Sei sulla pagina 1di 46

Letteratura inglese II - Dal romanticismo al XXI secolo Il romanticismo Il romanticismo ha convenzionalmente inizio in Gran Bretagna nel 1798.

Le idee di equilibrio e razionalit dell'illuminismo vengono respinte insieme alla maggior parte dei precetti illuministici, in favore della passionalit e dell'originalit. In Gran Bretagna la nuova sensibilit ha connotazioni pi metafisiche e individuali rispetto al resto d'Europa; naturalmente il romanticismo inglese non totalmente slegato dal mondo reale: l'attenzione dei romantici ora volta verso la societ alla quale appartengono (sensibile ai problemi dei ceti sociali pi bassi) ora verso questioni socio-politiche di altri stati; da un lato Shelley esprime il suo sdegno per il massacro di Peterloo, dallaltro Byron combatte al fianco di italiani e greci. E' una stagione di grande poesia: Wordsworth, Coleridge, Byron, Shelley e Keats sono nomi di primaria importanza nella letteratura inglese. Il romanzo continua a perfezionarsi: Walter Scott porta in auge il romanzo storico. Contesto Storico L'epoca romantica si apre durante il regno di George III. Nel 1800, con la fusione del parlamento irlandese con quello inglese, lo Stato assume la nuova configurazione di United Kingdom of Great Britain and Ireland. Il sovrano regna fino al 1820. Sono gli anni delle guerre napoleoniche: L'Inghilterra impegnata in un conflitto che dura dal 1793 al 1815. Il successo britannico segnato dalla vittoria nella battaglia navale di Trafalgar ad opera del Gen. Nelson e quella decisiva di Waterloo ottenuta da Wellington in collaborazione con la Prussia nel 1815. Dal 1812 al 1814, inoltre il Regno Unito coinvolto in un conflitto con gli Stati Uniti dAmerica. Nel 1814 si tiene il Congresso di Vienna al quale l'Inghilterra rappresentata dal ministro Castlereagh, che sostiene l'importanza di un equilibrio di forze che garantisca stabilit tra gli stati europei. L'Europa viene cos restaurata in base a questo principio e a quello della legittimit, per cui sui troni vengono ristabiliti i sovrani scalzati da Napoleone. Sul fronte interno le condizioni di vita dei ceti pi bassi peggiorano e si rendono necessarie delle riforme sociali: una grande folla si riunisce a St. Peter's Field, a Manchester (1819) per reclamare una riforma del parlamento in senso democratico, ma viene caricata dall'esercito. L'incidente ricordato come Peterloo massacre, un'amara parodia di Waterloo. Nel 1820 sale al trono George IV. Nel 1824, il ministro dell'interno, il tory Robert Peele, concede il diritto di coalizione agli operai. Nel 1827 diventa primo ministro e due anni pi tardi procede alla parificazione dei diritti per i Cattolici. In questo periodo, il Regno Unito conduce una politica estera di sostegno alla Grecia, che, grazie alla sua posizione strategica, potrebbe essere un prezioso alleato commerciale una volta libera dalle ingerenze russe e turche. Durante la conferenza di Londra (1827) vengono presi accordi a tal proposito con la Francia e nello stesso anno gli inglesi si recano a combattere in Grecia. Nel 1830 l'Inghilterra riconosce l'indipendenza greca. William IV succede a George IV. Nel 1831 il primo ministro Grey emana la Reform Bill: si tratta di un'estensione della base elettorale e di una ridistribuzione dei seggi, dalla quale trae vantaggio la borghesia. Tuttavia Grey attua alcune riforme sociali in favore delle classi pi povere. Un avvenimento importante, rispetto alla politica coloniale, l'abolizione del commercio degli schiavi su navi inglesi. I confini dell'impero continuano ad allargarsi con Malta (1800), Delhi (1803), Sierra Leone e 1

Gambia (1807), Martinica e Cayenne (1809), (1832). Contesto Socio-economico Nel secolo XIX l'Inghilterra ormai un paese industrializzato, in cui la ricchezza non pi in mano ai possidenti terrieri ma ai proprietari delle fabbriche. Le industrie continuano a svilupparsi soprattutto quelle tessili e metallurgiche. Il proliferare delle industrie causa anche nuovi problemi di natura sociale - e in seguito anche politica- a partire dalla nascita della classe proletaria le cui condizioni di vita sono sempre pi critiche. Il rapporto direttamente proporzionale tra sviluppo industriale e impoverimento dei lavoratori porta anche al degrado del paesaggio: accanto a cupe fabbriche fumose si moltiplicano le misere abitazioni degli operai. Il governo non interviene in alcun modo convinto che il benessere generale sia raggiungibile solo grazie alla libert di azione in economia. Questo per favorisce lo sfruttamento dei lavoratori. Le principali vittime sono donne e bambini. Spaventata dagli eventi francesi successivi alla rivoluzione, la classe dirigente inglese non esita a reprimere duramente i tentativi di protesta da parte degli strati pi bassi della popolazione, che si susseguono in campagna ed in citt sin dal 1800. Nonostante la repressione, l'Inghilterra il primo paese dove si formano gruppi organizzati per rivendicare i diritti dei lavoratori. Nel 1811 i cosiddetti "Luddisti" iniziano a distruggere le macchine che, secondo loro, causano il licenziamento degli operai che esse "sostituiscono". Cominciano anche a costituirsi le Trade Unions, in principio segrete; solo nel 1824 viene abolita la Combination Act, che vietava ai lavoratori di riunirsi per discutere. In agricoltura non esistono pi terre comuni: la coltivazione non ha pi solo fini di sostentamento, ma anche di commercializzazione. I piccoli proprietari terrieri non riescono a reggere la concorrenza e sono costretti a lavorare alle dipendenze dei grandi proprietari come braccianti o a trasferirsi nelle citt e lavorare nelle industrie. Questo porta ad una ridistribuzione della popolazione: alcune zone si spopolano e altre si affollano, senza che venga riordinato il sistema elettorale. Ulteriori difficolt sono provocate dalle guerre napoleoniche: aumentano le tasse l'inflazione e le carestie. D'altra parte, la fine delle ostilit causa una caduta della produzione industriale bellica con conseguenti licenziamenti, mentre solo borghesia e classi elevate continuano ad arricchirsi. In questa situazione, il pensiero economico conosce nuovi sviluppi. Di grande importanza la teoria dell'Utilitarismo di Bentham, secondo il quale l'utile della collettivit dato dalla somma degli utili individuali. Ne consegue che ogni individuo deve perseguire il suo utile e, affinch ci sia possibile, gli Utilitaristi auspicano l'estensione della base elettorale, l'abolizione del protezionismo e la diffusione dell'istruzione. La Letteratura In letteratura fioriscono la poesia ed il romanzo. Gi negli ultimi anni del XVIII secolo molti scrittori iniziarono a distinguersi dai predecessori, mostrando un interesse nuovo per la natura, che riconoscono capace di esercitare un'influenza sullo spirito e di essere luogo di rifugio dalla societ. SI diffonde l'interesse per il passato e per la letteratura primitiva. Il termine "Romantic" appare per la prima volta in una lettera di Grey che qualifica l'intensit del sentimento e il piacere dell'emozione, connettendoli strettamente alla religione e alla poesia. Quando, infine esplode, il Romanticismo inglese si esprime come una rottura definitiva con le regole della precedente "et della ragione" e, nonostante i primi tratti della nuova corrente romantica si manifestino in Germania per poi diffondersi in tutta Europa, esso si sviluppa in modo autonomo, senza subire rilevanti influenze esterne. La data d'inizio del Romanticismo in Inghilterra fissata al 1798, anno di pubblicazione delle Lyrical Ballads, la fine l'anno 1832 2

( Reform Bill). I romantici operano una riscoperta delle tradizioni locali, delle et primitive e del Medioevo, epoca lontana dalle convenzioni contemporanee, in contrasto con l'et classica e con il razionalismo del secolo passato. Pere questi nuovi artisti conta il pensiero individuale: essi giudicano negativamente la societ, perch ritengono che corrompa l'individuo e lo limiti condizionandolo. Ricollegabili a questa convinzione sono la rivalutazione dell'infanzia, come stato di innocenza e il "mito del buon selvaggio", la convinzione cio che l'uomo sia fondamentalmente buono e che venga poi corrotto dalla societ. I Romantici fuggono quindi dalla citt ed esaltano la natura, che evoca purezza e tranquillit; fuggono la folla prediligendo la solitudine. Questo atteggiamento li porta alla stravaganza e alla diversit: gli eroi romantici sono ribelli, emarginati e preferiscono farsi guidare dai sentimenti piuttosto che dalla ragione. La facolt principale per i Romantici l'immaginazione: essi sono affascinati dalla mente umana e dall'inconscio e sono quindi attratti dal mondo onirico, dall'effetto prodotto dall'uso di droghe, dall'ipnosi e dalla follia. La poesia Nel 1798 viene pubblicata la prima raccolta di poesie romantiche Lyrical Ballads di Wordsworth e Coleridge. Nel 1800 esce una seconda edizione con la prefazione di Wordsworth. Per i Romantici, la poesia l'espressione di un sentimento personale, un genere introspettivo che parla all'animo; il poeta cerca di afferrare il significato del proprio mondo interiore e di trascriverlo in versi. I poeti romantici vanno alla ricerca del Bello, di ideali di giustizia, libert, innocenza, considerando le rivoluzioni in atto in Europa lotte contro la tirannia e l'ingiustizia. Essi cercano anche una pi grande libert d'espressione, un modo per liberare la fantasia e le sensazioni; dunque respingono il tempo presente e rivalutano il passato, i luoghi esotici e il soprannaturale. Nella poesia romantica diffuso un atteggiamento quasi di meraviglia infantile nella scoperta del mondo, un senso di estraneit e di isolamento della singola esperienza, un sentimento costante di malinconia ed introspezione, amore per la natura e la bellezza. I Romantici credono nella spontaneit dell'azione e nell'indipendenza del pensiero. La poesia pre-romantica: William Blake (1757-1827) Nasce e cresce a Londra. Sin da bambino dimostra attitudini artistiche e studia disegno presso la Royal Academy. Diventa illustratore e unisce alla passione per l'arte quella per la poesia, tanto che i suoi componimenti sono accompagnati da incisioni. La scarsa accoglienza riservata alla sua opera da parte dei contemporanei amareggia i suoi ultimi anni di vita. I suoi primi lavori lasciano trasparire la sua confidenza con le opere di Ben Johnson ed Edmund Spencer. Egli scrive soprattutto per scagliarsi contro le ingiustizie sociali, il classismo dominante e le costrizioni morali e mentali. I suoi primi scritti sono di natura politica America and Europe, French revolution, A song of liberty. Blake prova ammirazione per Thomas Paine, che nel 1776 scrisse Common Sense, difesa appassionata alla Rivoluzione Americana intesa come rivoluzione sociale. Blake si ispira alla Bibbia, soprattutto all'Antico Testamento, e adotto il linguaggio biblico per contrapporsi alle idee meccanicistiche. Fu anche molto affascinato dall'occulto, dal misticismo e da Milton. Blake crede nel valore della visione rivelatrice, che sola pu condurre alla verit per cui il poeta assume il ruolo di profeta. Egli incarna, dunque, l'ideale romantico nella sua natura di visionario, nella sua grande forza immaginativa e attrazione per il soprannaturale. 3

Fondamentale anche il concetto di scissione che penetra nell'individuo quando c' di mezzo la macchina: il corpo rimane bloccato l con la macchina mentre la mente si rifiuta di obbedire ai ritmi della macchina. Da questa teoria ne nasce un'opera The marriage of Heaven and Hell, nella quale Blake si richiama alle idee del mistico svedese Emanuel Swedenborg e a quelle del dualismo cristiano. L'opera consiste in una sequenza di aforismi paradossali in cui Blake stravolge i precetti della morale convenzionale (per cui il corpo indurrebbe al male e al peccato, mentre l'anima sarebbe la ragione che indurrebbe al bene). L'opera pu essere dunque considerata una satira contro la moralit cristiana. Blake crede che il progresso sia possibile solo nella compresenza dei contrari. Infatti, nell'uomo non possibile distinguere il corpo dallo spirito. Segue una serie di incontri visionari con angeli e profeti e Blake, richiamandosi agli scritti di Swedenborg, li accusa di non aver parlato sufficientemente anche con i demoni e conclude con l'evocazione di un angelo trasformatosi in demonio. Nell'inferno, infatti, vi il vero trionfo dell'energia, dell'azione e della fisicit. Altra opera fondamentale per tratteggiare il pensiero di Blake The New Jerusalem, poich l'autore focalizza l'attenzione sui problemi della societ attraverso l'espediente dell'autorizzazione di una nuova Gerusalemme. Le due maggiori raccolte poetiche di Blake sono Songs of Innocence e Songs of experience. Nella prima raccolta, i temi centrali sono l'innocenza e la purezza ed il bene pare trionfare sul male; ma una vittoria provvisoria. In queste poesie emerge la spontaneit (tipicamente romantica) e l'integrit di un mondo che viene quasi rimpianto. L'amore, la tenerezza, la bellezza cantata sono associati all'et infantile, ancora libera dalla corruzione e dal peccato. Il simbolo adottato per esprimere questa condizione l'agnello (The Lambo). Il linguaggio di Blake qui molto semplice. Nella seconda raccolta, invece, l'innocenza scompare e al suo posto resta solo la delusione, il disincanto, la visione amara di un mondo sfruttatore, dove l'ordine corrotto e si trasforma in disordine. Questo il prodotto della cosiddetta civilt: c' povert, ipocrisia e crudelt, qui rappresentata dall'et della ragione, dell'esperienza. Tuttavia, l'esperienza consente di maturare una visione globale della vita, di comprendere che essa dominata da forze del bene e forze del male in continuo conflitto. La vita far sempre soffrire l'uomo. Il simbolo adottato per esprimere questa condizione la tigre (the Tyger). La tigre un elemento sublime poich evoca spavento e ammirazione; rappresenta una forza soprannaturale. Il linguaggio di Blake si fa qui pi oscuro e i toni pi cupi. Autori del Preromanticismo George Crabbe George Crabbe nacque a Aldeburgh [Suffolk] nel 1754 (mor a Trowbridge [Wiltshire] nel 1832). Vicario di un paese di provincia descrisse con pessimismo realistico la dura vita dei contadini e della piccola borghesia. Tra i suoi poemi Il villaggio (The village, 1783), replica all'idealizzazione della vita di campagna fatta da Goldsmith nel "Villaggio abbandonato". Ma si leggano anche Il registro parrocchiale (The parish register, 1807), e Il borgo (The borough, 1810). Crabbe usa un linguaggio dimesso. Il verso, pur riprendendo lo schema del distico rimato di tradizione classicista, si avvicina alla prosa. Scegliendo persone comuni e rendendole capaci di emozioni e sentimenti elevati, anticipa in parte Wordsworth e George Eliot. James Thompson Compone la raccolta Season sul modello classico, rievocando lo stile del neoclassicismo. Il suo modello Virgilio, soprattutto le Georgiche, la quale opera, divent la base per una serie di produzioni poetiche. Un gruppo di poeti si fece addirittura indicare con il nome di Georgian Poets. La natura viene trattata secondo gli stilemi classici e Thompson introduce un senso di 4

nostalgia per la natura che viene fuori quando essa viene minacciata dalla civilt. William Collins Compose le Eloghe persiane, in seguito intitolate Eloghe orientali, ma nelle Odi che manifest in particolar modo l'originale sensibilit della sua poetica, che in seguito gli procur il favore e l'attenzione da parte dei poeti romantici. Le sue liriche pi famose sono Alla sera (Ode to evening) e Sulle superstizioni popolari negli Highlands di Scozia (Ode on the popular superstitions of the Highlands of Scotland). Oggi ritenuto, insieme al poeta Thomas Gray, un precursore del movimento romantico. Thomas Gray Thomas Gray nacque a Londra nel 1716 (mor a Cambridge nel 1771). Fece una vita appartata, studiando i classici latini e italici, l'antica poesia celtica e scandinava. A quest'ultima si ispir per le odi Il bardo (The bard, 1757) e La discesa di Odin (The descent of Odin, 1761), in cui il gusto per il primitivo che sar del romanticismo. Di gusto romanticista anche la meditazione sul tema della morte ma espressa con compostezza neoclassicista, nel componimento pi noto, Elegia scritta in un cimitero di campagna (Elegy written in country churchyard, 1751). Qui, il Gray descrive lo scorcio di una misera vita, sofferta in un villaggio. Celebre il finale della poesia, quando il poeta parla delle persone decedute le quali sarebbero potute diventare delle eroine semmai ne avessero avuto l'opportunit; quindi ognuno viene esaltato. Edward Young Scrisse Night thoughts on life, death and immortality, con ambientazione pre-romantica e gotica;qui non vi pi la luce dell'Illuminismo bens il buio, le tombe, le rovine, e le vite presentate come dolore conseguente all'avvertire dell' uomo come essere estraneo nel mondo. Qui la morte vista come grande consigliere. Robert Burns Nato in Scozia cresce fra atroci stenti. Il suo primo volume di versi Poems, chiefly in the Scottish dialect, lo rese d'un tratto celebre. In questo volume culmina la particolare tradizione scozzese e la lingua dialettale acquista la propria dignit letteraria. Il poeta presenta la natura come non investita dal sentimento nostalgico bens dall'interesse pratico di coloro i quali la vivono. Ad esempio, trae dal folklore locale la personificazione dell'orzo che un elemento ricco di riti e miti popolari. Thomas Piercing e McPherson Il primo raccoglie vecchie ballate inglesi e le volge in letteratura, da qui la sua opera intitolata Reliques of ancient english poetry. McPherson si mette, invece, a raccogliere e tradurre vecchie poesie; in lui vi un recupero del passato, di un medioevo nordico fortemente poetico, inoltre raccoglie poesie di Ossian, riferendosi a lui come ad una creatura mistica.

La Poesia Romantica I poeti della prima generazione romantica Gli scrittori romantici della prima generazione si distinguono per la grande sensibilit e 5

l'interesse per il Sublime. Essi vanno alla ricerca di una vita avventurosa, considerando tale anche quella delle persone comuni, pi semplici, lontano dall'etica e dalle convenzioni sociali. Ammirano dunque la spontaneit dei modi, la genuinit, riscoprono le tradizioni popolari e rivalutano, in special modo, la letteratura medievale. Wordsworth e Coleridge danno inizio al romanticismo inglese con la loro raccolta Lyrical Ballads, manifesto del movimento. In loro si nota una particolare attenzione all'elemento naturale, che in Wordsworth, pi elegiaca, mentre in Coleridge assume valenza simbolica.

