Sei sulla pagina 1di 18

thinkITALIAN

SETTEMBRE 2012 - SEPTEMBER 2012

ESPLORARE
CULTURA E

VENEZIA

STORIA
YOUR DOORWAY TO A NEW LANGUAGE AND A NEW CULTURE

VIAGGI
una bellezza mozzafiato: a breathtaking beauty mondo: world tesori: treasures una storia millenarian: thousand year old history passeggiare: strolling strade: streets stretti: narrow vicoli: alleys attraversare: crossing ponti: bridges vivere: to live viaggio: journey, trip indietro: back tempo: time chiese: churches musei: museums sorge (sorgere): rises (to rise) isole: islands sistemi di viabilit: transportation systems vie dacqua: by water percorsi pedonali: pedestrian routes, walks calli: lanes campi: fields rive: banks che uniscono (unire): that connect (to connect, to unite) fra di loro: with each other costruiti (costruire): built (to build) in pietra: of stone poco attraenti: not so attractive terraferma: mainland una volta: once upon a time in legno: of wood senza gradini: without steps in modo che: in a way that vi potessero transitare: could pass carrozze: carriages cavalla: horses il modo migliore: the best way per scoprirla: to discover it passeggiare: to walk lasciandosi transportare: letting yourself to be carried pi nascoste: more hidden che sono numerosissimi: that are numerous elencare: listing irrinunciabili: that cannot be renounced le strade: streets
September 2012 / settembre 2012

Camminare per Venezia


Venezia una citt di una
bellezza mozzafiato, unica al mondo, ricca di tesori e di una storia millenaria. Passeggiare per le sue strade, le piazze, gli stretti vicoli e attraversare i ponti della citt pu essere una esperienza memorabile, da vivere come un magico viaggio indietro nel tempo. Venezia una citt dalla storia antica e illustre, dunque ricchissima di chiese e basiliche, musei, splendidi palazzi nobiliari di antica origine, residenze e ville storiche. La citt sorge su 118 isole e la sua struttura urbana caratterizzata dalla distinzione tra due sistemi di viabilit: quello delle vie dacqua (canali) e quello dei percorsi pedonali (calli, campi, rive). I ponti, che uniscono fra di loro le varie piccole isole, sono centinaia e sono costruiti in pietra. Alcuni ponti sono modernissimi e poco attraenti, come il ponte della Libert (che lungo 4 km e collega Venezia alla terraferma) e altri meravigliosi e antichissimi come il Ponte di Rialto. Una volta i ponti erano tutti in legno e senza gradini, in modo che vi potessero transitare carrozze e cavalli. Il modo migliore per scoprirla passeggiare per le sue calli, lasciandosi trasportare dalla curiosit e avventurarsi nei vicoli e nelle piazze pi nascoste. La citt ricchissima di ponti, che sono numerosissimi. Elencare tutte le attrazioni presenti a Venezia impossibile, per cui eccone alcune, irrinunciabili, da ammirare passeggiando per le strade della citt.

Il Ponte di Rialto dei ponti pi famosi al mondo. Di origine medioevale, allepoca era costruito in legno, ma dopo che croll due volte (in una occasione croll per leccessiva folla radunatasi sul ponte per assistere ad una regata nel 1444), le autorit iniziarono a valutare diversi progetti che prevedevano la costruzione di un ponte in pietra. La costruzione che possiamo ammirare ai giorni nostri fu completata nel 1591 e disegnata da Antonio da Ponte ed ancora oggi uno dei pi straordinari esempi di architettura veneziana. Il Ponte dei sospiri unaltra delle attrazioni di fama mondiale. Questo ponte collega il Palazzo Ducale alle Prigioni Nove ed molto famoso fra gli innamorati, che su di esso si fanno fotografare in pose romantiche. Si dice infatti che prenda il nome dai sospiri degli amanti. La leggenda dice invece che i prigionieri, una volta condannati, attraversassero il ponte per esser condotti alle prigioni e pronte dal ponte dei Sospiri sospirassero rivolgendo lultimo sguardo da cittadini liberi a Venezia. Come dimenticare Piazza San Marco, con la stupenda Basilica omonima in stile veneto bizantino? O il Campanile e il Palazzo Ducale, lantica residenza del Doge? Sempre nella stessa zona, nel cuore della citt, vi sono poi la Chiesa di San Mois e la Chiesa di San Fantin, collocate di fronte il celebre teatro La Fenice, costruito nel 1790. Numerosi anche i palazzi, fra cui il Ca DOro, nella zona di Cannaregio, affacciato sul Canal Grande e sede di un museo. La costruzione in stile gotico e risale alla prima met del 1400. Inoltre ci sono Palazzo dei Camerlenghi, di origine rinascimentale, e Palazzo Franchetti, in cui ha sede lIstituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e molti altri . Da non perdere il Museo Storico Navale, uno dei pi celebri musei dItalia dedicati alla navigazione. Il museo ospita preziose collezioni e reperti antichi appartenuti a personaggi di spicco ai tempi della Serenissima, attrezzature depoca e imbarcazioni tipiche della zona come le gondole. Il museo ebraico un altro museo interessante, un omaggio alla presenza ebraica che qui molto antica e radicata. Si trova nel quartiere di Cannaregio, un angolo di Venezia dove nel 1516 fu istituito il ghetto (chiuso nel 1797), un luogo di segregazione, ma anche di scambi culturali e di partecipazione alla vita della societ veneziana dellepoca. Larea, dove visse anche il pittore Tintoretto, ricca di tesori architettonici e di atmosfera.

