Sei sulla pagina 1di 64

Andria, giugno 2010

PROGETTAZIONE GEOTECNICA
SECONDO LE NORME TECNICHE
PER LE COSTRUZIONI
D.M. 14.01.2008

fondazioni e opere di sostegno

Luigi Callisto
Luigi Callisto
• analisi agli stati limite
• valutazione della sicurezza secondo NTC
• fondazioni, condizioni statiche
• condizioni sismiche
- determinazione dell’azione sismica
- fondazioni superficiali e profonde
• muri di sostegno
- condizioni statiche
- condizioni sismiche
• paratie e ancoraggi
- condizioni statiche
- condizioni sismiche
Luigi Callisto
stato limite
condizione nella quale l’opera non soddisfa un requisito
- di stabilità SLU
- funzionale SLE

SLU → sicurezza (collasso, totale o parziale)

SLE → comportamento (spostamenti,


fessurazioni…)

Luigi Callisto
analisi agli stati limite
valori caratteristici (k) di:
• azioni (valori rappresentativi)
• parametri di resistenza o resistenze globali

coefficienti parziali applicati ai valori caratteristici

altre incertezze:
- geometria e modello di sottosuolo
- distribuzione pressioni interstiziali
- schematizzazione del problema (1D, 2D)
-…
Luigi Callisto
verifiche nei confronti degli
Stati Limite Ultimi (SLU)
E d ≤ Rd

effetto delle azioni resistenza del sistema

⎡ Xk ⎤ 1 ⎡ Xk ⎤
Ed = E ⎢γ F ⋅ Fk ; ; ad ⎥ Rd = R ⎢γ F ⋅ Fk ; ; ad ⎥
⎣ γM ⎦ γR ⎣ γM ⎦

⎡ Xk ⎤
Ed = γ E ⋅ E ⎢Fk ; ; ad ⎥
⎣ γM ⎦

Luigi Callisto
coefficienti parziali NTC sulle azioni
γF oppure γE
γF (γE)
A1 A2
carichi EQU
STR GEO
favorevoli 0.9 1.0 1.0
permanenti γG1
sfavorevoli 1.1 1.3 1.0
favorevoli 0.0 0.0 0.0
permanenti non strutturali γG2
sfavorevoli 1.5 1.5 1.3
favorevoli 0.0 0.0 0.0
variabili γQi
sfavorevoli 1.5 1.5 1.3

Luigi Callisto
coefficienti parziali sulle proprietà meccaniche
(parametri di resistenza)

γM
M1 M2
grandezza
(STR) (GEO)
tan ϕ'k γϕ' 1.0 1.25
c'k γc' 1.0 1.25
Cuk γCu 1.0 1.4
γ γγ 1.0 1.0

Luigi Callisto
valori caratteristici (k) delle azioni F e dei parametri di
resistenza X P[X < Xk] ≤ 5%

EN 1997-1 (Eurocodice 7: Geotechnical Design)


characteristic value → a cautious estimate of the
value affecting the occurrence of the limit state.

NTC 6.2.2
“per valore caratteristico di un parametro geotecnico deve
intendersi una stima ragionata e cautelativa del valore del
parametro nello stato limite considerato”

Luigi Callisto
scelta dei valori caratteristici dei parametri di resistenza

• valori medi: volumi elevati, comportamento duttile


Q

• valori minimi: volumi piccoli, comportamento fragile


Q

w
verifiche nei confronti degli Stati Limite Ultimi

APPROCCIO 1: due diverse combinazioni


C1: si amplificano le azioni o gli effetti delle azioni
C2: si penalizzano i parametri di resistenza del terreno
(e le resistenze globali)

APPROCCIO 2: unica combinazione

si amplificano le azioni e si penalizzano le resistenze


globali del terreno

Luigi Callisto
approcci di progetto e coefficienti parziali

azioni proprietà
appr. resistenze
permanenti c', ϕ' (Cu)
1
1.3 1.0 1.0
C1
1
C2
1.0 1.25 (1.4) γR

2 1.3 1.0 γR
γR dipende dal tipo di opera

Luigi Callisto
approcci di progetto e coefficienti parziali

azioni azioni proprietà


appr. resistenze
permanenti variabili c', ϕ' (Cu)
1
1.3 1.5 1.0 1.0
C1
1
C2
1.0 1.3 1.25 (1.4) γR

