Sei sulla pagina 1di 2

quello che lo studioso Derrick De

Kerckhove definisce «politics bu-


sting», ovvero «sovvertire la politi-
ca» attraverso il ricorso a software
digitali e alla propagazione virale
online. Come è successo nell'ulti-
ma campagna elettorale statuni-
tense che ha visto migliaia di blog- Dall'Obama-Joker al Berlusconi anche il passaggio negli spazi ur-
ger sfidarsi a colpi di Sarah Palin bani. Forse perché da noi simili
deturpate e Obama-Superman. Fi- ritoccato, le immagini manipolate operazioni sono viste ancora co-
no al clamoroso caso di Shepard me divertimento e non come for-
Fairey, il cui poster «Hope» è di-
dagli utenti si propagano in rete me per organizzare il dissenso».
ventato il simbolo raggiante del-
l'ascesa di Obama alla Casa Bian-
e arrivano nelle piazze. Una nuova Iran, Cina
ca, distribuito in milioni di copie arma di «guerriglia digitale» Lo stesso non può dirsi, invece,
di Nicola Bruno online e offline. per i tanti paesi in cui i dissidenti
che cambia le regole devono fare i conti con la repres-

«N
Politica al Photoshop sione di stato. E dove le immagini
Eppure, non sempre è facile te- della comunicazione politica ritoccate rappresentano un'otti-
nere sotto controllo ciò che si ma arma per aggirare la censura
on si arrabbia, il muove nel sottobosco della rete. denunciato un'inquietante matri- ma-Joker, in Italia l'esperto di so- (anche perché difficilmente con-
Cavaliere, per quel mare di im- Una riprova viene dall'Obama-Jo- ce razzista: il primo manifesto è cial-network Vincenzo Cosenza trollabili dai software automatizza-
magini satiriche che viaggiano ker che di recente ha infiammato comparso proprio nella città che ha pensato di replicare l'operazio- ti). Durante le recenti celebrazioni
sulla rete, e che lo vedono prota- non poco il dibattito negli Stati nel 1992 era stata teatro dei vio- ne, creando un Berlusconi-Joker: del 60esimo anniversario della
gonista. Anzi. In una conferenza Uniti. Questa la storia in sintesi. lenti scontri con gli afro-america- «Il mio era solo un esperimento fondazione della Repubblica Po-
stampa tenuta oggi, in cui spazia Lo scorso gennaio su Flickr è stato ni; il personaggio di Joker rappre- per vedere se anche in Italia c'era polare della Cina, un'immagine
tra argomenti serissimi - dal verti- pubblicato un fotomontaggio con senterebbe quindi la persona di terreno fertile per questo genere simbolica è riuscita a scavalcare la
ce europeo di Nizza alle prossi- la famosa copertina di Time «Oba- cui non ti puoi fidare, il cattivo di operazioni - spiega Cosenza a il «grande muraglia digitale» di Pe-
me elezioni - Silvio Berlusconi ma persona dell'anno», su cui era (di colore e per di più in odore di manifesto - E così, quando mi so- chino e fare il giro di migliaia di
non si sottrae alle domande di stato sovrapposto il sorriso di Jo- socialismo) che si maschera sotto no imbattuto nell'immagine di blog e forum. Nel tentativo di pa-
chi gli ricorda il suo attuale ruolo ker, personaggio cattivo della saga un sorriso falso. Berlusconi che alla conferenza rodiare i faraonici carri messi in
di involontaria star internettia- di Batman. Come ha poi scoperto Quanto c'è di razzista nell'Oba- stampa con Putin fa il gesto della campo dal governo, un gruppo di
na. E la risposta non si fa attende- il Los Angeles Times, l'autore era ma-Joker è ancora oggetto di di- mitragliata su una giornalista, ho dissidenti ha infatti organizzato
re: i migliori riceveranno 'premi uno studente di 20 anni che con scussione (anche per la genesi pensato di fare un fotomontaggio una «contro-parata» virtuale. Il tut-
importanti', anche perché 'con- questa immagine voleva dire: «Sta- complicata del ritratto). Certo è con il Joker, in modo da ricollegar- to a colpi di immagini photoshop-
fermano - dice con un largo sorri- te attenti a ciò che si nasconde sot- che per gli ultra-conservatori si è lo al clima pesante che si respira pate: in una si vede un carro con
