata soddisfatta, non osserveremmo il moto; il moto,
quindi, non esisterebbe! Se ci non bastasse, si noti che nessuna delle condizioni richiede
gli esseri umani; sono ugualmente valide per molti animali e macchinari. Ciascuna di
queste condizioni pu essere scoperta in modo pi efficiente se partiamo dalla seguente
domanda:

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

Anaximander

Empedocles

Eudoxus

Anaximenes

Ctesibius

Aristotle

Pythagoras

Strabo

Archimedes

Heraclides

Almaeon

Konon

Theophrastus

Chrysippos

Zeno

Autolycus

Eratosthenes

Heraclitus

Anthistenes

Thales Parmenides

Euclid

Archytas

Dositheus

Epicure

Biton

Alexander Ptolemaios II

600 BCE

500

400

Frontinus
Cleomedes
Maria Artemidor
the Jew
Athenaius
Josephus Sextus Empiricus
Eudoxus
Pomponius
Dionysius Athenaios Diogenes
of Kyz.
Mela
Periegetes
of Nauc. Laertius
Sosigenes
Marinus
Varro

Philolaos

Xenophanes

Virgilius
Polybios

200

100

Aristarchus

Protagoras

Erasistratus

Oenopides

Aristoxenus Aratos
Berossos
Herophilus

Democritus
Speusippos

Seleukos

Philo
of Byz.
Apollonius

100

Livius

Diodorus
Siculus

Theodosius

Hipparchus

Lucretius

Dikaiarchus

Poseidonius

200

Dioscorides Ptolemy

Geminos
Manilius

Dionysius
Thrax

Trajan

Seneca

Vitruvius

Diocles

Philostratus
Apuleius

Valerius
Maximus
Plinius
Senior

Epictetus
Demonax
Theon
of Smyrna
Rufus

Diophantus
Alexander
of Aphr.
Galen

Aetius Arrian

Heron Plutarch

Lucian

Kidinnu

F I G U R A 5 Una linea del tempo di personalit scientifiche e politiche nellantichit. Lultima lettera del

nome in linea con lanno della morte.

Ref. 9

Sfida 4 s

Ref. 8

Je hais le mouvement, qui dplace les lignes,


Et jamais je ne pleure et jamais je ne ris.
Charles Baudelaire, La Beaut.*

Come ogni scienza, lapproccio della fisica duplice: avanziamo con precisione e con
curiosit . La precisione la misura in cui la descrizione corrisponde alle osservazioni.
La curiosit la passione che anima tutti gli scienziati. La precisione rende possibile
la comunicazione significativa, e la curiosit la rende utile. Prendete uneclissi, un bel
pezzo di musica o una prodezza alle Olimpiadi: il mondo pieno di esempi affascinanti
di moto.
Se vi trovate mai a parlare di moto, sia per capire pi precisamente o pi profondamente, state salendo gli scalini del Monte del Moto. Gli esempi di figura 6 fanno il punto.
Un secchio vuoto pende verticalmente. Quando si riempie il secchio con una certa quantit di acqua, non pende pi in verticale. (Perch?) Se si continua da aggiungere acqua,
inizia a pendere di nuovo in verticale. Quanta acqua necessaria per questultima transizione? La seconda illustrazione in figura 6 per il seguente puzzle. Quando si tira un
filo da una bobina nel modo illustrato, la bobina si sposta o avanti o indietro, a seconda
dellangolo in cui si tira. Qual langolo limite tra le due possibilit?
* Charles Baudelaire (b. 1821 Paris, d. 1867 Paris) Beauty: Odio il moto, che scompone le linee, e mai piango
e mai rido.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

C ome d ovremmo parlare di moto?

Il Monte del Moto

Hippasos
Naburimannu

Straton

Asclepiades

Pytheas Archimedes

Hippocrates

Nero

Cicero

Leucippus

Nicomachos

Caesar

Socrates Plato Ptolemaios I

Herodotus

Menelaos

Horace

Ptolemaios VIII

300

Anaxagoras

19

20

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

F I G U R A 6 Quanta acqua necessaria per far pendere un secchio in verticale? A quale angolo la
Sfida 5 s

bobina tirata (disegnata in modo non corretto) cambia direzione di moto? ( Luca Gastaldi).

effetti: la deformazione di una palla da tennis durante c. 6 ms di un rimbalzo veloce ( International


Tennis Federation).

C osa sono i tipi di moto?

Ogni moto nato da un desiderio di


cambiamento.
Antichit

Un buon posto per ottenere una panoramica generale sui tipi di moto una grande biblioteca (vedi tavola 1). I domini in cui il moto, i movimenti e le mosse giocano un ruolo
sono davvero vari. Gi i primi ricercatori in Grecia elencati in figura 5 ebbero il
sospetto che tutti i tipi di moto, come pure come molti altri tipi di cambiamento, sono
correlati. Tre categorie di cambiamento sono comunemente riconosciute:
Sfida 6 s

* Diffidate di chiunque voglia parlare con voi fuori dallindagine dei dettagli. Sta cercando di ingannarvi. I

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 10

Alta precisione significa entrare nei dettagli. Essere in sintonia con i dettagli
aumenta realmente il piacere dellavventura.*figura 7 mostra un esempio. Pi alti
arriviamo al Monte del Moto, pi possiamo vedere e quanto pi la nostra curiosit
premiata. I panorami offerti sono mozzafiato, in particolare dalla cima. Il percorso
che seguiremo uno dei tanti percorsi possibili parte dal lato della biologia ed entra
direttamente nel bosco che si trova ai piedi della montagna.
Intense curiosit ci spingono ad andare dritto ai limiti: la comprensione del moto
richiede lesplorazione delle pi grandi distanze, le pi alte velocit, le particelle pi piccole, le forze pi forti ed i concetti pi strani. Cominciamo.

Il Monte del Moto

F I G U R A 7 Un esempio di come la precisione di unosservazione pu portare alla scoperta di nuovi

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

21

TAV O L A 1 Contenuti di libri sul moto trovati in una biblioteca pubblica.

Argomenti moto

Argomenti moto

immagini sul moto ed effetti digitali

dettagli sono importanti. Siate vigili anche durante questo viaggio.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

1. Trasporto. Lunico tipo di cambiamento che chiamiamo moto nella vita quotidiana
il trasporto materiale , ad esempio una persona che cammina, una foglia che cade
da un albero, o uno strumento musicale che suona. Il trasporto il cambiamento di
posizione od orientamento degli oggetti, liquidi inclusi. In larga misura, il comportamento delle persone rientra in questa categoria.
2. Trasformazione . Unaltra categoria di osservazioni di cambiamento di gruppi come
la dissoluzione del sale in acqua, la formazione di ghiaccio per congelamento, la decomposizione del legno, la cottura degli alimenti, la coagulazione del sangue, e la
fusione e la lega di metalli. Questi cambiamenti di colore, brillantezza, durezza, temperatura e altre propriet dei materiali sono tutte trasformazioni. Le trasformazioni
sono modifiche non visibilmente connesse con il trasporto. A questa categoria, alcuni

Il Monte del Moto

moto come terapia per il cancro, diabete, acne e


depressione
percezione del motoRef. 11
chinetosi
moto per fitness e benessere
moto per meditazione
controllo del moto e allenamento nello sport capacit di moto come controllo della salute
e nel canto
moto perpetuo
moto nella danza, musica e altre arti dello
spettacolo
il moto come prova di varie divinitRef. 12
moto di pianeti, stelle, angeliRef. 13
efficienza economica del moto
la connessione tra le abitudini dinamiche ed
emotive
moto come aiuto per superare un trauma
moto in psicoterapiaRef. 14
locomozione di insetti, cavalli, animali e
moto di cellule e piante
robot
crescita di esseri multicellulari, montagne,
collisioni di atomi, automobili, stelle e
macchie solari e galassie
galassie
moto di molle, articolazioni, meccanismi,
moto continenti, gruppi di volatili, ombre e
liquidi e gas
spazio vuoto
commozione e violenza
moto nelle arti marziali
moti in parlamento
movimenti artistici, scientifici e politici
movimenti negli orologi
movimenti nei mercati azionari
movimento nellinsegnamento e
sviluppo del movimento nei bambini Ref. 15
nellapprendimento
movimenti musicali
movimenti di truppeRef. 16
movimenti religiosi
movimenti intestinali
movimenti negli scacchi
mosse dei bari nei casinoRef. 17
collegamento tra il prodotto nazionale lordo e mobilit del cittadino

22

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

F I G U R A 8 Un
esempio di
trasporto, sul
Monte Etna
( Marco Fulle).

Page 16

3. Crescita. Questultima una categoria particolarmente importante di cambiamento,


si osserva per animali, piante, batteri, cristalli, montagne, pianeti, stelle ed anche
galassie. Nel XIX secolo a questa categoria sono stati aggiunti, i cambiamenti nella
popolazione dei sistemi, evoluzione biologica, e nel XX secolo, i cambiamenti nella dimensione delluniverso, evoluzione cosmica. Tradizionalmente, questi fenomeni sono
stati studiati da scienze separate. Esse sono arrivate tutte indipendentemente alla conclusione che la crescita una combinazione di trasporto e trasformazione. La differenza sia di complessit che di scala temporale.
Agli inizi della scienza moderna durante il Rinascimento, solo lo studio del trasporto
stato visto come il tema della fisica. Il moto fu equiparato al trasporto. Gli altri due
domini sono stati trascurati dai fisici. Nonostante questa restrizione, il campo di indagine
rimane ampio, coprendo gran parte dell Isola dellEsperienza. I primi studiosi differenziarono i tipi di trasporto dalla loro origine. Moti come quelli delle gambe quando camminano sono stati classificati come volitivi, perch sono controllati dalla propria volont,
considerando che i moti di oggetti esterni, quali la caduta di un fiocco di neve, che non
pu essere influenzato dalla volont, furono classificati come passivi . Giovani uomini,
soprattutto giovani esseri umani di sesso maschile, trascorrono molto tempo ad imparare
elaborati movimenti volitivi. Un esempio mostrato in figura 10.
La distinzione completa tra moto passivo e volitivo fatta dai bambini di sei anni,
e questo segna un passo fondamentale nello sviluppo di ogni essere umano verso una

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 19

Il Monte del Moto

Ref. 18

antichi pensatori aggiunsero lemissione e lassorbimento della luce. Nel ventesimo


secolo, questi due effetti sono stati dimostrati essere casi particolari di trasformazioni,
come sono stati le recenti scoperte di apparizione e sparizione della materia, come osservato nel Sole e nella radioattivit. Il cambiamento della mente, come ad esempio il
cambiamento di umore, di salute, di istruzione e di carattere, anche (per lo pi), un
tipo di trasformazione.

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

23

F I G U R A 9 Trasporto, crescita e

trasformazione ( Philip
Plisson).

Il Monte del Moto

volitivi conosciuti, eseguito da Alexander


Tsukanov, il primo uomo capace di fare
questo: saltando da una ruota finale ad
unaltra ( Moscow State Circus).

precisa descrizione dellambiente.* Da questa distinzione deriva la storica ma ormai superata definizione della fisica come la scienza del moto passivo, o il moto delle cose non
viventi.
Lavvento delle macchine costrinse gli studiosi a ripensare la distinzione tra moto
volitivo e passivo. Come gli esseri viventi, le macchine si muovono da sole e quindi mimano il moto volitivo. Tuttavia, attente osservazioni mostrano che ogni parte in una
* Il fallimento nel passare completamente questa fase pu risultare in una persona avente varie credenze
strane, come credere nella capacit di influenzare le palle della roulette, che si trova nei giocatori compulsivi, o nella capacit di spostare altri corpi col pensiero, come si trova in numerose persone dallaspetto
altrimenti sano. Un divertente ed istruttivo conto di tutti gli inganni ed auto-inganni coinvolti nella creazione e nel mantenimento di queste credenze dato da The Faith Healers, Prometheus Books, 1989.
Un mago professionista, presenta molti argomenti simili in diversi suoi libri. Vedi anche il suo www.randi.
org sito per maggiori dettagli.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 10 Uno dei pi difficili moti

24

Ref. 20

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

macchina viene spostata ad unaltra, cos il loro moto di fatto passivo. Gli esseri viventi
sono anche macchine? Le azioni umane sono pure esempi di moto passivo? Laccumulo
di osservazioni negli ultimi 100 anni ha messo in chiaro che il moto volitivo*anzi ha le
stesse propriet fisiche del moto passivo nei sistemi non-viventi. Una distinzione tra i
due tipi di moto quindi necessaria. Naturalmente, dal punto di vista emozionale, le differenze sono importanti; per esempio, la grazia pu essere attribuita solo a moti volitivi.
Poich il moto passivo e volitivo hanno le stesse propriet, attraverso lo studio del
moto di oggetti non-viventi possiamo imparare qualcosa sulla condizione umana. Ci
pi evidente quando si toccano gli argomenti del determinismo, causalit, probabilit,
infinit, tempo, amore e morte, per citare solo alcuni dei temi che incontreremo durante
la nostra avventura.
Nei secoli XIX e XX altre classiche credenze tenute sul moto caddero lungo la strada.
Ampie osservazioni hanno mostrato che tutte le trasformazioni e tutti i fenomeni di
crescita, tra cui il cambiamento di comportamento e levoluzione, sono anche esempi
di trasporto. In altre parole, pi di 2 000 anni di studi hanno dimostrato che lantica
classificazione delle osservazioni era inutile:
Tutto il cambiamento trasporto.

Trasporto e moto sono gli stessi.

Ogni tipo di cambiamento dovuto al moto di particelle.

Sfida 7 s

Ci vuole tempo e lavoro per arrivare a questa conclusione, che appare solo quando noi
perseguiamo senza sosta una precisione sempre pi alta nella descrizione della natura. Le
prime cinque parti di questa avventura ripercorrono il percorso di questo risultato.(Siete
daccordo?)
Lultimo decennio del ventesimo secolo cambi di nuovo completamente la descrizione del moto: lidea delle particelle si rivela essere sbagliata. Questo nuovo risultato, raggiunto attraverso una combinazione di unattenta osservazione e deduzione, sar esplorato nellultima parte della nostra avventura. Ma abbiamo ancora un po di strada da
percorrere prima di raggiungere quel risultato, poco sotto la cima del nostro viaggio.
In sintesi, la storia ha dimostrato che classificare i vari tipi di moto non produttivo. Solo cercando di ottenere la massima precisione possibile possiamo sperare di arrivare alle propriet fondamentali del moto. Precisione, non classificazione, il percorso
da seguire. Come ha detto scherzosamente Ernest Rutherford :Tutta la scienza o fisica
o filatelia.
* La parola movimento piuttosto moderna; fu importata nellinglese dal francese antico e divenne
popolare solo alla fine del XVIII secolo. Non viene mai usata da Shakespeare.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Nel mezzo del ventesimo secolo lo studio del moto culmin nella conferma sperimentale
di una ancor pi specifica idea, gi articolata in Grecia:

Il Monte del Moto

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

Ref. 21

25

Al fine di ottenere precisione nella nostra descrizione del moto, dobbiamo selezionare
esempi specifici di moto e studiarli pienamente in dettaglio. intuitivamente evidente
che la descrizione pi precisa realizzabile per i pi semplici esempi possibili. Nella vita di
tutti i giorni, questo il caso per il moto di qualsiasi non-vivente, solido e corpo rigido nel
nostro ambiente, come ad esempio una pietra lanciata in aria. Infatti, come tutti gli esseri
umani, abbiamo imparato a gettare due oggetti molto prima di imparare a camminare. Il
lancio uno dei primi esperimenti fisici eseguiti da noi stessi. Limportanza del lanciare
si vede anche dai termini da esso derivati: in latino, parole come soggetto o gettato sotto,
oggetto o gettato davanti, e interiezione o gettato tra; in Greco, latto di gettare portato
a termini come simbolo o gettati insieme, problema o buttato in avanti, emblema o
gettato in, e ultimo ma non ultimo diavolo o gettato attraverso. E infatti, durante
la nostra infanzia, lanciando pietre, giocattoli e altri oggetti al punto che i nostri genitori
temevano per ogni pezzo di casa, abbiamo esplorato la percezione e le propriet del moto.
Qui facciamo lo stesso.

Percezione, permanenza e cambiamento


Solo gli imbranati studiano solo il caso
generale; i veri scienziati perseguono gli esempi.
Beresford Parlett

* Il mondo indipendente dalla mia volont.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Gli esseri umani godono nel percepire. La percezione inizia prima della nascita, e noi
continuiamo a godere il pi a lungo possibile. Per questo la televisione, anche se priva
di contenuti, ha cos tanto successo. Durante il nostro cammino attraverso la foresta, ai
piedi del Monte del Moto non possiamo evitare di percepire. La percezione innanzitutto la capacit di distinguere. Noi utilizziamo latto mentale di base della distinzione
in quasi ogni istante della vita; per esempio, durante linfanzia in primo luogo abbiamo
imparato a distinguere osservazioni familiari da quelle sconosciute. Ci possibile in
combinazione con unaltra abilit di base, vale a dire la capacit di memorizzare le esperienze. La memoria ci d la possibilit di sperimentare, di parlare e quindi di esplorare
la natura. Percepire, classificare e memorizzare insieme formano lapprendimento. Senza
una di queste tre abilit, non avremmo potuto studiare il moto.
I bambini imparano rapidamente a distinguere la permanenza dalla variabilit. Imparano a riconoscere i volti umani, anche se un viso non sembra esattamente lo stesso
ogni volta che viene visto. Dal riconoscimento dei volti, i bambini estendono il riconoscimento a tutte le altre osservazioni. Il riconoscimento funziona abbastanza bene nella vita
quotidiana; bello riconoscere gli amici, anche di notte, e anche dopo molte birre (non
una sfida). Latto del riconoscimento quindi utilizza sempre una forma di generalizzazione. Quando osserviamo, abbiamo sempre qualche idea generale nella nostra mente.
Cerchiamo di specificare le principali.
Seduti sul prato in una radura del bosco ai piedi del Monte del Moto, circondati da
alberi e dal silenzio tipico di questi luoghi, ci avvolge una sensazione di calma e tran-

Il Monte del Moto

Die Welt ist unabhngig von meinem Willen.*


Ludwig Wittgenstein, Tractatus, 6.373 indname
Wittgenstein, Ludwig

26

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

F I G U R A 11 Come possiamo distinguere un

cervo dal suo ambiente? ( Tony Rodgers).

Ref. 22

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 11

* Locchio umano piuttosto bravo a rilevare il moto. Ad esempio, locchio pu rilevare il moto di un punto
di luce anche se il cambiamento di angolo minore di quello che pu essere distinto nellimmagine fissa.
Dettagli di questo e argomenti simili per gli altri sensi sono il dominio della ricerca della percezione.
** Il tema della percezione del moto pieno di aspetti interessanti. Una eccellente introduzione il capitolo
6 del bel testo di Donald D. Hoffman, Visual Intelligence How We Create What We See, W.W. Norton
& Co., 1998. La sua raccolta di base di illusioni di moto pu essere vissuta ed esplorata sul www.cogsci.uci.
edu/~ddhoff sito web associato.

Il Monte del Moto

Ref. 23

quillit . Stiamo pensando alla essenza della percezione. Improvvisamente, qualcosa si


muove tra i cespugli; immediatamente i nostri occhi girano e la nostra attenzione si concentra. Le cellule nervose che rilevano il moto sono parte della parte pi antica del nostro
cervello, condivisa con uccelli e rettili: il tronco cerebrale. Poi la corteccia , o il cervello
moderno, subentrano ad analizzare il tipo di moto ed identificarne lorigine. Guardando
il moto in tutto il nostro campo visivo, osserviamo due entit invarianti: il paesaggio fisso
e lanimale in moto. Dopo aver riconosciuto lanimale come un cervo, ci rilassiamo di
nuovo.
Come abbiamo fatto a distinguere, in caso di figura 11, tra paesaggio e cervo? La
percezione coinvolge diversi processi nellocchio e nel cervello. Una parte essenziale di
questi processi il moto, come meglio dedotto dal flip film mostrato negli angoli in
basso a sinistra di queste pagine. Ogni immagine mostra solo un rettangolo riempito
matematicamente con un pattern casuale. Ma quando le pagine vengono acquisite in
rapida successione, si discerne una forma un quadrato che si muove nei confronti
di un determinato sfondo. In qualsiasi istante, il quadrato non pu essere distinto dallo
sfondo; non vi alcun oggetto visibile in qualsiasi dato istante di tempo. Tuttavia facile intuire il suo moto.* Esperimenti sulla percezione come questo sono stati condotti in
molte varianti. Ad esempio, si riscontrato che rilevare un quadrato in moto contro uno
sfondo casuale non nulla di speciale per luomo; le mosche hanno la stessa capacit,
cos come, in realt, tutti gli animali che hanno occhi .
Il flip film nellangolo in basso a sinistra, come molti esperimenti simili, illustra due
attributi centrali del moto. In primo luogo, il moto percepito solo se un oggetto pu
essere distinto da uno sfondo o ambiente. Molte illusioni di moto si concentrano su
questo punto.** In secondo luogo, il moto necessario per definire entrambi loggetto

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

Sfida 8 s

Sfida 9 s
Page 422

La saggezza una cosa: per capire il pensiero


che governa tutte le cose attraverso tutte le cose.
Eraclito di Efeso

Il mond o ha biso gno degli stati?

Das Feste, das Bestehende und der Gegenstand


sind Eins. Der Gegenstand ist das Feste,
Bestehende; die Konfiguration ist das
Wechselnde, Unbestndige.**
Ludwig Wittgenstein, Tractatus, 2.027 2.0271

Cosa distingue i vari modelli negli angoli in basso a sinistra di questo testo? Nella vita di
tutti i giorni diremmo: la situazione o configurazione dei soggetti coinvolti. la situazione
descrive in qualche modo tutti quegli aspetti che possono differire da caso a caso. Si
soliti chiamare la lista di tutti gli aspetti variabili di un insieme di oggetti il loro stato di
moto(fisico), o semplicemente il loro stato. Come caratterizzato lo stato?
* Contrariamente a quanto si legge spesso in letteratura popolare, la distinzione possibile nella teoria
quantistica . Diviene impossibile solo quando la teoria dei quanti unificata con la relativit generale.
** Il fisso, lesistente e loggetto sono uno. Loggetto fisso, lesistente; la configurazione il cambiamento,
la variabile.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 24

e lambiente, e per distinguerli luno dallaltro. Infatti, il concetto di spazio tra gli altri unastrazione dellidea di sfondo. Lo sfondo esteso; lentit in moto localizzata.
Vi sembra noioso? Non lo ; basta aspettare un secondo.
Chiamiamo localizzata unentit di ricerca che pu cambiare o spostare un sistema
fisico o semplicemente un sistema. Un sistema un riconoscibile, pertanto parte integrante della natura. I sistemi possono essere oggetti chiamati anche corpi fisici o
radiazioni. . Pertanto, le immagini, che sono fatte di radiazione, sono aspetti di sistemi
fisici, ma non sistemi fisici essi stessi. Queste connessioni sono riassunte in tavola 2. Ora,
i fori sono sistemi fisici?
In altre parole, chiamiamo linsieme di aspetti localizzati che restano invarianti o permanenti durante il moto, come ad esempio le dimensioni, la forma, il colore, ecc, nel loro
insieme, un oggetto (fisico) o corpo (fisico). Restringeremo la definizione tra breve, per
distinguere gli oggetti dalle immagini.
Notiamo che per specificare gli oggetti in moto permanente, dobbiamo distinguerli
dallambiente. In altre parole, fin dallinizio sperimentiamo il moto come un processo
relativo; percepito in relazione e in opposizione allambiente.
La distinzione concettuale tra oggetti localizzati, isolabili e lambiente esteso importante. vero, ha lapparenza di una definizione circolare. (Siete daccordo?), Infatti,
la questione ci terr occupati in seguito. Daltra parte, siamo cos abituati alla nostra capacit di isolare sistemi locali dallambiente che lo diamo per scontato. Tuttavia, come
vedremo nellultima parte del nostro cammino, questa distinzione risulta essere logicamente e sperimentalmente impossibile!*Il motivo di tale impossibilit si riveler essere
affascinante. Per scoprire limpossibilit, notiamo, come primo passo, che a parte entit
in moto e fondo permanente , abbiamo anche bisogno di descrivere le loro relazioni. I
concetti necessari sono riassunti in tavola 2.

Il Monte del Moto

Vol. VI, pag. ??

27

28

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

TAV O L A 2 Albero genealogico dei concetti fisici di base.

moto
il tipo base di cambiamento
parti/sistemi
permanente
delimitato
ha forme
oggetti

radiazione

impenetrabile penetrabile

relazioni

sfondo

produce limiti
produce forme

misurabile
non limitato
esteso

stati

interazioni

spazio fase

spazio-tempo

globale

locale

composto

semplice

dimensione
distanza
volume

curvatura
topologia
distanza

sottospazi
etc.

area
etc.

Gli aspetti corrispondenti:


intensit
colore
immagine

spin
etc.

apparenza
etc.

istante
posizione
quantit
moto
energia
etc.

origine
dominio
di forza
direzione
etc.

la collezione di tutte le parti, relazioni e sfondi

Le configurazioni negli angoli inferiori a sinistra differiscono anzitutto nel tempo. Il


tempo ci che rende possibile gli opposti: un bambino in una casa e lo stesso bambino
al di fuori della casa. Il tempo descrive e risolve questo tipo di contraddizione. Ma lo
stato distingue non solo le situazioni nel tempo: lo stato contiene tutti quegli aspetti di
un sistema (ad esempio, di un gruppo di oggetti) che lo distinguono da tutti i sistemi
simili. Due oggetti simili possono differire, ad ogni istante di tempo, nella loro
posizione,
velocit,
orientamento,
velocit angolare.
Queste propriet determinano lo stato e individuano la individualit di un sistema fisico
tra copie esatte di se stesso. Equivalentemente, lo stato descrive la relazione di un oggetto
o un sistema rispetto al suo ambiente. Oppure, ancora una volta in modo equivalente:
Lo stato descrive tutti gli aspetti di un sistema che dipendono
dallosservatore.

Sfida 10 s

La definizione di stato non affatto noiosa basta riflettere su questo: luniverso ha uno
stato? La lista delle propriet degli stati appena data completa?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

mondo natura universo cosmo

Il Monte del Moto

massa
dimensione
carica

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

Sfida 11 s

29

Il moto il cambiamento di stato di oggetti permanenti.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

La separazione esatta tra quegli aspetti appartenenti alloggetto, le propriet intrinseche, e quelli appartenenti allo stato, le propriet dello stato, dipende dalla precisione
dellosservazione. Ad esempio, la lunghezza di un pezzo di legno non permanente; il
legno si restringe e si piega con il tempo, a causa di processi a livello molecolare. Per
essere precisi, la lunghezza di un pezzo di legno non un aspetto delloggetto, ma un
aspetto del suo stato. Precise osservazioni allora spostano la distinzione tra loggetto e il
suo stato; la distinzione in s non scompare almeno non nel primo dei cinque volumi
della nostra avventura.
Alla fine del ventesimo secolo, la neuroscienza scopr che la distinzione tra stati mutevoli e oggetti permanenti non solo fatta da scienziati e ingegneri. Anche la natura fa
la distinzione. Infatti, la natura ha collegato pesantemente la distinzione nel cervello!
Utilizzando i segnali di uscita provenienti dalla corteccia visiva che elabora ci che gli
occhi osservano, le parti adiacenti il lato superiore del cervello umano processano lo stato
degli oggetti che si vedono, come la loro distanza e il moto, mentre ladiacente parte sul
lato inferiore del cervello umano processa le propriet intrinseche, come forma, colori e
modelli.
In sintesi, gli stati sono infatti necessari per la descrizione del moto. Cos lo sono le
propriet intrinseche, permanenti. Per procedere ed ottenere una completa descrizione
del moto, abbiamo quindi bisogno di una descrizione completa dei loro possibili stati
e una descrizione completa delle propriet intrinseche degli oggetti. Il primo approccio
che lo tenta chiamato Fisica Galileana; esso inizia specificando il nostro ambiente di
tutti i giorni e il moto in esso il pi precisamente possibile.

Il Monte del Moto

Inoltre, i sistemi fisici sono descritti dalle loro , propriet intrinseche permanenti. Alcuni esempi sono
massa,
forma,
colore,
composizione.
Le propriet intrinseche non dipendono dallosservatore e sono indipendenti dallo stato
del sistema. Esse sono permanenti almeno per un certo intervallo di tempo. Le propriet intrinseche consentono inoltre di distinguere i sistemi fisici luno dallaltro. E
ancora, possiamo chiederci: qual la lista completa delle propriet intrinseche in natura?
E luniverso ha propriet intrinseche?
I vari aspetti degli oggetti e dei loro stati sono chiamati osservabili . Tutte queste superficiali definizioni preliminari saranno riviste passo dopo passo nel seguito.
Descrivendo la natura come un insieme di entit permanenti e cambiamenti di stati
il punto di partenza dello studio del moto. Ogni osservazione del moto richiede la distinzione di permanenti, propriet intrinseche che descrivono gli oggetti che si muovono
e stati mutevoli che descrivono il modo in cui gli oggetti si muovono. Senza questa distinzione, non c moto. Senza questa distinzione, non vi neanche un modo per parlare
di moto.
Usando i termini appena introdotti, si pu dire

30

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

L a Fisica Galileiana in sei interessanti dichiarazioni


Lo studio del moto di tutti i giorni, la fisica Galileiana, gi di per s utile: scopriremo
molti risultati che sono in contrasto con la nostra solita esperienza. Per esempio, se ricordiamo il nostro passato, tutti noi abbiamo sperimentato quanto possono essere importanti, deliziose o sgradevoli le sorprese. Tuttavia, lo studio del moto di tutti i giorni
dimostra che non ci sono sorprese in natura. Il moto, e quindi il mondo, prevedibile o
deterministico.
La principale sorpresa della nostra esplorazione del moto che non ci sono sorprese
in natura. La natura prevedibile. In realt, scopriremo sei aspetti della prevedibilit del
moto di tutti i giorni:

Il Monte del Moto


copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

1. Continuit. Sappiamo che gli occhi, le telecamere e gli apparecchi di misura hanno
una risoluzione. Tutti hanno una distanza minima che possono osservare. Sappiamo
che gli orologi hanno un tempo minimo che possono misurare. Nonostante queste
limitazioni, nella vita di tutti i giorni i moti, i loro stati, cos come lo spazio e il tempo
stessi, sono continui.
2. Conservazione. Tutti noi osserviamo che la gente, la musica e molte altre cose in movimento dopo un po si fermano . Lo studio del moto porta al risultato opposto: il moto
non si ferma mai. In realt, tre aspetti del moto non cambiano, ma sono conservati:
quantit di moto, momento angolare ed energia (assieme con la massa) sono conservati, separatamente, in tutti gli esempi di moto. Nessuna eccezione per questi tre
tipi di conservazione mai stata osservata. Inoltre, scopriremo che la conservazione
implica che il moto e le sue propriet sono le stesse in tutti i luoghi e tutti i tempi: il
moto universale.
3. Relativit. Tutti noi sappiamo che il moto differisce dalla quiete. Nonostante questa
esperienza, un attento studio mostra che non c differenza intrinseca tra i due. Moto
e quiete dipendono dallosservatore. Il moto relativo. E cos lo la quiete. Questo
il primo passo verso la comprensione della teoria della relativit.
4. Reversibilit. Tutti noi osserviamo che molti processi avvengono solo in una
direzione. Ad esempio, il latte versato non ritorna nel contenitore da se stesso.
Nonostante queste osservazioni, lo studio del moto ci mostrer che tutto il moto
di tutti i giorni reversibile . I fisici chiamano questa linvarianza del moto di
tutti i giorni sotto inversione di moto (o, in modo spiccio, ma non corretto, sotto
inversione di tempo).
5. Invarianza di riflessione. La maggior parte di noi trova le forbici difficili da maneggiare con la mano sinistra, hanno difficolt a scrivere con laltra mano, e sono
cresciuti con un cuore sul lato sinistro. Nonostante queste osservazioni, la nostra
esplorazione mostrer che il moto di tutti i giorni invariante per riflessione (o invariante di parit ). I processi di riflessione sono sempre possibili nella vita quotidiana.
6. Minimizzazione del cambiamento. Siamo tutti stupiti dalle numerose osservazioni
che il mondo offre: colori, forme, suoni, la crescita, i disastri, la felicit, lamicizia,
lamore. La variazione, la bellezza e la complessit della natura sono incredibili. Confermeremo che tutte le osservazioni sono dovute al moto. E nonostante laspetto di
complessit, ogni moto semplice. Il nostro studio mostra che tutte le osservazioni
possono essere riassunte in un modo semplice: la Natura pigra. Tutto il moto av-

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

31

F I G U R A 12 Un paranco ed una puleggia differenziale (sinistra) e un agricoltore (destra).

Curiosit e divertenti sfide sul moto*


Contrariamente alla maggior parte degli animali, le creature sedentarie, come le piante
o gli anemoni di mare, non hanno le gambe e non possono muoversi molto; per la loro
auto-difesa, svilupparono i veleni. Esempi di tali piante sono lortica pungente, la pianta
di tabacco, la digitalis, la belladonna e il papavero; i veleni includono la caffeina, la nicotina, e il curaro. I veleni come questi sono alla base della maggior parte dei farmaci. Pertanto, la maggior parte dei medicinali esiste essenzialmente perch le piante non hanno
gambe.

Sfida 12 s

Un uomo si arrampica su una montagna dalle 9 a.m. alle 1 p.m. Dorme in alto e scende il
giorno dopo, riprendendo dalle 9 a.m. alle 1 p.m. per la discesa. C un posto sul percorso
su cui passa allo stesso tempo nei due giorni?

Ogni volta che un bolla di sapone scoppia, il moto della superficie durante lo scoppio
* Sezioni intitolate curiosit sono raccolte di temi e problemi che permettono di controllare e di ampliare
lutilizzo dei concetti gi introdotti.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Questi sei aspetti sono fondamentali per comprendere il moto nello sport, nella musica,
negli animali, nelle macchine o tra le stelle. Questo primo volume della nostra avventura
sar unesplorazione di tali moti. In particolare, confermeremo, contro tutte le apparenze
del contrario, le sei menzionate propriet chiave in tutti i casi del moto di tutti i giorni.

Il Monte del Moto

viene in modo che minimizza il cambiamento. Il cambiamento pu essere misurato,


utilizzando una quantit chiamata azione, e la natura la mantiene al minimo. Le
situazioni o stati, come piace dire ai fisici evolvono minimizzando il cambiamento.
La natura pigra.

32

Sfida 13 s

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

lo stesso, anche se troppo veloce per essere visibile ad occhio nudo. Potete immaginare
i dettagli?

Sfida 14 s

Il moto di un fantasma un esempio di moto?

Sfida 15 s

Qualcosa pu fermare il moto? Come lo mostrereste?

Un corpo che si muove sempre in linea retta dimostra che la natura o lo spazio infinito?

Sfida 16 s

Sfida 17 s

Qual la lunghezza di fune che si deve tirare per sollevare una massa di unaltezza con
un paranco con quattro ruote, come indicato sulla sinistra figura 12? Il contadino sulla
destra della figura fa qualcosa di sensato?

Luniverso si pu muovere?

Sfida 20 s

Potremmo osservare il moto se non avessimo memoria?

Sfida 21 s

Qual la velocit pi bassa che avete osservato? C una velocit minima in natura?

Sfida 22 s

Secondo la leggenda, Sissa ben Dahir, linventore indiano del gioco di chaturanga o scacchi, richiese dal re Shirham la seguente ricompensa per la sua invenzione: voleva un
chicco di grano per il primo quadrato, due per il secondo, quattro per il terzo, otto per
il quarto, e cos via. Quanto tempo ci vorrebbe perch tutti i campi di grano del mondo
possano produrre i grani necessari?

Sfida 23 s

Quando una candela accesa viene spostata, la fiamma ritarda rispetto alla candela. Come
si comporta la fiamma se la candela allinterno di un vetro, ancora accesa, e il vetro
accelerato?

Un buon modo per fare soldi quello di costruire rilevatori di moto. Un rivelatore di
moto una piccola scatola con alcuni fili. La scatola produce un segnale elettrico ogni

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 19 s

Per parlare di precisione con precisione, abbiamo bisogno di misurare la precisione


stessa. Come lo fate?

Il Monte del Moto

Sfida 18 s

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

33

ball
v

block
perfectly flat table

F I G U R A 13 Cosa succede?

F I G U R A 14 Qual la velocit dei rulli? Vi sono

altre forme di rullo possibili?

Sfida 24 d

volta che la scatola si muove. Quali tipi di sensori di moto potete immaginare? Come la
fareste economica una simile scatola? Quanto precisa?

Avanzate in una scatola chiusa, senza finestre. La scatola mossa dallesterno da forze a
voi sconosciute. Potete determinare come vi state muovendo allinterno della scatola?

Sfida 27 s

Quando un blocco viene rotolato sul pavimento su una serie di cilindri, come mostrato
in figura 14, come sono la velocit del blocco e quella dei cilindri collegati?

Ref. 18
Sfida 28 s

Non ti piacciono le formule? Se cos, utilizzate il seguente metodo dei tre minuti per
cambiare la situazione. Vale la pena di provare, in quanto vi far godere di questo libro
molto di pi. La vita breve; cos la gran parte di essa dovrebbe essere il pi possibile un
piacere, come la lettura di questo testo.
1. Chiudete gli occhi e ricordare unesperienza che stata assolutamente meravigliosa,
una situazione in cui vi sentivate emozionati, curiosi e positivi.
2. Aprite gli occhi per un secondo o due e guardate a pagina 270 o qualsiasi altra
pagina che contiene molte formule.
3. Poi richiudete gli occhi e tornare alla vostra esperienza meravigliosa.
4. Ripetete losservazione delle formule e la visualizzazione della vostra memoria i
punti 2 e 3 ancora tre volte.
Poi liberate la memoria, guardate intorno a voi stessi per tornare al qui ed adesso, e
mettetevi alla prova. Guardate ancora a pagina 270. Come sentite quelle formule ora?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 26 s

Il Monte del Moto

Sfida 25 d

Una palla perfettamente sferica e senza attrito si trova vicino al bordo di un tavolo perfettamente piano e orizzontale, come mostrato in figura 13. Che succede? In che scala di
tempo?

34

Sfida 29 s

1 perch dovremmo preoccuparci del moto?

Nel sedicesimo secolo, Niccol Tartaglia* propose il seguente problema. Tre giovani coppie vogliono attraversare un fiume. E disponibile solo una piccola barca che pu trasportare due persone . Gli uomini sono estremamente gelosi, e non lascerebbero mai le
loro spose con un altro uomo.Quanti viaggi attraverso il fiume sono necessari?

Sfida 30 s

I cilindri possono essere utilizzati per rotolare un oggetto piatto sopra il piano, come
illustrato in figura 14. I cilindri mantengono loggetto piano sempre alla stessa distanza
dal pavimento. Quali sezioni oltre la circolare, le cosiddette curve di larghezza costante,
pu avere un cilindro per realizzare la stessa impresa? Quanti esempi potete trovare?
Sono possibili oggetti diversi da cilindri?

Sfida 31 s
Ref. 25
Sfida 32 s

Appendere quadri alle pareti non facile. Primo puzzle: qual il modo migliore per appendere un quadro su un chiodo? Il metodo deve consentire di spostare il quadro in
posizione orizzontale dopo che il chiodo nel muro, nel caso in cui il peso non equamente distribuito. Secondo puzzle: Potete appendere un quadro su una parete questa
volta con una lunga corda sopra due chiodi in modo tale che tirando ciascun chiodo
limmagine cade? E con tre chiodi? Ed chiodi?

* Niccol Fontana Tartaglia (14991557), importante matematico del Rinascimento.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 33 d

Il moto losservazione pi fondamentale in natura. Il moto di ogni giorno prevedibile


e deterministico. La prevedibilit si riflette in sei aspetti del moto: la continuit, la conservazione, la reversibilit, la invarianza di riflessione, la relativit e la minimizzazione.
Alcuni di questi aspetti sono validi per tutti i moti, e alcuni sono validi solo per i moti
quotidiani. Quali, e perch? Li esploriamo adesso.

Il Monte del Moto

Sintesi sul moto

Capitolo 2

DA L L A M I SU R A DE L MOTO A L L A
C ON T I N U I T

L
Sfida 34 s

* La Fisica veramente il corretto studio delluomo. Georg Christoph Lichtenberg (b. 1742 Ober-Ramstadt,
d. 1799 Gttingen) fu un importante fisico e saggista.
** Il migliore e pi informativo libro sulla vita di Galileo ed i suoi tempi di Pietro Redondi (vedere la
sezione su pagina 325). Galileo nacque nellanno dellinvenzione della matita. Prima del suo tempo, era
impossibile fare calcoli con carta e penna. Per i curiosi, il sito web www.mpiwg-berlin.mpg.de consente di
leggere un originale manoscritto di Galileo.
*** Newton nacque un anno dopo la morte di Galileo. Altro hobby di Newton, come maestro della Zecca,
fu quello di supervisionare personalmente limpiccagione dei falsari. Circa linfatuazione di Newton per
lalchimia, consultare i libri di Dobbs. Tra gli altri, Newton credeva di essere stato scelto da Dio; egli prese
il suo nome latino, Isaacus Neuutonus, e form lanagramma Jeova sanctus unus. A proposito di Newton e
la sua importanza per la meccanica classica, vedi il testo Clifford Truesdell.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 27

a pi semplice descrizione del moto quella che tutti noi, come i gatti o le scimmie,
usiamo nel corso della nostra vita quotidiana: solo una cosa pu essere in un determinato luogo in un dato tempo. Questa descrizione generale pu essere separata in tre
ipotesi: la materia impenetrabile e si muove, il tempo fatto di istanti, e lo spazio fatto
di punti. Senza queste tre ipotesi (siete daccordo con esse?) non possibile definire la
velocit nella vita quotidiana. Questa descrizione della natura si chiama fisica Galileiana,
o, talvolta, fisica Newtoniana.
Galileo Galilei (15641642), professore Toscano di matematica, fu il fondatore centrale
della fisica moderna. Divenne famoso per aver sostenuto limportanza delle osservazioni
come controlli di dichiarazioni circa la natura. Richiedendo ed eseguendo tali controlli
tutta la sua vita, fu portato ad aumentare continuamente la precisione nella descrizione
del moto. Ad esempio, Galileo studi il moto misurando il cambiamento di posizione con
un cronometro auto-costruito. Lo scopo sperimentale di Galileo fu quello di misurare
tutto ci che misurabile sul moto. Il suo approccio cambi la descrizione speculativa
dellantica Grecia nella fisica sperimentale del Rinascimento dItalia.**
Dopo Galileo, lalchimista inglese, occultista, teologo, fisico e politico Isaac Newton
(16431727) continu ad esplorare con vigore lidea che i diversi tipi di moto hanno le
stesse propriet, e fece passi importanti nella costruzione dei concetti necessari a dimostrare questa idea.***
Soprattutto, le esplorazioni ed i libri di Galileo diffusero le fondamentali dichiarazioni
sperimentali sulle propriet di velocit, spazio e tempo.

Il Monte del Moto

Ref. 26

Physic ist wahrlich das eigentliche Studium des


Menschen.*
Georg Christoph Lichtenberg

36

2 dalla misura del moto alla continuit

F I G U R A 15 Galileo Galilei (15641642).

Che cos la velo cit?

Page 436

La velocit affascina. Per i fisici, non sono interessanti solo le gare automobilistiche, ma
qualsiasi entit in moto. Pertanto, i fisici prima la misurano con quanti pi esempi possibile. Una selezione di misure di valori di velocit dato in tavola 3. Le unit ed i prefissi utilizzati sono spiegati in dettaglio in appendice B. Alcuni dispositivi di misurazione
della velocit sono mostrati in figura 16.
La vita quotidiana ci insegna molto sul moto: gli oggetti possono superare ciascun
altro, ed essi possono muoversi in direzioni diverse. Osserviamo anche che le velocit
possono essere aggiunte o modificate senza intoppi. Lelenco preciso di queste propriet,
come indicato in tavola 4, riassunto dai matematici in un particolare termine; dicono
che le velocit formano uno spazio vettore Euclideo.** Altri dettagli su questo strano
termine sar dato a breve. Per ora dobbiamo solo notare che nel descrivere la natura, i
concetti matematici offrono il veicolo pi accurato.
Quando la velocit si presume essere un vettore Euclideo, chiamata velocit Galileiana. La velocit un concetto profondo. Ad esempio, la velocit non ha bisogno di misure
di spazio e di tempo da definire. Sei in grado di trovare un mezzo per misurare la velocit
senza misura di spazio e tempo? Se cos, probabilmente si desidera passare al volume
successivo, saltando 2000 anni di indagini. Se non potete farlo, considerate questo: ogni
volta che si misura una quantit assumiamo che tutti siano in grado di farlo, e che tutti
avranno lo stesso risultato. In altre parole, definiamo la misura come un confronto con
uno standard. Abbiamo quindi implicitamente assunto che tale standard esista, cio, che
un esempio di velocit perfetta possa essere trovato. Storicamente, lo studio del moto
non indaga su questa prima domanda, perch per molti secoli nessuno riusciva a trovare
una tale velocit standard. Siete quindi in buona compagnia.
* Jochen Rindt (19421970), famoso pilota Austriaco corse di Formula Uno, parlando di velocit.
** Il nome viene da Euclide, o Eukleides, il grande matematico greco vissuto ad Alessandria intorno
300 bce. Euclide scrisse un trattato monumentale di geometria, la o Elementi,, che una delle
pietre miliari del pensiero umano. Il testo presenta tutte le conoscenze sulla geometria di quel tempo. Per
la prima volta, Euclide introduce due approcci che sono ormai di uso comune: tutte le dichiarazioni sono
dedotte da un piccolo numero di assiomi di base e per ogni dichiarazione data una prova. Il libro, ancora
in stampa oggi, stato il testo di riferimento di geometria per oltre 2000 anni. Sul web, si pu trovare in
aleph0.clarku.edu/~djoyce/java/elements/elements.html.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 36 d

Jochen Rindt*

Il Monte del Moto

Page 81

Non c nientaltro di simile.

2 dalla misura del moto alla continuit

37

TAV O L A 3 Alcune misure velocity values.

O s s e r va z i o n e

Ve l o c i t

Crescita della crosta di manganese del mare profondo


80 am/s
Potete trovare qualcosa di pi lento?
Sfida 35 s
Crescita stalagmite
0.3 pm/s
Crescita lichene
gi per 7 pm/s
Tipico moto dei continenti
10 mm/a = 0.3 nm/s
Crescita umana durante linfanzia, crescita capelli
4 nm/s
Crescita albero
fino a 30 nm/s
Corrente elettrica nel filo metallico
1 m/s
Moto dello sperma
60 a 160 m/s
Velocit della luce al centro del SoleRef. 28
1 mm/s
moto ketchup
1 mm/s
La pi bassa velocit della luce misurata nella materia sulla TerraRef. 29
0.3 m/s
Velocit fiocchi di neve
0.5 m/s a 1.5 m/s
Velocit segnale cellule nervose umane Ref. 30
0.5 m/s a 120 m/s
Velocit vento a 1 e 12 Beaufort (brezza leggera ed uragano)
< 1.5 m/s, > 33 m/s
Velocit pioggia gocce, dipende dal raggio
2 m/s to 8 m/s
Il pi veloce pesce che nuota, pesce di mare (Istiophorus platypterus)
22 m/s
2009 Record di velocit a vela su 500 m (trimarano Hydroptre)
26.4 m/s
Il pi veloce animale che corre, ghepardo (Acinonyx jubatus)
30 m/s
Velocit dellaria in gola quando si starnutisce
42 m/s
lancio pi veloce: una palla da cricket lanciata con tecnica baseball durante lesecuzione50 m/s
Libera caduta umana, a seconda dellabbigliamento
50 to 90 m/s
Uccello pi veloce, picchiata Falco peregrinus
60 m/s
Il pi veloce tiro a badminton
70 m/s
Velocit media molecola di ossigeno in aria a temperatura ambiente
280 m/s
Velocit del suono in aria secca a livello del mare e temperatura ambiente
330 m/s
Velocit dellequatore
434 m/s
Velocit estremit whip cracking
750 m/s
Velocit pallottola fucile
1 km/s
Velocit di propagazione della cricca in rottura silicio
5 km/s
La pi alta velocit macroscopica raggiunta dalluomo il satellite Helios II
70.2 km/s
Velocit della Terra attraverso luniverso
370 km/s
Velocit media (e velocit di picco) del fulmine punta
600 km/s (50 Mm/s)
La pi alta velocit macroscopica misurata nella nostra galassiaRef. 31
0.97 108 m/s
Velocit elettroni dentro un tubo catodico TV colore
1 108 m/s
Velocit di messaggi radio nello spazio
299 792 458 m/s
Massima velocit di gruppo mai misurata della luce
10 108 m/s
Velocit di punto luce da una torre di luce quando passa sopra la Luna
2 109 m/s
La pi alta velocit propria mai raggiunta dagli elettroni da parte delluomo
7 1013 m/s
Massima velocit possibile per uno spot di luce o ombra
nessun limite

38

2 dalla misura del moto alla continuit

F I G U R A 16 Alcuni dispositivi di misura della velocit: un anemometro, un tachimetro per pattini inline,

una pistola radar sport e un tubo PitotPrandtl in un aereo ( Fachhochschule Koblenz, Silva, Tracer,
Wikimedia).
TAV O L A 4 Propriet delle velocit di tutti i giorni o Galileane.

L e v e l o ci t
possono

P ro pri e t
fisiche

Ref. 32

Sfida 37 s

misurabilit
additivit
direzione
infinit

spazio vettore, dimensionalit


metricit
spazio vettore
spazio vettore Euclideo
illimitatezza

Vol. III, pag. ??


Page 80,
pag. ??

Vol.

V,

Page 80
Vol. V, pag. ??
Page 80
Page 81
Vol. III, pag. ??

Alcuni ricercatori si sono specializzati nello studio delle velocit pi basse trovate
in natura: essi sono chiamati geologi. Non perdete lopportunit di passeggiare in un
paesaggio mentre ascoltate uno di loro.
Come viene misurata la velocit nella vita quotidiana? Animali e persone stimano
la loro velocit in due modi: stimando la frequenza dei propri movimenti, come i loro
passi, o usando i loro occhi, le orecchie, il senso del tatto o il senso di vibrazione per
dedurre come cambia la propria posizione rispetto allambiente. Ma molti animali hanno
funzionalit aggiuntive: alcuni serpenti sono in grado di determinare la velocit con i
loro organi di rilevamento a infrarossi, altri con i loro organi di rilevamento del campo
magnetico. Altri animali ancora emettono suoni che creano echi per misurare la velocit
con alta precisione. La stessa gamma di soluzioni viene utilizzata dai dispositivi tecnici.
La tavola 5 d una panoramica.
La velocit non sempre un argomento facile. Ai fisici piace dire, provocatoriamente,
che ci che non pu essere misurato non esiste. Potete misurare la vostra velocit propria
nello spazio interstellare vuoto?
La velocit di interesse per entrambi gli ingegneri e levoluzione. In generale, i sistemi semoventi pi sono grandi pi sono veloci. Ad esempio, figura 17 mostra come

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Essere comparate
Essere sommate
Avere angoli definiti
Superare
qualsiasi
limite

elemento di un insieme
spazio vettore reale

Definiz ione

Il Monte del Moto

Essere distinte
distinguibilit
Cambiare gradual- continuum
mente
Puntare a qualcosa
direzione

N o m e m at e m at i c o

39

2 dalla misura del moto alla continuit


101

102

103

104
Airbus 380
Boeing 747

wing load W/A [N/m2]

Concorde
106

DC10

Boeing 727
Boeing 737
F-14
Fokker F-28
Fokker F-27
MIG 23
F-16
Learjet 31

105

Beechcraft King Air


Beechcraft Bonanza
Piper Warrior
Schleicher ASW33B
Schleicher ASK23
Ultralight
Quicksilver B
Skysurfer

104

103

human-powered plane

Beechcraft Baron

Pteranodon
102

griffon vulture (Gyps fulvus)


white-tailed eagle (Haliaeetus albicilla)
white stork (Ciconia ciconia)
black-backed gull (Larus marinus)
herring gull (Larus argentatus)

weight W [N]

10

carrion craw (Corvus corone)


barn owl (Tyto alba)
black headed gull (Larus ridibundus)
common tern (Sterna hirundo)

wandering albatross (Diomedea exulans)


whooper swan (Cygnus cygnus)
graylag goose (Anser anser)
cormorant (Phalacrocorax carbo)
pheasant (Phasianus colchicus)
wild duck (Anas platyrhynchos)
peregrine falcon (Falco peregrinus)
coot (Fulica atra)
moorhen (Gallinula chloropus)

blackbird (Turdus merula)


starling (Sturnus vulgaris)
ortolan bunting (Emberiza hortulana)
house sparrow (Passer domesticus)

common swift (Apus Apus)


sky lark (Alauda arvensis)
barn swallow (Hirundo rustica)
European Robin (Erithacus rubecula)
great tit (Parus major)
house martin (Delichon urbica)
10-1
winter wren (Troglodytes troglodytes)
canary (Serinus canaria)
hummingbird
(Trochilidae)
goldcrest (Regulus Regulus)
stag betle (Lucanus cervus)
privet hawkmoth (Sphinx ligustri)
blue underwing (Catocala fraxini)
sawyer beetle (Prionus coriarius)
10-2 yellow-striped dragonfly(S. flaveolum) cockchafer (Melolontha melolontha)

small stag beetle (Dorcus parallelopipedus)


eyed hawk-moth (S. ocellata)
swallowtail (P. machaon)
june bug (Amphimallon solstitialis)
green dragonfly (Anax junius)
garden bumble bee (Bombus hortorum)
large white (P. brassicae)
common
wasp (Vespa vulgaris)
-3
10
ant lion (Myrmeleo
honey bee (Apis mellifera)
formicarius)
blowfly (Calliphora vicina)
small white (P. rapae)
crane fly (Tipulidae)
scorpionfly (Panorpidae)
damsel fly
house fly (Musca domestica)
-4
(Coenagrionidae)
10
midge (Chironomidae)
gnat (Culicidae)
mosquito (Culicidae)
10-5
1

fruit fly (Drosophila melanogaster)


5
7
10
20

30

50

70

100

200

cruise speed at sea level v [m/s]


F I G U R A 17 Come il carico alare e le velocit di crociera al livello del mare si bilanciano con il peso negli
oggetti volanti, rispetto alla linea di tendenza generale. (dopo un grafico Henk Tennekes).

40

2 dalla misura del moto alla continuit

TAV O L A 5 Dispositivi di misura di velocit in sistemi biologici ed ingegnerizzati.

Misura

Dispositivo

Gamma

Velocit propria di marcia negli


insetti, mammiferi ed esseri umani

frequenza di battimento
gamba misurata con orologio
interno
tachimetro collegato alle
ruote
sistema di visione

0 a 33 m/s

radar o pistola laser

0 a 90 m/s

sonar doppler

0 a 20 m/s

radar doppler

0 a 3 m/s

lattrito e deformazione pelle


sonar per fondo del mare

0 a 30 m/s
0 a 20 m/s

variazione di pressione

0 a 5 m/s

sonar

0 a 20 m/s

spesso nessuna (cavallette)

nd

sistema visivo

0 a 60 m/s

radio goniometro, radar

0 a 8000 m/s

deflessione capelli filiforme ,


deflessione piuma
tubo PitotPrandtl

0 a 60 m/s

termica, anemometri a
rotazione o ultrasuoni
sistema visivo
sonar
Global Positioning System,
Galileo, Glonass
radar
effetto Doppler ottico
effetto Doppler ottico

0 a 80 m/s

Velocit propria di auto

0 340 m/s

0 a 20 m/s
0 a 20 m/s
0 a 100 m/s
da 0 a 1000 m/s
0 a 1000 km/s
0 a 200 Mm/s

questo vale per la velocit di crociera di oggetti volanti. In generale, la velocit di cro-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Misura velocit di riferimento piloti


Movimento di stelle
Moto di razzi

30 m/s

Il Monte del Moto

Predatori e cacciatori che misurano


velocit preda
Misurazione di velocit di automobili
da parte della polizia
Misurazione battuta propria velocit
preda di notte
Misura velocit di scorrimento di
porta allavvicinarsi delle persone
Velocit propria di nuoto di pesce
Velocit propria di nuoto di delfini e
navi
Velocit immersioni nei pesci, animali,
subacquei e sottomarini
Predatori dacqua e barche da pesca ,
velocit preda
Velocit propria rispetto alla Terra
negli insetti
Velocit propria rispetto alla Terra
negli uccelli
Velocit propria rispetto alla Terra in
aerei o razzi
Velocit propria relativa allaria negli
insetti e uccelli
Velocit propria relativa allaria in
aerei
Misurazione della velocit del vento in
stazioni meteorologiche
Misura velocit preda rondini
Misura velocit preda pipistrelli
Movimento macroscopico sulla Terra

0 a 150 m/s

2 dalla misura del moto alla continuit

Sfida 38 d

ciera scala con la radice sesta del peso, come indicato dalla linea di tendenza disegnata
nel grafico. (Riuscite a trovare perch?) A proposito, simili relazioni di scala allometrica
valgono per molte altre propriet dei sistemi mobili, come vedremo pi avanti.
La velocit un soggetto profondo per un motivo in pi: scopriremo che tutte le sue
sette propriet di tavola 4 sono solamente approssimative; nessuna in realt corretta. Esperimenti migliorati scopriranno eccezioni per ogni propriet della velocit Galileana.
Il fallimento delle ultime tre propriet di tavola 4 ci porter alla relativit speciale e generale, il fallimento delle due centrali alla teoria quantistica e il fallimento delle prime due
propriet alla descrizione unificata della natura. Ma per ora, proveremo con la velocit
Galileiana, e continueremo con un altro concetto Galileiano da essa derivato: il tempo.

Senza i concetti di luogo, vuoto e tempo, non vi


pu essere cambiamento. [...] E quindi chiaro
[...] che la loro indagine deve essere svolta
dallesterno, studiando ciascuno di essi
separatamente.
Aristotele*Fisica , Libro III, parte 1.

C os il tempo?
Il tempo un incidente del moto.
Theophrastus**

Il tempo non esiste di per s, ma solo attraverso


gli oggetti percepiti, da cui derivano i concetti
di passato, di presente e di futuro.
Lucretius,*** De rerum Natura , lib. 1, v. 460 ss.

Nei loro primi anni di vita, i bambini passano molto tempo a buttare oggetti in giro.
Il termine oggetto una parola latina che significa quello che stato gettato davanti. La psicologia dello sviluppo ha dimostrato sperimentalmente che da questa stessa
esperienza i bambini estraggono i concetti di tempo e di spazio. I fisici adulti fanno lo
stesso quando studiano il moto alluniversit.
Quando gettiamo una pietra attraverso laria, possiamo definire una sequenza di osservazioni. figura 18 illustra come. La nostra memoria e i nostri sensi ci danno questa
possibilit. Il senso dei registri di udito dei vari suoni durante lascesa, la caduta e
latterraggio della pietra. I nostri occhi seguono il percorso della pietra da un punto
allaltro. Tutte le osservazioni hanno il loro luogo in una sequenza, con alcune loro precedenti osservazioni, alcune osservazioni a loro simultanee, e altre che ancora le succederanno. Diciamo che le osservazioni sono percepite di accadere a vari istanti e che
noi chiamiamo la sequenza di tutti gli istanti tempo.
Unosservazione che considerata la pi piccola parte di una sequenza, cio, non una
sequenza essa stessa, chiamato un evento. Gli eventi sono al centro della definizione di
tempo; in particolare, lavvio o larresto di un cronometro sono eventi. (Ma esistono
* Aristotele (b. 384/3 Stageira, d. 322 bce Euboea), importante filosofo greco e scienziato, fondatore della
scuola Peripatetica localizzata al Lyceum, un ginnasio dedicato ad Apollo Linceo.
** Teofrasto di Eresos (c. 371 c. 287) stato un venerato filosofo di Lesbo, successore di Aristotele al Lyceum.
*** Titus Lucretius Carus (c. 95 to c. 55 bce), letterato e poeta romano.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Ref. 21

41

42

2 dalla misura del moto alla continuit

F I G U R A 18 Un percorso tipico seguito da una pietra lanciata attraverso laria una parabola con

fotografie (sfocata e stroboscopica) di una pallina da ping pong che rimbalza su un tavolo (al centro) e
una fotografia stroboscopica di una goccia dacqua che rimbalza su una superficie fortemente idrofoba
(a destra, Andrew Davidhazy, Max Groenendijk).

Il tempo si deduce confrontando i moti.

Ref. 21

Sfida 40 s

Questo anche il caso per i bambini e gli animali. Cominciando in giovanissima et,
sviluppano il concetto di tempo dal confronto dei moti nel loro ambiente. Gli adulti
hanno come standard il moto del Sole e chiamano il tipo risultante di tempo ora locale.
Dalla luna essi deducono un calendario lunare. Se prendono un particolare orologio in
un villaggio su unisola Europea lo chiamano il tempo coordinato universale (UTC), una
volta conosciuto come tempo medio di Greenwich.**Gli astronomi usano i moti delle
stelle e chiamano il risultato tempo effemeride (o uno dei suoi successori). Un osservatore
* Un anno abbreviato a (Latino annus).
** L UTC ufficiale viene utilizzato per determinare la fase della rete elettrica, i flussi di bit delle societ
telefoniche e di internet e il segnale per il sistema GPS. Questultimo utilizzato da molti sistemi di navigazione di tutto il mondo, soprattutto in navi, aerei e cellulari mobili. Per ulteriori informazioni, consultare il sito web www.gpsworld.com. Linfrastruttura di cronometraggio importante anche per altre parti
delleconomia moderna. Riuscite ad individuare il pi importante?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

davvero gli eventi? Tenete questa domanda nella parte posteriore della testa mentre ci
muoviamo.)
I fenomeni sequenziali hanno una propriet aggiuntiva conosciuta come tratto, estensione o durata. Alcuni valori misurati sono indicati in tavola 6.* La durata esprime
lidea che le sequenze prendono tempo. Diciamo che una sequenza prende tempo per
esprimere che altre sequenze possano avere luogo in parallelo con essa.
Come viene dedotto esattamente, dalle osservazioni, il concetto di tempo incluse sequenza e durata? Molte persone hanno guardato in questa domanda: astronomi, fisici,
orologiai, psicologi e filosofi. Tutti trovano:

Il Monte del Moto

Sfida 39 s

2 dalla misura del moto alla continuit

43

TAV O L A 6 Misure di tempo selezionate.

Il pi breve tempo misurabile


Il pi breve tempo mai misurato
Tempo che la luce impiega per attraversare un tipico atomo
Impulso pi breve di luce laser prodotta finora
Periodo di base dello stato di transizione iperfine del cesio
Battito dali della mosca della frutta
Periodo delle pulsar(stelle di neutroni rotanti) PSR 1913+16
Istante umano
La vita pi breve di un essere vivente
Lunghezza media del giorno 400 milioni di anni fa
Lunghezza media del giorno oggi
Dalla nascita al vostro anniversario di 1000 milioni di secondi
Et del pi vecchio albero vivente
Uso del linguaggio umano
Et dellHimalaya
Et delle rocce pi vecchie, trovate in Isua Belt, Groenlandia
ed in Porpoise Cove, Hudson Bay
Et della Terra
Et delle stelle pi vecchie
Et della maggior parte dei protoni nel vostro corpo
Vita di un nucleo di tantalum 180 Ta
Vita di un nucleo di bismuto 209 Bi

1044 s
10 ys
0.1 a 10 as
200 as
108, 782 775 707 78 ps
1 ms
0, 059 029 995 271(2) s
20 ms
0.3 d
79 200 s
86 400, 002(1) s
31, 7 a
4600 a
0, 2 Ma
35 a 55 Ma
3, 8 Ga
4, 6 Ga
13.8 Ga
13, 8 Ga
1015 a
1.9(2) 1019 a

che usa lorologio personale chiama la lettura il suo tempo proprio; spesso utilizzato
nella teoria della relativit.
Non ogni moto uno standard buono per il tempo. Nel 2000, una rotazione della
Terra non prese pi 864 00 secondi, come fece nel 1900, ma 864 00,002 secondi. Potete
dedurre in quale anno il vostro compleanno sar spostato di un giorno intero dal tempo
previsto di 864 00 secondi?
Tutti i metodi per la definizione del tempo sono dunque basati su confronti di moti. Al
fine di rendere il concetto pi preciso e pi utile possibile, viene scelto un moto standard di riferimento, e con esso vengono definite una sequenza standard ed una durata
standard. Il dispositivo che esegue questo compito chiamato orologio. Possiamo cos
rispondere alla domanda della sezione di titolo:
Il tempo ci che leggiamo da un orologio.
Si noti che tutte le definizioni di tempo utilizzate nei vari rami della fisica sono equivalenti a questo; nessuna definizione pi profonda o fondamentale possibile.* Si noti che

Ref. 33

* Gli orologi pi antichi sono le meridiane. La scienza di farle si chiama gnomonica.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 41 s

Te mp o

Il Monte del Moto

Page 440

O s s e r va z i o n e

44

Ref. 35

Vol. V, pag. ??
Ref. 34

* Il cervello contiene numerosi orologi. Il pi preciso orologio per brevi intervalli di tempo, lintervallo
del timer interno al cervello, pi preciso di quanto immaginato, soprattutto se addestrato. Per periodi
di tempo tra pochi decimi di secondo, necessari per la musica, e pochi minuti, gli esseri umani possono
raggiungere precisioni di temporizzazione di pochi per cento.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Vol. III, pag. ??

la parola momento infatti derivata dalla parola movimento. La lingua segue la fisica
in questo caso. Sorprendentemente, la definizione del tempo appena data definitiva;
non potr mai essere cambiata, nemmeno in cima al Monte del Moto. Ci sorprendente, a prima vista, perch molti libri sono stati scritti sulla natura del tempo. Invece,
essi dovrebbero indagare la natura del moto! Ma questo comunque lobiettivo della
nostra passeggiata . Siamo cos pronti per scoprire tutti i segreti del tempo come parte
della nostra avventura. Ogni orologio ci ricorda che, al fine di comprendere il tempo,
abbiamo bisogno di capire il moto.
Il tempo non solo un aspetto delle osservazioni, anche un aspetto della esperienza
personale. Anche nella nostra vita privata pi intima, nei nostri pensieri, sentimenti e
sogni, sperimentiamo sequenze e durate. I bambini imparano a relazionare queste esperienze interne di tempo con osservazioni esterne, e utilizzano la propriet sequenziale
di eventi nelle loro azioni. Studi sullorigine del mostro tempo psicologico dimostrano
che coincide a parte la sua mancanza di precisione con il tempo dellorologio.* Ogni
essere umano vivente usa necessariamente nella sua vita quotidiana il concetto di tempo
come una combinazione di sequenza e durata; questo fatto stato verificato in numerose
indagini. Ad esempio, il termine quando esiste in tutte le lingue umane.
Il tempo un concetto necessario a distinguere tra le osservazioni. In qualsiasi sequenza di osservazioni, si osserva che gli eventi si succedono senza problemi, apparentemente senza fine. In questo contesto, uniformemente significa che le osservazioni che
non sono troppo distanti tendono a non essere troppo differenti. Anche tra due istanti,
quanto pi vicini possiamo osservarli, c sempre spazio per altri eventi. Le durate, o
intervalli di tempo, misurati da persone diverse con differenti orologi concordano nella
vita quotidiana; inoltre, tutti gli osservatori concordano sullordine di una sequenza di
eventi. Il tempo quindi unico nella vita di tutti i giorni.
Il tempo necessario per distinguere tra le osservazioni. Per questo motivo, tutti i
dispositivi osservati che distinguono tra le osservazioni, dal cervello ai dittafoni e alle
videocamere, hanno orologi interni. In particolare, tutti i cervelli animali hanno orologi
interni. Questi orologi del cervello permettono ai loro utenti di distinguere tra dati e
osservazioni attuali, recenti e passati.
Quando Galileo studi il moto nel diciassettesimo secolo, non cerano ancora i cronometri. Ha quindi dovuto costruirne uno, al fine di misurare i tempi nellintervallo tra
una frazione e pochi secondi. Potete immaginare come lo ha fatto?
Se formuliamo con precisione tutte le propriet del tempo che viviamo nella nostra
vita quotidiana, come fatto in tavola 7 , otteniamo un concetto di tempo che si chiama
tempo Galileiano. Tutte le sue propriet possono essere espresse contemporaneamente
descrivendo il tempo con laiuto di numeri reali. Infatti, i numeri reali sono stati costruiti dai matematici per avere esattamente le stesse propriet del tempo galileiano, come
spiegato nel capitolo sul cervello. In caso di tempo Galileiano, ogni istante di tempo pu
essere descritto da un numero reale, spesso abbreviato . La durata di una sequenza di
eventi quindi data dalla differenza tra i valori del tempo finale e levento di partenza.

Il Monte del Moto

Sfida 42 s

2 dalla misura del moto alla continuit

2 dalla misura del moto alla continuit

45

TAV O L A 7 Propriet del tempo Galileiano.

I ns ta nt i d i t e mp o

Fisico
P ro pri e t

M at e m at i c o
Nome

Definizione

Pu essere distinto
distinguibilit
elemento dellinsiemeVol. III, pag. ??
Pu essere messo in ordine
sequenza
ordine
Vol. V, pag. ??
Definisce durata
misurabilit
metricit
Vol. V, pag. ??
Pu avere sparizione di durata
continuit
densit , completezza Vol. V, pag. ??
Consente alle durate di essere sommateadditivit
metricit
Vol. V, pag. ??
Non serba sorprese
invarianza di traslazioneomogeneit
Page 229
Non finisce
infinito
illimitatezza
Vol. III, pag. ??
Sono uguali per tutti gli osservatori
assolutezza
unicit

Ci divertiremo un po col tempo Galileiano in questa parte della nostra avventura.


Tuttavia, centinaia di anni di attento esame hanno mostrato che ogni singola struttura di
tempo galileiano elencato tavola 7 approssimativo, e nessuno rigorosamente corretto.
Questa storia raccontata nel resto della nostra avventura.

Ref. 36
Ref. 37

Page 172
Vol. V, pag. ??

Sfida 43 s

Un orologio un sistema in moto la cui posizione pu essere letta. Ci sono molti tipi di
orologi: cronometri, orologi di dodici ore, meridiane, orologi lunari, orologi stagionali,
ecc Alcuni sono mostrati in figura 19. Quasi tutti i tipi di orologi si trovano anche nelle
piante e negli animali, come mostrato in tavola 8.
interessante notare che c una regola rigida nel regno animale: grandi orologi
vanno lenti. Come ci accade mostrato in figura 20, un altro esempio di una legge
di scala allometrica.
Gli orologiai sono esperti nella riproduzione del moto che sia il pi regolare possibile.
Noi scopriremo alcuni dei loro trucchi pi sotto. Esploreremo, successivamente, i limiti
fondamentali per la precisione degli orologi.
Un orologio un sistema mobile la cui posizione pu essere letta. Naturalmente, un
orologio preciso un sistema in moto il pi regolarmente possibile, con pochi disturbi
esterni, piccoli il pi possibile . Esiste un orologio perfetto in natura? Esistono affatto
gli orologi? Continueremo a studiare queste domande nel corso di questo lavoro e, infine, giungeremo ad una conclusione sorprendente. A questo punto, tuttavia, riportiamo
un semplice risultato intermedio: poich gli orologi esistono, in qualche modo esiste in
natura un intrinseco, naturale ed ideale modo per misurare il tempo. Riuscite a vederlo?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

La cosa pi preziosa che un uomo pu spendere


il tempo.
Teofrasto

Il Monte del Moto

Orolo gi

46

2 dalla misura del moto alla continuit


light from the Sun

time read off :


11h00 CEST

sub-solar poin t
close to Mekk a

sub-solar point
close to Mekka

Suns orbit
on May 15th

sun's orbi t
on May 15 th

mirror reflects
the sunlight

winter-spring
display screen

winter-spring
display scree n

time scale ring


CEST

F I G U R A 19 Differenti tipi di orologi: una meridiana high-tech (dimensione c. 30 cm), un cronometro

navale tascabile (dimensione c. 6 cm), un orologio atomico al cesio (dimensione c. 4 m), un gruppo di
cyanobacteria ed i satelliti Galileiani di Giove ( Carlo Heller a www.heliosuhren.de, Anonymous, INMS,
Wikimedia, NASA).

47

2 dalla misura del moto alla continuit


TAV O L A 8 Esempi di ritmi biologici ed orologi.

Esseri viventi

Sistemi oscillanti

Periodo

Pulce di mare (Talitrus saltator)

sa in quale direzione fuggire dalla


posizione del Sole e della Luna
onde gamma nel cervello
onde alpha nel cervello
battito cuore
onde delta nel cervello
circolazione sangue
ritmi cellulari circhoral
movimenti rapidi occhi periodo del
sonno
ciclo nasale
ciclo crescita ormone
nucleo soprachiasmatico (SCN),
concentrazione ormone circadiano,
temperatura, etc.; porta a mal di fuso
orologio pelle
periodo mensile
invecchiamento incorporato
battito ali

circadiano

Umano (Homo sapiens)

Mosca comune (Musca


domestica)
Mosca della frutta (Drosophila
melanogaster)
la maggior parte degli insetti
(cio vespe, moscerini della
frutta)
Alga (Acetabularia)
Muffe (cio Neurospora crassa)
Molte piante floreali
Pianta del tabacco

Arabidopsis
Pianta telegrafo (Desmodium
gyrans)
Forsythia europaea, F. suspensa,
F. viridissima, F. spectabilis

0,023 a 0, 03 s
0,08 a 0, 13 s
0,3 a 1, 5 s
0,3 a 10 s
30 s
1 a 2 ks
5.4 ks
4 a 9 ks
11 ks
90 ks

circadiano
2, 4(4) Ms
3, 2(3) Gs
30 ms

battito ali per corteggiamento

34 ms

rilevamento avvicinarsi inverno


(diapausa) per lunghezze di misura del
giorno; innesca cambiamenti metabolici
Adenosinetriphosphate (ATP)
concentrazione
formazione conidi
apertura e chiusura fiori
orologio di apertura dei fiori; innescato
dalla lunghezza dei giorni, scoperto nel
1920 da Garner e Allard
circumnutazione
crescita
rotazione lato foglia

annuale

Oscillazione petalo fiore, scoperta da


Van Gooch nel 2002

5.1 ks

circadiano
circadiano
annuale

circadiano
poche ore
200 s

48

2 dalla misura del moto alla continuit

+8

Maximum lifespan of wild birds

+7

+6
Reproductive maturity
Growth-time in birds

+5

Gestation time (max 100 cycles per lifetime)

Log10 of time/min

+4

+3
Metabolism of fat, 0.1% of body mass
(max 1 000 000 cycles per lifetime)

+2

Sleep cycle
Insulin clearance of body plasma volume
(max 3 000 000 cycles per lifetime)

+1

Circulation of blood volume


(max 30 000 000 cycles per lifetime)

-1

Respiratory cycles
(max 200 000 000 cycles per lifetime)
Gut contraction
(max 300 000 000 cycles per lifetime)

-2

Cardiac cycle
(max 1 000 000 000 cycles per lifetime)
-3
Fast muscle contraction
(max 120 000 000 000 cycles per lifetime)
-4
0.001

0.01

0.1

10

100

1000

Body mass/kg
F I G U R A 20 Come scalano i ritmi biologici con la dimensione nei mammiferi: tutti scalano pi o meno

con una quarta potenza della massa (dopo i dati di EMBO e Enrique Morgado).

2 dalla misura del moto alla continuit

49

Perch gli orolo gi vanno in senso orario?


Sfida 44 s

Il tempo scorre?

Vol. III, pag. ??


?

Si le temps est un fleuve, quel est son lit?***

L espressione lo scorrere del tempo viene spesso utilizzata per esprimere che in natura
il cambiamento segue dopo il cambiamento, in una maniera costante e continua. Ma
anche se le lancette di un orologio fluiscono, il tempo stesso non lo fa. Il tempo un
concetto introdotto appositamente per descrivere il flusso degli eventi che ci circondano;
esso stesso non fluisce, esso descrive il flusso. Il tempo non avanza. Il tempo non n lineare n ciclico. Lidea che il tempo scorre un ostacolo nella comprensione della natura
come lo lidea che gli specchi scambiano la destra e la sinistra.
Il fuorviante uso dellespressione flusso del tempo, propagato prima da alcuni
pensatori Greci imperfetti e poi di nuovo da Newton, continua. Aristotele, attento a
pensare logicamente, sottoline il suo equivoco, e molti lo fecero dopo di lui. Nondi* Eccezioni degne di nota sono la maggior parte, ma non tutte, le gare di Formula 1.
** Non possiamo confrontare qualsiasi processo con il passare del tempo non c nulla di simile ma
solo con un altro processo (ad esempio, con il funzionamento di un cronometro).
*** Se il tempo un fiume, cos il suo letto?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Wir knnen keinen Vorgang mit dem Ablauf


der Zeit vergleichen diesen gibt es nicht ,
sondern nur mit einem anderen Vorgang (etwa
dem Gang des Chronometers).**
Ludwig Wittgenstein, Tractatus, 6,3611

La maggior parte dei moti di rotazione nella nostra societ, come gare di atletica, a
cavallo, , bicicletta o gare di pattinaggio, girano in senso antiorario. * I matematici
chiamano questo il senso positivo di rotazione. Ogni supermercato conduce i suoi ospiti in senso antiorario attraverso la sala. Perch? La maggior parte delle persone sono di
mano destra, e la mano destra ha pi libert al di fuori di un cerchio. Pertanto migliaia di
anni fa le corse dei carri negli stadi andavano in senso antiorario. Come risultato, tutte le
gare allo stadio lo fanno fino ad oggi, ed per questo che i corridori si muovono in senso
antiorario. Per lo stesso motivo, le scale elicoidali nei castelli sono costruite in modo tale
che nel difendersi, i destri, di solito da sopra, abbiano quella mano allesterno.
Daltra parte, lorologio imita lombra delle meridiane; ovviamente, questo vero solo
nellemisfero nord, e solo per meridiane a terra, che erano le pi comuni. (Il vecchio
trucco di determinare il sud puntando la lancetta delle ore di un orologio orizzontale
guardando al Sole e dimezzando langolo tra esso e la direzione delle 12 Kern 0,1 millimetri non funziona al sud del mondo ma possibile determinare il nord in questo
modo.) Cos ogni orologio continua implicitamente a indicare su quale emisfero stato
inventato. Inoltre, ci dice anche che le meridiane sulle pareti vennero utilizzate molto pi
tardi rispetto a quelle a terra

Il Monte del Moto

Che ora al Polo Nord adesso?

50

Sfida 45 f

Ref. 39

2 dalla misura del moto alla continuit

meno, espressioni come inversione del tempo, la irreversibilit del tempo, e la tanto
abusata freccia del tempo sono ancora comuni. Basta leggere una rivista di divulgazione scientifica scelta a caso. Il fatto : il tempo non pu essere invertito, solo il movimento pu, o pi precisamente, solo la velocit degli oggetti; il tempo non ha freccia,
solo il movimento lha; non il flusso del tempo che gli esseri umani sono in grado di
fermare, ma il moto di tutti gli oggetti in natura. Incredibilmente, ci sono libri anche
scritti da rispettati fisici che studiano diversi tipi di frecce del tempo e le confrontano
tra loro. Comera prevedibile, nessun risultato tangibile o nuovo viene estratto. Il tempo
non fluisce.
Allo stesso modo, espressioni colloquiali come linizio (o la fine) del tempo
dovrebbero essere evitate. Un esperto di moto li traduce subito in linizio (o la fine) del
moto.
Che cos lo spazio?

Quando distinguiamo due oggetti tra loro, come ad esempio due stelle, innanzitutto distinguiamo le loro posizioni. Distinguiamo posizioni con i nostri sensi della vista, tatto,
udito e percezione. La posizione quindi un aspetto importante dello stato fisico di un
oggetto. Una posizione presa per un solo oggetto alla volta. Le posizioni sono limitate.
Linsieme di tutte le posizioni disponibili, chiamato spazio (fisico), agisce entrambe da
contenitore e sfondo .
Strettamente legata a spazio e posizione la dimensione, linsieme delle posizioni che
un oggetto occupa. Piccoli oggetti occupano solo sottoinsiemi di posizioni occupate da
quelli pi grandi. Discuteremo delle dimensioni pi in dettaglio tra breve.
Come deduciamo lo spazio dalle osservazioni? Durante linfanzia, gli esseri umani (e
la maggior parte degli animali superiori) imparano a riunire le varie percezioni di spazio,
cio quella visuale, tattile, uditiva, la cinestetica, la vestibolare ecc, in una serie autoconsistente di esperienze e descrizioni. Il risultato di questo processo di apprendimento
un certo concetto di spazio nel cervello. In effetti, la questione dove? pu essere chiesta
e risposta in tutte le lingue del mondo. Per essere pi precisi, gli adulti derivano lo spazio
dalle misure di distanza. I concetti di lunghezza, area, volume, angolo e angolo solido
sono tutti dedotti con il loro aiuto. Geometri, topografi, architetti, astronomi, venditori
di tappeti e produttori di metri a bastone basano il loro commercio su misure di distanza.
Lo spazio un concetto formato per riassumere tutte le relazioni di distanza tra gli oggetti
di una precisa descrizione di osservazioni.
I metri a bastone funzionano bene solo se sono dritti. Ma quando gli esseri umani
vivevano nella giungla, non cerano oggetti diritti intorno a loro. Nessun regolo diritto,
niente attrezzi diritti, niente. Oggi, un paesaggio urbano essenzialmente un insieme di
linee rette. Puoi descrivere come gli esseri umani hanno raggiunto questo?
* Hermann Weyl (18851955) fu uno dei pi importanti matematici del tempo, e anche un importante fisico
teorico. Fu uno degli ultimi universalisti in entrambi i campi, un contributore alla teoria quantistica e la
relativit, padre del termine teoria di gauge, e autore di molti testi popolari.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 46 s

Il Monte del Moto

Page 53

Lintroduzione dei numeri come coordinate [...]


un atto di violenza [...].
Hermann Weyl, Philosophie der Mathematik
und Naturwissenschaft .*

2 dalla misura del moto alla continuit

51

F I G U R A 21 Due

prove che lo spazio ha


tre dimensioni: il
labirinto vestibolare
dellorecchio interno
dei mammiferi (qui un
essere umano) con tre
canali e un nodo
( Northwestern
University).

* Per la definizione di non numerabilit, vedi pagina ?? nel volume III.


** Notare che dire che lo spazio ha tre dimensioni implica che lo spazio continuo; il matematico e filosofo
Luitzen Brouwer (b. 1881 Overschie, d. 1966 Blaricum) dimostr che la dimensionalit solo un concetto
utile per insiemi continui.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 48 s

Il Monte del Moto

Sfida 47 s

Una volta che gli uomini uscirono dalla giungla con i loro metri a bastone di nuova
costruzione, raccolsero un patrimonio di risultati. I principali sono elencati in tavola 9;
sono facilmente confermati dallesperienza personale. Gli oggetti possono assumere posizioni in modo apparentemente continuo: ci sono infatti pi posizioni che possono essere contate.*La dimensione viene catturata definendo la distanza tra varie posizioni,
chiamate lunghezza, o usando il campo visivo che un oggetto assume quando viene toccato, chiamata la sua superficie. La lunghezza e la superficie possono essere misurate con
laiuto di un metro a bastone. (Risultati di misura selezionabili sono riportati in tavola 10;
alcuni dispositivi di misura di lunghezza sono mostrati in figura 23.) La lunghezza degli
oggetti indipendente della persona che la misura, dalla posizione degli oggetti e del
loro orientamento. Nella vita quotidiana la somma degli angoli in qualsiasi triangolo
uguale a due angoli retti. Non ci sono limiti alle distanze, lunghezze e cos per lo spazio.
Lesperienza ci dimostra che lo spazio ha tre dimensioni ; possiamo definire sequenze
di posizioni precisamente in tre modi indipendenti. Infatti, lorecchio interno di (praticamente) tutti i vertebrati ha tre canali semicircolari che rilevano laccelerazione del
corpo nelle tre dimensioni dello spazio, come mostrato in figura 21.** Analogamente,
ogni occhio umano mosso da tre coppie di muscoli. (Perch tre?) Unaltra prova che
lo spazio ha tre dimensioni fornito dai lacci delle scarpe: se lo spazio avesse avuto pi
di tre dimensioni, i lacci non sarebbero utili, perch esistono nodi solo nello spazio tridimensionale. Ma perch lo spazio ha tre dimensioni? Questo uno dei problemi pi
difficili della fisica; esso avr risposta solo nellultima parte della nostra passeggiata.
Si dice spesso che pensare in quattro dimensioni impossibile. Ci sbagliato. Basta
provare. Per esempio, potete confermare che in quattro dimensioni i nodi sono impossibili?
Come gli intervalli di tempo, gli intervalli di lunghezza possono essere descritti pi
precisamente con laiuto dei numeri reali. Per semplificare la comunicazione, vengono
utilizzate unit standard, in modo che tutti usino gli stessi numeri per la stessa lunghezza.

52

2 dalla misura del moto alla continuit

TAV O L A 9 Propriet dello spazio Galileiano.

Punti

P ro pri e t
fisiche

Nome
m at e m at i c o

Definiz ione

Pu essere distinto
Pu essere allineato su di una
linea
Pu essere formato
Giace lungo tre direzioni
indipendenti
Pu avere distanza nulla
Definisce distanze
Permette di aggiungere
traslazioni
Definisce angoli
Non serba sorprese

distinguibilit
sequenza

elemento dellinsieme
ordine

Vol. III, pag. ??

forma
possibilit di nodi

topologia
3-dimensionalit

Vol. V, pag. ??
Page 81, Vol. V,
pag. ??

continuit
misurabilit
additivit

densit, completezza
metricit
metricit

Vol. V, pag. ??

prodotto scalare
invarianza di
traslazione
infinit
assolutezza

spazio Euclideo
omogeneit

Page 81

sconfinatezza
unicit

Vol. V, pag. ??
Vol. V, pag. ??

Vol. III, pag. ??


Page 53

Page 81

e sono chiamate coordinate. Esse specificano e ordinano la posizione di un punto nello


spazio. (Per la definizione precisa degli spazi euclidei, vedere sotto..)
Ci che viene qui descritto in appena mezza pagina in realt ha preso 2000 anni per
essere elaborato, soprattutto perch i concetti di numero reale e coordinata dovevano
prima essere scoperti. La prima persona a descrivere i punti dello spazio in questo modo
fu il famoso matematico e filosofo Ren Descartes*, dopo cui lespressione delle coordinate (1) sono chiamate cartesiane
Come il tempo, lo spazio un concetto necessario per descrivere il mondo. In effetti,
lo spazio viene introdotto automaticamente quando descriviamo situazioni con molti
oggetti. Per esempio, quando molte sfere si trovano su un tavolo da biliardo, non possiamo evitare di utilizzare lo spazio per descrivere le relazioni tra di esse. Non c modo
di evitare luso di concetti spaziali quando si parla sulla natura.
* Ren Descartes o Cartesio (b. 1596 La Haye, d. 1650 Stockholm), matematico e filosofo, autore della famosa
dichiarazione je pense, donc je suis, che tradusse in cogito ergo sum penso dunque sono. A suo avviso
questa lunica dichiarazione di cui si pu essere sicuri.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Le unit ci permettono di esplorare le propriet generali dello spazio galileiano sperimentalmente: lo spazio, il contenitore degli oggetti, continuo, tridimensionale, isotropo, omogeneo, infinito, euclideo e unico o assoluto. In matematica, una struttura o
un concetto matematico di tutte le propriet appena citate chiamato spazio euclideo tridimensionale. I suoi elementi, punti (matematici), sono descritti da tre parametri reali.
Di solito sono scritti come
(, , )
(1)

Il Monte del Moto

Pu battere ogni limite


Definita per tutti gli
osservatori

Vol. V, pag. ??

