Sei sulla pagina 1di 24
Bureau de Dépot Bruxelles X Pre rn Poe) ery Tbs Cr Bimestriel (sauf Juillet=Ao0t) di cultura, politica, informazione della diaspora siclliana -/Anno XIV -n°2 -Marzo— Aprile 2012 Do eee tee Cae BOs ULE eS ee PYM coe Loe Cd Cee sd Parco Fluviale dell’Alcantara interessa_ una vasta zona compresa tra Randazzo e Giardini Naxos. In particolare le Gole dell'Alcantara si trovano a Francavilla di Sicilia (Me). Il nome del fiume, e della valle omonima, risale al periodo di dominazione araba, Al Qantarah, e si riferisce ad un ponte ad arco costruito dai Romani e capace di resistere alle irompenti piene del fiume che ancora agi affrano uno spettacolo impressionante. Le gole pits suggestive raggiungono i 25 metri di altezza e danno vita ad un canyon spettacolare. Allingresso del parco ci sono degli ascensori che scendono git al il flume cosicché potrete risparmiarvi la discesa a piedi e, soprattutto, la risalita. Le acque del fiume sono gelide, vicino alle rapide non superano i 10 gradi. Una sfida temeraria immergersi nel fume: alcuni visitatori scelgono di indossare gli stivaloni alti, disponibili a noleggio all'ngresso del parco, per risalire un tratto del fiume sovrastati dalle altissime pareti di roccia, attri pitt coraggiosi invece optano per un bagno tonificante nelle cascate © nei laghetti cosiddetti "Gume", create dal fiume attraversando il canyon. Sconsigliato nei mesi invernali quando la temperatura scende troppo, ROMMNTeMetEYIea bs Le gole sono percorribili quando lacqua & bassa per un tratto compreso Measure eee rel Ce atc) tra 1 50 e 1200 m. Allentrata @ possibile munirsi di stival-salopette da indossare per evitare di bagnarsi nelle acque, sempre molto {redde, del fiume. Normalmente il letto del flume @ praticabile da | maggio a settembre. II resto dell'anno si pud solo arrivare allimbocco delle gole. La risalita pud essere fatta in ascensore, E' possibile fare Hagricampeggio in apposite jpiazzole.Gli appassionati di fequitazione possono fare delle passeggiate a cavallo seguendo le ippovie recentemente istituite, m@ ritrovamenti suggeriscono la sua esistenza sin dal tempo dei greci intorno al III sec, a.C, La fortezza sorge su un colle che domina la valle fiuviale dellAlcantara, la baia di Giardini Naxos e Taormina, La Visita al castello regala emozioni forti e un panorama dalla belleza_ineguaglabile, sin dal _ momento dellascesa nell'ascensore a vetri che risale il fianco della collina sino al castello. Farete un vero e proprio viaggio nel tempo visitando la Sala D'Armi, in uso gia dal IIT sec, a.C., la sala Cruyllas edificata nel XV sec. dal forte fascino medievale e la piccola Cappella con il suo ambiente particolarmente suggestivo. Qui il tempo scorre lento, relax e tranquilit8 sono imperativi. Fermatevi in caffetteria per una pausa ristorativa e godetevi il panorama che & tra i pit belli dellisola. (Iamiasicilia.org) Gu arabi lo chiamarono Kalaat-al Bian, ma alcuni www. laltrasicilia.org Smettiamola di partire a Eugenio Preta ‘ono ga migliaia i grec che hanno abbandonata la loro ‘terra per Australia, nella speranza di sfugarre alla crisi Jeconomica cha ha gettato Ia pabia di Alessandro Magno ‘halle spire det poter fortt che si stanno spartendo, quelle isole degli dei, all oncia, Anche in Sialia centinaia di giovani prendono quotidianamente: tent ed aeret per fuggre via a cercare fuori dalliscla quelle opportunita di vita e d lavoro che una casta di palticanti continua a negare loro, attenta molto pit a guarentigie e privileg che allavvenire di quali. a cui hanno carpito il voto, la dgnita. E aul sta linghippo: sappiamo che ci vogliono fottere ma continuiamo 2 fard fottere e ... partiamo. Da noi perd non si parla d nuova emigrazione, non di si scandalizza di unveccezione che conferma la regola, @ si continua a tessere articoll su Lombardo o sui futuri candidat sindaco Palermo, sul rimpasto governativo che il Ministto Presidente intende affrontare, non certamente per creare nuove oppor unit feconcmiche 0 occupazionali, ma per fare posto al fortunate Udc e puntallate cosi il governo, altro che storie di vita e di emicrazione. Ma tanto, chi se ne fregal Leggere le lettere poi di qualli che devano andarsene © che poi rimpiangono Isola e i suol panorami, ci fa proprio ridere ela dice lunga sullignavia det nostii conterranel, sempre proni e pronti 2 fuggie piuttosto che armarsi di coraggo e dignita e mettere fine allesodo, al caos, alla infrita daspora siciliana. Poi si riuniscono pure numerosi nei monolocali condominialt in cul vivono per festeggiare con parent! e amici che li hanno raggiunt nei Nord lontani, riescono pure a cucinare arancini e bracicle, sbucciare arance e mandarini che hanno portato dalla Sialia, ma non Tipensano minimamente a quello che hanno perso © ai surrogati che sono costretti ad inventarsi per soprawivere alla nostalgia e al dsagio di vivere lontano dal posto in cui sono nati € dove continuano ad avere affetti e sentiment, mente sarebbe molto piu semplice dire basta e iniziare con dignita un cammino 2 rityoso che li possa riportare a casa loro, nllisola, ricreate I3 condizioni di sviluppo e lavoro, Invece riente, Sembra di rivedere storie gia vissute: i bastimenti per la Matica, i teri da sole, Mafia o Charleroi, 2 imosttazione che la Storia si morde sempre la coda e ricomindia i SUGi Corsi e ricorsi se non si sa dire basta e tagiare di netto quel LO SAPEVATE CHE : Vu della storia d’italia comincia nel 1860... Prima del 1860, vi sono realmente le storie del Regno di , del Regno di Napoli, del Regno di Sardegna, dello Stato pontificio, del Grandueato di Toscana, della Serenissima Repubblica di Venezia, dei possedimenti di Casa d’Austria... ma non e’é una storia d’italia. [ Benedetto Croce ] triste ingranaggio dell esasperazione. Ma il sicliano non si esaspera, solo fugge laddove pensa di poter stare meglio, € nella sua natura, si piega alle situazioni df, ‘come il gunco, aspettando che passi la piena, & poco coraggioso © poco onorevolmente prende calc in faccia, anche se pol riesce ad acauistare rispetto e merito laddove un destino obbligato gi ha posto “amaro pane a rempere". Perd soffte © spesso si sacrifica, paga sulla sua pelle, suscita Tispetto © ottiene soddisfazioni, sempre postume perd, mai vita natural durante, Ma perché non riesce a spezzare questo cerchio maledetto della sofferenza, del dolore, della partenza, dalla nostalgia e accetta supinamente che alt lo obblighino alla claspora? Certo poi ci scriveremo sopra poesie © prose strappalacrime, ma intanto partamo, soffiamo © patiamo mente avremmo la possibilita di trovare in loco la nosta falicita se_soltanto Tiuscissimo a prendere a calc questa casta che ci ha affamato & Girare per davvero pagina alla nostra Storia. E non ci sarebbe bisogno di prendere occasione dallincapacita un governa illegitimo nominato da un anziano signore che obbedisce alle direttive di un’ Europa scoppiata nalla sua stessa moneta, per annurviare come fa la Lega, esefdito, moneta secessione, Potremmo farlo, noi siciani, automaticamente, solo mattendo in atto il nostro Statuto di autoncmia che per la Sicilia, esercito, moneta e indipendenza le ha insite ga da 66 ami, serza inventard frottole e storie padane che, per noi non esistono e non hanno bisogno d inventarsi. Invece accettamo di partie, accettiamo l'esiio, pronti pol 2 scrivere lettere strappalacrime quando intravedamo lo stretto delle meravialie, il pilone di punta faro, ma non riusciamo ribellarci ed accettiamo in silergio e senza dignita che la casta del vari Lombardo, Cracclici, Prestigacomo, Orlando, La Russa, Romano, Micciché © tutt di alti, contnuino imperterrit 2 distibuire qua biglietto che caccia noi dallisola, ma consente loro di prolificare e moltplicarsi nella sugna del potere. Eugenio Preta Per vivere la storia della nostra Sicilia Abbonati a « L’ISOLA » REGALATI E REGALA UN ABBONAMENTO AUN TUO AMICO O PARENTE Abbonamento ordinario: Belgio 20 € Altri Paesi europei: 35 € ‘Abbonamento sostenitore: Versamenti volontari Puol versare la soma su conto corrente CBC IBAN : BEQ7 1911 2148 3166 - BIC : CREGBEBB intestato a Catania Francesco Paolo specificando nella cauisale "abbonamento 2 L'ISOLA" Bimestrale (saufjullet- acct) ct citura, politica, informazione della daspora sellana ~ Anno XIV n® 2 ~ (Marzo Aprile) 2012 Uusti sono cutrara ! | cutrara sono i politi che hanno esortato il popoio ala rivota e po lo hanno tracto. Pertanto fa svota conto i cutrara non & una mantestazione ol luna classe sociale contra urtatra, come alcuni stor tentano di fare passare, ma di sofferenza poitica ala neocolonizzazione italiana, come ve ne furona in ate parte della Siciia, fino ala rivota del Sette e Mezzo dl Palermo. Tutte soffocete con estrema ferocia dale tuppe garitaldine e sabaude” @ Magari si concede a qualcuno il dubio deta teve ideologica di una Sicila litera sotto la corona satauda, ma ben presta i! pentimento ddoveva per forza sorgere, la storia é piena di calpi ot capestra sul dosso del Popolo Stiiano da parte dei nuovi pacroni. Anche perché il Proditatore Antonio Morcini aveva decretato il 19 ottobre isttuzione un Consigio straordinario di Stato composto da 37 membri ‘nominati dal Prodttatore per salvaguardare i ito det Siciiani oi maniestare i loro pensiero in ordine altannessione. Questo Consigio si sarebbe dovuta riunite sutito dopo. a Droclamazione dei risutati del pletiscto, col fine oi evidenziare le necessta primarie e peculiar! dela Siclia e conciiari con quel general del nuovo regno sabaudo 0 pseudo Nazione “Talia”. Morcini cosi scriveva: “(..) Considerando che fa Sicila @ una fra le part ditaia in cul le condzioni topografiche storiche presenteno taluni caraten' isting, ettevoll studo partcotare, (J 60 Consideriamo questo Consigio straorenario un riconoscimento autonomistica da parte del Prodittatore completamente econ immediatezza disatteso dai Piemontesi. Chi dei Siciiani non si ritelto & perché aveva gia rogrammato che si doveva adattare 2 quel potere poltico, maga ha finanziato a Propaganda a sostegno del si. Questi cutvara sono ancora presenti, pronfi a cambiare bandera da destra a ‘inistra, da untari ad ‘autonomisti, quello che corta él oro interesse che poi tuto rimanga tale e quale poco importa Morini tra i 37 membri del Consigio straordinario. oi Stato aveva nominato. mot indipendertisti del 48 @ mot rinunziarono. ragion veduta, anche se il Prootatore primo ‘acchto non si spieg6 tae diriego. Trai pid ci fu quello Vito O'Ondes Reggio e Enrico Amari#?i quale spiego: ‘Dove si & voluto far tacere la ‘mponente e solenne voce di urrassemblea cletta dal popolo, io non credo che la nostra debole e Sommessa di privat cittain, ed in ‘ogni caso Ja mia, cif la pi debole of tute, possa valer tanto da a fafa accoglere e rispettare da chi avrd in mano la soma delle case