Sei sulla pagina 1di 94

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: via C. Battisti, 9 tel. 0922 29588 agrigento@lasicilia.it

e provincia
CANICATT. Ortofrutticolo

sabato 18 febbraio 2012

PORTO EMPEDOCLE. Punteruolo

LICATA. Michelle aggredita

miete una vittima illustre


38
Il parassita colpisce lalta palma secolare che si erge accanto al monumento ai caduti della prima guerra mondiale

La struttura al collasso
39
Il nostro reportage al mercato dove le vendite sono calate del trenta per cento. Allarme dei produttori

lassessore Urso: Ti difendo io


40
Coro di solidariet e di indignazione per lepisodio di Catania. LArcigay annuncia: Saremo parte civile

FAVARA. 2 bimbe morirono per un crollo in via Carmine

LICATA. Per la palazzina sbriciolatasi a Torre di Gaffe

Allinterno
GIRGENTI ACQUE

In nove a giudizio Ci sono 2 condannati


Il gup del tribunale di Agrigento, Alberto Davico, ha rinviato a giudizio gli ex sindaci di Favara, Lorenzo Air e Carmelo Vetro, e altri sette imputati per il crollo della palazzina di via Carmine che due anni fa uccise le sorelle Chiara Pia e Marianna Bellavia di 4 e 14 anni. Gli altri imputati sono Rosalia Presti ed Antonio Noto, in qualit di proprietaria e possessore delledificio; Giacomo Sorce, Sebastiano Dispenza, Pasquale Amato, Alberto Avenia ed Antonio Grova, funzionari, dirigenti ed ex dirigenti dellUtc di Favara. Il processo inizier il 10 maggio.
DI MARE PAG. 38

Il giudice monocratico Ezio Damizia del tribunale di Agrigento ha condannato a 4 anni e 2 mesi di reclusione limprenditore Antonio Di Vincenzo e ad 1 anno il direttore dei lavori Vincenzo Marchese Ragona per omicidio e disastro colposo. Il processo riguardava il crollo, avvenuto nel settembre 2006, di un edificio di 5 piani a Torre di Gaffe a Licata, dove perse la vita loperaio romeno Mircea Spiridon di 32 anni, che venne estratto vivo dalle macerie ma mor in ospedale. Il Pm Forte aveva chiesto la condanna a 6 anni per Di Vincenzo e a 2 anni per Marchese Ragona.
SERVIZI PAG. 41

Necessaria la modifica alla tariffa


Non ci sono pi i contributi regionali e cos non potrebbe fare fronte alle spese
FUC
PAG. 36

ELEZIONI

La sinistra pronta a dare un candidato


Sel e Italia dei Valori punterebbero direttamente su Hamel o Miccich
FREQUENTE
PAG. 37

CALCIO

Troppo importante il match con il Noto


Dopo essere stati rassicurati dal sindaco i dirigenti del Licata chiedono punti alla squadra
LICATA
PAG. 43

FAVARA.

La vittima si chiamava Nicolina Piazza. Ferita la badante rumena e un muratore

Cede il balcone: muore una donna


FAVARA. A Favara per crollo si pu morire anche lontano dal centro storico. E successo ieri mattina a Nicolina Piazza, 85 anni, precipitata al suolo da unaltezza di 5 metri per il crollo del balcone al piano rialzato della sua abitazione in via Umbria, traversa tra le vie Crispi e Agrigento, nel quartiere Itria. Due anni dopo, esattamente il 23 gennaio del 2010, quando a causa del crollo della fatiscente abitazione di via del Carmine morirono le sorelline Marianna e Chiara Pia Bellavia, unaltra drammatica tragedia ha colpito la comunit favarese. E il bilancio poteva essere pi pesante e ancora pi drammatico. Insieme alla fortunata nonnina, vedova e senza figli, dal balcone (altezza di circa 5 metri) del civico 1 di via Umbria sono sprofondati anche la bandante di Nicolina Piazza, Elena Patra, 44 anni, rumena e il favarese Luigi Bosco, 61 anni, muratore, abitante nella via Mancini. Luomo, pare, fosse salito poco prima nellabitazione dellanziana proprio per prendere visione della pensilina, che la proprietaria voleva far riparare. Cos almeno si vociferava tra i presenti nella zona del crollo. Nel corso della prima mattinata, sembra, che dal sottobalcone si fosse staccato un po di intonaco e qualche piccolo calcinaccio. Proprio per questo, Bosco, avrebbe risposto allinvito dellanziana. Ma non appena si sarebbero affacciati, i ferri della pensilina si sono piegati portando via la base e lasciando nel vuoto i tre occupanti. Il fatto successo intorno alle 11.30, mentre la zona era molto trafficata. Scattato lallarme sul posto sono arrivati i carabinieri della locale Tenenza, due ambulanze del 118, la Polizia locale, i Vigili del fuoco, la Polizia di Stato, i volontari della varie associazioni e tanta, tantissima gente che si accalcata nella via Umbria. Ai soccorritori le condizioni di salute dellanziana sono apparsi subito gravi. E stata immediatamente intubata e a tutta velocit accompagna al pronto allospedale San Giovanni di Dio dove, qualche ora dopo, ispirata per le grave ferite riportate. Si trova ricoverato in prognosi riservata allospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, Luigi Bosco. Solo escoriazioni, invece, per la badante romena. Il sindaco Manganella, arrivato nella zona del crollo preceduto dal suo vice Messinese, subito dopo si recato al nosocomio di contrada Consolida per sincerarsi delle condizioni dei feriti. Qualche ora dopo, per, stato raggiunto della tragica notizia che la pensionata non era riuscita a superare i danni provocati dellimpatto con il suolo. Anche il parroco della chiesa dellItria, don Alessandro Di Fede Santangelo, appresa la notizia ha raggiunto labitazione dellanziana. Il 6 maggio dello scorso anno, in una casa vecchia del centro storico, a due passi dalla Chiesa Madre, una pensionata, Maria Vella, 65 anni, era precipitata con la figlia dal secondo piano, sempre per il cedimento di una balcone. Fortunatamente, la donna se la cav con alcune fatture. Labitazione di via Umbria per non una casa vecchia (circa 40 anni) n tantomeno pericolante, eppure la tragedia si consumata.
TOT ARANCIO

Ribera perde 2 scuole


RIBERA. La razionalizzazione, finalizzata esclusivamente al risparmio economico, fa perdere a Ribera in un sol colpo ben due istituzioni scolastiche che complessivamente hanno poco pi di 1000 alunni. Quella della soppressione della direzione didattica del primo circolo Francesco Crispi era nota da qualche giorno. Allimprovviso, invece, nonostante i deliberati contrari del tavolo tecnico regionale, arrivato laccorpamento dellistituto tecnico commerciale e per geometri Giovanni XXIII allistituto magistralesperimentale Crispi, trasformati dufficio, pare, dallassessore regionale alla Pubblica Istruzione Centorrino, in ununica e corposa istituzione scolastica che raggruppa tutte le scuole superiori di Ribera e stranamente lascia una sezione staccata dellIpia con circa 200 studenti ad una scuola superiore di Sciacca da cui dipendeva. Con questa operazione, che arriva dopo che nelle settimane scorse a Palermo sindacati, istituzioni scolastiche, organi della Regione Siciliana si erano pronunciati per il mantenimento nella citt delle arance di due scuole superiori distinte, perch ad indirizzo totalmente diverso, ecco la doccia fredda e la perdita, a partire dal prossimo settembre, di una presidenza, in aggiunta a quella della direzione didattica del primo circolo delle elementari, di una direzione amministrativa, di una parte del personale Ata e si spera, al momento, che il corpo docente non venga toccato. La scuola elementare di piazza Giulio Cesare stata accorpata allistituto comprensivo Crispi che perde la sezione staccata di Calamonaci che verr aggregata al secondo circolo didattico Don Bosco. I dirigenti scolastici, due segretari, alcuni operatori amministrativi e ausiliari perdono il posto e saranno utilizzati in altre scuole della provincia. Una prima soluzione soddisfacente per tutti, nella scuola superiore, stata quella di aggregare la sezione staccata dellIpia allItcg che avrebbe avuto cos circa 700 alunni. Invece il professionale di via Verga rimasto a fare numero per Sciacca che guarda caso non ha subto alcun ridimensionamento in ogni ordine di scuola. Qualcuno polemicamente afferma che amministrazione civica e deputazione locale hanno lavorato male.
ENZO MINIO

IL LUOGO DELLA TRAGEDIA

DEL BALCONE NON RIMASTO NULLA

VIA UMBRIA, DOVE I TRE SONO CADUTI

NICOLINA PIAZZA

CAPOLUOGO PI SICURO. LENEL HA ATTIVATO GI I CONTATORI

Da gioved videosorveglianza in funzione


Finalmente gioved prossimo dovrebbero essere attivate le telecamere dellimpianto di videosorveglianza realizzato negli ultimi mesi e che consentir di vigilare in modo costante e compiuto su piazza Marconi, piazza Cavour e piazzale Aster a San Leone. Parliamo al condizionale per cautela, ma sembra che ormai sia la volta buona. LEnel infatti ha attivato i contatori ai quali sono stati realizzati gli allacci. In questi giorni limpresa sta procedendo agli ultimi controlli sulle apparecchiature e sul sistema che controller le telecamere. Ha fatto sapere che sar pronta per gioved prossimo. E probabile che per lo stesso giorno il sindaco Marco Zambuto convocher una conferenza stampa per annunciare lavvio del servizio, ma anche per parlare del nuovo progetto di videosorveglianza, Agrigento citt sicura predisposto dal comandante della polizia locale Cosimo Antonica, naturalmente dintesa con lo stesso sindaco, ed approvato dal ministero dellinterno che lo ha finanziato. Si tratta di unaltra sessantina di telecamere che potranno essere installate, come ha gi spiegato Antonica, nelle zone della citt dove la percezione della sicurezza minore, come alcune scuole in periferia, le ville, il parco Addolorata (ne ha parlato Zambuto proprio in occasione dellavvio dei lavori nellanfiteatro di questultimo). Tornando allimpianto di videosorveglianza che sar attivato a breve, si sta anche predisponendo il regolamento per la tutela della privacy, necessario per regolamentare il funzionamento delle telecamere. Come si ricorder, lacquisto di queste ultime e di tutte le attrezzature di supporto andarono in appalto nellestate del 2010, ma i lavori di messa in opera vennero avviati soltanto nel gennaio 2011, poi subirono una lunga interruzione a causa della necessit di sistemare due pali molto alti a Villaseta e nel piazzale Aster di San Leone per la sistemazione dei ripetitori necessari alla trasmissione delle immagini. Tale sistemazione era subordinata al nullaosta della Soprintendenza ai beni culturali che perse del tempo per conciliare questa esigenza con quella di alcuni gestori telefonici che avevano fatto analoga istanza. Finalmente tutto stato superato ed i pali sono stati collocati. Qualche altra settimana si persa per lattivazione dei contatori elettrici, ma adesso finalmente tutto sembra essere stato superato.
SALVATORE FUC

PARTE LA VIDEOSORVEGLIANZA

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

36.

AGRIGENTO
Lo dico a La Sicilia
Firetto sul pronto soccorso dellospedale
E notizia ormai quotidiana di utenti esasperati dalla lunga attesa, in momenti di sofferenza e di angoscia, per la loro salute o di familiari, che scaricano la loro tensione e rabbia verso gli operatori sanitari del pronto soccorso dellospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. E notorio che nei mesi invernali, con laumento delle patologie legate alle avverse condizioni climatiche, i cittadini facciano ricorso con maggiore frequenza alla struttura ospedaliera. E la struttura si intasa, i tempi di attesa si allungano, qualcuno si reca nel pronto soccorso di un altro ospedale. Sicuramente da lodare la professionalit e limpegno dei medici e degli infermieri che sono costretti,in momenti di massima criticit, a turni massacranti. In una Circolare inviata dai direttori generali delle Asp siciliane, nel Febbraio 2011, lAssessore alla Salute, massimo Russo, invitava i manager a migliorare la qualit dellofferta sanitaria dei Pronto Soccorso siciliani con particolare attenzione agli aspetti legati allaccoglienza e alla umanizzazione. In particolare si puntava al miglioramento strutturale, organizzativo e gestionale. Gli obiettivi erano quelli del miglioramento del confort dei locali per garantire la dignit delle persone e la tutela della privacy, la presenza di psicologi e assistenti sociali e un coinvolgimento delle Associazioni di Volontariato per favorire una migliore permanenza del paziente al pronto soccorso, una adeguata regolamentazione della presenza dei familiari che pu contribuire a meglio interpretare i bisogni del paziente, la presenza di mediatori culturali per i soggetti stranieri, un profilo comportamentale del personale improntato ai principi della buona educazione e delletica professionale, una adeguata comunicazione allutenza per fornire in modo tempestivo e trasparente di tutte le informazioni utili. Sicuramente tutti buoni propositi che avrebbero senzaltro migliorato la qualit del servizio. Ma in questultimo periodo pare che chi dirige la sanit in Sicilia abbia altri problemi:per esempio nominare fidi manager, nominare osservanti responsabili di Unit semplice o complessa e non di rado primari lottizzati. C infatti una Legge del governo Lombardo che vuole la razionalizzazione della sanit c la resistenza della politica locale che non vuole cedere nessuna fetta del proprio potere in ambito ospedaliero. C limpotenza del manager o commissario che vorrebbe attuare la Legge ma gli viene impedito dalla politica locale; c limpotenza del Governo regionale che non riesce a far applicare una norma che ha varato. C il Governatore Lombardo che non pu andare contro la deputazione che a Palermo salva il suo Governo;c il manager o il commissario, che stato nominato da Lombardo che non pu andare n contro il governatore ne contro la deputazione che a Palermo funge da stampella. C inoltre la forza della politica che si vanta di salvare il proprio territorio. C la sanit distrutta e difesa solo apparentemente dagli stessi soggetti che abbiamo citato. Un gioco delle parti. Intanto al pronto soccorso di Agrigento occorre una seria sterzata! CALOGERO FIRETTO Sindaco di Porto Empedocle

Girgenti acque a rischio


Se lassemblea dei soci non approver la nuova struttura tariffaria la societ ne risentirebbe Infatti sarebbe impossibilitata a intervenire con la propria quota del 30% negli investimenti
Se lassemblea dei soci dellAto idrico non approver la nuova struttura tariffaria, Girgenti Acque sar nellimpossibilit di intervenire con la propria quota del 30 per cento negli investimenti per le infrastrutture per i quali gi c la disponibilit dei finanziamenti pubblici, come ad esempio le reti idriche (tra cui quella di Agrigento) o gli impianti di depurazione (a partire dalle soluzioni annunciate qualche giorno addietro per San Leone e Villaggio Peruzzo). Peraltro fino ad ora la gestione del servizio idrico integrato stata deficitaria dal punto di vista economico, anche se alcune perdite sono state ripianate - come da contratto - dalla Regione, e ci sono qualcosa come 27 milioni di euro di non riscosso sulle bollette relative agli anni 2008, 2009 e 2010. Il direttore generale della societ Giuseppe Carlino spiega come stanno le cose. Non voglio creare allarmismi e voglio sottolineare che Girgenti Acque disponibile alla massima collaborazione con chiunque per cui nei limiti delle nostre possibilit verremo incontro a chiunque - afferma - tuttavia ci sono delle situazioni realizzate. Ovviamente lunica garanzia che noi possiamo dare sono gli incassi della bollettazione, ma questi devono fondati su dati certi e non su di un insieme di tariffe che allo stato attuale sono ancora provvisorie perch prima o poi dovranno essere sostituite da quella unica e definitiva. Su questa base non avremo mai nemmeno un centesimo di anticipazione. Peraltro la fatturazione ancora oggi non copre per intero le spese di gestione, anche se queste ultime sono notevolmente diminuite. - Cio il servizio viene svolto in perdita? Allora, in tre anni dal 2008 al 2010 abbiamo fatturato circa 16 milioni in meno rispetto alle spese realmente sostenute. Questo non perch ci siamo voluti fare del male, ma perch le condizioni di appalto ci impongono di utilizzare le vecchie tariffe fino a quando non sar stata approvata la nuova unica per tutti i comuni. Pertanto il primo anno siamo andati sotto di 8,5 milioni, poi abbiamo eliminato alcune storture (eccessive perdite nelle condotte, lotta allevasione, utenze che sono state messe in regola, eccetera) per cui abbiamo ridotto i costi del servizio e nel 2010 abbiamo fatturato solo un milione e mezzo di meno. - Questi soldi per vi sono stati rimborsati dalla Regione... Questo nelle previsioni... nella realt abbiamo percepito, al momento, soltanto il 50 per cento di queste perdite, ma ovviamente il rimanente ci verr versato nel prossimo futuro. Attenzione per: nel 2011 la Regione non rimborser pi nulla e dunque le eventuali perdite derivanti dalla mancanza della tariffa unica dovr rimborsarle lAto. - E il non riscosso? Ammonta a circa 27 milioni di euro per i tre anni. Voglio sottolineare che malgrado questo abbiamo sempre garantito gli stipendi al nostro personale e non abbiamo mai avuto un solo giorno di sciopero. I nostri soci, per far fronte con puntualit a tutti gli impegni e sopperire ai mancati incassi hanno dovuto anche aumentare di 5 milioni il capitale sociale, portandolo a nove milioni.
SALVATORE FUC

LA SEDE DI GIRGENTI ACQUE

oggettive che non possono essere ignorate. Il gruppo bancario che ci ha appoggiato in sede di gara dappalto, o qualsiasi altro gruppo che dovessimo contattare, ci chiede delle precise garanzie prima di darci i fondi necessari a finanziare il 30 per cento delle opere che devono essere

Visita al museo Diocesano nella Giornata delle guide


Ad Agrigento anche questanno le guide turistiche aderenti alla Federagit hanno scelto di celebrare la Giornata Internazionale della Guida Turistica nel centro storico. Ritengono infatti che "la sua opportuna valorizzazione sia condizione indispensabile per lo sviluppo turistico della citt". In tal senso hanno riscontarto la piena disponibilit della Commissione Beni Culturali e Arte Sacra dellArcidiocesi e del suo responsabile don Giuseppe Pontillo e ottenuto il patrocino del Consorzio Turistico Valle dei Templi. Oggi, sabato 18 febbraio,alle ore 16, sar offerta sia alla cittadinanza che ai visitatori, la possibilit di partecipare ad una visita guidata al Mudia, Museo Diocesano Agrigento, le cui otto sale ospitano una collezione di materiali lapidei,arti suntuarie e applicate, argenti, quadri, affreschi, pitture su tavola, attraverso la quale possibile seguire la storia della diocesi agrigentina dal XII^ al XIX^ secolo, e la cui riapertura, lo scorso dicembre,in un periodo fra i pi tristi nella storia del centro storico agrigentino, ne ha segnato invece la voglia di rinascita. La partecipazione alla visita gratuita. Per informazioni si potr chiamare i numeri 360284699, 3384136400 e 3337333854. La Giornata Internazionale della Guida Turistica un evento organizzato da World Federation of Tourist Guide Associations. Liniziativasi celebra in tutto il mondo per conoscere il ruolo delle guide, che fanno visitare opere darte, musei, monumenti, scavi archeologici, gallerie, descrivendone le peculiarit storiche, artistiche e paesaggistiche, scegliendo gli itinerari, i tempi e le informazioni pi interessanti per i visitatori.
A.M.S.

Un plauso allAnas per la Ss. 640


Apprendo dagli organi di stampa che lAnas, che sta realizzando il raddoppio della Statale 640, quasi settimanalmente apre alla pubblica fruizione tratti di strada di nuova realizzazione. Per me che sono un professionista che annualmente percorre oltre 70.000 chilometri per motivi di lavoro, e che, purtroppo, assisto a numerosi incidenti stradali, non pu che essere motivo di soddisfazione. La mia soddisfazione scaturisce principalmente dallincremento in termini di sicurezza che offre la realizzazione della nuova strada a doppia corsia e ad unico senso di marcia, ed in secondo luogo anche dalla riduzione dei tempi di percorrenza della nuova statale che comporta un tracciato pi lineare e scorrevole privo di incroci a raso. Un apprezzamento va fatto alla Direzione ANAS regionale, sotto la cui supervisione si sta realizzando la suddetta opera stradale. Raro caso di efficienza della Pubblica Amministrazione. Motivo di ulteriore soddisfazione viene dallavere appreso che anche il secondo lotto di completamento del raddoppio della 640 stato appaltato. Da ci ne scaturisce la certezza dei tempi di realizzazione dellopera finale, che contribuir senzaltro a far uscire dallisolamento economico una vasta area della Provincia di Agrigento. Torno a dire, raro caso di efficienza della Pubblica Amministrazione. ERNESTO PERETTI

Una delle sale del museo Diocesano che potranno essere visitate nella giornata odierna dai turisti

In breve
POLO UNIVERSITARIO Sinaugura il nuovo anno accademico
c.m.) Il prossimo venerd alle 11, presso lAuditorium del Polo Universitario di Agrigento, si svolger la cerimonia ufficiale per linaugurazione dellanno accademico 2011/2012. Per loccasione si terr la Lectio Magistralis Architettura e Memoria a cura dellarchitetto ticinese Mario Botta. Presenzieranno allevento il Magnifico Rettore delluniversit degli studi di Palermo il prof. Roberto La Galla, il presidente del Polo universitario della Provincia di Agrigento il prof. Joseph Mifsud, e il presidente della Provincia regionale di Agrigento Eugenio DOrsi. La manifestazione sar introdotta dal prof. Giuseppe De Giovanni, presidente del corso di laurea in Architettura della sede di Agrigento.

Legambiente applaude il sindaco


Lassociazione ambientalista raggiante per la decisione di bloccare il depuratore del Villaggio Peruzzo
Grande soddisfazione per Legambiente in merito al nuovo progetto inerente il depuratore del Villaggio Peruzzo e sul completamento del sistema depurativo e fognario della fascia costiera. Legambiente Circolo Rabat saluta con compiacimento il nuovo progetto presentato dal Sindaco Zambuto perch appare impostato sul rispetto dei vincoli e della normativa di riferimento. Il nuovo piano prevede di convogliare le acque fognarie di tutta la fascia costiera verso due depuratori: verso quello attualmente esistente di contrada SantAnna e verso il depuratore del Villaggio Mos, da costruire ex novo. Finalmente - si legge nella nota di Legambiente - sul famigerato depuratore del Villaggio Peruzzo e sul completamento del sistema depurativo e fognario della fascia costiera di Agrigento ha giustamente prevalso il buon senso questa associazione per anni si battuta per far prevalere il rispetto della legalit, per la difesa del mare dallinquinamento e per difendere labitato del Villaggio Peruzzo dai miasmi derivanti dalla paventata realizzazione di questo depuratore scandendo a chiare lettere le ragioni per le quali non era possibile realizzare tale impianto di depurazione nel sito prescelto dai tecnici Rizzo e Platamone (e cio le prescrizioni del Piano stralcio per lassetto idrogeologico, le previsioni del Piano del Parco Archeologico e del Piano Attuativo della Rete Fognaria). Finalmente gli agrigentini avranno un mare pulito; Se tutto proceder come previsto si stopperanno le giuste lamentele e le innumerevoli richieste di intervento sollevate dai cittadini, come le sollecitazioni provenienti dal Comitato San Leone. Adesso occorre - concludono Claudia Casa presidente di Legambiente e larch. Gucciardo in qualit di vice presidente - che si provveda con la massima celerit ad ottenere il finanziamento e a rendere esecutivo il progetto, in modo da restituire qualit al nostro mare, al nostro vivere civile e alla nostra, purtroppo, asfittica economia turistica che da questa vicenda ha subito notevoli danni.
CHIARA MIROTTA
CLAUDIA CASA DI LEGAMBIENTE

ORDINE DEI MEDICI Dibattito sul tema: Alimentazione e sindromi correlate


e.c.)Alimentazione e sindromi correlate. E il tema del convegno in programma il prossimo marted 21 febbraio con inizio alle 17 presso la sala conferenze Ciccio Geraci dellOrdine dei medici in via Picone. Moderatore dei lavori, sar il presidente dellOrdine dei medici di Agrigento Giuseppe Augello. Sui disturbi della condotta alimentare, relazioner la dottoressa Patrizia Volpe specialista in sociologia sanitaria mentre il dott. Calogero Vetro, specialista i Endocrinologia, parler delle complicanze cliniche dei disturbi del comportamento alimentare.

INCONTRO-DIBATTITO La famiglia quale speranza dei valori


La famiglia quale speranza dei valori il tema di un convegno organizzato dallAssociazione Eurocultura che si terr domani con inizio alle ore 9.30 presso lIst. Tecn. Comm. leonardo Sciascia di Agrigento. Nel corso dei lavori, che verranno aperti dal saluto del Dirigente scolastico Patrizia Marino, sono previsti interventi del teologo Enzo Di Natali, del sociologo Giorgio Patti, della sociologa Antonella Gallo Carrabba, e della giornalista Margherita Trupiano. Liniziativa, si prefigge lo scopo di rilanciare listituzione famiglia minata da una societ che consuma valori. Particolare attenzione verr posta al ruolo di media e internet, propulsori di un sistema che, troppo spesso, si scontra con i valori dei quali la stessa famiglia portatrice.

PROVINCIA A CACCIA DI UN PROFESSIONISTA PROGETTO COMENIUS

Esperto in piste ciclabili Studenti visitano la GdF


s.f.) La Provincia regionale cerca un esperto... in piste ciclabili, qualcuno che si intende del difficile compito di mappatura e tracciatura dei percorsi su due ruote. Si tratta di mettere nero su bianco i percorsi gi individuati nellambito del progetto Sibit. Ovviamente la scelta per un simile incarico (ritenuto evidentemente al di sopra delle competenze dei tecnici dellente) sar molto rigorosa e sar operata sulla base di punteggi ben precisi ricavati anche grazie ai titoli che i concorrenti presenteranno. Il curriculum vitae potr fruttare fino a 20 punti, dei quali 10 saranno assegnati per esperienze nel campo del bike tourism, del turismo sportivo e di percorsi ed eventi ciclo-naturalistici, mentre gli altri 20 per lesperienza specifica nel campo della tracciatura, rilevazione e mappatura dei percorsi. Lesperienza dovr essere per reale e concreta: se non si raggiungeranno i 12 punti la selezione sar annullata. Ovviamente anche previsto un compenso adeguato: 10 mila euro tutto compreso, che saranno corrisposte dopo la mappatura di tutti i percorsi e la consegna di una relazione conclusiva sul lavoro eseguito e sullassistenza prestata nella fase di collocazione della segnaletica che sar successivamente e conseguentemente appaltata. Coloro i quali si ritengono allaltezza della situazione potranno presentare domanda di partecipazione facendola pervenire alla Provincia entro le ore 13 del quindiciesimo giorno dalla pubblicazione dellavviso nellalbo pretorio online dellente, cio da ieri. proiezione di un video a.r.d.l.) Visita ieri al Cosulle attivit del corpo ed mando provinciale della una dimostrazione da Guardia di Finanza di parte dellunit cinofila, Agrigento della delegail Comandante Porzio ha zione di dirigenti, docenillustrato limpegno della ti e alunni turchi, spaGuardia di Finanza, finagnoli e lituani, compolizzate alla promozione nenti del progetto di pardella legalit non solo tenariato europeo, Coentro i confini nazionali, menius, ospiti in questi UNO DEI MOMENTI ma volta anche a tutelare giorni dellIstituto Comprensivo Garibaldi di Agrigento, di- gli interessi economici della Comunit retto da Gabriella Bruccoleri. Dopo la Europea. Aderire al progetto Comenius - divisita al Palazzo di Citt dei giorni scorsi, ieri, la delegazione stata ricevuta ce Gabriella Bruccoleri - stato molto dal Comandante Provinciale della interessante, perch crediamo sia imGuardia di Finanza, Pasquale Porzio. portante per cittadini cosi giovani coUna calorosa accoglienza ha contrad- noscere le nostre attivit e promuovedistinto la mattinata. Attraverso la re la cultura della legalit.

POLIZIA MUNICIPALE Decine di multe elevate in piazza Moro


a.r. ) Gli agenti della Polizia municipale laltro ieri pomeriggio hanno elevato decine di multe nei pressi di piazza Aldo Moro per divieto di sosta. In un caso si provveduto al sequestro di una macchina trovata senza la copertura assicurativa. Lauto di propriet di un favarese era stata lasciata tranquillamente posteggiata di fronte al chiosco in uso della Polizia locale. Decine e decine di punti decurtati dalle patenti. Questo genere di operazione viene svolto pi volte al giorno per scoraggiare gli automobilisti a parcheggiare senza pagare il ticket.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

AGRIGENTO .37
VERSO LE AMMINISTRATIVE

La sinistra pronta alla scelta del candidato


I partiti della sinistra potrebbero essere i primi a sciogliere le riserve ad Agrigento Citt. Lufficializzazione del nome del candidato sindaco di Italia dei Valori, Sinistra e Libert e Federazione della Sinistra potrebbe avvenire infatti la prossima settimana: forse sabato 25 febbraio. Sarebbe ormai questione di ore per arrivare alla sintesi. I nomi in lizza al momento sono due: Nello Hamel (Idv) e Lillo Miccich (Sel). Lo confermano gli stessi diretti interessati. Per nessuno dei due sarebbe questa la prima volta. Sia Hamel che Miccich infatti sono stati candidati alla carica di sindaco gi nel 2007: in quel caso Hamel ottenne il 5,58% dei voti mentre Miccich si attest al 10,84%. Ma sono passati 5 anni e questi numeri contano ben poco, con un contesto politico estremamente mutato. Come noto i tre partiti della sinistra scenderanno in campo uniti in unuIl nome nica lista dal nome Per i beni comuni. dovrebbe Uniti per superare lo sbarramento essere del 5%. Pensiamo di superare questa soglia senza problemi, dice Nello reso noto Hamel che, secondo i suoi calcoli, entro prevede almeno due consiglieri coeletti nella loro il 25 febbraio. munalisindaco, invece, lista. Sul candidato lo stesso HaItalia mel pronostica un risultato superiore al 8%. Tutto comunque si giocher dei valori, poi in un eventuale ballottaggio: in Sinistra quelloccasione i partiti della sinistra agrigentina dovrebbero decidere con e libert chi (e se) apparentarsi: in quel caso ed FdS sceglieremo lipotesi pi compatibile hanno deciso con le nostre idee, ha sottolineato Hamel. Una cosa certa: tra loro e il Pd c ormai un solco. Miccich infatdi correre ti, nei giorni scorsi, aveva lanciato un assieme ultimatum ai democratici per unire il centrosinistra invitandoli a lasciare la coalizione che li vede insieme a Mpa e Fli. Ma un agguerrito botta e risposta tra Miccich e il segretario del Pd Messana ha segnato la definitiva rottura: non ci sono pi i margini di dialogo, ribatte oggi il coordinatore di Sel. Ognuno per la sua strada pertanto. Intanto in citt girava voce della possibile candidatura del giornalista Giovanni Taglialavoro come eventuale candidato esterno dellarea di sinistra. Ma la notizia stata smentita categoricamente dal protagonista: assolutamente fuori dal mondo, ci ha detto Taglialavoro. Riunione del Circolo Agrigento Futura intanto ieri sera presso la sede di Fli a Bonamorone. Stamattina invece riunione del parlamentino di Grande Sud nella sede al viale della Vittoria.
TOT FREQUENTE

a l ci n e m a
ASTOR ` 0922.25866 p.zza V. Emanuele, 10 In time. Ore 18,3020,3022,30. Biglietti - Intero euro 7,00/Ridotto euro 5,00. CONCORDIA ` 0922.665340 via Francesco Crispi, 10 Com bello far lamore. Ore 18,3020,3022,30. Sabato e domenica anche ore 16,30.
CIAK MULTISALA ` 0922.596015 via XXV Aprile Hugo Cabret 3D. Ore 1820,1522,30. Paradiso amaro. Ore 18,3020,3022,30. Primavera al cinema: solo mercoled prezzo euro 5,50. Biglietti - Intero euro 6,50/Ridotto euro 5,00.

I due esemplari di aquila reale che sorvolano la Valle dei templi. Uno spettacolo a cui ha assistito anche un nutrito numero di turisti in visita ai tesori archeologici

CAMPOBELLO DI LICATA CORALLO ` 3807567783 Benvenuti al Nord. Ore 1921. CANICATTI ODEON ` 0922.853277 via R. Pilo Come bello far lamore. Ore 19,3021,30. SUPERCINEMA via V. Emanuele Locale riservato. ` 0922.851821

Aquile sulla Valle dei Templi Si stanno corteggiando


I due rapaci sembra abbiano scelto i cieli del Parco per laccoppiamento
Aquile sulle Valle dei templi. Due splendidi esemplari da alcuni giorni volteggiano sopra la zona archeologica agrigentina attirando lattenzione dei visitatori, ma anche degli agrigentini le cui abitazioni danno sul territorio del parco archeologico. Si tratta di due aquile minori - spiega Giovanni Leto Barone, dirigente di unit operativa allEnte Parco - che erano state impallinate e che sono state recuperate e curate dal Centro per la fauna selvatica di Cattolica Eraclea il quale le ha poi liberate proprio nella nostra zona. I due volatili, un maschio ed una femmina, evidentemente hanno ritenuto accogliente lambiente della Valle dato che non si sono allontanati. Anzi le evoluzioni che fanno in volo fanno pensare alla fase di corteggiamento, per cui la nostra speranza che, anzich migrare verso la Spagna, come fanno di solito, possano nidificare da noi, magari nelle alture boscate della Rupe Atenea, e rimanere cos nella zona. Normalmente la migrazione dovrebbe avvenire verso la fine della primavera, ma se le due aquile dovessero nidificare evidentemente non si sposterebbero pi dal nostro territorio. Sono stati parecchi a vedere con molta curiosit questi due splendidi esemplari sorvolare la Valle. Inutile dire che anche i turisti che hanno visitato i tesori archeologici, sono rimasti affascinati nel vedere lo spettacolo.
S.F.

Mercoled ridotto per tutti.

CASTROFILIPPO PLANET MULTISALA - LE VIGNE S.S. 640 uscita Racalmuto, centro commerciale Le Vigne Castrofilippo Agrigento. 7 Sale climatizzate di ultima generazione, 1.295 posti - Cinema digitale 3D - La perfezione di immagine e suono. Tel. 0922.941798. www.multisalaplanetlevigne.it Aperto tutti i giorni. Come bello far lamore. Ore 17,3018,30202122,15. Paradiso amaro. Ore 17,152022,25. War Horse. Ore 1821,10. Hugo Cabret no 3D. Ore 1719,4022,20. Jack e Jill. Ore 18,2020,2522,30.
In time. Ore 18,1020,2522,35.

PORTO EMPEDOCLE MULTISALA MEZZANO ` 0922.637602 via C. Colombo, 36 |M | | |f| | DTS Sala Marylin: Iron lady. Ore 18,3020,3022,30 Sala Chaplin: The artist. Ore 182022. RIBERA CINE T. LUPO ` 0925.61003 Mission impossible - Protocollo fantasma. Ore 1820,1522,15. SCIACCA CAMPIDOGLIO ` 0925.87010 v. Campidoglio, 7 War horse. Ore 17,302022,30. Come bello far lamore. Ore 1820,1522,30. MULTISALA BADIA GRANDE ` 0925.87010 piazza Gerardo Noceto In time. Ore 1820,1522,30. I muppet. Ore 18. Hugo Cabret. Ore 20,1522,30. Shame. Ore 1820,1522,30.

Il Cts alla presenza di tanti studenti rimette in libert tre poiane


SANTA MARGHERITA BELICE. e.m.) Tre grandi esemplari di poiane sono stati liberati ieri mattina tra Santa Margherita Belice e Sambuca di Sicilia, in contrada Magaggiaro dagli operatori del Cts-Centro di recupero fauna selvatica e tartarughe marine di Cattolica Eraclea, dai funzionari della ripartizione faunistico-venatoria di Agrigento e del distaccamento forestale delle due cittadine, davanti agli alunni di una seconda classe della scuola media Tomasi di Lampedusa di Santa Margherita Belice. I tre volatili, presi a fucilate da bracconieri, sottoposti ad interventi chirurgici dal veterinario Calogero Lentini (fratture e ferite), sono rimasti in cura amorevole al centro cattolicese per 4 mesi e ieri posti in libert nel sito dove sono stati recuperati. Non la prima volta che gli uomini del Cts curano e rimettono in libert gli uccelli che purtroppo vengono rinvenuti quasi in fin di vita.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

38.

AGRIGENTO PROVINCIA

Anche il Pd batte un colpo Favara, alla parrocchia di San Vito


Porto Empedocle. Il partito ai minimi storici in citt sul tema lavoro
PORTO EMPEDOCLE. Anche il partito che nelle ultime elezioni amministrative di fatto sparito dal panorama politico locale alza la voce sul tema del lavoro. Il Partito Democratico, miracolosamente capace di portare in consiglio comunale una (diciottenne) rappresentante, interviene sul fermento occupazionale in atto da alcuni giorni in citt. Il circolo politico del partito democratico - scrive lex sindaco Giuseppe Antonio Sinesio - nel prendere atto delliniziativa della Camera del lavoro che ha avviato un percorso sulle questioni del lavoro e delloccupazione a Porto Empedocle, sollecita le iniziative pi appropriate dellamministrazione comunale, necessarie a verificare lo stato di salute delle piccole e medie imprese locali, nonch dellItalcementi, Vetem, Moncadam Italkali, ed Enel e nel contempo chiede che venga aperto un tavolo di concertazione tra Comune, imprenditori e parti sociali finalizzato - scrive Sinesio - a rendere trasparente, premiante e di garanzia il percorso per la migliore utilizzazione della manodopera locale, anche in previsione dellapertura dei cantieri per il rigassificatore. Il Pd sosterr tutte le iniziative, compresa quella indetta dalla Camera del lavoro il 28 febbraio per stare vicino a chi ha perso il lavoro o a chi rischia di perderlo, ma anche di reclamare lavoro per i giovani e le donne, finalizzato a rafforzare la nostra comunit e a trovare un migliore equilibrio socio economico.
F.D.M.

ecco lindulgenza plenaria dal Papa


FAVARA. Indulgenza plenaria stata concessa alla Chiesa San Vito di Favara da Papa Benedetto XVI in questo anno del bicentenario della parrocchia retta da don Diego Acqusto. Lo ha deciso tramite il Dicastero della Penitenzieria Apostolica che promuove lantica pratica delle Indulgenze, legate agli effetti del Sacramento della Penitenza ed espressione del dono della misericordia di Dio. La Comunicazione e Decreto, sono pervenuti nella giornata di ieri allArcivescovo-Metropolita di Agrigento, Mons. Francesco Montenegro, che li ha subito girati al parroco della chiesa San Vito, che, a sua volta, ha provveduto ad informare i componenti del Consiglio Pastorale Parrocchiale e del Comitato del Bicentenario, ricevendo riscontri di compiacimento e soddisfazione. La richiesta dellindulgenza plenaria, era stata avanzata nei primi giorni del mese scorso, tanto dal Consiglio Pastorale Parrocchiale, quanto dal Comitato del Bicentenario e dallo stesso Parroco. "La richiesta dellindulgenza - dice don Diego - era motivata ed accompagnata da alcune considerazioni, tra le quali: "Oggi, si richiede a tutti i cristiani responsabili un supplemento di impegno per uno stile ordinario di santificazione laicale nella quotidianit, in una rinnovata esperienza di purificazione e di riconciliazione nella devozione al Cuore Immacolato di Maria, (che licona propria presente nella chiesa di S. Vito, con cui 200 anni fa i nostri antenati hanno espresso la divina maternit) ed ai piedi della grande Croce di Ges che si innalza nel vicinissimo Calvario (A Cruci )".
TOT ARANCIO

LA PARROCCHIA DI SAN VITO

Il luogo sacro compie duecento anni

A Porto Empedocle il punteruolo rosso fa una vittima illustre


presenza di una palPORTO EMPEDOCLE. In ma ammalata, con piazza Vittorio Verami che possono neto, dinanzi alla Testaccarsi da un monenza della Guardia mento allaltro non di finanza c il mo il massimo in ternumento ai caduti mini di sicurezza. nella prima guerra Senza dimenticare mondiale, con ai lati che a due passi sorge due altissime palme la scuola elementare secolari. Pirandello, frequenUno di questi tata da centinaia di straordinari esembambini, insegnanti, plari (nella foto) vecbidelli. Al momento chi quanto la citt LA PALMA MORIBONDA la gigantesca palma destinato a essere raso al suolo. Il punteruolo rosso nella rimane al proprio posto, ma il suo desua inarrestabile e opera distruttiva stino purtroppo appare irrimediabilha mietuto quella che si pu definire mente segnato. Come quello di numerosi esemplari una vittima illustre. Uno degli storici simboli della citt, sul quale i segni in via Crispi, segati perch ormai irredel devastante parassita sono visibili. cuperabili, alcuni mesi addietro. Tutta Rami ingialliti, senza vita, mosci, fanno colpa di questo maledetto punteruolo brutta mostra su ci che resta della rosso che nessuno ha saputo debellapalma. Chi di dovere, mandato e paga- re, nonostante siano stati spesi anche to dal Comune per eliminare i perico- soldi per incaricare ditte specializzate li, ha provveduto a tagliare i rami or- nella rasatura al suolo degli esemplari morti. mai sul punto di staccarsi da soli. La piazza aperta al pubblico e la F.D.M.

Nove rinviati a giudizio


Favara. Per il crollo di via Carmine a processo anche gli ex sindaci Air e Vetro
FAVARA. Il Giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento Alberto Davico, ha rinviato a giudizio gli ex sindaci di Favara, Lorenzo Air e Carmelo Vetro, e altre sette persone per il crollo della palazzina di via Carmine, a seguito del quale due anni fa persero la vita sotto le macerie della palazzina in cui abitavano, le sorelle Chiara Pia e Marianna Bellavia di 4 e 14 anni. Gli imputati sono Rosalia Presti ed Antonio Noto, in qualit di proprietaria e possessore delledificio; Giacomo Sorce, Sebastiano Dispenza, Pasquale Amato, Alberto Avenia ed Antonio Grova, funzionari, dirigenti ed ex dirigenti dellUtc di Favara. Il processo inizier il prossimo 10 maggio, dinanzi al primo collegio. Il giudice Davico ha accolto in toto la richiesta di rinviare a giudizio le nove persone che non hanno scelto di essere giudicate col rito abbreviato. Ovvero lex sindaco Domenico Russello - primo cittadino in carica al momento del tragico crollo e il funzionario della Prefettura Vincenzo Arnone. Entrambi, appena un nale, dinanzi a un collegio giudicante, con un dibattimento dettagliato, minuzioso, capace di entrare a piedi uniti in una faccenda per la quale due genitori chiedono giustizia. I coniugi Bellavia, parte civile nel processo e rappresentati dallavvocato Daniele Re, appena seppero dellassoluzione di Russello esultarono, ritenendo da tempo lex sindaco estraneo alla tragedia, ringraziandolo anzi per quello che aveva fatto per loro, dopo la morte delle figliole. C da ritenere che a questo punto, i coniugi Bellavia dal processo che prender il via il prossimo 10 maggio si attendano non un colpevole, ma certamente colui o coloro i quali possono avere avuto una responsabilit nel rendere possibile il materializzarsi della tragedia di via Carmine. Il processo servir, ovviamente, ai 9 imputati per mettere sul tavolo tutte le carte a loro discolpa, auspicando di ottenere lo stesso successo di Russello e Arnone. Il tutto, in un processo che si preannuncia lungo.
FRANCESCO DI MARE

LORENZO AIR

CARMELO VETRO

paio di giorni fa sono stati assolti dalle accuse loro mosse - omicidio colposo plurimo e crollo - a seguito della sentenza emessa dal giudice Valerio DAndria. Russello assistito dagli avvocati Angelo Nicotra ed Enrico Quattrocchi, Arnone difeso dallavvocato Giuseppe Scozzari sono riusciti a dimostrare la loro estraneit ai gravi fatti loro contestati, uscendo completamente dalla vicenda. Subito dopo lassoluzione dei due, negli ambienti vicini alle persone

coinvolte nella vicenda era serpeggiato un cauto ottimismo, ipotizzando che lassoluzione di un ex sindaco e di un ex funzionario della Prefettura avrebbero potuto rappresentare un importante cartina di tornasole, per evitare il rinvio a giudizio. Evidentemente il teorema non ha retto affatto, visto che il giudice Alberto Davico ha deciso che le responsabilit eventuali della tragedia in cui persero la vita le sorelline Bellavia debbano essere accertate in unaula di Tribu-

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Canicatt

AGRIGENTO .39

La crisi economica

La struttura di Canicatt una volta era affollatissima di uomini e mezzi, ora invece lattivit risente dei problemi economici del Paese e soprattutto del Canicattinese con un crollo della domanda

Ravanusa sequestri della Gdf


RAVANUSA. (c.v.) Gli uomini della Guardia di Finanza di Canicatt, guidati dal tenente Michele Filomena, hanno scoperto a Ravanusa, un bar, allinterno del quale sono stati rinvenuti 10 videogiochi privi dei necessari nulla osta per la messa in esercizio e delle prescrizioni statuite dal testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza. Loperazione rientra nellambito dei servizi di controllo economico del territorio disposti dal comando provinciale di Agrigento e finalizzati anche alla prevenzione e repressione di illeciti in materia di congegni ed apparecchi da divertimento ed intrattenimento. Le Fiamme Gialle hanno sequestrato tutte le macchinette la somma di denaro contante rinvenuta al loro interno e frutto della attivit illecita, pari a circa 2.000 euro. I finanzieri, inoltre, hanno controllato identificandoli tutti gli avventori del bar, soprattutto quelli trovati a giocare con i video illegali. Il titolare dellattivit commerciale stato segnalato alle competenti autorit amministrative per le relative sanzioni pecuniarie, quantificate, complessivamente, in circa 13 mila euro. Il servizio costituisce una ulteriore risposta alla diffusa esigenza di legalit nello specifico settore, proveniente sia dalle linee dazione del comando generale del corpo per il recupero di una importante risorsa per le casse dello Stato, sia dalla necessit di tutelare i giocatori. Servizi come quello compiuto laltro giorno a Ravanusa, saranno effettuati anche nelle prossime settimane in tutto il territorio di competenza delle fiamme gialle di Canicatt.

Mercato ortofrutticolo al collasso Pure la produzione calata del 30%


A rischio centinaia di posti di lavoro anche nelle aziende agricole
GAETANO TAGLIALEGAMI
Il mercato ortofrutticolo

Anche la produzione si adeguata al calo della domanda


MAURIZIO FERRO

In breve
CASTROFILIPPO Il Gabibbo alle Vigne

La crisi ha ormai raggiunto livelli di gravit mai visti prima

La recessione delleconomia generale del nostro Paese, caratterizzata da una caduta generalizzata dei consumi nazionali delle famiglie residenti si fa sentire anche a Canicatt, paese che basa la sua economia prevalentemente sullagricoltura. Per cercare di capire meglio quanto ha influito la crisi sulleconomia locale siamo andati allinterno del mercato ortofrutticolo di Canicatt, uno dei pi importanti snodi del commercio agricolo della provincia di Agrigento. La situazione apparsa subito allarmante poich, in un luogo dove prima il traffico era in tilt a causa delle decine di mezzi pesanti che caricavano e scaricavano tonnellate di prodotti agricoli abbiamo trovato pochissime persone e solo due produttori del settore che ci hanno spiegato come ha influito la crisi sulle piccole realt. La flessione ha riguardato tutti i settori economici ma il settore agricolo stato particolarmente colpito ha detto Gaetano Taglialegami, uno dei principali produttori di prodotti agricoli della zona la risposta produttiva dellagricoltura, a livello locale, a fronte di prezzi che non sono partico-

PIETRO SIGNORINO

VINCENZO GUARNERI

La Coldiretti allarmata per un settore trainante

Proporr un tavolo tecnico tra il Comune e la Regione

larmente incentivanti, ha dovuto adeguarsi alle richieste del mercato e dunque la produzione stata ridotta di oltre il 30%. Lo dimostrano le contrattazioni allinterno di questo mercato che sono state fortemente ridotte. Nel complesso la situazione appare fortemente critica ed in evoluzione, per cui diventa difficile prevedere quali potranno essere gli sviluppi a medio e lungo termine. Il mercato ortofrutticolo, fu istituito da una cooperativa di agricoltori circa 25 anni fa e ad oggi costituisce una realt economica importante per la

citt di Canicatt. A rincarare la dose sulla crisi del settore un altro produttore agricolo Maurizio Ferro che spiega: La crisi del comparto agricolo ha raggiunto livelli mai visti prima. Bisogna chiedere alla Regione interventi immediati. Il quadro allarmante anche a livello locale, decine di aziende stanno cessando la produzione e centinaia di lavoratori perderanno loccupazione in una citt che basa la sua economia quasi esclusivamente sullagricoltura. Devono giungere dei segnali forti dalla Regione altrimenti si rischia il collasso del settore.

Qualche segnale positivo arriva dalla Coldiretti che, alcuni giorni addietro, ha lanciato liniziativa Campagna Amica che ha avuto protagoniste le arance di Ribera distribuite gratuitamente nei pressi della Posta Centrale di Canicatt: Abbiamo organizzato una degustazione gratuita di arance commenta Pietro Signorino, presidente della Coldiretti - per avvicinare la gente ai prodotti genuini e per sensibilizzare tutti allimportanza dei prodotti salubri della nostra terra ed a evitare i prodotti importati per mantenere un sistema economico pi forte allinterno del nostro territorio. Lassessore allAgricoltura, Vincenzo Guarneri, preso atto della difficile situazione che stanno vivendo numerose realt locali, ha garantito il sostegno dellAmministrazione comunale promettendo iniziative mirate a far sentire le problematiche locali al governo regionale e nazionale. Nellambito delle mie competenze -commenta lassessore - cercher di istituire un tavolo tecnico Comune - Regione che analizzer nel dettaglio i numeri della crisi a livello locale.
DAVIDE DIFAZIO

UN FENOMENO CHE HA MESSO IN GINOCCHIO DIVERSE AGENZIE DI ASSICURAZIONE

La polizia indaga sui falsi incidenti, nel mirino anche i testi


Dopo le migliaia di truffe e speculazioni ai danni delle assicurazioni , gli investigatori del commissariato di Canicatt, coordinati dal vice questore aggiunto, Valerio Saitta, stanno indagando al fine di risalire agli autori di falsi sinistri. Il fenomeno dilaga al punto che rischia di far chiudere decine di compagnie e di lasciare completamente scoperte alcune zone. Per questo motivo gli agenti del commissariato stanno portando avanti una serie di controlli mirati a scoprire eventuali illeciti. Nei prossimi giorni saranno divulgati i risultati delloperazione. Nel marzo dellanno scorso sono state 46 le persone raggiunte da altrettanti avvisi di garanzia emessi dalla Procura della repubblica di Agrigento, a carico delle quali pendeva laccusa di associazione a delinquere finalizzata a frodare le compagnie di assicurazioni. La frode avveniva attraverso la denuncia di falsi incidenti stradali o per essere risarciti dai colpi di frusta. Linchiesta, coordinata dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo, mira ad accertare eventuali coinvolgimenti di medici e radiologi, che avrebbero attestato false dichiarazioni nella compilazione del referto e di persone che avrebbero reso falsa testimonianza davanti al giudice monocratico. Gli inquirenti del commissariato di Canicatt stanno vagliando numerosi sinistri liquidati per i quali c il dubbio sulla veridicit dei fatti accaduti. Non si escludono risvolti eclatanti. La segnalazione alla procura di Agrigento era partita dalle societ assicurative che secondo le loro statistiche su 25mila incidenti in provincia ben 8000 si sono verificati a Canicatt. Per questo motivo molte agenzie di zona, con i bilanci in passivo, sono state costrette a chiudere i battenti, perch ogni 100 euro di premio incassato se ne sborsavano 109 per i sinistri, dato questo dovuto soprattutto ai falsi incidenti. Una vera piaga che peraltro danneggia tutti gli automobilisti costretti a pagare premi sempre pi alti.
DAVIDE DIFAZIO

Domani alle 17,30, direttamente dalla trasmissione di Canale 5 Striscia la notizia, il Gabibbo sar ospite del centro commerciale Le Vigne per partecipare ad una sfilata di bambini in maschera in occasione del carnevale. Considerato il periodo, il Centro Le Vigne ha organizzato anche questanno delle sfilate e alcuni spettacoli di puro divertimento per il pubblico. Il grande Centro commerciale, continua a rappresentare lunico punto di interesse in territorio di Castrofilippo. Lo scorso novembre, sono stati festeggiati alla grande i tre anni di attivit del Centro commerciale che ha richiamato migliaia di visitatori anche per la presenza del cinema multisala in una zona dove di cinema vi era la totale carenza. Grazie allimpegno della direzione della struttura, per loccasione stato allestito un ricco programma di eventi con la partecipazione di nomi famosi dello spettacolo. Madrina era stata la graziosa show girl Giorgia Palmas. Il Gabibbo, entrato ormai nelle case di tutti gli italiani, ha un forte richiamo in modo particolare tra i bambini i quali domani pomeriggio avranno lopportunit di farsi fotografare assieme al famoso pupazzo animato da Gero Caldarelli con la voce di Lorenzo Beccati.
EUGENIO CAIRONE

LA SCUOLA IN CAMPO

CAMPOBELLO DI LICATA

Alla Verga ricordate le vittime della mafia Droga, La Greca lascia il carcere con il musical Un piccolo passo verso la legalit ma il giudice impone lobbligo di firma
Il musical Un piccolo passo verso la Legalit ha chiuso le iniziative in programma nellambito del progetto Le(g)ali al Sud che ha impegnato gli alunni dellistituto Comprensivo Giovanni Verga. Gli studenti, seguiti dai tutor Maria Rosa Cozzo e Aldo Cammalleri, improvvisandosi attori, cantanti, ballerini e musicisti hanno ricordato le vittime della mafia. Il progetto, per il quale la scuola canicattinese stata premiata dal Senato stato realizzato grazie al Piano Integrato dIstituto, in collaborazione con lassociazione Amici del giudice Rosario Angelo Livatino. Siamo sempre aperti a collaborare con le scuole - ha detto Giuseppe Palilla, presidente dellassociazione si dice che lalbero va raddrizzato fin dalle radici, quindi dobbiamo raddrizzare questi nostri giovanotti finch siamo in tempo. Soddisfatta la preside della scuola Mariangela Gibilaro. Questi i ragazzi che hanno partecipato al musical: Carlo Buccheri, Dalila Calluso, Riccardo Campagna, Claudia Caruso, Flavia Cippolina, Gaia Lo Celso, Luna Marrali, Manuel Marralu, Letizia Antonia Milazzo, Simona Milazzo, Santo Muratore, Riccardo Nicosia, Giorgia Racalbuto, Carmelo Sciascia Cannizzaro, Giuseppe Signorino, Sofia Sollami, Sophia Terrana, Alessio Todaro Tilli, Kevin Bordonaro, Emanuele Bosco, Francesco Buccheri, Angelo Carlino, Maria Pia Carlino, Mariazzurra Carlino, Valentina Di Bella, Marco Failla Mulone, Antonio Giardina, Stefania Guadagnino, Pietro Pio Inglima, Carmelo Lia, Giuseppe Livarino, Ilenia Misuraca, Carla Moncado, Simona Onolfo, Vittoria Pantano, Sofia Racalbuto, Dalila Ricotta, alice Sciascia Cannizzaro, Arianna Teglialegami, Giulia Vinci. La regia stata curata da Serena Bonsangue, gli arrangiamenti e la direzione coro da Roberto Merulla.
V.G.

CASTROFILIPPO Al via il Carnevale


Tutto pronto per il ritorno in paese della festa di Carnevale. La Pro Loco che di fatto si intestata ledizione del 2012, ha reso noto il programma. La festa prender il via dal centro commerciale le Vigne alle 17 di domani. Domenica, invece, alle 16 nel viale Bonfiglio allaltezza di piazza Pirandello ci sar il raduno dei carri e delle maschere. Dopo la sfilata lungo il corso principale e la via Trieste, in piazza Savatteri avr inizio una festa danzante. Il clou si avr marted 21. In mattinata in programma una sfilata con il coinvolgimento delle scolaresche. Nel pomeriggio, la sfilata conclusiva con i carri e i gruppi in maschera. Prevista una passerella delle migliori maschere e gruppi partecipanti ai quali la Pro Loco consegner degli attestati.
E.C.

CAMPOBELLO DI LICATA. Calogero La Greca, 35 anni, del luogo, detenuto con laccusa di detenzione di otto grammi di cocaina, ieri mattina ha riacquistato la libert. Il giudicegli ha per imposto lobbligo della firma negli uffici della locale caserma dei carabinieri. Calogero La Greca nei giorni scorsi era finito in manette nel Palermitano con laccusa di detenzione e spaccio di eroina. Luomo comparso davanti il Gip di Termini Imerese che ha convalidato larresto e, accogliendo le richiesta dallavvocato Salvatore Manganello, legale di fiducia del campobellese, ha disposto la scarcerazione imponendo lobbligo della firma. La Greca finisce in manette quando i carabinieri nel corso di un mirato controllo antidroga hanno fermato il campobellese trovandolo in possesso di otto grammi d eroina. La Greca era alla guida della propria autovettura in compagnia di altri due giovani i qua-

CONTROLLI DEI CARABINIERI

li immediatamente hanno dichiarato di essere estranei alla vicenda. Situazione questa confermata dal campobellese che si assunto tutta la responsabilit della detenzione dello stupefacente.
ANTONIO CACCIATORE

BLACK OUT DELLE LINEE TELEFONICHE PER UN ENNESIMO FURTO DEI CAVI DI RAME

La contrada Spagnolo-Torretta isolata


(c.v.) Linee telefoniche inutilizzabili nel raggio di 10 chilometri tra i comuni di Canicatt e Campobello di Licata. Lennesimo black-out delle linee telefoniche avvenuto in questa zona della provincia di Agrigento stato causato dal solito furto di rame avvenuto in contrada Spagnolo - Torretta territorio a cavallo tra i due comuni. Delle indagini si stanno occupando i carabinieri i quali ieri mattina hanno ricevuto lennesima denuncia da parte dei responsabili della Telecom Italia dopo che gli utenti avevano chiamato il 187 per sapere quali fossero i motivi che avevano generato quello che in un primo momento sembrava un guasto alla linea telefonica. Agli utenti della Telecom stato risposto dagli operatori che il disservizio era dovuto allazione di ignoti che durante la notte avevano asportato i fili della linea telefonica. Soltanto il 3 febbraio scorso nella zona erano stati asportati 900 metri di linea telefonica. Adesso dopo la sostituzione da parte degli operai ne sono stati portati via durante la notte circa 200. Problemi anche per il gestore di una area di servizio Renato Cammarata, che a causa del furto non pu usare la linea telefonica ed accettare i pagamenti tramite Pos. I furti di rame nellultimo periodo hanno subito una preoccupante impennata. La causa dovuta dal fatto che la vendita del rame permette dei buoni guadagni poich il metallo ha subito nellultimo periodo un aumento considerevole del prezzo di vendita. Nei mesi scorsi carabinieri e polizia avevano aumentato i controlli nelle zone di campagna che spesso finiscono nel mirino di ladri che portano via interi cavi elettrici lasciando spesso intere zone al buio. Ma nonostante i controlli il fenomeno in questo ultimo periodo ha subito una ulteriore escalation dalle nostre parti. Ad essere prese di mira zone alla periferia delle citt agrigentine lontane da sguardi indiscreti e dove spesso vi sono in fase di svolgimento lavori per la posa in opera di impianti elettrici e telefonici.

RENATO CAMMARATA E I CAVI TRANCIATI

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

40.

AGRIGENTO

Licata
DOMANDE OLTRE I TERMINI

IL CASO. La transessuale licatese aggredita a Catania: coro di solidariet in tutta la citt

Contributi sportivi Lassessore Urso a Michelle Fascicolo dei carabinieri Ti do la mia assistenza legale trasmesso in Procura
Cori di solidariet ed espressioni di sdegno in citt per il grave fatto di cronaca di cui stata vittima Michelle Santamaria, giovane transessuale licatese di 22 anni. stata picchiata selvaggiamente alluscita di una discoteca di Catania, era il giorno di San Valentino e Michelle aveva trascorso una serata con amici, stata prima aggredita verbalmente e poi picchiata selvaggiamente, tanto da essere costretta a ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso. Alla base dellaggressione, proprio la sua sessualit. La giovane ha raccontato di essere stata presa a calci e pugni e di essere stata minacciata con un coltello prima di essere accompagnato in ospedale dove i medici lhanno dichiarata guaribile in trenta giorni. Il fatto stato denunciato alla Questura di Catania. Non la prima volta che la giovane al centro di fatti di cronaca come questi. Anche a Licata alcuni anni fa fu fatta oggetto di un pestaggio da parte di alcuni compagni di scuola: alla base dellaggressione, ancora la sua sessualit. Dal Comune LArcigay con oggi arrivano gli attestati di solidariet del sindaco Agostino De Graci, del suo vice Arnone Caro ha e dellassessore alle pari opportunit Patrizia Urinvece so. Questultima, nella su annunciato la qualit di avvocato ha offerto il patrocinio gratuito costituzione alla giovane Michelle. di parte civile Metto a disposizione le mie competenze e pronei confronti fessionalit gratuitamendegli autori te per sostenere Michelle da subito per tutto ci che della brutale le necessiter ha dichiaaggressione rato in una nota lassessore Urso. Solidariet a Michelle Santamaria stata espressa anche dalla consulta per le pari opportunit, le associazioni che ne fanno parte, condannano qualunque episodio di violenza a danno di chiunque essere umano, ed in particolare nei confronti di categorie pi deboli quali quelle degli omosessuali e dei transessuali. Anche il coordinatore di Sicilia Vera, Giuseppe Malfitano, intervenuto sullepisodio: Sono fortemente convinto - si legge in una nota - che le nostre scelte, anche e soprattutto, quelle profondamente intime e legate al nostro modo di relazionarci, debbano essere libere e mai condizionate dalla societ in cui viviamo, desidero far sentire la mia vicinanza umana alla nostra concittadina Michelle Santamaria, esprimendole forte solidariet e un augurio di pronta guarigione. LArcigay si costituir parte civile nelleventuale processo che sar intentato agli autori della vile aggressione: Ci stiamo occupando attentamente del caso - dichiara Agostino De Caro, segretario di Arcigay - ieri il comitato provinciale di Catania ha incontrato il questore e per luned ha convocato una conferenza stampa. Del caso di Michelle si sta occupando anche lassociazione libellula che si occupa proprio dei diritto delle persone transessuali.
GIUSEPPE PATTI

MICHELLE MOSTRA LE FERITE AL LABBRO

IL VOLTO TUMEFATTO DI MICHELLE

GIOVANNI CUSUMANO DEVE SCONTARE DUE ANNI E UN MESE

Coltellate alla moglie: arrestato


Il pregiudicato licatese, Giovanni Cusumano, 67 anni, ex dipendente del comune di Licata, stato arrestato dai carabinieri del locale comando compagnia in esecuzione ad un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Agrigento. stato posto ai domiciliari per lespiazione di una pena di due anni ed un mese di reclusione inflittagli dal giudice monocratico che lo ha riconosciuto colpevole di aver accoltellato propria moglie ed il figlio. Luomo subito dopo le formalit di rito stato accompagnato presso la propria abitazione per espiare la pena. La vicenda giudiziaria che ieri laltro ha visto Cusumano finire agli arresti domiciliari inizia nel pomeriggio del 16 luglio del 2010 quando fu arrestato perch aveva accoltellato sua moglie ed il figlio di questultima. Le due vittime fecero ricorso alle cure dei sanitari in servizio al pronto soccorso del vicino ospedale San Giacomo dAltopasso dove furono giudicati guaribili in otto e dieci giorni di prognosi. Un raptus che ora lo vedr scontare i due anni di pena inflittigli dal giudice.
A.C.

GIOVANNI CUSUMANO

Con la trasmissione di un voluminoso fascicolo alla Procura di Agrigento si sono concluse le indagini sullelargizione dei contributi alle societ sportive locale da parte dellAmministrazione comunale condotte dagli uomini del nucleo operativo e radiomobile del locale comando compagnia carabinieri. Ora sar la Procura a stabilire se il fascicolo dove sono raccolti i risultati delle indagini contengano o no elementi tali da confermare leventuale commissione dei reati. A far scattare le indagini la scorsa estate sarebbe stato il contenuto di una lettera inviata ai carabinieri di via Salvo Dacquisto. Unindagine che non riguarderebbe le societ sportive che hanno chiesto lo scorso anno allamministrazione comunale contributi economici per la loro attivit sportiva. Linchiesta sarebbe scaturita dalla minuziosa narrazione dei fatti contenuta nella lettera pervenuta al comando dei carabinieri in cui sarebbe state racontate una serie di presunte irregolarit. Gli investigatori impegnati a varificare quanto contenuto nelle lettera mirano a chiarire anche se ci sia stata la manomissione, la falsificazione e lalterazione di alcuni documenti depositati negli uffici comunali. Tutte irregolarit che sarebbero state commesse al fine di ottenere dei contributi economici dallAmministrazione comunale anche se la relativa istanza sarebbe stata presentata oltre i termini previsti dal regolamen-

IL COMUNE DI LICATA

to comunale. Una circostanza che avrebbe visto qualcuno agire nellombra per alterare e falsificare alcuni documenti depositati presso gli uffici comunali retrodatandoli e dunque facendoli apparire presentati entro i termini. Una vicenda che ha visto gran parte dei dipendenti comunali sentiti dagli investigatori a sommaria informazione come persone a conoscenza collaborare dei fatti e alcuni di essi avrebbero anche attivamente collaborato con gli organi inquirenti fornendo ogni utile elemento per far luce sulla vicenda. Sar la Procura delle repubblica di Agrigento ora a verificare se nelle carte dei carabinieri ci sono elementi utili a proseguire lindagine.
ANTONIO CACCIATORE

Le lezioni di clarinetto arrivano alla Quasimodo


Ha preso il via mercoled pomeriggio un progetto musicale diretto dalla prof.ssa Catia la Torre, diplomata in clarinetto al conservatorio di Caltanissetta, collaborata da Amedeo Mugnos. Il corso, della durata di trentasei ore, organizzato a titolo gratuito dallAssociazione Musicale Amedeo Vella diretta dal presidente Calogero Damanti in collaborazione con lIstituto comprensivo Salvatore Quasimodo diretto dal preside Calogero Marotta e servir per perfezionare luso di strumenti a fiato, soprattutto ottoni e ance. Il gruppo di lavoro che ha organizzato questa iniziativa ci tiene particolarmente a sottolineare la totale mancanza di qualsiasi contributo. Il corso sar gratuito per gli studenti della scuola che vorranno partecipare e si pone come obiettivo quello di provare ad insegnare luso di uno strumento musicale in una scuola, andando a riprendere tra laltro quella che fino a qualche anno fa era una materia che veniva studiata durante le ore scolastiche e che comprendeva anche luso di uno strumento musicale. Liniziativa stata subito accettata dal preside dellistituto, Calogero Marotta, e alla fine delle ore di lezione si terr anche un saggio che vedr lesibizione dei partecipanti al corso. Calogero Damanti, presidente dellAssociazione Musicale Amedo Vella ha voluto ringraziare il preside dellistituto per lopportunit concessa: A nome di tutta lassociazione ringrazio il preside Marotta per la disponibilit mostrata e speriamo di riuscire a fare un buon lavoro con questo corso che abbiamo iniziato mercoled. I ragazzi saranno seguiti da un maestro qualificato come Catia la Torre e laugurio che qualcuno possa appassionarsi di musica.
GIUSEPPE CELLURA

Alberghiero e San Giorgio Studenti imparano nel Centro


Sta dando i propri frutti la collaborazione avviata dal centro commerciale San Giorgio e lIstituto Tecnico Commerciale Filippo Re Capriata. La collaborazione gi iniziata lo scorso anno durante il periodo di Natale: molti ragazzi dellAlberghiero hanno collaborato con tanti negozi allinterno del centro nellambito del progetto della scuola denominato Alternanza scuola-lavoro. Questo progetto permette ai ragazzi - dice il direttore del San Giorgio Giuseppe Sanfilippo - gi durante gli anni degli studi, di inserirsi nel mondo del lavoro e noi siamo stati felici di poter aiutarli. Anzi - continua Sanfilippo - colgo loccasione per lanciare un appello a tutti i dirigenti scolastici affinch il centro commerciale San Giorgio diventi per loro e per i loro ragazzi uno strumento per valorizzare i propri progetti. La collaborazione tra lAlberghiero e il San Giorgio continuer per tutto lanno. In particolare in occasione del carnevale, i ragazzi dellAlberghiero, prepareranno oggi domani e marted, dei dolci tipici di carnevale che saranno offerti gratuitamente a tutta la clientela del San Giorgio. Prossimamente la collaborazione sar intensificata con nuove iniziative che avranno come obiettivo primario quello di introdurre i giovani al mondo del lavoro.Domani, in galleria la direzione del centro offrir una divertente animazione per bambini. Sono previste degustazioni, momenti di svago e altre iniziative per tutti i bambini che saranno accompagnati dai loro genitori in maschera.
G.P.

Palma, lex carcere mandamentale Palma, i Forconi lasciano laula consiliare diventer un infopoint per i turisti Onolfo: Ora tutti al corteo di Palermo
PALMA DI MONTECHIARO. Si chiama Sibit il progetto che la Provincia regionale ha deciso di promuovere per investire anche sul territorio palmese, con il finanziamento di alcune iniziative con le quali potere incentivare le presenze turistiche in alcune tra le pi suggestive localit del litorale della cosidetta Riviera del Gattopardo. Nel progetto Sibit, su proposta del presidente della Provincia Eugenio DOrsi, sono state incluse, per la loro valorizzazione, le localit di villeggiatura di Vincenzina, Castello, Marina di Palma, Torre San Carlo, Falcone, Facciomare, Ciotta e Torre di Gaffe, dove per sarebbe opportuno che la Provincia regionale, nelle arterie di sua competenza, provvedesse anche a migliorarvi gli accessi viari. Il capogruppo consiliare del Mpa Rosario Bruna, dipendente della Provincia regionale e a cui il presidente Eugenio DOrsi ha affidato il compito di fare da collegamento con il sindaco Rosario Bonfanti e lamministrazione comunale palmese, si gi attivato, scrivendo una lettera con la quale ha spiegato al sindaco le finalit del progetto Sibit, con le quali previsto anche un piano di comunicazione turistica. Piano che -ha comunicato il capogruppo consiliare del Mpa- prevede anche la firma di un protocollo dintesa tra lente Provincia, il Comune e la locale sezione della Pro loco. Nella sua lettera trasmessa al sindaco Rosario Bonfanti, lesponente politico del Movimento per lautonomia lo ha invitato a farsi parte attiva affinch si possa proprio advenire in tempi brevi e prima della stagione estiva, alla firma del protocollo dintesa tra i due enti e la Pro loco. Protocollo dintesa con cui, tra laltro, anche prevista listituzione di un ufficio accoglienza e di informazione turistica. Per la sede di questi due punti di riferimento per i turisti in visita nella cittadina del Gattopardo, Rosario Bruna ha segnalato al sindaco, come possibile scelta, un locale al primo piano dellex carcere mandamentale, sito in piazza Santa Rosalia, di fronte la Chiesa Madre, dove sostano proprio gli autobus dei turisti.
F. B.
LEX CARCERE MANDAMENTALE

PALMA DI MONTECHIARO. durata una settimana loccupazione da parte dei Forconi palmesi dellaula consiliare. Ieri il coordinatore locale Rino Onolfo ha disposto lo sgombero della sede in cui si svolgono le sedute consiliari, dando appuntamento ai seguaci del movimento giorno 6 marzo prossimo. In questa data -ha preannunciato Rino Onolfo- si dovrebbe svolgere una grande manifestazione a Palermo con la partecipazione di tutti i Movimenti dei Forconi siciliani e con alla testa il loro capo Mariano Ferro, a cui ormai stato imposto il nome di "Masaniello di Avola". A significare forse un accostamento significativo con il capopopolo napoletano che guid la sommossa contro i Borbonici. E proprio da Mariano Ferro i Forconi palmesi hanno avuto la disposizione di concludere provvisoriamente la pacifica protesta, nellattesa che nei prossimi giorni ci possano essere da parte del presidente del Governo regionale Raffaele Lombardo risposte concrete circa le richieste formulate sulla defiscalizzazione di alcune materie, in-

dispensabili per esercitare la loro attivit di produttori agricoli, tra cui quella del gasolio. Prospettive che -ha sottolineato Giovanni Costanza, agricoltore di Camastra e coordinatore provinciale dei Forconi accanto nella protesta ai colleghi palmesi sembrano nebulose e addirittura rischiano ormai per il falcidiato comparto agricolo di aggravarsi, a seguito della decisione dellUnione Europea di spalancare le porte al Marocco per la libera esportazione anche di ortaggi di produzione africana. Il prossimo 6 marzo hanno concluso Giovanni Costanza e Rino Onolfosaremo numerosi a Palermo per dare man forte al nostro leader Mariano Ferro in una battaglia che intendiamo continuare per salvaguardare il presente delle nostre famiglie e il futuro dei nostri figli, messo in pericolo da provvedimenti governativi pesanti che stanno soffocando le nostre attivit e mortificando i nostri sacrifici che, come se non bastasse, saranno pi insostenibili dopo le decisione dellUnione Europea.
FILIPPO BELLIA
RINO ONOLFO

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

La sciagura a Torre di Gaffe


IL PALAZZO CROLLATO

AGRIGENTO .41

e la morte di Spiridon

Quattro anni e 2 mesi ad Antonio Di Vincenzo, un anno a Vincenzo Marchese Ragona. Congrui risarcimenti disposti ai proprietari degli alloggi della palazzina

Dopo sei anni la sentenza condannati i due imputati


FRANCESCO DI MARE

LA TESTIMONIANZA

AGRIGENTO. Ci sono voluti quasi 6 anni, ma alla fine ecco la sentenza. Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, con competenza sulla sezione di Licata Ezio Damizia ha condannato a complessivi 4 anni e 2 mesi di reclusione limprenditore Antonio Di Vincenzo di Palma di Montechiaro, e ad un anno il direttore dei lavori Vincenzo Marchese Ragona di Canicatt, per omicidio e disastro colposo. A Di Vincenzo i reati contestati erano favoreggiamento dellimmigrazione clandestina, omicidio colposo, crollo colposo, minacce e falso. Il processo riguardava il crollo, avvenuto nel settembre 2006, di un edificio di 5 piani a Torre di Gaffe a Licata, dove perse la vita loperaio romeno Mircea Spiridon, 32 anni il quale venne estratto vivo dalle macerie, ma mor in ospedale, dopo che gli vennero amputate le gambe, mentre era ancora sotto le macerie della palazzina. Il Pubblico ministero titolare dellindagine, Giacomo Forte aveva chiesto la condanna a sei anni per Di Vincenzo e a due anni per Vincenzo Marchese Ragona. I due imputati erano assistititi dagli avvocati Salvatore Pennica ed Enrico Quattrocchi, nel caso di Marchese Ragone, Antonino Gaziano e Francesco Scopelliti, Di Vincenzo. Si diceva della condanna di questultimo imputati alla pena complessiva di 4 anni e due mesi, ma il giudice nella lettura del dispositivo, avvenuta ieri intorno alle 12 stato assai dettagliato nello scindere in tre parti la condanna. Per i capi A,D ed E il geometra palmese stato condannato a un anno e due mesi di reclusione; per il reato di cui allarticolo 589 comma 2 del codice penale, cos riqualificata loriginaria imputazione sub capo B a un anno e 6 mesi di reclusione; per il capo C stato condannato a un anno e sei mesi di reclusione. Totale 4 anni e due mesi. Da evidenziare come il reato di minaccia era relativo a quanto Di Vincenzo avrebbe detto alla moglie di Spiridon, intimandole di non dire che il marito fosse nella palazzina prima del crollo e che lo stesso uomo fosse un giardiniere. La donna non batt ciglio e denunci tutto alle forze dellordine. Di Vincenzo, alcuni mesi fa venne condannato in maniera definitiva a 2 anni e 9 mesi di reclusione al termine del processo per usura denominato Easy Money, ovvero la vicenda fatta esplodere dallex sindaco di Porto Empedocle Paolo Ferrara, che denunci e fece arrestare il geometra palmese, accusandolo di essere il suo usuraio.

Parla la vedova Daniela Paduraru Giustizia, ma non mi ridaranno Mircea


Chiedevo giustizia, e in parte arrivata, ma nessuno potr mai riportami indietro mio marito. A parlare dalla sua casa di Canicatt, dove si trasferita da alcuni anni Daniela Paduraru, moglie di Mircea Spiridon. Quella tragedia ha profondamente segnato la vita della donna. In questi anni stata "adottata" dalla Cgil, prima con Piero Mangione, poi con lattuale segretario provinciale, Mariella Lo Bello, Daniela stata sempre aiutata, sin dallimpegno attraverso la cassa edile per sostenere le spese per il trasferimento della salma di Mircea Spiridon, in Romania e per il viaggio dei familiari. Altro ruolo importante stato quello di Gaetano Bonvissuto, della Cgil di Licata, che procur i legali ai parenti del defunto. Oggi Daniela lavora come addetta alle pulizie, occupandosi anche di sicurezza sui luoghi di lavoro. Da alcuni mesi, infatti, entrata a far parte del direttivo della Camera del Lavoro della Cgil, e viene seguita costantemente dai vertici del sindacato. Il ricordo di mio marito sempre attuale, cos come non dimenticher mai quei momenti terribili. Chi ha sbagliato doveva pagare. Mio marito era un uomo buono, un lavoratore. Quando successo lincidente non sapevo nemmeno che gli avevano amputato i piedi, lho scoperto quando sono arrivata a Torre di Gaffe. Mio marito - riprende la donna quando arrivato a Palma nei primi mesi ha lavorato nei campi con i canVincenzo Marchese Ragona stato condannato a un anno di reclusione (pena sospesa) per le imputazioni di crollo colposo e omicidio colposo, a esclusione della parte della condotta relativa al non avere meglio vigilato sullesecuzione dei lavori in modo che venissero adottate tutte le precauzioni idonee ad assicurare la stabilit del palazzo. Fin qui la sentenza dal punto di vista squisitamente penale, che - per il Tribunale di Agrigento - riconosce in Di Vincenzo e ficio aveva dichiarato che nessuno stava lavorando quel giorno. Quando i vigili del fuoco lo hanno individuato sotto la massa di detriti sembrava che luomo avrebbe potuto farcela. Ma per estrarlo dalle macerie i medici hanno dovuto amputargli i piedi e Mircea morto, poco dopo, in ospedale. La storia per non finisce qui. Perch la procura di Agrigento che apr uninchiesta sul crollo, punt il dito contro il comportamento criminale del titolare dellimpresa edile che non ha subito denunciato la scomparsa delloperaio. Ieri dopo cinque anni e mezzo sono arrivate le condanne per limprenditore Antonio Di Vincenzo e a 1 anno il direttore dei lavori Vincenzo Marchese Ragona. Importante che sia arrivata la condanna, anche se aspettiamo di leggere le motivazioni della sentenza - ha dichiarato Mariella Lo Bello, segretario provinciale della Cgil -, nella fine terribile di Mircea Spiridon c stata premeditazione, perch fino allultimo limprenditore ha negato lesistenza del lavoratore sotto le macerie. Un imprenditore rischia investendo del denaro, per il lavoratore, invece, il rischio di andare incontro alla morte se non vengono assicurate tutte le necessarie ed obbligatorie misure di sicurezza. La nostra battaglia su questo continuer incessantemente .
ANTONINO RAVAN
ANTONIO DI VINCENZO

DANIELA PADURARU

talupi, luva le olive. Poi dopo alcuni mesi sono arrivata io. Riuscivamo a mettere da parte 200 euro che ogni mese mandavamo in Romania ai nostri tre figli e a mia suocera per laffitto e il cibo. Il sogno di un futuro migliore si fermato a Torre di Gaffe . La storia di Mircea, romeno di 32 anni, sposato e padre di 3 figli, senza permesso di soggiorno e quindi lavoratore al nero nelledilizia, sembrava infatti una storia a lieto fine, e invece si rivelata una tragedia sul lavoro. Sotto i resti di quelledifico di 5 piani e 17 appartamenti luomo era rimasto per ben due giorni. Le ricerche non erano per scattate subito. La palazzina, infatti, era disabitata e, inizialmente, il titolare dellimpresa edile che stava ristrutturando lediMarchese Ragona i responsabili di quanto accaduto quella tragica mattina di quasi sei anni fa a Torre di Gaffe. Ma dal punto di vista prettamente economico, relativamente alle misure risarcitorie disposte dal Tribunale di Agrigento che si deve fare il punto. Antonio Di Vincenzo stato condannato al pagamento a titolo provvisionale della somma di 20 mila euro ciascuno in favore di Daniela Paduraro (moglie di Mircea Spiridon) in proprio e nella qualit di esercente la pote-

st genitoriale del minore C.M.S. e di 10.000 euro ciascuno in favore di Dorina Spiridon in proprio e Dorina Spiridon per ciascuna delle qualit rivestite come procuratrice speciale. Di Vincenzo e Marchese Ragona sono stati condannati al pagamento, a titolo provvisionale di 15.000 euro in favore di ciascuna delle parti civili Traspadana Castronovo, Calogero Cottitto, Maria Zarbo, Caterina Lo Nobile, Rosa Monterosso, Crocifissa Manganello, Filippo Manganello, Caloge-

ra Todaro Tilli, Diego Salvaggio del 1937, Tiziana Salvaggio, Antonio Cirami, Luciana Marsili, Margherita Barbera, Gabriele Mangiavillano, Palma Racalbuto, Maria Katia Mangiavillano, Filippa Aquilino, Amelia Pantano, Vincenza Aquilino. Di Vincenzo dovr inoltre pagare le spese legali alle parti civili pari a 3.500 euro ciascuno ai parenti del defunto, pi altri 3.000 alla vedova. I condannati dovranno sborsare in solido tra loro quasi 20 mila euro ad alcune parti civili.

Il dispositivo di sentenza stato letto ieri mattina intorno alle 12 dal giudice Ezio Damizia, alla presenza di entrambi gli imputati, accompagnati da parenti e amici. Il giudice ha impiegato circa due ore per mettere sul tavolo tutti gli elementi emersi dal processo. La difesa aveva pronosticato che il protrarsi della camera di consiglio potesse essere un segnale positivo, circa leventuale assoluzione dei propri assistiti. Il verdetto ha sciolto i dubbi

LIMMOBILE PER UN CASO NON ERA ABITATO, NONOSTANTE LA STAGIONE BALNEARE NON FOSSE ANCORA FINITA

Alle 14 del 20 settembre 2006 si sbriciol un gigante di cinque piani


Erano da poco trascorse le 14 del 20 settembre 2006, quando a Licata, in localit Torre di Gaffe, un edificio di cinque piani in ristrutturazione completamente collassato. Subito dopo il crollo, si era creduto che non ci fosse nessuno sotto le macerie della palazzina, dove stava lavorando una squadra di operai. Il titolare dellimpresa Antonio Di Vincenzo, di Palma di Montechiaro, si disse sicuro che nessuna delle persone che lavoravano, era rimasta coinvolta quando avvenuto il crollo, anche se il suo racconto era confuso, infatti, non ricordava il numero preciso degli operai impiegati. Il giorno seguente una donna si present ai carabinieri di Licata, per presentare una denuncia di scomparsa del marito, Mircea Spiridon, 32 anni, romeno, raccontando che lavorava in quel cantiere al nero e senza permesso di soggiorno. Luomo era arrivato a Palma di Montechiaro nel marzo del 2005, due mesi dopo venne raggiunto dalla moglie, che per un periodo ha lavorato come badante in casa di unanziana. In seguito alla segnalazione della donna, immediatamente, i vigili del fuoco hanno ripreso le ricerche, e nelle prime ore del 22 settembre i soccorritori hanno ritrovato loperaio sepolto da uno strato di 10 metri di detriti. Decisivi sono risultati Brenda, Helmut e Kiria, i pastori tedeschi dellunita cinofila regionale dei vigili del fuoco, che ne avevano rilevato la presenza sotto le macerie. Luomo era sveglio, riuscendo pure a parlare. Quando stato individuato, Spiridon aveva tutte le gambe sepolte sotto strati di materiale. Le operazioni di soccorso si sono rivelate molto difficoltose a causa della scarsa qualit delle strutture con cui era costruito limmobile, il quali, crollando, si sono compattate senza lasciare spazi. Le squadre di soccorso hanno impiegato molte ore per liberare luomo, e le sue condizioni erano allo stremo. Al momento dellincidente, loperaio si trovava nel seminterrato della casa e le squadre di soccorso hanno dovuto scavare un lungo pozzo per poterlo raggiungere, stando attenti che altro materiale non gli crollasse addosso. Sul luogo dellincidente hanno lavorato una cinquantina di uomini tra vigili del fuoco, protezione civile e forze dellordine. I soccorritori non potendo spostare la trave che teneva in piedi il solaio della casa, che quindi sarebbe crollato, hanno tentato di svincolare i piedi da sotto, ma anche questa operazione non riusc. Daniela Paduraru, la moglie di Spiridon rimasta tutto il tempo in mezzo alle macerie, indossando il casco dei vigili del fuoco, convinta che il marito prima o poi sarebbe stato trovato ancora vivo sotto le macerie. Cos stato, ma la gioia ha lasciato subito il posto alla disperazione. Prima la decisione pi dolorosa, non cera scelta: per liberarlo, i medici hanno dovuto amputargli entrambi i piedi. Una volta estratto, nonostante la corsa in ospedale con un elicottero del 118, appena ricoverato allospedale SantElia di Caltanissetta, il giovane romeno morto. Le necrosi ai piedi hanno provocato gravi problemi alla circolazione del sangue. Disperata la moglie Daniela che dopo lestrazione dalle macerie aveva gridato al miracolo. I vigili del fuoco hanno tentato per dieci ore di estrarlo da quel groviglio di cemento e ferro ma non ci sono riusciti. Cera il rischio che lintervento delle gru finisse per innescare un altro crollo. E poi le condizioni delloperaio peggioravano di ora in ora: nel pomeriggio aveva perso conoscenza e il dolore alle gambe imprigionate sotto i detriti era diventato insopportabile. Appena raggiunto dai pompieri, loperaio romeno aveva fatto intendere che al momento del cedimento strutturale, con lui cerano altri compagni, ma una volta liberato da buona parte dei detriti che lo sommergevano, Mircea Spiridon ha riferito che era solo al lavoro quel giorno. La Procura della Repubblica di Agrigento apr uninchiesta per disastro colposo. Sin da subito era apparsa grave la posizione dellimprenditore che si stava occupando dei lavori di ristrutturazione della palazzina crollata e che aveva asserito che al momento del crollo non cerano operai. Mircea Spiridon era un immigrato irregolare, lavorava in nero. Nei giorni seguenti sarebbero state riscontrate carenze nelle misure di sicurezza del cantiere. Dure le accuse dei sindacati siciliani "Siamo di fronte a un evidente comportamento criminale del titolare dellimpresa edile". La palazzina in ristrutturazione da tempo, era stata edificata abusivamente negli anni Settanta e solo in parte sanata. Circa due anni fa divenne rifugio di un latitante: i poliziotti del commissariato di Palma arrestarono il 26 novembre del 2004, Rosario Scerra, 33 anni, presunto mafioso.
A.R.

MIRCEA SPIRIDON, ANCORA VISO, SOTTO LE MACERIE

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

42.

AGRIGENTO
RIBERA

Sciacca Un fiume di melma in pieno corso Margherita


RIBERA. E incredibile che in una citt, dove negli ultimi 18 mesi lamministrazione comunale ha concretamente lavorato per la promozione turistica del territorio, si debbano vedere fogne a cielo aperto, si debba assistere alle reiterate lamentele delle famiglie e soprattutto si debba mettere a rischio larea del grosso mercato infrasettimanale del gioved che non pu assolutamente coesistere con i liquami fognari che sgorgano dai pozzetti del sistema fognario nel centralissimo corso Margherita, proprio di fronte alla piazza Matteotti. Ieri mattina siamo stati "convocati" da alcuni cittadini che abitano nel popoloso quartiere i quali ci hanno segnalato il grave inconveniente e il rischio sanitario che la popolazione corre. E impossibile passare per larteria e non imbrattarsi le scarpe in quanto buona parte dellasfalto pieno di liquami che fuoriescono dai tombini di ghisa e scorrono verso il basso. Pare che il grave inconveniente vada avanti da alcuni giorni senza che sia stato realizzato dalle autorit competenti alcun intervento di riparazione del guasto. I cittadini sono convinti che se i liquami escono fuori dalla parte pi alta dellarteria significa che le condutture fognarie saranno otturate nella parte pi bassa e si dichiarano fortunati se ad oggi non hanno avuto problemi con i servizi igienici dentro le abitazioni. Se la condotta principale si dovesse riempire, le famiglie potrebbero trovare delle grosse sorprese dentro casa. A qualche metro dalla sede stradale si svolge ogni gioved il mercatino dove arrivano acquirenti anche dai paesi vicini e dove nello spiazzo adiacente si vendono pure tanti prodotti alimentari le cui cassette vengono appoggiate spesso per terra dove transitano i veicoli che con i pneumatici hanno fatto un buon "bagno" di liquami. C il rischio che il mercatino del gioved possa subire il blocco per dei problemi igienico-sanitari. Pare che allufficio comunale di Igiene e Profilassi dellAsp non sia arrivata alcuna segnalazione sul guasto della conduttura fognaria principale. Unamministrazione civica, che sta facendo un lavoro certosino per dare decoro alla citt (pulizia, rifiuti, verde pubblico, segnaletica) non dovrebbe sfuggire un simile inconveniente che poco edificante per la crescita turistica della citt. Lassessore comunale Tramuta e il presidente del consiglio Tortorici hanno subito convocato i tecnici di Girgenti Acque per trovare immediatamente una soluzione al problema. "Il comune - ci dicono i cittadini che hanno sollevato il disservizio - deve attenzionare maggiormente la viabilit caotica, tante strade con le buche, lilluminazione pubblica con arterie al buio".
ENZO MINIO

UNO SCORCIO DEL FIUME IN CORSO MARGHERITA

Macello inutilizzabile monta la protesta tra tutti gli allevatori


g.re.) Nuova protesta delle decine e decine di allevatori saccensi che continuano ad affrontare gravi disagi per la indisponibilit del mattatoio comunale. Senza il contributo di 9 mila euro lanno che in un primo momento lamministrazione comunale aveva assegnato per alleviare i costi del carburate per i trasferimenti dei capi nei mattatoi delle province di Trapani e Palermo, gli allevatori devono affrontare i costi elevati del trasporto e non riescono poi a competere sul mercato. Lallarme stato lanciato ancora una volta agli amministratori comunali, ma non un buon momento per ottenere lattenzione sperata, in una fase politica ed am- IL MATTATOIO ministrativa che per la citt significa pericolosa stasi. A raccogliere linvito ad affrontare il problema stato il presidente del consiglio comunale Filippo Bellanca, che rimarr in carica con lintero civico consesso fino a quando non comincer la campagna elettorale per le nuove elezioni amministrative. Bellanca si rivolto al dirigente del settore sviluppo e attivit produttive per sollecitare una conferenza di servizi, ritenendo impensabile pensare alla valorizzazione e crescita del settore zootecnico senza disporre delle adeguate infrastrutture. I problemi del mancato utilizzo del mattatoio comunale sono da collegare alla necessit di adeguamento alle norme in materia. "Non so - dice - possibile attivare un percorso che consenta un intervento di adeguamento a costi non elevati del mattatoio locale, ma ritengo sia importante ed urgente affrontare la questione". Il mattatoio saccense da due anni non pi adeguato alle norme in materia di igiene e sicurezza, e difficilmente sar possibile adeguarlo. In passato stato sottoposto ad altri lavori di ammodernamento, ma il repentino cambiamento della normativa ha sempre richiesto interventi che costringevano il Comune a chiuderlo. Per andare incontro ai disagi degli allevatori, che oggi si recano a Santa Ninfa, Gibellina e Chiusa Sclafani, lamministrazione ha pensato al contributo, allo scopo di concorrere alla copertura parziale dei costi di trasporto bestiame ai mattatoi funzionanti pi vicini del territorio. La norma prevede che la temperatura della carne degli animali macellati, durante il trasporto, non superi i 4 gradi centigradi. Per riuscire a raffreddare la carcassa di un solo bovino adulto, da 37 C a 40 C, necessaria la permanenza di parecchie ore allinterno della cella, prima dellinizio del trasporto.

Col carico in spalla


Ribera. Blitz dei Cc alla stazione dei bus. Arrestato giovane con 1 kg di hashish
A Ribera i carabinieri hanno alzato ulteriormente lattenzione sul traffico ed il consumo di droga, convinti che il fenomeno sia diffuso e alimenti condizioni di costante pericolo per la popolazione giovanile. Nel corso di uno specifico servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, nella serata di giovedi scorso i militari della locale Tenenza hanno tratto in arresto un pregiudicato che era da poco sceso da un pulman proveniente da Palermo e che aveva sulle spalle uno zainetto contenente diversi panetti di hashish. La brillante intuizione dei militari ha permesso di fare scattare le manette ai polsi di Salvatore Alba, quarantacinquenne del luogo, con precedenti di polizia. Il controllo avvenuto nella centralissima piazza Zamenhof, alla stazione di arrivo degli autobus. La fretta mostrata da Alba nello scendere dal mezzo pubblico e il tentativo di allontanarsi velocemente, confondendosi tra la folla, ha destato lattenzione dei carabinieri. La presenza dei militari dellArma ha immediatamente innervosito luomo, inducendoli a sottoporlo alla perquisizione personale dalla quale emerso che nello zaino che aveva sulle spalle, Alba custodiva un involucro sigillato con nastro isolante contenente 10 panetti di stupefacente singolarmente confezionati, del peso complessivo di poco pi di un kilogrammo, oltre alla somma di 340 euro in contanti. Si ritiene che la sostanza, il cui valore sul mercato al dettaglio sfiorerebbe i 10.000 euro, fosse destinata proprio al mercato riberese, dove i recenti decessi per overdose testimoniano il livello allarmante raggiunto da quella che si pu definire una vera piaga sociale. Larrestato stato condotto presso la Casa Circondariale di Sciacca a disposizione della locale Procura della Repubblica, con laccusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
GIUSEPPE RECCA
SALVATORE ALBA

Ribera, arrestato rapinatore da carabinieri e vigili urbani


RIBERA. (g.re.) - Un imbianchino pregiudicato di Ribera stato arrestato dai carabinieri poco dopo una rapina armato di coltello ai danni di una anziana del luogo. Vincenzo La Barbera, di trentuno anni, stato intercettato dopo un inseguimento dai carabinieri con la collaborazione di personale della Polizia municipale. Una positiva sinergia quella condotta dai militari della locale Tenenza e dagli agenti di Pm che sono anchessi impegnati sul territorio e forse a pi stretto contatto con la gente comune che sente la necessit di essere salvaguardata durante la vita di tutti i giorni. Poco prima il giovane, brandendo un coltello (che poi ha gettato) aveva minacciato una pensionata del posto, facendosi consegnare la borsa che, dopo la denuncia, stata recuperata e consegnata alla proprietaria. Un episodio che si verificato nel centro storico ed ha confermato la tendenza del piccolo criminale di prendere di mira le fasce pi deboli, ovvero gli anziani, per accaparrarsi soldi facili. Questa volta lallarme scattato immediatamente e dopo la segnalazione i carabinieri sono stati lesti ad avviare indagini e ricerche. La vittima della rapina apparsa in stato di leggero choc, ma ha potuto dare un importante contributo allarresto del malvivente. Grazie agli elementi forniti, La Barbera stato intercettato ed aveva con s anche la borsa con la refurtiva. Larrestato stato condotto al carcere di Sciacca.

VINCENZO LA BARBERA

Anche senza carnevale la disinfestazione chiude le scuole


Il carnevale non si svolge, ma la disinfestazione negli uffici comunali e nelle scuole si effettua rigorosamente per tutto il periodo carnascialesco, cio da oggi fino al prossimo marted. In una nota, il vicesindaco Carmelo Brunetto ha programmato "un intervento di disinfestazione degli edifici pubblici. Lintervento interesser gli uffici municipali e le scuole di ogni ordine e grado, non disinfestati da circa dodici mesi. Il servizio sar effettuato nel periodo che va da domani, sabato 18 febbraio, a marted 21 febbraio 2012". Brunetto, inoltre, precisa che "lintervento stato sollecitato da varie scuole", mentre nessuna parola proferisce per quanto riguarda gli uffici comunali, garantendo "i servizi essenziali". Insomma, la disinfestazione annuale che puntualmente cade per tutto il periodo carnascialesco nella citt diventa una sorta di festa nazionale prolungata. Ma la chiusura di scuole e uffici comunali, pur in assenza della celebrazione del carnevale, suscita molti malumori in citt. Francesco Ciaccio ha messo nero su bianco e ci ha inviato una lettera. "Il carnevale morto - scrive -, lo sappiamo. Ieri si proceduto a celebrare persino il funerale; quindi niente carnevale niente festa, ma... vacanze si. Il comune fa sapere che le scuole e gli uffici comunali resteranno chiusi da sabato a marted e chiss, conoscendo le usanze locali, scommetto... anche il mercoled". Francesco Ciaccio continua, sottolineando che "come sempre la disinfestazione si svolge come ogni anno allavvicinarsi di ogni periodo di festivit". Poi una considerazione che difficilmente contestabile: "Mi chiedo quanto costano queste operazioni e chi ne verifica la reale esecuzione. In vista anche delle elezioni che si terranno inevitabilmente a maggio che comporterannoun ulteriore anticipazione della chiusura delle scuole, si poteva approfittare proprio della mancanza della festa per cercare di recuperare utilmente il tempo in vario modo perso". Nonostante la festa del carnevale non si celebri, la citt termale rimarr "bloccata" per via degli uffici comunali chiusi. Gli studenti beneficeranno di un lunghissimo ponte, nonostante non si celebri il carnevale. Nella citt termale si radicata, in modo incontrovertibile, una cultura festaiola "costi quel che costi".
FILIPPO CARDINALE

In breve
COMUNE Spento incendio in Municipio
(g.re.) - Al Comune di Sciacca spesso la politica fa... fuoco e fiamme, ma ieri non era solo metaforica la presenza del fuoco. Per fortuna per non ci sono state conseguenze per le persone. Intorno mezzogiorno andata a fuoco un grosso cavo elettrico di trasferimento energia al secondo piano delledificio e c stato un "fuggi fuggi" tra i dipendenti. Il fuoco era scaturito probabilmente da un corto circuito e prima dellarrivo dei Vigili del fuoco un solo dipendente comunale, Ignazio Cicala, ha sfidato il pericolo e utilizzato lestintore per spegnere le fiamme. Tanta paura di certo, ma per fortuna nessuna ripercussione per gli impiegati.

DISINFESTAZIONE... OBBLIGATORIA

RIBERA. Appello del sindaco ai dirigenti di tutte le scuole a razionare le risorse energetiche

Spegnete le luci, non sprecate gas


RIBERA. Che le vacche grasse fossero finite da tempo, gi si avvertiva per la crisi economica che ha investito, come in altri posti, la citt. Da qualche giorno lausterit diventata tangibile, a portata di mano, specie da quando anche gli enti locali hanno cominciato a chiudere i rubinetti finanziari a causa del minore trasferimento delle somme di denaro da Regione e Stato. Il sindaco Carmelo Pace ha inviato ai dirigenti dei quattro settori comunali e ai responsabili dei servizi municipali una nota con linvito a risparmiare sui servizi dellilluminazione e del riscaldamento. Una richiesta decisamente concreta che lascia chiaramente intendere laria che tiri in paese. Pare che il comune riberese non sia in condizione di continuare a pagare il caro bollette della luce, del gasolio e del gas per alimentare gli impianti e per garantire i servizi non solo agli uffici comunali, ma anche a scuole e palestre pubbliche. I dirigenti - scrive il primo cittadino riberese - sono invitati a sensibilizzare tutti i dipendenti a fare buon uso dei servizi di illuminazione e di riscaldamento, disponibili presso il proprio posto di lavoro". Non un invito a razionare lenergia, ma quasi. Il sindaco invita gli impiegati ad aver cura di non lasciare accesi i dispositivi di illuminazione e degli impianti di riscaldamento, ricordando che il luogo in cui viene svolta la propria attivit lavorativa appartiene alla comunit e non ai singoli dipendenti. Come farebbe in sostanza ogni padre o madre di famiglia, rivolgendosi ai propri congiunti. Un p in tutte le case, ultimamente si fa pi attenzione a non sprecare determinate risorse. Pare che in qualche ufficio comunale i termosifoni siano rimasti accesi oltre le ore consentite e che in qualche scuola lilluminazione delle classi sia rimasta accesa anche nelle ore notturne, come pure in qualche palestra comunale. Decisamente troppo in tempi, come detto di vacche magrissime. Il riferimento al consumo di gasolio per il riscaldamento non si riferisce certamente a questi ultimi due mesi quando le temperature sono fortemente scese a Ribera sino a 5-6 gradi, ma a periodi in cui, in passato, ci sono state anche delle belle giornate di sole. Certo, oggi, il risparmio diventa di rigore perch vi sono ormai pochi soldi nelle casse comunali per assicurare tutti i servizi. Qualcuno propone, per risparmiare energia elettrica, di realizzare subito gli impianti fotovoltaici in tutti gli uffici pubblici e nelle scuole della citt, come hanno gi fatto gli amministratori comunali di Lucca Sicula. Ma intanto, bisogna arrangiarsi con quello che si ha, che in questo momento deve essere decisamente utilizzato con grande parsimonia. Almeno secondo quanto stato chiesto dal sindaco a tutti i dirigenti scolastici crispini. Con la speranza magari che il freddo si attenui il pi presto possibile.
E.M.
LA SCUOLA DON BOSCO

LOTTA ALLA MAFIA Nico Miraglia guida Libera


(g.re.) - Il saccense Nico Miraglia, presidente della fondazione intitolata al padre ucciso dalla mafia nel 1947, stato nominato responsabile di Libera in provincia di Agrigento. Miraglia da anni in contatto con don Luigi Ciotti, il presidente di Libera, e segue le varie iniziative dellassociazione in ogni parte dItalia. L8 marzo prossimo Nico Miraglia sar a Porto Empedocle dove prevista lintitolazione della Camera del Lavoro a Filippo Gebbia, vittima della mafia. Anche quella unoccasione per riflettere sul valore dellantimafia in terra di mafia.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

AGRIGENTO SPORT .43

Akragas, non fidarti


Il direttore generale Silvio Alessi mette in guardia i suoi per la sfida contro la Palermitana Loro sono ultimi, ma per vincere dobbiamo giocare prima con la testa e poi con il cuore
Finalmente con il ritorno del sole e delle belle giornate, la temperatura si un p alzata e questo faciliter la crescita dellerbetta allo stadio Esseneto. Purtroppo i lavori di intervento, si sono notati poco, per questo problema legato alle condizioni atmosferiche e al calo della temperatura, ecco perch c adesso un velato ottimismo per il ritorno alla normalit. LAkragas, che in questi giorni, ha continuato ad allenarsi sul rettangolo amico, questa mattina effettuer lultimo lavoro di collaudo in vista della gara che lopporr al fanalino di coda Palermitana. Una gara da non prendere troppo sottogamba, anche perch la compagine palermitana, per scelta societaria, adesso affidata a un gruppo di baldi giovani in cerca di esperienza. A nove giornate dalla conclusione e con la retrocessione oramai
Il direttore generale dellAkragas Silvio Alessi che in questo momento lunico che pu parlare con la stampa. I giocatori dovrebbe tornare a parlare da luned prossimo

QUI LICATA

E tornato il sereno Balsamo pensa solo a battere il Noto


LICATA. Laccordo raggiunto nellincontro di gioved scorso tra il Comune e il Licata 1931 sul contributo da erogare per la stagione in corso, se da un lato pone fine ad una vicenda che aveva visto i tifosi attaccare con striscioni e cori il primo cittadino e la societ attraverso un comunicato stampa che lo ha definito il 18 avversario, dallaltro non definisce alcuni aspetti. Quando sar approvato il bilancio di previsione per lanno in corso? A quanto ammonter il contributo? Riguarder anche gli anni precedenti? Sar erogato ad affrontare domano il derby con il Noto. Un avversario da non sottovalutare, che pratica un buon calcio e che si trova in crisi di risultati. Entrambe le formazioni provengono da una sconfitta e avranno voglia di riscatto. Il Licata far leva sul fattore campo e sul sostegno dei suoi tifosi che potranno accedere numerosi allo stadio grazie alle agevolazioni messe in atto dalla societ che ha ridotto i prezzi riportandoli a quelli dello scorso anno, quando la squadra militava in Eccellenza. Limportanza del derby richiamer anche parecchi tifosi dellhinterland per un confronto che si annuncia brillante sul piano agonistico e tecnico. La formazione avversaria molto cambiata rispetto allandata, ha giocatori di categoria superiore. Ieri mancavano Albeggiano, Incorvaia e Sorce impegnati in trasferta con la formazione Juniores di Nicola Salamone che guida il girone provinciale. Lunico dubbio rimane il recupero di Alletto che ha saltato degli allenamenti prima che lesame ecografico chiarisse le sue condizioni. Ortugno e Rosella continuano il lavoro differenziato e dalla prossima settimana potrebbero aggregarsi completamente al gruppo. Per il derby di domenica mancher Lo Monaco, gi diffidato e ammonito domenica scorsa contro il Sambiase. Le alternative in panchina non mancheranno, soprattutto per riprendere la via della vittoria dopo la battuta darresto con il Sambiase. Le notizie giunte dopo lincontro tra la societ e il comune ci auguriamo servano a riportare serenit allinterno del pianeta giallobl e nel contempo ci si augura che domenica allo stadio vi sia il pubblico delle grandi occasioni per festeggiare il ritorno alla vittoria.
GAETANO LICATA

certa, la Palermitana stata affidata allesperto Piero Gatto, vecchio conoscitore di queste categorie. Eppure, ai nastri di partenza era partita con un organico di tutto rispetto e con propositi bellicosi. Qualcosa non ha funzionato a

dovere ed ecco che, dopo appena un anno di permanenza in Eccellenza, pronta a tornare in Promozione. Nella gara di andata giocata domenica 23 ottobre dello scorso anno, lAkragas si impose con il mini-

mo scarto grazie ad un gol di Peppe Nobile, dopo che la linea avanzata formata dai vari Carbonaro, Bennardo, Guastella e Spina, mancarono limpossibile. Rispetto ad allora, la formazione palermitana parecchio cambiata: non ci sono pi Cardinale, Mossa (squalificato), ma potrebbero esserci alcuni ex che lEsseneto lo conoscono bene come Lauricella, Ippedico, Lavardera. Che partita potr essere? Sulla carta dovrebbe essere una domenica di assoluta tranquillit, ma guai a vendere la pelle dellorso prima di averlo ucciso. Sono convinto - commenta il ds Silvio Alessi - che si affronter questa gara, sicuramente con tanto rispetto per gli avversari, ma senza troppi fronzoli. Alle prossime gare bisogner pensarci a tempo debito, domani sar importante tornare dentro gli spogliatoi con una netta e convincente vittoria.
CARMELO LENTINI

Il Kamarat cerca conferme Rispetto per il Valderice


CAMMARATA. Il Kamarat, dopo una intensa settimana di lavoro, ultimer questa mattina allo stadio dei Salaci la preparazione in vista del match casalingo di domani pomeriggio contro il Valderice. La squadra in settimana, sotto la sapiente guida del tecnico Renato Maggio, si allenata con grande voglia e soprattutto con la serenit che si addice ad una squadra consapevole delle proprie forze. Siamo in un momento importante della stagione - dice Maggio e pertanto cercheremo di ottenere e cogliere quanto di pi positivo possibile ci potr regalare questo fantastico campionato che stiamo disputando. Siamo molto sereni e spero che questa serenit si rifletta in positivo domani contro il Valderice. Ci aspetta una partita molto dura e quindi ho raccomandato ai miei ragazzi di affrontarla con la massima concentrazione e decisione per non vanificare quanto di positivo abbiamo fatto sia contro il Castellammare che domenica scorsa a Casteltermini contro lAtletico Campofranco. La squadra, tranne lo qualificato Antonino Scr, si presenter al gran completo. Tutti i giocatori biancazzurri stanno attraversando uno splendido periodo di forma, sia fisica che mentale. Il periodo di appannamento per i ragazzi del presidente Francesco La Magra solamente un lontano ricordo, infatti anche contro i verdi trapanesi la squadra vorr confermare di avere cambiato definitivamente la rotta. Grazie al lavoro certosino di Renato Maggio, la squadra ha ripreso a decollare. Ma da queste parti ne erano tutti convinti.
TONINO BUTERA

Troppo importante vincere il derby. Serve tornare a far punti dopo il ko con il Sambiase. Appello alla tifoseria
con rata unica o in pi rate? Il contributo sar erogato anche alle altre squadre o associazioni che praticano calcio, scuola calcio, basket, pallamano e attivit sociali? Sono stati trovati dei fondi per i lavori di manutenzione ai due stadi e al palazzetto dello sport? Ieri intanto allo stadio i ragazzi agli ordini di Peppe Balsamo hanno chiuso la settimana di preparazione e con la seduta di rifinitura di questa mattina si preparano

Il bomber del Kamarat Scillufo promette altre reti per centrare lobiettivo stagionale dei play off

PALLAVOLO

Il Marsala batte lAkragas e si aggiudica il Morreale


LEmmegi Marsala, al termine di un combattutissimo incontro con lAkragas Volley, ha vinto il quarto Memorial Alfonso Morreale e il nono Memorial Piero Spoto, due pionieri del volley agrigentino e quello aragonese in particolare. Questi i parziali: 25-21, 25-22 e 15-12. Le lilibetane, comunque, hanno dimostrato che il primo posto in Serie B/1 meritatissimo ma in casa biancazzurra si sentita molto la mancanza di Annalisa Sannino che, nel corso del vittorioso incontro con lHeraclea Gela si procurata una complicata lussazione al pollice. Contro le gelesi dellex Tiziana Caruso le biancazzurre allenate da Tani Frinzi Russo hanno vinto nettamente (3-0) con parziali 25-19, 25-18 e 15-10. Per la cronaca le ragazze di Paolo Giribaldi, grande giocatore del passato del Volley team Agrigento, avevano superato (3-0) anche lHeraclea Gela: 25-20, 25-22 e 15-13 con le nisssene, per, che stavano vincen- UN MOMENTO DEL TORNEO do (10-12) lultimo parziale. Al termine lorganizzatore Liborio Salamone ha consegnato limportante trofeo alle lilibetane, la coppa alle agrigentine seconde in classifica e la targa alle gelesi per la partecipazione. Sono state, inoltre, premiate le migliori giocatrici del torneo. Per il Marsala la palleggiatrice Paola Picerno, per lAkragas Volley la schiacciatrice Tatiana Lombardo e per lHeraclea Gela la centrale Giovanna Lentini che peraltro una agrigentina doc. Il Memorial Alfonso Morreale proseguir stasera con il triangolare di Prima Divisione tra Aragona, Solaris Agrigento e Sicilia Team Volley ed a seguire, ore 18, con lincontro di Serie D tra Volley Aragona e Saturnia Volley. Sono molto soddisfatto - dice lorganizzatore Liborio Salamone - per lo spettacolo offerto dalle squadre per ricordare due grandi amici che ci hanno lasciato troppo presto. Fino a domenica ci sar di che divertirsi con il volley riservato ai pi piccoli. Invito tutti gli sportivi, non solo quelli amanti della pallavolo, a venire al palasport di Aragona. Pi siamo e pi da lass Morreale e Spoto saranno contenti. Con poche risorse finanziarie siamo riusciti, anche questanno, a organizzare qualcosa di bello. Gi stiamo pensando alledizione del prossimo anno.
GERLANDO MICALIZIO

La sfida dei tecnici squalificati


RIBERA-MONREALE. Sia Brucculeri che Scalia dovranno seguire le proprie squadre dalla tribuna
RIBERA. e.m.) E strano, ma capita. I due allenatori delle squadre di calcio del Ribera e del Monreale, rispettivamente Tot Brucculeri e Paolo Scalia, questultimo riberese, si troveranno domenica pomeriggio fianco a fianco, seduti, non sulle rispettive panchine, bens sui gradini della tribuna del Novara, tra i tifosi, perch ambedue squalificati dal giudice sportivo per proteste nei confronti dei direttori di gara. Questa la singolare curiosit sportiva della settima giornata del girone di ritorno del campionato di Eccellenza. Le due squadre, che attraversano un ottimo periodi di forma (il Ribera 3-1 allAlcamo e il Monreale 5-0 alla Parmonval) avranno qualche giocatore fermo per infortunio e squalifica. Il Ribera dovr fare a meno del laterale di fascia, Calvaruso, espulso domenica scorsa dal terreno di gioco, mentre il Monreale, che recupera il centrocampista Manfr, non dovrebbe schierare Amato che reduce dallinfortunio patito a San Cataldo. Sullutilizzo del difensore centrale palermitano Ficano il trainer Scalia decider quasi certamente allultimo minuto. Sar certamente una bella partita perch noi vogliamo vincere per continuarla fuga - dice il dg Ezio Ruvolo - e il Monreale non vorr perdere grazie alla sua serie positiva e al buon gioco espresso in questo scorcio di campionato. Ci auguriamo che trionfi lo sport, al di l di qualsiasi altra considerazione. Inviteremo di nuovo tanti sportivi e soprattutto gli alunni delle scuole a tornare al campo sportivo per divertirsi e per essere vicini alla squadra del cuore. Gli risponde telefonicamente da Monreale il buon tecnico riberese Paolo Scalia: Sappiamo di affrontare buona grande squadra in una partita proibitiva - dice - il Ribera merita la sua posizione di capoclassifica perch stata la compagine che ha avuto pi costanza e continuit di rendimento, squadra formata da giocatori di categoria superiore e molto pericolosa su palla inattiva. A guadagnarci dallo spettacolo dovrebbe essere il pubblico che ormai da tante domeniche riempie allinverosimile tutti i posti dello stadio e che avr tanto rispetto per il tecnico Paolo Scalia che stato il beniamino dei riberesi prima come calciatore e poi come allenatore della squadra.

