Sei sulla pagina 1di 6

c c

 
Dato che tutti i tipi di cellula delle diverse parti organiche del corpo umano
contengono il medesimo DNA, deve quindi esserci necessariamente qualcosa al di
sopra di esso in grado di spiegarne il loro differente esito. La `     

 come reale guida del programma genetico organizzato dal DNA risiederebbe
sotto forma di informazione a livelli energetici molto più sottili di quelli considerati
fino ad ora.
I campi morfogenetici sono un nuovo tipo di campo che fino ad ora non è stato
riconosciuto dalla fisica.
Così come gli organismi alla cui formazione presiedono, si evolvono. Hanno una
storia e, grazie a un processo chiamato     
, contengono in sé una
memoria.
Fanno parte di una famiglia più vasta d i campi, detti  
.
Secondo Sheldrake, i á  á á
 á   á    á    
             á      
   á                
     á     á         
á          á        .
In altre parole, la causalità formativa è il meccanismo grazie al quale le cose
assumono la loro forma, o la loro organizzazione.
Così come  á  á         á  á  á    
       á     á  á      á    
á        á   á          á
á ááá      
Il lavoro dei campi morfici viene compiuto a livello subatomico, Tali campi sono
regioni d͛influenza all͛interno dello spazio -tempo, localizzati dentro e intorno ai
sistemi che organizzano.
Per Sheldrake infatti il campo stesso si evolve, esso non è fissato una volta per tutte
da un͛equazione matematica, ma la sua struttura dipende da ciò che è accaduto in
precedenza. Contiene una sorta di memoria. Attraverso la ripetizione, i modelli che
organizza divengono sempre più probabili, sempre più abituali.
I campi divengono una sorta di memoria cumulativa, evolvendosi nel tempo, e sono
alla base della formazione delle abitudini 
La risonanza morfica individua l͛idea secondo cui ogni individuo facente parte di una
specie, attinge alla memoria collettiva della specie - o campo morfico della specie - e
si sintonizza con i suoi membri passati, a sua volta contribuendo all͛ulteriore
sviluppo della specie stessa.

á á       á       áá      á
  á á      á      áá  á     
           [Sheldrake R., 1999]. In campo psicologico
questa ipotesi offre un substrato scientifico al fenomeno della 
   
` , secondo cui le aspettative di un individuo influiscono sulla condotta
comportamentale di altri individui. In campo psicoa nalitico permette una lettura
bio-fisica della teoria dell͛    `` di c    
. In campo
sistemico-relazionale offre una valida spiegazione del funzionamento delle
c   
   di   
. In termini di gruppi sociali infatti, il campo
morfico sottende all͛idea che ogni gruppo di persone è organizzato da un campo, e
che questo campo non è solo una struttura organizzatrice nel presente, ma contiene
anche una memoria di quello che era quel gruppo sociale nel passato, att raverso cui
ogni individuo è collegato con la risonanza morfica.

2 
 ` . Durante alcuni esperimenti riguardanti la misurazione dei moti
vibratori di campioni di DNA, hanno assistito ad un effetto del tutto inaspettato: il
campo elettromagnetico del DNA, sottoposto a irradiazione laser, continuava a
persistere a lungo anche dopo la rimozione del campione stesso di DNA fisico.
Gariaev e Poponin effettuarono tutti i control li possibili ripetendo l͛esperimento
diverse volte, fino a prendere in consideraz ione l͛ipotesi di lavoro suggerita dai
risultati sperimentali: nel vuoto fisico c͛è qualche nuova sub -struttura di un campo
che è stato precedentemente ignorato.
|
·n esempio passato alla storia è quello del cristallo di glicerina. La glicerina era
anticamente utilizzata come sostanza per fare la dinamite. Da quando era stata
scoperta non aveva mai formato cristalli. ·n giorno, all͛inizio del XIX secolo, senza
che qualcosa cambiasse nelle condizioni esterne, all͛improvviso la glicerina
contenuta in una botte cominciò a cristallizzarsi nel trasporto da Vienna a Londra.
Poco tempo dopo, in un luogo completamente diverso, altra glicerina cominciò a
cristallizzarsi ed oggi è noto che sotto i 17° C la glicerina forma cristalli.
Êe  c e  v  se s s è
   c   
 e e  c  e 
c s   e e   ce              c   c 

