Sei sulla pagina 1di 20

thinkITALIAN

OTTOBRE 2012 - OCTOBER 2012

CREMONA
FESTIVAL DEL

TORRONE

YOUR DOORWAY TO A NEW LANGUAGE AND A NEW CULTURE

BIOGRAFIA
una delle attrici: one of the actresses pi note: most famous un punto di riferimento: a reference point giovani attori: young actors citata in: mentioned in tantissime interviste: so many interviews donna: woman non bellissima: not beautiful secondo: according canoni: norms ma dotata: but provided (with) un fascino strepitoso: an extraordinary charm nacque (nascere): was born (to be born) sugli schermi: on screen insieme ad altri: together with others bravura colossale: huge (acting) skill ha ottenuto (ottenere): has obtained (to obtain) ha vinto (vincere): has won (to win) pellicola: movie girata: shot vincere: to win occhi penetranti: piercing eyes capelli neri: black hair ci ha regalato (regalare): gave us (to give) personaggi: characters forti: strong orgogliosi: proud contro: against vita: life ebbe (avere): had (to have) uninfanzia difficile: a difficult childhood la madre: the mother una sarta: a tailor per andare a trasferirsi ad: to go to move to un ricco uomo daffari: a rich business man affid perci: therefore (she) left (her) la piccolo: the little girl alle cure: in the care nonni: grandparents non conobbe (conoscere): didnt know (to know)
October 2012 / ottobre 2012

Anna Magnani
Anna
una note Magnani delle attrici pi del panorama

cinematografico italiano, un icona, un punto di riferimento giovani citata per molti spesso

attori, in

tantissime

interviste come modello di attrice ideale. Donna non bellissima secondo i canoni tradizionali, ma dotata di un fascino strepitoso e di grande carisma, oltre che di un talento straordinario, Anna Magnani nacque a Roma il 7 marzo 1908.

Considerata uno degli emblemi della romanit sugli schermi, insieme ad altri due attori dalla bravura colossale, Alberto Sordi ed Aldo Fabrizi, nella sua carriera ha ottenuto due nomination allOscar e ne ha vinto uno, come attrice protagonista, per il film La Rosa Tatuata, del 1956, pellicola girata insieme a Burt Lancaster. Fu la prima donna italiana a vincere la prestigiosa statuetta. Occhi penetranti e capelli neri, vulcanica e passionale, ci ha regalato personaggi di donne forti, sensibili, orgogliosi come era lei, in lotta contro le ingiustizie ed i tradimenti della vita.

Lattrice ebbe uninfanzia difficile: la madre era una sarta che labbandon per andare a trasferirsi ad Alessandria DEgitto, dove spos un ricco uomo daffari, e affid perci la piccola alle cure dei nonni. Inoltre Anna non conobbe mai il padre naturale.

Nel 1927 inizi a frequentare la scuola darte drammatica Silvio DAmico e debutt in teatro, mentre il suo esordio cinematografico avvenne nel film La cieca di Sorrento, del 1934. Anna lavor anche nella rivista, accanto ad un mostro sacro come Tot e il primo regista a darle una vera parte da protagonista sullo schermo fu Vittorio De Sica, nel film Teresa Venerd del 1941.Celebre anche la sua interpretazione nel film Campo D Fiori, con Aldo Fabrizi.

BIOGRAFIA
inizi (iniziare): started (to start) la scuola: the school il suo esordio: her debut avvenne (avvenire): took place (to take place, to happen) La cieca di Sorrento: The blind woman from Sorrento lavor (lavorare): worked (to work) rivista: revue accanto ad: beside un mostro sacro: a giant of the cinema il primo regista: the first director darle (dare): to give her (to give) vera: real sullo schermo: on screen raggiunger: will reach prova: test girato (girare): shot (to shoot) nuovo: new accanto: beside vince (vincere): wins (to win) vincer: will win si innamorer: will fall in love perdutamente: madly lui: he avr (avere): will have (to have) alla fine: at the end la lascer (lasciare): will leave her (to leave) cuore spezzato: broken heart un figlio: a son nove anni: nine years giovane: young poco dopo: shortly after a fianco: beside il vento: the wind dopo essersi cimentata: after she tried herself on piccolo schermo: television chiuder (chiudere): will end (to end) quando: when viene diretta: (she) is directed by una lunga malattia: a long illness dovuta ad: caused by si spegne (spegnersi): dies (to die) oggi: today riposa (riposare): rests (to rest) un luogo: a place da lei: from her, by her molto amato: much loved possedeva (possedere): owned (to own, to possess)
w w w.thi nki tali an.com

La Magnani raggiunger il successo planetario con la sua magnifica prova dattrice in un film leggendario del neorealismo, Roma Citt Aperta, di Roberto Rossellini, girato nel 1945, dove recita di nuovo accanto ad Aldo Fabrizi. Per questo film vince il Nastro DArgento, premio che vincer di nuovo per il film LOnorevole Angelina di Luigi Zampa (in totale ne vincer cinque). Di Rossellini si innamorer perdutamente e con lui avr una tempestosa relazione. Alla fine il regista la lascer per lattrice Ingrid Bergman, lasciandola con il cuore spezzato. La Magnani aveva anche un figlio, Luca, avuto nel 1942 dallattore Massimo Serato, di nove anni pi giovane, che labbandon poco dopo.

Nel 1951 interpreta la protagonista del film Bellissima, di Luogi Zampa, a fianco di Walter Chiari. Dopo lOscar del 1956, due anni dopo Anna lavora con George Cukor, nel film Selvaggio il vento e nel 1962 recita nel lavoro di Pier Paolo Pasolini Mamma Roma. Dopo essersi cimentata anche sul piccolo schermo, Anna chiuder la sua sfolgorante carriera cinematografica nel 1972, quando viene diretta da Federico Fellini in Roma, dove recita in un cameo.

IL 26 settembre 1973, dopo una lunga malattia dovuta ad un tumore al pancreas, la grande attrice si spegne. Oggi riposa nel cimitero di San Felice Circeo, un luogo da lei molto amato, dove possedeva una villa.

