Sei sulla pagina 1di 28

Formulare il numero atteso di guasti per un sistema riparabile, essendo nota la funzione distribuzione dei

tempi di guasto per il generico guasto di ordine k.

2) Formulare la funzione affidabilità per il modello sollecitazione S-Z dove le v.a. sono di tipo esponenziale
di media Ms ed Mz.

3) Un sistema riparabile viene sottoposto ad una prova di durata di 420 ore. Sono noti i tempi tra i guasti
(qui riportava i dati). Effettuare un test (analitico) per verificare se la funzione tasso di rischio di guasto è
costante.

4) Un sistema è costituito da un componente A con un tasso di rischio costante a cui viene aggiunto un
componente B dello stesso tipo. Formulare il tasso di rischio di guasto del sistema. Distinguere dal caso LA =
LB dal caso LA ¬= LB.

5) Un componente ha una vita media pari a 5.000 h. Si calcoli l'affidabilità al tempo t = 5.000 h supponendo
il tasso di rischio costante. Come possiamo valutare l'affidabilità per le successive 1.000 h dato che è
sopravvissuto alle prime 5.000 h ?

Dati Xn valori (n tempi tra i guasti) verificare con un test analitico e ad un livello alfa=0,05 che il trend
dell'intensità del processo sia costante.

2. Dati 6 tn (tempi di guasto) e 3 cj (tempi di censura) così ordinati: t1<c1<c2<t2<t3<t4<c3<t5<t6 (nn dava i
valori). Stimare l'affidabilità.

3. Processo di Rinnovo, noto il tempo t* dell'ultimo guasto. Modello Weibull. Stimare e diagrammare
l'affidabilità in un intervallo (t,t+w). Non dava alcun valore.

4. Dato un amplificatore con 11 resistenze 3 condensatori e 5 trasformatori con rispettive affidabilità


Rr=0.99 Rc=0.98 Rt=0.97. Calcolare la probabilità di avere almeno un guasto e la probabilità di avere un
unico guasto.

Dato un sistema riparabile schematizzabile con un POP di lambda = 0.015 determinare il numero di pezzi di
ricambio necessari per avere una probabilità di avaria di 10^-6 per una missione di t=15.

2. Stimare il parametro di una v.a. esponenziale conoscendo 3 tempi di guasto e 2 di censura (metodo della
massima verosimiglianza).

3. Enunciare la proprietà stocastica che esiste fra gli incrementi di un PNOP.

4. Scrivere la funzione densità di rischio [h(t)] di un sistema stand-by a 2 componenti entrambi di vita
esponenziale. Distinguere fra i casi lambda_A = lambda_B e lambda_A != lambda_B

-Processo omogeneo di Poisson con lamda=0.0001 diceva di calcolare la probabilità di dover effettuare due
interventi di manutenzione in un tempo di 10 ore, poi sapendo che nelle 10 ore vi sono stati due interventi
di manutenzione calcolare che non vi sia stato nessun danno nelle prime 4 ore
- S^2=k(Xi+1 + Xij) quand'è che lo stimatore si dice corretto
S2=K*sommatoria di i da 1 a n-1(X i+1 - Xi)2
- Carta di controllo C mi dava i valori lo svolgimento è simile a quello sul libro

1)Un punteggio si distribuisce secondo una gaussiana di media=50 e scarto 5, passa il test chi supera il
valore 60.
2)Stimare un interavallo di confidenza al 95% di significatività del parametro p=0,23.
3)Formulare in numero medio di guasti atteso al tempo t supposta nota la distribuzione della vita al k-esimo
guasto.
4)Formulare un'opportuna carta di controllo per un processo produttivo con 50 lotti di 30 elementi
ciascuno di cui veniva fornito il numero di difetti per lotto.

1 Mediamente il risultato di un test sostenuto da un pilota è (mu=50) con (sigma2=25).


Qual'è la probabilita di superare il test con un punteggio superiore ad 60??
Qual'è la probabilità che estraendone 20 ne trovo 2 ??? (Mi raccomando ragazzi al secondo quesito si
applica una binomiale negativa)

2 Diametro medio di (n=12) campioni è di (xbar=1.56) ed (s=0.38).


valutare l'intervallo di confidenza della (sigma) con (alfa=0.05).

3 si hanno 11000 lampadine con stessa affidabilità esponenziale con media pari (mttf=800ore).
Qual'è il tempo medio di attesa al primo guasto di una lampadina??
Con quale probabilità la seconda si guasterà prima del tempo di 100ore??

4 E' uscito in sisema in serie e parallelo nel quale mi chiedeva di ricavare l'affidabilità ed la densità di
rischio.

- Data la cdf campionaria F(ti)=i-0.3/(n+0.4) stimare la densita di rischio di guasto.


- Dato il numero di guasti con distribuzione Poisson, definire la distribuzione di tempo di funzionamento
ammesso che si riescano a far fronte a k guasti
- Data una v.a. gaussiana con media incognita e varianza pari a 4, un numero di campioni pari a 12 voleva
sapere l'errore di 2a specie che si commetteva nel rigettare l'ipotesi H1=(mu=3) nella regione di
accettazione X<0.77.
- Data una funzione A dei parametri B C D con funzione di trasferimento BC²D³, e relative medie e varianze
di B C D, calcolare media e varianza di A

1) Quali delle seguenti funzioni può essere assunta come modello di tasso di rischio (m dava delle scelte ke
però non erano leggibili nel compito)

2) 5 coppie di autovetture, prese da un campione casuale, hanno mostrato le seguenti percorrenze


chilometriche per litro ( e dava 2 file di valori da 5 ). Le due auto sono fatte circolare su 2 piste differenti. E'
possibile assumere l'ipotesi che il campione 2 consumi mediamente più del campione 1? Si assuma un
livello di significatività pari a 0.95.

3) In un processo produttivo mediamente si presentano 5 campioni difettosi su 1000. Quale controllo devo
adoperare per controllare che il processo non vada in deriva?
Inoltre si formulino le "regole" per sostenere che commetto un errore del 3 per mille nella stima del
fenomeno.

4) Mi dava i tempi al guasto : 51 94 121 298 313 378 410. Formulare un test analitico con livello di
significatività 0.05 che mi permetta di verificare se la funzione intensità di guasto è costante.

1) Se il tasso di guasto di un certo tipo di elicotteri è pari ad un guasto ogni 30000 ore di volo, quanti
incidenti sono attesi ogni mille missioni di 20 ore ciascuna? Nota: Si assuma che ci sia al più un guasto per
ogni missione.

2 )Si vuole valutare l'effetto di due concentrazioni C1=35% e C2=40 %di un additivo sulla resistenza a
rottura per compressione di un certo materiale. Vengono realizzate cinque provini di un tipo e cinque
provini dell'altro tipo. I due gruppi di provini sottoposti a prove di compressione hanno fornito i seguenti
risultati di resistenza a rottura espressi in Kg/cm^2
C1 C2
5.9 6.8
8.1 7.9
5.6 8.4
6.3 9.3
7.7 8.2
Trovare l'intervallo di confidenza al 95 % della differenza di resistenza media tra provini prodotti con le due
diverse concentrazioni giustificando opportunamente le ipotesi su cui è basato il calcolo.

3) Sia assegnato un sistema riparabile di cui è nota la distribuzione Fj(t) del generico tempo di guasto
conteggiato dal momento della sua immissione in servizio. E' possibile dedurre la distribuzione della
variabile aleatoria che conta il numero di guasti del sistema ad un' età prefissata.

4) Per 30 giorni successivi vengono ogni volta controllati 20 esemplari di prodotto. I numeri di difetti
riscontrati nei 30 campioni sono i seguenti
1 2 1 0 2 2 4 4 3 4 2 2 3 1 0 1 0 3 3 2 2 0 0 0 3 2 0 2 1 2.
Adottando il modelle Binomiale, si formuli la carta di controllo del numero di esemplari difettosi per
campioni

1) formulare la densità di probabilità della capacità di carico C di un cuscinetto piano che dipende dalla
velocità V secondo la formula empirica C=(k/V)^(1/h) sapendo ke k e h sono costanti note e V è una v. a.
Lognormale di parametri di locazione e scala pari a m ed s
2)lo s.q.m. del carico di rottura in un campione di n=13 pezzi è 19.2. si verifichi l'ipotesi H0=(sigma^2=15)
contro H1=(sigma^2>15) fissando un livello di alfa=0.05
3)Conducendo una prova di durata di 420 ore abbiamo registrato una sequenza di tempi tra i guasti di un
unità riparabile: 177,65,51,43,32,27,15. si effettui un test per verificare con alfa=0.05 se z(t)=cost.
4)Formulare l'affidabilità di un sistema ridondante in attesa nell'ipotesi ke inizialmente sia attivato il ramo
superiore costituito solo dal componente A e che il ramo in attesa dia costutuito dal parallelo din B e C

1. Avevo media e scarto tipo di una v.a., diciamo X, dovevo trovare quel valore di x tale che Pr{X>x}=0.05.
Ipotizzando che la X fosse una gaussiana si trattava di calcolare la coda destra di probabilità;

2. Intervallo di confidenza della media di una v.a. Normale con x-bar e s noti (ovviamente): esercizio
semplice, bastava applicare la T di Student;
3. Calcolare il mN(t) per un PNOP con z(t) supposta nota. In più, ricavare la relazione di questa con la
R(t1,t2);

4. Calcolare la RS(t) di un parallelo-stanby visto come processo stocastico puntuale.

- Intervallo di confidenza
- Test d'ipotesi
- Domanda teorica composta di due punti:
1) ricavare il numero medio di guasti per un PNOP
2) ricavare l'espressione funzionale fra numero medio di guasti e affidabilità nell'intervallo (t1,t2)
- Affidabilità per un sistema stand by composto da N componenti, ciascuno con vite esponenziali s-
indipendenti. (Suggerimento: si utilizzi un processo stocastico puntuale) -il suggerimento lo dava proprio la
traccia-

- Calcolo Probabilità. E' l'esercizio dei caffè letto nelle pagine precedenti.
- Calcolo Varianza di una v.a. somma di altre due legate da un certo coefficiente di correlazione rho
- Modello Binomiale
- Intervallo di confidenza di una binomiale. Perché la possiamo approssimare ad una gaussiana ( è una
somma di bernulliane quindi possiamo applicare il teorema centrale del limite. ) e calcolo di media e
varianza della trasformata Y/n. Praticamente giustificare quanto scritto nell'esempio di riferimento del
libro.
- relazione tra Fk(t) e Pk(t) in un PSP. Funzione intensità.
- Carta di controllo p.