William Wordsworth (1770-1850) William Wordsworth nacque a Cockermounth, nel Cumberland, la cosiddetta "lake district". L'infanzia fu piuttosto difficile: la madre mor quando egli aveva solo 8 anni e il padre 5 anni dopo, lasciandogli ben poco con cui vivere. Questa difficile situazione familiare non pot non influenzarlo caratterialmente, vista la sua indole ribelle. Si pensa che fosse affetto da forti stati d'ansia, culminati in una depressione. Studia a Cambridge e per un certo periodo vive in Francia dove inizialmente sostiene la rivoluzione, per poi disapprovarne le conseguenze nefaste. In Francia intrecci una relazione amorosa con una donna francese, Annette Vallon, dalla quale ebbe anche una figlia. Presto per gli eccessi del Terrore e poi l'imperialismo napoleonico che si rivolse contro l'Inghilterra lo spinsero a tornare in patria, abbandonando la donna che tanto amava. Ne riconobbe la figlia e mai si scord di loro tornando anche a far loro visita nel 1802 con la sorella Dorothy; nello stesso anno sposava Mary Hutchinson, un'amica d'infanzia, fatto che segn definitivamente la sua separazione dalla Francia e da Annette. Ritornato in patria, si avvicina alla poesia con alcuni componimenti di tipo convenzionale con An Evening Walk e Descriptive Sketches, ma la svolta definitiva avviene quando Wordsworth ricevette un'eredit di 900 sterline che gli permise di dedicarsi completamente alla poesia. Fu proprio allora che, a Bristol, conobbe Coleridge, a causa del suo avvicinamento alla filosofia kantiana e al romanticismo tedesco, composero quindi il manifesto del Romanticismo Le Lyrical Ballads. Seguono anni di intensa produzione poetica tanto che il Wordsworth divenne consapevole della sua missione di poeta al punto che nel 1843 viene nominato Poeta Laureato. La chiave della poesia di Wordsworth la semplicit. Egli infatti adotta un linguaggio immediato, racconta episodi della vita quotidiana, concreti, sceglie come protagonisti gli umili; pone al centro della sua poesia la natura e la comunione del poeta con essa, risolta in un'atmosfera panteistica. C' una relazione fra lo stato d'animo del poeta e la natura. Altro elemento portante e nuovo l'accresciuta importanza dell'io. La poesia ora emozione, espressione dell'interiorit del poeta, di un uomo dalla semplicit eccezionale, che riesce a cogliere le verit pi profonde: egli come un profeta, che ha la chiave per accedere ai misteri del mondo. Grazie a una memoria creativa, egli in grado di rielaborare le sensazioni nei componimenti. La capacit del poeta di stupirsi davanti alla natura e di coglierne l'essenza pi profonda rispecchia l'esigenza tipicamente romantica di recuperare l'innocenza infantile, poich solo i bambini non sono ancora stati condizionati dalla societ e dal raziocinio. Tra le sue opere ricordiamo: The prelude: (1805) E' un componimento autobiografico sull'evoluzione spirituale e sulla scoperta di un pi profondo contatto con la natura. Wordsworth torna con la memoria alla sua infanzia, alla scuola, alla sua partecipazione agli avvenimenti politici francesi, ai paesaggi visti e 6

all'evoluzione delle sue idee, alla sorella e a Coleridge. Un tema costante la consapevolezza della propria vocazione poetica e del proprio dovere rispetto ad essa, ma la particolarit dell'opera sta nell'analisi psicologica dell'infanzia, nel valore che il poeta le attribuisce. An Evening walk e Descriptive Sketches: (1792) Sono i primi esempi di componimenti poetici, che presentano un linguaggio semplice e fatti ordinari Lucy Poems: (1800) Dedicati ad una donna morta in giovane et, comunicano l'importanza per il culto della fanciullezza, dell'ingenuit e del candore che permettono l'avvicinamento allo stato di natura perso nel passaggio dall'infanzia all'et adulta e dal mondo rurale a quello cittadino e industriale. In questa raccolta vi la visione panteistica del Wordsworth. Lyrical Ballads: (1798) Presentano una forma in progresso giacch subiscono molte variazioni nel tempo: Primo manifesto dell'estetica romantica da considerare inoltre la Preface to the Lyrical Ballads, in cui Wordsworth espone minuziosamente quella sua teoria romantica che rivoluzion tanto i contenuti quanto il linguaggio poetico inglese. Contengono le produzioni poetiche di Wordsworth e Coleridge, i quali, si sono divisi i compiti: Coleridge si dedic al fantastico ( a ci che non era ordinario), mentre Wordsworth, partendo dal fatto ordinario voleva ricavare lo straordinario, qualcosa che lo facesse uscire dalla banalit. Alcune poesie tratte dalle Lyrical Ballads: Michael Narra la storia tragica di una famiglia. Lui un vecchio pastore e viene presentato inizialmente come un proprietario indipendente. Premono le difficolt economiche dovute al capitalismo e il figlio, Luck, deve cercare fortuna per risollevare le sorti della famiglia. Ma quest'ultimo parte e quindi la fattoria dev'essere venduta. Infine Michael e la moglie moriranno. The ruverry of Poor Susan Susan vive a Londra, anche se nella realt cittadina continua a vedere la realt rude della campagna; quindi non riesce a mettersi in sintonia con la citt e staccarsi definitivamente dalla campagna. Cos in lei vi una scissione, rappresentata dal tema della follia. Qui, la follia, viene rivalutata come stato della percezione capace di far capire la verit seppur in forma traslata. The solitary ripper La visione qui quella di una donna immersa nella campagna mentre canta, ed il poeta ha la sensazione che, cessato il canto, ci che sente sia qualcosa di pi dolce e inesprimibile. Resolution and indipendence E' una poesia sull'essere o diventare poeta, e sulla crisi del poeta. Vi qui un giovane poeta che si confronta con un umile vecchio della campagna che, per guadagnarsi da vivere, si fa succhiare il sangue dalle sanguisughe per poi rivenderlo. La sensazione del giovane poeta quella di essere insoddisfatto e malinconico, m quando vede il vecchio, si accorge di quanto siano piccole le sue preoccupazioni. E cos risolve la crisi esistenziale. Ode on Intimations of immortality from recollection of early childhood Come appare evidente dal titolo, i temi trattati in questa ode sono l'infanzia e l'immortalit. L'infanzia lo stato pi vicino a Dio e permette una speciale visione della natura, che viene 7

smarrita nell'et adulta: durante l'infanzia, l'individuo in grado di istaurare un rapporto molto pi intenso con la natura che lo circonda e questo fa supporre a Wordsworth che l'infanzia corrisponda ad una sorta di pre-esistenza e che lo spirito sia immortale. Il poeta avverte un senso di perdita e di rimpianto della condizione mentale infantile, cos pura e cerca una soluzione. Inoltre Wordsworth afferma che ricordi ed emozioni provate devono essere ripensati con calma, le visioni percepite devono essere rielaborate dallinward eye del poeta, al fine di ricreare la medesima esperienza poetica.

Samuel Taylor Coleridge Coleridge, poeta critico e filosofo, fondatore del romanticismo inglese insieme a Wordsworth. Destinato ad una carriera ecclesiastica, studia lettere classiche a Cambridge ma l'esperienza della rivoluzione francese lo indirizza verso nuovi orizzonti. Interessato alle teorie di Southey sulla Pantisocrazia, Coleridge finisce per sposarne la cognata, ritrovandosi prigioniero in un matrimonio infelice. Inizia a pubblicare le sue prime poesie. Nel 1797 conosce Wordsworth e i due si legano in un'amicizia che diventa fonte di ispirazione per entrambi. Scrive componimenti come Kubla Khan e The Rime of the ancient mariner e nel 1798 pubblica con Wordsworth le Lyrical Ballads. Oltre alla delusione prodotta dagli esiti della Rivoluzione francese, soffre anche di problemi di salute ai quali segue una dipendenza da oppio: in quegli anni, esamina tali difficolt e medita sulla vita.; le difficolt economiche, inoltre, lo costringono ad appoggiarsi continuamente agli altri. E' tentato dal suicidio, attraversa nuove crisi spirituali, ma questo non gli impedisce di scrivere ancora. Nel 1816 pubblica Christabel and other poems, seguito da altri scritti monografici, di critica e sul rapporto tra immaginazione e fantasia, ragione e comprensione, simbolismo e allegoria, cultura e civilt. Da studioso della filosofia tedesca, Coleridge si dedica in particolare al pensiero di Kant, agli scritti di carattere mistico di Jakob Bohme e alla teoria drammaturgica di Lessing, ma la sua critica arricchita da una massiccia dose di immaginazione, alimentata dall'uso di droghe. Coleridge, pi visionario rispetto a Wordsworth, rivela questa sua caratteristica nel suo interesse per una natura esotica, surreale o addirittura mistica. Infatti, a differenza di Wordsworth, i soggetti della sua poesia sono preferibilmente soprannaturali: questo esprime la sua teoria della "Suspension of disbelif" , la cui finalit quella di staccare il soggetto dall'abitudinario e di avvicinarlo alla novit, all'insolito. Il lettore deve quindi accantonare la razionalit e credere che tutto sia possibile. Coleridge ritiene che la potenza dell'immaginazione si origini nella mente del poeta, che non esistano fonti ispiratrici esterne ad essa, che la fantasia possa provenire soltanto dall'interiorit.

I poeti della seconda generazione romantica Sulla scia di Coleridge e Wordsworth, un gruppo di poeti pi giovani d vita a quella che pu definirsi la seconda generazione di romantici. Essi uniscono ai temi gi collaudati dalla prima poesia romantica il gusto per l'antichit e per i temi classici, di cui si servono per indagare la propria interiorit. Byron, Shelley e Keats sono accomunati da una particolare attenzione al dato estetico e sensuale. Non trattano emozioni rievocate nelle tranquillit ma passioni intense; inoltre, si lasciano coinvolgere nelle crisi socio-politiche in atto nel paese e all'estero. Sono uniti 8

dal'idea romantica per cui la societ, corrotta, reprime la libert dei popoli e criticano i poeti della prima generazione per essersi convertiti al sistema reazionario. Altro tratto comune a questi tre poeti la fatale brevit delle loro vite. Lord George Gordon Byron George Gordon Byron, di origini aristocratiche, una personalit ricca di contrasti, dotata di un forte gusto per la trasgressione, che si manifesta soprattutto nella vita licenziosa condotta sul continente, dopo il fallimento del suo matrimonio. In Italia, appoggia la Carboneria e conosce Shelley. Si reca in Grecia per sostenere i rivoltosi, a difesa dell'indipendenza della dominazione turca; ma qui si ammala e muore. La poesia di Byron predilige il mondo spirituale e sublime della natura e del sogno, in una sorta di escapism from reality. Tuttavia la sua poesia presenta ancora tratti ancora classici e mescolati ad una tendenza malinconica. Egli crea il cosiddetto eroe byroniano: sensibile e inquieto, maledetto e autodistruttivo; un ribelle che spesso porta su di s il peso di una colpa e si isola dalla societ. Byron stesso rappresenta l'uomo romantico per eccellenza, eclettico, insofferente e ribelle alle convenzioni. Le sue prime raccolte di versi sono Hours of idleness, English bards and Scotch reviewers.. Dopo il successo di Childe Harold's pilgrimage, Byron pubblica una serie di novelle in versi, nelle quali si intrecciano il melodramma, esotismo e passionalit, che hanno un grosso impatto sul pubblico. I personaggi sono modellati su Harold. Le vicende enfatiche ed eccessive, ricche di slanci emotivi mettono in scena passioni violente e spesso illecite, con finali tragici. In altre opere, invece, si manifesta una vena sarcastica. Byron autore di liriche brevi e opere drammaturgiche. Il suo linguaggio lontano dalla semplicit auspicata da Wordsworth, anzi a volte fin troppo enfatico. Attraverso l'enfasi, Byron mira a tenere viva la tensione. Il tono sicuro, sia nel melodramma sia nella satira, ed esuberante, tipico di un uomo che predilige l'azione alla riflessione e sfoga l'energia anche sulla pagina. Nelle opere satiriche l'esuberanza sconfina con l'irriverenza.

Percy Bisshe Shelley Shelley studia ad Oxford dove manifesta subito la sua indole felice e ribelle. Influenzato dalle idee neoplatoniche e da quelle anarchiche di William Godwin, sviluppa una forma d'intolleranza nei confronti di restrizioni e convenzioni sociali. Shelley accusato di ateismo per aver scritto un pamphelt intitolato The necessity of atheism e viene espulso da Oxford. In realt Shelley pi vicino a posizioni agnostiche. Ci che gli interessa la libert, di espressione, politica e di costume. Dopo una convivenza scandalosa all'epoca e il suicidio della prima moglie, sposa Mary Wollstonecraft ( autrice del romanzo Frankenstein) e con lei parte per l'Italia, dove vengono raggiunti da Byron e sar in Italia che Shelley dar vita alle sue opere pi celebri. Durante una gita in barca nei pressi di Viareggio, Shelley fu sorpreso da una tempesta e muore annegato. Shelley pone al centro delle opere la sofferenza del poeta, con momenti di autocommiserazione e di cupo sarcasmo. Le sue prime opinioni in fatto di politica e poesia sono espresse in Queen Mab, componimento visionario in 9 canti dove Shelley appare come l'erede delle idee liberali e rivoluzionarie. La prima opera di rilievo il poemetto in blank verse Alastor, or the spirit of solitude. Alastor un giovane puro, votato alla ricerca di qualcosa di superiore ma tale ricerca destinata a fallire a causa della morte del ragazzo. Shelley un idealista, un esploratore di stati d'animo e di concetti filosofici; ma scrive anche di politica con The masque of anarchy. Scrive anche diverse poesie sulla bellezza, quale fonte di potere, e sulla natura, verso la quale molto sensibile; una su tutte Ode to the west wind, dove il 9

vento simbolo della creazione e della distruzione insieme; come Byron, Shelley riconosce l'esistenza di due forze opposte della natura, l'una capace di diffondere terrore e l'altra, positiva, espressa dal bello. Ammira la cultura greca. Le opere di Shelley sono ricche di emotivit e di slancio metafisico, manifestato in visioni fantastiche e cosmiche. Egli il poeta che pi di tutti incarna l'ideale romantico e per questo il pi bersagliato dai critici e dagli autori del XX secolo ostili al periodo.

John Keats Nasce il 31 ottobre del 1795 in un sobborgo londinese dove suo padre lavorava come stalliere. I primi anni della sua infanzia furono felici, ma nel 1804 cominciarono le sue sventure: muore il padre a causa di un trauma cranico riportato in seguito ad una caduta da un cavallo e nel 1810 muore la madre, colpita da tubercolosi, lasciando Keats e i suoi fratelli in custodia alla nonna. Fin da adolescente, svilupp il suo amore per la letteratura ed in particolare per la poesia. Fu iniziato allo studio della medicina, ma continu a coltivare la sua passione per la letteratura attraverso vaste letture. Stringe amicizia con Leigh Hunt, poeta ed editore che gli pubblica il poema nel 1816. Nel 1817 Keats pubblica il suo primo volume di poesie, intitolato semplicemente Poems, che non riscuote particolare successo, principalmente per il collegamento del nome di Keats con quello controverso di Hunt. Quest'ultimo un minore del romanticismo inglese, con tendenze politiche radicali poich associato alle Cockney Schools. Nel 1817 il poeta si trasferisce sull'Isola di Wight per lavorare alle sue opere, ma nel frattempo gli viene affidato il fratello che soffre di tubercolosi e durante un viaggio in Scozia e Irlanda presenta anch'egli i segni della tubercolosi ed costretto a rientrare a Londra. Nel 1818 Tom Keats muore di tubercolosi e John si trasferisce nella casa di Brown a Londra. L incontra Fanny Brawne, che era ospitata insieme alla madre dai Brown. Keats si innamora rapidamente di Fanny. La pubblicazione postuma della loro corrispondenza scandalizzer la societ vittoriana. La sua relazione viene troncata quando nel 1820 la salute di Keats peggiora. Su suggerimento dei suoi medici si lascia alle spalle la fredda aria di Londra e si trasferisce in Italia, invitato da Shelley. Per un anno le sue condizioni sembrano migliorare, ma la sua salute alla fine peggiora. Muore a Roma il 24 febbraio del 1821. La poesia di Keats legata alle sensazioni, che hanno valore gnoseologico, conoscitivo; quindi una poesia fisica, legata all'estetica, come traspare dalla famosa conclusione di Ode an a grecian urn. Keats un romantico particolare, poich, a differenza di Byron e Shelley, non si interessa affatto alle tematiche sociali e all'impegno politico. A Keats interessa indagare i sensi, esplorare gli aspetti della sensibilit; egli si concentra sulla bellezza, quale fonte di ispirazione e di vita. Keats sviluppa nelle sue opere la capacit di rimanere distaccato da ci che scrive, detta anche "negative capability". Si avverte la presenza di un senso di morte e decadimento, controbilanciato per da un altro elemento, che normalmente l'arte: il rapporto centrale nella poetica di Keats arte-vita-bellezza. Keats dimostra interesse verso il mondo medievale, centrale in un'opera ispirata da Boccaccio: Isabella da Messina. Il Medioevo rappresentato anche in The Eve of St. Agnes, scritto in rime spenseriane (rif. Spenser.) Il tema principale qui la forza della passione, capace di sfidare ogni pericolo. E' un'opera simbolica, nella quale le sensazioni non hanno molta importanza. Di ambientazione medievale anche La belle dame sans merci in cui la protagonista una donna 10

bella ma crudele e l'atmosfera cupa. Anche il mondo ellenico trova largo spazio nell'opera di Keats. La Grecia antica lo interess sin da giovane, soprattutto quando visit il British museum, ricco di sculture greche: per Keats divent una delle fonti principali della sua ispirazione poetica, tanto che persino nel suo modo di esprimersi fa largo uso di figure tratte dalla mitologia greca. Endymion un poema mitologico e simbolico, una sorta di diario intellettuale, poi rinnegato. E' un'opera immatura e sentimentale, incentrata sulla vicenda del pastore Endymion, amato dalla Luna. Sempre di stampo mitologico e simbolico sono gli incompiuti Hyperion e The fall of Hyperion, scritti in blank verse, che risentono di influssi miltoniani. Ode an a grecian urn un componimento dove Keats descrive le scene pastorali d'amore bellezza e gioia illustrate sull'urna e riflette sulle capacit dell'arte di rendere eterno l'attimo. Tuttavia, il momento colto dalla creazione artistica non avr mai seguito in termini temporali: cos l'urna conserva nella sua decorazione la bellezza e l'amore del momento ma quell'amore non avr mai realizzazione.

Poeti minori del romanticismo Charles Lamb Amico di Wordsworth e Coleridge, Lamb viene colpito da una tragedia familiare che gli condizion la vita (la follia della sorella Mary che la spinse ad uccidere la madre). E' autore di una serie di saggi umoristici e autobiografici pubblicati su varie riviste, che vanno sotto il nome di Essay of Elia dallo pseudonimo scelto da Lamb per la pubblicazione. Lo stile discorsivo. Insieme a Mary scrive anche racconti per l'infanzia tra cui Tales from Shakespeare, adoperandosi per la divulgazione delle opere classiche; scrive tragedie, poesie e saggi di critica letteraria. A differenza dei romantici, egli trae ispirazione dalla vita della citt e la sua immaginazione stimolata proprio dalla societ.

Thomas de Quincey De Quincey condusse una vita dissipata causata anche dalla dipendenza dall'oppio. Collabor con vari giornali, ma i suoi saggi pi famosi sono Confessions on a English opium-eater. I suoi saggi sono prettamente romantici, d'ispirazione autobiografica e d'interesse vasto, di argomento spesso insolito e scritti in un tono emotivo. De Quincey innovativo nella sua introspezione, nella sua capacit di analizzare il mondo onirico e psichico. Il suo stile complesso, compaiono latinismi e il lessico oscuro.

Leigh Hunt E' un idealista, autore di poesie e di unAutobiography, ma ricordato soprattutto come direttore di giornali. I suoi saggi sono tutti utili documentazioni del suo tempo e ne presentano anche personalit letterarie e politiche. Hunt valuta la poesia in funzione della personalit dell'autore, approccio totalmente respinto dai critici moderni.

