Sei sulla pagina 1di 40

INDICE

INTRODUZIONE ................................................................................................................................................................... 2 ANALISI DEL MACRO TREND E INTRODUZIONE ALLOPERATIVIT ....................................................................................... 4 La struttura del Macro trend .............................................................................................................................................. 4 I futures sulle valute ............................................................................................................................................................ 6 Il C.O.T. Index ..................................................................................................................................................................... 7 Impostazioni COT Index per www.timingcharts.com ....................................................................................................... 11 Le regole del C.O.T. Index .................................................................................................................................................. 11 Regola 1 ............................................................................................................................................................................ 12 Regola 2 ............................................................................................................................................................................ 12 Regola 3 ............................................................................................................................................................................ 13 Regola 4 ............................................................................................................................................................................ 15 ANALISI TECNICA E STILE DI TRADING ............................................................................................................................... 19 Capire dove siamo............................................................................................................................................................. 19 Prezzi importanti su grafici Daily ...................................................................................................................................... 19 Prezzi importanti su time frame H1 .................................................................................................................................. 20 Medie mobili ..................................................................................................................................................................... 21 Forma e caratteristiche di una zona di trend .................................................................................................................... 22 Regole su D1 di ingresso ................................................................................................................................................... 25 Regole di ingresso su time frame H1 ................................................................................................................................ 27 Passaggio da una zona di trend a una di contro trend ..................................................................................................... 29 Struttura di una fase di contro trend ................................................................................................................................ 31 Quando tradare in una zona di contro trend .................................................................................................................... 32 Passaggio da una zona di contro trend ad una zona di trend........................................................................................... 35 Gestione del trade ............................................................................................................................................................. 37 Come identificare il prezzo di Stop Loss ............................................................................................................................ 38 Come identificare il prezzo di Take Profit .......................................................................................................................... 40

Introduzione
Negli ultimi quattro anni ho lavorato e lavoro come trader indipendente presso A.B.T.C. S.r.L. , la prima e pi grande azienda di formazione finanziaria, dove ho avuta la possibilit e la fortuna di poter incontrare in corsi di formazione in aula e in corsi privati one to one centinaia di persone ogni anno. L ho avuto anche la fortuna di poter formare molte e molte persone a guadagnare con costanza dai mercati finanziari e principalmente dal mercato delle valute. In quei quattro anni, oltre a continuare a fare il mio trading e a sviluppare costantemente il mio piano di trading per fare in modo di poter migliorare sempre di pi performance e soprattutto il drop down del conto senza incidere mai sulle perfomance, nellinsegnare a far trading ho potuto trovare molti lati comuni tra chi perde soldi a mercato e molti altri lati comuni in chi invece, guadagnava e guadagna con costanza. Naturalmente, oltre a sviluppare costantemente la mia abilit tecnica e di analisi, ho avuto la fortuna di poter aver molto tempo per poter sviluppare la mia strategia di trading, ho potuto leggere decine di libri di trading e per il lavoro che faccio nel campo della formazione riguardante il trading, ho avuto anche la fortuna di poter imparare anche da altri famosi trader la loro psicologia, il loro stile di trading e ho potuto cos diventare completamente indipendente nel selezionare e gestire il mio portafoglio al meglio, semplificando molti concetti e rendendoli capibili anche ai pi e, soprattutto, ho reso riproducibili le mie performance. Quello che ti faccio vedere e che ti insegno il frutto di 6 anni di trading live di cui gli ultimi 4 esclusivamente sul forex. E qui incominciamo ad addentrarci nel discorso, tradare il forex spot, ovvero il forex OTC (pi semplicemente i tassi di cambio con la MetaTrader) non vuol dire rimanere fermi solo su quel mercato, ma come vi mostrer, per il ruolo specifico che ha nelleconomia la valuta, bisogna controllare anche altri mercati correlati, come le opzioni e futures e questo fidati, ci dar un grande vantaggio sia in termini tecnici che in termini di psicologia. Questo manuale che leggi non per un principiante, per chi di forex gi ne mastica e vuole approfondire realmente la propria capacit tecnica e di analisi, quindi non mi dilungher molto in storie o concetti strani, ti faccio vedere tutto quello che faccio e come lo interpreto a 360, quindi passer tra ogni strumento che utilizzo, in maniera pratica, schematica, te lo spiego, ti faccio capire come si interseca con gli altri elementi che analizzo e con che chiave di lettura guardo e capisco i grafici, ti spiego ogni elemento poi in fondo al manuale trovi molti esempi di come il tutto si interseca. E gli esempi partono dal 24 novembre 2009 fino al 24 novembre 2010 per farti vedere in che modo la strategia e il modo di operare ha performato. In realt le considerazioni e le abilit che svilupperai ti permetteranno di vedere molti altri segnali di ingresso che io ti dico gi ora di non tradare, perch, per esempio contro il trend principale Nel tempo la cosa migliore che ho visto e notato che il detto Trend is your friend una delle cose pi vere in assoluto nellambito del trading, il problema il tempo di ingresso, per capire il trend di un grafico bastano 2 medie mobili, il problema e sapere se il supporto o la resistenza verranno rotti o reggeranno, quindi il problema se il trend continua, o se abbiamo dato abbastanza stop loss per lasciar correre il prezzo. Problemi che con un corretto tempo di ingresso a mercato e una gestione corretta del primo take profit, uniti alla consapevolezza di una forte resistenza o di un forte supporto sulla tabella delle opzioni, vengono evitati o al massimo gestiti in maniera consapevole. Non possiamo mai sapere quanto durer un trend, solo chi muove il mercato pu saperlo. Possiamo sapere e sfruttare quelli che vengono definiti punti di inversione. Sar il mercato a farci uscire dalle nostre operazioni,

quindi dovremo avreme un sistema che ci permetta di guadagnare sia da piccole oscillazioni sul D1, sia di cavalcare i momenti di trend. Lanalisi tecnica ci fornisce solo strumenti per analizzare a posteriori quello che accaduto, o ci d possibili zone in cui il prezzo potrebbe arrivare in base alla strategia che stiamo adottando, quello che ti mostro la base di un sistema di trend line su pi time frame che continua ad accompagnare il prezzo tutto il tempo. Linsieme di queste trend line indica come il ciclo di prezzo in atto si st completando e comportando. Il mio trading intraday ha una base sulla quale si appoggia, e questa base quella che ti mostro. Quello che vediamo insieme un metodo per sapere analizzare dove si creeranno i migliori punti di inversione in trend su grafici D1 e saperli sfruttare. Oltre a essere una strategia completa e studiata nei minimi dettagli, il mio stile di trading unisce un approccio tecnico dinamico, con strumenti di analisi che cambiano e si modificano al passare del tempo e al cambiare del prezzo, ad una attenta analisi fondamentale del livello dei soldi inseriti dalle banche e dagli hedge found presente a mercato, ecco dove risiede il segreto della mia strategia, nel connubio tra questi due elementi. Il manuale scritto in forma pratica veloce ed esaustiva, ogni cosa da dover prendere in considerazione presente di modo da poter essere il migliore strumento di supporto possibile.

