Sei sulla pagina 1di 1

URL :http://www.pu24.

it/
pu24.it
PAESE :Italia
TYPE :Web Grand Public

9 ottobre 2018 - 10:41 > Versione online

L’UniversitàdiUrbino piange la scomparsa


dello storico francese Michel Vovelle.
Ricevette la laurea ad honorem nel 1994
di Redazione
9 ottobre 2018

Da sinistra: Michel Vovelle, Carlo Bo ed Enrico Mascilli Migliorin (Foto Paolo Bianchi)
URBINO – E’ scomparso pochi giorni fa il grande storico francese Michel Vovelle. “Un grande
amico di Urbino e della sua Università” come lo definisce il professor Dino Mengozzi
tracciandone un ricordo che così prosegue: “Michel Vovelle, celebre storico della Rivoluzione
Francese, in occasione del viaggio di nozze visitò per la prima volta la città dove avrebbe ricevuto
il 31 marzo 1994, come professore della Sorbona, la Laurea ad honorem in Pedagogia per poi
partecipare alle celebrazioni del cinquecentenario dell’Ateneo con una dedica speciale. Lo storico
francese, noto in tutto il mondo, aveva iniziato i suoi studi alla scuola di Ernest Labrousse ed era
divenuto uno dei maggiori interpreti di quella scuola che “conta, misura e pesa” alle “Annales”, la
rivista che ha rivoluzionato la ricerca storica. Vovelle si è concentrato su due filoni: le mentalità e
la storia della Francia rivoluzionaria del 1789, prestando particolare attenzione anche all’Italia. I
suoi libri maggiori sono stati tradotti preso Laterza, Einaudi, Guida e altri. Salito alla Sorbona
sulla cattedra di studi della Rivoluzione francese nel 1982, aveva diretto le celebrazioni per il
bicentenario del 1789, culminate nel congresso mondiale tenutosi alla Sorbona nel 1989, nel
quale studiosi di ogni paese avevano portato studi sulla vasta disseminazione delle idee della
democrazia rappresentativa. L’Istituto di studi della Rivoluzione francese, alla Sorbona di Parigi
I” conclude Mengozzi “è diventato sotto la sua direzione un centro internazionale, che ospitava
giovani studiosi provenienti da ogni parte del mondo, che trovavano in Vovelle il maestro sempre
disponibile, ironico, generoso, prodigo di suggerimenti e amicizia”.
Articolo pubblicato in: Cronaca, Cultura e spettacoli, Slide, Urbino, Urbino-Cronaca,
Urbino-Cultura e spettacoli

Tutti i diritti riservati