11

The Victorian Age La Regina Vittoria sal al trono nel 1837 e comincia cos il periodo che durer fino alla fine del secolo e che venne chiamato "periodo vittoriano". Apparentemente l'et vittoriana fu un periodo di grande splendore e pace, ma agli occhi del XX e del XXI secolo apparve come un periodo pieno di ineguaglianza e di crudelt sociale, o meglio, pieno di disinteresse sociale. Infatti, i vittoriani credevano di dover ignorare il malessere generale per poter mantenere una certa solidit sociale; indubbiamente un periodo facilmente associabile al finto moralismo e all'ipocrisia. Fu anche il periodo delle colonizzazioni, dunque il periodo pi florido, economicamente parlando, per l'Inghilterra. Il regno della Regina Vittoria si pu dividere in due parti. Nella prima parte, che si concluse intorno al 1865, vi l'industria che ne fa da padrona, soprattutto dopo l'introduzione del vapore per i mezzi di trasporto e del ferro per la costruzione delle navi. Cos l'Inghilterra primeggi in campo navale e ci ne favor l'adozione del libero scambio. Fu anche il secolo delle grandi migrazioni nel nuovo mondo soprattutto per il fenomeno che venne chiamato "Gold Rush" ovvero la scoperta dell'oro in California ed in Australia. D'ora in avanti il flusso migratorio sar sempre maggiore, incrementato anche dalle condizioni misere in cui si ritrovano moltissimi europei. La seconda parte del regno pu essere definita come l'et dell'imperialismo, ovvero della colonizzazione e delle finanze. Vengono varate moltissime leggi che favoriranno la borghesia industriale; una di queste la Reform Bill del 1832 nella quale si da il diritto di voto alla borghesia. Un secondo "Reform Bill" viene emanato nel 1867 ed il terzo nel 1884 dove si da il diritto di voto anche alle classi operaie. Altro vantaggio alla borghesia viene dato grazie all'abrogazione della legge sul grano, la cosiddetta " Corn Taws" del 1845; da questo momento in poi, l'importazione del grano non sar pi limitata e questo contribuir a sfamare molte pi persone. Nel 1851 tutto ci venne celebrato con l'anno della "Grande Esposizione" che prese luogo nel Palazzo di Cristallo a Londra. In questa manifestazione si ebbe l'apoteosi dell'industria e del commercio che sono alla base della borghesia. Questo movimento industriale e questa prosperit sfrenata si basano, ovviamente, sull'interesse economico e sulla concorrenza e dunque sullo sfruttamento del lavoro. In questo periodo si hanno anche dei progressi scientifici: basti pensare all'opera di Charles Darwin The original species. Queste teorie, come anche il Positivismo, mostrano insoddisfazione per le forme culturali eccessivamente speculative e letterarie, valorizzando invece il sapere positivo e utile alla societ. In effetti, la societ stessa ripone le proprie speranze nella scienza e nella tecnica per risolvere i problemi dell'umanit. Tutto questo sapere scientifico, porta, inevitabilmente, alla destabilizzazione delle credenze tradizionali. La societ vittoriana, dinanzi a tutto questo, si guarda bene dal dedurre le estreme conclusioni di queste scoperte e cerca di trovare un equilibrio tra le diverse esigenze. C' da ricordare che la borghesia di origine puritana e impone su tutte le manifestazioni la sua moralit, anche se mostra soddisfazione per il progresso raggiunto. ( Il cosiddetto "Compromesso Vittoriano"). Nel 1837 vi fu un movimento di agitatori, conosciuto come Cartismo che spavent molto la borghesia inglese perch minacci la propriet, la religione e la famiglia, anche se dur poco meno di un anno. Sicuramente si pu affermare che questa fu l'epoca in cui trionfarono gli ideali 12

borghesi, ideali che gi si erano radicati nella morale comune ben due secoli prima. Infatti, in quest'ultima fase, le caratteristiche di questi ideali borghesi diventano pi rozze, e questo lo si pu notare attraverso la letteratura. Per esempio, dal 1800 al 1859 McColey, scrittore di saggi con idee ultra conservatrici, pieno di s e privo di sensibilit, viene considerato una specie di versione volgare del saggista Eddyson. Ancora, Charles Dickens, scrittore molto prolisso che tratta di temi sociali che visse dal 1812 al 1870, viene considerato una versione noiosa di Henry Fielding, che visse tra il 1704 ed il 1754 e che aveva anch'egli denunciato i costumi del suo tempo ma in modo meno pesante. In questo periodo, la morale e la disciplina venivano inculcate ai ragazzi con metodi severi ed elementari; cos si ebbe una generazione di giovani integri e coraggiosi, compiaciuti e saccenti per poco dotati di sensibilit e di capacit espressiva. L'educazione delle donne aveva addirittura delle caratteristiche grottesche. Per esempio si insegnava loro a fare gli orli, a scendere con eleganza dalle carrozze, l'italiano per il "bel canto", giacch cantare era una delle doti che una donna doveva possedere, insomma, la donna doveva confortare il guerriero o il cacciatore al ritorno dalla sua giornata. In questo periodo comincia ad affermarsi l'emancipazione femminile. Quest'impulso del movimento femminista inizi all'epoca della Rivoluzione Francese con un'opera intitolata Vendication of right of women del 1792 di Mary Wollestonecraft (moglie di Godwin e suocera di Shelley). Quest'opera influenz la concezione della donna nei romanzi vittoriani. La strada del movimento femminista, nella societ vittoriana, cominci con la filantropia, prima volontaria poi retribuita, e con la fondazione di scuole atte a preparare le donne al lavoro negli ospedali, nelle scuole, negli ospizi e nei riformatori. Le professioniste succedettero alle dilettanti e nel 1857 le donne furono ammesse alla Social Science Association. Si formarono anche i primi collegi universitari femminili come il Queen's college for women nel 1848. Tramite i romanzi scritti in questo periodo diventa molto importante il ruolo di governante, come per esempio Becky Shurt nel romanzo Vanity fair e Jane Eyre nell'omonimo romanzo di Charlotte Bronte. Queste governati, protagoniste dei romanzi, non erano di bell'aspetto cos come non lo erano le eroine di un altro romanziere vittoriano, Anthony Trollope. Oltre alle operaie, incominciarono ad avere successo anche le infermiere nella scia della famosa infermiera Florence Nightingale che part dall'Inghilterra per soccorrere i soldati durante la guerra di Crimea. Poi le donne cominciarono a studiare per diventare medico e ci furono anche delle giornaliste stipendiate; poco a poco anche la professione di attrice comincia ad essere rispettata sebbene prima un'attrice sia stato considerata come una donna dai facili costumi. Sempre in questo periodo si sviluppa la letteratura al femminile. Ricordiamo George Eliot (pseudonimo per Mary Anne Evans) e le sorelle Bronte. Sul fronte della pittura, i vittoriani dipingevano minuziosamente la vita di ogni giorno facendone una commemorazione della vita borghese pi che altro nei suoi aspetti pi melodrammatici. Questa stessa vita borghese la troviamo raccontata anche nei romanzi dell'epoca. Famosi erano diventati i quadri chiamati Conversation Pieces o i Ritratti di famiglia, che poi nel corso del secolo verranno rimpiazzati con la fotografia. Ogni quadro doveva avere un fine edificante. Nel 1861 muore il principe Alberto, marito della Regina Vittoria, del quale era innamorata follemente; e con questa morte, la societ vittoriana cambia di tono. Appare sulla scena il Principe di Galles, che poi diventer Re Edoardo VII, molto diverso caratterialmente dai suoi genitori. I problemi sulla moralit incominciano ad essere discussi in modo pi diretto e franco e le donne nubili cominciano ad avere un peso importante nella societ. Il XIX fu il secolo del Romanzo Inglese, dovuto al fatto, probabilmente, che questa forma letteraria apparteneva essenzialmente alla classe media e cresceva dipendendo da essa. Si ha anche lo sviluppo delle pubblicazioni di libri ed in pi il romanzo qui il genere letterario che meglio rappresenta il quadro della realt 13

sociale. Questa rappresentazione aveva uno sfondo stabile di valori sociali e morali, sostenuti da persone simili ai lettori. Il lettore vittoriano non voleva leggere di aristocrazia e di galanterie e neanche di problemi fondamentali dell'esperienza umana, anzi voleva essere divertito ed intrattenuto cosicch da evadere con l'immaginazione, ma senza le mediazioni delle convenzioni letterarie; voleva essere il pi vicino possibile a quello che stava leggendo, quasi come se la letteratura dovesse essere come il giornalismo e la fiction dovesse somigliare alla storia. Succede per che i romanzieri dell'epoca davano al lettore l'impressione che quello che leggeva fosse solo un resoconto della vita quotidiana senza una forma letteraria, come egli voleva, ma in realt i romanzieri vittoriani erano molto astuti nel creare dei significati simbolici senza farlo capire al lettore. Per quanto riguarda la letteratura, il lascito dei romantici alla generazione vittoriana non fu n lo stile dello Shelley o del Byron, ma piuttosto i ricchi colori delle poesie del tardo romanticismo, come quelle dai colori languidi del Keats. I poeti vittoriani vennero influenzati anche dal sensazionalismo gotico del XVIII secolo e anche dal desiderio di ritornare ai modelli elisabettiani e a quelli dei tempi di Giacomo I. L'ignorare lo stato sociale dell'Inghilterra, da parte della societ stessa, produsse lo sviluppo di una scrittura puramente immaginaria, con l'invenzione di situazioni che non corrispondono alla realt, ma anche con una certa superficialit e con un tono predicatorio e moralista. Questo tono appartenne ad autori che pensavano di dover essere ottimisti a tutti i costi. Let vittoriana l'epoca della fiction, intesa come finizione ed immaginazione nella poesia inglese del periodo. I capostipiti di questa tradizione furono Tennyson e Browning. Quest'ultimo pi innovativo soprattutto per suo " dramatic monologue". Una ragione per la quale il dramatic monologue ebbe tanto successo presso i vittoriani fu probabilmente perch permetteva al poeta di non dire la verit facendo finta di dirla. Il dramatic monologue un tipo di poesia, o di poema, nel quale un singolo personaggio, che pu essere sia di finzione che storicamente vissuto parli ad un pubblico silenzioso. Queste poesie non rivelavano il pensiero del poeta bens quello del personaggio personificato, la cui personalit si rivelava, suo malgrado, senza che lui lo sapesse. Questo quello che distingue un dramatic monologue da una lyric; mentre la presenza di un uditore distingue il dramatic monologue da un soliloquio. Fra gli autori pi importanti che usarono il dramatic monologue ricordiamo: Tennyson, Browining con la poesia Fra Lippo Lippi, Ezra Pound e T.S. Eliot, nel XX sec. Ci sono state anche delle rappresentazioni teatrali in cui solo un personaggio parla in forma di monologo o soliloquio che sono state chiamate anch'esse dramatic monologue. In questo modo il poeta poteva permettersi il lusso di dire delle cose crudeli o blasfeme attribuendole al personaggio della poesia in modo da non sconvolgere la mentalit ipocrita della societ vittoriana. L'et vittoriana ed il gusto vittoriano richiedevano una nuova poesia, diversa da quella romantica o tardo romantica. VI adesso un desiderio di avventura, anche se ordinata, con le citazioni entro i limiti e con l'esplorazione dell'immaginario entro il conformismo morale.

Alfred Tennyson He was born in Lincolnshire in 1809. His father, who was the rector in a small village and a scholar, educated his twelve childrens at home. In 1827 Tennyson went to Trinity college where met the young poet Arthur Henry Hallam; the two became close friends and Hallam encouraged him to write poetry. e published his first important collection of poems, titled Poems chielfy Lyrical, in 1830 before leaving the college without a degree. In 1832 Tennyson travelled on the 14

continent with Hallam, then Hallam unexpectedly died in Vienna at the age of 23. The poet was deeply affected by the death of his friend and started writing In Memoriam A.H.H., which expressed his sorrow over the tragic lost. He returned after a period of silence with a new collection entitled Poems, which established his reputation as a poet. In 1850 he married Emily Sellwood and, as a poet, he was very much in demand; but to avoid the public attention. He moved with his family to the Isle of Wight. Tennyson's last years were uneventful and spent on comfort. He was admired and joined a solid reputation. In 1884 he was made baron by Queen Victoria; then he died at the age of 83 and he was buried in Westminster Abbey. In the second volume of Poems, there is the main poem of the collection, entitled Ulysses which is about the last voyage of the Greek hero who is dissatisfied of his life in Ithaca and embarks on a new adventure. His masterpiece In Memoriam, composed of 132 connected lyrics which remind Tennyson's year of pain and philosophical doubts following the death of his close friend Hallam.

Robert Browning Nacque nel 1812 a Cabewell da una famiglia ricco-borghese di sangue misto in quanto sua madre aveva degli antenati scozzesi e tedeschi. La figura materna fu molto importante per lo scrittore; era una donna forte, protestante evangelica con delle vedute religiose dissenzienti. Tramite il dramatic monologue, o la fiction egli poteva lasciarsi andare a varie espressioni che andavano dal rancore all'eroismo, senza per scoprirsi personalmente. Browning non fa uso delle immagini sontuose dei romantici e immette un nuovo rigore nel linguaggio poetico, specialmente tramite una metrica energica che perfettamente si adatta alle esplosioni verbali dei suoi personaggi. Il suo raggiungimento stilistico, la sua vitalit ed il suo ardire fecero di lui una figura poetica molto importante. Le sue innovazioni nella tecnica poetica e la sua conoscenza psicologica dei personaggi vanno oltre la vena di compiacenza e fanno di lui, forse il pi imponente dei poeti vittoriani. Browning non pot esprimersi completamente a causa del moralismo e dell'ipocrisia dei vittoriani; per attraverso i suoi personaggi pot dire ci che ad egli non era permesso. Egli ebbe un'educazione sporadica, principalmente a casa, dove visse fino al suo matrimonio con la poetessa Elisabeth Barrit. Viaggi molto, da San Pietroburgo alla Persia e poi nel 1834 fu in Italia, a Venezia e ad Asolo. Anche se dotato di uno spirito d'avventura e amante del pittoresco, era molto legato alle convenzioni sociali; tranne quando rap sua moglie per sposarla e la port in Italia a causa della sua salute. La moglie, infatti, mor a Firenze nel 1871. Il poeta ritorn a Venezia nel 1879 per visitare il figlio avuto dalla moglie, conseguentemente and a vivere a Palazzo Rezzonico dove mor nel 1889. Nelle opere, Browning contrasta la melodia del suo contemporaneo Tennyson. Lo contrasta con l'uso del contrappunto, ossia, con la capacit di giocare sugli effetti di contrasto. La grande capacit del Browning fu quella di fare a meno delle immagini sensoriali postkeatsiane e di ridare un vigore colloquiale alla poesia inglese. Sviluppa per una grande abilit nell'esplorare i personaggi tramite vivaci argomentazioni. I suoi primi lavori, del tipo confessionale, furono influenzati dal poeta romantico Shelley, anche se non ebbero successo. Scrisse anche poesie in blank verse, sulla natura e sulla funzione della poesia, cos come delle tragedie in blank verse. La prima opera che mostr la vera arte del Browning intitolata Pippa Pissis; anche se il talento di Browning verr allo scoperto con i dramatic lyrics del 1842, i Dramatic Romances del 1845, Men and Women, del 1855 e Dramatic personal del 1864. In queste raccolte egli sviluppa il suo talento nel dipingere i suoi personaggi, e cio nell'uso del dramatic monologue. Browning utilizza questa forma quasi in modo violento per dipingere un certo tipo di personaggio, un certo temperamento, un modo di guardare la vita, come anche un 15

momento satirico rivelato tramite la manifestazione di s, di un personaggio spesso storico. Il modo non n impressionistico n simbolico bens vuole scovare nell'intimo del personaggio. Browning intende mettere a nudo un personaggio famoso davanti al lettore. Egli mostra un grande interesse per la pittura e per la musica; tali interessi danno forma ad alcuni dei soggetti pi interessanti delle sue poesie e dei suoi monologhi drammatici. I personaggi e gli atteggiamenti che Browning mostra nelle sue poesie non sono sempre storicamente corretti; spesso dei personaggi storici vengono usati come quelli immaginari. Riesce per spesso a catturare l'essenza del periodo storico in un particolare personaggio. Il periodo storico che pi lo interessa quello del Rinascimento o tardo Rinascimento italiano. L'interesse poetico per il lettore del Browning sta soprattutto nella violenza e nella vivacit con le quali descrive i personaggi, personaggi ignari di essere osservati. Quello che Browning cerca il momento di confessione del personaggio, la crisi che porta il personaggio a dire tutto di s, a confessarsi. Nella sua raccolta Men and Women, Browning presenta molti aspetti della relazione tra uomo e donna e molti di questi aspetti si basano sulla sua stessa esperienza d'amante o di marito. Comunque Browning non apprezzava la poesia completamente confessionale; le sue poesie migliori sono quelle dove un'esperienza personale viene narrata attraverso una situazione storica, o mediante un'altra situazione. Lo stile drammatico per Browning non era una maschera come lo sar nel XIX e XX secolo, per il poeta irlandese Yeats; anche se questo era un modo per rendere le sue esperienze emotive o i frutti della sua immaginazione pi consoni alla poesia. Comunque il Browning giocoso, misterioso o impertinente pi apprezzato rispetto al suo aspetto pi profondo. Browning, a differenza del Tennyson, non si adatt completamente alla sua epoca tanto che il suo ottimismo non era tipicamente vittoriano. Tornando in Italia, dopo la morte della moglie, egli ebbe successo ed era contento della sua vita, credendo nell'amore, nel lavoro e nell'immortalit dell'anima. Aspett molto per diventare famoso ma questo non lo rese mai aspro, n con l'Inghilterra n con la vita in generale; aveva una grande vitalit che gli permise di trascorrere la sua vita indipendentemente dalla vita vittoriana abbastanza cupa. La sua poesia migliore riflette la sua vitalit, che insieme alla sua capacit artistica di riprodurre il colloquiale e l'immediato, fece di lui un poeta importante. Anche se di indole romantica, egli spazz via i languori lasciati dal movimento romantico. Fu ispirato da una corrente che form la cosiddetta "filosofia del poeta", filosofia che proviene dal pensiero di Goethe e Carlyle. La sua una concezione idealistica della vita umana: secondo lui, continuando questa nell'aldil conduce l'uomo a gradi di perfezione sempre pi alti. Ogni valore della vita, secondo Browning, sta nello sforzo e nella lotta per il bene. Ci che per lui conta non il fine raggiunto bens l'aspirazione a tale fine e lo sforzo per il suo raggiungimento. In tal senso vi stato qualche critico che vide nel pensiero dell'autore un'anticipazione poetica della filosofia bergosoniana. La sua era una mescolanza di cristianit tradizionale, di atteggiamenti religiosi personali meno ortodossi e d'un certo romanticismo temperato di buon senso. Molti sono i difetti attribuiti alle opere del Browning: la sua prolissit e la sua oscurit; inoltre la sua poesia l'opposto della condensazione di pensiero che troviamo, ad esempio, nel metafisico John Donne. Si detto che, in unet come quella vittoriana, in cui la forma o il genere letterario pi popolare fu il romanzo, Browning accost la poesia al romanzo e anche i suoi monologhi possono sembrare dei brani di recitazione. Browning seppe adeguarsi sia all'ardire poetico, sia al comune discorso del sottinteso. Tale stile si ritrover pi tardi nella poetica statunitense di Ezra Pound.

I pre-Raffaelliti

16

I Pre-Raphaelite Moviment si sviluppa nell'ambito della tendenza a rivalutare il passato medioevale, tendenza inaugurata gi nel XVIII secolo con il nome di Gothic revival, tesa al recupero delle forme architettoniche gotiche. All'interno del movimento, sostenuto dai critici, Pugin e Ruskin, la Pre-Raphaelite brotherhood sono un gruppo di pittori riuniti con lo scopo di proporre stili e forme, attinte al passato artistico italiano, che si oppongano alle brutture del mondo industriale moderno. Il movimento, formato da Dante Gabriel Rossetti, Holman Hunt, John Everett Millais, William Morris e lo scultore Homas Woolner, crede nel valore della bellezza e intende favorire il ritorno alla semplicit della natura. Ben presto il gruppo s'interessa anche alla letteratura. Gli scrittori Pre-Raffaelliti, che possono considerarsi gli eredi pi diretti del romanticismo di Coleridge e Shelley, vogliono ispirarsi a un'epoca che sembra loro pi vera, pi vicina alla natura. Spesso i soggetti sono tratti da Dante, dalla Bibbia, dalle leggende medievali e finiscono per stemperarsi in un'atmosfera mistica e sensuale. Questi artisti sostengono l'arte per l'arte, un'arte cio fine a se stessa e priva di intenti didattici o morali. Fondano anche una rivista di breve durata, The germ. Intorno al gruppo, gravitano anche poeti che trovano conforto nella fede; fra loro, Il cattolica Coventry Patmore, che pone la religione e la vita matrimoniale al centro della sua poesia, conciliando amore divino e umano. La religione anche il tema principale di Christina Rossetti che conduce una vita molto ritirata e dedita a Dio; tuttavia, dotata di un animo passionale e questa dicotomia traspare nei componimenti. I preraffaelliti e la cerchia di poeti che gravitano intorno a loro, personalit piuttosto cupe e tormentate, possono essere definiti come i Decadentisti Inglesi.

Christina Rossetti Nacque a Londra e fu educata in casa dalla madre. Intorno al 1840 la famiglia ebbe grosse difficolt economiche dovute al peggioramento della salute fisica e mentale del padre, che a quel tempo sembr che abusasse sessualmente della figlia. A 14 anni Christina soffr di una crisi nervosa che fu seguita dalla depressione. Christina Rossetti cominci a scrivere molto presto, ma solo all'et di 31 anni vide pubblicata la sua prima raccolta di poesie Goblin Market and Other poems. Il titolo che d il nome alla raccolta il suo lavoro pi famoso, e nonostante a prima vista sembri semplicemente una filastrocca sulle disavventure di due sorelle in mezzo agli gnomi, la poesia complessa e ha diversi livelli di lettura. La critica l'ha interpretata in modi molto diversi: vi ha visto un'allegoria sulla tentazione e la redenzione, un commento sui ruoli sessuali nell'epoca vittoriana, e la tematizzazione del desiderio erotico e la redenzione sociale. Christina Rossetti continu a scrivere e a pubblicare per il resto della sua vita e si concentr soprattutto sulla poesia devozionale e per bambini. Tuttavia le cose pi interessati che ha scritto sono poesie d'amore. Non si tratta di fantasie o di petrarchismo cortese: nascono da storie d'amore dolorosamente vissute e da sprazzi di lucidit che trasformano il dolore in un sentimento leggero e giocoso. Mantenne una grande cerchia di amicizie e per dieci anni lavor come volontaria in un casa di accoglienza per prostitute. Molti hanno riconosciuto tematiche femministe nella sua poesia. In pi era contro la guerra, la schiavit, la crudelt contro gli animali, lo sfruttamento sessuale delle minorenni e ogni forma di aggressione militare.

