Sei sulla pagina 1di 34

Compendio alimentare: sui danni derivati dalla cottura; sulle energie e vitalit che vengono rilasciate; sugli effetti

tti dannosi degli acidi, dei processi di acidicazione e combinazioni causanti fermentazioni; Sulleffetto stimolante, sedativo e delirante che rilasciano alcuni alimenti.

Premessa Il consumo di cibi cotti crea dipendenza sica ed emozionale nelle persone che se ne nutrono, indebolendo il sistema immunitario, facendo apparire le persone pi vecchie e sviluppa nel corso del tempo serie malattie; favorisce inoltre nelle societ abitudini e strutture economiche che sono nocive per lambiente e distruggono la vita ed i meccanismi che la supportano sul nostro pianeta. Il fuoco un'invenzione dell'uomo (come benzina,automobili ecc) in natura non esistono cibi "cotti" e noi siamo l'unico animale su 700mila specie che cuoce i cibi (infatti siamo gli unici ad ammalarci di patologie legate all'apparato digerente). Cuocendo i cibi si va a distruggere la loro struttura di vitamine, enzimi e propriet in generale, il fatto che vengano digerite in fretta solo un errore di comprensione perche in realt quando inseriamo cibi cotti nel nostro corpo si attivano le difese immunitarie (leucositosi) che inducono sonnolenza, cosa che nn succede minimamente quando si ingerisce frutta! Anche la stessa verdura, se consumata cotta "manda al bagno" in realt il corpo che percependola come corpo estraneo e da combattere cerca di sbarazzarsene il prima possibile. Il fruttarismo il pi elevato concetto morale di nutrizione ed il supporto biologico per ottenere i pi alti livelli di benessere sico, mentale, morale e spirituale. Il fruttariano egli stesso un frutto del magico potere della terra e del sole il risultato nale di milioni di anni di sforzi da parte vita per produrre un esemplare unicopieno di intelligenza, emozioni e sentimenti damore.. e di coscienza..; una meravigliosa forma di vita un vero essere umano!

Tu sei realmente quello che mangi!

Capitolo I
Cibocotto, cibo morto La leucocitosi un fenomeno dovuto allaumento di globuli bianchi nel sangue: si verica in modo pi evidente dopo ingestione di carne, nella donna in gravidanza, nel neonato, nella persona anziana, dopo stress sici ecc. ma diventa un fatto patologico a causa di polmoniti, appendiciti, infezioni da germi, intossicazioni ecc. I globuli bianchi, che possono assorbire anche sostanze chimiche e tossiche, contengono numerosi enzimi che hanno lo scopo di difendere lorganismo fagocitando corpi estranei o microbi penetrati nel sangue. Quando lorganismo chiamato a fronteggiare uninfezione, cio unimprovvisa invasione di microbi patogeni, mobilita rapidamente i macrociti che ingaggiano unaspra battaglia contro gli invasori: pi lorganismo in pericolo maggiore il ritmo di produzione per sostituire i microfagi e macrofagi che muoiono in battaglia, innescando in questo modo la leucocitosi. Esiste una diretta correlazione tra aumento di globuli bianchi e stato di infezione di un organismo, come esiste una diretta correlazione tra ingestione di cibi cotti ed aumento dei globuli bianchi. La cottura dei cibi risulta essere la causa pi rilevante allinsorgere di malattie umane. Che il cibo cotto sia un alimento morto viene dimostrato dal fatto che un seme cotto non germina pi, un uovo di gallina fecondato se cotto non dar mai un pulcino, una pianta strappata con lapparato radicale integro se sottoposta a cottura non riattaccher mai pi. Con la cottura leproteinesubiscono un brusco decadimento del loro valore biologico, tale decadimento particolarmente intenso in caso di bollitura; se poi la cottura avviene mediante arrostimento o tostatura le proteine si denaturano e producono sostanze tossiche da piroscissione alcune delle quali notoriamente cancerogene, come il benzopirene. Le carni alla griglia sono causa, ormai accertata, di cancro. La stessa cosa si pu dire dei semi sottoposti a torrefazione (caff, cacao, pane abbrustolito ecc.): si formano dei catrami di piroscissione nei quali sono state individuate almeno una decina di sostanze cancerogene (prof. R. Lautie, Vie et Action). La digeribilit delle proteine diminuisce con la cottura (eccetto per lalbume delluovo). Le sostanze proteiche a 60 iniziano a occulare e poi coagulano del tutto divenendo inattaccabili dai succhi gastrici. Per quanto riguarda icarboidrati. Il dr. Alberto Donzelli (nella rivista Girasole 1984 n.31) afferma: Tutte le parti imbrunite cotte al forno contengono sostanze mutageni. In merito alladigeribilit degli amidi cottiil corpo umano capace di fare la stessa cosa con i propri enzimi (ptialina ecc.) senza ricorrere alla cottura. Anche gliamidicrudisono digeribili. Il cavolo crudo richiede 2 ore per essere digerito, se cotto ne richiede 4. La cottura impedisce la digestione salivare e rende gli amidi meno digeribili. Ilcaloresuigrassicausa ossidazione che porta dapprima alla formazione di perossidi e di idroperossidi e poi di acidi grassi a catena corta. Inoltre la glicerina che si libera un composto altamente tossico. Lacido linoleico, come il linolenico, preziosi per la sintesi dei fosfolipidi, subiscono con il calore delle modiche strutturali che li rendono inattivi. Il grasso cotto ritarda lassorbimento di calcio, magnesio, ferro e rallenta lo sviluppo delle ossa. Il noto igienista Dr. A. I. Mosseri dice: Glialimenti cottinon sono adatti allalimentazione umana, essendo denaturati, devitaminizzati, demineralizzati. E il prof. Byron Tyler aggiunge: Gli alimenti cotti sono alimenti morti. Il cibo cotto la pi grande maledizione umana. Il medico di Losanna P. Kouchakoff ha dimostrato, a conclusione di migliaia di esperimenti condotti su molti soggetti e su se stesso, che unalimento cottoprovoca la moltiplicazione quasi immediata dei globuli bianchi che, come noto, servono a difenderci da corpi
2

estranei e dannosi, soprattutto di natura microbica, mentre lalimento crudo non la provoca mai. Esiste, insomma, nel nostro organismo una sorta di automatismo siologico in virt del quale lalimento cotto considerato come un aggressore. Le nostre difese leucocitarie, sollecitate diverse volte al giorno niscono inevitabilmente collindebolirsi e forse in questo risiede la nostra grande vulnerabilit alle infezioni. Il nostro organismo in grado di utilizzare anche il cibo cotto ma costretto a trasformare un cibo morto in materia vivente con un dispendio notevole di energie vitali sottraendole alleconomia delle nostre difese immunitarie. Oscar Montanari scrisse un libro in difesa del crudismo dal titolo Gli alimenti cotti indeboliscono, ammalano, uccidono il corpo umano. Il dr. Giuseppe Panegrossi, noto clinico alluniversit La Sapienza di Roma, scrisse anche lui un libro in difesa delcrudismoIl crudismo nei confronti della scienza e della civilt. Lingegnere francese Andr Simoneton gravemente ammalato e senza speranza di guarigione, riacquist la salute con il vegetarismo e si dette a studiare la causa del potere guaritore delle piante. Scopr che le radiazioni emesse da un organismo sano si aggirano intorno a 6500 Angstrom mentre in condizioni di malattia o di cattiva alimentazione scendono sempre ad di sotto di tale livello. Simoneton divise gli alimenti in tre categorie: 1) alimenti morti (cibi cotti o conservati, margarina, pasticceria industriale, alcol, liquori, zucchero bianco e grezzo): questi prodotti hanno radiazioni nulle o quasi nulle; 2) alimenti inferiori (carne, salumi, uova non fresche, latte bollito, caff, t, cioccolato, marmellate, formaggi, pane bianco: questi hanno radiazioni inferiori a 5000 Angstrom; 3) alimenti superiori: frutta cruda e matura e verdura cruda e fresca: questi cibi hanno radiazioni molto elevate tra 8000 e 10000 Angstrom. Inoltre le radiazioni della frutta e della verdura sono pi alte quanto pi breve il tempo trascorso dalla loro raccolta. Gli alimenti che non si possono mangiare crudi non erano destinati dalla natura a nutrirci. Luomo ha iniziato a cuocere il cibo (carne e cereali) per estreme necessit di sopravvivenza cercando di rendere appetibile cibi inadatti alla sua natura di animale fruttariano ma, purtroppo, come affermava Lucrezio Il cibo cotto stata la causa dellindebolimento della razza umana e dellaccorciamento della vita. Infatti lalimentazione cruda la base prima del benessere umano mentre il cibo cotto espone luomo a tutte le malattie e ai pericoli della morte precoce. Dopo aver mangiato cibo cotto i leucociti (che inuenzano la morfologia del sangue) aumentano per mezzora, dopo 90 minuti ritornano nella norma. Mediante cottura ordinaria, bollitura, si verica un aumento dei globuli bianchi; se i cibi vengono cotti al alte temperature si sviluppa iperleucocitosi. Questo non succede con i cibi crudi: anche se si mangia carne cruda i globuli bianchi non aumentano. Ma un alimento cotto genera leucocitosi anche se assunto freddo. Vino, aceto e zucchero producono aumento di globuli bianchi. Esiste un limite (temperatura critica) entro cui pu essere portato a cottura un alimento senza che questo sviluppo leucocitosi digestiva. Queste temperature critiche variano da87 a97 gradi centigradia seconda dellalimento che si cuoce. Si pu evitare leucocitosi mangiando prodotto cotto con quello crudo, nella proporzione minima del 10% del primo e con la necessit di masticarli insieme. Mangiare prima luno e poi laltro cibo non impedisce leucocitosi. La leucocitosi unalterazione delle cellule e non un cambiamento dei componenti liquidi, infatti il succo estratto dagli alimenti crudi e poi cotto non determina leucocitosi. Per alcuni batteri che si sviluppano per es. nello yogurt, nel latte cagliato o nei formaggi
3

possono inuenzare la reazione leucocitaria. Gli alimenti che causano leucocitosi digestiva subiscono con la cottura modiche chimiche a causa della mancanza di ossigeno. Infatti agitando nellaria per mezzora un cibo cotto riprende le sue propriet di cibo crudo. Esempio lampante dimostra che per neutralizzare gli effetti dannosi dello zucchero occorre compensarlo con prodotti crudi. Seccare, salare, affumicare fa perdere al cibo le propriet nutritive. Gli animali nutriti con carne cotta vivono meno a lungo ed hanno minori capacit di riproduzione inoltre tendono a sviluppare maggiori malattie mentre lalimentazione cruda rende perno pi agevole il parto degli animali. Nei suoi esperimenti con le scimmie McCarrison ha dimostrato che i cibi cotti producono dissenteria: le scimmie perdono lappetito, contraggono anemia, malattie della pelle, perdono peso corporeo e tutti gli organi vitali cominciano ad atrozzarsi. LA COTTURA - distrugge il corredo vitaminico, specie delle vitamine termolabili: enzimi, ormoni, antiossidanti naturali: elementi che sono alla base delle difese naturali dellorganismo; - cambia ci che era organico in inorganico rendendolo inutilizzabile dallorganismo; specialmente le vit. B e C solubili in acqua, si dissolvono alla prima cottura; - causa grande perdita di minerali solubili, dal 20 al 70%; - la cottura a vapore produce una perdita dal 22 al 43%; - produce acido urico che danneggia lo stomaco, intestini, reni, fegato, polmoni, cuore causando artrite, reumatismi, gotta, cancro. Le verdure bollite e lacqua gettata perdono quasi tutti i minerali. Maggiore lacqua che si usa per cuocere il cibo maggiore il quantitativo di nutrienti che va perso. Il cavolo cotto perde il 62% delle proteine, il 72% del suo calcio, il 60 % di fosforo e il 67% di ferro. La perdita di vit. C degli ortaggi del 45%; nei germogli di soia del 70%. Tutti i minerali organici si ossidano quando vengono in contatto con lossigeno dellaria e tornano ad essere inorganici. Non c vita nella sostanza inorganica. La sostanza inorganica non utilizzabile dallorganismo. Un cibo cotto un cibo ossidato. Quando la carne viene bollita i fosfati organici si trasformano in inorganici. Con il cibo cotto lorganismo non potendo trarre tutto il nutrimento necessario sente il bisogno di ingerire maggiori quantit di alimenti, con ci che ne consegue. Se ci si nutrisse di cibi crudi ne basterebbe la met del quantitativo che ingeriamo da cotto. Nel latte bollito, il complesso calcio-fosfato utilizzabile per la crescita, viene mutato in una forma che quasi impossibile assimilare. Pi a lungo vengono cotti i cibi, pi alta la temperatura, maggiore il danno. Le parti pi cotte di un cibo (per esempio la crosta del pane) hanno meno valore nutritivo di quelle meno cotte (la mollica). Il processo di cottura nemico non solo degli organi digestivi ma dellintero organismo umano. I cibi cotti e poi conservati per il pasto successivo perdono tutte o quasi tutte le loro propriet nutritive. I cibi essiccati (tostati inscatolati ecc.) hanno pochissimo o quasi nullo potere protettivo. La perdita di acido folico molto alta con la cottura dei cibi: con la cottura a vapore si perde il 10%; con quella a pressione il 20%; con la bollitura il 50%. Il latte pastorizzato perde le sue propriet antiscorbutiche. Allo stesso modo gli ortaggi e la frutta se essiccati, conservati o inscatolati: perdono le loro propriet antiscorbutiche. Meglio una forte e breve bollitura che una lunga e lenta. Non vero che le cose cotte sono pi appetitose: sono, eventualmente, i condimenti che le rendono tali, ma le spezie e gli aromi sono spesso tossici. Molti cibi divengono indigesti a causa del tipo di cottura o perch vengono cucinati con
4

