Sei sulla pagina 1di 8

1.

Parlami di te
Domanda innocente, e quasi tutte le interviste in un colloquio di lavoro
iniziano cosi, e quasi tutti incominciano a delirare con la storia della loro vita,
precedenti esperienze di lavoro o addirittura coi problemi personali (!!)

Come rispondere:
Inizia dicendo cosa fai adesso e il perch sei qualificato per il ruolo. Lo scopo
fare in modo che le necessit dellintervistatore siano esattamente in linea con
la tua figura. In poche parole: dagli ci che cerca. Segnatevi questa frase che
importantissima. Detto questo, come si fa a sapere i bisogni della persona?

Studiate prima dellintervista cosa cerca lazienda o addirittura la


persona, esiste internet, linkedin, addirittura Facebook!
Imparare a Fare domande: Ho un numero di risultati di cui avrei piacere
parlare, ma vorrei utilizzare il nostro tempo insieme per parlare dei vostri
bisogni. Per aiutarvi, quali sono le priorit che avete per ricoprire questa
posizione? Se ti chiede cosa sai, dimostra che sei preparato e parla del punto
sopracitato. Quando ha finito, continuate a martellare: Oltre a questo? Quale
pu essere la dote che ritenete necessaria per questo ruolo? (per chi sa il
metamodello della PNL, questo il momento di sfoggiarlo in maniera dolce )
Saputi i bisogni, quali sono le abilit per soddisfarli, come fanno a valutare se
sono soddisfatti etc etc fate esempi della vostra esperienza lavorativa
che risolvano quei bisogni, non c bisogno che siano la stessa cosa, basta
che dimostrate le abilit.
Se non siete abituati, queste domande vi sembrano intrusive e stupide, ma
fidatevi quando le avete fatte vostre, sono potentissime. Da sole vi faranno
avere un vantaggio sopra tutti i vostri competitori !

Come lettura (non proprio facile consiglio La struttura della Magia di Bandler &
Grinder, possibilmente in inglese)

anche importantissimo sapere cosa si vuole dalla vita, avere degli


obiettivi. Ci sono vari modi per fare un piano di azione nel migliore dei modi:
lebook chiamato Cosa me ne faccio di un obiettivo nella vita quando voglio
solo un posto di lavoro ne parla in maniera semplice ma pi approfondita (lo
trovi qui: http://www.cocooa.com/b/come-trovare-lavoro-vol-3 )

2-3. Dimmi i punti di forza e debolezza durante un colloquio.


Domanda che fanno spessissimo e che pu davvero far cambiare il proprio
valore: andr nel dettaglio delle singole risposte pi sotto. Ma vi voglio
sottolineare quanto questa risposta sia importante, anche se non ve la fanno:
sapere chi si , cosa di sa fare e cosa no e di vitale importanza non solo nel
lavoro ma anche nella vita ( imho)

2. Dimmi i tuoi punti di forza


Fa paio con la domanda 3 di seguito Come la 1. un altra domanda con
trappola.. Senza essere umili (non questo il momento), non dovete fare uscite
da imbecilli arroganti ( a nessuno piace lavorare con imbecilli arroganti)
Ricordatevi che siete a un colloquio di lavoro e non dallo psicologo :-)

Come rispondere:
Considero assodato che, durante la mezzoretta abbondante di colloquio di
lavoro, siete riusciti a estrarre le necessit dellintervistatore almeno un po,
cosi come a casa dovreste avere fatto una lista con le vostre aree di forza (
questa dovreste averla indipendentemente dal colloquio di lavoro). Questa
lista dovete saperla a memoria, sempre anche in un campo di battaglia, vi
d forza interiore e pu tornare utile molte volte.

E facile capire dove vi sto portando: se sapete cosa vuole lazienda e sapete i
vostri punti di forza, tempo di far combaciare le caselle.

Tratti che piacciono in generale: Intelligenza, flessibilit, onest,


simpatia/empatia, lessere allineato con la cultura aziendale, team
player, piacevole, leader, motivazione, e un bel sorriso.