VIAGGI
una citt lombarda: a city in Lombardy region situata: located pianura padana: Po Valley celebre: famous torrone: nougat (traditional dessert) dolci: sweets pi consumati: most consumed durante: during le feste natalizie; the Christmas Holiday dice (dire): says (to say) sia stata fondata (fondare): was founded (to found) ha sempre rivestito: has always had grande importanza: great importance perch: because stata (essere): has been (to be) tanto da avere: so much that it had un foro: a forum bagni termali: thermal baths porto fluviale: port on the river longobardi: Lombards la presero (prendere): (the Lombards) conquered it (to conquer, to take) la contessa: the countess chiesa: church lisola: the island si fa risalire: we can trace back libero: free nel corso del: during the secolo: century raggiunse (raggiungere): it reached (to reach) grazie allo: thanks to sviluppo: development commercio fluviale: river trade un rinnovamento: a renewal edilizio: of the buildings constructions culminate nella: ended in lo sviluppo urbano: the urban development fu completato: was completed edificazione: building nuova cerchia di mura: a new circle of walls che port (portare): which led to (to lead, to bring) il centro storico: historical center assumere: to get ha ancora oggi: still has today
October 2012 / ottobre 2012

Cremona
Cremona una
citt situata lombarda nella pianura padana ed celebre per il suo torrone, uno dei dolci pi consumati in

Italia durante le feste natalizie. La leggenda dice che la citt sia stata fondata da Ercole ed ha sempre rivestito una grande importanza perch sempre stata un centro vitale dellarea padana durante tutto il periodo della dominazione di Roma, tanto da avere un foro e bagni termali.

Era un frequentato porto fluviale e durante il Medioevo fu conquistata prima dai bizantini e poi dai longobardi, che la presero nel 603 d.C. Nel 1098 la contessa di Canossa don ai rappresentanti della Chiesa e del Comune di Cremona lisola Fulcheria,: a questa data che si fa risalire la costituzione della citt in libero Comune.

Nel corso del XII secolo Cremona raggiunse una grande ricchezza grazie allo sviluppo del commercio fluviale. Nello stesso periodo limportanza politica ed economica della citt port ad un rinnovamento edilizio, culminato nella costruzione dello straordinario complesso monumentale della piazza del Comune. Tra il 1169 ed il 1187 lo sviluppo urbano fu completato dalledificazione di una nuova cerchia di mura, che port il centro storico ad assumere quella tipica configurazione che ha ancora oggi.

Caratterizzata da lotte interne fra guelfi e ghibellini, Cremona fu assoggettata al dominio dei Visconti prima e poi entr a far parte del Ducato di Milano, divenendo una raffinata ed elegante cittadina rinascimentale.Dominata poi dagli spagnoli, dopo un periodo di difficolt e a saccheggi la citt rifior e divenne ancor pi ricca e fiorente, forte anche della sua industria tessile.

VIAGGI
lotte interne: inner fights guelfi e ghibellini: guelphs and ghibellines assoggettata: subjected dominio: dominion entr (entrare): entered, became part of (to enter) divenendo (divenire): becoming (to become) una raffinata: a sophisticated cittadina: town rinascimentale: renaissance (adj) dagli spagnoli: from the Spaniards saccheggi: pillages rifior (rifiorire): flourished again (to flourish again) ricca e fiorente: rich and growing forte: strong industria tessile: textile industry colpita dalla peste: hit by the plague ricordato: remembered si distinse (distinguersi) stood out strumenti ad arco: general word that indicates lutes, violins and similar instruments non ricordare: not to remember capolavori: masterpieces tutti i tempi: of all time insieme: together pass dagliagli (passare): passed fromto inizi (started): started (to start) tranne: apart from la parentesi: the interval anni: years continu (continuare): lasted (to last) fino: until a ridosso: close to musei: museums da vedere:a must-see costituito: constituted esempi: examples fra i luoghi: among the places mostarda: mustard gustosa: tempting la cucina tipica: a cuisine based on traditional recipes, traditional cooking il gran bollito: boiled meat dish marubini in brood: typical filled pasta cooked in broth
w ww w. w t hi w.thi n k span nki tali i sh .c an.com om 5

Colpita dalla peste nel 1630, attravers una grave crisi economica. Il XVIIsecolo tuttavia anche ricordato come il periodo in cui la citt si distinse per lattivit musicale e per la produzione degli strumenti a corda e ad arco, che port alla famosa creazione di violini. Impossibile non ricordare il grande Antonio Stradivari, i cui strumenti sono considerati i pi grandi capolavori liutari di tutti i tempi.

Insieme allo stato di Milano, Cremona pass nel 1707 dagli Asburgo di Spagna agli Asburgo dAustria. Inizi cos il lungo periodo della dominazione austriaca che, tranne la parentesi delloccupazione francese negli anni dal 1796 al 1814, continu fino al 1859, a ridosso dellUnit dItalia.

Cremona una citt darte, con un ricco patrimonio culturale e molti monumenti e musei. Da vedere la piazza del Comune, con il complesso monumentale costituito dal Torrazzo, il Duomo, il Battistero, il Palazzo del Comune e la Loggia dei Militi, uno dei pi significativi esempi di architettura medievale. Fra i luoghi simbolo della cultura cremonese il Teatro Ponchielli.

La citt lombarda la capitale del torrone e della mostarda. Ricca e gustosa la cucina tipica cremonese, che vanta ricette esclusive caratterizzate dallimpiego di ingredienti prodotti nel territorio, come il gran bollito cremonese o i marubini in brodo.