VIAGGI
allepoca: at the time croll (crollare): collapsed (to collapse) due volte: twice folla: crowd radunatasi (radunare): gathered (to gather) una regatta: a boat race iniziarono (iniziare): started (to start) valutare: to consider, considering progetti: projects che prevedevano (prevedere): that scheduled (to schedule) che possiamo (potere): that we can (can) ammirare: admire, enjoy nostril: ours disegnata: skteched ancora oggi: still nowadays esempi: examples Il Ponte dei sospiri: The Bridge of Sighs si fanno fotografare: they take pictures of themselves si dice: they say prenda il nome: takes the name amanti: lovers invece: on the other hand che i prigionieri: that the prisoners condannati: sentenced per esser condotti (condurre): to be brought (to guide, to bring) sospirassero (sospirare): would sigh (to sigh) rivolgendo lultimo sguardo: taking a last look cittadini liberi: free citizens dimenticare: to forget cuore: heart collocate: located di fronte: in front celebre: famous sede: venue risale (risalire): traces back (to trace back) prima met: first half rinascimentale: from the Renaissance times da non perdere: not to be missed ospita (ospitare): hosts (to host) reperti: finds (as archaeological finds) personaggi di spicco: prominent characters attrezzature: equipments ebraico: Jewish un omaggio: a tribute radicata: deep rooted si trova (trovare): can be found (to find) un luogo: a place scambi: exchanges vita: life il pittore: a painter
w w w.thi nki tali an.com

STORIA
il nome: the name deriva dal (derivare): comes from (to come from, derives) appellativo: name indicavano (indicare): meant, indicated (to indicate) che comprendeva (comprendere): that included (to include) nord-est : north east padano: of the Po valley faceva riferimento: refered, made reference to primi abitanti: first inhabitants intorno: around fu soggetto: was subjected saccheggi: pillages proseguivano (proseguire): continued (to continue) trovarono (trovare): found (to find) rifugio: shelter terre emerse: lands above sea level lagune: lagoons insediamenti: settlements divennero (divenire): became (to become) giorno: day il patrono: the patron saint allepoca: back then, in those times fu costruita (costruire): was built (to build) cercarono (cercare): they looked for (to look for, to seek) con il tempo: with time si espanse (espandere): expanded (to expand) isole: islands connesse (connettere): connected (to connect) ponti: bridges a dare: to give risale (risalire): traces back (to trace back) anno: year invece: on the other hand inizio: start oggi: today stata iniziata (iniziare): was started (to start) incendiata: burned (down)
September 2012 / settembre 2012

Storia di Venezia
Il nome Venezia
dal Romani latino con appellativo deriva Venetia, cui i la

indicavano il e

regione dellimpero che comprendeva est padano nordparte

della Croazia e faceva riferimento al nome dei suoi primi abitanti, i Veneti. Il territorio intorno a Venezia fu soggetto spesso a frequenti saccheggi da parte dei Barbari, che poi proseguivano per Roma, per cui gli abitanti della zona trovarono rifugio sulle terre emerse delle lagune. Alcuni di questi insediamenti, come Chioggia, Malamocco, Jesolo, Caorle e Grado, divennero insediamenti permanenti. Venezia, pi precisamente, fu fondata il 25 aprile del 421 DC, nel giorno di San Marco, che anche il patrono di Venezia. Allepoca il pi importante villaggio della laguna non era Venezia, ma Torcello, dove fu costruita una bellissima cattedrale nel 639 e dove molte persone cercarono rifugio dalle gi menzionate invasioni barbariche. Con il tempo anche la citt di Venezia si espanse su alcune isole della laguna, connesse fra loro da ponti. Furono i Dogi di Venezia a dare ricchezza e importanza a Venezia. La prima elezione di un Doge risale al 742. Lanno 814 invece la data di inizio della costruzione del Palazzo Ducale (detto anche Palazzo dei Dogi), in quella che oggi la famosissima Piazza di San Marco. La Basilica di San Marco invece stata iniziata nel 832 e incendiata nel 976: lattuale basilica fu iniziata nel 1063.

Con la quarta Crociata, nel 1177, Venezia, che ormai una Repubblica, diventa una delle citt pi importanti di tutto il Mediterraneo, raggiungendo la supremazia mercantile e diventando pian piano un impero marinaro. Venezia nel 1202 conquist Costantinopoli e dopo aver sconfitto Genova, che aspirava anchessa al controllo del Mediterraneo, si espanse non solo per mare, ma anche sulla terraferma. Dopo la scoperta delle Americhe nel 1492 e quella delle Indie da parte di Vasco De Gama nel 1497, la citt, detta la Serenissima, cominci a veder indebolire il proprio predominio sia a causa dell apertura di nuove vie commerciali, sia a causa delle guerre contro i turchi, che nel frattempo avevano riconquistato Costantinopoli. Nel 1700 Venezia si trov anche a dover combattere contro francesi, austriaci e spagnoli, che tentarono di assaltarla pi volte. Il Settecento fu tuttavia un secolo doro per la vita culturale e sociale cittadina. Lontana da affanni di conquista, la vita scorreva opulenta e tranquilla. La fine della Repubblica di Venezia ebbe luogo il 12 maggio 1797. Il doge Luca Manin consegna la citt a Napoleone, che da tempo aveva cominciato penisola. la Nellottobre campagna militare nella dello stesso anno, Napoleone cedette la citt agli austriaci, che dopo un breve periodo in cui Venezia torn in mani francesi, la riacquisirono nel 1814. Il 28 marzo 1848 Venezia si ribella alla dominazione austriaca ed elegge il nobile Daniele Manin come presidente di un governo provvisorio che dura per solo fino al 1849, anno in cui la nuova repubblica viene sconfitta e cade di nuovo nelle mani del nemico. Venezia riuscir a liberarsi dagli austriaci solo nel 1866, anno in cui si unisce al giovane Regno dItalia.

