Sei sulla pagina 1di 290

Per Windows e Mac

FileMaker
Pro 5
Guida per l’utente

©1995, 1997-1999 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati.


FileMaker, Inc.
5201 Patrick Henry Drive
Santa Clara, California 95054, Stati Uniti
www.filemaker.com
FileMaker e ScriptMaker sono marchi di FileMaker, Inc, registrati negli Stati Uniti e in altri paesi, e il logo della cartella è un marchio
di FileMaker, Inc. Java, 100% Pure Java, e tutti i marchi e logo basati su Java sono marchi o marchi registrati di Sun Microsystems,
Inc., registrati negli Stati Uniti e in altri paesi. Tutti gli altri marchi appartengono ai rispettivi proprietari.
Parte di questo software si basa sul lavoro del gruppo Independent JPEG.
Porzioni di questo software sono © 1990 Access Softek, © 1991-1998 MERANT, o © 1992-1996 Novell, Inc. Tutti i diritti riservati.
Tutte le persone e società elencate negli esempi sono fittizie e ogni riferimento a persone o società esistenti è puramente casuale.
Le terze parti (ditte o prodotti) sono citate unicamente a scopi informativi e non costituiscono obbligo o raccomandazione. FileMaker
non si assume alcuna responsabilità nei confronti della selezione, prestazione o uso di questi prodotti. Qualsiasi informazione, accordo
o garanzia viene effettuata direttamente tra il fornitore e il probabile utente.
Indice

Introduzione Apertura di file 1-7


Apprendimento dell'utilizzo di FileMaker Pro Chiusura di file 1-8
Registrazione e assistenza tecnica xi Salvataggio di file 1-8
Utilizzo della documentazione di FileMaker Pro xi Uscita da FileMaker Pro 1-9
Suddivisione del manuale xii
Nota sulle illustrazioni xii Capitolo 2
Utilizzo della Guida in linea di FileMaker Pro xiii
Aggiunta e visualizzazione di dati
Avvio della Guida in linea di FileMaker Pro xiii Informazioni sull'utilizzo dei record nel modo Usa 2-1
Informazioni sulla finestra dell'argomento della Guida xiii Visualizzazione di record 2-2
Ricerca di un argomento tramite il sommario Visualizzazione di record in una tabella 2-3
della Guida xiii Selezione del record corrente 2-4
Ricerca di un argomento tramite l'Indice della Guida xiv Spostamento tra i record 2-5
Ricerca di un argomento tramite parole specifiche xv Aggiunta e duplicazione di record 2-5
Ricerca di informazioni su elementi specifici di Aggiunta e duplicazione di record correlati 2-5
FileMaker Pro xvi Eliminazione di record 2-6
Ulteriori informazioni ricavabili dalla Guida xvii Informazioni sull'immissione dei dati nei record 2-7
Utilizzo di altri strumenti xvii Selezione di un campo 2-7
Immissione e modifica di dati nei campi 2-7
Capitolo 1 Copia e spostamento di dati nei record 2-9
Nozioni fondamentali di FileMaker Pro
Immissione di dati preimpostati da una lista valori 2-9
Informazioni sui database 1-1 Spostamento di dati con il trascinamento
Informazioni sui file di FileMaker Pro 1-2 della selezione 2-10
Informazioni sui campi e sui record 1-2 Inserimento della data corrente o di altre variabili
Informazioni sui formati 1-3 nei campi 2-11
Informazioni sui modi 1-4 Sostituzione di dati nei campi 2-11
Informazioni sulla condivisione di dati 1-4 Informazioni sull'utilizzo di immagini, suono e filmati 2-12
Esecuzione dei comandi dei menu 1-5 Inserimento di immagini nei campi 2-13
Utilizzo delle barre degli strumenti 1-5 Inserimento di filmati ed elementi multimediali
Utilizzo dei menu sensibili al contesto 1-6 QuickTime nei campi 2-13
Gestione di file 1-7 Incollare immagini, filmati e suono dagli Appunti 2-14
Avvio di FileMaker Pro 1-7 Riproduzione di filmati nei campi 2-14
iv Guida per l’utente di FileMaker Pro

Registrazione e riproduzione di suoni nei campi 2-14 Preparazione della stampa di formati ampi 4-2
Eliminazione di immagini, filmati o suono dai campi 2-15 Preparazione della stampa di formati con
Informazioni sull'utilizzo del testo 2-15 riassunti parziali 4-3
Selezione del testo 2-15 Preparazione della stampa di buste ed etichette 4-3
Modifica di testo 2-15 Anteprima di dati in un formato 4-3
Formattazione di testo nel modo Usa 2-16 Stampa 4-4
Controllo ortografico 2-16
Capitolo 5
Controllo ortografico durante la digitazione 2-17
Creazione di un database
Utilizzo degli oggetti OLE 2-18
Pianificazione di un file di database 5-1
Capitolo 3 Creazione di un file di FileMaker Pro 5-2
Ricerca e ordinamento di informazioni Informazioni sulla definizione dei campi di database 5-3
Ricerca di record 3-1 Informazioni sull'assegnazione dei nomi dei campi 5-4
Ricerca di testo e caratteri 3-2 Informazioni sulla scelta del tipo di campo 5-4
Ricerca di corrispondenze esatte nei campi di testo 3-4 Definizione di campi Testo, Numero, Data,
Ricerca di numeri, date e ore 3-4 Ora o Contenitore 5-5
Ricerca di intervalli di informazioni 3-5 Definizione di campi Calcolato 5-6
Ricerca di dati nei campi correlati 3-5 Definizione di campi Riassunto 5-7
Ricerca di record corrispondenti a più criteri 3-5 Definizione di campi Globale 5-8
Ricerca di campi vuoti e non vuoti 3-6 Impostazione delle opzioni per i campi 5-9
Ricerca di duplicati 3-6 Definizione di immissione automatica dei dati 5-10
Ricerca di tutti i record ad eccezione di quelli Definizione di verifica dei campi 5-10
corrispondenti ai criteri 3-7 Informazioni sui campi multipli 5-12
Nascondere i record di un gruppo individuato e Informazioni sulle opzioni di memorizzazione e
visualizzare i record nascosti 3-8 indicizzazione 5-12
Visualizzazione, ripetizione o modifica Modifica delle definizioni dei campi 5-12
dell'ultima ricerca 3-8 Eliminazione di definizioni e di dati di campo 5-13
Ordinamento dei record 3-8
Capitolo 6
Capitolo 4 Creazione e gestione di formati e resoconti
Anteprima e stampa di informazioni Informazioni su formati e resoconti 6-1
Informazioni sulla stampa del contenuto di un database 4-1 Creazione di formati e resoconti 6-2
Preparazione della stampa 4-2 Informazioni sui tipi di formato 6-3
Configurazione di una stampante (Windows) 4-2 Considerazioni per la creazione di un formato
Configurazione di una stampante (Mac OS) 4-2 Resoconto/lista a colonne 6-6
Indice v

Considerazioni per la creazione di un formato Etichette 6-7 Impostazione dell'ordine d'inserimento per
Considerazioni per la creazione di un formato Busta 6-8 l'immissione di dati 7-9
Utilizzo, duplicazione, eliminazione o ridenominazione Personalizzazione dell'aspetto di un formato 7-10
dei formati 6-8 Aggiunta di testo a un formato 7-11
Configurazione della stampa di record su colonne 6-9 Formattazione del testo 7-13
Impostazione di Visualizza come modulo, Tracciatura di linee e forme 7-15
Visualizza come lista e Visualizza come tabella 6-11 Impostazione di colori, motivi, spessori ed effetti
Informazioni sull'utilizzo di oggetti in un formato 6-12 oggetto 7-16
Utilizzo degli strumenti del formato 6-13 Inserimento di immagini in un formato 7-18
Selezione di oggetti 6-13 Formattazione di immagini in un formato 7-19
Copia, duplicazione ed eliminazione di oggetti 6-14 Visualizzazione dei margini di testo, campi o pulsanti 7-19
Spostamento di oggetti in un formato 6-16 Disposizione degli oggetti 7-19
Modifica della forma e delle dimensioni di un oggetto 6-16 Raggruppamento e separazione degli oggetti 7-19
Protezione di oggetti dalle modifiche 6-17 Spostamento avanti o indietro di oggetti in un formato 7-20
Informazioni sull'utilizzo dei campi in un formato 6-17 Rotazione degli oggetti 7-20
Posizionamento e rimozione di campi da un formato 6-18 Allineamento tra gli oggetti 7-20
Scelta della posizione dei campi correlati 6-21 Utilizzo degli strumenti per posizionare gli oggetti
Formattazione dei dati dei campi in un formato 6-24 con precisione 7-21
Informazioni sulle sezioni del formato scheda 6-28 Utilizzo della palette Dimensione oggetto con
Informazioni sui tipi di sezioni del formato 6-29 gli oggetti 7-22
Aggiunta o modifica delle sezioni del formato 6-30 Utilizzo dei righelli grafici e delle linee righello 7-22
Definizione dei salti pagina e della numerazione 6-33 Allineamento degli oggetti con le linee di riferimento 7-23
Riordino delle sezioni del formato 6-34 Utilizzo delle griglie oggetto 7-23
Ridimensionamento delle sezioni del formato 6-35 Controllo sull'output di stampa 7-23
Eliminazione di sezioni del formato 6-35 Impostazione dei margini della pagina 7-23
Visualizzazione dei margini della pagina 7-24
Capitolo 7 Informazioni sulla rimozione dello spazio vuoto dai
Personalizzazione dei formati dati stampati 7-25
Personalizzazione dei campi di un formato 7-1 Esclusione di oggetti dalla stampa 7-27
Aggiunta di bordi, riempimento e linee base ai campi 7-1
Capitolo 8
Aggiunta di barre di scorrimento ai campi 7-2
Utilizzo dei file correlati
Definizione di una lista valori per l'immissione di dati 7-3
Visualizzazione dei dati di file correlati 8-1
Formattazione dei campi multipli 7-8
Terminologia relativa ai database relazionali 8-2
Consentire o impedire l'immissione nei campi 7-8
Informazioni sui database relazionali 8-3
vi Guida per l’utente di FileMaker Pro

Creazione di relazioni tra i file 8-4 Istruzioni di script di controllo 10-7


Informazioni sui campi di confronto delle relazioni 8-5 Istruzioni degli script di navigazione 10-7
Informazioni sui riferimenti 8-6 Istruzioni di script per l'ordinamento, la ricerca e la stampa 10-7
Confronto tra i database relazionali e i riferimenti 8-7 Istruzioni di script per la modifica 10-8
Utilizzo dei database relazionali 8-8 Istruzioni di script per i campi 10-8
Pianificazione di un database relazionale 8-8 Istruzioni di script per i record 10-9
Creazione di database relazionali: panoramica 8-11 Istruzioni di script per le finestre 10-9
Definizione delle relazioni per i database relazionali Istruzioni di script per i file 10-9
e i riferimenti 8-11 Istruzioni di script per l'ortografia 10-10
Modifica delle relazioni 8-13 Istruzioni di script per l'apertura di una voce di menu 10-10
Scelta di una relazione diversa per un portale 8-14 Istruzioni di script varie 10-10
Riassunto dei dati nei portali 8-14 Modifica degli script 10-11
Definizione di riferimenti tra i file 8-14 Duplicazione, ridenominazione o eliminazione di script 10-11
Definizione dei riferimenti 8-14 Eliminazione di script 10-12
Accesso ai dati correlati da un terzo file 8-15 Importazione di script 10-12
Creazione di relazioni molti-a-molti 8-16 Per importare uno script 10-12
Lista degli script nel menu Script 10-13
Capitolo 9
Utilizzo di pulsanti con gli script 10-13
Protezione dei database con password e gruppi
Definizione dei pulsanti 10-13
Definizione di password 9-1
Copia, modifica o eliminazione di pulsanti 10-14
Eliminazione o modifica di password 9-3
Esempio di uno script di ScriptMaker 10-15
Definizione dei gruppi 9-4
Ricerca di record duplicati 10-15
Eliminazione o modifica di gruppi 9-6
Password e gruppi a confronto 9-6 Capitolo 11
Utilizzo di formule e funzioni
Capitolo 10
Informazioni sulle formule 11-1
Creazione di script per automatizzare le attività
Espressioni 11-2
Informazioni sugli script 10-1
Costanti 11-2
Creazione di script: panoramica 10-3
Riferimenti di campo 11-2
Pianificazione di script 10-3
Operatori 11-3
Memorizzazione di impostazioni prima della
Informazioni sulle funzioni 11-5
creazione di uno script 10-4
Funzioni di testo 11-5
Definizione di script 10-5
Funzioni numeriche 11-7
Informazioni sulle istruzioni di ScriptMaker 10-6
Funzioni di data 11-7
Indice vii

Funzioni di ora 11-8 Capitolo 14


Funzioni aggregate 11-8 Pubblicazione dei database sul Web
Funzioni riassuntive 11-9 Informazioni sulla pubblicazione dei
Funzioni multiple 11-10 database sul Web 14-1
Funzioni finanziarie 11-10 Terminologia Web 14-1
Funzioni trigonometriche 11-11 Informazioni su FileMaker Pro Web Companion 14-2
Funzioni logiche 11-11 Informazioni sulla Pubblicazione Web Immediata 14-2
Funzioni di stato 11-12 Operazioni degli utenti sui database sul Web 14-3
Funzioni di definizione 11-14 Elementi necessari per pubblicare i
Funzioni esterne 11-14 database sul Web 14-5
Connessione a Internet o intranet 14-5
Capitolo 12 Protezione dei database pubblicati 14-6
Importazione ed esportazione dei dati Considerazioni sulla protezione dei database pubblicati 14-6
Informazioni su importazione ed Creazione di una home page personalizzata 14-7
esportazione 12-1 Pubblicazione dei database sul Web: panoramica 14-7
Informazioni sui formati di file 12-1 Abilitazione di FileMaker Pro Web Companion 14-8
Importazione dei dati in FileMaker Pro 12-2 Configurazione di FileMaker Pro Web Companion 14-8
Importazione dei dati in un file esistente 12-2 Abilitazione Pubblicazione Web Immediata 14-9
Conversione di un file di dati in un nuovo file di Scelta di una home page per la pubblicazione sul web 14-9
FileMaker Pro 12-6 Scelta di una lingua per la Pubblicazione Web
Esportazione dei dati in FileMaker Pro 12-7 Immediata 14-9
Esportazione dei dati del riassunto parziale 12-9 Controllo dell'attività web nei file di registro 14-9
Abilitazione dell'amministrazione remota per la
Capitolo 13 pubblicazione su web 14-10
Condivisione in rete dei database Selezione di un metodo di protezione per la
Informazioni sulla condivisione in rete dei file 13-1 pubblicazione sul web 14-10
Operazioni con i file condivisi 13-2 Specificazione del numero di porta per la
Informazioni sulla condivisione dei file come host 13-3 pubblicazione sul web 14-11
Apertura file come host 13-4 Abilitazione della condivisione di Web Companion 14-11
Chiusura dei file condivisi 13-5 Impostazione delle visualizzazioni del browser 14-12
Apertura file come ospite 13-5 Scelta di uno stile web 14-12
Scelta dei formati per la pubblicazione sul web 14-14
Impostazione delle opzioni di ordinamento per la
pubblicazione sul web 14-15
Prova del database pubblicato 14-15
viii Guida per l’utente di FileMaker Pro

Informazioni sulle visualizzazioni del browser per la Importazione dei dati ODBC con un collegamento 15-12
pubblicazione sul web 14-16 Specificazione di un collegamento SQL 15-12
Esame dei record in Modulo 14-16 Automatizzazione delle connessioni ODBC 15-13
Esame dei record in Tabella 14-17
Ricerca dei record 14-17 Appendice A
Ordinamento dei record 14-18 Personalizzazione di FileMaker Pro
Creazione dei record 14-18 Impostazione delle preferenze dell'applicazione A-1
Modifica dei record 14-19 Impostazione delle preferenze generali dell'applicazione A-1
Impostazione delle preferenze del formato scheda A-2
Capitolo 15 Impostazione delle preferenze di memoria A-3
Utillizzo di ODBC con FileMaker Pro Impostazione delle preferenze per la composizione
Informazioni su ODBC 15-1 dei numeri telefonici A-3
Terminologia ODBC 15-1 Impostazione dei plug-in A-4
Supporto ODBC in FileMaker Pro 15-2 Impostazione delle preferenze del documento A-5
Condivisione dei dati di FileMaker Pro tramite ODBC 15-2 Impostazione delle preferenze generali del documento A-5
Condivisione dati tramite ODBC: panoramica 15-3 Impostazione delle preferenze di ortografia del
Abilitazione dei Data Access Companion 15-3 documento A-6
Problemi relativi alla protezione 15-3
Appendice B
Accesso ai dati di FileMaker Pro da un'applicazione
client ODBC 15-4
Backup e ripristino dei file
Configurazione del pannello di controllo ODBC 15-4 Esecuzione del backup dei file B-1
Importazione dei dati da altre origini dati 15-5 Utilizzo di uno script per il backup B-1
Importazione dei dati da un'origine dati ODBC: Conservazione dei file B-2
panoramica 15-6 Salvataggio di una copia compressa B-2
Configurazione del pannello di controllo ODBC 15-6 Informazioni sul danneggiamento dei file B-2
Connessione a un'origine dati ODBC da FileMaker Pro 15-7 Ripristino dei file danneggiati B-3
Creazione di una richiesta SQL in FileMaker Pro 15-7 Quando eseguire il recupero B-3
Importazione del risultato della richiesta in
FileMaker Pro 15-8 Appendice C
Esempio di importazione ODBC 15-9 Guida rapida di riferimento FileMaker Pro (Windows)
Configurazione di Text driver nel pannello di Comandi rapidi da tastiera e mouse C-1
controllo ODBC 15-9 Oggetti del formato scheda C-1
Connessione con l'origine dati ODBC Demo 15-11 Formattazione del testo (Formato scheda e Usa) C-1
Specificazione della richiesta SQL in FileMaker Pro 15-11 Selezione del testo (Formato scheda e Usa) C-1
Modifica C-2
Indice ix

Gestire i file C-2


Passaggio da un modo all’altro C-2
Comandi delle finestre C-2
Azioni varie C-3
Area di stato C-3

Appendice D
Guida rapida di riferimento di FileMaker Pro (Mac Os)
Comandi rapidi da tastiera e mouse D-1
Oggetti del formato scheda D-1
Formattazione del testo (Formato scheda e Usa) D-1
Selezione del testo (Formato scheda e Usa) D-1
Modifica D-2
Gestione dei file D-2
Comandi delle finestre D-2
Passaggio da un modo all’altro D-2
Azioni varie D-3
Area di stato D-3
Introduzione
Apprendimento dell'utilizzo di FileMaker Pro
La documentazione relativa al software FileMaker® Pro fornisce > Sito di FileMaker. Sul sito Web è possibile consultare la Service
informazioni, illustrazioni e istruzioni dettagliate, allo scopo di favo- Directory di FileMaker Inc. per informazioni sui servizi disponibili
rire un apprendimento ottimale di FileMaker Pro. agli utenti americani, i collegamenti ai siti internazionali di File-
Maker Inc, risposte a domande ricorrenti e accesso a librerie
Questa prefazione illustra come: software utilizzate dai tecnici FileMaker. Se non si dispone
1 registrare la propria copia di FileMaker Pro e accedere all'assi- dell’accesso al Web, consultare la brochure Assistenza tecnica e
stenza tecnica supporto clienti fornita con il software. I clienti Americani possono
inoltre chiamare il numero 1 800 965 9090 per informazioni sui
1 utilizzare la documentazione di FileMaker Pro e altri strumenti che
servizi disponibili.
facilitano l'utilizzo del prodotto
1 utilizzare la Guida di FileMaker Pro
Utilizzo della documentazione di
Windows: Gli utenti che non hanno mai utilizzato Microsoft
Windows dovranno acquisire familiarità con le convenzioni FileMaker Pro
Windows e con l'utilizzo del mouse e della tastiera. Vedere la docu- Il presente manuale e gli altri documenti del pacchetto forniscono i
mentazione fornita con il computer. dati necessari per l'installazione e l'utilizzo di FileMaker Pro.

Mac OS: Gli utenti che non hanno mai utilizzato Mac OS dovranno La documentazione di FileMaker Pro comprende:
acquisire familiarità con l'utilizzo del mouse, le operazioni con i
1 il presente manuale Guida per l'utente di FileMaker Pro
dischi e altre convenzioni Mac OS. Vedere la documentazione
fornita con il computer. 1 la Guida di FileMaker Pro, un sistema completo di Guida in linea
1 il manuale Guida introduttiva di FileMaker Pro, contenente infor-
mazioni sull'installazione e sulle nuove caratteristiche, nonché le
Registrazione e assistenza tecnica esercitazioni
Compilare e inviare la scheda di registrazione del prodotto fornita
con FileMaker Pro, oppure è possibile effettuare la registrazione in FileMaker Pro comprende inoltre modelli di database e riferimenti
linea all'indirizzo www.filemaker.com o in Filemaker scegliendo ed esempi utili allo svolgimento di attività specifiche. È possibile
menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sito di FileMaker. reperire ulteriori informazioni, suggerimenti e idee per i database sul
sito Web della FileMaker, Inc. all'indirizzo www.filemaker.com.
Per informazioni sull'assistenza tecnica, visitare il sito Web della
FileMaker, Inc. all'indirizzo www.filemaker.com/intl. In alternativa, La documentazione di FileMaker Pro è stata creata per gli utenti sia
in FileMaker Pro scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS di Windows che di Mac OS. Nella maggior parte dei casi, le infor-
mazioni e le istruzioni sono identiche per entrambi i sistemi opera-
xii Guida per l’utente di FileMaker Pro

tivi. Nel caso in cui le informazioni siano diverse, vengono Importante Questi messaggi segnalano situazioni che richiedono
visualizzate per prime le informazioni per Windows. Nella Guida in particolare attenzione, ad esempio operazioni che non sarà possibile
linea potrebbero apparire separati gli argomenti per Windows e annullare.
quelli per Mac OS. Le definizioni dei termini del glossario si trovano nella Guida in
linea di FileMaker Pro. I termini del glossario sono visualizzati in
Nota Gli esempi in questa documentazione visualizzano date e
corsivo nel presente manuale e sottolineati con una linea tratteggiata
numeri in formato italiano, ad esempio 30 novembre 2001 e L.
nella Guida in linea.
1.234,50.
Nota sulle illustrazioni
Suddivisione del manuale
Il presente manuale è valido sia per gli utenti di FileMaker Pro per
La Guida per l'utente di FileMaker Pro è suddivisa in tre parti.
Windows che per gli utenti di FileMaker Pro per Mac OS. Le illu-
Parte 1: Utilizzo di un database strazioni del volume raffigurano situazioni di entrambe le piatta-
forme. Le illustrazioni utilizzano i sistemi Windows 98 e Mac OS
La prima parte del presente volume fornisce i dati necessari per
8.5. A seconda della piattaforma e del sistema operativo utilizzato, è
l'utilizzo di database esistenti creati in FileMaker Pro.
possibile che ciò che appare sullo schermo differisca dalle istruzioni
Parte 2: Progettazione e creazione di un database del presente manuale.
La seconda parte del volume fornisce istruzioni dettagliate per la Windows: Se si utilizza un sistema operativo Windows diverso da
progettazione e la creazione di database. Windows 98 (ad esempio Windows 95 o Windows NT), è possibile
che quanto visualizzato sullo schermo non corrisponda alle illustra-
Parte 3: Condivisione e scambio di dati
zioni della documentazione.
La terza parte del volume illustra le varie modalità di scambio e
condivisione dei dati del database, ad esempio l'importazione e Mac OS: Se si utilizza Mac OS System 7.6.1 e non si dispone
l'esportazione di dati, la condivisione di dati in rete o sul World Wide dell'estensione Appearance Manager, alcune opzioni delle finestre di
Web o la condivisione di dati di FileMaker Pro con altre applicazioni dialogo appaiono nei menu a tendina anziché nelle schede.
ODBC.

Nota È possibile che in particolari database di FileMaker Pro sia


stato vietato l'accesso a determinati menu e funzioni del database.
Per le password e i dati di accesso, rivolgersi all'amministratore del
database o al responsabile della progettazione del database.

In questo manuale le informazioni speciali hanno i seguenti formati:


Nota o Suggerimento Questi messaggi forniscono informazioni
aggiuntive o utili su un argomento.
Gli elementi dei menu a tendina di Mac OS 7.6.1 appaiono
come schede in Mac OS 8.0 e versioni successive
Apprendimento dell'utilizzo di FileMaker Pro xiii

Utilizzo della Guida in linea di Fare clic per tornare all'ultimo


argomento visualizzato Fare clic per stampare l'argomento
FileMaker Pro Fare clic per visualizzare l'indice
della Guida
Fare clic per passare all'argomento
successivo o precedente
Fare clic per visualiz-
La Guida in linea di FileMaker Pro è disponibile quando zare il sommario
FileMaker Pro è in esecuzione. La Guida in linea contiene informa- della Guida
Titolo dell'argomento
zioni non presenti nella documentazione stampata, quali suggeri- corrente
menti per la risoluzione di problemi o metodi alternativi per
l'esecuzione di un'operazione.

Avvio della Guida in linea di FileMaker Pro Fare clic sul testo
Per aprire la Guida in linea di FileMaker Pro, avviare l'applicazione con sottolineatura
tratteggiata per
Guida in linea di Windows (Windows) o l'applicazione FileMaker visualizzare la defini-
zione del glossario
Help Viewer (Mac OS). Le applicazioni della Guida in linea funzio-
nano indipendentemente da FileMaker Pro. Fare clic sul testo
con sottolineatura
continua per passare
Per avviare la Guida in linea di FileMaker Pro durante l'esecuzione a un argomento
di FileMaker Pro, eseguire una delle seguenti operazioni: correlato a quello
visualizzato
1 Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS>, quindi un
comando di menu
Per informazioni specifiche sull'utilizzo della Guida in linea di
1 Windows: premere F1 FileMaker Pro (ad esempio per la stampa di un argomento della
1 Mac OS: premere il tasto aiuto o premere 2-? Guida) scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac
OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare
A seconda della finestra o della finestra di dialogo aperta quando si Guida in linea.
preme F1 o il tasto aiuto, l'argomento della Guida in linea associato
apparirà nella finestra corrispondente. Ricerca di un argomento tramite il sommario della Guida
In FileMaker Pro, scegliere menu Guida > Sommario e indice o fare
Nota Per informazioni sulla versione, il copyright e altri dati relativi clic sul pulsante Guida in linea nella finestra di un argomento della
alla versione di FileMaker Pro, scegliere menu Guida in Windows o Guida di FileMaker Pro per visualizzare il sommario. Quando si apre
Aiuto in Mac OS > Info su FileMaker Pro. il Sommario della Guida di FileMaker Pro viene visualizzato un
elenco di argomenti della Guida disposti come gli argomenti
Informazioni sulla finestra dell'argomento della Guida dell'indice di un libro.
È possibile passare ad altri argomenti della Guida in linea di
FileMaker Pro facendo clic sui pulsanti e sul testo sottolineato nella
finestra dell'argomento della Guida.
xiv Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per visualizzare un elenco di titoli relativi a ciascun argomento, fare Ricerca di un argomento tramite l'Indice della Guida
doppio clic (Windows) o fare clic (Mac OS) su un'icona a forma di La Guida di FileMaker Pro comprende un elenco alfabetico delle
libro. Quindi fare doppio clic (Windows) o fare clic (Mac OS) su un voci di indice o parole chiave (parole e frasi significative) che
argomento per visualizzare la finestra della Guida corrispondente. aiutano nella ricerca degli argomenti contenenti le informazioni desi-
derate. Ciascuna voce di indice è associata a uno o più argomenti.

Nel presente manuale, alcune voci di indice hanno riferimenti che


consentono di individuare informazioni più dettagliate su un argo-
mento della Guida di FileMaker Pro.

Per utilizzare l'indice della Guida:


1. In FileMaker Pro, scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac
OS > Sommario e indice, quindi fare clic sulla scheda Indice. In alter-
nativa, fare clic sul pulsante Argomenti della Guida nella finestra di un
argomento della Guida, quindi fare clic sulla scheda Indice.
2. Nella finestra Indice, digitare l'intera voce di indice da ricercare, o
parte di essa.
Sommario della Guida di FileMaker Pro per Windows

L'indice della Guida visualizza un elenco di voci che iniziano con i


caratteri digitati. A determinate voci di indice corrispondono più
argomenti della Guida.

Sommario dell'Aiuto in FileMaker Pro per Mac OS


Apprendimento dell'utilizzo di FileMaker Pro xv

Windows: Quando si fa clic per la prima volta su Trova nella Guida


di FileMaker Pro, viene visualizzata la finestra di dialogo Creazione
indice. Seguire le istruzioni visualizzate per configurare la Guida di
FileMaker Pro per la ricerca di parole. Questa procedura di configu-
razione va eseguita una sola volta.
Per consultare l'indice,
scorrere l'elenco alfabe- 2. Nella finestra Trova, digitare la parola da ricercare.
tico o digitare le prime
lettere della voce
desiderata 3. Per ridurre il campo di ricerca, eseguire una delle seguenti opera-
zioni:
Windows: Digitare più parole. Quindi fare clic su Opzioni, selezio-
nare Tutte le parole digitate in qualsiasi ordine, selezionare Dopo aver
premuto un tasto per iniziare la ricerca e fare clic su OK. È inoltre
possibile selezionare più parole da ricercare tenendo premuto Ctrl e
Indice della Guida facendo clic su di esse nell'elenco delle parole corrispondenti.
Mac OS: Fare clic su Altre Opzioni, quindi digitare una parola aggiun-
3. Fare doppio clic su una voce o su un argomento corrispondente tiva nella nuova riga sottostante la prima parola. Quindi fare clic su
alla voce per visualizzare la finestra dell'argomento della Guida. Cerca. È possibile aggiungere più righe e scegliere parametri diversi
dai menu a tendina per ciascuna parola.
Ricerca di un argomento tramite parole specifiche
Se i dati desiderati non si trovano tramite il sommario della Guida o
l'indice, è possibile specificare una parola o una combinazione di
parole da ricercare in tutti gli argomenti della Guida. La Guida di
FileMaker Pro visualizza un elenco di tutti gli argomenti contenenti
la o le parole specificate, e il numero totale di argomenti trovati. Per
restringere il campo di ricerca, è possibile specificare una combina-
zione di parole. Ad esempio, è possibile ricercare tutti gli argomenti
contenenti sia la parola “definizione” che la parola “script”.

Per individuare un argomento in base a una parola o a un gruppo di


parole specifico:
1. In FileMaker Pro, scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac
OS > Sommario e indice, quindi fare clic sulla scheda Trova. In alter-
nativa, fare clic sul pulsante Argomenti della Guida nella finestra di un
argomento della Guida, quindi fare clic sulla scheda Trova.
xvi Guida per l’utente di FileMaker Pro

Ricerca di informazioni su elementi specifici di


Fare clic per ricercare
una parola specifica FileMaker Pro
Digitare la o le Durante l'utilizzo di un database, a seconda della piattaforma utiliz-
parole da ricercare zata, è possibile visualizzare informazioni su una finestra di dialogo
aperta o su determinati elementi sui quali è posto il puntatore del
Selezionare una o più
parole corrispondenti mouse.

Se si utilizza FileMaker Pro per Windows, è possibile eseguire una


Fare doppio clic qualsiasi delle seguenti operazioni:
sull'argomento da
visualizzare 1 Aprire una finestra di dialogo e premere F1. Viene visualizzato
l'argomento della Guida relativo alla finestra di dialogo.
Numero totale di
argomenti trovati 1 Quando si utilizza l'assistente Nuovo formato/resoconto, fare clic
sul pulsante ? in una finestra. Viene visualizzato l'argomento della
Ricerca di parole nella Guida di FileMaker Pro per Windows
Guida relativo alla finestra.
1 È possibile puntare su uno strumento o una voce di una finestra e
Digitare la parola da ricercare leggerne la descrizione in una finestra pop-up o sulla barra di stato
nella parte inferiore della finestra.
Scegliere le opzioni dai menu
a tendina per specificare i 1 Per informazioni sui singoli componenti di una finestra di dialogo,
parametri di ricerca
fare clic sul pulsante ? nell'angolo superiore destro della finestra di
Fare clic per aggiungere dialogo (per finestre di dialogo che dispongono del pulsante ? ) o
un'altra parola alla ricerca
premere Maiusc+F1, quindi fare clic su un elemento della finestra di
Selezionare un argomento
dall'elenco dialogo. In alternativa, è possibile fare clic con il pulsante destro del
mouse su un elemento di una finestra di dialogo e scegliere Guida
rapida dal menu di scelta rapida. Per chiudere un argomento della
Ricerca di parole nell'Aiuto di FileMaker Pro per Mac OS Guida rapida, fare clic in un punto della finestra.

Argomento della
4. Nell'elenco degli argomenti, selezionare un argomento e fare clic Guida rapida
su Visualizza.
Nella finestra dell'argomento della Guida di FileMaker Pro vengono
visualizzate tutte le occorrenze della o delle parole ricercate.
Se si utilizza FileMaker Pro per Mac OS, è possibile eseguire una
qualsiasi delle seguenti operazioni:
1 Scegliere menu Aiuto > Aiuto di FileMaker Pro o premere 2-? per
informazioni su una finestra di dialogo aperta.
Apprendimento dell'utilizzo di FileMaker Pro xvii

1 Aprire la finestra di dialogo e premere il tasto aiuto. Viene visua- Scegliere menu Guida o Aiuto in
lizzato l'argomento della Guida relativo alla finestra di dialogo. Mac OS > Sommario e indice, fare clic
Per informazioni su sulla scheda Indice, quindi digitare
1 Quando si utilizza l'assistente Nuovo formato/resoconto, fare clic
Impostazione delle preferenze Guida, personalizzazione
sul pulsante ? in una finestra. Viene visualizzato l'argomento della
della Guida per personaliz-
Guida relativo alla finestra. zarne l'utilizzo
1 Scegliere menu Aiuto > Mostra Aiuti veloci, quindi puntare su un
controllo della finestra del database o scegliere un comando da un Utilizzo di altri strumenti
menu per visualizzare le informazioni su tale elemento. Per utilizzare FileMaker Pro in modo ancora più completo, è possi-
bile avvalersi dei seguenti strumenti aggiuntivi.

Utilizzare Per
Argomento
dell’ Aiuto Guida introduttiva di Installare FileMaker Pro sul proprio disco rigido.
FileMaker Pro Inoltre le esercitazioni consentono di ottenere una
panoramica dell'utilizzo e della configurazione di un
database FileMaker Pro. Per gli utenti che conoscono le
versioni precedenti di FileMaker Pro sono disponibili
informazioni sulle nuove funzioni disponibili in questa
Ulteriori informazioni ricavabili dalla Guida versione.
Utilizzare la Guida per ottenere informazioni sulle seguenti attività Modelli di Visualizzare e utilizzare file di database creati con
aggiuntive: FileMaker Pro FileMaker Pro. I modelli sono utilizzabili per attività
aziendali o personali, nella forma originale o modifi-
Scegliere menu Guida o Aiuto in candoli in base alle proprie esigenze. Sono disponibili
Mac OS > Sommario e indice, fare clic nella cartella Modelli, la quale contiene anche altre
Per informazioni su sulla scheda Indice, quindi digitare
informazioni utili.
Stampa di un argomento della Guida, stampa
Guida del browser Ottenere informazioni della Guida durante l'utilizzo di
Guida
Web un database in un browser. Disponibile facendo clic sul
Aggiunta di note o istruzioni a Annotazione della Guida in linea pulsante ? nell'interfaccia Pubblicazione Web
un argomento (annotazioni) immediata.
Creazione di segnalibri per Segnalibri nella Guida in linea Pagine e database Utilizzare questi elementi come modelli per i database
l'accesso rapido ad argomenti HTML di esempio Web personalizzati. Disponibili nella sottocartella Web
di uso frequente personalizzati della cartella FileMaker Pro 5.
Copia totale o parziale di un Copia della Guida Guida di riferimento Visualizzare informazioni di utilità immediata sugli
argomento in un'applicazione rapido di strumenti e i controlli dell'area di stato di
di testo e su come gestire infor- FileMaker Pro FileMaker Pro. Vedere il retro della copertina del
mazioni della Guida di uso presente volume.
frequente
Parte 1
Utilizzo di un database
Capitolo 1
Nozioni fondamentali di FileMaker Pro
Questo capitolo contiene nozioni fondamentali sui database e
sull'utilizzo di FileMaker Pro. Verranno trattati i seguenti argomenti: M N
Record
1 utilizzo di campi e record
1 utilizzo dei modi di FileMaker Pro
1 esecuzione dei comandi di menu
1 gestione di file

Gli utenti che utilizzano per la prima volta FileMaker Pro possono Michelle Cannon Campi
iniziare con le esercitazioni, fornite nella Guida introduttiva di 123 4th St. SW
FileMaker Pro. Edmonton CA N4V 1LN
(717) 555-0011
La propria rubrica indirizzi è simile a un database
Informazioni sui database
Un database è una raccolta di informazioni, o dati, che è possibile Un database può essere un file, che può contenere i nomi, gli indirizzi
organizzare, aggiornare, ordinare, stampare e ricercare in vari modi. e i numeri di telefono e fax di tutti i clienti.
Un esempio di database può essere rappresentato dallo schedario
dell'ufficio. La rubrica e lo schedario dell'ufficio memorizzano unità Può essere costituito da più file, che insieme contengono tutti i dati
di informazioni simili, organizzate in modo da essere facilmente relativi a un determinato argomento o a argomenti correlati (questo
reperibili. è detto talvolta sistema di database). Grazie alle capacità relazionali
di FileMaker Pro, è possibile unire le informazioni dei vari file, per
In uno schedario, è necessario scegliere un metodo per ordinare i creare un database relazionale. Ad esempio, un file può mostrare i
dati, ad esempio alfabeticamente per cognome o per regione. Memo- clienti che hanno partecipato a un determinato viaggio, e un file
rizzando i nomi dei contatti e gli indirizzi in FileMaker Pro, è possi- correlato può mostrare l'importo pagato da ciascuno di essi. Per ulte-
bile organizzare i dati in vari modi. È possibile ordinare i dati per riori informazioni sui database relazionali, vedere il capitolo 8,
paese, città, cognome o anche in base a tutti e tre questi campi. “Utilizzo dei file correlati”.

È inoltre possibile visualizzare un sottogruppo dei dati, ad esempio


soltanto i contatti in una determinata città. Un database non contiene
semplicemente i dati, ma ne consente l'organizzazione e l'analisi, per
una miglior comprensione del loro significato.
1-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

File Clienti File Prodotti


ID cliente 002 ID prodotto ET3
Nome Andre Common Prodotto Borsa
Telefono 818-555-1234 Prezzo L. 29.000
Quantità 34

File fattura
ID cliente 002
Nome cliente Andrea Conti
Tel. 818-555-1234
ID fattura 12345

ID Record del database Clienti


prodotto Prodotto Prezzo
ET3 Borsa L. 29.000
ET4 Guida di viaggio L. 32.000 Nell'esempio precedente con il database dei clienti, i campi conten-
gono informazioni sui nomi e gli indirizzi. Ad esempio, è possibile
digitare il nome di un cliente nel campo Nome, il cognome nel
FileMaker Pro dispone di modelli che consentono di iniziare a utiliz- campo Cognome e così via. Utilizzare un campo per ciascun dato
zare immediatamente il programma. Per aprire un file dei modelli, unico che si desidera memorizzare.
scegliere menu File > Nuovo database, quindi scegliere il file più
Un file di database contiene uno o più record. Ciascun record
adatto.
contiene campi con informazioni simili, relative a un argomento o a
un'attività. Ad esempio, i campi di un record del file dei clienti
Informazioni sui file di FileMaker Pro contengono informazioni relative a un cliente.

Prima di iniziare a utilizzare FileMaker Pro, è necessario acquisire Per immettere dati in un file di database, è necessario creare un
familiarità con le caratteristiche fondamentali dei file di nuovo record e immettere dati nei campi appartenenti a tale record.
FileMaker Pro e con alcuni semplici concetti relativi ai database. Dopo la creazione di record in un file, è possibile operare sui record
in vari modi: è possibile modificarli, ordinarli, cercare un gruppo di
Informazioni sui campi e sui record record contenente dati particolari o porre in condivisione i dati in
I campi sono l'elemento fondamentale di un file di database. I campi rete.
consentono di memorizzare, calcolare e visualizzare i dati immessi
in un record. Ciascun dato di un record (ad esempio nome, numero
ID e numero di telefono) viene memorizzato in un campo.
Nozioni fondamentali di FileMaker Pro 1-3

Le informazioni immesse in un campo ne costituiscono il valore. I


valori dei campi possono essere digitati nel campo, importati da
Steve Williams
un'altra applicazione o immessi in vari altri modi. I valori devono 789 Ninth Avenue
New York, NY 10001
avere uno dei seguenti formati: Gentile Sig. Sophie,

1 testo Grazie per aver scelto la nostra società per la


prenotazione di una crociera. Apprezziamo la

1
Elenco dei numeri di telefono Sua attività e siamo lieti di poterLe essere

numerico Juanita Alvarez 555-1234


utili.

Per ulteriori informazioni sulle prenotazioni,

1
Michelle Cannon 555-1234
La invitiamo a contattarci: saremo felici di
data Andre Common
Marie Durand
555-1234
555-1234 soddisfare le Sue richieste.
Jean Durand 555-1234

1 William Johnson 555-1234 Distinti saluti


ora John Lee 555-1234 John Lee
Patrick Murphy 555-1234

1
Le Nguyen 555-1234
oggetto grafico, audio, video o (solo per Windows) OLE Kentaro Ogawa
Mary Smith
555-1234
555-1234

1
John Smith 555-1234
risultato di una formula che calcola il valore del campo Sophie Tang
Steve Williams
555-1234
555-1234
Betty Wilson 555-1234

1 riassunto dei valori del campo relativi a un gruppo di record

Informazioni sui formati È possibile disporre i dati in modo diverso nei vari formati

I formati di FileMaker Pro determinano la modalità di organizza-


In un formato, è possibile:
zione delle informazioni per la visualizzazione, la stampa, la crea-
zione di resoconti, la ricerca e l'immissione di dati. I formati non 1 scegliere quali campi visualizzare
memorizzano i dati, ma semplicemente li visualizzano. 1 disporre e formattare i campi

I file di database possono avere molti formati differenti, ognuno dei 1 aggiungere o modificare le etichette dei campi
quali determina una visualizzazione diversa dei dati. All'interno di 1 creare resoconti, ad esempio per raggruppare o riassumere dati
un file di database, è possibile configurare formati separati per
1 aggiungere pulsanti, per semplificare l'utilizzo del file
l'immissione dei dati, i resoconti, la stampa di etichette postali, la
pubblicazione di database sul Web e così via. È possibile modificare 1 specificare la modalità di stampa dei record
la struttura di un formato senza che ciò influisca sui dati o sugli altri 1 aggiungere elementi grafici e di testo per migliorare l'aspetto
formati del file di database. Quando si modificano i dati di un campo,
le modifiche vengono riprodotte nello stesso campo in tutti i formati
del database.
1-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Informazioni sui modi


In FileMaker Pro si opera sui dati utilizzando quattro modi.

Menu a tendina dei modi

È possibile alternare tra i modi tramite il menu a tendina visualizzato


nell'angolo inferiore sinistro della finestra oppure scegliendo un Modo Usa
modo dal menu Visualizza. Modo Formato scheda

Utilizzare il
modo Per

Usa Lavorare sui dati di un file. È possibile aggiungere, visualiz-


zare, modificare, ordinare, omettere (nascondere) ed elimi-
nare record. Il modo Usa è il modo nel quale si svolge una
parte rilevante del lavoro, ad esempio l'immissione dei dati.

Trova Ricercare record particolari, corrispondenti a un insieme di


criteri. Sarà quindi possibile operare su questo sottogruppo
di record, detto gruppo individuato. Una volta individuato un
Modo Trova
gruppo di record, FileMaker Pro torna nel modo Usa, e
consente di iniziare a lavorare sui record. Modo Anteprima
Formato scheda Determinare l'aspetto dei dati sullo schermo o nei resoconti,
nelle etichette e nei moduli stampati. È possibile creare
formati per operazioni specifiche, quali l'immissione di dati
o la stampa di fatture o buste. Selezionare e disporre i campi Informazioni sulla condivisione di dati
e gli altri oggetti per modificare un formato esistente o creare Un vantaggio della memorizzazione di dati in FileMaker Pro è costi-
nuovi formati. tuito dalla condivisione dei dati con altri utenti. È possibile condivi-
Anteprima Visualizzare l'aspetto dei dati nei moduli o nei resoconti dere i dati in rete con altri utenti di FileMaker Pro o utilizzare un
prima della stampa. Il modo Anteprima è particolarmente Companion FileMaker Pro per condividere i dati sul Web o tramite
utile per formati con più colonne (ad esempio le etichette ODBC.
postali) e i resoconti raggruppati con riassunti.
1 Se si condividono i dati con il collegamento in rete FileMaker Pro
e sono presenti più di dieci ospiti, sarà necessario configurare il
supporto dei file su host tramite FileMaker Server. Per informazioni,
vedere il capitolo 13, “Condivisione in rete dei database”.
Nozioni fondamentali di FileMaker Pro 1-5

1 Per informazioni sulla pubblicazione di dati di FileMaker Pro sul Utilizzo delle barre degli strumenti
Web, vedere il capitolo 14, “Pubblicazione dei database sul Web”.. Le barre degli strumenti consentono l'accesso rapido a numerosi
Per informazioni sul numero di indirizzi IP ai quali è consentito comandi dei menu di FileMaker Pro.
l'accesso a un database, vedere la Guida di FileMaker Pro. Scegliere
menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, Lasciare il puntatore su un pulsante per visualizzarne la descrizione.
fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare Ospiti.
1 Per informazioni sulla condivisione di dati tramite ODBC, vedere
il capitolo 15, “Utillizzo di ODBC con FileMaker Pro”.. Le descrizioni comando
descrivono ciascun pulsante
della barra degli strumenti

Esecuzione dei comandi dei menu


I pulsanti della barra degli strumenti variano a seconda del modo
In FileMaker Pro, è possibile accedere ai comandi dei menu in vari
attivo. Ad esempio, la barra degli strumenti standard nel modo Usa
modi.
contiene pulsanti che consentono di creare o eliminare record. Nel
È possibile accedere a un comando di un menu: modo Trova, i pulsanti consentono di creare o eliminare richieste di
ricerca.
1 scegliendolo dal menu di appartenenza
1 premendo una scelta rapida da tastiera Trascinare la barra degli strumenti tramite il quadratino per modificarne la posizione
1 facendo clic su uno strumento di una barra degli strumenti
1 scegliendolo da un menu sensibile al contesto
Barra degli strumenti standard nel modo Usa
1 attivandolo da un Apple Event

Per la lista delle scelte rapide da tastiera più comuni, vedere l'appen- Barra degli strumenti standard nel modo Trova
dice C, “Guida rapida di riferimento FileMaker Pro (Windows)” e
l'appendice D, “Guida rapida di riferimento di FileMaker Pro
(Mac Os)”. Inoltre, per ciascun gruppo di barre degli strumenti sono disponibili
comandi di menu diversi:
Importante Se non si dispone dell'accesso completo a un file, è possi-
bile che alcune voci di menu appaiano inattive. Se ad esempio si apre Scegliere
questa
un file e non si dispone dell'accesso per la creazione di record, il barra Nel modo Per accedere a questo tipo di comandi
comando Nuovo record e il relativo pulsante della barra degli stru- Standard tutti i modi Comandi del sistema operativo, quali Nuovo
menti appariranno inattivi (in grigio). database, Copia e Incolla, nonché comandi dei
menu corrispondenti a ciascun modo (ad
esempio, Nuovo record nel modo Usa o Nuovo
formato/resoconto nel modo Formato scheda)
1-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Scegliere Utilizzo dei menu sensibili al contesto


questa
barra Nel modo Per accedere a questo tipo di comandi È possibile modificare rapidamente un oggetto o dei dati scegliendo
i comandi di modifica direttamente da un menu sensibile al contesto
Formatta- Usa e Comandi di menu per la formattazione del testo,
zione testo Formato con modifica del carattere, della dimensione,
(“menu contestuale” in Mac OS).
scheda dello stile e del colore
I comandi dei menu sensibili al contesto variano a seconda del modo
Organizza Formato Comandi per lo spostamento o la disposizione di attivo, dell'elemento su cui si trova il puntatore e del fatto che sia
scheda oggetti (raggruppamento, blocco, spostamento
selezionato o meno un elemento della finestra. Ad esempio, quando
in primo piano o sullo sfondo, rotazione e alline-
amento)
nel modo Usa è selezionato del testo, nel menu appaiono comandi
quali Taglia, Copia, Incolla e comandi per la formattazione del testo.
Strumenti Formato Accesso agli strumenti di modifica del pannello
Quando in modo Formato scheda è selezionato un campo, si avrà
scheda degli strumenti, quali gli strumenti testo, rettan-
accesso a un gruppo di comandi differente.
golo, campo e così via

È possibile modificare la posizione e l'aspetto delle barre degli stru-


menti spostandole e ridimensionandole.

Per Eseguire questa operazione

Visualizzare una Scegliere menu Visualizza > Barre degli strumenti, quindi la
barra degli stru- barra degli strumenti specifica da utilizzare. Menu sensibile al contesto nel modo Usa
menti

Nascondere una Scegliere menu Visualizza > Barre degli strumenti, quindi
barra degli stru- selezionare la barra degli strumenti specifica da nascon-
menti dere. Se la barra degli strumenti non è ancorata, è anche Menu sensibile al contesto nel modo Formato scheda
possibile fare clic sulla casella di chiusura.

Spostare una barra Fare clic sul quadratino posto all'estremità sinistra della Per visualizzare un menu sensibile al contesto in Windows, tenere
degli strumenti barra degli strumenti e trascinare la barra nella nuova premuto il pulsante destro del mouse mentre il puntatore si trova su
posizione.
un oggetto o su dei dati. In Mac OS, tenere premuto Controllo,
Ridimensionare una Allontanare la barra degli strumenti dalla barra dei menu. quindi fare clic con il mouse su un oggetto o su dei dati.
barra degli stru- Quindi, in Windows, trascinare il bordo sinistro, destro o
menti inferiore della barra degli strumenti. (Il puntatore assume Nel modo Accedere ai menu sensibili al contesto in queste aree
la forma di doppia freccia). In Mac OS, trascinare
Usa Barra degli strumenti, righello di testo, all'interno o all'esterno
l'angolo inferiore destro della barra degli strumenti.
di un campo

Trova Barra degli strumenti, all'interno o all'esterno di un campo

Anteprima Barra degli strumenti o qualsiasi punto del documento


Nozioni fondamentali di FileMaker Pro 1-7

Nel modo Accedere ai menu sensibili al contesto in queste aree 1 Fare doppio clic sull'icona dell'applicazione FileMaker Pro. Nella
finestra di dialogo Nuovo database, selezionare Apri un file esistente,
Formato Barra degli strumenti, righello di testo, oggetto o gruppo di
quindi fare clic su OK e fare doppio clic sul nome del file.
scheda oggetti, testo selezionato, sezione del formato scheda o altro
punto del formato scheda
È possibile aprire un file di FileMaker Pro per Windows in Mac OS
e viceversa. Se si prevede di spostare file da una piattaforma all'altra,
Gestione di file è consigliabile assegnare ai file l'estensione .FP5. Se si aggiungono
o rimuovono le estensioni dei nomi file, sarà necessario specificare
In FileMaker Pro, è possibile lavorare con file di database esistenti o
di nuovo la posizione dei file correlati e dei file con script esterni.
aprire nuovi file. Le sezioni che seguono illustrano come lavorare
con file esistenti di FileMaker Pro. Per informazioni sulla creazione Per informazioni sull'apertura di un file residente su un altro
di file di database, vedere il capitolo 5, “Creazione di un database”. computer, vedere “Apertura file come ospite” a pagina 13-5.

Avvio di FileMaker Pro Suggerimento È possibile visualizzare nel menu File i nomi dei file
È possibile avviare FileMaker Pro in vari modi: aperti di recente. Vedere “Impostazione delle preferenze generali
dell'applicazione” a pagina A-1.
1 Facendo doppio clic sull'icona dell'applicazione FileMaker Pro
1 Facendo doppio clic su un file di FileMaker Pro Tenere presente quanto segue:
1 Trascinando un file di FileMaker Pro sopra l'icona di 1 Quando si apre un file creato con una versione precedente di
FileMaker Pro FileMaker Pro (versione 4.1 e precedenti), sarà necessario conver-
1 Windows: fare clic sul pulsante Avvio, quindi su Programmi > tirlo nel formato FileMaker Pro 5. Al momento della conversione, i
FileMaker Pro 5 > FileMaker Pro. campi data che erano in precedenza archiviati e visualizzati con anni
a due cifre (ad esempio 92) verranno visualizzati con anni a quattro
Apertura di file cifre (ad esempio 1992). Potrebbe risultare necessario ridimensio-
nare i campi data per la visualizzazione a quattro cifre, oppure
Per aprire un file se FileMaker Pro è già in esecuzione:
formattare i campi applicando la visualizzazione a due cifre. Per ulte-
1. Scegliere menu File > Apri. riori informazioni sull’apertura dei file creati con una versione prece-
2. Fare doppio clic sul nome del file da aprire. dente del programma, scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in
Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice e digitare
Se viene richiesta una password, digitarla, quindi fare clic su OK.
conversione.
Per aprire un file se FileMaker Pro non è in esecuzione, scegliere uno
Importante Per evitare confusione nell'utilizzo delle date, utilizzare
dei seguenti metodi:
sempre anni a quattro cifre. Per ulteriori informazioni sulla gestione
1 Fare doppio clic sull'icona del file degli aspetti legati all'anno 2000 in FileMaker Pro 5, visitare il sito
1 Trascinare il file sull'icona dell'applicazione FileMaker Pro www.filemaker.com.
1-8 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Quando si apre un file salvato con formati predefiniti interni Salvataggio di file
diversi dai formati di sistema impostati sul computer, è possibile che Durante il lavoro, FileMaker Pro salva automaticamente le modi-
venga visualizzato un messaggio di avviso. L'utilizzo di file interna- fiche apportate. È possibile specificare la frequenza del salvataggio
zionali è documentato nella Guida in linea. Scegliere menu Guida in delle modifiche in FileMaker Pro. Vedere “Impostazione delle
Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda preferenze di memoria” a pagina A-3.
Indice, quindi digitare Formati internazionali.
1 Se l'amministratore di rete ha assegnato una password predefinita, Importante È opportuno salvare sempre una copia del file, come
è possibile aprire un file con accesso limitato. Per informazioni, backup del lavoro eseguito. Salvare sempre una copia prima di
vedere “Definizione di password” a pagina 9-1 e rivolgersi all'ammi- apportare modifiche importanti. Una volta che si elimina un campo
nistratore. tramite la finestra di dialogo Definisci i campi o si rimuovono record
tramite i comandi Elimina il record o Elimina tutti, non sarà più possibile
1 È possibile aprire direttamente in FileMaker Pro un file creato in
ripristinare i dati eliminati. Per informazioni, vedere l'appendice B,
un'altra applicazione, quali le diverse versioni del software di Micro-
“Backup e ripristino dei file”.
soft Excel. Vedere “Importazione dei dati in FileMaker Pro” a
pagina 12-2. Per salvare una copia del file:
1. Rendere attivo il file che si desidera salvare, quindi scegliere menu
Chiusura di file
File > Salva copia con nome.
È possibile chiudere un file e mantenere FileMaker Pro in esecu-
2. Scegliere un'opzione per il salvataggio di una copia dalla lista
zione oppure uscire da FileMaker Pro, con conseguente chiusura di
tutti i file di FileMaker Pro aperti. Salva (Windows) o Tipo (Mac OS).
Scegliere questa
Importante In FileMaker Pro le modifiche apportate a un file opzione Per eseguire questa operazione
vengono salvate sia durante il lavoro che al momento della chiusura copia del file corrente Duplicare l'intero file, comprese le definizioni dei campi,
dell'applicazione. i formati, gli script, le opzioni di impostazione pagina e i
dati. La duplicazione di un file è utile prima dell'apporto
Per chiudere un file, verificare che la finestra del file sia attiva, di modifiche importanti.
quindi eseguire una delle seguenti operazioni:
copia compressa Comprimere l'intero file in uno spazio ridotto, diminu-
1 Scegliere menu File > Chiudi. endo lo spazio inutilizzato nel file. Il salvataggio di una
copia compressa è utile se si modificano spesso numerosi
1 Windows: Fare doppio clic sull'icona del documento nell'angolo
record.
superiore sinistro della finestra del documento.
clone (senza record) Creare una copia contenente tutte le definizioni dei
1 Windows: Fare clic sul pulsante di chiusura nell'angolo superiore campi, i formati, gli script e le opzioni di impostazione
destro della barra dei menu. pagina, ma nessun dato. La creazione di un clone è utile
1 Mac OS: Fare clic sulla casella di chiusura nell'angolo superiore per ottenere un modello del file.

destro della finestra.


Nozioni fondamentali di FileMaker Pro 1-9

3. Digitare un nuovo nome per rinominare il file.

Nome del nuovo file


Estensione del nome file
Opzioni per il salvataggio
di una copia
Finestra di dialogo Salva copia con nome (Windows)

Nome del nuovo file

Opzioni per il salvataggio


di una copia

Finestra di dialogo Salva copia con nome (Mac OS)

4. Fare clic su Salva.

Uscita da FileMaker Pro


Una volta terminato l'utilizzo di FileMaker Pro, scegliere menu File
> Esci. Quando si esce da FileMaker Pro, le modifiche al file
vengono salvate.

Importante Uscire sempre da FileMaker Pro prima di spegnere il


computer.
Capitolo 2
Aggiunta e visualizzazione di dati
In un database di FileMaker Pro è possibile visualizzare i dati e File dei prodotti nel modo Usa
operare su di essi in vari modi. Questo capitolo illustra come:
1 visualizzare i record in un database Barra degli strumenti Standard
1 aggiungere, duplicare ed eliminare record
1 aggiungere e modificare dati nei campi Menu a tendina
dei formati
1 lavorare con il testo nei campi
Icona del libro
1 controllare l'ortografia dei dati Numero dei
record nel file
Per la descrizione introduttiva dei campi e dei record, vedere “Infor- Stato di ordina-
mento corrente
mazioni sui campi e sui record” a pagina 1-2. dei record

Informazioni sull'utilizzo dei record nel Controlli Zoom Menu a tendina dei modi
Area di stato
modo Usa Controllo area di stato
Nel modo Usa, è possibile immettere, visualizzare, modificare ed
eliminare dati del database. Le modifiche al file vengono salvate Il database contiene uno o più formati che visualizzano i dati in vari
mano a mano che si procede con le operazioni. modi. Se il database dispone di più formati, è possibile sceglierne
uno diverso da quello corrente nel menu a tendina nella parte supe-
Nel modo Usa, è possibile operare con tutti i record di un file oppure
riore dell'area di stato.
con un gruppo di record detti gruppo individuato. È possibile visua-
lizzare record in base a un ordinamento oppure nell'ordine di immis- Per ulteriori informazioni, vedere “Salvataggio di file” a pagina 1-8,
sione nel file. “Ricerca di record” a pagina 3-1, “Ordinamento dei record” a
pagina 3-8, e “Informazioni su formati e resoconti” a pagina 6-1.
Se si sta lavorando in un altro modo, è possibile passare al modo Usa
scegliendo menu Visualizza > Usa.
2-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Visualizzazione di record Tenere presente quanto segue:

FileMaker Pro dispone di tre viste disponibili per ciascun formato:


1 Se si dispone di privilegi di creazione formati, è possibile specifi-
care le viste disponibili per ciascun formato. Vedere “Impostazione
modulo, lista e tabella. Cambiando la vista, si modifica temporanea-
di Visualizza come modulo, Visualizza come lista e Visualizza come
mente la modalità di visualizzazione o di stampa dei record.
tabella” a pagina 6-11.
Per visualizzare Eseguire questa operazione nel modo Usa, Per un miglior controllo sull'aspetto dei dati, è possibile creare
Trova o Anteprima
formati concepiti per visualizzare i record in una lista o in una
Record singoli Scegliere menu Visualizza > Visualizza come modulo. tabella. Vedere “Resoconto/lista a colonne” a pagina 6-3 e “Tabella”
Record in una lista Scegliere menu Visualizza > Visualizza come lista. a pagina 6-4.
Record in una tabella Scegliere menu Visualizza > Visualizza come tabella. 1 Visualizza come modulo, Visualizza come lista e Visualizza come
Vedere la sezione che segue, “Visualizzazione di record tabella non sono applicabili ai database pubblicati sul Web tramite
in una tabella". Pubblicazione Web immediata di FileMaker Pro. Per configurare le
viste per la pubblicazione Web, vedere “Impostazione delle visualiz-
L'illustrazione che segue mostra lo stesso formato in tre viste diverse. zazioni del browser” a pagina 14-12.