Analisi del Macro Trend e introduzione alloperativit


La struttura del Macro trend
Essendo che la i tassi di cambio hanno sempre una macro direzione generale, se vogliamo guadagnare dobbiamo prima di tutto capire dove siamo a livello generale. Il macrotrend fondamentale da capire prima di tutto a livello di direzione, capire se la direzione di massima del tasso di cambio rialzista o ribassista nei mesi a seguire fondamentale per essere anche solamente a livello di probabilit pi volte dalla parte giusta; la fase attuale del macro trend in cui ci troviamo la seconda cosa che deve essere subito notata, essendo che un macrotrend composto da un susseguirsi di fasi di trend e controtrend, mi devo chiedere: Sono in una fase di trend o di contro trend? e questo importantissimo, perch in base alla zona in cui ci troviamo bisogna valutare quante probabilit ci sono di andare in profitto. In realt il mio stile di trading produce molti segnali, nel portarvi a capire QUANDO entro a mercato, vi passer abilit che vi daranno la possibilit di vedere tanti segnali di ingresso; arrivati in fondo al manuale, quando vedrete la strategia completa sappiate che io personalmente trado solo i segnali che corrispondono a tutte le caratteristiche, mentre il trading intraday che faccio una evoluzione del manuale che state leggendo, dove tutto quello che imparerete dovr essere utilizzato in una strategia un po pi ampia. La prima cosa da sapere, come dicevo prima, notare che i tassi di cambio hanno sempre una macro direzione principale, che dura mesi, dopodich i prezzi invertiranno e ci sar di nuovo un macro trend in direzione opposta a quella precedente e cos via.

EUR/USD dal 04/03/09 al 01/03/10

EUR/USD dal 13/10/09 al 14/17/10

Naturalmente, durante tutta la durata del macrotrend il prezzo non andr sempre nella stessa direzione, come si nota anche nelle immagini riportate sopra, avremo un continuo susseguirsi di fasi di trend e di contro trend alternate tra loro. Bisogna sapere che inizialmente il mercato del forex nato per potersi coprire dal rischio di cambio e ancora oggi la primaria necessit quella di coprirsi dal rischio di tale elemento. Immaginate unazienda che deve fare un investimento da 10 milioni di euro negli Stati Uniti, a Novembre 2009 oltreoceano si ritrova la bellezza di oltre 15 milioni di dollari mentre lo stesso investimento fatto a luglio 2010 avrebbe un capitale a disposizione di 12 milioni di dollari, e capite che c una bella differenza La liquidit pi grossa a mercato viene generata prima di tutto dalle banche centrali e dinvestimento e dagli hedge found, da importatori ed esportatori, e solo ultimi sono gli speculatori. E quindi cosa importantissima guardare il livello dei soldi a mercato soprattutto delle prime due entit, banche ed hedge found perch detengono la porzione pi grosso di liquidit presente a mercato e perch vedono la valuta come un asset, ovvero come un qualcosa che d un rendimento. Il rendimento della valuta e ve lo spiego in parole semplice, rappresentato dal tasso dinteressi che ha la moneta, in base allattuale livello di inflazione presente a mercato viene aggiustato. Se siete venuti al nostro corso base di forex lo sapete, ne parliamo nella parte iniziale. Il discorso molto semplice, leconomia reale influisce sul livello dinflazione e il tasso dinteresse viene mosso per tentare di regolare laccesso al credito e quindi linflazione. Ecco perch allincremento dei tassi dinteresse la valuta sale e viceversa, c un aumento della richiesta della moneta perch ha un rendimento maggiore. Il livello di tasso dinteresse e di inflazione quindi modifica il livello dei soldi presente a mercato, ecco perch basta guardare le giuste informazione sulla quantit di contratti presenti a mercato per ovviare molte informazioni che ci arrivano dalle news, quanto meno per un trading di medio periodo come questo.

I futures sulle valute


Di tutta la liquidit presente sul mercato delle valute la maggior parte viene mossa utilizzando mercati regolamentati come i futures. Quindi la prima cosa e la migliore da fare per analizzare e capire il macro trend per esempio del cambio EUR/USD analizzare il futures delleuro e il futures del dollaro. Premetto che potete riportare la strategia su altri tassi di cambio, ma per il 90% io lavoro solo su euro/dollaro e quindi molti degli esempi vedono tale pair come protagonista. Un futures semplicemente un contratto standardizzato dove due parti si impegnano a scambiarsi, a un prezzo predefinito e a una data futura, un certo ammontare di valuta, valori mobiliari o beni, materie prime e cos via. Tali contratti sono negoziati su mercati regolamentati, dove lesecuzione dellordine viene garantita. La direzione che abbiamo per mesi su un tasso di cambio data dallaccumularsi di contratti futures in una specifica direzione sulla valuta base e da un accomulo tendenzialmente contrario di futures presente sulla valuta secondaria. Ricordiamoci che il tasso di cambio di EUR/USD una frazione, dove abbiamo al numeratore leuro e al denominatore il dollaro. E un po come se sopra avessimo quanto vale leuro in termine assoluto e sotto stessa cosa per il dollaro. Il rapporto tra questi due valori determina il tasso di cambio. Quindi, essendo il tasso di cambio una frazione, e lavorando con uno strumento direzionale, dove il nostro guadagno deriva direttamente dalla direzione del bene sul quale stiamo lavorando, avremo bisogno per massimizzare i nostri profitti di lavorare in zone in cui leuro e il dollaro vanno in direzioni opposte.

Il risultato Z della frazione, si muove di pi se X sale e Y scende o viceversa, Z si muover pi velocemente se X scende e Y sale. Insomma, abbiamo bisogno di unindicazione ribassista su una valuta e di una rialzista su unaltra. Il primo strumento che andiamo ad analizzare uno strumento che io definisco di tipo fondamentale che ora ti illustro subito. La direzione che questo strumento ci indicher di fondamentale importanza perch sar la direzione dei nostri trade. E lo strumento che prenderemo in analisi si chiama COT Index (Commitments of Traders) ci fornir la direzione dei nostri trade e non faremo mai operazioni in direzione opposta ai segnali fornitici dal COT almeno fino a quando non sarai un trader esperto che in grado di gestire operazioni anche in contro trend in maniera consistente nel tempo.

Il C.O.T. Index
Ogni marted sul sito internet del governo americano http://www.cftc.gov/MarketReports/CommitmentsofTraders/index.htm viene pubblicato un report che indica la quantit di contratti futures aperti in tutta una serie di mercati americani tra cui il CME (Chicago Mercantile Exchange) che il mercato che interessa a noi perch tra i vari futures delle materie prime tradate ci sono anche i futures delle valute e il NYBOT (New York Board of Trade) dove viene scambiato il futures sul dollaro. Nel COT Index oltre ad essere indicata la quantit di contratti viene anche indicata la loro direzione. E questa per noi sar una bella indicazione. Utilizzeremo un grafico dove sotto di esso viene riportato un indicatore che riproduce il livello dei contratti presenti a mercato e andremo ad analizzarlo in relazione al grafico del futures. Esistono molte varianti del grafico del COT Index, ti propongo la pi semplice e gratuita, anche se funzionale.

