Sei sulla pagina 1di 2

Articoli 3 e 6

Art. 3 Tutti i cittadini hanno pari dignit sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libert e la uguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

Art. 6 La Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche.

Tra tutti gli articoli che si rifanno ai principi fondamentali l'articolo 3 della Costituzione italiana forse il pi importante per la determinazione del carattere democratico della repubblica. Esso stabilisce il principio di uguaglianza, imponendo allo Stato il dovere di garantire pari dignit sociale ad ogni cittadino. Il primo comma enuncia il principio che tutti i cittadini sono uguali di fronte alla legge e hanno la stessa dignit sociale senza distinzioni di sesso, razza, lingua, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali, quindi al di l di ogni differenza. Il principio di uguaglianza sta in tutte le grandi dichiarazioni e carte dei diritti e stabilisce che nessun uomo deve essere discriminato, cio trattato diversamente dagli altri. Luguaglianza formale dice che tutte le persone sono uguali in quanto persone. Uguaglianza sostanziale ci serve per comprendere che comunque siamo diversi, non possiamo negare levidenza della diversit: bambini e adulti, ricchi e poveri ..., ma lo Stato deve fare in modo di eliminare queste differenze, tenendone conto e aiutando tutti nella misura delle necessit. Per esempio i bambini sono pi deboli e vanno difesi non a caso qualcuno ha voluto fare unosservazione e ha specificato senza distinzione di et, con riferimento per esempio ai gravissimi maltrattamenti di violenza sui bambini di cui la cronaca ci informa. Secondo me giusto che ogni cittadino sia rispettato per quello che : una persona.

L'articolo 6 della Costituzione dice "la Repubblica tutela con apposite norme le minoranze linguistiche". Non riferito ai singoli individui come nell'articolo 3 ma ai gruppi linguistici. In Italia esistono diverse minoranze linguistiche. Chiaramente tutelando la lingua il legislatore si preoccupa di salvaguardare usi e costumi delle rispettive comunit. Per questo sono state istituite delle Regioni a statuto speciale come il Trentino Alto Adige, la Valle d'Aosta, dove la popolazione parla due lingue: litaliano e la lingua dorigine che vengono usate nellambito della pubblica amministrazione. Elisabetta