e/ destin della Sicia”€) Questo ruta inteligerte & stato il segno del tradimento con il plebiscto delle aspettative indipendentste dela. Siclia in una nuova naione dove era giusto rispettare i Popol che la fondavano con il proprio consenso. I Piemonte aveva imposta a tut come patto fondamentale lo “Sttuto alberto’. I plebiscito in sosttuzione delfelezione delfassembiea € stato un afto oi forza e non democratico ol annessione della Sciia, nel confront, in patticolar modo, degli indipendentisti (@xtonomisti, senza curarsi_nemmeno di preservare autonomia amministrativa. La delusione non fu solo dei patriot sciiani, ecco cosa scrive il giomalista Di Fazio: Risorgimento Italiano aveva conasciuto a presenza i una signifcativacomponente ‘ederaista, sia “democratca’, sia “cattlca”. E Jo. stesso ministro detfinterno._piemontese, Domenico Farin, nelfestete del 1860 aveva emanato una nota in cui si annunciava che if futuro ordinamento del nuovo Stato avrebbe previsto fintroduzione della iparizione regionale“#4 Lo stesso Cavour aveva sertta a Giacinto Carini netfotoore del 1860: "(..) La Siciia pué fare affdamento sul ministero onde promuovere fadozione df un sistema ob Jarghissimo. (decentramento) _ amministratvo. ‘Abbiamo introdotto il sistema delle region, sta al Parfamento il fezondarto’ €9, \Vié un fenomeno che ia ho dowo battezzare on un neologismo:sicilasinerasia®®) E site particolarmente trai Sicifani operator Cultural, Gianiati dalla loro presa datto della pecuiarta dela Sicilia e dalla stessa femergenza di un autogoverno vero che poggia in un bilancio economico indinenderte dove ogni sua vote é autentica e proittata allo sivluppo e al futura del Popol Siciliano, resisi conta della sicilanta che rion puo restare solo Un fatto spettacoiare, al massimo cuturale, ma anche un fatto poitico, sono bene accor nel mantestare questa ‘presa_ di coscienza consapevol oi quando sia scomoda per la oro atvta professionale di giomaisti, scrttore ast, “La loro. sicilanita€ combattuta dalfirteresse, non cfcoeconomico, ma professionale ol figura bene amata e condivisa nelfambiente, che apre i consensi_ ale loro opere @ alle loro figure premiandoi con interiste e atcoli nei vari mass-media. Chinon sta attento viene sub “posto”, e i rfitta su di lu vengona spent inesoratilmente. Alora per potere evitare la mannaia manfestano LA FARSA TRAGICA DEL PLEBISCITO e la “sicilosincrasia” (3) palesemerte il loro ciniego ad ogni forma af ‘autodeterminazione del Popoio Siciliano, a vote anche in maniera cosi Wistosa. che @ tratt dlverta stupida. Uno per tutti Vincenzo Consoia. 116 aprie 2011 € stata approveta alfunanimita dalla commissione Cultura del Parlamento regionalea proposta di legge che porta la firma di Nicola D'Agostino, delMsa, che prevede per due ore a settimana ‘ia valonzzazione e Finsegnamento della storia, dela letteratura e dalla lingua siciiana nelle scuole ogni ordine @ grado". Subto Jo scrttore Consolo, che ha sertto pagine belissime of protonda siciiant in pleno contrasto con quel se stesso. pi autertco, prende posizione e risponde: “Ormai siamo alla stypiota. Una bela regressione sulla scia dei “lumbaid”. Che senso hanno i regionalism e localsmi in un quadro polo sociale ga abbastanza sflacciato? Abbiamo tuna grande lingua, ftaliano, che tra Pato & hata in Sica: perché awvzzirci sul oalet0? 10 ‘sono per la lingua italiana, quella che ci hanno insegnato i nostr grand sertto,e tuto cid che tende a sminuila mi preoccupa" Consoia non si preoccupa minimamente del significato cuturale e del recupero didertita del suo Poolo, per i giovani sicilani sempre pit sembrano piate che non sanno dove afondare le propre radii. I suo inteverto é stato inflice ein quanto letterato é paradossale questa manitestazione oi paura per la conoscenza. Nelfirterista di Andrea Camilen' con Fabio Fazio su Rai Tre nella forunata trasmissione Che tempo che fa del 30 aprie 2011, ad un certo punt il bravissimo condutore chiede allo seritore del ponte sullo Streto di Messina, precisando che lo scrttore & favorewoe alla Costruzione, la domanda che gi pone & stata ‘L’Autonomia, nel senso che fo quando leggo je sue pagine, o quando la sento panare, ppersino percepisco un confine addritura linguisteo, & come se la lingua, le sue parle, proteggessero una Avtonomia, per appunto ‘non ha paura che si perde questa autonomia? Camilleri, si togie gi occhiai e con fa mano sinistra si pulisce rocchia sinisto, indice per i linguaggio det corpo, che fargomerto della discussione non piace, lo mete in dicot anche se sono sicuro che avevano gi concertato irterista e gi agomenti, cost anche le domande, ma i Corpo é pit sincero delle parole che si dicono. E si Fargomento del Autonomia Sicifana mette in confifto i suoi pensien, cosi risponde, quasi a voler Quadegrare ancote del tempo: - Si perde come? Atraverso che casa? Bimestrale (sau jullet- act) d cultura, paltica,informazione della aspera seliana ~ Arno XIV n° 2 ~ (Marzo ~ Aprile) 2012 www.laltrasicilia.org = Un ponte, un colegemento pit) stretto pit facile, pi veloce! Che ogg in reat la distamza fosse un valore da Camilleri gia é di nuovo in possesso dela sua logica apparente e cosirsponde, rimettendosi gi occhiaie indietreggiando con le spale, mostrando in questa modo i! dsaccordo totale at argomento i Fazio = Not No! Le autonomie si perdono in ber atro ‘modo, non si perdono perch ¢® un collegamento in pi, fo escludo net modo pit assoluto. Noo, fAutonomia nel senso in cul la intendo io & una tale formazione del DNA che & afficile che un ponte pio un ponte meno Fazio soride Non basta un ponte ppossano, capiscel? Anche per questo noi Siciian’aboramo pochissime paure dt eventual anivi in massa, non aterano nulla. Ci siamo abituat, = Nelfanno del cento cinguantenario, urinziatva (a promozione ch un DVD). Mi & venuto in mente che fei racconté che @ Porto Empedocle una lapide detata da Pirandello nel 1941 per i festegglament del cinquantesimo secteva una frase che culminava con ‘Le due tale che qualcuno vole unie” = Si ea un cattvo momento di malumore oi Pirandelo, perche aveva appena finto of scrvere vecchie i giovant che erano proprio tutte le dsilusioni, Telencazione of tute le dsitusioni segute alle bataglenisorgimental -Risorgimentali ~Eccol Untaiet Gia dallora cera grande dsitusione? ~ Siccome era un uomo a cattvo carattere, questo non 1 minimo. dubbio, ef an ‘pesante: paré of due Italie, due stipi. Capito? Farebbe la gia of Bossi Che qualcuno vate! Came che qualcuno vole? Cioé a dire. fo nutro ‘moto nispetto per don Lig Pirandelio ~ Quindi non & stata una svista dice le Ormai Camilri ha le mani giurte a qugia, denota sicurezza e padronanza delfargomerto, perd é un gesto che si pu fare appostamente, moti awocati americani sanno di fare bella impressione alla giuria e percid lo fanno ot proposit ei risutto & sempre quella volt. = No, non 2 stata una swista, ma una cosa volontaia. Se voi pensate che quando c® stato i referendum per Fannessione dela Sicila al Regno dita, lo sa? | votant, git avert drtto al voto erano circa 370.000, andarono a votare con una percentuale si direbbe ogg) “pulgars’, 185%. Quindh non so quanto viene in ppercentuale, quanto migiala, peré devo die i “no af annessione furorio solo 667! ~Beh! Quind ~ Cio’ a die, ia Sicila era untarta! Questa é la sicilosincrasia di Andrea Camilleri! Arriva ad atfermare che Ja Sicila era unitarial Ben conoscendo la storia e i fat. Le sue opere poggiano sula sicilanta ma’ poiticamente mostra la sua insofferenza, awersione e repulsione. Poi, per precisere sul cattvo cavatere ol Luig Pirandello io lo define! onesté inteletuae, mantesta sempre in ogni sua_ opera 0 documerta epistolare, cosa difcie da accettare a chi afeto ot sicilosincrasia, ‘Andrea Camileri con Fabio Faro su Rai Tre nea trasmissi ‘Andrea Camiler' racconta ot essere stato sorpreso a strappare manifest mit taliani rel 1943, iu precisa: “Chi serve, allora dciottenné e alfutimo anno di Wiceo, venne sorpreso e fermato dala polzia mentre, munto i un rastrllo, sconciava pid manifest che poteva. Ero tut ato che separatista. Ero solo lun giovane itaiano nato in Sicila che si era senito gravemente ofeso"#)| govani della Lega Giovanie Separatista operavano_nello strappare manfestitalini, con il rischio dl manganeliate da parte degi unitarfe arresto delle forze oi poizia. Lu ha bisogno oi precisare, a scanso dequivoci, che non era un separatsta Precisa atesi ol essere un comunista, in ogni ‘occasione possioie Lasciamo perdere i nostri cari uomini al cutura effet ot siciosincrasia, anche se nelle loro opere vi é motta siciiant, vvono di sicianta, poi cedono il passo, non creda che. siano “marchettar’, perché fingono autentité delle loro idee smertenda la oro profonda cuttura conoscenza, otre che illoro successo & tale da potersi permettere di potere essere ote Finteresse economico, E assolutamerte impossible che i maestro Camille non. sappia come siano andete le elezioni del plbiscto, epoure se ne esce con Fettermazione: *../a Sica era untaral ‘Acuni Gomi prima del pletistito erano stati afissi nei muri delle ctté dei comunicati che minacciavano che chi non si fosse recato ad esprimere il voto, 0 che avesse votato peril NO, sarebbe stato dchiarato“nemico della pati’! [seg elettorai non hanno rispettato i ben minim di segretezza, sistemati nelle piazze e regi eofici pubic, Wi erano tre ume, una al certro chiusa con fa feria, colorata verde, bianco e rosso, dove si imbustava u bulttinu che sirirava daltuma aperta a destra det NO" prestampato con caratte cuba of colore bianco e sinistra quello dei “Sd colore rosa. Vi erano soldi piemontesie maaceme rstrana, armati di tuto punto, ad assistere lo swolgersi del referendum. Pertarto il nostro ‘vero elettore siciiano, doveva presentare i cetficato elettorale al presidente di seggio, ritirare u bulitiny ed andaro ad imbucare, ‘Acune testimonianze raccontana che non mancarono le minacce fsiche pales oi violenza e di aresto a chi manfestava_sentimerti anfunitari. Con queste condizioni ambiental bisognava esser ancor pid che eroi mostrare i proprio lssenso af'annessione. Come anche ia considerazione del Maestro Camilleri ot una percentuale si drebbe oggi ‘pulgare’, almeno nella sua mente ot galista doveva nascere pili di un sospetto che quei fisutti non si erano visti nemmeno nelle peggiori citature. Proprio George Rodney Mundy, emmiragloinglese, non si pud cite o pate, perché onerd a favore celimpresa dei mile, cosi si espresse da livero osservatore: “Secondo me un plebiscto 2 suffagio universale regolato da tall modaltd non pub essere ritenuto veridica manfestazione del rea sentiment un paese’#” ‘Atro che percertuale ‘tulgara in alcuni comuri, dalla Sicilia aia Toscana € stata flevata, dopo una ricerca, una percentuale adciritura del 120% a favore del si, come cichiaré Denis Mack Smith, in un acolo scrito dal grande giomalsta Ventavoll Questa é stata la tragica farsa del plbiscto dettannessione della Sila al Piemorte, una Vera vergogna storica immensa perpetrate ai danni det Popolo Siciiano assoggettato al \olere dei Piemontesi, dopo la promessa fetta delfautodeterminazione, non gi fu concessa rnemmieno fautonomia amminstativa Quel pletiscto & lo snodo cruciale dove ogri aftore comincid a recta la sua farsa dvidendo difato il Popo Siciiano nettamente in due: gi taiani di Sica ei Siciiani tala. Un gino, non tarda a venire, queste due pat si scontreranno perché nonostarte certo- cinquarta anni, ancora in Siclia non vi sono solo talani @ quel Sicilani rimasti tal chiederanna fro oi fae i cont Le stesse ‘ment rffnatissime” che curarono la regja del plebscto hanno manomesso, devito fa storia del Popolo Siciliano, ved: Portela dalle Ginestre, Dela Criesa, Capaci e Via D’Amelio! ©) (8.