-Problema sulla v.a. di Poisson


-Stima di massima verosomiglianza dei parametri di una Weibull e stima della sua MTTF (sia con
verosomiglianza che con stimatore corretto)
-Test di Laplace
-Carta di controllo S

1)Resistenza del calcestruzzo con media mu_x=120[kg/cm^2] e dispersione sigma_x=25[kg/cm^2]. Se si


applica un carico di 80[kg/cm^2] qual è la probabilità di rottura?
2)Come parametro di stima della varianza (al quadrato) si è utilizzato lo stimatore
S^{2}=k\sum_{i=1}^{n-1}(x_{i+1}-x_{i})^{2}.
Quale è il valore di k affinchè lo stimatore sia corretto?
3)Si consideri un sistema riparabile. labda=.001, si calcolino:
a)la probabilità di dover effettuare 2 riparazioni nelle prime dieci ore.
b)la probabilità che nelle prime quattro ore non si verifichino guasti condizionatamente al fatto che nelle
prime dieci ore se ne registrino 2.
4)Carta di controllo c(difetti)

 problema 15.20
"Data una v.a. gaussiana con media incognita e varianza pari a 4, un numero di campioni pari a 12 voleva
sapere l'errore di 2a specie che si commetteva nel rigettare l'ipotesi H1=(mu=3) nella regione di
accettazione X<0.77"

Due dispositivi che hanno una durata di funzionamento distribuita secondo una Gaussiana con media e
varianza note (ti dava i valori di due medie e due varianze , tipo m1=45 , m2= 40 , s1^2=9 ed s2^2= 36 , se
mi ricordo bene) Quale dei due dispositivi è preferibile usare per una prova di durata 45 minuti? Bisogna
calcolare le due probabilità (che il tempo di funionamento del dispositivo supera i 45 ') e vedere qual'è più
grande.

2) Su 100 pazienti, 40 sono guariti completamente. Usa la v.a. binomiale e trova l'intervallo di confidenza di
p al 1-alfa = 95% . Lo steso problema sta nel libro come esempio nella parte degli intervalli di confidenza.

3) Il processo di guasto del PNOP di una unita riparabile ha una funzione media distribuita come (t/a)^b .
Vuole il numero medio di guasti nell'intervallo (t1,t2) (senza valori) e la probabilità di non avere i guasti
nello stesso intervallo. Poi chiede come cambiano le due valutazioni di prima (incondizionate) ( quindi il
num. med. di guasti e la stessa probabilià) se ci è stato un guasto nell'istante t1 ed è subito stato riparato.

4) Componente meccanico ha la resistenza Z e si oppone alla soleccitazione S. Vuole l'affidabilità R=Pr(Z>S) ,


se sono noti mZ, mS, vZ e vS (medie e varianze , ma senza numeri, quindi formulare la probabilità)

- Ogni giorno sono prodotti 50 esemplari di uno stesso snowboard. La probabilità che ognuno di essi risulti
conforme è 0.99. Qual'è il numero medio di esemplari conformi prodotti? Qual'è la prob di produrre più di
3 non conformi?
- Esercizio identico al numero 10.14 riguardante i test analitici parametrici
- Sia Fk(t)= P(Tk≤ t) la funzione di distribuzione del tempo di illuminazione assicurato da k lampadine. Si
vuole conoscere il n medio di lampadine che verranno consumate durante un tempo di illuminazione pari a
t.
- Una certa funzione è affidata ad un unità con tasso di rischio costante pari a 0.13 anni^-1
disponendo di un'altra unità identica, formulare la pdf del tempo in cui la richiesta funzione è assicurata.

1) un componente prodotto in serie ha diametro X, v.a. gaussiana, di media "mi" e scarto "sigma" (senza
valori numerici).
un esemplare di dimensioni superiori a d, deve essere sottoposto a rilavorazione. Formulare Cdf e pdf degli
esemplari da sottoporre a rilavorazione.

2) si hanno 4 successi su 6 tentativi. Se H0 è p=0.1, stabilire il livello di significatività per cui deve essere
rigettata H0.

3) il tempo di produzione di j utensili ha Cdf 


Calcolare la probabilità che in T=t ci siano k guasti

4) sistema in parallelo con due elementi, di cui ognuno con MTTF=200 ore,
a) calcolare l'inaffidabilità del sistema
b) calcolare la vita media
c) qual è l'andamento del MRL
(1) per la Cdf, formula simile a quella dell'esempio 5.2, a pag 160, con solo uno dei due estremi.
pdf presa dall'equazione 5.40, al posto di x ho messo "x-d"
2) ho calcolato la probabilità di 4 successi su 6, con una poisson di parametro p, e ho posto il risultato
maggiore di alpha, come nell'esempio 10.9 (è un paragrafo che non credo di debba fare, ma mi sembrava
quello più appropriato)
3) formula 14.38
4) a) (1-R(t))^2
b) MTTF=3/2*(1/lambda)
c) decrescente, essendo decrescente l'affidabilità)

dati 2 dispositivi d1 e d2 che seguono la legge della normale sappiamo che d1 ha (mu)=40 e il quadrato di
(sigma)=36 e il secondo dispositivo d2 (mu)=45 e il quadrato di sigma =16 Se dobbiamo impiegare max 1 dei
2 disunsitivi per un periodo di 48 ore qule dei due dobbiamo preferire=??

1)Fissato per ipotesi lo stimatore della funzione di distribuzione: F(ti)=(i - 0.3)/(n+0.4) (dove i è il numero
d'ordine dell'i-esimo tempo al guasto di un campione casuale di ordine) formulare il corrispondente
stimatore della densità di rischio.

2)Sia X una v.a. Normale con media incognita e varianza sigma^2= 4. Abbiamo un campione casuale di
dimensione n=12, in relazione al test delle ipotesi con H1=(mu1=3), si determini il rischio di seconda specie
corrispondente alla seguente regione di accetazione: Xbar<0,77

3)Sapendo che il numero di guasti di un sistema riparabile, relativo al tempo t, è distribuito secondo una
funzione di probabilità di Poisson, dedurre la formulazione del tempo di funzionamento assicurato dalla
possibilità di effettuare k riparazioni.

4)Mi dava A=B(C^2)(D^3) con B, C, D v.a normali con mub=2 , muc=3.1 , mud=4, sigmab^2=0.01,
sigmac^2=0.02, sigmad^2=0,03. Calcolare media e varianza di A.

1) Due misure indipendenti con mu=5 micron e sigma=20 micron. Calcolare la probabilità che le misure
eccedano oltre 10 micron

2)un certo tipo di altimetro presenta errori distribuiti secondo una CDF normale con sigma=52. l'errore
sistemico è trascurabile. di quanti altimetri di questo tipo bisognerebbe disporre su un aereo affinchè
l'errore della misura fosse inferiore a 30 m in valore assoluto con una probabilita del 98%?

3) formulare il tasso di accadimento guasti di un sistema conoscendo la funzione di distribuzione del tempo
di funzionamento assicurato da k riparazioni

4)calcolare Cp, Cpk e il livello di non conformità effettivo (p non conforme) di un processo produttivo di
controllo operante con mu=34 e sigma=4,4. Estremi di intervallo specifica per la caratteristica di qualità pari
a Ti=22 e Ts=42.

1- Calcolare densità di rischio h(t) della v.a. valore massimo di un campione di dimensione n formato da
variabili aleatorie esponenziali di parametro lamda
2- Usa un test analitico per conoscere il trend dei guasti in una prova di 580h (mi dava i tempi TRA guasti)

3- Calcolare n, avendo nota la varianza sigma^2, affinchè l'intervallo di confidenza della media, al livello di
significatività 0.05, abbia ampiezza 0.5 (si usa funzione ancillare gaussiana)

4- Mi dava mi_s, mi_z , sigma_s e sigma_z e chiedeva di calcolare media e varianza della variabile Z – S

data una v.a. A=B(C^2)(D^3) con B,C e D v.a. normali con medie e varianze date, calcolare la media e la
varianza di A...( Metodo delta)

la produzione dello stesso tipo di sfere ha diametri che si discostano dal valore nominale per non più di 20
micron con probabilità dell'80%, secondo una legge normale. calcolare la varianza.

2. data X, v.a. normale con mi incognito, e sigma^2=9, preso un campione con n=16, e H0: {mi=2}, calcolare
il rischio di prima specie che si ha data una regione di accettazione Xbar>0.77.

3. dato un tempo di prova di 580h, con tempi tra i guasti pari a 15, 27, 32, 43 51, 65, 177, verificare con
alpha=0.05 se è un POP.

4. Affidabilità per un sistema stand by composto da N componenti, ciascuno con vite esponenziali s-
indipendenti, MTTF=1/lambda. (Suggerimento: si utilizzi un processo stocastico puntuale) -il suggerimento
lo dava proprio la traccia-

gaussiana dei pesi degli studenti mu=60kg var=25kg^2


prendo 4 studenti a caso
calcolare la pdf congiunta

2. test di laplace con 1 macchina riparabile con 7 tempi al guasto..dire se l'intensità aumenta

3. che significa l'ipotesi di potenza minima in un test parametrico

4. misurare X sapendo Xbarn e Xbarm, fatte con n e m misure di uguale precisione

- Il n°atteso di incidenti automobilistici gravi è 0.000009 per Km percorso. Qual è la probabilità di essere
coinvolti in incidenti stradali gravi percorrendo 10000 Km?
- Sapendo che X è una v.a. con E(X)=1, E(X^4)=34 e Var (X)=4, si valuti il limite inferiore della probabilità
dell'evento (1<X^2<9) ossia che X^2 disti dalla media meno di 4
- Sia assegnato un sistema riparabile di cui è nota la funzione di distribuzione Fj(t) del generico tempo di
guasto conteggiato dal momento della sua immissione in servizio. é possibile dedurre la distribuzione della
v.a. che "conta" il n° di guasti del sistema ad un'età prefissata?
- Un parametro A è misurato indirettamente come funzione B * C^2 * D^3 delle misure dei parametri B, C,
D.Le misure di B, C, D sono certamente corrette ed hanno varianze rispettivamente pari a 0.01 0.02 0.03 .
Cosa possiamo dedurre circa la correttezza della misura così operata?
formulare la densità di probabilità della capacità di carico C di un cuscinetto piano che dipende dalla
velocità V secondo la formula empirica C=(k/V)^(1/h) sapendo ke k e h sono costanti note e V è una v. a.
Lognormale di parametri di locazione e scala pari a m ed s

Il tasso di guasto di un dispositivo riparabile è di tipo non omogeneo di Poisson con numero atteso di guasti
M=(t/a)^b.
Valutare la funzione distribuzione dell'intervallo di tempo tra il tempo del primo guasto t1 e quello del
secondo (ancora incognito).

Dava un serie di tempi tra guasti (non ricordo di valori) e chiedeva di applicare un test analitico per valutare
il trend (si applicava il test di Laplace)

2) Un componente nuovo ha affidabilità di tipo weibull. Calcolare la densità di rischio di guasto del
dispositivo quando ha già una vita pari a to

3) Calcolare la funzione tasso di guasto di un sistema stand by con 2 componenti A e B nel caso in cui i tassi
di guasto dei due componenti sono uguali e nel caso in cui sono diversi.

