Sei sulla pagina 1di 4

Don Victor CAPO III Doveri di assistenza

Lezione 17 - 29/11/2010

Art. 32
- Doveri del medico nei confronti dei soggetti fragili Il medico deve impegnarsi a tutelare il minore, l'anziano e il disabile, in particolare quando ritenga che l'ambiente, familiare o extrafamiliare, nel quale vivono, non sia sufficientemente sollecito alla cura della loro salute ovvero sia sede di maltrattamenti fisici o psichici, violenze o abusi sessuali, fatti salvi gli obblighi di segnalazione previsti dalla legge. Il medico deve adoperarsi, in qualsiasi circostanza, perch il minore possa fruire di quanto necessario a un armonico sviluppo psico-fisico e affinch allo stesso, all'anziano e al disabile siano garantite qualit e dignit di vita, ponendo particolare attenzione alla tutela dei diritti degli assistiti non autosufficienti sul piano psico-fisico o sociale, qualora vi sia incapacit manifesta di intendere e di volere, ancorch non legalmente dichiarata. Il medico, in caso di opposizione dei legali rappresentanti alla necessaria cura dei minori e degli incapaci, deve ricorrere alla competente autorit giudiziaria.

Paternalismo
Avete fatto psicologia? Questo una cosa all!a"#ito psicologico$ %enza &uesta pre"essa non si lavora sull!articolo '2 - co"e il "e ico eve co"portarsi con i soggetti fragili$ (no ei articoli c)e affer"a la ignit* ell!essere "e ico+ e configura il ruolo i garanzia fel "e ico+ c)e un te"a c)e vi troverete i affrontare al sesto anno$ ,ispetto ai fragili+ si * al "e ico una responsa#ilit* c)e va oltre la responsa#ilit* giuri ica+ oltre la responsa#ilt* parentale+ an o una iscrezionalit* al "e ico enor"e$ Questo un punto in cui viene fuori la visione forse un po! istorta- io cre o in un ruolo el "e ico paternalista$ %ar* perc). sono "alato+ sar* perc). sono s#aglito+ oppure perc). )o fatto il "e ico$ /er0 attenzione+ perc). &ui o##ia"o fare un collega"ento 1reu e a 2ietzc)e+ e a un sacco i gente$ 3! un paternalismo positivo e negativo. 4l paternalis"o negativo &uello c)e si sostituisce alla li#era scelta el paziente$ 3! anc)e un paternalis"o positivo+ c)e l!atteggia"ento el pren ersi cura e el are$ La paternit* un pren ersi cura e are$ 5a la paternit* vera )a la sua "assi"a so isfazione o allegria i colla#orare alla piena autono"ia el figlio secon o &uello c)e il figlio + tanto c)e oltre al pren ersi cura e al are+ c! una terza carattersitca - accettare senza con izioni il figlio co"!$ 6ra+ c)e succe e - c)e nel 900+ per tante ragioni+ avvenuto co"e un feno"eno a livello iffuso+ riela#orato7 la morte del padre$ 8anto cos9 c)e il rapporto fra pa re e figlio via via c)e si an ato plas"an o ell!utilitaris"o+ e pertanto ella logica el "ercato+ e pertanto ell!in ivi ualis"o+ )a "esso nelle relazioni pa refiglio il principio i sopraffazione+ e )a co"iniciato a inten ere i figli un &ualcosa c)e "i anno so isfazione+ o c)e non "i anno so isfazione$ :cco c)e allora+ per "olti versi+ il rapporto pa refiglio iventato un rapporto se"pre pi; conflittuale+ "a non conflittuale co"e se"pre perc). sono realt* autono"e+ per cui non c' un unicum$ Ci deve essere conflittualit+ una conflittualit* positiva per0$ %ono realt* c)e si confrontano$ 5a una conflittualit* plas"ata al principio i sopraffazione$ /er0 le caratteristic)e el pa re sono &uelle i colui che da+ co"e colui che si prende cura e colui che accetta il figlio per quello che + anzi esi era c)e il figlio iventi autono"o$ 4l tratta"ento el pa re negativo si trasfor"a in una ina"ica - <5i )ai eluso$ %ei una elusione$= 3)e vuol ire in un certo "o o - io non ti voglio pi; #ene$ 6ppure una critica istrittiva+ non c)e

