Sei sulla pagina 1di 7
canale 678

canale 678

canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO canale 286 www.libertasicilia.it
canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO canale 286 www.libertasicilia.it

Quotidiano della Provincia di Siracusa

canale 678 Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia 6 6 Emittente TV VIDEO canale 286 www.libertasicilia.it

Sicilia

6 6
6 6

Emittente TV

VIDEO

canale 286

www.libertasicilia.it Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987 mail: libertasicilia@gmail.com mercoledì 20 luglio 2016 •
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
mail: libertasicilia@gmail.com
mercoledì 20 luglio 2016 • Anno XXiX • n.
171 • Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 • Pubblicità locale: via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 • € 1,00

L’incontro questa mattina alla Commissione Attività Produttive

accorpamenti cciaa le associazioni all’arS

confronto/scontro con l’assessore mariella Lo bello

SOcietà

Fiaip in assise con il presidente nazionale Paolorighi

Presso l’hotel Relax di Siracusa, domani mat- tina si terrà l’importante l’assemblea provinciale Fiaip (Federazione Ita- liana Agenti Immobiliari Professionali) per eleg- gere il nuovo presidente provinciale. All’assem- blea è sarà presente il presidente Nazionale Paolo Righi che relazio-

nerà sull’attività politica

e sindacale della Fiaip.

Nel corso dell’incontro

è stata organizzata una

giornata di studio con l’intervento del Notaio Rossana Spadaro sui temi “Leasing immobi- liare e Rent to buy”.

A

pagina dodici

“Leasing immobi- liare e Rent to buy”. A pagina dodici una recente riunione della commissione Ars.

una recente riunione della commissione Ars.

POLitica

“Ordinanza

differenziata

scriteriata”

“L'ordinanza sulla rac- colta differenziata, pur prevedendo sanzioni, rischia di rimanere.

A pagina tre

vermexiO

Obbligatorio

differenziare

eportaaporta

Emessa ieri sera l'ordinanza che rende obbligatoria la sele- zione differenziata dei rifiuti e introduce la raccolta.

A pagina quattro

Oggi incontro chiarifi- catore a Palermo tra le associazioni di categoria di Siracusa e la Commis- sione Attività Produttive dell'Assemblea Regiona- le Siciliana, alla presenza dell'assessore Mariella Lo Bello. Il confronto, scatu- rito da un incontro tra le associazioni di categoria aretusee e i Deputati Re- gionali nell'ambito della vicenda legata all'accor- pamento della Camera di Commercio di Siracusa con Catania e Ragusa.

A pagina due

carabinieri

attentialla truffa con le banconotefalse

Continua l’attività dei Ca- rabinieri della Compagnia di Augusta nella lotta alla spendita di monete false ed alle truffe. I Carabinieri allertano tutti i cittadini af- finché pongano attenzione.

A pagina cinque

cittadini af - finché pongano attenzione. A pagina cinque capace di servire un’ampia comunità areanuovoospedale,

capace di servire un’ampia comunità

areanuovoospedale,

“Occorrefareuna

sceltabeneoculata”

NuovoospedaleaSiracusa? Si No
NuovoospedaleaSiracusa?
Si
No

Sopra, l’area di contrada Pizzuta individuata nel Prg.

“Giovedì prossimo il Consiglio Comunale dovrà esprime-

re

in merito all’insediamento del nuovo ospedale della città

di

Siracusa, le cui funzioni risponderanno.

A pagina tre

La Polizia di Stato arresta presunto ladro seriale

Gli agenti in servizio alla Squadra Mobile e alle Volanti della Que- stura di Siracusa, nel corso di servizi finaliz- zati al contrasto delle rapine commesse in danno di esercizi com- merciali, hanno arre- stato Roberto Galeota.

A pagina cinque

contrasto delle rapine commesse in danno di esercizi com- merciali, hanno arre- stato Roberto Galeota. A

Focus 2

Focus • 2 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì S tamane incontro chiarificatore a Pa -
Focus • 2 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì S tamane incontro chiarificatore a Pa -

Sicilia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

Focus • 2 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì S tamane incontro chiarificatore a Pa -

Stamane incontro

chiarificatore a Pa- lermo tra le asso- ciazioni di catego-

ria di Siracusa e la

Commissione Attività Produttive dell'As- semblea Regionale Siciliana, alla pre- senza dell'assessore Mariella lo Bello.

Il confronto, scaturito

da un incontro tra le

associazioni di ca- tegoria aretusee e i Deputati Regionali

nell'ambito della vi- cenda legata all'ac- corpamento della Camera di Commer- cio di Siracusa con Catania e Ragusa, giunge a seguito di una richiesta avvia-

ta dalle associazioni

siracusane verso tut-

te le parti sociali inte-

ressate. Tema del confronto la revoca della de- libera di accorpa-

mento tra la Camera

di

Siracusa e quelle

di

Ragusa e Cata-

nia, votata dal Con- siglio Camerale di

Siracusa il 16 giugno del 2016 come con- seguenza del com- portamento irregola-

re e non trasparente

del commissario stra- ordinario Pagliaro,

adesso al vaglio delle autorità competenti, oltre che dell'appro- vazione della nuova legge Madia sul rior- dino delle Camere di Commercio.

In particolare la nuo-

va normativa, per la quale entro ottobre

si

attendono i decre-

ti

attuativi, ha rivo-

luzionato la materia

e prevede tra l'altro l'accorpamento con

Tema del con- fronto la revoca della delibera di accorpamento tra la Camera di Siracusa e quelle di Ragusa e Catania

A fianco, la Camera di Commercio di Siracusa; Sotto, la commissione Ars.

di Commercio di Siracusa; Sotto, la commissione Ars. accorpamenti cciaa le associazioni alla regione Incontrano

accorpamenti cciaa le associazioni alla regione

Incontrano questa mattina la Commissione

Attività Produttive ARS, alla presenza dell'assessore Mariella Lo Bello

ARS, alla presenza dell'assessore Mariella Lo Bello dimensione minima di 75.000 imprese iscritte alla Came -

dimensione minima di 75.000 imprese iscritte alla Came-

ra di Commercio (al

posto del preceden-

te limite di 120.000),

una maggiore atten-

zione ai territori mi- rata al mantenimen-

to dei servizi, nuove

funzioni tra cui la digitalizzazione, po- litiche attive sul lavo-

ro, programmazione ecc. ma soprattutto una rappresentanza equilibrata negli or- gani camerali e cioè, in pratica, nessuna prevalenza di un ter-

ritorio sull’altro oltre

a una sostanziale

modifica sui criteri di elezione, adesso più selettivi e rigorosi. All'incontro parte- ciperà una delega- zione delle seguen- ti associazioni di Siracusa: Confin- dustria, Cna, Sicilia Imprese, Confarti- gianato, Claai, Con- fagricoltura, Cia, Confesercenti, As- soimprese, Confco- operative, Legacoop, Agci, Cisl, uil, ugl, unione Consumato- ri. Per le associazioni firmatarie si tratta di “uno scatto d’orgo-

glio, di cui tutto il ter- ritorio di Siracusa ne va fiero per la ferrea presa di posizione in difesa della digni- tà della provincia di Siracusa e contro chi strumentalizza la vi- cenda collegandola agli assetti che at- tengono l’aeroporto di Catania. No deciso anche alla revoca del commis- sariamento, “un atto che va contro la deci- sione votata dai rap- presentanti delle as- sociazioni che, fino a prova contraria, sono

gli unici soggetti le-

gittimati ad esprime- re la volontà del ter- ritorio per conto delle imprese e che pro- pongono di fermare questo procedimen- to, per riavviarlo rapi- damente con nuove regole, che saranno dettate dall’ormai prossimo decreto at- tuativo della riforma Madia sulla riforma della Pubblica Ammi- nistrazione”.

Per sostenere la competitività delle imprese sul mercato nazionale ed estero

Filiera del made in italy, 200 aziende siciliane pronte per la certificazione

Presentati i risultati del progetto promosso da Unioncamere Sicilia

Oltre duecento aziende siciliane hanno

partecipato ai seminari formativi sulla nuova norma Iso e adesso sono pronte

ad

ne

to

la

Italy”, promosso da unioncamere Sicilia e presentato ieri presso la Camera di Com-

mercio di Palermo. l’obiettivo dell’iniziati-

va è quello di promuovere le eccellenze

del Made in Italy e di sostenere la com- petitività delle imprese attraverso la loro valorizzazione sui mercati nazionali e in- ternazionali. A tale scopo è stato organiz- zato un road show che ha fatto tappa in tutte le province al fine di presentare alle imprese e agli addetti al lavori tutte le op- portunità offerte dagli Schemi di qualifica-

avviare il percorso verso la certificazio-

di qualità. È questo il risultato raggiun-

con il progetto “Servizio per la qualità e

qualificazione delle filiere del Made in

zione messi a punto per le filiere economi- che individuate sul territorio (meccanica, bioedilizia, nautica, moda, tessile e, per il settore agroalimentare, lo schema Green care) e illustrare i vantaggi derivanti dalla

loro applicazione sia in termini di migliora- mento delle performance che come leve

di competitività e marketing. Gli Schemi di

qualificazione, infatti, rappresentano per

le imprese degli strumenti di facile e im-

mediata applicazione per differenziarsi sul mercato e valorizzare le competenze pro-

fessionali, l’innovazione, la sostenibilità e l’origine dei prodotti realizzati. «l’insieme degli schemi di qualificazione che il sistema camerale ha attivato a livel-

lo nazionale e locale – ha detto il segreta-

rio generale di unioncamere Sicilia, Santa Vaccaro - rappresenta uno strumento per

Sicilia, Santa Vaccaro - rappresenta uno strumento per la qualificazione dei comparti economici e un’opportunità

la qualificazione dei comparti economici

e un’opportunità per le Camere di Com-

mercio di fornire servizi e assistenza alle imprese del territorio. Questi strumenti, infatti, offrono alle im- prese maggiore visibilità nelle operazioni commerciali, facilitando la partecipazione

a percorsi promozionali in Italia e all’estero e il migliore posizionamento di immagine e profilo aziendale. È stato anche creato un registro delle imprese che conseguiranno

la certificazione ed è finalizzato alla valo-

rizzazione delle filiere».