2 dalla misura del moto alla continuit

53

F I G U R A 22 Ren Descartes (15961650).

Sfida 49 s

Lo spazio e il tempo sono assolu ti o relativi?

Sfida 50 f
Ref. 40

Cleobulus

Nella vita di tutti i giorni, i concetti di spazio e di tempo Galileiani sono due aspetti
opposti; il contrasto ha colorato ogni discussione per diversi secoli. Da un lato, spazio
e tempo esprimono qualcosa di invariante e permanente; essi agiscono entrambi come
grandi contenitori per tutti gli oggetti e gli eventi presenti in natura. Visti in questo modo,
lo spazio e il tempo hanno unesistenza propria. In questo senso si pu dire che sono
fondamentali o assoluti . Daltra parte, lo spazio e il tempo sono strumenti di descrizione
che ci permettono di parlare di relazioni tra gli oggetti. In questa visione, non hanno
alcun significato, separati dagli oggetti, e derivano solo dai rapporti tra gli oggetti; essi
sono derivati, relazionali o relativi. Quale di questi punti di vista preferite? I risultati
della fisica hanno alternativamente favorito un punto di vista o laltro. Ripeteremo questa
alternanza per tutta la nostra avventura, fino a trovare la soluzione. E ovviamente, si
riveler esserci una terza opzione.
Dimensione perch esiste l area, ma non il volume
Un aspetto centrale degli oggetti la loro dimensione. Come un bambino piccolo, in et
scolare, ogni essere umano impara come utilizzare le propriet della dimensione e dello
* La misura la migliore (cosa). Cleobulus () di Lindos, (c. 620550 BCE ) fu un altro dei
proverbiali sette saggi.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

.*

Il Monte del Moto

Anche se abbiamo bisogno di spazio per parlare di natura, comunque interessante chiedersi perch questo possibile. Ad esempio, poich molti metodi di misura di
lunghezza esistono alcuni sono elencati in tavola 11 e poich tutti producono risultati
coerenti, ci deve essere un modo naturale o ideale per misurare le distanze, dimensioni
e rettilineit. Potete trovarlo?
Come nel caso del tempo, ciascuna delle propriet dello spazio appena elencate deve
essere controllata. E ancora, attente osservazioni dimostreranno che ogni propriet
unapprossimazione. In parole pi semplici e pi drastiche, tutte loro sono sbagliate. Ci
conferma laffermazione di Weyl allinizio di questa sezione. Infatti, la sua dichiarazione
sulla violenza connessa con lintroduzione dei numeri raccontata da ogni foresta del
mondo, e, naturalmente, anche per quella ai piedi del Monte del Moto. Il resto della nostra avventura mostrer questo.

54

2 dalla misura del moto alla continuit

TAV O L A 10 Alcuni valori di distanza misurati.

O s s e r va z i o n e

D i s ta nz a

Lunghezza donda di Compton della Galassia


Lunghezza di Planck , la pi piccola lunghezza misurabile
Diametro del protone
Lunghezza donda di Compton dellelettrone
La pi piccola oscillazione dellaria rilevabile dallorecchio
umano
atomo di Idrogeno dimensione
Dimensione di un piccolo batterio
Lunghezza donda luce visibile
Raggio della lama tagliente del rasoio
Punto: diametro del pi piccolo oggetto visibile ad occhio
nudo
Diametro del capello umano (sottile a spesso)
Lunghezza totale del DNA in ogni cellula umana
La pi grande cosa vivente, il fungo Armillaria ostoyae
Il pi lungo lancio umano di un oggetto, usando un boomerang
La pi alta struttura di costruzione umana, Burj Khalifa
La pi grande ragnatela in Messico
Lunghezza Equatore Terra
La lunghezza totale dei vasi sanguigni umani (stima approssimata)
Lunghezza totale cellule nervose umane (stima approssimata)
Distanza media dal Sole
Anno luce
Distanza dalla tipica stella di notte
Dimensione della galassia
Distanza dalla galassia Andromeda
La massima distanza di oggetto visibile

1085 m (solo calcolata)


1035 m
1 fm
2, 426 310 215(18) pm
11 pm
30 pm
0.2 m
0.4 to 0.8 m
5 m
20 m

1.58 105 km
149 597 870 691(30) m
9.5 Pm
10 Em
1 Zm
28 Zm
125 Ym

spazio nelle sue azioni. Come adulti in cerca di precisione, la definizione di distanza
come differenza tra coordinate ci permette di definire la lunghezza in modo affidabile.
Ci sono voluti centinaia di anni per scoprire che ci non il caso. Diversi studi in fisica
e matematica hanno portato a complicazioni.
I problemi fisici iniziarono con una domanda sorprendentemente semplice posta da
Lewis Richardson:* Quanto lunga la costa occidentale della Gran Bretagna?
Seguendo la costa su una mappa utilizzando un odometro , un dispositivo mostrato in
figura 24, Richardson scopr che la lunghezza della costa dipende dalla scala (diciamo
* Lewis Fray Richardson (18811953), Fisico inglese e psicologo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

828 m
c. 5 km
40 075 014, 8(6) m
416 104 km

Il Monte del Moto

30 a 80 m
2m
3 km
427 m

2 dalla misura del moto alla continuit

55

Il Monte del Moto

1 : 10 000 o 1 : 500 000) della mappa utilizzata:


= 0 0.25

(2)

(Richardson trov altri esponenziali per altre coste.) Il numero di 0 la lunghezza in


scala 1 : 1. Il risultato principale che pi grande la mappa, pi lunga la costa. Che
cosa accadrebbe se la scala della mappa fosse aumentata anche oltre la dimensione
delloriginale? La lunghezza aumenterebbe oltre ogni limite. Pu la linea costiera avere

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 23 Tre strumenti meccanici di misura (un calibro vernier, una vite micrometrica, un baffo) e
ottici (gli occhi, un metro a laser, una parete di luce) di lunghezze e distanze ( www.medien-werkstatt.
de, Naples Zoo, Keyence, and Leica Geosystems).

56

2 dalla misura del moto alla continuit

TAV O L A 11 Dispositivi di misura di lunghezze nei sistemi biologici e ingegnerizzati.

Misure
Umane
Misura della forma del corpo, ad esempio
distanza dito, posizione degli occhi, distanza
denti
Misura della distanza delloggetto
Misura della distanza delloggetto
Animali
Misura dimensione foro
Misura della distanza a piedi delle formiche del
deserto
Misura della distanza di volo delle api
Misura della distanza nuoto degli squali

Misura dimensione particelle

sensori muscoli

0, 3 mm a 2 m

visione
stereoscopica
effetto eco suono

1 a 100 m

baffi
contatore di passi

fino a 0.5 m
fino a 100 m

occhio
mappa campo
magnetico
sensori infrarossi
sonar

fino a 3 km
fino a 1000 km
fino a 2 m
fino a 100 m

visione

0.1 a 1000 m

riflessione luce
eco radio
interferometro
decadimento
intensit 125 Ym
acceleratore

0.1 m to 400 Mm
0.1 a 50 km
0.5 m a 50 km

0.1 a 1000 m

gi fino a 1018 m

F I G U R A 24 Un curvimetro o odometro (foto

Frank Mller).

realmente lunghezza infinita? S, pu. In realt, i matematici hanno descritto molte tali
curve; esse sono chiamate frattali. Esistono un numero infinito di esse, e figura 25 mostra

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Macchine
Misura distanza oggetto dei laser
Misura distanza oggetto dei radar
Misura lunghezza oggetto
Misura distanza stelle, galassie, o quasar

Gamma

Il Monte del Moto

Misura distanza della preda dei serpenti


Misura distanza della preda dei pipistrelli,
delfini, e gobba balene
Misura distanza della preda dei rapaci

Dispositivo

2 dalla misura del moto alla continuit

n=1

n=2

57

n=3

n=

F I G U R A 25 Un esempio di un frattale: una curva auto-simile infinita lunghezza (a destra), e la sua

costruzione.

Sfida 51 f

Sfida 52 d

Sfida 54 s

Ref. 41

* La maggior parte di queste curve sono auto-simili, cio, seguono leggi di scala simili a quelle di cui
sopra. Il termine frattale dovuto al matematico polacco Benot Mandelbrot e si riferisce ad una propriet
strana: in un certo senso, hanno un numero non integrabile di dimensioni, pur essendo unidimensionali
per costruzione. Mandelbrot vide che la dimensione non intera riguardava lesponente di Richardson da
= 1 + , dando cos = 1, 25 nellesempio sopra. Il numero varia da caso a caso. Le misure producono
un valore di = 1, 14 per la frontiera terrestre del Portogallo, = 1, 13 per la costa australiana e = 1, 02
per le coste del Sud Africa.
** Stefan Banach (b. 1892 Krakow, d. 1945 Lvov), importante matematico.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 241

Il Monte del Moto

Sfida 53 s

un esempio.* Potete costruirne un altro?


La lunghezza ha altre strane propriet. Il matematico Giuseppe Vitali fu il primo a
scoprire che possibile tagliare un segmento di lunghezza 1 in pezzi che possono essere
riassemblati semplicemente spostadoli nella direzione del segmento in un segmento
di lunghezza 2. Siete in grado di trovare una tale divisione utilizzando il suggerimento
che possibile solo utilizzando infiniti pezzi?
Per riassumere, la lunghezza ben definita per le linee che sono ben dritte o curve, ma
non per le linee intricate, o linee fatte di infiniti pezzi. Quindi evitiamo i frattali e altre
curve a forma strana nel seguito, e presteremo particolare attenzione quando parleremo
di segmenti infinitamente piccoli. Queste sono le ipotesi centrali dei primi cinque volumi
di questa avventura, e non dobbiamo mai dimenticarli. Torneremo a queste assunzioni
nellultimo volume della nostra avventura.
Infatti, tutti questi problemi impallidiscono rispetto al seguente problema. Comunemente, area e volume sono definite tramite la lunghezza. Pensate che sia facile? Vi
sbagliate, oltre ad essere vittime di pregiudizi diffusi nelle scuole di tutto il mondo. Per
definire area e volume con precisione, le definizioni devono avere due caratteristiche: i
valori devono essere additivi , cio, per insiemi finiti e infiniti di oggetti, larea totale e il
volume devono essere la somma delle aree e dei volumi di ciascun elemento dellinsieme;
e devono essere rigidi , cio, se si taglia unarea o un volume a pezzi e poi riordiniamo i
pezzi, il valore rimane lo stesso. Sono possibili tali definizioni? In altre parole, esistono i
concetti di volume ed area?
Per le aree in un piano, si procede nel seguente modo standard: si definisce larea
di un rettangolo di lati e come = ; poich qualsiasi poligono pu essere riorganizzato in un rettangolo con un numero finito di tagli dritti, si pu quindi definire
un valore di area per tutti i poligoni. Successivamente, si pu definire unarea per forme
curve come limite della somma di infiniti poligoni. Questo metodo viene chiamato integrazione; Esso introdotto nel dettaglio nella sezione sulla azione fisica.
Tuttavia, lintegrazione non consente di definire unarea per regioni arbitrariamente
delimitate. (Potete immaginare una tale regione?) Per una definizione completa, sono necessari strumenti pi sofisticati. Essi sono stati scoperti nel 1923 dal famoso matematico
Stefan Banach. ** Egli dimostr che si pu effettivamente definire unarea per ogni insieme di punti di sorta, anche se il bordo non ben curvo ma estremamente complicato,

58

2 dalla misura del moto alla continuit

dihedral
angle

F I G U R A 26 Un poliedro con uno dei

suoi angoli diedri ( Luca Gastaldi).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

* In realt, questo vero solo per insiemi sul piano. Per superfici curve, come la superficie di una sfera, ci
sono complicazioni che non possono essere discusse qui. Inoltre, i problemi menzionati nella definizione
di lunghezza dei frattali riappargono anche per larea se la superficie da misurare non piatta. Un esempio
tipico larea del polmone umano: a seconda del livello di dettagli esaminati, si trovano valori di area da
pochi fino a oltre un centinaio di metri quadrati.
** Max Dehn (b. 1878 Hamburg, d. 1952 Black Mountain), matematico, allievo di David Hilbert.
*** Questo detto anche nel bellissimo libro di M. Aigler & G. M. Z iegler, Proofs from the Book,

Il Monte del Moto

Sfida 55 s

come la curva frattale precedentemente menzionata. Oggi questo concetto generalizzato


di area, tecnicamente una misura finitamente additiva isometricamente invariante, si
chiama misura di Banach in suo onore. I matematici riassumono questa discussione
dicendo che, poich in due dimensioni vi una misura di Banach, vi un modo per
definire il concetto di area una misura rigida e additiva per ogni insieme di punti di
sorta.*
Qual la situazione in tre dimensioni, vale a dire, per il volume? Possiamo iniziare
nello stesso modo come per larea, definendo il volume di un poliedro rettangolare
con lati , , come = . Ma allora incontriamo un primo problema: un poliedro
generale non pu essere tagliato in un cubo con tagli diritti! La limitazione fu scoperta
nel 1900 e 1902 da Max Dehn.** Scopr che la possibilit dipende dai valori degli angoli del bordo, o angoli diedri , come li chiamano i matematici. (Essi sono definiti in
figura 26.) Se si attribuisce ad ogni bordo di un poliedro generale un numero dato dalla
sua lunghezza volte una funzione speciale () del suo angolo diedro , allora Dehn
trov che la somma di tutti i numeri per tutti i bordi di un solido non cambia sotto dissezione, a condizione che la funzione soddisfi ( + ) = () + () e () = 0. Un
esempio di tale strana funzione quella di assegnare il valore 0 a qualsiasi razionale
multiplo di e il valore 1 ad un insieme di base di multipli irrazionali di . I valori per
tutti gli altri angoli diedri del poliedro possono quindi essere costruiti per combinazione
di multipli razionali di questi angoli di base. Con questa funzione, potete dedurre da voi
che un cubo non pu essere sezionato in un tetraedro regolare perch le loro rispettive
invarianti di Dehn sono diverse.***

2 dalla misura del moto alla continuit

59

F I G U R A 27 Linee rette trovate in natura: cerussite (larghezza figura appross. 3 mm, Stephan

Wolfsried) e selenite (larghezza figura appross. 15 m, Arch. Speleoresearch & Films/La Venta a www.
laventa.it e www.naica.com.mx).

Vol. III, pag. ??


Ref. 43

Springer Verlag, 1999. Il titolo dovuto alla famosa abitudine del grande matematico Paul Erds di immaginare che tutte le meravigliose prove matematiche possono essere assemblate nel libro delle prove.
* Alfred Tarski (b. 1902 Warsaw, d. 1983 Berkeley), influente matematico.
** La prova del risultato non ha bisogno di molta matematica; spiegato splendidamente da Ian Stewart in
Paradox of the spheres,New Scientist, 14 January 1995, pp. 2831. La prova si basa sullassioma della scelta,
che viene presentato in seguito. Il paradosso Banach Tarski esiste anche in quattro dimensioni, come anche
in qualsiasi dimensione maggiore. Ulteriori dettagli matematici si trovano nel bel libro di Stan Wagon.
*** I matematici dicono che una cosiddetta misura di Lebesgue sufficiente in fisica. Questa misura numerabile additiva isometricamente invariante fornisce il modo pi generale per definire un volume.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 56 s

Il Monte del Moto

Ref. 42

Nonostante i problemi con gli invarianti di Dehn, si pu definire un concetto di


volume rigido e additivo per i poliedri, poich per tutti i poliedri e, generalmente, per
tutte le forme ben curve, si pu ancora utilizzare lintegrazione per la definizione del
loro volume.
Ora consideriamo forme generali e tagli generali a tre dimensioni, non solo quelli
buoni citati finora. Poi inciampiamo sul famoso teorema Banach Tarski (o paradosso).
Nel 1924, Stefan Banach e Alfred Tarski * dimostrarono che possibile tagliare una sfera
in cinque pezzi che possono essere ricombinati per dare due sfere, ciascuna delle dimensioni delloriginale. Questo risultato contro-intuitivo il teorema Banach Tarski.
Anche peggio, unaltra versione del teorema: prendete qualsiasi due insiemi che non si
estendendo allinfinito e contenenti una sfera solida ciascuno; allora sempre possibile
sezionare uno nellaltro con un numero finito di tagli. In particolare possibile sezionare
un pisello nella Terra , o viceversa. La dimensione non conta!** Il volume non quindi
un concetto utile affatto.
Il teorema Banach Tarski solleva due questioni: in primo luogo, il risultato pu essere applicata alloro o al pane? Ci risolverebbe molti problemi. In secondo luogo, pu
essere applicato allo spazio vuoto? In altre parole, materia e spazio vuoto sono continui?
Entrambi gli argomenti saranno esplorati pi avanti nel nostro cammino; ogni questione
avr le proprie, speciali conseguenze. Per il momento, eliminiamo questo problema preoccupante, limitando il nostro interesse alle forme lisce curvate (e coltelli da taglio). Con
questa restrizione, i volumi di materia e di spazio vuoto si comportano bene: sono additivi e rigidi, e non mostrano paradossi. *** Infatti, i tagli richiesti per il paradosso Banach
Tarski non sono uniformi; non possibile eseguirle con un coltello di tutti i giorni, in
quanto richiedono (infinite) curve infinitamente nette con un coltello infinitamente affil-

60

2 dalla misura del moto alla continuit

ato . Tale coltello non esiste. Tuttavia, teniamo nella parte posteriore della nostra mente
che la dimensione di un oggetto o di una parte di spazio vuoto una quantit difficile
e che bisogna stare attenti ogni volta che ne parliamo.
C osa drit to?

Ref. 45

Page 462

Sfida 57 s

Ref. 46

Sfida 58 s

Sfida 59 f

Vol. II, pag. ??

Page 414
Ref. 44

Spazio e rettilineit pongono sfide sottili. Alcune strane persone sostengono che tutti
gli esseri umani vivono allinterno di una sfera; Essi sostengono che la Luna, il Sole e
le stelle sono tutte in prossimit del centro della sfera cava, come illustrato in figura 29.
Essi spiegano anche che la luce segue percorsi curvi nel cielo e che quando i fisici convenzionali parlano di una distanza dal centro della Terra, la distanza reale della Terra cava
he = 2Earth /. Potete mostrare che questo modello sbagliato? Roman Sexl** usava
fare questa domanda ai suoi studenti e colleghi fisici. La risposta semplice: se si pensa
di avere un argomento per dimostrare che questa visione sbagliata, state sbagliando!
Non c modo di mostrare che un tale punto di vista sbagliato. possibile spiegare
lorizzonte, laspetto del giorno e della notte, come pure le fotografie satellitari della Terra
rotonda, come figura 28. Per spiegare quello che successo durante un volo per la Luna
anche divertente. Una vista della Terra cava coerente completamente equivalente alla
solita immagine di uno spazio infinitamente esteso. Noi torneremo a questo problema
nella sezione sulla relativit generale.
* Unaltra famosa eccezione, estranea alle strutture atomiche, la famosa formazione geologica irlandese
chiamata Gigante di Causeway. Altri candidati che potrebbero venire in mente, come ad esempio alcuni
batteri che hanno forma (quasi) quadrata o (quasi) triangolare non sono contro-esempi, poich le forme
sono solo approssimative.
** Roman Sexl, (19391986), importante fisico austriaco, autore di numerosi libri di testo influenti sulla
gravitazione e la relativit.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Una Terra cava?

Il Monte del Moto

Quando vedete un oggetto solido con un bordo dritto, al 99 % una scommessa


sicura che artificiale. Naturalmente, ci sono eccezioni, come mostrato in figura 27.*I
pi grandi cristalli mai trovati sono 18 m di lunghezza. Ma in generale, il contrasto tra
gli oggetti visti in una citt edifici, mobili, automobili, pali dellelettricit, scatole, libri
e gli oggetti visti in una foresta alberi, piante, pietre, nuvole evidente: nella foresta
nulla dritto o piatto, nella citt la maggior parte degli oggetti lo sono. Come possibile
per gli esseri umani produrre oggetti rettilinei mentre non se ne trova quasi nessuno in
natura?
Qualsiasi foresta ci insegna lorigine della rettilineit; essa presenta tronchi alti e raggi
di luce che entrano dallalto attraverso le foglie. Per questo motivo la chiamiamo una
linea dritta se tocca o un filo a piombo o un raggio di luce su tutta la sua lunghezza.
Infatti, le due definizioni sono equivalenti. Potete confermarlo? Potete trovare unaltra
definizione? Ovviamente, noi chiamiamo una superficie piatta se per qualsiasi orientamento scelto e posizione la superficie tocca un filo a piombo o un raggio di luce in tutta
la sua estensione.
In sintesi, il concetto di rettilineit e quindi anche di planarit definito con
laiuto di corpi o radiazioni. Infatti, tutti i concetti spaziali, come tutti i concetti temporali, richiedono il moto per la loro definizione.

2 dalla misura del moto alla continuit

61

Sfida 60 s

Come si fa a misurare la velocit di un proiettile di pistola con un cronometro, in uno


spazio di 1 m3 , senza elettronica? Suggerimento: lo stesso metodo pu anche essere usato
per misurare la velocit della luce.

Per un suggestivo e interattivo modo per uno zoom attraverso tutte le scale di lunghezza
in natura, dalla lunghezza di Planck alla dimensione delluniverso, vedere il sito http://
htwins.net/scale2/.

Sfida 61 s

Che cosa pi veloce: una freccia o una moto?

Sfida 62 f

Un giardiniere vuole piantare nove alberi in modo tale da formare dieci linee rette con
tre alberi ciascuno. Come lo fa?

Sfida 63 d

Quanto cammina veloce la morte? Questa domanda il titolo di una pubblicazione nel
British Medial Journal del 2011. Potete immaginare come si risponde?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Curiosit e divertenti sfide su spazio e tempo di tu t ti i giorni

Il Monte del Moto

F I G U R A 28 Una fotografia della Terra vista dalla direzione del Sole (NASA).

62

2 dalla misura del moto alla continuit

notte( Helmut Diehl).

Le misure del tempo richiedono fenomeni periodici. Gli anelli degli alberi sono tracce
delle stagioni. I ghiacciai hanno anche tali tracce, le ogive. Simili tracce si trovano nei
denti. Conoscete altri esempi?

Sfida 64 s

Un uomo vuole sapere quanti scalini avrebbe dovuto salire se la scala mobile di fronte
a lui, che sale verso lalto, fosse ancora ferma. Lui passeggia sulla scala mobile e conta
60 scalini; camminando gi per la stessa scala mobile con la stessa velocit egli conta 90
scalini. Qual la risposta?

Sfida 65 f

Hai due clessidre: una dura 4 minuti ed una dura 3 minuti. Come potete usarle per determinare quando sono passati cinque minuti?

Sfida 66 f

Hai tre contenitori per lacqua: uno pieno di 8 litri, uno vuoto di 5 litri, e un altro vuoto
di 3 litri. Come possibile utilizzarli per dividere lacqua in modo uniforme in due?

Sfida 67 s

Come si pu fare un buco in una cartolina che ti permetta di passare attraverso di essa?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

F I G U R A 29 Un modello che illustra la teoria della Terra cava, mostrando come appaiono il giorno e la

2 dalla misura del moto alla continuit

63

F I G U R A 30 A che altezza un bicchiere conico mezzo pieno?

rubber band
F I G U R A 31 Pu

Sfida 68 s

Quale frazione dellaltezza di un bicchiere conico, indicato in figura 30, deve essere
riempito per rendere il bicchiere mezzo pieno?

Sfida 69 s

Quante matite sono necessarie per tracciare una linea lungo lEquatore della Terra?

Sfida 70 f

Potete trovare tre punti di incrocio su una scacchiera che si trovano su un triangolo equilatero?

Sfida 71 s

Tutti conoscono il puzzle dellorso: Un cacciatore lascia la sua casa, passeggia 10 km a


sud e 10 km ad ovest, spara ad un orso, passeggia 10 km a nord, ed tornato a casa. Di
che colore lorso? Probabilmente conoscete la risposta immediatamente. Ora arriva la
domanda pi difficile, utile per vincere soldi nelle scommesse. La casa potrebbe essere
su: diversi ulteriori macchie sulla Terra; dove sono meno ovvie le macchie da cui un
uomo pu avere esattamente lo stesso viaggio (dimenticate lorso ora) che stato appena
descritto ed essere a casa di nuovo?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

la lumaca
raggiungere il
cavallo una volta
che inizia a
galoppare?

64

Sfida 72 s

2 dalla misura del moto alla continuit

Immaginate un elastico che collegato a un muro su un lato ed attaccato ad un cavallo


allaltra estremit, come mostrato in figura 31. Sullelastico, in prossimit della parete,
c una lumaca. Sia la lumaca e il cavallo iniziano a muoversi, con velocit tipiche con
la gomma che sia infinitamente estensibile. La lumaca pu raggiungere il cavallo?

Page 442

Per un matematico, 1 km lo stesso che 1000 m. Per un fisico i due sono diversi! In
effetti, per un fisico, 1 km una misura compresa tra 0.5 km e 1.5 km, mentre 1000 m
una misura tra 999.5 m e 1000.5 m. Cos fare attenzione quando si scrivono i valori di
misura. Il modo professionale quello di scrivere, per esempio, 1000(8) m a significare
1000 8 m, cio un valore che si trova tra 992 e 1008 m con una probabilit di 68,3 %.

Sfida 73 s

Immaginate una macchia nera su una superficie bianca. Qual il colore della linea che
separa il punto dal fondo? Questa domanda spesso chiamata puzzle di Peirce.

Sfida 74 s

Anche il pane un (approssimativo) frattale, sebbene irregolare. La dimensione frattale


del pane di circa 2,7. Provare a misurarla!

Sfida 75 f

Come si fa a trovare il centro di un sottobicchiere utilizzando carta e matita?

Sfida 76 s

Quante volte in 24 ore le lancette delle ore e dei minuti di un orologio giacciono una
sopra laltra? Per orologi che hanno anche una seconda lancetta, quanto spesso tutte e
tre le lancette giacciono sopra ogni altra?

Sfida 77 s

Quante volte in 24 ore le lancette delle ore e dei minuti di un orologio formano un angolo
retto?

Sfida 78 s

Quante volte in dodici ore le due lancette di un orologio possono essere scambiate con il
risultato che la nuova situazione mostra un tempo valido? Cosa succede per orologi che
hanno anche una terza lancetta per i secondi?

Sfida 79 s

Di quanti minuti ruota la Terra in un minuto?

Sfida 80 s

Qual la pi alta velocit ottenuta lanciando (con e senza una racchetta)? Qual stato il
proiettile utilizzato?

Una corda viene messa attorno alla Terra, sullequatore, il pi strettamente possibile. La

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

2 dalla misura del moto alla continuit

65

10

10

F I G U R A 32 Un Verniero/Nonio/Clavio 9-a-10 ed una versione 19-a-20 (di fatto, una versione 38-a-40) in

un calibro ( www.medien-werkstatt.de).

Sfida 81 s

corda viene poi allungata di 1 m. Un topo pu scivolare sotto la corda? Loriginale, corda
tesa allungata di 1 mm. Un bambino pu scivolare sotto la corda?

Adam e Bert sono fratelli. Adam di 18 anni. Bert due volte pi vecchio come al momento in cui Adam aveva let che Bert ha ora. Quanti anni ha Bert?

Sfida 84 s

Dove sono? una domanda comune; Quando sono? non viene quasi mai chiesto,
nemmeno in altre lingue. Perch?

Sfida 85 s

C un pi piccolo intervallo di tempo in natura? Una pi piccola distanza?

Sfida 86 s

Dato che sapete che cosa la rettilineit, come caratterizzereste o definireste la curvatura
di una linea curva utilizzando i numeri? E quella di una superficie?

Sfida 87 s

Qual la velocit della vostra palpebra?

Sfida 88 s

La superficie del corpo umano circa 400 m2 . Potete dire da dove viene questo grande
numero?

Come funziona un verniero? Si chiama nonio in altre lingue. Il nome deriva da un militare

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 83 f

Il Monte del Moto

Sfida 82 s

Jack remava sulla sua barca su un fiume. Quando fu sotto un ponte, lasci cadere una
palla nel fiume. Jack continu a remare nella stessa direzione per 10 minuti dopo aver
lasciato cadere la palla. Poi si volt e rem indietro. Quando raggiunse la palla, la palla
aveva galleggiato 600 m dal ponte. Quanto scorreva veloce il fiume?

66

2 dalla misura del moto alla continuit

F I G U R A 33 Lasciando un

parcheggio.

Sfida 89 s

francese ingegnere * che non lo ha inventato, il secondo un gioco di parole sul nome
latinizzato dellinventore portoghese del dispositivo pi elaborato** e la parola latina per
nove. Infatti, il dispositivo come sappiamo oggi mostrato in figura 32 fu progettato
intorno al 1600 da Christophonius Clavius,*** lo stesso astronomo i cui studi sono stati
la base della riforma del calendario gregoriano del 1582. Sei in grado di progettare un
verniero/nonio/clavio che, invece di aumentare la precisione dieci volte, lo faccia di un
fattore arbitrario? C un limite alla precisione raggiungibile?

Page 57

Sfida 91 s

Sfida 92 s
Sfida 93 s

La motorizzazione pone molti problemi matematici. Quello centrale la seguente sfida


del parcheggio parallelo : qual la distanza minima dalla macchina di fronte che
necessaria per lasciare un posto auto senza usare la retromarcia? (Supponete di conoscere
la geometria della vostra auto, come mostrato in figura 33, e il suo pi piccolo raggio
di sterzata esterno , che noto per ogni auto.) Prossima domanda: qual il divario
pi piccolo richiesto per permetterti di manovrare avanti e indietro tutte le volte che
vuoi? Ora un problema a cui non sembra esserci soluzione disponibile in letteratura:
Come dipende il divario dal numero, , di volte che si utilizza la retromarcia? (Lautore
aveva offerto 50 euro per la prima soluzione ben spiegata; la soluzione vincente di Daniel
Hawkins si trova adesso in appendice.)

Gli scienziati utilizzano uno speciale modo per scrivere grandi e piccoli numeri, spiegato
* Pierre Vernier (15801637), militare francese ufficiale interessato di cartografia.
** Pedro Nunes o Peter Nonnius (15021578), matematico e cartografo portoghese.
*** Christophonius Clavius or Schlssel (15371612), astronomo Bavarese, uno dei principali astronomi del
suo tempo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 90 s

I frattali in tre dimensioni portano molte sorprese. Cerchiamo di generalizzare figura 25


a tre dimensioni. Prendete un normale tetraedro; poi incollate su ognuna delle sue facce
triangolari un tetraedro regolare pi piccolo, in modo che la superficie del corpo ancora
costituita da molti triangoli regolari uguali. Ripetete il processo, incollando tetraedri
ancora pi piccoli a queste nuove (pi numerose) superfici triangolari. Qual la forma
del frattale finale, dopo un numero infinito di passi?

Il Monte del Moto

2 dalla misura del moto alla continuit

67

TAV O L A 12 La notazione esponenziale: come scrivere piccoli e grandi numeri.

Numero

Esponenziale
no ta z i o ne

1
0,1
0,2
0,0324
0,01
0,001
0,000 1
0,000 056
0,000 01

100
101
2 101
3.24 102
102
103
104
5, 6 105
105 etc.

Numero

Esponenziale
no ta z i o ne

10
20
32,4
100
1000
10 000
56 000
100 000

101
2 101
3, 24 101
102
103
104
5, 6 104
105 etc.

in tavola 12.

Sfida 94 s

Nel 1996 la distanza minima sperimentalmente sondata fu 1019 m, raggiunta tra quark
al Fermilab. (Per assaporare il valore di distanza, scriverlo senza esponente.) Che cosa
significa questa misura media per la continuit dello spazio?

Sfida 95 s

Zenone , il filosofo greco, discusse in dettaglio cosa succede ad un oggetto in moto in


un dato istante di tempo. Per discutere con lui, si decide di costruire lo scatto pi veloce
possibile per una camera fotografica che potete immaginare. Avete tutti i soldi che volete.
Qual il pi breve tempo di scatto che si potrebbe raggiungere?

Sfida 96 s

Potete dimostrare il teorema di Pitagora solo con mezzi geometrici, senza utilizzare
coordinate ? (Ci sono pi di 30 possibilit.)

Page 61
Sfida 97 s

Perch la maggior parte di pianeti e lune, compreso il nostro, sono (quasi) sferici (vedere,
per esempio, figura 28)?

Sfida 98 s

Un elastico collega le punte delle due lancette di un orologio. Qual il percorso seguito
dal punto medio dellelastico?

Ci sono due importanti quantit collegate agli angoli. Come mostrato in figura 34, quello
che viene di solito chiamato un angolo(piano) definito come il rapporto tra le lunghezze
dellarco e il raggio. Un angolo retto /2 radianti (o /2 rad) o 90.
Langolo solido il rapporto tra larea e il quadrato del raggio. Un ottavo di una sfera

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Ref. 47

68

2 dalla misura del moto alla continuit

WF

F I G U R A 34 La definizione di angoli piani e solidi.

Sfida 99 s

/2 steradiante o /2 sr. (I matematici, naturalmente, lascerebbero semplicemente fuori


lunit steradiante.) Come risultato, un piccolo angolo solido a forma di cono e langolo
della punta del cono sono diversi . Riuscite a trovare la relazione?

Sfida 101 s

Perch? Per ulteriori informazioni sui fuochi dartificio, vedere il sito cc.oulu.fi/
~kempmp. Tra laltro, la distanza angolare tra le nocche di un pugno esteso circa
3, 2 e 3, le dimensioni di una mano estesa 20. Potete determinare gli altri angoli
relativi alla vostra mano?

Usando gli angoli, possono essere definiti il seno, coseno , tangente , cotangente, secante e cosecante , come mostrato in figura 35. Si dovrebbe ricordare dalla scuola secondaria. Potete confermare che sin 15 = (6 2 )/4, sin 18 = (1 + 5 )/4,
sin 36 = 10 25 /4, sin 54 = (1 + 5 )/4 and that sin 72 = 10 + 25 /4? Si
pu anche mostrare che
sin

= cos cos cos ...


(4)

2
4
8

Sfida 102 f

corretta?

Misurare la dimensione angolare solo con locchio difficile. Ad esempio, potete dire
se la Luna pi grande o pi piccola dellunghia del vostro pollice alla fine del vostro

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 100 f

Il Monte del Moto

La definizione di angolo consente di determinare la dimensione di una esibizione di fuochi dartificio. Misurate il tempo , in secondi, tra il momento in cui si vede il razzo
esplodere nel cielo e il momento in cui si sente lesplosione, misurate langolo (piano)
pronunciato alfa della palla formata dal fuoco dartificio con la mano. Il diametro

6m

.
(3)

2 dalla misura del moto alla continuit

cot

cosec

69

cot

se

cos
tan

sec

circle of radius 1

tan

sin

sin
angle

c
se
co

angle
cos

circle of radius 1

F I G U R A 35 Due equivalenti definizioni di seno , coseno, tangente, cotangente, secante e cosecante di

un angolo.

Il Monte del Moto

horizon
earth

yks

noziroh
htrae

F I G U R A 36 Come cambia durante il giorno la dimensione apparente della Luna e del Sole.

Sfida 103 f

Ref. 48

Sfida 104 s

braccio esteso? La dimensione angolare non una quantit intuitiva; richiede strumenti
di misura.
Un famoso esempio, illustrato in figura 36, illustra la difficolt della stima degli angoli. Sia il Sole che la Luna sembrano pi grandi quando sono allorizzonte. Nei tempi
antichi, Tolomeo spieg questa cosiddetta Illusione della Luna da una apparente inconscia variazione della distanza indotta nel cervello umano. Infatti, la illusione della Luna
scompare quando guardate la Luna attraverso le vostre gambe. Infatti, la Luna anche
pi lontana dallosservatore quando appena sopra lorizzonte, e quindi la sua immagine
inferiore rispetto a un paio dore prima, quando era alta nel cielo. Potete confermare?
La dimensione angolare della Luna cambia ancora di pi a causa di un altro effetto:
lorbita della Luna intorno alla Terra ellittica. Un esempio della conseguenza mostrato

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

sky

70

2 dalla misura del moto alla continuit

F I G U R A 37 Come cambia in

realt la dimensione della Luna


durante la sua orbita
( Anthony Ayiomamitis).

Il Monte del Moto

F I G U R A 38 Un famoso puzzle: come sono

F I G U R A 39 Qual larea ABC, date le

correlati i quattro raggi?

altre tre aree e tre angoli retti a O?

in figura 37.

Sfida 105 d

Galileo fece anche errori. Nel suo famoso libro, i Dialoghi , dice che la curva formata
da una sottile catena appesa tra due chiodi una parabola , cio, la curva definita da
= 2 . Questo non corretto. Qual la curva corretta? possibile osservare la forma
(approssimata) nella forma dei ponti sospesi.

Sfida 106 s

Disegnate tre cerchi, di diverse dimensioni, che si toccano, come mostrato in figura 38.
Ora disegnare un quarto cerchio nello spazio tra essi, toccando lesterno dei tre. A quale
semplice relazione obbediscono gli inversi dei raggi dei quattro cerchi?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

O
C

2 dalla misura del moto alla continuit

71

wall
blue ladder
of length b
ladder of
length l

red ladder
of length r
wall

height
h?

wall
F I G U R A 40

square
box of
side b

height h

distance d ?

Due puzzle
scala: moderatamente
difficile
(sinistra) ed
uno difficile
(destra).

Ref. 49
Sfida 108 s
Sfida 109 d

Ci sono molti enigmi circa le scale. Due sono illustrati in figura 40. Se una scala di 5 m
messa contro una parete in modo tale che tocchi appena una scatola con altezza e profondit 1 m , che altezza raggiunge la scala? Se due scale sono messe contro due pareti
opposte, e se le lunghezze delle scale e laltezza del punto di incrocio sono noti, quanto
sono lontani i muri?

Con due righelli, potete aggiungere e sottrarre numeri mettendoli fianco a fianco. Siete in
grado di progettare le regole che permettono di moltiplicare e dividere allo stesso modo?

Sfida 110 s

Sfida 111 s

Quanti giorni avrebbe un anno se la Terra girasse dallaltra parte con la stessa frequenza
di rotazione?

Sfida 112 s

Il Sole nascosto nella situazione spettacolare mostrata in figura 41 Dov?

Sfida 113 f

Un po diversa, ma ugualmente affascinante situazione e utile per abituarsi al disegno


in prospettiva appare quando si dispone di un faro posto dietro di voi. Potete disegnare
i raggi che vedete nel cielo fino allorizzonte?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Sfida 107 s

Prendete un tetraedro OABC i cui lati triangolari OAB, OBC e OAC sono rettangolari in
O, come mostrato in figura 39. In altre parole, i bordi OA, OB e OC sono perpendicolari
luno allaltro. Nel tetraedro, le aree del triangoli OAB, OBC e OAC sono rispettivamente
8, 4 e 1. Qual larea del triangolo ABC?

72

2 dalla misura del moto alla continuit

F I G U R A 41 raggi anticrepusculari dove si

trova il Sole in questa situazione? ( Peggy


Peterson)

Il Monte del Moto

langolo di inclinazione specifico rispetto al piano equatoriale 39.4, 42.8 e 43.8,rispettivamente


porta a strutture con torsione zero. In queste configurazioni ideali, la corda sotto sforzo non ruoter n
in una n nellaltra direzione verticale ( Jakob Bohr).

Sfida 114 s

Due cilindri di raggio uguale si intersecano ad angolo retto. Qual il valore del volume
dellintersezione? (Prima fate un disegno.)

Sfida 115 s

Due facce di un cubo cavo con lato di lunghezza 1 dm vengono rimosse, a produrre un
tunnel con apertura quadrata. vero che un cubo con bordo di lunghezza 1.06 dm pu
essere fatto passare attraverso il cubo cavo con lunghezza laterale 1 dm?

Ref. 50

Sfida 116 d

Potrebbe esistere un universo a due dimensioni? Alexander Dewdney immagin un tale


universo in grande dettaglio e scrisse un noto libro su di esso. Egli descrisse le case, il
sistema di trasporto, la digestione, la riproduzione e altro ancora. Potete spiegare perch
un universo a due dimensioni impossibile?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 42 Configurazioni ideali di corde fatte di due, tre e quattro trefoli. Nella configurazione ideale,

2 dalla misura del moto alla continuit

73

F I G U R A 43 Un problema di ricerca aperto:

qual la lunghezza del nodo di un nodo


stretto? ( Piotr Pieranski, da Ref. 53)

Ref. 51

Sfida 117 s

Alcuni ricercatori stanno studiando se il tempo possa essere bidimensionale. Pu essere?

Sfida 118 s

Altri ricercatori stanno studiando se lo spazio possa avere pi di tre dimensioni. Pu


essere questo?

Ref. 52

Un modo per confrontare la velocit di animali e macchine di misurarle in lunghezze


del corpo al secondo. Il coleottero Elateride raggiunge un valore di circa 2000 durante la
fase di salto, alcune cellule di Archaea (simili a batteri) un valore di 500, e alcuni colibr
380. Questi finora sono i primatisti . Auto, aerei, ghepardi, falchi, granchi, e tutti gli altri
sistemi motorizzati sono molto pi lenti.

Sfida 119 s

Disegnate un quadrato composto da quattro linee di collegamento egualmente lunghe


incernierate ai vertici. Tale struttura pu essere deformata liberamente in un rombo
se viene applicata una forza. Quante linee aggiuntive di interconnessione della stessa
lunghezza devono essere aggiunte per evitare questa libert e per impedire che il quadrato si deformi? Le interconnessioni di linea aggiuntive devono essere nello stesso piano
come il quadrato e ognuno pu essere ancorato solo alle altre estremit.

Le misure dellarea posono essere difficili. Nel 2014 apparso chiaro che larea del tratto
gastro-intestinale degli esseri umani adulti in salute compresa tra 30 e 40 m2 . Per molti

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Le corde sono strutture meravigliose. Sono flessibili, sono tessuti elicoidali , ma nonostante questo, esse non si distendono o torcono, sono quasi inestensibili, e la loro geometria dipende poco dal materiale usato nel farle. Qual lorigine di tutte queste propriet?
La posa della corda un vecchio mestiere; si basa su un risultato puramente geometrico: tra tutte le possibili eliche di fili di lunghezza data poste attorno ad una struttura
centrale di raggio fisso, c unelica per cui il numero di giri massimo. Per ragioni puramente geometriche, corde con quel numero specifico di giri e corrispondente raggio interno hanno le menzionate propriet di rendere le corde cos utili. Le geometrie di corde
ideali fatte di due, tre e quattro trefoli sono mostrati in figura 42.

74

2 dalla misura del moto alla continuit

anni, la stima errata per larea fu tra 180 e 300 m2 .

Sfida 120 r

Ecco una semplice sfida sulla lunghezza che nessuno ha ancora risolto. Prendete un pezzo
di corda ideale: di raggio costante, idealmente flessibile, e completamente scivolosa. Fate
un nodo stretto in essa, come mostrato in figura 43. Di quanto si sono avvicinati i due
capi della corda?
Sintesi su spazio e tempo di tu t ti i giorni

Il Monte del Moto

Il moto definisce la velocit, il tempo e la lunghezza. Le osservazioni della vita quotidiana ed esperimenti di precisione sono convenientemente e precisamente descritti modellando la velocit come vettore Euclideo, lo spazio come spazio tridimensionale Euclideo, e il tempo come una linea reale unidimensionale. Queste tre definizioni formano
la descrizione Galileana del nostro ambiente di tutti i giorni.
Modellare velocit, tempo e spazio come quantit continue preciso e conveniente. La
modellazione funziona durante la maggior parte delle avventure che seguono. Tuttavia,
questo modello comune dello spazio e del tempo non pu essere confermato sperimentalmente. Ad esempio, nessun esperimento pu controllare distanze pi grande di 1025 m o
minore di 1025 m; il modello continuo probabilmente errato l. Scopriremo nellultima
parte della nostra salita al monte che questo davvero il caso.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Capitolo 3

C OM E DE S C R I V E R E I L MOTO
C I N E M AT IC A

* La scienza scritta in questo enorme libro che continuamente aperto davanti ai nostri occhi (io dico
luniverso) ... E scritto in linguaggio matematico.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

li esperimenti dimostrano che le propriet del tempo e dello spazio Galileiano


sono estratte dallambiente sia da parte di bambini e animali. Questa estrazione
stata confermata per gatti, cani, ratti, topi, formiche e pesci, tra gli altri. Tutti
trovano gli stessi risultati.
Prima di tutto, il moto cambiamento di posizione con il tempo. Questa descrizione
illustrata dal rapido scorrimento degli angoli in basso a sinistra di questo libro, a partire
da pagina ??. Ogni pagina simula un istante di tempo, e lunico cambiamento che avviene
durante il moto nella posizione delloggetto, diciamo una pietra, rappresentata dalla
macchia scura. Le altre variazioni da unimmagine alla successiva, che sono a causa delle
imperfezioni delle tecniche di stampa, possono essere adottate per simulare gli inevitabili
errori di misura.
Affermare che il moto il cambio di posizione con il tempo non una spiegazione
n una definizione, dal momento che entrambi i concetti di tempo e di posizione sono
dedotti dal moto stesso. E solo una descrizione del moto. Eppure, laffermazione utile,
perch permette unalta precisione, come avremo modo di scoprire esplorando la gravitazione e lelettrodinamica. Dopo tutto, la precisione il nostro principio guida in questa
passeggiata. Pertanto la descrizione dettagliata delle variazioni nella posizione ha un
nome speciale: si chiama cinematica .
Lidea del cambiamento di posizioni implica che loggetto possa essere seguito durante il suo moto. Questo non evidente; nella sezione sulla teoria dei quanti troveremo
esempi in cui ci sia impossibile. Ma nella vita di tutti i giorni, gli oggetti possono sempre
essere seguiti. Linsieme di tutte le posizioni assunte da un oggetto nel tempo forma il suo
percorso o traiettoria. Lorigine di questo concetto evidente quando si guardano i fuochi dartificio o ancora il flip film negli angoli inferiori a sinistra a partire da pagina 233.
Nella vita di tutti i giorni, gli animali e gli esseri umani sono daccordo sulle propriet
Euclidee di velocit, spazio e tempo. In particolare, questo implica che una traiettoria
pu essere descritta specificando tre numeri, tre coordinate (, , ) - una per ogni di-

Il Monte del Moto

Ref. 54

La filosofia scritta in questo grandissimo libro


che continuamente ci sta aperto innanzi agli
occhi (io dico luniverso) ... Egli scritto in
lingua matematica. *
Galileo Galilei, Il saggiatore VI.

76

Vol. III, pag. ??

3 come descrivere il moto cinematica

mensione come funzioni continue del tempo . (Le funzioni sono definite in dettaglio
in seguito.) Questo solitamente scritto come
= () = ((), (), ()) .

(5)

Ad esempio, gi Galileo trov, con cronometro e righello, che laltezza di qualsiasi


pietra lanciata o che cade cambia come
() = 0 + 0 ( 0 ) 12 ( 0 )2

Page 196

= 2

Sfida 122 s

Ref. 57
Sfida 123 s

(7)

Unaltezza di 3 m produce una velocit di 27 km/h. La velocit pertanto solo proporzionale alla radice quadrata dellaltezza. Questo significa che la forte paura di cadere
risulta da una sopravvalutazione dei suoi reali effetti?
Galileo fu il primo a indicare un risultato importante circa la caduta libera: i moti
delle direzioni orizzontale e verticale sono indipendenti . Egli dimostr che il tempo necessario per una palla di cannone sparata esattamente orizzontale a cadere indipendente
dalla forza della polvere da sparo, come mostrato in figura 44. Molti grandi pensatori
non furono daccordo con questa dichiarazione anche dopo la sua morte: nel 1658 anche
lAccademia del Cimento organizz un esperimento per verificare questa affermazione,
confrontando il volo della palla di cannone con una che semplicemente cadde verticalmente. Potete immaginare come hanno controllato la simultaneit? figura 44 mostra
anche come possibile controllare questo a casa. In questo esperimento, qualunque sia il
carico della molla del cannone, i due corpi si scontrano sempre a mezzaria (se il tavolo
abbastanza alto), dimostrando cos laffermazione.
In altre parole, una palla di cannone in volo non accelerata nella direzione orizzontale. Il suo moto orizzontale semplicemente immutabile finch la resistenza dellaria
trascurabile. Estendendo la descrizione dellequazione(6) con le due espressioni per le

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 121 s

dove 0 il momento dellinizio della caduta, 0 laltezza iniziale, 0 la velocit iniziale in direzione verticale e = 9.8 m/s2 una costante che risultata essere la stessa,
entro circa una parte su 300, per tutti i corpi che cadono su tutti i punti della superficie
della Terra. Da dove proviene il valore 9.8 m/s2 e le sue piccole variazioni? Una risposta
preliminare sar data a breve, ma il chiarimento completo ci occuper durante la maggior
parte di questa escursione.
Il caso particolare senza velocit iniziale di grande interesse. Come un paio di persone prima di lui, Galileo chiar che la stessa per tutti i corpi, se la resistenza dellaria
pu essere trascurata. Ebbe molti argomenti per questa conclusione; potete trovarne
uno? E, naturalmente, il suo famoso esperimento alla Torre Pendente a Pisa ha confermato la dichiarazione. ( una falsa leggenda metropolitana che Galileo non esegu mai
lesperimento.)
Lequazione (6) permette quindi di determinare la profondit di un pozzo, dato il
tempo che una pietra impiega per raggiungere il fondo. Lequazione d anche la velocit
con cui si colpisce il terreno dopo il salto da un albero, vale a dire

Il Monte del Moto

Ref. 56

(6)

3 come descrivere il moto cinematica

77

collision

F I G U R A 44 Due modi per verificare che il tempo di caduta libera non dipende dalla velocit

orizzontale.

space-time
diagrams

configuration
space

F I G U R A 45 Vari tipi di grafici che descrivono lo stesso percorso di un sasso lanciato.

coordinate orizzontali and , vale a dire


() = 0 + x0 ( 0 )
() = 0 + y0 ( 0 ) ,
Page 42
Sfida 124 s
Ref. 58

(8)

un descrizione completa dei risultati per il percorso seguito dal lancio di pietre. Un percorso di questa forma si chiama parabola; esso mostrato nelle Figures 18, 44 e 45. (Si
usa anche una forma parabolica per i riflettori di luce allinterno di lampade tascabili ed
i fari delle automobili. Potete mostrare perch?)
I fisici si divertono generalizzando lidea di un percorso. Come mostra figura 45,
un percorso una traccia lasciata in un diagramma da un oggetto in moto. A seconda

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

phase space
graph

Il Monte del Moto

hodograph

78

3 come descrivere il moto cinematica

di quale diagramma viene utilizzato, questi percorsi hanno nomi diversi. I diagrammi
spazio-temporali sono utili per rendere la teoria della relativit accessibile. Lo spazio di
configurazione attraversato dalle coordinate di tutte le particelle del sistema. Per molte
particelle, si ha un elevato numero di dimensioni. Gioca un ruolo importante nella autoorganizzazione. La differenza tra il caos e lordine pu essere descritta come una differenza nelle propriet dei percorsi nello spazio di configurazione. Gli Odografi , i percorsi
in velocit spazio, sono utilizzati nelle previsioni meteo. Il diagramma dello spazio delle
fasi anche chiamato diagramma di stato dello spazio. Esso gioca un ruolo essenziale in
termodinamica.
L ancio, salto e tiro
La descrizione cinematica del moto utile per rispondere ad una intera gamma di
domande.

Ref. 59
Ref. 60

Cosa hanno in comune gli atleti Usain Bolt e Michael Johnson, gli ultimi due detentori
del record del mondo sui 200 m al momento di questo scritto, ? Erano alti, atletici, e
avevano molte fibre a contrazione rapida nei muscoli. Queste propriet li hanno fatti
buoni velocisti. Unultima differenza li ha fatti velocisti di classe mondiale: avevano
una colonna vertebrale appiattita, quasi senza forma ad S. Questa condizione anomala
risparmia loro un po di tempo in ogni fase, perch la loro colonna vertebrale non flessibile come nelle persone normali. Questo permette loro di eccellere nelle gare a breve
distanze.

Gli atleti migliorano continuamente i record di velocit. Le corse dei cavalli no. Perch?
Per i cavalli da corsa, il ritmo respiratorio legato allandatura; per gli esseri umani,
non lo . Come risultato, i cavalli da corsa non possono cambiare o migliorare la propria
tecnica, e la velocit dei cavalli da corsa essenzialmente la stessa da quando la si misura.

Sfida 126 s

Qual la massima altezza raggiunta da un lancio umano di qualsiasi oggetto? Qual la


distanza pi lunga raggiunta da un tiro umano? Come chiarireste le norme? Confrontate
i risultati con la distanza record con una balestra , 1.871, 8 m, realizzato nel 1988 da Harry
Drake, la distanza record con un footbow, 1854, 4 m, realizzato nel 1971 anche da Harry

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 125 s

Il Monte del Moto

Ref. 61

Qual il limite massimo per il salto in lungo ? Il record mondiale di velocit di picco
nella corsa nel 2008 era oltre 12.5 m/s 45 km/h di Usain Bolt, e il record femminile del
1997 fu 11 m/s 40 km/h. Tuttavia, nel salto in lungo maschile non si corre mai molto
pi veloci di circa 9.5 m/s. Quanta ulteriore distanza di salto si potrebbe raggiungere
se potessero correre a piena velocit? Come potrebbero raggiungere questo? Inoltre, i
saltatori in lungo prendono angoli di circa 20, poich non sono in grado di raggiungere
un angolo superiore alla velocit che hanno. Quanto potrebbero guadagnare se potessero
raggiungere 45? Langolo ottimale e 45?

3 come descrivere il moto cinematica

79

F I G U R A 46 Tre immagini sovrapposte

di palline di escrementi sparate via da


un bruco dentro una foglia arrotolata
( Stanley Caveney).

Drake, e con un arco portatile, 1.222, 0 m, realizzato nel 1987 da Don Brown.

Sfida 127 s
Vol. II, pag. ??

Come pu essere misurata la velocit della pioggia che cade con un ombrello? La risposta
importante: lo stesso metodo pu anche essere usato per misurare la velocit della luce,
come troveremo pi tardi. (Riuscite a indovinare come?)

Sfida 128 s

Quando un ballerino salta nellaria, quante volte pu ruotare lui o lei intorno al proprio
asse verticale prima di arrivare a terra?

Ref. 62

Sfida 129 s

Numerose specie di bruchi di falena e farfalla sparano via i loro escrementi per dirla pi
crudamente: la loro merda cos che il suo odore non aiuti i predatori ad individuarli.
Stanley Caveney e il suo team hanno preso fotografie di questo processo. figura 46 mostra
un bruco (giallo) del tipo skipper Calpodes ethlius allinterno di un foglia verde arrotolata
colto sul fatto. Dato che la distanza record registrata 1.5 m (anche se da unaltra specie,
Epargyreus Clarus), qual la velocit di espulsione? Come la realizzano i bruchi?

Sfida 130 s

Qual la distanza orizzontale che si pu raggiungere lanciando un sasso, data la velocit


e langolo dalla orizzontale in cui gettato?

Sfida 131 s

Qual il numero massimo di palle che potrebbe essere manipolato allo stesso tempo?

Sfida 132 s

E vero che legocce di pioggia ucciderebbero se non fosse per la resistenza dellaria
dellatmosfera? Che dire della grandine?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

80

3 come descrivere il moto cinematica

0.001

0.01

0.1

1
antilope
leopard tiger

cat
20 W/kg
lesser
galago

Height of jump [m]

10

dog

human horse

locusts and
grasshoppers
0.1

fleas
running jumps

standing jumps
0.01

elephant

0.001

0.01

0.1
Length of animal [m]

10

F I G U R A 47 Laltezza raggiunta dagli animali saltando a terra.

Sfida 133 s

Sono pericolosi i proiettili sparati in aria da una pistola, quando cadono gi indietro?

La polizia trova un corpo umano morto in fondo alla scogliera con unaltezza di 30 m,
ad una distanza di 12 m dalla scogliera. Fu suicidio od omicidio?

Ref. 63
Sfida 135 s

Sfida 136 s

Tutti gli animali terrestri, indipendentemente dalle loro dimensioni, saltando raggiungono altezze di al massimo 2.2 m, come mostrato in figura 47. La spiegazione di questo
fatto richiede solo due righe. Riuscite a trovarla?
Gli ultimi due problemi sorgono perch lequazione (6) che descrive la caduta libera non
vale in tutti i casi. Ad esempio, foglie o patatine non la seguono. Come Galileo sapeva
gi, questa una conseguenza della resistenza dellaria; ne discuteremo a breve. A causa
della resistenza dellaria, il percorso di una pietra non una parabola.
Infatti, vi sono altre situazioni in cui la traiettoria di caduta di una pietra non un
parabola, anche senza la resistenza dellaria. Riuscite a trovarla?
Gustare i vet tori
Le quantit fisiche con una determinata direzione, come la velocit, sono descritte con tre
numeri o tre componenti, e sono chiamati vettori. Imparare a calcolare con tale quantit
multi-componente una capacit importante per molte scienze. Ecco una sintesi.
I vettori possono essere raffigurati da piccole frecce. Si noti che i vettori non hanno
punti specifici in cui si inizia: due frecce con la stessa direzione e la stessa lunghezza
sono lo stesso vettore, anche se cominciano in diversi punti nello spazio. Poich i vettori
si comportano come frecce, possono essere aggiunti e possono essere moltiplicati dai

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 134 s

Il Monte del Moto

3 come descrivere il moto cinematica

81

numeri. Ad esempio, si estende una freccia = ( , , ) di un numero corrisponde,


in notazione dei componenti, al vettore = ( , , ).
Nel linguaggio matematico preciso, un vettore un elemento di un insieme, chiamato
spazio vettoriale, in cui le seguenti propriet valgono per tutti i vettori e e per tutti i
numeri e :
( + ) = +

Sfida 137 s
Sfida 138 f

, ( + ) = + ,

() = () e 1 = . (9)

Esempi di spazi vettoriali sono linsieme di tutte le posizioni di un oggetto, o linsieme


di tutte le sue possibili velocit. Linsieme di tutte le rotazioni formano uno spazio vettoriale?
Tutti gli spazi vettoriali consentono di definire un unico vettore nullo e un unico vettore negativo per ogni vettore.
Nella maggior parte degli spazi vettoriali di importanza nella scienza pu essere introdotto il concetto di lunghezza (specificando la grandezza) . Ci avviene tramite una fase
intermedia, cio lintroduzione del prodotto scalare di due vettori. Il prodotto si chiama
scalare perch il suo risultato uno scalare; uno scalare un numero che lo stesso per
tutti gli osservatori; per esempio, la stesso per gli osservatori con diversi orientamenti.*
Il prodotto scalare tra due vettori e un numero che soddisfa

(10)

( + ) = + e
() = () = () .
Questa definizione di prodotto scalare non unica; tuttavia, vi un prodotto scalare
standard. In notazione coordinate Cartesiane , il prodotto scalare standard dato da
= + + .
Sfida 139 f

Sfida 140 s

(11)

Se il prodotto scalare di due vettori si azzera i due vettori sono ortogonali, ad angolo retto
con ciascun altro. (Mostratelo!)
La lunghezza o magnitudo o norma di un vettore pu quindi essere definita come la
radice quadrata del prodotto scalare di un vettore con se stesso: = . Spesso, e
anche in questo testo, le lunghezze sono scritte in corsivo, mentre i vettori sono scritti
in grassetto. Uno spazio vettoriale con un prodotto scalare si chiama spazio vettoriale
Euclideo.
Il prodotto scalare anche utile per specificare le direzioni. Infatti, il prodotto scalare
tra due vettori codifica langolo tra loro. Potete dedurre questa importante relazione?
* Abbiamo detto che in matematica, uno scalare un numero; in fisica, uno scalare un numero invariante,
cio, un numero che lo stesso per tutti gli osservatori. Analogamente, in matematica, un vettore un
elemento di uno spazio vettoriale; in fisica, un vettore un elemento invariante di uno spazio vettoriale, cio,
un quantitativo le cui coordinate, quando osservate da differenti osservatori, cambiano come le componenti
di velocit.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

( + ) = + ,

Il Monte del Moto

0 ,
= ,

82

3 come descrivere il moto cinematica

derivative slope: d/d


secant slope: /

F I G U R A 48 La derivata in un

punto come limite di secanti.

C os la quiete? C os la velo cit?


Nella descrizione galileiana della natura, il moto e la quiete sono opposti. In altre parole,
un corpo in quiete quando la sua posizione, cio, le sue coordinate, non cambiano con
il tempo. In altre parole, la quiete (Galileiana) definita come
(12)

d
.
d

(13)

In questa espressione, valida per ogni coordinata separatamente, d/d significa cambia
con il tempo. Possiamo quindi dire che la velocit la derivata della posizione rispetto
al tempo. La velocit il nome dato alla grandezza della velocit . Cos abbiamo =
. Le derivate sono scritte come frazioni per ricordare al lettore che derivano dallidea
di pendenza. Lespressione
d
d

Sfida 141 f

intesa abbreviazione di

lim

(14)

unabbreviazione per dire che la derivata in un punto il limite della pendenza secante
in prossimit del punto, come mostrato in figura 48. Questa definizione implica le regole
di funzionamento
d( + ) d d
=
+
d
d d

d()
d
=
d
d

d d d2
=
d d d2

d() d
d
= + , (15)
d
d
d

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ricordiamo che () labbreviazione per le tre coordinate ((), (), ()) Pi avanti
vedremo che questa definizione di quiete, contrariamente alla prima impressione, non
molto usata e dovr essere ampliata. Tuttavia, qualsiasi definizione di quiete implica
che gli oggetti non in quiete possano essere distinti confrontando la rapidit del loro
spostamento. Cos possiamo definire la velocit di un oggetto come il cambiamento
della sua posizione con il tempo . Questo di solito scritto come

Il Monte del Moto

() = const .

3 come descrivere il moto cinematica

83

F I G U R A 49 Gottfried Wilhelm Leibniz (1646 1716).

Sfida 142 f

* Gottfried Wilhelm Leibniz (b. 1646 Leipzig, d. 1716 Hannover), avvocato, fisico, matematico, filosofo, diplomatico e storico. Fu uno delle grandi menti dellumanit; invent il calcolo differenziale (prima di Newton) e pubblic molti libri influenti e di successo nei vari campi che esplor, tra i quali De arte combinatoria, Hypothesis physica nova, Discours de mtaphysique, Nouveaux essais sur lentendement humain, the
Thodice and the Monadologia.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 64

Il Monte del Moto

Vol. III, pag. ??

essendo qualsiasi numero. Questo tutto quello di cui avete mai bisogno di sapere sulle
derivate in fisica. Le quantit come d e d, a volte ugualmente utili, sono chiamate differenziali. Questi concetti sono dovuti a Gottfried Wilhelm Leibniz.* Le derivate sono alla
base di tutti i calcoli basati sulla continuit di spazio e tempo. Leibniz fu la persona che
ha permesso di descrivere e di utilizzare la velocit nelle formule in fisica e, in particolare,
per utilizzare lidea di velocit in un dato punto nel tempo o spazio per i calcoli.
La definizione della velocit presuppone che abbia senso prendere il limite 0.
In altre parole, si assume che in natura esistono intervalli di tempo infinitamente piccoli .
La definizione di velocit con le derivate possibile solo perch sia spazio e tempo sono
descritti da insiemi che sono continui, o in linguaggio matematico, connessi e completi.
Nel resto della nostra passeggiata non dimenticheremo che allinizio della fisica classica,
gli infiniti sono presenti nella sua descrizione della natura. Linfinitamente piccolo parte
della nostra definizione di velocit. Infatti, il calcolo differenziale pu essere definito
come lo studio dellinfinito ed i suoi usi. Scopriamo cos che laspetto dellinfinito non
rende automaticamente una descrizione impossibile o imprecisa. Allo scopo di rimanere
precisi, i fisici usano soltanto il pi piccolo due dei vari possibili tipi di infinito. La loro
precisa definizione e una panoramica di altri tipi vengono introdotti in seguito.
La comparsa dellinfinito nella solita descrizione del moto fu prima criticata nei suoi
famosi argomenti ironici di Zenone di Elea 445 b ce), discepolo di Parmenide. Nel suo
cosiddetto terzo argomento, Zenone spiega che, poich in ogni istante un dato oggetto
occupa una parte di spazio corrispondente alle sue dimensioni, il concetto di velocit in
un dato istante non ha senso; conclude provocatoriamente che quindi il moto non esiste.
Al giorno doggi non chiameremmo questo argomento contro lesistenza del moto, ma
contro la sua consueta descrizione, in particolare contro luso di spazio e tempo infinitamente divisibili. (Siete daccordo?) Tuttavia, la descrizione criticata da Zenone effettivamente funziona abbastanza bene nella vita di tutti i giorni. Il motivo semplice ma
profondo: nella vita quotidiana, i cambiamenti sono davvero continui.
Grandi cambiamenti nella natura sono costituiti da molti piccoli cambiamenti. La
struttura, della natura non evidente. Ad esempio, notiamo che abbiamo tacitamente
assunto che il percorso di un oggetto non un frattale o qualche altra entit male educata. Nella vita di tutti i giorni ci corretto; in altri domini della natura non lo . I dubbi

84

Vol. VI, pag. ??

3 come descrivere il moto cinematica

di Zenone saranno parzialmente riabilitati in seguito nel nostro cammino, e sempre di


pi quanto pi si procede. La riabilitazione solo parziale, poich la soluzione finale sar
diversa da quello che egli prevedeva; daltra parte, i dubbi circa lidea di velocit in un
punto si riveleranno essere ben fondati. Per Il momento per, non abbiamo scelta: si
continua con lassunto di base che in natura i cambiamenti accadono senza intoppi.
Perch la velocit necessaria come concetto? Per mirare con precisione nella descrizione del moto, abbiamo bisogno di trovare la lista completa degli aspetti necessari per
specificare lo stato di un oggetto. Il concetto di velocit ovviamente su questa lista.
Accelerazione
Continuando lungo la stessa linea, chiamiamo accelerazione di un corpo il cambiamento dei velocit con il tempo, o
=

Sfida 145 s

Laccelerazione quella che sentiamo quando la Terra trema, un aereo decolla, o una
bicicletta gira un angolo. Altri esempi sono dati in tavola 13. Laccelerazione la derivata
nel tempo della velocit. Come la velocit, laccelerazione ha sia una magnitudo che una
direzione. In breve, laccelerazione, come la velocit, una quantit vettoriale. Come al
solito, questa propriet indicata con luso di una lettera in bold per la sua abbreviazione.
In una macchina usuale, o in moto, possiamo sentire di essere accelerati. (Queste accelerazioni sono inferiori a 1 e sono quindi innocue.) Sentiamo laccelerazione perch
una parte dentro di noi viene spostata contro unaltra parte: laccelerazione ci deforma.
Tale parte mobile pu essere, per esempio, una piccola parte allinterno del nostro orecchio, o il nostro stomaco dentro la pancia, o semplicemente i nostri arti contro il nostro
tronco. Tutti i sensori di accelerazione, compresi quelli elencati tavola 14 o quelli indicati in figura 50, sia biologici o tecnici, operano in questo modo. Laccelerazione viene
sentita. Il nostro corpo deformato ed i sensori lo rilevano nel nostro corpo, per esempio nei parchi di divertimento. Accelerazioni superiori possono avere effetti pi forti. Ad
esempio, quando si accelera una persona seduta nella direzione della testa a due o tre
volte il valore della solita accelerazione gravitazionale, gli occhi smettono di funzionare
e la vista si annebbia, perch il sangue non pu pi raggiungere locchio . Tra 3 e 5 di
continua accelerazione, o da 7 a 9 per breve tempo di accelerazione, si perde coscienza
, perch il cervello non riceve abbastanza sangue, e il sangue potrebbe fuoriuscire dai
piedi o dalla parte inferiore delle gambe. Unalta accelerazione nella direzione dei piedi
di una persona seduta pu portare a colpi emorragici nel cervello. Le persone pi a rischio sono i piloti di jet; hanno vestiti speciali che inviano laria compressa sul corpo del
pilota per evitare laccumulo di sangue nei posti sbagliati.
Riuscite a pensare a una situazione in cui si accelerati, ma non lo sentiamo?
La velocit la derivata temporale della posizione. Laccelerazione la derivata
seconda della posizione. Allo stesso modo si possono inoltre definire le derivate superiori dellaccelerazione. Esse aggiungono poco alla descrizione della natura, perch come
vedremo tra breve n queste derivate superiori e neppure laccelerazione sono utili per
la descrizione dello stato di moto di un sistema.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 144 s

(16)

Il Monte del Moto

Ref. 65

d d2
= 2 .
d
d

3 come descrivere il moto cinematica

85

TAV O L A 13 Alcuni valori di accelerazione misurati.

O s s e r va z i o n e

Accel erazione

Qual la pi bassa che potete trovare?


Accelerazione allindietro della galassia M82 dalle sue emissioni jet
Accelerazione di una giovane stella da una emissione jet
Accelerazione del Sole nella sua orbita attorno alla Via Lattea
Decelerazione del satellite Pioneer, dovute allo squilibrio delle
radiazioni di calore
Accelerazione centrifuga allEquatore dovuta alla rotazione della Terra
Accelerazione dellelettrone in un filo di energia elettrica di casa a
causa della corrente alternata
Accelerazione di un treno veloce della metropolitana
Accelerazione gravitazionale della Luna
Decelerazione minima di unauto, di regola, su asfalto asciutto
moderno
Accelerazione gravitazionale sulla superficie della Terra, e secondo
della posizione
Accelerazione gravitazionale standard
Massima accelerazione per un auto o moto a motore
Razzi spaziali al decollo
Accelerazione del ghepardo
Accelerazione gravitazionale sulla superficie di Giove
Volo (Musca domestica) volante
Accelerazione del lancio di una pietra
Accelerazione innescata dalle airbags sullauto
La pi veloce accelerazione alimentata a gambe (dal froghopper,
Philaenus spumarius, un insetto)
Palla da tennis contro parete
Accelerazione pallottola di fucile
Le pi veloci centrifughe
Accelerazione di protoni in un grande acceleratore
Accelerazione di protoni dentro il nucleo
La pi alta accelerazione possibile in natura

Sfida 143 s

10 f m/s2
10 pm/s2
0.2 nm/s2
0.8 nm/s2
33 mm/s2
50 mm/s2
1.3 m/s2
1.6 m/s2
5.5 m/s2
9.8 0.3 m/s2
Il Monte del Moto

9.806 65 m/s2
15 m/s2
20 a 90 m/s2
32 m/s2
25 m/s2
c. 100 m/s2
c. 120 m/s2
360 m/s2
4 km/s2

Ogget ti e particelle puntiformi

Wenn ich den Gegenstand kenne, so kenne ich


auch smtliche Mglichkeiten seines
Vorkommens in Sachverhalten.*
Ludwig Wittgenstein, Tractatus, 2.0123

* Se conosco un oggetto, conosco quindi anche tutte le possibilit della sua occorrenza in fatti atomici.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

0.1 Mm/s2
2 Mm/s2
0.1 Gm/s2
90 Tm/s2
1031 m/s2
1052 m/s2

86

3 come descrivere il moto cinematica

TAV O L A 14 Alcuni sensori di accelerazione.

Misure

Sensore

Range

Senso di gravit nelle piante


(radici, tronco, rami, foglie)
Direzione e il valore di
accelerazioni nei mammiferi

statoliti in celle

0 a 10 m/s2

le membrane in ciascun canale


semicircolare, e lutriculo e sacculo
nellorecchio interno
sensori piezoelettrici

0 a 20 m/s2

sensore airbag che utilizza


ceramiche piezoelettriche

0 a 2000 m/s2

Direzione e valore di accelerazione


nei moderni contatori di passo per
escursionisti
Direzione e valore di accelerazione
in incidenti stradali

0 a 20 m/s2

Il Monte del Moto

assi capacitivo, e lutricolo e sacculo vicino ai tre canali semicircolari allinterno dellorecchio umano
( Bosch, Rieker Electronics, Northwestern University).

Sfida 146 f

Uno degli obiettivi dello studio del moto quello di trovare una completa e precisa
descrizione di entrambi gli stati e gli oggetti. Con laiuto del concetto di spazio, la descrizione degli oggetti pu essere raffinata considerevolmente. In particolare, sappiamo per
esperienza che tutti gli oggetti visti nella vita quotidiana hanno unimportante propriet: possono essere suddivisi in parti. Spesso questa osservazione espressa dicendo che

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 50 Tre accelerometri: un sensore piezoelettrico di airbag ad un asse, un accelerometro a tre

3 come descrivere il moto cinematica

87

Betelgeuse

Bellatrix

Mintaka
Alnilam
Alnitak

Rigel

Saiph
F I G U R A 51 Orione nei colori naturali ( Matthew Spinelli) e Betelgeuse (ESA, NASA).

* Materia una parola derivata dal latino materia, che in origine significava di legno ed stato derivato
attraverso passi intermedi da mater, che significa madre.
** Il sito http://stars.astro.illinois.edu/sow/sowlist.html d una introduzione ai diversi tipi di stelle . Il sito
web www.astro.wisc.edu/~dolan/constellations fornisce informazioni dettagliate e interessanti sulle costellazioni.
Per una panoramica dei pianeti, vedere il bellissimo libro di Kenneth R. L ang &
Charles A. Whitney, Vagabonds de lespace Exploration et dcouverte dans le systme solaire,
Springer Verlag, 1993. Immagini sorprendentemente belle delle stelle si possono trovare in David Malin,

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 66

Il Monte del Moto

tutti gli oggetti, o corpi, hanno due propriet. In primo luogo, essi sono fatti di materia,*
definita come quellaspetto di un oggetto responsabile della sua impenetrabilit, cio,
la propriet che impedisce a due oggetti di essere nello stesso posto. In secondo luogo,
gli organismi hanno una certa figura o forma, definita come il modo preciso in cui tale
impenetrabilit distribuita nello spazio.
Per descrivere il moto con la massima precisione possibile, conveniente iniziare con
quei corpi che sono i pi semplici possibile. In generale, pi piccolo un corpo, pi
semplice . Un corpo che cos piccolo che le sue parti non necessitano pi di essere prese
in considerazione chiamato particella. (Il termine pi vecchio corpuscolo andato fuori
moda.) Le particelle sono idealizzate come piccole pietre . Il caso estremo, una particella
la cui dimensione trascurabile rispetto alle dimensioni del suo moto, in modo che la sua
posizione venga descritta completamente da una singola terna di coordinate, chiamata
particella punto o punto massa o punto di massa . Nellequazione (6), la pietra stata
assunta come una tale particella punto.
Esistono nella vita quotidiana oggetti puntiformi, cio, oggetti pi piccoli di ogni altra
cosa che si pu misurare? S e no. Gli esempi pi notevoli sono le stelle. Allo stato attuale,
possono essere misurate dimensioni angolari piccole come 2 rad, un limite espresso
dalle fluttuazioni dellaria nellatmosfera. Nello spazio, come per il telescopio Hubble
in orbita intorno alla Terra, il limite angolare dovuto al diametro del telescopio ed
dellordine di 10 nrad. Praticamente tutte le stelle viste dalla Terra sono pi piccole di
quello, e sono cos effettivamente puntiformi, anche se viste con i pi potenti telescopi.
In deroga alla regola generale, le dimensioni di alcune stelle di grandi dimensioni
vicine, per lo pi di tipo gigante rosso, possono essere misurate con strumenti speciali.**

88

3 come descrivere il moto cinematica

Il Monte del Moto

F I G U R A 52 Un confronto tra dimensioni di stelle ( Dave Jarvis).

fotografati con 10 secondi di


tempo di esposizione, il 4 Jun
2010 con una telecamera ad
oscillazione, visualizza la
differenza tra una stella
puntiforme che brilla e un
pianeta esteso che non brilla
( Jrgen Michelberger).

Ref. 67
Sfida 147 s

Betelgeuse, la pi alta delle due spalle di Orione mostrata in figura 51, Mira in Cetus,
Antares nello Scorpione, Aldebaran nel Toro e Sirio nel Cane Maggiore sono esempi di
stelle la cui dimensione stata misurata; sono tutte meno di due mila anni luce dalla
Terra. Per un confronto di dimensioni, vedi figura 52. Naturalmente, come il Sole, anche
tutte le altre stelle hanno una dimensione finita, ma non si pu dimostrare misurando la
loro dimensione in fotografie. (Vero?)
A View of the Universe, Sky Publishing and Cambridge University Press, 1993.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 53 Regolo e Marte,

3 come descrivere il moto cinematica

Sfida 148 f

Sfida 149 s

Sfida 150 s

Vol. IV, pag. 15

Gambe e ruote
Le parti di un corpo determinano la sua forma. La forma un aspetto importante dei
corpi: tra le altre cose, ci dice come contarli. In particolare, gli esseri viventi sono sempre
realizzati in un corpo unico. Questa non unaffermazione vuota: da questo fatto si pu
* Un satellite un oggetto che orbita un pianeta, come la Luna; un satellite artificiale un sistema messo in
orbita dagli esseri umani, come gli Sputnik.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 68

La differenza tra sorgenti puntiformi e di dimensioni finite pu essere vista ad occhio nudo: durante la notte, le stelle brillano, ma i pianeti non lo fanno. (Controllate!)
Una bella visualizzazione mostrata in figura 53. Questo effetto dovuto alla turbolenza
dellaria. La turbolenza ha un effetto sulle stelle quasi puntiformi perch devia i raggi
luminosi di piccole quantit. Daltra parte, la turbolenza dellaria troppo debole per
portare a luccicare fonti di dimensione angolare maggiore, come pianeti o satelliti artificiali,*perch la deflessione mediata in questo caso.
Un oggetto puntiforme per locchio nudo se la sua dimensione angolare pi piccola di circa 2 = 0.6 mrad. Si pu stimare la dimensione di una particella di polvere
puntiforme? Tra laltro, un oggetto invisibile ad occhio nudo se puntiforme e se la sua
luminosit, cio, lintensit della luce che dalloggetto raggiunge locchio, inferiore a
un certo valore critico. Potete stimare se ci sono oggetti artificiali visibili dalla Luna, o
dallo space shuttle?
La precedente definizione di puntiforme nella vita di ogni giorno ovviamente
fuorviante. Esistono vere e proprie particelle puntiformi reali? In realt, possibile
dimostrare che una particella ha dimensioni zero? Questa domanda sar centrale
nellultima parte della nostra passeggiata. Allo stesso modo, abbiamo bisogno di chiedere
e verificare se i punti nello spazio esistono.La nostra passeggiata ci condurr al sorprendente risultato che tutte le risposte a queste domande sono negative. Potete immaginare
perch? Non siate delusi se trovate questa questione difficile; molte menti brillanti hanno
avuto lo stesso problema.
Tuttavia, molte particelle, come elettroni, quark fotoni sono puntiformi per tutti gli
scopi pratici. Una volta che si sa come descrivere il moto delle particelle puntiformi,
si pu anche descrivere il moto di corpi estesi, rigidi o deformabili, assumendo che siano costituiti da parti. Questo lo stesso approccio che descrive il moto di un animale
combinando in generale il moto delle varie parti del corpo. La descrizione pi semplice,
l approssimazione continua, descrive corpi estesi come una collezione infinita di punti
particellari. Essa ci permette di capire e di prevedere il moto del latte e del miele, il moto
dellaria negli uragani e del profumo nelle camere. Il moto del fuoco e tutti gli altri corpi
gassosi, la flessione del bamb nel vento, i cambiamenti di forma del chewing gum,e la
crescita di piante e animali possono anche essere descritti in questo modo.
Una descrizione pi precisa rispetto allapprossimazione continua data sotto.
Tuttavia, tutte le osservazioni finora hanno confermato che il moto di grandi corpi pu
essere descritto con elevata precisione come risultato del moto delle loro parti. Questo
approccio ci guider attraverso i primi cinque volumi della nostra salita al monte. Solo
nel volume finale si scopre che, in una scala fondamentale, questa decomposizione impossibile.

Il Monte del Moto

Sfida 151 s

89

90

3 come descrivere il moto cinematica

F I G U R A 54 Come pu ruotare continuamente un oggetto senza ingarbugliare la connessione ad un


secondo oggetto.

Vol. V, pag. ??
Ref. 69

Sfida 152 s
Sfida 153 s

Ref. 71

Ref. 72
Ref. 73

Vol. V, pag. ??
Vol. V, pag. ??

* Il rotolamento noto anche per i ragni ruota della Namibia del genere Carparachne ; film sul loro moto
si possono trovare su Internet.
** Nonostante lo svantaggio di non essere in grado di utilizzare parti rotanti e di essere limitate a un

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 70

Il Monte del Moto

Sfida 154 s

dedurre che gli animali non possono avere ruote grandi o grandi eliche, ma solo gambe,
pinne o ali. Perch?
Gli esseri viventi hanno una sola superficie; in poche parole, hanno solo un pezzo
di pelle. Matematicamente parlando, gli animali sono collegati. Questo spesso assunto
essere ovvio, ed spesso detto che lapporto di sangue, i nervi e le connessioni linfatiche
ad una parte rotante porterebbero ad un groviglio. Tuttavia, questo argomento non cos
semplice, come figura 54 mostra. Essa mostra che effettivamente possibile ruotare un
corpo continuo contro un secondo, senza ingarbugliare le connessioni. Riuscite a trovare
un esempio di questo tipo di moto nel vostro corpo? Sei in grado di vedere come molti
cavi possono essere attaccati al corpo rotante della figura senza ostacolare la rotazione?
Nonostante la possibilit degli animali di avere parti rotanti, il metodo di figura 54
ancora non pu essere usato per fare una ruota pratica o unelica. Riuscite a vedere perch? Levolutione non aveva scelta: ha dovuto evitare animali con (grandi) parti rotanti
intorno ad assi. Questa la ragione per cui eliche e ruote non esistono in natura. Naturalmente, questa limitazione non esclude che organismi viventi si muovano per rotazione
nel suo complesso: tumbleweed, semi di vari alberi, alcuni insetti, diversi ragni, alcuni
altri animali, bambini e ballerini occasionalmente si muovono mediante laminazione o
ruotando nel loro complesso.
Grandi corpi singoli, e quindi tutti i grandi esseri viventi, possono quindi solo passare
attraverso la deformazione della loro forma: quindi si limitano a camminare, correre,
saltare, rotolare, planare, strisciare, sbattere le pinne, o sbattere le ali. Muovere una gamba
un modo comune per deformare un corpo.
Esempi estremi delluso delle gambe in natura sono mostrati in figura 55 e figura 56.
Lesempio pi estremo di ragni rotolanti ci sono diverse specie sono i Cebrennus
villosus e vivono nella sabbia in Marocco. Usano le loro gambe per accelerare il rotolamento, possono guidare la direzione di rotolamento e possono anche rotolare in salite
del 30 % una prodezza che gli esseri umani non sono in grado di compiere. Films
sul rotolamento si possono trovare a www.bionik.tu-berlin.de.* Il cammino sullacqua
mostrato in figura 116 su pagina 165; esempi di ali sono dati pi avanti, come sono i vari
tipi di deformazioni che permettono di nuotare in acqua.
Al contrario, i sistemi di diversi organi, come le biciclette, i pedal o altre macchine,
possono muoversi senza alcun cambiamento di forma dei loro componenti, permettendo
cos luso di assi con ruote, eliche e altri dispositivi di rotazione.**

3 come descrivere il moto cinematica

91

F I G U R A 56 Due delle forme di vita rare che sono in grado di rotolare in salita anche su pendii ripidi: il

ragno del deserto Cebrennus villosus e Homo sapiens ( Ingo Rechenberg, Karva Javi).

Sfida 155 s

solo pezzo, le costruzioni della natura in moto, di solito chiamati animali, spesso superano le costruzioni
delle macchine umane . Come esempio, confrontare le dimensioni dei sistemi volanti piccoli costruiti
dallevoluzione con quelle costruite dagli esseri umani. (Vedi, ad esempio, pixelito.reference.be.) Ci sono
due ragioni per questa discrepanza. In primo luogo, i sistemi naturali hanno integrato sistemi di riparazione
e manutenzione. In secondo luogo, la natura pu creare grandi strutture allinterno di contenitori con piccole aperture. In realt, la natura molto brava in quello che le persone fanno quando costruiscono le navi
a vela dentro le bottiglie di vetro. Il corpo umano pieno di questi esempi; si pu citarne alcuni?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 55 Gambe e ruote negli esseri viventi: il millepiedi rosso Aphistogoniulus erythrocephalus


(15 cm lunghezza corpo), un geco su una lastra di vetro (15 cm lunghezza del corpo), una ameba
Amoeba proteus (1 mm dimensione), il gambero rotolante Nannosquilla decemspinosa (2 cm lunghezza ,
1.5 rotazioni al secondo, fino a 2 m, pu anche rotolare leggermente inclinato in salita) e il caterpillar
rotolante Pleurotya ruralis (pu rotolare solo in discesa, per sfuggire ai predatori), ( David Parks, Marcel
Berendsen, Antonio Guilln Oterino, Robert Full, John Brackenbury / Science Photo Library ).

Il Monte del Moto

50 m

92

Vol. V, pag. ??

Ref. 74
Ref. 75

3 come descrivere il moto cinematica

Curiosit e divertenti sfide sulla cinematica


Qual la pi grande ruota mai fatta?

Sfida 157 s

Un pallone da calcio tirato, da un portiere, con circa 30 m/s. Calcolate la distanza che
dovrebbe percorrere e confrontatela con le distanze trovate in una partita di calcio. Da
dove viene la differenza?

Sfida 158 f

Un treno inizia a viaggiare ad una velocit costante di 10 m/s tra due citt A e B, 36 km di
distanza. Il treno avr unora per il viaggio. Allo stesso tempo, come il treno, una colomba
veloce inizia a volare da A a B, a 20 m/s. Essendo pi veloce del treno, la colomba arriva in
B prima. La colomba poi vola indietro verso A; quando incontra il treno, gira di nuovo,
verso la citt B. Va a volare avanti e indietro fino a quando il treno raggiunge B. Che
distanza copre la colomba?

Sfida 159 f

Bilanciate una matita in verticale (punta verso lalto!) Su un pezzo di carta vicino al bordo
del tavolo. Come si pu estrarre la carta senza lasciare cadere la matita?

Sfida 160 f

Un volo di ritorno in aereo da un punto A a B e di nuovo ad A pi veloce se il vento


soffia o non se lo fa?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 156 s

Il Monte del Moto

In breve, quando si osserva una costruzione in cui una parte gira continuamente (e
senza il collegamento di figura 54) sappiamo subito che un manufatto: una macchina, non un essere vivente (ma costruito). Tuttavia, come tante affermazioni sulla creature
viventi, questo ha anche eccezioni.
La distinzione tra uno e due corpi scarsamente definita se lintero sistema composto da poche molecole. Questo accade pi chiaramente allinterno dei batteri. organismi come lEscherichia coli , il noto batterio trovato nellintestino umano, o batteri della
famiglia Salmonella, nuotano tutti con flagelli. I flagelli sono sottili filamenti, simili a
piccoli peli che battono fuori dalla membrana cellulare. Nel 1970 stato dimostrato che
ogni flagello, fatto di una o poche molecole lunghe con un diametro di poche decine di
nanometri, in realt ruotano intorno al loro asse.
I batteri sono in grado di ruotare i loro flagelli sia in senso orario che antiorario, possono raggiungere pi di 1000 giri al secondo, e possono ruotare tutti i loro flagelli in
perfetta sincronizzazione. Queste ruote sono talmente piccole che non hanno bisogno di
un collegamento meccanico; figura 57 mostra una serie di modelli a motore trovati nei
batteri. Il moto e la costruzione di queste strutture incredibili mostrato in pi dettaglio
nei film figura 58 e figura 59.
In sintesi, le ruote in realt esistono negli esseri viventi, anche se solo quelli piccoli. La
crescita e il moto di queste ruote sono meraviglie della natura. Le ruote macroscopiche
non sono possibili negli esseri viventi, anche se il moto di rotolamento lo .