Nel C.O.T. index troviamo indicazioni riguardo a tre categorie pricipali Large Traders in questa categoria troviamo i contratti aperti dalle banche centrali, dinvestimento e degli hedge founds. La loro direzione a mercato sar importantissima.

Commercials

solamente per quanto riguarda i futures delle valute i commercials sono quelle aziende che hanno necessit di coprirsi dal rischio di cambio. Utilizzeremo questo valore solamente come controprova del cambio di direzione delle banche, essendo che nelle valute i Commercials e i Large Traders sono praticamente sempre in direzioni opposte. (in realt anche la differenza di contratti tra commercials e large importante in un trading molto avanzato)

Speculators

gli speculatori sono i traders indipendenti come noi, essendo questa la parte pi piccola di liquidit presente a mercato, questo valore non verr considerato.

Andiamo subito a fare delle importanti distinzioni; il modo di leggere e interpretare il COT Index che vi faccio vedere utilizzabile solamente sulle valute, in altri mercati e specialmente con gli indici il COT Index deve rimane un grande strumento ma deve essere interpretato in maniera differente.

Il tipo di dato che andiamo a leggere si chiama Net Position, ovvero noi andiamo a vedere la differenza di contratti long e short che hanno le banche, ovvero, se sulleuro una banca ha 100.000 contratti long e 167.000 contratti short, per noi le banche saranno short di 67000 contratti. Nellandare ad utilizzare le Net position andiamo a considerare anche i dati provenienti dai derivati sul futures della valuta. Quindi il valore che andiamo a leggere in realt non si modifica solo il marted, ma viene modificato ogni giorno. Il dato che viene fornito riguardante gli speculatori lo ignoriamo e quindi nelle impostazioni del grafico viene disabilitato.

Screenshot del grafico del COT Index

La linea verde del COT rappresenta i Large Traders, mentre la linea blu i Commercials. Se una linea sopra al livello dello zero quella categoria di riferemento ha dei contratti aperti in acquisto sulla valuta, mentre se una linea sotto lo zero la categoria di riferimento ha contratti aperti in vendita. Noi seguiremo sempre e sar per noi di fondamentale importanza la linea verde dei large traders. A Macro trand gi avviato da qualche mese non sufficiente che i large traders abbiano dei contratti in acquisto o in vendita per spostare il tasso di cambio, dovremo anche valutare se quella quantit di contratti sufficiente per far continuare la discesa o salita del prezzo. Andremo quindi a fare unanalisi approfondita del futures. I futures che andremo a controllare sono: EURO Globex tradato al CME - ticker 6E Dollar Index tradato al NYBOT - ticker DXY

Un paio di nozioni utili; il tasso di cambio EURUSD direttamente correlato al futures dell EURO Globex, il tasso di cambio USDCHF direttamente correlato al Dollar Index. Il futures delleuro e del dollaro, soprattutto per il tipo di analisi che andiamo a fare noi sono inversamente correlati, sia nelle direzioni, sia nei segnali, sia nel momento in cui i segnali si verificano. Quando una delle regole che vediamo tra poco sul COT viene verificata o cambia il segnale che ci restituisce, spessissimo avremo un duplice segnale o tempo pochi giorni e anche laltro futures ci dar lo stesso tipo di segnale, naturalmente con una direzione opposta. Quando il futures delleuro entra in divergenza con il COT anche il dollar index, se non lo ha gi fatto, entrer in divergenza; quando viene rotta la trend line di lungo periodo sul futures delleuro, anche il futures del dollaro rompe lo stesso tipo di trend line. Questo il motivo per cui EURUSD e USDCHF (essendo euro e franco direttamente correlati) sono correlati inversamente, ovvero quando uno sale laltro scende.

Futures Euro Globex a sinistra e tasso di cambio EURUSD a destra

Futures Dollar Index a sinistra e tasso di cambio USDCHF a destra

La correlazione negativa che c tra i due futures di riferimento unita alla grande liquidit presente, rendono il tasso di cambio EURUSD molto armonico nei movimenti, per sua natura pi contenuto negli sbalzi che comunque sono ampi e permettono di svolgere dellottimo trading. Ricordiamoci che il tasso di cambio una frazione, quindi momenti di rallentamento sia a livello di trend sia a livello di macro trend, sono accentuati, facili da individuare e con degli schemi ben precisi. Inoltre, i segnali provenienti dai derivati sullETF della valuta sono pi incisivi e utilizzabili perch, anche se un mercato praticamente inutilizzato dai retail per la scarsa qualit di prezzamento delle opzioni, utilizzato molto da banche e market maker per incassare i premi delle opzioni in scadenza (ma di questo ne parleremo pi in avanti) e quindi la lettura di una tabella delle opzioni risulta pi interpretabile, proprio per la presenza di una categoria sola in quel mercato e quindi il cui scopo, se ragioniamo facilmente intuibile. Per chi non conosce le opzioni e quindi di questo ultimo paragrafo ha capito poco, nessun problema, sono discorsi che affronteremo e che quindi risulteranno chiari e suoneranno molto meglio alla fine.

10

Impostazioni COT Index per www.timingcharts.com

Quando ti ritroverai ad utilizzare il sito di riferimento per la lettura del COT, nei men sopra al grafico dei futures, o nella futura zona in cui modificare le impostazioni del grafico, dovrai utilizzare le impostazioni riportate sotto, che sono quelle giuste per una corretta lettura dello stesso.

Le regole del C.O.T. Index

Questa la prima analisi da dover effettuare quando ci si approccia ad un qualsiasi tasso di cambio. Dobbiamo innanzi tutto controllare con il COT il futures della valuta base e il futures dela valuta secondaria. Dovremo avere una indicazione per esempio long su una valuta e short sullaltra se vogliamo trend, naturalmente lavorando principalmente su EURUSD questo problema si riduce molto (vedi discorso fatto appena sopra). Naturalmente dovremo avere indicazioni decisamente rialziste su una valuta e poi sullaltra per avere forte trend e quindi alta probabilit di guadagno. Le 4 regole che andremo, sono le regole base che uso, ma ci basteranno per avere indicazioni di: direzione, forza e probabilit di inversione in atto da parte del futures della valuta nel lungo periodo o nel medio/breve.

Andiamo ad analizzarle nello specifico una per una.

11

Regola 1

Posizionamento della linea verde rispetto allo zero Timing charts nella sua versione grafica delle Net Position ci d la possibilit di vedere in maniera rapida e veloce, allo stesso modo di un indicatore, il livello di contratti presenti a mercato. Noi ci concentreremo principalmente sulla linea verde dei large traders. Quando la linea verde sopra allo zero, i large traders hanno contratti aperti in acquisto, quindi unindicazione iniziale rialzista. Quando la linea verde sotto allo zero, i large traders hanno contratti aperti in vendita, quindi unindicazione iniziale ribassista. Questo il primo passo per capire quale nel lungo periodo (e parliamo di qualche mese) la direzione presa dagli istituzionali, direzione che influisce molto su dove il tasso di cambio si diriger. A inizio di macro trend questo parametro molto preciso. A trend gi avviato, per capire se il numero dei contratti sufficiente per mantenere il tasso di cambio in una certa direzione dovremo, valutare lattuale numero di contratti presente a mercato, con la quantit di contratti che erano presenti in certe zone particolari, e per questo arriviamo alla seconda regola.

