Sei sulla pagina 1di 45

Gentile Cliente,

La ringraziamo per aver scelto un motorcaravan ARCA.


ARCA opera nel settore del motorcaravan fin dal 1959:
la sua missione è sempre stata quella
di rendere unici i Vostri viaggi intorno al mondo
con dei veicoli di qualità superiore.

Arca offre una gamma composta da 3 categorie di veicoli:

Autocaravan profilati: Autocaravan mansardati: Motorhome:


la cellula abitativa è sagomata costituiti da una cellula abitativa la cellula abitativa integra
nella parte anteriore, seguendo installata su un telaio cabinato, anche la cabina di guida:
il profilo della cabina del sovrastato da una prominenza lo chassis di partenza è un
veicolo. chiamata “mansarda”, all’interno autotelaio privo di cabina, e
della quale è ricavato un l’intera struttura viene realizzata
letto matrimoniale. da Arca.
INTRODUZIONE
Il design, i dettagli funzionali, la qualità dei materiali, la ricchezza dell’equipaggiamento, i dispositivi di sicurezza
rendono il Vostro ARCA un veicolo unico: il sogno di ogni camperista.

Vi raccomandiamo di leggere attentamente questo Libretto d’Uso. Tale lettura vi farà conoscere il vostro ARCA, Vi
fornirà delle indicazioni riguardanti la vostra sicurezza, Vi suggerirà i comportamenti necessari per il rispetto
dell’ambiente.

La salvaguardia della sicurezza e dell’ambiente dipendono in larga misura dallo stile di governo del Vostro veicolo.
Per questa ragione Vi raccomandiamo di:
• sorvegliare i dispositivi di controllo e i consumi,
• rispettare le norme di sicurezza,
• rivolgervi al vostro concessionario ARCA per gli interventi di controllo non descritti esplicitamente in questa
pubblicazione, per la consulenza e l’acquisto dei ricambi originali.
I concessionari ARCA garantiscono un sevizio professionale e sollecito.

Siamo certi che scoprirete nel tempo le prestazioni del vostro ARCA e che avrete modo di apprezzarne le inimitabili
qualità nei luoghi e nei climi del mondo.

Buona lettura e buon viaggio.

Il team ARCA
INDICE
INDICE ANALITICO 5

1. SIMBOLOGIA 6 14. TRASFORMAZIONE DINETTE 25

2. RACCOMANDAZIONI 7 15. IMPIANTO ELETTRICO 27


XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
3. ARREDI INTERNI 9 16. IMPIANTO A GAS 33
x
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX x
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
4. SISTEMI DI BORDO 10 17. IMPIANTO IDRICO 34
X X
5. ELETTRODOMESTICI 12 18. IMPIANTO RISCALDAMENTO 42
X
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
6. FINESTRE E OBLÒ 14
X
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
7. PORTA CELLULA 16
X
XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX
8. TETTO, VANO GARAGE 17
X
9. CHIAVI IN DOTAZIONE X
E “FIX & GO” 18

10. IDENTITÁ VEICOLO X


19
11. AVVERTENZE X
E NORME DI SICUREZZA 20
X
12. RICAMBI E GARANZIE X
22
13. PREDISPOSIZIONI x
E OPTIONALX 23

4
INDICE ANALITICO
A Frigorifero: 12 Q
Accensione impianto elettrico: 27-29 Fughe gas: 11 Quadro elettrico centralizzato: 28
Acque chiare: 36 Fusibili: 28, 29, 31
R
Acque grigie: 37 G Regolatore pressione gas: 33
Acque nere: 38-39 Garage: 17 Reti anti-caduta: 9
B Garanzia: 22 Ricambi: 22
Batteria cellula: 30 Gas: 33 Riparazione gomme: 18
Batteria motore: 30 I Riscaldamento: vedi Impianto di
Boiler: vedi combinato stufa-boiler Identità del veicolo: 19 Rubinetti di scarico: 40
Bombola gas: 33 Impianto elettrico: 27-31 S
C Impianto gas: 33 Scalette: 9
Cappa aspirante: 13 Impianto idrico: 34-41 Serbatoio di carico: vedi Acque chiare
Carico acqua: 36 Impianto riscaldamento: 42-43, Serbatoio recupero: vedi Acque grigie
Chiavi: 18 Interruttore generale: 27-29 Serbatoio WC: vedi Acque nere
Chiusura centralizzata: 31 N Stufa: vedi combinato stufa-boiler
Comandi WC: 38 Numero telaio: 19 T
Combinato stufa-boiler: 42 O Tavolo: 25
Corrente 12 V: 28, 31 Oblò: 15 Tetto: 17
Corrente 220 V: 27 Trasformazione dinette/divano: 25
Cucina: 13
P
Pannello elettronico comandi: 10 V
E Pneumatici: 18 Valvola di sicurezza: 42
Elettrodomestici: 12, 13 Pompa acqua: 34-35 W
F Porta Ingresso: 16 WC cassette: 38
Finestre: 14 Prese d’aria: 33
Fix & go: 18 Prese esterne: 27, 33, 41
Forno: vedi cucina

5
SIMBOLOGIA
All’interno del libretto sono presenti alcuni simboli, che elenchiamo qui di seguito con il relativo significato. Prestare
particolare attenzione ai paragrafi contraddistinti da tali simboli.

vietato importante consigliato da ricordare leggere


istruzioni
specifiche

6
RACCOMANDAZIONI . VIAGGIO
•ritrarre l’antenna TV o la para- •Prima di mettersi in viaggio con
bola se installate un autocaravan si consiglia di fare
• verificare che l’eventuale cari- un po’ di pratica per prendere
Prima di mettersi in viaggio: co sul tetto sia consentito e fissato confidenza con gli ingombri del
• controllare la pressione degli correttamente mezzo; in particolare si suggerisce
pneumatici (consultare quanto • non sovraccaricare il veicolo di:
riportato sul libretto d’uso e ma- rispettando i pesi massimi con- • prestare attenzione agli specchi
nutenzione dell’autotelaio) sentiti retrovisori su entrambi i lati e al
• verificare di non aver dimen- • orientare in modo corretto gli maggiore ingombro della cellula
ticato nulla sotto il veicolo specchietti retrovisori • prevedere tempi di frenata più
• assicurarsi che gli oggetti • allacciare le cinture di sicurezza lunghi rispetto alle autovetture
all’interno del veicolo siano • verificare che il contenuto del • fare particolarmente attenzione
posizionati in modo stabile serbatoio delle acque chiare non ai sorpassi prevedendo tempi
• disinserire l’eventuale allaccia- sia superiore al 50%. d’esecuzione più lunghi
mento alla rete elettrica esterna • fare attenzione al governo del
• controllare che tutte le porte e veicolo in caso di vento, sui
tutti gli sportelli interni ed esterni viadotti e all’uscita delle gallerie
siano chiusi • prestare attenzione nell’af-
• chiudere le finestre con aper- frontare passaggi ad altezza
tura a compasso e tutti gli oblò Durante la marcia occupare ridotta: in particolare ricordare
• verificare la scorta idrica esclusivamente i posti passeggero che sul tetto possono essere stati
(tramite centralina comandi) omologati, contrassegnati dalle installati degli accessori o anco-
• controllare il livello dei vari targhette adesive (1): il numero rati dei bagagli che aumentano
serbatoi di recupero (se sono pieni totale dei posti è riportato sul l’altezza del mezzo
scaricarli nelle apposite aree) libretto di circolazione. • usare particolari precauzioni per
• verificare lo stato di carica di la retromarcia e il parcheggio,
entrambe le batterie facendosi eventualmente aiutare
• controllare il funzionamento dei da una persona all’esterno.
dispositivi di illuminazione interna
ed esterna