3 come descrivere il moto cinematica

F I G U R A 57 Alcuni tipi di motori flagellari presenti in natura; le immagini sono prese da


cryotomography, con tutte le barre di scala del giallo 10 nm ( S. Chen & al.,EMBO Journal, Wiley &
Sons).

93

94

3 come descrivere il moto cinematica

F I G U R A 58

Il moto di
rotazione di
un flagello
batterico , e
la sua
inversione
(QuickTime
film Osaka
University).
Il Monte del Moto

La crescita di
un flagellum
batterico,
che mostra il
montaggio
molecolare
(QuickTime
film Osaka
University).

Il livello di accelerazione a cui un umano pu sopravvivere dipende dalla durata al quale


esso sottoposto. Per un decimo di secondo, 30 = 300 m/s2 , come generato dalla sede
eiettore in un aereo, accettabile. (Sembra che laccelerazione record a cui un essere
umano sopravvissuto di 80 = 800 m/s2 .) Ma, come regola generale si dice che le

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 59

3 come descrivere il moto cinematica

95

immagini o corpi? Come si pu mostrare? (E perch la coda curva?) ( Robert McNaught)

impianto che concentra gli ultrasuoni in acqua ( Detlef Lohse).

accelerazioni di 15 = 150 m/s2 o pi sono fatali.

le pi alte accelerazioni microscopiche sono osservate nelle collisioni di particelle, dove


si hanno valori fino a 1035 m/s2 . La pi alta accelerazione macroscopica si trova probabilmente nei collassi interni delle supernove , stelle che esplodono che possono essere
cos brillanti da essere visibili in cielo, anche durante il giorno. Il candidato sulla Terra
il collasso interno di bolle nei liquidi, un processo chiamato cavitazione. La cavitazione
spesso produce luce, un effetto scoperto da Frenzel e Schultes nel 1934 e chiamato sono-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 61 Osservazione di sonoluminescenza con un semplice

Il Monte del Moto

F I G U R A 60 Le comete, come ad esempio la bellissima stella cometa McNaught vista nel 2007, sono

96

Ref. 76

Ref. 77

3 come descrivere il moto cinematica

luminescenza. (Vedere figura 61.) Esso appare pi visibile quando le bolle daria in acqua
sono espanse e contratte da altoparlanti subacquei a circa 30 kHz e permettono precise
misurazioni del moto della bolla. Ad una certa intensit di soglia, il raggio della bolla
cambia a 1500 m/s in appena un paio di m, dando una accelerazione di 1011 m/s2 .

Le gambe sono facili da costruire. La natura ha anche prodotto un millepiedi, Illacme


plenipes, che dispone di 750 gambe. Lanimale da 3 a 4 cm di lunghezza e circa 0.5 mm
di larghezza. Questo sembra essere il record finora. Al contrario del suo nome, il millepiedi non ha in realt mille gambe.
Sintesi della cinematica
La descrizione del moto di tutti i giorni dei punti di massa con tre coordinate come
((), (), ()) semplice, preciso e completo. Si presuppone che gli oggetti possano
essere seguiti lungo i loro percorsi. Pertanto, la descrizione spesso non funziona per un
importante caso: il moto delle immagini.

Il Monte del Moto


copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Capitolo 4

DA O G G ET T I E I M M AG I N I A L L A
C ON SE RVA Z ION E

Ref. 78

Ref. 79

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 161 s

* Escludendo i cambiamenti molto lenti, come il cambiamento di colore delle foglie in autunno, in natura
solo alcuni cristalli, i polpi e altri cefalopodi, il camaleonte e pochi altri animali realizzano questo. Oggetti
fatti dalluomo , televisione, monitor, oggetti riscaldati e alcuni laser possono farlo. Conoscete altri esempi?
Una fonte eccellente di informazioni sul tema del colore il libro di K. Nassau, The Physics and Chemistry
of Colour the fifteen causes of colour, J. Wiley & Sons, 1983. Nel popolare dominio scientifico, il pi bel libro
il classico lavoro dallastronomo Fiammingo Marcel G. J. Minnaert, Light and Colour in the Outdoors, Springer, 1993, una versione aggiornata basato sulla sua meravigliosa serie di libri, De natuurkunde
van t vrije veld, Thieme & Cie, 1937. La lettura un must per tutti gli scienziati naturali. Sul web, c anche
il semplice, ma eccellente - webexhibits.org/causesofcolour sito web.

Il Monte del Moto

Ref. 80

amminando attraverso una foresta osserviamo due tipi piuttosto diversi di moto:
vediamo la brezza spostare le foglie, e allo stesso tempo, a terra, vediamo le loro
ombre muoversi. Le ombre sono un tipo semplice di immagine. Entrambi oggetti
e immagini sono in grado di muoversi; entrambi cambiano posizione nel tempo. Le tigri
che corrono, la caduta della neve , e il materiale espulso dai vulcani, ma anche lombra
che segue il nostro corpo, il fascio di luce che circonda la torre di un faro in una notte
nebbiosa, e larcobaleno che mantiene costantemente la stessa apparente distanza da noi
sono esempi di moto.
Entrambi oggetti e immagini differiscono dal loro ambiente in quanto hanno confini che definiscono le loro dimensioni e la forma. Ma tutti coloro che hanno visto un
cartone animato sanno che le immagini possono muoversi in modi pi sorprendenti degli oggetti. Le immagini possono cambiare la loro forma e dimensione, possono anche
cambiare colore, una prodezza che solo pochi oggetti sono in grado di fare.* Le immagini
possono apparire e scomparire senza lasciare traccia, si moltiplicano, si compenetrano,
vanno indietro nel tempo e sfidano la gravit o qualsiasi altra forza. Le immagini, anche
le ordinarie ombre, possono muoversi pi velocemente della luce. Le immagini possono
galleggiare nello spazio e mantenere la stessa distanza da oggetti che si avvicinano. Gli
oggetti non possono fare quasi nulla di ci. In generale, le leggi della fisica del cartone
animato sono piuttosto diverse da quelle della natura. Infatti, il moto delle immagini
non sembra seguire le regole, in contrasto al moto degli oggetti. Sentiamo la necessit di
criteri precisi che consentano ai due casi di essere distinti.
Fare una netta distinzione tra immagini e oggetti viene eseguito utilizzando lo stesso
metodo che i bambini o gli animali usano quando sono di fronte ad uno specchio per la
prima volta: cercano di toccare ci che vedono. Infatti, se siamo in grado di toccare ci
che vediamo o, pi precisamente, se siamo in grado di muoverli noi lo chiamiamo un

98

4 da oggetti e immagini alla conservazione

push
F I G U R A 62 In quale direzione gira la bicicletta?

Vol. IV, pag. 141

Ref. 81

Moto e contat to

Ref. 82

Democrito afferma che esiste un solo tipo di


moto: quello che risulta dalla collisione.
Aetius, Opinions.

Quando un bambino guida un monociclo , lei o lui fa uso di una regola generale nel
nostro mondo: un corpo che agisce su un altro lo mette in moto. Infatti, in circa sei ore,
chiunque pu imparare a guidare e godere di un monociclo. Come in tutti i piaceri della
vita, come ad esempio giocattoli, animali, donne, macchine, bambini, uomini, il mare,
* Si potrebbe proporre di includere il requisito che gli oggetti possono essere ruotati; tuttavia, questo requisito, sorprendentemente, pone difficolt nel caso degli atomi, come spiegato su pagina 85 nel volume
IV.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 163 s

Il Monte del Moto

Sfida 162 s

oggetto, altrimenti unimmagine.*Le immagini non possono essere toccate, ma gli oggetti
si. Le immagini non possono colpire ciacun altra, ma gli oggetti si. E come tutti sanno,
toccare qualcosa significa sentire che resiste al moto. Alcuni organismi, come le farfalle,
pongono poca resistenza e vengono spostati con facilit, altri, come le navi, resistono di
pi, e sono mossi con maggiore difficolt. Questa resistenza al moto pi precisamente,
al cambiamento del moto chiamata inerzia , e la difficolt con cui un corpo pu essere
spostato viene chiamata la sua massa (inerziale). Le immagini non hanno n inerzia, n
massa.
Riassumendo, per la descrizione del moto bisogna distinguere i corpi, che possono
essere toccati e sono impenetrabili, dalle immagini, che non possono e non lo sono. Tutto
ci che visibile o un oggetto o unimmagine; non esiste una terza possibilita. (Sei
daccordo?) Se loggetto cos lontano che non pu essere toccato, come una stella o
una cometa, pu essere difficile decidere se si tratti di una immagine o di un oggetto;
incontreremo questa difficolt ripetutamente. Ad esempio, come possibile dimostrare
che le comete - come ad esempio il bellissimo esempio di figura 60 sono oggetti e non
immagini, come Galileo (falsamente) sostenne?
Nello stesso modo in cui gli oggetti sono fatti di materia, le immagini sono costituite
da radiazioni. Le immagini sono il dominio del teatro delle ombre, il cinema, la televisione, i computer grafici, sistemi di credenze ed esperti di droga. Le fotografie, le immagini in moto, i fantasmi, gli angeli, i sogni e molte allucinazioni sono immagini (a volte
insieme con disfunzione cerebrale). Per capire le immagini, abbiamo bisogno di studiare
la radiazione (pi locchio e il cervello). Tuttavia, vista limportanza degli oggetti dopo
tutto noi siamo oggetti noi studiamo lultima per prima.

4 da oggetti e immagini alla conservazione

Sfida 164 s

99

il vento, il cinema, la giocoleria, la divagazione e amare, qualcosa spinge qualcosaltro.


Cos la nostra prima sfida quella di descrivere questo trasferimento di moto in termini
pi precisi.
Contattare non lunico modo per mettere qualcosa in moto; un contro-esempio
una mela che cade da un albero o un magnete che tira un altro. Le influenze senza contatto sono pi affascinanti: niente nascosto, ma tuttavia qualcosa di misterioso accade.
Il moto di contatto sembra pi facile da cogliere, ed per questo che di solito si inizia
con esso. Tuttavia, nonostante questa scelta, le forze senza contatto non sono facilmente
evitate. Alla luce di questa scelta faremo unesperienza simile a quella dei ciclisti . (vedere
figura 62.) Se si guida una bicicletta con velocit sostenuta e si cerca di svoltare a sinistra
spingendo la barra di controllo a destra, si gira a destra. Tra laltro, questo effetto sorprendente, noto anche per piloti di moto, funziona ovviamente solo al di sopra di una
certa velocit minima. Riuscite a determinare qual questa velocit? Fate attenzione!
Una spinta troppo forte vi far cadere.
Qualcosa di simile accadr anche a noi; nonostante la nostra scelta per il moto di
contatto, il resto del nostro cammino ci costringer rapidamente a studiare le interazioni
senza contatto.
Che cos la massa?

= 1
1
2

(17)

dove la variazione di velocit prodotta dalla collisione. Pi difficile spostare un


oggetto, maggiore il numero. Il numero si chiama massa delloggetto .
Al fine di avere valori di massa che siano comuni a tutti, il valore della massa per un
particolare, oggetto selezionato deve essere fissato in anticipo. Questo speciale oggetto,
illustrato in figura 64, chiamato il chilogrammo standard e viene tenuto con grande
cura in un contenitore di vetro a Svres, vicino a Parigi. Il chilogrammo standard viene

Ref. 83

* Datemi un punto dappoggio, e sollever il mondo. Archimede (c. 283212), scienziato Greco e ingegnere. Questa frase attribuita a lui da Pappo. Archimede gi sapeva che la distinzione utilizzata dagli avvocati
tra propriet mobili e immobili non aveva senso.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Quando spingiamo qualcosa con cui non abbiamo familiarit, come quando si d un
calcio ad un oggetto sulla strada, prestiamo attenzione automaticamente allo stesso aspetto che i bambini esplorano quando sono di fronte ad uno specchio per la prima
volta, oppure quando vedono uno punto laser rosso per la prima volta. Controllano
se lentit sconosciuta pu essere spinta o presa, e prestano attenzione al modo in cui
loggetto sconosciuto si muove sotto la loro influenza. La versione ad alta precisione
dellesperimento mostrata in figura 63. Ripetendo lesperimento con diverse coppie
di oggetti, troviamo come nella vita di tutti i giorni che ad ogni oggetto pu essere
attribuita una quantit fissa , determinata dalla relazione

Il Monte del Moto

() .
Da ubi consistam, et terram movebo.*
Archimedes

100

4 da oggetti e immagini alla conservazione

1 + 1

2 + 2

F I G U R A 64 Il kilogrammo standard ( BIPM).

definiscono la massa.

Ref. 66

toccato solo una volta ogni pochi anni, perch altrimenti polvere, umidit, o graffi cambierebbero la sua massa. Tra laltro, il chilogrammo standard non tenuto sotto vuoto,
perch ci comporterebbe degassamento e quindi a variazioni della sua massa. Il chilogrammo standard determina il valore della massa di ogni altro oggetto nel mondo.
La massa misura quindi la difficolt di ottenere che qualcosa si muova. Masse alte sono
pi difficili da spostare di masse pi basse. Ovviamente, solo gli oggetti hanno massa; le
immagini no.(A proposito, la parola massa derivata, via Latino, dal Greco pane
o lEbraico mazza pane azzimo. Questo un bel cambiamento nel significato.)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 65 Antoine Lavoisier (17431794) e sua moglie.

Il Monte del Moto

F I G U R A 63 Le collisioni

4 da oggetti e immagini alla conservazione

101

F I G U R A 66 Christiaan Huygens (16291695).

Gli esperimenti con gli oggetti della vita quotidiana mostrano anche che nel corso di
qualsiasi collisione, la somma di tutte le masse viene conservata:
= const .

(18)

La definizione di massa pu essere somministrata anche in altro modo. Siamo in grado di


attribuire un numero per ogni oggetto tale che per le collisioni libere da interferenza
esterne la seguente somma immutata per tutta la collisione:
= const .

(19)

Il prodotto della velocit e la massa chiamato quantit di moto del corpo. La


somma o quantit di moto totale del sistema, la stessa prima e dopo la collisione; la
quantit di moto una quantit conservata.
La conservazione della quantit di moto definisce la massa.

Ref. 84

* Antoine-Laurent Lavoisier (17431794), chimico francese e genio. Lavoisier fu il primo a capire che la combustione una reazione con lossigeno; scopr i componenti dellacqua e introdusse la massa nelle misure
in chimica. C una buona, ma probabilmente pi falsa storia su di lui: quando fu (ingiustamente) condannato alla ghigliottina durante la Rivoluzione Francese, decise di utilizzare le situazioni per un esperimento
scientifico. Avrebbe cercato di lampeggiare gli occhi il pi frequentemente possibile dopo che la sua testa
venne tagliata, al fine di mostrare agli altri quanto tempo ci vuole per perdere coscienza. Lavoisier riusc a
lampeggiare undici volte. Non chiaro se la storia sia vera o no. noto, tuttavia, che potrebbe essere vera.
Infatti, se un decapitato non ha dolore o shock, pu rimanere cosciente fino a mezzo minuto.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Q uantit di moto e massa

Il Monte del Moto

Sfida 165 s

Il principio di conservazione della massa stato dichiarato da Antoine-Laurent Lavoisier.* La conservazione della massa implica anche che la massa di un sistema composito
la somma della massa dei componenti. In breve, la massa di Galileo una misura per
la quantit di materia.
In un famoso esperimento nel sedicesimo secolo, per diverse settimane Santorio Santorio (Santorio) (15611636), amico di Galileo, visse con tutto il suo cibo e bevande fornite, e anche il suo gabinetto, su una grande bilancia. Voleva provare la conservazione
della massa. Come misur la variazione di peso con il tempo?

102

4 da oggetti e immagini alla conservazione

F I G U R A 67 Ci pericoloso?

= 1 ,
1
2

(20)

* Christiaan Huygens (b. 1629 Gravenhage, d. 1695 Hofwyck) fu uno dei principali fisici e matematici del
suo tempo. Huygens chiar i concetti della meccanica; anche lui fu uno dei primi a dimostrare che la luce
fosse unonda. Scrisse libri influenti sulla teoria delle probabilit, i meccanismi dellorologio, lottica e
lastronomia. Tra gli altri successi, Huygens mostr che la Nebulosa di Orione composta di stelle, scopr
Titano, la luna di Saturno, e mostr che gli anelli di Saturno sono composti di roccia. (Questo in contrasto
con Saturno stesso, la cui densit inferiore a quella dellacqua.)
** Ernst Mach (1838 Chrlice1916 Vaterstetten), Fisico austriaco e filosofo. Dopo di lui venne chiamata
mach lunit per la velocit di un aereo come multiplo della velocit del suono in aria (circa 0.3 km/s). Egli
svilupp il cosiddetto interferometro Mach Zehnder; studi anche le basi della meccanica. I suoi pensieri
su massa e inerzia influenzarono lo sviluppo della relativit generale, e portarono al principio di Mach, che
apparir in seguito. Fu anche orgoglioso di essere lultimo scienziato a negare umoristicamente, e contro
ogni evidenza lesistenza degli atomi.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 167 s

Il Monte del Moto

Sfida 166 s

I due principi di conservazione (18) e (19) furono prima indicati in questo modo
dallimportante fisico Christiaan Huygens.*Quantit di moto e massa sono conservati
nel moto degli oggetti di tutti i giorni. La quantit non pu essere definita per il movimento delle immagini. Alcuni tipici valori di quantit di moto sono dati in tavola 15.
La conservazione della quantit di moto implica che quando una sfera che si muove ne
colpisce una in quiete della stessa massa e senza perdita di energia, una semplice regola
determina langolo tra le direzioni che le due sfere prendono dopo la collisione. Riesci a
trovare questa regola? E particolarmente utile quando si gioca a biliardo. Scopriremo in
seguito che questo non valido in relativit speciale.
Unaltra conseguenza della conservazione della quantit di moto mostrata in
figura 67: un uomo disteso su un letto di chiodi con un grande blocco di calcestruzzo
sul suo stomaco. Un altro uomo sta colpendo il calcestruzzo con una mazza pesante.
Poich limpatto principalmente assorbito dal calcestruzzo, non c nessun dolore e
pericolo a meno che il calcestruzzo venga mancato. Perch?
La definizione di sopra della massa stata generalizzata dal fisico e filosofo Ernst
Mach**in modo tale che sia valida anche se i due oggetti interagiscono senza contatto,
purch lo facciano lungo la linea che collega le loro posizioni. Il rapporto di massa tra
due corpi definito come rapporto inverso negativo delle accelerazioni , quindi come

4 da oggetti e immagini alla conservazione

103

TAV O L A 15 Alcuni valori misurati di quantit di moto.

O s s e r va z i o n e

Q ua nt i t
di moto

Immagini
Quantit di moto di un fotone verde
Quantit di moto medio della molecola di ossigeno
nellaria
Quantit di moto fotone raggi X
Quantit di moto fotone raggi
La pi alta quantit di moto delle particelle negli
acceleratori
Massima quantit di moto possibile di una singola
particella elementare quantit di moto di Planck
Palla da biliardo veloce
Pallottola volante di fucile
Pugno di boxe
Passeggiata comoda a piedi umana
Colpo zampata di leone
Colpo di coda balena
Auto sullautostrada
Impatto di meteorite 2 km di diametro
Quantit di moto di una galassia nella collisione di
galassie

0
1.2 1027 Ns
1026 Ns
1023 Ns
1017 Ns
1 fNs
6.5 Ns

La definizione di massa implica la conservazione della quantit di moto totale .


La conservazione della quantit di moto non un principio separato. La conservazione della quantit di moto non pu essere verificata sperimentalmente, perch
la massa definita in modo tale che valga il principio .
La definizione di massa implica luguaglianza dei prodotti 1 1 and 2 2 . Tali prodotti sono chiamati forze. Luguaglianza di azione e reazione delle forze non un
principio a parte; la massa definita in modo tale che valga il principio .
La definizione di massa indipendente dal fatto che il contatto sia coinvolto o meno,
e se lorigine delle accelerazioni sia dovuta ad elettricit, gravitazione, o altre interazioni.* Dal momento che linterazione non entra nella definizione di massa, valori
di massa definita con laiuto di interazione elettrica, nucleare o gravitazionale con-

Page 116
Sfida 168 s

* Come accennato in precedenza, solo le forze centrali obbediscono alla relazione (20) usata per definire la
massa. Le forze centrali agiscono tra il centro di massa dei corpi. Daremo una definizione precisa pi tardi.
Tuttavia, dal momento che tutte le forze fondamentali sono centrali, questa non una limitazione. Sembra
che ci sia una notevole eccezione: il magnetismo. E valida la definizione di massa in questo caso?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

dove laccelerazione di ogni corpo durante linterazione. Questa definizione stata


studiata in gran dettaglio nella comunit fisica, soprattutto nel diciannovesimo Secolo.
Alcuni punti riassumono i risultati:

Il Monte del Moto

3 Ns
10 Ns
15 a 50 Ns
80 Ns
kNs
kNs
40 kNs
100 TNs
fino a 1046 Ns

104

4 da oggetti e immagini alla conservazione

TAV O L A 16 Alcuni valori misurati di massa.

O s s e r va z i o n e

Massa

Loggetto probabilmente pi leggero conosciuto:


neutrino
Incremento di massa dovuto ad assorbimento di un
fotone verde
Loggetto carico pi leggero conosciuto: elettrone
Atomo di argon
Loggetto pi leggero mai pesato (una particella doro)
Umano nei primi giorni (ovulo fecondato)
Peso di acqua adsorbita in un chilogrammo di metallo
Massa di Planck
Impronta
Formica tipica
Gocciolina di pioggia
Ape del miele, Apis mellifera
Moneta euro
Balena blu, Balaenoptera musculus
Le pi pesanti cose viventi, come il fungo Armillaria
ostoyae o una grande Sequoia Sequoiadendron
giganteum
Il treno pi pesante di sempre
La pi grande nave oceanica
Il pi grande oggetto mosso dalluomo (Impianto
gigante di gas)
Grande iceberg antartico
Lacqua sulla Terra
Massa della Terra
Massa del Sole
Massa visibile della nostra galassia
Massa totale stimata della nostra galassia
Supermassa virgo
Massa totale visibile nelluniverso

c. 2 1036 kg
4.1 1036 kg

1015 kg
1021 kg
5.98 1024 kg
2.0 1030 kg
3 1041 kg
2 1042 kg
2 1046 kg
1054 kg

cordano tutte, purch la quantit di moto si conservi. Tutte le interazioni note conservano la quantit di moto. Per alcune ragioni storiche sfortunate, il valore di massa
misurato con le interazioni elettriche o nucleari chiamato massa inerziale e la
massa misurata utilizzando la gravit si chiama massa gravitazionale. Come si
visto, questa distinzione artificiale non ha un vero significato; questo diventa particolarmente evidente quando si prende un punto di osservazione che lontano da tutti
i corpi interessati.
La definizione di massa richiede osservatori in quiete o in moto inerziale.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

99.7 106 kg
400 106 kg
687.5 106 kg

Il Monte del Moto

9, 109 381 88(72) 1031 kg


39, 962 383 123(3) u = 66, 359 1(1) yg
0, 39 ag
108 g
105 g
2.2 105 g
104 g
104 g
1 mg
0.1 g
7.5 g
180 Mg
106 kg

4 da oggetti e immagini alla conservazione

105

TAV O L A 17 Propriet della massa Galileiana.

Masse

P r o p r i e t f i s - N o m e m at e m at i c o
iche

Definiz ione

Pu essere distinta
Pu essere ordinata
Pu essere comparata
Pu cambiare gradualmente
Pu essere sommata

distinguibilit
sequenza
misurabilit
continuit

elemento di insieme
ordine
metricit
completezza

Vol. III, pag. ??

quantit di materia

additivit

Batte ogni limite


Non cambia
Non scompare

infinit
conservazione
impenetrabilit

illimitatezza, apertura
invarianza
positivit

Vol. IV, pag. 230


Vol. V, pag. ??
Vol. V, pag. ??

Page 81

Misurando le masse dei corpi che ci circondano si pu esplorare la scienza e larte degli esperimenti. Una panoramica dei dispositivi data in tavola 18 e figura 68. Alcuni
risultati delle misure sono riportati nella tavola 16. Scopriamo anche le principali propriet della massa. additiva nella vita quotidiana, poich la massa di due corpi combinati
uguale alla somma delle due masse separate. Inoltre, la massa continua; pu apparentemente assumere qualsiasi valore positivo. Infine, la massa conservata; la massa di un
sistema, definito come la somma della massa di tutti i costituenti, non cambia nel tempo
se il sistema mantenuto isolato dal resto del mondo. La massa non solo conservata
nelle collisioni, ma anche durante la fusione, levaporazione, la digestione e tutti gli altri
processi.
Pi avanti troveremo che, nel caso della massa tutte queste propriet, riassunte in tavola 17, sono solo indicative. Esperimenti precisi dimostrano che nessuna di loro corretta.*Per il momento continuiamo con lattuale, concetto galileiano di massa, poich
non ne abbiamo ancora uno migliore a nostra disposizione.
La definizione della massa attraverso la conservazione della quantit di moto implica
che quando un oggetto cade, la Terra accelerata verso lalto di una piccola quantit.
Se si potesse misurare questa piccola quantit, si potrebbe determinare la massa della
Terra. Purtroppo, questa misura impossibile. Riesci a trovare un modo migliore per
determinare la massa della Terra?
Riassumendo tavola 17, la massa di un corpo quindi pi precisamente descritta da un
numero reale positivo, spesso abbreviato o . Questa una conseguenza diretta della
impenetrabilit della materia. Infatti, una massa negativa (inerziale) significherebbe che
un tale corpo possa essere mosso in direzione opposta a qualsiasi forza o accelerazione
applicata. Tale corpo non potrebbe essere tenuto in una scatola; potrebbe rompere qualsiasi muro che cercasse di fermarlo. Stranamente, i corpi di massa negativa potrebbero
ancora cadere verso il basso nel campo di una grande massa positiva (sebbene pi lentamente di unequivalente massa positiva). Siete in grado di confermarlo? Tuttavia, un pic* In particolare, al fine di definire la massa dobbiamo essere in grado di distinguere i corpi. Questo sembra
un requisito banale, ma scopriamo che questo non sempre possibile in natura.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 170 f

= const
0

Il Monte del Moto

Sfida 169 s

Vol. III, pag. ??

106

4 da oggetti e immagini alla conservazione

TAV O L A 18 Alcuni sensori di massa.

Sfida 171 f

Vol. IV, pag. 197

Sensore

Range

Scale di precisione
Collisione di particelle
Senso del tatto
Effetto Doppler sulla luce riflessa
dalloggetto
Cosmonauta dispositivo di misura
massa del corpo
Rapporto di scale
Peso di una nave

bilancia, pendolo o molla


velocit
celle sensibili di pressione
interferometro

1 pg to 103 kg
sotto 1 mg
1 mg a 500 kg
1 mg to 100 g

frequenza molla

circa 70 kg

bilancia idraulica
volume dacqua misurato

103 a 60 103 kg
fino a 500 106 kg

colo oggetto di massa positiva potrebbe galleggiare lontano da un grande corpo di massa
negativa, come si pu facilmente dedurre confrontando le varie accelerazioni coinvolte.
Una massa positiva ed una negativa di pari valore potrebbero stare a distanza costante
e accelerare spontaneamente via lungo la linea che collega le due masse. Notate che sia
lenergia che la quantit di moto sono conservati in tutte queste situazioni.* Corpi di
massa negativa non sono mai stati osservati. Lantimateria, di cui parleremo pi avanti,
ha anchessa massa positiva.
Il moto eterno? C onservazione della quantit di moto

Il prodotto = di massa e velocit si chiama quantit di moto di una particella;


descrive la tendenza di un oggetto a mantenere in moto durante le collisioni. Pi grande
, pi difficile viene fermare gli oggetti. Come la velocit, la quantit di moto ha una
direzione e una grandezza: un vettore. In francese, il momentum si chiama quantit di
moto, un altro termine appropriato. In tempi antichi, il termine moto fu utilizzato al
posto di momentum, ad esempio da Newton. La conservazione della quantit di moto,
relazione (19), esprime quindi la conservazione del moto durante le interazioni.
La quantit di moto una quantit estensiva. Questo significa che si pu dire che
fluisce da un corpo allaltro, e che pu essere accumulato nei corpi, nello stesso modo dei
flussi dacqua e pu essere accumulato in contenitori. Immaginando la quantit di moto,

Page 108
Sfida 172 f
?
Sfida 173 s

* Per ulteriori curiosit, vedere R. H. P rice, Negative mass can be positively amusing, American Journal of
Physics 61, pp. 216217, 1993. Particelle di massa negative in una scatola potrebbero riscaldare una scatola
di massa positiva mentre attraversa le sue pareti, e accelerare, cio, perdere energia, allo stesso tempo.
Potrebbero permetterci di costruire un moto perpetuo del secondo tipo, vale a dire, un dispositivo che elude
il secondo principio della termodinamica. Inoltre, un tale sistema non avrebbe equilibrio termodinamico,
perch la sua energia potrebbe diminuire per sempre. Pi si pensa alla massa negativa, pi si trovano strane
propriet che contraddicono le osservazioni. A proposito, qual la gamma dei possibili valori di massa per
i tachioni?
** Arthur Eddington (18821944), astrofisico Inglese.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ogni corpo continua nello stato di quiete o di


moto uniforme in linea retta ad eccezione di
quando non lo fa.
Arthur Eddington **

Il Monte del Moto

Vol. II, pag. ??

Misure

4 da oggetti e immagini alla conservazione

107

Il Monte del Moto

cork

wine
wine
stone

Sfida 174 s

Ref. 85

F I G U R A 69 Cosa accade in queste quattro situazioni?

come qualcosa che pu essere scambiata tra i corpi nelle collisioni sempre utile quando
si pensa alla descrizione del moto degli oggetti.
La quantit di moto conservata. Questo spiega le limitazioni che potrebbero verificarsi quando si su una superficie perfettamente senza attrito, come il ghiaccio o marmo

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 68 Strumenti di misura della massa: una bilancia a vuoto utilizzata nel 1890 da
Dmitriy Ivanovich Mendeleyev, una moderna bilancia da laboratorio, un dispositivo per misurare la
massa di un cosmonauta nello spazio e una bilancia a rapporto ( Thinktank Trust, Mettler-Toledo,
NASA Anonymous).

108

Sfida 175 s

Sfida 176 s

Ref. 86

* Solitamente il trifosfato di adenosina (ATP), il carburante della maggior parte dei processi negli animali.
** Alcuni esempi divertenti di precedenti tentativi di costruire una macchina del moto perpetuo sono
descritti in Stanislav Michel, Perpetuum mobile, VDI Verlag, 1976. E interessante notare che lidea di
moto eterno venne in Europa dallIndia, attraverso il mondo Islamico, intorno al 1200, e divenne popolare
poich si oppose alla vista dellallora standard che tutti i moti sulla Terra scompaiono col tempo. Vedi anche
il sito web web.archive.org/web/20040812085618/http://www.geocities.com/mercutio78_99/pmm.html e il
sito web www.lhup.edu/~dsimanek/museum/unwork.htm. Lerrore concettuale fatto dagli eccentrici ed
utilizzato dai criminali sempre lo stesso: la speranza di superare lattrito. (In realt, ci si applica solo
alla macchine del moto perpetuo del secondo tipo; quella del primo tipo che sono ancor pi in contrasto
con losservazione tentano anche di generare energia dal nulla).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 381

lucido, coperto di olio: non potete spingevi in avanti scivolando sulla vostra schiena.
(Avete mai provato a mettere un gatto su tale superficie di marmo? Non nemmeno in
grado di stare in piedi sulle quattro zambe. Nemmeno gli esseri umani. Riuscite a immaginare perch?) La conservazione della quantit di moto risponde anche ai puzzle di
figura 69.
La conservazione della quantit di moto e della massa significa anche che il teletrasporto (beam me up)(come in Star Trek), impossibile in natura. Potete spiegarlo ad un
non-fisico?
La conservazione della quantit di moto implica che la quantit di moto si pu immaginare essere come un fluido invisibile. In una interazione, il fluido invisibile viene
trasferito da un oggetto allaltro. In tali trasferimenti, la somma di fluido sempre costante.
La conservazione della quantit di moto implica che il moto non si ferma mai; pu
solo essere scambiato. Daltra parte, il moto spesso scompare nel nostro ambiente, come
nel caso di una pietra caduta a terra, o di una palla lasciata rotolare sullerba. Inoltre, nella
vita quotidiana spesso osserviamo la creazione di moto, come ad esempio ogni volta che
apriamo una mano. Come si conciliano questi esempi con la conservazione della quantit
di moto?
Si scopre che la risposta si trova negli aspetti microscopici di questi sistemi. Un muscolo pu trasformare un tipo di moto, come quelli degli elettroni in alcuni composti
chimici * in unaltra, il moto delle dita. Il funzionamento dei muscoli simile a quello di
un motore di automobile che trasforma il moto degli elettroni nel carburante nel moto
delle ruote. Entrambi i sistemi hanno bisogno di carburante e si riscaldano nel processo.
Dobbiamo anche studiare il comportamento microscopico quando una palla rotola
sullerba fino a che si ferma. La scomparsa del moto chiamato attrito. Studiando la
situazione con attenzione, scopriamo che lerba e la palla si scaldano un po durante
questo processo. Durante lattrito, il moto visibile si trasforma in calore. Unosservazione
sorprendente di questo effetto per una bicicletta mostrato sotto, in figura 252. Pi tardi,
quando scopriremo la struttura della materia, sar chiaro che il calore il moto disorganizzato dei costituenti microscopici di ogni materiale. Quando questi componenti si
muovono tutti nella stessa direzione, loggetto nel suo complesso si muove; quando essi
oscillano casualmente, loggetto in quiete, ma caldo. Il calore una forma di moto.
Lattrito quindi sembra solo essere la scomparsa del moto; infatti una trasformazione
di moto ordinato in moto non ordinato.
Nonostante la conservazione della quantit di moto , lamacchina del moto perpetuo
non esiste, poich lattrito non pu essere eliminato completamente.** Il moto eterno

Il Monte del Moto

Page 370

4 da oggetti e immagini alla conservazione

4 da oggetti e immagini alla conservazione

109

solo su scala microscopica. In altre parole, la scomparsa e anche la comparsa spontanea di


moto nella vita quotidiana unillusione a causa dei limiti dei nostri sensi. Ad esempio,
il moto proprio di ogni essere vivente esiste prima della sua nascita, e rimane dopo la sua
morte. Lo stesso accade con la sua energia. Questo risultato probabilmente il pi vicino
che si pu ottenere allidea di vita eterna dalle prove raccolte attraverso losservazione.
forse meno di una coincidenza che lenergia si chiamasse vis viva, o forza vitale, da
Leibniz e molti altri.
Dal momento che il moto si conserva, non ha origine. Pertanto, in questa tappa del
nostro cammino non si pu rispondere alla domanda fondamentale: perch il moto esiste? Qual la sua origine? La fine della nostra avventura vicina ad alcun luogo.
Ancora conservazione energia
Quando le collisioni vengono studiate in dettaglio,salta fuori una seconda quantit conservata. Gli esperimenti dimostrano che nel caso di collisioni perfette, o elastiche collisioni senza attrito la quantit, chiamata energia cinetica del sistema, viene anche
conservata:
= 12 2 = 12 2 = const .
(21)

Un corpo ha molta energia se ha la capacit di muovere molti altri corpi. Lenergia


un numero; lenergia, a differenza della quantit di moto, non ha direzione. La quantit
di moto totale di due masse uguali che si muovono con velocit opposte zero; ma la
loro energia totale non lo , e aumenta con la velocit. Lenergia cos misura anche il
moto, ma in modo diverso dalla quantit di moto. Lenergia misura il moto in modo pi
globale. Una definizione equivalente la seguente:
Lenergia la capacit di compiere lavoro.

Ref. 87
Sfida 177 s

Page 135
Sfida 178 s

Se la macchina ben costruita, cio, con poco attrito, si pu prendere la poca energia di cui ha bisogno
per il sostentamento del propria moto da effetti ambientali molto sottili. Ad esempio, nel Museo Victoria
and Albert di Londra si pu ammirare un bellissimo orologio alimentato dalle variazioni di pressione
dellaria nel tempo.
Basso attrito significa che il moto richiede molto tempo per fermarsi. Si pensa subito al moto dei pianeti
In realt, c attrito tra la Terra e il Sole (Potete indovinare uno dei meccanismi?) Ma il valore cos piccolo
che la Terra ha gi orbitato intorno al Sole per migliaia di milioni di anni, e far cos per un bel po di tempo
ancora.
* Gustave-Gaspard Coriolis (b. 1792 Paris, d. 1843 Paris) fu ingegnere e matematico. Introdusse i concetti
moderni di lavoro e energia cinetica, ed esplor leffetto Coriolis scoperto da Laplace. Coriolis introdusse
anche il fattore 1/2 nellenergia cinetica , in modo che il rapporto d/d = venisse obbedito. (Perch?)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Lenergia (fisica) la misura della capacit di generare il moto.

Il Monte del Moto

Lenergia cinetica la capacit di un corpo di indurre cambiamenti nei corpi che essa
colpisce. Lenergia cinetica dipende quindi dalla massa e dal quadrato della velocit di
un corpo. Il nome completo energia cinetica fu introdotto da Gustave-Gaspard Coriolis.*Alcuni valori energetici misurati sono dati in tavola 19.

110

4 da oggetti e immagini alla conservazione

F I G U R A 70 Robert Mayer (18141878).

Qui, il concetto fisico di lavoro solo la versione precisa di ci che si intende per lavoro
nella vita di tutti i giorni. Come al solito, il lavoro (fisico) il lavoro prodotto da forza
e distanza nella direzione della forza. In altre parole, il lavoro il prodotto scalare della
forza e della distanza.
Unaltra, equivalente definizione di energia diventer chiara in seguito:
Lenergia ci che pu essere trasformato in calore.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 179 f

Il Monte del Moto

Ref. 88

Energia una parola presa dal Greco antico; originariamente fu utilizzata per descrivere
il carattere, e significava vigore intellettuale o morale. Fu adottata in fisica da Thomas
Young (17731829) nel 1807 perch il suo significato letterale forza dentro. (Le lettere
, , e anche molte altre sono utilizzate per indicare lenergia.)
Sia lenergia che la quantit di moto misurano come cambiano i sistemi. La quantit
di moto ci dice come cambiano i sistemi sulla distanza: la quantit di moto lazione (o
cambiamento) diviso per la distanza. La quantit di moto necessaria per confrontare il
moto qua e l.
Lenergia misura come cambiano i sistemi nel tempo: lenergia lazione (o cambimento) diviso per il tempo. Lenergia necessaria per confrontare il moto adesso e pi
tardi.
Non stupitevi se non cogliete subito la differenza tra quantit di moto ed energia: i
fisici impiegarono circa un secolo per capirlo! Cos ci permesso di prendere un po
di tempo per abituarci ad essa. Infatti, per molti decenni, i fisici inglesi insistettero per
utilizzare lo stesso termine per entrambi i concetti; ci era dovuto alla insistenza di Newton che nessuno scherzo lesistenza di dio implica che lenergia sia la stessa della
quantit di moto. Leibniz, invece, sapeva che lenergia aumenta con il quadrato della velocit e dimostr che Newton si sbagliava. Nel 1722, Willem Jacob di Gravesande mostr
questo anche sperimentalmente. Egli lasci cadere sfere metalliche di masse diverse da
diverse altezze nel fango. Confrontando le dimensioni delle impronte egli conferm che
Newton aveva sbagliato sia con le sue dichiarazioni sia quelle fisiche che quelle teologiche.
Un modo per scoprire la differenza tra energia e quantit di moto quello di pensare
le seguenti sfide. E pi difficile fermare un uomo che corre con massa e velocit , o
uno con massa /2 e velocit 2, o uno con massa /2 e velocit 2 ? Si consiglia di
chiedere a un amico giocatore di rugby per la conferma.
Unaltra distinzione illustrata dallatletica: il reale record del mondo di salto in
lungo, quasi 10 m, ancora tenuto da un atleta che allinizio del ventesimo secolo, ha

4 da oggetti e immagini alla conservazione

111

TAV O L A 19 Alcuni valori di energia misurati.

O s s e r va z i o n e

Energia

Sfida 181 s

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 180 s

corso con due pesi nelle sue mani, e poi gett il peso dietro di lui nel momento in cui
decollato. Potete spiegare limpresa?
Quando una macchina che viaggia a 100 m/s sbatte contro una macchina parcheggiata dello stesso tipo e marca, quale riceve i danni pi grandi? Cosa cambia se lauto
parcheggiata ha messo i suoi freni?
Per avere un riscontro migliore per lenergia, ecco un ulteriore approccio. Il consumo
mondiale di energia da parte di macchine umane (proveniente dal solare, geotermico,

Il Monte del Moto

Energia cinetica media della molecola dossigeno 6 zJ


nellaria
Energia fotone verde
0.37 aJ
Energia fotone raggi X
1 fJ
Energia fotone
1 pJ
La pi alta energia particellare nellacceleratore
0.1 J
Energia cinetica di un moscerino che vola
0.2 J
Passeggiata comoda umana
20 J
Freccia che vola
50 J
Diretto destro nel boxing
50 J
Energia nella batteria della torcia
1 kJ
Energia nellesplosione di 1 g TNT
4.1 kJ
Energia di 1 kcal
4.18 kJ
Pallottola di fucile che vola
10 kJ
Un grammo di grasso
38 kJ
Un grammo di gasolio
44 kJ
Digestione mela
0.2 MJ
Auto in autostrada
0.3 a 1 MJ
La pi alta energia pulsante del laser
1.8 MJ
Lampo
fino a 1 GJ
Energia di Planck
2.0 GJ
Piccola bomba nucleare (20 ktonne)
84 TJ
Terremoto di magnitudo 7
2 PJ
La pi grande bomba nucleare (50 Mtonne)
210 PJ
Impatto di meteorite di 2 km diametro
1 EJ
Utilizzo annuale di energia nelle macchine
420 EJ
Energia di rotazione della Terra
2 1029 J
Esplosione di Supernova
1044 J
Esplosione di raggi Gamma
fino a 1047 J
Contenuto di energia = 2 della massa del Sole 1.8 1047 J
Contenuto di energia del buco nero centrale della 4 1053 J
Galassia

112

Ref. 89

Sfida 182 s

4 da oggetti e immagini alla conservazione

La discussione sulla rotazione pi facile se si introduce un ulteriore modo per moltiplicare i vettori. Questo nuovo prodotto tra due vettori e si chiama prodotto trasversale
o prodotto vettoriale .
Il risultato del prodotto vettoriale un altro vettore; cos differisce dal prodotto scalare
, il cui risultato uno scalare, cio, un numero. Il risultato del prodotto vettoriale quel
vettore ortogonale ad entrambi i vettori da moltiplicare, il cui orientamento dato dalla
regola della mano destra, e la cui lunghezza data da sin (, ), vale a dire, dalla
superficie del parallelogramma abbracciato dai due vettori.

Page 436

* Per la spiegazione della sigla E, vedi appendice B.


** Infatti, la conservazione dellenergia stata dichiarata nella sua piena generalit al pubblico solo nel 1842,
da Julius Robert Mayer. Fu un medico di formazione, e la rivista Annalen der Physik rifiut di pubblicare il
suo scritto, in quanto presumibilmente conteneva errori fondamentali. Che cosa chiamarono errori i redattori erano in realt soprattutto ma non solo le contraddizioni dei loro pregiudizi. Pi tardi, Helmholtz,
Thomson-Kelvin, Joule e molti altri riconobbero il genio di Mayer. Tuttavia, il primo ad aver dichiarato la
conservazione dellenergia nella sua forma moderna fu il fisico francese Sadi Carnot (17961832) nel 1820.
Per lui il problema era cos chiaro che non pubblic il risultato. In realt egli and oltre e scopr la seconda
legge della termodinamica. Oggi, la conservazione dellenergia, chiamata anche la prima legge della termodinamica, uno dei pilastri della fisica, poich valida per tutti i domini.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il prod ot to trasversale, o prod ot to vet toriale

Il Monte del Moto

biomassa, eolica, nucleare, idroelettrica, gas, petrolio, carbone, o fonti animali) per
lanno 2000 stato circa 420 EJ,* Per una popolazione mondiale di circa 6000 milioni
di persone. Per vedere che cosa significa questo consumo di energia, traduciamolo in un
potere personale di consumo; otteniamo circa 2.2 kW. Il watt W lunit di potenza, ed
definito semplicemente come 1 W = 1 J/s, che riflette la definizione di potenza (fisica) come lenergia utilizzata per unit di tempo. (La formulazione precisa : la potenza
lenergia che fluisce nel tempo attraverso una superficie chiusa definita.) Poich una
persona che lavora pu produrre un lavoro meccanico di circa 100 W, il consumo medio di energia umana corrisponde a circa 22 esseri umani che lavorano 24 ore al giorno.
(Vedere tavola 20 per alcuni valori di potenza che si trovano in natura, e tavola 21 per
alcuni dispositivi di misurazione.) In particolare, se guardiamo il consumo di energia
nei paesi del Primo Mondo, labitante medio possiede macchine che lavorano per lui
equivalente a diverse centinaia di servi. Potete indicare alcune di queste macchine?
Lenergia cinetica non quindi conservata nella vita quotidiana. Per esempio, in collisioni non elastiche, come ad esempio quella di una gomma da masticare che colpisce una
parete, lenergia cinetica viene persa. Lattrito distrugge lenergia cinetica. Allo stesso
tempo, lattrito produce calore. E stata una delle pi importanti scoperte concettuali
della fisica che lenergia totale conservata se si include la scoperta che il calore una
forma di energia. Lattrito dunque infatti un processo di trasformazione di energia
cinetica, cio, lenergia connessa con il moto di un corpo, in calore. Su scala microscopica, lenergia conservata.**Infatti, senza la conservazione dellenergia, il concetto
di tempo non sarebbe definibile. Mostreremo questa connessione tra breve.
In sintesi, oltre al moto lineare quotidiano anche la massa e la quantit di moto, conservano l energia. Per scoprire lultima quantit conservata, esploriamo un altro tipo di
moto: la rotazione.

113

4 da oggetti e immagini alla conservazione


TAV O L A 20 Alcuni valori misurati di potenza.

O s s e r va z i o n e

Potenza

Segnale radio dalla sonda spaziale Galileo mandato da Giove


Potenza di motore flagellare nei batteri
Consumo di potenza di una tipica cellula
Potenza sonora allorecchio alla soglia di ascolto
Laser CR-R, a 780 nm
Uscita sonora da un piano che suona fortissimo
Colomba (0.16 kg) tasso metabolico basale
Topo (0.26 kg) tasso metabolico basale
Piccione (0.30 kg) tasso metabolico basale
Gallina (2.0 kg) tasso metabolico basale
Uscita luminosa del bulbo incandescente
Cane (16 kg) tasso metabolico basale
Pecora (45 kg) tasso metabolico basale
Donna (60 kg) tasso metabolico basale
Uomo (70 kg) tasso metabolico basale
Consumo di elettricit del bulbo incandescente
Un umano, durante un turno di lavoro di otto ore
Mucca (400 kg) tasso metabolico basale
Un cavallo, per un turno di otto ore
Manzo (680 kg) tasso metabolico basale
Eddy Merckx, il grande atleta ciclistico, durante unora
Unit di potenza metrica cavallo di potenza (75 kg 9.81 m/s2 1 m/s)
Unit di potenza cavallo di potenza Inglese
Grande motocicletta
Potenza centrale elettrica in uscita
Potenza della produzione di elettricit nel 2000Ref. 89
Potenza usata dalla geodinamo
Limite nella produzione di energia del ventoRef. 90
Input sulla superficie della Terra: irradiazione del Sole sulla
TerraRef. 91
Input sulla superficie della Terra: energia termica dellinterno della
Terra
Input sulla superficie della Terra: potenza delle maree (cio, dalla
rotazione della Terra)
Input sulla superficie della Terra: potenza generata dalluomo dai
combustibili fossili
Perdita dalla superficie della Terra: potenza immagazzinata dalla fotosintesi dalle piante
Record mondiale di potenza di un laser
Output della superficie della Terra: luce del sole riflessa nello spazio
Output della superficie della Terra: potenza irradiata nello spazio a
287 K
Potenza di picco della pi grande bomba nucleare
Output del Sole
Potenza massima in natura, 5 /4

10 zW
0.1 pW
1 pW
2.5 pW
40-80 mW
0.4 W
0.97 W
1.45 W
1.55 W
4.8 W
1 a 5W
20 W
50 W
68 W
87 W
25 a 100 W
100 W
266 W
300 W
411 W
500 W
735.5 W
745.7 W
100 kW
0.1 to 6 GW
450 GW
200 a 500 GW
18 a 68 TW
0.17 EW
32 TW
3 TW
8 a 11 TW
40 TW
1 PW
0.06 EW
0.11 EW
5 YW
384.6 YW
9.1 1051 W

114

4 da oggetti e immagini alla conservazione

TAV O L A 21 Alcuni sensori di potenza.

Misura

Sensore

Range

Battito del cuore come misuratore


di potenza
Misuratore di potenza Fitness
Misuratore di elettricit a casa
Misuratore di potenza del motore
di unauto
Misuratore di potenza laser

sensore di deformazione e orologio

75 a 2 000 W

sensore piezoelettrico
disco di alluminio rotante
freno elettromagnetico

75 a 2 000 W
20 a 10 000 W
fino a 1 MW

effetto fotoelettrico nei


superconduttori
sensore di temperatura
sensore di luce

fino a 10 GW

Calorimetro per reazioni chimiche


Calorimetro per particelle

fino a 1 MW
fino a pochi
J/ns

Il Monte del Moto

misuratore di potenza laser, e un misuratore di potenza elettrica ( SRAM, Laser Components,


Wikimedia).

La definizione implica che il prodotto vettoriale si azzera se e solo se i vettori sono


paralleli. Dalla definizione si pu anche dimostrare che il vettore prodotto ha le propriet
Sfida 183 f

= , ( + ) = + ,
= ( ) = , = 0 ,
( ) = ( ) = ( ) , ( ) = () () ,
( )( ) = ( ( )) = ()() ()() ,
( ) ( ) = (( )) (( )) ,
( ) + ( ) + ( ) = 0 .
Vol. IV, pag. 240

(22)

Il prodotto vettoriale esiste solo in spazi vettoriali con tre dimensioni. Esploreremo maggiori dettagli su questa connessione in seguito.
Il prodotto vettoriale utile per descrivere sistemi che ruotano e (quindi) anche

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 71 Alcuni dispositivi di misura di potenza: un misuratore di potenza per biciclette, un

4 da oggetti e immagini alla conservazione

Sfida 184 f

115

sistemi con forze magnetiche. Il motivo principale per lutilit che il moto di un corpo
orbitante sempre perpendicolare sia allasse che la linea pi breve che collega il corpo
con lasse.
Confermare che il modo migliore per calcolare il prodotto vettoriale componente
per componente dato dal determinante simbolico

+ +

o, superficialm. = .

(23)

Questi determinanti simbolici sono facili da ricordare e facili da eseguire, sia con lettere
che valori numerici. (Qui, lunit base vettoriale nella direzione .) Scritti fuori, i
determinanti simbolici sono equivalenti alla relazione
= ( , , )
Sfida 185 f

(24)

Rotazione e momento angolare

Allo stesso modo in cui la conservazione della quantit di moto definisce la massa, la
conservazione del momento angolare definisce il momento dinerzia.
Il momento dinerzia pu essere correlato alla massa e alla forma di un corpo. Se il
corpo immaginato essere costituito da piccole parti o elementi di massa, lespressione

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

La rotazione ci mantiene vivi. Senza il cambiamento di giorno e notte, saremmo morti


o fritti o congelati , a seconda della nostra posizione sul nostro pianeta. Ma la rotazione
appare in molte altre impostazioni, come tavola 22 mostra. Una breve esplorazione della
rotazione pertanto appropriata.
Tutti gli oggetti hanno la capacit di ruotare. Abbiamo visto prima che un corpo
descritto dalla sua riluttanza a muoversi; analogamente, un corpo ha anche una riluttanza a girare. Questa quantit detta momento di inerzia ed spesso abbreviato
pronunciato teta. La velocit o il tasso di rotazione descritta dalla velocit angolare,
di solito abbreviata pronunciato omega. Alcuni valori presenti in natura sono riportati nella tavola 22.
Gli osservabili che descrivono la rotazione sono simili a quelli lineari che descrivono
il moto, come mostrato in tavola 24. Come la massa, il momento di inerzia definito in
modo tale che la somma dei momenti angolari il prodotto del momento dinerzia
e della velocit angolare conservata nei sistemi che non interagiscono con il mondo
esterno:
= = const .
(25)

Il Monte del Moto

che pi difficile da ricordare, per.


Mostrare che il parallelepipedo formato da tre vettori arbitrari , e ha il volume
= ( ). Mostrare che la piramide o tetraedro formato dagli stessi tre vettori ha un
sesto di tale volume.

116

4 da oggetti e immagini alla conservazione


TAV O L A 22 Alcune frequenze di rotazione misurate.

O s s e r va z i o n e

Ve l o c i t a n g o l a r e
= 2/

0.14 1015 / s
6
= 2 /(220 10 a)
Rotazione media del Sole attorno al suo asse 2 3.8 107 / s = 2 / 30 d
Faro tipico
2 0.08/ s
Piroetta di un ballerino
2 3/ s
Motore diesel di una nave
2 5/ s
Rotore dellelicottero
2 5.3/ s
Macchina lavatrice
fino a 2 20/ s
Flagello del batterio
2 100/ s
Registratore CD veloce
fino a 2 458/ s
Motore di unauto da corsa
fino a 2 600/ s
La pi veloce turbina costruita
2 103 / s
Le pi veloci pulsar (stelle rotanti)
fino ad almeno 2 716/ s
Ultracentrifuga
> 2 3 103 / s
Trapano dentale
fino a 2 13 103 / s
Disco tecnico
2 333 103 / s
Rotazione del protone
2 1020 / s
La pi alta possibile, velocit angolare di 2 1035 / s
Planck
Rotazione galattica

Sfida 186 f
Sfida 187 s

Sfida 189 s

(26)

dove la distanza dallelemento di massa allasse di rotazione. Potete confermare


lespressione? Pertanto, il momento di inerzia di un corpo dipende dallasse di rotazione
scelto. Potete confermare che questo cos per un mattone?
Contrariamente al caso della massa, non c conservazione del momento dinerzia.
Il valore del momento di inerzia dipende dalla posizione dellasse utilizzato per la sua
definizione. Per ogni direzione dellasse, si distingue un momento dinerzia intrinseco,
quando lasse passa attraverso il centro di massa del corpo, da un momento dinerzia
estrinseco, quando non lo fa.*Allo stesso modo, si distingue il momento angolare intrinseco ed estrinseco. (A proposito, il centro di massa di un corpo quel punto immaginario
che si muove diritto durante la caduta verticale, anche se il corpo in rotazione. Riuscite
a trovare un modo per determinare la sua posizione per un corpo specifico?)
* I momenti di inerzia estrinseco e intrinseco sono legati da
ext = int + 2 ,

Sfida 188 s

(27)

dove la distanza fra il centro di massa e lasse di rotazione estrinseco. Questa relazione chiamata
teorema dellasse parallelo di Steiner. Siete in grado di dedurlo?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

= 2 ,

Il Monte del Moto

risultante

117

4 da oggetti e immagini alla conservazione


TAV O L A 23 Alcuni valori di momenti angolari misurati.

O s s e r va z i o n e

Momento angolare

Il pi piccolo valore osservato in natura (/2) appplicato a zcomponente di particelle di materia elementare
(fermioni)
Massimo di rotazione
CD (compact disc) che suona
Uomo che cammina (attorno allasse del corpo)
Ballerino in una piroetta
Tipica ruota di auto a 30 m/s
Generatore di vento tipico a 12 m/s (6 Beaufort)
Atmosfera della Terra
Oceani della Terra
Terra attorno al suo asse
Luna attorno alla Terra
Terra attorno al Sole
Sole attorno al suo asse
Giove attorno al Sole
Sistema solare attorno al Sole
Via Lattea
Tutte le masse nelluniverso

0.53 1034 Js
5 106 Js
c. 0.029 Js
c. 4 Js
5 Js
10 Js
104 Js
1 a 2 1026 Js
5 1024 Js
7.1 1033 Js
2.9 1034 Js
2.7 1040 Js
1.1 1042 Js
1.9 1043 Js
3.2 1043 Js
1068 Js
0 (allinterno degli errori di
misura)

118

4 da oggetti e immagini alla conservazione

TAV O L A 24 Corrispondenza tra moto lineare e rotazionale.

Q ua nt i t

Moto lineare

Stato

tempo
posizione
quantit di
moto
energia
velocit
accelerazione

tempo
angolo
momento angolare

2 /2

2 /2

massa
forza

energia
velocit angolare
accelerazione
angolare
momento dinerzia
torsione

Moto

Riluttanza al moto
Cambiamento
di
moto

Moto
ro ta z i o na l e

middle finger: "r x p"

thumb: "r"

= =

F I G U R A 72 Il momento angolare e altre quantit di una particella punto in moto circolare, e le due

versioni della regola della mano destra.

Definiamo ora la energia di rotazione come


rot =

Sfida 190 s

Sfida 191 s

1
2

2 =

2
.
2

(28)

Lespressione simile alla espressione per lenergia cinetica di una particella. Riuscite
a indovinare quanto pi grande lenergia di rotazione della Terra rispetto allutilizzo
annuo di energia elettrica dellumanit? In realt, se si potesse trovare un modo per sfruttare questa energia, si potrebbe diventare famosi. Per gli oggetti ruotati non deformati,
lenergia di rotazione si conserva.
Ogni oggetto che ha un orientamento ha anche un momento angolare intrinseco. (Che
dire di una sfera?) Pertanto, le particellepuntiformi non hanno momento angolare intrinseco almeno in fisica classica. (Questa affermazione cambier in teoria quantistica). Il
momento angolare estrinseco di una particella puntiforme definito come
=

(29)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

index: "p"

fingers in
rotation
sense;
thumb
shows
angular
momentum

Il Monte del Moto

= = = 2

4 da oggetti e immagini alla conservazione

119

frictionless
axis

Sfida 193 f
Page 159

Ref. 2

asse.

dove la quantit di moto della particella e il vettore posizione. Il momento angolare


quindi punta lungo lasse di rotazione, a seguito della regola della mano destra, come
mostrato in figura 72. Alcuni valori osservati in natura sono riportati nella tavola 23. La
definizione implica che il momento angolare pu anche essere determinato utilizzando
lespressione
2()
=
,
(30)

dove () larea spazzata dal vettore posizione della particella durante il tempo . Ad
esempio, determinando la superficie spazzata con laiuto del suo telescopio, Johannes
Kepler scopr nel 1609 che ogni pianeta in orbita attorno al Sole ha un valore di momento
angolare che costante nel tempo.
Un corpo fisico pu ruotare contemporaneamente attorno ad assi diversi. Il film di
figura 102 mostra un esempio: La parte superiore ruota attorno al suo asse del corpo
e attorno alla verticale, allo stesso tempo. Una dettagliata esplorazione mostra che la
rotazione esatta della parte superiore data dalla somma vettoriale delle due rotazioni.
Per scoprirlo, si congela il cambiamento dellasse di rotazione in un tempo specifico.
Le rotazioni quindi sono un tipo di vettore.
Come nel caso del moto lineare, lenergia di rotazione ed il momento angolare non
sempre sono conservati nel mondo macroscopico: lenergia di rotazione pu cambiare
per lattrito, e il momento angolare pu cambiare a causa di forze esterne (coppie). Pertanto, per sistemi chiusi (indisturbati), sia il momento angolare che lenergia di rotazione
sono sempre conservati. In particolare, su scala microscopica, la maggior parte degli oggetti sono indisturbati, in modo che la conservazione di energia di rotazione e del momento angolare solitamente tengono su scale microscopiche.
Il momento angolare conservato. Questa dichiarazione valida per qualsiasi asse di
un sistema fisico, a condizione che le forze esterne (torsioni) non giochino alcun ruolo.
Per fare il punto, Jean-Marc Lvy-Leblond pone il problema di figura 73. Pu lape raggi-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 146

F I G U R A 74 Come si gira un serpente attorno al proprio

raggiungere la banana?

Il Monte del Moto

Sfida 192 f

F I G U R A 73 Pu la scimmia

120

4 da oggetti e immagini alla conservazione

r
P

d = vp
R
R = vaxis

r
d

R
C

Sfida 194 s

Sfida 195 d

ruota con raggi che gira.

ungere la banana senza lasciare il piatto, ipotizzando che il piatto su cui poggia la scimmia
pu ruotare attorno allasse senza attrito?
Notiamo che gli effetti della rotazione sono gli stessi per laccelerazione. Pertanto,
molti sensori per la rotazione sono uguali ai sensori di accelerazione che abbiamo esplorato in precedenza. Ma alcuni sensori per la rotazione sono fondamentalmente nuovi. In
particolare, incontreremo il giroscopio a breve.
Su una superficie senza attrito, come approssimata dal ghiaccio liscio o da un pavimento di marmo coperto da uno strato di olio, impossibile andare avanti. Per spostarci,
abbiamo bisogno di spingere contro qualcosa. Questo anche il caso per la rotazione?
Sorprendentemente, possibile girare anche senza spingere contro qualcosa. possibile controllare questo su una sedia girevole da ufficio ben oliata: semplicemente
ruotate un braccio sopra la testa. Dopo ogni giro della mano, lorientamento della sedia
cambiato di una piccola quantit. In effetti, la conservazione del momento angolare
e dellenergia rotazionale non impediscono ai corpi di modificare il proprio orientamento. I gatti imparano questo nella loro giovent. Dopo che hanno imparato il trucco,
se cadono a gambe in su, possono girarsi in modo che atterrino sempre con i piedi prima.
Anche i serpenti sanno come ruotare se stessi, come mostra figura 74. Durante le Olimpiadi si possono guardare i tuffatori ed i ginnasti eseguire simili trucchi. La rotazione
quindi diversa dalla traslazione in questo aspetto. (Perch?)
Ruote che girano
La rotazione un fenomeno interessante in molti modi. Una ruota che gira non ruota
intorno al suo asse, ma attorno al suo punto di contatto. Dimostriamolo.
Una ruota di raggio sta rotolando se la velocit dellasse axis legata alla velocit
angolare da

(31)
= axis .

Per ogni punto P sulla ruota, con distanza dallasse, la velocit P la somma del moto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 92

F I G U R A 76 Una fotografia simulata di una

per una ruota che gira.

Il Monte del Moto

Page 86
Page 139

F I G U R A 75 Le velocit ed i vettori unitari

4 da oggetti e immagini alla conservazione

121

F I G U R A 77 Il moto

misurato di un essere
umano a piedi ( Ray
McCoy).

Sfida 196 f

dellasse e il moto attorno allasse. La figura 75 mostra che P ortogonale a , la distanza


tra il punto P e il punto di contatto della ruota. La figura mostra anche che il rapporto di
lunghezza tra P e lo stesso che c tra axis e . Di conseguenza, possiamo scrivere

Ref. 93
Ref. 94

Sfida 198 d

che mostra che una ruota che rotola effettivamente ruota attorno al suo punto di contatto
con il terreno.
Sorprendentemente, quando un ruota rotola, alcuni punti su di essa si muovono verso
lasse della ruota, alcuni stanno ad una distanza fissa, e altri si muovono via da esso. Riuscite a determinare dove si trovano questi vari punti? Insieme, conducono ad un modello
interessante quando una ruota a raggi che rotola, ad esempio una ruota di bicicletta,
fotografata, come mostrato in figura 76.
Con questi risultati si pu affrontare la seguente bella sfida. Quando una ruota di
bicicletta che gira viene posta su una superficie scivolosa, scivoler per un po, poi scivola
e gira, e, infine, rotola solamente. Come dipende la velocit finale dalla velocit iniziale
e dallattrito?
C ome camminiamo?

Ref. 20

Il golf una bella passeggiata rovinata.


Gli Allens

Perch muoviamo le braccia quando si cammina o si corre? Per risparmiare energia o


per essere aggraziati? Infatti, ogni volta che viene eseguito un movimento del corpo con
meno energia possibile, naturale e grazioso. Questa corrispondenza pu infatti essere
presa come la definizione stessa della grazia. La connessione comunemente nota nel
mondo della danza; anche un aspetto centrale dei metodi utilizzati dagli attori per imparare a muovere i loro corpi il pi splendidamente possibile.
Per convincerti sui risparmi di energia, provate a camminare o correre con le braccia fisse o in movimento nella direzione opposta a quella normale: lo sforzo richiesto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 197 s

(32)

Il Monte del Moto

P = ,

122

Ref. 95

4 da oggetti e immagini alla conservazione

notevolmente superiore. Infatti, quando una gamba viene spostata, produce una coppia
attorno allasse del corpo che deve essere bilanciata. Il metodo che utilizza lenergia minima loscillazione delle braccia, come illustrato in figura 77. Dal momento che le braccia sono pi leggere delle gambe, devono spostarsi ulteriormente dallasse del corpo, per
compensare la quantit di moto; levoluzione ha quindi spostato il fissaggio delle braccia,
le spalle, pi distanti da quelli delle gambe, i fianchi. Gli animali su due gambe, ma senza
braccia, come i pinguini o i piccioni, hanno pi difficolt a camminare; devono spostare
tutto il loro tronco ad ogni passo.
Le misurazioni mostrano che tutti gli animali che camminano seguono
max waling = (2.2 0.2 m/s) /m .

Ref. 96

Curiosit e divertenti sfide circa la conservazione e la


rotazione

Sfida 200 s

E un fatto matematico che il lancio di questa


ghiaia dalla mia mano altera il centro di gravit
delluniverso.
Thomas Carlyle,* Sartor Resartus III.

* Thomas Carlyle (17971881), Saggista scozzese. Concordate con la citazione?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Infatti, camminando, il moto di una gamba dopo laltra, pu essere descritto come una
concatenazione di oscillazioni del pendolo (invertite). La lunghezza del pendolo data
dalla lunghezza delle gambe . La tipica scala temporale di un pendolo / . La
velocit massima della camminata diventa allora / , che , fino ad un fattore
costante, il risultato misurato.
Quali muscoli fanno la maggior parte del lavoro quando si cammina, il moto che gli
esperti chiamano andatura? Nel 1980, Serge Gracovetsky rilev che nellandatura umana
una grande frazione della potenza proviene dai muscoli lungo la colonna vertebrale, non
da quella delle gambe. (In realt, le persone senza gambe sono anche in grado di camminare. Tuttavia, un numero di muscoli delle gambe deve lavorare per camminare normalmente.) Quando si prende un passo, i muscoli lombari raddrizzano la colonna vertebrale;
questo automaticamente la fa girare un po di lato, in modo che il ginocchio della gamba
su quel lato venga automaticamente avanti. Quando il piede spostato, i muscoli lombari
possono rilassarsi, e poi si raddrizzano nuovamente per il passo successivo. In realt, si
pu sperimentare laumento di tensione nei muscoli posteriori quando si cammina senza
muovere le braccia, confermando cos dove si trova il motore umano, il cosiddetto motore
spinale.
Le gambe umane differiscono da quelle delle scimmie in un aspetto fondamentale:
gli esseri umani sono capaci di correre. Infatti il corpo umano stato ottimizzato per la
corsa, una capacit che nessun altro primate ha. Il corpo umano ha lasciato cadere la
maggior parte della sua peluria per ottenere un raffreddamento migliore, ha evoluto la
capacit di correre mentre mantiene la testa stabile, ha evoluto la giusta lunghezza delle
braccia per il corretto equilibrio durante la corsa, ed ha anche uno speciale legamento
nella parte posteriore che funziona da ammortizzatore durante la corsa. In altre parole,
la corsa il pi umano di tutte le forme di moto.

Il Monte del Moto

Sfida 199 f

(33)

4 da oggetti e immagini alla conservazione

123

How many rotations?

F I G U R A 78 Quante rotazioni fa la decima moneta per

effettuare un giro?

Sfida 203 s

C un modo ben noto per vivere 81 albe in appena 80 giorni.Come?

Ref. 97
Sfida 204 s

Camminare una fonte di molti problemi di fisica. Quando scalate un monte, il modo
energeticamente pi efficace non sempre quello di seguire la salita pi ripida; infatti,
per pendii ripidi, lo zig-zag energeticamente pi efficiente. Perch? E si pu stimare
langolo di inclinazione per cui questo succeder?

Ref. 98

La morte un processo fisico; esploriamolo. In generale, gli animali hanno una durata
di vita che scala con la radice quarta della loro massa . In altri termini, = 1/4 .
Questo vale dai batteri agli insetti alle balene blu. Gli animali hanno anche un consumo
energetico per massa, o tasso metabolico per massa, che scala con linverso della radice
quarta. Concludiamo che la morte avviene per tutti gli animali, quando stato raggiunto
un certo consumo di energia fisso per massa. Questo davvero il caso; la morte avviene
per la maggior parte degli animali quando hanno consumato intorno a 1 GJ/kg. (Ma un

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 202 f

La conservazione della quantit di moto meglio studiata giocando ed esplorando i biliardi, snooker o pool (tipi di giochi di biliardo) . La migliore introduzione sono i film
sul trickshot (tipo di gioco di biliardo) trovati su Internet. Siete in grado di utilizzare la
conservazione della quantit di moto per dedurre i modi per migliorare il vostro gioco
a biliardo?

Il Monte del Moto

Sfida 201 f

Prendere dieci monete dello stesso valore. Mettetene nove di loro su un tavolo e formate con esse un anello chiuso di forma qualsiasi a piacere. (Le nove monete appaiono
cos come una sezione di collana di perle in cui le perle si toccano). Ora prendere la
decima moneta e fatela rotolare intorno allanello, quindi senza mai scorrere. Quanti
giri fa questultima moneta durante un giro?

124

4 da oggetti e immagini alla conservazione

F I G U R A 79 E sicuro lasciare andare il tappo?

po pi tardi per gli esseri umani.) Questo risultato sorprendentemente semplice valido,
in media, per tutti gli animali conosciuti.
Si noti che largomento valido solo quando vengono comparate specie diverse . La dipendenza dalla massa non valida quando sono confrontati esemplari della stessa specie
. (Non possibile vivere pi a lungo mangiando di meno.)
In breve, gli animali muoiono dopo che hanno metabolizzato 1 GJ/kg. In altre parole,
una volta che abbiamo mangiato tutte le calorie per cui siamo stati progettati, moriamo.

Sfida 205 s

Una macchina ad una certa velocit utilizza 7 litri di benzina per 100 km. Qual la resistenza combinata di aria e rotolamento? (Si assume che il motore abbia unefficienza del
25 %.)

Sfida 206 s

Un tappo di sughero collegato a un filo sottile di un metro di lunghezza. Il filo passato sopra una lunga asta tenuta orizzontale, e un bicchiare di vino attaccato allaltra
estremit. Se si lascia andare il tappo in figura 79, non si rompe niente. Perch no? E che
cosa succede esattamente?

Ref. 99
Sfida 207 s

Nel 1907, Duncan MacDougalls, un medico, misur il peso di persone morenti, nella
speranza di vedere se la morte porta ad un cambiamento di massa. Trov un improvviso
calo tra il 10 e 20 g al momento della morte. Lo attribu alluscita dellanima dal corpo.
Riuscite a trovare una spiegazione pi soddisfacente?

Sfida 208 f

E ben noto che il peso di un bambino di un anno di et dipende se vuole essere trasportato o se vuole raggiungere il pavimento. Questo contraddice la conservazione della
massa?

Sfida 209 s

La crosta terrestre meno densa (2.7 kg/l) rispetto al mantello terrestre (3.1 kg/l) e galleggia su di esso. Come risultato, la crosta pi leggera sotto un costone di montagna deve
essere molto pi profonda che sotto una pianura. Se una montagna sorge1 km sopra la pianura, quanto deve pi profonda la crosta sotto? Il semplice modello a blocchi mostrato

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

4 da oggetti e immagini alla conservazione

125

atmosphere
mountain
height h
ocean
ocean crust

plain

ocean
ocean
solid
solidcontinental
continentalcrust
crust

ocean crust

depth d

liquid
magma
of the mantle

F I G U R A 80 Un semplice modello per continenti e montagne.

Tutti i cilindri omogenei rotolano lungo un piano inclinato nello stesso modo. Vero o
falso? E per quanto riguarda le sfere? Si pu dimostrare che le sfere rotolano pi veloci
dei cilindri?

Sfida 211 s

Quale rotola veloce: una lattina piena di liquido o una lattina riempita di ghiaccio? (E
come si fa a fare una lattina piena di ghiaccio?)

Sfida 212 f

Prendete due lattine della stessa dimensione e peso, una piena di ravioli e una piena di
piselli. Quale rotola pi veloce su un piano inclinato?

Unaltra differenza tra materia e immagini: odori della materia. Infatti, il naso un
sensore di materia. Lo stesso si pu dire della lingua e il suo senso del gusto.

Sfida 213 f

Prendete una pila di monete. possibile spingere le monete, a partire da quella nella parte
inferiore, sparando unaltra moneta sulla superficie del tavolo. Il metodo aiuta anche a
visualizzare la conservazione bidimensionale della quantit di moto.

Allinizio del 2004, due uomini e una donna guadagnarono 1,2 milioni in una sola

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 210 f

Il Monte del Moto

in figura 80 funziona abbastanza bene; in primo luogo, esso spiega perch, vicino alla
montagna, le misure della deviazione della caduta libera dalla linea verticale portano a
valori molto inferiori di quelli attesi senza una crosta profonda. Pi tardi, misurazioni
sonore hanno confermato direttamente che la crosta continentale infatti spessa sotto le
montagne.

126

4 da oggetti e immagini alla conservazione

before the hit

observed after the hit

F I G U R A 81 Un

ben noto
giocattolo.

observed after the hit

before the hit


V=0

2L,2M

F I G U R A 82 Un

urto elastico che


sembra non
obbedire alla
conservazione
dellenergia.

L, M

Sfida 214 d

Il giocattolo di figura 81 mostra un comportamento interessante: quando un certo numero di sfere vengono sollevate e rilasciate per colpire quelle ferme, lo stesso numero
di sfere si staccano dallaltro lato, mentre le sfere precedentemente cadute restano immobili. A prima vista, tutto questo sembra seguire dalla conservazione dellenergia e
della quantit di moto. Tuttavia, la conservazione dellenergia e della quantit di moto
offrono solo due equazioni, che sono insufficienti a spiegare o determinare il comportamento di cinque sfere. Perch allora le sfere si comportano in questo modo? E perch
tutte oscillano in fase quando passato un tempo pi lungo?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

serata in un casin di Londra. Lo fecero applicando le formule della meccanica galileiana. Hanno usato il metodo sperimentato da vari fisici nel 1950 che costruirono diversi
piccoli computer che potrebbero prevedere lesito di una pallina dalla velocit iniziale
impartita dal croupier. Nel caso in Gran Bretagna, il gruppo aggiunse uno scanner laser
ad uno smartphone che misur la traiettoria di una palla di roulette e predisse i numeri
in cui sarebbe arrivata. In questo modo, aumentarono le probabilit da 1 a 37 a circa 1 a 6.
Dopo sei mesi di indagini, Scotland Yard stabil che potevano tenere i soldi che avevano
vinto.
Infatti nello stesso periodo, alcune persone guadagnarono circa 400 000 euro in poche
settimane utilizzando lo stesso metodo in Germania, ma del tutto senza computer. In alcuni casin, le macchine stavano lanciando la pallina della roulette. Misurando la posizione dello zero alla palla in ingresso ad occhio nudo, questi giocatori sono stati in grado
di aumentare le probabilit delle scommesse che misero durante gli ultimi secondi permessi e quindi vinsero una somma considerevole puramente attraverso veloci reazioni.

Il Monte del Moto

Ref. 100

4 da oggetti e immagini alla conservazione

127

wall

ladder

F I G U R A 83 Questo possibile?

E possibile la struttura mostrata in figura 83?

Sfida 216 s

Un muro ottiene una scossa pi forte quando viene colpito da una palla che rimbalza da
esso o quando viene colpito da una palla che rimane attaccato ad esso?

Sfida 217 s

Le casalinghe sanno come estrarre un sughero di una bottiglia di vino con un panno.
Potete immaginare come? Esse sanno anche come estrarre il tappo con il panno se il
sughero caduto dentro la bottiglia. Come?

Sfida 218 na

Il problema della scala scorrevole , rappresentato schematicamente in figura 84, richiede


il moto dettagliato della scala nel tempo. Il problema pi difficile di quanto sembri,
anche se lattrito non viene preso in considerazione. Si pu dire se lestremit inferiore
tocca sempre il pavimento?

Una scala omogenea di lunghezza 5 m e massa 30 kg poggia su una parete. Langolo

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Un effetto sorprendente viene usato in strumenti di casa, come i trapani. Ricordiamo


che quando una piccola palla ne colpisce elasticamente una grande a riposo, entrambe le
palle si muovono dopo il colpo, e la piccola ovviamente si muove pi velocemente della
grande. Nonostante questo risultato, quando un cilindro corto ne colpisce uno lungo
dello stesso diametro e materiale, ma con una lunghezza che qualche multiplo intero
di quello corto, accade qualcosa di strano. Dopo il colpo, il cilindretto rimane quasi a
riposo, mentre il grande si muove, come mostrato in figura 82. Anche se la collisione
elastica, la conservazione dellenergia sembra non tenere in questo caso. (In realt questa
la ragione per cui le manifestazioni di urti elastici nelle scuole sono sempre eseguite con
le sfere.) Cosa succede allenergia?

Il Monte del Moto

Sfida 215 d

F I G U R A 84 Come non cade la scala?

128

4 da oggetti e immagini alla conservazione

F I G U R A 85 Si tratta di una situazione possibile, o una fotografia falsa?


( Wikimedia)

Ref. 102

Sfida 220 na

Limmagine di tre giroscopi impilati mostrati in figura 85 una vera fotografia, che
mostra una osservazione vera, o il risultato di composizione digitale, che mostra una
situazione impossibile?

Sfida 221 s

Come si confronta lenergia cinetica del proiettile di fucile con quello di un uomo in
corsa?

Sfida 222 s

Cosa succede alle dimensioni di un uovo quando si colloca in un barattolo di aceto per
qualche giorno?

Sfida 223 s

Qual lampiezza di un pendolo oscillante in modo tale che il valore assoluto della sua
accelerazione nel punto pi basso e al punto di ritorno siano uguali?

Puoi confermare che il valore dellaccelerazione di una goccia dacqua che cade attra-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 219 s

Una mosca comune sulla poppa di una nave di 30 000 ton di 100 m di lunghezza la inclina
di meno del diametro di un atomo. Oggi, distanze cos piccole sono facilmente misurabili. Potete pensare ad almeno due metodi, uno dei quali non dovrebbe costare pi di
2000 euro?

Il Monte del Moto

30; il coefficiente di attrito statico sulla parete trascurabile, e sul pavimento 0,3. Una
persona di massa 60 kg sale la scala. Qual laltezza massima che la persona pu salire
prima che la scala cominci a scivolare? Questo e molti altri enigmi sulle scale possono
essere trovati su www.mathematische-basteleien.de/leiter.htm.

4 da oggetti e immagini alla conservazione

Sfida 224 d

129

verso il vapore /7?

Sfida 225 s

Avete due sfere cave: hanno lo stesso peso, le stesse dimensioni e sono verniciate nello
stesso colore. Una fatta di rame, laltra di alluminio. Ovviamente, cadono con la stessa
velocit e accelerazione. Che cosa succede se entrambe rotolano gi su un piano inclinato?

Sfida 226 s

Qual la forma di una corda quando saltate la corda?

Sfida 227 s

Come si pu determinare la velocit di un proiettile di fucile con solo una scala e un


metro a bastone?

Sfida 228 f

Perch una pistola fa un foro in un portello, ma non pu aprirla, esattamente al contrario


di quanto pu fare un dito?

Sfida 229 s

Qual la curva descritta dal punto centrale di una scala che scorre gi lungo un muro?

Sfida 231 s

Da oltre 50 anni, un famoso orologiaio svizzero sta vendendo orologi da tavolo con
un pendolo rotante che non ha bisogno di batterie n riavvolgimento manuale, poich
prendono lenergia dallambiente. Un modello riprodotto figura 86. Potete immaginare
come funziona questo orologio?

Sfida 232 s

gli ascensori per nave, come quello mostrato in figura 87, sono macchine impressionanti.
Come cambia il peso dellascensore quando la nave entra?

Come si misura la massa di una nave?

Tutte le masse sono misurate mediante confronto, direttamente o indirettamente, al


chilogrammo standard a Svres, vicino a Parigi. Da alcuni anni, c il serio dubbio che il
chilogrammo standard stia perdendo peso, forse attraverso degassamento, con un tasso
stimato di circa 0.5 g/a. Questa una situazione imbarazzante, e vi un vasto sforzo
mondiale per trovare una migliore definizione del chilogrammo. Tale definizione migli-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 230 s

Una societ high-tech, vedi www.enocean.com, vende interruttori elettrici per le luci
della stanza che non hanno cavi e nessuna cellula di potenza (batteria). Potete incollare
tale interruttore al centro di un vetro di finestra. Come possibile?

Il Monte del Moto

130

4 da oggetti e immagini alla conservazione

orata deve essere semplice, precisa, e rendere inutili le escursioni a Svres . Nessuna tale
alternativa stata ancora definita.

Quale motore pi efficiente: un ciclomotore o un essere umano in bicicletta?

Sfida 233 f

Sia massa che momento dinerzia possono essere definiti e misurati con e senza contatto.
Potete farlo?

Ref. 101

Sfida 234 d

figura 88 mostra la cosiddetta pietra Celtica oscillante, chiamata anche anagyre o rattleback, una pietra che inizia a ruotare su una superficie piana quando messa ad oscillare
in su e in gi. La dimensione pu variare tra pochi centimetri e alcuni metri. Semplicemente piegando un cucchiaio si pu realizzare una forma primitiva di questo dispositivo
strano, se la curva non completamente simmetrica. La rotazione sempre nella stessa
direzione. Se la pietra viene messa in rotazione nella direzione sbagliata, dopo un po si
ferma e inizia a ruotare nellaltro senso! Potete spiegare leffetto che sembra contraddire
la conservazione del momento angolare?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

energia dallambiente ( Jaeger-LeCoultre).

Il Monte del Moto

F I G U R A 86 Un orologio commerciale che non ha bisogno di particolari fonti di energia, poich trae

4 da oggetti e immagini alla conservazione

F I G U R A 87 Lo spettacolare sollevatore di navi a Strpy-Thieux in Belgio. Che potenza del motore

necessaria per sollevare una nave, se i sollevatori destro e sinistro fossero collegati da funi o da un
sistema idraulico? ( Jean-Marie Hoornaert)

131

132

4 da oggetti e immagini alla conservazione

F I G U R A 88 La famosa pietra Celtica oscillante sopra e a destra ed una versione fatta piegando un
cucchiaio in basso a sinistra ( Ed Keath).

Sintesi sulla conservazione

Page 270

Abbiamo incontrato quattro principi di conservazione che sono validi per i sistemi chiusi
nella vita di tutti i giorni:
La conservazione della quantit di moto lineare totale,
La conservazione del momento angolare totale,
La conservazione dellenergia totale,
La conservazione della massa totale.
Nessuna di queste leggi di conservazione si applica al moto delle immagini.
Questi principi di conservazione sono tra i grandi risultati della scienza. Limitano le sorprese che la natura pu offrire: la conservazione significa che il moto lineare, il momento
angolare, e la massaenergia non si creano dal nulla, n possono scomparire nel nulla.
La conservazione limita la creazione. La citazione di cui sopra, quasi blasfema, esprime
questa idea.
Pi tardi scopriremo che questi risultati potrebbero essere stati dedotti da tre semplici
osservazioni: i sistemi chiusi si comportano allo stesso modo indipendentemente da dove
sono, in quale direzione sono orientati e il momento in cui essi sono stati impostati. Il
moto universale. In termini pi astratti e un po pi generali, ai fisici piace dire che tutti
i principi di conservazione sono conseguenza delle invarianze o simmetrie, della natura.
Pi tardi, la teoria della relativit speciale mostrer che energia e massa sono conservate solo nel loro insieme. Molte avventure ancora ci attendono.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Gli di non sono tanto ricchi come si potrebbe


pensare: che cosa ci danno, essi tolgono agli
altri .
Antichit

Il Monte del Moto

Sfida 235 na

Un bellissimo effetto, la fontana di catene, fu scoperta nel 2013 da Steve Mould. Alcune
catene, quando escono fuori da un contenitore, prima sparano in aria. Guarda il video
a www.youtube.com/embed/_dQJBBklpQQ e la storia della scoperta a stevemould.com.
Potete spiegare leffetto a vostra nonna?

133
4 da oggetti e immagini alla conservazione

Il Monte del Moto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Capitolo 5

DA L L A ROTA Z ION E DE L L A T E R R A
A L L A R E L AT I V I T DE L MOTO

Ref. 103

Vol. II, pag. ??

a Terra ruota? La ricerca di risposte definitive a questa domanda d un interessante


sezione trasversale della storia della fisica classica. Attorno allanno 265 b ce, in
Samos,il pensatore greco Aristarco sosteneva che la Terra ruota. Egli misur la parallasse della Luna (oggi nota per essere fino a 0.95) e del sole (oggi notoriamente 8.8 ).**
La parallasse un effetto interessante; langolo che descrive la differenza tra le direzioni
di un corpo nel cielo quando visto da un osservatore sulla superficie della Terra e
quando visto da un osservatore ipotetico al centro della Terra. (Vedere figura 89.)
Aristarco not che la Luna e il Sole oscillano attraverso il cielo, e questa oscillazione ha
un periodo di 24 ore. Concluse che la Terra ruota. Sembra che Aristarco abbia ricevuto
minacce di morte per il suo risultato.
Losservazione di Aristarco porta ad un argomento ancora pi potente dei sentieri
delle stelle riportate in figura 90. Potete spiegare perch? (E come guardano i sentieri i
luoghi pi popolati sulla Terra?)
Se la Terra ruota, ha detto un non convinto, la velocit allequatore ha il valore sostanziale di 0.46 km/s. Come spieg Galileo perch non lo sentiamo o ci accorgiamo di ci?
Le misure dellaberrazione della luce mostrano anche la rotazione della Terra; pu
essere rilevata con un telescopio mentre si guardano le stelle. Laberrazione un cambiamento di direzione previsto della luce, di cui parleremo a breve. AllEquatore, la
rotazione terrestre aggiunge un deviazione angolare di 0.32 , cambiando di segno ogni
12 ore, per laberrazione dovuta al moto della Terra intorno al Sole, circa 20.5 . In tempi
moderni, gli astronomi hanno trovato un certo numero di prove supplementari, ma nessuna accessibile per luomo della strada.
Inoltre, le misurazioni che mostrano che la Terra non una sfera, ma appiattita ai
poli, confermarono la rotazione della Terra. figura 91 illustra la situazione. Ancora una
volta, tuttavia, questa misura del diciottesimo secolo di Maupertuis***non accessibile
allosservazione quotidiana.
* E tuttavia si muove la frase sulla Terra attribuita, molto probabilmente in modo non corretto, a Galileo
sin dal 1640. E vero, per, che al suo processo fu costretto a ritrattare pubblicamente la dichiarazione di
una Terra in moto per salvare la sua vita. Per altri dettagli di questa celebre storia, vedere la sezione su
pagina 325.
** Per la definizione del concetto di angolo, vedere pagina 68, e per la definizione delle unit di misura per
langolo vedere appendice B.
*** Pierre Louis Moreau de Maupertuis (16981759), fisico francese e matematico. Fu una delle figure chiave

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 238 f

Anonimo*

Il Monte del Moto

Sfida 236 f
Sfida 237 s

Eppur si muove!