CULTURA
ogni anno: every year ritorna (ritornare): comes back (to come back) puntuale: timely lappuntamento: the appointment pi atteso: much awaited golosi: foodaholic, gluttonous amanti: lovers storia: history le strade: the streets le piazza: the squares vengono animate (animare): are animated (to animate) da eventi: by events spettacoli: shows degustazioni: tastings la citt: the city prelibatezza:delicacy ospita (ospitare): hosts (to host) giochi: games appuntamenti: appointments enogastronomici: related to wine and food pensati: conceived per celebrare: to celebrate celebre: famous un dolce: a dessert molto antico: very old, very ancient non solo: not only secondo: according primo: first sarebbe stato servito: was served al banchetto: at the banquet per le nozze: for the wedding il nuovo dolce: the new dessert venne modellato (modellare): was shaped (to shape) riproducendo (riprodurre): reproducing (to reproduce) la torre campanaria: the bell tower prese (prendere): took (to take) il nome; the name episodio: episode viene rievocato (rievocare): commemorated (to commemorate) risalgono (risalire): trace back (to trace back) ad ancora prima: even before della met: the half al tempo: at the time grazie alla: thanks to lungo: along il fiume: the river commerciavano (commerciare): traded (to trade) spezie e stoffe: spices and fabrics che vi stabil: who established cuochi: cooks un crogiuolo: a mix razze: races incrocio: a mix si debba: is due to che lo port (portare): that took him (to take) terre: lands Medio Oriente: Middle East fino alla: as far as pianura padana: the Po valley
October 2012 / ottobre 2012

Festival del Torrone


Come ogni anno
puntuale ritorna lappuntamento

pi atteso da tutti i golosi e gli amanti della storia: dal 16 al 18 Novembre le strade e le piazze della citt di Cremona, in Lombardia, vengono animate da eventi, spettacoli e degustazioni in occasione della Festa del Torrone.Per loccasione la citt, che uno dei principali centri di produzione della famosa prelibatezza, ospita giochi e appuntamenti culturali ed enogastronomici pensati per celebrare il celebre, in una magica atmosfera ricca di storia e tradizioni. Il torrone un dolce molto antico ed presente in molte regioni, non solo a Cremona. Secondo la tradizione cremonese, il primo torrone sarebbe stato servito il 25 ottobre 1441 al banchetto per le nozze, celebrate a Cremona, fra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. Il nuovo dolce venne modellato riproducendo la forma del Torrazzo, la torre campanaria della citt, da cui prese il nome. Questo episodio viene rievocato ogni anno con la celebre Festa del Torrone. Le origini del torrone risalgono tuttavia ad ancora prima della met del Quattrocento. Cremona era al tempo un importante centro commerciale, grazie alla sua posizione strategica lungo il fiume Po. Era meta di mercanti che commerciavano spezie e stoffe preziose provenienti dallOriente e da tutto il Mediterraneo. Fu nominata capitale dallimperatore Federico II che vi stabil la sua corte , inclusi i suoi cuochi. La corte federiciana era un crogiuolo di razze e culture e incrocio fra la cultura latina e quella araba ed probabile che linvenzione del dolce si debba proprio ad essa, che lo port dalle terre del Medio Oriente fino alla pianura padana.

La prima testimonianza certa sulla presenza del torrone a Cremona risale al 1543, anno in cui il Comune di Cremona acquist del torrone per farne dono ad alcune autorit venute da fuori citt. Tuttavia la paternit del dolce viene rivendicata anche dalla citt di Benevento, in Campania. Molto amato e consumato da tutti, ricchi e poveri, il torrone era conosciuto gi al tempo dei Romani come dimostrano alcune testimonianze scritte di Tito Livio.

CULTURA
risale (risalire): traces back (to trace back) acquist (acquistare): bought (to buy) per farne dono: to make a gift ad alcune: to some autorit: authorities venute (venire): arrived (to arrive) fuori citt: out of town viene rivendicata (rivendicare): is claimed (to claim) molto amato: much loved consumato: consumed ricchi: rich poveri: poor conosciuto: known dimostrano (dimostrare): demonstrated (to demonstrate) scritte: written composto da: composed by un impasto: a batter albume duovo: egg white miele: honey zucchero: sugar farcito: filled mandorle: almonds nocciole: hazelnuts spesso: often ricoperto: covered ostie: traditional wafer duro: hard morbido: soft dipende: it depends soprattutto: above all diverso grado di cottura: different cooking point la cottura: cooking pi lunga: longest che arriva (arrivare): that reaches (to reach) ore: hours Natale: Christmas si pu trovare: it can be found durante: during tutto lanno: the entire year, the whole year attraverso: through un corteo: a parade sbandieratori: flag flyers giullari: jesters trampolieri: waders si rievocano (rievocare): commemorate (to commemorate) le nozze: the wedding fra: between si allestiscono (allestire): prepare (to prepare) stand di artigianato: craft stalls concerti: concerts esposizioni: exhibitions cortei di auto: car parades epoca: epoch, time
w ww w. w t hi w.thi n k span nki tali i sh .c an.com om 7

Il torrone un dolce composto da un impasto di albume

duovo, miele e zucchero, farcito con o mandorle, nocciole e

spesso ricoperto da due ostie.Le principali variet sono due, duro e morbido, la differenza dipende soprattutto dal diverso grado di cottura dellimpasto. Nel torrone duro la cottura solitamente pi lunga, tanto che arriva 12 ore. Oggi il torrone uno dei dolci di Natale pi diffusi in Italia, anche se si pu trovare durante tutto lanno.

Durante il festival, attraverso un corteo in costume con sbandieratori, giullari e trampolieri si rievocano le nozze fra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti. Si allestiscono numerosi stand di artigianato e di prodotti gastronomici e si organizzano concerti, esposizioni e cortei di auto depoca.