Visualizzazione di record in una tabella


Visualizza come
modulo 1. Per visualizzare record in una tabella, scegliere menu Visualizza >
Visualizza come tabella.
Dati del campo
Per Eseguire questa operazione
Etichette
Riordinare le Fare clic su un'intestazione di colonna e trascinarla nella
colonne nuova posizione.

Ridimensio- Spostare il puntatore sul bordo dell'intestazione di colonna.


Visualizza nare una Quando il puntatore assume la forma di doppia freccia ( ),
come lista colonna trascinarlo per impostare le dimensioni desiderate.
Per impostare una larghezza precisa, selezionare una o più
colonne, quindi fare clic con il pulsante destro del mouse
Quando si visua- (Windows) o premere Controllo e fare clic (Mac OS).
lizzano record in Scegliere Larghezza colonna dal menu sensibile al contesto.
una lista o tabella,
si visualizza il Nella finestra di dialogo, specificare la larghezza, scegliere
numero di record le unità dalla lista, quindi fare clic su OK.
Visualizza come che rientra nelle
tabella dimensioni dello
schermo
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-3

Per Eseguire questa operazione


Visualizza come tabella Intestazioni di colonna. Ciascuna colonna
Ordina i record 1 Fare clic su un'intestazione di colonna. visualizza un campo del formato corrente
1 Selezionare una o più colonne, fare clic con il pulsante
destro del mouse (Windows) o premere Controllo e fare clic
con il mouse (Mac OS), quindi scegliere un ordinamento dal
menu sensibile al contesto. Se si selezionano più colonne,
l'ordine delle colonne (da sinistra a destra) determina il tipo
di ordinamento. Per ulteriori informazioni, vedere “Ordina-
mento dei record” a pagina 3-8.
Nota È possibile ordinare i record se nella finestra di dialogo
Proprietà della tabella è selezionata l'opzione Ordina i dati
quando selezioni la colonna. Vedere “Impostazione di Visua-
lizza come modulo, Visualizza come lista e Visualizza come
tabella” a pagina 6-11.
La barra del record
corrente indica il
2. Se viene richiesto di salvare il formato, è possibile scegliere la record selezionato I valori di un campo multiplo vengono
visualizzati orizzontalmente
modalità di visualizzazione del formato alla successiva apertura
del file: Tenere presente quanto segue:

Per Fare clic su 1 Se si dispone di privilegi di creazione formati, è possibile impo-


stare opzioni per personalizzare la visualizzazione e il funziona-
Visualizzare le modifiche al formato Sì
mento di un formato in Visualizza come tabella. Vedere
Visualizzare il formato come appariva prima delle modifiche No “Impostazione di Visualizza come modulo, Visualizza come lista e
Visualizza come tabella” a pagina 6-11.
1 È possibile selezionare più colonne in cui eseguire la ridisposi-
zione, il ridimensionamento o l'ordinamento dei dati, ma non è possi-
bile eseguire queste operazioni selezionando più celle di una tabella.
1 Se un formato contiene un portale, Visualizza come tabella mostra
i dati del primo record correlato (la prima riga del portale). Vedere
“Informazioni sui database relazionali” a pagina 8-3.
1 Per ulteriori informazioni su Visualizza come tabella, scegliere
menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic
sulla scheda Indice e digitare Visualizza come tabella,
comando.
2-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Selezione del record corrente


Nel modo Usa, un database ha un solo record corrente (selezionato)
alla volta.
In questa vista Il record corrente è

Visualizza come Il record visualizzato.


modulo

Visualizza come Il record contrassegnato da una barra uniforme sul lato


lista o Visualizza sinistro. Per lavorare su un altro record, fare clic su di esso
come tabella per renderlo il record corrente. Portale

Fare clic all'interno della riga del portale


per selezionare un record correlato

Spostamento tra i record


Barra del Per passare da un record a un altro, utilizzare l'icona del libro
record nell'area di stato
corrente in
Visualizza
come lista

Segnalibro
Icona del libro
Numero del record
corrente
Numero dei record nel
Per informazioni sulle viste, vedere “Visualizzazione di record” a database

pagina 2-2.
Per spostarsi Eseguire questa operazione
Per selezionare un record correlato in un portale, selezionare la riga In avanti di un record Fare clic sulla pagina inferiore dell'icona del libro.
del portale (fare clic all'interno della riga ma all'esterno di qualsiasi alla volta
campo della riga). Per informazioni sui record correlati e sui portali, Indietro di un record Fare clic sulla pagina superiore dell'icona del libro.
vedere “Informazioni sui database relazionali” a pagina 8-3. alla volta
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-5

Per spostarsi Eseguire questa operazione Per Eseguire questa operazione nel modo Usa

Rapidamente a un 1 Fare clic sul numero del record corrente nella parte Aggiungere un nuovo Scegliere menu Record > Nuovo Record. Viene
record specifico inferiore dell'icona del libro, digitare il numero del record vuoto visualizzato un record vuoto, con un campo selezio-
record desiderato, quindi premere Invio (Windows) o nato.
Ritorno (Mac OS).
Aggiungere rapidamente Selezionare il record da duplicare, quindi scegliere
1 Premere Esc, digitare il numero del record, quindi un record con gli stessi menu Record > Duplica il record. Vedere “Selezione
premere Invio o Ritorno. dati o dati simili a quelli del record corrente” a pagina 2-4.
Rapidamente tra i Trascinare il segnalibro verso il basso o verso l'alto di un record esistente
record per spostarsi in avanti o indietro. Aggiungere o duplicare Vedere la sezione successiva.
Tra i record in Visua- Utilizzare la barra di scorrimento sul lato destro della record correlati
lizza come lista o finestra.
Visualizza come tabella Se il campo è definito per l'immissione automatica di valori, i valori
A un record contenente Vedere “Ricerca di record” a pagina 3-1. verranno immessi nel nuovo record. Vedere “Definizione di immis-
un valore unico noto sione automatica dei dati” a pagina 5-10.

Per l'immissione o la modifica di valori nel nuovo record, vedere


Aggiunta e duplicazione di record “Informazioni sull'immissione dei dati nei record” a pagina 2-7.

Quando si aggiungono nuovi record o si duplicano record, Aggiunta e duplicazione di record correlati
FileMaker Pro memorizza i nuovi record alla fine del file. Nel modo
Se si sta lavorando con file correlati, è possibile aggiungere record al
Usa, il nuovo record viene visualizzato dopo il record corrente o
file correlato quando si immettono dati in un record del file master.
dopo l'ultimo record del gruppo individuato:
1 Se i record sono ordinati o semi-ordinati, il nuovo record appare Nota È possibile aggiungere record correlati dal file master soltanto
immediatamente dopo il record corrente e lo stato di ordinamento se la relazione è definita in modo da consentire la creazione di record
diventa Semi-ordinati. correlati. (Vedere “Definizione delle relazioni per i database relazio-
1 Se i record non sono ordinati, il nuovo record appare dopo l'ultimo nali e i riferimenti” a pagina 8-11.)
record del gruppo individuato. Per ulteriori informazioni, vedere
Per Eseguire questa operazione nel modo Usa
“Ordinamento dei record” a pagina 3-8.
Creare un record nel Scegliere menu Record > Nuovo Record.
file master
Nota Se un file è bloccato o protetto da scrittura o non si dispone dei
privilegi di accesso per la creazione di record, i nuovi record non Aggiungere un 1 Se il campo correlato si trova in un portale, digitare i dati
record a un file nel campo nell'ultima riga (vuota) del portale, quindi
vengono aggiunti. Vedere “Definizione di password” a pagina 9-1.
correlato premere Tab.
1 Se il campo correlato non si trova in un portale, digitare
i dati nel campo, quindi premere Tab.
2-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione nel modo Usa Se si lavora in un database relazionale e l'opzione di eliminazione dei
record correlati è selezionata nella finestra di dialogo Modifica la
Duplicare un record Verificare che in un portale non siano selezionati record,
master (e visualiz- quindi scegliere menu Record > Duplica il record. relazione, quando si elimina un record master vengono eliminati
zare i dati correlati) anche i record correlati. Per ulteriori informazioni, vedere “Defini-
Duplicare un record Selezionare il record nel portale, quindi scegliere menu
zione delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti” a
correlato in un Record > Duplica il record. pagina 8-11.
portale
Per eliminare Eseguire questa operazione

Un record Nel modo Usa, selezionare il record da eliminare. Se si


File master
sta eliminando un record master in un database relazio-
nale, selezionare qualsiasi elemento ad eccezione di una
riga del portale nel record master. Scegliere menu Record
> Elimina il record, quindi fare clic su Elimina.

Un record correlato Selezionare una riga del portale nel file master facendo
clic all'interno della riga ma al di fuori di qualsiasi altro
campo della riga. Scegliere menu Record > Elimina il
record, quindi fare clic su Elimina.
Nota Per eliminare record correlati, è necessario che nella
finestra di dialogo Imposta il portale sia selezionata
l'opzione Consenti l'eliminazione dei record del portale.
(Vedere “Creazione e formattazione di portali per l'inse-
rimento di campi correlati” a pagina 6-22).
Portale che visualizza i Per aggiungere un record correlato
record correlati dal file al file degli articoli in campionario, Un gruppo di record Verificare che il gruppo individuato contenga soltanto i
degli articoli in campionario digitare nell'ultima riga del portale record da eliminare. Vedere “Ricerca di record” a
pagina 3-1. Nel modo Usa, scegliere menu Record >
Elimina tutti i record, quindi fare clic su Elimina.
Per ulteriori informazioni sui file correlati, vedere “Visualizzazione Tutti i record di un 1 Nel modo Usa, scegliere menu Record > Mostra tutti i
dei dati di file correlati” a pagina 8-1. database record, quindi scegliere menu Record > Elimina tutti i
record.
1 Creare un clone del database senza record. Vedere
Eliminazione di record “Salvataggio di file” a pagina 1-8.
Quando si elimina un record, i dati di tutti i campi del record vengono
eliminati in modo definitivo. Tenere presente quanto segue:
1 Per eliminare in modo permanente una definizione di campo e tutti
Importante Non è possibile recuperare i dati eliminati, né annullare
i dati del campo in tutti i record, vedere “Eliminazione di definizioni
l'operazione di eliminazione dei record. Prima di eliminare record,
e di dati di campo” a pagina 5-13.
può risultare opportuno creare una copia di backup del file.
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-7

1 Per omettere temporaneamente i record dal gruppo individuato Per ulteriori informazioni sulla selezione di un campo nel modo Usa
senza eliminarli dal database, vedere “Nascondere i record di un o Trova, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu
gruppo individuato e visualizzare i record nascosti” a pagina 3-8. Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
scheda Indice, quindi digitare campi, corrente.

Informazioni sull'immissione dei dati nei Immissione e modifica di dati nei campi
record È possibile immettere dati fino a raggiungere il limite di caratteri del
tipo di campo (ad esempio, 255 caratteri in un campo Numero). È
Le sezioni che seguono descrivono come aggiungere o modificare i possibile visualizzare e stampare soltanto i dati che rientrano nei
dati in un database di FileMaker Pro. confini fisici del campo.
Se si sta lavorando con un database che non contiene record, per
Per Eseguire questa operazione nel modo Usa
poter immettere dati è necessario creare un record. Vedere
Immettere dati in Fare clic nel campo, quindi digitare il testo (fino a un
“Aggiunta e duplicazione di record” a pagina 2-5.
un campo di testo massimo di circa 64.000 caratteri).
Nota Se un file è bloccato o protetto da scrittura o non si dispone dei Immettere dati in Fare clic nel campo, quindi digitare fino a 255 caratteri.
privilegi di accesso per la modifica di record, non è possibile modi- un campo Numero
ficare i dati. Vedere “Definizione di password” a pagina 9-1. Immettere dati in Fare clic nel campo, quindi digitare una data su una riga
un campo data del campo. Digitare il giorno, il mese e l'anno come
Selezione di un campo numeri (ad esempio, 2/3/2002) separati da un carattere
non numerico, quale - (segno meno) o / (barra).
Eseguire questa operazione nel modo Usa o
Per Trova Importante Per evitare confusione nell'utilizzo delle date,
utilizzare sempre anni a quattro cifre.
Selezionare un campo Fare clic all'interno del campo.
Immettere dati in Fare clic nel campo, quindi specificare l'ora (o un periodo
Selezionare il conte- Selezionare il campo, quindi scegliere menu Modifica > un campo ora di tempo) come:
nuto di un campo Seleziona tutto.
1 ore
Passare al campo Premere Tab (o fare clic nel campo).
1 ore e minuti
successivo nell'ordine
dei campi 1 ore, minuti e secondi
Separare le ore, i minuti e i secondi con un carattere non
Passare al campo Premere Maiusc+Tab (o fare clic nel campo).
numerico quale : (due punti).
precedente nell'ordine
dei campi Digitare l'ora in formato a 24 o a 12 ore, con o senza AM
e PM. Se l'ora è inferiore a 12:00, si presuppone il valore
Passare alle voci di Premere i tasti di direzione. Vedere “Immissione di dati AM.
una lista valori preimpostati da una lista valori” a pagina 2-9.
Mac OS: I tasti di direzione non consentono di Aggiungere dati a Vedere “Informazioni sull'utilizzo di immagini, suono e
spostarsi tra le voci dei menu a tendina. È necessario un campo filmati” a pagina 2-12 e “Utilizzo degli oggetti OLE” a
utilizzare il mouse. Contenitore pagina 2-18.
2-8 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione nel modo Usa 1 Se non si digita l'anno in un campo data e non si è digitato il carat-
tere separatore per l'anno, viene immesso automaticamente l'anno
Inserire un carat- Fare clic nel punto in cui si desidera inserire la tabula-
corrente. Ciò non avviene se per le opzioni del campo è definita la
tere di tabulazione zione. Premere Ctrl+Tab (Windows) o Opzione+Tab
in un campo (Mac OS). convalida Data anno a 4 cifre. Vedere “Definizione di verifica dei
campi” a pagina 5-10.
Aggiungere dati ai Vedere “Immissione di dati preimpostati da una lista
campi formattati valori” a pagina 2-9. 1 Per ulteriori informazioni sulla gestione degli aspetti legati all'anno
come pulsanti radio 2000 in FileMaker Pro 5, visitare il sito www.filemaker.com.
o di opzione,
1 Per ripristinare lo stato del record precedente all'immissione o alla
caselle di controllo,
liste o menu
modifica di dati, scegliere menu Record > Ripristina il record prima di
selezionare un altro record o di uscire dal record corrente.
Eliminare dati da Selezionare i dati, quindi premere Backspace o Canc.
un campo 1 È possibile incollare dall'indice di campo un valore contenente tutti
i valori del campo selezionato. Gli indici di campo sono descritti
Modificare, Vedere “Informazioni sull'utilizzo del testo” a
formattare o pagina 2-15.
nella Guida in linea. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in
controllare l'orto- Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digi-
grafia del testo in tare indice.
un campo 1 Oltre all'immissione diretta, sono disponibili altri modi di inseri-
Modificare rapida- Vedere “Utilizzo dei menu sensibili al contesto” a mento di dati in un campo, quali l'importazione o la copia da un'altra
mente i dati tramite pagina 1-6. origine, l'utilizzo di un file correlato, o l'immissione automatica al
i comandi dei menu momento della creazione di un record. Vedere “Informazioni su
a tendina
importazione ed esportazione” a pagina 12-1,“Visualizzazione dei
dati di file correlati” a pagina 8-1, e “Definizione di immissione
Tenere presente quanto segue:
automatica dei dati” a pagina 5-10.
1 È possibile definire un campo in modo che consenta l'immissione
1 Per ulteriori informazioni sull'immissione e la modifica di dati,
esclusiva di dati con un formato specifico o appartenenti a un inter-
vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in
vallo specifico. Vedere “Definizione di immissione automatica dei
Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
dati” a pagina 5-10 e “Definizione di verifica dei campi” a
Indice, quindi digitare immissione di dati.
pagina 5-10.
1 In alcuni campi può risultare impossibile immettere o modificare i Utilizzo di URL in un campo
dati (ad esempio per campi di calcolo o di riassunto o per campi Se si dispone di un URL (indirizzo Web) valido in un campo, è possi-
formattati in modo da non consentire l'immissione). È possibile bile aprire l'URL tramite l'applicazione specificata.
copiare il contenuto dei campi di calcolo o di riassunto in altri campi.
1. Fare clic sul campo per selezionarlo.
Vedere “Informazioni sulla scelta del tipo di campo” a pagina 5-4 e
“Consentire o impedire l'immissione nei campi” a pagina 7-8. 2. Fare clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o premere
Controllo e fare clic (Mac OS) su qualsiasi parte dell'URL.
3. Scegliere Apri <URL> dal menu sensibile al contesto.
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-9

Nota Questa funzionalità richiede il file URL.DLL (Windows) o il Eseguire questa operazione nel modo
file Internet Config 1.1 o versioni successive (Mac OS). Questi Per Usa
componenti sono descritti nella Guida in linea. Scegliere menu Guida Duplicare dati da un altro Vedere “Aggiunta e duplicazione di record” a
in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla record al record corrente pagina 2-5.
scheda Indice, quindi digitare URL.
Tenere presente quanto segue:
Copia e spostamento di dati nei record 1 Quando si copia un record, vengono copiati tutti gli elementi ad
È possibile copiare valori da qualsiasi tipo di campo, compresi i eccezione dei dati nei campi Contenitore. I dati vengono copiati deli-
campi formattati come pulsanti radio o di opzione, caselle di mitati da tabulazioni, nell'ordine di visualizzazione del formato. Gli
controllo, liste o menu. stili di testo, quali il grassetto e il corsivo, non vengono copiati.

Eseguire questa operazione nel modo 1 È possibile selezionare e trascinare dati tra i campi, i record e le
Per Usa applicazioni. Vedere “Spostamento di dati con il trascinamento della
Copiare o spostare un valore Selezionare il contenuto del campo, quindi selezione” a pagina 2-10.
da un campo a un altro scegliere menu Modifica > Copia o Taglia. Se 1 Per ulteriori informazioni sulla copia e lo spostamento di dati,
necessario, visualizzare un altro record. Vedere
vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in
“Spostamento tra i record” a pagina 2-4 Selezio-
Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
nare il campo in cui inserire i dati, quindi
scegliere menu Modifica > Incolla. Indice, quindi digitare dati, spostamento.

Copiare un valore da un Fare clic sul campo in cui immettere i dati.


campo dell'ultimo record al Scegliere menu Inserisci > Dall'ultimo record.
Immissione di dati preimpostati da una lista valori
quale si ha avuto accesso Un campo può visualizzare valori come pulsanti radio o di opzione,
(facendo clic o premendo caselle di controllo, liste a discesa o a tendina o menu a tendina. È
Tab) possibile utilizzare queste opzioni per l'immissione rapida di dati
Copiare i valori di un record Mentre non è selezionato alcun campo, scegliere preimpostati. I dati sono definiti in liste valori.
in un'altra applicazione, menu Modifica > Copia. Nell'altra applicazione,
quale un elaboratore di testi incollare i valori presenti negli Appunti.

Copiare dati nel record Mentre nel portale non sono selezionati né campi
master e in tutti i record né record, scegliere menu Modifica > Copia.
correlati di un portale
Copiare un record correlato Selezionare un record correlato, quindi scegliere
in un portale menu Modifica > Copia.

Copiare negli Appunti il Mentre non è selezionato alcun campo, premere


gruppo di record individuato Maiusc (Windows) o Opzione (Mac OS) e
scegliere menu Modifica > Copia.
2-10 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione nel modo Usa


Menu a tendina Lista a tendina
Cancellare l'elemento Scegliere o fare clic su Altro, quindi eliminare il
Altro valore associato (e i relativi ritorni a capo) nella
finestra di dialogo. Fare clic su OK. Questa opera-
Scegliere zione cancella il campo.
questa voce per
modificare i Modificare una lista valori Scegliere Modifica, quindi modificare i valori della
valori della lista
finestra di dialogo. Fare clic su OK.

Pulsanti di opzione
Nota Se si dispone di privilegi di creazione formati, è possibile confi-
Caselle di controllo gurare le opzioni che determinano l'aspetto dei campi nel formato.
Ad esempio, è possibile determinare se gli elementi Altro o Modifica
Fare clic per immettere un valore appaiono nei pulsanti di opzione, nelle caselle di controllo e nelle
non compreso nella lista
liste o nei menu a tendina. Vedere “Formattazione dei campi per
l'utilizzo di liste e menu a tendina, caselle di controllo o pulsanti di
Per Eseguire questa operazione nel modo Usa opzione per visualizzare una lista valori” a pagina 7-6.
Scegliere un valore preim- Fare clic sul campo, quindi scegliere il valore dalla
postato da una lista o un lista o dal menu a tendina.
Spostamento di dati con il trascinamento della selezione
menu a discesa o a tendina Il trascinamento della selezione consente di trasferire dati all'interno
Deselezionare una lista Premere Esc o fare di nuovo clic sul campo. di un file di FileMaker Pro, o tra FileMaker Pro e altre applicazioni
che supportano questa funzionalità.
Digitare un valore non Fare di nuovo clic sul campo, quindi digitare il
presente nella lista a valore.
Ad esempio, è possibile trascinare un numero da un campo e posizio-
tendina Nota Se per il campo è selezionata l'opzione di narlo in un altro campo dello stesso database, oppure è possibile
convalida Elem. della lista valori , è necessario digi-
trascinare un oggetto da un formato di FileMaker Pro e posizionarlo
tare un valore presente nella lista. Vedere “Defini-
in un documento di Microsoft Word.
zione di verifica dei campi” a pagina 5-10.

Selezionare o disattivare Fare clic sul pulsante per selezionare un valore. In FileMaker Pro, è possibile utilizzare il trascinamento della sele-
un pulsante di opzione Per disattivare il pulsante, tenere premuto Maiusc e zione nei modi Usa, Trova e Formato scheda. Per attivare o disatti-
(radio) fare clic su di esso. vare la funzionalità di trascinamento della selezione per il testo nel
Selezionare o disattivare Fare clic sulla casella di controllo sia per selezio- modo Usa o Trova, selezionare o disattivare Abilita trascinamento
una casella di controllo nare che per disattivare il valore corrispondente. della selezione nella scheda Generale della finestra di dialogo Prefe-
Immettere un valore non Scegliere o fare clic su Altro. Digitare un valore renze applicazione. Vedere “Impostazione delle preferenze generali
presente nella lista valori nella finestra di dialogo, quindi fare clic su OK. dell'applicazione” a pagina A-1.
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-11

Per ulteriori informazioni sul trascinamento della selezione, Sostituzione di dati nei campi
scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e È possibile sostituire il contenuto di un campo in tutti i record (o in
indice, fare clic sulla scheda Indice e digitare trascinamento un gruppo di record) con:
della selezione.
1 un valore diverso (ad esempio, sostituire al valore Verde il valore
Inserimento della data corrente o di altre variabili nei Azzurro)
campi 1 un nuovo gruppo di numeri di serie (ad esempio se i record non
Per inserire la data, l'ora o il nome utente corrente in un campo nel sono più ordinati)
modo Usa o Trova: 1 un calcolo. È inoltre possibile modificare i valori esistenti di un
1. Fare clic nel campo. campo utilizzando un calcolo che comprende il campo (ad esempio,
convertendo il valore Stipendio lordo nel valore Stipendio lordo +
2. Scegliere menu Inserisci > Data corrente, Ora corrente o Nome 1.000).
utente corrente.
Per inserire Come specificato in Scegliere Prima di iniziare, tenere presente quanto segue:
Data corrente in un campo Impostazioni del sistema Data corrente 1 Importante La sostituzione dei valori dei campi non può essere
Data, Testo o Numero operativo annullata. Prima di iniziare, può risultare utile creare una copia di
Ora corrente in un campo Data, Impostazioni del sistema Ora corrente
backup del file.
Testo o Numero operativo 1 Non è possibile sostituire dati in campi Calcolato, Riassunto o
Nome utente corrente in un Preferenze di Nome utente Globale.
campo Testo o Numero FileMaker Pro corrente 1 Non è possibile riserializzare campi Calcolato, Riassunto, Globale
o Contenitore.
Importante Per evitare confusione nell'utilizzo delle date, utilizzare 1 È possibile ordinare i record prima di riserializzarli. Ad esempio,
sempre anni a quattro cifre. Per ulteriori informazioni sulla gestione è possibile ordinare i fornitori in base alla frequenza di utilizzo,
degli aspetti legati all'anno 2000 in FileMaker Pro 5, visitare il sito quindi riserializzare i record.
www.filemaker.com.
1 Per sostituire i valori di campo soltanto in alcuni record, passare a
Una volta inserito il valore di data, ora o nome utente in un campo, ciascun record e modificare il valore selezionando il contenuto del
il valore non cambia. Per visualizzare un valore che viene aggior- campo, quindi immettendo i dati desiderati.
nato, inserire nel formato un simbolo di data, ora o nome utente.
Vedere “Inserimento del numero di pagina, della data o di un'altra Per sostituire i valori di campo nel gruppo individuato:
variabile in un formato” a pagina 7-12. 1. Se necessario, trovare, omettere o ordinare i record nel database.
Vedere capitolo 3, “Ricerca e ordinamento di informazioni”.
2. Nel modo Usa, nel record corrente, selezionare il contenuto del
campo di cui si desidera sostituire i valori.
2-12 Guida per l’utente di FileMaker Pro

3. Se si sostituiscono dati con un valore costante (anziché numeri Per sostituire al


seriali o un valore calcolato), digitare il valore costante. contenuto di
ciascun campo Selezionare
4. Scegliere menu Record > Sostituisci.
Un valore calcolato Con il risultato calcolato, quindi fare clic su Specifica. Nella
5. Nella finestra di dialogo Sostituisci, selezionare la modalità per la finestra di dialogo Specifica il calcolo, definire il calcolo.
sostituzione dei valori di campo. Il risultato deve corrispondere al tipo del campo in cui
avviene la sostituzione. Fare clic su OK.
Per sostituire al
contenuto di Per informazioni sulla finestra di dialogo Specifica il
ciascun campo Selezionare calcolo, vedere “Definizione di campi Calcolato” a
pagina 5-6.
Il valore del campo Sostituisci con <valore>. Il contenuto del campo viene
correntemente sele- sostituito nell'intero gruppo di record individuato.
zionato 6. Fare clic su Sostituisci.

Un numero seriale Sostituisci con numeri di serie. Digitare il valore iniziale dei
numeri di serie in Valore iniziale e il valore di incremento
Nota Se il campo contenente i dati sostituiti è convalidato, File-
in Incremento. I numeri di serie vengono immessi a partire Maker Pro non convalida automaticamente i nuovi dati. Vedere
dal primo record del gruppo individuato. “Definizione di verifica dei campi” a pagina 5-10.
Se il campo è definito per l'immissione automatica di un
numero di serie, è possibile: Per l'aggiunta di un prefisso o di un suffisso ai valori di un campo,
vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in
1 Selezionare Vuoi aggiornare il no. di serie in Opzioni di
immissione? per ripristinare il valore successivo nella fine- Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
stra di dialogo Opzioni per il campo. Il successivo valore Indice, quindi digitare prefissi.
immesso automaticamente per il campo (dopo l'esecu-
zione della sostituzione) appare in sequenza.
1 Disattivare Vuoi aggiornare il no. di serie in Opzioni di Informazioni sull'utilizzo di immagini,
immissione? per lasciare immutato il valore successivo
nella finestra di dialogo Opzioni per il campo. Il succes-
suono e filmati
sivo valore immesso automaticamente si basa sulle impo- È possibile utilizzare campi Contenitore per memorizzare elementi
stazioni correnti (non in sequenza con i record multimediali quali immagini, suoni o filmati. In Windows, è inoltre
riserializzati dall'operazione di sostituzione).
possibile memorizzare in campi Contenitore gli oggetti OLE (Colle-
Per informazioni sulla finestra di dialogo Opzioni per il gamento e incorporamento di oggetti, Object Linking and Embed-
campo, vedere “Definizione di immissione automatica dei
ding). Vedere “Utilizzo degli oggetti OLE” a pagina 2-18.
dati” a pagina 5-10.
Tenere presente quanto segue:
1 Per creare un campo contenitore, vedere “Definizione di campi
Testo, Numero, Data, Ora o Contenitore” a pagina 5-5.
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-13

1 Windows: Se si inseriscono o incollano immagini in un database Le opzioni per l'inserimento di immagini nei campi sono documen-
condiviso con utenti di FileMaker Pro per Macintosh (ad esempio se tate nella Guida in linea. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in
si condivide un database su una rete con più piattaforme), verificare Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digi-
che l'opzione Memorizza immagini compatibili sia selezionata nella tare immagini.
scheda Generale della finestra Preferenze documento. Vedere “Impo-
stazione delle preferenze generali dell'applicazione” a pagina A-1. Inserimento di filmati ed elementi multimediali
1 Per determinare le modalità di visualizzazione di immagini in un QuickTime nei campi
campo contenitore, vedere “Formattazione di immagini in un QuickTime è un'applicazione che consente di comprimere, memoriz-
formato” a pagina 7-19. zare e riprodurre file multimediali, quali suono, animazioni e filmati.
1 Per ulteriori informazioni, consultare la Guida in linea di QuickTime supporta vari tipi di file, tra cui Audio Video Interleave
FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > (.AVI) e i suoni wave (.WAV).
Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare
campi Contenitore. Utilizzare il comando Inserisci QuickTime per inserire qualsiasi tipo
di file supportato da QuickTime 3.0 o versioni successive. Per infor-
mazioni sui tipi di file, visitare il Web Apple QuickTime all'indirizzo
Inserimento di immagini nei campi
www.quicktime.com.
1. Nel modo Usa, fare clic su un campo Contenitore.
2. Scegliere menu Inserisci > Immagine. Per inserire filmati ed elementi multimediali QuickTime in un
campo:
3. Nella finestra di dialogo, scegliere un tipo file in Tipo file
(Windows) o Mostra (Mac OS). 1. Nel modo Usa, fare clic su un campo Contenitore.

Suggerimento Per i file supportati da QuickTime 3.0 o versioni 2. Scegliere menu Inserisci > QuickTime.
successive, è possibile utilizzare il comando Inserisci QuickTime. Se 3. Nella finestra di dialogo, selezionare il nome del file (passando se
il tipo desiderato non è disponibile, vedere la sezione successiva. necessario a un'altra cartella), quindi fare clic su Apri.
4. Selezionare il file immagine (se necessario, in un'altra cartella). Mac OS: Selezionare Mostra Anteprima per visualizzare un foto-
5. Scegliere un'opzione di memorizzazione, quindi fare clic su Apri. gramma del filmato.
Per ridurre le dimensioni dei file di database, selezionare Memorizza
Tenere presente quanto segue:
solo un riferimento al file (Windows e Mac OS). Se il file del quale
viene visualizzato il riferimento viene spostato o eliminato, l'imma- 1 Se si inserisce un formato di file MIDI, quale .RMI, .MID o .KAR,
gine corrispondente non verrà visualizzata in FileMaker Pro. Per è necessario salvare una versione convertita del file. Le istruzioni per
memorizzare l'immagine nel file, disattivare l'opzione. la conversione di file MIDI sono disponibili nella Guida in linea.
Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
6. Windows: Per i file di tipo .CGM, .PCX, .DRW o .PIC viene
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare file MIDI.
visualizzata un'altra finestra di dialogo. Selezionare le opzioni
appropriate, quindi scegliere OK.
2-14 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 L'elemento multimediale visualizzato in un campo Contenitore è Controlli per filmati


un riferimento a un file multimediale. Se si sposta il database su un QuickTime 3.0
altro computer, spostare anche il file multimediale (salvo se si ha
accesso al file tramite un server di rete AppleShare per Mac OS).
Fare clic, quindi
1 Per informazioni sulle modalità di utilizzo di immagini, suono e trascinare il disposi-
tivo di scorrimento per
filmati inseriti in database pubblicati sul Web, vedere la Guida in regolare il volume
linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in
Fare clic qui per
Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digi- avviare o mettere in
tare campi Contenitore. pausa il filmato Fare clic per sfogliare i
Trascinare il dispositivo di scorrimento per fotogrammi in avanti o indietro
1 È possibile ritagliare o modificare le dimensioni del primo foto- accedere a un fotogramma specifico del filmato
gramma di un filmato. Vedere “Formattazione di immagini in un
formato” a pagina 7-19.
Controlli per filmati
Fare clic e trascinare
Incollare immagini, filmati e suono dagli Appunti QuickTime VR 3.0 sul filmato per cambiare
la visualizzazione
È possibile copiare negli Appunti un'immagine, un filmato o un
suono da un'altra applicazione, quindi incollare l'elemento in un Fare clic per tornare
campo Contenitore di FileMaker Pro. alla visualizzazione Eseguire lo zoom avanti
precedente, dopo aver o indietro, quindi fare
fatto clic su un punto di clic e trascinare
1. Tagliare o copiare l'immagine, il filmato il suono, memorizzan- attivazione l'oggetto per spostarlo
dolo negli Appunti. Eseguire lo zoom
avanti o indietro Fare clic per visualizzare i punti di attivazione.
2. Nel file di FileMaker Pro, passare al modo Usa e visualizzare il Fare clic su un punto di attivazione per eseguire
un'operazione
record nel quale incollare.
3. Fare clic sul campo Contenitore, quindi scegliere menu Modifica >
Nota I controlli visualizzati dipendono dal filmato. È possibile che
Incolla.
alcune funzioni non siano disponibili. Per ulteriori informazioni su
QuickTime, visitare il sito Web Apple Computer all'indirizzo
Riproduzione di filmati nei campi www.quicktime.com.
Per riprodurre un filmato QuickTime o QuickTime VR, fare clic sul
campo contenente il filmato, quindi utilizzare i controlli per il Registrazione e riproduzione di suoni nei campi
filmato. Con i componenti software e hardware appropriati, è possibile regi-
strare e riprodurre file di suono.

Per Eseguire questa operazione

Riprodurre un suono Fare doppio clic sul campo in cui è memorizzato il


suono.
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-15

Per Eseguire questa operazione Selezione del testo


Registrare un suono Fare clic su un campo Contenitore vuoto, quindi fare Per selezionare del testo in un campo (nel modo Usa o Trova) o in un
doppio clic sul campo o scegliere menu Inserisci > oggetto di testo (nel modo Formato scheda):
Suono. Nella finestra di dialogo Registra suono, fare
1. Nel modo Usa o Trova, fare clic su un campo. Nel modo Formato
clic su Play.
scheda, selezionare lo strumento Testo nel pannello degli stru-
Interrompere o sospen- Nella finestra di dialogo Registra suono, fare clic su menti.
dere la registrazione Interrompi o su Pausa.
2. Eseguire quanto segue:
Riprodurre una registra- Nella finestra di dialogo Registra suono, fare clic su
zione Esegui. Per selezionare Eseguire questa operazione con
il cursore

I requisiti per la riproduzione di suono sono descritti nella Guida in Caratteri singoli Trascinare il cursore sopra i caratteri.
linea. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario Una parola Fare doppio clic sulla parola.
e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare suono.
Una riga di testo (dal primo carattere Fare triplo clic in qualsiasi punto della
del campo o oggetto all'ultimo carat- riga.
Eliminazione di immagini, filmati o suono dai campi tere posto sulla stessa riga)
Per eliminare immagini, filmati o suono, fare clic sul campo Conte-
Un paragrafo di testo Fare quattro volte clic sul blocco di
nitore, quindi premere Backspace o Canc. testo.

Tutto il testo in un oggetto o in un Fare cinque volte clic sull'oggetto o sul


Informazioni sull'utilizzo del testo campo di testo. campo di testo.

Nei modi Usa e Trova, è possibile gestire in vari i modi i dati di testo
Suggerimento Nel modo Formato scheda, è possibile utilizzare lo
presenti nei campi. Nel modo Formato scheda, è possibile operare
strumento Selezione per gestire un blocco di testo come un
sul testo visualizzato in un formato.
unico oggetto (ad esempio, per modificare il carattere). Quando un
Tenere presente quanto segue: blocco di testo viene selezionato con lo strumento di selezione, la
digitazione sostituisce il testo contenuto nel blocco. Per ulteriori
1 Per la modifica del testo è possibile utilizzare il trascinamento informazioni, vedere “Selezione di oggetti” a pagina 6-13.
della selezione, le barre degli strumenti o i menu sensibili al contesto.
Vedere “Spostamento di dati con il trascinamento della selezione” a Modifica di testo
pagina 2-10 e “Esecuzione dei comandi dei menu” a pagina 1-5. 1. Selezionare il testo da modificare. (Vedere la sezione precedente.)
1 Per ulteriori informazioni sulla gestione dei dati nel modo Usa, 2. Digitare il nuovo testo o apportare le modifiche.
vedere “Informazioni sull'immissione dei dati nei record” a
pagina 2-7 e capitolo 3, “Ricerca e ordinamento di informazioni”. Per Eseguire questa operazione

Sostituire del testo Selezionare il testo, quindi digitare il nuovo testo.


2-16 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione Per modificare gli attributi di testo nel modo Usa, selezionare il testo
presente in un campo, quindi scegliere un comando dal menu
Inserire il testo selezio- Selezionare il testo, quindi scegliere menu Modifica >
Formattazione. In alternativa, è possibile formattare il testo tramite
nato negli Appunti Copia (per duplicare il testo) o Taglia (per rimuovere il
testo). la barra degli strumenti Formattazione testo. Per ulteriori informa-
zioni, vedere “Formattazione del testo” a pagina 7-13.
Inserire il contenuto Fare clic nel punto in cui si desidera visualizzare il
degli Appunti in corri- testo, quindi scegliere menu Modifica > Incolla.
spondenza del punto di
Controllo ortografico
inserimento È possibile controllare l'ortografia del testo presente in un campo
Eliminare il testo in Selezionare il testo, quindi premere Backspace o
selezionato, nel record o formato corrente o in un gruppo di record
modo permanente Canc. (il gruppo individuato). È inoltre possibile impostare il controllo
Nota FileMaker Pro non inserisce la selezione negli
ortografico durante la digitazione (vedere la sezione successiva).
Appunti e non consente di incollarla altrove.
Quando si esegue il controllo ortografico, il testo viene confrontato
Inserire un carattere di Premere Ctrl+Tab (Windows) o Opzione+Tab con il dizionario principale installato e in un dizionario utente.
tabulazione in un (Mac OS).
Ciascun database può disporre di un proprio dizionario utente. Ciò è
campo
ad esempio utile nel caso di database con termini unici (quali termini
medici o legali).
Tenere presente quanto segue:
Prima di iniziare, accertarsi che i dizionari selezionati siano quelli
1 Per ripristinare il testo eliminato, scegliere menu Modifica >
che si intende utilizzare. Per ulteriori informazioni sui dizionari per
Annulla prima di eseguire qualsiasi altra operazione in
il controllo ortografico e sulle procedure per l'importazione e l'espor-
FileMaker Pro.
tazione di dizionari, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro.
1 Il testo tagliato o copiato resta negli Appunti fino al successivo Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
utilizzo di Taglia o Copia. indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare dizionari.

Formattazione di testo nel modo Usa Per eseguire il controllo ortografico in un campo, in uno o più record
È possibile modificare gli attributi del testo (quali il carattere, la o in un formato:
dimensione e lo stile) dei dati nei campi di testo e nei campi globali 1. Visualizzare il record o il formato, individuare il gruppo di record
definiti con tipo di dati Testo. È inoltre possibile modificare l'alline- o selezionare il testo da controllare.
amento dei paragrafi, i margini e la spaziatura righe. 2. Scegliere menu Modifica > Ortografia, quindi scegliere uno dei
comandi correlati.
Importante La modifica degli attributi di testo dei dati è possibile nel
modo Usa. A differenza della formattazione specificata nel modo Per controllare l'ortografia di Scegliere
Formato scheda, questa formattazione viene memorizzata insieme ai Una parola o un paragrafo selezionato Controlla la selezione
dati. La formattazione impostata nel modo Usa appare in qualsiasi
Testo nel record corrente Controlla il record
formato che visualizza il campo.
Aggiunta e visualizzazione di dati 2-17

Per controllare l'ortografia di Scegliere


Se la parola corretta non è presente
Testo nel formato corrente (nel modo Formato scheda) Controlla il formato nella lista, è possibile ridigitarla
Testo nel gruppo individuato di record Controlla tutto Parola dalla
grafia incerta

3. Nella finestra di dialogo Controllo ortografico, quando nella Mac OS:


Suggerimenti Fare clic per
casella Parola viene visualizzata una parola dalla grafia incerta, per la visualizzare
sostituzione la parola
scegliere un'opzione. incerta nel
suo contesto
In caso di parole incerte, eseguire quanto
Per segue

Sostituire una parola errata Selezionare una parola nella lista dei suggeri- 4. Una volta completato il controllo ortografico, fare clic su Esci.
con una presente nel dizio- menti, quindi fare clic su Sostituisci.
nario Per ulteriori informazioni sull'aggiunta o la rimozione di parole da un
Correggere una parola In Parola, ridigitare la parola o i caratteri da modi- dizionario, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere
errata non presente nei ficare. Quindi fare clic su Controlla. Quando la menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic
dizionari ridigitandola parola ha la grafia desiderata, scegliere Sostituisci. sulla scheda Indice, quindi digitare dizionari.
Lasciare la parola invariata Fare clic su Ignora. Tutte le ricorrenze della parola
verranno ignorate. Controllo ortografico durante la digitazione
Lasciare invariata la parola Fare clic su Inserisci. È possibile impostare FileMaker Pro in modo che gli errori di digita-
e aggiungerla al zione vengono segnalati immediatamente; questa opzione è molto
dizionario utente più lenta delle altre opzioni di controllo ortografico. Quando viene
Visualizzare (o nascondere) Windows: Fare clic su Contesto.Mac OS: Fare clic segnalato un errore di ortografia, è possibile:
la parola nel suo contesto sul triangolo posto nell'angolo inferiore destro 1 Correggere l'ultima parola digitata.
della finestra di dialogo.
1 Scegliere menu Modifica > Ortografia, quindi scegliere Correggi
parola prima di premere Tab o Invio. Correggere la parola nella fine-
Nota Non è possibile modificare una parola dalla grafia errata in un
stra di dialogo Controllo ortografico. (Vedere la sezione precedente).
file o in un campo ad accesso limitato o protetto da password. In tal
caso, fare clic su Successiva. Per eseguire il controllo ortografico durante la digitazione, vedere
“Impostazione delle preferenze di ortografia del documento” a
pagina A-6.
2-18 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Utilizzo degli oggetti OLE


L'OLE (Collegamento e incorporamento di oggetti, Object Linking
and Embedding), consente di combinare dati di altre applicazioni
con i dati di FileMaker Pro. Gli oggetti OLE (immagini, fogli di
calcolo, suoni o testo creati in altre applicazioni) possono essere
inseriti nei campi Contenitore o nei formati dei file di FileMaker Pro.

In Windows, gli oggetti OLE possono essere incorporati, collegati e


modificati. In Mac OS, gli oggetti OLE appaiono nei campi Conte-
nitore come immagini. È possibile, tagliare, copiare e incollare
oggetti OLE come immagini, ma non è possibile modificare gli
oggetti.

Se si pubblica il database tramite la Pubblicazione Web immediata


del Web Companion di FileMaker Pro, nel browser Web gli oggetti
OLE appaiono come immagini statiche.

Le caratteristiche dell'OLE sono documentate nella Guida in linea.


Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare OLE.
Capitolo 3
Ricerca e ordinamento di informazioni
Questo capitolo illustra come: Per definire una richiesta di ricerca:
1 cercare record in un database utilizzando criteri diversi 1. Passare al formato contenente i campi nei quali si desidera immet-
1 omettere i record dal gruppo individuato tere i criteri.

1 ordinare i record È possibile passare a un altro formato e immettere i criteri in più


formati.
2. Scegliere menu Visualizza > Trova.
Ricerca di record 3. Nella richiesta di ricerca, selezionare un campo Numero, Testo,
Per cercare i record, utilizzare il modo Trova. Digitare i criteri (il Data, Ora o Calcolato da utilizzare per la ricerca, quindi digitare un
valore o i valori da cercare) nei campi della richiesta di ricerca, valore.
rappresentata da un record vuoto. La ricerca viene eseguita su tutti i
Per informazioni sull'immissione di criteri speciali, vedere le sezioni
record confrontando i criteri con i dati del file. I record contenenti
seguenti. Ad esempio, è possibile cercare:
dati corrispondenti ai criteri vengono aggiunti al gruppo individuato,
vale a dire al sottogruppo di record esaminati. 1 testo, simboli, numeri, date o ore
1 corrispondenze esatte
1 intervalli di informazioni
1 date e ore non valide
1 dati in campi correlati

Numero di record nel


1 record corrispondenti a più criteri
gruppo individuato 1 campi vuoti e non vuoti
1 valori duplicati
A questo punto, è possibile circoscrivere le operazioni ai record del 1 tutti i record ad eccezione di quelli corrispondenti ai criteri
gruppo individuato. Ad esempio, è possibile visualizzare, modifi- specificati
care, calcolare riassunti, ordinare, stampare, eliminare, esportare o
sostituire i dati nei record. Per immettere criteri contenenti operatori è possibile utilizzare il
menu a comparsa Simboli.
3-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Tenere presente quanto segue:


Scegliere un formato contenente Digitare i criteri di
i campi da cercare ricerca nei campi 1 Non è possibile immettere i criteri di ricerca nei campi Conteni-
tore, Riassunto o Globale. Per cercare i dati nei campi Contenitore,
creare un campo Testo o Numero che identifica il contenuto del
Fare clic campo Contenitore. Quindi, cercare il valore specificato nel campo
sulla
freccia Giù Testo o Numero.
per visua-
lizzare gli 1 L'esecuzione di una ricerca su campi non indicizzati (ad esempio,
operatori su campi Calcolato che fanno riferimento a campi correlati) può
Fare clic richiedere più tempo rispetto a una ricerca su campi indicizzati.
per iniziare
la ricerca 1 Se i valori di un campo sono indicizzati, è possibile utilizzare
l'indice per immettere i valori nelle richieste di ricerca. L'utilizzo
dell'indice è descritto nella Guida in linea. Scegliere menu Guida in
Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
Indice, quindi digitare memorizzazione.

4. Fare clic su Trova nell'area di stato o scegliere menu Richieste > Ricerca di testo e caratteri
Esegui la ricerca. Ricerca di testo in campi Testo o in campi Calcolato che restitui-
Per annullare la ricerca prima che sia terminata e mantenere invariato scono come risultato un testo.
il gruppo individuato in precedenza, premere Esc (Windows) o
Comando+punto (Mac OS). Salvo diversa indicazione, la ricerca del testo visualizza nel campo
altri valori oltre a quelli specificati; inoltre, i valori possono essere
Dopo aver eseguito una ricerca, è possibile modificare o specificare disposti in un ordine qualsiasi. Ad esempio, se si digita hotel nel
ulteriori criteri. Vedere “Visualizzazione, ripetizione o modifica campo Alloggio vengono trovati i record corrispondenti a Hotel,
dell'ultima ricerca” a pagina 3-8. Hotel economici e Hotel, di lusso.

Per visualizzare di nuovo tutti i record: Per cercare Digitare nel campo Esempio

1 Nel modo Usa, scegliere menu Record > Mostra tutti i record. Parole che iniziano con I caratteri desiderati. Chris Smith consente
caratteri specifici di trovare Chris Smith,
1 Nel modo Trova, scegliere menu Richieste > Mostra tutti i record. Smith Chris, Chris Smithson
e Smith Christenson
Per eseguire le ricerche non è necessario scegliere Mostra tutti i
record. La ricerca viene sempre eseguita in tutto il database.
Ricerca e ordinamento di informazioni 3-3

Per cercare Digitare nel campo Esempio Per cercare Digitare nel campo Esempio

Una frase o una Il testo completo di spazi "Marten and Jones Frasi incomplete (una Caratteri, punteggiatura *"son & Phillips"
sequenza di caratteri e punteggiatura e Interiors" consente di sequenza di parole o e spazi racchiusi tra consente di trovare
racchiuso tra virgolette trovare Marten and Jones caratteri) virgolette (""). Utiliz- Johnson & Phillips e
("). Interiors ma non Jones and zare * per cercare un Paulson & Phillips
Marten Interiors testo all'interno di una
", Ltd." consente di stringa di testo più lunga.
trovare tutti i nomi di Testo maiuscolo o Per l'indicizzazione del fred consente di trovare
società contenenti ", Ltd." minuscolo campo utilizzare il fred ma non Fred
ma non i nomi di società linguaggio ASCII.
senza la virgola. Questa procedura è
Parole con uno o più Un carattere jolly (@) R@sso consente di documentata nella Guida
caratteri sconosciuti o per ciascun carattere trovare Russo e Rosso in linea. Scegliere menu
variabili sconosciuto. Guida > Sommario e
@ela consente di trovare
indice, fare clic sulla
Vela e Tela ma non Svela
scheda Indice, quindi
Parole con zero o più * per tutti i caratteri Jo*n consente di trovare digitare testo,
caratteri di testo sconosciuti. Jon e John ricerca.
sconosciuti o variabili in J*r consente di trovare Corrispondenze esatte Vedere la sezione che segue, “Ricerca di corrispon-
una riga Jr. e Junior denze esatte nei campi di testo".
Simboli o altri caratteri I caratteri completi di "@" consente di trovare Intervalli di Vedere pagina 3-5.
non alfanumerici, quali spazi e punteggiatura e @ (o ad esempio un indi- informazioni
punteggiatura o spazi racchiusi tra virgolette rizzo di posta elettronica)
("). "," consente di trovare Nota Le ricerche che utilizzano le virgolette (“ ”) sono chiamate
record contenenti una ricerche di testo letterale. L'esecuzione di queste ricerche richiede
virgola
più tempo delle ricerche di testo non letterale.
" " consente di
trovare tre spazi in una
riga

Parole contenenti lettere Il testo completo di spazi "òpera" consente di


di altre lingue e punteggiatura e trovare òpera ma non
racchiuso tra virgolette opera
("). (òpera senza virgolette
consente di trovare sia
òpera che opera)
3-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Ricerca di corrispondenze esatte nei campi di testo Per cercare Digitare nel campo Esempio

Per trovare Utilizzare Esempio Un numero booleano in Vero, Sì, S, s, V, V consente di trovare
un campo Numero o in v o 1 per trovare i Vero, Sì, S, s, V, v e 1
Esattamente i valori == (due segni di ==John consente di trovare John un campo Calcolato che valori veri 0 consente di trovare
specificati, nell'ordine uguale) ma non John Smith==John Smith restituisce un risultato Falso, No, N, n, F, Falso, No, N, n, F, f e 0
specificato. Il campo consente di trovare John Smith ma booleano f o 0 per trovare i valori
non contiene altri non Smith, John o John Smithers.
falsi
valori
Una data in un campo La data sotto forma di 3/3/2000 consente di
Le parole intere = =Market consente di trovare
Data o in un campo cifre separate da un trovare 3/3/2000, 3 marzo
specificate Market, Market Services e Ongoing
Calcolato che restituisce carattere non numerico, 2000 e 3-3-2000
Market Research ma non Marketing
una data nel formato utilizzato al
o Supermarket
momento della creazione
=Chris =Smith consente di del file (se non si sceglie
trovare Chris Smith o Smith Chrisma Usa formattazioni di
non Chris o Christopher Smithson. sistema)

La data odierna in un // // consente di trovare 4


Ricerca di numeri, date e ore campo Data o in un aprile 2000 (se la data
Per garantire il funzionamento corretto della ricerca, è necessario campo Calcolato che corrente è 4/4/2000)
restituisce una data
immettere i numeri, le date e le ore nei tipi di campo corrispondenti
(o in campi Calcolato che restituiscono il tipo di campo corrispon- Un'ora in un campo Ora L'ora sotto forma di cifre 12.53.09 consente di
dente).them. See “Informazioni sulla scelta del tipo di campo” a o in un campo Calcolato separate dal punto, nel trovare 12.53.09
pagina 5-4. Non è possibile trovare un testo nei campi Numero, che restituisce un'ora formato utilizzato al
momento della creazione
tranne nel caso di lettere che rappresentano valori booleani (Vero/
del file (se non si sceglie
Falso); vedere la tabella che segue. Usa formattazioni di
sistema)
Importante Per evitare confusione nell'utilizzo delle date, utilizzare
sempre anni a quattro cifre. Per ulteriori informazioni sulla gestione Risultati non validi di ? ? consente di trovare:
date e ore calcolate e non Prossimo martedì o 2/33/
degli aspetti legati all'anno 2000 in FileMaker Pro 5, visitare il sito
calcolate 2000 in un campo Data o
www.fileMaker.com.
mezzanotte in un campo
Ora
Per cercare Digitare nel campo Esempio
Intervalli di informazioni Vedere la sezione successiva.
Un numero in un campo Il numero nel formato ,50 consente di trovare
Numero o in un campo utilizzato al momento ,5, ,50 e L.,50
Calcolato che restituisce della creazione del file Nota Le formattazioni di sistema sono descritte nella Guida in linea.
un risultato numerico (se non si sceglie Usa Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
formattazioni di sistema) indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare Formatta-
zioni di sistema.
Ricerca e ordinamento di informazioni 3-5

Ricerca di intervalli di informazioni Si supponga ad esempio di disporre di un file fattura con un portale
che visualizza gli articoli in campionario. Per trovare tutte le fatture
Utilizzare contenenti la parola Computer, digitare Computer nel campo degli
Per trovare l'operatore Esempio
articoli in campionario nel portale. Per ulteriori informazioni sui
Valori minori di un valore specificato. < <40
campi correlati, vedere capitolo 8, “Utilizzo dei file correlati”.
<9/7/1999
<M Per informazioni sull'omissione di record correlati, vedere “Ricerca
Valori minori o uguali a un valore <=o ≤ (Mac OS) <=95129
di tutti i record ad eccezione di quelli corrispondenti ai criteri” a
specificato. pagina 3-7.
≤05.00.00
<=M
Richiesta di ricerca
Valori maggiori di un valore > >95129
ID fattura
specificato. >9/7/1999 Nome
ID art. Articolo
>M Computer
Valori maggiori o uguali a un valore >=o ≥ (Mac OS) >=100
specificato. >=9/7/1999
≥8.00
Record del file master
≥M
ID fattura E154
Valori all'interno dell'intervallo speci- .. o ... (due o tre 12.30...17.30 Nome Alvarez
ID art. Articolo
ficato. Un intervallo di testo va dal punti) 1/1/1999..6/6/ I100 ComputerID fattura E153
primo all'ultimo carattere dell'alfa- I202 ScrivaniaNome Tang
2000 I153 LampadaID art. Articolo
beto; un intervallo di numeri va dal I229 Libreria I202 Scrivania ID fattura E152
A...M I448 Sedia I443 Tavolo lungo
numero più piccolo al più grande e un Nome Durand
intervallo di date e ore va dalla data/ I153 Lampada ID art. Articolo
I288 Tavolo rotondo
I384 Sedia ufficio
ora più remota a quella più recente. I100 Computer I554 Pannelli
I288 Tavolo rotondo
I100 Computer
I448 Sedia
Ricerca di dati nei campi correlati
È possibile immettere i criteri di ricerca nei campi correlati visualiz-
zati in un portale o direttamente in un formato. Ricerca di record corrispondenti a più criteri
Quando si esegue una ricerca in un campo correlato, vengono visua- È possibile restringere o ampliare il campo di ricerca utilizzando più
lizzati tutti i record del file master che dispongono di un record criteri.
correlato corrispondente ai criteri immessi nel campo correlato.
3-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Record corrispondenti a tutti i criteri specificati (ricerca AND Eliminazione e ripristino delle richieste
logico) Per eliminare una richiesta, passare alla richiesta che si desidera
Per restringere il campo di ricerca, immettere i criteri nel numero di eliminare, quindi scegliere menu Richieste > Elimina la richiesta.
campi necessario per rendere specifica la richiesta, quindi fare clic su
Trova. Per ripristinare l'ultima richiesta salvata, scegliere menu Richieste >
Ripristina la richiesta. Le richieste vengono salvate, ad esempio,
Esempio: per trovare tutte le persone di nome Smith che lavorano nel quando si fa clic all'esterno di tutti i campi, si passa a un altro formato
settore Vendite, digitare Smith nel campo Cognome e Vendite nel o a una richiesta differente o quando si esegue una ricerca.
campo Settore.
Fare clic su una pagina del libro per
Record corrispondenti ad almeno un insieme di criteri, ma non visualizzare un'altra richiesta di ricerca
Numero della richiesta corrente
necessariamente a tutti (ricerca OR logico)
Numero di richieste esistenti
Per ampliare il campo di ricerca, immettere i criteri nella prima
richiesta. Scegliere menu Richieste > Aggiungi nuova richiesta.
Immettere il secondo criterio o insieme di criteri. Aggiungere ulte-
riori richieste per i criteri desiderati, quindi fare clic su Trova.

Esempi:
1 Per includere i clienti di New York e di Parigi nel gruppo indivi- Ricerca di campi vuoti e non vuoti
duato, digitare New York nel campo Città della prima richiesta, Digitare nel
quindi digitare Parigi nel campo Città della seconda richiesta. Per trovare campi campo

1 Per includere le società con più di 100 dipendenti e con fatturato Non vuoti (ad esempio, campi *
superiore a 100 miliardi di lire, digitare >100 in Numero di dipendenti contenenti dati)
nella prima richiesta, quindi digitare >100.000.000.000 in Fattu- Vuoti =
rato nella seconda richiesta.
1 Per includere gli studenti del terzo anno di tedesco e gli studenti Ricerca di duplicati
del quinto anno di inglese, digitare 3 in Livello e Tedesco in Corso Se si esegue una ricerca dei record duplicati, il gruppo di record indi-
nella prima richiesta, quindi digitare 5 in Livello e Inglese in Corso viduato dipende dal metodo di ricerca utilizzato:
nella seconda richiesta.
1 È possibile trovare solo le istanze aggiuntive dei record duplicati.
Record corrispondenti a un solo insieme di criteri Ad esempio, si supponga che per ciascun cliente siano disponibili
Per restringere il campo di ricerca tramite l'esclusione dei record che due record e che si desideri trovare solo il secondo record relativo al
soddisfano criteri specifici (ad esempio, per trovare i soci che risie- cliente.
dono in una città escludendone la provincia), vedere “Ricerca di
alcuni record e omissione di altri” a pagina 3-7.
Ricerca e ordinamento di informazioni 3-7

1 Per eseguire questa operazione, scegliere menu Guida in 1. Nel modo Trova, digitare i criteri dei record da omettere.
Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
2. Selezionare Ometti.
scheda Indice e digitare Valori duplicati.
1 È possibile trovare tutti i record non unici, non solo i record
aggiuntivi. Ad esempio, si supponga di voler trovare tutti i record
non unici per analizzarli e quindi decidere quali record utilizzare o
eliminare. Selezionare Ometti per
escludere i record corri-
1 Per eseguire questa operazione, scegliere menu Visualizza > spondenti alla richiesta
Trova e digitare ! nel campo.
È possibile specificare il campo che determina l'unicità. Se l'unicità
è determinata da più campi contemporaneamente, è possibile creare
un campo Calcolato (che restituisce come risultato un testo) per 3. Fare clic su Trova.
concatenare i valori. Una formula di esempio è Nome & Cognome
& Telefono. Ricerca di alcuni record e omissione di altri
Ad esempio, per trovare i soci che risiedono in una città escluden-
Tenere presente quanto segue: done la provincia:
1 I valori sono duplicati solo se l'ordine delle parole è identico. 1. Nel modo Trova, digitare i criteri dei record da trovare (digitare
1 Per determinare l'unicità nei campi Testo, vengono analizzati auto- Milano nel campo Città).
maticamente i primi 20 caratteri alfanumerici di ciascuna parola, fino 2. Scegliere menu Richieste > Aggiungi nuova richiesta.
a un totale di 60 caratteri (compresi gli spazi). 3. Digitare i criteri dei record da escludere (digitare Milano nel
1 Non è possibile trovare valori duplicati nei campi non indicizzati. campo Provincia).
L'indicizzazione è documentata nella Guida in linea. Scegliere menu 4. Selezionare Ometti.
Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
scheda Indice, quindi digitare memorizzazione. 5. Fare clic su Trova.