135

alla relativit del moto

rotating
Earth

Moon
or
Sun

sky
and
stars

F I G U R A 89 La parallasse non

disegnata in scala.

Ref. 104

nella ricerca per il principio di minima azione, che chiam in questo modo. Fu anche presidente fondatore
dellAccademia delle Scienze di Berlino. Maupertuis pens che il principio riflette la massimizzazione della
bont nelluniverso. Questa idea fu completamente ridicolizzata da Voltaire in questo Histoire du Docteur
Akakia et du natif de Saint-Malo, 1753. Maupertuis (www.voltaire-integral.com/Html/23/08DIAL.htm) esegu la sua misura della Terra per distinguere tra la teoria della gravitazione di Newton e quella di Cartesio,
che aveva predetto che la Terra allungata ai poli, anzich appiattita.
* Pierre Simon Laplace (b. 1749 Beaumont-en-Auge, d. 1827 Paris), importante matematico. Il suo famoso
trattato Trait de mcanique cleste apparve in cinque volumi tra il 1798 e il 1825. Fu il primo a proporre
che il sistema solare si formato da una nube di gas rotante, e una delle prime persone ad immaginare ed
esplorare i buchi neri.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 186

Il Monte del Moto

Sfida 239 d

Poi, negli anni 1790-1792 a Bologna, Giovanni Battista Guglielmini (17631817), infine, riusc a misurare ci che Galileo e Newton avevano previsto essere la prova pi semplice per la rotazione terrestre. Sulla Terra, gli oggetti non cadono verticalmente, ma sono
leggermente deviati verso est. Questa deviazione appare perch un oggetto mantiene la
velocit pi grande orizzontale che aveva allaltezza da cui ha iniziato a cadere, come
mostrato in figura 92. Il risultato di Guglielmini fu la prima prova non astronomica
della rotazione della Terra. Gli esperimenti furono ripetuti nel 1802 da Johann Friedrich
Benzenberg (17771846). Us sfere metallicheche lasci cadere dalla torre Michaelis ad
Amburgo una altezza di 76 m Benzenberg rilev che la deviazione ad est era 9.6 mm.
Potete confermare che il valore misurato dal Benzenberg quasi concorda con il presupposto che la Terra gira una volta ogni 24 ore? Vi anche una deviazione molto pi piccola
verso lEquatore, non misurata da Guglielmini, Benzenberg o qualcuno dopo di loro fino
ad oggi;tuttavia, essa completa la lista degli effetti sulla caduta libera per la rotazione della
Terra.
Entrambe le deviazioni dalla caduta verticale sono facilmente comprensibili se usiamo
il risultato (di seguito descritto) che gli oggetti che cadono descrivono unellisse attorno
al centro della Terra rotante. Le forme ellittiche mostrano che il percorso di una pietra
lanciata non sta su un piano per un osservatore posto sulla Terra; per tale osservazione,
il percorso esatto non pu pertanto essere disegnato su un pezzo di carta.
Nel 1798, Pierre Simon Laplace*spieg come si muovono i corpi sulla Terra in
rotazione e dimostr che essi sentono una forza apparente. Nel 1835, Gustave-Gaspard
Coriolis poi riformul la descrizione. Immaginate una palla che rotola su un tavolo. Per

136

5 dalla rotazione della terra

Il Monte del Moto

luce verde di unaurora australe ( Robert Schwartz).

sphere
Earth
5 km

5 km
Equator
F I G U R A 91 La deviazione della Terra dalla forma

sferica dovuta alla sua rotazione (esagerata).

un persona sul pavimento, la palla rotola in linea retta. Ora immaginate che il tavolo

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 90 Il moto delle stelle durante la notte, osservato il 1 Maggio 2012 dal Polo Sud, insieme alla

137

alla relativit del moto

= ( + )

North

North
Equator
East
F I G U R A 92 Le deviazioni

South

della caduta libera verso


est e verso lequatore
dovute alla rotazione
della Terra.

Il Monte del Moto

c. 3 m
F I G U R A 93 Un carosello tipico permette di osservare lEffetto Coriolis nel suo aspetto pi

sorprendente: se una persona fa rotolare una palla con la corretta velocit e direzione, la palla deviata
cos fortemente che ritorna a lei.

Ref. 105

ruoti. Per la persona sul pavimento, la palla rotola ancora in una linea retta. Ma per una
persona sulla tavola rotante, la palla traccia un percorso curvo. In breve, qualsiasi oggetto che viaggia su uno sfondo in rotazione soggetta ad una accelerazione trasversale.
Laccelerazione, scoperta da Laplace, oggi chiamata accelerazione di Coriolis o effetto
Coriolis. Su uno sfondo in rotazione, gli oggetti che viaggiano deviano dalla linea retta. Il
modo migliore per capire leffetto di Coriolis quello di sperimentare voi stessi; questo
pu essere fatto su una giostra, come mostrato in figura 93. E anche utile guardare il film
sul tema su internet. Noterete che su una giostra rotante non facile colpire un bersaglio
lanciando o rotolando una palla.
Anche la Terra un fondo in rotazione. Sullemisfero settentrionale, la rotazione in
senso antiorario. Come risultato, qualsiasi oggetto in movimento leggermente deviato
verso destra (mentre lampiezza della sua velocit rimane costante). Sulla Terra, come
su tutti gli ambiti in rotazione, laccelerazione di Coriolis risulta dalla variazione di
distanza rispetto allasse di rotazione. Potete dedurre lespressione analitica per leffetto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

c. 0.2 Hz

138

Sfida 240 s

Ref. 106

Ref. 107

Ref. 108

* Perch fu necessario un pendolo cos lungo? Comprendere le ragioni permette di ripetere lesperimento a
casa, con un pendolo pi corto come 70 cm, con laiuto di alcuni trucchi. Per osservare leffetto di Foucault
con un semplice impianto, collegare un pendolo alla sedia da ufficio e ruotare lentamente la sedia. Diverse
animazioni del pendolo, con deviazione esagerata, sono disponibili allindirizzo commons.wikimedia.org/
wiki/Foucault_pendulum.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 241 d
?

Coriolis, vale a dire C = 2 ?


Sulla Terra, laccelerazione di Coriolis ha in genere un valore piccolo. Pertanto,
meglio osservata sia in fenomeni su larga scala o ad alta velocit. Infatti, laccelerazione di
Coriolis determina la direzione di molti fenomeni su larga scala con una forma a spirale,
come le direzioni di cicloni e anticicloni in meteorologia, i modelli di vento generali sulla
Terra e la deflessione delle correnti oceaniche e maree. Questi fenomeni hanno direzione
opposte negli emisferi nord e sud. Pi bello, laccelerazione di Coriolis spiega perch gli
iceberg non seguono la direzione del vento quando si allontanano dalle calotte polari.
Laccelerazione di Coriolis svolge anche un ruolo nel volo delle palle di cannone (che
era linteresse originario di Coriolis), nei lanci dei satelliti, nel moto delle macchie solari e anche nel moto degli elettroni nelle molecole. Tutte queste accelerazioni di Coriolis
sono di segno opposto negli emisferi nord e sud e quindi dimostrano la rotazione della
Terra. (Nella Prima Guerra Mondiale, molti cannoni navali mancarono i loro obiettivi
nellemisfero sud, perch i tecnici avevano compensato leffetto Coriolis nellemisfero
settentrionale.)
Solo nel 1962, dopo vari tentativi precedenti da parte di altri ricercatori, Asher Shapiro
fu il primo a verificare che leffetto Coriolis ha una piccola influenza sulla direzione del
vortice formato dallacqua che esce da una vasca da bagno. Al posto di una normale vasca
da bagno, dovette utilizzare un impianto sperimentale accuratamente progettato, perch,
contrariamente a quanto spesso affermato, nessun effetto simile pu essere visto in una
vera vasca. Vi riusc solo eliminando accuratamente tutti i disturbi del sistema; per esempio, aspett 24 ore dopo il riempimento del serbatoio (e mai realmente cammin dentro
o fuori di esso!) al fine di evitare qualsiasi moto residuo di acqua che avrebbe disturbato
leffetto, e costru un meccanismo di apertura accuratamente progettato, completamente
a rotazione simmetrica. Altri hanno ripetuto lesperimento nellemisfero meridionale,
trovando la direzione di rotazione opposta e confermando cos il risultato. In altre parole, la direzione degli usuali vortici della vasca da bagno non causata dalla rotazione
della Terra, ma risulta dal modo in cui lacqua inizia a defluire. (Un certo numero di
truffatori in Quito, una citt situata sullEquatore, mostrano ai turisti creduloni che il
vortice in un lavandino cambia quando si attraversa la linea dellEquatore tracciata sulla
strada.) Ma andiamo avanti con la storia della rotazione della Terra.
Nel 1851, il medico poi fisico Jean Bernard Lon Foucault (b. 1819 Parigi, d. 1868 Parigi)
esegu un esperimento che rimosse tutti i dubbi e che lo rese famoso in tutto il mondo
praticamente da un giorno allaltro. Sospese un pendolo lungo 67 m*nel Panthon di
Parigi e mostr al pubblico stupito che la direzione della sua oscillazione cambiava nel
tempo, ruotando lentamente. Per quanti ebbero pochi minuti di pazienza per vedere il
cambio di direzione, lesperimento dimostr che la Terra ruota. Se la Terra non ruotasse,
loscillazione del pendolo sarebbe sempre continua nella stessa direzione. Su una Terra
in rotazione, a Parigi, la direzione cambia verso destra, in senso orario, come mostrato
in figura 94. La direzione di oscillazione non cambia se il pendolo si trova allEquatore,

Il Monte del Moto

Ref. 108

5 dalla rotazione della terra

139

alla relativit del moto

1
N
Earth's
centre
Eq
u

Sfida 244 s

F I G U R A 94 Il moto

rotatorio di un pendolo
che mostra la rotazione
della Terra.

e cambia verso sinistra nellemisfero meridionale.* Una versione moderna del pendolo
pu essere osservata tramite la web cam a pendelcam.kip.uni-heidelberg.de/; il film ad
alta velocit del moto del pendolo durante il giorno e la notte pu anche essere scaricato
dal sito www.kip.uni-heidelberg.de/oeffwiss/pendel/zeitraffer/.
Il tempo in cui lorientamento della oscillazione del pendolo esegue una rotazione
completa il tempo di precessione pu essere calcolato. Studiate un pendolo cominciando ad oscillare in direzione nord sud e troverete che il tempo di precessione Foucault
dato da
23 h 56 min
Foucault =
(34)
sin
dove la latitudine della posizione del pendolo, ad esempio 0 presso lequatore e 90
al Polo Nord. Questa formula una dei pi bei risultati della cinematica di Galileo.**
Foucault fu anche linventore e diede il nome al giroscopio. Costru il dispositivo,
mostrato in figura 95, nel 1852, un anno dopo il suo pendolo. Con esso, dimostr di
nuovo la rotazione della Terra. Una volta che un giroscopio ruota, lasse sta fisso nello
spazio ma solo se visto dalle stelle lontane o galassie. (Questo non lo stesso che parlare
di spazio assoluto. Perch?) Per un osservatore sulla Terra, la direzione dellasse cambia
regolarmente con un periodo di 24 ore. I giroscopi sono ormai utilizzati di routine in
navi ed aerei per dare la direzione del nord, perch sono pi precisi e pi affidabili delle
bussole magnetiche. Le versioni pi moderne utilizzano la luce laser in esecuzione in
cerchi invece di masse ruotanti.***
Nel 1909, Roland von Etvs misur un effetto semplice: a causa della rotazione della
Terra, il peso di un oggetto dipende dalla direzione in cui si muove. Come risultato, un
* La scoperta mostra anche come la precisione e il genio vadano insieme. Infatti, la prima persona ad osservare leffetto fu Vincenzo Viviani, un allievo di Galileo, gi nel 1661! Infatti, Foucault aveva letto sullopera
di Viviani nelle pubblicazioni dellAccademia dei Lincei. Ma c voluto il genio di Foucault per collegare
leffetto alla rotazione della Terra; nessuno laveva fatto prima di lui.
** Il calcolo del periodo del pendolo di Foucault assume che il tasso di precessione sia costante durante la
rotazione. Questa solo una approssimazione (anche se di solito eccellente).
*** Riuscite a indovinare come si rileva la rotazione in questo caso?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 243 s

ato
r

Il Monte del Moto

Sfida 242 d

140

5 dalla rotazione della terra

Il Monte del Moto

dispositivo meccanico per portarla a velocit, il dispositivo ottico per rilevare il suo movimento, il
principio generale di costruzione, e un moderno giroscopio a laser anulare (triangolare), basato sul
cambiamento di colore della luce laser rotante anzich su variazioni angolari di una massa ( CNAM,
JAXA).

Sfida 245 s
Ref. 109

Sfida 246 s

Ref. 110

equilibrio in rotazione attorno allasse verticale non rimane perfettamente orizzontale:


la bilancia comincia a oscillare leggermente. Potete spiegare lorigine delleffetto?
Nel 1910, John Hagen pubblic i risultati di un esperimento ancora pi semplice, proposto da Louis Poinsot nel 1851.Due masse sono messe su una barra orizzontale che pu
ruotare attorno ad un asse verticale, un cosiddetto isotomeografo. La sua massa totale era
260 kg. Se le due masse sono lentamente spostate verso il supporto, come mostrato in
figura 97, e se lattrito mantenuto abbastanza basso, la barra ruota. Ovviamente, ci
non accadrebbe se la Terra non ruotasse. Potete spiegare losservazione? Questo effetto
poco conosciuto utile anche per vincere scommesse tra fisici.
Nel 1913, Arthur Compton dimostr che un tubo chiuso riempito dacqua e alcune
piccole particelle galleggianti (o bolle) possono essere usate per dimostrare la rotazione
della Terra. Il dispositivo si chiama tubo di Compton o ruota di Compton. Compton
dimostr che quando un tubo orizzontale riempito dacqua viene ruotato di 180, accade qualcosa che permette di dimostrare che la Terra ruota. Lesperimento, mostrato

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 95 Il giroscopio: il sistema originale di Foucault con la sua trottola liberamente mobile, il

141

alla relativit del moto

F I G U R A 96 Un

modello
tridimensionale del
giroscopio originale
di Foucault: il modello
pu essere ruotato
spostando il cursore
su di esso ( Zach
Espiritu).

142

5 dalla rotazione della terra

North

waterfilled
tube

East

West

South

F I G U R A 97 Mostra la rotazione della Terra

F I G U R A 98 Dimostrazione della rotazione della

attraverso la rotazione di un asse.

Terra con acqua.


Il Monte del Moto

und Geodsie, Carl Zeiss).

Sfida 247 d

Vol. IV, pag. 60

in figura 98, permette anche di misurare la latitudine del punto dove viene effettuato
lesperimento. Riuscite a indovinare che cosa succede?
Un altro metodo per rilevare la rotazione della Terra usando la luce fu prima realizzato
nel 1913 dal fisico Francese Georges Sagnac:*egli us un interferometro per produrre
frange chiare e scure di luce con due fasci di luce, uno che circola in senso orario,
ed il secondo circolante in senso antiorario. Le frange di interferenza sono spostate
quando lintero sistema ruota; pi veloce ruota, maggiore lo spostamento. Una ver* Georges Sagnac (b. 1869 Prigeux, d. 1928 Meudon-Bellevue) fu un fisico a Lille e Parigi, amico dei Curie,
Langevin, Perrin, e Borel. Sagnac dedusse anche dal suo esperimento che la velocit della luce era indipendente dalla velocit della sua fonte, e quindi conferm una previsione della relativit speciale.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 99 Un moderno interferometro di precisione a laser anulare ( Bundesamt fr Kartographie

alla relativit del moto

Ref. 111
Vol. III, pag. ??

Sfida 248 s

Ref. 112

Sfida 249 s

dove larea (vettore) racchiusa dai due raggi di luce che interferiscono, la loro
lunghezza donda e la velocit della luce. Leffetto ora chiamato effetto Sagnac dal
suo scopritore. Era gi stato previsto 20 anni prima da Oliver Lodge.*Oggi, gli interferometri di Sagnac sono la parte centrale dei giroscopi laser - mostrati in figura 95 e si
trovano in ogni aereo passeggeri, missile e sottomarino, al fine di misurare i cambiamenti
del loro moto e quindi di determinare la loro posizione effettiva.
Una parte dello scorrimento delle frange dovuta alla rotazione della Terra. I moderni
interferometri di Sagnac ad alta precisione utilizzano laser ad anello con aree di pochi
metri quadrati, come mostrato in figura 99. Tale interferometro ad anello in grado di
misurare le variazioni della velocit di rotazione della Terra di meno di una parte per
milione. Infatti, nel corso di un anno, la lunghezza di un giorno varia irregolarmente di
pochi millisecondi, principalmente dovuto ad influenze provenienti dal Sole o la Luna,
dovuti a cambiamenti climatici e dovuti al flusso di magma caldo profondo della Terra.
** Ma anche i terremoti, leffetto di El Nio sul clima e il riempimento di grandi dighe
hanno effetti sulla rotazione della Terra. Tutti questi effetti possono essere studiati con
questi interferometri ad alta precisione; possono essere utilizzati anche per la ricerca nel
moto del terreno dovuto alle maree lunari o terremoti, e per i controlli sulla teoria della
relativit speciale.
Infine, nel 1948, Hans Bucka svilupp il pi semplice esperimento fino ad oggi per
mostrare la rotazione della Terra. Unasta metallica ci permette di rilevare la rotazione
della Terra dopo pochi secondi di osservazione, utilizzando limpianto di figura 100.
Lesperimento pu essere essere facilmente eseguito in classe. Riuscite a indovinare come
funziona?
In sintesi, le osservazioni mostrano che la superficie della Terra ruota a 464 m/s
allequatore, un valore maggiore di quello della velocit del suono nellaria, che di
circa 340 m/s alle normali condizioni. La rotazione implica anche unaccelerazione,
allequatore, di 0.034 m/s2 . Giriamo infatti vorticosamente attraverso luniverso.
C ome ruota la Terra?
La rotazione della Terra, la lunghezza del giorno, costante su scale temporali geologiche? Questa una domanda difficile. Se trovate un metodo che porta ad una risposta,
* Oliver Lodge (18511940) fu un fisico britannico che studi le onde elettromagnetiche e cerc di comunicare con i morti. Una strana ma influente figura, le sue idee sono spesso citate quando i fisici si vogliono
divertire; per esempio, fu uno di quei (rari) fisici che credettero che alla fine del diciannovesimo secolo la
fisica fosse completa.
** La crescita delle foglie sugli alberi e la conseguente modifica del momento di inerzia della Terra, gi
pensato nel 1916 by Harold Jeffreys, troppo piccolo per essere visto, poich nascosto da effetti pi grandi.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 114

sione moderna, ad alta precisione dellesperimento, che utilizza il laser anzich lampade, mostrato in figura 99. (maggiori dettagli su interferenze e frange sono trovati
in Volume III.) Sagnac determin anche la relazione tra lo spostamento della frangia e
dettagli dellesperimento. La rotazione di un interferometro ad anello completo con (vettore) di frequenza angolare produce uno spostamento di frangia della fase angolare
dato da
8
=
(35)

Il Monte del Moto

Ref. 113

143

144

5 dalla rotazione della terra

mirror

massive metal rod


typically 1.5 m

F I G U R A 100 Osservando la

rotazione della Terra in due


secondi.

Ref. 115

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 117

Il Monte del Moto

Ref. 116

pubblicatela! (Lo stesso vale per la domanda se la lunghezza dellanno costante.) Solo
pochi metodi sono noti, come scopriremo a breve.
La rotazione della Terra non nemmeno costante durante una vita umana. Essa varia
di poche parti in 108 . In particolare, sulla scala di un secolo, la lunghezza del giorno
aumenta di circa 1 a 2 ms per secolo, principalmente a causa dellattrito della Luna e lo
scioglimento delle calotte polari. Questo stato dedotto dallo studio di storiche osservazioni astronomiche di astronomi Babilonesi e Arabi. Ulteriori cambiamenti decadici
hanno unampiezza di 4 o 5 ms e sono dovuti al moto della parte liquida del nucleo terrestre. (Il centro del nucleo della Terra solido, il che stato scoperto nel 1936 da parte
del sismologo Danese Inge Lehmann (18881993); la sua scoperta fu confermata in modo
pi impressionante da due sismologi Britannici nel 2008, che rilevarono onde di taglio
del nucleo interno, confermando cos la conclusione di Lehmann. C un nucleo liquido
attorno al nucleo solido.)
I cambiamenti stagionali e semestrali della lunghezza del giorno con un ampiezza
di 0.4 ms su sei mesi, un altro 0.5 ms sullanno, e 0.08 ms su 24 a 26 mesi sono principalmente dovuti agli effetti dellatmosfera. Nel 1950 la disponibilit di misurazioni di
precisione dimostrarono che vi anche un periodo di 14 e 28 giorni con ampiezza di
0.2 ms, dovuto alla Luna. Nel 1970, quando furono scoperte oscillazioni del vento con
una scala di lunghezza di circa 50 giorni, si trov che essi alterano pure la lunghezza del
giorno, con unampiezza di circa 0.25 ms. Tuttavia, queste ultime variazioni sono piuttosto irregolari.
Anche gli oceani influenzano la rotazione della Terra, a causa delle maree, le correnti
oceaniche, la spinta del vento , e la spinta della pressione atmosferica. Ulteriori effetti
sono dovuti alle variazioni delle lastre di ghiaccio e causate dallevaporazione dellacqua
e dalle precipitazioni. Ultimo ma non meno importante, i flussi allinterno della Terra, sia
nel mantello che nel nucleo, cambiano la rotazione. Per esempio, i terremoti, i moti delle
placche, rimbalzo postglaciale e le eruzioni vulcaniche tutti influenzano la rotazione.
Ma perch la Terra ruota? La rotazione fu originata nella nube di gas rotante
allorigine del sistema solare. Questa connessione spiega che il Sole e tutti i pianeti, ad

145

alla relativit del moto

year 15000:
North pole is
Vega in
Lyra

nutation period
is 18.6 years

year 2000:
North pole is
Polaris in
Ursa minor

precession
N
Moons path
Moon
equatorial
bulge
Eq
uat
or

equatorial
bulge

Earths path

Ref. 118

Sfida 250 f

eccezione di due, girano attorno ai loro assi nella stessa direzione, e anche che tutti orbitano attorno al Sole nella stessa direzione. Ma la storia completa al di fuori del campo
di applicazione di questo testo.
La rotazione attorno al suo asse non lunico moto della Terra; essa esegue pure altri
moti. Questo era gi noto da tempo. Nel 128 b ce, lastronomo Greco Ipparco scopr
ci che oggi chiamata la precessione (equinoziale). Egli confront una misura fatta da
lui stesso con unaltra fatta 169 anni prima. Ipparco trov che lasse terrestre punta a
stelle diverse in tempi diversi. Concluse che il cielo si stava muovendo. Oggi preferiamo
dire che lasse della Terra in moto. (Perch?) Durante un periodo di 25 800 anni lasse
disegna un cono con un angolo di apertura di 23.5. Questo movimento, mostrato in
figura 101, viene generato dalle forze di marea della Luna e del Sole sul rigonfiamento
equatoriale della Terra, che risulta dal suo appiattimento. Il Sole e la Luna cercano di
allineare lasse della Terra perpendicolarmente alla traiettoria della Terra; questa coppia
porta alla precessione dellasse terrestre.
La precessione un moto comune a tutti i sistemi di rotazione: appare in pianeti,
trottole e atomi. (La precessione anche alla base della sorpresa legata alla ruota sospesa
mostrata su pagina 235.) La precessione pi facilmente visibile nelle trottole, siano esse
sospese o no. Un esempio mostrato in figura 102; per i nuclei atomici o i pianeti, immaginate che il filo di sospensione sia mancante e il corpo rotante meno piatto. Sulla Terra,

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 101 La precessione e la nutazione dellasse terrestre.

Il Monte del Moto

146

5 dalla rotazione della terra

F I G U R A 102

La
precessione
di una
trottola
sospesa
(mpg film
Lucas
Barbosa)
Il Monte del Moto

la precessione porta alla risalita di acque profonde nell Oceano Atlantico equatoriale e
cambia regolarmente lecologia delle alghe.
Inoltre, lasse terrestre non anche fisso rispetto alla superficie terrestre. Nel 1884,
misurando lesatto angolo sopra lorizzonte del Polo Nord celeste, Friedrich Kstner
(18561936) rilev che lasse della Terra si muove rispetto alla crosta terrestre, come
Bessel aveva suggerito 40 anni prima. Come conseguenza della scoperta di Kstner,
venne creato il Servizio Internazionale delle Latitudini. Il moto polare scoperto da Kst-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 103 Il moto del Polo Nord dal 2003 al 2007, compresa la previsione fino al 2008 (a sinistra) e la
posizione media dal 1900 (a destra) con 0,1 arcosecondi che sono circa 3,1 m sulla superficie della
Terra non mostrando le variazioni giornaliere e semidiurne di una frazione di un millisecondo di arco
dovute alle maree (da hpiers.obspm.fr/eop-pc).

147

alla relativit del moto

F I G U R A 104 Le placche continentali sono

gli oggetti del movimento tettonico


(HoloGlobe project, NASA).

* Il moto circolare, una oscillazione, fu prevista dal grande matematico svizzero Leonhard Euler (1707
1783). In una storia disgustosa, utilizzando le previsioni di Eulero e di Bessel ed i dati di Kustner, nel 1891
Seth Chandler afferm di essere lo scopritore della componente circolare.
** In questo vecchio continente, chiamato Gondwana, cera un enorme fiume che scorreva verso ovest dal
Ciad a Guayaquil in Ecuador. Dopo la divisione del continente, questo fiume scorreva ancora verso ovest.
Quando le Ande apparvero, lacqua venne bloccata, e molti milioni di anni pi tardi, il flusso si invert.
Oggi, il fiume scorre ancora verso est: si chiama Rio delle Amazzoni.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 120

Il Monte del Moto

Ref. 119

ner costituito da tre componenti: una piccola deriva lineare non ancora compresa
un movimento ellittico annuale dovuto a cambiamenti stagionali delle masse daria e
dacqua, e un moto circolare*con un periodo di circa 1,2 anni dovuto a fluttuazioni della
pressione nel fondo degli oceani. In pratica, il Polo Nord si muove con unampiezza di
circa 15 m attorno ad una posizione centrale media, come mostrato in figura 103. Sono
anche state misurate variazioni a breve termine della posizione del Polo Nord , dovute
a variazioni locali di pressione atmosferica, al cambiamento del tempo ed alle maree.
Lelevata precisione del sistema GPS possibile solo con laiuto della posizione esatta
dellasse terrestre; e solo con questa conoscenza possono essere guidati i satelliti artificiali verso Marte o altri pianeti.
I dettagli del moto della Terra sono stati studiati nei minimi dettagli. La tavola 25
fornisce una panoramica delle conoscenze e la precisione che disponibile oggi.
Nel 1912, il meteorologo e geofisico Alfred Wegener (18801930) scopr un effetto
ancora pi grande. Dopo aver studiato le forme delle piattaforme continentali e gli strati
geologici su entrambi i lati dellAtlantico, ipotizz che i continenti si muovono, e che
sono tutti frammenti di un unico continente che si ruppe circa 200 milioni di anni fa.**
Anche se in un primo momento fu deriso in tutto il mondo, le scoperte di Wegener
erano corrette. Misurazioni satellitari moderne, illustrate in figura 104, confermano
questo modello. Ad esempio, il continente americano si allontana dal continente europeo
di circa 10 mm ogni anno. Ci sono anche speculazioni che questa velocit possa essere

148

5 dalla rotazione della terra

F I G U R A 105 Cambiamenti della

dimensione angolare del Sole dovuti al


moto ellittico della Terra ( Anthony
Ayiomamitis).

Il Monte del Moto

Page 124
Vol. III, pag. ??
Ref. 121

stata molto pi elevata in determinati periodi del passato. Il modo per verificare ci
quello di esaminare la magnetizzazione delle rocce sedimentarie. Attualmente, questo
ancora un tema caldo di ricerca. Dopo la versione moderna del modello, denominata
tettonica a placche , i continenti (con una densit di 2.7 103 kg/m3 ) galleggiano sul
mantello fluido della Terra (con una densit di 3.1 103 kg/m3 )come pezzi di sughero
sullacqua, e la convezione allinterno del mantello fornisce il meccanismo di azionamento per il moto.
L a Terra si muove?
Il centro della Terra non in quiete nelluniverso. Nel terzo secolo b ce Aristarco di
Samo sosteneva che la Terra gira intorno al Sole. Esperimenti come quello di figura 105
confermano che lorbita unellisse. Tuttavia, una difficolt fondamentale del sistema
eliocentrico che le stelle hanno lo stesso aspetto tutto lanno. Come pu essere, se la
Terra viaggia intorno al Sole? La distanza tra la Terra e il Sole nota fin dal diciassettesimo secolo, ma fu solo nel 1837 che Friedrich Wilhelm Bessel*fu il primo a osservare la
parallasse di una stella. Questo fu un risultato di misurazioni estremamente curate e cal* Friedrich Wilhelm Bessel (17841846), astronomo della Westfalia che lasci una carriera di business e di
successo per dedicare la sua vita alle stelle, divent il pi importante astronomo del suo tempo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 106 Friedrich Wilhelm Bessel (17841846).

149

alla relativit del moto


TAV O L A 25 Moderni dati di misure sul moto della Terra (da hpiers.obspm.fr/eop-pc).

O s s e r va b i l e

Simbol o

Va l o r e

Velocit angolare media della Terra


Velocit nominale media della Terra (epoca
1820)
Giorno solare medio convenzionale (epoca
1820)
Giorno siderale convenzionale
Rapporto giorno medio solare conv. su giorno
siderale conv.
Durata convenzionale giorno stellare
Rapporto giorno medio solare conv. su giorno
stellare conv.
Precessione generale in longitudine
Obliquit delleclittica (epoca 2000)
Periodo di Kstner-Chandler nella cornice
terrestre
Fattore di qualit del picco di
Kstner-Chandler
Periodo della nutazione libera del nucleo nella
cornice celeste
Fattore di qualit della nutazione libera del
nucleo
Unit astronomiche
Anno siderale (epoca 2000)

72, 921 150(1) rad/s


72, 921 151 467 064 rad/s

86 400 s

dsi
= d/dsi

86 164, 090 530 832 88 s


1,002 737 909 350 795

dst
= d/dst

86 164, 098 903 691 s


1,002 737 811 911 354 48

0
KC

5, 028 792(2) /a
23 26 21, 4119
433, 1(1, 7) d

KC

170

430.2(3) d

2 104

Anno tropicale

149 597 870, 691(6) km


365, 256 363 004 d
= 365 d 6 h 9 min 9.76 s
tr
365, 242 190 402 d
= 365 d 5 h 48 min 45, 25 s
M
27, 321 661 55(1) d

6 378 136, 6(1) m

8, 0101(2) 1037 kg m2

14, 9291(10)

8, 0103(2) 1037 kg m2

8, 0365(2) 1037 kg m2
m
7, 0165 1037 kg m2
m
7.0400 1037 kg m2

1/298, 25642(1)
= ( )/ 0, 003 273 794 9(1)

AU
si

Periodo medio Lunare


Raggio equatoriale della Terra
Momento statico equatoriale
Longitudine dellasse principale dinerzia
Momento dinerzia equatoriale
Momento dinerzia assiale
Momento dinerzia equatoriale del mantello
Momento dinerzia assiale del mantello
Appiattimento della Terra
Appiattimento astronomico dinamico della
Terra
Appiattimento geofisico dinamico della Terra = ( )/ 0, 003 284 547 9(1)
Appiattimento dinamico del nucleo della Terra f
0, 002 646(2)
Termine di secondo grado nel potenziale della 2 = ( + 1, 082 635 9(1) 103
gravit della Terra
2)/(22 )
Tasso secolare di 2
d2 /d
2.6(3) 1011 /a
Numeri Amore (misura distorsione forme dalle 2
0,3
maree)
Numero Amore secolare
s
0,9383
Gravit equatoriale media
eq
9, 780 3278(10) m/s2
Costante geocentrica di gravitazione

3, 986 004 418(8) 1014 m3 /s2


Costante eliocentrica di gravitazione

1, 327 124 420 76(50) 1020 m3 /s2


Rapporto di massa Luna-Terra

0,012 300 038 3(5)

150

5 dalla rotazione della terra

precession

ellipticity change

rotation axis
Earth
Sun
Sun
rotation tilt change
axis

Earth

Earth

Sun

perihelion shift

orbital inclination change


P
Sun

Sfida 251 s

Vol. II, pag. ??

coli complessi : scopr le funzioni di Bessel, al fine di realizzarlo. Egli fu in grado di trovare
una stella, la 61 Cygni, la cui apparente posizione cambi con il mese dellanno. Vista su
tutto lanno, la stella descrive una piccola ellisse nel cielo, con unapertura di 0.588
(Questo il valore moderno). Dopo aver attentamente eliminato tutte le altre possibili
spiegazioni, dedusse che il cambiamento di posizione era dovuto al moto della Terra intorno al Sole, quando visto da stelle lontane. Dalla dimensione dellellisse determin la
distanza della stella di essere 105 Pm, o 11,1 anni luce.
Bessel aveva cos gestito, per la prima volta, la misura della distanza di una stella. In
questo modo dimostr anche che la Terra non fissa rispetto alle stelle nel cielo. Il moto
della Terra non fu una sorpresa. Esso conferm il risultato della citata aberrazione della
luce, scoperta nel 1728 da James Bradley* e per essere discusso in seguito. Quando vista
dal cielo, la Terra infatti ruota intorno al Sole
Con il miglioramento dei telescopi, furono scoperti altri moti della Terra . Nel 1748,
James Bradley annunci che c un piccolo regolare cambiamento della precessione, che
chiam nutazione, con un periodo di 18,6 anni e unampiezza angolare di 19.2 . La
* James Bradley (16931762), astronomo inglese. Fu uno dei primi astronomi a comprendere il valore della
misura precisa, e modernizz completamente Greenwich. Scopr laberrazione della luce, una scoperta che
dimostr che la Terra si muove e che gli permise anche di misurare la velocit della luce; scopr anche la
nutazione della Terra.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 107 Variazioni del moto della Terra intorno al Sole, come viste da osservatori diversi esterni al
piano orbitale.

Il Monte del Moto

Sun

alla relativit del moto

Sfida 252 f

Ref. 122

* In effetti, la precessione di 25 800 anni porta a tre periodi di insolazione, di 23 700, 22 400 e 19 000 anni,
grazie allinterazione tra precessione e lo spostamento del perielio.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

nutazione si verifica perch il piano dellorbita della Luna intorno alla Terra non esattamente come il piano dellorbita della Terra intorno al Sole. Siete in grado di confermare
che questa situazione produce la nutazione?
Gli astronomi scoprirono anche che linclinazione di 23.5 o obliquit dellasse
terrestre, langolo tra il suo momento angolare orbitale ed intrinseco, in realt cambia da 22.1 a 24.5 con un periodo di 41 000 anni. Questo movimento dovuto
allattrazione del Sole e le deviazioni della Terra da una forma sferica. Nel 1941, durante la
Seconda Guerra Mondiale, lastronomo serbo Milutin Milankovitch (18791958) si ritir
in solitudine e ne esplor le conseguenze. Nei suoi studi si rese conto che questo periodo
di 41 000 anni della obliquit, insieme con un periodo medio di 22 000 anni dovuto alla
precessione,*ha dato luogo a pi di 20 ere glaciali negli ultimi 2 milioni di anni. Ci avviene attraverso lirraggiamento forte o debole dei poli dal Sole Le mutevoli quantit di
ghiaccio fuso quindi determinano un cambiamento medio della temperatura. Lultima
era glaciale ha avuto il suo picco circa 20 000 anni fa e fin circa 11 800 anni fa; la prossima
ancora lontana. Una spettacolare conferma della relazione tra i cicli delle ere glaciali e
lastronomia venuta attraverso le misure dei rapporti degli isotopi dellossigeno nelle
carote di ghiaccio e sedimenti marini, che permettono di tracciare la temperatura media dellultimo passato milione di anni. figura 108 mostra quanto vicino la temperatura
segue le variazioni di irradiazione a causa dei cambiamenti di obliquit e precessione.
Lorbita della Terra cambia anche la sua eccentricit con il tempo, da completamente circolare a ovale e leggermente indietro. Tuttavia, questo avviene in modi molto
complessi, non con periodica regolarit, ed dovuta allinfluenza dei grandi pianeti del
sistema solare sullorbita della Terra. La scala temporale tipica 100 000 a 125 000 anni.
Inoltre, lorbita della Terra cambia linclinazione rispetto alle orbite degli altri pianeti;
questo sembra accadere regolarmente ogni 100 000 anni. In questo periodo linclinazione
cambia da +2.5 a 2.5 e viceversa.
Anche la direzione in cui punta lellisse cambia nel tempo. Questo cosiddetto spostamento del perielio dovuto in gran parte allinfluenza degli altri pianeti; una piccola parte
residua sar importante nel capitolo sulla relativit generale. Lo spostamento del perielio
di Mercurio fu il primo dato a confermare la teoria di Einstein.
Ovviamente, la lunghezza dellanno cambia con il tempo. Le variazioni misurate sono
dellordine di poche parti in 1011 o circa 1 ms per anno. Tuttavia, la conoscenza di questi
cambiamenti e delle loro origini molto meno dettagliata che per i cambiamenti nella
rotazione della Terra.
Il passo successivo quello di chiedersi se il Sole si muove. In effetti lo fa. Localmente,
si muove con una velocit di 19, 4 km/s verso la costellazione di Ercole. Ci fu dimostrato
da William Herschel nel 1783. Ma a livello globale, il moto ancora pi interessante. Il
diametro della galassia di almeno 100 000 anni luce, e noi ci troviamo a 26 000 anni
luce dal centro. (Questo si sapeva dal 1918, il centro della Galassia si trova in direzione
del Sagittario.) Alla nostra posizione, la galassia spessa 1 300 di anni luce; attualmente,
siamo 68 anni luce sopra il piano centrale. Il Sole, e con esso il sistema solare impiega
circa 225 milioni di anni per girare una volta attorno al centro della galassia, la sua velocit orbitale essendo intorno a 220 km/s. Sembra che il Sole continui ad allontanarsi dal

Il Monte del Moto

Ref. 123

151

5 dalla rotazione della terra

40
20
0
20
40

T S ( C )

P re c e s s ion P a ra me te r ( 1 0 3 )

152

0
4

0
1

22.5

2
obl

0. 0
0. 4

RF

23. 0

( C )

23. 5

0. 4
obl

T S

24. 0

(W m )

2
0

100

200

300

400

500

600

700

800

Age (1000 years before present)


F I G U R A 108 Moderne misurazioni che mostrano come i parametri di precessione della Terra (curva

nera A) e obliquit (curva nera D) influenzano la temperatura media (curva colorate B) e lirradiazione
della Terra (blu curva C) negli ultimi 800 000 anni: lobliquit dedotta da analisi di Fourier da dati di
irraggiamento RF(curva blu D) e lobliquit dedotta da analisi di Fourier dalla temperatura (curva rossa
D) corrispondono con lobliquit nota dai dati astronomici (curva nera D); repentini eventi di
raffreddamento hanno avuto luogo ogni volta che lobliquit aumentata mentre il parametro di
precessione scendeva (segnato in rosso al di sotto della curva di temperatura) ( Jean Jouzel/Science
da Ref. 122).

piano della Galassia fino a circa 250 anni luce sopra dal piano, e quindi si sposta indietro,
come mostrato in figura 109. Il periodo di oscillazione stimato in circa 62 milioni di
anni ed stato proposto come il meccanismo per le estinzioni di massa della vita animale
sulla Terra, forse perch qualche nube di gas o di qualche fonte di radiazione cosmica pu
essere periodicamente incontrata per strada. La questione ancora un argomento caldo
di ricerca.
Il moto del Sole attorno al centro della Via Lattea implica che i pianeti del sistema

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

O bliquity ( )

Il Monte del Moto

R F (W m )

153

alla relativit del moto

120 000 al = 1.2 Zm


our galaxy

orbit of our local star system

500 al = 5 Em

Sun's path
50 000 al = 500 Em

F I G U R A 109 Il moto del

Sole intorno alla


galassia.

Il Monte del Moto

suo viaggio intorno al centro della Via Lattea. Marrone: Mercurio, bianco: Venere, blu: Terra, Rosso:
Marte. (QuickTime film Rhys Taylor at www.rhysy.net).

Sfida 253 s

solare possono essere visti come formanti eliche attorno al Sole figura 110 illustra il loro
percorso elicoidale.
Giriamo intorno al centro della galassia perch la formazione delle galassie, come
quello dei sistemi solari, avviene sempre in un vortice. Tra laltro, potete confermare
dalla vostra propria osservazione che la nostra galassia ruota?
Infine, ci si pu chiedere se la galassia stessa si muova. Il suo moto pu infatti essere
osservato perch possibile dare un valore per il moto del Sole attraverso luniverso,

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 110 Il moto elicoidale dei primi quattro pianeti intorno al percorso tracciato dal Sole durante il

154

Ref. 124

5 dalla rotazione della terra

definendolo come il moto contro lo sfondo delle radiazioni. Tale valore stato misurato essere 370 km/s. (La velocit della Terra attraverso lo sfondo di radiazione ovviamente dipende dalla stagione.) Questo valore una combinazione del moto del Sole
intorno al centro della galassia e del moto della galassia stessa. Questultimo moto
dovuto allattrazione gravitazionale delle altre, vicine galassie nel nostro gruppo locale
di galassie. *
In sintesi, la Terra si muove molto, e lo fa in modi piuttosto complessi. Come direbbe
Henri Poincar, se siamo in un dato luogo oggi, diciamo il Panthon di Parigi, e torniamo
allo stesso punto domani, allo stesso tempo, siamo in realt a 31 milioni di chilometri
di distanza. Questo stato di cose renderebbe i viaggi nel tempo estremamente difficili
anche se fossero possibili (e non lo sono); ogni volta che foste andati indietro nel tempo,
si dovrebbe arrivare esattamente al vecchio punto!
L a velo cit assolu ta? L a teoria della relativit di tu t ti i
giorni

Non c differenza tra moto costante indisturbato, comunque sia esso rapido, e la quiete. Questo si chiama principio di relativit di Galileo.
Infatti, nella vita quotidiana sentiamo il moto solo se i mezzi di trasporto tremano
(quindi se accelerano), o se ci muoviamo contro laria. Pertanto Galileo concluse che
due osservatori in moto rettilineo e indisturbato uno contro laltro non possono dire chi
davvero in moto. Qualunque sia la loro velocit relativa, nessuno dei due si sente in
moto.**
* Questo pi o meno la fine della scala. Si noti che lespansione delluniverso, da studiare in seguito, non
produce moto.
** Nel 1632, nel suo Dialogo, Galileo scrive: chiudersi con qualche amico nella cabina principale sottocoperta su qualche grande nave, e avere con l alcune mosche, farfalle e altri animali volanti di piccole dimensioni. Avere una grande ciotola di acqua con alcuni pesci in esso;agganciate una bottiglia che si svuota
goccia a goccia in un ampio recipiente sottostante. Con la nave ancora in moto, osservare attentamente come

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 254 f

Il Monte del Moto

Vol. II, pag. ??

Perch non sentiamo tutti i moti della Terra? Le due parti della risposta furono gi date
nel 1632. Prima di tutto, come Galileo spieg,non sentiamo le accelerazioni della Terra,
perch gli effetti che producono sono troppo piccoli per essere rilevati dai nostri sensi.
Infatti, molte delle citate accelerazioni inducono effetti misurabili solo in esperimenti di
alta precisione, ad esempio negli orologi atomici.
Ma il secondo punto di Galileo altrettanto importante: impossibile sentire la velocit con cui ci stiamo muovendo. Non sentiamo i moti traslazionali, non accelerati perch
questo impossibile in linea di principio. Galileo discusse la questione confrontando le
osservazioni di due osservatori: uno sulla terra e un altro sul pi moderno mezzo di trasporto accellerato del tempo, una nave. Galileo si chiese se un uomo a terra e un uomo
su una nave che si muovesse a velocit costante sperimentasse (o sentisse) nulla di diverso. Einstein utilizz osservatori a bordo di treni. In seguito divenne di moda utilizzare
i viaggiatori su razzi. (Che cosa verr dopo?) Galileo spieg che solo velocit relative tra
corpi producono effetti, non i valori assoluti delle velocit. Per i sensi e per tutte le misure
che troviamo:

alla relativit del moto

155

La quiete relativa. O meglio: la quiete un concetto dipendente dallosservatore.


Questo risultato della fisica Galileiana cos importante che Poincar introdusse
lespressione teoria della relativita ed Einstein ripet il principio esplicitamente quando
pubblic la sua famosa teoria della relativit speciale. Tuttavia, questi nomi sono scomodi. La fisica Galileiana anche una teoria della relativit! La relativit della quiete
comune a tutta la fisica; un aspetto essenziale del moto.
In sintesi, moti indisturbati o uniformi non hanno alcun effetto osservabile; solo il
cambiamento di moto ce lha. La velocit non pu essere sentita; laccelerazione si. Di
conseguenza, ogni fisico pu dedurre qualcosa di semplice in merito alla seguente dichiarazione di Wittgenstein:
Da die Sonne morgen aufgehen wird, ist eine Hypothese; und das heit:
wir wissen nicht, ob sie aufgehen wird.*

Sfida 255 s

Laffermazione sbagliata . Potete spiegare perch Wittgenstein ha commesso un errore


qui, nonostante il suo forte desiderio di non farlo?
L a rotazione relativa?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

i piccoli animali volano con uguale velocit su tutti i lati della cabina. I pesci nuotano indifferentemente in
tutte le direzioni; le gocce cadono nella nave sotto; e, nel gettare qualcosa al vostro amico, necessario buttarlo non pi fortemente in una direzione rispetto allaltra, le distanze sono uguali: saltando con i piedi
uniti, passate spazi uguali in tutte le direzioni. Dopo aver osservato tutte queste cose con attenzione (anche
se non c dubbio che quando la nave ferma tutto deve avvenire in questo modo), procedendo la nave con
qualsiasi velocit che vi piace, a patto che il moto sia uniforme e non fluttuante in un modo o altro, non
scoprirete il minimo cambiamento in tutti gli effetti nominati, n potreste dire da nessuno di loro se la nave
era in movimento o ferma. Nel saltare, passerete sul pavimento gli stessi spazi di prima, n farete salti pi
grandi verso poppa che verso prua anche se la nave si muove abbastanza rapidamente, nonostante il fatto
che durante il tempo che si in aria il pavimento sotto di voi andr in un direzione opposta al vostro salto.
Nel gettare qualcosa al vostro compagno, non necessiterete di pi forza per arrivare a lui se nella direzione
della prua o poppa, con se stessi situati di fronte. Le gocce cadranno come prima nel recipiente sottostante
senza cadere verso poppa, pur se mentre le gocce sono in aria la nave corre molte campate. I pesci nella loro
acqua nuotano verso la parte anteriore della loro ciotola, senza fare pi sforzo che verso dietro, e andranno
adescati con la stessa facilit collocati ovunque intorno ai bordi della vasca. Infine le farfalle e mosche continueranno i loro voli indifferentemente verso ogni lato, n potr mai accadere che siano concentrati verso
poppa, come se stancati di tenere il passo con il corso della nave, da cui essi sono stati separati durante
lunghi intervalli mantenendosi in aria. E se viene fatto fumo bruciando qualche incenso, si vedr salire in
forma di una nuvoletta permanendo e non muovendosi pi verso una parte che dallaltra. La causa di tutte
queste corrispondenze di effetti il fatto che il moto della nave comune a tutte le cose contenute in essa,
e laria anche. Ecco perch ho detto che dovreste essere sotto i ponti; se questo avvenisse sopra allaperto,
che non seguirebbero il corso della nave, differenze pi o meno evidenti si sarebbero viste in alcuni degli
effetti osservati . (Traduzione Anonima)
* Che il sole sorger domani, unipotesi; e ci significa che non sappiamo se sorger. Questa affermazione
ben nota si trova in Ludwig Wittgenstein,Tractatus, 6.36311.

Il Monte del Moto

Quando giriamo rapidamente, le nostre braccia si sollevano. Perch accade questo?


Come pu il nostro corpo rilevare se stiamo rotazione o no? Ci sono due possibili risposte. Il primo approccio, promosso da Newton, dire che vi uno spazio assoluto; ogni
volta che si ruota contro questo spazio, il sistema reagisce. Laltra risposta notare che
ogni volta che i bracci si sollevano, le stelle ruotano anche, ed esattamente nello stesso

156

5 dalla rotazione della terra

modo. In altre parole, il nostro corpo rileva la rotazione perch ci muoviamo contro la
distribuzione media di massa nello spazio.
La discussione pi citata di questo problema dovuta a Newton. Invece di braccia,
esplor lacqua in un secchio rotante. In un secchio rotante, la superficie dellacqua assume una forma concava, mentre la superficie piatta per un secchio non-rotante. Newton si chiese perch questo il caso. Come al solito per questioni filosofiche, la risposta di
Newton fu guidata dal misticismo innescato dalla morte prematura di suo padre. Newton vide lo spazio assoluto come un concetto mistico e religioso e non fu nemmeno in
grado di concepire unalternativa. Newton vide cos la rotazione come un tipo assoluto di moto. La maggior parte degli scienziati moderni ha meno problemi personali e
pi senso comune di Newton; come risultato, il consenso di oggi che gli effetti della
rotazione sono dovuti alla distribuzione di massa nelluniverso:
La rotazione relativa.
La teoria della relativit generale e un numero di esperimenti di alta precisione confermano questa conclusione.

Sfida 256 f

Quando si viaggia in treno, possibile verificare laffermazione di Galileo sulla relativit


del moto di tutti i giorni. Chiudete gli occhi e chiedete a qualcuno di farvi girare intorno
pi volte: si in grado di dire in quale direzione sta correndo il treno?

Sfida 257 s

Una buona bilancia, utilizzata per determinare il peso degli oggetti, non mostra un peso
costante quando fate un passo su di essa e rimanete immobili. Perch no?

Sfida 258 s

Se una pistola situata allEquatore spara un proiettile verticalmente, dove cade il proiettile?

Sfida 259 s

Perch la maggior parte dei siti di lancio dei razzi sono quanto pi vicino possibile
allEquatore?

Allequatore, la velocit di rotazione della Terra 464 m/s, o circa Mach 1,4; questultimo
numero significa che 1,4 volte la velocit del suono. Questo movimento supersonico ha
due intriganti conseguenze.
Innanzitutto, la velocit di rotazione determina la dimensione dei tipici fenomeni
del tempo. Questa dimensione, il cosiddetto raggio di Rossby, dato dalla velocit del
suono (o qualche altra velocit tipica) diviso per due volte la velocit di rotazione locale, moltiplicato per il raggio della Terra. A latitudini moderate, il raggio di Rossby
circa 2000 km. Questa una frazione considerevole del raggio della Terra, in modo che
solo pochi grandi sistemi meteorologici sono presenti sulla terra in un determinato mo-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Curiosit e divertenti sfide sulla relativit

157

alla relativit del moto

Page 136

mento. Se la Terra ruotasse pi lentamente, il tempo sarebbe determinato dai flussi locali,
di breve durata e non avrebbero regolarit generali. Se la Terra ruotasse pi rapidamente,
il tempo sarebbe molto pi violento come su Giove ma il piccolo raggio di Rossby
implica che le grandi strutture meteorologiche hanno una durata enorme, come la macchia rossa su Giove, che dur per diversi secoli. In un certo senso, la rotazione della Terra
ha la velocit che fornisce il tempo pi interessante.
Laltra conseguenza del valore della velocit di rotazione della Terra riguarda lo spessore dellatmosfera. Mach 1 , grosso modo, la velocit termica delle molecole daria.
Questa velocit sufficiente per una molecola daria per raggiungere laltezza caratteristiche dellatmosfera, circa 6 km. Daltra parte, la velocit di rotazione della Terra
determina la sua deviazione dalla sfericit: la Terra appiattita, come abbiamo visto
sopra. In parole povere, abbiamo = 2 2 /2, o circa 12 km. (Questo corretto entro
il 50 %, il valore effettivo 21 km.) Troviamo cos che la velocit di rotazione della Terra
implica che il suo appiattimento sia paragonabile allo spessore dellatmosfera.

Sfida 261 f

Un cliente ricco e stravagante chiese al suo architetto di progettare e costruire una casa
le cui quattro pareti fossero tutte orientate a sud. Come fece larchitetto a realizzare la
richiesta?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Leffetto di Coriolis salva la vita e aiuta le persone. Infatti, ha unimportante applicazione


per i sistemi di navigazione; gli usi tipici sono mostrati in figura 111. Gli insetti usano
masse vibranti per stabilizzare il loro orientamento, per determinare la loro direzione di
marcia e per trovare la loro via. La maggior parte degli insetti a due ali, o ditteri, usano
halteres vibranti per la navigazione: in particolare, le api, mosche di casa, mosche dei
fiori e le mosche gru le usano. Altri insetti, come le falene, usano antenne vibranti per la
navigazione. Auto, satelliti, telefoni cellulari, modelli di elicotteri telecomandati, e giochi
per computer utilizzano anche piccole masse vibranti come sensori di orientamento e
navigazione, esattamente nello stesso modo in cui fanno gli insetti.
In tutte queste applicazioni di navigazione, una o alcune piccole masse vengono fatte
vibrare; se il sistema a cui sono collegate gira, il cambio di orientamento porta ad un
effetto Coriolis. Leffetto misurato rilevando il conseguente cambiamento nella geometria; il cambiamento, e quindi la potenza del segnale, dipende dalla velocit angolare
e la sua direzione. Tali sensori di orientamento sono quindi chiamati giroscopi vibranti di
Coriolis. Il loro sviluppo e la produzione una parte consistente del business di imprese
high-tech e di evoluzione biologica.

Il Monte del Moto

Sfida 260 f

Leffetto Coriolis influenza i fiumi e le loro coste. Questo sorprendente collegamento fu


realizzato nel 1860 da Karl Ernst von Baer il quale trov che in Russia, molti fiumi che
scorrono a nord in pianura avevano sponde destre che sono sponde ripide e alte, e sponde
sinistre che sono basse e piatte. (Potete spiegare i dettagli?) Egli scopr anche che i fiumi
dell emisfero sud mostrano leffetto opposto.

158

5 dalla rotazione della terra

F I G U R A 111 Luso delleffetto Coriolis negli insetti qui il volo di una mosca gru e il volo di una mosca

da fiore e in sistemi micro-elettromeccanici (dimensione circa pochi mm); tutti forniscono segnali di
navigazione ai sistemi a cui sono attaccati ( Pinzo, Sean McCann, ST Microelectronics).

159

alla relativit del moto

Ref. 125

Sarebbe salutare un viaggio attraverso lo spazio interplanetario? La gente spesso fantastica di lunghi viaggi attraverso il cosmo. Gli esperimenti hanno dimostrato che nei viaggi
di lunga durata i pi grandi pericoli sono, la radiazione cosmica, lindebolimento delle
ossa, la degenerazione muscolare ed i problemi psicologici . Molti esperti medici mettono
in discussione la fattibilit di viaggi spaziali della durata di pi di un paio di anni. Altri
pericoli sono improvvisi colpi di sole, almeno nelle vicinanze del Sole, e lesposizione al
vuoto. Finora solo un uomo ha sperimentato il vuoto senza protezione. Perse coscienza
dopo 14 secondi, ma sopravvissuto illeso.

In quale direzione pende una fiamma se brucia dentro un vaso su un giradischi rotante?

Sfida 262 s

Sfida 263 s

Il principio di Galileo della relativit di tutti i giorni afferma che impossibile determinare una velocit assoluta. altrettanto impossibile determinare una posizione assoluta,
un tempo assoluto e una direzione assoluta. E corretto ci?

Questa laccelerazione che proviamo quando si seduti in una macchina che va in


curva.

Sfida 265 f

Il moto di rotazione tiene una piccola sorpresa per chi lo studia con attenzione. Il momento angolare una quantit con una magnitudo ed una direzione. Tuttavia, esso non
un vettore, come mostra qualsiasi specchio. Il momento angolare di un corpo che gira in
un piano parallelo ad uno specchio si comporta in modo diverso da una freccia usuale: la
sua immagine speculare non viene riflessa se punta verso lo specchio! Potete verificarlo
facilmente da voi. Per questo motivo, il momento angolare chiamato pseudovettore. (Gli

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 264 s

Il Monte del Moto

Vol. III, pag. ??

Esiste laccelerazione centrifuga? La maggior parte degli studenti universitari passa attraverso lo shock di incontrare un insegnante che dice che non esiste perch si tratta di una
quantit fittizia, di fronte a ci che si sperimenta ogni giorno in una macchina quando
si guida in curva. Basta chiedete allinsegnante che nega di definire la sua esistenza. (La
definizione che di solito usano i fisici data in seguito.) Quindi verificate se la definizione
si applica al termine e fate le vostre considerazioni.
Se ti piace il termine accelerazione centrifuga o lo evitate usando il suo negativo, la
cosiddetta accelerazione centripeta, si dovrebbe sapere come viene calcolata. Usiamo un
semplice trucco. Per un oggetto in moto circolare di raggio , la grandezza della velocit = d/d = 2/. Il vettore nel tempo si comporta esattamente come la
posizione delloggetto: ruota continuamente. Pertanto, lentit dellaccelerazione centrifuga/centripeta = d/d data dallespressione corrispondente, cio = 2/.
Eliminando , troviamo che laccelerazione centrifuga/centripeta di un corpo rotante
a velocit e raggio data da
2
= 2 .
(36)
=

160

5 dalla rotazione della terra

water
ping-pong ball
string
stone
F I G U R A 112 Come fa la palla a muoversi quando il vaso viene

accelerato in direzione della freccia?

Sfida 266 f
Vol. V, pag. ??

pseudovettori sono rotazioni?) Il fatto non ha conseguenze importanti in fisica classica;


ma dobbiamo tenerlo a mente per dopo, quando esploriamo la fisica nucleare.

Sfida 267 s

Qual il modo migliore per trasportare un certo numero di tazze piene di caff o t
evitando allo stesso tempo qualsiasi fuoriuscita dei preziosi liquidi?

Sfida 269 s

La Luna si allontana dalla Terra di 3.8 cm in un anno, a causa dellattrito. Riuscite a trovare il meccanismo responsabile delleffetto?

Cosa sono i terremoti? I terremoti sono grandi esempi dello stesso processo che provoca
un cigolio alla porta. Le placche continentali corrispondono sulle superfici metalliche
nelle articolazioni della porta.
I terremoti possono essere descritti come fonti di energia. La scala Richter una
misura diretta di questa energia. La magnitudo Richter s di un terremoto, un numero
puro, definita dalla sua energia in Joule attraverso
s =

Sfida 270 s

log(/1 J) 4.8
.
1.5

(37)

Gli strani numeri nellespressione sono stati scelti per mettere nel terremoto valori
quanto pi vicini possibile alla pi vecchia, qualitativa scala Mercalli (ora chiamata scala
macrosismica europea EMS98) che classifica lintensit dei terremoti. Tuttavia, questo non
del tutto possibile; gli strumenti pi sensibili oggi rilevano i terremoti con magnitudo
di 3. Il valore pi alto mai misurato fu una magnitudo Richter di 10, in Cile nel 1960.
Magnitudo sopra 12 sono probabilmente impossibili. Potete mostrare perch?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Sfida 268 s

Una pallina da ping-pong viene attaccata da un filo ad una pietra, e il tutto viene messo
sotto lacqua in un vaso. Limpianto mostrato infigura 112. Ora il vaso viene accelerato
in orizzontale, ad esempio in una macchina. In quale direzione si muove la palla ? Cosa
ne deducete per un vaso a riposo?

161

alla relativit del moto

F I G U R A 113 Cosa succede quando le scimmie si arrampicano?

Sfida 273 s

Pu accadere che una parabola satellitare per satelliti TV geostazionari concentra la luce
del sole sul ricevitore?

Sfida 274 s

Perch difficile sparare un razzo da un aereo in direzione opposta al moto dellaereo?

Sfida 275 s

Una scimmia si appende ad una corda. La corda si blocca su una ruota ed fissata una
massa di uguale peso che pende sul lato opposto, come mostrato in figura 113. La corda e
la ruota sono senza massa e senza attrito. Cosa succede quando la scimmia si arrampica
sulla corda?

Sfida 276 s

Pu uno sciatore dacqua muoversi con una velocit superiore a quella della barca che
lo trascina?

Sfida 277 s

Qual il momento di inerzia di una sfera omogenea?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 272 s

Il momento di inerzia di un corpo dipende dalla forma del corpo; di solito, il momento
angolare e la velocit angolare non puntano nella stessa direzione. Potete confermarlo
con un esempio?

Il Monte del Moto

Sfida 271 na

Qual il moto del punto sulla superficie della Terra che ha il Sole nel suo zenith cio,
sopra la verticale quando visto su una mappa della Terra durante un giorno? E giorno
dopo giorno?

162

5 dalla rotazione della terra

Sfida 278 s

Il momento di inerzia completo di un corpo rigido determinato dai valori lungo i suoi
tre assi principali. Questi valori sono tutti uguali per una sfera e per un cubo. Vuol dire
che impossibile distinguere una sfera da un cubo dal loro comportamento inerziale?

Sfida 279 d

Potreste conoscere il Dynabee, un dispositivo giroscopico palmare che pu essere accelerato ad alta velocit da movimenti propri della mano. Come funziona?

Sfida 280 s

E possibile realizzare una trottola con una graffetta metallica. anche possibile farne
una di quelle cime che girano sulla loro testa quando girano. Potete scoprire come?

Sfida 281 s

E vero che la Luna nel primo quarto nellemisfero settentrionale appare come la luna
nel corso dellultimo quarto nellemisfero sud?

Sfida 282 s

Come si figura 114 guarderebbe se preso allEquatore?

Misure di precisione mostrano che non tutti i pianeti si muovono nel proprio piano. Mercurio mostra la deviazione pi grande. In realt, nessun pianeta si muove esattamente in
unellisse, n in un piano intorno al Sole. Quasi tutti questi effetti sono troppo piccoli e
troppo complessi da spiegare qui.

Sfida 283 f

Dato che la Terra rotonda, ci sono molti modi di guidare da un punto della Terra
allaltro lungo un segmento di cerchio. Questa libert di scelta ha conseguenze interessanti nelle palle da volley e per guardare le donne. Prendete una palla da pallavolo e guardate la sua presa daria. Se si desidera spostare lingresso ad una posizione diversa con una
semplice rotazione, possibile scegliere l asse di rotazione in molti modi diversi. Potete
confermarlo? In altre parole, quando si guarda in una direzione e poi si vuole guardare in
un altra, locchio pu raggiungere questo cambiamento in modi diversi. Lopzione scelta
dallocchio umano era gi stato studiato da scienziati medici del diciottesimo secolo. Si
chiama legge di Listing. *Essi affermano che tutti gli assi che la natura sceglie giacciono
* Se siete interessati a saperne pi in dettaglio come la natura e locchio affrontano la complessit delle tre

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Un impressionante conferma che la Terra rotonda pu essere vista al tramonto, se


si rivolgono, contro le abitudini consuete, le spalle al Sole. Sul cielo orientale si pu
vedere limpressionante aumento dellombra della Terra. (In realt, indagini pi precise
mostrano che non lombra solo della Terra, ma lombra della sua ionosfera.) Si pu
ammirare una vasta ombra che sorge sopra lorizzonte, avendo chiaramente la forma di
un segmento di un enorme cerchio.

alla relativit del moto

163

F I G U R A 114 Lunghe esposizioni delle stelle di notte una esposta a nord, sopra il telescopio Gemini

alle Hawaii, e una sopra le Alpi che comprende lequatore celeste, con i satelliti geostazionari su di esso
( Gemini Observatory/AURA, Michael Kunze).

164

Sfida 284 s

5 dalla rotazione della terra

in un piano. Potete immaginare la sua posizione nello spazio? Molti uomini hanno un
vero e proprio interesse che questo meccanismo sia rigorosamente rispettato; se non lo
fosse, guardare le donne in spiaggia potrebbe causare ai muscoli di muovere gli occhi per
essere annodati.
Gambe o ruote? Di nuovo

dimensioni, vedere il sito web www.physpharm.fmd.uwo.ca/undergrad/llconsequencesweb/ListingsLaw/


perceptual1.htm.
* Nel Medioevo, il termine basilisco era riferito ad un mitico mostro che doveva apparire poco prima della
fine del mondo. Oggi, un piccolo rettile nelle Americhe.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 285 s

Il Monte del Moto

Ref. 126

Laccelerazione e la decelerazione delle auto standard spinte da ruote non mai molto pi
grande di circa 1 = 9.8 m/s2 , laccelerazione di gravit sul nostro pianeta. Accelerazioni
superiori sono raggiunte da moto e auto da corsa attraverso luso di sospensioni che
deviano il peso agli assi e dalluso di spoiler, in modo che la macchina viene spinta verso
il basso con pi del proprio peso. Gli spoiler moderni sono cos efficienti nel portare una
macchina verso la pista che le auto da corsa potrebbero correre sul tetto di un tunnel
senza cadere.
Attraverso luso di pneumatici speciali queste forze verso il basso vengono trasformate
in presa; gli pneumatici da corsa moderni permettono accelerazioni in avanti, allindietro
e laterali (necessarie per aumentare la velocit, per la frenatura e per girare gli angoli)
di circa 1.1 a 1.3 volte il carico. Gli ingegneri una volta credevano che un fattore 1 era
il limite teorico e questo limite ancora talvolta si trova nei libri di testo; ma i progressi
nella tecnologia delle gomme, per lo pi facendo un uso intelligente dellincastro tra
lo pneumatico e la superficie stradale come in un meccanismo ad ingranaggi, hanno
permesso agli ingegneri di raggiungere questi valori superiori. Le accelerazioni pi alte,
circa 4 , vengono raggiunte quando una parte dello pneumatico si fonde e si incolla
alla superficie. Pneumatici speciali progettati per fare che ci accada sono utilizzati per
i dragster, ma anche modelli di vetture radiocomandati ad alte prestazioni raggiungono
tali valori.
Come confrontare tutti questi sforzi con le gambe? Gli atleti del salto in alto possono
realizzare accelerazioni di picco di circa 2 a 4 , i ghepardi oltre 3 , gli bushbabies fino a
13 , le locuste circa 18 , e per le pulci sono state misurate accelerazioni di circa 135 .
La massima accelerazione nota per gli animali quella del coleottero elateride, un piccolo insetto in grado di accelerare a oltre 2000 m/s2 = 200 , pi o meno come una pallina
da fucile ad aria compressa quando spara. Le gambe sono cos in definitiva dispositivi
di accelerazione pi efficienti rispetto alle ruote un ghepardo pu facilmente battere
qualsiasi auto o moto e levoluzione svilupp le gambe, invece delle ruote, per migliorare le possibilit di un animale in pericolo di mettersi in sicurezza. In breve, le gambe
superano le ruote.
Ci sono altre ragioni per usare le gambe al posto delle ruote. (Potete nominarne
alcuni?) Ad esempio, le gambe, a differenza delle ruote, permettono di camminare
sullacqua. Il pi famoso per questa capacit il basilisco, * una lucertola che vive in
America centrale e mostrato in figura 115. Questo rettile lungo fino a 70 cm ed ha una
massa di circa 90 g. Sembra una miniatura del Tyrannosaurus rex ed in grado di correre
su superfici dacqua sulle zampe posteriori. Il moto stato studiato in dettaglio con tele-

165

alla relativit del moto

F I G U R A 115 Una lucertola basilisco (Basiliscus


basiliscus) che corre sullacqua, con una
lunghezza totale di circa 25 cm, mostrando come
la gamba di propulsione spinge lacqua
( TERRA).

Il Monte del Moto

Ref. 128

F I G U R A 117 Un robot che cammina

dimensione totale circa 10 mm


( Charles Lewallen).

sullacqua, dimensione totale circa 20 mm


( AIP).

camere ad alta velocit e da misurazioni che utilizzavano modelli dalluminio dei piedi
dellanimale. Gli esperimenti dimostrano che i piedi che palmano in acqua forniscono
solo il 25 % della forza necessaria per correre sopra lacqua; laltro 75 % fornito da una
sacca daria compressa che i basilischi creano tra i loro piedi e lacqua una volta che i
piedi sono dentro lacqua. Infatti, i basilischi camminano principalmente sullaria. (Entrambi gli effetti utilizzati dai basilischi si trovano anche nel canottaggio veloce.) E stato
calcolato che gli esseri umani sono in grado di camminare sullacqua, purch i piedi
colpiscano lacqua con una velocit di 100 km/h utilizzando la potenza fisica e simultanea di 15 velocisti. Piuttosto una prodezza per tutti coloro che non lo hanno mai fatto.
Vi un secondo metodo per camminare sullacqua; questo secondo metodo permette
anche agli utilizzatori di rimanere immobili sopra la superficie dellacqua. Questo ci
che gli striders dacqua, insetti della famiglia Gerridae con una lunghezza complessiva
fino a 15 mm, sono in grado di fare (insieme a diverse specie di ragni), come mostrato in
figura 116. Come tutti gli insetti, gli strider dacqua hanno sei gambe (i ragni ne hanno
otto). Gli strider dacqua utilizzano le zampe posteriori e anteriori per librarsi sulla superficie, aiutati da migliaia di piccoli peli attaccati al corpo. I peli, insieme con la tensione
superficiale dellacqua, impediscono agli strider di bagnarsi. Se mettete dello shampoo
in acqua, gli strider dacqua non possono pi muoversi. Gli strider dacqua utilizzano le

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 127

F I G U R A 116 Uno strider dacqua,

166

Ref. 129

Sfida 286 s
Sfida 287 s

5 dalla rotazione della terra

Sfida 288 f

Ref. 131

Ref. 132

= stride = c

c
,

(38)

dove la frequenza delle gambe, stride la lunghezza del passo, c la lunghezza di


contatto la lunghezza che lo sprinter avanza durante il tempo in cui il piede a contatto
con il suolo il peso dello sprinter, e c la forza media che lo sprinter esercita sul suolo
durante il contatto. Si scopre che la frequenza quasi la stessa per tutti i velocisti;
lunico modo per essere pi veloce della concorrenza quello di aumentare il passo di
lunghezza stride . Anche la lunghezza di contatto c varia poco tra atleti. Laumento della
lunghezza del passo quindi richiede che latleta colpisca il terreno con colpi forti. Questo
ci che deve raggiungere la preparazione atletica per i velocisti.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 130

Le gambe sono attuatori molto efficienti. Come mostra figura 118, la maggior parte
dei piccoli animali possono correre con circa 25 lunghezze al secondo. Per confronto,
quasi nessuna auto raggiunge tale velocit. Solo gli animali che pesano pi di circa 30 kg,
compresi gli esseri umani, sono pi lenti.
Le gambe forniscono anche semplici regoli di distanza: basta contare i passi. Nel 2006,
fu scoperto che questo metodo utilizzato da alcune specie di formiche, quali Cataglyphis
fortis. Esse possono contare almeno 25 000, come mostrato da Matthias Wittlinger e il
suo team. Queste formiche usano la capacit di trovare la via pi breve per tornare alla
loro casa anche in terreno desertico senza struttura.
Perch i velocisti dei 100 m corrono pi veloci della gente comune? Unindagine
approfondita mostra che la velocit di un velocista data da

Il Monte del Moto

loro grandi zampe medie come remi per avanzare sulla superficie, raggiungendo velocit fino a 1 m/s. In breve, gli strider dacqua effettivamente vogano sullacqua. Lo stesso
meccanismo utilizzato dai piccoli robot che possono muoversi sullacqua e che sono
stati sviluppati da Metin Sitti e il suo gruppo, come mostrato in figura 117.
La progettazione dei robot ancora nella sua infanzia. Nessun robot pu camminare
o correre veloce come il sistema animale che tenta di copiare. Per robot a due gambe,
il pi difficile, il record di velocit di circa 3,5 lunghezze di gamba al secondo. Infatti,
c una gara in corso nei dipartimenti di robotica: ogni dipartimento cerca di costruire
il primo robot che sia pi veloce, sia in metri al secondo o in lunghezze di gamba al
secondo, rispetto alloriginale animale a quattro zampe o due gambe umane. Le difficolt
di realizzare questo obiettivo di sviluppo mostrano come sia complicato il movimento del
camminare e quanto bene la natura abbia ottimizzato i sistemi viventi.
Le gambe pongono molti problemi interessanti. Gli ingegneri sanno che una scala
comoda per camminare solo se per ogni scalino la profondit , pi due volte laltezza
costante: + 2 = 0.63 0.02 m. Questa la cosiddetta formula della scala. Perch essa
tiene?
La maggior parte degli animali hanno un numero pari di gambe. Conoscete
uneccezione? Perch no? In realt, si pu sostenere che nessun animale abbia meno di
quattro gambe. Perch questo il caso?
Daltro canto, tutti gli animali con due gambe hanno le gambe affiancate, considerando che i sistemi a due ruote le hanno una dietro laltra. Perch questo non viceversa?

167

alla relativit del moto

Relative running speed (body length/s)

100

10

1
0.01

0.1

100

1000

10000

F I G U R A 118 Il grafico mostra come la velocit di corsa relativa varia con la massa delle specie dei

Sintesi sulla relativit Galileiana


La Terra ruota. Laccelerazione cos piccola che non la sentiamo. La velocit grande,
ma non si sente, perch non c modo di farlo.
Moti indisturbati o inerziali non possono essere sentiti o misurati. E pertanto impossibile distinguere il moto dalla quiete; la distinzione dipende dallosservatore: il moto
dei corpi relativo. Ecco perch il terreno sotto i nostri piedi ci sembra cos stabile, anche
se si muove ad alta velocit attraverso luniverso.
Solo in seguito scopriremo che un esempio di moto in natura non relativo: il moto
della luce. Ma continuiamo prima con lo studio del moto trasmesso a distanza, senza
luso di qualsiasi contatto affatto.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

mammiferi terrestri, per 142 diverse specie. Il grafico mostra anche come cambiano le prestazioni della
corsa sopra i 30 kg. I quadrati pieni mostrano Rodentia; i quadrati aperti mostrano Primati; i diamanti
pieni Proboscidati; i diamanti aperti Marsupiali; i triangoli pieni Carnivori; i triangoli aperti Artiodattili; i
cerchi pieni Perissodattili; i cerchi aperti Lagomorfi ( Jos Iriarte-Daz/JEB).

Il Monte del Moto

10
Body mass (kg)

Capitolo 6

I L MOTO D OV U TO A L L A
G R AV I TA Z ION E

Ref. 133
Sfida 290 s

Sfida 291 s

* Caddi come cade un corpo morto. Dante Alighieri (1265, Firenze1321, Ravenna), il potente poeta italiano.
** In molti miti sulla creazione o lorganizzazione del mondo, come quello biblico o quello indiano, la Terra
non un oggetto, ma unentit non meglio definita, come unisola galleggiante o circondata da acqua con
contorni poco chiari e un poco chiaro metodo di sospensione. Siete in grado di convincere un amico che
la Terra rotonda e non piatta? Riuscite a trovare un altro argomento a parte la rotondit dellombra della
Terra quando visibile sulla Luna, mostrato in figura 120?
Un famoso truffatore, Robert Peary, afferm di aver raggiunto il Polo Nord nel 1909 (In realt, Roald
Amundsen raggiunse sia il Polo Sud che il Polo Nord prima.), Tra laltro, Peary afferm di aver preso una
foto l, ma quella foto, che fece il giro del mondo, si rivelata una delle prove che non ci fosse stato. Potete
immaginare come?
A proposito, se la Terra rotonda, la parte superiore di due edifici pi distante della loro base. Questo
effetto pu essere misurato?
*** Tycho Brahe (b. 1546 Scania, d. 1601 Praga), famoso astronomo, costruttore di Uraniaborg, il castello
astronomico. Consum quasi il 10 % del prodotto interno lordo della Danimarca per la sua ricerca, che
produsse il primo catalogo di stelle e le prime misure precise sulle posizioni dei pianeti.
**** Johannes Kepler (1571 Weil der Stadt1630 Regensburg) studi teologia protestante e divenne un insegnante di matematica, astronomia e retorica. Aiut la madre a difendersi con successo in un processo

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 289 s

l primo e principale metodo per generare il moto senza alcun contatto che scopriamo nel nostro ambiente il peso. Le cascate, la neve, la pioggia, la palla del tuo gioco
preferito e la caduta delle mele si basano tutti su di esso. Fu una delle scoperte fondamentali della fisica che laltezza ha questa propriet perch c una interazione tra ogni
corpo e la terra. La gravitazione produce unaccelerazione lungo la linea che collega i
centri di gravit del corpo e della terra. Si noti che al fine di fare questa affermazione,
necessario comprendere che la Terra un corpo allo stesso modo di una pietra o la
Luna, che questo corpo finito e che quindi ha un centro e una massa. Oggi, queste dichiarazioni sono di conoscenza comune, ma non sono affatto evidenti dalla esperienza
di vita quotidiana personale.**
Come cambia la gravit quando due corpi sono distanti? Gli esperti in materia di oggetti lontani sono gli astronomi. Nel corso degli anni hanno svolto numerose misure dei
moti della Luna e dei pianeti. Il pi operoso di tutti fu Tycho Brahe,***che organizz una
ricerca su scala industriale per i fatti astronomici sponsorizzati dal suo re. Le sue misure furono la base per la ricerca del suo giovane assistente, lastronomo svevo Johannes
Kepler****che trov la prima descrizione precisa del moto planetario. Questo non un

Il Monte del Moto

Vol. III, pag. ??

Caddi come corpo morto cade.


Dante, Inferno, c. V, v. 142.*

6 il moto dovuto alla gravitazione

169

Page 173

dove la distanza da centro a centro dei due corpi. Questa chiamata gravitazione
universale, o la legge di gravitazione universale, perch valida in generale, sia sulla
Terra e nel cielo. La costante di proporzionalit si chiama costante gravitazionale;
una delle costanti fondamentali della natura, come la velocit della luce o il quanto
di azione. Ulteriori informazioni su saranno dette a breve. Leffetto della gravit diminuisce quindi con laumento della distanza; la gravit dipende dalla distanza inversa
dove era stata accusata di stregoneria. Il suo primo libro di astronomia lo fece diventare famoso, e divenne
assistente di Tycho Brahe e poi, alla morte del suo maestro, Matematico Imperiale. Egli fu il primo ad utilizzare la matematica nella descrizione delle osservazioni astronomiche, ed introdusse il concetto e il campo
della fisica celeste.
* Robert Hooke (16351703), importante fisico Inglese e segretario della Royal Society. Oltre alla scoperta
della relazione del quadrato inverso e molte altre, come la legge di Hooke, scrisse anche la Micrographia,
unesplorazione splendidamente illustrata del mondo dellinfinitamente piccolo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

compito facile, come mostra losservazione di figura 119.


Nel 1684, tutte le osservazioni circa pianeti e pietre furono condensati in un sorprendentemente semplice risultato dal fisico Inglese Robert Hooke e pochi altri:*ogni corpo
di massa attrae ogni altro corpo verso il suo centro con una accelerazione la cui grandezza data da

(39)
= 2

Il Monte del Moto

F I G U R A 119 Pianeta significa vagabondo. Questa immagine composta mostra il moto retrogrado di
Marte nel cielo le Pleiadi sono in alto a sinistra quando il pianeta sullaltro lato del Sole. Le foto
furono scattate a distanza di circa una settimana e sovrapposte. Il moto uno dei molti esempi che
vengono spiegati dalla gravitazione universale( Tunc Tezel).

170

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 120 Come

confrontare il raggio della Terra


con quello della Luna durante
uneclisse lunare parziale
( Anthony Ayiomamitis).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 292 s

* La prima misura precisa ma non la prima fu raggiunta nel 1752 dagli astronomi Francesi Lalande e La
Caille, che misurarono contemporaneamente la posizione della Luna vista da Berlino e da Le Cap.
** Questa espressione per laccelerazione centripeta si deduce facilmente notando che per un oggetto in
moto circolare, la grandezza della velocit = d/d data da = 2/. Il disegno del vettore nel corso
del tempo, il cosiddetto odografo, mostra che essa si comporta esattamente come la posizione delloggetto.

Il Monte del Moto

Ref. 134

al quadrato dei corpi in esame. Se i corpi sono piccoli rispetto alla distanza , o se sono
sferici, lespressione (39) corretta cos com; per le forme non sferiche laccelerazione
deve essere calcolata separatamente per ogni parte del corpo e poi sommata.
Questa dipendenza dal quadrato spesso chiamata legge della gravitazione di Newton, perch il fisico inglese Isaac Newton dimostr pi elegantemente di Hooke che esso
si accorda con tutte le osservazioni astronomiche e terrestri. Soprattutto, per, organizz
una migliore campagna pubblica di relazioni, in cui afferm falsamente di essere il creatore dellidea.
Newton pubblic una semplice prova che dimostra che questa descrizione del moto
astronomico d anche la descrizione corretta per le pietre lanciate attraverso laria, qui
gi sulla Terra padre. Per ottenere questo, confront laccelerazione m della Luna con
quella delle pietre . Per il rapporto tra queste due accelerazioni, la relazione del quadrato inverso prevede un valore /m = 2m /2 , dove m la distanza della Luna e
il raggio della Terra. La distanza della Luna pu essere misurata con la triangolazione,
confrontando la posizione della Luna contro lo sfondo stellato da due punti diversi sulla
Terra.*Il risultato m / = 60 3, a seconda della posizione orbitale della Luna, in
modo che un rapporto medio di /m = 3.6 103 previsto dalla gravitazione universale.
Ma entrambe le accelerazioni possono essere misurate direttamente. Alla superficie della
Terra, le pietre sono soggette ad una accelerazione dovuta alla gravitazione con magnitudo = 9.8 m/s2 , come determinato misurando il tempo che le pietre necessitano
per cadere ad una data distanza. Per la Luna, la definizione di accelerazione, = d/d,
nel caso di moto circolare - approssimativamente corretta qui d m = m (2/)2 ,
dove = 2.4 Ms il tempo che la Luna prende per unorbita attorno alla Terra.** La

6 il moto dovuto alla gravitazione

Sfida 295 s

Ref. 137

Ref. 136
Page 69

Sfida 294 s

Ref. 138
Sfida 296 d

Pertanto la grandezza di accelerazione = d/d data dalla corrispondente espressione, vale a dire
= 2/.
* Questa la quantit pi difficile da misurarsi. Il pi sorprendente modo per determinare le dimensioni
della Terra il seguente: guardare un tramonto nel giardino di una casa, con un cronometro in mano.
Quando lultimo raggio di sole scompare, avviare il cronometro e correre al piano di sopra. L, il Sole
ancora visibile; fermare il cronometro quando il sole scompare di nuovo e prendere nota del tempo . Misurare la distanza in altezza delle due posizioni in cui locchio osservava il Sole. Il raggio della Terra
dato poi da = /2 , con = 378 106 s2 .
Vi anche un modo semplice per misurare la distanza della Luna, una volta che le dimensioni della Terra
sono note. Prendete una fotografia della Luna quando alta nel cielo, e chiamare il suo angolo zenith,
cio, il suo angolo dalla verticale. Fare unaltra fotografia della Luna poche ore pi tardi, quando appena
sopra lorizzonte. In questa foto, a differenza dellillusione ottica comune, la Luna pi piccola, perch
pi lontana. Con uno schizzo il motivo per questo diventa immediatamente chiaro. Se il rapporto dei
due diametri angolari, la distanza Terra Luna m data dalla relazione 2m = 2 + (2 cos /(1 2 ))2 .
Godetevi il trovare la sua derivazione dal disegno.
Unaltra possibilit quella di determinare la dimensione della Luna confrontandola con la dimensione
dellombra della Terra durante uneclisse lunare, come mostrato in figura 120. La distanza dalla Luna
quindi calcolata dalla sua dimensione angolare, circa 0.5.
** Jean Buridan (c. 1295 to c. 1366) fu anche uno dei primi pensatori moderni a discutere la rotazione della
Terra attorno ad un asse.
*** Un altro modo di metterla quello di utilizzare la risposta del fisico olandese Christiaan Huygens (1629
1695): la Luna non cade dal cielo a causa della accelerazione centrifuga. Come spiegato a pagina 159, questa
spiegazione spesso non preferita presso le universit.
C un bel problema legato al lato sinistro della figura: Quali punti sulla superficie della Terra possono
essere colpiti sparando da una montagna? E che punto pu essere colpito tirando orizzontalmente?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 293 s

misura del raggio della Terra* porta a = 6.4 Mm, in modo che la distanza media
TerraLuna m = 0.38 Gm. Si ha quindi /m = 3.6 103 , in accordo con la previsione di cui sopra. Con questo famoso calcolo Lunare abbiamo cos dimostrato che la
propriet dellinverso del quadrato della gravitazione effettivamente descrive sia il moto
della Luna che quello delle pietre. Potreste voler dedurre il valore del prodotto per
la Terra.
La gravitazione universale descrive il moto dovuto alla gravit sulla Terra e nel
cielo. Questo stato un passo importante verso lunificazione della fisica. Prima di
questa scoperta, dallosservazione che sulla Terra ogni moto eventualmente va in quiete,
mentre nel cielo ogni moto eterno, Aristotele e molti altri avevano concluso che il
moto nel mondo sublunare ha diverse propriet di moto nel mondo translunare. Diversi
pensatori avevano criticato questa distinzione, in particolare il filosofo Francese e rettore dellUniversit di Parigi, Jean Buridan.** Il calcolo Lunare fu il risultato pi importante che mostrava che tale distinzione fosse sbagliata. Questa la ragione per chiamare
lespressione (39) la gravitazione universale.
La gravitazione universale ci permette di rispondere ad unaltra vecchia questione.
Perch la Luna non cade dal cielo? Beh, la discussione precedente ha mostrato che la
caduta causata dalla gravitazione. Pertanto la Luna in realt in caduta, con la peculiarit che invece di cadere verso la Terra, cade continuamente attorno ad essa. figura 121
illustra lidea. La Luna continuamente persa dalla Terra.***
La Luna non lunico oggetto che cade intorno alla Terra. figura 123 ne mostra un
altro.
La gravit universale spiega anche il motivo per cui la Terra e la maggior parte dei
pianeti sono (quasi) sferici. Poich la gravit aumenta con la riduzione della distanza, un

Il Monte del Moto

Ref. 135

171

172

6 il moto dovuto alla gravitazione

Moon

Earth

figure to be inserted

F I G U R A 121 La visione di un fisico e di un artista della caduta della Luna: uno schema di Christiaan

Huygens (non in scala) e una statua di marmo di Auguste Rodin.

Il Monte del Moto

quasi al limite superiore, la camera a vuoto che compensa i cambiamenti


nella pressione atmosferica; verso lestremit inferiore, lampia costruzione
che compensa la lunghezza del pendolo per le variazioni di temperatura;
molto in fondo, la vite che compensa le variazioni locali dellaccelerazione
gravitazionale, con una precisione finale di circa 1 s al mese ( Erwin Sattler
OHG).

corpo liquido nello spazio cercher sempre di assumere una forma sferica. Vista su larga
scala, la Terra davvero liquida. Sappiamo anche che la Terra si sta raffreddando che
come si sono formati la crosta ed i continenti. La sfericit di corpi solidi pi piccoli
incontrati nello spazio, come la Luna, significa dunque che usualmente erano liquidi in
tempi pi antichi.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 122 Un pendolo preciso al secondo , quindi circa 1 m di lunghezza;

6 il moto dovuto alla gravitazione

173

F I G U R A 123 Luomo in

orbita non sente il peso,


latmosfera blu, che non lo
, lo fa (NASA).