BOrSEllINO

Lumia(Pd),

rimarginareferita

ancoraapertafacendo

veritàegiustizia

20 luGlIo 2016, MeRColeDì

veritàegiustizia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 3 • SiracusaCity “B isogna rimarginare la
veritàegiustizia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 3 • SiracusaCity “B isogna rimarginare la

Sicilia 3 SiracusaCity

luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 3 • SiracusaCity “B isogna rimarginare la ferita anco- emanuela loi,

“Bisogna rimarginare la ferita anco-

emanuela loi, Vincenzo li Muli, Wal-

giudiziari, conosciamo soprattutto

ra

aperta della strage di via D’Amelio

ter Cosina, Claudio Traina uccisi da

i buchi neri su cui bisogna ancora

e

delle altre stragi di mafia facendo

Cosa nostra a Palermo il 19 luglio del

1992.

lavorare per svelare le diverse veri-

giustizia. lo Stato non deve ave-

tà: quella giudiziaria, quella storica,

re paura, anche se questo significa svelare fatti terribili e drammatici”. lo dice il senatore del Pd Giuseppe lu- mia, componente della Commissione parlamentare antimafia, ricordando il giudice Paolo Borsellino e gli agen- ti della scorta Agostino Catalano,

“Decine di processi – aggiunge – non sono stati ancora in grado di fare piena luce sul sistema di collusioni e sulle diverse trattative che in mezzo alle stragi hanno fatto capolino. Mol- te cose le conosciamo. Conosciamo gli errori fatti in alcuni accertamenti

quella delle collusioni con la politica, quella relativa alle responsabilità isti- tuzionali”. “Sono queste – conclude lumia – le piste da battere per andare fino in fondo e rendere così giustizia a chi ha perso la vita nella lotta alle mafie”.

giustizia a chi ha perso la vita nella lotta alle mafie”. areanuovoospedale “Occorreunasceltaoculata” “Si avvii

areanuovoospedale

“Occorreunasceltaoculata”

“Si avvii un dibattito per scegliere l’area meglio rispondente alle finalità che la nuova struttura dovrà assolvere per i prossimi decenni”

“Giovedì prossimo

il Consiglio Comuna-

le dovrà esprimere in

merito all’insediamen-

to del nuovo ospedale

della città di Siracusa – le cui funzioni rispon- deranno ad un fabbi- sogno ospedaliero di un Distretto sanitario cui afferiranno diversi Comuni” argomenta così il movimento po- litico «Siracusa verso Sinistra Italiana» in vista della prossima deliberazione, ed ha valutato le diverse opzioni presenti nel dibattito pubblico e che recentemente sono state oggetto di una valutazione della Commissione urba- nistica. “Di fronte a quella che si annuncia come una delle più importanti opere pub- bliche del nostro terri- torio, per valore della spesa (tra 120-140 milioni di euro), per il carattere dirompente che la scelta dell’area non potrà che avere sulle dinamiche urba- nistiche della città e

per il profilo strategico

di una struttura socio-

sanitaria, finalizzata ad una funzionalità strategica di diversi decenni, a nostro av- viso, il confronto sin qui svolto non può at- testarsi o posizionarsi sulla frettolosità dema- gogica, carsicamente sollecitata da qualche esponente politico (“si faccia presto altrimenti perdiamo i soldi”; “si faccia presto, prima che il finanziamento, già disponibile, venga ritirato”), considerato che, allo stato degli atti, del decreto che

stanzia la somma –

iscritta in un provvedi- mento statale certo e che attende il decreto

attuativo –, non esi- ste al momento una disponibilità imme- diata, mentre appare evidente che occorre al più presto affina-

re e approfondire gli

elementi conoscitivi di tipo tecnico-funzionali

– sia socio-sanitarie

sia di tipo strutturale- urbanistico per l’allo- cazione di un’ampia struttura ospedaliera che rivestirà il ruolo

di presidio ospedalie-

ro-sanitario davvero

strategico per quali-

tà di cura e strutture

Nuovo ospedale a Siracusa? Si No
Nuovo ospedale a Siracusa?
Si
No

Nelle foto, l’area di contrada Pizzuta individuata per il nuovo ospedale

specialistiche inno- vative e significative

per l’intera provincia. Anche perché le so- luzioni avanzate nella

delibera e negli attuali

orientamenti hanno un respiro corto e sono datate a scelte urba- nistiche di venticinque anni fa, a soluzioni impercorribili (Panta-

nelli: problemi idroge- ologici; area Tremilia:

assenza d’infrastrut- ture; mentre l’area ex oNP, pur essendo la scelta maggiormente

convincente, tuttavia come le altre non sod- disfa le esigenze di

una struttura sanitaria

di finalità sovracomu-

nale, capace di servire i bisogni di un’ampia comunità per il pros- simo cinquantennio). Pertanto, «Siracusa verso Sinistra Italia- na» propone che nel prossimo Consiglio Comunale, previsto per giovedì prossimo, non si deliberi affatto una scelta definitiva e vincolante, semmai

si avvii un primo di-

battito che consenta

al Sindaco, al Consi-

glio Comunale, alla Direzione ASP (con la partecipazione ampia

dei dirigenti e Primari ospedalieri) di indire,

tra fine luglio e primi di

settembre, una “Con- ferenza dei servizi, che consenta di acqui- sire elementi di cono- scenza e valutazione tecnico-funzionale che permettano di sce- gliere l’area meglio ri- spondente alle finalità che il Nuovo ospedale dovrà assolvere per i prossimi decenni”.

rifiuti in città: “Ordinanza differenziata scriteriata”

“L'ordinanza sulla

raccolta differenzia- ta, pur prevedendo sanzioni, rischia di rimanere larga- mente disapplica- ta, com'è avvenuto per altre ordinanze precedenti, come

il divieto di gettare

cicche di sigaretta

a terra o il divieto di

bivacchi sui gradini del Duomo, tanto per citarne alcu- ne di ampiamente

sfortunate” lo affer- ma Salvo Sorbello, consigliere comu- nale di Progetto Siracusa e Carmen Perricone, coordi- natrice comunale. “Perché di differen- ziata non basta par- larne, né prevedere sanzioni, se poi non

si mettono i cittadi-

ni nella condizione

di adempiere ad un

dovere civico, qual

ni nella condizione di adempiere ad un dovere civico, qual Sopra, cassonetti della differenziata stracolmi di

Sopra, cassonetti della differenziata stracolmi di rifiuti.

è, indubbiamente, quello del corretto conferimento dei rifiuti. “A cosa serve fare

la voce grossa se poi i cassonetti de-

dicati alla differen- ziata sono pochi,

insufficienti e mal distribuiti tra la cit- tà e le periferie? Se le isole ecologiche sono poche e non per tutti facilmente raggiungibili? “Ricordiamo che la gestione dei rifiuti,

per cui a Siracusa si paga esosissima tassa, è servizio indispensabile non solo in una logica di decoro urbano ma per la salute stessa dei cittadini. Il malfunzionamen-

to di questi giorni e' diventato carenza igienico - sanitaria con ricadute nega- tive sull'ambiente e l'aria che respiria- mo”. “Per il bene della città auspichiamo

- conclude Salvo

Sorbello e Carmen Perricone - che quella dell'ordinan-

za sic et simpliciter sulla differenziata sia la soluzione, la panacea che aiuti a risolvere ad a usci- re dall'emergenza rifiuti, finalmente, dopo il fiume di denaro pubblico speso inutilmen- te in questi anni,

e non piuttosto il

vaso di Pandora, che mostri i limi-

ti e l'incapacità di

un'amministrazio-

ne sprovveduta e pasticciona”.

SiracusaCity 4

SiracusaCity • 4 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì rifiuti,firmatal’ordinanza:obbligo

Sicilia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

SiracusaCity • 4 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì rifiuti,firmatal’ordinanza:obbligo

rifiuti,firmatal’ordinanza:obbligo

differenziareeportaaporta

Le nuove misure sono state prese sulla scorta dell'ordinanza del presidente della Regione, emessa venerdì scorso

Emessa ieri sera l'or- dinanza che rende ob- bligatoria la selezione

differenziata dei rifiuti e introduce la raccolta porta a porta di carta e cartone come risposta all'emergenza determi- nata dalla riduzione del quantitativo concesso per il conferimento in discarica. le nuove mi- sure sono state prese sulla scorta dell'ordi- nanza del presidente della Regione, emessa venerdì scorso, che as- segna ai sindaci poteri straordinari proprio per

far fronte alla situazio-

ne eccezionale che si è venuta a creare. Il provvedimento, redat- to dal settore Ambien- te retto dall'assessore Pierpaolo Coppa e dal dirigente Vincenzo Mi- gliore, rispecchia le anticipazioni dei giorni scorsi: servizio porta a porta per carta e car- tone, la frazione più pesante tra quelle diffe- renziabili, divieto di ab- bandonare i sacchetti fuori dai cassonetti e di depositare nei conte-

nitori stradali gli sfalci

di potature, che van-

no portati ai centri di raccolta. Nei prossimi giorni una campagna

di sensibilizzazione su

come smaltire corret-

tamente i rifiuti per poi potenziare le squadre

di polizia municipale

per colpire i trasgres- sori.

A queste misure nei

prossimi giorni si ag- giungerà quella che introdurrà gli sconti sulla Tari a quanti por-

teranno i rifiuti differen- ziabili e ingombranti direttamente ai centri comunali di raccolta di via Elorina e contrada Targia, che saranno attrezzati con bilance e sistemi di registrazione dei quantitativi confe-

riti da ciascun utente.

l'obiettivo è di riusci- re ad avvicinarsi alle

170 tonnellate di rifiuto giornaliere da portare alla discarica di Coda Volpe concesse dalla Regione al Comune. “Sono misure – affer- ma il primo cittadino Garozzo – che possia-

mo introdurre solo gra-

zie al poteri straordina-

ri assegnati a sindaci.

La città è chiamata a

rispondere a una situa- zione di emergenza e

per questo chiedo un impegno corale degno della nostra comunità.

la situazione ci obbliga

degno della nostra comunità. la situazione ci obbliga il servizio raccolta rifiuti porta a porta. ad

il servizio raccolta rifiuti porta a porta.

ad adottare ogni inizia- tiva che elimini i disagi già creati e scongiu- rare quelli prossimi. Già nel 2014 avevamo adottato tutti gli atti per l’avvio del nuovo ser- vizio. In attesa che la commissione nomina- ta dall’urega chiuda la gara per la gestione dei rifiuti urbani, ser- ve il massimo sforzo dell’Amministrazione e dei cittadini per rispon- dere all’emergenza de- gli ultimi 10 giorni. “Ho disposto con or- dinanza – prosegue il sindaco Garozzo – l’obbligo immediato di

effettuare la differen- ziata. l'altra scommes- sa è di approfittare di questo momento ecce- zionale per accelerare l’installazione del siste- ma di pesatura della

differenziata al fine di

consentire le riduzione della Tari ai cittadini che conferiranno nei i centri di raccolta. Pur- troppo il periodo estivo non ci sta aiutando nel reperimento delle at- trezzature.