Tenere presente quanto segue:


Ricerca di tutti i record ad eccezione di quelli
corrispondenti ai criteri 1 È possibile specificare i criteri di omissione in più richieste.

È possibile escludere alcuni record durante l'esecuzione di una 1 Le richieste vengono elaborate in FileMaker Pro nell'ordine di
ricerca. Ad esempio, è possibile trovare tutte le fatture ad eccezione creazione. Ad esempio, in un database Clienti contenente clienti resi-
di quelle create negli ultimi 30 giorni. denti in Spagna e in Italia:
1 Se la prima richiesta trova tutti i clienti di Barcellona e la
Ricerca di record non corrispondenti ai criteri seconda richiesta omette tutti i clienti residenti in Spagna, il
Ad esempio, per trovare tutti i record delle vendite ad eccezione di gruppo individuato conterrà tutti i clienti di Barcellona in Italia,
quelli relativi a Londra: ma non i clienti di Barcellona in Spagna o di altre città della
Spagna.
3-8 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Se l'ordine delle richieste è inverso (la prima richiesta omette Visualizzazione, ripetizione o modifica dell'ultima ricerca
tutti i clienti residenti in Spagna e la seconda richiesta trova tutti i
Per visualizzare i criteri di ricerca più recenti, scegliere menu Record
clienti residenti a Barcellona), nel gruppo individuato saranno
> Modifica l'ultima ricerca. Quindi, per tornare al gruppo individuato,
inclusi tutti i clienti di Barcellona in Italia e Barcellona in Spagna,
ma non i record dei clienti di altre città della Spagna. scegliere menu Visualizza > Usa. Per ripetere la ricerca, fare clic su
Trova. È inoltre possibile modificare i criteri di ricerca, quindi fare
1 Per omettere un record correlato da una riga del portale (o insieme clic su Trova.
di record correlati), è necessario modificare la relazione o il valore in
almeno uno dei campi di confronto, in modo che il campo di
confronto del record correlato non corrisponda più al campo di Ordinamento dei record
confronto del record master. Per ulteriori informazioni sui campi
correlati, vedere il capitolo 8, “Utilizzo dei file correlati”. I record vengono memorizzati automaticamente nell'ordine in cui
sono stati aggiunti al file. L'ordinamento consente di ridisporre
1 Per omettere i record da un gruppo individuato dopo aver eseguito temporaneamente i record, in modo da visualizzarli, aggiornarli o
una ricerca, vedere la sezione successiva. stamparli in una sequenza diversa.
Nascondere i record di un gruppo individuato e
È possibile scegliere i campi in base ai quali eseguire l'ordinamento.
visualizzare i record nascosti Il primo campo di ordinamento ordina i record in base al contenuto
Tutti i record che non si trovano nel gruppo individuato vengono del campo. Il secondo campo di ordinamento ordina i record quando
omessi o nascosti. È possibile omettere ulteriori record dal gruppo due o più record presentano lo stesso valore per il primo campo di
individuato senza eseguire una nuova ricerca. ordinamento e così via. È possibile ordinare i record in ordine ascen-
dente, discendente o personalizzato.
Nota I record omessi vengono esclusi temporaneamente dal gruppo
individuato pur rimanendo disponibili nel database. I record vengono mantenuti nello stesso ordine fino alla ricerca
successiva, all'aggiunta di nuovi record o all'esecuzione di un nuovo
Per Eseguire questa operazione
ordinamento.
Omettere un record Visualizzare o selezionare il record da omettere,
specifico quindi scegliere menu Record > Ometti il record. Per ordinare i record della serie corrente selezionata:
Omettere una serie di Visualizzare o selezionare il primo record di una 1. Nel modo Usa, scegliere menu Record > Ordina.
record serie di record consecutivi da omettere, quindi
2. Nella finestra di dialogo Ordina i record, scegliere i campi nella
scegliere menu Record > Ometti più record. Nella
finestra di dialogo Ometti più record, digitare il sequenza in cui si desidera ordinarli. Per le opzioni, vedere la tabella
numero di record da omettere, quindi fare clic su che segue.
Ometti.
Visualizzare i record Scegliere menu Record > Mostra le omissioni.
omessi

Visualizzare tutti i record Scegliere menu Record (modo Usa) oppure menu
del file Richieste (modo Trova) > Mostra tutti i record.
Ricerca e ordinamento di informazioni 3-9

Per Eseguire questa operazione


Lista delle relazioni Modificare i criteri di ordina- Nella lista Criterio , selezionare un campo,
mento di un campo nella lista quindi selezionare un criterio di ordinamento
Criterio (ad esempio, ordine per il campo.
Selezionare i campi
da ordinare ascendente o discendente)

Ordinare in base a un ordina- Nella lista dei campi, selezionare un campo,


mento personalizzato, secondo selezionare Ordine basato sulla lista valori,
Selezionare il criterio
di ordinamento per il l'ordine dei valori di una lista quindi scegliere o definire una lista valori.
campo selezionato valori (ad esempio, secondo Vedere “Definizione di una lista valori per
l'ordinamento dei mesi) l'immissione di dati” a pagina 7-3.
I record contenenti valori non presenti nella
3. Fare clic su Ordina. lista valori specificata verranno disposti alla
fine in ordine alfabetico.
Per annullare l'ordinamento prima del termine, premere Esc
Modificare l'ordine dei criteri Nella lista Criterio, fare clic sulla doppia freccia
(Windows) o Comando+punto (Mac OS).
di ordinamento (ad esempio, (a sinistra del nome del campo) e trascinare il
per ordinare per regione e campo in una nuova posizione.
Per Eseguire questa operazione quindi per città)
Scegliere un campo di ordina- Nella lista dei campi, fare doppio clic su un Includere i campi correlati in Scegliere una relazione nella lista delle rela-
mento ed eseguire l'ordina- campo. un punto qualsiasi della zioni, quindi fare doppio clic su un campo
mento in base al criterio sequenza di ordinamento correlato nella lista.
selezionato
È possibile collocare un campo correlato in
Assegnare i criteri di ordina- Per ciascun campo di ordinamento, selezio- qualsiasi punto della lista Criterio, vale a dire
mento ai campi mano a mano nare un campo nella lista dei campi, selezio- prima, dopo o tra i campi del file master.
che vengono aggiunti alla lista nare un criterio di ordinamento, quindi fare Se a un record del file master corrispondono
Criterio clic su Sposta. più record del file correlato, l'ordinamento
L'ordine ascendente ordina il testo dal primo verrà eseguito con il valore del primo record
all'ultimo carattere dell'alfabeto, i numeri dal corrispondente del file correlato, in base al
numero minore al numero maggiore e le date o criterio di ordinamento definito nella rela-
le ore dalla data/ora più remota a quella più zione. Vedere “Definizione delle relazioni per
recente. L'ordine discendente ordina il testo i database relazionali e i riferimenti” a
dall'ultimo al primo carattere dell'alfabeto, i pagina 8-11.
numeri dal numero maggiore al numero
Ordinare i record correlati Se i privilegi di accesso lo consentono, speci-
minore e le date o le ore dalla data/ora più
(righe) in un portale ficare un criterio di ordinamento in Definisci le
recente a quella più remota.
relazioni. Vedere “Definizione delle relazioni
per i database relazionali e i riferimenti” a
pagina 8-11.
3-10 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione Il tipo di campo Dispone i record in ordine

Eliminare un campo dalla lista Nella lista Criterio , fare doppio clic sul campo. Data Cronologico. Per evitare confusione nell'utilizzo delle
Criterio date, utilizzare sempre anni a quattro cifre. Per ulteriori
informazioni sulla gestione degli aspetti legati all'anno
Eliminare tutti i campi dalla Fare clic su Canc. tutti.
2000 in FileMaker Pro 5, visitare il sito www.file-
lista Criterio
Maker.com.
Ordinare in base ai campi Vedere la sezione successiva.
Ora Numerico. Le ore seguite da AM/PM vengono ordinate
Riassunto
in base all'ora equivalente in formato a 24 ore (ad
Ad esempio, per ordinare le esempio, 8.00 PM corrisponde a 20.00).
regioni di vendita dal valore
maggiore di vendite totali al
valore minore.
1 I record contenuti in un portale ordinato vengono riordinati ogni
volta che la relazione viene ristabilita. (Ad esempio, quando si passa
Annullare l'ordinamento dei Fare clic su Ripristina. all'esterno del record e quindi si torna ad esso o si modifica il valore
record (tornare all'ordine di
del campo di confronto). Vedere “Definizione delle relazioni per i
creazione)
database relazionali e i riferimenti” a pagina 8-11.
Ordinare i record in base a una Selezionare Ordina sostituendo la lingua con,
lingua diversa da quella utiliz- quindi scegliere una lingua.
1 I campi multipli vengono ordinati in base al valore della prima
zata per l'indicizzazione ripetizione.
Chiudere la finestra di dialogo Fare clic su Esci. 1 Se dopo l'ordinamento vengono aggiunti nuovi record, nell'area di
Ordina i record senza eseguire stato verrà visualizzato Semi-ordinati. Eseguire di nuovo l'ordina-
l'ordinamento mento per inserire i nuovi record nei criteri di ordinamento.
1 Le formattazioni di sistema influiscono sull'ordinamento dei
Tenere presente quanto segue:
numeri, delle date e delle ore. Le formattazioni di sistema sono
1 I dati vengono ordinati in modo diverso a seconda del tipo di descritte nella Guida in linea. Scegliere menu Guida in Windows o
campo: Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice,
quindi digitare Formattazioni di sistema.
Il tipo di campo Dispone i record in ordine

Testo Alfabetico. I numeri vengono ordinati in base alla posi- Ordinamento di record in base al valore dei riassunti parziali
zione del carattere. (Esempio di ordinamento ascen-
dente: 1, 11, 2). I numeri vengono ordinati prima delle Se si dispone di un resoconto a riassunto parziale (un resoconto con
lettere. I valori non alfanumerici vengono ignorati (se dati e totali raggruppati), il resoconto viene ordinato in base alla cate-
la lingua per l'ordinamento non è impostata su ASCII). goria che ha generato i totali. Ad esempio, se si dispone di un reso-
Numero Numerico. I caratteri non numerici vengono ignorati. conto contenente i subtotali delle vendite per regione, il resoconto
verrà ordinato per regione (Esempio 1). È inoltre possibile ordinare
i record in base al valore dei riassunti parziali. Ad esempio, è possi-
bile ordinare le regioni di vendita in base ai totali delle vendite
(Esempio 2).
Ricerca e ordinamento di informazioni 3-11

In entrambi gli esempi, Vendite totali è un campo Riassunto che


restituisce i totali regionali quando si esegue il raggruppamento per
Regione.

Esempio 1:
Le regioni
vengono ordi-
nate in ordine
ascendente

Resoconto con dati e


subtotali raggruppati

Esempio 2:
Le regioni
vengono ordi-
nate in ordine
discendente in
base a Vendite
totali

Resoconto con dati e subtotali


raggruppati, ordinato in base al
valore dei riassunti parziali

Questa procedura è documentata nella Guida in linea. Scegliere


menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare
clic sulla scheda Indice, quindi digitare ordinamento di
record.

Per ulteriori informazioni sui dati raggruppati, vedere “Creazione di


formati e resoconti” a pagina 6-2.
Capitolo 4
Anteprima e stampa di informazioni
Questo capitolo descrive come: L'assistente Nuovo formato/resoconto (nel modo Formato scheda)
1 impostare una stampante e le opzioni di stampa semplifica la creazione di formati e resoconti. Vedere “Creazione di
formati e resoconti” a pagina 6-2.
1 visualizzare un'anteprima di stampa
1 stampare uno o più record, un record vuoto, definizioni dei campi È possibile stampare i dati in base al formato
o istruzioni di script corrente o informazioni sulla struttura del database
L'esecuzione delle procedure descritte in questo capitolo presuppone
che sia disponibile un formato da stampare. In caso contrario, vedere
il capitolo 6, “Creazione e gestione di formati e resoconti", e il
capitolo 7, “Personalizzazione dei formati”.

Nota Le informazioni contenute in questo capitolo non sono valide


per l'utilizzo dei database sul Web. Se si utilizzano i database sul
Web, la stampa viene gestita dal browser. Elenco dei numeri di telefono

Nome Telefono

Juanita Alvarez 408-555-1234 Elenco dei numeri di telefono


Michelle Cannon 213-555-2345 Nome Telefono
Andre Common 714-555-3456 Elenco dei numeri di telefono

Informazioni sulla stampa del contenuto di Marie Durand


Jean Durand
William Johnson
619-555-4567
408-555-5678
408-555-6789
Juanita Alvarez 408-555-1234
Nome Telefono

un database Record esaminati


In FileMaker Pro, è possibile stampare: Record corrente
Record vuoto
1 tutti i record del database, un sottogruppo di record o soltanto il
record corrente Stampa Elenco dei numeri di telefono

Vai al formato [Elenco dei numeri di telefono]

1
Ordina [Criteri di ordinamento: Cognome (Ascendente) ]

un record vuoto per creare un modulo cartaceo [Ripristina i criteri di ordinamento, Senza finestra]
Passa al modo Anteprima
[Pausa]
Nome di campo Tipo campo Formula/Opzioni immissione

Nome Testo

1
Stampa Cognome Testo

definizioni di campi o script per vedere la struttura del database [Senza finestra]
Passa al modo Usa
Indirizzo 1
Indirizzo 2
Città
Testo
Testo
Testo
Provincia Testo

I record vengono stampati con il formato corrente. È possibile creare Codice postale
Telefono
Numero
Testo

Script
più formati per stampare gli stessi dati in vari modi. Ad esempio, è
possibile stampare un record alla volta in una lista a colonne o in un Definizione dei campi
resoconto complesso ordinato con totali, intestazioni e piè di pagina.
È inoltre possibile creare formati per etichette postali o buste. È possibile controllare i margini della pagina, rimuovere lo spazio
vuoto e specificare gli oggetti da non stampare. Vedere “Controllo
sull'output di stampa” a pagina 7-23.
4-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Preparazione della stampa Poiché le stampanti gestiscono i margini in modo differente, se si


seleziona un altro tipo di stampante verrà richiesto di verificare le
Nota Le opzioni della stampante e di stampa dipendono dalla stam- opzioni di impostazione pagina.
pante e dal sistema utilizzato. Per ulteriori informazioni, consultare
Nota I sistemi operativi più recenti consentono di specificare una
la documentazione della stampante e del sistema.
stampante diversa nella finestra di dialogo Stampa o con un modulo
Configurazione di una stampante (Windows) di controllo (a condizione che la stampante sia dello stesso tipo, ad
esempio, una stampante LaserWriter diversa in rete).
È possibile specificare una stampante predefinita da utilizzare in
FileMaker Pro. È inoltre possibile specificare una stampante diversa Preparazione della stampa di formati ampi
ogni volta che si stampa.
Se si stampa un formato contenente dati che si estendono oltre il
Per specificare la stampante predefinita di FileMaker Pro: margine destro, scegliere menu File > Impostazioni di stampa
(Windows) o Formato di stampa (Mac OS), selezionare l'orientamento
1. Scegliere menu File > Impostazioni di stampa.
orizzontale e fare clic su OK.
2. Nella finestra di dialogo Imposta stampante, scegliere una stam-
pante in Nome. Le informazioni a destra Tutte le colonne
della linea non vengono vengono
3. Fare clic su OK. stampate stampate

Tenere presente quanto segue:


1 Quando FileMaker Pro viene avviato per la prima volta, viene
utilizzata la stampante predefinita di Windows. Se si specifica una
stampante diversa nella finestra di dialogo Imposta stampante,
questa diventa la stampante predefinita di FileMaker Pro.
1 La stampante predefinita di Windows e quella di FileMaker Pro
vengono specificate in modo indipendente. Se si modifica una stam-
pante predefinita, l'altra non viene modificata. Impostazione verticale Impostazione orizzontale

Configurazione di una stampante (Mac OS)


Suggerimento Nella finestra di dialogo Imposta stampante
Per specificare una stampante diversa: (Windows) o Formato di stampa (Mac OS), provare a ridurre la
1. Scegliere menu Apple > Scelta Risorse. dimensione dell'area stampata digitando un valore di scala inferiore
2. Nella finestra di dialogo Scelta Risorse, selezionare una stam- a 100%. (FileMaker Pro regola la visualizzazione dei bordi della
pante, rispondere agli eventuali messaggi e fare clic sulla casella di pagina nel modo Formato scheda e Anteprima.)
chiusura.
Anteprima e stampa di informazioni 4-3

Preparazione della stampa di formati con riassunti FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS >
parziali Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare
stampa, risoluzione dei problemi.
Se si stampa un formato contenente uno o più riassunti parziali, ordi-
nare i record in base al campo di interruzione (il campo che Suggerimento Stampare i dati delle buste o la prima pagina delle
raggruppa i record) associato a ciascun riassunto parziale. Vedere etichette su carta comune per controllare l'allineamento prima di
“Visualizzazione o stampa dei dati del riassunto parziale o del rias- stampare sulle buste o sulle etichette.
sunto complessivo” a pagina 6-32 e “Ordinamento dei record” a
pagina 3-8. Passare quindi al modo Anteprima. FileMaker Pro visua- Se si utilizzano singoli fogli di etichette:
lizza i riassunti parziali e calcola correttamente i dati in essi contenuti 1. Misurare la distanza dal bordo superiore del foglio di etichette al
soltanto nel modo Anteprima o in un resoconto stampato (vedere bordo superiore della prima riga di etichette.
“Anteprima di dati in un formato” a pagina 4-3).
2. Se la distanza è inferiore al margine minimo richiesto dalla stam-
Suggerimento Se si utilizza l'assistente Nuovo formato/resoconto per pante, nel modo Formato scheda aumentare l'altezza della sezione di
creare un Resoconto con dati raggruppati, è possibile creare uno script intestazione, per includere la prima riga di etichette e iniziare la
per ordinare il resoconto e passare automaticamente al modo Ante- stampa dal bordo superiore della seconda riga.
prima. Vedere “Creazione di formati e resoconti” a pagina 6-2. La prima riga di etichette non verrà stampata, mentre le righe succes-
sive verranno stampate correttamente.
Preparazione della stampa di buste ed etichette
Per informazioni sull'impostazione di un formato Busta o Etichette, Se si utilizza un modulo di etichette ad alimentazione continua ed
vedere “Considerazioni per la creazione di un formato Busta” a esiste un'intestazione da eliminare, fare clic sull'etichetta della
pagina 6-8 e “Considerazioni per la creazione di un formato sezione nel modo Formato scheda per selezionarla, quindi premere
Etichette” a pagina 6-7. Backspace o Canc.

Molte stampanti laser e a getto d'inchiostro non consentono di stam-


pare entro circa 6 mm dal bordo superiore del foglio. Per questo Anteprima di dati in un formato
motivo, quando si crea un formato Etichette, viene inserita una
Se si passa al modo Anteprima, il formato viene visualizzato come
sezione di intestazione vuota per compensare il margine inutilizza-
nella pagina stampata. Non è possibile immettere o modificare le
bile. A seconda della stampante, può essere necessario regolare o
informazioni dei campi nel modo Anteprima.
eliminare l'intestazione (vedere “Riordino delle sezioni del formato”
a pagina 6-34 e “Eliminazione di sezioni del formato” a Nel modo Anteprima, è possibile vedere:
pagina 6-35).
1 quanti record rientrano su una pagina stampata
Può inoltre essere necessario regolare i margini della pagina (vedere 1 in che modo le impostazioni di impaginazione hanno effetto sui
“Impostazione dei margini della pagina” a pagina 7-23) o il formato salti pagina (vedere “Definizione dei salti pagina e della numera-
carta (vedere la documentazione del sistema). Inoltre, vedere la zione” a pagina 6-33).
sezione per la risoluzione dei problemi nella Guida in linea di
4-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 riassunti parziali con campi Riassunto calcolati (vedere “Visualiz-


Scegliere un formato diverso dal
zazione o stampa dei dati del riassunto parziale o del riassunto menu a tendina dei formati Margine
complessivo” a pagina 6-32).
Fare clic sulla pagina supe- Per cambiare pagina,
1 informazioni variabili fornite dal programma, quali i numeri di riore per passare alla pagina
successiva o sulla pagina
trascinare il segnalibro
verso l'alto o verso il basso
pagina, la data corrente e così via (vedere “Inserimento del numero inferiore per passare alla
pagina precedente Numero di
di pagina, della data o di un'altra variabile in un formato” a pagina corrente
pagina 7-12).
1 margini della pagina definiti (vedere “Impostazione dei margini
Numero totale di pagine

della pagina” a pagina 7-23).


1 in che modo i campi impostati con le opzioni di spostamento ridu-
cono lo spazio vuoto (vedere “Informazioni sulla rimozione dello
spazio vuoto dai dati stampati” a pagina 7-25).
Alternare tra i modi
1 record disposti in colonne se Imposta il formato è stato definito per con il menu a tendina

la stampa su colonne (vedere “Configurazione della stampa di record


su colonne” a pagina 6-9). Nota Non è possibile visualizzare nel modo Anteprima il database
Per visualizzare un'anteprima dei dati di un formato, eseguire la come apparirà una volta pubblicato sul Web. È necessario utilizzare
stessa procedura iniziale utilizzata per la stampa, configurando la un browser Web.
stampante e le opzioni di stampa e verificando che il gruppo indivi-
duato contenga i record da visualizzare in anteprima (vedere i punti
da 1 a 4 nella sezione successiva, “Stampa”), quindi scegliere menu
Stampa
Visualizza > Anteprima. È possibile stampare le informazioni del database oppure le informa-
zioni sul database (ad esempio, le definizioni dei campi o le istru-
zioni di script). Vedere “Informazioni sulla stampa del contenuto di
un database” a pagina 4-1.

Nota Se si stampa un formato con riassunti parziali, vedere “Prepa-


razione della stampa di formati con riassunti parziali” a pagina 4-3.
Se si stampano etichette o buste, vedere “Preparazione della stampa
di buste ed etichette” a pagina 4-3.

Per stampare:
1. Se si dispone di più stampanti, specificare quella che si desidera
utilizzare.
Vedere “Configurazione di una stampante (Windows)” a pagina 4-2,
o “Configurazione di una stampante (Mac OS)” a pagina 4-2.
Anteprima e stampa di informazioni 4-5

2. Confermare le opzioni di stampa (ad esempio, l'orientamento della Per stampare Scegliere
pagina e la scala) scegliendo menu File> Imposta stampante
Una lista di tutti i campi definiti per il file, Definizione dei campi
(Windows) o menu File > Formato di stampa (Mac OS), quindi fare
comprese le formule e le opzioni di immissione
clic su OK.
Una lista di tutte le istruzioni di uno script o di Definizione dello script per,
Per informazioni sulle opzioni della stampante, consultare la docu- tutti gli script del file quindi scegliere uno script
mentazione della stampante e del sistema. specifico o tutti gli script
3. Se si stampano record, per passare al formato desiderato utilizzare
il menu a tendina dei formati. Fare clic per cambiare l'orientamento
della pagina (verticale o orizzontale),
4. Per verificare che il gruppo individuato sia quello desiderato: la scala e le altre opzioni di stampa
1 per modificare il gruppo individuato, utilizzare il modo Trova e i
comandi del menu Record (vedere “Ricerca di record” a pagina 3-1 e Scegliere i dati
“Nascondere i record di un gruppo individuato e visualizzare i record da stampare
nascosti” a pagina 3-8).
1 ordinare i record (vedere “Ordinamento dei record” a pagina 3-8).
5. Scegliere menu Visualizza > Anteprima per vedere quale sarà
l'aspetto su carta. Alcuni elementi, quali i campi Riassunto, i rias-
Selezionare per
sunti parziali, gli oggetti spostati, i record disposti in colonne e le aggiornare gli
informazioni variabili, ad esempio i numeri di pagina, vengono oggetti OLE
collegati prima
visualizzati correttamente soltanto nel modo Anteprima. di stampare
6. Scegliere menu File > Stampa.
7. Nella finestra di dialogo Stampa, scegliere un'opzione in Stampa. Finestra di dialogo Stampa (Windows)

Mac OS: A seconda della versione del software di stampa utilizzato,


per visualizzare le opzioni può essere necessario scegliere FileMaker
Pro dal menu a tendina. Scegliere
FileMaker Pro
Per stampare Scegliere

Tutti i record selezionati Record esaminati Scegliere i dati


da stampare
Soltanto il record correntemente selezionato nel Record corrente
modo Usa

Un record vuoto con il formato corrente (utiliz- Record vuoto, con i campi,
zare questa opzione per stampare un “modulo” quindi scegliere un'opzione
vuoto) di formattazione
Finestra di dialogo Stampa (Mac OS)
4-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Windows: Per stampare la visualizzazione corrente degli oggetti 1 Per non stampare alcuni oggetti del formato, selezionarli nel modo
OLE, selezionare Aggiorna tutti i collegamenti prima di stampare. Dese- Formato scheda e scegliere menu Formattazione > Modifica/stampa.
lezionare questa opzione per una stampa più veloce. Per ulteriori Fare clic su Non stampare gli oggetti selezionati, quindi fare clic su OK.
informazioni, consultare la Guida in linea di FileMaker Pro. Vedere “Esclusione di oggetti dalla stampa” a pagina 7-27.
Scegliere menu Guida Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario 1 In caso di problemi di stampa, vedere la sezione per la risoluzione
e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare oggetti dei problemi nella Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu
OLE, aggiornamento. Guida Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic
8. Selezionare l'intervallo di stampa, il numero di copie e le altre sulla scheda Indice, quindi digitare stampa, risoluzione dei
impostazioni di stampa, quindi fare clic su OK. problemi. Per informazioni sull'assistenza tecnica per la stampa,
Le altre opzioni di stampa dipendono dalla stampante e dal software scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sito di FileMaker.
di sistema utilizzato. Consultare la documentazione della stampante
e del sistema.

Tenere presente quanto segue:


1 Windows: Per ignorare la stampante predefinita in un processo di
stampa, nella finestra di dialogo Stampa scegliere una stampante
diversa in Nome.
1 Windows: Per ignorare le opzioni della stampante predefinita in un
processo di stampa, nella finestra di dialogo Stampa fare clic su
Proprietà, scegliere le opzioni desiderate, quindi fare clic su OK.
1 Per ridurre lo spazio vuoto quando si stampano record con quantità
di dati variabili, specificare le opzioni di spostamento. Vedere
“Informazioni sulla rimozione dello spazio vuoto dai dati stampati”
a pagina 7-25. Per eliminare lo spazio vuoto in eccesso dai dati, è
inoltre possibile utilizzare i campi di fusione. Vedere “Posiziona-
mento di campi di fusione” a pagina 6-20.
1 Quando si stampa un campo o un portale con una barra di scorri-
mento, vengono stampati soltanto i dati visibili senza scorrere. Per
stampare tutti i dati, duplicare il formato e ingrandire il campo o il
portale, quindi specificare le opzioni di spostamento per rimuovere
lo spazio vuoto in eccesso in fase di stampa. Vedere “Informazioni
sulla rimozione dello spazio vuoto dai dati stampati” a pagina 7-25.
Parte 2
Progettazione e creazione di un database
Capitolo 5
Creazione di un database
Questo capitolo illustra come: 4. Scegliere i dati da inserire nel file e progettare i campi che devono
1 pianificare un database contenerli.

1 creare un file di database di FileMaker Pro Ad esempio per la stampa di fatture, è necessario creare campi per
l'indirizzo di addebito, l'indirizzo di spedizione, la quantità, il codice
1 definire, modificare o eliminare campi di un database prodotto e così via. Sarà inoltre necessario creare campi Calcolato
per il subtotale, le imposte sulle vendite, le spese di spedizione e il
totale della fattura.
Pianificazione di un file di database
Per agevolare la ricerca e l'ordinamento dei record, creare campi
Per evitare perdite di tempo, è consigliabile pianificare un database
distinti per nome, cognome e titoli (quali Sig. o Dott.) e voci di indi-
prima di crearlo. Sebbene sia possibile modificare un progetto anche
rizzo (città, stato, provincia, paese e codice postale).
in seguito, una pianificazione dettagliata consente di ridurre al
minimo le modifiche. È opportuno iniziare con un progetto semplice, 5. Determinare le relazioni tra il file creato e i file contenenti i dati
utilizzarlo per un breve periodo, quindi modificarlo secondo le da utilizzare.
proprie necessità. Ad esempio, se i dati desiderati esistono già in un altro file di
FileMaker Pro, è possibile utilizzarli nel file corrente.
Per pianificare un database, seguire le istruzioni descritte di seguito:
6. Scegliere i formati scheda necessari e pianificare un formato
1. Individuare il problema che si desidera risolvere o il motivo della scheda distinto per ciascuna attività.
creazione di un database.
Ad esempio, progettare formati scheda per l'immissione dei dati e
Informarsi sui dati necessari agli utenti che utilizzeranno il database. degli ordini, per la stampa di etichette postali e di lettere e per ogni
2. Scegliere le categorie di informazioni con cui si prevede di lavo- tipo di resoconto da produrre.
rare e progettare un file di database distinto per ciascuna delle cate- 7. Determinare se è necessario condividere il database con altri utenti
gorie più importanti. e le relative modalità di accesso al file.
Ad esempio, nel caso di un'azienda di piccole dimensioni, potrebbe È possibile progettare formati scheda utilizzabili in FileMaker Pro
essere necessario creare un file per i prodotti, uno per i clienti e un per Windows o per Mac OS e visualizzabili in un browser Web.
altro per i dipendenti.
8. Se il database verrà utilizzato da altri, determinare gli utenti del
3. Analizzare il sistema di gestione delle informazioni in uso per file e le operazioni consentite.
determinare le attività che vengono eseguite.
Se la sicurezza dei dati è di grande importanza, è possibile limitare
Ad esempio, verificare se vengono stampate etichette postali e l'accesso alle operazioni tramite l'assegnazione di password e privi-
fatture, individuare quali resoconti vengono prodotti e verificare se legi di accesso al file.
si desidera eseguire altre operazioni.
5-2 Guida per utente di FileMaker Pro

9. Prendere nota delle varie possibilità elencando i file e i campi Se non sono stati installati i modelli e si desidera utilizzarli, vedere
necessari per ciascun file. Predisporre inoltre una lista dei moduli e la Guida introduttiva di FileMaker Pro.
dei resoconti (formati scheda) che verranno generati da ciascun file.
Iniziare con un progetto semplice e utilizzarlo per un breve periodo. 1. In FileMaker Pro, scegliere menu File > Nuovo database.
È quindi possibile modificarlo secondo le necessità. 2. Nella finestra di dialogo Nuovo database, eseguire quanto segue:

Per Eseguire questa operazione


Progetto di un database Creare un file utiliz- Selezionare Crea un nuovo file usando un modello, quindi
Nome del progetto zando un modello fare doppio clic sul nome di un modello.
Scopo del database
Nome del database
Creare un file senza Selezionare Crea un nuovo file vuoto, quindi fare clic su
Campi
Nome Tipo Commenti
utilizzare un modello OK.

Aprire un file Vedere “Apertura di file” a pagina 1-7.


esistente

Formati scheda
Nome Scopo Video Stampa Web
Se nella scheda Generali della finestra di dialogo Preferenze applica-
zione non è stato selezionato Modelli nella finestra Nuovo database (o
se i modelli non sono installati), la finestra di dialogo Nuovo data-
base non verrà visualizzata. Passare alla fase successiva. Per selezio-
nare le preferenze, vedere“Impostazione delle preferenze generali
dell'applicazione” a pagina A-1.
Per informazioni sull'immissione di dati in un database, vedere
“Informazioni sull'immissione dei dati nei record” a pagina 2-7. Per
ulteriori informazioni sulla creazione di un database relazionale, Per visualizzare
una lista di
vedere il capitolo 8, “Utilizzo dei file correlati”. Selezionare modelli di
un'opzione FileMaker Pro,
per creare scegliere
un file Modelli
Creazione di un file di FileMaker Pro Scegliere un
È possibile creare un file da un modello (un file di database predefi- modello dalla
lista
nito che può essere modificato secondo le esigenze). In alternativa, è Selezionare
per annullare
possibile eseguire l'operazione senza un modello. la visualizza-
zione della
Suggerimento È inoltre possibile creare un file eseguendo una copia finestra di
dialogo
di un file di FileMaker Pro esistente o importando dati da un'altra Fare clic per accedere a un database
di descrizione dei modelli
applicazione. Vedere “Salvataggio di file” a pagina 1-8 o “Conver-
sione di un file di dati in un nuovo file di FileMaker Pro” a
pagina 12-6.
Creazione di un database 5-3

3. Nella finestra di dialogo visualizzata digitare un nome per il file


Scegliere la modalità di elencazione dei campi nella finestra di dialogo
(se necessario, scegliere un'altra cartella), quindi fare clic su Salva.
Windows: In Tipo file selezionare File di FileMaker Pro. Se l'estensione Fare clic per ordinare
i campi per nome o
del file non viene specificata, al nome del file verrà aggiunta auto- per tipo
maticamente l'estensione .fp5. (Per visualizzare le estensioni dei file
in Windows, vedere la Guida in linea del sistema operativo.) Nomi e definizioni
dei campi
4. Fare clic su Salva.

Informazioni sulla definizione dei campi di Digitare un nome per


un nuovo campo
database Selezionare un
tipo di campo
Assegnare un nome al campo che si desidera definire. Quindi sele-
zionare le opzioni che determinano le modalità di interpretazione,
Fare clic dopo avere immesso un nome
immissione, calcolo, memorizzazione e visualizzazione dei dati del di campo e selezionato un tipo di campo
campo. Queste caratteristiche costituiscono la definizione del campo.

Tenere presente quanto segue:


ID prodotto ET14
1 Per definire un nuovo campo simile a uno esistente, è possibile
Nome prodotto Giubbotto Questi campi memorizzano testo
duplicare una definizione di campo. Vedere “Modifica delle defini-
Categoria Abbigliamento
zioni dei campi” a pagina 5-12.
Colori Blu Questo campo memorizza più valori
Nero 1 Dopo aver definito i campi, è possibile aggiungerli a qualsiasi
Prezzo unitario L. 52.500 Questo campo memorizza solo numeri formato scheda. Se viene definito un campo in un file esistente ma
Sconto L. 5.250 Questo campo calcola un valore basato non è possibile visualizzarlo nel formato scheda in uso, verificare
su un altro valore del record (lo Sconto è
il 10% del Prezzo unitario) che nelle Preferenze applicazione sia stato selezionato Aggiungi i
campi appena definiti al formato corrente. Vedere “Posizionamento e
rimozione di campi da un formato” a pagina 6-18 e “Impostazione
Le sezioni che seguono illustrano come definire i campi tramite la delle preferenze del formato scheda” a pagina A-2.
finestra di dialogo Definisci i campi.
1 Per stampare le definizioni di campo, vedere il capitolo 4, “Ante-
prima e stampa di informazioni”.
5-4 Guida per utente di FileMaker Pro

Informazioni sull'assegnazione dei nomi dei campi Selezionare


questo tipo
Quando si assegna un nome a un campo, tenere presente quanto di campo Se il campo contiene
segue:
Numero Un massimo di 255 numeri o altri caratteri. (Nella maggior
1I nomi dei campi devono essere unici e possono contenere un parte dei casi solo i numeri vengono utilizzati come caratteri
massimo di 60 caratteri. numerici.) I campi Numero non possono contenere ritorni a
capo.
1 Utilizzare nomi descrittivi che identifichino in modo evidente il
contenuto del campo. Evitare abbreviazioni, acronimi o altri termini Data Solo date.
che possono creare confusione. Ora<> Solo ore.
1 Non utilizzare i seguenti simboli o parole: , (virgola) + – * / ^ & = Contenitore Un'immagine o un file multimediale (quale un filmato o un
≠ > < ( ) " ; (punto e virgola) : (due punti) :: AND, OR, XOR, NOT suono). È possibile fare riferimento ai campi Contenitore nei
o un nome di funzione di FileMaker Pro. Non iniziare il nome di un campi Calcolato e Riassunto. Windows: In un campo conteni-
tore è possibile memorizzare oggetti OLE.
campo da utilizzare in una formula di calcolo con uno spazio, un
punto (.) o un numero. Calcolato Il risultato di una formula di calcolo che utilizza valori di
campo del record corrente o dei record correlati. La formula
1 Utilizzare il carattere di sottolineatura ( _ ) anziché lo spazio per può utilizzare valori di tutti i tipi di campo. Il risultato può
evitare limitazioni in ODBC (Open Database Connectivity), essere uno dei tipi di dati seguenti: Testo, Numero, Data, Ora
nell'esportazione, nella pubblicazione Web e in altre operazioni. o Contenitore.
1 Se si scambiano dati con un'altra applicazione, controllare le limi- Riassunto Un valore prodotto riassumendo valori di campo da più record
tazioni dei nomi di campo nei formati file supportati dall'altra appli- nello stesso file.
cazione. Globale Un valore da utilizzare in tutti i record del file. Un campo
1 Se si sta utilizzando ODBC per condividere dati di FileMaker, Globale può contenere dati di tipo Testo, Numero, Data, Ora o
Contenitore. Utilizzare il valore di un campo Globale nei
evitare di usare parole chiave SQL nei nomi dei campi. Per informa-
calcoli e negli script. Non è possibile utilizzare un campo
zioni su ODBC, vedere “Informazioni su ODBC” a pagina 15-1.
Globale per trovare record.

Informazioni sulla scelta del tipo di campo


Quando si definisce un campo, selezionare il tipo appropriato. Il tipo
di campo viene utilizzato da FileMaker Pro per interpretare i dati in
operazioni quali l'ordinamento e l'esecuzione di calcoli.

Selezionare
questo tipo
di campo Se il campo contiene
Testo Un massimo di 64.000 lettere, simboli o numeri utilizzati
come testo.
Creazione di un database 5-5

1 Per informazioni sulla gestione dei dati nei campi, vedere “Infor-
mazioni sull'immissione dei dati nei record” a pagina 2-7. Per ulte-
riori informazioni sui tipi di campo, scegliere menu Guida in Windows
o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice,
quindi digitare tipi di campo.
Resoconto vendite

Agente Voce Q.tà Importo

David Michaels ET3


ET4
1
1
L. 29.950
L. 32.250
Definizione di campi Testo, Numero, Data, Ora o
ET1
ET5
2
3
L. 73.900
L. 98.850 Contenitore
Totale L. 234.950

Sophie Tang ET6 2 L. 64.500


1. Scegliere menu File > Definisci i campi.
ET7 5 L. 12.500
ET2 2 L. 25.000
2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, in Nome di campo digi-
Totale L. 102.000
tare un nome unico per il campo.
Totale complessivo L. 336.950

Vedere “Informazioni sull'assegnazione dei nomi dei campi” a


pagina 5-4.
I campi Riassunto 3. In Tipo, selezionare un tipo di campo, quindi fare clic su Crea.
producono risultati
utilizzando valori di Vedere “Informazioni sulla scelta del tipo di campo” a pagina 5-4.
più record
I campi Calcolato producono risultati utilizzando 4. Per definire le opzioni del campo fare clic su Opzioni.
valori del record corrente o dei record correlati
Eseguire questa operazione nella finestra di
Per dialogo Opzioni per il campo
Tenere presente quanto segue:
Inserire automati- Fare clic sulla scheda Immissione automatica, selezionare
1 Per memorizzare codici postali, numeri di telefono e altri valori
camente valori nel le opzioni, quindi fare clic su OK. Vedere “Definizione di
aventi come carattere iniziale uno zero, un trattino o una parentesi, campo immissione automatica dei dati” a pagina 5-10.
utilizzare campi Testo anziché campi Numero.
Verificare che i dati Fare clic sulla scheda Verifica, selezionare le opzioni,
1 Verificare che per memorizzare le date vengano utilizzati campi siano stati inseriti quindi fare clic su OK. Vedere “Definizione di verifica dei
Data anziché campi Testo o Numero. Per evitare confusione correttamente nel campi” a pagina 5-10.
nell'utilizzo di date, utilizzare sempre anni a quattro cifre. Per ulte- campo
riori informazioni sulla gestione degli aspetti legati all'anno 2000 in Impostare il campo Fare clic sulla scheda Memorizzazione, quindi selezionare
FileMaker Pro 5, visitare il sito www.filemaker.com. come campo Campo multiplo con un massimo di n ripetizioni. Digitare il

1 Non è consentito ordinare o trovare record basati su un campo multiplo numero di ripetizioni, quindi fare clic su OK. Vedere
“Informazioni sui campi multipli” a pagina 5-12.
Contenitore; tuttavia è possibile definire un campo Testo per descri-
vere o identificare il contenuto del campo Contenitore. Quindi, è Selezionare le Fare clic sulla scheda Memorizzazione, selezionare le
opzioni per l'indi- opzioni, quindi fare clic su OK. Vedere “Informazioni
possibile ordinare o trovare record basati sui dati del campo Testo.
cizzazione del sulle opzioni di memorizzazione e indicizzazione” a
1 Per modificare la modalità di visualizzazione dei dati nei campi campo pagina 5-12.
Testo, Numero, Data e Ora vedere“Formattazione dei dati dei campi
in un formato” a pagina 6-24. 5. Proseguire con la definizione dei campi o fare clic su Esci.
5-6 Guida per utente di FileMaker Pro

Importante Per evitare confusione nell'utilizzo di date in Per aggiungere Eseguire questa operazione
FileMaker Pro, impostare le opzioni di verifica del campo in modo
Un valore costante Digitare il valore. Vedere “Costanti” a pagina 11-2.
che le date contengano sempre anni a quattro cifre. Vedere “Defini-
zione di verifica dei campi” a pagina 5-10. Per ulteriori informazioni Una funzione Fare doppio clic su una voce della lista delle funzioni.
sulla gestione degli aspetti legati all'anno 2000 in FileMaker Pro 5, Nella casella della formula sostituire il parametro segna-
posto con un valore o un'espressione.
visitare il sito www.filemaker.com.

Per ulteriori informazioni sulla definizione dei campi, scegliere Suggerimento È inoltre possibile digitare la formula direttamente
menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic nella casella. Per ulteriori informazioni, vedere il capitolo 11,
sulla scheda Indice e digitare campi, definizione. “Utilizzo di formule e funzioni”.

Definizione di campi Calcolato


1. Scegliere menu File> Definisci i campi. Scegliere una relazione Scegliere la modalità di elencazione
dalla lista delle funzioni nella finestra di dialogo
2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, in Nome di campo digi-
tare un nome unico per il campo. Scegliere i
riferimenti
Vedere “Informazioni sull'assegnazione dei nomi dei campi” a di campo Selezionare
pagina 5-4. le funzioni

3. In Tipo, selezionare Calcolato, quindi fare clic su Crea. Selezionare


Casella della gli operatori
4. Nella finestra di dialogo Specifica il calcolo, immettere una formula logici e di
confronto
formula.
Selezionare
Scegliere un gli operatori
Fare clic nel punto della casella della formula in cui si desidera tipo di risul- di testo e
visualizzare l'elemento, quindi procedere come descritto di seguito. tato della matematici
formula
Per aggiungere Eseguire questa operazione Impostare il Scegliere le
campo opzioni di
Un riferimento a un Nella lista dei campi, fare doppio clic su un nome di Calcolato indicizzazione
come campo Calcolare solo se almeno un campo e di memoriz-
campo campo. multiplo nella formula contiene un valore zazione
Per visualizzare i nomi di campo dei campi correlati,
scegliere una relazione dalla lista corrispondente. Vedere 5. Selezionare le opzioni di calcolo per il campo.
“Creazione di relazioni tra i file” a pagina 8-4.
Per Eseguire questa operazione
Un operatore di Premere il tasto di un operatore sul tastierino. (Le virgo-
testo o matematico lette e le parentesi vengono copiate nella formula a coppie, Selezionare il tipo di Scegliere un tipo di dati in Risultato del calcolo <valore>.
con il punto di inserimento intermittente nel mezzo.) dati del risultato Verificare che il tipo scelto sia corretto per il risultato
che si desidera ottenere. Vedere “Informazioni sulla
Un operatore Scegliere una voce nella lista Operatori.
scelta del tipo di campo” a pagina 5-4.
logico o di
confronto
Creazione di un database 5-7

Per Eseguire questa operazione Suggerimento Utilizzare l'assistente Nuovo formato/resoconto per
creare rapidamente un resoconto con dati raggruppati (in un campo
Impostare il campo Selezionare Campo multiplo con un massimo di n valori,
Riassunto). Vedere “Informazioni su formati e resoconti” a
Calcolato come campo digitare il numero di ripetizioni, quindi fare clic su OK.
multiplo Vedere “Informazioni sui campi multipli” a pagina 6-1.
pagina 5-12.
Il valore di un campo Riassunto può variare a seconda della posi-
Eseguire il calcolo Selezionare Non valutare se tutti i campi di riferimento
zione del campo in un formato scheda, della quantità di record del
solo quando tutti i sono vuoti.
gruppo individuato, dell'ordinamento dei record e del modo in uso.
campi di riferimento Deselezionare questa opzione se si desidera
contengono un valore calcolare sempre un risultato anche se un campo di rife- Se si sta modificando un formato scheda che contiene un campo
(in modo che zero non rimento è vuoto o non è mai stato modificato.
venga visualizzato Riassunto, è necessario conoscere le sezioni del formato scheda per
come risultato) ottenere i risultati desiderati. Vedere “Informazioni sulle sezioni del
formato scheda” a pagina 6-28. Per informazioni sul riassunto di
6. Per selezionare le opzioni di indicizzazione e di memorizzazione campi correlati nei portali, vedere “Riassunto dei dati nei portali” a
per il campo, fare clic su Opz. di memorizzazione, selezionare le pagina 8-14.
opzioni, quindi fare clic su OK.
1. Scegliere menu File > Definisci i campi.
Vedere “Informazioni sulle opzioni di memorizzazione e indicizza-
zione” a pagina 5-12. 2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, in Nome di campo digi-
tare un nome unico per il campo.
7. Per chiudere la finestra di dialogo Specifica il calcolo, fare clic su
OK. Vedere “Informazioni sull'assegnazione dei nomi dei campi” a
pagina 5-4.
8. Proseguire con la definizione dei campi o fare clic su Esci.
3. In Tipo, selezionare Riassunto, quindi fare clic su Crea.
Per ulteriori informazioni sulla definizione dei campi Calcolato, 4. Nella finestra di dialogo Opzioni per il campo Riassunto, selezio-
vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in nare un tipo di riassunto, quindi scegliere il nome del campo in base
Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda al quale eseguire il raggruppamento.
Indice, quindi digitare Calcolato, campi.
Selezionare questo Per riassumere i valori in un campo del
tipo di riassunto gruppo individuato di record tramite
Definizione di campi Riassunto
Totale di Il calcolo del totale dei valori del campo
Utilizzare i campi Riassunto per calcolare valori in più record, quali
Media di Il calcolo della media dei valori del campo
subtotali, medie e totali complessivi. Ad esempio, è possibile visua-
lizzare in un campo Riassunto il totale complessivo di tutte le vendite Conteggio di Il conteggio del numero di record che contengono un
del mese di maggio contenute in un resoconto. valore per il campo. Ad esempio, se il campo contiene
100 valori (un valore per ciascun record) il risultato
del conteggio è 100.

Minimo La ricerca del numero più basso oppure della data o


dell'ora meno recente per un campo
5-8 Guida per utente di FileMaker Pro

Selezionare questo Per riassumere i valori in un campo del Per questo tipo
tipo di riassunto gruppo individuato di record tramite di riassunto Selezionare Per

Massimo La ricerca del numero più alto oppure della data o Media di Media ponderata. Nella lista Determinare la media di un
dell'ora più recente per un campo dei campi visualizzata, sele- campo in base a un valore di
zionare il campo contenente un altro campo utilizzato
Deviazione standard di La ricerca della differenza tra i valori di un campo.
il fattore di ponderazione. come fattore di pondera-
Questa opzione consente di calcolare la deviazione
zione.
standard dalla media dei valori di un campo. (La
formula è ponderata n-1 volte, seguendo la deviazione Conteggio di Conteggio progressivo Visualizzare il conteggio
standard normale.) cumulativo del record
corrente e di tutti i record
Frazione del totale di Il calcolo del rapporto tra il valore del campo e il totale
precedenti
di tutti i valori di quel campo. Ad esempio, questa
opzione consente di trovare quale frazione delle Deviazione Per popolazione Calcolare la deviazione
vendite totali può essere attribuita a ciascun addetto standard di standard della popolazione
alle vendite. con la formula ponderata n
volte

Frazione del totale Subtotale. Nella lista dei Calcolare una frazione del
di campi visualizzata, selezio- totale basata solo su un
nare un campo in base al gruppo di record
Scegliere un tipo
di riassunto quale eseguire il raggruppa-
mento. (Quando si torna nel
modo Usa, ordinare in base
a questo campo per calco-
lare il valore correttamente.)
Selezionare
un'opzione per il
tipo di riassunto 6. Fare clic su OK.
Scegliere il campo in base al quale 7. Proseguire con la definizione dei campi o fare clic su Esci.
eseguire il raggruppamento
Per ulteriori informazioni sui campi Riassunto, scegliere menu Guida
5. Se possibile, selezionare un'opzione per il tipo di riassunto. in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
Le opzioni variano a seconda del tipo di riassunto selezionato nella scheda Indice e digitare Riassunto, campi.
fase precedente.
Definizione di campi Globale
Per questo tipo
di riassunto Selezionare Per Il campo Globale contiene un valore utilizzato per tutti i record di
un file. (Non è possibile utilizzare un campo Globale per la ricerca di
Totale di Totale progressivo Visualizzare il totale cumu-
lativo per il record corrente e dati.) Utilizzare il valore di un campo Globale:
tutti i record precedenti 1 come valore fisso da utilizzare nei calcoli in tutti i record di un file
Creazione di un database 5-9

1 per dichiarare variabili nelle istruzioni di script If, Else, End If, 5. Fare clic su OK.
Loop, End Loop e Exit Loop If 6. Proseguire con la definizione dei campi o fare clic su Esci.
1 per campi che non richiedono un aggiornamento frequente. Ad
esempio, utilizzare un campo Globale per inserire il logo e l'indirizzo Se si utilizzano campi Globale in un file condiviso, vedere “Opera-
della società in diversi formati scheda. È possibile aggiornare rapi- zioni con i file condivisi” a pagina 13-2. Per ulteriori informazioni
damente un campo Globale senza eseguire l'aggiornamento di sui campi Globale, scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS
ciascun formato scheda. > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice e digitare
Globale, campi.
Per definire campi Globale:
1. Scegliere menu File > Definisci i campi.
Impostazione delle opzioni per i campi
2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, in Nome di campo digi-
È possibile impostare le opzioni per:
tare un nome unico per il campo.
Vedere “Informazioni sull'assegnazione dei nomi dei campi” a
1 immettere dati predefiniti in un campo Testo, Numero, Data, Ora
o Contenitore
pagina 5-4.
3. In Tipo, selezionare Globale, quindi fare clic su Crea.
1 controllare che i dati rispettino i criteri di verifica

4. Nella finestra di dialogo Opzioni per il campo Globale, selezio-


1 impostare un campo come campo multiplo
nare le opzioni. 1 creare un indice

Per Eseguire questa operazione 1 indicizzare e memorizzare dati

Scegliere un tipo di Scegliere una voce nella lista Tipo. Vedere “Informa-
Alcune opzioni dei campi consentono di mantenere la precisione dei
dati per il campo zioni sulla scelta del tipo di campo” a pagina 5-4.
dati. Ad esempio, se nel campo Paese si digita Frnc anziché Francia,
Impostare il campo Fare clic sulla scheda Memorizzazione, quindi selezio- non sarà possibile trovare il record corrispondente quando si ricer-
come campo multiplo nare Campo multiplo con un massimo di n ripetizioni. Digi- cano i clienti francesi. Per verificare che tutti i nomi dei paesi siano
tare il numero di ripetizioni, quindi fare clic su OK.
stati immessi correttamente, è possibile definire una lista di valori
Vedere “Informazioni sui campi multipli” a
pagina 5-12. contenente i nomi, quindi selezionare l'opzione di convalida Elem.
della lista valori per il campo Paese. I dati immessi nel campo devono
corrispondere a un valore della lista. Vedere “Definizione di una lista
valori per l'immissione di dati” a pagina 7-3.

Scegliere un tipo
Per impostare le opzioni per i campi Riassunto, vedere “Definizione
di dati per il di campi Riassunto” a pagina 5-7.
campo

Selezionare per impostare il campo come campo multiplo


5-10 Guida per utente di FileMaker Pro

Definizione di immissione automatica dei dati Per Eseguire questa operazione


Per immettere automaticamente un valore predefinito in un campo Impedire agli utenti di Selezionare Valori non modificabili.
per ciascun record: modificare un valore
immesso automaticamente
1. Scegliere menu File > Definisci i campi.
Disattivare l'immissione Deselezionare tutte le caselle di controllo.
2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, fare doppio clic su un
automatica dei dati
nome di campo.
3. Nella finestra di dialogo Opzioni per il campo, fare clic sulla
scheda Immissione automaticae selezionare le opzioni. (Le opzioni
disponibili dipendono dal tipo di campo.) Fare clic su
Immissione
Importante Per evitare confusione nell'utilizzo di date in automatica
FileMaker Pro, impostare le opzioni di verifica del campo in modo
che le date contengano sempre anni a quattro cifre. (Vedere la
sezione successiva.) Selezionare le opzioni
per l'immissione di dati
predefiniti nel campo
Per Eseguire questa operazione

Immettere la data, l'ora o il Selezionare la prima casella di controllo (±),


nome utente al momento quindi scegliere un'opzione dalla lista.
della creazione o della
modifica del record

Assegnare un numero Selezionare Numero di serie. In valore succ., digi-


sequenziale al campo di tare un valore iniziale (ad esempio 1001), quindi 4. Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo Opzioni per il
ciascun record digitare il numero in base al quale incrementare. campo, quindi fare clic su Esci.
Immettere il valore del Selezionare Valore proveniente dal record prece-
record al quale si ha avuto dente. Per ulteriori informazioni sull'immissione automatica di dati, vedere
accesso in precedenza la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in Windows
Immettere i dati che si Selezionare Dati, quindi digitare un massimo di o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice,
desidera specificare 255 caratteri. quindi digitare dati, immissione automatica.
Immettere nel campo il Selezionare Valore calcolato, definire la formula
risultato di un calcolo nella finestra di dialogo Specifica il calcolo, quindi Definizione di verifica dei campi
fare clic su OK. Per informazioni sulla finestra di È possibile selezionare le opzioni di verifica dei campi per verificare
dialogo Specifica il calcolo, vedere “Definizione che i dati siano stati immessi nel campo correttamente. Se i dati non
di campi Calcolato” a pagina 5-6. sono stati immessi in modo corretto, verrà visualizzato un messaggio
Immettere un valore Selezionare Valore di riferimento, definire il riferi- di FileMaker Pro.
copiato da un campo dello mento, quindi fare clic su OK. Vedere “Definizione
stesso o di un altro file di riferimenti tra i file” a pagina 8-14.
Creazione di un database 5-11

Importante Per evitare confusione nell'utilizzo di date in Per verificare che il valore
FileMaker Pro, impostare le opzioni di verifica del campo in modo immesso Eseguire questa operazione
che le date contengano sempre anni a quattro cifre. Per ulteriori Corrisponda al risultato di un calcolo Selezionare Verificato mediante calcolo,
informazioni sulla gestione degli aspetti legati all'anno 2000 in definire una formula nella finestra di
FileMaker Pro 5, visitare il sito www.fileMaker.com. dialogo Specifica il calcolo, quindi fare
clic su OK.
1. Scegliere menu File > Definisci i campi. Il risultato deve essere un valore
2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, fare doppio clic su un booleano, cioè Vero/Falso o Sì/No e così
via. Il risultato è Falso quando è uguale a
nome di campo.
0 o nullo (vuoto); in caso contrario, è
3. Nella finestra di dialogo Opzioni per il campo, fare clic sulla Vero.
scheda Verifica e selezionare le opzioni desiderate. Per informazioni sulla finestra di dialogo
Specifica il calcolo, vedere “Definizione
Per verificare che il valore
immesso Eseguire questa operazione di campi Calcolato” a pagina 5-6.

Contenga solo numeri Selezionare Tipo di dati restrittivo, quindi


scegliere nella lista Solo numerico.
Fare clic su
Sia una data contenente valori nume- Selezionare Tipo di dati restrittivo, quindi Verifica
rici per il giorno e il mese e un valore scegliere nella lista Data-anno a 4 cifre.
a quattro cifre per l'anno (ad esempio
(12/05/2004) Selezionare le
opzioni di verifica
L'ora sia espressa in valori numerici Selezionare Tipo di dati restrittivo, quindi per il campo
compresi tra 00:00 e 23:59 per le ore scegliere nella lista Ora del giorno.
e i minuti (i secondi sono facoltativi)

Non sia vuoto o che il valore sia Selezionare Non vuoto, Unico o Esistente.
unico o già esistente nel file (in
FileMaker Pro vengono ignorate le
maiuscole e la punteggiatura).

Corrisponda a un valore in una lista Selezionare Elem. della lista valori, quindi
di valori specificati scegliere una lista di valori esistente o 4. Specificare la modalità di gestione di un'immissione non valida.
definirne una nuova. Vedere “Defini-
Per Selezionare
zione di una lista valori per l'immissione
di dati” a pagina 7-3. Impedire agli utenti di immettere Restrittivo: L'utente non può ignorare la
dati non validi (è necessario correg- verifica
Sia compreso nell'intervallo specifi- Selezionare Da, quindi digitare un valore
gere i dati prima di uscire dal record)
cato iniziale e un valore finale.
Visualizzare un messaggio persona- Visualizza mess. personalizzato se la veri-
lizzato quando i dati non soddisfano fica fallisce, quindi digitare un massimo
i criteri di verifica di 255 caratteri
5-12 Guida per utente di FileMaker Pro

5. Per chiudere la finestra di dialogo Opzioni per il campo fare clic Informazioni sulle opzioni di memorizzazione e
su OK, quindi su Esci. indicizzazione
FileMaker Pro fornisce opzioni per l'indicizzazione dei campi e la
Per ulteriori informazioni sulla verifica dei campi, scegliere menu
memorizzazione dei risultati dei calcoli. È possibile:
Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
scheda Indice e digitare dati, verifica. 1 Creare un indice, cioè una lista dei valori memorizzati in un
campo. L'indice rende le ricerche molto più veloci ma occupa spazio
Informazioni sui campi multipli sul disco. È possibile indicizzare campi Testo, Numero, Data e Ora.
Il campo multiplo contiene più valori (fino a un massimo di 1.000), È inoltre possibile indicizzare campi Calcolato se i risultati sono
ciascuno in una ripetizione distinta del campo. Tutti i tipi di campo numeri, date, ore o testo.
possono essere multipli, ad eccezione dei campi Riassunto. 1 Memorizzare il risultato di un calcolo nel database oppure
scegliere di eseguire il calcolo solo quando necessario (non memo-
rizzato). La memorizzazione del risultato è più rapida ma richiede
Ciascun valore del campo multiplo più spazio sul disco. È possibile specificare opzioni di memorizza-
Colori è singolo e distinto zione per i campi Testo, Numero, Data, Ora e Calcolato.
Le opzioni di memorizzazione e indicizzazione sono documentate
Suggerimento Se si prevede di ordinare, riassumere o inserire dati in nella Guida in linea. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in
un campo multiplo, è consigliabile utilizzare campi correlati in un Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digi-
portale. Vedere “Informazioni sui database relazionali” a pagina 8-3. tare memorizzazione, opzioni.