3. Dimmi i tuoi punti di debolezza


Non parlate con arroganza: dire Nessuno una pessima risposta, quasi
altrettanto pessima fare la lista delle proprie debolezze. Ecco 3 risposte che
vi suggerisco, adattatele alle circostanze

Come rispondere:
Simulare un punto di forza come una debolezza, tipo: A volte pretendo
troppo dalla gente, sono abituato a lavorare a certi standard e non
tutti sono allo stesso livello .. facile da dire, ma un classico, che tutti
gli intervistatori con un po di esperienza sanno, fortunatamente spesso il
colloquio ve lo fa uno inesperto :-)
Assicurare lintervistatore che per quello che sai che lazienda ha bisogno ( vedi
punto 1) non ci sono problemi a performare: nessuno perfetto ma in
base a quello che mi ha detto so di essere la persona giusta: so
quando fare X, quando Y, tutto nel mio passato mi ha portato a essere
skillato su Z, quindi onestamente credo che niente possa essere causa
di problemi <- un po arrogante, attenzione quindi al rapporto creato
Confondili: invece di confessare una debolezza di quello che ti piace di meno:
Se devo scegliere dire che vorrei spendere il pi tempo possibile a
fare X (= vendere, insegnare,..) invece che Y (= compilare fogli excel,
documenti..). Ovviamente negli anni ho imparato limportanza di Y, e
lo faccio con tutti i crismi, ma amo molto X.
4. Perch vuoi cambiare lavoro?
Colloquio di Lavoro: Punti di forza. Durante il colloquio di lavoro (ma anche
dopo) MAI e dico MAI parlare male dellex capo, aziende, clienti etc
etc. MAI essere negativi. Di sicuro non tirate fuori questioni personali
( i miei colleghi sono str, non vado daccordo con ..). Anche questa una
cosa da preparsi prima ( non solo per saper rispondere alla domanda ma per
auto-analisi): i motivi che possono andare bene per cambiare lavoro?
pi denaro, pi opportunit, responsabilit e possibilit di crescita

Come rispondere:
Se hai un lavoro: Non temere di dire che non sei sicuro al 100% di voler lasciare
la tua posizione, se il tuo caso. Ovviamente anche qui bandita larroganza:
dite la verit e dite che vorreste un posto ( dovreste sapere che posto offrono
per :-). Avendo un lavoro partite gi da una posizione di forza.
Se NON hai un lavoro: Non mentite se vi hanno licenziato. Siate sinceri, anche
perch questo tipo di bugia ha le gambe molto corte. Ragioni come fusioni,
chiusure di divisioni sono ragioni OK. Aggiungete il tocco del professionista:
descrivete il vs licenziamento dal punto di vista dellazienda, senza rancore e
con oggettivit, e dite che probabilmente avreste fatto lo stesso. Se lo fate con
congruenza (mio consiglio personale di non portare rancore verso nessuno,
tantomeno unazienda), il vostro valore salir alle stelle.

Se siete alla ricerca del primo posto di lavoro: pensate a esperienze


Extracurriculari che possono essere correlate. Questa domanda
comunque non viene fatta a chi alla prima esperienza, ma gli viene
preferita le due domande che seguono:

5. Perch vuoi lavorare qui da noi?


Come regola aurea: prima di ogni colloquio di lavoro studiate un po. Dimostra
se avete almeno preso la briga di controllare sul sito internet chi sono e cosa
fanno. Se non avete questabitudine prendetela. Poca fatica, max resa. Oltre al
sito potete davvero stupire snocciolando dati, pubblicit articoli
numeri. Andate dal macro (visione aziendale e vostra) e zoomate in
particolari, mi ricordo che avevate fatto X e da allora

jobproCTA

6. Dove ti vedi tra 5, 10 anni?


Domanda da tenere in equilibrio tra lessere ultra pianificato ( tra 6 mesi voglio
aumento tra 2 anni voglio essere quadro, poi in 7 dirigente..) e lessere alla
deriva. La prima vi far sembrare presuntuoso ( oltre al fatto di non avere il
controllo totale su quelle variabili), la seconda dimostrer che il posto
soltanto un pausa che si prende mentre si cerca altro. Non esiste una risposta
migliore, molto dipende dal vostro scopo di vita. Io personalmente non ho
mai dato una risposta come quella sotto, ma per molte altre persone ha
funzionato benissimo

