Sei sulla pagina 1di 16

Casa - Residenza - Politiche Sociali - Immigrazione - Diritti - Dal 1993, il giornale di strada di Bologna fondato dalle persone senza

dimora

il Residente della repubblica


L’inchiesta “Il servizio mobile “CrepeUrbane “On the road.
del mese di Piazza Grande” CriticalGarden” Gli appuntamenti del mese”
pag. 4 - 9 pag 10 pag 12 pag 14, 15

Una voce dalla strada. Tanto che persino i gesti più nobili, quan- interessi forti, non ignorano i sacrosanti zione pubblica. Fino al momento in cui
Non toccate il primo diritto. do sono in favore di telecamera, non si diritti dei deboli. arriva un inverno che fa l’inverno. Allora
sottraggono al sospetto di un tornaconto esplode l’emergenza mediatico-umanita-
Il giorno precedente il loro insediamento, d'immagine. Però un paese i cui leader Sarebbe bello illuderci allo stesso modo ria.
presidente e vicepresidente eletti degli lanciano, assumendo il comando, un anche alle nostre latitudini. Invece da noi
Stati Uniti hanno prestato servizio da messaggio di impegno civico e condivisio- il “residente della repubblica” ha sempre Troppi morti, ci si indigna: dormire senza
volontari, a Washington, in due centri di ne con i poveri, è un paese che può colti- più le sembianze di un uomo relegato ai un tetto sulla testa, in effetti, fa male alla
accoglienza per homeless. Il consenso, lo vare una convinzione (illusione?): i primi margini. Andato alla deriva, magari osti- salute. E alla coscienza collettiva.
sappiamo, si costruisce per mille vie. E il sanno che gli ultimi esistono, e benché è nato nella sua condizione di randagio,
potere è anche proiezione di simboli. probabile che governando assecondino vivacchia fuori dal cono di luce dell’atten- - segue a pag 2 -

PRODURRE QUESTO GIORNALE COSTA 0,50 EURO • QUELLO CHE DATE IN PIU’ E’ IL GUADAGNO DEL DIFFUSORE
QUALSIASI RICHIESTA DI SOLDI AL DI LA’ DELL’OFFERTA LIBERA NON E’ AUTORIZZATA
Poste Italiane Spa Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L27/02/2004 N.46) ART.1 comma 2 DCB - Bo (Num. 1 per Poste Spa)
Ai lettori Sommario
piazza G rande Febbraio 2009. All’interno del pacchetto
sicurezza che il governo attualmente in
ta in dicembre a Milano, proprio su
proposta di Piazza Grande i giornali di
- Una voce dalla strada
pag 1

carica si appresta ad approvare ci sono strada italiani hanno deciso di realizzare


- Ai lettori
Giornale di strada di Bologna
due emendamenti targati Lega Nord che una cosa senza precedenti: un’uscita pag 2
fondato dalle persone senza dimora
interessano da vicino le persone senza comune per sostenere insieme a
- Accade davvero
dimora. Il partito del Ministro Maroni Fio.PSD la mobilitazione contro i due
“Tendere un giornale è meglio pag 3
che tendere una mano” intende istituire a Roma un registro emendamenti, con contributi provenien-
anagrafico unico per tutte le persone ti da molte città italiane. - L’inchiesta del mese
senza dimora. pag 4, 5, 6, 7, 8, 9
*** Stessa copertina, stessi articoli, stesso
- Giornalismo d’asfalto
Il provvedimento, che provocherebbe editoriale: le redazioni di Scarp de
Proprietà pag 10
Associazione Amici enormi problemi a tutti i senza tetto e tenis, Piazza Grande, Fuori Binario,
di Piazza Grande Onlus violerebbe diversi diritti Shaker, Foglio di via e Terre di mezzo - La cultura è nelle strade
pag 11, 12
Direttore Responsabile costituzionalmente garantiti, ha messo uniscono la propria voce per lanciare un
Bruno Pizzica in subbuglio tutto l’associazionismo appello: vogliamo diritti, non
- La pagina dell’associazione
Direttore Editoriale italiano che si occupa delle persone schedature. pag 13
Leonardo Tancredi senza dimora. Nelle pagine interne vi
- Gli appuntamenti del mese
spieghiamo il perchè. di Jacopo Fiorentino
Caporedattore pag 14, 15
Jacopo Fiorentino jacopofiorentino@gmail.com
Durante l’ultima assemblea della - Ultima
*** Fio.PSD (Federazione Italiana Organismi pag 16
Persone Senza Dimora) che si è tenuta-
Redazione
via Corazza 7/8 40128 Bologna
Tel. 051 342328 Foto di Marika Puicher
Fax. 051 3370669

***

www.piazzagrande.it

redazione@piazzagrande.it

***

Distribuzione
Redazione Piazza Grande

***

Idea Grafica:
Jacopo Fiorentino

***

In Redazione:

Mauro Picciaiola, Marinella Elia, -segue da pag 1 - adeguato, nei comuni italiani. E il caso certi meccanismi di esclusione sociale. É
Carlotta Zarattini, Luisa Begani,
Marika Puicher, Salvatore vuole - ! - che in queste settimane il un cittadino titolare di diritti inalienabili.
Giampiccolo.
parlamento discuta due proposte, che Chi li comprometterà, sia pure per via di
I giornali di strada uniscono la loro voce -
*** finirebbero per indebolire la conquista legge, farà del male a un uomo come noi.
questo mese - per ricordare che un paese
della residenza anagrafica, introducendo E alla civiltà giuridica che la comunità
che si pretende civile non può permettersi
Hanno collaborato a questo
al contempo un registro degli homeless nazionale è in grado di esprimere.
numero: la commozione, di fronte alle morti da
compilato dal ministero dell’interno. Cioè
Paola Faranda, Agenda, Roberta gelo, se nelle restanti stagioni dell’anno
Francia, Salvatore Pio, Vincenzo l’autorità ordinata, fino a prova contraria, Le redazioni dei giornali di strada:
non afferma il diritto fondamentale di ogni
Conte, Elisa Castelli, Camilla
a vigilare sull’ordine pubblico, non a
Endrici cittadino: quello all’iscrizione anagrafica,
. garantire benessere individuale e Scarp de tenis (Milano)
da cui discende l’esigibilità di tutti gli altri
reinserimento sociale dei cittadini in Terre di Mezzo (Milano)
diritti (all’assistenza sociale, alle cure
***
difficoltà. Piazza Grande (Bologna)
sanitarie, alla casa, alla ricerca di un
Bologna Shaker (Roma)
01.02.2009 lavoro).
Anno XVI - Numero 151 E allora gridiamolo forte, insieme: il Foglio di via (Foggia)
16 pagine
“residente della repubblica” non è una Fuori Binario (Firenze)
Purtroppo tale iscrizione è consentita non
minaccia sociale. È semmai una vittima di
Tipografia Nuova Cesat Firenze ovunque, e non sempre in modo

Abbonati a Piazza Grande


Registrato presso il Tribunale
di Bologna il 15/09/1995 n°6474

Per abbonarsi e ricevere ogni mese il giornale a casa propria, basta un versamento sul c/c postale n.
54400320, intestato all'Associazione Amici di Piazza Grande Onlus. Causale: "Abbonamento giornale".
Potete anche telefonare allo 051 342328 dalle 9 alle 13 alla Redazione del giornale. Per i privati la quota
indicativa di sottoscrizione è di 31 euro annue. Per enti, biblioteche e associazioni 51 euro.
2 piazza grande • n°151 • 02.09
Accade
d@vvero
Dal nostro sito, una rubrica che parla di casa, nuove povertà, diritti, immigrazione. A Bologna e non solo

02.01.2009 un tetto, ma un medico e un avvo- lo, firmato dal regista Francesco 30.01.09
Avvocato di strada a Roma. cato in soccorso possono far sentire Rosi, ha visto nei panni dei due pro- Parma: Ikea dona piumini ai
Nelle favelas aumentano proble- piu' riparati. Soprattutto nella tagonisti Lina Sastri e Luca De senza tetto
mi legali e sanitari Capitale, dove la popolazione dei Filippo, in scena a Napoli dal 7 gen-
senza tetto e' piuttosto nutrita. Qui, naio fino al primo febbraio. Fine settimana solidale all'Ikea.
Sono 11mila persone di regola mal- grazie al protocollo d'intesa stipulato Sabato 31 gennaio e domenica 1°
@@@
nutrite o denutrite, sottoposte a tra l'Inmp, Istituto Nazionale per la febbraio, dalle 10 alle 20, nel nego-
stress psico-emotivi; immunode- Promozione della Salute delle 12.02.09 zio di Parma sono stati raccolti
pressi sulla strada o in ambienti Popolazioni Migranti e per il Milano. Quarantenne, diploma- coperte, trapunte e piumini usati.
sovraffollati vittime di patologie Contrasto delle Malattie della to, informato: lo è un homeless Nei pressi delle casse gli operatori
della poverta' per vettori a trasmis- Poverta' e 'Avvocato di strada su tre a Milano dell’Assistenza Pubblica hanno con-
sione interumana: rosolia, tbc, e Onlus', si e' resa possibile la realiz- segnato ai clienti un buono acquisto
tutte le malattie per contagio ses- zazione del nuovo sportello di assi- Diplomato, quarantenne, trova solo del valore di 10 euro, spendibile nel
suale (12% seriopositivo ed il 17% stenza legale gratuita lavori precari e legge i giornali: è negozio, in cambio della coperta
con disturbi sessuali), mali neuro- l'identikit di un senza dimora su tre lavata e confezionata in un sacchet-
psichiatrici (10,2%), malattie epati- a Milano. Svela un volto poco cono- to.
@@@
che per alcolismo e/o tossicodipen- sciuto dei clochard il censimento

denza (il 15%). E' la gente che vive 06.01.09 condotto nel gennaio 2008 da Il materiale raccolto verrà distribui-
nelle favelas di Roma, il 20% non A Napoli festa di solidarietà per Michela Braga e Lucia Corno, due to alle persone in difficoltà. Le
raggiunge i 25 anni, un'eta' media senza tetto e detenuti ricercatrici dell'università Bocconi, coperte donate dai clienti di Ikea
maschile tra i 18 ed i 34 anni, piu' insieme ad una decina di associa- verranno donate ai senza tetto assi-
alta per le donne, il 20% dei senza zioni che si occupano di grave stiti dai volontari dell’Assistenza
Epifania di solidarieta' a Napoli. Il
fissa dimora. Ma il popolo indigente emarginazione. I dati sono stati resi Pubblica che, nelle sere d’inverno,
primo appuntamento, "La Befana
comprende anche frange disperate noti durante l'incontro Expo senza raggiungono soggetti disagiati e
del Sorriso", e' stato organizzato dai
dei 50mila pensionati che vivono barriere. Sui circa 5mila senza senza dimora per portar loro generi
volontari dell'associazione "Progetto
con la retta sociale, per le strade a dimora censiti, il 30% è diplomato di prima necessità, bevande calde e
Uniforme" della polizia municipale
chiedere soldi insieme agli 8mila mentre il 7% è laureato. L'età coperte, oltre ad un sorriso e una
che, al parco giochi di Edenlandia,
minori che vivono d'accattonaggio e media è di 39 anni e il 30% dichiara parola affettuosa.
hanno coinvolti 130 bambini prove-
che difficilmente raggiungeranno i di lavorare, anche se ha un'occupa-
nienti da case famiglia e centri di
55 anni di eta'. zione precaria o in nero. Anche se «In questo freddo inverno – dice
prima accoglienza di Napoli e pro-
sono ai margini della società, si ten- Filippo Mordacci, presidente
vincia, con giochi, regali e spettaco-
I dati sono della Struttura gono informati: il 70% legge i gior- dell’Assistenza Pubblica – una
li.
Complessa di Medicina Preventiva nali. "Occorre ribaltare i punti di coperta può significare molto per i
dell'ospedale San Gallicano di Roma, vista -afferma Michela Braga-, tanti bisognosi che non hanno un
In Cattedrale e' stata poi la volta
che, in oltre trent'anni di lavoro ha vedere le persone senza fissa dimo- riparo la notte e non trovano posto
del cardinale di Napoli Crescenzio
seguito oltre il 40 per cento della ra non come costo, ma come risor- nei dormitori. Colgo l’occasione per
Sepe, che ha consegnato doni offer-
popolazione degli homeless di Roma sa per far crescere la città. Non invitare i cittadini ad accompagnarci
ti dall'ordine di Malta ai bambini
e sono stati diffusi in occasione del- sono persone inattive, ma hanno nel giro di distribuzione: un’espe-
presenti alla messa, celebrazione
l'apertura della sede romana dell'as- bisogno di una possibilità, in parti- rienza intensa, svolta da volontari
animata con danze e canti eseguiti
sociazione 'Avvocato di strada colare di un lavoro che gli permetta fortemente motivati». Si tratta di
da dieci diversi gruppi etnici che
Onlus', che da otto anni offre assi- di uscire dalla condizione di emargi- piccoli grandi gesti, gocce concrete
vivono nel territorio dell'arcidiocesi
stenza legale gratuita ai clochard. nazione". nel mare della solidarietà, ai quali
partenopea. Il terzo appuntamento
Gli avvocati al servizio di chi ha e' stato invece nella zona di tutti potranno contribuire, grazie al
bisogno di assistenza legale ma non La maggior parte dei senza dimora, sostegno di Ikea. “Attraverso que-
Scampia, dove la comunita' di
puo' permettersela, proseguono la 3.300, vivono nelle baraccopoli, in sta iniziativa – spiega Barbara
Sant'Egidio ha realizzato un pranzo
loro intensa attivita' da un capo aree dismesse e nei campi nomadi, Poletti di Ikea – ci proponiamo
e una festa con giovani, anziani,
all'altro d'Italia. Quella della Capitale altri 1.152 trascorrono la notte nei come tramite tra il pubblico dei
ragazzi italiani e bimbi rom, immi-
e' la diciottesima sede dei difensori dormitori e nei centri di accoglienza nostri clienti e i volontari
grati, famiglie e homeless, "coloro
dei clochard, gia' presenti ad e circa 400 in strada. Oltre il 50% dell’Assistenza Pubblica, cercando di
che - si legge in una nota dell'asso-
Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, dei senza fissa dimora è italiano invogliare la donazione anche con il
ciazione - a Scampia vivono e lavo-
Ferrara, Foggia, Jesi, Lecce, (seguito da un 9% di nostro contributo. Con un semplice
rano per riaffermare il valore della
Macerata, Modena, Napoli, Padova, algerini/marocchini, egiziani, rome- gesto i nostri clienti potranno parte-
solidarieta' con i piu' deboli nella
Pescara, Reggio Emilia, Rovigo, ni e sudamericani) e sono quasi cipare in prima persona ad un’ini-
costruzione di una citta' umana per
Taranto, Trieste. tutti uomini mentre le donne rap- ziativa importante e conoscere un
tutti". Infine, ultimo appuntamento
presentano poco più del 5% del aspetto del volontariato, forse
della giornata è stata l'anteprima al
Un esercito formato da circa 500 campione analizzato. nuovo per alcuni di loro.”
teatro Mercadante dello spettacolo
volontari, che dal 2001 ad oggi teatrale "Filumena Marturano",
hanno aperto piu' di tremila prati- dedicata ai ragazzi detenuti nel car- a cura di Jacopo Fiorentino
@@@
che. E' duro vivere la strada senza cere minorile di Nisida. Lo spettaco- redazione@piazzagrande.it

piazza grande • n°151 • 02.09 3


L’inchiesta del mese

“Servono i
diritti, non
le schedature”

Intervista a Paolo
Pezzana (Fio.PSD)

Claudio Fulchiero domanda. Paolo


Pezzana risponde. Claudio è redattore
di Shaker, giornale di strada che si
pubblica e diffonde a Roma. Paolo è
presidente della Federazione italiana
organismi persone senza dimora
(Fio.Psd).