IL TECNICO TOT BRUCCULERI

La squadra di Russo PALLACANESTRO ha battuto il Gela con un secco 3 a zero

PALLAMANO A2 FEMMINILE

Il riposo dei guerrieri La Guidotto non sbaglia


g.mi.) Nel turno infrasettimanale nel corso del quale la Fortitudo Moncada Agrigento ha osservato il riposo, le inseguitrici, Viola Reggio, Martina e Roseto, hanno tutte vinto e, quindi, hanno ridotto di due punti il distacco dalla vetta dove insiste la formazione del presidente Salvatore Moncada. Un divario, comunque, che fa dormire tranquillamente lambiente biancazzurro dal momento che la Fortitudo a ben dieci punti dal Martina, dodici dai calabresi e 14 dagli abruzzesi come dire la la prima piazza ...inespugnabile. Intanto nella giornata di oggi i giocatori della Fortitudo Agrigento, accompagnati dal dirigente Peppe Sardella e dal direttore sportivo Christian Mayer, partiranno alla volta di Teramo dove domani pomeriggio, inizio alle ore 18, nel Pala Maggetti di Roseto degli Abruzzi, affronteranno la locale formazione gasata dal successo di gioved (73-77) a Corato ma la fatica, per, potrebbe in parte farsi sentire specialmente nella seconda parte della gara. Della comitiva far anche parte Albano Chiarastella. Il giocatore, infatti, con laiuto del preparatore atletico Tot Alletto e dei fisioterapisti Boschetti e Patti, si quasi completamente ristabilito. Non ci sar ancora, invece, Duilio Birindelli. Il cestista per problemi familiari si dovuto assentare da Agrigento e dopo aver saltato la gara interna contro il Corato di Bari, non parteciper nemmeno alla trasferta contro i teramani. Al suo posto, quindi, ci sar ancora Giancarlo Di Simone. LICATA. Missione compiuta per la Guidotto Geaplast Licata che, con la vittoria sullEnna (34 - 22 il finale di gara), incassa i tre punti e accede matematicamente ai play off. Le atlete di coach Bona sono apparse fin da subito in gran forma e non hanno lasciato spazio alle volenterose ennesi che nella prima frazione di gioco hanno cercato invano di contrastare le giallobl. Il risultato al suono della sirena dellintervallo vede le padroni di casa condurre con il risultato parziale di 15 a 12. Nella ripresa le giallobl cambiano marcia e prendono decisamente il volo, portandosi avanti nel punteggio e mostrando un gioco fantasioso, piacevole e ricco di schemi, divertendo il pubblico accorso numeroso sulle tribune del PalaFragapane. La giovane compagine ennese fatica a tenere a bada la DAddeo e la Porrello e alla fine la Guidotto Licata si impone con pieno merito con il punteggio finale di 34 - 22 che vale anche la matematica qualificazione per gli ormai prossimi play-off. Mattatrici dellincontro in casa licatese Roberta D Addeo e Rossella Porrello che hanno messo a referto rispettivamente undici e nove reti. Nel complesso stata comunque buona la prestazione di tutte le atlete giallobl, trascinate dal capitano Valeria Casano.
GIUSEPPE CELLURA

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: via E. Amari, 8 tel. 091 589177 palermo@lasicilia.it

e provincia
PALLANUOTO. Il Telimar

sabato 18 febbraio 2012

SERIE A. Il patron Zamparini

ECCELLENZA. Il Monreale

con la Lazio vuole i tre punti


Il presidente del Palermo non si accontenta del pari e ha chiesto a Mutti e alla squadra di incrementare la classifica

affronta i catanesi di Herceg


I palermitani ripartono dal derby e, allOlimpica, cercheranno di centrare la prima vittoria del 2012

incontra la capolista Ribera


Nel girone A lAudace imbattuta da 6 giornate, frutto di 2 pareggi e 4 vittorie, ed attesa alla prova del nove

ELEZIONI. Congresso Pdl, atteso il s del presidente dellArs. Si profila una corsa contro il suo allievo Costa

Primo piano

Sindaco, oggi Cascio scioglier la riserva


DANIELE DITTA

FRANCESCO CASCIO E MASSIMO COSTA

Francesco Cascio dovrebbe dire di s ed accettare la candidatura a sindaco. Le riserve dovrebbero essere sciolte oggi nel corso del primo congresso provinciale e cittadino del Pdl. A dare lannuncio sar verosimilmente il segretario politico nazionale, Angelino Alfano, che chiuder i lavori. Sarebbe questa la risposta del Pdl al Terzo Polo, che ha schierato uno dei fedelissimi di Cascio: il presidente del Coni Sicilia Massimo Costa. Si profila una sfida tra lallievo e il suo mentore. Con la candidatura di Cascio dovrebbero tramontare definitivamente le primarie del centrodestra. E non potrebbe essere altrimenti, visto che competitor interni non ce ne sono. Come noto, Francesco Scoma si defilato: punta ad un posto al Parlamento nazionale e sar eletto per acclamazione coordinatore provinciale del Pdl. Il vertice cittadino del partito sar affidato a Giampiero Cannella. Nel corso del congresso che sar presieduto dallex ministro per le Pari opportunit, Mara Carfagna verran-

no eletti i 30 componenti del coordinamento. Prevista la presenza dei coordinatori regionali Giuseppe Castiglione e Domenico Nania. Nel centrosinistra non si ancora spenta leco delle polemiche sui presunti finanziamenti del Pd nazionale alla campagna elettorale di Rita Borsellino. Dopo le accuse di Davide Faraone, la Borsellino ha dichiarato di non aver mai ricevuto un euro e si detta profondamente amareggiata dal clima di guerra civile intorno alle primarie. Quindi ha dato spazio al programma: Il Comune deve essere il coordinatore trasparente ed efficiente di una rete che integri pubblico e privato, servizi socio-assistenziali, sanitari ed educativi. Bisogna anche rimettere al centro delle comunit di quartiere le scuole, gli asili, gli impianti sportivi e spazi di aggregazione. Ieri anche Antonio Misiani, tesoriere nazionale del Pd, ha controreplicato a Faraone. Queste le sue parole: Rita Borsellino una donna straordinaria, un simbolo della lotta contro la mafia, per la legalit e uno sviluppo pulito. Essere accusati di aver contribuito alla sua campagna per le

primarie non sarebbe di certo una colpa. Tanto meno lo sarebbe per coloro che credono nella politica come impegno civile per cambiare le cose. Ma a Palermo non c e non ci sar alcun manifesto, spot, inserzione e quantaltro pagato dal Pd nazionale a favore di singoli candidati. Al momento, per, lunica ad aver rendicontato le spese della campagna elettorale (cos come previsto dal regolamento delle primarie) Antonella Monastra, candidata sostenuta da movimenti e associazioni: Finora ho ricevuto contributi per 3.480 euro ed ho speso 1.425,64 euro. Tutto consultabile sul mio sito. Ieri Fabrizio Ferrandelli ha incassato lappoggio di Rosario Crocetta. Per leuroparlamentare, in citt assieme a Sonia Alfano, la candidatura dellex dipietrista la risposta ad una classe politica che ha fallito. Rispetto alla Borsellino, Ferrandelli ha pi freschezza. lui la vera novit in un contesto dove domina la gerontocrazia. Trovo disdicevole lassedio che c stato per la sua candidatura. Sol perch ha scompaginato gli equilibri politici.

CRISI

Spiragli di luce al Gruppo Migliore


Dopo il corteo, addetti ottengono cassa integrazione a rotazione. Esplodono altre vertenze

SCUOLA

Assistenti tecnici stop a trasferimenti


Resteranno in citt i 241 precari. Ore dattesa per i 177 dellassistenza ai disabili

COMUNE.

Pronto il piano: meno costi, bilancio in pari. Le incognite Cig e fallimento

Amia presenta i conti


SALVO CATALDO Lultimo atto Sebastiano Sorbello e Paolo Lupi, commissari straordinari di Amia, hanno presentato il piano aziendale aggiornato al commissione straordinario di Palazzo delle Aquile, Luisa Latella. Se il Comune non dar soluzioni entro maggio, scatter il fallimento

Bloccato il servizio di cartelle on-line per i cardiotrapiantati


Inaugurato circa un anno fa come progetto di innovazione informatica della Regione siciliana, dal mese scorso il Portale regionale pazienti ha cessato di funzionare con notevoli disagi per tutti gli utenti. Si tratta del sito regionale rivolto a tutti i pazienti dei nosocomi siciliani che, attraverso un click, potevano ottenere informazioni sui propri dati clinici, leggere i referti e consultare la propria scheda medica. Il portale, avviato nel maggio del 2010 dallassessorato regionale allEconomia, guidato dallallora assessore Michele Cimino, ha iniziato a funzionare, in un primo step, per i pazienti dellIsmett, con lobiettivo di estendersi alle altre strutture sanitarie. Improvvisamente, da pi di una settimana, gli utenti non possono accedere alle informazioni riguardanti il loro stato di salute. Notevoli i disagi per coloro i quali, fuori sede e in cura allIsmett, comodamente da casa con un click scaricavano le proprie cartelle cliniche. Il progetto prevedeva inoltre linformatizzazione della Tessera sanitaria che, gi dotata di un microprocessore, doveva funzionare, come chiave di accesso alle nuove tecnologie informatiche. Non capisco come mai ha denunciato Gigi Rizzo (nella foto), paziente cardiotrapiantato dellIsmett dopo tanto clamore in pompa magna, tali servizi siano stati improvvisamente soppressi senza nessun preavviso. Il progetto, allora affidato a Engineering, socio privato di Sicilia e-Servizi, societ partecipata della Regione, si interrotto in un periodo non certo facile per linnovazione tecnologica siciliana. Sicilia e-servizi, societ che doveva occuparsi dellinformatizzazione di numerosi servizi del territorio siciliano, si trova oggi in liquidazione. A questo si aggiunge il contenzioso riguardante i 70 milioni di euro che la Regione deve a Engineering, motivo forse scatenante della soppressione del servizio. I pazienti dellIsmett, ma anche coloro i quali usufruiscono di altre strutture sanitarie, attendono risposte su un servizio ritenuto ormai indispensabile, data lattuale informatizzazione dellofferta sanitaria.
ONORIO ABRUZZO

Poco pi di 230 euro a tonnellata e 130 euro per abitante. Sono i costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Palermo, contenuti allinterno del piano presentato ieri dai commissari dellAmia, Lupi, Sorbello e Foti, al commissario straordinario del Comune, Luisa Latella. I dati provengono dal rapporto sui rifiuti 2001 dellIspra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e, secondo quanto riferisce lazienda, descrivono una realt in cui i costi sono di gran lunga inferiori a quelli di qualsiasi altra realt italiana. A livello nazionale, infatti, il costo per le citt come Palermo di quasi 155 euro per abitante e di 284 euro per tonnellata. La media nazionale, invece, si attesta rispettivamente a 163 e 270 euro. Con la presentazione del documento si completa il primo step del percorso individuato dal commissario Latella per aprire, e cercare di chiudere positivamente, il capitolo Amia. Secondo i vertici della ex municipalizzata, dai numeri emerge che gli sprechi del passato sono stati abbondantemente eliminati e che le perdite non derivano da inefficienze o da esuberi strutturali, ma da costi per servizi richiesti e non pagati dai committenti. Parole che portano dritto al nocciolo del problema: il no di Palazzo delle Aquile allaumento di 8 milioni di euro del contratto di servizio tra Comune e Amia e la vicenda caditoie con i 174 lavoratori che dovrebbero rientrare in Amap. Nel primo caso Latella ha dato disponibilit a un aumento di soli due milioni di euro, mentre per quanto riguarda il mancato versamento dei 4

milioni per la pulizia delle caditoie nelle casse di Amia la soluzione resta ancora lontana. Senza gli otto milioni promessi a dicembre dalla giunta Cammarata, e senza il denaro che dovrebbe passare da Amap ad Amia, c il rischio che per circa 400 lavoratori dellazienda di igiene ambientale si materializzi la cassa integrazione. Numero che scenderebbe a 250 con il pagamento delle somme per la pulizia delle caditoie e a 100 con il mantenimento delle promesse fatte dalla passata amministrazione comunale. Un rischio che tuttavia sembra flebile rispetto allo spettro del definitivo fallimento di Amia. Lazienda, infatti, stata chiara: il risanamento dei conti potr essere centrato so-

lo se il Comune applicher la delibera di adeguamento del contratto di servizio e se Amap manterr limpegno assunto di erogare i quattro milioni in pi per la pulizia delle caditoie. Lazienda, dal canto suo, ieri ha cercato di convincere il commissario straordinario del Comune della bont della nuova gestione, inaugurata con larrivo dei commissari nellaprile 2010 e che ha portato a unabbondante riduzione dei costi. La precedente gestione, inoltre, aveva fatto registrare unesposizione debitoria verso le banche di 55 milioni, mentre i crediti avanzati dai fornitori si erano attestati a 62 milioni. Numeri scesi con la gestione commissariale: Non vi sono debiti con le ban-

che scrive lazienda e i fornitori sono ciclicamente pagati. In calo anche i costi di produzione, scesi dai 185 milioni del 2008 ai 131 del 2011. La perdita diminuita dai 30 milioni del 2007 ai 17 milioni del 2011. Il costo del personale, invece, passato dagli 83 milioni di cinque anni fa ai 73 dello scorso anno. Per quanto riguarda il 2012, i commissari prevedono il pareggio di bilancio e un ulteriore calo a 123 milioni dei costi di produzione. Questultima voce verrebbe pareggiata da 115 milioni di ricavi, cui si aggiungerebbero gli otto milioni dovuti dal Comune. Tra le pieghe del documento si individua anche un suggerimento che Lupi, Sorbello e Foti hanno voluto indirizzare a Latella: laumento della Tarsu, che andrebbe cos a coprire tutti gli otto milioni di euro chiesti per il contratto di servizio 2012. Amia ha infatti sottolineato come nel Capoluogo ci sia la tariffa pi bassa della regione (2,18 euro a metroquadro) e decisamente inferiore a quella di citt come Genova (2,44), Bologna (2,48), Milano (2,62). La situazione verr analizzata nel corso di un nuovo vertice, fissato per luned a Palazzo delle Aquile. In quelloccasione si affronteranno anche i nodi delle altre Partecipate, a partire da Amat. In questo caso Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno indetto per oggi lo sciopero di otto ore di tutti i lavoratori dellazienda, dalle 9,30 alle 17,30. I sindacati hanno chiesto a Latella lazzeramento dei vertici di Amat e sono allopera per fornire al commissario i documenti che attestino la presunta malagestione di Amat. Soltanto dopo aver letto le carte, Latella decider se inviare propri ispettori per capire la realt dei fatti.

Cefal, chiude Emodinamica al S. Raffaele-Giglio Azzerati i reparti di Riabilitazione di Petralia, Proteste, ma lazienda parla di lavori dampliamento Termini Imerese e Partinico: sindaci in rivolta
sconfortante apprendere della chiusura del laboratorio di emodinamica dellospedale San Raffaele Giglio di Cefal, la cui funzionalit fondamentale per importanti interventi in cardiologia. Ci dimostra che sullospedale di Cefal le nostre preoccupazioni erano fondate. il monito lanciato dal capogruppo del Pd al Comune di Cefal, Rosario Lapunzina. Dopo il rischio della chiusura del punto nascita, una nuova tegola dunque per il nosocomio di Cefal. Il direttore sanitario dellospedale, Salvatore Putiri, infatti, ne ha disposto la chiusura dintesa con il responsabile del reparto Tommaso Cipolla: Il laboratorio di emodinamica stato momentaneamente chiuso per consentire interventi tecnici e organizzativi che eleveranno anche gli standard di sicurezza per il paziente. Contiamo spiega Putiri di ampliare, nel pi breve tempo possibile, il numero di presidi sanitari necessari per affrontare ogni tipo di emergenza. Ci scusiamo dicono i dirigenti con i cittadini. Ci impegniamo a realizzare con rapidit quanto stabilito, facendo del nostro meglio per ridurre i disagi. Negli scorsi mesi lemodinamica di Cefal era stata inserita dallassessorato regionale alla Salute nella rete per linfarto come uno degli hub della Sicilia. Unattestazione del servizio sin qui svolto ha sottolineato Tommaso Cipolla che registra un tasso di complessit degli interventi tra il pi alto della Sicilia. Linserimento della cardiologia di Cefal nella rete come hub comporta ladeguamento del laboratorio di Emodinamica a nuovi requisiti, fra cui la realizzazione di una seconda sala di emodinamica. Per il responsabile dellunit , quindi, indispensabile incrementare il numero del personale dedicato e portare da 4 a 6 i posti letto nellunit coronarica.
DAVIDE GUARCELLO

PETRALIA SOTTANA. Continua a perdere pezzi lospedale Madonna dellAlto. Dopo il punto nascite ora arriva anche la chiusura del reparto di Riabilitazione inaugurato nel giugno dello scorso anno ed entrato in attivit a settembre. In quella occasione il direttore dellAsp di Palermo, Salvatore Cirignotta, dichiar che lapertura del reparto di Riabilitazione era una risposta concreta alle esigenze del territorio e lospedale di Petralia Sottana sarebbe diventato anche un polo di interesse per le strutture ospedaliere cittadine. A distanza di sei mesi tutto viene stravolto: il reparto non serve pi. A denunciare lennesimo

taglio effettuato dallassessore alla Salute Massimo Russo a spese del nosocomio madonita Salvino Caputo, parlamentare regionale del Pdl, che ha presentato uninterrogazione e ha chiesto al presidente della commissione Sanit dellArs di disporre una audizione urgente con i sindaci interessati e con il dirigente generale dellAsp Salvatore Cirignotta che ha firmato il provvedimento. Secondo questa nuova scelta il personale attualmente assegnato alla struttura riabilitativa ospedaliera del presidio Madonna dellAlto sar trasferito presso Villa delle Ginestre di Palermo unitamente agli attuali posti di dota-

zione organica. Decisione che coinvolge anche le strutture riabilitative degli ospedali di Termini Imerese e di Partinico. Siamo di fronte ad una decisione irresponsabile e fortemente lesiva della salute e della sicurezza dei cittadini ha dichiarato Salvino Caputo che determiner la scomparsa di reparti importantissimi nei territori pi lontani dai centri ospedalieri. Pur di affidare ad una determinata Fondazione il controllo di tutte le attivit riabilitative del territorio si stanno smobilitando presidi ospedalieri di fondamentale importanza per la tutela dei rischi clinici.
GAETANO LA PLACA

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: via della Regione, 6 tel. 0934 554433 caltanissetta@lasicilia.it

e provincia
SANTA CATERINA. Denunciati

sabato 18 febbraio 2012

NISCEMI. Avviati i lavori

GELA. Investe e uccide gattino

per installare 40 telecamere


40
Il progetto di videosorveglianza sta per diventare realt per arginare gli episodi di microcriminalit

tre necrofori assenteisti


41
I custodi del cimitero sono risultati assenti al controllo eseguito dai carabinieri. E avevano falsificato il registro

e poi voleva buttarsi a mare


44
Una donna animalista choccata dopo la morte del felino: corsa al porto rifiugio, ma stata soccorsa da alcuni amici

NELLE CAMPAGNE DI SAN CATALDO. Il corpo trovato dopo parecchie ore dal figlio che era andato a cercarlo

Anziano agricoltore travolto da motozappa


SAN CATALDO. morto travolto dalla sua inseparabile motozappa senza avere la possibilit di chiedere aiuto. Soltanto nella tarda mattinata il figlio ha trovato lanziano ma arzillo genitore in fondo allimpervio podere. Ma ormai non batteva pi il cuore del pensionato sancataldese Michele Alessi, che nonostante i suoi 79 anni - era nato il 24 settembre del 1932 - aveva una tempra che gli permetteva di lavorare ancora nei campi. La morte dellanziano possidente risalirebbe alla mattinata, quando Alessi verso le 9 di ieri uscito dalla sua abitazione al civico 53 di via San Filippo Neri, a San Cataldo, per recarsi nella sua campagna di contrada Favarella che dista una ventina di metri in linea daria dai capannoni dellex "Mercatone Europa". Alessi a quel punto s diretto nel suo immenso uliveto che si estende per decine di ettari nella vallata, portando con s la motozappa in fondo allappezzamento molto scosceso. Ed qui, tra i rigogliosi alberi che circondano la sua propriet, che lex minatore ha trovato la morte. Forse ha perso lequilibrio e cadendo, Alessi stato travolto dallaratro meccanico. Un impatto che gli ha provocato un trauma toracico. Ma se lurto lo ha ucciso allistante o no, un aspetto ancora oscuro. Perch soltanto molte ore dopo, quando Michele Alessi non pi rincasato allora di pranzo dove lo attendeva la moglie, che i familiari si sono preoccupati. stato il figlio Giuseppe, titolare di uno stabilimento che produce infissi, a recarsi nella casa di campagna abbastanza isolata e arroccata su una collinetta. Ha girato un po per labitazione, ma Michele Alessi non era l. A quel punto ha percorso tutto lappezzamento fin quando s accorto della motozappa e, sotto, del cadavere del padre che ha spostato cercando di rianimarlo. Ormai, per, Michele Alessi era morto. Il corpo era gelido - segno che il decesso risalirebbe a molte ore prima del ritrovamento - quando sul posto sono arrivati gli infermieri e il medico del "118", i carabinieri del Nucleo operativo Radiomobile e della Stazione di Caltanissetta che hanno eseguito i rilievi. Inizialmente sera parlato di un trattore ribaltato, tant che a Favarella era arrivata anche una squadra dei vigili del fuoco. Lispezione cadaverica stata eseguita sul momento dal medico legale Renato Arnao ed proseguita poi nellobitorio dellospedale "SantElia" , dove lo specialista non ha riscontrato segni di violenza sul pensionato, ma il trauma al petto era compatibile comunque con il peso della motozappa che ha investito Michele Alessi. Per gli investigatori dellArma non vi sarebbero dubbi che s trattato di un incidente di lavoro. Gli elementi a disposizione, insomma, non lascerebbero spazio ad altre ipotesi, tant che il pubblico ministero Gabriele Paci non ha disposto lautopsia sullagricoltore sancataldese.
VALERIO MARTINES

LA ZONA IN CUI AVVENUTA LA TRAGEDIA

I CARABINIERI E LAMBULANZA IN CONTRADA FAVARELLA

Michele Alessi (79 anni) ieri mattina era andato a lavorare nel suo podere in contrada Favarella. Probabilmente scivolato da un dirupo ed stato investito dallaratro

STIPENDIO DI GENNAIO NON PAGATO. Sono in stato di agitazione ma hanno previsto lo stop (2 marzo)

Netturbini verso lo sciopero


Ufficialmente i netturbini hanno confermato lo stato di agitazione proclamato precedentemente e hanno indetto lo sciopero per il 2 marzo; ufficiosamente, per, gi stamani potrebbero astenersi dal lavoro come sembra vogliono fare. questo il risultato dellassemblea della categoria che si svolta ieri mattina con la presenza dei rappresentanti sindacali Luisa Lunetta della Cgil, Liborio Lombardo della Cisl e Rosario Margiotta della Uil. Lassemblea si svolta in un clima surriscaldato con i netturbini che non hanno voluto sapere ragioni di sorta per il mancato pagamento dello stipendio di gennaio e hanno detto di sentirsi presi in giro con le promesse e gli impegni assunti ma non mantenuti. Ci era stato assicurato - hanno detto - che avremmo avuto pagato lo stipendio alla scadenza maturata, mentre non cos. I lavoratori chiedono anche il pagamento dellindennit di fine servizio dopo essere stati licenziati da Nissambiente e poi assunti da Caltambiente, e la indizione immediata della gara per il nuovo affidamento del servizio di pulizia della citt con il ripristino dellintero orario di lavoro perch attualmente effettuano lavoro ridotto e percepiscono, conseguentemente lo stipendio decurtato. Nellassemblea i sindacati hanno cercato di allentare la tensione che si era creata e hanno anche riferito di avere contattato il commissario liquidatore dellAto Ambiente CL1 Elisa Ingala dalla quale hanno appreso che nelle casse della societ di ambito non ci sono soldi ma che in attesa di ricevere lanticipazione dal Comune che immediatamente dopo girer a Caltambiente per pagare lo stipendio di gennaio. Hanno pure detto che la dottoressa Ingala ha comunque precisato che le somme non saranno sufficienti per pagare lintero stipendio. I sindacati, pertanto, hanno confermato lo stato di agitazione dei lavoratori e hanno nel contempo indetto lo sciopero per il 2 marzo nel rispetto della norma che prevede lastensione dal lavoro dopo 15 giorni dallannuncio. Hanno pure avviato le procedure di raffreddamento aspettando la convocazione in prefettura. Ma i netturbini non sono stati dello stesso parere e hanno pi volte affermato che non cerano i presupposti per aspettare facendo capire chiaramente che era meglio scioperare subito. Sono poi usciti dallassemblea con questa convinzione. Il che fa pensare che potrebbero effettuare lo sciopero gi stamani e, in tal caso, si tratterebbe di sciopero selvaggio come del resto accaduto prima. Fa anche pensare allo sciopero immediato il fatto che i lavoratori hanno parlato dei servizi essenziali da assicurare.
LUIGI SCIVOLI
IL 2 MARZO SCIOPERO DEI NETTURBINI

Mai saputo di finanziamenti lAntiracket dava garanzie


Non sono a conoscenza di somme o finanziamenti concessi dalla vecchia associazione antiracket a Calogero Imbergamo o a Carlo Antonino Bella. Devo inoltre aggiungere che lassociazione antiracket non aveva il compito di elargire prestiti, ma soltanto di adoperare dei fondi per offrire garanzie alle banche a favore dei soggetti vittime di usura o estorsione. Inoltre ricordo che come saldo attivo nelle casse dellassociazione, al 30 novembre 2006, dopo le dimissioni di Biancheri dalla carica di presidente, erano rimasti solo 18 euro. Cos lex vicepresidente della ormai disciolta associazione antiracket e antiusura di Caltanissetta, nonch ex presidente del consorzio Asi Umberto Cortese (72 anni), ha risposto alle domande del pm Alessandro Aghemo e dei difensori delle parti nel corso del processo per il "crac" della vecchia associazione antiracket, che concluse la sua attivit nel 2006. Sono sotto processo in Tribunale (presidente Mario Amato, giudici a latere Marco Sabella e Valerio Sasso) lex presidente dellantiracket Mario Rino Biancheri (37 anni, di San Cataldo) e gli imprenditori Calogero Maria Imbergamo (40 anni, nativo di San Cataldo e residente a Caltanissetta) e Carlo Antonino Bella, (39 anni, originario di Caltanissetta e residente a Cammarata), accusati a vario titolo di malversazione e appropriazione indebita dei fondi dellassociazione antiracket. Secondo laccusa i due imprenditori avrebbero beneficiato di circa 200 mila euro, anche se privi dei requisiti per accedere agli aiuti destinati alle vittime di usura o estorsione. Cortese, durante lesame, ha aggiunto: Ricordo che dal marzo 2006 fino alla fine dellestate di quellanno non riuscimmo a contattare Biancheri, che si dimise dalla carica di presidente dellassociazione antiracket il 13 novembre. Dai giornali emergeva sempre che io fossi il presidente, in realt ero un consigliere anziano, anche se in un dato momento dovetti occuparmi di parecchi aspetti dellassociazione. A met aprile verr ascoltato lo stesso Biancheri (ieri presente in aula), il quale ha sempre respinto ogni addebito. Il Comune e la Provincia, oltre allormai disciolta associazione antiracket e antiusura di Caltanissetta, sono parte civile con gli avvocati Dino Milazzo e Raffaele Palermo, mentre la difesa degli imputati affidata agli avvocati Giacomo Butera, Annalisa Petitto e Antonio Pecoraro.
VINCENZO PANE

TRE SARANNO COLLOCATI IN STRUTTURE SPORTIVE, UNO IN MUNICIPIO, DUE AFFIDATI AI VIGILI URBANI

Riesumato il progetto cuore, presto attivi sei defibrillatori


Al via il "progetto cuore" realizzato dal Comune in collaborazione con la Croce Rossa. Si tratta di un progetto finalizzato a prevenire situazioni di rischio, nelle aree di aggregazioni sportive e non, a favore di soggetti che potrebbe essere colpiti da arresto cardio-respiratorio, attraverso la dotazione e lutilizzo di sei defibrillatori che sono stati installati in alcuni edifici pubblici e impianti sportivi comunali. Liniziativa, gi in cantiere da qualche mese, ma che sembrava essersi arenata, stata adesso sollecitata e realizzata dallassessore allo Sport Gaetano Angilella che ha chiamato a raccolta i tecnici del Comune per la collocazione delle apparecchiature. I defibrillatori sono stati installati allinterno dello stadio comunale Palmintelli, al PalaCannizzaro, al PalaMilan e allinterno del Palazzo comunale in corso Umberto. Altri due defibrillatori mobili sono stati affidati ai vigili urbani che con le auto in dotazione ed il personale appositamente formato, potranno essere in grado di intervenire tempestivamente. Per luso dei defibrillatori il Comune ha individuato tra il proprio personale 30 dipendenti volontari che hanno seguito dei corsi curati da personale specializzato del reparto di rianimazione dellAsp 2. Negli edifici dove sono stati installati i defibrillatori, allinterno di una teca, sono stati anche inseriti gli elenchi dei nominativi con il relativo numero di telefono delle persone abilitate ad utilizzare il defibrillatore. Con leconomia di spesa, lassessore allo Sport ha previsto anche lulteriore acquisto di altri due defibrillatori che saranno installati uno allinterno del Palazzo di Giustizia e un secondo allinterno della scuola media di Santa Barbara. Per lutilizzazione di questi due defibrillatori prevista la formazione di altro personale che sar curata dallAsp 2. Il progetto cuore sar attivato a giorni dopo che saranno fissati gli ultimi accordi con il personale del 118.

ESERCITAZIONE PER LUSO DEI DEFIBRILLATORI

SAN CATALDO

Non partecip alla zuffa trascorse ai domiciliari 23 giorni e fu assolto: risarcito con 2.600 euro
va. ma.) Aveva trascorso 23 giorni agli arresti domiciliari perch ritenuto uno dei quattro membri del branco che, la sera del 13 luglio 2008, picchi un giovane universitario a colpi di catena per rubargli lauto. Ma dopo essere stato assolto per non aver commesso il fatto dal Gup del Tribunale dei Minori, il ventenne nisseno Damiano S. - allepoca diciassettenne - ieri ha ottenuto 2.600 euro come risarcimento per lingiusta detenzione subita. Un indennizzo riconosciutogli dalla Corte dAppello, che ha accolto listanza dellavv. Maria Francesca Assennato. Dal processo emerso che Damiano S. ebbe un ruolo di paciere in quella zuffa esplosa tra i suoi amici e il proprietario dellauto, pestato davanti la chiesa di San Michele. Il gruppetto venne poi rintracciato dalla Polizia in via Sallemi e Damiano S. ottenne subito gli arresti in casa.

LOLIO ESAUSTO PU DIVENTARE COSMETICO


olio vegetale esausto trasformato in bio-diesel? Si pu fare secondo un giovane di San Cataldo che, in occasione delle manifestazioni di Carnevale, sta predisponendo uniniziativa volta al rispetto dellambiente ed alla creazione di energie rinnovabili. Si tratta di Angelo DellUomini, 21 anni, che nella vita si occupa di servizi per lambiente. La sua proposta quella di raccogliere gli oli usati per le fritture e destinarli alla realizzazione di variegati prodotti, tra cui anche combustibili e cosmetici. Per questo, a partire da mercoled prossimo, nelle vicinanze di Piazza Mercede, verr sistemato un contenitore della capienza di circa 140 litri con apposita apertura, dove i cittadini po-

CLAUDIO COSTANZO

tranno depositare le bottiglie contenenti lolio esausto ottenuto dalle frittelle di Carnevale. A Carnevale...non fare ANGELO DELLUOMINI brutti scherzi! Friggi i tuoi dolci, ma non friggere il tuo futuro! recita lo slogan delliniziativa, predisposta da DellUomini in collaborazione con "Radio Amore" ed il Centro Giovani "la Porta del Sole". E se, perdonando la scontata locuzione, tutto andr liscio come lolio, la campagna si protrarr oltre la kermesse

carnevalesca. lo stesso DellUomini ad esporre il proprio progetto: Nel contenitore potranno essere conferite almeno 35 bottiglie in plastica da due litri e circa 50 da un litro. Lolio vegetale raccolto sar trasferito in un magazzino di lavorazione. Qu verr filtrato, depurato e centrifugato. A seconda della destinazione, poi, avverrano i diversi passaggi di stato. Si potranno, cos, realizzare carburanti come bio-diesel, alternativo a gasolio e benzina, ma anche shampoo industriale, cosmetici per la pelle ed altro ancora. una sperimentazione innovativa nella nostra provincia. Lo spirito quello di rispettare lambiente e far capire ai cittadini che i rifiuti possono diventare energie rinnovabili e, quindi, risorse.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

36.

CALTANISSETTA
CREDITO A TASSI AGEVOLATI

CONSIGLIO COMUNALE
La riunione stata rinviata a data da definire: luned mattina i capigruppo decidono. Aspra polemica tra Tricoli e il dott. Alessi
Da sinistra Massimo Bellomo, Andrea Ferrante e Fausto Assennato

E in arrivo Jeremie potr dare ossigeno alle imprese artigiane


La Confartigianato di Caltanissetta spansione aziendale, e sono riterende noto che da luned prossimo nute ammissibili le spese per acle piccole e medie imprese sicilia- quisto di materie prime (scorte di ne potranno avere accesso al cre- magazzino), forniture, beni e serdito a tassi agevolati, usufruendo vizi ad eccezione di salari, affitti ed dei vantaggi previsti dal fondo Je- altri costi operativi. Le imprese remie, acronimo inglese di un non pagheranno interessi sulla piano di intervento destinato pro- quota a carico del Fei, il Fondo euprio al sostegno delle aziende con ropeo investimenti, che pari a sede legale e produttiva nel terri- circa il 40% del capitale. Ulteriori torio regionale, attive alla data di agevolazioni riguardano poi le presentazione della domanda. Si procedure e gli oneri di istruttoria. tratta di una iniziativa della Com- Al fondo possono accedere impremissione europea, sviluppata in se operanti in tutti i settori mercollaborazione con il Fondo euro- ceologici, eccetto alcune specifipeo per gli investimenti, alla qua- che categorie tra cui quelle che si le ha aderito la Regione Siciliana, occupano di produzione e commercio di armi, tabacfacendo da apripista co e gioco dazzardo. per le altre amminiLa Confartigianato ristrazioni regionali. tiene quella del Fondo E cos dal 20 feb"Jeremie" una imporbraio gli sportelli sicitante opportunit per liani di Bnl e di Unile imprese artigiane, credit saranno pronti in quanto lo strumenper ricevere le richieto finanziario si rivolste di fido agevolato ge al tessuto imprencon i fondi Jeremie ditoriale che pi caSicilia. ratterizza il nostro Il piano di agevola- TARCISIO SBERNA territorio. zioni destinato al soNel caso di finanziamento constegno delle imprese artigiane, economicamente e finanziaria- cesso dallUnicredit - aggiunge il mente sane. Lintervento prevede segretario provinciale della Conla concessione di prestiti per fi- fartigianato, dott. Andrea Di Vinnanziare interventi in favore delle cenzo - per un importo massimo Pmi e del microcredito con risorse di 25 mila euro, il rimborso deve comunitarie derivanti dal Fesr avvenire entro 48 mesi con rate 2007/2013 e alle quali si aggiunge- trimestrali. Per i finanziamenti ranno quelle stanziate dai due isti- erogati dalla Bnl, fino ad un tetto di tuti di credito aderenti. Complessi- 400 mila euro, il rimborso pu avvamente, la disponibilit totale venire con rate trimestrali o sedi 130 milioni di euro. La Bnl potr mestrali con addebito su conto concedere finanziamenti per le corrente per un massimo di 8 anpiccole e medie imprese da un mi- ni. Per la presentazione delle donimo di 17 mila euro ad un massi- mande, la documentazione richiemo di 400 mila euro, Unicredit of- sta, i requisiti previsti per la partefrir micro-prestiti ad imprendito- cipazione al bando, il dettaglio delri artigiani e commercianti al det- le condizioni bancarie, le sedi detaglio fino a un massimo di 25 mi- gli istituti di credito in cui, nel Nisseno, possibile formalizzare le la euro cadauno. Il Fondo - spiega il presidente istanze, lufficio della Confartigiaprovinciale della Confartigianato, nato di Caltanissetta a disposiTarcisio Beniamino Sberna - finan- zione per fornire i necessari chiazia i programmi di investimento rimenti. Si pu telefonare ai nufinalizzati allo sviluppo e/o alle- meri 0934-564173 e 0934-22226.

Revisori: ieri sera fumata nera


Una nota del segretario generale spiazza i consiglieri presenti in aula
Si arenata nella fase preliminare la elezione da parte del Consiglio comunale di Caltanissetta che avrebbe dovuto scegliere ieri sera i tre componenti del Collegio dei revisori dei Conti: una nota inviata poco prima della riunione dal Segretario generale dellente, dott. Eugenio Alessi, al presidente del Consiglio Calogero Zummo ha di fatto colto di sorpresa tutti i consiglieri che - a parte questo aspetto - non sembravano prima di entrare in aula aver raggiunto un accordo compiuto sulla terza di nomi da eleggere. La nota inviata dal dott. Alessi che ha procurato non poche perplessit a molti e surriscaldato gli animi di qualche altro componente dellassise municipale, ha sostanzialmente "ricordato" ai votanti che i consiglieri comunali non potevano avere rapporti di parentela sino al quarto grado con gli aspiranti (in tutto 37, poich stata poi ritenuta valida anche listanza di Vincenzo Catalano) revisori dei conti. Un aspetto questo che ha chiamato in causa personalmente il consigliere dellApi Lorenzo Tricoli che ha il fratello Luigi tra coloro i quali sperano di poter far parte del collegio. Ma non finita qui, poich il segretario generale del Comune ha chiesto di poter modificare la sua stessa proposta di delibera, introducendo nel sistema di voto lutilizzazione di una scheda da cui si rilevasse in maniera ben definita il nominativo del presidente del Collegio dei revisori dei conti, ed ha anche segnalato che di fatto non esiste pi, alla luce delle nuove disposizioni di legge, alcuna distinzione tra dottori commercialisti e ragionieri/periti commerciali. Infine il dott. Eugenio Alessi ha posto il Consiglio davanti ad una scelta preliminare riguardante due sentenze contrastanti emanate da due Tar diversi (quello della Puglia e quello della Sicilia): la prima sostiene che era possibile fare per la terza volta il componente del Collegio dei revisori anche se lo si fatto per due volte ma non in maniera consecutiva; la seconda invece escludeva questa ipotesi. Dopo che stata letta la nota di Alessi sono intervenuti diversi consiglieri comunali tra cui Antonio Favata, Giorgio Middione, Giuseppe Territo, Giuseppe Cigna e, ripetutamente, Alfredo Fiaccabrino il quale ha sostenuto una pregiudiziale secondo la quale la "nota" del segretario generale andava quanto meno notificata ai consiglieri assenti (Ritalba Mazz e Sergio Speciale) e quindi ignari. Il Consiglio alla fine (dopo un intervento polemico di Lorenzo Tricoli) ha "sposato" la proposta di Fiaccabrino, per cui la riunione stata rinviata. La data della prossima seduta sar scelta luned a conclusione della riunione dei capigruppi fissata alle ore 11. Poco prima di entrare in aula i nomi che veniva fatti dei possibili componenti del Collegio sono stati quelli di Massimo Bellomo, Paolo Buono, Andrea Ferrante e Maurizio Tollini assieme a quelli di Fausto Assennato, Giancarlo Fornaia, Piero Rabbiolo e Luigi Tricoli.
GIUSEPPE SCIBETTA

RIPARTE IL TOUR

Lassessore comunale Gaetano Angilella

Il neoassessore prende atto dei problemi nei quartieri


Risposte certe e calendarizzate: con questa intenzione il neo assessore comunale Gaetano Angilella - che ha avuto affidata la delega ai Quartieri dal sindaco Michele Campisi rilevandola dal collega Andrea Milazzo - ha incontrato i rappresentanti della maggior parte dei quartieri della citt al fine di conoscere personalmente quali sono i problemi a cui lAmministrazione municipale pu dare risposta. Gi degli incontri ci sono stati con i responsabili dei Comitati di quartiere di Prestianni, Provvidenza, Balate, Pinzelli e San Marco e (ieri) con quelli di San Luca, Gulfi e Gibil Gabib. Ad accompagnare lassessore - che completer il giro delle varie zone della citt gi entro la prossima settimana - sono il dirigente dellUfficio tecnico comunale arch. Armando Amico e il capo di gabinetto dott. Giuseppe Arcarese i quali hanno la possibilit di dare delle risposte concrete ai responsabili dei Comitati di quartiere. Assieme ai due dirigenti - ha detto lassessore durante gli incontri - stiamo prendendo nota delle cose che ci vengono man segnalate e stiamo facendo (contestualmente) un piano di interventi al fine di risolvere i problemi che ci vengono enunciati. Un "piano" che prevede anche dei tempi di intervento, che faremo di tutto per rispettare. Ovviamente per risolvere dei problemi minimi ci vorr un tempo minore, mentre per gli altri lAmministrazione comunale avr bisogno di qualche giorno in pi. Sicuramente daremo le giuste risposte a tutti.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CALTANISSETTA .37

Cantiere SantElia

Astanteria nei vecchi locali

Nella piastra di emergenza Rianimazione, Terapia intensiva, 8 sale operatorie e Utic

in breve
INCHIESTA IDENTIT Processo stralcio, nuovo giudice
Sar il giudice monocratico Walter Turturici e non pi la dott.ssa Antonella Leone, a partire dal prossimo 30 aprile, ad occuparsi del processo stralcio scaturito dal blitz "Identit" operato dalla Polizia nel gennaio 2007. Il processo stato riassegnato e rinviato ieri mattina; imputati di truffa sono i nisseni Giuseppe DellAsta e Luigi Bruno, i quali, secondo laccusa avrebbero acquistato nel 2005 unautomobile presentando una carta didentit falsificata per avviare la pratica di finanziamento. A difenderli gli avvocati Dino Milazzo e Walter Tesauro.

Entro aprile Pronto Soccorso pi attrezzato e moderno


Visita del manager e dei dirigenti del nosocomio nei locali dove sono in corso i lavori
Vertice operativo ieri mattina allospedale SantElia dove il direttore generale dellAsp 2 Paolo Cantaro ha voluto verificare a che punto sono i lavori riguardanti lattivazione dei nuovi locali destinati al Pronto Soccorso del nosocomio nisseno e - contemporaneamente quelli che vengono portati avanti per il completamento della piastra di emergenza che dovrebbero cambiare il volto allintera struttura ospedaliera e renderla pi funzionale. Al sopralluogo hanno pure preso parte il dott. Federico Vancheri responsabile del presidio di Caltanissetta (che comprende anche le strutture ospedaliere di Mussomeli e San Cataldo), il primario del reparto di Pronto Soccorso dott. Aulo Di Grande, il dott. Giancarlo Floresta che sta seguendo la pratica per la definizione degli arredi medici necessari, ling. Ciro Raggio che per conto dellAsp sta seguendo la esecuzione dei lavori, e Giuseppe Pirrone per conto della impresa "Sigenco Spa" di cui consigliere delegato lavv. Santo Campione. Presenti pure assieme alla collega Lucilla Grimaldi il nuovo direttore medico dellospedale nisseno Raffaele Ela, che corso sar cos diviso in due ambienti: quello gi esistente sar completamente destinato ad astanteria ed ospiter quindi gli ammalati che avranno bisogno di cure prima di essere indirizzati nei vari reparti; nei locali che stanno per essere completati oltre alle sale del Pronto Soccorso, ci saranno quelle dove sar possibile fare il monitoraggio per la rianimazione e la terapia intensiva, otto sale operatorie completamente nuove, e lUtic (unit di terapia intensiva coronarica). Oltre ai locali dove verranno sistemate le attrezzature mediche necessarie sono stati previsti ben 22 posti letto. Proprio in questi giorni, per adeguare i locali alle nuove esigenze maturate sino ad ora, abbiamo fatto abbattere alcune pareti al fine di sistemare qualche servizio igienico in pi da destinare ai pazienti. Entro marzo - ha concluso Cantaro utilizzando i soldi che abbiamo ottenuto facendo un mutuo di 6,5 milioni, dovrebbero arrivare pure tutti gli arredi sanitari necessari, sistemati i quali il nuovo Pronto soccorso potr essere reso funzionante.
GIUSEPPE SCIBETTA

GIUSTIZIA Lari e Scarpinato incontrano il ministro Paola Severino


Il procuratore generale Roberto Scarpinato e il procuratore capo Sergio Lari, questa mattina incontreranno il ministro della Giustizia Paola Severino nel corso del convegno che si tiene al castello Utveggio e che verte sul tema "Il giudice, il processo, realt giudiziaria e nuovo codice antimafia".

IL MANAGER ASP, I MEDICI E I TECNICI NEL CANTIERE

APPARECCHIATURE PER STERILIZZARE LE ATTREZZATURE CHIRURGICHE

ha preso servizio a Caltanissetta nei giorni scorsi dopo essere stato direttore di presidio a Mazara del Vallo (dal 2004 al 2005), medico di presidio a Modica (dal 2006 al 2009) e dirigente medico allospedale di Comiso (dal 2009 ad ora). Abbiamo avuto loccasione di verificare che i lavori - ha spiegato a fine sopralluogo il dott. Paolo Cantaro - stanno procedendo alacremente e penso che riusciremo, con la disponibilit che ci

stata sempre assicurata dai responsabili della "Sigenco Spa", a rispettare le date che ci siamo imposti per consentire alla citt ed a tutta la collettivit nissena di dotarsi di un nuovo e pi grande Pronto Soccorso. Se non ci saranno ulteriori contrattempi immagino che entro il prossimo mese di aprile, i nuovi locali potranno essere agibili, e questo consentir ai nostri medici finalmente di lavorare con una maggiore serenit e, soprattutto, a coloro che avranno bisogno

delle loro cure una maggiore efficienza. Al riguardo - ha aggiunto - stiamo dando il massimo, anche perch stiamo riuscendo a realizzare una struttura che era stata annunciata solamente a parole nel corso della passata gestione ma di cui non cera nemmeno una traccia o un progetto nelle carte. Abbiamo affrontato con decisione la situazione e penso che tra qualche settimana sar centrato quello che sembrava un obiettivo difficilissimo da realizzare. Il Pronto Soc-

a l ci n e m a
MULTISALA PALAZZO MONCADA ` 0934.547001 347.8586382 Come bello far lamore. Ore 1820,1522,30. The iron lady. Ore 18,3020,3022,30. In time. Ore 18,3020,3022,30. War horse. Ore 17,302022,30. BELLINI via Gioberti, 6 Chiuso. ` 0934.25905 3387612110

SUPERCINEMA ` 0934.26055 via D. Alighieri, 10 3387612110 Tre uomini e una pecora Ore 1820,1522,30. Marted ingresso ridotto per tutti. GELA CINE TEATRO ANTIDOTO MACCHITELLA via Pandino ` 380.4637668 Il gatto con gli stivali. Ore 17,30. Costo biglietto ridotto per adulti e bambini. Finalmente la felicit. Ore 19,3021,30. RIESI DON BOSCO ` 338.4086187 p.zza Garibaldi Benvenuti al Nord. Ore 1921.

IL DOTT. PAOLO CANTARO DURANTE IL SOPRALLUOGO

OPERAI AL LAVORO PER AMPLIARE IL PRONTO SOCCORSO

NUOVE ATTREZZATURE DA SISTEMARE

UNA NUOVA SALA DELLA RIANIMAZIONE

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

38.

CALTANISSETTA
TESTIMONIANZA DI UNA PAZIENTE

RIGETTATE LE ECCEZIONI DEI DIFENSORI DI ANTONINO BRACCO E CALOGERO FAILLA

Blitz antimafia Redde rationem, il processo va avanti


Andr avanti regolarmente il processo scaturito dal blitz antimafia "Redde rationem". Il Tribunale ha infatti rigettato le richieste di dichiarare nullo il processo avanzate dagli avvocati Salvatore Daniele e Diego Perricone, legali degli imprenditori nisseni Antonino Bracco (64 anni) e Calogero Failla (50 anni), imputati assieme a Massimo DallAsta (49 anni, nisseno), Antonino Ferraro (54 anni, di Resuttano) e Giovanni Aloisio (48 anni, di Misilmeri). Lavv. Daniele aveva chiesto di dichiarare nullo il processo dato che non gli venne notificato lavviso di fissazione delludienza preliminare, mentre lavv. Perricone - legale di Failla - ha sostenuto che le indagini sul suo cliente sarebbero durate oltre i termini di legge. Questo perch, a dire del difensore, Failla venne ascoltato nel febbraio 2008 come persona informata dei fatti nel corso di unindagine per mafia ed estorsioni e linterrogatorio venne sospeso in quanto la Procura rilev gli estremi per accusarlo di favoreggiamento. Secondo la difesa lindagine sarebbe partita in quel momento, mentre la Procura avrebbe posticipato linizio dellindagine a carico di Failla; allimprenditore nisseno non vennero notificati avvisi di proroga dellindagine. Il Tribunale ha per rigettato le eccezioni dei difensori, accogliendo le richieste dei sostituti procuratori Maria Pia Ticino e Stefano Luciani che chiedevano il rigetto delle istanze difensive. Di associazione mafiosa rispondono Bracco e Ferraro, mentre concorso esterno in associazione mafiosa laccusa contestata a Calogero Failla e Giovanni Aloisio e DallAsta risponde di estorsione allimpresa che eseguiva i lavori di ristrutturazione del teatro Bauffremont. stata intanto fissata per fine febbraio la data delludienza preliminare a carico dellimprenditore sancataldese Antonino Graci (49 anni), accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, il cui nome era inizialmente rimasto fuori dal processo principale. Si torna in aula a fine mese, mentre a inizio marzo dovrebbero essere ascoltati i pentiti in un udienza fissata nellaula bunker del carcere catanese di Bicocca.
V. P.

Ginecologa dellAsp imputata per peculato


v. p.) Mi recai una volta dalla dott.ssa Anzelmo per un controllo ginecologico. Pagai 110 euro, ma non ho mai avuto ricevuta fiscale. La ginecologa voleva indicare una data diversa sulla ricevuta fiscale, ma io non accettai. Incontrai la dott.ssa Anzelmo altre due volte per farle vedere altri esami a cui mi ero sottoposta, ma poi mi rivolsi a un altro medico. Queste le parole che una testimone ha riferito ieri nel processo che vede imputata per peculato una ginecologa dellAsp nissena, Daniela Anzelmo, la quale avrebbe esercitato anche attivit specialistica in proprio - cosa assolutamente legittima - ma, secondo laccusa, senza versare la percentuale prevista per legge allAsp, ente del quale era dipendente. La difesa affidata allavvocato Emanuele Limuti; prossima udienza a met aprile.

Cittadini tenuti alloscuro


Contestato liter seguito dal commissario dellAto sul progetto di gestione dei rifiuti
Il progetto integrato di gestione sperimentale del servizio di igiene urbana che gli uffici dellAto Ambiente CL1 hanno elaborato e sottoposto alla valutazione dei sindaci dei 15 Comuni soci prima di inoltrarlo alla Regione, presenta molti aspetti positivi ma anche una grave carenza, cio il mancato confronto con i cittadini. Di questo si parlato laltra sera nel corso dellassemblea indetta dal Comitato permanente in difesa dei cittadini che nei mesi scorsi aveva presentato al Consiglio comunale una proposta di delibera popolare sui temi dei rifiuti che presto dovrebbe essere discussa dal civico consesso. Alla riunione - fa sapere Benedetto Mazzurco, presidente del Comitato - hanno preso parte i rappresentanti dei comitati di quartiere, delle associazioni, del movimenti, dei partiti ed anche sei consiglieri comunali per parlare tutti insieme della pi grande occasione di sviluppo che si sta presentando nel nostro territorio e per cercare di capire perch i cittadini non siano tuttoggi protagonisti attivi di questo fondamentale cambiamento. Negli scorsi giorni - fa sapere il Comitato - la dott. Ingala ha fatto sapere che lAtoCL1 riuscito a presentare nei termini previsti il proprio progetto di bando sulla gestione dei rifiuti alla Regione. La buona notizia che su tale bando sembrerebbe proprio che si sia dato un taglio netto al passato sposando finalmente le ormai numerose normative europee, nazionali e regionali in materia di rifiuti sino ad oggi criminalmente ignorate. Si andr quindi, almeno nelle intenzioni, verso una seria raccolta differenziata, nasceranno centri per il recupero dellumido, la componente di rifiuto maggiormente contenuta nei nostri sacchetti, saranno costruiti centri di pretrattamento, selezione e valorizzazione della frazione secca, avverr il potenziamento e ladeguamento dei centri di raccolta comunali. Di tutto questo dobbiamo dare merito alla dott. Ingala e al suo staff che nei tempi ristretti imposti dalla Regione sono riusciti a cominciare il lavoro. Sembrerebbe perci tutto bello e benedetto se non fosse per alcuni dettagli, e non di poco conto, che ad unattenta riflessione farebbero allarmare anche il pi ingenuo dei cittadini. La relazione della dott. Ingala ha lasciato trapelare qualche non rassicurante informazione in pi sul tipo di bando che stato presentato alla Regione e di cui tutti, cittadini in primis, ne sconoscono la reale stesura. E allora qualcosa non ha funzionato a dovere. Qualche passaggio stato saltato e la qual cosa non pu essere giustificata solo con i tempi ristretti che aveva a disposizione lAto per presentare un progetto che, interessando pesantemente e in modo diretto la citt, non poteva esimersi da un confronto cittadino. Bypassare i cittadini - continua la nota del Comitato - troppo facile, specialmente quando questi sono talmente pignoli da fare le pulci su tutto quel che passa il convento magari rovinando la festa a qualcuno. Ma i cittadini hanno il dovere di non starci anche perch la pelle scotta ancora dalle tante bruciature subite in passato. Parole come cassonetti intelligenti, discarica, capacit e sostenibilit degli impianti, Tres (la nuova tariffa che sostituir la Tarsu dal 2013), hanno fatto trapelare nella mente dei convenuti brutti ricordi (la ormai famigerata discarica in contrada Stretto, laumento della Tarsu del 40%).

SOSPESA LA PROTESTA

Pagamenti in arrivo per gli operai forestali


Hanno interrotto la loro manifestazione di protesta ieri i forestali "centocinquantunisti" che da mercoled mattina, assieme ai sindacalisti della Flai-Cgil Manuel Bonaffini (nella foto con Salvatore Lombardo) e Pino Pardo, avevano dato vita ad una assemblea permanente allinterno degli Uffici dellIspettorato Ripartimentale delle Foreste per sollecitare il pagamento delle somma residua ancora non riscossa. La protesta stata realizzata da una ventina di operai, ma sono almeno 520 i forestali che sono stati utilizzati a tempo determinato sino allo scorso mese di ottobre: ciascuno deve riscuotere mediamente una somma di circa mille euro, derivante da alcuni giorni di lavoro, dallindennit chilometri e dagli assegni familiari. Abbiamo avuto assicurazioni - ha detto Manuel Bonaffini - che il mandato stato emesso e che quindi, gi nei prossimi giorni, potremo riscuotere le somme spettanti dalla tesoreria regionale.

Discarica abusiva spostata


Contrada Cialagra. Rifiuti lasciati a pochi metri per eludere la videosorveglianza
Continua il triste destino di contrada Cialagra ormai adibita a discarica abusiva. Nonostante lesposto-denuncia degli abitanti della zona inviato al comando della Polizia municipale di Caltanissetta, allAto CL1 e alla Provincia regionale nulla stato fatto per risolvere il problema. Il nostro giornale aveva gi denunciato a fine novembre lo stato di degrado di questo tratto di strada, allaltezza del sottopassaggio della SS 640 al chilometro 58, zona conosciuta ai pi per la presenza nelle vicinanze di alcune concessionarie di auto e di un albergo. Da allora la situazione non affatto migliorata, semmai i rifiuti, anzich essere abbandonati allaltezza della curva, adesso vengono depositati pochi metri pi avanti. Forse perch gli habitu dellabbandono dimmondizia sono stati messi in allerta dalle indicazioni di videosorveglianza, ubicate nei pressi della curva del sottopassaggio. Ma anzich desistere dal depositare i rifiuti speciali, i "furbetti" hanno preferito gettare qualche metro pi in l serbatoi in eternit, lavatrici, televisori, materiali edili di scarto e vecchi mobili. La montagna dimmondizia che prima giaceva alla curva dimbocco del sottopassaggio adesso non c pi, ma soltanto perch gli abitanti di contrada Cialagra hanno fatto ripristinare autonomamente il tratto di strada privata che era ormai divenuta impraticabile. I residenti continuano a rivendicare lintervento delle autorit competenti, affinch questa discarica abusiva a cielo aperto venga debellata. Grande la preoccupazione degli abitanti di contrada Cialagra, dovuta soprattutto alla presenza di vecchi serbatoi in eternit in decomposizione. ormai noto ai pi la pericolosit dellamianto, dovuta alla dispersione nellaria delle sue fibre che fuoriescono da materiali in eternit in rovina, che sprigionandosi col vento possono essere inalate e provocare danni irreversibili e tumori ai tessuti bronchiali e polmonari. La deprecabile abitudine di abbandonare rifiuti di qualsiasi natura in zone ritenute poco visibili non potr essere cancellata, finch le autorit competenti non interverranno per porre rimedi adeguati e risolutivi.
LAURA SPITALI
LA DISCARICA NEL SOTTOPASSAGGIO DELLA SS 640

DIGA DISUERI

Processo per corruzione ammesse le intercettazioni


v. p.) Entreranno diverse intercettazioni nel processo riguardante le tangenti per i lavori alla diga Disueri di Gela. Si tratta di una serie di conversazioni riguardanti lindagine principale per mafia, pendente a Palermo, e dalla quale il capitolo tangenti stato stralciato e inviato nel 2009 a Caltanissetta per competenza territoriale. Fra dieci giorni, nel corso della prossima udienza, il Tribunale (presidente Mario Amato) dar lincarico a un perito per trascrivere le intercettazioni, al cui ingresso in questo processo si erano opposti gli avvocati Giacomo Butera e Giovanni Di Benedetto, i quali assistono gli imputati Luigi e Ferdinando Masciotta, accusati di corruzione. Si tratta di due dirigenti della ditta Safab che, secondo laccusa, avrebbero versato nel 2006 una tangente agli ex vertici del Genio Civile di Caltanissetta in modo da ottenere dallente un parere favorevole per aggiudicarsi i lavori di canalizzazione delle acque dalla diga Disueri al territorio circostante.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CALTANISSETTA .39 La Comunit dei Figli di Dio commemorer domenica don Barsotti
in breve
TEATRO MARGHERITA Balanescu Quartet in concerto
r.l.v.) Di scena questa sera sul palcoscenico del teatro Margherita il concerto del Balanescu Quartet con le riletture dellelettro-pop dei Kraftwerk. "Balanescu Quartet plays Kraftwerk" infatti il progetto che la band porta in giro da qualche tempo nei suoi concerti dal vivo (dopo avere realizzato lalbum "Possessed"), accostando le sonorit tipiche del quartetto darchi allo stile della band tedesca di Dusseldorf che negli anni Settanta del secolo scorso mise le basi per tanti nuovi generi musicali. Il concerto, patrocinato da comune e Provincia, avr inizio alle 21 ed inaugura la 21^ rassegna concertistica di Musicarte, inserita nel Circuito Musicale Siciliano. Il Balanescu Quartet composto da Alexander Balanescu, James Shenton, Kathryn Wilkinson, Nicholas Holland. Il costo del biglietto di 15 euro. Sono stati stavolta i pittori-decoratori ad eleggere le proprie cariche per le sfilate della Real Maestranza della Settimana Santa dellanno in corso. Le designazioni sono state effettuate per acclamazione dallassemblea della categoria i cui lavori sono stati presieduti dal presidente Gaetano Villanucci. Cera anche lintero direttivo composto dal vice presidente Roberto Di Dio, dal segretario Emanuele Bruccoleri e dai consiglieri Angelo Infantino, Michele Lombardo, Osvaldo Ciulla e Gianluigi Bingo. Gli eletti sono stati: Antonio Matina alabardiere, Ignazio Mario Vitale portabandiera e Dario Trapani porta baldacchino. Antonio Matina ha 38 anni, sposato con Eleonora Giordano e ha due figlie Aurora e Gaia. lavoratore autonomo e da 13 anni titolare di una ditta artigiana. Ignazio Mario Vitale ha 39 anni, sposato con Silvia Macaluso ed ha unesperienza lavorativa di 10 anni effettuata presso ditte varie. Dario Trapani ha 24 anni, celibe e lavora sin da quando aveva 14 anni. Nel corso dellassemblea il presidente Villanucci ha comunicato i tagli dei contributi del Comune e della Provincia Regionale per le manifestazioni dellanno in corso della Settimana Santa e, quindi, anche della Real Maestranza. Ha per affermato che in ogni caso va rispettato laspetto religioso delle sfilate che la cosa pi importante. Villanucci ha poi ricordato che lanno prossimo spetta ai pittori-decoratori esprimere il Capitano e le cariche capitanali. Ha detto che sin da ora, con le ristrettezze economiche esistenti, bene pensare alla eliminazione del superfluo concentrando tutto sul decoro e sul rispetto della tradizione che deve essere confermata.
L. S.

Le famiglie della Comunit dei Figli di Dio della Sicilia Occidentale e Centrale, Valle del Salso e Delegazione Alcamo, si ritroveranno domani a Caltanissetta per ricordare nel sesto anniversario della morte il loro fondatore don Divo Barsotti, mistico, teologo, scrittore, poeta, scomparso a Settignano (Fi) allet di 92 anni il 15 febbraio 2006. Alle 10,30 nella sala mons. Intreccialagli del seminario vescovile, la prof. Margherita Giuffrida presenter La lotta con

langelo - diario di unanima. Si tratta del primo dei 19 diari pubblicati da don Divo, che si riferisce allinverno 1941-1942 quando Barsotti aveva solo 27 anni. Fu pubblicato, per la prima volta, in forma anonima nel 1954, usando il procedimento duna fictio letteraria, con cui simmaginava che lo sconosciuto autore fosse morto poi nellestate del 1942, e parlando dello stesso come di unanima sacerdotale che la grazia interiormente sollecitava al Signore.

Ad emergere dalla lettura sono una lotta, un dramma, una instancabile e appassionata ricerca di Dio, esperienza che don Divo sentiva come urgente e necessaria da comunicare per aprire le anime ad una visione pi alta di vita soprannaturale. La giornata proseguir con la proiezione del filmato Il fondatore ed alcune testimonianze, per concludersi poi alle 16,00 con messa presieduta dal vescovo mons. Mario Russotto e concelebrata dal vicario

della CFD p. Agostino Ziino. Da ricordare che la Comunit fondata a Firenze nel 1946 da Barsotti, unanimemente riconosciuto come uno degli scrittori di spiritualit pi importanti del secolo scorso (notevolissima la sua produzione letteraria: pi di 150 libri, tra commenti alla Sacra Scrittura, studi su vite di santi, opere di spiritualit, diari e poesie, molti dei quali tradotti in lingue straniere) presente in Italia ed allestero (Australia, Benin, Colombia, Gran Bretagna), costituita

da sacerdoti e laici che, in famiglia o in piccole case di vita comune, assicurano una presenza cristiana nel mondo vivendo il mistero delladozione filiale basandosi su quelli che da sempre sono nella Chiesa i fondamenti della spiritualit monastica: preghiera, ascolto della Parola di Dio, contemplazione, vita liturgica e sacramentale. A Caltanissetta presente dal 1976: ne facevano parte, tra gli altri, i compianti mons. Cataldo Naro e mons. Giovanni Speciale.

LA CATEGORIA SI PREPARA ALLA SETTIMANA SANTA

OMNIBUS
Primo ciak del booktrailer de Il Collezionista

I pittori-decoratori hanno scelto i loro rappresentanti

IN ALTO ANTONIO MATINA (ALABARDIERE) E DARIO TRAPANI (PORTA BALDACCHINO); A SINISTRA IGNAZIO MARIO VITALE (PORTABANDIERA)

FULVIA LA MATTINA

ANDREA CORTESE

ANNA DI SCIACCA

SICILIANTICA Neos: convegno sabato prossimo


Si svolger sabato 25 febbraio e non oggi, presso la Sala degli Oratori del Museo Tripisciano di Palazzo Moncada, il secondo appuntamento del Progetto Neos, promosso dallassociazione SiciliAntica di cui presidente la dott. Marina Congiu. Interverranno il prof. Massimo Frasca, la dott. Maria Colomba Di Pasquali, il dott. Rosario Testai e il dott. Gianluca Cal.
ELEZIONE RSU, RIUNIONE DEI CANDIDATI CGIL

FARMACIE DI TURNO Servizio diurno: Messana, viale Conte Testasecca 51, tel. 0934-25302, Vizzini, viale Trieste 59, tel. 0934-21286. Servizio notturno: Messana.

Alla presenza del segretario nazionale Adriano Sgr si tenuta allHotel Helios di San Cataldo una riunione dei candidati della Cgil alle elezione delle Rsu del 5, 6 e 7 marzo. I lavori sono stati aperti dal presidente del comitato direttivo della Fp provinciale, Giovanna Caruso, e sono stati conclusi dal segretario nazionale. Sono intervenuti Salvatore Lombardo, il responsabile del comparto sanit Tot Di Natale, il segretario della Fp regionale Michele Palazzotto. La relazione introduttiva stata tenuta dalla Luisa Lunetta che ha messo laccento sullimportanza della campagna elettorale. Sono 140 i candidati dei vari enti, dei comuni alla sanit, ai ministeri, e rappresentano i valori ed i principi della Cgil nel pubblico impiego.

Dopo Il Codice Moncada, nuovo booktrailer per la produzione letteraria dello scrittore nisseno Salvatore Paci, autore della trilogia ambientata a Caltanissetta che ha come protagonista Antonio la Mattina. Questa volta per si tratta del thriller psicologico La Collezionista (Ed. Melino Nerella), che non fa parte della trilogia nissena ed , invece, ambientato tra Londra e il Sud America. Andrea Cortese vestir i panni del giovane protagonista Danny, appassionato di grafica digitale ed esperto di informatica, mentre le due donne intorno a cui ruotano le vicende che vedono Danny coinvolto in una serie di inspiegabili e misteriosi avvenimenti, la compagna Ana Paula e la seducente Lara, saranno interpretate, rispettivamente da Fulvia La Mattina e Anna Di Sciacca. Il primo ciak questa sera, in un locale nisseno, con la collaborazione di alcuni sponsor locali che hanno messo a disposizione larredo degli interni, le acconciature e labbigliamento. La regia del video, realizzato in collaborazione con lassociazione culturale cinematografica "Laboratorio dei sogni", ancora una volta di Angelo Gueli; anche per le musiche Salvatore Paci si affidato di nuovo allautore della colonna sonora del primo booktrailer, il M. Giovani Puliafito. I booktrailer - dice Paci - sono fondamentali per promuovere libri, soprattutto perch vengono diffusi tramite Youtube e Facebook, con i quali si possono raggiungere oggi tantissime persone in breve tempo. Ma vengono anche utilizzati per le presentazioni tradizionali dei libri, come gi sperimentato con "Il Codice Moncada". Il booktrailer de "La Collezionista" sar proiettato durante le serate della seconda edizione del KalatNissa FilmFestival. Importante, anche in questo caso, la presenza di giovani attori nisseni. Mi piacerebbe - dice ancora Paci - creare un gruppo di lavoro che possa andare avanti in piena sinergia e poi fondamentale promuovere le risorse locali e le potenzialit dei giovani nisseni anche nel settore dello spettacolo.
R. L. V.

Lo dico a La Sicilia
Il manto stradale in alcune vie saltato
Ancora oggi, non si conoscono, quali provvedimenti, lamministrazione Campisi, ha preso nei confronti della ditta che si appaltata i lavori per il rifacimento del manto stradale delle vie: Pitr, Generale Cascino e S. Giovanni Bosco. Sono appena passati, circa, due mesi e le condizioni del manto rifatto sono pietose, le buche non si contano, il pietrisco diventa ogni giorno pi pericoloso e si corre il rischio di non poter fermare lauto se si ha la necessit di frenare bruscamente. Dopo qualche giorno della fine dei lavori, diversi cittadini segnalarono sulle pagine del giornale "La Sicilia " che i lavori non erano stati eseguiti a regola darte. Ho letto, pure, di una interrogazione di alcuni consiglieri comunali. Quello che non leggo sono i provvedimenti presi da parte del sindaco Campisi, che ogni tanto, oltre a pensare alla nomina di nuovi assessori, perch, o dimissionati, o perch si sono dimessi, dovrebbe pure pensare alla nostra citt, che ogni giorno scivola nelle graduatorie nazionali. Siamo in attesa di leggere, su questa vicenda, i provvedimenti del sindaco Campisi. NICOLA BOCCADUTRI

segnalazioni al numero tel. 0934 554433, fax 0934 591361, e-mail caltanissetta@la sicilia.it Doppio incarico e il principio di 2 pesi e 2 misure
Com noto, a seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 294/2011, con la quale veniva sancita lincompatibilit del doppio incarico, di Deputato Regionale e Presidente di Provincia, lon. Pino Federico stato costretto ad optare per uno dei due incarichi ed ha scelto di rimanere Deputato. Ho letto, ieri, che la Giunta per le elezioni della Camera ha votato un provvedimento che stabilisce, nel pieno disprezzo della sentenza di cui sopra, ma nel rispetto dei famosissimi due pesi e due misure,la compatibilit del doppio incarico di Deputato nazionale e di Presidente di Provincia. bene sottolineare che uno dei componenti la Giunta della Camera, on. Domenico Zinzi, Udc, che anche Presidente della Provincia di Caserta, al momento del voto - non so se a causa di uno sprazzo di pudore o perch costretto a farlo - uscito dallaula. La sua presenza, comunque, sarebbe stata ininfluente in quanto la votazione si conclusa 16 a 11. La scusa che ...ormai le Provincie verranno cancellate, quindi inutile rinunciare ora alla presidenza". Siamo arrivati! Ormai nulla stupisce pi. Ognuno fa quello che vuole. Allora, on. Federico, cosa ne pensa? In passato ho criticato anche duramente il suo doppio incarico ma ora, per una questione di giustizia e di equit, dico: perch gli altri s e lei no? Se fossi al suo posto, farei scoppiare un caso e, pretendendo luguaglianza tra Deputati regionali e nazionali, vorrei essere reintegrato nellincarico di Presidente della Provincia di Caltanissetta. Le provincie verranno abolite? Non ci credo come non ci crede neanche lei. Sar solo una partita di giroo, per dirla pi chiaramente, una presa in giro. E quandanche dovessero essere cancellate, non sar certo domani mattina. Ma allora, on. Federico, faccia come il ricco di un proverbio siciliano: u riccu i riccu ppi ddiri abbon. Per i nati a Pordenone significa: meglio poco che niente. Ci provi. Non saranno tutti contenti (neanche io) ma non mi piace il principio dei due pesi e due misure. Auguri. PASQUALE TROBIA essere individuate azioni incisive e tempestive per impedire la messa in funzione del Muos nel nostro territorio, come: la richiesta di pareri al Consiglio Nazionale delle Ricerche, allIstituto Superiore della Sanit, agli Organi Europei preposti in materia, allOrganizzazione Mondiale della Sanit, tesi ad avere le pi profonde conoscenze in materia sia per gli effetti sulla salute umana e sullambiente che in atto provoca lattivit delle 41 antenne gi operanti nel nostro territorio (nel caso in cui fossero dannose si dovrebbe chiedere la loro dismissione) che sugli effetti sulla salute umana e sullambiente che potrebbero derivare dalleventuale messa in funzione del nuovo sistema Mous, utilizzando a tal fine i valori e gli effetti che gli altri tre impianti similari operanti nel mondo gi producono; la richiesta al Presidente della Regione Siciliana di mettere in atto le prerogative riconosciutole dallo Statuto Siciliano al fine di rivendicare il diritto degli amministratori locali di governare i propri territori; programmare la tenuta a breve tempo di "Manifestazioni di Protesta" delle Amministrazioni e Consigli Comunali, unitamente alle forze politiche e sociali, dei Comuni facenti parte del Coordinamento presso le Presidenze della Regione Sicilia e del Consiglio dei Ministri. Per quanto sopra si auspica che le Istituzioni, forze sociali e politiche, associazioni del comprensorio, e del popolo siciliano (in quanto il raggio di azione previsto delle onde elettromagnetiche prodotte dal Muos di circa 140 chilometri) intraprendono tempestivamente una forte azione unitaria e sinergica, mettendo da parte le appartenenze politiche, per mettere in campo tutte quelle iniziative ritenute utili tese ad "impedire" la messa in opera del Muos nel territorio niscemese e siciliano, per la sicurezza ed il diritto alla vita delle nostre popolazioni, ma innanzitutto dei nostri figli e delle generazioni che verranno appresso. FRANCESCO DI DIO
Componente Direzione provinciale Pd Caltanissetta

Oggi una Messa in ricordo di don Luigi Giussani


Giorno 22 febbraio cade il 7 anniversario della dipartita di don Luigi Giussani. Sar ricordata la sua memoria con una Messa celebrata dal vescovo della diocesi, mons. Mario Russotto, oggi alle ore 18 presso la parrocchia S. Michele (frati cappuccini), via Sallemi 120 a Caltanissetta. A don Giussani, educatore di generazioni di giovani, fondatore del Movimento cattolico di Comunione e Liberazione e della Fondazione Banco Alimentare, moltissimi gli siamo un po debitori: presso i Banchi Alimentari di tutta Italia sono impiegate oltre 100 unit lavorative; 1.400.000 persone usufruiscono degli aiuti del Banco Alimentare; 110.000 volontari si mobilitano il giorno della Giornata nazionale della colletta alimentare; 5.000.000 di cittadini fanno un gesto di carit il giorno della Colletta. La Colletta diventato il gesto unitario nazionale del popolo italiano. Rivolgiamo pertanto linvito a quanti usufruiscono dei beni del Banco Alimentare, ai volontari e ai simpatizzanti di partecipare, in segno di ringraziamento, a questo gesto di memoria. Chiediamo ai presidenti delle strutture caritative di estendere linvito a quanti sopra nominati. Invitiamo altres i sacerdoti ad unirsi in preghiera col vescovo per ricordare la figura di don Giussani. RAIMONDO MESSINA

Ripristinare spettacolo delle 17,30 a Macchitella


Desideriamo segnalare che ad appena tre mesi dallapertura del cine-teatro Antidoto, a Macchitella, la gestione ha pensato bene di tagliare i costi. Siamo una coppia di pensionati, che ama andare al cinema a vedere un bel film a cui tale possibilit era stata negata per tanti anni, vivendo a Gela. Tre mesi fa, allapertura del cinema a Macchitella, avevamo riassaporato questo piacere perduto ma tale sensazione stata di breve durata. Lultimo film visto stato benvenuti al nord, alla proiezione delle 17.30. Perch alle 17,30? Ma perch alle 20 (2 spettacolo) solitamente ceniamo e seguiamo le notizie dei tg serali o, alle 21,30 (ultimo spettacolo) non ci viene molto comodo uscire, specie in inverno, ma anche perch la sera si va a letto intorno le 23. Poi, si sa, ad una certa et si diventa abitudinari. Per ritornare alloggetto, c in programmazione lultimo film di Tom Cruise e pensiamo bene di andarlo a vedere ma, sorpresa, la proiezione delle 17,30 stata soppressa! Sar stato perch magari gli spettatori a quellora non abbondano (lultima volta eravamo una decina)? Allora, suggeriamo, perch magari non limitare la proiezione delle 17.30 ad almeno un paio di giorni la settimana (sabato/domenica) consentendo agli abitudinari dassistere al sospirato film prima visione? Devessere subito tutto ricondotto alla logica della redditivit? Per una decina di spettatori non ne vale la pena? Riteniamo che, concentrando la proiezione delle 17,30 a due giorni settimanali, il numero di spettatori tenderebbe ad aumentare. Perch non tentare? GIOVANNI DAVID

Riunione dei sindaci per dire no al Muos


La riunione in programma marted 21 presso il Centro Sociale "Tot Liardo" a Niscemi dei Sindaci e Presidenti dei Consigli Comunali del Coordinamento dei Comuni del comprensorio, rappresenta un importante momento di sintesi per una forte e sinergica azione di rivendicazione e protesta che il territorio deve riprendere con forza ed incisivit nei confronti degli Organi Istituzionali preposti per impedire la messa in opera del Muos, dopo le sentenze negative del Tar e del Cga in merito alla richiesta di sospensiva dei lavori avanzata nel ricorso del Comune di Niscemi, ed in attesa della decisione definitiva nel "merito" del Tar. A riguardo va detto che le altre tre stazioni Muos esistenti al mondo, due negli Usa e una in Australia, sono allocate in zone desertiche, lontane dalla po-

polazione. Basterebbe soltanto questa differenza di localizzazione, a ritenere che un impianto di tale portata non pu operare vicino a centri abitati, sia per le conseguenze nocive sulla salute umana e sullambiente, ed anche perch una struttura di cos grande importanza militare e di telecomunicazioni nello scacchiere mondiale, sarebbe uno dei primi obiettivi da colpire in caso di conflitti bellici o di atti terroristici, con danni incalcolabili ed imprevedibili in termini di perdite di vite umane e danni all ambiente. Peraltro, queste gigantesche antenne (alte 149 metri, diametro 18 metri e frequenze fino a 380 Mhz), inizialmente erano destinate a Sigonella, ma la vicinanza con laeroporto civile di Catania ed il rischio di detonazione delle armi presenti nella vicina base Nato ne sconsigliarono lubicazione. A pochi chilometri da Niscemi, invece, a breve entrer in funzione laeroporto civile di Comiso, e di questo nessuno si preoccupa adeguatamente sulle conseguenze negative che avrebbe leventuale attivit del Muos. Nella riunione del Coordinamento dei Comuni del comprensorio dovranno

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

40.

CALTANISSETTA PROVINCIA

DUE ORE DI STOP E CORTEO DEI COMUNALI DI S. CATALDO GIORNO 28 LA VERTENZA PER I TERRENI DELLAREA ARTIGIANALE DI SERRADIFALCO

Gli stabilizzati proclamano sciopero In Cassazione per lindennit desproprio


SAN CATALDO. Due ore di sciopero, una manifestazione con corteo per le vie della citt ed una conferenza stampa in aula consiliare: queste le fasi della protesta che i dipendenti ex precari del Comune insceneranno marted 28 febbraio. Lo annunciano il segretario generale della Cisl-Fp, Gianfranco Di Maria ed il componente Rsu, Umberto Ilardo. Dal sindacato, infatti, stata inviata apposita comunicazione al Prefetto, alla Questura, al sindaco ed al direttore generale del Comune. Prender corpo, dunque, il disagio dei circa 50 lavoratori stabilizzati nel 2010, ma a part-time, che da un anno richiedono un aumento delle ore lavorative. In tal senso, gioved era atteso il pronunciamento della Corte dei Conti della Sicilia, ma sembra sar necessario attendere ancora qualche giorno. E, cos, si avvicina il tempo delle rimostranze: Siamo convinti che laumento delle ore lavorative vada soprattutto a vantaggio dei cittadini utenti - affermano Di Maria e Ilardo -. A nostro parere trascorso un tempo sufficientemente lungo per ottenere i pareri richiesti e che non si possa aspettarli sine die, considerato anche che altre sezioni della Corte dei Conti e dalla Funzione Pubblica siano sufficientemente esplicite a sostegno della nostra richiesta. Inoltre, a seguito della richiesta di attivazione della procedura di raffreddamento, non stata ricevuta alcuna convocazione. I rappresentanti sindacali spiegano come si articoler lo sciopero del 28: Sar di due ore, a fine "turno". Alle 12 vi sar il raduno ed il corteo dei lavoratori in via Belvedere. Larrivo al Comune previsto per le 13.30 circa. Qui, a seguire, si svolger una conferenza stampa. Si richiede al sindaco di voler porre in essere i protocolli dintesa stipulati in sede di negoziazione nazionale e decentrata, al fine di individuare i contingenti del personale addetto a garantire la continuit delle prestazioni indispensabili. Si riserva di revocare quanto deciso se, nellattesa, si giunga ad una bonaria composizione della questione.
CLAUDIO COSTANZO

SERRADIFALCO. c.l.) Approder in Cassazione la vicenda legata allindennit per lesproprio dei terreni di contrada Banduto, fatta dal Consorzio Arcom, per nome e per conto del Comune, nella quale poi sorta la cosiddetta zona artigianale privata con la costruzione di undici capannoni artigianali da parte di altrettanti imprenditori locali. E il Comune, che parte in causa in questa vicenda, ha deciso che si costituir con gli avv. Giuseppe Iacona e Maria Giambra. A loro, infatti, la Giunta comunale ha deciso di affidare anche in Cassazione, come gi in appello, lincarico legale di rappresentarne le ragioni in quella sede. Tutto questo dopo che anche i soci del Consorzio Arcom hanno deciso di

presentare ricorso in Cassazione avverso la sentenza della Corte dAppello. In secondo grado, come si ricorder, il Consorzio e lo stesso Comune erano stati condannati alla corresponsione di maggiori indennit di esproprio ai proprietari dei terreni espropriati di contrada Banduto, difesi dallavv. Gaetano Caponnetto. Il Consorzio aveva espropriato quei terreni pagandoli a 5,16 euro mq. Un valore che, secondo i legali dellArcom e del Comune, sarebbe stato congruo, ma che, invece, secondo il legale dei proprietari sarebbe risultato troppo basso. Una tesi, questultima, che stata accolta dalla Corte di appello che, in secondo grado, ha stabilito in 20 euro al mq lindennit di esproprio.

Di certo, un lungo quanto controverso contenzioso, quello che, in questi anni, ha visto contrapposti da una parte il Comune e lArcom con i rispettivi legali e, dallaltro, i proprietari con i rispettivi legali e tecnici di parte. Un contenzioso che, dopo i due gradi di giudizio approder ora in Cassazione per mettere la parola fine a questa vicenda oppure per rimandarla allesame di quella Corte di appello che, nella sentenza dello scorso mese di ottobre, ha disposto che lArcom, all80%, e il Comune, al 20% paghino ai proprietari dei terreni, con due distinte sentenze, poco pi di mezzo milione di euro ordinando il deposito delle somme presso la Cassa depositi e prestiti assieme agli interessi legali.

Scuola di Sutera accorpata: ora il sindaco offre trasporto gratis Riconosciuti alcuni risarcimenti, il dibattito si riscalda per i crediti vantati da un ex dirigente

Scontro in Consiglio per i debiti


1.744); da Ati Damiano Costruzioni (euro 6.817); da societ Lms avanti il Tar (euro 1.458) e per la stessa ditta (euro 2.576). Un animato dibattito sulla questione del riconoscimento dei debiti fuori bilancio per crediti vantati dallex dirigente della ripartizione finanziaria, prima, e dei servizi demografici fino alle dimissioni volontarie e, quindi, del pensionamento del dott. Calogero DAmico. La giunta comunale ne aveva proposte due: la prima di 6.257 euro a seguito della sentenza della Corte dAppello e la seconda della sentenza del Tribunale di Caltanissetta per 142.300 euro. Su tale problematica - come detto - si acceso un nutrito dibattito con interventi dei consiglieri Raimondo Fasciana che ha percorso il cammino della vicenda che si trascina da oltre un ventennio e di Marcello Frattallone e Maurizio Lombardo del Pd, Giampiero Modaffari del movimento "Riprendiamoci la Citt", Romeo Bonsignore del Prc, Pio Naro dellApi, i quali hanno evidenziato che le pratiche risalgono addirittura dal 1984 in poi e che lultima stata pronunciata dal Tribunale con la condanna del Comune in contumacia. I consiglieri del raggruppamento delle minoranze hanno evidenziato che nella vicenda c qualche cosa che non va e sulla quale ci potrebbero es-

SUTERA. r.m.) In merito alle roventi polemiche in atto a Sutera sulla razionalizzazione della rete scolastica, interviene il sindaco Gero Difrancesco che pur di mantenere le classi elementari a Sutera offre mensa e trasporto gratuito agli alunni di Campofranco. Premesso che nel mese di novembre 2011 la Giunta comunale si espressa favorevolmente allaggregazione dellIstituto Comprensivo di Campofranco ad uno dei due istituti comprensivi di Mussomeli, per la continuit organizzativa e didattica delle scuole operanti allinterno dellUnione dei comuni Alta Valle del Platani di cui Sutera il comune capofila. Ritenevamo in questo modo di invogliare le famiglie di Campofranco ad iscrivere i propri figli presso la scuola elementare di Sutera, trasportando gli alunni con un pulmino messo a disposizione dallamministrazione comunale e attraverso altri incentivi. Non ci saremmo aspettati mai che il tavolo tecnico regionale e lassessore Centorrino scorporassero lIstituto Comprensivo di Campofranco spostando le classi materne, elementari e medie di Sutera con lIstituto comprensivo "Giudici" di Mussomeli e la restante parte dellIstituto di Campofranco con il polo di Milena Bompensiere e Montedoro. Evidentemente "qualcuno"-continua Difrancesco- e non si capisce chi, ha voluto falsare le carte, per incrementare la popolazione scolastica di Mussomeli, senza valutare il danno in termini di seriet, correttezza e proficuit che avrebbe commesso. A questo punto abbiamo voluto ribadire la nostra posizione con una determina sindacale, che non voleva modificare la delibera di giunta, come qualcuno ha voluto far capire, ma precisare che la volont del Comune era quella di mantenere integro lIstituto Comprensivo di Campofranco pur aggregandolo a quello di Mussomeli. La speculazione politica che ne seguita, ci ha indotto a ribadire e precisare lo stesso concetto con unaltra delibera di Giunta municipale che il sottoscritto, accompagnato dallOn. Lillo Speziale e sostenuto da un intervento telefonico dellOn. Daniela Cardinale, ha consegnato al vice capo di gabinetto dellassessore dott. Salvatore Tosti, (lassessore si trovava a Roma). Abbiamo spiegato le nostre ragioni definendo il provvedimento del tavolo tecnico una alchimia politica viziata da illogicit manifesta tale da indurci anche al ricorso amministrativo al TAR qualora dovesse concretizzarsi. Un collegamento telefonico con lassessore ha rimesso in corsa la rettifica di quanto arbitrariamente era stato consumato, rimandando alla fase delle osservazioni, la modifica di quanto stabilito in sede regionale. Tutto ci comunque non cambia la condizione delle prime classi elementari di Sutera, che, per lo scarso numero dei possibili iscritti (3 bambini), dovranno scegliere o una pluriclasse in sede locale o una classe normale nel luogo pi vicino che Campofranco, sia che lIstituto comprensivo di Campofranco nella sua integrit, stia con Milena sia che stia con Mussomeli. A tutto ci sarebbe possibile rispondere con il trasferimento di alunni da Campofranco a Sutera, rinormalizzando le prime classi di Sutera ed alleggerendo quelle di Campofranco. Su questo i genitori dei bambini di Campofranco avrebbero il sostegno del comune di Sutera con luso del pulmino e della mensa.

SAN CATALDO. Il problema del riconoscimento di debiti fuori bilancio ha animato la seduta del consiglio comunale, protrattasi, quasi, fino a mezzanotte. Ben 14, infatti, erano le proposte del riconoscimento di debiti fuori bilancio, proposte dalla giunta comunale per crediti vantati da avvocati, enti e cittadini, imprese ed ex dipendenti comunali. I consiglieri comunali, soprattutto quelli del raggruppamento delle minoranze - diventate lo scorso anno maggioranza con 11 consiglieri comunali su 20 - infatti, mal digeriscono di approvare debiti che si trascinano da diversi anni, alcuni, addirittura da un ventennio. Riconosciuti, quasi allunanimit, i debiti fuori bilancio con il dipendente comunale Michele Scarantino (settemila); le comunit alloggio per il ricovero di minori "Padre Angelico Lipani" (euro 13.326) e "Giuseppe Guttilla (euro 3.998); la ditta Lilly Carletta per spese legali inerenti allespropriazione dei terreni per la costruzione di 20 alloggi popolari Iacp in contrada Pizzo Carano (euro 1.200); i coniugi Valentin e Angela Serbanou per risarcimento di danni fisici provocati al figlio per una buca nella sede stradale (13.520); ditta Vincenzo e Salvatore Genova per sentenza della Corte dAppello (euro 26.426); onorari allavv. Alessi per le cause: promosse da: Santo Nasello davanti il Tar (euro

Solidariet allex sindaco Galletti per il danneggiamento dellauto


SAN CATALDO. a.c.) Durante la riunione consiliare il presidente Gaetano Vullo ha espresso solidariet allon. Giuseppe Galletti - ex sindaco di San Cataldo, nonch ex deputato ed ex assessore della Regione Sicilia - al quale stata danneggiata la sua macchina con graffi e scritte varie, mentre era parcheggiata nel piazzale esterno del palazzo dove abita. Alla solidariet e alla condanna per latto vandalico espressa da Gaetano Vullo si sono associati i consiglieri Arcangelo Cal del Pdl, Enrico Giannone del Mpa, Marcello Frattallone e Maurizio Lombardo del Pd, Romeo Bonsignore del Prc, Giampiero Modaffari del movimento "Riprendiamoci la Citt", Antonio Coniglio (indipendente), Pio Naro dellApi (Alleanza per lItalia), Raimondo Fasciana del Pdl e lassessore comunale Rosario Sorce. Tutti hanno auspicato che si faccia luce sullepisodio che potrebbe avere una matrice politica (anche perch, alcuni anni fa, allo stesso Galletti sono stati incendiate due auto nella stessa piazzetta) e ci al fine dello svolgimento di una serena campagna elettorale per il rinnovo degli organi istituzionali del comune sancataldese. Il consigliere Arcangelo Cal - che ha solidarizzato con la protesta del movimento dei "Forconi", si lamentato per avere trovato laula consiliare sporca e con diverse sedie una sopra laltra, segno che non era stata pulita dopo lincontro - dibattito con il movimento dei "Forconi" che ancora sostano fuori del municipio. Cal per protesta ha abbandonato laula. I consiglieri Giannone, Lombardo, Frattallone, Bonsignore, Coniglio, Lombardo e Modaffari hanno sollevato il problema dei disagi che stanno provocando i lavori della ristrutturazione della piazza degli Eroi e della Vittoria, affermando che con i 360 mila euro del bilancio comunale potevano essere effettuati altri lavori pi urgenti, quali la manutenzione delle strade che provocano danni alle persone e agli automezzi con richiesta di risarcimenti di danni. Il consigliere Fasciana ha evidenziato che la ristrutturazione della piazza stata una scelta dellamministrazione comunale per ridare al monumento quella dignit e quel rispetto ai Caduti di tutte le guerre.

RAIMONDO FASCIANA

sere delle responsabilit dei legali o dei dipendenti comunali per non avere seguito le pratiche con la dovuta attenzione. Il dibattito si protratto fino a quasi mezzanotte, quando la seduta stata rinviata a luned per lassenza di almeno un componente della giunta comunale, stante che il vice sindaco Fabio Favata, prima, e poi, uno alla volta e a scaglioni, Roberto Riggi, Rosario Sorce, per proteste nei riguardi degli interventi critici di Giampiero Modaffari e in ultimo Thierry Ilardo avevano abbandonato laula consiliare.
ANGELO CONIGLIO

Insieme ballando e cantando: recital di Carnevale a San Cataldo


SAN CATALDO. a.c.) La scuola primaria del Secondo Circolo didattico "San Giuseppe", diretta dal dirigente scolastico Lina Duminuco, e per essa le classi quinte A/B delle insegnanti Floriana Giunta, Giusy Sardo, Maria Giovanna Turco e Maria Carmela Piazza, hanno allestito uno spettacolo di Carnevale dal titolo: "Insieme ballando e cantando" per luned, 20 febbraio, alle ore 16.30 , presso il teatro della scuola "San Giuseppe". Parteiperanno gli alunni: Gaetano Rizza, Giuseppe Caramanna, Giacomo Cusimano e Kevin Balsamo (presentatori); Vincenzo Cravotta (microfonista); Erik Scarantino, Gaetano Leone, Virgilio Giannone, Luigi Randazzo e Matteo Lombardo (presentatori dei balli); Matteo Cal (Valzer), Marica Riggi, Miriana Averna, Roberta DellAiera, Dario DellUtri e Andrea Serrafino (corpo di ballo valzer); Roberta Amico (Samba), Paolo Riggi, Francesco Mangione, Giovanni Giadone, Elena Savitteri, Veronica Pirnaci e Giuseppe Cammarata (corpo di ballo). Ed ancora: Noemi Dioguardi, Nicole Falzone, Giorgia Cal, Angela Baglio, Vincenzo Farinella, Bruno Anzalone, Giuseppe Amico e Simone Prizzi (tarantella); Simone Cal, Maxim Florina, Beatrice Violo, Valentina Giuliana, Jessica Li Pira, Erika Pirrello, Simona Scarantino, Mattia Cusumano, Salvatore Caramanna, Gabriele Violo, Anastasia Naro e Megan Proietto (reggae); Elisabetta Fulco, Eleonora Guggino, Josephin Lipari e Roberta Amico (cha cha cha); Giuseppe Baglio, Simona Cordaro e i presentatori recitano la poesia "LAlbero degli amici"; costumi e scenografie a cura delle mamme degli scolari; collaborazione tecnica dellins. Teresa Battaglia e di Biagio Agnello.

Lotta alla microcriminalit Butera, risoluzione dellappalto con 40 telecamere a Niscemi con le due imprese delleolico
NISCEMI. "Attenzione vandali e scippatori!" Da qui a qualche settimana sar attuata una videosorveglianza 24 ore su 24. Nelle vie del centro storico e nei pressi di edifici pubblici della"Capitale del carciofo", citt ad alto rischio, da alcuni giorni vi sono lavori in corso per linstallazione di 40 telecamere per la videosorveglianza nelle zone a rischio sicurezza, oltre al normale controllo delle forze dellordine locali. Linstallazione delle telecamere per la video sorveglianza il coronamento di un progetto esecutivo "Sicurezza" del Ministero dellInterno che viene eseguito dalla Prefettura di Caltanissetta. Per la cronaca va ricordato che il "Consorzio Citt Futura", composto dai comuni di Gela e Niscemi, ora sciolto per fine mandato, a suo tempo aveva fatto installare 10 videocamere nel centro storico e in alcuni edifici, con centri di "visioni immagini" presso il commissariato della Ps di Niscemi e il comando compagnia dei carabinieri di Gela. Ma, a quanto pare,le telecamere non funzionarono per mancata manutenzione. Lamministrazione comunale e i cittadini niscemesi - dice lassessore alla legalit Nunzio Pardo - hanno uno strumento in pi per combattere lillegalit. I cittadini niscemesi sperano che questa volta le apparecchiature di controllo funzionino e vengano tenute sempre in efficienza. A Niscemi, attualmente, per paura di rapine e aggressioni, alcuni negozi di parrucchieri per donne, vengono chiusi a chiave allinterno, cos da controllare leventuale cliente che vuole accedere nel locale. Viviano nel terrore - dicono alcune parrucchiere e giovani commesse. Le notizie di rapine allinterno di abitazioni, "con contorni" di pestaggi non ci fa vivere serene.
GIUSEPPE VACCARO

BUTERA. c.l.) Risoluzione del contratto di appalto tra il Comune e le due imprese che avrebbero dovuto realizzare il parco eolico per la produzione di energia rinnovabile in contrada Grecuzzo. A disporlo stata larea tecnica comunale. Un parco eolico i cui lavori erano stati consegnati nel dicembre del 2004, e che, dopo un travagliato iter, avevano subto uno stop a seguito di un furto verificatosi nel settembre del 2010 allinterno dellarea del Parco eolico medesimo. A quel punto, come ha spiegato il sindaco Luigi Casisi, le due imprese avrebbero richiesto una nuova variante con una somma superiore rispetto a quella che era gi stata finanziata. Lente comunale, tuttavia, avrebbe obiettato che lobbligo di custodia del cantiere sarebbe stato delle due imprese e che i lavori andavano completati con la somma finanziata in precedenza, ed ha intimato alle due imprese la ripresa dei lavori per il completamento dellopera.

Ripresa che, come ha spiegato il sindaco, non c stata. Il Comune, pertanto, considerando la mancata ripresa dei lavori una grave inadempienza contrattuale, dopo aver comunicato alle Imprese aggiudicatarie dellappalto lavvio della procedura di risoluzione contrattuale, ha invitato le stesse imprese a presentare eventuali memorie e controdeduzioni, e dopo che nessuna delle due imprese ha fatto pervenire alcun riscontro, ha deciso di dichiarare ufficialmente la risoluzione del contratto di appalto con le due imprese aggiudicatarie dei lavori per la realizzazione del parco eolico di contrada Grecuzzo, per grave inadempimento contrattuale. Contestualmente, il Comune ha anche proceduto allincameramento della polizza fideiussoria. Il provvedimento di revoca sar notificato alle due imprese. Infine, lamministrazione comunale s anche riservata la possibilit di agire per un eventuale risarcimento dei danni.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CALTANISSETTA PROVINCIA .41


in breve
MUSSOMELI Al Festival solo musica
Lex cantante di successo Piero Amico che negli anni doro della sua carriera conobbe Adriano Celentano, interviene in merito alle polemiche conseguenti lintervento dellex molleggiato a Sanremo. Premesso che Adriano persona religiosa e gi quando lo conobbi io negli anni Settanta faceva beneficienza, per cui non mi sorprende che abbia deciso di devolvere il suo compenso in favore di persone meno fortunate, rimane il fatto che la sua presenza al Festival ha di fatto oscurato i cantanti. Al di l di ci che ha detto, sul quale non voglio entrare in merito, rimane un dato di fatto: che un Festival musicale fatto per fare conoscere nuovi talenti e belle canzoni, quando ci sono, viene oscurato da Celentano e da vallette scosciate. E mi chiedo che senso ha visto che si dovrebbe parlare solo di musica.