Risposta:
Assicurate lintervistatore che volete prendere un impegno di lungo periodo,
che la posizione quello che cercate ed quello che sapete fare bene. Dite che
siete confidenti che performerete bene in ogni compito e che le possibilit
lavorative arriveranno di conseguenza. es: Sono di sicuro interessato a
prendermi limpegno di una posizione a lungo termine, a giudicare da
quello che mi ha detto, questa esattamente quello che cerco e in cui
ho le abilit. Sono confidente che se faccio il mio lavoro con diligenza
si apriranno inevitabilmente molte opportunit. E sempre successo
cosi durante la mia carriera, e sono sicuro che avr possibilit simili
anche qui.

7. Non sei troppo qualificato per questa posizione ?


Ovviamente hanno paura che tu pensi allazienda come un ripiego e dopo poco
te ne vada in altri lidi. Il tuo scopo rassicurarli che non sar cosi e fare
cambiare il punto di vista allintervistatore

Risposte:
Date le mie grandi abilit in X credo che avendo questa posizione potr dare il
mio contributo da subito, al contrario di uno che invece deve imparare tutto

Da come la vedo io ci sono dei vantaggi per entrambe le parti: Al momento


cerco un lavoro e questa posizione e esattamente ci che amo fare e in cui
sono bravo. Far un lavoro che mi piace, e questo molto meglio di un titolo

La cosa pi importante che adesso sto cercando un lavoro ad ampio respiro


nella mia carriera. Ho fatto abbastanza esperienza in diverse aziende e adesso
voglio un punto fisso su cui investire le mie risorse. So anche che se performo
nel mio lavoro come sono solito fare, molte opportunit si apriranno

8. Descrivi la tua azienda ideale.


Domanda molto sottile, e la versione intelligente di quella sopra. Pericolosa
se la fanno i selezionatori pi scafati (se non siete preparati direte di essere
troppo qualificati voi stessi), meno pericolosa se la fanno le agenzie interinali.
State attenti comunque

9. Come gestire i silenzi


I silenzi sono terribili se non si sa cosa fare ( e non solo nei colloqui di lavoro,
ma anche durante le interazioni sociali). Se poi arrivano dopo delle domande
che vi fanno scoprire ( tipo quella sopra, oppure quella dove chiedono le vostre
debolezze) sono devastanti. La maggior parte di noi corre a riempire questi
silenzi: da altre informazioni, si ripete, incomincia a deglutire, sudorazioni,
salivazione azzerata. E continua a parlare dicendo inevitabilmente sciocchezze.

La regola di non lasciarsi intimidire. Se il vostro innergame forte abbastanza


avrete imparato a nuotare nei silenzi e godere di quegli istanti, se non siete
abbastanza forti, ci sono soluzioni linguistiche. Fate silenzio un attimo e
imparate a domandare: c altro che che volete che io aggiunga ? (senza
sarcasmo :-)

10. Perch dovremmo scegliere Lei?


Siamo al bivio, questa domanda fa spesso lo spartiacque tra chi ce la far e chi
no. Quindi preparatevela. BENE. Ci rifacciamo alla prima domanda: ovvero
sapere i bisogni e i desideri dellintervistatore. Se si conoscono quelli siete a
cavallo. Lintervistatore quando dovr tirare le somme dei candidati dovr fare
mente locale alle vostre risposte e se voi riuscite a collegare a voi la soluzione
di ogni problema fatta.