La residenza anagrafica? «Problema forte,


che sento in prima persona e che tocca i
tanti che, come me, vivono in ostello da
mesi», attacca Claudio. Eppure, osserva
Paolo, in Italia il diritto alla residenza esiste.
E le norme che il parlamento sta discutendo
non devono comprometterlo.
In Italia la legge afferma il diritto alla
residenza? Come è tutelato in
concreto?
Il diritto alla residenza è sancito dalla legi-
A sinistra Paolo Pezzana, Presidente Fio.PSD durante l’intervista
slazione, in particolare dalla normativa ana-
grafica del 1954. La sua applicazione è stata so di progressiva perdita di contatto con la su panchine, o dove è parcheggiata una considerato con cautela: generalmente (la
precisata in numerose circolari amministra- società, le istituzioni e le relazioni, di pro- roulotte, o in grotte, o luoghi simili: benché storia è maestra di vita) si tende a fare di
tive, l’ultima – molto efficace – a firma del- gressiva perdita di fiducia nella realtà circo- problematica dal punto di vista amministra- questi strumenti un utilizzo più orientato
l’allora ministro dell’interno Giorgio stante e quindi in sé stessi, perdere la resi- tivo, è una soluzione che molto spesso contro la persona, che a favore di essa. In
Napolitano. Ciascun cittadino ha diritto a denza è sicuramente una tappa molto signi- paga. In ogni caso in questa fase, in cui il linea teorica, potrebbe anche essere utiliz-
prendere la residenza anagrafica nel luogo ficativa di questa involuzione. parlamento italiano discute una modifica zato per orientare meglio gli aiuti alle perso-
dove elegge il proprio domicilio, ossia dove Come si può accompagnare una perso- della legislazione che renderebbe più diffici- ne. Ma io un po’ preoccupato lo sono. Se
dichiara di risiedere e dove dichiara essere na senza dimora nella richiesta della le, in alcuni casi addirittura impossibile, l’i- questa proposta avanzasse, occorrerebbe
la sede dei propri interessi principali. residenza? scrizione anagrafica delle persone senza lottare anche sul piano simbolico, in manie-
Nonostante nessuno neghi che esista (e la Le pratiche nei territori sono diverse, pro- dimora, va difeso anzitutto il fatto di poterla ra forte, provocando e richiedendo l’iscrizio-
giurisprudenza è concorde), è uno dei diritti prio a causa della disomogeneità di cui si è ricevere. ne di milioni di cittadini nel registro. Non è
più calpestati: un diritto di carta, perché detto. In generale, il modo più semplice, per Veniamo proprio al decreto legislativo così che si risolvono i problemi. Soprattutto
moltissimi comuni – soprattutto i piccoli e qualunque cittadino, è recarsi all’anagrafe 733 (il “pacchetto sicurezza”), il cui in un paese dove perdura una clamorosa
medi – si rifiutano di dare la residenza alle con due testimoni che certifichino che si è la articolo 36 legherebbe il diritto alla mancanza d’investimenti nel sistema di pro-
persone, trascurando che senza residenza persona che si dice di essere, e avanzare la residenza alla verifica, da parte degli tezione sociale. Siamo uno degli stati
non si può avere un medico di base, non si richiesta. Molti servizi che lavorano con le uffici comunali, delle condizioni igieni- d’Europa che spendono meno, forse quello
può votare, non si possono esigere i diritti persone senza dimora si preoccupano anzi- co-sanitarie dell’immobile in si intende che spende meno, per affrontare la grave
fondamentali che fanno parte dell’essere cit- tutto di informarle e di accompagnarle fisi- fissare la residenza. Quali sarebbero le emarginazione. E senza risorse si rimane
tadini… camente alle anagrafi. Ma la risposta che si conseguenze per le persone senza confinati nel limbo, pur meritorio, della
Perché un ente locale dovrebbe garan- riceve è spesso un diniego; allora molte dimora? beneficenza privata, ma non si raggiungono
tire la residenza a tutti? Ciò impliche- associazioni, soprattutto i gruppi degli avvo- Paradossalmente a me preoccupano di più i risultati che sarebbe dovere istituzionale e
rebbe costi enormi, in servizi assisten- cati di strada, accompagnano la persona le conseguenze per la pubblica amministra- dell’intera comunità garantire. Di questo si
ziali… senza dimora nella presentazione di un zione. Non esistono, in nessuna città italia- dovrebbe parlare, non di fumosi registri…
Ribadisco: perché è suo dovere, la legge ricorso amministrativo (alla pubblica ammi- na, le condizioni per poter esercitare quei Per quale motivo l’Italia manifesta que-
chiede di farlo. Sappiamo però, nel concre- nistrazione) o giudiziario (al Tar), che in controlli. Lo afferma l’Associazione naziona- ste carenze rispetto ad altri paesi?
to, che solo le grandi città riconoscono la genere ottiene risposta positiva. In genera- le dei comuni italiani (Anci). Quando ci si Nel nostro paese, le istituzioni non si sono
residenza. Così si crea un “effetto calamita”: le, la rivendicazione dei diritti va sempre infila in certi meandri burocratici, accadono mai nemmeno preoccupate di sapere quan-
le persone in difficoltà si spostano verso il coniugata con la cura della relazione. Il pro- questi paradossi. Purtroppo non sono certo te sono le persone senza dimora. Un censi-
luogo dove possono ottenerla e usufruire blema cambia per gli stranieri irregolari, che che il senato lascerà decadere l’articolo 36 mento oggi è in corso: promosso da
dei servizi che ne conseguono. Una soluzio- non possono chiedere la residenza. La legge (l’intervista è stata realizzata prima di fine Fio.psd, Istat, Caritas Italiana e ministero
ne plausibile sarebbe che tutti i comuni con- lo impedisce: questione che andrebbe gennaio, ndr); confido in ogni caso che, del welfare, è un’iniziativa storica, avviata
cedessero la residenza, in modo da evitare affrontata seriamente… nella successiva lettura alla camera, si con il precedente governo, chiamata a dare
concentrazioni improprie. Questo si potreb- In molti comuni italiani sono state possa efficacemente interloquire con il par- risultati entro il 2010. Ma in generale i poli-
be fare, da un punto di vista tecnico, se si “inventate” vie fittizie per i senza lamento. Sarebbe un problema per tutti, se tici non investono su questi temi perché
applicasse una norma dell’ordinamento ita- dimora. Però io ho parlato con persone per fare gli interessi politici di alcuni, si suppongono che essi non paghino in termini
liano (la legge 328 del 2000 e le leggi regio- che hanno preso questa residenza, e mi mettessero ulteriori pesi sulle spalle delle elettorali.
nali che ne sono seguite) e si facesse la hanno detto che poi hanno tante diffi- persone che hanno bisogno. In ogni caso, In Europa quali sono i nuovi progetti a
cosiddetta “pianificazione territoriale”. Cioè coltà, per esempio nel trovare lavoro. sarebbe una norma sostanzialmente inappli- favore dei senza fissa dimora?
se i comuni si sedessero intorno a un tavolo All’estero le cose funzionano meglio? cabile: si presterebbe alle iniziative di que- Il 2009 è stato dichiarato dalla Commissione
e si assumessero ciascuno il proprio pezzet- Difficile fare paragoni. Il problema della sto o quel sindaco-sceriffo che volesse colpi- europea Light year sull’homelessness. La
to di responsabilità. Finché si affrontano residenza si pone anche all’estero. In alcuni re certi gruppi o soggetti, ma non potrebbe strategia sociale europea si realizza su base
questi problemi con la cultura della delega, paesi è anche più difficile averla, perché non essere attuata in maniera uniforme nel ter- triennale; siamo nell’anno di mezzo, dedica-
dell’invio verso il soggetto più grosso, non si è sancito un vero e proprio diritto. In altri, ritorio nazionale. to di volta in volta all’analisi specifica di un
arriverà a soluzioni accettabili. la residenza è strettamente collegata al per- Sempre nel decreto legislativo c’è l’in- tema, e nel 2009 tocca all’homelessness. La
Cosa significa perdere la residenza in corso di richiesta d’aiuto: la si ha, fintanto tenzione di dare vita, presso il ministe- Commissione chiederà a tutti i paesi di veri-
un percorso di grave emarginazione? Si che si sta dentro a un determinato circuito ro dell’interno, a un registro dei senza ficare il loro sistema di servizi per la grave
sente parlare di “morte anagrafica”: è assistenziale. Quanto a noi, essere residenti dimora. Come giudicate la proposta? emarginazione e di presentare azioni e stra-
esagerato? in via Modesta Valenti, o in via La casa Il registro è l’altro lato della moneta. Ma tegie attuate e progettate. E il 2010 sarà
No, è corretto. Perdendo la residenza si comunale, di certo comporta uno stigma. anch’esso comporterebbe disagi applicativi l’Anno europeo contro la povertà: l’intero
perde l’accesso ai propri diritti, caratteristica Allora torna il discorso di prima: se il per- enormi. In Italia non esiste una definizione continente sarà chiamato a uno sforzo di
fondamentale della cittadinanza. Si diventa corso sta dentro una relazione (con una ufficiale di “persona senza dimora”: chi consapevolezza e sensibilizzazione in
realmente invisibili, non si esiste più per la persona, un servizio, un operatore) diventa sarebbe iscritto nel registro? Tutti quelli che materia.
pubblica amministrazione. La gente non ci più facile ragionare con il potenziale datore sono senza residenza? Compreso chi rientra
fa caso, ma ogni giorno utilizziamo decine di di lavoro, per fargli capire che non è un pro- dall’estero ma ancora non ha richiesto o di Claudio Fulchiero
volte il nostro essere residenti, e quindi cit- blema risiedere in un luogo fittizio. Certo, ottenuto la residenza? E si potrebbero fare - Shaker -
tadini, e l’avere diritto a qualche cosa, per più le residenze sono anonime, nel senso di decine di altri esempi…
le vicende più banali dell’esistenza quotidia- non identificabili, meglio è. La normativa Il registro non sa di schedatura?
na. Se la grave emarginazione è un percor- consente addirittura di prendere residenza Certamente. E come tutte le schedature, va

4 piazza grande • n°151 • 02.09


L’inchiesta del mese

Tre chiedere a quell’indirizzo la residenza.


Vittorio, vincendo un comprensibile
più votare.
Ti sembra di essere un ignoto, una perso-
IL SISTEMA DEI DIRITTI
COLLEGATI ALLA
RESIDENZA

“residenti”
imbarazzo, segue le indicazioni che gli na inesistente.
sono state date, parcheggia la sua macchi- Per ottenere la residenza devi avere una
La residenza anagrafica è un requisito
na dove gli è stato suggerito, e si reca casa, un domicilio, un recapito.
fondamentale per tutti, non solo per i

della
presso l’anagrafe a fare regolare richiesta. Qui a Roma sono stato sballottato da un
senza dimora. La gente comune riflette
Dopo pochi giorni i vigili urbani arrivano Municipio all’altro senza mai capire perché! poco su questo problema ed è difficile per
per un controllo, ma quando si rendono La residenza è un diritto concreto, ma, allo i più capire che se la si perde si entra in

repubblica
conto che Vittorio vive in una macchina stesso tempo, è assurdo ottenerlo. una spirale da cui è difficile uscire. Senza
fanno resistenze e decidono di non conce- In qualsiasi caso la residenza, per me, è il residenza infatti non si può lavorare, non
si può aprire una partita iva, non si ha
dergli quella residenza che gli luogo dove trovi casa, amici, assistenza e
diritto all’assistenza del servizio sanitario
consentirebbe di sperare in un futuro. una sicurezza sociale e politica. nazionale, fatta eccezione per le
Vittorio chiama i suoi avvocati che prestazioni di pronto soccorso, non si può
Vittorio giungono sul posto e iniziano una lunga (Redazione Shaker) accedere alle prestazioni offerte dai servizi
discussione con i vigili. La domanda di territoriali, non si può partecipare ad un
bando per ottenere una casa ,
Un matrimonio che fallisce, una malattia, Vittorio può anche venire respinta, ma gli
non si può votare.
la mancanza di un contesto familiare o avvocati di strada pretendono che i vigili
amicale. Non si finisce in strada per un diano una risposta scritta da poter poi Può accadere di perdere la residenza in
solo motivo, da un giorno all'altro. impugnare in una causa da intentare al varie maniere. Se si esce dallo stato di
Solitamente sono tante le cause che Comune. A quel punto i vigili hanno più Ghommidh famiglia, l'anagrafe cancella il tuo nome
problemi ad opporre il rifiuto senza dare dalle liste. Questo è uno dei casi più
combinate insieme portano al tracollo.
frequenti, perché sono moltissime le
motivazioni, e dopo essersi consultati con Sono tunisino ed ho 52 anni. Da 25 vivo in
persone che finiscono in strada in seguito
Di certo quando si perde anche la l’Ufficio anagrafe finalmente decidono di Italia, sempre regolare. Il primo permesso a una separazione. Poi può capitare quan-
residenza anagrafica è molto difficile concedere a Vittorio la tanto agognata di soggiorno l’ho preso nel 1987. Dal 1999 do si lascia una casa dove si era in affitto.
tornare in società. residenza. ho sempre avuto un lavoro, una casa e Quando arrivano i nuovi affittuari e viene
una residenza a Cisterna di Latina. fatta l'opportuna comunicazione i vecchi
inquilini vengono cancellati dalle liste
Vittorio ha quasi settant’anni, non ha Grazie a questo la pratica della pensione Fino al 2004, momento in cui mi sono
anagrafiche. Inoltre può capitare che un
famiglia, e oggi vive a Bologna in una casa viene finalmente sbloccata e Vittorio può ammalato ed è cambiato tutto. Un giorno
Comune faccia un censimento. Se non
popolare. Bolognese di nascita, ha vissuto entrare in graduatoria per una casa mi sono sentito male e mi hanno portato a risulti essere più nel luogo dove avevi la
gran parte della sua vita in Bulgaria, dove popolare. Vista la sua condizione (è solo, Roma per operarmi al cuore. Adesso ho un residenza automaticamente vieni
per tanti anni ha diretto la sua fabbrica senza lavoro, in difficili condizioni fisiche) pace-maker e il bypass. E sono ancora cancellato dalle liste anagrafiche. La cosa
ottiene un alto punteggio e in un breve sotto cura. grave è che spesso le persone, che non
che produceva lenti da vista. Come
possono essere avvertite perché non se ne
imprenditore ha sempre condotto una vita lasso di tempo riesce ad ottenere la casa Purtroppo dormo in un centro d’accoglien-
conosce il nuovo domicilio, non sanno
più che dignitosa e non ha mai avuto popolare dove vive ancora oggi. za a Roma. Mi seguono tre ospedali: il San nemmeno di aver perso la residenza, e
problemi economici. Qualche anno fa sulla Giacomo, L’isola tiberina, il San Giovanni. quando lo scoprono, magari dopo tanti
soglia della pensione, a causa di un brutto di Jacopo Fiorentino Ho perso la residenza a Cisterna perché anni, è sempre una brutta sorpresa.
infarto, è costretto a lasciare la Bulgaria e - Piazza Grande - sono stato male mentre attendevo il rinno-
Se si perde la residenza bisogna recarsi
a rientrare in Italia per curarsi. Appena vo del permesso di soggiorno. Rinnovo
presso l'ufficio anagrafe della città dove si
arrivato a Bologna, dopo un primo periodo effettuato, ma mai potuto ritirare, perché
vive, e fornire un domicilio che verrà veri-
passato in ospedale, prende una casa in sono stato ricoverato per mesi. ficato dai vigili urbani. La residenza ana-
affitto e comincia a sottoporsi a lunghe e Poi il permesso di soggiorno è scaduto e grafica, per l'importanza capitale che ha
costose cure cardiologiche. La sua azienda Calogero mi sono ritrovato senza più niente in un per la vita di ogni individuo, può essere
colpo solo. concessa anche presso una roulottes, o in
in Bulgaria abbandonata a se stessa in
una grotta, non fa differenza.
poco tempo deve chiudere e i soldi che Quando hai 60 anni e finisci per strada, Per la residenza ci vuole il permesso di
Vittorio aveva da parte finiscono presto. non hai più avvenire. soggiorno, per il permesso di soggiorno ci Nel caso delle persone che vivono in
Fino a quando non ti capita quello che è vuole la residenza. strada e che spostandosi spesso, non
Quando non riesce più a pagare l’affitto è capitato a me, alla residenza non ci pensi Senza residenza non ho più un assistente hanno nessun domicilio si può chiedere la
costretto ad andare a vivere in macchina, mai. Prima di adesso non mi ero mai posto sociale ed è solo grazie al centro diurno residenza anche in una via inesistente. La
legge infatti dice che ogni città deve
non certo il luogo più indicato per un uomo il problema. Non ci rifletti. La dai per scon- Binario 95 e al centro di accoglienza di via
dotarsi di una via fittizia, dove poter
nelle sue condizioni di salute. In dormitorio tata. Non la ritieni importante. Assisi che non sono per strada con le mie
fissare la residenza a tutti quelli
preferisce non andare. Ci ha provato ma Lo diventa quando finisci per strada. malattie. che vivono in città.
dopo una notte passata su una branda in Vai a cercare un lavoro e ti chiedono: Dove
una stanza maleodorante in compagnia di abita? - Redazione Shaker - A cura di Fio.PSD
varie decine di persone ha preferito E ti senti dire che senza residenza non hai
Foto di Marika Puicher
andarsene. Alla sua età è quasi impossibile diritti, né civili, né politici, perché non puoi
trovare un lavoro che gli consenta di
pagare i contributi che gli mancano per la
pensione, e la sua situazione sembra
senza uscita. L’unica possibilità è riuscire
ad ottenere una pensione di invalidità con
la quale poter accedere alle graduatorie
per la casa popolare. Senza reddito,
infatti, non è possibile nemmeno mettersi
in lista per la casa.

