Sei sulla pagina 1di 13

DA BIKILA A SAMIA, QUANTO

LUNGO IL VIAGGIO OLIMPICO


DELLAFRICA
Pagine di diario, sognando un futuro nello sport

le lezioni di riferimento
http://goccediarmonia.blogspot.it/2015/11/da-bikila-samiaquanto-e-lungo-il.html

classe IIC
Istituto Comprensivo G. Matteotti Cave
prof. ssa Simona Martini

[Selezionare la data]

D A B IK IL A A S AM IA , Q U A NT O L UN G O IL
V I A GG I O OL IM PI C O DE L L AF R I CA
Africa,28 luglio 2008
Caro diario,
oggi un giorno come tutti gli altri: sveglia presto, scendi nella stalla per
mungere la capra prepara la colazione ai miei fratelli perch mia madre
andata a lavorare nei campi e mio padre lha portato via la guerra.
Dopo aver fatto tutte le commissioni vado a scuola facendo la mia solita
passeggiata di 10 chilometri all'andata e 10 chilometri al ritorno.
Dopo scuola ogni giorno vado al villaggio di Taneka Beri per prendere l'acqua.
Per tornare a casa decido di fare una strada diversa e di passare per le vie
popolose del villaggio e non in quelle deserte.
Per la via del ritorno passo davanti all'unico spaccio. Che fortuna! Penso tra
me: C' una televisione
Mi fermo a guardarla e stanno trasmettendo le Olimpiadi di Pechino.
Sono in onda le gare della corsa a ostacoli 400X400 ostacoli. Molto poco
rispetto a quello che percorro io tutti i giorni! Chiss se un giorno ci sar io al
posto di una di quelle ragazze e se indosser anche io come loro delle scarpe
firmate e non correr senza scarpe come faccio ora.
Mi piace tantissimo correre e sentire il vento che mi sfiora il viso. Ho deciso da
oggi in poi mi allener per diventare una campionessa!
Wawi
Stadio Olimpico Londra 26 agosto 2012
Caro diario,
oggi un giorno come tutti gli altri: sveglia presto, colazione veloce, il tempo
di mettermi una tuta e vado allo stadio per allenarmi con il mio coach.
Il mio coach molto severo; ogni giorno mi fa fare 20 giri di campo, per ogni
giro sono 400 metri; poi mi fa fare due batterie da 50 salti.
Dopo aver finito questo tipo di allenamento inizia quello vero e proprio: la corsa
ad ostacoli.
Oggi il mio coach mi ha fatto allenare molto di pi perch domani iniziano le
Olimpiadi e vuole che sia ben allenata.
Ora vado, altrimenti il mio allenatore si arrabbia, augurami buona fortuna.
Wawi
Lavinia Chialastri

[Selezionare la data]

la mia cameretta, 02/12/2015


Caro diario,
oggi stata una giornata molto triste
In classe abbiamo avuto un ora di educazione fisica e la mia
professoressa mi ha detto che sono molto portata per lo sport e che se
non svolgo nessuna attivit, il mio un talento sprecato.
Queste parole invece di rallegrarmi, mi hanno rattristato, perch tu lo sai
che adoro fare attivit sportiva, ma purtroppo i miei non possono
permettersi di pagare la mensilit di qualsiasi disciplina. Io adorerei
danzare, sai che passo giornate intere a ballare, a provare i passi
davanti allo specchio e a immaginare di ballare in un grande teatro.

Sarebbe lavverarsi di un sogno che coltivo sin da piccola!


Ieri mamma entrata nella mia cameretta, io non me ne sono accorta
ed rimasta ad osservarmi mentre facevo piroette, ho visto che aveva
gli occhi lucidi (piangeva perch non pu far avverare il mio desiderio)
ed io per non rattristarla ancor di pi le ho detto che stavo provando dei
passi per il ballo della scuola e che mi annoiava molto fare quegli
esercizi
Che grande bugia, caro diario,
solo tu sai quanto mi costato dirla

Erica Manni

[Selezionare la data]

Caro diario,oggi ti voglio parlare del mio sport preferito: IL CALCIO

Mi ha ispirato la mia squadra del cuore la ROMA.