Risposta tipo:
Da come ho capito, voi state cercando una persona che faccia X e
abbia grossa esperienza in Y. Questo esattamente ci che ho sempre
fatto

11. Perch non lavora da cosi tanto tempo?


Il trappolone: Se non sapete cosa dire o blaterate qualche scusa non va
bene :-) se siete stati in poltrona a grattarvi la panza PESSIMO.

Come rispondere:
Ci sono vari modi: ovviamente sapere cosa si fatto in questo periodo. Se vi
siete dati da fare (anche se dormivate sul divano tutto il giorno, bugia bianca :-)
dovete enfatizzare che VOI avete deciso di prolungare la ricerca del lavoro. Es:
Dopo che finito il mio contratto, mi sono fermato e ho fatto la scelta
ponderata di non saltare sul primo treno che passava. Nella mia vita ho la
convinzione che alcuni accadimenti a prima vista negativi sono
positivi se si guardano bene o ci lavorate su abbastanza. Cos ho
deciso di prendermi il tempo necessario per pensare quello che faccio
meglio, quello che voglio fare, dove vorrei essere cercare le
compagnie che possono darmi questa opportunit. Sono stato
selettivo e in questo periodo di X ( crisi, espansione, vacanze) il
processo richiede del tempo. Ma alla fine sono convinto che quando
sia io che la persona dallaltra parte della scrivania trovano quello che
cercano, beh allora sar valsa la pena investire tutto il tempo speso in
questo processo.

Risposta due: Vi siete presi un anno sabbatico, siete andati 6 mesi in Argentina
a studiare tango, avete girato lEuropa con una rock band. Se avete fatto
qualcosa di cui siete orgogliosi potete giocarvi il Jolly e indicarlo
superficialmente nel cv e poi dirlo, si un po rischioso, ma MOLTO MOLTO
meno di quanto pensiate. Sul Cv vi dar una luce diversa, e potreste essere
chiamati anche solo per curiosit ( dover selezionare persone per 15 giorni 8
ore al giorno di una noia devastante) e una volta chiamati potreste davvero
spaccare. Dirlo chiaramente pu avere un effetto speciale sulla platea.
Diventerete un personaggio quello che ha surfato per 6 mesi in Indonesia e
se valete sar un grosso PLUS. Vi distinguerete e potreste trovare dei fan,
anche nellalta dirigenza. Un esempio personale: al colloquio con un senior
manager presso la pi grossa azienda di consulenza e revisione, venuto fuori
che ho fatto il dj, che usavamo lo stesso software per fare le produzioni e
ascoltavamo la stessa musica: 30 minuti di chiacchierata, senza ansia o
domande difficili e sono stato preso nonostante non avessi il voto migliore,
n la preparazione adatta e nemmeno la pi grande motivazione ( e infatti non
ho preso il posto, facendomi dare del pirla da molti, che adesso mi chiedono
come mai io sia cosi fortunato nel lavoro :-) Le persone cercano s una
persona preparata, ma se ci devono lavorare fianco a fianco 12 ore al giorno,
allora il fattore personale e anche pi importante!

Come introdurre questa cosa affinch diventi un aspetto positivo: avevo


questa possibilit, loccasione della vita, che bussa alla tua porta una volta
sola, lo skipper che volevano si era fatto male cosi hanno chiesto a me di
coprire quel ruolo per 6 mesi nelloceano Pacifico. E non potevo lasciarmela
scappare. Davanti a me ho ancora 30-40 anni di lavoro.. perch no quindi? Per
male che vada vi reputano una persona risoluta, capace di prendere decisioni
pesanti.

12. Sei disponibile a viaggiare o trasferirti ?


Trappolone: se dite un NO secco, potreste tagliarvi le gambe.

Che dire: Anche se non volete n viaggiare n trasferirvi dovreste capire cosa
intendono per viaggiare o trasferirsi, chiedendoglielo direttamente. Magari
viaggiare sono 3 giorni al mese per viaggio di lavoro. Saputo questo, Dite la
vostra. Se si, ditelo.