VIAGGI
Nord occidentale: North west confina (confinare): (it) borders (to border) ad Ovest: to the West Svizzera: Switzerland per superficie: for the surface dopo: after il nome : the name infatti: indeed circondata (circondare): surrounded (to surround) montagne: mountains la cima: the top possiamo trovare: we can find raggiunge (raggiungere): reaches (to reach) dolci: gentle colline: hills ospitano (ospitare): host (to host) vigneti: vineyards danno (dare): give (to give) vini straordinari: wonderful wines cereal: cereals noccioleti: hazelnuts plantations frutteti: orchards coltivate a risaie: paddy fields cultivated riso: rice attorno: around invece: instead stata fondata (fondare): was founded (to found) anni: years flusso di immigrati: flow of immigrants meridionale: southern povera: poor provoc (provocare): caused (to cause, to provoke)
October 2012 / ottobre 2012

Piemonte
Il
Piemonte una delle dellItalia Nord regioni

occidentale. Oltre che con Lombardia, Val DAosta ed Emilia Romagna, confina

ad Ovest con la Francia ed a nord con la Svizzera. E la pi grande regione italiana per superficie dopo la Sicilia

Il nome Piemonte significa ai piedi dei monti (in latino pedemontium) Infatti la regione circondata dalle Alpi Occidentali e dalle montagne dellAppennino Ligure. La cima pi alta che possiamo trovare la cima della Punta Nordend , che raggiunge i 4.609 metri.

Il Piemonte anche famoso per le sue splendide e dolci colline, come quelle delle Langhe, del Monferrato e del Roero. Queste colline sono preziose perch ospitano vigneti che danno vini straordinari.

Sono famose anche per i cereali, i noccioleti ed i frutteti. Inoltre le province di Vercelli e Novara sono coltivate a risaie: la regione infatti un grande produttore di riso. La zona attorno a Torino invece famosa per le sue industrie. Lindustria automobilistica Fiat stata fondata qui dalla famiglia Agnelli. La Fiat attrasse negli anni cinquanta e sessanta un grande flusso di immigrati dallItalia meridionale, pi povera, flusso che provoc profonde trasformazioni sociali e culturali.

A ridosso della caduta dellImpero Romano, la regione divenne territorio di scorribande e razzie. Fu invasa da trib barbare come i Goti, i Burgundi, i Longobardi ed i Franchi. Nel Medioevo era famosa per le sue abbazie, spesso oggetto di interesse di Ungari e Saraceni che le distrussero fra IX e Xsecolo. Divisa poi in contee e marche, fu data in eredit ai Savoia. La regione fu scossa da lotte fra signori esterni come i Visconti e nelle lotte fra Asburgo e Valois per il controllo in Italia e in Europa nel XVIsecolo. Fu dominata da Napoleone fra il 1798 ed il 1814 ed ebbe un ruolo chiave nel Risorgimento italiano e nellunificazione dItalia. La prima capitale dello stato italiano fu proprio Torino, anche se poi la capitale fu spostata a Roma.

VIAGGI
a ridosso: close to caduta: fall divenne (diventare): became (to become) scorribande: incursions razzie: pillages invasa (invadere): invaded (to invade) trib barbare: barbarian tribes/people le sue abbazie: its abbeys oggetto di interesse : object of interest le distrussero (distruggere): destroyed them (to destroy) secolo: century divisa (dividere): divided (to divide) in contee: in counties marche: marks (meaning a border territory) eredit: inheritance signori esterni: lords coming from outside un ruolo chiave: a key role fu spostata (spostare): moved (to move) non si parla solo (parlare): dont only speak (to speak, to talk) la lingua: the language scomparse: lost ovvero: that is non possiamo (potere): we cannot (can) non annoverare: not include vini: wines celebri: famous mondo: world formaggi: cheeses il mondo: the world impianti sciistici: ski tows noti: famous a livello internazionale: internationally inoltre: furthermore si trovano (trovare): we can find (to find) nel corso dei secoli: during the centuries

In Piemonte non si parla solo l italiano, che comunque la lingua dominante, ma esistono anche delle lingue molto antiche quasi scomparse, ovvero loccitano, palrato nelle valli di Cuneo e in Val Chisone, ed il franco-provenzale, parlato nelle Valli di Lanzo ed in Val di Susa.

Tra i prodotti pi famosi del Piemonte non possiamo non annoverare i vini, fra i pi celebri del mondo, come il Barolo, il Nebbiolo, lAsti spumante ed il Dolcetto, solo per menzionarne alcuni. Molto interessanti anche i formaggi e celebre e prezioso il tartufo dAlba. Famosa anche lUniversit di Pollenzo, specializzata nelle scienze gastronomiche e frequentata da studenti di tutto il mondo. La regione anche famosa per i suoi impianti sciistici, noti a livello internazionale.

Inoltre in Piemonte si trovano due siti dellUnesco, le Residenze Sabaude (castelli e residenze commissionate nel corso dei secoli dalla famiglia Savoia) ed i Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia.

w w w.thi nki tali an.com

TRADIZIONE
il mistero: the mistery Maschera di Ferro: Iron Mask un vero e proprio: a real epoca: epoch, time barocca: baroque affascina (affascinare): fascinates (to fascinate) oggi: today in passato: in the past scrittori: writers registi: directors rimasti stregati: enchanted complicata vicenda: a complicated story storia: story ha dedicato (dedicare): dedicated (to dedicate) il ruolo: the role prigioniero: prisoner dallattore: from the actor parlare: to talk prima di morire: before he died carcere parigino: Parisian prison aveva soggiornato (soggiornare): stayed (to stay) a lungo: for a long time anche: also prigione: prison scortato: excorted moschettieri: moskteers giunse (giungere): arrived (to arrive) un uomo: a man volto: face era celato (celare): was hidden (to hide) mese: month trasferito: transferred rimase (rimanere): stayed (to stay) fino al: until the per alcuni giorni: for some days si trova (trovare): is located (to locate, to find) a strapiombo: overhanging isola: island rimase: stayed riportato: brought back morte: death sopraggiunse (sopraggiungere): occurred (to occurr)
October 2012 / ottobre 2012