“È stato istituito – con- clude il sindaco Garoz- zo – il servizio porta a porta per carta e carto- ne nel centro urbano,

le periferie e Belvedere

e nei prossimi giorni verranno comunicati i

calendari di raccolta. Nelle contrade marine

e di campagna il con-

ferimento della carta e del cartone potrà esse- re effettuato nei casso- netti stradali che saran- no aumentati. Rimane immutato il sistema di conferimento e di rac- colta a Cassibile, già servita dal porta a por- ta, e a ortigia”.

Sedutaapertaconsiglio comunale di Siracusa sull’emergenzarifiuti,

vinciullo:avevo3impegni

“Sulla seduta aperta del Consiglio Comuna-

le

di

deputazione regionale e nei miei confron- ti per l’assenza. lo comunica l’on. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bi- lancio e Programmazione’ all’ARS Premesso che contemporaneamente vi erano altre 3 riunioni, una al Genio Civile e una alla ex Provincia, dove sono stato presente, ed una alla sala stampa del Comune di Siracusa, tuttavia, il modo come era stata formulata la richiesta della presenza dei Deputati rendeva inopportuna, se non addirittura offensiva, la ri- chiesta stessa. I Consiglieri Comunali firmatari chiedevano ai Deputati regionali di “riferire” su fatti e vicende che riguardano l’amministrazio- ne attiva del territorio, sulla quale i Deputati non hanno alcuna competenza. Chiedevano altresì di riferire al Consiglio Co- munale sulla volontà di riaprire discariche di- smesse, ma io, che sono il Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’, posso riferire solo al Parlamento e comunque non sulla possibilità di aprire discariche di- smesse in via emergenziale. Se la domanda fosse stata posta nei modi e nelle forme che regolano i leali rapporti fra le Istituzioni, ha proseguito l’on. Vinciullo, mi sa- rei sforzato di trovare anche il modo di passare

di Siracusa sull’emergenza rifiuti si è detto

tutto e di più sulle presenze/assenza della

dal Comune, dopo che ero stato al Genio Civi-

le a trattare l’argomento Canale Galermi, che

vede centinaia di agricoltori con i propri raccolti distrutti per mancanza d’acqua, e poi alla ex Provincia, dove 600 persone sono senza sti- pendio da alcuni mesi.

Non ho gradito la polemica anche perché non ero a mare ma a lavoro e di conseguenza, ha concluso l’on. Vinciullo, prima di fare facili critiche, si informino, usino i modi e le forme corrette di convocare i consigli comunali, non assumano atteggiamenti da Masaniello in as- senza di chi come me era al lavoro presso altri enti e quindi non poteva giustificare la propria assenza se non attraverso una lettera che ho inviato al Presidente del Consiglio Comunale

di Siracusa”.

“non alla svendita di Poste italiane” sit in davanti alle nove Prefetture

"Non alla svendita di Poste ita- liane". Questo lo slogan della ma- nifestazione regionale organizza-

ta dai sindacati di categoria e che

si

è sviluppata con una serie di

sit

in davanti alle nove Prefetture

siciliane. “Anche a Siracusa i Po- stali hanno manifestato sotto la Prefettura, in piazza Archimede.

Al centro della protesta il rischio

di privatizzazione di un'azienda

che resta "patrimonio dell'intero paese".

“I segretari provinciali di Slc Cgil,

Slp Cisl e Confsal Com, Alessan- dro Plumeri, eugenio elefante e Diego Incastrone, accompagna-

ti

dai segretari generali di Cgil

e

Cisl, Paolo Zappulla e Paolo

Sanzaro, hanno sostato per due

ore con i lavoratori arrivati da tut-

ta la provincia.

“Al termine la delegazione ha consegnato un documento al pre- fetto Armando Gradone. un do- cumento che ripercorre le criticità sorte nell'ultimo periodo, come ad esempio il progetto di consegna

periodo, come ad esempio il progetto di consegna il sit in di lunedì in Prefettura. a

il sit in di lunedì in Prefettura.

a giorni alterni che ha causato non pochi problemi, e la denun- cia contro una privatizzazione che mette a rischio ben 140 mila posti di lavoro.

Scuolaviadeimergulensi:“troia dimostra di non avere chiaro il quadro”

“Non intendiamo utilizzare al- cun aggettivo qualificativo nel replicare all’Assessore Troia sulla scuola di via dei Mergulen- si, in quanto sono i fatti che par- lano e non le parole. lo dichia- rano l’on. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS ed i Consiglieri Comu- nali Salvatore Castagnino e Fa- bio Alota. la invito solo a verificare ulte- riormente, scoprirà che la sche- da che ha allegato presenta nu- merose lacune perché i dati di gestione degli interventi li deve possedere l’Assessore e non gli uffici:

1) Il primo intervento di cui l’As- sessore parla è riconducibile al lontanissimo 2005 ed è sta- to concluso prima del 2008 e riguardava i lavori di adegua- mento alle norme di sicurezza e antincendio comprensivo di ascensore e quant’altro. 2) Il secondo intervento, non

citato nella scheda, riguarda i lavori per un progetto di manu- tenzione straordinaria dell’ala est dell’ultimo piano del 2011. 3) Circa il finanziamento di 349.912,57 euro, gestito di- rettamente dalla scuola, è un finanziamento ottenuto l’8 ago- sto del 2011. 4) Il finanziamento di 328 mila euro è stato ottenuto, su mia richiesta, nel 2012. 5) Circa il finanziamento di 731.000 euro, anche in quel caso è una delibera CIPe del

79/2012.

Tutto ciò per dire, hanno con- cluso Vinciullo, Castagnino e Alota, che i finanziamenti sono 5 e non 4, che queste somme sono nelle casse del Comune, alcune da 5 anni altre da 4 anni e che, senza spirito di polemi- ca ovviamente, le condizioni interne ed esterne dagli infissi a quant’altro sono quelle delle foto che si allegano, dopodiché saranno i cittadini a giudicare.

20 luGlIo 2016, MeRColeDì

i cittadini a giudicare. 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 5 • SiracusaCity La decisione di
i cittadini a giudicare. 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 5 • SiracusaCity La decisione di

Sicilia 5 SiracusaCity

La decisione di lunedì del Tribunale di Palermo

regione,legittimoreintegro

dell’on.GiuseppeSorbello

La prima sezione ha stabilito la piena legittimità del provvedimento dell’Ars del 23 dicembre 2015

Pippo Sorbello ex sindaco di Melilli è stato reintegrato nelle funzioni di deputato regionale, in ragione del- la sentenza della Suprema Corte di Cassazione del 21 Dicembre 2015 di annullamento senza rinvio, per inter- venuta prescrizione del reato di abu- so d'ufficio, per cui fu sottoposto alla sospensione dalla carica secondo la "legge Severino". Il tribunale civile di Palermo - I sezio- ne, in esito al ricorso elettorale avvia- to da edgardo Bandiera quale primo dei non eletti e deputato supplente, ha stabilito la piena legittimità del provvedimento dell'Ars del 23 dicem- bre 2015. Infatti, l'Assemblea Regionale Sicilia- na applicando quanto disposto dalla legge Severino, disponeva il reintegro nelle funzioni istituzionali di Sorbello, in quanto la sentenza della Cassa- zione Penale faceva venire meno il presupposto logico-giuridico (rappre- sentato dalle sentenze penali di con- danna in primo grado e in appello) che consentivano l'erogazione della misura inibitoria del diritto di eletto- rato passivo. Il collegio giudicante ha, quindi, accertato e dichiarato che edgardo Bandiera non ha alcun dirit- to a svolgere le funzioni di deputato supplente, proprio in virtù del corretto

di deputato supplente, proprio in virtù del corretto In foto, Sala d’ercole. reinsediamento del legittimo

In foto, Sala d’ercole.

reinsediamento del legittimo titolare avvenuto nel dicembre scorso. "Con questa ordinanza decisoria si mette la parola fine a una pagi- na controversa della storia politica siracusana e regionale - afferma Da- niel Amato, legale di Sorbello -, che ha visto in questi ultimi anni un sus- seguirsi di sospensioni e reintegri, ri- consegnando definitivamente il ruolo e l'esercizio delle prerogative istituzio- nali a chi è stato democraticamente eletto dai cittadini. Io e il mio assistito siamo soddisfatti del risultato raggiun- to in quanto abbiamo sempre confida- to nella magistratura e nella tutela del diritto costituzionalmente garantito di elettorato passivo”.

In manette Roberto Galeota, 49 anni, siracusano, poiché colto nella flagranza del reato di tentata rapina

La Polizia di Stato arresta presunto ladro seriale

Gli agenti in servizio alla Squadra Mobile e alle Volanti della Questura di Siracusa, nel corso di servizi finaliz-

zati al contrasto delle rapine commesse in danno di eser- cizi commerciali, hanno ar- restato Roberto Galeota, 49 anni, siracusano, poiché col-

to nella flagranza del reato di

tentata rapina. In particolare, gli agenti transitando in via elorina, notavano un sogget-

a bordo di uno scooter mo-

dello Honda “Chiocciola” che appariva simile al malvivente ripreso da alcuni sistemi di videosorveglianza mentre rapinava alcune tabaccherie ed edicole nel capoluogo, asportando denaro e biglietti “gratta e vinci”.

soggetto, poi identificato in

Roberto Galeota, bloccato e sottoposto a controllo, este- so anche al veicolo, veniva trovato in possesso di una pistola giocattolo modello 92F, priva di tappo rosso, simile a quella in dotazione alle forze dell’ordine, di un biglietto “gratta e vinci”, non-

ché di alcuni indumenti utili

a cambiarsi rapidamente. la

Il

to

successiva perquisizione ef- fettuata presso l’abitazione dell’arrestato ha permesso

rivenire e sequestrare nu-

merosi biglietti “gratta e vin- ci”, presumibile provento di reato. Sono in corso indagini

fine di accertare il coinvol-

di

al

gimento del Galeota negli episodi di rapina commessi

- di al gimento del Galeota negli episodi di rapina commessi roberto galeota. nei giorni scorsi

roberto galeota.

nei giorni scorsi in questo centro. Al termine delle for-

malità di rito, il Galeota è stato tradotto presso la casa circondariale di Siracusa Cavadonna. Agenti della Polizia di Sta- to, in servizio alle Volanti della Questura di Siracusa, hanno denunciato J.M.A. 32 anni, marocchino e F.D. 36 anni, siracusano, sottopo- sti agli arresti domiciliari ed

assenti al controllo e M.C.A. 20enne, siracusano, sotto- posto all’obbligo di dimora ed assente al controllo.

A Pachino gli agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato hanno de- nunciato un uomo C.M. 41

anni, residente a Pachino per il reato di molestie tele- foniche.