2 1.3 1.5 1.0 γR


γR dipende dal tipo di opera

Luigi Callisto
coefficienti γR sulla resistenza globale
definiti per ciascun tipo di opera e per ciascun
approccio di progetto

1 ⎡ Xk ⎤
Rd = R ⎢γ F ⋅ Fk ; ; ad ⎥
γR ⎣ γM ⎦

EC7: γR usato in alternativa a γM


NTC: γR usato in aggiunta a γM

Luigi Callisto
analisi di un sistema geotecnico
(Terzaghi 1943)

1. stability problems
deal with the conditions for the equilibrium
of ideal soils immediately preceding σ
ultimate failure by plastic flow

analisi di un meccanismo di collasso


ε
2. elasticity problems
deal with the deformation of the soil due
to its own weight or due to external forces σ

analisi di interazione

ε
Luigi Callisto
verifiche di resistenza strutturali
mobilitazione locale della resistenza in:
- fibre (tensioni ammissibili)
- sezioni (stati limite)

verifiche di resistenza geotecniche


- mobilitazione globale resistenze
(meccanismo)
- plasticizzazioni locali sempre presenti

Luigi Callisto
analisi di un sistema geotecnico

1. analisi di un meccanismo di collasso


studio della sicurezza σ
resistenza
distanza da una condizione limite
ε
2. analisi di interazione
spostamenti e sollecitazioni σ
deformabilità
effettivo comportamento
ε
Luigi Callisto
analisi di un sistema geotecnico
(tradizionale)

1. analisi di un meccanismo di collasso


studio della sicurezza SLU
2. analisi di interazione SLE (?)
• sollecitazioni negli elementi
strutturali → tensioni ammissibili
• spostamenti

Luigi Callisto
analisi di un sistema geotecnico
(contemporanea)

1. analisi di un cinematismo di collasso


studio della sicurezza SLU GEO
verifica Ed< Rd → distanza dal collasso
2. analisi di interazione
• sollecitazioni negli elementi
strutturali SLU STR
es.: MEd ≤ MRd
• spostamenti SLE

Luigi Callisto
fondazioni superficiali

stati limite ultimi


• carico limite
• scorrimento
• resistenza strutturale

valori di γR
verifica R1 R2 R3
carico limite 1.0 1.8 2.3
scorrimento 1.0 1.1 1.1

Luigi Callisto
esempio: trave di fondazione

F2=1.8 MN
F3=1.5 MN

F1=0.8 MN

p.p. = 0.4 MN

sabbia mediamente addensata


γ = 19 kN/m3 ϕ′ = 33° E’ = 5 MPa

F: azioni permanenti derivanti da valori caratteristici


dei carichi (non amplificati)
approccio
tradizionale
(GEO)

ϕ′ = 33° qlim

analisi di un meccanismo di collasso


(rottura generale)

B = 1.5 m Qlim = 22 MN
L' = 11.9 m Qes = 4.5 MN
qlim = 1230 kPa FS = 4.8
azioni non amplificate
A1-C2 (GEO)
γG = 1.0
γϕ' = 1.25
γR = 1.8
qlim
ϕk′ = 33° ϕd′ = 27.4°

analisi di un meccanismo di collasso


(rottura generale) Q = R =11 MN
lim
B = 1.5 m Rd = R/γR = 6 MN
L' = 11.9 m Ed = Qes ·1.0 = 4.5 MN
qlim = 632 kPa Rd / Ed = 1.4
[ oppure: γϕ = 1.88 → Rd = Ed ]
azioni amplificate
A2 (GEO) analisi strutt. usuale

γG = 1.3
γϕ' = 1.0
γR = 2.3
qlim
ϕk′ = ϕd′ = 33°

analisi di un meccanismo di collasso


(rottura generale) Q = R = 22 MN
lim

B = 1.5 m Rd = R/γR = 9.6 MN


L' = 11.9 m Ed = Qes ·1.3 = 5.9 MN
qlim = 1230 kPa Rd / Ed = 1.6
[1.3×2.3×1.6=4.8 ]
esempio: trave di fondazione
approccio tradizionale (STR)

