Sei sulla pagina 1di 142

1

2
Il perdono è l'essenza dell'amore.
Amare è perdonare, perdonare è amare.
(Andrew Greeley)

IL SENSO DELLA POESIA

E LA POESIA DEI SENSI


Dal Sacro al Profano …

l’altra faccia dell’essere umano …

Dall’Amore al Dolore, dal Dolore al Perdono in un percorso di


catarsi dell’anima e di riconoscimento della propria natura
umana e consapevolezza del potere dei propri sensi …
(F.Rasta)

Chi non sa perdonare

spezza il ponte sul quale egli stesso dovrà passare.

Perdonare è liberare un prigioniero

e scoprire che quel prigioniero eri tu.

3
4
CATARSI

Che stranezza che pazzia


ho nascosta nella mente …
Ti amerò in ogni caso,
il mio cuore lo consente
Anche senza ragione
nell'immensa miseria
di una vita vissuta
in una scia menzognera
Le profonde ferite
E gli strappi dolenti
I pensieri e i tormenti
di ogni frase che hai detto
Recan lacrime e spasmi
sono lame taglienti
son quesiti irrisolti
sono sogni frequenti
A occhi aperti rivedo
il tuo splendido viso
nel silenzio più sordo
sento ancora il tuo riso
E' reale il calore
e mi brucia ogni ora

5
e una lacrima scende
se un secondo si arrende
Non potrò mai guarire
da quegli occhi taglienti,
come dimenticare
i tuoi abbracci avvolgenti
E non so come è stato
proprio mentre mi amavi
che affilavi il coltello
con cui poi mi infilzavi
La ferita profonda
dritta dentro il mio cuore
e poi giù nello stomaco
massacrava il mio onore
Sanguinando, morendo
ti chiedevo un sol segno
d'esser uomo una volta
per non perdermi ancora
E tu invece mentendo
a distanza e deciso
pugnalando più forte
hai negato ed irriso

6
Con qualcuno che nega
la questione evidente
di un amante che è folle
e più è folle, più mente

A spiegarlo non riesco,


ho un pensiero costante,
dovrei odiarti e ti amo
e mi manchi ogni istante
Sono le cose belle
e le note ascoltate
che mi restano dentro
più di tante ferite
Ma tu non lo sai
e mai più lo saprai
perchè più non mi senti
quanto è grande il dolore
di mai più rivederti...

7
PENSIERI DI GENNAIO …

Nel dono di sé al mondo

il poeta regala

quanto di più grande possiede

la propria anima...

AMORE E’ …

L'Amore ha molte forme

con cui manifestarsi

ma non è mai Amore

se non si dona senza misura ...

_______________________________

8
NEI PENSIERI

Ma solo nei miei pensieri

io viaggio senza paura

ho la mia libertà

solo nei miei sogni

nei miei sogni più profondi

ho la tua protezione

il tuo amore

ed il tuo sorriso

_______________________________

9
IL TOCCO

Giochi di parole

in uno spazio scandito dal tempo

tocco virtuale

nella scena del nuovo mondo

botta e risposta

entrando nella mente

per dissetare il bisogno

di interferenza

io ci sono, tu ci sei

e l'immenso tra noi.

__________________________________________

10
GLI OCCHI NON MENTONO

"Dove le parole non arrivano ,

possono gli occhi

e il tuo sguardo smentiva

le tue labbra mentre

raccontavi il tuo amore ..."

__________________________________________

11
OCCHI

Occhi che guardano oltre l'umano visibile ,

occhi che parlano di un giorno invivibile,

occhi che fissano un cielo indicibile ...

occhi, trasparenza illeggibile.

_____________________________________

12
POETA

Poeta è colui

che nulla trattenendo per sè

mette in versi la propria anima

e ne fa dono all'umanità

________________________________________

13
PALAZZI

Ogni casa racconta la storia di colui che la vive ...

ogni casa ne raccoglie in sè decine ...

milioni di case in milioni di città ...

milioni di città nell'immenso mondo ...

milioni di storie diverse ...

milioni di libri da scrivere per dire di sè all'Universo.

Si apre un varco e vado oltre , incontro ad altri milioni di

vite vissute.

________________________________________________

14
MANI

Con il tocco di un angelo,

con le mie sfioro le tue mani ...

non mi soffermo al calore della tua pelle e passo

oltre ...

voglio sentire ogni tua piega,

ogni tuo anfratto,

ogni tua asprezza

sarò una carezza ...

__________________________________

15
STRADE

Cosi viaggio, inerpicandomi per brogli di strade,

sfidando il destino ...

si passa incrociando anime che a volte ritornano

altre si allontanano per sempre ...

ognuna col suo percorso ...

ho girato il mezzo e godo ad andare contromano.

E inarcando l'anima

ti ho accolto nel mio mondo

sei entrato brandendo menzogna

in veste d'amore

quanto dolore nel ripensare

alla tua mano che mi chiude gli occhi

per non specchiarti nella tua miseria

e continuare ad amarmi

sempre fingendo d'esser altro da te

16
ANIMA

Più l'anima si eleva

più l'uomo muore ...

e solo attraverso la morte

diventiamo veramente noi stessi ..

17
ADDIO

Non dimenticare

le mie carezze e i miei baci

io non scorderò i tuoi

e quando mi sentirò sola

li farò rivivere

come rivive adesso intensa l'emozione

al pensiero di te fra le mie braccia

Non so se la vita mi regalerà ancora

momenti così magici e belli

ma il tuo sguardo mentre mi baci

resterà x sempre impresso nei miei occhi

come se la tua anima attraverso essi

fosse penetrata nella mia per rimanervi.

Avrei voluto un ultimo bacio oggi ...

perché quelli di ieri non sapevano

18
che non te ne avrei più dati.

L'avessi immaginato

mi sarei fermata di più

avrei assorbito maggiormente il tuo profumo.

...

mi hai fatto partire

senza accarezzarti il cuore ...

ora ho solo le lacrime

e nel silenzio grido il tuo nome

_________________________________________________

19
IL BOSCO DEI TUOI BACI

Gocce di pioggia sottile

cadevan sugli amanti

carezze nascoste e mosse

al passaggio del viandante.

Poco nascosti

ai boschi

col profumo dell'humus

e l'ardore dei corpi ...

Aggrappati alla bocca

per non staccarsi coi passi,

mangiavan sapori.

Fanciulla tremante

di passione ardente

che accoglie l'amato

con lo sguardo e la mente.

Mordendo, ansimando

20
sembra gridare,

al calore della pelle

alla sua brama animale.

E l'odore...

risveglia l'uomo dal suo sognare.

Le di lui mani morbide

in ogni anfratto sospinte

senton vita preziosa

bevon preziosa linfa

e la portano al viso

per spalmarsela in volto

permettendo al tramonto

d'esser dolce sorriso.

Bosco, pioggia , sudore

con ardente passione

Ecco un vero ricordo

di cos'era il suo amore.

21
22
ARCOBALENO

L'arcobaleno è come l'Anima dell'Universo,

raccoglie in sé i colori di ogni uomo

per originare il dipinto più bello

fatto di riflessi d'infinito

e fonderli in una sola Luce.

Orme che ci lasciamo alle spalle ...

orme che potremmo seguire ...

cammini di anime alla ricerca di un percorso ...

che non sanno dove porta.

Come ti porterei in quel lago alpino

a dissetare la tua bocca riarsa,

per bere a grandi e piccoli sorsi

la mia attesa infinita ... e sentendoti felice

risalire per te la ripida montagna

Buona notte ai ricordi,

alla luce dei tuoi occhi,

23
al tuo dolce sorriso,

al profumo della tua pelle,

alla tua capacità di dimenticarmi,

come al mattino si scordano i sogni appena fatti ...

buona notte ai desideri e alla mancanza ...

all' assenza e alla speranza

che come il giorno svanisce

ogni notte di più....