Da necrofori a... fantasmi


Santa Caterina. Blitz antiassenteismo al cimitero: tre dipendenti comunali denunciati dai carabinieri
SANTA CATERINA. Fantasmi al cimitero di Santa Caterina. Ma nessuna delle salme s risvegliata dal sonno eterno, bens i... fantasmi erano i custodi del camposanto che non sono stati trovati sul posto di lavoro durante un blitz anti-assenteismo dei carabinieri. E per tre dipendenti comunali sono scattate le denunce per truffa continuata allo Stato e falsit ideologica commessa da pubblico ufficiale. Gi, perch spulciando i registri delle presenze, emerso che avevano annotato un orario di servizio diverso dal turno in cui dovevano essere effettivamente al cimitero. Non stato un blitz a caso quello messo a segno laltra mattina dai carabinieri della Stazione del paese, comandata dal maresciallo capo Fabio Cocilovo. Pi persone, infatti, hanno segnalato che da tempo sparivano fiori e vasi dalle tombe. E in tal senso attribuivano questa responsabilit alla lunga assenza dei dipendenti comunali addetti al servizio cimiteriale nella fascia oraria fra le 7 del mattino e le cinque del pomeriggio. Cos, per verificare le circostanziate denunce, i militari dellArma hanno deciso di verificare personalmente se fosse vero ci che riferiva la gente. E in effetti, dal primo sopralluogo emerso che il cancello principale era spalancato ma gli uffici erano chiusi. N, come emerso dagli accertamenti, vera traccia degli operai e dei mezzi comunali. Insomma, non vera anima viva! Soltanto in un secondo momento, i militari dellArma hanno verificato che due impiegati frequentavano il cimitero soltanto per un paio dore e poi si eclissavano, lasciando il luogo sacro incustodito per la maggior parte delle ore della giornata. Ma le posizioni dei tre custodi si sono aggravate quando gli investigatori hanno passato al setaccio il brogliaccio dei turni tenuto nellufficio del camposanto. Visionando i documenti, infatti, emerso che ciascuno di loro aveva firmato il rispettivo turno di lavoro diverso da quello assegnato. Che vuol dire figurare presenti ma non esserlo. Oppure, hanno scoperto ancora i carabinieri, quello stesso registro di entrata e uscita spesso non veniva firmato n le assenze venivano giustificate. La stretta dei controlli negli enti della pubblica amministrazione scattata la settimana scorsa al Municipio di Delia, dove sono stati pizzicati 5 dipendenti "latitanti". Un servizio preventivo e repressivo, quello disposto dalla Compagnia dei carabinieri guidata dal capitano Domenico Dente, destinato ad estendersi in altri uffici pubblici. Intanto il sindaco di Santa Caterina, Antonio Fiaccato, esprimendo il suo rammarico per lepisodio, ha annunciato che il Comune si costituir parte civile nelleventuale processo ai tre impiegati poco zelanti.
VALERIO MARTINES

I CARABINIERI DAVANTI AL CIMITERO DI SANTA CATERINA

SAN CATALDO Piazza degli Eroi, traffico stravolto


a.c.) Il dirigente della ripartizione Polizia municipale del comune, dott. Rita Antonella Lanzalaco - su relazione proposta del vice comandante della stessa P.M. Angelo Intilla, a seguito dei lavori di riqualificazione della piazza degli Eroi e della Vittoria, ha emesso lordinanza che istituisce il divieto di sosta ambo i lati con rimozione forzata in piazza degli Eroi, corso Europa (tratto da incrocio piazza degli Eroi a via Reduci IV Divisione Livorno); via Reduci IV Divisione Livorno, via Donatori di Sangue (tratto da incrocio Reduci IV Divisione a via Mimiani); via Mimiani (tratto da incrocio via Donatori di Sangue a incrocio piazza degli Eroi). E stato istituito anche il divieto di transito in piazza degli Eroi e in corso Europa (tratto da piazza degli Eroi a incrocio via Reduci IV Divisione) e in corso Unit dItalia (tratto da piazza degli Eroi a via Donatori di Sangue).

SAN CATALDO

SERRADIFALCO

Nasce un nuovo comitato La commissione ha decretato per la Settimana Santa i vincitori delle borse di studio
SAN CATALDO. Primi "movimenti" in vista della Settimana Santa Sancataldese di questanno. Recentemente, infatti, si costituito un nuovo comitato cittadino di appassionati delle tradizioni religiose e popolari, che ha intenzione di partecipare al bando comunale per lorganizzazione delle manifestazioni pasquali. Attualmente, ne fanno parte lassociazione culturale "Giuseppe Amico Medico", lassociazione culturale Compagnia Stabile "Teatro Insieme", lassociazione culturale "Convivium", Aci (associazione Artigiani-Commercianti-Imprese), lassociazione culturale "Opus" arte e musica ed il "Gruppo Devoti Portatori di San Giovanni e dellAddolorata". Come spiegato dal presidente dellassociazione "G. Amico Medico", dott. Francesco Scarantino, i sodalizi hanno gi stilato un programma di massima e sono al lavoro per ottimizzare risorse umane e finanziarie, ma per la redazione di un progetto organico e completo necessario conoscere lentit del contributo del Comune ed il rendiconto analitico, gi richiesto agli organi competenti, delle spese sostenute dalle realt cittadine che, a vario titolo, hanno collaborato alla realizzazione della Settimana Santa nel 2011. Lo scorso anno, cos come nelle edizioni precedenti, gli eventi e le manifestazioni della "Settimana Santa Sancataldese" sono stati curati dallassociazione culturale "Quarta Parete". Il dott. Scarantino si rivolge agli amministratori quando afferma: E auspicabile, a pochi giorni dalle Sacre Ceneri, che lamministrazione comunale emetta al pi presto il bando, al fine di consentire a tutte le realt cittadine che intendano parteciparvi di presentare i relativi progetti.
CLAUDIO COSTANZO

BUTERA Lavori alla comunit terapeutica


Dopo la conclusione dei lavori per la manutenzione straordinaria dellimmobile adibito a comunit terapeutica, lamministrazione comunale ha proceduto alla liquidazione a favore della ditta Nonni Salvatore di Butera della somma relativa agli interventi riguardanti il primo stato di avanzamento dei lavori sulla struttura edificata su terreni confiscati alla criminalit mafiosa. Limporto di questi lavori di 55.288,53 euro. Gli interventi di manutenzione, finanziati dalla Regione, si sono resi necessari nella considerazione che la struttura appariva obsoleta.

SERRADIFALCO. Sono in totale otto gli studenti serradifalchesi meritevoli che, nel corso dellanno scolastico precedente si sono diplomati o laureati con il massimo dei voti. E quanto contenuto nella determina della commissione comunale composta dallassessore Teresa Burgio e dai consiglieri comunali Gianpaolo Costa, Rosario Ristagno e Giacomo Locurto. Con tale provvedimento sono stati individuati gli studenti che potranno beneficiare delle borse di studio che sono state previste da parte dellamministrazione comunale al fine di incentivare quanto pi possibile la prosecuzione degli studi ma anche leventuale immissione nel mondo del lavoro. In particolare, sono tre gli studenti serradifalchesi che hanno ottenuto 100/100 nellesame di stato e che, per questa ragione, otterranno la

borsa di studio. Si tratta di Alberto Michele Difrancesco, Diletta Ligori e Francesca Petix. A questi tre studenti andranno ciascuno la somma di 200 euro. Per quanto riguarda invece la laurea triennale, hanno ottenuto il massimo dei voti Alessandra Calabrese, Luana Domenica Naro e Cristina Migliore. A questi tre studenti universitari che hanno preso il massimo dei voti, andranno 300 euro a testa. Infine, sono stati due gli studenti universitari che sono riusciti ad ottenere la laurea specialistica con il massimo dei voti: si tratta di Federica Pera e Leonardo Ingrao. Ad ognuno di loro andr la somma di 450 euro. La consegna delle borse di studio avverr al palazzo comunale nel corso di una cerimonia.
CARMELO LOCURTO

MUSSOMELI. Quattro studenti dellIpaa hanno frequentato un corso della Soat per casari

CHIESA DEL ROSARIO DI SAN CATALDO

Lezioni per produrre il pecorino


MUSSOMELI. Nei giorni scorsi, a conclusione delle attivit previste dal protocollo dintesa firmato lo scorso anno dallallora dirigente scolastico prof Sebastiano Lo Conte con il dirigente della Soat di Prizzi (Pa), quattro alunni dellIstituto Professionale per lAgricoltura e lAmbiente hanno frequentato il corso per casari organizzato dallassessorato alle Risorse Agricole e Forestali della Regione Siciliana in collaborazione con lIstituto zooprofilattico regionale "Adelmo Mirri" di Palermo. Nei tre giorni in cui si svolto il corso gli allievi hanno analizzato la microflora (fermenti lattici) coinvolta nella caseificazione e appreso nuove tecniche di produzione del pecorino siciliano e del caciocavallo sperimentando la produzione del pecorino senza la "scotta" e per il caciocavallo lacidificazione della pasta nel siero. A conclusione delle attivit la dottoressa Pizzitola, direttrice del corso, ha elogiato gli alunni dellistituto evidenziando lattiva partecipazione mostrata nei tre giorni e il buon ba il successo formativo degli allievi che pu essere raggiunto integrando le attivit ed i contenuti curricolari con le opportunit offerte dal mondo del lavoro, dove la figura del casaro tra le pi richieste, ho deciso di rinnovare per il corrente anno scolastico il protocollo dintesa. Le attivit riguarderanno lanalisi organolettica dei prodotti tipici siciliani con i percorsi dei "Laboratori del gusto", in cui gli allievi di due classi della scuola si cimenteranno nella valutazione qualitativa di frutta, olio extravergine di oliva, dei formaggi siciliani e del miele, il corso di "Potatura dellolivo", che sar tenuto da personale esperto dipendente della Regione Siciliana e a cui parteciperanno venti allievi, scelti tra quelli in possesso del migliore curricolo scolastico, e il corso per "Casari" tenuto dagli esperti dellIstituto Zooprofilattico regionale a cui parteciperanno quattro allievi scelti tra quelli le cui famiglie svolgono attivit casearia e/o zootecnica.
R. M.

Cincu fimmini e un tar da oggi a marted si ride


SAN CATALDO. c.c.) Tre appuntamenti allinsegna dello spettacolo e della commedia brillante, da oggi a marted prossimo, alla Casa Canonica di fronte la Parrocchia Santa Maria del Rosario. "Cincu fimmini e un tari" il titolo della commedia brillante in tre atti di Pino Giambrone, che sar portata in scena stasera, domani e marted, sempre alle ore 20, dai componenti del "Gruppo Teatrale Parrocchia Santa Maria del Rosario". Lo spettacolo sar realizzato da attori giovani e giovanissimi, con lobiettivo di divertire il pubblico in occasione del Carnevale, ma non solo. Come spiegato dai responsabili organizzativi dellevento, gli attori protagonisti perseguono la finalit di rinverdire i "fasti" del gruppo teatrale formatosi alla Parrocccchia Santa Maria del Rosario negli anni Sessanta: Recitiamo con passione e voglia di intrattenere gli spettatori mediante larte della commedia. Questi i componenti del cast che porter in scena lo spettacolo "Cincu fimmini e un tari": Arcangelo Galanti, Carmelina Lipani, Daniela Palermo, Katia Anzalone, Donatella DAuria, Angelica Lombardo, Giuseppe Seminatore, Ilaria Caramia, Luca La Tona, Emanuele Riggi, Michele Graci, Egle Modaffari ed il piccolo Damiano Galanti. Gli spettacoli saranno coordinati da Salvatore Seminatore.

FARMACIE DI TURNO Oggi e domani sono aperte per turno le farmacie De Michele di Acquaviva Platani, Celestri di Butera, La Mattina di Campofranco (reperibile sabato e domenica aperta), Pittari di Delia, Lanzarotta di Mazzarino, Ippolito di Milena (sabato), Morreale di Montedoro (domenica), Cipolla di Mussomeli, Lodato (sabato) e Muscia (domenica) di Niscemi, Cucchiara di Resuttano, Puzzo di Riesi, Comunale di San Cataldo, Abela di Santa Caterina Villarmosa, Madrice di Serradifalco, Russo di Sommatino e Triolo di Villalba.

gaglio culturale posseduto che si sono tradotti in osservazioni critiche sempre pertinenti ai contenuti del corso. Dice la dirigente prof.ssa Calogera Genco: Ho appreso dai docenti che nello scorso anno scolastico la fattiva collaborazione con la S.O.A.T. di Prizzi ha avuto ricadute positive sul bagaglio culturale dei nostri alunni ampliando le conoscenze e le abilit acquisite a scuola. Poich lobiettivo della nostra scuola

Un momento della lavorazione del formaggio

Chiesto linvio di un ispettore Riteniamole vittime di mafia


Santa Caterina. Il Consiglio comunale vuole una verifica degli atti contabili Niscemi. Meli propone un ordine del giorno da inviare alla Prefettura
SANTA CATERINA. c.l.) Il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno con il quale ha chiesto allassessorato regionale competente linvio di un ispettore al fine di operare una verifica degli atti contabili relativi al bilancio previsionale 2011 ed alla salvaguardia degli equilibri 2011 e per una valutazione sullo stato di salute degli atti contabili dellEnte e per eventuali atti consequenziali inerenti il mancato rispetto del Patto di Stabilit 2011. Il consiglio comunale nella sua piena legittimit delle sue funzioni finch non interviene il provvedimento di sospensione - ha spiegato il presidente Gianluca Bartolotta - la seduta odierna il frutto di un incontro che, assieme al consigliere Seminatore abbiamo avuto la settimana scorsa a Palermo presso lassessorato regionale agli enti locali. Il presidente del consiglio ha anche spiegato le ragioni di questa decisione assunta dal consiglio: Il commissario ha approvato il bilancio di previsione 2011, ma non ha sciolto i dubbi e i quesiti che il consiglio gli aveva sottoposto, e che poi sono quelli che hanno portato il consiglio a non approvare il bilancio. Nel ricordare che stato approvato un bilancio con un disequilibrio di 400 mila euro e che non ha rispettato il patto di stabilit; per questo abbiamo riproposto gli stessi quesiti. Bartolotta ha anche inviato tutti gli atti alla Corte dei Conti e alla procura generale della Corte dei conti: invito il sindaco a fare la stessa cosa. Sulla delicata vicenda stato sentito anche il sindaco Antonio Fiaccato: E una cosa allucinante quello che chiede questo consiglio: ispezionare lattivit ispettiva chiedendo alla Regione linvio di un commissario per controllare ci che gi ha controllato un altro commissario!. Secondo Fiaccato, Questa vicenda fuori da ogni logica istituzionale; se proprio il consiglio ritiene che ci siano illeciti in questo bilancio, mandi tutto alla Procura della Repubblica; in realt, ho limpressione che questo consiglio non stia facendo altro che ledere loperato di sindaci revisori (che sono espressione del consiglio stesso), funzionari comunali (la cui onest risaputa) e dello stesso commissario regionale come se chiss quali imbrogli sarebbero stati combinati con lapprovazione dl bilancio; una vicenda grave il cui peso ricade sulla nostra comunit. NISCEMI. Per la famiglia di Vittorio Scifo, ucciso 28 anni fa, Angela Erba, Amalia Scifo, rispettivamente moglie e figlia del Mado di Tobruk, e la nipote Monica Spatola, ora si apre unaltra battaglia legale verso lo Stato. Battaglia, sperano, che non si protragga per altri trentanni, "per avere il riconoscimento di vittime di mafia", ora che il gup ha riconosciuto Vittorio Scifo estraneo a consorterie mafiose. Per la cronaca, da anni sta aspettando invano questo riconoscimento anche la vedova del niscemese Elio Liardo, ucciso a Vittoria perch non volle pagare il pizzo, lins. Cettina Saita. Intanto, Rosario Meli, capogruppo consiliare Udc al Comune, non nella veste di uomo politico, ma soprattutto quale cittadino e amico della famiglia di Vittorio Scifo, la quale ha combattuto la sua per tre donne che hanno trovato spesso muri dombra alla loro sete di giustizia, ma anche comprensione nelle istituzioni e nella stampa. Ora non le abbandoniamo. Che giustizia sia fatta in modo completo. E il sindaco Giovanni Di Martino, a nome di tutta lAmministrazione comunale esprime sentimenti di vicinanza e di solidariet alla famiglia Scifo, "la quale si legge in una nota diffusa dal primo cittadino - seppur a distanza di 28 anni, ha ricevuto giustizia per lefferato atto delittuoso di cui stata vittima nel lontano 1983, per il barbaro assassinio del loro congiunto Vittorio Scifo. I tempi lunghi della giustizia, non hanno impedito, nel corso di tutti questi anni, che la tenacia della famiglia Scifo venisse meno.
GIUSEPPE VACCARO

AMALIA SCIFO

MONICA SPATOLA

battaglia per il trionfo della giustizia con molto compostezza, dice Meli, proporr nella prossima seduta consiliare, cercando di avere lunanimit, un ordine del giorno da inviare alla Prefettura di Caltanissetta, alla Regione Siciliana, visto lesito del processo, il riconoscimento in tempi brevi per le tre donne di "vittime di mafia". E il minimo che si possa fare

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

42.

CALTANISSETTA PROVINCIA
in breve
DELIA Musical di don Carvello nella Chiesa Madre

Tarsu, la stangata servita


Mussomeli. Notificate le superbollette relative allanno 2010 con laddizionale del 15% e altri oneri
MUSSOMELI. Disappunto per quei mussomelesi che non hanno pagato la Tarsu relativa allanno 2010, ritenendola troppo esosa, e che si stanno vedendo notificare ormai da settimane le bollette. E che bollette! A Mussomeli si paga per ogni mq ben 2,20 euro a cui vanno sommati laddizionale del 15% e le spese di notifica. Insomma bollette stellari di 500/600 euro ma anche di pi, che continuano a provocare proteste anche se i cittadini si sentono indifesi dallamministrazione comunale che non solo ha confermato ma addirittura avallato gli aumenti a suo tempo disposti dal commissario regionale dott.ssa Mistretta e presentato ricorso contro quei contribuenti le cui contestazione erano state accolte dalla Commissione provinciale tributaria. A tutto questo si aggiunga che vengono concessi soltanto trenta giorni per pagare in ununica soluzione. LAto insomma vuole fare cassa e subito. Ma nelle bollette, vengono considerati anche i metri quadri dei garage. E qui la situazione si complica perch proprio nei giorni scorsi La Commissione tributaria regionale della Sicilia ha stabilito che la Tarsu non dovuta per i garage a uso privato. Un refrain che torna anno dopo anno ma che da queste parti viene ignorato. Insomma da un lato, lAto che pretende il pagamento dovuto per garage, solai, appartamenti e quantaltro, dallaltro la Commissione tributaria regionale della Sicilia a cui avevano fatto ricorso alcuni cittadini assistiti dal Codacons Sicilia, con lavvocato Floriana, che sostiene che non plausibile ipotizzare che derivino rifiuti dai garage. In mezzo il cittadino, sempre pi spremuto dalle istituzioni che devono garantire i servizi con compartecipazione dei contribuenti. E mentre nel Vallone ci sono realt idilliache come Acquaviva Platani dove lo smaltimento dei rifiuti si paga 0.65 /mq grazie ad una politica illuminante di economia pubblica, nella contigua Mussomeli a conti fatti, la tariffa applicata ben quattro volte superiore. Per quale motivo? E tuttavia in seguito alla sentenza della Commissione tributaria regionale della Sicilia, i cittadini che volessero opporsi ai versamenti richiesti, possono chiedere al Comune di appartenenza la sospensione in autotutela dei pagamenti, richiamandosi alla sentenza. La norma infatti non si applica automaticamente, ma ha valore per ogni singolo ricorso presentato. Va anche aggiunto che la Commissione ha inoltre ritenuto che il contribuente non ha lonere della prova circa il fatto che il garage non produce rifiuti. Il principio lapalissiano. Ha avuto insomma successo la tesi dellavvocato Pisani che ha sostenuto che la circolare 22 giugno 1994 n. 95/E della direzione generale fiscalit locale ha chiarito che devono considerarsi esclusi dal calcolo della superficie rilevante per lapplicazione della tassa sui rifiuti urbani quei locali il cui uso del tutto saltuario ed occasionale e nei quali comunque la presenza delluomo limitata temporalmente a sporadiche occasioni ed a utilizzi marginali".
ROBERTO MISTRETTA

LA PROTESTA DEL 2007 CONTRO LA TARSU

MILENA

MUSSOMELI

Dal passato a oggi Ieri lEsercito entrato a... scuola con la sfilata di carri ma solo per orientare gli studenti
MILENA. Comincia domani ledizione 2012 del carnevale di Milena "Dal passato ad oggi". La manifestazione, che si articola in una due giorni parecchio intensa, stata organizzata dallamministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Vitellaro. Una kermesse carnevalesca che, anche questanno, offrir tanti momenti allinsegna del divertimento a quanti vorranno prendervi parte. Linizio fissato alle ore 18 con il raduno dei minicarri e delle maschere in Via Ragazzi del 99 (di fronte alla Villa comunale). La sfilata in maschera proseguir lungo le vie Cannella, Caltanissetta, Foscolo, Piazza Garibaldi e Via Nazionale. La serata si concluder alle 22,30 con lo spettacolo del gruppo rock Punk Ratio. Marted 22 febbraio, invece, in corrispondenza con lultimo giorno di carnevale, si comincia alle ore 10 con la sfilata in maschera dei ragazzi di scuola elementare, materna e media. Nel pomeriggio invece, prender il via la sfilata delle maschere con lanimazione del dj Andrea Gervasi. Alle 23,30 in Piazza Garibaldi si svolger lattesa premiazione della migliore maschera di tutto il carnevale milocchese 2012. Subito dopo in programma un altro appuntamento per gli amanti del buon gusto con una prelibata spaghettata che andr a concludere nel migliore dei modi ledizione 2012 del Carnevale prima dei fuochi di artificio a suggello conclusivo della kermesse carnevalesca del paese delle robbe.
C. L.

s.b.) Stasera alle 19 in Chiesa Madre - S. Maria di Loreto "I colori di Dio" presenteranno il nuovo musical scritto da don Carmelo Carvello "Dal Vangelo secondo Biancaneve e i sette nani". La rappresentazione si iscrive nel programma del carnevale deliano organizzato dal Comune di Delia che ha offerto il suo patrocinio. Dopo la rilettura in chiave cristiana di "Pinocchio" e di "Cappuccetto rosso", don Carmelo Carvello questa volta si dedicato alla rilettura della fiaba dei fratelli Grimm. Questi i protagonisti: Rachele Di Caro (Biancaneve), Antonino Genova (Principe azzurro), Miriam Di Caro (Regina - strega), Giuseppe Genova (cacciatore), Giuseppe Giunta (Eolo), Roberto Mancuso (Mammolo), Calogero lo Porto (Gongolo), Michele Carvello (Dotto), Davide Leone (Brontolo), Cristiano Carvello (Pisolo), Nicol Gulizia (Cucciolo). Il corpo di ballo sar composto da Miriam Cappello, Debora Lo Porto, Myrhiam Di Caro e Melany Mancuso. Le luci saranno curate da Franco Lodato, i filmati sono stati realizzati da Giuseppe Di Caro, la regia di Rachele Di Caro e Tonino Genova, animatori del gruppo "I colori di Dio".

MUSSOMELI. In cinque sono arrivati, ieri mattina, a Mussomeli con un veicolo militare, intorno alle 11, provenienti da Palermo: era lequipaggio della Caserma Ciro Scianna, appartenente al 4 Reggimento Genio Guastatori. E stata sufficiente una breve pausa per un caff col colonnello Calogero Schifano e subito dopo, accompagnati dallo stesso, sono stati accompagnati nella cittadella degli studi, in contrada Prato dove hanno sede il Virgilio, di cui preside la prof. Rina Genco e il G. B. Hodierna con la preside prof. Laura Zurli. Gli alunni delle classi 4^ e le 5^ hanno preso posto nellauditorium, dove hanno incontrato ed ascoltato il relatore nella persona del 1 luogotenente Angelo Pace; con lui il caporal maggiore Leonardo Criscione, il caporale Lara Catania, il caporale Roberto Gat ed il caporale Valeria Curreri. Dopo i preliminari saluti dei due dirigenti scolastici Genco e Zurli, stato introdotto lincontro, finalizzato allattivit di propaganda e di orientamento per i ragazzi, appunto, delle scuo-

le superiori per larruolamento volontario nelle varie categorie dellEsercito (Ufficiali, sottufficiali e graduati di truppa). Ragazze e ragazzi sono stati attenti e, interessati, durante lesaustiva esposizione del luogotenente Pace, che ha risposto anche alle domande, che gli sono state formulate dagli studenti presenti. A dare la sua testimonianza ed esperienza nel settore anche il colonnello Schifano. Alla fine, lequipaggio ha distribuito materiale informativo.
CARMELO BARBA

SOMMATINO Abuso dufficio, rinviato processo


A causa del cambio del collegio giudicante (presidente Mario Amato) stato rinviato a met aprile, e ripartir da zero, il proces per abuso dufficio allex sindaco Lorenzo Tricoli e allex presidente del Consiglio comunale Calogero Cellauro. I loro difensori, gli avvocati Alberto Fiore e Walter Tesauro, non hanno infatti dato il consenso a rinnovare gli atti e a ritenere valida lattivit svolta davanti al Tribunale presieduto dal dott. Giacomo Montalbano. Secondo laccusa i due imputati, nel 2006, avrebbero fatto sempre in modo di rinviare la discussione di una mozione di sfiducia contro lex Sindaco Tricoli, presentata dallopposizione.

I militari davanti listituto scolastico Hodierna di Mussomeli

NISCEMI Domani in piazza musica e coriandoli


a.d.) Nonostante la poca disponibilit di fondi in bilancio, lAmministrazione comunale, tramite lassessorato al turismo e spettacolo di cui delegato Gianluca Cutrona, ha organizzato per domani in piazza Vittorio Emanuele dalle ore 10 e fino alle 19.30, la giornata del "Carnevale 2012". In piazza domani la giornata sar festeggiata con musica allinsegna dellallegria, il getto di coriandoli e soprattutto del divertimento per i bambini che potranno saltare e giocare sui "gonfiabili". Non avendo avuto lAmministrazione la possibilit di organizzare la festa di Carnevale con sfilate di carri e con un programma pi articolato e ricco di eventi - dice lassessore Cutrona - abbiamo fatto in modo di rendere la nostra piazza almeno per un giorno un luogo di divertimento per i bambini.

SOMMATINO

MAZZARINO. Iniziativa del circolo culturale Partecipazione Democratica

Diga Gibbesi, eseguiti lavori di manutenzione della strada


SOMMATINO. c.s.) Sono stati completati i primi lavori di manutenzione straordinaria di alcuni tratti della strada di collegamento della diga Gibbesi, ricadente nel territorio di Sommatino. I lavori ammontano complessivamente a 29.523 euro, compresi gli oneri della sicurezza. Limpresa che ha eseguito i lavori stata la Co.ge.ca di Giuseppe Calafato di Ravanusa. A comunicarlo stato il responsabile unico del procedimento, Antonio Margagliotta, dirigente dellassessorato regionale dellEnergia, gestione infrastrutture per le acque che ha infatti trasmesso una comunicazione al sindaco di Sommatino Salvatore Gattuso. Questo la prima fase di un intervento straordinario necessario per la Diga Gibbesi ben pi grande che ammonta a euro 129.160 euro che riguardano la vasca di dissipazione e il canale di inalvezione.

Dalle proteste alle proposte


MAZZARINO. Mazzarino. "Dalle proteste alle proposte". E il nome delliniziativa del circolo culturale "Partecipazione Democratica D. Cutrera", promotore di un "consiglio straordinario" che si terr probabilmente venerd 24 febbraio al teatro comunale, aperto ai rappresentanti politici provinciali, regionali e nazionali del territorio affinch prendano coscienza dei dissensi che a vari livelli emergono e possano farsene carico. La prima fase dei lavori si svolta mercoled 15 con un incontro a palazzo Alberti dove il circolo ha ricostruito, attraverso gli interventi di movimenti spontanei, lo stato dei problemi locali (agricoltura, acqua, imprese, infrastrutture sportive). Allincontro, moderato da William Mallia, sono intervenuti Filippo Pesce (coordinatore del circolo), Rosario Ridolfo Nicastro e Rosario La Vattiata dei "Forconi", Vincenzo Alessi (presidente di Confcommercio), Domenico Faraci (comitato Fuori Caltaqua), Francesco Giannone (Atletica Mazzarino), Gianluca Branciforti (associazione agricoltori e allevatori). Anche il sindaco Vincenzo DAsaro ha portato i saluti allassemblea. "Unendo le voci di protesta - afferma Pesce - daremo vita ad una voce propositiva. E il tempo del dopo, delle risposte rispetto ai discorsi iniziati e mai completati. In questa fase raccogliamo in un documento il disagio del nostro paese rappresentato da vari movimenti e associazioni, che sottoporremo ai rappresentanti politici del nostro territorio. Questo proliferare di movimenti sintomatico di un malessere generale, oltre che di sfiducia verso la politica". "La Sicilia - afferma Branciforti - nei giorni di protesta ha alzato la testa fino a trascinare con s le altre regioni. Qualcuno ci ha accusati di aver bloccato la Sicilia, ma la nostra terra bloccata da 20 anni. Abbiamo il petrolio sotto i piedi e paghiamo cara la benzina". "Vogliamo restituita la dignit dai nostri politici - ha detto Nicastro - I problemi ci devono unire. Far crescere lagricoltura significa ridurre lesodo giovanile. Invito i considisobbedienza civile che corrisponde a una richiesta di dignit. Dobbiamo bocciare il contratto con Caltaqua e ce la faremo contro un sistema che odora di mafia". "Purtroppo la situazione artigiana e commerciale soffre maledettamente perch risente dello stato di salute di tutta leconomia - ha concluso Alessi - con riflessi sulloccupazione nelle imprese. Le proteste non devono essere fini a se stesse. La nostra categoria propone lapertura di tavoli tecnici". Infine Francesco Giannone, nel sottolineare di non voler entrare in contrapposizione con lamministrazione comunale sul mancato completamento della pista datletica, ha parlato delle possibilit sprecate di vedere completata la pista.
CONCETTA SANTAGATI

RESUTTANO Manfr condannato a 4 mesi e 20 giorni


In relazione allarticolo pubblicato il 14 febbraio sullesito del processo al resuttanese Giuseppe Manfr, precisiamo che limputato stato condannato dal Tribunale a 4 mesi e 20 giorni di reclusione per minaccia e resistenza a pubblico ufficiale e non a 4 anni e 20 giorni come riportato nel titolo. Dellerrore involontario ci scusiamo con Giuseppe Manfr - difeso dallavvocato Damiano Puleo - e i nostri lettori.

IL TAVOLO DEI RELATORI AL CONVEGNO

glieri comunali al buon senso e ad unirsi almeno sui tanti problemi che riguardano la nostra comunit". "Le proteste sono richieste di democrazia, e frutto del malcontento diffuso in tutti i settori produttivi - aggiunge Faraci - Un atto di

CAMPOFRANCO

Cantiere di servizi per 7 Rmi lavori stradali e decoro urbano


CAMPOFRANCO. r.m.) Lamministrazione comunale guidata dal sindaco dott. Calogero Mazzara, ha approvato il Cantiere di Servizi riservato ai fruitori del Reddito Minimo di Inserimento. Il progetto denominato "Manutenzione stradale, decoro urbano ed ambientale" ha un costo mensile di complessivi 6.594 euro. Ad usufruirne saranno sette unit lavorative: Luigi Nicastro, Giuseppe Mendola, Salvatore Vitellaro, Antonio Favata, Salvatore Di Bona, Maurizio Di Bona e Giuseppe Scozzaro che presteranno la loro opera sino ad aprile con i residui del progetto 2011, mentre per il 2012 stato gi presentato il nuovo progetto che in fase di approvazione dal competente assessorato regionale. "I lavoratori - dice il vicesindaco Rino Pitanza - sono impegnati in attivit di supporto per quanto riguarda la manutenzione stradale, il decoro urbano ed ambientale e vengono periodicamente fatti oggetto di verifiche circa leffettivo possesso dei requisiti del mantenimento in servizio e per il calcolo dellimporto da conferire".

Concorso per primario di Ortopedia


Mussomeli. La direzione dellAsp ha predisposto il bando, c il plauso di Grande Sud
MUSSOMELI. Esprimiamo la nostra pi grande soddisfazione nellapprendere che la Direzione strategica dellAsp 2 abbia deciso di bandire lincarico per il direttore della struttura complessa di Ortopedia del nostro nosocomio, fiore allocchiello della sanit nissena della zona nord della provincia, ad oggi retta magistralmente dal dott. Carlo DellUtri. Nel porgere il nostro pi grosso in bocca al lupo a tutti i partecipanti allavviso, cogliamo loccasione anche per ribadire alla Direzione strategica aziendale, che questo possa essere solo linizio affinch anche le altre Unit Operative del nostro nosocomio prive di un direttore di struttura, possano via via colmare un vuoto che, in alcuni casi, dura oramai da anni. Lospedale "Maria Immacolata-Longo", ha bisogno di altre ventate di sano ottimismo e di speranza per non affievolire e non prostrare ulteriormente una comunit disagiata come quella del Vallone. Cos ieri Giuseppe Mantio, componente della Delegazione Provinciale alla Sanit di "Grande Sud", in merito al nuovo bando quinquennale per direttore della struttura complessa di Ortopedia e traumatologia dellospedale cittadino. Va ricordato che tale Unit Operativa, dal primo luglio 2009, diretta con incarico a tempo determinato, dal dott. Carlo DellUtri, incaricato appunto di rilanciarla dopo che lex dirigente andato in pensione. E invero, il dott. DellUtri ha portato una ventata di novit, mettendo tra laltro in operativit lartroscopio, strumento diagnostico/operativo di straordinaria portata che per non veniva utilizzato in precedenza. Il dott. DellUtri, validamente collaborato dagli aiuti dott.ssa Concetta Ingrasc e dott. Calogero Vullo e dal personale dellUnit Operativa oltre che da quello di Sala Operatoria, ha impresso quella ventata di novit negli interventi di chirurgia ortopedica da fare diventare lUnit Operativa di Mussomeli un punto di riferimento nellintero comprensorio.
R. M.

Giuseppe Mantio, componente della delegazione provinciale Sanit di Grande Sud

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Gela
LE RIVELAZIONI DEI PENTITI
Nellaula bunker di Firenze altre dichiarazioni: il giudice nisseno doveva essere ferito al volto con una lametta nel corso di un interrogatorio di garanzia
VENDITORI AMBULANTI ABUSIVI E RECIDIVI
SEQUESTRATI DAI VIGILI ALTRI 5 QUINTALI DI FRUTTA E VERDURA
l.m.) Nonostante lavvio dei controlli interforze per abbattere labusivismo commerciale nel salotto cittadino c chi ieri ha continuato a vendere abusivamente. Due ambulanti temerari, gi pizzicati laltro ieri, sono stati presi nuovamente in castagna mentre vendevano frutta e verdura. Anche questa volta la merce posta in vendita stata sequestrata e per i due ambulanti abusivi una nuova multa per ciascuno. Ieri nuova ondata di controlli da parte dei vigili urbani, ancora cinque quintali di frutta e verdura sequestrati; ancora una volta sono stati setacciati in lungo ed in largo il corso Vittorio Emanuele, Salvatore Aldisio e la zona di Caposoprano. qui che si concentra labusivismo commerciale anche se molti ambulanti si stanno spostando lungo la via Venezia realizzando anche delle baracche in legno. Oggi i risultati per i controlli effettuati nel salotto cittadino, verranno resi noti durante una conferenza stampa. Mentre i controlli proseguono intervenire il presidente della Confcommercio Rocco Pardo che se da un lato plaude allamministrazione comunale e alle forze dellordine per lavvio dei controlli per mettere ko labusivismo commerciale, dallaltro richiama il sindaco Angelo Fasulo. La stessa amministrazione comunale ricorda Pardo - non ha ancora provveduto a regolamentare i mercatini rionali senza addivenire ad una decisione. Sollecito lamministrazione ad adottare un apposito regolamento per far lavorare molti ambulanti, gi in regola con la licenza, nel pieno rispetto delle regole.
IL GIUDICE GIOVANBATTISTA TONA

.43
IL DOTT. FABRIZIO CAF

Mai chiesto nulla agli Emmanuello


"Non ho mai chiesto n a Daniele Emmanuello n a Carmelo Massimo Billizzi appoggio di qualunque tipo, tantomeno elettorale, tuttavia non escludo che Billizzi, essendo stato mio paziente possa avermi votato". Lo sottolinea loculista Fabrizio Caf (nella foto) alla luce delle dichiarazioni rese due giorni fa a Firenze dal pentito Carmelo Massimo Billizzi. Il collaborante ha raccontato che in occasione delle elezioni provinciali sia lui che il boss Daniele Emmanuello appoggiarono la candidatura del dott. Fabrizio Caf. Ma il professionista, pur non escludendo che Billizzi, suo paziente, abbia potuto voltarlo, sottolinea di non avere chiesto appoggi di alcuna natura. Tantomeno elettorali.

Dovevamo sfregiare Tona


Billizzi accusa alcuni commercianti: Mandavano capi ad Emmanuello, ora fanno le vittime
"Solo Crocifisso Smorta nutriva odio verso il giudice Giovanbattista Tona. Il suo odio nasceva da ragioni personali, visto che il dott. Tona aveva ordinato larresto di sua moglie. Ma nessun progetto di attentato fu ordito dal clan Emmanuello ai danni del giudice". A rimarcarlo stato ieri il collaborante Carmelo Massimo Billizzi, rendendo dichiarazioni spontanee al Tribunale presieduto dal dott. Lirio Conti al processo "Cerberus-Comependium" che in questi giorni si celebrato a Firenze. Billizzi ieri ha chiesto nuovamente la parola per riferire altri fatti. Sullacredine di Crocifisso Smorta nei confronti del giudice Tona, Billizzi ha raccontato che Smorta lo odiava cos tanto che, in unoccasione gli rifer che qualora il dott. Tona avesse spiccato un mandato di cattura nei suoi confronti, allinterrogatorio di garanzia si sarebbe presentato armato di lametta in modo da sfregiargli il volto. Ha poi negato che Giuseppe Billizzi, suo fratello, andasse a riscuotere il "pizzo" in un locale cittadino, sottolineando peraltro che i proprietari erano "coperti" in quanto imparentati con Salvatore Polara. A suo dire i titolari di quel locale avrebbero fatto da tramite per far giungere ad esponenti di Cosa Nostra la tangente sborsata da un altro operatore cittadino. Nel corso delle sue dichiarazioni spontanee, Billizzi ha raccontato del titolare di un negozio di abbigliamento, molto vicino agli Emmanuello, che ha denunciato di essere stato vittima del racket delle estorsioni. A dire di Billizzi sarebbe stato lo stesso esercente a mandare capi dabbigliamento agli Emmanuello e di avere consegnato a titolo gratuito nelle sue mani un cappotto in cachemiere del valore di 2-3 mila euro da destinare al boss Emmanuello. "Ora in aula vengono a dire che la mafia gli fa schifo e fanno le vittime" - ha detto. Ed ha raccontato che quando esponenti della mafia si presentavano negli esercizi commerciali, diversi commercianti mettevano in guardia i malavitosi riferendo loro di avere ricevuto le "visite" della polizia perch insospettita dal via vai di esponenti della criminalit organizzata dalle loro attivit economiche. "Ora incredibile che fanno tutti le vittime in aula" - ha concluso. Ha deposto anche il collaborante Gianluca Gammino che, in linea con quanto raccontato da altri suoi "colleghi", ha confermato il progetto di attentato ai danni dellex sindaco Rosario Crocetta e che ad emettere la sentenza di morte contro lex primo cittadino era stato il boss ormai defunto Daniele Emmanuello. Unuccisione decretata per le denunce pubbliche sporte da Crocetta contro il clan Emmanuello ed i familiari del boss. Anche Gammino nega i progetti di attentato contro il giudice Tona. Sempre ieri il Tribunale ha sentito come teste di riferimento Salvatore Terlati il quale ha negato di avere mai fornito armi ad esponenti del clan. La trasferta fiorentina del Tribunale si conclusa ieri. Il processo "Cerberus -Compendium" riprender a Gela il 18 aprile prossimo con lesame di altri testi daccusa. Sono dieci gli imputati chiamati a rispondere a vario titolo del reato associativo mafioso e di diversi episodi estorsivi.
D.V.

DAI CARABINIERI

LOMICIDIO BELLOMO

Curv (dopo la condanna) non risponde


Unimmagine del luogo dove venne ucciso Luciano Bellomo

Arrestato in flagranza con 9 dosi di cocaina


A spasso per le vie della citt con 9 dosi di cocaina da immettere, verosimilmente, sul mercato. Un "affare" che un disoccupato di 19 anni, Angelo Marino (nella foto), si visto mandare allaria da una pattuglia di Carabinieri che, alle 22 di gioved, lo hanno notato in compagnia di un diciassettenne a bordo della sua vettura, alla quale si era affiancato un giovane in sella ad un motorino. Alla vista dei Carabinieri, lo scooterista si dato a precipitosa fuga, facendo perdere le proprie tracce. Marino, invece, ha prelevato dal cruscotto due sacchetti in cellophane nei quali erano custoditi 4 grammi di cocaina suddivisi in 9 dosi. Oltre alla droga sotto sequestro finita la somma di 180 euro di cui Marino era in possesso. Marino stato arrestato, mentre il minore - risultato estraneo ai fatti - stato affidato ai genitori.

Al processo dappello a Caf, fa scena muta laltro accusato

Entra nel vivo, con lesame dei primi testi, il processo dappello per lomicidio del commerciante Luciano Bellomo che si celebra in Corte dAssise dAppello contro Giuseppe Domenico Caf, il ventiseienne sospettato di essere stato lesecutore materiale del delitto e mandato assolto al termine del processo di primo grado. Ieri, la Corte (presidente Salvatore Cardinale) ha sentito il dirigente della Squadra Mobile di Caltanissetta, dott. Giovanni Giudice che ha eseguito i riscontri sullattendibilit dei racconti resi dal collaborante Carmelo Massimo Billizzi il quale, allatto di saltare il fosso, raccont che in carcere Caf gli confid la sua partecipazione al delitto Bellomo. Il funzionario di polizia, rispondendo alle domande del sostituto Pg Franca Imbergamo, ha mostrato alla Corte anche una planimetria del carcere di Caltanissetta, dove - tra settembre ed ottobre del 2008 - sia Caf che Billizzi si trovavano detenuti. Il teste ha spiegato che, seppur Billizzi - allepoca ancora inserito a pieno titolo nel clan di Cosa Nostra degli Emmanuello - fosse un detenuto di massima sicurezza, mentre Caf di media sicurezza, le loro celle non erano distanti luna dallaltra. Si trovavano in due plessi diversi s, ma erano una di fronte

allaltra e si distanziavano di una ventina di metri. Lo scambio di battute tra Billizzi e Caf sarebbe avvenuto attraverso le finestre delle loro celle. Ieri, in aula, era previsto anche lesame di Emanuele Curv, ovvero il giovane finito in manette nellottobre di due anni fa con laccusa di essere stato lautista dello scooter utilizzato dai sicari per compiere lomicidio di Luciano Bellomo. "Inchiodato" dalle intercettazioni ambientali nel corso delle quali Curv confidava ad una donna di avere partecipato con Caf allomicidio del commerciante e, per questo gi condannato a 17 anni di carcere dal Gup di Gela che lo ha processato con labbreviato, quando ieri Curv si trovato al cospetto della Corte, ha scelto di non parlare. Nelludienza di ieri il difensore di Caf, avv. Giuseppe Botta, ha avanzato una sfilza di richieste istruttorie, sottolineando che gli inquirenti hanno mantenuto lesclusivo interesse di far condannare Caf, nellerroneo convincimento che fosse colpevole. Alle richieste della difesa si sono opposti il sostituto Pg Imbergamo ed i patroni di parte civile, gli avv. Salvo Macr e Nicoletta Cauchi. La Corte si riservata di decidere.
D.V.

in breve
CONSIGLIO COMUNALE Riunione per i distretti turistici
Seduta straordinaria ed urgente luned alle 20,30 per il consiglio comunale che chiamato a deliberare, gli statuti e gli atti costitutivi dei due distretti turistici ai quali lamministrazione comunale ha deciso di aderire. Si tratta del distretto Valle dei templi composto da Comuni dellAgrigentino per il quale il Comune disposto a partecipare con una quota fino a 10 mila euro. Il secondo distretto quello denominato Dea di Morgantina e in questo caso il Comune acquisterebbe quote per 5.500 euro. Lultima parola spetta al consiglio che dovr autorizzare il sindaco ad aderire ad entrambi o a uno dei due distretti.

CON LA COMPAGNA AVREBBE UCCISO IL MARITO DELLA DONNA

Ai domiciliari laccusato di omicidio


Ha lasciato il carcere ieri, dopo un anno di ininterrotta detenzione, per gli arresti domiciliari. A vedersi affievolire la misura detentiva stato Gaetano Biundo, loperaio finito nellocchio del ciclone nel febbraio dello scorso anno perch sospettato di avere assassinato, soffocandolo, il campobellese Calogero Lo Coco: un omicidio che - ritiene laccusa - Biundo avrebbe commesso con la sua compagna, Rosaria Nicosia, questultima ex moglie della vittima. A concedere il beneficio degli arresti domiciliari a Biundo stato il Tribunale del Riesame di Caltanissetta su ricorso presentato dai suoi legali, gli avv. Giuseppe Fiorenza e Maurizio Scicolone. I due legale hanno eccepito la mancanza del pericolo di inquinamento probatorio e di reiterazione del reato. Lappello al Riesame ha fatto seguito allordinanza di rigetto emessa dalla Corte dAssise di Caltanissetta alla richiesta di scarcerazione formulata per Biundo. Per la GAETANO BIUNDO Corte dAssise che lo sta processando per omicidio volontario insieme con Rosaria Nicosia - il pericolo di inquinamento probatorio era sussistente. Di qui lappello al Riesame che, nel concedere il beneficio degli arresti domiciliari a Biundo, ha disposto il divieto di ogni contatto con la Nicosia ed i suoi familiari. Per lomicidio Lo Coco, sia Biundo che la Nicosia furono sottoposti a fermo dai Carabinieri la stessa sera in cui si registr il "fattaccio" nellabitazione di Manfria della donna sita in via Ibiscus. Il fermo fu poi tramutato in arresto dal Gip del Tribunale anche alla luce degli esiti dellesame autoptico dal quale emerse che Lo Coco era stato soffocato con una sostanza oleosa simile alla margarina. Unaccusa che i due respinsero tenecemente. Finiti in cella, dei due a lasciare il carcere qualche settimana pi tardi fu la Nicosia la quale fu ammessa ai domiciliari perch incinta. Solo di recente la donna potuta tornare in libert. Ora anche il suo compagno ha potuto lasciare il carcere per gli arresti domiciliari.
D.V.

CARNEVALE Sfilata di mascherine in centro storico


Al via il Carnevale dei bambini. Si comincia oggi alle 16.00 con una sfilata in maschera lungo il corso Aldisio e Vittorio Emanuele che vedr coinvolti gli alunni delle scuole elementari. Due gli appuntamenti previsti per domani: alle 11.00 presso il quartiere Macchitella si svolger il Carnevale Disney. Nel pomeriggio alle 18.00, presso il Palacossiga, grande spettacolo musicale di Carnevale organizzato dal Movimento Giovanile Macchitella.Si chiude marted alle 16.00 con la sfilata del Marted Grasso lungo le vie cittadine.

Rifiuti: un aiuto dalla Prefettura


"Lungi da me il voler fare polemica con la Prefettura di Agrigento. Ho sempre creduto nelle istituzioni e le ho sempre avute vicine nelle attivit che ho svolto, in particolare da commissario dellAto ho avuto la massima collaborazione con la Prefettura di Caltanissetta. Parlando del ritardo nel rilascio delle certificazioni antimafia non ho inteso accusare la Prefettura di Agrigento. La mia era ed una richiesta di aiuto, un sollecito per una maggiore sinergia tra i vari organi istituzionali che lavorano per evitare infiltrazioni criminali negli appalti": il commissario dellAto ambiente Cl2 avv. Giuseppe Panebianco precisa il senso del suo sfogo allindomani della notizia dellinformativa antimafia atipica per la Sap, ditta che gestisce la raccolta dei rifiuti. Linformativa giunta a nove mesi dallinizio dellappalto ed a 5 dalla scadenza. " Una maggiore celerit, soprattutto in appalti sensibili quale quello della raccolta dei rifiuti - continua Panebianco - in passato oggetto di numerosi episodi di infiltrazioni mafiose, consentirebbe di evitare possibili fasi patologiche nella gestione del servizio". In queste ore il commissario dellAto impegnato nella ricerca di una soluzione per dare continuit al servizio di raccolta di rifiuti in caso di rescissione del contratto con la Sap.

Tensione tra Romano e Fasulo


Acque agitate nel Pd. Divergenze per larea del mercato e altro
Acque agitate in casa del Partito democratico e tensione tra il segretario Carlo Romano ed il primo cittadino Angelo Fasulo con contestazioni al sindaco nel corso di un incontro svoltosi venerd sera . Era stato il sindaco a chiedere lincontro con il suo partito e cio il segretario il capogruppo e di consiglieri alla luce delle recenti fibrillazioni sorte dopo lapprovazione da parte della giunta municipale della delibera di affitto per sei mesi al costo di 100 mila euro di unarea a Settefarine. Non solo lopposizione che contesta questa scelta anche nel Pd c qualche mal di pancia, nonostante il sindaco abbia ribadito che la procedura seguita cristallina e che lui vuole risolvere definitivamente il problema del mercato. Non tutti in casa Pd la vedono in questo modo. Cos al sindaco stato contestato di chiedere aiuto al partito ed ai consiglieri quando ci sono emergenze e problemi da superare, di fare tutto da solo quando si tratta di prendere decisioni importanti come quella del mercato. Secondo quanto trapelato ieri su quella riunione politica, il sindaco non avrebbe gradito nemmeno le considerazioni fatte dal segretario circa i festeggiamenti dei 2700 anni della fondazione di Gela che dovrebbero svolgersi con fondi regionali. Il segretario avrebbe ritenuto inopportuno il coinvolgimento nel comitato di unassociazione di cui fa parte anche il padre del sindaco. Pare che il sindaco labbia presa male e tra i due sarebbe caduto il gelo. Ieri negli ambienti del Pd non si parlava daltro che di

LIDA Raccolta alimentari per cani e gatti


La sezione gelese della Lida si occupa di cani e gatti abbandonati al loro destino e ha organizzato per oggi una raccolta alimentare. Nei supermercati, come noto, vendono cibi in scatola per cani e gatti randagi. Basta acquistare qualche scatoletta e donarla ai volontari della Lida che la useranno per sfamare i tanti randagi di cui si occupano giornalmente, alcuni dei quali strappati a morte sicura. Appuntamento sabato davanti al supermercato Eurospin di via Butera dalle 9 alle 20.

IL SINDACO ANGELO FASULO

ADAS Appuntamento con le donazioni del sangue


Doppio appuntamento con la donazione del sangue domenica e luned al centro di raccolta fisso dellAdas in via Appennini 5. I donatori dovranno presentarsi a digiuno dalle 8,30 alle 11,30.

rapporti non sereni tra il partito, il gruppo consiliare ed il sindaco. In tanti hanno cercato di far abbassare i toni ma a quanto pare non si pu ancora parlare di " fuoco spento".
M.C.G.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

44.

GELA
Schiaccia un gattino e tenta il suicidio giovane donna salvata dagli amici
Animalista nel Dna travolge un gattino e tenta di farla finita buttandosi a mare. accaduto laltro ieri sera nei pressi del Porto Rifugio, la donna una cinquantenne, stava facendo ritorno a casa dopo una giornata di lavoro. La stanchezza, il buio per la scarsa illuminazione ed un gatto con il pelo scuro non le hanno impedito di evitare lo scontro. La donna, tramortita per la tragica conseguenza per il gattino spiaccicato a terra e oramai morto, dopo aver pianto molto, ha spostato la sua macchina e lha parcheggiata allimbocco del porto rifugio. Un posto in cui poter piangere tranquillamente per la morte del gattino. Una tragedia immane per lei che, seppur nel suo piccolo, ha cercato sempre di aiutare gli animali prodigandosi ad acquistare loro il mangiare. Cos approfittando delle poche persone presenti allimbocco del porto rifugio la donna ha oltrepassato la ringhiera ed ha cercato di sporgersi pi del dovuto. Pare che prima di fare ci abbia inviato un sms ad alcuni amici raccontando dellincidente e delle sue intenzioni di farla finita perch aveva ucciso un gattino. Alcuni barcaioli hanno cercato di bloccare la donna che non ne voleva sentire di fare un passo indietro e ritornare sulla strada, alla fine per sono giunti gli amici che lhanno fatta calmare e subito dopo lhanno accompagnata a casa, un banale incidente stradale che ha rischiato di avere conseguenze ben pi gravi rispetto alla morte di un gattino, indifeso certamente ma mai si sarebbe potuto pensare che ci avrebbe potuto indurre una automobilista, animalista, a tentarla di farla finita. Una tragedia scampata in una citt in cui si stanno costituendo associazioni in difesa degli animali, cos oggi prevista la raccolta di viveri organizzata dallassociazione Lida per poter garantire il mangiare anche alle quattro zampe.
L.M.

in breve
"CENTRO STORICO" Carnevale allOratorio salesiano
Domani il Movimento Giovanile "Centro Storico" organizza presso i locali dellOratorio in Piazza Padre Pio: "Il Carnevale in Citt". Per i pi piccoli appuntamento alle ore 16.00 (da 6 a 12 anni). Appuntamento per i grandi dalle ore 20.00 a mezzanotte. Ingresso solo se in maschera.

UNA PROPOSTA DI DALEO

Prg, ancora incontri per liter da seguire


Negli ambienti politici locali continua a tenere banco la discussione sulliter burocratico-amministrativo che deve seguir il piano regolatore della citt. Ieri si svolta in municipio lennesima riunione sullargomento determinante per lo sviluppo economico e sociale di Gela: una conferenza dei capigruppo con la partecipazione dellassessore al ramo ed il dirigente. Risultato: partendo dal presupposto che il Prg dovr essere corredato dalla Vas, la prossima settimana lassessore Giuseppe DAleo presenter ai capigruppo una proposta su come portare avanti il piano regolatore e come verr regolata lattivit del settore dellUrbanistica. Recuperare il tempo perduto sar unimpresa ardua ma la prossima settimana si avr almeno unidea di come vuole procedere lamministrazione comunale.

STATALE 115 Sopralluogo per la cartellonistica


Sopralluogo la settimana prossima lungo la statale 115 Gela Licata, in contrada Roccazzelle dove presente la strada chiusa che collega la statale con dei villini privati. Il sopralluogo servir per istallare la nuova cartellonistica stradale ed aprire la strada che dagli alloggi conduce alla statale. Lo ha comunicato lassessore ai lavori pubblici Carmelo Casano, prossima quindi la riapertura della carreggiata.

IL PONTILE SBARCATOIO

ASSOCIAZIONE SAMOT Morfina a basso costo ai terminali


"In Sicilia la prescrizione di morfina a basso costo per i malati terminali ancora troppo bassa. Siamo molto lontani dagli standard nazionali". lallarme lanciato da Giorgio Trizzino, fondatore della Samot, lonlus che da 25 anni si occupa di assistenza domiciliare ai pazienti affetti da malattie inguaribili. Il centro gelese per le cure palliative avviato qualche anno addietro uno dei centri trainanti nella nostra provincia che ha superato la media nazionale per lutilizzo di morfina.

Un pomeriggio in Procura per parlare della giustizia


NUMERI UTILI
Vigili del Fuoco 0933820061, Vigili Urbani 0933-906801 - 0933939305, Reparto Territoriale Carabinieri 0933-912868, Polizia di Stato 0933-816211, Polizia Ferroviaria 0933-921448, Polizia Stradale 0933-826215, Polmare 0933-922528, Guardia di Finanza 0933-930170, Capitaneria di Porto 0933-917755, Ospedale 0933831111, Comune 0933-917778, Associazione Antiracket 3351228089, Centrale Operativa 118 Caltanissetta 800632808, Sportello Meter Antipedofilia 800-455270.

SCOVATO DAI CC

Arrestato un ricercato deve scontare 3 anni


E stato scovato a Gela e tratto in arresto perch sul suo capo pendeva un mandato di cattura europeo per essersi reso responsabile, nel 2009 in Romania, dellincendio di una struttura adibita a ricovero per animali. In manette finito il romeno Balentin Castravete (nella foto), 41 anni. A scovarlo sono stati, ieri notte, i Carabinieri del nucleo Radiomobile del Reparto Territoriale di Gela nellambito dei servizi di controllo predisposti nel territorio. Luomo stato trovato nel centro cittadino e tratto in arresto in esecuzione del mandato di cattura europeo. Per quellincendio Balentin Castravete deve scontare una condanna a 3 anni. Ieri notte stesso il romeno stato rinchiuso nel carcere di contrada Balate.

Tre ore di confronto con la responsabile dellufficio per alcuni studenti vincitori della prima edizione del Premio Goldini
Un pomeriggio in Procura. Pi di tre ore a conftonto con la dott.ssa Lucia Lotti. E stata un esperienza esaltante quella vissuta giovedi pomeriggio da un gruppo di studenti del Liceo scientifico Vittorini e del Liceo classico Eschilo. I due gruppi erano composti dai cinque studenti vincitori della prima edizione del premio " Emanuele Goldini" (4 del Liceo Scientifico ed 1 del Liceo Classico) e da una rappresentanza dell Eschilo che fa parte della redazione di XXL , un progetto di comunicazione condotto con il MoVi. Era stato il capo della Procura di Gela dott.ssa Lucia Lotti in occasione della cerimonia di premiazione ad invitare i ragazzi in Procura. Giovedi stato Enrico Ascia, che ha curato lorganizzazione del premio Goldini, ad accompagnare al Palazzo di Giustizia gli studenti Grecya Pontivenga, Alessandro Collor, Alice Palumbo, Biagio Ferracane, Gabriele Russo,

SVILUPPO LOCALE Adesione del Comune ai Gac


La Regione Sicilia ha pubblicato, recentemente, il bando per lattuazione dellAsse IV, Misura 4.1.del Fondo Europeo della Pesca -Sviluppo sostenibile delle zone di pesca -e la relativa costituzione dei nuovi GAC, i Gruppi di Azione Costiera. Il Comune di Gela aderisce al costituendo GAC Unicit del Golfo di Gela che sar composto da 4 comuni Gela, Butera, Licata e Lampedusa. Il Comune di Gela, in qualit di Capofila al momento sta raccogliendo, dai vari Comuni, le idee progetto che saranno la base per redigere un progetto pi complessivo denominato Piano di sviluppo locale (PSL). Questultimo dovr essere presentato alla Regione Sicilia entro il 15 marzo 2012 per poter essere finanziato. Data la complessit del contesto in cui si opera, lUfficio Europa del Comune di Gela a disposizione per fornire tutto il supporto necessario. Le schede, scaricabili anche dal sito del comune di Gela insieme a tutta la normativa di supporto (bando, Disposizioni attuative, Program Operativo FEP, Asse IV, etc) devono pervenire allUfficio Europa del Comune di Gela entro e non oltre il 28 Febbraio 2012. Successivamente il GAC Unicit del Golfo di Gela organizzer delle riunioni per discutere delle idee pervenute ed elaborare il progetto definitivo.

GLI STUDENTI CON LA DOTT. LOTTI

Eleonora Vacca, Bianca Dominante e Crocifisso Cidonelli. Gli studenti hanno visitato il nuovo Palazzo di Giustizia e sono stati poi ricevuti nell ufficio del procuratore capo che ha offerto loro dei dolcetti. Una visita alla Procura per conoscere da vicino l attivit che viene svolta, poi un lungo confronto con la dott.ssa

Lotti con una raffica di domande. Per parlare di magistratura, di giustizia, di Gela, di cultura e di bellezza. "E stato un incontro interessante e molto formativo - ha riferito Alessandro Collor al preside Corrado Ferro nel fare il resoconto dell incontro- una di quelle cose che non si dimenticano facilmente. Per chi pensa di affrontare gli studi giuridici uno di quegli incontri in cui riesci ad avere chiare tante cose che prima non lo erano". "E stato cos piacevole discutere con la dott. Lotti che sono passate tre ore senza accorgercene" - ha aggiunto Grecya Pontivenga. Durante lincontro gli studenti del Classico hanno realizzato un intervista alla dott. Lotti da inserire nel nuovo numero del tg che va in onda su youtube. Ed intanto su Fb gli studenti hanno inserito le foto dell esperienza vissuta esaltandone il valore formativo. Hanno pi volte sottolineato linteresse a ripetere lesperienza ed ad assistere ad un processo. Molto soddisfatto Enrico Ascia per lattenzione e linteresse mostrato dagli studenti e per il feeling comunicativo che si subito creato tra il procuratore e gli studenti.

PARLA IL PENTITO MENDOLIA

Confessa un omicidio ma salv altre due vite


Il collaboratore di giustizia gelese Carmelo Mendolia, 43 anni, durante unudienza davanti alla Corte dAssise di Lecce dopo essersi auto accusato di essere il killer del boss Salvatore Padovano ucciso a Gallipoli il 6 settembre del 2008 davanti alla pescheria di famiglia, ha rivelato ai giudici che il piano era pi ampio perch insieme al boss dovevano essere uccisi anche la moglie ed il figlio per eliminare cos lintera famiglia. A dargli lincarico di uccidere il boss sarebbe stato il fratello di Salvatore Padovano, Rosario. Mendolia accett chiedendo in cambio un aiuto per aprire unattivit in Lombardia ed assicurare un futuro alla sua famiglia che nel frattempo era riuscito a formare con una compagna. Il collaboratore di giustizia ha riferito anche di essersi rifiutato di uccidere una donna ed un bambino. In effetti fu ucciso solo Salvatore Padovano.

NUOVO ALLARME DELLA FILCA CISL SICILIA

Crollo degli appalti: persi 500 posti di lavoro


In agonia il settore edile in provincia di Caltanissetta Con il crollo degli appalti pubblici sono venuti a mancare 500 posti di lavoro. Lo rileva il report effettuato dal Segretario Generale Filca Cisl Sicilia, Santino Barbera, che evidenzia dati poco confortanti per il futuro del settore edile a tutti i livelli. I numeri della crisi sono evidenti e ritraggono un comparto in affanno con pochi segnali di ripresa. Basta sfogliare il libro nero della crisi: in provincia di Caltanissetta nel 2011 sono state celebrate 27 gare in meno rispetto al 2010 (72 nel 2010, 45 nel 2011: -37,50 per cento). Nel 2011, si registra un calo vertiginoso degli importi di opere pubbliche (- 96,81%). Lo stesso trend di risultati si registra a livello regionale. Nel 2011 in provincia di Caltanissetta sono andati in fumo 476 posti di lavoro rispetto allanno precedente. Secondo i dati rilevati dalla Filca Cisl Caltanissetta, nel 2010, sono stati registrati in Cassa Edile 4509 lavoratori:nel 2011, invece, risultano censiti 4033 lavoratori. Che il settore non goda di buona salute lo conferma anche il fatto che le imprese edili in provincia di Caltanissetta nel 2011 sono diminuite rispetto allanno precedente: 840 aziende presenti nel 2010 rispetto alle 823 nel 2011. In calo inoltre la presenza di lavoratori stranieri attivi in edilizia nella provincia nissena che sono passati dai 183 del 2010 ai 134 del 2011 (49 lavoratori stranieri in meno). "La Filca Cisl - dice il segretario provinciale Franco Iudici - ritiene necessario, per porre freno a questa emorragia, definire un patto: una larga intesa con i governi di emergenza economica e sociale, dedicando tutto il tempo rimanente delle legislature ai vari livelli, nazionale, regionale, provinciale e comunali ad azioni necessarie per non sprecare, frammentare, disperdere i nove miliardi ancora non spesi di fondi dellUnione Europea. Chiediamo alla politica di preoccuparsi della vera emergenza, quella economica e sociale, che in questo momento investe la provincia di Caltanissetta, travolge le famiglie, i lavoratori, le aziende. Sar questo il tema che caratterizzer la manifestazione dell1 marzo a Palermo e vedr in prima linea le parti sociali". Il sindacato ritiene non pi tollerabili i ritardi nell utilizzo dei fondi europei e ribadisce che la provincia di Caltanissetta pu uscire dalla spirale recessiva e cambiare volto con lavvio di opere come la Agrigento-Caltanissetta, la Siracusa-Gela, la Gela-Santo Stefano di Camastra, il ripristino del viadotto Geremia II, la viabilit interna al territorio, il collegamento tra Mussomeli e Caltanissetta, la riedificazione del ponte della linea ferrata Catania-Caltagirone-Gela, i lavori di ripristino del porto rifugio di Gela, gli investimenti di Caltaqua relativi alla rete idrica di Manfria e al depuratore di Macchitella, senza tralasciare gli investimenti allinterno della Raffineria di Gela.
M.C.G.

FARMACIE DI TURNO Servizio diurno: Aliotta, via Generale Cascino, 3 tel. 0933-912760: Bennici, via Europa, 73 tel. 0933-930718. Servizio notturno: Cipolla, via Francesco Crispi, 202 tel. 0933-912604.

PRESTO UN TAVOLO TECNICO

Assessori comunali ieri in via Canada


l.m.) Ieri mattina in via Canada si sono recati gli assessori Carmelo Casano e Ugo Costa. In questo modo lamministrazione presentandosi direttamente nel quartiere Giardinelli, intende sanare uno strappo con i residenti. Intanto, luned inizia la sperimentazione nella condotta del gas per individuare dove la perdita. Certamente ha detto Giuseppe Raniolo, dellufficio comunale di protezione civile si tratta di perdita che raggiunge poi limpianto fognario. Una situazione molto simile si registrata anche tre anni fa quando i tombini sono improvvisamente scoppiati seminando il panico tra i residenti. Verosimilmente sarebbe da addebitare a dei prodotti chimici utilizzati dalla societ del gas ha aggiunto Raniolo bisogna per ricordare che la condotta di metano stata realizzata prima ancora di effettuare i lavori per le strade, non sarebbe da escludere anche che durante i lavori si sia spostata qualche tubazione di metano, da qui le continue esalazioni di gas da parte dei residenti. Solo luned per con la chiusura completa del gas e le prove tecniche si potr sapere esattamente se la perdita nella condotta del gas o meno. Intanto i residenti di Giardinelli sono esasperati perch, dopo anni di attesa, ancora si riesce a trovare una soluzione.

Ricordi e costumi della citt


Presentato al Liceo Scientifico lultimo volume di Francesco Citt
Testimonianze, ricordi e costumi della Gela che fu, cos diversa dallattuale, in un viaggio dello spirito che rievoca i fasti del passato per proporli alle nuove generazioni, affinch custodiscano lo splendore delle pi belle tradizioni locali. E questo il cuore del messaggio che Profumo di ginestre, lultimo libro di Francesco Citt, ha lanciato ai giovani. Una sfida rischiosa ma affascinante quella di richiamare i giovanissimi allimportanza degli usi e dei costumi di un tempo, ma che gli studenti del Liceo Scientifico Vittorini, diretto da Carmelo Guastella, hanno superato brillantemente. Mercoled scorso, presso laula magna di Piano Notaro, il libro stato commentato dalle docenti Teresa Mammoliti e Nunziata Calaciura e drammatizzato da alcuni alunni. Il testo rappresenta un viaggio nel ricordo e nella memoria affermano la prof.ssa Mammoliti e Calaciura che ha entusiasmato i nostri ragazzi, i quali si sono cimentati nella lettura con apprezzabile interesse. E nostalgica la riproposizione dei giochi antichi, fatti per strada, in unepoca che sembra tanto lontana dallattuale. Una lontananza dettata dallindiscussa patina di poesia che quei giochi conservano ancora oggi. Mattatori della presentazione alcuni studenti del Vittorini: Marzia Di Stefano, Enrico Brancato e Antonio Cassarino. Essere riusciti ad avvicinare dei ragazzi ad un testo cos lontano da loro commenta soddisfatto lautore significa aver fatto centro. Nella prefa-

Porto rifugio insicuro per i fondali insabbiati


m.c.g.) Sicurezza a rischio al porto rifugio per i fondali sempre pi insabbiati. Alla luce della grave situazione che si sta vivendo la conferenza dei capigruppo, riunitasi ieri, ha deciso di invitare il sindaco a convocare una conferenza dei servizi urgente con tutti gli enti preposti , alla presenza anche dei deputati, allo scopo di individuare una soluzione che possa consentire di mettere la struttura in sicurezza. Ieri la conferenza dei capigruppo ha acquisito dallex assessore provinciale al mare Enzo Insalaco tutte le notizie sulliter seguito per ottenere il dragaggio del porto. E sembrata a tutti razionale ed utile la proposta gi avanzata da Insalaco agli organi competenti di eliminare un tratto di massi del molo di ponente per spostarli dalla parte opposta in modi da ostacolare quel gioco di correnti che provoca linsabbiamento del porto. Si tratterebbe di anticipare il primo stralcio del progetto del porto con una spesa di circa 300 mila euro. Ma anche questa proposta si arenata.

ALCUNI DEGLI INTERVENUTI

zione, il prof. Luciano Vullo si chiede proprio se i giovani siano in grado di lasciarsi conquistare da un tema tanto prezioso ma per certi aspetti distante dal loro mondo. Con mia grande gioia, la risposta stata positiva.
DOMENICO RUSSELLO

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CALTANISSETTA SPORT .45

Marra torna alla guida della Nissa


Il tecnico campano ha riportato lentusiasmo in squadra
Anche stavolta alla Nissa lavvento della nuova propriet coinciso con il cambio dellallenatore. In questo senso, se con lavvento dei Dugo Gaspare Cacciola, poi rilevato da Salvo Bianchetti, aveva preso il posto di Sas Marra, a distanza di pochi mesi, Sas Marra ritornato sulla panchina della Nissa prendendo il posto di Salvo Bianchetti. Il tecnico campano ha preso il primo aereo Napoli - Catania e, gi ieri mattina, giunto nel capoluogo nisseno dove, nel pomeriggio, ha diretto il suo primo allenamento. Che grande emozione essere di nuovo qui! Avevo lasciato il mio lavoro a met; spero di poterlo completare con la salvezza della Nissa; ci tengo a ricambiare la fiducia che questa dirigenza ha avuto verso la mia persona con il massimo impegno. Il tecnico ha poi precisato: Inutile parlare del passato, bisogna voltare pagina anche perch non il momento di fare polemiche; la Nissa ha bisogno della massima unit per conquistare la salvezza. Lavvento della nuova cordata ha portato entusiasmo in casa Nissa. Ieri alcuni dei nuovi componenti della cordata di tifosi e imprenditori nisseni, tra cui Carmelo Milazzo, Luigi Abasmo ritrovato e sulla nostra voglia di riscatto; per il momento presto per fare valutazioni tecniche; bisogna pensare solo alla salvezza. I tifosi, intanto, ieri hanno inteso ringraziare lassessore comunale allo sport Gaetano Angilella per il ruolo decisivo che ha avuto nella trattativa per il passaggio dalla vecchia alla nuova gestione societaria. Inoltre, un gruppo di tifosi abbonati ha lanciato liniziativa di rinunciare ai propri abbonamenti per donarli a chi non pu permettersi di pagarli, mentre loro pagherebbero il biglietto per aiutare la societ; altri tifosi, invece, intendono lasciare labbonamento a casa e pagare il biglietto. Intanto, la cordata nissena che ha rilevato dai Dugo la propriet della societ ha ribadito ieri che, tra luned e marted prossimo organizzer una conferenza stampa nel corso della quale illustrer il nuovo organigramma societario. Del nuovo organigramma faranno parte, tra gli altri, oltre a Carmelo Milazzo, Giuseppe Stella e Luigi Abate, anche Rino Di Michele, Alessandro Silverio e lo stesso Gino Palermo.
CARMELO LOCURTO

DOMANI COL SANTANTONIO


IN TRASFERTA CON TRE ASSENZE
c.l.) E prevista per oggi la partenza della Nissa alla volta della Campania per la trasferta che la vedr impegnata domani alle 14,30 sul campo del SantAntonio Abate. Un match che proporr a Sas Marra non pochi nodi da sciogliere. La squadra, in settimana, per le note vicende societarie, s allenata poco. Un dato da non sottovalutare in una trasferta lunga e faticosa come quella che vedr la Nissa impegnata a SantAntonio Abate. Ieri il gruppo ha sostenuto il secondo allenamento di questa settimana dopo quello di marted scorso. A questo va aggiunto il fatto che domani contro il SantAntonio, alla squalifica di Angelo DAngelo, si aggiungeranno anche quelle di due elementi importantissimi nelleconomia del gioco della Nissa, e cio di capitan Salvatore Avola e dello stesso Cosimo Bruno. Tre assenze pesanti, dunque, per una Nissa che, in compenso, in queste ultime ore sembra comunque aver ritrovato lentusiasmo giusto dopo le note vicissitudini societarie di queste ultime settimane. La squadra vuole fare risultato pieno per riscattare lopaca prestazione dellandata quando, sempre sotto la gestione Marra, pareggi 1-1 (gol di Martone per il santAntonio e pareggio in extremis di Garrasi nel finale). Intanto, ieri stata designata la terna arbitrale che domani diriger il match con il SantAntonio Abate. Fischier SantAntonio Abate - Nissa Antonello Balice di Termoli, coadiuvato dai collaboratori di linea Giovanni Mascilongo e Domenico Campitelli, anche loro di Termoli come il direttore di gara.

I TORNEI DI CALCIO A CINQUE E PALLAVOLO


LA PRO GELA A CACCIA DI PUNTI
Nel torneo di Serie C1 di calcetto, Pro Gela e Pol. San Cataldo sono alla ricerca di punti importanti per raggiungere la quota salvezza. I ragazzi di Enzo Fecondo questo pomeriggio (PalaItis, ore 17) affrontano i palermitani degli Azzurri dItalia, mentre i verdeamaranto del duo Cordaro-Grosso sono di scena sul campo del Viagrande. Nel torneo di Serie C2, tiene banco la gara tra la Nuova Trinacria Gela e la capolista Ennese (campo S. Lucia, ore 17) con i padroni di caas intenzionati a fermare la battistrada per entrare in zona play off. In calendario anche il derby tutto nisseno tra la Nissa 5 di Marcello Grosso e la Virtus Gela (PalaMilan ore 15,30), e la trasferta dello Sporting Gela sul difficile campo della Studentesca Armerina.

LALLENATORE SAS MARRA

te e Gino Palermo, hanno parlato ai giocatori invitandoli a dare il massimo per la trasferta di domani con il SantAntonio Abate. Al "Tomaselli" erano anche presenti numerosi tifosi che, quando hanno visto Marra entrare in campo, lo hanno applaudito a lungo stappando una bottiglia di spumante per brindare assieme allo stesso Sas Marra al suo ritorno sulla panchina biancoscudata. Subito dopo il nuovo tecnico ha fatto sostenere alla squadra lallenamento. Sas Marra ha fatto capire che, al momento, considerati i tempi ristretti, dovr fare di necessit virt. La Nissa - ha spiegato - ha comunque un buon gruppo, dobbiamo puntare tutto sullentusia-

KAL VOLLEY FUORI, NIKE IN CASA


Nel campionato di serie D femminile, la Kal Volley, dopo aver conquistato il secondo posto in classifica e aver battuto il Volley Patern accedendo alle semifinali di Coppa Trinacria affronter oggi al Pala Pisciotto lostico Mondial Enna nel tentativo di portare a casa un successo che potrebbe rivelarsi prezioso per le ambizioni di primato di martina Cammarata e compagne. Domani, infine, la New Nike di San Cataldo ospiter al pala Maira le ennesi della Naf Nicosia (ore 19) in un confronto anche qui importante per consentire alle sancataldesi di risalire ulteriormente la china in classifica.

Macchitella a Ravanusa per fare bottino pieno


Domani il recupero. La formazione Juniores sugli scudi
GELA. E stata finalmente fissata in maniera definitiva, Giove Pluvio permettendo, la data del recupero del match del campionato di Seconda Categoria tra Ravanusa e Macchitella calcio. Rinviata per ben due volte a causa delle condizioni meteorologiche proibitive, la gara si dovrebbe disputare, ed il condizionale in casi come questo assolutamente dobbligo, domenica pomeriggio presso lo stadio Comunale del centro agrigentino. Un eventuale successo degli aquilotti biancorossi dellallenatore-giocatore Mirko Fausciana permetterebbe al Macchitella calcio di superare in classifica, al secondo posto, il Real Suttano, avvicinando sensibilmente lattuale capolista Barrese. Lo stesso tecnico Fausciana ha cercato di sfruttare al meglio questa pausa forzata provando a recuperare quanti pi acciaccati possibile. Vincere a Ravanusa, dunque, diventa di fondamentale importanza, per la formazione del presidente Francesco Greco, nellottica di quella rincorsa alla prima posizione in graduatoria generale che mette in palio la promozione diretta nel campionato di Prima Categoria, vero obiettivo stagionale del sodalizio che fa capo al Movimento Giovanile di Macchitella. Nel frattempo, la formazione Juniores del Macchitella calcio, allenata dal bravo tecnico Nicola Vella, ha battuto nellultimo turno del campionato regionale di categoria, i pari-et dellAtletico Caltanissetta per 1-0 grazie al gol di testa, sugli sviluppi di un calcio dangolo, del difensore Caci. La gara contro i cugini nisseni stata letteralmente dominata dagli aquilotti biancorossi che, per, almeno nelloccasione si sono rivelati assai spreconi sotto la porta avversaria.
F.G.

S PER I MENTALI

Alla Real Nissa la stracittadina con lo Sporting


REAL NISSA SPORTING NISSA 3 2
REAL NISSA: Mauriello, Terenzi, Dellaira, Alaimo (38 Mantione), Stella (50 Diana), Cordaro, Pilato, Infantino (45 Vaccarella), Galiano, Contino, Bonaffini (40 Falletta). All.: Stivala. SPORTING NISSA: DAnna, Michele Falzone, Nastasi, Cicero, Bruna, Giulio Falzone, Al, Mistretta, Tumminaro, Tomasella, Orlando (50 Messin). All.: Pernicano. ARBITRO: Tagliarini di Caltanissetta. RETI: 13 Al, 21 Bonaffini, 35 Al, 44 Galiano, 53 Galiano.

LA FORMAZIONE JUNIORES DELLATLETICO CAMPOFRANCO

LA SQUADRA JUNIORES DEL MACCHITELLA

Atletico Campofranco, primo posto assicurato nel torneo juniores dopo la vittoria nel derby
CAMPOFRANCO. Con la vittoria per 2 a 0 sul Casteltermini, il Campofranco Juniores conquista, con 3 turni di anticipo, la vittoria nel proprio girone e si prepara gi alla sfida finale contro il Kamarat. I ragazzi di mister Scozzaro hanno conseguito il brillante risultato dopo 13 partite dove, imbattuti, hanno concesso agli avversari solo due pareggi. Un gruppo formato da 28 ragazzi che fa della compattezza e della coesione, in campo e fuori, la propria arma vincente. Una cavalcata vincente, quella dei ragazzi di Scozzaro che si sono lasciati dietro squadre del calibro di Mussomeli, Favara, Canicatt, Casteltermini, Aragona e Racalmuto con il Licata fuori classifica. Una fucna di talenti alcuni dei quali gi in prima squadra in Eccellenza e con Bogdan Morosanu capocannoniere del campionato, un ragazzo venuto dallest, perfettamente integratosi nella comunit campofranchese autore sino ad ora di 14 gol in 10 partite. Anche le gare, sia in casa che fuori, vengono seguiti da numerosi tifosi, a cui la squadra dedica ogni vittoria, che osserva con occhio attento la crescita di questi ragazzi per vederne ancora qualcuno esordire in prima squadra come il portiere Santino Schillaci in panchina domenica scorsa. "C tanta soddisfazione per questo traguardo raggiunto, dice mister Scozzaro, e gi siamo concentrati e proiettati per la finalissima. Cerchiamo di esprimere un buon gioco, lo stesso della prima squadra, in maniera tale da fare trovare preparati i ragazzi alle chiamate di mister Mutolo, fino ad ora con ottimi risultati.
RINO PITANZA

I TORNEI REGIONALI DI CALCIO GIOVANILE


BIG MATCH SERRADIFALCO-PORTO EMPEDOCLE
Fine settimana molto interessante nei campionati regionali di calcio giovanile nei quali sono impegnate le squadre della Provincia di Caltanissetta. Negli allievi, oggi il Gelambiente ospita lAccademia Mazzarinese (ore 17). Sempre oggi, impegno esterno sia per la Nissa contro la Barrese (ore 16) che per lAverna sul campo del Santa Sofia (ore 15,30), mentre il Mussomeli di scena sul campo dellAtletico Agrigento (ore 15,30). Sempre oggi, il Serradifalco riceve la visita del Porto Empedocle in quello che il big match di giornata (ore 15,30). Domani, infine, la Cl Calcio affronta il Citt di Enna (ore 11,30) mentre il Real Gela gioca ad Avola (ore 10,30). Nei giovanissimi regionali, invece, oggi il Mussomeli affronta nel derby provinciale lAtletico Caltanissetta (ore 15,30), mentre domani sono previste le altre gare in programma, e cio quella tra Averna e Citt di Barrafranca (ore 11), quella tra Leonfortese e Cl Calcio (ore 10,30), quella tra Real Gela e Orsa Ragusa e infine latteso derby nisseno tra Real Nissa e Nissa (ore 10). Riposa il Gelambiente. Nei giovanissimi sperimentali, luned sono in programma tre sfide. La prima quella tra Pantanelli Siracusa e Averna (ore 15,30). La seconda quella che vedr opposta la Real Nissa allHellenika di Siracusa (ore 17). Infine, la terza quella che vedr il Meta Sport affrontare lo Sporting Nissa (ore 15). Completa il quadro degli allievi sperimentali con la sfida esterna che la Real Nissa sosterr domani contro il Tommaso Natale (ore 11).

c.l.) Gol ed emozioni nella stracittadina del capoluogo tra i giovanissimi regionali sperimentali della Real Nissa e dello Sporting Nissa. finita 3-2 tra due squadre che al "Palmintelli" hanno dato vita ad un confronto serrato quanto incerto. Un match che ha visto lo Sporting due volte in vantaggio con altrettante reti di Al e per due volte raggiunto dalle reti di Bonaffini nel primo tempo e di Galiano nella ripresa, ancora una volta decisivo. Proprio il bomber Alessandro Galiano ha ancora una volta deciso il derby con un gran gol su punizione che ha fissato lo score del match sul 3-2 finale. Un risultato che, se da un lato premia la maggiore efficacia sotto porta della Real Nissa, dallaltro non deve tuttavia rappresentare una bocciatura per lo Sporting del presidente Dafne Scavuzzo che ha affrontato la sfida di ieri con grande carattere e buona organizzazione di gioco.

LA DIRIGENZA RINFORZA LORGANICO PER SALVARE LA STAGIONE LULTIMA VITTORIA DEI GELESI RISALE ALLA GARA DI ANDATA

Basket Gela, torna il play Paganucci Studentesca in trasferta a Bagheria


GELA. Un acquisto gi andato in porto ed un secondo in itinere. La dirigenza del Basket Gela corre ai ripari e nellintento di salvare limportante categoria della serie C Nazionale Dilettanti porta alla corte di coach Andrea Bianca il forte play-maker Marco Paganucci. Il cestista marchigiano torna ad indossare la canotta biancazzurra dopo tre anni. Era gi stato, infatti, il regista del primo Basket Gela targato-C1, quello che aveva appena conquistato la promozione dalla C2 e che al suo approccio con il campionato maggiore sfior una nuova impresa uscendo in semifinale nei play-off. Paganucci, che lo scorso anno ha giocato in serie B a Montegranaro, per problemi personali in questa stagione ha preferito restare fermo ed ora, alla chiamata del direttore-generale del Basket Gela, Tot Bernardo, ha immediatamente risposto "presente". Paganucci gi ieri sera si allenato con i suoi nuovi compagni di squadra. In dirittura darrivo una seconda trattativa che dovrebbe definirsi nelle prossime ore. E quella che porta ad un pivot che nel settore dei lunghi dovr andare a fornire una mano daiuto al bosniaco Bojan Radovanovic. Ieri sera, nel corso di una conferenza-stampa svoltasi nella sala-conferenza del PalaCossiga, la dirigenza del Basket Gela (erano presenti lamministratore-delegato, Gianfranco Caccamo, il presidente Aldo Urrico ed il direttore-generale, Tot Bernardo) nel presentare il nuovo acquisto Paganucci ha inteso rimarcare la "solitudine" nella quale stata lasciata dalla citt. Una condizione che, stato spiegato dai dirigenti biancazzurri, potrebbe portare alla drastica decisione, a fine stagione, di abbandonare questo importante progetto sportivo. Intanto, la squadra sta preparando la trasferta di domani sera sul campo della Nova Virtus Ragusa.
FRANCO GALLO
IL PLAY MAKER MARCO PAGANUCCI

GELA. Un girone esatto. E dalla gara di andata con la Villa Santa Teresa di Bagheria, infatti, che la Studentesca Gela non accarezza pi il dolce gusto di una vittoria. E domani pomeriggio, con "palla a due" alle ore 18, la squadra del presidente Antonio Romano sar chiamata a sfatare questo deludente score proprio in casa della formazione bagherese. Com spesso capitato in queste ultime settimane, anche stavolta per il quintetto allenato da Croci La Cognata si tratter di una sorta di ultima spiaggia. La classifica del campionato di serie C Regionale di pallacanestro maschile, daltronde, parla chiaro. La salvezza della Studentesca Gela si va facendo sempre pi una chimera ed ogni sconfitta che si assomma alle precedenti una tappa di avvicinamento al mesto ritorno in serie D. La matematica non condanna ancora il roster gelese, ma non c dub-

bio che tempo da perdere non ce n pi. Ad Andrea Gentile e compagni, in definitiva, si chiede un colpo dali che possa permettere un tentativo, seppure disperato, di salvare limportante categoria che al momento rappresenta, dopo il Bakset Gela che in serie C Nazionale Dilettanti, il massimo che offre il panorama cestistico dellintera provincia di Caltanissetta. Ragion per cui, domani sera a Bagheria la Studentesca Gela dovr necessariamente mettere da parte ogni difficolt oggettiva e provare a tornare a Gela con due punti pesanti in saccoccia. La Villa Santa Teresa Bagheria, avversaria del team gelese, evoca ricordi positivi essendo stata lultima squadra che la Studentesca Gela ha battuto in campionato, e questo ulteriore segnale qualcosa dovr pur significare.
F.G.
IL PRESIDENTE ANTONIO ROMANO

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: viale O. da Pordenone, 50 tel. 095 330544 cronaca@lasicilia.it

e provincia

sabato 18 febbraio 2012

CONTROLLI DI CC E VIGILI URBANI

SEDUTA IN FUMO PER UNA MAGGIORANZA INESISTENTE

LOCULI REVOCATI

Guida senza casco o cintura elevate 24 contravvenzioni


Sinergica attivit, questa settimana, dei Carabinieri della Compagnia di piazza Dante e della Polizia Municipale mirata al controllo della circolazione stradale. I militari dellArma e gli agenti della Polizia Municipale hanno infatti effettuato diversi posti di controllo in varie zone della citt, verificando complessivamente leffettivo rispetto delle norme di 45 persone e 44 mezzi, contestando 38 infrazioni, tra cui 16 violazioni per inottemperanza alluso del casco, con i conseguenti fermi amministrativi dei motocicli e dei ciclomotori per la durata di 60 giorni. Otto, invece, le infrazioni rilevate per linosservanza dellobbligo delle cinture di sicurezza e la mancata revisione del mezzo; un conducente stato inoltre denunciato in stato di libert per ricettazione, in quanto sorpreso alla guida di un ciclomotore risultato rubato. Tra i guidatori multati, molti giovani, oltre ad un buon numero di professionisti. Nei prossimi giorni, i servizi congiunti tra Arma e Polizia Municipale continueranno per effettuare ununitaria attivit di contrasto alle scorrette condotte di guida, per il rispetto delle norme di sicurezza nella circolazione stradale.

Isole ecologiche: nuovo stop


Comune. Altro rinvio perch in Consiglio manca il numero legale
GIUSEPPE BONACCORSI

Alcuni di loro si potrebbero tranquillamente chiamare i marziani del Consiglio comunale perch continuano spesso a mancare alle sedute facendo cos saltare il numero legale, tra laltro con spreco di denaro pubblico. E una questione nota, arcinota, dibattuta pi volte, che nessuno finora ha voluto risolvere e che serve sempre pi ad allontanare il cittadino da questa politica. Anche ieri sera il Consiglio ha fatto mancare il numero legale cos come era avvenuto mercoled quando i presenti in aula sono stati 22. Ieri sarebbero bastati 18 consiglieri per votare il regolamento sulle Isole ecologiche che lamministrazione attende da tempo per aprire le aree di raccolta necessarie per procedere sulla strada del-

LISOLA ECOLOGICA DI VIALE TIRRENO

la differenziata e degli sgravi ai cittadini. nella sala consiliare si sono per presentati solo 15 consiglieri. 4 del Pd, 3 del Pid (questo gruppo era al completo), 4 del Mpa compreso il presidente Marco Consoli, 2 del Pdl, compreso il capogrup-

po Condorelli. E in pi Navarria del gruppo Misto e Bottino dellUdc. Assenti i tre consiglieri de La Destra, di opposizione, il pi delle volte presenti in Aula, ma ieri sera impegnati per lincontro con il leader nazionale de La destra, Storace. La maggioranza, quindi, si presentata in aula con soli 9 consiglieri. Pochissimi per riuscire ad andare avanti. A questo punto, visti anche i prossimi appuntamenti con i debiti fuori bilancio che torneranno in aula luned, forse servirebbe una verifica di maggioranza col sindaco per sgombrare il campo da beghe politiche che potrebbero essere caratterizzate sia dallavvicinarsi della data del congresso provinciale del Pdl, che si terr sabato 25, sia da altre questioni di maggioranza non meglio specificate.

SE LA CRISI TAGLIA PURE I SEPOLCRI


PINELLA LEOCATA

CENTRO STORICO. Michelle Santamaria, 22 anni, di Licata, vittima del "branco" la notte di San Valentino

Trans aggredito e picchiato in un pub


reato di omissione di soccorso e una contestuale azione civile per "culpa in vigilanUn pugno in faccia da uno sconosciuto do" (cio i responsabili del pub sarebbero mentre ballava in un pub. E poi altri calci e stati tenuti alla sorveglianza di determinapugni, mentre si trovava a terra, senza che te persone reputate non in grado di rendersi pienamente conto delle proprie azionessuno alzasse un dito per difenderla. Non dimenticher facilmente la notte di ni). Non dato sapere se il pub abbia o meSan Valentino Michelle Santamaria, 22 an- no un servizio di videosorveglianza. Da quanto dichiarato dallestetista, i reni, transessuale di Licata, estetista, che il 14 febbraio scorso aveva deciso di trascorre- sponsabili del pub non solo non avrebbere la serata in un pub del centro storico in ro fatto nulla per interrompere laggressiocompagnia di unamica e precisamente in ne, ma non avrebbero neppure soccorso la via Michele Rapisardi, ad un passo dal Tea- ragazza la quale ha fatto poi ricorso alle cutro Massimo Bellini. Santamaria ha pre- re dei medici dellospedale Garibaldi che le sentato una denuncia in questura contro hanno diagnosticato, tra laltro, un trauma cranico e toracico e una vertebra fratturaignoti per il reato di lesioni gravi. Laggressione sarebbe avvenuta allin- ta assegnandole una prognosi di 25 giorni. Michelle sarebbe riuscita a terno del pub intorno alle 4 scappare a piedi e a ragdel mattino del 15 febbraio. La madre: giungere la questura, in via Mentre ballava stata inManzoni, inseguita dagli agsultata allimprovviso da un Queste cose gressori alcuni dei quali - ha giovane che lavrebbe aponon si fanno dichiarato - armati di colstrofata con un Bastardo frocio, devi morire per poi fa male vedere tello. Queste cose - ha detto la colpirla con un pugno in faccia. Altre persone - un una figlia ridotta madre di Michelle, Giuseppa Castagna - non si fanno. "branco" composto da giocos. Siamo Ad una madre fa male vedevani da i 15 e i 25 anni -labrava gente re una figlia distrutta cosi. vrebbero fatta poi cadere Questo non lo auguro a nesper terra, rincarando la dose con altri calci e pugni. Queste sono bestie suno. A Licata - ha aggiunto - non abbiamo -ha denunciato Michelle Santamaria - So- problemi. Michelle la conoscono tutti e no stata aggredita solo perch sono una tutti le vogliono bene perche una ragaztrans maschile e non ho il viso femminile za a posto. Noi ci facciamo i fatti nostri, non come piace a loro. Mi hanno massacrata di abbiamo cattive amicizie. Siamo brava botte e tutto questo sotto gli occhi di tutti. gente, siamo poveri ma onesti. E dire che Nessuno mi ha aiutata, nemmeno la re- Catania era stata incoronata appena un sponsabile del locale, che anzi voleva che anno fa allExpo turismo gay, citt pi atuscissi al pi presto. A questo proposito traente dItalia per il popolo Glbt (gay, lelavv. Vincenzo Drago, messole a disposi- sbiche, bisessuali e transgender), proprio zione dallArcigay di Catania, ha prean- in virt del fatto che non si erano mai reginunciato unulteriore denuncia penale strati particolari problemi o episodi di incontro i titolari del pub con lipotesi di tolleranza e discriminazione sessuale.
CARMEN GRECO

ARCIGAY CATANIA SI COSTITUIR PARTE CIVILE


Il presidente di Arcigay Catania Giovanni Caloggero ha espresso in una nota il pi sentito sdegno per i fatti accaduti, per il clima omofobo ancora persistente e per la condotta di chi doveva intervenire. Arcigay Catania si riservata di costituirsi parte civile in un eventuale processo. Inoltre, luned 20, alle 11 terr una conferenza stampa (viale Kennedy 80) alla presenza della vittima, anche per avviare gli opportuni contatti con le autorit affinch queste siano sensibilizzate in merito a fatti del genere. Ribadiamo ancora una volta la necessit della estensione delle aggravanti di cui alla Legge Mancino per i reati a sfondo omofobico/transfobico. Sullepisodio intervenuta anche Anna Paola Concia, deputata del Pd. inaccettabile - ha aggiunto la parlamentare - che, in un paese come lItalia, lomofobia rimanga una grande emergenza nazionale senza una disposizione di legge che la contrasti con forza e convinzione. Chiedo al ministro Fornero di mobilitarsi al pi presto per creare quegli anticorpi sociali contro la violenza che mancano al nostro paese, aprendo finalmente una nuova fase. Gli omosessuali italiani sono stanchi di ascoltare dichiarazioni di solidariet alle vittime dellomofobia: chiedono a gran voce norme e fatti concreti.

I SEGNI DELLA VIOLENZA SUL VOLTO DI MICHELLE SANTAMARIA

OMICIDIO COLPOSO

Mor per una diagnosi sbagliata: 5 medici a giudizio


Morire a 54 anni per una diagnosi sbagliata. quello che sarebbe accaduto a Luigia Rivetti, deceduta per unocclusione intestinale il 3 novembre del 2008 allospedale di Acireale, dopo un precedente passaggio allospedale di Giarre. Adesso il giudice delludienza preliminare Daniela Monaco Crea, ha rinviato a giudizio per omicidio colposo in concorso, cinque dei medici degli ospedali di Acireale e Giarre che si occuparono del caso e che, secondo il gup, non valutarono correttamente i sintomi che la signora presentava al momento del ricovero. Il processo a carico dei medici si aprir il 2 luglio al Tribunale di Acireale e l dovranno presentarsi in veste di imputati Vincenzo Colosi Giuseppe Di Marco, Gaetano Arcidiacono, Giuseppe Viscusi e Sebastiana DAgosta (difesi da un collegio di avvocati composto da Carmelo Peluso, Giuseppe Cassarino, Salvatore Caruso e Valeria Rizzo). Alludienza preliminare si sono costituiti parte civile, sia il marito della vittima, Salvatore Privitera, che i figli, Pietro, Claudio e Giuseppe, assistiti dagli avvocati Pierluigi e Patrizia Papalia. Secondo il pubblico Alessia Minic, i medici, ognuno per le proprie competenze, non compresero la gravit delle condizioni della paziente scambiando i dolori causati da una diverticolite del sigma con conseguente occlusione intestinale, in una "semplice" colica renale sinistra. Quelli di Giarre, dove la signora si rec successivamente, avrebbero sbagliato nel prescrivere una terapia antispastica e antidolorifica e nel dimettere la paziente, quelli dellospedale di Acireale avrebbero omesso di valutare correttamente i sintomi e di eseguire accertamenti pi approfonditi causando cos la morte della signora.
C. G.

l dramma della casa colpisce anche i morti. Al cimitero di Palagonia mancano i loculi e non ci sono risorse per costruirne di nuovi. Cos il commissario di citt, per ragioni di carattere sanitario, ha disposto la revisione dei posti, espressione emotivamente neutra che cela - forse per pudore forse per vergogna - una decisione di ben altro impatto: il trasferimento allossario comunale delle spoglie dei propri cari scomparsi da pi di ventanni. Nel tentativo di ammortizzarne leffetto il dictat stato presentato con una formula obliqua che suona meglio, ma, di fatto, peggiora le cose: linvito a traslare le spoglie dei propri parenti defunti in tombe o cappelle private. Un non senso offensivo e classista perch chi ha questa possibilit non aveva motivo di dare sepoltura ai propri cari altrove e chi non ce lha non ha alternative tant che, a scanso di equivoci, si avverte che se gli eredi non provvederanno in trenta giorni, ci penser il Comune, dufficio. Come dire: traslazione coatta, come per gli sfratti esecutivi. E anche questo ci dice che a pagare la crisi sono sempre i pi deboli: vale per vivi e vale per i morti. Anche la livella, come la manipola, in affanno, bloccata. Di certo il commissario comunale non avr preso questa decisione a cuor leggero e avr le sue ragioni, ma la diffida alla dispersione dei resti dei propri congiunti nellossario comune odiosa, tanto pi se si considera il breve lasso di tempo di venti anni quando, verosimilmente, figli, fratelli e nipoti, mariti, mogli e persino padri e madri sono ancora in vita e trovano conforto nellavere una tomba su cui piangere, pregare, portare un fiore, continuare antichi discorsi amorosi. E il culto dei morti da cui nata la civilt. E lantico gesto di piet che ci ha fatto uomini, esseri consapevoli della propria straziante ed esaltante finitezza. E il legame daffetto che si dichiara vivo oltre la morte, che sfida il tempo e linsensatezza di ogni esistenza. Come si pu chiedere al parente di una persona che non c pi di annullare tutto questo, di cancellare dimperio una parte di s?

Non c altra via se non lo sfratto


Palagonia, il commissario spiega il recupero dei loculi

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: enna@lasicilia.it

e provincia
NICOSIA. Opera pia decisa

sabato 18 febbraio 2012

TROINA. Video poker illegali

LO SPORT. La Leonforte

sequestro e cinque denunce


39
Scoperti dalla Guardia di finanza in una sala giochi e in quattro bar. Contravvenzioni per 40mila euro

no al rinnovo impianto sportivo


40
La gestione, affidata alla cooperativa Lalumara e al Comune, cesser a giugno. La situazione degli immobili

in casa contro lOrsa Ragusa


39
Oggi arriva il fanalino di coda e lobiettivo vincere per restare sulla scia della capolista Gymnica Scordia

LA KORE PREMIA I CORSISTI IN REGOLA CON GLI ESAMI

RINFORZI PER UMBERTO I, CHIELLO E BASILOTTA

Rimborsi per 700 studenti Arrivano 25 nuovi medici


Una cerimonia, quella di ieri mattina presso lauditorium della facolt di Ingegneria, che ha coinvolto 700 studenti dellUniversit Kore, i quali hanno ricevuto, nel rispetto del programma "per il tuo futuro facciamo a met" il rimborso di parte delle tasse universitarie in quanto sono stati studenti meritevoli in quanto gli stessi hanno superato con ottimi risultati gli esami annuali del loro corso di laurea. Si tratta di rimborsi che in qualche caso raggiungono il sessanta per cento delle tasse pagate dal singolo allievo. Gli amministrativi, diretti dal direttore Salvino Berrittella, collaborato da Giovanni La Valle, hanno esaminato ben 1300 pratiche , ma soltanto settecento gli studenti che hanno ricevuto il parziale rimborso delle tasse, rimborsi che vanno da un minimo di 150 ad un massimo di 1500 euro. Il presidente dellUniversit, professor Cataldo Salerno, ha aperto la cerimonia di conanche annunziato che ci saranno ulteriori miglioramenti per venire incontro alle esigenze degli studenti, che rimangono la prima forza della Kore. Il rettore Gianni Puglisi ha iniziato il suo intervento con una battuta sottolineando di avere visto contento un presidente che pronto a sborsare soldi per i suoi studenti, poi ha elogiato questo programma che va in aiuto degli studenti ed anche evidente che tutto questo un successo dei docenti dellUniversit della Kore che spingono gli studenti a studiare e bene. Tutto questo non pu che far bene allUniversit e agli studenti in quanto consentir la produzione di maggiori e migliori risultati. A chiusura Salvino Berrittella e Giovanni La Valle hanno chiamato gli studenti consegnando loro lassegno di parziale rimborso delle tasse universitarie.
F.G.

ALCUNI STUDENTI MERITEVOLI

segna sottolineando liniziativa sperimentale della Kore, il segno tangibile dellUniversit ennese nei confronti degli studenti che si impegnano in maniera notevole. Liniziativa della Kore, partita nellanno accademico 2008/2009, stata ritenuta interessante anche da altre universit, a cominciare dallUniversit di Bologna. Il professor Salerno ha

Il direttore generale dellAzienda sanitaria provinciale, dott. Nicola Baldari, ha comunicato, ieri mattina, lassunzione di nuovi 25 medici a tempo indeterminato che prenderanno servizio presso le strutture sanitarie dellAzienda con effetto immediato. Il nuovo personale immesso in servizio cos distribuito: cinque cardiologi presso il Presidio Ospedaliero Umberto I di Enna, due presso il lospedale Chiello di Piazza Armerina, uno presso lospedale Basilotta di Nicosia, per complessive otto nuove unit di cardiologia. Di cardiologi ce nera tanto bisogno tanto vero che gli ospedali si trovavano in difficolt e in questo senso anche la medicina sportiva che non poteva garantire le visite cardiologiche proprio per lassenza di personale. Per la specialit di Radiodiagnostica, i neo assunti saranno utilizzati uno presso lospedale Umberto I di Enna, due presso lospedale di Leonforte, tre al-

NICOLA BALDARI

lospedale Basilotta di Nicosia, e uno presso lospedale di Piazza Armerina, per complessivi nuovi sette medici radiologi. Per la Neonatologia (Utin Pediatria) dellUmberto I , che stava soffrendo la mancanza di medici, stato assunto un nuovo medico specialista a tempo indeterminato e altre due unit mediche a tempo determinato; per lAnato-

mia Patologica i neo assunti sono due e presteranno servizio presso il reparto dellUmberto I; per lAnestesia e Rianimazione, le nuove unit mediche sono sette cos distribuite: tre presso il reparto di Enna , due presso il Chiello di Piazza Armerina e due presso il Ferro Branciforte Capra di Leonforte. "I medici specialisti ,assunti a tempo indeterminato - ha dichiarato il direttore Nicola Baldari - costituiscono unulteriore grande risorsa umana che arricchisce immediatamente la dotazione organica delle nostre strutture mediche. Siamo certi che la loro immissione in servizio contribuir a elevare la qualit dei trattamenti sanitari erogati dai nostri reparti e presidi. Sono, inoltre, in itinere le procedure per lassunzione di altre quattro figure mediche da collocare in settori altrettanto strategici dellofferta sanitaria dellAzienda sanitaria ennese ."
F.G.

IL TAVOLO TECNICO INTERPROVINCIALE. Sollecito per lutilizzo nelle mense scolastiche e ospedaliere

Prodotti agricoli da tutelare


Le problematiche legate al comparto agricolo sono state al centro di una riunione del tavolo tecnico interprovinciale permanente organizzato nella sala della giunta dallassessore allagricoltura Marcello Melfa, riunione succeduta a quella avvenuta a Siracusa nelle scorse settimane. Per loccasione era presenti gli assessori provinciali allagricoltura di Messina Maria Rosaria Cusumano, Pietro Alongi di Palermo, Enzo Muriano di Ragusa , Enzo Morale di Siracusa , Nino Mistretta di Trapani, assenti Agrigento e Caltanissetta perch i due enti locali sono stati commissariati, mentre lassessore provinciale allagricoltura di Catania, Orazio Bulla, non ha potuto partecipare per improvvisi impegni istituzionali. I temi che sono stati affrontati avevano una loro validit perch riguardano la vita stessa del comparto agricolo, che uno degli assi portanti delleconomia siciliana. "Nel corso dellincontro - ha dichiarato Marcello Melfa - abbiamo deciso di elaborare un documento che invieremo al Governo regionale chiedendo di aprire unazione incisiva per risolvere i molti problemi che travagliano lagricoltura, soprattutto sul piano della valorizzazione dei nostri prodotti. In questo senso un intervento pu essere possibile intervenire con dei bandi specifici presso le mense scolastiche e le mense sanitarie di utilizzare esclusivamente prodotti siciliani genuini". Nel corso della riunione, stato anche evidenziato che bisogna mettere dei paletti rigidi , delle forme giuridiche nei bandi gara in modo da privilegiare un marchio siciliano, che di grande qualit in modo da dare forza a tutto il territorio siciliano. "Sono necessarie azioni immediate che aprano con effetto immediato lo stato di crisi ha ribadito Marcello Melfa - in modo che si possano usufruire dei contributi che possano essere spalmati. Lobiettivo quello di favorire il consumo dei prodotti siciliani, che tra laltro sono di prima qualit, quindi non solo mercati a chilometri zero, ma anche ristorazione a chilometro zero". Altri argomenti trattati nel corso della riunione sono stati i costi di produzione che sono tra i pi alti del continente europeo, laccesso al credito presso le banche, la semplificazione burocratica, un rapporto pi aperto con la grande distribuzione che dovrebbe poter favorire la presenza di prodotti siciliani. A chiusura dei lavori stato deciso di avere un incontro con lassessore regionale allagricoltura e la prossima riunione del tavolo tecnico permanente prevista per met marzo.
FLAVIO GUZZONE
I PARTECIPANTI ALLA RIUNIONE

Troppi attentati a Valguarnera interrogatori dei carabinieri


VALGUARNERA. Raffica di interrogatori di testimoni e persone informate sui fatti, per far luce sugli scenari nei quali sono maturati alcuni incendi dolosi, registrati in citt in poche settimane e che hanno suscitato notevole preoccupazione tra i residenti che temono la recrudescenza di fatti legati alla malavita locale. Le indagini dei carabinieri non escludono al momento nessuna ipotesi, da quella personale alla pista dellattentato maturato negli ambienti delledilizia, fino alla possibilit di richieste di pizzo. I fatti risalgono al periodo tra i primi di dicembre 2011 e met dello scorso gennaio, quando si sono registrati tre attentati incendiari due dei quali denunciati e uno sul quale non ci sono conferme. Il primo episodio risale al 4 dicembre scorso, quando ad andare distrutto stato un capannone di propriet di un imprenditore edile, allinterno del quale si trovavano anche autocarri e, sembra altri macchinari per ledilizia. Notevoli i danni subiti dalla struttura edilizia ma anche per quanto riguarda i mezzi utilizzati per lattivit imprenditoriale del proprietario del capannone preso di mira dai malavitosi. Il proprietario del capannone, subito sentito dai carabinieri ha dichiarato di non avere ricevuto minacce n richieste di pizzo, ma su questo episodio non si esclude la pista del racket. Una ventina di giorni dopo, lincendio di una abitazione di campagna e, infine in una zona di periferia, ignoti avrebbero appiccato le fiamme ad unauto. Vittime dei due attentati pi recenti sono due operai edili. Al momento pi difficile sembra la lettura degli attentati ai danni dei due operai che apparentemente non sono tra loro collegati. Le vittime sono incensurate e non risultano vicine ad ambienti equivoci, quindi si potrebbe anche trattare di atti di teppismo o di ritorsioni per questioni personali. Sulla oscura vicenda, i carabinieri indagano a largo spettro proprio perch le due vittime non sono state in grado di offrire agli inquirenti uno spunto per le loro indagini. Intanto, proseguono anche le indagini su un altro danneggiamento risalente alla met di novembre, quando le fiamme hanno raso al suolo un chiosco adibito a bar alle porte di Villarosa. Anche in quel caso il proprietario, un giovane incensurato, ha dichiarato di non avere subito minacce di alcun tipo.
GIU.MA.