STORIA
che ormai: that is by then raggiungendo (raggiungere): reaching (to reach) diventando(diventare): becoming (to become) pian piano: little by little dopo aver sconfitto (sconfiggere): after having defeated (to defeat) aspirava (aspirare): aspired to (to aspire to) sulla terraferma: on the lands (above sea level) la scoperta: the discovery cominci (cominciare): started (to start) a veder: see indebolire: weaken il proprio predominio: its own supremacy apertura: opening nuove vie: new routes guerre: wars contro: against turchi: Turks nel frattempo: in the meantime avevano riconquistato (riconquistare): had won back (to win back) si trov (trovare): found itself (to find) dover combattere: of having to fight che tentarono (tentare): who tried (to try) pi volte: many times un secolo: a century oro: gold la vita cittadina: the city life lontana: far da affanni: from concerns scorreva (scorrere): ran (to run) ebbe (avere): had (to have) il doge: the doge consegna (consegnare): handed over (to hand over) aveva cominciato (cominciare): started (to start) la campagna: the campaign nellottobre: in october cedette (cedere): surrended (to surrend to) torn (tornare): returned, came back (to return) in mani francesi: in the hands of the French la riacquisirono: acquired it again, regain si ribella (ribellarsi): rose up (to rise up) elegge (eleggere): elects (to elect) dura (durare): lasts (to last) viene sconfitta (sconfiggere): is defeated (to defeat) nelle mani del nemico: in the hands of the enemy riuscir a liberarsi: will manage to set itself free si unisce: it joins al giovane: the young
w ww w. w t hi w.thi n k span nki tali i sh .c an.com om 5

BIOGRAFIA
cittadino: citizen pittori: painters di ogni tempo: of all times nato (nascere): born (to be born) cominci (cominciare): started (to start) manifestare: to manifest gi: already da bambino: as a child giunto (giungere): arrived (to arrive) insieme: together al fratello: with the brother per andare: to go vivere: to live lo zio: the uncle venne iniziato (iniziare): was started (to start) interesse: interest mentre: while prefer (preferire): preferred (to prefer) subito: immediately cominci (cominciare): started (to start) lavorare: to work la bottega: the shop potenza: power dominava (dominare): ruled (to rule) mare: sea lisola: the island se i turchi: if the Turks una minaccia: a threat la via: the road, the path ormai: by then cominciava a perdere: started to loose si trovava: was in apprendistato: apprenticeship vita: life incentrata attorno: centered around umanesimo: humanism studio: studying clima: atmosphere anni: years conobbe (conoscere): met (to meet) confronto: comparison nacquero (nascere): were born (to be born) scambi: exchanges idee e capolavori: ideas and masterpieces ritratti: portraits risentono (risentire): feel the effects in quanto eseguiti: as carried out uno stile molto simile: a very similiar style
September 2012 / settembre 2012

Tiziano Titan Vecelli


Tiziano, cittadino della
Repubblica di Venezia, uno dei pi grandi pittori di ogni tempo. Nato in Veneto, a Pieve di Cadore, citt delle Dolomiti,

cominci a manifestare il suo enorme talento gi da bambino. Giunto

a Venezia dal Cadore insieme al fratello per andare a vivere con lo zio, venne iniziato alle tecniche del mosaico dallartista Sebastiano Zuccato.

Dei due fratelli fu Tiziano a manifestare interesse per larte, mentre il fratello prefer subito la carriera militare. Tiziano cominci invece a lavorare presso la bottega del pittore ufficiale della Serenissima Gentile Bellini. Venezia, in quel periodo, era al culmine della sua potenza e dominava i commerci nel mare Mediterraneo (dopo il 1489 aveva infatti annesso anche lisola di Cipro), anche se i turchi rappresentavano sempre pi una minaccia e con la via delle Indie ormai accessibile, il Mediterraneo cominciava a perdere di importanza. Nel periodo in cui Tiziano si trovava a Venezia per lapprendistato, la citt era opulenta e con una vivace vita culturale incentrata attorno allumanesimo e allo studio delle antichit classiche, clima del quale Tiziano sub certamente linfluenza. Fu intorno ai primi anni del 1500 che lartista conobbe il pittore Giorgione, dal cui confronto nacquero scambi di idee e capolavori. Molti dei ritratti di Tiziano del periodo risentono fortemente dellinfluenza proprio del Giorgione in quanto eseguiti con uno stile molto simile.

La sua fama si consolid presto e ricevette commissioni di rilievo come la Pala di san Marco e di Santa Maria della Salute. Nel 1511 affresc la Scuola del Santo a Padova e dopo aver ottenuto dalle autorit una rendita ufficiale destinata solo ai pittori migliori, nel 1533 divent pittore ufficiale della Repubblica di Venezia.