 e e  c  
  e c s  

  Ms  E    1994     v 

e  e e  e   e c  
 e e c c 

c  es e e  e

e s c  E  

 
 c  e e ec c e   c  c s  

c   cc   e e  c   ve s 

 e e  e e  se      e   e

ce v     s  v   s c c ss c


  e  e  e e ec e  cc e c  s

s  c s e
   e e  ss  c s  
c  es s    e v   
   esse e
c    e  s c

evy- e   ev e  


 e  
e s   e e  s  c e 

e     e  ese  
s  è  ese    s   e  

S      e   s c  s e  


   e  e O   s 
 e  vee  sc   e c é   e    e   v e  S   s

e se   e   e  e  c e se      s  e e ess 



v c      c e e   s  e c  ve      O   
v   v     e e s   e  Q es s e v      c 

  v e      c e   s        s c  s ese v

s   e 

  v         cs S   vev  ve s  


1500 K   e     sc  sc   v   s  c e  v   s

  

U   ese     c c  s è  se e e   sc     ese 


Mcc B sc
 sse v e  s    e e  e (  s  Ks  ) e 30
    1952   S  s  K s       sc e       

 e     sc  e c e e e c ee e  s   e sc  e

v    s  e ce e e e c e    s  c e e c  v  U

   
e    18 es   e   v   s    e  e 

    v e e e  c s c   v c   se    cc   s 

 e   c e e s e c    e  c        e  se    e  

   se   s ccesse c s  s  e e e  F  sse v   sc e  

c e     e  v e e e c s  e    e   e  sc  e   e



s e  c s c e e sc  e s  e 
e   s y      
 e 

sess c è  v e e    e e e 


Il biologo Shaldrake sostiene che se una buona parte dell͛umanità raggiungesse un
certo livello di consapevolezza spirituale, questa stessa consapevolezza si
estenderebbe per 

    ad altri gruppi, coinvolgendo quindi l͛intero
sistema questo numero di persone, o comunque di individui appartenenti ad ogni
altra specie in cui si verificherebbe un analogo fenomeno, è chiamato massa critica !.

Grazie ai campi morfogenetici non possiamo far altro che constatare che la
coscienza umana influisce sull͛ambiente circostante. Ciò significa che possiamo
cambiare il mondo in ogni momento.

etto orientale    


  
 
  
    
 
 
 

 
    
 
 
  
 
            

        
  


C'è uno stato di coscienza in cui è possibile percepire le cose al di là del bene e del
male, di ciò che è giusto o sbagliato; questo "stato" permette una percezione diretta
della realtà che nella tradizione buddista credo sia nota come Percezione del Vuoto.
Cioè, tutti i fenomeni appaiono vuoti a chi non li interpreta attraverso una
percezione distorta dal proprio desiderio o dalla propria preferenza. "' questa una
percezione della realtà un po' più profonda poiché non implica alcun investimento
personale da parte di chi la vive, nessuna particolare preferenza se non un rispetto
profondo per ciò che è. Chiamo Zero questo stato di coscienza, poiché è libero da
desideri. Trovo quindi che sia un ottimo punto da cui "partire" nelle professioni di
aiuto. Infatti è proprio da questo Punto Zer o che è possibile accogliere
comprensioni, informazioni che riguardano il cliente o quant'altro͙ In questo senso
il Cuore è un punto di partenza e di arrivo al tempo stesso. Nel Cuore trovi la
capacità di sentire come un altro e per un altro. "' una sensazione facilmente
riconoscibile: che quando siamo nel nostro cuore tendiamo a percepire noi stessi
"meno individui" separati e più un tutt'uno con l'altro. Forse la parola più vicina a
questo tipo di informazioni è "ispirazioni". Giungono nel presente e non hanno un
"da dove".
cosa importantissima per gli operatori delle professioni di aiuto, più sei libero di
lasciar essere ciò che è così com'è, meno ti coinvolgi; e meno ti "attacchi" e meno "si
attaccano a te" le emozioni degli altri, personali o collettive che siamo. "cco perché
è possibile professionalmente lasciarsi attraversare da un grosso quantitativo
emozionale o storico di un'altra persona o gruppo e rimanere libero, tranquillo,
vigile e sereno.
m c !"##c$%!&" $ : campi dismorfici
m c !"##!' $!: campi morfici
#sempio del continente amenricano entrato in contatto bruscamente con un campo