I requisiti per la pensione di invalidità ci


sarebbero tutti, ma per ottenerla è
necessaria la residenza anagrafica, che
Vittorio non possiede più. Senza quella
l’INPS non sa dove inviare la pensione e la
pratica rimane bloccata per lunghi mesi.
Vittorio vive in macchina, e non sa dove
chiedere la residenza. Dopo alcuni mesi
passati a dormire in strada si reca ad uno
sportello di Avvocato di strada dove viene
aperta una pratica a suo nome. Secondo la
legge la residenza può essere ottenuta in
qualsiasi luogo, anche in una grotta o in
una macchina, l’importante è che la
persona sia rintracciabile all’indirizzo
comunicato.
Gli avvocati suggeriscono a Vittorio di
parcheggiare la macchina di fronte ad una
sede dei vigili urbani, in via Libia 68, e di

piazza grande • n°151 • 02.09 5


L’inchiesta del mese

Cronache di
lotta per la
residenza
Bologna
Non avere una casa ma essere residenti, a
Bologna si può. O quasi. Il diritto alla residen-
za, garantito dalla Costituzione, non è mai
definitivamente acquisito se a richiederne l’e-
sercizio sono le persone senza dimora. Anche
a Bologna, dove la lotta per la residenza è
antica e si intreccia con la storia di Piazza
Grande, non sempre fila tutto liscio.
Dal Comune sappiamo che nel 2008 73 perso-
ne hanno richiesto di risiedere ai 3 indirizzi dei
dormitori pubblici. Di queste, 66 hanno avuto
risposta positiva, 3 sono in attesa e a 4 è
stato opposto un rifiuto. Un’altra stima è pos-
sibile attraverso i dati dell’utenza dello spor-
Sotto i portici di Bologna. Foto di Marika Puicher
tello bolognese di Avvocato di Strada: negli
ultimi 12 mesi il 15% delle pratiche di diritto Roma Firenze mento mettono “in strada” persone
civile (68, 20 donne e 48 uomini, su 446) che, già provate da questi drammi, si
Secondo la NORMATIVA: L.328/00 la resi-
riguardava difficoltà nell’ottenimento della vedono pure privare della propria
denza per persone senza fissa dimora è un A Firenze viviamo una situazione
residenza. identità attraverso la negazione del-
servizio che spetta ai comuni erogare. Dal paradossale poiché, in questa città,
La pratica più importante gli avvocati di stra- l’iscrizione anagrafica.
sito del Dipartimento V del Comune di vige un’ordinanza del Sindaco secon-
da di Bologna l’hanno risolta nel 2001, vincen-
Roma (Assessorato alle Politiche Sociali) si do la quale le persone senza fissa
do una causa contro il Comune che si rifiutava La conseguenza è la preclusione ad
legge che a Roma, nel Febbraio del 2002, dimora possono esercitare il diritto
certificare la residenza di una persona senza
è stato istituito un indirizzo anagrafico con- un’infinità di diritti: diritto di
dimora, ciò nonostante le difficoltà in questi all’iscrizione anagrafica, soltanto
venzionale che permette alle persone voto/assistenza sanitaria/ liste di col-
anni non sono mancate. seguendo due determinati percorsi. Il
senza dimora di ottenere una residenza fit- locamento/ beneficiari delle pensio-
Prima a settembre, poi a dicembre 2007 primo percorso prevede che a seguito
tizia. Dalla precedente “via della Casa ni/prendere o rinnovare la patente di
Antonio Mumolo, presidente dell’associazione della richiesta dell’interessato, l’uffi-
Comunale” si passò a “via Modesta Valenti” guida/sottoscrivere contratti/parteci-
Avvocato di strada e consigliere comunale, in ciale d’anagrafe debba procedere ad
in memoria della donna senza dimora pare ai bandi per l’edilizia pubblica.
un’udienza conoscitiva ha chiesto ai suoi col-
accertare il requisito della sua pre-
morta nel 1983 perché i soccorsi si rifiuta-
leghi in consiglio che in ogni dormitorio fosse-
rono di trasportarla in ambulanza a causa senza abituale sul territorio indagan-
ro esposte le modalità di richiesta di Quotidianamente da anni ascoltiamo,
delle sue condizioni igieniche. do addirittura sulle sue consuetudini
residenza. Questa iniziativa nasceva dall’am- impotenti, i racconti dei tanti, troppi,
Essendo Roma molto grande si è pensato di vita e sulle sue relazioni sociali.
biguità della figura di un funzionario comunale esseri umani che pur sopravvivendo
di articolare la distribuzione delle residenze
al quale gli ospiti dei dormitori dovevano fare in questa città non riescono ad otte-
per le venti municipalità individuabili attra- Il secondo caso prevede che le perso-
riferimento per richiedere la residenza. nerne la “cittadinanza”; inutili, ci rac-
verso il numero civico. Per migliorare l’ero- ne Senza Fissa Dimora debbano
L’ombra della discrezionalità con cui le richie- contano, sono stati i tentativi di iscri-
gazione del servizio il Comune viene sup- accettare di essere assoggettate ad
ste venivano inoltrate agli uffici competenti ha
portato da una dozzina di Associazioni che versi come Senza Fissa Dimora pur
reso necessario l’intervento chiarificatore. un determinato percorso di inclusione
permettono l’iscrizione anagrafica presso le dichiarando all’anagrafe il loro stato.
Altre decisioni del Comune nelle politiche di sociale gestito da uno non meglio
loro sedi o strutture. Tra queste le più atti- Andando a verificare i dati riscontria-
accoglienza hanno sollevato dubbi sulla definito “staff tecnico“ incaricato
ve in tal senso sono: Associazione Centro mo che effettivamente nessuno dal
volontà di disincentivare la “proliferazione” di oltretutto di fornire notizie
Astalli, Caritas, Casa dei Diritti Sociali, 2006 ad oggi è riuscito in tale inten-
nuovi residenti tra le persone più disagiate: riguardanti la persona stessa all’uffi-
Sant’Egidio. to, e che solo un centinaio di persone
negli ultimi due anni di tagli alle risorse per le ciale d’anagrafe.
Ad oggi, però, il riconoscimento della resi- hanno avuto la “ fortuna” di essere
amministrazioni locali, ai fuori sede che si
denza viene effettuato a discrezione del inseriti in quei percorsi.
rivolgevano ai servizi sociali bolognesi spesso
Municipio che valuta, secondo criteri inter- Questo “staff” (attualmente insediato
veniva consigliato di tornare nella città
ni a chi concederla. Dall’istituzione di via presso il Centro diurno “La Fenice”
d’origine. Il biglietto del treno era garantito. Perchè non si vuol comprendere che
Modesta Valenti ad oggi si è venuto a crea- osserva e valuta le persone inserite
Anche il decentramento dei servizi verso le la norma stabilisce che queste iscri-
re uno squilibrio che ha calamitato una nel suo programma “ri-educativo” e,
sedi dei quartieri è stato visto come zioni non possono essere subordinate
grossa fetta dei senza dimora a farne discrezionalmente, “premia” con una
un’ulteriore difficoltà per chi, vivendo in stra- a nessun tipo di valutazione, ma sog-
richiesta al primo Municipio, raggiungendo positiva relazione all’anagrafe solo
da e da poco sul territorio bolognese, non gette solo alla volontà del cittadino,
una massa critica di difficile gestione per i
saprebbe a quale ufficio rivolgersi. quelle che ritiene meritevoli di
servizi sociali, mentre i restanti diciotto privo di una stabile dimora, ad indi-
Lo stesso Avvocato Mumolo, lo scorso aprile riacquisto di cittadinanza.
municipi economizzando sulle spese, care un proprio domicilio, foss’anche
ha proposto che la cosiddetta via Senza Tetto
hanno limitato l’erogazione del servizio. una casella postale? E se la
(l’indirizzo fittizio presso il quale risiedono i Nel nostro Paese è dal 1954 che è in
Uno dei requisiti per ottenere la residenza situazione economica-sociale di
senza dimora) venga intitolata a Mariano vigore una legge che sancisce il dirit-
con maggiore facilità è riuscire a dimo- costui causa anche il bisogno di
Tuccella, un homeless morto a Bologna per le to/dovere di tutti i cittadini, italiani o
strare di averla avuta in passato nel sostegno da parte della Pubblica
percosse ricevute in strada da un gruppo di
Municipio in cui si fa richiesta o riuscire, stranieri, ad essere anagraficamente
ragazzini. Amministrazione questo non può
almeno, a trovare un lavoro di qualsiasi iscritti nel Comune ove hanno una
Questo nome ha valore non solo perché essere motivo ostativo in un Paese
tipo che legittimi la presenza nel suddetto stabile dimora o comunque, nel caso
ricorda una persona morta violentemente a che si dica civile.
Municipio. di senza fissa dimora, ove indichino
causa dello spregio con cui oggi è vista la
Ad oggi non esiste un dato ufficiale a Roma un domicilio.
povertà, ma anche perché toglie dalla carta - Redazione Fuori Binario -
di persone senza dimora con residenza fit- Nei lontani anni ’50 la figura dei
d’identità il marchio di senza dimora.
tizia, le stime variano. Dato certo è invece senza fissa dimora era individuata nei
Ma anche in questo caso, nonostante la
il fatto che, a causa delle difficoltà di
delibera approvata già da 9 mesi, il Comune giostrai, nei commercianti ambulanti,
accesso al servizio dovute a prassi confuse
non rende ancora esecutiva la sua decisione e nei girovaghi.
e comunque poco diffuse, tra le persone
i senza dimora di Bologna continuano a
senza dimora quelle senza una residenza
risiedere nell’inequivocabile via Senza Tetto. Oggigiorno, la disoccupazione o
sono in numero maggiore di quelle con una
Problemi burocratici dicono. comunque la precarietà, il caro affitti,
residenza convenzionale.
lo sfascio delle famiglie, la solitudine
di Leonardo Tancredi
di Girolamo Grammatico degli anziani, ha mutato tale figura.
- Piazza Grande -
- Shaker - Sempre più spesso una separazione
in famiglia, uno sfratto, un licenzia-

6 piazza grande • n°151 • 02.09


L’inchiesta del mese
cesse. Teoricamente, anche sulla base di con un assistente sociale comunale, a to o dovere, ma soprattutto non concede la
Milano queste cifre potrebbero essere intrapre- Milano può capitare che si verifichino residenza. Tale lista è solamente un modo
se politiche sociali ad hoc per i senza attese di tre mesi…». per tenere sotto controllo le persone presen-
L’ufficio anagrafe del comune di Milano dimora. Va anche detto che il numero ti nel territorio e per effettuare delle indagini
ignora quanti siano i senza fissa dimora delle residenze anagrafiche concesse di Daniela Palumbo statistiche.
a cui viene concessa la residenza ana- dalla rete sociale incaricata dal comune - Scarp de tenis -
grafica. Non esiste un database né un non esaurisce il problema: il Sam, ad Il dirigente dell’ufficio anagrafe, Renato Di
registro dove sia riportato il numero esempio, insieme ai centri di ascolto Matteo, interpellato da Scarp, ha dovuto

Palermo
delle residenze complessive autorizzate. Caritas “ospita” 500 residenze anagrafi- ammettere la gravissima mancanza, ma ha
A Milano, a dare attuazione al diritto di che attive, ma i senza dimora a Milano concluso promettendo che il comune si
cittadinanza delle persone senza dimora, sono molti di più». mobiliterà per attivare la procedura per
ci sono organismi del privato sociale La legge anagrafica del 1954, tuttora vigen- applicare la legge e istituire una residenza
delegati dall’amministrazione: Caritas C’è anche chi ritiene che imbrigliare nelle te insieme al regolamento di attuazione del fittizia in una via inesistente, appositamente
Ambrosiana (attraverso i centri di ascol- pastoie burocratiche la residenza ana- 1989, si proponeva tra le altre cose di defi- definita.
to ad essa collegati e il Servizio acco- grafica, a Milano, non paga. «Il privato è nire criteri utili per permettere di iscrivere Anche il Comitato senza fissa dimora, molto
glienza milanese - Sam in primis), il ser- più duttile – spiega Maurizio Rotaris, nell’anagrafe della popolazione residente attivo in città soprattutto riguardo al proble-
vizio SoS Exodus, alcune parrocchie responsabile del Servizio Exodus –; ho anche le comunità nomadi, i girovaghi, i ma degli sfratti e fondato dal consigliere
accreditate come centri di ascolto, la paura che il comune adotterebbe criterio commercianti ambulanti o i giostrai che si comunale Fabrizio Ferrandelli, conferma la
Casa di accoglienza comunale di viale burocratici, che porrebbe molti paletti in spostavano per tutta Italia, senza disporre di lacuna e promette iniziative sul fronte del-
Ortles e altre associazioni. Una rete più. Qui ad Exodus, ad esempio, non una dimora stabile, quindi senza una resi- l’attuazione della legge.
sociale eterogenea, che fornisce da abbiamo alcuna soglia di requisiti: la cit- denza così come la definisce l’articolo 43 del
diversi anni, con l’autorizzazione del tadinanza la concediamo a chiunque ne Codice civile. Solamente Biagio Conte, un missionario
comune, la concessione della residenza faccia richiesta, perché è un diritto. francescano laico, da privato e fondatore
presso la propria sede e quindi l’iscrizio- Punto e basta. Fino a oggi abbiamo con- Oggi le persone senza dimora sono quasi della “Missione di Speranza e Carità”, cerca
ne alle liste anagrafiche del comune. cesso circa 470 residenze. Attualmente esclusivamente rappresentate da persone di rispondere alle drammatiche situazioni di
sono attive circa 200». Altre 400 le ha adulte gravemente emarginate. Per loro, la povertà ed emarginazione della sua città
Il vuoto statistico è conseguenza del concesse la parrocchia della Medaglia residenza rappresenta la chiave di accesso anche in termini di attribuzione della resi-
fatto che il comune di Milano, nel 1995 Miracolosa di viale Lucania, mentre alcu- ai percorsi di inclusione sociale. Il legislato- denza: accompagna all’anagrafe molte delle
(in seguito alla causa intentata contro il ne centinaia dipendono dalla Casa di re, per l’iscrizione anagrafica delle persone quasi 800 persone che ospita nella sua
comune stesso, e vinta, da una persona accoglienza Ortles. senza dimora, è ricorso al principio del “Cittadella del povero e della speranza”, per
senza dimora che si era vista rifiutare la “domicilio” presso il comune scelto dall’uten- far ottenere loro la residenza all’indirizzo
richiesta di residenza anagrafica), ha «Anche Milano – conclude Raffaele te. Sembrerebbe tutto molto chiaro e sem- della struttura, in via Archirafi.
dato mandato a una rete sociale di con- Gnocchi – arriverà a concedere la cittadi- plice, ma in realtà le modalità applicative
cedere la residenza. Quella di Milano è nanza come un diritto a tutti. Basterà, sono differenziate. Tanto che in molti casi il Un’esperienza significativa ed emblematica,
un’anomalia fra le grandi città italiane: banalmente, una causa al comune per diritto all’iscrizione anagrafica rimane inat- tra quelle che fanno riferimento al centro di
solitamente è prevista dai comuni l’isti- attivare l’automatismo, che è garantito tuato, dunque negato; l’illegittimità dei com- accoglienza di Biagio Conte, è quella di
tuzione di un indirizzo inesistente, dove dalla legge. É sacrosanto, e tutti speria- portamenti di molte amministrazioni comu- Giacomina: la donna, sfrattata e vissuta per
si iscrive il domicilio dei senza dimora. mo che Milano si decida a fare questo nali dipende da responsabilità che si posso- un certo periodo come homeless, dopo
L’attribuzione di residenza è la chiave passo, che è anche il riconoscimento no equamente dividere fra servizi sociali e diversi anni di lotta con la burocrazia è riu-
d’accesso a una serie di diritti, fra cui della piena esistenza di persone sempre anagrafici. scita a riottenere la residenza grazie appun-
l’assistenza sociale, la sanità e la previ- più a rischio di esclusione sociale. Però to alla disponibilità di fratello Biagio e alla
denza, che incidono sulle spese di un siamo anche preoccupati. Il Sam, infatti, sua struttura. Oggi ha ripreso in mano la
comune (ma anche di stato e regioni) e e tutti i centri di ascolto Caritas, al di là Palermo è un esempio di queste situazioni sua vita e gode pienamente dei diritti e delle
dovrebbero incidere sulle sue politiche della compilazione del modulo per la prive di legittimità giuridica. L’Ufficio ana- tutele, sanitarie e sociali, che spettano a
sociali. Ma a Milano i senza dimora, sulla residenza, segue tutto il percorso dell’ot- grafe del comune, infatti, non si occupa tutti di diritto.
carta, sembrerebbero non esistere. «In tenimento dei diritti che fanno seguito della questione della residenza anagrafica; il
realtà – spiega il responsabile del settore alla cittadinanza. Una volta “affidato” al comune non ha applicato la normativa di Rossella Russello
Grave emarginazione di Caritas comune, il senza dimora sarà seguito vigente e risulta quindi inadempiente. - Scarp de tenis -
Ambrosiana, Raffaele Gnocchi – abbiamo allo stesso modo? Siamo scettici. Basti
incontri annuali, in cui diamo conto al pensare che per ottenere un colloquio Esiste solamente un elenco dei senza dimo-
comune delle residenze anagrafiche con- ra, il quale però non attribuisce nessun dirit-

Foto di Marika Puicher


piazza grande • n°151 • 02.09 7
L’inchiesta del mese

Foggia
A Foggia esiste la “via” che restituisce
residenza e diritti ai poveri, ma ancora
non funziona, ancora non produce
effetti. In realtà, è stata deliberata
dalla Giunta Comunale il 5 aprile 2007,
ma fino a due mesi fa non c’era
nessuno a Palazzo di Città che sapesse
come renderla attiva, come farla
funzionare realmente. Eppure, “Via
della Casa Comunale – così è stata
battezzata la strada per i senzatetto
foggiani – porterebbe vantaggi a non
poche persone, migranti ed italiani, che
tirano a campare per le vie del capo-
luogo dauno.

