Sei sulla pagina 1di 8

Curarsi con le piante

Medicalia
Rivista quindicinale di Omeopatia, Fitoterapia, Cosmetica, Medicina Naturale e Galenica - GRATUITA
Pungitopo
Nomi scientifici: Ruscus aculeatus.
Famiglia: Liliaceae.
Parte utilizzata: rizoma e radice.

ORIGINE
Questo frutice sempreverde ha cauli aerei eretti
con ramoscelli alterni, appiattiti, coriacei, allar-
gati in forma di foglia (cladodio), che nascono
all'ascella delle vere foglie, ridotte a scaglie. I
a cura della OMEOSALUS s.r.l.

fiori, dioici, trimeri, sono inserite sulla pagina


superiore dei cladodi. Il frutto è una bacca
rossa.
Comune dalla costa atlantica fino all'Europa centrale e meridionale, ma ad altitudini
inferiori ai 700 m, è presente anche nel sud-est dell'Asia e nell'Africa del nord. Predilige
i boschi cedui, le siepi, soprattutto se situati su terreni calcarei.

OSSERVAZIONI NELL'UOMO
Studi numerosi sono stati compiuti con lo scopo di mettere in evidenza l'interesse delle
preparazioni di pungitopo nel campo dell'insufficienza venosa. Nonostante le reticenze
che il concetto di insufficienza venosa cronica incontra, uno studio in doppio cieco ha
messo in evidenza come la droga migliori in maniera significativa la sintomatologia fun-
zionale e i dati pletismografici nell'insufficienza venosa degli arti inferiori. Altri studi
sottolineano l'interesse della droga nel trattamento della crisi emorroidaria, così come
in quello della sindrome premestruale o delle implicazioni venose della contraccezione
orale e della gravidanza.

IMPIEGHI
Le ruscogenine sono utilizzate in proctologia, principalmente in caso di emorroidi. Il
pungitopo viene impiegato nella composizione di specialità utilizzate in allopatia.
Queste specialità, che associano il pungitopo ad altri venoprotettori, vengono proposte
nel trattamento dei sintomi in rapporto con l'insufficienza veno-linfatica: gambe pesan-
ti, crampi, edemi e anche nel trattamento dei sintomi funzionali legati alla crisi emor-
roidaria.

LA DROGA
Il ceppo si presenta in frammenti nodosi, articolati, che presentano una superficie este-
riore grigio-giallastra, accompagnata da anelli frangiati molto vicini. Le radici avventi-
zie sono piene e legnose.

Numero
Preserviamo le nostre bellezze naturali
134 "Il mare che, penetrando nell'arco del
golfo, bacia la costa napoletana, ha
del 1906, sulla bellezza del sud per il
sole, la terra ed il mare.
luglio 2006 incanti meravigliosi, che ora si disten- Noi, in cento anni siamo riusciti a rovi-
dono in tutta la loro bellezza innanzi nare quasi tutto, e la nostra inciviltà ci ha
2 LA FARMACIA TRA ARTE E STORIA agli occhi dello spettatore. Ottobre è il portato ad avere il divieto di balneazione
3 TERMINOLOGIA CLINICA mese più propizio per viaggiare, per in parecchi mari.
godere i grandi spettacoli della natura. Inoltre, le terre sono piene di pesticidi e
4 PROBLEMI TRATTABILI CON PIANTE La deliziosa isola di Capri è famosa da sostanze chimiche e nell'atmosfera ci
5 INDICAZIONI PER DISTURBI VARI secoli come il più affascinante dei sog- sono buchi nell'ozono.
giorni, che molti artisti e poeti procla- Continuando così non ci sarà più la pos-
6 NOTIZIE DALLA GREEN REMEDIES marono come un piccolo frammento di sibilità per qualcuno di scrivere così
7 IL REGNO VEGETALE paradiso caduto in terra". bene del nostro sud.