1
7
RACCOMANDAZIONI . SOSTA / RIMESSAGGIO
SOSTA RIMESSAGGIO tici e prevenirne la deformazione
(ovalizzazione)
La durata del Vostro ARCA è • provvedere periodicamente al
anche legata ad una serie di ricambio dell’aria all’interno
• Sostare solo dove consentito e operazioni per mantenere nelle dell’autocaravan
nelle aree adibite ad uso cam- migliori condizioni il veicolo nei • lasciare aperto lo sportello del
peristico periodi di non utilizzo. frigorifero
• verificare che il veicolo sia in • rispettare le varie raccomanda-
posizione orizzontale per evitare il zioni riportate sui libretti specifici
malfunzionamento di alcuni im- dei singoli componenti installati
pianti e componenti installati sull’autocaravan
• rispettare le raccomandazioni • Svuotare i serbatoi di carico •dopo aver percorse strade in-
per l’uso dell’impiantistica della acque chiare nevate o cosparse di sale, lavare il
cellula riportate nel presente • svuotare i serbatoi di recupero veicolo per evitare eventuali pos-
libretto (acque grigie e acque nere) sibili corrosioni della carrozzeria o
• rispettare le raccomandazioni • svuotare la cassetta del WC delle parti metalliche inferiori del
riportate nei libretti specifici dei • svuotare tutto l’impianto idrico pianale.
singoli componenti installati (combinato stufa-boiler, pompa
sull’autocaravan acqua e tubazioni)
• lasciare la zona di sosta in ordine • scollegare la batteria di
• rispettare la natura, i vicini e la avviamento (non è necessario
quiete pubblica. scollegare la batteria di servizio)
• disattivare l’impianto elettrico Non ostruire le prese d’aria e gli
mediante l’interruttore posizionato aeratori.
sul modulo utenze, come spe-
cificato nel capitolo dedicato
Non ostruire le prese d’aria e gli • chiudere le bombole del gas
aeratori; quando è in funzione il • chiudere i rubinetti sulla cen-
riscaldamento lasciare legger- tralina di comando del gas
mente aperti gli oblò per evitare la • spostare periodicamente la posi-
formazione della condensa. zione dell’autocaravan per variare
il punto d’appoggio sugli pneuma-

8
ARREDI INTERNI
MANIGLIA PUSH-OPEN RETI ANTICADUTA
Per aprire il cassetto o l’anta (foto Per i letti della mansarda, per i letti
1) premere sulla maniglia e tirare. a castello superiori e per i letti posti PREMERE
PER APRIRE
Per chiudere è sufficiente riportare sopra il vano garage, sono pre-
lo sportello nella posizione iniziale. viste delle reti di protezione (foto
3) per impedire eventuali cadute
SCALETTE INTERNE accidentali. L’utilizzo di questi letti
Per facilitare l’accesso ai letti è vietato ai bambini con età
rialzati sono previste scalette in inferiore a 3 anni se non
alluminio dotate di un semplice accompagnati da persone adulte. 1
sistema di bloccaggio (foto 2).
PUSH-LOCK
Per prevenirne l’apertura acci- BLOCCO APERTO:
dentale durante la marcia, alcuni INSERIRE LA SCALETTA
DALL’ALTO
sportelli e pensili sono dotati di
• Non viaggiare con le scalette sistemi di bloccaggio, come
montate calamite e push-lock. Per aprire o
• non salire sulle scalette con i chiudere il push-lock premere il
PER CHIUDERE IL BLOCCO RUOTARE
piedi bagnati o scivolosi pulsante. LA LEVA
• non salire sulla scaletta con le IN POSIZIONE VERTICALE

scarpe. SOFT-CLOSE (optional) 2


Gli sportelli sono dotati di sistema
di chiusura soft-close.
È sufficiente accennare la chiu-
sura dell’anta, essa completerà il
• Prima di salire sulla scaletta, movimento automaticamente, e-
assicurarsi che la stessa sia corret- mettendo uno scatto per indicare
tamente posizionata e bloccata il bloccaggio.
• durante la marcia riporre le
scalette sui letti
• durante la notte, prima di usare
la scaletta, accendere la luce. 3

9
SISTEMI DI BORDO
1. PANNELLO ELETTRONICO • segnalare mediante led l’inter-
COMANDI vento dei fusibili predisposti alla
Sopra la porta della cellula è ricarica della batteria (SPIA 5)
posizionato il pannello elettronico • segnalare mediante led la pre- Per un corretto utilizzo del
comandi, il cui funzionamento senza della rete 220 Vac (SPIA 6) componente sopraindicato, e nel
potrà essere approfondito attra- • segnalare mediante led il pieno caso di inconvenienti, fare rife-
verso la lettura del manuale spe- del serbatoio di recupero acque rimento al manuale di uso e
cifico del componente, fornito in- grigie (SPIA 7) manutenzione dedicato, redatto
sieme a questa pubblicazione • segnalare mediante led il rica- dal fornitore e fornito insieme a
(foto 10). ricamento delle batterie (SPIA 8) questa pubblicazione, ed even-
Le funzioni principali del pannello • segnalare mediante led il tualmente, al Vostro concessio-
comandi sono: funzionamento del pannello foto- nario ARCA.
• inserire/disinserire le luci interne, voltaico (ove installato) (SPIA 9).
fatta eccezione per la plafoniera
esterna, gli spot d’ingresso e la
luce centrale sulla zona giorno 9 4
(TASTO 1) 3 2
• inserire/disinserire la pompa
acqua principale e la pompa
acqua supplementare (ove pre-
disposta) per l’alimentazione del-
l’impianto idrico (TASTO 2) 8 5
• controllare la tensione e lo stato
di carica delle batterie auto e ser-
vizi, il livello dei serbatoi delle
acque chiare, il livello del ser-
batoio di recupero acque grigie, 6 7 1
la temperatura interna ed esterna
(TASTO 3)
• segnalare mediante led l’inter-
vento dei fusibili collocati sul mo-
dulo utenze (SPIA 4) 10

10
SISTEMI DI BORDO
2. RILEVATORE FUGHE GAS
Nella parte inferiore del pannello
comandi è posizionato il rilevatore
fughe gas (foto 11), che in caso di
pericolo attiva una segnalazione Per un corretto utilizzo dei com-
luminosa e una sonora. È provvisto ponenti sopraindicati, e nel caso di
di un sensore sul pannello stesso inconvenienti, fare riferimento al
per la rilevazione dei gas leggeri manuale di uso e manutenzione SENSORE
(etere, gas narcotici e fumi da dedicato, redatto dal fornitore e SUPERIORE
combustibile) e, di un sensore sulla fornito insieme a questa pubblic-
11
parte bassa della porta d’ingresso azione, ed eventualmente, al Vo-
(foto 12), per la rilevazione dei gas stro concessionario ARCA.
pesanti (gpl e derivati). C’è la
possibilità di escludere tale
funzione tramite l’interruttore
visibile sul pannello.