ArrestatidaiCarabinieriBrunieVaccarella

Devonoespiare1anno

e 2 mesi di reclusione

Nel corso del fine settimana appena tra- scorso, ad Avola, i militari delle Stazioni Carabinieri di Avola e Canicattini Bagni hanno tratto in arresto in ottemperanza ad ordine di esecuzione per la carcerazio- ne emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa Domenico Bruni, 29 anni, e Corrado Vaccarella, 34 anni, en- trambi già noti alle forze dell’ordine per i loro precedenti di polizia. Nello specifico, nel giugno 2012, i due uomini erano stati arrestato dai Carabinieri in flagranza del reato di rapina ai danni di un’anziana don- na di Canicattini Bagni: nel caso di specie i due si erano introdotti nell’abitazione del- la donna e, dopo averla immobilizzata, si erano fatti consegnare il denaro contante che la stessa custodiva in casa per poi darsi alla fuga venendo bloccati dai Cara- binieri prontamente intervenuti sul posto. Al termine del relativo iter processua- le, detraendo i periodi di detenzione già espiati, Domenico Bruni e Corrado Vac- carella devono ancora scontare la pena detentiva residua di 1 anno e 2 mesi di reclusione oltre al pagamento di 1.000 euro di multa. Espletate le formalità di rito, gli arrestati sono stati associati presso la casa circon- dariale “Cavadonna” di Siracusa a dispo- sizione dell’autorità giudiziaria.

L’appello è stato lanciato dai Carabinieri

augusta, attenzionealla truffa con le banconote false

Continua l’attività dei Carabinieri della Compagnia di Augusta nella lotta alla spendita di monete false ed

alle truffe. I Carabinieri allertano tutti i cittadini affinché pongano attenzione al fenomeno in questione soprat- tutto su banconote del taglio di cento euro che sono più facilmente falsificabili e destano minori sospetti da parte di chi le riceve. In particolar modo si raccomanda, specialmente le persone anziane, di porre attenzione alle truffe i cui tentativi negli ultimi tempi sono aumen- tati in maniera esponenziale. le raccomandazioni sono sempre le stesse ossia di non fidarsi di persone che si presentano in abiti civili quali Forze dell’ordine o impie- gati di società di servizi come quelle elettriche, del gas

o

telefoniche o uomini con fare gentile. Quindi evitare

di

rimanere da soli con loro e cercate quantomeno di

accoglierli solo qualora vi fosse la possibilità di farsi as- sistere almeno da un vicino o da una persona di fiducia allertando, in caso di sospetti, il numero di emergen- za il “112” richiedendo l’intervento delle Forze dell’or- dine. l’attuazione di questi consigli, specialmente tra persone anziane, può evitare la commissione di questi particolari e spiacevoli reati permettendo di assicurare alla giustizia i malfattori. I Carabinieri invitano tutta la cittadinanza a contattare le forze di polizia in qualsia-

si

situazione di dubbia interpretazione, anche solo per

le

indicazioni del caso. Alcune tipologie di reati, nello

specifico le truffe, possono essere evitate con la co- noscenza delle modalità di azione criminali esistenti sul territorio, per queste ragioni l’Arma dei Carabinieri esorta i concittadini di Augusta a seguire le indicazioni fornite oltre che a far riferimento costantemente ai pro- pri presidi capillarmente collocati sul territorio.

La Corte ha disposto il confronto tra il collegio peritale

Delitticassibile,scontro fra periti suuna cartuccia

Delitti a Cassibile, è scontro fra periti al pro- cesso che si sta celebrando dinanzi alla Cor-

te

d’Assise d’Appello a Catania nei confronti

di

Giuseppe Raeli, il giardiniere in pensione

di

Cassibile di 74 anni che si trova in carcere

dal 29 novembre 2012 e sul cui capo pende una condanna alla pena dell’ergastolo inflitta dai giudici di primo grado che lo hanno ricono- sciuto colpevole di cinque omicidi e tre tentati

omicidi consumati tra il 1998 ed il 2009 attribuiti

ad un presunto killer seriale. la Corte, dinanzi

alla quale il processo è ripreso ieri mattina, ha

disposto il confronto tra il collegio peritale dalla stessa nominato, composto da Emilio Galeaz-

zi, Carlo Rossitto e Armando Scalzone, ed il

consulente della difesa, Giuseppe Di Forti, a

chiarimento di tutte le circostanze emerse dalle rispettive consulenze. la decisione di procede-

re al confronto è stata presa dai giudi- ci dopo

avere ascoltato in aula il consulente Di Forti il quale, deponendo ieri per quasi cinque ore, ha confutato tutte le conclusioni tracciate dal

collegio perita- le sulle armi, sui bossoli, sulle impronte, sui reperti e sulla comparazione degli stessi. Di fatto il consulente degli avvocati Gui- do Ziccone, Giambattista Rizza, Stefano Ra- metta, difensori di Giuseppe Raeli, ha ribadito che all’esito della «superperizia», depositata a fine giugno dai tre consulenti, non vi sarebbe

al-

cuna prova dell’esistenza di un collegamen-

to

tra il reperto sequestrato dentro un baratto-

lo

nel garage di Raeli l’1 aprile 2009, cioè la

cartuccia marca Winchester di colore rosso, e i delitti e gli attentati contestati all’imputato.

Nel Siracusano 6

Nel Siracusano • 6 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Tempi lunghi, anzi intermi- nabili, per

Sicilia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

Siracusano • 6 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Tempi lunghi, anzi intermi- nabili, per il
Siracusano • 6 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Tempi lunghi, anzi intermi- nabili, per il

Tempi lunghi, anzi intermi-

nabili, per il povero Teatro

Comunale

Siracusa tra- sformato dalla burocrazia in una macchina mangiasoldi

di

Teatro Comunale

il teatro della vergogna chiuso da sessant’anni!

La città delle incom- piute, la città che ha avuto l’ardire di pro-

porre la sua candidatu-

ra a capitale della cul-

tura per il 2019, titolo poi meritamente asse- gnato a Matera, a volte

si mette allo specchio e

s’interroga sul suo de-

stino di città bella come poche, ma talmente male amministrata da finire con sempre mag- gior frequenza nelle trasmissioni televisive

di denuncia. Il record

delle chiamate in cau-

sa lo detiene per via

del Teatro Comunale. Chiuso dal 1957 per infiltrazioni di acqua piovana, dopo quasi

sessant’anni di lavori,

di interruzioni, di ade-

guamenti delle spese deliberate ai maggiori costi della manodopera

e dei materiali, non ac-

cenna ancora a riaprire

i battenti. L’ultimo de-

gli impedimenti pare che sia rappresentato dall’impianto antincen-

dio giudicato non anco- ra a norma dall’apposi- ta commissione.

E se non ci fosse da

ridere, ci sarebbe si- curamente da piangere perché nel frattempo teatri come il Petruz- zelli di Bari e il La Fenice di Venezia, di- strutti da altrettanti incendi, sono stati ri- messi in sesto in men che non si dica. Tempi

Chiuso dal 1957 per infiltrazioni di acqua piovana non accenna ancora a riaprire i battenti

lunghi, anzi intermina-

bili, invece, per il pove-

ro

Teatro Comunale

di

Siracusa trasformato

dalla burocrazia in una macchina mangiasoldi. Difficile dire cosa ab- bia perduto in tutti que-

sti anni la nostra città,

tadina, in un clima da “Belle èpoque”, fatto

di “Grand soirèe”, di

opere liriche rappre- sentate da prestigiose compagnie teatrali, da splendide signore e da

aitanti cavalieri in ele- ganti abiti da sera

che si attenuano fino a spegnersi e l’inizio per

il Teatro di un calvario

fatto di ricerca affanno-

se

si considera ciò che

che arrivavano a teatro

può rappresentare un

o

in macchine d’epoca

teatro funzionante in

o

incarrozza per af-

termini di cultura e di spettacolo. Le memorie

follare i palchi e negli intervalli il foyer. Poi

storiche lo descrivono

la

seconda guerra mon-

al

centro della vita cit-

diale, le luci del varietà

ma dell’inaugurazione neanche l’ombra. Infi-

ne l’anno scorso, quan-

do

sembrava finalmen-

te

fatta, ecco la tegola

dell’impianto elettrico che per un teatro è un elemento di vitale im-

sa

di fondi, di finanzia-

portanza. Cosa ci resta

menti che arrivano e in

della lunghissima atte-

un

battibaleno scompa-

sa?

Al momento solo il

iono, inghiottiti da una

secolo scorso ci dissero

contentino delle visite

sorta di Pozzo di San Patrizio. Alla fine del

guidate, volute dal vice sindaco, Francesco Ita- lia, ed annunciate con

che ormai era questione

un

trionfalismo degno

di

mesi per l’inaugura-

di

miglior causa. La

zione del Teatro rimes-

vergogna può libera-

so a nuovo. D’allora sono passati sedici anni

mente continuare! Armando Galea

Questa mattina alle

10.30, alla sala ret-

tangolare del coro di notte del monaste- ro dei Benedettini a Catania, si terrà la

conferenza stampa di presentazione della

sedicesima edizione del Festival Interna- zionale del Cinema

di Frontiera di Marza-

memi. L’evento cul-

turale, organizzato dal Centro commerciale

naturale “Marzame- mi” con il cinecircolo Cinefrontiera e soste- nuto dall’assessorato regionale al Turismo, dal Comune di Pachi- no e dalla Banca di Credito Cooperativo

di Pachino, si terrà nel

borgo marinaro dal 25 al 31 luglio. Alla

Alle10,30nellasalarettangolaredel corodi nottedel monasterodei Benedettini

cinema di Frontiera, conferenza di presentazione xvi edizione domani all’Università di catania

xvi edizione domani all’Università di catania conferenza stampa di domani parteciperan - no: Giancarlo

conferenza stampa di domani parteciperan-

no:

Giancarlo Magna-

no

San Lio, direttore

del Dipartimento di

Scienze umanistiche

di Catania, Nello Cor-

reale, ideatore e diret-

tore artistico del Festi-

val Internazionale del

Cinema di Frontiera di Marzamemi, Sebastia- no Gesù, vicedirettore del Festival, Roberto Bruno, sindaco di Pa- chino e Gisella Calì,

assessore alla Cultura

e al Turismo del Co- mune di Pachino.

crisciranni, il 18 luglio concluso il Grest “Sottosopra”

Allegria, colori, di- vertimento e tanto

altro hanno caratteriz- zato queste settimane

di Grest “Sottosopra”

a Crisci Ranni. Da

Lunedi 20 Giugno

al 18 Luglio si sono

susseguite settimane

di gioia per i ragazzi

del quartiere Vignaz- za e non solo. Gio- chi, balli, laboratori manuali, Olimpiadi,

sfilate per il quartie- re, queste sono alcu-

ne delle attività che si sono svolte presso il

Cantiere educativo di via Fontana a Modi- ca. Oltre 150 ragazzi

e 60 animatori hanno

realizzato tutto ciò. La

manifestazione estiva

è

stata inaugurata con

la

visita alle Porte san-

te

della Misericordia

e

ha visto il suo mo-

mento centrale nell’i- naugurazione delle Olimpiadi. Per questa occasione le 4 squa- dre dei ragazzi hanno rappresentato i conti-

nenti preparando una

coloratissima sfilata al termine della quale è stata letta la promessa degli sportivi. La giornata conclusi-

va si è svolta lunedì 18

Luglio con l’estrazio-

ne dei numeri vincenti

della Lotteria di Crisci ranni e la seratina fi- nale del Grest. Gradi-

ta è stata la visita del

Sindaco Ignazio Ab-

bate e degli assessori Linguanti e Lorefice che hanno consegnato

ai ragazzi il campetto

recentemente restau- rato.