Il Romanzo Vittoriano Aspetto rivoluzionario nell'epoca vittoriana la diffusione del romanzo a puntate. Il libro ancora un bene costoso, ma un discreto numero di lettori riesce a usufruirne grazie alle biblioteche; con l'avvento del romanzo pubblicato a puntate sulle riviste, anche le classi meno abbienti possono avvicinarsi al genere. Questo nuovo metodo di pubblicazione implica la necessit di tenere 17

sempre viva l'attenzione del lettore, con colpi di scena e suspence, al fine di indurlo a comprare tutti i numeri delle riviste. Inoltre, il romanziere inizia a diventare una figura pubblica, perch viene letto da tutta la popolazione e diventa il portavoce delle idee politiche e sociali. Il mondo industriale, spesso nei suoi aspetti peggiori, comincia a fare da sfondo alle vicende narrate. Compaiono eroine con caratteri forti, forse meno belle di quelle tradizionali ma di grande fascino. Nei romanzi si trova anche riflesso il rigido moralismo dell'epoca: questo evidente nelle storie di Dickens e di Emily Bronte, autrice del travolgente Wuthering Heights.

Charles Dickens Appassionato di letteratura sin da bambino, Dickens attraversa un periodo molto difficile quando si ritrova costretto a lavorare in fabbrica perch il padre in prigione per debiti. In seguito, svolge altri lavori prima di affermarsi definitivamente come prolifico romanziere di successo. Scrivere per lui un mestiere al quale si applica con impegno. La sua prima opera narrativa Sketches by Boz, illustration of every day life and every day people alla quale segue The posthumous papers of the Pickwick clubs. Inizialmente commisionatigli come testi per vignette sportive. Quando Dickens si volge al romanzo diventa subito popolare, scrivendo un buon numero di romanzi sociali pubblicati prevalentemente a puntate su giornali e riviste. E' Dickens che inaugura il genere dei feuilleton, che alleggerisce l'opera sia fisicamente sia economicamente. Dickens si dimostra subito un acuto osservatore della realt, di cui coglie gli aspetti pi comici, pur senza trascurarne i lati positivi. All'attenzione giornalistica e all'ironia unisce il gusto melodrammatico che gli procura l'accusa di sentimentalismo da parte di alcuni critici, ma che all'epoca molto apprezzato. I personaggi sono vivaci, descritti attentamente dal punto di vista fisico, in modo che l'aspetto esteriore ne rifletta anche il carattere. In Hard Times, per esempio, la descrizione del modo di parlare d un'idea del carattere del personaggio, nonch dell'istituzione che questi rappresenta, non senza una critica ironia. Dickens crede che alle classi benestanti spetti il compito di migliorare le condizioni di vita dei pi poveri, quindi vuole trasmettere un messaggio di filantropia e carit. In questo modo, inizia a denunciare la cattiva gestione della giustizia, le pessime condizioni di vita dei molti e le relative cause: lo sfruttamento del lavoro infantile nelle fabbriche, l'eccessiva severit dell'istruzione scolastica, la capacit del materialismo di uccidere lo spirito, soffocare la creativit e limitare l'umanit. Tutto questo per stemperato dalla caricatura dei tipi sociali, resi quindi poco realistici. Altro aspetto che riduce l'intensit del messaggio di fondo quindi il debole spessore psicologico dei personaggi. Il sentimentalismo e il paternalismo di gran parte delle sue opere sono considerati dalla critica un difetto. Tuttavia, forse, il vero interesse di Dickens non denunciare malesseri e miseria, bens esplorare le dinamiche sociali e l'impatto che istanze di tipo economico, politico e istituzionale hanno sul singolo individuo. In Dickens peculiare il rapporto genitori-figli, probabilmente di stampo autobiografico. I genitori sono assenti o inaffidabili, i figli sono dispersi o abbandonati. Le trame sono complesse e spesso risolte da coincidenze incredibili, dovute anche alla necessit di accontentare i lettori, che desiderano il lieto fine.

William Makepeace Thackerey Thackerey nasce in India e, alla morte del padre, torna in Inghilterra, dove studia. Attraversa un periodo di incertezza finanziaria, causata anche dalla passione per il gioco: inizia cos a lavorare come giornalista, scrivendo sotto pseudonimi, e ironizza su difetti degli inglesi. Thackerey ha 18

una visione della vita cupa, sarcastica e misantropica; anche nelle sue caricature riesce a cogliere i tratti tipici del comportamento in societ, soprattutto quelli ipocriti e falsi. Questa sua tendenza a mettere a nudo la realt apparente emerge sin dalle prime opere The yellowplush papers, The Paris Sketchbook, The luck of Barry Lindon, dove un furfante irlandese racconta le sue malefatte con naturalezza e senza vergogna, e The Book of Snob. Thackerey si impegna a riprodurre la realt per come appare, per finire con il creare un universo in cui i personaggi hanno una moralit discutibile. Thackerey un attento osservatore soprattutto dei vizi e delle ipocrisie dell'alta societ; mette in scena fallimenti e meschinit. Nonostante sia tentato di scrivere romanzi edificanti- come si comprende dalle numerose digressioni e interventi autoraliil suo realismo sempre mediato per rispettare le convenzioni dei contemporanei, che non avrebbero mai accettato uno stile troppo crudo e una narrazione esplicita.

Le Sorelle Bronte Le tre sorelle Emily, Anne e Charlotte, fanno parte di una numerosa famiglia, composta da cinque femmine ed un maschio, il cui padre, il reverendo Patrick Bronte, era un parroco anglicano di origine irlandese che si trasfer nello Yorkshire, nel 1820. Il cognome era originariamente "Paunty", ma il padre lo cambi in onore di Lord Nelson che era duca di Bronte, in Sicilia. Nel 1821, il padre mor e la madre insieme alla zia si stabil in casa per accudire ai ragazzi. Questi due fattori biografici, cio il luogo in cui vissero e la loro educazione, sono molto importanti per l'influenza che ebbero sulle loro opere. Intanto perch la zia era una metodista ( aderente al movimento religioso del metodismo sorto in Inghilterra nel XVIII secolo, con un revival del mondo protestante), credeva nel rigore e nella punizione per la crescita dei ragazzi e anche se non usava mai la violenza fece presa comunque sull'immaginazione delle ragazze, specialmente con i suoi discorsi edificanti sulla morte. Questeducazione ebbe effetto specialmente sulla pi giovane delle sorelle, Anne che arriv ad avere una fede cristiana pi mite e credeva nella pace del perdono; e queste virt ispirarono i suoi versi. Altro fatto importante fu la localit nella quale vissero, circondate dalle selvagge brughiere dello Yorkshire. La fertile immaginazione della Bronte, stimolata dalla loro educazione, diede luogo a dei racconti, che loro scrissero in giovane et, intitolato Il ciclo di Angria; questo ciclo trattava di un regno africano pieno di fantasia e di passione. Fu creato questo ciclo da Charlotte e dal fratello; mentre Emily e Anne scrissero La Cronaca di Gondal, che racconta i complotti tra monarchi e repubblicani in un misterioso regno del nord, sempre il tutto basato sull'immaginazione. Queste opere furono scritte dal 1829 al 1845. Le donne di queste famiglie erano delle ragazze fragili, provinciali, goffe e prive di bellezza, ma erano forti e coraggiose. L'unico maschio, pittore e poeta, era un inconcludente ed era vittima dell'alcool e dell'oppio e mor nel 1848. Le altre due sorelle pi grandi morirono in giovane et. Le ragazze, specialmente Charlotte ed Emily, cercarono di guadagnarsi da vivere come insegnanti, ma senza molto successo. Nel 1847 furono pubblicate le poesie delle tre sorelle sotto il titolo di Poems by Curren Ellis and Acton Bell e questa pubblicazione non ebbe affatto successo. Nel 1847 furono pubblicati i tre romanzi delle sorelle, Jane Eyre di Charlotte, Wuthering Heights di Emily ed Agnes Grey di Anne. Quello che ebbe pi successo fu quello di Charlotte; in questo romanzo si trovano non soltanto un'osservazione realistica ed un'ironia, comuni ai romanzieri dell'epoca, ma anche un'emozione intensa ed un gusto gotico. L'eroina, nell'opera Jane Eyre, dest scalpore all'epoca perch mostra un coraggio che andava contro l'idea di delicatezza femminile vittoriana. Altra cosa straordinaria che le eroine, pur essendo appassionate, non sono per schiave della passione giacch sono pronte a sacrificare l'amore per il dovere o per l'onore. Questa intensit emotiva si vede in modo pi drammatico nell'unica opera di Emily. Lei scrisse anche delle 19

poesie che dimostrarono un'anima ardente, un panteismo mistico ( teoria metafisica che indica che le cose sono parti o manifestazioni di una sola sostanza o di un unico spirito, che Dio, e che abbraccia ogni realt) e anche uno stoicismo indomabile. Il suo romanzo, Cime tempestose, una delle opere pi romantiche e tumultuose della letteratura inglese; anche se sono presenti tratti d'ingenuit, come ad esempio, nella descrizione del protagonista Heathcliff che viene descritto come un eroe byroniano, misterioso e misantropo, sempre in viaggio e capace di superare ogni pericolo. L'ultimo contatto con la desolata natura, che si trova nel romanzo, precede quello che pi tardi si trover nei romanzi di Thomas Hardy, Emily col suo romanzo, non fu molto apprezzata al suo tempo; oggi invece considerata una grande scrittrice e di grande immaginazione bench lontana dalla realt, esagerata e incapace di esprimersi in forma coerente. Il tratto distintivo di Emily sta nella sua immaginazione, lungi da qualsivoglia valore estetico. L'espressione di tale immaginazione risiede nella descrizione dello Yorkshire dove lei visse. L'opera non tipicamente vittoriana perch tratta temi totalmente differenti dai suoi componimenti e adotta anche un diverso punto di vista. Per questo suo differenziarsi stata spesso paragonata a Blake, anche lui, fuori dagli schemi della poesia del XVIII secolo. Molte volte la sua immaginazione attinge al soprannaturale. Mentre Charlotte cerc di contemplare e di rendersi conto della vita al di fuori del suo ambiente, Emily si ispir solo allo Yorkshire e alla gente che lo abitava, che era fuori dal mondo attivo della borghesia. Dato che Emily ignorava questo mondo, non scrisse dunque per piacere ai lettori borghesi come invece fecero i suoi contemporanei. Anche se avesse tratto ispirazione da un altro contesto, le sue opere sarebbero state comunque diverse perch Emily si preoccupava del significato del mondo e non di come funziona o varia. Lei guarda gli esseri umani in relazione ad altri esseri umani, e tra loro, in relazione solo allo schema cosmico di cui fanno parte, cio con riferimento al tempo, all'eternit, alla morte, al fato e alla natura. La natura in Emily gioca una grande parte ed i suoi personaggi esistono in virt del loro atteggiamento con l'universo; in questi tratti si avvicina alla poetica di Thomas Hardy. Ma mentre i personaggi di Hardy si preoccupano del fato e della libert di scelta, Emily era una mistica che percepiva una realt trascendentale, ed in questi momenti che ella guarda al mondo dei mortali. I tratti principali della sua filosofia di vita sono: - Il Creato, sia animato che inanimato, mentale e fisico - L'espressione di certi principi viventi o spirituali: - Il principio della tempesta, in cui raggruppa il selvaggio, il crudele e il dinamico: - Il principio della collina. Nonostante l'apparente opposizione tra questi due principi, non vi conflittualit perch nella loro incarnazione terrena cambiano da forza positiva a forza negativa. La calma diventa fonte di debolezza, non di armonia, mentre la tempesta diventa disturbo e non vigore. Quando questi principi vengono liberati dai terreni, possono scorrere liberamente, la loro discordia transitoria perch il principio di cui fanno parte impone un equilibrio. Per l'autrice, l'uomo non contrapposto alla natura, n ella vede l'individuo sofferente rispetto alle forze naturali. Per lei, uomo e natura sono manifestazioni diverse di un unico modo, per esempio, un uomo arrabbiato ed un cielo tempestoso, sono allo stesso livello. In Cime tempestose, Catherine, appena sposata, parla della differenza tra lei ed il marito nel passare una calda giornata di luglio nella brughiera; il marito voleva che tutto fosse in pace a differenza di Catherine che voleva che tutto sprizzasse di gioia. I modi di fare dei due non sono solo descritti metaforicamente, bens esplicitamente, sono vissuti. Le scelte fatte dai due non sono 20

basate sul caso ma rappresentato le fondamenta delle loro nature diverse. Per Bronte non esiste l'antitesi bene-male, lei accetta tutte le esperienze; ci significa quindi che per lei la calma e la tempesta coesistono. I suoi personaggi non mettono freno alle loro passioni distruttive, passioni che seconda Bronte, non sono cattive perch non nascono da impulsi distruttivi n da impulsi che diventano tali, perci non possono seguire il loro corso naturale. Il punto di vista della Bronte non tratta di moralit ma di quelle forze della vita che condizionano l'uomo a costruire quelli che vengono chiamati "parametri morali"; come conseguenza di ci, lei fa a meno di quel conflitto tra bene e male che era importante nella societ vittoriana. Il conflitto nellopera non tra bene e male bens tra simile e dissimile. I comportamenti dei personaggi non sono n da lodare n da biasimare in quanto manifestazioni. Quando un personaggio cambia modo di fare, questo non ci viene presentato come un processo morale e non accompagnato da un sentimento di pentimento. Rispetto ai contemporanei, ella descrive nuove emozioni estremamente intense. L'eroe e l'eroina, Heathcliff e Catherine, si amavano perch vi sono sentimenti forti, sono affini, cio entrambi sono espressione dello stesso principio spirituale. Catherine ama Heathcliff con tutte le sue forze poich entrambi sono figli del principio della tempesta, o temporale. Nonostante la sua intensit, l'amore di Catherine per Heathcliff non ha nulla a che fare con il sesso. Catherine si dispiace di dover morire perch cos rompe il legame tra di loro. L'opera della Bronte cancella l'antitesi universalmente accettata, quella tra vita e morte, giacch Bronte crede nell'immortalit dell'anima, ma non nel senso cristiano, crede che l'immortalit non sia laldil ma in questo mondo. L'anima, anche senza il corpo, continua ad agire in questo mondo con le sue preoccupazioni che rimangono le stesse. Per Bronte, il conflitto umano non termina con la morte. Catherine sogna di andare in cielo e ne triste perch ha nostalgia di Heathcliff; il posto dove vive il suo spirito, che quando muore, vi stabilisce, non solo come fantasma, ma continua ad avere la stessa influenza di quando era viva, su Heathcliff. Mentre altri autori utilizzano il soprannaturale come simbolo, nel caso di Bronte non si dovrebbe parlare di soprannaturale. I suoi personaggi hanno il suo stesso concetto della morte poich li fa accedere ad una condizione nella quale la loro natura possa scorrere senza freni, in pace, una pace di realizzazione di s. Questa concezione diversa dell'universo rispetto ai contemporanei d vita ad un romanzo diverso. Cime tempestose un dramma spirituale. Se si dovesse considerare la storia narrata come la storia di esseri viventi normali, con il lieto fine, con la morte del cattivo e il matrimonio del buono, il romanzo risulterebbe un pasticcio. Abbiamo due eroi ed un solo personaggio cattivo, ed inoltre, la met dei personaggi muoiono a met storia. La storia sembrerebbe finire con un climax tragico per poi continuare con le presenze di un fantasma che porta Heathcliff a morire di fame. Dunque il romanzo non reggerebbe da un punto di vista tradizionale e vittoriano. La prima Catherine non ha il ruolo tradizionale della donna contesa tra il buono e il cattivo, perch sempre dalla parte del cattivo e anche morendo appartiene ad Heathcliff; non si pente di ci e l'autrice non vuole che lei se ne penta. In pi, la conclusione tra il conflitto Bene-Male dovrebbe portare alla sconfitta del cattivo ma ci non accade. L'unione della seconda generazione si attua non perch Heathcliff cambia idea ma perch viene distratto dal fantasma. Dopo la morte di Heathcliff lui che viene premiato perch si unisce a Catherine, e Catherine con Edgar, il legittimo marito. La costruzione del plot non un'improvvisazione, nulla lasciato al caso. Se si segue lo schema del microcosmo universale, si potrebbe vedere da una parte Wuthering Heights con gente indomabile e figli della tempesta; e dall'altra Thrucross Grange, la casa dei figli della calma. Cos ogni gruppo comporrebbe un'armonia cosmica. Il tema lo stesso della distruzione e ricostruzione di questa armonia. L'arrivo di Heathcliff a Wuthering Heights fonte di discordia. La sua presenza porta il conflitto tra padre e figlio. E l'ordine delle cose si rompe ancor di pi nel momento del matrimonio tra Edgar e Catherine; da qui che Heathcliff diventer una forza distruttiva. Egli diventa la manifestazione di forze naturali che agiscono sotto la pressione della loro natura. Il primo atto distruttivo di Heathcliff contro Lindley, fratello di Catherine, facendolo perdere prima al gioco e poi facendolo morire 21

alcolizzato. Per fare un dispetto a Catherine, si sposa con la sorella di Lindley, Isabella. Questo porta Catherine alla morte. E la morte dell'amata induce Heathcliff a diventare pi distruttivo, e cos inizia la sua vendetta contro la seconda generazione. Questa generazione non fa parte dei principi della tempesta o della calma perch figlia di entrambi. Linton per figlio dell'odio e ha in s le qualit negative dei genitori, mentre gli altri due sono figli dell'amore. Alla fine Hearton e Catherine si sposano, mentre Heatcliff si ricongiunge in morte con Catherine e l'ordine cosmico viene ristabilito. Il romanzo della Bronte va oltre la descrizione della vita quotidiana, pi una tragedia o una storia epica. Non solo il tema che rende grande il romanzo, perch vi anche la grande immaginazione della Bronte che prende in considerazione i principi elementari. Le sue descrizioni non conoscono mezzi termini e non esiste in lei l'ironia. La sua unica influenza, nel libro, sembra essere la sua stessa vita e la sua immaginazione che composta da una grande intensit, che lei rende cos naturale da farci credere in passioni ed eventi soprannaturali. Nell'opera, il lettore non si sente confinato ed i posti descritti sono solidi. L'immaginazione ha sostanza, intensit e freschezza che si trasmettono nelle descrizioni della natura, espressione di una forza vivente. La sua non una natura morta bens un quadro animato, e le descrizioni migliori riguardano la natura in movimento. I personaggi secondari sono anche molto realistici, come i domestici, descritti in modo tradizionale; essi sono abbastanza piatti e rappresentano la vita rurale, ma sono essenziali al plot perch la loro stabilit aiuta a dare pi realismo alla storia. In pi, la loro normalit mette in risalto la stranezza dei protagonisti, cio aggiungono alla storia ci che in teatro viene chiamato "comic relief". I personaggi spesso mancano di logica, ma non sono personaggi allegorici e risultano realistici in quanto rappresentano principi spirituali. Bronte ci mostra aspetti della natura umana pi di altri vittoriani, come i tratti ereditari, il processo d'invecchiamento, e in pi riesce a descrivere un aspetto della natura umana non trattato dai suoi contemporanei, cio l'uomo al momento della morte, rendendolo in modo realistico. Il romanzo pervaso di poesia e sono le azioni stesse che sono poetiche senza bisogno di metafore. Oltre alle sue doti poetiche ed immaginative, Emily aveva una grande tecnica narrativa e moderna. Il romanzo comincia con una data 1801, portando il lettore alla realt storica. Un certo Mr. Lockwood fa visita al proprietario, Heathcliff, e ci da la sua versione circa questo personaggio, ed costretto a rimanere a Wuthering Heights poich vi una tempesta in corso ed bloccato. Il racconto inizia in media res, Catherine morta e Heathcliff quasi impazzito. Nelly, testimone di ci che successo una volta, racconta a Mr.Lockwood le vicende passate; questo racconto viene fatto tramite i due protagonisti principali. L'inizio della storia ci mette subito in contatto con il soprannaturale e Heathcliff. Alla fine della storia ritroviamo Mr.Lockwood che torna a Thrucross Grange. Ad una persona nomade, quale Mr. Lockwood, Heathcliff appare come un pazzo ed questo che rende il racconto pi realistico ai lettori. Il metodo narrativo della Bronte pu essere anche drammatico e pittoresco, presenta una serie di scene legate tra di loro che come quelle di un dramma sono composte da parole e azioni, con pochissimo commento. Pu essere anche un gioco, con climax, suspence e usando il mezzo letterario della "tragic irony". Lo stile di Emily diretto, scarno, senza metafore, ma la sua scelta delle parole rendono il discorso potente e delicato. Stile, struttura e tecnica narrativa, formano il genio di Bronte; lei riuscita a far arrivare, al lettore moderno, una societ vittoriana ormai scomparsa.

