Sei sulla pagina 1di 13

UNIVERSITA’DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

PROCEDURA DI VALUTAZIONE COMPARATIVA A UN POSTO DI RICERCATORE


UNIVERSITARIO DI RUOLO SETTORE SCIENTIFICO
DISCIPLINARE__FIS/08__FACOLTA’DI__SCIENZE MM. FF. NN._____________________

RELAZIONE FINALE

Alle ore 18:00 del giorno 17/03/2006 presso il Dipartimento di Scienze Fisiche
dell’Universita’ di Napoli “Federico II” si riunisce la Commissione giudicatrice della procedura di
valutazione comparativa a un posto di ricercatore universitario di ruolo, come sopra specificato,
codice identificativo del bando R/02/2005.
Risultano presenti il:
- prof. Rosa Maria Mineo…………………..Presidente
- dott. Giovanni-Luigi Michelutti……………Componente
- prof. Gabriella Monroy………………….Segretario

Si procede a stilare la RELAZIONE FINALE.

La Commissione, sempre presente al completo, si è riunita il giorno 12/01/2006 per via telematica
e, in presenza, nei giorni 14/03/2006, 15/03/2006, 16/03/2006, e 17/03/2006 presso il Dipartimento
di Scienze Fisiche dell’Università di Napoli “Federico II”.
Nella prima riunione (12/01/2006) i componenti della commissione dopo avere letto il bando di
valutazione comparativa di cui al D.R. n. 4871 del 31 dicembre 2004 e le norme concorsuali che lo
regolano, nonche’la nota rettorale del 28/11/05 n. 089689 hanno preso atto che nessuna istanza di
ricusazione dei commissari, relativa alla presente valutazione, è pervenuta all’Ateneo e che pertanto
la Commissione stessa era pienamente legittimata ad operare secondo le norme del bando
concorsuale. La Commissione unanimemente ha concordato nella nomina del Presidente, nella
persona del prof. Mineo Rosa Maria e del Segretario, nella persona del prof. Monroy Gabriella.
Dopo avere verificati i nomi dei candidati, tenendo conto dell'elenco fornito dall’Ateneo:
Aramo Carla
Cuomo Francesco
De Gregorio Alberto Giuseppe
Esposito Salvatore
Testa Italo
ogni membro della Commissione ha dichiarato di non avere relazioni di parentela ed affinità entro
il 4° grado incluso con gli stessi e con gli altri commissari.
Infine la Commissione ha provveduto a predeterminare i criteri di massima, (qui di seguito
riportati), per la valutazione dei titoli e delle prove dei candidati ed a consegnarli al Responsabile
della procedura
Criteri: La Commissione, per quanto attiene alla valutazione del curriculum complessivo dei
candidati e delle pubblicazioni scientifiche prodotte, in conformità a quanto esposto nell’art.9 del
bando concorsuale, decide di adottare i seguenti criteri:
a) originalità ed innovatività della produzione scientifica e rigore metodologico;
b) apporto individuale del candidato, analiticamente determinato nei lavori in collaborazione;
c) congruenza dell'attività del candidato con le discipline ricomprese nel settore scientifico-
disciplinare per il quale è bandita la procedura ovvero con tematiche interdisciplinari che le
comprendano;
d) rilevanza scientifica della collocazione editoriale delle pubblicazioni e loro diffusione all'interno
della comunità scientifica;
e) continuità temporale della produzione scientifica anche in relazione all'evoluzione delle
conoscenze nello specifico settore scientifico-disciplinare.
Per i fini di cui sopra la Commissione fa anche ricorso, ove possibile, a parametri riconosciuti in
ambito scientifico internazionale.
Costituiscono, in ogni caso, titoli da valutare specificamente:
a) l'attività didattica svolta anche all’estero;
b) i servizi prestati negli atenei e negli enti di ricerca, italiani e stranieri;
c) l'attività di ricerca, comunque svolta, presso soggetti pubblici e privati, italiani e stranieri;
d) i titoli di dottore di ricerca e la fruizione di borse di studio finalizzate ad attività di ricerca;
e) il servizio prestato nei periodi di distacco presso i soggetti di cui all’art. 3, comma 2, del decreto
legislativo 27/07/1999, n. 297;
f) l'organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca;
g) il coordinamento di iniziative in campo didattico e scientifico svolte in ambito nazionale ed
internazionale;
h) la partecipazione ad iniziative in campo didattico e scientifico svolte in ambito nazionale ed
internazionale;
i) la partecipazione attiva a conferenze nazionali ed internazionali di rilevante interesse
scientifico;
j) eventuali riconoscimenti scientifici documentati in ambito nazionale ed internazionale;
Per quanto attiene i criteri di valutazione delle due prove scritte, che verteranno sugli argomenti
della declaratoria del settore FIS/08, la Commissione, presupposta l’attinenza degli elaborati
sviluppati con l’argomento oggetto della prova, terrà conto del livello di conoscenza dimostrato e
della chiarezza espositiva, così come da giudizio sintetico che sarà indicato a fianco di ognuno di
essi.
Nell’ambito della prova orale, che verterà sugli argomenti oggetto delle prove e sulla
produzione scientifica del candidato, la Commissione procederà anche alla verifica della
conoscenza della lingua inglese.
La Commissione giudicatrice procederà alla valutazione comparativa finale mediante
deliberazione assunta a maggioranza, tenendo presenti i criteri sopraelencati.
Nella seconda riunione, che si è tenuta il 14/03/2006, la Commissione ha preso atto dell’avvenuta
consegna delle domande e delle correlate documentazioni presentate dai candidati alla presente
valutazione comparativa e ha deciso di procedere all’esame della documentazione e dei titoli
allegati dai candidati alle singole domande. Dopo aver verificato la corrispondenza delle
pubblicazioni scientifiche contenute nei plichi messi a disposizione degli uffici, all’elenco delle
stesse allegate alle domande di partecipazione, la Commissione ha preso in esame le pubblicazioni
redatte in collaborazione, al fine di valutare l’apporto di ciascun candidato.
Sulla base dell’esame analitico dei titoli e delle pubblicazioni ogni commissario ha espresso,
candidato per candidato, il proprio giudizio. La Commissione, dopo aver effettuato la comparazione
dei giudizi dei singoli commissari, ha formulato i giudizi collegiali sui titoli. Tali giudizi sono
riportati , secondo l’ordine alfabetico degli stessi, nell’Allegato che è parte integrante del presente
verbale.
Nella terza riunione (15/03/2006) e nella quarta riunione (16/03/2006) si sono svolte le due prove
scritte.
La Commissione prima di ogni prova ha formulato tre temi.
I prova
A) Il candidato illustri sinteticamente (circa 4 pagine) quale ruolo hanno avuto le attivita’
sperimentali e di laboratorio nello sviluppo storico della fisica e/o nella Didattica della Fisica
B) Il candidato illustri sinteticamente (circa 4 pagine) quali ritiene siano i problemi piu’ rilevanti e
i metodi piu’ significativi nelle ricerche in Didattica della Fisica o in Storia della Fisica
C) Il candidato illustri sinteticamente (circa 4 pagine) quali ricadute possono avere nella
formazione insegnanti i risultati delle ricerche in Didattica della Fisica e/o in Storia della Fisica