Winkler – k = 3.0 MN/m3

1000
M (kNm)

500

-500

rigidezza ≡ costante di sottofondo

Mmax = 1 MNm → tensioni ammissibili


azioni amplificate
A1-C1 (STR) analisi strutt. usuale
1000
γG = 1.3

M (kNm)
500
γϕ' = 1.0
γR = 1.0
0

-500

il modello costitutivo non include parametri di


resistenza
A1-C2

analisi lineare:
amplificazione azioni Fi ↔ effetti delle azioni M,T

Mmax =1.3 MNm (= 1×1.3) = MEd < MRd


azioni amplificate
A2 (STR) analisi strutt. usuale
1000
γG = 1.3

M (kNm)
500
γϕ' = 1.0
γR = 2.3
0

-500

γR non compare nell’analisi → come A1C1

Mmax = 1.3 MNm (= 1×1.3) = MEd < MRd


stati limite di esercizio
SLE
cedimenti
aspetti strutturali (fessurazioni…)

• verifica obbligatoria
• si opera con valori caratteristici
i coefficienti parziali sono unitari
Roma, 24 febbraio 2010

pali di fondazione (e ancoraggi)

• resistenza influenzata da fattori tecnologici


• spesso determinata per via empirica

• coefficienti applicati alla resistenza globale e


non ai parametri di resistenza

distinzione A1-A2 solo convenzionale

Luigi Callisto
σlim = f (c', ϕ', Cu…)
Qlim
τlim = σ'v K tan ϕs = σ'v β
β = (1-sen ϕ')×tan ϕ'

τlim
1

36°
Slim
0.9
β / β (γϕ = 1)

ϕ = 24°
0.8

σlim 1.25 1/γϕ


0.7

Plim 1 1.1 1.2

γϕ
1.3 1.4

Luigi Callisto
Roma, 24 febbraio 2010
verifiche fondazioni profonde
valutazione resistenze caratteristiche
a) da prove di carico su pali pilota
b) con metodi analitici o con relazioni
empiriche con prove in sito
c) da prove dinamiche ad alto livello di
deformazione, su pali pilota
⎧ Rmedia Rmin ⎫
Rk = Min ⎨ , ⎬
⎩ ξ1 ξ2 ⎭

ξ1, ξ2 = f(numero prove di carico/verticali d’indagine)


ξ = 1.0 – 1.7
Luigi Callisto
verifiche fondazioni profonde
APPROCCIO 1
combinazione 2: A2+M1+R2 GEO
γG1 = 1.0 γQ = 1.3 resistenze caratteristiche / γR

valori di γR
tecnologia
resistenza infissi trivellati elica cont.
base 1.45 1.70 1.60
laterale 1.45 1.45 1.45
totale 1.45 1.60 1.55
lat.traz. 1.60 1.60 1.60
orizzontale 1.60
verifiche fondazioni profonde
APPROCCIO 1

combinazione 1: A1+M1+R1 STR

γG1 = 1.3 γQ = 1.5 γϕ' = γc' = γCu = 1


γR = 1.0
le resistenze del terreno
non compaiono nelle
verifiche
verifiche fondazioni profonde
APPROCCIO 2
combinazione A1+M1+R3
γG1 = 1.3 γQ = 1.5 resistenze caratteristiche / γR
valori di γR tecnologia
resistenza infissi trivellati elica cont.
base 1.15 1.35 1.30
laterale 1.15 1.15 1.15
GEO
totale 1.15 1.30 1.25
lat.traz. 1.25 1.25 1.20
orizzontale 1.30

γR non compare nelle verifiche STR


verifiche fondazioni miste

- solo approccio 2
- coefficienti γR applicati
alla somma delle resistenze caratteristiche

capacità portante γR = 2.3


scorrimento γR = 1.1
stato limite di esercizio
SLE

• verifica obbligatoria

• si opera con valori caratteristici


i coefficienti parziali sono unitari
condizioni sismiche
risposta sismica
previsione del moto del terreno, in superficie o in
profondità, indotto da un evento sismico

rottura lungo una discontinuità (faglia)


propagazione, sotto forma di onde, dell’energia rilasciata
affioramento rigido
(outcrop)

superficie

bedrock

moto su modifica (RSL) azione di progetto


affioramento

ag, F0, T*c SS, ST amax, Tc


6

a (m/s2 )
0

-3

-6

3
k1 k2 k3 k4
a (m/s2 )

-3
T1 T2 T3 T4
-6
0.6

descrizione azione sismica 0.4

PSa (g)

spettro elastico di risposta 0.2

0
0 0.4 0.8 1.2 1.6 2
T (s)
vita di riferimento VR = VN × CU

stati limite → probabilità di superamento PVR

stati limite PVR (%)