Va l o r e

Poli
Trondheim
Amburgo
Monaco
Roma
Equatore
Luna
Sole

9, 83 m/s2
9, 8215243 m/s2
9, 8139443 m/s2
9, 8072914 m/s2
9, 8034755 m/s2
9, 78 m/s2
1, 6 m/s2
273 m/s2

Propriet della gravitazione


Page 76
Page 183

La gravitazione implica che il percorso di una pietra non una parabola, come detto
in precedenza, ma in realt unellisse intorno al centro della Terra. Questo accade esattamente per la stessa ragione per cui i pianeti si muovono in ellissi intorno al Sole. Siete
in grado di confermare questa dichiarazione?
La gravitazione universale ci permette di capire il valore di accelerazione sconcertante
= 9.8 m/s2 che abbiamo incontrato nellequazione (6). Il valore quindi dovuto alla
relazione
= Earth /2Earth .
(40)
Lespressione si pu dedurre dallequazione (39), gravitazione universale, supponendo
che la Terra sia sferica. Laccelerazione di gravit di tutti i giorni pertanto risulta dalla
dimensione della Terra, la sua massa, e la costante di gravitazione universale . Ovvia-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Luogo

Il Monte del Moto

TAV O L A 26 Alcuni valori misurati dellaccelerazione dovuta alla gravit.

174

Sfida 297 s

Sfida 298 s

Sfida 299 s

6 il moto dovuto alla gravitazione

mente, il valore per quasi costante sulla superficie della Terra, come mostrato in tavola 26, essendo la Terra quasi una sfera. Lespressione (40) spiega anche il motivo per
cui divenga pi piccola appena ci si alza sopra la Terra, e le deviazioni della forma della
Terra dalla sfericit spiegano perch diversa ai poli e superiore su un altopiano. (Cosa
sarebbe sulla Luna? Su Marte? Su Giove?)
Tra laltro, possibile concepire una macchina semplice, diversa da uno yo-yo, che
rallenta leffettiva accelerazione di gravit di una quantit nota, in modo che si possa
misurare il valore pi facilmente. Potete immaginarlo?
Si noti che 9,8 di circa 2 . Questa non una coincidenza: il metro stato scelto in
modo tale da rendere questo (approssimativamente) corretto. Il periodo di un pendolo
che oscilla, cio, che oscilla avanti e indietro, dato da*
= 2

Sfida 300 s

dove la lunghezza del pendolo, e = 9.8 m/s2 laccelerazione di gravit. (Il pendolo
si considera formato da una massa compatta collegata ad un filo di massa trascurabile.) Il
tempo di oscillazione di un pendolo dipende solo dalla lunghezza del filo e da , quindi
sul pianeta su cui si trova.
Se il metro fosse stato definito cosicch /2 = 1 s, il valore dellaccelerazione normale sarebbe stato esattamente 2 m/s2 . Infatti, questa stata la prima proposta per
la definizione del metro; fu realizzato nel 1673 da Huygens e ripetuto nel 1790 da Talleyrand, ma fu respinto dalla conferenza che defin il metro perch variazioni nel valore
di con la posizione geografica, le variazioni indotte dalla temperatura della lunghezza
di un pendolo e anche le variazioni di pressione atmosferica inducono errori che sono
troppo grandi per portare ad una definizione di precisione utile. (In effetti, tutti questi
effetti devono essere corretti negli orologi a pendolo, come mostrato in figura 122.)
Infine, la proposta fu fatta per definire il metro da 1/40 000 000 della circonferenza
della Terra attraverso i poli, un cosiddetto meridiano. Questa proposta era quasi identica
a ma molto pi precisa rispetto alla proposta del pendolo. La definizione meridiana del metro fu poi adottata dallassemblea nazionale francese il 26 marzo 1791, con
laffermazione che un meridiano passa sotto i piedi di ogni essere umano, e tutti i meridiani sono uguali. (Tuttavia, la distanza dallequatore ai poli non esattamente 10 Mm;
che una strana storia. Uno dei due geografi che determinarono le dimensioni del primo
metro a bastone fu disonesto. I dati che diede per le sua misurazione il cui metodo generale viene mostrato in figura 124 fu falsificato. Cos il primo metro a bastone ufficiale
a Parigi fu pi breve di quanto avrebbe dovuto essere.)
* La formula (41) degna di nota soprattutto per tutto ci che manca. Il periodo di un pendolo non dipende
dalla massa del corpo oscillante. Inoltre, il periodo di un pendolo non dipende dalla ampiezza. (Questo
vero finch langolo di oscillazione minore di circa 15.) Galileo scopr questo da studente,mentre osservava un lampadario appeso a una lunga corda nella cupola di Pisa. Usando il suo battito cardiaco come un
orologio scopr che anche se lampiezza delloscillazione diventava pi piccola, il tempo per loscillazione
rimaneva lo stesso.
Una gamba si muove anche come un pendolo, quando si cammina normalmente. Perch allora le persone
pi alte tendono a camminare pi velocemente? La relazione vera anche per animali di diverse dimensioni?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 139

(41)

Il Monte del Moto

Sfida 301 f

6 il moto dovuto alla gravitazione

175

F I G U R A 124 Le misure che portano alla definizione del metro

( Ken Alder).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

* Henry Cavendish (b. 1731 Nice, d. 1810 Londra) fu uno dei grandi geni della fisica; ricco, autistico, misogino, celibe e solitario, trov molte regole della natura, ma non le pubblic mai. Se lo avesse fatto, il suo
nome sarebbe stato molto pi conosciuto. John Michell (17241793) fu ministro della chiesa, geologo e astronomo dilettante.

Il Monte del Moto

Continuando la nostra esplorazione dellaccelerazione di gravit , possiamo ancora


chiederci: perch la Terra ha la massa e le dimensioni che ha? E perch ha il valore che
ha? La prima questione chiede per una storia del sistema solare; ancora senza risposta
ed argomento di ricerca. La seconda domanda indirizzata in appendice B.
Se la gravitazione davvero universale, e se tutti gli oggetti realmente attraggono gli
altri, lattrazione dovrebbe avvenire anche per gli oggetti nella vita quotidiana. La gravit deve funzionare anche lateralmente. Questo infatti il caso, anche se gli effetti sono
cos piccoli che sono stati misurati solo molto tempo dopo che la gravitazione universale li aveva previsti. In realt, misurare questi effetti permette di determinare la costante
gravitazionale . Vediamo come.
Notiamo che la misura della costante gravitazionale anche lunico modo per determinare la massa della Terra. Il primo a farlo, nel 1798, fu il fisico inglese Henry Cavendish; egli us la macchina, le idee e il metodo di John Michell che mor quando tent
lesperimento. Michell e Cavendish*chiamarono lobiettivo e il risultato dei loro esperimenti pesatura della Terra.
Lidea di Michell era di sospendere ad una maniglia orizzontale, con due masse alle
estremit, alle estremit di un lungo filo metallico. Poi avvicin due grandi masse alle
due estremit della maniglia, evitando correnti daria, e misur quanto ruotassero le
maniglie. figura 125 mostra come ripetere questo esperimento in cantina, e figura 126
come eseguirlo quando avete un budget pi grande.

176

6 il moto dovuto alla gravitazione

Il Monte del Moto

anche lateralmente e curva lo spazio. In alto a sinistra e a destra: una bilancia di torsione fatta di
schiuma e piombo, con ptanque (bocce) come masse fisse; centro destra: una bilancia di torsione in
legno e piombo, con pietre come masse fisse; in fondo: una sequenza temporale che mostra come le
pietre attirano il piombo ( John Walker).

Il valore della costante gravitazionale trovato in versioni pi elaborate degli esperimenti di MichellCavendish
= 6.7 1011 Nm2 /kg2 = 6.7 1011 m3 /kg s2 .

Sfida 302 f
Vol. II, pag. ??

(42)

Lesperimento di Cavendish fu quindi il primo a confermare che la gravit funziona


anche lateralmente. Lesperimento permette anche di dedurre la massa della Terra
dal suo raggio e la relazione = /2 . Infine, come vedremo pi avanti, questo
esperimento dimostra, se teniamo presente che la velocit della luce finita e invariante,
che lo spazio curvo. Tutto questo si ottiene con questo semplice impianto!

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 125 Un esperimento che permette di pesare la Terra e dimostrare che la gravit funziona

6 il moto dovuto alla gravitazione

177

F I G U R A 126 Un moderno esperimento con bilancia di torsione di precisione per misurare la costante

gravitazionale, eseguito presso lUniversit di Washington ( Et-Wash Group).


Il Monte del Moto

(, )

grad

F I G U R A 127 Il potenziale e il gradiente, visualizzati per

due dimensioni spaziali.

Ref. 140

Sfida 303 s

Vol. III, pag. ??

Cavendish trov una densit di massa della Terra di 5,5 volte superiore a quella
dellacqua. A suo tempo, questo fu un risultato sorprendente, perch la roccia ha solo
2.8 volte la densit dellacqua.
La gravitation debole. Ad esempio, due persone medie distanti 1 m sentono
unaccelerazione verso laltro che inferiore a quella esercitata da una mosca comune in
fase di atterraggio sulla pelle. Pertanto di solito non ci accorgiamo dellattrazione di altre
persone. Quando ce ne accorgiamo, molto pi forte di quella. La misurazione di dimostra quindi che la gravitazione non pu essere la vera causa dellinnamoramento delle
persone, e anche che lattrazione erotica non di origine gravitazionale, ma di una diversa fonte. La base fisica dellamore sar studiata successivamente nel nostro cammino:
si chiama elettromagnetismo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

178

6 il moto dovuto alla gravitazione

Il potenziale gravitazionale
La gravit ha una propriet importante: tutti gli effetti della gravitazione possono essere
descritti da un altro osservabile, ossia il potenziale (gravitazionale) . Abbiamo allora la
semplice relazione che laccelerazione data dal gradiente del potenziale
=

= grad .

(43)

Il gradiente solo un termine appreso per pendenza lungo la direzione pi ripida. Il


gradiente definito per ogni punto su una pendenza, grande per una ripida e piccolo per una pi leggera. I punti del gradiente nella direzione di pi ripida ascesa, come
mostrato in figura 127. Il gradiente abbreviato , pronunciato nabla, ed matematicamente definito attraverso la relazione = (/, /, /) = grad .*Il segno
meno (43) introdotto per convenzione, in modo da avere maggiori valori potenziali ad
altezze maggiori. Nella vita quotidiana, quando la forma sferica della Terra pu essere
trascurata, il potenziale gravitazionale dato da
= .

(44)

1 2 = 2 1

Page 109

or

1
1
2 2 2 2 = 2 1 .
2 1 1
2

(46)

In altre parole, lenergia totale, definita come la somma dellenergia cinetica e potenziale,
viene conservata nel moto dovuto alla gravit. Questa una propriet caratteristica della
gravitazione. La gravit conserva lenergia e la quantit di moto.
Non tutte le accelerazioni possono essere derivate da un potenziale; sistemi con questa
propriet sono chiamati conservativi. Losservazione dimostra che accelerazioni dovute
allattrito non sono conservative, ma le accelerazioni dovute allelettromagnetismo lo
sono. In breve, possiamo dire sia che la gravit pu essere descritta da un potenziale,
o dire che essa conserva lenergia e la quantit di moto. Quando la forma sferica della
Terra pu essere trascurata, lenergia potenziale di un oggetto ad altezza data da
= .

(47)

* In due o pi dimensioni le pendenze sono scritte / dove ancora pronunciato d- perch in


questi casi lespressione / ha un significato leggermente diverso. I dettagli si trovano al di fuori del
campo di applicazione di questa passeggiata.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

e permettendo di determinare il cambiamento di energia cinetica di un corpo che cade


dal punto 1 al punto 2 tramite

Il Monte del Moto

Il potenziale una quantit interessante; con un unico numero ad ogni posizione nello
spazio possiamo descrivere gli aspetti vettoriali dellaccelerazione gravitazionale. Esso d
automaticamente che la gravit in Nuova Zelanda agisce nella la direzione opposta alla
forza di gravit a Parigi. Inoltre, il potenziale suggerisce lintroduzione della cosiddetta
energia potenziale ponendo
=
(45)

6 il moto dovuto alla gravitazione

Sfida 304 s

179

Per avere unidea di quanta energia sia questa, rispondere alla seguente domanda.
Unauto con massa 1 Mg che cade da una rupe di 100 m. Quanta acqua pu essere
riscaldata dal punto di congelamento allebollizione con lenergia della macchina?
L a forma della Terra

Sfida 305 f

Per un corpo sferico o puntiforme di massa , il potenziale


=

Sfida 307 s
Ref. 141
Ref. 142

Page 136

Un potenziale semplifica considerevolmente la descrizione del moto, in quanto un potenziale additivo: dato il potenziale di una particella puntiforme, possiamo calcolare il
potenziale e quindi il moto intorno a qualsiasi altro oggetto di forma irregolare.* interessante notare che il numero di dimensioni dello spazio codificato nel potenziale
di una massa sferica: la dipendenza di dal raggio infatti 1/2 . Lesponente 2
stato controllato sperimentalmente ad altissima precisione; nessuna deviazione di da
3 mai stata trovata.
Il concetto di potenziale aiuta a comprendere la forma della Terra. Poich la maggior parte della Terra ancora liquida se vista su larga scala, la sua superficie sempre
orizzontale rispetto alla direzione determinata dalla combinazione delle accelerazioni di
gravit e la rotazione. In breve, la Terra non una sfera. Non nemmeno un ellissoide.
La forma matematica definita dal requisito di equilibrio si chiama geoide . La forma del
geoide, illustrata in figura 128, differisce da un ellissoide opportunamente scelto per al
massimo 50 m. Potete descrivere il geoide matematicamente? Il geoide uneccellente
approssimazione della forma effettiva della Terra; il livello del mare differisce da esso di
meno di 20 metri. Le differenze possono essere misurate con il radar satellitare e sono
di grande interesse per i geologi ed i geografi. Ad esempio, risulta che il Polo Sud pi
vicino al piano equatoriale rispetto Polo Nord di circa 30 m. Ci probabilmente dovuto
alle grandi masse di terra dellemisfero settentrionale.
Sopra abbiamo visto come linerzia della materia, attraverso la cosiddetta forza centrifuga, aumenta il raggio della Terra allequatore. In altre parole, la Terra schiacciata ai
* In alternativa, per un corpo esteso in generale, il potenziale si trova richiedendo che la divergenza del suo
gradiente sia data dalla densit di massa (o carica) volte qualche costante di proporzionalit. Pi precisamente, si ha
= 4
(49)

Sfida 306 f

dove = (, ) la densit di massa del volume del corpo e loperatore , pronunciato delta , definito
come = = 2 /2 + 2 /2 + 2 /2 . Lequazione (49) chiamata equazione di Poisson
per il potenziale . Prende tale nome da Simon-Denis Poisson (17811840), eminente matematico e fisico
Francese. Le posizioni in cui non zero sono chiamate sorgenti del potenziale. Il cosiddetto termine di
sorgente di una funzione una misura per quanto la funzione () in un punto differisce dal valore
medio in una regione attorno a quel punto. (Potete mostrare questo, mostrando che ()?) In
altre parole, lequazione di Poisson (49) implica che il valore effettivo del potenziale in un punto sia uguale
al valore medio intorno a quel punto meno la densit di massa moltiplicata per 4. In particolare, nel caso
dello spazio vuoto il potenziale in un punto pari alla media del potenziale intorno a quel punto.
Spesso il concetto di campo gravitazionale viene introdotto, definito come = . Evitiamo questo nel
nostro cammino, perch scopriremo che, seguendo la teoria della relativit, la gravit non del tutto dovuta
ad un campo ; infatti anche il concetto di potenziale gravitazionale risulta essere solo unapprossimazione.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 308 na

(48)

Il Monte del Moto

Ref. 143

180

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 128 La forma della Terra, con scala di

altezza esagerata ( GeoForschungsZentrum


Potsdam).

Appendix B

Il concetto di potenziale un potente strumento. Se un corpo pu muoversi soltanto


lungo una linea diritta o curva , i concetti di energia cinetica e potenziale sono sufficienti per determinare completamente il modo in cui il corpo si muove. In breve, il moto
in una dimensione deriva direttamente dalla conservazione dellenergia
Se un corpo pu muoversi in due dimensioni cio, su una superficie piana o curva e
se le forze coinvolte sono interne (che sempre il caso, in teoria, ma non in pratica), pu
essere utilizzata la conservazione del momento angolare. Il moto piano in due dimensioni risulta quindi dalla conservazione di energia e momento angolare. Per esempio,
* Il monte Sagarmatha talvolta chiamato anche Monte Everest.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Dinamica come si muovono le cose in varie dimensioni?

Il Monte del Moto

Page 155

poli. LEquatore ha un raggio di 6.38 Mm, mentre la distanza dai poli al centro della
Terra 6.36 Mm. Lappiattimento preciso ()/ ha il valore 1/298.3 = 0.0034. Di conseguenza, la parte superiore del monte Chimborazo in Ecuador, anche se la sua altezza
di soli 6267 m sul livello del mare, di circa 20 km pi lontano dal centro della Terra
rispetto alla cima del Monte Sagarmatha*in Nepal, la cui altezza sopra il livello del mare
8850 m. La cima del Monte Chimborazo infatti il punto della superficie pi lontana
dal centro della Terra.
La forma della Terra ha unaltra conseguenza importante. Se la Terra fermasse la
rotazione (ma mantenesse la sua forma), lacqua degli oceani scorrerebbe dallEquatore
ai poli; tutta lEuropa sarebbe sotto lacqua, ad eccezione di alcune montagne delle Alpi
che sono superiori a circa 4 km. Le regioni settentrionali dellEuropa sarebbero coperte
da tra 6 km e 10 km di acqua. Mount Sagarmatha sarebbe oltre 11 km sopra il livello del
mare. Cammineremmo anche inclinati. Se prendiamo in considerazione il conseguente
cambiamento della forma della Terra, i numeri risultano leggermente inferiori. Inoltre, la
variazione di forma produrrebbe terremoti estremamente forti e tempeste. Finch non
c alcuno di questi effetti, possiamo essere sicuri che il Sole sorger davvero domani,
nonostante quello che alcuni filosofi supposero.

6 il moto dovuto alla gravitazione

181

zenith
celestial
North
Pole

n
idia
mer

me
rid
ian

culmination
of a star or
planet:
90 +

me
rid

ian

star or planet

c
de

latitude
North

n
tio
a
lin

of

celestial
Equator

ian
merid

90

ro
sta

t
ne
pla

90
observer

South

Page 239

tutte le propriet della caduta libera seguono dalla conservazione di energia e momento
angolare. (Siete in grado di mostrarlo?) Ancora una volta, il potenziale essenziale.
Nel caso del moto in tre dimensioni, necessaria una regola pi generale per la determinazione del moto. Se sono coinvolte pi di due dimensioni spaziali la conservazione
insufficiente per determinare come un corpo si muove. Si scopre che il moto generale
deriva da un principio semplice: il tempo medio della differenza tra energia cinetica e
potenziale deve essere il pi piccolo possibile. Questo chiamato il principio di minima
azione. Spiegheremo i dettagli di questo metodo di calcolo pi tardi. Ma ancora, il potenziale lingrediente principale nel calcolo del cambiamento, e quindi nella descrizione
di ogni esempio di moto.
Per semplici moti gravitazionali, il moto bidimensionale, in un piano. La maggior parte dei problemi tridimensionali sono al di fuori del campo di applicazione di
questo testo; infatti, alcuni di questi problemi sono cos difficili che sono ancora oggetto di ricerca. In questa avventura, esploreremo il moto tridimensionale solo per casi
selezionati che forniscono importanti intuizioni.
L a gravitazione nel cielo

Lespressione = /2 per laccelerazione dovuta alla gravit universale descrive


anche il moto di tutti i pianeti nel cielo. Noi di solito immaginiamo di essere situati al
centro del Sole e diciamo che i pianeti orbitano attorno al Sole. Come possiamo controllare questo?
Prima di tutto, guardando il cielo di notte, si pu verificare che i pianeti rimangano
sempre allinterno dello zodiaco, una striscia stretta attraverso il cielo. La linea centrale

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 309 s

Il Monte del Moto

F I G U R A 129 Alcuni importanti concetti quando si osservano le stelle di notte.

182

6 il moto dovuto alla gravitazione

d
Sun

planet
F I G U R A 130 Il moto di un pianeta attorno al

Sole, che mostra il suo semiasse , che anche


la media spaziale della sua distanza dal Sole

Page 214

I risultati di Keplero sono illustrati in figura 130. Il lavoro puro richiesto per dedurre
le tre leggi fu enorme. Keplero non aveva alcuna macchina calcolatrice disponibile.
La tecnologia di calcolo che us fu la recente scoperta dei logaritmi . Chiunque abbia
utilizzato le tavole dei logaritmi per eseguire calcoli pu avere una stima della mole di
lavoro dietro queste tre scoperte.
Ora viene il punto centrale. Lenorme mole di lavoro di Brahe e Keplero pu riassumersi nellespressione
= /2 ,
(50)
Ref. 144

come Hooke e pochi altri avevano detto. Vediamo perch.


Perch lorbita di solito ellittica? Largomento pi semplice dato in figura 131. Sappiamo che laccelerazione dovuta alla gravit varia come = /2 . Sappiamo anche
che un corpo di massa orbitante ha una energia costante < 0. Possiamo disegnare, intorno al Sole, il cerchio di raggio = /, che d la pi grande distanza
alla quale un corpo con energia pu essere dal sole. Ora proiettiamo la posizione del
* Laltezza apparente delleclittica cambia con il tempo durante lanno ed la ragione per il cambiamento
delle stagioni. Pertanto pure le stagioni sono un effetto gravitazionale.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

1. I pianeti si muovono in ellissi con il Sole situato in un fuoco (1609).


2. I pianeti spazzano aree uguali in tempi uguali (1609).
3. Tutti i pianeti hanno lo stesso rapporto di 2 /3 tra la durata dellorbita ed il semiasse maggiore (1619).

Il Monte del Moto

zodiacale d il percorso del sole ed chiamata leclittica, poich la Luna deve essere posizionata su di essa per produrre una eclisse. Questo mostra che i pianeti si muovono
(circa) in un unico piano comune.*
Il moto dettagliato dei pianeti non facile da descrivere. Come mostra figura 129,
losservazione di un pianeta o una stella necessita di misurare vari angoli. Per un pianeta, questi angoli cambiano ogni sera. Dal modo in cui gli angoli cambiano, si pu
dedurre il moto dei pianeti. Poche generazioni prima Hooke, utilizzando le osservazioni
di Tycho Brahe, lastronomo Svevo Johannes Kepler, nella sua scrupolosa ricerca sui moti
dei pianeti nello zodiaco, dedusse diverse leggi. Le tre principali sono le seguenti:

6 il moto dovuto alla gravitazione

183

orbit of planet

circle of largest
possible planet
distance at energy E
R = k/E

origin (Sun)
O

tangent
to planet
motion

P
planet
position

F
reflection of
position S
along tangent

relazione di quadrato inverso di distanza per la gravitazione (vedi testo).

Sfida 310 s

Sfida 311 s

Sfida 312 f

Ref. 27

pianeta su questo cerchio, costruendo cos una posizione . Riflettiamo poi lungo
la tangente per ottenere una posizione di . Questa ultima posizione costante nel
tempo, come mostra un semplice ragionamento . (Riuscite a trovarlo?) Come risultato
della costruzione, la distanza somma OP+PF costante nel tempo, e data dal raggio
= /. Poich questa distanza somma costante, lorbita unellisse, perch
unellisse precisamente la curva che appare quando tale somma costante. (Ricordate
che unellisse pu essere disegnata con un pezzo di corda in questo modo.) Il punto ,
come il Sole, un fuoco dellellisse. Questa la prima delle leggi di Keplero.
Potete confermare che anche le altre due leggi di Keplero seguono dallespressione di
Hooke della gravitazione universale? Pubblicare questo risultato fu il principale risultato
di Newton. Provate a ripetere la sua realizzazione; essa vi mostrer non solo le difficolt,
ma anche le possibilit della fisica, e la gioia che danno i puzzle.
La seconda legge di Keplero", sulle aree uguali spazzate, implica che i pianeti si
muovono pi velocemente quando sono vicini al Sole. Si tratta di un modo semplice
per indicare la conservazione del momento angolare. Che cosa afferma la terza legge?
Newton risolse questi puzzle con il disegno geometrico anche se in un modo
abbastanza complesso. E ben noto che Newton non fu in grado di scrivere, figuriamoci gestire, le equazioni differenziali al momento che pubblic i suoi risultati sulla
gravitazione. Infatti, la notazione di Newton ed il metodo di calcolo erano poveri. (Molto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 131 La prova che un pianeta si muove in un ellisse (Magenta) intorno al Sole, data una

Il Monte del Moto

S
projection of
position P on
circle

184

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 132 Il cambiamento

della luna durante il mese, che


mostra la sua librazione
(QuickTime film Martin
Elssser)

Quanto lungo un giorno sulla Luna? La risposta di circa 29 giorni terrestri. Cio il
tempo che ci vuole per un osservatore sulla luna per vedere il Sole di nuovo nella stessa
posizione nel cielo.
Si sente spesso che la Luna mostra sempre la stessa faccia alla Terra. Ma questo
sbagliato. Come si pu verificare a occhio nudo, un determinato tratto nel centro della
* Godfrey Harold Hardy (18771947) fu un importante teorico inglese dei numeri , e lautore del noto A
Mathematicians Apology. Egli scopr anche il famoso matematico indiano Srinivasa Ramanujan, e lo port
in Gran Bretagna.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

L a Luna

Il Monte del Moto

Sfida 313 s

pi poveri del vostro!) Il matematico inglese Godfrey Hardy* diceva che linsistenza
sulluso dellintegrale di Newton e la notazione differenziale, piuttosto che il metodo pi
recente e migliore, ancora oggi comune, dovuto al suo rivale Leibniz port indietro di
100 anni la matematica Inglese.
Per riassumere, Kepler, Hooke e Newton divennero famosi perch portarono ordine
nella descrizione del moto planetario. Essi dimostrarono che tutti i moti dovuti alla gravit seguono dalla stessa descrizione, linverso del quadrato della distanza. Per questa ragione, la relazione dellinverso del quadrato della distanza = /2 si chiama legge di
gravit universale. Il raggiungimento di questa unificazione della descrizione del moto,
anche se di piccola importanza pratica, fu ampiamente pubblicizzata. I motivi principali
furono i pregiudizi e le fantasie secolari legati allastrologia.
Infatti, la relazione dellinverso del quadrato della distanza spiega molti ulteriori
fenomeni. Spiega il moto e la forma della Via Lattea e delle altre galassie, il moto di molti
fenomeni meteorologici, e spiega perch la Terra ha unatmosfera ma la Luna no. (Potete
spiegare questo?) Infatti, la gravitazione universale spiega molto di pi sulla Luna.

6 il moto dovuto alla gravitazione

185

F I G U R A 133 Mappe ad alta risoluzione (non fotografie) del lato vicino (a sinistra) e del lato lontano (a

destra) della luna, che mostrano come spesso questultimo abbia salvato la Terra da impatti di meteoriti
(cortesia USGS).

Ref. 146
Sfida 315 s

* Le pagine web www.minorplanetcenter.net/iau/lists/Closest.html e InnerPlot.html danno limpressione


del numero di oggetti che quasi colpiscono la Terra ogni anno. Senza la Luna, avremmo molte catastrofi
supplementari.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 145

Il Monte del Moto

Sfida 314 f

faccia della Luna a Luna piena non al centro una settimana pi tardi. I vari movimenti
che portano a questo cambiamento sono chiamati librazione; sono mostrati nel film in
figura 132. I moti appaiono soprattutto perch la Luna non descrive unorbita circolare
ma ellittica attorno alla Terra e perch lasse della Luna leggermente inclinato rispetto
a quello della sua rotazione attorno alla Terra. Di conseguenza, solo circa il 45 % della
superficie della Luna nascosto in modo permanente dalla Terra.
Le prime fotografie della zona nascosta furono scattate nel 1960 da un satellite artificiale sovietico; i satelliti moderni hanno fornito le mappe precise, come mostrato in
figura 133. (Basta zoomare sulla figura per divertimento.) La superficie nascosta molto
pi irregolare di quella visibile, poich il lato nascosto quello che intercetta la maggior
degli asteroidi attratti dalla Terra. Quindi la gravitazione della Luna aiuta a deviare gli
asteroidi dalla Terra. Il numero di estinzioni di vita animale cos ridotto a un piccolo,
ma non trascurabile numero. In altre parole, lattrazione gravitazionale della Luna ha
salvato la razza umana dallestinzione molte volte.*
I viaggi sulla Luna nel 1970 dimostrarono anche che la Luna ebbe origine dalla Terra
stessa: molto tempo fa, un oggetto colp la Terra quasi tangenzialmente e gett una
frazione considerevole di materiale verso il cielo. Questo lunico meccanismo in grado
di spiegare le grandi dimensioni della Luna, il basso contenuto di ferro, come cos la sua
composizione materiale generale.
La Luna sfugge dalla Terra di 3.8 cm allanno. Questo risultato conferma la vecchia
deduzione che le maree rallentano la rotazione della terra. Potete immaginare come
stata eseguita questa misura? Dal momento che la Luna rallenta la Terra, la Terra cambia
forma a causa di questo effetto. (Ricordate che la forma della Terra dipende dalla sua

186

Ref. 147

Ref. 148

Ref. 150

Orbite sezioni coniche e altro

Sfida 316 f

Il percorso di un corpo continuamente orbitante con un altro sotto linfluenza della gravit una ellisse con il corpo centrale in un fuoco. Inoltre possibile lorbita circolare, un
cerchio un caso speciale di unellisse. Incontri singoli di due oggetti possono anche
essere parabole o iperboli, come mostrato in figura 134. Cerchi, ellissi, parabole e iperboli sono noti collettivamente come sezioni coniche. Infatti ciascuna di queste curve pu
essere prodotte tagliando una cono con un coltello. Siete in grado di confermarlo?
Se le orbite sono per lo pi ellissi, ne consegue che le comete ritornano. Lastronomo
Inglese Edmund Halley (16561742) fu il primo a trarre questa conclusione ed a prevedere il ritorno di una cometa. Essa arriv alla data prevista nel 1756, e ora porta il suo
nome. Il periodo della cometa di Halley compreso tra 74 e 80 anni; il primo avvistamento registrato fu di 22 secoli fa, e da allora stata vista ad ognuno dei suoi 30 passaggi,
lultima volta nel 1986.
A seconda dellenergia iniziale e il momento angolare iniziale del corpo rispetto al
pianeta centrale, i percorsi sono o ellittici, parabolici o iperbolici. Riuscite a determinare
le condizioni per lenergia e il momento angolare necessari perch appaiano tali percorsi?

Sfida 317 s

In pratica, le orbite paraboliche non esistono in natura. (Alcune comete sembrano


avvicinarsi a questo caso quando si muovono intorno al Sole; ma quasi tutte le comete
seguono percorsi ellittici). Esistono percorsi iperbolici; i satelliti artificiali li seguono

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 145

velocit di rotazione). Questi cambiamenti di forma influenzano lattivit tettonica della


Terra, e forse anche la deriva dei continenti.
La Luna ha molti effetti sulla vita degli animali. Un esempio famoso il moscerino
Clunio, che vive sulle coste con maree pronunciate. Il Clunio spende tra le sei e le dodici
settimane come una larva,sicuramente quindi si schiude e vive per una o due ore, come
un insetto adulto volante, durante le quali si riproduce. I moscerini si riproducono solo
se si schiudono durante la fase di bassa marea di una marea primaverile. Le maree di
primavera sono maree particolarmente forti durante le lune piene e nuove, quando gli
effetti solare e lunare si combinano, e si verificano solo ogni 14,8 giorni. Nel 1995, Dietrich
Neumann dimostr che le larve hanno due orologi incorporati, uno circadiano e uno
circatidale, che insieme controllano la cova proprio quelle poche ore in cui linsetto
in grado di riprodursi. Egli ha anche mostrato che lorologio circatidale sincronizzato
dalla luminosit della Luna di notte. In altre parole, le larve monitorano la Luna di notte
e poi decidono quando aprirsi: sono i pi piccoli astronomi conosciuti.
Se gli insetti possono avere cicli circalunari, non dovrebbe rappresentare una sorpresa
che anche ledonne abbiano un tale ciclo. Tuttavia, in questo caso lorigine precisa della
durata del ciclo ancora sconosciuto e un argomento di ricerca.
La Luna aiuta anche a stabilizzare linclinazione dellasse della Terra, mantenendolo
pi o meno fisso rispetto al piano di moto attorno al Sole. Senza la Luna, lasse cambierebbe la sua direzione in modo irregolare, non avremmo un regolare ritmo giorno
e sera, avremmo cambiamenti climatici molto grandi, e levoluzione della vita sarebbe
stata impossibile. Senza la Luna, la Terra ruoterebbe anche molto pi veloce e ci sarebbe
un tempo molto meno clemente. Il principale effetto residuo della Luna sulla Terra, la
precessione del suo asse, responsabile per let del ghiaccio.

Il Monte del Moto

Ref. 149

6 il moto dovuto alla gravitazione

6 il moto dovuto alla gravitazione

187

hyperbola

parabola

mass
ellipse

circle

F I G U R A 134 Le possibili orbite, a causa della gravit universale, di una piccola massa intorno a ununica

= 2

(51)

e quindi il moto giace in un piano. Anche lenergia una costante


d 2
1
d 2 1

= ( ) + ( )
.
2
d
2
d

Sfida 318 f

(52)

Insieme, le due equazioni implicano che


=

2
2

2
1 + 1 + 22
3 2 cos

(53)

Ora, qualsiasi curva definita dalla espressione generale


=

1 + cos

1 cos

(54)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

quando sono lanciati verso un pianeta, normalmente al fine di cambiare la direzione


del viaggio del satellite attraverso il sistema solare.
Perch la legge dellinverso del quadrato porta a sezioni coniche? Innanzitutto, per
due corpi, il momento angolare totale una costante:

Il Monte del Moto

grande massa (a sinistra) e un paio di recenti esempi di orbite misurate (a destra), vale a dire quelle di
alcuni pianeti extrasolari e della Terra, tutti disegnati intorno alla rispettiva stella centrale, con distanze
indicate in unit astronomiche ( Geoffrey Marcy).

188

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 135 I satelliti geostazionari visti qui nel quadrante in alto a sinistra, si spostano contro le altre
stelle e mostrano la posizione dellequatore celeste. (MP4 film Michael Kunze)

Page 105

Vol. III, pag. ??

* La levitazione discussa in dettaglio in la sezione sullelettrodinamica.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 150

Il Monte del Moto

Sfida 319 f

unellisse per 0 < < 1, una parabola per = 1 e una iperbole per > 1, essendo un
fuoco allorigine. La quantit , chiamata eccentricit, descrive come stretta la curva. In
altre parole, un corpo in orbita attorno ad una massa centrale segue una sezione conica.
In tutte le orbite, anche le masse pesanti si muovono. In realt, entrambi i corpi orbitano intorno al comune centro di massa. Entrambi i corpi seguono lo stesso tipo di curva
(ellisse, parabola o iperbole), ma le dimensioni delle due curve differiscono.
Se pi di due oggetti si muovono sotto gravitazione reciproca, appaiono molte ulteriori possibilit di moti. La classificazione ed i moti sono abbastanza complessi. In realt,
questo cosiddetto problema a molti corpi ancora un argomento di ricerca, sia per gli
astronomi che per i matematici. Vediamo alcuni osservazioni.
Quando diversi pianeti circondano una stella, essi si attraggono anche lun laltro. I
pianeti quindi non si muovono in ellissi perfette. La deviazione pi grande uno spostamento del perielio, come mostrato in figura 107. Si osserva per Mercurio e pochi altri pianeti, compresa la Terra. Altre deviazioni dai percorsi ellittici appaiono durante unorbita
singola. Nel 1846, le deviazioni osservate del moto del pianeta Urano dal percorso previsto per la gravit universale furono usate per predire lesistenza di un altro pianeta, Nettuno, che fu scoperto poco dopo.
Abbiamo visto che la massa sempre positiva e che la gravitazione quindi sempre
attrattiva; non c antigravit. La gravit pu essere utilizzata tuttavia per la levitazione,
con pi di due corpi? S; ci sono due esempi.* Il primo sono i satelliti geostazionari, che
sono utilizzati per facilitare la trasmissione della televisione e altri segnali da e verso la
Terra.

6 il moto dovuto alla gravitazione

189

geostationary
satellite
planet (or Sun)
fixed
parabolic
antenna

Earth

L5

/3
/3
/3

/3

moon (or planet)

L4

F I G U R A 136 I satelliti geostazionari (a sinistra) ed i principali punti Lagrangiani stabili (a destra).

Ref. 152

Ref. 151

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 321 d

Il Monte del Moto

Sfida 320 s

I punti di librazione Lagrangiani sono il secondo esempio. Chiamati dopo la loro


scoperta, questi sono punti nello spazio vicino ad un sistema a due corpi, come Luna
Terra o TerraSole, in cui piccoli oggetti hanno una posizione di equilibrio stabile. Una
panoramica data in figura 136. Riuscite a trovare la loro precisa posizione, ricordando
di prendere in conto la rotazione? Ci sono tre punti Lagrangiani aggiuntivi sulla linea
TerraLuna (o linea Solepianeta). Quanti di loro sono stabili?
Ci sono migliaia di asteroidi, chiamati asteroidi Troiani , a e attorno ai punti Lagrangiani del sistema SoleGiove. Nel 1990, fu scoperto un asteroide Troiano per il sistema
MarteSole. Infine, nel 1997, un asteroide quasi Troiano fu accertato che segua la Terra
nel suo cammino intorno al Sole ( solo transitorio e segue unorbita leggermente pi
complessa). Questo secondo compagno della Terra ha un diametro di 5 km. Allo stesso
modo, sui punti Lagrangiani principali del sistema TerraLuna stata osservata unalta
concentrazione di polvere.
Gli astronomi sanno che molti altri oggetti seguono orbite irregolari, in particolare
gli asteroidi. Ad esempio, un asteroide 2003 YN107 segu unorbita irregolare, mostrata
in figura 137, che accompagn la Terra per un certo numero di anni.
Per riassumere, la singola equazione = /3 descrive correttamente un gran
numero di fenomeni nel cielo. La prima persona a mettere in chiaro che questa espressione descrive tutto ci che accade nel cielo fu Pierre Simon Laplace nel suo famoso
trattato Trait de mcanique cleste. Quando Napoleone gli disse di non aver trovato alcuna menzione circa il creatore nel libro, Laplace diede un famosa frase di sintesi del
suo libro: Je nai pas eu besoin de cette hypothse. Non avevo bisogno di questa ipotesi.
In particolare, Laplace studi la stabilit del sistema solare, leccentricit dellorbita lunare, e le eccentricit delle orbite planetarie, ottenendo sempre pieno accordo tra calcolo
e misura.
Questi risultati sono una vera impresa per la semplice espressione della gravitazione
universale; spiegano anche il motivo per cui si chiama universale. Ma quanto accurata
la formula? Dal momento che lastronomia permette misure pi precise del moto grav-

190

6 il moto dovuto alla gravitazione

0.2

0.15

0.1

0.05
y
0

Size of Moon's orbit


Exit 12 years later
Start

-0.05

Il Monte del Moto

-0.1

-0.15

-0.1

-0.05

0.05

0.1

0.15

F I G U R A 137 Un esempio di orbita irregolare, in parte misurata e in parte calcolata, dovuta


allattrazione gravitazionale di diverse masse: lorbita del quasi-satellite temporaneo 2003 YN107 della
Terra in coordinate geocentriche. Questo asteroide, con un diametro di 20(10) m, divenne orbitalmente
intrappolato vicino alla Terra intorno al 1995 e rimase tale fino al 2006. Il cerchio nero rappresenta
lorbita della Luna attorno alla Terra. ( Seppo Mikkola).

Ref. 153

Vol. II, pag. ??

itazionale, essa fornisce anche i test pi severi. Nel 1849, Urbain Le Verrier concluse dopo
intensi studi che cera solo un esempio noto di una discrepanza tra losservazione e la
gravit universale, vale a dire unosservazione per il pianeta Mercurio . (Oggi ne sono
noti un paio di pi.) Il punto di minima distanza dal Sole dellorbita di Mercurio, il suo
perielio, ruota intorno al Sole ad una velocit che leggermente inferiore a quella prevista: trov una piccola differenza, intorno a 38 per secolo.(Questa fu corretta a 43 per
secolo nel 1882 da Simon Newcomb.) Le Verrier pensava che la differenza fosse dovuta
ad un pianeta tra Mercurio e il Sole, Vulcano, che insegu per molti anni senza successo.
Infatti, Vulcano non esiste. La corretta spiegazione della differenza dovette attendere per
Albert Einstein

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

-0.15
-0.2

6 il moto dovuto alla gravitazione

191

Ref. 154

Sfida 322 s
Ref. 55
Ref. 155

Perch i testi di fisica parlano sempre di maree? Perch, come mostrer la relativit generale, le maree dimostrano che lo spazio curvo! E pertanto utile studiarle un po pi in
dettaglio. figura 138 come possono essere sorprendenti le maree. La gravitazione spiega
le maree marine come risultato dellattrazione dellacqua delloceano dalla Luna e il Sole.
Le maree sono interessanti; anche se lampiezza delle maree solo di circa 0.5 m in mare
aperto, pu essere fino a 20 m in speciali luoghi vicino alla costa. Potete immaginare
perch? Anche il suolo viene sollevato e abbassato dal Sole e dalla Luna, di circa 0, 3 m,
come mostrano le misurazioni satellitari. Anche latmosfera soggetta alle maree, e le
corrispondenti variazioni di pressione possono essere filtrate dalle misure di pressione
meteorologiche.
Le maree appaiono per qualsiasi corpo esteso in moto nel campo gravitazionale di
un altro. Per comprendere lorigine delle maree, immaginate un corpo in orbita, come
la Terra, e immaginate le sue componenti, come i segmenti di figura 139, come tenuti
insieme da molle. La gravit universale implica che le orbite sono pi lente quanto pi
lontane sono da un corpo centrale. Come risultato, il segmento allesterno dellorbita
vorrebbe essere pi lento di quello centrale; ma tirato dal resto del corpo attraverso le
molle. Al contrario, il segmento interno vorrebbe orbitare pi rapidamente ma trattenuto dagli altri. Essendo rallentati, i segmenti interni vogliono cadere verso il Sole. In
sintesi, entrambi i segmenti avvertono una forza dal centro del corpo, limitata dalle molle
che impediscono la deformazione. Pertanto, corpi estesi sono deformati in direzione della
disomogeneit del campo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Maree

Il Monte del Moto

F I G U R A 138 Maree a Saint-Valry en Caux il 20 Settembre 2005 ( Gilles Rgnier).

192

6 il moto dovuto alla gravitazione

Sun

before

deformed

=0

after

spherical

F I G U R A 139 Deformazioni di marea

F I G U R A 140 Lorigine delle maree.

dovute alla gravit.

Moon

Sun
= 5.9 mm/s2
2Sun

= 2 Moon = 0.033 mm/s2


Moon

(55)

e quindi lattrazione della Luna di circa 178 volte pi debole di quella del Sole.
Quando due corpi vicini cadono nei pressi di una grande massa, laccelerazione relativa proporzionale alla loro distanza, e segue = / . Il coefficiente di proporzionalit / = , chiamato (gradiente) dellaccelerazione di marea, la vera

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sun =

Il Monte del Moto

Page 436

Ad esempio, a seguito delle forze di marea, la Luna mostra sempre (approssimativamente) la stessa faccia alla Terra. Inoltre, il suo raggio in direzione della Terra pi
grande di circa 5 m del raggio perpendicolare ad esso. Se le molle interne sono troppo
deboli, il corpo viene ridotto in pezzi; in questo modo si pu formare un anello di frammenti , come lanello di asteroidi tra Marte e Giove o gli anelli intorno a Saturno.
Torniamo alla Terra. Se un corpo circondato da acqua, former sporgenze nella
direzione del campo gravitazionale applicato. Per misurare e confrontare la forza delle
maree dal Sole e la Luna, riduciamo gli effetti di marea al loro minimo. Come mostrato in
figura 140, possiamo studiare la deformazione di un corpo dovuta alla gravit studiando
la disposizione dei quattro corpi. Possiamo studiare il caso della caduta libera, perch il
movimento orbitale e la caduta libera sono equivalenti. Ora, la gravit fa avvicinare alcuni pezzi e divergere altri, a seconda delle loro posizioni relative. La figura chiarisce che
la forza della deformazione lacqua non ha molle incorporate dipende dal cambiamento di accelerazione di gravit con la distanza; in altre parole, laccelerazione relativa
che porta alle maree proporzionale alla derivata dellccelerazione gravitazionale.
Utilizzando i numeri della appendice B, le accelerazioni gravitazionali del Sole e della
Luna sulla Terra sono

6 il moto dovuto alla gravitazione

193

Moon

Earths rotation drives


the bulge forward.

The Moon attracts the


tide bulge and thus slows
down the rotation of
the Earth.

Earth

The bulge of the tide attracts


the Moon and thus increases
the Moons orbit radius.
Il Monte del Moto

F I G U R A 141 La Terra, la Luna e gli effetti di attrito delle maree (non in scala).

misura degli effetti di marea. Vicino a una grande massa sferica , essa data da

2
= 3

(56)

che produce i valori


2
Sun
= 3 Sun = 0.8 1013 /s2

Sun
Moon
2
= 3 Moon = 1.7 1013 /s2 .

Moon

Sfida 324 s

Ref. 113

(57)

In altre parole, nonostante la spinta molto pi debole della luna, le sue maree sono previste essere pi di due volte pi forti delle maree dal Sole; ci infatti viene osservato.
Quando Sole, Luna e Terra sono allineati, le due maree si sommano; queste cosiddette
maree primaverili sono particolarmente forti e si verificano ogni 14,8 giorni, con la luna
piena e nuova.
Le maree portano ad un bel puzzle. Le maree della Luna sono molto pi forti delle
maree del Sole. Ci implica che la Luna molto pi densa del Sole. Perch?
Le maree producono anche attrito, come mostrato in figura 141. Lattrito porta ad
un rallentamento della rotazione terrestre. Oggi, il rallentamento pu essere misurato
da orologi precisi (anche se brevi variazioni di tempo dovute ad altri effetti, come il
tempo(meteorologico), sono spesso pi grandi). I risultati si adattano bene con risultati

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 323 f

194

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 142 Uno spettacolare risultato di maree:

vulcanismo su Io (NASA).

Vol. II, pag. ??

Vol. II, pag. ??

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 325 s

di fossili che dimostrano che 400 milioni di anni fa, nel periodo Devoniano, un anno
aveva 400 giorni, e un giorno circa 22 ore. Si ritiene inoltre che 900 milioni di anni fa,
ciascuno dei 481 giorni dellanno fosse lungo 18,2 ore. Lattrito alla base di questo rallentamento comporta anche un aumento della distanza della Luna dalla Terra di circa
3.8 cm allanno. Siete in grado di spiegare perch?
Come accennato in precedenza, il moto di marea del suolo responsabile anche
dellattivazione dei terremoti. Cos la Luna pu avere effetti anche pericolosi sulla
Terra. (Purtroppo, la conoscenza del meccanismo non consente di predire i terremoti.)
Lesempio pi affascinante degli effetti di marea visto sul satellite di Giove Io. Le maree
sono cos forti che inducono intensa attivit vulcanica, come mostrato in figura 142, con
pennacchi eruttivi pi alti di 500 km. Se le maree sono ancora pi forti, possono distruggere del tutto il corpo, come successo al corpo tra Marte e Giove, che ha formato i
planetoidi , o (forse) per le lune che hanno portato agli anelli di Saturno.
In sintesi, le maree sono dovute ad accelerazioni relative di punti di massa vicini.
Questo ha una conseguenza importante. Nel capitolo sulla relativit generale troveremo
che il tempo moltiplicato per la velocit della luce gioca lo stesso ruolo della lunghezza. Il
tempo diventa quindi unulteriore dimensione, come mostrato in figura 143. Utilizzando
questa somiglianza, due particelle libere che si muovono nella stessa direzione corrispondono a linee parallele nello spazio-tempo. Due particelle che cadono lato a lato corrispondono a linee parallele. Le maree mostrano che tali particelle si avvicinano luna
allaltra. In altre parole, le maree implicano che le linee parallele si avvicinino luna
allaltra. Ma le linee parallele possono avvicinarsi lun laltra solo se lo spazio-tempo
curvato. In breve, le maree implicano spazio-tempo curvato e spazio. Questo semplice
ragionamento potrebbe essere stato eseguito nel diciottesimo secolo; tuttavia, prese altri
200 anni e il genio di Albert Einstein per scoprirlo.

Il Monte del Moto

Vol. II, pag. ??

6 il moto dovuto alla gravitazione

195

space

time

F I G U R A 143 Particelle che cadono lato

F I G U R A 144 Le masse curvano la luce.

a lato si avvicinano nel tempo.

Pu cadere la luce?

Vol. II, pag. ??

Sfida 326 na

univ. grav. =

Vol. II, pag. ??

2
.
2

(58)

Si vede che langolo pi grande quando il moto solo sfiorante la massa . Per la
luce deviata dalla massa del Sole, langolo risulta essere al massimo un piccolo 0.88 =
4.3 rad. Ai tempi di Soldner, questo angolo era troppo piccolo per essere misurato. Cos
la questione venne dimenticata. Se fosse stata perseguita, la relativit generale avrebbe
cominciato come scienza sperimentale, e non come lo sforzo teorico di Albert Einstein!
Perch? Il valore appena calcolato diverso dal valore misurato. La prima misurazione
* La massima di pensare in ogni momento per se stessi lilluminismo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 156

Verso la fine del diciassettesimo secolo le persone scoprirono che la luce ha una velocit
finita una storia che vi racconteremo in dettaglio pi avanti. Unentit che si muove
con infinita velocit non pu essere influenzata dalla gravit, in quanto non vi alcun
tempo per produrre un effetto. Unentit con una velocit finita, per, deve sentire la
gravit e quindi cadere.
Pu aumentare la sua velocit quando la luce raggiunge la superficie della Terra? Per
quasi tre secoli la gente non ebbe alcun mezzo per rilevare simili effetti; quindi la questione non fu studiata. Poi, nel 1801, lastronomo prussiano Johann Soldner (17761833)
fu il primo a mettere la questione in un modo diverso. Essendo un astronomo, era uso
misurare le stelle ed i loro angoli di osservazione. Si rese conto che la luce che passa
vicino ad un corpo massiccio sarebbe deviata a causa della gravit.
Soldner studi un corpo su un percorso iperbolico, che si muove con velocit oltre
una massa sferica a distanza (misurata dal centro), come mostrato in figura 144.
Soldner dedusse langolo di deflessione

Il Monte del Moto

Die Maxime, jederzeit selbst zu denken, ist die


Aufklrung.
Immanuel Kant*

196

6 il moto dovuto alla gravitazione

avvenne nel 1919* trov la corretta dipendenza dalla distanza, ma trov una deflessione
massima fino a 1.75 , esattamente il doppio dellespressione (58). Il motivo non facile
da trovare; infatti, dovuto alla curvatura dello spazio, come vedremo. In sintesi, la luce
pu cadere, ma il problema nasconde alcune sorprese.
Massa: inerziale e gravitazionale

Sfida 327 s
Sfida 328 na

* A proposito, come misurate la deflessione della luce vicino al Sole luminoso?


** Quali sono i valori di peso indicati da una bilancia per una persona di 85 kg che fa il giocoliere con tre
palle di 0.3 kg ciascuna?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 99

Il Monte del Moto

Ref. 157

La massa descrive come interagisce un oggetto con gli altri. Nel nostro cammino, abbiamo incontrato due dei suoi aspetti. La massa inerziale la propriet che mantiene gli
oggetti in moto e che offre resistenza ad un cambiamento del loro moto. La massa gravitazionale la propriet responsabile dellaccelerazione dei corpi vicini (laspetto attivo)
o di essere accelerato dagli oggetti vicini (laspetto passivo). Ad esempio, lelemento attivo della massa della Terra determina laccelerazione di superficie dei corpi; laspetto
passivo dei corpi ci permette di pesarli per misurare la loro massa usando solamente distanze, ad esempio su una scala o una bilancia. La massa gravitazionale la base del peso,
la difficolt del sollevamento delle cose.**
La massa gravitazionale di un corpo uguale alla sua massa inerziale? Una risposta
superficiale data dallesperienza che un oggetto che difficile da spostare anche difficile da sollevare. Lesperimento pi semplice quello di prendere due corpi di masse
diverse e farli cadere. Se laccelerazione la stessa per tutti i corpi, la massa inerziale
uguale alla massa gravitazionale (passiva), perch nella relazione = (/) nella
parte a sinistra in realt la massa inerziale, e nella parte destra in realt la massa
gravitazionale.
Gi nel diciassettesimo secolo Galileo aveva fatto ampiamente conoscere un ancor
pi vecchio argomento che mostra senza un solo esperimento che laccelerazione gravitazionale infatti uguale per tutti i corpi. Se masse pi grandi cadessero pi rapidamente
di quelle pi piccole, allora sarebbe apparso il seguente paradosso. Ogni corpo pu essere
visto come composto da un grande frammento attaccato ad un piccolo frammento. Se i
corpi piccoli davvero cadessero meno rapidamente, il frammento piccolo rallenterebbe
il frammento grande gi, in modo che il corpo completo dovrebbe cadere meno rapidamente rispetto al frammento pi grande (o andare in pezzi). Allo stesso tempo, il corpo
essendo pi grande rispetto al suo frammento, dovrebbe cadere pi rapidamente di quel
frammento. Questo ovviamente impossibile: tutte le masse devono cadere con la stessa
accelerazione.
Molti esperimenti accurati sono stati effettuati sin dalla discussione originale di Galileo. In tutti loro lindipendenza dellaccelerazione di caduta libera dalla massa e dalla
composizione materiale stata confermata con la precisione da essi permessa. In altre
parole, gli esperimenti confermano che la massa gravitazionale e la massa inerziale sono
uguali . Qual lorigine di questa misteriosa uguaglianza?
Luguaglianza della massa gravitazionale ed inerziale non affatto un mistero . Torniamo alla definizione di massa come negativo e inverso rapporto di accelerazione .
Abbiamo detto che lorigine fisica delle accelerazioni non gioca un ruolo nella definizione perch lorigine non appare nellespressione. In altre parole, il valore della massa

6 il moto dovuto alla gravitazione

Sfida 329 s

Sfida 330 f

per definizione indipendente dalla interazione. Questo significa in particolare che la


massa inerziale, basata su e misurata con linterazione elettromagnetica, e la massa gravitazionale sono identiche per definizione.
Notiamo anche che non abbiamo definito una nozione separata di massa gravitazionale passiva. (Questo concetto talvolta presente nei documenti di ricerca.) La
massa essendo accelerata dalla gravitazione la massa inerziale. Peggio ancora, non
c modo di definire una massa gravitazionale passiva che differisca dalla massa inerziale. Provatelo! Tutti i metodi che misurano una massa gravitazionale passiva, come
la pesatura di un oggetto, non possono essere distinti dai metodi che determinano la
massa inerziale dalla sua reazione allaccelerazione. Infatti, tutti questi metodi utilizzano
gli stessi meccanismi non gravitazionali. La bilancia da bagno un esempio tipico.
Infatti, se la massa gravitazionale passiva fosse diversa dalla massa inerziale,
avremmo strane conseguenze. Non solo difficile distinguere le due in un esperimento; per quei corpi per i quali fossero diverse saremmo nei guai con la conservazione
dellenergia.
In realt, anche assumendo che la massa gravitazionale attiva differisca dalla massa
inerziale ci si mette nei guai. Come potrebbe differire la massa gravitazionale dalla
massa inerziale? La differenza dovrebbe dipendere dalla velocit relativa, dal tempo, la
posizione, composizione o dalla massa stessa? No. Ognuna di queste possibilit contraddice sia la conservazione dellenergia o della quantit di moto.
In sintesi, non c da meravigliarsi che tutte le misure confermino luguaglianza di
tutti i tipi di massa: non c altra opzione come sottoline Galileo . La mancanza di
altre opzioni dovuta allequivalenza fondamentale di tutte le definizioni di massa:

Vol. II, pag. ??

Il tema di solito rimaneggiato in relativit generale, con nessun risultato nuovo, poich la definizione di massa rimane la stessa. Masse gravitazionali e inerziali rimangono
uguali. In breve:
La massa una propriet unica di ogni corpo.
Rimane, per, un altro pi profondo problema. Qual lorigine della massa? Perch esiste? Questa domanda semplice, ma profonda non pu essere risolta dalla fisica classica.
Ci sar bisogno di un po di pazienza per scoprirla.
Curiosit e divertenti sfide sulla gravitazione

Fallen ist weder gefhrlich noch eine Schande;


Liegen bleiben ist beides.*
Konrad Adenauer

La gravit sulla Luna solo un sesto di quella sulla Terra. Perch ci implica che difficile
camminare rapidamente e correre sulla Luna (come pu essere visto nelle immagini TV
l registrate)?
* Cadere non n pericoloso n una vergogna; continuare a mentire lo entrambi. Konrad Adenauer
(b. 1876 Kln, d. 1967 Rhndorf ), West German Chancellor.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Rapporti di massa sono rapporti di accelerazione.

Il Monte del Moto

Sfida 331 s

197

198

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 145 Le fotografie di un meteorite sono rare; queste due, prese circa ad un secondo di distanza,

mostrano anche la rottura di un meteorite ( Robert Mikaelyan).

Sfida 332 s

Parecchi esseri umani sono sopravvissuti a cadute libere da aerei da mille metri o pi,
anche se non avevano paracadute. Una minoranza di loro lo ha anche fatto del tutto senza
alcun danno. Come stato possibile?

Sfida 333 f

Immaginate di avere dodici monete di aspetto identico, di cui una un falso. Quella
forgiata ha una massa diversa dalle undici autentiche. Come si pu decidere qual quella
forgiata e se essa pi leggera o pi pesante, utilizzando un semplice bilancia solo tre
volte?
Avete nove sfere identiche, tutte della stessa massa, tranne una, che pi pesante. Si
pu stabilire quale, utilizzando la bilancia solo due volte?

Per un fisico, lantigravit la gravit repulsiva; essa non esiste in natura. Tuttavia, il
termine antigravit usato in modo non corretto da molte persone, come mostra una
breve ricerca su internet. Alcune persone chiamano qualsiasi effetto che supera la gravit,
antigravit. Tuttavia, questa definizione implica che i tavoli e le sedie siano dispositivi
antigravit. Seguendo la definizione, la maggior parte dei produttori di legno, acciaio e

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Per inciso, scoprire oggetti che colpiscono la Terra non affatto facile. Agli astronomi
piace sottolineare che un asteroide grande come quello che ha portato allestinzione dei
dinosauri potrebbe colpire la Terra senza che alcun astronomo lo noti in anticipo, se la
direzione leggermente inusuale, quale da sud, dove si trovano pochi telescopi.

Il Monte del Moto

Laccelerazione di gravit costante? Non proprio. Ogni giorno, si stima che 108 kg di
materiale cada sulla Terra sotto forma di meteoriti e asteroidi. (Un esempio pu essere
visto in figura 145.) Tuttavia, non noto se la massa della Terra aumenta con il tempo (a
causa della raccolta di meteoriti e polvere cosmica) o diminuisce (a causa della perdita
di gas). Se trovate un modo per risolvere la questione, pubblicatelo.

6 il moto dovuto alla gravitazione

199

F I G U R A 146 Le scope cadono pi rapidamente delle

pietre ( Luca Gastaldi).

calcestruzzo si sono inseriti nel business dellantigravit. La definizione su internet non


ha assolutamente alcun senso.
Il Monte del Moto

Sfida 334 s

Qual il modo pi economico per interrompere la gravit per 25 secondi?

Sfida 335 s

Tutti gli oggetti sulla Terra cadono con la stessa accelerazione di 9.8 m/s2 , assumendo che
la resistenza dellaria possa essere trascurata? No; ogni donna di casa lo sa. possibile
controllare questo da soli. Come mostrato in figura 146, una scopa inclinata a circa 35
colpisce il pavimento prima di una pietra, come confermano i suoni dellimpatto. Siete
in grado di spiegare perch?

Anche i bungee jumper sono accelerati pi forte di . Per un cavo di bungee di massa
e un jumper di massa , laccelerazione massima
= (1 +

Sfida 336 s

(4 + )) .
8

(59)

Potete dedurre la relazione dalla figura 147?

Sfida 337 s

Indovinate: Qual la massa di una sfera di sughero con un raggio di 1 m?

Sfida 338 s

Indovinate: Vengono raccolte mille sfere dacciaio di diametro 1 mm. Qual la massa?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

200

6 il moto dovuto alla gravitazione

1000 km

F I G U R A 147 La situazione di

F I G U R A 148 Una bilancia onesta?

partenza per un bungee jumper.

Come potete utilizzare le vostre osservazioni fatte durante le vostre corse con una scala
da bagno per dimostrare che la Terra non piatta?

Sfida 340 s

Sia la Terra e la Luna attraggono i corpi. Il centro di massa del sistema TerraLuna a
4800 km di distanza dal centro della Terra, piuttosto in prossimit della sua superficie.
Perch i corpi sulla Terra cadono ancora verso il centro della Terra?

Sfida 341 f
Page 196

Ogni corpo sferico cade con la stessa accelerazione? No. Se la massa delloggetto paragonabile a quella della Terra, la distanza diminuisce in un modo diverso. Potete confermare questa affermazione? figura 148 mostra un puzzle correlato. Che cos sbagliato
allora nellargomento di Galileo sulla costanza dellaccelerazione della caduta libera?

Vol. II, pag. ??

Qual la massima velocit che un essere umano pu raggiungere utilizzando


laccelerazione di gravit? Ci sono vari metodi per trovarla; alcuni sono mostrati in
figura 149. La velocit finale della caduta libera dei paracadutisti pu essere ancora pi
alta, ma non esiste alcun valore di registrazione di velocit affidabile. Lultima parola
non stata ancora detta, poich tutti questi record saranno superati nei prossimi anni.
importante richiedere la normale altitudine; ad altitudini stratosfericche, i valori di
velocit possono essere quattro volte i valori di velocit a bassa altitudine.

facile mettere una massa di un chilogrammo su un tavolo. Venti chilogrammi pi

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Sfida 339 s

6 il moto dovuto alla gravitazione

201

difficile. Un migliaio impossibile. Tuttavia, 6 1024 kg facile. Perch?

Page 193

Sfida 343 na

Sfida 344 s

Lattrito tra la Terra e la Luna rallenta la rotazione di entrambi. La Luna ferm la sua
rotazione milioni di anni di fa, e la terra in procinto di fare altrettanto. Quando la Terra
fermer la rotazione, la Luna smetter di allontanarsi dalla Terra. Quanto sar lontana la
Luna dalla Terra in quel momento? In seguito per, ancora pi avanti nel futuro, la Luna
si sposter indietro verso la Terra, a causa dellattrito tra il sistema TerraLuna ed il Sole.
Anche se questo effetto dovrebbe aver luogo solo se il Sole bruciasse per sempre, che
noto essere falso, potete spiegarlo?

Sfida 345 na

Quando correte verso est, voi perdete peso. Vi sono due diverse ragioni per questo:
laccelerazione centrifuga aumenta in modo che la forza con la quale siete tirati gi
diminuisce, ed appare la forza di Coriolis, con un risultato simile. Potete stimare le dimensioni dei due effetti?

I laboratori utilizzano due tipi di ultracentrifughe: le ultracentrifughe preparative isolano


virus, organelli e biomolecole, mentre le ultracentrifughe analitiche misurano la forma
e la massa delle macromolecole. I pi veloci modelli disponibili in commercio raggiungono 200 000 rpm, o 3.3 kHz, e una accelerazione centrifuga di 106 .

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 342 s

Il Monte del Moto

F I G U R A 149 Ridurre la resistenza dellaria aumenta la velocit terminale: a sinistra, il detentore del
record mondiale di sci di velocit 2007 Simone Origone con 69,83 m/s e a destra, il detentore del record
di velocit mondiale 2007 per le biciclette sulla neve ric Barone con 61,73 m/s ( Simone Origone, ric
Barone).

202

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 150 I quattro satelliti di Giove scoperti da Galileo e il

loro moto ( Robin Scagell).

Sfida 346 s

Sfida 347 s
Ref. 158

Perch un veicolo spaziale pu accelerare attraverso leffetto fionda quando va intorno


a un pianeta, nonostante la conservazione della quantit di moto? Si dice che lo stesso
effetto anche la ragione per poche stelle eccezionalmente veloci che si osservano nella
galassia. Ad esempio, la stella HE0457-5439 si muove con 720 km/s, che molto pi alta
rispetto a 100 a 200 km/s della maggior parte delle stelle nella Via Lattea. Sembra che il
ruolo dellaccelerazione del centro fu presa da un buco nero.

Ref. 159
Sfida 348 s

Lorbita di un pianeta attorno al Sole ha molte interessanti propriet. Qual lodografo


dellorbita? Che cosa lodografo per orbite paraboliche e iperboliche?

I satelliti Galileiani di Giove, indicati in figura 150, possono essere visti con un piccolo
telescopio amatoriale. Galileo li scopr nel 1610 e li chiam satelliti Medicei. (Oggi, essi
sono chiamati, in ordine crescente di distanza da Giove, Io, Europa, Ganimede e Callisto.) Sono oggetti quasi mitici. Furono i primi corpi scoperti che ovviamente, non orbitavano intorno alla Terra; quindi Galileo li us per dedurre che la Terra non al centro
delluniverso. I satelliti sono stati anche candidati ad essere i primi orologi standard, poich il loro moto pu essere previsto con alta precisione, in modo che il tempo standard

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Qual la relazione tra il tempo che una pietra prende per cadere attraverso una distanza
e il tempo che un pendolo prende per oscillare mezzo cerchio di raggio ?(Questo problema dovuto a Galileo.) Quante cifre del numero ci si aspetta per determinarlo in
questo modo?

Il Monte del Moto

6 il moto dovuto alla gravitazione

Earth

203

Moon

Earth

Moon

Sun

F I G U R A 151 Quale dei due percorsi della Luna corretto?

Sfida 349 s

Vol. II, pag. ??

Una semplice, ma difficile domanda: se tutti i corpi si attraggono, perch tutte le stelle
non cadono o cadono ciascuna verso laltra? Infatti, lespressione dellinverso del quadrato della gravit universale presenta una limitazione: essa non permette di fare affermazioni ragionevoli sulla questione delluniverso. La gravit universale predice che una
distribuzione di massa omogenea instabile; infatti, si osserva una distribuzione disomogenea. Tuttavia, la gravit universale non prevede la densit di massa media, il buio
di notte, le velocit rilevate delle galassie lontane, ecc, infatti, la gravitazione universale non spiega o prevede una singola propriet delluniverso. Per fare questo, abbiamo
bisogno della relativit generale.

Ref. 160

Laccelerazione dovuta alla gravit ad una profondit di 3000 km 10.05 m/s2 , oltre
2 % in pi che alla superficie della Terra. Come possibile? Inoltre, sullaltopiano
tibetano, influenzato dal materiale sottostante.

Sfida 350 s

Quando la Luna orbita attorno al Sole, i suoi percorsi hanno sezioni concave verso il
Sole, come mostrato a destra figura 151, o no, come mostrato a sinistra? (Indipendente
da questo problema, entrambi i percorsi nel diagramma mascherano che il percorso della
Luna non giace nello stesso piano del percorso della Terra intorno al Sole).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Vol. II, pag. ??

potrebbe essere letto dalla loro posizione. Infine, a causa di questa elevata precisione,
nel 1676, la velocit della luce fu prima misurata con il loro aiuto, come raccontato nella
sezione sulla relativit speciale.

204

6 il moto dovuto alla gravitazione

Si pu dimostrare che gli oggetti si attraggono (e che non sono attratti solo dalla Terra),
con un semplice esperimento che chiunque pu eseguire a casa, come descritto nel sito
www.fourmilab.ch/gravitation/foobar.

Sfida 351 f

Sfida 352 s

istruttivo calcolare la velocit di fuga dalla Terra, cio, la velocit con cui un corpo
deve essere lanciato in modo che non ricada. Risulta essere intorno a 11 km/s. (Questa
fu chiamata la seconda velocit cosmica in passato; la seconda velocit cosmica fu il nome
dato alla velocit pi bassa per unorbita, 7.9 km/s.) Il valore esatto della velocit di fuga
dipende dalla latitudine del lanciatore, e dalla direzione del tiro. (Perch?)
Qual la velocit di fuga dal sistema solare? (Un tempo era chiamata la terza velocit
cosmica.) A proposito, la velocit di fuga dalla nostra galassia oltre 500 km/s. Che cosa
accadrebbe se un pianeta o un sistema fossero cos pesanti che la velocit di fuga fosse
superiore alla velocit della luce?

Sfida 353 s

Qual il pi grande asteroide da cui si pu sfuggire con un salto?

Per i corpi di forma irregolare, il baricentro di un corpo non lo stesso come il centro di
massa. Sei in grado di confermarlo? (Suggerimento: trovare ed utilizzate lesempio pi
semplice possibile.)

Sfida 355 na

La gravit pu produrre repulsione? Cosa succede a un piccolo corpo di prova allinterno


di una grande massa a forma di C? E spinto verso il centro di massa?

Ref. 161
Sfida 356 na

La forma della Terra non una sfera. Di conseguenza, un filo a piombo di solito non
punta al centro della Terra. Qual la differenza pi grande in gradi?

Sfida 357 s

Se si guarda il cielo ogni giorno alle 6 del mattino, la posizione del Sole varia durante
lanno. Il risultato di foto del Sole sullo stesso film mostrato in figura 152. La curva, detta
analemma, dovuta a due effetti combinati: linclinazione dellasse terrestre e la forma
ellittica dellorbita della Terra attorno al Sole. I punti superiori e inferiori (nascosti)
dellanalemma corrispondono ai solstizi. Come sembra lanalemma guardandolo fotografato ogni giorno a mezzogiorno locale? Perch non una linea retta che punta esattamente a sud?

La costellazione in cui il Sole si trova a mezzogiorno (al centro del fuso orario) presumibilmente chiamata segno zodiacale di quel giorno. Gli astrologi dicono che ci sono
dodici di loro, vale a dire Ariete, Toro, Gemini, Cancro, Leone, Vergine , Bilancia, Scorpione , Sagittario, Capricorno , Aquario e Pesci e che ognuno prende (abbastanza precisamente) un dodicesimo di un anno o un dodicesimo delleclittica. Qualsiasi controllo

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Sfida 354 s

6 il moto dovuto alla gravitazione

205

F I G U R A 152 Lanalemma sopra Delphi, preso tra

Ref. 162

Ref. 163

Per lungo tempo, si pensato che non vi fosse alcun ulteriore pianeta nel nostro sistema
solare oltre Nettuno e Plutone, perch le loro orbite non mostrano disturbi da un altro
corpo. Oggi, la vista cambiata. E noto che vi sono solo otto pianeti: Plutone non un
pianeta, ma il primo di una serie di piccoli oggetti nella cosiddetta cintura di Kuiper.
Gli oggetti della fascia di Kuiper vengono scoperti regolarmente; oltre 1000 ne sono noti
oggi.
Nel 2003, sono stati scoperti i due principali oggetti di Kuiper; uno, chiamato Sedna ,
grande quasi come Plutone, laltro, denominato Eris, ancora pi grande di Plutone e ha
una luna. Entrambi hanno orbite fortemente ellittiche (vedi figura 153). Poich Plutone
e Eris, come lasteroide Ceres, hanno ripulito le loro orbite dai detriti, questi tre oggetti
sono ora classificati come pianeti nani.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 150

con un calendario mostra che attualmente,a mezzogiorno il Sole non mai nel segno
zodiacale durante i giorni solitamente collegati ad esso. La relazione spostata di circa
un mese da quando fu definita, a causa della precessione dellasse della Terra. Un controllo con una mappa stellare del cielo mostra che le dodici costellazioni non hanno la
stessa lunghezza e che sulleclittica sono quattordici, non dodici. C Ofiuco o Serpentario, la costellazione serpente portatore, tra Scorpione e Sagittario, e Cetus , la balena,
tra Acquario e Pesci. Infatti, non una singola istruzione astronomica sui segni zodiacali
corretta. Per dirla chiaramente, lastrologia, in contrasto con il suo nome, non tratta
di stelle. (In Tedesco, la parola Strolch, significa canaglia o mascalzone, deriva dalla
parola astrologo.)

Il Monte del Moto

Gennaio e Dicembre 2002 ( Anthony


Ayiomamitis).

206

6 il moto dovuto alla gravitazione

Sedna

Kuiper Belt

Jupiter
Mars
Earth
Venus
Mercury

Uranus
Saturn

Jupiter

Asteroids

Pluto
Outer
Solar System

Inner
Solar System

Il Monte del Moto

Orbit of
Sedna

F I G U R A 153 Lorbita di Sedna rispetto alle orbite dei pianeti del sistema solare (NASA).

Allesterno della cintura Kuiper, il sistema solare circondato dalla cosiddetta nube
di Oort. In contrasto con la fascia di Kuiper appiattita, la nube di Oort di forma sferica
e ha un raggio fino a 50 000 AU, come mostrato in figura 153 e figura 154. La nube di
Oort costituita da un numero enorme di oggetti ghiacciati costituiti principalmente
da acqua, e in minor grado, di metano e ammoniaca. Gli oggetti della nube di Oort che
entrano nel sistema solare interno diventano comete; in un lontano passato, tali oggetti
portarono lacqua sulla Terra.

Ref. 165

In astronomia sono scoperti regolarmente nuovi esempi di moto anche nel presente
secolo. A volte ci sono anche falsi allarmi. Un esempio la presunta caduta di mini comete
sulla Terra. Erano presumibilmente fatti di poche decine di chilogrammi di ghiaccio, che
colpiscono la Terra ogni pochi secondi. E ormai noto non accade.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Inner extent
of Oort Cloud

6 il moto dovuto alla gravitazione

207

Il Monte del Moto

contenente le comete, attorno al sistema solare NASA , JPL , Donald Yeoman).

Sfida 358 s

La gravit universale permette solo orbite ellittiche , paraboliche o iperboliche. E impossibile essere catturato per un piccolo oggetto che si avvicini ad uno grande. Almeno,
questo ci che abbiamo imparato finora. Tuttavia, tutti i libri di astronomia raccontano
storie di cattura nel nostro sistema solare; per esempio, sono stati catturati molti satelliti
esterni di Saturno . Come possibile?

Sfida 359 s

Come dovrebbe essere concepito un tunnel in modo che una pietra cada attraverso di
esso senza toccare le pareti? (Assumere la densit costante.) Se la Terra non ruotasse, il
tunnel sarebbe una linea retta attraverso il suo centro, e la pietra cadrebbe gi e di nuovo,
in un moto oscillatorio. Per una Terra in rotazione, il problema molto pi difficile. Qual
la forma quando il tunnel inizia allEquatore?

La Stazione Spaziale Internazionale orbita la Terra ogni 90 minuti ad una altitudine di

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 154 La fascia di Kuiper , contenente principalmente planetoidi, e lorbita della nube di Oort,

208

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 155 Le fasi

Sfida 361 s
Vol. II, pag. ??

E vero che il centro di massa del sistema solare, il suo baricentro, sempre dentro il Sole?
Anche se una stella o il Sole si muovono molto poco quando i pianeti si muovono intorno
a loro, questo moto pu essere rilevato con misure di precisione che fanno uso delleffetto
Doppler per luce o onde radio. Giove, per esempio, produce un cambiamento di velocit
di 13 m/s nel Sole, la Terra 1 m/s. I primi pianeti fuori del sistema solare, attorno alla
pulsar PSR1257+12 e la stella Pegaso 51, furono scoperti in questo modo, nel 1992 e 1995.
Nel frattempo, oltre 400 pianeti sono stati scoperti con questo ed altri metodi. Alcuni
hanno anche masse paragonabili a quella della Terra.

Sfida 362 d

Non tutti i punti sulla Terra ricevono lo stesso numero di ore di luce in un anno. Gli
effetti sono difficili da individuare, per. Riuscite a trovarne uno?

Sfida 363 s

Pu la fase della Luna avere un effetto misurabile sul corpo umano, ad esempio attraverso
effetti di marea?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 360 f

circa 380 km. Potete vedere dove dal sito www.heavens-above.com. A proposito, ogni
volta che appena sopra lorizzonte, la stazione il terzo oggetto pi luminoso nel cielo
notturno, superato solo dalla Luna e Venere. Dateci unocchiata.

Il Monte del Moto

della Luna e di Venere,


come osservato da
Atene nellestate del
2007 ( Anthony
Ayiomamitis).

6 il moto dovuto alla gravitazione

209

F I G U R A 156 La gravitazione universale spiega anche le osservazioni di Venere, la sera e la stella del

mattino. In particolare, la gravitazione universale, e le orbite ellittiche che essa implica, spiega le sue fasi
e il suo cambiamento di dimensione angolare. Le immagini riportate qui sono state scattate nel 2004 e
2005. Le osservazioni possono essere facilmente realizzate con un binoculare o un piccolo telescopio
( Wah!; film disponibile a apod.nasa.gov/apod/ap060110.html).

Sfida 365 s

La riformulazione pi strana della descrizione del moto data da = assurda


quasi che guardare la equazione
= d/d
(60)
dove la lunghezza del percorso del moto. Si chiama forma del raggio dellequazione
del moto di Newton. Potete trovare un esempio della sua applicazione?

Sfida 366 s

Visto da Nettuno, la dimensione del Sole la stessa di quella di Giove visto dalla Terra,
al momento del suo massimo avvicinamento. Vero?

Ref. 167
Sfida 367 s

Sfida 368 s

Laccelerazione gravitazionale per una particella allinterno di un guscio sferico zero.


La scomparsa della gravit in questo caso indipendente dalla forma delle particelle e la
loro posizione, ed indipendente dallo spessore del guscio. Riesci a trovare largomento
utilizzando figura 157? Questo funziona solo a causa della dipendenza di 1/2 dalla gravit. Potete mostrare che il risultato non vale per i gusci non sferici? Si noti che la scomparsa di gravit allinterno di un guscio sferico di solito non regge se altra materia si trova
al di fuori del guscio. Come si possono eliminare gli effetti della materia al di fuori?

Che cos la gravit? Questa semplice domanda ha una lunga storia. Nel 1690, Nicolas
Fatio de Duillier e nel 1747, Georges-Louis Le Sage proposero una spiegazione per la di-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 166

Il Monte del Moto

Sfida 364 s

C una differenza importante tra il sistema eliocentrico e la vecchia idea che tutti i pianeti girano intorno alla Terra. Gli stati del sistema eliocentrico che certi pianeti, come
Mercurio e Venere, possono essere tra la Terra e il Sole in certi momenti, e dietro il Sole
in altri momenti. Al contrario, il sistema geocentrico afferma che essi sono sempre in
mezzo. Perch una tale differenza importante non invalida immediatamente il sistema
geocentrico? E come losservazione delle fasi, mostrata in figura 155 e figura 156, invalid il sistema geocentrico?

210

6 il moto dovuto alla gravitazione

d
F I G U R A 157 La scomparsa della forza gravitazionale

allinterno di un guscio sferico di materia.

Il Monte del Moto

Sfida 369 f
Sfida 370 f
Ref. 2

pendenza da 1/2 . Le Sage sostennne che il mondo pieno di piccole particelle egli
li chiam corpuscoli ultra-mondani che volano intorno in modo casuale e colpendo
tutti gli oggetti. I singoli oggetti non sentono i colpi, dal momento che sono colpiti in
continuazione e in modo casuale da tutte le direzioni. Ma quando due oggetti sono vicini ad altri, producono ombre per parte del flusso allaltro corpo, con una conseguente
attrazione, come mostrato in figura 158. Potete dimostrare che una tale attrazione ha una
dipendenza da 1/2 ?
Tuttavia, la proposta di Le Sage ha un certo numero di problemi. Innanzitutto,
largomento funziona solo se le collisioni sono anelastiche. (Perch?) Comunque, ci significherebbe che tutti i corpi verrebbero riscaldati con il tempo, come spiega Jean-Marc
Lvy-Leblond. In secondo luogo, un corpo in movimento nello spazio libero potrebbe
essere colpito da pi o veloci particelle nella parte anteriore che nella parte posteriore;
come risultato, il corpo sarebbe frenato. Infine, la gravit dipenderebbe dalle dimensioni,
ma in modo strano. In particolare, tre corpi che si trovino su una linea non dovrebbero
produrre ombre, in quanto tali ombre non vengono osservate; ma il modello superficiale

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 158 La propria illustrazione di Le Sage del suo modello, mostrando la densit minore di
corpuscoli ultramondani tra i corpi che si attirano e la densit pi alta fuori di essi ( Wikimedia)

6 il moto dovuto alla gravitazione

211

prevede tali ombre.


Nonostante tutte le critiche, lidea che la gravit sia dovuta alle particelle da allora
regolarmente riemersa in ricerca nella fisica . Nella pi recente versione, le ipotetiche
particelle sono chiamate gravitoni. Daltra parte, tali particelle non sono mai state osservate. Solo nella parte finale della nostra salita al monte potremo risolvere la questione
dellorigine della gravitazione.

Sfida 371 na

Per quali corpi la gravit diminuisce appena si avvicinano tra loro?

Sfida 372 s

Si potrebbe mettere in orbita un satellite utilizzando un cannone? La risposta dipende


dalla direzione dello sparo?

Due vecchi utenti di computer condividono esperienze. Ho buttato il mio Pentium III e
Pentium IV dalla finestra. E? Il Pentium III era pi veloce.

Quanto spesso sorge e tramonta la Terra se vista dalla Luna? La Terra mostra fasi?

Sfida 374 na

Qual il peso della Luna? Come si confronta con il peso delle Alpi?

Sfida 375 s

A causa della forma leggermente appiattita della Terra, la sorgente del Mississippi circa
20 km pi vicina al centro della Terra rispetto al suo estuario; lacqua scorre in modo
efficace in salita. Come pu essere?

Sfida 376 s

Se una stella fatta di materia ad alta densit, la velocit di un pianeta orbitante vicino
potrebbe essere superiore alla velocit della luce. Come evita questa strana possibilit la
natura?

Ref. 169
Page 409

Che cosa accadr al sistema solare in futuro? E sorprendentemente difficile rispondere


a questa domanda. Il principale esperto di questo argomento, lo scienziato planetario
Francese Jacques Laskar, simul alcune centinaia di milioni di anni di evoluzione con
il calcolo computerizzato. Scopr che le orbite planetarie sono stabili, ma che c una
chiara prova di caos nellevoluzione del sistema solare, ad un piccolo livello. I vari pianeti si influenzano a vicenda in sottili e ancora poco conosciuti modi. Sono anche allo
studio effetti nel passato, ad esempio il cambiamento di energia di Giove grazie alla sua
espulsione di piccoli asteroidi dal sistema solare, o guadagni di energia di Nettuno. C
ancora un sacco di ricerca da fare in questo campo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Sfida 373 s

212

6 il moto dovuto alla gravitazione


TAV O L A 27 Una inspiegata propriet della natura:

distanze dei pianeti dal Sole ed il valore risultante


della regola di TitiusBode.

P ia ne ta

predetto
m i s u r at o
d i s ta nz a i n AU

Mercurio
Venere
0
Terra
1
Marte
2
Planetoidi
3
Giove
4
Saturno
5
Urano
6
Nettuno
7
Plutone
8

0,4
0,7
1,0
1,6
2,8
5,2
10,0
19,6
38,8
77,2

0,4
0,7
1,0
1,5
2,2 to 3,2
5,2
9,5
19,2
30,1
39,5

Il Monte del Moto

planetoidi rispetto a quella dei


pianeti (Shockwave animation
Hans-Christian Greier)

Uno dei problemi aperti del sistema solare la descrizione delle distanze del pianeta
scoperto nel 1766 da Johann Daniel Titius (17291796) e pubblicizzato da Johann Elert Bode (17471826). Titius scopr che le distanze planetarie dal Sole pu essere approssimata da
= + 2 with = 0.4 AU , = 0.3 AU
(61)
in cui le distanze si misurano in unit astronomiche ed il numero del pianeta.
Lapprossimazione risultante viene confrontata con le osservazioni nella tavola 27.
interessante notare, che gli ultimi tre pianeti, nonch i planetoidi, furono scoperti
dopo la morte di Bode e Titius; la regola ebbe successo nella predizione della distanza
di Urano, cos come quella dei planetoidi. Nonostante questi successi e il fallimento

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 159 Il movimento dei

6 il moto dovuto alla gravitazione

213

TAV O L A 28 I periodi

orbitali conosciuti dai


Babilonesi.

Ref. 170

Periodo

Saturno
Giove
Marte
Sole
Venere
Mercurio
Luna

29 a
12 a
687 d
365 d
224 d
88 d
29 d

degli ultimi due pianeti nessuno ha ancora trovato un modello per la formazione dei
pianeti che spiega la regola Titius. I grandi satelliti di Giove e di Urano hanno spaziatura
regolare, ma non secondo la regola TitiusBode.
La spiegazione o la confutazione della regola una delle sfide che rimane in meccanica
classica. Alcuni ricercatori sostengono che la regola una conseguenza dellinvarianza di
scala, altri sostengono che si tratta di un incidente o addirittura unaringa rossa. Lultima
interpretazione anche suggerita dal comportamento non TitiusBode di praticamente
tutti i pianeti extrasolari. La questione non chiusa.

Sfida 377 f
Ref. 172

Intorno a 3000 anni fa, i Babilonesi avevano misurato i tempi orbitali dei sette corpi
celesti. Ordinati dal pi lungo al pi breve, li scrissero nel tavola 28.
I Babilonesi introdussero anche la settimana e la divisione del giorno in 24 ore. Essi
dedicarono ognuna delle 168 ore della settimana ad un corpo celeste, seguendo lordine
di tavola 28. Dedicarono anche lintero giorno per quel corpo celeste che corrisponde
alla prima ora del giorno. Il primo giorno della settimana fu dedicato a Saturno; lattuale
ordinamento del altri giorni della settimana segue poi da tavola 28. Questa storia fu raccontata da Cassio Dione (c. 160 to c. 230). Verso la fine dellAntichit, lordine fu ripreso dallimpero romano. Nelle lingue germaniche, tra cui linglese, i nomi latini dei
corpi celesti sono stati sostituiti dai corrispondenti di germanici. Lordinamento Sabato,
Domenica, Lunedi, Marted, Mercoled, Giovedi e Venerd quindi una conseguenza sia
delle misurazioni astronomiche e di superstizioni astrologiche degli antichi.

Sfida 378 s

Nel 1722,il grande matematico Leonhard Euler commise un errore nel suo calcolo che lo
port a concludere che se un tunnel, o meglio, un buco profondo fosse stato costruito da
un polo della Terra allaltro, una pietra che cadeva dentro sarebbe arrivata al centro della
Terra e poi girato subito e tornata su. Voltaire per molti anni lo prese in giro per questa
conclusione. Riuscite a correggere Eulero e mostrare che il moto reale una oscillazione
da un polo allaltro, e potete calcolare il tempo di caduta da polo-a-polo (supponendo la
densit omogenea)?
Quale sarebbe il tempo di oscillazione per un arbitrario tunnel diritto superficie-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Ref. 171

Corpo

214

6 il moto dovuto alla gravitazione

F I G U R A 160 Leclissi solare dell11 Aug 1999 fotografata da Jean-Pierre Haigner, membro dei Mir 27

equipaggi, e la (avanzata) eclissi solare del 29 marzo 2006 ( CNES e Laurent Laveder/PixHeaven.net).

