Sei sulla pagina 1di 1

Data

J:LGJ:ORNO

Pagina Foglio

09-02-2012 17 1

Stefania Consenti
MILANO

ASSESSORI, vecchi e nuovi, in "esclusiva", quindi occupati solo nell'attivit per la Regione, al servizio dei lombardi. E consiglieri regionali con la patente di "trasparenza", non coinvolti in vicende giudiziarie. Con queste "regole" il governatore Roberto Formigoni ha presentato il nuovo assetto di giunta. Entrano quindi Valentina Aprea e Ombretta Colli, la prima come neo assessore all'Istruzione, Formazione e Cultura e la seconda come sottosegretario alle Pari Opportunit, Moda e Design. Aprea e Colli lasceranno quindi il seggio rispettivamente alla Camera e al Senato dove sono state elette nelle file del Pdl. SALGONO a due le donne in giunta. Escono, dunque, l'assessore alla Cultura Massimo Buscemi, il sottosegretario ai rapporti con gli Enti locali Francesco Magnano e il delegato del presidente Fabio Saldini mentre l'assessore Gianni Rossoni manterr solo la delega alle Politiche del Lavoro e occupazione. Margherita Peroni, che pu-

Fonnigoni, le sue donne e la patente di trasparenza


Nella giunta lombarda Ombretta Colli P.ValentinaAprea
re era finita nel totoassessori delle ultime settimane, resta presidente della Commissione Sanit. Infine, altra novit: Giuseppe Grechi, figura tecnica, magistrato, il neo delegato incaricato dal governatore per occuparsi in particolare della trasparenza degli appalti pubblici, societ partecipate e gestione dei rifiuti. Soddisfatta Valentina Aprea che si detta pronta a restituire ai cittadini lombardi la stima che le hanno dimostrato eleggendola in Parlamento e ha espresso il desiderio di avviare un continuo confronto con il presidente Formigoni per spingere ancora di pi sulla pretesa federalista, sul cambiamento della qualit, della scuola, sulla sussidiariet e sulla libert di scelta>>.
OMBRETTA COLLI pure lei con una vasta esperienza amministrativa alle spalle ha promesso la valorizzazione del sistema Moda e Design. Grechi, gi membro di alcuni organismi di controllo regionali come la Commissione su trasparenza e legalit e quella per la trasparenza sugli appalti, ha garantito il massimo impegno per avere un sistema di controllo e farlo funzionare)) anche se, ha osservato per quanto un sistema di controllo possa essere perfezionato, purtroppo non potr mai escludere le

responsabilit dei singoli.


LA LOMBARDIA, ha concluso Grechi, ha un sistema di controllo molto raffinato, molto approfondito. Sul documento "di trasparenza" in cui i consiglieri regionali dovranno dichiarare la propria estraneit ad indagini Pdl e Lega sono uniti. Un'iniziativa che si ispira al principio di responsabilit - ha spiegato Andrea Gibelli, vice presidente - una dichiarazione nei confronti dei cittadini che poi decideranno cosa fare nel momento andranno avotare.

OPPOSIZIONE fortemente critica verso il rimpasto. Maurizio Martina, segretario regionale del P d: Non c' nessuna idea forte di rilancio dell'attivit regionale e la ventilata riorganizzazione dell'esecutivo si traduce in un banale riassetto condizionato unicamente dalle logiche di corrente e dai veti interni al Pdh>. Ancora pi caustica Chiara Cremonesi, capogruppo di Sei: Le donne, dove sono le tante donne promesse da Formigoni? Direi che questo un rimpastino.
stefania.consenti@'ilgmw.net

Ritaglio

stampa

ad

uso esclusivo

del

destinatario,

non