Sei sulla pagina 1di 2

Circolo Didattico di Vinci – a.s.

2006/07 – CLASSI 3^

L'esplorazione di sé in prospettiva narrativa e descrittiva


ITINERARIOO N. 4
DAL QUADRO AL RACCONTO
Tempo di attuazione: Quarto Bimestre
Obiettivi formativi:
Utilizzare spunti tratti da fonti diverse per parlare e scrivere.
Comprendere e usare forme di comunicazione orale e scritta in contesti significativi.
Riconoscere e usare gli elementi fondamentali del linguaggio visivo in funzione del significato iconico-testuale.
Considerare la lingua oggetto di riflessione: regole di funzionamento.

OSA ATTIVITA` EDUCATIVE METODI SOLUZIONI MODALITA'


E DIDATTICHE ORGANIZZATIVE DI VERIFICA

È ben vero che dalla realtà si possono trarre numerosi


ASCOLTO e PARLATO spunti per approfondire la conoscenza e l’uso della Creazione di un Attività laboratoriali Forme di
 Avvalersi di tutte le anticipazioni lingua, ma anche l’apertura all’immaginario può rivelarsi ambiente di anche a carattere valutazione e di
di testo( contesto, tipo, ricca e accattivante, a maggior ragione se coadiuvata apprendimento interdisciplinare. autovalutazione
argomento,titolo…) per dall’ingresso nel mondo dell’arte. stimolante; Lezioni frontali. formativa
Questa è l’esperienza da fare con gli alunni, trasportati costruzione di Lavoro individuale. ( rilevazione dei
mantenere l’attenzione,
con la tecnica della classe de rêve prima in un ipotetico rapporti livelli
orientarsi nella strumentali,
comprensione,porsi in modo museo, poi addirittura dentro al quadro. interpersonali Attività di recupero e
Le insegnanti offrono dipinti d’autore( Monet, Van Gogh, positivi. di sviluppo nei cognitivi,
attivo. comportamenta-
Renoir) altamente evocativi, adatti a suggerire la loro Approccio gruppi,omogenei e/o
 Comprendere il significato di li, relativi al
lettura attraverso i cinque sensi. I bambini hanno modo costruttivo: eterogenei.
semplici testi orali e scritti, gruppo classe e
di osservare a lungo le immagini a colori , quindi sono didattica
riconoscendone la funzione invitati alla descrizione orale e poi scritta,individuale o laboratoriale. Interventi di
ai singoli
 ( descrivere, narrare, alunni).
collettiva , arricchendo via via la visione con dati uditivi, Attivazione di supporto e guida.
regolare…) Uso di griglie di
tattili, olfattivi,… ed ecco che le scene rappresentate forme di valutazione del
e individuandone gli elementi dalle opere si animano : i personaggi iniziano a parlare, ricerca:esplorazio- Interventi parlato da parte
essenziali(personaggi, vengono intervistati alla ricerca di notizie sull’autore, ne, osservazione, differenziati. degli alunni.
luoghi,tempi). oppure diventano attori di una storia narrata( in prima o riflessione.
 Produrre testi orali di tipo in terza persona). Problem solving Cooperazione tra
narrativo e descrittivo. Conversazioni pari.
 Interagire adeguatamente nello con valorizzazione Utilizzo degli spazi
scambio comunicativo. del confronto. interni ed esterni
. alla scuola.
Circolo Didattico di Vinci – a.s. 2006/07 – CLASSI 3^

Utilizzo del
LETTURA e SCRITTURA . La realtà ambientale si fa scena e suggerimento della Verbalizzazioni computer.
 Raccogliere idee per la scrittura narrazione. Il lavoro è particolarmente adatto alla individuali e collettive. Osservazione dei
attraverso la lettura del reale, il sensibilità artistica dei bambini e alla loro ricchezza Contestualizzazione di processi di
recupero in memoria,. emotiva. Le insegnanti supportano con un’adeguata offerta conoscenze e abilità. apprendimento sia
 Produrre testi scritti: descrittivi, lessicale: il parlato e lo scritto migliorano nei termini, Discussioni collettive. in itinere, che
narrativi,per comunicare nell’ordine espressivo, nella chiarezza espositiva. Sono Forme di attraverso prove
esperienze,idee ,emozioni. proposti in lettura testi sugli autori (biografie , lettere autovalutazione proposte al
 Utilizzare semplici strategie di autobiogr.) per approfondire la conoscenza delle opere,nel riflessione sui termine
autocorrezione. significato rappresentativo e nelle tecniche pittoriche. processi di dell’itinerario o di
 Organizzare il contenuto della Verifichiamo quanto appreso richiedendo la narrazione di tappe significative.
apprendimento(operaz
comunicazione scritta secondo il un episodio accaduto nel quadro, attinente al contesto ioni metalinguistiche).
criterio della successione dipinto.
temporale. La riflessione linguistica potrà in questa fase rafforzare e
consolidare gli apprendimenti morfologici ; nella
RIFLESSIONE SULLA LINGUA descrizione , l’aggettivo qualificativo e i suoi gradi, l’agg. Considerazione
. possessivo, il nome e le alterazioni; per la narrazione il dell’errore come
 Convenzioni ortografiche verbo e i suoi tempi, i pronomi. Cominceremo a valutare la strumento da
 Segni di punteggiatura. utilizzare per
necessità di ricorrere all’uso di fondamentali
 Funzione dei nomi e degli articoli connettivi(temporali, spaziali). Saranno esercitate la procedere
e loro funzione nel testo nell’apprendi-
coesione e la coerenza espositive. Rifletteremo sulla
( consolidamento). mento.
sintassi della frase semplice e complessa. Forme di
 Arricchimento lessicale La fonologia del testo sarà riprodotta,anche dopo revisione
sull’aggettivazione e sua funzione collettiva, attraverso l’uso della punteggiatura. valutazione
nel testo ( consolidamento). sommativa.
Gli argomenti grammaticali saranno ritrovati nei testi. Dopo Osservazione dei
 Uso degli indicatori temporali e
averne capito l’importanza e la funzione, ci sarà la fase di prodotti :
spaziali.
esercizio e di rinforzo attraverso giochi ed esercitazioni; descrizione di foto,
 Relazioni di connessione
seguirà la definizione. espansione dei
lessicale.
 Narrazione in prima e terza testi e
persona. rielaborazioni
 Concetto di frase semplice, personali di dati
complessa, nucleare. raccolti,descrizio-
ne di sé, di un
compagno, di un
familiare.