Earth
Il Monte del Moto

wire

collegato allEquatore della


Terra.

Sfida 379 s
Ref. 173
Sfida 380 s

superficie di lunghezza , quindi che non va da polo a polo?


Le sfide precedenti hanno eluso gli effetti della rotazione terrestre. Largomento diventa molto pi interessante se inclusa la rotazione. Quale sarebbe la forma di un tunnel
in modo che una pietra che lo attraversa non tocchi mai la parete?

figura 160 mostra una fotografia di una eclissi solare tratta dalla stazione spaziale russa
Mir e una fotografia scattata al centro dellombra della Terra. Infatti, una vista globale di
un fenomeno pu essere abbastanza diverso da uno locale. Qual la velocit dellombra?

Sfida 381 s

Ref. 174

Nel 2005, le misurazioni satellitari hanno dimostrato che lacqua nel fiume Amazzonia
preme gi la terra fino a 75 mm pi nella stagione in cui esso pieno dacqua che nella
stagione in cui quasi vuoto.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 161 Un filo

6 il moto dovuto alla gravitazione

215

Sfida 382 s

Immaginate che esistano fili che non si rompono. Quanto sarebbe lungo tale filo in modo
che, se collegato allEquatore, starebbe in piedi in aria, come mostrato in figura 161?

Sfida 383 na

Di solito ci sono circa due maree al giorno. Ma ci sono luoghi, come ad esempio, sulla
costa del Vietnam, dove c solo una marea al giorno.Vedere www.jason.oceanobs.com/
html/applications/marees/marees_m2k1_fr.html. Perch?

Sfida 384 s

sufficiente utilizzare il concetto di forza centrifuga per mostrare che gli anelli di Saturno non possono essere realizzati in materiale massiccio, ma devono essere fatti di pezzi
separati. Potete scoprire come?

Un dipinto appeso sulla parete della sala dattesa del dottor Dr. Dolittle. Lui appese il
dipinto utilizzando due chiodi, e avvolse il filo della figura attorno ai chiodi in modo tale
che il dipinto cadrebbe se ciascun chiodo fosse tirato fuori. Come ha fatto il Dr. Dolittle?

Sfida 385 f

Page 244
Sfida 386 f

Il moto osservato per gravit pu essere mostrato essere il pi semplice possibile, nel
senso seguente. Se si misura il cambiamento di un oggetto che cade con lespressione
2 /2 d, quindi una accelerazione costante dovuta alla gravit minimizza il
cambiamento in ogni esempio di caduta. Potete confermarlo?

Il moto di gravit divertente: pensate alle montagne russe. Se volete saperne di pi su


come sono costruite, visitate www.vekoma.com.

Sintesi sulla gravitazione

La teoria scientifica che mi piace di pi quella


che gli anelli di Saturno sono fatti di bagagli
persi dalle compagnie aeree.
Mark Russel

I corpi sferici di massa attraggono altri corpi a distanza inducendo unaccelerazione


verso di loro data da = /2 . Questa espressione, la gravitazione universale, descrive
snowboarder, sciatori, parapendii, atleti, teledipendenti, pendoli, pietre, canonici, razzi,
maree, eclissi, forme dei pianeti, moto del pianeta e molto altro ancora. il primo esem-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Perch Marte perde la sua atmosfera? Nessuno lo sa. stato recentemente dimostrato
che il vento solare troppo debole perch ci accada. Questo uno dei molti enigmi
aperti del sistema solare.

Il Monte del Moto

6 il moto dovuto alla gravitazione


216

pio di una descrizione unificata, in questo caso, di come tutto cade.

Il Monte del Moto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Capitolo 7

M E C C A N IC A C L A S SIC A , L A F OR Z A E
L A PR EV E DI BI L I T DE L MOTO

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Vol. II, pag. ??

* Questo in contrasto con la vera origine del termine meccanica, che significa scienza delle macchine.
Esso deriva dal greco , che significa macchina e sta anche allorigine della parola Inglese machine
stessa. A volte viene usato il termine meccanica per lo studio del moto di corpi solidi solamente, escludendo, ad esempio, lidrodinamica. Questo uso cadde in disgrazia in fisica nel ventesimo secolo.
** La base della meccanica classica, la descrizione del moto utilizzando solo lo spazio e il tempo, si chiama
cinematica. Un esempio la descrizione della caduta libera da () = 0 + 0 ( 0 ) 12 ( 0 )2 . Laltra,
parte principale della meccanica classica la descrizione del moto come conseguenza di interazioni tra
corpi; si chiama dinamica. Un esempio della dinamica la formula della gravit universale. La distinzione
tra cinematica e dinamica pu essere fatta anche in relativit, termodinamica ed elettrodinamica.
*** Questo non del tutto corretto: nel 1980, fu scoperto il primo caso di attrito gravitazionale: lemissione
di onde gravitazionali. Noi discuteremo in dettaglio nel capitolo sulla relativit generale. La scoperta tuttavia
non cambia il punto principale.

Il Monte del Moto

Sfida 387 f

utti quei tipi di moto in cui lunica propriet permanente del corpo la massa
definiscono il campo della meccanica. Lo stesso nome dato anche agli esperti che
studiano il campo. Possiamo pensare la meccanica come la parte atletica della fisica.* Sia in atletica che nella meccanica vengono misurate solo lunghezze, tempi e masse
e di interesse affatto.
Pi in particolare, il nostro tema di ricerca finora chiamato meccanica classica, per
distinguerlo dalla meccanica quantistica. La differenza principale che in fisica classica
si presume esistere valori arbitrariamente piccoli, mentre questo non il caso in fisica
quantistica. La meccanica classica spesso chiamata anche fisica Galileiana o fisica Newtoniana.**
La meccanica classica afferma che il moto prevedibile: esso quindi afferma che non
ci sono sorprese nel moto. Questo corretto in tutti i casi? La prevedibilit valida in
presenza di attrito? Del libero arbitrio? Non vi sono davvero sorprese in natura? Questi
problemi meritano una discussione; esse ci accompagneranno per un tratto della nostra
avventura.
Sappiamo che vi di pi al mondo che la gravita. Semplici osservazioni chiariscono
questo punto: pavimenti e attrito . Nessuno dei due pu essere dovuto alla gravit. I pavimenti non cadono, e quindi non sono descritti per gravit; e lattrito non si osserva nei
cieli, dove il moto puramente dovuto alla gravit.***Anche sulla Terra, lattrito non
correlato alla gravit, come si potrebbe desiderare di controllare da voi. Ci deve essere
unaltra interazione responsabile dellattrito. La studieremo nel terzo volume. Ma alcuni
problemi meritano una discussione subito.

218

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

F I G U R A 162 La forma a parabola formata da fasci dacqua accelerati mostrano che il moto nella vita

quotidiana prevedibile ( Oase GmbH).


Il Monte del Moto

Si pu usare la forza? Potenza?

David Friedman

Ognuno ha preso una posizione su tale questione, anche gli studenti di fisica. Infatti,
molti tipi di forze vengono utilizzate e osservate nella vita quotidiana. Si parla di forza
muscolare, gravitazionale, psichica, sessuale, satanica, soprannaturale, sociale, politica,
economica e molte altre. I fisici vedono le cose in modo pi semplice. Essi definiscono
i diversi tipi di forze osservate tra interazioni di oggetti. Lo studio dei dettagli di tutte
queste interazioni mostreranno che, nella vita di ogni giorno, sono di origine elettrica o
gravitazionale.
Per i fisici, ogni cambiamento dovuto al moto. Il termine forza poi prende anche una
definizione pi restrittiva. La forza (Fisica) definita come il cambiamento della quantit
di moto nel tempo, cio come
d
.
(62)
=
d
Ref. 85
Sfida 388 s

Alcuni valori misurati sono elencati in figura 29.


Un cavallo sta correndo cos veloce che gli zoccoli toccano il terreno solo il 20 % del
tempo. Qual il carico trasportato dalle sue zampe durante il contatto?
La forza il cambiamento della quantit di moto. Poich la quantit di moto conservata, possiamo anche dire che la forza misura il flusso di quantit di moto. Come vedremo
in dettaglio tra breve, se una forza accelera un corpo, in esso scorre quantit di moto. In-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Luso diretto della forza fisica una cos povera


soluzione [...] che comunemente impiegata
solo dai bambini piccoli e le grandi nazioni.

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

219

TAV O L A 29 Alcuni valori di forza in natura.

O s s e r va z i o n e

Forza

Valore misurato in un microscopio a forza di risonanza magnetica


820 zN
Forza necessaria per strappare una molecola di DNA a parte tirandola600 pN
alle due estremit
Massima forza esercitata dal morso umano
2.1 kN
Forza di picco tipica esercitata dalla mazza
2 kN
Forza esercitata dal quadricipite
fino a 3 kN
2
Forza sostenuta da 1 cm di un buon adesivo
fino a 10 kN
Forza necessaria a strappare una buona corda utilizzata nelle arrampic-30 kN
ate su roccia
Massima forza misurabile in natura
3.0 1043 N

Ref. 85

fatti, la quantit di moto pu essere immaginata come essere una sostanza invisibile e
intangibile. La forza misura quanto di questa sostanza fluisce allinterno o allesterno di
un corpo per unit di tempo.

Utilizzando la definizione Galileiana di quantit di moto lineare = , possiamo


riscrivere la definizione di forza (per massa costante) come
(63)

dove = (, ) la forza che agisce su un oggetto di massa e dove = (, ) =


d/d = d2 /d2 laccelerazione dello stesso oggetto, vale a dire la sua variazione di velocit.*Lespressione afferma in termini precisi che la forza quella che cambia la velocit
delle masse. La quantit chiamata forza perch corrisponde in molti, ma non tutti gli
aspetti alla forza muscolare di tutti i giorni. Ad esempio, pi forza viene utilizzata, pi
oltre una pietra pu essere gettata. Equivalentemente, pi quantit di moto pompata in
una pietra, pi oltre pu essere gettata. Come altro esempio, il concetto di peso descrive
il flusso della quantit di moto dovuto alla gravit.
La gravitazione pompa costantemente quantit di moto nei corpi massicci.

Sfida 389 s

La sabbia in una clessidra sta scorrendo, e la clessidra su una bilancia. Il peso indicato
sulla scala maggiore, minore o uguale al peso quando la sabbia ha smesso di cadere?

Ref. 27
Vol. II, pag. ??

* Questa equazione stata riportata per primo dal matematico e fisico svizzero Leonhard Euler (17071783)
nel 1747, 20 anni dopo la morte di Newton, al quale generalmente e falsamente attribuita. Fu Eulero, uno
dei pi grandi matematici di tutti i tempi (e non Newton), che per primo intese che questa definizione di
forza utile in ogni caso di moto, qualunque sia laspetto, sia per particelle puntiformi od oggetti estesi, e
siano essi corpi rigidi, deformabili o fluidi. Sorprendentemente e in contrasto con dichiarazioni fatte frequentemente, lequazione (63) corretta anche in relativit.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

= ,

Il Monte del Moto

Forza flusso di quantit di moto.

220

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

+p

Flow
of +p

F I G U R A 163 Il bambino che tira pompa quantit di moto nel carro. In effetti, un certa quantit di moto

rifluisce a terra a causa dellattrito dinamico (non disegnato).

Sfida 390 s
Sfida 391 s
Sfida 392 d
Ref. 175

d
=
d

(64)

in cui il lavoro (fisico) definito da = . Il lavoro fisico una forma di energia,


come si potrebbe desiderare di controllare. Il lavoro, come una forma di energia, deve
essere preso in considerazione quando viene controllata la conservazione dellenergia.
Si noti che un uomo che cammina portando un pesante zaino sta duramente facendo
alcun lavoro; perch allora egli si sente stanco?
Con la definizione di lavoro appena data possibile risolvere i seguenti enigmi. Cosa
succede al consumo di energia elettrica di una scala mobile se si cammina su di essa,
invece di stare fermi? Qual leffetto della definizione di poteza per lo stipendio degli
scienziati?
Quando gli studenti agli esami dicono che la forza che agisce su un sasso lanciato
minima nel punto pi alto della traiettoria, si soliti dire che stanno usando una visione
non corretta, vale a dire la cosiddetta visione Aristotelica, in cui la forza proporzionale
alla velocit. A volte anche detto che stanno usando un diverso concetto di stato di
moto. I critici poi aggiungono, con un tono di superiorit, come questo sia tutto sbagliato.
Questo un esempio di disinformazione intellettuale. Ogni studente sa andando su una

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Le forze sono misurate con laiuto di deformazioni di corpi. I valori di forza di tutti
i giorni possono essere misurati misurando lestensione di una molla. Valori di forza
piccoli, dellordine di 1 nN, possono essere rilevati misurando la deviazione di levette
con laiuto di un raggio laser riflesso.
Tuttavia, ogni volta che viene utilizzato il concetto di forza, va ricordato che la forza
fisica diversa dalla forza di tutti i giorni o lo sforzo di tutti i giorni . Lo sforzo probabilmente meglio approssimato dal concetto di potenza (fisica), di solito abbreviato , e
definita (per forza costante) come

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

Ref. 85

221

Abbiamo visto che la forza il cambiamento della quantit di moto. Abbiamo anche visto
che la quantit di moto conservata. Come vanno assieme queste dichiarazioni? La risposta la stessa per tutte le quantit conservate. Immaginiamo una superficie chiusa che
il limite di un volume nello spazio. La conservazione implica che la quantit conservata
racchiusa allinterno della superficie pu cambiare solo fluendo attraverso la superficie.**
* Questo trampolino di lancio cos alto che molti fisici professionali loro stessi non lo prendono davvero;
questo confermato dagli innumerevoli commenti in documenti che indicano che la forza fisica definita
usando la massa, e, allo stesso tempo, che la massa definita usando la forza (essendo la seconda parte della
frase un errore di fondo).
** Matematicamente, la conservazione di una quantit espressa con laiuto della densit di volume =
/, la corrente = /, e il flusso = , in modo che = /. La conservazione implica poi
d

=
d =
d =
d

=

(65)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Forze, superfici e conservazione

Il Monte del Moto

bicicletta, gettando una pietra o tirando un oggetto che lo sforzo aumentato si traduce in
una maggiore velocit. Lo studente ha ragione; quei teorici che deducono che lo studente
ha un concetto sbagliato di forza sbagliano. Infatti, al posto del concetto fisico di forza, lo
studente sta solo utilizzando la versione quotidiana, vale a dire lo sforzo. Infatti, lo sforzo
esercitato dalla gravit su una pietra volante minimo nel punto pi alto della traiettoria.
Comprendere la differenza tra forza fisica e sforzo di tutti i giorni lostacolo principale
nellapprendimento della meccanica.*
Spesso lequazione del flusso della quantit di moto, (62), non riconosciuta come la
definizione di forza. Ci dovuto principalmente ad una quotidiana osservazione: sembrano esserci forze senza accelerazioni associate o cambiamenti nella quantit di moto,
ad esempio in un filo in tensione o nellacqua ad alta pressione. Quando si spinge contro
un albero, come mostrato in figura ??, non vi alcun moto, ma viene applicata una forza.
Se la forza il flusso della quantit di moto, dove va la quantit di moto? Esso fluisce
in leggere deformazioni delle braccia e dellalbero. Infatti, quando si inizia a spingere
e quindi deformando, si pu osservare il cambiamento della quantit di moto associata delle molecole, gli atomi o gli elettroni dei due corpi . Dopo che la deformazione si
stabilita un flusso continuo ed uguale di quantit di moto in corso in entrambe le
direzioni.
Poich la forza il flusso netto di quantit di moto, il concetto di forza non veramente
necessario nella descrizione del moto. Ma a volte il concetto pratico. Questo il caso
nella vita quotidiana, in cui utile in situazioni in cui i valori netti di quantit di moto
sono piccoli o trascurabili. Ad esempio, utile definire la pressione come forza per area,
anche se in realt un flusso di quantit di moto per area. A livello microscopico, la
quantit di moto basta da sola alla descrizione del moto.
Nel titolo della sezione abbiamo chiesto sullutilit di forza e potenza. Prima di poter rispondere in modo conclusivo, abbiamo bisogno di pi argomenti. Attraverso le
loro definizioni, i concetti di forza e di potenza si distinguono nettamente dalla massa,
quantit di moto, energia e gli uni dagli altri. Ma da dove hanno origine le forze?
In altre parole, quali effetti in natura hanno la capacit di accelerare i corpi pompando
quantit di moto negli oggetti? tavola 30 d una panoramica.

222

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

Description with
forces at one single
point

Description with
momentum flow

Alternatively:

+p

-p
Flow
of -p
Il Monte del Moto

Flow
of +p

Flow
of +p

F I G U R A 164 Le due descrizioni equivalenti di situazioni con forza netta zero, cio, con un flusso di

quantit di moto chiuso. La compressione si verifica quando il flusso della quantit di moto e la
quantit di moto puntano nella stessa direzione; lestensione si verifica quando il flusso della quantit di
moto e la quantit di moto puntano in direzioni opposte.

o, equivalentemente,

+ = 0 .

(66)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

+p

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

223

Tutte le quantit conservate in natura come energia, quantit di moto, carica


elettrica, momento angolare possono cambiare solo passando attraverso superfici. In
particolare, se la quantit di moto di un corpo cambia, ci avviene attraverso una superficie. Il cambiamento della quantit di moto dovuto al flusso della quantit di moto.
In altre parole, il concetto di forza implica sempre una superficie attraverso cui scorre la
quantit di moto.
La forza il flusso della quantit di moto attraverso una superficie.
Ref. 291

Sfida 393 f

Questo punto essenziale per comprendere la forza fisica. Ogni forza richiede una superficie per la sua definizione.
Per perfezionare il vostro proprio concetto di forza, possibile cercare la superficie
corrispondente quando una corda tira un carro, o quando un braccio spinge un albero,
o quando unauto accelera. E anche utile confrontare la definizione di forza con la definizione di potenza: entrambe le quantit sono flussi attraverso superfici. Come risultato,
possiamo dire:
Un motore una pompa di quantit di moto.

Sfida 396 s

Questa lequazione della continuit per la quantit . Tutto questo afferma solo che una quantit conservata
in un volume chiuso pu cambiare solo fluendo attraverso la superficie . Questo un tipico esempio di
come la complessit delle espressioni matematiche possono offuscare il semplice contenuto fisico.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 394 f
Sfida 395 s

Ogni esempio di moto, dal moto che ci permette di scegliere la direzione dello sguardo
al moto che porta una farfalla attraverso il paesaggio, pu essere messo in una delle
due colonne pi a sinistra di tavola 30. Fisicamente, tali due colonne sono separate
dal seguente criterio: nella prima classe, laccelerazione di un corpo pu essere in una
direzione diversa dalla sua velocit. La seconda classe di esempi produce solo accelerazioni che sono esattamente opposte alla velocit del corpo in moto, come visto dalla
cornice di riferimento del mezzo frenante. Tale forza resistente chiamata attrito, resistenza o uno smorzamento . Tutti gli esempi della seconda classe sono tipi di attrito.
Basta controllare.
Un puzzle sul ciclismo: il vento laterale frena e perch
Lattrito pu essere cos forte che tutti i moti di un corpo contro il suo ambiente
viene reso impossibile. Questo tipo di attrito, chiamato attrito statico o attrito adesivo,
comune ed importante: senza di esso, girare le ruote di biciclette, treni o automobili
non avrebbe alcun effetto. Senza attrito statico, le ruote azionate da un motore non
avrebbero presa. Allo stesso modo, non una singola vite rimarrebbe serrata e nessun
clip di capelli funzionerebbe. Non potremmo correre, n camminare in un bosco, poich il suolo sarebbe pi scivoloso del ghiaccio lucido. In realt non solo il nostro moto,
ma tutto il moto volontario degli esseri viventi basato sullattrito. Lo stesso il caso per
tutte le macchine semoventi. Senza attrito statico, le eliche delle navi, aeroplani ed elicotteri non avrebbero alcun effetto e le ali degli aeroplani non produrrebbero lascensione
per tenerli in aria. (Perch?)

Il Monte del Moto

At trito e moto

224

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

TAV O L A 30 Processi selezionati e dispositivi che cambiano il moto dei corpi.

S it ua z ioni che
p o rta no a d
accelerazione

S it ua z ion i che
p o rta no s o l o a
decelerazione

Motori ed
at t uat o r i

piezoelettricit
quarzo sotto voltaggio applicato termoluminescenza

walking piezo treppiede

collisioni
satellite che incontra un pianeta scontro dauto
crescita delle montagne
scontro di meteoriti

motore del razzo


nuoto di larve

effetti magnetici
ago della bussola vicino al
frenatura elettromagnetica
magnete
magnetostrizione
perdite al trasformatore
corrente in filo vicino a magnete riscaldamento elettrico
effetti elettrici
pettine strofinato nei capelli
bombe
tubo a raggi catodici

attrito tra solidi


fuoco
microscopio elettronico

luce
levitazione di oggetti con la luce arresto di atomi in bagno di
luce
vela solare per satelliti
pressione luce allinterno
delle stelle
elasticit
arco e freccia
alberi piegati che si alzano
nuovamente
osmosi
acqua che risale negli alberi
elettro-osmosi

bretelle per pantaloni


cuscino, air bag

pistola elettromagnetica
motori lineari
galvanometro
motori elettrostatici
muscoli, flagelli dello
sperma
motore Browniano
(vero) mulino a luce
cella solare

motori ad ultrasuoni
bimorphs

conservazione di cibo col sale pendolo osmotico


controlli a raggi X
sintonizzabili

calore & pressione


congelamento di bottiglia di
champagne
bollitore
barometro
terremoti
attrazione di treni che passano

resistenza allacqua del


surfboard
sabbie mobili
paracadute
resistenza allo scorrimento
ammortizzatori

macchina a vapore
fucile ad aria compressa, vela
sismometro
turbina ad acqua

nuclei
radioattivit

immergersi nel sole

esplosione di supernova

diminuzione diametro dei


vasi sanguigni

motori molecolari

emissione di onde
gravitazionali

puleggia

biologia
crescita del bamb
gravitazione
decadimento

macchine idrauliche

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

225

typical passenger aeroplane

cw = 0.03

typical sports car or van


modern sedan

cw = 0.44
cw = 0.28

dolphin and penguin

cw = 0.035

soccer ball
turbulent (above c. 10 m/s)
laminar (below c. 10 m/s)

cw = 0.2
cw = 0.45

F I G U R A 165 Le forme e la resistenza aria/acqua.

At trito, sport, macchine e prevedibilit

Ref. 177

* Ci potrebbe essere una eccezione. Recenti ricerche suggeriscono che forse in alcuni sistemi cristallini,
come i corpi di tungsteno su silicio, sotto condizioni ideali lattrito radente pu essere estremamente piccolo
e forse anche svanire in certe direzioni di moto. questa cosiddetta superlubrificazione attualmente un tema
di ricerca.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 176

Una volta che un oggetto si muove attraverso il suo ambiente, ostacolato da un altro
tipo di attrito; si chiama attrito dinamico e agisce tra tutti i corpi in moto relativo.*Senza
attrito dinamico, i corpi che cadono rimbalzerebbero sempre alla stessa altezza, senza
mai fermarsi; n i paracadute n i freni funzionerebbero; e peggio ancora, non avremmo
memoria, come vedremo pi tardi.
Tutti gli esempi di moto nella seconda colonna di tavola 30 includono attrito. In questi
esempi, lenergia macroscopica non si conserva: i sistemi sono dissipativi. Nella prima
colonna,lenergia macroscopica costante: i sistemi sono conservativi..
Le prime due colonne possono essere distinte con un pi astratto, criterio matematico:
a sinistra sono accelerazioni che possono essere derivate da un potenziale, sulla destra,
decelerazioni che non possono.Come nel caso della gravitazione, la descrizione di qualsiasi tipo di moto molto semplificata mediante luso di un potenziale: ad ogni posizione
nello spazio, necessita solo il singolo valore del potenziale per calcolare la traiettoria di
un oggetto, invece dei tre valori della accelerazione o la forza. Inoltre, la grandezza della
velocit di un oggetto in qualsiasi punto pu essere calcolata direttamente dalla conservazione dellenergia.
I processi della seconda colonna non possono essere descritti da un potenziale. Questi
sono i casi in cui meglio usare la forza se vogliamo descrivere il moto del sistema. Ad
esempio, la forza di attrito o resistenza dovuta alla resistenza del vento di un corpo

Il Monte del Moto

In breve, lattrito statico necessario ogni volta che noi o un motore vogliamo
muoverci contro lambiente.

226

circa data da

Page 343
Sfida 397 f

1
= w 2
2

dove larea della sua sezione trasversale e la sua velocit rispetto allaria, la
densit dellaria. Il coefficiente di attrito w un numero puro che dipende dalla forma
delloggetto in moto. Alcuni esempi sono forniti in figura 165. La formula valida per
tutti i fluidi, non solo per laria, sotto la velocit del suono, finch la resistenza a causa
di turbolenza. Questo generalmente il caso in aria ed in acqua. (A velocit molto basse,
quando il moto del fluido non turbolento, ma laminare, la resistenza si chiama viscosa
e segue un relazione (quasi) lineare con la velocit.) Si pu verificare che la resistenza, o
resistenza aerodinamica non pu essere derivata da un potenziale.*
Il coefficiente di resistenza aerodinamica w una quantit misurata. Il calcolo dei
coefficienti di resistenza con i computer, data la forma del corpo e le propriet del fluido,
uno dei compiti pi difficili della scienza; il problema ancora non risolto. Una vettura
aerodinamica ha un valore compreso tra 0,25 e 0,3; molte vetture sportive condividono
con i furgoni valori di 0,44 e superiori, e valori di auto da corsa possono essere alti come
1, a seconda della quantit della forza che viene utilizzata per mantenere la macchina
fissata al suolo. I valori conosciuti sono per delfini e pinguini.**
La resistenza al vento importante anche per gli esseri umani, in particolare in
atletica. E stimato che i velocisti dei 100 m spendono tra il 3 % ed il 6 % della loro potenza
per superare la resistenza. Questo porta a diversi tempi di sprint w quando coinvolta
la velocit del vento , in relazione con lespressione

Sfida 400 s
Ref. 180

Sfida 398 s

Vol. V, pag. ??
Ref. 178

(68)

dove viene utilizzata la stima pi conservativa di 3 %. Una velocit del vento opposta di
2 m/s d un aumento del tempo di 0.13 s, abbastanza per cambiare un potenziale record
mondiale in un solo ottimo risultato. (Siete in grado di dedurre il w valore per la corsa
delluomo dalla formula?)
Allo stesso modo, il paracadutismo esiste a causa della resistenza. Potete determinare come cambia nel tempo la velocit di un corpo che cade, con o senza paracadute,
assumendo costanti forma e coefficiente di resistenza?
Al contrario, lattrito statico ha propriet diverse. Esso proporzionale alla forza premente i due corpi insieme. Perch? Studiando la situazione pi in dettaglio, lattrito adesivo si trovato essere proporzionale allarea di contatto effettiva. Si scopre che mettere
* Tale dichiarazione circa lattrito corretta solo in tre dimensioni, come avviene in natura; nel caso di una
sola dimensione, un potenziale pu sempre essere trovato.
** Non chiaro se c, in natura, un valore pi piccolo possibile per il coefficiente di resistenza aerodinamica.
Il tema delle forme aerodinamiche interessante anche per i corpi fluidi. Essi sono tenuti insieme dalla
tensione superficiale. Ad esempio, la tensione superficiale mantiene i capelli bagnati di un pennello bagnato
insieme. La tensione superficiale determina anche la forma delle gocce di pioggia. Esperimenti dimostrano
che la loro forma sferica per gocce pi piccole di 2 mm di diametro, e che gocce di pioggia pi grandi
hanno forma lenticolare, con la parte piatta verso il fondo. La forma abituale della lacrima non si incontra
in natura; qualcosa di vagamente simile ad essa appare durante il distacco della goccia, ma non durante la
caduta della goccia.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

w 2
0
) ,
= 1.03 0.03 (1
w
100 m

Sfida 399 na

(67)

Il Monte del Moto

Ref. 179

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

227

Ref. 181

* Il primo scienziato che elimin la forza dalla descrizione della natura fu Heinrich Rudolf Hertz (b. 1857
Amburgo, d. 1894 Bonn), il celebre scopritore delle onde elettromagnetiche, nel suo libro di testo sulla
meccanica, Die Prinzipien der Mechanik, Barth, 1894, ripubblicato da Wissenschaftliche Buchgesellschaft,
1963. La sua idea fu fortemente criticata in quel tempo; solo una generazione pi tardi, quando la meccanica quantistica si sbarazz tranquillamente del concetto per bene, lidea divenne comunemente accettata.
(Molti hanno speculato sul ruolo che Hertz avrebbe giocato nello sviluppo della meccanica quantistica e
la relativit generale, se non fosse morto cos giovane.) Nel suo libro, Hertz formul anche il principio del
percorso pi diretto: le particelle seguono geodetiche. Questa stessa descrizione uno dei pilastri della relativit generale, come vedremo pi avanti.
** Ma il costo elevato; nel caso dei rapporti umani la valutazione dovrebbe essere un po pi esigente,
come ha mostrato la ricerca sulla violenza.
*** E che cosa abbiamo bisogno per questo motore, quando lo studio ragionato della natura ci prova che il
moto perpetuo la prima delle sue leggi?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Et quavons-nous besoin de ce moteur, quand


ltude rflchie de la nature nous prouve que le
mouvement perptuel est la premire de ses
lois ?***
Donatien de Sade Justine, ou les malheurs de la
vertu.

Il Monte del Moto

due solidi a contatto un po come girare la Svizzera a testa in gi e metterla sull Austria;
larea di contatto molto pi piccola di quella stimata macroscopicamente. Il punto importante che larea di contatto effettiva proporzionale alla forza normale. Lo studio di
ci che accade in quella zona di contatto ancora un argomento di ricerca; i ricercatori
stanno studiando i problemi utilizzando strumenti come microscopi a forza atomica,
microscopi a forza laterale e triboscopi. Questi sforzi hanno portato a dischi rigidi dei
computer che durano di pi, poich lattrito tra il disco e la testina di lettura un quantit
centrale nel determinarne la durata.
Tutte le forme di attrito sono accompagnate da un aumento della temperatura del
corpo in moto. Il motivo divenne chiaro dopo la scoperta degli atomi. Lattrito non si
osserva in pochi es 2, 3, o 4 sistemi di particelle. Lattrito appare solo in sistemi
con molte particelle, solitamente milioni o pi. Tali sistemi sono chiamati dissipativi. Entrambi i cambiamenti di temperatura e di attrito stesso sono dovuti al moto di un gran
numero di particelle microscopiche contro ogni altro. Questo moto non incluso nella
descrizione Galileiana. Quando incluso, attrito e perdita di energia scompaiono, ed i
potenziali possono quindi essere utilizzati per tutto. Allora appaiono anche accelerazioni
positive di grandezza microscopica e il moto si trova ad essere conservato.
In breve, lintero moto conservativo su scala microscopica. Su scala microscopica
quindi possibile e pi pratico descrivere tutto il moto senza il concetto di forza.*
La morale della storia duplice: in primo luogo, si dovrebbe usare la forza e la potenza solo in una situazione: nel caso dellattrito, e solo quando non si vuole entrare
nei dettagli.** In secondo luogo, lattrito non un ostacolo per la prevedibilit. Il moto
rimane prevedibile.

228

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

Stati completi condizioni iniziali

Quid sit futurum cras, fuge quaerere ...*


Orazio, Odi, lib. I, ode 9, v. 13.

continuiamo la nostra esplorazione della prevedibilit del moto. Spesso descriviamo il


moto di un corpo specificando la dipendenza della sua posizione dal tempo, per esempio
come
(69)
() = 0 + 0 ( 0 ) + 21 0 ( 0 )2 + 16 0 ( 0 )3 + ... .

Page 27

Sfida 403 s
Sfida 404 s

Ref. 83

* Evita di chiederti cosa sar domani ... Orazio Quinto Orazio Flacco (658 bce), il grande poeta Romano

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 402
401 s

Il Monte del Moto

Page 87

Le quantit con un indice di 0, come ad esempio la posizione di partenza di 0 , la velocit di partenza di 0 ,, ecc, sono chiamati condizioni iniziali. Le condizioni iniziali sono
necessarie per una descrizione del moto. Sistemi fisici diversi hanno condizioni iniziali
diverse. Le condizioni iniziali cos specificano lindividualit di un dato sistema. Le condizioni iniziali ci permettono anche di distinguere la situazione attuale di un sistema da
quella ad ogni tempo precedente: le condizioni iniziali specificano gli aspetti mutevoli di
un sistema. Equivalentemente, essi sintetizzano il passato di un sistema .
Le condizioni iniziali sono quindi proprio le propriet che stavamo cercando per una
descrizione dello stato di un sistema. Per trovare una descrizione completa degli stati abbiamo solo bisogno di una descrizione completa delle condizioni iniziali, che possiamo
cos chiamare correttamente anche stati iniziali. Risulta che per la gravitazione, come per
tutte le altre interazioni microscopiche, non c necessit delle accelerazioni iniziali 0 ,
strappo iniziale di 0 , o quantit iniziali di ordine superiore. In natura, laccelerazione
e strappo dipendono solo dalle propriet degli oggetti e il loro ambiente; essi non dipendono dal passato. Ad esempio, lespressione = /2 della gravit universale,
dando laccelerazione di un piccolo corpo vicino ad uno grande, non dipende dal passato, ma solo dallambiente. Lo stesso accade per le altre interazioni fondamentali, come
troveremo a breve.
Lo stato completo di una massa puntiforme che si muove quindi descritto specificando la sua posizione e il suo moto in ogni istante di tempo. Cos ora abbiamo raggiunto
una descrizione completa delle propriet intrinseche degli oggetti puntiformi, vale a dire
la loro massa, e dei loro stati di moto, vale a dire delle loro quantit di moto, energia, posizione e tempo. Per oggetti estesi rigidi abbiamo anche bisogno di orientamento, velocit
angolare e momento angolare. Ma sono necessari altri stati osservabili.
Potete indicare i necessari stati osservabili nei casi di corpi elastici estesi e dei fluidi?
Potete fare un esempio di una propriet intrinseca che abbiamo finora dimenticato?
Allinsieme di tutti i possibili stati di un sistema dato un nome speciale: chiamato spazio delle fasi. Useremo il concetto pi volte. Come ogni spazio, ha un numero di
dimensioni. Potete specificare questo numero per un sistema composto da particelle
puntiformi?
E interessante ricordare una sfida pi grande e chiedere di nuovo: luniverso ha condizioni iniziali? Ha uno spazio delle fasi?
Dato che ora abbiamo una descrizione di entrambe le propriet e gli stati per oggetti puntiformi, oggetti rigidi estesi e corpi deformabili, possiamo prevedere tutto il

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

Sfida 405 s

moto? Non ancora. Ci sono situazioni in natura dove il moto di un oggetto dipende
da caratteristiche diverse da quella della massa; il moto pu dipendere dal suo colore (si
pu trovare un esempio?), dalla sua temperatura, e da alcune altre propriet che presto
scopriremo. E per ogni propriet intrinseca ci sono stati osservabili da scoprire. Ogni
ulteriore propriet intrinseca la base di un campo di indagine fisica. La velocit fu la
base per la meccanica, la temperatura la base per la termodinamica, la carica la base
per lelettrodinamica, etc. Dobbiamo quindi concludere che ancora non abbiamo una
descrizione completa del moto.
Un ottimista qualcuno che pensa che il futuro
incerto.
Anonimo

Esistono le sorprese? Il fu turo determinato?


Die Ereignisse der Zukunft knnen wir nicht
aus den gegenwrtigen erschlieen. Der Glaube
an den Kausalnexus ist ein Aberglaube.*
Ludwig Wittgenstein, Tractatus, 5.1361
La libert il riconoscimento della necessit.
Friedrich Engels (18201895)

() = = /3 ,

(70)

e possiamo utilizzare lo stato in un determinato momento, date le condizioni iniziali


quali
(0 )

e (0 ) ,

(71)

per determinare il moto della particella in anticipo. Infatti, con questi due pezzi di informazione, siamo in grado di calcolare la traiettoria completa ().
Unequazione che ha il potenziale di prevedere il corso degli eventi chiamata
unequatione di evoluzione. Lequazione (70), per esempio, unequazione di evoluzione
per la caduta degli oggetti. (Si noti che il termine evoluzione ha significati diversi in fisica e in biologia.) Unequazione di evoluzione abbraccia losservazione che non tutti i
* Non possiamo dedurre gli eventi del futuro da quelli del presente. La credenza nel nesso causale superstizione.La nostra avventura, per, confermer le osservazioni di tutti i giorni che questa affermazione
sbagliata.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Se, dopo aver scalato un albero, saltiamo gi, non possiamo fermare il salto nel centro
della traiettoria; una volta che il salto iniziato, inevitabile e determinato, come tutto il
moto passivo. Tuttavia, quando cominciamo a spostare un braccio, si pu fermare o cambiare il suo moto da un colpo ad una carezza. Il moto volontario non sembra inevitabile
o predeterminato. Quale di questi due casi quello generale?
Cominciamo con lesempio che possiamo descrivere pi precisamente finora: la
caduta di un corpo. Una volta che il potenziale gravitazionale che agisce su una particella dato e preso in considerazione, possiamo usare lespressione

Il Monte del Moto

Sfida 406 f

229

230

Vol. V, pag. ??

tipi di cambiamento sono osservati in natura, ma solo alcuni casi specifici. Non tutte
le sequenze immaginabili di eventi sono osservate, ma solo un numero limitato di esse.
In particolare, lequazione (70) abbraccia lidea che da un istante allaltro, la caduta di
oggetti cambia il loro moto basato sul potenziale gravitazionale che agisce su di loro.
Non esistono equazioni di evoluzione solo per il moto dovuto alla gravit, ma per il
moto dovuto a tutte le forze della natura. Data unequazione di evoluzione e lo stato iniziale, lintero moto di un sistema quindi fissato univocamente, una propriet del moto
spesso chiamato determinismo. Ad esempio, gli astronomi possono calcolare la posizione
dei pianeti con alta precisione con migliaia di anni di anticipo.
Distinguiamo attentamente il determinismo da diversi concetti simili, ad evitare malintesi. Il moto pu essere deterministico e allo stesso tempo essere imprevedibile in pratica. Limprevedibilit del moto pu avere quattro origini:
1.
2.
3.
4.

Ref. 182

Per esempio, nel caso del tempo(meteorologico) le prime tre condizioni sono soddisfatte
contemporaneamente. E difficile prevedere il tempo su periodi di oltre una settimana o
due. (Nel 1942, Hitler ancora una volta si rese ridicolo in tutta la Germania richiedendo
la previsione di precise condizioni meteorologiche per i dodici mesi successivi.) Nonostante la difficolt della previsione, il cambiamento di clima ancora deterministico.
Come altro esempio, nei pressi dei buchi neri tutte e quattro le origini si applicano insieme. Discuteremo i buchi neri nella sezione sulla relativit generale. Nonostante sia
imprevedibile, il moto deterministico vicino ai buchi neri.
Il moto pu essere sia deterministico e casuale, cio, con diversi esiti in esperimenti
simili. Il moto di una pallina della roulette deterministico, ma anche casuale.* Come
vedremo pi avanti, i sistemi quantistici rientrano in questa categoria, come fanno tutti
gli esempi di moto irreversibile, tali come una goccia di inchiostro che si diffonde in acqua chiara. Anche la caduta di un dado sia deterministica che casuale. Infatti, gli studi
su come prevedere il risultato di un tiro di dado con laiuto dellinformatica stanno facendo rapidi progressi; questi studi mostrano anche come lanciare un dado per aumentare le probabilit di ottenere un risultato desiderato. In tutti questi casi la casualit e
lirriproducibilit sono solo apparenti; scompaiono quando sono inclusi la descrizione
degli stati e le condizioni iniziali nel dominio microscopico . In breve, il determinismo
non contraddice lirreversibilit (macroscopica). Tuttavia, su scala microscopica, il moto
deterministico sempre reversibile.
Un concetto finale che deve essere distinto dal determinismo lacausalit. La causalit il requisito che una causa deve precedere leffetto. Ci banale in fisica Galileiana,
ma diventa importante nella relativit speciale, dove la causalit implica che la velocit
della luce sia un limite per la diffusione degli effetti. In effetti, sembra impossibile avere
* I matematici hanno sviluppato un gran numero di test per determinare se un insieme di numeri possa
essere chiamato casuale; i risultati della roulette passano tutti questi test nei soli casin onesti, per. Tali
prove normalmente controllano lequa distribuzione dei numeri, delle coppie di numeri, di triplette di numeri, ecc. Altri test sono il test 2 , la prova(e) Monte Carlo, e il test gorilla.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 183

Un impraticabile gran numero di particelle coinvolte, incluse situazioni con attrito,


informazioni insufficienti sulle condizioni iniziali, e
la complessit matematica delle equazioni di evoluzione,
strane forme di spazio-tempo.

Il Monte del Moto

Page 125
Vol. IV, pag. 160

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

Sfida 407 s

* I problemi con il termine condizioni iniziali diventano chiari vicino al big bang: al big bang, luniverso
non ha passato, ma si dice spesso che ha condizioni iniziali. Questa contraddizione si risolve solo nellultima
parte della nostra avventura.
** Questo per pu essere molto divertente.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Vol. V, pag. ??

moto deterministico (di materia ed energia) che sia acausale, in altre parole, pi veloce
della luce. Potete confermarlo? Questo argomento sar esaminato pi profondamente
nella sezione sulla relativit speciale.
Dire che il moto deterministico significa che fissato nel futuro e anche nel passato.
A volte viene affermato che le previsioni di osservazioni future sono la prova cruciale per
la descrizione di successo della natura. Grazie alla nostra spesso impressionante capacit
di influenzare il futuro, questo non necessariamente un buon test. Qualsiasi teoria deve,
innanzitutto, descrivere correttamente le osservazioni passate. E la nostra mancanza di
libert di cambiare il passato che si traduce nella nostra mancanza di scelta nella descrizione della natura che cos centrale nella fisica. In questo senso, il termine condizione
iniziale una scelta infelice, perch in realt, le condizioni iniziali riassumono il passato di un sistema.*Lingrediente centrale di una descrizione deterministica che ogni
moto possibile pu essere ridotto a unequazione di evoluzione pi uno stato specifico.
Questo stato pu essere iniziale, intermedio o finale. Il moto deterministico specificato
unicamente nel passato e nel futuro.
Per ottenere un chiaro concetto di determinismo, utile ricordare a noi stessi perch
il concetto di tempo viene introdotto nella nostra descrizione del mondo. Noi introduciamo il tempo perch osserviamo innanzitutto che siamo in grado di definire le sequenze nelle osservazioni, e in secondo luogo, che il cambiamento impossibile senza
restrizioni. Ci in contrasto con i film, in cui una persona pu camminare attraverso
una porta e uscire in un altro continente o in un altro secolo. In natura non osserviamo
metamorfosi, come persone che si trasformano in tostapane o cani in spazzolini da denti.
Siamo in grado di introdurre il tempo solo perch i cambiamenti sequenziali che osserviamo sono estremamente limitati. Se la natura non fosse riproducibile, il tempo non
potrebbe essere utilizzato. In breve, il determinismo esprime losservazione che le modifiche sequenziali sono limitate ad una singola possibilit.
Poich il determinismo collegato allutilizzo del concetto di tempo, nuove domande
sorgono quando il concetto di tempo cambia, come accade nella relativit speciale, nella
relativit generale e nella fisica teorica delle alte energie. C un sacco di divertimento
avanti.
In sintesi, ogni descrizione della natura che utilizza il concetto di tempo, come ad esempio quella della vita quotidiana, quella della fisica classica e quella della meccanica
quantistica, intrinsecamente ed inevitabilmente deterministica, in quanto collega osservazioni del passato e del futuro, eliminando le alternative. In breve, luso del tempo
implica il determinismo, e viceversa. Quando si traggono conclusioni metafisiche, come
cos popolare oggi quando si parla di teoria quantistica, non bisogna mai dimenticare
questo collegamento. Chiunque utilizzi gli orologi, ma nega il determinismo affetto da
sdoppiamento della personalit!**Il futuro determinato.

Il Monte del Moto

Sfida 408 s

231

232

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

Il libero arbitrio

* Che il libero arbitrio sia un sentimento pu anche essere confermato da una attenta introspezione. In
effetti, lidea di libero arbitrio si porr sempre dopo che unazione stata avviata. E un bellissimo esperi-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

L idea che il moto determinato produce spesso paura, perch ci viene insegnato ad
associare il determinismo con la mancanza di libert. Daltra parte, noi sperimentiamo la
libert nelle nostre azioni e la chiamiamo libero arbitrio. Sappiamo che esso necessario
per la nostra creativit e la nostra felicit. Dunque il determinismo si oppone alla felicit.
Ma che cosa esattamente il libero arbitrio? Molto inchiostro stato consumato nel
tentativo di trovare una definizione precisa. Si pu cercare di definire il libero arbitrio
come larbitrariet della scelta delle condizioni iniziali. Tuttavia, le condizioni iniziali
devono esse stesse derivare dalle equazioni di evoluzione, per cui non vi in realt
alcuna libert nella loro scelta. Si pu cercare di definire il libero arbitrio dallidea di
imprevedibilit, o da propriet simili, come la non computabilit. Ma queste definizioni affrontano lo stesso semplice problema: qualunque sia la definizione, non c alcun
modo di dimostrare sperimentalmente che lazione stata eseguita liberamente. Le possibili definizioni sono inutili. In breve, poich il libero arbitrio non pu essere definito,
esso non pu essere osservato. (Gli psicologi hanno anche un sacco di dati aggiuntivi a
sostegno di questa conclusione, ma questo un altro argomento.)
Nessun processo che sia graduale a differenza di improvviso pu essere dovuto
al libero arbitrio; i processi graduali sono descritti dal tempo e sono deterministici. In
questo senso, la questione del libero arbitrio diventer una circa lesistenza di cambiamenti improvvisi in natura. Questo sar un tema ricorrente nel resto di questa passeggiata. Pu sorprenderci la natura? Nella vita di tutti i giorni, la natura non lo fa. I cambiamenti improvvisi non vengono osservati. Naturalmente, dobbiamo ancora indagare
su questa domanda in altri domini, in quello molto piccolo e in quello molto grande.
Infatti, cambieremo il nostro parere diverse volte, ma la conclusione rimane.
Notiamo che la mancanza di sorprese nella vita quotidiana costruita in profondit
nella nostra natura: levoluzione ha sviluppato la curiosit, perch tutto quello che
scopriamo sia utile in seguito. Se la natura ci sorprendesse continuamente, la curiosit
non avrebbe alcun senso.
Molte osservazioni contraddicono lesistenza di sorprese: allinizio della nostra
passeggiata abbiamo definito il tempo con la continuit del moto; in seguito abbiamo espresso questo dicendo che il tempo una conseguenza della conservazione dellenergia.
La conservazione lopposto della sorpresa. Tra laltro, rimane una sfida: potete dimostrare che il tempo non sarebbe definibile anche se le sorprese esistessero solo
raramente?
In sintesi, finora non abbiamo alcuna prova che esistano sorprese in natura. Il
tempo esiste perch la natura deterministica. Il libero arbitrio non pu essere definito
con la precisione richiesta dalla fisica. Dato che non ci sono cambiamenti improvvisi, c solo una conclusione coerente: il libero arbitrio un sentimento, in particolare
di indipendenza dagli altri, di indipendenza dalla paura e dellaccettazione delle conseguenze delle proprie azioni.*Il libero arbitrio uno strano nome per una sensazione

Il Monte del Moto

Sfida 409 s

Avete la capacit di sorprendere voi stessi.


Richard Bandler e John Grinder

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

Ref. 184

Ref. 185
Sfida 411 f

233

di soddisfazione. Ci risolve lapparente paradosso; il libero arbitrio, essendo un sentimento, esiste come esperienza umana, anche se tutti gli oggetti si muovono senza possibilit di scelta. Non c contraddizione.
Anche se lazione umana determinata, ancora autentica. Allora perch il determinismo cos spaventoso? Questa una domanda che tutti devono fare a loro stessi. Che
differenza implica il determinismo per la tua vita, per le azioni, le scelte, le responsabilit
e i piaceri che si incontrano?* Se si conclude che essere determinato diverso da essere
libero, si dovrebbe cambiare vita! La paura del determinismo di solito deriva dal rifiuto
di prendere il mondo cos com. Paradossalmente, proprio la persona che insiste per
lesistenza del libero arbitrio che scappa dalle responsabilit.
Sintesi sulla prevedibilit

, .**
Pompeius

I fisici mirano a parlare di moto con la massima precisione possibile. La prevedibilit


un aspetto della precisione. La pi alta prevedibilit e quindi la massima precisione
possibile quando il moto descritto quanto pi globalmente possibile.
Su tutta la Terra anche in Australia le persone osservano che le pietre cadono
gi. Questa antica osservazione ha portato alla scoperta della gravitazione universale.
Per trovarla, tutto ci che era necessario era quello di cercare una descrizione di gravit che fosse valida globalmente. Lunica ulteriore osservazione che ha bisogno di essere
riconosciuta per dedurre il risultato = /2 la variazione di gravit con laltezza.
In breve, pensare globalmente ci aiuta a rendere la nostra descrizione del moto pi
precisa e le nostre previsioni pi utili. Come possiamo descrivere il moto quanto pi

Sfida 410 f

Sfida 412 s

Ref. 186

mento sedersi in un ambiente tranquillo, con lintenzione di effettuare, in un numero imprecisato di minuti,
un piccolo gesto, come la chiusura di una mano. Se si osserva con attenzione, in tutti i dettagli, ci che accade dentro di te nel momento della decisione, trovate sia un meccanismo che ha portato alla decisione, o
una diffusa, nebbia non chiara. Non si pu mai trovare il libero arbitrio. Tale esperimento un bel modo
di vivere a fondo le meraviglie del s. Esperienze di questo tipo potrebbero essere anche una delle origini
della umana spiritualit, poich essi mostrano il collegamento che ognuno ha con il resto della natura.
* Se le leggi della natura sono deterministiche, sono in contrasto con le leggi morali o etiche? Le persone
possono essere ritenute ancora responsabili per le loro azioni?
** Navigare necesse, vivere non necesse. Navigare necessario, vivere no. Gnaeus Pompeius Magnus (106
48 bce) citato in tal modo da Plutarco (c. 45 to c. 125).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Dalla prevedibilit alle descrizioni globali del moto

Il Monte del Moto

Nonostante le difficolt di prevedere casi specifici, ogni moto che abbiamo incontrato
finora sia deterministico che prevedibile. Anche lattrito prevedibile, in linea di principio, se prendiamo in considerazione i dettagli microscopici della materia.
In breve, la meccanica classica afferma che il futuro determinato. Infatti, scopriremo
che tutto il moto in natura, anche nei settori della teoria quantistica e relativit generale,
prevedibile.
Il moto prevedibile. Questo non un risultato sorprendente. Se il moto non fosse
prevedibile, non avremmo potuto introdurre il concetto di moto al primo posto. Si pu
parlare di moto solo perch prevedibile.

234

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

F I G U R A 166 Quale forma di percorso

F I G U R A 167 Il moto pu essere descritto in

permette alla pietra nera di scivolare pi


rapidamente dal punto A al punto pi
basso B?

maniera comune a tutti gli osservatori?

globalmente possibile? Si scopre che ci sono sei approcci a questa domanda, ciascuno
dei quali sar utile nel nostro cammino verso la cima del Monte del Moto. Per prima
cosa diamo una panoramica, per poi esplorare i dettagli di ogni approccio.

2. Relativit , il secondo approccio globale al moto, emerge quando confrontiamo le


varie descrizioni dello stesso sistema prodotte da diversi osservatori. Ad esempio, le
osservazioni di qualcuno che cade da una rupe come illustrato in figura 167 un
passeggero sulle montagne russe, e un osservatore a terra di solito differiranno. Le
relazioni tra queste osservazioni, le cosiddette trasformazioni di simmetria, ci portano a una descrizione globale, valida per tutti. Pi tardi, questo approccio ci condurr
alla teoria speciale e generale della relativit di Einstein.

Sfida 414 f

3. La meccanica dei corpi estesi e rigidi , piuttosto che masse puntiformi , necessaria
per capire molti oggetti, piante e animali. Come esempio, il risultato contro-intuitivo
dellesperimento in figura 168 mostra perch questo argomento vale la pena. La rapida rotazione della ruota sospesa su soltanto unestremit dellasse rimane quasi
orizzontale, ma lentamente la ruota gira intorno alla corda.
Per progettare le macchine, essenziale capire come un gruppo di corpi ri-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 413 d

Il Monte del Moto

Page 229

1. Principi di azione o Principi variazionali, il primo approccio globale al moto, sorge


quando superiamo una limitazione di ci che abbiamo imparato finora. Quando prevediamo il moto di una particella dalla sua accelerazione corrente con una equazione
di evoluzione, stiamo usando la descrizione pi locale del moto possibile. Usiamo
laccelerazione di una particella in un certo luogo e tempo per determinare la sua
posizione e il moto dopo quel momento e nelle immediate vicinanze di quel luogo. Le
equazioni di evoluzione hanno quindi un orizzonte mentale di raggio pari a zero.
Il contrario delle equazioni di evoluzione sono i principi variazionali. Un famoso
esempio illustrato in figura 166. La sfida quella di trovare il percorso che permette il moto di scivolamento pi veloce possibile da un punto alto ad un punto basso
lontano. Il percorso richiesto il brachistochrone, dal Greco antico per breve tempo,
Questo puzzle chiede circa una propriet del moto nel suo complesso, per tutti i tempi
e le posizioni. Lapproccio globale richiesto da domande come queste ci porter ad
una descrizione del moto che semplice, precisa e affascinante: il cosiddetto principio
di pigrizia cosmica, noto anche come principio della minima azione.

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

rope

bicycle wheel
rotating rapidly
on rigid axis

rope

a
F

C
a

Ref. 187

Ref. 188
Sfida 417 d
Vol. II, pag. ??
Ref. 189

Ref. 190

Ref. 191

P
b

F I G U R A 168 Cosa succede quando una

F I G U R A 169 Un meccanismo famoso, il

corda tagliata?

collegamento Peaucellier-Lipkin, composto da


aste (grigio) e articolazioni (rosso) e permette di
tracciare una linea retta con un compasso:
fissate un punto F, mettete una matita nella
giuntura P, e quindi spostare C con un
compasso lungo una circonferenza.

gidi interagiscono tra loro. Ad esempio, prendete il collegamento Peaucellier-Lipkin


mostrato in figura 169. A articolazione F fissato su una parete. Due aste mobili portano a due angoli opposti di un rombo mobile, la cui aste si collegano agli altri due
angoli C e P. Questo meccanismo ha diverse propriet sorprendenti. Prima di tutto,
esso definisce implicitamente un cerchio di raggio in modo che uno ha sempre la
relazione C = 2 /P tra le distanze delle articolazioni C e P dal centro di questo
cerchio. Questo viene chiamato una inversione di un cerchio. Potete trovare questo
speciale cerchio? In secondo luogo, se si mette una matita nellarticolazione P , e lasciate che larticolazione C segua un certo cerchio, la matita P traccia una linea retta.
Riuscite a trovare che cerchio? Il meccanismo permette quindi di disegnare una linea
retta con laiuto di un compasso.
Unaltra famosa sfida di macchina ideare un carrello in legno, con ruote dentate
che collegano le ruote a un freccia, con la propriet che, qualunque sia il percorso
preso dal carrello, la freccia punti sempre a sud (vedi figura 171). La soluzione a questo
enigma sar anche utile per aiutarci a capire la relativit generale, come vedremo. Tale
carrello permette di misurare la curvatura di una superficie e dello spazio.
Anche la natura usa parti di macchina. Nel 2011, viti e madrevite sono stati
trovati in un giunto di uno scarabeo punteruolo , Trigonopterus oblongus. Nel 2013,
stato scoperto il primo esempio di ingranaggi biologici: in giovani plant hoppers della specie Issus coleoptratus, le ruote dentate assicurano che le due zambe
posteriori saltino in sincronia. figura 170 mostrano alcuni dettagli. Si pu godere
il video su questa scoperta disponibile allindirizzo www.youtube.com/watch?
v=Q8fyUOxD2EA.
Un altro esempio interessante di moto rigido il modo in cui i moti umani, come
i moti generali di un braccio, sono composti da un piccolo numero di moti di base.
Tutti questi esempi sono dellaffascinante campo dellingegneria; purtroppo, avremo
poco tempo per esplorare questo tema nella nostra escursione.
4. Il prossimo approccio globale al moto la descrizione di corpi estesi non rigidi. Per

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 416 s

Il Monte del Moto

Sfida 415 s

235

236

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

F I G U R A 170 Gli

N
W

path

S
F I G U R A 171 Una carrozza che punta a sud: qualunque sia il percorso che segue, la freccia punta

sempre verso sud.

esempio, la fluidodinamica studia il flusso dei fluidi (come il miele, lacqua o aria)
attorno ai corpi solidi (come cucchiai, navi, vele o ali). La meccanica dei fluidi quindi
descrive come volano insetti, uccelli e gli aerei,*perch le barche a vela possono nav* I meccanismi di volo degli insetti sono ancora oggetto di attiva ricerca. Tradizionalmente, la fluidodinamica si concentrata sui grandi sistemi, come barche, navi e aerei. Infatti, il pi piccolo oggetto fatto
dalluomo che pu volare in modo controllato diciamo, un aereo o un elicottero radiocomandato
molto pi grande e pi pesante di molti oggetti volanti che levoluzione ha ingegnerizzato. Si scopre che il
controllo del volo di piccole cose richiede pi conoscenza e pi trucchi del controllo del volo di grandi cose.
Vi di pi su questo argomento su pagina ?? nel Volume V.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

carriage

Il Monte del Moto

ingranaggi trovati in
giovani plant hoppers
(tipi di insetto).
( Malcolm Burrows).

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

possible?

237

possible?

F I G U R A 172 Come e dove si rompe una

F I G U R A 173 Perch le mongolfiere

ciminiera in mattoni che cade?

rimangono gonfie? Come si pu


misurare il peso di un ciclista utilizzando
solo un righello?

Ref. 192
Sfida 418 s

Sfida 419 s

igare contro il vento, che cosa succede quando un uovo sodo viene fatto girare su un
sottile strato di acqua, o come una bottiglia piena di vino possa essere svuotata nel
modo pi veloce possibile.
Cos come i fluidi, possiamo studiare il comportamento di solidi deformabili.
Questo settore di ricerca chiamato meccanica del continuo. Si tratta di deformazioni
e oscillazioni di strutture estese. Si cerca di spiegare, per esempio, perch le campane sono realizzate in forme particolari; come grandi corpi come le ciminiere che
cadono mostrate in figura 172 - o piccoli corpi come i diamanti si rompono sotto
stress; e come i gatti possono girarsi nel modo giusto quando cadono. Durante il corso
del nostro viaggio riscontreremo ripetutamente problemi da questo campo, che incidono anche sulla relativit generale e il mondo delle particelle elementari.
5. La meccanica statistica lo studio del moto di un gran numero di particelle. La meccanica statistica ancora un altro approccio globale allo studio del moto. I concetti
necessari per descrivere i gas, come la temperatura, lentropia e la pressione (vedi
figura 173), sono strumenti essenziali di questa disciplina. Essi aiutano a capire il
motivo per cui alcuni processi in natura non si verificano allindietro. Questi concetti ci aiuteranno anche a compiere i primi passi verso la comprensione dei buchi
neri.
6. Lultimo approccio globale al moto, lautorganizzazione, coinvolge tutti i punti di
vista suddetti contemporaneamente. Tale approccio necessario per comprendere

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

hanno circa 21 (a sinistra e al centro) o circa 34 (destra) petali? ( Anonimo, Giorgio Di Iorio and
Thomas Lthi)

Il Monte del Moto

F I G U R A 174 Perch le margherite o margherite ad occhio di bue, Leucanthemum vulgare di solito

238

7 meccanica classica, la forza e la prevedibilit del moto

lesperienza di tutti i giorni, e la vita stessa. Perch un fiore forma un numero


specifico di petali, come mostrato in figura 174? Come si differenzia un embrione
nel grembo materno? Che cosa fa battere i nostri cuori ? Come crescono le creste
delle montagne ed i modelli di nuvola? Come si evolvono le stelle e le galassie?
Com eso nof ormat eleond ed elm redalvento?
Tutti questi sono esempi di processi di autorganizzazione ; gli scienziati della vita
parlano semplicemente di processi di crescita. Comunque li chiamiamo, tutti questi
processi sono caratterizzati dalla comparsa spontanea di modelli, forme e cicli. Tali
processi sono un tema di ricerca comune tra molte discipline, tra cui biologia, chimica, medicina, geologia e ingegneria.
Ora esploreremo questi sei approcci globali per il moto. Inizieremo con il primo approccio, vale a dire, con la descrizione globale del moto utilizzando un principio variazionale.
Questo bellissimo metodo per descrivere, comprendere e prevedere il moto fu il risultato
di diversi secoli di sforzo collettivo, ed il momento chiave della dinamica moderna. I
principi variazionali forniscono anche la base per tutti gli altri approcci globali appena
accennati e anche per tutte le ulteriori descrizioni del moto che esploreremo poi.

Il Monte del Moto


copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Capitolo 8

M I SU R A DE L C A M BIA M E N TO C ON
L A Z ION E

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 193

* Notare che questa azione non la stessa dellazione che appare in affermazioni tali come ogni azione
ha una reazione uguale ed opposta. Questultimo uso, coniato da Newton per certe forze, non rimasto;
quindi il termine stato riciclato. Dopo Newton, il termine azione fu prima usato con un significato intermedio, prima che gli venisse finalmente dato il significato moderno usato qui. Questo significato moderno
lunico significato utilizzato in questo testo.
Un altro termine che stato riciclato il principio di minima azione . Nei libri antichi era uso avere
un significato diverso da quello in questo capitolo. Oggigiorno, si riferisce a ci che era uso essere chiamato
principio di Hamilton nel mondo Anglo-Sassone, sebbene esso (per lo pi) dovuto ad altri, specialmente
Leibniz. I vecchi nomi e significati sono caduti in disuso e non vengono tenuti qui.
Dietro questi cambiamenti nella terminologia c la storia di un intenso tentativo lungo due secoli di descrivere il moto con il cosiddetto estremale o principi variazionali: lobiettivo era di completare e migliorare
il lavoro iniziato da Leibniz. Questi principi sono solamente di interesse storico oggi, perch sono tutti casi
speciali del principio di minima azione qui descritto.

Il Monte del Moto

Page 20

l moto pu essere descritto con i numeri. Prendete una singola particella che si muove. Lespressione ((), (), ()) descrive come, durante il suo moto, la posizione
cambia nel tempo. La descrizione del moto completata affermando come cambia
la velocit della particella ( (), (), ()) nel tempo. In realt, la comprensione che
queste due espressioni possono essere usate per descrivere il percorso ed il comportamento di una particella punto che si muove fu una pietra miliare nello sviluppo della
fisica e della matematica moderna.
La successiva pietra miliare della fisica moderna si ottiene rispondendo a una breve
ma difficile domanda. Se il moto un tipo di cambiamento, come dissero gi i Greci,
come possiamo misurare lammontare del cambiamento? I fisici fecero circa due secoli
di tentativi per scoprire il modo di misurare il cambiamento. Infatti, il cambiamento pu
essere misurato da un singolo numero. A causa della lunga ricerca, la quantit che misura
il cambiamento ha uno strano nome: essa chiamata azione (fisica) .* Per ricordare la
connessione di azione con cambiamento, basta pensare ad un film di Hollywood : un
sacco di azione significa una grande quantit di cambiamento.
Lintroduzione dellazione fisica come una misura del cambiamento importante,
perch fornisce la prima e pi utile descrizione globale del moto. Infatti, sappiamo gi
abbastanza per definire lazione immediatamente.
Immaginate di prendere due istantanee di un sistema in momenti diversi. Come potreste definire lammontare di cambiamento che si verificato nel mezzo? Quando cambiano molto le cose, e quando cambiano solamente un poco? Prima di tutto, un sistema
con molte parti in moto mostra molto cambiamento. Quindi ha senso che lazione di un

240

8 misura del cambiamento con l azione

F I G U R A 175 Giuseppe Lagrangia/Joseph Lagrange (17361813).

Il Monte del Moto

misura il cambiamento: un
esempio di processo con grande
valore di azione ( Christophe
Blanc).

sistema composto da sottosistemi indipendenti dovrebbe essere la somma delle azioni di


questi sottosistemi.
Secondariamente, sistemi con alta energia, come le esplosioni mostrate in figura 176,
mostrano un campiamento pi grande dei sistemi a bassa velocit. Infatti, abbiamo introdotto lenergia come la quantit che misura quanto un sistema cambia nel tempo.
Page 110

In terzo luogo, il cambiamento spesso ma non sempre si accumula nel tempo; in


altri casi, il cambiamento recente pu compensare il cambiamento precedente, come in
un pendolo. Il cambiamento pu quindi aumentare o diminuire con il tempo.
Infine, per un sistema in cui il moto immagazzinato, trasformato o spostato da un
sottosistema allaltro, soprattutto quando lenergia cinetica viene immagazzinata o cam-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 176 Lazione fisica

8 misura del cambiamento con l azione

241

() =
average
integral
()d

m
elapsed time

F I G U R A 177 La definizione di un cambiamento

o azione totale come unaccumulazione


(addizione, o integrale) di piccoli cambiamenti o
azioni nel tempo.

La misura naturale del cambiamento la differenza media tra energia


cinetica e potenziale moltiplicato per il tempo trascorso.

= = (f i ) = ( ) d = d ,

Page 178

(72)

dove lenergia cinetica, lenergia potenziale che gi conosciamo, la differenza


tra queste, e la barra sopra indica un tempo medio. La quantit chiamata la (funzione)
Lagrangiana del sistema,* descrive ci che viene aggiunto nel corso del tempo, ogni volta
che le cose cambiano. Il segno una S stirata, per somma, e si pronuncia integrale
di. In termini intuitivi esso designa loperazione (chiamata integrazione) sommando i
valori di una quantit variabile in intervalli di tempo infinitesimali d. I tempi iniziali
e finali sono scritti sotto e sopra il segno di integrazione, rispettivamente. La figura 177
* Prende il nome di Giuseppe Lodovico Lagrangia (b. 1736 Torino, d. 1813 Parigi), meglio conosciuto come
Joseph Louis Lagrange. Fu il pi importante matematico del suo tempo; inizi la sua carriera a Torino, poi
lavor per 20 anni a Berlino, e, infine, per 26 anni a Parigi. Tra le altre cose lavor sulla teoria dei numeri e la
meccanica analitica, dove svilupp la maggior parte degli strumenti matematici utilizzati al giorno doggi
per i calcoli in meccanica classica e gravitazione classica. Li applic con successo a molti moti del sistema
solare.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 420 f

Questa quantit ha tutte le giuste propriet: la somma delle corrispondenti quantit per
tutti i sottosistemi se questi sono indipendenti; essa generalmente aumenta con il tempo
(a meno che levoluzione compensa qualcosa che successa in precedenza); e diminuisce
se il sistema trasforma il moto in energia potenziale.
Pertanto lazione (fisica) , che misura il cambiamento in un sistema (fisico), definita
come

Il Monte del Moto

biata in energia potenziale, il cambiamento pi piccolo che per un sistema in cui tutti
i sistemi si muovono liberamente.
Tutte le propriet menzionate, prese assieme, implicano:

242

8 misura del cambiamento con lazione

TAV O L A 31 Alcuni valori di azione per cambiamenti e processi entrambi osservati o immaginati.

Sistema e processo

Va l o r e a p p r o s s i m at o d i
azione

La pi piccola azione misurabile


Luce
Il pi piccolo annerimento della pellicola fotografica
Flash fotografico
Elettricit
Elettrone espulso da atomo o molecola
Flusso di corrente in fulmine
Meccanica e materiali
Spezzare due vicini atomi di ferro
Rompere una barra di acciaio
Albero piegato dal vento da un lato allaltro
Far sparire un coniglio bianco con magia reale
Nascondere un coniglio bianco
Incidente dauto
Fermare unauto in moto in un batter docchio
Levitare voi stessi entro un minuto da 1 m
Grande terremoto
Auto in moto che scompare in un batter docchio
Alba
Chimica
Collisione di atomo in liquido a temperatura ambiente
Annusare una molecola
Carburante che brucia in un cilindro in unesplosione media
del motore di auto
Vetro tenuto contro vetro caduto
Vita
Molecola daria che colpisce timpano
Fecondazione ovulo
Divisione cellulare
Colpo dala mosca della frutta
Apertura fiore di mattina
Arrossamento del viso
Massimo cambiamento cervello in un minuto
Persona che cammina una lunghezza del corpo
Nascita
Cambiamento dovuto ad una vita umana
Nuclei, stelle e altro
Singola reazione di fusione nucleare stella
Esplosione di dispersione di raggi gamma
Universo dopo che trascorso un secondo

1.1 1034 Js
< 1033 Js
c. 1017 Js
c. 1033 Js
c. 104 Js
c. 1033 Js
c. 101 Js
c. 500 Js
c. 100 PJs
c. 0.1 Js
c. 2 kJs
c. 20 kJs
c. 40 kJs
c. 1 PJs
c. 1 ZJs
c. 0.1 ZJs
c. 1033 Js
c. 1031 Js
c. 104 Js
c. 0.8 Js
c. 1032 Js
c. 1020 Js
c. 1015 Js
c. 1010 Js
c. 1 nJs
c. 10 mJs
c. 5 Js
c. 102 Js
c. 2 kJs
c. 1 EJs
c. 1015 Js
c. 1046 Js
indefinibile

8 misura del cambiamento con l azione

243

illustra lidea: lintegrale semplicemente la dimensione dellarea scura sotto la curva


().
Matematicamente, lintegrale della Lagrangiana, cio, della curva (), definita come
Sfida 421 f

() d = lim (m) = (f i ) .
f

(73)

m=i

Il cambiamento misurato in Js.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Un valore grande significa grande cambiamento. tavola 31 mostra alcuni valori di azione
osservati in natura. Per comprendere la definizione di azione pi in dettaglio, si inizia con
il caso pi semplice: un sistema per il quale lenergia potenziale zero, come ad esempio
una particella che si muove liberamente. Ovviamente, maggiore lenergia cinetica, pi
cambiamento c. Inoltre, se si osserva la particella in due istanti, pi distanti sono pi
grande il cambiamento. Questo come previsto.
Avanti, esploriamo una singola particella che si muove in un potenziale. Ad esempio,
una pietra che cade perde energia potenziale in cambio di un aumento di energia cinetica. Pi lenergia cinetica viene immagazzinata in energia potenziale, meno cambiamento
c. Quindi il segno meno nella definizione di . Se esploriamo una particella che prima
viene lanciata in aria e poi cade, la curva per () prima sotto lasse dei tempi, quindi
sopra. Notiamo che la definizione di integrazione ci fa contare la superficie grigia sotto lasse dei tempi negativamente. Il cambiamento pu allora essere negativo, ed essere
compensato dal successivo cambiamento, come previsto.
Per misurare il cambiamento di un sistema costituito da pi componenti indipendenti, sufficiente aggiungere tutte le energie cinetiche e sottrarre tutte le energie potenziali.
Questa tecnica ci permette di definire i valori di azione per gas, liquidi e materia solida. Anche se i componenti interagiscono, otteniamo ancora un risultato ragionevole. In
breve, lazione una quantit additiva.
In sintesi, lazione fisica quindi misura, in un unico numero, il cambiamento osservato in un sistema tra due istanti di tempo. Lazione fisica quantifica il cambiamento di
un processo fisico. Ci valido per tutte le osservazioni, cio, per tutti i sistemi e per

Il Monte del Moto

In altre parole, lintegrale il limite, per intervalli di tempo che diventano pi piccoli,
della somma delle aree delle singole strisce rettangolari che approssimano la funzione.
Poich il il segno di somma significa anche una somma, e poich un infinitesimale viene scritto d, possiamo comprendere la notazione utilizzata per lintegrazione.
Lintegrazione una somma sulle fette. La notazione fu sviluppata da Gottfried Wilhelm
Leibniz per fare esattamente questo punto. Fisicamente parlando, lintegrale della Lagrangiana misura leffetto totale che accumula nel tempo. Infatti, lazione chiamata
effetto in alcune lingue, come il Tedesco. Leffetto che si accumula il cambiamento
totale nel sistema.
In breve, lintegrale della lagrangiana, lazione, misura il cambiamento totale che avviene in un sistema. Lazione fisica il cambiamento totale. Lazione, o cambiamento,
lintegrale della Lagrangiana nel tempo. Lunit di azione, e quindi il cambiamento,
lunit di energia (il Joule) volte lunit di tempo (il secondo).

244

8 misura del cambiamento con l azione

F I G U R A 178 Il minimo di una curva ha pendenza nulla.

Page 20

tutti processi: unesplosione, una carezza o un cambiamento di colore. Il cambiamento


misurato in Js. Scopriremo in seguito che la descrizione del cambiamento con un unico
numero possibile anche nella relativit e teoria quantistica: qualsiasi cambiamento in
corso in qualsiasi sistema della natura, che si tratti di trasporto, trasformazione o crescita,
pu essere misurato con un singolo numero.
Il principio di minima azione

Sfida 422 f

Sfida 423 f

Ref. 194

Quando la gravit presente, un sasso lanciato vola lungo una parabola (o pi precisamente, lungo un ellisse) perch qualsiasi altro percorso, diciamo quello in cui la pietra
fa un loop in aria, implicherebbe unazione pi grande. Anche in questo caso si potrebbe
voler verificare questo da soli.
Tutte le osservazioni supportano questa affermazione semplice e basilare: le cose si
muovono sempre in modo tale da produrre il valore minimo possibile per lazione. Questa dichiarazione vale per il percorso completo e per ognuno dei suoi segmenti. Bertrand
Russell la chiam legge dellindolenza cosmica.
Si soliti esprimere lidea di minimo cambiamento in modo diverso. Lazione varia quando il percorso variato. Il percorso effettivo quello con la pi piccola azione.
* Infatti, in alcune situazioni macroscopiche lazione pu essere a punto sella, cos che la forma snobistica
del principio che lazione stazionaria. Al contrario di quanto si sente spesso, lazione non mai un massimo. Daltronde, per moto su piccole (infinitesimali) scale, lazione sempre un minimo. La condizione
matematica di annullamento della variazione, data sotto, comprende tutti questi dettagli.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ora abbiamo una misura precisa del cambiamento, che, a quanto pare, permette una
descrizione semplice, globale e potente di moto. In natura, il cambiamento che avviene
tra due istanti sempre il pi piccolo possibile. In natura, lazione minimale.* Di tutti
i possibili moti, la natura sceglie sempre quello per il quale il cambiamento minimale.
Studiamo alcuni esempi.
Nel caso semplice di una particella libera, quando alcun potenziale coinvolto, il principio di minima azione implica che la particella si muove in una linea retta con velocit
costante. Tutti gli altri percorsi dovrebbero portare a pi grandi azioni. Potete verificarlo?

Il Monte del Moto

Lottimista pensa che questo sia il migliore dei


mondi possibili, e il pessimista lo sa.
Robert Oppenheimer

8 misura del cambiamento con l azione

245

Ricorderete dalla scuola che in un minimo la derivata di una quantit si annulla: un minimo ha una pendenza orizzontale. Nel presente caso, non variamo una quantit, ma un
percorso completo; quindi non parliamo di una derivata o pendenza, ma di una variazione. Si soliti scrivere la variazione dellazione come . Il principio di minima azione
afferma allora:
Lattuale traiettoria tra punti finali specificati soddisfa = 0.

(74)

I matematici chiamano questo principio variazionale. Si noti che i punti finali devono
essere specificati: dobbiamo comparare moti con le medesime situazioni iniziale e finale.
Prima di discutere il principio ulteriormente, possiamo verificare che equivalente
allequazione di evoluzione.* Per fare questo, possiamo usare una procedura standard,

Page 225

* Per chi fosse interessato, ecco alcuni commenti sulla equivalenza delle Lagrangiane ed equazioni di evoluzione. Prima di tutto, le Lagrangiane non esistono per sistemi non-conservativi, o dissipativi. Diciamo che
non c potenziale per ogni moto che coinvolge attrito (e pi che una dimensione); pertanto non vi azione
in questi casi. Un approccio per superare questa limitazione utilizzare una formulazione generalizzata del
principio di minima azione. Ogni volta che non vi alcuna possibilit, possiamo esprimere la variazione di
lavoro tra differenti traiettorie come
(75)

Il moto viene quindi descritto nel seguente modo:


f

Sfida 424 f

Ref. 195

Page 378
Vol. III, pag. ??

(i ) = (f ) = 0 .

(76)

La quantit essendo variata non ha nome; essa rappresenta un nozione generalizzata di cambiamento. Potreste voler controllare che ci porta alla corretta equazione di evoluzione. Quindi, sebbene la corretta descrizione Lagrangiana esiste solo per sistemi conservativi, per i sistemi dissipativi il principio pu essere
generalizzato e rimane utile. Molti fisici preferiranno un altro approccio. Ci che un matematico chiama
generalizzazione un caso speciale per un fisico: il principio (76) nasconde il fatto che tutto lattrito risulta
dal consueto principio di minima azione, se includiamo i dettagli microscopici completi. Non c attrito nel
dominio microscopico. Lattrito un approssimativo, concetto macroscopico.
Tuttavia, molti punti di vista matematici sono utili. Ad esempio, portano ad interessanti limitazioni per
luso di Lagrangiane. Queste limitazioni, che si applicano solo se il mondo visto come puramente classico
- che non - furono scoperte circa un centinaio di anni fa. A quei tempi, i computer non erano disponibili,
e lesplorazione di nuove tecniche di calcolo era importante. Ecco una sintesi.
Le coordinate utilizzate in connessione con le Lagrangiane non sono necessariamente quelle cartesiane.
Le coordinate generalizzate sono particolarmente utili quando ci sono vincoli sul moto. Questo il caso
di un pendolo, dove il peso deve sempre essere alla stessa distanza dalla sospensione, o per un pattinatore
su ghiaccio, dove il pattino deve muoversi nella direzione in cui sta puntando. Le coordinate generalizzate
possono anche essere un misto di posizioni e quantit di moto. Esse possono essere divise in alcuni tipi
generali.
Le coordinate generalizzate sono chiamate olonomiche - scleronomiche se sono collegate alle coordinate
Cartesiane in un modo fisso, indipendentemente dal tempo; i sistemi fisici descritti da tali coordinate includono il pendolo e una particella in un potenziale. Le coordinate sono chiamate olonomichereonomiche se la
dipendenza coinvolge il tempo. Un esempio di un sistema reonomico sarebbe un pendolo la cui lunghezza
dipenda dal tempo. I due termini reonomico e scleronomico sono dovuti a Ludwig Boltzmann. Questi due
casi, che riguardano i sistemi che sono solo descritti dalla loro geometria, sono raggruppati come sistemi
olonomici. Il termine dovuto a Heinrich Hertz.
La situazione pi generale chiamata anolonomica, o nonolonomica.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Lattuale traiettoria soddisfa ( + )d = 0 a patto che

Il Monte del Moto

= .

246

Sfida 425 na

Sfida 426 f

8 misura del cambiamento con l azione

parte del cosiddetto calcolo delle variazioni. La condizione = 0 implica che lazione,
cio, larea sotto la curva in figura 177, un minimo. Pensandoci un poco ci mostra che
se la Lagrangiana della forma (n, n ) = (n ) (n ), allora la superficie minima
raggiunta quando

d
(
)=
(77)
d n
n
dove n conta tutte le coordinate di tutte le particelle.* Per una particella singola, queste
equazioni del moto di Lagrange si riducono a
= .

Sfida 427 s

Le Lagrangiane funzionano bene solo per i sistemi olonomi. Purtroppo, il significato del termine
anolonomi cambiato. Oggigiorno, il termine usato anche per alcuni sistemi reonomici. Luso moderno chiama anolonomo qualsiasi sistema che comporta velocit. Pertanto, un pattinatore su ghiaccio o
un disco che gira spesso chiamato un sistema anolonomo. E quindi necessaria attenzione per stabilire
cosa si intende per anolonomo in qualsiasi contesto particolare.
Anche se luso di Lagrangiane, e di azione, ha i suoi limiti, questi non ci danno fastidio a livello microscopico, perch i sistemi microscopici sono sempre conservativi, olonomici e scleronomici. A livello
fondamentale, equazioni di evoluzione e Lagrangiane sono davvero equivalenti.
* La pi generale forma di una Lagrangiana (n , n , ), usando coordinate olonomiche generalizzate n ,
porta alle equazioni di Lagrange della forma
d

(
)=
.
d n
n

Ref. 196

(78)

Per dedurre queste equazioni, abbiamo bisogno anche della relazione = d/d(). Questa relazione
valida solo per coordinate olonomiche introdotte nella nota precedente e spiega la loro importanza.
Va inoltre osservato che la Lagrangiana per un sistema in moto non unica; comunque, lo studio di
come sono collegate le varie Lagrangiane per un dato sistema in moto non fa parte di questo cammino.
Tra laltro, le lettere per la posizione per la quantit di moto furono introdotte in fisica dal matematico
Carl Jacobi (b. 1804 Potsdam, d. 1851 Berlino).
** Questa idea venne ridicolizzata dal filosofo Francese Voltaire (16941778) nei suoi lucidi scritti, in
particolare nel brillante libro Candide, scritto nel 1759, e ancora ampiamente disponibile.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Questa lequazione di evoluzione: essa dice che la forza che agisce su una particella
il gradiente dellenergia potenziale . Il principio di minima azione implica quindi
lequazione del moto. (Potete dimostrare il contrario, che pure corretto?)
In altre parole, tutti i sistemi evolvono in modo tale che il cambiamento o azione
tanto piccolo quanto possibile. La natura parsimoniosa. La natura quindi lopposto di
un Hollywood thriller, in cui lazione massimizzata; la natura pi come un vecchio
saggio uomo che mantiene le sue azioni al minimo.
Il principio di minima azione stabilisce che la traiettoria reale quella per cui la media della Lagrangiana sullintera traiettoria minima (vedi figura 177). La natura un
Dr. Dolittle. Potete verificarlo? Questo punto di vista permette di dedurre le equazioni
di Lagrange (77) direttamente.
Il principio di minima azione distingue la traiettoria reale da tutte le altre immaginabili. Questa osservazione porta Leibniz alla sua famosa interpretazione che il mondo
reale il migliore di tutti i mondi possibili.** Si pu licenziare questa come speculazione metafisica, ma dovremmo essere ancora in grado di sentire il fascino della que-

Il Monte del Moto

Sfida 428 na

(79)

8 misura del cambiamento con l azione

Sfida 429 s

247

stione. Leibniz era cos entusiasta del principio di minima azione perch era la prima
volta che osservazioni reali venivano distinte da tutte le altre possibilit che si potessero
immaginare. Per la prima volta, la ricerca dei motivi per cui le cose sono il modo in cui
sono divennero una parte dellinvestigazione fisica. Potrebbe il mondo essere diverso da
quello che ? Nel principio di minima azione, abbiamo un accenno di una risposta negativa. Che ne pensate?) La risposta finale emerger solo nellultima parte della nostra
avventura.
L agrangiane e moto

Ref. 197

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 266

Sistemi evolvono minimizzando il cambiamento. Il cambiamento, o azione, lintegrale


temporale della Lagrangiana. Come un modo per descrivere il moto, la Lagrangiana
ha diversi vantaggi rispetto allequazione di evoluzione. Prima di tutto, la Lagrangiana
solitamente pi compatta che scrivere le corrispondenti equazioni di evoluzione. Ad
esempio, solo una Lagrangiana necessaria per un sistema, qualunque sia il numero di
particelle che include. Si fanno meno errori, specialmente errori di segno, come si impara rapidamente durante lesecuzione dei calcoli. Basta provare a scrivere le equazioni
di evoluzione per una catena di masse collegate da molle; quindi confrontare lo sforzo
di derivazione utilizzando una Lagrangiana. (Il sistema viene spesso studiato, perch si
comporta in molti aspetti come una catena di atomi). Incontreremo un altro esempio a
breve: David Hilbert impieg solo un paio di settimane per dedurre le equazioni del moto della relativit generale utilizzando una Lagrangiana, mentre Albert Einstein dovette
lavorare per dieci anni per cercarle direttamente.
Inoltre, la descrizione con una Lagrangiana valida per ogni insieme di coordinate
che descrivono gli oggetti di investigazione. Le coordinate non devono essere Cartesiane; possono essere scelte come si preferisce: cilindriche, sferiche, iperboliche, ecc. Queste cosiddette coordinate generalizzate ci permettono di calcolare rapidamente il comportamento di molti sistemi meccanici che sono in pratica troppo complicati per essere
descritti con coordinate cartesiane. Ad esempio, per la programmazione del moto dei
bracci robotici, gli angoli dei giunti forniscono una descrizione pi chiara delle coordinate cartesiane delle estremit delle braccia. Gli angoli sono coordinate non cartesiane.
Si semplificano i calcoli considerevolmente: il compito di trovare il modo pi economico
per spostare la mano di un robot da un punto ad un altro pu essere risolto pi facilmente
con variabili angolari.
Ancora pi importante, la lagrangiana permette di dedurre rapidamente le propriet
essenziale di un sistema, cio la sua simmetria e le sue quantit conservate. Svilupperemo questo importante idea brevemente, e la useremo regolarmente per tutto il nostro
cammino.
Infine, la formulazione di Lagrange pu essere generalizzata a comprendere tutti i tipi
di interazione. Poich i concetti di energia cinetica e potenziale sono generali, il principio
di azione minima pu essere utilizzato in energia elettrica, magnetismo ed ottica come
pure meccanica. Il principio di minima azione centrale per la relativit generale e la
teoria quantistica, e ci consente di relazionare facilmente entrambi i campi alla meccanica

Il Monte del Moto

Sfida 430 f

Mai confondere il moto con lazione.


Ernest Hemingway

248

8 misura del cambiamento con l azione

TAV O L A 32 Alcune Lagrangiane.

Sistema
Punto materiale libero,
non-relativistico
Particella in potenziale
Massa su molla

Lagrangiana
= 12 2

= 12 2 ()
= 12 2 21 2

Massa attaccata a molla = 12 2 (2 + 2 )


su tavolo senza attrito
Catena di masse e molle = 21 2 21 2 , ( )2
(semplice modello di
atomi in un cristallo
lineare)
Punto materiale
relativistico libero

Ref. 198
Sfida 432 na

potenziale gravitazionale
elongazione , costante
molla
costante molla , coordinate
,
coordinate , frequenza del
reticolo

massa , velocit , velocit


della luce

classica.
Quando il principio di minima azione divenne meglio noto, le persone lo applicarono ad un sempre crescente numero di problemi. Oggi, le Lagrangiane sono usate in
ogni cosa, dallo studio delle collisioni delle particelle elementari alla programmazione
del moto dei robot nellintelligenza artificiale. La (tavola 32 mostra alcuni esempi.) Comunque, non dovremmo dimenticare che nonostante la sua notevole semplicit e utilit,
la formulazione Lagrangiana equivalente alle equazioni di evoluzione. Non n pi generale, n pi specifica. In particolare, essa non una spiegazione per ogni tipo di moto,
ma solo una vista differente di esso. Infatti, la ricerca di una nuova legge fisica del moto proprio la ricerca per una nuova Lagrangiana. Ci ha senso, poich la descrizione
della natura richiede sempre la descrizione del cambiamento. Il cambiamento in natura
sempre descritto da azioni e Lagrangiane.
Il principio di minima azione stabilisce che lazione minima quando i punti finali del
moto, ed in particolare il tempo tra essi, sono fissi. E meno conosciuto che il principio
reciproco tiene pure: se il valore dellazione il valore del cambiamento tenuto fisso,
il tempo trascorso per il moto effettivo massimo. Potete dimostrarlo?
Anche se il principio di minima azione non una spiegazione del moto, il principio
in qualche modo chiede una tale spiegazione. Abbiamo bisogno di un po di pazienza,
comunque. Perch la natura segue il principio di minima azione, e come lo fa, diventer
chiaro quando esploriamo la teoria dei quanti.
Perch il moto cos spesso delimitato?