-formulare la densità di rischio di una v.a. "valore minimo" di un campione di n determinazioni di una v.a.
esponenziale di parametro lambda

-mi dava un campione con con 6 misure di 6 prove delle velocità massime di un veicolo
1) calcolare la stima corretta della media e della variaza
2) stimare la probabilità che nelle future 10 prove la velocità massima superi 40 almeno una volta (visto che
nelle 6 prove effettuate non supera 40)

-test di laplace con tempi tra i guasti

-dato un sistema parallelo di 10 componenti uguali e s-indipendenti, il sistema funziona se funzionano


almeno la metà dei componenti. Se l'affidabilità del sistema è uguale a 0.99, quale valore deve avere
l'affidabilità di ogni componente?

 la produzione dello stesso tipo di sfere ha diametri che si discostano dal valore nominale per non più di 20
micron con probabilità dell'80%, secondo una legge normale. calcolare la varianza. Definisco
X=scostamento dal valore nominale;
pertanto: P[-20<=X<=20]=0.8

a questo punto si deve standardizzare la variabile;


l'inghippo sta nel porre l'ipotesi che la media degli scostamenti dal valore nominale sia nulla, in quanto
prodotto in serie da un trickabballakke che non commette errori sistematici (la traccia non lo riporta
esplicitamente, ma il prof. Staiano ha ritenuto corretta questa ipotesi).

Quindi la mia variabile standardizzata è: Z=X/sigma


e la probabilità data diventa: P[-20/sigma <= Z <= 20/sigma] = 0.8

Ora non devo fare altro che entrare in tabella con il valore "uscente" e risalire alla Z.
Sul libro di testo di Erto, i valori tabellati sono riportati, se non erro, per la coda destra della gaussiana;
quindi mi devo trovare il valore dell'integrale corrispondente a Z>=20/sigma e poi risalire a Z dalla tabella.
E' ovvio che P[0<=Z<=20/sigma]=0.4 (perchè la curva è simmetrica rispetto all'asse delle ordinate) e quindi
(essendo tutta la metà dell'area sotto la curva pari a 0.5) P[Z>=20/sigma] = 0.1.
Entro in tabella cercando lo 0.1 tra i valori dell'integrale e vedo a che Z corrisponde, lo sostituisco nella
relazione Z=20/sigma e ricavo sigma; ne faccio il quadrato ed ho la varianza.

1)La probabilità che una lampadina prodotta in serie funzioni è 0.90. Si scopre che le lampadine sono di due
tipi quelle prodotte con il processo A e sono il 60% e quelle prodotte con B il 40%. Sapendo che le
lampadine A hanno una prob di buon funzionamento pari a=0.99 calcolare la probabilità di buon
funzionamento delle B.
2)Data la seguente Pdf si calcoli la Cdf:
f(x)=1/2*exp(-|x|) -infinito < x<+infinito
3)Un satellite viene colpito in media 0.8 volte all'anno. La parte critica è il ricevitore, sapendo che la
probabilità che esso venga colpito è 0.30, quale è la probabilità di colpire il ricevitore almeno una volta in
10 anni.
4)dall'osservazione di un campione di soli 6 elemeti sono state tratte le seguenti rispettive determinazioni
641 668 821 1218 897 999. Fissato un livello di significatività pari a 0.90 è accettabile l'ipotesi che la
popolazione da cui è stato estratto il campione abbia media pari a 900?
5)Un unità riparabile è soggetta a guasti, ed il modello di guasto è un proceso di poisson non omogeneo: si
formuli la probabilità che il numero di guasti in (0, t) sia pari a k, sia pari a 0, sia maggiore di k.
6)Dato 30 campioni di ampiezza 20 estratti da una line adi produzione, sono stati identificati i seguenti
numeri di pezzi difettosi: non li ricordo, però ciò che chiedeva era di costruire la carta di controllo p.

1)
il motore di un sottomarino ha un tasso di rischio pari a 1 guasto ogni 10000 ore di funzionamento. voleva
sapere la probabilità
di ottenere un guasto in una missione di durata 100 ore.

2)
la traccia non la ricordo bene il succo dell' esercizio è lo stesso dell' esercizio 7,16 del libro.

3)
si doveva calcolare la media del tempo di attesa al prossimo guasto di un sistema descritto da un PNOP
sapendo che il sistema aveva una funzione tasso di guasto nota che aveva una vita di t_0 e che fino a t_0
aveva subito k guasti.

4)
sistema stand-by formato da tre componenti. valutare l' affidabilità del sistema supponendo che i singoli
componenti abbiano affidabilità R_a, R_b, R_c e che anche il commutatore può guastarsi e che abbia
affidabilità R_d.

1)le prime 421 pagine di un testo contengono 473 errori.Trovo 23 errori nelle successive 15 pagine.Con
quale probabilità scorrerò ulteriori 2 pagine senza trovare errori?

2)supponiamo di aver registrato la seguente sequenza di tempi tra i guasti di un'unità


riparabile:177,65,51,43,32,27,15. Si effettui un test (analitico) per verificare al livello di significatività 1-
alpha=0.05 se la funzione intensità di guasto dell'unita ha andamento costante rispetto al tempo.
1)Esercizio sull'ipergeometrica (era applicabile l'approssimazione binomiale)
2)Esercizio sulle pdf (a*e^-x^2, calcolare il valore di a per cui questa è una pdf)
3)Esercizio sulle normali (quello già postato, in cui ho due pezzi e la var. aleatoria riguarda il tempo, uno ha
media 40 minuti, l'altro 45, voleva sapere quale dei dura ha più probabilità di durare più di 45 minuti (la
risposta è ovvia per come è posto)
4)Intervallo di confidenza di una binomiale, essendo somma di 100 bernoulliane si doveva applicare il
teorema del limite centrale (sta in pratica già fatto, a parte i dati, sul libro al capitolo 9, paragrafo sugli
intervalli di confidenza)
5)PNOP, media tra t1 e t2 (mi ha dato la z(t), che era una power law), affidabilità tra t1 e t2, con annessa
relazione con la media di cui sopra, inoltre sapendo che T1=t1, voleva sapere se e come cambiavano i
risultati di cui sopra (non cambiavano essendo gli intervalli (0,t1), (t1,t2) separati, e quindi per la proprietà
dei PNOP di incrementi indipendenti, appunto non variavano le valutazioni fatte sopra
6)Sollecitazione-Resistenza, conoscevo medie e varianze di Z ed S, ma non conoscevo le distribuzioni,
voleva sapere come potevo reperire informazioni sull'affidabilità (Z>S). Ho definito la variabile X=Z-S, di cui
posso calcolare almeno media e varianza. Ho scritto Chebyshev per questa X, e la formula del valore
assoluto di (X-mux) l'ho esplicitata, in modo da porre il membro di sinistra >=0 per avere la relazione del k
per cui possa parlare di affidabilità, mi usciva tipo k<mux/sigmax

- Esercizio sulla v.a. binomiale (era un vero e proprio esercizio in quanto si trattava di una semplice
applicazione del modello binomiale)
- Su 4 apparecchi di prova vengono testati dei relais in termini di numero di cicli al guasto. Tutte e quattro le
macchine sono dotate di contatore e ogni volta che su una macchina si verifica un guasto il relais viene
sostituito e uno integro ne prende il posto (senza che però il contatore della macchina venga azzerato). Le
prove vengono interrotte quando il contatore dell'apparecchio di prova segna 18000 giri. I risultati delle
prove sono i seguenti (non ricordo i valori precisi, ma non è importante): 1) 3900 2) 2100, 6800, 12300 3)
13090 4) 1200. Supposto che i relais abbiano vite di tipo esponenziale, stimarne il MTTF.
- Problema teorico sul processo non omogeneo di Poisson. Supposta nota la funzione intensità di guasto
lambda(t), calcolare il valore atteso del waiting time (al tempo t_zero), sapendo che prima di t_zero si sono
verificati k guasti.
- Formulazione di una carta di controllo di tipo c.

) esercizio sulla probabilità (lo trovate nel post di prob e statistica vecchio ordinamento, quello dei 4
dispositivi in serie che ricevono e trasmettono bene con prob 0.9)
2) Esercizio sulla v.a Esponenziale
3)Gaussiana
4) Esercizio sugli errori di misura (altimetri)
5) Funzione tasso di accadimento dei guasti
6) Costruire Carta di controllo e Cpk relativa

Un prodotto ha la Pr di causare effetti tossici pari a 0.15. Se somministro questo prodotto ad un gruppo di
100 persone qual'è la Pr che più di due persone abbiano effetti tossici ?

(Ho fatto una binomiale come 1- sommatoria per y da 0 a 2 di parametri n = 100 e p = 0.15 )

2) Un condensatore ha una capcità pari a Y = 3600 / X con X v.a gaussiana con media 10000 e scarto 500.
calcolare la Pr che da un gruppo di 10 condensatori estratti a caso almeno 3 hanno capacità minore di
0.34268
( Io l'ho standardizzata...ma a cazzo in quanto non sapevo come standardizzare quella trasformata. Ho fatto
di tutto per farmi uscire un valore da cercare in tabella )

3) Per 30 giorni successivi vengono controllati 20 esemplari di prodotti. I numeri di difetti riscontrati sono:
( c'erano 30 numeri compresi tra 1 e 4 ). Adottando una binomiale trovare la carta di controllo dei difettosi

( Io non sapevo come adottare sta binomiale e ho fatto solo la carta di controllo calcolandomi la media,
scarto e limiti superiori ed inferiori)

4) Con riferimento ad un processo di guasto non omogeneo di Poisson si esprima la Pr stocastica che lega
l'incremento di numeri di guasto in un certo intervallo ( t0, t) rispetto al numero di guasti registrati in
precedenza (0, t0)

5) Se il tasso di guasto di un certo tipo di elicottero è pari ad un guasto ogni 30000 ore di volo, quanti
incidenti sono attesi ogni mille missioni di 2 ore ciascuna ? Da premettere che in ogni missione ci può essere
al più un guasto

1) vengono prodotti dischi di precisione con sigma^2=16 micrometri^2. Quanti dischi devo estrarre per
trovare uno cn un errore minore di 7.5 micrometri con una probabilità del 99.9%

2) il secondo era sul test d'ipotesi, in cui le ipotesi erano H0={sigma1^2=sigma1^2} e H1={sigma1^2 >
sigma2^2}, essendo stati presi due campioni n1=n2=16 elementi aventi rispettivamente varianze
S1^2=0.00046 e S2^2=0.00023; si dv calcolare l'intervallo al livello di significatività 1-alfa=0.95

3) un sistema funziona per t=580 ore. E si verificano i guasti dopo 15 27 32 43 51 65 177 ore. Trovare un
test (analitico) per confermare o meno che lambda(t)=costante con un livello di significatività 1-alfa=0.05

4) Un sistema è composto da 5 elementi A con probabilità di funzionamento Ra(t) e 3 B con probabilità di


funzionamento Rb(t) trovare l'affidabilità del sistema nel caso in cui tutti gli elementi siano in serie, nel caso
in cui debbano funzionare almeno 3 di tipo A e 1 di tipo B.