laggiunta di altri alimenti tra loro incompatibili (vedi capitolo Combinazioni Alimentari). I cibi cotti (ritenuti pre-digeriti) non sono un vantaggio in quanto impediscono la giusta attivit dei succhi gastrici. Da ricordare che tra i tanti tristi primati delluomo (come quello di essere il solo animale che prende il latte di un altro animale anche dopo lo svezzamento) quello di cuocere e mischiare i cibi che mangia. Vi sono 700 mila forme di vita animale: nessuna tranne luomo mangia cibo cotto. Luomo la sola specie ad essere malata, oltre agli animali domestici a cui viene dato cibo cotto. Silvester Graham (1794-1851) (uno dei pi eminenti scienziati che per primo a parlato di cure naturali, di igiene naturale, di nutrizione) dichiara: Se luomo si sostenesse interamente con cibo crudo, la sua accurata masticazione e il lento inghiottire e i suoi pasti semplici servirebbero grandemente ad impedire liper-alimentazione e a salvarlo dai nocivi effetti di una delle cause pi distruttive della vita civile. Giustamente il movimento del cibo crudo si fa risalire a Graham per il quale, come per Russell Thacker Trall (1812-1877), Allcott, Densmore, Page ed altri, la frutta cruda, le noci e gli ortaggi rappresentano la migliore e la pi alta materia nutritiva per luomo. Dice Adolph Just nel suo Ritorno alla Natura: Non cerano forse uomini e donne belli migliaia e migliaia di anni prima della scoperta del fuoco? Volete forse credere che la natura abbia trascurato la salute delluomo no a che pillole, medicinali e cibi brevettati non lavessero salvato? Il cuoco arrostisce, bolle, cuoce in umido, aggiunge salse, intingoli, sostanze aromatiche e poi mescola e mescola no a che della sostanza iniziale, totalmente contraffatta, non pi possibile riconoscere il gusto, il colore, laroma. Un cibo che non esiste in natura: adatto ad un popolo destinato ad non esistere. Camuffare la morte, il sapore e il truce aspetto della salma di un animale, con i colori e i sapori della vita, questa in sintesi la professione del cuoco. Pi uno chef rinomato e famoso, pi spavalde, arroganti, avventurose e blasfeme saranno le sue proposte e le sue modicazioni, le sue macchinazioni infernali sul cibo, elaborate in costante contraddizione con le esigenze salutistiche di chi dovr consumare le sue taroccate opere darte culinaria. Caratteristica peculiare e imprescindibile del cuoco quella di tenere in totale dispregio le esigenze digestiveassimilative del suo cliente. RIASSUMENDO: il cibo crudo richiede masticazione: esercizio essenziale per i denti; la necessaria masticazione assicura uninsalivazione appropriata; il cibo crudo preserva i denti e lo stomaco dai danni del cibo cotto; i cibi crudi posseggono le giuste proporzioni tra sostanze nutritive e quelle di scarto; i cibi crudi tendono ad impedire dannose combinazioni di alimenti; i cibi crudi posseggono vitamine, enzimi, sali, acidi, carboidrati, proteine, e grassi in forma organica, cio altamente assimilabili; la necessit di masticare ci consente di assaporare pienamente il sapore del cibo, questo assicura lappropriato adattamento ad esso dei succhi gastrici; i cibi crudi non possono essere facilmente adulterati cos come oggi avviene per i cibi inscatolati; il cibo crudo non fermenta rapidamente; la dieta cruda fa risparmiare energie, tempo e lavoro.

Acrilamide L'acrilamide lammide (composti organici) dell'acido acrilico, il pi semplice acido carbossilico. Lacido acrilico il prodotto di degradazione del glicerolo in seguito a trattamenti termici o di irrancidimento di sostanze di sostanze grasse. LAcrilamide una sostanza molto tossica che si forma durante il processo di cottura, a temperature elevate, degli alimenti ricchi di carboidrati. La formazione di questa sostanza comincia a temperature superiori ai 120C e diventa massima intorno ai 190C; come ricordato maggiore per gli alimenti ricchi di amido (patate, cereali e legumi) e per il caff. La produzione di acrilamide facilitata dall'assenza di acqua e dalla presenza di asparagina (un amminoacido) e di uno zucchero ridotto (come il glucosio od il fruttosio contenuti soprattutto nelle patate, ma anche nei cibi caramellati). A livello di tossicologia alimentare viene prodotta, al pari dell'acroleina anche a seguito della disidratazione del glicerolo frutto dell'idrolisi dei grasso, reazione che si presenta durante la frittura oltre il punto di fumo dell'olio utilizzato, seguita dalla sua interazione con composti azotati contenuti nei cibi tramite una serie di reazioni comprendenti una serie complessa di fenomeni, della serie compresa nelle reazioni di Mailard ovvero limbrunimento del cibo che avviene a seguito dell'interazione con la cottura, principalmente di zuccheri e proteine ad una temperatura superiore a 120 - 140. La reazione principalmente coinvolta quella tra asparagina e zuccheri riducenti come fruttosio e glucosio, o carbonili reattivi come appunto quello acroleinico, a temperature superiori a 120C. la reazione di Maillard che forma diverse centinaia di piccole molecole odorose, responsabili di molte delizie culinarie. Tale reazione interessa quindi alimenti che contengono zuccheri e proteine ed favorita da calore, luce, metalli e pH leggermente alcalino (6 - 10) Lacroleina L'acroleina una sostanza tossica per il fegato e irritante per la mucosa gastrica. Viene prodotta dalla disidratazione del glicerolo, reazione che si presenta durante la frittura oltre il punto di fumo dell'olio utilizzato. Se sottoponiamo un olio a un deciso innalzamento termico, per effetto della temperatura l'olio prima idrolizzato in glicerolo e acidi grassi. La degradazione dell'olio avviene poi per trasformazione del glicerolo (con perdita di acqua) in acroleina (aldeide acrilica); tale fenomeno visibile perch l'acroleina appare sotto forma di fumo che abbandona l'olio. La formazione di acroleina tanto maggiore quanto pi l'olio ricco di acidi insaturi (pi sensibili al calore) e determina il punto di fumo dell'olio in questione. L'acroleina irritante per la mucosa gastrica e nociva per il fegato: la somministrazione di oli mantenuti al punto di fumo per due ore provoca un danno epatico facilmente riscontrabile. Si noti come il processo di formazione dell'acroleina sia a due stadi; qualunque fattore inibisca all'aumentare della temperatura la scissione dei trigliceridi in glicerolo e acidi grassi ritarda il secondo stadio con formazione di acroleina.

Capitolo II
Biosica alimentare Ling. francese Andr Simoneton (gravemente ammalato e senza speranza di guarigione, riacquist la salute con il vegetarismo) era un esperto in elettromagnetismo, e negli anni 30 e 40 collabor allo studio della vibrazione degli alimenti utilizzando i lavori di altri importanti ricercatori. Ogni alimento, come ogni essere vivente, oltre ad avere un potere calorico (chimico-energetico) ha anche un potere elettromagnetico (vibrazionale). Servendosi di apparecchiature scientiche, misur la quantit di onde elettromagnetiche degli alimenti, classicandoli in base a queste. Premessa Riassumiamo brevemente la costituzione delle cellule e la denizione del rapporto acido/ basico. Per maggiori dettagli rimandiamo il lettore alla lettera La salute del Corpo (Ricordiamo, ai lettori, che i brani nel cui titolo compare un numero, cos come quelli chiusi tra virgolette e seguiti da un numero tra parentesi, rappresentano un testo originale, tratto dal volume il cui titolo riportato nei riferimenti bibliograci. Ricordiamo anche, che la nostra mente razionale, essendo stata concepita per risolvere i problemi, letteralmente perde degli impiegati qualora si trova di fronte ad una parola malcompresa; impiegati che si siedono intorno ad un tavolo per cercarne la giusta denizione e non sono pi disponibili per il lavoro di apprendimento. Pertanto non superate mai una parola di cui non conoscete bene il signicato. Se incontrate una parola di cui non conoscete il signicato o non siete sicuri di ci che essa vuol dire, cercatene la spiegazione in un vocabolario o unenciclopedia medica) Le cellule Sono lelemento fondamentale di cui sono composti tutti i tessuti di un organismo, sia esso umano, animale o vegetale. E una singola unit di materiale vivente capace di autoriprodursi. Una cellula assomiglia ad un uovo e si compone di: 1. Nucleo (es. il tuorlo): la parte centrale adibita alla riproduzione e allaccrescimento della cellula. 2. Citoplasma (es. albume): lelemento che consente alla cellula di contattare ed interagire con lambiente esterno; infatti in grado di irritarsi, contrarsi, assorbire, espellere e respirare. Nel citoplasma si trovano corpuscoli di varia forma e volume che fanno parte del sistema vivente della cellula (mitocondri, ecc.). Acido/basico il compromesso vitale Tutte le reazioni, che deniscono le condizioni essenziali di un ambiente in cui la vita sia possibile, si svolgono nellambito di determinati valori, tra questi il pi importante il rapporto acido/basico. Allinterno del nostro organismo questo rapporto dovrebbe sempre rimanere costante, si possono per creare delle condizioni troppo acide (per eccesso di potassio) oppure troppo basiche (per eccesso di sodio). Per misurare il rapporto acido/basico viene utilizzato un termine di paragone chiamato pH. Nel campo medico, il pH viene utilizzato per misurare il liquidi organici ed in particolare il sangue, la saliva e lurina. Questi liquidi vengono deniti: - ACIDI, quando il pH compreso tra 0 e 7,06; - NEUTRI, quando il pH uguale a 7,07; - BASICI o ALCALINI, quando il pH compreso tra 7,08 e 14,14.
7