Per modificare il numero di ripetizioni visibili in un formato scheda,


vedere “Formattazione dei campi multipli” a pagina 7-8. Modifica delle definizioni dei campi
Importante È possibile che le modifiche apportate alla definizione di
Per ulteriori informazioni sulla definizione e le operazioni con i
un campo abbiano effetto anche sui dati in esso contenuti. Per ulte-
campi multipli, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere
riori informazioni sugli effetti della modifica dei campi, scegliere
menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic
menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic
sulla scheda Indice, quindi digitare Campi multipli.
sulla scheda Indice e digitare campi, definizione.

1. Scegliere menu File > Definisci i campi.


Creazione di un database 5-13

2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, apportare le modifiche Per Eseguire questa operazione
desiderate.
Modificare un Nella lista dei campi, fare doppio clic sul campo Rias-
Per Eseguire questa operazione campo Riassunto sunto, quindi apportare le modifiche desiderate nella fine-
stra di dialogo Specifica il calcolo. Fare clic su OK. Vedere
Modificare il nome Nella lista dei campi, selezionare il campo da modificare.
“Definizione di campi Riassunto” a pagina 5-7.
di un campo In Nome di campo, digitare o incollare il nuovo nome,
quindi fare clic su Salva. Il nome del campo verrà modi- Riordinare i nomi Vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere
ficato anche nei formati scheda e nei riferimenti al campo dei campi nelle menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
all'interno delle formule. Vedere “Informazioni sull'asse- finestre di dialogo indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare
gnazione dei nomi dei campi” a pagina 5-4. contenenti liste di riordino.
campi
Duplicare una defi- Selezionare uno o più campi nella lista corrispondente,
nizione di campo quindi fare clic su Duplica. I nuovi campi verranno visua-
lizzati in fondo alla lista con il nome seguito da Copia. È 3. Fare clic su Esci.
possibile modificare i nomi dei campi.
Tenere presente quanto segue:
Modificare il tipo Nella lista dei campi, selezionare il campo e il tipo di
di campo campo, quindi fare clic su Salva. Vedere “Informazioni 1 Se si modifica una formula di calcolo o un tipo di riassunto, i valori
sulla scelta del tipo di campo” a pagina 5-4. di ciascun record del database verranno ricalcolati alla chiusura
Importante La modifica del tipo di campo può causare della finestra di dialogo Definisci i campi.
l'eliminazione definitiva dei dati.
1 Per modificare le opzioni dei campi correlati, apportare le modi-
Modificare le Nella lista dei campi, fare doppio clic sul campo. Modifi- fiche nel file correlato.
opzioni per i campi care le opzioni, quindi fare clic su OK. Vedere “Imposta-
Testo, Numero, zione delle opzioni per i campi” a pagina 5-9.
Data, Ora, Conteni-
tore o Globale
Eliminazione di definizioni e di dati di
Modificare un Nella lista dei campi, fare doppio clic sul campo Calco- campo
campo Calcolato lato. Importante L'eliminazione di un campo dalla finestra di dialogo
1 Per modificare le opzioni di memorizzazione e indiciz- Definisci i campi comporta l'eliminazione definitiva della defini-
zazione, fare clic su Opz. di memorizzazione nella finestra di zione e di tutti i dati del campo in tutti i record. Prima di eliminare
dialogo Specifica il calcolo. Apportare le modifiche desi-
un campo da un file, verificare che il campo non contenga dati neces-
derate quindi fare clic su OK.
sari.
1 Per modificare altre opzioni, apportare le modifiche
desiderate nella finestra di dialogo Specifica il calcolo. 1. Scegliere menu File > Definisci i campi.
Quindi fare clic su OK. Vedere “Definizione di campi
2. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, selezionare uno o più
Calcolato” a pagina 5-6.
campi, quindi fare clic su Elimina.
3. Fare di nuovo clic su Elimina oppure fare clic su Annulla per mante-
nere i campi invariati.
5-14 Guida per utente di FileMaker Pro

4. Fare clic su Esci.

Tenere presente quanto segue:


1 Per rimuovere campi da un formato scheda mantenendoli
comunque disponibili nel database, vedere “Posizionamento e rimo-
zione di campi da un formato” a pagina 6-18.
1 Per ulteriori informazioni sull'eliminazione delle definizioni dei
campi, scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario
e indice, fare clic sulla scheda Indice e digitare campi, defini-
zioni.
Capitolo 6
Creazione e gestione di formati e resoconti
Il presente capitolo descrive le modalità di gestione dei formati per I formati scheda possono essere creati e modificati nel modo
la presentazione di dati destinati alla visualizzazione o alla stampa. Formato scheda. Per accedere al modo Formato scheda, scegliere
Verranno trattati i seguenti argomenti: Formato scheda dal menu Visualizza o dal menu a tendina nella parte
1 creazione, modifica ed eliminazione di formati inferiore della finestra del documento.

1 utilizzo di vari tipi di formato


1 gestione dei campi e degli oggetti in un formato Informazioni su formati e resoconti
1 aggiunta di parti di un formato, quali un'intestazione o un piè di Un formato di FileMaker Pro visualizza i dati presenti in un data-
pagina base. I dati visualizzati dipendono dai campi presenti nel formato. I
formati, specie quelli destinati alla stampa, sono talvolta detti reso-
Il capitolo successivo, “Personalizzazione dei formati”, descrive la conti. I formati determinano l'aspetto finale dei dati e consentono di
personalizzazione dell'aspetto di campi e formati, l'aggiunta di organizzare le informazioni per la visualizzazione o l'immissione di
oggetti ai formati, la definizione di liste valori e il controllo dati, la creazione di resoconti o la ricerca.
sull'output di stampa.

Pulsanti: utilizzare per automatiz-


zare frequenti operazioni
Menu a tendina Formati

Testo: utilizzare per i titoli, le Pagina: l'aspetto dei dati


intestazioni di colonna, le sulla pagina stampata
etichette, le istruzioni e le dipende dalla stampante,
lettere dall'impostazione della
pagina o della stampante e
Campi: utilizzare per dal formato
l'immissione e la
visualizzazione di dati

Sezioni: utilizzare le
intestazioni, i piè di pagina, il
corpo e i riassunti per
suddividere il formato in aree
con funzioni particolari

Menu a tendina Modo


6-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Utilizzare un formato per scegliere i campi da visualizzare su dipendono dalla stampante e dal software di sistema utilizzato. Per
ciascuna schermata o resoconto. A un file può corrispondere un ulteriori informazioni, consultare la documentazione della stampante
numero qualsiasi di formati (ad esempio formati per l'immissione di e del sistema. Leggere inoltre le considerazioni nelle sezioni a partire
dati, per resoconti riassuntivi o per la stampa di etichette postali). È da pagina 6-6.
possibile modificare la struttura di un formato senza produrre alcun
effetto sui dati o sugli altri formati relativi al file. Quando si modifi- Nota Prima di iniziare a utilizzare l'assistente Nuovo formato/reso-
cano i dati in un campo (nel modo Usa), le modifiche vengono conto, è necessario aver già creato i campi che si prevede di inserire
trasmesse al campo se questo si trova in altri formati del database: i nel formato. Vedere “Informazioni sulla definizione dei campi di
dati del database restano gli stessi, indipendentemente da dove sono database” a pagina 5-3.
visualizzati.
Per creare un formato:
Per informazioni sulla creazione e l’utilizzo dei formati avviene per 1. Scegliere menu Visualizza > Formato scheda.
la pubblicazione sul Web “Impostazione delle visualizzazioni del
2. Scegliere menu Formati > Nuovo formato/resoconto.
browser” a pagina 14-12.
Viene visualizzato l'assistente Nuovo formato/resoconto, una serie di
finestre di dialogo o pannelli, che consentono la creazione del tipo di
Creazione di formati e resoconti formato scelto nel primo pannello.
Ogni volta che si crea un file di database (senza utilizzare uno dei file 3. In ciascun pannello dell'assistente, seguire le istruzioni per
modello forniti), FileMaker Pro crea automaticamente un formato completare la creazione del tipo di formato scelto nel primo
Modulo standard e lo visualizza nel modo Usa, pronto per l'immis- pannello.
sione di dati. Per la descrizione dei vari tipi di formato che è possibile creare con
l'assistente, vedere la sezione successiva “Informazioni sui tipi di
È possibile creare formati aggiuntivi tramite l'assistente Nuovo
formato".
formato/resoconto, una creazione guidata che consente di creare il
formato in base alle opzioni scelte. Oltre al formato Modulo standard,
sono disponibili altri quattro tipi di formato e una vista. Utilizzare
questi formati per vari scopi, quali la visualizzazione di una scher- Digitare un nome
descrittivo
mata per l'immissione di dati o la stampa di etichette postali o di un
resoconto delle vendite totali. Fare clic su un tipo di
formato, quindi su
Avanti per continuare
Importante Per il calcolo di margini e altre misurazioni sui formati, con l'esecuzione
dell'assistente
FileMaker Pro rileva la stampante selezionata e le impostazioni
correnti per la stampante e la pagina. Quando è necessario stampare Il testo descrittivo e le
immagini cambiano
elementi sulla pagina con modalità particolari, quali un resoconto di facendo clic sui vari tipi
larghezza superiore all'altezza oppure etichette, buste o dati su di formato
moduli prestampati, assicurarsi di aver impostato questi elementi
prima di creare il formato. Le opzioni per la stampante e la stampa
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-3

Per Eseguire questa operazione Modulo standard


Accettare le impostazioni del primo Fare clic su Avanti
Un formato Modulo standard è la scelta ottimale per l'immissione di
pannello e passare al successivo dati o la consultazione a video. Il formato contiene ciascuno dei
campi selezionati su una riga distinta, nell'ordine specificato, con
Accettare le impostazioni del pannello Fare clic su Indietro
etichette di campo a sinistra. Nel modo Usa appare un record o
e tornare al pannello precedente
modulo alla volta (salvo se si proviene da Visualizza come modulo).
Visualizzare l'argomento della Guida Fare clic su ? o premere F1 (Windows)
in linea relativo alle opzioni del o fare clic su (Mac OS) o premere
pannello corrente 2-? o il tasto aiuto sulla tastiera

Windows: Visualizzare la Guida sensi- Fare clic sul pulsante ? nell'angolo


bile al contesto relativa a un controllo superiore destro del pannello, quindi,
specifico nel pannello corrente con il cursore ? fare clic sul controllo Etichette

Chiudere l'assistente senza salvare Annulla


alcuna scelta

4. Una volta completata la serie di pannelli, fare clic su Fine per


creare il formato.
È possibile utilizzare immediatamente il nuovo formato o persona-
lizzarlo ulteriormente tramite gli strumenti e comandi del modo
Formato scheda (vedere “Informazioni sull'utilizzo di oggetti in un Campi definiti dall'utente, nell'ordine di visualizzazione
della finestra di dialogo Definisci i campi
formato” a pagina 6-12, “Informazioni sull'utilizzo dei campi in un
formato” a pagina 6-17 e il capitolo successivo “Personalizzazione
Resoconto/lista a colonne
dei formati”).
Utilizzare il formato Resoconto/lista a colonne per visualizzare o
Suggerimento È inoltre possibile duplicare un formato esistente e stampare più record su righe (una lista di record). L'assistente Nuovo
personalizzare il nuovo formato a seconda delle esigenze. formato/resoconto consente di definire più versioni di un Resoconto/
lista a colonne. È possibile creare un formato semplice con righe e
Informazioni sui tipi di formato colonne di dati o un resoconto complesso, con dati raggruppati in
Le sezioni che seguono descrivono ciascuno dei formati che è possi- base ai valori specificati, subtotali e totali complessivi.
bile creare tramite l'assistente Nuovo formato/resoconto.
Un formato Resoconto/lista a colonne contiene i campi selezionati, da
sinistra a destra nell'ordine specificato, con i nomi di campo come
intestazioni colonna.
6-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Tabella
Formato resoconto a colonne semplice
Tabella non è un tipo di formato, bensì una vista dei dati in un formato
a griglia simile a quello di un foglio elettronico, nel quale è possibile
ridisporre rapidamente i campi nel modo Usa. Ad esempio, è possi-
bile riordinare, ridimensionare o ordinare rapidamente le colonne
(campi) con un semplice clic del mouse (se le opzioni sono attivate).
Tabella è una delle tre viste disponibili per i formati in FileMaker
Pro. Per ulteriori informazioni, vedere “Visualizzazione di record” a
pagina 2-2 e “Impostazione di Visualizza come modulo, Visualizza
come lista e Visualizza come tabella” a pagina 6-11.
Resoconto a colonne con dati raggruppati
Come il formato Resoconto/lista a colonne, anche la tabella contiene i
campi selezionati, da sinistra a destra nell'ordine specificato, con i
Nell'assistente Nuovo formato/resoconto, è possibile scegliere di: nomi di campo come intestazioni colonna.

1 Limitare il numero di campi del formato in base alla larghezza Nota La vista Tabella è simile a un formato Resoconto/lista a colonne
della pagina (definita dai margini, dall'orientamento e dalle imposta- semplice, pur con alcune differenze. Tabella è una disposizione più
zioni della stampante): i campi vanno a capo su più righe. versatile dei dati, in quanto può essere attivata o disattivata nel modo
1 Raggruppare i record tramite ordinamento; sarà quindi possibile Usa. Questa vista è utile in quanto consente di apportare semplici
creare subtotali o dati di riassunto parziale nei gruppi (ad esempio modifiche alle modalità di visualizzazione nel modo Usa, oppure di
raggruppando i dati delle vendite per regione, quindi creando subto- visualizzare i dati con un aspetto classico, simile a quello di un foglio
tali per ciascuna regione). elettronico.
1 Aggiungere le sezioni intestazione e piè di pagina con testo statico
(ad esempio il nome della società), testo dinamico (il numero di
pagina o la data corrente) o un'immagine (ad esempio il logo della
società).
1 Salvare le informazioni in uno script per rieseguire il resoconto (ad
esempio, passare al formato resoconto, ordinare i dati, quindi
sospendere l'esecuzione per consentire di visualizzare l'anteprima
del resoconto).

È possibile modificare qualsiasi opzione una volta completata


l'esecuzione dell'assistente.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-5

Etichette
Il formato Etichette consente di disporre i campi selezionati in modo
da stamparli con una delle dimensioni etichetta standard predefinite.
FileMaker Pro dispone delle dimensioni di un numero elevato di
etichette standard. Se il tipo di etichetta desiderato non è disponibile,
è possibile specificare dimensioni personalizzate.

Formato scheda vuoto


Utilizzare un Formato scheda vuoto come punto di inizio per un
formato creato da zero, ad esempio una schermata complessa per
l'immissione di dati. È possibile aggiungere al formato i campi desi-
derati nel modo Formato scheda.

Tenere presente quanto segue:


1 I formati di FileMaker Pro sono suddivisi in sezioni del formato.
Si tratta di aree del formato che consentono di gestire la visualizza-
Buste zione e la stampa di dati, testo e immagini. A seconda delle scelte
Utilizzare il formato Busta per stampare i campi selezionati, disposti effettuate nell'assistente Nuovo formato/resoconto, FileMaker Pro
per la stampa su una busta commerciale standard “Com-10”. inserisce nel formato le sezioni corpo, intestazione e piè di pagina. I
resoconti a colonne con dati raggruppati e provvisti di totali hanno
anche sezioni riassunto parziale o riassunto finale oppure entrambe.
Una volta completato l'assistente, è comunque possibile eseguire
qualsiasi operazione di aggiunta, rimozione o modifica delle sezioni
del formato. Vedere “Informazioni sulle sezioni del formato scheda”
a pagina 6-28.
1 Se il formato prodotto non corrisponde alle aspettative, è possibile
ripetere l'esecuzione dell'assistente. Ricordare di eliminare il
formato non più necessario (vedere “Utilizzo, duplicazione, elimina-
zione o ridenominazione dei formati” a pagina 6-8).
6-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Nell'assistente Nuovo formato/resoconto, è possibile applicare i


temi del formato di FileMaker Pro per migliorare l'aspetto di un
formato o di un resoconto e per conferire a tutti i formati un aspetto
uniforme. Un tema ha effetto sulle caratteristiche del formato quali il
colore di sfondo, i bordi e il riempimento del campo e gli attributi di
testo interni ed esterni ai campi. Un tema non ha invece effetto sul
posizionamento e sul funzionamento di campi e oggetti. I temi
possono essere applicati soltanto nell'assistente.
1 Se si inserisce nel formato un campo da un altro database (campo
correlato), sarà necessario avere familiarità con i concetti del
capitolo 8, “Utilizzo dei file correlati”. Vedere inoltre “Scelta della
posizione dei campi correlati” a pagina 6-21.
1 Quando si crea una tabella e si passa al modo Formato scheda,
viene visualizzato il formato Modulo standard. La tabella non è un
tipo di formato, ma semplicemente un metodo di disposizione dei
dati, quale Visualizza come modulo o Visualizza come lista (nel menu
Visualizza nel modo Usa). Di fatto, è possibile scegliere di visualiz-
zare qualsiasi formato nella vista Tabella scegliendo menu Visualizza
> Visualizza come tabella.
1 Se si sta creando un formato da visualizzare sul Web tramite Web
Companion di FileMaker Pro, vedere “Impostazione delle visualiz-
zazioni del browser” a pagina 14-12.
1 Quando si crea un formato Resoconto/lista a colonne, è possibile
Considerazioni per la creazione di un formato Resoconto/ scegliere di salvare uno script che passa al formato, ordina i record
lista a colonne (se richiesto) e sospende l'esecuzione nel modo Anteprima. Lo script
viene aggiunto al menu Script, nel quale è possibile sceglierlo succes-
1 Se si sta creando un resoconto con dati raggruppati, è opportuno
sivamente per eseguire il resoconto. Prima di eseguire lo script, veri-
scegliere l'aspetto desiderato, in modo da utilizzare l'assistente con
ficare che sia visualizzato il gruppo individuato desiderato. È
più rapidità. L'assistente richiede di specificare uno o più campi in
possibile visualizzare o modificare lo script (ad esempio, aggiun-
base ai quali raggruppare i dati. Se si includono subtotali o totali
gendo un'istruzione Esegui la ricerca) scegliendo menu Script >
complessivi, è inoltre consigliabile scegliere i campi da riassumere,
ScriptMaker (vedere “Modifica degli script” a pagina 10-11).
e definire i campi riassunto prima di iniziare a utilizzare l'assistente.
Vedere “Informazioni sulla definizione dei campi di database” a
pagina 5-3. (Se necessario, è inoltre possibile definire i campi rias-
sunto all'interno dell'assistente.)
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-7

1 In un formato Resoconto/lista a colonne, i campi vengono disposti 1. Scegliere la stampante. Vedere “Configurazione di una stampante
in colonne. È possibile disporre anche i record in colonne, ad (Windows)” a pagina 4-2 o “Configurazione di una stampante
esempio per stampare un elenco di nomi e indirizzi. Per ulteriori (Mac OS)” a pagina 4-2.
informazioni, vedere “Configurazione della stampa di record su 2. Scegliere menu File > Impostazioni di stampa (Windows) o menu File
colonne” a pagina 6-9. > Impostazioni di pagina (Mac OS).
1 Se si prevede di stampare un Resoconto/lista a colonne e le colonne 3. Nella finestra di dialogo di impostazione:
superano la larghezza della pagina, eseguire una o più delle seguenti
operazioni: 1 Per fogli di etichette singoli, selezionare A4, quindi fare clic su OK.
1 ridurre le dimensioni del campo o del carattere presente nei 1 Per etichette a modulo continuo, creare un formato carta di altezza
campi. equivalente a quella di un'etichetta. Un formato carta personalizzato
consente di ridurre al minimo lo spostamento avanti e indietro del
1 assegnare alla pagina l'orientamento orizzontale. Ridurre la
carrello della stampante e di risparmiare carta. Le istruzioni speci-
scala di stampa a un valore inferiore al 100%. Vedere “Prepara-
zione della stampa di formati ampi” a pagina 4-2. fiche possono variare a seconda della stampante:

1 creare vari formati con un numero di colonne ridotto, quindi Windows: fare clic su Proprietà. Se la stampante supporta la crea-
stampare ciascun formato separatamente. zione di un formato carta personalizzato, la scheda Carta della fine-
stra di dialogo Proprietà contiene l'icona Personalizzata relativa al
1 In caso di problemi nell'ottenimento dei risultati desiderati per un
formato carta. Fare clic su Personalizzata, quindi nella finestra di
resoconto con dati raggruppati, consultare la Guida in linea disponi-
dialogo visualizzata, digitare i dati della tabella successiva e fare clic
bile per ciascun pannello dell'assistente.
su OK. Nella finestra di dialogo Proprietà, per Alimentazione scegliere
1 In caso di problemi nell'ottenimento dei risultati desiderati per un Trattore, quindi fare clic su OK. Nella finestra di dialogo Imposta
resoconto con dati raggruppati, vedere la sezione relativa alla risolu- stampante, fare clic su OK.
zione dei problemi nella Guida in linea di FileMaker Pro: scegliere
Mac OS: se la stampante supporta l'operazione, ridefinire un formato
menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare
carta utilizzato di rado. In primo luogo, in Carta, selezionare le
clic sulla scheda Indice, quindi digitare resoconti a rias-
dimensioni. Quindi, nell'area Modifica formato di stampa, digitare i
sunto parziale.
dati della tabella che segue, e fare clic su Salva. Selezionare Pagine
continue, quindi fare clic su OK.
Considerazioni per la creazione di un formato Etichette
Quando si stampano etichette, si utilizzano in genere fogli di Per Digitare
etichette distinti o rotoli di etichette continui (per le stampanti ad Nome Un nome descrittivo
aghi). Larghezza La larghezza del foglio di etichette

Poiché per il calcolo di margini e altre misurazioni del formato Lunghezza (Windows) L'altezza di una etichetta
si tiene conto della stampante selezionata e dei dati di impostazione o Altezza (Mac OS)

pagina o stampante, è opportuno verificare queste impostazioni


prima di creare un formato Etichette.
6-8 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Nota Se si definisce un formato carta personalizzato per la stampa di Se Eseguire questa operazione
etichette su una stampante ad aghi, i dati predefiniti di impostazione
Le buste vengono alimentate Mantenere l'intestazione e regolarla per far
stampante o pagina vengono modificati. Ripristinare le impostazioni
manualmente in una stampante corrispondere la stampa alle dimensioni della
precedenti prima di stampare altri formati. Vedere “Preparazione con alimentazione centrale busta.
della stampa” a pagina 4-2.
Le buste vengono alimentate Mantenere l'intestazione e regolarla per far
manualmente in una stampante corrispondere la stampa alle dimensioni della
Tenere presente quanto segue:
con alimentazione a sinistra busta. Si consiglia di determinare le dimen-
1 Quando si crea un formato Etichette, FileMaker Pro utilizza i campi sioni dell'intestazione sottraendo l'altezza
di fusione. Non è possibile immettere o modificare i dati nei campi della busta da 21,6 centimetri circa.
di fusione; passare alla vista Tabella (nel modo Usa, scegliere menu Le buste vengono alimentate Eliminare l'intestazione e inserire un piè di
Visualizza > Visualizza come tabella) o utilizzare a tale scopo un altro manualmente in una stampante pagina. Regolare il piè di pagina per adattare la
formato. Per ulteriori informazioni su come lavorare con i campi di con alimentazione a destra stampa alle dimensioni della busta.
fusione, vedere “Posizionamento di campi di fusione” a pagina 6-20.
Per ulteriori informazioni sulle viste, vedere “Visualizzazione di Nota Quando si crea un formato Busta, FileMaker Pro utilizza i
record” a pagina 2-2. campi di fusione. Non è possibile immettere o modificare i dati diret-
tamente nei campi di fusione; passare alla vista Tabella (nel modo
Considerazioni per la creazione di un formato Busta Usa, scegliere menu Visualizza > Visualizza come tabella) o utilizzare a
Poiché per il calcolo di margini e altre misurazioni del formato tale scopo un altro formato. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo
si tiene conto della stampante selezionata e dei dati di impostazione dei campi di fusione, vedere “Posizionamento di campi di fusione” a
pagina o stampante, è opportuno verificare queste impostazioni pagina 6-20. Per ulteriori informazioni sulle viste, vedere “Visualiz-
prima di creare un formato Busta. zazione di record” a pagina 2-2.

1. Scegliere la stampante. Vedere “Configurazione di una stampante


(Windows)” a pagina 4-2 o “Configurazione di una stampante Utilizzo, duplicazione, eliminazione o
(Mac OS)” a pagina 4-2.
2. Scegliere menu File > Impostazioni di stampa (Windows) o menu File
ridenominazione dei formati
> Impostazioni di pagina (Mac OS). Dopo aver creato più formati, per passare facilmente da un formato
all'altro utilizzare il menu a tendina dei formati o, nel modo Formato,
3. Nella finestra di dialogo di impostazione, selezionare le dimen-
l'icona del libro.
sioni della busta. Inoltre, se le buste vengono inserite nella stampante
dal lato più lungo, scegliere l'orientamento carta orizzontale.
4. Fare clic su OK.

Una volta creato il formato, può risultare necessario modificarlo in


base alla modalità di inserimento delle buste nella stampante (vedere
“Ridimensionamento delle sezioni del formato” a pagina 6-35 e
“Eliminazione di sezioni del formato” a pagina 6-35).
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-9

Nel modo Formato scheda, eseguire questa 1 In un database multiutente, soltanto l'host può riordinare i formati,
Per operazione e soltanto quando il database non è condiviso (vedere “Informazioni
Duplicare un Nel menu a tendina dei formati, scegliere il formato da sulla condivisione in rete dei file” a pagina 13-1).
formato duplicare, quindi scegliere menu Formati > Duplica il 1 È possibile creare, duplicare o eliminare formati tramite i pulsanti
formato. Il formato duplicato viene visualizzato e il suo
della barra degli strumenti Standard (scegliere menu Visualizza >
nome (corredato di Copia viene aggiunto come ultima
Barre degli strumenti > Standard). Vedere “Utilizzo delle barre degli
opzione del menu a tendina dei formati).
strumenti” a pagina 1-5.
Eliminare un Nel menu a tendina dei formati, scegliere il formato da
formato eliminare. Scegliere menu Formati > Elimina il formato, 1 non è possibile copiare un intero formato in un altro file di File-
quindi fare clic su Elimina nella finestra del messaggio di Maker Pro, ma è possibile ottenere lo stesso risultato salvando un
avviso. L'eliminazione di un formato non può essere clone del file (vedere “Salvataggio di file” a pagina 1-8). È inoltre
annullata. possibile copiare e incollare campi e oggetti del formato in un altro
Rinominare un Nel menu a tendina dei formati, scegliere il formato da file. (Vedere “Copia, duplicazione ed eliminazione di oggetti” a
formato rinominare. Scegliere menu Formati > Imposta il formato, pagina 6-14.)
quindi in Nome formato, digitare un nome descrittivo e fare
1 tutti i formati sono visualizzati nel menu a tendina dei formati nel
clic su OK.
modo Formato scheda, sia che l'opzione Includi nel menu dei formati
Riordinare i Scegliere menu Formati > Imposta ordine dei formati. Posi- sia selezionata o disattivata.
formati nel menu a zionare il puntatore sul nome del formato desiderato e
tendina dei formati trascinarlo nella nuova posizione, quindi scegliere OK.
Configurazione della stampa di record su colonne
Includere o esclu- Scegliere menu Formati > Imposta ordine dei formati., quindi
dere un formato nel fare clic su un nome di formato. Per includere il formato,
È possibile scegliere di stampare (o visualizzare in anteprima) i
menu a tendina dei selezionare Includi nel menu dei formati. Per escludere il record disposti su colonne, ad esempio per un elenco di nomi e indi-
formati nei modi formato, disattivare l'opzione. (Per selezionare o disatti- rizzi. Ciò contrasta con il formato Resoconto/lista a colonne, nel quale
Usa, Trova e Ante- vare l'opzione è anche possibile fare clic a sinistra del i campi vengono disposti su colonne.
prima nome del formato.)
Il nome del formato inserito nel menu a tendina dei Quando si configura la stampa di record su colonne, tutti i valori dei
formati viene affiancato da un segno di spunta. campi di un record (e le relative etichette, se specificato) vengono
stampati insieme in un blocco (come su un'etichetta), quindi vengono
Tenere presente quanto segue: stampati insieme i valori del record successivo e così via. Le colonne
1 Prima di modificare un formato complesso è opportuno crearne multiple vengono visualizzate soltanto nei modi Formato scheda e
una copia, in quanto non è possibile annullare le modifiche principali Anteprima e al momento della stampa (non nei modi Usa o Trova).
o tornare a una versione salvata in precedenza.
1 Un database deve avere almeno un formato, per cui non è possibile
eliminare l'ultimo.
1 I nomi di formato non devono necessariamente essere unici.
6-10 Guida per l’utente di FileMaker Pro

È possibile scegliere di disporre le colonne orizzontalmente o verti- Per Eseguire questa operazione
calmente nella pagina.
Disporre i record in modo Selezionare Orizzontale. Utilizzare questa opzione
che scorrano prima oriz- per resoconti di tipo etichette, per utilizzare il
Verticale Orizzontale zontalmente sulla pagina numero minimo di righe e risparmiare materiali di
(da sinistra a destra, una stampa.
1 5 1 2 riga alla volta)

2 6 3 4 Disporre i record in modo Selezionare Verticale. Utilizzare questa opzione


che scorrano prima verti- per resoconti di tipo lista, in cui i dati vengono
3 7 5 6 calmente sulla pagina consultati dall'alto verso il basso, una colonna alla
(dall'alto in basso, una volta.
4 8 7 8 colonna alla volta)

5. Nel formato, vengono visualizzate linee verticali indicanti le


colonne. Disporre i campi e altri oggetti del formato in modo che
Per configurare le colonne in un formato: siano contenuti nella colonna di esempio a sinistra
1. Scegliere una stampante e le opzioni di impostazione stampa o
pagina.
Colonna di esempio
Per il calcolo di margini e altre misurazioni sui formati,
FileMaker Pro rileva la stampante selezionata e le impostazioni
correnti per la stampante e la pagina. Vedere “Configurazione di una
stampante (Windows)” a pagina 4-2 o “Configurazione di una stam-
pante (Mac OS)” a pagina 4-2. Ridimensionare manualmente le
colonne tramite trascinamento
2. Nel modo Formato scheda, creare un formato o sceglierne uno dal
menu a tendina dei formati.
La soluzione più semplice consiste nell'iniziare con un formato Per Eseguire questa operazione
Scheda vuoto o con un formato senza oggetti nella sezione corpo. Regolare interattiva- Trascinare il bordo destro della colonna (la riga tratteg-
mente la larghezza giata sul lato destro della colonna di esempio). Se si
3. Scegliere menu Formati > Imposta il formato.
delle colonne amplia la colonna, viene visualizzata un'area grigia,
4. Nella finestra di dialogo Imposta il formato, scheda Generale, sele- indicante un'area di rilegatura che non verrà stampata.
zionare Stampa in <valore> colonne, selezionare le opzioni desiderate Misurare con preci- Scegliere menu Visualizza > Dim. oggetto. Posizionare
per le colonne, quindi fare clic su OK. sione e regolare la il puntatore sul bordo destro della colonna e tenere
larghezza delle premuto il pulsante del mouse (fare attenzione a non
Per Eseguire questa operazione
colonne trascinare la larghezza colonna). La larghezza colonna
Specificare il numero delle In Stampa in <valore> colonne, digitare un numero corrisponde al penultimo campo nella palette
colonne compreso tra 1 e 99. Dim. ogg.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-11

Nota Per inserire più dati nella larghezza di una colonna, utilizzare Nel modo Formato scheda, è possibile specificare quali viste saranno
campi di fusione oppure campi o oggetti con lo spostamentoattivato. disponibili negli altri modi.
Con entrambe le funzionalità, i campi possono estendersi nell'area 1. Scegliere il formato con il quale lavorare dal menu a tendina dei
grigia della seconda colonna. Quando i dati vengono visualizzati o formati.
stampati, gli spazi vuoti dei campi vengono eliminati. Vedere “Posi-
2. Scegliere menu Formati > Imposta il formato.
zionamento di campi di fusione” a pagina 6-20 e “Informazioni sulla
rimozione dello spazio vuoto dai dati stampati” a pagina 7-25. 3. Nella finestra di dialogo Imposta il formato, fare clic sulla scheda
Visualizzazioni, quindi selezionare una o più viste.
Se si modifica il numero di colonne, la larghezza viene modificata in
Quando si
modo da adattare tutte le colonne al formato carta definito, esclusi i seleziona Questo comando è attivo nei modi Usa e Trova
margini fissi. Può risultare necessario ridisporre i campi in modo da
Modulo Menu Visualizza > Visualizza come modulo.
adattarli alla colonna di esempio.
Lista Menu Visualizza > Visualizza come lista.
Tenere presente quanto segue: Tabella Menu Visualizza > Visualizza come tabella.
1 Quando si seleziona Verticale, FileMaker Pro stampa riassunti
parziali con larghezza uguale a quella della colonna. Se è stato speci- Per impostazione predefinita, tutte le viste sono attivate.
ficato che al riassunto parziale segue un salto pagina, viene iniziata una
4. Selezionare Tabella per visualizzare la finestra di dialogo Proprietà
nuova colonna, e non una nuova pagina. Con l'opzione Orizzontale, i
della tabella.
riassunti parziali vengono stampati con larghezza uguale a quella della
pagina, e il salto pagina specificato dà inizio a una nuova pagina.
(Vedere “Definizione dei salti pagina e della numerazione” a
pagina 6-33.) Specificare le impostazioni di
1 Per informazioni sulle opzioni della finestra di dialogo Imposta il griglia della tabella
Specificare se visualizzare la
formato, vedere la sezione successiva e “Impostazione dei margini sezione intestazione o la
della pagina” a pagina 7-23. sezione piè di pagina
Specificare se visualizzare
Impostazione di Visualizza come modulo, Visualizza come e come funzionano le
intestazioni di colonna
lista e Visualizza come tabella Specificare un'altezza di riga
In FileMaker Pro sono disponibili tre viste diverse di ciascun personalizzata (tutte le righe
hanno la stessa altezza)
formato: modulo, lista e tabella. Quando si cambia vista, si cambia la
modalità di visualizzazione o stampa dei record. Per ulteriori infor-
mazioni sulle differenze tra le viste e su come utilizzare queste Per informazioni più dettagliate sulle proprietà della tabella, consul-
ultime, vedere “Visualizzazione di record” a pagina 2-2. tare la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in
Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
Indice, quindi digitare Visualizza come tabella.
6-12 Guida per l’utente di FileMaker Pro

5. Fare clic su OK. Informazioni sull'utilizzo di oggetti in un


Tenere presente quanto segue: formato
1 Quando si specifica Visualizza come lista nel modo Usa o Trova, non Un oggetto è un elemento distinto: un campo, del testo, un oggetto
vengono visualizzati riassunti parziali del formato. I riassunti grafico (un'ellisse o un'immagine importata), un pulsante o un
parziali e i rispettivi dati appaiono calcolati correttamente soltanto portale (per la visualizzazione di righe di record correlati). Un
nel modo Anteprima o in un resoconto stampato (vedere “Visualiz- oggetto può essere selezionato, spostato, ridimensionato, eliminato,
zazione o stampa dei dati del riassunto parziale o del riassunto copiato, formattato e modificato in altri modi. L'inserimento di
complessivo” a pagina 6-32). Inoltre, quando si specifica Visualizza oggetti consente di migliorare l'aspetto del formato.
come tabella in qualsiasi modo, non vengono visualizzate né stam-
pate le sezioni riassunto parziale o riassunto complessivo. Ad esempio, aggiungere i campi Nome cliente e Articoli campio-
nario a un formato per visualizzare i dati di questi campi. Per sempli-
1 Per modificare il colore o il motivo di sfondo della tabella, assicu-
ficare la comprensione del formato, aggiungere il titolo “Fattura” o
rarsi che i campi siano trasparenti, quindi modificare il colore o il
evidenziare un gruppo di campi visualizzandoli in un rettangolo.
motivo della sezione corpo (vedere “Aggiunta o modifica delle
sezioni del formato” a pagina 6-30). Le intestazioni di colonna rica- Nel modo Usa, gli oggetti hanno lo stesso aspetto nei diversi record,
vano gli attributi del carattere (salvo il colore del carattere, che è mentre i dati dei campi cambiano a seconda del contenuto del data-
sempre nero) dal primo campo dell'ordine di tabulazione (vedere base.
“Impostazione dell'ordine d'inserimento per l'immissione di dati” a
pagina 7-9). Non è possibile modificare lo sfondo delle intestazioni
di colonna.
1 Se è selezionato Includi intestazioni di colonna, è possibile ridimen-
sionare le colonne o ordinare in base ai valori di una colonna (se si
dispone dei privilegi di accesso necessari), e questo anche se Colonne
ridimensionabili e Ordina i dati quando selezioni la colonna vengono
disattivate facendo clic con il pulsante destro del mouse (Windows)
o facendo clic sull'intestazione di colonna tenendo premuto
Controllo (Mac OS), quindi scegliendo il comando appropriato dal
menu sensibile al contesto. Vedere “Visualizzazione di record” a
pagina 2-2.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-13

Utilizzo degli strumenti del formato Per ulteriori informazioni su Vedere


Per ciascun tipo di oggetto, è possibile utilizzare strumenti specifici Aggiunta di un portale a un formato “Creazione e formattazione di portali per
del pannello degli strumenti o della barra Strumenti (scegliere menu (un portale visualizza dati di campi l'inserimento di campi correlati” a
Visualizza > Barre degli strumenti > Strumenti). correlati su righe, un record per riga) pagina 6-22

Posizionare campi in un formato “Posizionamento e rimozione di campi


Barre degli strumenti da un formato” a pagina 6-18

Aggiungere sezioni a un formato “Aggiunta o modifica delle sezioni del


formato” a pagina 6-30

Utilizzare le palette di effetti riempi- “Impostazione di colori, motivi, spessori


mento, penna e oggetto ed effetti oggetto” a pagina 7-16

Selezione di oggetti
Strumento Selezione Per poter lavorare su un oggetto di un formato, è necessario selezio-
nare l'oggetto nel modo Formato scheda. Quando un oggetto viene
selezionato, sugli angoli dell'oggetto appaiono quadratini di sele-
zione.

Sugli angoli dell'oggetto sele-


zionato appaiono quadratini
Strumenti dell'area di stato nel modo Formato scheda di selezione

Nota Se non viene visualizzato il pannello degli strumenti sul lato Per selezionare un oggetto, in primo luogo fare clic sullo strumento
sinistro della finestra del documento, è possibile che l'area di stato sia Selezione nel pannello degli strumenti. Il puntatore assume la
nascosta. Verificare di essere nel modo Formato scheda (scegliere forma di una freccia.
menu Visualizza > Formato scheda), quindi fare clic sul controllo
dell'area di stato nell'angolo inferiore destro della finestra del Nota Se i quadratini di selezione di un oggetto sono grigi anziché
documento. neri, l'oggetto è protetto (vedere “Protezione di oggetti dalle modi-
fiche” a pagina 6-17).
Per ulteriori informazioni su Vedere
Nel modo Formato scheda, eseguire questa
Aggiunta di testo a un formato “Aggiunta di testo a un formato” a Per selezionare operazione
pagina 7-11
Un oggetto Fare clic sull'oggetto con il puntatore a freccia. Se
Tracciatura di linee e forme in un “Tracciatura di linee e forme” a l'oggetto è trasparente, fare clic sul bordo dell'oggetto.
formato pagina 7-15

Aggiunta di un pulsante che esegue “Utilizzo di pulsanti con gli script” a


uno script pagina 10-13
6-14 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Nel modo Formato scheda, eseguire questa 1 Se più oggetti sono raggruppati, non è possibile spostare un singolo
Per selezionare operazione oggetto all'interno del gruppo fino a quando non si annulla il
Più oggetti contem- Trascinare il puntatore a freccia creando una cornice di raggruppamento. Selezionare l'oggetto raggruppato, quindi scegliere
poraneamente selezione che racchiuda completamente gli oggetti. Se si menu Organizza > Separa (vedere “Raggruppamento e separazione
preme Ctrl (Windows) o 2 (Mac OS) durante il trascina- degli oggetti” a pagina 7-19).
mento, non sarà necessario che la cornice di selezione
circondi completamente gli oggetti.
1 In un formato, è possibile disporre gli oggetti su più livelli. Se in
un formato non è possibile visualizzare un oggetto, può essere neces-
In alternativa, fare clic sugli oggetti tenendo premuto
sario spostare altri oggetti in secondo piano nell'ordine di sovrappo-
Maiusc.
sizione. Selezionare l'oggetto o gli oggetti in primo piano, quindi
Tutti gli oggetti del Scegliere menu Modifica > Seleziona tutto.
scegliere menu Disponi > Porta in secondo piano (vedere “Sposta-
formato
mento avanti o indietro di oggetti in un formato” a pagina 7-20).
Tutti gli oggetti Fare clic sullo strumento corrispondente al tipo di oggetto
dello stesso tipo (ad da selezionare, quindi scegliere menu Modifica > Seleziona
1 Per lavorare con gli oggetti, è possibile utilizzare i pulsanti della
esempio, tutto il tutto. In alternativa, selezionare un oggetto, quindi fare barra degli strumenti Organizza (scegliere menu Visualizza > Barre
testo o tutti i rettan- clic sul pulsante Seleziona oggetti per tipo sulla barra degli degli strumenti > Organizza). Vedere “Utilizzo delle barre degli stru-
goli) salvo i strumenti Organizza. menti” a pagina 1-5.
pulsanti, i campi e i
1 Per alternare tra lo strumento Selezione e un altro strumento,
portali
premere Ctrl + Invio o Invio sul tastierino numerico (Windows) o
Tutti i campi Con il puntatore a freccia fare clic su un campo, premere Inserimento (Mac OS).
Maiusc (Windows) o Opzione (Mac OS), quindi scegliere
menu Modifica > Seleziona tutto. In alternativa selezionare
un campo, quindi fare clic sul pulsante Seleziona oggetti Copia, duplicazione ed eliminazione di oggetti
per tipo sulla barra degli strumenti Organizza. Nel modo Formato scheda, è possibile tagliare o copiare, quindi
Un portale Con il puntatore a freccia, fare clic sul bordo del portale o incollare oggetti grafici e testo, campi (compresi i campi correlati),
su qualsiasi area del portale non contenente un campo o un pulsanti e portali. È inoltre possibile tagliare, copiare e incollare dati
oggetto. dei campi nei modi Usa e Trova (vedere “Copia e spostamento di dati
Deselezionare gli Fare clic su un'area vuota del formato o su qualsiasi stru- nei record” a pagina 2-9).
oggetti selezionati mento del pannello degli strumenti. In alternativa,
premere Maiusc e fare clic sugli oggetti selezionati. Selezionare l'oggetto, quindi eseguire
Per questa operazione

Tenere presente quanto segue: Copiare (o tagliare) un Scegliere menu Modifica > Copia (o Taglia). Fare clic
oggetto, quindi incol- con il puntatore a freccia nel punto in cui verrà posi-
1 Per informazioni sulla selezione, la modifica e l'utilizzo del testo, larlo nello stesso zionato il centro dell'oggetto, quindi scegliere menu
vedere “Informazioni sull'utilizzo del testo” a pagina 2-15 e formato o in un formato Modifica > Incolla.
“Aggiunta di testo a un formato” a pagina 7-11. diverso oppure in un Per informazioni più dettagliate, consultare le note
altro file di database che seguono.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-15

Selezionare l'oggetto, quindi eseguire 1 Quando si copia un campo in un altro formato dello stesso file di
Per questa operazione database, vengono copiate le caratteristiche del campo (quali le
Duplicare un oggetto Scegliere menu Modifica > Duplica. dimensioni, i bordi e gli stili di testo) e la definizione del campo (il
In alternativa, trascinare tenendo premuto Ctrl tipo, le opzioni del campo e, nel caso di campi correlati, la relazione).
(Windows) o Opzione (Mac OS). Quando si copia un campo in un formato di un altro file di database,
FileMaker Pro ricerca un nome di campo corrispondente nel file di
Eliminare un oggetto Scegliere menu Modifica > Cancella.
senza sostituire il conte- In alternativa, premere Backspace o Canc.
destinazione. Se viene rilevato un nome corrispondente, il campo
nuto degli Appunti incollato adotta la definizione del campo corrispondente. Se non
viene rilevata una corrispondenza, vengono incollate soltanto le
Tenere presente quanto segue: caratteristiche del campo. Vedere “Informazioni sulla definizione
dei campi di database” a pagina 5-3.
1 Se l'applicazione di origine supporta questa funzionalità, è possi-
bile spostare rapidamente oggetti dall'applicazione a FileMaker Pro 1 Quando si copia un portale in un altro formato nello stesso file di
trascinando l'oggetto dalla finestra dell'applicazione al formato di database, FileMaker Pro copia le caratteristiche del portale (quali le
FileMaker Pro. In alternativa, è possibile trascinare oggetti da un dimensioni, i bordi e gli stili di testo) e la relazione. Quando si copia
formato a un'altra applicazione, al desktop di Windows o al Finder. un portale in un formato di un altro file di database, FileMaker Pro
Per ulteriori informazioni sull'attivazione e l'utilizzo del trascina- ricerca una relazione corrispondente nel file di destinazione. Se
mento della selezione, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. viene rilevata una relazione corrispondente, il portale incollato
Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e adotta la definizione della relazione. Se non viene rilevata una corri-
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare trascina- spondenza, vengono incollate soltanto le caratteristiche del portale e
mento della selezione. la relazione resta indefinita. I campi e gli oggetti presenti in un
portale vengono copiati e incollati soltanto se vengono selezionati
1 Gli oggetti protetti possono essere copiati e duplicati, ma non
insieme al portale. Vedere “Creazione e formattazione di portali per
tagliati né eliminati.
l'inserimento di campi correlati” a pagina 6-22.
1 Quando si copia un campo in un altro formato nello stesso file di 1 Per informazioni complete su come copiare e incollare oggetti
database, FileMaker Pro copia le caratteristiche del campo quali le
OLE, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu
dimensioni, i bordi e gli stili di testo.
Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
scheda Indice, quindi digitare oggetti OLE, modifica. Fare
doppio clic su Copiare e incollare gli oggetti OLE.
1 Utilizzare il comando Duplica per creare una serie di oggetti iden-
tici, posti alla stessa distanza fra loro. Dopo aver scelto menu Modi-
fica > Duplica, trascinare immediatamente il nuovo oggetto nella
posizione desiderata (senza deselezionarlo). Scegliere di nuovo
Duplica: la nuova copia appare nella stessa posizione (rispetto alla
prima copia) di quella della prima copia rispetto all'originale.
6-16 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Per informazioni sulla selezione, la modifica e l'utilizzo del testo, 1 Per spostare un portale, i campi correlati e gli oggetti in esso conte-
vedere “Informazioni sull'utilizzo del testo” a pagina 2-15. nuti, selezionare il portale facendo clic sul bordo e fare clic sugli
oggetti.
Spostamento di oggetti in un formato 1 I campi e i portali funzionano in modo diverso a seconda che si
Per spostare oggetti, nel modo Formato scheda fare clic sullo stru- trovino nel corpo del formato, in una sezione di riassunto parziale o
mento Selezione del pannello degli strumenti, selezionare uno o più in un'intestazione/piè di pagina. Vedere “Informazioni sui tipi di
oggetti, quindi trascinarli nella nuova posizione. Quando si spostano formato” a pagina 6-3.
campi o testo, le linee base del testo si estendono orizzontalmente 1 Per lo spostamento degli oggetti, tenere presente che gli oggetti
dall'oggetto, per favorirne l'allineamento con altri oggetti. possono essere raggruppati, sovrapposti, allineati e ruotati. Vedere
Per Eseguire questa operazione “Disposizione degli oggetti” a pagina 7-19.
Spostare la selezione di un pixel Premere freccia SU, freccia SINI-
STRA, freccia DESTRA o freccia Modifica della forma e delle dimensioni di un oggetto
GIÙ. Dopo aver tracciato una riga o una forma in un formato, è possibile
Limitare lo spostamento alla sola dire- Trascinare la selezione tenendo modificare o ridimensionare l'elemento tracciato. È inoltre possibile
zione verticale o orizzontale premuto Maiusc. cambiare la forma o le dimensioni di campi, portali, immagini,
Spostare la selezione con precisione Utilizzare i righelli grafici, le linee di
filmati e blocchi di testo.
riferimento, le griglie oggetto e la 1. Nel modo Formato scheda, fare clic sullo strumento Selezione del
palette Dim. ogg. (vedere “Utilizzo pannello degli strumenti, quindi selezionare uno o più oggetti.
degli strumenti per posizionare gli
oggetti con precisione” a pagina 7-21). Vedere “Selezione di oggetti” a pagina 6-13.

Ignorare le griglie oggetto al momento Trascinare la selezione tenendo 2. Per modificare la forma e le dimensioni dell'oggetto, trascinare un
dello spostamento di una selezione premuto Alt (Windows) o 2 quadratino di selezione.
(Mac OS).
Eseguire questa
Posizionare la selezione oltre l'area Trascinare l'oggetto verso il bordo Per operazione
delimitata dalla finestra del documento della finestra del documento. L'area di 1 Modificare soltanto l'altezza o la larghezza di un Trascinare un quadratino
FileMaker Pro scorrerà in tale dire- oggetto bidimensionale (ad esempio un campo, un tenendo premuto Maiusc.
zione. rettangolo, un'ellisse o un'immagine importata)
1 Tracciare una linea esattamente verticale o oriz-
Tenere presente quanto segue: zontale
1 Per ulteriori informazioni sulla selezione di uno o più oggetti, 1 Assegnare larghezza e altezza uguali a un Trascinare un quadratino
vedere “Selezione di oggetti” a pagina 6-13. oggetto bidimensionale (ad esempio un rettangolo tenendo premuto Ctrl
diventa un quadrato, un ovale diventa un cerchio) (Windows) o Opzione
1 Per spostare in modo più semplice più oggetti, raggrupparli prima
di spostarli. Vedere “Raggruppamento e separazione degli oggetti” a 1 consentire soltanto spostamenti incrementali di (Mac OS).
45˚ quando si ridimensiona una linea
pagina 7-19.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-17

Eseguire questa Nota Quando si copia o si duplica un oggetto protetto, la copia non
Per operazione sarà protetta. Quando si raggruppano oggetti comprendenti un
Ridimensionare la selezione con precisione Utilizzare i righelli grafici, oggetto protetto, l'oggetto raggruppato è protetto. La protezione non
le linee di riferimento, le impedisce la modifica dell'ordine di sovrapposizione.
griglie oggetto e la palette
Dim. ogg. (vedere “Utilizzo
degli strumenti per posizio- Informazioni sull'utilizzo dei campi in un
nare gli oggetti con preci-
sione” a pagina 7-21). formato
Ignorare le griglie oggetto al momento del trasci- Trascinare un quadratino Dopo la creazione di un formato, è possibile posizionare nuovi campi
namento di un quadratino tenendo premuto Alt nel formato, rimuovere i campi che non si desidera visualizzare e
(Windows) o 2 (Mac OS). determinare la modalità di visualizzazione dei dati. Per impedire il
posizionamento automatico nel formato corrente dei campi che
Tenere presente quanto segue: vengono definiti, vedere “Impostazione delle preferenze del formato
1 Ridimensionando la prima ripetizione di un campo multiplo, scheda” a pagina A-2.
vengono ridimensionate tutte le ripetizioni.
I campi di un formato sono oggetti, sui quali è possibile eseguire
1Il ridimensionamento di un oggetto raggruppato determina il ridi-
operazioni di selezione, spostamento, ridimensionamento e modifica
mensionamento di tutti gli oggetti del gruppo. Vedere “Raggruppa-
della forma (vedere le sezioni precedenti). Nel modo Formato scheda
mento e separazione degli oggetti” a pagina 7-19.
viene visualizzato il nome di ciascun campo, formattato con gli attri-
buti di carattere, dimensione, stile, allineamento, interlinea e colore.
Protezione di oggetti dalle modifiche Tutti i campi ad eccezione dei campi Contenitore visualizzano linee
È possibile impedire la modifica, lo spostamento o l'eliminazione di base del testo, per indicare il punto di visualizzazione dei dati nel
oggetti del formato proteggendo gli oggetti stessi. L'applicazione di modo Usa e per ottimizzare l'allineamento dei campi.
una protezione a un campo nel modo Formato scheda non impedisce
la modifica delle informazioni relative al campo nel modo Usa. Etichetta del campo Linea base del campo

Per proteggere oggetti in un formato, selezionare gli oggetti nel


modo Formato scheda, quindi scegliere menu Organizza > Proteggi. I I campi visualizzano
quadratini di un oggetto protetto sono grigi anziché neri. i rispettivi nomi

Per rimuovere la protezione degli oggetti, selezionare gli oggetti,


quindi scegliere menu Organizza > Rimuovi protezione. Strumento Campo
6-18 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Tenere presente quanto segue: Nota Se si sta lavorando con più file di database correlati (un data-
1 Un campo che non appare in un formato esiste comunque nel data- base relazionale), è possibile visualizzare nel formato campi corre-
base e i dati relativi possono essere utilizzati in calcoli e riassunti. lati. È possibile posizionare i campi correlati direttamente sul
formato o in un portale (un oggetto del formato, che visualizza dati
1 Per controllare la formattazione di dati in un campo (formattazione di tutti i record correlati del file correlato che soddisfano i criteri
del testo, formati numerici, di data, di ora e dei campi Contenitore) della relazione). Prima di inserire un campo correlato nel formato,
nonché l'aspetto del campo, (impostazioni di riempimento e bordo, vedere “Scelta della posizione dei campi correlati” a pagina 6-21 e
barre di scorrimento e così via), scegliere le opzioni di formattazione “Creazione e formattazione di portali per l'inserimento di campi
del campo mentre non è selezionato alcun campo. Le opzioni scelte correlati” a pagina 6-22.
verranno applicate a tutti i campi aggiunti successivamente. In alter-
nativa, è possibile specificare le opzioni di formattazione per ciascun Per posizionare un campo in un formato:
campo. Vedere “Formattazione dei dati dei campi in un formato” a
1. Nel modo Formato scheda, scegliere il formato con il quale lavo-
pagina 6-24 e “Personalizzazione dei campi di un formato” a
rare dal menu a tendina dei formati.
pagina 7-1.
2. Trascinare un campo dallo strumento Campo alla posizione desi-
Posizionamento e rimozione di campi da un formato derata nel formato.
È possibile inserire un campo in qualsiasi punto di qualsiasi formato, Durante il trascinamento del campo nel formato, appaiono un bordo
per il numero di volte desiderato. (È possibile inserire soltanto campi e le linee base del testo, che consentono di allineare in modo ottimale
che sono stati definiti. Vedere “Informazioni sulla definizione dei il campo con gli altri oggetti del formato. Quando il campo si trova
campi di database” a pagina 5-3.) nella posizione desiderata, rilasciare il pulsante del mouse.
Nota Se si sta posizionando un campo correlato in un portale, inse-
Posizionando lo stesso campo in diversi punti di un formato, si otten- rirlo nella prima riga del portale. Verificare che tutti i campi correlati
gono risultati diversi. Ad esempio: utilizzino la stessa relazione del portale. (Un campo correlato che
1 Aggiungere lo stesso campo Riassunto a un riassunto parziale per utilizza una relazione diversa visualizza una sola ricorrenza dei dati.)
il calcolo dei totali di ciascun gruppo di record ordinati e a un rias-
sunto finale per ottenere i totali relativi a tutti i record del database.
Strumento-
1 Aggiungere un campo alla sezione intestazione o piè di pagina per Campo Quando si trascinano i campi sul
formato, appaiono il bordo del
ripetere i dati del primo o dell'ultimo record della pagina come inte- campo e le linee base del testo
stazione o piè di pagina. Ad esempio, aggiungere un campo Cognome
all'intestazione di un elenco utenti. 3. Nella finestra di dialogo Specifica i campi, selezionare il campo
1 Aggiungere lo stesso campo correlato direttamente a un formato da posizionare.
per visualizzare il valore del campo nel primo record correlato,
oppure in un portale, per visualizzare valori di più record correlati.
(Per ulteriori informazioni sull'impostazione di un database relazio-
nale e sulle definizioni della terminologia relativa ai database rela-
zionali, vedere il capitolo 8, “Utilizzo dei file correlati”.)
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-19

Per posizionare un campo correlato Per rimuovere un campo da un formato, nel modo Formato scheda
scegliere il nome della relazione, fare clic sul campo per selezionarlo, quindi premere Backspace o
quindi scegliere il campo correlato
Canc oppure scegliere menu Modifica > Cancella. La rimozione di un
campo da un formato non comporta l'eliminazione del campo o dei
Selezionare il campo da aggiungere
relativi dati dal database. (Per l'eliminazione di un campo e dei dati
corrispondenti, vedere “Eliminazione di definizioni e di dati di
campo” a pagina 5-13.)
Selezionare per utilizzare il nome del
campo come etichetta del campo
Tenere presente quanto segue:
1 Se quando si posiziona un campo si inserisce un'etichetta, quindi
Per scegliere un campo correlato, scegliere la relazione da utilizzare si rinomina il campo nella finestra di dialogo Definisci i campi,
nella lista delle relazioni posta sopra la lista dei campi. In alternativa, l'etichetta del campo assume il nuovo nome in tutti i formati in cui
scegliere Definisci le relazioni per creare una relazione (vedere “Defi- appare.
nizione delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti” a 1 Per semplificare e rendere più uniforme l'immissione di dati in un
pagina 8-11), quindi selezionare un campo correlato dalla lista dei campo, definire una lista di valori, associarla al campo, quindi
campi. formattare il campo come menu a tendina, lista a tendina, gruppo di
4. Selezionare Crea etichetta per inserire il nome del campo come caselle di controllo o gruppo di pulsanti di opzione (radio). Vedere
testo nel formato. “Definizione di una lista valori per l'immissione di dati” a
pagina 7-3.
5. Fare clic su OK.
1 Per inserire dati del campo in una riga o in un blocco di testo,
Il nome del campo viene visualizzato nel campo del formato, salvo
utilizzare i campi di fusione (vedere la sezione che segue, “Posizio-
se si è scelto di visualizzare dati di esempio (menu Visualizza > Mostra
namento di campi di fusione”).
> Esempi).
1 Per “ridurre” lo spazio tra i campi e gli altri oggetti del formato,
Per sostituire un campo con un altro campo, nel modo Formato omettere le ripetizioni vuote dei campi multipli o le righe del portale
scheda fare doppio clic sul campo, quindi selezionare il nome del vuote, oppure ridurre le dimensioni di una sezione Contenitore del
nuovo campo nella finestra di dialogo Specifica il campo e scegliere formato, specificare le opzioni di spostamento. Vedere “Informa-
OK. Se quando è stato inserito il campo originale è stata creata zioni sulla rimozione dello spazio vuoto dai dati stampati” a
un'etichetta, sarà necessario modificare il testo dell'etichetta per pagina 7-25.
riflettere il nuovo nome di campo. 1 Per posizionare un'immagine statica (quale un logo o un elemento
decorativo) in un formato, in modo che sia visualizzata su ciascun
record, creare, incollare o importare l'immagine direttamente nel
formato, anziché utilizzare un campo Contenitore. Vedere “Inseri-
mento di immagini in un formato” a pagina 7-18.
6-20 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Anziché posizionare i campi, è possibile copiarli da altri formati e Ad esempio, quando il campo di fusione <<Nome società>> si trova
altri database. Vedere “Copia, duplicazione ed eliminazione di tra Spettabile ditta e i due punti (:) (in altri termini, Spettabile
oggetti” a pagina 6-14. ditta<<Nome società>>:), FileMaker Pro visualizza Spettabile ditta
Marchesi: nel modo Usa o Anteprima se il campo Nome società
Per i campi correlati, tenere presente quanto segue: contiene Marchesi.
1 Prima di posizionare campi correlati in un formato, è opportuno
I campi di fusione sono utili per la creazione dei formati Etichette e
acquisire familiarità con i concetti del capitolo 8, “Utilizzo dei file
Busta.
correlati”.
1 In generale, le modalità di utilizzo dei campi correlati (selezione, Nota Non è possibile modificare o immettere valori in un campo di
ridimensionamento, formattazione, personalizzazione e rimozione) fusione.
sono analoghe a quelle utilizzate per i campi non correlati. Quando
si inserisce un campo correlato in un formato, è necessario scegliere Per posizionare un campo di fusione in un formato:
se collocare il campo nel formato stesso o in un portale (vedere 1. Nel modo Formato scheda, fare clic con il puntatore a freccia nel
“Scelta della posizione dei campi correlati” a pagina 6-21). punto in cui si desidera posizionare il campo di fusione.
1 Nel modo Formato scheda, il nome del campo visualizzato Per inserire il campo di fusione in una riga di testo, fare clic sullo
all'interno del campo nel formato appare come ::Nome campo nel caso strumento Testo (nel Pannello degli strumenti), quindi fare clic nel
dei campi correlati. punto del testo in cui si desidera inserire il campo.
1 Quando si inserisce un campo correlato in un formato (e non in un 2. Scegliere menu Inserisci > Fusione dei campi.
portale) e sono presenti più record correlati, appare soltanto il valore
3. Nella finestra di dialogo Specifica i campi, selezionare il campo
del primo record correlato. I record correlati verranno ordinati se al
da inserire.
momento della creazione della relazione è stato specificato un ordi-
namento. Vedere “Scelta della posizione dei campi correlati” a
pagina 6-21 e “Definizione delle relazioni per i database relazionali Per inserire un campo correlato
scegliere il nome della relazione,
e i riferimenti” a pagina 8-11. quindi scegliere il campo correlato

Posizionamento di campi di fusione Selezionare il campo da


aggiungere
Utilizzare un campo di fusione (testo segnaposto nel modo Formato
scheda, sostituito dal valore del campo quando il formato viene
usato, visualizzato in anteprima o stampato) per documenti quali
lettere, etichette, buste o contratti. I campi di fusione si riducono o si
espandono per adattarsi alla quantità di testo di ciascun record del
campo. (Questa funzionalità comprende l'occultamento di un'intera
riga, quale un campo Riga indirizzo 2, se il campo è da solo su una
riga e non contiene dati.)
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-21

Per scegliere un campo correlato, scegliere la relazione da utilizzare Scelta della posizione dei campi correlati
nella lista delle relazioni posta sopra la lista dei campi. In alternativa, È possibile posizionare i campi correlati direttamente nei formati o
scegliere Definisci le relazioni per creare una relazione (vedere “Defi- nei portali. Per ulteriori informazioni sulla terminologia dei database
nizione delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti” a relazionali, vedere “Terminologia relativa ai database relazionali” a
pagina 8-11), quindi selezionare un campo correlato nella lista dei pagina 8-2.
campi.
1 Posizionando i campi correlati direttamente in un formato, sarà
4. Fare clic su OK.
possibile visualizzare i dati del primo record correlato del file corre-
lato, anche quando più record correlati corrispondono ai criteri della
Nel formato, il nome del campo viene visualizzato racchiuso tra
relazione. Il primo record correlato visualizzato dipende dall'even-
parentesi angolari doppie aperte (<<) e chiuse (>>).
tuale ordinamento dei record. Per ulteriori informazioni, vedere
“Definizione delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti”
Per rimuovere un campo di fusione, selezionare il nome del campo e
a pagina 8-11.
i simboli << e >>, quindi premere Backspace o Canc.
1 Posizionando i campi correlati in un portale di un formato, sarà
Tenere presente quanto segue: possibile visualizzare i dati di tutti i record correlati del file correlato
1 Inserire punteggiatura e spazi tra i campi di fusione secondo le che corrispondono ai criteri della relazione.
esigenze del formato. Evitare di digitare caratteri aggiuntivi << e >>
simboli. Ad esempio, è possibile eseguire quanto segue in un formato Fattura
di un database Fatturazione):
1 È possibile inserire un campo di fusione digitando il nome del
campo, racchiuso tra i simboli << e >> direttamente sul formato. 1 Posizionare i campi correlati sulla fattura che visualizza i dati del
Osservare che i caratteri del campo di fusione non sono caratteri database Clienti, ad esempio il numero di identificazione e l'indirizzo
singoli (« e »), ma parentesi angolari doppie aperte (<<) e chiuse (>>). del cliente (il campo corrispondente è ID cliente). Nel database dei
clienti è presente un solo record per ciascun ID cliente, per cui
1 Per specificare gli attributi di testo per l'utilizzo, l'anteprima o la ciascun file correlato della fattura visualizza i dati del cliente corri-
stampa dei dati di un campo di fusione nel modo Formato scheda,
spondente.
selezionare il nome del campo di fusione e i simboli << e >>, quindi
selezionare le opzioni di formattazione. Per specificare le opzioni di 1 Posizionare nella fattura un campo correlato che visualizza il
formattazione dei dati (Numero, Data o Ora a seconda del tipo di valore più recente del campo Data ordine del database Cronologia
campo) fare clic sullo strumento Selezione, quindi sul campo di ordini. Anche in questo caso, il campo di confronto è ID cliente. Se
fusione. Selezionare quindi le opzioni di formattazione (vedere il cliente ha emesso più ordini, in Cronologia ordini sono presenti più
“Formattazione dei dati dei campi in un formato” a pagina 6-24). ordini corrispondenti all'ID cliente del cliente. Se si definisce un
ordinamento per il campo Data ordine al momento della definizione
1 Un campo di fusione visualizza e stampa nei modi Usa o Ante- della relazione, nel campo correlato viene visualizzata la data più
prima soltanto la quantità di testo che rientra nei limiti definiti per il
recente, se il campo viene posto direttamente nel formato (e non in
testo (e per il testo circostante) nel modo Formato scheda. Se neces-
un portale).
sario, estendere i limiti del campo di fusione per visualizzare la quan-
tità di dati desiderata.
6-22 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Posizionare sulla fattura i campi correlati che visualizzano dati Creazione e formattazione di portali per l'inserimento di campi
relativi a ciascun articolo ordinato, quali ID prodotto, Nome correlati
prodotto, Prezzo unitario e così via. Il campo di confronto è ID Nota Prima di iniziare, verificare se è opportuno inserire i campi
ordine. Poiché nella maggior parte dei casi sulla fattura sono presenti correlati in un portale (vedere la sezione precedente, “Scelta della
più prodotti (ovvero si visualizzano più record correlati), è oppor- posizione dei campi correlati”).
tuno creare un portale che contenga i campi correlati. Ciascuna riga
del portale visualizza un record correlato, con i campi correlati sele- 1. Nel modo Formato scheda, selezionare lo strumento Portale nel
zionati dal database Articoli in campionario. pannello degli strumenti.