-Fine) Alphonse Doria LISOLA Editore (Suite page 6) 30. CUTRA pubblicato su Bimestrale (sau jullet- aod) ol cultura, poltica,infermatione della daspora sicllana ~ Anno XIV r® 2 (Marzo - Aprile) 2012 L*ISOLA (Suite de la page 5) Fnceio Pacle, Cons Sraes, Belin) Bimesile anno Xil=n* 2 -( Marzo / Aerie} 201 Pagina 31. Raccoka degli Ati del Governo — Dittatoriale © Prodtatorile in Sila - Exizione Oficiale Stablimento Decreto n°275 - Pagina 518. 32. Emerica Amari nato a Palermo il 10 maggio 1810 dove mori 20 cetembre 1870 ¢ stato un grande gurita antesignano della disciplina del ditto comparato, studios di economia con interecsi e competenze flosofiche; fu uno dei protagonist delindipendertismo Seino e grande patiotasiciiano 33. Unita dala e ragion di Stato ~ Cosi fy trai "Autonoma di Giuseppe Di Fazio ~ La Sci -Lunedi 8 settembre 2008 - i Fato- Pagina 7 34, idem 35. idem 36. Sella e idiosinrasia 3T- Ecco irisutati del plebiscto: su 2.232.000 abitant, gl iserti alle liste eletorali erano crea 575000. $i presentarono a votare in 432.120 (1 75,2 Sodegl avent Alto, di eui 432.083 si dichiararono favorewoli e B67 conta. Per la prima wota i fui sufragio universale dei maschi che hanno raggiunto i 21° anno deta, anche gl analfabet. Tanto fufarsesca tutta Foperazione del pebiscto che in al risutat non si sono tena conto ei ti null di Usica e Mandaci i qual citadni wtarona per il si per pubblica acclamazione senza tenere conto ne defetané del sesso, Nel comune di Al invece non si@ tenuto canto non indicandolo nei rua neil qumero dei siné.quelo dei no. Poi nel comune di Messina | verbal delintendenza mitare che hanno segnalata feronea proposzione che gl elettori hanno ‘lato: “Per Fannessione al Regno falco rappresentato 4al Re costtuzinale” Lo stesso non siétenuto conto del verbale del Batiaglone dei Cacciator. del Etna (Gartalin) per aver votato 236 per il Si, secondo la sequente proposizione “Per Tannessioné al Regno pstiuzionale di Vitorio Emanuele e suoi legit Aiscendent?. Cosi & stato aulo anche il verbal del Battaglone cculo Colina, per avere 200 individut che \wterona col seguente questo “Per Fannessione al Governo costty2onale di Vittorio Emanuele I. Da mettre in evidenza che i ganbaldini stranier, non Sian, votarono, anche pi di una vot, come i 4.000 soldat borbonici che resitettero nella cita di Messina fina al 13 marzo 1861, non fu concesso esprimere loro to. (Alcune note tate da: Siaia 1860: i Plebiscto dei vassall di Guseppe Di Bela del 20 dicembre 2009 hite:frnitalainformazionit. Presa visione 8 agosto 2011 ore 20,30), 438. Folie di Sicia di Andrea Camileri pubbicato su La Repubblica i 20 magaio 2008 pagina 58 sezione CULTURA 38. talinist, monarchici, carbinien, fascist del MUI (Movimento unitari talino) 40. George Rodney Mundy, nato il 19 aprile 1805 a Londra dove mor 23 dicembre 1884, fu promasso capitano il 10 gennaio del 1837 © a, Contrammiraglio faomreso, Vee Anmragio nel 383 «nel 1868 regio’ Vicecamandante della Medierranean Feat le Roy Napa dele ares det ie uo govern gi aveve ordnato di assumere i comando del grosso dele unts naval della sua fata e di incrociare nel Tineno e nel canale di Sclia, effetud diversi seali nei por siclan, pronto a limtare la reazione borbonica alfevento, copratutto per coglire informazion ed intimiire 41. Lepoca delle Rivoluziondi Francesca Navia Agnol - 1 Gerchio inziaive editorial ~ Anno 1999 - Pagina 47 42. Cole data di Bruno Vertavoi- La Stamea, Sabato ‘19 Maggio 2001, Cutura e Spetacol, Pag. 23 Ventaval € nato nel 1961 ive lavora a Torino. Gimalita de La Stamea, traduttore dalungherese, ha pubblcato inora ain due romanzi gill, primo dal titolo Assassino sullOlimeo (Ruston), seguito da Porokler 48. Tanissim al episod che per spazio talacio. DAL BLOG DE L’ABATE VELLA 1 articolo come qudlo di Libero sullindpendenza della Siclla ("La Sicilia secessionista vuole 'indipendenza e pure il petrolio”, 23, aprile 2011) merita certo un commento, Un altto, ennesimo commento dopo quali di Sialialnformazioni.com (uno a firma del Grettore, Salvatore Parlag‘eco, ed uno a firma di Massimo Costa) e dopo la Tiproposizione sul sito de ALTRA SICILIA, dove per inciso si invita a fare attenione non tanto alle presunte dchiarazion! dal Presidente Lombardo, ma alle esantl parole dal gornalista, Franco Bechis, E suggerisce bene L'ALTRA SICILIA, visto che Yarticolo sembra pil scritto da un sialianista impenitente che da un risorgimentale preoccupato del futuro del suo bel Gocattolo unitario. I! Consiglio ha aspettato qualche Giorno, par vedere cosa avrebbero detto gi alti per pol aggungere quello che ancora mancava. La prima cosa da rilevare é che questo articolo, che Bechis non ha cetto partorito da solo ma che crediamo abbia esitato dopo averme ricevuto mandato, ha avuto reco petlomeno inusitato: € infat finito nella rasseona stampa dello stesso govern italiano, su sito Governo it! In pratica lo stato italiano fa pubblica propaganda del suo stesso sfascio dando leno credito alle parole di Bechis, tanta la disperazione nel vedersi sbranati viv da oriente e da occidente, (...) Ma vi sono alti due punt d estrema importanza da mettere in eviderza, II primo & relativo al dscorso sulle accise (I "nodo accise", come lo definisce Bechis): invita sicllanist di casa nostra a leggerlo attentamente prima di parlare sera cognizione d causa della “viduzione del prezzo det carburant “Lombardo ieri ha spiegato che se facesse la secessione,riscuoterebbe Iu in loco quale accise sul prodotti energetic che attualmente finiscono nelle casse del Tesoro italiano. E vero. E si atta di 10 miliardi di euro all'anno, Una somma che compenserebbe ampiamente quel che la Silla verrebbe a perdere staccandos| dal resto di Italia. La Regione ga gode di autonomia allargata e riconosciuta da numerose sentenze dalla Corte Costituzionale’ Di_petalio noi ne producamo pochissimo, @ la cosa non cambierebbe sostarzialmente nemmeno dopo la serie di esploraziont che vengono paventate ‘ei Nosti mari, Ne produciamo pochissimo in relazione ala quanta d raffinato, si intends, ‘Anche quand si dovesseto alzare le royalties a partire dal miserrimo 4% attuale, queste non inciderebbero pit d tanto. Qualo che dice Bechis & che la gallina dalle uova oro sono proprio le accise, le tasse su raffinato, I nostri veri Glacimenti non produceno grezzo, ma benzina di altissima qualita, E questa si tassa con le accise che portano attualmente il prezzo dal catburante a citca 1,6 Eo al lito. Tagliare le accise produrrebbe | seguenti effett: 1) Riduzione dalle entrate dello stato, 0 dalla regione qualora si attuasse lo Statuto o addrittura lindpendenza. 2) Salvatagaio d Marchionne e dal carrozzone FIAT sera che questi apra alcun centro produttvo in Siclia, 3) Incremento dallinqunamento atmosferico a livall ancora pil alti d quali attuall, 4) Assalto ancora pitt svaggio ai piccoll giaciment sistent nella nostra isola. 5) Aumento dla dpendenza da stati esteri produttri, quali Russia @ paesi arabi. Spero che prima di patlare ancora di "berwina 2 1000 lire” (0 meno: meglio non mettere fren alla provvidenza...) csi faccia meglio | cont. II secondo punto riguarda le considerazioni fatte da Bechis sul Sud Italia “Se qualche alta recione del Sud volesse todliere il dsturbo, é probabile che asciugatesi le lactime con | fazzolett dito il resto dedi italian! starebbe megio. Dalla secessione quasi tutte le Regioni dal Sud avrebbero da perdere, e il resto italia si toverebbe pit ricco. Con 'addo dalla Sica sarebbe invece ben altra musica.” Spieshiamo medio quello che sta dicendo Bechis e che il Governo Italiano ha ensato bene di riportare sul sua stesso sito: Il sud in sé non offre alcun beneficio allo stato unitari. La sua furzione é quasi interamente strategica, Cob: se lo stato italiano si vuole tenere la Siclia, € ovvio che debba tenarsi anche Il sud, Immagnate unitalia che si intetrompa a Roma (0, peggio, a Firenze) © pol ricominei a Messina? Durerebbe meno di una notte. Invertendo il senso del dscorso, se perdamo la Siclia, faremmo —=>—=> Bimestrale (sau jullet - acct) di cultura, potica,informaione della aspera scliana ~ Arno XIV -r® 2 (Marzo - Apile) 2012 www.laltrasicilia.org => => bene a lasciate andare anche il sud, il quale in fondo porterebbe (anzi, gid d porta...) solo problemi, Se poi, come da tempo suggerisce questo blog, immaginiamo che la Sialia sia gia indpendente ne fat, e che le latte che vedamo slano proprio per il dominio su Sud Italia, il senso dellarticolo ‘appare ancora pill chiaro: °O ci tiprendiamo la Sialia con la forza, costi quel che cost, o faremmo medio a lasciare andare anche i sud". E questo discarso, ripetiamo, ha trovato spazio tta le pagine del sito del governo di Roma. La Sicilia secessionista vuole l'indipendenza e pure il petrolio. E'la porta del gasdotto con il Nordafrica e raffina i 40% del nostro carburante. Scoppia caso-energia. secessicne perfino con pil) forza d_ quanto non faceva Umberto Bossi per la sua Padania, «La Trinactia se ne va, ed 6 prontissima ad arrangiars| da sola», ha tuonato let il governatore Raffaele Lombardo. Siccome laggil, pur storcendo il naso, lui ‘govern insieme al Pd dl Anna Finocchiaro e al Fli d Fabio Granata, la quasconata d Lombardo € stata accompagnata da rumioroso silenzio. Nessuno ha stepitato e ha gidato all'attentato alla Costituzione e alla integita nazionale, come capita quando alla Lega Nord sfugge qualche parca d‘toppo. Sopra il Rubicone magari qualcuno ha pure soitiso @ si & sfregato le mani “Lombardo vuole andarsene? Evviva". Eppure non c’é molto da esultare. Perché se qualche altra regione del Sud volesse togliere il dsturbo, @ probabile che asciugatesi le lactime con i fazzolett d Tito il resto deal italiani starebbe meglio. Dalla secessione quasi tutte le Region’ del Sud avrebbero da pardere, el resto ditalia si ‘toverebbe pi ricco, LIECCEZIONE Con l'addo della Sialia sarebbe invece ben altra