1) Pr(x< 7.5) = ( (x-mu)/sigma < 7.5/(4*rad(n)) = 0.99 ) dalle tab trovi u per alfa = 0.01 e poi ti calcoli n da u =
7.5/(4*rad(n))

2) per prima cosa calcoli F1 e F2 dalle tab di fisher con alfa 0.05 e ni=15 poi (F1<
(S1^2/S2^2)*(sigma2^2/sigma1^2) < F2 ) ti ricavi il rapporto tra le sigma..se è 1 è vera l'ipotesi nulla

3) test di laplace

4) a) Rtot =Ra(t)^5*Rb(t)^3 b) Rtot = [SUM(i=3,5) Cn ( 5 , i )* Ra^i*(1-Ra)^(5-i)] * [SUM(i=1,3) Cn ( 3 , i )*


Rb^i*(1-Rb)^(3-i)

- Due dispositivi che hanno una durata di funzionamento distribuita secondo una gaussiana con media e
varianza pari rispettivamente a m1=45, m2=40, var(1)=9 e var(2)=36. Quale dei 2 dispositivi è preferibile
usare per una prova di 45 minuti?
- Su 100 pazienti 40 sono guariti. Usa la variabile aleatoria binomiale e trova l'intervallo di confidenza di p a
livello 1-alfa =0.95;

- Il processo di guasto di un sistema è un PNOP che ha una funzione media pari a:(t/a)^b. Calcolare il
numero atteso di guasti in (t1,t2) e la probabilità di non avere guasti nello stesso intervallo. Come cambiano
le valutazioni precedenti nell'ipotesi in cui c'è stato un guasto nell'istante t1 ed è stato subito riparato?

- Calcolare l'affidabilità R=Pr(Z>S) note media e varianza delle 2 variabili aleatorie di cui non è nota la
distribuzione.

1) Calcolare la probabilità che la variabile aleatoria X sia compresa tra 100 e 500 sapendo che: la posizione
impostata è quella centrale. C'è un errore sistematico di -50 e uno scarto tipo di 100
2)Valutare l'intervallo di confidenza d al livello di significatività di 0.90 della media di un campione di 30
elementi sapendo che: media campionaria=90, varianza campionaria=25.
3)Formulare il tasso di guasto di un sistema composto da un elemento in serie ad un parallelo di due altri
elementi.
4)Modello sollecitazione resistenza. Formulare la probabilità che il sistema sopporti la sollecitazione
imposta.

1) I soggetti di una certa popolazione presentano i "caratteri" A B e C nelle percentuali 10,20 e 30


rispettivamente. Gli abbinamenti AB,AC e BC sono presenti nelle percentuali 2,3 e 6 . La concomitanza dei
tre caratteri si presenta nella percentuale 1. Si valuti la probabilità di incontrare un soggetto che abbia
almeno due dei suddetti caratteri.

2)La v.a X ha media (3/2)a e pdf:

f(x)=(3/a)(a/x)^4 0<a=<x<=inf
se ne calcoli la varianza.

3)La probabilità di guarigione con la cura A è 0.2 e con la cura B 0.3. Due gruppi di nA=1700 ed nB=2100
pazienti sono sottoposti rispettivamente (ed indipendentemente) alla cura A ed alla cura B. Si valuti la
media e la varianza della differenza tra le frazioni di guariti dei due gruppi.

4)La valutazione di un certo indice effettuate su due distinti ed indipendenti gruppi di soggetti hanno
fornito rispettivamente i seguenti risultati:
I)1.21 - 2.10 - 1.33 - 1.05 ; (xbar=1.42 - s=0.46)
II) 1.93 - 2.39 - 3.04 - 2.21 - 2.47 - 2.75 ; (xbar=2.46 - s=0.39)

A quale livello di significatività si può rigettare l'ipotesi secondo cui le due popolazioni hanno eguale
varianza? Si elenchino tutte le eventuali ipotesi, aggiuntive, che sono state fatte per risolvere l'esercizio.

5) Supponiamo di aver registrato la seguente sequenza di tempi tra i guasti di un'unita riparabile :
15,27,32,43,51,65,177. Si effettui un test analitico per verificare a livello di significativita 1-alfa: 0.95 se la
funzione intesita di guasto dell'unita ha andamento costante rispetto al tempo.

6) Esercizio 15.23 del libro (carta di controllo a limiti variabili)


1) Formulare la densità di probabilità della capacità di carico C di un cuscinetto piano che dipende dalla
velocità V secondo la formula empirica C=(k/V)^1/h sapendo che k e h sono costanti note e V è una v.a.
Lognormale di parametri di locazione e scala 'm' ed 's'
2)Lo s.q.m. del carico di rottura in (kg/cm^2)^2 di un tipo di barre d'acciaio risulta in un campione di n=13
pezzi essere uguale a 19.2. Si verifichi l'ipotesi H0={sigma^2=15} contro quella alternativa {sigma^2>15}
fissando un livello di alfa pari a 0.05. Si giustifichino le eventuali ipotesi utilizzate.
3)Conducendo una prova di durata di 420 ore abbiamo registrato la seguente sequenza di guasti di un'unità
riparabile: 177, 65, 51, 43, 32, 27, 15. Si effettui un test analitico per verificare al livello si significatività alfa
0.05 se la funzione intensità di guasto dell'unità ha andamento costante rispetto al tempo.
4)Formulare l'affidabilità di un sistema ridondante "in attesa" nell'ipotesi che inizialmente sia attivato il
ramo superiore costituito dal componente A, e che il ramo in attesa sia costituito dal parallelo dei
componenti B e C.

15.19

Sia X una v.a. Normale con media incognita e varianza sigma^2=4. Disponendo di un campione casuale di
n=12 elementi, sulla base del test delle ipotesi H1=(mu=3), si determini il rischio di II specie se
X(segnato)<0.77

Sia X una v.a. Normale con media incognita e varianza sigma^2=4. Disponendo di un campione casuale di
n=12 elementi, sulla base del test delle ipotesi H1=(mu=3), si determini il rischio di II specie se
X(segnato)<0.77

Data una fuzione di poisson sul'intervallo di tempo t con k riparazioni fissate calcolare la distribuzione del
tempo di funzionamento

Sia A = B C^2 D^3


mu(B)=2; mu(C)=3.1; mu(D)=4
Var(B)=0.01; Var(C)=0.02; Var(D)=0.03

Calcolare mu(A) e Var(A)

Si sa che la media in un ora delle chiamata X a un call center è 0.0005*n dove n è il numero degli abitanti
serviti. Se n=500000 si calcoli il valore atteso del costo Y in un giorno sapendo che Y=3X.

X è una v.a. di Poisson e per la riproducibilità di questa v.a. la media in un giorno è mu(x)=24*0.0005*n.
Sempre per la proprietà di riproducibilità anche Y è una v.a. di Poisson con valore mu(y)=3*mu(x).

2) Dato un campione di 16 lampade la vita media è 3000h e lo scarto tipo 20.La vita è una v.a. gaussiana di
media e varianza incognita. Determinare l'intervallo di confidenza per la varianza al livello 0.90.

Analogo all'esempio del libro. Si può rosolvere utilizzando come funzione ancillare una chi-quadrato con n-
1=15 g.d.l..

3) Date 3 unità riparabili ognuna descrivibile come un POP di parametro mu=0.001 determinare la
probabilità che si verifichino 4 guasti nelle prime 10h. Determinare inoltre la probabilità che si verifichino 4
guasti nelle successive venti ore.
Sempre per la riproducibilità della v.a. di Poisson il processo complessivo è un POP di parametro
mu=3*0.001. Per quanto riguarda la seconda domanda poichè il POP è "senza memoria" il num. di guasti
nelle ore successive dovrebbe essere indipendente da quanto successo prima.

4) Data la v.a. u=a*x+b*y+c*z con a,b,c=cost e x,y,z v.a. con varianza rispettivamente pari a Va, Vb e Vc
determinare la varianza di u.

Un call center riceve in media 60 chiamate all'ora. Qual'è la probabilità che non riceve telefonate nei
prossimi 30 secondi dato che nell'ultimo minuto non ha ricevuto telefonate.

2. X è una v.a. Normale di media incognita e varianza sigma^2=4. Disponendo di un campione di n=12
elementi in relazione al test di ipotesi con H0 = {mu0=2} si determini il rischio di 1 specie corrispondente
alla seguente regione di accettazione: X(segnato) < 3.25

3. La probabilità di consumare esattamente j lampadine (j=0,1,2...,n) per assicurare la continuità di


illuminazione per t ore è una quantità nota pari a Pj(t)=P[N(t)=j]. Qual'è la probabilità che il tempo di
illuminazione assicurato da un fissato numero k di lampadine sia superiore a t.

4. Era una carta di controllo di tipo p. ( ho seguito l'esempio del libro 14.4)

)La valutazione di un certo indice effettuate su due distinti ed indipendenti gruppi di soggetti hanno fornito
rispettivamente i seguenti risultati:
I)1.21 - 2.10 - 1.33 - 1.05 ; (xbar=1.42 - s=0.46)
II) 1.93 - 2.39 - 3.04 - 2.21 - 2.47 - 2.75 ; (xbar=2.46 - s=0.39)

A quale livello di significatività si può rigettare l'ipotesi secondo cui le due popolazioni hanno eguale
varianza? Si elenchino tutte le eventuali ipotesi, aggiuntive, che sono state fatte per risolvere l'esercizio.

1)
Un fiume ha una portata media annua di 82 m^3/sec ed uno scarto di 40m^3/sec.
Assunto il modella di v.a. normale calcolare la portata che ha probabilità dell'1% di non essere superata.
Il risultato giustifica l'asserzione fatta?

2)
In un PNOP la probabilità che il tasso di guasti k registrati al tempo t0, aumenti di j unità nell'intervallo
(t0,t0+w) dipende dal valore di k?

3)
Siano 5 unità s-indipendenti di cui non si conosce lo schema logico.
Siano a,b,c,d,e i loro tassi di rischio
Calcolare affidabilità e vita media minime.

4)
Sono state effettuate 30 misure aventi come x=10400m ed S=85m.
Assunto il modello normale con mu e sigma, calcolare il livello di fiducia sull'intervallo simmetrico [0.999*x;
1.001*x].

Tre operai devono provvedere alla manutenzione di ripristino di 15 macchine che lavorano
indipendentemente. L'affidabilità di ciascuna macchina, per un giorno di lavoro, è pari a 0.98. Si calcoli la
probabilità che la squadra venga impiegata al completo ed il numero medio di operai impiegato ,
supponendo che ogni intervento di ripristino impegna un solo uomo e dura comunque sino alla fine del
giorno lavorativo.

2) Le concentrazioni di uranio sono misurate in 12 provini (e mi dava i 12 valori). Supponendo di estrarre un


altro provino, si determini un intervallo di valori (simmetrico rispetto alla media) che contenga con
probabilita almeno 0,70 il valore della concentrazione di uranio che sarà in esso rilevato (si assuma che
media e varianza campionaria approssimino bene media e varianza della popolazione).

3) Il processo di guasto del PNOP di una unita riparabile ha una funzione media distribuita come (t/a)^b .
Vuole il numero medio di guasti nell'intervallo (t1,t2) (senza valori) e la probabilità di non avere i guasti
nello stesso intervallo. Poi chiede come cambiano le due valutazioni di prima (incondizionate) ( quindi il
num. med. di guasti e la stessa probabilià) se ci è stato un guasto nell'istante t1 ed è subito stato riparato.