8 PROMOZIONI E COMUNICAZIONI Così scriveva Alfredo Labrati nell'ottobre Dr. Antonio Colasanti
2 La farmacia tra arte e storia
(continua dal numero precedente)

LE MERAVIGLIE DELLA VEGETAZIONE


Dopo questo primo gruppo se ne posero sotto pres- asciugante evaporasse, ottenendosi così un essicca-
sione numerosi altri, finchè fu quasi ultimato l'asse- mento artificiale assai più rapido.
stamento delle piante raccolte; le quali vennero quin- Dopo alcuni minuti tolse il primo foglio che sostituì
di poste su di una tavola presso una finestra aperta, con un altro; quando s'accorse che la carta non assor-
per affrettarne l'essiccamento. biva più alcun succo, sospese l'operazione e tolse con
Non rimanevano più che alcune piante bulbose: gla- la massima cura i fogli posti superiormente al vege-
dioli, anemoni, orchidee, nonché altre a stelo molto tale per verificare l'esito del lavoro.
grosso che presentavano qualche difficoltà per i bulbi La pianta era perfettamente essiccata e la prepara-
o i fusti che sporgevano sulle restanti parti della pian- zione molto ben riuscita, poiché tanto i fiori che le
ta e ne impedivano una regolare pressione. altre parti, conservarono il loro colorito, cosa che dif-
Il babbo prese una pianta bulbosa e ne affettò il bulbo ficilmente si ottiene col metodo della essiccazione
sino a lasciare attaccata allo stelo la sola parte media- naturale usato dai più.
na di esso, ridotta allo spessore di tre millimetri. I ragazzi avrebbero voluto essiccare tutta la loro rac-
La sottigliezza della fette avrebbe agevolato la com- colta con questo metodo, ma il babbo vi si oppose,
pressione e l'essiccamento della pianta, e la sua lar- facendo loro osservare che questo metodo era da
ghezza, rappresentante il massimo sviluppo del usarsi solo quando si avessero pochi esemplari, giac-
bulbo, avrebbe permesso di conoscere le dimensioni chè il tempo occorrente per l'essiccazione delle prime
naturali del medesimo. piante avrebbe cagionato la rovina delle altre, che
Fatta questa operazione dovrebbero rimanere a
man mano a tutte le pian- lungo esposte all'aria.
te bulbose, prese a spac- Aggiunse ancora che gli
care longitudinalmente i esemplari sottoposti al-
fusti o steli molto spor- l'essiccamento artificiale
genti di altre, per metterle riuscivano veramente
nelle condizioni richieste più belli, ma molto fragi-
da ogni erbario che si li.
voglia ben conservato. Le poche piante rimaste
Nello stesso modo non furono essiccate col ferro
espose all'essiccamento caldo; ma i due giovani,
che una sezione delle ancora inesperti, ne rovi-
infiorescenze molto folte, narono alcune, o usando
togliendo buona parte dei un ferro troppo caldo, o
fiori; altrimenti si sarebbe premendo soverchia-
ottenuta una massa infor- mente, o per altre ragio-
me e incompressibile. ni. Nondimeno, in breve
Il signor Giuseppe si s'impratichirono, e le
riservò alcune piante per ultime piante riuscirono
insegnare ai ragazzi un perfettamente essiccate
altro mezzo d'essiccamen- e furono messe nei
to. Prese un esemplare rispettivi fogli.
raccolto, ancora da essic- Durante la giornata, i
care, lo pose ben assestato due giovanetti si occupa-
e disteso fra quattro fogli - rono della flora italiana,
due sotto e due sopra - di studiando su altanti bo-
carta asciugante; quindi tanici le specie più note-
passò molte volte un ferro da stirare moderatamente voli di piante che avrebbero potuto incontrare nelle
scaldato sui fogli contenenti il vegetale da essiccare, loro passeggiate, per imprimersene bene nella mente
premendo da prima leggermente, quindi con mag- l'aspetto e riconoscerle a prima vista e farne una giu-
gior forza, e spiegò ai figliuoli come quella specie di diziosa raccolta.
stiratura facesse uscire l'umidità contenuta nel vege-
tale, e questa prontamente assorbita dalla carta (continua nel prossimo numero)
Terminologia clinica 3
(continua dal numero precedente) taluni mezzi anche meccanici ed elet- maggioranza dei casi, di trattamento
trici. Soprattutto si intende l'apparec- chirurgico.