Buona Notte ... nell' amare e nel morire ...

24
L SILENZIO

Il silenzio è parte della musica e parte del dialogo ...

senza il silenzio non può esserci ascolto,

l'ascolto interiorizzato porta alla comprensione profonda.

Il silenzio non è mancanza, non è assenza ...

è un vuoto interiore che fa spazio all'altro,

e lo avvolge facendolo sentire accolto

e si riempie dell'altro per donare se stesso

arricchito di ciò che l'altro ha lasciato ...

in uno scambio d'Eterno.

Il silenzio è anima e respiro,

contemplazione e meditazione,

sguardo verso l'infinito orizzonte,

è dolore taciuto, è pace profonda,

il silenzio è una pausa nel concerto dei pensieri ...

il silenzio è un addio quando non è più risposta.

25
ONDE TRASVERSE

Una volta compreso

il mare riesce sempre a confondermi

sembra che l'acqua giunga alla riva

ed invece in un attimo ritorna

abbandonati al suo moto

si crede di restare

ma inesorabilmente ci si ritrova

a remare

a guardarlo di notte

non lo distingui dal cielo

ed il suo azzurro diurno

è un nero plumbeo alla luna

se non ci fosse la luce

di un faro acceso nel buio

nessuna barca allo scoglio

26
impedirebbe l'incaglio

e sono onde trasverse

e sono lacrime perse

27
VENTO

Soffia vento ...

che alimenti il fuoco della mia passione;

portami su cime mai esplorate,

dammi la danza delle onde del mare,

avanza... indietreggia in un moto inestinguibile,

toglimi l'equilibrio ,

fammi cadere su morbidi giacigli per farmi sentire

il tuo soffio leggero sulla pelle,

riempimi del profumo di fiori di campo,

solleva le mie vesti ed accarezza il mio corpo

con le piume d'un angelo,

sorprendimi nel silenzio della notte,

muovi le mie tende,

spalanca le mie porte,

semina il mio campo,

28
disperdi le mie pagine,

distruggi i miei castelli di sabbia,

sii tempesta nel mio deserto,

scirocco del mattino,

scomponi e disturba i miei capelli,

accecami di sabbia per togliermi il respiro...

trasportami come foglia di un autunno arancione,

cantami la più bella canzone,

poi posami come petalo di rosa sulla tua mano

e sii brezza, amami cosi

con forza e tenerezza .

29
LA NATURA DEGLI EVENTI

Non si comanda alla Natura

Dal gelo il fiore rinasce

Dal fiume all’Oceano si giunge

La notte si tramuta in giorno

E l’albero spoglia in autunno

Non può sempre essere notte

Non può non sgelare la neve

Non puoi delle acque deviare il percorso

Quando accade è mutato il destino

È interrotto il discorso

Non si comanda alla Natura

non si ritorna in un luogo perso

non si attraversa una piana allagata

non si imbocca una strada interrotta

30
non si affronta una parete franata

Non si comanda alla Natura

Bisogna che faccia il suo corso

E dopo l’Inverno la Primavera

Dopo il tramonto… il cielo stellato

31
VIAGGIO

Viaggio dalle bianche cime

all’azzurro mare

Viaggio e nel cielo essere

aquile e poiane

Mutando nero in bianco

per divenir gabbiano

volo di pensieri e ricordi

taglienti e sanguinanti

volo di colori cangianti

dall’oro al petrolio

eppur mutati laghi di stesso fondale

eppur mutati luoghi medesimo male

viaggiare per mai arrivare

mete variabili e obiettivi assenti

tempo che scorre di vita assorbita

32
flash di speranza finta e vana illusoria

smagrire, consumarsi, morire vivendo

attraversare il passaggio inutile

nel viaggio di un giorno che confonde

il ritorno …

33
DIAMANTE

Sapere d’essere lucciola

Accendersi la notte ed al mattino scomparire

eppur esserci

Sapere d’essere stella

Accendersi la notte ed al mattino scomparire

eppur esserci

Sapere d’essere luna

Accendersi la notte ed al mattino scomparire

eppur esserci

Sognare d’essere diamante

illuminata da te per sempre per mai più scomparire

e poi ...esserci

34
MALAIKA

Malaika aveva un amore ingenuo

donava l’anima senza pensiero

Malaika ci aveva creduto

E con i sogni accarezzava il velluto

Malaika si è vista rubare

il nome il cuore e la sua canzone

Malaika e la sua passione

Fremito , palpito , torto o ragione

Malaika ha affogato gli occhi

In verdi laghi e corsi d’acqua senza sbocchi

Malaika ha attraversato l’universo

Superato abissi, cime e cascate in ogni senso

Malaika ha scavalcato il fosso

Con le ferite che si portava addosso

35
Malika ha perso sangue a fiotti

Urlando rabbia per giorni interi e notti

Malaika è morta di una morte speciale

Quella che ti prende e poi ti lascia e ti rende artificiale

Malaika ha raccolto i suoi resti

appoggiando il ricordo a due arti pesti

Malaika ci crederà ancora

Nonostante sia spenta l’aurora

Malaika e le sue aiuole fiorite

Che hanno già visto le rose appassite

Malaika in un sorriso di speranza

Si appende all' aquilone

e vola via… a passi di danza.

36
E TU … DORMI

Costellazioni di forme a cui amo dar nome


Impronte pestate e confuse di milioni di persone
Chiodi su cui appendere illusioni
Vita giocata sulle strade di asfalti di catrame
Sonno che serra lo sguardo impedendo la vista
Mano che batte su tasti di un computer da artista
Silenzio dall’altro lato … il sogno è iniziato

37
PRIGIONIERA

Luci in fila sulla collina di fronte alla mia finestra

Ormai mi affaccio solo al buio

Continuo a guardare stelle che formano

Costellazioni a me sconosciute

Pensieri volano oltre le montagne

Fino alla riva di un luogo amato

Mare malato di passione sconcertante

Con un rigurgito di tristezza e l’acido in bocca

Ritorna la consapevolezza di dolorose scoperte

Un solo sguardo alle ferite dalle cicatrici fresche

E ripiombo sulle mie montagne

Dove dolce è il pensiero di quest’uomo

Fatto di dolci curve familiari ed adorate

luce negli occhi che accende la mia notte insonne

38
E per il miracolo che annulla distanze infinite

con uno schiocco mi ritrovo in un istante

ad esser accanto al suo letto

Osservando il suo agognato sonno allungo le dita

A sfiorarne le labbra, per non svegliarlo eppur baciarlo

Ma la realtà è durezza che mi trascina con sé

Un secondo prima del tocco della mia carezza

E mi ritrovo a cavalcare ancora questa stanza

Torre di principi di antica dinastia

Che mi imprigiona e mi impedisce di volare via

39
ANCORA SUL SILENZIO

Il silenzio

è conferma e negazione

della fine di un'azione

Il silenzio

è l'attesa di sentire

qualcosa che non si muove

Il silenzio

è osservare le tue labbra

in un muto di espressione

Il silenzio

è la vacuità degli occhi

in un mare di emozione

Il silenzio

è un urlo inascoltato

40
in un campo di girasoli

Il silenzio

è un display

senza più il suo nome

Il silenzio

è fragore di onde infrante

sopra scogli di dolore

Il silenzio

può fare più rumore

di un tuono d'estate

Il silenzio

può fare ancor più male

di cento bastonate

Il silenzio

conferma la presenza

di un'esistenza assenza

Il silenzio

41
cattura più pensieri

di una meditazione intensa

Il silenzio

nasconde il suono

ed amplifica l'ascolto

Il silenzio

fa girar la testa

più di una folla in festa

Il silenzio

è movenza di anima

in apparente abbandono

Il silenzio

può sembrare indifferenza

e nascondere l'amore

Il silenzio

è una pausa forzata

alla melodia del cuore

42
Il silenzio

è il più importante discorso

pronunciato senza parole

43
IL BAMBINO INTERIORE

Tenero il bimbo che è in me

con le lacrime agli occhi

chiama la mamma

gettandosi nel suo grembo

dirompe in un diluvio di pianto

sussulti, singulti, col naso moccioloso

parla per singhiozzi

un discorso già detto

montagne di cleanex bagnati

gettati alle spalle con non curanza

poi coccole immense per placare

la crisi e la mancanza

segue un gran sonno

per lo stress dedicato

44
allora il tenero bambino che è in me

acchiappa il suo orsetto

e lo stringe al petto

per ricominciare a piangere ancora...

che mai accade in quel frangente

che già non fu consolato?