12

11
ELETTRODOMESTICI
Sugli autocaravan ARCA sono in-
stallati di serie i seguenti elet-
trodomestici:
1 frigorifero trivalente • Non ostruire o manomettere le
2 blocco cucina griglie esterne del frigorifero
3 cappa aspirante. • non inserire vivande calde
all’interno del frigo
1. FRIGORIFERO TRIVALENTE • non indirizzare getti d’acqua
Il frigorifero trivalente (foto 1) è verso le griglie d’aerazione.
dotato di un sistema automatico
di selezione della fonte di alimen-
tazione, in grado di scegliere
l’energia più adatta tra quelle
disponibili: corrente elettrica 12 V, • Durante la marcia inserire le
corrente elettrica 220 V e gas. sicure degli sportelli
Sulla parete esterna sono colloca- • durante la sosta livellare il più
te le griglie di aerazione/ispezione possibile l’autocaravan
(foto 2). • sbrinare il frigorifero quando si
forma uno strato di ghiaccio
superiore a 3 mm
• pulire l’interno del frigo solo con 1
gli appositi prodotti
Per un corretto utilizzo del • trattare con talco le guarnizioni
componente sopraindicato, e nel in gomma degli sportelli
caso di inconvenienti, fare rife- • non esporre a mezzogiorno la
rimento al manuale di uso e parete in cui è alloggiato il frigo.
manutenzione dedicato, redatto
dal fornitore e fornito insieme a
questa pubblicazione, ed even-
tualmente, al Vostro concessio-
nario ARCA.
2

12
ELETTRODOMESTICI
2. BLOCCO CUCINA 3. CAPPA ASPIRANTE
Il piano cottura installato su questo Negli autocaravan è installata di
autocaravan è un modulo a tre serie una cappa aspirante per
fuochi (foto 3). piano cottura (foto 4), dotata di
ventola aspirante e spot per l’il-
luminazione.

• Non utilizzare il modulo cucina


durante la marcia 3
• non lasciare incustodito l’auto- Per un corretto utilizzo dei
caravan durante il funzionamento componenti sopraindicati, e nel
dell’elettrodomestico caso di inconvenienti, fare rife-
• non chiudere la copertura del rimento ai manuali di uso e
piano cottura prima del totale manutenzione dedicati, redatti dai
raffreddamento dei fuochi fornitori e forniti insieme a questa
• non ostruire le feritoie per la pubblicazione, ed eventualmente,
circolazione dell’aria nel forno se al Vostro concessionario ARCA.
presente.

• Dopo l’uso lavare l’elettrodo-


mestico con prodotti specifici per
forno.

13
FINESTRE E OBLÒ
FINESTRE • pulire periodicamente le guide
Le finestre sono composte da un delle finestre scorrevoli
telaio esterno, da una doppia • trattare con spray al silicone i
lastra in plexiglass trasparente e braccetti delle finestre apribili.
da un telaio interno. La doppia
lastra può essere scorrevole (foto
1) o apribile a compasso (foto 2, PER APRIRE LA FINESTRA
RUOTARE LA MANIGLIA
3) tramite degli appositi braccetti TENENDO PREMUTO
di sostegno. IL PULSANTE
Il telaio interno racchiude l’oscu- 3
rante e la zanzariera, entrambi
scorrevoli e provvisti di maniglie di
serraggio con aggancio a scatto: i
serraggi sono di due tipi (foto 4-5).

PREMERE LA MANIGLIETTA PER LO


• Non usare alcool o solventi per il PER APRIRE LA FINESTRA SCORRIMENTO/SEPARAZIONE DELLA
lavaggio delle piastre in plexiglass AGIRE SULLA MANIGLIETTA ZANZARIERA E DELL’OSCURANTE
• non apporre adesivi sulle lastre 1 4
• non viaggiare con le finestre non
scorrevoli aperte. PREMERE LA MANIGLIETTA PER
SEPARARE LA ZANZARIERA
DALL’OSCURANTE

• Lavare le lastre esclusivamente


con acqua e sapone o prodotti
specifici per vetri
• trattare le guarnizioni in gomma
con talco 2 5

14
FINESTRE E OBLÒ
OBLÒ
Sul tetto dell’autocaravan sono
installati degli aeratori di diverso tipo
che danno luce all’ambiente,
permettono un costante ricambio
d’aria all’interno della cellula ed
evitano la formazione di condensa.
L’oblò presente nel bagno si apre
TIRARE LE MANIGLIE VERSO
tirando le maniglie verso l’interno e L’INTERNO E SPINGERE RUOTARE LA
spingendo in alto contemporanea- IN ALTO PER APRIRE MANOPOLA
mente (foto 6), per chiuderlo è 7
6
sufficiente tirare le maniglie verso il
basso. In alcuni oblò la calotta esterna
ZANZARIERA OSCURANTE
si apre tramite una maniglietta da
ruotare (foto 7-11), in altri l’apertura è
consentita da un pulsante di sblocco
(foto 8). Escluso quello in bagno, gli
oblò sono dotati di oscurante e zan-
zariera scorrevoli (foto 9, 10). PULSANTE
DI SBLOCCO

8 9

• Non viaggiare con gli oblò aperti ZANZARIERA OSCURANTE


RUOTARE LA
• non ostruire le feritoie per il ricambio MANOPOLA

dell’aria.

•Assicurare un costante ricambio PREMERE LA MANIGLIETTA PER


SEPARARE L’0SCURANTE DALLA ZANZARIERA
dell’aria
•trattare periodicamente con talco le 10 11
guarnizioni in gomma.
15
PORTA CELLULA
La porta della cellula (foto 1) è di
tipo automobilistico ed è provvista
di una serratura elettrica con tele-
comando per la chiusura centra- • Non viaggiare con la finestra
lizzata. È dotata di finestra apribile, della porta aperta.
a compasso (foto 1), con oscu-
rante e zanzariera incorporati
(foto 2), e, all’interno sono presenti FINESTRA
A COMPASSO
una tasca portaoggetti e una
pattumiera. •Lubrificare periodicamente le
La centralina per la chiusura cerniere e le serrature della porta
centralizzata è installata sotto il con appositi prodotti spray
cestello del sedile cabina (lato • trattare periodicamente con
passeggero), e permette l’utilizzo talco le guarnizioni in gomma TASCA
delle chiusure anche in modalità • sostituire una volta l’anno le PORTAOGGETTI
manuale. Il telecomando con- batterie del telecomando.
sente l’apertura e la chiusura
contemporanea di tutte le porte
dell’autocaravan e permette l’in- PATTUMIERA
serimento dell’antifurto, ove in-
stallato. A veicolo completamente Per un corretto utilizzo del teleco- 1
chiuso è possibile aprire ma- mando, e nel caso di inconve-
nualmente con la chiave la porta nienti, fare riferimento al manuale
d’ingresso della cellula: tale di uso e manutenzione dedicato,
operazione non influisce sulle ser- redatto dal fornitore e fornito
rature della cabina di guida, man- insieme a questa pubblicazione,
tenendole chiuse. ed eventualmente, al Vostro con- ZANZARIERA
cessionario ARCA.