PIAZZA ARMERINA: PRESTIFILIPPO RESPINGE LE ACCUSE

Non centro col bilancio dellAto, mi ero dimesso


Maurizio Prestifilippo, ex sindaco di Piazza Armerina ed attuale presidente della Confcommercio, ha voluto fare delle precisazioni sul suo suo ruolo come componente del Consiglio di Amministrazione dellAto, essendo state incluso tra i 22 indagati per i quali la Procura della Repubb lica ha chiesto nei giorni scorsi il rinvio a giudizio per presunte irregolarit nella gestione della societ dambito. Uninchiesta che vede coinvolti numerosi deputati e amministratori locali. "Alla redazione di quel bilancio io non presi parte, quindi sono estraneo al reato che stato contestato ai 22 componenti il consiglio di amministrazione da parte del Pubblico Ministero", ha dichiarato Maurizio Prestifilippo. "Non capisco - dice lex amministratore armerino per quale ragione non si sia voluto prendere atto della svista che stata commessa. Ho chiesto di essere sentito ed ho spiegato e dimostrato con carte alla mano, agli inquirenti, che alla data di predisposizione del bilancio in questione, io mi ero dimesso dallincarico di consigliere dellAto e da Sindaco di Piazza Armerina, da almeno due mesi, pertanto non posso avere commesso il reato che mi
ASSORO

si contesta. Fra laltro, queste circostanze sono perfettamente descritte negli atti prodotti dagli inquirenti, i quali avrebbero dovuto considerare che, se il reato stato commesso nel mese di giugno del 2008, io non ero pi amministratore dal giorno 3 marzo del 2008,quindi tre mesi prima. N la Guardia di Finanza, n il Pubblico Ministero, tuttavia, hanno voluto prendere atto di questa semplice realt, scagionandomi dallaccusa. Attendo dunque ludienza preliminare per potermi difendere in quella sede e far valere le ragioni della mia innocenza".
F.G.

Pietraperzia Rubati soldi e bibite dallIstituto scolastico Vincenzo Guarnaccia


PIETRAPERZIA. g.c.) Furto con scasso allIstituto comprensivo "Vincenzo Guarnaccia" nella notte tra gioved e venerd. E stata presa di mira la sede centrale dove sono allocate la presidenza, la scuola media ed alcuni classi elementari. E stata presa di mira la macchina delle bevande e sono stati rubati i soldi. I ladri sono entrati dalla scala esterna alle classi delle scuole elementari. Hanno rotto i vetri di una finestra e quindi sono entrati nella scuola. I ladri hanno le ore contate; infatti nellaprire la finestra si sono feriti ed hanno lasciato tracce di sangue. Si sono accorti del fatto gli uscieri ieri mattina quando entrati a scuola sono andati a predisporre il tutto per linizio delle lezioni. Avvisato il preside Arcangelo Amoroso, questi preso atto del fatto, ha chiamato i carabinieri; sul posto si recata una pattuglia comandata dal maresciallo Giuseppe Giuliano.

SEDICENNE FOLGORATO, ORA IL RISARCIMENTO


attesa tra pochi giorni la sentenza del giudice civile sulla richiesta di risarcimento dei danni avanzata contro il Comune di Assoro dai familiari del sedicenne folgorato nel campo di calcetto. La causa scaturisce dalla drammatica morte di Angelo Arena, studente di 16 anni morto durante una partita dopo avere sfiorato un palo della rete di recinzione del campo di gioco. Lepisodio che dest profonda impressione, risale al giugno del 2002 e finalmente a 10 anni dai fatti sta per chiudersi il primo processo civile che contro il Comune citato dal legale della famiglia Arena in qualit di responsabile civile. Sul piano penale solo po-

GIULIA MARTORANA

chi mesi fa si concluso con la sentenza della Cassazione il processo a carico dellelettricista che realizz limpianto, rimasto dopo anni di indagini, lunico colpevole dopo che sono stati prosciolti il dirigente dellUtc, il progettista dei lavori di realizzazione e il titolare della ditta che esegu i lavori. Il giudice del tribunale civile di Nicosia aveva ritenuto non pi necessaria ai fini della quantificazione del danno, la perizia che era stata precedentemente disposta per accertare il danno biologico subito dai familiari di Angelo. Adesso scaduti i termini per il deposito delle conclusioni delle parti si atten-

de la decisione. La famiglia Arena costituita con gli avvocati Antonio e Francesco Impellizzeri, mentre il Comune difeso dagli avvocati Ones Benintende e Luigi Tosetto. Gli avvocati Impellizzeri hanno agito contro il Comune in quanto proprietario del campo di calcetto dove il ragazzo rimase folgorato, citando lEnte anche nella veste di responsabile della sicurezza nei luoghi pubblici e quindi citandolo per la responsabilit nel non avere vigilato sulla regolarit e sicurezza dellimpianto elettrico che, secondo quanto emerse dagli accertamenti tecnici svolti allepoca della tragedia, mancava di alcuni dispositivi che sono invece obbligatori.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

ENNA .37

Commissario alla Camera di commercio A Pietraperzia atti vandalici impuniti interrogazione al sindaco Paolo Garofalo nel silenzio di tutte le istituzioni
Alcuni consiglieri comunali del capoluogo hanno presentato uninterrogazione sul problema della Camera di Commercio sottolineando che sono state individuate le Organizzazioni e le Associazioni legittimate a designare i Componenti del Consiglio della Camera di Commercio; che entro i termini previsti le stesse organizzazioni, ad eccezione di Confindustria hanno provveduto ad inviare le comunicazioni dei nominativi dei componenti corredate dai documenti previsti; che in data 5 dicembre scaduto il termine di prorogatio; inoltre risultano pervenute le designazioni dei due terzi dei componenti per poter procedere al rinnovo del consiglio della Camera di Commercio anche in mancanza della totalit dei componenti. La Presidenza della Regione ha invitato lAssessore alle attivit produttive a far pervenire urgentemente tutta la documentazione necessaria; lAssessorato ha risposto che provveder in tempi brevi ma nonostante sussistano tutti i requisiti per rinnovare gli organismi camerali, nonostante i continui solleciti da parte delle Associazioni di Categoria e da parte della Presidenza della Regione e nonostante quanto comunicato alla Presidenza dallassessore Marco Venturi, lo stesso ha provveduto ha nominare un Commissario ad acta per la Camera di Commercio. I consiglieri comunali, tenuto conto dellimportante ruolo svolto dallEnte Camerale a sostegno delle attivit imprenditoriali di questa provincia e la preoccupante e profonda condizione di crisi economica in cui si trova il paese, hanno evidenziato che le dichiarazioni sulla stampa da parte dellassessore Venturi e di altri esponenti che pongono tale atto di commissariamento come condizione iniziale di un lungo processo, e non come la temporanea soluzione ad una inadempienza da parte della Regione, avrebbe dovuto provvedere alla nomina degli organismi rinnovati per con linterpellanza impegnano il sindaco Garofalo e la Giunta a sostenere le Associazioni per far s che si proceda al legittimo rinnovo degli organismi camerali, e promuova tutte le iniziative affinch eventuali abusi, posti a danni del territorio, abbiano fine.
FLAVIO GUZZONE

LAVV. SALVATORE BEVILACQUA

Appello ai cittadini per uscire dallomert

PIETRAPERZIA. Sul danneggiamento del call center, che ha fatto perdere il posto di lavoro a 70 giovani, interviene lavvocato Salvatore Bevilacqua. "Questo un atto che grida vendetta - dice Bevilacqua - Vendetta per quelle persone rimaste prive di un lavoro. Vendetta per una collettivit che ancora una volta sente ricadere su di s un marchio di vigliaccheria e omert". "Da anni ormai a Pietraperzia, periodicamente, oltre i "normali" atti di vandalismo, avvengono fatti dolosi di danneggiamenti incendiari e violenti ai danni delle persone pi svariate: professionisti (tra laltro anche al sottoscritto) imprenditori, artigiani e piccoli commercianti. Queste sono le notizie che sappiamo dalla piazza e qualche volta anche dalle pagine dei giornali locali. Negli ultimi tre mesi un nuovo esercizio commer-

ciale stato interamente distrutto da un incendio doloso. Il punto non che questi misfatti siano rimasti impuniti, quanto la circostanza che non si faccia niente per evitarli. Nessuno ha lanciato il preventivo allarme: ci non stato certamente fatto n dalla classe politica n dagli organi istituzionali: consiglio comunale, amministrazione, sindaco; e dico pure Chiesa. Anchessa totalmente silente. Tutti questi hanno non solo taciuto, ma si sono preoccupati di sminuire quello che accadeva. Bevilacqua lancia un appello a tutti i cittadini: "La situazione tragica, urge che uniti fronteggiamo questa grave sventura che tragicamente si abbattuta nel nostro paese. Usciamo dallomert. Le istituzione si sveglino, non possono dormire sonni tranquilli.
GIUSEPPE CAR

in breve
RIFORMA DELLE PROFESSIONI Stamane riunione allOrdine degli architetti
f.g.) Si terr questa mattina , a partire dalle 8.30, presso la sede dellOrdine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia, il "Forum sulla Riforma delle Professioni Tecniche". Sar unoccasione di confronto tra professionisti e politici riguardo al futuro delle professioni tecniche, nel quadro dellattuale normativa e delle novit legislative che si prospettano. Limpegno del mondo professionale quello di incidere positivamente sulla Riforma delle Professioni Tecniche che riguarda il progresso dellintero Paese.

Tarda a riaprire la Sp 4
Il comitato di cittadini ha incontrato lassessore Alvano per sollecitare interventi risolutivi
PIAZZA ARMERINA. Un nuovo incontro tra i rappresentati del comitato Sp 4 per la riapertura della strada provinciale e lassessore provinciale alle infrastrutture e viabilit Antonio Alvano. Ad incontrare Alvano sono stati Massimo Di Seri, Filippo Rausa e Andrea Arena nella qualit di rappresentanti dei comitati di quartiere e del comitato spontaneo cittadino che dicono: "Abbiamo voluto questo nuovo incontro a seguito degli ultimi fatti accaduti nella bretella sottostante la Sp4, ossia nella strada provinciale 88, dove qualche giorno fa, alle cinque del mattino, un grosso autotreno si involontariamente messo di traverso, occupando tutte e due le corsie, intralciando il traffico e creando non pochi problemi a quanti per diversi motivi sono obbligati a percorrere questo tratto". I rappresentanti, dunque, alla luce di quanto accaduto hanno esposto ad Alvano delle soluzioni per garantire la pubblica incolumit. "Abbiamo chiesto allassessore di valutare la possibilit di inibire il traffico sino al ripristino della Sp 4, ai mezzi pesanti, dirottandoli verso lo svincolo di Enna, in considerazione del fatto che ormai la situazione verte in un grandissimo stato di emergenza e pericolosit. Inoltre -proseguono i rappresentanti - avendo la provincia la certa copertura economica, sulle somme da impiegare per il rifacimento del tratto di strada, abbiamo chiesto di procedere direttamente accedendo allalbo provinciale delle ditte di fiducia dellente, alla gara in maniera tale da potere dare subito corso ai lavori". Lassessore Alvano per quanto concerne la prima richiesta ha detto ai rappresentati che valuter la possibilit di affrontare largomento dando origine ad un tavolo tecnico presenziato dal prefetto e partecipato dai dirigenti dellAnas. Alvano ha poi chiarito che le procedure abbreviate, in materia di appalti pubblici, sono possibili laddove i criteri della legge lo permettono sino ad un importo massimo di un milione di euro mentre lintervento per la strada provinciale 4 prevede una spesa pari a due milioni e ottocento mila euro. Massimo Di Seri infine dice: "Ringraziamo lassessore Alvano che ci ha ac-

SECONDO APPUNTAMENTO
Sicilia in palcoscenico: stasera alle 21 al Teatro Garibaldi Finch suocera non ci separi con lAccademia dei Guitti
w.s.) Secondo appuntamento con la rassegna teatrale "Sicilia in palcoscenico" organizzata ad Enna dagli "Amici del Teatro" e che vede coinvolte alcune tra le migliori compagnie teatrali siciliane appartenenti alla Federazione Italiana Teatro Amatori. Questa sera alle ore 21 al Teatro Garibaldi sar la volta dellAccademia dei Guitti di Caltanissetta che porter ad Enna "Finch suocera non ci separi", uno spettacolo brillante tratto da "Le sorprese del divorzio", tradotto e diretto da Giorgio Villa. Lacquisto dei biglietti per assistere allo spettacolo, sar possibile direttamente al botteghino questa sera. Ha intanto riscosso lapprezzamento del pubblico e della critica lo spettacolo teatrale che ha inaugurato la rassegna interprovinciale "Sicilia in palcoscenico" organizzato con il patrocinio del Comune di Enna e con la direzione artistica dellennese Carlo Greca. Ad aprire la rassegna sono stati gli Amici del Teatro di Nicolosi con lo spettacolo "La Lupa" di Giovanni Verga che ha fatto emergere tutta la bravura dellattrice Agata Tarso nel ruolo della "Lupa" anche se tutti gli attori - e con essi il regista Nuccio Pappalardo - hanno avuto il consenso di un attento pubblico che ha spesso trattenuto gli applausi per non interrompere la scena, liberando per una ovazione alla fine dello spettacolo.

TROINA Domani congresso giovani Pd


s.p.) Il 2 congresso dei giovani democratici del circolo Enrico Berlinguer di Troina si terr oggi, con inizio alle 16.30, nei locali della sezione del Partito democratico Vittorio Fiore di via San Pantheon. Il tema al centro del dibattito congressuale : Limpegno dei giovani per ripartire dal basso.

LINCONTRO PER LA SP 4

COMPAGNIA ARPA Rinviata conferenza stampa


La conferenza stampa della compagnia dellArpa per presentare il laboratorio Palinsesti non si terr pi oggi a Enna, ma mercoled 22 alle ore 16 allassessorato regionale al Turismo, di via Notarbartolo 9, a Palermo.

colto con la massima disponibilit valutando con noi le possibili soluzioni, ma, ad ogni modo, una seria riflessione va fatta. Nellambito della programmazione che la provincia regionale di Enna ha predisposto, il consiglio provinciale ha posizionato solo al 20esimo posto lintervento relativo alla Sp 4. Mi chiedo: un progetto cos importante per il ripristino di una strada strategica, meritava un si tale trattamento da parte del consiglio provinciale?".
MARTA FURNARI

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

38.

ENNA

Processateli per mafia


Catenanuova. Chiesto al Gip il rinvio a giudizio di 9 imputati coinvolti nelloperazione Fiumevecchio
CATENANUOVA. Il Pm nisseno Roberto Condorelli ha chiesto il rinvio a giudizio per 9 indagati delloperazione "Fiumevecchio": Agata Cicero, per il marito Salvatore Leonardi, Giuseppe Pecorino di Agira, Prospero Riccombeni, Filippo Passalacqua, Maurizio Prestifilippo Cirimbolo, Antonino Mavica, Salvatore Marletta e Massimo Grasso, tutti di Catenanuova. Linchiesta avrebbe fatto luce sulla guerra scoppiata a Catenanuova per il controllo delle attivit illecite, prima fra due gruppi, quello legato alla costa del boss di Enna Tano Leonardo e quello emergente legato al clan Cappello di Catania e, successivamente in seguito a contrasti interni, nello stesso clan legato ai Cappello. A tutti gli indagati contesta laccusa di associazione per delinquere di stampo mafioso. Loperazione "Fiumevecchio" dei carabinieri del Comando provinciale di Enna e della Dda nissena, partita da due fatti di sangue che sono il tentato omicidio di Riccombeni avvenuto il 20 febbraio 2007 e luccisione a colpi di Kalashnikov di Salvatore Prestifilippo Cirimbolo, anni 47, fratello di Maurizio. Il15 luglio 2008 un commando di sicari entr in azione uccidendo quello che sarebbe stato il reggente della famiglia di Catenanuova e ferendo altre 5 persone tra le quali Maurizio Prestifilippo. Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori ad "aprire le porte" al clan Cappello sarebbe stato Riccombeni dopo gli arresti tra le fila del clan Leonardo. Riccombeni aveva necessit di un supporto logistico per gestire le estorsioni, ma ad un certo punto i Cappello lo sostituirono con Salvatore Prestifilippo che per sarebbe caduto in disgrazia. Loperazione Fiumevecchio, tuttavia, non ha riguardato mandanti e sicari ma avrebbe individuato chi, con vari ruoli, avrebbe fatto parte della cosca di Catenanuova. Secondo gli inquirenti le intercettazione effettuate durante i colloqui in carcere della Cicero con il marito e quelle telefoniche confermerebbero che la donna non avrebbe avuto il ruolo di semplice "postina" con altri affiliati, ma avrebbe preso contatti con gli esponenti della famiglia locale e con rappresentanti della criminalit organizzata di altre regioni. I primi contrasti sarebbero a seguito delle operazioni che dal 2001 sgominarono la cosca di "Tanu u liuni" i cui referenti a

Valguarnera le regole al cimitero


VALGUARNERA. La Quarta commissione consiliare, presieduta da Carmen Cutrona, svolgendo un lavoro sinergico con tutti i suoi componenti, ha redatto il nuovo regolamento di polizia mortuaria che, dopo anni di attesa, servir a mettere ordine allinterno del cimitero comunale. Un importante lavoro propedeutico, quello svolto dalla Quarta commissione, che a breve dovr essere approvato dal consiglio comunale. A spiegare le novit introdotte, il capogruppo del Pd, Alfonso Trovato, che nellevidenziare la qualit del contributo fornito dallamministrazione comunale e da tutti i gruppi consiliare:Da circa un anno lavoriamo alla miglioramento di questo regolamento che adesso dovrebbe essere di pi facile applicazione e pi consono alla nostra comunit. Trovato elenca le novit:Una quella del comma 4 dellarticolo 56, il quale stabilisce che per le sepolture private dovuta una "tassa di pedaggio". La tassa sar stabilita annualmente dalla giunta o dal consiglio comunale. Poi su emendamento del gruppo del Partito democratico, approvato dai colleghi degli altri gruppi, con larticolo 88 stato previsto che il diritto di sepolcro non pu in alcun modo essere ceduto. In pratica allatto della concessione, i concessionari dovranno indicare i nominativi delle salme aventi diritto, o delle ceneri, dei resti da tumulare nella cappella o tomba individuale. Nel caso che il concessionario non specifichi detti nominativi o in caso di estumulazione, i posti saranno assegnati in base ad una serie di eredi gi previsti dal regolamento. Larticolo 88 prevede anche che nella tomba di famiglia, in via eccezionale, per un periodo inferiore a 5 anni, potr essere sepolta una persona estranea. Altre modifiche introdotte dalla maggioranza riguardano larticolo 89. Importante anche la novit della manutenzione di tombe e cappelle che hanno valore artistico che prevede il nullaosta da parte della soprintendenza ai Beni culturali. Infine, la tanto dibattuta questione della norma transitoria dellarticolo 131 che concede un anno di tempo per edificare le tombe di famiglia, a quanti hanno ricevuto la relativa concessione cimiteriale.
ARCANGELO SANTAMARIA

Protesta a Catenanuova per alloggi Iacp fatiscenti


CATENANUOVA. Un decina di famiglie abitanti negli alloggi popolari di propriet dellIacp di Enna, siti in contrada Zotta Papera di Catenanuova, lamentano notevole disagi per le infiltrazioni dacqua piovana e altro. In una palazzina di dieci appartamenti vi abitano una cinquantina di persone fra cui anziani e bambini. In quella palazzina vi abitano le famiglie Bevacqua, Longo, Scalia, Spicuzza, Mirabile, Truglio, Scaffidi, Spitaleri, Marcellino, Donz e del disagio in cui vivono si fatto ieri mattina portavoce il signor Prospero Bevacqua "Sollecitiamo con urgenza - evidenzia Bevacqua - lIacp di Enna a svolgere la necessaria manutenzione periodica per la salvaguardia degli immobili e per eliminare il notevole disagio in cui viviamo da diversi anni. Attendiamo da anni con pazienza la sistemazione degli alloggi. Si verificano infiltrazioni dacqua piovana che continua a danneggiare danno in anno i soffitti e le pareti. Gli infissi sono malandati e stiamo morendo dal freddo per i numerosi spifferi. Le pareti sono screpolate. La nostra salute minata dallumidit. Abbiamo dovuto sistemare a nostre spese il portone dingresso della palazzina. Se lIacp non interviene con urgenza per sistemare gli alloggi ci rivolgeremo allufficiale sanitario e al prefetto perch non possiamo pi continuare a vivere in queste condizioni. Anzi da queste colonne invochiamo un intervento del prefetto che essendo una donna comprende meglio le necessit familiari". Gli alloggi popolari vennero assegnati a queste famiglie nel 2004.
NICOL SACCULLO

GLI INCRIMINATI NEL BLITZ ANTIMAFIA DEL 2011

Catenanuova sarebbero stati Leonardi e Marletta. I due furono arrestati nel 1998 ed a prendere il loro posto sarebbero stati Antonino Mavica e Prospero Riccombeni. Pecorino farebbe parte di Cosa Nostra da prima del 1996 e sarebbe rimasto organico fino al 2011, anche se non avrebbe mai esercitato alcun ruolo diretto. Grasso e Prestifilippo Cirimbolo avrebbero fatto parte del clan Cappello.
GIULIA MARTORANA

SI INSEDIATA LA SUB COMMISSIONE

ENNA. SERVIZIO PSICHIATRICO DIAGNOSI E CURA

Innovazione tecnologica Trasferimento sempre rinviato per nuovi servizi alle famiglie si lavora in stato di precariet
Si gi insediata la sub commissione per linnovazione tecnologica nel settore informazione guidata dal deputato regionale Paolo Colianni e che avr il compito di verificare la possibilit di sinergie operative per una innovativa sperimentazione. Colianni ha anticipato che si tratta di "definite un accordo operativo (anche alla luce della ormai prossima assegnazione delle frequenze tv) per avviare uno studio e realizzare una ipotesi di lavoro basata su una piattaforma tecnologica che permetter di dare un nuovo servizio alle famiglie siciliane attraverso apparati satellitari". Il deputato ha presentato un ddl che prevede la realizzazione di una piattaforma satellitare o digitale terrestre sotto legida della presidenza della Regione, che fornir servizi erogati da centrali operative, di servizio pubblico e privato, che potranno usare questa autostrada telematica per gestire servizi essenziali e fornire contenuti innovativi, quali servizi domiciliari di assistenza, alfabetizzazione, assistenza ai malati oncologici. Questo strumento potr integrarsi con lormai diffuso web, ma sar pi vasto perch non presuppone alcuna conoscenza informatica. "Adesso - conclude Coilianni - sar necessario progettare e realizzare un software applicativo originario capace di gestire i servizi interattivi. La rete rappresenter unautostrada telematica alla quale far afferire i servizi pi importanti della pubblica amministrazione e in ogni caso rappresenter uno strumento al servizio del cittadino".
WILLIAM SAVOCA

Il sindacato Sapmi-Confsal si schiera al fianco degli operatori del servizio Psichiatrico diagnosi e cura di Enna che denunciano lo stato di precariet in cui sono costretti a lavorare. "La dirigenza aziendale -dice il segretario provinciale della Confsal, Calogero Firenze- continua a rimandare di giorno in giorno e da una settimana allaltra il trasferimento delle attivit dellUnit operativa nei locali del nuovo presidio ospedaliero di Enna Bassa. Ogni giorno si aspetta di conoscere come e quando avverranno le operazioni del trasferimento e questo costringe i responsabili del reparto ad operare basandosi soltanto sulle minime necessit del giorno per giorno, senza potersi adoperare per un minimo di programmazione, almeno a medio termine". "Pur comprendendo -aggiunge Firenze- che un

trasferimento di attivit sanitarie comporta le sue difficolt, non giustificabile un comportamento che non abbia previsto un quadro completo contingentato di spostamenti in successione senza interruzioni significative e per tempi imprecisati; invece quello che si sta verificando dimostra come non c un organico e funzionale programma di intervento: si opera soltanto in modo improvvisato, lasciando tutto alla buona volont di chi, oggi o domani, decide di intervenire. Gli operatori sono stanchi di questo stato di cose e sollecitano la direzione aziendale a completare, finalmente, quel trasferimento che, stato strombazzato su tutta la stampa locale e che si sarebbe dovuto completare entro la fine di dicembre dello scorso anno".
GIACOMO LISACCHI

PIAZZA ARMERINA. OPERAZIONI DEI CARABINIERI

ENNA. Progetto per orientare i ragazzi verso abitudini corrette come la raccolta differenziata

Quattro arresti per furto e violenza e denunciato un dirigente sanitario


PIAZZA ARMERINA. Ben quattro arresti e un sequestro penale sono stati effettuati, in pochi giorni, nellambito delle attivit del territorio, dalla Compagnia carabinieri di Piazza Armerina, comandata dal capitano Rosario Scotto di Carlo. Nella mattinata dello scorso gioved i carabinieri hanno arrestato per furto aggravato in concorso un uomo e due donne rumeni dopo la segnalazione di un impiegato del supermercato Sidis di contrada Solazzo,. Limpiegato ha aveva notato due donne e un uomo stranieri, che avevano destato dei sospetti e per questo motivo li aveva pedinati scoprendo che nel corso del loro giro tra gli scaffali dei reparti prendevano della merce e la nascondevano allinterno di una borsa. Dopo poco tempo luomo e le due donne si sono presentati a una delle casse del supermarket esibendo solo un pacco di tovaglioli e dopo aver pagato hanno tentato di uscire. A quel punMARIA LACATUS to limpiegato ha bloccato il gruppo constatando la merce rubata allinterno di una borsa, per questo ha immediatamente chiamato i carabinieri. Nella borsa, diverse bottiglie di amari, liquori, superalcolici e prodotti per ligiene e la pulizia personale per un ammontare superiore ai 200 euro. I carabinieri dopo aver restituito la merce hanno arrestato il 21enne Anton Clopotar, la 24enne Iova Lacatus e Maria Lacatus di 35 anni, tutti e tre di nazionalit rumena ma domiciliati a Catania. "Lo ANTON CLOPOTAR scorso 11 febbraio -spiega il capitano Scotto di Carlo- i tre soggetti arrestati erano gi stati deferiti in stato di libert dai carabinieri in provincia di Messina per ricettazione perch in auto sono state rinvenute numerose bottiglie di liquori delle quali non davano alcuna spiegazione. A distanza di pochi giorni un altro reato di natura patrimoniale. Lattivit rientra nel fenomeno di contrasto allantitaccheggio posta in essere dallArma locale in vari esercizi commerciali della giurisdizione". Negli scorsi giorni poi, sempre a Piazza Armerina, i carabinieIOVA LACATUS ri della locale stazione con lausilio dei carabinieri del Nucleo antisofisticazione e sanit di Catania, a seguito di un controllo nel poliambulatorio dellAzienda sanitaria provinciale 4 di Enna, hanno denunciato in stato di libert il dirigente sanitario della struttura, D. F., per mancato rispetto delle norme in materia di tutela della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Inoltre, lintero edificio, sede del poliambulatorio, stato posto sotto sequestro penale. Infine, a Barrafranca, i militari della locale stazione carabinieri hanno arrestato un disoccupato 42enne, Filippo Aleo, in flagranza di reato per violenza, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento di autovettura militare, minaccia grave e maltrattamenti in famiglia nonch porto di armi od oggetti atti ad offendere. E stata la madre di Aleo, la signora F.M, a chiedere laiuto dei carabinieri per fermare il figlio che in preda a un violento raptus stava distruggendo labitazione familiare, minacciando di morte la donna. I militari sono riusciti a disarmare Aleo che, con un cutter, minacciava di colpirli e dopo averlo arrestato, lo hanno rinchiuso nel carcere di Enna.
FILIPPO ALEO

A scuola il rispetto dellambiente


"Rispettare lambiente" una lezione che si impara soprattutto fra i banchi di scuola. E questa la filosofia del progetto di Educazione ambientale "Uso e riuso: per un ambiente pulito", ideato e condotto dalla societ EnnaEuno nelle scuole della provincia. "Lobiettivo generale del progetto - dichiara il presidente della commissione di liquidazione , Luigi Bellettati - orientare i ragazzi e gli adulti verso abitudini e comportamenti corretti, finalizzati alla salvaguardia ambientale e quindi alla salute pubblica, attraverso la promozione della raccolta differenziata dei rifiuti in ambito domestico e del loro recupero,riutilizzo e riciclo". Il progetto, che si concluder a fine maggio,viene proposto dalla societ EnnaEuno alle scuole del capoluogo e dellintero territorio provinciale e comprende tutta una serie di iniziative che possono, anche indipendentemente luna dallaltra, divenire unimportante occasione di sensibilizzazione e formazione. Sono diverse le scuole che hanno gi aderito sia ad Enna sia a Leonforte e Regalbuto. Alle scuole che lo richiedono vengono affidati, in comodato duso gratuito, una compostiera, un contenitore in pvc per la raccolta della carta e un contenitore per la raccolta della plastica. tali contenitori verranno collocati nel giardino della scuola. "In questo modo - dichiara la biologa Rosa Termine - oltre alla teoria si fa anche la pratica. Di recente stata la scuola media Garibaldi di Enna ad attivare sia la raccolta differenziata di plastica e la carta che il compostaggio. La carta e la plastica prodotti in classe vengono depositati in bidoni posizionati nel cortile della scuola .che gli operatori di EnnaEuno provvederanno settimanalmente a svuotare, mentre la compostiera stata posizionata nel giardino della scuola per sperimentare il compostaggio e poter ricavare dai rifiuti organici della mensa scolastica una risorsa utile per la terra del giardino stesso come il compost, contribuendo cos a diminuire la massa di rifiuti che andr in discarica".
FLAVIO GUZZONE

GLI ALUNNI DELLA SCUOLA GARIBALDI

PER IL PROGETTO LEGALIT E SPORT

LA A2 FEMMINILE DI PALLAMANO

Il prof. Ignazio Russo ospite Handball4Enna e Regalbuto del Panathlon di Enna attese da due sfide difficili
f.g.) Il professor Ignazio Russo, uno dei personaggi pi rappresentativi dellatletica nazionale, essendo stato tecnico ed anche consigliere nazionale della Fidal, stato ospite del Panathlon di Enna per presentare il suo progetto "Legalit e sport", che si sta attuando tra le scuole di Catania. A presentare il professor Russo, accompagnato dalla moglie Pina, anche lei validissimo tecnico di atletica leggera, stato il presidente del Panathlon, Salvatore Nicoletti, ed il presidente del Coni provinciale, Roberto Pregadio. Il professor Russo ha parlato del suo progetto che ha coinvolto 14 scuole di quartieri ad alto rischio come Librino, Nesima, San Cristofero, e della grande collaborazione che sta offerta da parw.s.) Ultima giornata della regular season nel campionato di pallamano femminile di A2 dove sono impegnate le due ennesi Handball4Enna e Citt di Regalbuto. Per entrambe la fase della verit arriver con la disputa dei play out a cui sono gi condannate essendo, rispettivamente, terzultima e penultima. Oggi lHandball4Enna dovr vedersela con lHybla Mayor seconda forza del girone, ma in coabitazione allo Scin atteso dallAcireale ultimo. Per le ennesi c voglia di riscattare la sconfitta patita nellultimo turno contro il Licata, un 3422 pesante per le ennesi che hanno condotto la loro stagione tra alti e bassi che ne hanno causato lattuale posizione in classifica. Adesso che si sta per entrare nella fase pi critica ed importante ci si attende molto di pi dal sette rosa guidato da Luca Giummul. Di risposte positive se ne attendono anche dal Citt di Regalbuto che non ha mai giocato con costanza subendone le pericolose conseguenze. pur vero che la squadra paga dieci punti di penalit, ma altrettanto vero che anche con quelli non si sarebbe svincolata dai play out. Le ragazze di Regalbuto avranno limpegno pi ostico perch ospiteranno la Puntese, capolista con tre punti di vantaggio sulle inseguitrici. Anche il Citt di Regalbuto ha il pensiero rivolto agli spareggi salvezza, ma non pu sottovalutare questo impegno perch potrebbe portare quelle forze e quellenergia utile a trovare la salvezza nel campionato di A2.

LO SCAMBIO DEI DONI

MARTA FURNARI

te delle forze dellordine, nessuna esclusa, che hanno cercato di far capire ai ragazzi, che vivono in un ambiente difficile, cosa significa la legalit, il rispetto per gli altri e quale importanza pu avere praticare lattivit sportiva per crescere meglio ed allontanarsi da ambiente pericolosi.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

ENNA .39

Elisir di giovinezza, 12 corsi Risarciremo la vittima


Calascibetta. Al via il secondo anno accademico delluniversit popolare Assoro. Due rapinatori che avevano malmenato un pensionato
CALASCIBETTA. Mira allobiettivo formativo dellapprendimento permanente il secondo anno accademico delluniversit popolare "Elisir di Giovinezza" 2011-2012. Dodici i corsi attivati nella cittadina xibetana dallassociazione di volontariato "Sans Souci Onlus", presieduta da Paola Citt, e finanziati nellambito dellesercizio 2011 del bilancio partecipato. Attraverso le attivit didattiche, appena ripartite, si punta a creare nuove occasioni di comunicazione e di incontro ed, al contempo, ricucire le differenze di conoscenze, di saperi e di esperienze, formando gli iscritti a interagire sul tessuto sociale in modo riflessivo, innovativo e consapevole. Oltre al comune di Calascibetta, sono coinvolte nel progetto, da quattro anni, anche le citt di Caltanissetta, Santa Caterina Villarmosa e Resuttano, che lo scorso anno hanno riscontrato unampia partecipazione di iscritti, una piccola percentuale dei quali rappresentata da immigrati. La scelta dei contenuti stata effettuata attraverso una programmazione coerente con la domanda formativa raccolta in ogni singola realt territoriale; ogni corso verr articolato in dieci incontri, della durata di due ore ciascuno. Nello specifico, per larea linguistica, si terranno i corsi di: italiano per stranieri, primo e secondo livello; lingua inglese di secondo livello (al via il prossimo marted 21) e quello di sensibilizzazione Lis (Lingua italiana dei segni), secondo livello, attualmente in corso di svolgimento. In ambito artistico, sono tre i corsi di ginnastica dolce tuttora in itinere; ne partir uno di decoupage di secondo livello, mentre si sono concluse, nella frazione di Cacchiamo, le attivit del primo livello. Per quanto concerne il tempo libero, le iniziative riguardano invece un laboratorio di cucina, lezioni di fotografia e visite culturali guidate.
ALESSANDRA LEONORA

ALCUNE OPERATRICI

ASSORO. Propongono il risarcimento del danno alla vittima i due giovani di Villarosa accusati di rapina e lesioni ai danni di un anziano. il processo con rito abbreviato a loro carico si celebra dinanzi al gup di Nicosia, ma in apertura la difesa dei fratelli Salvatore e Alberto Patern, rispettivamente 38 e 25 anni di Villarosa, ha chiesto al giudice di rinviare ludienza in modo da dare la possibilit alle parti di concordare un eventuale risarcimento. Lavvocato Luigi Tosetto, che rappresenta lanziano vittima della rapina si costituito dinanzi al giudice che quindi ha rinviato al 5 aprile prossimo, accogliendo la richiesta della difesa. Imputata al processo, con laccusa di concorso anche Daniela C., 25 anni di Piazza Armerina. Gli avvocati Mauro Lombardo, Antonio Oliveri e Gabriele Cantaro, avevano formalizzato per i Patern la richiesta di rito alternativo lo scorso dicembre. Il rito abbreviato consente, in caso di condanna, di usufruire di uno sconto sulla pena inflitta. I Patern avrebbero gi versato alla vittima

2.500 euro a titolo di parziale risarcimento, e adesso proporranno tramite la difesa lulteriore somma che sono pronti a versare. In giudizio lavvenuto risarcimento un elemento del quale si tiene conto in caso di condanna. Lanziano ultraottantenne venne malmenato e derubato in casa sua. La venticinquenne di Piazza Armerina, secondo la ricostruzione dei carabinieri, avrebbe carpito la fiducia dellanziano recandosi in casa sua per prestazioni sessuali a pagamento. La giovane donna che si sarebbe recata pi volte in casa della vittima, circa un anno fa approfittando della distrazione del suo "cliente" avrebbe aperto la porta a due complici. I due uomini avevano malmenato il pensionato, provocandogli anche la frattura del setto nasale, quindi si erano appropriati di 5mila euro ed erano fuggiti, lasciando la vittima legata e imbavagliata. Lo scorso giugno venne individuata Daniela C., mentre 3 mesi dopo sono stati arrestati i fratelli Patern.
GIU.MA.

in breve
IMMIGRATI CLANDESTINI Operazione dei Cc, un denunciato
I Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Ragusa hanno denunciato venti imprenditori agricoli - tra cui uno della provincia di Enna - per falso e favoreggiamento allimmigrazione clandestina. I denunciati sono di Siracusa, Ragusa, Avola, Rosolini, Vittoria. Lennese denunciato I.S., 25 anni di Enna. Gli imprenditori, mediante false attestazioni di terreni condotti nella provincia di Ragusa, avevano richiesto 562 autorizzazioni al lavoro stagionale per altrettanti cittadini extracomunitari del Bangladesh. Le indagini dei militari hanno permesso di accertare linconsistenza aziendale in questa provincia e tutte le istanze sono state revocate.

TROINA. Operazione della Guardia di finanza

NICOSIA. CHIUSURA MARTED 21

Video poker illegali cinque denunciati


TROINA. Operazione della Tenenza delle Fiamme gialle di Nicosia per contrastare listallazione di apparecchi da gioco non conformi alle normative vigenti. Sono stati i militari del Nucleo mobile a effettuare una serie di controlli nelle sale giochi e nei circoli ricreativi, che hanno portato al sequestro di 5 apparecchi contraffati e a sanzioni per 40mila euro. Si tratta di apparecchi da intrattenimento illegali, privi degli elementi identificativi imposti da un decreto dei Monopoli di Stato. Macchinette non approvate dallorgano di vigilanza, che possono essere "specchietti per le allodole". Il giocatore, infatti, attirato dalla possibilit, remota, di vincite in denaro, indotto spendere somme di denaro che in alcuni casi sono anche cospicue. Le macchinette sequestrate in una sala giochi ed in quattro bar, sono state qualificate come strumenti di gico

Consegna della trombetta e il Carnevale entra nel vivo


NICOSIA. Si ufficialmente aperto ieri pomeriggio il "Carnevale nicosiano" con la consegna della "trombetta del carnevale" ai gruppi che animeranno i giorni di Re Burlone. Sempre ieri sera, nellandrone del Palazzo comunale la prima serata danzante con lelezione della reginetta del carnevale. Per domenica primo giorno di carnevale, in calendario la tradizionale sfilata di maschere singole e gruppo che partir alle 16 da piazza San Francesco e si concluder dopo il giro della citt in piazza Garibaldi. Luned alle ore 17 in piazza il "Carnevale dei bambini e dei ragazzi", con musica ed animazione e la gara di ballo a partire dalle 19. Marted serata di chiusura con la sfilata a partire dal pomeriggio, quindi la festa in piazza con lesibizione di maschere e gruppi e lassegnazione dei premi. Anche per il 2012 il Comune ha deciso di riproporre il concorso a premi per le maschere pi belle che da 30 anni a questa parte, provoca immancabili polemiche e contestazione sulle scelte della giuria che ormai fanno parte del Carnevale nicosiano, esattamente come la musica e le maschere per le strade Sono stati mantenuti i premi in denaro che, pur essendo commisurati alla contingenza di crisi economica rimangono appetibili. Per i gruppi mascherati il primo premio di 1500 euro, il secondo di mille e il terzo di 800. Il requisito per partecipare al concorso di gruppi con un minimo di 5 componenti, con il comprensibile obiettivo di portare in strada il maggior numero di maschere. Per i singoli, invece i premi sono di 400 euro per la maschera prima classificata, di 200 per la seconda e di100 per la terza.
GIU. MAR.

Gli apparecchi erano in una sala giochi e in quattro bar. Elevate contravvenzioni per 40mila euro
dazzardo. Apparentemente innocui e comunissimi distributori di gomme da masticare che per sono dotati di un sistema di accumulo crediti in violazione della legge che regolamenta le scommesse e le giocate. Gli apparecchi permettono infatti al giocatore di conseguire vincite in denaro o in natura, in maniera del tutto aleatoria, senza che le abilit del giocatore possano influire sullesito della giocata, poich il congegno viene attivato con la mera introduzione della moneta metallica. Alle violazioni amministrative contestate seguir lirrogazione di sanzioni di 4mila euro per ciascuna delle apparecchiature sequestrate. Le sanzioni sono contestate ai gestori P. C. di 43 anni, I. S. 42 anni, P. F. 20 anni, F. S. 30 anni e B.S. di 32 anni. La sanzione pi pesante contesta al noleggiare delle macchinette I. S. di 42 anni che dovr pagare 4mila euro per ciascuna macchinetta istallata e, quindi, 20 mila euro complessivi. Loperazione di controllo, che rientra nel dispositivo del Comando provinciale della Guardia di finanza, stata coordinata dal tenente Francesca Del Ponte, comandante della Tenenza di Nicosia.
GIULIA MARTORANA

PEC AZIENDE Attivazione entro giugno


w.s.) Le aziende avranno tempo fino al prossimo 30 giugno per attivare presso le sedi della Confartigianato di Enna, la Pec (indirizzo di posta elettronica certificato). La posta elettronica certificata uno strumento di comunicazione elettronica che consente di attribuire ad un messaggio di posta elettronica lo stesso valore legale di una raccomandata con avviso di ricevimento tradizionale, semplificando, velocizzando e riducendo i costi della comunicazione tra imprese e pubblica amministrazione. Essere dotati di una casella di posta elettronica certificata, seppur non sempre obbligatorio, ormai diventato necessario al fine di tener il passo con il processi di digitalizzazione della pubblica amministrazione che rischiano di creare difficolt a chi non ha ancora provveduto a dotarsi dei nuovi strumenti di comunicazione sempre pi richiesti alle imprese. La Confartigianato di Enna con lo scopo di semplificare la vita alle aziende del territorio consentir a chi volesse di procedere immediatamente allattivazione della Pec a costi estremamente ridotti.

Il tenente Francesca Del Ponte comandante della Tenenza della Guardia di Finanza di Nicosia

OGGI BISOGNA BATTERE IL BARCELLONA

LA ROGA AGIRA VOLLEY CERCA LA SEMIFINALE IN COPPA

Nicosia Volley al bivio A caccia di un record


Senza possibilit di appello. Il Nicosia Volley a caccia dei tre punti per continuare a rincorrere la salvezza, nel campionato di serie D maschile di volley. La squadra del presidente Campione, dopo aver ritrovato il successo nel turno precedente con il Castiglione di Sicilia, si trova ad un bivio fondamentale del torneo, affrontando oggi alle 18,30 il match interno contro il Barcellona con lobiettivo obbligato della vittoria piena. Staccati di cinque lunghezze in classifica, i ragazzi di DAmico dovranno provare limpresa sul parquet amico per continuare ad alimentare la flebile fiammella della speranza. Il tecnico DAmico, con ogni probabilit, confermer la formazione che ha ribaltato la gara esterna di domenica scorsa, risalendo dallo 02 fino al tie break vincente: Con Battaglia in regia ed il giovane Sabella opposto e lo spostamento di La Greca alla banda in tandem con DAmico, Loleggio e Turco centrali. E lopportunit di poter utilizzare, dopo lo stop forzato, anche Vincent Duca, ritornato ad allenarsi con il gruppo in settimana. Viaggia in trasferta (domani, alle 17.30), invece la Naf Nicosia che inizia il girone discendente del torneo rendendo visita alla Nike San Cataldo, formazione che la affianca in classifica con 16 punti. Ma impegno arduo per le naffine di Angilello, sia per il valore di una avversario che in casa ha interamente costruito il suo bottino, sia per il momento particolare che stanno vivendo Romano e compagne, parecchio appannate nelle ultime uscite, soprattutto in trasferta. Allandata fin con la vittoria in quattro set della Naf, che ha lobbligo di ritrovare anche al PalaMaira una prestazione positiva in vista degli impegni fondamentali che lattendono nel torneo di serie D femminile.
NUNZIO CURRENTI

IL TEMPO DI IERI Ieri la temperatura minima stata di -3 gradi, la massima di 4 gradi.

A caccia di un altro record, speciale. In attesa del primo turno dei play off, torna in campo stasera, alle 18, la Roga Agira di Guglielmo Santiglia per affrontare a domicilio lAquila Bronte. La gara - senza possibilit di replica - vale laccesso alla semifinale della Coppa Sicilia, la manifestazione promossa dalla Fipav Sicilia per le squadre del campionato di Serie C. "Sicuramente - rileva il centrale Peppe Millauro - non sar una passeggiata, ricordiamo che anche se una gara di Coppa Sicilia, non significa che entrambe le squadre non giocheremo per vincere, anzi sarebbe bello accedere alle semifinali. Affrontiamo un Bronte motivatissimo, che ha dominato il girone C. Noi siamo pronti per dire la nostra e scrivere la storia della nostra squadra". Nel frattempo la federvolley regionale ha dira-

mato il calendario della prima fase della poule promozione per i tornei di serie C e D sia maschile sia femminili.. Nella prima sfida, che si giocher al PalaUrselluzzo sabato prossimo alle 17, gli agirini riceveranno la Coordiner Catania di Piero DAngelo, una delle bandiere del volley siciliano (ancora in campo a 48 anni, nel tempo libero gioca nel Catona in Serie C). Nellaltra gara si affronteranno la Volley Valley, vecchia conoscenza e gi battuta nel turno precedente di Coppa, e lUs Volley Modica, la bestia nera degli agirini. "Sono contento che ci sia il Modica - conclude - eppoi affronteremo la Coordiner e un giocatore straordinario che Danilo Lorenzini, che ho avuto modo di conoscere ed una persona splendida".
N.C.

ENNA CALCIO: ALCUNI JUNIORES NON VOGLIONO GIOCARE

PROMOZIONE: OGGI LANTICIPO CONTRO LORSA

Arriva lattaccante Brugliera


Il ritorno al Gaeta dar la spinta giusta allEnna? Quella che una volta era una certezza, oggi presenta tante incognite perch le difficolt a cui deve far fronte la squadra gialloverde, non permettono di fare pronostici per di pi quando di fronte hai una squadra che si chiama Citt di Messina ed ha tra i suoi obiettivi quello di vincere il campionato. Fino a qualche stagione fa il fattore campo era decisivo per lEnna, ma anche per le sorti del campionato perch al "Gaeta" non si passava. Non c bisogno di scomodare i cultori del passato per ricordare un Enna-Milazzo 1-0 - stagione 2008/2009 - con gol di Moreno La Delia. La capolista cadde proprio ad Enna anche se non pregiudic la vittoria del campionato. Tempi che furono, lontani secoli perch oggi la realt ben diversa e quasi certamente il Citt di Messina non troper di pi per prendere una montagna di gol. Intanto la squadra dopo aver saltato lallenamento di gioved, ieri tornata ad allenarsi al "Gaeta" per preparare la gara di domani. La societ ha aggregato alla rosa gialloverde lattaccante Davide Brugliera, 23 anni ex Raddusa e potrebbe arrivare qualche altro. C per da segnalare qualche crepa allinterno della squadra perch da ambienti vicini alla societ stata confermata la posizione di criticit da parte di alcuni giovani ennesi che avrebbero manifestato la volont di giocare solo con la Juniores. I bene informati riportano i nomi di Colombo, Riccobene e Starrantino; sarebbero loro i giovani non pi disposti a subire delle mortificazioni in campo oltre al disagio creato dalla societ.
WILLIAM SAVOCA

Leonfortese, tre punti da non mancare


LEONFORTE. Oggi la Leonfortese, in questa corsa a tappe per il successo finale, ospita il fanalino Orsa di Ragusa (arbitro Antonio Vivoli di Palermo). E domani sono in programma partite che possono incidere sulla classifica. Ormai, infatti, il campionato di Promozione si avvia a recitare la fase conclusiva e quindi decisiva della stagione e, nel girone D, la Leonfortese (40 punti) risulta fortemente impegnata a restare sulla scia della capolista Gymnica Scordia (42 punti e gioca a Troina), per non dire della lotta con lAtletico Gela (41) e del Citt Rosolini (40) che si troveranno di fronte, per un intrigo di interessi e di risvolti calcistici che caratterizzeranno la conquista dellEccellenza e di un posto play off. La 22^ giornata, quindi, pu risultare uno di quei passaggi che possono aggiungere quel qualcosa che pu dare di Ragusa. Legata a questa gara della Leonfortese, c Troina-Gymnica Scordia (arbitro Ignazio Pennino Palermo). I troinesi di Peppe Pagana, che hanno due gare da recuperare (con San Sebastiano e Agira Nissoria) e che hanno fame di punti, per andare alle spalle delle migliori, se vincono, indirettamente, fanno un favore alla Leonfortese e bisogna dire che i troinesi hanno i mezzi per riuscire nellimpresa. Sempre in tema di Eccellenza, e play off, ma anche di play out, si gioca il derby Nicosia-Agira Nissoria, diretto da Milos Tomasello Andulajevic di Messina). Infine, anche la San Sebastiano Calascibetta di Salvatore Rizzo gioca una delicata gara in casa della Virtus Ispica (diriger Claudio Iapichino di Siracusa).
CARMELO PONTORNO

SPALTI CHIUSI AL GAETA

PEPPE PAGANA DA CALCIATORE

ver gli stessi problemi di quel Milazzo, ma soprattutto lEnna a non essere pi la stessa. Alcuni dicono che gi un miracolo che la squadra sia ancora in vita perch di problemi ce ne sono stati e ce ne sono - tanti. Peccato che una societ gloriosa come lEnna non possa accontentarsi solo di scendere in campo

una schiarita sul ruolo delle concorrenti. La Leonfortese, che dovr fare a meno del centrale difensivo Giuseppe Percipalle, squalificato, registra il rientro del bomber Salvatore Battiato e lallenatore Alessandro Arpidone non avr problemi a mettere in campo una squadra che possa battere, senza patemi, lOrsa

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: via O. da Pordenone 50, 95126 Catania, tel. 095330544 messina@lasicilia.it

e provincia
GIARDINI. Una petizione

sabato 18 febbraio 2012

LETOJANNI. Nuovo progetto

CASTELMOLA. Il cimitero

per completare il lungomare


37
LAmministrazione comunale ha avviato liter per la seconda tranche dei lavori di ristrutturazione totale

per modificare la Tarsu


37
La richiesta gi stata presentata al sindaco Nello Lo Turco dal Comitato di cittadini del rione San Giovanni

verr presto ampliato


36
Quattro nuove cappelle e 95 celle saranno gestite dalla ditta che le realizzer senza alcuna spesa per il Comune

TAORMINA. Sar allestito il cantiere a Trappitello per ridare la certezza della potabilit dellacqua UNA CONDANNA E 2 ASSOLTI

Pozzo gemello, ok del Genio civile


TAORMINA. Ok da parte del Genio civile per la realizzazione dei lavori del pozzo gemello nel complesso di captazione della contrada S. Filomena a Trappitello. I funzionari hanno consegnato i permessi allassessore ai Lavori pubblici, Marcello Muscolino ed al dirigente dellUfficio tecnico, Giuseppe Di Vincenzo. Ieri mattina, lincartamento stato inoltrato allAsm, che adesso allestir in tempi brevi il cantiere per realizzare i lavori di somma urgenza programmati allo scopo di venir fuori dallemergenza "acqua potabile". Come si ricorder, il sindaco Mauro Passalacqua, con apposita ordinanza, ha dato disposizione, infatti, allAsm di eseguire gli interventi necessari per rendere maggiormente funzionale il complesso. Si vogliono eliminare, al pi presto, gli inconvenienti che si verificano, puntualmente, ad ogni temporale, quando cio le vasche di raccolta si insozzano di fango. Lo scopo primario di quanto preventivato, di tutelare la salute pubblica. Nel programma degli interventi da realizzare previsto: chiusura tombale del pozzo esistente; realizzazione di un nuovo pozzo; fornitura del materiale di completamento della nuova fonte; collegamento di questa con la vasca di accumulo e copertura della vasca. I lavori costeranno alle casse comunali 68 mila 500 euro, poi si decider, eventualmente, dal punto di vista legale, se agire in danno di quanti possano essere stati responsabili delle difficolt del delicato sistema di smistamento delle acque. In particolare sar chiuso, in via definitiva, il cosiddetto "pozzo romano" dal quale non sgorga pi acqua utilizzabile. Si sono registrati, in questi giorni, numerosi incontri nellambito di un comitato spontaneo composto da residenti della frazione taorminese, preoccupati giustamente per le sorti dellacquedotto e non solo. Nel frattempo, il primo cittadino ha predisposto analisi in tutti i serbatoi idrici cittadini. I prelievi saranno esaminati, secondo il programma prefissato, dallUniversit di Messina. Il sindaco ha anche fatto affiggere manifesti nei quali si consiglia di bollire lacqua che sgorga dai rubinetti prima di usarla a scopo domestico.
MAURO ROMANO

Alluvione del 98 la Cassazione conferma


Diventa definitiva la sentenza sui 4 morti per lalluvione del 98. La Corte di Cassazione ha respinto tutti i ricorsi, confermando la sentenza della Corte dappello di Messina dellottobre 2010, con la condanna a sei mesi per lallora ingegnere capo del Genio Civile, Rosario Navarra Tramontana che doveva rispondere di omissione datti dufficio ed omicidio colposo. Assoluzione per larchitetto Carmelo Pant, nel 1998 dirigente della Provincia, al quale in primo grado erano stati inflitti cinque mesi di reclusione. I giudici dappello avevano anche confermato lassoluzione per lallora ingegnere capo del Comune, Rosario Guarniere, riconoscendogli per la responsabilit civile e per il funzionario di Palazzo Zanca, Beatrice Torre. Guarniere doveva rispondere di inondazione colposa, omissione di atti dufficio e omicidio colposo, la Torre di omicidio colposo. Guarniere stato condannato solo al risarcimento perch lappello nei suoi confronti era stato proposto dalla parte civile e non dalla Procura. Nellalluvione del 27 settembre 1998, che colp in particolare la zona nord della citt, persero la vita tre componenti della famiglia Carit, marito, moglie e la figlia. La loro auto allAnnunziata fu investita da un fiume di fango e trascinata nel greto del torrente dove poi fu ritrovata. Lungo la strada che conduce in contrada Marotta, invece, fu lauto del cingalese Simone Fernando ad essere travolta dalla piena del torrente Pace.

SCALETTESE IN MANETTE

Prima molesta i clienti di un locale poi aggredisce i carabinieri


Obbligo di presentazione alla Pg per il 44enne Berdardino Abate, di Scaletta. Luomo stato fermato dai carabinieri, la notte scorsa, per lesioni e resistenza. I militari lo hanno bloccato a Tremestieri, intorno alle 2 di notte, dove una pattuglia era intervenuta su segnalazione del gestore di un locale. Il titolare aveva segnalato la presenza delluomo, allinterno, che infastidiva gli avventori. Allarrivo della gazzella, il 44enne girava intorno al bar, visibilmente alterato. Al tentativo dei militari di ottenere i documenti, ha reagito dando in escandescenze. Bernardino ha sferrato calci e pugni contro gli uomini in divisa, che per calmarlo hanno dovuto chiamare rinforzi. E stato ammanettato e rinchiuso in cella di sicurezza. Il giudice monocratico, ieri mattina, lo ha rimesso in libert, disponendo che si presenti in caserma tutti i giorni. Fino a ieri, luomo aveva la fedina penale immacolata.
AL.SER

S. Teresa Riva: assistenza domiciliare agli anziani presentato un ricorso al Tar su affidamento del servizio

TAORMINA. I consiglieri Benigni e Cavallaro (Pd) bacchettano il liquidatore dellAsm

Tajana che funzioni ha?


TAORMINA. Nella bufera politica il liquidatore dellAsm, Cesare Tajana, dopo la sua recente convocazione per il 29 febbraio in una riunione straordinaria relativa alla realizzazione di un piano strategico sullo sviluppo turistico. A chiedere una seduta urgente del Consiglio comunale per discutere del reale mandato del funzionario, sono stati i consiglieri comunali Piero Benigni e Sergio Cavallaro, entrambi del Pd. A questi si sono associati altri rappresentanti politici sia di maggioranza che di minoranza. Arrivati a questo punto - ha affermato Benigni - vogliamo sapere quali sono le reali funzioni di Tajana che stato nominato per liquidare lAsm e non certo per indire riunioni riguardanti il comparto turistico. Liniziativa di Tajana non era piaciuta neanche agli albergatori che avevano rispedito al mittente linvito a partecipare, tramite una missiva del vice presidente del sodalizio che riunisce gli albergatori, Pancrazio Vinciguerra. LAsm, come priorit, aveva quella di stilare un comune programma che potesse individuare alcune iniziative volte alla destagionalizzazione dei flussi turistici di Taormina. Per questo motivo aveva tentato di promuovere un tavolo tecnico tra le rappresentanze delle forze produttive presenti in citt, allo scopo di coniugarsi in maniera sinergica e mettere in atto un progetto di programmazione a breve e medio termine. Una pietra lanciata nello stagno, che invece di far scaturire limpegno a rimboccarsi le maniche su una materia decisamente importante, ha scatenato una serie di discussioni sullopportunit o meno di realizzare una simile riunione. Vale la pena ricordare che di attivit simili, nei decenni, ne sono state fatte tante. Fino a questo momento, per, i risultati sono stati scarsi, anche perch mancato sempre un piano promozionale delle iniziative che si realizzano. Basta ricordare il caso del programma di Natale, che proponeva anche alcune manifestazioni di pregio ma che, probabilmente, avrebbe avuto bisogno di una forte spinta pubblicitaria al pari di altre iniziative che vengono realizzate nel comprensorio.
MA. RO.
TAJANA ACCUSATO DI AVERE INDETTO UNA RIUNIONE SUL TURISMO

S. TERESA: IL COMUNE SI OPPORR AL RICORSO AL TAR [ARCHIVIO]

SANTA TERESA RIVA. Mezzo punto di scarto nella graduatoria stilata dal Comune per laffidamento del servizio di assistenza domiciliare agli anziani ha provocato il ricorso al Tar della cooperativa seconda classificata. A rivolgersi al Tribunale amministrativo etneo stata la cooperativa sociale Comunit e Servizio di Messina, che ha chiesto lannullamento dei verbali della commissione di gara che hanno comportato laggiudicazione del servizio alla cooperativa sociale Nuove Solidariet, anche questa con sede a Messina. Verbali poi resi operativi con determina dirigenziale del 29 dicembre dello scorso anno. Nel mirino della cooperativa ricorrente i punteggi attribuiti dalla commissione di gara e che sono risultati decisivi per la graduatoria con cui stato aggiudicato lappalto. Un gap di appena mezzo punto tra la prima e la seconda classificata che, secondo il legale della cooperativa ricorrente, il prof. Antonio Saitta di Messina, sarebbe frutto di un punto attribuito illegittimamente in virt della presunta disponibilit di una sede operativa in affitto e di ben quattro punti concessi per lasserita disponibilit di due mezzi di trasporto. Il Comune di Santa Teresa Riva, contro cui anche diretto il ricorso, ha deciso di costituirsi davanti al Tar nominando legale di fiducia lavv. Giovanni Monforte.
GIANLUCA SANTISI

Non abbandonarono i genitori Controlli tra Mojo e Malvagna il Gup proscioglie i cinque figli i carabinieri sequestrano droga
Prosciolti, per non aver commesso il fatto, i 5 figli della coppia di coniugi di Provinciale, accusati di abbandono dincapace. E la decisione del Gup Micali che ha esaminato il caso nato dalla segnalazione della Polizia municipale sulla "casa-canile" della zona sud. La vicenda stata scoperta a seguito di una denuncia presentata dai vicini di casa. I due vivevano nella sporcizia, circondati da scarafaggi e insetti, immersi nel cattivo odore provocato dalla presenza di 15 cani che la moglie raccoglieva per strada e portava a casa. Il cattivo odore si percepiva in tutto il palazzo, costringendo perfino i condomini a restare tappati in casa. Il marito era costretto a vivere chiuso in una stanzetta, mentre la moglie dormiva nel letto con i cani e mangiava a tavola con gli animali. Luomo girovagava tutto il giorno per la citt e mangiava alla mensa dei poveri. Poi rincasava a tarda sera e si rintanava nella sua stanza. Grazie ad una serie di perizie e documentazioni, i legali degli imputati hanno per dimostrato che i due coniugi erano totalmente autosufficienti e che non cera alcuna volont da parte dei figli di abbandonarli a s stessi.
AL.SER.

Prosegue senza sosta lattivit dei militari dellArma dei carabinieri. stato infatti effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio tra Mojo e Malvagna, compiuto a largo raggio dai carabinieri della Compagnia di Taormina e dalle Stazioni dipendenti, nonch dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, dopo lalba di ieri fino alla tarda mattinata. Lintervento ha visto coinvolti 20 uomini, 10 pattuglie ed ununit cinofila (per armi e droga). Sono state eseguite 7 perquisizioni domiciliari in abitazioni di persone note al-

le forze dellordine; nel corso di una di una queste, un persona ha tentato di disfarsi di alcune dosi di marijuana gettandole nello scarico del bagno. Sono stati sequestrati complessivi gr. 10 di marijuana e segnalate 3 persone per detenzione di sostanza stupefacente; sono state eseguite inoltre 15 perquisizioni veicolari; si proceduto al controllo di 35 veicoli e 65 persone ed elevate 17 contravvenzioni. Quattro veicoli, inoltre, sono stati sequestrati.
ALESSANDRA IRACI TOBBI

PAGATO STIPENDIO DI GENNAIO, EVITATI DISAGI NELLA ZONA JONICA

RUBANO E VENDONO COMPUTER

Ato 4 rifiuti: scongiurato lo sciopero dei lavoratori


Scongiurata lazione di sciopero dei lavoratori dellAto 4 rifiuti, programmata per ieri. La protesta era legata al mancato pagamento dello stipendio del mese di gennaio. La retribuzione stata erogata gioved ed stata preceduta da una procedura amministrativa di conciliazione, una riunione nella sede di Trappitello (Taormina) della Societ dambito territoriale alla quale hanno partecipato i soggetti liquidatori Leonardo Racco ed Alessandro Di Tommaso ed i rappresentanti sindacali. Per la Fp Cgil erano presenti: Salvatore Spadaro, Gaetano DAmaro, Concetto Stracuzzi, Salvatore Todaro e Antonino Puglisi; la Uil trasporti stata invece rappresentata dal segretario aziendale Giacomo Marzullo, Salvatore Franco, Antonio Cardaci e Santo Villari. Immediatamente dopo lincontro, le organizzazioni sindacali hanno preso atto di quanto dichiarato dal soggetto liquidatore ed hanno considerato chiuse con esito positivo le procedure di conciliazione revocando la prima azione di sciopero che era stata proclamata per ieri. Il verbale della riunione stato inviato al Prefetto di Messina, Francesco Alecci e alla Commissione di garanzia della legge sullo sciopero dei servizi pubblici essenziali di Roma. Il pagamento delle spettanze di gennaio ha evitato ulteriori gravi disagi alla popolazione di 32 Comuni soci dellAto 4 rifiuti, da Scaletta Zanclea alla Valle dellAlcantara. Paesi gi messi in ginocchio la scorsa settimana dallastensione dalla raccolta dei rifiuti solidi urbani messa in atto dai 150 lavoratori dellAto per motivi legati alla sicurezza (a partire dalla mancanza del vestiario adeguato). Anche in quella circostanza la situazione stata risolta nel corso di una riunione tra le maestranze e i commissari liquidatori della societ, i quali hanno fornito una serie di garanzie e spiegato che il materiale necessario era in arrivo.
CARMELO CASPANELLO
GLI AUTOMEZZI DELLATO RIFIUTI NEL CENTRO OPERATIVO DI FURCI

Arrestati due minorenni


al.ser.) Gli agenti delle Volanti della Polizia di Stato hanno arrestato due giovani di 15 e 17 anni, entrambi pregiudicati, perch autori di un furto allinterno di un negozio di computers nel centro cittadino. Qualche ora prima, i poliziotti erano intervenuti presso il medesimo esercizio commerciale per la constatazione di furto. Dalla visione delle immagini dellimpianto di video-sorveglianza, si appurava che due giovani, dopo avere forzato la saracinesca ed infranto il vetro della porta dingresso, si erano introdotti nel negozio asportando un computer portatile. Al momento del fermo dei due, si aveva modo di accertare la corrispondenza nei tratti somatici e nellabbigliamento con gli autori del furto. I due dichiaravano spontaneamente di avere venduto per 30 euro il computer ad un messinese 19enne, che veniva rintracciato e trovato in possesso del pc rubato. I minori sono stati tratti in arresto e condotti nel Centro di Prima accoglienza del Tribunale dei Minori di Viale Europa. Il giovane ricettatore stato deferito in stato di libert.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

36.

MESSINA

Taormina
in breve
DISSERVIZIO Proteste per le condizioni dei bagni pubblici
m.r.) Si fanno sempre pi frequenti le proteste da parte dei residenti, per le pessime condizioni in cui si trovano i bagni pubblici cittadini. Sarebbe necessario, prima della imminente stagione turistica, attuare il tanto atteso piano di intervento previsto in questo settore.

Il cimitero sar presto ampliato


Castelmola. Quattro cappelle e 95 celle saranno gestite da chi le realizzer senza spese per il Comune
CASTELMOLA. Il vecchio cimitero sar presto ampliato. Nelle ultime ore stato infatti firmato il contratto con la ditta interessata, che fornir strutture per un investimento da circa centomila euro. Lo ha annunciato, con soddisfazione, il sindaco Antonietta Cundari. La gestione del nuovo complesso sar dato in concessione ai privati. Abbiamo effettuato - ha detto, appunto, il primo cittadino - la gara dappalto per la realizzazione di novantacinque nuove celle e quattro cappelle familiari. Sfrutteremo, per, la normativa vigente che non implica alcuna spesa per la Casa municipale. Una volta ultimati i nuovi siti cimiteriali, anche a seguito di necessarie estumulazioni che consentiranno di reperire le aree necessarie, questi saranno affidati direttamente a quanti li hanno costruiti, che avranno cos modo di recuperare la somma inizialmente spesa. La concessione potr essere effettuata fino ad esaurimento dei reali costi di realizzazione dei nuovi manufatti. Insomma, a costo zero, dovrebbe arrivare il tanto atteso potenziamento del numero dei posti disponibili del luogo dellestremo riposo. Adesso, per, grazie a questo escamotage sfruttato dalla Cundari, una sorta di finanza creativa pubblica, si potr disporre di altri siti dove riporre le salme dei propri cari. Ovviamente la preoccupazione che, in mano ai privati, i costi di concessione per lutenza possano essere un po pi elevati. Le spese per poter avere a disposizione un loculo, stando alle rassicurazioni fornite, dovrebbero essere, per, uguali a quelle attuali, con una richiesta di esborso a partire da circa 1.200 euro, per i canonici 99 anni. E arrivata - ha affermato, infine, il primo cittadino - unaltra proposta di ampliamento dellarea del cimitero sempre da parte di un privato. Si tratta, in questo caso, di un project financing per un terrazzamento nellarea che si affaccia sulla zona Mastrissa. Anche in questo caso sono in programma nuove cappelle, tombe e altri loculi. In tutto si parla di reperire almeno cinquecento metri quadrati. Entro il 3 aprile dovrebbero pervenire alla Casa municipale le controproposte allattuale project. Insomma, un progetto a lungo termine che potrebbe determinare un servizio tanto atteso nella cittadina molese, dove il ricordo dei cari estinti tradizionalmente molto sentito.
MAURO ROMANO
UNO SCORCIO DEL CIMITERO DI CASTELMOLA
[ARCHIVIO]

VIA FAZELLO Limpianto di pubblica illuminazione insufficiente


m.r.) Carenze nellimpianto di illuminazione della via Fazello. Andrebbe studiato un piano di potenziamento da parte dellAsm, che gestisce la manutenzione di questo particolare ed importante settore, realizzando nuovi punti luce.

FENOMENO NATURALE Turisti fotografano un doppio arcobaleno sulla Perla


m.r.) Doppio arcobaleno a largo di Capo Taormina. Sono stati in tanti a notare ieri lo strano fenomeno che stato fotografato dai turisti che si sono affacciati sul mare della Perla. Due archi dello spettro dei colori hanno fatto bella mostra per alcuni minuti creando un panorama impareggiabile.

ANCHE IL MANTO DI ASFALTO RISULTA USURATO

Grate divelte, rumorose e insidiose nelle strade di contrada Zappulla


TAORMINA. Molte grate installate in contrada Zappulla versano in pessime condizioni. Sono diverse le lamentele dei residenti che abitano nelle strade del popoloso quartiere. Le proteste riguardano soprattutto lo stato di dissesto delle grate per lacqua piovana. Qualcuno si lamenta anche per il rumore che provocano quando vi passano sopra i mezzi di trasporto. Le griglie, infatti, sono ormai completamente divelte. Inoltre, attorno ad esse il manto stradale risulta sconnesso. In questo modo, ogni volta che unauto vi passa sopra, le griglie traballano, provocando un rumore assordante. Per non parlare del fatto che le condizioni di dissesto mettono in pericolo motociclisti e automobilisti.
ANTONIO MAGR
GRATA DIVELTA IN CONTRADA ZAPPULLA
[MAGR]

Via al progetto Tennis a scuola


Elementari di Taormina e Mazzeo. Lezioni dellistruttore federale Mario Quattrocchi
TAORMINA. Al via, nellElementare di Taormina, il progetto Tennis a scuola. Dal secondo quadrimestre dellanno scolastico, infatti, nella classe terza di Mazzeo e nelle classi seconda e terza di Taormina gli allievi effettueranno lezioni di tennis coordinate dallistruttore federale Mario Quattrocchi. E una bellissima esperienza lavorare a scuola con i ragazzi - ha spiegato Quattrocchi - ed diverso da quello che svolgo giornalmente al Taormina Sporting Club, dove sono tanti i ragazzi che giocano con racchetta e palline. A scuola mi confronto e cerco di trasmettere ai ragazzi lamore per questo meraviglioso sport, anche a coloro che non lo praticano come attivit pomeridiana sportiva. E bello vedere come si appassionano e interagiscono questi ragazzi. Devo dire che tutti si divertono e si impegnano tanto. Il mio ringraziamento va alla dirigente dellIstituto scolastico taorminese per questa opportunit e alle maestre che stanno collaborando con il sottoscritto. Spero di continuare con altre classi per far conoscere questo bellissimo sport a tanti giovani. Ho ricordato gli alunni che al di l del tennis fondamentale che tutti i bambini pratichino attivit motoria che li aiuta sia dal punto di vista fisico che mentale. Durante le prime lezioni ho spiegato ai ragazzi le basi del tennis, ovvero la presa della racchetta e i rimbalzi delle palline. Per loro stata una grande festa.
SARO LAGAN
IL GRUPPO DEGLI STUDENTI-TENNISTI
[FOTO LAGAN]

Jonica
CASALVECCHIO

Strada provinciale trappola per i visitatori dellAbbazia


CASALVECCHIO. Continua a rimanere pericolosa, dopo le ultime piogge, la Strada provinciale che dal centro storico porta allabbazia arabo-normanna dei SS Pietro e Paolo dAgr. Il persistere di dissesti idrogeologici, erbacce e rovi ai margini della carreggiata, nonch di pietre e terra sullasfalto, rappresentano un pericolo costante per la circolazione, in quanto viene a mancare la necessaria sicurezza. Inoltre, i lavori di contenimento con gabbie di pietre, realizzati nella zona sottostante il bivio per Casalvecchio e Antillo, non hanno retto alla pioggia, facendo scivolare verso valle ancora una parte della sede stradale. Tutto ci fa evidenziare un palese stato di rischio per la viabilit. Ogni anno, attraverso questa importante arteria transitano gran parte degli oltre 10mila turisti che vanno a visitare la monumentale chiesa basiliana dei SS Pietro e Paolo, ubicata sulla sponda sinistra del torrente Agr. Una situazione abbastanza delicata, quindi, che richiede lintervento delle istituzioni competenti, in modo da potere rendere pi sicure le condizioni della circolazione su questa importante arteria.
PIPPO TRIMARCHI

Lombardo: Scelta inaccettabile


Il consigliere provinciale stigmatizza il no di Nizza alla strada di collegamento con Fiumedinisi
LIMINA
OGGI IL MEMORIAL PERRONE

Gli sportivi della riviera jonica ricordano il giovane calciatore santateresino Mario Perrone, ad un anno dalla tragica scomparsa. Si sono dati appuntamento per oggi pomeriggio al Comunale di Limina per la seconda edizione del Memorial Perrone. Al quadrangolare, organizzato dal Santa Teresa Calcio, con il patrocinio del Comune di Limina, prenderanno parte: Furci, Al Terme, Santa Teresa e Mediterranea Nizza. La prima partita in programma alle 14.30 tra Furci e Al Terme; a seguire Santa Teresa-Nizza. Finale di consolazione alle ore 16 e finale per il primo posto alle 17.30.
G. S.

NIZZA. Lesclusione dal redigendo Prg della strada intercomunale Nizza-Fiumedinisi ha provocato la reazione del consigliere provinciale di Sicilia Vera, Giuseppe Lombardo, che ha definito inaccettabile la scelta dellAmministrazione comunale nizzarda. Lombardo ha spiegato che non pu essere disatteso laccordo di programma siglato tra i Comuni di Nizza e Fiumedinisi negli anni passati, che prevedeva il completamento dellarteria (ne esiste gi un breve tratto nel territorio nizzardo). Tale accordo - spiega Lombardo non pu essere disatteso unilateralmente dal Comune di Nizza, il cui sindaco Giuseppe Di Tommaso non pu non tenere conto che la Provincia regionale, nel 2010, ha presentato regolare istanza di finanziamento alla Regione per la realizzazione dellimportante infrastruttura. Opera che potrebbe essere finanziata molto presto. Non rivedere tale scelta - aggiunge Giuseppe Lombardo - sarebbe una follia, considerato che le risorse disponi-

IL TRATTO INIZIALE DELLA NIZZA-FIUMEDINISI [G. SANTISI]

bili sulla relativa misura di intervento, 7.1 del Programma Attuativo Regionale Fas 20072013, ammontano a oltre 128 milioni di euro. Il progetto della strada intercomunale - prosegue il consigliere provinciale - se non lu-

nico, uno dei pochi presentati in tutta la Sicilia con il livello di progettazione esecutiva e quindi con molte probabilit di essere ammesso a finanziamento. Lombardo, considerato che ancora a Palermo non si conclusa la fase istruttoria delle istanze presentate, non ha escluso di convocare, nella qualit di Presidente della III Commissione Lavori pubblici e viabilit provinciale, il sindaco di Nizza, Giuseppe di Tommaso, e il commissario ad acta del Comune di Fiumedinisi, Michelangelo Lo Monaco, al fine di capire quali motivazioni hanno indotto il Comune di Nizza a fare tale scelta. Una decisione - conclude Lombardo - che non solo pregiudicherebbe il collegamento viario del comune di Fiumedinisi con la grande viabilit, ma penalizzerebbe anche una zona artigianale gi realizzata e unaltra in corso di realizzazione, con le relative conseguenze negative sulloccupazione locale.
GIANLUCA SANTISI

LEffe Volley oggi vuol brindare Scuole chiuse per tre giorni
Coppa. Le santateresine affronteranno al Palabucalo il Planet Strano Light Pedara
SANTA TERESA RIVA. Il fitto calendario stagionale non prevede pause e rilassamenti. LEffe Volley Santa Teresa, dopo aver concluso al primo posto la stagione regolare nel campionato di Serie C femminile, Girone B, alle 18.30 di oggi torna in campo per onorare limpegno di Coppa. Gara unica contro il Planet Strano Light Pedara, che le santateresine hanno il vantaggio di giocare tra le mura amiche del Palabucalo. Lincontro valido per i quarti di finale. Chi vince approda alle semifinali. Le etnee hanno chiuso la regular season al quarto posto del Girone D del torneo di Serie C. Le ragazze dellEffe Volley stanno lavorando sodo in vista dei playoff che valgono una stagione. Lobiettivo il salto di categoria. La societ non sta lesinando sforzi. In questa direzione va inquadrata la presenza da qualche giorno della bulgara Verzhinia Milorcheva, 24 anni, 1 metro e 84 di altezza. Il team tecnico si preso qualche giorno di tempo prima di sciogliere la riserva se tesserarla o meno. I primi allenamenti hanno soddisfatto: la bulgara in fase di attacco ha avuto una performance dell80% che potrebbe rivelarsi assai proficua per leconomia della squadra. Nel corso della settimana lEffe Volley ha disputato unamichevole con il Letojanni, altra compagine che disputer i playoff grazie al quarto posto raggiunto nel girone catanese. E oggi si torna a giocare per un altro obiettivo: la Coppa.
CARMELO CASPANELLO

FURCI: STOP DEL SINDACO DA LUNED A MERCOLED

per disinfestazione dei locali


disinfestazione ad una ditta FURCI. Scuole chiuse luned, del luogo in possesso delmarted e mercoled proslattrezzatura necessaria, simi per un intervento di che ha gi dato piena disomma urgenza predisposponibilit ad eseguirlo. sto, con propria ordinanza, Limporto dellintervento dal sindaco Bruno Parisi. Il ammonta a mille euro Iva provvedimento prevede la compresa. disinfestazione dei locali E servir - spiega Parisi dei plessi presenti nel terriad innalzare le condizioni torio comunale, compreso quello della frazione Grot- ISTITUTO DISTRUZIONE SUPERIORE igienico-sanitarie delle scuole, considerato che di te, e fa seguito ad una nota dellIstituto dIstruzione superiore con la recente non sono stati eseguiti interventi di quale sono stati segnalati inconvenienti prevenzione igienica nei plessi della cittadina jonica che ospitano una popolazione igienico-sanitari. Al fine di evitare linsorgere di malattie scolastica di circa novecento unit. infettive, il sindaco ha affidato il servizio di C. CASP.

LE RAGAZZE DELLEFFE VOLLEY SANTA TERESA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Giardini - Letojanni

MESSINA .37
LETOJANNI

Progetto per il lungomare


Letojanni. LAmministrazione avvia liter per la seconda tranche dei lavori di ristrutturazione
LETOJANNI. Delle tre grandi opere realizzate nel corso delle due legislature targate Gianni Mauro, la panoramica passeggiata a mare quella che resta ancora da completare, avendo gli interventi di riqualificazione interessato esclusivamente la parte centrale, a partire da via Adua nel popoloso rione Baglio per fermarsi allaltezza di via Messina, qualche centinaio di metri prima dal Palazzo della cultura. Ma il completamento dei due tratti mancanti, quello lato sud nei pressi del torrente Mazzeo e lo spezzone terminale fino alla zona del cimitero, non rimasto certamente lettera morta, facendo parte del programma dellAmministrazione comunale, che lo ha inserito nel Piano triennale delle opere pubbliche, mettendo, nel contempo, in moto liter attuativo, attraverso la partecipazione ad un apposito bando per accedere ai relativi finanziamenti. Il progetto, redatto dallarchitetto catanese Fabrizio Russo, lo stesso professionista che ha firmato lipotesi tecnica relativa al tratto gi portato a compimento, stato inviato, a cura del dirigente del 3 Settore, arch. Piero Bonsignore, al Ministero competente. Siamo in attesa dellesito dellistanza avanzata - osserva lassessore ai Lavori pubblici, Cateno Ruggeri - sperando di entrare nel programma di finanziamenti, visto il vantaggio in cui ci troviamo per il fatto che, quella in questione, unopera gi per buona parte ultimata e resa fruibile. Anche se sar oltremodo impossibile - precisa Ruggeri - che il secondo lotto di lavori per completare il restyling dellimportante arteria cittadina possa svolgersi sotto questa Amministrazione, con la tornata elettorale ormai alle soglie. Quello che, per, conta - conclude il primo cittadino vicario - aver posto le basi per conferire la dovuta uniformit strutturale alla via marina, che, nonostante le critiche strumentali di certi ambienti politici locali, tanti ci invidiano. Unopera che stata, infatti, posta, in diverso modo, sotto accusa, ma che, in pratica, ha cambiato il volto della zona a mare del centro turistico del comprensorio taorminese, per quanto abbia dato pi dun problema per via della mancata solidit del fondo stradale. La cui pavimentazione, come si ricorda, ha necessitato, pi volte e in diversi punti, di adeguati interventi di sistemazione.
ANTONIO LO TURCO

Un impianto fotovoltaico per lIstituto comprensivo


LETOJANNI. Il plesso scolastico di Piazza del Mercato, che ospita lIstituto comprensivo statale, pu finalmente godere dei benefici di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica. Il finanziamento per la realizzazione delle apparecchiature necessarie stato erogato dal Ministero dellAmbiente e della tutela del territorio e del mare, nellambito del piano per lo sfruttamento di fonti di energie rinnovabili. I lavori di installazione dei pannelli sulla copertura delledificio sono stati da poco portati a compimento con somma soddisfazione degli amministratori comunali e degli operatori scolatici. Intanto il dirigente dellUtc, arch. Piero Bonsignore, ha proceduto, con propria determina, alla liquidazione di una somma pari a 2mila 496 alla ditta Ippocrate As srl di Catania, quale acconto sul compenso relativo alla progettazione esecutiva, tutta a carico, tranne lIva, del Dicastero romano, che ha finanziato lopera.
A. L. T.

Il lungomare di Letojanni nei pressi del Palazzo della Cultura, uno dei tratti interessati al secondo lotto di lavori di riqualificazione, per leffettuazione della quale stato redatto un progetto inviato al Ministero
(Foto Alott)

GIARDINI. Si concluder domani liniziativa umanitaria per i bimbi dellAfghanistan

LETOJANNI

Raccolta di alimenti e medicine


GIARDINI. Si concluder domani la raccolta umanitaria di alimenti per bambini organizzata dal Gruppo Promotore Unicef coordinato da Pancrazia Marcuccio. Liniziativa stata programmata in risposta allappello lanciato dallex candidato a sindaco Carmelo Giardina, che attualmente si trova in missione umanitaria con lAeronautica militare in Afganistan. Qualche settimana fa Giardina aveva rivolto un appello ai concittadini attraverso linvio di alcuni messaggi per organizzare una campagna umanitaria di raccolta di viveri per la popolazione dellAfghanistan. Lappello stato rivolto anche al Gruppo Promotore Unicef di Giardini che ogni anno promuove progetti per raccogliere fondi che possano servire a salvare bambini nel Terzo Mondo. Qui in Afghanistan la situazione tragica specie per i bambini - aveva scritto Carmelo Giardina Ce bisogno di tutto ed in particolare di medicine e vaccini (contro colera, tifo, pertosse, pneumococco, ecc.). In Afghanistan non ci sono solo Talebani, ma anche e soprattutto persone con tanta dignit che cercano di riscattare 7.000 anni di storia. A parte il mio incarico di mentor/advisor, ho sollecitato una raccolta umanitaria, soprattutto medicine o qualche apparecchiatura elettromedicale (impedenzimetro, spirometro o altro...). Qui non hanno niente e qualsiasi cosa diventa di primaria importanza. I volontari del Gruppo Unicef hanno ascoltato lappello ed iniziato una raccolta di alimenti specie per i bambini. Chiediamo solidariet ai nostri concittadini - dice Pancrazia Marcuccio -. Domani o al massimo luned concluderemo la raccolta specie di omogeneizzati perch poi dobbiamo inviare il tutto.
RO. ME.

Nascono piccole discariche disposti pulizia e controlli

IL MAGGIORE MOLTENI E LASSESSORE CURCURUTO [FOTO ALOTT]

PANCRAZIA MARCUCCIO E ALCUNE VOLONARIE DEL GRUPPO UNICEF

Petizione per modificare tassa sui rifiuti


Giardini. La richiesta stata presentata al sindaco dal Comitato di cittadini del rione San Giovanni
GIARDINI. Il Comitato di cittadini del rione San Giovanni ha presentato al Comune una petizione per sollecitare lAmministrazione comunale a rimodulare le tariffe riguardanti la Tarsu introdotte dal Commissario straordinario Maria Letizia Di Liberti nel 2010. La delibera, adottata con i poteri del Consiglio comunale, riguardava il Regolamento per lapplicazione della tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani e le relative categorie e tariffe. Il Comitato, nella petizione, ha evidenziato vari vizi formali nel provvedimento adottato che, alloccorrenza potrebbero essere fatti valere dai contribuenti in sede di impugnazione delle singole cartelle di pagamento della Tarsu davanti la Commissione Tributaria Provinciale. Ad esempio, coloro che hanno organizzato la petizione sostengono che lart. 61, comma 1 del Decreto legislativo 507/03 stabilisce che il gettito complessivo della tassa non pu superare il costo di esercizio del servizio di smaltimento dei rifiuti. Per dimostrare il rispetto di tale norma, occorreva secondo i promotori della petizione inserire nella delibera due dati: il gettito complessivo presunto del tributo e il costo di esercizio del servizio. Pare invece che nella suddetta delibera non ci sia traccia di questi due dati. Il sindaco Nello Lo Turco ha manifestato la propria volont per eventuali rimodulazioni delle tariffe. Una proposta, in tal senso, quella formulata in questi giorni dal presidente della Commissione Vigilanza Popolare (Organo dellassociazione Uncea Consumatori ed Esercenti), Giuseppe Rodi, il quale ha presentato al sindaco una bozza-proposta relativamente alla rimodulazione delle tariffe della Tarsu. Nella bozza, Rodi ha allegato anche una tabella di coefficenti con detrazioni e maggiorazioni oltre ad unanalisi dettagliata ed approfondita sullapplicazione della tassa. Nella proposta di Rodi viene posta particolare attenzione ai portatori di handicap ed a coloro che hanno il nucleo familiare composto da una sola persona, tenendo in considerazione la fascia di reddito e la grandezza degli immobili. Unagevolazione stata prevista anche per quei nuclei familiari che, al proprio interno, hanno una persona anziana (oltre i 65 anni). Diversamente, una lieve maggiorazione stata prevista per i nuclei familiari composti da tre o pi persone.
ROSARIO MESSINA
CASSONETTI PER I RIFIUTI NEL VIALE DIONISIO
[FOTO MESSINA]

LETOJANNI. Abitudini, sopite nel tempo, si sono nuovamente risvegliate, mettendo sul chi va l le autorit comunali, che non hanno mancato di correre, subito, ai ripari. Si tratta della comparsa, in diversi punti del territorio comunale, di piccoli depositi di materiale vario, segnalati allassessore allIgiene ambientale, Salvatore Curcuruto, che non ha esitato di farne oggetto di un accurato monitoraggio. In seguito al sopralluogo effettuato assieme al comandante della Polizia municipale, maggiore Alessandro Molteni, questultimo ha avuto la possibilit di accertare lesistenza di discariche abusive allocate nellarea attigua alla Nazionale in contrada S. Filippo, sito che ospita i cassonetti della spazzatura; nello slargo sottostante i piloni dellautostrada in localit S. Antonino ed infine allimbocco del tracciato in terra battuta della strada incompleta che avrebbe dovuto costituire la variante al tratto iniziale della Danisi-Blandina. Verificata lanomalia nellutilizzo dei luoghi descritti, lassessore Curcuruto ha immediatamente dato disposizione per ripulire le zone interessate, concordando col dirigente della vigilanza leffettuazione di controlli a tappeto su tutto il territorio del Comune, mirati a scoraggiare simili comportanti. Che varrebbero - lo fa notare lo stesso assessore anche per le isole ecologiche, visto il servizio a domicilio per il ritiro dei rifiuti ingombranti, effettuato dagli operatori ecologici dellAto Messina 4. Difatti questi ultimi, avvertiti dagli utenti interessati, eseguono nei giorni destinati il prelievo del materiale inservibile dallabitazione dei richiedenti. E ci per evitare laccumulo indiscriminato nelle due isole ecologiche esistenti in paese.
A. L. T.

Alcantara - Nebrodi

al cinema Messina e provincia


CINESTAR MULTISALA ` 090.6254911 | 2056|M| | |R|f|DD|DBS| Infoprenotazioni tel. 090-6254911 www.cinestar.it Jack e Jill. Ore 17,3020,1022,20. Atm Trappola mortale. Ore 17,4520,1522,25. War Horse. Ore 16,4519,4522,45. Com bello far lamore. Ore 17,1519,50,22,10. Paradiso amaro. Ore 17,302022,30. Star wars - Episodio 1.3D. Solo sabato ore 0,30. 40 Carati. Ore 17,302022,20. Tre uomini e una pecora. Ore 17,152022,15. La verit nascosta. Ore 17,4020,1022,30. Hugo Cabret 3D. Ore 1719,45. Mission impossible: Protocollo fantasma. Ore 22,30. Benvenuti al Nord. Ore 17,302022,30. In time. Ore 17,2019,5022,20. Gioved 23 Rassegna Ricomincio da tre: Mission Impossible Protocollo fantasma. Ore 18,3021,30. Ingresso unico euro 3. GOLDEN Chiuso. ` 090.2939410 Millennium - Uomini che odiano le donne. Ore 21,30. The artist. Ore 18,302123. Luned chiusura settimanale. Prevendita on line su www. multisalairis. it LUX ` 090.6413584 Largo Seggiola Lindustriale. Ore 18,3020,3022,30. MULTISALA APOLLO ` 090.670701 via C. Battisti, 111 Com bello far lamore. Ore 16,3018,3020,3022,40. war horse. Ore 18,152122,15. IN time. Ore 1820,2022,30. Hugo Cabret 3D. Ore 17,4520,20. I Muppet. Ore 16,30. Prezzo per il 3D: intero euro 9,00; ridotto euro 7,00 (tutti i giorni). Gioved Vola al Cinema 3D: ingresso unico euro 7,00 (escluso festivi e prefestivi). Prezzo intero euro 6. Over 60, bambini fino a 8 anni emilitari euro 5,00; universitari prezzo ridotto euro 5,00 dal luned al venerd (escluso i festivi). Marted Vola al cinema ingresso unico euro 4,00 (escluso festivi e prefestivi). ORIONE Chiuso. ` 090.6783216 BARCELLONA NUOVO CORALLO ` 090.9701364 Mordimi. Ore 1719.
La solitudine dei numeri primi. Ore 21.

Francavilla: messa in sicurezza per le cabine e le linee elettriche


FRANCAVILLA. Ammontano a 917mila euro i lavori per la messa in sicurezza delle cabine elettriche comunali e delle linee elettriche. LArea tecnica Lavori pubblici ha predisposto la progettazione preliminare. Il progetto stato redatto dalling. Antonino Seminara, dipendente comunale e responsabile dellArea Tecnica Lavori pubblici. Larch. Salvatore Damino, dipendente comunale e Responsabile del Servizio di Protezione Civile, ha proceduto alla verifica della progettazione preliminare in quanto componente dellUtc. Limporto dellintervento per lavori e per somme a disposizione dellAmministrazione cos ripartito economicamente: limporto per lesecuzione delle lavorazioni di 903.245 euro con fonte di finanziamento la Regione siciliana e somme a disposizione dellAmministrazione pari a 463.864,10 euro per un totale complessivo di 1.380.864,10 euro. La realizzazione di cabine e linee seguir, ovviamente, un sistema di qualit concepito secondo quelli che sono i dettami della normativa di riferimento.
ALESSANDRA IRACI TOBBI

Dolby digital e Dts. Locale climatizzato. Ingresso euro 5. Marted rid. euro 4. MILAZZO LIGA ` 090.9281172 Locale rinnovato: Super Real 3D, Digital Sound e aria condizionata. Riposo settimanale. PATTI CINE T. COMUNALE ` 0941.243143 via Trieste, 39 |M | | |f| |DTS Riposo. TYNDARIS ` 0941.22566 via XX Settembre, 85. Benvenuti al Nord. Ore 1921,30. Sabato e domenica ore 171921,30. Intero euro 5 - Ridotto euro 4. Locale climatizzato - Ingresso portatori di handicap - Schermo maxi VILLAFRANCA TIRRENA AURORA via Dante, 57 ` 090.336333 Suono Dolby Digital, locale climatizzato, museo del cinema. Dal 10 febbraio: Com bello far lamore con Fabio De Luigi e Claudia Gerini. Ore 17,302022,30. Luned, marted, mercoled e gioved ingresso ridotto euro 3,50 (escluso festivi). Cinema Gratis: con lAstor srl hai diritto a un omaggio se sei con altri 5 amici. www.nuovocinemaaurora.com

GIOIOSA MAREA
AMMINISTRATIVE: GI DUE I CANDIDATI A SINDACO

Si muove la macchina elettorale in vista delle amministrative. Sono gi due i candidati a sindaco, supportati da altrettanti comitati elettorali, che hanno annunciato la loro partecipazione alle elezioni di primavera. Dopo la candidatura del medico Edoardo Spinella, stata annunciata quella alla carica di primo cittadino del geom. Bruno Lena. Spinella lespressione del movimento politico Un paese in comune, mentre Lena rappresenta il comitato Uniti per Gioiosa. Il movimento Un paese in comune cerca di coinvolgere coloro che credono nelle potenzialit del paese e vogliono contribuire ad un maggiore sviluppo. Uniti per Gioiosa invece, ha un progetto di Amministrazione, che promuova la cultura, la tutela e lo sviluppo del territorio, la crescita del lavoro, dellimpresa e della societ, porgendo particolare attenzione alle aspirazioni dei giovani, ai bisogni delle famiglie, degli anziani e degli svantaggiati.
GIUSEPPE AGLIOLO

IRIS MULTISALA ` 090.395332 via Cons. Pompea - Ganzirri. Com bello far lamore no 3D. Ore 1820,3023. Paradiso amaro. Ore 1820,4523. Hugo Cabret 3D. Ore 17,3020,1522,45. Mission impossible - Protocollo fantasma. Ore 18.

SALA VISCONTI ` 090.2006129 via S. Filippo Bianchi, 28 Jack e Jill. Ore 18,3020,3022,30. Marted Vola al cinema ingresso euro 4,00.
Ingresso euro 6,00 - 1 spettacolo, escluso festivi e prefestivi, euro 5,00. Ridotto del

biglietto over 60, bambini fino a 8 anni, militari e universitari euro 5,00.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

38.

CATANIA PROVINCIA
Nel centro storico molti gli automobilisti che sostano la loro vettura davanti ai passaggi creati per i diversamente abili Lassessore: Gli agenti della polizia municipale hanno elevato tantissime multe ai trasgressori: presto saranno resi noti i dati

GIARRE
C uno spazio libero di fronte alla "scivola" per i diversamente abili? Ci si piazza davanti lauto. Indisturbati. questa una pessima abitudine, propria di tanti, troppi automobilisti che, a Giarre, in pieno centro storico lasciano in sosta la propria automobile dimenticando, anzi non preoccupandosi affatto che, se quella "scivola" l, ci sar pure un motivo. E non certo per agevolare la salita delle auto sul marciapiedi. E non neppure un caso che lintervento di realizzazione si chiami abbattimento delle barriere architettoniche. Difficile da capire? A quanto pare pi di quanto non sembri se troppe "scivole" anche in strade centralissime come la via Callipoli e anche a pochi metri dalla sede del Municipio, sono bloccate dalle auto in sosta. Sulla questione interviene anche il presidente della Confcommercio, Armando Castorina: migliorato ma non risolto il problema delloccupazione delle scivole dedicate al passaggio dei diversamente abili cos come lintroduzione del disco orario, nei fatti mai attivato, il parcheggio delle auto sui marciapiedi e, in generale, il non rispetto del codice della strada, ma ancor prima, dellosservanza delle semplici regole di convivenza. Registriamo, infatti, dal 2010 un maggiore controllo da parte degli organi preposti nel centro storico ma senza dubbio insufficiente per garantire ordine e rispetto delle regole. Lincremento del corpo dei vigili, a seguito delle recenti assunzioni, ancora non ha rappresentato quella svolta che era stata auspicata. Nonostante gli appelli inascoltati, confidiamo ancora nellavvedutezza di chi gestisce operativamente questa citt e nella fattiva collaborazione dei cittadini. Condanno fermamente qualsiasi mancanza di rispetto delle regole di convivenza civile - ha detto lassessore Salvo Camarda - a dir poco increscioso che ci sia gente che non si preoccupa minimamente del disagio che arreca lasciando lauto in sosta davanti a una struttura realizzata ad hoc per agevolare il passaggio di chi ha delle precise esigenze. Posso dire che gli agenti hanno elevato tantissime multe - presto renderemo noti i dati - e che esiste un controllo costante del territorio, in particolare in centro storico, proprio per prevenire simili episodi, frutto di una cultura del tutto scorretta con la quale facciamo i conti. Non esiste giustificazione, non esistono scuse. I parcheggi ci sono, cos come le regole. Per il futuro ho gi dato disposizione perch entri in vigore anche il parcheggio a tempo. Stiamo dando delle risposte concrete ma, spesso, la gente, pur di non fare quattro passi a piedi, disposta a rischiare una multa. Invito - e il mio un appello corale - a rispettare gli altri, a rispettare, soprattutto, chi ha delle esigenze, piuttosto che creare ostacoli.

Scivole disabili occupate Mancanza di rispetto


Appello a rispettare le regole, anche per evitare le sanzioni

CASTORINA
Dal 2010 abbiamo registrato maggior controllo del territorio, ma non sufficiente a garantire rispetto delle regole

CAMARDA
Esiste un controllo costante, per prevenire questi episodi. Non esiste giustificazione, n scuse. I parcheggi ci sono
NELLE FOTO AUTO IN SOSTA IN VIA CALLIPOLI DAVANTI A DUE DIVERSE SCIVOLE PER DIVERSAMENTE ABILI
[FOTO DI GUARDO]

O UNA FESTA IN MASCHERA CHE PER NON SOSTITUISCE LA VECCHIA SFILATA

Il Carnevale dei bambini ha rispolverato vecchi ricordi


UNA DELLE INIZIATIVE DI CARNEVALE NELLE SCUOLE DI GIARRE

Cera una volta la tradizione, a Giarre, di organizzare a carnevale, lungo le vie del centro, una sfilata dei bambini in maschera. Con gli anni questa tradizione si per persa e nel centro di Giarre in questi giorni neanche sembra sia Carnevale. I pi piccoli hanno comunque un loro spazio: per loro, da

La Confcommercio: Laumento dei vigili urbani ancora non ha impresso la svolta tanto auspicata

LA SFILATA DEI BAMBINI DEL SECONDO CIRCOLO DI MACCHIA

[FOTO SANTO DI GUARDO]

qualche anno, viene organizzata dal Comune una festa, la Baby Carnival party, nellex pescheria di via Calderai. In proposito, lassessore allo Spettacolo, Giuseppe Cavallaro, spiega che anche le famiglie preferiscono una festa in un luogo al chiuso, per evitare che con le temperature rigide i bambini si possano ammalare; ma se le scuole decidessero di tornare a organizzare nel centro di Giarre una sfilata lamministrazione sarebbe disponibile. Acireale, Misterbianco e Sciacca spiega in una nota Cavallaro - hanno una forte tradizione carnascialesca, per questo abbiamo voluto realizzare un programma di animazione sfruttando i locali al chiuso dellex pescheria, gi pi volte collaudata per analoghe iniziative, cos da coinvolgere i bambini, anche i pi piccoli, rendendoli i veri protagonisti in una struttura sicura e al riparo dal freddo. Una sfilata di gruppi in maschera per le vie cittadine, gioved, stata in-

tanto organizzata a Macchia dal 2 circolo didattico di Giarre, diretto da Pasquale Vinciguerra. La sfilata ha voluto coinvolgere il territorio grazie ai docenti del plesso Manzoni che hanno voluto ridare al Carnevale il suo vero significato di festa popolare, trovando il sostegno dellamministrazione. I docenti del circolo hanno parlato con i genitori nelle scuole, ne hanno ricostruito i ricordi per far rinascere la voglia di vivere la citt con gioia. Le frazioni giarresi si dimostrano pi attive del centro per il carnevale: oggi alle 15,30 a S. Maria la Strada, nei locali dellex scuola elementare, si terr un concorso di carnevale organizzato dalla parrocchia e patrocinato dallassessorato allo spettacolo. Domenica a Miscarello, il comitato pro festeggiamenti Maria SS del Rosario, organizza il "Carnevale a Miscarello" per raccogliere fondi per ricostruire la chiesa distrutta da un incendio lo scorso agosto.
MARIA GABRIELLA LEONARDI

TEATRO REX

Applausi agli anziani attori

Spettacolo teatrale in due atti per gli anziani over sessanta al Teatro Rex di Giarre. Si sono esibiti, gioved sera, i frequentanti del Centro dincontro anziani di Giarre che, nellambito delle attivit svolte dallo stesso Centro e a conclusione del 2 progetto "Anziani in palcoscenico", hanno portato in scena i due atti della loro esibizione teatrale: "Fidi ti salva e non lignu di varca" e "U votu". Uno spettacolo parecchio apprezzato dal pubblico giarrese, che ha gremito quasi in ogni ordine di posto il teatro comunale, lodando limpegno e la dedizione di uomini e donne magari non pi giovanissimi, ma ancora assolutamente dinamici e artefici di una piacevole rappresentazione scenica. Gli stessi anziani, dopo la loro esibizione teatrale, si sono resi protagonisti di un simpatico e coinvolgente ballo di gruppo, che ha ulteriormente acceso lentusiasmo degli spettatori. Ha espresso soddisfazione per la realizzazione della serata lassessore comunale alle Politiche sociali, Giovanni Finocchiaro.
FABIO BONANNO

ELEONORA COSENTINO

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Jonica
ATO. Sinasprisce lo scontro con Aimeri Ambiente

CATANIA PROVINCIA .39


in breve
GIARRE Oggi raccolta di sangue
f.b.) Stamattina, dalle 8 alle 11,45, lAvis intercomunale Giarre-Riposto effettuer una raccolta di sangue nella propria sede, allinterno del vecchio ospedale nei locali dellaex Guardia medica (ingresso via Marconi).

Pulizieri: marted probabile sciopero


Oggi proseguir nei tre capannoni di Aimeri a Mac- diversi milioni di euro nei confronti dellAto relatichia, Fiumefreddo e Maletto, lassemblea sindacale vamente al vecchio contratto. Nello scontro sempre pi duro tra Ato e Aimeri dei lavoratori della ditta che ha in appalto il servizio di raccolta dei rifiuti nei 14 comuni di Ato Joniam- temono di rimanere schiacciati i lavoratori - spiega biente. I lavoratori di Aimeri sono preoccupati per- Rosario Garozzo della Fit Cisl - il pericolo che i lavoch non hanno ancora percepito la mensilit di ratori paghino situazioni di cui non hanno nessuna gennaio, ritardo che fa seguito agli scioperi di di- responsabilit si sta facendo molto forte. E questo cembre quando dovette intervenire il prefetto Can- non mi pare giusto. Ato e Aimeri chiariscano le loro posizioni quanto prima. Un nizzo per sbloccare i pagaaltro segnale preoccupante menti ai lavoratori. I lavoratori sono emerso negli ultimi mesi la Ieri i sindacati hanno incontrato alcuni funzionari dellA- preoccupati e anche delusi grande difficolt che stiamo avendo nel dialogare con lato che hanno rassicurato i lavoratori del fatto che la societ perch non hanno ancora zienda e questo forse preocdambito ha versato nelle caspercepito lo stipendio di cupante quanto i ritardi degli stipendi. se della ditta le somme spetgennaio. Da Milano le Marted 21 febbraio i lavotanti a partire dallagosto scorratori di Aimeri Ambiente poso, cio da quando ha avuto rassicurazioni del tornare a inizio il nuovo contratto (una direttore, Alfio Agrifoglio trebbero addiritturase tra il fiincrociare le braccia cifra che si aggira sul milione e ne settimana e luned non si settecento mila euro) e pasavvertissero segnali di inversione di tendenza. La sando cos la palla alla ditta Aimeri. I sindacati hanno avuto un colloquio telefonico tensione tra lAto e la ditta che ha in appalto il seranche con il direttore di Aimeri Ambiente, Alfio vizio evidente tanto che lo stesso presidente di JoAgrifoglio che ha rassicurato i lavoratori sul fatto che niambiente, Francesco Rubbino conferma la possiil problema sar affrontato a Milano in un incontro bilit di attuare lart. 8 del contratto di capitolato che con i vertici dellazienda che ha sede proprio nel ca- prevede lo rescissione dello stesso qualora la ditta poluogo lombardo. Agrifoglio avrebbe ribadito che non anticipasse le somme per sei mesi di stipendio. la ditta Aimeri vanta un credito molto cospicuo di CARMELO PUGLISI
LA MANIFESTAZIONE DEI LAVORATORI IERI MATTINA
[FOTO SANTO DI GUARDO]

GIARRE Oggi incontro con Giuseppe Raniolo e Anna Vasta


m.g.l.) Oggi, sabato 18, alle ore 18 nella sede del movimento Liberiecittadini, in piazza Bonadies 7, nellambito del programma di incontri con artisti, intellettuali, operatori culturali che raccontano lisola "Ad alta voce", Giuseppe Raniolo e Anna Vasta terranno un incontro; letture di Eugenio Patan.

RIPOSTO
OGGI ULTIMO GIORNO PER IL RITIRO DEL KIT PER LA DIFFERENZIATA

CALATABIANO Carnevale, oggi si parte da Pasteria


s.z.) Organizzate dal Comune prenderanno il via oggi, sabato 18 alle ore 17.30 a Pasteria, le manifestazioni dedicate al Carnevale. Appuntamento in piazza Sac. Dominici, con il debutto dei carri allegorici e dei gruppi in maschera. Dalle 18.30 alle 24 serata di musica e balli. Domenica 19 febbraio a partire dalle 16.30 le manifestazioni del Carnevale si svolgeranno nel centro di Calatabiano, in piazza Del Mercato, con la sfilata dei carri allegorici e dei gruppi in maschera. Al termine musica e balli.

s.s.) Ultimo giorno oggi nella citt del porto dellEtna per il ritiro dei kit che consentiranno, prossimamente, alle utenze domestiche ripostesi di effettuare la raccolta integrata dei rifiuti. La postazione per la distribuzione dei kit si trova ubicata nella sede del Centro incontro anziani di via Archimede (sotto i portici del palazzo municipale) ed stata attivata dopo la chiusura degli stand che erano stati allestiti da Joniambiente in diverse zone del territorio comunale ripostese. Per i "ritardatari", il ritiro dei kit sar possibile in altri giorni ancora da individuare. A Riposto, sono stati distribuiti finora 4000 kit e "ne rimangono ancora 2000 da consegnare. - come spiega Fabrizio Santitto, responsabile zonale di Joniambiente - Mi auguro che, al pi presto, coloro che non hanno ancora ritirato il kit si rivolgano allassociazione di riferimento - la "Mediterranea" ". Frattanto, prosegue anche nel Comune di Riposto la distribuzione dei kit ai complessi condominiali. "Ricordo che nei Comuni di Giarre, Riposto, Mascali, Fiumefreddo, Milo, SantAlfio Linguaglossa, Piedimonte Etneo e Castiglione - ha spiegato il responsabile della Joniambiente, Giulio Nido - lavvio del servizio prender il via a breve".

