Sei sulla pagina 1di 6

ANGIO RM

o sequenze in OVER TOF, cio in TIME OF


FLIGHT, tempo di volo
2D-TOF
acquisiamo immagini assiali
vedo bene solo i vasi che
decorrono perpendicolari al
piano analizzato
3D-TOF
VANTAGGI
o acquisiamo un intero
volume
o acquisizione
indipendentemente
dal decorso del vaso
o elevata sensibilit al
flusso veloce
SVANTAGGI
o ridotta sensibilit al
flusso turbolento
o maggior tempo di
acquisizione
o minore risoluzione
spaziale per le
immagini stazionarie
TR e TE brevi
Sangue iperintenso (bianco)
Difficolt con MDC per sovrapposizione di
uguali intensit con il MDC

o
o
o

DIFFUSION
o tecnica RM capace di produrre una
diagnosi metabolico-tissutale
o registra la diffusione delle molecole
dacqua nei tessuti, caratterizzata da moti
dipendenti dalla temperatura, dalla
viscosit del mezzo e dalla struttura dei
tessuti stessi
o le sequenze producono una intensit di
segnale tanto minore quanto maggiore il
fenomeno della diffusione.
Ad esempio
le molecole dacqua del
liquor allinterno dei
ventricoli cerebrali hanno
una diffusione elevata e
producono un segnale
dintensit bassa
viceversa, le molecole
dacqua del parenchima
cerebrale hanno bassa
diffusione e producono un
segnale dintensit elevata.
o utile per differenziare
ledema tissutale o una condizione
di alta cellularit (neoplasie)
caratterizzati da bassa
diffusione,
da una necrosi tissutale
caratterizzata da alta
diffusione e basso segnale
RM.
o Le immagini appaiono simili alla FLAIR

DENSITA PROTONICA - DP
o TR lungo e TE breve

VARIE
o Prima fare protocolli veloci e rapidi, tra cui
le FLAIR (che sono cmq molto sensibili),
per poi passare a protocolli pi
approfonditi se si dovesse notare qualcosa
di sospetto
o la tc che abbiamo al policlinico una ge 4
strati highspeed
ENCEFALO
o Localizzatore TRI PLANE
o Calibrazione
o

o
o

ASSIALE
T1
T2
FLAIR
DP-T2
MILONE preferisce fare una FLAIR al
posto della DP-T2
SAGITTALE

CORONALE
solitamente meno importante,

DIFFUSION

Sequenze hud

o Sequenze con MDC


lui prima faceva il gadolinio a tutti, da marzo ha
cambiato, visto che si scoperto che peggiora la
mss, fibrosi sistemica
prima facciamo un localizzatore
lui scelglie linclinazione per un piano passamte per
la porzione posteriore del 4 ventricolo e il
pavimento della sella per lassiale, simile a quella del
palato duro

controindicazioni alla risonanza magnetica


oggeti metallici da operazioni precedenti, impianti
acustici, pacemaker. protesi peniene, tatuaggi ,
occorre essere struccati, la spirale pu essere
dislocata e deve essere ricontrollata dopo
antenne phased array
taratura della bodina, alcune bodine multicanale
phased array, (8 canali 20 canali). composta da
tante bodine, e scelgo di volta in volta quante bobine
attivare, visto che lapparecchiatura ha meno canali
utilizzabili contemporaneamente
i neuroradiologi usano le sequenze: sagiottale t1,
assiale t2, flair (fluid qualcosa inversion recovery),
coronale flair
limportante per confrontare immagini con sequenze
diverse che siano eseguite sullo stesso piano
lui fa di solito assiale t1 t2 e flair e se qualcosa non
mi convince fa la sagittale o la coronale

ler strutture visibili in t2 sono il liquor la sostanza


bianca la sostanza grigia, la cute cranica,
sequenza veloce, fast poiled gradiente echo (3d), ha
un vantaggio una sequenza tridimensionale pesata
in t1 avetet un ottima differenziazione tra sostanza
bianca e grigia, e laltro vantaggio di lavorare con
uno spessore molto sottile 2mm con un tempo di
acquisizione di 2 minuti e mezzo, il vantaggio
notevole che essendo una sequenza 3d possiamo
riformattare le immagini sul piano sagittale e
coronale e avre cos un ottimo dettaglio anatomico su
questi piani che altrimenti non avrei
lui la usava prima sui formami acustici interni, ora la
usa di routine