II prova
A) Il candidato elabori sinteticamente (circa 4 pagine) le linee essenziali di una proposta di ricerca
in Storia della Fisica e/0 in Didattica della Fisica nell’area: fenomeni di conduzione elettrica
B) Il candidato elabori sinteticamente (circa 4 pagine) le linee essenziali di una proposta di ricerca
in Storia della Fisica e/0 in Didattica della Fisica nell’area: fenomeni ondulatori
C) Il candidato elabori sinteticamente (circa 4 pagine) le linee essenziali di una proposta di ricerca
in Storia della Fisica e/0 in Didattica della Fisica nell’area: processi termici

La Commissione ha fatto sorteggiare ad uno dei candidati il tema da svolgere nel tempo massimo di
8 ore per ciascuna prova.
Per la prima prova scritta e’ stato sorteggiato il Tema C); per la seconda prova scritta e’ stato
sorteggiato il Tema B).
Prima del sorteggio i candidati sono stati tutti identificati ed è stata data lettura degli art. 13. e 14
del D.P.R. 5.9.94 n. 487.
Dopo la consegna è stata apposta sulla busta contenente gli elaborati un numero mediante una
linguetta staccabile.
Al termine della seconda prova si è proceduto a riunire, esclusivamente attraverso la numerazione,
le buste appartenenti allo stesso candidato rendendole anonime attraverso l’asportazione delle
linguette riportanti il numero. Alla operazione di cui sopra hanno assistito i seguenti candidati
Francesco Cuomo e Italo Testa.
Al termine della seconda prova scritta, si è proceduto alla valutazione degli elaborati scritti relativi
alla prima prova.
Esaminati gli elaborati ogni commissario ha formulato il proprio giudizio per la prima prova e la
commissione quello collegiale.
Successivamente, si è proceduto alla valutazione degli elaborati scritti relativi alla seconda prova.
Esaminati gli elaborati, ogni commissario ha formulato il proprio giudizio e la commissione quello
collegiale.
Dopo la formulazione dei giudizi sono state aperte le buste contenenti i nomi dei candidati ed essi
sono stati abbinati agli elaborati ed ai giudizi individuali e collegiali.

Sulla scorta dei criteri stabiliti dalla Commissione nella seduta preliminare e’ stata determinata,
immediatamente prima dell’inizio della prova orale, (quinta riunione svoltasi il 17/03/2006), la
tipologia di quesiti da porre ai candidati.
Dopo la prova di ogni candidato i commissari hanno formulato il giudizio individuale.
Terminata la prova orale la Commissione collegialmente ha espresso un giudizio per ogni
candidato.

Sesta riunione svoltasi il 17/03/2006. La Commissione ha quindi proceduto, dopo attenta rilettura
dei giudizi individuali e collegiali espressi sui titoli, sulle prove scritte e sulla prova orale, a
formulare i giudizi complessivi finali.

I profili, i giudizi individuali e collegiali sui titoli e sulle prove d’esame nonché i giudizi
complessivi finali sono allegati alla presente relazione quale parte integrante della stessa.

La Commissione ha proceduto quindi alla valutazione comparativa dei candidati e, dopo


approfondita discussione, ha dichiarato vincitore con deliberazione approvata all’unanimità, il
candidato Italo Testa per la procedura di valutazione comparativa per la copertura di n. 1 posto di
ricercatore universitario di ruolo per il settore scientifico–disciplinare FIS/08 Facoltà di Scienze
MM.FF.NN. di questo Ateneo.

Alle ore 22:00 la Commissione ha dichiarati conclusi i lavori, ha raccolto tutti gli atti concorsuali in
un plico che e’ stato chiuso e sigillato con l’apposizione delle firme di tutti i commissari sui lembi
di chiusura.
Il plico contenente 3 copie dei verbali delle singole riunioni e 3 copie della relazione finale con i
giudizi individuali e collegiali, nonché un floppy disk contenente gli atti stessi viene consegnato dal
Segretario, su delega del Presidente, al Responsabile della Procedura di Valutazione Comparativa
dell’Università degli Studi di Napoli.

Letto, approvato e sottoscritto.