Antitossina chio gessato con cui si immobilizzano
Sostanza che si produce nell'organi- le fratture ossee al fine di evitare i
smo sotto l'azione delle tossine micro- molteplici danni che provocherebbero Aplasia
biche. Ha la proprietà non di neutra- i monconi ossei abbandonati a se stes- Si intende un organo il quale abbia
lizzare il potere infettante di quel si e permettere il saldo di essi in assunto uno sviluppo inferiore alla
determinato microbo per il quale buona posizione. sua consuetudine anatomica.
venne impiegato, ma di provocare un
grande potere di resistenza nell'indi-
viduo ammalato. Apparato Aplesia
Dicesi dell'insieme che costituisce una Si intende un organo il quale abbia
delle differenti funzioni dell'organi- assunto uno sviluppo inferiore alla
Antracosi smo. Così: apparato respiratorio, cir- sua consuetudine anatomica.
E' il particolare stato dei polmoni colatorio, ecc.
quando siano a lungo costretti a respi-
rare aria con pulviscolo di carbone o Aplestia
grafite. Il che può divenire causa di Appendice E' la scomparsa del senso della sazietà
lesioni bronchiali e polmonari. E' la parte inferiore dell'intestino alimentare. Disfunzione, molto pro-
cieco e rappresenta un residuo di babilmente, in rapporto con lesione
quello che è il rumine negli animali. endocranica.
Antrofobia Dicesi anche processo vermiforme.
La paura della folla che presentano
taluni neuropatici. Apnea
Appendicite Cessazione o, come più comunemente
E' l'infiammazione dell'appendice, la si intende, sospensione temporanea
Anuria quale può avere andamento cronico o della respirazione.
Cessazione completa della secrezione insorgere acutamente.
urinaria per mancata funzionalità I sintomi principali dell'appendicite
renale. E sempre un fenomeno molto sono: il dolore vivissimo nella fossa Apneumia
grave che può avere varie origini: ileo-cecale, la febbre e la chiusura del- E' la mancanza congenita dei polmo-
nefrite, colica renale, embolia renale, l'intestino. ni.
peritonite, calcoli dell'uretere, tumori Spesso insorge nausea, vomito ed
delle vie urinarie alte, ecc. anche disturbi urinari. L'addome si
distende e diviene molto dolente nella Apoplessia
sede dell'appendice. E' il versamento di sangue nella
Aortite Se non sopravvengono complicazioni, sostanza cerebrale che avviene per
E' l'infiammazione delle tuniche quali la cancrena e la perforazione lacerazione delle arterie e più di rado
interne dell'aorta per insorgenza a- dell'appendice, la formazione di per lacerazione dei vasi venosi. E',
cuta o cronica. Trae origine dalle ascesso appendicolare o la peritonite, generalmente, legata a sclerosi dei
medesime cause che determinano l'a- la malattia, coadiuvata da cure adatte, vasi in conseguenza di nefrite cronica,
teromasia vasale. può anche lentamente regredire. alcoolismo, gotta, sifilide, saturnismo,
Spesso, però, si rende necessario l'in- ecc. All'eccesso apoplettico segue la
tervento operatorio tempestivo che, paralisi che colpisce quei territori
Apiressia nella maggioranza dei casi, riesce a dipendenti dal punto del cervello in
Mancanza di febbre. dare la salvezza. L'appendicite è, per- cui si è verificata l'emorragia. Così
ciò una malattia eminentemente chi- possono aversi paralisi dei due arti di
rurgica. uno stesso lato con o senza la perdita
Apiretico Accanto alla forma acuta, che è la più della favella, secondo che l'emorragia
Sono le sostanze capaci di influire insidiosa e pericolosa, vi è pure la si è verificato a destra o a sinistra.
sulla presenza della febbre. forma di appendicite cronica che si L'apoplessia, infine, può pure interes-
manifesta con crisi più o meno distan- sare il midollo spinale quando l'emor-
ziate o genera disturbi, più o meno ragia colpisca quest'organo nervoso.
Apparecchio accentuati e molesti. Anche questa
Termine con il quale si designano forma di appendicite necessita, nella (continua nel prossimo numero)
4 Problemi trattabili con le piante
(continua dal numero precedente) diuretica. legumi e frutta secca.