OSCURANTE

16
TETTO. VANO GARAGE.
TETTO VANO GARAGE
Il tetto della cellula abitativa è da Nei veicoli con vano garage il
considerarsi non calpestabile, non carico max. consentito è di 110Kg:
è quindi possibile sostare o cammi- tale carico deve essere uniforme-
nare su di esso; è tuttavia possibile mente distribuito e non deve
salirvi per lavori di manutenzione superare la massa complessiva del
straordinaria: in queste occasioni veicolo. All’interno, sono previsti i
la zona da non oltrepassare è golfari (foto 2), utili al bloccaggio
quella delimitata nello schema di oggetti ingombranti.
seguente (foto1), e va protetta
con una paratia rigida dell’altezza
di almeno un metro.
Utilizzare esclusivamente cinghie
idonee al fissaggio.

Evitare assolutamente di gravare


con il peso sulla mansarda e sulla
zona anteriore del tetto. Tutto ciò che viene caricato nel
garage riduce la portata dell’au-
tocaravan.

GOLFARI

1 2

17
CHIAVI IN DOTAZIONE, “FIX & GO”
CHIAVI FIX & GO
L’autocaravan è dotato di diverse L’autocaravan viene dotato di un
chiavi (foto 1): dispositivo utile per la riparazione
1 una chiave per l’apertura della rapida degli pneumatici in caso di 2
cabina e l’accensione del moto- foratura (foto 2). Il kit è composto
re, che integra il telecomando a di una bomboletta di liquido
batterie per l’apertura della porta ripara-pneumatico e un mini com-
della cellula e delle porte cabina pressore alimentato corrente 12 V.
1
2 una chiave unica per l’apertura
della porta della cellula, degli 1
sportelli dei gavoni, dello sportello
del WC e dei tappi per i serbatoi
dell’acqua. Per un corretto utilizzo del
componente sopraindicato, e nel
caso di inconvenienti, fare rife-
rimento al manuale di uso e
manutenzione dedicato, redatto
dal fornitore e fornito insieme a
questa pubblicazione, ed even-
tualmente, al Vostro concessio-
nario ARCA. 2

18
IDENTITÁ VEICOLO
Nelle comunicazioni con il proprio I dati presenti all’interno della 7 massa massima ammessa per il
concessionario, con la casa targhetta sono i seguenti: veicolo a pieno carico
costruttrice o con altri enti, è 1 tipo di autocaravan omologato 8 massa massima ammessa della
necessario conoscere ed usare i 2 variante e versione di auto- combinazione con rimorchio
dati di identificazione del proprio caravan omologato 9 massa massima ammessa
autocaravan, che sono contenuti 3 numero di omologazione auto- sull’asse anteriore
nella targhetta di identificazione, caravan 10 massa massima ammessa sul-
che viene fissata al cestello del 4 numero trasformazione progres- l’asse posteriore.
sedile, lato guida (foto 1). In sivo ARCA
particolar modo dovranno essere 5 tipo di autotelaio base omolo-
citate le specifiche presenti nei gato
punti indicati con i numeri: 1, 2, 3, 6 numero di identificazione del sin-
4, 6. golo autotelaio Per il rispetto degli obblighi di
legge e per la sicurezza su strada
non superare mai i pesi riportati
nei punti 7, 8, 9, 10. Allo scopo di
non superare i limiti di peso
previsti , valutare il peso di tutto
ciò che si vuole trasportare:
3 passeggeri, bagagli, accessori,
1 provviste, attrezzature per lo
sport, ecc., tenendo in con-
4 siderazione la massa in ordine di
marcia riportata sul libretto di
2 7 circolazione.
8
5
9
6
10 È utile leggere il libretto di uso e
manutenzione dell’autotelaio.
1

19
AVVERTENZE E NORME DI SICUREZZA
All’interno e all’esterno dell’auto-
caravan sono posizionate delle
targhette adesive che aiuteranno
l’utente ad usufruire del veicolo in
modo sicuro nel rispetto delle nor-
me essenziali per la sicurezza (foto
1, 2, 3, 4).
In particolar modo si ricordano
quelle relative alle uscite di sicu-
rezza, posti a sedere durante la 4
1
marcia, tensione di alimentazione,
capacita serbatoi e bombole del
gas, portata del gavone garage,
ecc.

Non modificare il posizionamento


delle targhette adesive sull’auto-
caravan e qualora dovessero es- 2
sere state rimosse è necessario
applicarle nuovamente.

20
AVVERTENZE E NORME DI SICUREZZA
PULIZIA INTERNA DEL VEICOLO PULIZIA ESTERNA DEL VEICOLO NORME PER LA SICUREZZA
• Evitare l’uso di spugne o sostan- • Non lavare l’autocaravan con DELL’UTENTE
ze abrasive getti d’acqua ad alta pressione • Non lasciare bambini da soli
• per mobili e pareti utilizzare una • prima del lavaggio coprire le nell’autocaravan
spugna o un panno umido ed un varie griglie e le finestre • non ostruire le aperture per la
sapone neutro • usare detergenti neutri di tipo ventilazione permanente
• per il blocco cucina utilizzare automobilistico • conoscere l’ubicazione ed il fun-
appositi prodotti per acciaio • per le parti in vetroresina o zionamento delle uscite di sicu-
• per le parti in plastica o plastica usare detersivi specifici rezza
vetroresina usare detersivi specifici antigraffio • tenere i materiali infiammabili
antigraffio •dopo aver percorse strade lontano da tutti gli apparecchi di
• per il frigorifero utilizzare acqua e innevate o cosparse di sale, lavare riscaldamento o cottura
sapone neutro il veicolo per evitare eventuali • in caso di incendio: evacuare gli
• per le finestre usare acqua e possibili corrosioni della carrozzeria occupanti, chiudere la valvola del
sapone neutro. o delle parti metalliche inferiori del gas, staccare i circuiti elettrici,
pianale. chiamare i vigili del fuoco e
cercare di spegnere il fuoco senza
mettere in pericolo la propria
incolumità
Non usare alcool o solventi per il • posizionare in prossimità della
lavaggio delle finestre. porta d’ingresso un estintore con-
forme alle norme ISO 7165
Non lavare l’autocaravan dopo • studiare le istruzioni d’impiego
una lunga permanenza alla luce dell’estintore
solare. • montare i sistemi di ritenuta
La casa costruttrice non risponde universale per bambini esclusiva-
dei difetti causati da prodotti per mente sul sedile cabina lato pas-
la pulizia non idonei. seggero o sul sedile frontemarcia
dotato di cinture di sicurezza a tre
La casa costruttrice non risponde punti.
dei difetti causati da prodotti per
la pulizia non idonei.