Don Victor

Lezione 17 - 29/11/2010

esi era costruire+ "a esi era plas"are$ D!altra parte+ alla parte el figlio c! la stessa cosa+ perc). anc)e il figlio pu0 essere plas"ato all!interno i un ottica i "ercato$ /u0 ire - "io pa re non &uello c)e ovre##e essere - "i )a eluso$ 2on gli vuole pi; #ene$ 4n &uesta visione+ se non "i sei utile+ se non "i ai &uello c)e )o #isogno+ non c! pi; la #enevolenza$ %i configura i pi; c)e con la "orte el pa re+ io sono solo$ :cco perc). vengono fuori &uelle i"ensioni i autono"ia i cui a##ia"o parlato$ : allora uno per e la capacit* i i"parare a a"are$ /erc). uno i"para a a"are "olto senten osi a"ato ai genitori$ 5entre sviluppa una visione esistenziale in cui A>n ,an entra perfetta"ente - l'individualismo entra perfetta"ente$ 4o "i evo fare fatti "iei$ 8rovo persone utili per realizzare fatti "iei$ 5a are+ e pren ere cura i &ualcuno+ non "i conviene$ 2on "i va ne""eno$ 2on "i piace proprio$ Voi pren ete &uesto+ trasportatelo alla professione "e ica$ 5i pren o cura i uno sconosciuto$ 1ar"i carico elle necessit* el paziente$ 5a c)i "e lo fa fare? 1accio &uello c)e evo fare opo ic). evo an are al "io stu io ove gua agno ieci volte tanto+ pertanto seleziono i pazienti+ per &uello c)e "i a$ La "e icina privata ten e a evitare i pazienti acuti+ "entre pre ilige il paziente cronico$ Quan o ero "ilitare+ avevo una gran e fortuna c)e il "io co"an ante era superteso$ 3o"an ante$ /ren i un iperteso$ 4pocon riaco$ 3)e #ello+ perc).? /erc). gua agno$ 4l rifiuto el paternalis"o si trasfor"ato nel rifiuto nel pren ersi cura el paziente$ 2on "e ne i"porta niente$ Anzi+ evo insegnare ai "iei giovani colleg)i a non farsi coinvolgere ai pazienti$ (n conto farsi coinvolgere ai pazienti+ un altro pren ersi cura ei pazietni$ 5orte el pa re$ 4nvece paternalis"o buono$ %econ o "e+ ci vuole$ 5a perc). ci vuole+ attenzione$ Quan o vi arriva un paziente c)e sta "ale+ "a c)e sta "ale+ un paziente c)e c!)a un attacco a o"inale+ tac)icar ia+ vo"ita+ le posizione antalgic)e non funzionano pi; + e un collega$ A volta si ice al collega+ cosa preferisci c)e faccia"o? Questo sare##e l!i eale consenso contestuale+ "a il collega ice <fa &uello c)e ti pare$ /ensaci tu$= Questo succe e un sacco i volte$ %ta "ale+ e per &uesto si affi a a noi+ si fi a+ )a fatto "ale a affi arsi+ la prossi"a volta non viene pi;$ 2oi o##ia"o essere in gra o+ capaci i pren erci in cura &ualcuno$ Quan o an rete a costantino$ 5olto pi; gran e i 3ostantino sua "oglie$ 3ostantino un gran e+ "a la "oglie$$$ /erc). 3ostantino continua a avere i pazienti in testa continua"ente$ (n giorno arriva 3ostantino alle ? i "attino+ e c! ancora il "e ico i guar ia$ %i preoccupa el paziente$ @ un gran "e ico+ si pren e cura el pazien>e$ @ paternalista? %i$ 5a secon o "e+ su &uesto o##ia"o riuscire a ca"#iare l!orienta"ento i "e icina attuale$ la stessa ragione per cui sco"pare il pa re$ /roprio sta"attina parlavo el collega vostro+ c)e "i iceva <4o )o #isogno i un pa re$ %ono vent!anni c)e )o #isogno i un pa re$= /erc).? /erc). noi a##ia"o #isogno i un pa re$ @ non &uestione i i""aturit*$ A &uestione i maturit$ /erc). sa essere pa re solo &uello c)e sa essere figlio$ ,icuperare il senso i paternit* se"pre possi#ile$ Dopo &uesta #reve pre"essa 7D fon a"entale+ i"portante+ penso+ per la professione+ recuperare il senso i filiazione$ 4n &uesto pren ersi cura+ articolo '2$ Ba"#ini+ anziani+ )an icappati$ Questo vero+ per0 occ)io+ c)e &ualun&ue persona )a la sua fragilit*$ Anc)e la persona pi; forte+ %nn oCan+ )a le sue fragilit*$ A una persona fragile$ : nel "o"ento ella "alattia+ &uesta fragilit* si a"plifica$ Qual! il concetto c)e vi vorrei tras"ettere$ @ necessario trattare in "o o iverso le persone iverse$ @ per &uesto o##ia"o conoscere i profili i iversit*+ sapen o c)e ognuno i noi iverso egli altri$ 8anto+ se io parlo con lei+ con liu+ ognuno sar* &ualcosa i ifferente$ @ i"possi#ile un approccio stan ar $ %apen o per0 c)e ci sono caratteristic)e peculiari$ Vi voglio ire alcune cose solo$