Le attività a Crisci Ranni non si fermano, nei prossimi giorni

saranno svolte attivi-

tà per gli adolescenti

che hanno dato il loro contributo come ani- matori e il recupero scolastico che ripren-

derà per i ragazzi del-

le scuole elementari e

medie.

20 luGlIo 2016, MeRColeDì

scuole elementari e medie. 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 7 • Nel Siracusano UnaSpaallaguidadellarete
scuole elementari e medie. 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 7 • Nel Siracusano UnaSpaallaguidadellarete

Sicilia 7 Nel Siracusano

2016, MeRColeDì • Sicilia 7 • Nel Siracusano UnaSpaallaguidadellarete autostradaledellaSicilia U na

UnaSpaallaguidadellarete

autostradaledellaSicilia

U na significativa scelta manageriale finalizzata ad una gestione efficiente e agile per gover- nare l’intera rete delle autostrade in Sicilia con inter-

venti veloci, una

spesa programma- ta ed investimenti adeguati.

Questo in sintesi il piano di lavo- ro del Presidente del CAS Rosario Faraci: un nuovo soggetto in sostitu- zione dell’attuale struttura pubblica preposta alla Mes- sina-Palermo, alla Messina-Catania ed alla Siracusa-

Gela che dovrebbe assorbire anche le

restanti tratte au-

tostradali oggi di

pertinenza dell’A -

NAS. Una rivoluzione a tutto tondo: dopo tanti lustri le auto- strade ricadenti in territorio regionale sarebbero gestite da una società di diritto privato in grado di interveni-

Piano di lavoro del presidente Rosario Faraci

di interveni - Piano di lavoro del presidente Rosario Faraci Autostrata re, ogni qual volta si

Autostrata

re, ogni qual volta si rendesse neces- sario, con imme-

sono insediato a Presidente del Cas

- dice il dott. Faraci

sorzio ha difficoltà a sopperire alle reali

esigenze logistico-

ha difficoltà a sopperire alle reali esigenze logistico- Sono convinto – dichiara il Pre- sidente –

Sono convinto – dichiara il Pre- sidente – che se va in porto la proposta in cantiere, il futuro del settore strategico della viabili- tà autostradale in Sicilia potrà trarre grandi benefici”

diatezza ed in ma- niera incisiva. "Sin da quando mi

- ho subito compre-

so che, così com'è strutturato, il Con-

tecniche della rete autostradale sici- liana. Bisogna uti-

della rete autostradale sici - liana. Bisogna uti - lizzare al meglio il la creazione di

lizzare al meglio il

la

creazione di una

potenziale di questa struttura e, inutile

SPA ed in questo senso sto lavoran-

nascondercelo, l'u-

do di concerto con

nica vera soluzione

il

Presidente della

ai tanti problemi che ci trasciniamo dietro, primo fra

Regione Crocetta e l’Assessore Regio- nale alle Infrastrut-

tutti quello della scarsa disponibilità economica dell'En- te, è far sì che la gestione l’abbia un soggetto più snello senza tutti quei lac-

ture Pistorio, intera- gendo con l’ANAS che ha subito colto il “piano”. Sono convinto – ha concluso il Presi- dente – che se va

ci che burocrazia di

in

porto la proposta

un Ente pubblico

in

cantiere, il futuro

porta con se. Il mio sogno – ha continuato il Dott.

del settore strate- gico della viabilità autostradale in Sici-

Faraci – è stato

lia potrà trarre gran-

sempre quello del-

di

benefici”.

“Non possono essere i privati a fare il business sulla pelle dei cittadini isolani”

Gennuso: “Giù le mani dalle autostrade siciliane”

“Giù le mani dalle autostrade si - ciliane. Non possono esse -

re i privati a fare il business sulla pel - le dei cittadini iso - lani”. A non essere d'accordo sul pro - getto del presiden - te del Consorzio

Autostrade Sicilia - ne, Rosario Fara - ci, è il parlamen - tare all'Ars, Pippo Gennuso al quale non è piaciuta l'i -

dea di creare una Società per azioni per gestire la Mes -

sina - Palermo, la Messina - Catania e la Siracusa Gela. “Ho sempre soste - nuto - afferma il deputato - che le autostrade sicilia - ne debbono passa - re sotto il controllo dell'Anas, anche perchè il fallimento del Consorzio è sot - to gli occhi di tutti. Al presidente Fa - raci l’ho detto pubblicamente che questo “carrozzone clientelare” non ha motivo di esistere. Il progetto di costi -

non ha motivo di esistere. Il progetto di costi - tuire una Spa per la gestione

tuire una Spa per la gestione - aggiunge Gennuso - è sicu - ramente un'inizia - tiva del governo Crocetta e come tutte le “rivolu - zioni” che ha fatto dal giorno del suo insediamento, vedi

la la riforma delle

Province, sono un

fallimento. Piut - tosto - conclude Gennuso - Faraci

si attivi attraverso i

suoi sponsor politi -

ci a trovare i soldi

per finanziare i lotti tra Modica e Ragu -

sa della Siracusa -

Gela. Continuando con questi passi da lu - maca, ci vorran - no altri 50 anni per completare la Siracusa - Gela”.

Nel Siracusano 8

Nel Siracusano • 8 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Illustrati gli itinerari tecnici eamministrativi

Sicilia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

Siracusano • 8 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Illustrati gli itinerari tecnici eamministrativi

Illustrati gli itinerari tecnici eamministrativi chehannoportatoal raggiungimentodi questi importantissimi obiettivi

vinciullo:“casamuseoUccello,i‘Santoni’elacircon-

vallazione di Palazzolo, inseriti nel Patto per il Sud

Soddisfatto si è dichiarato il Sindaco di Palazzolo perché da anni auspicava il raggiungimento di questo obiettivo

I l completamento della

via di fuga e delle strade

di accesso al collegamento

viario esterno tra la SS124

e

la SP Palazzolo Acreide-

Noto per 1.600.000 euro è

stato inserito nel Patto per

il

Sud su indicazione del -

la

Protezione Civile. Lo

comunica l’On. Vincenzo

Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’all’ARS. Invece, l’Assessorato dei Beni Culturali ha inserito

i cosiddetti “Santoni” per

1.500.000 euro e i lavori di riqualificazione e restauro della di Palazzolo Acreide

per 1.600.000 euro.

Durante la conferenza, ha

Acreide per 1.600.000 euro. Durante la conferenza, ha In foto, un momento della conferenza proseguito l’On.

In foto, un momento della conferenza

proseguito l’On. Vinciullo, nel corso di una confe -

Palazzolo Acreide. Sod - disfatto si è dichiarato il

obiettivo. Stessa soddisfa -

ho ricordato come con gli oltre 2 miliardi stanziati

renza stampa a cui hanno partecipato il Sindaco di Palazzolo Acreide Carlo Scibetta, il Vicesindaco Luca Russo ed il Consi - gliere Comunale Giusep -

Sindaco di Palazzolo per- ché da anni auspicava il raggiungimento di questo

zione è stata espressa dal Vicesindaco che anche lui

nel Patto per il Sud si riu - scirà a realizzare non solo importanti infrastrutture a salvaguardia e tutela del territorio, ma si avrà anche

possibilità di dare lavoro

la

pe

Valvo, sono stati illu-

ha

ricordato le varie tap -

e

occupazione, perché l’o -

strati gli itinerari tecnici e

pe

per il raggiungimento

biettivo di questi interventi

amministrativi che hanno

di

questo importante ri-

non è solo di natura infra-

portato al raggiungimen-

sultato. Concludendo la

strutturale, ma soprattutto

to

di questi importantissi -

conferenza stampa, ha

di natura sociale ed occu -

mi

obiettivi per la città di

continuato l’On. Vinciullo,

pazionale, per dare rispo -

ste

a migliaia di lavoratori

che

da anni sono senza oc -

cupazione certa. È stato altresì raggiunto l’obiettivo, ha concluso

l’On. Vinciullo, di evitare, come avvenuto nel pas -

sato, che la provincia di

Siracusa fosse una sorta

di cenerentola nell’asse -

gnazione delle risorse in

quanto, per la prima volta,

alla provincia di Siracusa è

stato assegnato ciò che le

Da poco più di un mese

i nostri bimbi frequentano

la villa comunale di Sola-

rino, riaperta al pubblico dall’attuale amministra- zione lo scorso 30 mag- gio, a seguito dei lavori

di riqualificazione realiz-

zati grazie al progetto re- datto e al finanziamento ottenuto dalla precedente amministrazione, guidata dall’allora sindaco Pietro Mangiafico. Questo las-

so di tempo è stato utile

per fare emergere le cri- ticità che caratterizzano

l’opera, così come è stata maldestramente seguita, invece, dall’Amministra- zione in carica, a guida Sebastiano Scorpo”. Così

il consigliere comunale

Michele Gianni in merito alla fruibilità dei giochi installati nella villa. Le prime difficoltà, infat-

Michele Gianni: “Mancano la pavimentazione nell’area giochi e un punto di ristoro”

Solarino, villa comunale inaugurata ma incompleta

ristoro” Solarino, villa comunale inaugurata ma incompleta ti, vengono lamentate dagli stessi bambini, costretti alla

ti, vengono lamentate dagli stessi bambini, costretti alla gimcana tra un misto di terra, polvere e piccoli detriti per giungere ai gio-

chi. “Non esiste alcuna pa- vimentazione né tappetini gommati per l’accesso alle attrezzature ludiche – af- ferma –, nonostante gli atti

amministrativi del Comu-

ne di Solarino denunciano chiaramente un impegno

di spesa in tal senso. Quali

intenzioni caratterizzano

il Comune per mettere in

sicurezza l’utilizzo dei gio- chi da parte dei bimbi? E, ancora, quanto dovremo aspettare per vedere attiva

un’area di ristoro all’inter- no della villa comunale?”. Il consiglio comunale di Solarino ha varato il rego- lamento per l’affidamen- to del chiosco all’interno della villa, ma ciò che si chiede Gianni è “quanto sia stato opportuno inaugu- rarla lo scorso 30 maggio lasciando chi la frequenta sotto il sole cocente del pomeriggio, senza alcuna

zona di ristoro – sottoli- nea – e chiedo che tempi

preveda l’amministrazione comunale per dare ai con- cittadini un’area di svago che abbia i requisiti essen- ziali per essere vissuta”.