L'orsetto è spogliato

da qualcuno nella sua assenza,

denudato

dove è finito il golfino a righine

chi lo ha strappato ?

Lo stringe ancora più forte

per sentirne il remoto profumo

che non è più lo stesso...

il tempo, come l'orsacchiotto,

è stato spogliato dei suoi odori

dei suoi colori, delle sue righe orizzontali

45
Stringe un fagotto di pelo artificiale

non più il suo orsetto speciale

stringe il suo tempo che ora fuggito,

non tornerà per esser sostituito.

46
L COLORE SI E' FATTO VOCE

... la voce si è fatta silenzio


il silenzio si è fatto solitudine
la solitudine si è fatta pensiero
il pensiero si è fatto ricordo
il ricordo si è fatto amore
l'amore si è fatto morsa
la morsa si è fatta dolore
il dolore si è fatto pianto
il pianto s'è fatto goccia
la goccia si è fatta specchio
lo specchio si è fatto riflesso
il riflesso si è fatto luce
la luce si è fatta colore
il colore si è fatto voce.........

47
LA MIA STANZA NUOVA

Nella mia nuova stanza

c'è una finestra rivolta verso il cielo

nella mia nuova stanza

posso veder le stelle quando c'è il sereno

Nella mia nuova stanza

c'è profumo di muschio bianco

nella mia nuova stanza

ho il cielo metà azzurro e metà bianco

Nella mia nuova stanza

c'è un grande lettone

Nella mia nuova stanza

c'è meno confusione

Nella mia nuova stanza c'è la tranquillità …

è la mia stanza nuova … senso di libertà

48
VIRTUALE

Ma chi siamo noi due ...

Siamo un pensiero nella mente dell'altro

siamo un volto che non ha un corpo

siamo uno sguardo che cerca

di leggere oltre il virtuale illeggibile

siamo desiderio incessante

e fremito irreprimibile

siamo a volte voce distante

che attraversa le montagne

per posarsi sul campanile di un'altra Chiesa

siamo vibrante squillo di note

per un istante di luce inattesa

siamo gioia inespressa nei nostri altari

che cerca sfogo e rifugio in un ventre nuovo

siamo parole che parlano in versi

per dirci un amore che non si può gridare

49
Siamo occhi verdi e castani

capelli lunghi e lucenti

pelle che attende carezze e labbra

umido di pioggia e odore di selva che inebria

Siamo anime in cerca di luce

altra metà di un incastro incompiuto

Pioggia che bagna e Vento che asciuga

l'emozione di un sogno che attende la fuga.

Siamo due foto fisse su un blog

che si accende e si spegne a comando ...

che è virtuale e che va sempre più nascondendo

il rapporto tra fiati ed il tocco di mani ,

e lo sguardo luminoso degli occhi di donna

che potresti godere al risveglio domani.

50
RISCATTO

Quando non serve nemmeno sparire

quando si esiste anche senza respirare

quando l'invidia altrui cresce

al punto di inventarti

pur di ferirti

Trafugasti in un gesto

in quella sera che il bacio rubasti

a mio dispetto

il sogno d'amarti e di essere amata

per renderlo vita, mangiata, svelata

Tu mi cercasti per primo, non fui io

tu fosti preso dall'irresistibile desiderio

tu mi dicesti eri certo

che di lasciarmi non ti sfiorasse il pensiero.

Poi la menzogna

51
infangando il mio nome

poi la paura che ti morse la lingua

Cos'è un vigliacco se non qualcuno

che perso il coraggio

calpesta il Divino ?

Ma ora basta ... è giunto il tempo

di render giustizia ai giusti

e di svelare il sospetto

Se io fui colei che da sempre cercasti

com'è che dopo un poco tu mi uccidesti?

Tu non volesti vivere

e mi negasti il futuro

chiamando altre ali a seguirti

in cambio del buio.

Ma or che siam morti entrambi

perché ancora tu vivi ?

e di me nemmeno l'ombra

52
rispetti in memoria dei giorni

che ebbero il profumo

e l'odore bramato

dal tuo olfatto perfetto?

53
FRULLO D’ALI

Quanta luce attraversa

lo spazio siderale

nel tempo di una vita

che ha ormai perso valore

Ho già cominciato a dimenticare i tuoi occhi

ora che solo il tuo spirito è vivo

che non sei più calore

Sebbene il sole al tuo cospetto fosse spento

e le stelle si nascondessero per lasciarti il posto

è accaduto che ti eclissasti

in quel boato immenso

è successo che il tuo respiro

cedette il passo al niente

Eppure ci sei

sei ancora presente

54
La morte non ti allontana davvero

nulla mi è tolto

è una straordinaria trasformazione

ciò che resta ...

l'Amore al di là del Dolore

Se non fosse caduto quel libro

non avrei più rivisto il tuo volto

bello sempre da far girar la testa ...

ma la mia testa non vuol più ascoltare il cuore...

fa troppo male non poterti toccare...

e già ritorna nell'aria il tuo odore

ti accarezzo con il frullo d'ali,

che accompagna il ricordo del nostro amore.

55
PUR DI AMARTI

"Pur di amarti,

vivrò involata nel futuro e nel sogno ...

contando i giorni ed i passi che ci dividono

e che separano i nostri sguardi

nella dolcissima attesa

di sfiorare con le mie

le tue labbra " ...

56
VOCI DI DENTRO

Ascolto la mia voce e lei sola ...

Quella che viene da dentro,

che parla direttamente dal cuore ..

Ascolto la mia voce e lei sola ...

Tacete dunque voci di fuori e

falsi lusinghieri.

Le parole hanno perso il senso intrinseco ...

Svuotate di ogni significato,

pronunciate per il gusto che danno in bocca ,

distratte all'effetto che producono sull'altro ...

assenti, e sterili, finte o menzognere,

mercificate, strumentalizzate,

specchi per allodole ...

Ascolto la mia voce e lei sola ...

E chiudo la porta

57
GOCCE

Ciò che dall’alto scende

e sembra dissolversi,

disciogliersi,

perdere la sua natura,

il proprio colore,

ritrova il suo essere

una volta toccato il fondo …

Uguale sostanza,

diversa consistenza,

nel passaggio che trasforma e conforma

in un imprevisto feedback

sull’onda di ricordi …

58
PERENTORIO PASSAGGIO

Camminando fra paesaggi cangianti


verde acido dei prati e
giallo acceso dei fiori
su infinite colline distesi
in un quadro di macchie colore
alternate a lavanda e alle viole
Superando gli agglomerati grigi
l'odore di asfalto
l'onta del cemento
si scorgono sterpi ed erbaccia
cactus e pietre
distesa infinita di un nulla
che nel cammino
inghiottono l'umano
e seppelliscono
sotto colline di sabbia
aneliti di vita
in assenza d'acqua
perentorio passaggio
per la sopravvivenza.

