Sei sulla pagina 1di 3

Home » Google » Rete » Con i DNS Google 8.8.8.

8 si naviga veloce, liberi e senza censure

Con i DNS Google 8.8.8.8 si naviga veloce,


liberi e senza censure
Naviga più veloce e senza restrizioni geografiche cambiando i server DNS con
quelli forniti gratuitamente da Google: 8.8.8.8 e 8.8.4.4

La novità appare sul blog ufficiale di Google e vale


la pena segnalarla perchè potrebbe essere una
reale possibilità di rendere internet più veloce e
più libero.
Veloce nel senso che i siti web, da qualsiasi
computer di casa o di lavoro, si aprirebbero più
rapidamente di quanto facciano adesso.
Libero nel senso che con i DNS Google si possono
aprire anche i siti oscurati in un paese, censurati o
limitati per varie ragioni.
Google ha infatti aperto un nuovo servizio pubblico di DNS.

Il DNS è l'acronimo di Domain Name System e per capire cosa significa basta seguire
un piccolo e semplice ragionamento.
Quando si scrive sulla barra degli indirizzi internet del browser www.navigaweb.net, si
entra in questo sito web.
Ogni sito web è un insieme di file che risiede in un computer detto webserver il quale è
raggiungibile da tutto il mondo.
Questo webserver ha un indirizzo IP (Internet Protocol), simile a quello che ha qualsiasi
computer collegato a internet.
Per verificare il proprio indirizzo ip basta andare, su Windows, su Start, Esegui, scrivere
"cmd" e poi scrivere, sul prompt dos, la parola "ipconfig".
Bene, se sul mio pc ci fosse un webserver conun sito internet dentro, non potrei dire a
voi di visitare questo sito scrivendo robe tipo 192.168.57.123 perchè non se lo
ricorderebbe nessuno!

Qui allora entrano in gioco i DNS server che sono dei computer con all'interno un
database di nomi che associano ad ogni sito web scritto a lettere (tipo google.com o
navigaweb.net) l'indirizzo ip del web server in cui risiedono le pagine web di questi siti.
Accade cosi che, sul browser si può raggiungere qualsiasi sito internet semplicemente,
con parole comprensibili e ricordabili a mente.
Il DNS è un parametro di rete che viene assegnato automaticamente dal provider che si
paga per avere internet a casa.
Ogni provider ha il proprio DNS Server e tutti i dns server del mondo condividono questo
database per la risoluzione dei nomi.
Il problema, molto poco percettibile, può essere che il DNS Server di alcuni provider
sia più lento di altri a rispondere e la velocità di risposta potrebbe influenzare la
velocità con cui si naviga il web e con cui si aprono i siti internet.

Google Public DNS permette allora di guadagnare velocità mentre si visitano i siti
web grazie al potente sistema messo in piedi da Google.
Un utente medio di Internet come me, durante la giornata, finisce per effettuare centinaia
di chiamate DNS e capita che alcune pagine più complesse richiedano più ricerche sul
database del DNS server prima di avviare il caricamento.
Questo può rallentare la navigazione su internet nel complesso.
Google afferma quindi di riuscire a offrire una esperienza di navigazione molto più rapida
per gli utenti di Internet a livello globale e di rendere il web più veloce per tutti.

Un altro fattore legato al DNS è quello della sicurezza perchè alcuni virus e codici
malware effettuano attacchi di spoofing, ossia fanno credere al computer di andare su un
sito mentre invece si finisce su un altro.
Quindi magari scrivi Google.com sul browser e finisci su sitopericoloso.com
Google Public DNS renderebbe più difficile ai pirati di spoofing di modificare
l'interpretazione dei nomi e impedirebbe la visista di siti pericolosi.
Riguardo il DNS e la sicurezza rimando a un altro articolo dedicato alla protezione su
internet dei bambini e su OpenDNS.

Considerato che Google è la vera authority dell'intera rete internet probabilmente c'è da
fidarsi quindi, se si vuol iniziare a provare, andiamo a vedere come impostare il public
Google DNS al posto di quello del provider di rete.

In un altro articolo la guida per cambiare DNS su PC Windows, Mac e sul router.
Su Windows, sul pannello di controllo e cercare l'icona relativa alle connessioni di rete.
Tra le connessioni di rete si dovrebbe agevolmente riconoscere quella utilizzata che
probabilmente si chiama Connessione alla rete locale (LAN).
Cliccando con il tasto destro del mouse su quella icona e scegliendo "Proprietà" si
accede a una scheda di configurazione della rete.
Nelle proprietà scorrere la lista dei componenti fino all'ultimo, selezionare "Protocollo
internet TCP/IP" e premere il tasto proprietà.
Nella scheda che si apre, si deve andare
sotto e premere dove è scritto "Utilizza i
seguenti indirizzi server DNS".

Per impostare i DNS di Google si deve


scrivere, come DNS primario: 8.8.8.8 e
come secondario 8.8.4.4.
Alla fine, premere su OK e poi di nuovo OK e chiudere le schede.
Se si utilizza IPv6, gli indirizzi dei DNS sono invece: 2001:4860:4860::8888 e
2001:4860:4860::8844

Per impostare il dns su Linux Ubuntu e su Mac, fare riferimento alla guida ufficiale di
Google.

Se non si fosse convinti, ci sono software per ottimizzare internet con i server DNS
più veloci.
Per trovare i server DNS più veloci si può usare DNSJumper spiegato in un altro
articolo.