Ref. 199

Guardando intorno a noi sulla Terra o nel cielo, troviamo che la materia non distribuita
uniformemente. La materia tende ad essere vicina ad altra materia: essa concentrata assieme in aggregati. Alcuni dei principali esempi di aggregati sono elencati in figura 180 e
tavola 33. Tutti gli aggregati hanno massa e dimensione. Nella massa diagramma della
dimensione di figura 180, entrambe le scale sono logaritmiche. Si notano tre linee ret-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 431 s

massa , velocit = d/d

Il Monte del Moto

Ref. 193

= 2 1 2 /2

Q ua nt i t

8 misura del cambiamento con l azione

249

Il Monte del Moto

te: una linea che si estende dalla massa di Plank* verso lalto, via buchi neri,
alluniverso stesso; una linea 1/ che si estende dalla massa di Plank verso il basso,
allaggregato pi leggero possibile; e lusuale linea di materia con 3 , che si estende
dagli atomi verso lalto, via oggetti di ogni giorno, la Terra ed il Sole. La prima delle linee, il limite del buco nero, spiegato dalla relativit generale; le ultime due, laggregato
limite e la linea della materia comune, dalla teoria quantistica.**
Gli aggregati al di fuori della linea di materia comune mostrano anche che pi forte
linterazione che tiene insieme i componenti, minore laggregato. Ma perch la materia
si trova principalmente in grumi?
* La massa di Planck data da Pl = / = 21.767(16) g.
** figura 180 suggerisce che esistono domini oltre la fisica; scopriremo pi tardi che questo non il caso,
poich massa e dimensione non sono definibili in quei domini.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 179 Il moto nelluniverso delimitato. ( Mike Hankey)

250

8 misura del cambiamento con l azione

universe

mass
[kg]

10-20

mountain

B
be eyo
yo nd
nd n a
t h tur
e e
bl an
ac d
k h sc
ol ien
e
lim ce:
it

Earth

neutron
star

human

cell

DNA

heavy
nucleus
proton

Il Monte del Moto

uranium
hydrogen

muon
electron

Aggregates

co
os
icr

neutrino

10-40

Planck mass

star cluster
Sun

com
mon
mat
ter l
in

100

Beyond nature and science: beyond Planck length limit

1020

galaxy

black
holes

Beyond nature and science: undefined

1040

te
ga
re
gg

lightest
imaginable
aggregate

lim
it

10-60
10-40

10-20

100

1020

size [m]

F I G U R A 180 Particelle elementari ed aggregati trovati in natura.

Vol. IV, pag. 138


Sfida 433 s

Prima di tutto, gli aggregati si formano a causa dellesistenza di interazioni attrattive


tra gli oggetti. Secondariamente, essi si formano a causa dellattrito: quando due componenti si avvicinano, un aggregato pu essere formato solo se lenergia rilasciata pu
essere cambiata in calore. In terzo luogo, gli aggregati hanno una dimensione finita a
causa degli effetti repulsivi che evitano che gli aggregati collassino completamente. Assieme, questi tre fattori assicurano che il moto delimitato sia molto pi comune di quello
non delimitato, il moto libero.
Soltanto tre tipi di attrazione portano agli aggregati: la gravit, lattrazione di cariche elettriche, e linterazione nucleare forte. Analogamente, si osservano solo tre tipi di
repulsione: la rotazione, la pressione, ed il principio di esclusione di Pauli (che incontreremo pi tardi). Delle nove possibili combinazioni di attrazione e repulsione, non tutte
appaiono in natura. Potete scoprire quali mancano dalla figura 180 e tavola 33, e perch?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

ca
pi

Elementary
particles

8 misura del cambiamento con l azione

Sfida 434 s

251

Insieme, lattrazione, lattrito e la repulsione implicano che il cambiamento e lazione


sono minimizzati quando gli oggetti vengono a stare insieme. Il principio di minima
azione implica cos la stabilit degli aggregati. Tra laltro, la storia della formazione spiega
anche perch cos tanti aggregati ruotano. Potete dire perch?
Ma perch esiste lattrito? E perch esistono interazioni attrattive e repulsive? E perch
come dovrebbe apparire da sopra in qualche lontano passato la materia non si trovava in aggregati? Per rispondere a queste domande, dobbiamo prima studiare unaltra
propriet globale del moto: la simmetria.
TAV O L A 33 Alcuni dei principali aggregati osservati in natura.

A g g r e g at o

Dimensione
(diametro)

1.0(0.1) Zm

Nubi interstellari
Sistema solare
Il nostro sistema solare

fino a 15 Em
sconosciuto
30 Pm

Nube Oort
cintura Kuiper
Stella

6 a 30 Pm
60 Tm
10 km a 100 Gm

La nostra stella, il Sole


Pianeta (Giove , Terra)

1.39 Gm
143 Mm, 12.8 Mm

Planetoidi (Varuna, etc)

50 a 1 000 km

Lune
Stelle di neutroni

10 a 1 000 km
10 km

Aggregati delimitati elettromagneticamente

20 106
107
25 109
1

superammassi di galassie, atomi di


idrogeno ed elio
barioni e leptoni
gruppi di galassie ed ammassi
10 a 50 galassie
50 a oltre 2000 galassie
c. 40 galassie

3.5 1012 1010 a 3 1011 stelle, polvere e nubi di


gas, forse sistemi solari
1
1011 stelle, polvere e nubi di gas,
sistemi solari
5
10
idrogeno, ghiaccio e polvere
> 400 stella, pianeti
1
Sole, pianeti (diametro orbita
Plutone: 11.8 Tm), lune, planetoidi,
comete, asteroidi, polvere, gas
1
comete, polvere
1
planetoidi, comete, polvere
10221 gas ionizzato: protoni, neutroni,
elettroni, neutrini, fotoni
8+ >
solidi, liquidi, gas; in particolare,
400
atomi pesanti
> 100 solidi
(est. 109 )
> 50
solidi
> 1000 principalmente neutroni

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

La nostra galassia

Il Monte del Moto

Aggregati delimitati gravitazionalmente


Materia attraverso
c. 100 Ym
luniverso
Quasar
1012 a 1014 m
Superammassi di galassie c. 3 Ym
Gruppo di galassie
c. 60 Zm
Gruppo di galassie o
c. 240 Zm
ammasso
Il nostro gruppo locale di 50 Zm
galassie
Galassia generale
0.5 a 2 Zm

Oss. Constituenti
num.

252

8 misura del cambiamento con l azione

A g g r e g at o

Dimensione
(diametro)

Pianeti nani, pianeti


minori, asteroidi
Comete
Montagne, solidi, liquidi,
gas, formaggio
Animali, piante, kefir
cervello, umano
Cellule:
la pi piccola
(Nanoarchaeum
equitans)
ameba
il pi grande (nervo della
balena,
piante unicellulari)
Molecole:
H2
DNA (umano)

1 m a 2400 km

5 m a 1 km
0.2 m
c. 400 nm

10262
1010
10311

(109 stimati) solidi, di solito


monolitici
(1012 possibile) ghiaccio e polvere
molecole, atomi
organi, cellule
neuroni e altri tipi di cellule
organelli, membrane, molecole
molecole

molecole
molecole
10782
10722
1021

atomi
atomi
atomi

10802

elettroni e nuclei

10792
10802

nucleoni
quark

n.a.

quark

. Solo nel 1994 fu trovata la prima prova per gli oggetti che circondano altre stelle oltre il nostro Sole; di oltre
1000 pianeti extrasolari trovati sinora, la maggior parte si trovano attorno a stelle F, G e K, incluse stelle di
neutroni. Per esempio, tre oggetti circondano la pulsar PSR 1257+12, ed un anello di materia circonda la stella
Pictoris. Gli oggetti sembrano essere stelle scure, nane marrone o grandi pianeti gassosi come Giove. A
causa delle limitazioni dei sistemi di osservazione, nessuno dei sistemi trovati finora formano sistemi solari
del tipo in cui viviamo. Infatti, sono stati trovati finora solo alcuni pianeti simili alla Terra.
. Il Sole tra le 7 stelle pi brillanti % . Di tutte le stelle, 80 %, sono nane rosse M , 8 % sono nane arancione K , e 5 % sono nane bianche D : queste sono tutte deboli. Quasi tutte le stelle visibili nel cielo notturno
appartengono alla brillantezza 7 %. Alcune di queste sono della classe rara blue o classe B blue (come Spica, Regulus e Rigel); 0.7 % costituite da brillanti, bianche classe A (come Sirius, Vega e Altair); 2 % sono
le giallobianche classe F (come Canopus, Procyon e Polaris); 3.5 % sono le gialle classe G (come Alpha
Centauri, Capella o il Sole). Eccezioni includono le poche giganti K visibili, come Arcturus e Aldebaran, e
le rare supergiganti M, come Betelgeuse e Antares. Di pi sulle stelle pi in avanti.
. Per maggiori dettagli sugli aggregati microscopici, vedi la tabella dei composti.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

c. 50 pm
2 m (totale per
cellula)
30 pm a 300 pm

Aggregati delimitati da interazione forte


Nucleo
0.9 a > 7 f m
Nucleone (protone,
0.9 f m
neutrone)
Mesoni
c. 1 f m
Stelle di neutroni: vedi pi in alto

Vol. II, pag. ??


Vol. V, pag. ??

> 109
n.a.

c. 600 m
c. 30 m

Aggregati delimitati da interazione debole


Nessuno

Ref. 200

> 106

Il Monte del Moto

Atomi, ioni

10 cm to 50 km
1 nm a > 100 km

Oss. Constituenti
num.

8 misura del cambiamento con l azione

Ref. 201

253

. Si stima che ci sono fino a 1020 piccoli corpi del sistema solare (asteroidi, meteoriti, planetoidi o pianeti
minori) che sono pi pesanti di 100 kg nel sistema solare. Casualmente, nessun asteroide tra Mercurio ed il
Sole gli ipotetici Vulcanoidi stato trovato finora.

Curiosit e divertenti sfide sulle L agrangiane


Page 134

Il principio di minima azione come descrizione matematica dovuto a Leibniz. Fu quindi


riscoperto e nominato da Maupertuis, che scrisse:
Lorsquil arrive quelque changement dans la Nature, la quantit daction
ncessaire pour ce changement est la plus petite quil soit possible.*
Samuel Knig, il primo scienziato a dichiarare pubblicamente e correttamente che il
principio era dovuto a Leibniz, e non Maupertuis, fu espulso dalla Accademia Prussiana
delle Scienze per aver affermato ci. Ci fu a causa di un intrigo di Maupertuis, che era
il presidente dellAccademia, al momento. Lintrigo anche fece in modo che il bizzarro
termine azione venisse mantenuto. Nonostante questa storia vergognosa, il principio
di Leibniz prese piede rapidamente, e fu poi utilizzato e diffuso da Eulero, Lagrange e
infine da Hamilton.

Quando Lagrange pubblic il suo libro Mcanique analytique, nel 1788, esso form uno
dei momenti pi alti della storia della meccanica. Era orgoglioso di aver scritto una esposizione sistematica della meccanica senza una sola figura. Ovviamente il libro era difficile
da leggere e non fu per niente un successo di vendite. Quindi i suoi metodi impiegarono
unaltra generazione per entrare nelluso generale.

Sfida 435 s

Dato che lazione la quantit base che descrive il moto, possiamo definire lenergia
come azione per unit di tempo, e la quantit di moto come azione per unit di distanza.
Lenergia di un sistema allora descrive quanto esso cambia col tempo, e la quantit di
moto quanto essa cambia con la distanza. Che cosa sono il momento angolare e lenergia
rotazionale?

Sfida 436 s

In natura, gli effetti di telecinesi o preghiere sono impossibili, poich nella maggior parte
dei casi il cambiamento dentro al cervello molto pi piccolo del cambiamento sostenuto
nel mondo esterno. Questo argomento corretto?
* Quando avviene qualche cambiamento in Natura, la quantit dellazione necessaria per questo
cambiamento la pi piccola che sia possibile.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Lidea base del principio di minima azione, la natura pigra quanto possibile, chiamato
anche lex parsimoniae. Questa idea generale fu gi espressa da Ptolemy, e pi tardi da
Fermat, Malebranche, e s Gravesande. ma Leibniz fu il primo che cap la sua validit e
lutilit matematica per la descrizione di tutto il moto.

Il Monte del Moto

254

8 misura del cambiamento con l azione

Nella fisica Galileiana, la Lagrangiana la differenza tra energia cinetica ed energia potenziale. Pi tardi, questa definizione sar generalizzata in un modo che affina la nostra
comprensione di tale distinzione : la Lagrangiana diventa la differenza tra un termine
per particelle libere ed un termine dovuto alle loro interazioni. In altre parole, il moto
della particella un compromesso continuo tra ci che la particella farebbe se fosse libera e ci che le altre particelle vogliono che essa faccia. A tale riguardo, le particelle si
comportano un po come le persone umane.

Come misurata lazione? Qual il miglior dispositivo o metodo per misurare lazione?
Sfida 437 na

Sfida 438 s

Spiegate: perch + costante, mentre e minimo?

Page 123

Ref. 203

Il principio di minimizzazione per il moto della luce e anche pi bello: la luce prende sempre il percorso che richiede il pi breve tempo di viaggio. Si sapeva da tempo
che questa idea descrive esattamente come la luce cambia direzione quando si muove
dallaria allacqua. Nellacqua, la luce si muove pi lentamente; il rapporto di velocit
aria ed acqua chiamato indice di rifrazione dellacqua. Lindice di rifrazione, di solito
abbreviato , dipendente dal materiale. Il valore per lacqua di circa 1.3. Questo rap-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 202

Un altro principio di minimizzazione pu essere usato per comprendere la costruzione


di corpi animali, specialmente la loro dimensione e le proporzioni delle loro strutture
interne. Per esempio, la pulsazione del cuore e la frequenza del respiro variano entrambi
con la massa dellanimale come 1/4 , e la potenza dissipata varia come 3/4 . Si scopre
che tali esponenti risultano da tre propriet degli esseri umani. Primo, essi trasportano
energia e materia attraverso lorganismo via una rete ramificata di vettori: alcuni pi
grandi, e altri sempre pi piccoli. In secondo luogo, i vettori hanno tutti la stessa dimensione minima. E in terzo luogo, le reti sono ottimizzate per minimizzare lenergia necessaria al trasporto. assieme, queste relazioni spiegano molte addizionali regole di scala;
esse potrebbero anche spiegare perch la durata della vita scala come 1/4 , o perch la
maggior parte dei mammiferi hanno approssimativamente lo stesso numero di battiti del
cuore in una vita.
Una spiegazione concorrente, usando un differente principio di minimizzazione, afferma che divisioni di potenze sorgono in ogni rete costruita in modo che il flusso arriva
alla destinazione per il percorso pi diretto.

Il Monte del Moto

Sfida 439 s

In natura, La somma + di energia cinetica e potenziale costante durante il moto


(per sistemi chiusi), mentre lazione minima. E possibile dedurre, combinando questi
due fatti, che i sistemi tendono allo stato con minima energia potenziale?

8 misura del cambiamento con l azione

255

air

water

F I G U R A 181 La rifrazione della luce dovuta allottimizzazione del

tempo di viaggio.

Sfida 440 s

porto di velocit, assieme al principio di tempo minimo, porta alla legge di rifrazione,
una semplice relazione tra i seni dei due angoli. potete dedurlo?

Sfida 441 s

Sfida 443 s

Qual lammontare di cambiamento accumulato nelluniverso sin dal big bang? Misurare tutto il cambiamento accaduto nelluniverso presuppone che luniverso sia un sistema
fisico. E questo il caso?

Ref. 204

Un moto per cui lazione particolarmente bene minimizzata in natura cara a tutti:
camminare. Estesi sforzi di ricerca cercano di progettare robot che copiano il risparmio
di energia nel funzionamento e controllo delle gambe umane. Per un esempio, vedere il
sito Web di Tao Geng a cswww.essex.ac.uk/tgeng/research.html.

Sfida 444 d

Potete provare le seguenti sfide integrative?


sec d = ln tan( + )
4 2
0

(80)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 442 s

Nella fisica Galileiana, il valore dellazione dipende dalla velocit dellosservatore, ma


non dalla sua posizione od orientamento. Ma lazione, quando propriamente definita,
non dovrebbe dipendere dallosservatore. Tutti gli osservatori dovrebbero concordare sul
valore del cambiamento osservato. Solamente la relativit speciale soddisfer il requisito
che lazione sia indipendente dalla velocit dellosservatore. Come sar definita lazione
relativistica?

Il Monte del Moto

Potete confermare che tutti citati principi di minimizzazione quello per la crescita degli alberi, quello per le reti allinterno degli animali, quello per il moto della luce sono
casi speciali del principio di minima azione? Infatti, ci il caso di tutti i principi di minimizzazione conosciuti in natura. Ognuno di loro, come il principio di minima azione,
un principio di minimo cambiamento.

256

8 misura del cambiamento con l azione

Sfida 445 s

Qual la forma ideale del mezzo tubo per lo skateboarding? Cosa implica ideale? Quali
requisiti portano ad una cicloide? Quale requisiti parlano contro una cicloide?

Page 123
Sfida 446 f

Come menzionato sopra, la morte degli animali un processo fisico ed accade quando
un animale ha consumato o metabolizzato circa 1 GJ/kg. Dimostrate che lazione totale
di un animale scala come 5/4 .
Sintesi sull azione

Il Monte del Moto

I sistemi si muovono minimizzando il cambiamento. Il cambiamento, o azione, la media nel tempo di energia cinetica meno lenergia potenziale. Laffermazione il moto
minimizza il cambiamento esprime la predicibilit e la sua continuit. Laffermazione
mostra anche tutta la semplicit del moto.
I sistemi si muovono minimizzando il cambiamento. Equivalentemente, i sistemi si muovono massimizzando il tempo trascorso tra due situazioni. Entrambe le
dichiarazioni mostrano che la natura pigra.
I sistemi si muovono minimizzando il cambiamento. nei prossimi capitoli mostriamo che questa dichiarazione implica la invarianza dallosservatore, la conservazione, la
invarianza per riflessione, la reversibilit e la relativit del moto di ogni giorno.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Capitolo 9

MOTO E SI M M ET R IA

Ref. 205

I
Page 234

l secondo modo per descrivere il moto globalmente di descriverlo in un modo tale che tutti gli osservatori concordino. Ora, ogni volta che una osservazione rimane
esattamente la stessa quando si passa da un osservatore ad un altro, noi chiamiamo
losservazione invariante o assoluta o simmetrica. Ogni volta che una osservazione cambia quando si passa da un osservatore a un altro, la chiamiamo relativa. Esplorare la
relativit significa quindi esplorare la simmetria.
La simmetria invariante dopo il cambiamento. Il cambio dellosservatore o punto di
vista un tale possibile cambiamento, come possono essere alcuni cambiamenti operati
sullosservazione stessa. Per esempio, un fiore non ti scordar di me, mostrato in figura 182, simmetrico perch sembra lo stesso dopo che si gira, o dopo che si gira attorno
ad esso, di 72 gradi; molti fiori di albero da frutto hanno la stessa simmetria. Si pu anche
dire che sotto certi cambiamenti di punti di vista il fiore ha una propriet invariante, vale
a dire la sua forma. Se molti di questi punti di vista sono possibili, si parla di unalta simmetria, altrimenti una bassa simmetria. Ad esempio, un quadrifoglio ha una simmetria
superiore ad un usuale, trifoglio. In fisica, i punti di vista sono spesso chiamati quadri di
riferimento.
Quando si parla di simmetria nei fiori, nella vita quotidiana, in architettura o nelle
arti di solito intendiamo simmetria speculare , simmetria di rotazione o di qualche combinazione. Queste sono simmetrie geometriche. Come tutte le simmetrie, le simmetrie
geometriche implicano linvarianza sotto operazioni di cambiamento specifiche. La lista
completa di simmetrie geometriche nota da molto tempo. tavola 34 fornisce una panoramica dei tipi di base. figura 183 e figura 184 danno alcuni importanti esempi. Ulteriori
simmetrie geometriche includono simmetrie di colore, dove i colori vengono scambiati,
e gruppi di spin, dove gli oggetti simmetrici non contengono solo punti, ma anche rotazioni, con il loro comportamento speciale sotto rotazioni. Anche combinazioni con simmetrie di scala, come appaiono nei frattali, e variazioni su sfondi curvi sono lestensione
della tabella di base.
Unalta simmetria significa che molti possibili cambiamenti lasciano unosservazione
invariante. A prima vista, non molti oggetti o osservazioni in natura sembrano essere
* In principio, vi fu simmetria. Concordate con tale affermazione? Essa ha portato molti ricercatori fuori
strada nellultima tappa della nostra avventura. Probabilmente, Heisenberg intendeva dire che allinizio,
cera semplicit. Tuttavia, ci sono molte differenze concettuali e matematiche tra simmetria e semplicit.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 447 f

Il Monte del Moto

Ref. 206

Am Anfang war die Symmetrie.*


Werner Heisenberg

258

9 moto e simmetria

F I G U R A 182 Non-ti-scordar-di-me,

chiamato anche Myosotis (Boraginaceae)


( Markku Savela).

TAV O L A 34 La classificazione e il numero di semplici simmetrie geometriche.

Tr as l a z ioni

0
1
2
3
gruppi di gruppi di gruppi di gruppi di
punti
linee
piani
s pa z i
1 riga
5 reti

14 reticoli

2
10 gruppi di
cristalli
32 gruppi di
cristalli

2
7 fregi
75 canne

n.a.
17 carte da
parati
80 strati

n.a.
n.a.
230 strutture
cristallo

simmetrici: in fondo, la simmetria geometrica pi leccezione che la regola. Ma questo


un errore. Al contrario, possiamo dedurre che la natura nel suo complesso simmetrica dal semplice fatto che abbiamo la capacit di parlarne! Inoltre, la simmetria della
natura notevolmente superiore a quello di un non-ti-scordar-di-me o di qualsiasi altra simmetria da tavola 34. Una conseguenza di questa alta simmetria , tra le altre, la
famosa espressione 0 = 2 .
Perch possiamo pensare e parlare del mond o?

Ref. 207

Larmonia nascosta pi forte di quella


manifesta.
Eraclito di Efeso, circa 500 bce

Perch possiamo capire quando qualcuno sta parlando del mondo, anche se non siamo
nei suoi panni? Possiamo per due ragioni: perch la maggior parte delle cose sembrano
simili da diversi punti di vista, e perch la maggior parte di noi ha gi avuto esperienze
simili in precedenza.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 448 s

1
2

Il Monte del Moto

D ime ns ion e Tipi di


ripeti zione

259

9 moto e simmetria
The 17 wallpaper patterns and a way to identify them quickly.
Is the maximum rotation order 1, 2, 3, 4 or 6?
Is there a mirror (m)? Is there an indecomposable glide reflection (g)?
Is there a rotation axis on a mirror? Is there a rotation axis not on a mirror?
oo

pg

**

pm

*o

cm

2222

p1

p2

S2222

y
*632

*2222

m?

6 max 2
rotation
order
3
4

S632
m?
y
3*3

pmm

g?

D2222

y
22*
an axis on
a mirror?

y
an axis not
on a mirror?

P22
y

pgg

g?

m?

y
m?

p6

g?

D632

632

22o

g?

p6m

m?
y

pmg

D22

y
2*22

an axis not
on a mirror?

p31m
n

D33

cmm
D222

*333

442

p3m1

p4
*442

D333
333

p3

S333

4*2

p4g

D42

p4m

S442

D442

Every pattern is identified according to three systems of notation:


442
p4
S442

The Conway-Thurston notation.


The International Union of Crystallography notation.
The Montesinos notation, as in his book
Classical Tesselations and Three Manifolds

F I G U R A 183 Lelenco completo di possibili simmetrie di modelli di carta da parati, i cosiddetti gruppi di
carta da parati, i loro nomi abituali, ed un modo per distinguerli ( Dror Bar-Natan).

260
Crystal system
Triclinic system
(three axes,
none at right angles)

Monoclinic system
(two axes at
right angles, a
third not)

9 moto e simmetria
Crystall class or crystal group

C1

Ci

C2

Cs or C1h

C2h

D2

C2v

D2h

C4

S4

C4h

D4

C4v

C3

S6

D3

C3v

D3d

C6

C3h

C6h

D6

C6v

Orthorhombic system
(three unequal axes
at right angles)

Tetragonal system
(three axes at right
angles, one
unequal)

Trigonal system
(three equal axes
at 120 degrees, a
fourth at right angles
with threefold
symmetry)
Hexagonal system
(three equal axes
at 120 degrees, a
fourth at right
angles with sixfold
symmetry)

D2d

D4h

D3h

D6h

Cubic or isometric
system (three equal
axes at right
angles)
T

Th

Td

Oh

F I G U R A 184 Lelenco completo di simmetrie possibili di cellule unit nei cristalli, i gruppi di punti
cristallografici o gruppi di cristalli o classi di cristalli ( Jonathan Goss, dopo Neil Ashcroft e David
Mermin).

9 moto e simmetria

Sfida 449 s

261

Toleranz ... ist der Verdacht der andere knnte


Recht haben.*
Kurt Tucholsky (18901935), scrittore Tedesco
Toleranz eine Strke, die man vor allem dem
politischen Gegner wnscht.**
Wolfram Weidner (b. 1925) German journalist

Quando un giovane inizia ad incontrare altre persone durante linfanzia, scopre rapidamente che certe esperienze sono condivise, mentre altre, come i sogni, non lo sono.
Imparare a fare questa distinzione una delle avventure della vita. In queste pagine, ci
concentriamo su una sezione del primo tipo di esperienze: le osservazioni fisiche. Tuttavia, anche tra queste, si devono fare delle distinzioni. Nella vita quotidiana siamo abituati
a supporre che pesi, volumi, lunghezze e intervalli di tempo siano indipendenti del punto di vista dellosservatore. Possiamo parlare di queste quantit osservate a qualcuno,
* Tolleranza ... il sospetto che laltro potrebbe avere ragione.
** Tolleranza una forza che si desidera principalmente agli avversari politici.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Punti di vista

Il Monte del Moto

Simile significa che quello che noi e ci che altri osservano in qualche modo corrispondono. In altre parole, molti aspetti delle osservazioni non dipendono dal punto di
vista. Ad esempio, il numero di petali di un fiore ha lo stesso valore per tutti gli osservatori. Possiamo quindi dire che questa quantit la pi alta simmetria possibile. Vedremo
di seguito che la massa un altro esempio. Osservabili con la pi alta simmetria possibile sono chiamati scalari in fisica. Altri aspetti cambiano da osservatore a osservatore.
Ad esempio, la dimensione apparente varia con la distanza di osservazione. Tuttavia,
lattuale dimensione indipendente dallosservatore. In termini generali, qualsiasi tipo
di indipendenza dal punto di vista una forma di simmetria, e losservazione che due persone che guardano alla stessa cosa da diversi punti di vista possono capire ciascun altro,
dimostra che la natura simmetrica. Iniziamo a scoprire i dettagli di questa simmetria
in questa sezione e continueremo durante quasi tutto il resto della nostra escursione.
Nel mondo che ci circonda, si nota unaltra propriet generale: non solo lo stesso fenomeno sembra simile a diversi osservatori, ma differenti fenomeni sono simili allo stesso
osservatore. Ad esempio, sappiamo che se il fuoco brucia il dito in cucina, lo far al di
fuori della casa allo stesso modo, e anche in altri luoghi e in altri momenti. La natura mostra riproducibilit. Natura non mostra sorprese. In realt, la nostra memoria e il nostro
pensiero sono possibili solo a causa della struttura di base della natura. (Potete confermarlo?) Come vedremo, la riproducibilit porta a ulteriori forti restrizioni in materia di
descrizione della natura.
Senza indipendenza dal punto di vista e riproducibilit, parlare con gli altri o a se stessi
sarebbe impossibile. Ancora pi importante, scopriremo che indipendenza dal punto di
vista e riproducibilit non si limitano a determinare la possibilit di parlare gli uni agli
altri: esse fissano anche molto (ma non tutto) il contenuto di quello che possiamo dire a
ciascun altro. In altre parole, vedremo che la maggior parte della nostra descrizione della
natura segue logicamente, quasi senza scelta, dal semplice fatto che possiamo parlare di
natura ai nostri amici.

262

Sfida 450 s

Vol. III, pag. ??

Ref. 208

Nella discussione finora, abbiamo studiato punti di vista che differivano nella posizione,
nellorientamento, nel tempo e, soprattutto, nel moto. Rispettivamente a ciascun altro, gli
osservatori possono essere in quiete, muoversi con velocit costante, o accelerare. Questi cambiamenti concreti di punto di vista sono quelli che studieremo prima. In questo
caso, il requisito di coerenza delle osservazioni fatte da diversi osservatori si chiama principio di relativit. Le simmetrie associate a questo tipo di invarianza sono anche chiamate
simmetrie esterne. Esse sono elencate in tavola 36.
Una seconda classe di cambiamenti fondamentali dei punti di vista riguardano cambiamenti astratti. I punti di vista possono differire dalla descrizione matematica utilizzata: tali cambiamenti sono chiamati cambiamenti di gauge. Saranno introdotti prima
nella sezione relativa dellelettrodinamica. Di nuovo, richiesto che tutte le dichiarazioni siano coerenti tra le diverse descrizioni matematiche. Questo requisito di coerenza si
chiama principio di invarianza di gauge. Le simmetrie associate sono chiamate simmetrie
interne.
* Gli esseri umani sviluppano la capacit di immaginare che gli altri possano essere in situazioni differenti
dalle proprie allet di circa quattro anni. Pertanto, prima dellet di quattro anni, gli esseri umani non sono
in grado di concepire la relativit ristretta; pi tardi, possono.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 272

Quali punti di vista sono possibili?


Come vengono trasformate le descrizioni da un punto di vista ad un altro?
Quali osservabili ammettono queste simmetrie?
Cosa ci dicono questi risultati sul moto?

Il Monte del Moto

e non ci sono disaccordi sui loro valori, a condizione che siano stati misurati correttamente. Tuttavia, altre quantit non dipendono dallosservatore. Immaginate di parlare
con un amico dopo che saltato da uno degli alberi lungo il nostro percorso, mentre sta
ancora cadendo verso il basso. Dir che il sottobosco si sta avvicinando ad alta velocit,
mentre losservatore sotto sosterr che il pavimento fermo. Ovviamente, la differenza
tra le dichiarazioni dovuta ai loro diversi punti di vista. La velocit di un oggetto (in
questo esempio quella del pavimento della foresta o dello stesso amico) dunque una
propriet meno simmetrica del peso o del volume. Non tutti gli osservatori concordano
sul suo valore.
In caso di osservazioni dipendenti dal punto di vista, la comprensione ancora possibile con lausilio di un piccolo sforzo: ogni osservatore pu immaginare di osservare dal punto di vista dellaltro, e controllare se il risultato immaginato concorda con
laffermazione dellaltro.* Se laffermazione allora immaginata e laffermazione attuale dellaltro osservatore concordano, le osservazioni sono coerenti, e la differenza nelle
dichiarazioni dovuta solo ai diversi punti di vista; altrimenti, la differenza fondamentale, e non possono essere daccordo o parlarne. Con questo approccio, si pu anche
discutere di sentimenti umani, giudizi, o sapori che nascono da differenze fondamentali
o no.
La distinzione tra punto di vista indipendente (invariante) e quantit dipendenti dal
punto di vista una funzione indispensabile. Quantit invarianti, come la massa o la forma, descrivono propriet intrinseche, e le quantit che dipendono dallosservatore compongono lo stato del sistema. Pertanto, dobbiamo rispondere alle seguenti domande per
trovare una completa descrizione dello stato di un sistema fisico:

Page 154

9 moto e simmetria

9 moto e simmetria

Vol. IV, pag. 113

263

La terza classe di cambiamenti, la cui importanza pu non essere evidente nella vita
quotidiana, quello del comportamento di un sistema sotto lo scambio delle sue parti.
Linvarianza associata viene chiamata simmetria di permutazione. Essa una simmetria
discreta, e la incontreremo quando esploriamo la teoria quantistica.
I tre requisiti di coerenza di cui sopra sono chiamati principi perch queste dichiarazioni di base sono cos forti che determinano quasi completamente le leggi della fisica, come vedremo tra breve. Pi tardi si scoprir che cercare una descrizione completa dello stato degli oggetti porter anche una descrizione completa delle loro propriet
intrinseche. Ma abbastanza per lintroduzione: veniamo al cuore del tema.
Simmetrie e gruppi

un elemento inverso 1 esiste tale che 1 = 1 =

Sfida 451 s
Ref. 209
Sfida 453 s

Sfida 452 f

(81)

Ogni insieme che soddisfa queste tre propriet di definizione o assiomi, chiamato un
gruppo (matematico). Storicamente, il concetto di gruppo stato il primo esempio di una
struttura matematica che fu definita in una maniera completamente astratta.*Potete fare
un esempio di un gruppo preso dalla vita di tutti i giorni? I gruppi compaiono spesso in
fisica e matematica, perch le simmetrie sono quasi ovunque, come vedremo.** Potete
elencare le operazioni di simmetria del modello di figura 185?
* Il termine gruppo dovuto a Evariste Galois (18111832), la sua struttura a Augustin-Louis Cauchy (1789
1857) e la definizione assiomatica a Arthur Cayley (18211895).
** In linea di principio, i gruppi matematici non necessitano dei gruppi di simmetria; ma si pu dimostrare
che tutti i gruppi possono essere visti come gruppi di trasformazioni su alcuni spazi matematici opportunamente definiti, in modo che in matematica si possa utilizzare il termine gruppo di simmetria e gruppo
intercambiabilmente.
Un gruppo si chiama Abeliano se la sua operazione di concatenazione commutativa, cio, se =
per tutte le coppie di elementi and . In questo caso la concatenazione talvolta chiamata addizione. Le
rotazioni formano un gruppo abeliano?
Un sottoinsieme 1 di un gruppo pu esso stesso essere un gruppo; allora si chiama un sotto-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

associativit, cio, ( ) = ( )
un elemento neutro esiste tale che = =

Il Monte del Moto

Poich siamo alla ricerca di una descrizione del moto che sia completa, abbiamo bisogno
di comprendere e descrivere linsieme completo di simmetrie della natura. Ma che cosa
la simmetria?
Un sistema detto di essere simmetrico o di possedere una simmetria se appare
identico se osservato da diversi punti di vista. Diciamo anche che il sistema possiede
uninvarianza sotto cambiamento da un punto di vista allaltro. Modifiche del punto di
vista sono chiamate operazioni di simmetria o trasformazioni. Una simmetria quindi una trasformazione, o pi in generale, una serie di trasformazioni che lasciano un
sistema invariante. Tuttavia, una simmetria pi di un insieme: la successiva applicazione di due operazioni di simmetria unaltra operazione di simmetria. In altri termini,
una simmetria un insieme = {, , , ...} di elementi, le trasformazioni, insieme con
unoperazione binaria chiamata concatenazione o moltiplicazione e pronunciata dopo
o volte, in cui le seguenti propriet valgono per tutti gli elementi , e :

264

9 moto e simmetria

Il Monte del Moto

F I G U R A 185 Un ornamento IspanoArabico dal Palazzo del Governo a Siviglia ( Christoph Schiller).

R appresentazioni
Sfida 454 f

Guardando ad un sistema simmetrico e composto come quello mostrato in figura 185,


notiamo che ciascuna delle sue parti, per esempio ogni chiazza rossa, appartiene ad un
gruppo di oggetti simili, di solito chiamato multipletto. Nel suo insieme, il multipletto ha
(almeno) le propriet di simmetria di tutto il sistema. Per alcune delle macchie di colore
in figura 185 abbiamo bisogno di quattro oggetti per costituire un multipletto completo,
mentre per altri ne occorrono due, o solamente uno, come nel caso della stella centrale.
Infatti, in ogni sistema simmetrico ciascuna parte pu essere classificata in base a quale
tipo di multipletto essa appartiene.

gruppo e spesso si dice superficialmente che pi grande di 1 o che un gruppo di simmetria pi alto
di 1 .

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Copyright 1990 Christoph Schiller

9 moto e simmetria

265

Quindi abbiamo due sfide. Non solo abbiamo bisogno di trovare tutte le simmetrie
della natura; attraverso la nostra salita alla montagna abbiamo anche bisogno di determinare il multipletto per ogni parte di natura che osserviamo. Soprattutto, abbiamo bisogno
di fare questo per le parti pi piccole che si trovano in natura, le particelle elementari.
Un multipletto un insieme di parti che trasformano luno nellaltro in tutte le trasformazioni di simmetria. I matematici chiamano spesso multipletti rappresentazioni
astratte. Specificando a quale multipletto appartiene un componente, descriviamo in
quale modo il componente parte dellintero sistema. Vediamo come si ottiene questa
classificazione.
Nel linguaggio matematico, le trasformazioni di simmetria sono spesso descritte da
matrici. Ad esempio, nel piano, una riflessione lungo la prima diagonale rappresentato
dalla matrice
0 1
(refl) = (
) ,
(82)
1 0
Sfida 455 f

* Ci sono alcune ovvie, ma importanti, condizioni al contorno per una rappresentazione: le matrici ()
devono essere invertibili, o non singolari, e loperazione identit di deve essere mappata alla matrice
unit. In un linguaggio ancora pi compatto si dice che la rappresentazione un omomorfismo da nel
gruppo di matrici non singolari o invertibili. Una matrice invertibile se il determinante det non
zero.
In generale, se una mappatura da un gruppo allaltro soddisfa
( ) = () () ,

Vol. IV, pag. 229

(84)

la mappatura chiamata un omomorfismo. Un omomorfismo che uno-a-uno (iniettivo) e sopra


(suriettivo) chiamato isomorfismo. Se una rappresentazione anche iniettiva, chiamata fedele, vera o
propria.
Nello stesso modo dei gruppi, strutture matematiche pi complesse come gli anelli, i campi e le algebre
associative possono essere rappresentate da classi adeguate di matrici. Una rappresentazione del campo dei
numeri complessi fornita pi avanti.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ad esempio, la matrice di equazione (82), insieme con le corrispondenti matrici per tutte
le altre operazioni di simmetria, ha questa propriet.*
Per ogni gruppo di simmetria, la costruzione e la classificazione di tutte le possibili rappresentazioni un compito importante. Corrisponde alla classificazione di tutti i
possibili multipletti di cui pu essere fatto un sistema simmetrico. Pertanto, se comprendiamo la classificazione di tutti i multipletti e le parti che possono apparire in figura 185,
capiremo anche come classificare tutte le possibili parti di cui un oggetto o un esempio
di moto possono essere composti!

Il Monte del Moto

poich ogni punto (, ) viene trasformato in (, ) moltiplicato per la matrice (refl).


Quindi per un matematico una rappresentazione di un gruppo di simmetria una assegnazione di una matrice () a ciascun elemento del gruppo tale che la rappresentazione della concatenazione di due elementi e il prodotto delle rappresentazioni
degli elementi:
( ) = ()() .
(83)

266

Sfida 456 f

9 moto e simmetria

Una rappresentazione chiamata unitaria se tutte le matrici () sono unitarie.*


Quasi tutte le rappresentazioni che appaiono in fisica, con solo una manciata di eccezioni,
sono unitarie: questo termine il pi restrittivo, laddove precisa che le trasformazioni
corrispondenti sono uno-a-uno e invertibili, che significa che un osservatore non vede
pi o meno di un altro. Ovviamente, se un osservatore pu comunicare con un secondo,
il secondo pu anche comunicare col primo.
La propriet importante finale di un multipletto, o rappresentazione, riguarda la
sua struttura. Se un multipletto pu essere visto come costituito da sotto-multipletti,
chiamato riducibile, altrimenti irriducibile; lo stesso dicasi in merito alle rappresentazioni. Le rappresentazioni irriducibili ovviamente non possono essere decomposte oltre. Ad esempio, il (quasi perfetto) gruppo di simmetria di figura 185, comunemente
chiamato D4 , ha otto elementi. Ha la matrice generale, fedele, unitaria e irriducibile
rappresentazione
cos /2 sin /2
1 0
1
0
0 1
0 1
(
) = 0..3, (
),(
),(
),(
).
sin /2
cos /2
0 1
0 1
1 0
1 0

Simmetrie, moto e fisica galileiana


Ogni giorno noi sperimentiamo di essere in grado di comunicare con gli altri sul moto.
Deve quindi essere possibile trovare una quantit invariante per descriverlo. La conosciamo gi: essa lazione, la misura del cambiamento. Ad esempio, accendere un fiammifero
un cambiamento. La magnitudo del cambiamento la stessa se il fiammifero si accende qua e l, in una direzione o nellaltra, oggi o domani. In effetti, lazione (Galiliana)
un numero il cui valore lo stesso per ogni osservatore in quiete, indipendente dal suo
orientamento o il tempo in cui si fa la sua osservazione.
Nel caso del modello Arabo di figura 185, la simmetria permette di dedurre lelenco
dei multipletti, o rappresentazioni, che possono essere i suoi blocchi di costruzione. Questo approccio deve essere pure possibile per un sistema in moto. tavola 35 mostra come.
* La trasposta di una matrice definita elemento per elemento da ( )ik = ki . La complessa coniugata
di una matrice definita da ( )ik = ( ik ) . La aggiunta di una matrice definita da = ( ) .
Una matrice chiamata simmetrica se = , ortogonale se = 1 , Hermitiana o autoaggiunta (i due
sono sinonimi in tutte le applicazioni fisiche) se = (matrici Hermitiane hanno autovalori reali), e
unitarie se = 1 . Le matrici unitarie hanno autovalori di norma uno. La moltiplicazione per una matrice
unitaria una mappatura uno-a-uno; poich levoluzione temporale dei sistemi fisici una mappatura da
una tempo allaltro, levoluzione sempre descritta da una matrice unitaria.
Una antisimmetrica o matrice emi-simmetrica definita da = , una matrice anti-Hermitiana da

= ed una matrice anti-unitaria da = 1 . Tutte le mappature corrispondenti sono uno-a-uno.


Una matrice singolare, e il corrispondente vettore di trasformazione non uno-a-uno, se det = 0.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

La rappresentazione un ottetto. Lelenco completo delle possibili rappresentazioni irriducibili del gruppo D4 include anche singoletti, doppietti e quartetti. Potete trovarle tutte?
Queste rappresentazioni consentono la classificazione di tutti i nastri bianchi e neri che
appaiono in figura, cos come tutte le macchie colorate. La maggior parte degli elementi simmetrici sono singoletti, i meno simmetrici sono membri dei quartetti. Il sistema
completo sempre pure un singoletto.
Con questi concetti siamo pronti a parlare di moto con una maggiore precisione.

Il Monte del Moto

Sfida 457 na

(85)

9 moto e simmetria

267

TAV O L A 35 Corrispondenze tra le simmetrie di un ornamento, un fiore e la natura nel suo complesso.

Sistema

m o d e l l o I s pa noArabico

Fiore

Struttura e
componenti
Simmetria di

set di nastri e pezze

set di petali, fusto

Moto

modello di simmetria

percorso del moto e


osservabili
simmetria del fiore simmetria della lagrangiana

Descrizione
matematica del
gruppo di
simmetria

D4

C5

in relativit Galileiana:
posizione, orientamento,
istante e cambi di velocit

Invarianti

numero di elementi
multipletto

numero di petali

numero di coordinate,
magnitudo di scalari,
vettori e tensori
tensori, compresi scalari e
vettori

sistema

La maggior parte singoletto


rappresentazione
simmetrica

parte con
simmetria
circolare

scalare

La pi semplice quartetto
rappresentazione
fedele

quintetto

vettore

La pi piccola
quartetto
rappresentazione
simmetrica

quintetto

nessun limite (tensore di


rango infinito)

Nel caso del modello Arabo, da vari possibili punti di vista di osservazione, abbiamo dedotto la classificazione dei nastri nei singoletti, doppietti, ecc Per un sistema in moto, i
blocchi di costruzione, corrispondenti ai nastri, sono gli osservabili. Dal momento che
osserviamo che la natura simmetrica sotto molti differenti cambiamenti di punto di
vista, noi siamo in grado di classificare tutti gli osservabili. Per fare ci, dobbiamo prima
prendere la lista di tutte le trasformazioni di punto di vista e quindi dedurre la lista di
tutte le loro rappresentazioni.
La nostra vita di tutti i giorni dimostra che il mondo rimane invariato dopo cambiamenti di posizione, orientamento ed istante di osservazione. Si parla anche di invarianza
per traslazione nello spazio , invarianza per rotazione e invarianza per traslazione nel
tempo. Queste trasformazioni sono diverse da quelle del modello Arabo in due aspetti:
esse sono continue e sono illimitate. Di conseguenza, le loro rappresentazioni saranno generalmente continuamente variabili e senza limiti: saranno quantit o grandezze. In altre
parole, gli osservabili saranno costruiti con i numeri. In questo modo abbiamo dedotto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

tipi di multipletto
di componenti

Il Monte del Moto

tipi di multipletto di
Rappresentazioni elementi
delle
componenti

268

Sfida 459 s

Page 161

Sfida 458 f

* Solo gli scalari, al contrario di vettori e tensori di ordine superiore, possono anche essere quantit che
prendono solo un insieme discreto di valori, come +1 o 1 solamente. In breve, solo gli scalari possono
essere osservabili discreti.
** In seguito, saranno aggiunti gli spinori, e completano questo elenco.
*** Le trasformazioni Galileiane sono cambiamenti di punti di vista da un osservatore ad un secondo, mobile
rispetto al primo. Trasformazioni Galileiane solo un termine per ci che accade nella vita di tutti i giorni,
dove le velocit si sommano e il tempo lo stesso per tutti. Il termine, introdotto nel 1908 da Philipp Frank,
viene per lo pi utilizzato come un contrasto con la trasformazione di Lorentz che cos comune nella
relativit speciale.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 210
Page 116

perch i numeri sono necessari per una descrizione del moto.*


Dal momento che gli osservatori possono differire nellorientamento, la maggior parte delle rappresentazioni saranno oggetti aventi una direzione. Per abbreviare una lunga storia, la simmetria sotto cambiamento di posizione di osservazione, orientamento o
istante conduce al risultato che tutti gli osservabili sono o scalari, vettori o tensori
di ordine superiore.**
Uno scalare una quantit osservabile che rimane la stessa per tutti gli osservatori:
corrisponde ad un singoletto. Esempi sono la massa o carica di un oggetto, la distanza
tra due punti, la distanza dellorizzonte, e molti altri. I loro valori possibili sono (di solito) continui, illimitati e senza direzione. Altri esempi di scalari sono il potenziale in un
punto e la temperatura in un punto. La velocit non ovviamente uno scalare; n lo la
coordinata di un punto. Potete trovare altri esempi e contro-esempi?
Lenergia un osservabile sconcertante. Si tratta di uno scalare se solo sono considerati cambiamenti di luogo, orientamento ed istante di osservazione. Ma lenergia non
uno scalare se vengono inclusi cambiamenti di velocit dellosservatore. Nessuno ha
mai cercato una generalizzazione dellenergia che uno scalare anche per osservatori in
moto. Solo Albert Einstein lo scopr, assolutamente per caso. Maggiori informazioni su
questo problema a breve.
Qualsiasi quantit che ha una magnitudo e una direzione e che rimane la stessa rispetto allambiente quando si cambia punto di vista un vettore. Per esempio, la freccia
tra due punti fissi sul pavimento un vettore. La sua lunghezza la stessa per tutti gli
osservatori; la sua direzione cambia da osservatore ad osservatore, ma non rispetto al
suo ambiente. Daltra parte, la freccia tra un albero ed il luogo in cui un arcobaleno
tocca la Terra non un vettore, dal momento che quel luogo non rimane fisso rispetto
allambiente, quando cambia losservatore.
I matematici dicono che i vettori sono entit dirette che rimangono invarianti sotto
trasformazioni di coordinate. Le velocit degli oggetti, le accelerazioni e le intensit di
campo sono esempi di vettori. (Potete confermare questo?) La grandezza di un vettore
uno scalare: la stessa per qualsiasi osservatore. Tra laltro, un famoso e sconcertante
risultato di esperimenti ottocenteschi che la velocit di un fascio di luce non un vettore come la velocit di una macchina; la velocit del fascio di luce non un vettore per
trasformazioni Galileiane.*** Questo mistero sar risolto a breve.
I tensori sono vettori generalizzati. Come esempio, prendiamo il momento dinerzia
di un oggetto.Esso specifica la dipendenza del momento angolare dalla velocit angolare.
Per qualsiasi oggetto, raddoppiando lentit della velocit angolare raddoppia la grandezza del momento angolare; tuttavia, i due vettori non sono paralleli tra loro se loggetto
non una sfera. In generale, se due qualsiasi quantit vettoriali sono proporzionali, nel

Il Monte del Moto

Sfida 460 f

9 moto e simmetria

9 moto e simmetria

Sfida 462 s

269

senso che il raddoppio della grandezza di un vettore raddoppia lampiezza dellaltro, ma


senza che i due vettori siano paralleli a ciascun altro, quindi il fattore di proporzionalit
un tensore (del secondo ordine). Come tutti i fattori di proporzionalit, i tensori hanno
una grandezza. In aggiunta, i tensori hanno una direzione e una forma: descrivono la
connessione tra i vettori a cui si riferiscono. Proprio come i vettori sono le quantit pi
semplici con una magnitudo e una direzione, cos i tensori sono le quantit semplici con
una grandezza e con una direzione in funzione di una seconda, direzione scelta. I vettori possono essere visualizzati come frecce orientate. I tensori simmetrici, ma non quelli
non simmetrici, possono essere visualizzati come ellissoidi orientati.* Potete nominare
un altro esempio di tensore?
Torniamo alla descrizione del moto. tavola 35 mostra che nei sistemi fisici dobbiamo
sempre distinguere tra la simmetria dellintera Lagrangiana - corrispondente alla simmetria del modello completo e la rappresentazione degli osservabili corrispondente
ai multipletti del nastro. Dal momento che lazione deve essere uno scalare, e dal momento che tutti gli osservabili devono essere tensori, le Lagrangiane contengono somme e prodotti di tensori solo in combinazioni che formao scalari. Le Lagrangiane contengono dunque solo i prodotti scalari o loro generalizzazioni. In breve, le Lagrangiane
assomigliano sempre a
(86)

= d =

2 d
2

(87)

che in effetti della forma appena menzionata. Incontreremo molti altri casi durante il
nostro studio del moto.**

Sfida 461 f

Ref. 211

* Un tensore di rango- il fattore di proporzionalit tra un tensore di rango-1 cio, un vettore ed


un tensore di rango-( 1). Vettori e scalari sono tensori di rango 1 e rango 0. Gli scalari possono essere
raffigurati come sfere, i vettori come frecce ed i tensori simmetrici di rango-2 come ellissoidi. Un tensore
generale, non simmetrico di rango-2 pu essere diviso in modo univoco in un tensore simmetrico ed uno
antisimmetrico. Un tensore antisimmetrico di rango-2 corrisponde ad un vettore polare. I tensori di rango
pi elevato corrispondono a forme sempre pi complesse.
Un vettore ha la stessa lunghezza e la direzione per ogni osservatore; un tensore (di rango 2) ha lo stesso
determinante, la stessa traccia, e la stessa somma di sottodeterminanti diagonali per tutti gli osservatori.
Un vettore descritto matematicamente da un elenco di componenti; un tensore (di rango 2) descritto da una matrice di componenti. Il rango o ordine di un tensore d cos il numero di indici che ha un
osservabile. Potete dimostralo ?
** Tra laltro, il solito elenco di possibili punti di vista di osservazione e cio diverse posizioni, diversi
istanti di osservazione, diversi orientamenti, e diverse velocit completo anche per lazione (87)? Sorprendentemente, la risposta no. Uno dei primi che not questo fatto fu Niederer, nel 1972. Studiando la
teoria quantistica di particelle puntiformi, scopr che anche lazione di una particella punto libera Galileiana invariante sotto alcune ulteriori trasformazioni. Se i due osservatori utilizzano le coordinate (, ) e

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

dove gli indici collegati alle variabili , , etc. vengono sempre in coppie corrispondenti
per essere sommati. (Quindi segni di sommatoria sono di solito semplicemente lasciati
fuori.) Le lettere Greche rappresentano costanti. Ad esempio, lazione di una particella
punto libera in fisica galileiana fu data come

Il Monte del Moto

= + + + ...

270

Page 154

9 moto e simmetria

Galileo gi cap che il moto anche invariante rispetto al cambio di punti di vista con
velocit diverse. Tuttavia, lazione appena data non riflette questo. Ci sono voluti alcuni anni per scoprire la corretta generalizzazione: essa data dalla teoria della relativit
ristretta. Ma prima di studiarla, dobbiamo finire il presente argomento.
R iproducibilit, conservazione e il teorema di Noether

Sfida 464 na

(90)

(, ), lazione (87) invariante per le trasformazioni


=

+ 0 +
+

e =

+
+

con

= 1 e = 1 .

(88)

dove descrive la rotazione dallorientamento di un osservatore allaltro, la velocit tra i due osservatori,
e 0 il vettore tra le due origini al tempo zero. Questo gruppo contiene due importanti casi particolari di
trasformazioni:
Il gruppo Galileiano statico collegato = + 0 + e

Il gruppo trasformazione SL(2,R) =


+

+
e =
+

(89)

Questultimo, gruppo di tre parametri include inversione spaziale, dilatazioni, traslazioni di tempo e una
serie di trasformazioni tempo-dipendente come = /, = 1/ chiamate espansioni. Dilatazioni ed espansioni sono raramente menzionati, come lo sono le simmetrie di particelle puntiformi solamente, e non si
applicano ad oggetti di uso quotidiano e sistemi. Essi torneranno ad essere di importanza pi tardi, per.
* Emmy Noether (b. 1882 Erlangen, d. 1935 Bryn Mawr), matematico. Il teorema soltanto unattivit secondaria nella sua carriera che lei dedic soprattutto alla teoria dei numeri. Il teorema vale anche per simmetrie
di gauge, dove si afferma che ad ogni simmetria di gauge corrisponde unidentit dellequazione del moto,
e viceversa.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 463 na

La riproducibilit delle osservazioni, cio, la simmetria sotto cambio di istante di tempo


o invarianza per traslazione di tempo, un caso di indipendenza dal punto di vista .
(Questo non evidente, si pu trovare la sua rappresentazione irriducibile?) Il collegamento ha diverse conseguenze importanti. Abbiamo visto che la simmetria implica invarianza. Risulta che per simmetrie continue, come la invarianza per traslazione di tempo,
questa dichiarazione pu essere resa pi precisa: per ogni simmetria continua delle Lagrangiane vi una costante conservata associata del moto e viceversa. La formulazione
esatta di questa connessione il teorema di Emmy Noether.* Ella trov il risultato nel
1915 quando aiutava Albert Einstein e David Hilbert, che lottavano e competevano entrambi per costruire la relativit generale. Tuttavia, il risultato si applica a qualsiasi tipo
di Lagrangiana.
Noether indag simmetrie continue dipendenti da un parametro continuo . Una trasformazione del punto di vista una simmetria se lazione non dipende dal valore di
. Ad esempio, cambiare posizione come

Il Monte del Moto

Ref. 212

Lascer la mia massa, carica e quantit di moto


alla scienza.
Graffito

9 moto e simmetria

lascia lazione

271

0 = () () d

(91)

invariante, dal momento che () = 0 . Questa situazione implica che

= = const .

Sfida 465 f

In breve, la simmetria sotto cambiamento di posizione comporta la conservazione della


quantit di moto. Il contrario vero anche.
Nel caso di simmetria sotto spostamento dellistante di osservazione, troviamo
+ = const .

Page 27

Page 229

In altre parole, linvarianza per traslazione di tempo implica energia costante. Ancora, il
contrario corretto anche.
La quantit conservata per una simmetria continua talvolta chiamata carica Noether,
perch il termine carica utilizzato in fisica teorica per designare osservabili estensivi
conservati. Cos, energia e quantit di moto sono cariche Noether. La carica elettrica,
carica gravitazionale (vale a dire, la massa) e la carica topologica sono altri esempi
comuni. Cos la carica conservata per la invarianza di rotazione?
Notiamo che lespressione lenergia conservata ha diversi significati. Innanzitutto,
significa che lenergia di una singola particella libera costante nel tempo. In secondo
luogo, significa che lenergia totale di un qualsiasi numero di particelle indipendenti
costante. Infine, ci significa che lenergia di un sistema di particelle, cio, comprese le
loro interazioni, costante nel tempo. Le collisioni sono esempi di questultimo caso. Il
teorema di Noether rende tutti questi punti allo stesso tempo, come si pu verificare con
le corrispondenti Lagrangiane.
Ma il teorema di Noether fa anche, o meglio ripete, una dichiarazione ancora pi
forte: se lenergia non fosse conservata, il tempo potrebbe non essere definito. Lintera
descrizione della natura richiede lesistenza di quantit conservate, come abbiamo notato
quando abbiamo introdotto i concetti di oggetti, stato e ambiente. Per esempio, abbiamo
definito gli oggetti come entit permanenti, cio, come entit caratterizzate da quantit
conservate. Abbiamo visto anche che lintroduzione del tempo possibile solo perch in
natura non ci sono sorprese. Il teorema di Noether descrive esattamente quello che tale
sorpresa dovrebbe essere: la non conservazione dellenergia. Tuttavia, non sono mai
stati osservati salti di energia nemmeno a livello quantistico.
Dal momento che le simmetrie sono cos importanti per la descrizione della natura,
tavola 36 offre una panoramica di tutte le simmetrie della natura che incontreremo. Sono
elencati anche loro propriet principali. Fatta eccezione per quelli contrassegnati come
approssimativa o speculativa, una prova sperimentale di scorrettezza di qualsiasi di
loro sarebbe davvero una grande sorpresa.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 467 f

(93)

Il Monte del Moto

Sfida 466 s

(92)

272

9 moto e simmetria

TAV O L A 36 Le simmetrie note in natura,con le loro propriet; anche lelenco completo di induzioni

logiche utilizzate nei due campi.

Simme tria Tip o


[nume ro di
pa r a metri]

S pa zio
dazione

To p o logia
del
grup po

Possi bili
rappre s e ntazioni

Q ua n t i t
conserva t a

Vu o Effet t o / m a t et ro i a
sono
princi s i m m e - pa l e
trici

Geometrica o spazio-tempo, esterna, simmetrie


Traslazione di
tempo e spazio

R R3
[4 par.]

spazio,
tempo

non
scalari,
compatto vectori,

quant. di
moto ed
energia

si/si

permessa
ogni
giorno

spazio

momento
angolare

si/si

comunicazione

Galilei boost

R3 [3 par.] spazio,
tempo

non
scalari,
compatto vettori,
tensori

velocit
centro di
massa

si/per
basse
velocit

relativit
del moto

Lorentz

omogeneo spazio- non


tensori,
Lie
tempo compatto spinori
SO(3,1)
[6 par.]

energiaquant.
moto

si/si

velocit
luce
costante

Poincar
ISL(2,C)

non
spazio- non
tensori,
omogeneo tempo compatto spinori
Lie
[10 par.]

energiaquant.
moto

si/si

Dilatazione
invarianza

R+ [1 par.] spazio- raggio


tempo

Speciale
R4 [4 par.] spazio- R4
invarianza
tempo
conformazionale
invarianza
[15 par.]
conformazionale

tensori

-dimen. nessuno
continuum

si/no

particelle
senza
massa

-dimen. nessuno
continuum

si/no

particelle
senza
massa

nessuno

si/no

invarianza
cono di
luce

direzione
perielio

si/si

orbite
chiuse

energia
locale
quant.
moto

si/no

spostamento
perielio

spazio- coinvolto senza


tempo
massa
tensori,
spinori

Dynamica, simmetrie dipendenti da interazioni: gravit


1/2 gravit

SO(4)
[6 par.]

Diffeomorfismo [ par.]
invarianza

config.
spazio

come
SO(4)

coppia
vettori

spazio- coinvolto spaziotempo


tempo

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

SO(3)
[3 par.]

Il Monte del Moto

Rotazione

9 moto e simmetria

273

TAV O L A 36 (Continued) Le simmetrie note in natura,con le loro propriet; anche lelenco completo di
induzioni logiche utilizzate nei due campi.

Simme tria Tip o


[nume ro di
pa r a metri]

S pa zio di
azione

To p o logia
del
grup po

Possi bili
rappre s e ntazioni

Q ua n t i t
conserva t a

Vu o Effet t o / m a t et ro i a
sono
princi s i m m e - pa l e
trici

Dinamico, simmetrie di moto classiche e quanto-meccaniche


Hilbert o discreto pari,
spazio
dispari
delle fasi

T-parit

si/no

reversibilit

Parit inversione discreto


(spaziale) P

Hilbert o discreto pari,


spazio
dispari
delle fasi

P-parit

si/no

esiste
mondo
riflesso

Carica
globale, Hilbert o discreto pari,
coniugazione C antispazio
dispari
lineare,
delle fasi
antiHermitiana

C-parit

si/no

esistono
antiparticelle

CPT

CPT-parit si/si

discreto

rende
possibile la
teoria dei
campi

Dinamico, dipendende da interazioni, simmetrie di gauge


Invarianza di
[ par.]
gauge
dellelettromagnetismo
classico
ElettromagAbeliana
netica q.m. inv. Lie U(1)
gauge.
[1 par.]

spazio
dei
campi

non- im- noncarica


portante importante elettrica

spazio cerchio
Hilbert S1
cerchio
S1

si/si

luce senza
massa

campi

carica
elettrica

si/si

fotone
senza
massa

astratta

astratta

si/no

nessuna

Elettromagnetica
dualit

Abeliana spazio
Lie U(1) dei
[1 par.]
campi

Debole gauge

Lie SU
spazio di come
nonHilbert (3)
Abeliana
(2) [3 par.]

particelle carica
debole

no/
appross.

Colore gauge

Lie SU(3) spazio di come


nonHilbert (3)
Abeliana
[8 par.]

quark
colorati

si/si

colore

gluoni
senza
massa

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Hilbert o discreto pari


spazio
delle fasi

Il Monte del Moto

Moto inversione discreto


(tempo) T

274

9 moto e simmetria

TAV O L A 36 (Continued) Le simmetrie note in natura,con le loro propriet; anche lelenco completo di
induzioni logiche utilizzate nei due campi.

Simme tria Tip o


[nume ro di
pa r a metri]

S pa zio di
azione

Simmetria
Chiral

fermioni discreta sinistra,


destra

discreta

To p o logia
del
grup po

Possi bili
rappre s e ntazioni

Q ua n t i t
conserva t a

Vu o Effet t o / m a t et ro i a
sono
princi s i m m e - pa l e
trici

elicit

approssi- senza
mamassa
tivamente fermioni

Simmetrie di permutazione
Scambio di
particelle
Vol. III, pag. ??

discreta

spazio di discreta fermioni e nessuna


Fock etc.
bosoni

n.a./si

paradosso
di Gibbs

La simmetria destra-sinistra una propriet importante nella vita di tutti i giorni; per
esempio, gli esseri umani preferiscono le facce con un alto grado di simmetria destrasinistra. Gli esseri umani preferiscono anche che gli oggetti sulle pareti abbiano forme
che siano simmetriche destra-sinistra. Si scopre che locchio e il cervello hanno rilevatori
di simmetria incorporati. Rilevano deviazioni dalla simmetria perfetta destra-sinistra.

Sfida 468 s

Qual il percorso seguito da quattro tartarughe partendo dai quattro angoli di un


quadrato, se ciascuna di esse passeggia continuamente, a velocit costante, verso la
successiva? Quanto lunga la distanza che percorrono?

Sfida 469 s

Qual la simmetria di una semplice oscillazione? E di un onda?

Sfida 470 s

Per quali sistemi linversione di moto una trasformazione di simmetria?

Sfida 471 s

Qual la simmetria di una rotazione continua?

Una sfera ha un tensore per il momento di inerzia che diagonale con tre numeri uguali.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Curiosit e sfide divertenti di simmetria

Il Monte del Moto

Per i dettagli sulla connessione tra simmetria e induzione, vedere in seguito. La spiegazione dei
termini nella tabella sar completato nel resto della passeggiata. I numeri reali sono indicati come
.
. Solo approssimativa; Senza massa significa che Pl , cio, che 22 g.

9 moto e simmetria

Sfida 472 s

275

Lo stesso vale per un cubo. Potete distinguere sfere e cubi per il loro comportamento di
rotazione?

Sfida 473 s

C un movimento in natura la cui simmetria perfetta?

Sfida 474 f

Potete dimostrare che in due dimensioni, gli oggetti finiti possono avere solo simmetria di rotazione e riflessione , in contrasto agli oggetti infiniti, che possono avere anche
simmetrie di traslazione e scorrimento di riflessione? Potete dimostrare che per oggetti
finiti in due dimensioni, se non presente alcuna simmetria di rotazione, c solo una
simmetria di riflessione? E che tutte le possibili rotazioni sono sempre attorno allo stesso
centro? Potete dedurre che almeno un punto immutato in tutti gli oggetti simmetrici
finiti bidimensionali?

Sfida 475 s

Quale oggetto della vita quotidiana, comune, nel 20 secolo, aveva simmetria settupla?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 477 f

Il Monte del Moto

Sfida 476 f

Ecco un piccolo enigma circa la mancanza di simmetria. Un triangolo acuto generale


definito come un triangolo i cui angoli differiscono da un angolo retto e da ciascun altro
di almeno 15 gradi. Dimostrate che c solo un tale triangolo generale e trovate i suoi
angoli.
Potete dimostrare che in tre dimensioni, gli oggetti finiti possono avere solamente simmetria di rotazione, riflessione, inversione e inversione di rotazione, in contrasto agli oggetti infiniti, che possono avere anche simmetria di traslazione, scorrimento-riflessione,
e rotazione di avvitamento? Si pu dimostrare che per oggetti finiti in tre dimensioni, se
non presente simmetria di rotazione , c solo un piano di riflessione? E che, per tutte le
inversioni o inversioni di rotazione il centro deve giacere su un asse di rotazione o su un
piano di riflessione? Si pu dedurre che almeno un punto invariato in tutti gli oggetti
finiti tridimensionali simmetrici?
Parit e tempo invarianza
La tabella delle simmetrie elenca anche due cosiddette immetrie discrete che sono
importanti per la discussione del moto.
La prima la parit di inversione, o simmetria destra-sinistra . Fino a che punto si pu
gettare una pietra con laltra mano? La maggior parte delle persone hanno una mano
preferita, e le differenze sono piuttosto marcate. La natura ha una tale preferenza destrasinistra? Nella vita di tutti i giorni, la risposta chiara: tutto ci che accade in un modo
pu anche accadere nel suo modo speculare. Questo stato anche testato in esperimenti
di precisione; si riscontrato che tutto quello dovuto alla gravit, elettricit o magnetismo pu anche accadere in un modo speculare. Non ci sono eccezioni. Ad esempio, ci
sono persone con il cuore sul lato destro; ci sono le lumache con le case mancine; ci so-

276

Vol. V, pag. ??

9 moto e simmetria

no pianeti che ruotano nella direzione opposta. Lastronomia e la vita quotidiana sono
invarianti per simmetria. Si dice anche che gravitazione ed elettromagnetismo sono invarianti per parit. (Pi tardi scopriremo che alcuni processi rari non dovuti a gravit o
elettromagnetismo, ma allinterazione nucleare debole, violano la parit.)
Laltra simmetria discreta linversione del moto. Le cose possono accadere al contrario? Questa domanda non facile. Uno studio del moto dovuto alla gravit mostra
che tale moto pu sempre accadere anche nella direzione opposta. In caso di moto dovuto a elettricit e magnetismo, come ad esempio il comportamento degli atomi nei gas
e liquidi, la questione pi coinvolta. Ne parleremo nella sezione della termodinamica,
ma raggiungeremo la stessa conclusione: linversione del moto una simmetria per tutti i processi dovuti alla gravitazione e alla interazione elettromagnetica. Il moto di ogni
giorno reversibile. E ancora, certi processi nucleari ancora pi rari forniranno eccezioni.
Simmetrie di interazione

La simmetria invarianza parziale al cambiamento. Le simmetrie pi semplici sono geometriche: le simmetrie dei punti dei fiori o la simmetria di traslazione di cristalli infiniti
sono esempi. Tutti i possibili cambiamenti che lasciano un sistema invariante -. cio, tutti
le possibili trasformazioni di simmetria di un sistema formano un gruppo matematico. A parte dai gruppi di simmetria geometrica, compaiono diversi gruppi di simmetria
aggiuntivi in natura.
La riproducibilit e la prevedibilit della natura implicano un certo numero di simmetrie continue fondamentali: da quando siamo in grado di parlare sulla natura possiamo
dedurre che, soprattutto, la natura simmetrica sotto traslazioni di tempo e spazio. Il
moto universale. Qualsiasi dichiarazione di universalit implica una simmetria.
Dalle simmetrie continue della natura, utilizzando il teorema di Noether, possiamo
dedurre cariche conservate. Esse sono energia, quantit di moto lineare e momento
angolare. In altre parole, la definizione di massa, spazio e tempo, insieme con le loro
propriet di simmetria, equivalente alla conservazione dellenergia e delle quantit di
moto. La conservazione e la simmetria sono due modi per esprimere la stessa propriet
della natura. Per dirla semplicemente, la nostra capacit di parlare circa la natura significa
che energia, quantit di moto e momento angolare sono conservati.
Inoltre, ci sono due simmetrie discrete fondamentali sul moto: in primo luogo, le osservazioni di tutti i giorni si trovano ad essere simmetrie speculari; in secondo luogo,
molti esempi di moto semplice si trovano ad essere simmetrici sotto inversione del moto.
Infine, lisolabilit di sistemi dal loro ambiente implica che le interazioni non devono
avere alcun effetto a grandi distanze.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sintesi sulla simmetria

Il Monte del Moto

Sfida 478 f

In natura, quando osserviamo un sistema, possiamo spesso trascurare lambiente. Molti


processi si verificano indipendentemente da ci che accade intorno a loro. Questa indipendenza una simmetria fisica. Data lindipendenza delle osservazioni dai dettagli che
si verificano nellambiente, si deduce che le interazioni tra i sistemi e lambiente diminuisce con la distanza. In particolare, si deduce che lattrazione di gravit, lattrazione e
repulsione elettrica, e anche lattrazione magnetica e repulsione devono scomparire per
corpi a grande distanza.

9 moto e simmetria

277

Un modo proficuo per scoprire i modelli e leggi della natura stata la ricerca del
set completo di simmetrie della natura. In molti casi, una volta che questa connessione stata compresa, la fisica fece rapidi progressi. Per esempio, Albert Einstein scopr
la teoria della relativit in questo modo, e Paul Dirac inizi lelettrodinamica quantistica. Useremo lo stesso metodo in tutto il nostro cammino; nellultima parte della nostra
avventura scopriremo alcune simmetrie che sono ancora pi sbalorditive di quelle della relativit e quelle delle interazioni. Nella sezione successiva, per, ci muoveremo al
successivo approccio per una descrizione globale del moto.

Il Monte del Moto


copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

C a p i t o l o 10

SE M PL IC I MOT I DI C OR PI E ST E SI
O S C I L L A Z ION I E D ON DE

osservazione del cambiamento un aspetto fondamentale della natura. Tra tutte queste osservazioni, il cambiamento periodico frequente intorno a noi. Infatti,
nella vita quotidiana si osservavo oscillazioni e onde: parlare, cantare, sentire e vedere sarebbe impossibile senza di esse. Esplorare le oscillazioni e le onde, il prossimo
approccio globale al moto, allo stesso tempo utile e bello.
Oscillazioni

Sfida 479 f

Page 282

(94)

dove una quantit che caratterizza la molla, la cosiddetta costante della molla. La
Lagrangiana dovuta a Robert Hooke, nel diciassettesimo secolo. Potete confermare
lespressione?
Il moto che risulta da questa lagrangiana periodico, e mostrato in figura 186. La
Lagrangiana (94) descrive cos loscillazione della lunghezza della molla nel tempo. Il
moto esattamente lo stesso di quello di un lungo pendolo di piccola ampiezza. Il moto
chiamato moto armonico, perch un oggetto che vibra rapidamente in questo modo
produce un suono musicale completamente puro o armonico. (Lo strumento musicale
che produce le pi pure onde armoniche il flauto traverso. Tale strumento d quindi la
migliore idea di come suoni il moto armonico.)
Il grafico di questa oscillazione armonica o lineare, mostrato in figura 186, chiamato
una sinusoide; essa pu essere vista come la struttura base di tutte le oscillazioni. Tutte le
altre, oscillazioni anarmoniche in natura possono essere composte da quelle armoniche,
cio, da curve sinusoidali, come vedremo tra breve. Qualsiasi quantit () che oscilla
armonicamente descritta dalla sua ampiezza , la sua frequenza angolare e la sua
fase :
() = sin( + ) .
(95)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

1
1
= 2 2 ,
2
2

Il Monte del Moto

Page 239

Le oscillazioni sono cambiamenti ricorrenti, cio ciclici o cambiamenti periodici. Sopra,


abbiamo definito lazione, e, quindi, il cambiamento, come lintegrale della Lagrangiana,
e abbiamo definito la Lagrangiana come differenza tra energia cinetica e potenziale. Uno
dei pi semplici sistemi oscillanti in natura una massa collegata a un molla (lineare).
La Lagrangiana per la posizione della massa data da

279

oscillazioni ed onde

A harmonically
oscillating
position
object

the corresponding
phase

its position over time


period T

amplitude A
phase
time
period T

An anharmonically
oscillating
position
object
period T
amplitude A
time

posizione nel tempo, e come correlata alla rotazione. Sotto: un esempio di oscillazione anarmonica.

Sfida 481 na

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 480 s

Lampiezza e la fase dipendono dal modo in cui loscillazione viene avviata. Invece, la
frequenza angolare una propriet intrinseca del sistema. Potete mostrare che per la
massa collegata alla molla, abbiamo = 2 = 2/ = / ?
Ogni oscillazione armonica descritta da tre grandezze: la ampiezza, il periodo
(linverso della frequenza) e la fase. La fase distingue oscillazioni della stessa ampiezza
e periodo; definisce a che ora loscillazione ha inizio. Alcune frequenze di oscillazione
osservate sono elencate in tavola 37. figura 186 mostra come unoscillazione armonica
collegata a una rotazione immaginaria. Come conseguenza, la fase meglio descritta da
un angolo compreso tra 0 e 2.
Ogni moto oscillatorio trasforma continuamente lenergia cinetica in energia potenziale e viceversa. Questo il caso delle maree, il pendolo, o qualsiasi ricevitore radio.
Ma molte oscillazioni diminuiscono anche nel tempo: esse sono smorzate. Sistemi con
smorzamenti pi grandi come gli ammortizzatori nelle automobili, sono utilizzati per
evitare oscillazioni. Sistemi con piccolo smorzamento sono utili per rendere gli orologi
precisi e duraturi. La misura pi semplice di smorzamento il numero di oscillazioni
che un sistema prende per ridurre lampiezza a 1/ 1/2.718 volte il valore originale.
Questo numero caratteristico il cosiddetto fattore-Q, che prende il nome dalla sigla di
fattore di qualit. Un fattore Q povero 1 o meno, uno estremamente buono 100 000 o
pi. (Potete scrivere una semplice Lagrangiana per unoscillazione smorzata con un dato
fattore Q?) In natura, le oscillazioni smorzate di solito non tengono frequenza costante;
tuttavia, per il pendolo semplice questo rimane il caso di un elevato grado di accuratezza. La ragione che per un pendolo, la frequenza non dipende significativamente dalla

Il Monte del Moto

F I G U R A 186 Sopra: la pi semplice oscillazione, loscillazione lineare o armonica: come cambia la

280

10 semplici moti di corpi estesi

TAV O L A 37 Alcuni valori di frequenza trovati in natura.

O s s e r va z i o n e

Frequenza

Frequenze del suono nei gas emessi da buchi neri


Precisione nelle frequenze di vibrazione misurate del Sole
Le frequenze di vibrazione del Sole
Frequenze di vibrazione che disturbano la rilevazione
della radiazione di gravit
La pi bassa frequenza di vibrazione della Terra Ref. 213
Frequenza di risonanza dello stomaco e gli organi interni
(che danno il suono nella pancia)
Tempo della musica comune
Frequenza utilizzata per la comunicazione dal farting fish
Il suono prodotto dal set di altoparlanti (corno, elettromagnetico, piezoelettrico, elettrete, plasma, laser)
Suono udibile ai giovani umani
Frequenza fondamentale della voce di un adulto umano
maschio che parla
Frequenza fondamentale della voce di un adulto umano
femmina che parla
Valore ufficiale, o passo standard, della nota musicale
A o la, che seguono le ISO 16 (e del segnale di linea
telefonica in molti paesi)
Valori comuni della nota musicale A o la utilizzati
dalle orchestre
Battito dala dei pi piccoli insetti volanti
Oscillazione della piuma durante colpo dala di un
uccello club-winged maschio manakin
Frequenza fondamentale del suono prodotto dalle piume
del club-winged Manakin, Machaeropterus deliciosus
Frequenza fondamentale del suono dei grilli
Frequenze oscillatori al quarzo
Sonar utilizzato dai pipistrelli
Sonar utilizzata dai delfini
Frequenza del suono utilizzato in ecografia
Emissione radio di idrogeno atomico, esp. nelluniverso
Massima frequenza generata elettronicamente (con
CMOS, nel 2007)
Frequenze del fonone (suono) misurate in cristalli singoli

c. 1 fHz
fino a 2 nHz
fino a c. 300 nHz
fino a 3 Hz
309 Hz
1 a 10 Hz
2 Hz
c. 10 Hz
c. 18 Hz fino oltre 150 kHz
20 Hz to 20 kHz
85 Hz a 180 Hz
165 Hz a 255 Hz
440 Hz
442 a 451 Hz
c. 1000 Hz
c. 1000 Hz
1.5 kHz
2 kHz to 9 kHz
20 kHz fino a 350 MHz
fino a oltre 100 kHz
fino a 150 kHz
2 a 20 MHz
1420.405 751 8(1) MHz
324 GHz
fino a 20 THz e pi

281

oscillazioni ed onde

F I G U R A 187 Linterno di un oscillatore al quarzo

commerciale, di pochi millimetri di dimensione, pilotato


ad alta ampiezza. (QuickTime film Microcrystal)

Nella maggioranza dei sistemi fisici che vengono portati ad oscillare, lampiezza dipende
dalla frequenza. Le frequenze selezionate per le quali lampiezza massima sono chiamate frequenze di risonanza o semplicemente risonanze. Ad esempio, loscillatore al quarzo
di figura 187, o le solite frequenze di vibrazione delle corde della chitarra o campane
mostrate in figura 189 sono frequenze di risonanza.
Solitamente, le oscillazioni in cui un sistema osciller quando attivato da un breve colpo si verificano alle frequenze di risonanza. Sono esempi la maggior parte degli strumenti
musicali . La maggior parte dei sistemi hanno diverse frequenze di risonanza; flauti, archi
e campane sono esempi ben noti.
Al contrario che con la musica o lelettronica, la risonanza spesso deve essere evitata in altre situazioni. Negli edifici, i terremoti possono innescare risonanze; nei ponti,
il vento pu innescare oscillazioni risonanti; analogamente, in molte macchine le risonanze devono essere smorzate o bloccate in modo da evitare che la grande ampiezza di
una risonanza distrugga il sistema. Nelle moderne auto di alta qualit, vengono calcolate
le risonanze di ogni parte e di ogni struttura e, se necessario, regolate in modo tale che
nessuna fastidiosa vibrazione disturbi il conducente o il passeggero.
Tutti i sistemi che oscillano emettono anche onde. In realt, la risonanza si verifica
solo perch tutte le oscillazioni sono in realt onde localizzate. Infatti, le oscillazioni appaiono solo nei sistemi estesi; e le oscillazioni sono solo descrizioni semplificate del moto

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

R isonanza

Il Monte del Moto

ampiezza (purch lampiezza sia inferiore a circa 20). Questo uno dei motivi per cui i
pendoli sono utilizzati come oscillatori negli orologi meccanici.
Ovviamente, per un buon orologio, loscillazione di guida non deve mostrare solo
piccoli smorzamenti, ma deve anche essere indipendente dalla temperatura ed insensibile alle altre influenze esterne. Un importante sviluppo del ventesimo secolo stata
lintroduzione dei cristalli di quarzo come oscillatori. I quarzi tecnici sono cristalli delle
dimensioni di pochi granelli di sabbia; possono essere fatti oscillare applicando un segnale elettrico. Dipendono poco dalla temperatura ed hanno un grande fattore Q, e di
conseguenza basso consumo di energia, in modo che orologi precisi possono ora funzionare con batterie di piccole dimensioni. Linterno di un quarzo oscillatore mostrato
in figura 187.

282

10 semplici moti di corpi estesi

A harmonic wave
displacement
crest
or peak
or maximum

wavelength

amplitude A
node

node

node

space

wavelength
trough
or minimum
An example of anharmonic signal

Il Monte del Moto

generale, o onda anarmonica qui unonda quadra nera pu essere scomposto in modo univoco in
onde pi semplici, o armoniche. Sono mostrati i primi tre componenti (verde, blu e rosso) e anche la
loro somma intermedia (linea tratteggiata nera) . Questa si chiama una decomposizione di Fourier e il
metodo generale per fare questo analisi di Fourier. ( Wikimedia) Non mostrato: lunica decomposizione
in onde armoniche ancora possibile per segnali non-periodici.

Hum

Prime

Tierce

F I G U R A 189 I modelli di vibrazione fondamentali misurati di una campana. Le campane come ogni

altra fonte di oscillazioni, sia essa un atomo, una molecola, uno strumento musicale o la voce umana
mostrano che tutte le oscillazioni in natura sono dovute alle onde. ( H. Spiess & al.).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 188 Sopra: le principali propriet di unonda armonica. In basso: Un segnale periodico

oscillazioni ed onde

283

Onde: generali ed armoniche

Sfida 482 f

Le onde sono squilibri che viaggiano , o, equivalentemente, oscillazioni che viaggiano.Le


onde si muovono, anche se il substrato non si muove. Ogni onda pu essere vista come
una sovrapposizione di onde armoniche. Ogni effetto sonoro pu essere pensato come
composto da onde armoniche. Le onde armoniche, chiamate anche onde sinusoidali o
onde lineari, sono i blocchi di costruzione di cui tutti i moti interni di un corpo esteso
sono fatti, come mostrato in figura 188. Potete descrivere la differenza di forma donda
tra un tono armonico puro, un suono musicale, un rumore e unesplosione?
Ogni onda armonica caratterizzata da una frequenza di oscillazione , una velocit
di propagazione (o fase) , una lunghezza donda , unampiezza e una fase , come si
pu dedurre dalla figura 188. La bassa ampiezza delle onde di acqua mostrano questo pi
chiaramente; esse sono armoniche. In unonda armonica, ogni posizione per s esegue
una oscillazione armonica. La fase di unonda specifica la posizione dellonda (o una
cresta) in un dato momento. Esso un angolo compreso tra 0 e 2.
La velocit di fase la velocit con cui si muove un massimo donda. Alcuni esempi

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

ripetitivo di qualsiasi sistema esteso. Il moto ripetitivo completo e generale di un sistema


esteso londa.

Il Monte del Moto

F I G U R A 190 Il centro delle scanalature in un vecchio disco in vinile mostra lampiezza della pressione
sonora, mediata su due canali stereo (Scansione di immagini al microscopio elettronico da Chris
Supranowitz/University of Rochester).

284

10 semplici moti di corpi estesi


TAV O L A 38 Alcune velocit donda.

Tsunami
Suono nella maggior parte dei gas
Suono in aria a 273 K
Suono in aria a 293 K
Suono in elio a 293 K
Suono nella maggior parte dei liquidi
Onde sismiche
Suono in acqua a 273 K
Suono in acqua a 293 K
Suono in acqua di mare a 298 K
Suono nell oro
Suono nell acciaio
Suono nel granito
Suono nel vetro (longitudinale)
Suono nel berillio (longitudinale)
Suono nel boro
Suono nel diamante
Suono nel fullerene (C60 )
Velocit dellonda di plasma in InGaAs
Luce nel vuoto

attorno 0.2 km/s


0.3 0.1 km/s
0.331 km/s
0.343 km/s
0.983 km/s
1.2 0.2 km/s
1 a 14 km/s
1.402 km/s
1.482 km/s
1.531 km/s
4.5 km/s
5.8 to 5.960 km/s
5.8 km/s
4 a 5.9 km/s
12.8 km/s
fino a 15 km/s
fino a 18 km/s
fino a 26 km/s
600 km/s
2.998 108 m/s

sono elencati in tavola 38. Potete dimostrare che la frequenza e la lunghezza donda in
unonda sono legati da = ?
Onde appaiono allinterno di tutti i corpi estesi, siano essi solidi, liquidi, gas o plasma.
Allinterno dei corpi fluidi, le onde sono longitudinali, il che significa che il moto ondoso
nella stessa direzione di come oscilla londa. Il suono nellaria un esempio di unonda
longitudinale. Allinterno dei corpi solidi, le onde possono anche essere trasversali; in tal
caso loscillazione dellonda perpendicolare alla direzione di avanzamento.
Onde appaiono anche sulle interfaccce tra corpi: le interfacce acquaaria sono un caso
ben noto.Anche una interfaccia di acqua salataacqua dolce , la cosiddetta acqua morta,
mostra onde: possono comparire anche se la superficie superiore dellacqua immobile.
Qualsiasi volo in un aereo fornisce lopportunit di studiare il regolare assestamento di
nuvola sullinterfaccia tra strati caldi e freddi nellatmosfera. Sono anche note le onde
sismiche che viaggiano lungo il confine tra il fondo del mare e lacqua di mare . Le onde
di superficie generali non sono solitamente n longitudinali n trasversali, ma di tipo
misto.
Per avere una prima idea circa le onde, diamo uno sguardo alle onde dacqua.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ve l o c i t

Il Monte del Moto

Sfida 483 f

Onda

oscillazioni ed onde

285

Water surface:

At a depth of half the wavelength, the amplitude is negligible


F I G U R A 191 La formazionedella forma delle onde di gravit profonde, sopra e sotto lacqua, dal moto

circolare delle particelle dacqua. Notate la forma non sinusoidale dellonda.

Onde d acqua

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

* I meteorologi conoscono anche un terzo tipo: ci sono onde con grandi lunghezze donda la cui forza di
richiamo la forza di Coriolis.