4) Carta di controllo tipo p

 Un centralino riceve X=n° telefonate al giorno e mediamente X=0.0005*n chiamate con n=n° persone da
servire. Se viene
creato un centralino che deve servire 500000 persone quale sarà il valore atteso del costo Y se Y=3X^2?
- Ci sono 3 dispositivi ognuno con intensità di guasto costante pari a 0.001. Qual è la prob che ci siano 4
guasti (globalmente)
in 10h e qual è la probabilità che ce ne siano 4 nelle successive 20h

 - c'è un lotto di 80 elementi con 4 difettosi... si accetta il lotto se estraendone 5 non se ne trova nessuno
difettoso... valutare probabilità di rifiutare il lotto
2 - mi dava una f(x) e mi chiedeva di valutare il parametro a perchè sia effettivamente una pdf (bastava
porre integrale = 1)
3 - due dispositivi hanno una media di 40 e 45 rispettivamente... con varianza 9 e 36 rispettivamente
valutare quale dei due è migliore per una prova di 45 minuti
4 - di 100 pazienti ne guariscono 40... approssimare variabile bernulliana a gaussiana e valutare un
intervallo di fiducia per lo stimatore di p ... c'è un esercizio in cui cambiano solo i numeri nel capitolo 9
5 - date funzioni media di un PNOP mn = (t/a)^b valutare il numero atteso di guasti tra t1 e t2 e la
probabilità che tra t1 e t2 non ci siano guasti
6 - sollecitazione resistenza con distribuzione non nota, conoscendo solo media e varianza della S e Z ...
dovevo valutare Pr(S<Z)

-formulare la h(t), della v.a. valore minimo in un campione di n determinazione di una variabile aleatoria
Esponenziale di parametro lambda;
-test di Laplace;
-calcolare l'affidabilità dei singoli componenti, supposti uguali, di un sistema parallelo parziale di 10
elementi che funziona bene se ne funzionano almeno 5.
-calcolare media e varianza di un processo noto;

in un test di Laplace cosa si intende per "utilizzando la posizione grafica F(ti)=i/(n+i) e la seguente serie di
ti=9 19 27 35 40 45 verificare se il processo é POP"

) Giocando tre numeri su una ruota qual è la probabilità di vincere un terno o un ambo?

2) Si supponga di conoscere la Mgf di una v.a. X:

Φ(t)=(0,4e^t + 0,6)^8

Si valuti la Mgf della v.a. Y=3X+2

3) Un motore marino accusa un numero medio di guasti pari a 1 ogni 10000 oredi funzionamento. Si calcoli
il rischio connesso all'impiego di detto motore
per una traversata di 100 ore, condotta senza alcuna possibilità di poter provvedere ad eventuali riparazioni
del motore.

4) Un campione casuale di16 lampade è stato provato a durata denunciando una vita media di 3000 ore con
uno scarto tipo di 20 ore. Assumendo un modello di Cdf
delle durate di tipo Normale, di parametri μ e σ, si valuti la probabilità che l'errore della media stimata sia
inferiore a 10 ore in valore assoluto nell'ipotesi che σ=s=20.

5) Un'unità riparabile è soggetta ad un processo di guasto ben rappresentato da un modello di processo


non omogeneo di Poisson con funzione intensità nota.
Si deduca la formulazione della media del tempo di attesa del prossimo guasto supponendo che il sistema
abbia un età t0 e che il numero di guasti già registrati sia pari a k.

6) Formulare l'affidabilità di un sistema in attesa, di componenti A, B, C le cui funzioni affidabilità sono note
Ra(t), Rb(t) e Rc(t), nell'ipotsi che inizialmente sia attivato il componente A
e che il commutatore D abbia un'affidabilità Rd(t) dipendente dal tempo.

Due persone possono arrivare in un determinato luogo in un qualsiasi istante di un intervallo di tempo di
lunghezza t. Se x è l' istante di arrivo della prima persona ed y>x quello della seconda, si individui l' insieme
dei punti del piano (di coordinate x ed y) che rappresenta tutti gli eventi possibili e, quindi, si calcoli la
probabilità che la prima persona debba aspettare l' altra per un tempo non superiore a d.''

1) registriamo un ritorno in garanzia ogni 50 generatori prodotti. Per ogni ritorno in garanzia ci rimettiamo
300€. Considerando che la prossima commessa sará di 12 generatori calcolare la probabilitá di rimettere
piú di 1000€.
Esercizio semplice da risolvere con la va binomiale.
2) abbiamo piantato 30 alberi, ma 8 di questi non hanno attecchito!
Approssimando adeguatamente con la va binomiale scrivere il livello di confidenza per p a livello 1-
alfa=0.95
Esercizio su intervallo di confidenza dal parametro di una binomiale, approssimando con la funzione
ancillare U (occhio alle ipotesi)
3) nota la funzione distribuzione Fk(t) (tempo di illuminazione assicurato da k lampadine), calcolare la
probabilità che siano Esattamente N le lampadine utilizzate al tempo t.
Scrivere semplicemente la relazione (14.38) del libro ed eventualmente particolareggiarla per il caso POP
4) esercizio su carta di controllo p a limiti variabili uguale a quello numero (15.20) del libro

1)Un'urna contiene 3 palline.Vengono verniciate a caso due di nero e una bianca, e vengono inoltre
numerate da 1 a 3.Calcolare la probabilità che la prima estratta sia nera e abbia il numero 2.

2)un campione X ha valore nominale 1g e scarto tipo 0.1 g.10 componenti vengono pesati su una bilancia
contemporaneamente.La bilancia fornisce un errore di misura sistematico con scarto 0.02g.Calcolare lo
scarto tipo sul valore nominale dei 10 g.

3)un lotto comprende 1000 componenti.La probabilità di trovarne uno guasto è pari a 0,001.Si valuti la
probabilità di trovare almeno 2 componenti guasti.

4)era un test d' ipotesi sul confronto di medie di 25 lampadine. Lo scarto era incognito, e forniva una stima
di questo(si dove applicare quindi la variabile di Student).Scopo dell' esercizio era determinare il valore
critico della funzione X

5)PNOP con media (t/a)^b.Determinare numero medio di guasti e affidabilità nell' intervallo (t1,t2),
supponendo che in t1 è avvenuto un guasto e che l' unità sia stata subito riparata

6)Determinare il numero di componenti x guasti di un sisema stand-by con n componenti con uguale tasso
di rischio di valor costante(era dato come suggerimento di considerarlo come un processo stocastico
puntuale, quindi un omogeneo di Poisson)

Ho una sfera contenente 15 palline bianche, 10 rosse, 5nere.


Calcolare la probabilità di estrarre senza rimessa 3 palline, avendo però una bianca che precede sempre la
prima nera, non per forza immediatamente.

3) La "forma" del modello gaussiano di media mu=2 e scarto tipo sigma=1.5 sembra adeguata a descrivere
la curva di mortalità di alcuni componenti. Si modifichi la funzione densità di probabilità in maniera da
rendere il modello compatibile col fatto che la variabile cui esso deve essere associato è certamente
positiva e se ne formuli il corrispondente MTTF.

4) Un produttore di lampade sa che la durata delle lampade che produce è distribuita normalmente con
scarto tipo sigma=100 h. Dovendo indicare la durata media delle lampade,, ne preleva a caso 36 ed esegue
su di esse una prova di durata ottenendo una vita media di xbar=1420 h. Quale valore della vita media
indicare con un rischio pari ad alfa=0.05 di essere smentito?

5) Il tempo di produzione assicurato da j utensili utilizzati in successione ha una funzione di distribuzione


Fj(t) = F(Tj<=t) = 1 - exp[-(t/j)^b];
formulare la probabilità che in T=t ore di produzione continua sia necessario cambiare esattamente k volte
l'utensile.

6) Sia dato un sistema ridondante con 5 unità in attesa, ciascuna con tasso di rischio lambda =0.01 ore^-1.
Si calcoli l'affidabilità del sistema per 10 ore di funzionamento continuo (suggerimento: si interpreti il
funzionamento di un sistema stand-by come la realizzazione di un PSP).

1)La precipitazione annuale di pioggia sul litorale napoletano è mediamente di 850mm e con sigma 40,qual
è la precipitazione che ha probabilità del 5% di non essere superata?
Io ho applicato Chebychev perché non definiva che tipo di v.a. vi fosse, ma PAlumbo mi ha precisato che era
giusto solo se la probabilità era “al più del 5%”,quindi bisognava fare una gaussiana,per cui dopo avermi
chiesto di definire la Gaussiana,ha preso il testo di Erto e mi ha fatto fare degli esercizi dal libro per vedere
se sapevo leggere le tabelle delle v.a. inferenziali.

2)Date 16 lampadine con vita media 3000 e scarto tipo 20,calcolare l’intervallo di confidenza per la media
con alfa=0.05.
Bisognava applicare una T-student.All’orale mi ha chiseto come si definisce una T-student,differenza con
Gaussiana e ipotesi di partenza per la v.a. a cui si vuole applicare una v.a.inferenziale.

3)Valutare il numero medio di guasti al tempo t per un PNOP e poi l’affidabilità al tempo (t1,t2).Che legame
funzionale vi è tra le due espressioni?
Bastava ricavare le formule al 14°capitolo e valutare che per l’affidabilitàdi un PNOP l’esponente è pari
all’integrale del numero medio di guasti.
Domande relative a questo esercizio,dimostrare il legame tra f.a. di conteggio e di tempo al guasto

4)Stand by con N elementi con Cdf esponenziale.Ricavare affidabilità.


Io l’ho risolto integrando prima per 2 elementi,poi per 3,fino ad ottenere la cdf di un funzione
Gamma.All’orale me l’ha fatto ricavare senza integrazione,come negli esercizi alla fine degli appunti di
Massimiliano Giorgio.

- data una distribuzione esponenziale di parametro lambda, definire media e varianza delle v.a. "somma" e
"valore medio".
- esercizio sull'errore di misura identico al 6.18 (anche nei numeri)
- PNOP: definire la funzione numero atteso di guasti in (0.t) e (t1,t2); ricavare l'affidabilità in (t1,t2) e
definire il legame con il numero atteso di guasti.
- sistema stand by con A in funzione e B in attesa: ricavare la densità di guasto nel caso di vite esponenziali
di parametro comune lambda.

calcolare il MTTF di una weibull con:a) il metodo della massima verosimiglianza b) uno stimatore corretto.
Avevo a disposizione un campione di t, io alla a) gli ho semplicemente scritto la definizione del MTTF
applicata alla W. , anke perchè i parametri alfa e beta li avevo già calcolati con la massima verosimiglianza,
mentre alla b) ho fatto la media aritmetica.

Si formuli (senza fare calcoli) la funzione generatrice dei momenti del quadrato di una variabile aleatoria
Uniforme (cioè Rettangolare) definita nell'intervallo (a,b).