città

al viail progetto“mosaico

di culture”, giovedì primo eventonellapiazzetta dellaGraziella

In pieno svolgimento, pres- so “Officina giovani” alla

Graziella, la fase progettua-

le di “Mosaico di culture”,

iniziativa inserita nell’ambi-

to di “Siracusa città educa-

tiva”. Realizzato dell’assessorato

alle Politiche giovanili con

la collaborazione del “Cen-

tro studi intercultura”, il progetto prevede l’avvio di laboratori rivolti a ragazzi siracusani e ragazzi stranie-

ri residenti in vari centri di accoglienza con al centro le culture dei popoli nelle loro articolazioni. Da domani, giovedì 21 lu- glio, e fino all'ultimo gio- vedì di agosto, dalle 19,30

in poi, la piazzetta sita nel

quartiere della Graziella

diventerà “Piazzetta mosai- co”, palcoscenico naturale

di eventi di intrattenimento

quali il teatro, la musica e

la cucina. Dichiara l’asses-

sore alle Politiche giovanili, Valeria Troia: “Sono sem- pre più numerosi i minori stranieri che frequentano le nostre scuole: questo im- plica l’esigenza di creare

le condizioni perché la loro

presenza sia vista come ri- sorsa e non come potenziale minaccia. Il progetto 'Mo- saico di Culture' nasce pro-

prio dall’esigenza di mettere mano a concrete politiche di integrazione che devono se- guire necessariamente quel- le dell’accoglienza come prima, immediata risposta all’immigrazione”. Al progetto prendono parte

i ragazzi delle scuole medie

superiori della città, la con- sulta studentesca e quella giovanile ed un gruppo di giovani stranieri. “Alla fine

di

questo percorso - conclu-

de

Troia - avremo formato,

tra i nostri ragazzi, dei veri

e propri tutor che si prende- ranno cura direttamente dei loro coetanei stranieri dei quali conosceranno già tra-

dizioni e cultura”. Positivo il giudizio di Ramzi Harra-

bi, presidente della Consulta

degli immigrati e ambascia- tore di Città educativa: “Si

tratta di un esempio positivo

di integrazione perché i ra-

gazzi stranieri non sono solo fruitori ma soggetti attivi di tutti gli appuntamenti sin dalla fase di progettazione”.

20 luGlIo 2016, MeRColeDì

fase di progettazione”. 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 9 • Nel Siracusano Si consente ora
fase di progettazione”. 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 9 • Nel Siracusano Si consente ora

Sicilia 9 Nel Siracusano

2016, MeRColeDì • Sicilia 9 • Nel Siracusano Si consente ora di richiedere che l’Asp porti
2016, MeRColeDì • Sicilia 9 • Nel Siracusano Si consente ora di richiedere che l’Asp porti

Si

consente ora

di

richiedere

che l’Asp porti a conclusione nel più breve tempo possibile i due obiettivi strategici

Ospedale Muscatello

L’ospedale muscatello di augusta ripende quota

“S ull'ospeda -

le Muscatello di

Augusta – di - chiara On. Ma - rika Cirone Di Marco - l'attuale Direzione gene - rale dell'Asp ha

puntato lo sguar - do, riuscendo

a realizzare in

poco tempo e in tempi certi im -

portanti ristrut - turazioni, po - tenziamento di reparti, acquisto

di attrezzature.

Con un cambio

di marcia deciso

a 360 gradi, a ri -

prova di quanto negli anni pas - sati non fosse stato fatto e di quanto la preca - rizzazione della

struttura si fos -

se consolidata,

oggi l'ospedale

ha

ta, offre servizi

di migliore qua -

lità, si giova di

professionalità

di buon livello.

Questo dato, che

va riconosciuto

e che è frutto di

scelte gestionali e politiche con - divise, consente ora di richiedere che l'Asp porti a conclusione nel più breve tempo possibile i due

quo -

ripreso

Con un cambio di marcia deciso a 360 gradi l’ospedale offre servizi di migliore qualità

obiettivi strate - gici: istituzione dell'Uoc di On - coematologia e

del Centro regio -

nale per la cura

e riabilitazione

delle malattie da amianto, come previsto dalla legge regionale ad hoc. Con una volontà unani - me, questi due

obiettivi devo -

no essere consi -

derati prioritari

e indifferibili.

Essi attueranno finalmente gli

impegni previsti

e dovuti alla no -

stra zona SIN e

modificheranno in modo signifi - cativo l'assetto ospedaliero e la sua offerta. Su questi bisogna concentrarsi da parte della intera

rappresentanza

politica, sinda -

cale, associativa, dando man forte alla Dirigenza nel suo rapporto con l'Assessora - to Regionale alla Sanità. Non ser - vono gli allar - mismi e le accu - se di chi, avendo avuto per lungo periodo ruo - li regionali di responsabilità, oggi in modo

maldestro richia - ma l'attenzione su di se, raccon - tando la storiel - la del "Dopo di me il diluvio". Non è così, anzi

la sanità sicilia -

na sta vivendo

un momento di riorganizzazione e rilancio. Basti

citare la stabiliz - zazione dei 96 ex LSU siracu - sani e gli effetti positivi derivanti dall'emanato De - creto regionale

di Integrazione

Socio Sanitaria“.

I corsisti del

CPIA

di

Siracusa, mino -

ri

stranieri non ac -

compagnati ospiti delle Comunità “Il

Girasole” di Solari -

no

, “ Mather Dei”

di

Melilli e “Eden”

di

Siracusa, par-

teciperanno all’e - vento organizzato nell'ambito delle

azioni sociali che la FILDIS promuove

con il 'Progetto Mi - grantes'.

La serata prevede

la presentazione del

romanzo di Paolo Di

Stefano “I pesci de - vono nuotare” edito

da Rizzoli che parla

della cruda storia di Selim, un ragazzino egiziano, e della sua travagliata storia

L’eventoèstatoorganizzatopervenerdì22Luglioalleore18.30

“artemision”,eventoorganizzato

nell’ambitodelleazionisociali

nell’ambitodelleazionisociali che, insieme a cen - tinaia di migranti in cerca di sogni,

che, insieme a cen - tinaia di migranti in cerca di sogni, giun - ge in Sicilia. Durante la manife - stazione, si inseri -

ranno gli studenti con intermezzi mu - sicali e azioni tea - trali coordinati da Michele Dell'Utri e dal M°. Antonino Di

Nicola.

Gli allievi del Centro Provinciale Istruzio -

ne Adulti (CPIA) di

Siracusa, grazie al

progetto “Le ali della Libertà” e alla gui -

da autorevole di due

professionisti della musica e del teatro, hanno l’opportunità

di esprimersi e spe -

rimentarsi, durante il mese di luglio, nel

loro estro e nella loro creatività, valoriz - zando il patrimonio

di conoscenze di cui

sono portatori.

“Un’estate da favola” perscoprire lebellezze di Ortigia

Educare i bambini alla

bellezza attraverso la let- tura. È l'obiettivo che si prefigge l'edizione 2016

di “Un'estate da favola”,

l'iniziativa dell'assessora-

to alle Politiche culturali,

retto da Francesco Italia, attraverso la Biblioteca comunale e il “Circolo dei viaggiatori nel tem- po” con la collabora- zione del Consorzio area marina protetta del Plem- mirio. Quest’anno la ma-

nifestazione è inserita tra gli eventi di “Città edu- cativa”. Dopo il prologo del 15 luglio al museo “Paolo Orsi”, sono previ-

sti

altri due appuntamen-

ti:

venerdì prossimo 22

luglio alle 20, alla spiag- getta del Castello Ma- niace si terrà un incontro

rivolto ai bambini da 5 a

7 anni dal titolo “C'era un mare da favola”; martedì 26 luglio alle 19 si svol- gerà una visita al quartie-

re Graziella, in Ortigia,

dedicata ai bambini da 7

9 anni e battezzata “In viaggio con Ulisse”. Lo scopo degli incontri

a

è

promuovere la lettura

e

far conoscere la bellez-

za in tutte le sue forme

artistiche ed espressive avvalendosi della sugge-

stione di siti di partico- lare fascino e attraverso animazioni, laboratori e attività ludiche.

I bambini dovranno es-

sere accompagnati dai genitori; sarà necessario prenotarsi telefonando allo 0931.445689 dal lunedì al venerdì, dalle 9

alle 13; martedì e giovedì anche dalle 15 alle 17. “Un altro evento di alto valore educativo dedi- cato ai bambini – dice l'assessore Italia – che realizziamo grazie alle Biblioteca e all'impiego diretto del personale co- munale fuori dagli orari

di

lavoro. Non è il primo

e

non sarà l'ultimo che

faremo per avvicinare

i

più piccoli alla lettura

e

per aiutarli a capire la

bellezza e a scoprirla nel-

la nostra città”.

Speciale 10

Speciale • 10 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Quindici oli su tela e un disegno
Speciale • 10 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Quindici oli su tela e un disegno

Sicilia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

Speciale • 10 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Quindici oli su tela e un disegno

Quindici oli su tela e un disegno è il prezioso corredo della mostra dedicata a Preti

L o chiamano “il ca - valiere Calabrese” perché Mattia Preti, uno dei più grandi

artisti del Seicento, nacque a Taverna,

in provincia di Ca -

tanzaro, e nel 1613 e divenne cavaliere su decisione di papa Ur- bano VII durante la

sua attività artistica a Roma. Pittore tra i più importanti esponenti della pittura napoleta -

na e particolarmente

attivo anche a Malta,

fu allievo del fratello

maggiore Gregorio

da

cui imparò l’amo -

re

per l’arte. A Roma

conobbe la pittura di Caravaggio, dei suoi allievi e seguaci, e

ne rimase fortemente

impressionato. Tra i massimi e più rap - presentativi esponenti della pittura italiana

del Seicento, l’artista annovera una copio -

italiana del Seicento, l’artista annovera una copio - mattia Preti: “con lo sguardo verso caravaggio” sa

mattia Preti:

“con lo sguardo verso caravaggio”

sa

produzione che si

su tela e un disegno

snoda per tutto il cor-

è

il prezioso corredo

so

della mostra dedicata

del secolo, toccan - do e approfondendo

le più svariate tenden - ze pittoriche dell’e - poca, assimilandole e ripresentandole con la straordinaria coeren -

Preti dal titolo, ap -

punto, “Con lo sguar- do verso Caravaggio” che sarà allestita nella Chiesa di Santa Lucia alla Badia dal 22 lu -

a

za

stilistica che gli è

glio al 9 ottobre.

propria. Una capaci -

L’evento è organiz -

testimoniata anche

dai numerosi disegni che sempre hanno accompagnato la sua

zato dalla Soprinten - denza ai Beni cultu - rali e ambientali di Siracusa, dall’Arci -

produzione pittorica.

diocesi Metropoli -

tele e disegni sa -

ranno in mostra a Siracusa dove, per la

E

ta di Siracusa e dal Comune aretuseo, ed è stato fortemente

culturali e all’identità

prima volta, la luce di Mattia Preti e quella

Caravaggio saran -

di

voluto dall’assesso - re regionale ai Beni

no

messi a confron -

siciliana, Carlo Ver-

to

in una suggestiva

miglio, e dal dirigen -

mostra-evento che

te generale del dipar-

sarà allestita nel cuo -

timento Beni culturali

di Ortigia: nella

chiesa di Santa Lucia alla Badia, a piazza

re

della Regione sicilia - na, Gaetano Pennino, sposato dal presiden -

Duomo. Proprio in

te

della Commissione

questa chiesa si tro -

Bilancio e Program -

va

“Il Seppellimento

mazione all’Ars, Vin -

di

Santa Lucia” che

cenzo Vinciullo.