Se continua a essere un no dipende quanto vi interessa il lavoro. Se non


volete rischiare nulla dite di SI, ottenete la migliore offerta che potete e poi
decidete se accettarla ( compreso di viaggi di lavoro e tutto il resto). Non
molto etico, ma se non accettate fate felice qualcun altro dietro di voi quindi la
vostra coscienza rimane pulita. :-)

Se invece vi piace tirare un po la corda, dite che potreste trasferirvi, se


lopportunit quella giusta pi rischioso ma magari avrete unofferta
migliore

13. Vedi che tra gli interessi hai messo X, che buoni libri hai letto
ultimamente?
Come regola generale MAI mentire sul CV. le bugie hanno le gambe corte.
Ancora meno mentire su ste piccolezze. Rimane il fatto che un minimo di
cultura generale bene averla. A meno che state facendo il colloquio per
qualche lavoro in libreria o simili, non dovete essere dei mostri letterari. Di
sicuro non fa male aver letto un paio di libri ( tra quelli recenti e/o pi influenti)
sulla professione che volete fare.

Insieme a cercare annunci e mandare Cv considerate questa parte come


obbligatoria quando volete cambiare lavoro. Fate in modo che questi libri vi
facciano acquistare punti.. Se proprio leggere dei libri di miglioramento
personale ( e qui io vi consiglio di seguire cocooa.com :-) vi fa venire le bolle,
basta citare qualche bestseller recente per passare la domanda a pieni voti.

14. Che interessi hai al di fuori del lavoro ?


Perch sta domanda? Devi essere versatile non un robot. Alcuni potenziali
datori di lavoro potrebbero per essere dubbiosi se le vostre molte attivit
extracurriculari potrebbero interferire con il tuo impegno scolastico MOLTE
attivit extracurriculari sono la pratica di uno sport a livelli agonistici o cose che
impegnano ore al giorno, non vi preoccupate di dire che andate in palestre 3
volte a settimana a fare GAG

Miglior risposta: Cerca di capire quanto e come la cultura aziendale considera


la vostra attivit, e rispondete a tono. Questa domanda ottima anche per
crearti una personalit (cosi pregi e difetti che divevamo). Oppure possono
essere utili per deflettere alcune domande: Se siete giovani, dire che dedicate
del tempo al corsi di parlare in pubblico, oppure siete membri di qualche
associazione pu essere un bel colpo, idem se siete pi avanti con gli anni e
volete suggerire che potete dare ancora la birra a tanti pigri giovani.

15. Dimmi una volta in cui il tuo lavoro ha avuto delle critiche
Trappolozzo: siete riusciti a uscire benissimo dalla domanda Dimmi i punti di
forza e debolezza? e adesso vi viene richiesto, in maniera anche pi
subdola :-)
Non si riesce a schivare dicendo MAI, n ovviamente scavarsi la fossa con le
proprie mani. Non dovete vederla come una domanda troppo cattiva perch se
riuscite a dimostrare che sapete accettare (e superare) le critiche un grosso
+1 per voi!

Come rispondere: Iniziate dicendo che durante la vostra carriera avete


avuto sempre ottimi feedback, ma che ovviamente nessuno perfetto
e che gradite dei commenti che possono migliorare la propria
performance. Quindi fate lesempio di qualche esperienza che avete
fatto a seguito di qualche piccolo errore. Ovviamente quello che avete
imparato supera liniziale impasse.
jobproCTA

16. Quali sono i punti di forza e di debolezza della tua impresa attuale ( ex
capo, management etc)
Come ricordate: rimanere sempre positivi, e se lesaminatore vi pone su un
piatto dargento la possibilit di dire che enorme testa di Capo era il vostro ex-
boss non cadete in tentazione. Allesaminatore non interessa sapere i fatti
vostri e del vostro capo. Interessa sapere per quando siete positivi e leali.
Dimostratelo.