Ora, però, l’assessore comunale alle


Politiche Sociali, Claudio Sottile, si è
preso l’impegno di far ottenere la resi-
denza anagrafica ai senza dimora che
la richiederanno, specificando che «fino
a questo momento c’è stato un
disguido all’Ufficio demografico, ma
adesso il Comune è pronto ad attivare Foto. La notte dei senza dimora di Foggia

la “via fittizia” e a mettersi a tipo di registrazione ed incontrano


disposizione di quanti ne potranno difficoltà nei rapporti con la Pubblica Paesi a confronto. una Carta d'Identità senza un giustifi-

Cosa succede
beneficiare». Amministrazione, anche per cativo di domicilio. Per disporre quindi

l’assistenza sanitaria». di un indirizzo è necessario/possibile

Per questo, l’assessore Sottile ha in Francia richiederlo ad un Organismo,

e in Spagna.
chiesto agli operatori dell’Help Center Di qui l’esigenza della delibera di Associazione di Accoglienza di cui

di Foggia di fare da cassa di risonanza «istituire una via fittizia per i senza all'Elenco stabilito dal Prefetto.

per far conoscere questo dimora e di contrassegnare tale


Come in Italia, anche in SPAGNA,
provvedimento e di individuare i denominazione in “Via della Casa Le Organizzazioni di accoglienza che
l'accoglienza e la maggior parte degli
soggetti che attraverso la residenza Comunale”». Poi tra cinque rimpasti di possono essere iscritte sono:
interventi per persone senza dimora
anagrafica potranno vedersi restituiti: Giunta e due dimissioni del sindaco − gli Organismi e Associazioni umani-
(sin hogar) spetta al settore del privato
assistenza sanitaria, assistenza sociale, Orazio Ciliberti prontamente ritirate, al tarie che gestiscono centri di acco-
sociale.
sussidi, diritto di voto, rilascio della Comune si è parlato di tutto ma non glienza e alloggi,

certificazione anagrafica di stato civile, dei poveri, non delle centinaia di


Per quanto riguarda la questione
assistenza legale. Del resto, in questo clochard che tirano a campare tra − i Centri comunitari di Azione Sociale
Residenza/Domicilio in Spagna, il
periodo ci sono anche molti immigrati panchine, vagoni abbandonati e e i Servizi Dipartimentali di Assistenza
Padròn Municipal è l'anagrafe
con il permesso di soggiorno in dormitori. Sociale,
municipale, cioè il registro amministra-
scadenza che bussano alle porte
tivo dove figurano tutti gli abitanti di
dell’Help Center: «Molti di loro – dice Ma l’Amministrazione Comunale non − le Associazioni accreditate per rice-
un municipio.
Antonio De Feudis, coordinatore dello viaggia a rilento solo nel garantire la vere le domande di RMI (Reddito

sportello – chiedono di avere una residenza anagrafica ai senzatetto, ma Minimo d'Inserimento).


Secondo la legge ogni persona che
residenza anagrafica per poter anche nell’offrire un riparo sicuro in cui
vive in Spagna è obbligata ad
rinnovare il permesso di soggiorno». dormire ad italiani e migranti, sia Il Dossier di domanda, che deve essere
empadronarse nel municipio dove è
clandestini sia con permesso di consegnato alla Prefettura, deve con-
domiciliato.
Il ritardo con cui sarà attivata anche soggiorno. Attualmente, infatti, è tenere l'attestazione del Centro di

Foggia la “via” fittizia ma produttrice di piuttosto facile fare la conta: 24 posti Accoglienza, 2 fotografie uno dei docu-
L'empadronamiento è il documento che
effetti giuridici è piuttosto grave. “Via letto per soli uomini al Conventino menti tra stato civile (estratto di nasci-
accredita il tempo di permanenza di
della Casa Comunale”, infatti, è stata gestito dalla Caritas diocesana; 25 per ta), stato di famiglia e la prova della
una persona in
deliberata dalla Giunta Comunale il 5 soli uomini immigrati nella chiesa di Cittadinanza francese.
territorio spagnolo e per poterlo fare
aprile 2007 su sollecitazione dell’allora Gesù e Maria; 8 per sole donne nella
bisogna scegliere un domicilio che
assessore ai Diritti dell’Uomo, Michele parrocchia di Santissimo Salvatore. A cura di Fio.PSD
potrebbe essere un appartamento in
Del Carmine, mantenendo fede alla
affitto, la casa di amici o conoscenti.
parola data ai poveri in occasione della Insomma, da qui al mese di giugno,
Rispetto alle persone senza dimora,
“Notte dei senza dimora” che coinvolse quando la città sarà chiamata ad
esse possono prendere un domicilio
Foggia nell’ottobre 2006. eleggere il nuovo primo cittadino, la
presso le associazioni e i Centri di
speranza è che anche i senza dimora di
Accoglienza con i quali entrano in con-
Nella delibera che ufficializzava la via Foggia possano infilare la mano
tatto. Tale documento serve anche
virtuale, l’assessorato ai Diritti nell’urna elettorale per esercitare il loro
per: avere diritto all'assistenza sanita-
dell’Uomo ed i servizi Demografici diritto al voto, sfruttando così i benefici
ria (medico di famiglia), avere diritto
rilevavano che «l’evoluzione sociale della residenza anagrafica.
agli aiuti sociali (paro), accedere al
degli ultimi tempi ha incrementato la
mondo del lavoro,....
schiera dei clochard; tale fenomeno – di Emiliano Moccia
era scritto – comporta problemi di - Foglio di via -
In FRANCIA, le persone che non
natura amministrativa poiché i senza
dispongono di un domicilio fisso (Sans
dimora sfuggono facilmente ad ogni
Domicilie Fixe) non possono ottenere

8 piazza grande • n°151 • 02.09


L’inchiesta del mese

Non nel mio In attesa di avere novità positive abbia-


Noi siamo riusciti a far ottenere la resi-
denza ad una persona che viveva in
Breve
cortile. La mo posto alcune domande sul tema della
residenza all'avvocato Antonio Mumolo,
macchina, con moglie e figlia minore.
Senza la residenza, tra l’altro, la minore
dizionario sui
parola agli presidente dell'Associazione Avvocato di
strada Onlus, che sul tema della residen-
non avrebbe potuto iscriversi a scuola.
termini
avvocati di za lotta da anni. Cosa succede nel caso delle persone

strada
che vivono in strada, si spostano di La residenza è nel luogo in cui la persona
continuo e non hanno nessun domi- ha la dimora abituale.
Avvocato Mumolo, come si perde la cilio? Il domicilio di una persona è nel luogo in

residenza? cui essa ha stabilito la sede principale dei


La residenza anagrafica è un requisito da
suoi affari e interessi”. (art.43 CODICE
In quel caso si può chiedere la residenza
cui discendono una serie di diritti civili.
CIVILE)
Può succede per diversi motivi. Se si anche in una via inesistente. Anche se è
Le persone che vivono in strada nel Chiunque abbia la residenza in un luogo
esce dallo stato di famiglia, e non si una cosa che sanno in pochi, la legge
momento in cui perdono la residenza può prendere in affitto un immobile in un
comunica una nuova residenza, ad dice che ogni città deve dotarsi di una
anagrafica si allontanano ancora di più altro luogo, per usarlo come sede di lavo-
esempio, l'anagrafe cancella il nome via fittizia, dove poter fissare la residen- ro, vacanze, etc..
dalla società, e dalla possibilità di rien-
dalle liste. Questo è uno dei casi più fre- za a tutti quelli che vivono in città. A Eventuali controlli dei vigili potrebbero
trarvi. La legge stabilisce che la residen-
quenti, perché sono moltissime le perso- Bologna questa via si chiama via invece stabilire che la dimora abituale di
za debba essere concessa a chiunque
ne che finiscono in strada in seguito a Senzatetto, a Verona via dell'ospitalità. una persona non sia effettivamente quella
viva in un dato territorio. Colpevolmente
una separazione o ad una rottura fami- A Roma la via inesistente è intitolata a dichiarata come residenza, bensì altro
a negare il diritto alla residenza sono le
liare. La stessa cosa può capitare quan- Modesta Valenti, una donna senzatetto luogo in cui si vive più o meno stabilmen-
stesse istituzioni che dovrebbero garan-
te.
do si lascia una casa dove si era in affit- morta alla stazione Termini perché non
tirlo, i comuni e gli uffici anagrafe. I
Questo tipo di aggiornamenti vengono
to. Quando arrivano i nuovi affittuari e era stata soccorsa in quanto sporca e
motivi sono presto detti: ignoranza o fatti sistematicamente in occasione del
viene fatta l'opportuna comunicazione i mal vestita. In alcune città, come Foggia
sprezzo delle leggi, paura, scarsa lungi- Censimento nazionale ogni 10 anni (pros-
vecchi inquilini vengono cancellati dalle e Taranto, la via fittizia è stata inaugura-
miranza. simo 2011), oppure quando ne ricorrano
liste anagrafiche. ta dopo l'apertura in queste stesse città le condizioni.
di uno sportello di Avvocato di strada e Se una persona si divide fra due "dimore"
La lotta per la residenza è complicata
Chi è detenuto ha la residenza presso il su nostra richiesta. è comunque difficile stabilire quale sia
dalla difficoltà di fare in modo che gli
carcere. Quando esce, però, la residenza quella abituale, per cui resta valido quanto
uffici anagrafe tengano lo stesso corretto
gli viene tolta e se, come spesso capita, l'interessato dichiara come propria resi-
comportamento. Nell'era di internet e
chi esce non ha più rapporti con famiglia Quali motivi possono spingere le denza.
della comunicazione l'Italia del terzo mil-
La Privata dimora è un luogo dove un sog-
o amici finisce in strada. istituzioni comunali ad essere restie
lennio continua a somigliare troppo a
getto si sofferma per compiere atti della
nel concedere la residenza anagrafi-
quella del tempo dei Comuni. Ogni ente vita privata.
Infine può capitare che un Comune fac- ca?
adotta metodi e strumenti diversi per È un concetto di notevole rilevanza giuridi-
cia un censimento. Se non si risulta più
negare la residenza: c'è chi la nega ca in quanto determina la possibilità o
nel luogo dove si aveva la residenza Credo che i Comuni temano che dalla l'impossibilità per i pubblici ufficiali di svol-
adducendo inesistenti limiti burocratici,
automaticamente si viene cancellati dalle concessione di una residenza possano gere attività ispettive. Il concetto di luogo
chi chiede alle persone di affrontare lun-
liste. Per questi motivi le persone, che venire oneri supplementari e imprevisti. dove si svolge un'attività privata, seppur
ghi percorsi di recupero, chi pone l'obbli-
non possono essere avvertite perché non Questa, a mio parere, è un'analisi par- lecita, non è limitato alla propria abitazio-
go di firma, equiparando le persone
se ne conosce il nuovo domicilio, molto ziale. Non dare la residenza significa ali- ne; non è quindi limitato alla definizione di
senza dimora a criminali che stanno
spesso non sanno nemmeno di aver mentare un circuito vizioso, perché se a residenza o domicilio.
scontando una condanna. In una stessa
Vi rientrano tutti quei luoghi dove il priva-
perso la residenza, e quando lo scopro- una persona non viene concessa la resi-
città la situazione può cambiare molto
to può svolgere un'attività privata, come
no, magari dopo un lungo periodo, pos- denza significa condannarla a rimanere
da quartiere a quartiere, in base alla lo studio, un'attività culturale o di svago,
sono avere brutte sorprese. nelle maglie dell'assistenzialismo e
maggiore o minore sensibilità di opera- un'attività professionale, artigianale o
negargli il primo lasciapassare verso un
tori e dirigenti comunali. In questo vasto commerciale, od anche un'attività politica.
percorso di recupero. In pratica un La scelta del luogo può essere determina-
mondo di interpretazioni sbagliate e
Cosa succede senza residenza? Comune che non dà la residenza a una ta anche da fattori contingenti o momen-
decisioni illegittime è facile intuire il
persona ha come unica speranza che tanei.
disagio di chi vive in strada impegnato
Chi ne è privo non può vuotare o essere questa persona a un certo punto vada a Nel momento in cui ci riferiamo alle perso-
nella quotidiana lotta per la sopravviven-
votato, non ha accesso al sistema sani- “disturbare” in un’altra città. Ricorda da ne senza dimora, dal punto di vista socio-
za.
tario nazionale se non per le cure di vicino quella che in ambito ambientalista logico è più “corretto” utilizzare il termine
SENZA DIMORA e non SENZA FISSA
pronto soccorso. Se ha diritto ad una si chiama sindrome “Nimby”, acronimo
Per questi motivi sarebbe opportuno un
DIMORA. Parlare di persone senza fissa
pensione non la può ricevere perché di “Not in my Back Yard, che vuol dire
intervento deciso e chiarificatore da dimora significa riferirsi a definizioni legi-
l'INPS non sa dove spedirla. Non può "Non nel mio cortile”. Si riconosce come
parte della politica. Negli ultimi mesi un slative legate all'idea di vagabondaggio o
concorrere ai bandi per l'alloggio popola- necessario, o comunque possibile, l'og-
intervento su questo argomento è arri- ad un lessico da questura. Il termine
re, difficilmente riesce ad ottenere un getto del contendere ma, contempora- senza dimora invece non significa solo
vato, ma va purtroppo dalla parte sba-
documento di identità. neamente, non lo si vuole nel proprio “senza casa”: non significa solo assenza di
gliata. Stiamo parlando dell'iniziativa
territorio per via delle eventuali con- mura domestiche, ma soprattutto di uno
della Lega Nord che propone l'istituzione
troindicazioni. Le istituzioni vorrebbero, “spazio per il Sé”. Quindi persona senza
di un registro unico per le persone senza
Cosa si deve fare per ottenere una giustamente, che tutte le persone fosse- dimora significa anche “individuo isolato
dimora presso il Ministero dell’Interno. E’
nuova residenza? ro autonome ed indipendenti, e che privo di una casa interna”, di uno spazio di
una decisione che comporterebbe pro-
riflessione interiore, di uno spazio rassicu-
potessero realizzarsi come individui. Ma
blemi inimmaginabili (dove si curerebbe-
rante che consenta l'elaborazione psichica
Se si perde la residenza bisogna recarsi la concessione della residenza anagrafica
ro le persone che vi sono iscritte? dove della risposta. Potremmo quindi definire la
presso l'ufficio anagrafe della città dove è il primo passo verso questa strada, e
dovrebbero recarsi per avere i propri dimora “uno spazio per l'anima”. Anima
si vive, e fornire un domicilio che verrà non concederla, come può capire chiun-
documenti? ai servizi sociali di quale nell'accezione greca: psychè. Ad una per-
verificato dai vigili urbani. La residenza que, non è un modo di risolvere i proble- sona senza dimora non manca solo una
città dovrebbero fare riferimento, etc) e
anagrafica, per l'importanza capitale che mi. casa, ma manca “la casa”, il focolare, lo
che calpesterebbe i diritti alla privacy di
ha per la vita di ogni individuo, può spazio domestico.
tanti cittadini che non hanno nessuna
essere concessa anche presso una rou- di Jacopo Fiorentino A cura di Fio.PSD
colpa se non quella di essere poveri e
lotte, o in una grotta, non fa differenza. - Piazza Grande -
quindi deboli.

piazza grande • n°151 • 02.09 9


Giornalismo d’asfalto

Il servizio
mobile di
Piazza Grande
Emergenza freddo e assistenza a chi
la notte dorme fuori. In questa pagina
racontiamo una sera del servizio
mobile di sostegno di Piazza Grande, e
lo facciamo da due punti di vista
diversi. Il primo testo è di una giorna-
lista, il secondo è di un operatore pari,
che da molti anni esce in strada tutte
le sere.

“L’altra sera stavamo cucinando un po’ di


cipolla e salsiccia per condire la pasta; un
po’ di fumo deve essere salito e qualcuno
di quelli che abitano sopra ha chiamato la
polizia.” Anche chi non ha una casa può
avere dei vicini; e come spesso succede, i
vicini di casa sono le persone che possono
lamentarsi per le cose più assurde al
mondo.