George Eliot George Eliot was the literary pen-name of Mary Ann Evans, who was born in 1819 in 22

Warwickshire. She was educated at Miss Wallington's school in Nuneaton. There she met the Rev. John Edmund Jones, an evangelical preacher who had a significant influence of her, and whom she was later to feature as a character in some of her novels. When her mother died she became her father's housekeeper and used her free time to educate herself. She began her literary career in Coventry as a translator and soon became assistant editor of the radical Westminster review. On moving to London she met the intellectual George Henry Lewes, with whom she lived for over twenty years until Lewes' death in 1878, but because he was unable to divorce his wife they never married. She eventually married an old friend J.W. Cross, who became her first biographer, just a few months before her own death in 1880. It was Lewes, however, who persuaded her to become a novelist. Her novels were published in a serial from in the highly influential Blackwood's Edinburgh Magazine, which published also Dickens' works. Her episodic first novel Scenes of clerical life was followed by Adam Bede, The mill on the floss, Silas Marner, Romola, and Felix Holt. Then finally, came with many regard as her two great masterpieces: Middlemarch and Daniel Deronda, which together represent a significant innovation in the novel form. George Eliot, in her novels, is omniscient narrator and often acts as a guide and intrudes to comment on the characters whose view of things are always distorted or partial. In this way we constantly revise our judgement on the events narrated. We are also involved in what the characters say and think but at the same time, thanks to this wider view made possible by omniscient narrator, we know more than they do about their true motives.

Thomas Carlyle Scozzese di famiglia rigidamente calvinista, Carlyle studia la letteratura e la filosofia tedesche, soprattutto quella idealista, traducendo opere di Goethe e selezionando autori per la sua antologia German Romance. Calvinismo e idealismo si mescolano dando origine ad una particolare visione della vita e a uno stile originale, vitale ed esortativo, a tratti complesso. Carlyle, storico e critico sociale, ironizza sulla sua epoca e attacca l'Utilitarismo in diversi dei suoi scritti. E' autori di saggi sulla storia, tra cui History of French Revolution e molte biografie. E' un moralista che riferisce gli eventi con accuratezza e partecipazione: secondo Carlyle, lo storico deve selezionare i fatti del passato, immedesimarvisi e giudicarli. Dal suo punto di vista, la storia fatta da uomini dotati, che devono comprendere la volont divina e seguirla: da questa concezione scaturisce il culto degli eroi, che sfocia nella serie di scritti pubblicati come: One Heroes, hero-worship and the heroic in history. Carlyle sogna un paese guidato da eroi, secondo un ideale antidemocratico. In questo pensiero si riconoscono i primi germi della filosofia che sfocer negli estremismi del XX secolo. In Chartism e Past present, Carlyle affronta il presente dell'Inghilterra, manifestando ancora la repulsione verso il materialismo nell'attacco politico alla politica del laissez-faire, che minacciava il pericolo di una rivoluzione. Carlyle esprime la sua comprensione e il suo sostegno a favore dei proletari, ma auspica un ritorno al medioevo; rivalutando il feudalesimo, per dichiarando la sua ammirazione per personalit politiche forti e singoli leader, egli si rivela anti-democratico. Durante la sua epoca, l'influenza di Carlyle come critico e profeta sociale e il suo prestigio come storiografo notevole; durante il XX secolo tuttavia, alla luce dei disastri provocati dalla dittatura fascista e nazista, la sua reputazione subir un duro colpo. John Ruskin Di famiglia calvinista, John Ruskin trascorre un'infanzia solitaria e riceve un'ottima istruzione, che perfeziona con viaggi, fra cui uno in Italia. Sviluppa un acuto spirito di osservazione e si 23

appassiona all'arte, diventando critico e sostenendo il movimento preraffaellita. Ruskin non ama il periodo in cui vive, perch, a causa dell'industrializzazione, considera le sue produzioni e costruzioni antiestetiche; egli vede nella rivoluzione industriale la negazione totale della bellezza, che per lui fonte anche di benessere spirituale. In questa sua propaganda per il recupero dei valori estetici e spirituali insieme, egli incoraggia un ritorno alla natura e al passato: l'epoca che ammira di pi il Medioevo e il suo modello diventa l'architettura gotica, che esalta in The Seven lamps of architecture, dove affermava anche che estetica ed etica coincidono e che l'opera d'arte nasce da una commistione di abilit tecnica, fantasia e idee morali- e The stones of Venice, dove esalta lo stile gotico (contro quello classico) perch ritiene che nasca da una sincera ispirazione religiosa. Della sua epoca, Ruskin critica anche il deturpamento del paesaggio, il fatto che l'industrializzazione abbia reso le citt esteticamente brutte e invivibili. La filosofia di Ruskin evolve in direzione sociale. Egli traccia un paragone tra lo stile di vita medioevale e la vita arida, impersonale nella civilt della produzione di massa. Nella societ moderna, gli uomini non riescono pi ad esprimersi in modo completo perch sono alienati da un lavoro meccanico e ripetitivo. Nella raccolta Unto this last, Ruskin critica la politica del laisser-faire, che causa l'impoverimento continuo delle classi meno abbienti, sempre pi private di vita spirituale. Seguono altre raccolte: The crown of wild olive, Munera pulveris e l'autobiografia incompiuta Praeterita. Lo stile vario, a volte complesso, ma nell'insieme chiaro; Ruskin fa uso di un lessico preciso e opera attente divisioni in paragrafi, enumerazioni, corollati e sintesi che rendono la trattazione dell'argomento di facile comprensione.

24

L'et dell'Impero Contesto storico Dal 1874 al 1880 Primo ministro Benjamin Disraeli, appoggiato dalla regina e fautore di una politica imperialistica che viene perseguita anche dal suo successore, il liberale Willam E. Gladstone, alla guida del paese dal 1880 al 1886. Per quanto riguarda la politica interna, Gladstone attua un piano di riforme e si adopera per trovare una soluzione alla questione irlandese, divenuta sempre pi spinosa. Gli irlandesi hanno trovato un valido leader in Charles S. Parnell, che cerca nuovi metodi pacifici di protesta. Gladstone decide di concedere all'Irlanda la completa autonomia interna, ma incontra forti resistenze sia da parte della cosiddetta fazione unionista, sia all'interno del suo stesso partito. La risposta alle richieste irlandesi ancora una volta la repressione; di conseguenza, le tensioni interne tra cattolici e protestanti si fanno pi acute. L'impero si estende ulteriormente e i commerci tra le colonie e la madre patria diventano la risorsa principale dell'economia inglese. Colonia di primaria importanza l'India: gli sforzi della politica estera sono concentrati sull'ottenimento del controllo della via marittima pi breve per raggiungerla; a questo scopo vengono acquistate numerose azioni della compagnia del canale di Suez, vengono occupate Cipro, Zanzibar, e viene esteso il protettorato sull'Egitto: vengono inoltre conquistati territori di frontiera. Il controllo interno ottenuto grazie ad una rete di funzionari inglesi e ad un forte esercito composto da ufficiali inglesi e truppe indigene, in grado di tenere sotto controllo i numerosi rajah locali. In questa zona del Medio Oriente l'influenza della Gran Bretagna controbilanciata da quella della Russia, che controlla Afghanistan e Persia. In Africa, la Gran Bretagna ottiene il protettorato del Sudan, l'egemonia sulla Nigeria e sulla Costa d'oro, mentre attraverso compagnie commerciali private acquista Uganda e Kenya. Per impadronirsi delle miniere d'oro e di diamanti del Sud Africa, non esita a scatenare una sanguinosa guerra contro i coloni Boeri, che suscita condanne da parte di tutta l'Europa. La disapprovazione generale non impedisce alla Gran Bretagna di ottenere la vittoria finale, sancita dalla pace di Pretoria: i due stati boeri sono inclusi nell'Unione Sudafricana. Quanto alla politica interna, si rafforza il sistema bipartitico. Se nel resto d'Europa un socialismo dal carattere rivoluzionario, la Gran Bretagna si distingue per il socialismo pi pratico e riformistico. In questa scia si inserisce la Fabian Society, movimento socialista intellettuale, cui aderiscono G.B.Shaw e Sidney Webb. I lavoratori, da parte loro, cominciano ad organizzarsi e a praticare lo sciopero come arma di protesta. Nel 1893, inoltre, viene fondato L'indipendent Labourist party, a sostegno di un programma moderato di riforme.

Contesto sociale All'interno della societ, lentamente la tradizionale famiglia numerosa si fa pi contenuta, limitandosi al nucleo ristretto di due coniugi e dei figli e favorendo uno standard di vita pi elevato. Il miglioramento della qualit della vita dato anche da una pi diffusa alfabetizzazione: nel 1880, infatti, Gladstone introduce l'obbligatoriet dell'istruzione elementare. Nascono cos riviste e giornali popolari, rivolti, cio anche agli strati pi bassi della popolazione. Bench la ricchezza e il potere siano ancora concentrati nelle mani di pochi, la societ comincia a prendere coscienza delle diversit esistenti al suo interno e nascono numerosi movimenti di rivendicazione, fra le quali riveste importanza storica quello per l'emancipazione femminile. In Inghilterra sono aperte le prime universit femminili e alcune professioni fino al quel momento riservate agli uomini vengono ora esercitate anche dalle donne. Sono raggiunti notevoli traguardi in campo giuridico, grazie al Married Women's property act, che lascia alla donna le propriet 25

possedute al momento del matrimonio. In aiuto ai pi bisognosi, sono realizzate varie iniziative filantropiche, fra le quali spicca la fondazione del Salvation army, da parte dei Metodisti. Svariate opere pubbliche e nuovi strumenti introdotti nella vita quotidiana avvicinano lo stile di vita dell'Inghilterra della tarda et vittoriana a quello moderno. Le citt cominciano ad assumere una configurazione moderna: dal 1878 le strade di Londra vengono illuminate ad energia elettrica. Il settore dei trasporti conosce ulteriori sviluppi: la rete ferroviaria sempre pi estesa, compaiono le prime automobili e negli anni '80 si diffondono le navi a vapore: di conseguenza sono aperti nuovi canali. A partire dal 1876 si sperimentano i primi telefoni. Tutto questo concorre a ridurre le distanze geografiche. In campo artistico si ricorda l'apertura della Tate gallery, primo grande museo di arte contemporanea di Londra. Le arti, tuttavia, non sono ancora del tutto affrancate dal forte controllo sulla moralit: la censura, soprattutto in letteratura, ancora molto forte, al limite del bigottismo. Dal punto di vista filosofico, in reazione alla rigida morale vittoriana, troppo materialista, molti cominciano a interessarsi alle filosofie orientali.

Thomas Hardy Thomas Hardy nacque e crebbe nel Dorset, che diventer il Wessex dei suoi romanzi, in un'umile famiglia. Comp studi di architettura e and dapprima ad abitare a Londra, per esercitare la professione che abbandon presto per dedicarsi alla letteratura. Nel 1874 si spos con Emma Gifford e si stabil in una casa di campagna dove trascorse l'intera vita senza alcun evento degno di rilievo. Divenne in breve tempo un importante intellettuale, nonch romanziere di successo. L'opera di Hardy sembra tracciare un collegamento tra il periodo vittoriano e il modernismo novecentesco, di cui vengono anticipati i temi, cos pessimisti. Hardy non crede in un Dio creatore buono, che si preoccupa di portare giustizia, ma in un destino immanente. LImmanent Will, che fa perdere ogni potere all'uomo, cos piccolo nell'universo; visione che trae dallo studio di Schopenhauer. Inoltre, nella poetica di Hardy, non troviamo l'idea di conforto che la natura pu dare all'uomo, essa non un punto rigeneratore della civilt, bens vi una visione sconsolata e lucida della stessa. Tutti i romanzi di Hardy sono ambientati nel Wessex, nome fittizio per indicare quell'area a sud-ovest dell'Inghilterra chiamata "Dorsetshire" in cui egli stesso era cresciuto, un'area agricola costellata di memorie del passato. Lo studio dell'architettura e l'essere cresciuto in quei luoghi fanno di Hardy un ottimo descrittore: dei paesaggi alle tradizioni campestri, ogni dettaglio accurato e realistico. Hardy opera qui una rottura con la tradizione, che amava rappresentare la vita pastorale e rurale come idilliaca: il suo microcosmo ricco di realt oscure e conflitti morali. A questo fa sfondo il pessimismo di Hardy, che per nutre un sentimento di fratellanza con gli infelici: I suoi personaggi sono persone semplici, che devono seguire un destino che li porta verso conclusioni tragiche, accettate con rassegnata dignit. Sulla scia del darwinismo, nel cosmo di Hardy non vi spazio per la Provvidenza: i protagonisti hanno perso la posizione privilegiata antropocentrica e sono in balia di un caso indifferente. Tema centrale l'amore ( visto nelle sue implicazioni spirituali quanto fisiche), che lega i personaggi, ma non puoi salvarli; anche il sentimento pi forte ha dei limiti e gli innamorati non riescono mai a comprendersi del tutto. Le opere di Hardy sono: - Far from the madding crowd ( via dalla pazza folla) Un primo romanzo importante che avvia il ciclo delle Wessex Novel. - Under the Greenwood tree In questo romanzo Hardy fissa l'ambiente a cui si ispirer per tutte le sue opere, ambiente di semplice gente di campagna, ed il suo tema centrale, l'amore. 26

- Tess of the Ubervilles In questo romanzo sono descritti una serie di catastrofici eventi che avvengono alla protagonista, un'umile fanciulla di campagna, colpevole di avere dei genitori che hanno voluto sfidare il fato tentando di cambiare classe sociale e spezzando cos, l'equilibrio uomo-natura. Nel romanzo c' spazio anche per la denuncia sociale, infatti, Hardy intende dimostrare l'innocenza di Tess, sedotta tendenziosamente da un provincialotto, mentre la comune mentalit vittoriana vorrebbe che ella si comportasse come una "fallen woman". Il caso e la societ cospirano contro la ragazza che si trova a dover lottare per vivere. -Jude the obscure E' l'ultimo romanzo di Hardy, fu mal accettato dalla critica vittoriana per la denuncia sociale in esso presente; in particolare, viene attaccato per le idee in campo morale perch in esso vi l'idea del matrimonio come istituzione che viene messo sotto indagine. Con quest'ultimo romanzo finisce la sua attivit di narratore e comincia la pubblicazione delle poesie. Il primo volume di versi fu pubblicato nel 1895 e si intitola Wessex Poems, che contiene liriche composte fin dal 1865. Mentre tra il 1903 e il 1909 uscirono altre raccolte fino ai postumi Winter Words (1928).

I Naturalisti George Moore George Moore, irlandese, studia a Parigi dove conosce la letteratura contemporanea francese e, tornato in Inghilterra negli anni '80, tenta di rinnovare il romanzo vittoriano ispirandosi alle tecniche di Zola, padre del naturalismo francese, e dei realisti Balzac e i fratelli Goncourt. I suoi romanzi sono quindi scritti nel rispetto del determinismo e con un atteggiamento antiromantico; i temi principali che affronta sono la vulnerabilit, la forza dell'individuo. Moore partecipa anche alla rinascita della letteratura gaelica con romanzi di ambientazione irlandese. Importanti, inoltre, sono i suoi personaggi femminili. Fra i titoli, si ricordano A Mummer's wife, The confession of a young man, Hail and farwell. George Gissing 27

George Gissing conduce una vita piena di difficolt. E' autore di romanzi di un realismo pessimistico, nei quali dipinge miserie e fallimenti che lui stesso ha vissuto e il tentativo di riscattarsi, destinato a fallire. Fra i titoli si ricordano: The nether world ed il celebre The odd women, sul tema dell'emancipazione femminile.

Samuel Butler Figlio di un ecclesiastico, Butler sembra destinato a seguirne le orme; decide invece di emigrare in Nuova Zelanda, dove si dedica all'allevamento. Nel 1864, torna in patria e si dedica alla carriera letteraria e allo studio di svariati argomenti sui quali scrive numerosi saggi: soprattutto, si interessa alla scienza e sostiene le teorie di Darwin. E' anche pittore e compositore. Critico e Satirista, anche Butler attacca la societ vittoriana, i suoi principi e le sue convenzioni, ipocrisie e contraddizioni; ritiene di vivere in una societ intellettualmente stagnante che sopprime l'originalit. I suoi romanzi Erewhon ed Erewhon review, ne sono un esempio e seguono la scia di Swift: anagramma di nowhere, Erewhon uno Stato utopico dove Butler colloca le ingiustizie sociali e i vizi dell'Inghilterra facendone la parodia.

Robert Louis Stevenson Robert Louis Stevenson was born in Edinburgh in 1850. The son of an engineer, he originally intended to follow his father's profession but ill health encouraged him to abandon the study of engeneering to take up to law at Edinburgh University. By 1875 he had already dediced to become a professional writer. During his university years, Stevenson cultivated a Bohemian lifestyle. However, the severe nature of the Scottish climate, his bad health and his love for travel made him spend long period abroad. In France in 1876 he met his future wife, Fanny Osbourne. In 1878 An Inland Voyage appeared, describing a canoe tour in Belgium and France and a year later Travels with a donkey in the Cevennes, the description of a tour taken with his donkey. After a trip to California he returned to Europe, setting at Bourenmounth where he became friends with Henry James. By this time he had published several short stories, travel pieces and essays. In 1883, Stevenson published hid first novel, the popular adventure story Treasure Island and in 1886 his famous The strange case of Dr. Jekyll and Mr.Hyde. This was followed by his Scottish romances Kidnapped, Catriona and The master of Ballantrae. In 1888 Stevenson left with his family for the South Seas and finally settled in Samoa where he died in 1894, while working on what is considered his unfinished masterpiece, Weir of Hermistion.

Il teatro vittoriano Durante il XIX secolo, il teatro il genere meno esplorato, soprattutto perch molte opere sono scritte pi per la lettura che per la rappresentazione. Inoltre vengono allestiti drammi presi in prestito dal vivace teatro francese oppure farse e melodrammi. La decadenza del genere dovuta in parte allo sviluppo del romanzo, in parte alla mancanza di autori e attori di particolare talento. E' solo verso la fine del secolo che si tornano a scrivere drammi di valore, grazie anche all'influenza esercitata dal realismo del drammaturgo norvegese Henrik Ibsen, il quale, dopo aver scritto opere ispirate al patrimonio storico norvegese, concentra la sua attenzione sul mondo borghese, che analizza dettagliatamente nei suoi difetti e aspetti pi crudi. Ibsen , infatti, un realista, che si concentra sull'interiorit dei personaggi. La sua opera pi nota Casa 28

di bambola, il cui tema la condizione femminile all'interno della famiglia. L'opera suscita polemiche a causa della decisione finale della protagonista di abbandonare casa e famiglia per trovare se stessa. I personaggi di Ibsen vanno alla ricerca della propria identit e, in questa ricerca, si scontrano con i condizionamenti imposti dalla societ. Fra gli autori che restituiscono dignit al teatro, portando sulla scena le problematiche della borghesia del tempo, si ricordano Pinero, che ai drammi di stampo ibseniano alterna commedie e sentimenti e farse di costume. Ma la figura di maggior rilievo per il teatro tardo-vittoriano Oscar Wilde, capace di restituire al genere originalit e brillantezza.