so il leader di Forza Italia - il suc- to la maschera del nuovo presi- rivelata un'efficacia arma di «poli- in Italia sul fronte della libertà di un'enorme tastiera per pc e sopra
cesso della nostra campagna di dente degli Stati Uniti». tics busting». Con un'importante informazione. Un significato di- il messaggio «Questa pagina non
comunicazione'». Per molti mesi non è successo novità rispetto ai manifesti taroc- verso rispetto all'Obama-Joker può essere visualizzata». Lo stesso
Correva l'anno 2000, gli editti nulla, fino a quando l'Obama-Jo- cati di Berlusconi o ai poster elo- (dove c'era l'intenzione di svelare che visualizzano migliaia di netci-
bulgari erano ancora storia a veni- ker non è stato intravisto su un ca- giativi di Shepard Fairey: ormai ciò che è nascosto): Berlusconi già tizen quando provano a collegarsi
re, e così La Repubblica sintettizza- valcavia di Los Angeles, in versio- non si tratta di semplice attivismo si presenta come un Joker, uno a Facebook o a Twitter.
va la conferenza stampa in cui ne modificata: senza la copertina da campagna elettorale, ma di tat- che gioca di continuo e ha un for- Ancora più incisiva si è rivelata
«l'involontaria star internettiana» di Time e con l'aggiunta dello slo- tiche di «guerriglia» permanente, te approccio spettacolarizzato alla un'immagine circolata online du-
dimostrava di saper apprezzare gan «Socialism». Cosa era succes- che irrrompono nel dibattito poli- politica. Quindi volevo solo enfa- rante le proteste dei Green in
gli «sfottò elettronici» scatenati so? In pieno dibattito per la rifor- tico e sono in grado di aggregare il tizzare ciò che lui è già». Cosenza Iran: una donna di spalle che
dai suoi cartelloni 6x9, i cui slogan ma della sanità, i gruppi ultra- dissenso. Se l'Obama-Hope aveva pubblica il ritratto sul suo blog prova a bloccare l'auto blindata
erano stati ribaltati in «Più tosse conservatori si erano appropriati fatto fare un salto di qualità alla (www.vincos.it) e poi inizia a farlo su cui avanza Ahmadinejad. Una
per tutti», «Meno cerone per tutti» dell'immagine, facendola diventa- «propaganda generata dagli uten- circolare su diversi social- chiara citazione della foto di Piaz-
e via dicendo. re l'icona delle proprie proteste: ti», con l'Obama-Joker il cerchio si network. «Dopo qualche giorno za Tienanmen in cui si vede un ra-
La mania di «photoshoppare» i il ritratto ha iniziato a circolare chiude: l'immagine manipolata in- ho visto che molti utenti di Face- gazzo fermo di fronte ai carri-ar-
manifesti elettorali era appena sui blog di estrema destra, per vade gli spazi urbani e diventa book avevano ripreso l'immagine, mati schierati. In un primo mo-
scoppiata in Italia: un elemento di poi finire sulle t-shirt; alle marce un'arma di contro-protesta. Chi per lo più per protestare contro la mento la foto è stata considerata
novità che di lì a pochi anni sareb- contro Obama più di un attivista di Photoshop ferisce, di Photo- mancanza di libertà di informazio- autentica e in molti ne hanno par-
be diventata una costante di tutte si è presentato truccato da Joker. shop perisce. ne in Italia». Fino a quando il Ber- lato come dell'«immagine simbo-
le campagne elettorali, quando Quanto è bastato perché il foto- lusconi-Joker è arrivato sulla co- lo della protesta in Iran». Fino a
migliaia di utenti si divertono a pa- montaggio diventasse un vero e Berlusconi-Joker pertina dell'ultimo numero di Mi- quando non si è scoperto che si
rodiare, remixare e capovolgere i proprio caso politico. In un duro Proprio mentre negli Usa im- cromega. «A differenza degli Stati trattava di fotoritocco diffuso dal-
messaggi degli slogan elettorali. È editoriale, il Washington Post ha perversava il dibattito sull'Oba- Uniti, però, in Italia non c'è stato l'onlus Secondo Protocollo. Asso-
ciazione di cui non sono ben chia-
ri gli interessi, come hanno rivela-
■ INTERNET ■ POLITICS BUSTING ■ to Indymedia Roma e altre fonti
online secondo cui dietro la faccia-