E’ questa la prima scoperta che faccio


nella fredda serata di gennaio che ho
trascorso con il servizio mobile di Piazza
Grande per cercare di capire chi sono le
persone che dormono per strada. Siamo
nel pieno dell’inverno, e da giorni la Gabriella Penna, Responsabile del Servizio Mobile di Piazza Grande. Foto di Salvatore Pio

Qui servizio
polemica rimbalza sulle pagine dei La mia domanda è sempre la stessa, la
loro risposta anche. C’è chi è appena usci- parte di segnalazioni che richiedono la pre-
quotidiani locali: l’emergenza freddo
senza del servizio mobile di sostegno, il quale
esiste, l’emergenza freddo non esiste. Da to dal carcere, e dice che in un posto chiu-

mobile di
le affronta con priorità.
una parte le associazioni che so non ci vuole più stare; c’è chi dice che
In questi casi come anche in alcuni altri quel-
quotidianamente hanno a che fare con chi al dormitorio rubano, e chi che c’è troppo lo che si cerca di fare è indicare il posto giu-

sostegno
vive in strada, come Piazza Grande o gli rumore. “Queste sono persone che stanno sto per intraprendere un percorso che per-
Angeli alle fermate; dall’altra il Comune, la molto male, che avrebbero bisogno di metta di reintegrarsi.
vicesindaco, i servizi sociali. aiuto anche psichiatrico. Dormono per la Per queste persone il primo pensiero è avere
strada perché sono talmente emarginate accesso ai dormitori, che in questo periodo
I mesi da dicembre a febbraio sono i più sono tutti pieni, costringendo chi di dovere in
In mezzo, ci sono le vite reali fatte di che dai servizi sociali non ci vanno
freddi; tra le difficoltà che la strada impone il queste situazioni a ricorrere alle strutture di
soffritti di cipolla cucinati su due lattine neanche” spiega una persona che di lavoro
freddo sicuramente è al primo posto, ti emergenza, in questo caso emergenza fred-
tagliate a metà e riempite di alcool, con si occupa dei senzatetto, riportando il
accompagna tutto il giorno e la notte in parti- do, emergenza sanitaria, quindi a mettere in
sopra un mattone a mo’ di fornello; ma discorso a un duro realismo. colare. funzione luoghi più o meno adatti, ma sicura-
fatte anche di calci che ti svegliano nel Il servizio mobile di sostegno di Piazza mente forniti di bagni e riscaldamento.
cuore della notte, o di persone che ti Quale che sia la spiegazione, la mia terza Grande svolge il compito di monitoraggio e Quest’anno già a metà gennaio anche questi
rubano quel poco che hai: un panino, qual- scoperta è che tutte le persone che incon- primo contatto con i senzatetto della città. posti di emergenza si sono esauriti, quindi si
tro i dormitori non li vogliono nemmeno Una tappa fondamentale è la stazione è reso necessario trovare nuove risorse per
che euro. “Ci sono persone che rubano
ferroviaria, punto principale di riferimento dare modo a più persone di passare la notte
anche a chi dorme per strada. E’ il limite sentire nominare. Solo in stazione le cose
per chi vive la strada, dove puoi lavarti, nel miglior modo possibile.
massimo della meschinità umana” raccon- cambiano: nonostante le luci abbaglianti
raderti, usare il wc, -comunque solo dopo la
ta con desolata saggezza un uomo che accese tutta la notte, gli addetti alle pulizie mezzanotte, durante il giorno il servizio bagni A Gabriella Penna, responsabile del servizio
dorme vicino alla Coop di via dei Mille. che passano ogni due ore, il fatto che si costa 80 centesimi-, poi la sala d’aspetto, il mobile di sostegno chiedo qual è il suo pen-
“L’anno scorso eravamo in sei che stava- dorme seduti perché i seggiolini sono tutti salotto buono caldo e riparato che in questo siero sull’attuale situazione.
mo qua, eravamo una famiglia. occupati e non si riesce a sdraiarsi, qui c’è periodo è meno controllato e più tollerante,
Quest’anno hanno trovato tutti una un po’ di calore. Da anni il Comune cerca dove si può stare seduti tranquillamente e i Parliamo di dati. Quante sono le presen-
più stanchi nelle ore notturne riescono anche ze che rilevate?
sistemazione. Chi in una casa, chi in un un accordo con Trenitalia per adibire a
a distendersi occupando più di un posto. Ma Come sempre quantificare mi mette in
dormitorio, ed io sono rimasto solo.” dormitori per i mesi invernali alcuni spazi
sempre con il pensiero fisso che qualcuno difficoltà perchè la realtà della strada cambia
inutilizzati, ma riscaldati, della stazione. Il
non dia il via a qualche litigio che potrebbe da un giorno all’altro e se pure c’è uno
Questa è la seconda piccola scoperta che compromesso, per ora, è che Trenitalia richiamare la Polfer e quindi addio nottata al “zoccolo duro” di presenze, molte sono inve-
faccio: le persone che dormono in strada chiude un occhio e lascia dormire le calduccio. ce le persone che gravitano in città per un
normalmente stanno sempre nello stesso persone in stazione. Una cinquantina circa, Sempre alla stazione ferroviaria, al piazzale periodo o una stagione. Si può fare una
posto, e spesso dormono in compagnia. La di cui “quasi tutti non trovano posto nel est, altro posto di ricovero più facile da rag- media per avere un’idea, ma le vere
dormitorio” racconta uno di loro. E tra giungere da un passo carraio, il discorso è un differenze emergono sul lungo periodo, ad
solitudine per loro è essenzialmente paura.
po’ diverso perché è all’aperto, ma non per esempio da un anno all’altro abbiamo rilevato
“Ma allora perché non vanno nei dormito- questi, per la prima volta, vedo anche
questo meno frequentato. Altri gruppi di un impoverimento di famiglie e anziani anche
ri?” la domanda sorge spontanea, ma la degli stranieri: i grandi assenti delle notti
volontari vi si recano per dare un aiuto ai grazie all’osservazione della distribuzione
risposta è molto più complessa. I dormitori sotto i portici. senza dimora; là trovi anche chi preferisce alimentare.
del Comune sono cinque, mettono a dormire all’aperto, su panchine e altri posti
disposizione … posti letto a cui d’inverno Questa è l’ultima, triste, scoperta: gli sempre nel contesto della stazione. Il servizio Pensi che siano sufficienti le risorse
se ne aggiungono 48 del “piano freddo”. In stranieri senza permesso di soggiorno, non mobile di sostegno conosce l’80% delle per- messe in campo rispetto alle richieste
quattro di questi dormitori si accede solo potendo essere assistiti dai servizi sociali, sone che la frequentano, e riesce subito ad che il servizio raccoglie?
identificare i nuovi arrivati, per studiare la Quest’anno in particolare in inverno le richie-
su invio dei servizi sociali, venendo inseriti non possono neanche avere un posto dove
loro situazione e dare il massimo delle infor- ste di aiuto sono aumentate, sono venute
in un progetto di recupero: “ho aspettato dormire. “Il Comune non si può far carico
mazioni riguardanti le prima necessità a chi allo scoperto molte situazioni sommerse e
otto mesi in lista d’attesa. Quando mi di tutto, per di più facendosi complice di
arriva in una città che non conosce. non solo le soluzioni di emergenza sono arri-
hanno preso sono stato lì due mesi e poi un’illegalità. Vadano nei Cpt” è la risposta C’è chi approfitta dei portici che Bologna vate in ritardo, ma risultano spesso inade-
mi hanno cacciato perché non rispettavo le che mi dà la dirigente di un dormitorio offre in abbondanza per potersi riparare; pre- guate, sia per quantità che per qualità, tanto
loro regole” racconta un ragazzo con un della città quando le chiedo degli stranieri. feriti anche i sagrati delle chiese che magari da indurre spesso chi dorme in strada a non
forte accento bolognese che dorme in sta- Pare che dormano in baracche, in vecchie offrono più protezione, chi preferisce le zone accettarle.
fabbriche abbandonate, lontani dagli periferiche o comunque fuori le mura. Gli
zione. L’unico posto dove si può andare
impianti sportivi per via delle pensiline che E’ difficile entrare in contatto con le per-
senza essere inseriti in un progetto è il sguardi; come la donna ucraina trovata
l’architettura mette a disposizione risultano sone che vivono la strada?
dormitorio di via Lombardia: 30 posti, una morta carbonizzata una decina di giorni fa
un posto pratico per ripararsi. Non lo è se si ha con sè una buona squadra
lista d’attesa ogni girono dalle 19 alle 20. in uno stabile abbandonato di via Altre strutture di rifugio sono gli ospedali, di operatori pari che permettono la mediazio-
Alle 19.05 è già tutto esaurito; e comun- Corticella. luogo in cui si possono sfruttare sedie e spazi ne, se si scioglie la tensione non perdendo
que una volta entrati ci si può stare per dove poter passare la notte. mai di vista la dimensione umana e la dignità
una settimana, poi per un mese non si può Chi sono, quanti sono, dove sono: questo Altri si rifugiano nei giardini comunali cercan- che contraddistingue chi difficilmente anche
più tornare perché ancora resta da scoprire. dosi un posto appartato; a volte un albero in stato di bisogno ha difficoltà a chiedere
riesce ad essere un sistema di protezione, aiuto.
bisogna lasciare spazio ad altri. “Nel
magari nel periodo estivo.
dormitorio non ci metto più piede, piutto- di Camilla Endrici
Sono comodi anche i giardini adiacenti ai Qui servizio mobile di sostegno, a voi
sto dormo per strada”. palazzi che permettono di farsi notare e Bologna.
magari essere avvicinati dagli abitanti dello di Salvatore Pio
stesso stabile: da loro partono la maggior xsalvatore@gmail.com
10 piazza grande • n°151 • 02.09
La cultura è nelle strade

A Catania Telestrada nasce proprio con lo scopo di


dare visibilità a questo “mondo nascosto” di Scontro di Amedeo è buono, tutti lo conside-

nasce civiltà
cui parla Domenico, il volontario dell’Unità di
rano un bravo italiano però è accu-
Strada della Caritas di Catania.
sato di omicidio e forse non è ita-

“Telestrada”
Abbiamo sentito la necessità di dare voce
alle persone che vivono per strada perché
riteniamo che, sebbene queste tematiche (a Piazza liano. Il linguaggio che ciascuno

Vittorio)
adotta è il proprio personale modo
compaiano spesso nei media, generalmente
E’ nata a Catania Telestrada, la prima non vengano trattate correttamente. di parlare, sia esso del Bangladesh,
webtv di strada in Italia, su iniziativa Pensiamo di poter dare un contributo impor- o di Napoli oppure olandese e lo
della Caritas diocesana di Catania. La tante all’informazione perché rappresentia-
sforzo che l’autore fa di adattarsi
redazione della webtv, attiva da dicem- mo una voce autentica, che viene dal basso
bre 2008, è composta da senza fissa e che quindi può fornire un’analisi più lucida ad un gergo che non è il suo è
“Scontro di civiltà per un ascensore
dimora, operatori e volontari. Ne abbia- delle situazioni di disagio. I nostri redattori encomiabile, anche se non sempre
a piazza Vittorio” è un piccolo libro
mo parlato con Gabriella Virgillito, vivono sulla propria pelle la povertà e il disa- riuscito. L’impianto narrativo così
Responsabile Comunicazione per Caritas gio, quindi possono raccontare la propria uscito nel 2006 per la casa editrice
schematico è un po’ artificioso ma
diocesana Catania. storia e quella dei propri compagni di viaggio “edizioni e/o”, scritto dallo scrittore
senza mediazioni, con uno sguardo vero, che l’argomento è accattivante.
algerino Amara Lakhous. Piccolo
non può travisare nulla. L’attrattiva maggiore deriva dal
Come è nata Telestrada? libro più nel formato che nel conte-
teorema che sembra costruire l’au-
L’idea è nata dalla redazione di Catania di Uno dei vostri servizi è un’intervista al nuto anche se di certo l’autore non
Scarp de’ tenis, il mensile di strada naziona- sindaco di Catania. La webtv può essere tore: non esiste nessuna verità, sia
ha voluto fare del suo romanzo un
le della Caritas Italiana. Lo spirito è lo stes- per i senza dimora un canale di comuni- per quanto riguarda la storia vera e
so, quello di dare voce a chi non ne ha, con cazione con le istituzioni, per chiedere trattato di antropologia.
propria, lo stesso commissario che
l’unica differenza che abbiamo pensato di spiegazioni e avanzare proposte?
usare un mezzo più immediato della carta Telestrada rappresenta un canale preferen- indaga sull’omicidio presenta due
Lakous intanto ha scelto come regi-
stampata per raggiungere la gente. La tv ci ziale per i senza casa per esprimere le pro- verità, sia per il modo di costruire
stro narrativo quello del giallo
è sembrata lo strumento migliore perché prie idee direttamente alle istituzioni, in il racconto che non presenta cer-
l’impatto delle immagini delle storie raccon- merito anche alla gestione delle problemati- anche se poi non ne ha i canoni
tezze assolute ma le verità di cia-
tate riesce a coinvolgere maggiormente. che che li interessano. Ecco la ragione di classici, mutuando dal genere sol-
quell’intervista al sindaco di Catania: Filippo, scuno, le proprie verità.
tanto una certa souspance e la
Come funziona la redazione? che ha realizzato il servizio, voleva doman-
Telestrada è realizzata interamente dalla dargli spiegazione del fatto che l’unico dor- presenza di un omicidio.
La vita del condominio, metafora
“redazione di strada” della Caritas diocesana mitorio pubblico esistente in città rimanga
di Catania. Ci riuniamo presso l’Help Center chiuso da anni. del mondo, raccontata dai diversi
Ma appare questa soltanto una
della stazione, il centro di prima accoglienza punti di vista di ciascun condomino
della Caritas. Lo abbiamo scelto proprio in Pensi che l'iniziativa si possa estendere occasione di parlare d’altro, per
ha la giustezza del proprio vissuto,
quanto luogo per noi molto simbolico. a livello nazionale, magari creando una affrontare temi più solidi e attuali
Il team è composto da persone senza fissa rete unificata? del proprio personale microcosmo.
che tutti i giorni occupano le pagine
dimora o in grave stato di necessità, persone Lo crediamo fortemente, anzi ne sentiamo la
dei nostri giornali. si parla di inte-
povere, che non possono pagarsi un pranzo necessità. Lasciare che Telestrada rimanga Ma in questo relativismo cos’è giu-
e quindi mangiano alle mense per i poveri. un’esperienza a livello locale sarebbe un’op- grazione, di discriminazione, di
sto e cosa è sbagliato? Lakhous
Loro sono i “redattori di strada”, il cuore portunità persa per tutti. Perciò speriamo nord e sud e si parla di Roma.
della redazione. Poi ci sono i volontari, che si che la Caritas italiana adotti Telestrada come non dà risposte, offre i racconti
Roma appare sullo sfondo, pres-
occupano dell’aspetto tecnico più che dei progetto nazionale, sulla scia di Scarp de come fossero mezzi di prova. Al
contenuti. Per il resto funzioniamo come tenis. Internet oggi è certamente un canale sante e discreta al tempo stesso,
lettore emettere la sentenza.
qualsiasi altra redazione giornalistica: faccia- privilegiato per raggiungere la gente. Inoltre prepotente e generosa ma avvol-
mo due riunioni a settimana, durante le Telestrada sta dimostrando che persone che
gente come una mamma in grado
quali decidiamo i servizi da realizzare e chi il mercato del lavoro ritiene non più appeti- Qualche notizia sull’ autore: algeri-
se ne occuperà. Le decisioni vengono prese bili sono invece in grado di rappresentare di sostituire la vera mamma di
no di nascita e romano di adozione,
collettivamente. una forza fondamentale nella società. Amedeo, che Amedeo non si chia-
Cerchiamo di lavorare per estendere questa laureato ad Algeri in filosofia e alla
ma. Il racconto si snoda a più voci
In uno dei vostri servizi un operatore esperienza positiva anche alle altre Caritas Sapienza di Roma in antropologia
intorno a un condominio di piazza
Caritas parla di "mondo nascosto" rife- italiane. Speriamo bene… culturale. E’ in Italia dal 1995,
rendosi ai senza tetto che vivono nelle Vittorio e ai suoi abitanti che rac-
lavora per la radio nazionale algeri-
nostre città. Qual contributo può dare la di Luisa Begani contano, a loro modo, la vita del
webtv per la loro visibilità? luy_7@hotmail.it na e per alcune radio italiane.
palazzo.

Foto. L’home page del sito di Telestrada http://www.telestrada.it/


E’ al suo secondo libro anzi per la
verità sarebbe al terzo perché que-
sto di cui stiamo parlando è stato
scritto una prima volta in arabo con
il titolo “come farti allattare dalla
lupa senza che ti morda” uscito nel
2003 e poi è stato riscritto in italia-
no con qualche modifica. Questa
fatica seguiva il primo romanzo “Le
cimici e il pirata” del 1999.