musica. Perché Lombardo I'avra anche sparata, ma i suol calcoli se li deve essere fatt) per bene. Pochi lo sanno, ma la Sialia ha in mano le chiavi dal’auto italiana. Li si raffina il 40 per cento della benzina € del ‘gasolio utlizzati nel continente, Non solo: Lombardo @ in grado dt spegnere luce gas ¢ riscaldamento in buona parte di Italia. Un po’ perché lui produce enetia in sovrabbondanza e il 12% lo gra alle alte Region, Ma soprattutto perché in Sidlia vansitano il pid grande metanodotto marino italiano che tasparta 25 millard dt < l a Sidlia vuole andarsene dall'Ttalia, minaccando la Per liquidare i popoli si comincia con il privarli della memoria. Si distruggono i loro libri, la loro cultura, la loro storia. E qualcun altro scrive loro altri libri, li fornisce di un‘altra cultura, inventa per loro un’altra storia. Dopo di che il popolo incomincia lentamente a dimenticare quello che & stato. E il mondo attorno a lui lo dimentica ancora pilin fretta. » MILAN KUNDERA Illibro del riso e dell’ oblio meti cubi di gas e passa di fi pure il gasdotto libico che attualmente & chiuso per quetra. Se uscendo dalle pastoie legal ¢ burocratiche che finora li hanno fermatl, venissero realizzati 1 due Tigassificatori previst a Porto Empedocle e a Priolo, quasi la meta cl metano consumato in Italia verrebbe dalla Sialia. Insomma, prima di chiudere i pont) con una Regione cosi, Italia dovrebbe pensarci su due volte, Lombardo ieti ha spiegato che se facesse la secessione, riscuoterebbe lui in loco quelle accise su prodott energetic, ‘che attualmente finoscono nelle casse dal Tesoro italiano, E vero, E si tatta d 10 miliard di euro all'anno. Una somma che compenserebbe ampiamente que che la Stalia verrebbe a perdere staccandosi dal resto d Ital. La Regione dia gode di autonomia allargata_e riconoscluta da umerose sentenze dalla Corte Costituzionale. E la esercta sia su plano dalla spesa (con risorse proprie) che su qudlo dallentrata. Na bilancio provwisorio peril 2011 approvato in attesa dalla leage finanziaia sono previst tasferiment da parte dalo Stato centrale per meno di 3 miliard di euro, in gran parte legat alla spesa sanitatia, In quella somma non sono considerati perd alti cost del governo centrale, che paga con fond suoi buona parte dal sistema Istuzione siciano, cosi come lordne pubblico e la gustzia Secondo uno studo (contestato dai sillani) dalla Cala d Mestre che ha diviso per abitante la spesa pubblica regionalizzata censita dalla Racionesia generale dello Stato, ogni siliano costa al resto d Italia 550 euro pet la saniti, 681 euo per ITstruzione e 130 euro per ordne pubblico e gustzia, Ma anche mettendo insieme tutte queste vod, la bilancia penderebbe dalla parte dalfsola: 10 milard’ d euro di accise in entata e 6 milard d euro d trasferimenti statali per saniti, istuzione e ordne pubblico a cui Tinunciare. Ne avanzerebbero quattro, © sono ragione pi che \alida per non prendete sottogamba le parcle d Lombardo, ILNODO ACCISE C’& spazio perfino per dscutere se le accise che insistono stile produzioni esservialmente dallEni d Paolo Scaroni a Pridlo, Gea, Porto Empedocle, Milazzo, Augusta, Mellie Ragusa, debbano essere incassate tutte dalla Sidlia 0 parzialmente divise con il governo centrale che quedi impianti ha agevolato e in parte finanziato di tasca sua. Ma il conterzioso non sarebbe d_ facile soluzione: da anni é in corso ga un braccio d ferro fia Sicilia © Tesoro italiano per una dvisione pit equa d quella torta, Perché se i finangiament |i ha fatt lo Stato, | danni ambientali li ha sopportat) la Regione. Finora a compensazione sono aitivati a Palermo e intomi qualche centinaio d milion’ all'anno. Con una rottura M"talia avrebbe solo da per dere. Franco Bechis (fonte: ibero-news 23/08/2011) a: GRIDO ¢ , LOURLO Aer a NE VANTO Bimestrale (saufjullet- acct) ct citura, politica, informazione della daspora sellana ~ Anno XIV n® 2 ~ (Marzo Aprile) 2012 L’ISOLA I Partiti politici: centri di impiego e manovalanza mafiosa ‘occidentale rimane invatiato negli anni: possono cambiare le attvita principali ed i canali d potere, ma Fimangono una dalle ossature fondamentali su cui si regge il sistema (non a caso corratto), E non si cada nallo stereatipo classico secondo cut i problemi dei parti sarebbero gli sprechi legatl al circo di personagg che Ii animano, oppure a famosa casta. Chi mette sul piatto tali question! cerca semplicemente di farci quardare al dito arziché alla luna: una tiforma d non si capisce cosa e Una gestione pit parca del finarziamenti non cambierebbe dd una virgola i problemi che viviamo agg. Anche perché, se messi a confronto con le reali misure economiche, stiamo parlando d spicciol, d certo rappresentanti un malgoverno, ma pur sempre d lieve enti, Quindl i partiti rimangono fondamentali, anche se non per quello che di saito vagliano raccontarci Ivar! “riformatori” dal sistema. Non esistendo differenze di fondo fa i vari partit sulle scelte d politica generale, di indirizzo e di lungo petiodo non & nemmeno questo il ruolo che ogg ricoprano nella nostra societa, II sistema liberale liberista accomuna destra, centro e sinistra, cosi come le scelte che vengono messe in atto sono per tutti d breve periodo, interessate alla competizione dettorale allamministazione quotidana. I militant di un partito -tolte le mode le posizioni storiche prese pit che altro per sentisi parte di qualcosa, che non futto di vere riflessioni- sono intercambiabli, figli d una stessa cultura, Ma allora perché gi iscritt al partit (e ai sindacat)) rmangono, pur ‘alando la partecipazione alettorale, la stima, la fiduca verso quest guppi? Perché nella realta il ruolo dai partit ogdl é reativo alla sfera da clientelismo, 0 dala "famigia” se vogliamo usare uno stereotipo tutto italiano. Gli iscitt ai partit, i partner det parti, ddrigent| public’ legat! ai partit ncn sano altro che membri di una rete dcontatt, una rete che pur avendo profond legami_ con \'apparato pubblico e statale (dai governi alle amministrazioni locall) & parallela e contigua al potere privato dat parti (fazioni di attadn corgarizzat). In una societa in cut la sovranita dal popolo e la democrazia sono iitcate © messe in isi, © lo dmostrano le parole d Mont (secondo iI quale riusara a fare le ‘riforme” perché non ¢ stato dletto © non si ripresentera alle elezioni), oppure lo dimostra il caso eco (non importa la volonta popolare, le misure devono essere mplementate © messe in atto proprio al sicuro da un‘espressione contaria dalla popolazione greca che ¢ 'oggetto d tall scelte), i ppartt itrovano la pronria funzione come perno fia interessi privat e strutture pubbliche da sfruttare. Possiamo vedere agevolmente questo quando patliamo di appalti o lavori da appaltare, in special modo locall: non c'é bisogno d citare (asi pill o meno famosi d cronaca per avere ben chiaro di cosa si parla, tutt nol ne abbiamo esperienza dretta. II potere det parti Fisiede proprio nal riuscire a pilotare legalmente (perché la maggior parte dele volte é tutto fatto in mariera regolare, le illegalita sono Una piccola parte e non sono il centro del problema) | responsabal, i band d gara, le regole e tutto humus intorno a tall attivita. (Oppure tutti siamo a conoscenza dal potere che i parti! hanno nel raccomandare e segnalare per post di lavoro di vario genere, pubblico privat anche qu in maniera del tutto legale, fazion I [[erectanza da parti palit in Italia © nell Eopa at) ied aac ITALIA dei VALOR, ‘organizzate riescono a scavalcare | dittadin Italiani e, in una situazione occupazionale drammatica come quella che viviamo, dventano il centro d impiego pili potente, effciente e funzionale: per i dient, | fedelissimi, 1 “piccott” oviamente, e questo si Tipercuote su una sodetd sempre pil corrotta e corruttbile, ma sempre legalmente! Anche solo la speranza_ di__una accomandazione crea dedi stolt indottinat,, militant! da oratorio fedalissimi alla parcla del proprio capo, dal quale aspettano rientaltro che una raccomandazione, La morte det sogn de veri democratia, anche se dubitiamo ne siano mai esistit. Non ¢ vengano a taccontare dallimportanza _dellimpegno dalla rmiltanza: | pit impegnati dentro al vari parti “democratic” sono nent altro che paramafiosi, parassit| dallo Stato, nodv alla pubblica ‘amministtazione ed alla cosa pubblica in generale. La vera riforma da attuare é principalmente etica, morale e politica ‘Se un sistema democratico ha fallito, bisogner tovarne un alto: i fprimo paso é liberarsi da chi questo sistema lo protagge ed ‘esporta, ovviamente per i prop interessi. II primo passo ¢ liberarsi dalla Nato © acquisire sovranita, per poi porre in essere scelte diverse, Ma prima deve essere a tutt chiaro, che ogni militante, ‘ogni quaco di partite @ un mafioso, marionatta d chi cl affama Fonte : httn://werw.statopotenza.euy Bimestrale (sau jullet- act) d cultura, paltica,informazione della aspera seliana ~ Arno XIV n° 2 ~ (Marzo ~ Aprile) 2012 www.laltrasicilia.or Il sogno di un Siciliano della diaspora, originario di Palermo ono un giovane Siciliano, originario di Palermo, cul rnon piace piangersi addosso. Dopo il dottorato di ricerca ho deciso di emigrare per ottenere cid che credevo di meritare dopo tanti anni di studio e di grandi sacrifici. Dovendo scegliere tra il nord diitalia Festero ho optato per il secondo, senza esitazione. Difatti, ritengo sia meglio sentissi stranieri in un paese straniero, piuttosto che stranieri in patria! Vivo nei Paesi Bassi, paese generalmente noto col nome di una delle sue regioni, e cio’ lOlanda Questa terra, dinamica e meritocratica, offte grandi ‘opportunita a chi ha competenze e vaglia di emergere. In questo paese, le intelligenze vengono attratte dail’estero offrendo loro regimi di detassazione favorevolissimi. Questo la dice lunga sulla lungimiranza della classe dirigente olandese. 