FIUMEFREDDO Carnevale, domenica festa e premiazione dei costumi


a.v.r.) Stasera riparte lo spettacolo di Carnevale a Fiumefreddo. Per domenica in piazza XX Aprile, dalle ore 19, esibizione del gruppo "Siracusa band" che allieter i cittadini con le musiche tipiche della festa carnascialesca. A fine sera saranno premiate le coppie pi simpatiche. Intanto cresce linteresse per levento di luned che riguarda il ritorno, dopo anni di totale silenzio, del "Carnevale del bambino". Le iscrizioni potranno essere effettuate, sino alle 13, nella locale biblioteca comunale.

In manette Salvatore Brunetto, sconter 8 anni


Fiumefreddo. Luomo, fratello del boss Paolo, si consegnato ai Cc. Era stato condannato per detenzione e spaccio
Era dal 29 gennaio che i carabinieri del Comando Compagnia di Giarre erano sulle tracce di Salvatore Brunetto, di 43 anni, nativo a Castiglione di Sicilia ma residente a Fiumefreddo di Sicilia, soggetto noto alle forze dellordine per una serie di precedenti penali piuttosto rilevanti. Brunetto il fratello di Paolo, gi in carcere, ritenuto alla guida del clan della zona. Alla fine, verosimilmente per la pressione e il fiato degli uomini dellArma che sentiva aumentare su di s mano a mano che i giorni trascorrevano, Brunetto, nella prima mattinata di ieri, accompagnato dal suo legale di fiducia si consegnato al Comando della Stazione carabinieri di Fiumefreddo, guidata in sostituzione del titolare in congedo dal maresciallo Giuseppe Lombardo, che lo hanno arrestato su ordine di carcerazione emesso in precedenza dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte dAppello di Catania. Il soggetto in questione "uomo di spicco" del clan Santapaola si trovava attualmente sottoposto alla vigilanza speciale con obbligo di dimora nel Comune di residenza. Luomo, che ha girovagato in questi quindici giorni nei dintorni della zona di Fiumefreddo, dovr espiare la pena di anni otto di reclusione per i reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti commessi nellarco temporale dellanno 1999 nel territorio di Catania e Calatabiano. Il provvedimento stato emesso al termine delliter processuale che ha visto larrestato adire tutti e tre i gradi di giudizio previsto dallordinamento del Codice penale. Brunetto, una volta esperite le formalit di rito allinterno della caserma fiumefreddese, stato accompagnati dai militari della stazione nel carcere mandamentale di piazza Lanza a Catania e messo a disposizione dellautorit giudiziaria.
ANGELO VECCHIO RUGGERI

RIPOSTO Marted pomeriggio uffici comunali chiusi


s.s.) Con una ordinanza il sindaco Carmelo Spitaleri ha disposto la chiusura degli uffici comunali nelle ore pomeridiane di marted 21 febbraio, giorno di Carnevale, con obbligo di recupero per i dipendenti delle ore non lavorate entro il mese di marzo.

SALVATORE BRUNETTO

LE FARMACIE DI TURNO CALATABIANO (Pasteria): piazza Sacerdote Dominici; CARRUBA: via E. Toti, 36; FIUMEFREDDO: via Roma, 13/a (dal 18/2 sera) (solo diurno); GIARRE: via Callipoli, 171 (fino al 18/2); GIARRE (Macchia): viale Ionio, 34/e (dal 18/2); MASCALI: via Sicula Orientale, 210 (dal 18/2 sera); RIPOSTO: corso Italia, 65.

RIPOSTO. Vincenziane, festa di Carnevale a scopo benefico


Clown, animatori, musica, balli, stelle filanti e golosit. Sono stati solo alcuni degli "ingredienti" della festa in maschera di beneficenza per bambini che stata organizzata, nei giorni scorsi, a Riposto dalla locale sezione del Volontario vincenziano femminile, presieduto da Lucia Torrisi Fichera. Alla tradizionale festa di Carnevale del Volontariato vincenziano - che stata ospitata per la prima volta nella sala conferenze che si trova ubicata sotto i portici del Palazzo municipale della cittadina marinara (ex sede della Societ

CALATABIANO

Depuratori, affidata la gestione


Si va verso la stipula del contratto per laffidamento del servizio di gestione tecnico-operativa, inclusa la manutenzione ordinaria e straordinaria e lo smaltimento dei fanghi disidratati, dei due impianti di depurazione dei reflui cittadini di contrada Imperio e della frazione di Lapide Pasteria. Il Comune di Calatabiano, dopo la verifica dei requisiti dichiarati dallimpresa, che aveva offerto in sede di gara, su sei offerte ricevute, il maggior ribasso per laffidamento dei lavori, ha aggiudicato lappalto allimpresa Sea Spa di Trento, che ha offerto un ribasso del 35,93 % sul prezzo a base di gara di 180.000 euro al netto degli oneri di sicurezza nico (con una visita settimanale) per non soggetti a ribasso e quindi per 52 settimane, compreso due conduttori di impianti di depurazione, complessivi 120.378,80 euro. (per sei ore lavorative) Si tratta di un appalto per lintero periodo di le cui procedure per Lappalto conduzione e manutenlaffidamento sono iniziate lo scorso 22 noa unimpresa zione degli impianti. A sovrintendere alla vembre e che stato fitrentina gestione, il Comune, menanziato con fondi comunali, della durata di che ha offerto diante il responsabile un anno. un ribasso del del Servizio ecologia ed ambiente dellArea tecPer la gestione dei due impianti, il capito- 35,93 per cento nica. E fatto obbligo inollato speciale dappalto tre allimpresa appaltaprevede che limpresa appaltatrice, dal momento del ver- trice, di provvedere al trasporto e bale di consegna dei due depuratori, smaltimento dei fanghi disidratati assicuri un operatore elettromecca- gi presenti nei due impianti e che sono stimati in circa 273 tonnellate. Qualora lo smaltimento non possa avvenire in una sola operazione, limpresa obbligata a completare lo smaltimento entro 90 giorni dalla consegna dei lavori, garantendo, comunque, che la presenza dei fanghi disidratati nei due impianti non interferisca in alcun modo con la normale gestione tecnica operativa degli impianti stessi. In attesa della consegna degli impianti alla nuova impresa, il Comune ha provveduto a prorogare, sino al prossimo 29 marzo, il servizio di gestione degli impianti di depurazione allattuale ditta.
SALVATORE ZAPPULLA

Operaia di Mutuo soccorso) - si sono presentati numerosi bambini (oltre un centinaio) nei loro costumi colorati e divertenti accompagnati dai genitori. La manifestazione carnascialesca ricca di balli, musica e tante leccornie si protratta per tutto il pomeriggio; i bambini in maschera si sono divertiti insieme alle volontarie vincenziane e agli animatori della festa che hanno giocato e ballato con loro, tirando coriandoli e stelle filanti. Tolte le spese, il ricavato della serata, come nello spirito del volontariato vincenziano femminile, sar devoluto in beneficenza a favore dei minori meno abbienti della cittadina marinara. Desidero ringraziare - afferma Lucia Torrisi Fichera lamministrazione comunale e, in particolare, il sindaco Carmelo Spitaleri e lassessore Annamaria Scuderi per il supporto logistico che ci hanno dato nellorganizzazione della festa carnascialesca (foto di Santo Di Guardo).
SALVO SESSA

RIPOSTO

PODISTICA

Rifondazione: Delusi Maratonina Blu Jonio molliamo la maggioranza domenica 26 in tre Comuni
s.s.) Il Circolo Antonio Gramsci di Rifondazione comunista - che nelle amministrative del 2008 sosteneva la candidatura a sindaco di Carmelo Spitaleri - ha diffuso una nota per denunciare loperato dellAmministrazione ripostese. Rc ha tempestivamente deciso di non far parte di questa coalizione - sottolinea la nota avendo constatato che si andava da tuttaltra direzione rispetto alle linee guida del programma. Noi ci chiediamo, oggi, quale maggioranza politica sostenga questAmministrazione. Riposto paga lassenza operativa e passionale di una guida politica: il turismo a cui questAmministrazione puntava si scontrato con una politica senza prospettive e senza progetti a cui va addebitata lattuale stato di degrado ambientale, dove la fanno da padrone discariche e sporcizia; la parte pubblica del porto turistico totalmente dismessa senza che i cittadini sappiano di chi sia la responsabilit; il totale disinteresse nei riguardi dei beni pubblici manifestatosi, tra le altre cose, con la non valorizzazione di contrada Gancia; il territorio totalmente abbandonato a se stesso rende il paese sempre meno vivibile per i cittadini (figuriamoci per i turisti!!!). Il senso di responsabilit ci obbliga a denunciare politicamente questAmministrazione - conclude Rc - e a lanciare un appello a quella parte sana e democratica della societ civile e politica E gi in fermento da qualche giorno la macchina organizzativa per la Prima "Maratonina Blu Jonio", appuntamento podistico che si svolger nei Comuni di Riposto, Mascali e Fiumefreddo, e inserito quale seconda prova nel circuito del Gran Prix Regionale Fidal 2012. La manifestazione, organizzata dallAsd Podistica Jonia Giarre del presidente-atleta Giuseppe Puglisi e in programma domenica 25 marzo, nasce dalla risposta alle esigenze dei podisti isolani di volersi cimentare in una gara tecnicamente assai competitiva, in un percorso decisamente idoneo alla mezza maratona. Se a ci si aggiunge il suggestivo tracciato, con lincomparabile panorama tra mare e montagna che far da splendida cornice alla corsa, si comprende come la stessa sia destinata a trasformarsi in un appuntamento classico del panorama podistico siciliano. Fondamentale sar, poi, il contributo degli enti locali dei tre Comuni della riviera jonica che ospiteranno la "Maratonina Blu Jonio", per una kermesse che indubbiamente rappresenter un traino importante anche dal punto di vista turistico. Nei giorni scorsi, intanto, stato definito il percorso, con partenza e arrivo previsti in piazza del Commercio, a Riposto.
FABIO BONANNO

MASCALI. Concorso dellassociazione Amatori di biliardo


Lassociazione Sport Club Amatori Biliardo di Mascali, con il patrocinio del Comune di Mascali organizza la seconda edizione del concorso "Carnevalissimamentecarnevale 2012. Domani a partire dalle 16 nellAuditorium del Centro sociale "Karol Wojtyla" di via Rosario Livatino avr luogo una sfilata di bambini in maschera per le categorie di bambini dagli zero ai 6 anni e dai 7 ai 12 anni. Marted 21 alle ore 15 da piazza Duomo partir la sfilata dei gruppi in maschera, partecipanti al concorso, che percorrer piazza Duomo, viale Immacolata, via Pier Santi Mattarella, via Caracciolo, via R. Livatino fino allAuditorium del Centro Sociale. In caso di condizioni atmosferiche avverse, la manifestazione si svolger direttamente nellauditorium del Centro Sociale. Lanimazione sar curata dalla "Flash Dance Animation Group" art director Dany e Bruno. Presenta Francesco Greco. Ai primi tre classificati per categoria sar consegnata una coppa. Le iscrizioni dovranno pervenire entro le 12 di marted prossimo nellUfficio di Gabinetto del sindaco - tel. 095/ 7709118.
ANGELA DI FRANCISCA

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

40.

CATANIA PROVINCIA
Cattedrale stracolma per laddio al presidente del Consiglio. Commosso ricordo del parroco don Roberto Strano Tante personalit politiche, colleghi e comuni cittadini in mattinata avevano reso omaggio alla salma nella camera ardente al Comune

ACIREALE

Filetti era lamico insostituibile


Il sindaco Garozzo: Pietro sarebbe stato degnissimo dindossare la fascia tricolore
Ho pianto per la perdita di un amico la cui signorilit lo rendeva amabile. Don Roberto Strano, parroco della Cattedrale ci teneva a presiedere il rito funebre in una chiesa stracolma di rappresentanti politici e istituzionali, amici, semplici cittadini che hanno voluto rendere lultimo saluto al presidente Filetti. Eravamo soliti incontrarci ogni mattina - ha ricordato il parroco - per una battuta, una considerazione sul fatto del giorno. Tutto questo si ripetuto fino a mercoled e oggi in questa chiesa Cattedrale, sua parrocchia da sempre, siamo a rendergli lultimo omaggio. Nelle sedi opportune stato ricordato il politico, qui vorrei brevemente soffermarmi su altri aspetti che lo contraddistinguevano: innanzi tutto la signorilit, nel trattare gli uomini e le situazioni; Pietro era un vero gentiluomo e amava la famiglia, era fiero dei successi dei suoi figli (Cristoforo e Salvo), di ci che insieme alla moglie Anna aveva costruito non solo in ordine materiale quanto affettivo. Questa fierezza, per, non la ostentava, la godeva interiormente. Pietro stato un amico, uno di quelli, direbbe il Vangelo, che pur di possederlo si disposti a perdere tutto. Un amico sincero, affettuoso, disponibile, con cui era bello condividenuo via vai commosso di colleghi, amici, personalit politiche (tra questi il sen. Pino Firrarello, il presidente della Provincia, Giuseppe Castiglione, gli on. Salvo Pogliese, Nello Musumeci, Nicola DAgostino, Franco Calanducci) e semplici cittadini: tutti attorno alla bara, "presidiata" dai colleghi dellordine forense che hanno indossato la toga, per stare vicino allavvocato Filetti. Alle ore 15 davanti al Palazzo di Citt spazio dunque alla commemorazione civile dove, oltre al saluto "allamico nostro Pietro Filetti" da parte del vicepresidente del Consiglio Nando Ardita, hanno reso omaggio alla sua memoria le due persone a lui pi vicine, seppur per aspetti diversi, lon. Basilio Catanoso e il sindaco Nino Garozzo. Pietro stato ha ricordato Catanoso con le parole rotte dallemozione - il rappresentante istituzionale per eccellenza che tutte le citt vorrebbero, lamico di tutti, tirato su (qui il richiamo alla grande scuola del padre, il sen. Cristoforo Filetti) a diritto e politica. Il sindaco, richiamandosi alle indiscrezioni che indicavano Filetti a probabile futuro candidato a sindaco del dopo Garozzo, indicando la fascia tricolore ha detto che Pietro sarebbe stato degnissimo di indossarla.
ANTONIO GAROZZO

IL DISTRETTO TURISTICO

Il Mare dellEtna debutta alla Bit strumento di promozione


Debutter oggi alle 16.30 alla Bit (la Borsa internazionale del turismo) di Milano il Distretto turistico territoriale "Il Mare dellEtna" che per il primo anno si propone come interfaccia di un sistema che attraverso il partenariato pubblico-privato, definisce un prodotto territoriale competitivo nei mercati turistici nazionali e internazionali. Un distretto in unarea geografica unica, con una popolazione di circa 350mila abitanti, in cui sono presenti ben 10mila posti letto di cui oltre la met nella sola Acireale. Il nuovo organismo si presenter ad una delle vetrine pi importanti per la promozione turistica su scala internazionale, su invito della Provincia regionale di Catania. Un momento di promozione importante che vede Acireale impegnata su due fronti: a casa propria con la manifestazione carnescialesca in pieno svolgimento in attesa di vivere e un convegno che metter in mostra per la prima volta levento come scommessa per lattrattiva futura che il distretto potr avere per rientrare negli "appetiti turistici mondiali". N Acireale, n "Il pi bel Carnevale di Sicilia", n la Fondazione si presenteranno come organismo singolo ma allinterno del distretto. In passato non era mai successo - spiega lassessore al Turismo acese Nives Leonardi - puntiamo tantissimo sulla strategia del Distretto e vogliamo che si privilegi come strumento di promozione considerato che il carnevale sta godendo di vetrine di promozione che hanno superato la dimensione territoriale. dello stesso avviso Nico Torrisi presidente Federalberghi Sicilia: Si stratta di un passo avanti che mira ad un piano di comunicazione organica e integrata che ormai essenziale, non essere presenti come singola entit non credo sia un danno anzi evita il dispendio di risorse importanti; certo avrei preferito unazione di programmazione per tempo. Gli fa eco Mario Bevacqua, presidente dellUftaa, la Federazione Mondiale delle Associazioni delle Agenzie di Viaggi: Lo spezzettamento dellimmagine un danno. La realt acese di Carnevale unentit valida nel contesto siciliano, il Distretto in questo contesto pu essere una buona alternativa- spiega Bevacquain un mondo globalizzato si deve superare il campanilismo locale e lidea impressa nel Distretto pu risultare interessante.
TERESA GRASSO

Lon. Basilio Catanoso: Era il rappresentante istituzionale che tutte le citt vorrebbero avere
re momenti ed eventi. Unintera citt ancora incredula, superato il primo attimo di naturale sbigottimento per limprovvisa scomparsa, ha voluto rendere omaggio al presidente Filetti, 53 anni a ottobre, seconda carica istituzionale della citt: in mattinata al Palazzo di Citt, in quella sala del Consiglio dove Filetti si formato e dove ha portato avanti con responsabilit e alto senso istituzionale il suo lavoro, stata allestita la camera ardente. Registrato, nelloccasione, un conti-

il feretro di filetti alluscita dal comune, nellaltra foto i discorsi pronunciato dallon. catanoso [FOTO CONSOLI]

LA COOPERATIVA PROMOZIONE

Il volontariato tra cultura e legalit


Un servizio europeo. In 4, tutte straniere, stanno assistendo nelle case alloggio persone anche diversamente abili
Quando la cultura si unisce alla voglia di aiutare gli altri e, allo stesso tempo, alla voglia di apprendere. Quando la cornice di tutto ci la legalit. Allora si crea unesperienza di apprendimento interculturale, un integrazione sociale e una partecipazione attiva. E lo fa la cooperativa sociale Promozione che, per la seconda volta, stata accreditata come ente idoneo alla svolgimento del servizio di volontariato europeo con il progetto One hundred moons. Durante il primo semestre, da luglio 2011 a febbraio 2012, la prima fase di accoglienza di 4 giovani volontarie provenienti da Polonia, Spagna e Romania che svolgono servizio nelle case alloggio Primavera e Focolare della Cooperativa Promozione. Visto gli ottimi risultati raggiunti, lAgenzia Nazionale Giovent, dipendente dal Ministero della Giovent, ha deciso di finanziare una nuovo periodo di servizio volontario europeo con il progetto Promotion con giovani volontari europei provenienti dal Portogallo, Francia, Spagna e Polonia. Attraverso questesperienza i giovani hanno loppor-

Chi viene da fuori apprende anche la lingua italiana

tunit di entrare in contatto con nuove culture, ma hanno anche la possibilit di assistere persone svantaggiate e, nel caso specifico, di confrontarsi con gli ospiti della Cooperativa. Unesperienza attraverso cui hanno avuto la possibilit di diffondere la cultura del volontariato e della legalit, di dare un supporto concreto alDa sx: Joana Lopes Joaquim, Anne Patela, Nino Grasso, Nicola Patan, Marina Garcia Gonzalez e Kaja Krawczyk

le persone svantaggiate ospitate nelle case alloggio della Cooperativa Promozione, ma anche di essere parte attiva della casa, partecipando a incontri e riunioni per approfondire le conoscenze relative agli aspetti teorici e pratici per svolgere servizio nelle comunit alloggio. Non meno importante lapprendimento della lingua italiana e la partecipazione agli eventi promossi dalla Cooperativa per i propri ospiti e per la comunit locale. E poi anche la parte legata alla legalit perch i ragazzi sono ospitati allinterno di un bene confiscato alla mafia e con questo gesto la Cooperativa Promozione vuole ancora una volta ricordare limpegno per la diffusione della legalit. Sono lieto di ospitare nelle nostre comunit le ragazze del servizio di volontariato europeo ha dichiarato Nino Grasso, presidente della cooperativa sociale - e potrei menzionare tanti altri aspetti positivi. Primo fra tutti quelli legati alla vita quotidiana: bello vedere a pranzo i nostri ragazzi impegnarsi a parlare inglese, francese e spagnolo per farsi capire ed essere accoglienti con le volontarie.
SIMONA ZAPPAL

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Acese
A C I S A N T A N T O N I O

CATANIA PROVINCIA .41


Intanto stanno continuando gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria
negli ultimi anni suscitando anche polemiche per via dei locali che non sarebbero ormai adeguati ai nuovi standard moderni di insegnamento. Sul tema, che abbiamo specificatamente sollevato con lassessore Marchese, questa la replica: Nonostante le esigue risorse economiche lamministrazione - ha spiegato il titolare alla Pubblica istruzione - sta comunque continuando gli interventi di manutenzione, ordinaria e straordinaria, avviati gi da tempo. Mi preme infine ribadire che la scuola fornisce, comunque, un servizio, un insegnamento cio, ottimo e questo grazie agli insegnanti con i propri sforzi.
DAVIDE QUATTROCCHI

A Lavinaio prima media a rischio soppressione


I genitori invitati a collaborare per raggiungere il numero necessario

Lassessore alla Pubblica istruzione: Non stato raggiunto il numero minimo di iscrizioni
Si ripetono anche questanno le difficolt, ormai croniche, del plesso di scuola media della frazione santantonese di Lavinaio: infatti a rischio la prima media per il prossimo anno scolastico. A lanciare lallarme lassessore alla Pubblica istruzione Giovanni Pietro Marchese, che in una nota ufficiale informa che al momento non ancora stato raggiunto il numero minimo di iscrizioni: Gi da tempo - ha spiegato lassessore - ci si attivati, con la collaborazione anche dei dirigenti scolastici e delle stesse insegnanti, per garantire il numero di iscrizioni occorrente; purtroppo dopo vari tentativi compiuti anche nei Comuni vi-

I locali del plesso, che festeggia il 40 di istituzione, non sarebbero adeguati agli standard

cini, che presentano le stesse difficolt, non stato ancora possibile giungere ad una soluzione utile. A ci si aggiunto anche il "processo di migrazione" compiuto da alcune famiglie che hanno deciso di iscrivere altrove i propri figli. Lappello lanciato dallamministrazione chiaro: Si invitano i genitori ha affermato Marchese - alla collaborazione in modo da poter raggiungere con le iscrizioni dei propri figli il numero necessario richiesto per legge e garantire lattivit scolastica per lanno 2012/2013. Il plesso di Lavinaio, che questanno festegger il quarantesimo anniversaIl plesso di Lavinaio negli ultimi anni ha suscitato polemiche per via dei locali che non sarebbero adeguati ai nuovi standard rio dallistituzione, ha vissuto "sul filo"

Il Carnevale di Acireale

Le manifestazioni entrano nel clou con le sfilate di oggi: alle 10 sar la volta di oltre 250 alunni degli istituti scolastici

Dopo un anno di assenza, dalle 16 faranno la loro prima uscita i carri realizzati dai maestri artigiani del fiore

in breve
ACIREALE Oggi donazione di sangue
n.p.) Donazione di sangue questa mattina dalle 8 alle 12, nella sede Avis, in corso Savoia 134.

Le scuole in maschera e i carri infiorati


Stasera nel circuito anche i carri allegorico-grotteschi. In serata lesibizione della Luna rossa di Renzo Arbore
Fra gioie e dolori, lo scorrere inesorabile della vita, che ieri aveva visto ad Acireale la totale sospensione del programma previsto per il Carnevale, porta questoggi a voltare pagina per dare di nuovo spazio alla spensieratezza, seppur nel ricordo comunque sempre presente dello scomparso presidente del Consiglio comunale, Pietro Filetti. Ad avere il difficile compito di rompere il ghiaccio, ma chi forse meglio di loro sarebbe in grado di riuscirvi, saranno i bambini ed i ragazzi che sfileranno per la seconda volta nellambito del concorso "Scuole in maschera" che vede la partecipazione di oltre duecentocinquanta alunni delle materne, elementari e medie, provenienti pure da fuori Acireale, come nel caso dellistituto comprensivo Elio Vittorini di S. Pietro Clarenza, dellinfanzia e della primaria di Camporotondo e del comprensivo Enrico Fermi di S. Giovanni La Punta. Lavvio da piazza Duomo previsto per le 10. Alle 10,45, ma su Raidue, il Carnevale di Acireale sar protagonista nella trasmissione "Quello che", curata dalla testata giornalistica Rai parlamento e dedicata al turismo. Simonetta Faverio, con la collaborazione di Micaela Palmieri, parler della manifestazione acese sia quale traino per il turismo in Sicilia che per le positive ripercussioni economiche sullindotto. Appena poi il tempo di un primo luculliano pranzo da dedicare a Re Burlone, ecco che sar gi lora della prima sfilata, avvio fissato per le 16, dei carri infiorati, la peculiarit del Carnevale di Acireale. In lizza saranno quindi "Lo era azzurro" di Debora Trovato, "La prima cosa bella" di Orazio Cavallaro, "A bocca asciutta" di Felice Trovato, "Privacy please" di Cataldo Sardo, "Passione contro" di Gaetano Bonanno, "Mutu cu sapi u iocu" di Concetto Urso e "Gi le mani dallItalia" di Camillo Trovato. Le opere dei maestri artigiani del fiore, a partire da oggi, saranno poi presenti in circuito fino a marted, conclusione del Carnevale. Sfileranno questo pomeriggio, nel circuito cittadino, calamitando anchessi naturalmente lattenzione, pure i dieci carri allegorico grotteschi in concorso. In serata infine, nel palco di piazza Duomo alle 21, prevista lesibizione de "La Luna Rossa", la cover band diretta da Renzo Arbore. Intanto stato ufficializzato dalla Fondazione il "recupero" del concorso "Bambini in maschera" che si sarebbe dovuto tenere appunto ieri. Lo storico appuntamento con le mascherine, si terr luned pomeriggio con inizio alle 16 nel teatro Maugeri.
NELLO PIETROPAOLO

ACIREALE Domenica progetto della Croce Rossa


a.g.) Sar presentata questa mattina, alle ore 12 nella sala Giunta del palazzo di Citt, liniziativa "Acireale for children" che si svolger domenica. Levento rivolto a supportare il progetto della Croce Rossa Italiana dal titolo "Progetto in pediatria".

LA CIRCOLAZIONE VIARIA

Carri infiorati in esposizione in piazza Europa divieto di sosta con rimozione sul lato est
A partire da questa sera, le sette opere dei maestri artigiani del fiore partecipanti al Carnevale di Acireale resteranno in esposizione, nelle ore non di sfilata, in piazza Europa. Per questo motivo, il comando della polizia urbana ha disposto una serie di divieti al fine di agevolare la loro visione da parte dei visitatori. Dalle 14 di oggi cos fino alla mezzanotte di marted, stato disposto il divieto di sosta con rimozione sul lato est della piazza, dal civico 1 al numero 20. Interdetta pure la circolazione alla volta di piazza Europa in corrispondenza degli incroci fra corso Sicilia e via Fabio, le vie Veneto e Martinez, corso Sicilia e corso Italia, con leccezione naturalmente per i residenti. Un altro divieto di sosta con rimozione verr poi istituito, ma rester vigente solo nella giornata di domani, dalle 8 del mattino fino a mezzanotte, nel piazzale di via delle Terme, dinanzi la via Igea, in quanto larea verr adibita a capolinea nonch spazio di manovra per i bus navetta che trasportano quanti si recheranno verso il centro citt. I mezzi faranno cos la spola gratuitamente con il parcheggio di Capomulini. Tale luogo, in occasione del Carnevale, sar infatti destinato a coloro i quali provengono, attraverso la Statale, dal capoluogo.
N. P.

ACIREALE Partita a Marsala, nessun derby per i tifosi acesi


a.g.) In vista dellincontro di calcio Marsala Acireale in programma domani, il prefetto di Trapani ha disposto, per motivi di ordine e sicurezza pubblica, la chiusura del settore ospiti dello stadio comunale di Marsala. Ha inoltre disposto il divieto di vendita dei tagliandi ai residenti nella provincia di Catania.

ACIREALE Donazione di sangue alla sede del gruppo Fratres


a.g.) Giornata della donazione di sangue domani, dalle 8 alle 12 nella sede del Gruppo Fratres "S. Maria del Carmelo", Largo Stefano Ittar 2, zona Mandorle.

LE FARMACIE DI TURNO ACI S. FILIPPO: piano S. Filippo, 5 (dal 18/2 sera); ACIREALE: corso Umberto, 130 (solo 18/2); ACIREALE: piazza L. Vigo, 11 (dal 18/2); ACIREALE: via Verga, 47 (notturno dal 18/2); S. VENERINA: via Stabilimenti, 24 (dal 18/2 sera).

ACIREALE: PUNTO RACCOLTA PER SEGNALARE I PROBLEMI

ACIREALE: LUNED IN OSPEDALE

Stamattina alla Villa Lo dico a Scelta Giovane


Un contributo diretto per il miglioramento della Citt di Acireale. Si inquadra in tal senso liniziativa che stata assunta dal movimento Scelta Giovane e in programma questa mattina in piazza Indirizzo dalle ore 8,30 alle 13. Nei pressi della villa Belvedere i promotori delliniziativa, denominata appunto "Lo dico a Scelta Giovane" accoglieranno in un apposito punto di raccolta, gli acesi che vorranno aderire segnalando disservizi, avanzando inoltre proposte e soluzioni per i piccoli e grandi problemi quotidiani che affliggono la citt e ovviamente gli stessi abitanti. Segnalazioni utili per contribuire al miglioramento della stessa citt spiega dal canto suo il coordinatore comunale di Scelta Giovane, Fabio Messina, che ha sollecitato liniziativa organizzata insieme con il presidente comunale Antonio Grasso e al direttivo provinciale composto da Mario Sgroi, Tiziana Infarinato, Marco Di Pietro e Giuseppe DUrso, e sostenuta anche dal leader di Scelta Giovane Daniele Capuana.
ANTONIO CARRECA

Festa con mascherine per i bambini ricoverati


Luned prossimo le Unit operative di Pediatria e di Neuropsichiatria infantile dellospedale di Acireale vivranno una giornata di festa grazie alliniziativa "Carnevale in Pediatria", progetto che oltre al nosocomio di Acireale, patria del Carnevale in Sicilia, coinvolger anche i reparti di pediatria degli ospedali di Bronte, Biancavilla, Patern e Caltagirone. Liniziativa, momento di festa per i bambini ricoverati, stata proposta dalla ditta Sinit di Patern ed stata recepita dal commissario straordinario dellAsp Catania, dr. Gaetano Sirna: Abbiamo accolto con favore la proposta della ditta-sponsor - afferma Sirna con lobiettivo di allietare la permanenza in ospedale dei bambini e costruire attorno a loro un ambiente di protezione attento alla dimensione ludica e alle esigenze dei piccoli ospiti. Ad ogni bambino ricoverato, gli animatori distribuiranno diversi doni: mascherine di zucchero, trombettine, stelle filanti. Il tour parte oggi dalla Pediatria di Caltagirone, domani sar la volta di Patern, luned Acireale e marted Biancavilla e Bronte.
ANTONIO GAROZZO

Aci S. Antonio, disdette della Sidra conferenza di servizi con i Comuni


Si svolto ieri mattina presso la sede della Provincia Regionale di Catania di via Nuovaluce lincontro chiesto nei giorni scorsi dai capigruppo del Pdl e de La Destra, Gianluca Cannav ed Enzo DAgata, tra la V Commissione consiliare e i vertici di Sidra Spa, societ che si occupa della fornitura dacqua a scopo industriale e agricolo che nelle scorse settimane ha inviato circa ottocento disdette a utenti di Aci S. Antonio, Acireale, Acicatena e Viagrande. Per la societ erano presenti il presidente Gaetano Riva, il direttore tecnico Antonino Olivo e il responsabile della pianificazione Alfredo Pennisi. Lincontro, come gi preannunciato settimana scorsa, si reso necessario a fronte delle gravi conseguenze che lesecuzione delle disdette potrebbe causare sia a livello economico che ambientale sul territorio: Sono lieto - ha commentato ieri sera Riva - di aver registrato un clima produttivo e sereno che ritengo potr essere davvero stimolante per giungere ad una risoluzione positiva della questione. Come ovvio in questi casi, un singolo incontro non pu risolvere istantaneamente la vicenda ma pu aiutare a individuare eventuali, future, soluzioni. Sidra, con i suoi rappresentanti, ha esposto la situazione economica in cui versa e le conseguenti necessit che i vertici si trovano ad affrontare: Non vogliamo in alcun modo mettere in ginocchio il territorio da noi finora servito - ha spiegato Riva - ma era giusto far capire la reale situazione in cui ci troviamo. La societ, come ha dichiarato la settimana scorsa lo stesso presidente, ha una perdita secca annuale di circa 300mila euro. Mentre Riva spiega di aver dato "ampie disponibilit per valutare anche con gli enti il da farsi" senza, tra laltro, escludere la possibilit di un investimento da parte di un terzo "che intenda investire razionalizzando il servizio", il gruppo consiliare de La Destra, con il capogruppo Enzo DAgata, ha chiesto e ottenuto la convocazione di una conferenza di servizi con i Comuni interessati che si svolger nei prossimi giorni.
D.Q.

SANTA VENERINA: AD APRILE LINAUGURAZIONE

Chiesetta della Tenutella, lavori conclusi


SANTA VENERINA
DA OGGI POMERIGGIO LE INIZIATIVE DEL CARNEVALE

o.v.) Comincia oggi il programma del Carnevale di Santa Venerina, messo a punto dal Comune con la collaborazione della Pro Loco, delle parrocchie e di varie associazioni. Diverse le iniziative odierne. Primo appuntamento alle 15 nella Piazza Immacolata di Dagala del Re, con successiva festa nel salone parrocchiale di via Trieste, con serata gastronomica finale, a cura del comitato festeggiamenti dellImmacolata. Festa anche a Cosentini, dove il raduno sar in piazza alle 15.30 e proseguir fino ai locali dellIstituto compresivo (lorganizzazione della parrocchia). Sempre alle 15.30, a cura dellAzione cattolica della della parrocchia "Santa Venera", animazione nella Casa del Vendemmiatore con balli e teatrino delle marionette, mentre il "party" di Carnevale a Bongiardo comincer alle 20.30, nelloratorio parrocchiale di via Princessa. Altre iniziative sono in programma per i pomeriggi di domani e di marted.

Potrebbe essere inaugurata fra poco pi di un mese la chiesetta della Tenutella di Santa Venerina, risalente al XVII secolo, oggetto di lavori di restauro e di miglioramento della fruizione. Sono infatti agli sgoccioli gli interventi sostenuti dal Comune, che hanno riguardato la sistemazione dello spazio esterno al manufatto, in particolare lallestimento dellilluminazione ad hoc, il consolidamento del muro retrostante, lasportazione di un ulivo che stato impiantato nel parco comunale di Bongiardo. Gli interventi sono in dirittura darrivo e contiamo che ad aprile la Tenutella possa essere inaugurata, fa sapere il presidente del Consiglio Giuseppe Marano, che con il sindaco Enrico Pappalardo sollecit alla Regione lurgenza dei lavori, resa necessaria dallo stato di degrado del manufatto.

Alla fine del 2009, infatti, arriv il finanziamento di 40 mila euro dellassessorato regionale ai Beni culturali e cominciarono i lavori curati dalla Soprintendenza, consistiti nella disinfestazione e pulitura, nel consolidamento della muratura e nella protezione degli affreschi, nel ripristino degli intonaci, nella realizzazione di una copertura e di una superficie calpestabile Lintervento sui resti del manufatto, che si trova ai bordi della provinciale 4/I (via Stabilimenti), stato curato da Francesco Messina e Concetta Trifir, su progetto dellarch. Fulvia Caffo, direttore dei lavori larch. Concetto Stagnitta. La chiesetta, caratterizzata da due preziose nicchie affrescate con dipinti attribuiti a Paolo Vasta, stato il primo elemento storico-monumentale acquisito al patrimonio comunale, nel 2002.
O. V.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

42.

CATANIA PROVINCIA
Lsos del "Fermi". Inviate inutilmente Lsos del "Rapisardi". Adirati e stanchi di

PATERNO
Una lunga lettera, per denunciare le condizioni di disagio in cui si vive. Gli studenti dei licei Scientifico e Classico, armati di carta e penna, scrivono agli organi di stampa per far sentire la loro voce. Ci siamo sentiti in dovere di scrivere questa lettera per denunciare pubblicamente la pessima situazione strutturale e linefficienza di alcuni servizi che attanagliano le nostre scuole gi da diversi anni - scrivono gli studenti Andrea Gagliardo, per il liceo scientifico "Fermi", e Marco Spagnolo, per il classico "Rapisardi" - Il liceo Scientifico, prestigiosa scuola di Patern, vanta pi di 1.045 alunni, ottanta docenti e venti collaboratori Ata. Dati che dimostrano limportanza della scuola sia per la quantit di studenti, che per il cospicuo numero di dipendenti statali presenti al suo interno. Questanno il liceo Scientifico ha denotato svariate mancanze strutturali. Per citarne alcune: infiltrazioni dacqua, inagibilit di alcune aule studio, malfunzionamento dei condizionatori. Problemi, questi vissuti dallo Scientifico, soprattutto in riferimento alle infiltrazioni di acqua, denunciate dal nostro quotidiano sul finire dello scorso anno, con le macchie di umidit ben evidenti allinterno di una classe, chiusa perch inagibile; e della palestra scolastica, anche questa per met resa offlimits. Sembra che a nulla siano valse le missive del preside della scuola Antonino Scardigno, inviate alla Provincia regionale di Catania, Ente che sovrintende le strutture scolastiche superiori. Sono state inviate diverse sollecitazioni dintervento agli enti provinciali - affermano ancora nella lettera gli studenti - che per motivi a noi sconosciuti, non hanno agito come avrebbero dovuto. Una situazione che si registra quasi con gli stessi problemi al liceo Classico Rapisardi. Come evidenziano gli studenti, con larrivo della stagione invernale si dovuto far fronte ad ingenti situazioni di fatiscenza: dalle infiltrazioni dacqua piovana e di vento che penetrano facilmente per gli infissi, scadenti e risalenti ad epoca preistorica, ad altri problemi simili dovuti alla necessit di intervenire su una struttura solidissima nonostante la longevit, ma che oramai necessita di alcune attivit di manutenzione. Anche in questo caso non sembra abbiano sortito effetti le numerose richieste dintervento da parte del preside, Vittorio Galvani, n sembra sia servita la petizione firmata dagli alunni, inviata, poi, alla Provincia. Adirati e stanchi di ascoltare le solite frasi consolanti - affermano in conclusione gli studenti abbiamo anche organizzato una manifestazione ed anche questo non ha sortito effetti. Ad oggi non cambiato nulla. Attraverso questa lettera esprimiamo la nostra totale indignazione nonch lennesima denuncia agli Enti che sembrano lontani dai problemi che gli studenti vivono giorno dopo giorno.
MARY SOTTILE

diverse sollecitazioni dintervento, ma nessuno ha agito come avrebbe dovuto

ascoltare le solite frasi abbiamo organizzato una protesta senza sortire alcun effetto

Due licei, stessi problemi Carenze e infiltrazioni


Lettere di denuncia degli studenti di Scientifico e Classico
POLITICA

Oggi si presenta il candidato Lo Presti


m.s.) Si comincia. La campagna elettorale entra nel vivo degli appuntamenti e finalmente si parla di programmi e non pi di beghe interne ai partiti, oggi alla ricerca del candidato sindaco migliore da proporre per le prossime amministrative. Il primo evento, oggi, alle 18, in biblioteca comunale, quando alla citt si presenter il candidato sindaco del Movimento "La Citt", Vittorio Lo Presti. Su di lui, si attende ancora di sapere, se il Pdl scioglier le riserve mantenute fino ad oggi, decidendo di scendere in campo al suo fianco. E dopo diversi incontri gi promossi pronto a presentare il suo programma alla citt anche il candidato del centrosinistra, Mauro Mangano. Per lui lappuntamento fissato per domenica prossima 26 ottobre. E se Lo Presti punta al sociale ed allo sviluppo economico; Mangano evidenzia tra le prime cose da fare, le infrastrutture, strade in testa, servizi ed economia. E nei prossimi giorni si dovrebbe aggiungere anche la voce del candidato Michelangelo Reitano, con il suo programma. Si attende, invece, di sapere ancora cosa far il vicesindaco Salvo Panebianco, sostenuto da parte del Pdl, e il Mpa, che non ha ancora ufficializzato un nome da presentare.

Nella foto sopra le pessime condizioni del tetto della palestra dello Scientifico Fermi. Un problema pi volte segnalato e mai risolto a causa del quale, fra laltro, una parte dellimpianto ancora off limits. Nella foto in basso a sinistra, invece, ampie e visibili tracce di umidit nel tetto di unaula del Classico Rapisardi

O RISOLTO IL PROBLEMA IDRICO IN UNA ZONA, RUBINETTI A SECCO IN UN ALTRO QUARTIERE

Un guasto dopo laltro Ardizzone allasciutto


Il guasto stato risolto nella tarda serata di ieri, anche se non in tutte le arterie viarie interessate dal problema lacqua tornata subito nelle case degli utenti. Gi oggi, assicurano dallAma (lazienda idrica cittadina), i disservizi saranno un ricordo, con lacqua che torner a scorrere regolare. Intanto, da gioved mattina, rubinetti a secco, nel quartiere Ardizzone e ancora, via Vittorio Emanuele alta, Corso Sicilia, via Sardegna e tutte le arterie che da questultima strada diramano. Il problema stato provocato da un improvviso guasto al motore al pozzo "Strano", con lintervento di riparazione effettuato dai proprietari del pozzo ieri, giorno in cui tutto tornato regolare. Purtroppo per lutenza larrivo dellacqua nelle case non avviene in maniera immediata, visto la necessit del liquido di tornare in pressione, per la redistribuzione regolare. Sono stati oltre 5 mila i cittadini che nelle giornate di gioved scorso e ieri, hanno dovuto arrangiarsi, armandosi di bidoni e vasche, per raccogliere lacqua necessaria per lutilizzo quotidiano. C anche chi, ricorso a parenti ed ami-

Infiltrazioni dacqua, alcune aule inagibili e condizionatori in tilt

In alto una veduta del quartiere Ardizzone dove da gioved scorso manca lacqua

ci per poter far fronte alle esigenze primarie. Un mese difficile questo di febbraio, per i guasti allAma. Ad inizio mese, i disservizi hanno interessato il quartiere di Scala Vecchia, con il servizio di distribuzione di acqua interrotto per 48 ore. In questo caso, a provocare il problema, stato un guasto al pozzo "Di Natale". A

causa dellinterruzione dellerogazione di acqua, anche le scuole (ci riferiamo allistituto comprensivo "G.B.Nicolosi" di via Scala Vecchia e la succursale di via Libert) si sono ritrovate ad affrontare il disagio, con il risultato di decidere chiusure anticipate delle lezioni. E se i pozzi ogni tanto fanno sentire i loro acciacchi, non meglio sta la condotta idrica cittadina, per la quale da anni si denunciano le pessime condizioni in cui versa. Tante, troppe, le dispersioni, per una rete colabrodo, con il risultato di avere perdite costanti che non consentono di portare lacqua in maniera puntuale in tutte le case, a tutte le ore del giorno. Il quartiere "Scala Vecchia", ad oggi continua a soffrire proprio per le dispersioni del prezioso liquido nel sottosuolo, con il risultato che chi non ha una vasca di raccolta, dalle ore 19 si ritrova senza acqua in casa. Soffre, per le tante dispersioni anche il centro storico e zona Ardizzone. Dallazienda idrica cittadina hanno pi volte evidenziato di avere pronti i progetti per le operazioni di manutenzione straordinaria che porteranno alla sistemazione della rete, ma purtroppo non sono mai stati trovati i fondi.
M. S.

VIALE DEI PLATANI: FINANZIAMENTO DELLA PROVINCIA

Spartitraffico, 40mila euro per la realizzazione


Quarantamila euro per linstallazione di uno spartitraffico su viale dei Platani. Il finanziamento trova il via libera da parte della Provincia regionale di Catania che ha promosso un cantiere lavoro. A finanziarlo lassessorato provinciale alle Politiche attive e del lavoro. In una nota dellEnte, si legge che lintervento arriva a seguito "delle istanze provenienti dagli utenti del tratto stradale e dopo le richieste delle istituzioni locali". Con il Comune a casse vuote tocca, dunque, alla Provincia regionale di Catania, venire incontro alle richieste del Comune e soddisfare le richieste di alcuni consiglieri che da tempo attendono la realizzazione dello spartitraffico. Il cantiere - evidenzia lassessore Francesco Ciancitto - consentir di assumere operai disoccupati per la realizzazione dellopera contribuendo ad aiutarli nel percorso di re-inserimento nel mercato del lavoro e fornendo incentivi alle politiche di inclusione e reintegrazione nel sistema sociale cittadino. Resta un nodo controverso, questo che vede protagonista lo spartitraffico su viale dei Platani, visto che i cittadini della zona hanno chiesto interventi sullarteria viaria ma per veder sistemato il tratto stradale, ormai completamente dissestato in pi punti. E non lunico quartiere, questo di zona Ardizzone, a soffrire per le pessime condizioni della sede stradale. Non si sta meglio, e lo sanno bene i residenti anche in centro cittadino e nel quartiere di Scala Vecchia, cittadini che si sentono discriminati, visto che le loro richieste non hanno mai sortito effetti positivi.
M. S.

V.LE DEI PLATANI: SOLCO DELLO SPARTITRAFFICO NON REALIZZATO

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Etnea

CATANIA PROVINCIA .43


in breve
ADRANO Da luned scuole chiuse per tre giorni
sa.si.) Con una ordinanza, il sindaco di Adrano, Pippo Ferrante, ha disposto la chiusura delle scuole elementari e medie, per 3 giorni, a partire da lunedi prossimo, per interventi di disinfestazione. La periodica disinfestazione degli edifici scolastici adraniti verr effettuata nelle giornate del 20, 21 e 22 febbraio 2012.

Simeto Ambiente

LAto Ct3 soddisfatto dei dati del 2011, che segnano un deciso miglioramento rispetto agli ultimi quattro anni

Il commissario liquidatore spera di raggiungere quota 60% con i bollettini gi spediti che vanno pagati entro dieci giorni

Tassa rifiuti, riscossione quasi al 50 per cento solleciti di pagamento nelle case degli utenti
La societ reputa buoni i risultati in prospettiva di una riduzione della Tia
"Se tutti pagano le tasse, le tasse ripagano tutti... con pi servizi", recita il noto spot contro levasione. Pagare, si sa, non piace a nessuno, e soprattutto non fa mai piacere che le tasse aumentino o colpiscano sempre gli stessi cittadini, mentre diminuisce il potere dacquisto. Ma quando si iniziano a raccogliere i frutti dei sacrifici, o i sistemi, avviati in maniera farraginosa e complessa, iniziano a mostrarsi pi regolari ed efficienti, sicuramente i contribuenti si incoraggiano. Questo effetto quanto sta registrando la Simeto Ambiente, che dopo anni di "tempeste", adesso - dopo le prime percentuali di differenziata raggiunte e i prossimi obiettivi - parla di "buoni" risultati anche in termini di riscossione della Tia. Laggettivo qualificativo, per, ha ancora solo un valore relativo rispetto ai bassi livelli registrati in passato. La societ dambito infatti comunica che nel 2011 la percentuale di riscossione della Tia, si attestata al 49,9%. Il dato, salutato positivamente dalla Simeto mostra chiaramente che il bicchiere ancora mezzo vuoto, ma in rapporto al 28,9% del 2008, al 44,4% del 2009, al 29,7% del 2010 - anni memorabili per le clamorose proteste degli operatori ecologici, per le montagne di rifiuti e le emergenze igienico sanitarie - adesso, nonostante la met dellutenza evada ancora lobbligo di pagare, il risultato incoraggia a proseguire, anche in prospettiva della riduzione della Tia. Secondo Simeto Ambiente punto di forza della strategia che ha rassicurato lutenza la raccolta differenziata porta a porta, propedeutica alla riduzione del costo del servizio e

ADRANO Triangolare di calcio per ricordare Paolo Sapia


sa.si.) Il circolo di Generazione Futuro Filippo Tommaso Marinetti di Adrano, ha organizzato per oggi alle 9 un triangolare di calcio per ricordare Paolo Sapia, il giovane paternese morto lo scorso luglio colpito da un infarto durante una partita di calcio. Il ragazzo aveva frequentato listituto Branchina di Adrano. Studenti del Branchina, del liceo Verga e dellIpaa si affronteranno domani al campo Duca di Misterbianco nel triangolare in memoria di Paolo Sapia, grande appassionato di calcio.

I DATI DI RISCOSSIONE
Questi, in percentuale, i dati di riscossione della Tia forniti da Simeto Ambiente. San Gregorio 65,3% Gravina 64,1% SantAgata Li Battiati 59,1% Pedara 57,8% Tremestieri Etneo 56,8% Camporotondo Etneo 55,3% Nicolosi 54,2% Belpasso 51,5% San Pietro Clarenza 51,0% Misterbianco 49,3% San Giovanni La Punta 48,5% Motta SantAnastasia 48,3% Ragalna 48,4% Adrano 44,2% Biancavilla 42,7% Santa Maria di Licodia 40,4% Patern 37,3% Mascalucia N.C.
(ha una riscossione comunale)

Secondo Simeto Ambiente punto di forza della strategia la raccolta differenziata porta a porta. Nella foto, lisola ecologica di Belpasso e nel riquadro Angelo Liggeri

quindi della bolletta. Il progetto entrato in funzione, in maniera pi o meno completa secondo gli accordi con le diverse amministrazioni, in 17 Comuni dei 18 serviti dalla societ dambito. Ad oggi resta escluso Mascalucia.

Secondo il commissario liquidatore di Simeto Ambiente, Angelo Liggeri, lAto Ct3 potr raggiungere il 60 % di riscossione spontanea attraverso i solleciti di pagamento, che stanno arrivando nelle case degli utenti, i quali avranno 10 giorni di tempo

per pagare. Trascorso tale periodo saranno applicati anche gli interessi previsti dalla legge. Intanto sulla materia riscossione la stessa Simeto manifesta preoccupazione per la confusione generata dalle discordanti sentenze sui garage, come quella della Commissione Tributaria regionale della Sicilia, che ha stabilito che la tassa sui rifiuti non dovuta per i garage ad uso privato, e quelle, sempre della Commissione Tributaria, che vanno invece in senso opposto. Tutte per valgono solo per il singolo ricorso. Valore generale avrebbe, invece, secondo Simeto, la sentenza della Corte di Cassazione, sezione tributaria, del 7 agosto del 2008, che considera i locali non ad uso abitativo idonei a produrre rifiuti solidi urbani.
SONIA DISTEFANO

SANTA MARIA DI LICODIA Il Carnevale si autofinanzia: sfilate domenica e marted


s.m.) Il Carnevale ai tempi della crisi cambia formula e si "autofinanzia". E se non sar naturalmente la festa pi allegra dellanno a scacciare lo spettro di spread, btp e manovre, almeno aiuter a stemperare con un po dironia le paure del quotidiano. Il vicesindaco, Luigi Furnari, ha firmato in extremis lautorizzazione per la sfilata di gruppi e carri, in programma domenica e marted, dalle 15 alle 21. Una manifestazione realizzata grazie al contributo degli assessori Pippo Salamone e Fabio Laudani, alla tenacia dei commercianti e di alcuni giovani che si sono tassati pur di non rinunciare allatmosfera colorata di maschere e coriandoli. Ma il vero motore di questa edizione, saranno lassociazione sportiva "La Zagara", presieduta da Vito Trischitta e il gruppo di Pier Mario Giuffrida che hanno messo a disposizione carri allegorici e costumi. Luned pomeriggio sar dedicato ai pi piccoli con i "Cuori in Festa".

PATERN

Zafferana, dal 27 il porta a porta anche al centro


A partire dal 27 febbraio, anche Zafferana centro usufruir del servizio di raccolta differenziata "porta a porta", gi sperimentato con grande successo nelle frazioni di Fleri, Poggiofelice, Pisano e Sarro dove partito lo scorso 9 gennaio. I cittadini hanno dimostrato una maturit e coscienza ambientale al di sopra di qualunque aspettativa, riuscendo in brevissimo tempo a selezionare i rifiuti a monte e a differenziarli ciascuno secondo il comparto indicato con un ritorno impressionante in termini economici e di tutela dellambiente. Nelle frazioni il servizio ha determinato un decremento del conferimento in discarica di oltre il 30%, con risparmio economico di oltre 15mila euro. Grande soddisfazione da parte del sindaco Alfio Russo. Questo sistema di servizio porta a porta, assieme alla gestione dellisola ecologica incentrata sulla premialit di chi conferisce, ha prodotto un incremento esponenziale della raccolta differenziata che gi sfiora il 30%. Invece, nei primi di gennaio 2011 eravamo al 3,99%. Ora il nostro obiettivo, se il sistema regge e continua di questo passo, raggiungere una percentuale di raccolta differenziata di oltre il 60%, ponendoci cos in uno standard elevato. Il nostro Comune ha una tariffa tra le pi basse in Sicilia e riesce a coprire integralmente i costi di gestione con conseguente equilibrio di bilancio. Il sindaco ringrazia lAto Aciambiente e in particolare il presidente Sergio Fontana che ha creduto e sposato in toto il progetto della differenziata e la ditta Ecolandia che gestisce il sistema dei rifiuti a Zafferana con impegno, professionalit e sacrificio , riuscendo a a soddisfare le fortissime sollecitazioni di Aci Ambiente e dellamministrazione comunale.
ENZA BARBAGALLO

Domenica allospedale Carnevale In Pediatria


Parte oggi liniziativa Carnevale IN Pediatria, un momento di festa per i bambini ricoverati. Il tour si fermer luned alle 11,30 nel reparto pediatria di Patern, marted la carovana sar a Biancavilla e il pomeriggio alle 15,30 conclusione in quello di Bronte

LE FARMACIE DI TURNO ADRANO: piazza Mercato, 40 (fino al 18/2); ADRANO: via Spampinato, 35 (dal 18/2); BELPASSO: via Roma, 260; BIANCAVILLA: via Lazio, 1; BRONTE: corso Umberto, 271; LINGUAGLOSSA: via Roma, 376, MANIACE: via Fondaco, 10; PATERNO: piazza Indipendenza, 30 (solo 19/2); PATERNO: via V. Emanuele, 224 (solo 18/2); PATERNO (notturno): via E. Bellia, 94 (dal 18/2 sera); PATERNO (Diurno): via Circonvallazione, 182; RANDAZZO: via C. A. dalla Chiesa, 11; S. ALFIO: via V. Emanuele, 5; ZAFFERANA ETNEA: via Etnea, 327.

BRONTE

ADRANO

BIANCAVILLA. Fondi regionali per riqualificare le vie Mongibello, Don Bosco e Brescia

Liceo Capizzi aule gelide nellala sud


Aule fredde al Liceo ginnasio Ignazio Capizzi di Bronte con gli studenti costretti a rimanere in aula magna ad autogestirsi con i professori e a guardare il film di Marco Tullio Giordana, "I cento passi", dedicato alla vita e allomicidio di Peppino Impastato, impegnato nella lotta alla mafia nella sua Cinisi. Il motivo? Un guasto allimpianto dei termosifoni che non facile da riparare in breve tempo. Proprio cos - ci dice la dirigente scolastica Grazia Emmanuele - Un guasto particolarmente complesso ha compromesso il funzionamento dellimpianto di riscaldamento nellistituto. Abbiamo subito avvertito la Provincia di Catania che, in onor del vero, quasi in tempo reale ha fatto arrivare la ditta per la riparazione. Il problema per pi complesso di quanto ci aspettassimo ed stato possibile riavviare limpianto sono in una parte dellistituto. Lala sud rimasta purtroppo al freddo. Per i ragazzi con le temperature polari di questi giorni era impossibile rimanere in classe, ma non perderanno parecchi giorni di lezione: Ieri - continua la prof. Emmanuele - hanno visto un film nellaula magna che si trova nella zona riscaldata, oggi immagino vorranno tutti partecipare al manifestazione per lospedale, mentre luned hanno gi da tempo programmato unassemblea di istituto. Marted e mercoledi vacanza e speriamo che gioved limpianto torni a funzionare. Stiamo facendo il possibile anche grazie al Collegio Capizzi, ma se si verificheranno degli intoppi - conclude la dirigente - faremo il possibile per garantire a tutti il diritto allo studio con i minori disagi possibili.
GAETANO GUIDOTTO

Due corsi per apprendere Braille e Lis


Due corsi professionali di formazione di 1 livello per lapprendimento della scrittura "Braille" e della "Lis", lingua italiana dei segni, sono stati promossi e organizzati dallassessorato alle Politiche giovanili del Comune di Adrano in collaborazione con lo "Ierfop", lIstituto europeo di ricerca, formazione e orientamento professionale accreditato dalla Regione Siciliana, nato per la volont delle principali associazioni che rappresentano tutte le disabilit. Lo scopo del progetto, rivolto a venti giovani adraniti dai 16 ai 35 anni, quello di favorire la formazione e qualificazione dei giovani per offrire maggiori opportunit di inserimento nel mondo del lavoro. Al via alle lezioni, che si svolgeranno allIpaa di Adrano, il prossimo 13 marzo con il corso di letto-scrittura Braille che mira a formare e aggiornare sulluso della didattica differenziata nei processi di integrazione scolastica degli alunni con disabilit visiva; seguir, a conclusione, il corso Lis dintegrazione per i disabili uditivi. Ai ragazzi verr inoltre fornito tutto il materiale didattico e alla fine dei corsi verr offerta loro la possibilit di svolgere attivit di tirocinio allinterno delle scuole. "Stiamo contattando altri enti di formazione per offrire maggiori opportunit ai giovani fuori dalliter scolastico" ha detto lassessore alle Politiche Giovanili di Adrano Tina Di Primo. Intanto marted, nel salone conferenze di Palazzo Bianchi alle ore 11,30, il sindaco Pippo Ferrante e lassessore al ramo Tina Di Primo, terranno una conferenza stampa di presentazione in cui verranno illustrati i punti principali. Sar presente anche il coordinatore regionale Ierfop, Alfio Polizzi.
SONIA PETRONIO

Strade, 840mila euro per i lavori


Circa 840mila euro di risorse "partite" da Palermo ed "arrivate" a Biancavilla per opere pubbliche. Si tratta di un nuovo finanziamento per la riqualificazione di alcune strade del centro etneo. Lassessorato alle Infrastrutture della Regione Sicilia ha assegnato la somma per il progetto di ammodernamento delle vie Mongibello, Don Bosco e Brescia. I lavori che verranno realizzati riguardano, in particolare, il rifacimento integrale del manto stradale. Verr sostituito lasfalto esistente con una pavimentazione in pietra lavica, in perfetta armonia con quella gi utilizzata per la riqualificazione di via Etnea, dallIstituto delle suore salesiane "Maria Ausiliatrice" fino al passaggio a livello della Fce, a pochi passi dalla chiesa Sacro Cuore, e in prosecuzione trasversale fino allincrocio con via Antonio Gramsci. Nel progetto, redatto dallUfficio tecnico del Comune di Biancavilla, prevista, oltre agli interventi sulla superficie stradale, anche la sistemazione dellattuale impianto di illuminazione pubblica. Alle risorse gi stanziate dalla Regione Sicilia si aggiunger il finanziamento del Comune. La riqualificazione delle strade - spiega il sindaco Giuseppe Glorioso - una priorit della nostra amministrazione che lavora insieme agli Uffici per dare un aspetto migliore alla nostra citt. In questottica sono stati ultimati i lavori delle vie America e San Zenone (con rifacimento della pavimentazione in pietra lavica), attraverso i cantieri di lavoro finanziati dalla Regione. Ultimato anche il rifacimento della pavimentazione in mattonelle dei cortili di via Sicilia. Circa 110mila euro il costo delle opere. Le strade sono tornate eri operative, dopo il sopralluogo del primo cittadino, accompagnato dallassessore Gaetano SantElena e dal geometra Santino Biondi dellUfficio tecnico comunale.
VITTORIO FIORENZA
UN TRATTO DI VIA BRESCIA

BRONTE

S. MARIA DI LICODIA: AMMINISTRATIVE

Oggi un corteo di protesta Scelta giovane sosterr per salvare il Punto nascite il candidato Pippo Furnari
Oggi a Bronte il giorno della protesta contro il decreto che chiude il Punto nascite dellospedale Castiglione Prestianni. La manifestazione avr inizio alle ore 10 in piazza Spedalieri. Saranno presenti i sindaci e i presidenti dei Consigli comunali di tutti i Comuni, e sono ben 7, che, gravitando introno a Bronte, vedono lospedale brontese come un punto di riferimento importante per il diritto alla Salute dei propri cittaidni. Ma saranno presenti anche i rappresentanti delle numerose associazioni che stanno organizzando liniziativa, ovvero Consiglio delle Donne di Bronte, Telefono Rosa, Fidapa, Club Donne Insieme, Centro Aiuto alla Vita, Associazione Ghiran di Maniace, IPAB, Confraternita di Misericordia, Unitalsi, Circolo di cultura "Enrico Cimbali", Circolo Anziani - Bronte, Circolo Operaio- Bronte, Croce Rossa Italiana sezioni di Bronte, FSE Bronte 1 San Giuseppe Artigiano, Rotary Club Aetna nord/ovest, Associazione Terapia del Sorriso, Rangers di Sicilia, cui si unita anche lassociazione Iride. Il corteo da piazza Spedalieri si muover verso lospedale dove verr effettuato un sit in di protesta. A protestare, e giustamente, - afferma il sindaco di Bronte Pino Firrarello - sono soprattutto le donne e questo mi incoraggia. La loro caparbiet e la loro forza far capire a chi di dovere che questo Punto nascita non deve essere chiuso. Il movimento "Scelta Giovane" sosterr alla prossime amministrative di primavera la candidatura a sindaco di Pippo Furnari, laspirante pi giovane tra i nomi ufficiali previsti ai nastri di partenza. La quadratura del cerchio arrivata al termine di un dibattito aperto e democratico tra il leader del movimento, Daniele Capuana, il presidente provinciale Davide Tutino, il coordinatore del collegio elettorale di Patern, Ivan Pellegrino e Pippo Furnari con il suo gruppo di sostenitori. Una decisione operata nel segno del cambiamento e della fiducia alle nuove generazioni. Volti giovani e quasi tutti nuovi alla politica. Sar pertanto questo lidentikit dei candidati della lista "Scelta Giovane" che correr a sostegno di Furnari. Con "Scelta Giovane" abbiamo trovato unit di intenti e di valori - ha dichiarato il candidato Pippo Furnari -, riteniamo che sia giunto il momento di rompere con la vecchia politica e di scendere in campo con coraggio e seriet, con la voglia di ricostruire insieme il paese. Grande soddisfazione da parte dellex assessore provinciale allo sport e leader di Scelta Giovane Capuana, che sottolinea: Ho chiesto a Pippo Furnari di inserire allinterno della lista di Scelta Giovane le migliori forze e le energie positive del paese, chiedendo ai cittadini di scendere in campo per il bene di Santa Maria di Licodia.
SANDRA MAZZAGLIA

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

44.

CATANIA PROVINCIA
PA L A G O N I A

Calatino
Il commissario ha disposto che siano traslati i resti degli estinti seppelliti da oltre ventanni
Non c pi spazio, al cimitero di Palagonia, nei loculi di propriet comunale. Almeno un centinaio di colombai (su 250) sarebbero occupati, secondo le prime ricognizioni dellUfficio tecnico municipale, da alcuni decenni. Indifferibili esigenze di carattere sanitario, oltre al "pressing" di numerose istanze di cittadini, imporranno una revisione dei "posti" cimiteriali, che potrebbe portare, dalla prossima primavera, al trasferimento coatto delle prime spoglie mortali allossario del Comune. Lo ha deciso il nuovo commissario straordinario al Municipio, Alfio Basile, che ha emesso unordinanza-avviso agli eredi o ai congiunti dei defunti: Entro il termine di trenta giorni, i resti degli

Il cimitero senza loculi ordinanza per liberarli


Ragioni di carattere sanitario impongono la revisione dei posti

I familiari dei defunti possono presentare istanza per lesumazione e per la traslazione

Se non sar fatta la traslazione, sar effettuato il trasferimento della salma nellossario
ogni marted e gioved, dalle 9 alle 12. Molte assegnazioni di loculi, in casi di particolare necessit o in favore di soggetti indigenti, sarebbero state effettuate in passato a titolo gratuito dal Comune, che ne rivendica adesso la piena disponibilit per ulteriori utilizzi e concessioni. La disposizione non mancher di accelerare le iniziative autonome dintervento e rimozione, liberando almeno una decina di colombai. I pi recalcitranti, dopo le opportune ricerche dei parenti degli estinti, dovrebbero essere forse avvisati con atti specifici di diffida. Ma per lEnte locale, che rischia di esporsi a possibili azioni di privati, non ci sono altre strade da percorrere.
LU. GAM.

Il cimitero di Palagonia: lordinanza dettata dalla carenza di loculi e di altre strutture pubbliche per colombaie

estinti - seppelliti da oltre ventanni dovranno essere traslati in cappelle o tombe private. In caso di persistente inosservanza, dopo specifici accertamenti, lamministrazione si riterr autorizzata - ha dichiarato il dott. Basile a eseguire dufficio il trasferimento. Il provvedimento non sarebbe soltanto legato alla carenza di loculi da destinare alle nuove inumazioni, ma anche alla mancanza di altre strutture pubbliche e di colombai in fase di realizzazione. Le esumazioni sono consentite, sussistendo i presupposti temporali, da precise disposizioni nazionali. I familiari dei defunti potranno presentare listanza di traslazione delle salme allUfficio Sanit, in piazza Municipio,

Lassistenza a Militello

La vicenda legata al futuro del Basso Ragusa finita sul tavolo della commissione parlamentare dinchiesta

Il deputato on. Burtone ha chiesto il potenziamento dei servizi di rianimazione: da quattro a otto posti letto

in breve
PALAGONIA Da luned a mercoled scuole chiuse
lu.gam.) Resteranno chiuse, da luned a mercoled prossimi, le scuole di ogni ordine e grado di Palagonia. Negli istituti Ponte, Don Milani e Rodari, nonch nelle scuole superiori, che comprendono i plessi di piazza Dante e delle vie Pitagora e Battisti, saranno eseguiti interventi di disinfestazione e derattizzazione.

Il Pta non far sparire lospedale


Militello. Lassessore regionale Russo ha anche escluso un ridimensionamento dei servizi del nosocomio
ll presidio territoriale di assistenza avr un valore aggiuntivo e non sostitutivo. Lospedale, che manterr le sue unit operative, non subir processi di conversione dei posti letto per acuti, che hanno gi subito, in virt di precedenti disposizioni, adeguamenti al fabbisogno dellutenza e graduali riduzioni. La questione sanitaria di Militello approdata a Roma, ai margini di un incontro con lassessore regionale alla Salute, Massimo Russo, sul tavolo della commissione parlamentare dinchiesta sugli errori sanitari e sulle cause dei disavanzi sanitari regionali. Con il presidente dellorgano, Leoluca Orlando, che ha puntato i riflettori sul funzionamento del Sues 118 e sulla spesa sanitaria in Sicilia, allincontro hanno partecipato lon. Giovanni Burtone e il commissario straordinario dellAsp 3 di Catania, dott. Gaetano Sirna. Lassessore Russo ha escluso, rispondendo a un espresso quesito, la soppressione di aree mediche del nosocomio militellese, che "si colloca in unarea geografica equidistante tra il capoluogo etneo e lentroterra calatino, agli estremi confini con le province di Siracusa e Ragusa. Lo stabilimento serve numerose comunit". Il manager Sirna, che dovr dare esecuzione al provvedimento istitutivo del Pta, secondo le indicazioni del governo regionale, avrebbe anche ammesso le potenzialit logistiche del presidio di Militello. Non sono mancati riferimenti al recente trasferimento del pronto soccorso e dei reparti in nuove strutture, che hanno visto, con una spesa di circa 20 milioni di euro, in tempi differenti e con vari stralci progettuali, lesecuzione di lavori di espansione edilizia. Assieme a Orlando, inoltre, Burtone ha sottolineato linsufficiente copertura dei servizi di Rianimazione nella nostra regione, chiedendone il raddoppio al "Basso Ragusa" (da 4 a 8) dei posti letto: Il nuovo e moderno ospedale di Militello - ha aggiunto il deputato, che opera in qualit di vicepresidente e componente della commissione dinchiesta sanitaria - pu assicurare la necessaria ricettivit e assistenza ai pazienti, i quali, usufruendo del soccorso aereo di emergenza-urgenza, provengono da diversi centri della Sicilia centro-orientale. Al nosocomio, secondo lultima rimodulazione provinciale, sono stati assegnati 64 posti letto per acuti, di cui 48 ordinari e 16 in regime di day-hospital. Nella "mappa" ospedaliera dellAsp sono inclusi pure 14 posti letto post-acuti, che rientrano nella tipologia dei trattamenti di lungodegenza, ma che sono stati finora decentrati in altre sedi. Recentemente sono stati istituiti diversi ambulatori nellunit operativa di Medicina generale, che allargano lofferta dei servizi di prevenzione e diagnostica.
LUCIO GAMBERA

CALTAGIRONE Sfilata dei gruppi e delle maschere


Oggi, alle 15, per il Carnevale 2012, raduno in via Principessa Maria Jos (davanti allingresso sud della villa) e partenza della sfilata di gruppi e maschere che attraverser le vie della cittadina raggiungendo, alle 18, il piazzale di SantOrsola dopo una breve sosta in piazza Umberto; domenica 19 febbraio, alle 10, alla villa comunale, animazione, giochi e balli liberi.

RAMACCA: CAMBIAMENTI NELLA GIUNTA

Pubblica istruzione, Maria Rita Merendino al posto di Cosimo Damiano Castronuovo


A Ramacca prima surroga di un assessore in seno alla Giunta di centrosinistra, retta dal sindaco Franco Zappal, espressione politica del Pd. A rimettere il proprio mandato, a distanza di sette mesi dallinsediamento della nuova amministrazione comunale, stato lassessore alla Pubblica istruzione, con delega Servizi sociali, Formazione e Sanit, Cosimo Damiano Castronuovo. Al suo posto subentra una donna. Il sindaco ha nominato Maria Rita Merendino, sempre impegnata in politica e in quota al Pd. Lorganigramma della squadra degli assessori subisce, dunque, una prima mutazione che, negli ambienti politici dopposizione, ha innescato qualche perplessit, circa la stabilit degli attuali equilibri politici e, in particolare, per il fatto che il turnover sia avvenuto troppo presto. Per il sindaco di Ramacca, Franco Zappal la Giunta gode di ottima salute, e che le dimissioni dellassessore Cosimo Castronuovo sono da intendersi di natura esclusivamente personale. Al nuovo assessore ha gi giurato ieri, ed attende il conferimento delle deleghe. Con molta probabilit ricever quelle del suo predecessore. Auguro al nuovo assessore - ha concluso il sindaco di Ramacca, Franco Zappal - un buon lavoro e ringrazio luscente Cosimo Castronuovo, per il lavoro svolto in modo esemplare e, soprattutto con discrezione.
GIANFRANCO POLIZZI

CALTAGIRONE Millumino di meno, al buio monumenti e vie


Il Comune ha aderito allappello "Millumino di meno" per la Giornata internazionale del risparmio energetico, svoltasi ieri. Ieri pomeriggio, per mezzora, stata spenta lilluminazione su alcuni monumenti e vie.

LE FARMACIE DI TURNO CALTAGIRONE: viale M. Milazzo, 161/a (18/2); CALTAGIRONE: via Fisicara, 21/c (18/2); CALTAGIRONE: via L. Sturzo, 34 (19/2); CASTEL DI IUDICA: via Trieste, 1 (dal 18/2); GRAMMICHELE: piazza Dante, 13 (dal 18/2 sera); MILITELLO: via Umberto, 41; MINEO: piazza Buglio, 32; MIRABELLA I.: via Garibaldi, 11 (fino al 19/2); MIRABELLA: via Profeta, 2 (dal 20/2); PALAGONIA: piazza Municipio 5 (fino al 19/2); PALAGONIA: via Umberto 22 (dal 20/2); RAMACCA: piazza Umberto, 7, S. CONO: piazza Umberto I, 8 (fino al 19/2); SCORDIA: via Garibaldi, 151; VIZZINI: via V. Emanuele, 87.

PROCESSO PER LA STRAGE DEL DEPURATORE DI MINEO

CALTAGIRONE: IL PROCESSO SETTIMO CERCHIO

I consulenti confermano lipotesi accusatoria


Con il controesame dei consulenti del Pm, che hanno confermato lipotesi accusatoria - formulata dalla Procura della Repubblica di Caltagirone - di sversamento illecito nella vasca di idrocarburi (che provocarono le esalazioni tossiche) dallautobotte della ditta e di non perfetto funzionamento dellimpianto, si conclusa listruttoria dibattimentale nel processo che, davanti al Tribunale penale di Caltagirone, vede imputati - a diverso titolo - sette fra amministratori, dirigenti e funzionari del Comune di Mineo e rappresentanti dellimpresa per la strage nel depuratore di Mineo. Nellincidente, avvenuto l11 giugno del 2008, a causa delle esalazioni tossiche formatesi nel pozzetto di ricircolo dei fanghi, morirono i dipendenti comunali Giuseppe Zaccaria, 47 anni, Natale "Giovanni" Sofia, 37, Giuseppe Palermo, 57, e Salvatore Pulici, 37, e due operai della ditta incaricata dellespurgo, Salvatore Tumino, 47 anni, di Ragusa, e Salvatore Smecca, 47 anni, originario di Gela, ma residente a Marina di Ragusa. Il processo riprender venerd 9 marzo con lesame degli imputati e le eventuali richieste istruttorie delle parti.
MARIANO MESSINEO

Imputato di Scordia si discolpa accusando gli altri


Dichiarazioni spontanee di un imputato - Salvatore DAmico, di Scordia - che ha cercato di discolparsi, dicendo di essere una vittima e attribuendo responsabilit ad altri imputati e persino a qualche persona offesa, nellultima udienza del processo - davanti al Tribunale penale di Caltagirone - a 17 delle 19 persone coinvolte in "Settimo cerchio", loperazione con cui, il 10 marzo del 2010, i carabinieri di Palagonia, i militari della Guardia di finanza e gli agenti della Polizia stradale di Caltagirone, con il coordinamento della Procura calatina, sgominarono una presunta gang di cravattari. A quasi tutti vengono contestati, dal pubblico ministero Raffaella Agata Vinciguerra, le accuse di associazione a delinquere finalizzata allusura e alle estorsioni, oltre che singoli episodi degli stessi reati. Per alcune posizioni minori laccusa di "semplice" estorsione. Prossima udienza il 27 marzo per completare lesame dei testi della difesa (tre di quella di DAmico sono stati sentiti gi nellultima) e per la conclusione dellistruttoria dibattimentale, con lavvio dellesame degli imputati.
M. M.

Caltagirone, il senso unico alternato per i lavori nellex Casa delle fanciulle
Transito dei veicoli a senso unico alternato (con la presenza di un semaforo che aiuter a regolare il flusso dei mezzi), in prossimit del cantiere, per consentire lesecuzione dei lavori che riguardano lex Casa delle fanciulle, limmobile di via Santa Maria di Ges, di propriet del Comune, che destinato a diventare un centro specializzato di accoglienza di minori stranieri non accompagnati ( indicato come uno dei 30 progetti pi significativi finanziati in Sicilia nellambito del Pon sicurezza). A disporlo, da luned 20 febbraio e per almeno sei mesi, unordinanza del sindaco Francesco Pignataro. Limmobile interessato da lavori in corso per 2,6 milioni di euro. Esso si sviluppa su tre piani oltre a un seminterrato e conta anche su un rustico vicino, per complessivi tremila metri quadrati. Prevista la realizzazione di laboratori per la lavorazione di pietre dure, lartigianato orafo, la falegnameria e la ceramica, una sala espositiva, altri spazi per le attivit comuni e per quelle destinate allaccoglienza, una sala conferenze con 220 posti, 30 stanze per ospitare 88 minori, la lavanderia e la stireria, la cucina e la sala mensa, oltre a un ascensore per assicurare i collegamenti fra i piani, nuovi arredi e attrezzature varie. Qualche piccolo disagio, per il cui superamento confidiamo nella collaborazione dei cittadini - afferma lassessore ai Lavori pubblici Mario Polizzi -, sar abbondantemente compensato dalleffettuazione di interventi di sicura utilit, con cui aggiungere un altro, importante tassello al mosaico delle iniziative portate avanti per riqualificare importanti immobili. Si tratta - sottolinea il sindaco Pignataro, riferendosi al costruendo centro - di una scommessa di notevole portata per interpretare sempre meglio le nuove necessit, coniugandole con limpegno delle tante professionalit di questo comparto. Costruiamo - sottolinea lassessore alle Politiche sociali Cristina Navarra - un modello dinclusione diffusa e per piccoli gruppi, realizzando cos unaccoglienza vera degli immigrati.

CALTAGIRONE: INTERVENTO DI GARRA

LAp dimentica le battaglie di Ragona


OSPEDALE GRAVINA DI CALTAGIRONE
CARNEVALE, DONI E ANIMAZIONE PER I BAMBINI OSPITI

Anche i bimbi ospitati al "Gravina" di Caltagirone, festeggiano il loro Carnevale. Iniziativa questa, che si propone - come spiega il dr. Gaetano Sirna, commissario straordinario dellAsp Catania - di allietare la permanenza in Ospedale dei bambini, e costruire attorno a loro un ambiente di protezione attento alla dimensione ludica ed alle esigenze dei piccoli ospiti. Ad ogni bambino ricoverato, verranno distribuiti doni adeguati al lieto e spensierato momento. Saranno presenti allavvio delliniziativa il direttore amministravo dellAsp, dott.ssa Sabrina Cillia, i coordinatori amministrativo e sanitario del Distretto Integrato Calatino, dott. Francesco Iudica, e dr. Salvatore Privitera, la Facility manager dellente, dott. Margherita Mancuso. Un progetto dunque, che contribuisce al miglioramento degli standard di accoglienza per i bambini ricoverati presso la struttura ospedaliera.
ANTONIO GRASSO

"La Provincia Regionale di Catania dimentica le battaglie del prof. Antonino Ragona per riportare a Torre San Gregorio la biblioteca specializzata della ceramica, un patrimonio di circa 5000 volumi ancora sottratto ai lettori e agli studiosi". Ad affermarlo lon. Giacomo Garra, cultore di storia patria e amico dellillustre ceramista e ceramologo - a cui Caltagirone deve tanto - scomparso nellagosto 2011. A Garra non andata gi la volont, manifestata dallAmministrazione provinciale, di dare vita a un project financing per il recupero del Metropol "con una destinazione diversa da quella promessa a Ragona. Lex cineteatro Metropol - argomenta Garra - stato al centro di unipotizzata permuta tra il Comune di Caltagirone e la Provincia, con questultima che intendeva acquisire dal

Comune la propriet dello storico edificio di San Gregorio, gi monastero delle Benedettine e nella seconda met del secolo scorso sede della Biblioteca specializzata della ceramica, unistituzione culturale alle cui sorti era fortemente impegnato Ragona. Sorprende non poco gli ambienti culturali calatini il fatto che la Provincia abbia rinunciato allipotizzata permuta, che prevedeva la cessione al Comune del Metropol e lacquisizione dellinsigne edificio di via San Gregorio. Le battaglie del prof. Ragona - conclude Garra - vengono meno a causa di questa scelta e non mi sembra che questa iniziativa di Palazzo Minoriti sia un omaggio alla memoria del grande calatino, semmai potrebbe rivelarsi un escamotage elettorale stante lapprossimarsi di importanti scadenze elettorali".

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: viale O. da Pordenone, 50 tel. 095 330544 cronaca@lasicilia.it

e provincia

sabato 18 febbraio 2012

CONTROLLI DI CC E VIGILI URBANI

SEDUTA IN FUMO PER UNA MAGGIORANZA INESISTENTE

LOCULI REVOCATI

Guida senza casco o cintura elevate 24 contravvenzioni


Sinergica attivit, questa settimana, dei Carabinieri della Compagnia di piazza Dante e della Polizia Municipale mirata al controllo della circolazione stradale. I militari dellArma e gli agenti della Polizia Municipale hanno infatti effettuato diversi posti di controllo in varie zone della citt, verificando complessivamente leffettivo rispetto delle norme di 45 persone e 44 mezzi, contestando 38 infrazioni, tra cui 16 violazioni per inottemperanza alluso del casco, con i conseguenti fermi amministrativi dei motocicli e dei ciclomotori per la durata di 60 giorni. Otto, invece, le infrazioni rilevate per linosservanza dellobbligo delle cinture di sicurezza e la mancata revisione del mezzo; un conducente stato inoltre denunciato in stato di libert per ricettazione, in quanto sorpreso alla guida di un ciclomotore risultato rubato. Tra i guidatori multati, molti giovani, oltre ad un buon numero di professionisti. Nei prossimi giorni, i servizi congiunti tra Arma e Polizia Municipale continueranno per effettuare ununitaria attivit di contrasto alle scorrette condotte di guida, per il rispetto delle norme di sicurezza nella circolazione stradale.

Isole ecologiche: nuovo stop


Comune. Altro rinvio perch in Consiglio manca il numero legale
GIUSEPPE BONACCORSI

Alcuni di loro si potrebbero tranquillamente chiamare i marziani del Consiglio comunale perch continuano spesso a mancare alle sedute facendo cos saltare il numero legale, tra laltro con spreco di denaro pubblico. E una questione nota, arcinota, dibattuta pi volte, che nessuno finora ha voluto risolvere e che serve sempre pi ad allontanare il cittadino da questa politica. Anche ieri sera il Consiglio ha fatto mancare il numero legale cos come era avvenuto mercoled quando i presenti in aula sono stati 22. Ieri sarebbero bastati 18 consiglieri per votare il regolamento sulle Isole ecologiche che lamministrazione attende da tempo per aprire le aree di raccolta necessarie per procedere sulla strada del-

LISOLA ECOLOGICA DI VIALE TIRRENO

la differenziata e degli sgravi ai cittadini. nella sala consiliare si sono per presentati solo 15 consiglieri. 4 del Pd, 3 del Pid (questo gruppo era al completo), 4 del Mpa compreso il presidente Marco Consoli, 2 del Pdl, compreso il capogrup-

po Condorelli. E in pi Navarria del gruppo Misto e Bottino dellUdc. Assenti i tre consiglieri de La Destra, di opposizione, il pi delle volte presenti in Aula, ma ieri sera impegnati per lincontro con il leader nazionale de La destra, Storace. La maggioranza, quindi, si presentata in aula con soli 9 consiglieri. Pochissimi per riuscire ad andare avanti. A questo punto, visti anche i prossimi appuntamenti con i debiti fuori bilancio che torneranno in aula luned, forse servirebbe una verifica di maggioranza col sindaco per sgombrare il campo da beghe politiche che potrebbero essere caratterizzate sia dallavvicinarsi della data del congresso provinciale del Pdl, che si terr sabato 25, sia da altre questioni di maggioranza non meglio specificate.

SE LA CRISI TAGLIA PURE I SEPOLCRI


PINELLA LEOCATA

CENTRO STORICO. Michelle Santamaria, 22 anni, di Licata, vittima del "branco" la notte di San Valentino

Trans aggredito e picchiato in un pub


reato di omissione di soccorso e una contestuale azione civile per "culpa in vigilanUn pugno in faccia da uno sconosciuto do" (cio i responsabili del pub sarebbero mentre ballava in un pub. E poi altri calci e stati tenuti alla sorveglianza di determinapugni, mentre si trovava a terra, senza che te persone reputate non in grado di rendersi pienamente conto delle proprie azionessuno alzasse un dito per difenderla. Non dimenticher facilmente la notte di ni). Non dato sapere se il pub abbia o meSan Valentino Michelle Santamaria, 22 an- no un servizio di videosorveglianza. Da quanto dichiarato dallestetista, i reni, transessuale di Licata, estetista, che il 14 febbraio scorso aveva deciso di trascorre- sponsabili del pub non solo non avrebbere la serata in un pub del centro storico in ro fatto nulla per interrompere laggressiocompagnia di unamica e precisamente in ne, ma non avrebbero neppure soccorso la via Michele Rapisardi, ad un passo dal Tea- ragazza la quale ha fatto poi ricorso alle cutro Massimo Bellini. Santamaria ha pre- re dei medici dellospedale Garibaldi che le sentato una denuncia in questura contro hanno diagnosticato, tra laltro, un trauma cranico e toracico e una vertebra fratturaignoti per il reato di lesioni gravi. Laggressione sarebbe avvenuta allin- ta assegnandole una prognosi di 25 giorni. Michelle sarebbe riuscita a terno del pub intorno alle 4 scappare a piedi e a ragdel mattino del 15 febbraio. La madre: giungere la questura, in via Mentre ballava stata inManzoni, inseguita dagli agsultata allimprovviso da un Queste cose gressori alcuni dei quali - ha giovane che lavrebbe aponon si fanno dichiarato - armati di colstrofata con un Bastardo frocio, devi morire per poi fa male vedere tello. Queste cose - ha detto la colpirla con un pugno in faccia. Altre persone - un una figlia ridotta madre di Michelle, Giuseppa Castagna - non si fanno. "branco" composto da giocos. Siamo Ad una madre fa male vedevani da i 15 e i 25 anni -labrava gente re una figlia distrutta cosi. vrebbero fatta poi cadere Questo non lo auguro a nesper terra, rincarando la dose con altri calci e pugni. Queste sono bestie suno. A Licata - ha aggiunto - non abbiamo -ha denunciato Michelle Santamaria - So- problemi. Michelle la conoscono tutti e no stata aggredita solo perch sono una tutti le vogliono bene perche una ragaztrans maschile e non ho il viso femminile za a posto. Noi ci facciamo i fatti nostri, non come piace a loro. Mi hanno massacrata di abbiamo cattive amicizie. Siamo brava botte e tutto questo sotto gli occhi di tutti. gente, siamo poveri ma onesti. E dire che Nessuno mi ha aiutata, nemmeno la re- Catania era stata incoronata appena un sponsabile del locale, che anzi voleva che anno fa allExpo turismo gay, citt pi atuscissi al pi presto. A questo proposito traente dItalia per il popolo Glbt (gay, lelavv. Vincenzo Drago, messole a disposi- sbiche, bisessuali e transgender), proprio zione dallArcigay di Catania, ha prean- in virt del fatto che non si erano mai reginunciato unulteriore denuncia penale strati particolari problemi o episodi di incontro i titolari del pub con lipotesi di tolleranza e discriminazione sessuale.
CARMEN GRECO

ARCIGAY CATANIA SI COSTITUIR PARTE CIVILE


Il presidente di Arcigay Catania Giovanni Caloggero ha espresso in una nota il pi sentito sdegno per i fatti accaduti, per il clima omofobo ancora persistente e per la condotta di chi doveva intervenire. Arcigay Catania si riservata di costituirsi parte civile in un eventuale processo. Inoltre, luned 20, alle 11 terr una conferenza stampa (viale Kennedy 80) alla presenza della vittima, anche per avviare gli opportuni contatti con le autorit affinch queste siano sensibilizzate in merito a fatti del genere. Ribadiamo ancora una volta la necessit della estensione delle aggravanti di cui alla Legge Mancino per i reati a sfondo omofobico/transfobico. Sullepisodio intervenuta anche Anna Paola Concia, deputata del Pd. inaccettabile - ha aggiunto la parlamentare - che, in un paese come lItalia, lomofobia rimanga una grande emergenza nazionale senza una disposizione di legge che la contrasti con forza e convinzione. Chiedo al ministro Fornero di mobilitarsi al pi presto per creare quegli anticorpi sociali contro la violenza che mancano al nostro paese, aprendo finalmente una nuova fase. Gli omosessuali italiani sono stanchi di ascoltare dichiarazioni di solidariet alle vittime dellomofobia: chiedono a gran voce norme e fatti concreti.

I SEGNI DELLA VIOLENZA SUL VOLTO DI MICHELLE SANTAMARIA

OMICIDIO COLPOSO

Mor per una diagnosi sbagliata: 5 medici a giudizio


Morire a 54 anni per una diagnosi sbagliata. quello che sarebbe accaduto a Luigia Rivetti, deceduta per unocclusione intestinale il 3 novembre del 2008 allospedale di Acireale, dopo un precedente passaggio allospedale di Giarre. Adesso il giudice delludienza preliminare Daniela Monaco Crea, ha rinviato a giudizio per omicidio colposo in concorso, cinque dei medici degli ospedali di Acireale e Giarre che si occuparono del caso e che, secondo il gup, non valutarono correttamente i sintomi che la signora presentava al momento del ricovero. Il processo a carico dei medici si aprir il 2 luglio al Tribunale di Acireale e l dovranno presentarsi in veste di imputati Vincenzo Colosi Giuseppe Di Marco, Gaetano Arcidiacono, Giuseppe Viscusi e Sebastiana DAgosta (difesi da un collegio di avvocati composto da Carmelo Peluso, Giuseppe Cassarino, Salvatore Caruso e Valeria Rizzo). Alludienza preliminare si sono costituiti parte civile, sia il marito della vittima, Salvatore Privitera, che i figli, Pietro, Claudio e Giuseppe, assistiti dagli avvocati Pierluigi e Patrizia Papalia. Secondo il pubblico Alessia Minic, i medici, ognuno per le proprie competenze, non compresero la gravit delle condizioni della paziente scambiando i dolori causati da una diverticolite del sigma con conseguente occlusione intestinale, in una "semplice" colica renale sinistra. Quelli di Giarre, dove la signora si rec successivamente, avrebbero sbagliato nel prescrivere una terapia antispastica e antidolorifica e nel dimettere la paziente, quelli dellospedale di Acireale avrebbero omesso di valutare correttamente i sintomi e di eseguire accertamenti pi approfonditi causando cos la morte della signora.
C. G.

l dramma della casa colpisce anche i morti. Al cimitero di Palagonia mancano i loculi e non ci sono risorse per costruirne di nuovi. Cos il commissario di citt, per ragioni di carattere sanitario, ha disposto la revisione dei posti, espressione emotivamente neutra che cela - forse per pudore forse per vergogna - una decisione di ben altro impatto: il trasferimento allossario comunale delle spoglie dei propri cari scomparsi da pi di ventanni. Nel tentativo di ammortizzarne leffetto il dictat stato presentato con una formula obliqua che suona meglio, ma, di fatto, peggiora le cose: linvito a traslare le spoglie dei propri parenti defunti in tombe o cappelle private. Un non senso offensivo e classista perch chi ha questa possibilit non aveva motivo di dare sepoltura ai propri cari altrove e chi non ce lha non ha alternative tant che, a scanso di equivoci, si avverte che se gli eredi non provvederanno in trenta giorni, ci penser il Comune, dufficio. Come dire: traslazione coatta, come per gli sfratti esecutivi. E anche questo ci dice che a pagare la crisi sono sempre i pi deboli: vale per vivi e vale per i morti. Anche la livella, come la manipola, in affanno, bloccata. Di certo il commissario comunale non avr preso questa decisione a cuor leggero e avr le sue ragioni, ma la diffida alla dispersione dei resti dei propri congiunti nellossario comune odiosa, tanto pi se si considera il breve lasso di tempo di venti anni quando, verosimilmente, figli, fratelli e nipoti, mariti, mogli e persino padri e madri sono ancora in vita e trovano conforto nellavere una tomba su cui piangere, pregare, portare un fiore, continuare antichi discorsi amorosi. E il culto dei morti da cui nata la civilt. E lantico gesto di piet che ci ha fatto uomini, esseri consapevoli della propria straziante ed esaltante finitezza. E il legame daffetto che si dichiara vivo oltre la morte, che sfida il tempo e linsensatezza di ogni esistenza. Come si pu chiedere al parente di una persona che non c pi di annullare tutto questo, di cancellare dimperio una parte di s?

Non c altra via se non lo sfratto


Palagonia, il commissario spiega il recupero dei loculi

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

46.

CATANIA
Da marted 21 e fino al 29 febbraio verranno eseguiti lavori di rifacimento di tratti di asfalto delle carreggiate di alcune vie e in diverse zone della citt con inevitabili modifiche al flusso veicolare. Liniziativa - annunciata ieri da un comunicato del Comune - rientra nellambito di un primo piano dintervento voluto dal sindaco Raffaele Stancanelli e dallassessore alle manutenzioni Sebastiano Arcidiacono per migliorare la sicurezza delle strade cittadine. In particolare si proceder il 21 e 22 febbraio in viale Vigo, carreggiata ovest ultimo tratto fino allinnesto con via Gelso Bianco, intervento questo che comporter un restringimento dellarteria a una sola carreggiata. Il 22 e il 23 febbraio i lavori saranno effettuati a piazza Santa Maria della Guardia dove previsto luso di una sola carreggiata stradale. Il 27 e 28 febbraio, invece, sar la volta di via Cimarosa, anello nord, da Largo Paisiello a via Beato Bernardo, anche in questo caso restringimento dellarteria ad una sola corsia di marcia. Infine il 29 febbraio i lavori si sposteranno in vicolo San Barnaba, da via San Barnaba a via della Palma, dove prevista la chiusura al traffico di via della Palma, per consentire la sosta dei mezzi operativi nella carreggiata. In tutti i siti interessati ai lavori di rifacimento del manto stradale verr apposta la segnaletica stradale che indicher lo svolgimento dei lavori e il divieto di sosta con rimozione forzata delle vetture lasciate posteggiate. Pattuglie di polizia municipale vigileranno sul corretto flusso delle auto e sullosservanza delle variazioni ai percorsi ordinari stabilite per i lavori.

Dal 21 lavori in alcune strade cittadine

Lo stadio a Librino

Incontro con la Provincia

Pensiamo alla realizzazione di una scuola che possa servire al quartiere

Pulvirenti: Le tribune tutte coperte e sotto ci sar spazio anche per uffici
GIOVANNI FINOCCHIARO

LE TAPPE DEL PROGETTO

MASCALUCIA. Nel 2014 Catania avr il nuovo stadio. Lo sottoscrive, una volta di pi, Antonino Pulvirenti, presidente rossazzurro impegnato in quello che non pi un sogno: dopo limpianto di allenamenti super tecnologico, lauspicata e concreta possibilit di mantenere ancora la squadra in Serie A, il grande slam verrebbe concretato con la realizzazione della struttura che non potr chiamarsi semplicemente stadio. Presidente Pulvirenti, tre anni saranno sufficienti per arrivare al taglio del nastro? Il Piano regolatore prevede la realizzazione di un centro direzionale. In sei mesi liter burocratico verr completato, in due anni realizzeremo i lavori. Costo dellopera, in totale? Da 80 a 100 milioni. I soldi li mettiamo noi con la formula del project financing. Il Comune, che paga 6.5 milioni di euro lanno di affitti per ospitare, in giro per la citt, gli uffici, riuscir a concentrare tutto quanto in un solo luogo. Il Comune andr ad affittare i locali di competenza a scomputo. Alla fine avr i locali, mentre a noi rester lo stadio. Gli uffici comunali sorgeranno sotto le tribune? la nostra idea. Le tribune si elevano in maniera obliqua. Sotto rester uno spazio notevole. Se coperto e diviso in

Il sindaco Stancanelli ha gi avviato liter variante forse in autunno in Consiglio


Ieri di prima mattina il sindaco Stancanelli ha chiamato i suoi collaboratori e ha chiesto una pianificazione per giungere a un incontro tecnico tra lUrbanistica e ling. Stancanelli (solo omonimo del sindaco) che ha curato per conto del presidente Pulvirenti la realizzazione del centro sportivo del Catania calcio. Lobiettivo stabilire esattamente le tappe delliter affinch il Calcio Catania presenti il progetto di massima come promotore. Da un primo esame della proposta, gli uffici dellUrbanistica hanno dichiarato che, una volta presentato il progetto e verificate le prerogative urbanistiche, i tempi non dovrebbero essere lunghi. Non escluso che la variante urbanistica possa gi essere pronta per lesame del Consiglio nellautunno di questanno. Il piano poi consentirebbe al Comune di risparmiare allincirca 2 milioni di euro di fitti passivi perch, attraverso il trasferimento di molti uffici nel centro direzionale del Comune, si consentirebbe di abbattere i costi. Insomma comincia a profilarsi quel piano di massima del Comune per insediare a Librino molti uffici di rappresentanza, dal centro direzionale al palazzo di cemento sede di alcuni assessorato. E ancora la cittadella giudiziaria e adesso anche lo stadio.
G. B.

maniera intelligente, potranno essere ricavati uffici a volont. Pensate che lintera capienza dello stadio dovrebbe contenere 35 mila persone. Allesterno realizzeremo parcheggi, ma non centri commerciali, vie daccesso ma non altri campi di gioco. prevista lintera copertura dellimpianto. Verranno coperte le tribune, non il terreno di gioco che sar in erba naturale, non abbiamo optato per il sintetico, e che avr un drenaggio notevole,

evitando che si debbano rinviare partire in continuazione. Nessun altro campo stato pensato. Semmai una palestra e linfermeria e tutto quel che occorre in uno stadio di livello. C la possibilit di realizzare anche una scuola, nei 40 ettari di spazio individuati a San Teodoro. Dobbiamo incontrarci con il presidente della Provincia, questione di giorni. Lidea sarebbe proprio questa, per dotare il quartiere non solo di maggiore vigilanza, di uffici, ma anche di

una struttura che serva materialmente alle famiglie. Eccoci al piano trasporti. La vicinanza dellasse dei servizi vantaggiosa, ma noi puntiamo sulla metropolitana che, proprio nella zona di Librino e San Teodoro, prevede una delle future stazioni di arrivo. E, ci assicurano, i lavori potrebbero coincidere con i tempi della realizzazione dello stadio. C la possibilit di coinvolgere la Regione. Abbiamo in calendario un incontro con lassessore Armao, io credo che lidea possa essere vantaggiosa pure per il Comune di Palermo e per il Palermo calcio. Ma so che il presidente Zamparini ha previsto una struttura con idee diverse (centri commerciali, ristorazione, ndr) in proposito. E lincontro alla Regione non motivato con la ricerca della legge regionale o nazionale per ottenere finanziamenti. La parte economica, da parte nostra, labbiamo gi individuata. S detto che oggi ci sono gi rappresentanti comunali al lavoro. In effetti cos: avevo qualche dubbio sulla possibilit di realizzare unopera cos importante e utile. Ma ho riscontrato, da parte del sindaco e dei collaboratori, entusiasmo e voglia di affiancare le nostre idee in maniera fattiva. Insomma, questo un buon calcio dinizio.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CATANIA .47 Cgil e Sunia Applicare lImu con equit


Dopo lincontro col sindaco tenutosi luned per discutere di crisi e delle prospettive future la Cgil e il Sunia di Catania chiedono allamministrazione comunale che lintroduzione dellImu, lImposta Municipale Unica che il Comune incasser per poi trasferire il 50 per cento allo Stato, avvenga alla luce di scelte chiare e rigorose. Il perch chiaro spiegano bisogna evitare che la tassa venga percepita come lennesimo iniquo balzello, dunque necessario mitigarne limpatto sulle fasce pi esposte della popolazione. In una nota firmata dalla segretaria confederale Luisa Albanella e dal segretario Sunia Giusi Milazzo, e indirizzata al sindaco Raffaele Stancanelli e allassessore comunale al Bilancio, Roberto Bonaccorsi, le due esponenti sottolineano limportanza che si metta in atto, in nome dellequit, una politica della casa che favorisca il canone di locazione concordato e penalizzi lo sfitto. Per questo Cgil, e Sunia, oltre a richiedere che sulla prima casa si applichi laliquota minima tenendo conto di particolari fasce della popolazione, propongono che sulle abitazioni locate a canone concordato sia applicata un aliquota dello 0,4% o inferiore, sulle abitazioni locate a canone libero lo 0,96% e su quelle sfitte l1,06%. Cos come gi proposto dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil nellincontro di luned scorso con il sindaco, la Camera del Lavoro e il Sunia richiedono un incontro urgente da tenersi unitariamente con le altre sigle per pianificare le scelte future alla luce della normativa governativa.

Gli immobili e le tasse

La norma del governo prevede la tassazione per tutti gli edifici comunali non istituzionali. Al momento nessuna esenzione per quelli inagibili

Palazzo Bernini: inagibile ma il Comune pagher lImu


GIUSEPPE BONACCORSI

Se la norma non cambier sar un onere aggiuntivo per la citt in una situazione di difficolt economica. Lassessore al Bilancio, Roberto Bonaccorsi, non aggiunge altro incalzato dalla domanda, ma chiaro che larticolo 13 comma 1 del decreto legge 201/2011 che si riferisce allImu non viene visto di buon occhio dallamministrazione che gi ha avviato un primo monitoraggio degli edifici comunali per capire quanto la norma potrebbe incidere. Larticolo prevede la tassazione ai fini dellImu anche di tutti quegli immobili comunali che non sono destinati esclusivamente a fini istituzionali. Paradossalmente il Comune potrebbe presto trovarsi a dover pagare per tutti quegli edifici sfitti, affittati e anche per quelli in attesa di essere dismessi nellambito del piano presentato pi volte dal Comune. E tra questi c il grosso complesso di palazzo Bernini che finora rimasto esente dal pagamento dellIci perch rientrava tra lelenco degli immobili inagibili. La norma attuale, per, non prevede queste esenzioni. Fissa soltanto

UNA STORIA LUNGA E DISPENDIOSA Limmobile acquistato per svariati miliardi lire nel Duemila per farne sede di uffici comunali oggi in abbandono. Pi volte il Comune ha cercato di venderlo. Tra gli altri immobili che potrebbero essere soggetti alla tassazione Imu la masseria Bicocca a San Giorgio e le ex controllerie dazierie di Ognina e Canalicchio.

dei principi che potrebbero anche essere modificati prima del pagamento, oppure potrebbero essere previsti per fungere da deterrente per i Comuni, per invitarli a liberarsi di edifici non utilizzati

e ottenere, cos, la possibilit di fare cassa. Queste sono le ipotesi che circolano negli uffici dellassessorato al Bilancio. La norma che gli amministratori hanno davanti dice proprio questo: tassazione per tutti gli immobili comunali non istituzionali. Potrebbe quindi capitare che Palazzo Bernini, oggi utilizzato come dimora dagli extracomunitari (acquistato per svariati miliardi di vecchie lire per farne sede di uffici), provochi un onere aggiuntivo per le casse del Comune che di conseguenza ricadrebbe sotto forma di aumento di tassazione sui cittadini, peraltro, gi aggravati da una tassa sulla casa che si preannuncia salata. Il, problema serio, riferendosi ad esempio, al palazzo Bernini che finora il mercato non ha risposto alla proposta di vendita del Comune, nonostante labbattimento del 10% sul prezzo a base dasta e in assessorato si stanno studiando altre possibili soluzioni. Insomma si teme che lImu diventi una botta anche per il Comune. Oltre al palazzo Bernini palazzo di citt rischia di pagare lImu anche su altri immobili. E tra questi, per citare solo alcuni casi, sulla masseria Bicocca di S. Giorgio, sull ex controlleria daziaria di Ognina, su quella di Canalicchio, su un alloggio di via Ficarazzi, in tre immobili di via Vetrano, in diversi appartamenti di via Caruso e via Volturno oltre alla ex caserma della Forestale di S. Giuseppe La Rena.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

48.

CATANIA
CESARE LA MARCA

IL SERVIZIO DI RISCOSSIONE VERR AFFIDATO A UNA DITTA SPECIALIZZATA CHE INVIER I VERBALI IN LINGUA STRANIERA

Multe stradali il Comune inseguir i residenti allestero

Se vero che la legge uguale per tutti succede anche che non solo gli automobilisti catanesi infrangono spesso e volentieri le norme del codice stradale, rendendo ancora pi caotica e pericolosa la viabilit cittadina tra soste in doppia fila e mancato rispetto di semafori e limiti di velocit. In misura decisamente minore, ma con numeri pur sempre di un certo rilievo, danno il loro contributo anche gli automobilisti stranieri (residenti sia in paesi dellUnione europea che al di fuori di essa),

1.000-2.000
i verbali elevati ogni anno a residenti allestero

50 per cento
il recupero che viene stimato (attualmente quasi nullo)

che mettendosi alla guida in citt su auto propria con targa estera, o presa a noleggio dopo larrivo a Catania, commettono delle infrazioni, rilevate dai vigili urbani. Il recupero di queste multe elevate in citt - da mille fino a duemila allanno - si rivela per successivamente difficile se non impossibile, fra verbali da tradurre e richieste da inoltrare ai rispettivi consolati, dopo il rientro degli automobilisti stranieri nei paesi dorigine. Proprio per recuperare i proventi delle multe internazionali, che fino a questo momento si sono perduti nella complessa trafila da avviare tra Cata-

nia e lestero, il Comune ha indetto un bando di gara, dellimporto di 70mila euro, per aggiudicare per i prossimi quattro anni a una societ specializzata la riscossione dei verbali di accertamento relativi a queste violazioni amministrative del codice stradale rilevate dai vigili urbani. La ditta aggiudicataria, in base a quanto previsto dalla gara che verr aggiudicata a met marzo, dovr rintracciare i soggetti intestatari presso gli organismi competenti nei vari Paesi esteri, recapitare in una delle lingue ufficiali dellUnione europea la richiesta di pagamento della sanzio-

ne amministrativa e delle spese di notifica e accertamento. Le richieste dovranno contenere tutte le informazioni relative alle modalit di pagamento e di ricorso nonch un numero telefonico della ditta al quale potranno essere fornite ulteriori informazioni nelle principali lingue europee La previsione quella di ottenere cos il recupero del 50 per cento delle somme relative a verbali elevati a residenti allestero per infrazioni stradali commesse in citt, a fronte di una percentuale attualmente quasi nulla.