Il Monte del Moto

Page 283

Le onde dacqua sulle superfici dellacqua mostrano una vasta gamma di fenomeni affascinanti. Prima di tutto, ci sono due differenti tipi di onde superficiali. Nel primo tipo, la
forza che ripristina la superficie piana la tensione superficiale dellonda. Queste cosiddette onde di tensione superficiale svolgono un ruolo su scale fino a pochi centimetri. Nel
secondo, pi grande tipo di onde, la forza di ripristino la gravit, e si parla di onde di
gravit.* La differenza facilmente notata guardandole: le onde di tensione superficiale
hanno una forma sinusoidale, mentre le onde di gravit hanno una forma con massimi
pi nitidi e depressioni pi ampie. Questo avviene a causa dello speciale modo in cui
lacqua si muove in una tale onda. Come mostrato in figura 191, la superficie dellacqua
per una (breve) onda dacqua di gravit si muove in cerchi; questo porta alla tipica forma donda con brevi creste affilate e lunghe depressioni poco profonde: le onde non sono
simmetriche s-gi (pi spostamento) . Sotto le creste, le particelle dacqua si muovono
nella direzione del moto ondoso; sotto le depressioni, le particelle di acqua si muovono contro il moto ondoso. Finch vi assenza di vento e il pavimento sotto lacqua
orizzontale, le onde di gravit sono simmetriche sotto riflessione da fronte a dietro. Se
lampiezza molto alta, o se il vento troppo forte, le onde si rompono, perch un angolo di cuspide superiore a 120 non possibile. Queste onde non hanno simmetria da
fronte a dietro.
Inoltre, le onde dacqua devono essere distinte in funzione della profondit
dellacqua, rispetto alla loro lunghezza donda. Si parla di onde corte (o acqua profonda), quando la profondit dellacqua cos alta che il piano sottostante non ha alcun
ruolo; nel caso contrario si parla di onde lunghe (o acque poco profonde) Si scopre
che le onde dacqua profonde sono dispersive, cio, la loro velocit dipende dalla loro
frequenza, mentre le onde di acqua poco profonde sono non dispersive. La regione di

286

10 semplici moti di corpi estesi

Il Monte del Moto

superficiale. In basso a sinistra: unondulazione donda profonda unonda di tensione superficiale


sinusoidale. Le ondulazioni dacqua superficiali non mostrate sembrano le stesse. In basso a destra:
unonda dacqua di gravit profonda, qui una scia di barca, di nuovo non sinusoidale. ( Eric Willis,
Wikimedia, allyhook)

transizione tra i due casi sono onde la cui lunghezza donda tra le due e venti volte la
profondit dellacqua.
Le due classificazioni delle onde danno quattro casi limite; essi sono mostrati in figura 193. (La figura mostra anche dove sono situate le onde capillari, le onde di lungo periodo, le maree e le onde transtidali.) E interessante esplorare ciascuno di questi quattro
casi limite.
Esperimenti e teoria mostrano che la velocit di fase delle onde di gravit, i due casi
inferiori in figura 193, dipende dalla lunghezza donda e dalla profondit dellacqua
nel seguente modo:

2
,
(96)
= tanh
2

dove laccelerazione di gravit (ed assunta una ampiezza molto pi piccola della

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 192 Tre dei quattro tipi principali di onde dacqua. Sopra: unonda dacqua gravitazionale

287

oscillazioni ed onde

surface tension waves


sinusoidal

2 /
2

2 = 3 /

= ( /) tanh

= /

ripples in shallow water

ripples in deep water

104

102

shallow water
waves
non-dispersive

2 = ( + 3 /) tanh

= ( + /)
2

=
2

10-4

10-2
2

102

2 = + 3 /

104

10-2

= tanh

tide, tsunami

deep water
waves
dispersive

2 =

10-4

wakes, `sea, etc.


Il Monte del Moto

gravity waves
non-sinusoidal

tide

tsunami
104

storm waves
at shore

= 1
storm waves
on open sea

102

depth (m)

10-4

10-2

ripples
on thin puddle

102
10-2

104

ripples
on pond

2 / = 1

10-4

F I G U R A 193 I diversi tipi di onde dacqua, visualizzati in due diversi diagrammi utilizzando la

profondit , il numero donda e la tensione superficiale = 72 mPa.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

wavelength
(m)

288

10 semplici moti di corpi estesi

F I G U R A 194 Una visualizzazione di velocit di

gruppo (blu) e velocit di fase (rosso) per diversi


tipi di onde di dispersione. (QuickTime film
ISVR, University of Southampton)

* Lespressione per la velocit di fase pu essere ricavata risolvendo per il moto del liquido in regime lineare,
ma ci porta troppo lontano dalla nostra passeggiata.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 317

Il Monte del Moto

Page 290

lunghezza donda*).La formula mostra due regimi limitanti. In primo luogo, le cosiddette acque profonde o onde di gravit brevi appaiono quando la profondit dellacqua
maggiore di circa la met della lunghezza donda; per onde di acque profonde, la velocit di fase /2 , quindi dipendente dalla lunghezza donda - (tutte) le onde
profonde sono dispersive. Le onde profonde pi corte sono quindi pi lente. La velocit
di gruppo met della velocit di fase. Gli effetti generali della dispersione sui gruppi
donda sono mostrati in figura 194.
Londa del mare solita unonda dacqua di gravit profonda, e tali sono le scie generate dalle navi. Le onde di gravit corte generate dal vento sono chiamate mare sono
generate da venti locali, e mare lungo se sono generate dai venti lontani. La tipica velocit
di fase di unonda di gravit dellordine della velocit del vento che la genera. Pertanto,
come i surfisti sanno, le onde su una spiaggia che sono dovute ad una tempesta lontana
arrivano separatamente: prima le onde a lungo periodo, poi le onde di breve periodo.
La tipica scia generata da una nave fatta di onde che hanno la velocit di fase della
nave. Queste onde formano un gruppo donda, e viaggiano con met velocit. Pertanto,
dal punto di vista di una nave, la scia traccia la nave. Le scie sono dietro la nave, perch
la velocit di gruppo inferiore rispetto alla velocit di fase. (Per maggiori informazioni
sulle scie, vedi sotto).
Il secondo regime di limitazione sono i fondali bassi o onde di gravit lunghe. Esse
appaiono quando la profondit inferiore a 1/20 o 5 % della lunghezza donda; in questo
caso, la velocit di fase , non c dispersione, e la velocit di gruppo la stessa
della velocit di fase. Nelle onde dacqua superficiali, le particelle dacqua si muovono
su percorsi ellittici molto piatti.
Ad esempio, la marea unonda di gravit superficiale. Oltre le maree, le pi imponenti onde di gravit superficiale sono gli tsunami, le grandi onde scatenate da terremoti
sottomarini. (Il nome giapponese composta da tsu, che significa porto, e nami, che significa onda.) Poich gli tsunami sono onde superdiciali, non mostrano (o poco) dispersione e quindi percorrono lunghe distanze; possono andare attorno alla Terra pi volte.

289

oscillazioni ed onde

Sfida 484 f

Sfida 485 f

di 1 mm o meno. La velocit di fase = 2 / ; la velocit di gruppo ha il doppio di


tale valore. Le ondulazioni sulle onde superficiali sono dispersive.
figura 193 mostra i quattro tipi di onde di superficie dellacqua. La relazione di
dispersione generale per tutte tali onde
2 = ( + 3 /) tanh .

Page 305

(97)

Esistono anche diversi altri tipi di onde , come le seiches, onde interne e solitoni di vario
genere. Esploreremo solo lultimo caso in qualche dettaglio, pi tardi.
Le onde e il loro moto
Le onde si muovono. Pertanto, qualsiasi studio del moto deve includere lo studio del
moto ondoso. Sappiamo per esperienza che le onde possono colpire o addirittura danneggiare gli obiettivi; quindi ogni onda trasporta energia e quantit di moto, anche se (in
media) alcuna materia si muove lungo la direzione di propagazione dellonda. Lenergia
di unonda la somma della sua energia cinetica e potenziale. Lenergia cinetica (densit) dipende dalla variazione temporale dello spostamento in un dato punto: onde
che cambiano rapidamente trasportano una grande energia cinetica. Lenergia potenzia-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 487 f

Il Monte del Moto

Sfida 486 f

I tempi tipici di scillazione degli tsunami sono tra i 6 ei 60 minuti, dando una lunghezze
donda tra 70 e 700 km e velocit in mare aperto di 200 a 250 m/s, simili a quello di un
jet. La loro ampiezza in mare aperto spesso dellordine di 10 cm; Tuttavia, lampiezza
sale con la profondit come 1/4 e altezze fino a 40 m sono state misurate a riva. Questo
era lordine di grandezza del grande e disastroso tsunami osservato nellOceano Indiano
il 26 dicembre 2004 e quello in Giappone nel 2011, che ha distrutto alcune centrali nucleari. Lo Tsunami pu anche essere utilizzato per determinare la profondit delloceano
misurando la velocit degli tsunami. Questo ha permesso ai ricercatori di dedurre, molto prima che i sistemi ad alta tecnologia sonar e altri fossero disponibili, che il Pacifico
settentrionale ha una profondit di circa 4 a 4.5 km.
I due casi superiori in figura 193 sono le onde di tensione superficiale. (La tensione
superficiale dellacqua 72 mPa.) Il primo di questi regimi limite sono le ondulazioni
in acque profonde. La velocit di fase = / . Come accennato in precedenza,
tutte le onde profonde sono dispersive. In effetti, la velocit di gruppo delle ondulazioni
in acque profonde 3/2 volte la velocit di fase. Pertanto le ondulazioni spumeggiano
prima di una barca, laddove le scie viaggiano dietro.
La velocit minima la ragione di ci che vediamo quando lanciamo un sassolino
in un lago. Un sasso tipico crea increspature con lunghezza donda di circa 1 cm. Per
onde in questa regione, vi una minima velocit di gruppo di 17.7 cm/s ed una minima
velocit di fase di circa 23 cm/s. Quando un sasso cade in acqua, esso crea onde di varie
lunghezze donda; quelle con una lunghezza donda di circa 1 cm sono le pi lente che si
vedono pi chiaramente. La velocit minima di fase per increspature significa anche che
gli insetti che camminano sullacqua non generano onde se si muovono pi lentamente
rispetto alla velocit minima di fase; in tal modo essi sentono poco il trascinamento e
possono camminare facilmente.
Lultimo caso di onde sono le increspature sulle acque basse. Un esempio sono le onde
emesse dalle gocce di pioggia in una pozza poco profonda, diciamo con una profondit

290

Sfida 488 s
Ref. 214

10 semplici moti di corpi estesi

le (densit) dipende dal gradiente dello spostamento, cio, dalla sua variazione spaziale:
onde ripide trasportano unenergia potenziale pi grande di quelle superficiali. (Potete
spiegare perch lenergia potenziale non dipende dallo spostamento stesso?) Per onde
armoniche, cio onde sinusoidali, che si propagano lungo la direzione , ogni tipo di
energia proporzionale al quadrato del rispettivo cambiamento di spostamento:
(

Sfida 489 na

Come legata la densit di energia alla frequenza?


La quantit di moto di unonda diretta lungo la direzione di propagazione dellonda.
Il valore della quantit di moto dipende da variazioni di spostamento sia temporali
che spaziali . Per onde armoniche, la quantit di moto (densit) proporzionale al
prodotto di queste due quantit:

.
(99)


Quando due treni donda lineari si scontrano o interferiscono, la quantit di moto totale conservata durante la collisione. Una conseguenza importante della conservazione
della quantit di moto che le onde che sono riflesse da un ostacolo lo fanno con un
angolo di uscita pari a meno langolo in entrata.Cosa succede alla fase?
In sintesi, le onde, come corpi in moto, portano energia e quantit di moto. In termini
semplici, se urli contro un muro, il muro viene colpito. Questo impatto, ad esempio, pu
innescare valanghe su pendii montani innevati. Allo stesso modo, le onde, come corpi,
possono trasportare anche momento angolare. (Che tipo di onda necessaria perch
ci sia possibile?) Tuttavia, il moto delle onde differisce anche dal moto dei corpi. Sei
propriet principali distinguono il moto delle onde dal moto dei corpi.
1. Le onde possono sommarsi o cancellarsi a vicenda; quindi possono compenetrarsi
reciprocamente. Questi effetti, detti sovrapposizione e interferenza, sono fortemente
legati alla linearit della maggior parte delle onde.
2. Le onde, come il suono, possono girare attorno agli angoli. Questa chiamata diffrazione. La diffrazione una conseguenza dellinterferenza, e non quindi, a rigore, un
effetto separato.
3. Le onde cambiano direzione quando cambiano mezzo. Questa si chiama rifrazione.
4. Le onde possono avere una velocit di propagazione dipendente dalla frequenza.
Questa si chiama dispersione.
5. Spesso, lampiezza dellonda diminuisce nel corso del tempo: le onde mostrano
smorzamento.
6. Le onde trasversali a tre dimensioni possono oscillare in diverse direzioni: mostrano
polarizzazione.
I corpi materiali nella vita di tutti i giorni non si comportano in questo modo, quando
si muovono. I sei effetti donda appaiono perch il moto ondoso il moto di entit estese. Il famoso dibattito se gli elettroni o la luce sono onde o particelle ci impone quindi
di verificare se questi effetti specifici per le onde possono essere osservati o meno. Questo un argomento di teoria quantistica. Prima di studiarlo, si pu fare un esempio di

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 491 s

(98)

Il Monte del Moto

Sfida 490 s

) + 2 ( ) 2 .

291

oscillazioni ed onde

Interference

Polarisation

Refraction

Damping

Dispersion

Sfida 492 s

unosservazione che implica automaticamente che lo specifico moto non sia unonda?
Come risultato di avere una frequenza e una velocit di propagazione o fase , tutte
le onde sinusoidali sono caratterizzate dalla distanza tra due creste donda vicine: questa distanza chiamata lunghezza donda . Tutte le onde obbediscono alla relazione di
base
= .
(100)
In molti casi, la velocit di fase dipende dalla lunghezza donda dellonda. Per esempio,
questo il caso di molte onde. Questo cambiamento di velocit con la lunghezza donda
chiamato dispersione. Al contrario, la velocit del suono in aria non dipende dalla lunghezza donda (con un alto grado di precisione). Il suono nellaria non mostra (quasi)
dispersione. Infatti, se ci fosse dispersione per il suono, non potremmo capire i discorsi
degli altri a distanze maggiori.
Ora arriva una sorpresa. Le onde possono esistere anche nello spazio vuoto. Sia la luce
che le onde di gravit sono esempi. Lesplorazione dellelettromagnetismo e della relativit ci dir di pi sulle loro propriet specifiche. Ecco un antipasto. La luce unonda.
Nella vita di tutti i giorni non sperimentiamo la luce come unonda, la lunghezza donda
di soltanto uno-due millesimi di millimetro. Ma la luce mostra tutte e sei gli effetti tipici

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 195 Le sei principali propriet del moto delle onde.

Il Monte del Moto

Diffraction

292

10 semplici moti di corpi estesi

F I G U R A 196 Interferenza di due onde circolari o sferiche emesse in fase: unistantanea dellampiezza

(sinistra), molto utile per descrivere osservazioni di onde dacqua, e la distribuzione della intensit media
nel tempo (a destra), molto utile per descrivere interferenza di onde luminose ( Rdiger Paschotta).

Sfida 493 s

Ref. 215

Sfida 494 f

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 282

del moto di onda. Un arcobaleno, per esempio, non pu che essere pienamente compreso quando gli ultimi cinque effetti donda sono presi in considerazione. Diffrazione e
interferenza possono essere osservati anche con solo le dita. Potete dire come?
Come ogni oscillazione anarmonica, ogni onda anarmonica pu essere scomposta in
onde sinusoidali. figura 188 d esempi. Se le varie onde sinusoidali contenute in una perturbazione si propagano in modo diverso, londa originale cambier nella forma mentre
viaggia. Questo il motivo per cui un eco non suona esattamente come il suono originale; per la stessa ragione, un tuono vicino e lontano hanno un suono diverso. Questi sono
gli effetti di debole dispersione delle onde sonore.
Tutti i sistemi che oscillano emettono onde anche. Ogni ricevitore radio o TV contiene oscillatori. Di conseguenza, tale ricevitore anche un (debole) trasmettitore; anzi, in
alcuni paesi le autorit ricercano le persone che ascoltano la radio senza permesso ascoltando le onde radio emesse da questi dispositivi. Inoltre, allinterno dellorecchio umano
, numerose piccole strutture, le cellule ciliate, oscillano. Come risultato, lorecchio deve
anche emettere il suono. Questa previsione, fatta nel 1948 da Tommy Gold, stata finalmente confermata nel 1979 da David Kemp. Queste cosiddette emissioni otoacustiche possono essere rilevate con microfoni sensibili; esse sono attualmente in fase di studio per
svelare i meccanismi ancora sconosciuti dellorecchio e per diagnosticare varie malattie
dellorecchio senza la necessit di un intervento chirurgico.
Dal momento che qualsiasi disturbo che viaggia pu essere scomposto in onde sinusoidali, il termine onda utilizzato dai fisici per tutti i disturbi che viaggiano, sia
che assomiglino a onde sinusoidali o meno. Infatti, i disturbi non dovrebbero nemmeno
viaggiare. Prendete unonda stazionaria: unonda o una oscillazione? Le onde stazionarie non viaggiano; esse sono oscillazioni. Ma unonda stazionaria pu essere vista come
la sovrapposizione di due onde che viaggiano in direzioni opposte. Infatti, in natura,
qualsiasi oggetto che chiamiamo oscillante o vibrante esteso, e la sua oscillazione
o vibrazione sempre unonda stazionaria (si pu confermare?); quindi possiamo dire

Il Monte del Moto

Vol. III, pag. ??

293

oscillazioni ed onde

secondary
waves

primary
wave
at time 1

Page 282

envelope of
secondary waves
at time 2

F I G U R A 197 La propagazione

dellonda come conseguenza del


principio di Huygens.

Sfida 495 f

Le propriet del nostro ambiente spesso rivelano solo la loro piena importanza quando
facciamo domande semplici. Perch possiamo usare la radio? Perch possiamo parlare al
cellulare? Perch possiamo ascoltare laltro? Risulta che una parte centrale della risposta
a queste domande che lo spazio in cui viviamo ha un numero dispari di dimensioni.
Negli spazi di dimensione pari, impossibile parlare, perch i messaggi non si fermano. Si tratta di un risultato importante, che si pu facilmente controllare lanciando
una pietra in un lago: anche dopo che la pietra scomparsa, le onde sono ancora emesse dal punto in cui entrata in acqua. Eppure, quando smettiamo di parlare, le onde
non vengono pi emesse. Le onde in due e tre dimensioni cos si comportano in modo
diverso.
In tre dimensioni, possibile affermare che la propagazione di unonda avviene nel
seguente modo: ogni punto su un fronte donda (di luce o di suono) pu essere considerato come la sorgente di onde secondarie; la superficie che formata dallinviluppo di
tutte le onde secondarie determina la posizione futura del fronte donda. Lidea illustrata in figura 197. Essa pu essere usata per descrivere, senza matematica, la propagazione
delle onde, la loro riflessione, la loro rifrazione, e, con unestensione dovuta a Augustin
Fresnel, la loro diffrazione. (Provate!)
Questa idea fu proposta per primo da Christiaan Huygens nel 1678 ed chiamata
principio di Huygens. Quasi 200 anni pi tardi, Gustav Kirchhoff dimostr che il principio una conseguenza dellequazione donda in tre dimensioni, e quindi, nel caso della
luce, una conseguenza delle equazioni di campo di Maxwell.
Ma la descrizione dei fronti donda come inviluppi di onde secondarie ha una limita-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Perch possiamo parlare agli altri? Principio di Huygens

Il Monte del Moto

che in natura, tutte le oscillazioni sono forme speciali di onde.


I principali disturbi che viaggiano sono quelli che sono localizzati. figura 188 mostra
un esempio di unonda localizzata, chiamata anche ungruppo donda o battito, insieme
con la sua decomposizione in onde armoniche. I gruppi donda sono usati per parlare e
come segnali per la comunicazione.

294

10 semplici moti di corpi estesi

F I G U R A 198 Un impossibile

onda dacqua di gravit: il


centro non mai
completamente piatto.

Le onde sono fenomeni affascinanti. Altrettanto affascinante la loro descrizione


matematica.
Lampiezza (, ) di unonda lineare in uno, due o tre dimensioni, la pi semplice
di tutte le onde, risulta da
2 (, )
= 2 2 (, ) .
(101)
2
Lequazione dice che laccelerazione dellampiezza (il termine a sinistra) dato dal gradiente quadrato, cio, dalla variazione spaziale, moltiplicato per il quadrato della velocit

* La propriet principale () d = 1. In termini matematicamente precisi, la funzione delta una


distribuzione.
** Questa sezione pu essere saltata in prima lettura.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Equazioni d onda**

Il Monte del Moto

zione importante. Non corretta in due dimensioni (anche se figura 197 bidimensionale!). In particolare, essa non si applica alle onde dacqua. La propagazione di unonda
dacqua non pu essere calcolata in questo modo in maniera esatta. ( possibile solo se
la situazione limitata ad unonda di una singola frequenza.) Si scopre che per le onde dacqua, le onde secondarie non dipendono soltanto dal fronte donda delle onde
primarie, ma dipendono anche dal loro interno. La ragione che in due (e altre pari) dimensioni, onde di frequenza diversa hanno necessariamente diverse velocit. (Le onde
superficiali non sono controesempi, sono intrinsecamente tridimensionali.) E un sasso
che cade nellacqua genera onde di molte frequenze. Al contrario, in tre (e pi grandi)
dimensioni dispari, onde di tutte le frequenze hanno la stessa velocit.
Possiamo anche dire che il principio di Huygens vale se lequazione donda risolta da
unonda circolare senza lasciare ampiezza dietro di essa. I matematici traducono questo
richiedendo che la funzione delta evolvente (2 2 2 ) soddisfi lequazione donda, cio,
che 2 = 2 . La funzione delta quella strana funzione, che pari a zero ovunque
tranne allorigine, dove infinita. Ancora poche propriet descrivono il modo preciso in
cui questo accade.* Risulta che la funzione delta una soluzione dellequazione dellonda
soltanto se la dimensione dello spazio dispari e almeno tre. In altre parole, mentre un
impulso di onda sferica possibile, un impulso circolare non lo : non vi alcun modo
per mantenere il centro di unonda in espansione fermo . (Vedere figura 198.) Questo
esattamente quello che mostra lesperimento della pietra. Si pu cercare di produrre un
impulso circolare (unonda che ha solo un paio di creste) la prossima volta che siete in
bagno o vicino ad un lago: non avrete successo.
In sintesi, la ragione per cui una camera diventa buia quando spegniamo la luce, che
viviamo in uno spazio con un numero di dimensioni che dispari e pi grande di uno.

295

oscillazioni ed onde
TAV O L A 39 Alcuni segnali.

Ve l o c i t

Sensore

Segnali nella materia


Umano

impulsi di tensione nei nervi

fino a 120 m/s

ormoni nel flusso sanguigno

fino a 0.3 m/s

segnali del sistema immunitario

fino a 0.3 m/s

canto
tremore del suolo
canto, sonar
tracce chimiche
segnale chimico daccoppiamento
trasportato dal vento
segnale chimico di attacco portato
dallaria da un albero allaltro
trasportato dal ghiacciaio

340 m/s
c. 2 km/s
1500 m/s
1 m/s
fino a 10 m/s

cervello,
muscoli
molecole e
membrabe
cellulari
molecole
sulle
membrane
cellulari
orecchio
piede
orecchio
naso
antenna

fino a 10 m/s

foglie

fino a
0.1 m/s
fino a 300 m/s

piede

300 Mm/s
fino a
300 Mm/s
fino a
300 Mm/s
300 Mm/s

occhio
nervi

intensit campo elettromagnetico

fino a
300 Mm/s

radio

Segnali nucleari
Supernove

impulsi di neutrini

vicino a
300 Mm/s

Reazioni nucleari

glueball, se esistono

vicino a
300 Mm/s

rivelatori
specifici
chimici e di
radiazioni
rivelatori di
particelle
personalizzati

Elefante, insetti
Balena
Cane
Farfalla
Albero
Blocco erratico
Posta

lettera trasportata da camion, navi


ed aerei

Campi elettromagnetici
Umani
sbadigli
Anguilla elettrica
impulso di tensione
Insetti, pesci,
molluschi
Bandiera di
segnalazione
Trasmissione radio

sequenza di impulsi di luce


orientamento di bandiere

casella di
posta

occhio
occhio

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Segnale

Il Monte del Moto

Sistema

296

Sfida 496 f

Sfida 497 f

10 semplici moti di corpi estesi

Sfida 498 f
Sfida 499 f

Page 400

Fu scoperto solo molto tardi che questa equazione pu essere risolta con carta e matita.
Altre equazioni donda non lineari descrivono situazioni specifiche. Lequazione di
Boussinesq, lequazione SineGordon e molte altre equazioni donda hanno aperto un
vasto campo di ricerca in fisica matematica e sperimentale. Le equazioni differenziali
parziali non lineari sono essenziali anche nello studio dellauto-organizzazione.
Perch la musica e il canto vo cale sono cos belli?
La musica funziona perch si collega alle emozioni. E lo fa, tra laltro, ricordandoci i suoni (e le emozioni ad esse collegate) che abbiamo vissuto prima della nascita. Gli strumenti
a percussione ci ricordano il battito del cuore di nostra madre e di noi stessi, strumenti a corde e a fiato ci ricordano tutte le voci che abbiamo sentito allora. Gli strumenti

Sfida 500 d

* Nessuno sa cosa succede se le onde elettromagnetiche hanno grande ampiezza; scopritelo!

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 306

In circostanze appropriate quindi quando il mezzo elastico finito ed eccitato in


modi specifici lequazione (??) porta anche a onde stazionarie . Matematicamente, tutte le equazioni donda sono equazioni differenziali parziali iperboliche. Questo significa
solo che la derivata seconda spaziale ha segno opposto alla derivata seconda temporale.
Il suono nei gas, il suono nei liquidi e solidi, i terremoti, la luce nel vuoto, alcune onde
di acqua di piccola ampiezza, e vari altri casi di onde con piccola ampiezza sono descritti
da equazioni donda lineari.*
Di gran lunga le equazioni donda pi interessanti, tuttavia, sono non-lineari. La pi
famosa equazione non lineare la equazione Kortewegde Vries, che lequazione donda
uni-dimensionale
+ + .
(102)

Il Monte del Moto

di fase . In molti casi, lampiezza un vettore, ma lequazione rimane la stessa. Pi correttamente, lampiezza di unonda ci che i fisici chiamano un campo, perch un
numero (o vettore, o tensore) che dipende dallo spazio e dal tempo.
Lequazione (101) unequazione donda. Matematicamente, si tratta di una equazione differenziale parziale lineare. Essa chiamata lineare perch lineare nellampiezza .
Pertanto, le soluzioni sono onde sinusoidali e cosinusoidali del tipo = sin(+). Le
equazione donda lineare segue dal comportamento elastico di alcuni media. La linearit
implica anche che la somma di due onde possibili anchessa unonda possibile; questo cosiddetto principio di sovrapposizione valido per tutte le equazioni donda lineari
(e alcune rare ma importanti equazioni di onde non lineari). Grazie alla sua linearit,
qualsiasi onda generale pu essere vista come composta da una somma infinita di onde
sinusoidali e cosinusoidali. Questa scoperta dovuta a Joseph Fourier (b. 1768, Auxerre,
d. 1830, Parigi).
Lequazione donda (101) anche omogenea, nel senso che non vi termine indipendente di , e quindi, nessuna fonte di energia che spinge le onde. La decomposizione di
Fourier aiuta anche a capire e risolvere equazioni donda non omogenee, quindi portate
esternamente da supporti elastici.
In diverse dimensioni, la forma dellonda anche di interesse. In due dimensioni,
i casi pi semplici descritti dallequazione (101) sono onde lineari e circolari. In tre dimensioni, i casi pi semplici descritti dallequazione (101) sono onde piane e sferiche.

oscillazioni ed onde

Page 343

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

musicali sono particolarmente belli se sono guidati e modulati dal corpo e larte del suonatore. Tutti gli strumenti classici sono ottimizzati per consentire questa modulazione e
lespressione delle emozioni. Il collegamento tra il musicista e lo strumento pi intenso
per la voce umana; la successiva approssimazione sono gli strumenti a fiato.
Ogni strumento musicale, la voce umana inclusa, consiste di quattro elementi: una
fonte di energia, una sorgente sonora oscillante, uno o pi risonatori, e una superficie
radiante od orifizio. Nella voce umana, la fonte di energia costituita dai muscoli del
torace e la pancia, la sorgente sonora sono le pieghe vocali chiamate anche corde vocali
- il risonatore il tratto vocale, e la bocca e il naso formano lorifizio.
Il respiro del cantante o del suonatore dello strumento a fiato fornisce lenergia per la
generazione del suono e d linput per il circuito di retroazione che imposta in tono. Cantando, laria passa le corde vocali . Il rapido flusso daria riduce la pressione dellaria, che
attira le corde tra loro e quindi riduce la sezione trasversale per il flusso daria. (Questa
riduzione di pressione descritta dallequazione di Bernoulli, come spiegato di seguito.)
Come conseguenza della sezione trasversale pi piccola, il flusso daria ridotto, la pressione aumenta di nuovo, e le corde vocali si aprono di nuovo. Questo porta a un grande
flusso daria, e il cerchio ricomincia. La variazione tra la pi grande e la pi piccola distanza della corda si ripete cos rapidamente che viene prodotto il suono; il suono viene
poi amplificato nella bocca con le risonanze che dipendono dalla forma della cavit orale. Utilizzando il vocabolario moderno, cantare una nota costante un caso specifico di
auto-organizzazione, cio un esempio di un ciclo limite.
Ma come pu un piccolo strumento come il tratto vocale ottenere suoni pi intensi
di quello di un trombone, che di diversi metri di lunghezza quando srotolato? Come
pu la voce coprire una gamma di 80 dB di intensit? Come pu la voce realizzare fino a
cinque, anche otto ottave in frequenza fondamentale con solo due corde vocali? E come
pu la voce umana produrre la sua impareggiabile variazione timbrica? Molti dettagli di
queste domande sono ancora oggetto di ricerca, anche se le connessioni generali sono
ormai note.
Le corde vocali umane sono in media le dimensioni dellunghia di un pollice; ma possono variare in lunghezza e tensione. Le corde vocali hanno tre componenti. Sopra tutto,
esse contengono un legamento che pu sostenere le grandi variazioni di tensione o stress
e costituisce la struttura di base; tale legamento necessario per raggiungere una vasta
gamma di frequenze. In secondo luogo, il 90 % delle corde vocali fatto di muscoli, in
modo che lo stress e quindi la gamma di frequenza pu essere aumentata anche ulteriormente. Infine, le corde sono coperte da una mucosa, un fluido contenente una membrana
che ottimizzata per entrare in oscillazione, attraverso le onde superficiali, quando laria
passa. Questo sistema fortemente non lineare raggiunge, nei cantanti eccezionali, fino a
5 ottave di gamma di tono fondamentale.
Anche i risonatori della voce umana sono eccezionali. Nonostante le piccole dimensioni disponibili, le propriet non-lineari dei risonatori nel tratto vocale in particolare
leffetto chiamato reattanza inertiva permettono di produrre suono ad alta intensit.
Questo sistema complesso, nonch la formazione intensa, produce le frequenze, timbri
e sequenze musicali di cui godiamo nelle opere, nel jazz, e in tutte le altre performance
vocali. Infatti, molti risultati della ricerca nella voce umana che sono stati anche dedotti
con laiuto della risonanza magnetica sono ora regolarmente utilizzati per addestrare e
insegnare ai cantanti, in particolare su quando utilizzare la bocca aperta e quando usare

Il Monte del Moto

Ref. 216
Page 400

297

298

10 semplici moti di corpi estesi

la parte dellanatomia che


contiene la sorgente sonora
della parola, le corde vocali
( Wikimedia).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 217

la bocca chiusa nel canto, o quando abbassare la laringe.


Il canto dunque bello anche perch un effetto non lineare. Infatti, tutti gli strumenti sono oscillatori non lineari. Negli strumenti a canna, quali il clarinetto, la canna ha il
ruolo delle corde vocali, e il tubo ha il ruolo del risonatore ed i meccanismi di spostamento dellapertura hanno il ruolo della bocca e delle labbra. Negli strumenti di ottone,
come il trombone, le labbra svolgono il ruolo della canna. Negli strumenti a soffio, come
il flauto, lanello di retroazione dovuto ad un altro effetto: nel bordo per la produzione
del suono, il flusso daria viene deviato dal suono stesso.
La seconda ragione per cui la musica bella dovuta al modo in cui le frequenze delle note vengono selezionate. Alcune frequenze suonano bene allorecchio quando
vengono messe in scena insieme o strettamente dopo ciascunaltra; altre producono un
senso di tensione. Gi lantica Grecia aveva scoperto che queste sensazioni dipendono
esclusivamente dal rapporto delle frequenze, o come dice il musicista, dallintervallo tra
i toni.
Pi in particolare, un rapporto di frequenza di 2 i musicisti chiamano lintervallo
una ottava la consonanza pi gradevole. Un rapporto di 3/2 (chiamata quinta perfetta) il prossimo pi gradevole, seguito dal rapporto 4/3 (una quarta perfetta), il rapporto
5/4 (una terza maggiore) e il rapporto 6/5 (una terza minore). La scelta del primo terzo
in scala ha un effetto importante sulle emozioni medie espresse dalla musica ed quindi
anche preso in consegna a nome della scala. Canzoni in Do maggiore hanno general-

Il Monte del Moto

F I G U R A 199 La laringe umana

299

oscillazioni ed onde

Equal-tempered frequency ratio 1

1.059 1.122 1.189 1.260 1.335 1.414 1.498 1.587 1.682 1.782 1.888 2

Appears as harmonic nr.

1,2,4,8

Italian and international


solfge names

Do
Si #

Do #
Re b

Re

Re #
Mi b

Mi
Fa b

Fa
Mi #

Fa #
Sol b

Sol

Sol #
La b

French names

Ut
Si #

Ut #
Re b

Re

Re #
Mi b

Mi
Fa b

Fa
Mi #

Fa #
Sol b

Sol

German names

C
His

Cis
Des

Dis
Es

E
Fes

F
Eis

Fis
Ges

English names

C
B#

C#
Db

D#
Eb

E
Fb

F
E#

F#
Gb

Interval name, starting


from Do / Ut / C

unison

min.
2nd

maj.
2nd

min.
3rd

maj.
3rd

4th

triton 5th

6/5

5/4

4/3

none 3/2

5, 10

8/5

5/3

15/8

c. 7

15

1,2,4,8

La

La #
Si b

Si
Do b

Do
Si #

Sol #
La b

La

La #
Si b

Si
Ut b

Ut
Si #

Gis
As

Ais
B

H
Ces

C
His

G#
Ab

A#
Bb

B
Cb

C
B#

min.
6th

maj.
6th

min.
7th

maj.
7th

octave

3, 6

Pianoforte keys
F I G U R A 200 Le dodici note utilizzate nella musica ed i loro rapporti di frequenza.

Ref. 218

Sfida 501 f

mente una melodia pi felice, laddove canzoni in La minore tendono ad un suono pi


triste.
I rapporti di frequenza meno gradevoli, le dissonanze, sono il tritono (7/5, chiamato
anche quarta aumentata o quinta diminuita o falsa quinta) e, in misura minore, la settima
maggiore e minore (15/8 e 9/5). Il tritono utilizzato per la sirena nei furgoni Tedeschi
della Croce Rossa. Sequenze lunghe di dissonanze hanno leffetto di indurre in trance;
sono comuni nella musica Balinese e nel jazz.
Dopo secoli di sperimentazione, questi risultati portano ad una disposizione standardizzata delle note e le loro frequenze che viene mostrato in figura 200. La disposizione,
denominata eguale intonazione o intonazione ben temperata, contiene approssimazioni a
tutti i menzionati intervalli; le approssimazioni hanno il vantaggio che essi consentono
trasposizione di musica a pi basse o pi alte note. Questo non possibile con lideale,
cosiddetta giusta intonazione.
La prossima volta che cantate una canzone che vi piace, si potrebbe cercare di determinare se usate solo la giusta o eguale intonazione o unintonazione del tutto diversa.
Persone diverse hanno gusti e abitudini diversi.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

9/8

Il Monte del Moto

Just intonation frequency ratio 1

300

10 semplici moti di corpi estesi

F I G U R A 201 Una visualizzazione

schematica del moto di molecole


in onda sonora nellaria
(QuickTime film ISVR, University
of Southampton)

TAV O L A 40 Intensit di suono selezionate.

Soglia del suono a 1 kHz


Parlata umana
Treno che entra in una stazione della metropolitana
Immagini di ecografia di bambini
Soglia del dolore convenzionale
Concerto rock con 400 000 W casse
Fuochi dartificio
Spari
Lancio di missile
Canto balena blu
Eruzioni vulcaniche, terremoti, bomba convenzionale
Impatto grande meteoroide, grande bomba nucleare

0 dB o 1 pW
25 a 35 dB
100 dB
oltre 100 dB
120 dB o 1 W
135 a 145 dB
fino a 150 dB
fino a 155 dB
fino a 170 dB
fino a 175 dB
fino a 210 dB
oltre 300 dB

Misura del suono


Ad ogni punto nello spazio, unonda sonora nellaria produce due effetti: una variazione
di pressione e una variazione di velocit. figura 201 li mostra entrambi: le variazioni di
pressione inducono cambiamenti nella densit delle molecole, mentre le variazioni di
velocit agiscono sulla velocit media delle molecole.
La pressione sonora locale misurata con un microfono o un orecchio. La velocit
molecolare locale viene misurata con un microanemometro o sensore acustico di velocit di particelle. Nessuno di tali dispositivi esisteva fino al 1994, quando Hans Elias de
Bree invent un modo per costruirne uno. Come mostrato in figura 202, tale microanemometro non facile da realizzare. Due fili sottili di platino sono riscaldati a 220C; la

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

I nt e ns i t d e l
suono

Il Monte del Moto

O s s e r va z i o n e

oscillazioni ed onde

301

F I G U R A 202 Sopra: due minuscoli fili di platino riscaldati permettono la costruzione di un

microanemometro. Pu aiutare a individuare esattamente da dove proviene un disturbo ( Microflown


Technologies).

302

10 semplici moti di corpi estesi

F I G U R A 203 Un moderno sistema per ecografia, ed una comune, ma dannosa ecografia di un feto

( General Electric, Wikimedia).

Ref. 219

Gli ultrasuoni sono utilizzati in medicina per esplorare linterno dei corpi umani. La tecnica, chiamata immagini ad ultrasuoni, utile, conveniente e diffusa, come mostrato in
figura 203. Tuttavia, ha uno svantaggio. Studi presso la Mayo Clinic nel Minnesota hanno rilevato che gli ultrasuoni ad impulsi, a differenza degli ultrasuoni continui, producono livelli estremamente elevati di suono udibile allinterno del corpo. (Alcune intensit
sonore sono elencate in tavola 40.)
Gli ultrasuoni a impulsi vengono utilizzati in ecografia, e in alcuni, ma non tutti, monitor per battiti cardiaci fetali. Queste macchine cos producono alti livelli di suono nella
gamma udibile . Ci sembra paradossale; se andate da un ginecologo e mettete la testa
a ultrasuoni sullorecchio o la testa, sentirete solo un leggero rumore. In realt, questa
bassa intensit che inganna tutti a pensare che il livello di rumore sia basso. Il livello di
rumore basso solo perch lorecchio umano pieno daria. Al contrario, in un feto,
lorecchio riempito di liquido. Questo fatto cambia la propagazione del suono completamente: il suono generato da macchine di imaging ora completamente concentrato e
stimola direttamente lorecchio interno. Leffetto totale simile a quello che succede se

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

L eco grafia sicura per i bambini?

Il Monte del Moto

Sfida 502 na

differenza di temperatura dipende dalla velocit dellaria e pu essere misurata comparando le resistenze elettriche. A causa delle piccole dimensioni, possibile una gamma
di frequenze fino a circa 20 kHz. mettendo tre tali dispositivi ad angolo retto tra loro
possibile localizzare la direzione di una sorgente di rumore. Ci utile per la riparazione e lo sviluppo di automobili, o per controllare treni e macchinari. Organizzando molti
dispositivi su una griglia quadrata si pu costruire anche un camera acustica. Essa pu
anche essere utilizzata per individuare le posizioni di aerei e droni, una sorta di radar
acustico. Poich i microanemometri agiscono come microfoni estremamente piccoli ed
estremamente direzionali, e poich funzionano anche sottacqua, i militari e la spie ne
sono appassionati.
A proposito: come si confronta la velocit delle molecole dovute al suono con la
velocit di molecole dovuta alla temperatura dellaria?

oscillazioni ed onde

Ref. 219

Ref. 220

Ref. 221

303

mettete il dito nel vostro orecchio: ci pu essere molto forte per voi stessi, ma nessun
altro pu sentire quello che succede.
Recenti ricerche hanno dimostrato che livelli sonori superiori a 100 dB, corrispondenti ad un treno che entra nella stazione metropolitana, sono generati dai sistemi di imaging
a ultrasuoni. In effetti, ogni ginecologo conferma che limaging disturba il feto. Interrogati su questo problema, diversi produttori di dispositivi di imaging ad ultrasuoni hanno
confermato che utilizzata unuscita sonora di solo 5 mW. Questa solamente la potenza acustica di un oboe alla massima potenza! Dal momento che molti esami ecografici
prendono dieci minuti e pi, un danno allorecchio del feto non pu essere escluso. Non
sensato esporre un bambino a questo livello di rumore senza una buona ragione.
In poche parole, gli ultrasuoni non devono essere usati per donne incinte salvo che
in caso di necessit. Gli ultrasuoni non sono sicuri per le orecchie di un feto. (Dichiarazioni di societ mediche di ultrasuoni che dicono il contrario sono sbagliate.) In tutte le
altre situazioni, per, lecografia sicura. Si dovrebbe notare tuttavia, che un altro potenziale problema delle imaging ad ultrasuoni, la questione dei danni ai tessuti attraverso
cavitazione, non stata ancora esplorata nei dettagli.
Segnali
Il Monte del Moto
copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Vol. II, pag. ??

Un segnale il trasporto di informazione. Ogni segnale, compresi quelli provenienti da


tavola 39, moto di energia. I segnali possono essere sia oggetti o onde. Un sasso lanciato
pu essere un segnale, come pu esserlo un fischio. Le onde sono una forma di comunicazione pi pratica perch non richiedono il trasporto di materia: pi facile da utilizzare
energia elettrica in un filo telefonico per il trasporto di una dichiarazione che per inviare
un messaggero. Infatti, i pi moderni progressi tecnologici possono essere ricondotti alla
separazione tra il segnale ed il trasporto di materia. Invece di trasportare unorchestra
per trasmettere musica, siamo in grado di inviare segnali radio. Invece di inviare lettere di
carta scriviamo messaggi e-mail. Invece di andare in biblioteca navighiamo su Internet.
I maggiori progressi nella comunicazione sono il risultato delluso di segnali che trasportano grandi quantit di energia. Questo ci che fanno i cavi elettrici: si trasporta
energia senza trasportare alcuna (evidente) materia. Non abbiamo bisogno di attaccare le nostre macchine da cucina alla centrale: possiamo ottenere lenergia via un filo di
rame.
Per tutti questi motivi, il termine segnale spesso inteso implicare solo onde. La
voce, il suono, i segnali elettrici, i segnali radio e la luce sono i pi comuni esempi di
segnali di onde.
I segnali sono caratterizzati dalla loro velocit e dal loro contenuto informativo. Entrambe le quantit risultano essere limitate. Il limite di velocit largomento centrale
della teoria della relativit speciale.
Un limite semplice sul contenuto informativo pu essere espresso notando che il flusso di informazioni dato dalla forma dettagliata del segnale. La forma caratterizzata
da una frequenza (o lunghezza donda) ed una posizione nel tempo (o spazio). Per ogni
segnale e ogni onda c una relazione tra lerrore del tempo di arrivo e lerrore di
frequenza angolare :
1
(103)
.
2

304

Sfida 503 f

10 semplici moti di corpi estesi

Questo rapporto di indeterminazione tempofrequenza esprime che, in un segnale,


impossibile specificare sia il tempo di arrivo e la frequenza con la massima precisione. I
due errori sono (entro un fattore numerico) linverso luno dellaltro. (Si dice anche che
il prodotto tempo-larghezza di banda sempre pi grande di 1/4.) La limitazione appare, perch da un lato necessario unonda il pi possibile simile ad unonda sinusoidale
per determinare con precisione la frequenza, ma daltra parte si ha bisogno di un segnale
il pi stretto possibile per stabilire con precisione il suo tempo di arrivo. Il contrasto nei
due requisiti conduce al limite. La relazione di indeterminazione dunque una caratteristica di ogni fenomeno donda. Si potrebbe desiderare di provare questa relazione con
qualsiasi onda nellambiente.
Analogamente, vi una relazione tra lerrore di posizione e lerrore dellonda
vettore = 2/ di un segnale:

Come nel caso precedente, anche questa relazione di indeterminazione esprime che
impossibile specificare sia la posizione di un segnale che la sua lunghezza donda con
piena precisione. Anche questa relazione di indeterminazione posizioneonda-vettore
una caratteristica di qualsiasi fenomeno ondulatorio.
Ogni relazione di indeterminazione la conseguenza di una pi piccola entit. Nel
caso delle onde, la pi piccola entit del fenomeno il periodo (o ciclo, come si chiamava
una volta). Quando vi una piccola unit in un fenomeno naturale, risulta una relazione
di indeterminazione. Incontreremo altri rapporti di indeterminazione, sia nella relativit
e nella teoria quantistica. Come scopriremo, essi sono pure dovuti alle pi piccole entit.
Ogni volta che i segnali vengono inviati, il loro contenuto pu essere perso. Ciascuna
delle sei caratteristiche delle onde elencate su pagina 290 pu portare al degrado dei contenuti. Potete fornire un esempio per ogni caso? Lenergia, la quantit di moto e tutte le
altre propriet conservate dei segnali non si perdono mai, ovviamente. La scomparsa di
segnali simile alla scomparsa del moto. Quando il moto scompare per attrito, sembra
solo scomparire, ed di fatto trasformato in calore. Analogamente, quando un segnale
scompare, sembra solo scomparire, ed in effetti trasformato in rumore. Il rumore (Fisico) una collezione di numerosi segnali disordinati, nello stesso modo che il calore
una collezione di numerosi moti disordinati.
Tutta la propagazione del segnale descritta da unequazione donda. Un esempio
famoso linsieme di equazioni trovato da Hodgkin e Huxley. Si tratta di una approssimazione realistica per il comportamento del potenziale elettrico nei nervi. Utilizzando
dati sul comportamento di ioni di potassio e sodio, essi trovarono unelaborata equazione donda che descrive la tensione nei nervi, ed in tal modo i segnali vengono propagati. Lequazione descrive i picchi di tensione caratteristici misurati nei nervi, mostrati
in figura 204. La figura mostra chiaramente che queste onde differiscono da onde sinusoidali: non sono armoniche. Lanarmonicit un risultato di non linearit. Ma la non
linearit pu portare ad effetti ancora pi forti.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 222

(104)

Il Monte del Moto

Sfida 504 s

1
.
2

305

oscillazioni ed onde

Huxley.

dacqua solitaria seguita


da una barca a motore,
che ricostruisce la
scoperta di Scott Russel
( Dugald Duncan).

Onde solitarie e solitoni


NellAgosto del 1834, lingegnere Scozzese John Scott Russell (18081882) registr una
strana osservazione in un canale dacqua in campagna, vicino a Edimburgo. Quando
una barca tirata attraverso il canale fu improvvisamente fermata, una strana onda part

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 205 Unonda

Il Monte del Moto

F I G U R A 204 I segnali elettrici calcolati (sopra) e misurati (sotto) in un nervo, seguendo Hodgkin e

306

10 semplici moti di corpi estesi

F I G U R A 206 I solitoni sono stabili contro gli incontri. (QuickTime film Jarmo Hietarinta)

Page 296

)
2

e =

43
.
3

(105)

Come mostrato da queste espressioni, e notato da Russell, le onde alte sono strette e veloci, mentre le onde basse sono lente e larghe. La forma delle onde fissa durante il loro
moto. Oggi, queste e tutte le altre onde stabili con una singola cresta sono chiamate onde
solitarie. Esse appaiono solo se la dispersione e la non linearit del sistema compensano esattamente ogni altro. Russell osserv anche che le onde solitarie in canali dacqua
possono attraversarsi reciprocamente invariate, anche quando viaggiano in direzioni opposte; le onde solitarie con questa propriet sono chiamate solitoni. In breve, i solitoni
sono stabili contro gli incontri, come mostrato in figura 206, mentre le onde solitarie in
generale non lo sono.
Solamente sessanta anni pi tardi, nel 1895, Korteweg e de Vries scoprirono che le
onde solitarie nei canali dacqua hanno una forma descritta da
(, ) = sech2

dove sech =

2
,
+ e

(106)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

= (1 +

Il Monte del Moto

Ref. 223

da essa. Si trattava di una singola cresta, lunga circa 10 m e 0.5 m alta, che si muoveva a
circa 4 m/s. Segu quella cresta, mostrata in una ricostruzione in figura 205, con il suo
cavallo per diversi chilometri: londa si estinse solo molto lentamente. Russell non osserv alcuna dispersione, come usuale in onde di acque profonde: la larghezza della cresta
rimase costante. Russell inizi poi a produrre tali onde nel suo laboratorio e studi ampiamente le loro propriet. Dimostr che la velocit dipende dallampiezza, al contrario
delle onde lineari, armoniche. Egli scopr anche che la profondit del canale dacqua
era un importante parametro. In effetti, la velocit , lampiezza e la larghezza di
queste onde a singola cresta sono legate dalla

oscillazioni ed onde

307

e che la relazione trovata da Russell era dovuta alla equazione donda


3
2 3
1
+ (1 + )
+
=0.
2 6 3

Ref. 226

Ref. 224

* Lequazione pu essere semplificata, trasformando la variabile ; pi concisamente, pu essere riscritta come + = 6 . Finch le soluzioni sono funzioni sech, questa e altre versioni trasformate
dellequazione sono note con lo stesso nome.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 223

Questa equazione per lallungamento chiamata equazione di Kortewegde Vries in


loro onore.* La sorprendente stabilit delle soluzioni solitarie dovuta alleffetto opposto dei due termini che distinguono lequazione dalle equazioni donda lineari: per le
soluzioni solitarie, il termine non lineare compensa precisamente la dispersione indotta
dal termine derivata-terza.
Per molti decenni tali onde solitarie furono viste come curiosit matematiche e fisiche. Il motivo era semplice: nessuno poteva risolvere le equazioni. Tutto questo cambi
quasi cento anni pi tardi, quando divenne chiaro che lequazione di Kortewegde Vries
un modello universale per le onde debolmente non lineari in regime di dispersione debole, e quindi di fondamentale importanza. Questa conclusione fu innescata da Kruskal
e Zabusky, che nel 1965 dimostrarono matematicamente che le soluzioni (106) sono invariate in caso di collisioni. Questa scoperta permise loro di introdurre il termine solitoni.
Queste soluzioni effettivamente si compenetrano lun laltra senza cambiare la velocit
o la forma: una collisione produce solo un piccolo spostamento di posizione per ciascun
impulso.
Le onde solitarie giocano un ruolo in molti esempi di flussi di fluidi. Si trovano nelle
correnti oceaniche; e anche la macchia rossa su Giove, che era una caratteristica costante
delle fotografie di Giove per molti secoli, un esempio.
Le onde solitarie appaiono anche quando viene generato suono di intensit estremamente alta nei solidi. In questi casi, possono provocare impulsi di suoni di pochi nanometri di lunghezza. Gli impulsi luminosi solitari sono utilizzati anche allinterno di
certe comunicazioni con fibra ottica, dove la mancanza di dispersione permette velocit
di trasmissione dati pi elevata rispetto a quelle raggiungibili con gli usuali impulsi di
luce.
Verso la fine del ventesimo secolo, i matematici hanno scoperto che i solitoni obbediscono ad una generalizzazione non lineare del principio di sovrapposizione. (Essa dovuta alle trasformazioni Darboux Backlund e la struttura della serie Sato Grassmanniana.) La matematica dei solitoni estremamente interessante. I progressi nella matematica innescarono una seconda ondata di interesse per la matematica dei solitoni, quando i
teorici quantistici si interessarono ad essi. Il motivo semplice: un solitone una cosa
a met fra una particella e unonda; ha caratteristiche di entrambi i concetti. Per questo
motivo, i solitoni sono stati spesso visti in modo non corretto come candidati per la
descrizione delle particelle elementari.

Il Monte del Moto

Ref. 227

(107)

308

10 semplici moti di corpi estesi

mass

rod

loose joint

vertically
driven,
oscillating
base

F I G U R A 207 Un pendolo inverso guidato

verticalmente stabile nella posizione verticale a


determinate combinazioni di frequenza e ampiezza.

Curiosit e divertenti sfide su onde e corpi estesi

Quando un bambino su unaltalena spinto da un adulto, laccumulo di ampiezza


dovuto alla risonanza (diretta) . Quando, daltra parte, il bambino mette in moto
loscillazione da se stesso, utilizza due volte la frequenza naturale dellaltalena; questo
effetto chiamato risonanza parametrica.
Un sorprendente effetto di risonanza parametrica appare quando un pendolo
capovolto attaccato ad una base vibrante. figura 207 mostra limpianto; a causa
dellarticolazione, la massa libera di cadere su entrambi i lati. Tale pendolo inverso
guidato verticalmente, a volte chiamato anche un pendolo Kapitza, rimarr saldamente
in posizione verticale se ben scelta la frequenza di pilotaggio del giunto. Per uno dei
molti video del fenomeno, vedere www.youtube.com/watch?v=is_ejYsvAjY. La risonanza parametrica appare in molte impostazioni, tra cui il cielo. Gli asteroidi Troiani sono
tenuti in orbita per risonanza parametrica.

Ref. 225

Anche i dossi delle piste da sci, i cosiddetti ski moguls, sono onde: si muovono. Le ski moguls sono essenziali in molte discipline olimpiche invernali. Le osservazioni dimostrano

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 505 f

Quando viene raddoppiata la frequenza di un segnale, si dice che il tono alto di


unottava. Due toni che differiscono di unottava, quando suonati insieme, suonano piacevoli allorecchio. Altri due rapporti di frequenza piacevoli o intervalli, come dicono
i musicisti sono quartine e quintine. Quali sono i corrispondenti rapporti di frequenza?
(Nota: la risposta fu una delle pi antiche scoperte nel campo della fisica e della ricerca
sulla percezione; attribuita aPitagora, attorno al 500 b ce.)

Il Monte del Moto

La societ unonda. Londa si muove in


avanti, ma lacqua di cui composta non lo fa.
Ralph Waldo Emerson, Self-Reliance.

309

oscillazioni ed onde

F I G U R A 208 Unonda

particolarmente lenta: un campo di


sci acrobatico ( Andreas
Hallerbach).

Sfida 506 s

Sfida 508 s

Qual il periodo di un pendolo semplice, cio, una massa collegata ad unasta senza
massa di lunghezza ? Qual il periodo, se lasta molto pi lunga del raggio della Terra?

Sfida 509 s

Quale strada percorsa da un corpo che si muove senza attrito lungo un piano, ma che
attaccato da una molla ad un punto fisso del piano?

La balena blu, Balaenoptera musculus, il pi rumoroso animale presente in natura: la


sua voce pu essere ascoltata a distanza di centinaia di chilometri.

Lesplorazione del suono nel mare, dalla comunicazione delle balene al sonar dei delfini,
un mondo a s. Per iniziare, esplorate leccellente sito web www.dosits.org.

Sfida 510 f

Un dispositivo che mostra come rotazione e oscillazione sono collegati lallarme della
sirena. Scopri come funziona, e costruitene uno voi stessi.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 507 s

Unorchestra suona la musica in una grande sala. Ad una distanza di 30 m, qualcuno


sta ascoltando la musica. Ad una distanza di 3000 km, unaltra persona sta ascoltando la
musica tramite la radio. Chi ascolta la musica prima?

Il Monte del Moto

Page 400

che le ski moguls hanno un lunghezza donda di solito 5 a 6 m e che si muovono con
una velocit media di 8 cm/giorno. Sorprendentemente la velocit diretta verso lalto,
verso la sommit della pista da sci. Potete spiegare perch cos? In realt, sono anche un
esempio di auto-organizzazione; questo argomento sar coperto in modo pi dettagliato
qui di seguito.

310

10 semplici moti di corpi estesi

Sfida 511 s

I Lillipuziani di Jonathan Swift sono un dodicesimo delle dimensioni degli esseri umani. Mostra che la frequenza delle loro voci deve essere 144 volte superiore di quella degli esseri umani, e quindi essere impercettibile. Gulliver non avrebbe potuto sentire cosa
stavano dicendo i Lillipuziani. Lo stesso, pi probabilmente, sarebbe vero per i Brobdingnagians, che erano dieci volte pi alti degli esseri umani. Le loro frasi sarebbero anche
un centinaio di volte pi lente.

Sfida 512 f

La luce unonda, come scopriremo in seguito. Come risultato, la luce che raggiunge
la Terra dallo spazio rifratta quando entra nellatmosfera. Potete confermare che, come risultato, le stelle appaiono leggermente pi alte nel cielo notturno di quanto siano
realmente?

Ref. 228

Ref. 229

interessante notare che, ogni superficie dacqua ha onde, anche se sembra completamente piatta. Come conseguenza della temperatura finita dell acqua, la sua superficie
ha sempre qualche asperit: ci sono onde termiche capillari. Per lacqua, con una tensione superficiale di 72 mPa, la rugosit tipica alle usuali condizioni 0.2 nm. Queste onde
capillari termiche, previste da molti secoli, sono state osservate solo di recente.

Tutte le onde vengono smorzate, alla fine. Questo effetto spesso dipendente dalla frequenza. Potete fornire una conferma di questa dipendenza nel caso del suono in aria?

Sfida 513 s

Sfida 514 f

Quando si fa un buco con un ago in carta nera, il foro pu essere utilizzato come una lente
di ingrandimento. (Provatelo.) La diffrazione responsabile delleffetto lente. Tra laltro,
la diffrazione della luce dai fori fu notata gi da Francesco Grimaldi nel diciassettesimo
secolo; egli dedusse correttamente che la luce unonda. Le sue osservazioni sono state
poi discusse da Newton, che a torto le conged.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Quali sono le pi alte onde marine? Questa domanda stata studiata in modo sistematico
solo recentemente, utilizzando i satelliti. Il risultato sorprendente che onde del mare,
con una altezza di 25 m e pi sono comuni: ci sono un paio di tali onde sugli oceani in
un dato momento. Questo risultato conferma le rare storie di esperti capitani di navi e
spiega molti affondamenti di navi altrimenti inspiegabili.
I surfisti possono quindi avere molte possibilit di cavalcare onde di 30 m. (Il record
attuale appena sotto questa quota). Ma forse le pi impressionanti onde da cavalcare sono quelle del Pororoca, una serie di onde di 4 m che si muovono dal mare al Rio
delle Amazzoni ogni primavera, contro il flusso del fiume. Queste onde possono essere
cavalcate per decine di km.

311

oscillazioni ed onde

air
air

water

coin
F I G U R A 209 Le ombre

mostrano la rifrazione della


luce.

Mettere una tazza vuota vicino ad una lampada, in modo tale che il fondo della tazza
rimanga in ombra. Quando si riempie il bicchiere con acqua, un poco del fondo sar
illuminato, a causa della rifrazione della luce emessa dalla lampada. Lo stesso effetto ci
permette di costruire le lenti. Lo stesso effetto alla base di strumenti come il telescopio.
Vol. III, pag. ??

Le onde dacqua sono trasversali o longitudinali?

La velocit di gruppo delle onde dacqua (in acque profonde) inferiore alla velocit delle
singole creste donda, la cosiddetta velocit di fase. Come risultato, quando un gruppo di
creste donda viaggiano allinterno del gruppo le creste si muovono da dietro alla parte
frontale: compaiono in fondo, viaggiano in avanti e poi muoiono nella parte frontale. La
velocit di gruppo delle onde dacqua inferiore alla sua velocit di fase.

Possiamo ascoltare il mare lontano o una strada distante pi chiaramente di sera che al
mattino. Questo un effetto della rifrazione. La velocit del suono aumenta con la tem-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 516 s

La velocit delle onde dacqua limita la velocit delle navi. Una nave in superficie non pu
viaggiare (molto) pi veloce di circa crit = 0.16 , dove = 9.8 m/s2 , la lunghezza
della nave, e 0.16 un numero determinato sperimentalmente, chiamato il numero critico
di Froude. Questa relazione valida per tutte le navi, dalle grandi petroliere ( = 100 m d
crit = 13 m/s) gi fino alle anatre ( = 0.3 m d crit = 0.7 m/s). La velocit critica quella
di un onda con la stessa lunghezza donda della nave. Infatti, lo spostamento di una nave
a velocit superiore al valore critico possibile, ma richiede molta pi energia. (Una
velocit pi elevata possibile anche se la nave naviga su unonda.) Quanto lontano il
record di crawl in piscina olimpionica dal valore critico?
La maggior parte degli animali acquatici e le navi sono pi veloci quando nuotano
sotto la superficie dove il limite dovuto alle onde di superficie non esiste di quando nuotano sulla superficie. Per esempio, le anatre possono nuotare tre volte pi veloci
sottacqua che in superficie.

Il Monte del Moto

Sfida 515 s

312

10 semplici moti di corpi estesi

peratura. In serata, la terra si raffredda pi rapidamente dellaria sopra. Come risultato,


il suono che lascia la terra e viaggia verso lalto viene rifratto verso il basso, che porta
alludire a lunga distanza tipica delle serate. Al mattino, generalmente laria fredda sopra e calda sotto. Il suono viene rifratto verso lalto, e il suono lontano non raggiunge
un ascoltatore a terra. La rifrazione implica quindi che la mattina sia tranquilla, e che
siamo in grado di sentire i suoni pi lontani di sera. Gli elefanti usano la situazione del
suono durante le serate per comunicare a distanze superiori a 10 km. (Usano anche le
onde sonore nella terra per comunicare, ma questa unaltra storia.)

Sfida 517 f

Ref. 231

Anche piccoli animali comunicano con onde sonore. Nel 2003, si riscontrato che le
aringhe comunicano utilizzando rumori che producono quando scoreggiano. Quando
passano soffiano, il gas crea un ticchettio il cui spettro di frequenza arriva fino a 20 kHz.
Si possono anche ascoltare le registrazioni di questo suono su Internet. I dettagli della
comunicazione, come le differenze tra maschi e femmine, sono ancora in fase di indagine. possibile che i suoni possano essere utilizzati anche dai predatori per individuare
le aringhe, e potrebbero anche essere utilizzate dai futuri pescherecci.

Su mari ventosi, le creste delle onde bianche hanno diversi effetti importanti. Il rumore
deriva da piccole esplosioni ed implosioni di bolle dacqua. Il rumore delle onde del mare
aperto quindi la sovrapposizione di molte piccole esplosioni. Contemporaneamente, le
creste bianche sono gli eventi in cui i mari assorbono anidride carbonica dallatmosfera,
e quindi riducono il riscaldamento globale.

Le cosiddette onde anomale chiamate anche onde mostro o onde bizzarre, singole onde
in mare aperto, con una altezza di oltre 30 m che appaiono improvvisamente tra onde
molto inferiori, stato un fenomeno sconcertante per decenni. Non mai stato chiaro se
siano realmente avvenute. Solo i rapporti sparsi di capitani e navi misteriosamente affondate indicavano la loro esistenza. Infine, dal 1995 in poi, le misure cominciarono a con-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Ref. 230

La rifrazione implica anche che c un canale sonoro nelloceano e nellatmosfera. La


velocit del suono aumenta con la temperatura, e aumenta con la pressione. Ad una profondit delloceano di 1 km, o ad una altezza atmosferica da 13 a 17 km (che in sommit
delle pi alte nuvole cumulonembi o equivalentemente, a met dello strato di ozono) il
suono ha velocit minima. Come risultato, il suono che parte da quel livello e cerca di
lasciarlo incanalato in esso. Le balene usano questo canale audio per comunicare tra di
loro con belle canzoni; si possono trovare le registrazioni di queste canzoni su Internet. I
militari utilizzano con successo microfoni posti nel canale audio nel mare per individuare i sottomarini, e microfoni sui palloncini nel canale atmosferico per ascoltare esplosioni
nucleari. (In realt, esperimenti sul suono condotti dai militari sono la ragione principale per cui le balene vengono assordate e perdono il loro orientamento, arenandosi sulle
coste. Simili esperimenti in aria con palloncini dalta quota sono spesso scambiati per
dischi volanti, come nel famoso episodio Roswell.)

313

oscillazioni ed onde

F I G U R A 210

Unonda anomala
artificiale ridotta
creata in una vasca
dacqua (QuickTime
film Amin
Chabchoub).

Sfida 518 s

Perch ci sono molti piccoli fori nei soffitti di molte camere dufficio?

Sfida 519 na

Quale osservabile fisico determina la lunghezza donda delle onde dacqua emesse
quando si getta un sasso in uno stagno?

Ref. 2

Sfida 520 s
Sfida 521 s
Sfida 522 s
Sfida 523 s

Yakov Perelman elenca i seguenti quattro problemi nel suo delizioso libro di problemi di
fisica.
1. Una pietra che cade in un lago produce onde circolari. Qual la forma di onde
realizzate con una pietra che cade in un fiume, dove lacqua fluisce?
2. E possibile costruire un obiettivo per il suono, nello stesso modo in cui possibile
costruire lenti per la luce. Come sembrerebbe un tale obiettivo?
3. Qual il suono ascoltato allinterno di un guscio?
4. La luce impiega circa otto minuti per viaggiare dal Sole alla Terra.Quali conseguenze
ha questo sui tempi del sorgere del sole?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Ref. 232

fermare la loro esistenza. Uno dei motivi per lo scetticismo era che il meccanismo della
loro formazione rimaneva non chiaro. Ma gli esperimenti dal 2010 in poi spalancarono
la comprensione delle onde dacqua non-lineari. Questi esperimenti hanno confermato che prima sotto condizioni idealizzate, le onde dacqua mostrano anche le cosiddette
soluzioni di sfiato, o focalizzazione non lineare. Infine, nel 2014, Chabchoub e Fink riuscirono a dimostrare, con una tecnica sperimentale intelligente basata sullinversione del
tempo, che la focalizzazione non lineare - tra cui le onde anomale - pu apparire in onde dacqua irregolari di ampiezza molto pi piccola. (Come spiega Amin Chabchoub, la
prova video si presenta come quella mostrata in figura 210.)

314

10 semplici moti di corpi estesi

F I G U R A 211 Cubo di Rubik: la complessit

del semplice moto tridimensionale


( Wikimedia).

Sfida 525 na

Tipicamente, il suono di una persona che parla produce una variazione di pressione di
20 mPa sullorecchio. Come determinato il valore?
Lorecchio infatti un dispositivo sensibile. E ormai noto che la maggior parte dei
casi di mammiferi marini, come le balene, si arenano a causa di problemi dorecchio:
di solito qualche dispositivo militare (sia segnali sonar o esplosioni) ha distrutto il loro
orecchio in modo che sono diventati sordi e perdono lorientamento.

Perch lorecchio umano, mostrato in figura 212, cos complesso? La parte esterna, la
pinna o auricola , concentra la pressione sonora a livello della membrana timpanica; produce un guadagno di 3 dB. La membrana timpanica, o timpano, realizzata in modo tale
da oscillare sempre in modo fondamentale, quindi senza nodi. La membrana timpanica
ha una risonanza (molto ampia) a 3 kHz, nella regione in cui lorecchio pi sensibile. Il timpano trasmette il suo moto, utilizzando gli ossicini, allorecchio interno. Questo
meccanismo trasforma cos onde daria in onde dacqua nellorecchio interno, dove vengono rilevate. (Lefficienza con cui questa trasformazione avviene quasi ideale; usando
il linguaggio della teoria ondulatoria, gli ossicini sono quindi superiori a tutti i trasformatori di impedenza.) Perch lorecchio trasforma le onde daria in onde dacqua? Perch la lunghezza donda del suono nei liquidi molto pi breve, e consente un piccolo
rivelatore; altrimenti, lorecchio non entrerebbe dentro la testa!

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

Sfida 524 s

Ogni studente conosce probabilmente il cubo di Rubik. Potete dedurre come Rubik costru il cubo senza guardare al suo interno? Anche per cubi con altri numeri di segmenti?
C un limite al numero di segmenti? Questi enigmi sono addirittura pi difficili della
ricerca per il riordinamento del cubo.

315

oscillazioni ed onde

F I G U R A 212 Lorecchio

umano ( Northwestern
University).

Il metodo utilizzato per dedurre le onde sinusoidali contenute in un segnale, come mostrato in figura 188, chiamato la trasformata di Fourier. Essa di importanza in tutta la
scienza e la tecnologia. Nel 1980, uninteressante generalizzazione diventata popolare,
chiamata trasformazione wavelet. Al contrario delle trasformate di Fourier, le trasformate wavelet ci permettono di localizzare i segnali nel tempo. Le trasformate wavelet sono
utilizzate per comprimere digitalmente le immagini memorizzate in modo efficiente, per

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 233

Linfrasuono , suono non udibile sotto 20 Hz, un tema moderno della ricerca. In natura,
linfrasuono emesso da terremoti, eruzioni vulcaniche, vento, tuoni, cascate, cadute di
meteoriti Anche il moto del ghiacciaio, i maremoti, le valanghe e le tempeste geomagnetiche emettono infrasuoni. Le fonti umane includono lanci di missili, il traffico, motori
a combustibile e compressori ad aria.
E noto che elevate intensit di infrasuoni porta a vomito o disturbi del senso di equilibrio (140 dB o pi per 2 minuti), e perfino alla morte (170 dB per 10 minuti). Gli effetti
di intensit inferiori sulla salute umana non sono ancora noti.
Gli infrasuoni possono viaggiare pi volte in tutto il mondo prima di morire, come
lesplosione del vulcano Krakatoa ha mostrato nel 1883. Con i moderni rilevatori di infrasuoni, la spuma del mare pu essere rilevata a centinaia di chilometri di distanza. La
spuma del mare porta ad un ronzio costante della crosta terrestre a frequenze comprese
tra 3 e 7 mHz. La Rete Globale infrasuoni utilizza infrasuoni per rilevare i test di armi nucleari, terremoti ed eruzioni vulcaniche, e pu contare i meteoriti. Solo molto raramente
i meteoriti possono essere ascoltati con lorecchio umano.

Il Monte del Moto

316

10 semplici moti di corpi estesi

moving shock wave :


moving sonic boom
sound
waves

sound source
moving through
medium at
supersonic speed

supersonic
sound source

boom
moving
on ground
Il Monte del Moto

muove attraverso laria; pu essere reso visibile dalla fotografia Schlieren o dalla condensa dellacqua
(photo Andrew Davidhazy, Gary Settles, NASA).

Ref. 234

diagnosticare problemi nelle turbine dei velivoli, e in molte altre applicazioni.

Sfida 526 r

Se vi piacciono le sfide ingegneristiche, qui ve ne una che ancora aperta. Come si


pu fare un robusto ed efficiente sistema che trasformi lenergia delle onde del mare in
energia elettrica?

Se siete interessati alle onde delloceano, si potrebbe anche apprezzare la scienza delloceanografia. Per unintroduzione, consultare i libri di testo open source a
oceanworld.tamu.edu.

Sfida 527 r

Nella nostra descrizione dei corpi estesi, si presume che ogni punto di un corpo possa
essere seguito separatamente durante il suo moto. Questa ipotesi giustificata? Che cosa
accadrebbe se non ci fosse?

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 213 Londa durto creata da un corpo in moto supersonico porta ad un bang sonico che si

317

oscillazioni ed onde

F I G U R A 214 Le scie dietro una nave e dietro un cigno, e il modo di dedurre la forma (photos

Wikimedia, Christopher Thorn).

Ref. 235

Un particolare tipo di onde che appare in esplosioni e volo supersonico: onde durto.
In unonda durto, la densit o la pressione di un gas cambia bruscamente, su distanze di pochi micrometri. Studiare le onde durto un campo di ricerca in se stesso; le
onde durto determinano la fuga di proiettili, lo schiocco delle fruste e gli effetti delle
detonazioni.
Intorno ad un corpo in moto con velocit supersonica, le onde sonore formano un cono, come mostrato in figura 213. Quando il cono passa sopra un osservatore sulla terra, il
cono porta ad un boom sonico. Ci che meno noto che il boom pu essere amplificato.
Se un aereo accelera attraverso la barriera del suono, alcuni osservatori a terra sentiranno due boom o anche un cosiddetto superboom, perch i coni di varie velocit possono
sovrapporsi in alcuni punti sul terreno. Un aereo che esegue certe manovre, come una
curva ad alta velocit, pu produrre anche un superboom in un punto predefinito sul terreno. Al contrario dei normali boom sonici, i superboom possono distruggere finestre,
timpani e portare a traumi, specialmente nei bambini. Purtroppo, sono regolarmente
prodotti appositamente da piloti militari frustrati in vari luoghi del mondo.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

A
(ship
or
swan)

Il Monte del Moto

318

10 semplici moti di corpi estesi

Page 285

Sfida 528 f

Cosa hanno in comune il nuoto dei cigni e le navi? La scia dietro di loro. Nonostante la somiglianza, questo fenomeno non ha relazioni rispetto al boom sonico. Infatti,
langolo della scia il medesimo per anatre e navi, ed indipendente dalla velocit con
cui viaggiano o la dimensione del corpo mobile, a condizione che lacqua sia profonda
abbastanza.
Come spiegato in precedenza, le onde dacqua in acque profonde differiscono dalle
onde sonore: la loro velocit di gruppo met della velocit di fase. (Potete dedurre questo dalla relazione di dispersione = tra la frequenza angolare e il vettore donda,
valida per le onde in acque profonde?) Le onde di acqua interferiranno dove la maggior
parte dellenergia viene trasportata, quindi intorno alla velocit di gruppo. Per questo
motivo, nel grafico mostrato in figura 214, il diametro di ogni cerchio donda sempre
met della distanza del loro punto O pi a sinistra al vertice A. Come conseguenza, la
met dellangolo dellapice della scia obbedisce
sin =

dando un angolo di scia 2 = 38.942 .

(108)

Ref. 237

Sfida 529 f

I pipistrelli volano di notte usando lecolocalizzazione. I delfini la usano pure. Il sonar,


utilizzato dai pescherecci per cercare il pesce, copia il sistema dei delfini. Meno noto che
gli esseri umani hanno la stessa capacit. Avete mai provato a ecolocalizzare un muro in
un stanza completamente buia? Sarete sorpresi di quanto sia facilmente possibile questo.
Basta fare un forte sibilo o fischio che si fermi di colpo, e ascoltare leco. Sarete in grado
di localizzare le pareti in modo affidabile.

Gli uccelli cantano. Se si vuole esplorare come accade questo, guardate limpressionante
film a raggi X che si trova sul sito web www.indiana.edu/~songbird/multi/
cineradiography_index.html.

Ref. 238

Ogni solitone una struttura unidimensionale. Esistono gli anologhi bidimensionali? La


questione rimase aperta per molti anni. Infine, nel 1988, Boiti, Leon, Martina e Pempinelli trovarono che una certa equazione di evoluzione, la cosiddetta equazione Davey
Stewartson, pu avere soluzioni che sono localizzate in due dimensioni. Questi risultati
sono stati generalizzati da Fokas e Santini e in seguito generalizzati da Hietarinta e Hirota. Tale soluzione oggi chiamata un dromione. I dromioni sono dossi che sono localiz-

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

figura 214 consente anche di dedurre le curve che compongono il modello donda della
scia, con geometria semplice.
essenziale notare che langolo di scia fisso valido solo in acque profonde, vale a
dire, solo in acqua che sono molto pi profonde della lunghezza donda delle onde coinvolte. In altre parole, per una data profondit, la scia ha la forma fissa solo fino ad una
velocit massima della sorgente. Per alte velocit, langolo di scia si restringe, e il modello
allinterno della scia cambia.

Il Monte del Moto

Ref. 236

1
3

319

oscillazioni ed onde

F I G U R A 215 Il moto calcolato di un dromione attraverso un substrato bidimensionale. (QuickTime film


Jarmo Hietarinta)

Ref. 239

Le onde dacqua non hanno perso il loro interesse fino ad oggi. Soprattutto, le soluzioni bidimensionali di onde dacqua solitoniche rimangono un argomento di ricerca. Gli
esperimenti sono semplici, la matematica complicata e le questioni sono affascinanti. In
due dimensioni, le creste possono formare anche disegni esagonali! Lequazione rilevante per le onde basse, la generalizzazione della equazione Kortewegde Vries a due dimensioni, si chiama equazione KadomtsevPetviashvili. Essa conduce a molte onde dacqua
insolite, incluse le onde conoidali, solitoni e dromioni, alcune delle quali sono indicate in figura 216. La questione se esistono modelli rettangolari ancora aperta, e sono
sconosciute anche le esatte equazioni e soluzioni per le onde in acque profonde.
Per acqua in moto, le onde sono ancora pi complesse e mostrano ovvi fenomeni, tali
come leffetto Doppler, e quelli meno ovvi, come fori e figli. In breve, anche un fenomeno
comune come londa ancora un campo di ricerca.

Ref. 240
Sfida 530 na

Come dipende dalla dimensione il tono prodotto soffiando su una bottiglia? Per le bottiglie che sono ingombranti, la frequenza di , la cosiddetta cavit di risonanza, si trova
a dipendere dal volume della bottiglia:
=

or

(109)

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Il Monte del Moto

zati in due dimensioni e in grado di muoversi, senza scomparire attraverso la diffusione,


in sistemi non-lineari. Un esempio mostrato in figura 215. Tuttavia, finora, tale soluzione non stata osservata negli esperimenti; questa una delle pi importanti sfide
sperimentali lasciata aperta nella scienza non lineare.

320

10 semplici moti di corpi estesi

Il Monte del Moto

una tempesta in North Carolina, (in basso) unonda conoidale quasi pura vicino a Panama e due tali
onde che attraversano lIle de R (foto Diane Henderson, Anonymous, Wikimedia).

Sfida 531 f
Ref. 241

dove la velocit del suono, larea dellapertura, ed la lunghezza del collo della
bottiglia. Ritenete la formula in accordo con le vostre osservazioni?
Infatti, la produzione di tono una questione complessa, ed esistono libri specializzati
sul tema. Ad esempio, quando sovrasoffiato, un sassofono produce una seconda armonica, unottava, considerando che un clarinetto produce una terza armonica, una quinta
(pi precisamente, un dodicesimo). Perch cos? La teoria complessa, ma il risultato semplice: strumenti la cui sezione trasversale aumenta lungo il tubo, come corni,
trombe, oboi o sassofoni, sovrasoffiano per ottave. Per gli strumenti aerei che dispongono di un (per lo pi) tubo cilindrico, leffetto di overblowing dipende dal meccanismo di
generazione del tono. I flauti vanno in overblow allottava, ma i clarinetti alla dodicesima.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 216 Onde dacqua insolite in acque basse: (sopra) in un serbatoio sperimentale di acqua e in

321

oscillazioni ed onde

Molti sistemi acustici non solo producono armoniche, ma anche subarmoniche. C un


modo semplice per osservare la produzione di subarmoniche: cantare con le orecchie
sotto lacqua, nella vasca da bagno. A seconda dellaria rimasta nelle orecchie, si sentono
subarmoniche della propria voce. Leffetto abbastanza speciale.

Sfida 532 f

Lorigine del suono di crack delle giunture, per esempio le nocche delle dita, un noto
puzzle. Come potete testare la congettura che sia dovuto alla cavitazione? Cosa fareste
per scoprirlo definitivamente?

Tra le pi suggestive esperienze sonore vi sono le performance di canto dei controtenori


e del canto ancora pi alto dei soprani maschi. Se avrete mai la possibilit di ascoltarne
uno, non perdete loccasione.
Sintesi sulle onde e le oscillazioni

Il Monte del Moto

In natura, oltre al moto dei corpi, si osserva anche il moto di onde e gruppi di onde, o
segnali. Le onde hanno energia, quantit di moto e momento angolare. Le onde possono
interferire, diffrangere, rifrangere, disperdere, smorzarsi e, se trasversali, possono essere
polarizzate. Le oscillazioni sono un caso particolare di onde; di solito sono onde fisse. Le
onde solitarie, cio, onde con una sola cresta, sono un caso speciale di onde.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

C a p i t o l o 11

E SI STONO I C OR PI E ST E SI ? - I L I M I T I
DE L L A C ON T I N U I T

oi abbiamo gi discusso il moto dei corpi che sono estesi. Abbiamo scoperto che
tutti i corpi estesi, siano essi solidi o fluidi, mostrano di avere moto. Ma sono
realmente estesi i corpi che si trovano in natura? Stranamente, questa questione
stata uno delle questioni pi intensamente discusse della fisica. Nel corso dei secoli,
riapparsa di nuovo e ancora, ad ogni miglioramento della descrizione del moto; la risposta si alternata tra affermativa e negativa. Molti pensatori sono stati imprigionati,
e molti ancora sono perseguitati, per dare risposte che non sono politicamente corrette!
Infatti, il problema si pone gi nella vita quotidiana.

Ref. 242

Sfida 533 s

Pu una tavolet ta di cio ccolato durare per sempre?

Da una goccia dacqua un logico potrebbe


prevedere un Atlantico o un Niagara.
Arthur Conan Doyle, Uno studio in rosso

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Page 57

Ogni volta che scaliamo una montagna, seguiamo il contorno della sua forma. Noi di solito descriviamo questo schema come una superficie bidimensionale curva. Ma corretto? Ci sono possibilit alternative. La pi popolare lidea che le montagne sono superfici
frattali. Un frattale fu definito da Benoit Mandelbrot come un set che auto-simile sotto
un numerabile ma infinito numero di valori di ingrandimento. Abbiamo gi incontrato le linee frattali. Un esempio di algoritmo per la costruzione di una superficie frattale
(casuale) mostrato sul lato destra della figura 217. Essa produce forme che sembrano
notevolmente simili alle montagne reali. I risultati sono cos realistici che sono utilizzati nei film di Hollywood. Se questa descrizione fosse corretta, le montagne sarebbero
estese, ma non continue.
Ma le montagne potrebbero anche essere frattali di tipo diverso, come mostrato nella parte di sinistra della figura 217. Le superfici montane potrebbero avere uninfinit
di piccoli e pi piccoli fori. In realt, si potrebbe anche immaginare che le montagne
siano descritte come versioni tridimensionali del lato sinistro della figura. Le montagne
dovrebbero quindi essere una sorta di formaggio Svizzero matematico. Puoi ideare un
esperimento per decidere se i frattali forniscono la corretta descrizione per le montagne? Per risolvere il problema, studiamo le barrette di cioccolato, le ossa, gli alberi e le
bolle di sapone.

Il Monte del Moto

Montagne e frat tali

323

limiti della continuit

n=1
i=4
n=2

n=5

n=

F I G U R A 217 I piani (sinistra) e le montagne (a destra) potrebbero essere frattali; per le montagne

questa approssimazione spesso usata nella computer grafica (image Paul Martz).

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Sfida 534 s

Il Monte del Moto

Page 53

Ogni bambino sa come far durare una barra di cioccolato per sempre: mangia la met rimanente ogni giorno. Tuttavia, questo metodo funziona solo se la materia scalainvariante. In altre parole, il metodo funziona solo se la materia frattale, come poi sarebbe scala-invariante per un insieme discreto di fattori di zoom, o continua, nel qual
caso sarebbe scala-invariante per ogni fattore di zoom. Quale caso, o entrambi, si applica
alla natura?
Abbiamo gi incontrato un fatto che fa della continuit un presupposto discutibile:
la continuit dovrebbe permetterci, come mostrarono Banach e Tarski, di moltiplicare
il cibo e ogni altra materia da un taglio intelligente e rimontaggio. La continuit permetterebbe ai bambini di mangiare la stessa quantit di cioccolato ogni giorno, senza
mai acquistare una nuova barrretta. La materia quindi non continuativa. Ora, il frattale cioccolato non si pu escludere in questo modo; ma altri esperimenti risolvono la
questione. In effetti, si nota che i materiali fusi non occupano volumi molto pi piccoli
rispetto a quelli solidi. Troviamo anche che, anche sotto le pi elevate pressioni, i materiali non si restringono. Cos possiamo concludere di nuovo che la materia non un
frattale. Qual allora la sua struttura?
Per avere unidea della struttura della materia possiamo prendere del cioccolato liquido, o addirittura solo un p dolio che in ogni caso lingrediente principale del cioccolato e stenderlo su una grande superficie. Per esempio, possiamo spargere una goccia
di olio su uno stagno in un giorno senza pioggia o vento; non difficile osservare quali
parti di acqua sono coperti dallolio e quali no. Una piccola goccia di olio non pu coprire una superficie maggiore di potete indovinare il valore? Lacqua coperta dallolio e
lacqua scoperta hanno colori diversi. Cercando di diffondere ulteriormente la pellicola
dolio inevitabilmente si lacera in parti. Il metodo del bambino di prolungare il cioccolato quindi non funziona per sempre: si tratta di una fine improvvisa. Lesperimento
dellolio, che pu anche essere effettuato a casa, dimostra che vi un minimo spessore

324

11 corpi estesi

Il Monte del Moto

goccia di mezzo microlitro di olio,


dato con una micropipetta, su un
metro quadrato di acqua coperto da
sottile polvere di licopodio
( Wolfgang Rueckner).

del film di olio, con un valore di circa 2 nm. Lesperimento dimostra* che vi una pi
piccola dimensione nellolio. Lolio fatto di piccoli componenti. Ci valido per tutta
la materia?
Il caso di Galileo Galilei
Dopo il medioevo, Galileo (15641642) fu il primo ad affermare che tutta la materia era
fatta di parti pi piccole, che chiam piccolissimi quanti, cio, pi piccoli quanti. Oggi,
sono chiamati atomi. Tuttavia, Galileo pag a caro prezzo per questa dichiarazione.

* Lesperimento dellolio stato diffuso alcuni decenni dopo la determinazione della dimensione delle molecole di Loschmidt, da Thomson-Kelvin. Si sostiene spesso che Benjamin Franklin fu il primo a condurre
lesperimento dellolio; che sbagliato. Franklin non misur lo spessore, e non consider nemmeno la questione dello spessore. Egli vers lolio sullacqua, ma sbagli la conclusione pi importante che si poteva
trarre da esso. Anche i geni non scoprono tutto.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

F I G U R A 218 La diffusione di una

limiti della continuit

Page 327

Ref. 243

* Per avere una visione chiara delle questioni di disputa nel caso di Galileo, in particolare quelle di interesse
dei fisici, il testo migliore leccellente libro di P ietro Redondi, Galileo eretico, Einaudi, 1983, tradotto
in inglese come Galileo Heretic, Princeton University Press, 1987. E anche disponibile in molte altre lingue;
unedizione aggiornata che include le pi recenti scoperte apparve nel 2004.

copyright Christoph Schiller giugno 1990ottobre 2015 file pdf gratuito disponibile a www.motionmountain.net

Ref. 245

In effetti, durante la sua vita,, Galileo fu sotto attacco per due ragioni: a causa delle sue
idee sul moto della Terra, e per le sue idee circa gli atomi.* La scoperta dellimportanza
di entrambe le questioni il merito del grande storico Pietro Redondi, un collaboratore
di un altro grande storico, Pierre Costabel. Uno dei temi di ricerca di Redondi la storia
della controversia tra i gesuiti, che allepoca difendevano la teologia ortodossa, e Galileo
e gli altri scienziati. Nel 1980, Redondi scopr un documento di quel tempo, una denuncia
anonima chiamato G3, che gli ha permesso di dimostrare che la condanna di Galileo
allergastolo per le sue opinioni sul moto della Terra fu organizzata dal suo amico il Papa
per proteggerlo da una sicura condanna a morte su una questione diversa: gli atomi.
Galileo difese la visione, spiegata in dettaglio tra breve, che, poich la materia non
scala invariante, deve essere fatta di atomi o, come egli li chiamava, piccolissimi quanti. Ci stato ed ancora uneresia, perch gli atomi di materia contraddicono lidea
cattolica centrale che nella Eucarestia le qualit sensibili del pane e del vino esistono indipendentemente dalla loro sostanza. La distinzione tra le qualit sostanziali e sensibili,
introdotta da Tommaso dAquino, essenziale per dare un senso alla transustanziazione,
il cambio del pane e del vino in carne umana e sangue, che un principio centrale della
fede cattolica. Infatti, ad un vero cattolico non ancora consentito credere negli atomi
fino ai giorni nostri, perch lidea che la materia fatta di atomi contraddice la transustanziazione. Le chiese protestanti in generale non co