1 Paesi Bassi sono un paese grande poco pit di una volta € mezzo la Sicilia con una popolazione di circa diciassette mmilioni di abitanti, ovverosia pit di tre volte la popolazione Siciliana, la pitt alta densit8 di popolazione d'Eurapa, una delle pith alte al mondo. Quasi del tutto urbanizzato, quindi, il suo territorio si svilyppa in un modo razionale e funzionale, tale da garantire a tutti alti livelli di qualita della vita in termini di servizi disponibili e facil di accesso ai medesimi, Ogni cittadino pud contare su una grande quantita di verde pubblico a sua disposizione insieme a una straordinaria quantita di infrastrutture, strade, ferrovie; per non parlare delle piste ciclabil, disponibili dappertutto, dentro e fuori i tessuti urbani I centri storici di questo paese sono intatti e valorizzati allinverosimile, le periferie a misura d’uomo, immerse nel verde e disegnate secondo canoni architettonici che preservano il bello e il paesaggio naturale. Vivere allfestero insegna tante cose. Ad esempio il valore della patria, delfappartenenza a un sistema di valori, dellidentit8. Anche nel paese piti ospitale del mondo, la ricerca delle proprie radici € un bisagno imperativo. Confrontarsi ogni giorno con culture diverse, oltre ad aprire la mente, porta inevitabilmente a porsi domande sulla propria identit8. La ricerca delle proprie radici & un fatto naturale, che nemmeno 'anonima Unione Europea ~ con il suo anonimo euro ~ potra mai riuscire a cancellare. Un giorno ho fatto un sogno, che aveva del rivoluzionario quel percorso in autostrada che faccio ogni giorno, quei settanta e passa chilometri che mi separano da Amsterdam, in realta mi separavano dalla capitale del Mio Paese, Palermo. Attorno a me non c'era la pianura sconfinata ma colline lussureggianti ricolme d’ogni ben di Dio. Le uscite delfautostrada non erano Utrecht, Rotterdam, Breda, bensi Petralia, Monreale, Cefald. ‘Sullautostrada passavano decine di TIR con su scritiinomi di tante, diverse aziende Siciiane. Al mio fianco, un po" pith in Ia, sfrecciavano treni a lievitazione magnetica. Dipinti di giallo e di rosso ~ i colori nazionali -, collegavano in poche decine di minuti tutte le cittarstato’ della Sicilia, Alfuscita del'autostrada Palermo si mostrava a me in tutto il suo splendore. Non cera pit disordine né miseria, Era splendida Palermo, splendido il suo centro storico, intatto, restituito al suo glorioso passato. Era magnifica la Palermo liberty, i suoi boulevard aberati e profumati come lo erano Una volta. Non cera pits quella difforme coltre di anonimo cemento che ne avviliva la bellezza. 1 suoi quartieri periferici erano bell, pieni di verde, a misura dluomo. Ledificio in cui lavoravo era un grattacielo di ultimissima concezione: frutto delfestro e del ‘genio’ di Palermo, non temeva il confront con le altri capitali del mondo. Affacciandomi dalla finestra del mio ufficio vedevo i tetti della cittS vecchia, le cupole rosse di San Giovanni degli Eremiti, quelle delle chiese barocche, € lagi in fondo il Mar Tirreno, d'un colore azzurro vivo, attraversato da_un incredibile numero di imbarcazioni private e commerciali di ogni dimensione e dal design avventrstico. La bandiera della Sicilia liberata veniva issata in ogni dove era uno sventolio di giallo e di rosso. La pil: grande si poteva ammirare sul Palazzo Reale (Palazzo dei Normanni), la sede del Capo dello Stato e del Parlamento Siciliano. Al centro della bandiera, la Trinacria, simbolo millenario delfunita e dell'ndipendenza dei Siciliani, danzava sorridente fiera, sollecitata da un vento mite, immersa in un bagno di sole. 11 Popolo Siciliano, una volta lberato dalle catene, poteva esprimersi al meglio dei propri talenti, Buona parte dei suoi figli dispersi nel mondo erano ritornati in Patria, attratti da impareggiabili prospettive di sviluppo. Cerano opportunita per tutti, i giovani potevano facilmente mettere sui famiglia e trovare una bella casa. Si viveva solo del proprio lavoro, del proprio sudato e onesto lavoro. 1 turisti arrivano a flatte da ogni parte del mondo, grazie alle numerose compagnie aeree low-cost sviluppatesi intomo all'aeroporto intercontinentale di Palermo e a quello internazionale di Catania. Dalla vicina Italia € da tutto il Mediterraneo, i nostri ospiti potevano raggiungerci grazie a navi superveloci che facevano scalo nei numerosi porti del Paese, Tutti venivano per ammirare questo paese di tradizioni millenarie e godere del suo paesaggio, del suo mare, e delle sue splendide citt8. Qui potevano trascorrere la pid indimenticabile delle loro vacanze, e tornavano ogni anno, anche in inverno, Le coste, finalmente liverate dal cemento, ospitavano aberghi bellsimi da fare invidia alle localit& pit esotiche del mondo, oltre che attrezzature per lo sport ed il tempo libero in cut ci si poteva svagare tutto Yanno, Con circa quindici milioni di abitanti, la Sicilia era lo Stato pit ricco del Mediterraneo, e uno dei pitt ricchi al mondo! Questo sogno potra diventare realts solo se si dar& corpo alla nostra carta costituzionale, lo Statuto di Autonomia della Regione Siciliana, che d3 alla Sicilia poteri da Stato sovrano. I coraggio sia il tuo signore! ~ Antudo! Piermarco Burrafato Bimestrale (sau jullet - acct) di cultura, potica,informaione della aspera scliana ~ Arno XIV -r® 2 (Marzo - Apile) 2012 SICILIA V'ALTRO IERI La Sicilia che disse addio al feudalesimo I SICILIANI 25 MARZO 1873 (iris) 18 LUGLIO 1811 ARRESTATO E TRASCINATO IW FAVIGNANA (retro) Hic VINCTUS MANEO 0B PATRIARUM LEGUM CUSTODIAM Favignana 18 LUGLIO 1812 MIISTRO AL PARLAMENTO DI SICILIA RINUNCIA | PRIVILEGI FEUDALI (Gestra) 14 LUGLIO 1822 ‘U0 TESTAMENTO SFIDG L'ESECRATO TIRANNO FONDG L'ISTITUTO AGRARIO VISSE QUALE CATONE MORI QUALE ATTICO icorre quest'anno il 200° anniversario della Costituzione siciliana del 1812 che consistette nel primo esempio italiano di Statuto elaborato da una assemblea costituente e che rappresentd in buona sostanza il primo contributo della Sicilia alla Stato modemo e liberale. Una costituzione che ebbe il grande merito di abolire il feudalesimo & in cui era contenuta la prima formulazione della separazione del potere legislative da quello esecutivo La costituzione del 1812, sul modello di quella inglese, prevedeva tn parlamento bicamerale non pits come lo era stato sino allora tricamerale Uno dei padri di quella innovativa Costituzione fu, senza dubbio, Carlo Cottone Principe di Castelnuovo. A lui lo scultore Domenico Costantino, nell ormai lontano 1873, dedicé la statua che i palermitani possono ancora aggi ammirare nella Piazza che porta il suo nome (anche se i palermitani chiamano Piazza Castelnuovo Piazza Politzama), Carlo Cottone fu una nobile figura di patriota siciliano che per le sue idee, nel luglio del 1811, venne imprigionato nella fortezza di Favignana. Geloso custode delle prerogative del parlamento sicilano fu anche insigne costituzionalista e, come tale, assieme ad altri, artefice della costituzione del 1812 Infatti, assieme’ al nipote Principe di Belmonte e allabate Paolo Balsamo fu il promotore della Costituzione siciliana del 1812, concepita sul modello di quella inglese. Non a caso, 2 quel tempo, in Sicilia, gli nglesi, con 'autorevole presenza di lord William Bentick, esercitavano la loro notevole influenza politico-economica sui Borboni e Ferdinando fini per accettarla, delegando il potere con funzioni vicarie al principe ereditario Francesco, che, tra i primi atti del suo governo, dopo averlo liberato dal carcere di Favignana, nomind Carlo Cottone ministro delle finanze Con la nuova Costituzione fu, come anzidetto, abolito il feudalesimo, la Camera ecclesiastica fu assorbita dalla Camera dei Pari e le citta baronali sifusero con quelle reali nella Camera dei Comuni. In materia finanziaria la legislazione spettava ai Comuni, Fu inoltre adottato un sistema giuridico per cui tutti dovevano essere uguali di fronte alla legge e nessuno poteva essere imprigionato senza regolare proceso. La tortura fu abolita. La stampa doveva essere libera, tranne per le questioni di ordine religioso. La Sicilia infine sarebbe stata completamente “libera” se il re fosse tun giorno, ritornato a Napoli, visto che l'ordinamento prevedeva che gli subentrasse il figlio. maggiore come sovrano indipendente. Allo stesso sovrano era vietato lasciare Ilsola senza il consenso del Parlamento. In quel lontano 1812 si pué senz’altro Stato preunitario a dotarsi di pe di Castelnuovo diede suo fondamentale contributo. Grande per questo fu la sua amarezza quando Ferdinando, appoggiato dalle baionette austriache, ritornando a Napoli si iangié riforme e Costituzione proclamando il Regno delle Due Sicil Ritiatosi deluso dalla vita politica a Palermo, nella sua tenuta dei Coll, 2 San Lorenzo, Carlo Cottone, nel 1819, fondé istituto agrario, dove assieme a giovani possidenti effettud interessanti esperimenti sui nuovi metodi agricoli da attuare in Sicilia, come la coltivazione del riso duro, Vallevamento dei bachi da seta ed il trattamento delle pid svariate e diffuse malattie delle piante. A questa scuola, fortemente valuta per consentire listruzione e laggiornamento di suoi contadin dove sorge oggi il Teatro della Verdura, questo liberale fuori dal tempo dedicd con passione [ultima parte della sua esistenza Gli ultimi anni della sua vita furono pieni di indicibii sofferenze a causa di un male incurabile alla vescica, tanto dindurlo piu di una volta a tentare il suicidio. Si spense i129 dicembre del 1829, assistito da amici fidati tra cui Ruggero Settimo, cui passa il testimone delle sue idee autonomiste progressiste affinché portasse a compimento la sua iniziativa politica. Lascid per testamento 40 mila onze (una cifta enorme per quei tempi) a chi avesse indotto il re a restituire alla Sicilia la sua Costituzione. Appropriata la frase scolpita da Domenico Costantino nel lato destro del piedistallo della statua a Piazza Castelnuovo: “Visse quale Catone, mori quale Attico” Ignazio Coppola Bimestrale (sau jullet - acct) di cultura, potica,informaione della aspera scliana ~ Arno XIV -r® 2 (Marzo - Apile) 2012 TEGELS - CARRELAGES SALVATORE — | SANITAIR - SANITAIRES PROMOTIONS EXCEPTIONNELLES ! LE SPECIALISTE DES SALLES DE BAINS ET DOUCHES COMPLETES SCHAARBEEKLEI 350 - 1800 VILVOORDE - TEL : 02/252.22.70 HALLESESTEENWEG 174 - 1640 SINT-GENESIUS-RODE - TEL : 02/380.82.87 www.salvacarro.be Ue SIU reco eee las) La rédaction s'excuse pour I'erreur qui s'est glissée dans le n° 1 di Gennaio - Febbraio 2012. La photo représentait le panorama di Canicatti - Centro (AG) et non le panorama di San Cataldo (CL). Seats pee) NYA: Tre DOE ee ee eee eee eee enters Pee ee ee eee Consultez nous pour tout montage personnalisé. La liste de prix incicatifs se trouve Cee eee ee gree a eee Rene eee nee ae Nee ee ee ee ee ee ees eer eee ee ee ee er iui one ee een ee tae a ee wa ee ore eae na car tea LEAT UL 75 Schaarbeeklei, 350 - 1800 Vilvoorde - Tel. : +32 2 257 43 86 www.altanatura.be www. laltrasicilia.org aforismi per una rivoluzione! Ho pretesa di cambiarlo, Senza pretesa ..! Mac’ una frase d Paolo Borsellino d una bellezza indaile, “Palermo non mi piaceva, per questo ho imparato ad amarla. Perché il vero amore consiste nell’amare cid che non ci piace per poterlo cambiare”’ Paolo Borsallino parlava d Palamo, ea di Palamo ed amava Palermo. 1o pot parlare di Ragusa, qualcun altro ... d qualsiasi altro posta! Mi piace, pero, Iidea di poterla estendere .. a tutta 'amata Siclial Parché, nell'amata Sidlia, . c@ ne sono d cose che non mi piacciono ..! Non mi place ... imbecile che teri mattina, col suo suv, tornando in moto dal cimitero, mi ha quasi spazzato via, per il semplice gusto d superare a folle velocita lungo una strada in cul .. una macchina ci sta larga, .. due affiancate quasi stette! Non si & neanche posto il problema d vedere dove fossi andato a finire! Non mi piace la rissosita del Prepotente di tuo, che aspetta, 0 cerca, occasione solamente per gonfiarsi come un pavane, ... 