59
Direzione Oasi ,
area di riconoscenza
per riprendere il percorso
verso altri orizzonti
dove non è mare e non è montagna
dove la frutta polposa cresce
dagli alberi senza posa
dove cogli e mordi un pomo
senza il timore
della presenza di un verme
o di un marcio sapore
gustare l'aria che dona l'ossigeno
ondeggiando al vento
brandendo un sorriso
camminare fumando una sigaretta
in quest'aria privata
ed incontaminata ...

60
DI TE

Del vuoto nello stomaco


del buco dentro il cuore
del ricordo che nasce
del giorno che muore
di questa pelle morbida
dei morsi e della lingua
di battiti di ciglia
di fremiti e tremori
di dolci tuoi sapori
di dita che si infrattano
di occhi che si cercano
di mani che si intrecciano
di corpi che si allacciano
di luoghi inesplorati
di posti ricercati
di umido sudore
di musica e parole
di morbidi capelli
di languide parole
di attese e di distanze

61
di inutili speranze
di notti e calde lacrime
di sale sulla bocca
di cielo che si tocca
di libri abbandonati
di viaggi mai viaggiati
di sogni mai sognati
di cose mai espresse
di inutili promesse
di semplici parole
di te ... del nostro amore

62
HERMES

Indescrivibile alternanza
di sole e di freddo
umido che penetra
e sconquassa le ossa
soffia, soffia, soffia
dove il fuoco ha già bruciato
in quel mare navigato
nuota, annaspa, ingoia
... e il sapore del sale
... e l'odore del pane ...
casa lontana in questa
situazione strana
latte appena munto ...
caldo di mammelle
oggetti antichi su bancarelle indiane
ed i rumori? ed i colori? ed i turgori?
rossore in viso
pensieri immondi
un bel sorriso
su quei tramonti

63
in controluce lo sguardo è assente
ma l'ombra parla e parla per sempre.
Castelli di sabbia ...
di sabbia bagnato
un passo falso e tutto è crollato
Ricordo intonso
poi una voce ... ed un rimbalzo
un botto in aria...
e l'incoscienza della memoria.

64
ROSSO FLOYD

Rosso il sangue
di vene dilatate
dal caldo bollore
Rosso l'iride
di occhi iniettati
di vendetta
e di lacrime d'onore
Rosso tramonto
che ha coperto
l'inguardabile orrore
di uno splendido mare
sverginato dal petrolio
col suo sporco
col suo odore
Rosso il semaforo
al passaggio dell'auto
che travolge l'uomo
nel suo lento attraversare
strade di polvere
e di squallido "passeggiare"

65
Rosso il conto in banca
consumato dall'orgoglio
e dalla volontà di arrivare
Rosso della stanza
che ha guardato
l'osare dei corpi
nascosti agli sguardi
nel dolce trasporto sessuale.
Rosso il Rosso del Rosso pensare
Rosso ... Fluido ...
tra le condivise pagine
di un libro che racconta
di un uomo distrutto dal dolore
per il troppo male
Rosso l'amore ...
anche quello di chi non sa amare.

66
ESONDAZIONE

Quando dentro esplode


non puoi trattenerla
scuote, lamenta,
agita dapprima
poi disorienta
ma a un certo punto emerge
Mandala giù,
mandala giù,
senti dentro gridare
Ma non si può stare fermi
cercando parole,
giustificando orrori,
coprendo sperequazioni,
tacendo sproloqui,
Così parte, erutta inattesa,
vomitata a getto
fuori dall'anima
verde come la bile
che te l'ha indotta,
schiumosa e febbrile

67
viscida e bavosa
esce e non la puoi fermare
e dopo è sollievo
se non la riprendi
ad inghiottire ...
esce , purifica, vendica
colpisce
sporca i falsi bianchi sepolcri
col suo filoso colare
e promette ammenda
poiché non si potrà
per sempre sopportare.

68
TEMPESTA

E' iniziato come un venticello


rinfrescava e ossigenava
l'aria pesante come
carezza leggera
asciugava il madido sudore
di giorni d'afa immobile
Poi l'aria ha preso a scuotere
ogni cosa
e soffiando
schiaffeggiava il viso
con colpi di capelli sottili e taglienti
pareva in alcuni momenti volesse cessare
ma poi riprendeva con ancor più vigore
fino a fare male
Impossibile restare all'aperto
la tempesta di aria e di acqua
che è scesa stamattina
ha portato via con sé
tutte le cose morte intorno
e la sua potenza

69
ha distrutto nel passare
anche bellissime rose
e piante e fiori di ogni specie
appena germogliati
Che dolore ...
al suo passaggio
tutto è distrutto
da ricostruire, da rialzare, da asciugare
sembra non sia rimasto più nulla
ma adesso il cielo è più pulito e chiaro.

70
AVVOLTOI

Gabbiano
caduto sulla spiaggia,
sporco, macchiato,
un'ala spezzata,
impedito il volo ...
urlo lacerante
che esce dal suo corpo,
spontaneo richiamo
di aiuto e di dolore ...
gabbiani bianchi
sorvolano lo spazio
sopra di lui
ma non planano ...
dall'alto osservano
senza comprendere
perché non si rialzi
subito in volo ...
Poi ...
tutto nero,
ombra che copre

71
il suo corpo dolente ...
un aiuto venuto dal cielo,
un momentaneo sollievo
un secondo di respiro ...
forse non serve
riprendere a volare,
si può provare a guarire
e magari solo camminare...
volo nero
sempre più vicino
nube che si appresta e ripara dal sole
offerta di pesciolini di mille colori
allettante ristoro
dopo tanto dolore
eppure non riesce a vedere
e quando finalmente il sole tramonta
eccoli delinearsi controluce
con il loro occhio lucido e penetrante
Avvoltoi ...
serenamente in attesa
senza fretta alcuna
ad accudire la loro preda
Avvoltoi?

72
Dov'è finito il cielo azzurro?
Dove il suo stormo?
Abbandonato al suo destino
pronto per essere divorato ...

73
INDEFINIBILE

Azzurro, verde ,
mare, prato,
ricordo, profumo
ineluttabile
inconcepibile
inesorabile
inestinguibile
indefinibile
fuoco , ustione
ardore, passione
privazione
astinenza
assuefazione
inesprimibile
incorreggibile
indefinibile
infinito
voragine, caduta
vuoto, volo
lividi
incespicante

74
incoerente
incontestabile
incorruttibile
invisibile
indefinibile

75
DI NASCOSTO …

Nei vicoli oggi


ho avvertito la tua presenza ...
non è la prima volta...
cammino,
osservo una vetrina
ed è come se tu fossi li ...
posso sentire il tuo sguardo,
posso udire il tuo passo
e riprovare il brivido
di quell'antico soffio
del tuo fiato sulla mia nuca ,
alitato su di me
davanti a tutti ... di nascosto.
Di nascosto,
sempre di nascosto,
anche il primo bacio ...
Ci sono giorni
che mi volto per la strada
perché penso di vederti ...
incrocio finestrini di auto
in movimento

76
sperando nel tuo volto,
come allora, come quel giorno ...
che ci incrociammo sulla via
e mi chiamasti
e dal telefono udivamo
la stessa autoambulanza
correre via con la sua sirena
e ridevamo ... d'esser tanto vicini
e di non poter toccarci.
Alcune notti ti sogno
che mi incontri
e mi fermi per parlare,
per raccontarmi
come eri solito fare
ore ed ore della tua vita
e dei tuoi sogni
con il sottofondo
delle onde del mare.
Ieri una folata
ha sollevato la mia gonna
ed ho rivisto il tuo sorriso
contento della complicità del vento
che ti mostrava le mie gambe.