Don Victor

Lezione 17 - 29/11/2010

Categorizzazione delle persone fragili Bambini


/ren ia"o per pri"a gli bambini. Vi porto un #a"#ino i &uattro anni$ Allora+ alcune caratteristic)e sono evi enti - un esserino in evoluzione - pertanto non )a caratteristic)e sta#ili$ Da una scarsissi"a consapevolezza i se e el resto$ A#itual"ente non )a paura$ 2on percepisce il risc)io "e ia"ente$ /ertanto$ (n ragazzino piccolino c)e si era lussato giocan o a #asCet$ 4l #a"#ino porta la "ano$ : ice <noo+ )o eciso+ lo tengo cos9=$ 4n &uesti casi+ lo evi #loccare$ 5a &uesto un paternalis"o insopporta#ile per lui$ /er0 il #a"#ino ice - lo tengo cos9+ e lo cre e sul serio$ 4l #a"#ino pi; piccolo gioca$ /ertanto se tu gli evi fare un test+ spiro"etria+ eve essere un gioco+ con Einnie t)e /oo) c)e vuole or"ire$ (n gran e car ioc)irugo infantile "i )a fatto ve ere co"e lavora lui$

Anziani
Fli anziani$ L!anziano fa se"pre i conti su co"! stata la sua vita$ /ertanto+ &uan o tu gli proponi &ualcosa+ )a una "otivazione i futuro fle#ile$ %e tu )ai un co"an ante i "arina+ co"e "io pa re+ lo evi far co"an are$ A "io pa re+ se non lo fai co"an are+ soffre$ 3i sta+ un co"an ante$ 5olto spesso vi troverete negli anziani i fronte a una epressione noetica+ a una "ancanza i senso$ 3o"e i so ati i leva+ co"e pazienti lungo egenti$ Quello c)e voi ovete fare+ lo ovete fare co"e proiezione i senso$ <Ve r* co"e vostro filgio sta #ene e sereno=$ 2on ovete pi; parlare i recupero funzionale$ 6 perlo"eno+ non ovete "ettere in pri"o piano lo recupero funzionale$ <Vi "etto una protesi c)e urer* 20 anni$= <La protesi si+ ottore$ 5a io?= Uomini e donne+ vi ir0 una cosa c)e forse non sapete7 gli uo"ini sono iverse alle onne+ "a soprattutto le onne sono iverse agli uo"ini$ Quan o voi avete avanti un paziente uo"o+ ovete stare attenti alla sua "ascolinit*+ e avanti a una onna ovete stare attenti alal sua fe""inilit*$ : fate "e icina co"e uo"o con la vostra "ascolinit*+ e co"e onna con la vostra fe""inilit*$ /erc). il paziente percepisce+ e vi riconosce+ e si a egua$ :cco c)e allora+ anc)e il rapporto "e ico paziente un rapporto uo"o-uo"o+ onna onna o uo"o- onna$