Sovversivi digitali
ta di «onlus che lotta per i diritti
umani» potrebbe benissimo na-
scondersi un'agenzia che sostiene
la «rivoluzione colorata» per con-
to dei governi occidentali. Nel-
l'era della politica al Photoshop
c'è da aspettarsi anche questo.
www.totem.to

8) ALIAS N. 40 - 10 OTTOBRE 2009


di Bruno Di Marino

FUCK YOU
Uk, 2009, 3’35”, musica: Lily Allen, regia: Elsa
Rakobson, fonte: Mtv

TEORIE
TEORIE ca dell'adbusting. Nel riprendere
7 L’allegra e irriverente canzonci-
na di Lili Allen si traduce nel
video della Rakobson in una
lunga soggettiva di una ragazza (la stessa
cantante londinese, che vediamo solo in
questa definizione, Antonio Sofi una polaroid che si autoscatta all’inizio),
«Il re è nudo». (docente di Sociologia all'Universi-
tà di Firenze) nota come: «Fin da-
mentre esce dal suo hotel e inizia a cam-
minare per le strade di Parigi, manipolan-
Photoshop ritocca gli albori di internet, i 'manufatti'
della comunicazione politica sono
do con le mani le cose che vede e le
persone che incontra: allunga o deforma
la democrazia stati interpretati in modo (per cer-
ti versi) pre-satirico, spesso lavo-
le figure come fossero di plastilina (perfi-
no la tour Eiffel), cambia gli sfondi dal
di N.B. rando sulle incongruenze e sui finestrino di un taxi, ecc. Un clip pieno di
punti deboli dell’immagine politi- effetti digitali animato da uno spirito che

