Sei sulla pagina 1di 3

Limite finito per x che tende ad un valore finito

( ) { } ( ) c c o o o c + e + e > - > =

l l x f x x x x l x f o o o
x x o
, ) ( , , : 0 0 ) ( lim






c o o c < = . < > - > =

l x f x x x x l x f o
x x o
) ( : 0 0 ) ( lim 0









{ } l o x x l
x x
I x f x I x I I l x f o o
o
e e - =

) ( , : ) ( lim












Limite infinito per x che tende ad un valore finito
( ) { } ) ; ( ) ( , , : 0 0 ) ( lim + e + e > - > + =

M x f x x x x M x f o o o
x x o
o o o








M x f x x x x M x f o
x x o
> = . < > - > + =

) ( : 0 0 ) ( lim 0 o o







Si dice che il limite, per x che tende ad x
o
, della funzione f(x) uguale ad l se e solo se:
per ogni > 0 arbitrariamente piccolo esiste un > 0 tale che, per qualsiasi x appartenente allintorno
circolare di x
o
(x
o
- , x
o
+ ), eccetto al pi x
o
stesso, risulti la funzione f(x) appartenente allintervallo
aperto (l - , l + )
Si dice che il limite, per x che tende ad x
o
, della funzione f(x) uguale ad l se e solo se:
per ogni > 0 arbitrariamente piccolo esiste un > 0 tale che, se la distanza di x da x
o
minore di con
x diverso da x
o
, risulti che la distanza di f(x) dal valore l risulta minore di
Si dice che il limite, per x che tende ad x
o
, della funzione f(x) uguale ad l se e solo se:
per ogni intorno di l esiste un intorno di x
o
tale che, per ogni x appartenente a questo intorno di x
o
,
escluso tutto al pi x
o
, f(x) appartenga allintorno di l fissato inizialmente
Si dice che il limite, per x che tende ad x
o
, della funzione f(x) tende ad un valore infinito se e solo se:
per ogni M > 0 arbitrariamente grande esiste un > 0 tale che, per qualsiasi x appartenente allintervallo
di x
o
(x
o
- , x
o
+ ), eccetto al pi x
o
stesso, risulti f(x) appartenente allintervallo (M;+)
Si dice che il limite, per x che tende ad x
o
, della funzione f(x) tende ad un valore infinito se e
solo se:
per ogni M > 0 arbitrariamente grande esiste un > 0 tale che se la distanza di x da x
o
minore
di con x diverso da x
o
, risulti f(x) maggiore di M


{ }
+ +

e e - = I x f x I x I I x f o x x
x x
o o
o
) ( , : ) ( lim








In modo del tutto analogo si possono fornire le definizioni che riguardano il caso dello stesso
limite a tendente per a -.

( ) { } ) ; ( ) ( , , : 0 0 ) ( lim M x f x x x x M x f o o o
x x o
e + e > - > =

o o o


M x f x x x x M x f o
x x o
< = . < > - > =

) ( , : 0 0 ) ( lim 0 o o


{ }

e e - = I x f x I x I I x f o x x
x x
o o
o
) ( , : ) ( lim

Molte spesso in attesa di decidere quale segno assume il limite in oggetto (+ o -) mediante il
concetto di limite sinistro e destro, si utilizza la seguente scrittura di carattere generale.

M x f x x x x M x f o
x x o
> = . < > - > =

) ( , : 0 0 ) ( lim 0 o o


{ }

e e - = I x f x I x I I x f o x x
x x
o o
o
) ( , : ) ( lim


Per intorno di si intende un intervallo nella forma (-, -k) (k, +)

Si dice che il limite, per x che tende ad x
o
, della funzione f(x) tende ad un valore infinito se
e solo se:
fissato un intorno di infinito esiste un intorno di x
o
tale che, per ogni x appartenente a questo
intorno di x
o
, escluso tutto al pi x
o
, f(x) appartenga allintorno di infinito fissato inizialmente
Limite finito per x che tende ad un valore infinito
( ) ( ) c c c + e + e > - > =
+
l l x f N x N l x f
x
, ) ( , , : 0 0 ) ( lim







c c < > > - > =
+
l x f N x N l x f
x
) ( : 0 0 ) ( lim









l
l
x
I x f I x I I l x f e e - =
+ +
+
) ( , : ) ( lim








Per analogia si ottengono le definizioni nel caso il limite fosse -


Limite infinito per x che tende ad un valore infinito

( ) ( ) ( ) ( ) + e + e > - > =

, , ) ( , , , : 0 0 ) ( lim M M x f N N x N M x f
x

M x f N x N M x f
x
< > > - > =

) ( : 0 0 ) ( lim



Particolarizzando gli infiniti si ottengono le definizioni relative alle varie possibilit di
accoppiamento del limiti allinfinito.
Si dice che il limite, per x che tende ad +, della funzione f(x) uguale ad l se e solo se:
per ogni > 0 arbitrariamente piccolo esiste un N > 0 tale che per qualsiasi x appartenente allintervallo
di (N , + ), risulta la funzione f(x) appartenente allintervallo aperto (l - , l + )
Si dice che il limite, per x che tende ad +, della funzione f(x) uguale ad l se e solo se:
per ogni > 0 arbitrariamente piccolo esiste un N > 0 tale che, se x maggiore di N, risulti che la
distanza di f(x) dal valore l risulta minore di
Si dice che il limite, per x che tende ad +, della funzione f(x) uguale ad l se e solo se:
per ogni intorno di l esiste un intorno di + tale che, per ogni x appartenente a questo intorno di +,
f(x) appartenga allintorno di l fissato inizialmente.