Assemblea interprovinciale

Esaminata la situazione delle sedi di Catania, Siracusa e Ragusa. La Cisl Fp propone mobilit mirata e razionalizzazione della spesa

INFORMAZIONE PROMOZIONALE A CURA DELLA PK

ALLA LINUS SCHOOL UN OPEN DAY SU CI CHE IMPORTANTE PER CRESCERE

Prefetture con problemi di sottodimensionamento


Tre prefetture, un solo problema: il sottodimensionamento. Nellassemblea tenuta a Catania dai lavoratori delle prefetture, questure e uffici di pubblica sicurezza della Sicilia orientale, organizzata dalla Funzione Pubblica della Cisl, il dato emerso quello degli organici sempre pi insufficienti. E le proposte vanno dalla rivisitazione della spesa alla mobilit intercompartimentale. Davanti ai lavoratori dellamministrazione civile dello Stato delle province di Catania, Siracusa e Ragusa, Luciana Giordano, coordinatrice generale nazionale Fp Cisl per il ministero dellInterno, Milena Morando, responsabile ministeri della Fp Cisl etnea, Salvatore Milluzzo, coordinatore provinciale Interno e Gilda Petralia, della Rsa Prefettura, hanno analizzato la situazione e avanzato le proposte della Cisl al governo nazionale. Una delle sfide importante che lanciamo hanno detto i dirigenti sindacali riprendendo la recente posizione di Daniela Volpato, segretario nazionale Fp Cisl la cosiddetta spending review, attraverso la quale la Cisl chiede di rivedere la spesa, organizzandola selettivamente, vedere programmi di spesa,

TEMPORANEA CHIUSURA DI UFFICI


Dal 20 al 24 febbraio resteranno chiusi al pubblico lufficio immigrazione della prefettura, sito in via Antonino di San Giuliano 256, e lufficio depenalizzazione codice della strada sito in via Etnea 55 (scala O, secondo piano); la temporanea chiusura - informa un comunicato - necessaria per consentire la riorganizzazione dei locali. In questi giorni lutenza potr essere ricevuta presso lufficio relazioni con il pubblico, in via Prfettura 19.

uffici e attivit da sopprimere e razionalizzare, scoprire le inefficienze e segnalare leggi di finanziamento che possano essere potenzialmente eliminabili. Occorrono infatti tagli agli sprechi, senza per dequalificare i servizi. Ci consentir di investire sulle tante professionalit della pubblica amministrazione. Con la mobilit intercompartimentale aggiungono Giordano, Morando, Milluzzo e Petralia - si andranno da un

lato a coprire le vacanze dorganico e dallaltro, laddove ci sia esubero, si provveder a una mobilit mirata dal punto di vista geografico, con una spalmatura pi equilibrata tra i territori. Occorrer poi individuare una soluzione per stabilizzare il rapporto lavorativo dei dipendenti a tempo determinato impiegati negli Sportelli Unici per lImmigrazione delle Prefetture e gli Uffici Immigrazione delle Questure. Tra i temi sindacali trattati, stato fatto cenno anche allarticolo 19 del d.lgs. 150/09 che pone laccento implicitamente sulla valutazione del dipendente, per la quale la Cisl si dichiara favorevole solamente se lamministrazione crea condizioni favorevoli in termini di condizioni strumentali e strutturali prima di sottoporre il personale a un sistema di valutazione. Il protocollo del 30 ottobre 2008 ha consentito di recuperare le risorse derivanti dalle leggi speciali, decurtate dalla legge 133/08 e utilizzate per perfezionare Il contratto integrativo del ministero dellInterno che ha consentito la progressione economica per oltre 13mila dipendenti. Un contratto integrativo sottolinea il sindacato firmato solo dalla Cisl.

La scuola che profuma di buono e di fiducia

Bello entrare a scuola e trovare piccole facce contente, sentire buoni profumi, trovare genitori che scambiano opinioni e discutono, sbirciare dentro una stanza e trovare grandi e piccoli che scrivono, in un silenzio di raccoglimento in s e nella propria scrittura. Bello vedere tanti piccoli a bocca aperta davanti ad un adulto che racconta; bello sentire un gruppo che impara e canta una bella canzone in lingua Inglese; bello vedere dei piccoli bambini che lanno prossimo an-

dranno in prima, uscire fuori da una stanza fieri, con una lettera pi grande di loro, scritta a un nonno o a un cagnolino morto. Bello vedere tornare ragazzi che sono stati bambini alla "Linus" e sentire che si sentono a casa. Bello appartenere ad una comunit in cui si respira profumo di buono, di fiducia, di condivisione di idee su cosa una scuola e cosa importante per crescere. E stata una bellissima giornata di Scuola, l11 Febbraio 2012 alla Linus School!

CON LA GAMMA METANO VIAGGI SPENDENDO LA MET.


in
Il Metano il carburante pi economico: con Panda Classic, Punto e Qubo fai pi di 100 km con meno di 4 Euro. Il Metano il carburante con il prezzo pi stabile: meno aumenti, pi risparmio.
Es.: Qubo Dynamic Natural Power con Pack My Blue prezzo promo 14.456 (IPT esclusa). Validit fino al 29/02/2012. Gamma Fiat Metano: Panda, Punto, Qubo e Dobl. I dati: dimezzi i costi dei tuoi viaggi e pi di 100 km con meno di 4 sono calcolati su ciclo extraurbano e riferiti alla Gamma Fiat Metano.

hai fino a 4.000 e euro di eco-BONUS fiat.

Consumi ciclo combinato: metano da 3,9 a 4,9 (kg/100km); bz. da 4,0 a 7,2 (l/100km). Emissioni CO2 (g/km): metano da 107 a 134; bz. da 113 a 166.

www.fiat.it

A.B.AUTO (Catania) LUPO&DELUCA (Patern) - OSCARAUTO (Misterbianco)

Le immagini delle auto sono solo indicative

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CATANIA .49

Occupazione giovanile

Si concluso il Creativity camp per 32 ragazzi promosso dalla Provincia di Catania insieme a quelle di Torino e Treviso

Paolo Crepet: La creativit aggiunge valore alla persona. E possibile affrontare il mondo contando sulle proprie risorse

UNA NOTA DELLAZIENDA

Garibaldi, entro marzo nuova risonanza


Dal direttore generale dellazienda ospedaliera Garibaldi dott. Angelo Pellican abbiamo ricevuto e pubblichiamo:In relazione allarticolo pubblicato su La Sicilia del 14 febbraio dal titolo Unimpresa fare risonanza alla colonna. Pochi ospedali attrezzati e liste di attesa lunghe, firma di Pinella Leocata, si ritiene necessario precisare quanto segue: Nel corso dellanno 2011, lUnit Operativa di Radiologia del Presidio Ospedaliero Garibaldi-Centro, ha effettuato 5790 prestazioni di risonanza magnetica, di diverso obiettivo diagnostico e con una lista dattesa di circa novanta giorni. Da dicembre scorso il Servizio stato temporaneamente sospeso per la sostituzione del macchinario con uno di ultima generazione, strumento capace di garantire ai cittadini risultati ancora pi affidabili e sicuri. La nuova risonanza magnetica, gi impiantata e collaudata, sar disponibile allutenza entro il mese prossimo, superata la fase necessaria di formazione degli operatori.

I nuovi lavori sono quelli che si inventano Come si sviluppa e realizza unidea innovativa
I lavori sono quelli che si inventano. Quelli che ci sono, gi sono vecchi. E questo lo spirito che ha caratterizzato il progetto "Creativity Camp" proposto dallassessorato provinciale alle Politiche giovanili in collaborazione con le Province di Torino, Treviso, con la societ Meta Group di Terni e il Consorzio Sol.Co Catania. A sottolineare questo aspetto essenziale nella costruzione di unoccupazione futura stato lo psichiatra Paolo Crepet nel corso della giornata conclusiva delliniziativa I Creativity Camp - ha spiegato - nascono proprio per aiutare i giovani a sviluppare e a perfezionare unidea innovativa imprenditoriale con laiuto di esperti di settore e attraverso momenti ludicoformativi. Bisogna dare ai giovani la possibilit di sperimentare e utilizzare differenti abilit, offrendo loccasione di prendere coscienza di lati di s inesplorati favorendo in questo modo uno sviluppo pi completo della persona. I ragazzi devono tornare a casa pensando di essere in grado di fare, bene, qualcosa che prima non immaginavano di sapere fare, devono rendersi conto che la creativit aggiunge valore alla persona, poich attraverso strategie nate da loro stessi possono affrontare il mondo contando sulle proprie risorse. E stimolare la creativit dei giovani uno degli impegni della Provincia di Catania, ente capofila del progetto. Basti pensare - ha ricordato il presidente Giuseppe Castiglione - al recente premio in denaro destinato ai ragazzi che avevano presentato il miglior progetto imprenditoriale e allingente fondo creato ad hoc, per lo start up delle imprese. Al "Creativity camp" - un soggiorno della durata di tre giorni - hanno partecipato 32 giovani, tra i 17 e i 22 anni, che si sono messi in gioco sviluppando idee imprenditoriali spendibili nei campi dellenergia rinnovabile, del riciclo, della robotica e della domotica (potenziamento della tecnologia domestica). Durante il soggiorno - che ha avuto luogo in un agriturismo e, dunque, lontano dalle solite distrazioni giovanili, un modo per sollecitare modi diversi per socializzare - sono stati banditi i cellulari ed stato proibito luso di internet e della televisione. I familiari hanno potuto contattare i figli durante un orario prestabilito. I giovani creativi sono stati accompagnati da esperti nelle diverse fasi di progettazione, puntando sullo sviluppo non solo delle capacit tecniche e creative, ma anche sulle dinamiche psicologiche di tipo individuale e di gruppo. Ogni che i giovani possiedono - la capacit di "problem solving" che lattuale mercato del lavoro richiede. E Paolo Ragusa, componente CDA Sol.Co Catania, ha sottolineato il ruolo della cooperativa sociale che rappresenta lincubatore in cui fare nascere le idee imprenditoriali e il luogo in cui svilupparle e metterle in pratica. Alla conferenza, tra gli altri, hanno partecipato lassessore provinciale alle Politiche sociali Pippo Pagano, il vice - presidente META Group Anna Amati, le delegazioni delle Province partecipanti ed i giovani corsisti, fra i quali la vincitrice siciliana, Eliana Tamburello, che ha espresso grande soddisfazione per liniziativa. In progetto stato finanziato, nellambito dellavviso "Azioni ProvincEgiovani Anno 2010" promosso dal Ministero della Giovent in collaborazione con lUnione Province dItalia.

LINCONTRO CONCLUSIVO ALLA PROVINCIA: AL CENTRO CREPET E CASTIGLIONE

SIT-IN SOTTO IL COMUNE

compagine, formata da 4 ragazzi provenienti dalle Province partecipanti, ha dato modo di scambiare le esperienze individuali dei giovani provenienti da luoghi diversi. Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, presente a

Catania per la giornata conclusiva, ha ribadito che, per costruirsi un lavoro, bisogna sviluppare idee originali, intravedendo nuovi orizzonti. Inoltre necessario concepire soluzioni insolite, riuscendo anche esprimere - con laggressivit e lenergia

Oggi i Forconi in piazza Duomo


Oggi alle 9 in via etnea ingresso villa Bellini il Gar, Gruppo azione risveglio aderir alla manifestazione di protesta organizzata dallassociazione pescatori marittimi professionali e dai Forconi che poi manifesteranno in piazza Duomo. Il Gar parteciper alla manifestazione dei pescatori e dei Forconi, del Comitato Forza DUrto oltre al Comitato per lAcqua Pubblica, al movimento studentesco e a molti liberi cittadini che hanno aderito al gruppo organizzativo. Riteniamo giusto camminare a fianco di chi vuole esprimere un disagio senza farci condizionare da chi ha additato alcuni dei gruppi presenti alla manifestazione come i soliti comunisti o i soliti fascisti. Un simile atteggiamento - spiegano gli aderenti al Gar - induce a non comprendere fino in fondo le dinamiche della mobilitazione e aumenta solo la frammentazione e gli stereotipi.

Cisl: riprogrammare i fondi Ue per dare occupazione ai giovani


Il segretario generale della Cisl Catania Alfio Giulio interviene in merito alla drammatica situazione lavorativa descritta dai pi recenti dati Istat che, per quanto riguarda la disoccupazione dei giovani nella fascia di et che va da 15 ai 24 anni, pongono lItalia dietro la Spagna. Peggio. I dati relativi a Catania dicono che il 50% dei giovani disoccupato, che ben il 70% si dice disilluso e senza speranza, e che ad essere penalizzate sono maggiormente le donne. Una situazione drammatica che fa dire al segretario della Cisl che occorre riprogrammare i fondi regionali e fare larghe intese in modo da concentrare le risorse, e migliorare la capacit di spesa, finalizzandole allobiettivo di contrastare la disoccupazione giovanile. Ogni aggiornamento della situazione che ci d lIstat - sostiene Giulio non fa che confermare la sofferenza soprattutto del Mezzogiorno, dove c laggravante di un rischio di impoverimento che riguarda fasce di cittadini e famiglie sempre pi ampie. E aggiunge: I dati allarmano maggiormente soprattutto alla luce delle recenti critiche alla capacit di spesa dei fondi europei mosse dai commissari alla Regione Siciliana. Ecco perch la Cisl invoca larghe intese politiche perch si destinino tutte le risorse ancora libere su tre obiettivi: incentivare e attrarre investimenti di impresa, agevolare lassunzione di giovani nelle imprese attraverso un ingente finanziamento per lapprendistato e i contratti di inserimento, investire nelle infrastrutture. Tale proposta lunica strategia di spesa possibile per avere benefici di crescita sulleconomia e sul futuro della Sicilia. Ci rendiamo conto che coraggiosa, ma anche molto concreta, la concretezza che chiediamo alla classe politica siciliana. Tutto ci contribuirebbe ad attirare investimenti economici veramente produttivi, in grado di produrre ricchezza, reddito e occupazione aggiuntive soprattutto per i giovani.

CONFAGRICOLTURA CATANIA

Stato dagitazione contro caro carburanti, concimi e sementi e contro laccordo siglato dalla Ue col Marocco
Una perdita di competitivit sempre pi evidente e marcata: questa la vera urgenza delle imprese agricole della Provincia etnea, testimoniata in maniera quasi drammatica dallanalisi dei dati consuntivi del 2011 da parte di Giovanni Selvaggi, neo Presidente di Confagricoltura Catania. Anche i comparti che nel corso dellanno appena concluso hanno visto salire le quotazioni dei loro prodotti mostrano ragioni di scambio in continua contrazione, per effetto dei costi di produzione ormai fuori controllo e di costi amministrativi che nonostante le dichiarazioni della pubblica amministrazione - rimangono eccessivamente elevati, anche a causa di una semplificazione burocratica sostanzialmente mai avviata e comunque in maniera ancora non soddisfacente. Caro carburante, caro concimi e caro sementi sono accompagnati da una stretta creditizia senza precedenti, con un sistema bancario che continua a non mutare il proprio atteggiamento di sfiducia verso le imprese. Il regime di aiuto de minimis con una soglia pro azienda che non copre neanche lacquisto di una motoape ( esempio dovuto visto il comparto ) . con settemilacinquecento euro di massimale disponibile , A questa situazione gi difficile da sostenere, vanno poi ad aggiungersi, in proiezione futura, le preoccupazioni per la nuova PAC, le cui proposte normative sono fortemente penalizzanti per lagricoltura italiana , e per lintroduzione dellImu sui fabbricati rurali, che comporter, se non radicalmente modificata, un ulteriore pesante aggravio della tassazione a carico delle aziende agricole. Questo nuovo regime fiscale, nel caso delle realt pi fragili, porter inesorabilmente alla cessazione dellattivit, accentuando un fenomeno gi chiaramente conclamato dai dati dellultimo censimento. Per tutti questi motivi, il Consiglio direttivo di Confagricoltura Catania ha deciso lo stato di mobilitazione, che andr anche a concretizzarsi in una prossima Assemblea di tutti i soci della stessa Organizzazione, la cui data verr fissata a giorni dal consiglio di Confagricoltura. Non una semplice iniziativa di protesta finalizzata ad una difesa corporativa, ma un momento di analisi e di proposizione per garantire un futuro allagricoltura Etnea. E come se non bastasse - spiegano da Confagricoltura - a tutto ci si aggiunto proprio in queste ore latto scellerato del Parlamento europeo che ha approvato, in via definitiva, laccordo tra Ue e Marocco, che entrer in vigore prima dellestate 2012, che liberalizza, in parte, il commercio di prodotti agricoli e di pesca. Laccordo commerciale votato dal parlamento Europeo, rappresenta una tappa verso un accordo di libero scambio, stabilendo laumento delle quote di scambio per una serie di prodotti agricoli (agrumi, ortaggi, ecc.) che potranno essere importati a tariffe doganali basse o pari a zero. Una vera e propria vergogna tutta europea; una vergogna" per lincapacit della deputazione nazionale italiana a sostenere unita e compatta le ragioni dellagricoltura mediterranea, una vergogna del governo nazionale che si mostra forte con i pi deboli e debole con i poteri forti. Ed ancora - conclude Il presidente Selvaggi - una vergogna del governo Regionale assolutamente incapace di salvaguardare il comparto agricolo, una delle risorse economiche isolane in grado di garantire sviluppo e occupazione. Proprio per questi motivi Confagricoltura Catania, interpretando il malessere dellintero comparto e della categoria degli imprenditori, sar in prima linea a cominciare dalla manifestazione di protesta prevista il 1 marzo a Palermo indetta con tutte le organizzazioni datoriali e sindacali. In piena crisi economica lagricoltura italiana e quella meridionale in particolare non pu e non deve essere svenduta dallEuropa con lo scopo di incentivare il processo di democratizzazione dei paesi nord-africani. La stessa Europa dovrebbe garantire, con appositi interventi compensativi, un giusto equilibrio tra i costi sostenuti dalle nostre imprese e quelle di questi paesi, oltre allintroduzione di procedure produttive che rispondano alle regole comunitarie ed a cui sono sottoposte le aziende agricole italiane.

Le banche paralizzano le imprese


Antiracket Confcommercio. Il blocco del credito inquina il sistema economico e favorisce lusura
Nellultimo anno in Italia a causa della grave crisi economica hanno cessato lattivit migliaia di aziende, rendendo disoccupati un numero preoccupante di italiani. Come conseguenza di questa situazione, si sono registrati oltre 40 suicidi di imprenditori soffocati dai debiti. Il tragico dato sottolineato da Claudio Risicato, coordinatore delle Associazioni antiracket del Sistema Confcommercio Catania. Anche in Sicilia aggiunge negli ultimi mesi tre imprenditori hanno scelto il suicidio per non cadere nelle mani degli usurai. E tutto perch il sistema bancario non viene incontro alle difficolt dei piccoli imprenditori, Abbiamo profondo rispetto per queste morti e ci chiediamo quante ancora potranno essere in futuro. Le piccole imprese siciliane che costituiscono lossatura economica della nostra isola hanno avuto un inizio danno particolarmente difficile, oltre

IL MICROCREDITO PER LE FAMIGLIE SICILIANE


Luned 20, alle 10, nella sede di rappresentanza della Regione Siciliana, in via Beato Bernardo 2, si terra un incontro pubblico dal tema: "Il microcredito per le famiglie siciliane. Modalit di attuazione". In Sicilia al microcredito per le famiglie possibile accedere grazie associazioni e gli enti convenzionati con la Regione, attraverso gli sportelli di Unicredit e delle Banche di Credito cooperativo. Interverranno: Gaetano Armao, assessore regionale per lEconomia; Giuseppe Mormino, responsabile area commerciale Unicredit di Catania; Ugo Barresi, responsabile Soft Loans Sicilia di Unicredit; Vincenzo Messina, responsabile crediti speciali federazione siciliana Banche di Credito Cooperativo; Dino Barbarossa, presidente consorzio "Solco". Concluder i lavori il presidente della Regione Raffaele Lombardo.

alla crisi economica, il blocco dei trasporti conseguente allo sciopero dei forconi e il mal tempo, stanno affrontando lo scontro con il sistema bancario che non solo non eroga pi credito, ma costringe al rientro in tempi brevi centinaia di imprese esposte con i mutui.

Le banche italiane prosegue Claudio Risicato hanno ricevuto dalla Bce miliardi di euro al tasso dell1%. Tale credito agevolato aveva lo scopo di ridare fiato alleconomia con lassistenza alle imprese. Nei fatti, per, tali capitali vengono investiti in speculazioni finanziarie

accrescendo soltanto i profitti dei banchieri. Nel frattempo, complice il sistema bancario, lusura cresce a dismisura controllata dalla criminalit organizzata che approfittando della situazione soffoca centinaia di piccoli imprenditori, rilevando in tanti casi anche le loro aziende e inquinando, in tal modo, il sistema economico. La situazione arrivata al punto di non ritorno - conclude il Coordinatore delle Associazioni Antiracket della Confcommercio - ed pertanto opportuno che le associazioni di categoria, le forze sindacali ed i parlamentari siciliani prendano posizione. Per nostro conto ci appelliamo alle competenti autorit di governo, nazionali e regionali, per un intervento urgente sul sistema bancario affinch lo stesso possa riprendere la sua funzione sociale di erogazione del credito e non di sostegno pi o meno consapevole alla criminalit organizzata usuraia.

Confindustria - Polstrada accordo sullautotrasporto


Prevenzione e controllo sulle strade per proteggere gli autotrasportatori dalla criminalit, ma anche dallabusivismo e dalla concorrenza sleale di chi non rispetta le regole. Lo ha chiesto il presidente di Confindustria Catania, Domenico Bonaccorsi di Reburdone, nel corso di un incontro svoltosi nella sede dellassociazione con il nuovo dirigente del compartimento di Polizia stradale per la Sicilia orientale, Andrea Spinello. Il presidente degli industriali, in particolare, manifestando lallarme delle imprese dellautotrasporto, ha sottolineato la necessit di concentrare lazione delle forze di polizia su due fronti: la sicurezza degli autotrasportatori, sempre pi soggetti sulle nostre strade al rischio di sequestro dei mezzi da parte della criminalit organizzata e non, e la lotta serrata a chi nel settore dellautotrasporto, operando abusivamente, danneggia le imprese sane. Da parte sua, il comandante Spinello, riconoscendo la necessit di una incisiva azione di prevenzione e controllo sul territorio provinciale, ha assicurato ampia disponibilit ad una collaborazione reciproca con gli industriali, volta anche sensibilizzare cittadini e imprese sui temi della sicurezza e della legalit.

TUTELA DELLA MATERNIT

Assemblea Cisl sul Dl. 119


La tutela della maternit e della paternit una conquista da difendere nei contratti e sui posti di lavoro. stato questo il tema dellincontro di formazione per dirigenti sindacali, organizzato dal Coordinamento donne e dal Dipartimento formazione della Cisl di Catania, che si tenuto ieri sera nella sede del sindacato. Donne provenienti da tutti i settori lavorativi, pubblici e privati, hanno analizzato il decreto legislativo n. 151 del 26 marzo 2001, modificato dal pi recente n. 119 del 18 luglio 2011. Il decreto disciplina i congedi, i riposi, i permessi e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori connessi alla maternit e alla paternit di figli naturali, adottivi e in affidamento, nonch il relativo sostegno economico. Si tratta di una vera conquista da difendere e fare applicare ha commentato Alfio Giulio, segretario generale della Cisl etnea introducendo i lavori soprattutto in sede di contrattazione di secondo livello, azienda per azienda. un elemento di attenzione al valore delle lavoratrici e dei lavoratori come persone, come elemento indispensabile e fondamentale per lesistenza stessa di unorganizzazione sindacale come la Cisl che ha sempre puntato su tali obiettivi. Per Rosaria Rotolo, segretaria territoriale e delegata alle Pari opportunit attraverso i Coordinamenti Donne, la Cisl promuove politiche di pari opportunit, a tutti i livelli, per avere tutele non solo sul posto di lavoro, ma anche in famiglia, per conciliare i tempi tra lavoro e impegni famigliari e sconfiggere le politiche di discriminazione in tali ambiti. Le dirigenti sindacali sono state impegnate nel valutare con una ricerca i recepimenti della normativa sulla tutela della maternit e paternit allinterno dei contratti di lavoro nazionali e di 2 livello. Il prossimo appuntamento sar per il 29 febbraio.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

50.

CATANIA
Il fenomeno. Ci si stringe in pochi vani per

Appartamenti come risorse

realizzare un guadagno aggiuntivo che serve per ammortizzare le spese in aumento, per mantenere lo stesso immobile o aiutare i familiari in difficolt

STORACE (DESTRA)

INIZIATIVA PD

Affittacamere, ma di casa mia lultimo espediente contro la crisi


Trend in crescita: da 200 a 300 euro per una stanza in famiglia
ROSSELLA JANNELLO

LEuropa non difende pi lItalia

Le proposte per giovani e lavoro


Affrontare i nodi della precariet e dellinstabilit nel mondo del lavoro con cui giovani e donne sono costretti a fare i conti. Ascoltare le esperienze delle categorie e rilanciare le proposte del Partito Democratico, anche in vista della imminente riforma del mercato del lavoro, e farlo da una citt del Sud come Catania che forse pi di altre sta vivendo gli effetti pesanti della "grande crisi". Saranno questi i temi affrontati questa mattina a partire dalle 10 al Palazzo Platamone (via Vittorio Emanuele 121) in occasione dellincontro dal titolo "Sud - Unimpresa grande. Giovani Donne Mezzogiorno. Uscire dalla precariet". Allincontro parteciper Stefano Fassina, giovane economista e responsabile nazionale Economia e Lavoro del Pd che, assieme al parlamentare catanese Giuseppe Berretta, membro della Com- STEFANO FASSINA missione Lavoro della Camera, affronter il tema dello sviluppo a partire dal Mezzogiorno e dalla Sicilia, dai suoi giovani e dalle donne. Oltre a Berretta e Fas- GIUSEPPE BERRETTA sina, parteciperanno allincontro Tania Spitaleri (responsabile provinciale Pd per il Lavoro), Niccol Notarbartolo (esperto in Economia del territorio), Luca Spataro (segretario provinciale Pd Catania), Giuseppe Glorioso, il sindaco di Biancavilla recentemente vittima di pesanti minacce, Giancarlo Spinella (presidente Cna-Fita Sicilia, categoria degli autotrasportatori), Salvo La Rosa (direttore istituto di credito), Orazio Micalizzi del Consorzio Connecting People, Andrea Valenziani (imprenditore agricolo) e il segretario provinciale della Cgil Catania Angelo Villari in rappresentanza dei sindacati.

IL CONTRATTO
Ma come regolarsi con chi prende in affitto una stanza della nostra abitazione? C un contratto speciale su misura per questa fattispecie? Si pu affittare una stanza della propria abitazione con un normale contratto di locazione. Il contratto di affittacamere, infatti, equiparabile a una vera e propria attivit alberghiera, con la relativa erogazione di servizi e tutto ci che ne discende. Invece, quando il proprietario vuole concedere in locazione una o pi stanze a diversi soggetti, con uso in comune di bagno e cucina e di altro vano della casa, senza prestazione di alcun servizio, deve sottoscrivere con i locatari un regolare e normale contratto di locazione ad uso abitazione.

Una stanza in affitto contro il caro-vita. Come accadeva nel secondo dopoguerra con la stanza in famiglia, prima che esplodesse la febbre del mattone. E lultima strategia messa in campo per combattere la crisi da parte dei proprietari di un immobile. Piuttosto che tenere chiusi stanze e saloni, per pagare lIci e la ristrutturazione del palazzo, o semplicemente per arrotondare stipendi e pensioni, si decide di dedicare - ristrutturando, stringendo e "inventando" - uno spazio della casa allaffitto. Non necessariamente a studenti, che hanno i loro giri, i loro mercati e i loro canoni concordati. La stanza in affitto - alternativa pi economica per permanenze di brevemedio periodo per chi pu contare su un reddito intorno ai mille euro rispetto anche a un B&B - piace a molti che sono di passaggio in citt o devono programmare - per lavoro, per salute o altro - un periodo catanese. Cos visto che domanda e offerta si incontrano al crocevia della recessione, il fenomeno in forte espansione. Secondo una ricerca realizzata da EasyStanza.it, intervistando 1200 persone che hanno fatto questa scelta anche a Catania, circa il 70% ha dichiarato che senza questa entrata economica non potrebbero fare fronte alle spese: il 23% utilizza questo guadagno per pagare il mutuo, il 12,6% per sostenere le spese di manutenzione e riparazione dellabitazione e per il 34,8% degli intervistati addirittura unentrata fondamentale che aiuta in generale a pagare le spese. Per il 14% invece un modo per avere unentrata in pi e solo per l1,1% per mettere da parte un po di risparmi. E il 77,1% degli intervistati ha risposto che - se potesse - metterebbe anche altre stanze in affitto perch un guadagno extra di grande aiuto per affrontare le spese quotidiane. Altrettanto significativa la risposta alla domanda: "Se non avessi una stanza da mettere in affitto come affronteresti

la crisi"? Il 39,4% del campione infatti si troverebbe costretto a cambiare la casa in cui vive attualmente per cercarne una pi economica e addirittura il 48% degli intervistati non saprebbe come far fronte alla crisi. Insomma, affittare una stanza - prezzo medio fra 200 e 300 euro, secondo la zona, il tipo di stanza e la presenza di bagno indipendente - diventato un altro espediente per sopravvivere ai temi della crisi. Un fenomeno che spesso non passa neanche dalle agenzie immobiliari, ma circola in rete - nei siti specializzati e non - e funziona attraverso il passaparola o il cartello discreto in portineria. E vero - conferma il segretario del Sicet, il sindacato inquilini della Cisl Carlo DAlessandro - da un anno e mezzo, ma con una accelerata nellultimo periodo, riceviamo tante richieste di informazioni sulla possibilit di affittare solo parte dellabitazione. In qualche caso - aggiunge - laffitto non serve per guadagni ag-

giuntivi, ma per campare pi tranquilli o per mantenere lo stesso immobile, specie se ci sono spese straordinarie. E mi ha colpito la storia di un padre, il cui figlio, gi laureato, non riusciva a trovare un lavoro. Lui gli ha comprato una casa e ne ha dato in affitto tutte le stanze tranne una. "E sono questi 600 euro - mi ha detto - i soldi con i quali mio figlio riesce a sopravvivere". E, a dimostrazione che il trend sia quello di un uso non convenzionale di un bene cos importante come labitazione, c anche un altro fenomeno di ritorno, come nel secondo dopoguerra? Anche se mancano dati ufficiali sarebbe in crescita, fra gli anziani, specie se senza eredi diretti e con pensioni pi basse, la vendita della nuda propriet dellalloggio in cui si abita, ossia la vendita della casa a prezzi bassi continuando ad abitarla per il resto della vita. Lo sconto, per il compratore, mediamente del 30%. Aspettando di potere godere del bene per intero.

O LA STORIA: PERCH HO FATTO QUESTA SCELTA

Quello che prendo, lo mando ai miei figli


Lei uno di quel 70% di intervistati che, in un sondaggio, ha dichiarato che affittare una stanza unentrata economica fondaStudiano mentale per leconomia familiare. Anche se, nel caso di Giovanfuori e na, i soldi che si ricacostano vano dallaffitto sono tanto: cos mi subito riversati, per uno scopo analogo, da venuta unaltra parte dItalia. lidea di usare La signora Giovanna una le loro stanze ha 58 anni, ha che laurea in lettere non ha mai usato per scopi lavorativi e un marito impiegato. Nel tempo la famiglia - o, ad acquistare una casa: cinque vani nella parte alta di viale Mario Rapisardi che il vanto della famiglia. Ma quello che andava bene fino a qualche anno fa - spiega Giovanna non pu funzionare adesso. I figli un maschio di 28 anni e una femmina di 24 - dopo la maturit, hanno scelto mte lontane. "Carlo" studia Ingegneria a Milano e "Giulia" ha scelto il Dams a Bologna. Con costi che non sono difficili da immaginare. Cos, oltre al mutuo e alle mille spese di casa, sempre pi alte da qualche anno, ci siamo ritrovati a dover tirare fuori altre somme per far vivere i figli fuori, anche se sono bravi ragazzi e si accontentano dellessenziale. Entrambi i figli della signora, non rientrando nelle residenze universitarie, vivono in stanze in affitto (lui con altri studenti, lei ospite di una famiglia) e proprio questo - racconta Giovanna - le ha dato lidea di mettere in affitto due stanze della propria abitazione. Mio marito era contrario - spiega - ma ho insistito: ci siamo ristretti un po, vero, abbiamo meno libert, ma il reddito mensile che riceviamo da questo investimento lo giriamo integralmente ai nostri ragazzi, anche se non serve a coprire tutte le spese. E poi, lo confesso - conclude - da quando ho queste due ragazze per casa mi sento anche meno sola.
R. J.

Si tenuta a Catania lassemblea dei quadri dirigenti siciliani de La Destra, presieduta dal segretario regionale Gino Ioppolo, alla presenza, con Nello Musumeci, del segretario nazionale, Francesco Storace, e del capo dellorganizzazione, Roberto Buonasorte. LEuropa non difende pi gli Stati membri e lItalia ne sta pagando le conseguenze, ha detto Storace che ha evidenziato come. non c solo il problema rappresentato dallinvasione dei prodotti agricoli. Se infatti andr in porto questo contratto che viene siglato sulla politica di bilancio da Monti, che prevede che per i prossimi 20 anni ci detteranno le finanziarie da 40 mld di euro lanno, rischiamo davvero di fare la fine della Grecia. Credo che un governo serio - ha concluso Storace - dovrebbe dire allEuropa: Sappiate che non sottoporremo la firma alla ratifica di un parlamento di nominati e anime morte ma al volere del popolo italiano. Sono loro a decidere se e come dobbiamo stare in Europa. Sullinvasione dei prodotti agricoli intervenuto anche Nello Musumeci che ha ricordato come la battaglia condotta durante il mio mandato di parlamentare europeo ci ha visti soli a protestare contro una iniziativa che ha ridotto in ginocchio leconomia isolana. Si sappia che quellaccordo iniziale stato voluto da un governo di centrosinistra e lo ha firmato Susanna Agnelli. Il segretario regionale Gino Ioppolo ha riferito sullo stato della mobilitazione nellIsola in vista della manifestazione del 3 marzo: Dalla Sicilia partiranno molti pullman. Contro le politiche anti-sociali del governo Monti dal Sud non potr che arrivare un segnale forte. Sono intervenuti anche i segretari provinciali isolani, gli amministratori locali e i dirigenti del territorio.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

GIORNO & NOTTE


STASERA E DOMANI LA RASSEGNA DANZA DI SCENARIO PUBBLICO

CATANIA .51

Le Animalie di Mirabassi, Riondino e Rossi


Questa sera alle 20,45 e domani alle 19, la rassegna danza di Scenario Pubblico proposta questanno nel cartellone Te.St Teatro Stabile di Catania, prosegue con Sosta Palmizi e lo spettacolo Animalie. Uno spettacolo che porta in scena tre grandi artisti, il musicista Gabriele Mirabassi, lattore David Riondinoe il coreografo Giorgio Rossi, per la regia di Giorgio Gallione (disegno luci Marco Oliani, con il sostegno di Teatro Archivolto e Teatro Pietro Aretino). Lo spettacolo nasce dal ricordo di Giorgio Rossi di una serata in cui Andrea Pazienza disegnava ci che David Riondino recitava e contemporaneamente Riondino descriveva i disegni di Andrea. Uno scambio tra le arti che evocano e traducono nei rispettivi linguaggi suoni sensazioni colori emozioni impressioni immagini. Con lo stesso desiderio duno scambio fertile fra le arti, Giorgio Gallione dirige tre grandi maestri David Riondino, Gabriele Mirabassi e Giorgio Rossi in uno spettacolo di danza teatro e musica che trasforma la scena in un reame surreale di personaggi imprevidibili a volte dolci e divertenti a volte inquietanti. Una letteratura lunare, quella di Borges, che racconta agli occhi paesaggi lontani, ascetici e dai colori diafani, creature misteriose che si riempiono di luce e sanno riconoscere le anime pure, ma allo stesso tempo una letteratura solare, quella tratta da I fantastici animali di Stranalandia in cui atmosfere cristalline e leggere sono il luogo dincontro di due strambi scienziati che studiano e descrivono gli abitanti dellisola ed infine una lettura infantile pi ingenua, quella tratta dallopera Animalie, da cui deriva il titolo dello spettacolo, di Toti Scialoja.

sipario
LE NUOVE MASCHERE

Oggi e domani Pensaci Giacomino al teatro di Belpasso


Oggi, alle 21, tornano in scena, al Teatro Comunale di Belpasso, le Nuove Maschere. Il teatro di Salvo ed Eduardo Saitta proporr Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello a un mese dalla A Malamaritata, opera che ha inaugurato lo scorso 6 gennaio il cartellone nel comune etneo. In scena Salvo ed Eduardo Saitta (che curer anche la regia), padre e figlio nelle veste del professore Toti e il direttore, Giacomo Famoso (il bidello Cinquemani), Tina Silicato (la moglie di Cinquemani), Mara Di Maura (Lillina, che la figlia di Cinquemani), Salvo Drago (Giacomino Delisi), Rosario Valenti (padre Landolina), Luisa Ippodrino (cameriera di casa Delisi), Francesca Tornello (Rosaria Delisi, sorella di Giacomino). La replica in programma domani, alle 18. La stagione delle Nuove Maschere proseguir al Piscator con "Senza quarteri" di Orazio Rapisarda (dal 16 al 18 marzo).

TEATROIMPULSO

Facciamoci una storia... tutta improvvisata

oggi dove
Teatro Verga. Alle 20,45 Le allegre comari di Windsor con Leo Gullotta. Teatro Musco. Alle 20,45 Il teatrino delle meraviglie, da Cervantes, testo e regia di Roberto Lagan Manoli, con Mimmo Mignemi e Fulvio DAngelo. Teatro Sangiorgi. Alle 21 En Travest con le Sorelle Marinetti. Sala Harpago. Alle 21.15, Tutta colpa di Gino, di e con Carlo Pistarino. Teatro Brancati.Alle17,30 e alle 21 Sugo Finto di Gianni Clementi, con Alessandra Costanzo e Paola Tiziana Cruciani. Teatro Abc. Alle 18 e alle 21, Lui Lei lAltro di Rino Longo a cura della compagnia Rosina Anselmi diretta da Pippo Barone. Regia Massimo Ferrara. Teatro Fellini. Alle 18 e alle 21, Oh... chi Cannaluvari! Ma cu mu fici fari, commedia in tre atti con e per la regia di Saretto Angirello. Teatro Grotta Smeralda. Alle 21, Dormi cara, dormi... tre atti di Giacomo Pappalardo; presenta la compagnia Teatro di Catania. Sala Magma. Alle 20,30, lassociazione culturale Terre forti di Librino. replica la commedia Miles, commedia ciarlatana Sipario Blu. Alle 17,30 e alle 21 la Compagnia della Fenice, diretta da Irene Di Mauro presenta Amuri non vanta ricchizzi commedia in tre atti scritta e diretta dalla stessa Di Mauro.
Segnalazioni al fax 095253495. (Non pubblicheremo segnalazioni che non riportino date e orari dapertura al pubblico).

GOLD ELEPHANT WORLD. Ieri presentazione ufficiale alla Provincia

Al Festival del cinema e del musical per scoprire i nuovi giovani talenti
La prima edizione del "Gold Elephant World", Festival Internazionale del Cinema e del Musical, stata presentata, ieri mattina al Centro direzionale Nuovaluce, alla presenza dellassessore provinciale alla Cultura, Ruggero Razza che ha portato i saluti del presidente Giuseppe Castiglione e ha, cos, commentato levento: Il Gold Elephant World una importante iniziativa, culturale e sociale, che siamo certi raccoglier consenso e attenzioni nel panorama nazionale. Colpisce particolarmente, in positivo, lobiettivo di offrire un palcoscenico ai giovani talenti. Mai come in questo momento ogni iniziativa che punta al coinvolgimento dei giovani nelle arti, merita sostegno e attenzione. Levento che si terr a Palazzo Manganelli fino al 21 febbraio- patrocinato dalla Provincia regionale di Catania, dalla Camera di Commercio e dalla Catania Film Commission- promosso dal direttore generale Cateno Piazza, dal direttore artistico John Real (regista e produttore cinematografico) e dallattrice Fioretta Mari. Il progetto- ha spiegato Cateno Piazza in conferenza stampa - si pone lobiettivo di scoprire nuovi talenti che sappiano creare lalchimia giusta tra tecnica, creativit e sentimento, sperimentando linguaggi audiovisivi e realt dautore. Levento sar, principalmente, una vetrina dincontro per artisti che si sono contraddistinti nel patrimonio filmico nazionale e rappresenter un luogo di riferimento per le produzioni e distribuzioni. Oltre al direttore generale Cateno Piazza, hanno preso parte alla conferenza stampa le attrici e presidenti di giuria, Fioretta Mari ed Elizabeth Missland, gli attori Salvatore Lazzaro, Gianfranco Terrin, Jhon Real, e il coordinatore generale Marcello Burgaretta. Tra gli ospiti di questa edizione: Shlomo Blanga (Distributore Cinematografico Eagles Pictures), Franco Simone (artista cantautore), lattore Jerry Cal, Marco Werba (musicista compositore del film Giallo), Giovanni Aloisio (scrittore,sceneggiatore), la regista Elena Bonelli, il cantante Luca Napolitano, Rossella Izzo (doppiatrice e produttrice), la cantante Cosetta Gigli e la coreografa Chiara Valli.

Ritorna in scena al teatro Tezzano la compagnia Teatroimpulso (stasera alle 21 e domani alle 19) con Facciamoci una storia, uno degli spettacoli probabilmente pi attesi della compagnia catanese basato sulllimprovvisazione teatrale. Non esiste un copione ma semplicemente una struttura guida che da vita ogni sera ad uno spettacolo diverso. Questa performance, basata sulla spontaneit, richiede una notevole preparazione tecnica da parte degli attori e coinvolge il pubblico che fornisce lincipit o il tema dispirazione rendendo la rappresentazione interattiva e parte di un processo di creazione unico e irripetibile. Nel gruppo, capeggiato come sempre da Mario Guarneri, i bravi improvvisatori Roberta Spart, Gianluca Peluso, Gabriella Trovato, Simone Benigno, Robin Andriolo, Nicoletta Seminara e Rosario Santangelo. Saranno loro a dare sostegno anche la figura dello sceneggiatore Sergio Barone e dellassistente Alessandra Grasso che, assieme al pubblico, cercheranno di creare una storia ogni sera diversa (questo tipo di messa in scena nel linguaggio teatrale viene definita long-form, molto pi complicata delle scenette singole della classica improvvisazione teatrale).

TEATRO DEL TRE

Comunichescion, cabaret e risate con Lembo e Balsamo


Stasera alle 21 e domani alle 18, in scena lultimo degli spettacoli cabarettistici prodotti dal di Catania che vede in scena il duo Gaetano Lembo - Giuseppe Balsamo, il primo romano e siciliano il secondo, che si ritrovano insieme in scena dopo il fortunato Saghe e seghe... con il senno e con la mano, testo mai rappresentato prima e che porta le firme di due insoliti e privatissimi Capuana e De Roberto. Lo show ha come soggetto la nascita di una nuova e sgangherata emittente televisiva e pi precisamente unintera giornata del suo palinsesto. Inserendosi nella pi classica tradizione comica italiana lo spettacolo procede alternando sketch dal vivo a inserti video pubblicitari. Negli inserti video si possono apprezzare Melania Puglisi e Adele Ferlito oltre agli allievi dellAccademia di recitazione del Teatro del Tre (Martina Minissale, Lucy Russo, Ramona Vicchitto, Roberta Rivolo, Alessandro Copppola, Riccardo Vinciguerra, Riccardo Tulumello e Simone Lo Cascio)

TANGO, GRAN GAL A PALAZZO MANGANELLI Questa sera, alle 21,30, a Palazzo Manganelli, Gran Gal di tango con Walter Cardozo e Margarita Klurfan (nella foto), due superbi artisti che sanno coniugare lenergia e la dinamica delle nuove strutture, con leleganza e lessenza del "Tango saln" classico

OGGI E DOMANI AL TEATRO LISTRIONE

AL MA

Ppi MalaSanit, amara ironia


Prosegue al teatro LIstrione la rassegna teatrale Gli Unici. Questa sera alle 21 e domenica pomeriggio alle 18, andr, infatti, in scena Ppi MalaSanit di Mauro Longo. Spettacolo allegro ma capace di far riflettere, in bilico tra il torto e la ragione, il vero e il falso, il concreto e lastratto, il reale e lassurdo, la vita e la morte, dove a nascondersi dietro un sottile umorismo e una leggera ironia sono proprio le amare tristezze della vita. Spettacolo in cui si parla di sanit non sempre efficiente, dei rapporti umani, della vita e della societ che ci circonda con grande attualit. Sul palco Valerio Santi - che ne cura anche la messa in scena Concetto Venti e Gianni Rossi.

Stasera in concerto gli Swing Daddies


Lo swing dautore, tornato di moda dopo lepoca doro degli anni Quaranta e Cinquanta, lelemento fondamentale degli Swing Daddies, band palermitana nata per ispirazione di Fabrizio Velasquez, voce e chitarra, che sar affiancato da Stefano Velasquez (voce e batteria) e Vincent Salerno (voce e sax tenore), Freddy Gueci (voce e contrabbasso), Charlie Sacco (sax tenore), Sammy Dav (tromba). Gli Swing Daddies suoneranno questa sera al Ma - Musica Arte di via Vela 6 a Catania. Ingresso free entro le 23. La band, segue la tradizione dello swing e del jive italo/americano degli Anni 4050 e la forza dello spettacolo la presenza scenica coinvolgente accompagnata dalla variopinta performance. Il repertorio spazia da Fred Buscaglione a Celentano, passando per i pi grandi successi degli Anni 50 ed il Dynamite Swing degli Anni 90 interpretando brani di Frank Sinatra, Louis Prima, Brian Setzer ed un pizzico di Michael Bubl.

LUNED AL TEATRO DON BOSCO

LItalia canta da nord a sud


Dopo il concerto per i 150 anni dellUnit dItalia, il maestro Salvo Troina (nella foto) mette in scena Italia canta, passeggiata canora in tutte le regioni dItalia. Come dire dopo la storia, la geografia. Il concerto si terr luned prossimo, 20 febbraio, alle 20, al teatro Don Bosco di Catania su iniziativa dellassociazione Il Convivium, che si occupa di cultura e solidariet, fondata e diretta da Salvatore Virz. Protagonisti lattore e cantante Toti Sapienza, i soprani Angela Curiale e Santina Cal, i cantanti Luigi Licari e Angela Mammino, i comici Enrico Brancato e Antonio Costantino, i ballerini Carmen e Tony. Al pianoforte il maestro Salvo Troina. In poco pi di due ore sar raccontata lItalia attraverso canzoni che ne hanno fatto la storia. Unidea sposata con entusiasmo da cantanti e ballerini che hanno collaborato per confezionare un prodotto di grande qualit. Un viaggio canoro, dicevamo, attraverso brani come Mille lire al mese, Il mio canto libero, O surdato nnammurato, Il cielo in una stanza, La notte delladdio, Mamma mia dammi cento lire, Parlami damore Mari, O sole mio, Litaliano, Va pensiero, Mamma Addio mio bella addio.
C. D. M.

sabato 18 febbraio 2012

Testata indipendente che non percepisce contributi pubblici come prevede la Legge n 250/90

ANNO LXVIII N. 48
SPED. IN ABB. POST. COMMA 20B ART.2 LEGGE 662/96 FIL.CT

www.lasicilia.it

PALERMO - TRAPANI
Francesco Cascio ad un passo dalla candidatura
DANIELE DITTA PAGINA 35

edizione Malta E 2,00

E 1,20

PALERMO. Atteso il s oggi al congresso Pdl TRAPANI. Il sindaco non intende mollare

Fazio Io ci sar sempre


MARIZA DANNA PAGINA 39

SICILIA, CREDITO SEMPRE PI DIFFICILE: TASSI SUPER

FIUMEFREDDO. Ripulita la Siace, ma resta lincubo della Keyes

Riforma lavoro, Fornero Tonnellate di amianto killer Pi sussidi e meno Cigs vicino allex cartiera bonificata Donne e Sud, altri sgravi? Accanto al mare unaltra montagna di rifiuti pericolosi
OCCUPAZIONE
Fornero annuncia misure coraggiose per gli ammortizzatori sociali e altri sgravi per donne e Sud se ci saranno le risorse
--

SVOLTA IN GERMANIA

SIACE
La Provincia ha smaltito le 1.500 tonnellate di amianto dellex cartiera Siace: larea stata dissequestrata

KEYES
Ma nelladiacente Keyes c ancora una vera e propria bomba ecologica a pochi passi dal litorale di Fiumefreddo

SANREMO, OGGI SI CHIUDE

STRETTA SUI PRESTITI


Sempre pi difficile avere credito in Sicilia: alti i tassi e le garanzie richieste. Armao dice che bisogna fare opera di persuasione sulle banche
C. CHIOMINTO, D. DITTA PAGINE 2 E 5

Favori e bugie Wulff lascia


ALVITI, PUGLIESE PAGINA 3

Aspettando le bombe di Celentano

GIOVANNA QUASIMODO, TONY ZERMO PAGINA 8

Benzina record: la verde a 1,81


Il gasolio sfiora 1,75 euro
PAOLO R. ANDREOLI PAGINA 11

Linchiesta. Turismo e viabilit

LACCORDO UE-MAROCCO. Lagricoltura siciliana corre ai ripari

Senza strade e treni odissea per i turisti

Tracciabilit di rigore
QUALIT. Pi controlli sulle etichettature per evitare frodi
Dopo lapprovazione del trattato di libero scambio Ue-Marocco, le imprese siciliane devono correre ai ripari. Leurodeputato Giovanni La Via: Ora si punti su rigorosi controlli della provenienza e tracciabilit dei prodotti. Le conseguenze pi pesanti per lexport di agrumi e ortofrutta, anche i pescatori insorgono. La strategia obbligata? Unire le forze e puntare sulla qualit.

Rischio Celentano sulla finale di stasera. Il vincitore dei giovani Alessandro Casillo. Per i big eliminati Chiara Civello e Matia Bazar.
DAL NOSTRO INVIATO GIUSEPPE ATTARDI MICHELE NANIA, TIZIANA LEONE, LUCA CILIBERTI PAGINE 32-33

IL PROCESSO DI CATANIA

SERIE A: STASERA LANTICIPO

Lombardo ammesse intercettazioni


CARMEN GRECO PAGINA 9

Siracusa-Gela fondi a rischio inaugurazione ma solo finta


ANDREA LODATO PAGINA 6

MARIO BARRESI, ANDREA LODATO PAGINA 7

FAVARA, SI SBRICIOLA IL CENTRO STORICO

50 ANNI DI RIBALTA, ORA FALSTAFF ALLO STABILE

Crolla balcone muore anziana


FABIO RUSSELLO PAGINA 10

Leo Gullotta vita dartista


TONY ZERMO PAGINA 27

Il Catania vuol tentare oggi (20.45) limpresa con la Juve


Rossazzurri tranquilli ma determinati: la squadra di Conte che deve vincere necessariamente per sorpassare il Milan in classifica. Ieri, nuovo tonfo dellInter a S. Siro col Bologna (0-3) e trionfo del Napoli a Firenze (3-0).
SERVIZI PAGINE 14/21

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: via E. Amari, 8 tel. 091 589177 palermo@lasicilia.it

e provincia
PALLANUOTO. Il Telimar

sabato 18 febbraio 2012

SERIE A. Il patron Zamparini

ECCELLENZA. Il Monreale

con la Lazio vuole i tre punti


38
Il presidente del Palermo non si accontenta del pari e ha chiesto a Mutti e alla squadra di incrementare la classifica

affronta i catanesi di Herceg


38
I palermitani ripartono dal derby e, allOlimpica, cercheranno di centrare la prima vittoria del 2012

incontra la capolista Ribera


38
Nel girone A lAudace imbattuta da 6 giornate, frutto di 2 pareggi e 4 vittorie, ed attesa alla prova del nove

ELEZIONI. Congresso Pdl, atteso il s del presidente dellArs. Si profila una corsa contro il suo allievo Costa

Allinterno

Sindaco, oggi Cascio scioglier la riserva


DANIELE DITTA

FRANCESCO CASCIO E MASSIMO COSTA

Francesco Cascio dovrebbe dire di s ed accettare la candidatura a sindaco. Le riserve dovrebbero essere sciolte oggi nel corso del primo congresso provinciale e cittadino del Pdl. A dare lannuncio sar verosimilmente il segretario politico nazionale, Angelino Alfano, che chiuder i lavori. Sarebbe questa la risposta del Pdl al Terzo Polo, che ha schierato uno dei fedelissimi di Cascio: il presidente del Coni Sicilia Massimo Costa. Si profila una sfida tra lallievo e il suo mentore. Con la candidatura di Cascio dovrebbero tramontare definitivamente le primarie del centrodestra. E non potrebbe essere altrimenti, visto che competitor interni non ce ne sono. Come noto, Francesco Scoma si defilato: punta ad un posto al Parlamento nazionale e sar eletto per acclamazione coordinatore provinciale del Pdl. Il vertice cittadino del partito sar affidato a Giampiero Cannella. Nel corso del congresso che sar presieduto dallex ministro per le Pari opportunit, Mara Carfagna verran-

no eletti i 30 componenti del coordinamento. Prevista la presenza dei coordinatori regionali Giuseppe Castiglione e Domenico Nania. Nel centrosinistra non si ancora spenta leco delle polemiche sui presunti finanziamenti del Pd nazionale alla campagna elettorale di Rita Borsellino. Dopo le accuse di Davide Faraone, la Borsellino ha dichiarato di non aver mai ricevuto un euro e si detta profondamente amareggiata dal clima di guerra civile intorno alle primarie. Quindi ha dato spazio al programma: Il Comune deve essere il coordinatore trasparente ed efficiente di una rete che integri pubblico e privato, servizi socio-assistenziali, sanitari ed educativi. Bisogna anche rimettere al centro delle comunit di quartiere le scuole, gli asili, gli impianti sportivi e spazi di aggregazione. Ieri anche Antonio Misiani, tesoriere nazionale del Pd, ha controreplicato a Faraone. Queste le sue parole: Rita Borsellino una donna straordinaria, un simbolo della lotta contro la mafia, per la legalit e uno sviluppo pulito. Essere accusati di aver contribuito alla sua campagna per le

primarie non sarebbe di certo una colpa. Tanto meno lo sarebbe per coloro che credono nella politica come impegno civile per cambiare le cose. Ma a Palermo non c e non ci sar alcun manifesto, spot, inserzione e quantaltro pagato dal Pd nazionale a favore di singoli candidati. Al momento, per, lunica ad aver rendicontato le spese della campagna elettorale (cos come previsto dal regolamento delle primarie) Antonella Monastra, candidata sostenuta da movimenti e associazioni: Finora ho ricevuto contributi per 3.480 euro ed ho speso 1.425,64 euro. Tutto consultabile sul mio sito. Ieri Fabrizio Ferrandelli ha incassato lappoggio di Rosario Crocetta. Per leuroparlamentare, in citt assieme a Sonia Alfano, la candidatura dellex dipietrista la risposta ad una classe politica che ha fallito. Rispetto alla Borsellino, Ferrandelli ha pi freschezza. lui la vera novit in un contesto dove domina la gerontocrazia. Trovo disdicevole lassedio che c stato per la sua candidatura. Sol perch ha scompaginato gli equilibri politici.

CRISI

Spiragli di luce al Gruppo Migliore


Dopo il corteo, addetti ottengono cassa integrazione a rotazione. Esplodono altre vertenze
M. GUCCIARDO
PAG. 36

SCUOLA

Assistenti tecnici stop a trasferimenti


Resteranno in citt i 241 precari. Ore dattesa per i 177 dellassistenza ai disabili
A. C. MUCCI
PAG. 36

COMUNE.

Pronto il piano: meno costi, bilancio in pari. Le incognite Cig e fallimento

Amia presenta i conti


SALVO CATALDO Lultimo atto Sebastiano Sorbello e Paolo Lupi, commissari straordinari di Amia, hanno presentato il piano aziendale aggiornato al commissione straordinario di Palazzo delle Aquile, Luisa Latella. Se il Comune non dar soluzioni entro maggio, scatter il fallimento

Bloccato il servizio di cartelle on-line per i cardiotrapiantati


Inaugurato circa un anno fa come progetto di innovazione informatica della Regione siciliana, dal mese scorso il Portale regionale pazienti ha cessato di funzionare con notevoli disagi per tutti gli utenti. Si tratta del sito regionale rivolto a tutti i pazienti dei nosocomi siciliani che, attraverso un click, potevano ottenere informazioni sui propri dati clinici, leggere i referti e consultare la propria scheda medica. Il portale, avviato nel maggio del 2010 dallassessorato regionale allEconomia, guidato dallallora assessore Michele Cimino, ha iniziato a funzionare, in un primo step, per i pazienti dellIsmett, con lobiettivo di estendersi alle altre strutture sanitarie. Improvvisamente, da pi di una settimana, gli utenti non possono accedere alle informazioni riguardanti il loro stato di salute. Notevoli i disagi per coloro i quali, fuori sede e in cura allIsmett, comodamente da casa con un click scaricavano le proprie cartelle cliniche. Il progetto prevedeva inoltre linformatizzazione della Tessera sanitaria che, gi dotata di un microprocessore, doveva funzionare, come chiave di accesso alle nuove tecnologie informatiche. Non capisco come mai ha denunciato Gigi Rizzo (nella foto), paziente cardiotrapiantato dellIsmett dopo tanto clamore in pompa magna, tali servizi siano stati improvvisamente soppressi senza nessun preavviso. Il progetto, allora affidato a Engineering, socio privato di Sicilia e-Servizi, societ partecipata della Regione, si interrotto in un periodo non certo facile per linnovazione tecnologica siciliana. Sicilia e-servizi, societ che doveva occuparsi dellinformatizzazione di numerosi servizi del territorio siciliano, si trova oggi in liquidazione. A questo si aggiunge il contenzioso riguardante i 70 milioni di euro che la Regione deve a Engineering, motivo forse scatenante della soppressione del servizio. I pazienti dellIsmett, ma anche coloro i quali usufruiscono di altre strutture sanitarie, attendono risposte su un servizio ritenuto ormai indispensabile, data lattuale informatizzazione dellofferta sanitaria.
ONORIO ABRUZZO

Poco pi di 230 euro a tonnellata e 130 euro per abitante. Sono i costi di raccolta e smaltimento dei rifiuti a Palermo, contenuti allinterno del piano presentato ieri dai commissari dellAmia, Lupi, Sorbello e Foti, al commissario straordinario del Comune, Luisa Latella. I dati provengono dal rapporto sui rifiuti 2001 dellIspra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) e, secondo quanto riferisce lazienda, descrivono una realt in cui i costi sono di gran lunga inferiori a quelli di qualsiasi altra realt italiana. A livello nazionale, infatti, il costo per le citt come Palermo di quasi 155 euro per abitante e di 284 euro per tonnellata. La media nazionale, invece, si attesta rispettivamente a 163 e 270 euro. Con la presentazione del documento si completa il primo step del percorso individuato dal commissario Latella per aprire, e cercare di chiudere positivamente, il capitolo Amia. Secondo i vertici della ex municipalizzata, dai numeri emerge che gli sprechi del passato sono stati abbondantemente eliminati e che le perdite non derivano da inefficienze o da esuberi strutturali, ma da costi per servizi richiesti e non pagati dai committenti. Parole che portano dritto al nocciolo del problema: il no di Palazzo delle Aquile allaumento di 8 milioni di euro del contratto di servizio tra Comune e Amia e la vicenda caditoie con i 174 lavoratori che dovrebbero rientrare in Amap. Nel primo caso Latella ha dato disponibilit a un aumento di soli due milioni di euro, mentre per quanto riguarda il mancato versamento dei 4

milioni per la pulizia delle caditoie nelle casse di Amia la soluzione resta ancora lontana. Senza gli otto milioni promessi a dicembre dalla giunta Cammarata, e senza il denaro che dovrebbe passare da Amap ad Amia, c il rischio che per circa 400 lavoratori dellazienda di igiene ambientale si materializzi la cassa integrazione. Numero che scenderebbe a 250 con il pagamento delle somme per la pulizia delle caditoie e a 100 con il mantenimento delle promesse fatte dalla passata amministrazione comunale. Un rischio che tuttavia sembra flebile rispetto allo spettro del definitivo fallimento di Amia. Lazienda, infatti, stata chiara: il risanamento dei conti potr essere centrato so-

lo se il Comune applicher la delibera di adeguamento del contratto di servizio e se Amap manterr limpegno assunto di erogare i quattro milioni in pi per la pulizia delle caditoie. Lazienda, dal canto suo, ieri ha cercato di convincere il commissario straordinario del Comune della bont della nuova gestione, inaugurata con larrivo dei commissari nellaprile 2010 e che ha portato a unabbondante riduzione dei costi. La precedente gestione, inoltre, aveva fatto registrare unesposizione debitoria verso le banche di 55 milioni, mentre i crediti avanzati dai fornitori si erano attestati a 62 milioni. Numeri scesi con la gestione commissariale: Non vi sono debiti con le ban-

che scrive lazienda e i fornitori sono ciclicamente pagati. In calo anche i costi di produzione, scesi dai 185 milioni del 2008 ai 131 del 2011. La perdita diminuita dai 30 milioni del 2007 ai 17 milioni del 2011. Il costo del personale, invece, passato dagli 83 milioni di cinque anni fa ai 73 dello scorso anno. Per quanto riguarda il 2012, i commissari prevedono il pareggio di bilancio e un ulteriore calo a 123 milioni dei costi di produzione. Questultima voce verrebbe pareggiata da 115 milioni di ricavi, cui si aggiungerebbero gli otto milioni dovuti dal Comune. Tra le pieghe del documento si individua anche un suggerimento che Lupi, Sorbello e Foti hanno voluto indirizzare a Latella: laumento della Tarsu, che andrebbe cos a coprire tutti gli otto milioni di euro chiesti per il contratto di servizio 2012. Amia ha infatti sottolineato come nel Capoluogo ci sia la tariffa pi bassa della regione (2,18 euro a metroquadro) e decisamente inferiore a quella di citt come Genova (2,44), Bologna (2,48), Milano (2,62). La situazione verr analizzata nel corso di un nuovo vertice, fissato per luned a Palazzo delle Aquile. In quelloccasione si affronteranno anche i nodi delle altre Partecipate, a partire da Amat. In questo caso Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uiltrasporti hanno indetto per oggi lo sciopero di otto ore di tutti i lavoratori dellazienda, dalle 9,30 alle 17,30. I sindacati hanno chiesto a Latella lazzeramento dei vertici di Amat e sono allopera per fornire al commissario i documenti che attestino la presunta malagestione di Amat. Soltanto dopo aver letto le carte, Latella decider se inviare propri ispettori per capire la realt dei fatti.

Cefal, chiude Emodinamica al S. Raffaele-Giglio Azzerati i reparti di Riabilitazione di Petralia, Proteste, ma lazienda parla di lavori dampliamento Termini Imerese e Partinico: sindaci in rivolta
sconfortante apprendere della chiusura del laboratorio di emodinamica dellospedale San Raffaele Giglio di Cefal, la cui funzionalit fondamentale per importanti interventi in cardiologia. Ci dimostra che sullospedale di Cefal le nostre preoccupazioni erano fondate. il monito lanciato dal capogruppo del Pd al Comune di Cefal, Rosario Lapunzina. Dopo il rischio della chiusura del punto nascita, una nuova tegola dunque per il nosocomio di Cefal. Il direttore sanitario dellospedale, Salvatore Putiri, infatti, ne ha disposto la chiusura dintesa con il responsabile del reparto Tommaso Cipolla: Il laboratorio di emodinamica stato momentaneamente chiuso per consentire interventi tecnici e organizzativi che eleveranno anche gli standard di sicurezza per il paziente. Contiamo spiega Putiri di ampliare, nel pi breve tempo possibile, il numero di presidi sanitari necessari per affrontare ogni tipo di emergenza. Ci scusiamo dicono i dirigenti con i cittadini. Ci impegniamo a realizzare con rapidit quanto stabilito, facendo del nostro meglio per ridurre i disagi. Negli scorsi mesi lemodinamica di Cefal era stata inserita dallassessorato regionale alla Salute nella rete per linfarto come uno degli hub della Sicilia. Unattestazione del servizio sin qui svolto ha sottolineato Tommaso Cipolla che registra un tasso di complessit degli interventi tra il pi alto della Sicilia. Linserimento della cardiologia di Cefal nella rete come hub comporta ladeguamento del laboratorio di Emodinamica a nuovi requisiti, fra cui la realizzazione di una seconda sala di emodinamica. Per il responsabile dellunit , quindi, indispensabile incrementare il numero del personale dedicato e portare da 4 a 6 i posti letto nellunit coronarica.
DAVIDE GUARCELLO

PETRALIA SOTTANA. Continua a perdere pezzi lospedale Madonna dellAlto. Dopo il punto nascite ora arriva anche la chiusura del reparto di Riabilitazione inaugurato nel giugno dello scorso anno ed entrato in attivit a settembre. In quella occasione il direttore dellAsp di Palermo, Salvatore Cirignotta, dichiar che lapertura del reparto di Riabilitazione era una risposta concreta alle esigenze del territorio e lospedale di Petralia Sottana sarebbe diventato anche un polo di interesse per le strutture ospedaliere cittadine. A distanza di sei mesi tutto viene stravolto: il reparto non serve pi. A denunciare lennesimo

taglio effettuato dallassessore alla Salute Massimo Russo a spese del nosocomio madonita Salvino Caputo, parlamentare regionale del Pdl, che ha presentato uninterrogazione e ha chiesto al presidente della commissione Sanit dellArs di disporre una audizione urgente con i sindaci interessati e con il dirigente generale dellAsp Salvatore Cirignotta che ha firmato il provvedimento. Secondo questa nuova scelta il personale attualmente assegnato alla struttura riabilitativa ospedaliera del presidio Madonna dellAlto sar trasferito presso Villa delle Ginestre di Palermo unitamente agli attuali posti di dota-

zione organica. Decisione che coinvolge anche le strutture riabilitative degli ospedali di Termini Imerese e di Partinico. Siamo di fronte ad una decisione irresponsabile e fortemente lesiva della salute e della sicurezza dei cittadini ha dichiarato Salvino Caputo che determiner la scomparsa di reparti importantissimi nei territori pi lontani dai centri ospedalieri. Pur di affidare ad una determinata Fondazione il controllo di tutte le attivit riabilitative del territorio si stanno smobilitando presidi ospedalieri di fondamentale importanza per la tutela dei rischi clinici.
GAETANO LA PLACA

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

36.

PALERMO
In breve
CINISI Pastore cade in un burrone e muore
Un pastore, Giuseppe Briguglio pastore di 48 anni morto nelle campagne di Cinisi dopo essere precipitato in dirupo da unaltezza di venti metri. Stava pascolando il gregge in contrada Furi. Sono intervenuti i carabinieri.

CRISI. Esito positivo dopo il corteo dei dipendenti

Primi spiragli di luce al Gruppo Migliore


MASSIMO GUCCIARDO

AMAT
Avranno la cassa integrazione a rotazione i 269 dipendenti del Gruppo Migliore, per i quali sar anche aperto un tavolo presso la prefettura per valutare le proposte di eventuali acquirenti di parte delle quote della societ, al fine di ottenere il rispetto della clausola di salvaguardia del personale. Questi i risultati dellincontro di ieri in prefettura tra i sindacati (Cgil e Cisl) e lA.d. Beppe Migliore, che si svolto al termine del corteo di circa 200 dipendenti tra le vie del centro. Un passo avanti rispetto alla cassa integrazione a zero ore che era stata paventata e che di fatto ferma le proteste. Ma i problemi rimangono: oggi chiuderanno i punti vendita di via generale Di Maria e quello di Trapani, ufficialmente per rinnovare lallestimento; il 28 febbraio toccher al megastore di viale Regione Siciliana. La cessione del negozio di Trapani fallita dice Roberto Ferrara, Rsu Cisl Fisascat . Il possibile acquirente, la Cm Arredi, voleva tagliare met del personale e far lavorare gli altri ad orario ridotto. Intanto, dentro i negozi scarseggiano merce e clienti. Sono relativamente tranquillo spiega Salvatore Tavolacci, direttore del polo Nortabartolo del Gruppo Migliore , staremo fermi per approvvigionarci. La storia dellazienda continuer. Non altrettanto fiduciosi i dipendenti: Sono entrato nel Gruppo Migliore a 19 anni commenta Sergio Sapia . La nave affondata nel 2007 con la morte di Pino Migliore (padre di Beppe). Ho visto nascere questa azienda commenta Salvatore Calafiore, dipendente dal 1976 e ora la vedo morire. C poi la struttura di viale Regione Siciliana dove, secondo i dipendenti, lavorano operai di Crea Casa che trasportano articoli col loro marchio. Il 20% dei prodotti scontati di Migliore, il restante 80% accusano i dipendenti proviene da Crea Casa e i prezzi sembrano gonfiati ad arte, forse per praticare falsi sconti. La gente se ne lamenta. Gli scaffali sono vuoti dice Mimma Calabr, segretario regionale Cisl Fisascat e la merce viene dagli altri negozi. La propriet prova a rassicurare, ma la realt la cassa Integrazione. Il fatturato nel 2009 era di 120 milioni, ora di soli 39 analizza Francesco Mondello, rappresentante Rsu . Il gruppo indietro

Per i lavoratori scatter la cassa integrazione a rotazione. Lazienda annuncia la riapertura graduale dei punti vendita entro lanno. Intanto esplodono tante altre vertenze

Sono stati consegnati altri 10 autobus


(dg) Consegnati altri 10 nuovi autobus allAmat. Si chiamano "Citelis", hanno una lunghezza superiore a dieci metri e fanno parte del terzo lotto per la fornitura di 32 mezzi. Questi si aggiungono ai 27 gi in esercizio e ai 6 minibus "Archimede" (la fornitura completa di 17).

CILDI
IL CORTEO DI IERI DEI DIPENDENTI DEL GRUPPO MIGLIORE

Compilazione modelli per inquilini e assegnatari


La Cildi (Confederazione italiana lavoratori democratici indipendenti) "apre le porte" dei suoi uffici agli inquilini ed assegnatari dellIacp che devono compilare i modelli per la dichiarazione reddituale 2011. A comunicarlo il presidente regionale della Cildi, Francesco Gulino.

con i pagamenti allInps e ai fornitori. Questa la replica: In estate dice Beppe Migliore abbiamo varato il piano di ristrutturazione (ammodernamento, contratti di solidariet, cessione di rami dazienda) ma ci sono stati problemi. Siamo in trattative con Crea Casa e Mediaworld. Tra un paio di mesi riapriranno i negozi a Trapani e in via Di Maria, Grande Migliore torner operativo in tempo per Natale. Intanto tra Palermo e provincia, secondo la Uiltucs, ci sono pi di 50 vertenze aperte, mentre nel 2011 ben 130 attivit hanno fatto ricorso ad ammortizzatori sociali in deroga. Aspettiamo la cas-

sa integrazione a rotazione per 70 dipendenti Li Vorsi spiega Pietro La Torre, segretario regionale Uiltucs-Uil . Alla Alicos, poi, circa 100 lavoratori sono in cassa integrazione straordinaria e gioved prossimo allUfficio regionale del lavoro parleremo degli ammortizzatori per i dipendenti della Cooperativa 25 aprile. In situazione critica anche la Vigiltol, una controllata Ksm che svolge vigilanza privata: la societ in liquidazione e quasi tutti i lavoratori sono stati riassorbiti. Speriamo entro fine mese di accordarci per gli ultimi 30. Infine la Rinascente, dove abbiamo chiesto i contratti di solidariet per evitare 20 esuberi.

DANNEGGIAMENTO Lancio di sassi contro bus urbani


Lancio di sassi contro tre autobus dellAmat, lazienda di trasporto pubblico urbano di Palermo. accaduto ieri in via Oreto, in via San Michele Arcangelo ed in via Albiri. Presi di mira mezzi delle linee 230, 109 e 235. Immediate sono scattate le indagini della polizia di Stato.

VANDALISMO Nuovo raid alla scuola Falcone

Tolti 7 mezzi al Comune Trasferimenti bloccati


MONREALE. Deve 50mila euro, la ditta recupera i veicoli
MONREALE. Sette mezzi comunali, concessi in leasing, potrebbero essere ritirati se il Comune non verser 50 mila euro. A lanciare lallarme il consigliere del Pd Massimiliano Lo Biondo. La situazione della Polizia municipale ha detto Lo Biondo gi carente di personale, sar aggravata da un nuovo disagio logistico che avr ripercussioni soprattutto sulle frazioni e sul servizio di vigilanza davanti alle scuole. Avevamo posto in Consiglio una pregiudiziale, cio che fossero allegati gli atti previsti dallordinamento, cos da leggere il documento finanziario con tutta la necessaria consapevolezza. Avremmo potuto capire se erano stati stanziati i fondi necessari per pagare i contratti di leasing. Ora lamministrazione non pensi di ricorrere allennesimo debito fuori bilancio. In quel caso alzeremo le barricate. Il sindaco Filippo Di Matteo ha sdrammatizzato: Sono in corso le trattative con la societ per trovare un accordo. probabile che in unottica di razionalizzazione delle spese rinunceremo a 3 mezzi, assicurando i servizi essenziali ai vigili urbani e allacquedotto. Intanto, stata definita dallUfficio contratti la gara per il progetto di consolidamento e il recupero dellex ospedale Santa Caterina, che verr adibito a centro culturale polivalente e per la diffusione della legalit. Lopera stata finanziata dallassessorato regionale alle Infrastrutture con un importo di 385 mila euro. Sono certo ha detto Di Matteo che grazie a questo nuovo finanziamento potremo definire il centro culturale polivalente, un ulteriore spazio a disposizione dei nostri studenti e dei numerosi universitari che arrivano per consultare i nostri fondi.
MARIA MODICA

SCUOLA. Restano in citt i 241 assistenti tecnici


Non saranno pi trasferiti nelle scuole della provincia i 241 assistenti tecnici, ex enti locali. Dopo una settimana di proteste, i lavoratori e le lavoratrici Ata sono riusciti ad ottenere la revoca del provvedimento, disposto dal dirigente dellUfficio scolastico provinciale Rosario Leone, con cui sarebbero stati trasferiti nei plessi scolastici della provincia. La notizia si appresa dopo lincontro di ieri tra una delegazione del personale tecnico-scolastico e Maria Luisa Altomonte, dirigente dellUfficio scolastico regionale, oltre a Leone. Lufficio si attivato ha dichiarato Donatella Anello, Slai Cobas per una ricognizione dellorganico delle scuole di primo e secondo grado (anche gli istituti comprensivi) per elaborare un piano di distribuzione del personale che tenga conto della quantit di lavoratori gi presenti. Il dottore Leone ha continuato la Anello si impegnato a predisporre, entro marted, una circolare da notificare ai dirigenti scolastici di Palermo, dato che ad oggi, in alcuni casi, alcuni hanno cercato di impedire ai lavoratori di entrare nelle scuole. Per quanto riguarda i corsi di riconversione ha aggiunto la sindacalista la Altomonte ha chiesto gli elenchi degli assistenti tecnici con dati anagrafici e titolicompetenze per la loro definizione e si detta disponibile ad un incontro con la Regione. Siamo contenti per il risultato raggiunto. Quando hanno appreso la notizia, le lavoratrici hanno pianto di gioia. Intanto, si aperta la procedura dappalto da cui dipende il futuro dei 177 precari delle coop sociali che prestano servizio di assistenza igienico-personale ai ragazzi disabili nelle scuole superiori e che si concluder il 23 febbraio.
ANNA CLARA MUCCI

Raid vandalico ancora una volta nella scuola Falcone del quartiere Zen a Palermo. Ieri notte sono state bruciate le cassette esterne collegate al sistema di allarme della scuola elementare. Nelle settimane scorse il plesso stato dotato di telecamere di sorveglianza per contrastare le incursioni dei teppisti.

MISILMERI Un arresto per le minacce al sindaco


Da ottobre scorso minacciava ripetutamente Pietro DA, sindaco di Misilmeri. Con questa accusa stato arrestato Gerardo Di Pisa, 47 anni. Lultimo episodio accertato dai carabinieri si verificato in un bar dove Di Pisa ha incontrato il primo cittadino. E lo ha insultato.

ALLA CALA Aggredita e picchiata prostituta romena


Una giovane prostituta romena, di 27 anni, stata aggredita nei pressi della Cala. La ragazza sarebbe stata avvicinata da un uomo che lha trascinata per alcuni metri. La 27enne stata trasportata allospedale Buccheri La Ferla, dove i medici le hanno riscontrato una frattura ad un braccio.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CULTURA & SOCIET


Giovani occupano lHotel Patria
LEDIFICIO chiuso dopo il restauro, studenti senza alloggi. LErsu: Bloccati da contenziosi
Da palazzo nobiliare a rinomato albergo fino alla Seconda guerra mondiale, conserva ancora il fascino di un tempo. L ex Hotel Patria di via Alloro rappresenta quella insuperabile bellezza dei palazzi del centro storico palermitano, ma ancora inagibili. Ieri, i giovani del circolo F. Vella di Rifondazione comunista hanno occupato simbolicamente lo storico palazzo con lo scopo di mettere in evidenza lo stato di abbandono in cui versa lo stabile destinato a diventare un pensionato universitario. Il palazzo, di propriet dell Iacp, viene concesso allErsu dopo essere stato ristrutturato dallUniversit di Palermo e dallo Iacp. Ledificio rimasto tuttavia inagibile e inutilizzato dal 2009, ma dotato di una sorveglianza 24 ore su 24 a carico dellErsu che, in un comunicato stampa, motiva le ragioni del ritardo dei lavori a causa di un contenzioso giudiziario con alcuni condomini privati il cui esito sar definito nei prossimi giorni. LErsu continua il comunicato aveva anche provveduto allacquisto dei mobili per destinarli allimmediata fruizione, ma le lungaggini determinate dal contenzioso hanno indotto lente a utilizzare la fornitura stessa per il pensionato gi inaugurato in piazza Casa Professa. Il 28 febbraio si svolger una nuova conferenza dei servizi. Intanto per Cecilia Giordano e Paolo Toro, rispettivamente segretaria del circolo F. Vella e coordinatore provinciale dei Giovani comunisti, lHotel Patria rappresenta il simbolo dello spreco di denaro pubblico, se si pensa alla sempre pi forte richiesta di posti letto da parte degli studenti fuori sede. Il palazzo di origine quattrocentesca di propriet di Federico Abatellis, fu ampliato nel Seicento e quasi completamente ricostruito nel Settecento, dopo un terremoto, da Baldassarre Naselli dAragona e per questo conosciuto originariamente con il nome di Palazzo Naselli di Aragona. A met Ottocento venne trasformato da nuovi proprietari in hotel, lAlbergo Aragona, che nel 1891 divenne Hotel Patria, e fu uno dei pi rinomati alberghi della citt fino alla Seconda guerra mondiale. Nel 1943 fu semi distrutto dai bombardamenti alleati. Ledificio, che nel pianterreno era divenuto sede di uno storico ristorante, la Trattoria Stella, fu avviato a restauro nel 2000.
ONORIO ABRUZZO

PALERMO .37

a l ci n e m a
ABC ` 091.32924 via Amari 166 (Biglietto intero 7,50 euro, ridotto 5,50) In time. Ore 1820,2022,30. ARISTON ` 091.6258546 via Pirandello, 5. Tre uomini e una pecora. Ore 16,3018,3020,3022,30. ARLECCHINO ` 091.362660 via Imp. Federico, 12 Sala 1: Com bello far lamore. Ore 16,3018,3020,3022,30. Sala 2: The iron lady. Ore 1820,3022,30. AURORA ` 091.533192 via Natale, 177 Pardiso amaro. Ore 16,3018,3020,4522,45. Alvin. Ore 16,30. Jack e Jill. Ore 18,3020,4522,45. The help. Ore 18,30. E ora dove andiamo. Ore 16,3021,15. CINE TEATRO COLOSSEUM ` 091.442265 via Guido Rossa, 5/7 40 carati. Ore 18,3020,30. Acab. Ore 22,30 E-mail: direzionecolosseum@libero.it Sito web: www.cineteatrocolosseum.it FIAMMA ` 091.6251868 War horse. Ore 172022,40. GAUDIUM ` 091.341535 (Intero 7,50; ridotto 5,50) Albert Noobs. Ore 17,302022,30. GAUDIUM JULII ` 091.341535 via Damiano Almeida 34 (Intero 8; ridotto 5,50) The artist. Ore 16,5018,502122,45. GOLDEN Riservato. ` 091.6264702

LOCCUPAZIONE DELLHOTEL PATRIA

Riqualificare il sito di Maredolce


Un Forum di associazioni ha presentato un progetto per valorizzare larea del castello
VINCENZO PRESTIGIACOMO

ornano ad accendersi i fari sul suggestivo castello di Maredolce. Ieri si sono ritrovate le associazioni Amici dei Musei, Anisa, Dimore Storiche, Fai, Italia Nostra, Salvare Palermo e, con la Sovrintendenza di Palermo, lUniversit, lAssessorato Regionale al Turismo, la Fondazione Orestiadi di Gibellina e lAssociazione Maredolce, hanno parlato di prospettive e valorizzazione del complesso di della Favara. "Il punto di partenza - spiega il sovrintendente Gaetano Gullo - e di attenzione principale la valorizzazione del Castello di Maredolce e del futuro parco nelle immediate adiacenze del monumento, che sono realt del patrimonio culturale di valore universale, quasi completamente immersi in attivit commerciali e produttive, in una situazione di grave disordine che si riverbera sulla situazione urbanistica e che condiziona pesantemente la fruizione del sito e dellintero sistema culturale e turistico potenziale. Il tentativo maggiore della nostra manifestazione quello di coinvolgere il quartiere di Brancaccio, uno dei pi degradati di Palermo. Il castello pu essere il riscatto di questa parte della citt". E larchitetto Lina Bellanca: "Negli ultimi ventanni con piccoli espropri e piccoli finanziamenti del Por siamo arrivati a dare una leggibilit alla struttura". Domani (ore 10.00) apertura e visita al maniero e ai recenti scavi archeologici a cura della delegazione Fai. Allinterno del siro la mostra "Studi e ricerche sul castello ed il Parco di Maredolce". Liniziativa prevede un programma (si chiude il 4 marzo) articolato che include anche un concerto e un reading di poesie arabe, ma si estende pure ad altri spazi del quartiere Brancaccio come il liceo Basile e lIstituto alberghiero "Pietro Piazza". Si svolgeranno inoltre la sperimentazione di un ETM (electronic town meeting) per la prima volta a Palermo, un convegno di studi, una tavola rotonda. Le visite al Palazzo e alla mostra avranno luogo esclusivamente la domenica (19, 26 febbraio e 4 marzo) e saran-

no guidate da collaboratori del FAI, dellAssociazione Guide Turistiche e dellAssociazione Amici dei musei. Il castello di epoca imprecisabile; alcuni studiosi tendono ad attribuirlo allEmiro Kalbita Giafar (997-1019), ritenendo anche che sia stato edificato su una costruzione preesistente. Il maniero dei sollazzi venne edificato presso una polla dacqua dolce a poche miglia dalla costa, al confine col parco del Genoard. Ampliato e completamente trasformato da Ruggero per farne la sua dimora preferita. Sembra vederlo il re che rinfranca il suo animo oppresso da diverse cure e affanni, con la pesca nelle acque di Maredolce e con la caccia alla selvaggina. Abd Ar-Rahman nel XII secolo ha scritto: "Palme dei due laghi di Palermo, possiate essere abbeverate da continuo flusso di pioggia; possiate godere sorte felice e attingere ogni desiderio, e dormano le avverse vicende. Il limone pare aver il pallor dun amante, che ha passato la notte dolendosi per langoscia della lontananza". Secondo il Basile addirittura i sollazzi sarebbero stati due: quello di Maredolce e quello della Favara; uno sarebbe stato distrutto nel corso della guerra del Vespro del 1280.

HOLIDAY ` 091.586494 Sala 1: War horse. Ore 1618,3021,30. Sala 2: Com bello far lamore. Ore 1618,1020,2022,30. IGIEA LIDO ` 091.545551 Hugo Cabret 3D. Ore 1618,1520,3022,45. IMPERIA ` 091.6113388 via Amari, 162 Hugo Cabret. Ore 1618,1020,2022,30. JOLLY ` 091.341263 (Biglietto 10; ridotto 8, per il 3D 7,50 e 5,50 senza 3D) Com bello far lamore. Ore 16,3018,3020,3022,30. KING ` 091.511103 (Biglietto 7,50; ridotto 5,50 per il 3D) Hugo Cabret 3D. Ore 17,3020,1522,30. LUX ` 091.348990 via Di Blasi, 25 Hugo Cabret 3D. Ore 1618,3021,30. MARCONI MULTISALA ` 091.421574 via Cuba, 12 Sala De Curtis: War horse. Ore 16,3019,4522,30. Sala De Sica: Com bello far lamore. Ore 16,3018,3020,3022,30. METROPOLITAN CITYPLEX ` 091.6887513 (In 3D: intero euro 10, ridotto euro 8) Sala 1: Star wars. Episodio I - la mina1ccia del fantasma. Ore 17,1520. Benvenuti al nord. Ore 22,30. Sala 2: Benvenuti al nord. Ore 17,30. Millennium - Uomini che odiano le donne. Ore 19,4522,30. Sala 3: Missione impossibile: protocollo fantasma. 3D. Ore 17,3022,30. Benvenuti al nord. Ore 20,10 Sala 4: Com bello far lamore 3D. Ore 16,3018,3020,3022,30. Sala 5: In time. Ore 1618,1020,2022,40. ROUGE ET NOIR ` 091.587268 Paradiso amaro. Ore 16,3018,3020,3022,30. UCI CINEMAS Via Filippo Pecoranio Sala 1: In time. Ore 1517,302022,300,55. Sala 2: Hugo Cabret. Ore 16,3019,20. Mission impossible - Protocollo fantasma. Ore 22,101,00. Sala 3: Alvin. Ore 15,10. Benvenuti al nord. Ore 17,302022,301,00. Sala 4: Tre uomini e una pecora. Ore 15,1517,4020,0522,200,40. Sala 5: War horse. Ore 16,3019,4522,40. Sala 6: Come bello far lamore. Ore 1517,302022,300,50. Sala 7: I muppets. Ore 15. Quaranta carati. Ore 17,2519,4522,100,35. BAGHERIA SUPERCINEMA MULTISALA ` 090.336333 via Dante, 5/7 Sala Ambra: In time. Ore 17,302022,30. Sala Smeraldo: Come bello far lamore. Ore 17,302022,30. Sala Rubino: Jack e Jill. Ore 18,3020,3022,30. NUOVO CAPITOL The Iron Lady. Ore 16,3018,3020,3022,30. NUOVO CINEMA EXCELSIOR War horse. Ore 1922.

LELIA COLLURA, GAETANO GULLO E PIERO LONGO

DAL 24 FEBBRAIO LA SESTA EDIZIONE DI WINTERCASE

Dj protagonisti nel Festival della musica elettronica


Ritorna a Palermo, dal 24 febbraio al 6 aprile, il festival internazionale di musica elettronica Wintercase, si pronuncia "uintercheis", giunto alla sesta edizione: quattro date allinsegna della musica con i dj di fama mondiale. Gli appassionati ne hanno per tutti i gusti. Per consacrare questa edizione c voluta coerenza con le passate - spiegano dalla produzione - ma c comunque la necessit di rinnovamento, di nuovi generi e di nuovi artisti, bisogno che deriva anche dal continuo mutare delle correnti musicali nel mondo. Lobiettivo portare il festival ad un livello superiore, per essere apprezzato anche fuori dalla Sicilia. Il Festival sar inaugurato venerd prossimo al Goa: si esibir litaliano Congorock, punto di riferimento della dance internazionale. Si proseguir con il live set di Fritz Kalkbrenner; il suo particolare sound, uno shake di elettronica e ambient, risuoner nei venerd 9 marzo in un locale della circonvallazione. Lappuntamento successivo, venerd 23 marzo, dove passeranno le sonorit drumn bass di Roni Size. Levento conclusivo della rassegna si terr venerd 6 aprile: per la prima volta alla consolle del Wintercase ci sar una donna. Ellen Allien licona femminile della musica elettronica e si esibir al Goa, sar lei a chiudere la VI edizione del Festival internazionale di musica elettronica.
ALESSANDRA GALIOTO

SERATE DISCO DAL 27 FEBBRAIO

Lumanizzazione delle pene detentive


LEVENTO. La figura di Tommaso Natale e la sua opera sono state materia di un incontro di studio
Giurista, filologo, uomo di cultura europea, il marchese Tommaso Natale di Monterosato ha legato il suo nome soprattutto alle "Riflessioni politiche intorno allefficacia e necessit delle pene", opera scritta nel 1759, pubblicata dalla stamperia Bentivegna soltanto nel 1772, che influ notevolmente sulla riforma della legislazione penale in Sicilia. Le conclusioni del marchese furono analoghe a quelle raggiunte successivamente da Cesare Beccaria nel trattato "Dei Delitti e delle pene". La figura di Tommaso Natale e la sua opera sono state gioved scorso materia di un interessante incontro di studio dal titolo "Lumanizzazione delle pene detentive: da Tommaso Natale ai nostri giorni", tenutosi nella suggestiva aula magna della Facolt di Giurisprudenza. Hanno partecipato ai lavori il preside Antonio Scaglione, la direttrice dellUcciardone Rita Barbera, il magistrato di sorveglianza Nicola Mazzamuto e gli avvocati Lino Buscemi ed Ernesto DAngelo. La Sicilia di quellepoca, con uomini dalla caratura del marchese Natale, apparve come scossa da un grande anelito di risveglio, avvertito soprattutto nelle classi privilegiate e non nel popolo, mantenuto a livelli di sottocultura e pesantemente sfruttato. In quella Sicilia dalle riforme dei vicer Caracciolo e Caramanico, Tommaso Natale seppe esprimere idee dai motivi illuministici, idee rinnovatrici in una terra che gi si dischiudeva al mondo attraverso un operoso scambio di informazioni. E lavvocato-scrittore Lino Buscemi: "Tommaso Natale, avendo una visione molto realistica della natura delluomo, sostenne per primo che la pena non pu essere violenza contro un privato cittadino; piuttosto deve qualificarsi come pubblica e trasparente, tempestiva e prevista dalle leggi". Il criminalista palermitano - ha spiegato il preside Antonio Scaglione - in quel lavoro sostenne, per primo, che le pene non possono consistere in violenze contro le persone, giudicando negativamente il valore della pena di morte, ma ritenendola comunque ammissibile in casi eccezionali, come estrema punizione per la particolare gravit del reato commesso. Nel 1764, il giurista illuminista Cesare Beccaria pubblic a Milano il saggio Dei Delitti e delle pene, affermando radicalmente lassoluta crudelt, inopportunit e inutilit della pena di morte e della tortura. Lestate scorsa la "Torri del Vento edizioni" ha riportato alla luce lopera del giurista Tommaso Natale con un saggio di Giovanni Tranchina. Molto spesso il nome del marchese di Monterosato legato dai palermitani alla borgata a due passi dalla citt. Che tristezza!
V. P.

TOMMASO NATALE

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

38.

PALERMO SPORT
ECCELLENZA. I ragazzi di Scalia, imbattuti da 6 giornate, si cimentano con la capolista Ribera

Audace Monreale alla prova del nove


LAudace Monreale, girone A,di Eccellenza, imbattuta da 6 giornate consecutive, di cui 2 pareggi e 4 vittorie, lultima con un sonoro 5-0 nel derby contro la Parmonval, attesa prova del nove, dovendo far visita alla capolista Ribera, che sta spiccando il volo verso la serie D. La squadra normanna, guidata dal riberese di nascita Paolo Scalia, ma "promosso" cittadino monrealese a tutti gli effetti, non demorde e va a giocarsi la partita senza tanti timori reverenziali, sognando limpresa contro la prima della classe che ha la miglior difesa del campionato: sola 10 i gol subiti. Cardinale e compagni oppongono il terzo migliore attacco con 31gol allattivo e, un particolare non trascurabile, sono ben 14 i giocatori che sono finora andati a segno. Laltra palermitana Parmonval, oggi pomeriggio, alle15,00 al Lo Monaco, dovr vedersela con il S.G. Gemini. I mondelliani si leccano le ferite, dopo linaspettata goleada subita nel derby con lAudace Monreale, e sono alla seconda sconfitta consecutiva, dopo il ko di misura interno contro la capolista Ribera. Il "danno" maggiore, per, arriva dalla squalifica per 5 giornate del portiere titolare Salvatore Versaci: il migliore giocatore in assoluto per rendimento in questo scorcio di campionato. Senza offesa per i sostituti del "portierone", la squadra dovr fare di necessit virt, anche se al momento, ha parecchi giocatori in infermeria. Contro la squadra agrigentina la Parmonval deve "obbligatoriamente" dare il meglio per tentare di uscire al pi presto dal rischio dei play out. Attesa ad una prova dorgoglio il Terrasini contro la Folgore Selinunte: quasi un "spareggio" salvezza; ma i trapanesi si ritrovano con 7 punti di vantaggio. La Palermitana ha cambiato lallenatore, da Gabriele Chifari a Piero Gatto, che non ha potuto evitare la 19a sconfitta consecutiva. La partita allEsseneto di Agrigento contro terza in classifica Akragas, che ancora non ha gettato le armi nella lotta per primi posti, sembra inevitabile lennesima sconfitta. In Promozione, girone A, un solo punto divide la capolista Sporting Palermo dalle seconde Pro Favara e Raffadali. Per i rivieraschi non vi sono alternative: oggi pomeriggio alle 15, 00 al Fincantieri contro la temibile e attrezzata Cianciana "deve" vincere. Il Capaci manca allappuntamento con la vittoria da 3 settimane e contro il Salemi in trasferta tenter di fare bottino pieno. Per lIsola delle Femmine, che non vince dal 13 novembre dello scorso anno, non sar facile per i ragazzi di Nino Sansonini tornare alla vittoria contro lAragona. Nel girone B, di Promozione, gara di cartello fra il Montemaggiore di Zappia e lAspra di Aiello, due squadre in salute e netta ripresa.
PIETRO CICCARELLI

UNA FORMAZIONE DELLAUDACE MONREALE

Zamparini non firma per il pari


SERIE A. Il presidente del Palermo contro la Lazio vuole la quarta vittoria consecutiva in casa
--

NINO RANDAZZO

BADMINTON

Non firma per il pareggio perch domani contro la Lazio vuole la quarta vittoria consecutiva in casa. Maurizio Zamparini prenota un posto in taxi, luogo abituale dove vivere le partite interne e spera che, al termine del solito giro per la citt, il rientro al Barbera sia un momento di festa. "Anche domenica sera non vedr la partita - ha detto Zamparini a Radio Radio - come al solito, far un giro per la citt in attesa del fischio finale del match del Barbera, ma ormai fa parte della scaramanzia. Come finir? Non firmo per un pareggio, il Palermo dovr scendere in campo per aggiudicarsi i tre punti in palio". Tre punti per che servirebbero per rimanere ancorati allalta classifica, ma anche per avvicinarsi ulteriormente al traguardo della salvezza, obiettivo dichiarato del presidente che, questanno, vola basso. Il Palermo domani sera si trover di fronte, pi che la terza forza del campionato, una formazione incerottata e strapazzata in Europa league dallAtletico Madrid. Sar una Lazio in formazione largamente rimaneggiata e con una difesa demergenza. Questo aspetto mi preoccupa molto perch, solitamente, le cosiddette riserve scendono in campo con grandi motivazioni - ha sottolineato il presidente del club rosanero - chi giocher, vorr dimostrare di meritare il posto e poi Reja bravo a mettere in campo la sua squadra. Chi tra Palermo e Lazio ha la peggiore difesa? Questa davvero una bella battaglia. Lotito? Con lui ho un ottimo rapporto fatto di stima e di simpatia. Ma ognuno ha il suo carattere ed il suo modo di vedere il calcio. Allandata fu un pareggio a reti bianche, ma al Barbera lattacco del Palermo difficilmente fa cilecca. "La partita la decideranno le rispettive difese ha ribadito Zamparini - chi sbaglier meno, consentir alla squadra di vincere". Non solo calcio giocato per Zamparini nella lunga marcia di avvicinamento alla partita. Ieri il presidente ha protestato a modo suo contro un gruppo bancario, reo di avere ridotto da2,5 milioni a 300 mila euro il fido al Palermo. Lo stesso gruppo bancario per il quale lavora anche il presidente della Lega calcio, Be-

I campioni della Diesse ricevono la The Stars


Non firma per il pareggio perch domani contro la Lazio vuole la quarta vittoria consecutiva in casa. Maurizio Zamparini (nella foto assieme a Miccoli) prenota un posto in taxi, luogo abituale dove vivere le partite interne e spera che, al termine del solito giro per la citt, il rientro al Barbera sia un momento di festa

Tre punti contro i romani servirebbero per rimanere ancorati allalta classifica, ma anche per avvicinarsi ulteriormente al traguardo della salvezza, obiettivo dichiarato del patron rosanero che, questanno, vola basso
retta. Lo ritengo abbastanza strano anche perch in quella banca - ha concluso Zamparini - occupa un posto di rilievo Beretta, a cui ho scritto una dura lettera chiedendo le dimissioni dalla Lega calcio. Comunque, tutto questo non cambia nulla perch il Palermo ha un bilancio perfetto. E lazione intrapresa che mi amareggia e mi fa pensare.

FOOTBALL AMERICANO: SERIE A

Debutto dei Cardinals con il Caridbes


Da oggi si fa sul serio. E cos, i Cardinals Palermo saranno questo pomeriggio, con calcio di inizio alle 14, a Messina ospiti dei Caridbes per la partita desordio del girone A del massimo campionato nazionale di football americano a nove. Gli amaranto allenati da Manfredi Leone sono tra le compagini favorite per lo scudetto di categoria e vogliono confermare il 34-0 rifilato ai messinesi nellamichevole di fine mese scorso. Tempi diversi, occasione diversa. Oggi si giocher per il campionato ed il nuovo clima potrebbe senza dubbio cambiare le carte in tavola anche se i favori della vigilia sono tutti per i palermitani. I padroni di casa, dal canto loro, si sono rinforzati con alcuni giocatori degli Highlanders Catanzaro, formazione che lo scorso anno contese ai Cardinals la leadership del girone senza, per, riuscire a strapparla. "E la prima dellanno ma siamo pronti - sottolinea il tecnico Manfredi Leone - anche questanno abbiamo una rosa in grado di poter riuscire a fare bene. Puntiamo a migliorare quanto abbiamo fatto la scorsa stagione. Servir la massima concentrazione per vincere ed iniziare nel modo migliore questo campionato che si presenta pi duro e selettivo rispetto a quello precedente". La squadra si presenter al completo ma con qualche novit. Ci sar lesordio di Dario DAdelfio, defense back, ex Elephants Catania. Luca Spataro, invece, gi ricevitore, far la sua prima partita nel ruolo di running back una novit tattica rispetto al passato. Riposeranno, invece, le altre due compagini del gruppo A, gli Elephants Catania, Sauk wolvers Cosenza.
E. U.

Week-end intenso per le squadre palermitane impegnate nel massimo campionato nazionale di badminton che tra oggi e domani celebrer lottava giornata della stagione regolare. I campioni dItalia della Diesse Mediterranea Cinisi riceveranno domani mattina, alle 10, (palestra comunale via Libert a Cinisi), la Polisportiva The Stars, ultima in classifica. Sulla carta, il derby palermitano non ha storia: la squadra di casa punta al 5-0 per mantenere il punto di vantaggio sul Bc Milano, impegnato con lAcqui Terme. La Mediterranea schierer Giovanni Traina, Dimitra Postoykova, Elena Chepurnova e Giovanni Greco, questultimo protagonista dellottima spedizione azzurra agli Europei a squadre maschili di Amsterdarm grazie al suo apporto che ha permesso alla Nazionale del ct Csaba Hamza di sfiorare la qualificazione ai quarti di finale. Greco, fresco vincitore, tra laltro, del quarto titolo italiano assoluto (il secondo consecutivo) stato decisivo nelle sfide con Croazia ed Estonia vincendo le proprie sfide ed arrendendosi solo ai francesi che hanno passato il turno. Non ci sar Federica Panini che ha praticamente chiuso la stagione a causa di un fastidioso infortunio. I due top player, Ke- ATLETI DELLA DIESSE IN AZIONE vin Cordon e Michele Li non saranno in campo, ma giocheranno la prossima giornata in modo tale da poter poi partecipare ai play off scudetto nei quali il club di Cinisi cercher lottavo tricolore di fila. La The Stars, ormai ultima e praticamente gi in serie B, dovrebbe schierare Oliver e Tanja Scanferla, Marco Ciciriello. Doppia trasferta in Alto Adige, invece, per le Frecce Azzure. La matricola palermitana cerca punti tranquillit. Oggi a partire dalle 15 sar ospite del Bolzano, domani (alle 10), invece, sar sul campo del Kaltern. Caracusi, fresco del terzo posto agli assoluti di Milano nel doppio maschile ed il giovane ungherese Rudy Dellenbach proveranno a centrare lobiettivo. Riposa, invece, la Fenice FZ.
EDOARDO ULLO

PALLANUOTO. La societ dell'Addaura gioca all'Olimpica per centrare la prima vittoria del 2012

Il Telimar riparte dal derby con il Catania


Il Telimar riparte dal derby contro il Muri Antichi Catania. La societ dellAddaura, nella nona giornata del girone sud del campionato di serie A2 maschile di pallanuoto, giocher oggi allOlimpica (ore 16, arbitri Marongiu e Monnis) per centrare la prima vittoria del 2012 e vendicare la sconfitta maturata ad inizio gennaio in Coppa Italia senza Mattarella, Lo Cascio e Zubic. Il sette allenato da Gaetano Occhione, sesto in classifica con 12 punti dopo la sconfitta casalinga contro lAcicastello in un incontro giocato a Terrasini con lulteriore handicap delle porte chiuse, non avr un avversario facile. Gli etnei, infatti, hanno centrato i primi tre punti della stagione, salendo al terzultimo posto, sconfiggendo a domicilio proprio lAcicastello nel derby disputato lo scorso 21 dicembre. Da allora, per, non sono pi scesi in acqua saltando le sfide con Simply Pescara e Payton Bari per il maltempo. Il Telimar, invece, dovr recuperare solo lincontro con la formazione abruzzese. "Sar tutta unaltra partita rispetto alla CoppaItalia - spiega il centroboa Francesco Lo Cascio - . Cercheremo di portare a casa i tre punti per scalare la classifica del girone sud". Pericolo numero uno sar Herceg. "Dovremo giocare una gara molto attenta in fase difensiva - sottolinea il portiere Alessandro Sansone -. Herceg dotato di un tiro micidiale. Se lasciamo spazio potremmo essere puniti". Protagonisti di questo turno saranno anche i due arbitri palermitani, Centineo e Lo Dico, impegnati a dirigere il big match tra Roma2007 e Promogest Cagliari. Definite, intanto, le date dei recuperi. Il Telimar sar impegnato il 24 marzo a Pescara. In serie B maschile si giocher la sesta giornata del girone 4. La capolista Waterpolo, in vetta con 10 punti al fianco della Rari Nantes Napoli, ospiter oggi allOlimpica la Tubisider Cosenza (ore 12, arbitro Del Bosco). I calabresi, usciti gi sconfitti in viale del Fante per mano del Cus, sono terzi ad una sola lunghezza dal gruppo biancorosso. Un incontro, quindi, da prendere con le pinze per il sette guidato in panchina da Antonio Piccione. Cos come il match del Cus di Giampiero Occhione, che oggi andr a fare visita alla neo promossa Enzo Grasso Siracusa (ore 13,30 arbitro Busacca). Un avversario insidioso, come ha dimostrato nelle scorse giornate, da affrontare dopo due turni di stop a causa del maltempo. Da ritrovare subito il ritmo gara. Le partite del 4 febbraio dovranno essere recuperate entro il 29; quelle dell11 si disputeranno il 3 marzo. In serie C maschile, le imbattute capolisteIron Team e Rari Nantes 89 saranno impegnate oggi nel terzo turno stagionale. La squadra di Milardovic andr a fare visita alla Effegi 2000 (ore 18,45) alla piscina Zurria di Catania, mentre quella di Calai ricever la Waterpolo Catania allOlimpica (ore 17,15). Due incontri dalle difficolt diverse. Pi complicato il compito per lIron Team al cospetto di un gruppo, reduce dal primo successo in stagione sul Delfino, salito a quota 3. Pi semplice la sfida della Rari Nantes, nonostante gli etnei abbiano creato grattacapi alla forte Waterpolo Nettuno,contro uno dei due fanalini di coda ancora al palo.
FRANCESCO TRUPIA

UNA FORMAZIONE DEL TELIMAR

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: via C. Battisti, 9 tel. 0922 29588 agrigento@lasicilia.it

e provincia
CANICATT. Ortofrutticolo

sabato 18 febbraio 2012

PORTO EMPEDOCLE. Punteruolo

LICATA. Michelle aggredita

miete una vittima illustre


Il parassita colpisce lalta palma secolare che si erge accanto al monumento ai caduti della prima guerra mondiale

La struttura al collasso
Il nostro reportage al mercato dove le vendite sono calate del trenta per cento. Allarme dei produttori

lassessore Urso: Ti difendo io


Coro di solidariet e di indignazione per lepisodio di Catania. LArcigay annuncia: Saremo parte civile

FAVARA. 2 bimbe morirono per un crollo in via Carmine

LICATA. Per la palazzina sbriciolatasi a Torre di Gaffe

Primo piano
GIRGENTI ACQUE

In nove a giudizio Ci sono 2 condannati


Il gup del tribunale di Agrigento, Alberto Davico, ha rinviato a giudizio gli ex sindaci di Favara, Lorenzo Air e Carmelo Vetro, e altri sette imputati per il crollo della palazzina di via Carmine che due anni fa uccise le sorelle Chiara Pia e Marianna Bellavia di 4 e 14 anni. Gli altri imputati sono Rosalia Presti ed Antonio Noto, in qualit di proprietaria e possessore delledificio; Giacomo Sorce, Sebastiano Dispenza, Pasquale Amato, Alberto Avenia ed Antonio Grova, funzionari, dirigenti ed ex dirigenti dellUtc di Favara. Il processo inizier il 10 maggio. Il giudice monocratico Ezio Damizia del tribunale di Agrigento ha condannato a 4 anni e 2 mesi di reclusione limprenditore Antonio Di Vincenzo e ad 1 anno il direttore dei lavori Vincenzo Marchese Ragona per omicidio e disastro colposo. Il processo riguardava il crollo, avvenuto nel settembre 2006, di un edificio di 5 piani a Torre di Gaffe a Licata, dove perse la vita loperaio romeno Mircea Spiridon di 32 anni, che venne estratto vivo dalle macerie ma mor in ospedale. Il Pm Forte aveva chiesto la condanna a 6 anni per Di Vincenzo e a 2 anni per Marchese Ragona.

Necessaria la modifica alla tariffa


Non ci sono pi i contributi regionali e cos non potrebbe fare fronte alle spese

ELEZIONI

La sinistra pronta a dare un candidato


Sel e Italia dei Valori punterebbero direttamente su Hamel o Miccich

CALCIO

Troppo importante il match con il Noto


Dopo essere stati rassicurati dal sindaco i dirigenti del Licata chiedono punti alla squadra

FAVARA.