La maschera di fero
Il
mistero della Maschera di Ferro un vero e proprio enigma dellepoca barocca il cui mistero affascina oggi cos come in passato. Sono stai molti gli scrittori e registi che sono rimasti stregati da questa complicata vicenda, da Alexander Dumas e Voltaire fino ai registi della nostra epoca come Randall Wallace, che alla storia ha dedicato un film, in cui il ruolo del prigioniero della maschera di ferro stato interpretato dallattore Leonardo Di Caprio. Il primo a parlare della leggenda della maschera di ferro fu Voltaire il quale, prima di morire nel carcere parigino della Bastiglia il 19 novembre 1703, aveva soggiornato a lungo anche nel carcere della citt di Pinerolo, in Piemonte, allora sotto il dominio francese. Proprio nella prigione di Pinerolo il 24 agosto 1669, scortato da DArtagnan e dai suoi moschettieri, giunse un uomo misterioso il cui volto era celato da una maschera di ferro. Dal carcere piemontese nel mese di ottobre del 1681 l uomo fu poi trasferito alla fortezza di Exilles,dove rimase fino al 17 aprile del 1687. Fu quindi portato per alcuni giorni allo Chateau di Brianon Ancien, per poi essere nuovamente trasferito in un altro maniero, Fort Royal . che si trova a strapiombo sulla costa meridionale dellisola di Santa Margherita (presso Cannes), dove rimase sino al 28 agosto 1698. Infine, fu riportato a Parigi nelle celle della Bastiglia, dove rimase fino alla morte che sopraggiunse il 19 novembre del 1703.

Non sappiamo con sicurezza chi si nascondesse dietro la maschera di ferro, ma possiamo ipotizzare che doveva una persona davvero molto importante se il re di Francia, Luigi XIV, detto il Re Sole, non ebbe la forza di farlo decapitare. Tra le tante ipotesi formulate dagli storici quella secondo cui era un fratellastro di Luigi XIV, figlio di Anna dAustria e del cardinale Mazzarino e quella in cui si ipotizza che luomo potesse essere stato il figlio segreto della madre di Luigi XIV e Mazzarino e dArtagnan oppure ancora che fosse il figlio segreto dello stesso Re Sole.

TRADIZIONE
non sappiamo (sapere): we dont know (to know) si nascondesse (nascondere): would hide (to hide) dietro: behind ma possiamo (potere): but we can (can) ipotizzare: assume davvero: really il re: the king la forza the strength to di farlo decapitare: to behead him le tante ipotesi: the many assumptions secondo: according un fratellastro: a stepbrother figlio: son oppure: or Re Sole: The Sun King scrittore: writer disse: said il fratello gemello: the twin brother invece: instead lo defin (definire): defined him (to define) vivent: living ombra: shadow la colpa: the guilt, the blame decise di (decidere): decided to (to decide) fargli coprire la faccia: have his face covered un drappo: a cloth velluto: velvet nero: black scrisse (scrivere): wrote (to write) gli fece indossare sopra: he made him wear on top of it strisce dacciaio: steel stripes anni: years durante: during fine settimana: weekend commemora (commemorare): commemorates (to commemorate) rievoca (rievocare): recalls (to recall) la triste: the sad sospesa: loose, uncertain rievocazioni: commemorations mercato: market allestite (allestire): set up (to set up) creare: to create seicentesca: Seventeenth century (adj)

Lo scrittore Alexandre Dumas disse che era forse il fratello gemello del re. Victor Hugo invece lo defin Un mistero vivente, ombra, enigma.In ogni caso deve essere stata talmente grave la colpa del prigioniero che il re decise di fargli coprire la faccia da un drappo di velluto nero e, come scrisse Voltaire, gli fece indossare sopra una maschera fatta con strisce dacciaio.

Da oltre dieci anni , durante il primo fine settimana di ottobre, Pinerolo commemora e

rievoca la triste e misteriosa delluomo storia della

maschera di ferro, sospesa fra verit e leggenda. Tra gli eventi, rievocazioni con gruppi storici, concerti, mercato e allestimenti enogastronomici. Le coereografie allestite per loccasione contribuiscono a creare latmosfera seicentesca.

w w w.thi nki tali an.com

VIAGGI
il capoluogo: the regional capital il cuore verde: the green heart ricca di storia: rich in history una florida economia: a robust economy dietro: behind le spalle: the shoulders oltre ad essere: apart from being meta di turisti: a tourist destination studenti: students poich: because sede: location fondata (fondare): established, built (to establish) per stranieri: for foreign people un luogo suggestive: an evocative place qualunque turista la visiti: whoever tourist visits it viaggia (viaggiare): travels (to travel) una macchina del tempo: a time machine passseggiando (passeggiare): walking (to walk) per la citt: around the city dintorni: surroundings si attraversano (attraversare): you cross (to cross) venti secoli: twenty centuries epoca etrusca: Etruscan time mondo: world trasporto urbano: city transportation collega (collegare): connects (to connect) una monorotaia: monorail disegnata (disegnare): designed (to design) risale (risalire): traces back (to trace back) padre: father fondatore: founder prima met: first half IV secolo: 4th century proprio in virt della: right because of costitu (costituire): was built (to build) un sicuro rifugio: a safe shelter nel corso: during incursioni dei barbariche: the barbarian pillages il tempio: the temple omonimo colle: hill with the same name crebbe (crescere): grew (to grow) port all affermazione: brought to success potere : the power dentro: within le mura: the city walls la cittadina: the town vide (vedere): saw (to see) cos: in this way consolidare: strengthening risalgono (risalire): trace back (to trace back) opere: artworks la chiesa: the church ma soprattutto: but above all richiamano: recall il rapport: the relationship fra: between campagna: countryside
October 2012 / ottobre 2012