Regola 2
Quantit di contratti in relazione alle zone passate di contro trend Per valutare se la quantit di contratti presente in una certa direzione sufficiente a mantenere il macro trend presente a mercato, dobbiamo prima di tutto notare che pi aumenta in valore assoluto laccumulo di contratti a mercato, pi il macro trend si sviluppa.

12

Come si nota dalla figura riportata sopra, pi il macrotrend scende pi la linea verde dei large traders scende. Come esempio per spiegarti la seconda regola del COT ti riporto, dopo un anno decisamente pieno di soddisfazioni, lunico trade della strategia base e tra laltro anche short che ho effettuato nel mese di giugno 2010. La prima cosa che sono andato a guardare il posizionamento della linea verde rispetto allo zero, poi, per capire se quei 66,809 contratti sono sufficienti per mantenere il trend ribassista, devo confrontare questo valore con il numero di contratti presente in tutte le zone di contro trend passate. Come si nota sopra, la linea grigia che segue il macro trend ribassista, nelle zone grigio scuro, evidenzia le zone di contro trend. Dobbiamo utilizzare le informazioni che abbiamo, e le informazioni sono queste: sappiamo che al momento ci sono 66.809 contratti, ma sono tanti o pochi? Sappiamo anche che nelle zone evidenziate A, B e C ci sono stati rispettivamente: 15.925 contratti, 44.717 contratti e 51.392 contratti e che avere anche solo un numero di contratti inferiore a 51.392 porterebbe quindi alle condizioni attuali il futures delleuro a salire (pi precisamente, un numero in valore assoluto pi alto di contratti, porterebbe al cambiamento di direzione della mediana del trend in atto). Quindi, se tutte le regole della strategia ci permettono di entrare a mercato sappiamo ora che per avere una chiara direzione ribassista sul futures delleuro dobbiamo avere almeno 52.000 contratti short e questo importante, come ora sai. Questo, questo unito a tutta la strategia un filtro davvero eccezionale. Questa regola sar valutata molto insieme alla quarta regola del COT, perch ad un certo punto il numero dei contratti presente a mercato non far mantenere la direzione attuale al macrotrend e porter il futures ad una inversione, ma prima verr infranta una particolare trend line passante per gli estremi di contro trend, e queste due regole insieme ci permettono di poter anticipare i cambi di direzione del COT e di evitare errori grossolani nella valutazione della direzione del futures, soprattutto sul futures Dollar Index.

Regola 3
Divergenza tra futures valuta e linea verde dei large traders

Il posizionamento di banche ed hedge found abbiamo ora capito che fondamentale da capire per un trading efficace nel forex. Sar quindi anche molto intelligente notare quella che viene definita Divergenza. Secondo te un futures di una valuta pu rimanere sui massimi se una banca sta vendendo ormai da un paio di mesi quella valuta? Oppure, pu continuare la discesa di un futures se ormai le banche stanno ricomprando da un paio di mesi quel futures e ormai sono decisamente rialzisti? Naturalmente ora la risposta risulta ovvia; andiamo ad analizzare come individuare questa divergenza e a tale proposito ti presento gli ultimi esempi reali che mi sono trovato a tradare. Per un errore di programmazione del sito timingcharts.com quando vi presento esempi che vado a ritrovare nel passato, met del grafico del futures viene visualizzato male o meglio, la prima met del grafico la Day Session del futures (solo il Close), mentre laltra met il futures globex, onestamente per la comprensione di quello che ti devo spiegare non cambia niente se non la completezza della seconda met del grafico, per mi sembra corretto chiedere scusa per la poca qualit dellimmagine, ma lunica che possibile ritrovare.

13

Notare che la direzione del macro trend presente da aprile 2009 a novembre 2009 rialzista. I large traders ad ottobre hanno 55.390 contratti e ad arrivare a dicembre 2009, in soli 2 mesi, la quantit di contratti long scende a 586, la direzione dellindicatore delle Net position ora come si nota ribassista. Bene, quando hai un segnale di questo tipo bisogna fare attenzione, perch arriveremo ad un punto in cui i contratti non saranno abbastanza per tenere su il futures (regola 2), poi verr rotta la trend line di controtrend (regola 4) e saremo di fronte quindi ad una inversione del macro trend e dal quel momento in avanti la direzione dei miei trade sar solamente ribassista. Nelle fasi di inversione intelligente rimanere fermi con loperativit e non lasciarsi prendere dallavidit di voler prendere profitto da queste zone, io personalmente faccio trading anche in queste momenti, ma sono molto molto rigido sulle regole e sulle zone in cui opero, perch ricordatevi che lavoriamo con uno strumento direzionale e quindi in una fase in cui non c trend solo chi tecnicamente e psicologicamente molto preparato resiste e guadagna nel lungo periodo in queste zone. Mio consiglio, se sono le prime volte che fai trading o ti devi riprendere dopo aver bruciato un conto, questa la strategia che fa per te, abbi solo il buon senso di avitare i trade in direzione opposta al COT Index e di rispettare ogni singola regola che ti faccio vedere, magari il numero di trade non sar alto, ma guadagni e lo fai con costanza e con dropdown bassisimo. Ripeto, le abilit che svilupperai ti permettono anche di spesso di vedere i momenti in cui il prezzo ritraccia, e preso dalla fretta ci si dimentica di entrare a mercato dove puoi lasciar correre lordine, ci si dimentica di cercare tutti i punti di riferimento, dove chiudure il trade, i punti in cui potrebbe ritracciare ma ormai troppo tardi, e nei momenti in cui estire lordine, non avendo un piano preciso bisogna solo affidarsi allintuito, e se non sei bravo a controllartiil risultato lo sai gi.

14

Allenati mentalmente in quelle zone e godi del fatto che il prezzo rispetta in maniera precisa i dati derivanti dallETF, ma ricorda, un trader come un cacciatore. Ha 20 bussolotti e sa che a fine mese deve portare a casa la sua preda. Un cacciatore bravo spara quando ha la preda vicino ed precisamente inserita nel mirino. Quello che si diverte a fare i petardi con la polvere da sparo, far compagnia al buon contadino che furbo come lui si mangiato le sementi per divertimento o perch preso dalleuforia. Spesso quando sono con i miei clienti o mi ritrovo a insegnare a vivere di forex e crearne una vera e propria rendita, paragono il trading nel forex al trading immobiliare e chiedo: Compreresti mai una casa allasta sapendo che la vendi appena appena al prezzo di mercato o addirittura se non sai se poi puoi rivenderla? quindi, perch azzardare trade o dover essere avidi e voler approfittare di tutti i segnali che ricevo? Se sono intelligente aspetto quando tutto concorde e dove sono sicuro che comunque io il mio colpo lho sparato bene, ho curato la mia piantina e ne ho fatto del grano per farci il pane, altrimenti faresti prima ad andare al casin

Divergenza su Dollar Index per buona parte del 2010

Regola 4
Rottura della trend line di contro trend La parte completa riguardante le trend line viene spiegata nella sezione di analisi tecnica pi avanti, in questa sezione vi spiego solamente la trend line che utilizzo sul futures. Quando le banche hanno gi cambiato direzione a mercato, il COT rimane comunque uno strumento affidabile, ma per essere utilizzato in maniera efficacie dobbiamo anche utilizzare almeno un elemento di analisi tecnica sul futures che ci confermi tale dato.