La conosci? Ah no ! Allora ti racconto la sua storia.
La mia squadra nata nel 1927, si fond a Roma. Lo sai dove gioca?
La mia squadra gioca in Italia, nel campionato serie a tim.
Anche io vorrei avere una squadra come la Roma ma non posso perch anche se i miei
genitori non vogliono farmelo vedere lo so che i soldi mancano in famiglia.
I miei genitori non possono iscrivermi in una squadra di calcio per motivi economici,
ma stai tranquillo perch io con i miei amici giochiamo in un campo fatto da noi e
creiamo delle squadre e giochiamo come se fosse una finale.
Io spero di realizzare il mio sogno e avere una squadra come quella della ROMA.

Luca Tittozzi

[Selezionare la data]

Caro diario

25/07/2009

ti scrivo da Rio de Janeiro in Brasile uno dei posti pi poveri del Brasile e del mondo.
Io e la mia famiglia viviamo in un vecchio edificio abbandonato perch la nostra casa
c stata tolta perch i miei genitori non potevano permettersi di pagare il mutuo e
per mantenere me e i miei tre fratelli, siamo costretti a lavorare in una discarica. Io
ho solo 11 anni.
La nostra passione quella dimparare a giocare a calcio per potere diventare in
futuro famosi calciatori ma i miei genitori non hanno i soldi per pagare il corso, quindi
insieme ai miei fratelli ed altri bambini poveri del mio paese ci alleniamo tutti insieme
per avverare il nostro sogno.
Nel caso non dovessi realizzare il mio sogno, mio nonno mi sta insegnando a lavorare
il legno perch lui fa il falegname. Cos se non riuscir a diventare calciatore e non
avr un lavoro per vivere e per guadagnare qualche spicciolo, far il falegname.
Ora ti devo lasciare vado ad allenarmi, a presto.

25/1072010
Caro diario
oggi per me un giorno importante perch devo fare un provino per il Santos,uno dei
club pi importanti del Brasile e di tutta lAmerica dove hanno giocato famosi
giocatori come Neymar. Finalmente dopo giorni di duro lavoro sono riuscito a fare un
provino per una squadra importante adesso devo solo cercare di mostrare le mie doti
calcistiche e di farmi prendere anche se non sar molto facile.
Sono appena arrivato al campo mi devo solo cambiare, sono entrato negli spogliatoi
non credo ai miei occhi sto quasi per piangere per lemozione sono felicissimo ma anche
agitato per linizio della prova ma soprattutto sono fiero di me stesso.
ora ti saluto,devo iniziare la mia prova,ti informer dei miei risultati al pi
presto.
Emanuele Lucarelli

[Selezionare la data]

16/08/1987 Stadio Olimpico, Africa


Caro diario,
ti volevo raccontare di oggi, perch oggi si quasi avverato il mio
sogno, ovvero quello di arrivare prima. Questa mattina mi sono
svegliata con il pensiero della gara. in fretta e furia mi sono
preparata e sono corsa in cucina da mamma e furiosa e agitata
le ho detto di accompagnarmi allolimpico. Appena arrivata mi
sentivo una sconosciuta perch tutti mi guardavano, per senza
dire niente mi sono preparata, per affrontare la gara e sono corsa
in fila per attendere il mio turno e gareggiare. Ho aspettato due
ore poi arrivato il mio turno hanno fischiato e sono partita.
Sfortunatamente, non so il perch mi hanno fatto gareggiare con
tutte ragazze pi grandi per questo sono arrivata ultima. Non
potevo puntualizzare che ero la pi piccola per sono comunque
uscita a testa alta dallolimpico e sono stata fiera di me perch
sono riuscita almeno ad arrivarci.
Appena arrivata a casa non ho avuto la gioia della mia famiglia
e mi hanno detto che sono stata scarsa e che non dovevo arrivare
ultima perch avevano fatto tanti sacrifici per farmi gareggiare.
Questa mattina ero molto eccitata, ma ora mi ritrovo qui sola
senza nessuno che mi consola.
La mia giornata finisce qui e spero che un giorno avr
lopportunit di ripetere loccasione e di avere lacclamazione
della mia famiglia.
A domani.
Giulia Angelucci

[Selezionare la data]