Nel 2008 è stato girato un film che


è in uscita in questi giorni con la
regia di Isotta Toso, giovane regi-
sta alla sua opera prima, con Ennio
Fantastichini, Kasia Smutniak,
Milena Vucotic, Roberto Citran.

di Marinella Elia
marinella.elia@libero.it

piazza grande • n°151 • 02.09 11


La cultura è nelle strade

CrepeUrbane
Quante volte attraversando la città ci è
capitato di sorridere di fronte alla tena-
cia di un fiore cresciuto in mezzo al
marciapiede? O ci siamo incantati,
rischiando di farci investire,davanti ad
un rampicante cocciuto,deciso a vivere
spaccando proprio quel muretto?
Purtroppo altrettante volte non
abbiamo fatto attenzione a queste
espressioni di vita così ostinate. I
ragazzi del collettivo CrepeUrbane in
questa forza hanno colto la potenzialità
sovversiva, la possibilità di costruire
insieme un’alternativa di città più
vivibile, basata sulla rivalutazione del
“verde spontaneo”, che indifferente
alle pianificazioni urbane, prolifera in
ogni parte della città. CrepeUrbane è
nato circa un anno fa dal collettivo di
fotografi e fotografe Reflecsa dello
Spazio Pubblico XM24 (via Fioravanti
24), attorno a una due giorni sul
progetto Critical Garden. Quest’ultimo
invece è promosso da gruppi italiani di
“guerriglia verde” che agiscono
attraverso la semina di giardini e orti
abusivi e che delle piante spontanee
CrepeUrbane. Una delle immagini della mostra
urbane che vivono negli spazi immortalare queste piante “abusive”, Reflcsa/CrepeUrbane. numero del giornale
abbandonati dagli uomini, hanno colto selvagge, normalmente eliminate per- “CrepeUrbane/Campi Aperti”,
il significato profondo. ché non funzionali all’estetica urbana. Un percorso divertente, animato dalla l’associazione che organizza i tre
CrepeUrbane diventa anche una passione degli autori, che mercati settimanali dei produttori
I componenti del collettivo si metafora di tutte le forme di immortalando piante generalmente biologici del territorio bolognese, fon-
raccontano così: espressività e di esistenza non considerate “infestanti”, le hanno rese dati sulla cooperazione tra produttori e
“CrepeUrbane/CriticalGarden si attiva assimilabili dentro dinamiche protagoniste. Passeggiando per la consumatori; il buffet biologico di
come ecosistema urbano resistente per neo-capitalistiche, che nelle città mostra si riconoscono scorci di una “Campi Aperti” e “Gusto nudo”; e, da
una città in cui le persone abbiano rimangono spesso emarginate ma in Bologna dimenticata dalla non perdere, l’ appuntamento del 17
ancora voglia di vivere insieme, cui coltivano forme di socialità e cementificazione massiccia, dove in Febbraio alle17,30 in cui verrà
scoprendo le diversità come elementi spazialità più solidali, resistenti, aree residuali proliferano platani, presentato il libro di Michela Pasquali
di ricchezza comune; allo stesso tempo insomma, ad ogni forma di pratica lattughe spinose, pioppi bianchi, “I giardini di Manhattan. Storie di
denuncia e critica materialmente le disumanizzante. Insomma ridisegnare parietarie, di cui i visitatori hanno la guerrilla gardens”. L'autrice,
nuove ondate speculative del mercato gli spazi urbani anche per rivalutare i possibilità di scoprire la diffusione e le paesaggista e botanica, è una delle
immobiliare, mix di economie legali ed legami sociali: “Spazi pubblici da caratteristiche officinali. Si svelano promotrici del movimento di guerrilla
illegali, che lasciano assolutamente realizzare piantando alberi, luoghi di come giardini segreti gli orti autogestiti gardening in Italia. Insomma, Ins*orti
irrisolta la questione dell’accesso ad incontro dove non si compra e non si di via Gobetti, di via Fossolo, dove l'a- ospitato da Urban Center è davvero
un’ abitazione decente e ad una città consuma, ma si coltiva. O anche luoghi gire comunitario di vicini e residenti ha una crepa urbana, e l'augurio risiede
vivibile per tutti. da osservare, semplicemente lasciati dato la possibilità di creare nuovi spazi nel titolo: speriamo siano Crepe Fertili.
all'opera delle erbe spontanee e di vita e di socialità.
CrepeUrbane/CriticalGarden oggi vagabonde.
pianta e semina una piccola aiuola di La mostra è imperdibile per la sua Info
erbe aromatiche, fiori e arbusti, e la Nel tempo dell'immaterialità, pratiche originalità, per lo sguardo emozionante
rende pubblica, aperta alla materiali di colture e culture marginali. degli autori e per gli spunti di Per contatti e maggiori informazioni:
collaborazione degli abitanti e dei I margini non sono linee ma spazi dove riflessione che offre ai suoi visitatori.
passanti, in modo che quest’area di si incontrano e si mescolano le Uscendo, rimane la sensazione forte crepeurbane.noblogs.org
parco pubblico sia qualcosa di più di un diversità: così la loro ricchezza è più che l'approccio alla pianificazione
luogo di sgambo per i cani, e diventi grande di quella degli ambienti che urbana bolognese dovrebbe essere più campiaperti.org
luogo di incontro e riferimento per il separano. “Uno spazio in cui arricchirsi attivamente partecipata dai cittadini.
quartiere. CrepeUrbane è un collettivo e scoprire qualche cosa di più sulle Questi scatti fotografici ci chiamano in reflecsa.contaminati.net
aperto a tutte le persone che erbe che incontriamo ogni giorno ai lati causa individualmente, allo scopo di
considerano la città luogo pubblico e dei portici e delle strade,è quello che costruire una città migliore dove la isole.ecn.org/xm24
comune, e che sono convinte che solo ospita in questi giorni la mostra differenza possa sempre portare a
nuove idee e nuove pratiche dei beni “Ins*orti, Crepe Fertili”. rimettersi in gioco e dove il rispetto di Elisa Castelli
comuni garantiscano il benessere di per ogni forma di vita naturale
tutti”. Presentata all’Urban Center, Sala prosperi.
Borsa,dopo una prima esposizione
Proprio nelle adiacenti zone negli spazi del XM24, è visitabile dal 23 Alcuni esempi di collaborazioni che
abbandonate di via Fioravanti 24, dove Gennaio al 28 Febbraio. Sono circa un rendono questa mostra luogo di
è in progetto di costruire un parco di centinaio i lavori fotografici a colori scambio e di scoperta: la presentazio-
verde urbano “legale”, hanno trovato presentati dal collettivo ne durante l’inaugurazione del nuovo
la possibilità di cominciare ad

12 piazza grande • n°151 • 02.09


Le pagine dell’associazione
ASSOCIAZIONE AMICI DI PIAZZA GRANDE ONLUS: le attività

L'Associazione Amici di Piazza Grande Onlus è il luogo in cui i cittadini svantaggiati si organizzano per risolvere i propri problemi, per mettere
assieme capacità e idee, per costruire occasioni di reddito, per affrontare il problema della abitazione, per migliorare le prestazione dei servizi
della città e per autogestirsi. L’Associazione, in oltre dieci anni di vita ha dato impulso ad una progettualità ricca di iniziative. Attualmente tra le
attività di Piazza Grande ci sono il giornale, il BiciCentro, la Sartoria, il Teatro, il Servizio Mobile di Sostegno e lo Sportello di Avvocato di strada.

Per info
e preventivi

Tel.051349383

Faremondi
Cooperativa sociale di Piazza Grande

sgomberi cantine e appartamenti


pulizia piazzali e giardini
trasporti e consegne in città e provincia
tinteggiatura appartamenti
smaltimento materiali vari
assistenza e riparazione biciclette elettriche

Preventivi e informazioni
Telefono 051 4222046
Cellulare 392 9888574

Avvocato 2008
di strada Il cinque
Lo sportello legale per mille della
al servizio delle persone
senza fissa dimora
tua dichiarazione
dei redditi a
Tel. 051397971, Fax 0513370670
Cell. 3939895695 Piazza Grande
I ricevimenti La legge finanziaria n. 266/2005 ha intro-
Sede di Avvocato di strada La possibilità di scelta della destinazione
dotto per l'anno 2007 la possibilità per
Sportello di diritto penale: lunedi ore 15 - 17
tutti i contribuenti di destinare una quota cinque per mille rappresenta un esempio
Sportello di diritto civile: giovedi ore 15 - 17
Si riceve anche senza appuntamento. pari a cinque per mille dell'imposta sul di sussidarietà fiscale, poiché i finanzia-
Via Lodovico Berti 2/9. Bus: 33, 35, 86 menti versati dai cittadini con questo mec-
reddito delle persone fisiche a enti non
profit che abbiano le seguenti finalità: canismo potranno integrare o anche sosti-
Casa del riposo notturno “Massimo Zaccarelli”. Sportello di diritto penale e civile: il
secondo e il quarto giovedì del mese. Ore 19 - 20. Si riceve anche senza appunta- tuire quelli pubblici.
mento. Via del Lazzaretto 15. Bus: 17, 18
a) sostegno del volontariato, delle onlus,
- “Rifugio notturno solidarietà”. Sportello di diritto civile e penale: terzo giovedì del delle associazioni di promozione sociale e L'Associazione Amici di Piazza Grande
mese dalle 20 alle 21. Si riceve anche senza appuntamento. Via del Gomito 22. Bus: di altre fondazioni e associazioni ricono- Onlus è tra le organizzazioni non profit
25 idonee a beneficiare del diritto al "cinque
sciute;
- Struttura “Madre Teresa di Calcutta”. Sportello di diritto civile e penale: quarto gio- b) finanziamento della ricerca scientifica e per mille". Dal 1993 Piazza Grande Onlus
vedì del mese dalle 19.30 alle 20.30. Si riceve anche senza appuntamento. delle università; promuove iniziative concrete per contra-
Viale Lenin 20, Bologna. Bus: 25 stare l'esclusione sociale e affermare i
c) finanziamento della ricerca sanitaria;
d) attività sociali svolte dal comune di diritti delle persone senza fissa dimora.
residenza del contribuente; Per aiutare sempre più persone abbiamo
Servizi di pulizia e custodia - servizi di accoglienza, orientamento e bisogno del sostegno di tutti.
accompagnamento di persone disagiate Il contribuente può decidere di destinare il Da quest'anno un modo semplice per
cinque per mille dell'IRPEF relativa al sostenere l'Associazione è devolvere il
periodo di imposta 2007, apponendo la 5x1000 della propria dichiarazione dei
firma in uno dei quattro appositi riquadri redditi. La destinazione del 5x1000 è una
che figurano nei modelli di dichiarazione scelta soggettiva, che non incide sul tuo
specificando il codice fiscale del soggetto reddito. Ti proponiamo di devolvere il tuo
preferito. all'Associazione Amici di Piazza Grande
Questa disposizione non è alternativa al Onlus inserendo nello spazio dedicato al
meccanismo dell'otto per mille, e non rap- 5x1000 il codice fiscale dell'Associazione:
Sede legale:
Via Antonio Di Vincenzo 26/F (BO) Tel: 051.372223
92038070378
presenta una spesa ulteriore per il contri-
Fax: 051.4158361 Sito web: www.cooplastrada.it buente.
Mail: info@cooplastrada.it
piazza grande • n°151 • 02.09 13
On the road Legenda:

Gli appuntamenti del mese di Piazza Grande = sotto i 10 euro = gratis!

Musica 9 febbraio, ore 21 14 febbraio, ore 22 20 febbraio, ore 21 Dal 6 al 7 febbraio, ore 21 14 febbraio, ore 21

Marlene Kuntz Il Genio Violino e jazz La giovinezza Ascanio Celestini


3 febbraio all’Arena del Sole con Jean-Luc Ponty raccontata dai Motus torna all’Itc
Covo Club
Viale Zagabria 1 con ‘Radio clandestina’
Franco Battiato Teatro Manzoni Arena del sole
www.covoclub.it Via de’Monari 1/2 Via Indipendenza 44
in concerto Da 10 a 35 euro Da 5,50 a 17 euro
Il duo salito alla ribalta con il tor-
www.auditoriumanzoni.it www.arenadelsole.it
mentone ‘Pop-porno’ arriva in con-
certo a Bologna. Il violinista, insieme alla sua band, La compagnia riminese Motus
presenta il suo approccio comple- torna sul palco con ‘X (ics): rac-
tamente nuovo al violino utilizzan- conti crudeli della giovinezza’, per
15 febbraio, ore 21.30 do i fraseggi be-bop che lo rendo- esplorare la condizione della giovi-
no uno tra i più importanti violini- nezza nelle aree delle periferie
‘Murato!’ riparte sti jazz del mondo. urbane
con Kill the vultures
Locomotiv Club 24 febbraio, ore 21 Dal 6 all’8 febbraio
Via Sebastiano Serlio 25/2
Itc
Ingresso 15 euro Mango dal vivo Festival
con tessera Arci San Lazzaro di Savena
Teatro Europauditorium
all’Europauditorium ‘Contronatura’ Via Rimembranze 26
Arena del Sole www.locomotivclub.it
Piazza Costituzione 4 Da 12 a 14 euro
Via Indipendenza 44 Teatro Europauditorium Spazio Binario www.itcteatro.it
Info: 051 372540 Torna la rassegna ‘Murato!’, per
Da 15 a 26,50 euro Piazza Costituzione 4 Zola Predosa
proporre il meglio della musica di
www.arenadelsole.it Da 34,50 a 46 euro Piazza di Vittorio Dopo sette anni, torna all’Itc
Franco Battiato presenta la sua avanguardia. Si parte con l’avant
Info: 051 372540 Da 8 a 10 euro ‘Radio Clandestina’, lo spettacolo
ultima produzione musicale, Tour teatrale per la band capitana- hip-hop dei Kill the vultures (15
www.cantharide.it sulle Fosse Ardeatine che per la
‘Fleurs 3’. ta da Cristiano Godano, che per febbraio), poi toccherà agli Per la stagione teatrale
Handsome Furs (il 19), e ai Crystal prima volta portò il grande
una volta abbandona le sonorità 2008/2009, il Teatro Un weekend dedicato alla lettura Ascanio Celestini al pubblico di
elettriche in favore di brani più Antlers (il 26). Europauditorium presenta il can- drammatizzata, dal titolo ‘Asino
5 febbraio, ore 21 San Lazzaro, spettacolo che di lì a
romantici e acustici. tautore in concerto. chi legge’. Si parte il 6 febbraio poco avrebbe rivelato il grande
alle ore 21 con ‘Studi grammaticali
Le Quartier Tzigane 16 febbraio, ore 21 per uccellini azzurri’, letture dram-
artista romano a tutta Italia.
13 febbraio, ore 21 28 febbraio, ore 21 matizzate da ‘L'oiseau bleu’ di
Circolo Cesare Pavese Raf in concerto Maurice Maeterlinck. Si prosegue
Via del Pratello 53 Dal 18 al 22 febbraio, ore 21
Ingresso gratuito
Cinque diavoli Negrita sabato 7 alle 21 con ‘Sante subito
Teatro Europauditorium
in concerto in concerto o mai’, drammaturgia originale di Macbeth riletto
Info: 051 526330 Piazza Costituzione 4
letture tratte da Bellas Mariposas
Da 28,75 a 46 euro
di Sergio Atzeni e frammenti di da Gabriele Lavia
Per la rassegna ‘Palchi musicali nel Teatro Manzoni Info: 051 372540 Land Rover Arena
tempo’, musiche di Goran Bregovic Via de’Monari 1/2 Piazza Azzarita 8 Saffo, Ovidio e Ariadna Efron a
Arena del Sole
e Emir Kusturica e brani della tra- Da 10 a 35 euro A seguito del nuovo album, Ingresso 20 euro cura di Elena Galeotti e Rita
Via Indipendenza 44
dizione balcanica. www.auditoriumanzoni.it ‘Metamorfosi’, prende il via il tour Info: 051 6430411 Frongia. Il progetto si conclude
Info: 051 2910910
di Raf. domenica 8 febbraio ore 17 con la
Géza Hosszu-Legocky & The 5 I Negrita tornano in tour con un lettura-spettacolo del ‘Woyzeck’ di Gabriele Lavia rilegge il Macbeth di
6 febbraio, ore 21 Devils hanno una sorprendente nuovo disco: ‘Helldorado’. Claudio Morganti. Shakespeare come tragedia della
abilità nel trasmettere la musica Dal 17 al 27 febbraio condizione umana e del tempo.
Il violino fino al cuore degli ascoltatori, suo-
di David Garrett
nando un repertorio che spazia
dalle miniature di Paganini o
Sogno di una notte Teatro 8 febbraio, ore 21
di mezza estate Dal 20 al 21 febbraio, ore 21.30
Teatro Manzoni
Boulanger ai toni sfolgoranti della Il lago dei cigni
Via de’Monari 1/2
tradizione folk ungherese, rumena al Comunale Con Anzalone
e balcanica, al seducente swing di Dal 3 al 4 febbraio, ore 21 Teatro delle Celebrazioni
Da 10 a 35 euro
Django, il chitarrista jazz nato da Teatro Comunale Via Saragozza 234 della disabilità
www.auditoriumanzoni.it
una famiglia di zingari. Largo Respighi 1 Benni e Paolo Fresu Da 22 a 27 euro si può anche ridere
David Garrett e la Zurich Chamber
Info: 199 107 070 raccontano leggende www.teatrocelebrazioni.it
di mare e di città Arena del sole
Orchestra presentano un program- Stephan Anton Reck dirige l’orche- Reduce dal successo di pubblico
13 febbraio, ore 21.30 Via Indipendenza 44
ma sulle ‘Quattro stagioni’ di stra e il coro delle voci bianche del registrato nella stagione invernale Da 8 a 15 euro
Vivaldi per poi passare a brani Comunale. Musica di Benjamin 2007-2008, il Croatian National
rock, pop ed etnici. Zu www.arenadelsole.it
Britten. Ballet Theatre diretto da Almira
Locomotiv Club Osmanovich ritorna in Italia con ‘Targato H’, ovvero uno spettacolo
Via Sebastiano Serlio 25/2 l’opera più famosa e affascinante con cui David Anzalone si prefigge
7 febbraio, ore 21 17 febbraio, ore 21 del balletto classico. di abbattere stereotipi, luoghi
Ingresso 10 euro
con tessera Arci comuni e pregiudizi sulla disabilità.
Tornano in tour Mario Biondi Tutto attraverso il potere della
www.locomotivclub.it
i Massimo Volume and Duke Ensemble Dal 10 al 15 febbraio risata.
Gli Zu si formano nel 1997 a
Roma, dove cominciano come Prima mondiale
compositori e esecutori di musica per i Momix Dal 25 febbraio all’1 marzo
per rappresentazioni teatrali. Il
loro stile e’ basato su continue Europauditorium Enrico IV
evoluzioni ritmiche e armoniche. A Piazza Costituzione 4 con Ugo Pagliai
seguire il concerto il djset del col- Da 25 a 60 euro
lettivo ‘Ignoranza’. e Paola Gassman
www.teatroeuropa.it
Arena del sole
i Momix presentano in prima mon-
Via Indipendenza 44
14 febbraio, ore 21.30 diale la nuova e ultima produzione
Da 6 a 20 euro
‘Bothanica’. Il coreografo Moses
www.arenadelsole.it
Tornano gli Skiantos Teatro Europauditorium Pendleton ci guida in un viaggio
Piazza Costituzione 4 Stefano Benni e Paolo Fresu sono dentro una natura meravigliosa ed
Teatro Consorziale di Budrio Info: 051 372540 affascinante, fortemente minaccia-
di nuovo insieme per narrare
Via Garibaldi 33 ta dalle costanti incursioni disequi-
‘Leggende di mare e di città’, sto-
Info: 051 801300 Mario Biondi insieme alla Duke libratrici dell’uomo.
rie da raccontare sulle onde di una
Ensemble di 12 elementi, propon- musica meticcia che mescola jazz,
La band guidata da Emidio gono un viaggio attraverso la
Clementi torna in tour, stavolta sonorità metropolitane e sugge-
musica di gran classe. stioni etniche. Dal 10 al 15 febbraio, ore 21
con la sonorizzazione di ‘La caduta
della casa degli Usher’. La rosa tatuata
Arena del sole
18 febbraio, ore 22.15 6 febbraio, ore 21
Teatro Duse Via Indipendenza 44
9 febbraio, ore 22 Da 6 a 20 euro
Pacifico Parole e canzoni Via Cartoleria 42
Info: 051 237836 www.arenadelsole.it
Post-rock fa tappa al Wolf dalla nostra Africa
Estragon
con i Mogwai Via Stalingrado 83 Bar Wolf
Scritta intorno al 1950, nella scia Uno dei personaggi più sorpren-
Ingresso 5 euro Teatro Calcara di ‘Zoo di vetro’ e di ‘Un tram che denti nati dal genio teatrale di
Via Massarenti 118 Calcara di Crespellano
Estragon www.estragon.it si chiama desiderio’, questa pièce Pirandello. Un borghese romano,
Info: 051 349244 via Garibaldi 56
Via Stalingrado 83 porta in scena una donna non più durante una cavalcata in costume
Ingresso 22 euro A trent’anni dall’esordio, Roberto Ingresso 8 euro giovane e non più bella che rinun- nei panni di Enrico IV – l’imperato-
Il cantautore milanese fa tappa a
Info: 051 323450 ‘Freak’ Antoni e soci hanno ancora www.teatrodelletemperie.com cia all'esistenza per mitizzare re che nel secolo XI dovette umi-
Bologna per presentare il nuovo
qualcosa da dire. Ecco allora il disco ‘Tu che sei parte di me’. Nel caparbiamente il proprio passato. liarsi a Canossa per ottenere la
Tour europeo della band post-rock nuovo disco ‘Dio ci deve delle Milvia Marigliano e il Parto delle Ma questa volta la materia è trat- revoca della scomunica papale –,
suo curriculum collaborazioni nuovel pesanti in ‘Slum’, uno spet-
scozzese per presentare il nuovo spiegazioni’, presentato dal vivo importanti come quella con tata in chiave comica e prevede un cade da cavallo rimanendo impri-
album ‘The Hawk is Howling’. all’Estragon. tacolo di parole e canzoni per rac- lieto fine. gionato nel ruolo di Enrico.
Samuele Bersani. contare l’Africa vista da qui.