15

Questo particolare tipo di trend line un parametro di analisi tecnica che a livello di trading d lo stesso tipo di indicazione del COT, per di un elemento di natura differente e quindi risulta anche una conferma agli stessi elementi che il COT Index mi d. La trend line in questione parte dalla cima del primo ciclo di prezzo che ha dato il via al macro trend in atto e si appoggia di volta in volta sugli estremi di ogni contro trend presente a mercato. Inizialmente il macro trend parte con una fase di tendenza molto direzionale, poi avremo una fase di contro trend, quando questa conclusa e il prezzo riprende ad andare in tendenza andremo a creare la trend line. Quando avremo una nuova zona di contro trend, aspetteremo che si concluda e sullestremo di tale zona la trend line si appogger.

A livello di trading operativo, se il macro trend ribassista come nelle immagini sopra, la trend line andr aggiornata ogni volta che abbiamo una nuova fase di contro trend rialzista. Laggiornamento della trend line deve essere fatto quando i minimi creati dal trend precedente vengono infranti. Se il macro trend rialzista invece, la trend line andr aggiornata ogni volta che abbiamo una nuova fase di contro trend ribassista. Laggiornamento della trend line deve essere fatto quando i massimi creati in precedenza vengono infranti. Ti riporto ora vari esempi di questo tipo di trend line sul future. Io utilizzo per semplicit tua i grafici ritoccati con paint, cos puoi avere gratis questo tipo di analisi. Personalmente facendo anche unanalisi un po pi approfondita sul futures utilizzo software di charting tipo Pro Real Time. Nota per esempio il futures dellEuro Globex riportato qua sotto. Nota in base alle regole che abbiamo visto lutilizzo della trend line il livello di contratti presente a mercato, notate come le inversioni cominciano a prendere forma e ad avere un senso. Sotto ancora vi ho riportato un grafico del futures del Dollar Index. Stesso discorso, notate il semplice utilizzo di due strumenti come questi pu portare a vedere le grandi inversioni e quindi, oltre al trade proprio nel cambiamento di direzione, la trend line comunque un paramentro utile. La trend line, proprio per la natura stessa dello strumento, la proiezione dei punti attraverso i quali passa. Ovvero, se abbiamo una trend line passante per i massimi di contro trend, abbiamo anche una proiezione di dove quei massimi si possono verificare, quindi possiamo avere comunque un parametro utilizzabile come stop loss oppure orientativo.

16

17

Vediamo ora come il tasso di cambio EURUSD ha reagito ai movimenti sui futures. Ti ricordo che EURUSD direttamente correlato al futures dellEuro Globex e il Dollar Index naturalmente ci servir sempre come contro prova per avere il massimo del trend. Le stesse trend line che utilizzo sul futures le uso che sullo SPOT. Naturalmente sono la conferma tecnica che mi far prendere le decisioni direttamente su EURUSD. Ho bisogno che tutte le trend line vengano infrante.

18

Analisi Tecnica e stile di trading


Capire dove siamo
Ora che abbiamo gli strumenti per capire la direzione di lungo periodo, che tra laltro trover anche conferme dal punto di visto degli ETF sui derivati, dobbiamo capire subito se siamo in una fase di trend o di contro trend. Vedremo prima di tutto quali sono i prezzi importanti nei tassi di cambio, come il prezzo si muove quando in trend, quali sono le zone nelle quali dobbiamo entrare a mercato e che caratteristiche hanno, poi come si passa da una fase di trend ad una di contro trend.

Prezzi importanti su grafici Daily


Nella mia esperienza di trader ho usato i ritracciamenti di Fibonacci sempre in maniera diversa dai modi che venivano tradizionalmente insegnati dallanalisi. Ho sviluppato molti sistemi basati su Fibonacci, davvero di svariati generi. Ho notato che nel forex i prezzi pi importanti e quelli dove avvenivano i pi importanti ritracciamenti erano sempre vicino a prezzi che corrispondevano proprio a quelli di Fibonacci, cos una sera tempo fa, ho incominciato a inserire i ritracciamenti di Fibonacci ogni 1000 pip sul grafico. Ovvero avevo dei ritracciamenti che andavano da 1.6 a 1.5 , da 1.5 a 1.4 , da 1.4 a 1.3 , da 1.3 a 1.2 e cos via I livelli di prezzo che si vengono a creare sono come degli scalini sui quali il tasso di cambio sale e scende. Naturalmente le fasce importanti sono quelli intorno ai numeri pieni, a 1.5 a 1.4 a 1.3 e cos via. Se il tasso di cambio non ha la forza di passare per esempio sopra l 1.5000 , probabile che intorno a 1.4786 avremo dei doppi e tripli massimi e cos via Oppure se il tasso di cambio ha la forza di rimanere sopra a 1.3000 intorno nella fascia intorno a 1.2786 e 1,3236 avr un sorte supporto o creer pattern di inversioni rialzisti. Principalmente divido tutto il grafico del tasso di cambio in zone. Ovvero comincio a inserire tutta una serie di linee orizzontali ogni 1000 pips. Ovvero a 1,6 a 1,5 a 1,4 a 1,3 a 1,2 e cos via. Poi inserisco i livelli di Fibonacci e nelle opzioni dei livelli, nella scheda Livelli di Fibonacci tolgo tutti i livelli che nel parametro Descrizione hanno un valore sopra a 100. Naturalmente poi cliccando su Aggiungi, imposto anche il livello di 78.6 inserendo sotto la voce Livello 0.786 e sotto Descrizione 78.6. Nella scheda Parametri andr ad impostare sotto la voce Valore in alto, il prezzo pi grande dal quale voglio fare partire Fibonacci, mentre alla voce Valore inferiore inseriamo il valore pi piccola al quale vogliamo

19

posiziona Fibonacci. E dopo aver inserito tutti i ritracciamenti per ogni decina del tasso di cambio il vostro grafico dovr essere uguale a quello riportato sotto.

Prezzi importanti su time frame H1

Allo stesso modo in cui vado ad inserire i prezzi importanti sul Daily, sul time frame orario vado ad inserire tutta una serie di prezzi importanti. Se sul Daily abbiamo inserito i ritracciamenti ogni 1000 pip, su time frame orario andiamo ad inserire i prezzi importanti e i relativi ritracciamenti ogni 100 pip.

20

Di conseguenza i livelli di prezzo importanti saranno ad ogni centesimo del tasso di cambio, ovvero a 1.50 , a 1.49 , a 1.48 , a 1.47 , a 1.46 e cos via. Allinterno tra un prezzo tondo e laltro avremo quindi tutti dei prezzi importanti che corrispondono ai numeri di Fibonacci.