Le energie segrete degli alimenti La ricerca del Dr. A. George Wilson Intorno al 1960, il Dr. Wilson complet lo sviluppo di unapparecchiatura elettrica molto sensibile che chiam Neuro-Micrometro. Questo strumento, una volta collegato con elettrodi in contatto con la supercie del corpo di una persona, in grado di registrare il usso di elettricit che scorre nei suoi nervi. Il Neuro-Micrometro in grado di misurare: - Rapporto acido/basico - Energia che scorre nei nervi - Energia funzionale - Ossidazione delle cellule - Riserva di energia organica - Tensione emotiva - Tossicit organica Con lausilio del Neuro-Micrometro, si pu ottenere unindicazione abbastanza approssimata della condizione di alcuni organi interni oppure delle ghiandole endocrine. Queste misurazioni diventano possibili in quanto vi sono sul corpo dei punti riessi (probabilmente sono gli stessi utilizzati nellAgopuntura, N.d.T.). Cos la salute? Per denire la condizione di buona salute, la cosa migliora da fare esprimersi in termini di energia funzionale, una forma di corrente nervosa, anche chiamata bio-elettricit, che fornisce gli impulsi necessari al movimento degli arti ed alla vitalit di tutte le cellule che costituiscono il nostro organismo. Va sottolineato il fatto che tale energia non potr mai essere fornita da alimenti cotti, surgelati o provenienti da animali morti. Lelettricit denita come unonda di elettroni che sono costretti a muoversi da atomo ad atomo. Vi sono molti modi per creare dellelettricit, quella nel nostro organismo causata da reazioni chimiche (come quando si carica una batteria) che avvengono nelle cellule; tale processo prende il nome di ossidazione. Lossidazione avviene come conseguenza dellassorbimento di ossigeno e nutrimento da parte delle cellule. Nel momento che lossigeno e gli elementi nutritivi giungono al loro nucleo e ne diventano parte integrante, viene a crearsi una minuscola corrente elettrica che ammonta a circa un 50-milionesimo di Volt. Questa corrente, anche se appare assai debole, sufciente per mantenere in vita una cellula e, quando si combina con quella di altre cellule (come accade nel cervello), diventa sufciente per causare un usso di energia nervosa che, qualora diretto verso una parte dellorganismo, prende il nome di impulso nervoso e pu produrre unazione. Siccome sono gli alimenti che assumiamo che permettono la generazione di questa energia, spetta agli stessi il compito di mantenere lintegrit termica, chimica, strutturale e funzionale del corpo. Questi quattro fattori sono ugualmente importanti ma, purtroppo, solo i primi tre sono stati presi nella dovuta considerazione. Quanto il cibo, possa essere correlato alla generazione dellenergia che mantiene le attivit funzionali del corpo, stato infatti un argomento alquanto trascurato. Le nuove considerazioni nel campo della dieta La prima cosa da fare, nella ricerca di una dieta ottimale, dovrebbe essere lattenta considerazione delleffetto che essa avr sulle cellule dellorganismo, sul rapporto acido/
8

basico e quanto potr aumentare o diminuire lenergia nervosa disponibile. Il Dr. Wilson enumera quattro modi nei quale una dieta scorretta pu interferire nel buon funzionamento delle cellule: 1. Incapacit di provvedere il giusto nutrimento alle cellule, sia per i processi di ossidazione che per la creazione di nuove cellule. 2. Creazione di eccessiva acidit, che interferisce con i processi ossidativi delle cellule. 3. Incapacit di creare lacidit sufciente a creare la differenza di potenziale necessaria per permettere il uire dellenergia lungo i nervi del corpo. 4. Eccessiva assunzione di alimenti che pu ostacolare la circolazione dei uidi allinterno dellorganismo. Se i uidi non circolano liberamente i nutrimenti non possono giungere alle cellule nella dovuta quantit e non vi potr neppure essere unadeguata eliminazione dei riuti dovuti alla loro attivit. Entrambi questi fattori creano una malnutrizione delle cellule: lunica fattore, secondo il Dr Wilson, che sta alla base di molte malattie, specialmente quelle croniche. Radiazioni degli alimenti: onde umane e salute Marcello Pamio, fonte: Radiations des aliments: ondes humaines et sant, Andr Simoneton e "La vita segreta delle piante" di Peter Tomkins e Christopher Bird Quando si parla di materia ed energia, subito alla mente compare limmagine di Albert Einstein e della sua famosa equazione: E= mc2. Se invece si parla di radiazioni e vibrazioni emesse dagli alimenti, alla mente, nonostante la storia sia ricca di personaggi che hanno lavorato in questo ambito, non compare proprio nulla! Come mai? Questo articolo ha proprio il senso di ricordarne uno: Andr Simoneton, un ingegnere elettrico francese. Simoneton partendo dalle ricerche e scoperte di altri grandi ricercatori, come i francesi Andr Bovis e Louis Kervran e il russo G. Lakhowsky, si occupato principalmente delle azioni, degli "effetti" che gli alimenti hanno sul corpo umano. Per esempio una delle teorie di Andr Bovis, si basa sul principio che la Terra ha correnti magnetiche positive che vanno da Nord a Sud e correnti magnetiche negative che vanno da Est a Ovest. Queste correnti vengono captate da tutti i corpi sulla supercie terrestre, e se uno di questi corpi viene messo in posizione Nord-Sud sar pi o meno polarizzato a seconda della forma e della sua consistenza. Nei corpi umani queste correnti, dette positive e negative, entrano in una gamba ed escono dalla mano della parte opposta; contemporaneamente le correnti cosmiche entrano dalla testa ed escono dalla mano e dai piedi opposti. Tutti i corpi contenenti acqua accumulano queste correnti e le irradiano lentamente, perci il corpo umano (e tutti gli alimenti offerti dalla Natura), come un condensatore variabile, agisce da rilevatore, selettore e amplicatore di onde corte e cortissime. Lakhowsky affermava invece che la vita nasce dalle radiazioni e viene mantenuta dalle radiazioni. Grazie al lavoro di questi insigni ricercatori, Simoneton pot concepire lidea che le cellule nervose umane non solo ricevevano lunghezze donda ma erano anche delle trasmittenti: egli era convinto infatti che ciascuno degli organi essenziali con le loro cellule costituisce un piccolo circuito oscillante. Qualsiasi ricevitore deve entrare in vibrazione risonante con un emettitore in maniera da raccogliere le sue emissioni. Lakhowsky paragon il sistema a
9

due pianoforti bene accordati: quando viene battuta una nota sulluno, esso fa vibrare la stessa nota sullaltro. Numerosi anni di studio, permisero a Simoneton di dimostrare empiricamente che tutto il vivente in Natura emette una vibrazione o radiazione ben specica; ma la cosa forse pi intrigante stata quella di rispondere alla domanda: quali vibrazioni indeboliscono lessere umano e quali invece lo forticano? Per le sue misurazione utilizz un contatore geiger, una camera ionizzante di Wilson, il dosimetro e biometro di Bovis graduato in Angstroms (A) che poteva misurare al decimilionesimo di millimetro. Con questo sistema riuscito a stabilire che ogni essere umano in salute, emette delle radiazioni dai 6200 ai 7000 Angstroms (lunghezza donda che corrisponde al colore rosso). Ogni colore in natura ha una sua vibrazione e una sua lunghezza donda: Viola, da 3900 a 4300 A Indaco, da 4300 a 4500 A Blu, da 4500 a 5200 A Verde, da 5200 a 5800 A Giallo, da 5800 a 5900 A Arancio, da 5900 a 6200 A Rosso, da 6200 a 7800 A Dopo estenuanti controlli ed esperimenti su persone sane e malate, Simoneton trov che la media della vibrazione nelle persone sane di 6500 A (in s), mentre nelle persone malate tale vibrazione sempre pi bassa! Tutti gli esseri viventi, per mantenere e conservare la propria integrit funzionale e il suo sistema vibratorio interno, hanno bisogno di tre principali sorgenti: - Le onde telluriche e cosmiche; - Le onde dello spettro solare; -Le onde dei prodotti alimentari. Luomo quindi si trova in mezzo tra le inuenze vibratorie che arrivano dal cosmo, dal Sole e dalla Luna, dalle vibrazioni telluriche del sottosuolo, dalle vibrazioni umane e da quelle degli alimenti. Andr Simoneton, diede sempre molta importanza allaspetto nutrizionale, anche grazie al fatto che il regime vegetariano gli salv letteralmente la vita. A 23 anni infatti, in piena Grande Guerra (1916), venne riformato dal servizio militare per bronchite bacillare e ricoverato in un ospedale per tubercolosi. A 33 anni era alto 1,69 metri e pesava ben 90 kg, aveva una colibacillosi aggravata da una prostatite con cistite, arteriosclerosi e costipazione molto grave. La sua situazione quindi era molto grave, incurabile per l'epoca. Fu allora che intraprese una cambio drastico di regime alimentare, diventando vegetariano. Lapplicazione di questo metodo nuovo fu lunga e faticosa ma dopo sei mesi vide gi i primi segnali di miglioramento, e in 4-5 anni riguadagn la salute completamente! Al punto tale che a 83 anni (nel 1977) pedalava con la bicicletta per 70-80 km, giocava a tennis settimanalmente, sciava, nuotava e faceva addirittura canottaggio.

10

Visto il suo interesse per lo studio delle energie, indag dettagliatamente la radiazione emessa dagli alimenti, e la sua importantissima conclusione gli permise di classicare gli alimenti in quattro grandi categorie: 1) Prima categoria: ALIMENTI SUPERIORI Radiazione superiore a quella trovata nelluomo: da 10.000 a 6500 A 2) Seconda categoria: ALIMENTI DI SOSTEGNO Radiazione variabile tra 6500 e 3000 A. 3) Terza categoria: ALIMENTI INTERIORI Radiazione molto inferiore a quella trovata nel corpo umano: sotto i 3000 A 4) Quarta categoria: ALIMENTI MORTI Alimenti che non emettono alcuna energia riscontrabile. ALIMENTI SUPERIORI La polpa dei frutti freschi ben maturi, le verdure crude e/o cotte a temperature inferiori ai 70 C, il pane e la farina integrale, la frutta oleosa, le olive, mandorle, noci e noci di cocco, il burro fresco, il formaggio non fermentato e le uova di giornata. Quando la frutta ha maturato correttamente sotto il calore del sole, la sua radiazione massima. Dopo la maturazione, la lunghezza donda stabile per qualche giorno, spesso qualche settimana nel caso dei frutti dinverno, per poi decrescere no a zero. Mangiando un frutto noi assorbiamo la radiazione spettrale del sole e probabilmente anche quella tellurica e cosmica. La sensazione di benessere che proviamo nella regione dello stomaco dovuta proprio a questo insieme di radiazioni (immagazzinate nella pianta), che sappiamo oscillare tra linfra-rosso e lultra-violetto. Un vero e proprio bagno solare locale! Questo il motivo per cui Simoneton faceva colazione ogni giorno con un pasto di frutta fresca. ALIMENTI DI SOSTEGNO Il latte fresco (dopo 12 h la radiazione scende del 40% e dopo 24 h del 90%), il burro ordinario, le uova, il miele, lo zucchero di canna integrale, lolio di arachidi, il vino, vegetali e legumi cotti (bollitura). ALIMENTI INFERIORI La carne cruda, le uova di due settimane, il latte bollito, caff, th, cioccolata, confetture e marmellate, formaggio fermentato, pane bianco. ALIMENTI MORTI Le conserve alimentari, le margarine, gli alcolici, liquori, lo zucchero bianco, le farine rafnate e tutti gli alimenti pastorizzati (succhi di frutta, ecc.).
11

