Sei sulla pagina 1di 2

SCHEMA DI FUNZIONAMENTO DELLA CONTABILITA ORDINARIA E DI TUTTE LE

SCRITTURE CONTABILI
Tutti i conti della contabilit sono divisi in due sezioni. Quella di sinistra si chiama dare e quella di
destra avere

DARE

AVERE

Le operazioni e i conti che generano fabbisogni (impieghi) finanziari si segnano in dare, quelli che
sono fonti di flussi finanziari si segnano in avere

FABBISOGNI FINANZIARI

FONTI DI FLUSSI

Per esempio se voglio aumentare il denaro disponibile in cassa (Aumento del conto cassa) si genera
un fabbisogno finanziario; loperazione si registra in dare; se faccio un prelievo dalla cassa genero
un flusso finanziario positivo, loperazione si registra in avere. Se vendo delle merci si genera oggi
o in futuro (a seconda che lincasso avvenga a pronti o sia rimandato perch concedo una dilazione
al cliente) un flusso finanziario. Laumento della cassa un fabbisogno finanziario. Le vendite sono
una fonte di flussi.
In tutte le operazioni aziendali si possono (e si devono) distinguere contemporaneamente due
aspetti, che possono essere:

Aspetto economico: riguarda i flussi reali cio la vendita di prodotti (ricavi) e lacquisizione
di fattori produttivi (costi)
Aspetto finanziario: riguarda tutte le variazioni nei debiti e nei crediti di qualsiasi tipo
Aspetto monetario: riguarda i flussi di denaro liquido (cassa, assegni gi incassati ma non
versati, ecc.)
Aspetto patrimoniale: riguarda il patrimonio proprio dei soci, che essi hanno apportato per
costruire la societ o accumulato nel tempo nelle riserve, rinunciando a incassare gli utili.

In particolare vi sono de seguenti tipologie di operazioni:


VARIAZIONI NUMERARIE

Operazioni che riguardano


I crediti

I debiti
La cassa
Vi confluiscono gli aspetti finanziari e monetari
COMPONENTI DI REDDITO

Operazioni che riguardano


Ricavi
Costi

Vi confluiscono gli aspetti economici


VARIAZIONI DI CAPITALE PROPRIO

Operazioni che riguardano


Il capitale sociale
Le riserve

Vi confluiscono gli aspetti patrimoniali


In sintesi le scritture seguono il seguente schema:
DARE

AVERE

Variazioni numerarie attive (VNA)

Variazioni numerarie passive (VNP)

Aumenti di crediti, diminuzioni di debiti


aumenti della cassa

Aumenti di debiti, diminuzione di crediti,


diminuzioni della cassa

Componenti negative di reddito (CNR)

Componenti positive di reddito (CPR)

Costi e storni di ricavi

Ricavi e storni di costi

Variazioni negative di capitale proprio


(VNCP)

Variazioni positive di capitale proprio


(VPCP)

Distribuzione di utili, rimborsi di capitale ai


soci

Apporti di capitale sociale, accantonamento


di utili