77
Ogni tanto ti rivedo
anche se non ci sei ...
perché sei rimasto impresso
nella mia mente,
nei miei ricordi,
impronta sulla retina dei miei occhi.
Ogni tanto ti risento ...
è come se fossi qui
a due passi da me
per accarezzarmi il volto,
dietro un angolo
di nascosto ...

78
VERRANNO GLI ANGELI

Verranno a trovarmi gli Angeli


aprirò loro la porta
li accoglierò, li farò entrare
vivrò del loro amore
e gli potrò parlare
potrò dirgli del mio dolore
e di quanto mi abbia ferito
la vita su questa terra
e la mia voglia di ribellione
Potrò esprimere il mio desidero
di rivedere la Luce di risentire il Calore
di essere ancora capace di amare
nonostante le enormi ferite del cuore
Potrò affidar loro le mie creature
affinché siano protette in ogni luogo
e il loro spirito guidato
sulle vie della generosità delle misericordia e del
perdono
Verranno a trovarmi gli Angeli
nel luogo che porta il loro nome
li accoglierò come si beve l'acqua nel deserto

79
dopo un'intera giornata di sole
Accenderò un lume
reciterò preghiere
e aspetterò che rispondano
emozioni , dentro quest'anima
infinità di crateri di lava ed erosioni
Balsamo per le ferite
speranza di riposo
sguardo che ricompone
e contempla ogni cosa.
Verranno a trovarmi gli Angeli
sono qui pronta ad aspettare
sarà come tornare a casa
sarà riprendere a respirare.

80
OPEN WOUNDS

Da certe ferite non si guarisce


a volte sembra sanguinino meno
ma se provi a guardare
sotto lo strato granulomatoso
la fibrina si lide
ed il sangue continua a scorrere.

Rivivendo un intero secolo in un secondo


rileggendo il passato nelle sue parole
la lametta ha riaperto e riaffonda
nelle cicatrici aperte

La mia voce non arriva al di la


di queste righe ...
Orecchio non sente , cuore duole
C'è troppo rumore intorno
perchè la mia voce possa arrivare ...

81
A VOLTE …

A volte si accendono luci


a volte si spengono
a volte senti caldo nel cuore
a volte il gelo totale
a volte credi ancora all'amore
a volte ti ostini ad odiare
a volte speri possa cambiare
a volte vorresti tornare
a volte vorresti fermare il tempo
a volte lo vorresti riavere
a volte bruceresti parole
a volte vorresti scoprirne per te
a volte cerchi un gesto, un segnale
a volte vorresti sparire
a volte ti perdi nei ricordi
a volte i ricordi si perdono in te
a volte vorresti parlare
a volte conviene tacere
a volte riprendi a aspettare
a volte non ha più senso sperare
a volte siamo anime perse

82
a volte ... siamo città riemerse
a volte ti chiedi com'è
a volte non serve un perché
a volte ti trovi a vegliare
a volte non smetteresti di sognare
a volte le lacrime appannano gli occhi
a volte ... che a volte son troppe .

83
VOCE OLTRE (Rasta / Zunino)

Unghie affondate
Grido soffiato
Occhi fuggenti
Pensieri vaganti
Passi pesanti
La voce ... oltre
_________________________________________________
ALIENI
Cerchi sul grano
allucinazioni mentali
spostamenti d'aria
suoni di ignota provenienza
ultra frequenze
difficile ascolto
volti sconosciuti
sguardi laminari
aliti rumorosi
tocco ruvido
anime assenti
incontro - scontro
di pensieri e ragioni.

84
RIFLESSIONI DI PIOGGIA

Rossore di gote vergognose


Non hai voluto guardare
in fondo ai miei occhi
Avresti dovuto scontrarti con l'anima
che in essi avresti trovato
Occhi di prato dipinti di cielo
che la pioggia ha scurito
in un buio e più scuro torpore
Non alzi lo sguardo
non provi dolore
Eviti ancora un confronto
che ti vedrebbe comunque perdente
Sorridi falsamente alla vita che ti vive
illudendoti d'esser tu padrone del tuo destino
Non pensi mai che un giorno
sarà lei che ti presenterà il conto

85
CHI TIENE ACCESE LE STELLE?

Chi tiene accese le stelle


in un cielo che di giorno
abbaglia la loro luce
al mondo e le nasconde
al guardo e alla coscienza ?
Chi tiene accese le stelle
quando le nuvole
cariche di tutto il loro peso
soverchiano il blu
e lo rendono ancestrale ?
Chi tiene accese le stelle
quando la pioggia
cade copiosa e violenta
e tutto intorno il vento
compiace la tempesta
col suo soffiare ?
Chi tiene accese le stelle
quando la luce di lampi
e il rumore di tuoni roboanti
elettrizza l'aria e rende
impossibile alzare lo sguardo

86
oltre il piano dell'orizzonte?
Chi tiene accese le stelle ?
Nonostante il buio
le riconosci sempre
e le chiami per nome.
Sono da sempre accese
e sempre lo saranno ...
a volte qualcuna cede e cade
per regalare un desiderio
in un cuore senza pace
con la sua scia di luce
Chi tiene accese le stelle?
Le tieni accese tu
con la tua speranza immortale
che dopo la tempesta e il temporale
ci sarà ancora un cielo da contemplare.

87
MI SPECCHIO NEL CIELO

Ora che anche l'ultima goccia di pioggia è caduta


ed anche la grondaia ha rallentato il suo flusso,
intorno il frastuono è cessato ...
non rimane che l'asfalto graffiato
a rimandare in su tutta l'acqua che è riuscita a cadere
con la complicità dei copertoni bagnati
in corsa verso mete assenti.
Alzo gli occhi e osservo il riflesso eptacromico
che regala la fine di ogni pioggia
comprendendo che nessun uomo
al mondo
sarebbe in grado di riproporre artificialmente
nulla di più scenografico e affascinante.
Sogno aurore dai mille colori
su lande deserte dimenticate dal sole...
e nell' attesa di riempirmi gli occhi
di tanta bellezza
Mi specchio nel cielo

88
NON TOGLIETEMI LA VOCE

Non toglietemi la voce


come faccio a spiegare
come posso gridare
con lei parlo
con lei canto
con lei piango
con lei urlo al mondo
tutta la mia rabbia
per essere stata ingannata
per esser stata derubata dell'amore
per essere stata falsamente ascoltata
Non toglietemi la voce
come faccio a consolare
come posso bisbigliare
al suo orecchio nel buio
con lei chiamo
con lei nego
con lei rido
con lei chiedo al cielo
di ritornare a credere
che ancora esista una giustizia

89
per sbatterti in faccia la verità
per sbaragliare la mia dignità
per essere risarcita del danno subito
per farti pagare tutto quello che ho subito
Non toglietemi la voce
ma se lo volete fare
sappiate che anche senza voce
io potrò sempre pensare ...

90
VOLO NUOVO (…)

Andare avanti
cambiare orizzonti
scaduto il tempo
delle emozioni
e delle lacrime
Si parte ... stasera
un nuovo volo
su nuovi cieli
con ali di carta
che il tempo ricomporrà
tra giorni di vento e di pioggia
come cartapesta asciugata dal sole.
Sono risalita in cielo tra gli angeli
Mi troverai nella musica,
nei libri, nei lupi,
nell’ acqua che scorre,
che nonostante tutto
trova sempre la strada x arrivare al mare,
la chiamiamo in mille modi
ma la sua essenza

91
è sempre la stessa.
Come sarebbe bello un mondo
dove fosse impossibile fare del male.
Tieni le mie piume
quelle cadute mentre volavo via ...
le anime hanno un posto
dove la nostra mente non arriva,
dove non esiste giusto e sbagliato,
dove c'è Pace
e ogni cosa non ha più un nome

92
PRESENZE

Candela accesa
incenso sacro
fiori bianchi
morso di mela
fiamma che scalda
ricerca incosciente
segnali e parole
busta di carta rossa
tavolo giallo
vassoio d'argento
divano rovente
pensieri nascosti
presenza silente
appello nel cosmo
abbaglio di luci
brivido intenso
messaggio occultato
sogno sognato
porte che si aprono
percorso segnato

93
salto all'indietro
lamento di stomaco
digrigno di denti
sonno anestetico
onirico esaudiente
richiamo mentale
schiaffo morale

94
NOTE DI LUCE

In un cielo in cui
gli Angeli si confondono con i Demoni
i tuoi occhi hanno bucato le nuvole.
Note di luce
come voli di schiere bianche
hanno risollevato la terra.
Mani che scorrono
su tasti bianchi e neri
senza alcuna differenza
perché la musica è musica
e non guarda che al cuore .