Oscar Wilde Oscar Wilde nasce a Dublino e studia presso l'universit della citt, ma presto si trasferisce in Inghilterra, dove continua gli studi ad Oxford; alterna la permanenza a Londra con viaggi e lunghi soggiorni a Parigi. Dandy dai modi affettati, che non ama passare inosservato, Wilde non ha paura di scandalizzare i contemporanei, i quali, per, maturarono una diffusa ostilit per il suo stile di vita all'insegna dell'ostentazione e dell'esibizionismo. Si sposa ma, nonostante la nascita di due figli, il matrimonio fallisce, intreccia una relazione con Alfred Douglass che gli costa l'ostilit del padre del giovane: Wilde lo cita in tribunale per diffamazione e questo per lui l'inizio della fine. Fedele al suo personaggio anche davanti al giudice, Wilde perde la causa e viene a sua volta citato per omosessualit. Il processo che ispira The ballad of Reading gaol (la ballata del carcere di Reading) e De profundis e mina la sua salute: scontata la sua pena, Wilde si esilia spontaneamente e muore pochi anni dopo a Parigi. Wilde esordisce come poeta, ma si cimenta con altri generi: saggi, racconti, favole scritte per i suoi figli, il romanzo The Picture of Dorian Gray, che suscita un enorme scandalo per l'immoralit contenuta, e una serie di grandi commedie, con le quali ottiene successo e prestigio. Il sostegno di Wilde alla teoria l'arte per l'arte estremamente sconcertante per la societ vittoriana, nella quale vige una rigida moralit alla quale tutto deve rendere conto e per la quale l'arte deve avere una finalit morale. Per Wilde, l'esaltazione del bello un valore di primaria importanza, soprattutto in una societ che ha perso il suo gusto estetico, tanto che lo scrittore irlandese spinge l'estetismo alle estreme conseguenze e cerca di rendere la sua stessa vita un'opera d'arte, di viverla all'insegna del bello e del piacere. Wilde, figura affascinante, fa dell'originalit e della provocazione, del paradosso e dell'ostentazione il suo stesso stile di vita; quello che ha scritto rivela solo una parte del suo genio. Non sopporta i modi seri e la "sincerit"- ideali comportamentali della societ vittoriana che accusa di mancare totalmente di originalit e creativit. Wilde veste in modo vistoso, eccentrico e, dati i suoi modi brillanti e le battute di spirito, altamente richiesto presso i circoli Bohmien di Londra e Parigi. Anche nella scrittura, quindi, secondo Wilde pensieri e idee dovrebbero essere espressi in modo piacevole e divertente; per questa ragione i suoi brillanti scritti si distinguono per il gusto del paradosso e della provocazione, come si pu notare soprattutto nelle opere scritte per il teatro. Le opere di Wilde sono ambientate nel mondo aristocratico, che egli conosce bene e che colpisce con le sue stoccate ironiche. In questa classe si muovono personaggi arroganti, conformisti, il cui interesse principale il denaro: tutto viene subordinato al guadagno, matrimoni compresi. Lo stile di Wilde ricercato e rivela una particolare cura del linguaggio. Egli si distingue soprattutto per gli aforismi, frasi che possono essere estrapolate dal testo acquistando valenza proverbiale.

29

Dal 1900 al primo dopo guerra Con la fine del XIX secolo termina il regno della regina Vittoria e si chiude unepoca fondamentale per levoluzione sociale e culturale inglese. Limpero conserva la sua solidit politica, i problemi maggiori sono causati dalla situazione irlandese. Sul fronte internazionale, nel 1914 esplode il primo conflitto mondiale, una guerra di massa che coinvolge tutti i grandi Stati europei e, per la prima volta gli Usa, e che viene combattuta con nuove armi moderne, a terra, in cielo, e in mare. Gli anni che seguono il conflitto si caratterizzano per un certo fervore culturale e la diffusione di un maggior benessere, mentre i rapporti di forza tra le potenze economiche mondiali cambiano, a vantaggio degli emergenti USA. A livello sociale, la situazione tuttaltro che calma: nascono movimenti di rivendicazione dei diritti dei lavoratori e dei diritti delle donne. La morale non pi cos rigida e molti scrittori si allontanano dalle convenzioni, pur incappando in una censura ancora molto forte. La letteratura va alla ricerca di nuove strade: i poeti sperimentano soprattutto nuove forme e riscoprono limpersonalit; nella prosa si perfeziona il romanzo psicologico, sullinflusso della teoria di Freud, che origina il cosiddetto Strema of consciousness novel o romanzo del flusso di coscienza.

Il modernismo Il nome modernismo legato particolarmente alla novit delle tecniche letterarie degli scrittori che ne facevano parte; tutti gli autori modernisti sono accomunati dal rifiuto della tradizione letteraria vittoriana e dal recupero della poesia del Seicento inglese (John Donne e i poeti metafisici). I modernisti, (tra i pi noti, James Joyce, Ezra Pound e T.S. Eliot) denunciarono: - La crisi della cultura occidentale - L'alienazione e il senso di solitudine dell'artista in un mondo scientifico - Il rifiuto del passato e la rottura con la tradizione. Al centro della pratica letteraria modernista c' il particolare uso dell'immaginazione; per i modernisti, l'immagine viene intesa non pi come simbolo nel senso medievale, romantico o simbolista, ma come correlativo oggettivo, corrispondenza oggettiva, perci non personale del sentire. Teorizzato da Eliot, questa tecnica diviene l'unico modo di esprimere emozioni: " una serie di oggetti, una situazione, una catena di eventi che saranno la formula di quella emozione 30

particolare; tali che quando i fatti esterni, che devono terminare in esperienza sensibile, siano dati, venga immediatamente evocata l'emozione". Una sorta di parallelismo pu essere istituita, nella letteratura italiana, con la cosiddetta poetica dell'oggetto, che fa capo a Pascoli, Gozzano, Sbarbato e Montale. La poesia modernista una poesia di immagini, temi, frammenti, segni evidenti della crisi cosmica del poeta moderno: il linguaggio discorsivo soppresso.

William Butler Yeats William Butler Yeats nato a Dublino nel 1865 da una famiglia protestante; primo figlio del pittore John Butler Yeats e di Susan Mary Yeats, la quale anglo-irlandese. Cresce in un clima artistico giacch sia il padre che il fratello sono pittori. Quando William ha 2 anni, la famiglia si trasferisce a Londra, a causa della carriera del padre. I figli di Yeats vengono educati in casa e la madre racconta loro le storie e le favole della loro contea d'origine. Cos, nella formazione di Yeats, si trovano sia i temi nazionalistici dell'Irlanda che quelli dell'espansione internazionale che respira nella metropoli londinese, cio all'apertura dei nuovi orizzonti del modernismo. A 19 anni il suo ritorno in Irlanda; dapprima si iscrive ad una scuola d'arte, seguendo il percorso del padre e del fratello, al tempo stesso per matura un certo interesse per la letteratura. Nel 1889, Yeats incontra Maud Gonne della quale si innamora. Questa giovane lo porter a contatto diretto con i temi del nazionalismo irlandese e quindi il riscatto dal dominio coloniale inglese; anche se lui non partecipa direttamente all'azione politica. A tal riguardo scriver una poesia Easter 1916, dove si descrive un episodio di insurrezione che viene represso nel sangue dalla marina inglese, la quale bombarda Dublino ed in particolare il famoso Post Office. Yeats fonda il movimento letterario "Irish Literery revival" o "Celtic revival". La sua scrittura si sintonizza al Celtic revival, da ci viene fuori una raccolta di fiabe irlandesi, intitolata The Celtic Twilight; qui si vede il suo legame al folklore ed alla cultura popolare proprio per trovare, nel campo letterario, una propria sua identit. Un poema narrativo The Wondering of Hoezin, un titolo con delle risonanze ossianiche, Agli inizi degli anni '90, torna a Londra e qui, attraverso il critico letterario Arthur Symons, entra in contatto con il simbolismo francese, una delle correnti letterarie ed artistiche che tendono alla modernizzazione del linguaggio artistico. Uno dei grandi valori del simbolismo era, senz'altro, la perfezione formale. Da tale influsso ne nasce una raccolta, intitolata The wind among the rigs. Successivamente vi il definitivo trasferimento in Irlanda e si leg sempre di pi alla sua nazione. Importante il legame con Lady Gregory, nobildonna irlandese, che promuove la rinascita culturale irlandese soprattutto nel campo del teatro. Di Yeats, vi anche unimportante produzione teatrale nella quale cerca di rinnovare il linguaggio teatrale, riadattando al teatro la lingua in versi. Lui cerca di far rinascere il teatro, contro le sperimentazioni teatrali del naturalismo che lo avevano reso banale, quotidiano e quindi poco interessante. Fonda la Irish Literary Society e la Irish League, dove si occupa sempre di mito e folklore irlandese, pi o meno fino alla prima guerra mondiale. Il cambiamento stilistico e letterario avviene nel '14, con una raccolta intitolata Responsabilities; il titolo suggerisce questo nuovo impegno, collegato al concetto di responsabilit. Nelle sue poesie di questa seconda fase, si dinnanzi ad un crescente realismo dove i toni sono robusti, colloquiali, vigorosi e diretti. In netto contrasto con la produzione poetica letteraria nazionalistica della prima fase. Per questo rinnovamento, molto importante la frequentazione con Ezra Pound che stato un grande padre per i modernisti, sia dal punto di vista intellettuale che propriamente mentale. Due altre importanti raccolte, scritte dopo la prima guerra mondiale 31

sono: Michael Robartes and the dancer: che contiene Easter 1916 e un'altra poesia intitolata The second coming. The tower: scritta verso la fine della carriera dellartista, contiene la poesia Sailing to Byzantium.

Thomas Stearn Eliot T.S. Eliot, nato in America da una famiglia borghese di origine inglese e da lungo tempo stabilitasi in Inghilterra, cresce in un ambiente insito di cultura europea. Nasce a Saint Louis, nel Missouri, che il primo grande esempio di citt moderna, con l'impetuosit dello sviluppo economico prodotto alla fine della guerra civile. L'immagine della citt sar spesso presente nella poesia di Eliot giacch, in effetti, la sua una poesia urbana. Studi alla Harvard University , una tra le pi prestigiose universit d'America, dove inizi frequentando corsi di filosofia per poi dedicarsi alla letteratura e alle lingue. Nel 1909 si hanno le prime composizioni poetiche di Eliot che portano allo spleen del simbolismo francese, con titoli quali Nocturne. Dal 1911 al 1915, il poeta compone la maggior parte delle sue poesie, e le pi memorabili. In questo periodo comincia a comporre i primi due dei quattro Preludes, che presentano un titolo musicale; compone anche una poesia intitolata The portrait of a lady, con il titolo del famoso romanzo di Henry James; comincia anche la composizione di The love song of J.Alfred Prufrock. Una raccolta di poesie, intitolata Prufrock and others observation, contiene alcuni dei titoli pi importanti quali Rapshody on a windy night e La figlia che piange. E' del 1922 la pubblicazione del suo capolavoro, ovvero The waste land. Altra opera prestigiosa di Eliot intitolata The four quartet, scritta sottoforma di terzine dantesche. Studi l'italiano leggendo la Divina Commedia di Dante Alighieri, poeta da lui molto amato, tantoch la poesia di Eliot si nutre costantemente di Dante. Una lettura importante, per la sua impostazione ideologica, fu quella di un professore di critica di Harvard, Irving Babbit, con l'opera intitolata Literary criticism in France; qui accanto all'aspetto rivoluzionario del poeta vi quello classicista e tradizionalista, derivato dal Babbit. Sempre per la sua formazione, di particolare importanza, il libro di Arthur Symons, Il movimento simbolista nella letteratura francese, dove si esprime l'idea che la poesia moderna per essere definita tale debba essere una poesia urbana. In questo testo si esprime la poetica dei grandi autori del modernismo francese, quali Verlaine, Rimbaud e Baudelaire. Un autore francese minore, molto apprezzato dal poeta fu La Forgue, apprezzato essenzialmente per la qualit prosastica dei versi, la qualit media del linguaggio e anche l'atteggiamento autoironico. Autore americano espatriato e sconosciuto, Eliot sar lanciato come poeta da Ezra Pound, lui stesso artista, aiut materialmente e riusc ad incoraggiare molti dei poeti che tentarono di farsi strada nel movimento del modernismo. Fu Pound ad adoperarsi per la pubblicazione, nel 1915 del Prufrock di Eliot; quest'opera venne vista dal Pound come un punto di rottura con la poesia precedente. Allo scoppio della grande guerra si trasfer a Londra dove trov lavoro come impiegato e cominci a pubblicare le prime poesie. Fu un fervido sostenitore del fascismo italiano. Viaggi molto in Europa e nel 1927 divenne cittadino inglese. Nel 1948 gli fu assegnato il premio Nobel per la letteratura. Mor a Londra di enfisema polmonare. Quindi, l'opera di Eliot, viene generalmente suddivisa in due fasi: La prima, pi pessimista, identificata dalle poesie contenute nella raccolta Prufrock and others observations e dai poemi The waste land e The Hollow man. La seconda fase, caratterizzata da toni di speranza e marcatamente religiosa, viene fatta iniziare dal poema The journey of the Magi, scritto nel 1927, anno della conversione di Eliot al cristianesimo e comprende le raccolte Ash Wednesday e Four 32

quartets e il dramma Murder in the cathedral.

George Bernard Shaw G.B. Shaw was born on the 26 of July 1856 in Dublin, Ireland, in a not very well off family of English protestant origins. He possessed a puritan mentality and irreverent Irish way of being. His father was a grain merchant but an unsuccessful one and sometimes acted as a civil servant. His mother was a professional singer. Shaw was a protestant and attended a Methodist grammar school; his school experiences didn't satisfy him and for all his life, he felt animosity to whole school and teachers. His mother left home with a voice teacher when George was 16 years old. His two sisters went with their mother but Shaw continued to live in Dublin with his father. In 1876 Shaw joined his mother and sisters in London where, living on the pound a week that his sister gave him, he frequented public library and reading room of the British Museum. In the libraries he studied Willingly and started writing novels. His novels however, were not accepted, but in 1885, he was able to support himself economically by becoming a critic of the arts. Shaw became a member of the "Fabian Society". This was a middle class organization established in 1884. His aim was to slowly and gradually spread socialism by peaceful means. During his political activities, he met a rich Irish heiress and they married in 1898. In 1906 they moved into a house, now called "Shaw's corner", in a small village in Hertfordshire, where they lived 'till death. Although they also had a house in London. Shaw died at 94 from renal failure. His ashes, mixed with those of his wife, were scattered around the statue of Saint Joan in the garden. Shaw's plays were first performed in 1890's. By the end of that decade, he had become an important play writer. Shaw was an art music and drama critic for various reviews especially in the years 1895-1898. At the beginning of his career from 1869 to 1883, he wrote five novels which were published but were unsuccessful. He also wrote short stories but mostly plays, he wrote 63 plays. This plays are usually divided into pleasant plays and unpleasant plays. Nearly all his writing deal with several society problems of his time such as the education, the marriage, the religion, the government, the health care and the class privilege. Although this plays are usually mitigated by comical elements. Shaw's writing was unique in this time but a part from this wit; he played an important part in revolutionizing the British drama. In the Victorian age, English drama had been considered as a sentimental entertainment. Shaw made a drama focus on moral, political and economic issues. Shaw's friend, William Archer, had translated some of Ibsen's works in English, and Shaw wrote the essay The quintessence of Ibsenism. Shaw become more and more important, the prefaces he himself wrote to his plays become longer but did not ruin the entertainment provided by play. By 1910 Shaw's plays were been played for long runs in front of London audiences with a great success. This is the case of Pygmalion (1920) which then became a musical and a film called My fair lady. It is said that, during the performance of a short play, King Edward II laught so hard that he broke the chair. With WWI Shaw changed his view of life; his wit remained, but he had now little faith in humanity, Shaw up to now, had supported gradual democratic changes to all socialism, but now he started to see more hope in the governing of countries by good benigne strong man. In 1921 Shaw wrote Back to Methuselah, a long play in 5 parts starting in the Garden of Eden and ending thousand years in the future. In this play, Shaw is convinced that a life force directs evolution toward ultimate perfection ( Man and superman ), This play which Shaw saw as a masterpiece, was not well received by critics. This play was followed by his greatest play and most important play Saint Joan in 1923. This play was an international success and Shaw won the Nobel Prize in 1925. He refused however another prize and a peerage from the first labour government. Shaw's ironic wit, gave rise to the adjective "shaven" (ex. My way of joking is said the truth, is the funniest joke in the world). Shaw also wrote political treats and a great number of letters. Shaw belives that each social class did its best to serve its 33

own purposes but that, the middle and upper class were the winners and the working class the loser. He belives that workers lived in a great poverty and were too ignorant and apathetic to vote intelligently. Starting off with Marxist belives, Shaw turns too and joined the newly forms of Fabian Society, 1884. As an active Fabian, he participated in the formation of labour party, Class struggle, infact, is one of the last motives of much Shaw's writing. In the 1930's he visited URSS and met Stalin of which he became another supporter. In his plays Shaw wrote full and discursive stage directions as well as polemical prefaces on the social, political and moral implications to his plays in order to attracted readers to his plays; seem that the commercial treaties would not produced especially his early plays as they were too daring. Some critics see Shaw as an exponent of anti-bourgeoisie, intellectual bourgeoisie. They also said that his plays were more based on ideals than being a real theatrical work. They said that, the plot has no importance and the characters are nearly the beares of his ideals. Interested, in his plays, is more based on his wit, and comical situation than in anything else. The only play which resembles to traditional drama is Saint Joan.

Joseph Conrad Conrad, scrittore di origine polacca, il cui nome Teodor Jozef Konrad Korzeniowsky, sogna una vita per mare e nel 1874, recatosi a Marsiglia, si imbarca in una nave francese e inizia a vivere da marinaio. Imbarcatosi su una nave inglese, impara la nuova lingua. Si sposa e si stabilisce in Inghilterra, dopo aver preso la cittadinanza inglese nel 1884, e inizia una carriera letteraria come scrittore di lingua inglese, con Almaye's folly: la scelta temeraria visto che la sua madre lingua il polacco. Il romanzo per Conrad un mezzo di conoscenza, che dovrebbe permettere allo scrittore di portare alla luce verit oscure. Le sue opere trattano prevalentemente della vita marinaresca e hanno ambientazioni esotiche. Contengono elementi autobiografici e un lessico tecnico, appreso negli anni vissuti come marinaio. La materia per pi tormentata rispetto a quella dei classici romanzi di avventura: i personaggi sono solitari, oppressi dal peso di una colpa passata, colti in momenti di crisi dai quali escono pi forti o, al contrario, travolti, destinati alla morte o alla follia. L'atmosfera di fondo dunque pessimistica, drammatica, nella ricerca di una stabilit che nel mondo contemporaneo non possibile trovare; la societ corrompe e neanche idealismo, religione o isolamento possono salvare l'uomo. Lo scenario misterioso e inquietante e rappresenta il correlativo oggettivo dell'animo dei protagonisti. L'imprevedibilit del caso spesso simboleggiata dal mare; l'instabilit rappresentata anche dalla mancanza di un'interpretazione univoca delle vicende: in questa situazione difficile giudicare i personaggi. Dal punto di vista narrativo, infatti, lo scrittore moltiplica i punti di vista, ad esempio attraverso la sovrapposizione di pi piani narrativi. Conrad, inoltre fa un abile uso delle pause, per dare occasioni al narratore di esprimere commenti. Conrad stato definito un impressionista, proprio perch nelle sue opere l'evoluzione della storia, le immagini descritte e le emozioni sono ritratte attraverso la visione personale di ciascun personaggio. Tra i primi romanzi di Conrad si menzionano: An outcast of the island, The nigger of the Narcissus e Lord Jim. Seguono: Typhoon e Nostromo, romanzo che esplora una delle principali tematiche di Conrad, ovvero la vulnerabilit e la corruttibilit dell'uomo, trattate fino all'estrema conclusione dei racconti Heart of darkness. The secret agent e Under westen eyes affrontano tematiche politiche come la violenza della rivoluzione. Ma soltanto con il romanzo Chance, che finalmente Conrad inizia ad essere apprezzato dal pubblico e dalla critica, forse perch alla vita marinaresca, che qui fa da sfondo, l'autore unisce il tema dell'amore romantico e concede maggior spazio al mondo femminile. Conrad continua a scrivere fino alla morte - dando alle stampe anche The shadow line e The rescue, quando ormai viene considerato un modernista.

