Sei sulla pagina 1di 1
la Repubblica bots — 29-10-2015, Pagina 28 Fagio 1 RENZI ELERRORE DIPUNTARE AL CENTRO PIEROIGNAZI Arealté dei numeri spesso sfata leggende me- ‘tropolitane. Una di queste racconta che Renzi, maltrattandouomini etemidellasinistraexco- munista, abbia sedotto elettori di controde- stra alle elezioni europee dell’anno scorso. Ma é una narrazione campata per aria. L’6quipe di ricerca gu data da Paolo Segatti ha calcolato, con metodi accura- 18, che in quell'occasione i voti provenienti da destra oscillano intorno al mezzo milione: un 5 per cento del mitico 40,8, Uno stormir di fronde, insomma, null’al- tro, Eppure si é dato molto credito all'immagine dello sfondamento al centro operato dal premier. In effetti Renzi fadi tutto per blandire quel!'elettoratoe gli ulti mi provvedimenti in Finanziaria, dall'innalzamento dell’uso del contante all abolizione dell’imu, vanno in quella direzione. Saranno solo contentini per Valleato Alfano, macertoil Pdnonsi presentaall opinione pub- blica con una immagine diversa, orientata a sinistra. Anche i provvedimenti di sostegno alla poverta infan- tile, tema forte del laburismo blairiano delle origini, non hanno avuto la centralita che avrebbero merita: to, Forsoil presidente del Consiglio el suo staffnonso- no bravi acomunicare? ‘Non é cosi. Renzi é convinto, sulla scia di tanti suoi consiglieri, che solo picconando la sinistraeisuoi valo- risi guadagnino consensi. Invece, vale il contrario. E ci0@, solo connotando il Pd come una forza di sinistra moderna e riformatrice si pud fare il pieno dei voti, perchéin tal modo attingea tuttoill serbatoio eletto- raledi quell'area. Infatti, la pioggia di consensi alle eu- ropeeé venutada elettor’ disinistra che hanno rifiuta to l’offerta prospettata loro dal Pd nel 2013, ma che erano disponibilia votarlose!l'offerta fosse stata diver- sa. Esattamente cid che sucesso. ‘Allora, che neé dello sfondamento a destra? Ha sen so, & possibile, @ vantaggioso? In larga misura @ una chimera, perché lo spazio politico, a livello elettorale, tra i cittadini, rimane rigidamente segmentato, con confini ben tracciati, tra una destra e una sinistra; ea ‘quoste due polarita sié aggiunto un “altrove” rappre- sentato dal MBs che taglia i due schieramenti, anche sessista orientando sempre pitt verso sinistra. Il problema per Renzi & che per conquistare voti a destra non basta picconare i propri oppositori interni eabbracciare Verdini ecompagni, oimitare Tremonti su tasse e contante libero. Gli elettori di destra voglio- noose di dastra: punizioni pitt severe per icriminali e introduzione della pena di morte, niente assistenza ai, rifugiati, niente matrimoni omosex, niente salariomi- nimo, niente assistenza sanitaria generalizzata, ta glioalla 194 sull'interruzione di gravidanza, ecosi via. Inseguire questi elettori significa proporre loro una politica incompatibile con il Pd. Ma si dira: ci sono gli elettori di centro, imoderati, Anche questa é una pia illusione. Perché, a partire dal 1994, quell’elettorato@ stato stritolato dalla competizione bipolare destra/si- nistra. La dinamica bipolare ha liberato le pulsioni di una destra “dura” che covava sotto le ceneri democti stianee che Silvio Berlusconi hachiamato alle armi fa- condo appello, soprattutto ma non solo, all'anticomu- nismo, La polarizzazione indotta dal forzaleghismo haazzeratol'area moderata. L'insuccesso di Scelta Ci- vicaneéT'ultimaconferma, I rischio della strategia renziana di rincorsa al cen- ‘tro é quindi duplice: non guadagna granché sul quel versante e scontenta i suoi elettori tradizionali, rimo- bilitati finalmente al voto per il Pd alle europee dopo Te tante delusioni del passato (in fondo, il leitmotiv dei tanti quadri di partito che nelle zone rosse hanno votatoin massa per Renzi nelle primarie del 2013 sue- ava cosi: “vogliamo vincere"). A questo duplice ri- schio se ne aggiunge un altro: andare al ballottaggio senza avere alleati, e anzi avendo tutti coalizzati con- tro, Lo stile politico del presidente del Consiglio, dect- sionista e assertivo, la convinzione prometeica di por tareegli solo, edasolo, laluce, hanno creato il vuoto at- ‘torno al Pa, Salvo spezzoni di ceto politico in cerca di prebende, In queste condizioni il ballottaggio si pre. senta molto insidioso per il Partito democratico, so- prattutto se avra di fronteil MSs, capacedi coagulare, nello scontro finale, il sostegno della destra in quanto essa é, tuttora, “strutturalmente” antitetica alla sini- stra, Uno scenario gia visto alle amministrative di Par- ma e Livorno. Uno scenario da brivido per la leader- ship democrat,