Chitosano Utilizzi principali Vitamina B6 (Piridossina): parte-


Per favorire la digestione e contrastare cipa al metabolismo di molti aminoaci-
Proprietà la sonnolenza post prandiale. di, alla sintesi e alla degradazione degli
Il chitosano è un estratto che si ricava acidi grassi, degli steroli, degli ormoni
dal guscio dei crostacei. tiroidei e delle profirine. Le più impor-
Si presenta come polvere micronizzata Complesso B tanti fonti naturali sono: germe di
e particolarmente ricca di chitina e grano, cereali integrali, noci, pesce,
derivati. Il termine "Complesso B" si riferisce ad fegato, soia, carni in genere.
Inibisce l'assorbimento dei grassi e del una serie di Vitamine e di fattori vita-
colesterolo a livello intestinale, impe- minici che sono di estremo interesse Vitamina B12 (Cobalamina): rap-
dendo che una parte dei grassi assunti per il corretto svolgimento di tutte presenta un gruppo di sostanze conte-
con il cibo vengano assorbiti e digeriti, quelle attività organiche, fondamentali nenti cobalti che hanno un ruolo
e favorendone l'eliminazione con le per fornire l'energia necessaria alle importante nella produzione dei glo-
feci. funzioni vitali e all'attività fisica e men- buli rossi. Le principali fonti naturali
E' utile pertanto in soggetti con tale. sono fegato, frutti di mare, carni rosse
aumento dei livelli plasmatici di cole- in genere, latte e derivati.
sterolo e in soggetti che osservano un Vitamina B1 (Tiamina): interviene
regime dimagrante, riducendo l'appor- nel metabolismo dei carboidrati e nelle Utilizzi principali
to calorico. Può essere usato anche in funzioni del sistema nervoso. Le fonti Stati di affaticamento fisico e mentale,
gravidanza e durante l'allattamento. naturali più importanti sono i cereali gravidanza, allattamento, forme di
integrali, i legumi, le noci, gli asparagi, anemia, postumi da infezioni epretiche
Associazioni consigliate i broccoli, il fegato, la soia, il lievito e le e intossicazioni.
Con Glucomannano, Alga marina, patate.
Betulla, Ortosifon e Guaranà nei regi-
mi dimagranti. Vitamina B2 (Riboflavina): è
essenziale per la conservazione delle Cromo picolinato
Utilizzi principali cellule, per il metabolismo energetico
Per il controllo del peso corporeo, ed è necessaria per il normale funzio- Proprietà
come coadiuvante nelle cure dima- namento dei meccanismi di riparazio- E' un elemento traccia essenziale per il
granti, per abbassare il colesterolo e i ne cellulare. Le fonti naturali più im- metabolismo degli zuccheri poiché,
trigliceridi nel sangue. portanti sono: uova, latte e derivate, migliorando la tollerabilità al glucosio,
verdura a foglia verde, cereali integrali, svolge una valida azione antidiabetoge-
fegato e carni. na. Le più importanti fonti naturali di
cromo picolinato sono i crostacei, i frut-
Cicoria Vitamina B3 (Niacina): partecipa, ti di mare, i cereali integrali e i funghi.
come coenzima, a molte reazioni di
Proprietà respirazione cellulare, ha azione vaso- Possibili effetti indesiderati
La radice della cicoria è ricca di inuli- dilatatoria e riduce la colesterolemia. A dosi elevate può essere tossico per la
na: responsabile del suo sapore amaro. Le più importanti fonti naturali sono: maggior parte dei tessuti molli, in par-
L'inulina viene definita come prebioti- germogli di grano, cereali integrali, ticolare per fegato e rene.
co, in quanto favorisce lo sviluppo arachidi, carne di pollo, fegato, legumi,
della flora batterica positiva del colon latte e derivati. Utilizzi principali
(Lattobacilli e Bifidi) a scapito dei bat- Controllo della glicemia nel diabete i-
teri patogeni. Vitamina B5 (Acido Pantotenico): niziale e senile.
La cicoria è in grado di aumentare la è fondamentale per il metabolismo
produzione di bile da parte del fegato, energetico e per la formazione dell'ace- (continua nel prossimo numero)
di favorire i processi digestivi e di sti- ticolina che, come è noto, è coinvolta
molare la filtrazione dell'acqua e delle nei processi della memoria. Le più pagina a cura della
scorie azotate da parte del rene, svol- importanti fonti naturali sono: cereali "Società Italiana di Medicina Na-
gendo quindi un'azione depurativa e integrati, carne di pollo, pesce, fegato, turale"
Indicazioni per disturbi vari 5
(continua dal numero precedente) Diabete
Aglio, alchemilla, asparago, assenzio di siepe, avena, bac-
Debolezza dei polmoni celli di fagiolo, borsa pastore, cariofillata, centaurea mino-
Edera terrestre, lichene d'Islanda. re, crescione, crescione dei prati, dente di leone, erica,
eucalipto, galega, gelso, ginepro, licopodio, lino, millefo-
glie, mirtillo, ortica, orthosiphon, rosa di siepe, rosmari-
Dermatite no, rovo, salice, salvia, tormentilla, trifoglio, verga d'oro.
Altea, canfora, Eufrasia, menta piperita.