34

The stream of consciousness novel Il romanzo dettato dal "flusso di coscienza" o "monologo interiore" nasce a seguito della diffusione delle teorie di Freud sull'inconscio e degli studi di Bergson sul "tempo soggettivo", sulla durata. Gli scrittori che adottano la tecnica dello stream of consciousness, lasciano fluire sulla pagina i pensieri e i sentimenti dei personaggi cos come sono prodotti nella loro mente, senza nessi logici, spiegazioni, consequenzialit temporali. L'intervento autorale scompare del tutto e parla solo la coscienza del singolo, che si fa narratrice. Nella storia del romanzo si pu riconoscere il precursore di questa tecnica in Sterne. Agli inizi del XX secolo, la scoperta della complessit della psiche umana, ad opera di Freud, che ne identifica pulsioni e istinti, spinge a una rivalutazione della spontaneit e del primitivismo dello stato naturale dell'individuo, slegato da qualsiasi convenzione. Nel romanzo, tutto questo si traduce nella scoperta di tematiche e stili nuovi. Il maggiore esponente inglese del flusso di coscienza James Joyce, al quale spesso viene associata Virginia Woolf, autrice di romanzi meno destrutturati e incentrati sul monologo interiore. James Joyce James Austin Joyce nacque a Dublino nel 1882 e mor a Zurigo nel 1941. Fu romanziere, poeta, insegnante e fece parte dei movimenti letterari del Modernismo e dell'Imagismo. Le sue opere pi conosciute sono The Dubliners (1916), A portrait of a young man (1916), Ulysses (1922) e FIlingan's watch. Nacque in una famiglia cattolica; suo padre era esattore delle tasse ma poi fu sospeso dal lavoro e la famiglia divent povera. Il padre divent cos un alcolizzato. Joyce fu attaccato da un cane e gli rimase la fobia dei cani e soprattutto dei fulmini, dopo che la zia gli disse che erano un segno dell'ira di Dio. Joyce fu dapprima allievo presso i gesuiti che poi lasci perch il padre non poteva pi pagare la retta e continu a studiare in casa; poi frequent il Collegio Belvedere dei Gesuiti con la speranza di entrare nell'ordine, ma a sedici anni rifiut il Cattolicesimo, anche se la filosofia di San Tommaso lo influenz sempre. Studi lingue moderne. Il suo primo lavoro fu una recensione del New Drama di Ibsen. Part poi per Parigi per studiare medicina ma torn in Irlanda non appena fu diagnosticato un tumore alla madre. Si rifiut di pregare al suo capezzale quando questa mor. Continu a bere incessantemente, a recensire libri e ad insegnare. Nel 1094 tent di pubblicare A portrait of the artist as a young man, ma l'opera fu rifiutata. Quest'opera aveva molti elementi autobiografici e molti dei personaggi che incontr a Dublino faranno da modello per i suoi romanzi. Qualche tempo dopo fugg nel continente con Nora; Joyce e Nora si esiliarono volutamente e andarono dapprima a Zurigo, dove Joyce avrebbe dovuto insegnare per poi andare a Trieste, che fino alla prima guerra mondiale, faceva ancora parte dell'Impero Austro-ungarico. A Trieste rimase per ben 10 anni. Nel 1905 nacque il figlio Giorgio. Nel 1906 Joyce and a Roma, lavor per un po l in banca ma poi torn a Trieste, dove nacque Lucia. Nel 1909 Joyce torn a Dublino con il figlio, per cercare di far pubblicare The Dubliners. Seguiranno anni di viaggio tra Trieste e Dublino. Il guadagno dell'artista deriva solo dal suo insegnamento, giacch i vari progetti che tent non ebbero fortuna. Uno dei suoi studenti fu Italo Svevo e sar proprio lui a fargli da modello per Leopold Bloom, in Ulysses; molti dei dettagli sulla fede ebraica derivano da Svevo. Joyce comincia ad avere gravi problemi agli occhi. Nel 1915 va a Zurigo a causa della prima guerra mondiale. Qui conosce Ezra Pound che gli indica un'editrice inglese femminista, che divent la sua benefattrice facendogli guadagnare molti soldi. Dopo la prima guerra mondiale torn a Trieste ma la citt era cambiata. Nel 1920 si reca a Parigi e vi rimase per 20 anni. Joyce spesso si rec a Zurigo per curare gli occhi e anche per la figlia, che soffriva di una forma di schizofrenia. Lucia molto probabilmente fu la sua musa ispiratrice per A portrait of the Artist as a young man. Molti medici non diagnosticarono la schizofrenia a Lucia, pensarono anzi che fosse stata violentata dal padre e dal fratello. Nel 1940, a Zurigo, scappava dalla Francia all'arrivo dei nazisti; nel 1941 fu operato di ulcera 35

perforata, muore mentre la moglie e il figlio lo stavano raggiungendo. E' sepolto a Zurigo, ed il governo inglese rifiut alla moglie Nora di riportare le spoglie mortali dell'artista a Dublino. Il fatto che Joyce non scrivesse letteratura commerciale lo rese un grande del Modernismo, e questo tratto viene anche ripreso da Pound e da Eliot. Malgrado Joyce passasse la sua vita fuori dall'Irlanda, il suo universo comunque radicato a Dublino; la citt che fece da sfondo ai suoi romanzi. La sua relazione tempestosa, all'inizio della sua carriera con la chiesa cattolica irlandese, si riflette in un conflitto interiore simile che sfocia nei suoi alter ego nei romanzi. Si pu anche dire che Joyce dovette scappare dall'Irlanda per permettere all'immaginazione di catturarla. Sia la sua vita che la sua carriera furono indirizzate all'evasione dell'isolamento verso l'universalit. Nella sua produzione pi impegnativa, Joyce mir a dilatare il tempo, per esempio in Ulysses. Alcuni critici fanno risalire il fatto che Dublino divenne per Joyce lo specchio del decadimento umano ed il suo atteggiamento antinazionalistico allo scandalo del patriota Parnel. Le prime opere di Joyce, cio The Dubliners e A portrait of the artist as a young man, non sono basate sulle esperienze n sull'osservazione dei modi dei suoi compatrioti. Rivelano uno squisito senso linguistico e stilistico, ma non rompono con la tradizione letteraria, soprattutto l'ultima storia dei Dubliners "The dead". Mentre il lungo romanzo Ulysses segn la svolta contro le convenzioni letterarie, spogliando l'animo umano e rivelando i suoi aspetti pi istintivi e bruti. Questo avvenne mediante il flusso di coscienza che capovolse il principio che fino ad allora aveva presieduto alla composizione delle opere. Per questo, molte delle pagine di Joyce sono un vero rompicapo, soprattutto in Ulysses, che, all'insegna di Freud, racconta le esperienze ordinarie di due borghesi durante una sola giornata a Dublino. Mentre Fillingan's watch segue gli insegnamenti di Freud e Hume. Quest'opera si basa sulla teoria dei corsi e ricorsi di Vico. Joyce costruisce una fantasmagoria del flusso del tempo che si riflette nel sogno di un uomo di Dublino che diventa il portavoce dell'inconscio collettivo della storia umana. il suo sogno diventa il sogno di ognuno. Lo stile di Joyce imita le frasi sconnesse che affiorano nel flusso ma imita anche gli stili esemplificati della lingua inglese; cambiando suoni e forme in una moltitudine di ibridi. In Fillingan's watch egli crea un nuovo linguaggio, il cui suono per pu provocare vaghe e violente reazioni nelle fantasie del lettore ma il cui senso non viene perfettamente capito dal lettore stesso. Il mondo di Joyce somiglia a quello di Eliot nella Waste Land, ma mentre in Eliot la disperazione e l'ansia lo portano a cercare un punto di riferimento nella fede, in Joyce questo non succede. Molti critici hanno trovato nella scrittura di Joyce una corrispondenza con la pittura del Picasso, che crea ex novo un oggetto secondo modi di cui la natura non offre esempio.

Virginia Woolf Virginia Woolf was born in London in 1882. Her father was the literary critic Sir Leslie Stephen and her mother too came from an aristocratic background. When Virginia was thirteen, the death of her mother and two years later of her step-sister Stella, evoked a nervous breakdown. This marked the beginning of the mental instability that would afflict her throughtout her life manifested particularly in increasingly severe migraine attacks and phantom voices in her head. In 1904 she moved to Bloomsbury in central London where she founded a circle of intellectuals which would become know as the Bloomsbury group. Its members included the writer E.M.Foster and the publisher Leonard Woolf, whom she married in 1912. During this period Woolf wrote for literary reviews and gave lectures in English history. In 1915 she published her first novel, the voyage out, and in a moment of mental anguish, she attempted to suicide. In 1917 she and her husband founded The Hogart press which was to publish most of Virginia's Woolf's book as well as many others innovative writers of the period such as T.S. Eliot, Katherine Mansfield and E.M. Forster. The publication of Night and day in 1919 was followed by 36

a string of Modernism masterpieces: Mrs Dalloway, To the lighthouse, Orlando, The Waves and Between the acts. Beside novels, Woolf was also an essayist and critic. Her most acute critical work is collected in The common river and A room of One's Own. Virginia Woolf drowned herself in the river Ouse in 1941. In her novels, time is often dilated and a single moment can last for a very long time. This is achieved through the technique known as indirect interior monologue used by Woolf to represent the gap between chronological and interior time. This technique is present in all of Woolf's novels, which experiment with time, narration and style. Woolf is interested in the impression of the characters who experience these events, in other words, in their subjectivity. She is in particularly concerned with female subjectivity which has made her heroine too many feminists. Woolf does not use the traditional controlling narrator who tells us what characters are thinking or feeling, and instead takes the point of view of characters themselves, speaking from "within" their minds, showing their thoughts, feeling and sensation directly, as they occur. In Virginia Woolf's indirect monologues there is still the occasional presence of a narrator who, however invisible, gives some order to the character's thoughts by arranging them in logical and grammatical sequence.

David Herbert Lawrence Lawrence non si conforma a Freud, ma anche lui fa parte di questi romanzieri cresciuti nel primo dopoguerra, con la tendenza alla psicoanalisi. Sons and Lovers fu prima pubblicato con il titolo di Paul Maurel e poi nel 1913 con il titolo attuale. D.H. Lawrence nacque nel 1885 a Eastwood nell'Inghilterra centrale, ed era il quarto figlio di un minatore troppo spesso ubriaco. Sua madre era stata maestra di scuola ed era quindi pi istruita del marito. L'infanzia di Lawrence fu pervasa dai litigi tra i genitori. Frequent la High school, dove entr grazie ad una borsa di studio, lavor in una fabbrica di ferri chirurgici e per quattro anni diede lezioni private. Si laure a 22 anni e divent insegnante. Sua madre mor nel 1910 e lui la aiut a morire dandole unoverdose di sonnifero. Oltre ai romanzi scrisse anche poesie e saggi, studi psicologici e impressioni di viaggio. Nel 1911 usc il suo primo romanzo intitolato The White Pickok e nello stesso anno si presentarono i primi sintomi della malattia. Nel 1914 spos Fride, una baronessa tedesca, moglie di un professore che lasci per amore di Lawrence, e madre di tre figli. I due cambiarono spesso paese: andarono in Australia, dove Lawrence scrisse Canguroo, in Messico, dove scrisse Mornings in Mexico. Nel 1930 mor in Francia e fu l sepolto. Le opere di Lawrence furono spesso censurate. Molto rumore fece anche l'opera Lady's Chatterley's lovers, che riscrisse per ben tre volte e fu pubblicata a Firenze nel 1928. Sons and Lovers ha molte caratteristiche autobiografiche, soprattutto per quanto concerne la giovinezza del Lawrence, sotto le vesti del protagonista Paul che cerca di liberarsi della sua vita da ragazzo. Il romanzo viene considerato un ritratto della classe operaia come anche uno studio delle relazioni familiari e sessuali e fra le classi sociali. Le lettere che Lawrence scrive in questo romanzo mostrano l'ammirazione per sua madre, ritenendo il matrimonio con il padre come una sfortuna per lei stessa. Il conflitto di Lawrence fu l'ispirazione per la prima parte del romanzo nel quale sia William che Paul disprezzano il padre. Il tema del "complesso di Edipo" uno dei concetti fondamentali di Freud. Quando il romanzo fu pubblicato venne etichettato come osceno ma, confrontandolo con gli scritti successivi del Lawrence si pu considerare pudico. In Sons and Lovers il narratore onnisciente, vi sono dialoghi e descrizioni. Come dice Leaves, uno dei maggiori critici di Lawrence, lo scrittore non ancora arrivato ai livelli che troviamo pi tardi in The rainbow e Women in Love. Lawrence viene paragonato a Blake e a Shelley, come uno che presenta le sue idee in modo poetico e filosofico, alle volte senza una sequenza ordinata di idee. Le idee sulla fusione tra uomo e donna sono complicate perch sono dei pensieri astratti e vengono espressi attraverso dei simboli; anche se questa tecnica in Sons and Lovers non 37

utilizzata al massimo. Lawrence aveva un odio per il mondo moderno e industrializzato e vede nell'uomo democratico l'ammassarsi dell'umanit, l'uniformit e dunque l'essere senza anima e senza idee. Il sistema sociale che Lawrence avrebbe voluto era basato sulla qualit e non sulla nascita; per tutta la vita cerc di trovare la comunit ideale dove uomini e donne potevano essere vivi e non solo vivere. L'immagine del fiore particolarmente cara a Lawrence; il corrispondente nell'uomo, della linfa del fiore, la fiamma della vita anche se l'uomo fa di tutto per spegnerla. Lawrence mette in risalto le azioni fisiche ed intuitive nell'uomo. L'anima e la mente dovrebbero fiorire da un centro istintivo e fisico; per lui la mente impediva alla linfa di scorrere. Sembrerebbe anche rifiutare la filosofia occidentale, la religione tradizionale, tutto ci che assomigli per lui al movimento romantico. E' ostile verso il razionalismo ed il concetto cristiano di amore. Il suo attacco al Cristianesimo non deriva dall'essere ateo bens il suo Dio sconosciuto. Il mistero una chiave importante, la grandezza di Dio, lui non la misura in altezza, bens in profondit. Il sesso per lui, non tanto l'atto sessuale, ma la vita sessuale di un uomo dimostra la sua intera vita. Se un uomo vive bene avr una buona vita sessuale, altrimenti no. Era contro l'amore romantico a favore dell'individualit personale. Per lui, tra i due sessi, ci deve essere comunione e non fusione. Era contro la censura vittoriana del sesso. Secondo lui, l'uomo moderno vive male perch la sua mente ed il suo spirito si erano distaccati dal centro vitale. Lawrence non era n amorale n immorale. La struttura di Sons and Lovers episodica, apparentemente casuale e tale casualit gli d autenticit. Le brevi frasi sono seguite da metafore o similitudini. Secondo le teorie lawrenciane, i signori Maurel sono contrastanti perch lui presenta la vita mentre lei, l'antivita. La madre viene descritta con comprensione ma non le manca la fiamma vitale. Lui, invece, ha grandi potenzialit morali, ma le perde perch si trova dominato dalla moglie. Lei attratta dalla fiamma vitale del marito ma lo odia perch non ha altro. Le relazioni tra uomo e donna sono presenti in Sons and Lovers. William non riesce ad avere una relazione con la sua ragazza a causa dell'attaccamento alla madre. Paul e Miriam sono una parte importante del romanzo. Miriam un po simile alla madre di Paul e vive ad un livello intenso della vita. Nell'episodio dell'altalena, lei ha paura di lasciarsi andare, simbolo della sua natura che non le permette di godere della spontaneit della vita e del sesso. Paul scappa per da Miriam e Clare dal marito. La comunione fra corpo e spirito qui non c' neanche e la storia destinata a finire. In questo romanzo c' gi il tema della giusta relazione tra uomo e donna. Le parti simboliche e poetiche che troviamo negli altri romanzi non sono qui presenti. Troviamo per i temi dell'odio per l'industrializzazione. Ci che distingue questo romanzo dagli altri sono gli elementi autobiografici.

38

Dagli anni 30 al primo dopoguerra

Contesto storico Negli anni 30, una grave crisi economica coinvolge tutto il mondo occidentale come ripercussione del crollo della Borsa di Wall Street. In Gran Bretagna, il tasso di disoccupazione sale vorticosamente; per reagire a questo problema, viene indetta una conferenza a Ottawa fra i paesi del Commonweath, i quali decidono di adottare una politica protezionista. Nel 1936, sale al trono Edward VIII: il suo regno di breve durata, in quanto il sovrano sceglie di abdicare per sposare una donna divorziata, lamericana Wally Simpson. Gli succede il fratello, incoronato re con il nome di Giorgio VI. Il governo conservatore negli anni Trenta deve affrontare ancora la pesante disoccupazione interna; in economia, infatti, forte la concorrenza delle nuove potenze, Stati Uniti e Giappone. Inoltre, il governo gestisce i rapporti internazionali allinsegna dell appeasement ( politica di distensione per la pace a tutti i costi): in questo modo la Gran Bretagna tace di fronte a nuove invasioni da parte della Germania o alla guerra civile spagnola. Nel 1940, scoppia la seconda guerra mondiale: al fianco della Francia e della Russia, la Gran Bretagna si batte contro la Germania di Hitler; lAustria, lItalia e successivamente il Giappone. Sostenuto dagli USA, nonch dalla grinta del primo ministro Winston Churchill, il paese resiste al tentativo di invasione da parte dei tedeschi, che provoca pesanti danni a causa dei bombardamenti. La guerra terminata nel 1945 con la vittoria degli alleati; nello stesso anno si tiene la Conferenza di Yalta, dove viene decisa la spartizione della Germania in due Stati, secondo le due aree di influenza politica economica e militare occidentale e sovietica: il mondo va ormai dividendosi in due blocchi sempre pi distinti, quello degli USA e quello dellURSS. Cinquanta stati si riuniscono a San Francisco e ratificano la Carta che d vita allOrganizzazione delle Nazioni Unite, per la tutela dei diritti dei popoli de della pace nel mondo. Nel 1949, la Gran Bretagna entra a far parte della NATO, i cui membri simpegnano alla reciproca difesa in caso di attacco militare. Nelle colonie ancora dipendenti dalla Gran Bretagna sono organizzati movimenti di liberazione; importante quello indiano, guidato da Mahatma Gandhi, che si batt con i principi della non violenza e della disobbedienza civile. Ha inizia un inesorabile processo di decolonizzazione; ma la Gran Bretagna riesce comunque a mantenere buoni rapporti con le ex-colonie a partire dallIndia, che conquista lindipendenza nel 1947. Nel 1946, il partito laburista sale al governo e attua una politica di nazionalizzazione di settori industriali e di blocco dei prezzi, cos come dei salari. Liniziativa forse pi importante la creazione di uno Welfare State (stato sociale), che prevede un sistema pensionistico e lassistenza sanitaria gratuita a tutti. In Irlanda, dove gi nel 1937 era stata dichiarata lindipendenza con lantico nome EIRE, nel 1949 viene proclamata la repubblica ed esce dal Commonwealth.

Contesto storico Il clima entusiasta degli anni Venti decade negli anni Trenta, a causa sia della crisi economica dilagante, sia della situazione politica delineatasi in Europa. Gli intellettuali inglesi, delusi dai risultati ottenuti dai governi di destra e dalla politica di distensione nei confronti dei governi europei che spesso porta la Gran Bretagna a indulgere di fronte ad abusi di potere sostengono ora ideali comunisti. In tutti i paesi industrializzati la tecnologia fa passi da gigante: sono stabilite le prime rotte di aerei di linea, in molto ora possono possedere una radio e recarsi 39

al cinema, le automobili cominciano ad avere prezzi pi accessibili: si diffonde, dunque, un maggior benessere sociale. Gli anni Trenta si concludono drammaticamente, con lo scoppio della Seconda Guerra mondiale. Il futuro appare incerto, ma il conflitto non impedisce la crescita culturale della nazione: gi editori continuano a pubblicare e nel 1944 lEducation Act estende la durata della scuola dellobbligo. Allo scoppio della Seconda guerra mondiale, lInghilterra, che non conosce invasioni dai tempi della conquista normanna , deve affrontare i raid degli aerei tedeschi che bombardano il Paese. La popolazione sostenuta principalmente dallabilit retorica di Churchill che, con parole toccanti, invita tutti a non arrendersi, ma anche dal coraggio della famiglia reale che decide di rimanere a Londra malgrado i pericoli. Artisti come il pittore Graham Sutherland e lo scultore Henry Moore fanno della guerra il tema delle loro opere. Limmediato dopoguerra un periodo di austerit. Alla scarsit di cibo si unisce la necessit di ricostruire quanto distrutto e di rilanciare leconomia. La Gran Bretagna ormai non pi un impero e si deve abituare al nuovo status, inoltre, i circoli intellettuali e artistici risentono della tensione politica, data dal preludio alla guerra fredda, e dalla disillusione provocata dal totalitarismo di Stalin nellURSS.