0 un tacchino! Non mi piacciono le urla gratuite, io che grido tanto! Non mi piacciono gli scippi, non mi piace la mafia, ancora _meno Fatteggamento da _mafiosetti da quattro sold che tanti guappett pensano d mostiare ... pet essere it rispettati! Paolo Borsallino dceva che “la lotta alla mafia, il primo problema da risolvere nella nostra terra bellissima e disgraziata, non doveva essere soltanto una distaccata opera di repressione, ma_un movimento culturale e morale che coinvolgesse tutti e specialmente le giovani generazioni, le pitt adatte a sentire subito la bellezza del fresco profumo di liberta che fa sempre pensato e, d fondo, continua a pensailo, che, se si ama qualcuno, ...lo si accetta per come &, senza rifiutare il puzzo del compromesso morale, dell‘indifferenza, della contiguiti. e quindi della ‘complicita 'Non mi piacciono i nest politcanti da strapazz0, non mi piacciono L’Angoto delta Poesia ‘U MUNCIBEDDU La terra cumincia a tr ‘a vucea du Mun Lomu trema, Cumincia a chianei gia chistu @ un bruttu signal tuttu E tutti currunu a la chiesa pi priari Dopu un trimuliu fort. Giovanni Falcone e Paolo Borsellino dd cumincia a vumitari, ‘vumita focu e lava ea cumincia a culari. E dunni passa, nenti rrisparmia, E comu un castigu si lu pigghia. eapriari, ‘Tuttu chiddu ca trova nté passaggiu, istruggi, casi, arburi e armali, nenti si canusci chit du paisaggiu. quegli ascari che hanno svenduto e continueranno a svendere la Sialia per quatto vill denari, .. meno det venta che riusd a patttire lo stesso Guda, per il quale tiesco 2 nubire molto pi profonda, umana compassione! Non mi piace, soprattutto, . il fatto che ce li siamo scelti noi ...@ che continueremo a sceglierceli! Non mi piace il... piangerci addosso, non mi piace che la “stragrande maggioranza preferisce lamentarsi piuttosto che fare”, come dceva Giovanni Falcone! Non mi piace la mancanza di coraggio, la paura nel cercare di affermare la nostra identta culturale ed popolo, nel cercare recuperare la nostra memoria storica, nel pretendere rispettol Men che meno mi piace l'assuefazione al dsprezzo, ... d hanno cosi tanto disprezzato .. che quasi ci dsprezziamo da noi stessi ‘Sempre Paolo Borsellina, uno che ha avuto immenso coraggio, ma che certamente conosceva la paura, quella vera, sosteneva che "é normale che esista la paura, in ogni Uomo, importante é che sia accompagnata dal coraggo. Non bisogna lasciarsi sopraffare dalla paura, albimenti dventa un ostacolo che impedsce d andare avanti"! Qualcosa_ di molto simile lo sosteneva Mohandas Karamchand Gandhi, il Mahatma, “ la paura pud servire, ma mai la codardia “. Ecco, appunto, nel siaiani dovremmo avere usto un po’ d coraggio, cacciare Via la codarda, neanche tanto per andare avanti, .. quanto pluttosto pa ingiare 2 muoverd, .. per Iniziare a smuovercil Dovrermmo cambiare, in qualche modo, .. "dobbiamo’ diventare i cambiamento che vogliamo vedere’, come affermava il Mahatma! poco importa che possa cambiare davwero qualcosa, che pobemo o Tiusciremo a fatlo, che saremo capaci di dar luogo ad una tivoluzione innanvitutto culturale, oi atteggamento, d approccio mentale ed innarvitutto in noi stessi! Limmensa Alda Merini lo aveva ia compreso, per altte vie e con alti sionificatl, 'G sono not / che non accadono mai / e tu le cach / muovendo le labbra. / Poi timmagiy sedlito /' al posto degl dei. / Enon sai dire / dove sta il sacnlago: / se nel sipucio / dell'ets adkita / che nula perdona / 0 nella brama / essere immortale / per vivere infinite / attese d nott / che nen accadbno ‘mai.’! La nosba potrebbe anche essere presa per fala, .. ma "anche la folla merita / suo apolausi"! Arturo Frasca Vomu addiventa, chit bonu sulu poi su scorda, e cumincia a fari dannu, ‘Amuntagna sa sfucatu, ‘a signali a datu. Ora avemu a fari pinitenza, jguadagnarini, nautra vota, ‘uso pirdunu. fallu firmari, Bimestrale (sau jullet - aod) d cultura, poltica,informatione della haspora sicliana - Anna XIV -r® 2 - (Marzo - pile) 2012 I sacrifici inutili dell'Autonomia Siciliana e la necessita di una vera rivolta popolare per risolvere la Questione Siciliana che prevede il tag 11 "sacrificio" dei 20 deputati & [stato perfettamente inutile, proprio per la radicale inimicizia che tutta o quasi Italia ha contro la Sicilia, lcompresi non pochi_siciliani, per ignoranza, per fanatismo jo per convenienza, Non servir8 a farci belli agli occhi dei peninsulari, A nessuno interessera che siamo stati i primi a ridure la rappresentanza parlamentare, senza neanche aspettare che il Parlamento facesse lo stesso, Noi siamo il malaffare e la mafia per definizione, Almeno finché faremo parte di questa "benedetta' Italia, Le nostre ragioni saranno sistematicamente ignorate, Siamo un limone da spremere e basta. E hanno sufficienti giomali e TV, anche in Sicilia, per convincere persino noi stessi di essere i responsabili di tutto, anzi gli unici responsabil La legge che attribuisce alla Sicilia le entrate da accise petrolifere, sar& sicuramente sconfitta al Parlamento mentre il declassamento dell/Assemblea sar approvato senza colpo ferire e senza neanche dirci grazie. L'S dicembre non & giomata che porti molto bene alla Sicilia, (Oggi abbiamo ricevuto un altro colpo. Non ancora mortale, ma un brutta segno. unica soluzione sarebbe llultimatum. La Sicilia chieda allitalia di fare da sola, di applicare integralmente lo Statuto, rinunciando a tutte le pelose perequazioni che non perequano mai_un bel niente. Rinunciamo pure al fondo di solidariet nazionale. Si tenga Italia la sola difesa, la rappresentanza estera e il ebito pubblico, per le quali cose doniamo loro il 10 % delle entrate sulle actise, Per il resto ci facciamo carico di tutto, ma disponiamo di tutti i tributi come uno stato eurapeo sovrano. ‘Aderiamo all'euro con una nostra banca centrale, Emettiamo tuna moneta regionale camplementare parallela all'euro per i soli scambi interni e con questa azzeriamo lindebitamento. Limitiamo la competenza legislativa esclusiva dello stato ai trattati intemazionali ed ai quattro codici, aboliamo la competenza concorrente: su tutte le altre materie le leggi dello Stato semplicemente "non" abbiano applicazione in Sicilia. LOMBARDO. L'approvazione del ddl all'Assemblea regionale siciliana del numero dei deputati da 90 a 70 "@ un segnale di grande senso di responsabi approvato all'unanimita"(...) a‘ nei deputati che I'hanno Ci facciamo la nostra polizia e la nostra guardia di finanza, Sottoponiamo tutti gli enti pubblici risedenti in Sicilia e tutti gli enti locali alla sola legislazione ed al solo controllo della Regione, Trasferiamo tutta 'amministrazione statale alla Regione, compresa lagenzia delle entrate, gli interi e gli uffici periferici del Tesoro. Rinunciamo alla presenza del Presidente della Regione nel Governo e mandiamo una rappresentanza permanente a Roma a rappresentare gli interessi della Regione. Chiediamo a Bruxelles l'aggiunta di un protocollo ai Trattati per rispettare lo Statuto speciale della Sicilia in omaggio allart174 del Trattato sul funzionamento dellUnione che autorizza_norme particolari per le regioni insular transfrontaliere, Nominiamo da soli un'intera Alta Corte per la Regione Siciliana, lasciando alla Corte Costituzionale la competenza soltanto sulle poche materie riservate alla legislazione statale. Confitti di competenza non potrebbero essercene pili, visto che quasi tutto sarebbe di nostra competenza, € comunque si potrebbe costituire un “giuri” misto tra le due corti per eventuali casi dubbi, 0, al limite, un arbitrato internazionae. Rilanciamo con una nuova versione dell/Autonomia, questa volta apertamente confederale. E minacciamo Italia che, se non la accettera, saremo noi ad andarcene, ma non per "separatismo", sebbene per legittima difesa, in virtl del principio di autodeterminazione dei popoli Non dimentichiamo che gli atti_che hanno segnato Hannessione dello Stato’ di Sicilia _all'ltalia sono manifestamente nulli e che la “sanatoria" data dallo Statuto del 1946 @ stata comunque ampiamente disattesa dallo Stato italiano. Ma per far questo ci vorrebbero un Governo, una maggioranza parlamentare, e soprattutto un Popolo sveglio, in piedi, in fiamme... Ci vorrebbe qualcuno che spiegasse ai Siclliani che se non faremo casi per noi sar8 una lenta asfissia, come dimostrato da tutte le proiezioni economiche sui prossimi decenni. Altrimenti rassegniamoci al razzismo, al dileggio, alla sottomissione, all'umiliazione continua Ma non vi ribolle il sangue? Ma siete davvero cosi complessati da non reagire, sorelle e fratellisiciliani? Massimo Costa Bimestrale (sau jullet - acct) di cultura, potica,informaione della aspera scliana ~ Arno XIV -r® 2 (Marzo - Apile) 2012 www. laltrasicilia.org IL PIANETA DELLE SCIMMIE Era un film di fantascienza che una colonia di gorilla sta cercando di rendere reale. Un disegno infernale nato nella mente di questi animali con 'intenzione appunto di trasformare il pianeta governato dagli umani in uno governato dalle scimmie. II disegno per riuscirci & stato quello di sostituire le tavole della legge di Mosé con i nuovi comandamenti partoriti dalla civitta delle scimmie: 1 Comperare i media mondiali per farli tacere. 2 Corrompere i governi per assoggettarli 3° Togliere la sovranita ai Paesi creando I'unione europea. 4 Togliere la moneta sovrana e consentire alle banche di creare denaro. 5 Trasformare i debiti pubblici in debiti privati per richiederne la restituzione. 6 Sostituire la politica con governi tecnici, banchieri. 7 Strapagare manager per far fallire le imprese. 8 _Elargire miliardi ai paesi per indebitarli e ricatta 9 Precarizzare i lavoratori per sfiaccarli 10 Cancellare i diritti per sottomettere i lavoratori alle imprese. 11 Svendere il patrimio pubbico. 12. Liberalizzare i servizi pubblici in favore dei privati. Creare disoccupazione per avere manodopera sotto costo. Promuovere grandi opere finte per impoverire i paesi. Tagliare la spesa sociale. Allargare il divario tra ricchi e poveri. Controllare i programmi tv per appiattire i cervelli 18 Togliere di mezzo i cervelli. 19 Disintegrare la scuola per impedire la cultura. 