Olimpiadi, 07/12/2015
Caro diario,
sono appena arrivata a Roma, e il ricordo del passato mi assale, i
molti compagni morti nella traversata perch il mare era
impetuoso, scuro come se fosse arrabbiato, con degli uragani che si
muovevano da una parte allaltra come se fossero degli uccellini.
Solo io e un compagno siamo sopravvissutiho avuto paura.
Questa settimana non mi sono allenata perch c stato un omicidio
proprio dove mi alleno. Lo stadio in cui si svolta questa
Olimpiade era bellissimo, grande, pulito.
Entro nel tunnel che porta al campo ma prima di iniziare la gara ho
parlato con il mio compagno, anche lui era agitato, non sapeva se
gareggiare o no perch lui non si allenava da pi tempo di me.
Sono lunica ragazza di colore fra tutte le altre...cerano ragazze
italiane, americane, francesi, tedesche, australiane e io africana.
La gara finita e io sono arrivata ultima, ma non mi sono
scoraggiata perch ero lo stesso fiera di me stessa. Ho fatto una foto
con la mia bandiera che mi si arrotolava sul corpo.
Lo sai perch lho fatto?
Perch pur aver perso, voglio far vedere al mio paese che ho
gareggiato per loro e per far vedere a tutti i popoli e Stati, che sono
arrivata qui dopo tanti sacrifici, paure, dubbi e problemi economici.
Caro diario ora devo andare, la mia barchetta sta per partire e di
certo non voglio che torni a casa a nuoto.
Ti scrivo appena avr nuove notizie.
Maleka
Cecilia Foschi

[Selezionare la data]

15/05/2014
Caro diario,
ti sto scrivendo perch sto affrontando un momento molto
brutto della mia vita e spero di riuscire a superarlo.
La mia famiglia in condizioni economiche disastrose, poi
ci sono io con un sogno da rincorrere: diventare ballerina, e
come tutti credo e creder sempre nel mio sogno fino alla
fine, ma non penso che si realizzer mai.
Ogni giorno dubito sempre di pi.
16/05/2014
Caro diario,
oggi ho preso una decisione, torner a essere quella che ero,
creder nel mio sogno finch avr le forze di rimanere in
piedi.
Se non ne uscir vinta ci riprover.

16/07/2014
Caro diario,
scusa se sono stata assente per cos tanto tempo, ma sono
stata molto impegnata con una persona,chiamata sogno,e
questa volta, questa volta ho vinto io.
Ho raggiunto il mio sogno e per questo ho pianto, ho pianto
lacrime di gioia.
Mi sono tolta un peso dall'anima in questo momento penso
di essere la ragazza pi felice del mondo.
Eleonora Venanzi

[Selezionare la data]

Caro diario, oggi ti voglio parlare del mio sport preferito il


tiro con larco, questa passione nata vedendo dei
documentari e dei film e cartoni di Robin Hood. Lo
conosci? A no? Allora ti racconto la storia. Questo Robin
Hood un fuorilegge che con il suo arco ruba ai ricchi per
dare ai poveri. Robin Hood ha una mira infallibile e il mio
sogno di diventare come lui, ma purtroppo la mia
famiglia ha problemi economici e non posso comprare
larco e iscrivermi al corso. Cosa dici? Se mi rende triste
non mi devo scoraggiare? Non ti devi preoccupare,
quando voglio tirare con larco prendo qualche pezzo di
legno, una cordicella e mi creo il mio personale e
artigianale arco, certo non precisissimo ma meglio di
niente e di questo mi devo accontentare. Io spero di
realizzare il mio sogno diventando cos un arciere
professionista come ROBIN HOOD.
Nicolas Cicerchia

[Selezionare la data]

Cantina
Caro diario,
oggi un gran giorno!!! forse abbiamo trovato un luogo
adatto agli allenamenti, una grande palestra
abbandonata e ha i vetri oscurati, sono sicura che l non ci
vedr nessuno!
Io e i miei amici stiamo diventando molto bravi! Sai, non
facile...non mi piace come ci guardano gli uominichiss
perch non vogliono che io corra?
Non capisco poi perch i miei amici non vogliono che io
dica ai miei genitori che ci stiamo allenando per le olimpiadi
...ma sono sicura che un problema alla volta risolver tutto.
EMILY
Palestra
Caro diario,
oggi il peggior giorno della mia vita!
Se solo tu avessi le gambe capiresti ... un uomo entrato
nella vecchia palestra e noi abbiamo fatto finta di esserci
persi. Per quanto riuscir a tenere il segreto?
EMILY
Casa
Caro diario,
mia madre mi ha messo in punizione ... ti ho nascosto sotto
il burqa e ti ho portato con me...la mia punizione questa:
sono stata chiusa in soffitta e ci devo rimanere per tre
giorni.
Se saltassi dalla finestra? Ma chi prendo in giro? Sono
sdraiata perch qui alto due volte te e non ci sono
finestre.
EMILY
Giulia Grossi

[Selezionare la data]

Caro diario,
30/08/2015
ormai sono cinque anni che gioco a calcio e, dato che
mio padre morto e mia madre non ha un lavoro fisso,
non posso giocarci pi. Lunico modo con il quale
potevamo vivere e pagare la scuola di calcio, era mio
padre. Dato che io sono il pi bravo di tutti, il padre del
mio peggior amico ha minacciato mio padre e gli ha
detto che non dovevo pi giocare a calcio altrimenti lo
faceva fuori. Quindi secondo me e secondo te, chiaro
che stato lui. Domani c la partita e finora andato
tutto liscio finch non incontro lui ,lassassino di mio
padre e il suo complice, suo figlio.