Le conclusioni sono: a) Tutti gli alimenti reputati pi sani sono quelli con la lunghezza donda pi elevata, cio quelli che emettono pi energia. Quelli con pi vitamine! b) Certe procedure, comunemente utilizzate come la cottura, alterano e distruggono alcune qualit degli alimenti. c) La freschezza di certi alimenti resta un fattore importantissimo. d) Gli alimenti conservati e pastorizzati non conservano alcuna vitalit, sono alimenti morti. e) Gli alimenti della terza categoria (inferiori), senza vitamine sono praticamente tutti i polipeptidi (proteine) e quindi basta una piccola carenza nellapparato digerente (per esempio nel fegato) per scatenare intolleranze allorganismo. Non estranea infatti lorigine spesso alimentare di emicranie, asma, eczema, orticaria, ecc. f) Inne, la stragrande maggioranza degli alimenti della quarta categoria (alimenti morti) se sono mangiati in eccesso, provocano intossicazione. Gli alimenti per i quali lessere umano biologicamente predisposto sono quelli che hanno il maggior quantitativo di acqua biologica, enzimi e vitamine, quindi di vibrazione energetica: gli alimenti della prima categoria: frutta, verdura, noci, cereali. Quando si parla di vitamine s'intendono migliaia di sostanze organiche che SOLO le piante, e non i laboratori, possono produrre. Lo ha dimostrato sperimentalmente il dottor Ehrenfried Pfeiffer (biochimico seguace del losofo e scienziato austriaco Rudolf Steiner). La vita - era solito affermare Pfeiffer - pulsa in modo genuino dal cibo, dal suolo e dalle vitamine vive e come i minerali inorganici, i prodotti chimici e le vitamine sintetiche sono morti. Mediante la cromatograa ha dimostrato che la vitamina C sintetica o acido ascorbico del tutto diversa dalla vitamina C dei frutti della rosa canina per esempio: quello che manca nell'acido ascorbico il valore biologico o vitalizzante! Le immagine seguenti, originali dell'ing. Simoneton tratte dal suo libro, mostrano come la vibrazione degli alimenti decresce con il passare delle ore e dei giorni. A sinistra (sopra) le pere William dalla maturazione hanno circa 8 giorni in cui emettono radiazioni vitali, dopodich la vibrazione scende a zero; le pesche (sotto) hanno una durata di emissione di 10 giorni. Il ciclo vitale delle albicocche e prugne mostrano circa 15 giorni. Il ciclo vitale di una banana di 24 giorni, dove nei primi 8 giorni, avendo una energia superiore i 6000 A rientra negli alimenti superiori, i 6 giorni successivi negli alimenti di sostegno e gli ultimi 10 giorni invece nella categoria degli alimenti inferiori. la logica conclusione che la frutta va mangiata matura e prima possibile. Molto interessante constatare che la lunghezza donda della frutta e degli ortaggi disidratati rimane dentro la banda del viola e ultra-violetto: 4/5000 A, e la frutta disidrata se immersa nell'acqua (processo di idratazione) per almeno 24 h, irradia quasi quanto appena colta. Secondo il paragnostico cecoslovacco Jan Merta, la buccia di mele, pere e altra frutta o verdure, se lasciata immersa in un bicchiere di acqua durante la notte, emette vibrazioni salubri all'acqua che poi pu essere bevuta. Per la salute umana fondamentale mangiare frutta e verdura crude, visto che la cottura mera invenzione delluomo - distrugge enzimi e vitamine, fa coagulare le proteine e rende inorganici i minerali.
12

La patata e il frumento sono eccezioni. La patata cruda ha una vibrazione di 2000 A, cotta nellacqua arriva a 6000 A, mentre al forno (con buccia) raggiunge i 9000 A. Il frumento ha una radianza di 8500 A, se cotto sale a 9000 A. La carota, e gli altri ortaggi hanno una lunghezza donda di circa 8000 A. I legumi (ceci, piselli, lenticchie, fave, ecc) hanno una vibrazione che va da 7000 a 8000 A da freschi e crudi, se seccati da pi di qualche settimana, la radiazione bassa, e dopo parecchi mesi, non hanno pi alcuna vitamina, questo il motivo per cui diventano pesanti ed indigesti. Le Malattie Le radiazioni misurate dall'ing. Simoneton non riguardarono solo gli alimenti Egli stabil che la banda dei microbi e delle malattie va da 3100 A (valore della meningite, colore ultra-violetto) ai 6250A (valore della dissenteria, colore infra-rosso). Ecco qualche esempio di malattie: Malattia Dissenteria Difterite Stalococco Tubercolosi Inuenza Cancro Tetano Meningocco Vibrazione 6250 A 4500 A 5400 A 5525 A 5460 A 4874 A 4900 A 3100 A Carne cruda di 3 gg., pane bianco Carne cruda di 10 gg., uovo di 11 giorni, pane bianco Alimenti con la medesima vibrazione

La lunghezza donda della tubercolosi pari a 5525 A e coincide con la carne cruda di 10 giorni, alluovo di 11 giorni e al pane bianco. Un essere umano canceroso ha una vibrazione di 4875 A che corrispondono alla carne cruda di 3 giorni e al pane rafnato. Una crisi reumatica ha una vibrazione di 3250 A e corrisponde alla carne cruda di 4 giorni e alluovo di 26 giorni. Il francese Andr Bovis, ha constatato che la lunghezza donda del pane bianco (prima della guerra del 1939) era di 4875 A, proprio la lunghezza donda del cancro! Mentre il pane integrale arriva a 7-8000 A. Stabilito che l'essere umano in buono stato di salute quando le sue cellule vibrano dai 6250 ai 7000 A, e siccome questa vibrazione pu essere mantenuta dalle onde vibranti della medesima lunghezza o superiore, l'uomo si deve nutrire con cibi sani ad altissima radianza: frutta, verdura e semi oleaosi crudi, legumi freschi e cereali cotti a basse temperature. Riduzione o eliminazione dei cibi a bassa vibrazione (carne, cibi cotti ad alta temperatura, alimenti rafnati e pastorizzati) perch sottraggono energia vitale allintero organismo.

13

CAPITOLO III Gli Acidi e i loro Pericoli Cosa sono gli acidi Si considerano "acide" tutte le sostanze che hanno il sapore aspro, fanno diventare rossa la cartina di tornasole e producono ioni di idrogeno (atomi di idrogeno modicati, n.d.r.). Quando un acido viene a contatto con determinati metalli si creano dei composti deniti "sali". Gli acidi vengono neutralizzati dalle sostanze basiche (dette anche alcaline), ad es. il bicarbonato di sodio. Gli acidi possono essere minerali (es. cloridrico, solforico, nitrico) ed organici (es. urico, citrico, tartarico, ossalico). Se vengono a contatto con la pelle la irritano e, se sono molto forti, possono avere un'azione caustica. In medicina vengono utilizzati molti acidi, tra essi citiamo: acetico, acetilsalicilico (vedi l'aspirina), ascorbico (vitamina C), citrico, cloridrico, ecc. Come si misurano Per misurare quanto una sostanza acida o alcalina si usa una scala di valori a cui viene dato il nome di "pH". Nel campo medico, il pH viene utilizzato per misurare il liquidi organici ed in particolare il sangue, la saliva e l'urina. Questi liquidi vengono deniti: acidi, quando il pH compreso tra 0 e 7,06, neutri, quando il pH uguale a 7,07, basici o alcalini, quando il pH compreso tra 7,08 e 14,14. Pertanto, pi basso il pH e pi acida la sostanza in esame. Il rapporto acido basico Tutte le reazioni all'interno del nostro organismo, che deniscono le condizioni essenziali di un ambiente in cui la "vita" sia possibile, si svolgono nell'ambito di determinati valori, tra questi il pi importante il rapporto acido/basico. Per una buona salute questo rapporto dovrebbe sempre rimanere costante, si possono per creare delle condizioni troppo acide (situazione assai frequente) o troppo basiche (condizione abbastanza rara). Afnch l'equilibrio vitale delle cellule si possa mantenere, il loro nucleo deve presentare una reazione acida ed il citoplasma basica o alcalina. Questa differenza fondamentale, in quanto permette lo scambio di nutrimenti e informazioni tra nucleo e citoplasma. Solo in presenza di una differenza pu avvenire uno scambio, la batteria fornisce corrente proprio perch i suoi poli hanno un potenziale elettrico differente. Se l'ambiente in cui vivono le cellule diventa molto acido questa acidit penetrer all'interno delle cellule alterando il pH del nucleo e creando i presupposti per quei fenomeni incurabili che vengono comunemente chiamati "malattie da degenerazione cellulare". Come si creano gli acidi nell'organismo Nell'organismo umano troviamo diversi acidi, alcuni utili (come quelli che costituiscono i succhi gastrici) ed altri assai pericolosi che, quando si accumulano, sono la causa primaria di molte malattie, tra cui l'artrite, l'osteoporosi e la gotta. Vi sono due fonti principali dell'acidit organica: il ricambio cellulare; l'alimentazione. A queste vanno aggiunte un'intensa attivit muscolare, gli stati febbrili accompagnati da un'accelerazione del metabolismo dovuta a malattie ematologiche (p. es., linfoma,
14

leucemia o anemia emolitica) e le situazioni in cui aumenta la proliferazione e morte delle cellule organiche (p. es., la psoriasi). Il ricambio cellulare Nel ricambio cellulare, che avviene incessantemente nel nostro organismo, le cellule vecchie o degradate vengono distrutte ed eliminate, ed proprio la distruzione del nucleo di tali cellule che, dopo vari passaggi, crea acido urico e ammoniaca. L'alimentazione Vi sono bevande e alimenti che non sono affatto acidi mentre altre, ad esempio gli agrumi, lo sono in modo notevole, si pensi che il succo di limone presenta un pH uguale a 2.00-2.60. Altri alimenti, pur non essendo acidi, creano con la loro digestione una notevole produzione di acido urico in quanto contengono molte purine, una sostanza bianca e cristallina che si trova nel nucleo delle cellule e rappresenta uno dei componenti elementari del DNA. Si pu determinare se un alimento acido o alcalino esaminando le ceneri residue dopo la sua digestione. Se i minerali alcalini (calcio, potassio, sodio e magnesio), predominano sui minerali acidi (cloro, azoto, zolfo e fosforo), quell'alimento sar classicato come alcalino e viceversa. L'acidit negli alimenti Alcuni tipi di frutta o verdura fresca. L'organismo di una persona sana e non affaticata, normalmente in grado di trasformare gli acidi naturali di molti alimenti crudi (ad es. limoni, pompelmi, pomodori, acetosa, frutti aciduli) in carbonati alcalini, che sono basici ed utili all'economia dell'organismo. Quando, invece, la persona stanca o stressata, l'energia nervosa necessaria per una completa digestione e assimilazione non sufciente, pertanto l'organismo non in grado di operare le dovute trasformazioni e gli acidi degli alimenti entrano nella circolazione sanguigna. Bevande. Quasi tutte le bevande gassate, acqua esclusa, tendono ad essere molto acide. I vari tipi di Cola, ad es. hanno un pH che si aggira intorno al 2,4, mentre limonate e aranciate vanno da 2,9 a 3,2. Cereali. Tutti i cereali, ad eccezione del miglio, lasciano delle ceneri acide. Grano ed avena sono i pi acidi di tutti. Latticini. I latticini di vacca, sono generatori di molta acidit ed andrebbero sostituiti con quelli di capra o di pecora. Prodotti carnei. La digestione dei prodotti carnei crea una notevole quantit di acido urico, il fegato di un animale carnivoro (ma non l'uomo) in grado di trasformare l'acido urico causato dall'alimentazione in una sostanza pi semplice: l'allantoina che viene espulsa con l'urina. Prodotti conservati. Tra i prodotti conservati risultano molto acidi tutti i succhi di frutta ed i vari tipi di "latte" derivato dai cereali: latte di soia, avena, riso, ecc. I mezzi di difesa L'organismo non pu permettere che l'equilibrio acido/basico venga turbato, pertanto deve provvedere, per quanto gli risulta possibile, a neutralizzare gli acidi in eccesso. Questa neutralizzazione viene compiuta mobilitando alcune sostanze alcaline e vari sali minerali, entrambi prelevati dalle riserve proprie dell'organismo. I minerali alcalinizzanti (calcio, potassio, sodio e magnesio), per es., vengono sottratti alle ossa, ai denti ed alle cellule di tutti i tessuti. Questo spiega in modo evidente perch i grandi consumatori di aceto e sottaceti hanno una dentatura con molti problemi.
15

Anche gli organi emuntori (reni, pelle, intestino, ecc.) vengono sottoposti ad un super lavoro nel tentativo di eliminare gli acidi pericolosi ed i minerali in eccesso dovuti ai processi di neutralizzazione di cui sopra. Le mucose di questi organi, a cui dovremmo aggiungere i bronchi, le ghiandole salivari e lacrimali, l'utero, ecc., sono ovviamente danneggiate da queste sostanze corrosive e si possono creare i presupposti per vari disturbi (problemi della pelle, infezioni cosiddette microbiche, inammazioni, litiasi o calcoli, ecc.).