Medie mobili
Il primo e pi semplice metodo e approccio al trading con cui capire come il trend di mercato quello di utilizzare due medie mobili. Semplicemente le medie mobili, sono delle linee che indicano il prezzo medio presente a mercato in un certo lasso di tempo. In base al Periodo della media che impostiamo nellutilizzo dellindicatore, avremo una media che sar pi o meno sensibile alle ultime oscillazioni di prezzo. Per la lettura di quello che il trend, utilizzeremo una medie di breve periodo, pi sensibile agli ultimi movimenti di prezzo e una che viene definita di lungo periodo. Come nellimmagine sotto la disposizione che le medie assumono sul grafico ha un significato molto particolare, ed lunico indicatore che io utilizzo nel mio trading, le utilizzo con gli stessi parametri sia su time frame orario, sia su time frame giornaliero.

21

Forma e caratteristiche di una zona di trend


Come abbiamo visto il modo pi semplice per capire il trend lutilizzo di due medie mobili. Ma una fase di trend possiede tutta una serie di caratteristiche e, quando tutti gli elementi sono concordanti tra di loro i trade che andremo a inserire saranno quelli dove il trend pi forte. La prima cosa da notare e capire la forma che un trend ha. Un trend ribassista creato da una successione di impulsi ribassisti, seguiti da ritracciamenti pi piccoli rialzisti e cos via; inoltre, avremo massimi e mini decrescenti. Per massimi, intendo quelle candele che hanno il proprio massimo relativo superiore e quello della candela precedente e a quello della candela successiva. Per minimi, intendo quelle candele che hanno il proprio minimo relativo inferiore rispetto a quello della candela precedente e a quello della candela successiva. Un trend rialzista creato da una successione di impulsi rialzisti e da ritracciamenti ribassisti di entit minore. Un trend rialzista sar composto ma massimi e minimi crescenti.

22

Sotto trovate riportate le fasi di trend rialzista che abbiamo avuto su EURUSD da fine 2009 fino a novembre 2010.

Sotto invece ti riporto le fasi di trend ribassista che abbiamo avuto nello stesso periodo

23

Se noti il primo parametro necessario per entrare a favore di trend nel migliore punto possibile aspettare almeno due giorni di contro trend. Normalmente quando mi ritrovo a spiegare in coaching come faccio trading, dico sempre che bisogna aspettare mezzo ciclo. Se guardi le immagini sopra, dove ci sono stilizzate le due forme classiche di trend, un trend semplicemente una successione di cicli a mercato. Un ciclo di prezzo composto da un piede, una gamba sinistra, una testa, una gamba destra e un piede destro. Ogni ciclo di prezzo ha in comune con quello precedente il piede sinistro (che per il ciclo precedente il piede destro). Se la prima volta che ti approcci ad una visione a cicli del mercato ti consiglio di leggere testi e appunti sulle teorie di Alan Andrews, perch il mio modo di fare trading, anche se non usa direttamente le forche o le pitchfork, utilizza tutte le stesse indicazioni di quel tipo di analisi, senza per utilizzare in maniera diretta le forche.

Se avessi una sfera di cristallo in cui prevedere il futuro, e potessimo solamente scegliere una direzione in cui tradare, naturalmente sceglieremmo come come punti di ingresso quelli riportati sotto. Vediamo che caratteristiche hanno e come sfruttare questi momenti di trend.

24

Nel momento in cui dobbiamo sfruttare al massimo queste zone di tendenza, una delle cose che andremo ad aspettare sar, in un caso ribassista quello di avere un mezzo ciclo di prezzo, ovvero aspetteremo che si forma la testa di un ciclo, quindi un massimo in una zona particolare; mentre in un caso rialzista andremo ad aspettare che lattuale ciclo di prezzo, sempre su grafici giornalieri, si completi. Una volta che si creato in un caso il mezzo ciclo o nellaltro caso, il ciclo si completato, andremo a prendere in considerazione tutta lultima gamba del ciclo creato a mercato e passeremo ad una visualizzazione su time frame orario di questa zona. Nei grafici H1 andremo a cercare 3 regole che affronteremo pi in avanti. Quando le 3 regole su H1 vengono verificate, se su grafico Daily abbiamo anche le regole riportate qua sotto possiamo entrare a mercato. In un successivo momento naturalmente, uno dei discriminanti sar la tabella delle opzioni.

Regole su D1 di ingresso

25

Tra le regole che vedete sopra, la terza che si legge, parla di una trend line breve sul D1. Questo particolare tipo di trend line, semplicemente prende in considerazione solo un tipo di mercato, ovvero solo la fase di trend, e parte sempre dalla cima o dal fondo del trend e andr a toccare di volta in volta, in un caso ribassista, i nuovi massimi che si vengono a trovare; mentre, in n caso rialzista i nuovi minimi che si vengono a creare. Questa anche la trend line che sar uno dei discriminanti in caso di passaggio da una fase di trend a contro trend. Guardate le fasi di trend in cui mi sono trovato ad operare da novembre 2009 a questa parte e guarda in che modo semplice e completo queste regole ti permettono di individuare punti di ingresso precisi e funzionali, dove tempo di ingresso, direzione, money management, cicli di mercato e soldi presenti a mercato, lavorano tutti insieme. EURUSD da 13/01/10 a 18/02/10

EURUSD da 24/4/10 a 24/6/10

26

Semplicemente il prezzo, riprende ad andare in tendenza dove ha smesso prima di farlo, i vari massimi e minimi che ti faccio guardare per individuare il trend, ogni volta che si creano, il prezzo ripassa sempre almeno 1 volta da quel punto. E spesso questa una semplice regola che ci pu aiutare molto se ci pensi.

Regole di ingresso su time frame H1


Una volta che sul grafico Daily tutte le regole sopra indicate sono rispettate, su time frame H1, dobbiamo aspettare il verificarsi queste 3 regole ed molto importante che nel momento in cui entriamo a mercato, ogni regola sia verificata e valida, abbiamo bisogno di tutte e tre le regola verificate insieme, lordine indifferente, limportante che siano verificate. Rottura della trend line su H1 Cambiamento nei massimi o nei minimi Posizionamento dei nuovi massimi in zona di prezzo x.xx23 o x.xx78

Andiamo a vedere nello specifico ogni regola con un esempio Su time frame H1, dobbiamo aspettare che venga infrante questa trend line. Partir dal massimo o dal minimo del ciclo sul Daily, e andr ad appoggiarsi di volta in volta sui nuovi massimi o minimi creati a mercato. Andiamo a vedere insieme un esempio:

sul Daily di EURUSD il 9/02/10 abbiamo la seguente situazione:

Passo su time frame orario e faccio partire dal minimo presente sul Daily una trend line passante per tutti i minimi che ho sul time frame H1.

27

Su time frame orario, aspetto la rottura della trend line. Aspetta che le trend line prenda in considerazione almeno 36 40 candele su H1 prima di iniziare ad aggiornarla sui nuovi minimi. Ad un certo punto la trend line viene rotta, ho bisogno che ci siano dei massimi decrescenti per poter entrare a mercato (indicano un cambiamento di trend). Almeno uno dei nuovi massimi decrescenti ho bisogno che sia posizionato in una fascia di prezzo intorno a livello 23.6 oppure intorno al livello 78.6. Al verificarsi di tutte e tre le regole sono entrato a mercato.