Pannello degli strumenti


Strumento Portale

Campi correlati
posti direttamente 2. Posizionare il puntatore a mirino nel punto del formato in cui si
nel formato
desidera far iniziare il portale, quindi trascinare il puntatore diago-
Campi correlati nalmente fino a quando il portale non assume le dimensioni deside-
in un portale rate.
3. Nella finestra di dialogo Imposta il portale, scegliere la relazione
Campi correlati nel modo Formato scheda
da utilizzare in Mostra i record di. In alternativa, scegliere Definisci le
relazioni per creare una relazione (vedere “Definizione delle relazioni
per i database relazionali e i riferimenti” a pagina 8-11).
4. Selezionare le opzioni per il portale.

Dati di tutti i record


correlati
Selezionare la rela- Selezionare per
zione da utilizzare o consentire
definirne una nuova l'eliminazione di
Dati di un record record correlati (dal
correlato file correlato) nel
Selezionare le modo Usa
Campi correlati nel modo Usa opzioni del portale
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-23

Per informazioni più dettagliate sulle opzioni del portale, consultare Tenere presente quanto segue:
la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in Windows 1 Per ordinare i record correlati in un portale, è necessario specifi-
o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, care un ordinamento nella definizione della relazione. Vedere “Defi-
quindi digitare portali, formattazione. nizione delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti” a
pagina 8-11.
Prima riga del
portale 1 Nella maggior parte dei casi, è opportuno attivare Mostra la barra di
Portale scorrimento verticale nella finestra di dialogo Imposta il portale. Se
Relazione per
il portale non si attiva questa opzione e sono presenti più record del numero di
righe definito per il portale, non sarà possibile visualizzare tutti i
record correlati, né immettere nuovi record correlati.
5. Fare clic su OK.
1 Per informazioni sulla creazione di nuovi record correlati dal file
6. Inserire i campi correlati nel portale. Vedere “Posizionamento e corrente o sull'eliminazione di record correlati quando si elimina un
rimozione di campi da un formato” a pagina 6-18. record nel file corrente, vedere “Definizione delle relazioni per i
database relazionali e i riferimenti” a pagina 8-11.
Per selezionare un portale, fare clic con il puntatore a freccia sul
bordo del portale o su qualsiasi area del portale non contenente un 1 Nei portali è possibile inserire anche oggetti diversi dai campi. Un
campo o un oggetto. oggetto si trova in un portale se l'angolo superiore sinistro
dell'oggetto si trova all'interno del portale. Un oggetto posto sulla
Per eliminare un portale, selezionarlo con il puntatore a freccia, prima riga di un portale appare una volta per ciascun record corre-
quindi premere Backspace o Canc o scegliere menu Modifica > lato.
Cancella. Se il portale contiene campi o oggetti correlati, l'elimina- 1 Un portale non può contenere un altro portale. Se si pone un portale
zione del portale non comporta la rimozione degli oggetti in esso all'interno di un altro portale, si avrà una sovrapposizione.
contenuti. Inoltre, l'eliminazione del portale non determina l'elimina-
zione della relazione definita per il portale.
1 Per modificare il numero di righe, il colore o il motivo di righe
alternate o la visualizzazione della barra di scorrimento in un portale,
Per ridimensionare una riga del portale: fare doppio clic sul portale. Modificare le opzioni di formattazione
desiderate nella finestra di dialogo Imposta il portale, quindi fare clic
1. Selezionare il portale.
su OK.
Su ciascun angolo della prima riga del portale vengono visualizzati
1 Per informazioni sull'utilizzo dei portali nei database pubblicati sul
quadratini di selezione.
Web con Web Companion di FileMaker Pro, scegliere menu Guida in
2. Trascinare un quadratino di selezione. Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
La prima riga viene ridimensionata e tutte le altre righe vengono ridi- Indice, quindi digitare formati, sul Web.
mensionate in modo da corrispondere alla prima.
6-24 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Formattazione dei dati dei campi in un formato Nota È possibile utilizzare file creati con diverse formattazioni di
Utilizzare le formattazioni del campo di FileMaker Pro per determi- sistema per numeri, date e ore (ad esempio, se ci si trova in Europa e
nare l'aspetto dei dati in un formato. Le formattazioni specificate non si apre un database creato negli Stati Uniti). È possibile visualizzare
modificano i dati nel database ed è possibile specificare formatta- e immettere dati con le formattazioni utilizzate per la creazione del
zioni diverse per ciascun inserimento di un campo in un formato (sia database o con le impostazioni di sistema correnti. Per utilizzare le
che si tratti dello stesso formato o di un formato diverso). Ad impostazioni di sistema correnti, nel modo Usa verificare che nel
esempio, se si specifica –5123 in un campo Numero, è possibile menu Formattazione sia selezionato Usa formattazioni di sistema (il
formattare il valore in una posizione come –L. 5.123,00 e in un'altra comando appare soltanto se si utilizza un database creato con format-
posizione come <5123>. tazioni di sistema diverse). Questa modifica nella formattazione ha
effetto sulla modalità di visualizzazione nei campi Numero, Data o
La formattazione viene applicata ai campi in base al seguente ordine Ora quando gli utenti modificano i dati nel modo Usa o Trova oppure
di precedenza: quando nel modo Formato scheda si seleziona Nessuna formattazione.
Per ulteriori informazioni, consultare la Guida in linea di FileMaker
1 Se non si specificano formattazioni, FileMaker Pro visualizza
Pro. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario
numeri, date e ore in base ai formati di sistema impostati in
e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare formatta-
Impostazioni internazionali nel Pannello di controllo (Windows) o nei
zioni di sistema.
pannelli di controllo Numeri e Data & Ora (Mac OS) al momento della
creazione del file. Tenere presente quanto segue:
1 In FileMaker Pro, è possibile specificare formattazioni di visualiz- 1 È possibile impostare formattazioni specifiche per i campi
zazione per campi Testo, Numero, Data, Ora o Contenitore mentre Numero, Data e Ora; gli utenti potranno comunque immettere dati
non è selezionato alcun oggetto. Queste formattazioni predefinite con caratteri estranei (ad esempio “al quintale”). Per controllare in
vengono applicate ai campi posizionati successivamente nei formati. dettaglio il tipo dei dati inseribili in un campo, specificare le opzioni
Per i campi Numero, Data e Ora queste formattazioni di visualizza- di convalida (vedere “Informazioni sulla definizione dei campi di
zione hanno la precedenza sulle formattazioni di sistema. database” a pagina 5-3).
1 Durante l'inserimento dei campi, è possibile selezionare uno o più 1 Se non è selezionato alcun campo e si specifica la formattazione
campi e specificare le formattazioni. dei campi (Testo, Numero, Data, Ora o Immagine), si impostano
formattazioni di campo predefinite per il campo da creare e per tutti
Per informazioni sull'impostazione di formattazioni di campo prede- i campi dello stesso tipo che verranno aggiunti successivamente. In
finite e singole, vedere le sezioni che seguono. modo analogo, se un campo appena creato è ancora selezionato e si
specificano formattazioni per il campo, si specificano formattazioni
predefinite. Se le formattazioni predefinite vengono in seguito modi-
ficate, la modifica non è retroattiva per le formattazioni già applicate.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-25

1 Per visualizzare rapidamente la finestra di dialogo delle formatta-


zioni per il tipo di campo che si sta utilizzando, fare doppio clic sul
campo tenendo premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS). In Scegliere gli
alternativa, fare clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o attributi del
testo Selezionare
fare clic sul campo tenendo premuto Controllo (Mac OS), quindi uno o più stili
scegliere un comando dal menu sensibile al contesto.
1 Nel modo Formato scheda, per impostare gli attributi del campo
predefiniti sulla base degli attributi di un campo esistente (ad
esempio, per specificare che tutti i nuovi campi Testo inseriti
Per informazioni più dettagliate, vedere “Formattazione del testo” a
avranno attributi di testo uguali a quelli di un campo Testo esistente),
pagina 7-13.
fare clic sul campo esistente tenendo premuto Ctrl (Windows)
oppure 2 (Mac OS). Tenere presente quanto segue:

Specifica delle formattazioni di testo per i campi 1 È possibile formattare testo (non presente in un campo) anche
all'interno di un formato. Vedere “Formattazione del testo” a
Nel modo Formato scheda, è possibile specificare un gruppo di attri-
pagina 7-13.
buti di testo per ciascun tipo di campo. Tutti i caratteri nell'istanza del
campo corrente (e in tutte le ripetizioni dei campi multipli) avranno 1 Utilizzare la barra degli strumenti Formattazione testo (scegliere
le stesse impostazioni di tipo di carattere, dimensione, stile, colore, menu Visualizza > Barre degli strumenti > Formattazione testo) o i menu
interlinea, tabulazione paragrafo. di scelta rapida, per l'accesso rapido a vari attributi del testo. Vedere
“Utilizzo delle barre degli strumenti” a pagina 1-5 e “Utilizzo dei
Nota È possibile formattare direttamente i caratteri nei campi Testo menu sensibili al contesto” a pagina 1-6.
nel modo Usa (ad esempio, sottolineando una parola o applicando lo 1 Per ulteriori informazioni sull'impostazione di formati per la
stile corsivo, per evidenziarla). A differenza della formattazione di pubblicazione Web, vedere “Impostazione delle visualizzazioni del
testo specificata nel modo Formato scheda, questa formattazione browser” a pagina 14-12.
viene salvata con i dati e appare in tutti i formati che visualizzano la
stringa di testo. Specifica dei formati per i campi contenenti numeri
1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi, quindi È possibile determinare la modalità di visualizzazione dei valori nei
scegliere menu Formattazione > Testo. campi Numero, Calcolato con risultati numerici, Riassunto e nei
campi Globale definiti come Numero.
Se non è selezionato alcun campo, i formati di testo verranno impo-
stati per tutti i campi inseriti successivamente. 1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi che visua-
2. Nella finestra di dialogo Formattazione testo selezionare le lizzano valori numerici.
opzioni desiderate, quindi fare clic su OK. 2. Scegliere menu Formattazione > Numero.
3. Nella finestra di dialogo Formattazione numero, selezionare i
formati da utilizzare.
6-26 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Gli esempi delle opzioni scelte vengono visualizzati nell'area 1 Se in un campo un numero viene visualizzato come ? ampliare il
Esempio. campo nel modo Formato scheda per visualizzare l'intero valore.
(Quando si stampa un formato con un campo in cui è visualizzato il
valore ?, viene stampato il numero di cifre che rientra nelle dimen-
sioni del campo; le altre cifre vengono troncate.)
1 I numeri formattati come decimali vengono arrotondati se il
Scegliere opzioni
per i numeri numero di cifre decimali supera il numero fisso di cifre decimali
booleani o decimali specificato. (Ad esempio, se si immette 789,78 e si specificano 3
cifre fisse, nel campo appare 789,780; se si specificano 0 cifre fisse,
Impostare
Definire i simboli le opzioni nel campo appare 790; se si specificano -2 cifre fisse, appare 800.)
per il separatore per i valori
delle migliaia e il negativi
Tuttavia, nei calcoli e nei riassunti viene utilizzato il numero non
separatore arrotondato (fino a 15 cifre).
decimale
1 In un campo Numero formattato come decimale, vengono visua-
Specificare il carattere, lo stile, la dimensione, lizzati e stampati soltanto numeri (ad eccezione dei separatori e delle
l'interlinea, l'allineamento e il colore
notazioni specificate nella finestra di dialogo Formattazione
numero). Per visualizzare testo e simboli, (ad esempio 1.980 al chilo)
Per informazioni più dettagliate sull'impostazione delle formatta- in un campo Numero, selezionare Nessuna formattazione. Se si
zioni dei numeri, consultare la Guida in linea di FileMaker Pro. utilizza il campo in un calcolo o in un riassunto, verrà utilizzato
Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e soltanto il valore numerico.
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare Numero,
campi. Specifica di formattazioni per i campi Data
4. Fare clic su OK. È possibile determinare la modalità di visualizzazione dei valori nei
campi Data, Calcolato con risultati di tipo Data e Globale definiti
Tenere presente quanto segue: come Data.
1 Se si specifica Formattazione generale e il valore del campo è un Nota Per evitare confusione nell'utilizzo delle date, utilizzare
numero di 10 o più cifre, il numero viene visualizzato con la nota-
sempre anni a quattro cifre. Per ulteriori informazioni sulla gestione
zione scientifica o arrotondato (o entrambe le soluzioni, se neces-
degli aspetti legati all'anno 2000 in FileMaker Pro 5, visitare il sito
sario) per adattarlo al numero massimo di cifre (10) visualizzabili per
www.fileMaker.com.
impostazione predefinita nel campo. Quando un numero è espresso
con la notazione scientifica, viene visualizzato un numero decimale 1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi Data,
espresso come potenza di 10, ad esempio 123.456.789.000 Calcolato con risultati di tipo Data o Globale definiti come Data.
viene visualizzato come 1,2346E+11 (o 1,2346 x 1011). Se il valore del
2. Scegliere menu Formattazione > Data.
campo è un numero di meno di 10 cifre, la selezione di Formattazione
generale produce lo stesso risultato della selezione di Nessuna format- 3. Nella finestra di dialogo Formattazione data, selezionare i formati
tazione. da utilizzare.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-27

Gli esempi delle opzioni scelte vengono visualizzati nell'area 1 Per formattare il simbolo di data, “//” (doppia barra), che visualizza
Esempio. la data corrente, utilizzare le opzioni di formattazione della data desi-
derate. Nel modo Formato scheda, selezionare il simbolo, quindi
scegliere menu Formattazione > Data. Vedere “Inserimento del
numero di pagina, della data o di un'altra variabile in un formato” a
Scegliere per pagina 7-12.
visualizzare i numeri
come vengono Scegliere le
immessi, in un formato opzioni per il
predefinito o nel giorno, il mese, la Specifica di formattazioni per i campi Ora
formato specificato data, l'anno e i
caratteri separa- È possibile determinare la modalità di visualizzazione dei valori di
tori ora nei campi.
Specificare il
carattere, lo stile, la 1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi Ora,
dimensione, Calcolato con risultati di tipo Ora o Globale definiti come Ora.
l'interlinea e
l'allineamento 2. Scegliere menu Formattazione > Ora.
3. Nella finestra di dialogo Formattazione ora, selezionare i formati
Per informazioni più dettagliate sull'impostazione delle formatta-
da utilizzare.
zioni per le date, consultare la Guida in linea di FileMaker Pro.
Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e Gli esempi delle opzioni scelte vengono visualizzati nell'area
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare Data, campi. Esempio.

4. Fare clic su OK.

Tenere presente quanto segue:


1 Indipendentemente dalla formattazione di un campo Data nel Scegliere per visualizzare
l'ora come viene immessa
modo Formato scheda, quando si fa clic o si accede al campo nel o la formattazione
specificata
modo Usa, la data viene visualizzata con l'anno in formato a quattro
cifre.
1 Se si specifica Nessuna formattazione ma viene immesso un valore Specificare il carattere, lo
stile, la dimensione,
di anno con sole due cifre, l'anno viene memorizzato, visualizzato e l'interlinea e l'allineamento
stampato con quattro cifre, per includere il secolo.
1 Ridimensionare il campo Data del formato in base alla formatta-
Per informazioni più dettagliate sull'impostazione delle formatta-
zione scelta. Ad esempio, la data mercoledì 5 maggio 2002 richiede più
zioni per le ore, consultare la Guida in linea di FileMaker Pro.
spazio rispetto alla data 5/5/02.
Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare Ora, campi.
4. Fare clic su OK.
6-28 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Tenere presente quanto segue: Per informazioni più dettagliate sull'impostazione delle formatta-
1 Utilizzare le opzioni di formattazione dell'ora desiderate per zioni per le immagini, consultare la Guida in linea di FileMaker Pro.
formattare il simbolo di ora, “::” (doppio carattere due punti) che Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
visualizza l'ora corrente. Nel modo Formato scheda, selezionare il indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare immagini.
simbolo, quindi scegliere menu Formattazione > Ora. Vedere “Inseri- 4. Fare clic su OK.
mento del numero di pagina, della data o di un'altra variabile in un
formato” a pagina 7-12. Nota Le opzioni di formattazione scelte non hanno effetto sull'imma-
gine originale.
Specifica della formattazione dei campi contenenti immagini
È possibile determinare la modalità di visualizzazione delle imma-
gini nei campi.
Informazioni sulle sezioni del formato
Nota Le istruzioni che seguono valgono anche per la formattazione scheda
di oggetti grafici inseriti in un formato. Vedere “Inserimento di I formati di FileMaker Pro sono suddivisi in sezioni del formato
immagini in un formato” a pagina 7-18. scheda, aree del formato che determinano le modalità di gestione e
visualizzazione dei dati di un campo. L'utilizzo delle sezioni
1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi Conteni-
consente ad esempio di gestire modalità di stampa dei dati in
tore o immagini inserite.
FileMaker Pro, quali:
2. Scegliere menu Formattazione > Immagine.
1 una volta per ciascun record
3. Nella finestra di dialogo Formattazione immagine, selezionare le
1 soltanto all'inizio di ciascuna pagina
formattazioni da utilizzare.
1 soltanto prima o dopo gruppi di record ordinati (ad esempio, per
Gli esempi delle opzioni scelte vengono visualizzati nell'area
inserire un subtotale per ciascun gruppo di record)
Esempio.
Le sezioni del formato scheda possono contenere campi, portali,
Scegliere come
adattare l'immagine pulsanti, testo e altri oggetti. Nel modo Formato scheda, le sezioni
ai margini sono delimitate da linee orizzontali tratteggiate, con l'etichettadella
Scegliere come Scegliere come sezione visualizzata a sinistra della linea di divisione inferiore.
allineare l'immagine allineare l'immagine
orizzontalmente verticalmente
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-29

Informazioni sui tipi di sezioni del formato


Ciascun formato deve comprendere almeno una sezione.

Intestazione Nota L'assistente Nuovo formato/resoconto crea automaticamente


Corpo le sezioni del formato, in base alle scelte effettuate. Una volta
Riassunto
completata l'esecuzione dell'assistente, è possibile aggiungere,
parziale modificare o eliminare le sezioni del formato. (Vedere “Creazione di
Piè ‘di pagina formati e resoconti” a pagina 6-2.)

Riassunto Sezione del


finale formato Descrizione
Resconto vendite

Nome agente ID prodotto Qtà Importo


Titolo nell'inte- Appare una sola volta nella parte superiore della prima scher-
David Michaels
David Michaels
ET3
ET4
1
1
L.29.95
L.32.25
stazione mata e sostituisce l'intestazione normale (se specificata). Nei
Un riassunto parziale sotto la David Michaels ET1 2 L.73.90
resoconti, consente la stampa di una pagina del titolo separata.
David Michaels ET5 3 L.98.85
sezione corpo riassume i dati di
ciascun gruppo di record Totale L.234.95 In un formato è consentito un solo titolo nell'intestazione.
ordinati in base al campo di Sophie Tang ET6 2 L.64.50
Un campo inserito nel titolo nell'intestazione visualizza i dati
separazione (Settore) Sophie Tang
Sophie Tang
ET7
ET2
5
2
L.12.50
L.25.00
del primo record del gruppo individuato.
Totale L.102.00

Riassunto finale Totale generale L.336.95 Intestazione Appare nella parte superiore di ciascuna schermata o pagina
(salvo il caso in cui si aggiunga un titolo nell'intestazione, che
annulla l'intestazione nella prima pagina). Utilizzare questa
Piè di pagina EveryWhere Travel - Riservato giugno 1999

sezione per titoli o intestazioni di colonna (nei resoconti a


colonne). In un formato è consentita una sola intestazione.
Un campo inserito nell'intestazione visualizza i dati del primo
record della pagina corrente.

Corpo Ogni oggetto inserito nel corpo, tra cui i campi, gli oggetti di
testo e le immagini, appare una volta per ciascun record del
gruppo individuato. In un formato è consentito un solo corpo.

Piè di pagina Appare nella parte inferiore di ciascuna schermata o pagina


(se non si aggiunge un titolo nel piè di pagina). In un formato
è consentito un solo piè di pagina.
Un campo inserito nel piè di pagina visualizza dati dell'ultimo
record della pagina corrente.

Titolo nel piè di Appare una sola volta nella parte inferiore della prima scher-
pagina mata e sostituisce il piè di pagina normale (se specificato). In
un formato è consentito un solo titolo nel piè di pagina.
Un campo inserito nel titolo nel piè di pagina visualizza dati
dell'ultimo record del gruppo individuato.
6-30 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per inserire dati Riassunto in un formato (ad esempio subtotali, totali Ad esempio, per riassumere le cifre delle vendite di ciascun vendi-
complessivi, medie, conteggi e così via), è necessario inserire i tore in un database che registra le transazioni di vendita, è possibile
campi Riassunto nelle sezioni Riassunto del formato (vedere “Defi- definire un campo Riassunto che calcoli il totale del campo Vendite,
nizione di campi Riassunto” a pagina 5-7). Le sezioni Riassunto quindi creare una sezione riassunto parziale e inserire il campo Rias-
comprendono riassunti finali e riassunti parziali. sunto in tale sezione (il campo di separazione è il nome del vendi-
1 Un riassunto complessivo contiene in genere uno o più campi Rias- tore). Per ottenere il conteggio delle transazioni effettuate dal
sunto che visualizzano informazioni riassuntive (quali i totali) rela- venditore, è possibile creare un secondo campo Riassunto che
tive a tutti i record utilizzati. conteggi le transazioni e posizionarlo a sua volta nella stessa sezione
riassunto parziale. Per ottenere un totale complessivo di tutte le tran-
1 Un riassunto parziale contiene in genere uno o più campi rias- sazioni, inserire il campo Riassunto delle vendite in un riassunto
sunto, che visualizzano informazioni riassuntive parziali (quali i complessivo.
subtotali) per un sottogruppo di record. I record sono raggruppati
(ordinati) in base ai valori di un altro campo, ilcampo di separazione. Aggiunta o modifica delle sezioni del formato
Quando il valore del campo di separazione cambia, il resoconto si
Per aggiungere una sezione del formato a un formato, è necessario in
“interrompe” e viene inserito il riassunto parziale.
primo luogo scegliere il tipo di sezione e il punto di posizionamento.
Sezione del Se si definisce una sezione riassunto parziale che riassume un gruppo
formato Descrizione
di record, è necessario scegliere il campo in base al quale raggrup-
Riassunto Quando si colloca un campo riassunto in questa sezione, il pare o ordinare il formato (il campo di separazione). Infine, è neces-
complessivo campo visualizza informazioni riassuntive per tutti i record sario definire la modalità di interazione tra le sezioni, i salti pagina e
(iniziale o del gruppo individuato. A seconda della posizione nel
la numerazione delle pagine.
finale) formato, il riassunto complessivo può trovarsi all'inizio del
resoconto (riassunto iniziale) o alla fine del resoconto (rias-
sunto finale). In un formato è possibile avere un solo riassunto
iniziale e un solo riassunto finale.
Se si inserisce in questa sezione un altro tipo di campo,
vengono visualizzati i dati del primo record (iniziale) o Etichetta
dell'ultimo record (finale) utilizzato. della
sezione
Riassunto Quando si pone un campo Riassunto in questa sezione, il
parziale campo visualizza informazioni di “riassunto parziale” per
(iniziale o ciascun sottogruppo di record ordinato in base al campo di Strumento Una sezione è tutta l'area
finale) separazione specificato. Il riassunto parziale può trovarsi Sezione compresa tra le linee tratteggiate
prima o dopo il corpo, a seconda del posizionamento nel che la separano dalle altre sezioni
formato. Un formato può contenere più riassunti parziali.
Se si inserisce in questa sezione un altro tipo di campo, Per aggiungere una sezione del formato:
vengono visualizzati i dati del primo record (iniziale) o
1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta la
dell'ultimo record (finale) del gruppo. Inserire qui il campo di
separazione per determinare il sottogruppo di record al quale sezione.
corrisponde il riassunto. 2. Nella finestra di dialogo Imposta la sezione, fare clic su Crea.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-31

3. Nella finestra di dialogo Definizione della sezione, selezionare il Dopo aver definito una sezione, è possibile modificarne il tipo, il
tipo di sezione desiderato. Per la descrizione dei vari tipi di sezione, campo di separazione (per un riassunto parziale) e le opzioni di
tornare a “Informazioni sui tipi di sezioni del formato", impaginazione.
1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta la
sezione.
2. Nella finestra di dialogo Imposta la sezione selezionare la sezione,
Selezionare il tipo di
sezione da creare quindi fare clic su Modifica.
3. Nella finestra di dialogo Definizione della sezione, apportare le
modifiche desiderate.
Selezionare le opzioni
per la numerazione e i Per modificare Eseguire questa operazione
salti pagina
Il tipo di sezione Selezionare un altro tipo di sezione. Le modifiche consen-
tite dipendono dalla funzione e dalla posizione della
I tipi di sezione già presenti nel formato sono inattivi (soltanto i rias- sezione.

sunti parziali possono apparire più volte in un formato). Il campo di separa- Nella lista dei campi, selezionare un nome campo diverso.
zione
4. Se si aggiunge un riassunto parziale, dopo aver fatto clic su Rias-
sunto parziale per, selezionare il nome del campo in base al quale Salti pagina e Vedere “Definizione dei salti pagina e della numera-
raggruppare i record (campo di separazione). numerazione zione” a pagina 6-33.

Quando i record sono ordinati in base al campo di separazione, tutti


I tipi di sezione inattivi non sono disponibili per uno dei seguenti
i record con lo stesso valore nel campo vengono raggruppati, in
motivi:
modo da consentire il calcolo dei dati del riassunto parziale. (Ad
esempio, per creare un subtotale delle vendite per ciascuna area, il 1 la sezione di quel tipo esiste già (soltanto i riassunti parziali
campo di separazione sarà Area.) Per ulteriori informazioni, vedere possono essere presenti più volte in un formato)
la sezione successiva “Visualizzazione o stampa dei dati del rias- 1 la sezione modificata non si trova nel punto appropriato del
sunto parziale o del riassunto complessivo". formato (ad esempio, un titolo nell'intestazione deve trovarsi nella
5. Se necessario, selezionare le opzioni desiderate per i salti pagina parte superiore del formato).
e la numerazione. 4. Fare clic su OK.
Vedere “Definizione dei salti pagina e della numerazione” a
pagina 6-33.
6. Fare clic su OK e fare clic su Esci.
6-32 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Tenere presente quanto segue: 1 Quando si specifica Visualizza come lista nel modo Usa o Trova, i
1 Per aggiungere rapidamente una sezione, è possibile trascinare una riassunti parziali del formato non vengono visualizzati. I riassunti
sezione dallo strumento Sezione nell'area di stato alla posizione desi- parziali e i rispettivi dati appaiono calcolati correttamente soltanto
derata nel formato. In alternativa, è possibile utilizzare il pulsante nel modo Anteprima o in un resoconto stampato (vedere “Visualiz-
Inserisci sezione della barra Strumenti (scegliere menu Visualizza > zazione o stampa dei dati del riassunto parziale o del riassunto
Barre degli strumenti > Strumenti). Una volta posizionata la sezione, complessivo”). Inoltre, quando si specifica Visualizza come tabella in
appare la finestra di dialogo Definizione della sezione. Alcune qualsiasi modo, non vengono visualizzate né stampate le sezioni
sezioni devono essere inserite soltanto in una determinata posizione riassunto parziale o riassunto complessivo.
(ad esempio, i riassunti parziali finali devono trovarsi sotto il corpo); 1 Quando si visualizzano o si spostano oggetti in un formato, può
pertanto, se il tipo desiderato è inattivo nella finestra di dialogo Defi- risultare utile spostare le etichette delle sezioni. Per spostare le
nizione della sezione, fare clic su Annulla e riprovare. etichette della sezione in alto o a lato, nel modo Formato scheda fare
clic sul controllo etichetta della sezione nella parte inferiore
Lo strumento sezione e della finestra.

Strumento sezione
margini appaiono durante
il trascinamento della 1 Al momento della stampa è possibile eliminare gli spazi vuoti nei
sezione sul formato.
o campi o nelle sezioni. Vedere “Informazioni sulla rimozione dello
spazio vuoto dai dati stampati” a pagina 7-25.
1 È possibile aggiungere campi, portali, oggetti grafici e testo in
qualsiasi sezione del formato. In FileMaker Pro, un oggetto si consi-
Inserire un riassunto parziale,
dera inserito in una sezione quando la parte superiore dell'oggetto è contenente soltanto il campo
all'interno della sezione o coincide con la linea di separazione. Ad Settore, sopra il corpo, per
posizionare il nome del settore
esempio, se la parte superiore di un campo tocca la linea di divisione prima del gruppo di record
inferiore della sezione intestazione, il campo viene visualizzato e corrispondente
stampato soltanto nell'intestazione e non nel corpo del formato. Posizionare sotto il corpo un
riassunto parziale, che
1 Per ulteriori informazioni sull'impostazione di formati per la visualizza il totale dei
dipendenti di ciascun settore
pubblicazione Web, vedere “Impostazione delle visualizzazioni del
Utilizzare un riassunto complessivo
browser” a pagina 14-12. per visualizzare il numero totale di
dipendenti della società
1 Per applicare un colore o un motivo a una sezione del formato, fare
clic sull'etichetta della sezione, quindi, nell'area di stato, scegliere le
opzioni desiderate nella palette dei colori, nella palette dei motivi o Visualizzazione o stampa dei dati del riassunto parziale o del
in entrambe. (Il colore specificato per la sezione corpo viene asse- riassunto complessivo
gnato anche allo sfondo della tabelle in Visualizza come tabella.) FileMaker Pro visualizza i riassunti parziali e calcola correttamente
i dati in essi contenuti soltanto nel modo Anteprima o in un resoconto
stampato (vedere “Anteprima di dati in un formato” a pagina 4-3).
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-33

Nota È necessario definire un campo Riassunto per ciascun campo 1 In caso di problemi nella produzione dei dati riassuntivi da visua-
da riassumere. È quindi possibile posizionare i campi Riassunto nella lizzare o stampare, vedere la sezione per la risoluzione dei problemi
sezione Riassunto del formato. Per definire un campo Riassunto, nella Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in
vedere “Definizione di campi Riassunto” a pagina 5-7. Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
Indice e digitare risoluzione dei problemi, resoconti
Una volta aggiunto un riassunto complessivo o parziale: riassuntivi.
1. Nel formato, trascinare il campo Riassunto nella sezione riassunto
complessivo o riassunto parziale. Definizione dei salti pagina e della numerazione
Vedere “Posizionamento e rimozione di campi da un formato” a È possibile impostare le opzioni per i salti pagina e la numerazione
pagina 6-18. delle pagine al momento dell'aggiunta di una sezione del formato o
della modifica della definizione di una sezione. Quando si aggiunge
2. Se si dispone di un riassunto parziale, ordinare il gruppo indivi-
una sezione, appare automaticamente la finestra di dialogo Defini-
duato in base al campo di separazione specificato al momento della
zione della sezione. Per modificare le opzioni relative a una sezione
creazione della sezione (vedere “Ordinamento dei record” a
esistente:
pagina 3-8).
1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta la
3. Scegliere menu Visualizza > Anteprima.
sezione.
Tenere presente quanto segue: 2. Nella finestra di dialogo Imposta la sezione selezionare la sezione,
quindi fare clic su Modifica.
1 Quando si utilizza l'assistente Nuovo formato/resoconto per creare
un formato, è possibile creare uno script di ScriptMaker per l'esecu- In alternativa, è possibile fare doppio clic sull'etichetta della sezione
zione dell'ordinamento desiderato in base al campo di separazione e nel formato.
il successivo passaggio al modo Anteprima. In alternativa, è possi- 3. Nella finestra di dialogo Definizione della sezione, specificare le
bile definire autonomamente uno script per l'automazione di questa opzioni di impaginazione.
attività (vedere “Creazione di script: panoramica” a pagina 10-3).
Le opzioni di impaginazione inattive non sono disponibili per il tipo
1 Quando si visualizzano record sotto forma di lista nel modo Usa, di sezione selezionato.
(menu Visualizza > Visualizza come lista), i riassunti parziali non
vengono visualizzati. Per visualizzare i riassunti parziali quando si Per Selezionare
visualizza un formato come lista, passare al modo Anteprima o stam- Iniziare una nuova pagina prima di Inserire un salto pagina prima di ciascuna
pare il formato. stampare il contenuto della sezione ricorrenza.
selezionata (ad esempio, per stam-
1 È possibile avere un solo riassunto parziale iniziale e un solo rias- pare un riassunto finale su una nuova
sunto parziale finale basati sullo stesso campo. pagina)
6-34 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Selezionare 1 Se il corpo o un'altra sezione del formato è troppo grande per rien-
trare nella pagina stampata, un salto pagina visualizzato con una
Iniziare una nuova pagina dopo la Inserire un salto pagina dopo <valore> ricor-
linea tratteggiata spessa indica il punto in cui la sezione verrà divisa
stampa del contenuto della sezione renze (per stampare più ricorrenze per
selezionata per il numero di volte pagina, sostituire il valore predefinito 1). al momento della stampa del formato. Per inserire più elementi in
desiderato (ad esempio, stampare una pagina, è possibile impostare le opzioni di spostamento in modo
cinque record nel corpo, quindi da ridurre dinamicamente i campi e le aree circostanti, quando i
iniziare una nuova pagina) campi contengono quantità variabili di informazioni. Vedere “Infor-
Reimpostare il numero di pagina su 1 Far ricominciare la numerazione delle mazioni sulla rimozione dello spazio vuoto dai dati stampati” a
dopo la stampa della sezione selezio- pagine dopo ciascuna ricorrenza. pagina 7-25.
nata (ad esempio, iniziare la numera-
zione delle pagine dopo un titolo Riordino delle sezioni del formato
nell'intestazione, per utilizzarlo
come copertina)
È possibile modificare l'ordine delle sole sezioni corpo e riassunto
parziale; le altre sezioni, quali l'intestazione e il piè di pagina, devono
Stampare una parte del contenuto Continua la sezione alla pagina successiva.
apparire in un ordine predefinito e non possono essere spostate. Ad
della sezione nella parte inferiore Per evitare di stampare sulla pagina
della pagina e il resto sulla pagina
esempio, spostare una sezione riassunto parziale sopra il corpo per
successiva la parte della sezione che non
successiva (in FileMaker Pro il visualizzare prima i subtotali. Quando si riordina una sezione, tutti
rientra nella parte inferiore della pagina,
contenuto di una sezione viene selezionare anche Elimina resto sez. prima
gli oggetti della sezione vengono spostati e le proporzioni vengono
suddiviso su due pagine soltanto se si del cambio pagina (ad esempio, per stam- mantenute.
specifica questa opzione o se pare le informazioni di un campo Note
l'altezza della sezione non rientra in nella parte inferiore della pagina e tron- 1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta la
una sola pagina) care il resto). sezione.
2. Nella finestra di dialogo Imposta la sezione, trascinare il nome
4. Fare clic su OK e fare clic su Esci. della sezione nella nuova posizione.

Tenere presente quanto segue:


Questo simbolo indica che non
1 Se il formato è configurato per la stampa di record su colonne ed è è possibile modificare la
posizione della sezione rispetto
stata specificata la stampa verticale dei record sulla pagina, a quella delle altre sezioni
scegliendo Salto pagina dopo ogni <valore> ricorrenze, quando si
Per trascinare una sezione,
stampa o si visualizza un'anteprima, dopo la sezione viene visualiz- utilizzare il puntatore a
doppia freccia
zata una nuova colonna e non una nuova pagina. Se l'impostazione
delle colonne per la stampa dei record è orizzontale, il salto pagina
specificato determina l'inizio di una nuova pagina. Vedere “Configu-
razione della stampa di record su colonne” a pagina 6-9.

Accanto al nome di una sezione che non può essere spostata, viene
visualizzata un'icona di protezione.
Creazione e gestione di formati e resoconti 6-35

3. Fare clic su Esci. Eliminazione di sezioni del formato


Tutti i campi e gli oggetti della sezione vengono spostati, mante- È possibile eliminare tutte le sezioni di un formato, tranne l'ultima.
nendo le proporzioni. L'eliminazione di una sezione non ha effetto sui dati. Prima di elimi-
nare una sezione di un formato, trascinare in un'altra sezione dello
Nota Per spostare rapidamente una sezione direttamente nel formato, stesso formato gli oggetti che si desidera conservare.
fare clic sull'etichetta della sezione (o sulla linea tratteggiata che
delimita la parte inferiore della sezione) tenendo premuto Maiusc, Importante L'eliminazione di una sezione tramite la finestra di
quindi trascinarla. dialogo Imposta la sezione non può essere annullata.

Ridimensionamento delle sezioni del formato 1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta la
sezione.
Nel modo Formato scheda, utilizzare il puntatore a freccia per trasci-
nare l'etichetta della sezione (o la linea tratteggiata che delimita la 2. Nella finestra di dialogo Imposta la sezione, selezionare la sezione
parte inferiore della sezione) fino a quando la sezione non assume da eliminare, quindi fare clic su Elimina.
l'altezza desiderata. Se la sezione contiene oggetti, viene visualizzata una finestra di
dialogo che richiede la conferma dell'eliminazione.
Tenere presente quanto segue:
3. Fare clic su Esci.
1 Quando si ridimensiona una sezione del formato, le dimensioni
delle altre sezioni restano invariate. Se ad esempio si aumenta
l'altezza della sezione intestazione, le dimensioni della sezione
confinante resteranno invariate.
1 In alternativa, per mantenere invariata l'altezza dell'intero formato
pur modificando le dimensioni di una sezione, trascinare il bordo
della sezione tenendo premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS).
Ciò determinerà anche la modifica della sezione immediatamente
sottostante a quella che si sta modificando.
1 Per ridurre una sezione a dimensioni inferiori a quelle degli oggetti
in essa contenuti, trascinare il bordo della sezione tenendo premuto
Alt (Windows) o Opzione (Mac OS).
1 Se si riduce a zero una sezione, trascinandola sotto la sezione
soprastante, la sezione viene eliminata dal formato.
Capitolo 7
Personalizzazione dei formati
Dopo aver creato un formato, è possibile modificarne l'aspetto o il Suggerimento Scegliere il comando Bordi campo o Formattazione
funzionamento. Questo capitolo illustra come: campo facendo clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o
1 personalizzare l'aspetto dei campi e di altri oggetti in un formato premendo Controllo e facendo clic su uno o più campi (Mac OS).

1 modificare il modo di interazione con i campi di un formato, ad Aggiunta di bordi, riempimento e linee base ai campi
esempio, aggiungendo barre di scorrimento o cambiando l'ordine
Per migliorare l'aspetto e la funzionalità del formato, è possibile
d'inserimento dei campi
aggiungere o personalizzare:
1 definire una lista valori da utilizzare per l'immissione di dati in uno
1 i bordi attorno ai campi
o più campi di un formato
1 il colore e il motivo dello sfondo (o riempimento) dei campi
1 aggiungere elementi grafici e di testo, quali un titolo o un logo
1 le linee tratteggiate (o linee base del testo) visualizzate in un
1 utilizzare gli strumenti disponibili in FileMaker Pro per facilitare
campo alla base del testo per allinearlo ad altri oggetti
il posizionamento e l'uso degli oggetti di un formato
1 modificare la modalità di stampa dei dati di un formato 1. Se non è attivato il modo Formato scheda, scegliere menu
Visualizza > Formato scheda.
Per informazioni sulla creazione di un formato, il posizionamento o
2. Selezionare uno o più campi
la rimozione dei campi di un formato, il controllo della formattazione
dei dati di un campo o l'aggiunta di sezioni del formato, vedere il oppure, per specificare gli attributi dei campi da aggiungere in
capitolo 6, “Creazione e gestione di formati e resoconti”. seguito, iniziare senza selezionare alcun campo.
3. Scegliere menu Formattazione > Bordi campo.

Personalizzazione dei campi di un formato 4. Nella finestra di dialogo Bordi campo, selezionare le formatta-
zioni da utilizzare.
Sono disponibili numerose opzioni per controllare l'aspetto dei
Gli esempi delle opzioni scelte vengono visualizzati nell'area
campi e il modo d'interazione. Nella maggior parte dei casi, se si
Esempio.
specificano le opzioni senza selezionare i campi o se un campo è
appena stato posizionato ed è ancora selezionato, è possibile impo-
stare le funzionalità dei campi posizionati sul formato in un secondo
momento. Se si selezionano uno o più campi prima di impostare le
opzioni, i campi selezionati vengono formattati.

Per informazioni sulla selezione dei campi e di altri oggetti, vedere


“Selezione di oggetti” a pagina 6-13.
7-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Tenere presente quanto segue:


Scegliere la parte del 1 Le impostazioni scelte nella finestra di dialogo Bordi campo inci-
campo alla quale
assegnare gli attributi dono sull'aspetto del campo in tutti i modi. Se si desidera semplice-
mente visualizzare i margini dei campi nel modo Formato scheda, ad
Scegliere Bordo, Linea esempio per allineare i campi, scegliere menu Visualizza > Mostra >
base o Riempimento
Margini campo. Se invece si desidera visualizzare gli effetti delle
Scegliere un colore, un Viene visualizzato un esempio impostazioni di Bordi campo nel modo Formato scheda, disattivare
motivo e uno spessore delle scelte effettuate Margini campo.

Per Eseguire questa operazione


1 È inoltre possibile modificare le formattazioni di riempimento e
del bordo di un campo con le palette a tendina per gli effetti riempi-
Aggiungere bordi ai Selezionare una combinazione di Superiore, Inferiore, mento e penna dell'area di stato. È necessario aver già specificato i
campi e impostarne gli Sinistro o Destro. Dalla lista Formattazione per, scegliere
bordi nella finestra di dialogo Bordi campo. Le modifiche apportate
attributi Bordo e scegliere un colore, un motivo e uno spessore
dalle palette a tendina.
nell'area di stato alle impostazioni di riempimento e penna sostitui-
scono le impostazioni della finestra di dialogo Bordi campo e vice-
Aggiungere linee base Selezionare Linea base del testo. Dalla lista Format-
versa. Vedere “Impostazione di colori, motivi, spessori ed effetti
del testo e impostarne tazione per, scegliere Linea base e scegliere un colore,
gli attributi un motivo e uno spessore dalle palette a tendina.
oggetto” a pagina 7-16.

Aggiungere ai campi Dalla lista Formattazione per, scegliere Riempimento e


1 È inoltre possibile assegnare ai campi un effetto (In rilievo, Incas-
un colore di riempi- scegliere un colore, un motivo o entrambi dalle palette sato o Ombra) utilizzando la palette a tendina per gli effetti nell'area
mento, un motivo o a tendina. (Le caselle di controllo non influiscono di stato. Vedere “Informazioni sugli effetti oggetto” a pagina 7-17.
entrambi sugli attributi di riempimento.)

Aggiungere bordi tra le Selezionare Linea tra campi multipli. Dalla lista Format- Aggiunta di barre di scorrimento ai campi
ripetizioni dei campi tazione per, scegliere Bordo e selezionare un colore, un Aggiungere una barra di scorrimento verticale per visualizzare più
multipli motivo e uno spessore dalle palette a tendina. dati di quelli che rientrano nei margini del campo nel modo Usa.
Questa opzione inserisce linee tra le ripetizioni dei (Non è possibile aggiungere barre di scorrimento ai campi Conteni-
campi multipli. Per includere anche i bordi attorno ai tore, Riassunto o multipli o ai campi formattati per utilizzare una
campi multipli, selezionare una combinazione di
lista valori.)
Superiore, Inferiore, Sinistro o Destro.

1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi


5. Fare clic su OK. oppure, per specificare gli attributi dei campi da aggiungere in
seguito, iniziare senza selezionare alcun campo.
2. Scegliere menu Formattazione > Formattazione campo.
Personalizzazione dei formati 7-3

Ora utilizzati di frequente e di formattare il campo in modo da visua-


lizzarli in un menu o in una lista a tendina oppure come una serie di
Fare clic per aggiungere una caselle di controllo o di pulsanti di opzione. Questo rappresenta un
barra di scorrimento verticale
metodo veloce e accurato per immettere o convalidare i dati nei
campi.

Scegliere da una lista valori


durante l'immissione di dati

Lista valori allegata al campo Categoria

È possibile definire una lista valori in vari modi. Si consiglia di defi-


3. Nella finestra di dialogo Formattazione campo, in Stile, selezio- nire dapprima la lista valori e di assegnarle quindi uno o più campi.
nare Campo standard, quindi fare clic su Includi la barra di scorrimento È inoltre possibile definire la lista valori quando si specificano le
verticale. opzioni di formattazione nel modo Formato scheda.
4. Fare clic su OK.
Per definire una lista valori:
Tenere presente quanto segue: 1. Scegliere menu File > Definisci le liste valori.
1 Le barre di scorrimento vengono sempre visualizzate se si imposta 2. Nella finestra di dialogo Definisci le liste valori, fare clic su
l'opzione Bordi campo sul lato destro del campo, altrimenti vengono Nuova.
visualizzate soltanto al momento dell'attivazione del campo. Vedere
“Aggiunta di bordi, riempimento e linee base ai campi” a pagina 7-1. Fare clic per
1 Quando si stampa un campo o un portale che dispone di una barra ordinare in base a
un'intestazione
di scorrimento, vengono stampati soltanto i dati visibili oppure trascinare
i bordi della
senza scorrere. Per stampare tutti i dati, duplicare il formato e ingran- colonna
dire il campo o il portale, quindi specificare le opzioni di sposta-
Liste valori
mento per rimuovere lo spazio vuoto in eccesso in fase di stampa. definite nel file
Vedere “Informazioni sulla rimozione dello spazio vuoto dai dati
stampati” a pagina 7-25.

Definizione di una lista valori per l'immissione di dati


Se un campo utilizza la stessa serie di valori in alcuni o in tutti i Trascinare per ridimensionare la finestra di dialogo
record, è possibile scegliere i valori da una lista valori. Una lista
valori consente di definire i valori di tipo Testo, Numerico, Data o
7-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

3. Nella finestra di dialogo Modifica lista valori, digitare un nome in Per Eseguire questa operazione
Nome lista valori.
Creare valori dinami- Selezionare Usa i valori del campo. Nella finestra di
camente utilizzando il dialogo Specifica i campi per la lista valori, selezionare
sottogruppo di valori Solo i valori correlati e scegliere o definire una relazione
Digitare un di un altro campo (il dalla lista, quindi selezionare il nome del campo in Usa
nome per la sottogruppo viene i valori di questo campo.
lista valori
determinato da una Se si desidera visualizzare i valori di un secondo
relazione) campo, vedere “Visualizzare anche i valori associati di
Scegliere un
metodo per Per ulteriori informa- un secondo campo", più avanti in questa tabella, altri-
creare i valori zioni, vedere “Infor- menti, fare clic su OK.
della lista mazioni sulla
visualizzazione di un
solo sottogruppo di
valori dei campi in una
lista valori” a
4. Definire la lista valori: pagina 7-6.
Per Eseguire questa operazione Visualizzare anche i Seguire le istruzioni di una delle due precedenti proce-
valori associati di un dure della tabella, quindi, fare clic su Visualizza anche i
Definire i valori statici Selezionare Utilizza valori personalizzati, quindi digitare
secondo campo valori del campo e selezionare un nome di campo. Sele-
della lista valori ciascun valore su una riga distinta, nell'ordine di visua-
zionare questa opzione per visualizzare i valori di un
lizzazione desiderato. Premere Invio (Windows) o A-
campo corrispondente accanto ai valori della lista
capo (Mac OS) per separare ciascun valore.
valori. Ad esempio, per semplificare l'immissione di
Creare valori dinami- Selezionare Usa i valori del campo. Nella finestra di dati, è possibile visualizzare i nomi di sezione accanto
camente utilizzando dialogo Specifica i campi per la lista valori: ai numeri di sezione.
tutti i valori di un altro 1 Per utilizzare un campo del file corrente, verificare Se non si utilizza Solo i valori correlati, è inoltre possi-
campo del file corrente di aver selezionato Tutti i valori, quindi selezionare il bile scegliere il campo in base al quale ordinare la lista
o di un altro file nome del campo in Usa i valori di questo campo. valori. Per visualizzare entrambi i valori ordinati per i
1 Per utilizzare il campo di un file diverso, fare clic su valori del primo campo, selezionare primo campo in
Specifica il file, quindi scegliere un nome file e fare clic Ordina lista di valori per. Per eseguire l'ordinamento in
su Apri. Verificare di aver selezionato Tutti i valori, base ai valori del secondo campo, selezionare secondo
quindi selezionare il nome del campo in Usa i valori di campo. Se si sceglie primo campo, non verranno visua-
questo campo. lizzati i valori duplicati del primo campo; se si sceglie
secondo campo, non verranno visualizzati i valori
Se si desidera visualizzare i valori di un secondo
duplicati del secondo campo.
campo, vedere “Visualizzare anche i valori associati di
un secondo campo", più avanti in questa tabella, altri- Fare clic su OK.
menti, fare clic su OK.
Personalizzazione dei formati 7-5

Per Eseguire questa operazione Per Eseguire questa operazione

Utilizzare una lista Selezionare Utilizza la lista valori di un altro file. Nella fine- Eliminare una lista Selezionare la lista valori nella lista dei nomi, quindi
valori definita in un stra di dialogo Specifica lista valori esterna, fare clic su valori fare clic su Elimina. Nella finestra di dialogo di
altro file di Specifica file, quindi selezionare un nome file e fare clic conferma, fare di nuovo clic su Elimina.
FileMaker Pro su Apri. In Lista valori, scegliere o definire una lista
valori, quindi fare clic su OK. Nella finestra di dialogo 3. Nella finestra di dialogo Definisci le liste valori, fare clic su Esci.
Modifica lista valori, fare clic su OK.
Tenere presente quanto segue:
1 È inoltre possibile utilizzare una lista valori per convalidare i
Utilizza tutti i valori del campo valori immessi in un campo. In questo modo viene mantenuta la
Visualizza solo i valori precisione dei dati e si impedisce l'immissione di valori non presenti
correlati del campo
nella lista valori. (Vedere “Definizione di verifica dei campi” a
Selezionare un campo
per utilizzarne i valori pagina 5-10.) È possibile ordinare i record in base alla struttura di
una lista valori, ad esempio, per mese o per regione. (Vedere “Ordi-
namento dei record” a pagina 3-8.)
1 Gli elementi della lista valori creati dai valori di un campo vengono
disposti in ordine alfabetico, mentre i valori duplicati non vengono
visualizzati.
Selezionare un secondo campo di cui visualizzare i valori 1 Se si ridefinisce un elemento della lista valori dopo aver immesso
i dati, possono verificarsi risultati imprevisti. Ad esempio, se si
5. Nella finestra di dialogo Definisci le liste valori, fare clic su Esci. modifica un elemento della lista valori da Accessorio ad Acces-
sori, il campo apparirà vuoto nei formati in cui il campo è format-
Per modificare, duplicare o eliminare una lista valori: tato come casella di controllo o come pulsante di opzione. Inoltre, se
si cerca Accessori, i record esistenti non verranno trovati. Per
1. Scegliere menu File > Definisci le liste valori.
informazioni sulla sostituzione di valori nei campi, vedere “Sostitu-
2. Nella finestra di dialogo Definisci le liste valori: zione di dati nei campi” a pagina 2-11.
Per Eseguire questa operazione 1 Se si desidera creare una lista valori con i valori di un campo (Usa
Modificare i valori di Selezionare la lista valori nella lista dei nomi, quindi i valori del campo) e si visualizzano anche i valori associati di un
una lista valori o modi- fare clic su Modifica. Nella finestra di dialogo Modifica secondo campo, quando si sceglie un valore del primo campo nel
ficare il modo in cui lista valori, apportare le modifiche, quindi fare clic su modo Usa, il valore del secondo campo associato non viene memo-
vengono creati i valori OK. rizzato nel campo, ma viene memorizzato soltanto il primo campo.
di una lista valori dina-
mica

Duplicare una lista Selezionare la lista valori nella lista dei nomi, quindi
valori fare clic su Duplica.
7-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Informazioni sulla visualizzazione di un solo sottogruppo di valori dei Nell'esempio descritto è necessario eseguire le seguenti operazioni:
campi in una lista valori 1. Definire una lista valori per Nome prodotto con le opzioni Usa i
Se i valori vengono creati in una lista valori in base a un campo, è valori del campo e Solo i valori correlati.
possibile modificare dinamicamente i valori della lista valori in base
2. Definire una relazione con lo stesso file di database (autocollega-
ai valori di un secondo campo. Pertanto, la lista valori visualizza
mento) e specificare Categoria come campo di confronto. Vedere
soltanto i valori del primo campo provenienti dai record correlati se
“Definizione delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti”
il valore immesso nel secondo campo soddisfa la definizione della
a pagina 8-11.
relazione.
3. Specificare che la lista valori utilizza i valori del campo correlato
Si supponga di disporre di un database denominato Prodotto conte- Nome prodotto.
nente informazioni su numerosi articoli in inventario. È possibile
definire una lista valori e assegnarla al campo Nome prodotto per Quando si immette un valore in Categoria, vengono recuperati auto-
visualizzare soltanto un sottogruppo degli articoli in base ai valori di maticamente i record correlati in cui Categoria corrisponde al valore
un secondo campo Categoria. Durante l'immissione di dati, quando immesso e i valori corrispondenti di Nome prodotto vengono visua-
si specifica il valore del campo Categoria (ad esempio, Accessorio), lizzati nella lista valori.
nella lista valori vengono visualizzati soltanto i valori di Nome
prodotto in cui la Categoria equivale ad Accessorio. In modo simile, Nota Il campo con i valori della lista valori e il campo di confronto
se il valore di Categoria diventa Abbigliamento, i valori di Nome della relazione si devono trovare nello stesso file, ad esempio, Cate-
prodotto vengono modificati nei record in cui Categoria corrisponde goria e Nome prodotto nella procedura descritta.
ad Abbigliamento.
Formattazione dei campi per l'utilizzo di liste e menu a tendina,
caselle di controllo o pulsanti di opzione per visualizzare una lista
valori
Dopo aver definito una lista valori, assegnarla al campo di ciascun
formato in cui si desidera utilizzarla.