20 Cancellare la democrazia. Quest! sono i comandamenti con cul le scimmie si sono impadronite del nostro pianeta, 13 14 15 16 a7 mariapia caporuscio, Cara Trinacria, quante risorse avresti da sfruttare e invece... Long drink/ II canto per la ia terra d’amuri di Maria Demmi Cara Sicilia mia, il tempo passa lentamente da queste part... la vita in un piccolo paesino nel Sud della Francia non fa per me. E vero abitavo in un paese di provincia ma il mare, le spiagge, Vallegria della gente, le tradizioni popolari e il mio lavoro mi facevano amare la mia Sit Quella magnifica terra piena di colori e di speranza, a poco a poco si é trasformata: con il tempo ho visto gente andar via, la tranquillita sparire e il lavoro mancare. Sai adesso ho compiuto i miei 60 anni, ho costruito con sacrifici una bella casa, ho tirato su una famiglia, ho dato un futuro alle mie figlie, eppure alla mia eta ho dovuto abbandonarti per andare a cercare fortuna altrove! Ormai considerato troppo “vecchio” per un lavoro dignitoso, e un governo che mi considera troppo giovane per una pensione! Paradossale vero? Cosi ho dovuto lasciare tutto: affetti, famiglia, casa e amici in cerca di nuove speranze, ma anche quia situazione non @ delle migliori, anche qui mi sento dire “mi dispiace ma lei dovrebbe gia essere in pensione’. E percid mi sto rassegnando a mettere da parte il mio curriculum ricco di 40 anni di esperienza, collezionata in vari post’ del mondo da Londra a Montecarlo fino all Alaska. Ea ben poco cid @ servito altro che la signora ministra del lavoro Ursula von der Leyen fa appello alle imprese perché assumano gli over 50 perché noi a differenza dei trentenni non abbiamo concorrenza e non pensiamo a fare carriera. Ma anche questo sembra cosi bizzarro! In Italia abbiamo addirittura risolto il problema: non diamo lavoro né ai trentenni né agli overSO! Cara la mia Trinacria, quante risorse avresti da sfruttare ma che per un motivo o per un altro tutto viene insabbiato non permettendot’ il giusto exploit che meriti. Parlerd comunque, di te, come la pil insigne isola del Mediterraneo, ricca di storia e cultura ma che purtroppo come il resto del Paese di cui fai parte, non sei in grado di garantire un futuro ai tuoi figh. Con la speranza di averti trasmesso cid che per milioni di emigrati rappresenti, ti saluto augurandoci di rivederci presto. La Trinacria, opera di Enzo Patti Maria Demmi Bimestrale (saufjullet- acct) ct citura, politica, informazione della daspora sellana ~ Anno XIV n® 2 ~ (Marzo Aprile) 2012 Un documento del Parlamento Siciliano del 1849 Dal Contenuto si evince che in SICILIA era norma dattiloscri ee ¢ loscrivere gia a quellepoca e che Castroreale, la citta ee aaa a preceen ema governo provinciale durante i moti contro i Borbone, peiché Mess arts isponeva di TUTTI gli Urfci: tribunali, pretettura, distretto militare, scuole iat SINOTI che neltimmagine utficiale del triskele le gambe ruotano in senso orario. An.tu.Do! ase) PARLAMENTO GENERALE DI SICILIA It Parlamento décreta:: ‘Art, unico. Per la Gran. Corte Civile residente in Castroreale fun- aionante da Tribunale Criminalé resta provviseriamente derogata quella parle del comma quarto: dell'art.. 197° della legge organica del 7 giu~ gne. 1819, la. quale: proscrive: che: il numero de’ component i Tribu woe Civile che interverranno.a supplire i Giudici di Tribunale Cri- minale non possa essere maggiore di due. Falto e: deliberato: in Palermo: il: di 11 Gennaro 184%. WU Vice-Presidente- della Camera dei Pari Firmato—Duca pr Monratso I Presidente della Camera dei Comunt Firmato— Manrano, Srasice Per copia conforme It Viee-Presidente- delta. Camera de’ Pari Fitmato— Deca. pt Monrarz0 Il Presidente del Governo: del'Regno di Sicilia fa noto questo De- eroto.a tutte le Autorit © Comuni-del Regno por: Ia corrispondente ilelligenza. ed* esecuzione. : Polérmo 48° Gennaro’ 1849. Il Presidente. del’ Governo- del’ Regno- di: Sicilia RUGGIERO: SETTIMO Ii)Ministro. del: Culto-e della Giastizia Yiscexzo Exnants Bimestrale (sau jullet - aod) ol cultura poltica,infermazione della daspora sicllana ~ Anno XIV r® 2 (Marzo - Aprile) 2012 www.laltrasicilia.org Lo sapevate che: | latte scaduto non venduto viene mandato di nuovo al Produttore che PER LEGGE pud effettuare di nuovo il proceso di pastorizzazione a 190 grad e rimetterlo su mercato. Questo processo PER LEGGE pud essere effettuato fino a5 VOLTE. I produttore € abbligato a indicare quante volte é stato effettuato il processo, e in effetti lo indica, ma a modo tutto sup, nel senso che chi si & mai accorto che il latte che sta bevendo & scaduto e ibolito chissa quante volte? Il segreto & guardare sotto il tetrabrick e osservare i numetini Cl sono del numeri 12345. I numero che manca indica quante volte & scaduto e poi ribolitoil late, Esempio: 12 45 manca il "tre": scaduto eribolito 3 volte Ma non finisce qui, perché in una scatola da 12 buste ci saranno alcune buste dove manca il numero e altre dove ci saranno tutti T'numeti, Atterzione tutto lo scatolone avra ricevuto questo ‘rattamento. In questo modo le aziende si atricchiscono, Ticidando di fatto il latte scaduito, e chi ne paga le consequenze siamo nol che di fatto beviamo acqua sporca, m sead, Url aT) a +lo non intendo pagare i debiti che hanno fatto le banche per arricchirsi. +lo non intendo pagare per i furti di stato con introduzione delt'euro. +lo non intendo pagare per le quote latte degli allevatori del nord. +lo non voglio pi contribuire a pagare i fantasmagorici stipendi a funzionari, manager ¢ onorevoli. « lo non voglio, non posso ¢ non devo permetterlo. +lo non ho chiesto I'unita d'ttalia, non ho chiesto il fascismo né la repubblica, non ho chiesto di entrare in Europa ¢ non ho chiesto di adottare Teuro. Ora paghi chi deve pagare, ma non certo il popolo. «lo non posso tollerare che silavori fino a dare la vita per 600 € al mese ¢ chi, in un modo o nelfaltro, di euro ne prenda 6.000 0 60.000 al mese. Fino ad ora, noi tutti, abbiamo dimostrato di non saper usare il voto né rivendicare inostri Impariamo a farlo, in un modo o. delfesistenza stessa, nostra e dei nostrifigli D.Cassata MANT IN ALTO. QUESTA E UNA RAPINA I! Bimestrale (saufjullet- acct) ct citura, politica, informazione della daspora sellana - Anno XIV n® 2 ~ (Marzo Aprile) 2012 LE RICETTE DI TANO ANTIPASTO : CANNOLI DI TUMA INGREDIENTI: 400. d tuma fresca, 300 ar. di carne di vitello a tocco, noce mascata, 1/2 dpolla, Leucchiaino d salsina, 200 gd farina, 200 gr. d pangattato, 2 uova, 1/2 bicthiere d vino bianco, dlio, sale © pepe cb. PREPARAZIONE: | cannali d tuma 'sono_un tipico piatto della cucdna sicliana servitl generalmente come antipast ein alcuni casi anche come primo piatto dato che gli ingredienti sono pil che sostanziosi. Passiamo adesso alla preparazione del buonissimi cannali d tuma. Soffriggete il tocco di vitallo con la cipolla grattuggiata ela salsina. Condte con sale e pene e sfumate con il vino Branco. Aggiungete un bicchere di acqua e lascate cucinare per un‘ora circa a fiamma basa, Appena la carne sara ben cotta, toglietela dal tagame e taglatda a pezzi, condtdla con il proprio sugo (che sia ben stietto), legate con qualche cucchiaio i farina e abbondante noce moscata gtattugoiata. Nel frattempo tagliate il formaggio a fette quadate d spessore medio e Immergete ogni fetta nell'acqua bollente per ammorbidrla. Con la fette formate qund det ‘annalloni che riempirete con la carne, prestate attenzione ai bord che siano ben chiusi per evitare che il ripieno esca. Passate le fette ottenute sulla farina, uova sbattute, pangrattato ffiggete in dlio caldo. Servitall ancora cald. m PRIMO : SPAGHETTI CHITARRA CON ZUCCA E NOCI ge Ingredienti: 300 9 d pasta fresca, formato spaghetti alla chitarra, 150 9 di salsiccia, un cucchiaino d semi d finocchio, un quarto d cpolla, uno spicchio daglio, 100 ml scarsi d marsala semi seco, 40.9 di gherigl d Roc!, un cucchiaio d salsa d pomodoro, [200 g di palpa di zucca, 2 fodie dalloro, 100 ml c panna flesca, pepe, sale, noce moscata, 3 cucchal dolio extravergine daliva Preparazione: Taglate a dadini la zucca e lessatda in acqua salata pet una decina d minut. Scolatela e mettetela da parte. In Una padella sofftiogete nll clio 'adio e la dpala titat, agaungete 3 cucchial dacqua dalla cottura della zucca, fate appassire; agglungete i semi di finocchio, unite la salsiccia spellata e sminuzzata, fate rosolare per 3-4 minut, agdungete il marsala © fate avaporare a fiamma alta. Abbassate la flamma, unite la salsa di pomodoro € ancora un mestolino diacqua della cottua dalla Zucca, pepate, aggungete una gattata d noce moscata e |alloro. ‘Agglungete la zucca e fate cuocere il rag per una decina d minuti agglungendo la solita acqua di zucca se il sugo si dovesse stringere ‘troppo. Tritate grossolanamente le noci e aggungetde al sugo, vasate la panna e amalgamate al rag. portate a bolcre abbondante acqua salata, versate la pasta e pol saltatela in padalla con il sugo. a L°ISOLA SECONDO: CALAMARI RIPIENI ALLE VERDURE Ingredienti: 4 calamari pultl, 60 or. Di parmigiano crattuggiato, 1uov0, 1 costa d sedano, 1 carta, i cola, 1 bicchere d vino bianco, 1 grosso cluffo d prezzemolo, noce moscata, 1 caucchiaio d’pinoll, 6 cucchial lio daliva, 4-5 cucchiai d pane rattugdiato, sale e pepe qb. Preparazione: Prendete_| fentacoll de calamari e titatal finemente, pulite il sedano, la A carota, e la dpdla, titatei [Mi « i finamente rosolatell a fuoco —_- dolce in un tegame con 4 cucchial d aio.. unite tentacol tate inal un pb di sale e dopo qualche minuto versate il vino bianco quocere copeto per qualche minuto..togiamo dal fuoco lasciamo raffeddare. In Una dotcla metiamo il pane grattugiato can il prezzemol titato e mescoliamo, aggungamo I formaggo, TUovo, una gattata di nace moscata, sale e pepe, amalgamiamo i tutto aggundamo II nostro soffitte di verdure con | tentacoli e mescaliamo bene al composto dl pane grattugiato. Prendamo | sti calamari e andamo a fardre con il posto ripleno d verdure cercando di non riempirli eccessivamente albimenti in cottura pottebbero scoppiare, Chiudamo l'apertura con sturzicadenti, e andamoli a posizionare in una tedia unta con Voliorimasto e due spicch d'agio in camicia e andlamo a cuocere in forno caldo a 180- 200 par cca 15-20 minutia fine cottura lascate riposare per @ualche minuto prima d servire a tavola tagiati a fete, m DOLCE : TORTA CON RICOTTA Ingredient: 500 gi ricotta, 4 ‘cucchiai d farina bianca, 5 cucchial d ‘zucchero, 4 tuotli duova, 2 album la lbuccia grattugiata dun limone, 100 or 1d cioccolato fondente, poco burro. [Come fare: Lavorare la ricotta a mano Jeon un cucchiaio d leano, unite la fatina, lo zucchero e i tual. Aggungere la bucca di un limone, Goccolato a pezzettini. Mescolare il tutto. Battere a neve 2 albumi fe unire al composto ottenuto. Imburrare una tortiera, infarinare e versare limpasto. Coprire con un fodiio di alluminio @ cuocere in forno a 180° pa 50 minut. Togliee il fogio di alluminio proseguire la cottura per alti 10-15 minut. Lasciare intiepidire fervira, St pu accompagnare [a trta con de clocclato fondente 0, Bimestrale (saufjllt- acct) ct citura, politica, infermazione della daspora siellana - Anne XIV -n® 2 ~ (Marzo Aprile) 2012 www. laltrasicilia.org Le fantastiche proprieta del limone I limone fa parte dala famidia dale Rutacee, cui appartengono anche arance, mandatini, bergamott, edi, pompelm. Le varieta prinapali d limori sono: = Il Femminello (foto 1), tpico dala Sica, dal frutto d forma oblunga, la polpa succosa e malt semi. Esiste perd anche il Femminallo apireno, molto pregiato, poiché & quasi priva semi; dai Femminalli Santa Teresa provengono | migior! verdali; = Il Monachello (foto 2), resiste poco alla conservazione ed & utlizzato, principalmente, par la produzione di verdelli; = Liinterdonato (foto 3), dal frutto rosso, ma poco succoso, utlizzato per la produzione a primofiore, 1 limoni giungono a maturazione in te diversi petiod dall'anno, la prima futtficazione, chiamata invernale 0 primofiore, giung a ‘maturazione in Ottobre; la saconda fruttficazione awiene a Marzo (| limoni d questo tpo -| ‘conosciuti anche come bianchetti — sono d minor J prego commerdale); nel corso dalla terza fiuttficazione, ta Gugno e Luglio, maturano i limori verdell, cost chiamati per il colore della bbuccia, che “é particolarmente compatta © aderente alla polpa. I limone ricco d oli esserzial, Il principale det ‘quali é il limonene, cancentyata prevalentemente nella scorza. Gi oli esserviall dal limane hanno un dlevato potere antbiotico © dsinfettante. Applicat sula pelle, svalgono anche un'azione revulsiva (tichiama il sangue in superficie) © per tale motivo risutano util in caso di reumatismi, inal, sone cicatizzant.. 