21
RICAMBI E GARANZIE
Le concessionarie ARCA sono a Insieme a questa pubblicazione
disposizione per il reperimento di sarà fornito un libretto di garanzia
parti di ricambio e sono autoriz- sul quale verranno registrate le
zate ad eseguire interventi di operazioni di manutenzione pro- La casa costruttrice declina ogni
riparazione in garanzia: si rac- grammata post-vendita da effet- responsabilità per eventuali
comanda sempre l’utilizzo di parti tuare presso il proprio conces- imperfezioni, anomalie o danni
di ricambio originali per non sionario di fiducia. nell’autotelaio allestito. Tutto il
pregiudicare la sicurezza e la contenuto di questo manuale è
durata dell’autocaravan. riferito ai veicoli ARCA in produzio-
Qualsiasi modifica non autorizzata ne al momento della stampa del
al veicolo e alla sua impiantistica presente fascicolo. Seguendo
comporta l’automatica decaden- un’attenta linea di costante
za della garanzia. miglioramento del prodotto, la
casa costruttrice si riserva il diritto
di apportare modifiche in ogni
momento e senza preavviso,
declinando con ciò ogni tipo di
ARCA non risponde di problemi o responsabilità.
danneggiamenti alla cellula
causati dall’installazione di parti di
ricambio non originali. La man-
cata osservanza di tali direttive
provoca l’immediata decadenza
sulla garanzia della cellula.

22
PREDISPOSIZIONI E OPTIONAL
Gli autocaravan ARCA sono pre-
disposti per l’installazione sempli-
ficata di alcuni accessori optional.
Le predisposizioni e gli optional
previsti variano a seconda del
modello e sono indicati nelle
schede tecniche presenti sul
catalogo ARCA.
Il montaggio di tali accessori è
consentito solo ai concessionari
ARCA e qualsiasi installazione non
autorizzata provoca l’immediata
decadenza della garanzia sulla
cellula.

Qualsiasi accessorio optional


installato sulla cellula originale ne
modifica il peso, aumentando in
modo proporzionale la massa a
vuoto dell’autocaravan a scapito
del carico utile. Si raccomanda di
non superare mai la massa
massima ammessa per il veicolo a
pieno carico.

23
M 720 GLT

24
M 720 GLT TRASFORMAZIONE DINETTE/DIVANO
M 720 GLT

1. Posizione in viaggio

2. estrarre i cursori della dinette

3. estrarre i cursori del divano


laterale

4. aprire il tavolo e centrare il


1 2
piano tra i due vani agendo sulle
manopole
MANOPOLE
SCORRIMENTO
5. abbassare il tavolo agendo TAVOLO
sull’apposita maniglia

6. posizionare i cuscini per la


composizione del letto come
MANIGLIA
indicato nello schema alla pagina ABBASSAMENTO
seguente.
3 4

25
M 720 GLT. TRASFORMAZIONE DINETTE/DIVANO
7. Disposizione cuscini giorno

8. disposizione cuscini notte


(utilizzare i tre cuscini jolly in
dotazione).

Non realizzare il letto senza


prima aver aperto i cursori di CUSCINI JOLLY
sostegno.

1 3

8
26
M 720 GLT. IMPIANTO ELETTRICO
L’impianto elettrico dell’autoca- 1. PRESA CORRENTE ESTERNA 220 V
ravan è composto da due linee di Sulla parete esterna sinistra del
servizio separate, una a 220 V e veicolo è situata la presa di
l’altra a 12 V. Gli elementi che corrente Cee 220 V 16A (foto1), • Per utilizzare l’alimentazione es-
compongono l’impianto elettrico che permette l’allacciamento alle terna a 220 V assicurarsi che
sono: colonnine elettriche di campeggi l’interruttore differenziale magne-
1 presa di corrente esterna a 220 ed aree attrezzate. totermico (salvavita) situato nel
V L’alimentazione a rete 220 V con- quadro elettrico centralizzato sia
2 quadro elettrico centralizzato sente di: inserito (foto 2).
3 interruttore differenziale magne- • alimentare direttamente tutte le • È buona norma eseguire perio-
totermico possibili utenze a 220 V dicamente il test di funzionamento
4 portafusibili • alimentare, attraverso il quadro del salvavita.
5 batteria di servizio elettrico centralizzato, l’impianto a
6 batteria di avviamento 12 Vdc e le utenze ad esso
7 centralina elettronica per chiusu- correlate
re centralizzate • ricaricare la batteria di servizio
8 utenze varie. • ricaricare la batteria del motore.

1 2

27
M 720 GLT. IMPIANTO ELETTRICO
2. QUADRO ELETTRICO batterie raggiungono la carica • non esporre l’alimentatore a
CENTRALIZZATO ottimale il passaggio di corrente fonti elevate di calore
Il quadro elettrico centralizzato è viene ridotto per proteggere le • non esporre l’alimentatore al
situato sotto il cestello del sedile stesse contro fenomeni di ebol- contatto con liquidi conduttivi o
cabina (lato passeggero) in modo lizione. Su di esso sono posizionati i liquidi infiammabili.
da essere facilmente ispezionabile fusibili di protezione il cui intervento
(foto 3). Su di esso sono posizionati viene segnalato dal pannello
i fusibili di protezione, delle varie elettronico comandi.
sezioni dell’impianto elettrico,
l’interruttore differenziale magne-
totermico e l’interruttore generale
per l’alimentazione a 12 Vdc. Tale Per un corretto utilizzo del
interruttore (foto 4) consente l’in- componente sopraindicato, e nel
serimento e il disinserimento di • Non ostruire le griglie di aera- caso di inconvenienti, fare rife-
tutte le utenze alimentate a 12 zione rimento al manuale di uso e
Vdc. Lo spegnimento dell’inter- • non introdurre nelle griglie di manutenzione dedicato, redatto
ruttore equivale al distacco della aerazione nessun oggetto metal- dal fornitore e fornito insieme a
batteria di servizio dal resto del- lico o altro conduttore questa pubblicazione, ed even-
l’impianto elettrico, permettendo • non esporre il quadro elettrico tualmente, al Vostro concessio-
comunque al carica-batterie (rete centralizzato all’acqua nario ARCA.
220 Vac inserita) e all’alternatore
(motore acceso) di ricaricare le
batterie stesse.
Il quadro elettrico centralizzato
assolve anche la funzione di
alimentatore - carica-batterie:
trasforma la tensione di
alimentazione della rete esterna
dai 220 Vac al valore necessario
per la ricarica delle batterie e per
l’alimentazione delle utenze a
bassissima tensione. Quando le 3 4

28
M 720 GLT. IMPIANTO ELETTRICO
3. INTERRUTTORE DIFFERENZIALE 4. PORTAFUSIBILI
MAGNETOTERMICO Nell’impianto sono presenti due
L’interruttore differenziale magne- fusibili singoli separati dal modulo
totermico è inserito all’interno del utenze, che hanno la funzione di
quadro elettrico centralizzato in proteggere le linee di collegamen-
modo da essere facilmente to della batteria del motore e
ispezionabile. La sua funzione è della batteria di servizio.
quella di proteggere l’impianto Il primo fusibile da 40 A è posi-
elettrico quando l’autocaravan è zionato all’interno del cofano
collegato alla rete esterna 220 anteriore in prossimità della 6
Vac, inoltre salvaguarda l’utente batteria del motore e protegge la
da eventuali dispersioni di linea elettrica che collega la
corrente (foto 5). batteria del motore al resto
dell’impianto (foto 6). Il secondo
fusibile da 40 A è collocato nelle
immediate vicinanze della batteria
di servizio e protegge la linea
È buona norma eseguire perio- elettrica che la collega al resto
dicamente il test di funzionamento dell’impianto (foto 7).
del salvavita.
7

L’intervento dei due fusibili viene


segnalato sul pannello elettronico
comandi da un’apposita spia lumi-
nosa.