Perugia
Perugia
il capoluogo della regione Umbria, il cuore verde dItalia. Euna citt darte ricca di storia e monumenti, con una florida economia dietro le spalle. Oltre ad essere meta di turisti, anche meta di studenti poich sede di due universit: lUniversit degli Studi, fondata nel 1308, e lUniversit per stranieri, la pi grande di tutta Italia. Perugia e un luogosuggestivo, ricco di testimonianze antichissime. Qualsiasi turista che la visiti viaggia in una macchina del tempo, perch passseggiando per la citt ed i suoi dintorni si attraversano oltre venti secoli di storia, dallepoca etrusca al Medioevo, dal Rinascimento fino al mondo contemporaneo, rappresentato dal minimetr, linfrastruttura di trasporto urbano che collega la periferia al centro storico della citt attraverso il una monorotaia disegnata da Jean Nouvel. Lorigine della citt risale alletrusco Auleste, padre di Ocno, fondatore di Bologna e Mantova. Monumenti di grande testimoniano la diffusione del Cristianesimo a Perugia gi nella prima met del IV secolo. La citt infatti, proprio in virt della sua posizione dominante, costitu infatti un sicuro rifugio nel corso delle incursioni dei barbariche. Lesempio pi significativo di arte paleocristiana a Perugia il tempio di San Michele Arcangelo (429 d.C.), situato alla sommit dellomonimo colle. Nel Medioevo Perugia crebbe politicamente ed economicamente e port all affermazione del potere comunale dentro le mura. Nel XIII secolo la cittadina vide cos consolidare la propria influenza oltre i confini delle sue mura. Risalgono a questo periodo importanti opere pubbliche come la chiesa di SantErcolano, il Palazzo Pubblico, lUniversit la piazza del Sopramuro, ma soprattutto la Fontana Maggiore, le cui decorazioni scultoree di Giovanni e Nicola Pisano richiamano i valori civili e religiosi della citt e il rapporto fra citt e campagna.

Dalla fine del XIV secolo il tentativo di sottrarsi allegemonia papale aliment linasprirsi delle lotte fra popolari e nobili nel tentativo di prendere in mano il governo della citt. Alla fine trionf la signoria di Biordo Michelotti prima e di Braccio Fortebracci dopo. Nel 1540 la citt perde per le sue libert civiche e la sua secolare autonomia e passa nuovamente alle dirette dipendenze dello Stato della Chiesa Dalla seconda met del XVI secolo in poi Perugia vivr un periodo di stagnazione economica, similmente alle altre province pontificie, anche se sotto il profilo artistico continuer ad arricchirsi di opere ed edifici splendidi come le molte residenze patrizie. Tra i luoghi di interesse la Fontana Maggiore, lArco Etrusco e la Rocca Paolina. Rilevante anche il pozzo etrusco, che risale al II secolo a. C., profondo circa 40 metri, che stato nellantichit la principale fonte di approvvigionamento idrico della citt. Ma i siti di interesse sono innumerevoli, dal palazzo dei Priori al Collegio della Mercanzia, dalle mura etrusche al Palazzo del Capitano del Popolo o la cattderla di san Lorenzo. Da non perdere i piatti della cucina locale, semplice e contadina. Celebre il pane sciapo, che viene fatto risalire alla guerra del sale, quando Papa Paolo III nel 151 impose una tassa per luso del sale. Degni di nota i cappelletti in brodo, gli gnocchi al sugo doca, i salumi e i dolci come le fave dei morti, preparate per il 2 novembre, ed il torciglione, una ciambella aperta fatta con mandorle e pinoli. Da non dimenticare i vini, come il Torgiano e il Sagrantino.

VIAGGI
il tentative: the attempt di sottrarsi: to avoid egemonia papale: the Pope hegemony aliment (alimentare): nourished (to nourish) prendere in mano: to take il governo: the government trionf (trionfare): triumphed over (triumph) perde (perdere): loses (to lose) libert civiche: the city freedom passa nuovamente: goes again Chiesa: Church seconda met : second half vivr: will experiment, will go through stagnazione economica: economical stagnation similmente: as, similarly to se: if sotto: under continuer (continuare): will keep on, will continue (to continue) ad arricchirsi: getting rich opera: works edifice: buildings residenze patrizie: patrician residences tra i luoghi: among the places rilevante: important il pozzo: the well profondo: deep la principale fonte: the main source approvvigionamento idrico: water supply da non perdere: not to be missed cucina locale: local cuisine semplice: simple contadina: rural, from the countryside celebre: famous il pane sciapo: bread without salt viene fatto (fare): is made (to make) guerra: war sale: salt impose (imporre): imposed (to impose) una tassa: a tax degni di nota: notable sugo doca: sauce made with duck meat salumi: cold cuts dolci: sweets le fave dei morti: literally fava beans of the dead, typical local dessert il torciglione: name of the dessert una ciambella aperta: an open doughnuts mandorle: almonds pinoli: pine nuts non dimenticare: lets not forget vini: wines
w w w.thi nki tali an.com

TRADIZIONE
si tiene (tenersi): takes place (to take place) ogni anno: every year durante: during il mese: the month dedicata : dedicated attire (attrarre): attracts (to attract) maestri pasticceri: pastry chefs il mondo: the world una marea: a mass durante: during giorni: days prendono dassalto (prendere): take by storm (to take) offrono (offrire): offer (to offer) dolci: sweets, desserts affluiscono (affluire): flood in (to flood) consumatori: consumers ovviamente: obviously fanno parte della: are part of the mondiale: world (adj) ha sede: is located durante: during inoltre: furthermore vengono presentati (presentare): are presented (to present) nuovi prodotti: new products spezie: spices aroma: seasonings gusti: flavors quindi: so tavolette: bars uvetta: raisins frutti di bosco: wild berries frutta secca: dried fruit torte: cakes farcite: filled pasticcini: pastries budini: puddings squisitezze: delicacies scoprirne: find out pianta: plant passeggiando (passeggiare): walking (to walk) parlando con (parlare): talking with (to talk) veniamo cos a sapere: we get to know moneta: currency grazie ai: thanks to
October 2012 / ottobre 2012

Eurochocolate
LEurochocolate
manifestazione una che si

tiene ogni anno a Perugia durante il mese di ottobre ed interamente dedicata al cioccolato. Creato Eugenio

dallarchitetto

Guarducci nel 1994, il festival attira maestri

pasticceri da tutta Italia e da tutto il mondo, nonch una marea di turisti che durante i giorni dellevento prendono dassalto gli stand che offrono dolci a base di cioccolato.