La Commissione
- Prof. Rosa Maria Mineo (Presidente)
- Dott. Giovanni-Luigi Michelutti (Componente)
- Prof. Gabriella Monroy (Segretario)
Allegato alla Relazione Finale

PROFILI, GIUDIZI INDIVIDUALI E COLLEGIALI SULLA BASE DELL’ESAME ANALITICO DEI TITOLI E
DELLE PUBBLICAZIONI PRESENTATE

CANDIDATO: CARLA ARAMO

Profilo
La Dottoressa Carla Aramo, nata a Pompei (Napoli) il 28/9/1967 si e’ laureata in Fisica presso l’Università “Federico
II” di Napoli, nel 1995, con votazione 110/110 e lode. Nel 1999 ha conseguito il dottorato di ricerca in Fisica presso
l’Universita’ degli studi di Catania. E’ abilitata all’insegnamento nelle Scuole Superiori nella classe A038 – Fisica.
Assegno di ricerca (durata quattro anni a partire da giugno 2000) presso l’Universita’ di Catania. Dal 1 Novembre 2002
assegno di ricerca (due anni) presso l’Università “Federico II” di Napoli. Da dicembre 2004 assunta dall’INFN a tempo
determinato con la qualifica di ricercatrice per due anni.
Attività didattica: (2001) corso di Astroparticelle (Dottorato di Ricerca in Fisica, Universita’ di Catania); (2004-05).
Esercitazioni corso di Laboratorio di Fisica per Chimici Industriali;
Attività di ricerca: ha finora riguardato la fisica delle particelle elementari, la fisica del neutrino e lo studio della
radiazione cosmica.
Pubblicazioni: Presenta piu’ di una quarantina di articoli in collaborazione con altri autori su riviste internazionali, e atti
di conferenze e comunicazioni a convegni.

Giudizio di Giovanni-Luigi Michelutti


La candidata presenta un considerevole numero di lavori pubblicati, in collaborazione, su riviste internazionali. Sia i
lavori pubblicati, sia l’attività di ricerca non riguardano temi relativi al SSD FIS/08. L’attivita’ didattica e’ pluriennale.

Giudizio di Rosa Maria Mineo


L’attività di ricerca della candidata è documentata da una ampia serie di pubblicazioni su riviste internazionali e da
comunicazioni a Congressi di livello internazionale. I temi trattati sono attinenti a campi della ricerca fisica non inerenti
il SSD FIS/08 a cui si riferisce la procedura di valutazione comparativa.

Giudizio di Gabriella Monroy


L’attività di ricerca della candidata Carla Aramo riguarda la fisica delle particelle elementari, la fisica del neutrino e lo
studio della radiazione cosmica. La candidata ha una produzione scientifica vasta e di buon livello, come testimoniano
le numerose pubblicazioni presentate. Ha collaborato con gruppi di ricerca internazionali. Tuttavia tutte le pubblicazioni
si riferiscono a temi non attinenti al SSD FIS/08.

Giudizio collegiale
La Commissione, dopo aver proceduto all'analisi dei lavori che la candidata ha in collaborazione con altri autori, ritiene
di poter enucleare il contributo della candidata dal contesto dello sviluppo della sua attività di ricerca.
La produzione scientifica della candidata Carla Aramo è documentata da una quarantina di contributi pubblicati su
riviste internazioni e su atti di importanti convegni, tutti relativi alla fisica teorica delle particelle elementari, con
particolare enfasi sulla fisica dei neutrini. La Commissione, unanime, ritiene che essa non sia pertinente al Settore
Scientifico Disciplinare FIS/08, a cui questa valutazione comparativa si riferisce.

CANDIDATO: CUOMO FRANCESCO

Profilo
Il dottor Francesco Cuomo, nato a Napoli il 8/4/1972 si e’ laureato in Fisica presso l’Università “Federico II” di Napoli,
nel 1998, con votazione 110/110 e lode. Nel 2001 ha conseguito il dottorato di ricerca in Fisica Fondamentale e
Applicata presso l’Universita’ degli studi “Federico II” di Napoli. Nell’a.a. 2002-03 e’ stato titolare di una Borsa di
ricerca post-dottorato in Fisica Teorica. Nel 2004 ha conseguito il Master in Comunicazione della Scienza presso la
Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste.
Attività didattica: tutor d’aula presso il Master in Comunicazione e Divulgazione Scientifica dell’ l’Università
“Federico II” di Napoli
Attività di ricerca: ha riguardato la Fisica delle Alte Energie e piu’ recentemente la divulgazione scientifica.
Pubblicazioni: presenta una pubblicazione su rivista internazionale e una pubblicazione su rivista italiana di
divulgazione scientifica.

Giudizio di Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato presenta una pubblicazione a livello internazionale. Sembra orientarsi, da una iniziale attività di ricerca in
teoria dei campi, verso una attività di divulgazione scientifica, di cui allega una pubblicazione. La sua attività didattica
non è rilevabile.

Giudizio di Rosa Maria Mineo


L’attività di ricerca del candidato ha riguardato problemi specifici di fisica teorica e più recentemente il campo della
divulgazione scientifica. Il curricolo di ricerca del candidato appare difficilmente inquadrabile nell’ambito dei problemi
di ricerca relativi al SSD FIS/08 a cui si riferisce la procedura di valutazione comparativa.
.
Giudizio di Gabriella Monroy
L’attività di ricerca del candidato e’ orientata verso la Fisica teorica delle Alte Energie e la divulgazione scientifica. Il
candidato collabora sia con un Master a Napoli e sia con riviste italiane di divulgazione scientifica. L’attivita’ di ricerca
non e’ strettamente pertinente il settore FIS/08; essa è per il momento alquanto limitata anche se indica l’inizio di una
crescita scientifica.