29
M 720 GLT. IMPIANTO ELETTRICO
5. BATTERIA DI SERVIZIO la batteria del motore ogni 30/40
La batteria di servizio è collocata giorni. Non sovraccaricare le linee
nel cestello del sedile cabina (lato con accessori elettrici supplemen-
guida) all’interno di uno specifico tari.
vassoio di contenimento (foto 8),
ed è bloccata tramite un’ap- 6. BATTERIA DI AVVIAMENTO
posita cinta fermabatteria. La batteria del motore è ubicata
La batteria di servizio alimenta all’interno del vano motore ed
tutte le utenze dell’autocaravan espleta esclusivamente le funzioni
escluse, ovviamente, le prese a legate al funzionamento del
220 V e le utenze della cabina motore dell’autotelaio, alimentan-
guida. La batteria viene ricaricata, do la fanaleria, le luci in cabina e
durante la marcia, tramite l’eventuale autoradio. La batteria
l’alternatore del motore e, di avviamento si ricarica durante
durante la sosta, allacciando la la marcia tramite l’alternatore del
cellula abitativa alla rete elettrica motore e, durante la sosta tramite
esterna tramite la presa esterna l’alternatore quando si è allacciati
220 V. Lo stato di ricarica della alla rete elettrica.
batteria può essere visualizzato
attivando la funzione presente sul
pannello comandi.

In caso di lavori di manutenzione


all’impianto elettrico, scollegare i
poli della batteria di servizio.
Ricordarsi che la capacità della
batteria di servizio è limitata e si
riduce notevolmente in inverno.
Ricaricare la batteria di servizio e 8

30
M 720 GLT. IMPIANTO ELETTRICO
7. CENTRALINA ELETTRONICA PER 8. UTENZE VARIE
CHIUSURE CENTRALIZZATE (DOVE L’autocaravan è provvisto di:
PREVISTA) • modulo interruttori (entrando
La centralina elettronica delle nella cellula, a sinistra), per
chiusure centralizzate è dietro il l’accensione della plafoniera
cassetto portaoggetti (lato esterna, della luce centrale sulla
passeggero); essa telecomanda il zona giorno e delle luci notturne
funzionamento delle chiusure (foto 10)
centralizzate della cabina guida e • presa 220 V – 12 V ed interruttore
della porta d’ingresso. In per accensione plafoniera zona
9
prossimità della centralina sono posteriore, sul mobile cucina (foto
facilmente individuabili i fusibili 11)
LUCE
(foto 9) per la protezione delle CENTRALE • presa TV-12 V, all’interno del
varie sezioni dell’impianto elettrico vano porta-TV (foto 12)
per le chiusure centralizzate. Sul • presa esterna TV-12 V-220 V,
porta-fusibile è presente una sulla parete destra, vicino alla
targhetta descritta nella scheda porta d’ingresso (foto 13)
tecnica del componente. • interruttore per l’accensione
LUCE PLAFONIERA degli spot bagno, sotto lavello
NOTTURNA ESTERNA
bagno (foto 14)
10 • interruttori zona giorno, sotto i
pensili (foto 15)
Per un corretto utilizzo del • interruttori e presa 12 V in man-
componente sopraindicato, e nel sarda, sulle pareti della mansarda
caso di inconvenienti, fare rife- (foto 16-17)
rimento al manuale di uso e •Interruttore e presa 220 V in
manutenzione dedicato, redatto prossimità del divano sx sulla
dal fornitore e fornito insieme a scatola lungo la spalletta
questa pubblicazione, ed even- mansarda (foto 18).
tualmente, al Vostro concessio-
nario ARCA.

31
M 720 GLT. IMPIANTO ELETTRICO
INTERRUTTORE
LUCE POSTERIORE

11 12 13

INTERRUTTORE
SPOT

INTERRUTTORI
SPOT MANSARDA

14 15 16

INTERRUTTORE
PRESA 12 V
LUCE CENTRALE

INTERRUTTORI
SPOT MANSARDA

17 18

32
M 720 GLT. IMPIANTO GAS
Gli autocaravan ARCA sono esterno del veicolo (foto 3) una
dotati di un impianto del gas presa per gas, che consente il
realizzato con tubi in acciaio pro- collegamento della bombola del
tetto anticorrosione. L’impianto veicolo con eventuali utenze.
parte dal vano portabombole L’esclusione specifica di tale presa
(foto 1) e passa attraverso una è possibile mediante un rubinetto
centralina di comando (foto 2) ben visibile dietro lo sportello.
che eroga il gas ad ogni singola
utenza. Il vano portabombole è
completamente stagno rispetto 1
alla cellula abitativa ed è
provvisto di prese d’aria verso • Non ostruire le prese d’aria all’in-
l’esterno. Lo spazio per l’allog- terno del vano portabombole
giamento della bombola è dotato • non utilizzare gli accessori a gas
di cinte di serraggio. All’interno del senza prima aver verificato l’inte-
vano può essere caricata una grità dell’impianto e dei camini
bombola da 11 kg; utilizzare esterni.
bombole riempite con butano o
propano. L’attacco del gas alla
bombola è dotato di un rego-
latore di pressione da 30 mbar con 2
taratura fissa e innesto compa- •Verificare l’ancoraggio della
tibile con il rubinetto delle bombola alle cinte di fissaggio
bombole presenti sul mercato • aprire sempre il rubinetto sulla
italiano. Per le bombole presenti centralina di comando prima di
nei mercati esteri, munirsi degli utilizzare un’utenza
appositi adattatori. La centralina • ad ogni cambio bombola è
di comando del gas è posizionata necessario sostituire la guarnizione
nel vano inferiore della cucina ed • sottoporre annualmente a verifi-
è facilmente utilizzabile per via ca l’efficienza dell’impianto del
della simbologia applicata sui gas presso una concessionaria
singoli rubinetti. È presente sul lato ARCA. 3