pi vicina la bobina al paziente migliore il


rapporto segnale rumore, ecco perch si usano
bobine per lencefalo che ora sono pi strette e cmq
sono tutte phased array , quindi tutte hanno bisogno
di calibrazione prima di essere usate ogni volta
esempio di una signora che doveva fare rm senza e
con contrasto
ha fatto una t2, una flair, una t1 classica, una fast pgr
con contrasto ( una gradient echo 3d) t1, non ha fatto
con contrasto la sagittale e la coronale ma ha fatto 2
ricostruzione sul piano coronale e sul piano sagittale
con questa sequenza vediamo cmq in maniera
egreggia il mezzo di contrasto e se noi questa
sequenza la facciamo con unaltra cosa in pi, se gli
diamo la soppressione del grasso, avremo cos una 3d
fast poiled gradient echo con soppressione del grasso
e cos possiamo fare delle ricostruzioni sul poligono e
sulle struure venose visto che abbiamo delle fette
dallo spessore di 2 mm, se il paziente ha un problema
di una trombosi venosa io non faccio le phase
contrast, in cui mi rimarrebbe il dubbio sulla presenza
o meno della trombosi venosa, io faccio invece uno
studio con contrasto avendo un dettaglio anatomico
di 2mm
la fast pgr la usa sulladdome con mdc sempre,ora la
usa anche per lencefalo
il mdc paramagnetico iperintenso in t1 (gadolinio
[tutti e 8 i vari tipi], manganesio dpdp)
mdc superparamagnetici, spiro e uspiro, ipointenso in
t2
colangio rm, singol shot fast spin echo, che ti danno
la sequenza in un unico colpo, sono sequenze con
ottimo rapporto segnale rumore, e che ci fanno
vedere soltanto le strutture liquide, con tr di 1-2 sec e
si fa su uno spessore di 30-40-50 mm
si fa prendere al pazientre il luminem, ossido di ferro,
che se preso per os pu provocare accelerazione del
transito intestinale
mentre con le classiche sequenze non riusciamo a
vedere i vasi data la loro velocit, visto che limpulso
stimola i suoi protoni ma non si ha il tempo di leggere
il segnale di risposta dato che il sangie si sar gio
mosso, invece con le tecniche ultra veloci leggaimo

subito i dati di ritono dai vasi e stavolta sono i segnali


dai tessuti che non hanno il tempo di essere letti
dando cos una diffusa ipointensit rispetto
alliperintensit del segnale dei vasi
cos non somministriamo mdc, lunico contrasto che
si usa i contrasto che metytiamo per eliminare le
immagini provenienti dal tubo gastroenterico e per
eliminare i liquidi stazionari
nelle ssfse il tr infinito, indefinito, quindi
fortemente pesata in t2, quindi anche te lungo
matrici di rm 256x192 fino a 512, rapporto segnale
rumore aumenta aumentando la matrice, pi piccolo
il pixel , pi alta la risoluzione, pi basso il
rapporto segnale rumore, per compensare aumento i
nex (numeor di eccitazioni, medie ) o il tempo di
esecuzione, o la banda

nella ssfse se si muove il paziente non si vedono


artefatti, al massimo se si muove si muove solo una
immagine, e si fa in apnea senza respiro trattenuto
il respiro trattenuto per laddome
c anche il navigator echo che rileva il respiro meglio
della cinturina che rileva il respiro

la banda, bandwich, se la si restringe si prenderanno


soltanto le frequenze che sono comprese nella banda
stabilita, se la aumento diminuisce il segnale rumore
ma aumenta il numero di fetta fattibili
direzione di propagazione dellonda, stabilisce in che
verso viene mandata limpulso di radiofrequenza, e le
direzioni possibili sono solo 2 su ogni piano
in assiale si possono fare per esempio degli artefatti
anterior posterior e right left, il classico artefatto
che si rileva quello da aorta che si trova sul lobo
sinistro del fegato