17. Non avere una caratteristica richiesta


Pu darsi che al colloquio vi dicano che la vostra candidatura ha una mancanza
irrimediabile (siete stati fuori dal mercato per troppo tempo, non hai il diploma
x). Ovviamente cannare questa equivale prendere la porta. Fortunatamente
non cos facile sbagliare una risposta del genere. Come sanno i venditori, si
possono inoculare le obiezioni oppure gestirle

Come gestirle:
Siate onesti ad ammettere la mancanza ( non avete nulla da nascondere)
Non scusatevi o cercate di spiegare. Se sapete che questa mancanza non
vitale, fate in modo che anche lesaminatore se ne convinca
Fate vedere, che per quanto importante questa mancanza stata la
molla che ti ha fatto lavorare pi duramente ( o meglio) di tutti e non
ti ha impedito di ottenere i risultati eccellenti, meglio di altri che
quella mancanza non ce lhanno.
Se vi ricordate la domanda 1 e tutte le volte che vi ho raccomandato di capire i
bisogni dellimpresa, questo pu essere un altro momento ottimo per parlarne,

18. Come saresti dover riportare a una donna ( uno pi giovane, un


appartenente a una minoranza)
come non rispondere: credo che siano dei capi bravissimi, ho degli amici che
sono.
come rispondere: Dovete sembrare sinceri. Ovvero :-) Ammiro moltissino una
compagnia che assume e promuove le persone sultanto sui meriti e non potrei
concordare di pi su questa cosa. Il sesso (et, colore) non fanno di sicuro la
differenza. Sono sicuro che chi ha quella posizione se l guadagnato, e devo
dirvi che questo il miglior tipo di ambiente che potrei trovare in una impresa.

19. Sulle informazioni confidenziali


Dilemma: gli dico quello che vuole sapere e risulto poco degno di fiducia,
oppure non gli dico nulla a costo di sembrare poco cooperativo? Pu essere che
ti abbiano chiamato solo per avere informazioni su unazienda concorrente,
oppure per testare la tua resistenza alla pressione.

La regola: Non fate agli altri ci che non volete sia fatto a voi stessi. Se tu fossi
il padrone dellazienda dove lavori adesso, penseresti sia etico dare questa
informazione a un concorrente? Agite di conseguenza.

Come rispondere: Mai vuotare il sacco con dati importanti ma cercare di


negarsi in maniera diplomatica: E mio volere essere il pi aperto possibile con
voi, ma voglio anche che voi capiate il mio desiderio di rispettare le persone
che si fidano di me condividendo informazioni sensibili, esattamente come vuoi
vi fidate di tutte le vostre figure chiave quando parlano con un concorrente.
Ovviamente potete parlare dei vostri successi pi grandi.

Ricordate che tra il desiderio di essere cooperativo e la vostra integrit,


questultima MOLTO MOLTO pi importante, per voi stessi e per lazienda in
cui lavorerete. In pi se date linformazione il vostro valore scende.

20. Sono un po dubbioso per il fatto che Lei non ha tanta esperienza
quanta ne vorremmo.
Una domanda che probabilmente o la va o la spacca: Piacete al selezionatore
ma ha dei dubbi su di voi in qualche area. Rassicuratelo su quella e siete a
posto. La domanda molto simile alla 17. Non avere una caratteristica
richiesta sopra indicata solo che qui non mancano certificati, ma abilit in
qualche area. Se anche voi lavete individuata (e spero di si) allora dovete
preparare la risposta migliore. Quale questa risposta? Sono noioso ma la
domanda 1 ce lo spiega: scopri i bisogni e i desideri dellazienda e siete a
cavallo. A questo punto dove rassicurarlo sullarea debole e spostare il focus
della discussione sul voi come somma di abilit secondo questo schema:

Come gestirla:

Concordate sullimportanza
Spiegate che la vostra forza sul quel punto in particolare maggiore di quanto
pu trasparire dal cv
E che quando questa cosa si unisce alle altre qualifiche li che si crea la
vera forza, molto maggiore della mera somma degli addendi.
Fate breve riassunto delle tue altre abilit e in che modo coprono
esattamente i bisogni aziendali