14 piazza grande • n°151 • 02.09


Mostre Fino al 28 febbraio 16 febbraio, ore 21
Incontri 17 febbraio, ore 21 18 febbraio, ore 17.15

La Resistenza ‘Il mare dentro’ La storia a teatro Storie per imparare


Fino al 14 febbraio nel lager di Bolzano 4 febbraio, ore 21 l’inglese
Teatro Tivoli
Istituto Parri Via Massarenti 418 Sala Borsa Ragazzi
Morandi: Biografie a fumetti Ingresso gratuito
Via Sant'Isaia 18-20 Piazza Nettuno 3
elegia delle cose Ingresso gratuito con Paolo Parisi Info: 051 342934 Ingresso gratuito
Lun-ven: 16/19 e Sara Colaone Conferenza di Marco Poli sulle arti
Prenotazione obbligatoria
Galleria Pivarte Sab: 10/13 Info: 051 2194411
Via Azzo Gardino 8 e i mestieri dal ’600 al ’900.
Info: 051 3397211 Libreria
Lun-ven: 10/13 -15.30/19.30 Modo Infoshop E’ facile imparare l’inglese con le
Sabato: 16/19.30 La Resistenza nel Lager di Bolzano Via Mascarella 24/b ‘Train stories’. Oggi in programma
Ingresso gratuito 1944-45. Donne e uomini che si 20 febbraio, ore 18 anche film d’animazione in lingua
Ingresso gratuito
Info: 056 494293 opposero alle SS. Mostra docu- www.modoinfoshop.com inglese.
mentaria di Dario Venegoni e Tornano
La mostra si compone di 50 foto- Leonardo Visco Gilardi, progetto Il fumetto racconta la vita: da i Gaznevada
grafie scattate da Paolo Ferrari grafico di Franco e Silvia Malaguti. Quartiere Reno ‘Coltrane’ (pubblicato da Black 19 febbraio, ore 11 e 11.45
secondo un coinvolgente racconto Disegni di Isabella Cavasino. Via Battindarno 123 Velvet Editrice), biografia del
che segna il percorso della poetica Ingresso gratuito grande jazzista a ‘In Italia sono Canzoni animate
di Giorgio Morandi. Le immagini si tutti maschi’ (Kappa Edizioni),
sgranano lungo un periodo che Fino al 30 marzo La pellicola di Alejandro Amenabar storia della persecuzione fascista Sala Borsa Ragazzi
dagli inizi degli anni ‘80 porta ai racconta la storia di Ramòn nei confronti degli omosessuali. Piazza Nettuno 3
giorni nostri. Torna a vivere Sampredo: rimasto paralizzato Ovvero quando una storia vera si Ingresso gratuito
dopo un grave incidente, conduce trasforma in graphic novel. Prenotazione obbligatoria
la storia di Tago, una personale battaglia a favore Interverranno gli autori Sara Info: 051 2194411
Fino al 22 febbraio un cane alla finestra dell’eutanasia. Colaone e Paolo Parisi.
I più piccoli alla scoperta della
Arte contemporanea: musica, grazie alle ‘Canzoni ani-
le ultime tendenze Memo mate’. In programma due incontri:
alle 11 per bimbi dai 18 ai 24
in mostra in città mesi, alle 11.45 per bimbi fino ai
Libreria Feltrinelli
36 mesi.

Giorgio Morandi
Vari luoghi della città Piazza Ravegnana 1
Ingresso gratuito Ingresso gratuito
26 febbraio-1 marzo, ore 21
www.artefiera.bolognafiere.it Info: 051 266891

E’ ancora aperto ‘Art First’, un per- Una grande mostra antologica al Mambo La loro ‘Mamma dammi la benza’ è High School Musical
corso fra musei, cortili ed edifici la canzone simbolo del ’77 bolo-
storici del centro di Bologna per celebra l’opera del pittore bolognese gnese. Ora la loro storia è diventa- Teatro Europauditorium
scoprire le ultime tendenze dell’ar- ta un libro: ne parlano Oderso Piazza Costituzione 4
te contemporanea. Rubini, all’epoca loro produttore, e Info: 051 372540
Bologna celebra l’autore Gianluca Galliani.
Torna lo spettacolo della
Museo Archeologico
uno dei suoi più Compagnia della Rancia con la
Fino al 22 febbraio grandi maestri: il
Via dell’Archiginnasio 2 26 febbraio, ore 18 storia, le canzoni e le scene del
Giovanni Battista Ingresso gratuito pittore Giorgio film Disney.
Info: 051 2757211
Morandi. Una Aperitivo
Cavalletto
Dal 1777 si è affacciato alla fine- mostra antologica con la scienza 28 febbraio, ore 16
Museo Civico Medievale stra del civico 24 di via Oberdan al Mambo, e poi il Palazzo d'Accursio
Via Manzoni 4 (Casa Bovi): ora la statua del cane
restauro dell’abi- Piazza Maggiore 6
Alla scoperta
Ingresso gratuito Tago è stata restaurata e si può di
Info: 051 2193916 nuovo ammirare. Per raccontare tazione dell’arti- Ingresso gratuito delle Olimpiadi
è gradita la prenotazione
ancora una volta la sua storia, sta in Via Museo Civico Archeologico
In concomitanza con l'importante Info: 051 6489501
quando per la gioia di veder torna- Via dell’Archiginnasio 2
evento espositivo dedicato ad re a casa, dopo una lunga assen- Fondazza 36. La
Amico Aspertini (Bologna, L’evoluzione e la fede. Ingresso gratuito
za, il suo padrone, il marchese mostra “Giorgio Partecipano: Fiorenzo Facchini Prenotazione obbligatoria
Pinacoteca Nazionale) i Musei Tommaso Bovi, proteso sul davan-
Civici d’Arte Antica organizzano Morandi 1890-1964” raccoglie 107 opere dell’artista (Università di Bologna, antropolo- Info: 051 2757244
zale Tago scivolò, cadde e spirò. go) e Gilberto Corbellini
presso il Museo Civico Medievale provenienti da tutto il mondo: curata da Maria Cristina Adulti e bambini sono invitati a
una piccola mostra su Giovanni (Università di Roma, storico e filo-
Bandera e Renato Miracco, è organizzata insieme al sofo della scienza). scoprire com’erano i giochi olimpi-
Battista Cavalletto, il più noto tra i
miniatori bolognesi attivi tra il XV Cinema Metropolitan Museum of Art di New York, che l'ha ci nell’Antica Grecia. L’incontro
‘Tutti alle Olimpiadi’ è a cura di
ed il XVI secolo. accolta dal 16 settembre al 14 dicembre 2008, con Daniela Ferrari e Federica Guidi.
28 febbraio, ore 16
uno straordinario successo di critica e pubblico. La
1 febbraio
Fino al 22 febbraio mostra (al museo di via Don Minzoni 14) è aperta fino 1909-2009: omaggio
Future Film Festival: al 12 aprile dal martedì alla domenica ore 10-18 e il ai Ballets Russes Eventi
Lorenzo Capellini: ultima giornata giovedì fino alle 22. Ingresso 6 euro (ridotto 4 euro).
la mia Africa Centro la soffitta
www.futurefilmfestival.org
Informazioni sul sito www.mambo-bologna.org. Via Azzo Gardino 65/a 4 febbraio, ore 21
con Alberto Moravia Ingresso gratuito
Conclusione dell’ undicesima edi-
Fino al 19 febbraio
Info: 051 2092400 Oltre il noir
zione della rassegna delle novità 7 febbraio, ore 16.30
del cinema di animazione e delle Conferenza di Eugenia Casini Ropa Tpo
nuove tecnologie applicate alle arti Il cinema del reale Darwin geologo su "Vaslav Nijinsky: il mito, la sto- Via Casarini 17/5
visive.Dal Giappone agli Stati ria, l'arte". Ingresso gratuito
Teatro Guardassoni Museo Geologico Capellini
Uniti, dalla Cina alla Francia, dalla
Via D'Azeglio 55 Via Zamboni 63 "Paesaggi nel nord. Racconti di
Spagna all'Argentina, le migliori
produzioni in animazione e live
Info: 051 6449552 Ingresso gratuito Ragazzi ecomafie e edilizia", incontro con
con effetti speciali proiettate nei Info: 051 2094555 Simona Vinci.
‘La realtà è una straordinaria fuci-
più famosi luoghi del centro stori- na di storie interessanti e spetta-
co fino alle 22.00. Conferenza di Gian Battista Vai Fino al 15 marzo
colari. Al Guardassoni ne vanno in per la rassegna “Il sabato del 1 febbraio, ore 16
scena sei, da Bologna, dall’italia e Capellini: aperture straordinarie, Cara Bologna,
Palazzo d'Accursio dal mondo Giochi meccanici
2 febbraio, ore 21 visite guidate e conferenze al ti scrivo... e ti sorrido
Piazza Maggiore 6 Museo Geologico G. Capellini”.
Ingresso gratuito Museo del Patrimonio
‘La Terra’ Dal 18 al 22 febbraio Industriale Centro Antartide
Tutti i giorni: 10/18 info@centroantartide.it
Info: 051 6630557 di Sergio Rubini 9 febbraio, ore 16.30
Via della Beverara 123
Officinema Festival Ingresso gratuito
Un concorso fotografico-letterario
Oltre 190 immagini che racconta- Quartiere Reno Prenotazione obbligatoria
Il meglio per raccontare il volto migliore di
no i viaggi in Africa che Alberto Via Battindarno 123 Cineteca di Bologna Info: 051 6356611
dei Marlene Kuntz Bologna. E’ quello lanciato dal
Moravia e Lorenzo Capellini fecero Ingresso gratuito Via Riva Reno 72
La tradizione popolare dei giochi Centro Antartide, che invita i citta-
negli anni Settanta per il Corriere Info: 051 2194820 dini a partecipare inviando ‘pensieri
Rubini racconta la storia del ritor- Libreria Feltrinelli per bambini ha ispirato questo
della Sera. gentili’ accompagnati dalla fotogra-
no di un professore nella sua L’appuntamento è ormai imman- Piazza Ravegnana 1 laboratorio che combina l'utilizzo
Puglia, per scoprire che le ferite e i cabile per chi vuole aggiornarsi su Ingresso gratuito di materiali poveri e principi di fia di un sorriso. I migliori cinquan-
rancori del passato non si sono nuovi esordi cinematografici, pro- Info: 051 266891 meccanica. I ragazzi saranno gui- ta saranno esposti all’Archiginnasio
Fino al 28 febbraio ad aprile 2009. Tutti avranno un
ancora rimarginati. duzioni indipendenti e selezioni di dati alla costruzione di alcuni sem-
Hanno appena dato alle stampe il plici giochi come il frullino dei bot- posto su www.bologna.repubblica.it
Even film che si realizzano nelle princi-
loro primo ‘Best of’: ora i Marlene (dove si trova anche il regolamento
pali scuole di cinema europee. toni e il cerchio magico.
9 febbraio, ore 21 Kuntz incontrano i fan, presentati dell’iniziativa).
Le Stanze
da Enrico Brizzi e Gianluca Morozzi.
Via del Borgo di San Pietro 1
Ingresso gratuito La sanità americana 23 febbraio, ore 21 7 febbraio, ore 16 ‘On the road’ è realizzato
Info: 051 5280391 vista da Michael Moore 10 febbraio, ore 18 in collaborazione con
‘Chaos’ Vuoi fare
Per la rassegna Gender Bender: Quartiere Reno il "pittore" egizio? AGENDA (www.agendanet.it)
Even, una mostra pensata da Quartiere Reno Una Litizzetto furiosa
Via Battindarno 123
Nosadella.due a cura di Elisa Del Ingresso gratuito Via Battindarno 123 Museo Civico Archeologico
Ingresso gratuito Libreria Feltrinelli
Prete, propone un immaginario Via dell'Archiginnasio 2
Piazza Ravegnana 1 Per segnalazioni e comunicati
alternativo dell’uomo e della Va in scena ‘Sicko’, il documenta- Prenotazione obbligatoria
Il film di Coline Serreau racconta la Ingresso gratuito si può scrivere all’indirizzo e-
donna attraverso due progetti lon- rio con cui il regista Michael Moore Ingresso gratuito
storia di una giovane prostituta: Info: 051 266891
tani per linguaggio – uno pittorico, (già autore di ‘Columbine’ e Info: 051 2757244 mail redazione@agendanet.it o
l’altro performativo – ma vicini ‘Farheneit 9/11’) ha denunciato le picchiata dai suoi sfruttatori trova
il sostegno di una coppia borghese, Incontro con Luciana Litizzetto, e telefonare allo 051 330155.
nell’idea di offrire altre possibilità storture del sistema sanitario degli presentazione del suo ultimo libro Per bambini dai 6 ai 10 anni. Con
d’identità. Stati Uniti. ma aiutarla non sarà così facile. Carla Arbizzani e Patrizia Nardin.
‘La jolanda furiosa’.