Diaforetici
Dermatopatie Aristolochia clematide, carice, crescione, ebbio, galega, iabo-
Aglio, agrimonia, arnica, asparago, balsamo copaive, bel- randi, iperico, menta piperita, olearia, rovo, sambuco, tiglio.
ladonna, betulla, centaurea minore, coclearia, dente di
leone, ginepro, ginestrella, lattuga velenosa, linaiola, mar-
rubio, mirtillo, mordigallina, noce, ortica, pino, pratolina, Diarrea
rovere, saponaria, sassofrasso, spondilio, stellina odorosa, Abrotano, aglio, alchemilla, altea, assenzio di siepe,
stili di granoturco, vedovella selvatica, vitalbino. avena, calamo aromatico, camomilla, cardo santo, cario-
fillata, celidonia, coda di cavallo, consolida maggiore,
coreggiola, enula, felce maschio, finocchio, finocchio feti-
Debolezza di cuore do, ippocastano, lattuga velenosa, lichene d'islanda,
Biancospino, cannella, elleboro, genziana, grindelia, linaiola, lino catartico, maggiorana, mandorlo amaro,
menta piperita, primula, prugnolo, strofanto. mele, menta piperita, millefoglie, mirtillo, olio di ricino,
ortica, poligala, pulsatilla, rabarbaro, rosa di siepe, rovere,
rovo, salice, salvia, scorodonia, spondilio, trifoglio, uzara,
Debolezza di cuore nella menopausa valeriana, viola del pensiero.
Biancospino.

Diarrea con crampi


Debolezza di cuore nelle malattie del fegato Argentina, calcatreppolo.
Cardo mariano.

Diarrea con emorragia


Debolezza di cuore nella gioventù Iperico, ratania, rovo, salvastrella, tormentilla.
Mughetto.

Diarrea con febbre


Debolezza di cuore nella vecchiaia Borsa del pastore, corteccia di china, lamio bianco.
Biancospino.

Diarrea con flatulenza


Debolezza sessuale Aloe.
Basilico, fagiolo corallino, ginseng, iambolano, muira
puama.
Diarrea cronica
Licopodio, marrubio, piantaggine, tormentilla.
Depurativi del sangue
Acrimonia, avorniello, calcatreppolo, canapa acquatica,
coclearia, crescione, dente di leone, enula, erica, frangola, Diarrea nella tubercolosi
fumosterno, ginepro, gramigna, menta romana, noce, Abrotano, crespino, lamio bianco, robbia.
ortica, prugnolo, ramerino di palude, rovo, salsapariglia,
salvia, sambuco, sassofrasso. (continua nel prossimo numero)
6 Notizie dalla Green Remedies
(continua dal numero precedente) Essenza combinata di Fiori di:
Wahlenbergia species, Adansonia gibbosa, Blandfordia
Transition nobilis, Styphelia trifora, Philotheca salsolifolia, Xanthosia
rotundifolia, Acacia terminalis.
Meno
Difficoltà ad accettare i cambiamenti sia di vita che fisici. Ri-
fiuto del concetto di morte. Stress stop