SLC 5
ultimi
SLV 10
SLD 63
di esercizio
SLO 81

periodo di ritorno moto su


affioramento
− VR
TR =
(
ln 1 − PVR ) ag, F0, T*c

http://esse1-gis.mi.ingv.it
vita di riferimento VR = VN × CU

stati limite → probabilità di superamento PVR

stati limite PVR (%)


SLC 5
ultimi
SLV 10
SLD 63
di esercizio
SLO 81
freq. annuale superamento λm = 1/TR

0.01

periodo di ritorno moto su


affioramento
− VR
TR =
( )
0.001

ln 1 − PVR ag, F0, T*c

0.0001
0.1 1
ag (g)
periodo di ritorno intensità prestazione
− VR
TR =
(
ln 1 − PVR )

anche
elevato (evento raro) alta modesta
(SLU)

basso (evento frequente) bassa buona


(SLE)
amax, Tc → analisi di risposta sismica semplificata

amax = S·ag = SS·ST·ag TC = CC·T*C


ST coefficiente di amplificazione topografica
SS coefficiente di amplificazione stratigrafica = 1.0-1.8
(dipende dalla categoria di sottosuolo)

Cat. VS30 NSPT30 CU30


A > 800 30
v s30 = (m/s)
B 360-800 > 50 > 250

hi
C 180-360 15-50 70-250 i v si

D < 180 <15 < 70


coefficienti di amplificazione topografica ST
(per altezze maggiori di 30 m)

ST

α α
α ST
α ST <30° 1.2
1
>15° 1.2 >30° 1.4
spettro di risposta di progetto (esempio)
5
TB TC
S η Fo
4

3
Se (T)/a g

D TD
2
S E
C
B
1 A

0
0 0.5 1 1.5 2 2.5 3
T (s)
fondazioni in condizioni
sismiche
fondazioni metodo delle sottostrutture

interazione risposta interazione interazione


“completa” sismica cinematica inerziale
locale
oscillatore elementare
moto alla base forze d’inerzia → accelerazione totale
k
Fi (t ) = m ⋅ u&&t (t )
m

c
smorzatore → velocità relativa

ub(t) Fc (t ) = c ⋅ u& r (t )
molla → spostamento relativo
ut
Fk (t ) = k ⋅ ur (t )
ub ur

m (u&&b + u&&r ) + c u& r + k ur = 0


k

c
m u&&r + c u& r + k ur = −m u&&b
ub
forzante
ut = ub + ur equivalente
interazione inerziale

k
k
Q(t)
m m
c
c

ub(t)

moto alla base forzante equivalente

Q(t ) = −mu&&b

moto relativo u (t ) = ur (t )
interazione inerziale - fondazioni superficiali
carico limite e scorrimento (GEO)
B

Q Q
γ Df M
Df
T

a a
γ, ϕ, c
δ
γ Df Q
Nq, Nc , Nγ = f(ϕ)

ξq, ξc , ξγ = f(δ)
B'

Qlim/B' = ξq Nq γ Df + ξc Nc c + ξγ Nγ γ B'/2
Tlim=c B' + Q tan ϕ
interazione inerziale - fondazioni profonde
carico limite (GEO)
effetto di T:
meccanismo di collasso per carichi
Q
trasversali (Broms)
M
T Tlim

My reazione
terreno
cerniere
plastiche
My

effetto di M:
incremento - decremento carico assiale
interazione inerziale
analisi strutturale (STR)
determinazione sollecitazioni negli elementi di fondazione
fondazioni superficiali fondazioni profonde

terreno:
enfasi sulla deformabilità
es. Winkler, continuo elastico
interazione inerziale - azioni in fondazione - NTC
Combinazione fondamentale

γG1×G1 + γG2×G2 + γP×P + γQ1×1×Qk1 + γQ2×ψ02×Qk2 + …


Combinazione sismica

E + G1 + G2 + P + ψ21×Qk1 + ψ22×Qk2 + …

variano i coefficienti di combinazione

i coefficienti γG, γQ sono unitari, indipendentemente


dall’approccio di verifica scelto
interazione inerziale - azioni in fondazione - NTC