Il maschio
5ascolinit* - ico cose ipergenerali+ non una analisi precisa$ Lo sossia"o affrontare a parte$ L!uo"o vuole gua agneare a essere utile$ 1G L!uo"o )a sin ro"e i cacciatore$ Deve cacciare per are a "angiare$ Quin i attenzione &uan o vi ice c)e inutile$ 2G L!uo"o agonista$ Questo si ve e a 2eH IorC e a #ari$ 1ace"va"o a "azzate tutti i giorni+ se"pre$ 3o"! c)e funzionava+ tu an avi per i fatti tuoi+ incrociavi un altro inco"inciava &uesta conforntazione$ 4l "asc)io si co"para "olto e "olto agonista$ 'G 4l "asc)io )a poca sensi#ilit* per le cose concrete$ <2on te ne sei reso conto?= /eggio ancora$ Donna e uo"o+ fatto &ualcosa i "ale+ etto &ualcosa i "ale$ $ /er l!uo"o+ ice c)e ci vogliono tre lauree per stare con una ragazza$

La donna
La onna si <fissa= sulle cose+ si pren e cura elle cose piccole+ parla i cose particolari+ a i"portanza alle cose+ "a ten e i per ere i vista la cosa glo#ale$ La onna si accorge elle cose+ anc)e piccole+ "eglio egli altri$ La secon a cosa - )a una enor"e sensi#lit* interiore$ 3ose c)e

Don Victor

Lezione 17 - 29/11/2010

all!uo"o i solito non i"portano+ e non se ne accorge ne""eno$ %e tu ici+ a volte uno pu0 ire &uanto sei strega+ anc)e per fare un co"pli"ento+ &uesto la ferisce interior"ente$ Quella frase enotava c)e la pazienza era finita e c)e non ti sopporto pi;$ Questo+ collegato alla pri"a cosa c)e icevo - la onna )a una capacit* i intuizione enor"e$ :cco perc). &uan o nasce il #a"#ino+ sa interpretare i suoi gesti$ :cco c)e allora c)e la onna+ &uan o parla con un "asc)io+ pensan o c)e il "asc)io sia una onna+ il "asc)io si offen e ogni tre "inuti$ : il "asc)io parlan o con una onna i"entican o c)e una onna+ si scoccia ogni tre "inuti$ /oi c)iaro+ la onna "olto sensi#ile alla #ellezza$ Da tutti i punti i vista+ a '?0J$ : &uesto )a elle i"plicanze notevoli$ /orta a avere "olte paure e insicurezze$ : pertanto cerca a volte i nascon ersi in una relazione forte$ @ "olto i"portante capire una cosa - le onne fra i loro vanno in co"petizione con "olta facilit*$ L!uo"o anc)e+ per0 per una ragione esterna tra i ue+ e le onne per una raggione interna tra i ue$ 4l esi erio i pren ersi cura egli altri forte in loro$ 2ell!oncologia i onne con i figli si ve e i pi;+ e sono &ui c)e succe ono elle situazioni pi; strazianti ell!esperienza "e ica$