dismorfico.
In un campo conflittuale $dismorfico% vivono con sofferenza ma dentro c͛è sempre
una voglia di uscire da questa situazione. #͛ come una molla che si comprime e
aumenta la sofferenza. &a se utilizzata bene può dar vita a una rivoluzione interiore


  
 
  $passivi%

  
(    $prendere 
  %


   
      $pensiero, parola, saper comunicare. [!"#$%]':
creiamo armonia, salute, amore.

   
      (situazioni conflittuali): incomprensione,
indifferenza, sofferenza. Doppio legame (palo alto) io dico ti amo, ma sto generando
proprio il contrario, perdita di fiducia. [comunicazione verbale e comunicazione non
verbale]

Importante ad osservare il    
 

    
 
 )*+,,
osservare la realta com͛è senza giudicare (occhio della contemplazione).
Noi siamo abituati ad osservare la situazione per obiettivi, focalizzando ͞a tunnel͟,
deformando la realtà. Generando campi dismorfici. Il nostro pensiero non è più
vero, abitiamo nella piccola mente (ego), piccola relazione con conseguente piccola
felicità e grande sofferenza. Cattive forme di percezione. Ciò che percepiamo
nell͛80% è cosa nostra (specchio Freud).
R *SPIRAZI +N * ,+RFICA (lineare come le onde del mare)
R *SPIRAZI +N * DIS ,+RFICA (non lineare, ansiosa)

ASP *TTATIV * * D *SID *RI focalizzano su obiettivi generando campi dismorfici (nostra
società che porta alla distruzione del pianeta)

VIV *R * A PI *N+ L͛+GGI visualizzando il tutto

La idea de los Campos ,órficos permite rescatar todas aquellas concepciones


holísticas de la Psicología que pretendían que el ser humano además de ser un ente
individual pertenece a una colectividad que debe aceptar y conocer.
La prima volta se ne parlò negli anni Settanta quando i parapsicologi sovietici
cercarono di dimostrare sperimentalmente la trasmissione del pensiero. -ssi presero
una nidiata di conigli neonati e l'allontanarono dalla madre: poi uccisero i piccoli a
tempi prestabiliti e registrati. La madre era collegata ad un elettroencefalografo con
il quale venivano monitorati i suoi stati cerebrali. I rapporti ufficiali dichiararono che
la madre presentava forti risposte elettriche nel preciso momento in cui ciascuno
dei piccoli veniva ucciso. Successivamente questo esperimento è stato spesso
ripetuto con gli stessi esiti in molti laboratori occidentali.

.uando stai 

 ad una persona che non vedi da anni o che si trova lontana
ed in quello stesso istante suona il telefono ed è lei che ti chiama. .uesto è un caso
che si può definire di telepatia ordinaria. Accade anche in altre circostanze. Ad
esempio è molto sviluppata tra madre e figlio, sono molte le mamme che sentono i

 dei loro figli.
Penso che questo scopo abbia a che fare con l͛  
   
 , la nostra
coscienza deve evolversi dalla  
a forme di coscienza sempre più ampie, e
non credo ci sia solo una grande coscienza oltre alla nostra. Credo che vi siano molti
stadi di coscienza, dall͛·omo, alla Terra, al Sole ed il Sistema Solare͙ La nostra
evoluzione è una    
 in questo senso. In che modo ciò avvenga non
mi è chiaro, penso che tutte le  
     puntino in questa direzione, ma
ogni sistema umano è in qualche modo limitato, proprio perché umano.