BIOGRAFIA
si consolid (consolidare): consolidated (to consolidate) ricevette (ricevere): received (to receive) dopo aver ottenuto (ottenere): after having obtained (to obtain) una rendita: an income migliori: best divenne (divenire): became (to become) epoca: time, age opere: works soggetto profano: unholy carachter dipinge (dipingere): paints (to paint) un dipinto: a painting su tavola: on wood chiamato: called la chiesa: the church ormai: by then celebre: famous richiestissimo: in great demand fu chiamato (chiamare): was called (to call) rimase (rimanere): stayed (to stay) fino al: until gli valse (valere): earned him (to be worth) una chiamata: a call gli concesse (concedere): allowed him, gave him permission (to give, to allow) ritrarlo: to portray him durante: during figlio: son re: king lo eleggeranno (eleggere): will elect him (to elect) veneto: from Veneto lavorer (lavorare): will work (to work) mor (morire): died (to die) peste: plague lasciando (lasciare): leaving (to leave) incompiuta: unfinished lopera: the artwork che avrebbe voluto: he would have liked
w ww w. w t hi w.thi n k span nki tali i sh .c an.com om 7

Tiziano divenne molto richiesto e infatti accett molte commissioni da parte della nobilt dellepoca e realizz dunque molte opere a soggetto profano.

Nel 1518 Alfonso I dEste gli commission la decorazione del camerino dalabastro. Tra il 1519 e il 1526 invece dipinge la Pala Pesaro per i Frari, e un dipinto ad olio su tavola, chiamato il Polittico Averoldi, per la chiesa di San Nazaro e San Celso a Brescia.

Ormai celebre e richiestissimo, Tiziano fu conteso tra i principi delle pi importanti corti italiane. Fu chiamato a Mantova dai Gonzaga e ad Urbino dai duchi della citt. Nel 1542 inizi la sua collaborazione professionale con papa Paolo III, tanto che si trasfer a Roma, dove rimase fino al 1546.

La sua fama di grande ritrattista gli valse una chiamata da Carlo V, che gli concesse di ritrarlo durante la sua incoronazione a imperatore nel 1530. Carlo e suo figlio Filippo II, futuro re di Spagna, lo eleggeranno a pittore di corte e per loro il pittore veneto lavorer per anni. Mor il 27 agosto del 1576, in un Europa devastata dalla peste, lasciando incompiuta lopera che avrebbe voluto sulla sua tomba, la Piet.

VIAGGI
finita: ended tornano: return lavoro: work dicono addio (dire): say goodbye (to say) non rinunciano: dont give up comincia (cominciare): begins (to begin) attirano (attirare): attract (to attract) soprattutto: especially buongustai (buongustaio): gourmets perch: because sagre (sagra): festivals feste (festa): feasts cibo: food stagione: season raccolti (raccolte): harvest vendemmia: grape harvest riposo: rest contadini (contadino): farmers passata (passata): spent, passed (to pass) festeggiano (festeggiare): they celebrate (to celebrate) assaggiano (assaggiare): they taste (to taste) autunnali: of autumn funghi porcini: porcino mushrooms castagne (castagna): chestnuts zucca: pumpkin possiamo (potere): we can (can, to be able to) gustare: to taste per esempio: for example carne: meat salsicce (salsiccia): sausages pane: bread attesa (attendere): attended (to attend) fiera: fair pregiato: fine tartufo bianco: white truffle mondo: world invece: instead ligure: of the Liguria region basilico: basil si celebrano (celebrarsi): is celebrated (to celebrate) altrettanto: as much pinoli: pine nuts olio: oil aglio: garlic sale: salt formaggi: cheese bancarelle: stalls, stands per strada: in the streets
September 2012 / settembre 2012

Autunno in festa
Lestate finita e tutti
tornano al lavoro; gli italiani dicono alle festival addio feste: che i alle vacanze, ma non rinunciano numerosi attirano comincia lautunno con soprattutto

buongustai. E s, perch in questo periodo, in quasi tutta lItalia, ci sono tante sagre, cio feste dedicate al cibo e ad alcuni prodotti particolari. Lautunno, infatti, la stagione dei raccolti, della vendemmia, del riposo dei contadini che, dopo unestate passata a lavorare nei campi, festeggiano e assaggiano i frutti del loro lavoro. Fra i protagonisti delle sagre autunnali ci sono i funghi porcini, le castagne, la zucca e il vino; alle sagre per sono tanti i prodotti che possiamo gustare, per esempio carne, salsicce, pane e tanti cibi tipici e diversi a seconda delle zone. Per esempio ad Alba, in Piemonte, molto attesa la fiera del pregiato tartufo bianco per cui questa citt famosa in tutto il mondo. In Liguria invece levento gastronomico pi importante dedicato al prodotto tipico di questa regione: il pesto. Lingrediente principale di questa specialit ligure il basilico ma durante questo evento si celebrano anche gli altri ingredienti, altrettanto importanti: pinoli, pecorino, olio, aglio e sale. Altri protagonisti di molte fiere sono i salumi e i formaggi: le bancarelle per strada sono piene di salame, bresaola, coppa, pecorino e grana.