Per assegnare una lista valori a un campo e determinarne il tipo di


Lista valori basata sul valore del campo chiave Accessorio visualizzazione:
1. Nel modo Formato scheda, selezionare il campo desiderato.
2. Scegliere menu Formattazione > Formattazione campo.

Lista valori basata sul valore del campo chiave Abbigliamento


Personalizzazione dei formati 7-7

Nome del campo Per Eseguire questa operazione


selezionato in un
formato Per consentire la Selezionare Includi “Modifica…” per consentire la modi-
modifica dei valori fica della lista valori. Questa opzione non è disponibile
definiti nella lista per i campi formattati come caselle di controllo,
Scegliere il tipo di Selezionare o valori pulsanti di opzione o liste valori basate sui valori di un
visualizzazione definire una
della lista valori lista valori altro campo.

Caselle di controllo Pulsanti di opzione

Assegnazione di una lista valori a un campo

3. Nell'area Stile della finestra di dialogo Formattazione campo, sele- Menu a tendina
zionare il secondo pulsante di opzione, quindi scegliere il tipo di
visualizzazione della lista valori. Lista a tendina

Per Eseguire questa operazione


4. Scegliere il nome della lista valori da assegnare al campo dalla
Selezionare una Scegliere la formattazione desiderata dalla lista a sini-
formattazione per la stra di con lista valori:
lista a destra di con lista valori.
lista valori 1 Scegliere Lista a tendina per visualizzare gli elementi In alternativa, scegliere Definisci le liste valori per creare una lista
della lista valori di una lista a tendina. Per selezionare valori (vedere “Definizione di una lista valori per l'immissione di
un valore, utilizzare i tasti di direzione. dati” a pagina 7-3). Se si definisce una lista valori in questo punto,
1 Scegliere Menu a tendina per visualizzare gli sarà possibile utilizzarla per altri campi.
elementi della lista valori in un menu a tendina. Per
5. Fare clic su OK.
selezionare gli elementi, utilizzare il mouse.
1 Scegliere Caselle di verifica per visualizzare gli Tenere presente quanto segue:
elementi della lista valori accanto a una serie di caselle
di controllo. 1 La formattazione di un campo con una casella di controllo
1 Scegliere Pulsanti radio per visualizzare gli elementi consente di immettere più valori in un campo. Se in un record si
della lista valori accanto a una serie di pulsanti di immettono più valori, viene visualizzato soltanto il primo in un
opzione. formato in cui il campo non è formattato con una casella di controllo
Per consentire Selezionare Includi “Altro…” per consentire l'immissione (ad esempio, un resoconto a colonne).
l'immissione di valori di altri valori. (Questa opzione non è disponibile per Liste
diversi da quelli defi- a tendina in quanto in questo tipo di vista è sempre
niti dalla lista valori possibile digitare nuovi valori.)
7-8 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Per modificare la disposizione degli elementi della lista valori in 2. Fare clic su OK.
caselle di controllo e pulsanti di opzione, ridimensionare il campo.
Un campo più alto che largo visualizza gli elementi disposti in pila Tenere presente quanto segue:
verticalmente. Un campo più largo che alto visualizza gli elementi 1 Per cambiare la forma o le dimensioni di tutte le ricorrenze visibili
disposti uno accanto all'altro orizzontalmente. di un campo multiplo, utilizzare i quadratini di selezione visualizzati
1 Per ulteriori informazioni sull'impostazione di formati per la attorno alla prima ricorrenza.
pubblicazione Web, vedere “Impostazione delle visualizzazioni del 1 I dati di tutte le ripetizioni di un campo multiplo vengono memo-
browser” a pagina 14-12. rizzati anche se si modifica la formattazione del campo in modo da
non visualizzare tutte le ripetizioni.
Formattazione dei campi multipli
Se un campo viene definito come campo multiplo, è possibile Consentire o impedire l'immissione nei campi
formattarlo in modo da visualizzare soltanto un determinato numero È possibile consentire o impedire l'immissione in un campo nei modi
di ripetizioni. Le informazioni di tutte le ripetizioni vengono Usa e Trova. Ad esempio, è possibile limitare l'immissione in un
comunque memorizzate nel database. Vedere “Informazioni sui campo contenente un numero in serie, quale un numero di fattura, in
campi multipli” a pagina 5-12. modo da impedire la modifica del campo.
1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi multipli, Se si consente l'immissione in un campo, è possibile controllare se
quindi scegliere menu Formattazione > Formattazione campo. l'intero contenuto viene selezionato quando si fa clic o si attiva il
Nella finestra di dialogo Formattazione campo, selezionare le campo nel modo Usa o Trova (in caso contrario il punto di inseri-
opzioni in Ripetizioni. mento viene posizionato dopo il primo carattere del campo).

Per personalizzare l'immissione in un campo:


Specificare il numero di ripeti- 1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più campi
zioni da visualizzare nel campo
multiplo e il loro orientamento oppure, per specificare gli attributi dei campi da aggiungere in
seguito, iniziare senza selezionare alcun campo.
2. Scegliere menu Formattazione > Formattazione campo.
Per Eseguire questa operazione
Nella finestra di dialogo Formattazione campo, selezionare le
Specificare il numero In Mostra <valore> dei ? possibili valori del campo
opzioni in Funzionalità di accesso.
di ripetizioni da visua- ripetuti, digitare un numero (? rappresenta il
lizzare nel formato numero massimo di ripetizioni specificato in fase
di definizione del campo).

Scegliere un orienta- In Usa orientamento <valore>, scegliere verticale


mento per visualizzare per disporre in pila le ripetizioni in una colonna o
le ripetizioni del campo orizzontale per disporre le ripetizioni una accanto
all'altra in una riga. 3. Fare clic su OK.
Personalizzazione dei formati 7-9

Per Eseguire questa operazione

Impedire l'immissione in un DeselezionareConsenti l'immissione nel campo.


campo

Selezionare il contenuto Selezionare Seleziona il contenuto del campo


dell'intero campo quando all'immissione (è necessario selezionare anche
viene attivato Consenti l'immissione nel campo).

Nota La deselezione di Consenti l'immissione nel campo ha effetto solo


sul campo del formato specifico. Per limitare sempre l'accesso a un
campo in tutti i formati del database, definire i privilegi di accesso di
“sola lettura” per quel campo. Vedere “Definizione dei gruppi” a Ciascuna freccia indica la posizione del campo nell'ordine d'inserimento
pagina 9-4. È inoltre possibile limitare la possibilità di modifica del
valore di un campo se, in fase di definizione del campo, si specifica
2. Nella finestra di dialogo Imposta ordine d'inserimento, specificare
un valore proposto e si seleziona Valori non modificabili. Vedere “Defi-
le opzioni da utilizzare:
nizione di immissione automatica dei dati” a pagina 5-10. È possibile
consentire l'immissione nei campi non modificabili in modo da Per Eseguire questa operazione
copiare i valori negli Appunti o da consentire l'accesso e la ricerca Reimpostare l'ordine Selezionare Modifica l'ordine. Fare clic sul campo
nel modo Trova. d'inserimento dei singoli di cui si desidera modificare l'ordine e digitare un
campi nuovo numero per la freccia. Il numero viene
Impostazione dell'ordine d'inserimento per l'immissione sostituito con quello digitato.
di dati Definire un nuovo ordine Selezionare Crea un nuovo ordine e fare clic sui
d'inserimento per tutti i campi nel nuovo ordine. I numeri vengono inseriti
Quando si preme Tab nel modo Usa o Trova, la funzionalità prede-
campi nelle frecce nell'ordine indicato.
finita di FileMaker Pro prevede di attivare i campi da sinistra a destra
e dall'alto verso il basso. È possibile modificare l'ordine d'inseri- Omettere campi dall'ordine Durante l'impostazione di un nuovo ordine d'inse-
mento predefinito in vari modi. d'inserimento rimento, non fare clic sui campi da omettere. Nei
campi che visualizzano già un numero, selezio-
nare il numero e premere Backspace o Canc.
1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta
ordine d'inserimento. Ripristinare l'ordine d'inse- Fare clic su Ripristina val. predef.
rimento predefinito
Vengono visualizzate frecce numerate che puntano a ciascun campo
del formato e la finestra di dialogo Imposta ordine d'inserimento.
3. Fare clic su OK.
7-10 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Se alcuni campi del formato non sono stati inclusi nell'ordine d'inse- 1 Per impostare l'ordine d'inserimento per includere prima tutte le
rimento, viene visualizzata una finestra di dialogo che richiede se si ripetizioni (visibili) del primo campo multiplo, fare doppio sulla
desidera rendere i campi disponibili durante l'inserimento. Se non si prima ricorrenza del campo multiplo. Vengono inseriti automati-
desidera includerli, fare clic su Ometti; altrimenti, fare clic su camente i numeri per tutte le ripetizioni. Fare doppio clic sulla
Aggiungi (verranno aggiunti alla fine dell'ordine d'inserimento). prima ricorrenza del campo multiplo successivo per visualizzare la
serie successiva dei numeri dell'ordine d'inserimento e così via.
Tenere presente quanto segue: 1 I campi Riassunto non possono essere inclusi nell'ordine d'inseri-
1 Una freccia vuota indica che un campo è stato omesso dall'ordine mento. I campi Calcolato possono essere inclusi nell'ordine d'inseri-
d'inserimento. mento, ma non è possibile attivarli nel modo Usa (soltanto nel modo
1 Nel caso di più campi multipli, è possibile specificare se attivare Trova). I campi formattati per impedire l'immissione non possono
inizialmente la prima ripetizione di ciascun campo diverso (imposta- essere attivati nel modo Usa o nel modo Trova.
zione predefinita) o se attivare le ripetizioni successive dello stesso 1 L'impostazione di un ordine d'inserimento non influisce
campo. sull'immissione dei dati quando si utilizzano dati pubblicati sul Web
con Web Companion di FileMaker Pro. Per ulteriori informazioni
Primo clic Secondo clic Terzo clic sull'impostazione di formati per la pubblicazione Web, vedere
“Impostazione delle visualizzazioni del browser” a pagina 14-12.
Quarto clic

Ordine d'inserimento orizzontale per i campi Personalizzazione dell'aspetto di un


multipli (da sinistra a destra)
formato
Primo Secondo Terzo
doppio clic doppio clic doppio clic È possibile migliorare la struttura di un formato in vari modi, ad
esempio:
1 aggiungendo un testo esterno ai campi
Ordine d'inserimento verticale (dall’alto in basso) 1 utilizzando gli strumenti di disegno per aggiungere linee, rettan-
goli o altre forme
1 aggiungendo un'immagine o un filmato QuickTime
1 Per impostare l'ordine d'inserimento per attivare la prima ripeti- Per ulteriori informazioni sugli strumenti del formato, vedere
zione di ciascun campo multiplo diverso, fare clic nel campo supe- “Utilizzo degli strumenti del formato” a pagina 6-13.
riore sinistro. La freccia lampeggia durante la selezione dell'ordine
di attivazione delle prime ripetizioni degli altri campi. Fare di
nuovo clic nel campo superiore sinistro per completare l'ordine
d'inserimento delle altre ripetizioni dei campi multipli utilizzando
lo stesso motivo.
Personalizzazione dei formati 7-11

Nota Per aggiungere o modificare il testo nei campi del database,


Strumenti
passare al modo Usa.

Per digitare il testo in un formato:


1. Nel modo Formato scheda, selezionare lo strumento Testo sul
pannello degli strumenti o sulla barra Strumenti (scegliere menu
Pannello degli strumenti
Visualizza > Barre degli strumenti > Strumenti).
2. Con il cursore, fare clic sul punto in cui si desidera aggiungere il
testo o trascinare il puntatore per definire la lunghezza massima della
riga di testo.
Se si fa clic sul formato, viene creato un piccolo blocco di testo che
Controllo area di stato viene ingrandito quando si digita il testo al suo interno.
Viene visualizzato un punto di inserimento lampeggiante circondato
da una cornice tratteggiata temporanea.
Per ulteriori informazioni sull'impostazione di formati per la pubbli-
cazione Web, vedere “Impostazione delle visualizzazioni del 3. Digitare il testo.
browser” a pagina 14-12. Per informazioni più dettagliate sull'utilizzo del testo, consultare la
Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in Windows o
Aggiunta di testo a un formato Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice,
L'aggiunta del testo a un formato ne semplifica l'utilizzo e la quindi digitare testo, immissione.
comprensione. Utilizzare il testo per: 4. Impostare il carattere e gli altri attributi di testo.
1 etichette (nomi dei campi; è possibile creare un'etichetta quando si Il testo viene formattato con il carattere, lo stile, l'interlinea, il colore
posiziona un campo in un formato) e l'allineamento predefiniti. Per specificare gli attributi di testo,
1 intestazioni di colonna nei resoconti a colonne vedere “Formattazione del testo” a pagina 7-13.
1 istruzioni relative a un modulo
Tenere presente quanto segue:
1 una lettera con campi di fusione che visualizzano i dati
1 Per ulteriori informazioni sulla selezione e la modifica del testo,
1 la data, il numero di pagina o il numero di record corrente vedere “Informazioni sull'utilizzo del testo” a pagina 2-15.

Aggiunta di testo in un punto qualsiasi di un formato. Il testo digitato 1 A seconda della sezione del formato scheda in cui si trova, il testo
o incollato in un formato è un elemento che è possibile gestire come viene visualizzato in punti diversi del formato nel modo Usa o Ante-
qualsiasi altro oggetto. Ad esempio, è possibile assegnare un colore prima (ad esempio, una volta per ciascun record, solo nella parte
di sfondo o ruotare un oggetto di testo. superiore del resoconto e così via). Vedere “Informazioni sulle
sezioni del formato scheda” a pagina 6-28.
7-12 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Per eliminare gli spazi vuoti al momento della stampa, vedere Nel formato
“Informazioni sulla rimozione dello spazio vuoto dai dati stampati” appare quanto
Per inserire Scegliere segue
a pagina 7-25.
Un nome utente fisso (proveniente dal Nome utente Il nome dell'utente
Inserimento del numero di pagina, della data o di un'altra variabile in Nome utente specificato in Preferenze corrente
applicazione). Il nome è statico e non
un formato
viene modificato.
È possibile visualizzare o stampare informazioni fisse (quali la data
Una data variabile. La data viene Simbolo data Doppia barra(//)
al momento dell'inserimento) o informazioni variabili (quali la data
modificata per mostrare quella
odierna) quando i record vengono stampati o visualizzati in ante- corrente proveniente dal calendario
prima. Ad esempio, visualizzare l'ora corrente in un piè di pagina del del computer.
resoconto ogni volta che viene stampato. È inoltre possibile visualiz-
Un'ora variabile. L'ora viene modifi- Simbolo ora Doppio carattere
zare la data, l'ora o il nome utente correnti al momento del posizio- cata e indica quella corrente prove- due punti (::)
namento sul formato. Queste informazioni rimangono invariate niente dall'orologio del computer.
quando i record vengono visualizzati, stampati o visualizzati in ante-
Un nome utente variabile. Il nome Simbolo nome Due linee verticali
prima. (È inoltre possibile inserire la data, l'ora o il nome utente
viene modificato e indica il Nome utente (||)
correnti in un campo nel modo Usa. Vedere “Inserimento della data utente specificato in Preferenze appli-
corrente o di altre variabili nei campi” a pagina 2-11. cazione.

Un numero di pagina. I numeri di Simbolo del Due simboli di


1. Nel modo Formato scheda, fare clic sullo strumento
pagina vengono visualizzati soltanto numero di pagina numero (##)
Selezione sul pannello degli strumenti e fare clic sul punto in cui
nel modo Anteprima o in un reso-
si desidera visualizzare le informazioni. conto stampato.
Se si desidera inserire le informazioni in una riga di testo, fare doppio Un numero di record Simbolo numero di Due simboli di a
clic sul punto in cui si desidera posizionare il punto di inserimento. record commerciale
2. Scegliere menu Inserisci, quindi un comando: (@@)

3. Il simbolo visualizza soltanto la quantità di testo che rientra nei


Nel formato
appare quanto margini. Utilizzare lo strumento Selezione per ingrandire l'oggetto di
Per inserire Scegliere segue
testo e visualizzare la quantità di dati variabili desiderata.
Una data fissa (proveniente dal calen- Data corrente La data corrente
4. Impostare il carattere e gli altri attributi come per qualsiasi altro
dario del computer). La data è statica
e non viene modificata.
testo.

Un'ora fissa (proveniente Ora corrente L'ora corrente


dall'orologio del computer). L'ora è
statica e non viene modificata.
Personalizzazione dei formati 7-13

Tenere presente quanto segue: eliminare la formattazione applicata nel modo Usa, riformattare il
1 Se si inseriscono informazioni variabili, nel modo Formato scheda testo nel modo Usa ed esportare e reimportare i dati (vedere “Espor-
viene visualizzato soltanto il simbolo della variabile. Le informa- tazione dei dati in FileMaker Pro” a pagina 12-7).
zioni variabili vengono visualizzate nei modi Usa, Trova e Ante-
Suggerimento Per l'accesso rapido a vari attributi di testo, è possibile
prima e nella stampa del formato.
utilizzare la barra degli strumenti Formattazione testo (scegliere
1 È possibile digitare i caratteri indicati per il simbolo anziché utiliz- menu Visualizza > Barre degli strumenti > Formattazione testo), il
zare i comandi del menu Inserisci. righello del testo (scegliere menu Visualizza > Righello del testo) o i
menu di scelta rapida. Vedere “Utilizzo delle barre degli strumenti”
Formattazione del testo a pagina 1-5 e “Utilizzo dei menu sensibili al contesto” a pagina 1-6.
È possibile specificare come visualizzare il testo sul formato Il righello del testo è descritto nella Guida in linea di FileMaker Pro.
(all'interno e all'esterno dei campi). È possibile controllare: Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare testo,
1 gli attributi di carattere del testo, compreso il tipo, la dimensione,
formattazione.
lo stile e il colore del carattere
1 l'allineamento dei paragrafi, i margini e l'interlinea Formattazione del testo in grassetto e corsivo o impostazione di altri
1 le impostazioni dei tabulatori stili
Il testo può essere formattato in vari modi. Selezionare il testo da
Se si specifica la formattazione del testo senza selezionare alcun formattare, quindi:
testo o campo, vengono impostate le formattazioni di testo predefi- 1 Scegliere la formattazione del testo (ad esempio un Carattere o uno
nite per i campi e il testo da aggiungere in seguito. In modo analogo, Stile) da un sottomenu del menu Formattazione.
se un campo o un testo appena creato è ancora selezionato e si speci-
ficano formattazioni per il testo, vengono impostate le formattazioni
1 Scegliere le opzioni di formattazione del testo sulla barra degli
strumenti Formattazione testo.
predefinite. Se le formattazioni di testo predefinite vengono in
seguito modificate, la modifica non ha effetto sulle formattazioni già 1 Fare clic con il pulsante destro del mouse (Windows) o fare clic
applicate. tenendo premuto Controllo (Mac OS) e scegliere i comandi di
formattazione del testo dal menu sensibile al contesto.
Importante È possibile formattare direttamente i caratteri nei campi
1 Scegliere menu Formattazione > Testo per selezionare più opzioni
Testo nel modo Usa (ad esempio, sottolineando una parola o appli-
di formattazione del testo contemporaneamente.
cando lo stile corsivo, per evidenziarla). A differenza della formatta-
zione di testo specificata nel modo Formato scheda, questa
Per specificare più attributi di testo contemporaneamente:
formattazione viene salvata con i dati, e appare in tutti i formati che
visualizzano la stringa di testo. Il testo formattato nel modo Usa ha 1. Selezionare il testo da modificare.
precedenza sul testo formattato nel modo Formato scheda. Ad
esempio, se si formatta un testo in grassetto nel modo Usa, si passa
quindi al modo Formato scheda e si formatta lo stesso campo in
corsivo, il testo continuerà a essere visualizzato in grassetto. Per
7-14 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per informazioni più dettagliate sulla selezione del testo, vedere Nota Windows: Per visualizzare tutti i caratteri disponibili, scegliere
“Selezione del testo” a pagina 2-15. menu Formattazione > Carattere > Configura/Più caratteri. Nella fine-
stra di dialogo Configura il menu Carattere, selezionare un carattere
Per Eseguire questa operazione
a sinistra e fare clic su Sposta per aggiungerlo al menu Carattere
Formattare il testo di un Nel modo Usa, selezionare il testo e scegliere menu oppure fare doppio clic sul carattere a sinistra per spostarlo nella lista
campo nel modo Usa Formattazione > Testo. La formattazione viene memo- Menu. Selezionare Anteprima del carattere per visualizzare un'ante-
rizzata con i dati e viene visualizzata in qualsiasi
prima del carattere.
formato.

Specificare la formatta- Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più Specifica degli attributi del paragrafo e dei tabulatori
zione del testo dei campi, quindi scegliere menu Formattazione > Testo.
Nel modo Usa, è possibile formattare singoli paragrafi (e impostare
campi nel modo In alternativa, fare doppio clic su un campo tenendo
Formato scheda premuto Alt (Windows) o Opzione (Mac OS).
i tabulatori) del testo di un campo. Nel modo Formato scheda, è
possibile specificare gli attributi di paragrafo dei campi che conten-
Formattare il testo in un Nel modo Formato scheda, selezionare il testo e
gono testo e del testo non contenuto in un campo.
formato scegliere menu Formattazione > Testo.
1. Nel modo Usa, selezionare il testo da formattare. In alternativa,
nel modo Formato scheda, selezionare il testo o il campo da format-
2. Nella finestra di dialogo Formattazione testo, selezionare gli attri-
tare.
buti da utilizzare.
Per ulteriori informazioni sulle differenze di formattazione del testo
Nell'area Esempio viene visualizzato il testo formattato con gli attri-
nei modi Usa e Formato scheda, vedere “Formattazione del testo” a
buti selezionati.
pagina 7-13.
2. Scegliere menu Formattazione > Testo.
3. Nella finestra di dialogo Formattazione testo, fare clic su Para-
Scegliere gli
attributi di testo grafo.
Selezionare
uno o più 4. Nella finestra di dialogo Paragrafo, specificare l'interlinea e
stili l'allineamento.

Impostare l'interlinea e
Rientro testo modificare le unità di misura
Specificare le impostazioni del paragrafo e dei
tabulatori (vedere la sezione successiva)

Allineamento
3. Fare clic su OK. testo

Impostazione
Per ulteriori informazioni sull'impostazione di formati per la pubbli- tabulatori
cazione Web, vedere “Impostazione delle visualizzazioni del
browser” a pagina 14-12.
Personalizzazione dei formati 7-15

5. Per specificare le impostazioni dei tabulatori del paragrafo, fare Tracciatura di linee e forme
clic su Tabulatori. Utilizzare gli strumenti di disegno del pannello degli strumenti o
6. Nella finestra di dialogo Tabulatori, specificare le impostazioni della barra Strumenti (scegliere menu Visualizza > Barre degli stru-
dei tabulatori. menti > Strumenti) per tracciare linee e forme ed evidenziare le
sezioni del formato.

Impostare l'allinea- 1. Nel modo Formato scheda, selezionare lo strumento da utilizzare


Impostazioni mento di un tabulatore
correnti dei sul pannello degli strumenti o sulla barra Strumenti.
tabulatori Specificare la posi-
zione del tabulatore
Specificare un carat- Strumento Rettangolo Strumento Rettangolo con angoli arrotondati
tere di riempimento
Strumento Ellisse

Strumento Linea
7. Fare clic su OK.

Tenere presente quanto segue: 2. Posizionare il puntatore a mirino sul punto del formato in cui si
1 Il testo e i campi possono essere allineati verticalmente. Nel modo desidera far iniziare la linea o l'oggetto.
Formato scheda, scegliere menu Formattazione > Allineamento testo, 1 Per una linea, trascinare il puntatore fino a quando la linea non
quindi scegliere Superiore, Centro o Inferiore. assume la lunghezza desiderata.
1 È possibile utilizzare il righello del testo per impostare i margini o 1 Per un rettangolo, un quadrato, un rettangolo con angoli arroton-
i tabulatori per i dati del testo nel modo Usa o per gli oggetti di testo dati, un'ellisse o un cerchio, trascinare il puntatore diagonalmente
nel modo Formato scheda. Non è possibile utilizzare il righello del fino a quando l'oggetto non assume le dimensioni desiderate.
testo per formattare i campi nel modo Formato scheda, ma è neces-
Con lo
sario utilizzare le finestre di dialogo Paragrafo e Tabulatori. Il strumento Sono disponibili le opzioni
righello del testo è descritto nella Guida in linea di FileMaker Pro.
Strumento Linea Per una linea orizzontale o verticale, trascinare il puntatore
Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e
tenendo premuto Maiusc. Per una linea diagonale (a 45
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare testo, gradi), trascinare il puntatore tenendo premuto Ctrl
righello. (Windows) o Opzione (Mac OS).
1 Per informazioni più dettagliate sull'impostazione dei paragrafi e Per creare una linea verticale che continua su più sezioni del
dei tabulatori, consultare la Guida in linea di FileMaker Pro. formato, tracciare linee sovrapposte in ciascuna sezione.
Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e Strumento Per un quadrato, trascinare il puntatore tenendo premuto
indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare testo, Rettangolo Ctrl (Windows) o Opzione (Mac OS).
formattazione. Strumento Per un quadrato con angoli arrotondati, trascinare il punta-
Rettangolo con tore tenendo premuto Ctrl (Windows) o Opzione (Mac OS).
angoli arrotondati
7-16 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Con lo 1 Windows: È inoltre possibile collegare o incorporare un oggetto


strumento Sono disponibili le opzioni OLE. Per ulteriori informazioni su come vengono gestiti gli oggetti
Strumento Ellisse Per un cerchio, trascinare il puntatore tenendo premuto Ctrl OLE, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu
(Windows) o Opzione (Mac OS). Guida in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
scheda Indice, quindi digitare oggetti OLE, modifica.
L'oggetto viene tracciato con lo spessore, il colore della penna e il
motivo predefinito e viene riempito con il colore e il motivo di riem- Impostazione di colori, motivi, spessori ed effetti oggetto
pimento (tutti gli oggetti tranne le linee). È possibile modificare gli Utilizzare le palette di effetti riempimento, penna, spessore e oggetto
attributi prima o dopo aver tracciato l'oggetto. (Vedere “Imposta- nell'area di stato per modificare l'aspetto degli oggetti, compresi i
zione di colori, motivi, spessori ed effetti oggetto” a pagina 7-16.) campi, i pulsanti e i portali del formato.

Tenere presente quanto segue: 1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più oggetti da modi-
ficare.
1 Per utilizzare gli strumenti, utilizzare le seguenti tecniche:
oppure, per specificare gli attributi degli oggetti da aggiungere in
Per Eseguire questa operazione seguito, iniziare senza selezionare alcun oggetto.
Utilizzare uno stru- Fare clic su uno strumento per selezionarlo. Lo stru- 2. Scegliere i colori, i motivi, gli spessori della linea o del bordo e gli
mento una volta mento diventa grigio.
effetti oggetto dalle palette dell'area di stato.
Mantenere uno stru- Fare doppio clic su uno strumento. Lo strumento
mento selezionato o diventa nero a indicare che rimane selezionato finché
protetto non ne viene scelto un altro. Per specificare una Palette dei motivi di riempimento
preferenza per mantenere protetti gli strumenti del
Palette dei colori di Palette di effetti oggetto
formato, vedere “Impostazione delle preferenze del riempimento
formato scheda” a pagina A-2.

Alternare tra l'ultimo Premere Ctrl+Invio o Invio sul tastierino numerico Esempio di riempimento
strumento utilizzato e lo (Windows) oppure premere Inserimento (Mac OS).
strumento Selezione Palette dei motivi della penna

Palette dei colori Palette di spessori


1 Tutti gli oggetti presentano un bordo. Il bordo di una linea corri- della penna
sponde alla linea stessa. Tutti gli oggetti tranne le linee presentano Spessore corrente
un riempimento, ossia l'area racchiusa dal bordo. Esempio di penna
1 È inoltre possibile modificare l'aspetto di un campo, di un oggetto
Per modificare Utilizzare
di testo o di un'immagine inserita, ad esempio modificandone le
dimensioni, la larghezza dei bordi o il motivo di riempimento. Lo spessore di una linea o di un bordo Palette di spessori.
attorno a una forma, un oggetto di testo, un
campo o un portale
Personalizzazione dei formati 7-17

Per modificare Utilizzare

Il colore o il motivo di una linea o di un Palette dei colori della penna e dei Applicazione di effetti agli
oggetti del formato
bordo attorno a una forma, un oggetto di motivi della penna.
testo, un campo o un portale

Il colore o il motivo di un oggetto, quale lo Palette dei colori di riempimento e Scegliere Per
sfondo di oggetti di testo, campi e portali dei motivi di riempimento. In rilievo Visualizzare l'oggetto selezionato in rilievo sopra lo sfondo
L'effetto con cui viene tracciato un oggetto Palette di effetti oggetto, quindi Incassato Visualizzare l'oggetto selezionato incassato nello sfondo
(tranne le linee) scegliere In rilievo, Incassato o
Ombra (vedere la sezione succes- Ombra Visualizzare l'oggetto selezionato con un'ombra proiettata in
siva, “Informazioni sugli effetti basso e a destra
oggetto”).

Se si seleziona un oggetto, le caselle di esempio accanto alle palette


ne visualizzano gli attributi. Se non si seleziona alcun oggetto, le
In rilievo Incassato Effetto ombra
caselle di esempio visualizzano gli attributi predefiniti.

Tenere presente quanto segue: Tenere presente quanto segue:

1 Per rendere trasparente un oggetto, scegliere il motivo trasparente 1 È possibile migliorare l'aspetto degli effetti oggetto specificando
dalla palette dei motivi. Un oggetto con un motivo trasparente è un motivo della penna trasparente (ossia un bordo invisibile) e uno
“vuoto”. Gli altri oggetti sono visibili sotto di esso e possono essere spessore della penna di almeno 2 punti. Inoltre, provare ad assegnare
selezionati soltanto facendo clic sul bordo dell'oggetto. alla sezione un colore di sfondo con una sfumatura simile al colore
di riempimento dell'oggetto. (Vedere “Aggiunta o modifica delle
1 Per i campi, le impostazioni delle palette sostituiscono quelle della sezioni del formato” a pagina 6-30.)
finestra di dialogo Bordi campo. Vedere “Aggiunta di bordi, riempi-
mento e linee base ai campi” a pagina 7-1. 1 Se si desidera utilizzare un effetto oggetto su un campo, provare a
selezionare l'effetto prima di posizionare il campo sul formato, altri-
1 Per applicare un colore o un motivo a una sezione del formato menti, l'effetto potrebbe tagliare parte del testo del campo.
scheda, vedere “Aggiunta o modifica delle sezioni del formato” a
pagina 6-30. 1 La larghezza dell'effetto dipende dalla larghezza del bordo
dell'oggetto specificata dallo spessore della penna (se l'oggetto non
Informazioni sugli effetti oggetto ha un bordo, l'effetto oggetto viene tracciato con una linea di un
punto). Il colore e il motivo dell'effetto dipendono dal colore e dal
Utilizzare i comandi della palette di effetti oggetto per conferire un
motivo di riempimento dell'oggetto o campo selezionato.
aspetto tridimensionale ai formati. È possibile assegnare effetti agli
oggetti tracciati (tranne le linee), ai campi e ai portali.
7-18 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Quando si applica un effetto a un oggetto esistente, le dimensioni Per alcuni formati di file, viene visualizzata una finestra di dialogo
totali non vengono modificate, ma l'oggetto viene ridotto in base con le opzioni di personalizzazione e inserimento dell'immagine. Le
all'effetto. Di conseguenza, quando si applica un effetto a un campo opzioni delle immagini sono descritte nella Guida in linea di
esistente, potrà essere necessario ingrandire le dimensioni del campo FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac OS >
per consentire la lettura dei dati. Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare
1 Se si assegna un effetto a un oggetto trasparente, viene prima asse- Inserisci immagine, comando.
gnato il riempimento predefinito all'oggetto, quindi viene tracciato 5. Posizionare e dimensionare l'immagine sul formato.
l'effetto. Se si modifica il motivo di riempimento, i colori dell'effetto Vedere “Spostamento di oggetti in un formato” a pagina 6-16 e
vengono regolati in modo da completare il nuovo colore. Se si “Modifica della forma e delle dimensioni di un oggetto” a
assegna il riempimento trasparente a un oggetto dopo aver assegnato pagina 6-16.
un effetto, anche l'effetto diventa trasparente.
1 I pulsanti hanno sempre un effetto In rilievo. Per modificare questa Tenere presente quanto segue:
impostazione, selezionare il pulsante e scegliere un altro effetto dalla 1 Per visualizzare un'immagine diversa su ciascun record, incollarla
palette di effetti oggetto. Vedere “Utilizzo di pulsanti con gli script” o inserirla in un campo Contenitore nel modo Usa. Per ulteriori infor-
a pagina 10-13. mazioni, vedere “Inserimento di immagini nei campi” a pagina 2-13.
1 È inoltre possibile incollare in un formato un'immagine copiata da
Inserimento di immagini in un formato
un'altra applicazione. Vedere “Copia, duplicazione ed eliminazione
È possibile aggiungere immagini in un punto qualsiasi di un formato. di oggetti” a pagina 6-14.
Utilizzare un'immagine in un formato anziché un campo Contenitore
quando si desidera visualizzare la stessa immagine (ad esempio il
1 Se il sistema operativo e l'applicazione di origine supportano
questa funzionalità, è possibile spostare rapidamente un'immagine o
logo della società) su ciascun record o resoconto.
un filmato dall'applicazione a FileMaker Pro trascinando l'oggetto
1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Inserisci > Immagine. dalla finestra dell'applicazione al formato di FileMaker Pro. In alter-
nativa, è possibile trascinare oggetti da un formato a un'altra applica-
2. Nella finestra di dialogo, scegliere un tipo file di grafica in Tipo file
zione, sul desktop di Windows o di Mac OS.
(Windows) o Mostra (Mac OS).
1 Windows: Per inserire oggetti OLE in un formato, scegliere menu
3. Spostarsi sul file di grafica.
Inserisci > Oggetto e specificare il tipo di oggetto da importare. In
Se si seleziona Memorizza solo un riferimento al file, FileMaker Pro non FileMaker Pro per Mac OS, gli oggetti OLE appaiono come imma-
importa il file di grafica, ma tiene soltanto traccia della sua posizione gini. Per ulteriori informazioni sulla gestione degli oggetti OLE,
sul disco rigido. Questa opzione consente di ridurre la dimensione vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere menu Guida in
del file di FileMaker Pro, ma se il file viene spostato o eliminato, Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
non sarà possibile visualizzarlo. Indice, quindi digitare oggetti OLE, modifica.
4. Selezionare il file e fare clic su Apri oppure fare doppio clic sul
nome file.
Personalizzazione dei formati 7-19

Formattazione di immagini in un formato Disposizione degli oggetti


Nel modo Formato scheda, è possibile formattare le immagini nel
Nel modo Formato scheda, è possibile:
punto in cui sono state incollate o importate nel formato, così come
avviene per i dati grafici di un campo Contenitore. Per ulteriori infor- 1 raggruppare una combinazione di oggetti in modo da modificarli o
mazioni, vedere “Specifica della formattazione dei campi contenenti spostarli insieme
immagini” a pagina 6-28. 1 modificare l'ordine di sovrapposizione degli oggetti per ottenere
effetti diversi
Visualizzazione dei margini di testo, campi o pulsanti 1 ruotare un oggetto o un gruppo di oggetti con incrementi di 90˚
In un formato, è possibile visualizzare i margini di testo, campi e
1 allineare o distribuire gli oggetti con precisione
pulsanti per semplificare l'identificazione, il posizionamento e l'alli-
neamento di questi oggetti.
Nota Utilizzare la barra degli strumenti Organizza (scegliere menu
Per visualizzare i Eseguire questa operazione nel modo
Visualizza > Barre degli strumenti > Organizza) o i menu di scelta rapida,
margini attorno a Formato scheda per l'accesso rapido a vari comandi per la disposizione degli oggetti.
Tutto il testo (non Scegliere menu Visualizza > Mostra > Margini testo. Vedere “Utilizzo delle barre degli strumenti” a pagina 1-5 e
presente in un campo) “Utilizzo dei menu sensibili al contesto” a pagina 1-6.
I margini vengono visualizzati come sottili riquadri
neri attorno a tutto il testo del formato.
Raggruppamento e separazione degli oggetti
Tutti i campi Scegliere menu Visualizza > Mostra > Margini campo.
È possibile raggruppare gli oggetti in modo da utilizzarli come se
I margini vengono visualizzati come sottili riquadri
fossero un singolo oggetto. È possibile:
neri attorno a tutti i campi.

Tutti i pulsanti del Scegliere menu Visualizza > Mostra > Pulsanti.
1 copiare e incollare gli oggetti raggruppati, mantenendo la disposi-
formato zione degli oggetti nel gruppo
I margini vengono visualizzati come riquadri grigi
attorno a tutti i pulsanti definiti. 1 assegnare attributi (quali un carattere o un colore di riempimento)
agli elementi del gruppo, anche se l'attributo non è adatto a tutti gli
Per nascondere i margini di testo, campi e pulsanti, scegliere di elementi del gruppo. (Ad esempio, se si assegna un nuovo carattere
nuovo il comando corrispondente dal sottomenu Mostra. a un gruppo che contiene del testo, un campo e un'immagine, il testo
e il campo vengono modificati, mentre l'immagine rimane invariata.)
Nota I margini vengono visualizzati soltanto nel modo Formato 1 semplificare l'utilizzo dell'ordine di sovrapposizione, dal momeno
scheda. Se si desidera visualizzare i bordi attorno a questi oggetti nel che tutti gli oggetti raggruppati si trovano sullo stesso livello
modo Usa o quando si stampa il formato, definire un bordo con le
palette dello spessore della penna e della linea nell'area di stato.
1 allineare un singolo oggetto a un oggetto raggruppato
Per raggruppare gli oggetti nel modo Formato scheda, selezionare gli
oggetti, quindi scegliere menu Organizza > Raggruppa.

Per separare un oggetto raggruppato, selezionare il gruppo, quindi


scegliere menu Organizza > Separa.
7-20 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Tenere presente quanto segue: 2. Scegliere un comando dal menu Organizza.


1 Quando si separa un gruppo che contiene altri gruppi, i sottogruppi Per spostare l'oggetto Scegliere
rimangono raggruppati finché non vengono separati.
Davanti a tutti gli oggetti Porta in primo piano
1 Se si include un oggetto protetto nel gruppo, anche l'oggetto
Avanti di un livello Porta avanti
raggruppato risultante viene protetto.
Dietro a tutti gli altri oggetti Porta in secondo piano
1 Per modificare il testo contenuto in un gruppo, fare doppio clic sul
Indietro di un livello Porta indietro
testo.

Spostamento avanti o indietro di oggetti in un formato Rotazione degli oggetti


Quando gli oggetti si sovrappongono in un formato, un oggetto si È possibile ruotare campi, oggetti di testo e oggetti grafici con incre-
trova sopra un altro oggetto. È possibile modificare l'ordine di menti di 90˚.
sovrapposizione per creare effetti diversi. Quando si creano gli 1. Nel modo Formato scheda, fare clic sullo strumento Selezione sul
oggetti, l'ultimo viene posizionato sul precedente, anche se non viene pannello degli strumenti, quindi selezionare uno o più oggetti.
sovrapposto, in modo da trovarsi sempre sopra agli altri.
2. Scegliere menu Organizza > Ruota.

Dopo Gli oggetti vengono ruotati di 90˚ in senso orario. Per ruotare ulte-
Prima
riormente gli oggetti, scegliere di nuovo menu Organizza > Ruota.

Tenere presente quanto segue:


1 Quando si fa clic o si attiva un campo ruotato nel modo Usa, il
campo viene temporaneamente visualizzato con l'orientamento
Porta avanti Porta in primo piano originale orizzontale, da sinistra a destra.
1 Non è possibile ruotare i portali.

Allineamento tra gli oggetti


È possibile allineare o distribuire uniformemente lo spazio tra gli
oggetti del formato.
Porta indietro Porta in secondo piano
Se si allineano gli oggetti lungo i bordi superiori, inferiori o laterali,
1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più oggetti da gli oggetti vengono allineati all'oggetto più disallineato. Quando si
spostare nell'ordine di sovrapposizione. allineano i punti centrali, gli oggetti vengono allineati lungo una
linea invisibile orizzontale o verticale al centro degli oggetti.
Personalizzazione dei formati 7-21

Quando si distribuisce lo spazio tra gli oggetti, lo spazio che separa Tenere presente quanto segue:
i due oggetti più lontani viene diviso equamente tra tutti gli oggetti 1 Per allineare i nuovi oggetti in base alle impostazioni correnti, sele-
selezionati. zionare gli oggetti da allineare, quindi scegliere menu Organizza >
Allinea. Se le impostazioni della finestra di dialogo Allineamento
sono entrambe Nessuno, il comando non è disponibile.
1 Per allineare in base a un oggetto specifico, proteggere l'oggetto
prima di impostare l'allineamento. Per informazioni sulla protezione
degli oggetti, vedere “Protezione di oggetti dalle modifiche” a
pagina 6-17.

Oggetti prima della distribuzione Oggetti dopo la distribuzione


dello spazio verticale dello spazio e l'allinea- Utilizzo degli strumenti per posizionare gli
mento a sinistra
oggetti con precisione
1. Nel modo Formato scheda, selezionare gli oggetti da allineare, Utilizzare la palette Dim. ogg., i righelli grafici, le linee righello, le
quindi scegliere menu Organizza > Allineamento. linee di riferimento e le griglie oggetto per dimensionare, cambiare
la forma, posizionare e allineare gli oggetti con precisione. (Per ulte-
2. Nella finestra di dialogo Allineamento, selezionare le opzioni
riori informazioni sullo spostamento di oggetti in un formato, vedere
nell'area Orizzontale o Verticale oppure in entrambe le aree.
“Spostamento di oggetti in un formato” a pagina 6-16.)
Nell'area Esempio viene visualizzata un'illustrazione delle scelte
effettuate.
Righelli grafici

Scegliere come si Scegliere come si


desidera allineare desidera allineare
verticalmente gli orizzontalmente gli
oggetti oggetti
Visualizzazione dei Linee di
risultati delle scelte riferimento

3. Fare clic su OK. Linee righello Palette dimensione


7-22 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Utilizzo della palette Dimensione oggetto con gli oggetti Mentre si sposta il cursore sul formato, vengono visualizzate linee
Utilizzare la palette Dim. ogg. per posizionare e dimensionare gli che indicano la posizione del cursore nei righelli grafici.
oggetti con precisione in un formato.
Per visualizzare le linee righello nel modo Formato scheda, scegliere
1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Visualizza > Dim. menu Visualizza > Linee righello. Per nasconderle, scegliere di nuovo
oggetto. Linee righello.
2. Selezionare uno o più oggetti. Nota Le linee righello non hanno proprietà di allineamento.
3. Nella palette Dim. ogg., digitare un nuovo valore nel campo
Con l'unità di misura Ciascun incremento del righello misura
accanto a un'icona.
Pollici (pl) 1/8 di pollice

Centimetri (cm) 0,25 centimetri


Digitare la distanza desiderata dal bordo sinistro,
superiore, destro o inferiore della pagina Pixel (px) 10 pixel

Digitare i valori per modificare la


larghezza o l'altezza dell'oggetto Fare clic per modificare l'unità di misura
Utilizzo della palette Dim. ogg. per spostare o ridimensionare un oggetto

Se non è possibile digitare un valore, significa che non è necessario


selezionare il campo (ad esempio, una linea non ha un'altezza)
Linee righello
oppure che la selezione è protetta.
4. Premere Invio oppure spostarsi su un altro campo della palette
Dim. ogg., premere Tab o A-capo (Mac OS).
La palette Dim. ogg. può essere spostata sulla finestra ed è possibile Per modificare l'unità di misura utilizzata per i righelli grafici, le
lasciarla aperta durante il lavoro. linee righello e la palette Dim. ogg.:
1. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta i
Utilizzo dei righelli grafici e delle linee righello righelli.
Utilizzare i righelli grafici e le linee righello, ossia una griglia di
2. Nella finestra di dialogo Imposta i righelli, scegliere un'unità di
linee tratteggiate visualizzata sul formato (ma che non viene stam-
misura in Unità.
pata), per allineare e posizionare gli oggetti con precisione. Le linee
righello vengono regolate quando si modifica l'unità di misura. 3. Fare clic su OK.

Per visualizzare i righelli grafici nel modo Formato scheda, scegliere


menu Visualizza > Righelli grafici. Per nasconderli, scegliere di nuovo
Righelli grafici.
Personalizzazione dei formati 7-23

Allineamento degli oggetti con le linee di riferimento Tenere presente quanto segue:
Utilizzare le linee di riferimento, ossia linee spostabili orizzontali e 1 Le griglie oggetto funzionano indipendentemente dalle linee
verticali, per allineare gli oggetti nel modo Formato scheda. Mentre righello, dai righelli grafici e dalle linee di riferimento.
si sposta l'oggetto, il margine sinistro o destro, quello superiore o 1 Se gli oggetti sono stati creati prima di attivare le griglie oggetto,
inferiore e il centro dell'oggetto vengono allineati alle linee di riferi- è possibile che non siano allineati e, se viene modificata la loro posi-
mento. zione, verranno spostati in base alla propria griglia. Per allineare gli
oggetti, vedere “Allineamento tra gli oggetti” a pagina 7-20.
Nel modo Formato scheda, eseguire
Per questa operazione

Visualizzare o nascondere le
linee di riferimento
Scegliere menu Visualizza > Linee di riferimento.
Per nasconderle, scegliere di nuovo Linee di
Controllo sull'output di stampa
riferimento. La stampante utilizzata, le opzioni della stampante impostate, i
Modificare la posizione delle Con il puntatore a freccia, spostare la linea di margini specificati e le diverse opzioni dei formati incidono sulla
linee di riferimento riferimento orizzontale o verticale. modalità di stampa dei dati.
Ignorare l'effetto di allinea- Trascinare un oggetto tenendo premuto Alt Per informazioni più dettagliate sulla stampa e sull'utilizzo del modo
mento di Linee di riferimento (Windows) o 2 (Mac OS).
Anteprima per visualizzare come verrà stampato il formato, vedere
il capitolo 4, “Anteprima e stampa di informazioni”.
Utilizzo delle griglie oggetto
Utilizzare le griglie oggetto per controllare con precisione il posizio- Impostazione dei margini della pagina
namento degli oggetti nel formato. Quando le griglie oggetto sono È possibile specificare margini diversi per ciascun formato. Se non
attive, ciascun oggetto del formato viene allineato a una griglia invi- si specificano i margini, vengono utilizzati i margini predefiniti della
sibile (che può essere diversa dalla griglia di un altro oggetto). stampante, che possono variare a seconda delle stampanti o dei
Quando si sposta o si ridimensiona un oggetto, esso viene allineato driver. Se si stampa un formato in cui è importante la precisione della
alla coordinata della griglia più vicina. I nuovi oggetti vengono alli- spaziatura, ad esempio etichette o un modulo prestampato, si consi-
neati alla griglia “master”. glia di specificare i margini della pagina.

Nel modo Formato scheda, eseguire 1. Scegliere menu File > Impostazioni di stampa (Windows) o menu
Per questa operazione
File > Impostazioni di pagina (Mac OS), confermare le impostazioni
Attivare o disattivare la Scegliere menu Organizza > Griglie oggetto. Per della stampante e della pagina, quindi fare clic su OK.
griglia disattivarla, scegliere di nuovo Griglie oggetto.
Per ulteriori informazioni, vedere la documentazione fornita con il
Ignorare l'effetto di allinea- Trascinare un oggetto tenendo premuto Alt computer e la stampante.
mento di Griglie oggetto (Windows) o 2 (Mac OS).
2. Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta il
Modificare le unità delle Scegliere menu Formati > Imposta i righelli.
formato.
griglie oggetto Nella finestra di dialogo Imposta i righelli, digi-
tare un valore in Griglia e scegliere un'unità di 3. Nella finestra di dialogo Imposta il formato, selezionare Margini
misura. fissi della pagina in Opzioni di stampa.
7-24 Guida per l’utente di FileMaker Pro

4. Digitare i valori dei margini (se si specifica un margine più stretto Visualizzazione dei margini della pagina
di quello supportato dalla stampante corrente, viene visualizzata una È possibile visualizzare i margini nel modo Formato scheda esatta-
finestra di dialogo di avviso). mente come verranno stampati. (I margini della pagina vengono
Se si desidera alternare i margini sinistro e destro (il margine interno sempre visualizzati nel modo Anteprima.)
viene stampato sul lato sinistro della prima pagina, sul lato destro
della seconda e così via), selezionare Pagine affiancate. Per visualizzare i margini della pagina, nel modo Formato scheda,
scegliere menu Visualizza > Margini della pagina. I margini vengono
visualizzati come una sottile linea tratteggiata attorno ai bordi della
“pagina” del formato. I salti pagina vengono visualizzati come linee
tratteggiate spesse orizzontali e verticali.
Per nascondere i margini, scegliere di nuovo menu Visualizza >
Margini della pagina.
La maggior parte delle stampanti non consente di stampare sul bordo
Selezionare per
specificare le Digitare le dimensioni
del foglio. Se gli oggetti vengono posizionati nel margine o fuori
dimensioni dei margini dall'area di stampa, vengono visualizzati nei modi Usa e Trova, ma
Selezionare per alter- non in fase di anteprima o di stampa.
nare i margini

5. Fare clic su OK.


6. Scegliere menu Visualizza > Anteprima per controllare i margini.

Tenere presente quanto segue:


1 Nel modo Formato scheda, scegliere menu Formati > Imposta i
righelli per modificare l'unità di misura dei margini. Vedere “Utilizzo
dei righelli grafici e delle linee righello” a pagina 7-22.
1 Se si seleziona Stampa in <valore> colonne per un formato e quindi
si specificano i margini della pagina, le colonne vengono ridimensio-
nate e adattate ai nuovi margini. Vedere “Configurazione della
stampa di record su colonne” a pagina 6-9.
Personalizzazione dei formati 7-25

Stampa senza spostamento di oggetti


Margini.
Gli oggetti in
quest'area non
verranno
stampati

Formato che visualizza i margini

La stampante selezionata non consente Stampa con spostamento di oggetti


di stampare gli oggetti oltre la linea

Spostare gli oggetti a sinistra


per rimuovere lo spazio sul lato
destro dei campi

Spostare le sezioni in alto per


ottenere corpi di dimensioni diverse
per quantità di dati differenti
Spostare gli oggetti in alto per non
stampare lo spazio in eccesso
Formato che non visualizza i margini
Spostare gli oggetti e le sezioni in alto
per inserire più record in una pagina
Informazioni sulla rimozione dello spazio vuoto dai dati
stampati
È possibile spostare campi, portali, altri oggetti e sezioni del
La quantità di informazioni dei campi del database è variabile.
formato. Quando gli oggetti vengono spostati:
Quando si stampa, è possibile ridurre i margini campo e spostare gli
oggetti a sinistra o in alto sul formato per diminuire lo spazio vuoto 1 I campi vengono ridotti per eliminare lo spazio vuoto tra i margini
creato quando le informazioni di un campo non occupano tutto il campo, ma lo spostamento non rimuove lo spazio vuoto lasciato tra
margine campo. i campi. Ad esempio, se si crea una sezione corpo con 2,54 cm di
spazio sotto l'oggetto più in basso e si imposta lo spostamento di tutti
Ad esempio, in un catalogo, la descrizione di un articolo può essere gli oggetti e la riduzione della parte, in fase di stampa vengono
più estesa di quella di un altro articolo. Se si utilizza la funzionalità mantenuti 2,54 cm di spazio sotto l'oggetto più in basso.
di spostamento di FileMaker Pro, è possibile ridurre lo spazio tra gli 1 Gli oggetti diversi dai campi, quali le linee o il testo, vengono
articoli e stampare più articoli per pagina. spostati se si posiziona un campo spostato a sinistra o sopra gli
oggetti.
7-26 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Gli oggetti, tra cui i campi, vengono spostati a sinistra (o in alto) 1 È possibile spostare qualsiasi oggetto. Gli oggetti diversi dai
in base alla quantità di spazio risultante dalla riduzione dei campi a campi, ad esempio la linea orizzontale dell'esempio precedente,
sinistra (o in alto). possono essere spostati se si posiziona un campo spostato a sinistra
1 I portali vengono spostati come qualsiasi altro oggetto, ma gli o sopra gli oggetti. Gli oggetti diversi dai campi vengono spostati in
oggetti di un portale non possono essere spostati. Se si sposta un un'altra posizione del formato, ma non vengono ridotti. I campi
portale in alto e l'area circostante viene ridotta, vengono omesse vengono spostati in un'altra posizione del formato e vengono ridotti
automaticamente le righe vuote del portale. se i dati non occupano tutti i margini campo.
1 Nel modo Formato scheda, scegliere menu Visualizza > Mostra >
È possibile impostare le sezioni del formato in modo da ridurle Oggetti spostati per visualizzare gli oggetti spostati e la direzione.
quando il campo in esse contenuto viene spostato. Le intestazioni, i 1 Quando si spostano oggetti o sezioni, FileMaker Pro stampa gli
piè di pagina, i titoli nell'intestazione e nel piè di pagina non vengono oggetti in relazione tra loro e non esattamente in base al posiziona-
mai ridotti o spostati. Non impostare una sezione per ridurla in un mento sul formato.
formato che richiede spaziatura verticale fissa, ad esempio le
etichette. 1 Lo spazio vuoto lasciato sul formato viene mantenuto. Ad
esempio, se si crea una corpo con 2,54 cm di spazio sotto l'oggetto
Il formato che segue illustra come è stato impostato lo spostamento più in basso, quando il corpo viene ridotto vengono mantenuti 2,54
dei campi dell'illustrazione precedente. cm di spazio sotto l'oggetto più in basso.
1 È possibile ottenere lo stesso effetto, ma soltanto tra il campo e il
testo del formato oppure tra i campi adiacenti di un blocco di testo
Questi campi
vengono spostati continuo, utilizzando i campi di fusione (vedere “Posizionamento di
a sinistra campi di fusione” a pagina 6-20). Utilizzare lo spostamento anziché
i campi di fusione quando si desidera:
Il corpo, il campo
Note e la linea 1 allineare oggetti diversi dal testo, quali le immagini
orizzontale
vengono spostati 1 ridurre una sezione del formato per inserire più elementi in una
in alto pagina
Le frecce mostrano la direzione
di spostamento degli oggetti
1 allineare i campi formattati, quali le liste valori e i campi
multipli
Tenere presente quanto segue: 1 utilizzare un formato per l'immissione di dati (non è possibile
1 Gli effetti dell'impostazione delle opzioni di spostamento vengono immettere dati in un campo formattato come un campo di fusione)
visualizzati soltanto nel modo Anteprima.
Impostazione delle opzioni di spostamento
1. Nel modo Formato scheda, selezionare gli oggetti da spostare.
Selezionare inoltre il campo più a sinistra (o più in alto) in cui si desi-
dera spostare gli altri oggetti, per poterlo ridurre.
Personalizzazione dei formati 7-27

Per consentire la riduzione dei campi quando si specifica lo sposta- Selezionare


mento a sinistra, allineare i bordi superiori e scegliere menu Format- questa
opzione Per
tazione > Allineamento testo > Sinistra. Per consentire la riduzione dei
campi quando si specifica lo spostamento in alto, scegliere menu Riduci anche le Ridurre lo spazio nella sezione del formato scheda che contiene
Formattazione > Allineamento testo > Superiore. dimensioni i campi selezionati. Per spostare verso l'alto la sezione relativa
della sezione a tutti gli oggetti, impostare questa opzione per tutti gli oggetti
Vedere “Allineamento tra gli oggetti” a pagina 7-20 e “Specifica spostati verso l'alto. Per spostare verso l'alto la sezione relativa
degli attributi del paragrafo e dei tabulatori” a pagina 7-14. a un singolo oggetto, impostare questa opzione soltanto per
l'oggetto.
2. Nel modo Formato scheda, selezionare l'oggetto da spostare,
quindi scegliere menu Formattazione > Modifica/stampa.
3. Nella finestra di dialogo Imposta modifica/stampa, selezionare le
opzioni di spostamento desiderate.

Selezionare
questa
opzione Per

A sinistra Ridurre la larghezza dei campi selezionati al minimo neces-


sario per contenere i dati e spostare tutti gli oggetti selezionati
a sinistra in base alla quantità di spazio risultante dalla ridu-
zione dei campi. 4. Fare clic su OK.
In alto rispetto a: Ridurre l'altezza dei campi selezionati al minimo necessario 5. Scegliere menu Visualizza > Anteprima per visualizzare gli effetti
quindi fare clic per contenere i dati e spostare tutti gli oggetti selezionati verso delle opzioni di spostamento.
su Tutti gli l'alto sulla base del campo sovrastante che registra la riduzione
oggetti minore.
Esclusione di oggetti dalla stampa
Questa opzione mantiene uniforme lo spazio verticale tra le
In un formato, è possibile escludere oggetti dalla stampa. Ad
colonne e i campi multipli.
esempio:
In alto rispetto a: Ridurre l'altezza dei campi selezionati al minimo necessario
quindi fare clic per contenere i dati e spostare tutti gli oggetti selezionati in alto 1 Creare un pulsante su un formato resoconto che non viene stam-
su Quello sopra sulla base della quantità di spazio risultante dalla riduzione dei pato quando si stampa il resoconto.
campi situati direttamente sopra di essi.
1 Inserire in un formato istruzioni da leggere durante l'immissione di
Questa opzione consente di regolare lo spazio in una colonna dati che non vengono stampate quando si stampa il formato.
indipendentemente dalle altre colonne e dai campi multipli.

Per escludere oggetti dalla stampa


1. Nel modo Formato scheda, selezionare uno o più oggetti da non
stampare.
2. Scegliere menu Formattazione > Modifica/stampa.
7-28 Guida per l’utente di FileMaker Pro

3. Nella finestra di dialogo Imposta modifica/stampa, selezionare


Non stampare gli oggetti selezionati.
4. Fare clic su OK.