33
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
Ogni autocaravan è dotato di un 10 presa esterna acqua e gas.
impianto idrico per la distribuzione
dell’acqua dai serbatoi alle varie
utenze della cellula. Per azionare • Non lasciare la pompa in
l’impianto idrico è necessario atti- 1. POMPA ACQUA funzione con i serbatoi vuoti o
vare l’interruttore sulla centralina La pompa è provvista di un quasi vuoti poiché questo potreb-
elettronica dei comandi. L’acqua pressostato che entra in funzione be causare danni alla pompa
aspirata dalla pompa passa attra- ogni volta che si apre un’utenza. stessa
verso un filtro situato all’ingresso E’ collocata all’interno del divano • non abbandonare mai l’auto-
della pompa stessa e viene spinta dx (foto 1). caravan con la pompa sotto ten-
nell’impianto idrico. Le tubazioni L’ottima accessibilità della pompa sione poiché se intervenissero del-
che compongono l’impianto sono facilita la pulizia del filtro ed even- le perdite d’acqua nell’impianto si
collocate all’interno della cellula tuali verifiche di funzionamento. rischierebbe l’allagamento della
in posizioni antigelo e sono sempre cellula.
accompagnate da tubi per la ca-
nalizzazione dell’aria calda. Gli e-
lementi che compongono l’im-
pianto idrico sono:
1 pompa acqua Pulire periodicamente il filtro.
2 serbatoio di carico acque chia-
re
3 bocchettone di carico acque POMPA
chiare ACQUA

4 serbatoio di recupero acque gri-


gie
5 wc cassette
6 serbatoio supplementare recu-
pero wc
7 rubinetti per scaricare le tuba-
zioni dell’acqua
8 pilette di scarico sifonate
9 sonde per i livelli dei serbatoi 1

34
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
• pompa danneggiata

3. la pompa non si ferma quando


Per un corretto utilizzo del si chiudono i rubinetti:
componente sopraindicato, e nel • serbatoi dell’acqua vuoti
caso di inconvenienti, fare rife- • pressostato guasto
rimento al manuale di uso e • perdita d’acqua nell’impianto
manutenzione dedicato, redatto • tensione elettrica insufficiente
dal fornitore e fornito insieme a • aria nell’impianto idrico
questa pubblicazione, ed even-
tualmente, al Vostro concessio- 4. non esce acqua dai rubinetti:
nario ARCA. • serbatoi dell’acqua vuoti
• entra aria nell’impianto
• rubinetto otturato
• torsione o strozzatura di un tubo
• filtro occluso
Possibili inconvenienti per la pom- • tubo gelato
pa acqua:

1. la pompa non parte quando si


apre il rubinetto:
• interruttore sulla centralina elet-
tronica disinserito
• batteria scarica
• contatti ossidati
• cavi elettrici staccati

2. la pompa parte con i rubinetti


chiusi:
• perdita d’acqua nell’impianto
• la valvola di tenuta ha una
perdita

35
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
2. SERBATOIO CARICO ACQUE 3. BOCCHETTONE DI CARICO
CHIARE ACQUE CHIARE
Il serbatoio di carico acque chiare • Non lasciare per lungo tempo Il bocchettone per il carico
è posto in posizione antigelo l’acqua nel serbatoio dell’acqua nel serbatoio (foto 3) è
all’interno del veicolo e può essere • non lasciare l’impianto del- dotato di sfiato per il corretto
svuotato facilmente grazie ad un l’acqua in pressione quando l’au- funzionamento dello stesso, ed è
apposito rubinetto, posizionato sul tocaravan non viene utilizzato posizionato sulla parete esterna
pavimento all’interno del divano • non lasciare i rubinetti chiusi destra del veicolo.
dx (foto 2). È sempre possibile quando l’autocaravan non viene
visualizzare il livello del serbatoio utilizzato.
sulla centralina elettronica.
•Nella fase di carico dell’acqua
prestare la massima attenzione
• Scaricare totalmente l’impianto all’inserimento del tubo per evitare
quando l’autocaravan non viene danneggiamenti al sistema di
utilizzato carico.
RUBINETTO • lavare e sciacquare periodica-
DI SCARICO mente il serbatoio con potabiliz-
zatori
• controllare periodicamente il li-
vello dell’acqua nel serbatoio.

L’acqua contenuta nel serbatoio


non è da considerarsi potabile.
L’impianto idrico, allestito sul
veicolo, corrisponde alla direttiva
tecnica 03/2009 (Rif. Direttiva
2002/72/CE). 3

36
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
4. SERBATOIO RECUPERO ACQUE
SONDE ELETTRONICHE
GRIGIE SERBATOIO
Tutti gli autocaravan ARCA sono
dotati di un serbatoio di recupero • Controllare costantemente il
delle acque grigie posto in livello nel serbatoio attraverso il
posizione antigelo . pannello comandi
Nel veicolo M 720 GLT il serbatoio • chiudere gli scarichi dei lavelli e
e la flangia di scarico sono protetti del piatto doccia per evitare il
da un contenitore riscaldato da propagarsi di cattivi odori
aria calda prelevata direttamente • durante l’inverno miscelare le
5
dalla stufa (foto 4). acque grigie con antigelo, sale o
Il serbatoio è dotato di due sonde prodotti simili
(foto 5) elettroniche per con- • effettuare lo scarico senza pro-
trollarne il livello di carico, che vocare danni all’ambiente
viene visualizzato sul pannello • lubrificare almeno una volta
comandi. Inoltre, per evitare il l’anno le guarnizioni di tenuta con
formarsi di cattivi odori, tutti gli appositi prodotti.
sfiati dei serbatoi di recupero
CONVOGLIAMENTO
vengono convogliati verso un SFIATI VERSO TETTO
camino posizionato sul tetto (foto
6,7). 6

CONTENITORE RISCALDATO
PER SERBATOIO RECUPERO

• Non usare solventi chimici per il


lavaggio dei serbatoi
• non versare negli scarichi ac-
qua/olio bollenti utilizzati per la CAMINO
cottura dei cibi. DI SFIATO A TETTO

4 7

37
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
5. WC CASSETTE
Il bagno è dotato di un WC chimico
girevole (foto 8) con serbatoio a
cassetta da 18 l, estraibile attraverso • Per il lavaggio del WC non
uno sportello posto all’esterno del utilizzare prodotti abrasivi
veicolo. Prima dell’uso è necessario • non introdurre oggetti non solubili
inserire nella cassetta una soluzione nel WC
composta da 50 cc di apposito • non lasciare aperta la valvola di PULSANTE SPIA
ACQUA DI SCARICO LIVELLO MASSIMO
prodotto chimico e 50 cc d’ac-qua. scarico.
Per l’utilizzo del WC è sufficiente
azionare l’acqua di scarico 9
premendo il pulsante posi-zionato
sul pannello comandi separato
(foto 9) e aprire la leva posta sul • Lavare e disinfettare periodica-
lato del WC (foto 10). Il carico mente il serbatoio con acqua e
massimo raggiunto dalla cassetta è appositi prodotti chimici
segnalato dall’apposita spia rossa • lubrificare almeno una volta l’an-
presente sul pannello comandi del no le guarnizioni di tenuta con ap-
WC (foto 9). Qualora fosse positi prodotti
necessario intervenire sul WC è • usare carta igienica biodegra-
possibile interrompere l’affluenza dabile.
dell’acqua chiudendo l’apposito 10
rubinetto posizionato all’interno
dello sportello wc, sul lato dx del RUBINETTO
veicolo (foto 11). ACQUA WC

Il WC di questo veicolo è dotato di


un dispositivo che ad ogni scarico
aumenta l’ossigenazione della
cassetta favorendo la decomposi-
zione dei residui organici, in modo
da ottimizzare il consumo dei
prodotti chimici aggiuntivi.
8 11