1. Esercizio in cui si chiedeva di calcolare media e varianza della differenza di due v.a
2. Dati due campioni s-indipendenti, di differente ampiezza, di cui si conoscono le rispettive medie e
varianze campionarie, effettuare un test d'ipotesi sull'uguaglianza delle varianze delle popolazioni da cui
sono estratti i due campioni
3. Test di Laplace
4. Carta di controllo c
)Conducendo una prova di durata di 420 ore abbiamo registrato la seguente sequenza di guasti di un'unità
riparabile: 177, 65, 51, 43, 32, 27, 15. Si effettui un test analitico per verificare al livello si significatività alfa
0.05 se la funzione intensità di guasto dell'unità ha andamento costante rispetto al tempo.

- Su 4 apparecchi di prova vengono testati dei relais in termini di numero di cicli al guasto. Tutte e quattro le
macchine sono dotate di contatore e ogni volta che su una macchina si verifica un guasto il relais viene
sostituito e uno integro ne prende il posto (senza che però il contatore della macchina venga azzerato). Le
prove vengono interrotte quando il contatore dell'apparecchio di prova segna 18000 giri. I risultati delle
prove sono i seguenti (non ricordo i valori precisi, ma non è importante): 1) 3900 2) 2100, 6800, 12300 3)
13090 4) 1200. Supposto che i relais abbiano vite di tipo esponenziale, stimarne il MTTF

1) sottoponendo una unità riparabile ad una prova di 850 ore si è osservata la sequenza di tempi tra i guasti
vista in tabella (in ordine cronologico). Utilizzando il test di laplace si verifichi se è possibile rifiutare l'ipotesi
che il trend a cui il processo del sistema in esame è soggetto sia di tipo accidentale (assenza di trend).

2)Si sa che la legge di mortalità di alcuni dispositivi è certamente di tipo Weibull. Si dispone dei seguenti
tempi di guasto (relativi ad altrettanti esemplari di detto tipo di dispositivi): 0.11,0.25,0.83,1.32. Si imposti il
calcolo degli stimatori di massima verosimiglianza dei parametri di scala alpha, e di forma, beta, del
modello. Si ricavi una stima del tempo medio al guasto ( MTTF = alfa gamma(1+1/beta): a) utilizzando il
metodo della max verosimigl (si suppongano note la stima di max verosimigl alphasegnato e betasegnato,
dei parametri alpha e beta). b) utilizzando uno stimatore corretto.

3)Di due variabili aleatorie X e Y, si conoscono rispettivamente le medie mx e my e le varianze Vx e Vy


nonchè il coeff di correlazione ro. Si vuole conoscere la varianza della loro combinazione lineare z=bx+ay.

Un unità riparabile è soggetta ad un processo di guasto ben rappresentato da un modello di processo non
omogeneo di Poisson con funzione di intensità nota. Si deduca la formulazione della media del tempo di
attesa del prossimo guasto supponendo che il sistema abbia un età t_0 e che il numero di guasti già
registrati sia pari a k.

si hanno 11000 lampadine con stessa affidabilità esponenziale con media pari (mttf=800ore).
Qual'è il tempo medio di attesa al primo guasto di una lampadina??
Con quale probabilità la seconda si guasterà prima del tempo di 100ore??

1) test di laplace classico con assegnati i tempi tra i guasti


2) stima non parametrica su campione censurato nei tempi uguale all'esercizio che sta negli appunti di m.
giorgio
3) dati 21 componenti s indipendenti che funzionano ininterrottamente in un anno e data Pr(iesimo
guasto)=pk k=1...21 calcolare media e varianza del numero di componenti che si guasta
4) carta di controllo sulla media...strana, chiedeva solo di formulare le regole del controllo per alpha=0.003
nel caso il processo presenti una deriva sulla media.

Una ditta deve testare 4 relais. Vengono riportati i numeri di cicli al guasto e viene supposto che i relais
sono riparabili e che una volta riparati ripartono dallo stesso numero di cicli in cui si erano guastati. I valori
sono: (sono approssimati perché non li ricordo benissimo)
1) 6400;
2) 4800; 12300; 14500;
3) 2400;
4) 8400.
Si valuti il MTTF supponendo che tutti i relais arrivano a 18000 cicli. Inoltre si supponga che la distribuzione
sia esponenziale.

dati 21 componenti s indipendenti che funzionano ininterrottamente in un anno e data Pr(iesimo


guasto)=pk k=1...21 calcolare media e varianza del numero di componenti che si guasta.
All'orale il prof. mi ha fatto fare l'esercizio e si dovevano considerare i 21 componenti come delle va
bernulliane di parametro p=pk, per cui il problema mi chiedeva di determinare media e varianza di
Y=X1+X2+...+X21... bisognava ricordarsi media e varianza di una bernulliana e sommare i vari contributi.
Orale sostenuto con Erto molto tranquillo; ho svolto due esercizi senza errori, uno (formulazione carta di
controllo) parziale e quello di cui sopra sbagliato: totale 28.

1- due persone arrivano nello stesso luogo in un intervallo di tempo t. La prima persona arriva all'istante x e
la seconda all'istante y>x. Riportare su un piano xy tutti i possibili eventi e calcolare la probabilità che la
prima persona attenda la seconda per un tempo non superiore a d.
RISPOSTA: bisognava fare un diagramma xy, limitare il dominio ad un quadrato di lato t e tracciare la retta
y=x. L'insieme degli eventi è rappresentato dal triangolo "superiore" formato da retta e quadrato. Per
quanto riguarda il calcolo della probabilità cercata, bisognava considerare che il tempo di attesa è y-x;
dovendo essere inferiore a d si ha: y-x<d --> y<x+d. Pertanto tracciata la retta y=x+d, la probabilità cercata
era l'area della fetta di piano compresa fra tale retta e quella iniziale y=x. (Forse spiegato così può risultare
difficile da capire, ma facendo il disegno è abbastanza intuitivo)

2 - Calcolare la media della v.a. X con pdf pari a f(x) = (x^m)/(m!) con 0<x<inf.
RISPOSTA: Bastava semplicemente impostare l'integrale per calcolare la speranza matematica delle v.a. X e
poi riconoscere che veniva fuori una funzione Gamma (la cui definizione si trova nell'appendice matematica
del libro).

3 - I risultati di un test attitudinale si dispongono come una variabile Normale con mu = 50 e sigma^2 = 25.
Per superare la prova il risultato deve essere maggiore di 60. Calcolare la probabilità che esaminando 20
persone ce ne siano 2 idonei.
RISPOSTA: in questo caso bisognava utilizzare il modello di v.a. binomiale negativa, dove però l'unica
incognita era la probabilità p che si doveva ricavare con una v.a. Gaussiana (essendo noti media e varianza
dei dati) imponendo che il valore della variabile fosse maggiore di 60 (in quanto questa era la condizione
per superare il test). Il risultato ovviamente si ricava dalle tabelle.

4 - Un campione di n = 12 componenti meccanici ha diametro con x-segnato = 15.6 cm e s = 0.38 cm.


Calcolare l'intervallo di confidenza al livello 0.95 della varianza della popolazione da cui è estratto il
campione considerando che i pezzi della popolazione hanno distribuzione Gaussiana.
RIPOSTA: è un tipico esercizio di intervalli di confidenza (svolti sul libro) sulla varianza della popolazione.
Quindi bisognava usare come funzione ancillare la chi quadrato. In pratica l'esercizio era simile all'esempio
9.13 del libro.

5 - Un insieme di 11000 lampadine ha una vita media di 800 ore. Calcolare il valore medio dell'intervallo di
tempo al primo guasto. Calcolare la probabilità che la seconda lampadina si guasti prima di 100 ore.
RISPOSTA: avendo vita media, ho considerato che la funzione di affidabilità fosse di tipo esponenziale e
quindi ho detto che il valore medio di tempo al primo guasto era proprio di 800 ore (anche se la prof non mi
sembrava troppo convinta alla fine mi ha dato ragione). Per la seconda richiesta ho utilizzato la formula
14.60 del libro (p. 483) dove z(t) = 1/800, k = 2 e t = 100.

6 - Dato un sistema costituito dalla serie di un componente A e dal parallelo di due componenti B e C, si
calcoli il tasso di rischio del sistema noti i tassi di rischio dei singoli componenti, indicati rispettivamente con
a,b e c.
RISPOSTA: in questo caso ho calcolato prima l'affidabilità del sistema come indicato sulle dispense indicate
dal prof, moltiplicando le affidabilità nel caso della serie e moltiplicando le funzioni (1 - F) nel caso del
parallelo. PER FARE CIO' HO DOVUTO IPOTIZZARE NOTE LE AFFIDABLITA' DEI COMPONENTI! Quindi nota la
relazione che lega l'affidabilità al tasso di rischio h(t) = f(t)/R(t) --> R(t) = f(t)/h(t) ho sostituito questa
espressione al posto delle diverse R nella relazione dell'affidabilità del sistema calcolata prima, per ogni
componente ,considerando che hA = a, hB = b, hC = c. (Ho dovuto supporre note anche le f!). Anche in
questo caso la prof sembrava titubante, ma alla fine me l'ha data per buona

- Su 4 apparecchi di prova vengono testati dei relais in termini di numero di cicli al guasto. Tutte e quattro le
macchine sono dotate di contatore e ogni volta che su una macchina si verifica un guasto il relais viene
sostituito e uno integro ne prende il posto (senza che però il contatore della macchina venga azzerato). Le
prove vengono interrotte quando il contatore dell'apparecchio di prova segna 18000 giri. I risultati delle
prove sono i seguenti (non ricordo i valori precisi, ma non è importante): 1) 3900 2) 2100, 6800, 12300 3)
13090 4) 1200. Supposto che i relais abbiano vite di tipo esponenziale, stimarne il MTTF.

1) in un urna ci sono 3 biglie numerate da 1 a 3 e vengono dipinte casualmente 2 in nero e l'altra in bianco.
Qual'è la probabilità di pescare la biglia 2 e che sia colorata di nero?

2)un comoonente è realizzato con sigma_x=0.1g , il suo valore nominale è 1g. Dieci pezzi vengomo pesati
insieme da una bilancia che ha sigma_y=0.02g costante in tutto il range di lavoro. Qual'è lo scarto sigma_z
rispetto al valore nominale 10g della pesata dell'insieme dei 10 componenti.

3)un sistema è formato da 1000 pezzi i cui guasti sono s-indipendenti con probabilità p=0.001 Qual'è la
probabilità di avere almeno 2 guasti?

4)la fabbrica light produce un tipo di lampadine con mu_0=1500h. Si pensa che il nuovo processo di
produzione aumenti la durata delle lampadine. Vengono fatti test su 25 lampadine. Verificare l'ipotesi
H_0=(mu=mu_0=1500h) contro l'ipotesi alternativa H_1=(mu>mu_0=1500h). Viene stimato uno scarto tipo
di 100h, calcolare il valore critico Xsegnato con alfa=0.05

5)considerare un processo non omogeneo di poisson PNOP con funzione media (t/a)^b si ipotizzi un guasto
al tempo t1 e si calcoli il numero medio di guasti tra (t1 , t2) e la probabilità di zero guasti nello stesso
intervallo

6)si calcoli la funzione distribuzione del numero di guasti x in (0, t) appartenente ad un sistema stand-by
formato da n componenti uguali (attivi in sequenza) tutti con tasso di rischio costante lambda. Su
quest'ultima domanda vi era un cosiglio che diceva di interpretarlo come un processo stocastico puntuale.