28

Passaggio da una zona di trend a una di contro trend


Quando il trend in atto cambier la propria direzione, e quindi ci ritroveremo in una zona di contro trend questo lo schema che si ripete spessissimo sul Daily di EURUSD e sui tassi di cambio pi liquidi. Prima di tutto ci sar un rallentamento dei prezzi, i cicli diventeranno pi ampi, e naturalmente, se il tasso di cambio inverte vorr dire che ci saranno molti soldi presenti a mercato ad un prezzo particolare, talmente tanti soldi da far girare il tasso di cambio. I soldi presenti su certi livelli di prezzo sono visualizzabili in maniera ottimale dallanalisi dei derivati, e successivamente a livello di analisi tecnica avremo tutta una serie di conferme di tali valori. Quindi sia ben chiaro, la parte di analisi tecnica che vediamo ora una conferma a dati comunque gi rilevati dai derivati e dei quali saremo a conoscenza giorni prima, e quindi saranno unottima conferma di inversione. Rimane comunque che lanalisi tecnica importantissima e quindi naturalmente opereremo quando tutti i segnali sono concordi, quelli dellanalisi tecnica, quelli dei derivati e quelli dei futures.

Il fatto che il prezzo riprenda a salire o inverta in una zona diversa da quelle riportate tra le regole di ingresso sul Daily, indica che c mancanza di spinta. Ovvero, o non ci sono pi supporti presenti a mercato tali da sostenere il prezzo, oppure siamo arrivati su una resistenza importante per i market maker, fatto resta che la spinta molto probabilmente diminuita e quindi le probabilit di guadagnare in trend si abbassano. I cicli quindi diventeranno pi ampi, verr infranta la trend line passante per i minimi del trend che abbiamo sul Daily. Molto importante, in caso di cambiamento di trend, naturalmente anche i massimi non saranno pi crescenti e molto probabilmente, al verificarsi di un massimo decrescente sappiamo che la zona di resistenza si abbassata. Ovviamente sulla tabella delle opzioni, se linversione grossa, troveremo esattamente nel punto dellinversione, strike di opzioni CALL OTM con alti open interest.

29

30

Naturalmente in un caso di passaggio da zona di trend ribassista a contro trend i parametri con cui si verificheranno linversione sono gli stessi, solo i parametri e le regole saranno speculari.

Se il macro trend ribassista, nella fasi di trend pi forti abbiamo visto come il prezzo riprende ad andare in tendenza. Ma, al passaggio dalla fase di trend a quella di contro trend, come nel caso riportato sopra, abbiamo una serie di elementi che concorrono a farci capire cosa sta accadendo a mercato. Naturalmente linversione avverr vicino a livelli di opzioni con alto open interest, le conferme tecniche saranno un rallentamento dei cicli di prezzo e la rottura della trend line breve sul D1 passante per i massimi. Questo porter molto probabilmente a minimi crescenti o a far invertire il prezzo sullultimo massimo avuto a mercato e non sul penultimo minimo. Ripeto, nella fasi di trend forte, e quindi dove ci sar alta probabilit di andare in profitto seguendo il trend presente a mercato, il prezzo si comporter come nelle regole di ingresso sul D1 presentate in precedenza, e se il tasso di cambio riprende la sua corsa in trend in una zona diversa da quelle, probabilmente il trend in atto non continuer la sua corsa e risulterebbe stupido prendersi del rischio inutile entrando a mercato.

Struttura di una fase di contro trend


Generalmente analizzando i tassi di cambio attraverso lutilizzo di pattern specifici le zone di contro trend non sono riassumibili in particolari tipi di pattern. Le uniche zone in cui si possono ritrovare nel tempo dei pattern specifici sono le zono in cui il COT Index cambia direzione, in quelle zone spesso si ritrovano configuraioni Testa-

31

Spalla normale e rovesciate, triangolazioni e le cosiddette W oppure la Cup of coffee che un pattern dal punto di vista ciclico simile. La zona di contro trend se invece, analizzata attraverso una analisi dei cicli di prezzo su D1 (come ormai avrai notato questo il mio modo principale di fare trading), presenta una mediana con una direzione completamente differente rispetto alla zona di trend. Normalmente si crea quasi un angolo retto tra le due mediane. Allavvicinarci alla fine del macrotrend generale la pendenza della mediana della zone di contro trend tender sempre di pi ad essere pi simile a quella dellultimo trend in atto.

Quando tradare in una zona di contro trend


Quando il tasso di cambio esce alla zona di trend nel modo in cui abbiamo visto sopra, se si vuole rimanere cauti, lottimale sarebbe aspettare le ultime 2 settimane di scadenza delle opzioni sullETF del mese in corso. Di sicuro bisogna aspettare di avere una trend line superiore ed una inferiore che racchiudono il nostro periodo di contro trend. Faremo solo trade in direzione del macrotrend generale e del COT Index. Lavoreremo sugli incroci tra trend line, prezzi importanti e opzioni sullETF.

32

In parole semplici, le opzioni sullETF con i pi alti valori di open interest, spesso determinano le zone in cui il tasso di cambio rimarr imprigionato. E uso comune tra i market maker o i grandi istituzionali avere posizioni si dice theta positive nei periodi di contro trend. E difficile guadagnare con uno strumento direzionale in queste zone, quindi spesso chi guadagna e guadagna molto n queste zone lo fa guadagnando al passare del tempo. Quindi la lettura della tabella delle opzioni sullETF ci fa vedere quali sono i contratti con i pi alti valori di open interest. Le banche, gli hedge founds e i market maker spessissimo vendono contratti di opzioni in certe zone, operazione molto rischiosa ma con elevatissima percentuale di possibilit di profitto. Quando si assiste ad una vendita di opzioni, chi ha venduto, guadagna al passare del tempo, ogni giorno, se il prezzo rimane sopra o sotto un certo valore. Nelle ultime due settimane di vita, lopzione venduta d i suoi massimi frutti dal punto di vista del tempo e spesso sarebbe unoperazione stupida chiuderla da parte delloperatore. Questo fa si che, una lettura dei supporti o resistenze su una tabella delle opzioni, sia pi affidabile nelle ultime due settimane di vita dellopzione perch spesso cambia poco in quel periodo e abbiamo anche gi delle indicazioni sulla tabella del mese successivo, cos sappiamo che se cambiano i supporti e le resistenze cambia anche il trend. Quando avremo le trend line sul D1, utilizzeremo sempre le 3 regole su H1 per entrare, ma lingresso dovr essere in posto in una zona del grafico daily dove abbiamo lincrocio della trend line con un prezzo importante e, anche delle opzioni con il pi alto valore di open interest con il loro BEP in zona. Essenziale sar entrare su possibili massimi in un macrotrend ribassista, ed entrare su possibili minimi in macrotrend rialzista. Le ultime due settimane di vita di una opzione corrispondono alla seconda e alla terza settimana del nostro mese in corso. Le opzioni scadono il terzo venerd di ogni mese.