Wystan Hugh Auden Nasce nel 1907 e cresce nel West Midland. Nel 1935 sposa Erika Mann per permetterle di ottenere la cittadinanza britannica per fuggire dalla Germania antisemita. Il gruppo poetico del quale fece parte Auden venne denominato Gruppo di Oxford perch tutti i membri studiarono nella prestigiosa universit inglese. Nel 1939 emigra negli Stati Uniti dove inizia una lunga relazione con il giovane poeta Chester Kallman; nel 1946 ottiene la cittadinanza americana. E la figura dominante nella scena letteraria inglese degli anni 30. Auden comincia a fare letteratura prendendo spunto da ci che Eliot aveva gi messo in pratica; anche se poi si distacca da questi modi. Cos la sua emancipazione avviene in coincidenza con il mutato orientamento politico; il poeta abbraccia cio gli ideali del comunismo europeo. In effetti, durante gli anni 30, molti sono gli scrittori che si avvicinano al comunismo, visto adesso non solo come pura teoria marxista. In Inghilterra, Auden diviene il fulcro per posizioni di questo tipo. Una delle sue pi grandi poesie coincide con il momento cruciale per Auden, questa si intitola Spain, scritta in relazione alla guerra di Spagna del 1936-39. Addirittura si reca in Spagna per combattere contro le truppe franchiste, anche se poi alla fine non combatter. In Spagna, comunque, le sue convinzioni socialiste subiscono un duro colpo per vari motivi: Per la disgregazione del fronte popolare, frantumato in un variet di posizioni che poi lottano tra di loro. A Barcelona (dove si sta sperimentando una societ comunista) vede che la gente di chiesa a volte viene uccisa. Vede le chiese chiuse o addirittura distrutte e, pur non essendo credente, lo infastidisce.

Da qui comincia cos il suo avvicinamento alla religione, dapprima totalmente esclusa dalla sua vita giacch si dichiar ateo. Dalla Spagna torna in Inghilterra. Deluso dal comunismo, Auden cerca un altro ideale e lo trova nello studio della teologia e del Cristianesimo. Ci che distingue la poesia di Auden, Spain, da altre poesie presentanti lo stesso tema che in Auden lelemento propagandistico non esiste. La poesia si organizza su tre momenti distinti: passato, presente e futuro, con una netta prevalenza del presente mediante il parallelismo di But today the struggle . Il tema centrale non quello della lotta tra due schieramenti politici opposti, bens dalla lotta dal punto di vista morale ed intellettuale. Dopo lesperienza di Spain, Auden crede sempre meno che la poesia possa esercitare uninfluenza decisiva sui fatti del mondo; tale circostanza 40

presente in unaltra importante poesia intitolata In memory of Yeats. Egli ha una visione caustica della societ, che affronta con spirito ironico. E antiromantico e antiborghese, quindi detesta le convenzioni. E autore di un corpo di poesie estremamente diversificato ed anche lo stile versatile. Tra le sue opere ne ricordiamo alcune, quali: Poems, la prima raccolta pubblicata da Auden; presenta lautore come un seguace delle idee di Freud e di Marx. Qui le poesie sono brevi, senza titolo e non dimmediata comprensione. The age of Anxiety , un poema drammatico dove il poeta illustra il decadimento della condizione umana, la sua solitudine attraverso i dialoghi ed i pensieri di un gruppo di bevitori di New York.

George Orwell George Orwell was born in Bengal in 1903, the son of a customs official. Brought to England he was educated at Eton. He served in Britains imperial police force in India, an experience reflected in his first novel Burmese Days, published in 1934. After resigning from the force because of his hostility to imperialism and his wish to become writer, Orwell returned to Europe. He took up a series of jobs to support himself while his work continued to be rejected by publishers. Down and Out in Paris and London, describes the conditions of poverty Orwell lived in at this time. Novels such as A Clergymans Daughter and Keep the Aspidistra Flying reflected his socialist beliefs. During the Spanish civil War, Orwell fought for the Republicans against the Fascists led by General Franco, an experience which produced Homage to Catalonia. Though he continued to hold socialism views, during the war years Orwell become a disillusioned with soviet communism under Stalin whom he felt had betrayed the aims of Russian Revolution by transforming Russia into a totalitarian state. This was from the subject of his satirical fable Animal Farm which was followed in 1949 by the prophetic dystopian vision of Nineteen EightyFour. Orwell died in 1950.

Dal secondo dopoguerra ad oggi

Contesto storico Allinizio degli anni 50, I conservatori sono al governo con Churchill: vengono privatizzate alcune imprese, ma sono mantenute le riforme sociali introdotte dai predecessori. Nel 1952 sale al trono Elizabeth II. Nel 1956, nel corso della guerra arabo-israeliana, la Gran Bretagna decide lintervento armato contro lEgitto a causa della privatizzazione del canale di Suez da parte di Nasser, con esito negativo. Nel 1964, dopo circa trentanni, tornano al governo i laburisti, con Harold Winston. La situazione in Ulster sempre critica, con scontri fra i separatisti cattolici e i filo inglesi protestanti: viene cos rafforzata la presenza dellesercito in Irlanda del Nord. Si susseguono atti terroristici da parte dellIRA, soprattutto negli anni 70: i terroristi arrivarono a uccidere Lord Louis Mountbatten, eroe della seconda guerra mondiale, ultimo vicer dellIndia e zio della Regina. Il 30 gennaio del 1972 viene ricordato come il Bloody Sunday, perch lesercito inglese interviene per disperdere con la forza i manifestanti pacifisti riunitisi a Londonderry, causando morti e feriti. Nel 1973 la Gran Bretagna decide di abbandonare lisolamento e di 41

entrare nella CEE, gi siglata da sei Stati. Nel 1979 i conservatori vanno al governo con Margaret Thatcher, che d il via a una politica di privatizzazione e di modifica del Welfare State, Lobiettivo risanare il bilancio; fra le conseguenze per, c il vertiginoso aumento del tasso di disoccupazione e i numerosi e prolungati scioperi di questultimi che non vengono considerati dal governo. Nel 1982 scoppia una breve guerra contro lArgentina per il controllo delle isole Falklands: dal punto di vista economico, il conflitto dannoso per entrambe le nazioni, mentre il prestigio politico della Thatcher ne esce rafforzato. Alla fine, le isole resteranno allInghilterra. La Thatcher rimane al governo fino al 1990, quando le succede John Major, fautore di una politica pi aperta verso lEuropa e disposta ad una maggiore cooperazione con la CEE. Major si impegna particolarmente sul fronte della questione irlandese. Nel 1990, la Gran Bretagna si trova coinvolta in una nuova guerra (Guerra del Golfo), nella coalizione guidata dagli Stati Uniti contro lIraq, colpevole di aver invaso militarmente il Kwait. Problemi interni, soprattutto la disoccupazione, riportano al potere i laburisti con Tony Blair nel 1997.

Contesto socio-culturale Gli anni 50 sono anni ottimisti, durante i quali i problemi gravi del Paese sembrano superati. Presto, tuttavia, emergono problemi sociali di non facile soluzione. Cominciano a formarsi le prime bande giovanili, ribelli che arrivano a commettere atti vandalici (Teddy Boys). Dal punto di vista psicologico, presso le classi lavoratrici pi basse compare il fenomeno dellalienazione: i lavori di routine, la vita nei quartieri-dormitorio e limpossibilit di migliorare la propria esistenza causano una passiva rassegnazione alla ripetitivit quotidiana e frustrazione per le speranze disattese. La Gran Bretagna meta di immigrazione delle ex-colonie: in questi anni inizia a svilupparsi quindi la cosiddetta societ multietnica, ma si diffonde anche il razzismo. Negli anni 60, si assiste ad una vera rivoluzione nel costume, guidata in special modo dai nuovi artisti in grado di parlare alle masse e farsi sentire ovunque; i cantautori. Mary Quant inventa la minigonna; il modo di vestirsi diventa una manifestazione di ribellione verso la societ, cos come il modo di pettinarsi. Il mondo giovanile si interessa alle culture orientali: tutte queste influenze danno origine al movimento anarchico e pacifista degli Hippy. SI diffonde il consumo delle droghe, soprattutto quelle sintetiche. Nel 1969 viene abolita la pena di morte. La libert di espressione personale, spesso in contrasto con la tradizione, diventa il valore pi alto. Tutto questo si deve a una reazione contro le forme di assolutismo: i governi capitalisti e conservatori, da un lato, erano stati in grado solo di scatenare guerre, produrre tensioni tra i popoli ed impostare la vita secondo esigenze economiche utilitaristiche: i governi di sinistra, dallaltro, rappresentati dal Comunismo, i cui ideali erano stati rifugio degli intellettuali anti-capitalisti, avevano profondamente deluso le aspettative di chi sperava di riportare uguaglianza sociale. E cos che nascono e si diffondono i movimenti di piazza, le manifestazioni di protesta, spesso guidati da intellettuali che, per la prima volta nella storia, si espongono apertamente mostrandosi al fianco delle masse, dei lavoratori, degli studenti, delle donne, di tutte quelle categorie sociali, insomma, pronte a rivendicare unemancipazione delle forme del potere, troppo conservatrici per aprirsi alle nuove istanze di libert. Negli anni 70, molti ideali sostenuti da questi giovani ribelli in nome delluguaglianza e della libert di costume e di pensiero decadono. La crisi economica, prodotta dallaumento del prezzo del petrolio e dalla crescita dellinflazione in tutto il mondo occidentale, lascia che si diffonda un gran pessimismo. Gli anni 80 si aprono con una strabiliante ripresa economica: il momento pi fiorente per il capitalismo e la societ si fa via via pi individualista e materialista. Il disagio giovanile, tuttavia, si manifesta in forme ancor pi violente e provocatorie, soprattutto nei quartieri proletari di 42

Londra, dove nascono movimenti dissacranti come il Punk. La societ attuale vive secondo nuovi ritmi e ha cambiato i suoi costumi: dagli anni 90 si vive nellera delle telecomunicazioni e dellinformatizzazione: sistemi di comunicazione sono talmente diffusi e sempre pi avanzati da consentire la trasmissione in tempo reale, in tutto il mondo, di qualsiasi informazione. The Moviment Nel 1954 J.D.Scott, editore letterario della rivista Spectator, introduce lespressione The Moviment per definire un gruppo di scrittori composti da Larkin, Davie, Enright, Wain, Jennings e Conquest. Le loro poesie sono raccolte successivamente in due antologie: Poets of the 1950s, a cura di Enright e New Lines curata da Robert Conquest. Le due raccolte illustrano le linee comuni della loro poesia:chiarezza tematica, ricerca di disciplina morale, sobriet, ricorso a forme tradizionali; essi prediligono argomenti legati alla vita quotidiana e sono guidati da un intento anti-romantico, razionale. Questi poeti appartengono prevalentemente alla classe media e sono interessati ad una poesia sganciata dalla politica, fruibile da un pubblico medio. In realt i poeti di questo gruppo sono laureati a Oxford o Cambridge e I loro componimenti non sono cos elementari: Ode to the East-North-East by East Wind di Kingsley Amis, per esempio, scritto con un linguaggio semplice, comprensibile, ma lintento anti-romantico e ironico non percepibile se non si coglie il rifermento a Ode to the west wind di Shelley. Dal 1957, considerate raggiunte le aspettative di questa poesia, e date anche le critiche negative, il gruppo si scioglie.

Philip Larkin He was born in 1922 in Coventry into a middle-class family and educated at Oxford. He led an eventful life as a librarian, never married and died at the age of 63. He was a recluse and a pessimist; throughout his life, Larkin had a negative opinion of himself and the world around him. He was often accused of being a misanthropist who did not like meeting new people, children, travelling abroad or giving interview. In his poems Larkin writes of ordinary life in a urban middle-class environment. His settings and subjects are places and actions with which the reader can identify. A mood of disillusionment, defeat and pessimist pervades his work. There is no divine influence in Larkins world, no religion to comfort man. Many of Larkins poems follow a similar structure. They present a simple easy-going initial and middle parts while the final stanzas are often dedicated to deep reflections and philosophical questioning. His language tends to be argumentative and philosophical rather than symbolic or metaphoric. Larkin is often associated with The Moviment, the name given by critics to a group of 1950s poets who rejected the neo-romanticism of Dylan Thomas poetry and experimentation and obscure symbolism of T.S. Eliot. Larkins talent lies in his ability to make the commonplace details of ordinary life.

I Liverpool Poets I Liverpool Poets sono un gruppo di poeti riunitisi negli anni 60, a Liverpool, nel periodo di euphoria seguito al successo dei Beatles essi sono: Adrian Henri, Roger McGough e Brian Patten, autori di varie antologie. I Liverpool Poets sono fautori di una poesia sperimentale, ispirata anche alla musica pop e al mondo dei mass-media e della pubblicit, sia nelle tematiche, sia nel lessico, che vuole essere il pi vicino possibile al parlato; non a caso, questi poeti danno importanza alla lettura a voce alta dei componimenti. I versi, allapparenza 43

superficiali e scritti con lintenzione di essere vicini alla vita reale e alle gente, possono nascondere satire audaci della societ. Dunque il loro stile urbano, antiaccademico e popolare.

The Angry Young Men Nel secondo dopo guerra cadono molti ideali e ideologie. I giovani del tempo, quindi, si ripiegano su se stessi, sulla propria vita, aspirando a migliorarla. La societ sta cambiando e presenta forti contraddizioni che disorientano. Una di queste relativa allistruzione: sebbene essa sia ormai diritto di tutti, i giovani laureati provenienti da ceti sociali pi umili si rendono conto delle diversa valutazione dei loro titoli rispetto a quella riservata ai laureati ricchi, che possono frequentare scuole pi prestigiose. Dal crollo di questa illusione e dalla conseguente frustrazione nasce il gruppo di drammaturghi e romanzieri denominato Angry Young Men. Precursore il romanziere Kingsley Aims , autore di Luck Jim. Questi nuovi autori non sanno trovare la loro collocazione, spinti da un lato da desiderio di miglioramento e frustrati dallaltro dal conservatorismo sociale. Tutto questo traspare nelle loro opere, in cui i personaggi si caratterizzano per un certo infantilismo, impulsivit, aggressivit e ribellione alle convenzioni. Membri del Gruppo sono John Osborne, Alan Sillitoe e Colin Wilson.

Il Teatro dellAssurdo Il Teatro dellAssurdo, che conosce il suo massimo splendore in Francia, nasce da una riflessione sulla condizione esistenziale delluomo, resa angosciosa, ripetitiva e priva di significati. Il teatro dellassurdo si stacca completamente dalla tradizione del teatro naturalista ancora in auge: non c realismo psicologico nella presentazione dei personaggi non si vogliono trasmettere messaggi filosofici- se non lassurdit dellesistenza- e sono assenti anche i pi elementari nessi causa-effetto. Luomo pare non avere pi radici: ha smarrito la fede nella religione, lattaccamento alla patria e la fiducia nel progresso e vive di una quotidianit vuota, priva di senso, monotona, nellattesa del domani. Il linguaggio viene svalutato, i dialoghi privi di senso, tanto che gli individui non sono pi in grado di comunicare e rimangono isolati. Luomo alla ricerca di una propria identit in un mondo ostile, ma non ha pi certezze neanche su di s.

Samuel Beckett Nasce in Irlanda nel 1906 da una famiglia protestante. Trascorre un periodo a Parigi dove conosce James Joyce che ne influenzer lo stile. Di ritorno in Irlanda nel 1932, si dedica alla scrittura a tempo pieno. Allo scoppio della II guerra mondiale, torna in Francia e si unisce alla resistenza. Pubblica in francese gran parte delle sue opere e nel 1969 ottiene il Premio Nobel. E fra i principali esponenti del teatro dellassurdo e drammaturgo dellIncomunicabilit. Nei suoi lavori, i personaggi sono impotenti dinanzi agli eventi, davanti al vuoto esistenziale, il silenzio diventa comunicativo, il lessico scarno, i dettagli sono ridotti al minimo e il tempo e lo spazio sono indefiniti. Tra le sue opere pi importanti ricodiamo: Waiting for Godot: dove il tema quello dellattesa quotidiana di un futuro in realt sconosciuto. Cos i personaggi rappresentano la condizione delluomo sempre in attesa 44

di qualcosa. Questattesa porta lindividuo a occupare il tempo con gesti assurdi e parole prive di senso. Lazione ridotta al minimo cos come la scenografia. I dialoghi non comunicano significati e risultano tragicomici. Krapps last tape: Il protagonista viene presentato seduto solo in una stanza ad ascoltare vecchi nastri che raccontano la sua vita.

Harold Pinter Premio Nobel per la letteratura nel 2005, commediografo, poeta, regista e attivista politico di sinistra.Incominci la carriera teatrale come attore sotto il nome di David Baron. La prima commedia scritta fu The Room. Ha scritto 29 commedie teatrali, 26 scenografie, poesie, romanzi brevi, saggi, discorsi, lettere e ha anche diretto commedie teatrali. Malgrado la cattiva salute ha continuato a recitare, di recente, anche nella produzione artistica di Krapps last tape. Continua a scrivere poesie e parla di politica. Pinter ha ricevuto 17 lauree honoris causa e numerosi premi, Lui e le sue opere sono stati celebrati; nel 2007 ha ricevuto la legione donore. Pinter nasce nel 1930 nella cittadina di Hockney, in una rispettabile famiglia di classe mediobassa ebraica. Suo padre era sarto e la madre era casalinga. Figlio unico, scopre il suo talento alla Grammar School di Hockney, dove sta fino al 1948. Durante la guerra fu sfollato; i suoi ricordi dello sfollamento sono di dolore e di sofferenza e si ritrovano per lo pi nelle sue opere. Interessato al cricket, alle donne, al sesso, al bere, allo scrivere ed alle letture oltre che alla famiglia. Pinter si spos ben 2 volte, prima con Vivian ed ebbe da lei un figlio, Daniel. Dal 62 al 69 ebbe una storia clandestina che ispir una sua commedia. Prima ha convissuto con Lady Antonia, che successivamente sposa. La prima moglie mor alcolizzata ed il figlio ha rinnegato il cognome del padre. Pinter un convinto pacifista; continua a scrivere esprimendo i suoi punti di vista. Nel 2007 il British Library diede la notizia di aver completato il suo archivio letterario. Le commedie o i drammi di Pinter trattano spesso di conflitti tra personaggi ambigui che lottano per il dominio territoriale e per le versioni del loro passato cos come loro le ricordano. Le commedie sono segnate da pause e silenzi, dialoghi divertenti, ironia e minacce. Ambigue dal punto di vista tematico, le commedie presentano temi complessi dellidentit umana dellindividuo oppresso da forze sociali e dal potere del linguaggio. Gi nel 1958 un critico aveva chiamato le opere di Pinter come commedie delle minacce cio che cominciano con una situazione innocente che diventa poi minacciosa e assurda, visto che i personaggi si comportano in modo inspiegabile. Le pi importanti opere traggono origine dallimmagine visuale. Lo sfondo solitamente composto da una stanza i cui occupanti sono minacciati da forze o persone che non si capiscono. La lotta per la sopravvivenza o per lidentit domina lazione dei personaggi; il linguaggio ed i silenzi vengono usati come armi. Sotto le parole c un silenzio di paura, rabbia, dominio e paura dellintimit. Uno dei pi famosi critici di Pinter nel 1970 disse che il dialogo di Pinter forse pi controllato del verso poetico, ogni sillaba, cadenza, successione di suoni, lunghi o brevi, sono calcolate per dare un effetto di precisione, anche se poi questo risulta come discontinuit. Le commedie di Pinter fanno parte del teatro dellassurdo. Il termine si riferisce a certe commedie scritte da commediografi europei negli anni 40 e 50, cos come indica lo stile delle loro opere. Nella prima edizione del libro di Aslin, vede lopera di questo commediografo come larticolazione artistica di Albert Camuss, per il quale la vita senza senso. Alcune caratteristiche di queste commedie sono le immagini orribili o tragiche dei personaggi catturati in situazioni senza speranza e obbligati a ripetere azioni senza senso. Le trame sono cicliche ed estese sino allassurdo; rappresentano sia una parodia che il rifiuto del realismo e del concetto di commedia ben costruita. Nella prima edizione Aslin include Beckett ma successivamente aggiunge anche Pinter. Ognuno di questi autori ha delle preoccupazioni uniche nel suo genere. Il tono delle commedie assurde quello delle tragicommedie. Sebbene il teatro dellassurdo sia 45

fatto di tanti strati di tragedia ce n anche uno di commedia dellarte. Questo teatro usa anche tecniche prese da autori precedenti, Louis Carol; ed spesso associato allesistenzialismo di Satre.

46