Sei sulla pagina 1di 11

La nostra

Anima

Riflessioni di Paolo Conti

Se vuoi uscire clicca il pulsante,


per andare avanti clicca nello
schermo.
E’ l’ora di valorizzare il nostro
Spirito.

Leggiamo insieme un brano


molto bello tratto dall’Opera di
Guido Landolina:
'La Genesi biblica fra scienza e
Fede', Vol. III, Cap 18 (Ed. Segno,
2006)
«Azaria:  ...La vostra vita serve a
valorizzare il vostro spirito, a
riportarlo - dopo che e` stato coperto
e soffocato dall’umanità - al suo
splendore originario, perché solo
con lo spirito splendente della luce
della Grazia potete intrecciare con
Dio colloqui divini in una sinfonia
d’amore che è anticipazione del
concerto eterno nel quale un giorno,
“il giorno” , vi perderete beati in un
estasi che non avrà fine.
Ecco perché ti viene data tanta forza
nel leggere: sono tanti doni di grazia
per aiutarti a fare crescere
nuovamente la tua anima resa
rachitica, anchilosata - piu` ancora,
paralitica - dalla troppa umanita`.
Non ti preoccupi l’essere
perfetto né santo: non sarai né
l’uno né l’altro, se proprio non lo
vuoi.
Accontentati di salire ogni giorno il
tuo piccolo gradino, senza pensare al
domani e alla cima della scala (chè
ciò ti darebbe solo vertigini) e ti
ritroverai in cima senza essertene
neanche accorto - in cima alla scala
celeste, che é croce senza esserlo -
senza essertene neanche accorto! E
allora mi ringrazierai, perche`
finalmente “capirai”...».
Sono frasi molto belle e molto
importanti per tutti noi.
E’ possibile leggere e scaricarsi
gratuitamente le opere di Guido
Landolina
dal suo sito in seguito indicato.
Ma intanto approfondiamo insieme la
conoscenza della nostra anima,
leggendo il testo completo del
Capitolo (che troverete allegato) dal
quale il brano suddetto è stato tratto.
E' una lettura che ho trovato molto
interessante.
Molti di noi, fin da bambini, hanno
sentito parlare di 'anima', ma pochi
sono forse riusciti a capire di cosa
realmente si tratti.
Lo scrittore Guido Landolina - nelle
sue sedici opere - affronta varie volte
questo particolare argomento e nelle
sue ultime tre ('La Genesi biblica fra
scienza e fede', Vol. I.II.III, Ed. Segno,
2005 e 2006) lo tratta in maniera del
tutto originale e chiara in quattro
capitoli.
Si tratta di una Conferenza
internazionale virtuale - nella quale
l'autore svolge il ruolo di 'Segretario' 
moderatore fra le tesi in conflitto - ,
una sorta di 'tavola rotonda' nel
corso della quale  importanti
scienziati, studiosi, filosofi e teologi,
credenti e atei, discutono fra di loro,
alla luce della scienza e della fede,
l'attendibilità del racconto biblico
sulla creazione dell'Universo, della
Terra e dell'uomo da parte di Dio.
Grazie per avermi ascoltato.

Paolo
Conti
Pigia per leggere il Cap.18 del Vol.3.
“Genesi biblica tra scienza e fede”
Ediz. Segno 2006

Le opere di Guido Landolina sono


Scaricabili dal suo sito www.ilcatecumeno.net
Tratto da 'La Genesi biblica tra scienza e Fede', di Guido Landolina - Vol. III - Ed. Segno, 2006
(l’intera opera –oggi disponibile solo in versione editoriale Segno - sara’ liberamente scaricabile
Dal sito internet dell’autore a partire dal sett.2007)
www.ilcatecumeno.net

CAP. 18

Per aprire e stampare il


APPROFONDIAMO LA CREAZIONE DI
ADAMO
(3)

L'ANIMA-SPIRITUALE

18.1 L'anima é come un computer...

Segretario: L'argomento che stiamo trattando é complesso ma - considerando la sua fondamentale


importanza - spero che mi vogliate perdonare se, per cercare di chiarirlo meglio, dovrò ora ripetere
alcuni concetti cercando di 'arricchirli' un poco di più.
Dovendo tentare una sintesi su quanto ascoltato fino ad ora sull'anima, mi sembra di potere arrivare a
queste conclusioni.
L'essere vivente chiamato 'uomo' è composto da tre entità fuse in una: il corpo, l'anima-animale' e
lo spirito.
Se corpo ed anima-animale - che Dio ha conferito a tutti gli animali al momento della loro creazione
- si perpetuano attraverso la riproduzione, lo spirito viene invece donato in maniera privilegiata da Dio
solo all'uomo, con un atto specifico della Sua volontà ogni volta che i due genitori concepiscono un

capitolo 18 cliccare 2 volte la


figlio.
I genitori sono infatti coloro che - sul piano carnale ed umano - 'collaborano' con Dio con la
generazione di esseri che, dotati da Dio di anima-spirituale, saranno - se lo vorranno - i futuri 'figli di
Dio', in Cielo.
La Genesi - nel parlare dell'alito di Vita che Dio ha dato al primo uomo - non si riferisce dunque,
come potrebbe forse sembrare a prima vista, al principio vitale (anima-animale) di Adamo ed Eva ma
piuttosto allo spirito - che è quello che ha la capacità di 'comunicare' con Dio e che è dotato di Vita
immortale, l'unica Vita che veramente conti.
Mentre tuttavia nell'animale la sua 'anima-animale' si dissolve con la morte, nell'uomo l'anima-
animale e lo spirito, fusi insieme, sopravvivono alla morte del corpo.
Credo personalmente che se dovessimo ipotizzare un uomo senza lo spirito donato da Dio,
vedremmo un uomo fisicamente uguale in tutto e per tutto all'uomo attuale - e quindi un animale-
pensante dotato di capacità intellettiva maggiore di quella di tanti altri animali - ma senza alcuna
prospettiva dopo la morte se non quella dell'annientamento del proprio corpo e del dissolvimento nel
nulla della propria anima-animale.
La parola ‘anima' è un termine inteso nei sensi più disparati, secondo le diverse concezioni filosofiche
relative al mondo e all’uomo.
Anima - lo abbiamo già sentito prima - é detto ad esempio ogni principio vitale, comune alle piante
ed agli animali.
Tale principio viene anche definito 'anima vegetativa' e 'anima sensitiva'.

casella rossa
Il termine di anima viene però riferito soprattutto all’uomo ed essa, stando alla grande tradizione
cattolica e tomistica, è ritenuta ‘forma sostanziale del corpo, essenzialmente immateriale ed