You are on page 1of 1

14 febbraio 2014, Raffaello Ferrante recensisce Il romanzo osceno di Fabio, di Luciano Pagano Sul suo blog !

"#$R$ F%S& Fabio la notte precedente aveva sfondato la Marchesa, facendole assaporare tutti i piaceri cui entrambi erano soliti accostarsi. Si sono conosciuti per caso in un affollato caff. Lui ha 36 anni. Lei dieci di pi. disoccupato Fabio, ma da sempre aspira a fare il re!ista. Mette da parte i soldi per andare un !iorno a "oma dove spera di trovare lavoro. # intanto vive con i !enitori. La Marchesa se n$ innamorata appena l$ha visto. %a un marito la Marchesa, un potente uomo d$affari che raramente torna nel paese in cui vive la mo!lie. &uel !iorno al bar Fabio vede la Marchesa seduta in compa!nia di alcune amiche e non appena nota i suoi occhi incrociare il suo s!uardo, non pu' fare a meno di infilarsi una mano nella tasca dei pantaloni e ini(iare a masturbarsi. Lei se ne accor!e, li)uida le amiche, !li si avvicina e !li chiede di se!uirlo. L* ini(ia tutto. L* comincia per entrambi soprattutto l$ini(io della fine+ Lui, il !iovane s)uattrinato che so!na di fare il re!ista. Lei, la ninfomane ricca e annoiata. L$altro, il facoltoso marito di lei che i due amanti decidono di eliminare. Sembrerebbe il pi classico dei clich, narrativi noir, se non fosse che Luciano -a!ano . blo!!er della prima ora, scrittore e ora !ra(ie a Musicaos/ed anche editore . )uesto m,na!e 0 trois ha deciso di scriverlo in t1eet. 2i0, proprio cos*. -rimo caso in 3talia di roman(o scritto in 456 caratteri 7non primo in assoluto visto che ne!li 8sa il primo di 9ennifer #!an:, )uesto 3l roman(o osceno di Fabio una rasoiata in !ola che dapprima ti fa rabbrividire di sottile piacere al passa!!io caldo della lama contro la pelle e solo dopo, )uando ormai troppo tardi, ti fa rendere conto del se!no indelebile che ti ha lasciato. 8n roman(o !eniale, che si le!!e in una manciata di minuti/ minuti nei )uali assolutamente impossibile disto!liere lo s!uardo dalle pa!ine, dove incredibile la maestria dell$autore nel condensare sensa(ioni ed emo(ioni tanto intense in centinaia di brevissimi foto!rammi. -a!ano, che l$ha pubblicato dapprima sul social net1or; dell$uccellino blu ra!!iun!endo cifre di follo1er da capo!iro, poi ne ha volutamente oscurato il profilo per farne un eboo; prima e una versione cartacea adesso 7in versione addirittura bilin!ue:, la dimostra(ione che si pu' fare letteratura coniu!ando )ualit0 e sperimenta(ione e che la tecnolo!ia, i social, possono essere, se utili((ati come forma di espressione, un ottimo strumento narrativo. <he insomma l* fuori, nonostante tutto, c$ ancora vita=