La vittima si chiamava Nicolina Piazza. Ferita la badante rumena e un muratore

Cede il balcone: muore una donna


FAVARA. A Favara per crollo si pu morire anche lontano dal centro storico. E successo ieri mattina a Nicolina Piazza, 85 anni, precipitata al suolo da unaltezza di 5 metri per il crollo del balcone al piano rialzato della sua abitazione in via Umbria, traversa tra le vie Crispi e Agrigento, nel quartiere Itria. Due anni dopo, esattamente il 23 gennaio del 2010, quando a causa del crollo della fatiscente abitazione di via del Carmine morirono le sorelline Marianna e Chiara Pia Bellavia, unaltra drammatica tragedia ha colpito la comunit favarese. E il bilancio poteva essere pi pesante e ancora pi drammatico. Insieme alla fortunata nonnina, vedova e senza figli, dal balcone (altezza di circa 5 metri) del civico 1 di via Umbria sono sprofondati anche la bandante di Nicolina Piazza, Elena Patra, 44 anni, rumena e il favarese Luigi Bosco, 61 anni, muratore, abitante nella via Mancini. Luomo, pare, fosse salito poco prima nellabitazione dellanziana proprio per prendere visione della pensilina, che la proprietaria voleva far riparare. Cos almeno si vociferava tra i presenti nella zona del crollo. Nel corso della prima mattinata, sembra, che dal sottobalcone si fosse staccato un po di intonaco e qualche piccolo calcinaccio. Proprio per questo, Bosco, avrebbe risposto allinvito dellanziana. Ma non appena si sarebbero affacciati, i ferri della pensilina si sono piegati portando via la base e lasciando nel vuoto i tre occupanti. Il fatto successo intorno alle 11.30, mentre la zona era molto trafficata. Scattato lallarme sul posto sono arrivati i carabinieri della locale Tenenza, due ambulanze del 118, la Polizia locale, i Vigili del fuoco, la Polizia di Stato, i volontari della varie associazioni e tanta, tantissima gente che si accalcata nella via Umbria. Ai soccorritori le condizioni di salute dellanziana sono apparsi subito gravi. E stata immediatamente intubata e a tutta velocit accompagna al pronto allospedale San Giovanni di Dio dove, qualche ora dopo, ispirata per le grave ferite riportate. Si trova ricoverato in prognosi riservata allospedale San Giovanni di Dio di Agrigento, Luigi Bosco. Solo escoriazioni, invece, per la badante romena. Il sindaco Manganella, arrivato nella zona del crollo preceduto dal suo vice Messinese, subito dopo si recato al nosocomio di contrada Consolida per sincerarsi delle condizioni dei feriti. Qualche ora dopo, per, stato raggiunto della tragica notizia che la pensionata non era riuscita a superare i danni provocati dellimpatto con il suolo. Anche il parroco della chiesa dellItria, don Alessandro Di Fede Santangelo, appresa la notizia ha raggiunto labitazione dellanziana. Il 6 maggio dello scorso anno, in una casa vecchia del centro storico, a due passi dalla Chiesa Madre, una pensionata, Maria Vella, 65 anni, era precipitata con la figlia dal secondo piano, sempre per il cedimento di una balcone. Fortunatamente, la donna se la cav con alcune fatture. Labitazione di via Umbria per non una casa vecchia (circa 40 anni) n tantomeno pericolante, eppure la tragedia si consumata.
TOT ARANCIO

Ribera perde 2 scuole


RIBERA. La razionalizzazione, finalizzata esclusivamente al risparmio economico, fa perdere a Ribera in un sol colpo ben due istituzioni scolastiche che complessivamente hanno poco pi di 1000 alunni. Quella della soppressione della direzione didattica del primo circolo Francesco Crispi era nota da qualche giorno. Allimprovviso, invece, nonostante i deliberati contrari del tavolo tecnico regionale, arrivato laccorpamento dellistituto tecnico commerciale e per geometri Giovanni XXIII allistituto magistralesperimentale Crispi, trasformati dufficio, pare, dallassessore regionale alla Pubblica Istruzione Centorrino, in ununica e corposa istituzione scolastica che raggruppa tutte le scuole superiori di Ribera e stranamente lascia una sezione staccata dellIpia con circa 200 studenti ad una scuola superiore di Sciacca da cui dipendeva. Con questa operazione, che arriva dopo che nelle settimane scorse a Palermo sindacati, istituzioni scolastiche, organi della Regione Siciliana si erano pronunciati per il mantenimento nella citt delle arance di due scuole superiori distinte, perch ad indirizzo totalmente diverso, ecco la doccia fredda e la perdita, a partire dal prossimo settembre, di una presidenza, in aggiunta a quella della direzione didattica del primo circolo delle elementari, di una direzione amministrativa, di una parte del personale Ata e si spera, al momento, che il corpo docente non venga toccato. La scuola elementare di piazza Giulio Cesare stata accorpata allistituto comprensivo Crispi che perde la sezione staccata di Calamonaci che verr aggregata al secondo circolo didattico Don Bosco. I dirigenti scolastici, due segretari, alcuni operatori amministrativi e ausiliari perdono il posto e saranno utilizzati in altre scuole della provincia. Una prima soluzione soddisfacente per tutti, nella scuola superiore, stata quella di aggregare la sezione staccata dellIpia allItcg che avrebbe avuto cos circa 700 alunni. Invece il professionale di via Verga rimasto a fare numero per Sciacca che guarda caso non ha subto alcun ridimensionamento in ogni ordine di scuola. Qualcuno polemicamente afferma che amministrazione civica e deputazione locale hanno lavorato male.
ENZO MINIO

IL LUOGO DELLA TRAGEDIA

DEL BALCONE NON RIMASTO NULLA

VIA UMBRIA, DOVE I TRE SONO CADUTI

NICOLINA PIAZZA

CAPOLUOGO PI SICURO. LENEL HA ATTIVATO GI I CONTATORI

Da gioved videosorveglianza in funzione


Finalmente gioved prossimo dovrebbero essere attivate le telecamere dellimpianto di videosorveglianza realizzato negli ultimi mesi e che consentir di vigilare in modo costante e compiuto su piazza Marconi, piazza Cavour e piazzale Aster a San Leone. Parliamo al condizionale per cautela, ma sembra che ormai sia la volta buona. LEnel infatti ha attivato i contatori ai quali sono stati realizzati gli allacci. In questi giorni limpresa sta procedendo agli ultimi controlli sulle apparecchiature e sul sistema che controller le telecamere. Ha fatto sapere che sar pronta per gioved prossimo. E probabile che per lo stesso giorno il sindaco Marco Zambuto convocher una conferenza stampa per annunciare lavvio del servizio, ma anche per parlare del nuovo progetto di videosorveglianza, Agrigento citt sicura predisposto dal comandante della polizia locale Cosimo Antonica, naturalmente dintesa con lo stesso sindaco, ed approvato dal ministero dellinterno che lo ha finanziato. Si tratta di unaltra sessantina di telecamere che potranno essere installate, come ha gi spiegato Antonica, nelle zone della citt dove la percezione della sicurezza minore, come alcune scuole in periferia, le ville, il parco Addolorata (ne ha parlato Zambuto proprio in occasione dellavvio dei lavori nellanfiteatro di questultimo). Tornando allimpianto di videosorveglianza che sar attivato a breve, si sta anche predisponendo il regolamento per la tutela della privacy, necessario per regolamentare il funzionamento delle telecamere. Come si ricorder, lacquisto di queste ultime e di tutte le attrezzature di supporto andarono in appalto nellestate del 2010, ma i lavori di messa in opera vennero avviati soltanto nel gennaio 2011, poi subirono una lunga interruzione a causa della necessit di sistemare due pali molto alti a Villaseta e nel piazzale Aster di San Leone per la sistemazione dei ripetitori necessari alla trasmissione delle immagini. Tale sistemazione era subordinata al nullaosta della Soprintendenza ai beni culturali che perse del tempo per conciliare questa esigenza con quella di alcuni gestori telefonici che avevano fatto analoga istanza. Finalmente tutto stato superato ed i pali sono stati collocati. Qualche altra settimana si persa per lattivazione dei contatori elettrici, ma adesso finalmente tutto sembra essere stato superato.
SALVATORE FUC

PARTE LA VIDEOSORVEGLIANZA

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

44.

AGRIGENTO
Lo dico a La Sicilia
Firetto sul pronto soccorso dellospedale
E notizia ormai quotidiana di utenti esasperati dalla lunga attesa, in momenti di sofferenza e di angoscia, per la loro salute o di familiari, che scaricano la loro tensione e rabbia verso gli operatori sanitari del pronto soccorso dellospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. E notorio che nei mesi invernali, con laumento delle patologie legate alle avverse condizioni climatiche, i cittadini facciano ricorso con maggiore frequenza alla struttura ospedaliera. E la struttura si intasa, i tempi di attesa si allungano, qualcuno si reca nel pronto soccorso di un altro ospedale. Sicuramente da lodare la professionalit e limpegno dei medici e degli infermieri che sono costretti,in momenti di massima criticit, a turni massacranti. In una Circolare inviata dai direttori generali delle Asp siciliane, nel Febbraio 2011, lAssessore alla Salute, massimo Russo, invitava i manager a migliorare la qualit dellofferta sanitaria dei Pronto Soccorso siciliani con particolare attenzione agli aspetti legati allaccoglienza e alla umanizzazione. In particolare si puntava al miglioramento strutturale, organizzativo e gestionale. Gli obiettivi erano quelli del miglioramento del confort dei locali per garantire la dignit delle persone e la tutela della privacy, la presenza di psicologi e assistenti sociali e un coinvolgimento delle Associazioni di Volontariato per favorire una migliore permanenza del paziente al pronto soccorso, una adeguata regolamentazione della presenza dei familiari che pu contribuire a meglio interpretare i bisogni del paziente, la presenza di mediatori culturali per i soggetti stranieri, un profilo comportamentale del personale improntato ai principi della buona educazione e delletica professionale, una adeguata comunicazione allutenza per fornire in modo tempestivo e trasparente di tutte le informazioni utili. Sicuramente tutti buoni propositi che avrebbero senzaltro migliorato la qualit del servizio. Ma in questultimo periodo pare che chi dirige la sanit in Sicilia abbia altri problemi:per esempio nominare fidi manager, nominare osservanti responsabili di Unit semplice o complessa e non di rado primari lottizzati. C infatti una Legge del governo Lombardo che vuole la razionalizzazione della sanit c la resistenza della politica locale che non vuole cedere nessuna fetta del proprio potere in ambito ospedaliero. C limpotenza del manager o commissario che vorrebbe attuare la Legge ma gli viene impedito dalla politica locale; c limpotenza del Governo regionale che non riesce a far applicare una norma che ha varato. C il Governatore Lombardo che non pu andare contro la deputazione che a Palermo salva il suo Governo;c il manager o il commissario, che stato nominato da Lombardo che non pu andare n contro il governatore ne contro la deputazione che a Palermo funge da stampella. C inoltre la forza della politica che si vanta di salvare il proprio territorio. C la sanit distrutta e difesa solo apparentemente dagli stessi soggetti che abbiamo citato. Un gioco delle parti. Intanto al pronto soccorso di Agrigento occorre una seria sterzata! CALOGERO FIRETTO Sindaco di Porto Empedocle

Girgenti acque a rischio


Se lassemblea dei soci non approver la nuova struttura tariffaria la societ ne risentirebbe Infatti sarebbe impossibilitata a intervenire con la propria quota del 30% negli investimenti
Se lassemblea dei soci dellAto idrico non approver la nuova struttura tariffaria, Girgenti Acque sar nellimpossibilit di intervenire con la propria quota del 30 per cento negli investimenti per le infrastrutture per i quali gi c la disponibilit dei finanziamenti pubblici, come ad esempio le reti idriche (tra cui quella di Agrigento) o gli impianti di depurazione (a partire dalle soluzioni annunciate qualche giorno addietro per San Leone e Villaggio Peruzzo). Peraltro fino ad ora la gestione del servizio idrico integrato stata deficitaria dal punto di vista economico, anche se alcune perdite sono state ripianate - come da contratto - dalla Regione, e ci sono qualcosa come 27 milioni di euro di non riscosso sulle bollette relative agli anni 2008, 2009 e 2010. Il direttore generale della societ Giuseppe Carlino spiega come stanno le cose. Non voglio creare allarmismi e voglio sottolineare che Girgenti Acque disponibile alla massima collaborazione con chiunque per cui nei limiti delle nostre possibilit verremo incontro a chiunque - afferma - tuttavia ci sono delle situazioni realizzate. Ovviamente lunica garanzia che noi possiamo dare sono gli incassi della bollettazione, ma questi devono fondati su dati certi e non su di un insieme di tariffe che allo stato attuale sono ancora provvisorie perch prima o poi dovranno essere sostituite da quella unica e definitiva. Su questa base non avremo mai nemmeno un centesimo di anticipazione. Peraltro la fatturazione ancora oggi non copre per intero le spese di gestione, anche se queste ultime sono notevolmente diminuite. - Cio il servizio viene svolto in perdita? Allora, in tre anni dal 2008 al 2010 abbiamo fatturato circa 16 milioni in meno rispetto alle spese realmente sostenute. Questo non perch ci siamo voluti fare del male, ma perch le condizioni di appalto ci impongono di utilizzare le vecchie tariffe fino a quando non sar stata approvata la nuova unica per tutti i comuni. Pertanto il primo anno siamo andati sotto di 8,5 milioni, poi abbiamo eliminato alcune storture (eccessive perdite nelle condotte, lotta allevasione, utenze che sono state messe in regola, eccetera) per cui abbiamo ridotto i costi del servizio e nel 2010 abbiamo fatturato solo un milione e mezzo di meno. - Questi soldi per vi sono stati rimborsati dalla Regione... Questo nelle previsioni... nella realt abbiamo percepito, al momento, soltanto il 50 per cento di queste perdite, ma ovviamente il rimanente ci verr versato nel prossimo futuro. Attenzione per: nel 2011 la Regione non rimborser pi nulla e dunque le eventuali perdite derivanti dalla mancanza della tariffa unica dovr rimborsarle lAto. - E il non riscosso? Ammonta a circa 27 milioni di euro per i tre anni. Voglio sottolineare che malgrado questo abbiamo sempre garantito gli stipendi al nostro personale e non abbiamo mai avuto un solo giorno di sciopero. I nostri soci, per far fronte con puntualit a tutti gli impegni e sopperire ai mancati incassi hanno dovuto anche aumentare di 5 milioni il capitale sociale, portandolo a nove milioni.
SALVATORE FUC

LA SEDE DI GIRGENTI ACQUE

oggettive che non possono essere ignorate. Il gruppo bancario che ci ha appoggiato in sede di gara dappalto, o qualsiasi altro gruppo che dovessimo contattare, ci chiede delle precise garanzie prima di darci i fondi necessari a finanziare il 30 per cento delle opere che devono essere

Visita al museo Diocesano nella Giornata delle guide


Ad Agrigento anche questanno le guide turistiche aderenti alla Federagit hanno scelto di celebrare la Giornata Internazionale della Guida Turistica nel centro storico. Ritengono infatti che "la sua opportuna valorizzazione sia condizione indispensabile per lo sviluppo turistico della citt". In tal senso hanno riscontarto la piena disponibilit della Commissione Beni Culturali e Arte Sacra dellArcidiocesi e del suo responsabile don Giuseppe Pontillo e ottenuto il patrocino del Consorzio Turistico Valle dei Templi. Oggi, sabato 18 febbraio,alle ore 16, sar offerta sia alla cittadinanza che ai visitatori, la possibilit di partecipare ad una visita guidata al Mudia, Museo Diocesano Agrigento, le cui otto sale ospitano una collezione di materiali lapidei,arti suntuarie e applicate, argenti, quadri, affreschi, pitture su tavola, attraverso la quale possibile seguire la storia della diocesi agrigentina dal XII^ al XIX^ secolo, e la cui riapertura, lo scorso dicembre,in un periodo fra i pi tristi nella storia del centro storico agrigentino, ne ha segnato invece la voglia di rinascita. La partecipazione alla visita gratuita. Per informazioni si potr chiamare i numeri 360284699, 3384136400 e 3337333854. La Giornata Internazionale della Guida Turistica un evento organizzato da World Federation of Tourist Guide Associations. Liniziativasi celebra in tutto il mondo per conoscere il ruolo delle guide, che fanno visitare opere darte, musei, monumenti, scavi archeologici, gallerie, descrivendone le peculiarit storiche, artistiche e paesaggistiche, scegliendo gli itinerari, i tempi e le informazioni pi interessanti per i visitatori.
A.M.S.

Un plauso allAnas per la Ss. 640


Apprendo dagli organi di stampa che lAnas, che sta realizzando il raddoppio della Statale 640, quasi settimanalmente apre alla pubblica fruizione tratti di strada di nuova realizzazione. Per me che sono un professionista che annualmente percorre oltre 70.000 chilometri per motivi di lavoro, e che, purtroppo, assisto a numerosi incidenti stradali, non pu che essere motivo di soddisfazione. La mia soddisfazione scaturisce principalmente dallincremento in termini di sicurezza che offre la realizzazione della nuova strada a doppia corsia e ad unico senso di marcia, ed in secondo luogo anche dalla riduzione dei tempi di percorrenza della nuova statale che comporta un tracciato pi lineare e scorrevole privo di incroci a raso. Un apprezzamento va fatto alla Direzione ANAS regionale, sotto la cui supervisione si sta realizzando la suddetta opera stradale. Raro caso di efficienza della Pubblica Amministrazione. Motivo di ulteriore soddisfazione viene dallavere appreso che anche il secondo lotto di completamento del raddoppio della 640 stato appaltato. Da ci ne scaturisce la certezza dei tempi di realizzazione dellopera finale, che contribuir senzaltro a far uscire dallisolamento economico una vasta area della Provincia di Agrigento. Torno a dire, raro caso di efficienza della Pubblica Amministrazione. ERNESTO PERETTI

Una delle sale del museo Diocesano che potranno essere visitate nella giornata odierna dai turisti

In breve
POLO UNIVERSITARIO Sinaugura il nuovo anno accademico
c.m.) Il prossimo venerd alle 11, presso lAuditorium del Polo Universitario di Agrigento, si svolger la cerimonia ufficiale per linaugurazione dellanno accademico 2011/2012. Per loccasione si terr la Lectio Magistralis Architettura e Memoria a cura dellarchitetto ticinese Mario Botta. Presenzieranno allevento il Magnifico Rettore delluniversit degli studi di Palermo il prof. Roberto La Galla, il presidente del Polo universitario della Provincia di Agrigento il prof. Joseph Mifsud, e il presidente della Provincia regionale di Agrigento Eugenio DOrsi. La manifestazione sar introdotta dal prof. Giuseppe De Giovanni, presidente del corso di laurea in Architettura della sede di Agrigento.

Legambiente applaude il sindaco


Lassociazione ambientalista raggiante per la decisione di bloccare il depuratore del Villaggio Peruzzo
Grande soddisfazione per Legambiente in merito al nuovo progetto inerente il depuratore del Villaggio Peruzzo e sul completamento del sistema depurativo e fognario della fascia costiera. Legambiente Circolo Rabat saluta con compiacimento il nuovo progetto presentato dal Sindaco Zambuto perch appare impostato sul rispetto dei vincoli e della normativa di riferimento. Il nuovo piano prevede di convogliare le acque fognarie di tutta la fascia costiera verso due depuratori: verso quello attualmente esistente di contrada SantAnna e verso il depuratore del Villaggio Mos, da costruire ex novo. Finalmente - si legge nella nota di Legambiente - sul famigerato depuratore del Villaggio Peruzzo e sul completamento del sistema depurativo e fognario della fascia costiera di Agrigento ha giustamente prevalso il buon senso questa associazione per anni si battuta per far prevalere il rispetto della legalit, per la difesa del mare dallinquinamento e per difendere labitato del Villaggio Peruzzo dai miasmi derivanti dalla paventata realizzazione di questo depuratore scandendo a chiare lettere le ragioni per le quali non era possibile realizzare tale impianto di depurazione nel sito prescelto dai tecnici Rizzo e Platamone (e cio le prescrizioni del Piano stralcio per lassetto idrogeologico, le previsioni del Piano del Parco Archeologico e del Piano Attuativo della Rete Fognaria). Finalmente gli agrigentini avranno un mare pulito; Se tutto proceder come previsto si stopperanno le giuste lamentele e le innumerevoli richieste di intervento sollevate dai cittadini, come le sollecitazioni provenienti dal Comitato San Leone. Adesso occorre - concludono Claudia Casa presidente di Legambiente e larch. Gucciardo in qualit di vice presidente - che si provveda con la massima celerit ad ottenere il finanziamento e a rendere esecutivo il progetto, in modo da restituire qualit al nostro mare, al nostro vivere civile e alla nostra, purtroppo, asfittica economia turistica che da questa vicenda ha subito notevoli danni.
CHIARA MIROTTA
CLAUDIA CASA DI LEGAMBIENTE

ORDINE DEI MEDICI Dibattito sul tema: Alimentazione e sindromi correlate


e.c.)Alimentazione e sindromi correlate. E il tema del convegno in programma il prossimo marted 21 febbraio con inizio alle 17 presso la sala conferenze Ciccio Geraci dellOrdine dei medici in via Picone. Moderatore dei lavori, sar il presidente dellOrdine dei medici di Agrigento Giuseppe Augello. Sui disturbi della condotta alimentare, relazioner la dottoressa Patrizia Volpe specialista in sociologia sanitaria mentre il dott. Calogero Vetro, specialista i Endocrinologia, parler delle complicanze cliniche dei disturbi del comportamento alimentare.

INCONTRO-DIBATTITO La famiglia quale speranza dei valori


La famiglia quale speranza dei valori il tema di un convegno organizzato dallAssociazione Eurocultura che si terr domani con inizio alle ore 9.30 presso lIst. Tecn. Comm. leonardo Sciascia di Agrigento. Nel corso dei lavori, che verranno aperti dal saluto del Dirigente scolastico Patrizia Marino, sono previsti interventi del teologo Enzo Di Natali, del sociologo Giorgio Patti, della sociologa Antonella Gallo Carrabba, e della giornalista Margherita Trupiano. Liniziativa, si prefigge lo scopo di rilanciare listituzione famiglia minata da una societ che consuma valori. Particolare attenzione verr posta al ruolo di media e internet, propulsori di un sistema che, troppo spesso, si scontra con i valori dei quali la stessa famiglia portatrice.

PROVINCIA A CACCIA DI UN PROFESSIONISTA PROGETTO COMENIUS

Esperto in piste ciclabili Studenti visitano la GdF


s.f.) La Provincia regionale cerca un esperto... in piste ciclabili, qualcuno che si intende del difficile compito di mappatura e tracciatura dei percorsi su due ruote. Si tratta di mettere nero su bianco i percorsi gi individuati nellambito del progetto Sibit. Ovviamente la scelta per un simile incarico (ritenuto evidentemente al di sopra delle competenze dei tecnici dellente) sar molto rigorosa e sar operata sulla base di punteggi ben precisi ricavati anche grazie ai titoli che i concorrenti presenteranno. Il curriculum vitae potr fruttare fino a 20 punti, dei quali 10 saranno assegnati per esperienze nel campo del bike tourism, del turismo sportivo e di percorsi ed eventi ciclo-naturalistici, mentre gli altri 20 per lesperienza specifica nel campo della tracciatura, rilevazione e mappatura dei percorsi. Lesperienza dovr essere per reale e concreta: se non si raggiungeranno i 12 punti la selezione sar annullata. Ovviamente anche previsto un compenso adeguato: 10 mila euro tutto compreso, che saranno corrisposte dopo la mappatura di tutti i percorsi e la consegna di una relazione conclusiva sul lavoro eseguito e sullassistenza prestata nella fase di collocazione della segnaletica che sar successivamente e conseguentemente appaltata. Coloro i quali si ritengono allaltezza della situazione potranno presentare domanda di partecipazione facendola pervenire alla Provincia entro le ore 13 del quindiciesimo giorno dalla pubblicazione dellavviso nellalbo pretorio online dellente, cio da ieri. proiezione di un video a.r.d.l.) Visita ieri al Cosulle attivit del corpo ed mando provinciale della una dimostrazione da Guardia di Finanza di parte dellunit cinofila, Agrigento della delegail Comandante Porzio ha zione di dirigenti, docenillustrato limpegno della ti e alunni turchi, spaGuardia di Finanza, finagnoli e lituani, compolizzate alla promozione nenti del progetto di pardella legalit non solo tenariato europeo, Coentro i confini nazionali, menius, ospiti in questi UNO DEI MOMENTI ma volta anche a tutelare giorni dellIstituto Comprensivo Garibaldi di Agrigento, di- gli interessi economici della Comunit retto da Gabriella Bruccoleri. Dopo la Europea. Aderire al progetto Comenius - divisita al Palazzo di Citt dei giorni scorsi, ieri, la delegazione stata ricevuta ce Gabriella Bruccoleri - stato molto dal Comandante Provinciale della interessante, perch crediamo sia imGuardia di Finanza, Pasquale Porzio. portante per cittadini cosi giovani coUna calorosa accoglienza ha contrad- noscere le nostre attivit e promuovedistinto la mattinata. Attraverso la re la cultura della legalit.

POLIZIA MUNICIPALE Decine di multe elevate in piazza Moro


a.r. ) Gli agenti della Polizia municipale laltro ieri pomeriggio hanno elevato decine di multe nei pressi di piazza Aldo Moro per divieto di sosta. In un caso si provveduto al sequestro di una macchina trovata senza la copertura assicurativa. Lauto di propriet di un favarese era stata lasciata tranquillamente posteggiata di fronte al chiosco in uso della Polizia locale. Decine e decine di punti decurtati dalle patenti. Questo genere di operazione viene svolto pi volte al giorno per scoraggiare gli automobilisti a parcheggiare senza pagare il ticket.

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione, anche parziale - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: viale O. da Pordenone, 50 tel. 095 330544 cronaca@lasicilia.it

e provincia

sabato 18 febbraio 2012

CONTROLLI DI CC E VIGILI URBANI

SEDUTA IN FUMO PER UNA MAGGIORANZA INESISTENTE

LOCULI REVOCATI

Guida senza casco o cintura elevate 24 contravvenzioni


Sinergica attivit, questa settimana, dei Carabinieri della Compagnia di piazza Dante e della Polizia Municipale mirata al controllo della circolazione stradale. I militari dellArma e gli agenti della Polizia Municipale hanno infatti effettuato diversi posti di controllo in varie zone della citt, verificando complessivamente leffettivo rispetto delle norme di 45 persone e 44 mezzi, contestando 38 infrazioni, tra cui 16 violazioni per inottemperanza alluso del casco, con i conseguenti fermi amministrativi dei motocicli e dei ciclomotori per la durata di 60 giorni. Otto, invece, le infrazioni rilevate per linosservanza dellobbligo delle cinture di sicurezza e la mancata revisione del mezzo; un conducente stato inoltre denunciato in stato di libert per ricettazione, in quanto sorpreso alla guida di un ciclomotore risultato rubato. Tra i guidatori multati, molti giovani, oltre ad un buon numero di professionisti. Nei prossimi giorni, i servizi congiunti tra Arma e Polizia Municipale continueranno per effettuare ununitaria attivit di contrasto alle scorrette condotte di guida, per il rispetto delle norme di sicurezza nella circolazione stradale.

Isole ecologiche: nuovo stop


Comune. Altro rinvio perch in Consiglio manca il numero legale
GIUSEPPE BONACCORSI

Alcuni di loro si potrebbero tranquillamente chiamare i marziani del Consiglio comunale perch continuano spesso a mancare alle sedute facendo cos saltare il numero legale, tra laltro con spreco di denaro pubblico. E una questione nota, arcinota, dibattuta pi volte, che nessuno finora ha voluto risolvere e che serve sempre pi ad allontanare il cittadino da questa politica. Anche ieri sera il Consiglio ha fatto mancare il numero legale cos come era avvenuto mercoled quando i presenti in aula sono stati 22. Ieri sarebbero bastati 18 consiglieri per votare il regolamento sulle Isole ecologiche che lamministrazione attende da tempo per aprire le aree di raccolta necessarie per procedere sulla strada del-

LISOLA ECOLOGICA DI VIALE TIRRENO

la differenziata e degli sgravi ai cittadini. nella sala consiliare si sono per presentati solo 15 consiglieri. 4 del Pd, 3 del Pid (questo gruppo era al completo), 4 del Mpa compreso il presidente Marco Consoli, 2 del Pdl, compreso il capogrup-

po Condorelli. E in pi Navarria del gruppo Misto e Bottino dellUdc. Assenti i tre consiglieri de La Destra, di opposizione, il pi delle volte presenti in Aula, ma ieri sera impegnati per lincontro con il leader nazionale de La destra, Storace. La maggioranza, quindi, si presentata in aula con soli 9 consiglieri. Pochissimi per riuscire ad andare avanti. A questo punto, visti anche i prossimi appuntamenti con i debiti fuori bilancio che torneranno in aula luned, forse servirebbe una verifica di maggioranza col sindaco per sgombrare il campo da beghe politiche che potrebbero essere caratterizzate sia dallavvicinarsi della data del congresso provinciale del Pdl, che si terr sabato 25, sia da altre questioni di maggioranza non meglio specificate.

SE LA CRISI TAGLIA PURE I SEPOLCRI


PINELLA LEOCATA

CENTRO STORICO. Michelle Santamaria, 22 anni, di Licata, vittima del "branco" la notte di San Valentino

Trans aggredito e picchiato in un pub


reato di omissione di soccorso e una contestuale azione civile per "culpa in vigilanUn pugno in faccia da uno sconosciuto do" (cio i responsabili del pub sarebbero mentre ballava in un pub. E poi altri calci e stati tenuti alla sorveglianza di determinapugni, mentre si trovava a terra, senza che te persone reputate non in grado di rendersi pienamente conto delle proprie azionessuno alzasse un dito per difenderla. Non dimenticher facilmente la notte di ni). Non dato sapere se il pub abbia o meSan Valentino Michelle Santamaria, 22 an- no un servizio di videosorveglianza. Da quanto dichiarato dallestetista, i reni, transessuale di Licata, estetista, che il 14 febbraio scorso aveva deciso di trascorre- sponsabili del pub non solo non avrebbere la serata in un pub del centro storico in ro fatto nulla per interrompere laggressiocompagnia di unamica e precisamente in ne, ma non avrebbero neppure soccorso la via Michele Rapisardi, ad un passo dal Tea- ragazza la quale ha fatto poi ricorso alle cutro Massimo Bellini. Santamaria ha pre- re dei medici dellospedale Garibaldi che le sentato una denuncia in questura contro hanno diagnosticato, tra laltro, un trauma cranico e toracico e una vertebra fratturaignoti per il reato di lesioni gravi. Laggressione sarebbe avvenuta allin- ta assegnandole una prognosi di 25 giorni. Michelle sarebbe riuscita a terno del pub intorno alle 4 scappare a piedi e a ragdel mattino del 15 febbraio. La madre: giungere la questura, in via Mentre ballava stata inManzoni, inseguita dagli agsultata allimprovviso da un Queste cose gressori alcuni dei quali - ha giovane che lavrebbe aponon si fanno dichiarato - armati di colstrofata con un Bastardo frocio, devi morire per poi fa male vedere tello. Queste cose - ha detto la colpirla con un pugno in faccia. Altre persone - un una figlia ridotta madre di Michelle, Giuseppa Castagna - non si fanno. "branco" composto da giocos. Siamo Ad una madre fa male vedevani da i 15 e i 25 anni -labrava gente re una figlia distrutta cosi. vrebbero fatta poi cadere Questo non lo auguro a nesper terra, rincarando la dose con altri calci e pugni. Queste sono bestie suno. A Licata - ha aggiunto - non abbiamo -ha denunciato Michelle Santamaria - So- problemi. Michelle la conoscono tutti e no stata aggredita solo perch sono una tutti le vogliono bene perche una ragaztrans maschile e non ho il viso femminile za a posto. Noi ci facciamo i fatti nostri, non come piace a loro. Mi hanno massacrata di abbiamo cattive amicizie. Siamo brava botte e tutto questo sotto gli occhi di tutti. gente, siamo poveri ma onesti. E dire che Nessuno mi ha aiutata, nemmeno la re- Catania era stata incoronata appena un sponsabile del locale, che anzi voleva che anno fa allExpo turismo gay, citt pi atuscissi al pi presto. A questo proposito traente dItalia per il popolo Glbt (gay, lelavv. Vincenzo Drago, messole a disposi- sbiche, bisessuali e transgender), proprio zione dallArcigay di Catania, ha prean- in virt del fatto che non si erano mai reginunciato unulteriore denuncia penale strati particolari problemi o episodi di incontro i titolari del pub con lipotesi di tolleranza e discriminazione sessuale.
CARMEN GRECO

ARCIGAY CATANIA SI COSTITUIR PARTE CIVILE


Il presidente di Arcigay Catania Giovanni Caloggero ha espresso in una nota il pi sentito sdegno per i fatti accaduti, per il clima omofobo ancora persistente e per la condotta di chi doveva intervenire. Arcigay Catania si riservata di costituirsi parte civile in un eventuale processo. Inoltre, luned 20, alle 11 terr una conferenza stampa (viale Kennedy 80) alla presenza della vittima, anche per avviare gli opportuni contatti con le autorit affinch queste siano sensibilizzate in merito a fatti del genere. Ribadiamo ancora una volta la necessit della estensione delle aggravanti di cui alla Legge Mancino per i reati a sfondo omofobico/transfobico. Sullepisodio intervenuta anche Anna Paola Concia, deputata del Pd. inaccettabile - ha aggiunto la parlamentare - che, in un paese come lItalia, lomofobia rimanga una grande emergenza nazionale senza una disposizione di legge che la contrasti con forza e convinzione. Chiedo al ministro Fornero di mobilitarsi al pi presto per creare quegli anticorpi sociali contro la violenza che mancano al nostro paese, aprendo finalmente una nuova fase. Gli omosessuali italiani sono stanchi di ascoltare dichiarazioni di solidariet alle vittime dellomofobia: chiedono a gran voce norme e fatti concreti.

I SEGNI DELLA VIOLENZA SUL VOLTO DI MICHELLE SANTAMARIA

OMICIDIO COLPOSO

Mor per una diagnosi sbagliata: 5 medici a giudizio


Morire a 54 anni per una diagnosi sbagliata. quello che sarebbe accaduto a Luigia Rivetti, deceduta per unocclusione intestinale il 3 novembre del 2008 allospedale di Acireale, dopo un precedente passaggio allospedale di Giarre. Adesso il giudice delludienza preliminare Daniela Monaco Crea, ha rinviato a giudizio per omicidio colposo in concorso, cinque dei medici degli ospedali di Acireale e Giarre che si occuparono del caso e che, secondo il gup, non valutarono correttamente i sintomi che la signora presentava al momento del ricovero. Il processo a carico dei medici si aprir il 2 luglio al Tribunale di Acireale e l dovranno presentarsi in veste di imputati Vincenzo Colosi Giuseppe Di Marco, Gaetano Arcidiacono, Giuseppe Viscusi e Sebastiana DAgosta (difesi da un collegio di avvocati composto da Carmelo Peluso, Giuseppe Cassarino, Salvatore Caruso e Valeria Rizzo). Alludienza preliminare si sono costituiti parte civile, sia il marito della vittima, Salvatore Privitera, che i figli, Pietro, Claudio e Giuseppe, assistiti dagli avvocati Pierluigi e Patrizia Papalia. Secondo il pubblico Alessia Minic, i medici, ognuno per le proprie competenze, non compresero la gravit delle condizioni della paziente scambiando i dolori causati da una diverticolite del sigma con conseguente occlusione intestinale, in una "semplice" colica renale sinistra. Quelli di Giarre, dove la signora si rec successivamente, avrebbero sbagliato nel prescrivere una terapia antispastica e antidolorifica e nel dimettere la paziente, quelli dellospedale di Acireale avrebbero omesso di valutare correttamente i sintomi e di eseguire accertamenti pi approfonditi causando cos la morte della signora.
C. G.

l dramma della casa colpisce anche i morti. Al cimitero di Palagonia mancano i loculi e non ci sono risorse per costruirne di nuovi. Cos il commissario di citt, per ragioni di carattere sanitario, ha disposto la revisione dei posti, espressione emotivamente neutra che cela - forse per pudore forse per vergogna - una decisione di ben altro impatto: il trasferimento allossario comunale delle spoglie dei propri cari scomparsi da pi di ventanni. Nel tentativo di ammortizzarne leffetto il dictat stato presentato con una formula obliqua che suona meglio, ma, di fatto, peggiora le cose: linvito a traslare le spoglie dei propri parenti defunti in tombe o cappelle private. Un non senso offensivo e classista perch chi ha questa possibilit non aveva motivo di dare sepoltura ai propri cari altrove e chi non ce lha non ha alternative tant che, a scanso di equivoci, si avverte che se gli eredi non provvederanno in trenta giorni, ci penser il Comune, dufficio. Come dire: traslazione coatta, come per gli sfratti esecutivi. E anche questo ci dice che a pagare la crisi sono sempre i pi deboli: vale per vivi e vale per i morti. Anche la livella, come la manipola, in affanno, bloccata. Di certo il commissario comunale non avr preso questa decisione a cuor leggero e avr le sue ragioni, ma la diffida alla dispersione dei resti dei propri congiunti nellossario comune odiosa, tanto pi se si considera il breve lasso di tempo di venti anni quando, verosimilmente, figli, fratelli e nipoti, mariti, mogli e persino padri e madri sono ancora in vita e trovano conforto nellavere una tomba su cui piangere, pregare, portare un fiore, continuare antichi discorsi amorosi. E il culto dei morti da cui nata la civilt. E lantico gesto di piet che ci ha fatto uomini, esseri consapevoli della propria straziante ed esaltante finitezza. E il legame daffetto che si dichiara vivo oltre la morte, che sfida il tempo e linsensatezza di ogni esistenza. Come si pu chiedere al parente di una persona che non c pi di annullare tutto questo, di cancellare dimperio una parte di s?

Non c altra via se non lo sfratto


Palagonia, il commissario spiega il recupero dei loculi

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

46.

CATANIA
Da marted 21 e fino al 29 febbraio verranno eseguiti lavori di rifacimento di tratti di asfalto delle carreggiate di alcune vie e in diverse zone della citt con inevitabili modifiche al flusso veicolare. Liniziativa - annunciata ieri da un comunicato del Comune - rientra nellambito di un primo piano dintervento voluto dal sindaco Raffaele Stancanelli e dallassessore alle manutenzioni Sebastiano Arcidiacono per migliorare la sicurezza delle strade cittadine. In particolare si proceder il 21 e 22 febbraio in viale Vigo, carreggiata ovest ultimo tratto fino allinnesto con via Gelso Bianco, intervento questo che comporter un restringimento dellarteria a una sola carreggiata. Il 22 e il 23 febbraio i lavori saranno effettuati a piazza Santa Maria della Guardia dove previsto luso di una sola carreggiata stradale. Il 27 e 28 febbraio, invece, sar la volta di via Cimarosa, anello nord, da Largo Paisiello a via Beato Bernardo, anche in questo caso restringimento dellarteria ad una sola corsia di marcia. Infine il 29 febbraio i lavori si sposteranno in vicolo San Barnaba, da via San Barnaba a via della Palma, dove prevista la chiusura al traffico di via della Palma, per consentire la sosta dei mezzi operativi nella carreggiata. In tutti i siti interessati ai lavori di rifacimento del manto stradale verr apposta la segnaletica stradale che indicher lo svolgimento dei lavori e il divieto di sosta con rimozione forzata delle vetture lasciate posteggiate. Pattuglie di polizia municipale vigileranno sul corretto flusso delle auto e sullosservanza delle variazioni ai percorsi ordinari stabilite per i lavori.

Dal 21 lavori in alcune strade cittadine

Lo stadio a Librino

Incontro con la Provincia

Pensiamo alla realizzazione di una scuola che possa servire al quartiere

Pulvirenti: Le tribune tutte coperte e sotto ci sar spazio anche per uffici
GIOVANNI FINOCCHIARO

LE TAPPE DEL PROGETTO

MASCALUCIA. Nel 2014 Catania avr il nuovo stadio. Lo sottoscrive, una volta di pi, Antonino Pulvirenti, presidente rossazzurro impegnato in quello che non pi un sogno: dopo limpianto di allenamenti super tecnologico, lauspicata e concreta possibilit di mantenere ancora la squadra in Serie A, il grande slam verrebbe concretato con la realizzazione della struttura che non potr chiamarsi semplicemente stadio. Presidente Pulvirenti, tre anni saranno sufficienti per arrivare al taglio del nastro? Il Piano regolatore prevede la realizzazione di un centro direzionale. In sei mesi liter burocratico verr completato, in due anni realizzeremo i lavori. Costo dellopera, in totale? Da 80 a 100 milioni. I soldi li mettiamo noi con la formula del project financing. Il Comune, che paga 6.5 milioni di euro lanno di affitti per ospitare, in giro per la citt, gli uffici, riuscir a concentrare tutto quanto in un solo luogo. Il Comune andr ad affittare i locali di competenza a scomputo. Alla fine avr i locali, mentre a noi rester lo stadio. Gli uffici comunali sorgeranno sotto le tribune? la nostra idea. Le tribune si elevano in maniera obliqua. Sotto rester uno spazio notevole. Se coperto e diviso in

Il sindaco Stancanelli ha gi avviato liter variante forse in autunno in Consiglio


Ieri di prima mattina il sindaco Stancanelli ha chiamato i suoi collaboratori e ha chiesto una pianificazione per giungere a un incontro tecnico tra lUrbanistica e ling. Stancanelli (solo omonimo del sindaco) che ha curato per conto del presidente Pulvirenti la realizzazione del centro sportivo del Catania calcio. Lobiettivo stabilire esattamente le tappe delliter affinch il Calcio Catania presenti il progetto di massima come promotore. Da un primo esame della proposta, gli uffici dellUrbanistica hanno dichiarato che, una volta presentato il progetto e verificate le prerogative urbanistiche, i tempi non dovrebbero essere lunghi. Non escluso che la variante urbanistica possa gi essere pronta per lesame del Consiglio nellautunno di questanno. Il piano poi consentirebbe al Comune di risparmiare allincirca 2 milioni di euro di fitti passivi perch, attraverso il trasferimento di molti uffici nel centro direzionale del Comune, si consentirebbe di abbattere i costi. Insomma comincia a profilarsi quel piano di massima del Comune per insediare a Librino molti uffici di rappresentanza, dal centro direzionale al palazzo di cemento sede di alcuni assessorato. E ancora la cittadella giudiziaria e adesso anche lo stadio.
G. B.

maniera intelligente, potranno essere ricavati uffici a volont. Pensate che lintera capienza dello stadio dovrebbe contenere 35 mila persone. Allesterno realizzeremo parcheggi, ma non centri commerciali, vie daccesso ma non altri campi di gioco. prevista lintera copertura dellimpianto. Verranno coperte le tribune, non il terreno di gioco che sar in erba naturale, non abbiamo optato per il sintetico, e che avr un drenaggio notevole,

evitando che si debbano rinviare partire in continuazione. Nessun altro campo stato pensato. Semmai una palestra e linfermeria e tutto quel che occorre in uno stadio di livello. C la possibilit di realizzare anche una scuola, nei 40 ettari di spazio individuati a San Teodoro. Dobbiamo incontrarci con il presidente della Provincia, questione di giorni. Lidea sarebbe proprio questa, per dotare il quartiere non solo di maggiore vigilanza, di uffici, ma anche di

una struttura che serva materialmente alle famiglie. Eccoci al piano trasporti. La vicinanza dellasse dei servizi vantaggiosa, ma noi puntiamo sulla metropolitana che, proprio nella zona di Librino e San Teodoro, prevede una delle future stazioni di arrivo. E, ci assicurano, i lavori potrebbero coincidere con i tempi della realizzazione dello stadio. C la possibilit di coinvolgere la Regione. Abbiamo in calendario un incontro con lassessore Armao, io credo che lidea possa essere vantaggiosa pure per il Comune di Palermo e per il Palermo calcio. Ma so che il presidente Zamparini ha previsto una struttura con idee diverse (centri commerciali, ristorazione, ndr) in proposito. E lincontro alla Regione non motivato con la ricerca della legge regionale o nazionale per ottenere finanziamenti. La parte economica, da parte nostra, labbiamo gi individuata. S detto che oggi ci sono gi rappresentanti comunali al lavoro. In effetti cos: avevo qualche dubbio sulla possibilit di realizzare unopera cos importante e utile. Ma ho riscontrato, da parte del sindaco e dei collaboratori, entusiasmo e voglia di affiancare le nostre idee in maniera fattiva. Insomma, questo un buon calcio dinizio.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CATANIA .47 Cgil e Sunia Applicare lImu con equit


Dopo lincontro col sindaco tenutosi luned per discutere di crisi e delle prospettive future la Cgil e il Sunia di Catania chiedono allamministrazione comunale che lintroduzione dellImu, lImposta Municipale Unica che il Comune incasser per poi trasferire il 50 per cento allo Stato, avvenga alla luce di scelte chiare e rigorose. Il perch chiaro spiegano bisogna evitare che la tassa venga percepita come lennesimo iniquo balzello, dunque necessario mitigarne limpatto sulle fasce pi esposte della popolazione. In una nota firmata dalla segretaria confederale Luisa Albanella e dal segretario Sunia Giusi Milazzo, e indirizzata al sindaco Raffaele Stancanelli e allassessore comunale al Bilancio, Roberto Bonaccorsi, le due esponenti sottolineano limportanza che si metta in atto, in nome dellequit, una politica della casa che favorisca il canone di locazione concordato e penalizzi lo sfitto. Per questo Cgil, e Sunia, oltre a richiedere che sulla prima casa si applichi laliquota minima tenendo conto di particolari fasce della popolazione, propongono che sulle abitazioni locate a canone concordato sia applicata un aliquota dello 0,4% o inferiore, sulle abitazioni locate a canone libero lo 0,96% e su quelle sfitte l1,06%. Cos come gi proposto dai segretari generali di Cgil, Cisl e Uil nellincontro di luned scorso con il sindaco, la Camera del Lavoro e il Sunia richiedono un incontro urgente da tenersi unitariamente con le altre sigle per pianificare le scelte future alla luce della normativa governativa.

Gli immobili e le tasse

La norma del governo prevede la tassazione per tutti gli edifici comunali non istituzionali. Al momento nessuna esenzione per quelli inagibili

Palazzo Bernini: inagibile ma il Comune pagher lImu


GIUSEPPE BONACCORSI

Se la norma non cambier sar un onere aggiuntivo per la citt in una situazione di difficolt economica. Lassessore al Bilancio, Roberto Bonaccorsi, non aggiunge altro incalzato dalla domanda, ma chiaro che larticolo 13 comma 1 del decreto legge 201/2011 che si riferisce allImu non viene visto di buon occhio dallamministrazione che gi ha avviato un primo monitoraggio degli edifici comunali per capire quanto la norma potrebbe incidere. Larticolo prevede la tassazione ai fini dellImu anche di tutti quegli immobili comunali che non sono destinati esclusivamente a fini istituzionali. Paradossalmente il Comune potrebbe presto trovarsi a dover pagare per tutti quegli edifici sfitti, affittati e anche per quelli in attesa di essere dismessi nellambito del piano presentato pi volte dal Comune. E tra questi c il grosso complesso di palazzo Bernini che finora rimasto esente dal pagamento dellIci perch rientrava tra lelenco degli immobili inagibili. La norma attuale, per, non prevede queste esenzioni. Fissa soltanto

UNA STORIA LUNGA E DISPENDIOSA Limmobile acquistato per svariati miliardi lire nel Duemila per farne sede di uffici comunali oggi in abbandono. Pi volte il Comune ha cercato di venderlo. Tra gli altri immobili che potrebbero essere soggetti alla tassazione Imu la masseria Bicocca a San Giorgio e le ex controllerie dazierie di Ognina e Canalicchio.

dei principi che potrebbero anche essere modificati prima del pagamento, oppure potrebbero essere previsti per fungere da deterrente per i Comuni, per invitarli a liberarsi di edifici non utilizzati

e ottenere, cos, la possibilit di fare cassa. Queste sono le ipotesi che circolano negli uffici dellassessorato al Bilancio. La norma che gli amministratori hanno davanti dice proprio questo: tassazione per tutti gli immobili comunali non istituzionali. Potrebbe quindi capitare che Palazzo Bernini, oggi utilizzato come dimora dagli extracomunitari (acquistato per svariati miliardi di vecchie lire per farne sede di uffici), provochi un onere aggiuntivo per le casse del Comune che di conseguenza ricadrebbe sotto forma di aumento di tassazione sui cittadini, peraltro, gi aggravati da una tassa sulla casa che si preannuncia salata. Il, problema serio, riferendosi ad esempio, al palazzo Bernini che finora il mercato non ha risposto alla proposta di vendita del Comune, nonostante labbattimento del 10% sul prezzo a base dasta e in assessorato si stanno studiando altre possibili soluzioni. Insomma si teme che lImu diventi una botta anche per il Comune. Oltre al palazzo Bernini palazzo di citt rischia di pagare lImu anche su altri immobili. E tra questi, per citare solo alcuni casi, sulla masseria Bicocca di S. Giorgio, sull ex controlleria daziaria di Ognina, su quella di Canalicchio, su un alloggio di via Ficarazzi, in tre immobili di via Vetrano, in diversi appartamenti di via Caruso e via Volturno oltre alla ex caserma della Forestale di S. Giuseppe La Rena.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

48.

CATANIA
CESARE LA MARCA

IL SERVIZIO DI RISCOSSIONE VERR AFFIDATO A UNA DITTA SPECIALIZZATA CHE INVIER I VERBALI IN LINGUA STRANIERA

Multe stradali il Comune inseguir i residenti allestero

Se vero che la legge uguale per tutti succede anche che non solo gli automobilisti catanesi infrangono spesso e volentieri le norme del codice stradale, rendendo ancora pi caotica e pericolosa la viabilit cittadina tra soste in doppia fila e mancato rispetto di semafori e limiti di velocit. In misura decisamente minore, ma con numeri pur sempre di un certo rilievo, danno il loro contributo anche gli automobilisti stranieri (residenti sia in paesi dellUnione europea che al di fuori di essa),

1.000-2.000
i verbali elevati ogni anno a residenti allestero

50 per cento
il recupero che viene stimato (attualmente quasi nullo)

che mettendosi alla guida in citt su auto propria con targa estera, o presa a noleggio dopo larrivo a Catania, commettono delle infrazioni, rilevate dai vigili urbani. Il recupero di queste multe elevate in citt - da mille fino a duemila allanno - si rivela per successivamente difficile se non impossibile, fra verbali da tradurre e richieste da inoltrare ai rispettivi consolati, dopo il rientro degli automobilisti stranieri nei paesi dorigine. Proprio per recuperare i proventi delle multe internazionali, che fino a questo momento si sono perduti nella complessa trafila da avviare tra Cata-

nia e lestero, il Comune ha indetto un bando di gara, dellimporto di 70mila euro, per aggiudicare per i prossimi quattro anni a una societ specializzata la riscossione dei verbali di accertamento relativi a queste violazioni amministrative del codice stradale rilevate dai vigili urbani. La ditta aggiudicataria, in base a quanto previsto dalla gara che verr aggiudicata a met marzo, dovr rintracciare i soggetti intestatari presso gli organismi competenti nei vari Paesi esteri, recapitare in una delle lingue ufficiali dellUnione europea la richiesta di pagamento della sanzio-

ne amministrativa e delle spese di notifica e accertamento. Le richieste dovranno contenere tutte le informazioni relative alle modalit di pagamento e di ricorso nonch un numero telefonico della ditta al quale potranno essere fornite ulteriori informazioni nelle principali lingue europee La previsione quella di ottenere cos il recupero del 50 per cento delle somme relative a verbali elevati a residenti allestero per infrazioni stradali commesse in citt, a fronte di una percentuale attualmente quasi nulla.

Assemblea interprovinciale

Esaminata la situazione delle sedi di Catania, Siracusa e Ragusa. La Cisl Fp propone mobilit mirata e razionalizzazione della spesa

INFORMAZIONE PROMOZIONALE A CURA DELLA PK

ALLA LINUS SCHOOL UN OPEN DAY SU CI CHE IMPORTANTE PER CRESCERE

Prefetture con problemi di sottodimensionamento


Tre prefetture, un solo problema: il sottodimensionamento. Nellassemblea tenuta a Catania dai lavoratori delle prefetture, questure e uffici di pubblica sicurezza della Sicilia orientale, organizzata dalla Funzione Pubblica della Cisl, il dato emerso quello degli organici sempre pi insufficienti. E le proposte vanno dalla rivisitazione della spesa alla mobilit intercompartimentale. Davanti ai lavoratori dellamministrazione civile dello Stato delle province di Catania, Siracusa e Ragusa, Luciana Giordano, coordinatrice generale nazionale Fp Cisl per il ministero dellInterno, Milena Morando, responsabile ministeri della Fp Cisl etnea, Salvatore Milluzzo, coordinatore provinciale Interno e Gilda Petralia, della Rsa Prefettura, hanno analizzato la situazione e avanzato le proposte della Cisl al governo nazionale. Una delle sfide importante che lanciamo hanno detto i dirigenti sindacali riprendendo la recente posizione di Daniela Volpato, segretario nazionale Fp Cisl la cosiddetta spending review, attraverso la quale la Cisl chiede di rivedere la spesa, organizzandola selettivamente, vedere programmi di spesa,

TEMPORANEA CHIUSURA DI UFFICI


Dal 20 al 24 febbraio resteranno chiusi al pubblico lufficio immigrazione della prefettura, sito in via Antonino di San Giuliano 256, e lufficio depenalizzazione codice della strada sito in via Etnea 55 (scala O, secondo piano); la temporanea chiusura - informa un comunicato - necessaria per consentire la riorganizzazione dei locali. In questi giorni lutenza potr essere ricevuta presso lufficio relazioni con il pubblico, in via Prfettura 19.

uffici e attivit da sopprimere e razionalizzare, scoprire le inefficienze e segnalare leggi di finanziamento che possano essere potenzialmente eliminabili. Occorrono infatti tagli agli sprechi, senza per dequalificare i servizi. Ci consentir di investire sulle tante professionalit della pubblica amministrazione. Con la mobilit intercompartimentale aggiungono Giordano, Morando, Milluzzo e Petralia - si andranno da un

lato a coprire le vacanze dorganico e dallaltro, laddove ci sia esubero, si provveder a una mobilit mirata dal punto di vista geografico, con una spalmatura pi equilibrata tra i territori. Occorrer poi individuare una soluzione per stabilizzare il rapporto lavorativo dei dipendenti a tempo determinato impiegati negli Sportelli Unici per lImmigrazione delle Prefetture e gli Uffici Immigrazione delle Questure. Tra i temi sindacali trattati, stato fatto cenno anche allarticolo 19 del d.lgs. 150/09 che pone laccento implicitamente sulla valutazione del dipendente, per la quale la Cisl si dichiara favorevole solamente se lamministrazione crea condizioni favorevoli in termini di condizioni strumentali e strutturali prima di sottoporre il personale a un sistema di valutazione. Il protocollo del 30 ottobre 2008 ha consentito di recuperare le risorse derivanti dalle leggi speciali, decurtate dalla legge 133/08 e utilizzate per perfezionare Il contratto integrativo del ministero dellInterno che ha consentito la progressione economica per oltre 13mila dipendenti. Un contratto integrativo sottolinea il sindacato firmato solo dalla Cisl.

La scuola che profuma di buono e di fiducia

Bello entrare a scuola e trovare piccole facce contente, sentire buoni profumi, trovare genitori che scambiano opinioni e discutono, sbirciare dentro una stanza e trovare grandi e piccoli che scrivono, in un silenzio di raccoglimento in s e nella propria scrittura. Bello vedere tanti piccoli a bocca aperta davanti ad un adulto che racconta; bello sentire un gruppo che impara e canta una bella canzone in lingua Inglese; bello vedere dei piccoli bambini che lanno prossimo an-

dranno in prima, uscire fuori da una stanza fieri, con una lettera pi grande di loro, scritta a un nonno o a un cagnolino morto. Bello vedere tornare ragazzi che sono stati bambini alla "Linus" e sentire che si sentono a casa. Bello appartenere ad una comunit in cui si respira profumo di buono, di fiducia, di condivisione di idee su cosa una scuola e cosa importante per crescere. E stata una bellissima giornata di Scuola, l11 Febbraio 2012 alla Linus School!

CON LA GAMMA METANO VIAGGI SPENDENDO LA MET.


in
Il Metano il carburante pi economico: con Panda Classic, Punto e Qubo fai pi di 100 km con meno di 4 Euro. Il Metano il carburante con il prezzo pi stabile: meno aumenti, pi risparmio.
Es.: Qubo Dynamic Natural Power con Pack My Blue prezzo promo 14.456 (IPT esclusa). Validit fino al 29/02/2012. Gamma Fiat Metano: Panda, Punto, Qubo e Dobl. I dati: dimezzi i costi dei tuoi viaggi e pi di 100 km con meno di 4 sono calcolati su ciclo extraurbano e riferiti alla Gamma Fiat Metano.

hai fino a 4.000 e euro di eco-BONUS fiat.

Consumi ciclo combinato: metano da 3,9 a 4,9 (kg/100km); bz. da 4,0 a 7,2 (l/100km). Emissioni CO2 (g/km): metano da 107 a 134; bz. da 113 a 166.

www.fiat.it

A.B.AUTO (Catania) LUPO&DELUCA (Patern) - OSCARAUTO (Misterbianco)

Le immagini delle auto sono solo indicative

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

CATANIA .49

Occupazione giovanile

Si concluso il Creativity camp per 32 ragazzi promosso dalla Provincia di Catania insieme a quelle di Torino e Treviso

Paolo Crepet: La creativit aggiunge valore alla persona. E possibile affrontare il mondo contando sulle proprie risorse

UNA NOTA DELLAZIENDA

Garibaldi, entro marzo nuova risonanza


Dal direttore generale dellazienda ospedaliera Garibaldi dott. Angelo Pellican abbiamo ricevuto e pubblichiamo:In relazione allarticolo pubblicato su La Sicilia del 14 febbraio dal titolo Unimpresa fare risonanza alla colonna. Pochi ospedali attrezzati e liste di attesa lunghe, firma di Pinella Leocata, si ritiene necessario precisare quanto segue: Nel corso dellanno 2011, lUnit Operativa di Radiologia del Presidio Ospedaliero Garibaldi-Centro, ha effettuato 5790 prestazioni di risonanza magnetica, di diverso obiettivo diagnostico e con una lista dattesa di circa novanta giorni. Da dicembre scorso il Servizio stato temporaneamente sospeso per la sostituzione del macchinario con uno di ultima generazione, strumento capace di garantire ai cittadini risultati ancora pi affidabili e sicuri. La nuova risonanza magnetica, gi impiantata e collaudata, sar disponibile allutenza entro il mese prossimo, superata la fase necessaria di formazione degli operatori.

I nuovi lavori sono quelli che si inventano Come si sviluppa e realizza unidea innovativa
I lavori sono quelli che si inventano. Quelli che ci sono, gi sono vecchi. E questo lo spirito che ha caratterizzato il progetto "Creativity Camp" proposto dallassessorato provinciale alle Politiche giovanili in collaborazione con le Province di Torino, Treviso, con la societ Meta Group di Terni e il Consorzio Sol.Co Catania. A sottolineare questo aspetto essenziale nella costruzione di unoccupazione futura stato lo psichiatra Paolo Crepet nel corso della giornata conclusiva delliniziativa I Creativity Camp - ha spiegato - nascono proprio per aiutare i giovani a sviluppare e a perfezionare unidea innovativa imprenditoriale con laiuto di esperti di settore e attraverso momenti ludicoformativi. Bisogna dare ai giovani la possibilit di sperimentare e utilizzare differenti abilit, offrendo loccasione di prendere coscienza di lati di s inesplorati favorendo in questo modo uno sviluppo pi completo della persona. I ragazzi devono tornare a casa pensando di essere in grado di fare, bene, qualcosa che prima non immaginavano di sapere fare, devono rendersi conto che la creativit aggiunge valore alla persona, poich attraverso strategie nate da loro stessi possono affrontare il mondo contando sulle proprie risorse. E stimolare la creativit dei giovani uno degli impegni della Provincia di Catania, ente capofila del progetto. Basti pensare - ha ricordato il presidente Giuseppe Castiglione - al recente premio in denaro destinato ai ragazzi che avevano presentato il miglior progetto imprenditoriale e allingente fondo creato ad hoc, per lo start up delle imprese. Al "Creativity camp" - un soggiorno della durata di tre giorni - hanno partecipato 32 giovani, tra i 17 e i 22 anni, che si sono messi in gioco sviluppando idee imprenditoriali spendibili nei campi dellenergia rinnovabile, del riciclo, della robotica e della domotica (potenziamento della tecnologia domestica). Durante il soggiorno - che ha avuto luogo in un agriturismo e, dunque, lontano dalle solite distrazioni giovanili, un modo per sollecitare modi diversi per socializzare - sono stati banditi i cellulari ed stato proibito luso di internet e della televisione. I familiari hanno potuto contattare i figli durante un orario prestabilito. I giovani creativi sono stati accompagnati da esperti nelle diverse fasi di progettazione, puntando sullo sviluppo non solo delle capacit tecniche e creative, ma anche sulle dinamiche psicologiche di tipo individuale e di gruppo. Ogni che i giovani possiedono - la capacit di "problem solving" che lattuale mercato del lavoro richiede. E Paolo Ragusa, componente CDA Sol.Co Catania, ha sottolineato il ruolo della cooperativa sociale che rappresenta lincubatore in cui fare nascere le idee imprenditoriali e il luogo in cui svilupparle e metterle in pratica. Alla conferenza, tra gli altri, hanno partecipato lassessore provinciale alle Politiche sociali Pippo Pagano, il vice - presidente META Group Anna Amati, le delegazioni delle Province partecipanti ed i giovani corsisti, fra i quali la vincitrice siciliana, Eliana Tamburello, che ha espresso grande soddisfazione per liniziativa. In progetto stato finanziato, nellambito dellavviso "Azioni ProvincEgiovani Anno 2010" promosso dal Ministero della Giovent in collaborazione con lUnione Province dItalia.

LINCONTRO CONCLUSIVO ALLA PROVINCIA: AL CENTRO CREPET E CASTIGLIONE

SIT-IN SOTTO IL COMUNE

compagine, formata da 4 ragazzi provenienti dalle Province partecipanti, ha dato modo di scambiare le esperienze individuali dei giovani provenienti da luoghi diversi. Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, presente a

Catania per la giornata conclusiva, ha ribadito che, per costruirsi un lavoro, bisogna sviluppare idee originali, intravedendo nuovi orizzonti. Inoltre necessario concepire soluzioni insolite, riuscendo anche esprimere - con laggressivit e lenergia

Oggi i Forconi in piazza Duomo


Oggi alle 9 in via etnea ingresso villa Bellini il Gar, Gruppo azione risveglio aderir alla manifestazione di protesta organizzata dallassociazione pescatori marittimi professionali e dai Forconi che poi manifesteranno in piazza Duomo. Il Gar parteciper alla manifestazione dei pescatori e dei Forconi, del Comitato Forza DUrto oltre al Comitato per lAcqua Pubblica, al movimento studentesco e a molti liberi cittadini che hanno aderito al gruppo organizzativo. Riteniamo giusto camminare a fianco di chi vuole esprimere un disagio senza farci condizionare da chi ha additato alcuni dei gruppi presenti alla manifestazione come i soliti comunisti o i soliti fascisti. Un simile atteggiamento - spiegano gli aderenti al Gar - induce a non comprendere fino in fondo le dinamiche della mobilitazione e aumenta solo la frammentazione e gli stereotipi.

Cisl: riprogrammare i fondi Ue per dare occupazione ai giovani


Il segretario generale della Cisl Catania Alfio Giulio interviene in merito alla drammatica situazione lavorativa descritta dai pi recenti dati Istat che, per quanto riguarda la disoccupazione dei giovani nella fascia di et che va da 15 ai 24 anni, pongono lItalia dietro la Spagna. Peggio. I dati relativi a Catania dicono che il 50% dei giovani disoccupato, che ben il 70% si dice disilluso e senza speranza, e che ad essere penalizzate sono maggiormente le donne. Una situazione drammatica che fa dire al segretario della Cisl che occorre riprogrammare i fondi regionali e fare larghe intese in modo da concentrare le risorse, e migliorare la capacit di spesa, finalizzandole allobiettivo di contrastare la disoccupazione giovanile. Ogni aggiornamento della situazione che ci d lIstat - sostiene Giulio non fa che confermare la sofferenza soprattutto del Mezzogiorno, dove c laggravante di un rischio di impoverimento che riguarda fasce di cittadini e famiglie sempre pi ampie. E aggiunge: I dati allarmano maggiormente soprattutto alla luce delle recenti critiche alla capacit di spesa dei fondi europei mosse dai commissari alla Regione Siciliana. Ecco perch la Cisl invoca larghe intese politiche perch si destinino tutte le risorse ancora libere su tre obiettivi: incentivare e attrarre investimenti di impresa, agevolare lassunzione di giovani nelle imprese attraverso un ingente finanziamento per lapprendistato e i contratti di inserimento, investire nelle infrastrutture. Tale proposta lunica strategia di spesa possibile per avere benefici di crescita sulleconomia e sul futuro della Sicilia. Ci rendiamo conto che coraggiosa, ma anche molto concreta, la concretezza che chiediamo alla classe politica siciliana. Tutto ci contribuirebbe ad attirare investimenti economici veramente produttivi, in grado di produrre ricchezza, reddito e occupazione aggiuntive soprattutto per i giovani.

CONFAGRICOLTURA CATANIA

Stato dagitazione contro caro carburanti, concimi e sementi e contro laccordo siglato dalla Ue col Marocco
Una perdita di competitivit sempre pi evidente e marcata: questa la vera urgenza delle imprese agricole della Provincia etnea, testimoniata in maniera quasi drammatica dallanalisi dei dati consuntivi del 2011 da parte di Giovanni Selvaggi, neo Presidente di Confagricoltura Catania. Anche i comparti che nel corso dellanno appena concluso hanno visto salire le quotazioni dei loro prodotti mostrano ragioni di scambio in continua contrazione, per effetto dei costi di produzione ormai fuori controllo e di costi amministrativi che nonostante le dichiarazioni della pubblica amministrazione - rimangono eccessivamente elevati, anche a causa di una semplificazione burocratica sostanzialmente mai avviata e comunque in maniera ancora non soddisfacente. Caro carburante, caro concimi e caro sementi sono accompagnati da una stretta creditizia senza precedenti, con un sistema bancario che continua a non mutare il proprio atteggiamento di sfiducia verso le imprese. Il regime di aiuto de minimis con una soglia pro azienda che non copre neanche lacquisto di una motoape ( esempio dovuto visto il comparto ) . con settemilacinquecento euro di massimale disponibile , A questa situazione gi difficile da sostenere, vanno poi ad aggiungersi, in proiezione futura, le preoccupazioni per la nuova PAC, le cui proposte normative sono fortemente penalizzanti per lagricoltura italiana , e per lintroduzione dellImu sui fabbricati rurali, che comporter, se non radicalmente modificata, un ulteriore pesante aggravio della tassazione a carico delle aziende agricole. Questo nuovo regime fiscale, nel caso delle realt pi fragili, porter inesorabilmente alla cessazione dellattivit, accentuando un fenomeno gi chiaramente conclamato dai dati dellultimo censimento. Per tutti questi motivi, il Consiglio direttivo di Confagricoltura Catania ha deciso lo stato di mobilitazione, che andr anche a concretizzarsi in una prossima Assemblea di tutti i soci della stessa Organizzazione, la cui data verr fissata a giorni dal consiglio di Confagricoltura. Non una semplice iniziativa di protesta finalizzata ad una difesa corporativa, ma un momento di analisi e di proposizione per garantire un futuro allagricoltura Etnea. E come se non bastasse - spiegano da Confagricoltura - a tutto ci si aggiunto proprio in queste ore latto scellerato del Parlamento europeo che ha approvato, in via definitiva, laccordo tra Ue e Marocco, che entrer in vigore prima dellestate 2012, che liberalizza, in parte, il commercio di prodotti agricoli e di pesca. Laccordo commerciale votato dal parlamento Europeo, rappresenta una tappa verso un accordo di libero scambio, stabilendo laumento delle quote di scambio per una serie di prodotti agricoli (agrumi, ortaggi, ecc.) che potranno essere importati a tariffe doganali basse o pari a zero. Una vera e propria vergogna tutta europea; una vergogna" per lincapacit della deputazione nazionale italiana a sostenere unita e compatta le ragioni dellagricoltura mediterranea, una vergogna del governo nazionale che si mostra forte con i pi deboli e debole con i poteri forti. Ed ancora - conclude Il presidente Selvaggi - una vergogna del governo Regionale assolutamente incapace di salvaguardare il comparto agricolo, una delle risorse economiche isolane in grado di garantire sviluppo e occupazione. Proprio per questi motivi Confagricoltura Catania, interpretando il malessere dellintero comparto e della categoria degli imprenditori, sar in prima linea a cominciare dalla manifestazione di protesta prevista il 1 marzo a Palermo indetta con tutte le organizzazioni datoriali e sindacali. In piena crisi economica lagricoltura italiana e quella meridionale in particolare non pu e non deve essere svenduta dallEuropa con lo scopo di incentivare il processo di democratizzazione dei paesi nord-africani. La stessa Europa dovrebbe garantire, con appositi interventi compensativi, un giusto equilibrio tra i costi sostenuti dalle nostre imprese e quelle di questi paesi, oltre allintroduzione di procedure produttive che rispondano alle regole comunitarie ed a cui sono sottoposte le aziende agricole italiane.

Le banche paralizzano le imprese


Antiracket Confcommercio. Il blocco del credito inquina il sistema economico e favorisce lusura
Nellultimo anno in Italia a causa della grave crisi economica hanno cessato lattivit migliaia di aziende, rendendo disoccupati un numero preoccupante di italiani. Come conseguenza di questa situazione, si sono registrati oltre 40 suicidi di imprenditori soffocati dai debiti. Il tragico dato sottolineato da Claudio Risicato, coordinatore delle Associazioni antiracket del Sistema Confcommercio Catania. Anche in Sicilia aggiunge negli ultimi mesi tre imprenditori hanno scelto il suicidio per non cadere nelle mani degli usurai. E tutto perch il sistema bancario non viene incontro alle difficolt dei piccoli imprenditori, Abbiamo profondo rispetto per queste morti e ci chiediamo quante ancora potranno essere in futuro. Le piccole imprese siciliane che costituiscono lossatura economica della nostra isola hanno avuto un inizio danno particolarmente difficile, oltre

IL MICROCREDITO PER LE FAMIGLIE SICILIANE


Luned 20, alle 10, nella sede di rappresentanza della Regione Siciliana, in via Beato Bernardo 2, si terra un incontro pubblico dal tema: "Il microcredito per le famiglie siciliane. Modalit di attuazione". In Sicilia al microcredito per le famiglie possibile accedere grazie associazioni e gli enti convenzionati con la Regione, attraverso gli sportelli di Unicredit e delle Banche di Credito cooperativo. Interverranno: Gaetano Armao, assessore regionale per lEconomia; Giuseppe Mormino, responsabile area commerciale Unicredit di Catania; Ugo Barresi, responsabile Soft Loans Sicilia di Unicredit; Vincenzo Messina, responsabile crediti speciali federazione siciliana Banche di Credito Cooperativo; Dino Barbarossa, presidente consorzio "Solco". Concluder i lavori il presidente della Regione Raffaele Lombardo.

alla crisi economica, il blocco dei trasporti conseguente allo sciopero dei forconi e il mal tempo, stanno affrontando lo scontro con il sistema bancario che non solo non eroga pi credito, ma costringe al rientro in tempi brevi centinaia di imprese esposte con i mutui.

Le banche italiane prosegue Claudio Risicato hanno ricevuto dalla Bce miliardi di euro al tasso dell1%. Tale credito agevolato aveva lo scopo di ridare fiato alleconomia con lassistenza alle imprese. Nei fatti, per, tali capitali vengono investiti in speculazioni finanziarie

accrescendo soltanto i profitti dei banchieri. Nel frattempo, complice il sistema bancario, lusura cresce a dismisura controllata dalla criminalit organizzata che approfittando della situazione soffoca centinaia di piccoli imprenditori, rilevando in tanti casi anche le loro aziende e inquinando, in tal modo, il sistema economico. La situazione arrivata al punto di non ritorno - conclude il Coordinatore delle Associazioni Antiracket della Confcommercio - ed pertanto opportuno che le associazioni di categoria, le forze sindacali ed i parlamentari siciliani prendano posizione. Per nostro conto ci appelliamo alle competenti autorit di governo, nazionali e regionali, per un intervento urgente sul sistema bancario affinch lo stesso possa riprendere la sua funzione sociale di erogazione del credito e non di sostegno pi o meno consapevole alla criminalit organizzata usuraia.

Confindustria - Polstrada accordo sullautotrasporto


Prevenzione e controllo sulle strade per proteggere gli autotrasportatori dalla criminalit, ma anche dallabusivismo e dalla concorrenza sleale di chi non rispetta le regole. Lo ha chiesto il presidente di Confindustria Catania, Domenico Bonaccorsi di Reburdone, nel corso di un incontro svoltosi nella sede dellassociazione con il nuovo dirigente del compartimento di Polizia stradale per la Sicilia orientale, Andrea Spinello. Il presidente degli industriali, in particolare, manifestando lallarme delle imprese dellautotrasporto, ha sottolineato la necessit di concentrare lazione delle forze di polizia su due fronti: la sicurezza degli autotrasportatori, sempre pi soggetti sulle nostre strade al rischio di sequestro dei mezzi da parte della criminalit organizzata e non, e la lotta serrata a chi nel settore dellautotrasporto, operando abusivamente, danneggia le imprese sane. Da parte sua, il comandante Spinello, riconoscendo la necessit di una incisiva azione di prevenzione e controllo sul territorio provinciale, ha assicurato ampia disponibilit ad una collaborazione reciproca con gli industriali, volta anche sensibilizzare cittadini e imprese sui temi della sicurezza e della legalit.

TUTELA DELLA MATERNIT

Assemblea Cisl sul Dl. 119


La tutela della maternit e della paternit una conquista da difendere nei contratti e sui posti di lavoro. stato questo il tema dellincontro di formazione per dirigenti sindacali, organizzato dal Coordinamento donne e dal Dipartimento formazione della Cisl di Catania, che si tenuto ieri sera nella sede del sindacato. Donne provenienti da tutti i settori lavorativi, pubblici e privati, hanno analizzato il decreto legislativo n. 151 del 26 marzo 2001, modificato dal pi recente n. 119 del 18 luglio 2011. Il decreto disciplina i congedi, i riposi, i permessi e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori connessi alla maternit e alla paternit di figli naturali, adottivi e in affidamento, nonch il relativo sostegno economico. Si tratta di una vera conquista da difendere e fare applicare ha commentato Alfio Giulio, segretario generale della Cisl etnea introducendo i lavori soprattutto in sede di contrattazione di secondo livello, azienda per azienda. un elemento di attenzione al valore delle lavoratrici e dei lavoratori come persone, come elemento indispensabile e fondamentale per lesistenza stessa di unorganizzazione sindacale come la Cisl che ha sempre puntato su tali obiettivi. Per Rosaria Rotolo, segretaria territoriale e delegata alle Pari opportunit attraverso i Coordinamenti Donne, la Cisl promuove politiche di pari opportunit, a tutti i livelli, per avere tutele non solo sul posto di lavoro, ma anche in famiglia, per conciliare i tempi tra lavoro e impegni famigliari e sconfiggere le politiche di discriminazione in tali ambiti. Le dirigenti sindacali sono state impegnate nel valutare con una ricerca i recepimenti della normativa sulla tutela della maternit e paternit allinterno dei contratti di lavoro nazionali e di 2 livello. Il prossimo appuntamento sar per il 29 febbraio.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

50.

CATANIA
Il fenomeno. Ci si stringe in pochi vani per

Appartamenti come risorse

realizzare un guadagno aggiuntivo che serve per ammortizzare le spese in aumento, per mantenere lo stesso immobile o aiutare i familiari in difficolt

STORACE (DESTRA)

INIZIATIVA PD

Affittacamere, ma di casa mia lultimo espediente contro la crisi


Trend in crescita: da 200 a 300 euro per una stanza in famiglia
ROSSELLA JANNELLO

LEuropa non difende pi lItalia

Le proposte per giovani e lavoro


Affrontare i nodi della precariet e dellinstabilit nel mondo del lavoro con cui giovani e donne sono costretti a fare i conti. Ascoltare le esperienze delle categorie e rilanciare le proposte del Partito Democratico, anche in vista della imminente riforma del mercato del lavoro, e farlo da una citt del Sud come Catania che forse pi di altre sta vivendo gli effetti pesanti della "grande crisi". Saranno questi i temi affrontati questa mattina a partire dalle 10 al Palazzo Platamone (via Vittorio Emanuele 121) in occasione dellincontro dal titolo "Sud - Unimpresa grande. Giovani Donne Mezzogiorno. Uscire dalla precariet". Allincontro parteciper Stefano Fassina, giovane economista e responsabile nazionale Economia e Lavoro del Pd che, assieme al parlamentare catanese Giuseppe Berretta, membro della Com- STEFANO FASSINA missione Lavoro della Camera, affronter il tema dello sviluppo a partire dal Mezzogiorno e dalla Sicilia, dai suoi giovani e dalle donne. Oltre a Berretta e Fas- GIUSEPPE BERRETTA sina, parteciperanno allincontro Tania Spitaleri (responsabile provinciale Pd per il Lavoro), Niccol Notarbartolo (esperto in Economia del territorio), Luca Spataro (segretario provinciale Pd Catania), Giuseppe Glorioso, il sindaco di Biancavilla recentemente vittima di pesanti minacce, Giancarlo Spinella (presidente Cna-Fita Sicilia, categoria degli autotrasportatori), Salvo La Rosa (direttore istituto di credito), Orazio Micalizzi del Consorzio Connecting People, Andrea Valenziani (imprenditore agricolo) e il segretario provinciale della Cgil Catania Angelo Villari in rappresentanza dei sindacati.

IL CONTRATTO
Ma come regolarsi con chi prende in affitto una stanza della nostra abitazione? C un contratto speciale su misura per questa fattispecie? Si pu affittare una stanza della propria abitazione con un normale contratto di locazione. Il contratto di affittacamere, infatti, equiparabile a una vera e propria attivit alberghiera, con la relativa erogazione di servizi e tutto ci che ne discende. Invece, quando il proprietario vuole concedere in locazione una o pi stanze a diversi soggetti, con uso in comune di bagno e cucina e di altro vano della casa, senza prestazione di alcun servizio, deve sottoscrivere con i locatari un regolare e normale contratto di locazione ad uso abitazione.

Una stanza in affitto contro il caro-vita. Come accadeva nel secondo dopoguerra con la stanza in famiglia, prima che esplodesse la febbre del mattone. E lultima strategia messa in campo per combattere la crisi da parte dei proprietari di un immobile. Piuttosto che tenere chiusi stanze e saloni, per pagare lIci e la ristrutturazione del palazzo, o semplicemente per arrotondare stipendi e pensioni, si decide di dedicare - ristrutturando, stringendo e "inventando" - uno spazio della casa allaffitto. Non necessariamente a studenti, che hanno i loro giri, i loro mercati e i loro canoni concordati. La stanza in affitto - alternativa pi economica per permanenze di brevemedio periodo per chi pu contare su un reddito intorno ai mille euro rispetto anche a un B&B - piace a molti che sono di passaggio in citt o devono programmare - per lavoro, per salute o altro - un periodo catanese. Cos visto che domanda e offerta si incontrano al crocevia della recessione, il fenomeno in forte espansione. Secondo una ricerca realizzata da EasyStanza.it, intervistando 1200 persone che hanno fatto questa scelta anche a Catania, circa il 70% ha dichiarato che senza questa entrata economica non potrebbero fare fronte alle spese: il 23% utilizza questo guadagno per pagare il mutuo, il 12,6% per sostenere le spese di manutenzione e riparazione dellabitazione e per il 34,8% degli intervistati addirittura unentrata fondamentale che aiuta in generale a pagare le spese. Per il 14% invece un modo per avere unentrata in pi e solo per l1,1% per mettere da parte un po di risparmi. E il 77,1% degli intervistati ha risposto che - se potesse - metterebbe anche altre stanze in affitto perch un guadagno extra di grande aiuto per affrontare le spese quotidiane. Altrettanto significativa la risposta alla domanda: "Se non avessi una stanza da mettere in affitto come affronteresti

la crisi"? Il 39,4% del campione infatti si troverebbe costretto a cambiare la casa in cui vive attualmente per cercarne una pi economica e addirittura il 48% degli intervistati non saprebbe come far fronte alla crisi. Insomma, affittare una stanza - prezzo medio fra 200 e 300 euro, secondo la zona, il tipo di stanza e la presenza di bagno indipendente - diventato un altro espediente per sopravvivere ai temi della crisi. Un fenomeno che spesso non passa neanche dalle agenzie immobiliari, ma circola in rete - nei siti specializzati e non - e funziona attraverso il passaparola o il cartello discreto in portineria. E vero - conferma il segretario del Sicet, il sindacato inquilini della Cisl Carlo DAlessandro - da un anno e mezzo, ma con una accelerata nellultimo periodo, riceviamo tante richieste di informazioni sulla possibilit di affittare solo parte dellabitazione. In qualche caso - aggiunge - laffitto non serve per guadagni ag-

giuntivi, ma per campare pi tranquilli o per mantenere lo stesso immobile, specie se ci sono spese straordinarie. E mi ha colpito la storia di un padre, il cui figlio, gi laureato, non riusciva a trovare un lavoro. Lui gli ha comprato una casa e ne ha dato in affitto tutte le stanze tranne una. "E sono questi 600 euro - mi ha detto - i soldi con i quali mio figlio riesce a sopravvivere". E, a dimostrazione che il trend sia quello di un uso non convenzionale di un bene cos importante come labitazione, c anche un altro fenomeno di ritorno, come nel secondo dopoguerra? Anche se mancano dati ufficiali sarebbe in crescita, fra gli anziani, specie se senza eredi diretti e con pensioni pi basse, la vendita della nuda propriet dellalloggio in cui si abita, ossia la vendita della casa a prezzi bassi continuando ad abitarla per il resto della vita. Lo sconto, per il compratore, mediamente del 30%. Aspettando di potere godere del bene per intero.

O LA STORIA: PERCH HO FATTO QUESTA SCELTA

Quello che prendo, lo mando ai miei figli


Lei uno di quel 70% di intervistati che, in un sondaggio, ha dichiarato che affittare una stanza unentrata economica fondaStudiano mentale per leconomia familiare. Anche se, nel caso di Giovanfuori e na, i soldi che si ricacostano vano dallaffitto sono tanto: cos mi subito riversati, per uno scopo analogo, da venuta unaltra parte dItalia. lidea di usare La signora Giovanna una le loro stanze ha 58 anni, ha che laurea in lettere non ha mai usato per scopi lavorativi e un marito impiegato. Nel tempo la famiglia - o, ad acquistare una casa: cinque vani nella parte alta di viale Mario Rapisardi che il vanto della famiglia. Ma quello che andava bene fino a qualche anno fa - spiega Giovanna non pu funzionare adesso. I figli un maschio di 28 anni e una femmina di 24 - dopo la maturit, hanno scelto mte lontane. "Carlo" studia Ingegneria a Milano e "Giulia" ha scelto il Dams a Bologna. Con costi che non sono difficili da immaginare. Cos, oltre al mutuo e alle mille spese di casa, sempre pi alte da qualche anno, ci siamo ritrovati a dover tirare fuori altre somme per far vivere i figli fuori, anche se sono bravi ragazzi e si accontentano dellessenziale. Entrambi i figli della signora, non rientrando nelle residenze universitarie, vivono in stanze in affitto (lui con altri studenti, lei ospite di una famiglia) e proprio questo - racconta Giovanna - le ha dato lidea di mettere in affitto due stanze della propria abitazione. Mio marito era contrario - spiega - ma ho insistito: ci siamo ristretti un po, vero, abbiamo meno libert, ma il reddito mensile che riceviamo da questo investimento lo giriamo integralmente ai nostri ragazzi, anche se non serve a coprire tutte le spese. E poi, lo confesso - conclude - da quando ho queste due ragazze per casa mi sento anche meno sola.
R. J.

Si tenuta a Catania lassemblea dei quadri dirigenti siciliani de La Destra, presieduta dal segretario regionale Gino Ioppolo, alla presenza, con Nello Musumeci, del segretario nazionale, Francesco Storace, e del capo dellorganizzazione, Roberto Buonasorte. LEuropa non difende pi gli Stati membri e lItalia ne sta pagando le conseguenze, ha detto Storace che ha evidenziato come. non c solo il problema rappresentato dallinvasione dei prodotti agricoli. Se infatti andr in porto questo contratto che viene siglato sulla politica di bilancio da Monti, che prevede che per i prossimi 20 anni ci detteranno le finanziarie da 40 mld di euro lanno, rischiamo davvero di fare la fine della Grecia. Credo che un governo serio - ha concluso Storace - dovrebbe dire allEuropa: Sappiate che non sottoporremo la firma alla ratifica di un parlamento di nominati e anime morte ma al volere del popolo italiano. Sono loro a decidere se e come dobbiamo stare in Europa. Sullinvasione dei prodotti agricoli intervenuto anche Nello Musumeci che ha ricordato come la battaglia condotta durante il mio mandato di parlamentare europeo ci ha visti soli a protestare contro una iniziativa che ha ridotto in ginocchio leconomia isolana. Si sappia che quellaccordo iniziale stato voluto da un governo di centrosinistra e lo ha firmato Susanna Agnelli. Il segretario regionale Gino Ioppolo ha riferito sullo stato della mobilitazione nellIsola in vista della manifestazione del 3 marzo: Dalla Sicilia partiranno molti pullman. Contro le politiche anti-sociali del governo Monti dal Sud non potr che arrivare un segnale forte. Sono intervenuti anche i segretari provinciali isolani, gli amministratori locali e i dirigenti del territorio.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

GIORNO & NOTTE


STASERA E DOMANI LA RASSEGNA DANZA DI SCENARIO PUBBLICO

CATANIA .51

Le Animalie di Mirabassi, Riondino e Rossi


Questa sera alle 20,45 e domani alle 19, la rassegna danza di Scenario Pubblico proposta questanno nel cartellone Te.St Teatro Stabile di Catania, prosegue con Sosta Palmizi e lo spettacolo Animalie. Uno spettacolo che porta in scena tre grandi artisti, il musicista Gabriele Mirabassi, lattore David Riondinoe il coreografo Giorgio Rossi, per la regia di Giorgio Gallione (disegno luci Marco Oliani, con il sostegno di Teatro Archivolto e Teatro Pietro Aretino). Lo spettacolo nasce dal ricordo di Giorgio Rossi di una serata in cui Andrea Pazienza disegnava ci che David Riondino recitava e contemporaneamente Riondino descriveva i disegni di Andrea. Uno scambio tra le arti che evocano e traducono nei rispettivi linguaggi suoni sensazioni colori emozioni impressioni immagini. Con lo stesso desiderio duno scambio fertile fra le arti, Giorgio Gallione dirige tre grandi maestri David Riondino, Gabriele Mirabassi e Giorgio Rossi in uno spettacolo di danza teatro e musica che trasforma la scena in un reame surreale di personaggi imprevidibili a volte dolci e divertenti a volte inquietanti. Una letteratura lunare, quella di Borges, che racconta agli occhi paesaggi lontani, ascetici e dai colori diafani, creature misteriose che si riempiono di luce e sanno riconoscere le anime pure, ma allo stesso tempo una letteratura solare, quella tratta da I fantastici animali di Stranalandia in cui atmosfere cristalline e leggere sono il luogo dincontro di due strambi scienziati che studiano e descrivono gli abitanti dellisola ed infine una lettura infantile pi ingenua, quella tratta dallopera Animalie, da cui deriva il titolo dello spettacolo, di Toti Scialoja.

sipario
LE NUOVE MASCHERE

Oggi e domani Pensaci Giacomino al teatro di Belpasso


Oggi, alle 21, tornano in scena, al Teatro Comunale di Belpasso, le Nuove Maschere. Il teatro di Salvo ed Eduardo Saitta proporr Pensaci, Giacomino di Luigi Pirandello a un mese dalla A Malamaritata, opera che ha inaugurato lo scorso 6 gennaio il cartellone nel comune etneo. In scena Salvo ed Eduardo Saitta (che curer anche la regia), padre e figlio nelle veste del professore Toti e il direttore, Giacomo Famoso (il bidello Cinquemani), Tina Silicato (la moglie di Cinquemani), Mara Di Maura (Lillina, che la figlia di Cinquemani), Salvo Drago (Giacomino Delisi), Rosario Valenti (padre Landolina), Luisa Ippodrino (cameriera di casa Delisi), Francesca Tornello (Rosaria Delisi, sorella di Giacomino). La replica in programma domani, alle 18. La stagione delle Nuove Maschere proseguir al Piscator con "Senza quarteri" di Orazio Rapisarda (dal 16 al 18 marzo).

TEATROIMPULSO

Facciamoci una storia... tutta improvvisata

oggi dove
Teatro Verga. Alle 20,45 Le allegre comari di Windsor con Leo Gullotta. Teatro Musco. Alle 20,45 Il teatrino delle meraviglie, da Cervantes, testo e regia di Roberto Lagan Manoli, con Mimmo Mignemi e Fulvio DAngelo. Teatro Sangiorgi. Alle 21 En Travest con le Sorelle Marinetti. Sala Harpago. Alle 21.15, Tutta colpa di Gino, di e con Carlo Pistarino. Teatro Brancati.Alle17,30 e alle 21 Sugo Finto di Gianni Clementi, con Alessandra Costanzo e Paola Tiziana Cruciani. Teatro Abc. Alle 18 e alle 21, Lui Lei lAltro di Rino Longo a cura della compagnia Rosina Anselmi diretta da Pippo Barone. Regia Massimo Ferrara. Teatro Fellini. Alle 18 e alle 21, Oh... chi Cannaluvari! Ma cu mu fici fari, commedia in tre atti con e per la regia di Saretto Angirello. Teatro Grotta Smeralda. Alle 21, Dormi cara, dormi... tre atti di Giacomo Pappalardo; presenta la compagnia Teatro di Catania. Sala Magma. Alle 20,30, lassociazione culturale Terre forti di Librino. replica la commedia Miles, commedia ciarlatana Sipario Blu. Alle 17,30 e alle 21 la Compagnia della Fenice, diretta da Irene Di Mauro presenta Amuri non vanta ricchizzi commedia in tre atti scritta e diretta dalla stessa Di Mauro.
Segnalazioni al fax 095253495. (Non pubblicheremo segnalazioni che non riportino date e orari dapertura al pubblico).

GOLD ELEPHANT WORLD. Ieri presentazione ufficiale alla Provincia

Al Festival del cinema e del musical per scoprire i nuovi giovani talenti
La prima edizione del "Gold Elephant World", Festival Internazionale del Cinema e del Musical, stata presentata, ieri mattina al Centro direzionale Nuovaluce, alla presenza dellassessore provinciale alla Cultura, Ruggero Razza che ha portato i saluti del presidente Giuseppe Castiglione e ha, cos, commentato levento: Il Gold Elephant World una importante iniziativa, culturale e sociale, che siamo certi raccoglier consenso e attenzioni nel panorama nazionale. Colpisce particolarmente, in positivo, lobiettivo di offrire un palcoscenico ai giovani talenti. Mai come in questo momento ogni iniziativa che punta al coinvolgimento dei giovani nelle arti, merita sostegno e attenzione. Levento che si terr a Palazzo Manganelli fino al 21 febbraio- patrocinato dalla Provincia regionale di Catania, dalla Camera di Commercio e dalla Catania Film Commission- promosso dal direttore generale Cateno Piazza, dal direttore artistico John Real (regista e produttore cinematografico) e dallattrice Fioretta Mari. Il progetto- ha spiegato Cateno Piazza in conferenza stampa - si pone lobiettivo di scoprire nuovi talenti che sappiano creare lalchimia giusta tra tecnica, creativit e sentimento, sperimentando linguaggi audiovisivi e realt dautore. Levento sar, principalmente, una vetrina dincontro per artisti che si sono contraddistinti nel patrimonio filmico nazionale e rappresenter un luogo di riferimento per le produzioni e distribuzioni. Oltre al direttore generale Cateno Piazza, hanno preso parte alla conferenza stampa le attrici e presidenti di giuria, Fioretta Mari ed Elizabeth Missland, gli attori Salvatore Lazzaro, Gianfranco Terrin, Jhon Real, e il coordinatore generale Marcello Burgaretta. Tra gli ospiti di questa edizione: Shlomo Blanga (Distributore Cinematografico Eagles Pictures), Franco Simone (artista cantautore), lattore Jerry Cal, Marco Werba (musicista compositore del film Giallo), Giovanni Aloisio (scrittore,sceneggiatore), la regista Elena Bonelli, il cantante Luca Napolitano, Rossella Izzo (doppiatrice e produttrice), la cantante Cosetta Gigli e la coreografa Chiara Valli.

Ritorna in scena al teatro Tezzano la compagnia Teatroimpulso (stasera alle 21 e domani alle 19) con Facciamoci una storia, uno degli spettacoli probabilmente pi attesi della compagnia catanese basato sulllimprovvisazione teatrale. Non esiste un copione ma semplicemente una struttura guida che da vita ogni sera ad uno spettacolo diverso. Questa performance, basata sulla spontaneit, richiede una notevole preparazione tecnica da parte degli attori e coinvolge il pubblico che fornisce lincipit o il tema dispirazione rendendo la rappresentazione interattiva e parte di un processo di creazione unico e irripetibile. Nel gruppo, capeggiato come sempre da Mario Guarneri, i bravi improvvisatori Roberta Spart, Gianluca Peluso, Gabriella Trovato, Simone Benigno, Robin Andriolo, Nicoletta Seminara e Rosario Santangelo. Saranno loro a dare sostegno anche la figura dello sceneggiatore Sergio Barone e dellassistente Alessandra Grasso che, assieme al pubblico, cercheranno di creare una storia ogni sera diversa (questo tipo di messa in scena nel linguaggio teatrale viene definita long-form, molto pi complicata delle scenette singole della classica improvvisazione teatrale).

TEATRO DEL TRE

Comunichescion, cabaret e risate con Lembo e Balsamo


Stasera alle 21 e domani alle 18, in scena lultimo degli spettacoli cabarettistici prodotti dal di Catania che vede in scena il duo Gaetano Lembo - Giuseppe Balsamo, il primo romano e siciliano il secondo, che si ritrovano insieme in scena dopo il fortunato Saghe e seghe... con il senno e con la mano, testo mai rappresentato prima e che porta le firme di due insoliti e privatissimi Capuana e De Roberto. Lo show ha come soggetto la nascita di una nuova e sgangherata emittente televisiva e pi precisamente unintera giornata del suo palinsesto. Inserendosi nella pi classica tradizione comica italiana lo spettacolo procede alternando sketch dal vivo a inserti video pubblicitari. Negli inserti video si possono apprezzare Melania Puglisi e Adele Ferlito oltre agli allievi dellAccademia di recitazione del Teatro del Tre (Martina Minissale, Lucy Russo, Ramona Vicchitto, Roberta Rivolo, Alessandro Copppola, Riccardo Vinciguerra, Riccardo Tulumello e Simone Lo Cascio)

TANGO, GRAN GAL A PALAZZO MANGANELLI Questa sera, alle 21,30, a Palazzo Manganelli, Gran Gal di tango con Walter Cardozo e Margarita Klurfan (nella foto), due superbi artisti che sanno coniugare lenergia e la dinamica delle nuove strutture, con leleganza e lessenza del "Tango saln" classico

OGGI E DOMANI AL TEATRO LISTRIONE

AL MA

Ppi MalaSanit, amara ironia


Prosegue al teatro LIstrione la rassegna teatrale Gli Unici. Questa sera alle 21 e domenica pomeriggio alle 18, andr, infatti, in scena Ppi MalaSanit di Mauro Longo. Spettacolo allegro ma capace di far riflettere, in bilico tra il torto e la ragione, il vero e il falso, il concreto e lastratto, il reale e lassurdo, la vita e la morte, dove a nascondersi dietro un sottile umorismo e una leggera ironia sono proprio le amare tristezze della vita. Spettacolo in cui si parla di sanit non sempre efficiente, dei rapporti umani, della vita e della societ che ci circonda con grande attualit. Sul palco Valerio Santi - che ne cura anche la messa in scena Concetto Venti e Gianni Rossi.

Stasera in concerto gli Swing Daddies


Lo swing dautore, tornato di moda dopo lepoca doro degli anni Quaranta e Cinquanta, lelemento fondamentale degli Swing Daddies, band palermitana nata per ispirazione di Fabrizio Velasquez, voce e chitarra, che sar affiancato da Stefano Velasquez (voce e batteria) e Vincent Salerno (voce e sax tenore), Freddy Gueci (voce e contrabbasso), Charlie Sacco (sax tenore), Sammy Dav (tromba). Gli Swing Daddies suoneranno questa sera al Ma - Musica Arte di via Vela 6 a Catania. Ingresso free entro le 23. La band, segue la tradizione dello swing e del jive italo/americano degli Anni 4050 e la forza dello spettacolo la presenza scenica coinvolgente accompagnata dalla variopinta performance. Il repertorio spazia da Fred Buscaglione a Celentano, passando per i pi grandi successi degli Anni 50 ed il Dynamite Swing degli Anni 90 interpretando brani di Frank Sinatra, Louis Prima, Brian Setzer ed un pizzico di Michael Bubl.

LUNED AL TEATRO DON BOSCO

LItalia canta da nord a sud


Dopo il concerto per i 150 anni dellUnit dItalia, il maestro Salvo Troina (nella foto) mette in scena Italia canta, passeggiata canora in tutte le regioni dItalia. Come dire dopo la storia, la geografia. Il concerto si terr luned prossimo, 20 febbraio, alle 20, al teatro Don Bosco di Catania su iniziativa dellassociazione Il Convivium, che si occupa di cultura e solidariet, fondata e diretta da Salvatore Virz. Protagonisti lattore e cantante Toti Sapienza, i soprani Angela Curiale e Santina Cal, i cantanti Luigi Licari e Angela Mammino, i comici Enrico Brancato e Antonio Costantino, i ballerini Carmen e Tony. Al pianoforte il maestro Salvo Troina. In poco pi di due ore sar raccontata lItalia attraverso canzoni che ne hanno fatto la storia. Unidea sposata con entusiasmo da cantanti e ballerini che hanno collaborato per confezionare un prodotto di grande qualit. Un viaggio canoro, dicevamo, attraverso brani come Mille lire al mese, Il mio canto libero, O surdato nnammurato, Il cielo in una stanza, La notte delladdio, Mamma mia dammi cento lire, Parlami damore Mari, O sole mio, Litaliano, Va pensiero, Mamma Addio mio bella addio.
C. D. M.

LA SICILIA

L' utilizzazione o la riproduzione - con qualunque mezzo e a qualsivoglia titolo - degli articoli e di quant'altro pubblicato in questo giornale sono assolutamente riservate, e quindi vietate se non espressamente autorizzate dall'editore. Per qualunque controversia il Foro competente quello di Catania

Redazione: piazza del Popolo,1 tel. 0932 682136 ragusa@lasicilia.it

e provincia
SPORT. Vandali devastano

sabato 18 febbraio 2012

MODICA. Giovane padovana

SPECIALE VOLLEY. Modica

trovata morta: overdose


40
La ragazza di 32 anni abitava a Frigintini con il proprio compagno. E stato questultimo a ritrovarla senza vita

gli spogliatoi del Vittoria


46
Divelte le porte dei magazzini. Rubate divise e attrezzature tecniche. Danni per diecimila euro

la favola di Incatasciato
48
Infortunatosi un anno e mezzo fa, lopposto del club di Serie C si ristabilito in tempo per i play off

IL CASO. Nessun dato e risposte vaghe POZZALLO.

Litiga con linviato tv che chiama i Cc e fa accertare la truffa

Ragusa: che succede se anche la Chiesa adesso paga lImu?

SCENARI

LA SPADA NELLA BOCCIA


MICHELE NANIA

Nessun dato certo sugli immobili di propriet della Chiesa soggetti al pagamento deciso dal governo Monti. Impossibile dunque conoscere i numeri di Ragusa. La Diocesi fa sapere che solo le parrocchie sanno cosa gestiscono. Dal Comune, invece, arriva lindicazione secondo cui, per avere una mappatura chiara, occorre adeguare il nuovo software.
ANTONIO LA MONICA PAGINA 37

IL SINDACO

Preferirei meno tagli da Roma


Avremo 3 milioni in meno Lapproccio del governo di tipo ragionieristico. Le scelte fatte penalizzano in modo grave gli enti locali
PAGINA 37

a colpa, diciamolo subito, non del mago. O meglio: quel tipo di colpa c eccome, e sar sicuramente perseguita secondo i modi e i tempi, speriamo brevi, previsti dalla legge. Ma c un altro tipo di responsabilit che nessun poliziotto e nessun giudice potr mai accertare ed eventualmente sanzionare: si chiama credulit popolare e funziona pi o meno con gli stessi meccanismi che hanno consentito ad un buon cantante di trasformarsi in mediocre telepredicatore. Il solo mago cui da bambino m sempre piaciuto credere il magnifico Merlino della spada nella roccia. E quando passa in tiv anche oggi, a distanza di svariati decenni, il capolavoro di Walt Disney continua ad esercitare un che di magico. Oggi invece ci sono i manga e i maghi del menga. Ora, se anche fosse vero che non tutti hanno gli strumenti - familiari, sociali, intellettuali per distinguere un pagliaccio da un luminare, triste ma plausibile. Il giro daffari di maghi e guaritori ancora attivo in tuttItalia davvero degno del terzo mondo. Ma che ci sia gente convinta che lomosessualit sia una malattia da cui si pu guarire triste e socialmente preoccupante. Ma dico, come si fa: posso capire cercare conforto per una delusione damore o una fattura inevasa. Ma per certe cose un guaritore non serve. E oltretutto quello l era proprio cattivo, cattivo, cattivo.

Denunciato il guaritore smascherato dalle Iene


Irruzione delle Iene televisive a Pozzallo per stanare un sedicente mago, settantunenne, originario di Acireale, specializzato nella "guarigione" di persone dalla incerta identit sessuale con unguenti miracolosi. La Procura della Repubblica di Modica, adesso, sta procedendo nei confronti di Alfio Sciacca per il reato di truffa aggravata.
MICHELE GIARDINA PAG. 44

IL CARNEVALE NEGLI IBLEI

IL PROGETTO

ECONOMIA

MODICA

VITTORIA

Mangiare sano sui banchi con pane e pasta


ANGELA BARONE PAG. 39

Il Marocco rappresenta unopportunit


ANTONIO LA MONICA PAG. 36

Magazziniere si spacciava per infermiere


VALENTINA RAFFA PAG. 40

Un arsenale da Rambo Arrestato


GIANNI DI GENNARO PAG. 42

Anche il barocco festeggia Re Burlone


CITINO, LA MONICA, MACI E RAGUSA PAG. 45

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

36.

RAGUSA

dentro la citt
INAUGURAZIONE PROVOCATORIA

SVILUPPO ECONOMICO
Lapertura di Bruxelles, che aveva suscitato timori, per gli industriali iblei unopportunit da cogliere al volo per uscire dalla crisi
Lincontro tenutosi ieri mattina nella sede di Confindustria

Lotti Sr-Rg-Gela i sindacati oggi tagliano il nastro


MICHELE BARBAGALLO

Il Marocco unoccasione
Confindustria taglia corto sulle polemiche: Scommettiamo sullexport
ANTONIO LA MONICA

O ATTIVATE SPECIALI POLITICHE DI ATTRAZIONE DEGLI INVESTITORI ESTERI


E il Nord Africa diventa un esempio per lItalia

Marocco. Le due facce di una medaglia. Da un lato quella piena di possibilit e risorse che presenta Confindustria Ragusa nel corso dellincontro operativo sul tema "Il sistema Marocco e le opportunit per le aziende siciliane". Dallaltra quella di chi, come Confagricoltura prima, il consigliere comunale Filippo Angelica poi, mette in luce una bruciante contraddizione secondo la quale gli accordi tra Europa e Marocco finiscono per penalizzare la Sicilia. Cominciamo proprio da qui. "LUnione europea - spiega Angelica - si organizza per dare un ulteriore mazzata alla nostra realt provinciale e isola con laccordo che riguarda i prodotti provenienti dal Marocco. Liberalizzare queste produzioni, tra cui pomodori, agrumi e olive, ma anche i prodotti ittici, rischia di creare problemi economici incontenibili in momento di crisi gi attuale e di piena emergenza. Dovremmo dunque abituarci a pensare che ad esempio il nostro olio, che tra i pi buoni al mondo, cos come le nostre produzioni orticole, dovranno essere messe in competizione con quelli provenienti dal Marocco dove i costi di produzione sono bassissimi perch un giorno di lavoro costa 5 euro contro i 60 delle nostre aziende agricole". Il commento prosegue con durezza: "Mi chiedo che fine abbiano fatto le associazioni di categoria ma soprattutto mi chiedo dove siano i nostri rappresentanti europei che, purtroppo ne sono certo, non faranno altro che la solita politica degli ultimi 20 anni, ovvero quella dei accusare gli altri e giocare allo scaricabarile". Di diverso stampo lincontro in Confindustria che ha visto la presenza, tra gli altri, del

a.l.m.) Ed ecco come nel 2012 il Marocco diventa esempio per lItalia. il presidente dei Giovani imprenditori, Mario Mol, a mettere in evidenza lopportunit di emulare le politiche di sviluppo attualmente in corso in Marocco. "Politiche - afferma Mol - che attraggono investitori stranieri con piani di sviluppo chiari, burocrazie aperti ed efficienti, incentivi fiscali e zone franche per chi produca sul territorio e poi riesporti le proprie produzioni allestero. Politiche che dovrebbero allineare lazione del governo centrale, di quello regionale e specialmente degli Enti locali". Tra corsi e ricorsi storici, dunque, i tempi in cui i cittadini del Marocco guardavano con speranza allItalia come terra promessa di sviluppo e di lavoro sembrano gi molto lontani.

segretario generale della Camera di Commercio Italiana in Marocco, Luca Pezzani. Dal convegno emerso che i settori di maggior sviluppo in questo momento sono lagroalimentare, il turistico-alberghiero, ledilizia e larredamento, il tessile-abbigliamento, la lavorazione del cuoio e le calzature, le macchine utensili, la lavorazione di materie plastiche, le

energie rinnovabili. Per far fronte a tale sviluppo, il Marocco deve ricorrere a ingenti importazioni che provengono principalmente da Francia e Spagna, che detengono il 18% e il 12% delle quote di mercato. LItalia si colloca al terzo posto con una quota intorno al 6%, pari a pi di un miliardo di euro di esportazioni verso il Marocco. Ecco perch il presidente della

Piccola Industria, Giorgio Cappello, ha incoraggiato i numerosi Imprenditori presenti ad affrontare nuovi mercati, come quello marocchino, poich il futuro delle Piccole e medie imprese. si fonda sulla loro capacit di fare sistema, e costruire esperienze di reti dimpresa, in un contesto di ormai inevitabile globalizzazione.