Calcolare densità di rischio h(t) della v.a. valore massimo di un campione di dimensione n formato da
variabili aleatorie esponenziali di parametro lamda
1)"Ci sono 150 auto e una serie di 10 pali disposti perpendicolarmente alla traiettoria delle auto.
La probabilità di colpire un palo è 10−5 ed è uguale per tutti i pali.
Ogni auto può colpire al max un solo palo.Calcolare la probabilità che la 100esima auto colpisca un palo e le
altre passino indenni.
Le auto passano una alla volte ed indipendentemente"
2) fare la media di una v.a. X data la pdf (non ricordo però l'espressione della pdf)
3) Data la sollecitazione S=80 kg/cm2 e una resistenza di cui conosciamo media mu=120kg/cm2 e sigma= 25
kg/cm2, calcolare la probabilità di rottura.
4) Dato un campione casuale qual è il valore da attribuire a k in modo che lo stimatore s^2={kΣ((X i+1 -
Xi)^2} sia corretto
5)P.O.P con lambda= 0.0001. a)Calcolare la probabilità di dover effettuare 2 interventi di manutenzione in
un tempo di 10 ore. b)Sapendo che nelle 10 ore ci sono stati 2 interventi di manutenzione calcolare che non
ci sia stato nessun danno nelle prime 4 ore.
6) carta di controllo c

1) Provando a durata un campione casuale di 16 lampade e calcolata la vita media di 3000 ore e uno scarto
s di 20 ore, assumendo un modello cdf della durata di tipo normale si valuti l'intervallo di confidenza di
sigma al livello 1-alfa = 0.9.

2) Sia u= ax+by+cz la prestazione di un sistema linearmente indipendente dai paratetri di progetto x y e z.


Qual'è la varianza di u supponendo note quelle dei parametri suddetti Vx Vy e Vz ?

3)Un servizio clienti risponde ogni ora a x chiamate pari mediamente a 0.005 x n con n pari al numero di
cittadini. Dovendo impiantatare un nuovo servizio identico con n= 500000 cittadini, si calcoli il valore atteso
del costo Y del servizio per un giorno essendo Y=3X^2.

4) Da3 dispositivi riparabili e sorvegliati continuamente, ognuno di loro ha una funzione intensità costante e
pari a 0.001 guasti/ora. Valuta la probabilità di effettuare ( sui 3 dispositivi ) 4 riparazioni in 10 ore di
funzionamento effettivo e la probabilità di effettuare 4 riparazioni nelle successive 20 ore di
funzionamento.

1- Un sistema costituito è da 4 componenti: A,B,C,D. Il primo riceve un segnale binario corretto (che
indichiamo con +) e lo trasmette al successivo con probabilità 0.9, altrimenti lo inverte (diciamo in -) con
probabilità 0.1. Similmente si comportano anche gli altri componenti.Con quale probabilità il quarto
componente ritrasmetterà un segnale corretto?
SVOLGIMENTO: Allora Io ho fatto un bell'albero con tutti i casi possibili, giusto perché a prima vista non mi
veniva nulla in mente..ho impostato il problema in questo modo: il segnale ricevuto dal generico
componente viene registrato come corretto, quindi se ad es. A inverte il segnale e B riceve un (-) lui lo
interpreta come corretto e lo passerà a Ca come (-) con prob 0.9 o lo invertirà con prob 0.1. Facendomi
quest'albero con tutti i casi ci sono 8 seguenze su 16 per cui D da in uscita un segnale (+). Gli eventi sono tra
loro tutti incompatibili, quindi:
Pr{D (+)} = Unione di tutti e 8 i casi = somma di tutti e 8 i casi
Se questi sono s.-indip. allora ogni caso (che risulta essere intersezione di 4 eventi) sarà il prodotto delle
singole prob
Se questi non sono s.-indip., sapendo che comunque sono incompatibili, usiamo la legge di de Morgan
(pag.69) ed è fatta
Gli 8 casi sono: 1-tutti passano il segnale +; 2-tutti invertono il segnale ricevuto; 3-4-5-6-7-8- due elementi
passano + e due elementi passano - (ovviamente D non passa mai - ma deve essere uno dei due +)

2- Sono date 3 v.a. di Poisson X1, X2, X3 s.-indip. ed è data Y = X1 + X2 + X3. Y è ancora una v.a. di Poisson?
SVOLGIMENTO: Io ho applicato semplicemente la regola delle Mgf per cui la Mgf della somma di n v.a. s.-
indip. con stessa Cdf è pari al prodotto delle singole Mgf. Il prof mi ha chiesto di farlo con le formule di
trasformazione, quindi:
Phi_Y(t) = E{e^(tY) = E{e^t(X1 + X2 + X3)} = E{e^(tX1) * e^(tX2) * e^(tX3)} = poiché sono s.-indip. = E{e^(tX1)}
* E{e^(tX2)} * E{e^(tX3)}
Da qui basta dire che la v.a. di Poisson è riproducibile, scrivere la Mgf delle singole Poisson e mettere in
comune i coeff. mi (come sul libro)

3- Vengono effettuate due misurazioni indipendenti con uno stesso strumento che ha errore sistematico (o
errore medio) pari a 5 micron e errore casuale con scarto tipo pari a 20 micron. Calcolare la prob che
entrambe le misurazioni eccedano il valore vero di 10 micron.
SVOLGIMENTO: La prob cercata è l'intersezione Pr{X1 > 10 inters. X2 > 10} = prodotto delle prob dato che
sono indipendenti. Semplicemente adottando un modello Normale si sottrae il valore della media (5) e si
divide per lo scarto tipo(20), dal valore trovato si entra nella tabella della Gaussiana e si trova la prob
cercata..
Pr{X1>10}= Pr{(X1-mi)/sigma > (10-5)/20} = Pr{U > 0.25} = 0.40 (se non sbaglio)
Pr{X1 > 10 inters. X2 > 10} = 0.40*0.40 = 0.16 (La prob per X2 è la stessa)

4- Non ricordo bene la traccia, sinceramente stesso oggi nel mentre dovevo fare l'orale l'avevo rimossa..a
grandi linee comunque è un exe che sta anche sul libro di testo, dati media e scarto tipo voleva sapere
quanti elementi (n) bisognava usare per avere una prob del 98%
SVOLGIMENTO: come per l'exe sul libro, impostando un intervallo di confidenza con una funzione ancillare
U, bastava porre il percentile della U richiesto pari a quello che si trovava dal calcolo (che era in funzione di
radical(n)) e trovare appunto n. Domanda del prof: se non avessimo avuto lo scarto tipo quale distribuzione
avremmo usato e perché?
Risposta: una T si student perché nel caso in cui K=(n-1)*S^2/sigma^2 sostituita all'interno della
formulazione di T ci restituisce quella funzione ancillare (quella con S al posto di sigma)
Altra domanda: c'è bisogno di fare qualche ipotesi sulla distribuzione?
Risposta: ovvio che sì! Se la distribuzione non è Gaussiana la (n-1)*S^2/sigma^2 non è per niente una Chi
quadrato, nemmeno per n-->infinito

5- Definire la funzione "tasso di accadimento dei guasti" nota la distribuzione del processo
SVOLGIMENTO: Semplicemente la definizione di m(t) che sta sulle dispense, poco prima del POP. E' la
derivata del numero atteso di guasti M(t) e il prodotto m(t)*dt indica la prob che ci sia un guasto nel tempo
dt. Sul libro è indicata come r(t), mentre M(t) è indicata come m(t) (sì fanno un po' di confusione tutte ste
M e m)
Domanda del prof: come è definita l'intensità e perché noi la poniamo uguale al tasso di accadimento dei
guasti?
Risposta: Definizione di intensità (z(t) sul libro, lambda(t) sulle dispense), per processi regolari è pari al tasso
di accadimento dei guasti poiché in tali processi assumiamo l'ipotesi che in uno stesso istante dt non
possano accadere guasti simultanei.

6- Calcolare Cp, Cpk e livello di non accettabilità di un processo in controllo sapendo che la media è pari a
34, lo scarto tipo è pari a 4.4 e i limiti di tolleranza sono Ti=22, Ts=42.
SVOLGIMENTO: riguardo al Cp non c'è nulla né sul libro né sulle dispense, quindi non ho risposto. Mi è stato
spiegato da un altro ragazzo a cui era giàcapitato e successivamente mi sono informato anche su internet.
Spiegarlo qui sarebbe troppo lungo e difficile quindi fate prima a cercare su internet che ci sono valanghe di
pagine che ne parlano! 

1) un cubo viene dipinto su tutte le facce di rosso e poi suddiviso in 1000 cubetti di stessa
dimensione.Estraendo a caso un cubetto quale è la probabilità di trovarne uno con die facce rosse?
Soluzione: 96/1000
2) data una variabile aleatorie X con la seguente mgf:
Phi(t)=(0,4e^t+0,6)^8
Calcolare la media di Y=3X+2
Soluzione :usare la definizione di speranza matematica di X.
3)la durata di vita di alcuni componenti è di tipo esponenziale di parametro lambda.estraendo un campione
casuale calcolare la media e la varianza della variabile aleatoria somma e valore medio
Soluzione:definire la variabile somma e media campionaria e calcolare semplicemente media e varianza
4)esercizo 6.18 del libro
Soluzione: la soluzione del libro va bene solo he formalmente è sbagliata, in quanto nn viene sottratto il
valore atteso mu alla media campionaria.
5)dato un PNOP e una funzione intensità z(t)calcolare il numero atteso di guasti in (0,t) e (t1,t2), e
dimostrare la relazione che sussiste tra il numero atteso e la funzione intensità.
Soluzione:qui è pura teoria calcolando la media della poisson, e poi la definzione e dimostrazione di
processi regolari.
6)dato un sistema stand-by calcolare la densità di rischio nel caso di affidabilità esponenziale con uguale
intensità di guasto.
Soluzione:anche qui è solo teoria..

1) Un cubo ha le sei facce tinte di rosso.Il cubo viene diviso in 1000 cubetti,di eguali dimensioni, e vengono
mescolati.Calcolare la probabilità di estrarre un cunetto con DUE facce rosse. (Risposta: Il cubo è formato
da 10x10x10 cubi quindi quelli con due facce sono quelli ai lati, ovvero 8x12=96...quindi la prob è 96/1000)

2) Mgf di X = (0.4e^t+0.6)^8. Y=3X+2 media di Y = ? (Risposta: con la mgf di X si calcola la media (da notare
che è la mgf di una binomiale di media np) e poi fare my=3mx+2)

3)La durata di un certo tipo di tubi a vuoto è distribuita esponenzialmente con parametro lamda. Se prelevo
un campione (n tubi) determinare media e varianza della v.a. "somma" e "valor medio" del campione.
(Risposta: la v.a. somma è una gamma quindi media e varianza di una gamma, la v.a. valor medio si usa la
statistica campionaria X segnato)

4) 6.18 del libro identico (anche se non so perché c'è stato un misunderstanding con la prof su questo
esercizio...)