Giudizio collegiale
La Commissione, dopo aver proceduto all'analisi dei lavori che il candidato ha in collaborazione con altri autori, ritiene
di poter enucleare il contributo del candidato dal contesto dello sviluppo della sua attività di ricerca.
L’attivita’ scientifica del candidato Francesco Cuomo ha riguardato la Fisica Teorica e piu’ recentemente il campo
della divulgazione scientifica. La Commissione, unanime, ritiene che essa sia alquanto limitata e non strettamente
inerente il settore FIS/08.

CANDIDATO: DE GREGORIO ALBERTO


Profilo
Il Dott. Alberto De Gregorio, nato a Roma il 9/7/1971, si e’ laureato in Fisica presso l’Università “La Sapienza” di
Roma nel 1997, con votazione 106/110. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Fisica presso l’Università degli studi di
Roma. Ha ricevuto il premio di laurea per una tesi in Storia della Fisica da parte della Accademia Nazionale dei XL per
il 2000. Ha collaborato dal 2002 al 2004 con l’Istituto della Enciclopedia Italiana.
Attività didattica: Attivita’ di supporto alla didattica nel corso di modelli e metodi matematici della fisica (corso di
laurea in fisica Universita’ “La Sapienza” di Roma (a.a. 2002-03).
Attivita’ di ricerca: tutta l’attivita’ di ricerca del candidato riguarda la Storia della Fisica.
Pubblicazioni: Il candidato presenta una mezza dozzina di pubblicazioni su riviste nazionali e atti di convegni
nazionali, e un libro in collaborazione con altri autori. Presenta inoltre il preprint di una pubblicazione in corso di
stampa su rivista internazionale.

Giudizio di Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato presenta, complessivamente, una mezza dozzina di lavori prevalentemente dedicati alla Storia della Fisica,
in molti dei quali compare come autore unico, pubblicati su riviste nazionali, atti di congressi e sulla Storia della
Scienza dell’Enciclopedia Italiana. E’ anche coautore di una biografia intellettuale su Enrico Fermi. L’attività didattica
è ancora embrionale.

Giudizio di Rosa Maria Mineo


L’attivita’ di ricerca del candidato si sviluppa interamente nel campo della Storia della Fisica con riferimento alla
ricostruzione storica delle tematiche del lavoro di Fermi e della Scuola di via Panisperna sulla radioattivita’ indotta dai
neutroni.
Presenta una mezza dozzina di pubblicazioni su riviste nazionali, e atti di congressi nazionali e una tavola per il volume
“Storia delle scienze” pubblicato dall’IEI. Il candidato e’ anche coautore di un interessante volume sugli anni italiani
di Enrico Fermi pubblicato da Editori Riuniti. Il candidato dichiara inoltre comunicazioni a congressi nazionali.
L’attività di ricerca è limitata sia in relazione ai temi affrontati che per la tipologia di riviste sulle quali sono i lavori
pubblicati.

Giudizio di Gabriella Monroy


L’attività di ricerca del candidato riguarda la Storia della Fisica. Presenta un libro in collaborazione con altri autori su
Enrico Fermi e una mezza dozzina di lavori, in cui il candidato compare come solo autore, su riviste e atti di convegni
nazionali italiani sullo stesso tema. Inoltre ha collaborato con l’Istituto della Enciclopedia Italiana e redatto una tavola
per “La storia della scienza”. E’ in corso di pubblicazione un lavoro su rivista internazionale di studi storici. Tutta la
produzione scientifica del candidato riguarda la ricostruzione storica del lavoro di Fermi e della Scuola di via
Panisperna sulla radioattivita’ indotta dai neutroni. La produzione e’ pertinente al SSD FIS/08 a cui questa valutazione
comparativa si riferisce. Essa è interessante per quanto riguarda il periodo storico di cui sopra.

Giudizio collegiale
La Commissione, dopo aver proceduto all'analisi dei lavori che il candidato ha in collaborazione con altri autori, ritiene
di poter enucleare il contributo del candidato dal contesto dello sviluppo della sua attività di ricerca.
Il candidato Alberto De Gregorio ha studiato alcuni aspetti del lavoro di Enrico Fermi nel periodo
romano della cosiddetta “Scuola di via Panisperna”. La produzione verte su temi attinenti il SSD
FIS/08, a cui questa valutazione comparativa si riferisce. La Commissione, unanime, ritiene questa
produzione di discreto livello ed indice di possibili buoni sviluppi futuri.

CANDIDATO: ESPOSITO SALVATORE

Profilo
Il Dottor Salvatore Esposito, nato a Napoli il 22/09/70, si e’ laureato in Fisica presso l’Università “Federico II” di
Napoli, nel 1993, con votazione 110/110 e lode. Nel 1999 ha conseguito il dottorato di ricerca in Fisica presso
l’Universita’ degli studi “Federico II” di Napoli. Ha usufruito di una borsa biennale INFN dal 1994. Ha ricevuto il
premio Gunnar Kallen del Centro di Cultura Scientifica Majorana di Erice. Nel 2000 borsa di studio annuale del
Dipartimento di Scienze Fisiche dell’Università “Federico II” di Napoli, nell’ambito del Progetto PRIN “Fisica Teorica
delle Interazioni Fondamentali”. Anno 2001 borsa di studio biennale della Facolta’ di Scienze MM.FF.NN
dell’Università “Federico II” di Napoli. Vincitore di concorso a cattedra per la Scuola Secondaria.
Attività didattica: Anno accademico 2000-01 esercitazioni per i corsi di Istituzioni di Fisica Teorica e di Teoria
Quantistica dei Campi del Corso di Laurea in Fisica dell’Università “Federico II” di Napoli.
Attivita’ di ricerca: il candidato ha svolto ricerche sulla fisica del neutrino, la radiazione cosmica, l’elettrodinamica. Il
candidato si e’ occupato inoltre di studi su Fondamenti e Storia della Fisica.
Pubblicazioni: presenta una quarantina di pubblicazioni, sia individuali che in collaborazione con altri autori su riviste
internazionali e su volumi o atti di congressi internazionali.

