Sei sulla pagina 1di 1

Desultores: fonti antiche:

dein Cretenses auxiliares et quos Tarentinos uocabant equites binos secum trahentes
equos ad prima signa misit

LIV. XXXV,28, 8 (cfr. XXIII, 29, 5);

Tito Livio menziona una truppa di cavallo nell'esercito della Numidia, in cui ogni
soldato era fornito con un paio di cavalli, e nel colmo della battaglia, anche se
era dotato di armatura, saltava con la massima facilit� e celerit� da un cavallo
che era stanco o infortunato, sul dorso del cavallo che era ancora fresco.

Nec omnes Numidae in dextro locati cornu sed quibus desultorum in modum binos
trahentibus equos inter acerrimam saepe pugnam in recentem equum ex fesso armatis
transultare mos erat; tanta uelocitas ipsis tamque docile equorum genus est

(ab urbe condita, lib. XXIII.29)

POLYB. XI, 12, 6;


AEL. TACT. 45;
POLL. onom., I, 10, 131;
PAUL. ap. FEST., p. 247 LINDSEY.
Cfr.: F. ALTHEIM, Griech. G�tter in alt. R�m.,Giessen 1930, p. 18 ss.