95
DI NOTTE

Di notte
quando il silenzio copre ogni cosa
riesci a sentire il tuo solo respiro
passa una macchina
i fari illuminano per un secondo la strada
poi è di nuovo il buio
Di notte
quando anche il più semplice gesto
lo vedi in un'ombra sul muro
la fiamma della candela traballa
e sembra dar fuoco a ogni cosa
poi è di nuovo il buio
Di notte
quando il letto si fa troppo grande
e lo riempi di libri e computer
il display del telefono abbaglia
e ti porta dentro casa il suo mondo
poi è di nuovo il buio

96
LETTERA DI UN UOMO ALLA SUA DONNA

Ho capito di amarti
quando ti ho vista per la prima volta
con i tuoi capelli lunghi e biondi
raccolti in grandi ciocche
le guance un pò arrossate
ed il sorriso aperto
di chi non ha pensieri sporchi.
Ho capito di amarti
quando di nascosto da tutti
cercavo i segni del tuo passaggio
e venivo a cercarti
per godere anche un solo momento
della preziosità del tuo sguardo
in una folla di passanti
Ho capito di amarti
quando mi hai parlato dei tuoi romanzi
e delle tue speranze
e ridendo dicevi di essere una donna
incapace di amare
con i tuoi muri e le tue paure

97
Ho capito di amarti
perché avrei voluto farti conoscere io
quell'amore vero che bestemmiavi
quello che ti fa toccare il cielo con un dito
e ti fa sentire donna e non solo fino a domani
Ho capito di amarti
quando la notte restavo in piedi
ad aspettarti col bicchiere di vino in una mano
e la sigaretta nell'altra
e guardavo l'inesorabile silenzio del mio telefono
abbandonato sulle mie gambe
Ho capito di amarti
quando le mie labbra hanno sfiorato le tue
la prima, la seconda, la terza ed ogni volta
e provavo brividi dentro
come la febbre fa a un bambino
e avrei desiderato tenerti stretta a me per sempre
col capo sul tuo seno ad aspettare il mattino
Ho capito di amarti
quando la mia testa ha dato i primi
segni di cedimento
alle tue mancanze, alle tue assenze, alle mie speranze
eppure contemplavo assorto

98
ogni momento
il tuo bellissimo volto
Ho capito d'amarti
anche quando ti ho persa
perché la tua vita ti faceva sentire
troppo diversa
e avrei voluto chiamarti, avrei voluto cercarti
per dirti che nell'amore è proprio la diversità che vale.
Ho capito di amarti
anche quando vendevi il tuo corpo
e avrei voluto possedere tutti i soldi del mondo
perché nessuno potesse comprarti
perché nessuno potesse toccarti
e tu sentissi di avere per me il valore
dei carati di un immenso diamante.
Ho capito di amarti
anche oggi che senza te
mi sento distrutto
e incapace di vivere un solo istante
io non provo il rancore e quell'odio tagliente
dell'uomo ferito o del ferito amante.
non c'è gioia, colore, profumo, sapore
senza te, senza più il tuo nome

99
Dicono che d'amore non si muoia
ma è una grande menzogna
Attraverso tutti i miei giorni col fiato corto
alla ricerca del tuo volto
e ogni giorno la mia vita si spegne
è solo questo cuore bastardo che non si arrende.

10
ALLUVIONE

Mi ritrovo con i piedi a bagno


senza essermene accorta
flashback di mare e di bimbi
che fan cik ciak sul bagnasciuga
Ho le scarpe aperte
non ho quelle di scorta
un passo dopo l'altro
cammino verso una zona asciutta
Non c'è che questo liquido intorno
nulla per assorbirne gli umori
o zone di scarico per defluirne un po’ fuori
Cerco un appiglio
per sollevarmi dal fondo
ma c'è poltiglia di carta bianca
bagnata e appallottolata a tutto tondo
Provo a capire come ho fatto
a finire in questa situazione
per cercare di trovare un soluzione
Poi alzo gli occhi e mi vedo
riflessa in uno specchio

10
in che stato la faccia e quelli sono i miei occhi ...?
Non avrei mai pensato che questo mio corpo
potesse avere cosi tanti sbocchi
cosi tanta acqua da annegare un cuore
cosi tante lacrime a piangere un errore.

10
ECLISSI

Se la luna si eclissa ...


è solo per un attimo,
poi ritorna a splendere,
a stregarci a farsi ammirare,
ad illuminare le notti degli amanti.
Se la luna si eclissa...
è solo per un attimo,
e allora tu
che luna non fosti
e da un buco continui a guardarla
perché non esci
dal tuo assurdo nascondiglio
e non torni con me su quel monte
a guardarla ri - splendere
dal suo cielo stellato ?

10
STIMOLO INTENSO

Come l'onda ghiacciata


ti sorprende sulla riva
da' un sussulto e ti squassa
ma poi stimola e rilassa
Come un colpo di vento
che solleva i vestiti
e increspando ti impiglia
i capelli fra le ciglia
Come un lampo nel cielo
acciecando spaventa
ancor prima del tuono
col boato e il frastuono
Cosi tu sei
amico impertinente
ghiaccio, vento e lampo
sogno e mistero
tutto in un uomo solo.

10
IL SALE

E' andata così ..

come imparare

a mangiare

senza più usare il sale

All'inizio le cose non sanno di nulla

ma poi ti accorgi

di sentirne il vero sapore.

_______________________________________

10
PASSI

Passi delicati
sulle note di un pianoforte
colonna sonora
di un film conosciuto
teatro gremito
di gente
Nuvole di tulle
ondeggiano alla ribalta
braccia smanicate
coreografano la danza
E quella pelle nuda
trasuda di vita
in un corpo
dalla figura plastica
che muove
con estrema eleganza.

10
NERO FUOCO

Tornado di sensazioni
vortice di parole
energia pura
che si trasforma
in calore
Travolge con il suo ardire
sconvolge con il suo dire
strapazza le emozioni
scalfisce i sentimenti
Fuoco dirompente
che brucia oltre la mente
riscalda, attizza, incendia
stizzando lascia segni intorno
tatuandoti la pelle
come cenere rovente.

10
PENSIERO ALATO

E mentre sulla terra


si striscia e
ci si contorce nella melma
di un utopico sogno
In cielo si vola ...

________________________________________________

10
PENSIERO STUPENDO

Quanto lontano
può arrivare un pensiero
se sale sull'onda giusta
e col giusto vento
si mette a viaggiare.
Quanto distante
ti può portare
se apre le sue braccia
e si lascia trasportare.
Quanto piacere
ti può donare
se si rivolge al giusto ricordo
e s'avvolge di quel calore.
Basta il pensiero?
Si il pensiero basta ...
a se stesso
e alla mente che comanda
tutto ti può dare
e ti riporta in un attimo
ovunque tu voglia andare ...

10
ovunque tu voglia stare ...
per darti l'emozione che
credevi d'aver perduto
e che in ogni istante
potrai richiamare.