Giudizio di Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato presenta una quarantina di lavori, scritti in collaborazione o come autore unico, pubblicati su riviste
internazionali. I lavori sono prevalentemente legati all’attività di ricerca del candidato in Fisica delle particelle o delle
alte energie. Alcuni, invece, riguardano temi relativi alla Storia e ai Fondamenti della Fisica e presentano un sicuro
interesse nel SSD FIS/08. L’attività didattica è embrionale.

Giudizio di Rosa Maria Mineo


L’attività di ricerca del candidato ha riguardato per molto tempo la fisica del neutrino, i problemi legati alla nucleo-
sintesi degli elementi leggeri nell’ universo primordiale e la radiazione cosmica. Per quanto riguarda gli aspetti di
ricerca relativi alle discipline comprese nel settore scientifico-disciplinare FIS/08 il candidato presenta una decina di
lavori nel campo dei Fondamenti e Storia della fisica. I lavori trattano sia di fondamenti della meccanica quantistica
che di elettrodinamica. Le pubblicazioni di Storia della Fisica del candidato sono rivolte ad uno studio approfondito
dell’opera di Ettore Majorana di cui ha curato anche la diffusione con altri autori. Sono di interesse i lavori relativi alla
metodologia utilizzata da Majorana nell’analisi di alcuni problemi specifici, quali il metodo di risoluzione
dell’equazione differenziale di Thomas-Fermi. Malgrado i lavori del candidato siano limitati come campo di indagine,
essi sono di interesse storico e di buona qualità scientifica.

Giudizio di Gabriella Monroy


La produzione scientifica del candidato e’, nel suo complesso, di buon livello, ma rivolta principalmente al campo della
fisica teorica. Per quanto concerne l’attivita’ scientifica su temi attinenti il SSD FIS/08, a cui questa valutazione
comparativa si riferisce, essa comprende una decina di pubblicazioni di Storia della Fisica e studi di Fondamenti di
fisica. Fra questi ultimi di interesse gli studi che riguardano la meccanica quantistica. Il candidato ha concentrato il suo
lavoro principalmente su Ettore Majorana e messo in evidenza aspetti poco (o non) noti del lavoro dello scienziato
italiano. Le pubblicazioni di cui sopra e rilevanti ai fini di questa valutazione comparativa, sono, prevalentemente, a
sola firma del candidato.

Giudizio collegiale
La Commissione, dopo aver proceduto all'analisi dei lavori che il candidato ha in collaborazione con altri autori, ritiene
di poter enucleare il contributo del candidato dal contesto dello sviluppo della sua attività di ricerca.
Tra la vasta produzione del candidato sono inerenti il SSD FIS/08 una decina di pubblicazioni che trattano di Storia e
Fondamenti della fisica. Le pubblicazioni di Storia della fisica del candidato sono esclusivamente rivolte allo studio
approfondito dell’opera inedita di Ettore Majorana e anche se il campo di indagine è limitato, presentano un
significativo interesse storico. I lavori sui fondamenti, pubblicati su riviste internazionali, affrontano temi di interesse
per il settore. La Commissione, unanime, ritiene che l’attività scientifica del candidato nel settore FIS/08 sia
globalmente buona.

CANDIDATO: TESTA ITALO


Profilo
Il Dottor Italo Testa, nato a Napoli il 21/09/73, si e’ laureato in Fisica presso l’Università “Federico II” di Napoli, nel
1997, con votazione 109/110. Titolare di borsa di studio (Progetto Europeo Science Teacher Training in an
Information Society) dal 1999 al 2001 e di Assegno di Ricerca dal 2001 al 2003. Dall’a.a. 2004- 2005 e’ iscritto al
dottorato di ricerca in Matematica e Fisica dell’Universita’ di Udine con indirizzo Didattico.
Diploma del Corso di Perfezionamento in Didattica della Fisica presso l’Università “Federico II” di Napoli. Abilitato
all’insegnamento nelle Scuole Superiori vincitore di concorso a cattedra.
Attività didattica: titolare di quattro contratti di prestazione intellettuale per attività didattiche integrative nell’ambito
del Corso di Laurea in Informatica, Università “Federico II”, Napoli (a.a. 1999-2005).
Attività di ricerca: ha riguardato alcune delle principali tematiche della Didattica della Fisica. Le ricerche si sono
sviluppate principalmente nell’ambito di due Progetti Europei, (Progetto STTIS e Progetto STTAE) e di due Progetti
Nazionali PRIN (PRIN 2001 “SeCIF” , PRIN 2003 “FFC”), e un Progetto del MIUR-INDIRE.
Pubblicazioni: Presenta una dozzina circa di pubblicazioni con altri autori su riviste internazionali o rendiconti di
Convegni Internazionali e numerose comunicazioni a Convegni internazionali (GIREP, ESERA) e nazionali su temi di
Didattica della Fisica. Primo premio come migliore comunicazione, sezione 6 (Didattica e Storia della Fisica) al LXC
Congresso nazionale della Società Italiana di Fisica (S.I.F.), ( 2004).