Gi Siculamente, la marca di magliettine, aveva simbolicamente inaugurato la RagusaCatania e aperto laeroporto di Comiso con il primo volo inaugurale. Adesso i sindacati sono costretti a fare la nuova provocazione. Oggi sar inaugurato il tratto di autostrada RosoliniModica della Siracusa-Ragusa-Gela. Lidea arriva da Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil. E una provocazione che nei fatti segna lavvio della mobilitazione rispetto ai tempi troppo lunghi per lappalto dellopera autostradale. Sar una provocazione forte e seria questa inaugurazione dei lotti 6, 7, 8 Rosolini Modica hanno spiegato i sindacati ieri mattina nel corso di una conferenza stampa Alle 10,30 ci si Esplicito ritrover davanti ai caselli, mai completati. I contenuti della protesta sono palesesegnale mente chiari e simbolicamente si espliciallAnas e teranno con un filo dacciaio con le bandierine tricolori che non sar possibile allUe di tagliare. Far da sfondo un megatabellone Filca, autostradale con le indicazioni delle direzioni di Ispica, Pozzallo, Modica, Ragusa. Il Feneal e sogno di oggi e la realt, si spera, di domaFillea: Lo ni. Questo sar lesordio della manifestazione dicono i segretari generali prosblocco vinciali della Fillea, Paolo Aquila, della Fildellopera ca Cisl, Luca Gintili e della Feneal Uil, Nicola Spadaccino - Le informazioni non grande sono per limitate alla coreografia e alla occasione nutrita partecipazione de lavoratori edili e i disoccupati del comparto ma c uno per la stato di fatto nelliter dellappalto che adesso convoglia le attenzioni sul rilascio nostra economia del parere della commissionei europea delle grandi opere che entro quindici giorni dovrebbe apporre questo sigillo alla scheda dei lotti autostradali e poter sbloccare, nei fatti, il finanziamento regionale di 213 milioni di euro confermato da fonti assessoriali e quello stesso europeo di 262 milioni di euro. Il parere della commissione europea sbloccher anche il progetto dal punto di vista tecnico. I sindacati di categoria pensano alloccupazione possibile. A fronte di unemorragia occupazionale continua nel comparto (solo in provincia di Ragusa si stima la perdita di duemila e cinquecento posti di lavoro dal 2008 ad oggi fonte Cassa Edile) la realizzazione dei tre lotti consentirebbe limpiego per cinque anni, tra diretto ed indotto, di quasi tremila occupati. I sindaci che hanno aderito alla manifestazione quelli di Rosolini, Ispica e Modica stileranno una nota congiunta per chiedere allUnione Europea e allAnas la necessit di stringere i tempi per concretizzare lappalto delle opere.

TACCUINO
IL SOLE: sorge alle 6,47 e tramonta alle 17,42. LA LUNA: leva alle 04,09 e cala alle 14,25. PREVISIONI DEL TEMPO: cielo sereno, temperature costanti, venti deboli, mare poco mosso IL SANTO: Beato angelico. Il suo nome religioso era fra Giovanni da Fiesole. A chiamarlo beato Angelico fu il Vasari, per sottolineare la paradisiaca bellezza dei suoi capolavori, ma ricordando anche la sua personale santit di vita: Fu questo non mai abbastanza lodato Padre, in tutte lopere e i ragionamenti suoi, umilissimo e modesto, ed i santi che egli dipinse hanno pi aria e somiglianza di santi, che quelli di qualunque altro. Innumerevoli sono i suoi capolavori, che qui non possiamo nemmeno citare, ma sono tutti testimonianze della sua particolarissima missione. Una missione simile a quella del suo dottissimo confratello Tommaso dAquino. Appartengono tutti e due allOrdine dei Predicatori, ma quello che il grande teologo spiegava con la sua Somma Teologica, fra Giovanni lo spiegava con la Somma della sua pittura. Le sue Madonne, i suoi Crocifissi, i suoi dolcissimi Santi, le sue pale daltare, i suoi cicli di affreschi sono una predicazione della Sacra Scrittura. CARABINIERI PRONTO INTERVENTO 112 - Comando provinciale - Comando Reparto Operativo - Comando Compagnia: centralino 0932-624922, 0932-621010, 0932-624777; Comando Stazione Ragusa Ibla: 0932-621152; Comando Stazione Marina di Ragusa: 0932-239095 GUARDIA DI FINANZA NR. PUBBLICA UTILITA 117 - Comando Provinciale -

a l ci n e m a
ISPICA CINEMA DIANA ` 0932.951615 Chiuso. Prezzo biglietto: intero euro 5,00, ridotto euro 4,00. Marted prezzo ridotto euro 3,00. Mercoledrosa ridotto donna euro 3,00. Gioved chiusura setttimanale. POZZALLO CINEMA DIANA 2 ` 0932.951615 Riposo. Prezzo biglietto: intero euro 5,00, ridotto euro 4,00. Marted prezzo ridotto euro 3,00. Mercoledrosa ridotto donna euro 3,00. GIARDINO Com bello far lamore. Ore 19,3021,30. Sospese riduzioni. Prezzo biglietto: intero euro 5,00, ridotto euro 4,00. Marted prezzo ridotto euro 3,00. Mercoledrosa ridotto donna euro 3,00. Gioved chiusura setttimanale. SCICLI CINE TEATRO ITALIA ` 3347955756 Sala riservata, da domenica Come bello far lamore. Ore 1921,30. Sospese riduzioni Marted prezzo ridotto euro 4,00. Mercoledrosa ridotto donna euro 4,00. Gioved chiusura settimanale.

Nucleo Polizia Tributaria Compagnia:Centralino 0932 - 621004 0932 - 621318; Tenenza di Modica: 0932941069; Tenenza di Pozzallo: 0932 958459 - Tenenza di Vittoria 0932 981894. GRUPPO ALCOLISTI ANONIMI RAGUSAtelefono 334.3954648, sito internet www.alcolisti-anonimi.it. E associazione no profit

ETNA TRASPORTI Autobus extraurbani Da Ragusa per: Catania: dal luned al venerd 5,30-6,45-89-11-13-14-15-17-19 sabato 5,30-6,45-9-13-15-17 domenica 8-11-15-17-19 Da Catania per Ragusa: dal luned al venerd 6-8-10-12-13-14-15-17-18-20 sabato 8-10-12-14-17-20 domenica 8-10-15-17-20 AZIENDA SICILIANA TRASPORTI Autobus etxraurbani Da Ragusa per: Acate: 6,40+ - 10,30 13,30+ - 14,00 18,15 Avola: 5,50 - 6,50 - 7,35^ - 9,00 - 10,00* 11,00* - 13,00 - 14,05 - 17,30 - 19,00 Chiaramonte: 7,15 - 10,30 - 12,00 - 13,30+ - 14,00 14,30 15,20+ - 17,15 - 18,15 Donnalucata: 6,50* - 7,50*^^ - 10,00* 12,30* - 13,00* - 14,05* - 15,30*^^ 17,30* - 19,00* Gela: 6,25 - 15,15 DA GELA 6,00 9,30 17,30 Ispica: 5,50 - 6,50 - 7,50 - 9,00 - 10,00* 11,00 - 12,00* - 12,30 - 13,00 - 14,05 15,00 15,30* 17,30 - 19,00 Modica: 6,50 - 7,35 7,50 - 8,30 - 9,00 10,00 - 11,00 - 12,00 - 12,30 - 13,00 14,05 15,00 - 15,30 16,00 - 17,30 18,30 - 19,00 - 22,40 Noto: 5,50 - 6,50 - 7,35^ - 9,00 - 10,00* 11,00* - 13,00 - 14,05 - 17,30 - 19,00 Pachino: 5,50^ - 12,30 - 13,00* - 17,30^ Palermo: 5,25 - 8,25 - 13,25 - 17,25 Pedalino: 6,40+ - 10,30 13,30+ - 14,00* 14,30 - 18,15 Pozzallo: 5,50 - 6,50* - 7,35 - 9,00 - 10,00* - 11,00* - 12,30* - 13,00* - 14,05 - 15,30* - 16,00* - 17,30* - 19,00 Rosolini: 5,50 - 6,50 - 7,35^ - 9,00 - 10,00* - 11,00* - 13,00 - 14,05 - 17,30 - 19,00 Scicli: 6,50* - 7,45* - 10,00* - 12,00* 12,30* - 13,00* - 14,05* - 15,30* - 17,30* - 19,00* - 22,40* Siracusa: 5,50 - 6,50 - 7,35 - 9,00 - 11,00* 13,00 - 14,05 - 17,30 - 19,00 Enna: 6,25 - 15,15 (ore 7,50 - 16,50 coincidenza a Gela per Enna) (*) coincidenza a Modica - (^) coincidenza a Ispica - (^^) coincidenza a Scicli - () coincidenza a Chiaramonte (+) si effettua nei giorni scolastici

PARENTOPOLI ALLATO. Lucifora replica allesponente Sel

Garofalo sbaglia tutto


DANIELA CITINO

Sul ring politico delle assunzioni allAto di Ragusa questa volta salito Giovanni Lucifora ex liquidatore Ato di Ragusa. Perch se a Garofalo non sono andate gi le dichiarazioni dei piddini dellarea iblea, accusati a suo dire di palese contraddizione tra il dire e il fare, adesso sono le sue parole ad apparire indigeste a Lucifora che cosi commenta. In riferimento a ci che ha dichiarato Garofalo sui 19 co.co.pro. secondo il quale i lavoratori non prestavano attivit a progetto, ma espletavano mansioni riconducibili a lavoratori dipendenti, ritengo che ci sia privo di fondamento e fortemente controproducenti per la li-

nea di difesa dellAto nellambito della vertenza in corso, anzi ritengo che dopo queste dichiarazioni la vicenda dei co.co.pro. non ha pi storia. Inoltre, se tali affermazioni trovassero fondatezza occorrerebbe richiamare alla loro responsabilit i dirigenti che avrebbero agito in palese violazione delle disposizioni degli organi amministrativi della societ. Garofalo, inoltre, dovrebbe spiegare perch il 19 ottobre scorso, ha abbandonato la seduta consentendo ad una sparuta minoranza di soci di prorogare il contratto di quattro co.co.pro. senza che ve ne fosse alcuna necessit, pregiudicando lesito del processo giudiziario in corso e considerando che la stessa delibera non sembra essere stata mai impugnata. Un

comportamento pi sobrio e responsabile, sarebbe stato opportuno, soprattutto nellinteresse della collettivit sulla quale si rischia di riversare inevitabilmente i costi di una forsennata politica di gestione del ciclo rifiuti. Sulla vicenda Ato Ambiente scoppiata una querelle molto dura che vede in primo piano il Partito Democratico che si anche rivolto ai propri deputati nazionali per chiedere lintervento di commissioni parlamentari di inchiesta. In particolare la segreteria del Pd di Ragusa, guidata da Peppe Calabrese, ha anche tenuto una dura conferenza stampa durante la quale si accusato lAto Ambiente di procedere con assunzioni utili a sistemare parenti ed amici.

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

dentro la citt
I NUOVI TRIBUTI
Nessun dato certo sugli immobili di propriet della Chiesa soggetti al pagamento appena deciso dal governo Monti
CHI PAGA
Solo le attivit di culto, comprese le mense per i poveri e le attivit caritative, non pagheranno lIci. Da questa manovra del Governo sono previste ricadute economiche notevoli, ma sulle cifre regna una assoluta confusione. Per Avvenire", una stima realistica si attesta a circa cento milioni di euro
LA SEDE DEL VESCOVADO DI VIA ROMA

RAGUSA .37
LANCI
Per lAnci si parla di 600 milioni di euro di gettito fiscale ogni anno, dei quali ben 25 deriverebbero solo dalla citt di Roma. Ma la stima dellAssociazione dei Comuni non convince tutti. Uno studio dellIfel parla di 1 miliardo di euro, mentre lAssociazione ricerca e sviluppo sociale parla addirittura di 2 miliardi e 200 milioni annui nelle casse degli enti.

Chiesa e tasse, il mistero ragusano


La Diocesi: Solo le parrocchie sanno cosa gestiscono. Il Comune: Occorre adeguare il nuovo software
ANTONIO LA MONICA

Seicento milioni di euro di gettito fiscale ogni anno. Solo a Roma circa 25 milioni di euro. Una bella cifra, senza dubbio. Una piccola manovra Finanziaria. quella che lAssociazione nazionale Comuni italiani ha stimato per effetto della reintroduzione di una imposta sugli immobili di propriet della Chiesa. Soldi che appaiono quanto mai necessari ai sindaci ed agli amministratori in tempi di vacche magrissime e di continui tagli ai finanziamenti da parte dello Stato. Ecco perch la linea del premier Mario Monti piace allEuropa come ai sindaci e, nelle comunicazioni ufficiali, non dispiace troppo nemmeno alla Chiesa. Del resto "date a Cesare quel che di Cesare e a Dio quel che di Dio" scritto proprio nel Vangelo. Ma largomento, lo si capisce, presenta ancora aspetti molto controversi, a Roma come a Ragusa. Innanzi tutto perch le diverse stime sono molte e lontanissime fra loro. Per il quotidiano dei vescovi, "L Avvenire", limposta sugli immobili religiosi non utilizzati per il culto, non far incassare allo Stato pi di 100 milioni di euro. Ancora diversa la proiezione dellAssociazione ricerca e sviluppo sociale per la quale la proiezione schizza addirittura a 2 miliardi e 200 milioni di euro. E a Ragusa? Bella domanda, senza dubbio, ma la risposta non pu essere ancora esaustiva. Cominciamo la nostra indagine dalla prima faccia della medaglia. Ovvero la Diocesi di Ragusa, ufficio per i beni culturali ecclesiastici, diretto da padre Giuseppe Antoci. "Innanzitutto - spiega padre Antoci - occorre precisare che limposta municipale sugli immobili non riguarderebbe affatto i luoghi di culto, ma solo quelli adibiti a scopi di lucro. Il fatto che il nostro Ufficio si occupa solo dei primi e, di conseguenza, non siamo in grado di sapere nem-

meno noi a quanto ammonta il patrimonio immobiliare presente in Diocesi e di propriet della Chiesa. Per lesattezza, infatti, ogni singola parrocchia che, in quanto ente giuridico, possiede dei propri immobili adibiti al culto o meno. Sono i rappresentanti legali delle parrocchie, insomma, a conoscere nel dettaglio i loro possedimenti ed il relativo uso. Oltre alle parrocchie, inoltre, si devono considerare anche gli Istituti religiosi di frati e suore che rappresentano un capitolo a parte.. Anche lo-

Gettito fiscale da 1 miliardo


a.l.m.) Solo le attivit di culto, comprese le mense per i poveri e le attivit caritative, non pagheranno lIci. Da questa manovra del governo sono previste ricadute economiche notevoli, ma sulle cifre regna una assoluta confusione. Per lAnci si parla di seicento milioni di euro di gettito fiscale ogni anno, dei quali ben 25 deriverebbero solo dalla citt di Roma. Ma la stima dellAssociazione dei Comuni non convince tutti. Uno studio dellIfel parla di 1 miliardo di euro, mentre lAssociazione ricerca e sviluppo sociale parla addirittura di 2 miliardi e 200 milioni annui nelle casse degli enti. Di diverso avviso, infine, il parere del quotidiano dei vescovi, "LAvvenire". Per il giornale una stima realistica si attesta a circa cento milioni di euro.

ro hanno una consistenza giuridica propria e, probabilmente, degli immobili. Ma, ripeto, nemmeno un vescovo pu sapere esattamente a quanto ammonti il patrimonio immobiliare complessivo della sua Diocesi. Forse lo sanno meglio i Comuni". "Forse", sottolinea il sacerdote, ed ha ragione. Proviamo, infatti, a rivolgerci a Ragusa agli uffici comunali di competenza. Del resto tutto interesse dellesattore sapere con buona approssimazione quale nuove gettito economico potrebbe derivare dalliniziativa del governo Monti. Ma lindagine ci lascia delusi. Ci risponde la signora Scifo, dirigente dellufficio tributi, ma la sua risposta chiara. "Non lo sappiamo ancora - spiega - perch questo un dato che ancora non abbiamo calcolato". Poco prima la signora Dipasquale, del medesimo ufficio, ci aveva spiegato che il nuovo sistema informatico adottato dal Comune potrebbe permetterci di effettuare un calcolo in tal senso, ma solo dopo avere contattato i programmatori di Palermo che hanno realizzato il software in uso a palazzo dellAquila. Dunque non ci resta che aspettare per non affidarci ad ipotesi incongruenti. Queste le sole certezze che abbiamo: Ragusa non Roma, ma resta pur sempre un territorio in cui le propriet della Chiesa non adibite al culto sono presenti. Qualche esempio? Abitazioni e terreni frutto di lasciti ereditari; strutture oggi affittate a persone o a terzi per scopi non religiosi. Locali oggi adibiti a circoli culturali o spazi espositivi al centro storico di Ragusa. Ad un primo sguardo non ci sono attivit riconducibili al settore della ristorazione e ricettivit come ostelli o similari. Resta comunque un patrimonio che, secondo quanto traspare dalle intenzioni del premier, potrebbe essere toccato da una nuova tassazione. Sarebbe comunque una boccata dossigeno per le casse comunali.

O DIPASQUALE: QUESTANNO 3 MILIONI IN MENO

Preferirei che lo Stato ci tagliasse meno fondi


"La reintroduzione dellImu o dellici per i beni della Chiesa? Ma davvero qualcuno pu pensare che sia questo il nostro problema?". Due domande per dare una risposta. Questo il commento del nostro sindaco, Nello Dipasquale, a proposito della possibilit di reperire fondi tassando i possedimenti della Chiesa. "Il vero problema per tutti i Comuni non questo. Senza dubbio aveva sbagliato Berlusconi ad eliminare lIci sulla prima casa, causando un danno enorme alle finanze degli enti locali. Ma Monti, se NELLO DI PASQUALE possibile, ha fatto anche di peggio. vergognoso che abbia reintrodotto tale imposta riconducendola, per, alle casse dello Stato. Da quel che appare in prima battuta, con questa Imu noi Comuni ci perdiamo anche rispetto al solo gettito fiscale che ci derivava dallIci sulle seconde case. Altro che Chiese. Una sola cosa sicura: lIci non torna nelle casse dei Comuni e se torna lo fa solo in una piccola ed insufficiente percentuale". Ma non potrebbe essere, chiediamo, la tassazione su alcuni immobili della Curia una piccola soluzione? "Allinterno di questa riflessione - risponde il sindaco di Ragusa - lIci o Imu da pretendere per un immobile di una parrocchia o della Curia mi pare irrilevante, soprattutto rispetto ai danni che hanno fatto e continuano a fare dal governo centrale. Noto come alla base ci sia una gestione delle manovre finanziarie di tipo ragionieristico. Manca il dialogo e la riflessione di natura politica. Noi piangeremo questanno tre milioni di euro di tagli dallo Stato; non sappiamo ancora cosa far la Regione. Figuratevi quanto potr incidere la Chiesa. Il fatto che il Governo ha perpetrato colpi durissimi nei confronti dei Comuni e degli enti locali. Colpi che sono tutti andati a segno e che ci hanno messo in ginocchio. Oggi siamo in grado di fornire solo servizi essenziali, mentre vengono meno sostegni ed aiuti soprattutto in un momento in cui gli enti locali, come parte terminale del Paese, rappresentano linterfaccia con chi ha pi bisogno".
A.L.M.

38.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

dentro la citt
LA DIDATTICA DEL CIBO
La Provincia dar il via ad un progetto che coinvolger sino alla fine di maggio tre scuole primarie scelte tra Modica, Scicli e Pozzallo

RAGUSA .39
LA PROVINCIA ALLA BIT

La cacioteca regionale affascina e conquista la stampa specializzata


LA PRESIDENTE DI KAIROS AMATO E LASSESSORE MURIANO HANNO PRESENTATO IL PROGETTO

Pane e pasta finiscono sui banchi Cos impariamo a mangiar sano


Lassessore Muriana: Diffonderemo la storia dei nostri prodotti
ANGELA BARONE

I CONSUMATORI
SICUREZZA ALIMENTARE LA TRACCIABILIT UN DIRITTO

Quando mangiare in modo sano incide positivamente anche sullo stile di vita, non se ne pu trascurare la valenza educativa e didattica. Con questo presupposto, partir tra qualche giorno, un progetto firmato dallassessorato provinciale allo Sviluppo economico che coinvolger, fino alla fine di maggio, tre scuole primarie scelte tra Modica, Scicli e Pozzallo. "E uniniziativa che coinvolge gli alunni delle quarte classi della scuola elementare e sette produttori della nostra provincia - afferma Enzo Muriana, assessore provinciale allo Sviluppo economico - questo progetto non nasce per una forma di commercializzazione ma vuole diffondere la conoscenza dei prodotti nostrani che hanno una loro storia specifica. Cominceremo con il pane, la pasta, i formaggi, il latte, lolio, il miele e lorto frutta biologica. La nostra salute avrebbe dei vantaggi, se si consumassero sempre prodotti biologici a chilometro zero. E un fatto importante incidere sui bambini, se si pensa che in questa provincia, il consumo dei prodotti biologici arriva solamente al due per cento". Listituto Antonio Amore a Pozzallo, il Secondo circolo a Scicli e listituto Raffaele Poidomani a Modica saranno

LA PASTA UNO DEGLI ALIMENTI PORTANTI DELLINIZIATIVA PROMOSSA DALLA PROVINCIA

le scuole- campione del progetto dove mediante incontri con nutrizionisti e sociologi, si ricostruir anche la storia e la tradizione culinaria locale dellalimento spiegato. I piccoli utenti dovranno poi essere in grado, con laiuto degli esperti, di ideare anche delle ricette da poter sperimentare in una successiva fase domestica. Seimilacinquecento euro la cifra spesa da palazzo di viale del Fante per

la realizzazione delliniziativa. "Abbiamo tradotto lidea dellassessore in fatto concreto - commenta Santina Amato, presidente cooperativa Kairos, che si occupa di formazione e orientamento - e la cosa intessante proprio il contatto diretto con gli operatori locali. Gli esperti produrranno slide e piccoli cortometraggi utili alla conoscenza dei prodotti e del loro valore nutritivo".

c.s.) La sicurezza alimentare un diritto. E quanto ribadiscono in una nota congiunta Gianni Cerruto e Samantha Nicosia, rispettivamente responsabili provinciali di Adiconsum e Confconsumatori. La tracciabilit dei cibi nasce come uno strumento di sicurezza alimentare e per le associazioni dei consumatori occorre lavorare per poter raggiungere una consapevolezza maggiore sia da parte dei produttori che dei consumatori. Tutti i componenti della filiera alimentare sono coinvolti nel sistema di tracciabilit, ovvero dalla raccolta del prodotto, passando attraverso trasformatori e distributori, fino allanello finale: il consumatore spiegano Cerruto e Nicosia - Ciascun passaggio di mano da un componente allaltro deve vedere la registrazione degli alimenti o dei prodotti in ingresso, consentendo allazienda che commercializza il prodotto finito di poter risalire alle materie prime di origine.

Viaggio del gusto tra pecorino ennese e ragusano dop ieri a Milano con il presidente Corfilac, Giuseppe Licitra

MICHELE BARBAGALLO

Il prof. Giuseppe Licitra, presidente del Corfilac di Ragusa stato lospite donore del secondo appuntamento organizzato nellambito della partecipazione alla Bit di Milano della Provincia regionale di Ragusa. Ieri mattina nella partecipata conferenza stampa svoltasi allinterno dello stand, Licitra ha presentato la sua ultima creatura: la Cacioteca Regionale Siciliana. E stato un viaggio davvero affascinante tra Peco-

rino Ennese e Ragusano Dop toccando i sapori speziati e arricchiti da erbe locali dei formaggi dellaria mediterranea. Nelle 12 celle di stagionatura della Cacioteca infatti si portano a termine i processi di stagionatura seguendo le caratteristiche di umidit, temperatura ed altro che ogni produzione casearia necessita. Affascinante il viaggio e letteralmente affascinati i presenti che seguendo le immagini sul grande schermo della saletta hanno immaginato taglieri di formaggi e salumi. Licita per ha fatto intendere che una struttura del genere ha delle esigenze particolari e quindi necessario il supporto sia delle istituzioni che degli operatori turistici che dovranno essere in grado di veicolare un prodotto cos originale. Numerose le domande dei giornalisti presenti che hanno voluto approfondire questo argomento. In conclusione lassessore al turismo della Provincia, Ivana Castello ha voluto presentare le altre eccellenze iblee ringraziando della collaborazione tutti i Comuni della provincia. Questo secondo evento ragusano alla Bit stato sponsorizzato in particolare dallassessorato turismo del Comune di Ragusa che ha offerto anche il materiale per le degustazioni quotidiane.

In breve
MARINA DI RAGUSA Scontro auto-bici, extracomunitario 48enne in prognosi riservata
(m.f.) Grave incidente, nel primo pomeriggio di ieri, a Marina di Ragusa tra una Matiz e una bicicletta. Lo scontro avvenuto tra via Citelli e via Verne. La peggio toccata al conducente della bici, un extracomunitario di 48 anni, che stato trasportato allospedale Civile di Ragusa prima di essere trasferito al Cannizzaro di Catania dove si trova ricoverato in prognosi riservata. I rilievi del sinistro sono stati effettuati dagli agenti della Polizia municipale di Ragusa.

Sanit, battaglia sempre pi aspra


Incontro precari-Cgil. Lavoratori contrari alle esternalizzazioni dei servizi nei presdi della provincia
ROSSELLA SCHEMBRI

REFEZIONE SCOLASTICA E TRASPORTI Il Pd si mobilita: Risposte chiare alle legittime attese dei genitori
(m.b.) Il Pd di Ragusa, dopo il sit-in dei giorni scorsi a Marina, dinanzi allistituto Odierna, torna a chiedere allAmministrazione comunale di attivarsi per modificare la delibera riguardante il ticket per la refezione e per il trasporto scolastico. Non molleremo la presa dice il segretario cittadino Giuseppe Calabrese (nella foto) sino a quando non ci saranno risposte chiare ed efficaci rispetto alle legittime attese dei genitori. Nella maggior parte dei casi, i genitori si sono lamentati del fatto di essersi dovuti sobbarcare un incremento del ticket, tra laltro con effetto retroattivo a gennaio 2012, senza che fosse stata presa in considerazione alcuna indicazione relativa al reddito. La retroattivit stata gi soppressa per i pulmini.

ASSOCIAZIONE COSE TOSTE Oggi e domani Coriandoli e Sorrisi


(m.b.) Lassociazione culturale Cose toste con il patrocinio del Comune di Ragusa Assessorato alla Pubblica istruzione (nella foto lassessore Suizzo) - promuove la manifestazione Coriandoli e Sorrisi. Al City, allinterno del Parco Giovanni Paolo II, nelle giornate di oggi, dalle 16 alle 20, e domani, dalle 16 alle 24, sono previsti momenti di intrattenimento e spettacolo riservati ai bambini ed alle loro famiglie.

LAVORO E SVILUPPO Attenzione alle difficolt socio-economiche del territorio


(m.b.) Si svolto a Siracusa un incontro tra i rappresentanti dei Tavoli per il Lavoro e lo Sviluppo delle realt provinciali di Siracusa, Catania e Ragusa. Al centro dellincontro una valutazione sullestrema difficolt socio-economica in cui versano le tre province. Premesse che lasciano presagire un aumento dei disagi per aziende e lavoratori, che potrebbero causare le forti proteste di una societ ormai allo stremo.

Una delegazione di precari dellAzienda sanitaria provinciale di Ragusa ha incontrato ieri, nella sede della Camera del Lavoro del capoluogo, la segretaria regionale della Cgil, Mariella Maggio. I lavoratori e i loro rappresentanti sindacali hanno illustrato i punti cruciali di questa vertenza che si trascina da anni e che negli ultimi mesi ha raggiunto il clou del suo percorso, con la petizione contro le esternalizzazioni dei servizi sanitari nei presidi ospedalieri della provincia. La Maggio ha assicurato il suo impegno in favore della categoria, che da tempo non riesce ad avere una interlocuzione credibile a livello regionale. "Il punto di questa vertenza - ha detto a margine del confronto, il segretario provinciale della Cgil, Giovanni Avola - che a causa dei continui "scaricabarile" che si sono verificati fra la Regione e la direzione dellAzienda sanitaria iblea, questa lotta si inasprita. Non c dubbio che la battaglia che da anni sta portando avanti la Cgil fra le pi impegnative". La prossima settimana i dirigenti della Cgil ragusana consegneranno alla Presidenza della Regione siciliana e allassessorato regionale alla Salute la raccolta di firme eseguita nei presidi ospedalieri della provincia (allOmpa e al Civile di Ragusa, al Maggiore di Modica, al Busacca di Scicli e al Regina Margherita di Comiso). Le operazioni di raccolta delle sottoscrizioni si concluderanno a giorni. "I lavoratori precari stanno proseguendo con il sistema "porta a porta", - spiega il responsabile del Dipartimento Sanit della Cgil, Angelo Tabb - che ci sta consentendo di arrivare a quota cinquemila firme. Davvero non ci aspettavamo tanta solidariet dalla gente comune, che sente fortemente il bisogno di prendere posizione sulla questione degli appalti che vengono affidati a ditte esterne, la-

sciando a casa i precari che lavoravano da anni per lAzienda e che adesso restano disoccupati". I precari non sono lunica categoria della sanit iblea che attualmente sta rivendicando le proprie ragioni. Nei giorni scorsi lUgl provinciale aveva diramato una nota con la quale annunciava di essersi fatta portavoce delle istanze dei lavoratori dellAzienda sanitaria provinciale, con particolare riferimento alla richiesta dellaumento delle ore del personale part-time. In merito a questa istanza del sindacato Ugl, c una presa di posizione dei rappresentanti della Funzione pubblica di Cgil, Cisl, Uil e Fsi locali che sostengono in una nota che "lUgl Sa-

nit, non essendo rappresentativa e conseguentemente non avendo potuto firmare il contratto nazionale di lavoro, non ha diritto ad alcuna prerogativa sindacale". "Non si capisce in quale sede lUgl possa portare avanti tale istanza, scrivono i responsabili delle Funzioni pubbliche degli altri sindacati - non potendo partecipare n a riunioni propedeutiche, n a riunioni ufficiali di delegazione trattante". Il 26 gennaio scorso Cgil, Cisl, Uil e Fli ragusane, in delegazione trattante hanno concordato con la direzione dellAsp che in sede di rimodulazione della dotazione organica, dovr essere previsto laumento delle ore al personale part time.

IL SEGRETARIO REGIONALE CGIL MARIELLA MAGGIO

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

40.

RAGUSA

Modica
in breve
O LICEO CAMPAILLA

BLITZ DEI CARABINIERI. Magazziniere 38enne denunciato per esercizio abusivo

Infermiere per hobby, in casa aveva una montagna di farmaci


Prestava servizio a domicilio per anziani e malati di diabete
In casa custodiva oltre 350 confezioni di farmaci, ricette, fustelle e cartelle per lassistenza integrativa
VALENTINA RAFFA

Bando Pon, reclutamento degli esperti esterni al via


Bando Pon 2011-2012 per esperti esterni al Liceo Tommaso Campailla di Modica. Il bando per la selezione ed il reclutamento di due esperti per progetto "Trans-ducere" (tra i requisiti e titoli richiesti Laurea in Lettere Classiche) e un esperto per progetto "English Style 2" (Requisiti e titoli richiesti Docente di madrelingua con laurea conseguita presso Universit inglesi o americane in materie umanistiche) scadr il 29 febbraio 2012. Il progetto "Trans-Ducere" (rivolto agli studenti del biennio, indirizzo classico): si pone tra le finalit il potenziamento delle competenze in lingua madre attraverso lattivit di decodifica di testi latini e greci (n. 2 moduli di 25 ore ciascuno). Il progetto "English style 2" (rivolto agli studenti del triennio entrambi gli indirizzi classico e artistico) si propone il potenziamento delle competenze in lingua inglese finalizzato al conseguimento della certificazione Pet (n. 1 modulo di 30 ore). Tutti gli aspiranti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: laurea specifica; abilitazione allinsegnamento; master, corsi di specializzazione, altri titoli culturali attinenti; esperienze precedenti in progetti P.O.N. o similari diverse da quelle relative allincarico cui si concorre. Liniziativa guardata con attenzione da tutti gli addetti ai lavori.
ADRIANA OCCHIPINTI

LINDAGINE

Probabile lesistenza di eventuali complici


v.r.) Loperazione condotta dai Carabinieri della Compagnia di Modica che ha portato alla denuncia a piede libero di E.V., 38enne modicano magazziniere in una farmacia di Modica alta, rientra nellambito di una pi vasta attivit condotta sul territorio in tema sanitario. Gi nei primi di gennaio, i Carabinieri avevano tratto in arresto un infermiere del Maggiore, Vincenzo Giummarra, sequestrando nella sua abitazione 27 confezioni di medicinali ad uso esclusivo ospedaliero, alcune delle quali assimilabili a sostanza stupefacente. Le due vicende potrebbero essere collegate. Se, infatti, anche quellarresto rientrava nella vasta indagine che i Carabinieri stanno conducendo, e se, come riferito, si sta indagando per individuare eventuali complici di E.V., che esercitava la professione in casa dei diabetici senza averne i titoli, si potrebbe pensare ad un presunto collegamento tra i due soggetti.

Aveva fatto del suo hobby una vera e propria professione. E.V., magazziniere farmacista modicano di 38 anni, con il pallino di esercitare la professione di infermiere, di fatto eseguiva prestazioni infermieristiche a domicilio, per lo pi in casa di persone anziane e malate di diabete. A rovinare i suoi piani sono stati i Carabinieri della Compagnia di Modica, sotto il comando del capitano Alessandro Loddo, che, a seguito di indagini dirette dal sostituto procuratore Gaetano Scollo e coordinate dal procuratore della Repubblica di Modica, Francesco Puleio, lo hanno denunciato in stato di libert per esercizio abusivo di una professione. I militari dellArma hanno sottoposto a perquisizione la casa del magazziniere, rinvenendovi un vero e proprio arsenale di medicinali, peraltro privi di fustelle, e presidi sanitari. Si tratta di oltre 350 confezioni di farmaci e dispositivi medici per diabetici, 23 ricette con allegate 54

I CARABINIERI MOSTRANO PARTE DEI FARMACI SEQUESTRATI

fustelle, e 124 cartelle individuali per assistenza farmaceutica integrativa. Le indagini dei Carabinieri sono indirizzate a risalire allorigine dei medicinali, dunque a comprendere come mai un cos cospicuo numero di farmaci si trovasse nellabitazione del 38enne e perch mai tutte le confezioni, peraltro a lunga scadenza, sono prive di fustelle. Gli inquirenti appureranno anche se sono stati utilizzati i nomi dei pazienti per prescrivere e ottenere i farmaci oppure se si tratta di medicinali forniti ai malati dal Sistema sanitario nazionale. Il giovane, ovviamente, non prestava opera di buon samaritano, ma si presume che si facesse pagare per le sue pre-

stazioni, per cui, se cos sar appurato, si prefigurer anche un altro illecito. Le indagini dei Carabinieri sono volte anche a verificare se il servizio del falso infermiere fosse pagato dal Sistema sanitario nazionale, cosa che presumibile, dal momento che le prestazioni domiciliari sono affidate direttamente dallAsp ad un infermiere. In questa prima parte di indagine, la farmacia in cui lavorava il 38enne non coinvolta. Accertamenti in corso anche per la ventina di prescrizioni mediche rinvenute in casa del magazziniere nel tentativo di individuare, come detto, la provenienza dei farmaci di cui era in possesso, ed eventuali complici.

O AMBIENTE
Thinking day domenica 26 scout in campo
a.o.) A Modica domenica 26 febbraio il Thinking Day "Salviamo il nostro pianeta" coinvolger centinaia di scout di tutta la zona Netina. Lappuntamento alle ore 8 a Modica Alta per stare in compagnia e riflettere. Il programma prevede alle ore 8.30 il benvenuto ai partecipanti a cura dei Responsabili di Zona e Issa bandiera. A seguire la Santa Messa animata dalle Comunit R/S della Zona, attivit, pranzo e nel pomeriggio ricongiunzione di tutte le Unit presso chiesa di San Giovanni, sistemazione sulle gradinate e messa in comune dei lavori. La chiusura della Giornata, a cura dei Responsabili della Zona e con intervento delle Autorit e lammaina bandiera, previsto intorno alle ore 16. Il World thinking Day, o solo Thinking Day (in italiano usata anche la dizione Giornata del pensiero), celebrato ogni anno il 22 febbraio da tutte le Guide del mondo.

O ITC ARCHIMEDE
Formazione un corso per i docenti

TROVATA NELLABITAZIONE DI FRIGINTINI

Padovana 32enne muore per overdose


ARRESTATO, HA GI SCONTATO 8 MESI

Rapin due volte Oro Bank in via Tirella condannato a 3 anni e 1000 euro di multa
v.r.) Aveva rapinato, armato di coltello da cucina, il punto vendita Oro Bank di via Tirella a Modica per ben due volte, e ci aveva provato anche, senza riuscirci, in un negozio di "Tutto un euro e oltre" di via Resistenza Partigiana. Gabriele Zocco, 22 anni, arrestato nel giugno 2011 dalla Polizia di Modica dopo lultima rapina aggravata in danno del negozio Oro Bank, stato condannato dal giudice Sandra Levanti a 3 anni di reclusione e 1000 euro di multa. Per il giovane, che si trova nella Casa circondariale di Modica, lavv. difensore, Iozzia, ha richiesto una misura cautelare meno restrittiva ed il Pm, dott.ssa Alessia La Placa, ha dato parere favorevole al regime dei domiciliari. Il giudice si riservato. Il legale difensore, precisando il percorso di responsabilizzazione effettuato da Zocco in questi 8 mesi circa di reclusione, ha richiesto anche che il 22enne sia seguito dal Sert con un programma specifico individualizzato, ma, al momento, la richiesta stata respinta. Come si ricorder, Zocco, armato di lungo coltello, era riuscito a rapinare parte dellincasso del negozio Oro Bank dopo unaccesa colluttazione con titolari. La sua fuga era durata poco, visto che gli agenti del Commissariato, sospettando, dalla descrizione somatica ricevuta, che si trattasse proprio del giovane in questione, gi noto perch segnalato per possesso di stupefacenti ed arrestato dalla Guardia di Finanza, sono riusciti ad individuarlo di l a poco in via Modica Sorda, e a trarlo in arresto, sequestrando il coltello. Attraverso un lavoro di indagine e grazie al riscontro delle immagini registrate nel negozio, stato appurato che Zocco fosse lautore materiale anche di altre due rapine che gli sono state poi contestate. In una di queste, addirittura, il giovane aveva minacciato col coltello la commessa incinta, rubando circa 7mila euro, e in altra occasione 5mila euro.

Pensava forse di sballarsi e comunque era da tempo dipendente da sostanze stupefacenti. E lultima dose le stata fatale. Irene Carletti, 32enne originaria di Padova, ma residente da qualche tempo in via Gianforma, a Frigintini, stata trovata morta il 16 febbraio nella sua abitazione probabilmente per overdose. stato il convivente, un coetaneo originario di Chiaramonte Gulfi, tornando dal lavoro, a rinvenirla nel pomeriggio gi priva di vita. Il decesso dovrebbe essere avvenuto in mattinata. Sul posto, intorno alle 17, si sono recati gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Modica, diretto dal vice questore aggiunto Emanuele Giunta. Dal momento che la salma era gi composta in una bara, hanno subito informato il magistrato, che ha disposto che si procedesse allesame esterno del cadavere. stato, quindi, richiesto lintervento del medico legale, dott. Giovanni Ruta, che ha parlato di "shock cardio respiratorio per assunzione di sostanze stupefacenti". La salma, a mezzo carro funebre, stata, quindi, trasportata nella camera mortuaria dellospedale "Maggiore" in attesa dellesame autoptico. Sia la Carletti che il compagno sono,

come detto, tossicodipendenti, e il convivente ha qualche precedente per furto. Gli inquirenti stanno indirizzando le indagini a risalire al pusher della dose fatale, che, da indiscrezioni, potrebbe essere di origine extracomunitaria. Lattivit del Commissariato di Modica stata incentrata in questi ultimi tempi soprattutto al contrasto del feno-

La giovane era dipendente da sostanze stupefacenti. Fatale lultima dose


meno dello spaccio di sostanze stupefacenti, con ottimi risultati tant che di recente sono stati individuati tre giovani spacciatori extracomunitari che operavano in particolare nel quartiere Vignazza e in zona Santa Maria, per i quali sono scattate le manette. Modica la pista pi vicina, visto che la Carletti e il compagno vivevano a Frigintini, ma non si esclude che gli inquirenti stiano seguendo altre piste effettuando indagini a 360 per colpire lo spaccio di sostanze stupefacenti nellintero territorio.
V. R.

a.o.) Corso di formazione professionale per i docenti di matematica luned pomeriggio presso lItc Archimede di Modica. Sar "Nuovi strumenti digitali per la didattica: MyMathLab" il tema del seminario proposto ed organizzato da Pearson Italia, ente accreditato quale soggetto che offre formazione al personale della scuola. Lincontro avr inizio alle ore 16.00 allIstituto Tecnico Commerciale Archimede (via N. Fabrizio 10) e vedr in aula la presenza di Francesco Tramontana.

LA DENUNCIA DI FARE AMBIENTE

Piazza S. Teresa dimenticata


v.r.) Santa Teresa, una piazza stupenda ma dimenticata. Lo denuncia il coordinatore cittadino di Fare Ambiente, Meno Rosa, facendosi portavoce dei residenti, della Societ Carlo Papa e del Consorzio "Francavilla". La mancata potatura degli alberi, da pi di un anno e mezzo, secondo Rosa, da attribuire allassessore allAmbiente, Giovanni Spadaro, reo di non avere ascoltato le reiterate richieste, predisponendo interventi, invece, a San Giovanni, in viale Manzoni, in viale Medaglie DOro e a Marina di Modica. "In tante altre parti della citt la potatura stata eseguita pi di una volta - denuncia Rosa -. Forse lassessore Spadaro soffre di qualche allergia particolare a questa parte della citt?". per questo che chiede di conoscere le motivazioni di questa scelta di mancato intervento.

DISCUSSE LE POSIZIONI DI 13 DEI 15 IMPUTATI. LA PROCURA CHIEDE IL RINVIO A GIUDIZIO

Processo Copai, l8 marzo la decisione del Gup


Nuova udienza del processo stralcio "Copai", il Consorzio per la promozione dellarea iblea, in cui sono state discusse le posizioni di 13 dei 15 imputati. I loro avvocati hanno esposto le arringhe difensive, mentre la Procura ha reiterato la richiesta di rinvio a giudizio. Si dovr per attendere un po, visto che il giudice per le udienze preliminari non potr pronunciarsi prima delludienza fissata l8 marzo per il giudizio abbreviato a carico degli altri due indagati: Serena Minardo, figlia dellonorevole Riccardo, anchegli imputato, difesa dagli avvocati Carmelo Scarso e Salvatore Giurdanella, e lavv. Giovanni Calcaterra, difeso dallavv. Giovanni Riccotti La Rocca. Giornata importante, dunque, quella dell8 marzo, in quanto il gup si pronuncer anche per questi due indagati. Tutti gli imputati, ciascuno per le proprie responsabilit, devono rispondere di illecito amministrativo, truffa aggravata continuata, falsit in scrittura privata ed uso di atto falso aggravata continuata, malversazione a danno dello Stato, estorsione aggravata continuata, riciclaggio, emissione di fatture e documenti per operazioni inesistenti, favoreggiamento personale e rivelazione di segreti inerenti ad un procedimento penale aggravati, falsit materiale commessa dal privato, aggravata, continuata, falsit ideologica commessa dal privato in atto pubblico, aggravata, continuata, falsit in scrittura aggravata continuata, favoreggiamento. Nel processo stralcio "Copai" sono 5 gli imprenditori costituitisi parte civile assieme allex presidente del Copai, Corrado Monaca, di Ispica, che, attraverso lavv. Giuseppe Solarino, ha reso nota la volont di devolvere leventuale risarcimento a favore di unassociazione di volontariato. Il processo noto anche come "Copai 2" lo stralcio di quello gi in corso davanti al Collegio penale che riguarda 5 imputati che devono rispondere delle accuse di truffe aggravate ai danni dello Stato, di altri enti pubblici e della Comunit europea, di malversazioni ai danni dello Stato e riciclaggio. La truffa di oltre 5 milioni di euro di fondi europei. Si tratta del deputato regionale Riccardo Minardo, della moglie Giuseppa Zocco, di Sara Suizzo, legale rappresentante e presidente del Copai, del marito della donna, Mario Barone, di Pietro Maienza, originario di Riesi e residente a Santa Croce Camerina, dove amministrava una societ coinvolta nel vasto giro di assegni emessi o incassati dal Copai.
V. R.

FONDAZIONE GRIMALDI

Il cinema e gli iblei in vetrina


Prende il via il primo degli appuntamenti con il cinema promosso dalla Fondazione "G.P Grimaldi" che ha per titolo "Il cinema e gli iblei". Una serie di incontri previsti in quattro pomeriggi con cadenza quindicinale. Sabato 18 febbraio alle 17 e 30 appuntamento alla sala delle conferenze di Palazzo Grimaldi nel cuore del Corso Umberto I a Modica. "Ci preme osservare il modo in cui il nostro territorio viene rappresentato attraverso il cinema - afferma il presidente della Fondazione e preside della Facolta di Scienze Politiche di Catania Uccio Barone - e la ricaduta che questo rapporto ha avuto ed ha ancora oggi sul territorio". Sabato sar la volta del documentario "Nascita di una Provincia". "Sar la storia a parlare - afferma Margherita Bonomo docente alla facolt di Scienze Politiche di Catania responsabile del progetto - vedremo come il territorio stato immortalato il negli anni che vanno dalla crisi del 29 alla conclusione della seconda guerra mondiale. Poi tratti di "Anni difficili" in cui cercheremo attraverso il confronto tra il documentario e il film di scoprire se c o no distinzione tra cinema di propaganda e cinema di informazione".
MARCELLA BURDERI

Sono cinque gli imprenditori costituitisi parte civile assieme allex presidente del Consorzio, lispicese Corrado Monaca

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Modica
IL PROGETTO COMPASS
Priorit per i settori agroalimentare, ittico e turistico. Lobiettivo quello di accompagnare e di incentivare una cooperazione economica tra i due Paesi
LA BIT 2012
E unesperienza esaltante quella della Bit 2012. Modica e i suoi prodotti, principalmente il suo cioccolato, sono unattrazione formidabile per i numerosi visitatori che sanno gi dove orientarsi considerato che sono informati sulle peculiarit del territorio. Cos ha commentato lassessore allo Sviluppo economico, Nino Frasca Caccia, la presenza del Comune di Modica alla 32 edizione della Borsa internazionale del Turismo. La giornata dedicata al Cinema ha portato bene allarea del Comune di Modica, ospitata nello stand della Provincia regionale di Ragusa alla Bit 2012 che ha aperto gioved i battenti, nel polo fieristico di Rho Milano, e continuer fino a domenica. Oltre alle degustazioni del sempre pi famoso cioccolato di Modica, i numerosi visitatori hanno potuto apprezzare i luoghi della provincia di Ragusa con tutto linventario delle eccellenze culinarie, tra questi i formaggi, lolio e i vini. Questanno alla Bit sono 120 i Paesi che presentano la propria offerta turistica al popolo dei viaggiatori. Non mancano le bellezze delle regioni italiane, che dalle spiagge alle montagne e alle citt darte hanno risposto tutte allappello, eccetto Val DAosta, Abruzzo e Sicilia, presente per con le sue province, tra cui quella di Ragusa. La Provincia presente insieme alla Camera di Commercio di Ragusa e ai 12 comuni iblei nello spazio comune organizzato dallUrps che viene a coprire il "vuoto" lasciato dalla Regione Siciliana. La scommessa di questanno si chiama unofferta turistica omogenea e compatta che pu dare corpo alle ambizioni di una Provincia che con lapertura del nuovo aeroporto di Comiso vuole emulare Trapani, unica provincia dove il numero delle presenze turistiche cresciuto in maniera considerevole.
A. O.

RAGUSA .41
BELLAERA CHIEDE SOSTEGNO

I Forconi sempre pi arrabbiati


Chiederemo allamministrazione provinciale ed alla Camera di Commercio di far proprio lo stesso documento gi condiviso da molti consigli comunali per dare pi forza al movimento e sostegno alla protesta. E quanto afferma Piero Bellaera, coordinatore di Modica del Movimento dei Forconi, convinto che la lotta per ottenere risposte concrete da parte della politica deve continuare. Come era stato chiesto, nella seduta aperta di sabato scorso, il Consiglio comunale di Modica ha fatto proprie le richieste che erano state avanzate dai lavoratori del Movimento dei Forconi e ha approvato allunanimit il documento di sostegno. "Preso atto che la politica non ad oggi riuscita ad individuare ed attivare strumenti e politiche in grado di contrastare il peggioramento continuo della situazione economica generale - si legge nel documento Considerato come compito primario ed imprescindibile della politica sia quello di fornire risposte alle criticit che interessano i territori e le comunit tutte, il Consiglio comunale di Modica solidarizza con i lavoraProvincia e tori, studenti e cittadini che legittimamente e nel rispetto delle regole Camera di del vivere civile e della legalit maniCommercio festano per chiedere un sostegno alle proprie attivit economiche in soffacciano ferenza e in seria difficolt". proprio il Il Consiglio comunale ha condiviso le rivendicazioni sintetizzate neldocumento la richiesta di rivisitazione del modo gi condiviso e del tempo delle riscossioni tributarie da parte di Serit Sicilia. Blocco da molti immediato dei prodotti agricoli imconsigli portati da paesi esteri non conformi comunali per alle leggi italiane. Tracciabilit di tutte le merci agricole; lattivazione dare pi forza della delibera Ars del novembre alla protesta 1996. Lapplicazione dello Statuto siciliano. La modifica della Legge elettorale al fine di restituire agli elettori il potere di scegliere i propri rappresentanti in seno al Parlamento nazionale. Inoltre, il Consiglio comunale di Modica "impegna tutti i livelli delle forze politiche in esso rappresentate ad adoperarsi per accelerare limpiego dei Fondi comunitari a sostegno delle imprese siciliane e per favorire ladozione di sgravi fiscali per i settori produttivi in crisi". Anche altri comuni della provincia di Ragusa e della Sicilia in generale hanno approvato il documento, ma ai Forconi questo non basta. Vogliono risposte concrete e subito. La nostra voce non pu continuare a rimanere inascoltata - dice Bellaera - e continueremo a gridare, a protestare, ad organizzarci fin quando non avremo riscontri concreti. Stiamo valutando quali iniziative intraprendere. Non creeremo disagi o danni alleconomia, effettueremo sempre proteste pacifiche ma di sicuro non ci fermeremo perch siamo motivati e uniti in questa lotta che vede il popolo siciliano disperato e arrabbiato.
A. O.

Un ponte sul Mediterraneo


Sammito: Sar unopportunit per unintegrazione produttiva e culturale
ADRIANA OCCHIPINTI

I NUMERI

Aprirsi a nuovi mercati nellambito del Mediterraneo pu rappresentare una grande risorsa e un modo per rinsaldare e porre la basi per una maggiore solidit economica che possa incentivare la ripresa dei mercati. E quanto ha dichiarato lassessore alla Cultura di Modica, Anna Maria Sammito, nellambito della presentazione, a Pozzallo, del progetto "Compass", Partenariato Italia-Tunisia per una integrazione produttiva e culturale. E importante dare il sostegno e promuovere questi progetti transfrontalieri nel nostro territorio - ha detto lassessore Sammito - soprattutto in un momento delicato di crisi economica. Nellambito del programma di cooperazione transfrontaliera Enpi Cbc Italia-Tunisia, il Progetto Compass, cofinanziato dallUnione europea Fondo Enpi e promosso dai comuni di Modica, Pozzallo, Scicli e Ispica, unitamente allAssociazione culturale Centro studi ibleo e lApi - Agence de promotion de lindustrie della Tunisia (Ente capofila), prevede la creazione e la sperimentazione di nuovi servizi territoriali a sostegno delle imprese che intendono avviare processi di integrazione delle filiere produttive tra il territorio della provincia di Ragusa e la Tunisia con priorit per i settori agroalimentare, ittico e turistico. Lobiettivo quello di accompagnare e di incentivare una cooperazione economica tra i due territori che possa produrre sviluppo e beneficio reciproco. Liniziativa si rivolge, in un primo momento, alle rispettive rappresentanze territoriali con le quali rendere operativo un Network euro-mediterraneo nel-

Per le imprese 350mila euro


Ammonta a settecentomila euro la cifra destinata al progetto "Compass" cofinanziato dallUnione europea Fondo Enpi. Il 50% della somma sar destinato ai progetti presentati dalle imprese del territorio mentre la restante parte sar destinata ai progetti presentati dalle imprese della Tunisia. Liniziativa intende agevolare la cooperazione economica tra i due territori e produrre sviluppo e beneficio reciproco. Settori preferenziali sono quello agro alimentare, ittico e turistico. Dopo la fase di trattative, e dopo la presentazione del progetto al territorio, con la divulgazione degli obiettivi e finalit, si passer adesso ad una fase di operativit del progetto - ha detto lassessore alla Cultura, Anna Maria Sammito verranno contattate le attivit e le ditte e si dar il via ai laboratori che permetteranno di agevolare i processi di integrazione delle filiere produttive tra il territorio della provincia di Ragusa e la Tunisia. Il comune di Modica partner del progetto insieme ai comuni di Pozzallo, Scicli e Ispica, continuer a lavorare nellottica dello sviluppo del territorio.
A. O.

la costruzione di una Carta dei servizi di sostegno e accompagnamento delle rispettive unit produttive locali, interessate ad avviare processi di cooperazione e integrazione tra i due territori. In una seconda fase, Compass offrir, ad imprenditori ed aspiranti imprenditori dei due territori, la possibilit di accedere ai servizi reali previsti nella precedente fase. Il progetto attivo dall8 novembre 2011 e prevede una durata complessiva di 24 mesi. E stato presentato al Comune di Pozzallo nel contesto dei lavori dellAssemblea del partenariato. Ai lavo-

ri dellAssemblea e alla successiva conferenza stampa ha partecipato una rappresentanza dei quattro comuni partner del progetto, Pozzallo, Scicli, Ispica e Modica, questultimo rappresentato dallassessore alla Cultura, Anna Maria Sammito, dal presidente del Centro studi ibleo, e per la delegazione tunisina capofila, lApi, e una rappresentanza del Segretariato tecnico congiunto e dellAutorit di gestione del Programma rappresentata dal Dipartimento regionale della Programmazione della Regione Siciliana.

Sul tavolo lavviamento dei processi di integrazione delle filiere produttive tra il territorio provinciale e quello tunisino con priorit per i settori agroalimentare, ittico e turistico

TACCUINO
METEO: cielo sereno poco nuvoloso, venti deboli. Temperature previste comprese tra 2C e 12C. ORARI FARMACIE NOTTURNE: 18 Sabato: Farmacia VINDIGNI MASSIMO VIA GANFORMA 82/F (FRIGINTINI), 97015 Modica, Tel. 0932908010 Aperto dalle Ore 19:30 alle 0re 09:00 dellindomani 18 Sabato: Farmacia RIZZONE GIOVANNI VIA RISORGIMENTO n. 219, 97015 Modica, Tel. 0932-453313 Aperto dalle Ore 20:00 alle 0re 09:00 dellindomani. NUMERI UTILI: Ospedale Maggiore di Modica Centralino: 0932-448111 CARABINIERI: 0932.453429 - 0932.453426 POLIZIA: 0932-7692119 GUARDIA DI FINANZA: 0932-941069 VIGILI DEL FUOCO: 0932-454572 POLIZIA MUNICIPALE: 0932-759211 URP - RETE CIVICA: 0932-759123 PROTEZIONE CIVILE: 0932-456295 UFFICIO MANUTENZIONE: 0932-759822 / 759802 AZIENDA SICILIANA TRASPORTI SPA, SEDE DI MODICA: 0932-767301- 0932-762331 COMUNE DI MODICA: Piazza Principe di Napoli. Centralino: 0932-759111 Telefono: 0932-759634; Fax: 0932-759635 UFFICIO ANAGRAFE-STATO CIVILE-STATISTICA E TOPONOMASTICA-ELETTORALE LEVA E PENSIONI Sede: Corso Umberto I n 149 (Palazzo della Cultura) Tel. 0932-759618-759412 (Anagrafe) -759413 (Stato Civile) - 759627 (Elettorale) Mattino: Dal Luned al Venerd dalle ore 08,35 alle ore 13,15 Pomeriggio: Marted e Gioved dalle ore 15,35 alle ore 17,15 DELEGAZIONE MUNICIPALE SACRO CUORE Sede: Via Resistenza Partigiana, 38 (Palazasi Piano Terra) Tel. 0932-759810 Mattino: Dal Luned al Sabato dalle ore 08,30 alle ore 13.15 DELEGAZIONE MUNICIPALE MODICA ALTA Sede: C.so Regina Elena, 5 Mattino: Dal Luned al Sabato dalle ore 08,00 alle ore 14,00 DELEGAZIONE MUNICIPALE FRIGINTINI Sede: Piazza Ottaviano Tel. 0932-774312 Mattino: Dal Luned al Sabato dalle ore 08,30 alle ore 13,00 SERVIZI SOCIALI Sede: C.so Umberto I n 454 Tel.0932-759710-759711 Fax. 0932-752179 Mattino: Dal Luned al Venerd dalle ore 08,30 alle ore 13,30 Pomeriggio: Marted e Gioved dalle ore 15,30 alle ore 17,30 UFFICIO TURISTICO: 0932-759634 Orario: Dal luned al sabato mattina 09:00/13:00. Pomeriggio 15:30/19:00. Domenica e festivi mattina 10:00/13:00. Pomeriggio chiuso. CINEMA AURORAVia Regina Elena, 52: 0932-941245

Deluse le aspettative dei cittadini


LUdc sulla nuova Giunta. Resta prioritario puntare a risanare il bilancio e mettere in sicurezza i conti
VALENTINA RAFFA

A qualche giorno dalla ricomposizione dellalleanza tra il Partito democratico e il Movimento per lautonomia, dopo la crisi flash che ha investito il Palazzo di Citt, e dunque poco dopo la nascita della Giunta Buscema Ter, non accennano a scemare gli interventi dei partiti. la volta dellUdc, che per bocca del suo portavoce cittadino, Pap Rizzone, sottolinea "lillusione per la maggior parte dei cittadini, durata solo pochi giorni, allannuncio della crisi a Palazzo San Domenico, quando ancora si credeva che lamministrazione avesse fatto le valigie. Ma la forza di restare e di ricomporsi dice Rizzone - stata pi forte, deludendo cos le aspettative dei cittadini". LUdc considera la redistribuzione delle deleghe assessoriali come lillusione propinata alla citt di un cambio decisivo. "Lennesimo rimpasto tutto da verificare - commenta Rizzone -. Il programma che ha ostentato questa nuova compagine assessoriale alla guida della citt quanto mai utopistico, infarcito di illusioni. Le rimostranze e le osservazioni sollevate dai vari partiti e dai vari gruppi che costituiscono lopposizione hanno fatto emergere la pochezza e la confusione, troppe promesse e troppi programmi che non sono realizzabili nel poco tempo che rimane". Secondo Rizzone, insomma, questamministrazione avvezza a "promettere troppo e realizzare ben poco" anche in fatti prioritari come il risanamento del bilancio che lUdc ritiene un "obiettivo che stato nuovamente riproposto, ma pienamen-

Continua a far discutere laula consiliare e i rappresentanti politici la crisi lampo di Palazzo San Domenico

IL 25 FEBBRAIO IN CONSIGLIO COMUNALE

No alla chiusura della Siracusa-Gela


Scongiurare lo smantellamento della tratta ferroviaria Siracusa-Gela e richiedere il potenziamento della tratta. Di questo si parler nel Consiglio comunale, in "adunanza aperta", convocato alle 9.30 di sabato 25 febbraio presso lAula consiliare di Palazzo San Domenico. Negli ultimi anni sono state tagliate le coincidenze, le corse dei treni, le stazioni sono state chiuse, la mancanza di servizi di collegamento adeguati tra le stazioni e le varie zone delle citt hanno disincentivato lutilizzo del mezzo pubblico a favore del mezzo privato segnando cos il futuro della ferrovia ragusana. Nellultimo periodo numerose sono state le voci che si sono sollevate, da parte dei cittadini e da varie forze del mondo politico, per salvare la ferrovia siciliana e il consiglio comunale aperto servir a fare il punto sulla situazione e a fare in modo che siano riportate, nelle opportune sedi, le varie proposte e i vari progetti esistenti in merito alla rimodulazione e alla modernizzazione della linea ferroviaria per impedire che venga messo un ulteriore freno alla crescita del territorio.
A. O.

te fallito nei quattro anni di governo". "Risanare il bilancio e mettere in sicurezza i conti - aggiunge - chiede saggezza, una forte concentrazione e non un valzer di poltrone! Tra laltro come se gli uomini che hanno governato la citt nei mesi scorsi siano stati riconosciuti non allaltezza del compito che era stato loro assegnato e che tutti i fallimenti siano da imputare allex vice sindaco, uscito di Giunta, perch non pi ubbidiente ai voleri del leader dellMpa Riccardo Minardo". Rizzone prosegue nel sostenere che "lefficienza tanto conclamata dallamministrazione stata smentita dai fatti, come del resto il bilancio comunale che la Corte dei Conti ha rimandato indietro. Basti pensare - dice ai due mutui chiesti alla Regione, il primo di 6 milioni di euro e il secondo di 5, che vanno ad aggiungersi al disavanzo debitorio del Comune e che non erano somme che lEnte doveva ricevere dalla Serit, come si voluto far credere, n anticipazioni regionali". Morale della favola che "Modica ha perso competitivit e desiderio di crescere - afferma il portavoce cittadino dellUdc -. Se negli anni scorsi la citt era un continuo cantiere, ora non lo pi, le maestranze girano per le piazze in cerca di lavoro sotto lo spettro della forte disoccupazione, grazie anche ai forti oneri di urbanizzazione per il rilascio di quei pochi progetti edili giacenti allufficio tecnico". LUdc chiede allamministrazione di "ammettere la difficile e travagliata convivenza tra Mpa e Pd, con leffimera supremazia di un alleato sullaltro".

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

42.

RAGUSA

Vittoria
in breve
ALBO PRETORIO Responsabile Upiga, pubblicato il bando
n.d.a.) Sar pubblicato domenica, ed affisso per quindici giorni allAlbo Pretorio del Comune, lavviso per la copertura di un posto di responsabile dellUnit Upiga mediante la stipula di contratto di diritto pubblico a tempo determinato, ai sensi del comma 2, dellart. 110 del D.L.gvo 267/2000. (Ex deliberazione di G. C. n. 708 del 30/12/2011). Per la partecipazione richiesta la laurea specialista in Ingegneria edile o Civile o in Architettura, conseguita secondo il vigente ordinamento universitario presso universit o istituti di istruzione universitaria equiparati (sono ammessi i diplomi di laurea conseguiti secondo il vecchio ordinamento universitario) e labilitazione allesercizio professionale. I candidati dovranno essere, inoltre, in possesso dei requisiti richiesti nel bando.

CONTROLLO DEL TERRITORIO. Il ventunenne di Vittoria stato bloccato dalla polizia

IL SEQUESTRO. A D.F.G., 21 anni, vittoriese, sono stati sequestrati un coltello a scatto lungo oltre 20 centimetri, un manganello telescopico in metallo, una pistola giocattolo molto simile ad unarma vera, priva del previsto tappo rosso e 55 munizioni calibro 6,35 per pistola.

DIDATTICA Scolaresca visita il comando dei carabinieri

In auto aveva un arsenale fermato giovane Rambo


A bordo un coltello, un manganello, pistola e cartucce
GIANNI DI GENNARO

IL CONVEGNO

Microcriminalit, Lions a confronto su temi caldi


d.c.) La violenza si sposta dalle metropoli alle periferie, dagli agglomerati cittadini ai piccoli centri urbani. Unescalation senza sosta. Che confonde vittime e carnefici. Giovani, giovanissimi presi di mira dai bulli, giovani violenti che pestano a sangue un migrante della loro citt per una sigaretta non data, per un nonnulla. Il Lions di Vittoria domandandosi quali potrebbero essere i possibili rimedi, ha scelto di interrogarsene con gli esperti del settore facendosi promotrici di una tavola rotonda. Luogo dellincontro sar il proscenio del Colonna, qui, sabato 10 marzo, alle ore 16,30 si terr un convegno organizzato dal comitato distrettuale sulla Microcriminalit e patrocinato dal Lions di Vittoria il convegno su "La microcriminalit: teoria, pratica e possibili rimedi". Chiamati a confrontarsi sul tema saranno Caterina Chinnici, assessore regionale alle Autonomie locali, Salvatore Aleo, ordinario di diritto Penale presso la Facolt di Giurisprudenza di Catania, Agostino Fera, procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Catania, Enrico Platania consigliere dellOrdine degli Avvocati di Ragusa. Nelle vesti di moderatore Antonio Corbino, presidente del comitato distrettuale sulla microcriminalit e socio Lions, a portare i saluti istituzionali del club service ci penser il presidente Gaetano Pensavalle De Cristoforo.

n.d.a.) La V A elementare della direzione didattica "Circolo centrale di via Santa Teresa" di Chiaramonte ha fatto visita nei giorni scorsi alla sede della Compagnia dei carabinieri di Vittoria che, per competenza territoriale, si occupa anche del comune montano. Durante la visita la docente referente del progetto ha consegnato al tenente Francesco Soricelli, comandante della Compagnia, una serie di temi ed elaborati, ricchi di foto e immagini, scritti dagli alunni dopo che lo stesso

Nel corso dei servizi di controllo del territorio, disposti dal dirigente del locale commissariato, su precise direttive del questore di Ragusa, atti a prevenire episodi delittuosi, gli agenti hanno denunciato allautorit giudiziaria, un novello "Rambo". Si tratta del ventunenne vittoriese, D.F.G. fermato per un controllo mentre viaggiava a bordo della sua auto e trovato in possesso di un coltello a scatto lungo oltre 20 centimetri, un manganello telescopico in metallo, una pistola giocattolo molto simile ad unarma vera, priva del previsto tappo rosso e 55 munizioni calibro 6,35 per pistola. Il giovane che non ha saputo spiegare il motivo per cui deteneva il coltello allinter-

no della tasca del giubbotto che indossava, il manganello accuratamente nascosto in auto e la pistola e le cartucce nella sua abitazione, come riferito, stato denunciato allautorit giudiziaria che dovr stabilire eventuali ulteriori provvedimenti da assumere. Il reato di cui potrebbe essere accusato il giovane, quello di detenzione di munizioni e di porto di armi di genere vietato, ma resta il dubbio sulle ragioni che hanno indotto questo a girare in auto con questo "armamento". Un dato inquietante, non tanto per il fatto in se stesso, ma per tutto ci che si verificato negli ultimi giorni e che stato reso noto dopo i provvidenziali interventi delle forze dellordine. Infatti, abbiamo constatato che sono moltissimi i giovani che nellultimo periodo, sono sati protagonisti di fatti delit-

tuosi, quali lo spaccio di sostanze stupefacenti, aggressioni e porto e detenzione di armi. Come se, in una citt in cui le innumerevoli operazioni delle forze dellordine, hanno smantellato puntualmente, a volte sul nascere, organizzazioni criminali di ogni tipo, si stesse muovendo qualcosa che ruota intorno a giovani e giovanissimi con volti e fedine penali pulite. Un fenomeno sociale dunque, in evoluzione e che merita grande attenzione da parte degli organi competenti. La citt ha vissuto anni bui e grandi "scontri" tra "famiglie" criminali che a volte si sono affrontate facendo "tuonare" le armi, anche in pieno centro. Tutti ricordi che la gente laboriosa e onesta, che per fortuna la stragrande maggioranza, vorrebbe cancellare dalla memoria.

DIELI (FLI) CONTESTA LE DECISIONI SUI NUOVI MERCATI

Soricelli li aveva incontrati, nel loro istituto, per discutere di legalit e del ruolo dei carabinieri e delle altre forze armate e di polizia nella societ. Fra le frasi pi significative: "i carabinieri hanno il compito di proteggere, difendere e aiutare la popolazione combattendo la criminalit"; " fondamentale vivere nel rispetto delle leggi per avere una societ fondata sulla giustizia e sul rispetto altrui".

Comparto agricolo, arriva lora pi nera


GIOVANNA CASCONE

SERVIZI COMUNALI Parcheggi rosa, pronto il regolamento


n.d.a.) Con lordinanza n. 9/2012, il sindaco, Giuseppe Nicosia, ha definito la disciplina per il rilascio dei pass per i parcheggi rosa riservati alle donne in gravidanza e alle neo mamme, istituiti dalla Giunta Municipale. I pass potranno essere richiesti dalle donne in stato di gravidanza e dalle neo-mamme. Le autorizzazioni potranno essere rilasciate limitatamente al periodo dal 60 giorno precedente la data presunta del parto a quello coincidente con il 90 giorno successivo al parto. Hanno diritto al rilascio del pass le donne in stato in gravidanza a rischio, anche se la data presunta del parto sia successiva al 60 giorno stabilito in via ordinaria. Lufficio competente al rilascio delle autorizzazioni lUfficio per le Relazioni con il Pubblico, che ha sede al civico 40 di via Bixio, al quale le donne in possesso dei requisiti potranno rivolgersi per ottenere il modulo della richiesta che, una volta compilato, dovr essere restituito allo stesso ufficio. Il pass nominativo ha valore temporaneo e dovr essere riconsegnato al Comune quando sar decorso il periodo indicato. Alla domanda dovranno essere allegati, oltre alla patente di guida cat. "B", anche un certificato del medico di famiglia o del ginecologo attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto.

Mondo agricolo in stato dagitazione. Laccordo siglato tra lUnione Europea e il Marocco per la libera circolazione dei prodotti nordafricani in territorio europeo getta nello sconforto lintera categoria. Oltre il danno la beffa per i produttori agricoli, ed in particolare quelli isolani che fanno i conti con un gap, dovuto ai notevoli ritardi nelle operazioni di ammodernamento, che non gli hanno permesso di stare ai passi con i tempi. Oggi, a rimarcare gli effetti negativi di questo accordo e delle ripercussioni per il comparto Nello Dieli, coordinatore cittadino di Fli. "Il Parlamento Europeo ha approvato laccordo per limmissione di prodotti agrumicoli, di ortaggi e di prodotti ittici, provenienti dal Marocco, nei mercati europei - dichiara Dieli -. Una ulteriore mazzata alla nostra agricoltura che continuer ad essere pena-

Il settore va sostenuto perch altrimenti non si pu immaginare uno sviluppo del nostro territorio
Per il coordinatore cittadino di Fli, "la crisi finanziaria, laumento a dismisura dei costi di produzione, il calo dei redditi dovuto alla concorrenza sleale, la pressione esercitata dagli istituti finanziari sulle imprese agricole ed oggi, anche i controlli serrati al mercato di Fanello, stanno mettendo a dura prova leconomia locale. Gli addetti del settore agricolo di tutta Europa - aggiunge - stanno seguendo con attenzione levoluzione delle indagini sul mercato di Fanello, il pi grande mercato alla produzione dEuropa, og-

Il coordinatore cittadino di Fli Nello Dieli

lizzata a fronte della produzione proveniente da Paesi dove si produce a bassi costi e non vi sono controlli adeguati. Una pagina nera - rimarca - soprattutto per il nostro comparto agricolo attanagliato anche da vicende che nulla hanno a che fare con le normative comunitarie o con gli accordi europei".

gi, pi croce che delizia della commercializzazione dei prodotti agricoli". In questo contesto per Dieli i controlli sulle attivit commerciali sono necessari e lauspicio che procedano con il massimo riserbo e si concludano celermente al fine di ripristinare la serenit allinterno della struttura dove commissionario e produttore collaborino dintesa per realizzare entrambi il giusto guadagno". Nel suo intervento, il coordinatore cittadino di Fli si sofferma anche sulla protesta dei Forconi, che per settimane ha bloccato leconomia isolana e pensa che la politica non possa far finta di niente. Nel contempo sottolinea che "il comparto agricolo va sostenuto perch non si pu immaginare uno sviluppo del nostro territorio senza un vero rilancio dellagricoltura e delle aziende agricole". Dieli pensa ad azioni dirette alla ristrutturare in modo innovativo e moderno delle aziende agricole e alla formazione continua dei produttori.

Orientamento, i docenti suggeriscono gli indirizzi


Laccesso programmato alluniversit fa palpitare gi da adesso il cuore dei prossimi maturandi. Dopo avere conquistato lagognato diploma di maturit, chi sceglier la formazione universitaria, avr davanti lo scoglio dei test dingresso. Prima prova, comune a tutti i corsi di laurea, e una seconda per chi dovr accedere alle facolt a numero chiuso. "Siamo stati i primi in Italia ad attuare il numero programmato - spiega il prof. Cozzo, durante il primo incontro organizzato dal Cof di Catania al Carducci di Comiso per fare delluniversit e delle superiori "vasi comunicanti". "Avere studenti sempre pi preparati allingresso laspettativa dellUniversit" sottolinea lorientatore domandando, "quasi provocatoriamente" allauditorio di docenti, riuniti per loccasione insieme al Carducci, il Fermi e il Cannizzaro di Vittoria "se insegnano a studiare ai loro alunni". Sembrerebbe proprio s. Stando alle cifre snocciolate dallo stesso Cof. "Su unofferta di 9.317 si sono immatricolati in 8.200" afferma lorientatore sottolineando come "i numeri attestino, da una parte, che non si limita affatto il diritto allo studio,dallaltra, che sussiste l autoselezione". I rigurgiti sessantottini che accendono le proteste studentesche, per il prof. Cozzo, non terrebbero conto di un fatto fondamentale. "La domanda allo studio - sottolinea lorientatore - deve essere corrispondente allofferta e che il numero chiuso voluto dallEuropa".
D. C.

LINTERVENTO DEL SINDACO SULLEMERGENZA RIFIUTI

Siamo pronti a far partire la differenziata


GIOVANNA CASCONE

"Vorrei ricordare che lemergenza rifiuti vissuta in questi giorni dalla citt non da addebitare allAmiu o al Comune. In questo caso, non c alcuna responsabilit da parte nostra. Il disagio stato causato dalla ditta di trasferenza, fermatasi, giustamente, perch non pagata dallAto ambiente". stato il sindaco Giuseppe Nicosia a dichiararlo dopo giorni di grande difficolt per la citt, in preda al panico per il timore di un nuovo "caso Napoli" a Vittoria. Finalmente, dopo momenti di tensione e una citt invasa da sacchetti di spazzatura, ora si torna alla normalit. Laccordo raggiunto tra Comune e Ato Ambiente ha permesso di riprendere le attivit di raccolta rifiuti di trasporto presso la discarica di Gela. Da

Il primo cittadino: Disagi provocati dalla ditta La Cognata che non stata pagata dallAto ambiente

IL SINDACO GIUSEPPE NICOSIA

parte del presidente dellAmiu, Giuseppe Spalla, parole di ringraziamento al primo cittadino. "Grazie allautorevole intervento del sindaco, Giuseppe Nicosia, - dichiara Spalla - la difficile condizione della raccolta dei rifiuti in citt sta tornando alla normalit. Le cause del disagio vanno ricercate nellinterruzione del servizio di trasferimento da

parte della ditta La Cognata che, avendo maturato un notevole pregresso nei confronti dellAto, aveva interrotto i rapporti con questultimo. Il nostro sindaco - aggiunge - riuscito a sbloccare la vicenda, riconducendo ogni cosa al rapporto diretto tra Comune, Amiu e ditta privata". Nicosia, parlando di rifiuti, sottolinea

anche la reale possibilit per lEnte di avviare, in via sperimentale, il progetto di raccolta differenziata. "Dopo lavvio del trasferimento della spazzatura nella discarica di Gela - dichiara il sindaco - abbiamo compiuto un altro passo avanti sul tema dei rifiuti. Grazie allautorizzazione di Ato ambiente Ragusa, che nel corso dellultima assemblea ha approvato la delega a partecipare a progetti speciali di altre Ato, e considerati il silenzio della Regione e lincertezza su chi dovr bandire la gara per la raccolta differenziata a Vittoria, porteremo avanti il progetto della raccolta porta a porta e chiederemo di inserire anche i progetti di messa in sicurezza della nostra discarica. Qualora il progetto sperimentale venisse approvato dalla Regione, potremmo avviare quanto prima la raccolta differenziata".

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

LA SICILIA

Vittoria
LA RISORSA ACQUA
I club service della citt hanno voluto dedicare un pomeriggio di riflessione ad un tema di grande attualit con la presenza di Antonio Vernier del comitato Unesco
Da sinistra Daniele Aprile, presidente Rotary Vittoria, ling. Antonio Vernier componente Unesco Italia e Sara Brullo, presidente Club Unesco Vittoria

RAGUSA .43
PROPOSTA DI FLI

Dieli: Tarsu non dovuta per i garage ad uso privato


n.d.a.) Il coordinatore cittadino di Fli, Nello Dieli, torna a puntare lattenzione sulla tassa sui varchi che ha fatto tanto discutere, soprattutto perch gli oneri erano aumentati esponenzialmente. "La tassa sui rifiuti solidi urbani - dice Dieli - potrebbe invece subire una piacevole riduzione, soprattutto per i proprietari di garage. La Commissione Tributaria Regionale - aggiunge - con alcune sentenze ha stabilito che la tarsu non dovuta per i garage ad uso privato, in quanto luoghi adibiti al ricovero di veicoli e, anche quando una persona vi si trattenga, non ipotizzabile che produca rifiuti. Il solo fatto che il Comune lo classifichi come garage, quindi, prova che il locale non idoneo a produrre rifiuti. Non serve altro. Stessa cosa per solai e cantine".

Loro blu disseter lAfrica


Apriremo un rubinetto dove sincontrano le donne-mulo con il prezioso liquido
DANIELA CITINO

IL FRONTE DEI NO MUOS

Fare Ambiente si schiera contro lantenna americana


(d.c.) C stata persino la Befana No Muos. Marcia di protesta per dire no allennesimo "atto di forza" americano. Prima i missili Cruise, adesso la malefica antenna militare. E se la sezione provinciale della Giovane Italia nel calderone dellinvettiva mescola insieme motivi ambientali con quelli politici, ventilando lipotesi di un nuovo "colonialismo", Rino Strano, medico, referente di Fare Ambiente, nella bacheca di Fb, aguzza le "antenne" su altri dannosi effetti secondari del Muos. "Se il Muos talmente potente da interferire con i radar dellaeroporto di Comiso, perch non dovrebbe essere di grande pericolo per la salute di tutti noi? E se poi le leucemie cominceranno a mietere vittime? Pensiamoci in tempo o, parola di medico, sar troppo tardi per una strage annunciata".

Sorella acqua, utile, umile, preziosa e casta. Nella sua preghiera di ringraziamento a Dio, San Francesco non poteva che annoverate tra le "creature" anche loro blu del pianeta terra. "Basterebbe solo rispettare il precetto francescano, e molti problemi sarebbero risolti" commenta Nella Faraci, presidentessa vittoriese del Soroptimist che, insieme ai club service della sua citt, Italia Nostra, Club Unesco, Rotary e Unitr, ha voluto dedicare un pomeriggio di riflessione al tema dellacqua. "Spesso ce ne ricordiamo solo quando ci manca aggiunge il presidente del Rotary di Vittoria Daniele Aprile - dando quasi per scontato il suo straordinario valore in termini di quantit e qualit". Ma lacqua un bisogno o un diritto? "LUnesco non ha dubbi. Annoverando lacqua tra i diritti umani e a scanso di qualsiasi dubbio, nessuno pu negarne il valore pubblico" spiega lingegnere Antonio Vernier, componente del Comitato Nazionale Unesco, ma soprattutto "studioso" dellacqua, inviato dal Ministero degli Affari Esteri per una "mission" molto speciale in quelle terre del mondo dove "lacqua serve non solo per vivere, ma per sopravvivere" negando di fatto alloro blu il suo inalienabile valore di "diritto" di tutti. Da trentanni il ricercatore Vernier cerca di dissetare i popoli dellaltopiano africano: Etiopia, Egitto, Sudan, Kenia, Tanzania. "Proprio l - dice lo studioso dove sincontrano ancora le donne-mulo cariche sulle loro spalle del preziosissimo liquido, vorremo aprire un rubinetto dacqua".

"Seguendo questottica - aggiunge il professore universitario - io stesso sto portando avanti il mio pur modesto intervento di questi ultimi anni aiutando gli abitanti dei villaggi montani nellapplicazione di moderne tecniche di intervento, ma di facile uso, per giungere ad un valore della quantit dacqua pro capite pari a 100-150 litri/giorno, valore che potrebbe soddisfare pienamente i loro fabbisogni idrici per tutti i possibili usi. Tanto meno tali tecniche si discosteranno da quelle tradizionali, tanto maggiore saranno i risultati ottenuti e la risposta degli stessi abitanti nel raccogliere i seguenti suggerimenti migliorativi". Come fare? "Predisporre una captazione pi razionale delle sorgenti per ottener portate diverse decine di volte superiori alle precedenti. Questo reso possibile dallo studio accurato delle condizioni geologiche ed idrogeologiche dei bacini alimentanti e dei possibili ostacoli che, se non eliminati, possono ridurre notevolmente le portate sfruttabili". Dissetare lAfrica non , allora, utopia. E un sogno concreto in cui i veri protagonisti dovranno essere gli africani. "E- conclude Vernier - essenziale e necessario affermare che tutti questi interventi migliorativi possono essere effettuati dagli stessi abitanti".

LINIZIATIVA

Gurrieri: Nel nuovo statuto spazio al primato pubblico


Lassessore alla Trasparenza Piero Gurrieri

Affermare che lacqua di tutti, che bere, lavarsi, cucinare, lavare i panni, un diritto sancito dalla legge di natura quanto dalla legge delluomo, non mai abbastanza. Nella bozza del nuovo statuto comunale anche lacqua avr il suo posto e difender il suo primato pubblico. "Nel segno di una citt che stata pioniera nella tutela del valore pubblico dellacqua laddove ha anche difeso le proprie sorgenti idriche minacciate dallingordigia del colosso petrolifero della Panter Eureka a caccia di idrocarburi nel nostro territorio, pi che mai doveroso normare la pubblicizzazione dellacqua nel rinnovato regolamento comunale. Un principio di tutela e salvaguardia dellacqua estendibile al suolo e al sottosuolo del territorio per metterli al riparo da speculazioni senza scrupoli, da profanazioni e violazioni ambientali" dichiara lassessore alla Trasparenza Piero Gurrieri interve-

nuto al convegno organizzato sui temi dellacqua dai club service della citt a Sala Mandar. Ed qui che lassessore annuncia ufficialmente "la consegna" della bozza statuaria al segretario comunale. "In cui si voluto largamente tutelare il principio della partecipazione democratica alla costruzione della polis" sottolinea Gurrieri stigmatizzando la nascita di ben otto consulte. "Che - prosegue lassessore - non avranno solo un posto a sedere nel consiglio comunale o nelle commissioni in qualit di membri osservatori, bens abbiamo riconosciuto alle Consulte il ruolo di strumenti effettivi di partecipazione politica alla democrazia cittadina il cui parere sar dunque vincolante ed obbligatorio". E ancora una volta lassessore rinnova al mondo dellassociazionismo lappello alla partecipazione ricordando il 3 marzo, giorno dell "election day" quando si proceder allelezione dei presidenti e delle giunte. "E un momento che aspettavamo aggiunge Nella Faraci, presidentessa Soroptimist Vittoria - riconoscere ai club service e alle associazioni cittadine il valore della partecipazione stato un atto significativo ed importante. Anche la societ civile\ infatti in prima linea per offrire il suo contributo alla citt".
D. C.

APPELLO DELLA CGIL

Confronto immediato sui lavoratori del Comune


n.d.a.) Un incontro per discutere di tutte le problematiche che interessano i lavoratori del Comune. A chiederlo la Cgil che esprime il proprio disappunto per il mancato riscontro su alcune importanti questioni, affrontate in un vertice con il sindaco nel gennaio scorso. "In particolare - scrivono - ci riferiamo alla mancata integrazione oraria al personale ex contrattista. Malgrado limpegno assunto dallamministrazione in ordine allimmediata verifica dellipotesi di integrazione e considerata la totale assenza di comunicazioni, si chiede un immediato confronto". Altra questione quella relativa alla mancata erogazione dei buoni pasto, non erogati da luglio 2011. "Al riguardo aggiunge il segretario Nunzio Fernandez - spiace constatare lapparente disinteresse a rimuovere le cause ostative.

TACCUINO
IL METEO Cielo sereno o poco nuvoloso. Temperature comprese fra i 3 e i 13 gradi. Vento debole. Umidit compresa fra 50% e 89% NUMERI UTILI VITTORIA Polizia: 0932-997411; Vigili del Fuoco: 0932-804694 oppure 0932- 981735; Polstrada: 0932-981920; Carabinieri: 0932.981200 oppure 0932-981370; Carabinieri Scoglitti: 0932.980106 Guardia di Finanza: 0932981894; Capitaneria di Porto: 0932980976; Polizia Municipale: 0932-514811; Polizia Municipale Scoglitti: 0932-514700; Amiu: 0932-997311; Amiu, numero verde: 800210388; FARMACIA DI TURNO Pomeridiano: Mangione, via Garibaldi 303 Vittoria. Aperto dalle ore 13 alle ore 16. Tel. 0932-981108 Iacono, via Napoli 106 Scoglitti. Aperto dalle 12.30 alle 16. Tel. 0932-980120 Notturno: Mangione, via Garibaldi 303 Vittoria. Aperto dalle ore 20 alle ore 9 dellindomani. Tel. 0932981108 Iacono, via Napoli 106 Scoglitti. Aperto dalle ore 19.30 alle ore 9 dellindomani. Tel. 0932-980120 AL CINEMA CINEMA GOLDEN tel. 0932- 981137 Sala 1: "In time" ore 20.00-22.15, sabato e domenica 17.45- 20.0022.15; Sala 2: "Come bello far lamore ore 20.30-22.30, sabato e domenica 18.30- 20.30-22.30; GOLDEN HALL: "Millennium, Uomini che odiano le donne" ore 18.30-21.30. Luned chiuso, marted prezzo ridotto, mercoled ridotto donna. ORARI AUTOLINEE GIAMPORCARO Vittoria-Ragusa: 6.00; 6.45;7.00; 8.00 (scolastico); 10.15; 11.15; 13.00; 14.30; 16.45; 18.15. Ragusa-Vittoria: 7.30; 9.00; 11.00; 13.00; 13.20 (scolastico); 14.10; 15.40; 18.00; 19.30. Vittoria-Catania: 5.45; 6.45; 8.30; 11.30; 13.00; 14.00 (da lun a ven); 15.30; 18.00. Catania-Vittoria: 6.30 (da lun a ven);9.00; 10.30; 12.30; 14.00; 15.30; 18.00; 20.30. Vittoria-Scoglitti: 7.00; 8.00 (scolastico); 10.00; 12.45; 13.30; 14.30; 16.30. Scoglitti-Vittoria: 7.30; 8.50 (scolastico); 10.30; 13.15; 14.00; 15.00; 17.00. Monterosso-Vittoria: 6.15. Vittoria-Monterosso: 13.50. Vittoria-M.di Ragusa: 6.00; 14.30. M. di Ragusa-Vittoria: 7.00; 15.30. FESTIVI Vittoria-Ragusa: 10.30; 15. Ragusa.Vittoria: 11.30; 16.15. Vittoria-Catania: 7.30; 11.30; 14.30; 17.30; 18.00. Catania-Vittoria: 9.00; 11.30; 17.00; 20.00; 20.30. Vittoria-Scoglitti: 8.00. Scoglitti Vittoria: 9.00. Vittoria-Cimitero: 9.30. Cimitero-Vittoria: 10.20. INFORMAZIONI Bar "La stazione" 0932-866283.

Vittoria mercati, lattesa continua


Consiglio comunale. Giurano Formica e Incorvaia. Ruoli della societ ancora da assegnare
Insieme, in un sol giorno, protagonisti Emaia e il consiglio comunale. Gioved sera, mentre nella sala congressi della cittadella fieristica si consuma il debutto ufficiale della presidenza di Giovanni Denaro e del suo Cda costituito da Enzo Simola e da Rocco Candiano, a Sala Carf fanno il loro ingresso i neo consiglieri. A prestare giuramento sono stati i piddini Giovanni Formica e Giuseppe Incorvaia, il primo a sostituzione del dimissionario Denaro ora al timone dellEmaia, e il secondo del dimissionario Salvatore Avola, tornato a sedere in giunta occupandosi stavolta di decentramento amministrativo. Giochi fatti? Non tutti. Restano ancora da assegnare i ruoli della Vittoria Mercati Spa. Chi verr dopo Gambuzza, Garrasi, e Nuara? Ex presidente ed ex Cda, nominati nellottobre del 2009, ma di fatto impossibilitati ad operare pragmaticamente, stoppati dalla burocrazia il cui atto finale si consumato, solo nella primavera dello scorso anno con la concessione della struttura di contrada Fanello, di propriet della Regione, assegnata al Comune di Vittoria. Adesso, comunque sia, tempo da perdere non ce n, forse non c mai stato, anche se, adesso, pi che mai, a dettarne i tempi limpellenza mediatica resa ancora pi forte dallonda durto determinata dallazione investigativa della Guardia di Finanza. Il sindaco di Vittoria Giuseppe Nicosia fa sapere di aspettare indicazioni dalla sua maggioranza e in risposta i piddini vittoriesi suggeriscono che vedrebbero bene figure dalto profilo, gli altri, come Barrano dellUdc, dovranno accantonare lidea, pi volte suggerita, dellaccorpamento gestionale dellEmaia con la Vittoria Mercati. In attesa di conoscere le prossime mosse e chiss che alla fine non verr premiato il meritorio lavoro dellattuale direttore Emaia Giuseppe Sulsenti (subentrando cos il favoritissimo Angelo Fraschilla) dal Comune arriva la buona notizia della copertura di un posto responsabile dellUnit Upiga. Il bando di partecipazione sar pubblicato domenica 19 febbraio 2012, ed affisso per quindici giorni allAlbo Pretorio del Comune. La stipula di contratto di diritto pubblico sar per a tempo determinato. Potranno concorrervi ingegneri ed architetti che dimostreranno di possedere i seguenti titoli: avere svolto attivit in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private con esperienza acquisita per almeno un quinquennio in funzioni dirigenziali; aver conseguito una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica desumibile dalla formazione universitaria e postuniversitaria, da pubblicazioni scientifiche e da concrete esperienze di lavoro maturate per almeno un quinquennio, anche presso amministrazioni statali, ivi comprese quelle che conferiscono gli incarichi, in posizioni funzionali previste per laccesso alla dirigenza.
D. C.

IERI IN AULA LINSEDIAMENTO DEI NUOVI CONSIGLIERI COMUNALI

FIERA EMAIA

Sessanta espositori a Kam 2012


Sessanta espositori, 170 stand occupati, 7000 metri quadrati impegnati, due padiglioni. Questi i numeri delledizione 2012 di kam, il salone della casa, moda e della sposa. La rassegna pi fashion targata Fiera Emaia stata presentata nel pomeriggio di venerd dal sindaco Giuseppe Nicosia, alla presenza dei nuovi vertici della municipalizzata Fiera e Mercati, e del commissario Adele Di Rosa e del direttore Giuseppe Sulsenti. A parlare della rassegna stato il direttore Sulsenti. "Continuiamo ad essere una vetrina importante - dichiara il direttore -. Offriamo in questa rassegna diverse categorie merceologiche che gravitano attorno al mondo della casa e del matrimonio. Dal catering alle bomboniere ma anche arredamento, tessuti e tappeti con informatica, antiquariato ed abiti da sposa. Sar una settimana piena di eventi, con un passaggio importante anche nella convegnistica". Spazio anche al Carnevale ed in chiusura levento clou con il concorso nazionale "Sicilia di Moda". Madrina della 10 edizione del concorso, Bianca Maria Piccinino voce storica della Moda in Rai.

LA SICILIA

SABATO 18 FEBBRAIO 2012

44.

RAGUSA PROVINCIA
ISPICA

MAGIE E TRUFFA
Incursione del programma di Italia 1 che ha stanato un sedicente stregone specializzato nella guarigione di persone dallincerta identit sessuale. La Procura indaga
Altro scoop delle Iene che seguivano il mago da parecchio tempo e lo hanno scovato anche a Pozzallo

Al via i lavori nel plesso di via Vittorio Veneto


ISPICA. g.f.) Hanno preso il via i lavori di manutenzione straordinaria delle aree allaperto, interne al plesso scolastico Via Vittorio Veneto, direttore dei lavori il geom. Giuseppe Stracquadanio, responsabile unico del procedimento il geom. Gaetano Gennaro, dellufficio tecnico comunale. Si tratta del 7 cantiere regionale di lavoro per disoccupati finanziato al Comune per un importo di 113 mila euro dallassessorato regionale al Lavoro e Previdenza sociale.. La zona di intervento stata visitata dal sindaco Piero Rustico, accompagnato dallassessore comunale ai Lavori pubblici, Marco Santoro e dai tecnici coinvolti nel progetto.

Mago smascherato dalle Iene


Dopo il parapiglia con linviato arrivano i carabinieri che accertano la truffa
MICHELE GIARDINA

SANTA CROCE

Carcassa di caretta caretta sulla spiaggia di Montalbano


S. CROCE.a.c.) Una caretta caretta ai piedi della casa di Montalbano. Lesemplare, deceduto, stato trovato ieri mattina sulla spiaggia di Punta Secca da alcuni passanti. La carcassa, insabbiata a qualche metro dalla battigia, era di circa 60-70 cm e non era inanellata. Numerose le segnalazioni pervenute al commissario dellEnpa Liliana Senatore, che ha provveduto ad allertare il centro Recupero fauna selvatica di Comiso e la polizia municipale di Santa Croce Camerina per gli interventi di rito. Presumibilmente, la tartaruga marina morta di ipodermia nelle ore precedenti. La presenza della carcassa lungo la spiaggia ha determinato un certo via vai di curiosi che, fino a quando la stessa non stata rimossa, hanno immortalato lanimale.

POZZALLO. Altra escursione giornalistica delle Iene in provincia. Questa volta a Pozzallo. Per stanare un sedicente mago catanese di 71 anni. Specializzato nella "guarigione" di persone dalla incerta identit sessuale. Con unguenti miracolistici, color rosa per le donne, azzurro per gli uomini. Lo hanno sorpreso in unabitazione della citt marinara, in via Del Pozzo, 69, dove aveva attrezzato un vero studio con tutto loccorrente per ricevere clienti-allocchi da turlupinare. Visita non gradita, ovviamente. Sulle prime il maliardo ha fatto buon viso a cattivo gioco. Poi, incalzato dalle domande, ha perso la pazienza. Ed ha reagito di brutto. Come fanno gli sputtanati di turno, presi di mira dagli inviati scavezzacollo della fortunata trasmissione televisiva di Italia 1. Avesse avuto il magico potere millantato con clienti sprovveduti e creduloni, avrebbe comunque trovato una misteriosa via duscita. Invece, spalle al muro, ha imprecato, urlato, tentato di sbattere fuori quel "farabutto" giornalista dassalto. Arrabbiato, nervoso e perdutamente svergognato, gli ha strappato il microfono dalle mani e, salito a bordo di una Mercedes di colore grigio, si allontanato velocemente. A qualche centinaio di metri dal "posto di lavoro" viene fermato da una pattuglia della Polizia municipale composta dal vice comandante Saro Iozzia e dagli agenti Azzaro e Pluchinotta. Pochi minuti dopo arriva anche il comandante Giovanni Gambuzza. Gli agenti erano stati avvertiti da una telefonata

dei carabinieri impegnati in quel momento in unoperazione di ordine pubblico. Il mago scende dallauto con in mano il microfono strappato allinvasore. E lo consegna spontaneamente agli agenti. Mezzora dopo lo strumento viene restituito al legittimo proprietario, intento a spiegare laccaduto al capitano dei carabinieri di Modica, Alessandro Loddo, sopraggiunto con una gazzella sul luogo dello "scontro". Le indagini hanno prodotto i primi provvedimenti da parte della Procura della Repubblica di Modica. Che sta procedendo nei confronti di Sciacca Alfio, nato ad Acireale il 5 maggio 1940, e residente ad Aci Catena, per il reato di truffa aggravata in danno di persone in corso di identificazione. I carabinieri hanno accertato che Sciacca esercitava lattivit di mago e guaritore in uno studio di Pozzallo. Hanno quindi sequestrato la tabella pubblicitaria con la scritta "Mago Paracelso esperto in guarigione - chiromante, cartomante, astrologo e medium", affissa esternamente al locale, nonch volantini e cartelloni, e lo stesso immobile. Il presunto mago reclamizzava le sue capacit di guarire potenziali pazienti dalla "malattia" dellomosessualit.

COMISO

Saltano gli accordi, anziano aggredito da due braccianti


Finisce al comando dei carabinieri una lite sfociata in unaggressione e un incendio ANTONELLO LAURETTA

COMISO. Due persone sono state denunciate laltro ieri in stato di libert dai militari dellArma dei carabinieri della stazione di Comiso. Si tratta di M. B. e N. S., entrambi incensurati e braccianti agricoli, rispettivamente di 67 e 66 anni. Devono rispondere di lesioni personali, esercizio arbitrario delle proprie ragioni, danneggiamento seguito da incendio e minacce ai danni di un pensionato comisano. I fatti risalgono a poco pi di due settimane fa, quando luomo sarebbe stato aggredito da M. B. e N. S. insieme a una terza persona in corso di identificazione, con pugni che avrebbero procurato alla vittima lesioni guaribili in sette giorni. Inoltre, i tre avrebbero fatto seguire le minacce ad altri fatti, appiccando il fuoco al portone dingresso dellabitazione del pensionato. Alla

base di tutto vi sarebbe un mancato rispetto degli accordi presi tra la vittima e i suoi presunti aggressori per il buon fine di alcune pratiche amministrative. Il pensionato, in buona sostanza, avrebbe avuto la possibilit di ingaggiare per conto di M. B. e N. S. un certo numero di extracomunitari in regola col permesso di soggiorno per impiegarli come braccianti agricoli dietro un compenso direttamente proporzionale al numero delle unit lavorative reperite. Dai fatti oggetto delle indagini dei carabinieri, sembrerebbe che in realt sarebbero state fornite ai committenti meno unit lavorative di quanto richiesto. Ne sarebbe nata quindi una catena di discussioni tra il pensionato e gli altri con questultimi che, a questo punto, avrebbero preteso la restituzione del denaro pattuito per un numero di lavoratori non pi rispondente a quello originariamente fissato. Dalle parole, per, si passati ai fatti quando il gruppetto si incontrato nei pressi di una piazza. E dalle minacce sarebbero arrivati infine al grave gesto intimidatorio attuato lincendio del portone di casa della vittima. Il pensionato ha quindi deciso di tutelarsi e ha querelato i tre presunti aggressori.

SCICLI

Zona artigianale, la Cna Dov il regolamento?


SCICLI.Con il rinvio, durante la seduta del Consiglio comunale del 4 gennaio scorso, del punto riguardante "modifiche ed integrazioni al regolamento di gestione della zona artigianale di contrada Zagarone", sembra sia stata scritta la parola fine ad un percorso che ha visti impegnati per quasi due anni gli artigiani, le associazioni di categoria, lamministrazione Venticinque ed il Consiglio comunale nel suo insieme. Lo dice in un documento il presidente della Cna di Scicli Guglielmo Trovato assieme al responsabile organizzativo Franco Spadaro. "Eppure - viene chiarito ancora - la partecipazione nel mese di dicembre scorso della Cna e delle altre associazioni di categoria ai lavori della terza commissione consiliare avevano fatto ben sperare sul fatto che la conclusione delliter di approvazione fosse vicino alla conclusione".

In breve
COMISO Crisi sociale, oggi la conferenza
a.l.) "Crisi sociale e antropologica nella societ contemporanea". Questo il tema di cui relazioneranno don Mario Cascone, docente di Teologia Morale presso lIstituto Teologico Ibelo di Ragusa e presso lo Studio Teologico San Paolo di Catania, e Maria Rita Schembari, docente di Lettere presso lIstituto Comprensivo "Carducci", sezione "Classica", nonch assessore alla Cultura. La conferenza in programma questo pomeriggio, inizio alle 18, presso lAula Rimmaudo del Centro Servizi culturali.

Lavoratori fantasma, nei guai 20 imprenditori


Truffa allo Sportello unico della Prefettura. Inoltrate false autorizzazioni per attestare lattivit di 562 cingalesi
MICHELE FARINACCIO

SANTA CROCE Focus di Mandar sulla rda


a.c.) Continuano gli incontri programmatici della lista civica Tutti x Santa Croce Piero Mandar Sindaco. Focus su ambiente e raccolta differenziata. Lobiettivo del candidato sindaco Piero Mandar valutare sin da subito la possibilit di estendere il sistema delle differenziata su tutta la fascia costiera e controllare in modo capillare il territorio, al fine di ridurre ed eliminare comportamenti dannosi delluomo nei confronti dellambiente.

Cinquecentosessantadue false autorizzazioni al lavoro stagionale, per altrettanti cittadini del Bangladesh, tramite la presentazione di istanze inoltrate telematicamente allo Sportello unico dellimmigrazione della Prefettura di Ragusa. Un giro enorme quello scoperto dai carabinieri del gruppo Tutela del lavoro di Palermo e del nucleo ispettorato del lavoro di Ragusa, che hanno denunciato alla Procura della Repubblica di Ragusa 20 pseudo imprenditori agricoli per falso e favoreggiamento dellimmigrazione clandestina. Quattro di loro sono della provincia di

Ragusa. Si tratta dei ragusani A.S. di 43 anni e N.C., 56enne, e dei vittoriesi R.G. di 37 anni e del 56enne A.P. Gli altri, ad eccezione di un 25enne di Enna, sono tutti della provincia di Siracusa. Si tratta di D.S. di 46 di Pachino, B.L. di 41 anni di Avola, del 44enne avolese C.G., di I.G., 34enne di Rosolini, di B.A. 44 anni di Avola, C.C. 48enne di Avola, C.M. 43enne di Avola, C.S. di 42 anni di Avola, del 43enne S.A. di Siracusa, di T.G., 45enne, di Rosolini, di G.V. 24enne di Avola, di S.G. di 44 anni di Noto, del 25enne G.V. di Avola, L.M. di 52 anni di Siracusa, e di P.R., 52enne di Rosolini. Le venti persone denunciate, secondo laccusa, avevano richiesto le autorizza-

zioni al lavoro presentando false attestazioni di terreni che si trovano nella provincia di Ragusa. Le indagini dei militari dellArma, che sono partite alla fine del 2010, hanno invece permesso di accertare la totale falsit di quanto attestato nelle istanze, e cio linconsistenza aziendale nella provincia iblea. Le aziende, insomma, non esistevano. Tutte le domande che sono state presentate allo Sportello unico, e che tra laltro, costituivano un primo passo per ottenere il permesso di

Venti delle 562 autorizzazioni false sono state riscontrate dal nucleo provinciale dei cc

soggiorno per gli extracomunitari, sono state ovviamente revocate. Le indagini, che si sono mosse prima di tutto sotto laspetto della giurisprudenza del lavoro, non sono altro che una prima tranche di uninchiesta pi ampia. Ed in questo senso, non escluso che nei prossimi giorni e settimane la stessa inchiesta si possa ulteriormente allargare e possa coinvolgere altre persone o arrivare a pi ampie conclusioni o capi daccusa. Dopo avere valutato gli aspetti della giurisprudenza del lavoro, i Cc hanno avuto modo di riscontrare la rilevanza penale degli aspetti che erano stati riscontrati e sono scattate le denunce.

LA RIUNIONE DEL DIRETTIVO DELLUDC

SANTA CROCE

Garantire il posto ai dipendenti comunali Consumi acqua, il regolamento non piace


LUCIA FAVA

SANTA CROCE Il Pd: Iurato candidata a sindaco


a.c.) Il Pd conferma la candidatura a sindaco del coordinatore cittadino del partito Franca Iurato. La sezione locale le riconosce indubbie qualit morali, determinazione e sensibilit adeguate per rispondere al meglio alle giuste attese della comunit camarinense.

La situazione politico-amministrativa del Comune di Comiso, il ruolo e la posizione che il partito della Vela dovr assumere in citt. Questi i temi al centro della riunione, gioved sera a Ragusa, nei locali della segreteria provinciale, del direttivo dellUdc di Comiso e Pedalino. Presenti il segretario provinciale, Lavima e lon Ragusa. Dal confronto emersa, unanime, la condivisione di due punti. Il primo riguarda i dipendenti comunali, "la salvaguardia del posto di lavoro e quindi la tutela delle famiglie in un momento di crisi diffusa". Questo viene definito tema prioritario "ritenendo essenziale attuare quanto possibile per garanti-

re il lavoro di tutti i dipendenti comunali attualmente presenti nella pianta organica a Comiso". Altro punto riguarda invece la situazione politica. "LUdc di Comiso e Pedalino - si legge nel documento condiviso - aperta al dialogo con le forze politiche cittadine che sono forza integrante del terzo polo, con tutte le forze politiche e movimenti civici che si ritrovano nellarea moderata, con le forze politiche, i movimenti civici, le associazioni che voglio aderire ad un nuovo progetto politico, per Comiso". Altri punti pi strettamente attinenti alla politica saranno affrontati dal direttivo tra qualche giorn. Tra le righe la questione del mantenimento dellappoggio alla giunta Alfano, su cui non sono mancate e non mancano le posizioni divergenti.

ALESSIA CATAUDELLA

SANTA CROCE. Il nuovo regolamento per il fondo di compensazione dei consumi anomali di acqua non convince il gruppo consiliare Motivazione e Proposta. I consiglieri di minoranza Carmelo Mandar e Rosario Pluchino ravvisano nelle decisioni varate in occasione del Consiglio comunale di mercoled un ulteriore danno alle tasche dei cittadini. Con le nuove direttive le ute