1 limone (assieme al pomodoro) & il vegetale con Il pil alto contenuto di acido citica, una sostanza essenziale per il ricambia energetico delle callule. Contiene inalte citati di sodo & di potassio, che hanno un notevole potere depurativo. Dal limane lo scienziato ungherese Albert Szent-Gyoray riusc) per pplimo a isolare la vitamina C, di cui il futto é particolarmente ricco. Anche in questo caso, come spesso accade, non é tanto la pesenza d questo od qual’demento a essere efficace, quanto pluttosto 'amonico contiibuto di diverse sostanze che: Interagiscono ta loro (& proprio grazie alla relazione con alte sostanze che la vitamina C contenuta nel limone cura lo scorbuto! la stessa vitamina, ottenuta in laboratorio,risuta inefficace). Discreto & lapporto di vitamine del gruppo B e della vitamina P. Nalla scorza si tova un’altssima quantita d flavonoid. Riduce | livelli d colesteralo e contasta l'arteriosclerosi: grazie allazione fludficante det cirati d sodo e di potassio, ll sangue circola pit liberamente nelle arteria © passa facilmente attaverso le ppareti det capilati, apportandh alle cellule una maggiore quantita d sostarze nutitive. Se bevuto abitualmente e in quantita significative, Il succo d limone aumenta /livalll dcolesterolo HDL, i ccosiddetto ‘colester clo buono’ e abbassa I livello di colesterolo LDL, “qualio cattvo'. Riduce incite i livelli di cmocistana mesa in relazione con alt rischi dinfarto, Combatte reumatismi, artite e gotta: il limone contiene ligadementi che scialgona i cristal d acido Uico. L/acido citico, Inalte, ha un effetto depurativo. Allevia i sintomi d mal i gola, raffteddore e influenza: per le loro proprieta antiviral e antbatteriche gli all fesserziali dal limone sono efficaci nel contvastare Ie malattie infettive, Per stroncare un raffeddore Jsu nascere, al primi sintomi, quando la ola nizia a piezicare, si consigia d mangare un limone intero, buccia © semi compresi (a Jprocuzione biolosica); in caso d mal d gola, si Jconsigia d fare gargarismi con il succo d limone. Se il naso & otturato, instilate alcune Jgocce d succo d limone drettamente nel naso. Aluta a digetire i grass: il limone si é dmostrato lutle a ch ha tenderza a formare calcal alla Jdstfalea, Uno da sintomi pil frequent & la Jdtficolta a dgerire i arassi, dovuta alla presenza Jd piccali calcali. A duno o lontano dai past, Ibevete il succo di almeno tte limoni nell'arco della giomata, [Cura le affezioni dalla pelle: per le sue proprieta Jantivirali @ antisettiche, il succo di limone fayerisce la quarigione in caso d_ verruche, foruncoli, vescicale, afte, pustole, ferite e piaghe. Si consigia d mettere sulla zona interessata Jqualche gocda di limone, due o te volte il Gamo, Disinfetta: in caso d puntre dinsett (zarzare, [pUci o altto) strofinate sulla zona interessata una fettina d limone, Nalo svezzamento: come tutti gi agumi, il By limone pud essere introdotto nellalimentazione [del bambino al’ottavo mese. Una o due gocce d [questo futto possono pard essere offerte anche nel mesi precedent, in caso dsinghiozzo. SI fa tuttavia eccezione a tall Indcazion se in famigia vi sono predisposizion’ alle allergie: In questi casi per offtire gli agumi bene aspettare dopo l'anno, anche qualora il bambino abbia i singhiozzo e comunque, sentire prima il proprio pedatta, Grazie ale sue mucilaghi, il succo d limone ammerbidsce la pale ela nutte con gi oligostement di cui & ricco. Indltre, grazie al suo contenuto di vitamina C, di acid aitico e malico, la tonifica, riduce la secrezione di sebo e mantiene la giusta act 1. Tonico per pal grasse: massaggate il viso due volte il giorno (a mattina e la sera), con un batuffolo d ovatta imbevuto & succo di limane (avendo l'accortezza di evitare gli occh). Lasciate seccare e pol rinetete Voperazione. Alla fine lavate i viso con acqua fredda. Maschera per peli grasse: sbattete un tuorlo duovo con due ‘cucchial d mide liquide, aggiungete die cucchiai di olio extra vergine dioliva, amalgamate bene aggingendo - se necessario — alto olio e infine due/tre cucchiai di succo di limone. Ungete il viso con questa crema e lasciatela seccare. Poi, lavatevi con acqua tiepida, Per ottenere denti bianchi: ogni giomo - per una (Suite page 22) UN PENSIERO AFFETTUOSO ? Regala un abbonamento a « L’ISOLA >», lo gradiranno ! Bimestrale (sau jullet ~ aod) ol cultura poltica,infermatione della daspora scliana ~ Anno XIV r® 2 - (Marzo - Aprile) 2012 Moneta-credito Vs Moneta-debito Ricordate le 500 lire di carta, con il Mercurio Alato? Quelle erano di propriet’ dello Stato Italiano, cioé erano nostre, non dovevamo restituirle a nessuno, la loro esistenza non indebitava noi cittadini e nessuno ci chiedeva interessi a fine anno. Non cera scritto «Banca diltaliay ma «Repubblica Italiana - Biglietto di Stato a corso legale». Le firme erano del Direttore Generale del Tesoro, del Cassiere Speciale e cera il visto della Corte dei Conti Invece nelle banconote emesse dalla Banca diltalia le firme erano del Governatore e del Cassiere, che erano € restano privati e non fanno affatto parte dello Stato! Oggi invece sugli Euro della BCE ormai non le mettona neanche pid! E gli «americaniv? ‘A loro ci pensa la FED, un ente PRIVATO appartenente ai banchieri, presente sulle pagine gialle americane appena dopo la Federal Express! Beh.. si sa che pure riguardo al debito pubblico in USA sono sempre un passa avanti... Caro Amico, dopo che mi hai letto, non mi buttare. L°ISOLA Le fantastiche proprieta del limone (Suite deta page 24) settimana - affondate i denti in un grosso spicchio di limone (completo di bucda), assicurandovi che penettino nella polpa e nella parte bianca, quind passate lo spicchio avanti indetro per tutta la dentatura 4, Per tafforzare le unghee fragll: spremete il succo d due/tye limoni in SO mid aio d avocado (si tova in exboristeria), mmiscelate bene e ogni sera ungete le unghie con questo miscuglio. Per evitare, di macchiare la bianchetia, indossate guant di cotone bianco. 11 imone deve avere buccia soda, sottle, lscia, senza macchie e di cdlore brillante. Per vetficare che sia fresco controlate che la rosetta a cul é attaccato il piccilo sia di colore verde, Una buccia rugosa e spessa, macchie verdi, deformit’, ammaccature e cicatid, dovute a gandne o ad attacchi di parassi, sono da considerarsi difet Uslizzatelimoni matur, pil ricchi di aroma. Al momento dalacquisto accertatev! che i flutt non siano trattat in suparfide con una sostanza che impedsce lo svluppo dalle mute, cetta ‘diene’ 0 ‘bifenle’. Nel corso di espetimentl di laboratorio condott su animal difenile non si & dimostrato nocivo, ma altera i sapore del frutto. Qualora voglate utlizzare la scorza, soprattutto se a scopi curatv, si consigia di acauistare limoni non tattat, Per conservare i limon’ matut la temperatura ideale & dO - 4°C, mentre | limoni verdl possono essere mantenuti 2 una temperatura di 11 — 14°C. E* consigiabile, quindl, tenere | limoni matur in frigorifero, mentee i limoni verd posseno rimanere in un ambiente fresco. Attenzione: chi soffre diiitazione allo stemaco 0 del postumi di Unuicera pud risutare insofferente al limone, In quest casi bisoona iniaiare ad assumere il limone gradualmente. Aleunisopportano medio Il succo di mezzo limone dito in acqua fredda, preso prima cat past. Alt preferiscono assumerlo dopo il pasto, discilto in acqua calda addolcita con un po’ d mide. Ince, € da tutto priva di fondamento la credenza, piuttosto ffusa, che il limone possa togliere caldo alle ossa (tendendole fiagli), al contatio, lacido citico contenuto nal fiutto favorisce {assimilazione del calcio da parte dalfintestno, E buona abitudine arattudiare un po’ di scorza di limone sulle verdure e sulle insalate, clive a dare sapore al piatto, la scorza é particolarmente ricca di limonene; é anche possibile sostture il limone al’aceto d vino nel conde le insalate. I imone ha un aroma meno aggressivo dal'aceto, si adatta a vivande dalicate come pesc, crostacal 0 verdure di gusto non accentuato. Il succo di limone ha la capacita di ‘cuocere’ le cari, ammorbidendane le fibre e rendendole piu gerbil => La scorza gattugata da limone conferisce un aroma gradevole a dold, gaat, paste fall e levitate, cleme, caini fe salse (grattigiamne solo la parte galla e non qualla bianca che é amara). => Per evitare che | carciofi pulti anneriscano, immergetali in ‘acqua aciduata con succo di limone, => Agglungete una fettina di scorza d limone al caffé (secondo la tadzione popdare, aiuta la digestione di un pasto ‘pesante’), => Par diminare Vodore del cavolfiore, durante la bolitura, ‘mettete mezzo limone nal'acqua di cottura => Nala preparazione dalle marmallate, durante la cottura dalla frutta, agaiungete succo di limone, Impedsce che le marmdllate inacidiscono (nonastante il limone abbia_un sapore aciduo}. Giancarlo Fornei / Fonte: cucinanaturale.blogspot.com ra il tuo alto senso di civismo... Regalami a qualche amico 0 parente. Aiuterai cosi la mia diffusione. Grazie. Bimestrale (saufjllt- acct) ct citura, politica, infermazione della daspora siellana - Anne XIV -n® 2 (Marzo Aprile) 2012 Nous servons les particuliers dans nos boutiques : Altanatura est le spécialiste des paniers cadeaux pour les entreprises www.altanatura.be — | ON AAS ae - OLIO A a meet R Te Tit) Cabernet Sauvignon Syrah Merlot pile AA ip loreden keeles ale Usa’ www.altanatura.be ms ee NS