altre cose che si possono variare sono ampiezza di


banda spessore di fetta, intervallo tra le fette, nelle
vecchie macchine occorreva dare un intervallo tra le
fette almeno superiore del 10% allo spessore della
fetta, quindi con una fetta di 6mm con intervallo di
0,6

la colonna cervicale si fa a 3 mm anche se a 4 mm


abbiamo un migliore segnale rumore
addome
in rm abbiamo fov e facefov
fold over suppression no phase wrap sono la stessa
cosa

se si usano fov pi piccoli rispetto alla parte del


paziente in esame occorre impostare una di queste
funzioni per non avere ribaltamenti dentro limmagine
con fov pi piccolo a partit di matrice abbiamo pixel
pi piccoli e quindi maggior risoluzione spaziale
questa funzione cmq incompatibile con alcune
funzioni, quindi non si pu attivare, cmq attivandolo
si aumenta il tempo di acquisizione del 30%
lui preferisce cmq non avere fov pi piccoli, cos
perde un po di risoluzione spaziale, ma fa prima, e in
caso il tempo recuperato lo usa per aumentare la
matrice, cos di fatto migliora la risoluzione spaziale,
e di fatto velocizza cmq la sequenza impostando altri
parametri e funzionalit della macchina che prima
non poteva attivare perch incompatibili e tali
parametri cmq gli velocizzano lacquisizione

fase arteriosa (precoce e tardiva) fase venosa (pura


dopo 60-70 sec)
sequenze per laddome
assiale t1
assiale t2 (possono essere singol shot fast spin echo,
o fast spin echo classica (per siemens e philips =
turbo spin echo)) , le fast spin echo la philips le
chiama fast sild echo
t2 con soppressione del grasso, e poi anche una t1
con soppressione del grasso
doppio echo t1 con 1 echo in fase e un echo fuori
fase, chiamata in e out, si usa per lo studio dei
surreni
assiali t1 con mdc, sequenze di 15 sec, t1 fast pgr
con fat suppression (si usano anche per langio rm)
la loro bobina copre 40-45 cm che copre addome e
pelvi,

(dp-t2 una sequenza con un tr lungo e 2 tempi di


echo uno a 30 e uno a 80, per le macchine da 1,5 t) si
usa per lencefalo e per le cartilagini del ginocchio,
per deve essere una dp fat sat, una dp con
saturazione del grasso

abbiamo le sequenze classiche che sono le spin echo


e le inversion recovery
le spin echo hanno solo tr e te
le invesion recovery hanno tr te e it (inversion time) a
seconda dellinversion time usata otteniamo una flair
(fluid attenuated inversion recovery), possiamo dare
un impulso per la soppressione del grasso con la stir
(short ti inversion recovery)
poi ci sono le gradient echo, flip angle

con tr breve, te breve, angolo di 89, pesata in t1


il vantaggio che si riducono i tempi di esame
poi ci sono le fast spin echo o turbo spin echo,
formato da treni di echo, parametri in pi etl echo
train lenght (lunghezza dellecho treno)
per ogni impulso facciamo pi letture e quindi pi
echi, pi lettore ed echi per ogni tr
le tof sono delle gradient echo con impulso subito
letto, cos il sangue iperintenso bianco e le altre
strutture avranno un basso segnale
fast spgr spoiler gradient recovery echo, segnale pi
omogeneo di una gradient echo e ci consente di avre
una ottimizzazione del contrasto
poi sono uscite le fast gradient echo, chiamate anche
fast gradient echo, che possono essere acquisite su
piani ax sag cor
nelle sequenze di base in t1 vediamo di pi
lanatomia e in t2 di pi la patologia
il parametro con cui vediamo la patologia quello
dellalterazion della barriera ematoencefalica in
encefalo e della neovascolarizzazione della
neofroamazione, cos come nella tc, questo perch i
mdc che usiamo sono mdc per il compartimento
extracellulare, noi lo mettiamo in vena, passano nei
vasi e si vanno a distribuire negli spazi extra cellulari
un discorso a parte va per i multi ass, che epato
specifico, come il gadolinio botpa, e c il gadolinio
eod, primolist, ad escrezione biliare, se lo do al
paziente per lesioni delle vie biliari con versamento
periepatico, ma non sappiamo se bile o ascite, gli
faccio gadolinio fase arteriosa e venosa e faccio
scendere il paziente e aspetto da 20 min a un ora e
faccio dopo la fase delle escrezione biliari con il
fegato iperintenso in t1, con le vie biliari
marcatamente iperintenso, se il mdc passato nel
peritoneo allora sar una lersione delle vie biliari
il gadolinio botpa ha una escrezione bioliare del 3%, il
primovist ha una escrezione del 50%
poi c il manganese dpdp, chiamato,
epatospecifico, tutto il parenchima iperintenso in t1, e
se non ci sono epatociti funzionanti rimane ipointenso
questi sono mdc positivi
si pu usare anche un mdc elrem, bavoso, mdc
superparamagnetico con piccolissime particelle di
ossido di ferro, quindi mdc negativo e si usa in t2
se io uso un ti di del tr avr una flair