Naturalmente, anche il COT Index importante in questa zona di mercato, dovremo sempre controllare che la forza dei futures a mercato sia sufficiente a mantenere il macrotrend in atto (Regola 2 del COT Index). Guarda i due casi riportati sotto, uno riporta le 3 fasi di contro trend del macrotrend ribassista con inizio dicembre 2009 e fine giugno 2010, dove la seconda regola di quelle del COT Index, riguardante la forza del trend viene sempre rispettata. A tal proposito, nel capitolo successivo voglio farti vedere come invece, come la stessa analisi ha portato ad un risultato differente in un caso che pu verificarsi durante la gestione di una fase di controtrend.

33

34

Passaggio da una zona di contro trend ad una zona di trend


Tecnicamente si ha la chiusura di una fase di contro trend quando, sul grafico Daily, il prezzo chiude al di fuori delle due trend line che accompagnano il contro trend. La conferma di una avvenuta uscita da una zona di contro trend per un investitore pi cauto il ri-test della trendline inferiore se il macrotrend ribassista o superiore se il macrotrend rialzista; un altro tipo di conferma dato da il ri-test dellultimo massimo / minimo di trend.

Notare le regole sopra citate nei 3 contro trend avvenuti nel macrotrend ribassista del 2010. Molto spesso, anche se non v presa come regola, i periodi di contro trend finiscono il 4 luned del mese. Comunque in tale data avviene molto spesso un cambiamento di mediana dei cicli di prezzo su grafici D1. EURUSD da 10/9/10 a 16/11/10 Questo un caso particolare che voglio portare alla tua attenzione, per soffermarmi qualche istante su un argomento importante, la mediana dei cicli di prezzo. Quando il tasso di cambio entra in controtrend, vero che dobbiamo analizzare la forza con il COT, ma se la prima fase di contro trend e non possiamo analizzare se i contratti sono tanti o pochi dobbiamo essere furbi. Inizialmente in coaching parlo spesso della mediana dei prezzi. Quando la liquidit a mercato cambia in maniera significativa, i prezzi cominciano a scorrere su un altro binario. E il concetto base proposto allinizio del manuale: TREND CONTROTREND TREND CONTROTREND E importante analizzare quanti contratti hanno fatto si che la mediana del cross cambi. Bisogna analizzare il ciclo dove abbiamo anche il secondo minimo della trendline. Se il livello di contratti rimane pi alto in valore assoluto, Il trend permane, altrimenti il supporto o la resistenza tecnica e delle opzioni possono non reggere pi.

35

Inizialmente il tasso di cambio esce dalla zona di contro trend e le regole anche viste in precedenza sono tutte rispettate, lunico trada fattibile era il rimbalzo sul supporto (A). Quando il momento il aprire un nuovo trade rialzista, il tasso di cambio non rompe la trend line su H1 e continua a scendere (B). Quando il tasso di cambio si ripresenta allinterno delle trendline e del supporto delle opzioni lo sfonda. GUARDA IL COT INDEX per capire come mai.

36

Gestione del trade


Una volta che abbiamo sul grafico Daily tutte le regole rispettate e sul grafico H1 le 3 regole di ingresso sono verificate insieme possiamo entrare a mercato. Divideremo lordine in 2 parti. Entrambe i trade avranno lo stesso stop loss iniziale, uno solo dei due trade avr un take profit impostato. Al raggiungimento del primo take profit sposteremo lo stop del trade rimanente sul punto di ingresso, ovvero ridurremo subito a zero il rischio della nostra operazione. Da questo momento in avanti la chiusura delloperazione non sar pi affar nostro, dovremo lasciar decidere al mercato quanto lasciar andare lordine. Per continuare a spostare lo stop loss, io inizialmente consiglio a chi meno pratico di spostare meccanicamente lo stop loss in profitto ogni volta che ha guadagnato 100 pips. Ovvero appena guadagniamo 100 pips, spostiamo lo stop ad una distanza di 100 pips dal

37

prezzo attuale del tasso di cambio. Per chi pi esperto e ha tempo per gestire loperazione, consiglio in base alla volatilit di utilizzare una media mobile per spostare lo stop. Ovvero, con bassa volatilit io uso una SMA 48 su grafico H1 , il mio stop loss posizionato qualche pip sopra al valore di essa. Se c alta volatilit, utilizzo una SMA a 100 periodi sempre su grafico H1.

Come identificare il prezzo di Stop Loss


Inutile dire quanto utilizzare un stop loss sia importante, e diffidate da chi non lo utilizza, anche se fa hedging o copra le posizioni in altro modo, dovete sempre avere un livello al quale in automatico uscite da mercato. La regola madre sullo stop loss che esse deve essere posizionato in un punto in cui i motivi per i quali siamo entrati a mercato non sono pi validi. Ovvero lo stop loss, deve essere un qualcosa che auto valida la nostra strategia, se viene raggiunto i motivi tecnici che ci hanno fatto entrare a mercato non sono pi veri e quindi lo scenario ora cambiato. Bada bene, fino a quando i motivi tecnici di ingresso sono validi bisogno rimanere a mercato. Questo il mio modo di utilizzare lo stop loss. Naturalmente, essendo uno stile di trading ciclico, noi usciremo da mercato praticamente quando la mediana del trend in atto cambia. Quello che ti mostro un sistema meccanico per trovare il prezzo, raggiunto il quale, la mediana a mercato per forza cambia. Utilizzeremo come massimo stop 250 pips, possono sembrare tanti, ma il take profit e lobiettivo da raggiungere con la seconda parte della nostra operazione sono bilanciati di conseguenza. Tecnicamente lo stop loss, da ricercare in grafici D1, in un caso ribassista sar posizionato, o sul prezzo di met tra il massimo precedente e il prezzo importante subito sopra, o sul prezzo di met tra il penultimo massimo precedente ed il prezzo importante subito sopra. In caso rialzista sar posizionato, o sul prezzo di met tra il minimo precedente e il prezzo importante subito sotto, o sul prezzo di met tra il penultimo minimo precedente ed il prezzo importante subito sotto. Il discriminante tra uno stop loss pi vicino ed uno pi corto sar lattuale situazione tecnica del cross, argomento che affrontiamo insieme in coaching.

38

39

Come identificare il prezzo di Take Profit


Il nostro take profit lo andremo a ricavare dal grafico H1. Il valore del take profit sar compreso tra 70 e 100 pips. Quando utilizzeremo un valore di 70 e quando un valore di 100 pips? Questo dipender dal nostro puto di ingresso. come ti mostrano le due immagini sotto, in un caso dobbiamo attraversare solamente una fascia di prezzi importanti verso i 100 pip di guadagno e utilizzeremo 100 pips di take profit (i prezzi importanti su grafici H1 sono quelli corrispondenti a 23.6 e 78.6 perch in quelle fasce di prezzi avvengono la maggior parte delle inversioni significative), nellaltro caso dovremo attraversare 2 fasce di prezzi importanti verso i 100 pips di profitto, quindi utilizzeremo un take profit posto 5-10 pips prima dellarrivo sulla seconda fascia importante di prezzo, quindi in un intorno tra i 70 e i 100 pips. Primo caso TP 100 pips

Secondo caso TP

40