Affluiscono a Perugia, oltre che i consumatori, ovviamente anche i produttori di cacao che fanno parte della International Cocoa Organization, lorganizzazione mondiale dei produttori che ha sede a Londra. Durante la manifestazione inoltre vengono presentati numerosi nuovi prodotti a base di cioccolato, spezie e aromi, per tutti i gusti. Quindi un trionfo di tavolette al latte, a base di liquore, cioccolatini arricchiti con uvetta o frutti di bosco, praline al fondente o con frutta secca, torte farcite, pasticcini, budini e tante altre squisitezze.

Durante lEurochocolate si pu anche scoprirne di pi sulla pianta del cacao. Passeggiando per gli stand e parlando con i pi esperti pasticceri, veniamo cos a sapere che i primi ad utilizzarlo come primitiva forma di moneta furono i Maya, grazie ai quali il cacao si diffuso nellintera penisola dello Yucatan.

Il

cacao

tuttavia

entr

TRADIZIONE
entr (entrare): entered into (to enter) storia: history le fave di cacao: cacao fava beans scoprire: to discover molti indigeni: many natives invece: instead pensare: to think si cibavano (cibarsi): ate (to eat) vivevano (vivere): lived (to live0 una vita: a life felice happy spensierata: without worries gioendo (gioire): delighting (to delight) pens (pensare): thought (to think) pertanto: consequently che aiutassero (aiutare): that would help (to help) luomo: the human being a vivere serenamente: to live without sorrows si diffuse (diffondere): spread (to spread) cuocendo (cuocere): cooking (to cook) si otteneva (ottenere): you obtained (to obtain) una volta solidificata: once solidified si poteva (potere): you could (can) mordere: bite un bene di lusso: a luxury item giorni: days si tramuta (tramutare): it turns into (to transform, turn into) decine di: dozens of iniziative: initiatives cibo degli dei: the food of the Gods convegni: meetings esposizioni: exhibitions mostre: shows, exhibitions feste: celebrations, parties fino agli: until the molto atteso: much awaited lo spettacolo: the show scolpiscono: carve per ricavarne: to obtain opera: artworks resteranno in esposizione: will be on display la durata: the length, the duration
w w w.thi nki tali an.com

ufficialmente nella storia con gli Atzechi, che utilizzavano anchessi le fave di cacao come moneta. Fu lesploratore Hernandez, nel 1572, a

scoprire che molti indigeni, invece di pensare ad arricchirsi, si cibavano del cacao e vivevano una vita felice e spensierata gioendo dei doni della natura e pens pertanto che il cacao avesse delle propriet magiche, che aiutassero luomo a vivere serenamente.

La cultura del cacao si diffuse nel Seicento, prima in Spagna ed in Italia, poi in Francia, Paesi Bassi ed in altri stati. Allora si scopr che cuocendo il cacao ad una determinata temperatura si otteneva una crema liquida e deliziosa che una volta solidificata si poteva mordere. Il cacao era considerata allora un bene di lusso, quindi accessibile solo a ricchi e nobili.

Nei giorni del festival Perugia in una si tramuta pasticceria In

gigantesca.

programma decine di eventi ed iniziative per promuovere il cibo degli dei. Convegni, esposizioni, stage, laboratori, distribuzione di cioccolatini, mostre e feste fino agli Eurochocolate Awards. Molto atteso lo spettacolo delle Sculture di Cioccolato, momento in cui abili pasticceri scolpiscono enormi blocchi di cioccolato per ricavarne opere che resteranno in esposizione per tutta la durata della manifestazione.

Grammar Corner: Accents & Apostrophes


Accents in Italian
In the Italian language accents (accenti) are used to indicate where the voice should fall with more force when pronouncing a word; therefore in Italian words we distinguish tonic syllables (where the accent falls) and atonic syllables. In Italian accent marks are used for vowels only. You may have observed that in many cases accented vowels in Italian have a grave accent that is slanted to the left (perci, sar, per, pi), while other words have accents slanted in the opposite direction (perch, n, s), which are known as acute accents. In these cases the accent lets the reader know that the last syllable is to be stressed when pronouncing the word. Examples of Grave Accents Perci Sar Per Pi Examples of Acute Accents Perch why, because Poich because Bench despite Giacch since Sicch so, therefore Some words have completely different meanings depending on which word carries the accent. ncora ahnkohrah (anchor - noun) OR ancra ahnkohrah (again, more - adverb) rgia rehjah (royal - adjective) OR rega rehjyhah (direction of a movie or a play - noun) capitno kahpytahnoh (captain - noun) OR cpitano kahpytahnoh (it/things happen - verb) lvati lahvahtih (wash yourself) OR lavti lahvahtih (masculine plural of washed) These types of subtle differences often cause problems for those learning Italian, because a simple thing like the placement of an accent can change both the pronounciation and the meaning of a word. In dictionaries accents are always written on the stressed syllables, but this is not done in common writing. In most Italian words where no accent is noted the penultimate syllable is stressed when pronouncing the word: Lampadna = light bulb Supermercto = supermarket Aereoplno = airoplane There is no need to use an accent on monosyllabic words like re (king) or fu (he was), although accents are used on some monosyllabic words to distinguish their pronounciation from other words with the same spelling and no accent. When reading words with accents remember to pronounce the vowel that is accented with a broad, emphatic sound.
October 2012 / ottobre 2012