Michelangelo Merisi

La conferenza di pre -

dipinse nel 1603 per

sentazione della mo -

la

città aretusea e che

stra si terrà giorno 22

rappresenta una delle opere più emblemati - che del “pittore della luce”. L’inaugurazione Per la prima volta in Sicilia, l’arte di Cara - vaggio e Mattia Preti saranno celebrate in - sieme. Quindici oli

luglio alle ore 10.00 nella sala San Zosi - mo dell’Arcivescova - do, a piazza Duomo; alle 10 avrà luogo la cerimonia di inaugu - razione della mostra nella chiesa di S. Lu - cia alla Badia. Saranno presenti per

ra

internazionale: a

prolifico a tal punto

la ospita e alla stessa

Siracusa arriveranno tele dalla Galleria

che sono a lui attri - buiti 400 opere dis -

regionale della Sici -

seminate in Europa

lia

Palazzo Abatellis

e soprattutto a Malta

di

Palermo, dal Na -

dove morì nel 1699.

tional Museum of

“Abbiamo voluto

Fine Arts Heritage di Malta, dall’Oratorio

con passione questa mostra – prosegue

dei

padri Filippini di

Rosalba Panvini –

Acireale, dal museo del Castello Ursino

per la sua valenza culturale e per il si -

di

Catania e, ancora,

gnificato che essa

dal museo “Mattia Preti” di Taverna,

cittadina in provincia

imprime alla città che

comunità siracusana.

di

Catanzaro dove il

Mattia Preti è un pit -

pittore nacque nel

tore che offre ancora

1613.

numerosi spunti di

“Un artista innovati -

riflessione occasio -

vo che seppe attinge -

re alle tecniche pitto - riche di Caravaggio

– commenta Rosalba

Panvini, curatrice

della mostra e soprin - tendente di Siracusa

– soffermandosi sulla

luce che è elemento

nevralgico di Miche - langelo Merisi ma affrontandola attra - verso giochi di luci

e ombre, senza con -

ni di studio ed è an -

che per questo che sarà nostro impegno

coinvolgere le nuove

generazioni, a partire dalle scuole, con un laboratorio didattico

che dopo la mostra entrerà in classe per insegnare a scoprire

la grandezza di un

artista e di un perio -

do storico che ha la -

sciato testimonianze uniche in Sicilia dal

punto di vista pitto - rico”.

Di grande rilievo an -

che il luogo scelto per ospitare la mostra: la

chiesa di Santa Lucia

alla Badia, in Ortigia. Qui si trova “Il Sep - pellimento di Santa Lucia” che Caravag - gio dipinse nel 1603 per la Basilica di S. Lucia extramoenia alla Borgata. “Sarà un momento cultu - rale di grande valo -

re – aggiunge la so -

printendente Rosalba

Panvini – poiché i

due artisti convive - ranno all’interno di

un luogo suggestivo

arricchendo la chiesa

di S. Lucia alla Ba -

dia. Questa mostra sarà anche un modo per celebrare Cara - vaggio e Siracusa”. Caravaggio Nel corso della con - ferenza stampa di venerdì 22 luglio la soprintendente di Siracusa, Rosalba Panvini, illustrerà ai giornalisti le novità relative al trasferi - mento dell’opera di Caravaggio “Il sep - pellimento di Santa Lucia” che si trova sull’altare maggiore della chiesa di Santa Lucia alla Badia a piazza Duomo.

i saluti l’Arcivesco -

bientali di Siracusa

trasti bensì seguendo

vo metropolita di

vatore Pappalardo, il

nonché curatrice del -

la

scia di un’armonia

Siracusa, mons. Sal -

la mostra, Rosalba Panvini, a presentare

pittorica intensa. Pre -

sti

rappresenta uno

Prefetto di Siracusa,

l’evento culturale e

dei capisaldi della

Armando Gradone,

introdurre al percor-

pittura del Seicento

l’assessore regionale

so espositivo che

che

è stato celebrato,

dei Beni culturali e

vede insieme due

con

grande successo,

dell’identità sicilia - na, Carlo Vermiglio,

grandi artisti; sarà poi la volta di Franco

con una mostra al - lestita a Modica dal

il dirigente genera - le del dipartimento Beni culturali, Gaeta - no Pennino, il diret -

La Fico Guzzo che si soffermerà su “Mat - tia Preti tra Taverna, Malta e la Sicilia. I

titolo “Un cavaliere calabrese a Modi - ca” da cui prende ispirazione l’evento

tore dell’ufficio per i

rapporti tra le istitu -

di

Siracusa”. Affa -

Beni culturali e l’edi -

zioni museali”.

scinante la vita di

lizia di culto dell’Ar-

L’evento

Mattia Preti nato da

cidiocesi di Siracusa,

Un viaggio nella

una

famiglia nobile e

Giovanni Accolla.

pittura ma anche un

cresciuto nella botte -

Dopo i saluti, sarà

inno alla cultura sen -

ga

del fratello pittore

la soprintendente ai Beni culturali e am -

za confini suggellata da prestiti di levatu -

Giacomo, da cui si discosta divenendo

di levatu - Giacomo, da cui si discosta divenendo 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 11

20 luGlIo 2016, MeRColeDì

da cui si discosta divenendo 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 11 • Sport E’ slittato
da cui si discosta divenendo 20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 11 • Sport E’ slittato

Sicilia 11 Sport

20 luGlIo 2016, MeRColeDì • Sicilia 11 • Sport E’ slittato di un giorno l’inizio del

E’ slittato di un giorno l’inizio del ritiro precampionato

La gioia di ritrovarsi fra vecchi compagni per dare inizio ad una nuova avventu- ra, bilanciata dalla tristezza di doversi allontanare dai pro- pri cari per seguire

il richiamo di una

passione diventata

professione e fonte

di lavoro e di vita.

Questo è in sintesi il destino dei calciatori, costretti a dire anche addio alle ferie estive che per gli italiani e non solo, almeno per coloro che possono concedersele, sono sacre. Ma il Siracusa ha trovato modo di attenuare gli aspetti meno graditi di ogni ritiro che si rispetti, orientandosi per una logistica di sicuro gradimento. un gra- dimento che scaturi- rà certamente dalla

scelta della ridente località collinare di Palazzolo Acreide, che a soli 40 chilo- metri dal capoluogo offre un clima ideale per una preparazio- ne precampionato, dall’utilizzo di una struttura ricettiva di tutto rispetto come l’Hotel Colle Acre, una quattro stelle incastonato come una gemma nel pa- norama paradisiaco della Val d’Anapo, e infine dalla disponi-

Palazzolo, la perla degli iblei

seconda casa per il Siracusa

In un clima festoso da primo giorno di scuola, nella cornice incantevole di un paradiso

naturalistico, il via per gli azzurri ad una stagione di promesse e di speranze

per gli azzurri ad una stagione di promesse e di speranze Sopra, un angolo dell’Hotel Colle

Sopra, un angolo dell’Hotel Colle Acre.

bilità del civettuolo “Scrofani Salustro”, un impianto sporti- vo fra i migliori del- la nostra provincia. Questa la cornice del soggiorno del Siracusa per la fase precampionato che si protrarrà dal 20 luglio al 4 Agosto. Per quanto invece riguarda la parte, di- ciamo così, umana,

il gruppo costituito al momento dai dodici riconfermati, ai quali si è aggiunto Davi- de Moi, che proprio un nuovo arrivo non è, per essere stato fino al maggio del 2012 una delle co- lonne portati di quel Siracusa che, alme- no sul campo, aveva vinto il campionato. E Andrea Sottil rico-

mincia idealmente da quel giorno in cui gli dissero che la sua bravura e i suoi sforzi erano stati vanifica- ti dalle disattenzioni amministrative di una società che non fu molto aiutata né dal- le istituzioni né dagli stessi tifosi. Ricomin- cia con la voglia di prendersi la rivincita su un destino che né

lui, né la squadra, né

i tifosi, né , a dire il vero, la stessa so- cietà meritavano. e

lo fa con la filosofia tipicamente piemon- tese di preferire alle novità, gli elementi che la scorsa stagio- ne lo hanno aiutato a raggiungere la pro- mozione, chieden- done la riconferma per una dozzina, cui si aggiungeran- no, strada facendo,

i quattro,cinque ele-

menti che ancora gli occorrono. una scommessa col destino e con sé stesso, anche a costo di rendersi impopolare con chi si aspettava chis- sà quali botti, di cui, alla fine, qualcuno finirà per arrivare per contribuire ad alimentare il clima di entusiasmo che cir- conda questa nuova, promettente e stimo- lante avventura. Armando galea

“Untuffo

dovel’acqua

èpiùblu,

perricordare

Stefano”

I ragazzi, gli insegnanti e gli amici del Liceo Scien- tifico einaudi di Siracusa

si

sono dati appuntamen-

to

per domenica 24 luglio,

alle ore 10, nello specchio d'acqua del lido Zen di Siracusa - Riviera Dionisio il Grande, per una nuotata

non competitiva, in ricordo

di Stefano Pulvirenti, il gio-

vane studente ed atleta si- racusano, prematuramente scomparso l'anno scorso, a causa di un incidente stra- dale. La manifestazione sarà organizzata in collabora- zione tra Il Circolo Canot- tieri ortigia Siracusa, AICS Comitato Provinciale di Siracusa – liceo Scientifico

“l. einaudi di Siracusa – Il

gruppo “einaudi: un ruggi-

to da via Pitia” - Associa-

zione Italiana Familiari e Vittime della Strada onlus

di Siracusa – Associazione

Nuova Acropoli. una festa dello sport e dell'amicizia, dei cui valori Stefano era fe- dele rappresentante". Tutti coloro che volessero par- tecipare potranno iscriversi presso la sede del Comitato provinciale AICS Siracusa, Corso gelone n. 134 dalle ore 9,30 alle ore 12,30 ulti- mo giorno utile è giovedì 21 agosto L'iscrizione è com- pletamente gratuita, come anche l'ingresso al solarium Zen e ad ognuno dei parte- cipanti verrà consegnato un ricordo della giornata.