piazza grande • n°151 • 02.09 15


Informazioni e punti di ascolto Urgenze odontoiatriche 29. Parrocchia S. Giuseppe Lavoratore Distribuisce
indumenti in genere. Via Marziale, 7, Tel.051/322288. Il
1. Comune di Bologna, Servizio Sociale Adulti 14. Istituto Beretta Distribuzione numeri, dal lun al primo e terzo mercoledì di ogni mese, h.15-17
Per tutti gli adulti in difficoltà, dai 18 ai 65 anni. Via sab prima delle h.8. Dal lun al ven prima delle 14. Dom Disagio relazionale
Sabatucci, 2. Tel. 051/245156. Aperto dal lunedi al e festivi pronto soccorso odontoiatrico dalle 8 alle 13. 23. Parrocchia S.S. Angeli Custodi Distribuzione A.S.P.I.C. Associazione per lo Sviluppo Psicologico
sabato dalle h.9 alle h.13 c/o Ospedale Maggiore, Largo Negrisoli 2 Tel abbigliamento. Via Lombardi, 37. dell'Individuo e della Comunità Servizio psico-socio-
051/3172721 Tel.051/356798. Tutti i merc, h.9-10. assistenziale. Via De' Gombruti 18. Tel / Fax
2. Associazione Posto d’Ascolto ed Indirizzo Città ----------------------------------------------------- 0516440848. Il centro è aperto (previo appuntamento)
di Bologna. Informazioni relative a dormitori, mense, 1 5 . P o l i a m b u l a t o r i o A U S L Via Tiarini 10/12 Dove dormire dal lunedì al venerdi.
docce. 1° binario Stazione Centrale - Piazza Medaglie Tel.051/706345. Dal lun al ven. Dalle ore 7.30 vengono
D’Oro, Tel. 051/244044. Dal lun al ven, h.9-12, 15-18, distribuiti 10 numeri. 1. Centro Beltrame Offre 115 posti letto. Via F. Disagio psichico
sab h.9-12 ----------------------------------------------------- Sabatucci, 2. Tel. 051/245073. Si accede tramite la lista 39. Percorso vita
Pasti gratuiti del Servizio Sociale Adulti, nell’ufficio adiacente. Informazioni e assistenza a persone con disagio mentale
1. Lista per entrare nei dormitori. Per le persone che e alle loro famiglie, attività culturali e ricreative, gruppi
vogliono essere inserite nella lista unica per l’accesso 7. Associazione L'Arca Via Zago, 14, Bologna. Tel. 30. Casa del Riposo Notturno M.Zaccarelli di auto-aiuto. Via Polese, 23. Tel/Fax 051/273644
alle strutture di accoglienza notturna. Lun-Sab, h.10 - 051/6390192. Dal lun al ven, h.15.30-19 Offre 80 posti letto. Via Carracci, 69. Aperto h.19-8. Si
13, presso il Servizio Sociale Adulti di via Sabatucci n.2 accede tramite la lista del Servizio Sociale Adulti, via Alcool
3. Centro Diurno Comune di Bologna Distribuisce Sabatucci 2.
4. Centro di Ascolto Italiani della Caritas Adulti ita- pasti caldi su segnalazione dei Servizi Sociali. Via del Alcolisti Anonimi
liani in difficoltà, assistenza, informazioni e percorsi di Porto, 15/C, Bologna Tel. 051 521704 h.12.30 - 18. 31. Opera di Padre Marella Offre 60 posti letto. Via Gruppi di auto-aiuto. Tel. 335/8202228
reinserimento sociale. Via S. Alò n.9, Bologna. Tel. 051 del Lavoro, 13. Tel. 051/244345. Aperto h.8-17
221296, fax 051 273887. Lun, Mart, Merc, h.9-11.30. 1. Centro Beltrame Comune di Bologna Distribuisce Acat
Giov, h.14-16.30 (senza appuntamento). pasti caldi agli ospiti del centro stesso - Via F. Sabatucci, 25. Rifugio Notturno della Solidarietà Offre 30 posti h.9 - 19, Cell. 3491744897
2. Bologna, Tel. 051 245073. letto a persone tossicodipendenti senza dimora. Via del
5. Centro di Ascolto Immigrati della Caritas Gomito, 22/2. Tel.051/324285 Aperto h.19-9.30.
Diocesana Ascolto, informazioni e assistenza per per- 16. Oratorio di San Donato Tutte le domeniche matti- Carcere
sone straniere. Via Sant'Alò 9, 40126 Bologna. Tel. 051 na alle ore 10.10 colazione. Via Zamboni, 10, Bologna. 32. Casa del Riposo Notturno Offre 32 posti letto per
221296, Fax 051 273887 Lun 14-16; giov e ven 9-11.30 Tel. 051/226310 adulti italiani e immigrati con permesso di soggiorno e 40. A.VO.C. Associazione volontari carcere
rifugiati politici. Via Lombardia, 36. Tel.051/493923.Si Attività in carcere, sostegno psicologico e sociale a dete-
6. Servizio Integrazione Interculturale del Comune 17. Mensa dell'Antoniano Distribuisce pasti caldi (max accede sulla base di una lista di accesso, cui ci si può nuti ed ex-detenuti. Piazza del Baraccano, 2. Tel.
di Bologna Cittadini stranieri con permesso di soggiorno 64). Tutti i giorni dale 11.30 alle 12. Si accede dopo segnare ogni sera dalle 19 alle 20 presso la sruttura. La 051/392680
o in attesa di regolarizzazione. Informazioni e orienta- colloquio presso Centro di Ascolto Antoniano, Via permanenza massima è di una settimana dalla prima
mento. Viale Vicini 20, Tel. 051/2195500. Lun h.9-13, Guinizelli, 3 Bologna. Tel. 051/3940211. sera. 41. Gruppo carcere del Centro Poggeschi Attività di
mart e giov h.15-18, sab, h.9-13 animazione e lavoratori all'interno del carcere e progetti
4. Mensa della Fraternità Caritas Diocesana 33. Struttura Madre Teresa di Calcutta Offre 19 posti di inclusione sociale. Via Guerrazzi 14. Tel.051/220435
7. Associazione L’Arca Ascolto e informazione per Fornisce pasti caldi. Via Santa Caterina, 8/A. Tel. letto per sole donne. Viale Lenin, 20. Tel.051/531742.
tutte le persone disagiate. Via Zago, 14, Tel. 051/6448015. Tutti i giorni mensa h.18-19. Aperto h.19-9. Si accede tramite la lista del Servizio 2 4 . U V a P A s s A (Unione Volontari al Pratello
051/6390192. Dal lun al ven h.15-19 Sociale Adulti, via Sabatucci 2. Associazione d'Aiuto) Attività pomeridiane presso
18. Punto d'incontro della Venenta Distribuisce ali- ----------------------------------------------------- l'Istituto Penale Minorile di via del pratello e la comunità
8. Ufficio Casa Comune di Bologna Informazioni su menti. Via Serlio, 25, Bologna. Mart e Giov, h.10-12 per minori non accompagnati Il Villaggio.
bandi per la assegnazione della casa. Viale Vicini, 20 , Un servizio per i tuoi problemi Info: vap2006@email.it - cell. 3407640627, stefano.
Bologna. Tel. 051/2194332. Lun- ven, h.8,30-13, mart e 21. Parrocchia S. Maria della Misericordia
giov, h.14.30-17 Distribuisce razioni di generi alimentari. P.zza Porta 9. Associazione Amici di Piazza Grande Onlus
Castiglione, 4. Tel. 051/332755. La distribuzione avviene Assistenza e percorsi di recupero per senza fissa dimora. Tossicodipendenze
23. Centro d'ascolto interparrocchiale Accoglienza, al sabato munendosi alle ore 8 di un numero con cui si Via Libia, 69, Bologna. Tel. 051/342328.
ascolto e sostegno relazionale Parrocchia dei Santi prenota il ritiro che avviene dalle h.9.30 alle 11. 1. Drop In. Spazio dedicato all’accoglienza delle perso-
Angeli Custodi via A. Lombardi 37, Bologna. Il ven h.15- ne con problemi di tossicodipendenza. Lun - sab, h.11-
17. Email: cinquepercinque@agio.il, cell. 380.9005593 19. Parrocchia Cuore Immacolato di Maria 3. Centro Diurno Comune di Bologna Accoglienza, 16 presso il Drop In di via Paolo Fabbri (cancello verde)
Distribuzione di cibo da cucinare. Via Mameli, 5, Bologna relazione d'aiuto e ascolto, attività per il tempo libero e
----------------------------------------------------- Tel. 051/400201. Mart, h.10-12, Ven, h.15.30- 17.30 laboratoriali. Via del Porto, 15/C. Tel. 051/521704. Tutti 42. Il Pettirosso
Aiuto e assistenza legale i giorni h.12.30- 18. Comunità di accoglienza per tossicodipendenti e auto-
22. Parrocchia S. Maria Maddalena Offre alimenti. aiuto per familiari. Via dei Mattuiani, 1. Tel. 051/330239
8. Servizio Integrazione Interculturale del Comune Via Zamboni, 47. Tel.051/244060. Merc, h.10-12 Centro accoglienza La Rupe
di Bologna Consulenza ai cittadini stranieri. Viale Vicini Promozione sociale e progetti di inserimento lavorativo S.A.T.
20, Bologna. Tel. 051/2195500. Lun h.9-13, mart e giov 23. Parrocchia S.S. Angeli Custodi per persone con problemi di marginalità. Via Rupe, 9. Servizio Accoglienza Tossicodipendenti. Presso Casa
h.15-18, sab, h.9-13 Distribuzione cibo. Via Lombardi 37, Tel. 051/356798. Sasso Marconi. Tel. 051/841206. Gianni, Via Rodolfo Mondolfo, 8. Tel. 051/453895.
Lun e merc h.15 - 18, mart h.15 - 16. giov h.15 - 17. Aperto tutti i giorni previo appuntamento.

Dove
andare
per...
dormire,
mangiare,
lavarsi,
curarsi,
lavorare.
A Bologna

28. Avvocato di strada, Associazione Amici di Piazza ----------------------------------------------------- 35. Laboratorio Abba-Stanza Destinato a persone Aids
Grande. Consulenza e assistenza legale gratuita per le Bagni e docce calde senza fissa dimora e individui con gravi disagi sociali. Via
persone senza dimora. Segreteria aperta tutti i giorni dal Della Dozza, 5/2. Tel/Fax 051/6386000. Telefono verde Aids della Ausl Bologna:800 856 080
lun al ven, 9- 13.15 - 18 in Via Lodovico Berti 2/9, 4. Centro S. Petronio Caritas Diocesana Servizio
Bologna. Tel 051/397971. Cell.3939895695. Sportello docce Via S. Caterina 8/A Bus 20-21 Cittadini Stranieri
43. C.A.S.A.
penale tutti i lunedi dalle 15 alle 17, sportello civile tutti i Tel. 051/6448015. Prenotazione alla mattina h.9-11.30.
giovedi dalle 15 alle 17. Gli stranieri debbono prenotare il Mart mattino per usu- NUMERO VERDE SERVIZIO SANITARIO Servizi pluri- Centro Attività Servizi della USL Bologna
fruire dei servizi il Mart e il Merc dalle 14 alle 15. Gli ita- lingue di informazione e mediazione culturale - 800 Informazioni e servizi sanitari a persone affette da HIV
----------------------------------------------------- liani debbono prenotare il Ven mattino o Lun mattino per 663366
Unità di strada usufruire dei servizi il Lun dalle 14 alle 15. Le donne, ita- e sieropositive.
liane e straniere, usufruiscono del servizio il Giov, dalle 36. Ufficio Stranieri della CGIL. Via Guglielmo Via S. Isaia, 90. Tel. 0516494521.
Unità di Aiuto del Comune di Bologna Intervento di 14 alle 15. Marconi 69 - Tel 0516087190 Fax 051251062. Lun-ven,
Dal lun al ven, h.8-14.
strada con camper attrezzato. Tel. 051204308 Fax h.9-13, 15-18. Il sab, h.9-13
051203799. Il servizio viene svolto tutti i giorni. Punti di 24. Bagni pubblici Toilette e servizio gratuito di lavan-
sosta del camper: Piazza Puntoni, h.17-18, Via Bovi deria, con lava-asciuga, per persone senza fissa dimora. Maternità 44. ANLAIDS
Campeggi, h.18-19 Piazza IV Novembre Tel. 051 372223. Aperto sempre
h.9/20 37. SAV, Servizio Accoglienza alla Vita Gestisce una Casa Alloggio, un centro diurno per perso-
9. Servizio Mobile di Sostegno Associazione Amici di Via Irma Bandiera, 22. Tel. 051/433473. Dal lun al giov, ne con Hiv e sieropositive ed una linea telefonica per
Piazza Grande Onlus. Informazioni, generi alimentari, 1. DROP IN Servizio docce per persone senza dimora h.9.30-12.30 e h.15.30-17.30
informazioni e supporto con esperti.
abiti, panni o coperte alle persone che dimorano in stra- tre giorni a settimana. Aperto dal lun al ven h.11-16. Via
da. Tel.051/349383. Servizio attivo lun, merc e ven, Paolo Fabbri, di fronte al 172. Tel. 051 4210722. Comunità S.Maria della Venenta Onlus Accoglienza Organizza gruppi di auto-aiuto e laboratori artigianali
h.21-24. Il giov h.9-12 ----------------------------------------------------- in comunità e in case famiglia di ragazze madri. Via gratuiti. Via Irnerio, 53. Tel. 051/6390727.
----------------------------------------------------- Distribuzione abiti della Venenta, 42/44/46. Argelato (Bo) Tel.
051/6637200. Aperta tutto l'anno Per informazioni e aiuto sulla malattia 051/4210817
Assistenza medica gratuita
17. Antoniano Fornisce vestiario. Via Guinizelli, 13. Tel. La linea funziona lun, mart e giov, h.16-20. La sede è
10. Poliambulatorio Biavati Visite mediche gratuite 051/3940211.Merc e ven, h.9.30-11.30. Tel. Donne che hanno subito abusi e violenze
aperta dal lun al ven, h.9-13
per persone non assistite dal Servizio Sanitario 051/244044
Nazionale e persone in stato di grave indigenza. Strada 38. Casa della Donna per non subire violenza
Maggiore, 13m Bologna. Tel.051/226310. Aperto tutti i 7. Associazione L'Arca Fornisce vestiario a chi si pre- Ascolto, assistenza psicologica e legale, ospitalità tempo- 45. IDA Iniziativa Donne Aids
giorni h.17.30 - 19 (senza appuntamento). senta direttamente. Via Zago, 14. Bus 38, Tel. ranea, gruppi di auto-aiuto e sostegno. Via Dell'Oro, 3.
051/6390192. Dal lun al ven, h.15.30- 19 Tel. 051/333173. Lun-ven, h.9-18 Informazione, prevenzione e tutela dei diritti per perso-

11. Croce Rossa Italiana Somministrazione farmaci, ne con Hiv, AIDS e persone detenute. Via San Mamolo,
attrezzatura ortopedica e occhiali. Via del Cane, 9. Tel. 26. Opera San Domenico Distribuisce vestiario a max S.O.S. Donna 55. Bus 29-30
051/581858. Lun, Merc, Ven, h.8-14. Mart, Giov, h.8-17 25 persone ogni giorno. Piazza San Domenico, 5/2 Tel. NUMERO VERDE 800 453009
051/226170. Lun e giov, h.8-10 Linea telefonica contro la violenza, fornisce informazioni, Tel/Fax 051/581373. Cell. 339/8711149
12. Sokos Visite mediche gratuite per immigrati privi di aiuto, consulenza ed assistenza psicologica e legale. Tel.
assistenza sanitaria, persone senza fissa dimora e tossi- 19. Parrocchia Cuore Immacolato di Maria 051/434345 fax 051/434972. Lun, mart e ven, h. 20-23,
46. LILA
codipendenti. Si prescrivono visite specialistiche, farmaci Distribuzione vestiario. Via Mameli, 5. Tel. 051/400201. giov, h.15-17.30
Tutti i Merc, h.9-11 Lega Italiana per la Lotta contro l' AIDS. Ascolto, acco-
ed esami. Via de' Castagnoli 10. Tel. 0512750109. Lun
h.17-19.30. Merc, h.16-19, ven, h.17-19.30 Fiori di strada glienza, informazioni, assistenza, centro di documenta-
27. Parrocchia S. Egidio Distribuzione vestiario. Via S. Associazione che si batte contro la tratta e a favore delle
Donato, 36. Tel. 051/244090. Dal Lun al Ven, h.16- vittime della prostituzione. Ascolto, Counseling, informa- zione e consulenza legale e previdenziale.
13. Centro per la salute delle donne straniere e dei
loro bambini Vengono erogate prestazioni a donne e 17.30 zioni legali e assistenza psicologica. Via Agucchi, 290/A. Tel. 051/6347644 - 051/6347646.
bambini stranieri. Poliambulatorio Zanolini, Via Zanolini, 28. Parrocchia S. Giuseppe Cottolengo Distribuisce Attivo un telefono acceso 24 ore su 24: 3929008001.
Info: 051/6350025 (lun, merc, ven, h.18.30-20)
2. Tel. 051/4211511. Lun, h.12-18. Mart, h.15-19. Giov, indumenti, Via Don Orione 1, Tel. 051/435119. Sito web: www.fioridistrada.it.
h.12-19. Ven, h.10.30-14 A mercoledi alterni, h.16-18 Email: info@fioridistrada.it, Skype: fioridistrada