The Apostrophe in Italian


In Italian an apostrophe is an elision which occurs when a word that ends with a vowel and a word that begins with a vowel are used together in a sentence. In such a case the first word loses its final vowel, which is replaced with an apostrophe For example: Lalbero instead of Lo albero Lamica instead of La amica Un granduomo instead of Un grande uomo Lanima instead of La anima Cincontrammo instead of ci incontrammo All Italian words except for il, un, in, per, con, and non (the, a or an, in, for, with, and not) end with vowels a, e, i, o, u. The end vowel indicates the gender, number and verbal inflection of the word. The demonstrative adjectives questo and quello indicate the status of someone or something from the point of view of the speaker (ie: This movie is interesting = Questo film interessante) and are used with masculine nouns. When the noun that follows begins with a vowel the o at the end of these words is dropped (ie: Questanno andiamo al mare = This year well go to the sea.) The demonstrative adjectives of quella and quelle are used in the same way but before feminine nouns, singular and plural, respectively (ie: Quella ragazza = That girl or Quelle pere = Those pears). If the noun that follows begins with a vowel the a or e is dropped. We are obliged to use the elision with: Articles LO, LA, UNA (larte, linstto, unidea) DI, (usi doggi, macchia dinchiostro) Pronouns (mincontr, se nand, lho detto) GLI used before words that start with i (glinglesi, glinsetti) Ci (cingann, candai) LE and DELLE (lerbe, leriche) UNO, NESSUNO, ALCUNO, CIASCUNO: Before masculine words the last vowel is dropped, but no apostrophe is used. Before feminine words the elision is used (unanima, alcunidea, ciascunalunna, un albero, un uomo, un insetto.) Santo/Santa - Names of Saints (SanAntonio, SantAnna) In Italian the apostrophe is sometimes used as a substitute for a grave accent after a final vowel. For example: Niccol

Exercise
Put the elision/apostrophe in the correct place: 1. Ho accolto di buono animo la osservazione che mi hai fatta. 2. Mi sono comperato uno bello abito per lo inverno. 3. Santo Tommaso di Aquino il patrono degli studenti. 4. Quale il tuo paese di origine? 5. Molti sono gli insetti nocivi alla agricoltura. 6. Quello lavoro di tale entit che mi spaventa. 7. La lettura uno utile esercizio di lingua. 8. Di estate uno bello bicchiere di acqua fresca gradito. (Answers appear after the Repeat After Me excercises)

Ripetete dopo di me! Repeat after me!


Practice your prounciation and reinforce what you have learned in the October Grammar Lesson . Listen and Repeat!

1. Ho accolto di buonanimo losservazione che mi hai fatto. 2. Ho comperato un bellabito per linverno. 3. San Tommaso dAquino il patrono degli studenti. 4. Qual il tuo paese di origine? 5. Molti sono gli insetti nocivi allagricoltura. 6. Quel lavoro di tale entit che mi spaventa. 7. La lettura unutile esercizio di lingua. 8. Destate un bel bicchiere dacqua fresca gradito.

October 2012 / ottobre 2012

Grammar Lesson Answers : 1. Buonanimo -losservazione 2. Bellabito - linverno 3. San Tommaso 4. Qual

5. Allagricoltura 6. Quel lavoro 7. Unutile 8. Destate - bel bicchiere - dacqua

Pasta con zucchine


Ecco la ricetta della pasta con
le zucchine, un piatto semplice, veloce, e facile da preparare, ma comunque molto gustoso e sicuramente apprezzato da tutti. La pasta con le zucchine un primo piatto estivo, ma si pu preparare durante tutto lanno visto che le zucchine si trovano sempre. Se trovate delle zucchine con i fiori, potete utilizzare anche loro in questa preparazione, per aggiungere un tocco di colore. Ingredienti (dosi per 4 persone) 360 gr di pasta corta 400 gr di zucchine non troppo grandi, fresche e sode 1 dl di panna 3 spicchi di aglio 3 cucchiai da minestra di olio doliva extra vergine sale e pepe q.b. parmigiano grattugiato q.b. Per quello che riguarda la pasta per questa ricotta, i formati pi indicati sono le penne o le pennette lisce o rigate, le farfalle, oppure le trofie liguri. Preparazione Pulite e lavate le zucchine, poi tagliatele a fettine o a bastoncini. Fate cuocere le zucchine con lolio e gli spicchi di aglio pelati e schiacciati, fino a quando saranno tenere. Salate e pepate. Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata. Quando la pasta sar quasi cotta, rimettete le zucchine sul fuoco, unite la panna, e cuocete per 30 secondi mescolando. Scolate la pasta, gettatela nel tegame con il sugo di zucchine, e fatela saltare per un minuto mescolando. Servite la pasta con le zucchine cosparsa di parmigiano grattugiato.

RICETTA
la ricotta: the recipe un piatto: a dish semplice: simple veloce: quick facile: easy ma comunque: but still molto gustoso: very tasty sicuramente: for sure apprezzato: appreciated un primo piatto: a first course estivo: summer (adj) si pu preparare: it can be prepared durante: during tutto lanno: whole year visto che si trovano (trovare): since you can find them (to find) sempre: always fiori: flowers potete utilizzare (potere): you can use (can) anche loro: also them per aggiungere: to add tocco: touch pasta corta: short cut pasta non troppo grandi: not too big fresche: fresh sode: firm panna: cream spicchi: cloves aglio: garlic cucchiai: spoons olio doliva: olive oil q.b (quanto basta): as much as needed parmigiano grattugiato: grated parmesan cheese per quello che riguarda: concerning formati: shapes pi indicate: more recommended rigate: with ridges le farfalle: bow tie or butterfly shaped oppure: or le trofie liguri: thin twisted pasta typical from Liguria region pulite (pulire): clean (to clean) lavate (lavare): wash (to wash) fate cuocere: cook schiacciati (schiacciare): crushed (to crush) saranno tenere: (they) will be soft nel frattempo: in the meantime cuocete: cook acqua salata: salty water sar quasi cotta: will be almost cooked rimettete (rimettere): put back (put) fuoco: fire unite (unire): add (to add) mescolando (mescolare): blending (to blend) scolate (scolare): strain, drain (to strain) gettatela (gettare): put it, throw it (to put, throw) tegame: pot il sugo: the sauce servite (servire): serve (to serve) cosparsa: sprinkled
w w w. t h i nki tali an.com

www.thinkitalian.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

www.thinkspanish.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112

www.thinkfrench.com
PO Box 124949
n

San Diego, CA 92112