L'ACIDO URICO, NEMICO SUBDOLO E PERICOLOSO L'aumento del tasso dell'acido urico nel sangue dei gottosi viene attribuito in parte ad un'eccessiva produzione di tale sostanza nell'organismo (Dizionario medico Larousse). Perch non all'alimentazione scorretta o eccessiva? Come si presenta? L'acido urico, sotto forma chimica, un solido bianco e cristallino, inodore ed insapore, difcilmente solubile nell'acqua (1/15.000), il che spiega perch si pu depositare nei tessuti dell'organismo. Dove si crea? L'acido urico si crea nel fegato a causa dei processi necessari per eliminare la cellule organiche vecchie o quelle derivate dall'alimentazione. Negli animali carnivori (ma non nell'uomo) il fegato provvede a neutralizzarlo trasformandolo in allantoina. Seguono i valori normali di acido urico presente in un decilitro (dl) di sangue. Maschi:2,1-8,5 mg/dl. Femmine: 2.0-6,6 mg/dl. Come viene eliminato? Una persona sana, che non assume purine con l'alimentazione, ne elimina circa 340-500 mg al giorno tramite l'urina. Circa 200 mg vengono versati nella bile nel giro di 24 ore ed una minima quantit se ne esce con il sudore. Cosa succede se l'organismo non riesce ad eliminarlo? Se la sua presenza nel sangue supera i 7,0 mg/dl (70 milligrammi per litro) al giorno il sangue si satura, la situazione diventa patologica e prende il nome di iperuricemia. Siccome le sostanze contenute nell'acido urico (gli urati) si sciolgono assai difcilmente (solo 4mg/dl a 30C), l'unica possibilit che ha il sangue di liberarsene, quella di depositarli in alcuni tessuti sotto forma di minuscoli aghi assai sottili detti UMS (cristalli di urato monosodico). Il deposito degli UMS pu creare varie patologie, tra queste citiamo: sclerosi, indurimento e formazione di calcoli renali, biliari ed epatici. Si pu anche depositare nelle cartilagini delle articolazioni, nei muscoli creando reumatismi, ed in altri luoghi generando varie problematiche tra cui: gotta, sciatica, nevrite. Nell'urina umana dovrebbe essere presente solo in minima quantit, quando viene superata subentra una malattia chiamata uricosuria. Questa una condizione pericolosa perch l'acido urico si pu cristallizzare e formare i calcoli renali, i quali possono bloccare gli ureteri che portano l'urina dai reni alla vescica.
16

LE CENERI RESIDUE DEGLI ALIMENTI Tutti cibi sono "bruciati" nell'organismo e lasciano un residuo, denito "ceneri", che possono essere neutrali, acide o alcaline, in relazione alla composizione minerale dell'alimento. Se nelle ceneri predominano sodio, potassio, calcio e magnesio, esse sono alcaline. Se predominano zolfo, fosforo, cloro e acidi organici non metabolizzati, sono considerate acide. Per mantenere l'equilibrio acido/basico del corpo (80% acido e 20% basico) almeno l'80% dei cibi che consumiamo devono produrre ceneri alcaline. Nella tabelle sono elencati i cibi in ordine diminuente del loro effetto positivo/negativo sulle riserve alcaline del corpo. Il numero positivo/negativo indica la capacit di rinnovare/ privare il corpo delle riserve alcaline. ALIMENTI E PURINE Quando le cellule degli alimenti vengono distrutte con la digestione, le purine presenti nel nucleo, danno luogo ad acido urico. Pertanto pi un cibo contiene purine e pi acido urico verr generato. Va notato che i frutti freschi o secchi non contengono purine. scienticamente provato che dopo un pasto abbondante di cibi ricchi di purine si riscontra un notevole aumento di acido urico nel sangue, specialmente se il pasto stato accompagnato da bevande alcoliche. Segue una tabella con vari alimenti ed il loro contenuto di purine.
Cibi da eliminare: alto contenuto di purine (da da 100 a 1000mg per 100g di cibo). Cibi da usare raramente: medio Cibi permessi: basso e trascurabile contenuto di purine (da 9 a 100mg di contenuto di purine. purine per 100g di cibo). ( permessa solo una porzione di carne, pesce o pollame (90g) o un piatto di questi vegetali al giorno). Asparagi Carne, pesce e pollame (eccetto quelli della prima colonna) Crostacei Fagioli secchi Funghi Lenticchie Piselli secchi Spinaci Aceto Burro e margarina (moderatamente) Bibite gassate Budino Caff Cereali Cioccolato Formaggio Grassi (moderatamente) Frutta Gelatina di frutta Gelato Latte Noci Olive Pane o crackers Panna (moderatamente) Pasta Pop-corn Riso Sale T Torte e biscotti Uova Vegetali (eccetto quelli nella prima colonna) Zucchero e dolci

Acciughe Aringhe Cervello Carne tritata Consomm Cuore Estratti di carne Lievito di birra Mitili Oca Rene Sardine Sgombro Sugo di carne Uova di pesce

17

ACIDO URICO E MALATTIE Patologie da deposito Tra i tessuti in cui tendono ad accumularsi gli UMS, citiamo quelli avascolari (per es., le cartilagini), quelli poco vascolarizzati (per es., tendini e legamenti) e quelli che si trovano intorno alle articolazioni periferiche distali o ai tessuti pi freddi (per es., l'orecchio). Il deposito di acido nelle articolazioni porta al loro deterioramente con conseguente comparsa di osteoartrite ed altre malattie osteoarticolari. Anche l'acido urico, che arrivano nell'urina, pu precipitare creando delle piccole formazioni di cristallo che, nel tempo, possono aggregarsi per formare dei granelli o addirittura dei calcoli. Nella gotta cronica grave, i cristalli di UMS possono depositarsi nelle articolazioni centrali pi grandi e nei tessuti degli organi, reni compresi. Patologie da demineralizzazione Quando il sangue diventa troppo acido l'organismo preleva i minerali alcalinizzanti (calcio, potassio, sodio e magnesio) dalle ossa, dai denti e dalle cellule di tutti i tessuti. Appare evidente che questa situazione, se protratta nel tempo, pu causare varie patologie, tra esse la pi frequente l'osteoporosi.

LA DIETA SENZA MUCO Oggi vengono dati molti nomi alle varie disfunzioni presentate dal corpo umano. Si pensi che la medicina ufciale cataloga pi di 4000 malattie mentre Ippocrate, il primo medico scientico, ne catalog circa trecento. Secondo la medicina naturistica le malattie possono ricondursi a due grandi categorie: quelle di origine nervosa (malattie psicosomatiche), quelle dovute all'intossicazione dell'organismo. Secondo il prof. Arnold Ehret, il corpo umano paragonabile ad un complicatissimo apparato idraulico, con una grande quantit di condutture e di liquidi in circolazione. Si calcolato che il nostro corpo composto di acqua per l'ottanta per cento; ci signica che una persona di 60 chilogrammi contiene ben 48 litri di acqua che forma i vari liquidi organici ed entra a far parte della costituzione dei tessuti e le ossa del suo corpo. Appare evidente che l'ostruzione di una delle condutture creer degli scompensi a tutta la struttura. L'infarto, l'embolia, la stitichezza, il raffreddore, l'arteriosclerosi, la gotta, le vene varicose, i foruncoli e la pressione alta o bassa, non sono che alcuni esempi di come una cattiva circolazione dei liquidi possa causare dei gravissimi disturbi. Le cause possono quasi sempre essere imputate all'ostruzione dei condotti, siano essi all'interno od all'esterno dei vari organi. I calcoli alla cistifellea sono un classico esempio di condotto ostruito, mentre quelli al fegato o reni, dimostrano come i materiali estranei possono accumularsi anche all'interno di un organo specico. Per comprendere i motivi che possono portare all'ostruzione di qualche tubo o tubicino del nostro organismo bisogna analizzare gli alimenti e come questi vengano digeriti ed assimilati. Il processo della digestione consiste nel sottoporre il cibo a sostanze in grado di ridurlo in parti piccolissime. Il punto principale di questo processo lo stomaco dove vengono secreti degli acidi ed in particolare l'acido cloridrico.
18

ovvio che lo stomaco, essendo fatto di carne, deve proteggersi dagli attacchi degli acidi e lo fa' coprendosi di una sostanza mucillaginosa (una specie di colla) chiamata "muco", che alla ne della digestione passa nell'intestino con il cibo digerito. La farina bianca ed i prodotti derivati (pane, pasta, pizza, dolciumi, ecc.), durante la digestione diventano una specie di colla. Nel tempo questo muco diventa capace di attaccarsi alle pareti intestinali, ed altre condutture organiche, e ricoprirle con uno strato sempre pi spesso. Il glutine, una sostanza collosa che si trova soprattutto nel grano e perci nel pane, pu anch'esso danneggiare e bloccare i villi intestinali. Ecco alcune malattie e come il prof. A. Ehret ne stabilisce la causa: Raffreddore: sforzo per eliminare i prodotti di riuto (muco) dalla testa, dalla gola e dai condotti bronchiali. Polmonite: il raffreddore sceso in profondit. presente uno sforzo per eliminare il muco dagli organi pi spugnosi: i polmoni. Reumatismi e gotta: vi sono acidi urici e muco accumulati, la circolazione dell'energia vitale pertanto carente. Foruncoli: evidente eliminazione di sostanze indesiderate. Sordit: accumulo di muco nei condotti uditivi. Stitichezza: accumulo dei riuti nel tratto intestinale Ognuno di noi, anche se crede di essere in buona salute, ha accumulato n dalla prima infanzia una certa quantit di materiali di riuto in special misura sulle pareti intestinali. Si pensi al proposito che esami di autopsia hanno riscontrato che il 50/60% dei colon esaminati (ultimo tratto intestinale) conteneva no a 6/7 chilogrammi di riuti di cui alcune parti risalenti a diversi anni prima. Il fatto che una persona abbia lo svuotamento intestinale ogni giorno non signica che sia libera da un accumulo indesiderabile di detriti e prodotti di riuto sulle pareti dell'intestino. Questo dipende dal fatto che i villi intestinali sono cos tti e sottili che possono trattenere le sostanze collose (muco) con cui entrano in contatto; sostanze che vi restano letteralmente attaccate. Risulta evidente che in questo caso le sostanze nutritive, prima di raggiungere il sangue, devono passare attraverso lo strato di riuti che agiscono come un "ltro" (purtroppo sporco), che tende a degradare anche un cibo di ottima qualit. Talvolta anche una fame continua, e mai soddisfatta, potrebbe essere ricondotta alla situazione descritta, perch molti valori nutritivi vengono persi a causa del "ltro" descritto. Inoltre, le diete che includono cibi lenti da digerire, come la carne e i cibi grassi, possono provocare putrefazione e l'insorgere di batteri nocivi che impediscono l'assorbimento delle sostanze nutritive attraverso la parete intestinale. Il comune raffreddore un classico esempio di un accumulo di muco nelle vie respiratorie. Il muco, infatti, crea il terreno ideale afnch i microbi possano trovare l'ambiente per moltiplicarsi. Ricordiamo che ogni specie vivente necessita di "terreno adatto" ed il muco quanto di meglio possiamo offrire per ospitare in noi i microorganismi apportatori di inuenze, raffreddori, forme catarrali e cos via. Il succo degli agrumi tende a sciogliere il muco. Questa la ragione per cui alcuni non sopportano le fragole con il limone. I disturbi da essi riscontrati altro non sono che l'effetto risultante dal muco sciolto che viene riassorbito nell'ultimo tratto dell'intestino immettendo nel sangue una notevole quantit di tossine.