Giudizio di Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato è coautore di una mezza dozzina di pubblicazioni su riviste internazionali e di svariate comunicazioni a
conferenze e congressi. I lavori sono legati all’attività di ricerca in Didattica della Fisica, che il candidato sviluppa con
continuità e coerenza, fin dai temi trattati nella tesi di laurea. A tale attività sono collegabili anche i materiali prodotti
nell’ambito di progetti di ricerca, sia europei che nazionali. Nell’attività didattica, il candidato presenta un’esperienza
pluriennale

Giudizio di Rosa Maria Mineo


L’attività scientifica del candidato ha affrontato alcune dei temi più significativi della ricerca sulle problematiche
dell’insegnamento ed apprendimento della fisica e sono pubblicati in una dozzina di lavori di buon livello su prestigiose
riviste internazionali e su atti di congressi internazionali.
L’attività scientifica del candidato per il settore FIS/08 è ampia e articolata. Particolarmente interessanti i lavori su
approcci Real-Time, sullo studio della visualizzazione di modelli e la sperimentazione di nuovi metodi per la
formazione degli insegnanti. I lavori sono in collaborazione con altri autori, ma la parziale alternanza degli autori indica
l’apporto individuale del candidato. Buona la rilevanza delle ricerche in ambito internazionale sia per la significatività
di alcune delle riviste indicate sia per le presentazioni a congressi internazionali.
Giudizio di Gabriella Monroy
L’attività scientifica del candidato e’ ampia e di buon livello e pertinente il SSD FIS/08 . Essa si e’ svolta con
significativa continuita’ spaziando fra alcune delle tematiche di maggiore interesse nel campo della ricerca in Didattica
della Fisica. Di particolare interesse i contributi allo studio dell’impatto delle innovazioni didattiche nell’insegnamento,
all’uso, nella didattica, delle tecnologie informatiche e ai temi di ricerca che riguardano la formazione insegnanti.
L’attivita’ di ricerca e’ documentata da una dozzina di pubblicazioni su riviste e atti di convegni internazionali, tutti in
collaborazione con altri autori.

Giudizio collegiale
La Commissione, dopo aver proceduto all'analisi dei lavori che il candidato ha in collaborazione con altri autori, ritiene
di poter enucleare il contributo del candidato dal contesto dello sviluppo della sua attività di ricerca.
I Commissari prendono atto delle pubblicazioni inviate dal candidato e rilevano che vi sono lavori in collaborazione dei
commissari Prof. Rosa Maria Mineo e Gabriella Monroy con il candidato Dott. Italo Testa (pubblicazioni n .1 , n .3 , n
.4 , n .7 , n .8, n.9, n.10, n.11, n.12, dell'elenco presentato dal candidato). La Commissione procede quindi all'analisi dei
lavori in collaborazione e unanime individua il contributo pertinente al candidato rispetto al contributo pertinente al
commissario in ciascuna delle pubblicazioni per la specificità delle metodiche impiegate e per la posizione preminente
del nome del candidato tra gli autori dei lavori.
L’attività di ricerca del candidato per il settore FIS/08 è di ampio spettro e sviluppa temi significativi quali l’uso
innovativo delle nuove tecnologie, lo studio della visualizzazione di modelli fisici e la sperimentazione di nuovi metodi
per la formazione degli insegnanti. Le ricerche sono state svolte nell’ambito di diversi progetti nazionali ed europei. E’
autore di una dozzina circa di pubblicazioni a stampa su riviste specializzate internazionali e su atti di congressi
internazionali. L’attività scientifica del candidato si caratterizza per una significativa integrazione tra l’analisi teorica
delle innovazioni didattiche e la sperimentazione rigorosa delle stesse. La commissione, unanime, giudica la produzione
scientifica del candidato di buona qualita’.

GIUDIZI INDIVIDUALI E COLLEGIALI SULLE DUE PROVE SCRITTE

PRIMA PROVA SCRITTA

Candidato: Francesco Cuomo

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato sviluppa il tema proposto in modo chiaro e coerente. Denota, inoltre, una discreta conoscenza degli
argomenti trattati.

Commissario Rosa Maria Mineo


La trattazione del tema e’ pienamente congruente con una buona conoscenza degli argomenti trattati e forma espositiva.

Commissario Gabriella Monroy


Il candidato ha sviluppato prevalentemente gli aspetti legati alla Didattica della Fisica in modo del tutto attinente alla
traccia proposta. Il livello di conoscenza e’ buono e chiara l’esposizione.

Giudizio collegiale
Attinenza al tema proposto: buona. Livello di conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore: buono. Forma
espositiva: buona.

Candidato Alberto De Gregorio

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato sviluppa il tema con discreta attinenza, con livello di conoscenza alterno, discreto per la Storia e non
sufficiente per la Didattica, e buona chiarezza espositiva.

Commissario Rosa Maria Mineo


La descrizione del ruolo della Storia della Fisica e’ attinente al tema proposto e il livello di conoscenza e la chiarezza
espositiva sono buoni. L’aspetto didattico e’ insufficiente.
Commissario Gabriella Monroy
L’elaborato affronta sia aspetti di Didattica che di Storia della Fisica. Il livello delle conoscenze dimostrato e’ buono per
la Storia ma non altrettanto per la Didattica della Fisica. Chiara l’esposizione.

Giudizio collegiale:
Attinenza al tema proposto: buona. Livello di conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore: sufficiente.
Forma espositiva: buona.

Candidato Salvatore Esposito

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato sviluppa il tema con discreta attinenza, con livello di conoscenza alterno, discreto per la Storia e non
sufficiente per la Didattica, e buona chiarezza espositiva.

Commissario Rosa Maria Mineo


La descrizione del ruolo della Storia della Fisica e’ attinente al tema proposto e il livello di conoscenza e la chiarezza
espositiva sono buoni. L’aspetto didattico e’ insufficiente.

Commissario Gabriella Monroy


L’elaborato affronta sia aspetti di Didattica che di Storia della Fisica. Il livello delle conoscenze dimostrato e’ buono per
la Storia ma non altrettanto per la Didattica della Fisica. Chiara l’esposizione.