Gli italiani amano mangiare, ma amano anche accompagnare il cibo con un buon bicchiere di vino e quale periodo migliore di questo per assaggiare i prodotti della vendemmia? In Veneto, ad esempio, dal 2009 c il Festival nazionale dellEnoturismo. S, il turismo del vino: il vino diventa un pretesto per visitare le campagne e vedere paesaggi bellissimi. Nelle Marche, invece, il vino diventa unoccasione per conoscere il processo di produzione: i contadini portano luva in piazza e le ragazze del paese la pestano a piedi nudi davanti a tutti i presenti. Un evento simile possiamo vederlo anche in Toscana dove c la sagra del pigio, una vera e propria battaglia tra i quartieri che si sfidano nella spremitura delluva. La Toscana offre, inoltre, una grande fiera del pesce, chiamata Livorno Food, a cui partecipano espositori da tutta lItalia. Anche Ostia, vicino a Roma, dedica una fiera ai prodotti del mare: la sagra della tellina e il fritto di paranza accompagnato da verdure, formaggi, salumi e naturalmente vino, sono due appuntamenti da non perdere. LItalia famosa anche per la pasta, quindi non pu mancare una sagra dedicata ad un tipo di pasta tipico dellEmilia Romagna: il tortellino, unione deliziosa di pasta, carne e formaggio. La pasta protagonista anche in Puglia dove in alcune citt le donne del posto preparano le orecchiette, pasta fresca tipica di questa regione. Naturalmente le orecchiette sono condite poi con il buonissimo olio di oliva, altro prodotto famoso di questa zona. Insomma, in autunno ci sono tanti appuntamenti e tante occasioni per visitare lItalia, da Nord a Sud, e festeggiare con gli italiani la buona cucina, semplice e tradizionale. Da non perdere!

VIAGGI
amano (amare): they love (to love) mangiare: to eat ma ... anche: but . . . also bicchiere: glass migliore: best assaggiare: to taste vendemmia: grape harvest diventa (diventare): becomes (to become) campagne (campagna): farmlands vedere: to see paesaggi: landscapes conoscere: to know portano: they bring (to bring) uva: grapes le ragazze (ragazza): the girls del paese: of the village la pestano (pestare): crush it (to crush) a piedi nudi: in bare feet davanti: in front simile: similar possiamo (potere): we can (can, to be able to) vederlo: to see it vera e propria: real si sfidano (sfidarsi): they challenge each other (to challenge) spremitura: juice inoltre: moreover pesce: fish chiamata (chiamare): called (to call) vicino: near mare: sea fritto di paranza: little fried fish verdure: vegetables non perdere: not to be missed non pu mancare: it cannot be missed condite: spiced, seasoned insomma: in conclusion tanti appuntamenti (appuntamento): many dates cucina: cuisine
w w w.thi nki tali an.com

CULTURA
per lungo tempo: for a long time definita: known, described terre: lands mari: seas potenza: power delle spezie: of the spices in grado di: able to far affluire: to make flow Occidente: West nel tardo Medioevo: in the late Middle Ages divennero (divenire): became (to become) cos gradite: so appreciated diffuse: popular che arrivarono (arrivare): that reached (to reach, to arrive) coprire: to cover il cibo: the food in maniera esagerata: excessively cannella: cinnamon zenzero: ginger noce moscata: nutmeg pepe: pepper giunsero (giungere): reached, made it to (to reach) tavole: tables la fecero da padrone: dominated (idiom) Rinascimento: Renaissance sino ad arrivare: until they reached giorni nostri: our days usate: used pi parsimoniosamente: more grudgingly un ricettario: a cookbook risalente (risalire): dating back (date back) pollo: chicken si consiglia (consigliare): suggests (to suggest) utilizzare: to use storici: historical ci informano (informare): inform us (to inform) secolo: century giungevano (giungere): reached (to reach) che andavano (andare): that went (to go) alimentare: to feed la contaminazione : the contamination avvenuta (avvenire): that took place (to happen, to take place) la cucina: cuisine proprio: just si costitu (costiuire): was formed dobbiamo (dovere): we have (to have) ebrei: Jewish riso: rice cucinato: cooked uva passa: raisins salame doca: goose salami fra: among rigide: stricts obblighi: obbligations, rules
September 2012 / settembre 2012

La cucina di Venezia
Per
stata lungo considerata la tempo Venezia la porta dOriente. Definita regina delle terre e dei mari, la citt era una potenza marinara e aveva accesso alla rotta delle spezie in Oriente. Grazie ai traffici commerciali era in grado di far affluire nel suo porto (e di l in tutto lOccidente) una grande quantit di spezie. Nel tardo Medioevo le spezie divennero cos gradite e diffuse che arrivarono a coprire il cibo in maniera esagerata: cannella, zenzero, noce moscata, pepe giunsero sulle tavole occidentali e la fecero da padrone anche per tutto il Rinascimento e oltre, sino ad arrivare ai giorni nostri, usate pi parsimoniosamente. In un ricettario anonimo risalente al 1400 e giunto sino a noi, lautore presenta la ricetta del pollo allo zenzero, dove si consiglia di utilizzare ben 750 grammi di questa spezia! Altri documenti storici ci informano che sempre nel 15secolo a Venezia giungevano oltre 5000 tonnellate di spezie che andavano anche ad alimentare lindustria farmaceutica della citt. Un altro elemento che testimonia la contaminazione avvenuta sulle tavole veneziane fra oriente e occidente la cucina ebraica presente in citt. Quella ebraica era una presenza importante, anche perch proprio nella citt veneta che si costitu il primo ghetto della storia. Dobbiamo agli ebrei lintroduzione del riso cucinato con uva passa o del salame doca, risultato della combinazione fra rigide proibizioni e obblighi religiosi.