38
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
Le operazioni per lo svuotamento 6. SERBATOIO SUPPLEMENTARE
della cassetta sono: RECUPERO WC
• chiudere la leva posta sul lato Sugli autocaravan ARCA è
della tazza (foto 10) installato sotto il pavimento un Non riempire i due serbatoi man-
• aprire lo sportello esterno (foto serbatoio supplementare per il WC tenendoli in comunicazione tra
12) (foto 14) che aumenta la loro.
• fare pressione sull’apposita leva capacità di raccolta delle acque
ed estrarre il serbatoio (foto 12-13) nere. Il collegamento tra la
• girare il becco, svitare il tappo cassetta estraibile e il serbatoio
giallo e svuotare il contenuto. supplementare è assicurato da
una valvola meccanica con • Lavare e disinfettare periodi-
funzionamento a leva. camente il serbatoio con acqua e
Il serbatoio e la flangia di scarico appositi prodotti chimici
sono protetti da un contenitore • lubrificare almeno una volta
riscaldato ad aria calda prelevata l’anno le guarnizioni di tenuta con
direttamente dalla stufa. appositi prodotti.
Il serbatoio è dotato di un
pressostato (foto 15) per control-
LEVA DA ABBASSARE larne il livello di carico e segnalar-
ne il riempimento mediante una
12 spia rossa presente all’interno dello
sportello di accesso alla cassetta
(foto 16).
In condizioni normali mantenere
TAPPO PER
SVUOTAMENTO
separati il serbatoio supplementa-
re e la valigetta tramite la valvola
visibile all’interno dello sportello;
una volta riempita la valigetta,
aprire la valvola, travasare il con-
SERBATOIO
tenuto nel serbatoio sottostante e SUPPLEMENTARE WC
richiudere la valvola (foto 17).
13 14

39
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
7. RUBINETTI PER SCARICARE LE RUBINETTI DI SCARICO
PRESSOSTATO TUBAZIONI DELL’ACQUA
SERBATOIO
È possibile scaricare comple-
tamente le tubazioni dell’acqua
SFIATO
SERBATOIO attraverso dei rubinetti di scarico
posizionati all’interno del mobile
del bagno (foto 18).

15 18

SPIA RIEMPIMENTO Per facilitare lo svuotamento com-


pleto dell’impianto idrico aprire il
miscelatore del lavello cucina, del
lavabo bagno e della doccia.

16

MANIGLIA APERTURA
VALVOLA

17
40
M 720 GLT. IMPIANTO IDRICO
8. PILETTE DI SCARICO SIFONATE
Sulla gamma ARCA sono installate
pilette di scarico provviste di sifone
incorporato (foto 19-20-21), che
può essere facilmente ispezionato
e pulito svitando il tappo inferiore.
PILETTA SIFONATA
LAVELLO CUCINA PILETTA SIFONATA
LAVELLO BAGNO

19 20
Pulire periodicamente le pilette
sifonate.
PILETTA SIFONATA
DOCCIA SONDA ELETTRONICA
9. SONDE PER IL LIVELLO DEI
SERBATOI
Sul serbatoio di carico acque
chiare principale è presente una
sonda elettronica (foto 22) per
misurare il livello dell’acqua. Sul
pannello comandi è possibile
visualizzare il livello dei serbatoi, 21 22
con una semplice operazione
descritta nel manuale dedicato.

10. PRESA ESTERNA ACQUA-GAS


È presente sulla parete del veicolo
una presa esterna per l’acqua
che consente il collegamento
idrico del veicolo con eventuali
utenze esterne (foto 23).

23

41
M 720 GLT. IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
Tutti gli autocaravan ARCA sono nale e quella estiva: selezionando tualmente, al Vostro concessiona-
provvisti di un impianto per la distri- l’accensione invernale entra in rio ARCA.
buzione forzata dell’aria calda, funzione automaticamente sia il
che garantisce l’utilizzo della cel- riscaldamento dell’acqua, sia il ris-
lula abitativa in ogni condizione caldamento dell’aria. Il termostato
climatica. è separato dal combinato stufa-
I componenti che fanno parte boiler e dal pannello di comando • Non manomettere mai il tubo
dell’impianto di riscaldamento ed è posizionato in prossimità della del camino
sono: porta ingresso all’interno del • non ostruire mai le prese d’aria e
1 combinato stufa-boiler modulo elettrico (foto 3). In le griglie d’aerazione.
2 tubazioni, raccordi e bocchette prossimità del combinato è pre-
di uscita. sente una valvola di sicurezza che
consente lo svuotamento
completo dell’impianto (foto 4).
Inoltre il combi è dotato di uno • Controllare periodicamente
speciale sensore che con l’efficienza e l’integrità del camino
1. COMBINATO STUFA-BOILER temperature prossime allo zero esterno
Il componente installato (foto 1) è aziona automaticamente la • scaricare sempre il boiler
una stufa a gas liquido con boiler valvola di sicurezza e svuota agendo sulla valvola di sicurezza
integrato e termostato ambiente. l’apparecchio. Per il successivo quando la temperatura è vicina a
La presenza di un bruciatore a riutilizzo è necessario richiudere 0°C e la stufa è spenta.
pressione ne consente l’utilizzo manualmente la valvola.
anche in marcia e il termostato se-
parato ne ottimizza il funziona-
mento e l’impostazione. Per l’ac-
censione è sufficiente agire sul
pannello di comando, che è Per un corretto utilizzo del
facilmente identificabile all’interno componente sopraindicato, e nel
della cellula, vicino alla porta d’in- caso di inconvenienti, fare rife-
gresso (foto 2). Il sistema combi- rimento al manuale di uso e
nato racchiude nell’unico pannel- manutenzione dedicato, redatto
lo di comando l’accensione inver- dal fornitore e fornito insieme a 1
questa pubblicazione, ed even-
42
M 720 GLT. IMPIANTO DI RISCALDAMENTO
2. TUBAZIONI, RACCORDI E
PANNELLO COMANDO BOCCHETTE DI USCITA
La diffusione dell’aria calda è
garantita da una serie di
bocchette di uscita posizionate
all’interno della cellula abitativa in
modo da ottimizzare l’afflusso
dell’aria e il riscaldamento del-
l’autocaravan.
È comunque possibile regolare
2 5
l’afflusso dell’aria nelle diverse
zone dell’abitacolo intervenendo
sulla chiusura e sull’apertura delle
bocchette di uscita (foto 5).
Le tubazioni e i raccordi per la
canalizzazione dell’aria sono col-
locati in parte all’interno degli
elementi del mobilio ed in parte al
TERMOSTATO di sotto del pavimento (foto 6).

3 6

VALVOLA DI SICUREZZA

43
Arca Camper S.p.A. si riserva la possibilità di aggiornare in qualsiasi momento e senza preavviso il presente documento,
in seguito a modifiche finalizzate all’incremento dello standard tecnico/qualitativo dei mezzi.
È quindi possibile che alcuni contenuti parziali di questa pubblicazione non siano aggiornati.