gli svantaggi delle sequenze veloci sono la non


perfetta pesatura in t2 come nella classica spin echo
campisano brainless
body coil inserito nella macchina, una bobina
trasmittente e ricevente, di solito la si usa come
bobina solo trasmittente, e si usano le phased array
di superfice come riceventi, queste di dividono in:
head coil (a quadratura, di superifice e a
polarizzazione circolare), oggi si usano cmq sempre le
phased array per tutto il corpo
maggiore lintensit del campo magnetico maggiore
sar il rapporto segnale rumore si misura in tesla
lomogeneit del campo magnetico la qualit delle
immagini,
lintensit dei gradienti si misura in milli tesla /metro,
ora siamo a 40 millitesla/metro da 3 millitesla del
passata
altra cosa importante il rise time che il tempo di
salita allintensit massima dei gradienti, se il valore
al di sotto dei 200millisecondi limpulso di
radiofrequenza pu dare fascicolazioni ai mauscoli del
paziente, contratture muscolari al paziente
ginocchio
importante la scelta dei piani di scansione e delle
sequenze
importantissimo per il ginocchio la posizionamento
del ginocchio, che va in flessione di 5-10 e in
extrrotazione di 5-10
lattendibilit diagnostica dellartoscan inferiore a
quella di una macchina ad alto campo
lui fa 2 localizzatori nel dubbio che il paziente non sia
stato posizionato correttamente
si faranno acquisizione su 3 piani, localizzatore tri
plain, poi fa delle assiali t1 o t2 dipende dalla
patologia che cerca, poi fa le sagittali oblique, e 2
localizzatori,
dobbiamo vedere bene crociato anteriore e posteriore
mnisco mediale laterale collaterale mediale laterale
cartilagine rotula e osso,
lui vuole avere sempre prima delle radiografie del
ginocchio da esaminare,
sequenze per lui necessarie sono le sagittali con dp
con saturazione del grasso, fondamentali x la
cartilagine

nella flair il tr va da 8000 a 10.000

poi occorre fare una coronale t1 o una t2, in altri posti


fanno la stir

se mettiamo un ti breve avremo una stir, con ti di


100-150, che una schort ti inversion recovery

spin echo dp necessaria per la cartilagine


la migliore per le contusione la t2 fat sat o spir

se faccio una gradient echo con soppressione del


grasso in t1 pi veloce, 16 sec, se invece faccio
una stir dur 3 minuti

lui fa 4 mm con intervallo di 0,4 o di 0


fov di 160mm,
lesioni meniscali fast spin echo

il crociato posteriore pi ipointenso del crociato


anteriore
nel menisco abbiamo 3 zone, vascolare intermedia e
avascolare
il menisco ipointenso, lwe lesioni sono iperintense
la lesione per essere davvero al 100% tale deve
essere visibile sia in t1 che in t2
la lesione intrameniscale pu essere intra
legamentosa incompleta o completa
il momento migliore in cui fare lesame di rm per
sospetta lesione legamentosa dopo 15 giorni dal
trauma., cos diminuisce ledema e il versamento cos
limmagine viene migliore

POLITI

Coronale t2 flair

ENCEFALO
Assiale fast recovery
Assiale t2 flair
Fast spin echo t2 assiale
Sagittale t1

Mdc assiale t1 contrasto


Prima si fa una in basale e poi con contrasto