Tenere presente quanto segue:


1 Gli oggetti non stampabili vengono visualizzati nei modi Usa e
Formato scheda, ma non nel modo Anteprima o durante la stampa.
Nel modo Formato scheda, scegliere menu Visualizza > Mostra >
Oggetti non stampabili per visualizzare gli oggetti non stampabili con
un bordo grigio.
1 Per ridurre lo spazio vuoto occupato dagli oggetti non stampabili,
impostare le opzioni di spostamento per l'oggetto e per gli altri
oggetti situati sotto di esso nel formato. Vedere “Informazioni sulla
rimozione dello spazio vuoto dai dati stampati” a pagina 7-25.
Capitolo 8
Utilizzo dei file correlati
È possibile che a volte un singolo file di database non sia sufficiente 1 Il riferimento copia i dati di un altro file in un campo del file
a soddisfare tutte le esigenze di gestione dei dati. Ad esempio, può corrente. I dati copiati vengono inseriti nel file corrente, pur rima-
essere necessario utilizzare i dati di un file in un altro file oppure nendo nel file dal quale sono stati copiati. I dati copiati nel file
semplificare un file che è stato espanso con l'aggiunta di più campi corrente non vengono modificati automaticamente alla modifica dei
che rendono complessa la consultazione. In altri casi, gli stessi valori dati contenuti nel file di origine.
si trovano in più file e per mantenere la sincronizzazione dei valori è
necessario eseguire aggiornamenti costanti. Per accedere ai dati di Per stabilire una connessione tra i file per i database relazionali e i
altri file di database è possibile utilizzare i database relazionali e i riferimenti, è innanzi tutto necessario definire una relazione, vale a
riferimenti. dire un'espressione che indica a FileMaker Pro come confrontare i
record di un file con i record di un altro file. Quindi, scegliere i campi
Questo capitolo illustra come: contenenti i dati che si desidera utilizzare.
1 creare database relazionali e riferimenti
1 definire e modificare le relazioni tra i file di database ID cliente R20 ID cliente R20
1 impostare strutture di database relazionali avanzate, ad esempio Rotta NY-Parigi Rotta NY-Parigi
relazioni molti-a-molti

Visualizzazione dei dati di file correlati Nei database relazionali, i dati di un altro file vengono visualizzati nel
file corrente, in campi appartenenti esclusivamente all'altro file
Se i dati che si desidera utilizzare nel file corrente sono già contenuti
in un altro file, è possibile accedere, visualizzare e utilizzare i dati ID cliente R20 ID cliente R20
disponibili in due modi: Rotta NY-Parigi Rotta NY-Parigi

1 Il database relazionale consente di visualizzare, modificare e


utilizzare i dati di un altro file (o dello stesso file) nel file corrente,
eliminando la necessità di copiare i dati nel file corrente. I dati I riferimenti copiano i dati di un altro file nel file corrente, in
faranno sempre parte esclusivamente del file di origine. I dati visua- campi appartenenti al file corrente

lizzati nel file corrente verranno modificati ad ogni modifica dei dati
nel file di origine. Nota Tutti i file utilizzati per i database relazionali e i riferimenti
devono essere file di FileMaker Pro 5. È possibile utilizzare file
creati con versioni precedenti di FileMaker Pro, precedentemente
convertiti nella versione 5.
8-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Terminologia relativa ai database relazionali Termine Significato


Prima di iniziare, è necessario conoscere i seguenti termini relativi ai Relazione Espressione definita dall'utente contenente condizioni che,
database relazionali e ai riferimenti. Questi termini verranno illu- quando vengono soddisfatte, stabiliscono una relazione tra i
strati nelle sezioni successive. valori dei campi di confronto. (La relazione viene anche
chiamata collegamento o espressione di collegamento.)
Termine Significato La relazione viene definita nel file nel quale si desidera
File master Nei database relazionali, è il file che accede ai dati di un altro visualizzare i dati e non nel file dal quale vengono ricavati i
file e li visualizza. dati.

Nei riferimenti, è il file contenente i dati copiati. Si tratta del Record correlato Record nel file correlato il cui campo di confronto contiene
file dal quale ha origine il riferimento e nel quale vengono un valore corrispondente al valore del campo di confronto
copiati i dati. del file master, in base ai criteri della relazione.

File correlato Nei database relazionali, è il file contenente i dati ai quali si Campo correlato Campo del file correlato contenente i dati ai quali si desidera
desidera accedere per utilizzarli nel file master. accedere e quindi utilizzare nel file master. Dopo aver stabi-
lito una relazione tra i dati dei campi di confronto, è possibile
Nei riferimenti, è il file contenente i dati da copiare. Si tratta
utilizzare i dati dei campi correlati nel file master.
del file al quale passa il riferimento e dal quale vengono
copiati i dati. I campi correlati vengono posti su un formato del file master,
singolarmente o in un portale. I dati contenuti nei campi
Uno stesso file può essere sia il file correlato che il file
correlati possono essere utilizzati in tutti i modi di FileMaker
master. (In questo caso, viene definito come autocollega-
Pro.
mento).
Nel file master, il nome di un campo correlato viene visualiz-
Campo di Campo del file master e campo del file correlato, ciascuno
zato come Nome relazione::Nome campo correlato o
confronto dei quali contiene valori utilizzati per accedere ai record
come::Nome campo correlato
corrispondenti. (Il campo di confronto viene anche chiamato
campo chiave o chiave primaria.) Per ciascuna relazione, è Portale Oggetto di un formato del file master nel quale è possibile
necessario selezionare un campo di confronto in ciascun file. inserire campi correlati. Utilizzare i portali solo quando si
desidera utilizzare dati contenuti in più record correlati per
Nei database relazionali, i valori dei campi di confronto
ciascun record del file master.
devono corrispondere per consentire la creazione di una rela-
zione tra i due file. Vedere “Informazioni sui campi di I portali visualizzano i dati dei campi correlati in righe, con
confronto delle relazioni” a pagina 8-5. un record in ciascuna riga.

Nei riferimenti, non è necessario che i valori dei campi di Campo di origine Campo del file correlato contenente i dati da copiare. Si tratta
confronto siano uguali. Ad esempio, nel caso in cui i campi del riferimento del campo dal quale vengono copiati i dati.
di confronto non siano uguali è possibile impostare (solo per i riferi-
un'opzione che copia il valore minore successivo. Vedere menti)
“Definizione di riferimenti tra i file” a pagina 8-14. Campo di destina- Campo del file master nel quale si desidera inserire i dati
zione del riferi- copiati. Si tratta del campo nel quale vengono copiati i dati.
mento (solo per i
riferimenti)
Utilizzo dei file correlati 8-3

Informazioni sui database relazionali Per creare un database relazionale è necessario innanzi tutto definire
Il database relazionale è costituito da uno o più file di database una relazione nel file master. Quindi, aggiungere i campi per visua-
distinti (o tabelle di database) che, se utilizzati insieme, contengono lizzare i dati del file correlato in un formato del file master. A questo
tutti i dati richiesti. Nei database relazionali, ciascuna ricorrenza dei punto, è possibile utilizzare i dati dei campi correlati in tutti i modi
dati viene memorizzata in un singolo file alla volta, ma è comunque quando si utilizzano i record del file master.
possibile accedere a tali dati da qualsiasi file. Dal momento che i dati
Quando si immette un valore nel campo di confronto di un record del
di un file correlato vengono solo visualizzati (e non copiati) nel file
file master, la relazione viene utilizzata per accedere a tutti i record
master, i dati appaiono sempre nello stato corrente.
del file correlato il cui campo di confronto contiene un valore che
L'utilizzo dei dati correlati consente l'immissione uniforme e facilita soddisfa i criteri della relazione. Quindi, i dati dei campi del file
il reperimento dei dati riducendo la presenza di dati duplicati nei correlato vengono visualizzati nel record corrente del file master.
diversi file di database.
Se il campo correlato si trova in un portale del formato, vengono
Ad esempio, un'agenzia di viaggi può memorizzare le informazioni visualizzati i valori di tutti i record correlati.
sui viaggi in un file denominato Viaggio, quindi utilizzare il file con
le informazioni sui clienti contenute in un file Cliente e con le infor- File master
mazioni sugli addebiti contenute in un file Fattura. ID cliente C200
Nome cliente Smith
File Viaggio Tel. 408-555-1234
Relazione ID viaggio T10
ID viaggio T10
Nome viaggio NY-Roma ID
File Fattura Rotta Origine Destinazione
R20 NY Parigi Tutti i record del
ID N. fattura A-200-61 File correlato R42 Parigi Roma file correlato
Rotta Origine Destinazione vengono visua-
Data 6-ott-2001 ID viaggio T10 lizzati in un
R200 NY Parigi
R42 Parigi Roma ID cliente C100 ID rotta R20 portale
Nome Williams Origine ID viaggio
Boston T10

ID Nome Destina- ID rotta


Londra R42
File Cliente Viaggio viaggio Costo L. Origine Parigi
T10 NY-Roma 550.000
Destinazione Roma
ID cliente C100 T20 Roma-Istan 700.000
Nome cliente Williams
Telefono 408-555-3456 Totale 1.250.000
Se il campo correlato viene posizionato direttamente nel formato
ID viaggio Nome viaggio
scheda, viene visualizzato nel campo il valore del primo (o unico)
T10 NY-Roma
T20 Roma-Istan record correlato. Il primo record correlato visualizzato dipende
dall'eventuale ordinamento dei record correlati. Vedere “Definizione
delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti” a
pagina 8-11.
8-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

File master Creazione di relazioni tra i file


ID cliente C200 Se si desidera utilizzare i dati contenuti in un altro file (in un database
Nome cliente Smith relazionale o per un riferimento), è necessario innanzi tutto definire
Tel. 408-555-1234 e denominare una relazione tra il file master e il file correlato.
Relazione ID viaggio T10

ID
Rotta Origine Destinazione Campi di confronto
File correlato R42 Parigi Roma Campi correlati
non contenuti in ID cliente Relazione ID cliente
ID viaggio T10 un portale; viene
ID rotta R20 visualizzato solo il Nome Nome
primo record del Telefono
Origine ID viaggio
Boston T10 file correlato
Destina- ID rotta
Londra R42 Città

Origine Parigi
File master File correlato
Destinazione Roma

La relazione è un'espressione che comprende il nome del campo di


confronto del file master, il nome del file correlato e il nome del
Se il file correlato contiene un record corrispondente per ciascun
campo di confronto del file correlato.
record del file master, posizionare i campi correlati direttamente nel
formato scheda anziché in un portale. È inoltre opportuno posizio-
nare i campi correlati direttamente nel formato scheda se si desidera Nomi di relazioni nella finestra di
utilizzare solo il primo record corrispondente visualizzato (ordinato dialogo Definisci le relazioni
o meno).

Tenere presente quanto segue:


1 Per informazioni sulla creazione dei portali, il posizionamento dei
campi correlati nei formati e nei portali e la modifica dei portali e dei
campi correlati, vedere “Scelta della posizione dei campi correlati” a Dopo aver definito una relazione, è possibile scegliere il nome della
pagina 6-21. relazione dalla lista delle relazioni mentre si utilizza il file master. La
lista delle relazioni viene visualizzata in tutte le finestre di dialogo
1 È inoltre possibile definire le relazioni da utilizzare con le liste
che consentono di selezionare i nomi dei campi, ad esempio la fine-
valori per accedere e visualizzare determinati valori correlati. Vedere
stra di dialogo per l'esportazione di dati di FileMaker Pro. (La lista
“Informazioni sulla visualizzazione di un solo sottogruppo di valori
delle relazioni consente inoltre di definire le relazioni.)
dei campi in una lista valori” a pagina 7-6.
1 È possibile riassumere i dati contenuti in un portale. Vedere “Rias-
sunto dei dati nei portali” a pagina 8-14.
Utilizzo dei file correlati 8-5

Tenere presente quanto segue:


Lista delle relazioni con la relazione
Prodotti selezionata 1 Ciascuna relazione include solo un file master e un file correlato;
tuttavia, è possibile definire più relazioni a partire da un file master
e più relazioni con un file correlato.
1 Il file master di una relazione può essere un file correlato di un'altra
relazione, mentre un file correlato di una relazione può essere il file
master di un'altra relazione.
Nomi dei campi associati alla
relazione selezionata 1 È possibile definire più relazioni tra gli stessi due file di database.
Ad esempio, le relazioni possono fare riferimento a diversi campi di
confronto.
Dopo aver stabilito una connessione tra due file, è possibile accedere 1 È possibile definire una relazione all'interno di uno stesso file
ai dati del file correlato eseguendo una qualsiasi delle seguenti (autocollegamento). È possibile utilizzare un autocollegamento in
operazioni: un portale per visualizzare un sottogruppo di dati del file corrente, ad
1 Posizionare uno o più campi correlati direttamente in un formato esempio tutti i dipendenti di ciascun manager. Per ulteriori informa-
del file master per visualizzare i dati di un singolo record correlato zioni sugli autocollegamenti, scegliere menu Guida in Windows o
per ciascun record del file master (relazione uno-a-uno). Ad Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice e
esempio, utilizzare un campo correlato per visualizzare la data più digitare autocollegamenti.
recente di ritiro dal magazzino di un ricambio. (I dati correlati visua- 1 Se il file master è protetto da password, per definire le relazioni è
lizzati nel file master vengono modificati ad ogni modifica dei dati necessario disporre della password master. Inoltre, quando si digi-
del file correlato). tano i dati nel campo di confronto del file master, è possibile che
1 Posizionare un portale in un formato del file master, quindi posi- venga richiesta l'immissione di una password per il file correlato se
zionare uno o più campi correlati nel portale per visualizzare i dati di questo è protetto da password. Vedere “Definizione di password” a
più record correlati per ciascun record del file master (relazione uno- pagina 9-1.
a-molti). Ad esempio, utilizzare un portale in un file Fattura per 1 È possibile creare una relazione molti-a-molti tra i file di database.
visualizzare tutti i prodotti ordinati dallo stesso cliente. (I dati corre- Vedere “Creazione di relazioni molti-a-molti” a pagina 8-16.
lati visualizzati nel file master vengono modificati ad ogni modifica
dei dati del file correlato). Informazioni sui campi di confronto delle relazioni
1 Definire un riferimento per copiare i dati da un singolo record Per la definizione e la selezione dei campi di confronto delle rela-
correlato per ciascun record del file master (relazione uno-a-uno). zioni, tenere presente quanto segue:
Ad esempio, utilizzare un riferimento per copiare il prezzo corrente 1 Nella maggior parte dei casi, i campi di confronto utilizzati in una
di un prodotto in un file Articoli campionario. (I dati copiati nel file relazione contengono valori memorizzati uguali. Ad esempio, se un
master non vengono modificati automaticamente alla modifica dei record del campo di confronto del file master contiene 009-845 e lo
dati del file correlato). stesso valore è contenuto anche in un record del campo di confronto
del file correlato, tra i due record viene stabilita una relazione.
8-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 I campi di confronto utilizzati in una relazione possono presentare 1 È possibile aumentare il numero di record corrispondenti possibili
nomi diversi; ciò che conta per la creazione della relazione è che i nel file master o nel file correlato immettendo tutti i valori corrispon-
campi di confronto contengano valori corrispondenti. denti possibili nel campo di confronto (chiamato anche campo a
1 Il campo di confronto del file master può essere di qualsiasi tipo, chiavi multiple o campo a chiave complessa). Si supponga di voler
ad eccezione di Contenitore. Il campo di confronto del file correlato visualizzare in un portale del file master tutti i contratti di vendita
può essere di qualsiasi tipo, ad eccezione di Contenitore, Globale o stipulati da ciascun dipendente, compresi quelli stipulati da team di
Riassunto. dipendenti. Per eseguire questa operazione, immettere nel campo di
confronto del file correlato il nome di ciascun dipendente che ha
1 È necessario che il campo di confronto del file correlato sia un stipulato il contratto immesso nel campo Nome contratto nello stesso
campo indicizzabile. record. Immettere ciascun nome nel campo di confronto su righe
1 Se i campi di confronto sono campi di testo, FileMaker Pro cerca distinte, separate da un ritorno a capo. Se nel campo di confronto di
per un minimo di 20 caratteri di ogni parola nel campo, fino a un un record del file master è contenuto uno dei nomi specificati, il
massimo di 60 caratteri (compreso spazi vuoti). contratto associato viene visualizzato nel portale del record corri-
1 Verificare che i campi di confronto utilizzati in una relazione spondente. (Per la progettazione di un campo a chiavi multiple conte-
presentino lo stesso tipo di dati. nente numeri di identificazione, è opportuno ricordare che nei file di
FileMaker Pro i campi Testo hanno un limite di 64.000 caratteri).
1 Il campo di confronto del file master o del file correlato (o di
entrambi) può contenere una formula di calcolo. Ad esempio, la 1 I campi di confronto possono contenere caratteri non alfanumerici.
formula Prezzo unitario nel campo di confronto del file Scegliere menu File > Definisci i campi. Selezionare il campo di
master stabilisce una relazione con uno o più record del file correlato confronto nella lista, fare clic su Opzioni, quindi scegliere la scheda
il cui campo di confronto contiene il valore del campo Prezzo Memorizzazione. In Lingua predefinita per indicizzare e ordinare il testo,
unitario del file master. È inoltre possibile definire una formula di scegliere ASCII.
calcolo in modo che il campo di confronto corrisponda a più record. 1 Il campo di confronto utilizzato per un database relazionale può
Ad esempio, la formula Prezzo unitario < 1.000 del essere un campo di destinazione del riferimento, a condizione che il
campo di confronto del file master stabilisce una relazione con tutti riferimento non sia basato su una relazione che include il campo di
i record del file correlato il cui campo di confronto contiene un confronto. Per un esempio di questo utilizzo del campo di confronto,
valore minore di 1.000. vedere “Accesso ai dati correlati da un terzo file” a pagina 8-15.

Informazioni sui riferimenti


Per creare un riferimento ai dati è innanzi tutto necessario definire
una relazione tra i dati corrispondenti nel file master e in un file
correlato. Quindi, definire un riferimento per un campo nel file
master che copia i dati da un campo del file correlato a un campo del
file master.
Utilizzo dei file correlati 8-7

Quando si immette un valore nel campo di confronto del file master, Tenere presente quanto segue:
la relazione viene utilizzata per accedere al primo record del file 1 I valori dei campi di confronto utilizzati per i riferimenti possono
correlato il cui campo di confronto contiene un valore corrispon- essere corrispondenti anche se non sono uguali. Vedere “Informa-
dente. Quindi, il valore del campo di origine del riferimento di tale zioni sui campi di confronto delle relazioni” a pagina 8-5 e “Defini-
record correlato viene copiato nel campo di destinazione del riferi- zione di riferimenti tra i file” a pagina 8-14.
mento del record del file master nel quale è memorizzato il valore. I
dati copiati nel file master non vengono modificati alla modifica del 1 Per copiare i dati in un secondo campo che utilizza gli stessi campi
valore del file correlato, a condizione che i dati del campo di di confronto, ad esempio per copiare un nome e un numero di tele-
confronto del file master non vengano modificati. In caso di modifica fono basati su un numero di identificazione del cliente corrispon-
dei dati, il riferimento viene ripetuto. dente, definire un riferimento per il secondo campo e utilizzare la
stessa relazione utilizzata per il primo campo.

File correlato ID cliente C235


Nome
File correlato ID cliente C235
File master ID cliente C100
Nome
Relazione Telefono 42.83.91.04 File master ID cliente C100
ID cliente C200 ID clienteNome
C200 Relazione Telefono 42.83.91.04
Città Parigi
Nome TelefonoSmith 555-3849 ID cliente C200 ID clienteNome
C200
Nome Smith Città Parigi
TelefonoCittà
555-1234Vancouver Nome Smith Nome TelefonoSmith 555-3849

Città New York Telefono 555-1234 TelefonoCittà


555-1234Vancouver
Città New York
Campo di destinazione del riferimento Campo di origine del riferimento
Campo di Campo di Campo Campo di
destinazione destinazione di origine origine del
del primo del secondo del primo secondo
I dati copiati nel campo di destinazione del riferimento possono riferimento riferimento riferimento riferimento
essere modificati, sostituiti o eliminati come qualsiasi altro tipo di
dati (dal momento che il valore del riferimento appartiene al file
master). È inoltre possibile aggiornare i dati del file master in modo Confronto tra i database relazionali e i riferimenti
che corrispondano ai dati modificati nel file correlato. Vedere “Defi- La scelta di creare un database relazionale o di definire un riferi-
nizione dei riferimenti” a pagina 8-14. mento dipende da come si prevede di utilizzare i dati di un altro file.
Le seguenti informazioni possono aiutare nella scelta.
Importante Se lo stesso valore è presente nel campo di confronto di
più record del file correlato, il valore viene copiato automaticamente Utilizzare i database relazionali per:
solo dal primo record correlato. Il primo record correlato visualiz-
1 Visualizzare e utilizzare i dati aggiornati di un file correlato (anche
zato dipende dall'eventuale ordinamento dei record correlati. Per
lo stesso file). Ad esempio, visualizzare i dati dei campi correlati per
ulteriori informazioni, vedere “Definizione delle relazioni per i data-
reperire il prezzo corrente di un articolo. Le modifiche apportate ai
base relazionali e i riferimenti” a pagina 8-11.
dati nei record correlati vengono visualizzate automaticamente
anche nel file master.
8-8 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Impostare e gestire i dati in modo efficiente e flessibile. Anziché Nota I file citati in questa sezione sono solo un esempio.
creare numerosi file di database contenenti più ricorrenze di dati, è
possibile memorizzare singole ricorrenze di un valore in file di 1. Iniziare definendo i seguenti elementi:
dimensioni più ridotte. È quindi possibile utilizzare i dati in vari 1 Informazioni da inserire nel database
modi. È possibile modificare i dati in una singola posizione, elimi- 1 File di database richiesti
nando i dati duplicati e migliorandone la precisione.
1 Campi contenuti in ciascun file di database
1Risparmiare spazio su disco, dal momento che i dati vengono
1 Dati comuni ai diversi file di database
memorizzati in una sola posizione.
Ad esempio, nel caso di un'agenzia di viaggi, può essere opportuno
Utilizzare i riferimenti per: creare un gruppo di file contenenti tutte le informazioni sui clienti,
1 Copiare i dati da un file correlato (anche lo stesso file) e mantenerli sui viaggi offerti dalla società e sulle fatture.
come copia, anche in caso di modifica dei dati del file correlato. Ad
esempio, è possibile utilizzare un riferimento per copiare in un file
Fattura il prezzo di un articolo al momento dell'acquisto. Il prezzo
Informazioni
nel file Fattura rimane invariato, anche in seguito alla modifica del
prezzo nel file correlato. File di database

1 Conservare i file contenenti riferimenti, se non si desidera conver-


Campi
tirli in un database relazionale. Dati comuni

Nota È opportuno che i database relazionali complessi o le serie


complesse di riferimenti vengano gestite da un amministratore che
conosce la struttura e la gestione del database. L'amministratore
potrebbe inoltre insegnare agli utenti ad utilizzare il database.

2. Determinare i file di database e i dati da inserire e definire i campi


Utilizzo dei database relazionali che conterranno i dati comuni. Annotare su carta i nomi dei file e dei
Importante Prima di iniziare, è necessario conoscere le informazioni campi.
della sezione precedente “Confronto tra i database relazionali e i rife-
Ciascun file è relativo a un singolo oggetto e tutti i campi del file
rimenti”.
descrivono solo tale oggetto. L'oggetto del file consente di indivi-
duare il file più appropriato per memorizzare i dati e la posizione in
Pianificazione di un database relazionale
cui utilizzare i dati di un file correlato.
Innanzi tutto, è opportuno pianificare un database su carta. Per piani-
ficare un database relazionale, utilizzare le istruzioni descritte di
seguito.
Utilizzo dei file correlati 8-9

Ad esempio, un file Rotta potrebbe contenere i campi relativi al


numero di identificazione della rotta, alla città di partenza e alla città
di destinazione. Un file Viaggio potrebbe contenere i campi relativi ID cliente
al numero di identificazione e al nome del viaggio. Nome cliente ID rotta
Via Origine
Città Destinazione ID viaggio
ID cliente Codice postale Nome viaggio
Nome cliente ID rotta Telefono ID rotta
Via Origine ID viaggio Origine
Città Destinazione ID viaggio Nome viaggio Destinazione
Codice postale Nome viaggio File Cliente
Telefono ID rotta
File Rotta
ID viaggio Origine
Nome viaggio Destinazione File Viaggio
File Cliente
4. Per ciascun file, definire i campi in cui memorizzare i dati e i
File Rotta
campi che invece utilizzeranno dati di altri file (correlati). Tracciare
una riga sui campi duplicati dei file master. Questi campi saranno i
File Viaggio
campi correlati del database.
È opportuno che nei campi di ciascun file di database sia memoriz-
3. Determinare uno o più campi di confronto per ciascun file e
zata una singola ricorrenza dell'oggetto del file di database. Ad
racchiuderli con un cerchio.
esempio, nei campi di un record del file Clienti (numero di identifi-
Ciascuna relazione utilizza un campo di confronto del file master e cazione, nome, indirizzo e numero di telefono del cliente) vengono
un campo di confronto del file correlato. I campi di confronto memorizzate tutte le informazioni relative a un solo cliente.
vengono inoltre utilizzati per determinare se è necessario aggiungere
un nuovo record al file. In un sistema di database efficiente, questo
campo contiene spesso (ma non sempre) un valore unico per ciascun
record.

Ad esempio, nel file Cliente può essere opportuno assegnare a


ciascun cliente un numero di identificazione unico. Il numero di
identificazione del cliente viene immesso nel file solo se è necessario
inserire un nuovo cliente: l'esistenza di un numero cliente determina
l'esistenza di un record.
8-10 Guida per l’utente di FileMaker Pro

ID cliente ID cliente
Nome cliente ID rotta Nome cliente ID rotta
Via Origine Via Origine
Città Destinazione ID viaggio Città Destinazione ID viaggio
Codice postale Nome viaggio Codice postale Nome viaggio
Telefono ID rotta Telefono ID rotta
ID viaggio Origine ID viaggio Origine
Nome viaggio Destinazione Nome viaggio Destinazione
File Cliente File Cliente

File Rotta File Rotta

File Viaggio File Viaggio

5. Determinare la relazione tra i file. Tracciare una linea tra ciascun La definizione delle relazioni tra i file di database indica la posizione
campo di confronto del file master e il campo di confronto corrispon- in un file in cui è possibile utilizzare i dati memorizzati in un altro
dente del file correlato. file.
La relazione tra i file di database viene definita quando i relativi 6. Definire quali utenti utilizzeranno il database ed eventualmente
campi di confronto contengono dati corrispondenti. stabilire se si desidera limitare l'accesso ad alcuni file o campi.
Per informazioni sull'impostazione delle password e dei privilegi di
accesso, vedere capitolo 9, “Protezione dei database con password e
gruppi”.

Suggerimento Se si utilizzano campi contenenti numeri di identifica-


zione, è opportuno definire le formattazioni dei campi in fase di
pianificazione dei file di database. Ad esempio, il numero di identi-
ficazione del cliente può essere costituito da un numero di telefono,
un numero di serie o dalla combinazione di un numero di telefono e
di un nome.
Utilizzo dei file correlati 8-11

Creazione di database relazionali: panoramica Definizione delle relazioni per i database relazionali e i
Dopo aver pianificato un database relazionale, è possibile crearlo riferimenti
utilizzando le seguenti linee guida. Per istruzioni dettagliate, vedere Nella lista delle relazioni, è possibile definire una relazione per un
la sezione successiva “Definizione delle relazioni per i database rela- database relazionale o un riferimento. Ad esempio, è possibile defi-
zionali e i riferimenti” a pagina 8-11. nire una relazione quando si crea un file o un formato scheda, si defi-
1. Creare i file di database e definire i campi. nisce un riferimento, si aggiunge un campo correlato o si crea un
portale in un formato scheda. Per la descrizione della lista delle rela-
2. Definire le relazioni da utilizzare.
zioni, vedere “Creazione di relazioni tra i file” a pagina 8-4.
3. A seconda che si desideri utilizzare i dati di uno o più record corre-
lati in ciascun record del file master, posizionare uno o più campi Quando si definisce una relazione, è inoltre possibile definire un
correlati direttamente nel formato o in un portale del formato. criterio di ordinamento per i campi correlati. Eseguire tale opera-
1 Nel caso di un campo correlato singolo, posizionare il campo zione nel caso in cui un campo correlato sia posizionato direttamente
correlato direttamente nel formato scheda. nel formato per accedere e visualizzare il primo record correlato di
un criterio di ordinamento specifico (ad esempio il valore maggiore
1 Nel caso di un campo correlato in un portale, creare il portale nel o minore). Ad esempio, visualizzare la data più recente di ritiro dal
formato scheda e quindi posizionare il campo correlato nel portale.
magazzino di un ricambio. Inoltre, ordinare i record correlati per
accedere e visualizzare più record in un criterio di ordinamento
Per posizionare i campi correlati e i portali, utilizzare il modo
specifico in un portale.
Formato scheda; quindi, lavorare con i dati dei record correlati utiliz-
zando un modo qualsiasi. Per definire le relazioni tra i file:

Importante Dopo aver creato i file per un database relazionale o un 1. Nel file master, scegliere menu File > Definisci le relazioni. In alter-
riferimento, verificare che nel computer o nella rete non siano nativa, scegliere Definisci le relazioni nella lista delle relazioni.
presenti altri file con lo stesso nome. Per duplicare i file o creare 2. Nella finestra di dialogo Definisci le relazioni, fare clic su Nuova.
nomi di file simili, duplicare ciascun file separatamente creando un
nome unico per ciascuna copia del file. Memorizzare i file di backup
su un disco rimovibile e rimuovere il disco. Utilizzare un'utilità di
compressione o di archiviazione per rendere i file non disponibili
come file di FileMaker Pro.

Relazioni correnti definite nel file master


8-12 Guida per l’utente di FileMaker Pro

3. Nella finestra di dialogo visualizzata, fare doppio clic sul nome del La selezione di questa opzione non ha effetto sui criteri di ordina-
file correlato, vale a dire il file con il quale definire una relazione. mento del file correlato.
4. Nella finestra di dialogo Modifica la relazione, in Nome relazione, 7. A seconda del tipo di relazione che si desidera definire (per un
digitare un nome unico per la relazione oppure confermare il nome riferimento o per un database relazionale), eseguire una delle
predefinito proposto . seguenti operazioni:
Non includere nel nome i due punti (:). Eventuali spazi alla fine del 1 Se la relazione viene definita per un riferimento, fare clic su OK,
nome verranno ignorati. quindi su Esci.
Per sostituire il file correlato, fare clic su Specifica file, quindi 1 Se la relazione viene definita per un database relazionale, è possi-
scegliere un nome di file diverso. Vedere “Modifica delle relazioni” bile selezionare ulteriori opzioni. Al termine, fare clic su OK, quindi
a pagina 8-13. su Esci.
5. Selezionare un campo di confronto per il file master (corrente) Per Selezionare
nella lista a sinistra e un campo di confronto per il file correlato nella Eliminare automaticamente i record corrispon- Eliminando un record di questo
lista a destra. Fare clic una volta su ciascun nome di campo per sele- denti nel file correlato quando si elimina un file, vengono eliminati anche i
zionarlo. record nel file master. Vedere “Eliminazione di record correlati
record” a pagina 2-6. È possibile che i record
correlati non siano visibili nel formato corrente.
Digitare il nome della relazione
Aggiungere record al file correlato tramite Consenti la creazione di record
l'immissione di dati nei campi correlati del file correlati
master. Vedere “Aggiunta e duplicazione di
record” a pagina 2-5.
Se il file correlato è bloccato o protetto da scrit-
Selezionare Selezionare tura o non si dispone dei privilegi di accesso per
un campo di un campo di
confronto confronto la creazione di record, i nuovi record non
nel file nel file vengono aggiunti al file correlato.
master correlato

Tenere presente quanto segue:


1 Per informazioni sulla creazione di portali e campi correlati,
vedere “Creazione e formattazione di portali per l'inserimento di
campi correlati” a pagina 6-22.
Per ulteriori informazioni sui campi di confronto, vedere “Informa-
zioni sui campi di confronto delle relazioni” a pagina 8-5. 1 Se l'opzione Ordina i record correlati è selezionata e i dati di un
campo correlato di un portale vengono modificati, i record del
6. Per ordinare i record correlati, selezionare Ordina i record correlati.
portale vengono riordinati ogni volta che la relazione viene ristabi-
Quindi, nella finestra di dialogo Specifica ordinamento, specificare
lita. (Ad esempio, quando si passa all'esterno del record e quindi si
le istruzioni di ordinamento per i campi correlati. Vedere “Ordina-
torna ad esso o si modifica il valore del campo di confronto.)
mento dei record” a pagina 3-8.
Utilizzo dei file correlati 8-13

1 Nella finestra di dialogo Definisci le relazioni, è possibile modifi- Per modificare le relazioni:
care l'ordine delle relazioni in base al nome della relazione, alla rela- 1. Nel file master, scegliere menu File > Definisci le relazioni. In alter-
zione, al nome del file correlato, all'ordine di creazione o all'ordine nativa, scegliere il nome della relazione oppure Definisci le relazioni
personalizzato. Fare clic sull'intestazione di colonna in base alla nella lista delle relazioni.
quale si desidera eseguire di nuovo l'ordinamento oppure scegliere
l'opzione desiderata nella casella In ordine. Quando si esegue il nuovo
ordinamento in base alla relazione o al nome di file correlato, le defi-
nizioni vengono ordinate a livello secondario in base al nome della
relazione. Quando si apre la finestra di dialogo, le definizioni Lista delle relazioni
vengono visualizzate nell'ultimo ordine utilizzato. L'ordine predefi-
nito è l'ordine di creazione.

Fare clic sulle intestazioni di 2. Nella finestra di dialogo Definisci le relazioni, selezionare la rela-
colonna per ordinare le relazioni zione da modificare, quindi selezionare un'opzione.
Per Fare clic su
Scegliere il tipo di Eliminare la relazione Elimina, scegliere Elimina nella finestra di dialogo di
ordinamento delle
relazioni conferma, quindi fare clic su Esci. È inoltre oppor-
tuno eliminare tutti i riferimenti alla relazione nel
file master.
Creare rapidamente una Duplica. Per modificare la relazione, selezionare la
relazione simile relazione duplicata e fare clic su Modifica. Quindi
vedere il punto 3.
Modificare la relazione Modifica, quindi vedere il punto 3.

Modifica delle relazioni 3. Per modificare la relazione, apportare le modifiche nella finestra
di dialogo Modifica la relazione, fare clic su OK, quindi su Esci.
La modifica di una relazione ha effetto sull'accesso ai record del file
correlato e quindi sulle informazioni visualizzate nei record del file Per Eseguire questa operazione
master.
Rinominare una relazione In Nome relazione, digitare un nuovo nome.

Quando si elimina o si modifica una relazione, le modifiche influi- Scegliere un file correlato Fare clic su Specifica file. Nella finestra di dialogo
scono su tutti i record utilizzati nella relazione (nel file master e nel diverso visualizzata, fare doppio clic sul nome del file corre-
lato da utilizzare. Nella finestra di dialogo Modifica
file correlato).
la relazione, selezionare i campi di confronto della
relazione.
Sostituire i campi di Selezionare un nuovo campo di confronto nel file
confronto master, nel file correlato o in entrambi.
8-14 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione Definizione di riferimenti tra i file


Modificare altre opzioni Selezionare o disattivare le opzioni desiderate. Importante Prima di iniziare, è necessario conoscere le informazioni
della relazione Vedere “Definizione delle relazioni per i database
contenute in “Confronto tra i database relazionali e i riferimenti” a
relazionali e i riferimenti” a pagina 8-11.
pagina 8-7.
Scelta di una relazione diversa per un portale
Definizione dei riferimenti
Importante Per visualizzare i dati desiderati nel portale, verificare
1. Definire una relazione per il riferimento (vedere “Definizione
che tutti i campi utilizzino la stessa relazione del portale. (Un campo
delle relazioni per i database relazionali e i riferimenti” a
correlato che utilizza una relazione diversa visualizza una sola ricor-
pagina 8-11).
renza dei dati.)
2. Nel file master, scegliere menu File > Definisci i campi.
1. Nel modo Formato scheda, fare doppio clic sul portale. 3. Nella finestra di dialogo Definisci i campi, fare doppio clic sul
2. Nella finestra di dialogo Imposta il portale, scegliere una relazione campo di destinazione del riferimento, vale a dire il campo del file
in Mostra i record di, quindi fare clic su OK. master nel quale copiare i dati. In alternativa, creare un campo,
3. Se necessario, eliminare dal portale i campi correlati esistenti, quindi fare doppio clic su di esso.
quindi posizionare nel portale i nuovi campi correlati che utilizzano 4. Fare clic sulla scheda Immissione automatica, quindi selezionare
la nuova relazione. Valore di riferimento.
Riassunto dei dati nei portali 5. Nella finestra di dialogo Riferimento, scegliere la relazione da
È possibile riassumere i dati contenuti nelle righe di un portale. Il utilizzare nella lista delle relazioni.
portale può contenere record di un altro file correlato o dello stesso 6. Nella lista dei nomi di campo, selezionare il campo di origine del
file, tramite una relazione definita con il file corrente (autocollega- riferimento, vale a dire il campo del file correlato dal quale copiare i
menti). dati.
1. Nel modo Formato scheda, creare un campo Calcolato nel file 7. Selezionare le opzioni per il riferimento.
master. Vedere “Definizione di campi Calcolato” a pagina 5-6 e
Per Eseguire questa operazione
“Informazioni sulle formule” a pagina 11-1.
Determinare le operazioni da In Se non vi è esatta corrispondenza, è possibile
2. Definire una formula per il campo comprendente una funzione eseguire quando i valori dei scegliere di non copiare il valore, di copiare il
aggregata per il tipo di calcolo riassuntivo che si desidera eseguire. campi di confronto non corri- valore inferiore o superiore successivo conte-
Vedere “Funzioni aggregate” a pagina 11-8. spondono esattamente nuto nel campo di origine del riferimento
oppure di visualizzare un messaggio o dati
Ad esempio, nel caso di un campo Totale che calcola il totale dei
personalizzati. (Nella casella di testo, immet-
valori del campo correlato Prezzo (contenuto in un portale e che tere il messaggio o i dati, fino a un massimo
utilizza la relazione Articoli campionario), definire la seguente di 255 caratteri.)
formula:
Somma(Articoli campionario::Prezzo)
Utilizzo dei file correlati 8-15

Per Eseguire questa operazione Accesso ai dati correlati da un terzo file


Impedire la copia nel campo di Selezionare Non copiare il contenuto se vuoto. A volte può essere necessario accedere ai valori da un campo conte-
destinazione del riferimento dei (Deselezionare questa opzione per consentire nente valori utilizzati da un altro file. Non è possibile accedere diret-
dati nulli (vuoti) del campo di la copia dei dati vuoti.) tamente a un campo di un file con numerose relazioni già in uso
origine del riferimento. come file correlato in un altro file. Tuttavia, è possibile definire
campi Calcolato intermedi per accedere ai campi con più relazioni.
Scegliere la
relazione da Si supponga di voler inserire in un file Fatture i dati di un campo
utilizzare o
definirne una Nome ricambio (contenuto in un file Ricambi). Il file Fatture utilizza
nuova dati correlati di un file Articoli campionario, mentre il file Articoli
Selezionare
il campo di campionario utilizza dati correlati del file Ricambi. Tuttavia, il file
origine del Selezionare
un'opzione Articoli campionario non utilizza il campo Nome ricambio del file
riferimento
per i dati non Ricambi. (Il file Fatture utilizza altri valori del file Articoli campio-
corrispondenti
Se nei campi di nario, mentre il file Articoli campionario contiene alcuni campi non
selezionata, confronto presenti nei file Ricambi e Fatture).
impedisce la
copia dei
dati nulli
Fatture
ID cliente
8. Fare clic su OK, quindi di nuovo su OK, quindi su Esci. Nome agente
ID fattura
Tenere presente quanto segue: Data ordine

1 Verificare che il tipo del campo di origine del riferimento corri-


Relazione ID
sponda al tipo del campo di destinazione; in caso contrario, i risultati fattura
possono essere diversi da quelli previsti. Relazione ID ricambio

1 Per modificare un riferimento, verificare in Immissione automatica Articoli campionario Ricambi


che sia selezionata l'opzione Valore di riferimento, fare clic su Speci-
ID fattura ID ricambio
fica, quindi apportare le modifiche desiderate. Per interrompere o
ID ricambio Prezzo unitario
sospendere l'utilizzo di un riferimento, disattivare l'opzione di Nome ricambio
Prezzo unitario
immissione automatica Valore di riferimento. Quantità
1 Se i dati del file correlato vengono modificati e si desidera che il Prezzo esteso
file master contenga i nuovi valori, è possibile stabilire un nuovo Campo Nome ricambio
Calcolato
riferimento ai dati. Per ulteriori informazioni, scegliere menu Guida
in Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
scheda Indice, quindi digitare aggiornamento dei dati.
8-16 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Questo tipo di utilizzo del campo Calcolato assicura che i dati del Creazione di relazioni molti-a-molti
campo (Nome ricambio del file Articoli campionario) vengano In una relazione uno-a-uno, un record del file master è correlato a un
modificati automaticamente alla modifica del valore del campo record del file correlato. In una relazione uno-a-molti, un record del
Nome ricambio del file Ricambi e impedisce che si verifichino errori file master è correlato a più record del file correlato. In FileMaker
di duplicazione dei dati. Pro, è inoltre possibile creare una relazione molti-a-molti nella quale
più record di un file di database sono correlati a più record di un altro
Per accedere ai dati da un terzo file:
file di database e più record di tale file sono correlati a più record del
1. Nel file intermedio, creare un nuovo campo e impostarlo come primo file. (Nell'esempio della precedente sezione, il file Fatture e il
campo Calcolato. file Prodotti sono correlati da una relazione molti-a-molti, dal
Nell'esempio, creare un campo Nome ricambio nel file Articoli momento che una determinata fattura può contenere più prodotti e un
campionario. determinato prodotto può essere contenuto in più fatture).
2. Definire una formula per il nuovo campo utilizzando la seguente
Per creare una relazione molti-a-molti tra i file di database, creare un
sintassi:
file di collegamento distinto (o una tabella di collegamento) corre-
Nome relazione::Nome campo correlato lato agli altri due file. Il file di collegamento consente la condivisione
Nome relazione è la relazione definita tra il file intermedio dei dati comuni tra i due file.
(nell'esempio, il file Articoli campionario) e il primo file (il file
Ricambi). Nome campo correlato è il nome del campo del primo file Si supponga di disporre di due file, Dipendenti e Corsi. Si desidera
(il campo Nome ricambio del file Ricambi) contenente i dati che si individuare quali dipendenti frequentano un determinato corso e
desidera calcolare nel file intermedio (il file Articoli campionario). quali corsi vengono frequentati da un determinato dipendente. Prima
di creare il file di collegamento e di definire le relazioni, i file di data-
3. Utilizzare il nuovo campo Calcolato nel terzo file come campo
base presentano il seguente aspetto:
correlato.
Nell'esempio, posizionare il campo correlato Nome ricambio del file Dipendenti Corsi
Articoli campionario in un formato del file Fatture. ID dipendente ID corso
Nome Titolo
Nota È inoltre possibile definire un riferimento in un campo di un Settore Data
file intermedio per copiare i dati di un campo di un terzo file, nel caso
in cui si desideri mantenere invariati i dati del file intermedio. Tale
campo può essere quindi utilizzato come campo correlato in un terzo
file. Nell'esempio, il campo Prezzo unitario del file Articoli campio-
nario è un riferimento al campo Prezzo unitario del file Ricambi. Il
riferimento utilizza la relazione ID ricambio.
Utilizzo dei file correlati 8-17

Dopo la creazione di un file di collegamento e la definizione delle


relazioni molti-a-molti, i file di database presentano il seguente
aspetto:

Relazioni CorsoDip (file di collegamento)


Relazioni
ID dipendente
Dipendenti Corsi
ID corso
ID dipendente Dipendenti ID corso
Nome Corsi Titolo
Settore Data
Titolo Nome

Campi
Calcolato

Per ulteriori informazioni sulla creazione di relazioni molti-a-molti


tra i file di database, scegliere menu Guida in Windows o Aiuto in Mac
OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare
relazione molti-a-molti.
Capitolo 9
Protezione dei database con password e gruppi
Quando nel database vengono memorizzate informazioni riservate o Se nel menu File non appare il comando Privilegi d'accesso, il file è
si desidera limitare la possibilità di modifica dei formati o di altri stato aperto con accesso limitato; in tal caso, il comando di menu
elementi, è possibile implementare un sistema di controllo accessi. viene convertito in Modifica la password. Per la password master,
Questo sistema impedisce l'apporto di modifiche indesiderate o rivolgersi all'amministratore del database.
impreviste a campi, formati o script. 3. Nella finestra di dialogo Definisci le password, digitare la password
che verrà utilizzata per l'accesso al file.
Questo capitolo descrive le modalità di protezione dei file di
FileMaker Pro tramite l'impostazione di privilegi di accesso per le 1 Le password possono avere una lunghezza massima di 31 caratteri
password e i gruppi. Verranno trattati i seguenti argomenti: e non riconoscono le maiuscole.
1 impostazione di password per limitare l'accesso a tutti gli elementi 1 Memorizzare la password in un luogo sicuro, in modo da poterla
di un file recuperare all'occorrenza.
1 impostazione di gruppi per limitare l'accesso a elementi specifici 1 È possibile limitare l'accesso a un file senza richiedere l'immis-
del file (quali campi e formati) sione della password semplicemente lasciando vuota l'area della
password.
Quando si protegge il database impedendo o limitando l'accesso 4. Selezionare le attività consentite quando si dispone di questa
tramite privilegi di accesso, la password è necessaria per accedere al password.
database da qualsiasi posizione: dal computer locale, dalla rete, dal
Web o da un'applicazione client ODBC. Per consentire agli utenti con questa
Selezionare password di

Accesso all'intero file Eseguire qualsiasi operazione con record, formati e


Definizione di password script. Questo privilegio crea una password master, e
consente l'accesso a tutte le attività del file.
Quando si definiscono le password per un file, si specificano i dati ai
Esamina i record Visualizzare i dati nei record. (Questa opzione è sempre
quali sarà consentito l'accesso e le attività che sarà possibile svol- attivata.) Per limitare la visualizzazione soltanto a
gere. Quando un utente apre un file provvisto di password, vengono determinati campi, definire i gruppi.
disattivati i comandi non disponibili per tale password.
Stampa record Stampare uno o più record

Per definire le password: Esporta record Esportare uno o più record oppure accedere alle opzioni
di condivisione di FileMaker Pro, che consentono agli
1. Aprire il file.
utenti di condividere i dati di FileMaker Pro in rete, sul
2. Scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Password. Web, tramite ODBC o di copiare il gruppo individuato.
9-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per consentire agli utenti con questa Deselezionare per limitare l'accesso
Selezionare password di
Nessuna Selezionare
Ignorare gli avvisi Immettere dati non corrispondenti ai criteri di conva- password i privilegi di
accesso per
lida impostati per un campo. (Vedere “Definizione di Password gli utenti
verifica dei campi” a pagina 5-10.) definite nel con questa
file password
Definisci i formati Creare o modificare tutti i formati. Definire gruppi per
scheda controllare l'accesso ai singoli formati. Fare clic per
associare le
Modifica gli script Creare o modificare script. (Gli script possono essere password a
gruppi
eseguiti da qualsiasi utente; tuttavia, nel caso di limita- esistenti
zioni di accesso, è possibile che alcune istruzioni degli
Fare clic
script non vengano eseguite.) per definire
i gruppi
Definisci le liste valori Creare o modificare le liste valori. (Per modificare una
lista valori nel modo Usa, un utente deve disporre Scegliere i comandi di menu per
gli utenti con questa password
dell'accesso Crea record o Modifica record.)

Crea record Creare record e immettere dati nei record. Ciò consente Scegliere Per
agli utenti di modificare le liste valori nel modo Usa, a
Normale Attivare tutti i comandi di menu associati ai privilegi selezio-
condizione che l'opzione Includi "Modifica..." sia selezio-
nati nel passaggio precedente.
nata.
Solo modifica Attivare i comandi che consentono soltanto attività di base di
Modifica record Modificare le informazioni in tutti i record. Ciò
immissione dati. L'impostazione disattiva la ricerca, l'ordina-
consente agli utenti di modificare le liste valori nel
mento, l'accesso al modo Formato scheda e altre opzioni. I
modo Usa, a condizione che l'opzione Includi "Modi-
comandi di menu disponibili dipendono anche dal livello di
fica"... sia selezionata. Definire gruppi per controllare
accesso selezionato nel passaggio precedente.
l'accesso ai singoli campi o formati.
Nessuno Disattivare tutti i comandi di menu per il file corrente (salvo i
Elimina record Eliminare uno o più record.
comandi di sistema comuni e l'esecuzione di script).

5. Scegliere una categoria corrispondente ai comandi di menu acces-


sibili agli utenti con questa password, quindi fare clic su Crea. Tutte e tre le opzioni consentono di passare da una finestra all'altra
del database, eseguire script del menu Script, fare clic su pulsanti o
formati, aprire la Guida in linea di FileMaker Pro, modificare le
preferenze relative alle applicazioni e aprire, creare o chiudere file di
FileMaker Pro.
6. Per le password aggiuntive, ripetere i passaggi da 3 a 5.
Protezione dei database con password e gruppi 9-3

7. Per limitare l'accesso a campi o formati specifici, fare clic su


Gruppi ed eseguire i passaggi della sezione successiva, “Definizione
Quando viene definita una
dei gruppi”. password vuota, è possibile aprire
il file senza specificare una
8. Fare clic su Esci. password.

Importante Una volta definita una password master, annotarla e


1 È possibile impostare una password predefinita che viene utilizzata
archiviarla in un luogo sicuro. Se la password va perduta, non sarà
automaticamente all'apertura del file. Ciò consente l'accesso a
possibile riottenere l'accesso completo al file. È possibile definire più
chiunque apra il file di database e non attivi la finestra di dialogo di
password master.
richiesta password. Per impostare una password predefinita,
scegliere menu Modifica > Preferenze > Documento. Attivare Usa
Tenere presente quanto segue:
password predefinita, quindi digitare la password già definita. Sarà
1 Anche quando il database ha un solo utente, è consigliabile proteg- disponibile il livello di accesso correlato alla password. Per ignorare
gerlo con una password. In tal modo si impedisce comunque temporaneamente la password predefinita e immetterne un'altra,
l'accesso non autorizzato ai dati o la modifica della struttura del data- aprire il file tenendo premuto Maiusc (Windows) o Opzione
base. (Mac OS).
1 Creare password semplici da ricordare, ma non abbastanza
semplici da essere indovinate facilmente. Se si annotano le
password, archiviarle in un luogo sicuro lontano dal computer. Eliminazione o modifica di password
1 I privilegi di accesso di FileMaker Pro sono indipendenti dai privi- Per Eseguire questa operazione
legi di accesso del sistema operativo. Per proteggere i file, utilizzare
Eliminare una password Scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Password.
le password di FileMaker Pro. Selezionare la password nella finestra di dialogo
1 Per l'accesso ai dati di file correlati, è necessario disporre dei privi- Definisci le password, quindi fare clic su Elimina. Nella
legi di accesso appropriati. Ad esempio, per aggiungere dati a un finestra di dialogo di conferma, fare clic su Elimina,
quindi su Esci. Alla richiesta, digitare la password
campo correlato, è necessario disporre del privilegio che consente di
master, quindi fare clic su OK.
modificare o creare record nel file correlato. Se i file correlati o i file
con script esterni utilizzano la stessa password, FileMaker Pro la Cambiare una password Scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Password.
se si conosce la Selezionare la password nella finestra di dialogo
riutilizza senza visualizzare alcun avviso.
password master Definisci le password. Modificare la password, verifi-
1 È possibile definire una password vuota che limiti l'accesso a un care i privilegi corrispondenti, quindi fare clic su
file per tutti gli utenti. Quando il file viene aperto, è possibile Modifica. Fare clic su Esci. Alla richiesta, digitare la
premere Invio o Ritorno per accedervi. L'opzione consente l'accesso password master, quindi fare clic su OK.
limitato al file senza la necessità di conoscere o specificare una Cambiare la propria Scegliere menu File > Modifica la password. Digitare
password. Quando si accede a un file con una password vuota sul password se non si la vecchia password. Digitare la nuova password,
Web, viene utilizzata automaticamente la password vuota. Pertanto, conosce la password digitarla di nuovo per confermarla, quindi fare clic su
tutti gli utenti Web avranno accesso ai privilegi assegnati alla master OK.
password vuota.
9-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Importante Quando il file è utilizzato da più utenti, non modificare 5. Nella finestra di dialogo Privilegi di accesso, selezionare il gruppo
una password se non dopo aver avvisato gli altri utenti. per impostare privilegi aggiuntivi.

Password master
Definizione dei gruppi
Dopo aver definito le password, definire i gruppi per limitare Gruppo
l'accesso a campi e formati specifici. Ad esempio, per far sì che gli selezionato
utenti finali immettano e modifichino dati in alcuni (ma non tutti) i
campi, utilizzare i gruppi per specificare i campi ai quali è consentito
l'accesso.

Per definire un gruppo:


Chiave
1. Aprire il file utilizzando la password master.
1 Se non sono state definite password, seguire i passaggi in “Defini-
Panoramica dei privilegi di accesso per il gruppo Marketing
zione di password” a pagina 9-1, quindi fare clic su Gruppi nella fine-
stra di dialogo Definisci le password.
1 Per la definizione dei gruppi, è necessario accedere al file in modo 6. Assegnare le password al gruppo facendo clic sul punto elenco
esclusivo. posto accanto a ciascuna password.
2. Scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Gruppi. Fare clic sui punti elenco, e non sui nomi delle password. Un punto
elenco pieno indica che il gruppo utilizza la password. Un punto
3. Nella finestra di dialogo Definisci i gruppi, digitare un nome per il
elenco grigio indica che la password non è utilizzata dal gruppo sele-
gruppo, quindi fare clic su Crea.
zionato. Nell'esempio precedente, il gruppo Marketing utilizza la
4. Fare clic su Accesso per assegnare privilegi ai gruppi. password Auto. La password master, Treno, è visualizzata in gras-
Per aggiungere più gruppi, specificare nomi di gruppo aggiuntivi setto.
prima di fare clic su Accesso. 7. Impostare i privilegi di accesso relativi a formati e campi specifici
facendo clic sui punti elenco che li affiancano.
Fare clic per asso-
ciare le password Per rendere un campo o un
Gruppi definiti a un gruppo formato Eseguire questa operazione
nel file
Fare clic per definire Accessibile (può essere modificato) Fare clic sul punto elenco posto accanto
o modificare le
password al campo o al formato fino a quando non
diventa nero ( ).
Digitare un
nuovo nome Di sola lettura (può essere visualiz- Fare clic sul punto elenco accanto al
per il gruppo zato ma non modificato) campo o al formato fino a quando non
diventa vuoto ( ).
Protezione dei database con password e gruppi 9-5

Per rendere un campo o un 1 Nell'esempio precedente (la tabella generale dei privilegi di
formato Eseguire questa operazione accesso per il gruppo Marketing), gli utenti che immettono la
Non accessibile (non può essere Fare clic sul punto elenco accanto al password Auto possono visualizzare e modificare i record tramite i
visualizzato né modificato) campo o al formato fino a quando non formati Lista prodotti, Listino prezzi, e Costo pubblicità. Gli utenti
diventa grigio ( ). possono visualizzare, ma non modificare, i dati nel formato
Inventario corrente e non possono visualizzare o modificare i record
8. Fare clic su Salva per salvare le impostazioni correnti o su Ripris- tramite il formato Resoconto utili. Inoltre, non possono visualizzare né
tina per ripristinare l'ultima versione salvata delle impostazioni. modificare i campi Costo e Quantità disponibile e possono soltanto
9. Fare clic su Esci per tornare alla finestra di dialogo Definisci i gruppi, visualizzare i dati nel campo Stato, indipendentemente dal formato in
quindi fare di nuovo clic su Esci per chiudere la finestra di dialogo. cui appaiono i campi.

Per modificare i privilegi per i gruppi, tornare alla tabella generale


(scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Tabella generale). La
tabella generale visualizza le password associate a ciascun gruppo e
i campi e i formati accessibili per ciascun gruppo.

Nell'esempio che segue, quando nella tabella generale è selezionato


il gruppo vendite, appare quanto segue:
1 Gli utenti che immettono la password Aeroplano sono associati
al gruppo Vendite. Ciò è evidenziato dal fatto che il punto elenco
accanto alla password è Accessibile (nero).
1 Gli utenti del gruppo Vendite possono visualizzare, ma non modi- Panoramica dei privilegi di accesso per il gruppo Vendite

ficare, il contenuto del campo, indipendentemente dal formato


attivo. Ciò dipende dal fatto che tutti i campi del gruppo Vendite Tenere presente quanto segue:
sono impostati su Sola lettura. Gli utenti non possono visualizzare i
1 I gruppi consentono agli amministratori di database di gestire
dati del Resoconto utili né i formati Costi pubblicità, in quanto i privi-
l'accesso a campi o formati specifici. Se non è necessario limitare
legi sono impostati su Non accessibile.
l'accesso a formati o campi specifici, semplificare i privilegi di
accesso utilizzando soltanto le password.
1 Le password master consentono l'accesso all'intero file.
1 La stessa password master può essere associata a più gruppi. Ad
esempio, per fornire a un contabile l'accesso ai campi e ai formati dei
gruppi Vendite e Inventario, associare la password del contabile a
entrambi i gruppi.
9-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 È possibile associare un gruppo a più password. Ad esempio, è Password e gruppi a confronto


possibile assegnare password separate a ciascun componente di un
gruppo di contabili. Tutti gli utenti hanno accesso agli stessi campi e Le password e i gruppi sono correlati tra loro. Le password limitano
formati (accesso determinato dal gruppo), ma soltanto i responsabili le azioni consentite agli utenti; i gruppi limitano i formati e i campi
possono apportare modifiche al file (privilegio determinato dalle visualizzabili dagli utenti. È possibile specificare privilegi di accesso
password). correlati sia alle password che ai gruppi.

1 Non è necessario che gli utenti finali conoscano la funzionalità dei 1 Per le password, i privilegi di accesso specificati limitano le attività
gruppi. Sarà sufficiente che l'utente finale digiti la password asso- di un utente sull'intero file (tutti i record, i campi, i formati e così
ciata al proprio gruppo. via). Ad esempio, una password può consentire la creazione e la
modifica di record, mentre un'altra può consentire soltanto la consul-
Suggerimento Per visualizzare le associazioni tra formati e campi, tazione dei record.
scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Tabella generale. Per 1 Per i gruppi, i privilegi di accesso specificati limitano l'accesso a
l'accesso alla tabella generale, il database deve essere utilizzato da un formati e campi specifici. Ad esempio, è possibile fornire al gruppo
solo utente. Ad esempio, se si desidera eliminare un campo ma non Vendite l'accesso a un determinato insieme di formati e campi e al
si è certi di quali formati saranno interessati dall'eliminazione, sele- gruppo Marketing l'accesso a un insieme di formati e campi diffe-
zionare il campo nella finestra di dialogo Privilegi di accesso. I formati rente. In tal modo, le informazioni di ciascun gruppo possono rima-
con punti elenco pieni contengono il campo selezionato. nere riservate pur risiedendo all'interno dello stesso database.
1 È possibile che i privilegi di accesso dei gruppi abbiano la prece-
Eliminazione o modifica di gruppi denza sui privilegi di accesso delle password. Se ad esempio una
password consente agli utenti di modificare tutti i campi in tutti
Per l'eliminazione o la modifica di gruppi, il file deve essere utiliz- record, ma un gruppo fornisce l'accesso di sola lettura ai campi, non
zato da un solo utente, che accede tramite la password master. sarà possibile modificare i dati, indipendentemente dai privilegi
forniti dalla password. Per contro, un gruppo non fornisce privilegi
Per Eseguire questa operazione
di accesso aggiuntivi rispetto alle password. Se ad esempio una
Eliminare un gruppo Scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Gruppi. password consente soltanto la consultazione dei record, il gruppo
Selezionare il nome del gruppo, quindi fare clic su non può fornire l'accesso completo a un campo o a un formato.
Elimina. Nella finestra di dialogo di conferma, fare clic
su Elimina, quindi su Esci.