Fella ritroverà un ex compagno di squadra ai tempi dell’Avellino: Catania

ilSiracusaingaggial’esternomatteo

brumatel’attaccanteGiuseppeFella

Matteo Brumat esterno classe ’95, è un nuo- vo giocatore del Siracusa. “Ap- pena si è pre- sentata l’offerta del Siracusa – ha detto l’ex Arezzo ed Empoli, con tre presenze nel- la nazionale un- der 18 – non ci ho pensato un attimo. Avevo vo- glia di misurarmi con il girone C, che è una sorta di serie B2 e sono felice di essere qui. Spero di fare bene e dimostra- re il mio valore. So che Siracusa è

una piazza calda, che i tifosi sono esigenti e appas- sionati, non vedo l’ora di comincia- re”. Brumat non dovrà aspettare molto. domani infatti la forma- zione azzurra co- mincerà il ritiro a Palazzolo Acreide allo stadio Scro- fani Salustro. Il secondo in- gaggio Giuseppe Fella, attaccante classe ’93, è un nuovo giocato- re del Siracusa. “Sono felice di cominciare que- sta nuova av- ventura – ha det-

to l’ex Avellino, Siena e Bassano – e non vedo l’o- ra di cominciare gli allenamenti”. nel Siracusa Fel- la ritroverà un ex compagno di squadra ai tempi dell’Avellino. “Ho avuto la fortuna di giocare con Lele Catania ed è un vero piacere ritro- varlo anche con la maglia azzur- ra”. l’ultima sta- gione a metà tra Siena e Bassano, in precedenza ha vestito la maglia di melfi, Brindisi, Campobasso e Avellino.

ha vestito la maglia di melfi, Brindisi, Campobasso e Avellino. Sopra, matteo Brumat e a fianco
ha vestito la maglia di melfi, Brindisi, Campobasso e Avellino. Sopra, matteo Brumat e a fianco

Sopra, matteo Brumat e a fianco giuseppe Fella.

Società 12

Società • 12 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Fiaipinassiseconil presidentenazionalePaolorighi Il
Società • 12 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Fiaipinassiseconil presidentenazionalePaolorighi Il

Sicilia 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

Società • 12 Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì Fiaipinassiseconil presidentenazionalePaolorighi Il

Fiaipinassiseconil presidentenazionalePaolorighi Il notaioSpadarosui temi “LeasingimmobiliareeRenttobuy”

Presso l’hotel Re- lax di Siracusa, domani mattina si terrà l’importante l’assemblea pro- vinciale Fiaip (Fe- derazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali) per eleggere il nuovo presidente provin- ciale. All’assemblea è sarà presente il pre- sidente Nazionale Paolo Righi che relazionerà sull’atti-

vità politica e sinda- cale della Fiaip. Nel corso dell’incontro

è stata organizzata

una giornata di stu- dio con l’intervento del Notaio Rossana Spadaro sui temi “Leasing immobilia- re e Rent to buy”. Fiaip è il punto di

riferimento per tutti

i professionisti del

settore immobilia- re e per le famiglie italiane. È la prin- cipale associazio- ne di categoria del

Fiaip, quest’anno festeggia il suo 40° anno di vita, e oltre ad essere fra le più grandi e dinamiche Federazioni di categoria Europee, è anche accreditata presso il Parlamento Europeo

settore riconosciu- ta dalla Comunità europea.

La presenza capil-

lare su tutto il ter- ritorio nazionale, rappresenta per gli associati un punto

di

informazione e

di

consulenza pro-

fessionale nonché di difesa sindacale

degli interessi della categoria. Fiaip, quest’anno

festeggia il suo 40° anno di vita, e oltre

ad essere fra le più

grandi e dinamiche Federazioni di ca- tegoria europee, è anche accreditata

presso il Parlamen-

to europeo. In Italia

è referente tecnica dell'o.P.M.I. osser- vatorio Parlamen- tare del Mercato Immobiliare, che raccoglie l'ade-

tare del Mercato Immobiliare, che raccoglie l'ade- In foto, Paolo r ighi, Presidente nazionale F i

In foto, Paolo r ighi, Presidente nazionale F i A i P.

sione di numerosi tra deputati e se- natori sia di mag- gioranza che di opposizioneFiaip è aderente a Con- findustria, Confedi- lizia, Tecnoborsa, Confassociazioni e collabora con CeI - Confèdèra-

tion europèenne de l'Immobilier e con il NAR - Na-

tional Association

Fra le

tante iniziative del- la nostra Federa- zione vi è anche la rilevazione e la pre- sentazione dei dati sull'andamento del

of Realtors

mercato immobilia- re urbano e turistico italiano. lo studio prende in esame i dati consuntivi for- nendo gli orienta- menti e le tendenze future del mercato nel medio periodo. Fiaip è oggi l'uni- ca Associazione

di settore in grado

di offrire una vasta

gamma di servizi qualificati ai propri associati fornendo sia indirizzi compor- tamentali che legi-

slativi oltre che ade- guata preparazione professionale. Fiaip garantisce, sin dal-

la sua fondazione,

trasparenza nella comunicazione e nel comportamento

sia fra gli iscritti che verso l'intero com- parto immobiliare. L'opera costante

di aggiornamento

professionale dei propri associati li pone nelle migliori condizioni per for- nire una qualificata assistenza ai propri

clienti e a tutti i con- sumatori, nel totale rispetto del Codi- ce Deontologico e comportamentale

che sono parti inte-

granti e fondamen- tali dello Statuto Federativo.

Spettacoli

Spettacoli Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

Sicilia • 20 luGlIo 2016, MeRColeDì

Attualità su Rai 3 con“Chi l'ha visto”; “Arma letale” su Rete4

cinemaaSiracusa

(0931-711127) ore18:3020:30 “CHIUSOPERFERIE”

PLANETVASQUEZ(0931/414694)

ore16:00• 18:00

”THE LEGEND OF TARZAN”

ore18:00• 20:00• 21:00

”BASTILLEDAY- ILCOLPODELSECOLO”

ODEON-Avola

(0957833939) ore19:3021:30 ”LAPAZZAGIOIA”

indirizzi utili aSiracusa

TAXi : Stazione centrale T. 0931/69722; Via Ticino T. 0931/64323; Piazza Pancali T. 0931/60980 PronTo inTerVenTo:

Soccorso pubblico di emergenza 113; Carabinieri (pronto intervento) 112; Polizia di Stato (pronto intervento) 495111; Vigili del fuoco 481901; Polizia stradale 409311; Guardia di Finanza 66772; Croce Rossa 67214; Municipio 451111; Prefettura 729111; Provincia 66780; Tribunale 494266; enel 803500; Acquedotto 481311; Soccorso Aci 803116; Ferrovie dello Stato (informazioni) 892021; ospedali 724111; Centro antidroga 757076; Pronto Soccorso (ospedale provinciale) 68555; Aids (telefono verde) 167861061; ente Comunale assistenza 60258

“SuperQuark” surai 1, “SquadraSpeciale cobra11” surai 2

“misteroadventuresuitalia1, “temptationisland”sucanale5

• "SuperQuark" su

Rai uno alle 21,15

Un viaggio tra le meraviglie della na - tura e della scienza, con uno sguardo alla storia e un oc - chio sempre proiet - tato sulle scoperte che potrebbero ri - voluzionare il fu - turo dell'umanita'; non mancano ru - briche di pubblica utilita', dedicate a cucina sana e ses - suologia.Conduce:

Piero Angela

• Telefilm su Rai

2 alle 21.20 con "Squadra Specia - le Cobra 11" Le avventure di due ispettori della poli - zia autostradale te - desca che ogni gior- no hanno a che fare con ricattatori, as -

sassini, pirati della strada nella regione renana, tra Colonia, Dusseldorf e Neuss. • Su Rai3 alle 21.05 attualità con "Chi l'ha visto" Realiz - zato in diretta da studio con il con - tributo di filmati appositamente rea - lizzati o di reperto - rio com l'intervento telefonico dei tele - spettatori. L'inte - resse del program - ma è centrato sulla ricerca di persone

mentre indaga sulla faccenda gli viene affiancato Martin Riggs, un poliziotto

competente e otti - mo tiratore dal pas - sato segnato dalla morte della moglie. Riggs non sta bene, ha perso l'interesse nella vita e si butta in ogni situazione pericolosa che tro - va. Murtaugh inve - ce ha famiglia e gli manca poco per la pensione. • Reality su Canale

viaggio ravvicinato all’interno del loro rapporto di coppia, e avranno la possi - bilità di verificare sul campo cosa re - almente li unisce.

acchiappa misteri si arricchisce del -

la presenza di due

nuovi intrepidi in -

viati pronti a partire alla volta di mete lontane alla ricerca

due volti molto noti del piccolo e grande

schermo: Laura Tor-

risi e Fabio Troiano. • Attualità su La7 alle 21.10 con "La gabbia" Con il lin -

scomparse.

5

alle 21.15 con il

A guidare e com -

di

misteri, leggende

guaggio rock di

• Film su Rete 4

"Temptation Island"

mentare il viaggio

e

fenomeni inspie -

Gianluigi Paragone,

alle 21.15 con il

5

coppie, 21 Giorni

dei protagonisti di

gabili!

La Gabbia è il talk

film “Arma leta -

da Trascorrere Se -

Temptation Island

Ritroviamo la cop -

di

approfondimento

le“ La figlia di un

parati, 12 Ragazze

ci sara' Filippo Bi -

pia d'eccezione

politico che mette

vecchio compagno

Single E 12 Ragazzi

sciglia.

Daniele Bossari ed

in

evidenza il con -

d'armi del detective

Single In Un Posto

• Su Italia 1 alle

Eleonoire Casale -

trasto tra il potere

Murtaugh si butta giù dal terrazzo di un appartamento,

Da Sogno. Per le cinque coppie pro - tagoniste inizierà un

21.10 attualità con "Mistero Adventu - re" La squadra di

gno, ad affiancarli Mistero Adventure ha selezionato di

politico finanziario e i cittadini. Terza edizione.