19

Combinazioni alimentari Frutta Il pasto ideale sarebbe il monofrutto, ma possibile anche mangiare pi frutti nello stesso pasto purch non superiore a 3 - 4 di diversa specie, ma sempre della stessa natura acida o acida-zuccherina o neutra o zuccherina ed essiccata. Ad eccezione di Mela, Ananas e Papaya che sono considerate antifermentanti e vanno bene con quasi tutte le combinazioni, nel particolare l'ananas contiene la bromelina oltre alle sue varie funzioni aiuta di gran lunga nella digestione degli amidi; la Papaia ci aiuta a digerire meglio le proteine grazie all'enzima, papaina. Di seguito verrano raggruppate le varie tipologie di frutti raggruppati per la loro natura e combinazioni ideali. Frutta acidula Ananas, arance, limoni, mandaranci, mandarini, pomodori, pompelmo, spremuta d'arancia, succo di limone, succo di pompelmo. Frutta acidulo-zuccherina Albicocche, amarene, ananas sciroppato, ciliegie, fragole, kiwi, lamponi, melagrane, mele, mele cotogne, more, nespole, pere, pesche, prugne, sicco d'albicocca, susine. Frutta neutra Cocomero, melone. Frutta zuccherina Albicocche sciroppate, banane, cachi, datteri, chi, chi d'india, mango, papaya, uva. Frutta secca o essiccata Fichi secchi, prugne secche, uva secca, uva sultanina, datteri.
La frutta essicata si pu unire anche con la frutta dolce e con la frutta semidolce o semiacida (dipende dalla variet di questultima perch ci sono quellepi dolci e quelle pi aspre); ma mai

con la frutta acida o con proteine o amidi o grassi. Grassi Gli unici due grassi che non acidicano il sangue sono lolio doliva, quando ottenuto con procedimenti meccanici e pu considerarsi crudo, e lavocado. Ma lerrata combinazione di tali grassi, anche se beneci, pu portare fermentazioni: Grassi + Grassi# = Fermentazione Grassi + Proteine # = Fermentazione Grassi + Amidi # = Tollerabile In particolare per lavocado: Avocado + frutta acida# # Avocado + frutta semi-acida # Avocado + Amidi # # # Avocado + zuccheri # # Avocado + Proteine # # = Buono = Tollerabile = Tollerabile. = Fermentazione = Fermentazione
20

Inoltre lavocado considerato un eptoso, ovvero un monosaccarride con sette atomi di carbonio, in particolare il D-Mannoeptulosio, con propriet inibitorie della esochinasi. in grado di provocare una diminuzione della secrezione di insulina, impedendo cos un calo troppo rapido del livello di zucchero nel sangue. Linsulina ha funzione di regolatore dei livelli di glucosio ematico riducendo la glicemia mediante l'attivazione di diversi processi metabolici e cellulari. Ha inoltre un essenziale ruolo nella proteosintesi (sintesi proteica) assieme ad altri ormoni che sinergicamente partecipano a tale processo, e il testosterone. L'insulina il principale ormone responsabile del fenomeno di ingrassamento (lipogenesi), cio lo stoccaggio di lipidi all'interno del tessuto adiposo. Dalla propriet dellavocado di diminuire la produzione dellinsulina, e dalle funzioni di tale ormone (linsulina) si evince chiaramente quanto pu essere dannoso accoppiare Avocado con frutta zuccherina o zuccheri in generale, altri grassi e proteine. Combinazioni Amidi e Proteine Amidi + Proteine # = Fermentazione. Amidi + Zuccheri # = Fermentazione. Amidi + Acidi # = Fermentazione. Amidi + Grassi # = Buono. Proteine + Zuccheri = Fermentazione. Proteine + Acidi # = Fermentazione. Proteine + Amidi # = Fermentazione. Proteine + Grassi # = Buono. E consigliabile quindi: un solo tipo di proteine a pasto unito a tutti i tipi di verdure non amidacee. un solo tipo di amido a pasto unito a tutti i tipi di verdure. Legumi e Cereali ad eccezione di qualcuno (come ad esempio il riso cotto) non possono essere deniti ne solo proteici ne solo amidacei in quanto sono contenuti entrambi ad alti valori e risultano gi fermentanti per il nostro organismo con qualsiasi tipo di combinazione. Cereali Avena Farro Frumento Duro Frumento Tenero Grano Saraceno Mais Miglio Ceneri Acida Acida Acida Acida Acido Acida Acida 66 62,9 Amidi in 100g 53,2 58,5 53,9 56,9 Proteine in 100g 12,9 g 15,1 13 12,3 12,4 9,2 11,8 8 2,5 2,9 2,6 3,3 3,8 3,9 Lipidi in 100g

21

Cereali Orzo Perlato Pasta di semola cotta Riso Brillato crudo Riso Brillato cotto Riso Integrale crudo Riso Integrale cotto Semola

Ceneri Acida Acida Acida Acida Acida Acida Acida

Amidi in 100g 64,1 26,04 72,9 21,9 69,2 22,8 68,2

Proteine in 100g 10,4 4,7 6,7 2 7,5 2,5 11,5

Lipidi in 100g 1,4 0,5 0,4 0,1 1,9 0,6 0,5

Parlando di Legumi si considerano cotti con acqua e la quantit la metto di 200g visto che la porzione di 1 scatola scolati di 240g. Legumi Ceci secchi cotti Fagioli secchi cotti Fave fresche cotte Lenticchie secche cotte Piselli freschi cotti Soia secca Soia isolata proteica Cener i Acida Acida Acida Acida Acida Acida Acida Amidi in 200g 32 28,8 5 27 8,2 22,2 Proteine in 200g 14 15,8 12,2 13,8 19,4 73,8 173 Lipidi in 200g 4,8 1,4 1 0,8 2 38,2 1,4

Amidi Castagna arrosto Castagna bollita Patata cotta bollita senza buccia Tapioca Farina Topinabur

Ceneri Alcalino Alcalino Alcalino Alcalino Alcalino


22

Amidi 100g 28,3 16,9 15 86,3

Proteine 100g 3,7 2,5 1,8 0,6 2,4 1,3 0,1 0,2

Lipidi 100g

TABELLA DEGLI ALIMENTI ALCALINI E ACIDI


Frutta acida - Arancia! - Clementino! - Mandarino! - Limone! - Pompelmo! - Ananas! - Ribes! - Melograno! Frutta semi-acida - Fragola! - Pomodoro! - Albicocca! - Mela! - Pera! - Pesca! - Uva! - Prugna! - Ciliegia! Frutta dolce - Dattero! - Fico! - Uva dolce! - Mela matura! - Banana! Frutta secca - Prugna! - Albicocca! - Pera! - Mela! - Uva! - Fico! - Banana! Frutta neutra - Melone! - Anguria! Frutta oleosa - Mandorla! - Noce secca! - Nocciola! - Pistacchio! - Anacardo! - Pinoli! - semi di zucca e altri! Verdura alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina acida alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina acida alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina acida acida acida acida acida acida Poco amidacea - Asparago! - Zucchino! - Broccoli! - Cardo! - Fungo! - Cicoria! - Cavolo! - Cipollina! - Zucca! - Cetriolo! - Crescione! - Indivia! - Spinacio! - Fagiolino! - Lattuga! - Valerianella! - Acetosa! - Porro! - Ravanelli! - Rabarbaro! - Scarola! Mediamente amidacea - Carciofo! - Barbabietola! - Carota! - Sedano rapa! - Cavolini di Bruxelles! - Scalogno! - Rapa! - Cipolla! - Pastinaca! - Prezzemolo! - Tarassaco! - Rutabaga! - Sassefrica! - Piselli freschi! Molto amidacea - Castagna! - Patata! - Topinambur! alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina acida acida alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina acida alcalina acida alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina alcalina

23

Cereali - Avena! - Grano integrale! - Mais! - Orzo completo (mondo)! - Riso integrale! - Grano saraceno! - Segale! - Farro! - Farine! - Pane! - Pasta! - Fave! - Fagioli ! - Lenticchie! - Piselli! - Soia! - Ceci! - Burro! - Panna fresca! - Olio di semi! - Grassi animali! - Avocado! - Oliva! acida acida acida acida acida acida acida acida acida acida acida

Legumi secchi acida acida acida acida acida acida Lipidi acida acida acida acida alcalina alcalina

Proteine Animali - Latte umano! alcalina - Latte di mucca! acida - Cagliate di latte! alcalina - Yogurt! alcalina - Formaggio fresco! alcalina - Formaggio semi stagionato! acida - Formaggio stagionato! acida - Uova (tuorlo)! alcalina - Uova (albume)! acida - Carne rossa! acida - Carne bianca! acida - Pollame! acida - Pesce e crostacei! acida Alimenti vari - Alcolici! acida - Cacao! acida - Condimenti! acida - Caff! acida - Spezie! acida - Prodotti da forno di pasticceria! cida a - Zucchero! acida - Pizza! acida

Le Tabelle della composizione degli alimenti li trovate in questo sito: http://www.inran.it/646/tabelle_di_composizione_degli_alimenti.html

24

Capitolo IV
Droghe nei cibi le DROGHE ENDOGENE Premessa: Il corpo umano, soprattutto nel cervello e in certe ghiandole, produce potenti sostanze chimiche che hanno effetto sullumore, pensieri e azioni: le endorne. Le endorne sono sostanze stupefacenti che causano molti effetti tipici degli oppiacei, tra cui euforia, stato di benessere e riduzione del dolore. Lessere umano oltre a queste droghe oppiacee, genera anche i propri stimolanti (adrenalina o noradrenalina) e i propri sedativi (serotonina e GABA), questi ultimi in grado di rallentare la trasmissione nel sistema nervoso centrale (SNC). Probabilmente siamo anche in grado di produrre i propri psichedelici, come per esempio la D.M.T. (dimetiltriptamina), poich stato dimostrato che la ghiandola pineale, secerne ormoni con una struttura molecolare molto simile. In pratica, non ci facciamo mancare nulla: eccitanti, stimolanti, psichedelici e sedativi! Endorne Cosa sono? Le endorne sono un gruppo di sostanze prodotte dal cervello, classicabili come neurotrasmettitori, dotate di propriet analgesiche e siologiche simili a quelle della morna e dell'oppio, ma con portata pi ampia. Etimologia e origine Il termine composto di due parti: "endo", sostanza prodotta da una reazione endogena e "-orna" sostanza simile alla morna. L'interesse scientico verso le endorne inizi negli anni intorno al 1970 quando gli studi sull'effetto di alcuni oppiodi esogeni (ad esempio la morna) condusse alla scoperta di recettori specici all'interno del sistema nervoso centrale. Si ipotizz quindi che il cervello stesso fosse in grado di sintetizzare delle "morne endogene" che furono chiamate, appunto, endorne. Quando vengono rilasciate? Quando un impulso nervoso raggiunge la colonna vertebrale le endorne vengono rilasciate in modo da prevenire un ulteriore rilascio di questi segnali. Vengono rilasciate da: occasioni di particolari attivit siche estenuanti; bodybuilders e/o atleti di livello avanzato sono dipendenti dell'allenamento intenso che causa grande rilascio di endorne. una forte emozione (tradimenti, maternit, amore, sesso, infatuazione ecc) Droghe di vario genere insieme al tabacco e alcol Alcuni tipi di cibo Meditazione Sole Massaggio e agopuntura stress
25

Quale attivit svolgono? Le endorne svolgono azioni di coordinazione e controllo delle attivit nervose superiori, tanto da poter essere eventualmente correlate con l'instaurarsi di espressioni patologiche del comportamento, nel caso in cui il loro rilascio divenisse incontrollato. Come anche numerosi alcaloidi di derivazione mornica, le endorne sono in grado di procurare uno stato di euforia o di sonnolenza, pi o meno intenso a seconda della quantit rilasciata. Attualmente si conoscono quattro distinte classi di endorne, dette rispettivamente "alfa", "beta", "gamma" e "delta". Sintetizzati anche nell'iposi, nei surreni e in alcuni tratti dell'apparato digerente, questi peptidi hanno i loro recettori in varie zone del sistema nervoso centrale dove si concentrano soprattutto nelle aree deputate alla percezione dolorica. Le endorne sono coinvolte: nella regolazione del ciclo mestruale. nella secrezione di altri ormoni come GH, ACTH, prolattina, catecolamine e cortisolo. nel senso di benessere ed appagatezza che insorge al termine di un rapporto sessuale. nel controllo dell'appetito e dell'attivit gastrointestinale. nella termoregolazione. nella regolazione del sonno. nella regolazione dellumore nellaumentare la tolleranza al dolore Aspetti negativi La dipendenza da alcune droghe (come tabacco, alcol o cibo o droghe in s come l'eroina), si spiega proprio nell'inibizione della produzione endogena di endorne. All'interno del nostro organismo la droga si sostituisce infatti al ruolo naturale di queste sostanze inibendone la produzione. Quando si sospende l'assunzione di questa micidiale droga, i livelli plasmatici di endorne sono estremamente bassi e ci si correla al senso di stanchezza, insoddisfazione e malessere generale che porta il drogato a ricercare una nuova dose.