L’
ca proiettata. deve molto all’immaginario di Gondry.
Una sorta di ribellione dal bas-
so, più o meno consapevole: per CAN’T STOP FEELING
adbusting o subver- mostrare che il re è nudo. Niente Uk, 2009, 3’, musica: Franz Ferdinand, regia: Russell
tising (in italiano si può tradurre si salva: dal programma alla propo- Weekes, fonte: Mtv Brand New
con «sovvertire la pubblicità») è
una forma di attivismo in cui si ri-
baltano i messaggi pubblicitari
delle grandi corporation, lascian-
do intatto il layout e la grafica ori-
sta politica, dalla grafica al proget-
to comunicativo. La politica deve
tenerne conto, e pensare sempre
più a proposte a prova di sberleffo
(se ci riesce)».
7 Giocare con lo split screen
può essere divertente, come
insegna questo video firmato
da Russell Weekes. Compiendo una serie
di azioni i 4 musicisti aprono, chiudono,
ginale. Spiega il gruppo canadese Anche Fabio Giglietto, docente sollevano, trascinano, spingono, compri-
di AdBusters (storica rivista del ge- di Teoria dell'Informazione al- mono o dilatano le inquadrature da de-
nere): «In questo modo riusciamo l'Università di Urbino, sottolinea stra a sinistra o dall’alto in basso e vice-
a infiltrarci nella finzione della re- i cambiamenti che si profilano versa. Insomma un metaclip in fondo
altà mediata e, per un momento, per il dibattito politico: «Stiamo semplice, fatto con le «tendine» elettroni-
riveliamo una verità più profon- transitando verso l'epoca della co- che, che a tratti diventa surreale.
da». Come nel caso dell'Obama- municazione di massa per le mas-
Joker che si può vedere a fianco: se, in cui le vecchie audience non NESSUNO E’ PERFETTO
la sovrapposizione di un perso- solo fruiscono dei media, ma con- Italia, 2009, 5’40”, musica: Gemelli diversi, regia:
naggio cinematografico sul tradi- tribuiscono anche alla produzio- Cosimo Alemà, fonte: All Music, Mtv
zionale ritratto da prima pagina,
provoca una sorta di «dissonanza
cognitiva» che invita a riflettere:
chi è davvero Barack Obama?
Se fino a pochi anni fa l'adbu-
ne. Il che genera effetti di scala dif-
ficili da prevedere sul lungo perio-
do. Cambia lo statuto delle con-
versazioni politiche: prima erano
effimere e per lo più private, in re-
6 Prendete 4 film di diverso
genere: il tipico porno anni
’70 con l’immancabile scena
in piscina, il classico noir in b/n alla
Hawks, un horror con maniaco armato di
sting era una pratica riservata per te invece diventano pubbliche, motosega che rincorre una ragazza nel
lo più alle elite creative, con persistenti e ricercabili». Quanto bosco e, infine, un fantasy tra Conan e la
l'emergere delle culture partecipa- alle recenti forme di politics-bu- Spada nella roccia. Mescolate bene in
tive in rete si afferma come feno- sting, Giglietto invita comunque montaggio alternato e inserite sui vari set
meno di massa. Basta un banale a non caricare di troppe aspettati- i Gemelli diversi che cantano il playback;
software di fotoritocco (come Pho- ve queste nuove forme di espres- risultato: Nessuno e perfetto. Peccato
toshop), la capacità di innescare sione: «Al di là della retorica del- che, a parte qualche tocco di metacine-
un meccanismo di propagazione l'auto-organizzazione dal basso, ma e qualche trovata alla Ladri di sapo-
virale sui social-network e il gioco il movimento di Obama ha avuto nette, il video di Alemà resta pretestuoso
è fatto. Analizzando il dilagare del- un riscontro fuori dalla rete an- e senza un’idea forte.
le immagini ritoccate dal basso du- che perché c'è stata una buona or-
rante le campagne presidenziali ganizzazione a monte». ELECTRIC SURFING GO GO
statunitensi, già nel 2004 lo studio- Cosa che ancora non avviene in Giappone, 2006, 3’49”, musica: Polysics, regia:
so Henry Jenkins parlava di «Pho- Italia, dove invece l'attivismo onli- Hiroichi Kodama, fonte: youtube.com
toshop per la democrazia»: in rete
prendono piede forme di cultura
popolare (tra cui appunto lo sber-
leffo di ciò che prima era conside-
rato sacro) che fanno perdere ai
ne rimane spesso confinato allo
stadio di semplice divertimento lu-
dico. «Ma in questo momento in
cui si discute tanto di concentra-
zione dei media e mancanza di li-
1 All’insegna della metamorfosi
questo video dei Polysics: i 4
della rock band nipponica
non solo si trasformano continuamente
passando da figure dal vero a figure dise-
politici l'aura da cui erano circon- bertà di espressione, si aprono gnate e animate con il rotoscopio, ma
dati nell'epoca dei media di mas- nuove prospettive anche in Italia. assumono le sembianze di ragazze adole-
sa. Non si tratta di un semplice gio- Anche il semplice gesto di condivi- scenti con la tenuta scolastica d’ordinan-
co, scrive Jenkins, «una parodia dere un video su Facebook ha un za. L’immaginario pop e psichedelico si
politica può essere il primo passo impatto sull'opinione che i nostri confà perfettamente al sound metallico e
verso un maggior impegno». amici si fanno delle questioni di at- metallaro con accenni di ska e altri influs-
È quello che gli studiosi Derrick tualità. Nel tempo queste conver- si, di questa curiosa formazione.
De Kerckhove e Vincenzo Susca sazioni potrebbero diventare rile-
hanno definito politics busting, va- vanti quanto quelle tradizionali». SUNDAY
riante 2.0 e focalizzata sulla politi- www.totem.to Usa, 1998, 3’55”, musica: Sonic Youth, regia:
Harmony Korine, fonte: antologia Corporale Ghost.
The videos: 1990-2002

7 Poche inquadrature ma di
forte intensità per questo Sun-
day, firmato dall’allora giova-
neissimo cineasta Usa, autore di film
come Gummo (1997) e sceneggiatore
dei film di Larry Clark. Il primo piano
dell’ex enfant prodige McCauley Culkin
che si guarda allo specchio o bacia una
sua coetanea o si passa sensuale e sfac-
ciato la lingua davanti alla macchina da
presa. Tutte immagini rallentate oltre il
consentito per un music video, che però
rendono metafisica e irreale l’atmosfera.
A destra alcuni esempi di «politics
A far da contrappeso le immagini velociz-
busting», personaggi
zate di un gruppo di giovanissime balleri-
della politica o dell’attualità
ne in tutù e il piano finale (nuovamente
«ritoccati» per il web
al ralenti) con una sola di queste ragazzi-
ne, una bambina dai tratti asiatici. Per
una band underground e sperimentale
come i Sonic Youth, Korine ha fatto una
scelta di rigore ed essenzialità, puntando
tutto sui volti e sui corpi della pubertà,
tra purezza e trasgressione.

ALIAS N. 40 - 10 OTTOBRE 2009 (9