Modificare le password Scegliere menu File > Privilegi d'accesso > Tabella
associate o i privilegi di generale. Selezionare un gruppo, quindi fare clic sui
accesso per un gruppo punti elenco accanto alle password, ai formati e ai
campi da modificare. Fare clic su Salva, quindi su Esci.
Capitolo 10
Creazione di script per automatizzare le attività
FileMaker Pro dispone della funzione ScriptMaker®, utilizzabile per Ad esempio, quando si fa clic sul pulsante Lettera del formato scheda
l'automatizzazione di molte attività, tra le quali il passaggio a un altro Immissione clienti, uno script visualizza il formato Lettera. Lo script
formato o a un altro modo e la ricerca, l'ordinamento e la stampa di attiva quindi il modo Anteprima e sospende l'esecuzione per consen-
record. tire la visualizzazione della lettera come verrà stampata.
Il presente capitolo descrive come utilizzare ScriptMaker per:
Pulsanti in un formato
1 pianificare gli script
1 definire gli script
1 definire pulsanti che eseguano comandi script

Nota Gli script di FileMaker Pro non sono disponibili per la pubbli-
cazione di un database sul Web tramite la Pubblicazione Web imme-
diata di Web Companion di FileMaker Pro.
Quando si fa clic sul pulsante
Lettera, viene eseguito
FileMaker Pro dispone di un supporto limitato per i protocolli di lo script Stampa lettera
creazione script esterni ActiveX Automation (Windows),
AppleScript e Apple events (Mac OS).

Il supporto per ActiveX Automation, Apple events e AppleScript è


Fare clic per conti-
descritto nella Guida in linea. Scegliere menu Guida (Aiuto in Mac OS) nuare l'esecuzione
> Sommario e indice, fare clic sulla scheda Indice, quindi digitare dello script. La lettera
viene stampata, quindi
ActiveX Automation, Apple events o AppleScript. viene riattivato il
formato Immissione
clienti nel modo Usa

Informazioni sugli script


Uno script è un comando che richiede a FileMaker Pro di eseguire Gli script consentono di ripetere in modo sempre identico l'esecu-
un'azione o una sequenza di azioni. Lo script va eseguito per comple- zione di un processo. Possono eseguire passaggi semplici, quali la
tare le azioni corrispondenti. È possibile scegliere uno script dal modifica dell'orientamento di stampa per le buste, o attività
menu Script o allegarlo a un pulsante. complesse, quali la preparazione di un mailing per numerosi
destinatari.
10-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Utilizzare gli script per combinare e automatizzare attività quali: 1 inviare posta su Internet tramite un client di posta elettronica sepa-
1 il passaggio a un altro formato o modo rato (richiede un account di posta elettronica).

1 la ricerca, l'ordinamento e la stampa di record 1 avviare un browser Web e visualizzare un URL specifico (un indi-
rizzo Web). È necessario disporre di un contratto con un provider di
1 l'importazione di dati dalla stessa origine servizi Internet.
1 la composizione di numeri telefonici
È possibile che i file sui quali si lavora contengano già script e
All'interno di uno script è possibile eseguire script aggiuntivi, deno- pulsanti utilizzabili. Ad esempio, i modelli forniti con FileMaker Pro
minati sub-script. I sub-script semplificano la suddivisione di contengono pulsanti che ne semplificano l'utilizzo.
un'attività complessa in varie attività più semplici. Ad esempio, è
possibile individuare con uno script i clienti con pagamenti scaduti e Per Eseguire questa operazione
inviare lettere di richiesta di pagamento con un altro script. Il primo Eseguire uno script dal Scegliere il nome dello script dal menu Script.
script contiene un comando che esegue il secondo script (il sub- menu Script
script). Se un sub-script si trova in un file separato, è detto script Eseguire uno script dalla Scegliere menu Script > ScriptMaker. Selezionare il
esterno. finestra di dialogo nome dello script, quindi fare clic su Esegui.
Definisci gli script
In FileMaker Pro, è possibile:
Eseguire uno script tramite Digitare la scelta rapida da tastiera visualizzata
1 definire uno script che sospende l'esecuzione, per consentire lo una scelta rapida da accanto allo script nel menu Script. (Vedere “Lista
svolgimento di attività esterne, quali l'immissione di dati. Quando si tastiera degli script nel menu Script” a pagina 10-13.)
riprende lo script, vengono eseguiti i comandi script rimanenti. Eseguire uno script da un Passare a un formato che contiene un pulsante per
1 salvare in uno script impostazioni quali richieste di ricerca e ordi- pulsante lo script. Nel modo Usa o Trova, fare clic sul
namenti. pulsante.

1 stampare i comandi e le impostazioni che costituiscono lo script. Eseguire uno script al Nella finestra di dialogo Preferenze documento,
momento dell'apertura o impostare l'opzione per l'esecuzione di uno script
Per ulteriori informazioni sulla stampa in FileMaker Pro, vedere il
della chiusura di un file di di avvio o di arresto. Vedere “Impostazione delle
capitolo 4, “Anteprima e stampa di informazioni”. FileMaker Pro preferenze del documento” a pagina A-5.
1 creare password che impediscano ad altri utenti di definire o modi- Riprendere l'esecuzione di Fare clic su Continua nell'area di stato o premere
ficare gli script. Vedere “Definizione di password” a pagina 9-1. uno script dopo la Invio o A Capo. Se durante la sospensione di uno
1 eseguire uno script di avvio, un tipo di script che viene eseguito sospensione script si passa ad un altro formato, quindi si
riprende l'esecuzione dello script, i passaggi
all'apertura di un file di FileMaker Pro. Ad esempio, uno script di
rimanenti avranno luogo nel nuovo formato.
avvio può passare a un formato di immissione dati ogni volta che si
apre un database di ordini dei clienti. È inoltre possibile eseguire uno Arrestare uno script Fare clic su Annulla nell'area di stato, passare a un
sospeso altro modo, chiudere la finestra attiva o uscire da
script di arresto ogni volta che si chiude un file. Vedere “Imposta-
FileMaker Pro.
zione delle preferenze del documento” a pagina A-5.
Creazione di script per automatizzare le attività 10-3

Per Eseguire questa operazione 1 Qual è l'obiettivo da raggiungere? È possibile suddividere il


processo in attività più piccole? In tal caso, definire un sub-script per
Arrestare uno script Premere Esc (Windows) o Comando+punto
ciascuna attività minore, quindi definire uno script che esegue i sub-
(quando non è sospeso) (Mac OS), nascondere o chiudere la finestra attiva
o uscire da FileMaker Pro. Se lo script contiene script. In genere, la progettazione e la verifica di più sub-script di
un'istruzione Chiudi o Cambia finestra, che chiude piccole dimensioni risultano più semplici di quelle di uno script
la finestra attiva, lo script corrente viene arrestato e complesso. Inoltre, questo approccio modulare consente di riutiliz-
si torna allo script che lo ha attivato (se presente). zare i sub-script in altri script.
1 I dati necessari si trovano tutti in un file o lo script lavorerà su più
Nota Non è possibile arrestare uno script contenente l'istruzione
file? Se si utilizzano più file, quali sono quelli che lo script dovrà
Consenti interruzione utente [Disattiva].
aprire? Dove è opportuno definire lo script?
Per la descrizione dei vari tipi di script eseguibili, vedere “Informa- 1 In che modo gli utenti lo eseguiranno? (Vedere “Utilizzo di
zioni sulle istruzioni di ScriptMaker” a pagina 10-6. pulsanti con gli script” a pagina 10-13.)
1 Lo script conterrà istruzioni di impostazione stampa (Windows),
impostazione pagina (Mac OS), stampa, importazione, ricerca, ordi-
Creazione di script: panoramica namento o esportazione? In tal caso, quali impostazioni è opportuno
In FileMaker Pro, sia per gli script semplici che per quelli complessi, memorizzare prima di definire lo script? Vedere “Memorizzazione
le modalità di creazione risulteranno semplificate se: di impostazioni prima della creazione di uno script” a pagina 10-4.
1 gli script vengono pianificati prima della definizione. 1 Quali campi e formati richiederà lo script? Alcune istruzioni (quali
1 determinate operazioni, quali richieste di ricerca e ordinamenti, Vai al campo, Inserisci testo, Inserisci risultato calcolato e Sostitu-
vengono eseguite prima dell'apertura di ScriptMaker in modo da isci) richiedono che il campo si trovi nel formato corrente, mentre
semplificare la memorizzazione dei parametri di tali operazioni. Per altre istruzioni, quali Definisci il campo, non lo richiedono. Per
ulteriori informazioni, vedere “Memorizzazione di impostazioni passare al formato contenente i campi richiesti dallo script, utilizzare
prima della creazione di uno script” a pagina 10-4. Vai al formato.
1 Lo script dovrà prevedere il passaggio da un modo all'altro? Utiliz-
Una volta pianificata con esattezza la composizione dello script e zare ad esempio Passa al modo Usa prima di modificare dati in campi
memorizzate le impostazioni necessarie, è possibile iniziare la defi- e record e Passa al modo Trova prima di impostare una richiesta di
nizione dello script. ricerca o di cercare dati.
1 Lo script dovrà operare su tutti i record del database, sul gruppo
Pianificazione di script individuato corrente o su un gruppo di record specifico? Che accade
Come è inopportuno scrivere un resoconto in assenza di una bozza, se non viene trovato alcun record? Utilizzare una delle istruzioni di
così è sconsigliabile tentare di creare uno script senza pianificazione ricerca o di omissione per impostare i record corretti.
preventiva. Prima di definire uno script, tenere in considerazione
quanto segue:
10-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

1 Con quali record deve iniziare lo script? Ad esempio, quando si Memorizzazione di impostazioni prima della creazione di
utilizza l'istruzione Loop, scegliere se il ciclo inizia dal primo o uno script
dall'ultimo record, da un record specifico o dal record corrente nel
Quando si definisce uno script, vengono salvate le impostazioni
gruppo individuato. Per selezionare il record iniziale, utilizzare Vai
correnti per l'importazione, l'esportazione, la ricerca, l'ordinamento e
al record/richiesta/pagina.
l'impostazione della stampa (Windows) o l'impostazione della
1 In che modo procederà lo script tra i vari campi e record? Per pagina (Mac OS). Se queste istruzioni vengono inserite nello script,
spostarsi all'interno del gruppo individuato, utilizzare le istruzioni di è possibile ripristinare le impostazioni delle azioni al momento
navigazione. dell'esecuzione dello script.
1 I record devono essere ordinati prima che lo script li elabori? Se si
utilizza l'istruzione Loop, utilizzare Ordina o Annulla l'ordinamento Per memorizzare le impostazioni per uno script, specificarle prima di
prima del ciclo, per ordinare i record nel modo appropriato. aggiungere istruzioni Stampa o Impostazioni di pagina, Importa
record, Esegui la ricerca, Ordina o Esporta record in uno script.
1 Quando deve terminare lo script? Dopo l'elaborazione di tutti i
record? Dopo che una determinata condizione è stata soddisfatta? Per specificare Eseguire questa operazione
Utilizzare l'istruzione If per eseguire un'attività quando lo script
Impostazioni di Scegliere menu File > Impostazioni di stampa o
raggiunge una condizione specificata.
stampa (Windows) Impostazioni di pagina. Selezionare le impostazioni
1 In che modo è possibile documentare la progettazione dello script? Impostazioni di appropriate, quindi scegliere OK. Vedere
L'istruzione Commento consente di rendere gli script più leggibili e pagina (Mac OS) “Preparazione della stampa” a pagina 4-2.
comprensibili. Ciò è particolarmente utile quando i database Ordine di Importare i record in base all'ordine dei campi che si
vengono creati da un utente e gestiti in seguito da altri utenti. importazione desidera memorizzare. Vedere “Importazione dei dati

1 In che modo è possibile verificare il funzionamento dello script? in FileMaker Pro” a pagina 12-2.

L'istruzione Pausa/continua lo script consente di sospendere l'esecu- Richieste di ricerca Nel modo Trova, creare le richieste di ricerca. Non è
zione nei punti desiderati dello script. Ad esempio, se si sta verifi- necessario fare clic su Trova per eseguire le richieste.
Vedere “Ricerca di record” a pagina 3-1.
cando uno script con un'istruzione Loop, inserendo un'istruzione
Pausa/continua lo script all'interno del ciclo, sarà possibile verifi- Criteri di ordinamento Nel modo Usa, scegliere Ordina dal menu Record,
carne il corretto funzionamento. Una volta accertato che lo script quindi scegliere i campi in base ai quali ordinare e il
tipo di ordinamento. Fare clic su Esci. Non è necessario
funziona, sarà possibile rimuovere l'istruzione Pausa/continua lo
eseguire l'ordinamento. Vedere “Ordinamento dei
script.
record” a pagina 3-8.
Suggerimento Salvare un clone (o una copia) del database, quindi Ordine di esportazione Esportare i record in base all'ordine dei campi che si
definire e verificare lo script nella copia, in modo da non alterare i desidera memorizzare. Vedere “Esportazione dei dati
dati originali. Una volta verificato il funzionamento dello script, in FileMaker Pro” a pagina 12-7.
importare i dati dal file originale al clone oppure utilizzare la funzio-
nalità Importa script per importare lo script nel database. Per ulteriori
informazioni su questa funzionalità, vedere “Importazione di script”
a pagina 10-12.
Creazione di script per automatizzare le attività 10-5

Tenere presente quanto segue: 1. Se si sta definendo uno script che utilizza Impostazioni di stampa
1 Per utilizzare le impostazioni quando si esegue lo script, selezio- (Windows) o Impostazioni di pagina (Mac OS), Importa, Esporta,
nare l'opzione Ripristina per le istruzioni Impostazioni di stampa Esegui la ricerca o Ordina, è necessario innanzitutto memorizzare le
(Windows) o Impostazioni di pagina (Mac OS), Importa record, impostazioni per lo script.
Esegui la ricerca, Ordina o Esporta record. 2. Scegliere menu Script > ScriptMaker.
1 Uno script può memorizzare una sola impostazione di ciascun tipo, 3. Nella finestra di dialogo Definisci gli script, digitare il nome del
ad esempio un solo gruppo di richieste di ricerca e un solo ordina- nuovo script, quindi fare clic su Crea.
mento. Se sono necessarie più impostazioni, definire un sub-script 4. Nella finestra di dialogo Definizione dello script, scegliere le
che memorizza impostazioni alternative. istruzioni per lo script.
1 Per visualizzare le impostazioni memorizzate con uno script, stam- Le opzioni della finestra di dialogo sono descritte in maggior detta-
pare la definizione dello script. È possibile stampare la definizione di glio nelle sezioni che seguono.
un solo script o quella di tutti gli script, facendo clic sul pulsante
Stampa nella finestra di dialogo Definisci gli script.
Gli script con Script definiti nel file
1 Anziché utilizzare le impostazioni memorizzate, è possibile segni di spunta
appaiono nel
immettere le impostazioni al momento dell'esecuzione di uno script, menu Script
richiedendo a FileMaker Pro di visualizzare una finestra di dialogo
in corrispondenza dell'esecuzione di una determinata istruzione dello
Trascinare la
script. doppia freccia
per riordinare
Se ad esempio si aggiunge un'istruzione Ordina e si disattivano le lo script nel
opzioni Ripristina i criteri di ordinamento e Esegui senza finestra, quando menu Script
si esegue lo script viene visualizzata la finestra di dialogo Ordina con
l'ultimo ordinamento utilizzato nel file. Se si seleziona Ripristina i Digitare il
nome del
criteri di ordinamento e si deseleziona Esegui senza finestra, la finestra nuovo script
di dialogo visualizza le impostazioni predefinite che l'utente potrà
applicare o modificare. Selezionare per inserire lo script nel menu Script Fare clic per aggiungere
un nuovo script
Definizione di script
La definizione degli script in ScriptMaker consiste nel scegliere le Al momento della creazione dello script, vengono inserite automati-
istruzioni e nel collocarle nell'ordine desiderato per l'esecuzione. Se camente istruzioni predefinite. È possibile modificare o eliminare
si utilizza un sub-script, definire in primo luogo il sub-script, quindi tali istruzioni.
definire lo script che lo chiama (ovvero lo utilizza). Per Eseguire questa operazione

Aggiungere istruzioni Selezionare una o più istruzioni dalla lista delle


istruzioni disponibili, quindi fare clic su Sposta.
Selezionare le opzioni per l'istruzione, se disponibili.
10-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione 5. Fare clic su OK.

Eliminare istruzioni Selezionare una o più istruzioni nello script, quindi 6. Per inserire lo script nel menu Script, selezionare Includi nel menu
fare clic su Cancella o premere il tasto Canc nella finestra di dialogo Definisci gli script.
Eliminare tutte le Fare clic su Canc. tutti 7. Fare clic su Esci.
istruzioni

Duplicare le istruzioni Selezionare una o più istruzioni nello script, quindi


fare clic su Duplica.
Informazioni sulle istruzioni di
Modificare le opzioni Selezionare un'istruzione nello script, quindi ScriptMaker
delle istruzioni modificare le opzioni.
L'istruzione è un comando di FileMaker Pro utilizzabile in uno
Modificare l'ordine Trascinare la doppia freccia per spostare un'istruzione. script. Le istruzioni sono simili ai comandi dei menu di
delle istruzioni
FileMaker Pro. Ad esempio, è possibile creare un record scegliendo
Aggiungere un sub- Selezionare Esegui lo script nella lista delle istruzioni Nuovo record dal menu Record oppure eseguire uno script contenente
script disponibili, quindi fare clic su Sposta. Selezionare l'istruzione Nuovo record/richiesta.
l'opzione Esegui sub-script , quindi scegliere il sub-
script dal menu di scelta rapida. Scegliere Script Tenere presente quanto segue:
esterno se il sub-script si trova in un altro file.
1 Molte istruzioni contengono opzioni che vanno specificate al
Aggiungere una pausa Selezionare Pausa/continua lo script nella lista delle
momento della definizione dello script. Ad esempio, è possibile
allo script istruzioni disponibili, fare clic su Sposta e specificare
le opzioni. In alternativa, aggiungere un'istruzione con
specificare un nome di campo nell'istruzione Vai al campo. La Guida
l'opzione Pausa e impostare l'opzione. in linea di FileMaker Pro contiene informazioni dettagliate sulle
istruzioni e sulle opzioni.
Scegliere istruzioni dalla lista 1 Alcune istruzioni, quali Incolla e Inserisci testo, possono essere
Visualizzare le istruzioni per categoria
eseguite soltanto in determinati modi o quando un campo specificato
si trova nel formato corrente.
Istruzioni nello
script 1 Al momento dell'esecuzione di uno script, alcune istruzioni
possono visualizzare una finestra di dialogo. Ad esempio, uno script
Le opzioni relative
all'istruzione appa- con l'istruzione Ordina può visualizzare la finestra di dialogo Ordina,
iono tra parentesi consentendo l'immissione di un tipo di ordinamento.
Trascinare la 1 Per specificare un campo correlato in un'istruzione, scegliere una
doppia freccia
per riordinare relazione dalla lista delle relazioni nella parte superiore della finestra
un'istruzione di dialogo Specifica il campo. Quindi selezionare un campo corre-
Impostare le
opzioni per l'istru- lato.
zione selezionata
Creazione di script per automatizzare le attività 10-7

1 È possibile monitorare lo stato del database utilizzando le funzioni Utilizzare questa


di stato nelle istruzioni. Ad esempio, uno script può verificare se un istruzione Per
file è ordinato o visualizzare un messaggio personalizzato che comu- Imposta cattura errori Consentire o impedire la visualizzazione di messaggi
nica agli utenti le operazioni da compiere nel caso in cui il gruppo di errore. Utilizzare questa istruzione per cambiare il
individuato risulti vuoto. metodo di gestione dei messaggi di errore.

Per la lista delle funzioni di stato e alcuni esempi del loro utilizzo,
vedere il capitolo 11 e la Guida in linea di FileMaker Pro.
Istruzioni degli script di navigazione
1 Per informazioni sull'utilizzo delle istruzioni di script con gli
oggetti OLE, vedere la Guida in linea di FileMaker Pro. Scegliere Utilizzare questa
istruzione Per
menu Guida (Aiuto in Mac OS) > Sommario e indice, fare clic sulla
scheda Indice, quindi digitare oggetti OLE, script. Vai al formato Visualizzare il formato specificato

Vai al record/richiesta/ Passare a un record del gruppo individuato nel


pagina modo Usa, a una richiesta di ricerca nel modo
Istruzioni di script di controllo Trova o a una pagina nel modo Anteprima

Vai al record correlato Passare al record correlato corrente in un file


Utilizzare questa
istruzione Per correlato

Esegui lo script Eseguire un altro script Vai alla riga del portale Passare a una riga del portale

Pausa/continua lo Sospendere l'esecuzione di uno script o riprendere Vai al campo Passare a un campo del formato corrente
script l'esecuzione di uno script sospeso Vai al campo successivo Passare al campo successivo del formato corrente
Esci dallo script Uscire dallo script corrente Vai al campo precedente Passare al campo precedente del formato corrente
Interrompi lo script Interrompere l'esecuzione di tutti gli script Passa al modo Usa Passare al modo Usa
If Eseguire istruzioni se un calcolo risulta Vero (diverso Passa al modo Trova Passare al modo Trova
da zero)
Passa al modo Anteprima Passare al modo Anteprima
Else Eseguire un altro gruppo di istruzioni se un calcolo
risulta Falso (uguale a zero)

End If Delimitare la fine di un'istruzione If Istruzioni di script per l'ordinamento, la


Loop Ripetere l'esecuzione di un gruppo di istruzioni
ricerca e la stampa
Exit Loop If Uscire da un ciclo se un calcolo risulta Vero (diverso
da zero) Utilizzare questa
istruzione Per
End Loop Delimitare la fine di un ciclo
Ordina Ordinare i record del gruppo individuato
Consenti interruzione Consentire o impedire agli utenti di interrompere uno
utente script Annulla l'ordinamento Ripristinare l'ordine di creazione dei record

Mostra tutti i record Visualizzare tutti i record del file


10-8 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Utilizzare questa
istruzione Per
Istruzioni di script per i campi
Mostra le omissioni Visualizzare i record non inclusi nel gruppo Utilizzare questa
istruzione Per
individuato
Definisci il campo Sostituire al contenuto del campo il risultato di un
Ometti il record Escludere il record corrente dal gruppo individuato
calcolo. Non è necessario che il campo appaia nel
Ometti più record Escludere dal gruppo individuato un certo numero di formato corrente
record, a partire da quello corrente
Inserisci testo Inserire una stringa di testo in un campo
Esegui la ricerca Cercare i record corrispondenti a una o più richieste
Inserisci risultato Inserire i risultati di un calcolo in un altro campo del
di ricerca correnti
calcolato formato corrente
Modifica l'ultima ricerca Modificare l'ultima o le ultime richieste di ricerca
Inserisci dall'indice Inserire in un campo un valore dell'indice
Impostazioni di stampa Configurare Impostazioni di stampa (Windows) o
Inserisci dall'ultimo Inserire i dati di un campo dell'ultimo record attivo allo
(Windows) Impostazioni di pagina (Mac OS), quali
record stesso campo del record o della richiesta di ricerca
Impostazioni di pagina l'orientamento verticale o orizzontale
corrente. Il record attivo è l'ultimo record che contiene
(Mac OS) un punto di inserimento in un campo.
Stampa Stampare dati dal file corrente Inserisci data Inserire la data di sistema corrente in un campo
corrente

Istruzioni di script per la modifica Inserisci ora corrente Inserire l'ora corrente in un campo

Inserisci nome utente Inserire il nome dell'utente corrente in un campo. Il


Utilizzare corrente nome utente è specificato nelle preferenze generali
questa dell'applicazione.
istruzione Per
Inserisci immagine Inserire un'immagine in un campo Contenitore. Quando
Annulla Annullare l'ultima operazione
questa istruzione viene eseguita, è necessario che il
Taglia Eliminare il contenuto di un campo e collocarlo negli Appunti campo Contenitore sia attivo.
Copia Copiare negli Appunti il contenuto di un campo o di una Inserisci QuickTime Inserire un filmato QuickTime in un campo Contenitore.
pagina nel modo Anteprima (Windows) Quando questa istruzione viene eseguita, è necessario
Incolla Incollare in un campo il contenuto degli Appunti Inserisci filmato che il campo Contenitore sia attivo.
(Mac OS)
Cancella Eliminare il contenuto di un campo senza copiarlo negli
Appunti Inserisci oggetto Inserire un oggetto incorporato o collegato in un campo
(Windows) Contenitore
Seleziona tutto Selezionare l'intero contenuto di un campo
Aggiorna Aggiornare un collegamento OLE in un campo
collegamento Contenitore
(Windows)
Creazione di script per automatizzare le attività 10-9

Istruzioni di script per i record Istruzioni di script per le finestre


Utilizzare questa Utilizzare questa
istruzione Per istruzione Per

Nuovo record/richiesta Aggiungere un record o una richiesta di ricerca Blocca finestra Interrompere l'aggiornamento della finestra
(nascondere le azioni agli utenti)
Duplica il record/richiesta Duplicare un record o una richiesta di ricerca
Aggiorna finestra Aggiornare lo schermo o riprendere l'aggiornamento
Elimina il record/richiesta Eliminare in modo permanente il record o la
dopo Blocca finestra
richiesta di ricerca corrente
Scorri finestra Scorrere la finestra in alto, in basso o fino alla
Elimina riga del portale Eliminare in modo permanente la riga corrente
selezione corrente
del portale. Utilizzare Vai alla riga del portale
per specificare la riga corrente. Cambia finestra Nascondere la finestra (Mac OS) o modificarne le
dimensioni
Ripristina il record/richiesta Ripristinare il record o la richiesta di ricerca
corrente allo stato in cui si trovava prima Area di stato Mostrare, nascondere o bloccare l'area di stato
dell'aggiunta o della modifica di dati
Righello di testo Mostrare o nascondere il righello di testo
Esci dal record/richiesta Uscire dal record o dalla richiesta di ricerca
Imposta livello di zoom Ridurre, espandere o bloccare il contenuto di una
corrente per aggiornare i dati del campo e non
finestra
attivare alcun campo
Visualizza Visualizzare i record singolarmente, in una lista o
Copia record Copiare negli Appunti il contenuto del record
sotto forma di tabella
corrente

Copia tutti i record Copiare negli Appunti il contenuto del gruppo


individuato
Istruzioni di script per i file
Elimina tutti i record Eliminare in modo permanente tutti i record del
gruppo individuato corrente Utilizzare questa
istruzione Per
Sostituisci Sostituire il contenuto di un campo in tutti i
record del gruppo individuato Nuovo Creare un file

Nuovo riferimento Aggiornare un valore di riferimento nei record Apri Aprire un file. Le istruzioni successive avranno effetto
del gruppo individuato sul file contenente lo script e non sul file appena aperto.

Importa record Importare dati di un altro file nel file corrente Chiudi Chiudere un file

Esporta record Salvare i dati in un formato utilizzabile in Modifica la Modificare la password dell'utente corrente
un'altra applicazione password

Imposta multiutente Impostare l'accesso di rete per il file corrente su Attiva,


Attiva (Nascosto) o Disattiva
10-10 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Utilizzare questa Utilizzare questa


istruzione Per istruzione Per

Usa formattazioni di Utilizzare le formattazioni di data, ora e numero salvate Apri Preferenze Visualizzare la finestra di dialogo Preferenze
sistema con il file corrente oppure utilizzare le formattazioni di documento documento
sistema
Apri Definisci i campi Visualizzare la finestra di dialogo Definisci i campi
Salva copia con Salvare una copia del file corrente
Apri Definisci le Visualizzare la finestra di dialogo Definisci le
nome
relazioni relazioni
Recupera Recuperare un file
Apri Definisci le liste Visualizzare la finestra di dialogo Definisci le liste
valori valori

Istruzioni di script per l'ortografia Apri la Guida in Visualizzare la finestra di dialogo del Sommario della
Windows o Apri Aiuto Guida in linea di FileMaker Pro
Utilizzare questa in Mac OS
istruzione Per
Apri ScriptMaker Visualizzare la finestra di dialogo Definisci gli script.
Controlla la selezione Controllare l'ortografia della selezione di testo corrente Dopo questa istruzione, l'esecuzione dello script viene
interrotta automaticamente.
Controlla il record Controllare l'ortografia del testo nel record corrente
Apri condivisione Visualizzare la finestra di dialogo Condivisione
Controlla record Controllare l'ortografia di tutti i campi di tutti i record
selezionati del gruppo individuato

Controlla la parola Visualizzare la finestra di dialogo Ortografia in cui è


possibile correggere la parola errata. L'opzione
Istruzioni di script varie
Controllo in fase di scrittura (nella scheda Ortografia Utilizzare questa
della finestra Preferenze documento) deve essere attiva. istruzione Per

Opzioni Visualizzare la finestra di dialogo Opzioni Mostra messaggio Visualizzare un messaggio di avviso

Seleziona i dizionari Visualizzare la finestra di dialogo Seleziona i dizionari Segnale acustico Riprodurre il segnale acustico di sistema

Modifica dizionario Visualizzare la finestra di dialogo Modifica Dizionario Conversazione Riprodurre vocalmente la stringa di testo contenuta nel
utente utente (Mac OS) campo

Componi numero Comporre numeri telefonici

Istruzioni di script per l'apertura di una Apri URL Aprire un URL

Invia posta Inviare la posta elettronica con i campi A, Cc, Oggetto e


voce di menu Messaggio, come specificato nelle istruzioni di script

Utilizzare questa Invia DDE Execute Inviare un comando DDE (Dynamic Data Exchange) a
istruzione Per (Windows) un'altra applicazione
Apri Preferenze Visualizzare la finestra di dialogo Preferenze Invia messaggio Avviare un'applicazione o aprire o stampare un
applicazione applicazione (Windows) documento in un'altra applicazione
Creazione di script per automatizzare le attività 10-11

Utilizzare questa Se lo script contiene istruzioni che consentono di memorizzare le


istruzione Per impostazioni di FileMaker Pro, quali Impostazioni di stampa o di
Invia un Apple Event Inviare un comando Apple Event (AE) a un'altra pagina, Ordine di importazione, Richieste di ricerca, Criteri di ordi-
(Mac OS) applicazione namento e Ordine di esportazione, verrà visualizzata la finestra di
Esegui AppleScript Eseguire un AppleScript
dialogo delle impostazioni dello script. Specificare se mantenere le
(Mac OS) impostazioni memorizzate per le istruzioni o se sostituirle con le
impostazioni che erano in uso prima dell'apertura dello script. Fare
Commento Aggiungere note descrittive a un'istruzione di uno script
clic su OK dopo aver apportato le modifiche.
Scarica la cache su Salvare su disco la cache interna di FileMaker Pro
disco

Esci Chiudere tutti i file e uscire da FileMaker Pro


dall'applicazione

Le opzioni inattive non sono


disponibili nello script corrente
Modifica degli script Selezionare un'opzione per mante-
1. Scegliere menu Script > ScriptMaker. nere o sostituire tutte le ricorrenze
del tipo di impostazione (ad
2. Nella finestra di dialogo Definisci gli script, selezionare il nome esempio tutti i criteri di ordina-
mento) memorizzato con lo script
di uno script.
3. Nella finestra di dialogo Definizione dello script, modificare le Nota Se si sta modificando uno script creato con FileMaker Pro per
istruzioni dello script, quindi fare clic su OK. Windows, le istruzioni che funzionano soltanto in Windows appa-
Per Eseguire questa operazione iono in corsivo. Se si sta modificando uno script che è stato creato
con FileMaker Pro per Mac OS, le istruzioni che funzionano soltanto
Aggiungere istruzioni Selezionare le istruzioni nella lista delle istruzioni
nei computer con Mac OS appaiono in corsivo. Le opzioni visualiz-
disponibili, quindi fare clic su Sposta. Selezionare le
opzioni per l'istruzione, se disponibili. zate in corsivo possono essere modificate soltanto nella piattaforma
in cui sono state create.
Eliminare istruzioni Selezionare una o più istruzioni nello script, quindi
fare clic su Cancella o premere il tasto Canc.

Modificare le opzioni Selezionare un'istruzione nello script, quindi Duplicazione, ridenominazione o


delle istruzioni modificare le opzioni.

Modificare l'ordine Trascinare la doppia freccia per spostare


eliminazione di script
delle istruzioni un'istruzione. Per Eseguire questa operazione

Creare rapidamente uno o più script Selezionare uno o più script, quindi fare
simili clic su Duplica.

Modificare il nome dello script Modificare il nome nella casella Nome


dello script, quindi fare clic su Rinomina.
10-12 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Per Eseguire questa operazione Quando si importa uno script, è necessario verificarne la struttura,
per assicurarsi che tutti i riferimenti siano validi e che si trovino nei
Aggiungere lo script al menu Script Selezionare Includi nel menu.
punti appropriati. Controllare sempre lo script importato prima di
Rimuovere lo script dal menu Script Deselezionare Includi nel menu. eseguirlo per la prima volta.

Fare clic su Esci per terminare oppure su Modifica per modificare le Per importare uno script
istruzioni dello script. 1. Aprire il file in cui verrà importato lo script.

Eliminazione di script 2. Scegliere menu Script > ScriptMaker.

1. Scegliere menu Script >ScriptMaker. 3. Fare clic sul pulsante Importa.

2. Nella finestra di dialogo Definisci gli script selezionare uno o più 4. Aprire il file contenente uno o più script da importare.
nomi di script, quindi fare clic su Elimina. 5. Nella finestra di dialogo Importa script, inserire un segno di spunta
3. Fare di nuovo clic su Elimina, quindi fare clic su Esci. accanto agli script da importare.
6. Fare clic su OK, quindi di nuovo su OK.
Importante Quando si elimina uno script, è necessario modificare gli
script e i pulsanti che fanno riferimento allo script eliminato. Tenere presente quanto segue:
1 Durante l'importazione di script, la corrispondenza tra nomi di
Importazione di script campo e nomi di formato riconosce le maiuscole. Se non viene rile-
vata alcuna corrispondenza, in luogo del nome del campo e/o del
FileMaker Pro consente l'importazione di script da altri database di formato mancante viene visualizzata la parola <sconosciuto>.
FileMaker Pro.
1 Quando si importa uno script che fa riferimento ad una relazione,
Molti script fanno riferimento a campi (locali e correlati), formati, si presuppone che
record e altri script (locali e in file esterni). Inoltre alcune istruzioni 1 i nomi delle relazioni siano gli stessi
di script, quali Definisci il campo, Inserisci risultato calcolato, Sosti- 1 le chiavi delle relazioni siano le stesse
tuisci ecc. possono contenere nei calcoli dei riferimenti a campi.
Questi riferimenti possono essere validi nel file originale, ma potreb-
1 i nomi, i tipi e le chiavi dei campi base siano gli stessi.
bero risultare non validi nel file in cui vengono importati. Se non tutte queste condizioni vengono soddisfatte, agli elementi
senza corrispondenza verrà affiancata la parola <sconosciuto> nello
Per ridurre al minimo la perdita di informazioni, FileMaker Pro tenta script.
di far corrispondere i riferimenti a campi, relazioni, script e formati 1 Durante l'importazione di istruzioni dello script contenenti calcoli
in base ai nomi. I campi, le relazioni, gli script e i formati per i quali (quali If, Definisci il campo e Inserisci risultato calcolato),
non riesce a trovare una corrispondenza vengono contrassegnati FileMaker Pro fa corrispondere i nomi e i tipi dei campi. Quando non
come sconosciuti e devono essere modificati prima dell'esecuzione viene trovata una corrispondenza, in luogo del campo mancante
dello script. viene visualizzata la parola <sconosciuto> .
Creazione di script per automatizzare le attività 10-13

1 Le informazioni memorizzate negli script (ad esempio Richieste di Pulsanti


ricerca, Criteri di ordinamento, Ordine di importazione e Ordine di
esportazione) verranno mappate sui campi originali in base alle
regole descritte in precedenza. Se non si trovano campi corrispon-
denti originali, i campi non mappati verranno sostituiti dalla parola
<sconosciuto>.
1 Quando si importano script contenenti l'istruzione Esegui lo script,
il collegamento tra script viene mantenuto soltanto se gli script colle-
gati vengono importati contemporaneamente. Se uno script con lo
stesso nome è già presente nel file di destinazione, il collegamento
tra i due script non verrà stabilito. Se l'istruzione Esegui lo script fa
riferimento a uno script esterno, anche lo script importato farà riferi-
mento allo script esterno.

Quando si fa clic
Lista degli script nel menu Script sul pulsante
Lettera, viene
eseguito lo script
Gli script vengono elencati automaticamente nel menu Script; ai Stampa lettera
primi dieci vengono assegnate scelte rapide da tastiera, quali Ctrl+1
(Windows) o Comando+1 (Mac OS).
Per modificare l'ordine degli script nel menu Script:
1. Scegliere menu Script > ScriptMaker.
2. Nella finestra di dialogo Definisci gli script, trascinare nella nuova
posizione la doppia freccia visualizzata a sinistra del nome dello Definizione dei pulsanti
script. Per creare un pulsante con un'etichetta di testo, eseguire la procedura
che segue.
3. Per aggiungere o eliminare uno script dal menu, selezionare lo
script, quindi selezionare o deselezionare Includi nel menu. Nota Per informazioni sulla creazione di pulsanti di altro tipo (ad
Gli script con segni di spunta appariranno nel menu Script. esempio un cerchio contenente un'immagine), vedere la Guida in
4. Fare clic su Esci. linea di FileMaker Pro.

1. Se si sta definendo un pulsante che esegue un intero script, creare


Utilizzo di pulsanti con gli script lo script.

Il pulsante è un oggetto del formato, sul quale è possibile fare clic per Vedere “Definizione di script” a pagina 10-5.
eseguire un'istruzione di script o un intero script. 2. Nel modo Formato scheda, scegliere un formato, quindi fare clic
sullo strumento Pulsante.
10-14 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Vedere il capitolo 7. 5. Nel punto di inserimento, digitare l'etichetta del pulsante, quindi
premere Invio sul tastierino numerico.
Strumento Pulsante Bordo del pulsante 6. Passare al modo Usa o Trova per utilizzare il pulsante.

Tenere presente quanto segue:


1 Per visualizzare i pulsanti racchiusi da bordi nel modo Formato
scheda, scegliere menu Visualizza > Mostra > Pulsanti. Vedere “Impo-
stazione di colori, motivi, spessori ed effetti oggetto” a pagina 7-16.
1 Per impostare i pulsanti in modo che non vengano stampati, vedere
“Esclusione di oggetti dalla stampa” a pagina 7-27.
1 In FileMaker Pro le impostazioni (quali le richieste di ricerca) non
vengono memorizzate con i pulsanti, ma è possibile definire uno
script che memorizzi le impostazioni e definire un pulsante per
Se nel formato non appaiono gli strumenti, eseguire lo script. Vedere “Memorizzazione di impostazioni prima
fare clic sul controllo dell'area di stato della creazione di uno script” a pagina 10-4.

3. Trascinare il puntatore a mirino nel formato per disegnare il Copia, modifica o eliminazione di pulsanti
pulsante.
Eseguire questa operazione nel modo Formato
4. Nella finestra di dialogo Specifica il pulsante selezionare un'istru- Per scheda
zione, impostare le opzioni dell'istruzione (se disponibili), selezio- Selezionare un Utilizzare lo strumento Selezione. Vedere “Selezione di
nare uno stile per il pulsante, quindi fare clic su OK. pulsante oggetti” a pagina 6-13.
Vedere “Informazioni sulle istruzioni di ScriptMaker” a Spostare un Trascinare il pulsante con lo strumento Selezione. Vedere
pagina 10-6. pulsante “Spostamento di oggetti in un formato” a pagina 6-16.

Cambiare l'aspetto Vedere “Impostazione di colori, motivi, spessori ed effetti


di un pulsante oggetto” a pagina 7-16.

Cambiare Vedere “Formattazione del testo” a pagina 7-13.


l'etichetta di un
Impostare le opzioni pulsante
per l'istruzione
Copiare un Quando si copia un pulsante, vengono copiati sia l'oggetto
Selezionare uno stile pulsante che la definizione del pulsante. Se si copia un pulsante da un
per il pulsante altro file, modificare la definizione del pulsante qualora i
Selezionare campi, i formati o gli script non corrispondano. Vedere
un'istruzione “Copia, duplicazione ed eliminazione di oggetti” a
pagina 6-14.
Creazione di script per automatizzare le attività 10-15

Eseguire questa operazione nel modo Formato Suggerimento Se il database utilizzato non dispone di un campo di
Per scheda identificazione unico, definire un campo Calcolato per crearne uno
Cambiare la Fare doppio clic sul pulsante. Nella finestra di dialogo dai campi esistenti. Ad esempio, combinare il nome, il cognome e la
definizione di un Specifica il pulsante, selezionare un'istruzione e le opzioni data di nascita per creare un identificativo unico per ciascun cliente.
pulsante desiderate, quindi scegliere OK.
2. Aggiungere due campi.
Eliminare un Selezionare il pulsante, quindi premere Backspace o Canc.
pulsante Definire i campi nel file Congresso:

1 Un campo Testo, denominato Contrassegno. Quando lo script


Esempio di uno script di ScriptMaker individua un record duplicato, pone una x in questo campo per
contrassegnare il record.
Lo script che segue illustra un metodo di ricerca dei record duplicati
nel database. Lo script illustra l'uso di un campo Globale, di una 1 Un campo Globale, denominato Globale, per memorizzare
richiesta di ricerca e di un criterio di ordinamento memorizzati, e l'identificativo unico durante il confronto dei record. Il campo
delle istruzioni di script If e Loop. Globale dovrà avere lo stesso tipo di dati del campo ID cliente.

Ricerca di record duplicati 3. Visualizzare il campo Contrassegno.


In questo esempio, un'agenzia di viaggi utilizza un database di regi- Creare un formato che visualizzi il campo Contrassegno o aggiun-
strazione per individuare i clienti che sottoscrivono la partecipazione gere il campo a un formato esistente. Il formato verrà utilizzato nel
a un congresso-crociera. Il database contiene record duplicati, in passaggio successivo per la memorizzazione di impostazioni di
quanto alcuni clienti hanno chiamato l'agenzia di viaggi per aderire esecuzione della ricerca.
e hanno anche inviato per posta il modulo di adesione. 4. Memorizzare le impostazioni.

Le sezioni che seguono descrivono come impostare un database e Memorizzare le impostazioni di ordinamento e ricerca per lo script.
definire uno script per la ricerca di record duplicati.
Per memorizzare
Nota Per questo esempio, è necessario avere familiarità con i campi questa
impostazione Eseguire questa operazione
Globale e con le modalità di definizione dei campi. Vedere “Defini-
Ordina Nel modo Usa, scegliere Ordina dal menu Record. Se
zione di campi Globale” a pagina 5-8.
nella lista Criterio appaiono dei campi, fare clic su
Cancella tutti. Fare clic su IDCliente, scegliere Ordine
1. Creare un valore unico per ciascun record.
ascendente, fare clic su Sposta, quindi fare clic su Esci.
Il file Congresso contiene i record relativi ai clienti che partecipano
Trova Scegliere un formato che visualizzi il campo
al congresso. Ciascun cliente ha un codice di identificazione unico, Contrassegno. Nel modo Trova, digitare x nel campo
il campo ID cliente, che è una concatenazione tra il cognome e il Contrassegno, quindi passare al modo Usa. Non è
numero telefonico del cliente. Alcuni record contengono lo stesso necessario eseguire la richiesta di ricerca.
numero di identificazione: si tratta dei record duplicati da ricercare.
10-16 Guida per l’utente di FileMaker Pro

5. Definire lo script.
Record 5
In ScriptMaker, definire lo script Trova duplicati.
Record 4 ID cliente Contrassegno
aaa
Record 3 ID cliente Contrassegno
Globale
aaa
Record 1 Record 2 ID cliente Contrassegno
Globale
aaa
aaa
ID cliente Contrassegno ID cliente Contrassegno aaa
aaa aaa X Globale
aaa
Globale Globale
aaa aaa

1 Se i valori non corrispondono, il valore di IDCliente viene


copiato in Globale. Il campo Contrassegno non viene modificato.
4. Lo script ripete il passaggio 3 fino a raggiungere l'ultimo record
Quando si esegue lo script Trova duplicati:
del file.
1. I record trovati vengono ordinati in base al campo IDCliente, in
modo da raggruppare i record con lo stesso valore di IDCliente. Record 5

Record 4 ID cliente Contrassegno


2. A partire dal primo record, lo script copia il valore dal campo aaa
IDCliente al campo Globale. Record 3 ID cliente Contrassegno
Globale
aaa
Record 1 Record 2 ID cliente Contrassegno
Globale
bbb
aaa
ID cliente Contrassegno ID cliente Contrassegno bbb
Record 5 aaa bbb X Globale
bbb
Record 4 ID cliente Contrassegno Globale Globale
aaa aaa aaa
Record 3 ID cliente Contrassegno
aaa Globale
ID cliente Contrassegno aaa
Record 2 Globale 5. Lo script trova tutti i record con x nel campo Contrassegno, quindi
aaa
Record 1 ID cliente Contrassegno aaa visualizza il gruppo individuato di record duplicati.
aaa Globale
ID cliente Contrassegno aaa
aaa Globale
aaa
Globale
aaa

3. Lo script passa al record successivo e confronta il valore di


IDCliente con il valore di Globale.
1 Se i valori corrispondono, il record è duplicato e lo script pone
una x nel campo Contrassegno.
Capitolo 11
Utilizzo di formule e funzioni
In questo capitolo: È possibile creare le formule nella finestra di dialogo Specifica il
1 viene fornita un'introduzione sulle formule e le funzioni calcolo. Vedere“Definizione di campi Calcolato” a pagina 5-6. I
calcoli possono essere utilizzati in diverse aree di FileMaker Pro.
1 vengono indicate le posizioni in cui è possibile utilizzare le
formule e le funzioni Per utilizzare le
formule Vedere anche
1 vengono illustrati i componenti delle formule
Durante la definizione “Definizione di campi Calcolato” a pagina 5-6
1 vengono descritti gli operatori che è possibile usare nelle formule dei campi Calcolato
1 viene fornita una breve descrizione di tutte le funzioni In alcune istruzioni di Gli argomenti della Guida relativi alle istruzioni di
script script If, Exit Loop If, Definisci il
Per informazioni ed esempi sulle funzioni, vedere la Guida in linea. campo, Inserisci risultato calcolato e
Sostituisci. Scegliere menu Guida in Windows o
Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla
Informazioni sulle formule scheda Indice, quindi digitare il nome dell'istruzione di
script.
La formula è un'operazione specifica eseguita su uno o più valori del
database. Ad esempio, si supponga che il file contenga due campi Per l'immissione auto- “Definizione di immissione automatica dei dati” a
matica di valori calco- pagina 5-10
Numero (Prezzo unitario e Quantità) e un campo Calcolato (Prezzo
lati
totale). Per calcolare un valore per Prezzo totale in ciascun record,
definire un campo Calcolato con la formula: Per la convalida dei “Definizione di verifica dei campi” a pagina 5-10
dati
Prezzo unitario * Quantità
Quando si utilizza “Sostituzione di dati nei campi” a pagina 2-11
per il campo Prezzo totale. Di conseguenza, quando vengono digitati Sostituisci con i risul-
i valori in Prezzo unitario e Quantità, la formula moltiplica i valori e tati calcolati
visualizza il risultato in Prezzo totale.
Nelle formule può essere inclusa una combinazione qualsiasi di
costanti, riferimenti di campo, operatori e funzioni. (Vedere “Infor-
mazioni sulle funzioni” a pagina 11-5.) Per produrre le espressioni
che restituiscono il risultato desiderato, gli elementi vengono
disposti in un ordine specifico, o sintassi. Nelle sezioni seguenti
viene illustrato ciascun elemento della formula e la relativa sintassi.
11-2 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Importante Si noti che il tipo di dati (Testo, Numero, Data, Ora o Tipo di
Contenitore) dei campi e le espressioni a cui fa riferimento una dati Costante digitata Esempi
formula, nonché il risultato restituito, sono elementi importanti. Ad Testo Racchiudere il testo tra virgolette "Montréal"
esempio, se il calcolo di una data è impostato per restituire un risul- (") "514 555 1212"
tato numerico, il calcolo non restituirà una data.
Numero Non includere i separatori delle 123
migliaia o i simboli della valuta.
Se in un calcolo vengono utilizzati tipi di dati diversi, è necessario 1234,56
utilizzare le funzioni di conversione del tipo di dati (TestoAData, Data Utilizzare il valore come para- Data(2;2;2001)
TestoAOra, TestoANumero, DataATesto, OraATesto, NumeroA- metro della funzione Data o TestoAData("04/04/
Testo) per convertire i dati e le espressioni nel tipo corretto. Queste TestoAData. Vedere “Funzioni di 2000")
funzioni vengono illustrate nelle seguenti tabelle relative alle data” a pagina 11-7 e “Funzioni di
funzioni Testo, Numero, Data e Ora. testo” a pagina 11-5.

Ora Utilizzare il valore come para- Ora(4;14;32)


Espressioni metro della funzione Ora o TestoAOra("02:47:35")
TestoAOra. Vedere “Funzioni di
Una formula contiene una o più espressioni. L'espressione è un
ora” a pagina 11-8 e “Funzioni di
valore o un calcolo che genera un valore. Per generare altre espres- testo” a pagina 11-5.
sioni, è possibile utilizzare una combinazione di espressioni.

Tipo di espressione Esempio


Riferimenti di campo
Il riferimento di campo è un nome di campo che ha funzione di
Costante di testo "Londra"
segnaposto del valore del campo. Per calcolare la formula nel record
Costante numerica 2,15 corrente viene utilizzato il valore del campo rappresentato dal riferi-
Riferimento di campo Imposte mento di campo.
Funzione Lunghezza(ConsegnaAIndirizzo)
Per definire una formula che fa riferimento a un campo correlato,
Combinazione di espressioni ((Totale–Sconto)*Imposte)/100 vedere “Definizione di campi Calcolato” a pagina 5-6. La sintassi è
Nome relazione::Nome campo. Per ulteriori informazioni sui
Costanti campi correlati, vedere il capitolo 8, “Utilizzo dei file correlati”.
La costante è un valore fisso che fa parte della formula e non varia
Nota I riferimenti ai campi correlati possono diventare non validi nel
da un record all'altro. La costante può essere costituita da testo,
caso in cui un file correlato venga spostato o rinominato o venga
numeri, date o ore, ad esempio il valore di testo “Europa” o il valore
eliminato un campo di tale file. Inoltre, la modifica del tipo di campo
numerico 0,05. Le costanti di testo nelle formule possono contenere
o del numero di ripetizioni di un campo correlato può produrre risul-
un massimo di 253 caratteri.
tati imprevisti.
Importante Quando si utilizza una costante in una formula, è neces-
sario specificare il formato corretto.
Utilizzo di formule e funzioni 11-3

L'espressione Restituisce Operatore Definizione Esempi

Totale fattura*0,075 7,5 se il valore contenuto nel campo Totale – Sottrae il secondo valore 2–2
fattura è 100 (Sottrazione) dal primo oppure TotaleFattura–Sconto
cambia il segno in + o –
Nome & " " & Cognome John Jones se il valore del campo Nome è John –2
e il valore del campo Cognome è Jones
* Moltiplica ciascun Subtotale*Imposte
Fatture::Totale fattura*0,075 7,5 se il valore del campo Totale fattura è 100. valore vendite
(Moltiplica-
Il campo Totale fattura si trova in un database zione) GiorniRi-
correlato. tardo*0,01*PagamentoLe-
asing
Operatori / Divide il primo valore Chilometri percorsi/
È possibile combinare espressioni diverse utilizzando gli operatori, (Divisione) per il secondo Litri
vale a dire simboli che determinano le operazioni da eseguire sulle Centimetri/12
espressioni. Gli operatori vengono inseriti tra le espressioni che si
^ Eleva il primo valore A^2+B^2 restituisce (A2 + B2)
desidera eseguire. alla potenza del secondo Raggio^3 restituisce (Raggio3)
(Elevazione a
A ciascun operatore è assegnata una precedenza che determina potenza)
l'ordine in cui vengono eseguiti i calcoli in una formula contenente
più operatori. In FileMaker Pro gli operatori vengono valutati da Operatori di confronto
sinistra a destra; la moltiplicazione e la divisione vengono eseguite Gli operatori di confronto confrontano due espressioni e restitui-
prima dell'addizione e della sottrazione. È possibile modificare la scono un risultato Vero o Falso, ovvero risultati booleani. In aritme-
precedenza racchiudendo tra parentesi l'espressione che si desidera tica, un risultato Vero equivale a 1 e un risultato Falso equivale a 0.
calcolare per prima.
Operatore Definizione Esempi
L'espressione Restituisce
= Vero se entrambi gli 38=39 restituisce Falso
2+3*2 8 elementi sono uguali
(Uguale a) 38=38 restituisce Vero
(2+3)*2 10
<> Vero se gli elementi non 38<>39 restituisce Vero
o ≠ (Mac OS) sono uguali 38<>38 restituisce Falso
Operatori matematici
(Diverso da)
Utilizzare i seguenti operatori matematici con le espressioni nume-
> Vero se il valore a sinistra è 5>6 restituisce Falso
riche.
(Maggiore di) maggiore del valore a 19>1 restituisce Vero
destra
Operatore Definizione Esempi
< Vero se il valore a sinistra è 5<6 restituisce Vero
+ Somma due valori 2+2 minore del valore a destra 19<1 restituisce Falso
(Minore di)
(Addizione) Subtotale+Imposte
vendite
11-4 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Operatore Definizione Esempi Operatori di testo


>= Vero se il valore a sinistra è 5>=6 restituisce Falso
Utilizzare i seguenti operatori di testo con le espressioni di testo. Le
maggiore o uguale al virgolette racchiudono le costanti di testo.
oppure ≥ (Mac OS) 5>=5 restituisce Vero
valore a destra
(Maggiore o uguale) Simbolo Definizione Esempi
<= Vero se il valore a sinistra è 5<=6 restituisce Vero & Aggiunge la stringa di testo "XXX" & "ZZZZZ"
oppure ≤ (Mac OS) minore o uguale al valore a 19<=18 restituisce Falso a destra alla fine della restituisce "XXXZZZZZ"
(Concatenazione)
destra stringa di testo a sinistra. Le
(Minore o uguale)
stringhe di testo possono
essere costanti (tra virgo-
Operatori logici
lette), riferimenti di campo o
Utilizzare gli operatori logici per includere le condizioni in un funzioni.
calcolo.
"" Contrassegna l'inizio e la "Sydney, NSW" restitu-
(Costante di testo) fine di una costante di testo. isce Sydney, NSW
Operatore Definizione Esempio Le virgolette che non "" restituisce un valore
AND Vero solo se entrambi i valori RichiestaRicevuta=”Sì” racchiudono alcun testo vuoto (nullo)
sono veri AND QuotaPagata>0 indicano l'assenza di testo. Il
Nome & " " &
testo immesso in una
OR Vero se uno dei due valori è vero PagamentoCorrente <= Cognome restituisce
formula senza virgolette
0 OR John Smith se i campi ai
viene interpretato automati-
CreditoApprovato=”S” cui si fa riferimento
camente come nome di
contengono John e Smith
XOR Vero se uno dei due valori (ma QuotaPagata>0 XOR campo o di funzione. Per
inserire le virgolette in una "Il resoconto è
non entrambi) è vero. Il risultato OffertaGratuita= “S”
costante di testo, è neces- ""Riservato"""
è:
sario farle precedere da altre restituisce Il resoconto è
1 Falso se Vero AND Vero "Riservato"
virgolette.
1 Vero se Falso AND Vero
1 Falso se Falso AND Falso ¶ Inserisce un ritorno a capo in "M.T.N.Trek¶Spor-
(Carattere di invio a una costante di testo. (Il ting Equipment"
NOT Modifica un valore tra parentesi NOT EVuoto(NomeCampo)
capo) simbolo ¶ deve essere restituisce
da Falso a Vero o viceversa. Il
racchiuso tra le virgolette M.T.N. TrekSporting Equip-
risultato è:
della costante di testo). ment
1 Falso se NOT Vero
1 Vero se NOT Falso Città & "¶" &
Provincia restituisce
la città e la provincia in
righe separate.
Utilizzo di formule e funzioni 11-5

Informazioni sulle funzioni If ( EVuoto ( Cognome ) ; “Attenzione!” ;


“OK” )
La funzione è una formula denominata predefinita che esegue un Per ulteriori esempi su come utilizzare le formule e le funzioni di
calcolo specifico e restituisce un singolo valore specifico. È suffi- calcolo, vedere il file Calcoli e script nella cartella Supporto tecnico
ciente digitare la funzione; il calcolo rappresentato dalla funzione disponibile in Modelli nella cartella di FileMaker Pro 5.
verrà eseguito automaticamente.
Di seguito sono indicati alcuni esempi di funzione: Nota Nella versione originale del software, il separatore di lista per
le funzioni, le formule e i calcoli è la virgola. Nella versione italiana,
La funzione Restituisce il separatore di lista è il punto e virgola. Il tipo di separatore dipende
Media ( Punteggio1 ; Punteggio2 La media dei tre punteggi specificati dal sistema operativo utilizzato dal computer, nonché dal sistema
; Punteggio3 ) operativo utilizzato per la creazione del file.
Arrotonda ( ImposteVen- L'importo delle imposte sulle vendite arro-
dite ; 2 ) tondato a due posizioni decimali Nelle sezioni che seguono viene fornito un riepilogo per categoria
delle funzioni di FileMaker Pro.Per informazioni dettagliate su
Lunghezza ( "John" ) 4 (il numero di caratteri del testo "John")
ciascuna funzione e i relativi esempi, scegliere menu Guida in
Posizione ( Nome ; "Mc" ; La posizione della prima ricorrenza di Windows o Aiuto in Mac OS > Sommario e indice, fare clic sulla scheda
1 ; 1 ) "Mc" nel campo Nome
Indice, quindi digitare il nome della funzione.

Per la maggior parte delle funzioni di FileMaker Pro viene utilizzata Funzioni di testo
la seguente sintassi: Nome funzione (parametro) Le funzioni di testo consentono di modificare il testo. Utilizzare le
La parte Rappresenta funzioni di testo per combinare, isolare, confrontare, quantificare,
modificare o convertire i dati di tipo Testo.
Nome funzione Il calcolo da eseguire.

parametro Il valore o l'espressione sulla quale viene eseguito il Il parametro testo può essere un'espressione di testo (tra virgolette se
calcolo. La maggior parte delle funzioni richiede uno o più è una costante) oppure il nome di un campo Testo. Per utilizzare uno
parametri. Un parametro può essere una costante, un nome spazio come espressione di testo, digitare le virgolette, quindi inse-
di campo, un'altra funzione, un'espressione o una struttura
rire uno spazio e di nuovo le virgolette (" ").
del database.

() L'inizio e la fine del parametro.

Alcune funzioni richiedono due o più parametri, come nel seguente


esempio:
Posizione ( Cognome ; "Mc" ; 1 ; 1 )
È possibile utilizzare le funzioni singolarmente o in combinazione
con altre funzioni o espressioni. Ad esempio, è possibile nidificare
una funzione all'interno di un'altra:
11-6 Guida per l’utente di FileMaker Pro

Esempio: ParoleaDestra ( Nome ; 1 ) restituisce Jones nel Sintassi Definizione


caso in cui il campo No