110
ACCADE SEMPRE

Silenziosamente presente
lascio che il tuo pensiero mi tocchi
e mi metta un brivido dentro
che si muove intenso
come un ricordo
di un istante infinito
Se il tempo è relativo
allora non è passato un giorno
accade in questo istante
e poi, magari,
per sempre.

111
VENTO E LAGO

Profumo di vento nella notte frizzante


aria che smuove le fronde
soffiando dentro i capelli
Brivido intenso ...
Laghi Alpini di acqua fresca d'estate
bagnano mani che
passate sul viso
rinfrescano labbra
assetate e riarse
in un fremito di vita sperata
Il tronco di un albero
puntato al blu
di nuvole sparse,
cariche di una pioggia
che vorrebbe dirompere
per lavare l'aurora,
si specchia alla superficie
e si gode la pace ...
affonda nell'acqua
la sua cima verde
in un riflesso che sembra realtà
e si lascia avvolgere

112
dal suo bacino profondo ...
Profumo di aghi di pino
di terra umida e di muschio morbido
un'onda repentina e inattesa
increspa e esonda.

113
MOLTE VITE E UNA SOLA

Si vivono molte vite


in una sola ...
e quando ti sembra
d'aver trovato
quella giusta
all'improvviso finisce
ma ti conviene affrontarne un'altra
per un diritto di sopravvivenza.
Ricominciare ancora
ricominciare sempre
in questo strano gioco
di divine assenze.

114
FANTASMA

Sudo freddo
nell' estate già afosa,
succede cosi ogni volta che
comprendo qualcosa di te ...
un passaggio nuovo
che colpisce in volto
lasciando il disgusto
e un sapore amaranto
Un fantasma incosciente
un bel volto ridente
è riapparso dal nulla
e ora ... sempre presente,
così , all'improvviso ,
lo ritrovo dovunque
dopo tutto quel niente.

115
I TUOI OCCHI

"Non vedo l'ora di rivedere i tuoi occhi..."


le parole sono rimaste nell'aria
"...di rivedere i tuoi occhi..."
le lacrime hanno appannato lo sguardo
"...i tuoi occhi..." musa di tanta poesia ...
E i suoi occhi sono rimasti ad attenderlo
i suoi occhi hanno guardato la luna tutte le notti
i suoi occhi lo hanno cercato in ogni angolo di cielo
"Non vedo l'ora di rivedere i tuoi occhi..."
risuonava nella sua mente
ed i suoi occhi ha sempre tenuti aperti
per non farsi trovare addormentata al suo arrivo
"...di rivedere i tuoi occhi..."
e i suoi occhi si sono adattati alla luce e al buio
alla pioggia e al sole
"...i tuoi occhi..." ed ora son chiusi per sempre
l'attesa non ha portato il suo sguardo
il tempo ha cancellato il ricordo
"Non vedo l'ora di rivedere i tuoi occhi..."
"...rivedere i tuoi occhi..."
"...i tuoi occhi ..."

116
AL MIO “VENTO”

Quando il giorno
mi porterà la luce dei tuoi occhi
e il cielo si riempirà del tuo respiro,
oh mio Vento,
la mia anima si solleverà in volo
per mostrarmi panorami di infinita bellezza
e regalarmi una musica nuova
che ancora nell'aria non riesco a sentire
sarà la musica della tua voce
dolce ricordo che conservo nel cuore
insieme alle tue calde parole d'amore .....

117
EPPURE NON ESSERCI

Percorrere le stesse strade


attraversare le stesse gallerie
rivedere gli stessi cieli
bagnarsi nello stesso mare
annusare gli stessi odori
ascoltare gli stessi rumori
suonare le stesse canzoni
camminare negli stessi luoghi
toccare gli stessi libri
respirare la stessa aria ...
eppure ... non esserci

118
IL DUBBIO

Dietro ogni incontro


il timore di un riscontro
dietro ogni volto
un pensiero troppo coinvolto
dietro ogni espressione
la certezza dell'incomprensione
dietro ogni sguardo
la partenza verso un solo traguardo
dietro ogni illazione
una luce di lieve perversione
dietro ogni mente
un pensiero poco trasparente
dietro ogni bocca
la menzogna che esce e che ti tocca
dietro ogni persona
sempre un dubbio che si colleziona
dietro questo cuore
la ragione madre del dolore ...

119
BAMBINA FERITA

Bambina,
tu che non credi più nell'amore
perché ti han strappato il cuore
e senza ritegno l'han buttato sui rovi
lacerato coi rami...
Hai guardato shockata
quando con il tuo cuore
han giocato a pallone
l'han rincorso per ore
e ridendo e schernendo
l'han lasciato cadere
sulla terra, nel fango
e strisciando il selciato
l'hanno poi abbandonato.
Tu sei corsa a cercarLo
risalendo quei monti
rivedendo quei luoghi
risentendo quei vuoti
Quando poi l'hai trovato
era tutto sfregiato
lacrimava il suo sangue

12
inesauribilmente
l'hai poi accarezzato
e l'hai anche baciato
le tue labbra gelate
quel sangue ha riscaldato
Come posizionarLo ? Come risistemarLo ?
Cosi gonfio non entra
nella sua loggia aperta.
Sono ferite insanabili
sono tagli inguardabili
sono macchie indelebili.
Bambina,
tu che non credi più nell'amore
come mai or non smetti di amare?
Seppur ti han dilaniato
sempre hai palpitato
e il domani che attende
brama mani più attente
che Lo stringano ancora
con dolcezza e candore
E nel donargli l'ardore
portino via il tuo dolore.

12
CERCO LE TUE MANI

Se hai ancora un paio di mani


per accarezzarmi,
oggi ne avrei bisogno ...
Mani che mi coccolino e mi diano calore ...
che mi facciano sentire
la presenza della mia pelle sul mio corpo
e mi ricordino
che posseggo ancora la mia carne
perché non sono solo anima ...
mani da accogliere in ogni mio anfratto,
anche il più nascosto,
per essere poi baciate,
assaporate ...

12
AVVERBI

Ci sono giorni
in cui il nonsenso delle cose
assume senso proprio nell' essere insensato
inesplicabile e inconcepibile
Ci sono notti
in cui il silenzio delle tenebre
si commuta in frastuono dall'oscura comprensione
inascoltabile e inesprimibile
Ci sono amori
in cui non tutto è divisibile
vivono emozioni cercate in un tentativo di ardore
inimitabile e ininventabile
Ci sono uomini
sognanti come bambini
si nutrono di occhi, labbra e pelle di donne
irraggiungibili
inafferrabili e irresistibili
Ci sono pensieri
inespressi come la totalità delle parole
cercano vie di fuga e tasti reset nel fondo della memoria
inconfutabili e incontenibili

12
LE SFUMATURE DEL NERO

Quante sfumature ci sono tra il bianco ed il nero?


Dipende dalla luce...
da quanto e da come le guardi...
dipende da chi si mette a guardare
o dalla méta a cui è rivolto lo sguardo
Più si è nel buio
meno si colgono le vie di mezzo
Più si è nella luce
più si rischia di rimanere "abbagliati".