Giudizio collegiale:
Attinenza al tema proposto: buona. Livello di conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore: sufficiente.
Forma espositiva: buona.

Candidato Italo Testa

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato sviluppa il tema proposto in modo molto chiaro e attinente. Rivela, inoltre, una conoscenza notevolemente
approfondita e ampia degli argomenti esposti.

Commissario Rosa Maria Mineo


Buona congruenza con il tema posto e la chiarezza espositiva. Molto buono il livello di conoscenza.

Commissario Gabriella Monroy


Il candidato ha affrontato i temi relativi alla ricerca in Didattica della Fisica in modo congruente con la traccia proposta.
Molto buono il livello di conoscenze dimostrate in questo campo e chiara l’esposizione.

Giudizio collegiale
Attinenza al tema proposto: buona. Livello di conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore: molto buono.
Forma espositiva: buona.

SECONDA PROVA SCRITTA

Candidato: Francesco Cuomo

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato sviluppa il tema proposto con buona chiarezza espositiva, discreta attinenza e discreto livello di
conoscenza.
Commissario Rosa Maria Mineo
La trattazione e’ attinente al tema proposto ed esauriente dal punto di vista metodologico, anche se rivela qualche
carenza dal punto di vista della didattica dell’argomento fisico proposto. Buona la forma espositiva.

Commissario Gabriella Monroy


L’elaborato presenta una proposta di ricerca in Didattica della Fisica sviluppata in modo abbastanza aderente alla
traccia proposta. Il livellodi conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore e’ sufficiente solo per quanto
riguarda alcuni aspetti. Chiara l’esposizione.

Giudizio collegiale
Attinenza al tema proposto: buona. Livello di conoscenza di metodi e contenuti: discreta. Forma espositiva: buona.

Candidato: Alberto De Gregorio

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato tratta il tema proposto con discreta attinenza e buona chiarezza espositiva. Il livello di
conoscenza e’ mediamente sufficiente.

Commissario Rosa Maria Mineo


Escludendo piccole imprecisioni l’attinenza al tema proposto e’ buona cosi’ come la chiarezza espositiva. Sufficiente il
livello di conoscenze dei contenuti metodologici.

Commissario Gabriella Monroy


L’attinenza dell’elaborato con la traccia e’ buona. La proposta di ricerca dimostra una sufficiente conoscenza, anche se
con qualche imprecisione metodologica. Esposizione chiara.

Giudizio collegiale
Attinenza al tema proposto: buona. Livello di conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore: sufficiente
Forma espositiva: buona.

Candidato: Salvatore Esposito

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti

Il candidato sviluppa il tema proposto con buona chiarezza espositiva e un discreto livello di
conoscenza. L’attinenza e’ quasi sufficiente.

Commissario Rosa Maria Mineo


Il candidato presenta un percorso didattico relativo ad aspetti di Storia della Fisica come traccia per la introduzione dei
fenomeni ondulatori in ambito scolastico. Il livello di conoscenza dei contenuti fisici e’ buono, cosi’ come la chiarezza
espositiva, ma la trattazione non e’ attinente al tema proposto.

Commissario Gabriella Monroy


L’elaborato non e’ strettamente attinente alla traccia proposta. Il candidato mostra buona conoscenza dei contenuti.
Sufficientemente chiara l’esposizione.

Giudizio collegiale
Attinenza al tema proposto: quasi sufficiente. Livello di conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore:
mediamente sufficiente. Forma espositiva: buona.

Candidato: Italo Testa


Commissario Giovanni-Luigi Michelutti
Il candidato sviluppa il tema proposto con molta chiarezza e consapevolezza. La trattazione rivela,
inoltre, una conoscenza molto approfondita degli argomenti esposti.

Commissario Rosa Maria Mineo


Il tema presenta un progetto con piano sperimentale e metodologico di ottimo livello. Buona la chiarezza espositiva ed
il livello di conoscenze dimostrato.

Commissario Gabriella Monroy


L’elaborato sviluppa in modo congruente la traccia assegnata. Molto buona la proposta di ricerca che dimostra un
notevole livello di conoscenza. Chiarezza di esposizione.

Giudizio collegiale
Attinenza al tema proposto: piu’ che buona. Livello di conoscenza di metodi e contenuti caratterizzanti il settore: piu’
che buono. Forma espositiva: buona.

GIUDIZI INDIVIDUALI E COLLEGIALI SULLA PROVA ORALE

Candidato Francesco Cuomo

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato mostra una discreta capacita’ di inquadrare gli aspetti di base del SSD, con particolare riferimento alla
Didattica della Fisica. Rivela anche una discreta capacita’ di analizzare criticamente gli argomenti trattati nelle prove
scritte.

Commissario Rosa Maria Mineo


Il candidato dimostra di sapere discretamente inquadrare le sue ricerche nell’ambito del settore e anlizza le due prove
scritte criticamente ampliandone il contesto.

Commissario Gabriella Monroy


Il candidato ha inquadrato in modo chiaro gli aspetti della sua ricerca pertinenti il SSD FIS/08, focalizzandosi
maggiormente sull’integrazione fra educazione formale e informale. Ha discusso criticamente le prove scritte,
integrandole con commenti pertinenti. Buona la conoscenza della lingua inglese.

Giudizio collegiale
Inquadramento della propria ricerca nell’ambito del settore FIS/08: discreto. Analisi critica delle prova scritte:
mediamente discreta. Conoscenza della lingua inglese: buona.

Candidato Alberto De Gregorio:

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato mostra una discreta capacita’ di inquadrare gli aspetti di base del SSD, con particolare riferimento alla
Storia della Fisica. E’discreta anche la capacita’ di analisi critica degli argomenti trattati nelle prove scritte.