STIMOLANTI La famiglia degli stimolanti, lo dice il nome stesso: stimolano, fanno sentire pi vigili ed energici, eccitano in pratica il SNC. I nervi comunicano tra loro mediante impulsi elettrochimici. Un impulso una vera e propria scarica elettrica che si muove velocissima lungo la bra di un neurone. Tale bra pu terminare in un muscolo, una ghiandola o in un altro neurone, ma c sempre un minuscolo spazio tra la ne della bra nervosa e la cellula seguente. Per riempire questo spazio, la bra rilascia piccole quantit di sostanze chimiche (neurotrasmettitori) che inuiscono nella cellula che segue. Alcuni neurotrasmettitori sono forti stimolanti, che inducono le cellule muscolari a contrarsi, le ghiandole a secernere e altri neuroni a rilasciare scariche elettriche. Il pi comune neurotrasmettitore stimolante la noradrenalina o norepinefrina. In pratica gli stimolanti agiscono cos: fanno rilasciare alle bre la noradrenalina oppure altri neurotrasmettitori che eccitano il sistema. Pertanto leffetto stimolante che percepiamo nel corpo il semplice risultato dellenergia chimica del corpo che va ad agire nel sistema nervoso. Lo stimolante induce lorganismo a
26

consumare questa energia prima e in maggiore quantit rispetto alla norma. Questo il motivo per cui dopo leffetto stimolante (illusorio e apparente), si molto pi stanchi e scarichi di prima e servono altri stimolanti per tirarsi su, in un circolo vizioso perverso e deleterio! Zucchero Mentre il nostro corredo genetico si sviluppato in un contesto nutrizionale in cui si consumava (nel Paleolitico) procapite solo 2 kg allanno sottoforma di miele, siamo passati a 5 kg di zucchero nel 1830 per giungere a 70 kg alla ne del secolo scorso! Lo zucchero bianco una sostanza innaturale tra le pi tossiche in commercio. Basta sapere che viene prodotto con latte di calce (che provoca la distruzione di tutte le sostanze organiche utili: proteine, enzimi, sali, ecc.), poi trattato con acido solforoso per eliminare il colore scuro, poi subisce altri processi, dove viene ltrato, decolorato, centrifugato, per venire alla ne colorato con blu oltremare e blu idantrene (proveniente dal catrame, quindi cancerogeno). La polvere bianca che si ottiene sterile, completamente morta e dentro il nostro corpo per essere assimilata e digerita, sottrae vitamine e minerali (calcio da ossa e denti: osteoporosi e carie) per ricostruire almeno in parte quellarmonia di elementi distrutti dalla rafnazione. Questo processo acidica il terreno biologico. Una recente ricerca condotta da Bart Hoebel del Princeton Neuroscience Institute, ha scoperto che lo zucchero crea una vera e propria dipendenza e sintomi di astinenza simili a quelli provocati da altre droghe. Nel cervello, quando si assume zucchero, avvengono dei cambiamenti neurochimici che fanno aumentare la dopamina, e questa la ragione per cui quando si viene privati improvvisamente della dose zuccherina giornaliera, si genera una vera e propria crisi di astinenza. Prima crea una stimolazione e poi c la fase depressiva che crea stati di irritabilit. Questo causato dal rapidissimo assorbimento dello zucchero nel sangue che fa salire la glicemia, e costringe il pancreas a secernere insulina. Tale ormone fa scendere bruscamente la glicemia (malessere, sudorazione, irritabilit, debolezza) con bisogno di mangiare ancora zuccheri per sentirsi meglio. Ma non nisce qua. Il biologo tedesco Otto Heinrich Warburg stato insignito il Premio Nobel per la medicina per aver scoperto che il metabolismo dei tumori maligni dipende in gran parte dal loro consumo di glucosio (forma che assume lo zucchero una volta digerito, metabolizzato). Ingerendo infatti zucchero o farine rafnate (pasta, pane, biscotti, grissini, ecc.), si alza il tasso di glucosio (aumenta la glicemia) nel sangue e lorganismo libera oltre allinsulina, come abbiamo visto, lI.G.F. una molecola con propriet che stimolano la crescita cellulare. In parole povere lo zucchero la benzina dei tumori.

ALCALOIDI PURINICI - CAFFEINA , TEOBROMINA, TEOFILLINA CAFFE - THE - COLA - GUARANA - MATE - CACAO.
27

Gli alcaloidi sono basi organiche azotate ritrovate principalmente nelle piante superiori e, in misura minore, in microrganismi ed animali. Caratteristica la presenza di 1 o pi atomi di azoto (N) La caffeina presente intorno 1,2% nei semi di caff, che contengono anche tracce di teollina e teobromina Prodotti commerciali Lattina Coca Cola (33 cl) Lattina Chinotto (33 cl) Tazzina caff espresso Tazzina caff dec. espresso Tazzina caff moka Tazzina caff dec. moka Tazzina caff turca Tazza T Tazza Te deteinato Esaminiamoli uno per uno: Caff Il caff sarebbe stato scoperto dai nomadi etiopi che avevano notato come i propri animali domestici diventavano pi vivaci dopo aver mangiato il frutto degli alberi del caff. Quando provarono a mangiarne i semi, diventarono tutti pi briosi, ma alla ne, impararono a ricavare una bevanda dai semi tostati. Allepoca per il caff veniva usato solo nelle cerimonie e riti religiosi. Si incontravano una notte alla settimana, bevevano grandi quantit di caff e rimanevano svegli a pregare e salmodiare. Il caff un forte stimolante: irrita le mucose dello stomaco e vescica (che secernono poi muco per difendersi), procura cattive digestioni gastrointestinali e impedisce una corretta assimilazione dei principi nutrizionali. E uno dei principali distruttori di batteri acidoli nellintestino, con tutte le conseguenze del caso, e nemico numero uno per reni e fegato. Negli Stati Uniti, dove se ne consumano grandi quantit non un caso che le marche di antiacidi pari a quello delle marche del caff. Nella nostra societ la dipendenza dal caff fortissima: molti consumatori non riescono a pensare con chiarezza al mattino e nemmeno andare in bagno senza la dose quotidiana. Soffrono veri e propri sintomi di astinenza se smettono di prenderlo. La reazione di astinenza comincia 24-36 ore dopo lultimo caff, e i sintomi sono mal di testa, nausea, irritabilit, apatia e vomito. Per fortuna i sintomi durano da 36 a 72 ore, ma scompaiono rapidamente.
28

mg caffeina 25,41 30,66 87,85 15,6 38,7 8,1 82,51 31,5 1,8

Johann Sebastian Bach ne era assuefatto, non a caso magnic la bevanda con la Cantata del caff. Lo scrittore francese Honor de Balzac, non riusciva a lavorare senza bere una specie di brodaglia densa che gli procurava dolori e crampi allo stomaco. Sono sufcienti una tazza di t non deteinato la mattina, due o tre caff presi nell'orario lavorativo e bere soltanto chinotto o coca cola a pasto per superare abbondantemente la sogliaoltre#la quale si manifestano insonnia# e nervosismo. Per l'uomo si nota che l'abuso di caff pu evolvere in patologia nel caffeismo. Di questa malattia si evidenziano forme acute con cefalea, vertigini, aritmia, dispnea, tremore diffuso in tutto il corpo, sudorazione profusa, stati allucinatori, no al delirio. Le forme croniche portano a dimagrimento, pallore, forme depressive, insonnia, nevralgie, tachicardie, crampi e incubi. Th Il th non irritante quanto il caff ma sempre un potente stimolante. Il suo principio attivo si chiama teollina, e tra gli effetti nellorganismo, quando lo si beve in quantit, vi nervosismo, agitazione e insonnia. Essendo un eccitante, vale la stessa cosa appena vista per il caff. Cola La cola un seme o noce dellalbero della cola che contiene caffeina. Il loro gusto molto amaro, ed per questo che in commercio la cola viene addizionata di zucchero. La deleteria combinazione zucchero/caffeina, nelle bibite analcoliche gassate, particolarmente capace di dare assuefazione e questo i produttori lo sanno molto bene. I genitori per tanto dovrebbero sapere che tali bibite sono droghe velenose capaci di inuire sulla salute sica e lo stato danimo. Guaran Il guaran ricavato dai semi di un arbusto della giungla brasiliana. Contiene pi caffeina del caff e viene usata per produrre bevande gassate oppure integratori stimolanti. MATE In Argentina la bibita alla caffeina pi diffusa il Mate, ricavato dalle foglie dellilice. Cacao e Cioccolato Una delle pi note fonti di caffeina il cioccolato, anchesso ricavato dai semi di un albero. Il cioccolato contiene molto grasso ed cos amaro che deve essere mescolato con tanto zucchero per renderlo gradevole al palato. Oltre alla caffeina, contiene teobromina (alcaloide), sostanza afne e con effetti eccitanti analoghi. Vale lo stesso discorso per il caff con laggravante che il cioccolato ha un altro alcaloide e viene zuccherato. I semi di Cacao contengono 1-4% teobromina, 0.2-0.5% caffeina. Latticini Dentro di noi sono attive delle droghe derivate dall'oppio e l'eroina: le endorne! Nel 1979 venne isolata nel latte vaccino una sostanza oppioide: la caseomorna prodotta dalla lisi della -caseina del latte. Successivamente sono state determinate anche altre caseomorne, tutte peptidi costituiti da sette aminoacidi. Alcune caseomorne di origine bovina hanno un'azione analgesica superiore a quella della stessa morna. Le caseomorne provenienti dal latte di vacca sono pi attive di quelle provenienti dal latte umano. Negli idrolisati del glutine, proteina presente in alcuni cereali, sono presenti le exorne (o gliadorne), peptidi con azione simile a quella degli oppioidi.
29