Più Meno
Serenità nell'affrontare tutti gli eventi che la vita riserva. Iperattività, eccessiva frenesia, incapacità a trovare tempo
per se stessi e per i propri bisogni, tensioni muscolari.
Utile per chiunque stia affrontando grandi cambiamenti bio-
logici o di situazioni di vita. Dona la capacità di essere aper- Più
ti ai cambiamenti e di essere pronti per le sfide che essi com- Rilassamento, calma e stabilità, capacità di gestire abilmen-
portano. Aiuta a rimuovere la paura della morte, donando te le faticose attività quotidiane.
calma e tranquillità durante il passaggio nell'aldilà.
Aiuta a rilassarsi e ad eliminare gli stati di ansia al fine di
Essenza di combinata di Fiori di: dedicare a se stessi tempo e spazio, attenuando gli effetti
lysiphyllum cunninghamil, Callistemon linearis, Patersonia dovuti allo stress e alle pressioni esterne. Favorisce l'armo-
longifolia, Parmelia s., Prosantera stratiflora. nizzazione dei ritmi biologici e migliora la qualità del sonno
negli adulti e nei bambini.

Electro Essenza combinata di Fiori di:


Tetraheca ericifolia, Callistemon linearis, Baronia ledifolia,
Meno Epacris longiflora, Crocea saligna, Jacaranda mimosaefolia,
Disagi fisici e mentali dovuti ad eccessiva esposizione e vici- Actinotus minor, Carica papaya.
nanza di dispositivi elettronici, come cellulari, computer e
ripetitori.
Equilibrio donna
Più
Protezione da radiazioni. Riequilibrio psicofisico. Meno
Cambiamenti repentini di umore, stanchezza, disistima fisi-
Aiuta a schermare dalle radiazioni elettromagnetiche che ca.
possono causare irritabilità, intorpidimento mentale e dis-
turbo del sonno. Favorisce il raggiungimento di calma, Più
benessere e vitalità. Calma, stabilità, capacità di affrontare i cambiamenti e
apprezzamento della femminilità.
Essenza combinata di Fiori di:
Epacris longiflora, Crocea saligna, Thysanotus tuberosus, Favorisce la calma e la stabilità durante i cambiamenti che
Ptilotus atripicifolius, Carica papaya, Melopea speciosissi- la pubertà, i cicli mestruali, la gravidanza e la menopausa
ma. inevitabilmente comportano. Aiuta a divenire consapevoli
della propria bellezza interiore ed esteriore. Permette di uti-
lizzare appieno le proprie potenzialità senza lasciarsi travol-
Ottimismo gere dalla frenesia della quotidianità.

Meno Essenza combinata di Fiori di:


Pessimismo, timore di perdita e di abbandono, incapacità a Planchonia careya, Callistemon linearis, Epacris lingiflora,
godere della bellezza del presente. Crocea saligna, Styphelia trifora, Ptilotus atripicifolius,
Banksia serrata, Leptospermum squarrosum, Casuarina
Più glauca.
Ottimismo, fiducia e speranza in un futuro migliore.
(continua nel prossimo numero)
Rimuove i modelli negativi, la perdita e la scarsa fiducia nel
futuro, consentendo un'apertura mentale ed emotiva che Info:
permette di godere dell'abbondanza che il futuro ha poten- Green Remedies Srl - Padova
zialmente in serbo per ognuno. www.greenremedies.it
Il regno vegetale 7
(continua dal numero precedente) Verbena
Verbena officinalis
Tormentilla
Potentilla tormentilla Pianta perenne spontanea.
Fioritura: maggio-ottobre.
Erba annua spontanea Si raccoglie la parte aerea fiorita.
Fioritura: maggio-giugno.
Si raccolgono i rizomi da luglio a settembre.
Verga d'oro
Solidago virga aurea
Tragoselino becchino
Pimpinella saxifraga Pianta spontanea perenne.
Fioritura: luglio-settembre.
Pianta spontanea perenne. Si raccolgono in agosto-settembre le foglie e i fiori.
Fioritura: luglio-settembre.
In questo tempo si raccolgono le radici.
Veronica
Veronica officinalis
Trifoglio
Trifolium pratense Pianta spontanea perenne.
Fioritura: maggio-luglio.
Pianta spontanea e coltivata, bienne o perenne. Si raccoglie la parte aerea durante la fioritura.
Fioritura: maggio-settembre.
Si raccolgono le foglie dalla primavera ad ottobre.
Viola del pensiero
Viola tricolor
Trifoglio fibrino
Menynanthes trifoliata Pianta spontanea perenne.
Fioritura: aprile-ottobre.
Pianta spontanea perenne. Si raccoglie da giugno ad agosto la parte aerea.
Fioritura: aprile-giugno.
Si raccolgono le foglie da luglio ad ottobre.
Vischio
Viscum album
Uva orsina
Arctostaphylos uva ursi Pianta parassita di vari alberi.
Fioritura: marzo-maggio.
Suffrutice spontaneo. Si raccolgono le foglie ed i rami. Le bacche si raccolgono
Fioritura: maggio-luglio. separatamente.
Si raccolgono le foglie durante l'estate.