Tra i prodotti di origine orientale possiamo annoverare il riso, molto presente nella cucina veneta. Nel Medioevo era un prodotto molto costoso ed era spesso venduto ai farmacisti per uso medico. Come cibo invece veniva usato come farina o nelle minestre. Nel 1500 il riso diventa il re della cucina veneziana. Cominci ad essere un elemento fondamentale dei piatti veneti, il protagonista della famosa ricetta dei risi e bisi, riso con piselli. La cucina tradizionale una cucina semplice e al tempo stesso complessa, risultato di millenni di storia, scambi e contaminazioni. Esistono piatti preparati con le interiora, cos come piatti pi sofisticati come lanatra ripiena o la zuppa di ostriche. Una delle ricette locali pi famose, le sarde in saor, affonda a le proprie radici via Costantinopoli, per

CULTURA
possiamo annoverare: we can include molto costoso: very expensive venduto: sold veniva usato( usare): was sold (to sell) farina: flour minestre: soups diventa (diventare): becomes (to become) il re: the king cominci (cominciare): started (to start) ad essere: to be un: an piatti veneti: dishes from Veneto region al tempo stesso: at the same time scambi: exchanges esistono (esistere): there are (to exist, to be) pi sofisticati: more sophisticated lanatra ripiena: the filled duck la zuppa: the soup le sarde in saor: typical dish from Venice made of sardines, raisins, onions affonda le proprie radici: is rooted per via: due abbinamento: match agrodolce: sweet and sour il pesce: the fish pinoli: pine kernels le cipolle: the onions laceto: the vinegar sebbene: although giochi (giocare): plays (to play) per ovvie ragioni: for obvious reasons la selvaggina: the game basti pensare alla: it is enough to think about retaggio: heirloom la carne: the meat compariva raramente (comparire): rarely appeared, rarely be seen (to appear) tordi: mocking birds insaporiti: seasoned salvia: sage un letto: a bed comparve (comparire): appeared (to appear) apr (aprire): opened (to open) visitavano (visitare): visited (to visit) invece: instead fece la sua comparsa: appeared il cioccolato: the chocolate gli squisiti: the delicious dolci: sweets vicina: near biscotti al burro: butter cookies mezzaluna: half moon
w w w.thi nki tali an.com

dellabbinamento

agrodolce

fra il pesce, luva passa, i pinoli, le cipolle e laceto. E sebbene il pesce giochi un ruolo fondamentale, per ovvie ragioni, nella cucina veneziana, anche la selvaggina ha la sua importanza. Basti pensare alla polenta e osei, retaggio di tempi in cui la carne era simbolo di opulenza e compariva raramente sule tavole, se non in quelle dei ricchi. Il piatto consiste in quaglie o tordi allo spiedo, insaporiti con pancetta e salvia e serviti su un letto di polenta. Venezia fu una delle prime citt europee in cui comparve il caff, alla met del 16secolo, importato dalla Turchia. Qualche secolo dopo apr a Venezia, pi precisamente in piazza San Marco, il primo caff, il leggendario caff Florian, , frequentato anche da Giacomo Casanova e Carlo Goldoni e Lord Byron e Charles Dickens quando visitavano la citt. Nel 1700 invece fece la sua comparsa il cioccolato e con esso gli squisiti dolci importati dalla vicina Austria, fra cui i chifeletti, biscotti al burro a forma di mezzaluna.

RICETTA
una ricetta tipica: a typical recipe Buon divertimento! Enjoy! seppie medie: medium size cuttlefish cipolla: onion sedano: celery non trattato: organic spicchio daglio: a garlic clove ciuffo di prezzemolo: a sprig of parsley uova: eggs pangrattato: breadcrumbs grana grattato: grated parmesan cheese un pizzico: a pinch noce moscata grattugiata: grated nutmeg canella: cinnamon pepe: pepper bicchiere: glass vino bianco secco: dry white wine cucchiai dolio: spoons of olive oil sale: salt q.b.: short form for quanto basta, meaning as much as you need pulite (pulire): clean (to clean) cercando di tenerle: trying to keep them intere: as whole eliminando: eliminating le interior: the inside, the guts losso: the bone gli occhi: the eyes il becco: the beak la pelle: the skin lavatele bene (lavare): wash well (to wash) togliendo: removing le tracce dinchiostro: the ink traces tritate (tritare): chop (to chop) prezzemolo: parsley insieme: together impastate: mix il pane grattugiato: breadcrumbs riempite per met: half fill il ventre: the stomach limpasto: the mix filo da cucina: string legatele (legare): bind (to bind, to tie) molto saldamente: very tight il ripieno: the filling non fuoriesca: does not come out durante la cottura: during cooking grossi tocchi : big pieces il sedano: the celery disponete (disporre): put (to put) un tegame: a pot ben distese: well laid out rimasto: left le verdure: the vegetables ricoprite (ricoprire): cover (to cover) il succo: the juice cuocete (cuocere): cook (to cook) a fuoco lento: on low heat aggiungendo: adding acqua calda: warm water qualora: in case ve ne fosse necessit: there would be the need servite (servire): serve dopo averle liberate: after you have freed them, released them (from the string)
September 2012 / settembre 2012

Seppie in tegame ripiene


Ecco una ricetta tipica e tradizionale da Venezia. Buon divertimento!
Ingredienti: 500 g. seppie medie 1 cipolla 1 costa di sedano 1 carota 1 limone non trattato 1 spicchio daglio 1 ciuffo di prezzemolo 2 uova 100 g. pangrattato 50 g. parmigiano o grana grattato Un pizzico noce moscata grattugiata Un pizzico cannella grattugiata Un pizzico pepe 1 bicchiere vino bianco secco 6 cucchiai dolio Sale q.b. Ricetta: Pulite le seppie cercando di tenerle il pi intere possibile, eliminando le interiora, losso, gli occhi, il becco e la pelle. Lavatele bene togliendo tutte le tracce dinchiostro. Tritate finemente prezzemolo e aglio insieme. Impastate il pane grattugiato con formaggio, le uova, un pizzico di sale e pepe, la noce moscata, il trito di prezzemolo e aglio, due cucchiai dolio e un cucchiaio di buccia di limone grattugiata. Riempite per met il ventre delle seppie con limpasto e con del filo da cucina legatele molto saldamente in modo che il ripieno non fuoriesca durante la cottura. Spelate la carota e la cipolla e tagliatele a grossi tocchi con il sedano. Disponete le seppie in un tegame ben distese con lolio rimasto e le verdure, salate, pepate e ricoprite con il vino bianco e il succo del limone. Cuocete a fuoco lento per quaranta minuti, aggiungendo acqua calda qualora ve ne fosse necessit. Servite le seppie calde dopo averle liberate dal filo di cucitura.