Si ritiene che le endorne alimentari possono agire in individui suscettibili direttamente od indirettamente a livello cerebrale causando od incrementando sintomi psichici preesistenti. E noto che i neurotrasmettitori vengono sintetizzati dalle cellule nervose in modo dipendente dalla composizione del sangue e quindi dell' alimentazione. (1) Il neurotrasmettitore serotonina, deriva dall'aminoacido triptofano (contenuto soprattutto nelle proteine di origine animale). La conversione del triptofano la seguente: Triptofano --> 5-idrossitriptofano --> Serotonina --> Melatonina La serotonina anche il precursore della melatonina, ormone prodotto dallepisi con funzioni di regolazione dei ritmi sonno veglia. Un eccesso di melatonina provoca sonnolenza e depressione psico-sica! Quindi le conseguenze di una dieta ricca di triptofano pu indurre depressione negli esseri umani sani. Cereali Nelluomo vi una insufciente produzione dellenzima Dipeptidilpeptidiasi-IV (DPP-IV) che serve a digerire la proteina dei cereali (glutine) e quella dei latticini (caseina),per cui si formano molecole dette exorne, che se assorbite dalla mucosa intestinale hanno un effetto endorno simile. Lenzima DPP-IV degrada solo alcuni peptidi e viene neutralizzato da metalli pesanti come il mercurio, organofosfati, cadmio, uoro (dentifrici e acqua), piombo e zinco. Questa carenza enzimatica porta allincompleta digestione delle proteine (Caseina, Glutine) con formazione di peptidi anomali che producono: - Nel sangue una risposta anormale del sistema immunitario. Questi peptidi per sono molto simili alla mucosa dellintestino, per cui scatenano malattie autoimmuni. - Attraversando la mucosa vanno ad occupare i siti recettoriali propri delle endorne. La loro sequenza aminoacidica (gluteomorna e caseomorna) simile a quella degli oppiacei e possono aumentare la soglia del dolore, alterare comportamento e percezione I cereali appartengono alla famiglia delle Graminacee e sono: Riso, Mais, Miglio, Grano, Orzo, Segale, Spelta, Kamut, Avena, Farro e Triticale. I cereali con glutine un po' meno colloso: Farro, Kamut, Grano duro antico (tipo Senatore Cappelli). I cereali totalmente privi di glutine sono: Riso, Mais, Miglio. Altre fonti di carboidrati privi di glutine: Patate, Tapioca Grano Saraceno, Quinoa, Amaranto. Tabacco Il tabacco una delle piante stimolanti pi potenti che si conoscano e la nicotina, il suo principio attivo, una delle droghe pi tossiche in assoluto. Un normale sigaro contiene una quantit di nicotina sufciente a uccidere parecchie persone (il tabacco che brucia ne distrugge gran parte). La nicotina talmente forte e pericolosa che lorganismo umano sviluppa rapidamente una certa tolleranza per proteggersi. Sotto forma di sigarette, il tabacco una delle droghe che in assoluto provoca pi assuefazione: pari al crack! Sembra incredibile, ma pi difcile liberarsi dellabitudine di fumare sigarette che smettere di assumere eroina o alcol. Inalato a fondo, il fumo porta nicotina concentrata ai centri vitale cerebrali in pochi secondi, pi velocemente di quanto impieghi leroina iniettata. Questo spiega perch fumare provoca unassuefazione cos rapida.
30

Per tutto il Novecento le autorit incoraggiavano luso di questa droga, con il pretesto che favoriva la concentrazione e il rilassamento. Negli anni Cinquanta non era strano vedere i medici pubblicizzare particolari marche capaci di dare sollievo alla gola. Verso la ne del secolo scorso, la posizione della societ cambi nei riguardi del tabacco. Oggi, nonostante siano risaputi tutti i pericoli, i governi del mondo, dal commercio di questa droga tremenda ci guadagnano moltissimi miliardi ogni anno, addirittura quello degli Stati Uniti sostiene lindustria del tabacco con fondi pubblici! SEDATIVI A differenza degli stimolanti, i sedativi sono sostanze che abbassano il livello di energia del sistema nervoso, riducendo la sensibilit alla stimolazione esterna e a dosi elevate inducono il sonno. Alcol Lalcol la sostanza psicotropa pi diffusa al mondo e utilizzata ogni giorno da milioni di persone. Forse anche la pi antica droga nota allessere umano. Una volta entrato nellorganismo, lalcol viene assorbito con grande rapidit dallapparato digerente, entra nel usso sanguigno e raggiunge il cervello, dove inuenza stati danimo e comportamenti. Lorganismo deve lavorare duramente per eliminare lalcol: ne brucia una parte come combustibile (fegato) e ne espelle una immutata sotto forma di respiro (polmoni) e urine (reni). Quindi i principali organi emuntori del corpo vengono sbrati per espellere lalcol, ma quello che ne risente di pi il fegato che a lungo andare diventa sempre pi gono e pieno di grasso (steatosi), perdendo molte delle sue funzioni metaboliche importantissime. Il senso di calore prodotto dallalcol ingannevole: dovuto allaumento del usso sanguigno verso la pelle e questo permette al calore di disperdersi nellaria, raffreddando pericolosamente il corpo. Lalcol, tra le altre cose, un fortissimo diuretico: aumenta la quantit di urina, e questo un segnale inequivocabile che si stanno sforzando le reni per espellere il veleno, facendo perdere acqua al corpo e sbrando tali organi fondamentali. Grandi bevute possono provocare forti disidratazioni dei tessuti. Fuori da ogni discussione che lalcol sia la pi tossica delle droghe esaminate, pur tuttavia, la nostra stessa societ ad aver fatto dellalcol la propria droga di prima scelta, grazie anche al fatto che i governi, come nel caso del tabacco, ci guadagnano cifre spropositate. Nessuno ha interesse ad educare le persone del pericolo di questi veleni tossici e pericolosi.

DELIRANTI Il delirio uno stato di disturbo mentale caratterizzato da confusione e disorientamento. Dosi eccessive della maggior parte delle sostanze psicotrope danno luogo a delirio in quanto tossiche per il cervello. Solanacee La famiglia delle piante solanacee comprende alcuni prodotti naturali molto diffusi: pomodori, peperoni, peperoncini, melanzane e patate. Ne fanno parte anche piante tossiche come il tabacco, e alcune piante magico-velenose come il giusquiamo, mandragola, stramonio e belladonna.
31

Le solanacee hanno un aspetto spaventoso: sono piante rigogliose, pelose con odori strani e ori molto singolari. Tutte le parti di queste piante contengono scopolamina, una droga che provoca delirio e che fortemente velenosa. La concentrazione pi alta nei semi, mentre le radici ne hanno meno, per cui sono le pi sicure da consumare. Comunque sia, radici, semi, foglie e ori possono essere mangiati, fumati, messi in infusione per ricavarne delle tisane allucinogene. Gli effetti mentali indotti sono: irrequietezza, disorientamento e delirio, comprese allucinazioni anche intense e vivide. La capacit della scopolamina di scollegare, chi le assume, dalla realt ordinaria, spiega la loro diffusione in alcuni ambienti poco raccomandabili La farmacologia utilizza ancora oggi la scopolamina come farmaco: venduta come sonnifero da banco o sottoforma di compresse per il raffreddore e allergie, per asciugare il naso che cola. Attenzione con questo non si vuole affermare che pericoloso mangiare patate o pomodori o melanzane! Questi frutti della terra, se mangiati nelle corrette combinazioni e sequenze apportano principi nutrizionali importanti. Le patate, sono gli amidi pi veloci da digerire, andrebbero cotte al forno con la buccia e mangiate da sole assieme a verdure crude. Si sconsiglia il loro abbinamento con cereali e/o proteine animali! Gli alcaloidi contenuti nelle solanacee sono per lo pi glicoalcaloidi (alcaloide + zuccheri) di bassa tossicit, il pi conosciuto dei quali la solanina. Ma ci sono anche la chaconina (nella patata in dosi paragonabili alla solanina), la tomatina (nel pomodoro la predominante), la solasonina e la solamargina (melanzane) e altri in quantit trascurabili. Parlando di solanacee, solanina, chaconina, tomatina, solasonina e solamargina sono spesso per semplicit indicate genericamente come solanine, ma per maggior precisione vengono chiamate anche TGA (Total GlycoAlkaloids). Raggrupparli non un azzardo, visto che la loro struttura chimica molto simile e quando vengono metabolizzati liberano gli stessi pochi alcaloidi: solanina e chaconina vengono separate dagli zuccheri presenti nella molecola e liberano lalcaloide solanidina. La tomatina libera invece lalcaloide tomatidina, mentre solasonina e solamargina liberano lalcaloide solasodina. Visto che utilizzando tutti questi nomi le idee cominciano gi a confondersi, e non poco, per semplicit dora in poi useremo anche qui i termini TGA o solanine.

32

Noce moscata La noce moscata il seme, ricoperto da un involucro esterno detto macis, di una pianta tropicale. Contiene una droga detta miristicina che nellorganismo pu essere trasformata in uno degli allucinogeni analoghi alle anfetamine. Sia la noce moscata sia il macis, sono infatti utilizzati da tempo come sostanze psicotrope. ALTRI ALIMENTI Grasso e frittura I cibi grassi creano dipendenza, proprio come la marijuana. Gli alimenti ricchi di grassi, infatti, provocano lemissione di endocannabinoidi, che ne rendono pi graticante il consumo, e come nel caso delle patatine fritte, una tira laltra. Gli endocannabinoidi sono sostanze naturalmente prodotte dal corpo umano in grado di di legare gli stessi recettori riconosciuti anche dal principio attivo della marijuana (THC, tetraidrocannabinolo). Il team di ricercatori ha lavorato con topi da laboratorio, nutriti con cibi grassiattraverso una cannula inserita nello stomaco. In questo modo, si scoperto come gi a partire dalla bocca, si attivi un segnale molecolare che arriva al cervello e da qui, attraverso il nervo vago, allintestino. Il segnale induce le cellule a rilasciareendocannabinoidi che, a loro volta innescano il desiderio irrefrenabile di assumere altri cibi grassi. Gli endocannabinoidi, infatti, modulano il senso di appetito e di saziet, aumentando il piacere di mangiare. Ed ecco che scatta il rischio di abbuffate. Dunque, la voglia di cibi grassi, non dipenderebbe dagli zuccheri e nemmeno dalle proteine. La speranza dei ricercatori, perci, che lo studio possa aprire la strada ad applicazioni nellambito delle terapie dellobesit. Conoscere il meccanismo che si attiva quando si consumano cibi grassi, potrebbe aiutare a realizzare farmaci in grado di bloccare lattivit degli endocannabinoidi intestinali. In questo modo, il desiderio di cibi grassi come le patatine fritte o le merendine, sarebbe minore e non andrebbe ad interferire con il sistema degli endocannabinoidi a livello cerebrale, evitando anche di provocare effetti collaterali come depressione e ansia. LEGGI DELLA VITA Esistono alcune leggi immutabili in Natura che scandiscono la nostra esistenza. Nel nostro caso due sono le Leggi che interessano. La Legge della Forza, afferma che tutta la Forza usata, e quindi consumata, in ogni azione vitale o medica, la Forza Vitale, e cio, quella che proviene dallinterno dellorganismo e non dallesterno. La Legge del Doppio Effetto, afferma invece che leffetto secondario sullorganismo vivente di qualsiasi atto, abitudine, indulgenza o agente, lesatto contrario del primo effetto. Cosa signicano queste fondamentali Leggi? Da una parte si stabilisce che la Forza Vitale organica ad agire e produrre lAzione, dallaltra che leffetto secondario di ogni sostanza contrario al primo. Quindi quando assumiamo sostanze tossiche-velenose come caff, th, cioccolata, zucchero o altre droghe come fumo o farmaci, leffetto immediato leccitazione del sistema. Questa eccitazione per non dovuta alla droga in s (caffeina, nicotina, teollina, teobromina, ecc.), ma allEnergia o Forza Vitale che viene sequestrata dal corpo per espellere la tossina velenosa. Dopodich si manifesta leffetto secondario che esattamente contrario: tutto il sistema
33

prima eccitato, energico, si svuota e scarica. A lungo andare, questo assurdo modus vivendi antinaturale, debilita sicamente e psichicamente luomo di energia vitale. Siamo drogati e non lo sappiamo Allappello mancano moltissime altre sostanze con effetti diretti sul SNC, ma certamente il materiale trattato sufciente per affermare che oggi una persona normale, con uno stile di vita normale, un drogato! Ricordiamo che labuso di droga non il consumo di una sostanza non accettata o illegale: drogarsi signica assumere qualunque sostanza che danneggia la salute sica e/ o mentale. Far crescere bambini con alimenti putrefattivi come le proteine animali, alimenti mortiferi come bevande gassate e alcoliche (eccito-deprimenti), zuccheri e cereali rafnati (eccitodeprimenti), caff, th (eccito-deprimenti), signica sviluppare adulti corrotti, drogati, dipendenti e soprattutto privi di energia vitale. Quindi predisposti alle malattie e al controllo mentale! Tutto questo ovviamente fa comodo al Sistema, a cui non dispiace aver a che fare con persone non libere e manipolabili. Quindi non dobbiamo scandalizzarci se oggi i giovani abusano di alcol o altre sostanze deleterie per il corpo e la mente: noi adulti li abbiamo svezzati e fatti crescere con droghe non meno tossiche e pericolose per la salute!

34