5) Calcolare M(T) per un PNOP con z(t) supposta nota. Calcolare M(t) tra t1 e t2 e dire che relazione c'è tra l'
intensità e la funzione media. (Risposta:quelle 3 formule che ci sono sul PNOP, solo che voleva la
dimostrazione per passare da M(t) a z(t)
6) stand by con tempi esponenziali calcolare h(t) (Risposta: ipotesi che l'affidabilità dell'organo decisionale
sia 1 e poi la formula che si trova sulle dipsense)

1)Per formulare la probabilità di vittoria del Man. sul Liv. In un incontro di calcio si utilizzano le due seguenti
informazioni: gli esperti valutano la parità ad 1 contro 3 e – in caso di non parità – la vittoria del Man 3
contro 2

2)La variabile aleatoria non negativa X ha pdf f(x)= b * exp [-b(x-a)] on a>0 e b>1, Si determini la media e la
pdf della variabile aleatoria Y= e^X

3)La precipitazione meteorica annuale è mediamente di 850mm con uno scarto tipo di 42. Qualè la
precipitazione che ha un 5% di essere superata?

4)Un campione casuale di 16 lampadine è stato provato a durata denunciando una vita media di 3000 ore
con uno scarto tipo di 20 ore. Assumendo un modello delle CDF delle durate normale di parametri mu e
sigma si valuti l’intervallo di confidenza di mu a livello 1-alfa=0.90

5)La vita di un sistema riparabile è ben rappresentato da un modello PNOP con funzione intensità nota. Si
deduca la formulazione del numero atteso di guasti che copriranno il sistema entro una turata t. quale
legame funzionale esiste tra detta formulazione e quella dell’affidabilità del sistema tra (t1, t2)?

6)Sia dato un sistema stand-by formato da N componenti s indipendenti caratterizzati da un modello di


affidabilità di tipo esponenziale con vita media 1/lampda. Si formuli la funzione affidabilità del sistema .
(suggerimento vederlo come un psp)

1)Un' urna contiene 2 biglie bianche e 5 nere.estraiamo a caso una prima biglia.se questa è nera la
rimettiamo dentro con altre due dello stesso colore. se invece è bianca non la rimettiamo. estranedo una
seconda biglia, qual è la probabilità che essa sia bianca? (si risolve con la regola della fattorizzazione)
2) la variabile aleatoria X e uniformemente distribuita in (0,1). detta Y la v.a definita dalla trasformazione
T=(-1/L)ln(1-x) con (L>0) calcolare il 50-percentile. (si usa la semplicissima formula presente al capitolo 3 del
libro di erto,quando si parla della mediana)
3)un call center riceve in media 60 chiamate all ora.qual è la probabilità di nn ricevere chiamate nei
prossimi 30 secondi, non avendone avute nell ultimo minuto?? (si risolve col P.P.O,bisogna specificare che il
processo è senza memoria)
4)sia X una v.a Normale con media incognita e varianza sigma^2=4. disponendo di un campione casuale di
dimensione n=12, in relazione al test H0=[mu=2] si determini il rischio di I specie corrispondente alla
seguente regione di accettazione X<3.23 (utilizzare un test d ipotesi gaussiano,e ricavare alpha)
5)la probabilità di consumare esattamente j lampadine (j=0,1,2,...) per assicurare la continuità dell
illuminazione per t ore è una quantità nota pari a Pj(t)=P[N(t)=j]. qual è la probabilità che il tempo di
illuminazione assicurato da un fissato numero k di lampadine sia superiore a t? (usare il PNOP, o anche la
funzione gamma siccome c è un esempio nel libro di erto del tutto simile a tale esercizio,proprio quando
descrive la v.a gamma)
6)una carta di controllo p,verificare se il processo è in controlllo statistico. (usare le banali formule della
carta p)

1) Un’urna contiene 15 palline bianche, 10 rosse e 5 nere. Estraendo senza rimessa 3 palline si calcoli la
probabilità che una sola bianca preceda (anche non immediatamente) la prima nera
2) La Cdf di una v.a. è
F(X)=1-(a/x)^3 con 0<a≤x<∞
Si calcoli la media

3) Si calcoli h(t) della variabile aleatoria “valore minimo” per un campione di n determinazioni di una v.a.
esponenziale di parametro λ

4) In 6 prove un motoscafo ha raggiunto le seguenti velocità massime:


123456
27 38 30 37 35 31

Si calcoli la stima corretta della media e della varianza della velocità massima e la probabilità che nelle
future 10 prove essa superi 40 almeno una volta.

5) Sottoponendo un’unità riparabile a una prova di 850 ore si osserva la sequenza di guasti sottostante.
Usando il test di Laplace si verifichi se è possibile rigettare l’ipotesi che il processo di guasto a cui il sistema
è soggetto sia di tipo accidentale (senza trend).
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12
175 21 108 111 89 12 102 23 38 47 14 54

6) Dobbiamo costruire un sistema di 10 unità in parallelo di cui ne debbano funzionare almeno 5


contemporaneamente. Siano esse tutte uguali e s-indipendenti tra loro. Sapendo che la probabilità del
sistema è 0.99, che ragionamento occorre fare affinché si determini l’affidabilità dei singoli componenti?

3) Si sa che ad un test i piloti dell'accademia hanno risultati gaussiani con mu=50 e sigma^2=25. Il test è
superato se si fa un punteggio di almeno 60; qual è la probabilità che superino questo test 2 piloti su 20?
SOLUZIONE: si applica il modello normale per sapere qual è la probabilità che 1 pilota superi il test
leggendo il valore da tabella per x=2, quindi si applica il modello binomiale con y=2 e n=20

4) si prendono 30 campioni di una produzione e 10 sono difettati. Supponendo di potere considerare il


modello binomiale calcolare l'intervallo di confidenza della frazione di pezzi difettosi a 1-alfa=95
SOLUZIONE: c'è pari pari sul libro nella parte degli intervalli di confidenza, basta mettere media e varianza
di una bernoulliana nell'ancillare gaussiana e poi risolvere l'equazione di secondo grado che ne deriva

5) Scrivere la relazione per un modello PNOP tra il numero di arrivi stimati in un periodo t1-t2 dato il
numero di arrivi tra t0 e t1
SOLUZIONE: onestamente non credo di avere capito se è questa così banale, però credo basti scrivere la
probabilità condizionata e far notare che per eventi s-indipendenti in pratica resta invariata.. questo perché
il PNOP è influenzato solo dal tempo ma non dalla storia

6) Carta di controllo S

3) Il numero atteso di incidenti automobilistici gravi è 0.000009 per km percorso. Qual è la probabilità di
essere coinvolti in incidenti gravi percorrendo 10000 Km?
Semplice esercizio da svolgere utilizzando un modello Poisson. L'unica accortezza è considerare
quell'ALMENO: la probabilità da considerare è Pr(Y>=1) ossia 1-Pr(Y<1) = 1-Pr(Y=0), dove Y è la v.a. che
conta il numero di guasti. Alla discussione orale si è appena soffermato su questo esercizio.

4) Sapendo che X è una v.a. con E(X)=1, E(X^4)=34 e Var (X)=4, si valuti il limite inferiore della probabilità
dell'evento (1<x^2<9) ossia che X^2 disti dalla media meno di 4.

Questo va svolto considerando la diseguaglianza di Chebyshev per la v.a. X^2, di cui ricavo il valore atteso:
E(X^2)=Var(X)+[E(X)^2]=4+1=5=mu
e la varianza:
Var(X^2)=E(X^4)-[E(X^2)^2]=34-25=9 --> sigma=3

Quindi sostituendo mu e sigma nella disuguaglianza di Chebyshev:


Pr[|(X^2)-5|>=3k]<=[1/(k^2)]
che esplicito togliendo il valore assoluto, dopodichè la uso per ricavare k considerando l'intervallo imposto
(1<x^2<9):
5-3k=1 --> k=4/3 o anche 5+3k=9 --> k=4/3
A questo punto ho definito la probabilità richiesta.

5) Assegnato un sistema riparabile di cui è nota la funzione di distribuzione Fj(t) del generico tempo di
guasto conteggiato dal momento della sua immissione in servizio, é possibile dedurre la distribuzione della
v.a. che "conta" il n° di guasti del sistema ad un'età prefissata?

Domanda puramente teorica; ho riportato ciò che sta scritto sul testo di Erto al par.14 riguardo il legame tra
N(t), Fk(t) e Tk. Ho ricevuto domande integrative su POP e PNOP (definizione dei processi, differenze, etc.)

6) Un parametro A è misurato indirettamente come funzione B * C^2 * D^3 delle misure dei parametri B, C,
D. Le misure di B, C, D sono certamente corrette ed hanno varianze rispettivamente pari a 0.01 0.02 0.03 .
Cosa possiamo dedurre circa la correttezza della misura così operata? Esercizio che si risolve col metodo
Delta, detto anche metodo della stima dell'errore; una volta applicato il metodo trovando E(A) e Var(A) ho
esposto come il ruolo delle varianze campionarie associate alle singole misure (che hanno quindi precisione
diversa tra loro) è quello di "pesare" la differente precisione delle misure all'atto di ottenere E(A) e Var(A).

1) La probabilità di guasto di un sistema, formato da n=10 componenti uguali e disposti in serie, è Qs=0,001.
Si Determini la probabilità di guasto Qc di un componente nell'ipotesi di S-indipendenza dei guasti dei
componenti.
2)Sapendo che 1/(1-2t)^1/2è la funzione generatrice dei momenti di una V.a. costituita dal quadrato di una
v.a. Gaussiana Standard, si calcoli la media del quadrato di una v.a. Chi-Quadrato con n Gradi di libertà
3)Si formuli la densità di rischio h(t) della v.a. esponenziale di parametro lambda (traccia non completa si
parlava anche di un valore "massimo")
4)Provando a durata un campione casuale di 16 lampadine è stato calcolato una vita media di 3000 ore ed
uno scarto tipo S=20 ore . assumendo un modello Cdf della durata di tipo Normale di parametri "mu" e
"sigma", si valuti l'intervallo di confidenza Sigma al libvello 1-alfa=0,9
5)Conducendo una prova di durata 450 ore abbiamo registrato la seguente di tempi tra i guasti d'unità
riparabile 51,43,27,177,15,65,32. Si effettui un test (analitico) per verificare il livello di significatività 1-
alfa=0,05 se la funzione intensità di guasto dell'unità ha andamento costante rispetto al tempo.
6)La produzione in serie di un certo prodotto presenta una difettosità media, ritenuta fisiologica, pari a
0,001 difetti/esemplare. Quale intervento lei ritiene che si debba fare (periodicamente) per poter verificare
(ogni volta) che tale difettosità rimanga stazionaria? Formuli le regole del controllo definendo un rischio
pari a circa 3/1000 di sbagliarsi affermando (nell'eventualità) che "La procedura non ha più la stessa
difettosità media"