Venezia e la regata storica


La regata storica che
si svolge a Venezia ogni anno la prima domenica di settembre una manifestazione sportiva molto nota che legata ad una rievocazione storica. Ai tempi della Serenissima (il nome con cui era nota la citt ai tempi della Repubblica di Venezia, durante il suo periodo di massima espansione), gli abitanti avevano labitudine di divertirsi facendo regate con diversi tipi di imbarcazione. Le origini della regata sono incerte, anche se la prima documentazione certa che abbiamo risale al 1274, quando troviamo un cenno in un codice depoca. Abbiamo quindi la certezza che le regate con barche di svariate dimensioni si svolgevano gi nel XIIIsecolo. Le autorit incoraggiarono questo tipo di attivit: serviva allesercizio fisico e a mantenersi in allenamento nel caso gli uomini appartenenti agli equipaggi dovettero imbarcarsi per conflitti in mare. Di solito le regate si svolgevano in aperta laguna e molto raramente nel Canal Grande: celebre il magnifico dipinto del pittore Canaletto, intitolato Regata in Canal Grande. I campioni delle regate dellepoca erano normalmente, come anche ai giorni nostri, gondolieri di professione, quindi abituati a vogare quotidianamente e quindi ben allenati. Quando la Serenissima cadde, nel 1797, e pass nelle mani di Napoleone e dei francesi, le regate continuarono seppure con meno frequenza. Oggi la regata si svolge nel Canal Grande e riveste grande importanza per i veneziani, molto legati a questa manifestazione antichissima e illustre molto amata anche dai turisti, che oltre alle regate vere e proprie consiste anche in un corteo storico e rievocativo.

TRADIZIONE
storica: historical si svolge (svolgere): takes place (to take place) ogni anno: every year la prima domenica: the first Sunday una manifestazione sportiva: a sport event molto nota: very famous legata: connected una rievocazione: commemoration tempi: times il nome: the names durante: during abitanti: inhabitants avevano labitudine: had the habit divertirsi: entertaining themselves, to have fun facendo (fare): doing (to make, to do) imbarcazione: vessel che abbiamo (avere): that we have (to have) risale (risalire): traces back (to trace back) troviamo (trovare): we can find (to find) un cenno: a mention un codice: a manuscript epoca: age, period barche: boats svariate dimensioni: different dimentions si svolgevano (svolgere): took place gi: already secolo: century incoraggiarono: encouraged serviva (servire): it served (to serve) esercizio fisico: workout mantenersi in allenamento: to keep in shape uomini: men appartenenti: who belong dovettero imbarcarsi: they had to go to sea per conflitti: due to conflicts, wars mare: sea di solito: usually aperta laguna: lagoon, open water celebre: famous dipinto: painting pittore: painter intitolato: entitled campioni: champions ai giorni nostri: nowadays a vogare: to paddle quotidianamente: daily ben allenati: well trained cadde (cadere): fell (to fall) pass (passare): passed (to pass) mani: hands continuarono (continuare): continued (to continue) seppure: even though oggi: today si svolge: takes place molto legati: much connected vere e proprie: out and out un corteo: a parade storico: historical rievocativo: reminiscent
w w w.thi nki tali an.com

August 2012 Grammar Corner

Hows the weather?


In todays lesson youll learn to talk about the weather in Italian. If youre planning on visiting Italy its probably best to learn some key words so you can understand basic discussions about the weather to help you decide what you should wear or if it makes more sense to take a stroll or stay inside. Knowing how to speak about the weather is especially important in Italy because it can vary so much for region to region and depending on the time of year. So while you may find dry and sunny days in Catania in July the same time of year in Padova is muggy and humid. Its now autumn and an ideal time to visit Italy. Not only do you miss the intense heat of July and August (when most Italians are escaping cities to beaches or breezy mountains), but you also beat the crowds and travelling at this time of year is more economical than in peak season. Generally this time of year its not too hot and not too cold and if youre lucky youll find some of the loveliest weather of the year. Autumn in Italy is often characterized by warm days without the humidity of the summer, but it is a season of change and sometimes things can turn cold quickly so knowing how to ask about the weather is important. Read on for some temporal tips: COMMON WEATHER EXPRESSIONS: Com il tempo?: Whats the weather like? soleggiato: sunny ventoso: windy vento: wind temporale: thunderstorm giornate fresche: cool days foschia: mist brina: white frost brezza, venticello: breezy Si muore dal caldo qui dentro!: You die of heat in here! (Its very hot) afoso: muggy (humid) appiccicoso: sticky lampo: lightning umido: humid hot: caldo sole splendente: bright sunshine brezza rinfrescante: cooling breeze tromba daria: whirlwind grandine: hailstones caldo: very warm/hot bassa pressione: low pressure uragano: hurricane cyclone: cyclone velocit del vento: wind speed sabbia: sand precipitazioni: precipitation visibilit: visibility tramonto: sunset