Classi di Duttilità (CD) coefficiente di sovraresistenza


CD “A” γRd = 1.3
CD “B” γRd = 1.1

azioni in fondazione: valori minimi fra:


resistenze elementi strutturali sovrastanti
azioni trasmesse × γRd
azioni trasmesse in campo elastico q = 1
interazione inerziale - fondazioni superficiali
analisi strutturale (STR)

ks
kt Q(t)
m
ω ω cs
ct

kt ks
G, ξ
ct cs

1 1 1 1 1 1
= + = + riduzione pulsazione naturale
k eq k t k s ω eq
2
ω t2 ω s2
c eq
ξ eq = aumento smorzamento
2mω eq
interazione con il terreno → due cause di smorzamento

• smorzamento isteretico, legato al comportamento meccanico del


terreno (es. sviluppo di deformazioni plastiche)

• smorzamento geometrico: fronte d’onda di dimensioni crescenti

τ G
1

G γa
Q(t)
A

η ω γa
γa γa γ
m
- sistema a un grado di libertà
- fondazione circolare rigida su semispazio elastico
h k

k
ω0 = vs
m
a

ω0 ⋅ h
s=
vs

m
m=
ρ ⋅ a3
Wolf (1985)

h/a = 1; ν = 0.33; ξ = 0.025; ξg = 0.05


NTC: 7.2.6
- Vs < 100 m/s
- Strutture alte e snelle

Gazetas (1990) Foundation Vibrations


in: Foundation Engineering Handbook
2nd edition - Fang ed.
Van Nostraind Reinhold, NY, cap 15
interazione cinematica - fondazioni superficiali
riduzione del carico limite (GEO)

11 Inerzia del terreno


MdC
NγE/Nγ=(1-Kh/tanϕ)0.45
0.8
0.8 Paolucci e Pecker - AL
cinematico
NγE/Nγ=(1-Kh/tanϕ)0.35

0.6
0.6
/Nγ
γ
NγE/N
NγE
0.4
0.4
inerziale
interazione ϕ=20° 30° 40°
0.2
0.2 (inclinazione) ϕ' = 30°
cinematica
00
00 0.2
0.2 0.4
0.4 0.6
0.6 0.8
0.8 11
KKh h
interazione cinematica - fondazioni profonde
sollecitazioni flettenti aggiuntive (STR)
pressioni sul palo
deformata terreno
NTC:
- ag ≥ 0.25 g
- terreno tipo D
- contrasti rigidezza

deformata palo
Dobry & O’Rourke (1983)
4EI
metodo della costante di sottofondo (Winkler) λ=4
k1D
k 2EI ⎛ G2 ⎞
M= γ 1 ⋅ F ⎜⎜ ⎟⎟
λ ⎝ G1 ⎠ 3G
k=
F=
(1 − c )(1 + c )
−4 3
D
γ1
(1 + c ) (c + 1 + c + c )
−1 2

G1
G1γ 1 = G2γ 2 = τ max c=4
G2
G1
G2 0.6

0.4
F

γ2
0.2

G e τ da analisi di risposta sismica


o da valutazioni semplificate 0
1 10 100
G2 /G1
D = 0.8m amax = 0.3 g τ = 120 kPa
E = 30 GPa H = 20 m G01 = 200 MPa
EI = 603 MNm2 rd = 0.7 G1 =0.7 G01 = 140 MPa
γ1 = 0.086 %
4EI ⎛G ⎞
λ= 4 = 1.55 m F ⎜⎜ 2 ⎟⎟ = 0.296
k1D ⎝ G1 ⎠ G2 = 1000 MPa
γ2 = 0.012 %
2EI
M= γ 1 ⋅ F = 198 kNm 1
λ
k 0.8

0.6
γ1

G/G0
G1 0.4

G2 0.2

0
0.0001 0.001 0.01 0.1 1 10
γ (%)
γ2
valutazione semplificata

A
amax

m·amax amax
z

τmax
τ max A = m ⋅ amax
m ⋅ amax a γ
τ max = = ρ ⋅ A ⋅ z max = ⋅ z ⋅ amax
A A g

amax
τ max = σ v · rd
g

rd = 1-0.015 z
Idriss e Golesorkhi (1997)
fondazioni: criteri costruttivi
• tipologia unica

• elevata rigidezza orizzontale 0.3-0.6 N amax/g

• no plasticizzazioni

• armatura pali estesa a tutta la lunghezza Aa-min = 0.3 %

• evitare pali inclinati

• evitare cerniere plastiche nei pali