Visciolo
Valeriana Prunus cerasus
Valeriana officinalis
Albero coltivato.
Pianta spontanea e coltivata, perenne. Fioritura: marzo-maggio.
Fioritura: giugno-luglio. Si raccolgono i peduncoli dei frutti alla maturazione di
Si raccolgono i rizomi con le radici. questi.

Vedovella selvatica Vitalbino


Scabiosa succisa Clematis vitalba

Pianta spontanea perenne. Pianta spontanea perenne.


Fioritura: estate-autunno. Fioritura: maggio-giugno.
Si raccolgono le radici in autunno. Si raccoglie in giugno-luglio l'intera pianta aerea.

Verbasco Zucca
Verbascum thapsus Cucurbita pepo

Pianta spontanea e coltivata, perenne. Pianta annua coltivata.


Fioritura: in estate. Fioritura: in estate.
Si raccolgono i fiori. Si raccolgono i semi a maturazione.
Promozioni & Comunicazioni
SORGENTE DI LUNGA VITA L’Omeoslaus S.r.l. comunica alle D’Agostini al numero telefonico
5+1 Grani di lunga vita 35 gr farmacie clienti che utilizzando il 0775.811208.
modem per la trasmissione delgi
PLANTA MEDICA ordini, si potrà ricevere la risposta
5+1 Coligas 30 opercoli dei mancanti.
5+1 Verum 80 compresse Per riceve ulteriori chiarimenti si
(fino ad esaurimento scorte) può contattare il Sig. Vittorio

L’Omeosalus offre a tutti i clienti la consulenza di Dr. Angelo D’Aliesio


esperti professionisti del settore che rispondono ai medico omeopata
seguenti recapiti: docente universitario - 347.5946272

Dr. Romano Mazza Sig. Giovanni Fallone


medico omeopata - 349.3790386 consulente tecnico - 0775.811218

Dr. Antonio Colasanti Sig. Marco Sarandrea


farmacista esperto in omeopatia - 340.5632504 erborista, fitopreparatore - 335.6819090

Dr. Pio Michele Di Turi Dr. Giacomo Martinelli


farmacista esperto in erboristeria - 0775.950107 medico nutrizionista - 335.6157305

Dr. Tito Vincenzi


veterinario esperto in omeopatia - 337.767334

Stampa: Editrice Grafica - Tecchiena (FR)

Azienda Agraria Loc. Aboca, 20 - 52037 Sansepolcro (AR)


Telefono 0575.7461 Telefax 0575.749130 www.aboca.it
Realizzazione grafica: Massimo Ciardi

Omeosalus s.r.l.
Omeopatia - Fitoterapia - Cosmetica - Medicina Naturale e Galenica
Via Vado la Lena, 31 - 03100 FROSINONE Sito internet: www.omeosalus.it
Telefoni: 0775.8111 (centralino) Fax: 0775.811210 e-mail: omeosalus@omeosalus.it
Numero verde: 800.017.405 Fax verde: 800.251393 - 800.505.265 Modem verde: 800.309.128