September 2012 / settembre 2012

alba: dawn cielo sereno: clear sky buona visibilit: good visibility raffica di vento: gust indice di calore: heat index ondata di calore: heat wave arcobaleno: rainbow siccit: drought brezza di mare: sea breeze piogge scarse: scattered showers turbolenza: turbulence EASY WAYS TO DESCRIBE THE WEATHER soleggiato: its sunny nuvoloso: its cloudy sta piovendo: its raining sta nevicando: its snowing nebbioso: its foggy sereno: its a clear day freddo: its cold caldo: its hot troppo freddo: its too cold c molto sole: theres plenty of sun c molta pioggia: theres a lot of rain pi freddo di ieri: its colder than yesterday piove pi di ieri: its raining more than yesterday ....: its a... una giornata nebbiosa: foggy day una giornata piovosa: rainy day una giornata umida: misty day una giornata nuvolosa: cloudy day una gionata soleggiata: sunny day una giornata ventosa: windy day Sta diluviando: Its bucketing down, Its raining buckets Piove tutto il giorno: its been raining all day Sono inzuppata: Im drenched E bello e caldo oggi: Its nice and warm day E veramente caldo, non vero?: Its pretty hot, isnt it? Abbiamo unondata di calore: we are having a heatwave caldo afoso, soffocante: stifling Qui si gela: It is freezing cold here E una giornata piacevole: its a lovely day Hope all your days in Italy are filled with warm weather and sunshine!

Ripetete dopo di me! Repeat after me!


Reinforce what you have learned in this months grammar lesson with these practice phrases. Listen and Repeat!
Com il tempo?
Whats the weather like?

E una giornata piacevole.


Its a lovely day.

E una bella giornata soleggiata, non vero?


Its sunny day, isnt it?

Piove tutto il giorno.


Its been raining all day.

E veramente caldo, non vero?


Its pretty hot, isnt it?

Abbiamo unondata di calore.


We are having a heatwave.

Qui si gela.
It is freezing cold here.

E bello e caldo oggi.


Its nice and warm day.

Sono bagnata fino alla pelle.


Im soaked to the skin.

Ieri notte gelato.


There was a frost last night.

September 2012 / settembre 2012

Stella dItalia
La
stella dItalia una stella bianca, a cinque punte, che da secoli rappresenta la penisola italiana. Turrita, Nel 1500 si inizi ad unallegoria dellItalia associare la sua immagine allItalia (come popolo) vista come una giovane donna con la testa cinta da una corona arricchita da torri (da qui il termine turrita). Secondo la tradizione iconografica italiana infatti, lItalia viene vista come una figura femminile, che oltre ad indossare una corona protetta da un astro luminoso. Possiamo ritrovare la stella anche sullo stemma del Regno dItalia risalente agli anni 1870-1890 ed anche nellemblema della Repubblica Italiana. La mitologia della stella dItalia risale allantichit, al VI secolo BC, quando il poeta Stesicoro crea la leggenda di Enea che fugge da Troia, in Grecia, e torna in Italia, la patria dei suoi antenati. Il racconto di Enea verr poi ripreso dal grande poeta latino Virgilio. Sin dai tempi del Risorgimento, il significato della stella corrisponde al motto di Leonardo Da Vinci Non si volta chi a stella fisso. Dopo che lItalia fu unificata, ritroviamo il simbolo della stella, con funzione di protettrice, in quasi tutte le manifestazioni ufficiali. Subito dopo la prima guerra mondiale si comincia a vedere la stella come un simbolo di protezione e di buona fortuna, significato che perdura ancora oggi. Con la fine della seconda guerra mondiale, nel 1947, la stella dItalia stata inserita allinterno del simbolo ufficiale che rappresenta la Repubblica italiana (che fu disegnato da Paolo Paschetto), emblema che venne adottato ufficialmente il 5 maggio del 1948.

TRADIZIONE
la stella: the star bianca: white cinque punte: five pointed (star) secoli: centuries rappresenta (rappresentare): represents (to represent) si inizi (iniziare): they started (to start) ad associare: to connect la sua imagine: its image popolo: people vista (vedere): seen (to see) una giovane donna: a young woman la testa: the head cinta (cingere): crowned (to crown) una corona: a crown arricchita (arricchire): enriched (to enrich) torri: towers il termine: the word secondo: according viene vista: is seen indossare: to wear un astro luminoso: a shiny star possiamo (potere): we can (can, to be able to) ritrovare: find stemma: coat of arms risalente: tracing back anni: years secolo: century crea (creare): creates (to create) che fugge (fuggire): who runs away (to flee, run away) torna (tornare): comes back (to come back, return) antenati: ancestors il racconto: the tale verr poi ripreso: will then be drawn on sin dai tempi: since the times corrisponde (corrispondere): corresponds (to correspond) Non si volta chi a stella fisso: The one who is fastened on the star does not turn away dopo: after ritroviamo (ritrovare): we find again (find again) subito dopo: right after la prima guerra mondiale: the first world war si comincia (cominciare): it starts (to start) vedere: to see buona fortuna: good luck che perdura (perdurare): that continues (to continue, to endure) ancora oggi: still today la fine: the end stata inserita (inserire): was added (to add) fu disegnato (disegnare): was drawn (to draw) che venne adottato (adottare): that was adopted (to adopt) ufficialmente: officially
w w w. t h i nki tali an.com

www.thinkitalian.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

www.thinkspanish.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

www.thinkfrench.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112