Commissario Rosa Maria Mineo


Il candidato mostra di sapre inquadrare le sue ricerche nell’ambito delle problematiche della ricerca in Storia della
Fisica e trova spunti significativi per il riflesso della Storia nella Didattica della Fisica.

Commissario Gabriella Monroy


Il candidato ha mostrato nel colloquio una buona padronanza dei temi della sua ricerca, che ha esposto con chiarezza,
evidenziando anche le metodiche della ricerca in Storia della Fisica. Nella discussione delle prove scritte ha posto
l’accento anche su interessanti aspetti trasversali fra Storia e Didattica della Fisica. Buona la conoscenza della lingua
inglese.

Giudizio collegiale
Inquadramento della propria ricerca nell’ambito del settore FIS/08: discreta. Analisi critica delle prove scritte: discreta.
Conoscenza della lingua inglese: buona.

Candidato Salvatore Esposito:

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Con riguardo alla Storia della Fisica il candidato mostra discreta capacita’ di inquadrare le proprie ricerche negli aspetti
di base del SSD. Non e’ del tutto evidente la capacita’ di analisi critica degli argomenti di Didattica sviluppati nelle
prove scritte.

Commissario Rosa Maria Mineo


Il candidato riesce a mettere in evidenza gli aspetti piu’ significativi della sua ricerca inquadrandoli da un punto di vista
storico. Dal punto di vista dell’analisi delle prove scritte inerenti la didattica della disciplina, riporta solo aspetti
rilevanti della sua esperienza personale.

Commissario Gabriella Monroy


Il candidato ha esposto in modo molto chiaro le tematiche della propria ricerca pertinenti il settore FIS/08, evidenziando
il ruolo e contributo di Majorana in alcuni campi della fisica teorica. Ha inoltre discusso le prove scritte puntualizzando
la sua personale esperienza nella pratica scolastica. Buona la conoscenza della lingua inglese.

Giudizio collegiale
Inquadramento della propria ricerca nell’ambito del settore FIS/08: buona. Analisi critica delle prove scritte:
mediamente sufficiente. Conoscenza della lingua inglese: buona.

Candidato Italo Testa

Commissario Giovanni-Luigi Michelutti


Il candidato mostra buona capacita’ di inquadrare la sua ricerca negli aspetti di base del SSD, con particolare riguardo
alla Didattica della Fisica. Altrettanto buona risulta l’analisi critica degli argomenti sviluppati nelle prove scritte.

Commissario Rosa Maria Mineo


Il candidato discute in modo molto chiaro ed esauriente alcuni aspetti significativi della sua ricerca mostrando sia
grande padronanza del quadro di riferimento che degli aspetti specifici. Ha anche bene illustrato le sue esperienze di
ricerca didattica in relazione al contenuto delle prove scritte rispondendo ad alcune richieste in maniera esauriente.

Commissario Gabriella Monroy


Il candidato ha inquadrato in modo competente la sua ricerca nell’ambito piu’ generale delle ricerche in Didattica della
Fisica. Dai commenti alle prove scritte si evince una buona consapevolezza anche degli aspetti metodologici delle
ricerche di cui sopra. Buona la conoscenza della lingua inglese.

Giudizio collegiale
Inquadramento della propria ricerca nell’ambito del settore FIS/08: piu’ che buona. Analisi critica delle prove scritte:
piu’ che buona. Conoscenza della lingua inglese: buona.

GIUDIZI COMPLESSIVI FINALI


Candidato Francesco Cuomo
L’attività scientifica del candidato Francesco Cuomo ha riguardato la Fisica Teorica e più recentemente il campo della
divulgazione scientifica. Essa è limitata e non strettamente inerente il settore FIS/08, ma, sebbene insufficiente, mostra
promettenti sviluppi.
In entrambe le prove scritte, il candidato ha mostrato una conoscenza dei contenuti e delle
metodologie caratterizzanti il settore mediamente buona. La competenza con cui nella prova orale
egli ha discusso la sua attività di ricerca e i temi propostigli è risultata discreta, così come la
chiarezza di esposizione. Il giudizio globale finale, espresso con parere unanime della commissione
e basato su tutti questi elementi, è quindi: più che sufficiente.
Candidato Alberto De Gregorio
Il candidato Alberto De Gregorio presenta una produzione scientifica pertinente al SSD FIS/08;
essa è di discreto livello ed con elementi di possibili buoni sviluppi futuri. Le due prove scritte
indicano globalmente una discreta conoscenza dei contenuti e delle metodologie caratterizzanti il
settore. La competenza con cui, nella prova orale, ha discusso gli argomenti proposti è risultata
discreta. Il giudizio globale finale, espresso con parere unanime della commissione e basato su tutti
questi elementi, è quindi: discreto.
Candidato Salvatore Esposito
Il candidato Esposito Salvatore presenta una produzione scientifica ampia; in particolare quella
inerente il settore FIS/08 viene riconosciuta unanimemente buona. La globalità delle sue prove
scritte mostra una sufficiente padronanza dei contenuti e delle metodologie caratterizzanti il settore.
La competenza con cui nella prova orale ha discusso gli argomenti proposti è risultata discreta. Il
giudizio globale finale, espresso con parere unanime della commissione e basato su tutti questi
elementi, è quindi: discreto.
Candidato Italo Testa
La produzione scientifica del candidato Testa Italo è pertinente al SSD FIS/08; essa risulta ampia e
di buon livello, con alcuni contributi originali. La globalità delle sue prove scritte mostra una più
che buona padronanza dei contenuti e delle metodologie caratterizzanti il settore. Nella prova orale
egli ha discusso gli argomenti proposti con una competenza più che buona. Il giudizio globale
finale, basato su tutti questi elementi è: più che buono.