Caro diario,
1/09/2015
il giorno della partita e ha vinto la squadra avversaria,
la mia aveva una chance in meno, cio io.
Qui, a Scampia, ci sono strade piene di bambini senza
casa, senza una famiglia con cui stare Come si fa a
vivere cos? Io vorrei che questa crisi del lavoro finisse
e ci fosse lavoro per tutti cos io potrei giocare a calcio e
i bambini poveri avrebbero quello che vogliono loro.
Oggi andata via anche mia madre e non so come
vivere, lassistente sociale mi vuole portare in un
istituto per minorenni io non ci voglio andare e non mi
ci ha portato. Il calcio lho perso ormai, per me non
esiste pi, non posso pi giocarci, quindi
Addio calcio!!

Desire Pinci

10

[Selezionare la data]

CARO DIARIO,
LA SETTIMANA SCORSA HO PROVATO A GIOCARE A
BASKET NELLA SQUADRA GIAPPONESE DI HOKKAIDE
MA NON CI SONO RIUSCITO E COS HO INIZIATO A
CORRERE PER SFOGARMI.
ALLE 18:30 SONO TORNATO A CASA E HO INIZIATO A
FARE I COMPITI.
IL GIORNO SEGUENTE SONO ANDATO A SCUOLA IN BICI,
MA, POICH SONO ARRIVATO CON CINQUE MINUTI DI
RITARDO, IL PROFESSORE MI HA MANDATO FUORI
DALLA PORTA. A FINE GIORNATA SCOLASTICA SONO
ANDATO AD ALLENARMI, PER PROVARE DI NUOVO A
VINCERE IL PROVINO E ANDARMENE DA OSAKA,
PICCOLA CITTADINA GIAPPONESE, IN CUI HO
PRATICATO MOLTO IL BASKET. MA ANCHE QUESTA
VOLTA NON MI HANNO PRESO PERCH TIKAWA
MOLTO PI BRAVO DI ME.
SONO MOLTO FELICE PER TIKAWA, MA DENTRO DI ME
SONO MOLTO DELUSO E ARRABBIATO.
IL MIO SOGNO DI ENTRARE NELLA SQUADRA COS
FORTE CHE MI ALLENER CON IL DOPPIO DELLA
GRINTA DI PRIMA. LA PROSSIMA SETTIMANA SAR
ANCORA PI ALLENATO TANTO CHE DIVENTER PI
FORTE DI MICHEAL JORDAN.
CIAO, CARISSIMO DIARIO, LA PROSSIMA VOLTA TI
RACCONTER COME SAR ANDATO IL PROVINO, ORA
DEVO ANDARE AD ALLENARMI.
CIAO DA HOKASAWA

FRANCESCO DANIMI

11

[Selezionare la data]

Caro diario,
sono qui in un paese del sud del Brasile e il mio sogno quello
di giocare a calcio. Giorni fa ho fatto un provino al Santos una
squadra calcistica molto ambita e che ha avuto diversi giocatori
famosi come Pel e Neymar due calciatori che io stimo parecchio.
Per andare a fare il provino mio padre ha fatto moltissimi
sacrifici;mio padre molto fiducioso e purtroppo mia madre
morta quando sono nato e non ho mai potuto vederla.
Io sono l'ultimo di tre fratelli. Pap lavora duro per farci
mangiare; quanti sacrifici ha fatto mio padre!!!. E io voglio fare
lo stesso con i miei figli, mi far ammirare dai miei figli. Il mio
sogno pi e quello di giocare a calcio in una squadra famosa, la
mia squadra preferita proprio il Santos.
Penso che ormai dovr arrivare una risposta, sono mesi
che non arriva nulla, nessuna notizia.
Ora devo andare ti far sapere presto caro diario incrociamo le
dita!!!
Alessio Cervoni

12