Ma se l'esposizione è corretta
o se si trova la posizione ottimale
si possono cogliere un infinità di sfumature,
ogni volta diverse ...
parrebbe quasi di scorgere
in quelle stesse sfumature
altri diversi colori
tracce di lilla o di blu cobalto
che all'improvviso
ti fanno fare il salto
ci sono , in fondo,

12
tutti quanti i colori oppure nessuno,
a seconda che tu vada
verso il bianco
o verso il nero ...
Sta nella metà,
la giusta visione
dove i grigi
risultano caldi
perché hanno in sé
il calore di ogni altro colore

12
VOGLIO

Voglio penetrare il tuo mondo coi miei occhi


voglio fecondare il tuo cuore col mio sguardo
voglio farti affogare nelle mie iridi
voglio toglierti il fiato con le mie pupille dilatate
voglio fissare il tuo volto nel fundus della mia retina
voglio accarezzarti il corpo senza toccarti
voglio farti sentire brividi incontrollabili solo
ammiccando con le mie ciglia
voglio strapparti i bulbi dalle orbite per la smania di
guardarmi
voglio farti innamorare...
... solo fissandoti

12
TIENIMI DENTRO TE

Ti nasconderai dentro i miei occhi


in una foto,
soffierai nelle mie orecchie
e ricorderai i miei respiri
con il fiato dei sospiri sul tuo collo ...
sentirai i miei morsi sul tuo pomo
le mie mani fra i tuoi capelli
e i miei capelli come carezza
sul tuo volto ...
ti consolerai con le mie canzoni,
ti riscalderai al suono della mia voce
e bramerai il tocco delle mie dita
sulla tua pelle ...
riporterai alla memoria i baci cercati
la tua voce che mi chiede di avvicinarmi ...
il contatto delle nostre labbra
e l'esplorazione di bocca in bocca ...
riaffiorerà su te , nella calda estate,
l'umidità dei nostri corpi
e l'odore dei nostri incontri ...
sognerai le mie carezze

12
sotto la pioggia fine dell'autunno ...
correrà in te quel brivido di eccitazione
e girerai la testa in ogni direzione
guardando sul display
quello che ormai è soltanto un nome ...
mi ritroverai ogni giorno
sulle pagine di un calendario ...
che ti riporta al nido e a quella prima volta ...
ti riassalirà la tentazione di parlarmi ...
di risentire come ero solita chiamarti
e nel silenzio della notte griderai
il mio nome ...
e sarò con te sorridendo,
come in quegli istanti ...

12
TUTTO IL TEMPO DEL MONDO
Il fiume,
è distesa viva di acqua
nella vita che fa il suo corso
Il cielo ha i colori del temporale
del cielo d'estate e del tramonto
La luna ammicca nel buio
coperta da una coltre di nubi notturne
C'è un pensiero che non ha avuto ritorno
Io sto seduta qui
sopra un sasso
a vederli passare,
uno dopo l'altro, come in una processione ...
cadaveri portati dalla corrente
che incedendo mi sfiorano ...
e non li sento ...
non c'è reazione dove non c'è più calore.
Arriverai anche tu
nel giorno che non sai
e mi troverai
perché ti sto attendendo,
ho la pazienza che serve
e tutto il tempo del mondo ...

12
MANCANZA

Chi è costui,
che svela l'essenza di sé
sconosciuta al mondo
e rivelatrice della sua direttrice
da dietro le tele di una gonna
senza mostrar la faccia ?
Così fa l'uomo senza gli attributi !
Peccato che un uomo cosi ...
di uomo abbia soltanto il sostantivo
mancando poi della sostanza.
Restare nascosto ad oltranza ...
... temendo la mia sola esistenza
... minacciandomi in lontananza,
per le poesie di un pensiero che
sfruttano solo un ricordo
senza recondita speranza.
Metta il suo cuore in pace
a caldo nel letame
accanto alla sua vita (infame)
non ci sarà più un round
dove non si è combattuto.

13
Posponga l'anima
ai minuscoli ermenicoli
incontenibili dentro i facili calzoni
e ammuffisca con le sue convinzioni
Non c'è ulteriore sopportazione
per una tale vessazione
ora mettiamo fine a questa danza
che per testimone ha una sola stanza.

13
INDEFINITI CONTORNI

Indefiniti contorni
di un disegno
in bianco e nero
Sgualcito il ricordo
del tuo pensiero in una mano
Acceso il ricordo
degli occhi
in quella luce
Dolente l'attesa
che uccise la passione
.....

13
ATTESA

Pensieri accavallati
in una notte
che costringe ad attendere
quando vorresti
esistere
Attesa indesiderata
per l'incapacità
di un Carpe Diem
in una vita già cosi breve

13
QUANDO?

Quando smetteranno di gridare le Aquile?


Quando, nelle notti di Luna Piena
non si udrà più l'ululato dei lupi?
Quando i fiumi resteranno nel proprio letto
e smetteranno di inondare le città?
Quando, l'occhio invadente della curiosità
smetterà di entrare nelle case degli altri
e comincerà a trovare i cadaveri
nascosti nelle proprie stanze?
Quando, una donna
potrà entrare a far parte della memoria
se la sua anima viene continuamente attesa?
Quando, la gente capirà
che dopo tutto arriva comunque la morte
e non vale la spesa il tempo buttato a uccidere?
L'Angelo Nero verrà per tutti
conviene vivere la propria vita
senza infangare quella del prossimo.
Quando capirai questo
aprirai la tua porta
non per farne uscire meschinità e vergogna

13
ma per accogliere il giorno
accompagnandolo a sera in pienezza
ridando così respiro
a coloro a cui lo hai tolto....

13
VOGLIO VIVERE IL TEMPO

Lo voglio vivere questo tempo …


Tempo che resta anche se passa
e si porta via
i sogni e le persone
Che rende diafani i giorni
della gioia come quelli del dolore
Si porta via l'età fanciulla dei miei figli
i loro primi passi ed i sorrisi edentuli
Si porta via tutte le loro prime volte
e le prime volte mie,
il mio piccolo angelo …
il mio cuore incompreso ...
Si porta via i ricordi
di insopportabili attese
ed i suoi occhi verdi.
Lo voglio vivere questo tempo
che all'improvviso mi presenta il conto
Senza preavviso
contro il fianco di un muro
ride in faccia alle mie paure sul futuro
e non mi dirà se ci sarà un futuro

13
Che mi solletica i rancori
e le desiderate vendette
Lo voglio vivere questo tempo
di desideri e di passioni che non torneranno
di emozioni, lamenti e brividi sotto la pelle
che mi ricorda “Non ci sarai per sempre
e non saprai quando il tuo tempo
cederà il passo alle tre arcane donne
armate di lama tagliente”
Lo voglio vivere questo tempo
senza il timore di riconoscere
che non finirà il mio amore
in questo tempo che non ha più tempo
per i suoi baci e per il suo sapore
Lo voglio vivere questo tempo
perché non sia lui a vivere me
e irriverente un giorno
mi lasci sulla porta aperta
senza permettermi di proferir parola ...

13
SOLE E LUNA

Il Sole illuminato dalla Luna


è grano dorato ...
si accende nel buio della notte ...
dimentico d'esser tramonto
di aver ceduto il cielo
Mostra i suoi laghi
un riflesso di cerchi
in un'armonia di palpiti
legati alle melodiche inflessioni
portate dalla voce del vento.
Il Sole ... illuminato dalla Luna

13
ORIZZONTE IMMAGINARIO

L'orizzonte nel cielo


taglia le nuvole a metà ...
sembra di scorgere il mare
lassù ... tra l'azzurro
e le montagne.
Il mio mare ...
Soffici come il cotone,
in costante mutamento,
cirri si riflettono
sull' aeriforme liquido
in perfetta simmetria orizzontale,
lasciando un varco centrale
che si lascia attraversare
dal pensiero inerte ...
Perdersi, cosi,
in quell'infinito spazio,
in un volo di libertà,
inesprimibile dalle parole ...
e comprensibile solo
ad uno sguardo attento
capace di elevarsi

13
dalla visione terrena,
assoggettata al grigio colore
dei palazzi informi.

14
VERNICE FRESCA

Gli occhi si chiudono


alla fine di un altro giorno
denso di pensieri, di volti. di sogni
Chilometri d'asfalto
per schiodarsi il cuore
e sulla mia nuova anima
due sole parole
"Vernice Fresca"

14
14

Interessi correlati